Page 1

Progetto “Osservatorio sul Delta del Po”

Seminario residenziale 22 – 29 giugno 2008 Responsabile: Giovanni Campeol Coordinamento: Elisabetta Callegaro, Sandra Carollo Tutors: Michele Culatti, Elisa Guzzon, Monica Niero, Davide Scarpa

IL DELTA DEL PO MODELLI E TECNICHE DI VALUTAZIONE AMBIENTALE PER LA DEFINIZIONE DI LINEE DI SVILUPPO SOSTENIBILE


PRINCIPALI OBIETTIVI ESPERIENZA SEMINARIALE •conoscenza geografica di un territorio sensibile

OBIETTIVI

•sperimentazione di processi coerenti di analisivalutazione-pianificazione ambientale in sito •definizione di scenari di sviluppo per specifici ambiti territoriali del Delta

•elaborazione di linee guida pianificatorie e progetti pilota


PERCORSO METODOLOGICO

ANALISI

VALUTAZIONE AMBIENTALE

PROGETTAZIONE

DI TIPO INTERDISCIPLINARE lettura del paesaggio (accezione esteticopercettiva)

DI TIPO MULTICRITERIALE definizione del rapporto tra qualitĂ e degrado (componenti ed indicatori)

SCENARI DI SVILUPPO Modello della Piramide delle politiche

Linee guida pianificatorie e progetti pilota


AMBITI TEMATICI

aste fluviali scanni e bonelli

ANALISI

valli da pesca e lagune sistema infrastrutturale, urbano ed agrario


MODELLO VALUTATIVO “QUALITÀ/DEGRADI”

Componenti

Naturalistica

Morfologico/ idraulica

Degradi totali componente

Indicatori

biodiversità

connettività/ frammentazione

-3/+3

-3/+3

complessità

percettibilità

-3/+3

-3/+3

rappresentatività

valore turistico

-3/+3

-3/+3

accessibilità

potenzialità

-3/+3

-3/+3

specificità formale

percettibilità

-3/+3

-3/+3

VALUTAZIONE

Memoria storica Funzionalità urbanistica Aspetto Formale (tipologie architettoniche – trame urbanistiche)

Bilancio ambientale delle qualità e dei degradi ambito di indagine

Qualità totali componente


PIRAMIDE DELLE POLITICHE SOSTENIBILI

CONSERVAZIONE

media

16 Valorizzazione dell'esistente

RECUPERO

8 bassa

qualitĂ

SCENARI DI SVILUPPO

alta

24

0

Utilizzo regolamentato

Riqualificazione dell'esistente

RISANAMENTO

basso

8

medio

degrado

16

alto

24


ASTE FLUVIALI

sulle spalle del Gigante‌

Annalisa Abriani, Giulia Agnoletto, Marianna De Muri, Elisa Drago, Giorgia Schiavon


Abstract

Le ASTE FLUVIALI, risultato dei processi evolutivi avvenuti nelle diverse epoche Gli ARGINI, muri verdi che le delimitano Le SPALLE su cui SALIRE, per abbracciare la totalità di ciò che li circonda

“… se infatti questa gente, profittando del mio sonno, avesse tentato di farmi fuori, avrei spezzato le corde che mi legavano, spinto da una rabbia e una forza incontenibili e loro, non essendo in grado di oppormi una valida resistenza, non avrebbero potuto aspettarsi alcuna pietà…” “ I viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift


ASTA DEL PO DELLE TOLLE -Zona marginale, scarso sfruttamento delle potenzialitĂ del luogo -Nel tratto finale presenza di due sacche -Forte frammentazione del bordo (golene)

-Paesaggio agrario/paesaggio fluviale


VALUTAZIONE

La valutazione effettuata definisce uno scenario di sviluppo nel campo della

VALORIZZAZIONE DELL’ESISTENTE


CONNESSIONE, FLUIDITA’, FRUIBILITA’

Localizzazione progetto

Tolle Polesine Camerini

rafforzamento dell’argine

ABITARE IL BORDO GUARDANDO IN FACCIA IL GRANDE FIUME

Scardovari


SCHEMA VIABILISTICO

Tolle

Percorso automobilistico

Polesine-Camerini

Scardovari


BRAIN STORMING : RIFERIMENTI PROGETTUALI

progettare lungo l’argine


BRAIN STORMING : RIFERIMENTI PROGETTUALI

come può essere disegnata la nuova linea dell’argine

la struttura entra in acqua sviluppandosi in un volume


IL PROGETTO

L’esistente viene recuperato integrandolo con nuove strutture Passato e presente vengono affiancati creando un dialogo architettonico tra i due elementi

Il percorso si sviluppa modificando la propria sezione cambiando la percezione del luogo per chi lo percorre


MASTERPLAN

Nodo di interscambio

SCARDOVARI

Punto base per l’attività

Spazi pubblici

didattica POLESINE CAMERINI

Rimessaggio

Edificato

TOLLE

Parcheggi


scanni e bonelli


Il bilancio ambientale delle qualità dell’area di indagine risulta essere 14 mentre il bilancio ambientale dei degradi assume valore 0. Nel valore delle qualità assumono un peso maggiore gli indicatori di biodiversità, complessità e potenzialità. Introducendo questi valori nella Piramide delle politiche ambientali viene messa in evidenza la politica da adottare nell’area di studio per garantire un progetto ecologicamente compatibile, economicamente durevole e partecipato: Valorizzazione dell’esistente


Valorizzazione dell’esistente


SISTEMA INFRASTRUTTURALE URBANO E AGRARIO

Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna DonĂ


> AREA DI INDAGINE: TESSUTO AGRICOLO - INFRASTRUTTURE URBANO

Individuazione della politica da adottare nell’area di studio

RISANAMENTO

proposte progettuali > Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> STRATEGIA PROGETTUALE – masterplan -

P

Nuovo argine

Corridoio verde Edifici memoria storica Edificato esistente Zone rivalutate

Zone di espansione

Area d’interesse- sviluppo

P

Percorso in golena ritornare al di là del Po’ imbarco

Aree possibile espansione- cucitura

Ponte mobile

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> STRATEGIA PROGETTUALE – nuove centralità -

PIAZZA

CHIESA

MONUMENTO ALL’IDENTITA’

PARCO LUDICO ZONA RICETTIVA

IMBARCO - collegamento > Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> AMBITO 1 – nodi e corridoio -

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


B’

> LA PIAZZA - connessione fra le parti -

Possibili pavimentazioni Comune

viale alberato 1

2 A’

3

Nuovo edificio Polo ricettivo

B’

Sezione A-A’

Sezione B-B’ > Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> AMBITO 2 – il percorso in Golena

percorso

sosta Lamelle verticale a ritmi diversi scandiscono il percorso; esso si snoda sia in pianta che in prospetto all’interno della Golena permettendo diversi momenti di apprendimento, riposo, viste….

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> AMBITO 2 – il percorso in Golena

Pavimento in legno Travetti in legno

Trave trapezoidale portante

Mensola a sbalzo

educazione – lettura del territorio educazione – lettura del territorio

riposo

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> IL MONUMENTO ALL’IDENTITA’

L’antica Papozze, la riscoperta della pavimentazione storica come elemento di ritrovo e di riscoperta del Comune

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> IL PARCO LUDICO casa sull’ albero, osservatori in mezzo alla natura/attrattiva

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> L’ IMBARCO – pontile mobile, collegamento con la sponta opposta…andare/tornare al di là del fiume

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> AMBITO 3 - IL RICETTIVO

Ambito del Mercato Vecchio nuovo polo ricettivo

-piscina -centro ittico -area ristoro -Ripristino mercato vecchio

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> L’ESPANSIONE

- area di cucitura – nuove attrattive -

Sistema residenziale

Polo sportivo

Piazza collegamento/superamento argine, sistema a terrazze canali + acqua + vegetazione

Piazza

canali + acqua

residenze

vegetazione

confine verde

> Seminario intensivo: “Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile “ > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> PROPOSTE PER AZIONI – punti di forza -

I punti di forza in comune per il territorio del Delta del Po sono principalmente: - Buona qualità dell’aria - Assenza di Fabbriche inquinanti - La maggior parte del territorio non è soggetta a forte traffico veicolare ed inquinamento - Ambiente sano e “naturale” - Ambiente ricco di biodiversità rispetto ai comuni più industrializzati

Gli elementi di originalità dei comuni del Delta del Po sono: - Paesaggio

- Storia - Identità locale - Tradizioni, Folclore - Prodotti tipici e piatti tipici

I tipi di turismo visto le peculiarità del territorio sono:

La qualità ambientale ha un ruolo essenziale se si vuole giocare la carta del turismo in un ambiente come il Delta. Le trasformazioni all’ambiente dovranno essere quindi vistetutte in ottica di sviluppo sostenibile.

•Turismo del benessere •Turismo enogastronomico •Naturalistico •Low cost turism

> Seminario intensivo: > Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


> PROPOSTE PER AZIONI

> possibili trasformazioni degli immobili abbandonati del contesto rurale - Azienda agricola - Residenza - Agriturismo - Ittiturismo

- Bed and Breakfast - Ostelli - Centri benessere

> tipo di produzione dell’azienda agricola - Attuare pratiche di coltura sostenibili, come l’agricoltura integrata, Biodinamica, Omeodinamica, che riprenda anche colture del paesaggio agricolo storico, come i filari, etc. - Coltivare di ortaggi e allevare specie animali (non di tipo intensivo) per garantire i “Menù a Km 0” - Turismo “Soggiorna e Lavora”

- Centri Arte e Natura

- Affitto dei campi (soprattutto abbandonati) per gli “orti comuni”

- “Albergo diffuso”

- Allevamento e coltivazione “a distanza”

> miglioramento del Benessere e certificazione - Recupero del patrimonio edilizio esistente e/o dei vuoti urbani. - Regolamento edilizio con pratiche di risparmio energetico e utilizzazione delle fonti energetiche rinnovabili - Istituzione della “Banca delle Saggezze Locali” - De.C.O.

- Comuni OGM free - Comuni virtuosi - Comuni denuclearizzati

Le parole chiave a livello cittadino

sono:

- Informazione - Comunicazione - Formazione Per quanto riguarda la Formazione Scolastica si potrebbe attivare o rendere più accessibili corsi scolatici attinenti ai temi di: - Alberghiero (strutture ricettive e preparazione pasti Km 0) - Agrario - Marketing territoriale - Installazione e progettazione impianti per risparmio energetico e fonti rinnovabili

> Seminario intensivo: > Il Delta del Po: modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di linee di sviluppo sostenibile > stud. Diego Pellizzaro + Emiliano Vettore + Alessandro Ferro + Domenico Maffeo + Alessia Berti + Lionella Biancon + MariaGiovanna Donà

22-29 Giugno 2008


GRAZIE PER L’ATTENZIONE

seminario delta del po 2008  

modelli e tecniche di valutazione ambientale per la definizione di modelli e tecniche sostenibili

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you