Issuu on Google+

Seminario residenziale nel Delta del Po 21 – 28 giugno 2009 Porto Viro (RO)

Il Delta del Po Progetti di sviluppo sostenibile per il Delta Responsabile Giovanni Campeol Coordinamento Elisabetta Callegaro Sandra Carollo Tutor Roberto Cogoni Michele Culatti Irene Molon Davide Scarpa Matilde Sperotto Matteo Tibaldo Ilenia Tonello In collaborazione con:

Laboratorio di Laurea Specialistica in Paesaggio a.a 2008-2009 Responsabile prof. Umberto Trame UniversitĂ  IUAV di Venezia


Infrastrutture nel Delta del Po

Chino Umberto Cozza Michele Perazzi Elena


Analisi della strada litoranea che va da Po di levante a Po mi Maistra. Potenzialità: -Molto suggestiva in quanto attraversa le valli da pesca e la laguna; -Attraversa il centro abitato di Boccasette

Criticità: -Invade un area di alta fragilità ambientale. -Taglia in due il sistema vallivo rendendo la connettività più difficile. -Non ha alcuna comunicazione con i centri abitati di Porto Viro e la Romea.


Valutazione ambientale ex-ante


Differenze principali tra la litoranea del consorzio e l’idea progettuale sviluppata: -Per rispettare il delicato equilibrio dell’ambiente delle valli si è deciso di spostare la strada litoranea in un punto meno fragile. -L’accessibilità alla romea è stata migliorata grazie al fatto che l’idea progettuale attraversa tutte le vie di collegamento orizzontali(giallo) del territorio. -Il tracciato proposto è più rettilineo, garantendo così una miglior sicurezza -Alcuni ristoranti ad allevamento ittico privato e alcune idrovore che mostrano la storicità del luogo si trovano nel idea progettuale proposta, migliorando così la comunicazione con alcuni caratteri tipici del luogo.


Strade comunali orizzontali Percorso ciclo-pedonale

Statale Romea

Litoranea alternativa Statale Romea

Il progetto presenta una viabilitĂ  in cui la tipologia di traffico si fa piĂš leggera man mano che ci si avvicina alla costa. Infatti partendo dalla statale Romea(nero) passiamo ad una strada comunale a due corsie(verde), per finire con una strada che presenta una corsia singola e una corsia ciclabile(blu) .

Litoranea

Strada tra le valli da pesca


IDEA PROGETTUALE Il progetto presenta una percorso carrabile a due corsie costeggiato da un percorso ciclo-pedonale. Lungo il percorso in alcuni punti di particolare interesse paesaggistico sono presenti alcuni punti di sosta. Lungo il Po di Levante è stato pensato un passaggio tramite traghetto a causa dell’impossibilità di costruire un ponte o un ponte di barche a causa del grande flusso di imbarcazioni commerciali e turistiche di grandi dimensioni.


Parte del percorso che va da Portesine alla laguna di Caleri

Stato di Fatto

Laguna

Valli da pesca

La sezione stradale presenta una strada a due corsie con una pista ciclabile sull’argine verso la laguna. Sono stati pensati alcuni punti di sosta particolarmente suggestivi.


Parte del percorso che va dalla Laguna di Caleri a Porto Levante

Stato di Fatto

Laguna

Valli da pesca

La sezione stradale presenta una strada a due corsie con una pista ciclabile allo stesso livello che è sospesa su una passerella in legno usufruibile esclusivamente in bicicletta.


Approdo Sul Po di Levante La Litoranea progettata arriva al Po di Levante e a causa del continuo passaggio di navi da crociera l’unica alternativa è un trachetto-chiatta che permetta un passaggio continuo e rapido attraverso il Po.

L’approdo è previsto parallelo alla strada che porta ad Albarella per far si che il traghetto non intralci il passaggio delle navi da crociera durante l’imbarco e lo sbarco delle vetture e dei fruitori. Si è deciso di costruire un piccolo luogo di sosta(bar) per fare in modo che i vari astanti possano eventualmente rinfrescarsi.


Faro di segnalazione per l’attraversamento

Zona di sosta e di ingresso Bar

Cucina

Punto di attracco

Ingresso posteriore

Parcheggio


Il progetto prevede un elemento forte che identifichi il luogo di interscambio modale. Sono presenti un piccolo bar,un luogo di sosta e un parcheggio. Si prevede che il traghetto trasporterà un maggior numero di ciclisti rispetto a veicoli motorizzati, a causa dell’iniziale scarsezza di utenti e quindi del limitato numero di


Parte del percorso che va da Porto Levante a Boccasette

Stato di Fatto

Laguna

Valli da pesca

La sezione stradale presenta una strada ad una corsia con una pista ciclabile sull’argine verso la laguna..


Parte del percorso che va dalla Boccasette a Ca Pisani

Stato di Fatto

Po di Maistra

Campi coltivati

La sezione stradale presenta una pista ciclabile sull’argine piÚ alto del fiume Po.


Parte del percorso che va da Ca Pisani a Villaregia

Stato di Fatto

Po di Maistra

Valli da pesca

La sezione stradale presenta una strada a due corsie con una pista ciclabile sull’argine che costeggia il fiume Po di Maistra.


Parte del percorso che va dalla Villaregia a Porto Levante

Stato di Fatto

Campi coltivati Laguna

La sezione stradale presenta una strada a due corsie con una pista ciclabile sull’argine che costeggia le valli da pesca.


Arredo urbano

Attualmente lungo tutto il percorso sono presenti alcuni piccoli allargamenti a destra o a sinistra della carreggiata. Si voleva mantenere queste piccole piazzole di sosta,strutturandole, costruendo dei punti di comunicazione con la pista ciclabile adiacente e con la laguna. In prossimitĂ  di queste zone sono state anche pensate delle piccole terrazze di osservazione sulle valli da pesca, la laguna e il Po di Maistra.


Esempio di un elemento che permette la vista sul fiume


Matrice di Valutazione di compatibilitĂ  ambientale ex-post


COMPONENTI AMBIENTALI Aspetti geomorfologico-idraulici (stabilità, sinuosità, larghezza sezione, rischio idraulico) Criticità e potenzialità ambientali: Potenzialità:presenza di argini di prima e di seconda difesa molto alti ed estesi in luoghi particolarmente suggestivi. Criticità:rischio idraulico determinato in alcuni punti dalla labile struttura dell’argine.

Indicazioni per la pianificazione/progettazione: - Conservazione di dune, argini e scanni in maniera idonea in modo tale da prevenire problemi di tipo idraulico.

Azioni/caratteristiche di progetto: - Nessuna Relazione.

Performance ambientale coerente/non coerente (-5/+5) N.V.


COMPONENTI AMBIENTALI Aspetti naturalistici (biodiversità, connettività) Criticità e potenzialità ambientali: Potenzialità:altissima varietà di specie animali e vegetali presenti, che rendono unica la zona di progetto. Compresenza di corsi fluviali, valli da pesca, scanni e bonelli che rendono molto complesso e ricco di potenzialità l’ambiente naturale in oggetto. Alto livello di connettività derivante dalla presenza di vegetazione ripariale e continua. Criticità: possibilità (a causa della crescente antropizzazione) di danneggiare gli equilibri ecologici instaurati nella zona, che ne determinano la peculiarità. Alta presenza di coltivazioni intensive al ridosso della laguna, e conseguente alto livello di antropizzazione a ridosso dell’area

Indicazioni per la pianificazione/progettazione: - Controllo e regolamentazione delle attività di antropizzazione (caccia, pesca, coltivazioni intensive,attività edilizia) all’interno dell’area e nelle aree limitrofe, in modo tale da garantire la preservazione degli equilibri naturalistici e delle biodiversità.

Azioni/caratteristiche di progetto: - Asfaltatura di alcuni argini. - Costruzione di un edificio (banchina) lungo l’argine del Po di levante.

Performance ambientale coerente/non coerente (-5/+5) 3

Incoerenza Media


COMPONENTI AMBIENTALI Mobilità (capacità di collegamento tra funzioni, interscambio, reversibilitàflessibilità dell'infrastruttura) Criticità e potenzialità ambientali: Potenzialità: presenza di percorsi naturalistici definiti che percorrono la cima degli argini, e attraversano luoghi storici e di interesse turistico. Buona presenza di strade il cui livello di traffico risulta basso. Criticità:discontinuità nei percorsi ciclopedonali, a causa della mancanza di alcune infrastrutture necessarie ad ovviare la presenza dei corsi d’acqua, incompletezza dei tracciati e mancanza di punti di sosta attrezzati.

Indicazioni per la pianificazione/progettazione: - Completamento del sistema ciclopedonale mediante la costruzione di nuovi percorsi e nuove infrastrutture (punti di sosta, aree attrezzate e attraversamenti)

Azioni/caratteristiche di progetto: - Completamento e ridefinizione del sistema ciclopedonale e stradale. - Costruzione di una banchina attrezzata volta al collegamento tramite traghetto delle sponde del Po di Levante.

Performance ambientale coerente/non coerente (-5/+5) +5

Coerenza Molto Alta .


COMPONENTI AMBIENTALI Paesaggio (fruibilità, diversità, integrità, qualità visiva) Criticità e potenzialità ambientali: Potenzialità: Alta presenza di biodiversità che rendono unica la zona dal punto di vista paesaggistico. Alta presenza presenza di svariati e suggestivi punti di osservazione sui corsi d’acqua, sulle valli da pesca e sulle coltivazioni. Criticità: presenza di strutture degradanti, volte allo sfruttamento del territorio (strutture idrauliche e strutture per attività di caccia e pesca). Manufatti di rilevante interesse storico, lasciati in stato di abbandono e poco valorizzati.

Indicazioni per la pianificazione/progettazione: - Completamento del sis-valorizzazione dei luoghi maggiormente suggestivi presenti all’interno dell’area mediante la costruzione di punti d’osservazione lungo i percorsi naturalistici esistenti o da completare. - Ripristino delle architetture storiche abbandonate - Mitigazione visiva delle opere idrauliche presenti all’interno del territorio che seppur necessarie, rappresentano un grave danno estetico. tema ciclopedonale mediante la costruzione di nuovi percorsi e nuove infrastrutture (punti di sosta, aree attrezzate e attraversamenti)

Azioni/caratteristiche di progetto: - Completamento e ridefinizione del sistema ciclopedonale e stradale. - Costruzione di una banchina attrezzata volta al c- Creazione di punti d’osservazione direttamente sul fiume, posti in prossimità di luoghi particolarmente suggestivi. - Creazione di punti di sosta volti ai fruitori della pista ciclopedonale. collegamento tramite traghetto delle sponde del Po di Levante.

Performance ambientale coerente/non coerente (-5/+5) +2

Coerenza Bassa.


COMPONENTI AMBIENTALI Aspetti territoriali (centri urbani, servizi turistici, aree specializzate non accessibili – valli) Criticità e potenzialità ambientali: Potenzialità: vicinanza alla nota area turistica di Rosolina mare, Rosolina Centro, Porto Viro e Porto Tolle; Spiccate potenzialità di sviluppo dell’intera area grazie alla presenza di numerosi agriturismi e ristoranti e all’elevato sviluppo della pesca. (turismo gastronomico) Criticità: Mancanza di una specifica pianificazione volta allo sviluppo delle attività e delle bellezze naturalistiche tipiche della zona. Eccessiva frammentazione dei servizi.

Indicazioni per la pianificazione/progettazione: - Studio di una pianificazione territoriale che possa attuare uno sviluppo omogeneo all’interno del territorio, garantendone così la continuità e che tenga conto delle varie peculiarità presenti in ciascun ambito, in modo tale da rendere attuabile una differenziazione e specializzazione delle attività presenti nel territorio.

Azioni/caratteristiche di progetto: - Miglioramento dei collegamenti fra i vari punti di interesse e le strutture presenti all’interno del territorio. - Studio di un sistema territoriale che collega e coordina lo stato di fatto e di progetto.

Performance ambientale coerente/non coerente (-5/+5) +4

Coerenza Alta


COMPONENTI AMBIENTALI Elementi di memoria storica (valore turistico, identità, rarità) Criticità e potenzialità ambientali: Potenzialità: Presenza di numerose architetture storiche in vicinanza dei percorsi ciclo-pedonali. Criticità:mancanza di un percorso storico di collegamento dei vari punti d'interesse, e grande presenza di strutture antiche in stato di abbandono. Scarsa possibilità di fruire delle strutture esistenti nuove o già ripristinate.

Indicazioni per la pianificazione/progettazione: - Valorizzazione e recupero delle opere architettoniche storiche già presenti all’interno del territorio. - Ampliamento e miglioramento dell’offerta di fruizione turistica e locale dei complessi già recuperati.

Azioni/caratteristiche di progetto: - Parziale miglioramento della possibilità di fruire delle strutture storiche ripristinate e non comprese all’interno dell’area.

Performance ambientale coerente/non coerente (-5/+5) +2

Coerenza Bassa


COMPONENTI AMBIENTALI Aspetti economici

Criticità e potenzialità ambientali: Potenzialità: Alta capacità di generare una forte presenza di turisti in un’ampia zona di territorio interessato. Possibilità di pianificare interamente e secondo determinate esigenze le strutture necessarie. Criticità:Necessità di compiere grossi investimenti per lo sviluppo della zona in questione, in quanto le strutture attualmente presenti sono scarse o in precarie condizioni.

Indicazioni per la pianificazione/progettazione: - Ammagliamento territoriale in grado di porre le condizioni per lo sviluppo economico dell’intera area in modo da poter rendere appetibile la zona agli investitori, e poter soddisfare la crescente domanda di strutture ricettive all’interno dell’area. - Attività economiche e turistiche

Azioni/caratteristiche di progetto: - Miglioramento e ampliamento del sistema infrastrutturale.

Performance ambientale coerente/non coerente (-5/+5) +2

Coerenza Bassa


PERFORMANCE TOTALE Livello di coerenza raggiunto:

12/30 BASSA


2_Un Po di sosta