Page 1

5


6


SOMMARIO La Nostra Mission

2

L’E v o l u z i o n e D i g i t a l e

50

Oltre

4

         osservatorionline.it e i social network

52

i

P r i m i D i e c i A nn i

G l i A ll e a t i Gli insegnanti

ilquotidianoinclasse.it e

8 10

          I Gruppi editoriali

12

          Le Fondazioni di Origine Bancaria

14

          Le aziende dotate di responsabilità sociale

16

Le Iniziative

18

          Il Quotidiano in Classe

20

          Il Giornale in Ateneo

26

         Le iniziative concorsuali

28

         Le iniziative speciali

30

Gli Eventi

32

        Crescere tra le righe

34

        Giovani Lettori, Nuovi Cittadini

42

        I Grandi incontri

44

        5 lezioni in cerca d’autore

48

scuolachefarete.it

Studi

e

Ricerche

L’O s s e r v a t o r i o

56 e le

Istituzioni

         Udienze al Quirinale (2005 e 2007)

60 62

         il quaderno della Costituzione i quaderni del Cittadino Udienza dal Santo Padre

Progetti Internazionali

68

1


La Nostra Mission

Aiutare i giovani di oggi a diventare i cittadini di domani, sviluppando anche grazie alla lettura critica di piÚ quotidiani a confronto, quello spirito critico che rende l’uomo libero. 2 2


3


Oltre

i

P r i m i D i e c i A nn i

L’ Osservatorio Permanente Giovani-Editori è un’Organizzazione

alcune tra le più autorevoli testate di cronaca, come L’Unione

nata nel Giugno del 2000, con una missione decisamente ambizio-

Sarda, l’Adige, Il Tempo, la Gazzetta del Sud, L’Arena, Il Giornale

sa: contribuire a fare dei giovani di oggi i cittadini di domani,

di Vicenza, Bresciaoggi, La Stampa, la Gazzetta di Parma e Il

attraverso la lettura critica di più quotidiani a confronto.

Gazzettino e, negli ultimi anni, L’Osservatore Romano e la Gaz-

Una spinta decisiva alla nascita dell’Osservatorio è stata la pre-

zetta dello Sport. Tutti insieme, questi Gruppi editoriali e quo-

sa di coscienza di un dato allarmante: dal 1975 al 2000 in Italia

tidiani sono entrati a far parte della famiglia dell’Osservatorio,

è stato perso oltre un milione di lettori, acquirenti di quotidiani.

aderendo alle iniziative promosse.

Forte della convinzione che la lettura dei quotidiani sia fondamen-

Lo scopo dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori è

tale per la formazione dell’opinione pubblica e della coscienza

avvicinare il mondo dei giovani e quello dei quotidiani.

critica di un Paese ed indispensabile per garantire e rafforzare la

Se è vero, infatti, che un giovane che non legge è un giovane più

convivenza civile e democratica, Andrea Ceccherini, Presidente del

povero di cultura, di idee e di opportunità, è altrettanto vero che

movimento fiorentino Progetto Città, ha rivolto un appello pub-

un editore che avrà a che fare con giovani che non leggeranno

blico a tutti gli editori italiani, senza pregiudizi né preferenze.

è destinato a sua volta a impoverirsi.

A questo appello hanno risposto per primi due grandi Gruppi

Questa, in estrema sintesi, la storia di oltre dieci anni di vita di

editoriali come Rcs, che pubblica il Corriere della Sera e la Po-

un’Organizzazione che si rivolge ai giovani, con il fine di costru-

ligrafici Editoriale, che edita La Nazione, Il Resto del Carlino e

ire, insieme, un futuro migliore per il Paese.

Il Giorno. Dopo soli due anni, nel Marzo del 2002, a questi si è aggiunto anche Il Sole 24 ORE e a seguire, negli anni successivi, 4


5


6


om er.c www.twitt

/op

ge

7


8


G l i A ll e a t i

9


G l i I n s e gn a n t i Il corpo docente italiano è stato il primo alleato dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori a condividere la sfida di riavvicinare i giovani alla lettura critica dei quotidiani per farne dei cittadini migliori.

Gli insegnanti sono il motore dell’iniziativa “Il Quotidiano in Classe”, gli azionisti di maggioranza di questa piccola grande impresa civile e sociale. È grazie soprattutto al loro lavoro serio e appassionato che ogni settimana gli studenti di tutta Italia possono svolgere una lezione di Educazione Civica impostata sulla lettura di più giornali a confronto. Al corpo docente l’Osservatorio dedica appositi incontri formativi (giornate di approfondimento e confronto con autorevoli firme del giornalismo italiano e qualificati professori universitari) oltre a una proposta didattica annuale (schede e percorsi concreti di lavoro con i quotidiani): strumenti indispensabili per una piena e corretta valorizzazione del ruolo del quotidiano nella scuola secondaria di secondo grado. 10

Gli azionisti di maggioranza di questa impresa civile e sociale


G l i A ll e a t i

11


I G r u pp i E d i t o r i a l i I Gruppi editoriali sono i pionieri dell’impegno comune per la crescita delle nuove generazioni. Negli anni le porte dell’Organizzazione sono sempre state aperte a tutti i quotidiani italiani: l’Osservatorio è la casa comune di

tutti gli editori che credono in questa sfida civile e sociale. Tutti i Gruppi editoriali che sono entrati a far parte dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori contribuiscono con serietà e impegno alla realizzazione delle iniziative e alla formazione di cittadini più consapevoli e critici.

12


G l i A ll e a t i

Aderiscono alle iniziative dell’Osser vatorio Permanente Giovani-Editori: C o r r i e r e d e ll a S e r a I l S o l e 24 ORE La Nazione Il Giorno Il Resto del Carlino L’U n i o n e S a r d a l ’A d i g e il

I l Te mp o la Gazzetta del Sud L’A r e n a Il Giornale di Vicenza B r e s c i a o gg i L a S t a mp a la Gazzetta di Parma Il Gazzettino L a G a z z e t t a d e ll o S p o r t L’O s s e r v a t o r e R o m a n o 13


G l i A ll e a t i

Giuseppe Guzzetti (Presidente Acri)

14


L e F o nd a z i o n i

di

Origine Bancaria

Da alcuni anni è attiva un’importante collaborazione tra il

geografica di riferimento, perseguono esclusivamente scopi di

sistema delle Fondazioni di Origine Bancaria italiane e l’Os-

utilità sociale e di promozione dello sviluppo culturale, civile ed

servatorio Permanente Giovani-Editori, sia per la realizzazione

economico dei loro territori.

del progetto “Il Quotidiano in Classe”, al quale diverse Fonda-

L’Osservatorio e l’Acri condividono un forte impegno a fa-

zioni danno il proprio supporto su base territoriale, sia per il

vore della crescita delle giovani generazioni come sogget-

convegno “Giovani Lettori, Nuovi Cittadini” ed alcune iniziative

ti attivi della società.

specifiche (come “il quaderno del Cittadino”), che l’Osservatorio

Insieme vogliono dare un impulso concreto alla sensibilizzazio-

promuove insieme all’Acri, l’associazione che rappresenta col-

ne dei giovani stimolandoli ad una maggiore partecipazione alla

lettivamente le Fondazioni di Origine Bancaria. Questi soggetti

vita della collettività.

non profit, privati ed autonomi, diversi per dimensione e area

15


L e A z i e nd e D o t a t e

di

Responsabilità Sociale

Negli ultimi anni un contributo importante alla causa dell’Os-

nostra, aiuta a comprendere quanto fossero solide e forti le ra-

servatorio Permanente Giovani-Editori è stato dato dall’alleanza

gioni che hanno dato vita a questo percorso, iniziato nel Giugno

con alcune grandi aziende, dotate di responsabilità sociale, che

del 2000.

ne hanno condiviso i valori, diventandone partner e promuoven-

Ci hanno affiancato, in questi anni, grandi aziende come Enel,

do una serie di iniziative speciali.

Eni, Intesa Sanpaolo, Telecom Italia, Wind. Importanti allea-

Nel contesto storico, economico e sociale in cui viviamo, il fatto

ti che hanno promosso con l’Osservatorio specifiche iniziative

che un’impresa adotti un comportamento socialmente respon-

finalizzate ad accompagnare gli studenti nel percorso di educa-

sabile e decida di limitare i propri obiettivi commerciali per

zione alla cittadinanza.

abbracciare quelli civili e sociali di un’Organizzazione come la

Per accompagnare gli studenti nel percorso di educazione alla cittadinanza 16


G l i A ll e a t i

/o om c . r e www.twitt

p ge

17


18


Le Iniziative

19


Il Quotidiano

in

Classe

Il progetto “Il Quotidiano in Classe” porta nelle scuole superiori alcuni tra i più grandi giornali italiani a confronto, per farne gli strumenti per una moderna lezione di educazione civica day by day. Promosso dall’Osservatorio nel Settembre 2000, il progetto ha raggiunto una posizione di leadership assoluta nel mondo della scuola tra le iniziative che promuovono la lettura del giornale tra i giovani. Si tratta di un primato sia quantitativo, in virtù dei

2.001.080 studenti e 43.859 docenti che vi partecipano, sia qualitativo, grazie ad un’offerta completa rivolta al mondo scolastico e articolata su tre punti: lezioni in classe, formazione e ricerca.

20


Le Iniziative

Lezioni in classe, formazione e ricerca

21


Lezioni in classe

22

Durante l’iniziativa “Il Quotidiano in Classe”, per tutto l’anno

ORE, primo giornale economico europeo, se si tratta di una clas-

scolastico, gli studenti e i loro insegnanti coinvolti nel pro-

se quarta o quinta, e le copie di un autorevole quotidiano di

getto ricevono gratuitamente, una volta la settimana, le

cronaca tra: Il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino, La Stampa,

copie di più quotidiani, secondo modalità di consegna concor-

L’Unione Sarda, Il Tempo, l’Adige, la Gazzetta del Sud, Bresciaoggi,

date con l’Osservatorio dai singoli docenti.

Il Giornale di Vicenza, L’Arena, Gazzetta di Parma, Il Gazzettino e,

Ciascuna classe iscritta all’iniziativa riceve le copie del Corriere

nell’ambito di mirate iniziative concorsuali, quelle de La Gazzet-

della Sera, primo giornale di opinione in Italia, de Il Sole 24

ta dello Sport e de L’Osservatore Romano.


Le Iniziative

/o com . r e t www.twit

p ge

Richard Parsons, Presidente Citigroup

L’evoluzione delle campagne pubblicitarie del progetto “Il Quotidiano in Classe”.

23


Formazione Ai docenti responsabili del progetto è rivolta una specifica attività

insegnanti possono confrontare le loro esperienze didattiche e in-

formativa promossa dall’Osservatorio, basata su autorevoli contri-

contrare relatori qualificati.

buti scientifici e pensata per offrire agli insegnanti spunti e sugge-

Sempre per supportare i docenti partecipanti è stato attivato un

rimenti utili al lavoro in classe con i quotidiani.

servizio di assistenza didattica online, a completa disposizione de-

In particolare ciascun insegnante riceve gratuitamente a

gli insegnanti per tutto il corso dell’anno scolastico.

scuola una pubblicazione, il libro di formazione, composto

Dall’anno scolastico 2010/2011 l’Osservatorio ha realizzato una

da testi e interviste ad autorevoli rappresentanti della carta

profonda rivisitazione dell’impianto formativo attraverso la re-

stampata italiana e non, schede e percorsi didattici, messi a pun-

alizzazione di cinque speciali eventi dal titolo “5 lezioni in cerca

to da un pool di formatori, che simulano lezioni con i quotidiani

d’autore. Appuntamenti di anticonformismo quotidiano”: un ciclo di

partendo da articoli di giornali.

incontri con autorevoli giornalisti (da Beppe Severgnini a Massimo

L’Osservatorio promuove inoltre appuntamenti formativi sul terri-

Gramellini, da Aldo Cazzullo a Gian Antonio Stella e Vittorino An-

torio per i docenti coinvolti nel progetto, un’occasione in cui gli

dreoli) che salgono in cattedra per un giorno, facendo una lezione ad hoc con il quotidiano.

24


Le Iniziative

Ricerca L’Osservatorio si avvale della collaborazione di uno dei più autorevoli istituti di ricerca, l’Istituto GfK Eurisko, per monitorare

costantemente l’andamento delle proprie iniziative. Gli esperti di GfK Eurisko seguono da diversi anni  le attività dell’Osservatorio. In particolare, nell’ambito del progetto “Il Quotidiano in Classe”, curano la fase di ricerca utile al tracking del progetto, a registrare il livello di soddisfazione dei partecipanti e i bisogni di studenti e docenti coinvolti e a monitorare i benefici civili, sociali ed editoriali prodotti dall’iniziativa.

Dedicata agli insegnanti: la biblioteca de “Il Quotidiano in Classe”.

25


Il Giornale

in

Ateneo

Per non disperdere quanto seminato con il progetto “Il Quotidiano in Classe”, l’Osservatorio ha pensato di accompagnare i giovani anche dopo la loro uscita dalle scuole secondarie di secondo grado. Da questa volontà, è nato nel Febbraio del 2007 il progetto

“Il Giornale in Ateneo”, rivolto alle Università italiane. Visto il favore incontrato tra i docenti durante i primi mesi del test, è stata avviata un’importante sperimentazione, a cui hanno partecipato ogni anno, in piena autonomia didattica e metodologica, oltre 150 docenti e quasi la totalità degli Atenei iscritti alla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane). La sperimentazione ha consentito di sviluppare un progetto più strutturato e articolato in quattro diversi ambiti disciplinari (Comunicazione, Diritto, Formazione ed Economia). Ai docenti interessati, l’Osservatorio Permanente Giovani-Editori ha proposto un accordo offrendo loro un progetto nuovo e culturalmente forte e la disponibilità di portare in “aula” alcuni tra i principali

26


Le Iniziative

quotidiani italiani, in cambio di un impegno: l’utilizzo degli

stessi nell’ambito della propria didattica, per dimostrare ai ragazzi come il quotidiano possa aiutare ad attualizzare le materie di studio. Nelle ultime edizioni dell’iniziativa sono stati coinvolti un numero sempre maggiore di docenti e atenei. Il format del progetto, ormai testato e consolidato, è rimasto pressoché invariato e ha permesso ai docenti partecipanti di avere un supporto e uno strumento utile alla didattica, legandola sempre più all’attualità in ogni disciplina e alla diffusione di una maggiore conoscenza critica tra i giovani universitari.

27


Le Iniziative Concorsuali L' area concorsi dell’Osservatorio Permanente Giova-

La filosofia di fondo dell’Osservatorio è sempre stata quella di

ni-Editori è una “bottega” di formazione del cittadino di

identificare il mondo dei media in quanto strumento fra i più

domani, attivo, responsabile, protagonista di una società

idonei, sia con iniziative autonome, sia attraverso la scuola, a

matura e democratica.

connettere diritti e doveri, giustizia e democrazia.

Quest’area è concepita come un progetto unico di educazio-

Il concetto di educazione alla cittadinanza è declinato in

ne alla cittadinanza, integrata, multidisciplinare e multidi-

una serie di iniziative concorsuali differenti, caratterizzandosi, in

mensionale, nel quale ogni concorso, pur muovendosi in ambiti

tal senso, come insieme e sintesi di aree educative multiformi:

diversi, porta il suo contributo a una circolarità delle idee e dei valori che, trovando nella Carta Costituzionale il più alto riferimento, dovrebbero alimentarne la condivisione e indirizzare i giovani verso il terreno concreto della solidarietà, dell’uguaglianza, della democrazia, della partecipazione e del rispetto reciproco. Asse privilegiato lungo il quale devono indirizzarsi le ricerche, i temi, gli approfondimenti dei concorsi, fino alla scelta dei mezzi e delle forme comunicative, dai libri ai quotidiani, è la partecipazione civile e sociale.

28

I nostri percorsi di educazione alla cittadinanza:

E d u c a z i o n e a ll a l e t t u r a E d u c a z i o n e a ll a l e g a l i t à E d u c a z i o n e a ll ’ a mb i e n t e E d u c a z i o n e a l c o nf r o n t o E d u c a z i o n e a l f a i r pl a y E d u c a z i o n e a ll a l i b e r t à d i di idee, di pensiero

scelta,


Le Iniziative

29


Le Iniziative Speciali

30

In piena sintonia con il terreno di elezione della Cultura della

singolo tema ed educazione specifica: dall’educazione alla cultura

responsabilità posta come elemento fondante dell’area con-

finanziaria all’educazione alla sostenibilità ambientale, dall’educa-

corsi, si inserisce l’insieme delle iniziative speciali promosse

zione digitale all’educazione al confronto.

dall’Osservatorio.

Questi progetti dedicano un’attenzione particolare al mondo del-

Una serie di progetti realizzati con il sostegno di numerosi partner

le tecnologie e del Web. Internet, per le sue modalità di fruizione,

e aziende dotate di responsabilità sociale finalizzati ad

permette un’interazione flessibile, aperta, democratica, in grado di

accompagnare gli studenti nel percorso di educazione

far emergere opportunità di socializzazione, partecipazione, infor-

alla cittadinanza.

mazione al di fuori e al di sopra di circuiti che l’informazione più

Le iniziative speciali si distinguono per non essere caratterizzate

classica potrebbe rendere meno immediata. Per questo è importan-

da nessuna finalità competitiva e per rivolgersi, in prima istanza,

te che l’educazione alla cittadinanza attiva e responsabile si rag-

al corpo docente. Anche questi progetti sono supportati da una

giunga anche attraverso le nuove culture, che si stanno affacciando

serie di materiali didattici che vanno ad approfondire, ciascuno, un

prepotentemente sulla scena mondiale.


Le Iniziative

/o com . r e t www.twit

p ge

“Il Quotidiano in Classe creerà giovani critici e liberi”. Mario Monti, Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana 31


32


Gli Eventi

33


Crescere

34

tra le

Righe

E'da sempre il Borgo La Bagnaia, alle porte di Siena, in Tosca-

giornalisti italiani e a cui partecipano gli editori, i direttori e gli

na, ad ospitare “Crescere tra le righe”, il convegno promosso

amministratori delegati dei maggiori gruppi editoriali nazionali e in-

dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori che vede protago-

ternazionali, e una significativa rappresentanza degli oltre 2 milioni

nisti i giovani studenti, il mondo dell’editoria nazionale ed

di studenti che partecipano al progetto “Il Quotidiano in Classe”.

internazionale e le Istituzioni italiane a confronto.

Tra i moltissimi ospiti che hanno partecipato al convegno, nel

“Crescere tra le righe” rappresenta un’occasione unica, nel pa-

corso degli anni, vi sono stati Joaquin Navarro Valls, Giulio An-

norama della comunicazione nazionale, per riunire attorno allo

dreotti, Franco Frattini, Gianfranco Fini, Giulio Tremonti, Massi-

stesso tavolo tutti i protagonisti dell’informazione sia scritta

mo D’Alema, Walter Veltroni, Matteo Renzi, moltissimi altri grandi

che parlata, oltre ad autorevoli esponenti delle Istituzioni e agli

protagonisti nazionali e internazionali come James Murdoch, Jeff

studenti, per fare il punto della situazione sul rapporto tra

Bewkes, Marcus Brauchli, Richard Parsons, Tom Curley , Leonard

giovani e informazione. L’ obiettivo del Convegno è quello di

Downie Jr, prestigiosi direttori e firme del giornalismo italiano

confrontarsi sul ruolo che l’informazione può esercitare quale

come Ferruccio de Bortoli, Mario Calabresi, Massimo Gramellini,

strumento per la crescita, nelle giovani generazioni italiane, di

Beppe Severgnini, Gianni Riotta ed Enrico Mentana, e alcuni tra

quel solido spirito critico indispensabile per garantire la convi-

i più autorevoli protagonisti del nostro tempo come il Cardinale

venza civile e democratica del nostro Paese.

Gianfranco Ravasi, John Elkann, Giovanni Bazoli, Corrado Pas-

Due giorni di lavoro intensi e di riflessioni a tutto campo: incon-

sera, Federico Ghizzoni, Fabrizio Palenzona, Diego Della Valle e

tri, tavole rotonde e dibattiti, moderati da alcuni tra i più grandi

tantissimi altri ospiti.


Gli Eventi

/o com . r e t www.twit

p ge

“Il Quotidiano in Classe” è un progetto leader in Europa tra editoria e giovani. Lo vorrei anche in America”. Jef f Bewkes, Presidente Time Warner

35


Da sinistra a destra, in alto: Diego Della Valle (Presidente Tod’s), Ferruccio de Bor toli (Direttore Corriere della Sera), Rober to Napoletano (Direttore Il Sole 24 ORE); al centro: Maria Latella (Direttore A), il Cardinale Gianfranco Ravasi (Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura), Mario Calabresi (Direttore La Stampa); in basso: Enrico Mentana (Direttore Tg La7), Gianni Riotta (giornalista), Fedele Confalonieri (Presidente Mediaset)

/o com . r e t www.twit

p ge

“Sono fortunato di far par te di questo progetto. I giovani ne trarranno solo benefici”. Peter Kann, giornalista premio Pulitzer nel 1972.

36


Gli Eventi

37


38


Gli Eventi

Nella pagina a fianco, da sinistra a destra, in alto: Corrado Passera (Ministro dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Traspor ti), Franco Frattini (Deputato); al centro: Fabrizio Palenzona (Vice Presidente UniCredit), Federico Ghizzoni (Amministratore Delegato UniCredit), Giuseppe Mussari (Presidente Mps e Abi); in basso: Matteo Renzi (Sindaco di Firenze), Giulio Andreotti (Senatore a vita) In questa pagina, da sinistra a destra: Jeff Bewkes (Presidente e Amministratore Delegato Time Warner), James Murdoch (Presidente e Amministratore Delegato News Corporation International), Andrea Ceccherini (Presidente Osservatorio Permanente Giovani-Editori) e Marcus Brauchli (Direttore The Washington Post)

39


40


Gli Eventi

Giovani studenti, il mondo dell'editoria e le Istituzioni italiane a confronto

41


Giovani Lettori, Nuovi Cittadini "Giovani Lettori, Nuovi Cittadini" è un convegno promosso

do della scuola e dell’università, gli editori dei diversi media, i pro-

dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori e dall’Acri (l’associa-

tagonisti del mondo della cultura e le Istituzioni del nostro Paese.

zione che riunisce le Casse di Risparmio e le Fondazioni di Origine

All’iniziativa hanno partecipato in questi anni alcune tra le più alte

Bancaria Italiane).

cariche istituzionali del Paese, i Presidenti delle Fondazioni di Origine

Il convegno rappresenta un momento di riflessione e confronto sui

Bancaria, i Presidenti e i direttori dei maggiori quotidiani nazionali.

temi dell’educazione alla cittadinanza dei giovani, della for-

Il Convegno è ormai un appuntamento consolidato per condividere

mazione della futura classe dirigente e dell’inclusione e inte-

esperienze, idee, progetti e strategie con l’obiettivo di sviluppare il

grazione sociale. Il dibattito su questi temi è stato aperto a tutti gli

senso di responsabilità dell’editoria italiana e dei media nella for-

alleati storici dell’Osservatorio: i giovani, i rappresentanti del mon-

mazione dei giovani e dei cittadini di domani.

om er.c www.twitt

42

/op

ge


Gli Eventi

fraseeeeeeee.

Da sinistra a destra: Giulio Tremonti (Deputato), Lilli Gruber (giornalista La7) e Massimo D’Alema (Deputato)

43


I G r a nd i I n c o n t r i Dal 2003 l’Osservatorio Permanente Giovani-Editori ha iniziato a promuovere una serie di grandi incontri a cui hanno partecipato, in qualità di relatori, editori e direttori di quotidiani italiani e internazionali ed autorevoli rappresentanti del mondo economico ed istituzionale del Paese, che si sono confrontati apertamente con una rappresentanza di studenti partecipanti al progetto “Il Quotidiano in Classe”. Il ciclo ha visto come protagonisti John Elkann, Peter Kann,

Giovanni Bazoli, Cesare Geronzi, Mario Monti, Richard Parsons, Luca Cordero di Montezemolo, Joaquin Navarro-Valls e tanti altri prestigiosi ospiti. Questi appuntamenti sono momenti speciali di dialogo e confronto sull’importanza della lettura dei quotidiani a scuola e rappresentano occasioni per comprendere come l’utilizzo del giornale contribuisca a stimolare la curiosità degli studenti e a formare la loro coscienza critica.

44


Gli Eventi

Da sinistra a destra, in alto: John Elkann (Presidente La Stampa), Giovanni Bazoli (Presidente del Consiglio di sorveglianza Intesa Sanpaolo) e Marco Tronchetti Provera (Presidente Pirelli); In basso: Joaquin Navarro Valls (ex Portavoce di Papa Giovanni Paolo II), Andrea Ceccherini con Mario Monti (Presidente del Consiglio dei Ministri), Luca Cordero di Montezemolo (Presidente Ferrari S.p.A.) e Richard Parsons (Presidente Citigroup)

45


Da sinistra a destra: i Maestri Andrea Bocelli, Giovanni Allevi, Claudio Baglioni e Alessandro Del Piero (calciatore Juventus)

46


Gli Eventi

47


5 L ezioni

in

C erca d'A utore

Dall’anno scolastico 2010/2011, l’Osservatorio Permanente Giovani-Editori promuove un ciclo di cinque nuovi appuntamenti formativi di grandissimo prestigio, originalità e qualità.

“5 lezioni in cerca d’autore. Appuntamenti di anticonformismo quotidiano”: questo il titolo degli incontri che vede come assoluti protagonisti alcune prestigiose firme del giornalismo italiano (Beppe Severgnini, Massimo Gramellini, Aldo Cazzullo, Gian Antonio Stella e Vittorino Andreoli) che, in compagnia dei 250 docenti presenti, al suono della campanella salgono in cattedra, vestendo per un’ora i panni dell’insegnante e facendo una vera e propria lezione improvvisata con “Il Quotidiano in Classe”. A ciascuna delle cinque lezioni sul territorio può partecipare solo un numero limitato di docenti iscritti al progetto “Il Quotidiano in Classe” che si è prenotato online o telefonicamente, contattando il call center dedicato.

48

In basso da sinistra: Gian Antonio Stella e Aldo Cazzullo (editorialisti Corriere della Sera)


Gli Eventi

In alto da sinistra: Massimo Gramellini (Vice Direttore La Stampa) e Beppe Severgnini (giornalista Corriere della Sera)

49


50


L’E v o l u z i o n e Digitale

51


O s s e r v a t o r i o nl i n e . i t

52

e i

Social Network

Come richiede l’universo web 2.0, la proposta digitale dell’Os-

­- e ci saranno sempre più - i video di tutte le nostre iniziative, dei

servatorio Permanente Giovani-Editori si articola su diverse

concorsi promossi e delle ricerche realizzate dall’Osservatorio.

piattaforme e stanze virtuali.

Ma la grande novità delle ultime stagioni è nei progetti web

Partiamo naturalmente dal nostro sito ufficiale, osservatorionline.it:

dedicati agli studenti e ai docenti:

lo spazio dedicato alla presentazione di tutta l’attività dell’Or-

• scuolachefarete.it, il portale di educazione digitale ed

ganizzazione, con la storia del nostro percorso e un aggiorna-

informazione scolastica a disposizione di tutti gli in-

mento, quotidiano, fatto di news, reportage, video e ricerche.

segnanti.

Molto attivo è l’account Twitter, nato nel corso dell’edizione

Il progetto “Scuola che fa rete” nasce per offrire agli insegnan-

del convegno “Crescere tra le righe” del 2009, per comunicare le

ti che partecipano all’iniziativa “Il Quotidiano in Classe” e, più

notizie del convegno e le dichiarazioni degli ospiti presenti. Ora

in generale, a qualsiasi insegnante italiano, l’opportunità di av-

il profilo Twitter dell’Osservatorio si è rinnovato, e vuole essere

valersi di un nuovo strumento informativo e didattico per con-

un costante punto di riferimento per il mondo dell’informazione

dividere notizie ed esperienze sul mondo della scuola e fare

e sul ruolo che la stessa ha nella vita dei giovani.

community.

Non poteva mancare Facebook, con un account particolare,

• ilquotidianoinclasse.it, un progetto per gli studenti delle

quello dell’Osservatore: una sorta di mascotte online dell’Os-

scuole superiori italiane, promosso in collaborazione con

servatorio che promuove e modera tutte le iniziative.

i siti internet di Corriere della Sera, Il Sole 24 ORE e

Proseguendo con il canale YouTube , in cui sono presenti

Quotidiano.net.


L’E v o l u z i o n e D i g i t a l e

53


L’E v o l u z i o n e D i g i t a l e

Si chiama ilquotidianoinclasse.it e costituisce, anche letteralmente, l’evoluzione naturale del progetto cartaceo “Il Quo-

tidiano in Classe”, che da oltre dieci anni porta ogni settimana in classe più quotidiani a confronto. Il portale ilquotidianoinclasse.it è il modo per permettere agli oltre 2 milioni di studenti di esprimere l’opinione maturata in classe, con il sostegno degli insegnanti, e metterla a confronto con quella degli altri. Ogni lunedì mattina tre giornalisti lanciano un tema sul proprio blog: gli studenti, riuniti in redazioni di classe, devono realizzare le proprie inchieste sotto forma di testo, foto o video, e raccontare la propria opinione sul tema. Un’esperienza divertente che sul web diventa virale e sta coinvolgendo studenti ed insegnanti in modo sempre più entusiasmante.

54


L’evoluzione digitale: per esprimere un’opinione e metterla a confronto con quella degli altri 55


56


Studi

e

Ricerche

57


Studi

58

e

Ricerche

L'Osservatorio Permanente Giovani-Editori si avvale della col-

Con i benefici editoriali viene analizzata la soddisfazione della

laborazione di uno dei più autorevoli istituti di ricerca, l’Istitu-

lettura di un quotidiano da parte di uno studente, prima e dopo

to GfK Eurisko, per monitorare costantemente l’andamento

aver partecipato al progetto: la soddisfazione per il quotidiano

delle proprie iniziative.

è decisamente maggiore per gli studenti che hanno beneficiato

Gli esperti di GfK Eurisko seguono da diversi anni le attività

della lettura del giornale in classe.

dell’Osservatorio. In particolare, nell’ambito del progetto “Il

Con i benefici civili e sociali, invece, si valuta come gli studenti

Quotidiano in Classe”, curano la fase di ricerca volta ad ottenere

che partecipano abbiano una propensione maggiore ad andare

il giudizio necessario al buon funzionamento del progetto.

a votare e mostrino sensibilità e partecipazione maggiori alla

Per far sì che i giornali, tutti i giornali italiani, possano fare i pro-

vita della comunità.

pri passi per andare incontro ai giovani, l’Osservatorio chiede ad

Questi dati molto positivi sono confermati e confortati dalle ri-

ogni studente ed insegnante che partecipano al progetto come

cerche di Audipress, che con le sue annuali rilevazioni ha mo-

valutano i quotidiani di oggi e come vorrebbero fossero

strato come ci sia un aumento in numeri assoluti e nella fedeltà

quelli di domani.

dei ragazzi alla lettura dei quotidiani nella fascia 18-24 anni,

Sul sito web dell’Osservatorio, osservatorionline.it, sono disponibili

fascia di età immediatamente successiva a quella di svolgimen-

tutte le ricerche promosse negli oltre dieci anni di vita dell’Orga-

to dell’iniziativa “Il Quotidiano in Classe”.

nizzazione, che vanno ad approfondire tutti i benefici editoriali e

Segno, questo, che la lettura dei quotidiani è una vera e propria

quelli civili e sociali che scaturiscono dalle iniziative promosse.

abitudine che, come tutte le abitudini, va coltivata sin da giovani.


Studi

e

Ricerche

Vai sul sito www.osser vatorionline.it ed entra nella sezione Studi e ricerche: potrai scaricare tutte le ricerche promosse dal 2000 sino ad oggi .

59


60


L’O s s e r v a t o r i o e le Istituzioni

61


L’O s s e r v a t o r i o

62

e le

Istituzioni

Nel corso di questi anni l’Osservatorio Permanente Giovani-

Il successo riscontrato da “il quaderno della Costituzione”, realiz-

Editori ha avuto l’onore di essere ricevuto, in due diverse occa-

zato dall’Osservatorio in collaborazione con la Presidenza della

sioni, in udienza dal Presidente della Repubblica.

Repubblica Italiana, ha stimolato la nascita del concorso “i qua-

Era infatti il 2005 quando l’allora Presidente della Repubblica

derni del Cittadino” rivolto alle scuole italiane, di ogni ordine e

Carlo Azeglio Ciampi ha invitato il Presidente dell’Osservato-

grado, e promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori

rio Permanente Giovani-Editori, Andrea Ceccherini, per rendere

insieme alla Presidenza della Repubblica, al Ministero della Pub-

onore e merito all’iniziativa “Il Quotidiano in Classe”.

blica Istruzione e all’Acri.

Due anni dopo, nel dicembre del 2007, l’attuale Presidente

Questa serie di pubblicazioni ha come obiettivo quello di invi-

della Repubblica Giorgio Napolitano ha confermato la stima

tare i giovani alla riflessione sull’importante ricorrenza storica

verso le attività dell’Osservatorio, ricevendo in udienza il Pre-

dei 150 anni dell’Unità d’Italia, un appuntamento che offre la

sidente Ceccherini ed elogiando pubblicamente il ruolo forte-

possibilità di approfondimenti e spunti di riflessione a tutti gli

mente educativo del progetto “Il Quotidiano in Classe”.

studenti che, attraverso il concorso, lavorano per comprendere e

L’udienza dal Presidente Napolitano è stata anche l’occasione

spiegarne il significato e il valore.

speciale per presentare “Il quaderno della Costituzione”, uno

“I quaderni del cittadino” è una collana nata proprio con l’intento

strumento a disposizione degli studenti italiani perché possano

di offrire agli studenti e ai docenti un ulteriore strumento in grado

familiarizzare sempre più con la Carta Costituzionale italiana.

di favorire nelle scuole il rilancio della lezione di educazione civica.


L’O s s e r v a t o r i o

Andrea Ceccherini in udienza da Carlo Azeglio Ciampi (Presidente emerito della Repubblica)

e le

Istituzioni

30.03.2005

“Iniziative meritorie come “Il Quotidiano in Classe” vanno nella giusta direzione – sono state le parole del Presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi -. Penso che dovremo provare ad allargarle ad altri paesi europei, per creare quella comunanza di opinioni e di dibattito, che è vitale per il futuro dell’Europa dei cittadini iscritta nel trattato costituzionale”. 63


19.12.2007

Andrea Ceccherini in udienza da Giorgio Napolitano (Presidente della Repubblica)

"Complimenti vivissimi all'Osservatorio Permanente Giovani–Editori, a tutti i suoi promotori e a quanti lo sostengono – ha detto il Presidente Giorgio Napolitano -, che vuole rilanciare l'educazione civica nelle scuole. C'è un bisogno nuovo e stringente di educazione civica nelle scuole: bene "Il Quotidiano in Classe", bene "il quaderno della Costituzione" che tutti voi insegnanti e ragazzi saprete valorizzare". 64


L’O s s e r v a t o r i o

e le

Istituzioni

“il quaderno della Costituzione” e “il quaderno della Repubblica”: strumenti in grado di favorire il rilancio della lezione di educazione civica.

65


L’O s s e r v a t o r i o

e le

Istituzioni

30.11.2011 L'udienza dal Santo Padre: per celebrare i dieci anni di attivitĂ dell'Osservatorio Permanente Giovani-Editori.

66


Un momento dell'udienza da Papa Benedetto XVI. Andrea Ceccherini insieme al Comitato di Indirizzo dell'Osservatorio Permanente Giovani-Editori: Cesare Romiti, Giancarlo Cerutti, Andrea Riffeser Monti e Giuseppe Guzzetti.

Il 30 Novembre del 2011 è stata una data storica per l'Orga-

tidiani a confronto, per far crescere in loro quello spirito critico e

nizzazione: il Presidente dell'Osservatorio Permanente Giova-

quel senso civico che li renderà cittadini più indipendenti e più

ni-Editori Andrea Ceccherini, accompagnato dai componenti

liberi, protagonisti di una democrazia più forte.

del Comitato di Indirizzo dell'Organizzazione, è stato ricevuto,

In particolare Papa Benedetto XVI si è soffermato sul valore ci-

in udienza privata, da Papa Benedetto XVI, in Vaticano.

vile e sociale del progetto "Il Quotidiano in Classe", per il

Nel corso dell'Udienza, dedicata a celebrare i dieci anni di at-

quale ha espresso grande apprezzamento.

tività dell'Osservatorio Permanente Giovani-Editori, il Santo

Al termine dell'Udienza Papa Benedetto XVI ha dispensato

Padre ha incoraggiato il Presidente e l'Organizzazione a continuare

una particolare benedizione al lavoro dell'Osservatorio e ai

nell’ opera tesa a educare le nuove generazioni a leggere più quo-

suoi collaboratori. 67


68


Progetti Internazionali

69


Progetti Internazionali Nel Maggio 2004, durante la terza edizione del convegno

Il progetto ha previsto l’utilizzo, negli Istituti Italiani di Cultura

“Crescere tra le righe”, è stato siglato, dai Presidenti di sette

e negli Istituti scolastici italiani e internazionali con sezione ita-

grandi Gruppi editoriali europei, un Protocollo d’Intesa con l’Os-

liana in Gran Bretagna, Francia, Spagna e Germania, di alcuni tra

servatorio Permanente Giovani–Editori per la promozione della

i più importanti quotidiani italiani (Corriere della Sera, Il Sole 24

lettura del giornale quotidiano tra le giovani generazioni euro-

ORE e QN) e stranieri (Le Monde in Francia, The Times in Gran

pee in modo da favorire la nascita di una coscienza civile più

Bretagna, El Mundo in Spagna e Frankfurter Allgemeine in Ger-

legata ai valori dell’Europa.

mania) perché venissero letti in classe.

Hanno sottoscritto l’accordo El Mundo, Frankfurter Allgemei-

Questo progetto ha avuto l’obiettivo di promuovere la conoscen-

ne, Le Monde, The Times, Corriere della Sera, Il Sole 24

za della realtà e della società del nostro Paese tra le giovani

ORE e Quotidiano Nazionale.

generazioni dell’Unione e di contribuire alla formazione di una

Nel Novembre 2004, l’allora Ministro degli Affari Esteri Franco

coscienza civile europea.

Frattini e il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giova-

E’ stato il primo progetto internazionale a cui l’Osservatorio ha

ni-Editori Andrea Ceccherini hanno presentato il progetto “Il

dedicato la propria attenzione: il primo di una serie di iniziative su

quotidiano, strumento di conoscenza della società ita-

cui l’Organizzazione sta lavorando per continuare il proprio percor-

liana all’estero” promosso dall’Osservatorio in collaborazio-

so di educazione alla cittadinanza, anche lontano dal nostro Paese.

ne con il Ministero degli Affari Esteri.

70


Progetti Internazionali

Una coscienza civile piÚ legata ai valori dell’Europa 71


© 2011 - Osservatorio Permanente Giovani-Editori Progetto grafico e impaginazione:

Essedicom – Firenze Fotografie:

Riccardo Germogli e Renato Cerisola Finito di stampare nel mese di dicembre 2011 In II e III di copertina un particolare dell’opera realizzata dall’artista Romero Britto per celebrare i 10 anni dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori www.osservatorionline.it 72


6


7

Osservatorio permanente Giovani-Editori  

brochure dell'Osservatorio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you