Page 1

IL GRILLO CANTA I MOTIVI DEL CAV Lunedì 8 Aprile 2013

Anno II Numero 27

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Oh Grillino, mica penserai che siamo nati tutti sotto ad un broccolo e non sappiamo che

sono oltre 20 anni che il Cavaliere sostiene essenziale l’utilizzo del denaro contante?

L’editoriale

Il commento

di Chiara Rai

BERSANI E BERLUSCONI DOMANI

ALLE "COLONNE D’ERCOLE"

di Emanuel Galea

Bersani, deciso a sfidare mondi ignoti e densi di pericolo, sta spingendo lo Stivale a oltrepassare anche “Le Colonne d’Ercole”. Sembra poco, a lui interessa consegnare il destino della gente nel buio del Movimento Cinque Stelle. L’incontro dei due acerrimi avversari fissato per martedì 9 aprile marca il limite invalicabile concesso dall’attuale crisi. L’Ulisse mitologico infranse la saggezza e andò oltre le “Colonne”: andar oltre era nella sua natura. Ne Bersani, e tanto meno Berlusconi, possono vantare qualsiasi accostamento al prode Ulisse. Nel canto XXVI dell’Inferno, Dante dà un’interessante versione della morte di Ulisse. Una versione su cui, tutti e due i leader faranno bene a meditare seriamente : “Cinque mesi dopo il passaggio attraverso lo stretto di Gibilterra una montagna altissima si mostrò all'orizzonte. Da questa ebbe origine un turbine; la nave girò tre volte nel vortice delle onde, poi si inabissò; il mare si chiuse sopra di essa”.

Continua a pagina 2

Il Caso

MUORE A 53 ANNI DOPO 14 ORE IN BARELLA AL PRONTO SOCCORSO DI TOR VERGATA Angela Carretta a pagina 3

MARINO

IN

CAPITALE.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

CORSA

PER

Il Grillo ha ricominciato a stridere anzi piuttosto starnazzare come una gallina impazzita che pensa solo a covare consensi e far accrescere il suo patrimonio. Il blog tempestato di pubblicità, il web channel tempestato di pubblicità, l’ultimo libro da comprare in abbinamento col dvd a 18 euro e 90 centesimi, il calendario con offerta gratuita, raccolte di dvd e chi più ne ha più ne metta. E non so se abbia messo in giro magliette e cappelletti, capitalizzando così la fame della gente delusa dai vecchi partiti. Adesso che si avvicina l’estate il suo canto si farà ancora più forte. Il Grillo deve far vedere che è diverso, che non fa apparentamenti ma chi l’ha già conosciuto bene sa che come disfattista ha il primato. Il Grillo deve stare on the top, lui si diverte a starnazzare onorando la sua attività principale, nonostante i cambi d’abito. Da quale delle sue lussuose ville starnazzerà a mezza estate, questo buon samaritano di un Grillo? Perché tenta di metter su uno squallido santuario griffato da acquistare online? Se fa business, il che non è un reato, abbia il coraggio di dichiararlo e che non dica che lo fa per il partito, visto come stanno messi i militanti che aspettano ancora che si concretizzino le promesse fatte.

Continua a pagina 2

LA

CONQUISTA

DELLA

Ignazio Marino sarà il candidato del centrosinistra a sindaco di Roma. Lo hanno decretato le primarie con un affluenza secondo quanto comunicato dal comitato Roma Bene Comune - tra i 100.000 e i 102.000 votanti nei 223 seggi. David Sassoli, giunto secondo tra i sei sfidanti, ha telefonato a Marino, facendo i complimenti. "Adesso dobbiamo vincere la batta glia per il Campidoglio", ha aggiunto.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

PRIMO PIANO

dalla prima pagina l’editoriale di Emanuel Galea “Tre volte il fé girar con tutte l'acque; a la quarta levar la poppa in suso e la prora ire in giù, com' altrui piacque, infin che il mar fu sovra noi richiuso”. Qualora i due leader vogliano fare gli gnorri sappiano che quella nave sembra tanto battere bandiera Italiana e quella montagna altissima all’orizzonte non può che raffigurare il baratro verso il quale ci stanno trasbordando. Oracolo di tanti saggi, economisti e politologi, le profezie delle volte si avverano. Il M5s si trova oltre lo “Stretto di Gibilterra”, e non riesce a captare alcun segnale positivo. In casa Bersani si è finalmente alzata un poco di marea, si è diradata la nebbia e la zattera delle trattative, arenata sulla secca “Bersani chiama Cinque Stelle”, finalmente prenderà il largo. E’ giunta l’ora che Pier Luigi si levi la tuta da mozzo e indossi la divisa da capitano per condurre con le altre forze politiche questa nave in un porto sicuro. Se poi non se la sentirà di farlo, qualora abbia deciso di fare il ”segretario emerito” come già avevamo pronosticato in un altro scritto, si faccia da parte e ceda il posto nella cabina di regia ad altri. Persino tra i suoi fedelissimi ci sono taluni che gli faciliterebbero una dolce uscita. Ci si augura inoltre che il Pdl, da parte sua non si fossilizzi sugli 8 punti. Siamo al tempo limite. Si auspica che si arrivi ad una sintesi dei punti cardine per un vero cambiamento, scelti dai programmi delle forze in campo. Questa è l’ora della verità: Interessi di bottega oppure quelli della Nazione. Questa volta non lo dice Susanna Camusso, lo diciamo noi : se non ora, quando?

Eventi & Rassegne

VINITALY 2013, LA QUALITÀ DEI VINI DOC E IGT DELLA TUSCIA

Fino al 10 aprile vetrina di eccellenza per i vini bianchi e rossi della Tuscia al Salone internazionale di Verona, con il supporto della Camera di Commercio di Viterbo.

Bottiglie allineate e calici pronti per la degustazione dei vini Doc e Igt che 14 imprese della Tuscia presenteranno al Vinitaly, il Salone internazionale dei Vini e dei Distillati in programma a Verona dal 7 al 10 aprile. La Camera di Commercio di Viterbo – insieme all’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio, Unioncamere Lazio, gli Enti camerali e le province laziali – anche per questa edizione favorisce la partecipazione delle imprese vinicole della provincia nell’ambito di un’apposita area dedicata al “mondo che amiamo” ubicata nel padiglione Lazio. Da 47 edizioni Vinitaly detiene, nel settore enologico, il primato di evento blasonato per eccellenza, dove promuovere il meglio della produzione di settore e confrontare le qualità tra il più ampio numero di etichette, rinnovando, anno dopo anno, un contesto che di fatto scandisce l'evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale ed internazionale, contribuendo a fare del vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà economiche. “Questa manifestazionedichiara Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio di Viterbo, rappresenta per le nostre imprese oltre a una prestigiosa vetrina promozionale, l’occasione per consolidare relazioni commerciali e aprire nuovi canali nei mercati nazionali ed esteri. Ringrazio la Regione Lazio e Unioncamere Lazio per aver accolto le nostre sollecitazioni e quelle delle imprese, superando ostacoli che avrebbero certamente penalizzato la presenza dei vini laziali al Vinitaly, tra le più importanti fiere internazionali del settore”.Prendono parte al Vinitaly: Antica Cantina Leonardi di Montefiascone, Ciucci di Orte, Mazziotti di Bolsena, Cantina Sociale di Montefiascone, Falesco di Montefiascone, Cassano di Canepina, Fattoria Madonna delle Macchie di Castiglione in Teverina, Paolo e Noemia d’Amico di Castiglione in Teverina, Sergio Mottura di Civitella d’Agliano, Tenuta Ronci di Nepi, Tenuta S.Isidoro di Tarquinia, Trappolini di Castiglione in Teverina, Trebotti di Castiglione in Teverina, Viticoltori dei Colli Cimini di Vignanello.

TARES: ILLEGITTIMI AUMENTI TARIFFA RIFIUTI

“Roma Capitale fin dal 2003 applica il regime cosiddetto Tia che a differenza della vecchia Tarsu prevede la copertura del 100% del costo del servizio: quindi un’eventuale applicazione della Tares su Roma non deve comportare alcun aumento di tariffa” così Erino Colombi, presidente Cna di Roma. “Eventuali maggiorazioni sulla bolletta dei rifiuti, nulla avrebbero a che vedere con la Tares, ma sarebbero una scelta dell’amministrazione, a eccezione dell’eventuale aumento di 0,30-0,40 euro al metro quadro introdotto come contributo per la copertura dei costi indivisibili (strade, illuminazione eccetera). La maggiorazione, da sola, vale per il sistema delle imprese 15 milioni di euro. Per un negozio di 150 mq. si avrebbe un aumento dai 45 ai 60 euro annui per un laboratorio di 1000 mq l’aumento sarebbe dai 300 ai 400 euro. Rinnoviamo l’invito al sindaco di convocare immediatamente un tavolo per concertare il nuovo regolamento per definire con certezza le aree soggette a detassazione nelle quali si producono rifiuti che le imprese sono obbligate a smaltire a loro spese. Come Cna chiediamo di non applicare questa ulteriore maggiorazione prevista dal Governo Monti, perché Roma, diversamente da altre città e comuni italiani, applicando il regime della Tia ha riversati sui cittadini e sulle imprese il totale costo del servizio di raccolta rifiuti. Tanto per fare un esempio, a Milano un laboratorio artigiano di 100 mq paga per i rifiuti 437 euro, mentre a Roma il suo omologo nel paga 1.100. Il gestore di un bar di 100 mq. a Roma paga 3.700 euro contro. 990 euro di Milano. Un commerciante con un locale di uguali dimensioni paga 470 euro a Milano e 1.100 a Roma”.

L’osservatore laziale

dalla prima pagina il commento di Chiara Rai Adesso la storia dei penta stelle intenzionati ad occupare le aule parlamentari è un’altra buffonata che farà perdere altro tempo. E intanto l’ex comico spara le uova per i suoi polli: appoggiare la battaglia pro – contanti sostenendo, diciamola tutta, una tesi assolutamente berlusconiana. Oh Grillino, mica penserai che siamo nati tutti sotto ad un broccolo e non sappiamo che sono oltre 20 anni che il Cavaliere sostiene essenziale l’utilizzo del denaro contante? Che la lotta al contante sia per molti versi autodistruttiva non devi essere tu a dircelo. Sul blog il Grillo continua a stridere cercando di spiegare la differenza tra noi, Cipro, la Grecia e alla fine del sermone ci propinerà un altro volume da acquistare: prendi uno e porti a casa l’uovo appena fatto dal Grillo: un’antennina per telecomandarti dal web. Adesso i pentastellati mirano ad ottenere subito la convocazione delle commissioni parlamentari permanenti, senza aspettare la formazione del nuovo governo che consentirebbe ai partiti di decidere lo scacchiere dei ruoli chiave. Numero 1: anche i cinque stelle sono un partito. Numero 2: se anziché mandare in streaming la telenovela con Bersani inscenando il no collettivo avessero proposto una soluzione condivisibile non ci sarebbe bisogno della grande presa di bastiglia. le presidenze e le vicepresidenze sono i piatti di forza e mica ce lo doveva venire a spiegare il Grillo. La giornata clou sarà martedì, quando a Montecitorio si riunisce l'Aula che, salvo intese raggiunte a sorpresa in conferenza dei capigruppo in mattinata, dovrà votare l'ampliamento dei poteri della Commissione speciale per consentire l'esame del decreto legge sulla P.A. Votazione sulla quale il M5S ha già annunciato il suo 'nò e che invece incasserà il sì di Sinistra Ecologia e Libertà: sempre lo stesso film, pardon la stessa “cosa” che potremmo capire solo se collegati al web channel di Beppe. Non rimane altro che disconnetterci tutti prima che ci metta fuori uso.


L’osservatore laziale

ROMA E PROVINCIA

pag. 3

Cronaca

ROMA, OCCUPATO STABILE COMUNALE NEL QUARTIERE SAN LORENZO. NASCE “COMMUNIA” PER RESISTERE ALLA CRISI Domani il corteo che arriverà alla Regione Lazio per chiedere il blocco degli sfratti e degli sgomberi Angelo Parca

Roma - Uno stabile pubblico abbandonato in via dei Peligni al civico 3 nel quartiere capitolino di San Lorenzo è stato occupato sabato 6 aprile dai militanti di “Rivolta il Debito”. “Oggi 7 aprile, - ieri per chi legge a Roma nasce Communia un laboratorio di mutuo soccorso per resistere alla crisi. – fanno sapere in una nota alcuni rappresentanti di ‘Rivolta il debito’ - Da un percorso costruito con Ri_Pubblica, - prosegue la nota - rete di collettivi sociali nata sulla scia dell’esperienza dei comitati per l’acqua pubblica, abbiamo proseguito l’iniziativa cominciata con l’occupazione del Cinema America del Novembre scorso, occupando uno stabile inutilizzato di proprietà del comune nel quartiere di San Lorenzo. Vogliamo “Ri_pubblicizzare” uno spazio, sottrarlo alle speculazioni e al degrado in cui è immersa la nostra città, prendendo esempio da chi ha occupato i teatri dismessi; da chi licenziato prova ad autogestire la propria fabbrica; da chi ha impedito in prima persona la costruzione di nuovi nocivi inceneritori; da chi ha occupato la propria scuola o facoltà per renderla accessibile a tutti e tutte. Tutto questo a partire dalla nostra solidarietà concreta con la lotta dei cittadini in difesa delle loro case di via dei Corsi, adiacente allo spazio occupato, da tempo in rotta con l’Ater. Uno spazio dove creare nuovi strumenti di “mutuo soccorso” e in cui ricostruire l’idea stessa di democrazia.” Mobilitazione generale, dunque, a Roma dove nel nuovo spazio di via Peligni domenica 7 aprile si è tenuta un’assemblea che ha visto la partecipazione di oltre 300 persone tra cui il candidato a sindaco di Roma con la lista Repubblica Romana Sandro Medici, che ha dichiarato: “Occupy Roma. Questo dovranno dire i titoli dei giornali da oggi in poi per raccontare le occupazioni in atto in queste ore Ma non si tratta di un evento simbolico, bensì di prendere atto che cittadini e movimenti non hanno alcuna intenzione di regalare Roma alla speculazione. Troppi gli stabili abbandonati - prosegue Medici - mentre tante sono le famiglie e i giovani senza casa perché nell’impossibilità di pagare cifre da capogiro per gli affitti, così come quelli imposti agli studenti fuori sede”. Atteso per Martedì 9 aprile il corteo che arriverà sotto la Regione Lazio per chiedere a gran voce il blocco generalizzato degli sfratti e degli sgom beri e la realizzazione immediata di un piano straordinario contro l'emergenza abitativa.

Cronaca

ROMA TOR VERGATA: MUORE A 53 ANNI DOPO 14 ORE IN BARELLA AL PRONTO SOCCORSO

E' stata ricoverata in codice giallo e diagnosticatole intorno alle 19 dei calcoli alla cistifellea Angelo Parca

Roma - Oggi, si può morire ancora di calcoli alla cistifellea. Giuseppina Mazzariello è morta a 53 anni in maniera disumana, di fronte gli occhi di sua figlia, dopo 14 ore di pronto soccorso a Tor Vegata, dove le sarebbero stati iniettati antidolorifici. Una sofferenza inaudita provocata da dolori acuti all’addome, urla strazianti che rimarranno impresse per sempre nella mente e nel cuore del marito della donna, Antonio Nastasi che adesso, a tutti costi cerca le responsabilità della morte di sua moglie. Ha presentato una denuncia ai carabinieri contro medici e infermieri del pronto soccorso del policlinico. Intanto i militari hanno sequestrato la cartella clinica. Mercoledì intorno alle 13, l’uomo accompagna la moglie al pronto soccorso perché la donna, impiegata in una cooperativa che, fatalmente, si occupa proprio delle pulizie al policlinico di Tor Vegata, accusava dei dolori a reni e addome. E' stata ricoverata in codice giallo e diagnosticatole intorno alle 19 dei calcoli alla cistifellea di cui un calcolo avrebbe perforato la stessa cistifellea. Dopo la diagnosi, secondo quanto racconta il marito della vittima, avrebbero tenuto la donna in osservazione per tutta la notte. Ben otto ore in barella prima del trasferimento in astanteria del dea dove lì è morta, alle 3 di notte: prima è diventata bianca pallida poi in un attimo le si sono scuriti collo e viso. Una dottoressa avrebbe cercato di rianimarla ma non c’è stato nulla da fare. Tra 60 giorni si conoscerà l’esito dell’autopsia.


pag. 4

RIETI E VITERBO

L’osservatore laziale

Agricoltura & Economia

VITERBO, MEROI E AMBROSINI IN CAMPO PER SOSTENERE GLI AGRICOLTORI DANNEGGIATI DALLE ALLUVIONI.

Gli agricoltori, non avendo potuto effettuare le previste rotazioni colturali di cui all’art. 68 del regolamento CEE n. 73/2009, rischiano di non poter beneficiare del relativo contributo.

Viterbo- Il presidente della Provincia Marcello Meroi e l’assessore provinciale all’Agricoltura Luigi Ambrosini si sono attivati a sostegno degli agricoltori della Tuscia gravemente colpiti e danneggiati dagli eventi alluvionali che si sono susseguiti a partire dal novembre del 2012. Eventi che rischiano di comportare anche l’obbligo di restituire i contributi ottenuti per effettuare le rotazioni colturali, ossia la variazione, da un ciclo produttivo all'altro, della specie agraria coltivata su uno stesso appezzamento per rendere il terreno maggiormente fertile. E’ stata inoltrata una richiesta d’intervento al Ministero delle Politiche Agricole, all’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA) al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, all’Assessore regionale all’Agricoltura Sonia Ricci ed ai consiglieri regionali eletti in provincia di Viterbo, Enrico Panunzi, Daniele Sabatini e Silvia Blasi. “Gli eventi alluvionali che nel novembre 2012 hanno devastato il territorio provinciale e le incessanti piogge che si sono susseguite – denunciano Meroi ed Ambrosini - hanno e stanno provocando ingenti danni all’ambiente e in particolar modo all’economia agricola provinciale. In questa situazione la stragrande maggioranza degli agricoltori non ha potuto effettuare le semine di cereali autunno vernini né le colture primaverili (orzo, semioleosi e mais). Nella minima parte seminata si aggiunge il danno dovuto al mancato germogliare di parte del cereale autunnale. Gli agricoltori, non avendo potuto effettuare le previste rotazioni colturali di cui all’art. 68 del regolamento CEE n. 73/2009, rischiano di non poter beneficiare del relativo contributo. Tale sostegno viene infatti concesso agli agricoltori che attuano tecniche di avvicendamento biennale tra cereali autunno vernini e colture miglioratrici. In mancanza della possibilità di semina, tutto ciò viene a decadere. Al danno si aggiunge poi anche la beffa: chi ha già percepito il premio nel 2012 dovrà restituire le somme incassate, non avendo completato il previsto ciclo di avvicendamento”. Premesso ciò presidente ed assessore hanno richiesto con somma urgenza “l’applicazione della deroga per l’anno 2013 a tutti coloro che, già impegnati nell’avvicendamento biennale, non potranno rispettare, per il secondo anno, l’impegno assunto a causa del sopraggiungere eventi calamitosi”. Ora si attende con fiducia il pronunciamento degli Enti preposti. “Con il presidente Meroi – aggiunge l’assessore Ambrosini – ci siamo fatti portavoce delle esigenze del mondo agricolo, letteralmente devastato dalle alluvioni che si sono abbattute con particolare insistenza sul nostro territorio. Ci siamo prontamente attivati, consapevoli di quanto l’agricoltura rappresenti la principale fonte di reddito dell’economia locale in ampie fasce della provincia. La Tuscia è infatti da sempre territorio a vocazione agricola e nel corso degli anni ha mantenuto e valorizzato questa sua naturale connotazione. Chiediamo – conclude l’assessore - la piena collaborazione ai Comuni interessati ed alla Camera di Commercio affinché si possa portare avanti un’azione unitaria e congiunta che permetta di ottenere risultati concreti, dando garanzie di sopravvivenza agli imprenditori agricoli e alle nostre produzioni tipiche”.

Turismo & Promozione Territorio

RIETI, CI SI PREPARA PROGRAMMA DI RAI UNO

AD

ACCOGLIERE

MIXITALIA

IL

Di Paolo: "Il buon risultato turistico degli ultimi mesi coincide anche con l’intensificarsi di queste occasioni”. Rieti- MixItalia girerà a Rieti, il 9 e 10 aprile, le immagini del programma che Rai Uno dedica tutte le domeniche mattina ai luoghi più belli del Bel Paese e alla scoperta degli aspetti meno noti della vita privata di personaggi famosi. Come accaduto negli ultimi sei mesi, con altri programmi, saranno gli obiettivi che l’Amministrazione Comunale ha indicato come linee programmatiche di sviluppo turistico a essere approfonditi dai conduttori Fabrizio Rocca e Chiara Giacomelli. Le location delle riprese saranno il Teatro Flavio Vespasiano, il Centro d’Italia, il Cammino di Francesco, le acque e la Rieti sotterranea. Testimonial d’eccezione, che porterà a Rieti molta visibilità, sarà l’attore Lando Buzzanca, che ricorda la nostra Città per un episodio sconosciuto ai più e che sarà rivelato nel corso della puntata. Buzzanca, oltre alle numerose apparizioni sul palcoscenico del nostro Teatro, da due anni è il padrino della Fiera Campionaria del Peperoncino insieme ad Antonella Clerici. Il Sindaco Petrangeli e l’Assessore Turismo Di Paolo hanno accolto con particolare piacere l’arrivo della trasmissione della Rai. I programmi di approfondimento dedicati al turismo sono, infatti, una vetrina di fondamentale importanza per la Città, soprattutto in un momento nel quale le risorse da investire nel settore della promozione sono particolarmente ridotte. "Il buon risultato turistico degli ultimi mesi - dichiara l’Assessore al Turismo Diego Di Paolo - coincide anche con l’intensificarsi di queste occasioni. Lavoreremo sempre di più in questa direzione, potendo contare sulla preziosa collaborazione di reatini che nel mondo televisivo hanno la possibilità di dare un determinante aiuto alla promozione della DIEGO DI PAOLO nostra Città".


FROSINONE E LATINA

L’osservatore laziale

pag. 5

DISSERVIZI & CITTADINI

FROSINONE, BLOCCO ACQUA E LUCE NEL QUARTIERE MADONNA DELLA NEVE: IL SINDACO INFURIATO Frosinone - Questa la dichiarazione del sindaco Nicola Ottaviani in merito a quanto accaduto nella giornata di sabato: “Ciò che si è verificato nella giornata odierna evidenzia i limiti e il pressappochismo con il quale operano alcune imprese edili incaricate dal servizio idrico di Acea, per la manutenzione e le riparazioni delle perdite. Ad un certo punto, dalle informazioni che abbiamo assunto, si stava mettendo a rischio il servizio elettrico dell’intero quartiere di Madonna della Neve con ripercussioni e disagi sulle abitazioni civili e sugli esercizi commerciali che oggi sono stati costretti a prendersi una giornata di sole poco felice. E’ evidente che oltre agli operatori economici e ai cittadini, anche il Comune ha intenzione di accertare le responsabilità per quanto accaduto, non escludendo un’azione cumulativa per il ristoro dei danni. In realtà, partendo da questo episodio, credo sia giunto il momento di mettere mano al regolamento dei servizi in concessione, chiamando le imprese ad una NICOLA OTTAVIANI maggiore serietà operativa e affidabilità tecnica”.

Ambiente, Territorio & Volontariato

CORI (LT), SUCCESSO DI PRESENZE PER L’INIZIATIVA DI LEGAMBIENTE IN DIFESA DEL VERDE PUBBLICO.

Legambiente, col sostegno dell’Amministrazione comunale, dell’associazionismo locale e della comunità, raccoglie anche nel paese lepino la sfida della Smart City.

Cori (LT) - Nuova ondata di volontari per le strade di Cori in difesa dell’ambiente e del verde pubblico. Nell’ambito del progetto «Co – gestire verde», il locale Circolo Legambiente «Cora Viridis», d’accordo con l’Assessorato all’Arredo urbano, è scesa di nuovo in campo per continuare a promuovere la riscoperta delle aree verdi urbane, attraverso la loro riqualificazione e valorizzazione. Ieri mattina i volontari ambientalisti e le associazioni Sbandieratori dei Rioni di Cori, Storici Sbandieratori delle Contrade di Cori, Argo ed il Consiglio di Comunità di Giulianello, sono tornati al «Parco Fratelli Cervi – ex Impero», per proseguirne la pulizia ed iniziare la piantumazione delle aiuole. Contemporaneamente, i Comitati di quartiere di via Arborito e del Tempio d’Ercole, hanno ripulito i giardini pubblici «Raniero Zitarelli» e «Beata Caterina Troiani». Di nuovo una grande mobilitazione popolare, come quella che un paio di settimane fa si era conclusa con la pulizia di tutta la parte superiore e centrale del parco «Parco Fratelli Cervi – ex Impero», compresi gli ex campetti di calcetto e di bocce. Un esercito di volenterosi, giovani e giovanissimi, a cui si sono uniti numerosi amministratori comunali e tanti privati cittadini. Un impegno congiunto con la partecipazione di istituzioni, associazioni e cittadinanza, che verrà portato avanti nelle prossime settimane. Dopo la pulizia di questi tre parchi Legambiente e le altre associazioni locali aderenti al protocollo d’intesa si prenderanno cura anche di altre aree verdi sia a Cori che a Giulianello. Puntando sull’ecosostenibilità e sulla salute dei cittadini, Legambiente, col sostegno dell’Amministrazione comunale, dell’associazionismo locale e della comunità, raccoglie anche nel paese lepino la sfida della Smart City. Costruire insieme una città intelligente capace di garantire un ambiente urbano in grado di migliorare la qualità della vita dei propri cittadini, grazie ad una collaborazione diffusa tra politica e società civile. Partendo proprio dalla rivitalizzazione delle aree verdi, intese non solo come elemento qualificante del tessuto e dell’arredo urbano, ma anche come beni comuni di inestimabile valore per la salute dell’uomo, per l’equilibrio ambientale e per lo sviluppo sostenibile; nonché come luoghi fondamentali per l’aggregazione sociale e la socializzazione.

Eventi & Manifestazioni

ITRI (LT), “LOKOMOTIV MUSIC” PRESENTA LA FESTA DELL'ASPARAGO SELVATICO DELLE COLLINE ITRANE.

Itri (LT) - A Itri, l’associazione culturale “Lokomotiv Musik” presenta la Festa dell'Asparago selvatico delle colline itrane. “La manifestazione nasce dalla volontà di valorizzare un prodotto del tutto spontaneo del nostro territorio, l'asparago selvatico, dichiarano gli organizzatori - che non tutti sanno esser una liliacea e dunque appartenente alla stessa famiglia dei gigli e dei mughetti.” A far esaltare l’ottimo gusto degli asparagi ci penseranno due giovani e apprezzati chef locali, Andrea Filosa e Giovanni Stamegna, deliziando i palati più sopraffini che potranno gustare il ricco menù presente nella serata: antipasto, primo piatto e secondo tutti a base di asparago raccolto nelle campagne itrane dai componenti dell’associazione, dai loro amici e dai loro familiari. La serata prevederà inoltre la degustazione di altri prodotti locali ed anche la presenza di gruppi musicali, in fase di definizione, per la rassegna musicale intitolata per l’occasione “SpauRock!” L’appuntamento dunque è fissato per il 30 aprile 2013 a Itri (LT), nella Piazza Sandro Pertini.

8 APRILE 2013  

QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you