Page 1

L ’ osservatore laziale QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Sabato 7 Settembre 2013

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Anno II Numero 118

ROMA, MALATI DI SLA: LA GIUNTA CAPITOLINA SBLOCCA 1 MILIONE E 600MILA EURO DI FONDI REGIONALI a pagina 3

VEGLIA PER LA PACE Papa Francesco mobilita il mondo

“Scoppi la pace; mai più la guerra! Mai più la guerra!”

L’editoriale

Un “esercito” della pace si riunirà questa sera in Piazza San Pietro per condividere con Papa Francesco la Veglia di preghiera per la crisi in Siria. Dalle 16.30, i varchi della Piazza saranno aperti all’afflusso di chi vorrà partecipare, mentre la Veglia inizierà alle 19 e durerà fino alle 23. Alessandro De Carolis spiega i momenti che scandi ranno l’evento: Il grido disarmato per la pace e le parole sommesse di milioni di anime in preghiera per ridurre al silenzio il ruggito dei cannoni e alla ragione gli strateghi della guerra. È per questo che Papa Francesco ha mobilitato la Chiesa, suscitando un’adesione planetaria anche da parte di chi nella Chiesa non si riconosce. Il grido sarà quello del Papa dell’ultimo Angelus, ripetuto in apertura della Veglia: “Scoppi la pace; mai più la guerra! Mai più la guerra!”. Le preghiere scaturiranno invece dalle parole sacre con cui da secoli e millenni l’uomo chiede a Dio di vivere in pace. Come i versi del canto iniziale, l’antichissimo Veni Creator, che alla quinta strofa entra già nel cuore del momento: “Difendici dal nemico, reca in dono la pace, la tua guida invincibile ci preservi dal male”. Poi, l’intronizzazione dell’icona di Maria Salus populi Romani e le parole del Rosario, cinquanta invocazioni per affidare coralmente le sorti contingenti del pianeta alla Regina della pace. Per l’occasione, Papa Francesco ha voluto che ogni Mistero della gioia del Rosario sia preceduto da parole tratte da Santa Teresa di Lisieux.

UN' ITALIA IN DUE STIVALI

di Chiara Rai

I l G20 non ha partorito nulla se non

quello che già sapevamo e cioè che Putin manterrà il sostegno a Damasco e per farsi meglio capire sta inviando altre navi verso la costa siriana. Altro che rotazione di routine delle navi russe al largo della Siria! Ma mi faccia il piacere, diceva il grande Totò. Qui non c’è nulla di tutto questo. Qui c’è solo un salasso per l’Italia di 50 milioni di dollari rispetto all'impegno umanitario di sostegno all'Onu. Però, nonostante 11 Paesi del G20 abbiano condannato l'attacco con armi chimiche in Siria e chiesto una risposta internazionale forte, l’esito è stato tutt’altro che incisivo. Probabilmente non ci sarà la guerra ma neppure una assunzione di responsabilità rispetto ad un vero e proprio sterminio di vite umane. Di bambini, di civili, di innocenti. Portogallo, Russia e Norvegia non hanno ancora disconosciuto la legit timità del governo di Assad. Questo dice tutto. Affine all’idea della Russia c’è la Cina. Il Brasile è glaciale con la bandiera a stelle e strisce e il Giappone mantiene le distanze. I tentennamenti della nostra Italia sono giustificati dal fatto che abbiamo un piede in due scarpe. Continua a pagina 2

Continua a pagina 2

ROMA, FORI: TRASFORMAZIONI OPPORTUNITÀ DI RILANCIO ECONOMICO PER AREE LIMITROFE

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

“Le trasformazioni in atto sull’area archeologica dei Fori si trasformino in un’opportunità anche per territori limitrofi, attraverso investimenti e politiche su aree che erano già in difficoltà. Per valorizzare l’economia di questi territori e aumentarle l’attrattività, l’amministrazione coinvolga commercianti e artigiani dell’area, che possono essere un’impor tante risorsa per potenziare i servizi di accoglienza. Non cerchiamo solo piccole soluzioni: la nostra città ha bisogno di grandi progetti di rilancio. E allora ripartiamo da qui, comprendendo tutte le aree circostanti, incluso il quadrante dell’Esquilino. Del resto, una grande area archeologica con il deserto intorno non avrebbe senso. Creiamo centri commerciali naturali: su questa filosofia il municipio stamattina ha manifestato grande interesse. Ringraziamo l’amministrazione per questo incontro: gli assessori Leonori e Improta ci hanno garantito che ci incontreremo nuovamente per fare il punto a metà ottobre” così Lorenzo Tagliavanti, direttore della Cna di Roma, in merito all’incontro di stamattina con gli assessori di Roma Produttiva e alla Mobilità, Leonori e Improta, e del presidente del I municipio, Alfonsi.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

www.osservatorelaziale.it

PRIMO PIANO

dalla prima l’editoriale di Chiara Rai

Abbiamo condannato l’utilizzo di armi chimiche ma non abbiamo ancora dichiarato ufficialmente da che parte stiamo. Si perché Belgio, Canada, Germania, Italia, Paesi Bassi e la Turchia non hanno ancora riconosciuto il Consiglio Nazionale Siriano come autorità governativa ma hanno instaurato stabili rapporti di dialogo e sostegno ufficiale con le forze d'opposizione al regime. Putin, nel dialogo con Obama, non ha fatto altro che conti-

nuare a sostenere la sua tesi e cioè che fosse assurdo che gli attacchi chimici provenissero dal Governo di Bashar Assad e che invece l’attacco disumano fosse farina del sacco di terroristi. L’Italia quando c’era Berlusconi è stata molto vicina a Putin, ma adesso però dovrebbe prendere una posizione salda e non stare sempre in mezzo. O condanna ma se condanna lo fa fino in fondo, oppure condanna ma dall’altra parte rimane impasse.

LA REGIONE SALVA COTRAL

Ridurre i costi ed eliminare gli sprechi, garantendo maggiore qualità dei servizi

La Regione sta mettendo in salvo Cotral, la società che gestisce il trasporto pubblico sul territorio. Saranno investiti 32 milioni di euro per coprire i suoi debiti. In questo modo la Regione evita la bancarotta e punta a garantire alle persone un servizio di trasporto pubblico più efficiente e vicino alle loro esi genze. Cotral si è impegnata ad applicare gli accordi già sottoscritti sulla ricollocazione del personale oggi “fuori posizione”. Entro fine mese un bando di gara permetterà di affidare il 10% della rete su gomma oggi gestita da Cotral. In questo modo sarà

possibile ridurre i costi ed eliminare gli sprechi, garantendo maggiore qualità dei servizi. “Con una programmazione integrata – ha spiegato il presidente Nicola Zingaretti riusciremo finalmente a migliorare il trasporto pubblico locale, settore troppo spesso penalizzato dalle scarse risorse di sponibili”. “Mantenuti gli impegni presi. A causa della crisi le risorse sono limitate e non abbiamo l’obbligo di sfruttarle al meglio: per questo abbiamo avviato un confronto con azienda e sindacati che sta dando i suoi frutti”, ha detto Michele Civita assessore ai Trasporti.

BARILLARI (M5S LAZIO):

“RICHIESTI ATTI PER ARES 118” E’ stata formalizzata la richiesta di accesso agli atti dell’Ares 118 da parte del capogruppo del M5S Lazio, Davide Barillari, un atto così commentato dal consigliere: “In questi giorni diversi esponenti della politica regionale stanno affrontando il nodo del 118 ma nessuno ha ancora pensato di andare a cercare le risposte nelle carte. Noi del M5S abbiamo questa fastidiosa abitudine di volerci vedere chiaro sulle questioni che affliggono la sanità e quindi il benessere dei cittadini laziali. Abbiamo per questo richiesto all’Ares di poter visionare il Bilancio di esercizio 2012 e ultimi 3 bilanci annuali, la documentazione relativa all’organigramma dell'azienda regionale con evidenza di tutti i dirigenti responsabili per settore di attività e la lista aggiornata e completa di incarichi e consulenze, con dettagli di durata e spesa effettuata. Abbiamo inoltre esortato l’Ares a fornirci le liste dei fornitori con tipologia di fornitura e spesa effettuata e

delle convenzioni attive e dei relativi contratti per la gestione di servizi affidati ad enti esterni, siano onlus o privati. Mentre tutti fanno rumore e poca sostanza per risolvere i problemi noi come sempre cerchiamo di andare in fondo, perché solo comprendere permette di correggere.”

DAVIDE BARILLARI

NUOVA APERTURA DEGLI EDIFICI DEL FORO DELL'ANTICA PRAENESTE

Palestrina - A partire dal 6 settembre riapre al pubblico l’area archeologica degli edifici del Foro dell’antica Praeneste in piazza Regina Margherita, al centro della moderna città di Palestrina. Nei mesi di Settembre e Ottobre sarà possibile visitare la Basilica e il cosiddetto Antro delle Sorti, con lo splendido mosaico dei Pesci, nei giorni di venerdì e sabato nei seguenti orari: a Settembre dalle 9 alle 17.30 e a Ottobre dalle 9 alle 17.

dalla prima “VEGLIA PER LA PACE”

Dopo il Rosario, gli occhi del mondo della fede e le telecamere internazionali saranno tutti per Papa Francesco, che offrirà la sua riflessione, quindi al centro della scena sarà l’Ostia consacrata, esposta per l’adorazione eucaristica, mentre l’alternarsi di letture bibliche e preghiere di pace dei Papi del Novecento fino ai giorni nostri guiderà la riflessione interiore trasformandola fin da subito, con la celebre Profezia di Isaia, in un nuovo messaggio ai potenti della terra: “Spezzeranno le loro spade e ne faranno aratri”, “una nazione non alzerà più la spada contro un’altra nazione, non impareranno

più l’arte della guerra”. Al termine di ognuno dei cinque tempi dell’adorazione guidata, sulle note dell’organo cinque coppie di persone – in rappresentanza di Siria, Egitto, Terra Santa, Stati Uniti e Russia – faranno l’offerta dell’incenso. Il penultimo momento della Veglia sarà caratterizzato dall’Ufficio delle letture – tre brani di Geremia, San Leone Magno e l’Evangelista Giovanni – poi ogni voce tacerà e per circa mezz’ora, fin verso le 22.40, solo la musica riempirà la Piazza e i suoi dintorni. L’ultimo atto della Veglia sarà la benedizione eucaristica impartita da Papa Francesco.

UNIONI CIVILI, MAGI: “SI RIPARTA DALLA

DELIBERA DI INIZIATIVA POPOLARE DEPOSITATA UN ANNO FA”

La delibera popolare in oggetto impegna Roma Capitale a eliminare

ogni forma di discriminazione e a parificare le famiglie di fatto alle famiglie fondate sul matrimonio Riccardo Magi - consigliere Radicale di Roma Capitale eletto nella Lista civica Marino

L'Assemblea Capitolina dovrà occuparsi a breve di approvare una delibera per il riconoscimento delle unioni civili e il sostegno alle nuove forme familiari, nel farlo dovrà necessariamente ripartire dalla delibera di iniziativa popolare sottoscritta da 8000 romani e depositata il 17 maggio 2012, nella Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia. Il Consiglio deve calendarizzare quella delibera - che è il frutto di un percorso condiviso da tutto l'associazionismo GLBTQI romano e da molte associazioni e soggetti politici - perchè è lo Statuto di Roma Capitale a prescrivere che le delibere popolari siano esaminate e votate entro sei mesi dal deposito e che le stesse, a differenza di quelle di iniziativa consiliare, non decadono con la fine della consiliatura. Proprio per il mancato rispetto dello statuto l'ex presidente del consiglio comunale Pomarici fu diffidato da comitato promotore. Sono convinto che con l'attuale presidenza dell'Assemblea segnerà discontinuità con la prece-

dente e non dovremo arrivare a queste misure anche perchè il presidente Coratti, proprio al momento del suo insediamento, ha sottolineato di voler avere particolare attenzione per il rispetto dei termini statutari in materia di partecipazione. In caso contrario ci si porrebbe in continuità con le peggiori esperienze degli anni scorsi che hanno mortificato gli strumenti di partecipazione e con essi l'effettivo esercizio dei diritti civili e politici dei cittadini. La delibera popolare in oggetto impegna Roma Capitale a eliminare ogni forma di discriminazione e a parificare le famiglie di fatto alle famiglie fondate sul matrimonio per ciò che riguarda i servizi e le attività di competenza comunale dando così attuazione al Principio di non discriminazione recepito nel nuovo Statuto di Roma Capitale. Ciò che conta non è tanto il registro, che è uno strumento amministrativo che può anche avere un valore simbolico, quanto che ci sia una reale attenzione dell'amministrazione a questa parificazione. In questo senso spero che anche la Regione Lazio prenda delle iniziative in que sta direzione.

AL VIA NUOVA CAMPAGNA DI SOLIDARIETÀ DI SALVAMAMME

INSIEME ALLA REGIONE LAZIO

Campagna di raccolta di vestiario, giochi, libri, materiale per l'infanzia

destinato a 2.000 bambini in difficoltà.

Al via nuova campagna di solidarietà di Salvamamme insieme alla Regione Lazio Prima tappa Albano Laziale, per la raccolta di vestiario, giochi, libri, materiale per l'infanzia L'Associazione Salvamamme, grazie alla Regione Lazio, e in collaborazione con l'Associazione Motociclisti Forze dell'Ordine, lancia una campagna di raccolta di vestiario, giochi, libri, materiale per l'infanzia destinato a 2.000 bambini in difficoltà. Il primo appuntamento è l'8 settembre, dalle 16,00 alle 22,00 a Piazza Mazzini, ad Albano Laziale, nel-

l'ambito della manifestazione Bajocco Festival. Allo stand dedicato alla raccolta di beni per l'infanzia e alla sicurezza del bambino saranno presenti operatori e volontari del Salvamamme e dei Motociclisti Forze dell'Ordine, pronti a informare e formare mamme e papà sul delicato tema della sicurezza stradale e sulle modalità di trasporto dei bambini sulle auto. Sarà inoltre distribuito un depliant con i consigli per affrontare i rischi che i nostri bimbi possono correre tra le mura domesti che e fuori.


www.osservatorelaziale.it

ROMA E PROVINCIA

pag. 3

VELLETRI: SALVATA LA VITA AD UN PAZIENTE CON UN GRAVE ANEURISMA DELLA AORTA Il paziente che si è presentato al Pronto Soccorso di Albano con forti dolori addominali.

Velletri (RM) - Un paziente si è presentato al Pronto Soccorso di Albano con forti dolori addominali. E’ stato prontamente sottoposto ad una TAC che ha evidenziato la presenza di un aneurisma della aorta in fase di rottura con grave pericolo di vita.. Il paziente è stato trasportato immediatamente in Sala Operatoria dell’Ospedale di Velletri ed affidato alle cure del dott. Massimo Messina, radiologo interventista, del dott. Francesco Cappello, del dott. Giuseppe Lucchetti che hanno adottato con successo una nuova tecnica di posizionamento di una endoprotesi vascolare biforcata, senza intervento chirurgico, tecnica tradizionale che presenta rischi molto più ele vati. “L’aneurisma dell’aorta addominale rotto ha un tasso di mortalità del 94 per cento mentre l’intervento chirurgico di riparazione presenta una mortalità fino al 50 per cento. – precisa il Commissario Straordinario dell’Azienda dott. Claudio Mucciaccio - Le tecniche endovascolari, caratterizzate da minore tasso di complicanze, sono state sviluppate nel tempo dalla Radiologia Interventistica (RI) che è una specialità medica che enfatizza l’uso di pratiche minimamente invasive, al fine di ottenere

trattamenti efficaci, sicuri e meno costosi, che sono inoltre più accettabili per il paziente. Negli ultimi venti anni la Radiologia Interventistica Vascolare si è evoluta ed è una branca clinica riconosciuta con un valido ruolo nel trattamento di un ampio spettro di problemi clinici. La RI è oggi uno dei campi più complessi e più orientati verso la terapia del paziente di tutta la radiologia. E’ una specialità medica che sfrutta la guida dell’imaging, tecniche minimamente invasive per la diagnosi e/o il trattamento di molteplici condizioni patologiche e spesso rappresenta un percorso al ternativo alla chirurgia secondo specifiche linee guida”. Nella ASL RMH la U.O. di Radiologia Interventistica, diretta dal dottor Marco Caboni, collabora quotidianamente con la Chirurgia Vascolare, diretta dal dott. Giuseppe Lucchetti, ed ha iniziato la sua attività fin dal 1996. Esegue oggi tutte le procedure di Radiologia Interventistica vascolare e non vascolare fino a quelle più complesse, il trattamento endovascolare degli aneurismi dell’aorta e il posizionamento di stent carotidei.

ROMA, MALATI DI SLA: LA GIUNTA CAPITOLINA SBLOCCA 1 MILIONE E 600MILA EURO DI FONDI REGIONALI

Sarà possibile usufruire dell'assistenza nella forma diretta, indiretta e anche con un

caregiver familiare

Roma - Sbloccati i fondi per l'assistenza domiciliare ai malati di Sclerosi laterale amiotrofica (Sla) di Roma. La Giunta, su proposta dell'Assessorato al Sostegno sociale e sussidiarietà, ha approvato la delibera che integra con nuove risorse economiche, 1 milione e 600mila euro di fondi regionali, i servizi sociali per le famiglie dei malati di Sla residenti nel territorio comunale. La sclerosi laterale amiotrofica - malattia neurodegenerativa - presenta, infatti, un'elevata complessità assistenziale tale da richiedere una presa in carico globale. Il progetto sperimentale proposto è fortemente orientato ad accrescere il livello dell'integrazione socio-sanitaria della presa in carico delle persone affette da Sla, per supportare concretamente i malati e le loro famiglie nei carichi di cura, favorendo il mantenimento della persona nel proprio ambiente familiare. Sarà possibile usufruire dell'assistenza nella forma diretta, indiretta e anche con un caregiver familiare, attraverso l'individuazione da parte dell'interessato di un familiare che si occupa dell'assistenza alla persona: una novità per la città di Roma. "Questo approccio personale, multidimensionale e integrato - ha commentato l'Assessore al Sostegno sociale,

Rita Cutini - si inserisce bene nel percorso con cui vogliamo rispondere ai bisogni dei malati di Sla e delle loro famiglie, usufruendo di strumenti già esistenti nella legislazione comunale ma anche sperimentando forme nuove di assistenza. Il nostro impegno, infatti, è provare a fare dell'assistenza domiciliare per i malati di Sla un punto di partenza e un modello e una sperimentazione per altre forme di non autosufficienza".

NEMI, SCAMBIO CULTURALE DEL GRUPPO FOLCLORICO “U REMBOMBU”

ED IL GRUPPO “VOLKSTANZGRUPPE DI GLASSING” (AUSTRIA) Nemi (RM) - In occasione del 35° anniversario della sua fondazione, il gruppo folclorico Volkstanzgruppe di Glassing, frazione della più famosa Cussing in Austria, ha scelto, come rappresentanza per l’Italia il gruppo lo cale “U Rembombu”. Infatti, dal 2 al 5 agosto, insieme ad altri gruppi, provenienti da più paesi Europei, si è svolta in Cussing, questa importante manifestazione. Applaudito ed ammirato è stato in modo particolare il gruppo Italiano, il quale, con tanta passione, coltivata con il senso di appartenenza al proprio territorio, ha sfoggiato i costumi più belli, le musiche ed i balli più coinvolgenti. A stretto contatto con la gente del luogo, il gruppo ha avuto modo di far visita alla cittadina di Cussing, di visitare il Castello antichissimo, simbolo della regione del Burgeland (regione Austriaca) e soprattutto di conoscere ed apprezzare la centrale elettrica alimentata a BIOMASSE (prodotto dalla fermentazione di rifiuti), che ha reso famosa la cittadina di Cussing nel mondo. Per il gruppo “U Rembombu”, da sempre sensibile alla tutela del territorio e dell’ambiente, è stato questo un motivo di scambio culturale notevole, perché non solo ha consentito di incontrare culture e tradizioni diverse, ma ha avuto la dimostrazione di come un popolo possa fare del rispetto e della tutela dell’ambiente, un motivo

di vanto, attraverso i risvolti economici che ne derivano, per l’esempio dimostrato a tanti altri comuni e l’orgoglio di questa gente che attraverso i rifiuti trae energia. Quindi non solo usi, costumi, fratellanza grazie al folclore, ma insegnamenti utili e necessari per far crescere i popoli all’insegna del corretto riguardo verso la nostra terra. Nel ringraziare della squisita ospitalità, non poteva mancare un invito per il prossimo anno qui a Nemi. Infatti, il Volkstanzgruppe sarà ospite il prossimo Luglio qui in Italia.

ROMA, SCUOLA: BANCHI E ARREDI

IN

ARRIVO

PROSSIMA

LA

SETTIMANA

Cattoi: “In questi pochi mesi, abbiamo fatto il possibile per garantire la forni-

tura necessaria alle scuole, cercando di dare una risposta concreta alle necessità degli istituti”

Roma - “Per affrontare le emergenze relative alle dotazioni delle nostre scuole ci siamo messi al lavoro sin dal nostro insediamento stanziando, nonostante le gravi sofferenze economiche in cui versa l’Amministrazione, 300mila euro per l’acquisto di 144 cattedre, 1.226 banchi a due posti e 2.422 sedie per le elementari, 974 banchi e 1.808 sedie per le medie, 60 banchi a due posti e 177 sedie per l'infanzia, 142 armadi e 60 lavagne. Non trascuriamo però che abbiamo ereditato una situazione complessa dal momento che negli ultimi anni non sono stati pianificati finanziamenti adeguati al fabbisogno e non c'è stata sufficiente attenzione alle necessità delle scuole. Per me e per tutta la giunta, invece, le esigenze della scuola sono una priorità. In questi pochi mesi, abbiamo fatto il possibile per garantire la fornitura necessaria alle scuole, cercando di dare una risposta concreta alle necessità degli istituti, le gare avviate sono concluse e gli arredi sono in arrivo per la prossima settimana. Non è ancora sufficiente, ma ci stiamo impegnando in una programmazione seria e razionale degli acquisti per l’immediato futuro, lavorando a stretto contatto con i dirigenti scolastici. Per far fronte ai fabbisogni delle scuole, abbiamo chiesto, inoltre, ai municipi di contattare le scuole sul territorio per recuperare tutti gli arredi depositati nei magazzini". Lo dichiara Alessandra Cattoi, assessore alla Scuola, Giovani e Pari Opportunità.

ALESSANDRA CATTOI


pag. 4

www.osservatorelaziale.it

RIETI E VITERBO

VITORCHIANO (VT): VIABILITA' E SICUREZZA STRADE NEL MIRINO DELL'AMMINISTRAZIONE

In corso rifacimento segnaletica orizzontale, integrazione di quella verticale e modifiche specifiche alla

circolazione

Vitorchiano (VT) - Continuano le attività del Comune di Vitorchiano in merito al controllo del territorio e al miglioramento dei livelli di sicurezza stradale nelle zone di competenza. Le attività, ancora in corso, riguardano principalmente il rifacimento della segnaletica orizzontale, l’integrazione di quella verticale e l’instaurazione di specifiche modifiche allacircolazione (in particolare alcuni sensi unici) nei quartieri Sodarella e Pallone. Gli interventi di rifacimento della segnaletica sono già iniziati ad inizio anno e proseguiranno ancora al fine di “coprire” tutto il territorio. Già realizzato, tra l’altro, il senso unico in Via Cardinal Vagnozzi, da Via degli Ulivi a Via Palombara, così come da tempo richiesto dai residenti. “Una scelta fortemente

condivisa - spiega il consigliere Cruciani - discussa e votata all’unanimità in consiglio comunale così come da noi pensata, organizzata e condivisa con i residenti, nonostante l’iniziale e ingiustificata ostilità della minoranza”. Già eseguiti, inoltre, interventi in Via Verga, all’ingresso dei giardinetti pubblici, al fine di migliorare la visibilità reciproca di pedoni e automobilisti nel tentativo di ridurre i rischi in zone fortemente frequen tate anche dai bambini. A seguire, nella prima settimana di settembre si effettueranno le modifiche alla circolazione in località Pallone, con l’instaurazione di sensi unici in Via Monviso, Via M. Porciani e parte di Via Marmolada; verrà contestualmente modificata e migliorata la segnaletica verticale e realizzata ex novo quella orizzontale con

RIETI: NON BEVETE DA QUELLE FONTANELLE

Il Sindaco di Rieti ha emanato un'ordinanza che vieta l'utilizzo dell'acqua da alcune fontanelle

Rieti - Il Sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, ha emesso un'ordinanza con cui vieta l'uti lizzo dell'acqua per consumi umani. L’acqua è erogata da alcune fontane dell'acquedotto pubblico - Ponte Cavallotti (inizio Valle Oracola), Quattro Strade, Via Giacomo Matteotti (incrocio Borgo Sant'Antonio) - in seguito ai risultati delle analisi compiute da Asl e Arpa. L'ordinanza è stata emessa in via precauzio

nale in attesa di ulteriori analisi. L'Amministratore delegato di Sogea, Ing. Emanuele Blasetti, ha informato il Comune che sono stati già effettuati altri prelievi, che nel periodo in cui sarà in vigore l'ordinanza saranno affissi dei cartelli sulle fontane per informare la cittadinanza che l'acqua non è potabile e che, sempre in via precauzionale, è stato disposto di intensificare la clorazione.

RIETI:

l’intento di dare ordine e maggiore capacità alle aree di sosta; “L’obiettivo - continua Cruciani - è quello di “guidare” gli utilizzatori del cinema multisala, che ci auguriamo siano sempre più numerosi e soddisfatti, verso le apposite aree di sosta così da non invadere le aree residenziali limitrofe, fornendo strumenti semplici a chi dovrà effettuare gli eventuali controlli”. Le scelte intraprese, effettuate con il prezioso contributo del comandante di Polizia Locale Presutti, si prefiggono inoltre l’obiettivo di ridur re i rischi per i pedoni veicolando gli ingressi e le uscite degli autoveicoli da Piazza Monti Cimini, molto frequentata da famiglie e bambini, rendendo ancor più visibili, e per tempo, i mezzi in avvicinamento.

LA

GIUNTA

ACQUISTERÀ

BIGLIETTI D'INGRESSO DEL MEETING

Rieti - Gli amministratori comunali, anche quest'anno, acquisteranno i biglietti d'ingresso in occasione della 43^ edizione del Meeting internazionale di atletica leggera in programma a Rieti per domani domenica 8 set tembre. "Crediamo - dichiara l'Assessore allo Sport Alessandro Mezzetti - che questo gesto sia utile a sensibilizzare la

I

città sull'importanza di questo evento. In passato si è abusato dei biglietti omaggio, a danno dell'immagine di questa storica manifestazione. E’ per questo che gli amministratori comunali, come lo scorso anno, acquisteranno i biglietti recandosi al botteghino dello stadio Raoul Guido baldi”.

RIETI, CONVENZIONE CON LA CASA CIRCONDARIALE:

LA BIBLIOTECA PARONIANA COLLABORERÀ CON LA DIREZIONE DEL PENITENZIARIO

La convenzione, sottoscritta dal Comune e dalla Direzione della Casa circondariale di Rieti, prevede che si instauri un solido rapporto di collaborazione tra i due enti teso a trasformare la Biblioteca del carcere da luogo di conservazione dei libri in "cantiere di formazione" per attività culturali e informative.

Rieti - L'Assessorato alle Culture ha stipulato una convenzione con la Direzione della Casa Circondariale di Rieti che permetterà alla Biblioteca comunale Paroniana di collaborare, nell'ambito del progetto "La Biblioteca fuori di sé", nello sviluppo delle attività di formazione e arricchimento culturale all'interno dell'isti tuto di pena. Lo scopo del progetto è quello di sperimentare nuovi percorsi di crescita personale e di inclusione sociale dei detenuti, anche at traverso metodologie innovative. L'Ordinamento penitenziario stabilisce, infatti, che presso ogni istituto deve essere organizzato un servizio di biblioteca, anche attra verso intese con biblioteche e centri di lettura pubblici.

La convenzione, sottoscritta dal Comune e dalla Direzione della Casa circondariale di Rieti, prevede che si instauri un solido rapporto di collaborazione tra i due enti teso a trasformare la Biblioteca del carcere da luogo di conservazione dei libri in "cantiere di formazione" per attività culturali e informative. Il personale volontario, coordinato dalla Direzione della Biblioteca Paroniana, supporterà i detenuti incaricati della gestione della biblioteca del penitenziario facilitando l'apprendimento delle tecniche di catalogazione e di revisione del patrimonio documentario. All'interno della Casa circondariale la Biblioteca comunale, oltre a prestare i testi del proprio patrimonio, promuoverà anche iniziative culturali (mostre, convegni e incontri a tema). "Si tratta di un'iniziativa molto importante - dichiara l'Assessore alle Culture, Diego Di Paolo - che arricchisce la nostra biblioteca e aiuta la Direzione del carcere a dotare l'Istituto di un servizio che può essere di grande aiuto al percorso di inclusione sociale dei detenuti creando uno spazio utile a superare l'isolamento e la deprivazione cultu rale".

CITTADUCALE (RI): AL VIA LA MARATONA "CORRI CON GIO'"

Il comitato spontaneo e volontario “Corri con Giò” in collaborazione con Runner’s Club Cittaducale e il Patrocinio del Comune di Cittaducale , la Proloco Cittaducale, l’Associazione Laziale Malati Reumatici organizza la 1° EDIZIONE 2012 DELLA GARA NON COMPETITIVA “Corri con Giò” in memoria di Giovanna Fatato

Cittaducale (RI) - Il 14 Settembre ore 16.30 in Piazza del tato. Iscrizioni aperte fino al 14 Settembre ore 15.00 gio.it oppure inviando il modulo di preiscrizione scariPopolo a Cittaducale si svolgerà la 2 edizione della Ma- presso la Proloco di Cittaducale tutti i giorni dalle ore cabile su www.corricongio.it o via mail a info@corriconratona non competitiva "CORRI CON GIO'" Giovanna Fa- 17.00 alle ore 20.00 oppure via email a info@corricon- gio.it, oppure via fax al numero 0746 759047


www.osservatorelaziale.it

FROSINONE E LATINA

CORI (LT): RAPINA UNA BANCA,

pag. 5

SCAURI DI MINTURNO (LT): ARRESTATI DUE

SCAPPA E ACCOLTELLA UN UOMO

UOMINI PER RAPINA A UNA DONNA

per tentato omicidio e rapina.

sco, 40enne e Tagliaferri Pasquale, 38enne, entrambi campani, pregiudicati e re-

Arrestato dai carabinieri di Cori I carabinieri dopo un breve inseguimento, traevano in arresto De Rosa France-

Cori (LT) - Ieri, alle ore di € 4.235,00, durante la 12.00 circa, i Carabi- fuga feriva con un colnieri della lotello, all’emitocale Stazione, race sinistro, hanno tratto un giovane imin arresto per prenditore di tentato omiciCori che aveva dio e rapina tentato di imTinti Alessanpedirgli la dro, 40enne fuga. romano, affiIl denaro vedato in prova niva interaALESSANDRO TINTI ai servizi so m e n t e ciali della Capitale. recuperato e restituito Quest’ultimo, poco all’avente diritto. prima, aveva effettuato Il prevenuto dopo le foruna rapina presso l’isti- malità di rito veniva astuto di Credito Coope- sociato presso la Casa rativo di Roma, agenzia Circondariale di Latina, di Cori, riuscendo ad a disposizione dell’A.G. asportare una somma inquirente.

sidenti nel comune di Afragola (Na).

Scauri di Minturno (LT) - In data odierna, alle ore 11.00 circa, in Scauri di Minturno (LT), i Carabinieri della locale Stazione, dopo un breve inseguimento, traevano in arresto De Rosa Francesco, 40enne e Tagliaferri Pasquale, 38enne, entrambi campani, pregiudicati e residenti nel comune di Afragola (NA). I predetti venivano inseguiti e bloccati dai Carabinieri subito dopo aver consumato una rapina nei pressi dell’Ufficio Postale di Gaeta, a bordo di un motociclo di proprietà del Tagliaferri: i due malviventi bloccavano una donna, tappandole la bocca per evitare che chiamasse aiuto, ed asportandole la somma di € 5.530,00 in contanti che la malcapitata aveva appena prelevato dall’Uf ficio Postale. I rapinatori si allontanavano dapprima a bordo del ciclomotore e poi a piedi sulla spiaggia dove uno di essi veniva bloccato e l’altro cercava di allontanarsi a nuoto, ma inutilmente perché bloccato anch’egli in acqua. Il bottino veniva interamente recuperato e restituito alla vittima.

LATINA: ASSISTENZA DOMICILIARE INDIRETTA A FAVORE DI 13 PERSONE AFFETTE DA SLA

Il programma regionale ha permesso al Comune di Latina di realizzare una prima serie di interventi di assistenza domiciliare indiretta

Latina - L’assessorato ai servizi sociali del Comune di Latina comunica che la Regione Lazio con DGR 233/2012 ha approvato il “Programma regionale degli interventi a favore di persone affette da sclerosi laterale amiotrofica”. E sulla base di tale programma sono state assegnate ai Distretti le risorse finanziarie per realizzare gli interventi a favore di persone affette da tale

patologia, secondo precise modalità definite sempre a li vello regionale. Il programma regionale ha permesso al Comune di Latina di realizzare una prima serie di interventi di assistenza domiciliare indiretta a favore di 13 persone affette da sclerosi laterale amiotrofica, conosciute dai servizi sociali del Comune di Latina nonché dalle associazioni di riferi-

mento, residenti sul territorio distrettuale che riceveranno a breve i contributi assegnati. Le persone che hanno una dia-

gnosi di sclerosi laterale amio-

trofica che non sono state ancora inserite nel programma

possono rivolgersi ai Servizi di Segretariati Sociali dei Comuni

del Distretto per ricevere tutte le informazioni necessarie per accedere agli interventi.

Gli arrestati, dopo le formalità di rito venivano associati presso la Casa Circondariale di Latina, a disposizione dell’A.G. inquirente.

FRANCESCO DE ROSA

PASQUALE TAGLIAFERRI

FROSINONE RICORDA IL SUO 11 SETTEMBRE

Frosinone - L’amministrazione comunale ha organizzato per mercoledì 11 settembre 2013 una celebrazione per il 70° anniversario del grande bombardamento (ne seguirono poi altri) che investì il capoluogo durante la Seconda Guerra Mondiale. Il tributo di vittime civili e militari e il bilancio in termini di danni materiali fu pesantissimo, facendo di Frosinone il capoluogo di provincia più danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale. Per questo, l’Amministrazione Comunale ha voluto organizzare un evento commemorativo per ricordare degnamente, e come si conviene, quanti persero la vita in

quelle ore e quanti patirono le sofferenze di un conflitto bellico che sconvolse la nostra città e il mondo intero.

ANAGNI, CRISI MARANGONI - BIANCHI (PL): IMPRESE COMPETITIVE SOLO CON INVESTIMENTI IN R&S

Anagni (FR) - La crisi della Marangoni, l’ennesima per il nostro territorio, ci mette di fronte all'inadeguatezza di molte aziende, incapaci di leggere i cambiamenti dei mercati.E’ arrivato il momento di dire basta a questo sistema di cose e attivarci per creare le condizioni di uno sviluppo che duri nel tempo. Questo le dichiarazioni di Daniela Bianchi, consigliera regionale del gruppo “Per il Lazio” all’indomani del paventato fallimento dell’azienda produttrice di pneuma tici di Anagni. La chiusura della Marangoni non può essere giustificata solo attribuendo responsabilità alla crisi economica del Paese, né può essere scaricata interamente sulle spalle dei lavoratori. Le aziende devono incominciare far proprio il principio di responsabilità e capire che se non investono in ricerca e sviluppo, in innovativi beni e processi continueranno a gettare sul lastrico migliaia di famiglie. Le imprese, oltre a quello economico, hanno anche un ruolo sociale decisivo per il benessere della collettività che le ospita. Troppe realtà produttive non hanno voluto guardare al di là del proprio naso, continuando a seguire ciecamente una strada senza uscita che ha indebolito la loro competitività. Un nanismo non solo in

termini di grandezza, ma soprattutto di prospettiva e lungimiranza che ha impedito alla nostra provincia, e non solo, di rimanere al passo con i tempi.-Per uscire da questo stato di cose sono inutili gli appelli e le solidarietà che da ogni parte, in questi momenti, si levano. E’ necessario, invece, stimolare l’armonizzazione dei processi produttivi tra più imprese, incentivando la collaborazione reciproca e gli investimenti in ricerca. Su questo, ieri il Presidente della Regione Zingaretti ha annunciato le linee guida del patto per il lavoro nel Lazio, che prevedono un forte sostegno alle startup e agli investimenti in innova zione.Nel caso specifico della Marangoni, l’impegno della Regione è stato immediato: gli Assessori allo Sviluppo e al Lavoro Guido Fabiani e Lucia Valente hanno subito annunciato l’apertura di un tavolo ad hoc per studiare le soluzioni migliori, tra cui anche la possibilità che l’azienda rientri nell’Accordo di Programma del SLL Frosinone-Anagni.Dovremo fare in modo che la Regione diventi l’interlocutore principale a cui aziende in difficoltà possano rivolgersi per intervenire sulle crisi con le leve dell’innovazione. Farlo quando il fallimento è immi-

nente rende molto difficile qualsiasi tipo di azione .Il lavoro che ci aspetta è quello di creare una cornice normativa che aiuti e premi le aziende che credono nell’innovazione, impegnate a migliorarsi per rispondere alle sfide del mutevole contesto economico. Solo così potremmo avere un futuro produttivo e lavorativo per la provincia di Frosinone

7 settembre 2013  

L'OSSERVATORE LAZIALE - QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE - WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Advertisement