Page 1

AL VIA LA RIVOLUZIONE DEL 118 Martedì 7 Maggio 2013

Anno II Numero 52

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Regione e Agenas insieme per potenziare e migliorare l’efficienza del 118

L’editoriale

LA LECTIO CIRINIANA di Angelo Parca

Paolo Cirino Pomicino, democristiano purosangue, uno dei ventiquattro parlamentari italiani che hanno ricevuto condanne penali in via definitiva nella XV legislatura per finanziamento illecito, tangente Enimont, e ha patteggiato una pena di due mesi di reclusione per corruzione per fondi neri Eni ed è stato coinvolto nella cattiva gestione dei fondi per il terremoto dell'Irpinia del 1980 (circa 60.000 miliardi di lire), ha tenuto il salotto di piazza pulita in maniera più dignitosa degli altri politici che paiono sempre di più starnazzare in un pollaio e beccarsi reciprocamente senza ragion veduta. La storia di Pomicino l’ha scritta la giustizia non vi sono dubbi. Ieri se ne è andato un cardine della Democrazia Cristiana, un uomo che per sette volte è stato presidente del Consiglio della Repubblica Italiana e che porterà tanti segreti con sé: Giulio Andreotti. Un uomo di innegabili capacità e intelligenza ma sicuramente un punto grigio e oscuro della nostra storia politica.

Continua a pagina 2

Giulio Andreotti è morto ieri a Roma, nella sua

casa. I funerali si terranno oggi pomeriggio e non sarà una cerimonia di Stato.

FIUMICINO

(RM),

GRUPPO

PD:

“DOPO

Il sistema dell'emergenza nel Lazio va rivisto e potenziato razionalizzando le risorse disponibili. L'obiettivo, non più rimandabile, è quello di offrire a tutti i cittadini di questa Regione lo stesso servizio in termini di qualità e tempistica d'intervento. A questo fine la Regione si avvarrà del supporto dell'Agenas secondo quanto previsto dal protocollo firmato recentemente. Nei prossimi giorni sarà convocato un tavolo tecnico sull'emergenza a cui parteciperà l'Agenzia nazionale di sanità, per definire tempi e modi della riorganizzazione. Attualmente il sistema si articola su 174 postazioni. Di queste, 114 sono gestite direttamente dall'Ares e 60 da soggetti esterni. Il costo complessivo delle esternalizzazioni oggi vale circa 40 milioni, mentre altre risorse vengono impegnate dalle Aziende ospedaliere per gli spostamenti interni e convenzioni per il trasporto degli organi. Compito del Tavolo sarà quello di definire nuove linee organizzative capaci di risolvere le criticità esistenti e dare nuovo impulso ed efficienza ad un sistema che è strategico per la sanità regionale.

CAMPER

IMBRATTATI MURI COMITATO ELETTORALE MONTINO”

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Fiumicino (RM) - “Dopo aver imbrattato il camper, sono passati ai muri del comitato elettorale di Montino a Fiumicino. Vernice nera, croce celtica e frasi contro il candidato sindaco del centrosinistra da parte di vigliacchi che si firmano con simboli appartenenti all’estrema destra. Avevamo già avvisato del pericolo di un clima che andava surriscaldandosi durante questa campagna elettorale e, purtroppo, i fatti non ci hanno smentiti. Invitiamo gli uffici comunali che si occupano del decoro urbano della nostra città a intervenire per cancellare al più presto queste volgari provocazioni. Siamo convinti che Montino non solo non si farà intimidire da quanto accaduto, ma proseguirà con ancora maggiore determinazione la campagna elettorale in corso. A lui giunga la solidarietà del gruppo del Pd”.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

PRIMO PIANO

dalla prima pagina l’editoriale di Angelo Parca

Infatti, il 2 maggio 2003, Giulio è stato giudicato per concorso esterno in associazione mafiosa dalla Corte d'Appello di Palermo, la quale lo ha assolto per i fatti successivi al 1980 e ha dichiarato il non luogo a procedere per i fatti anteriori. Era stato assolto in primo grado, il 23 ottobre 1999. Nell'ultimo grado di giudizio, la II sezione penale della Corte di Cassazione ha confermato la sentenza di appello, richiamando il concetto di "concreta collaborazione" con esponenti di spicco di Cosa Nostra fino alla primavera del 1980, presente nel dispositivo di appello. Il reato "ravvisabile" non era però più perseguibile per sopravvenuta prescrizione e quindi si è dichiarato il "non luogo a procedere". Un po’ come il suo ministro del Bilancio Cirino dal1989 al1992. Anche per Pomicino i reati addebitategli sono stati prescritti per decorrenza dei termini processuali. Ma Cirino in tutti i modi non solo si è fatto scivolare addosso tutte le critiche dei giovani delfini Pd, Pdl e pentastellati, è anche riuscito a nobilitare a parole la figura di Andreotti a tal punto di arrivare a smentire una sua stessa testimonianza. Senza indugi Pomicino ha sostenuto che nel 1989 “Il giudice Giovanni Falcone si recò dal senatore Andreotti in compagnia dell’europarlamentare Salvo Lima. Come puo’, quindi, Lima essere accusato di ‘mafiosita’?”. Poi per dare uno schiaffetto a chi ancora metaforicamente grida “Rodotà” quando il Governo è fatto oppure tira fuori Prodi tradito da 100 franchi tiratori del Pd dice: anziché litigare pensate a trovare le risorse. Una lectio magistralis, peccato uscita dalla bocca sbagliata. Con la morte di Andreotti, ci si augura, sia finita un’era, pur importante, della storia della Repubblica Italiana. Novantaquattro anni e li ha vissuti tutti. Intanto, Enrico Letta che sembra non rimanere inerte, ma cavalcare la “buona” (e non la parte marcia) onda democratica che si fa scivolare addosso qualsiasi tipo di attrito, trova un altro utile alleato nella partita europea con Angela Merkel, per fare in modo che l’Europa dia risposte «immediate e concrete» alla crisi economica e sociale. Una task force italo-spagnola per arrivare al vertice europeo di fine giungo con proposte concrete per rilanciare crescita e occupazione giovanile.

L’osservatore laziale

Tutela del Territorio

LA REGIONE E L’ENTE PARCO CASTELLI ROMANI PRESENTANO IL PROGETTO “PARCHI RINNOVABILI” Alla presentazione, che si svolgerà a Palazzo Sforza Cesarini, a Genzano di

Roma,

parteciperà

l’assessore

alle

Infrastrutture,

Politiche

Abitative e Ambiente della Regione Lazio, onorevole Fabio Refrigeri; il

Commissario straordinario dell’Ente Parco, Matteo Mauro Orciuoli; il Direttore

del

Parco,

Tommaso

Mascherucci;

Coordinamento CREIA, Mauro Antonelli.

Il Coordinamento CREIA della Regione Lazio, (Centri Regionali di Educazione e Informazione Ambientale), in collaborazione con il Parco dei Castelli Romani, organizza per giovedì 9 maggio il seminario informativo e di aggiornamento relativo al progetto “Parchi Rinnovabili”. Alla presentazione, che si svolgerà a Palazzo Sforza Cesarini, Genzano di Roma, parteciperà l’assessore alle Infrastrutture, Politiche Abitative e Ambiente della Regione Lazio, onorevole Fabio Refrigeri; il Commissario straordinario dell’Ente Parco, Matteo Mauro Orciuoli; il Direttore del Parco, Tommaso Mascherucci; il Direttore del Coordinamento CREIA, Mauro

il

Direttore

del

Antonelli. All’incontro sono stati invitati i Sindaci dei quindici comuni del Parco naturale regionale dei Castelli Romani; seguirà, nella stessa giornata, un seminario informativo e di aggiornamento per i Dirigenti e Funzionari Tecnici dei quindici Comuni, dal titolo “Le energie rinnovabili e l’uso efficiente dell’energia nelle Aree Naturali Protette del Lazio”. Il progetto “Parchi Rinnovabili” ha gli obiet tivi di: - garantire e promuovere, in forma coordinata, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale della Regione; - riqualificare dal punto di vista energetico gli edifici e gli spazi dei parchi e delle riserve regionali interessate; - sostenere il ricorso alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica presso le comunità che vivono e lavorano all’interno delle Aree Naturali Protette; - svolgere attività divulgative e di sensibilizzazione sulle tematiche relative alle energie rinnovabili, all’efficienza energetica e allo sviluppo sostenibile.

SALUTE E PREVENZIONE PER I DIRIGENTI Confindustria Latina, Federmanager, FASI e ASSIDAI a convegno mercoledì 8

maggio

"Sanità

integrativa

Mercoledì 8 maggio dalle ore 17,00, presso la Sala Convegni di Confindustria Latina in via Montesanto 9, si terrà il convegno "Sanità integrativa aziendale per il welfare sostenibile", un incontro che l'Associazione Industriali pontina ha organizzato in collaborazione con il Fasi, l’Assidai e la Federmanager provinciale per trattare la tematica relativa al delicato ruolo del dirigente d’azienda e alle iniziative in materia di assicurazione sanitaria e benefit per i dirigenti nel contesto di una nuova concezione del welfare aziendale. Nella prima parte del convegno, il Presidente nazionale del FASI Stefano Cuzzilla, e il Direttore nazionale di ASSIDAI Marco Rossetti, interverranno sui contenuti delle disposizioni e le nuove opportunità previste dagli strumenti normativi. Nella seconda parte, il Presidente Federmanager di Latina Giorgio Genga, illustre-

aziendale

per

il

rà i contenuti e le previsioni contrattuali per i dirigenti, mentre il Direttore generale di Confindustria Latina Sergio Viceconte, si soffermerà sul ruolo del dirigente d’azienda, alla luce dell'attuale scenario critico e dei cambiamenti gestionali e organizzativi aziendali che impongono ai dirigenti stessi di prendere decisioni di rilevanza strategica. "L’iniziativa è finalizzata a realizzare un momento di approfondimento di una figura-chiave nella gestione e pianificazione delle strategie aziendali – spiega il Direttore generale di Confindustria Latina Sergio Viceconte – chiamata a fronteggiare un radicale “change” di vision strategica, l’elevata competitività nei mercati ed i nuovi asset organizzativi con un ruolo di grande responsabilità nell’orientare le scelte azien-

welfare

sostenibile"

dali e nell’elaborarne le soluzioni progettuali. In un contesto come quello attuale di continue operazioni di riposizionamento nei mercati e di veloci mutamenti degli scenari economici e produttivi, il dirigente d’azienda riveste oggi un ruolo fondamentale come facilitatore della pianificazione delle azioni in un complesso equilibrio tra gli organi decisionali delle aziende e le strutture operative." All'incontro di mercoledì pomeriggio parteciperanno, inoltre, anche i principali attori che gestiscono le diverse forme di tutela dei dirigenti e dei loro familiari anche alla luce di esperienze di imprese italiane in tale ambito, così da rendere l’incontro una reale occasione di approfondimento pratico e concreto delle tematiche con i diretti protagonisti, al fine di conseguire un wel fare sostenibile.


ROMA E PROVINCIA

L’osservatore laziale

pag. 3

Lotta all’evasione fiscale

LANUVIO, TRE SOCIETÀ OCCULTANO RICAVI PER 48 MILIONI: DENUNCIATE 3 PERSONE Dagli accertamenti delle fiamme gialle della Compagnia di Velletri diretta dal Capitano

Roberto Pollari è però emersa l'esistenza di un piano ben congegnato

Lanuvio - Hanno nascosto al fisco ricavi per 48 milioni di euro in tre anni ed evaso l’Iva per più di 5 milioni di euro. Si tratta di tre società del settore degli autotrasporti con sede a Lanuvio ma che operano al livello ROBERTO POLLARI nazionale ed internazionale. E’ una famiglia conosciuta ai Castelli proprio perché si dice sia proprietaria di grossi tir e che pare abbia un discreto volume di affari. Nella piccola Lanuvio sono i più grossi imprenditori del settore degli autotrasporti. Gli amministratori delle tre società, stetti consanguinei, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Velletri per dichiarazione fraudolenta mediante uso ed emissione di fatture false, dichiarazione infedele, nonché omesso versamento delle ritenute fiscali e dell'Iva. Gli accertamenti ad opera dei finanzieri del Comando Provinciale di Roma sono scattati a seguito di una verifica fiscale che ha interessato una delle tre società che si è scoperto avere dei rappor-

ti intercorrenti con le altre due “satelliti”, riconducibili sempre a persone della stessa famiglia. Al primo soggetto che può essere definito “madre” venivano commissionati i servizi e questo dava materiale esecuzione degli stessi alle società “figlie”, i cui amministratori risulterebbero essere parenti molto stretti del referente della società principale. Dagli accertamenti delle fiamme gialle della Compagnia di Velletri diretta dal Capitano Roberto Pollari è però emersa l'esistenza di un piano ben congegnato: approfittando di tale modalità di gestione economicamente giustificabile e giuridicamente corretta, le due società di trasporto avrebbero emesso verso il soggetto per conto del quale operavano anche fatture false ovvero per operazioni mai effettuate. Questo ha permesso di abbattere gli utili e l'Iva. Viceversa, le medesime maturavano ingenti esposizioni debitorie nei confronti dello Stato, in relazione ai ricavi derivanti sia dalle prestazioni effettivamente rese che da quelle fittizie risultanti dalle fatture false, che non sarebbero mai state onorate, come dimostrato dalla assoluta

mancanza di versamenti delle imposte dovute. Essendo ritenuta inattendibile la contabilità delle tre imprese, i militari hanno ricostruito la fitta trama dei rapporti finanziari ricorrendo all'esame dei conti correnti postali e bancari ad esse riconducibili, movimentati con somme che non hanno infatti trovato traccia nei registri contabili. Gli amministratori delle tre società, tutti legati da stretti rapporti di parentela. A comprovare la fondatezza delle contestazioni, vi è la circostanza che gli interessati hanno chiesto di avvalersi dell'«adesione integrale al contenuto del processo verbale di constatazione», istituto deflattivo introdotto nel 2008 che, a fronte dell'accettazione, da parte del contribuente, di tutte le contestazioni dei finanzieri inerenti a violazioni sostanziali in materia di Iva, Irap e imposte sui redditi e quindi del pagamento di quanto dovuto allo Stato, consente ai contribuenti interessati uno sconto rilevante sulle sanzioni irrogate. In pratica la famiglia di Lanuvio pagherà quanto evaso oltre le sanzioni che in genere oscillano dal 120 per cento al 240 per cento dell’ imposta evasa.

Genzano - Stop ai tagli, ai trasferimenti, alla chiusura incontrollata dei servizi essenziali ai cittadini: questa la posizione del Comune di Genzano, emersa giovedì scorso nel corso dell’assemblea convocata dagli operatori del Consultorio giovani di Genzano che al momento rischia di essere trasferito ad Ariccia. “Il problema della sanità di oggi – ha detto l’Assessore Emiliano Bernoni – in realtà nasce da ieri, da quando con la legge 92 del 1993 le Usl si sono trasformate in Asl, quindi non più unità ma aziende sanitarie, e l’utente in cliente. Questo è intollerabile – ha proseguito l’Assessore – perché la sanità non può produrre solo bilanci ma deve pensare esclu-

sivamente al benessere dei cittadini. Oggi siamo stanchi e non vogliamo più sentire parlare di tagli e trasferimenti: non si può continuare a vessare i cittadini e a privarli di servizi, servizi che, al contrario, devono essere potenziati, migliorando ulteriormente la qualità. Oggi non stiamo solo al fianco dei cittadini e degli operatori del consultorio giovani, ma anzi stiamo in prima linea per impedire qualsiasi forma di trasferimento o diminuzione del servizio e ci batteremmo per aumentare la realtà dei consultori. Insieme al Sindaco, ho già incontrato i vertici distrettuali dell’Asl per affrontare il problema e condividere un

percorso a tutela dei consultori attivi sul territorio. Va ricordato – ha concluso Bernoni – che i consultori non hanno costi, ad eccezione del personale, e addirittura il consultorio giovani non ha nemmeno spese di gestione visto che la sede è comunale, data a titolo gratuito alla Asl. Crediamo che la sanità del futuro debba basarsi su una politica che metta al centro la prevenzione e che le sedi territoriali come i consultori siano le strutture più idonee per perseguire questo obiettivo. Nei prossimi giorni, quindi, ci attiveremo per coinvolgere le altre istituzioni comunali del distretto H2 per condividere con loro questa battaglia”.

GENZANO, SANITÀ: IL COMUNE DICE STOP AI TAGLI, AI TRASFERIMENTI E ALLA CHIUSURA INCONTROLLATA DEI SERVIZI

ROMA

RIFIUTI,

Roma - Donato Robilotta Coordinatore dei Socialisti Riformisti,interviene dinuovo sul tema rifiuti e ribadisce la sua linea: "E’ condivisibile la constatazione fatta dal neo assessore ai rifiuti della Regione che a Roma serve comunque una discarica - dice - cosa che rompe finalmente un muro di ipocrisia di chi non voleva e non vuole vedere la realtà. Oggi grazie al lavoro fatto dal Ministro Clini, dal Prefetto Sottile e dalla società Colari, a Malagrotta tutti i rifiuti che vengono sversati sono trattati, o negli impianti di Tmb o nel tritovagliatore appena installato, e questo risolve il problema dell’infrazione europea. Però i numeri mettono ancora una volta in evidenza come

UNA

DISCARICA

nel Lazio ci sia un deficit di impianti sia di Tmb, oggi abbiamo una potenzialità di smaltimento pari a 1milone900mila tonnellate all’anno di rifiuti rispetto alla produzione di ben 2milioni800mila tonnellate, che di termovalorizzatori, tanto che a fronte di una produzione di 600mila tonnellate di Cdr abbiamo una potenzialità di smaltimento pari a 300mila tonnellate di cdr. Quindi occorre immediatamente darsi da fare per costruire gli impianti di Tmb previsti dal piano regionale dei rifiuti, ma rimasti solo sulla carta, e quelli di termovalorizzazione, a cominciare da quello di Albano e dal completamento delle altre

IN

CAPITALE

due linee di Malagrotta. Solo quando avremo completato l’impiantistica necessaria a chiudere il ciclo potremo chiudere le discariche nel Lazio come quella di Malagrotta, ma avremo sempre bisogno di avere accanto agli impianti delle discariche di servizio per gli scarti e le emergenze. Sarebbe bene che sia l’attuale Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che i candidati come Marino e Marchini, prendano posizione - conclude Robilotta - senza girarsi dall’altra parte, facendo finta di non vedere, perché il giorno dopo le elezioni chi vince dovrà prendere delle decisioni nel merito che non siano demagogiche".


pag. 4

RIETI E VITERBO

L’osservatore laziale

TARQUINIA (VT), ATTIVATA L’AUTOCERTIFICAZIONE ON LINE E IN VIGORE I NUOVI ORARI DI APERTURA DELL’ANAGRAFE

Tarquinia (VT) - Da lunedì 6 maggio è attiva l’autocertificazione on line ed è in vigore il nuovo orario di apertura al pubblico dell’anagrafe. Per usufruire dell’autocertificazione on line, i cittadini (residenti) dovranno accedere alla pagina principale del sito

www.comune.tarquinia.vt.it (anagrafe on line) ed iscriversi immettendo i propri dati, tra cui gli estremi della carta d’identità, il codice fiscale e l’indirizzo di posta elettronica, alla quale il sistema invierà una email di conferma della richiesta di registra-

zione, che sarà poi vagliata dal personale comunale per ottenere il consenso definitivo. È entrato in vigore il nuovo orario di apertura al pubblico dell’anagrafe: dal lunedì al mercoledì, dalle ore 8.00 alle ore 11.00; dal giovedì al sabato, dalle ore 11.00 alle ore 14.00.

Eventi & Manifestazioni

TARQUINIA (VT), DOMENICA IL CONCERTO DI CHIUSURA DELLA RASSEGNA “IL QUARTETTO D’ARCHI”

QUARTETTO ARQUA’

Tarquinia (VT) - Il concerto del Quartetto Arquà chiuderà il programma della rassegna “Il Quartetto d’Archi”. La formazione composta da Francesco Lovato (violino), Giacomo Catana (violino), Marco Nason (viola) e Irene Zatta (violoncello), si esibirà alla Loggia Belvedere di Palazzo Vitelleschi (sede del Museo Nazionale Archeologico), domenica 12 maggio, alle ore 17.00. In scaletta Quartetto in do maggiore k 465 di Wolfang Amedeus Mozart, opera che chiude il celebre gruppo di sei dedicato a Franz Joseph Haydn;

RIETI,

ZTL.

il Concertino per quartetto d’archi di Igor Stravinskij, composto nel 1920 per il Quartetto Flonzaley e chiamato così per il ruolo dominante, “concertante”, assegnato al primo violino; e Quartetto in mi minore di Giuseppe Verdi, scritto a Napoli nel 1873 e unica incursione del compositore nel genere cameristico. Il Quartetto Arquà nasce nel 2010 all’interno dell'Orchestra Giovanile Italiana, formazione della Scuola di Musica di Fiesole, riunendo un gruppo di giovani musicisti animati da una comune passione per il quartetto d'archi. Sotto la guida di Antonello Farulli, ha partecipato al Festival Internazionale di musica da camera “Sesto Rocchi” di San Polo d’Enza, esibendosi poi al Teatro Olimpico di Vicenza, al Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara e in altri contesti prestigiosi, come il Festival dei due Mondi di Spoleto. Nel 2011 ha vinto i primi premi assoluti al Concorso Internazionale “Nuovi Orizzonti” di Arezzo e al Concorso “Arte Musicale e Talento” di Montecchio Maggiore. La rassegna “Il Quartetto d’Archi” è organizzata dalla Fondazione Etruria Mater insieme alla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, con il contributo dell’Enel e con il patrocinio del Comune di Tarquinia. La direzione artistica è affidata al musicista e compositore Leandro Piccioni. Anche per quest’ultimo appuntamento l’Etruria Musei - Gestione Servizi Museali organizzerà visite guidate di un’ora per gruppi di 12 o più persone (costo del biglietto per partecipante 6 euro). Per prenotarsi alle visite guidate e al concerto (ingresso gratuito), è possibile chiamare l’ufficio informazioni e accoglienza turistica al numero di telefono 0766/849282 o all’indirizzo info@tarquiniaturismo.it.

L’AMMINISTRAZIONE

RIQUALIFICAZIONE.

PUNTA

A

UNA

REALE

“Via libera” al nuovo piano della viabilità nel centro storico che inaugura una stagione

di profondo rinnovamento verso una Rieti più moderna e attraente. Rieti - Il processo culturale e strutturale, attivato dalla nuova Amministrazione Comunale, relativo alla rimodulazione della viabilità, tende a una maggiore vivibilità del centro storico, nell’obiettivo di una sua consistente rivitalizzazione. Perché ciò accada questo spazio deve essere sempre più considerato come un bene in sé, in termini di luogo da vivere e non come valore strumentale in qualità di area da attraversare. Su queste basi, la logica adottata ha prodotto un sistema a “cerchi concentrici”. Nel nucleo interno si istituisce una zona a dominante regime di pedonalizzazione, la cosiddetta ZTL h24, ad eccezione dei residenti. Va pensata come una sorta di “isola verde”, tutta da vivere, riqualificare e “passeggiare”. Nell’area circostante, inve-

ce, si viene a creare una zona a traffico pedonale privilegiato, la cosiddetta ZTPP. Qui, attraverso l’introduzione di limiti di velocità, corsie pedonali e ciclabili, angoli verdi e impedimento del transito strumentale per attraversare la città, si avvia l’autentico cambiamento culturale, in linea con le più evolute città europee. Infine, nell’anello periferico, ci sarà la dovuta e classica funzione di transito finalizzato a raggiungere i poli estremi della città. Con il sostegno di misure dedicate a una mobilità differenziata, dal trasporto pubblico al bike sharing, si punta a una reale riqualificazione. Contando sulla sinergia di più assessorati e sull’impegno di tutti possiamo modificare - virtuosamente - gli stili di

vita. “Via libera” al nuovo piano della viabilità nel centro storico che inaugura una stagione di profondo rinnovamento verso una Rieti più moderna e attraente.


FROSINONE E LATINA

L’osservatore laziale

pag. 5

Eventi & Manifestazioni

SERMONETA (LT) SI TINGE DI ROSA

Migliaia di visitatori: madrina il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Sesa Amici

Sermoneta (LT) - Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Sesa Amici, nella sua prima uscita pubblica dopo aver ricevuto il prestigioso incarico di Governo, ha tenuto a battesimo insieme al Sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli l'edizione 2013 di Sermoneta si tinge di rosa, manifestazione che ha voluto celebrare la creatività femminile e la donna creatrice di vita e creatrice di bellezza della vita, organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Impresa Donna Confesercenti provinciale di Latina, e con il patrocinio del comitato imprenditoria femminile della camera di commercio di Latina. Tra gli ospiti, anche la delegata alle pari opportunità della

FROSINONE,

ENTRO

Provincia Filomena Sisca, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Cristina D'Angelo, il segretario provinciale Ugl Maria Antonietta Vicaro, l'assessore alle politiche sociali del Comune di Cori Chiara Cochi e l'Amministrazione comunale di S e r m o n e t a . Complice anche la bella giornata di sole che ha baciato il borgo medievale, Sermoneta è stata invasa da turisti e visitatori che hanno potuto ammirare il mercatino artigianale lungo le strade del centro storico, la dimostrazione di Mise En Place (arte dell'apparecchiare la tavola) a Palazzo Caetani (vinta da Tres Chic), le mostre di pittura, le “mani in pasta” in Piazza del Popolo con le donne di Sermoneta e di Cori che hanno manipolato la pasta all'uovo e la creta davanti al pubblico, oltre ad una dimostrazione di cake design. Piazza Santa Maria Assunta si è trasformata in un mercatino del vintage e dello scambio grazie a “l’appetito vien… swappando”, mentre Piazza San Lorenzo ha ospitato Arti e

IL

CREDITORI DEL COMUNE

Frosinone - L’amministrazione guidata dal Sindaco Nicola Ottaviani, sulla base di quanto previsto dal decreto legislativo 35 del 2013, ha ufficialmente formulato alla Cassa Depositi e Prestiti la richiesta di accesso alle risorse finanziarie per un totale complessivo di 26 milioni di euro, da restituire entro trenta anni, esattamente entro il 31 maggio del 2042. Tali fondi, se la richiesta dovesse essere accolta, verranno utilizzati specificamente per il pagamento dei debiti, sia in conto capitale che per le spese di esercizio, che sono vantati dalle imprese alla data del 31 dicembre 2012. In tal modo si darà così respiro

15

DI

MAGGIO

alla ben nota crisi di liquidità delle imprese, che non ricevono pagamenti dalla pubblica amministrazione. La Cassa Depositi e Prestiti, entro la data del 15 di maggio, informerà ufficialmente il Comune sugli importi che verranno erogati. Quindi ancora pochi giorni di attesa e si potrà conoscere la decisione della Cassa Depositi e Prestiti che per l’amministrazione comunale e per le aziende creditrici, come si può ben capire, risulta di primaria importanza. Sulla ripartizione dei fondi da destinare ai comuni che ne hanno fatto richiesta, tra cui ovviamente Frosinone, è chiamata ad esprimersi la

mestieri di un tempo Nel pomeriggio, gli sbandieratori Ducato Caetani di Sermoneta si sono esibiti in Piazza del Popolo, mentre sotto la loggia dei Mercanti ha improvvisato un mini concerto il coro “Work in progress” di Sezze. Atteso l'appuntamento con la cultura: alle 16.30 la giornalista Angela Iantosca ha presentato in anteprima il suo libro “Onora la madre” (Rubettino Editore), in uscita nazionale l'8 maggio: un'inchiesta sul ruolo della donna nella 'ndrangheta, con testimonianze di collaboratrici di giustizia e racconti, a tratti anche paradossali, su come la donna viene vista nelle famiglie calabresi “affiliate”. Il palcoscenico naturale del Belvedere ha concluso la manifestazione con una sfilata di moda “Emozioni nascoste” con gli abiti di Chiara Boni. Madrina d'eccezione la showgirl direttamente da Paperissima 2013 Lada Poznyakova. Infine, il teatro dell’associazione “Chi dice Donna”, in scena con “Giuliano Racconta”. “Sono orgogliosa della riuscita di questa manifestazione, Sermoneta si è distinta ancora una volta per come ha saputo valorizzare la creatività femminile in ogni campo. Un ringraziamento particolare va ad Antonella Masocco della Confesercenti per la collaborazione nell'organizzazione, l'Anc di Sermoneta e la Polizia Locale, l'associazione “Chi dice donna” di Giulianello e tutti coloro che si sono messi a disposizione per la riuscita di questo evento”.

LA

RISPOSTA

AI

Conferenza Unificata Regioni-Comuni in programma il 10 di maggio. In particolare si prenderà atto della somma totale richiesta da tutti i comuni. Qualora la cifra dovesse superare l’importo di due miliardi di euro, che al momento è la somma disponibile, si procederebbe in maniera proporzionale alla elargizione dei fondi, e al nostro Comune quindi spetterebbe una cifra inferiore a quella richiesta. La stessa Conferenza Unificata potrebbe però stabilire, alla luce appunto della richiesta complessiva dei comuni che supererebbe il plafond stabilito, di aumentare il fondo stesso.

CORI (LT), TERZO POSTO E PREMIO ALLA STORICITA’ PER GLI SBANDIERATORI LEONE RAMPANTE

Cori (LT) - Altri due prestigiosi riconoscimenti per gli ambasciatori del folklore corese della bandiera in Italia e nel mondo. Nella splendida cornice di piazza della Signoria a Firenze, gremita di pubblico, gli Sbandieratori «Leone Rampante» hanno porta-

to in alto il nome della città di Cori e della Regione Lazio al XX Premio Marzocco. Una calorosa ovazione li ha accolti quando sono saliti sul terzo gradino del podio, aggiudicandosi anche il premio «Leonardo Artusi» per la Storicità. Otto

le squadre in gara, ognuna in rappresentanza della propria regione. Un’edizione speciale, coincidente con il 40ennale dei Bandierai degli Uffizi, gli sbandieratori ufficiali della città gigliata .

7 MAGGIO 2013  

QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you