Page 1

L ’ osservatore laziale QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Sabato 7 Dicembre 2013

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Anno II Numero 195

TARQUINIA (VT), FARE VERDE: “FERMIAMO LA STRAGE DI ABETI. NO AGLI ALBERI DI NATALE USA E GETTA” a pagina 4

ROMA CAPITALE: APPROVATO IL BILANCIO 2013

FUMATA BIANCA DAL CAMPIDOGLIO

Ignazio Marino: "Dopo oltre un anno Roma ha il suo bilancio di previsione. Da oggi possiamo finalmente programmare le scelte future di questa città." L’editoriale

QUELLA RABBIOSA E IGNOBILE BELVA DA CONDANNARE

NELSON! NELSON! NELSON!

di Chiara Rai

M entre noi giornalisti siamo con-

tinuamente minacciati e querelati per il diritto di cronaca e critica che continuiamo a manifestare nonostante tutto, ci sono esseri che hanno facoltà di scrivere affermazioni ignobili e miserevoli, come il consigliere di circoscrizione del Carroccio a Verona Francesco Vartolo che non vedeva l’ora di sputare volgarità e spregevolezze nei confronti di un uomo universalmente riconosciuto come un “grande uomo”, Nelson Mandela. E nonostante abbia chiesto scusa, Vartolo ormai ha parlato: “Finalmente il terrorista Mandela, belva assetata di sangue bianco trasformato in eroe dalla propaganda mondialista, si troverà di fronte a tutta la gente che ha fatto ammazzare – ha scritto sulla bacheca del social network -. Con le bombe nelle chiese o con i co pertoni incendiati intorno al collo”. Il presidente del Veneto Luca Zaia, fortunatamente ha condannato il gesto al punto di espellere dal partito il consigliere assetato di protagonismo mediatico e talmente condannabile da non meritare più attenzione dopo questo gesto. Vartolo, è lo stesso che pochi mesi fa, aveva anche espresso solidarietà a Erich Priebke.

Continua a pagina 2

Francesco Vartolo: “Finalmente il

terrorista Mandela, belva assetata

di sangue bianco trasformato in eroe dalla propaganda mondialista, si troverà di fronte a tutta la

FRANCESCO VARTOLO

gente che ha fatto ammazzare”

di Maurizio Costa

Dopo settimane di lavori incessanti, di centinaia di migliaia di ordini del giorno presentati dall'opposizione e di "risse" in aula, finalmente il Comune di Roma ha approvato il bilancio previsionale 2013. L'approvazione, che prevede una manovra da 6,5 milioni di euro, ha avuto 29 voti favorevoli, 16 contrari e un solo astenuto. La conclusione di questa bagarre è arrivata pochi minuti prima della mezzanotte. Soddisfatto il Sindaco Ignazio Marino, che su Twitter ha così commentato il voto positivo dell'aula Giulio Cesare: "Dopo oltre un anno Roma ha il suo bilancio di previsione. Da oggi possiamo finalmente programmare le scelte future di questa città." Il primo cittadino ha anche aggiunto: "C'è soddisfazione perché, al di là dell'approvazione del bilancio, che di fatto è un consuntivo, si è superata questa fase e adesso finalmente Roma può ripartire con il bilancio 2014 per il quale mi auguro che ci sia una grande collaborazione tra le forze politiche per il rilancio della città." I problemi che ha fatto nascere questa votazione infinita del bilancio non sono finiti qui. Durante le manovre finali di discussione degli ultimi emendamenti, i Consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno abbandonato i loro scranni proprio durante la lettura delle loro proposte. Per questo il Presidente dell'aula ha annullato tutti i loro emendamenti, appoggiandosi al regolamento capitolino. Continua a pagina 2

PASSEGGIANDO TRA I PRESEPI A RONCIGLIONE

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Dall’8 dicembre al 6 gennaio Ronciglione (VT) si conferma per il secondo anno il Paese del Presepe. Sono più di 50 gli esercizi commerciali che quest’anno per la seconda edizione di Passeggiando tra i Presepi a Ronciglione metteranno in mostra, nelle proprie vetrine, un presepe artigianale creando un percorso dedicato alla ricostruzione della Natività e alla sua antica tradizione. Basta cercare la stella sulle vetrine dei negozi per scoprire presepi fatti di carta, pezzi di ricambio, posate, cioccolato, cartapesta, pasta di sale o di zucchero, lana cardata e molti altri materiali inaspettati. Tante le tecniche usate: papercut, quilling, intaglio nel cuoio e nel metallo, sugar decor. Un ricco itinerario a cui si aggiungono installazioni artistiche, gli splendidi presepi tradizionali allestiti in tutte le Chiese del paese, la Natività scavata nel tufo della Madonnella del Ponte e ancora mostre e iniziative dedicate al Presepe dalle Associazioni di Ronciglione. Un’occasione per passeggiare per le vie del paese alla ricerca di presepi originali e ambientazioni suggestive riscoprendo il gusto della vetrina e degli acquisti natalizi, lontani dalla frenesia caotica della città, nella tranquillità di una giornata familiare. Passeggiando tra i presepi a Ronciglione è un’iniziativa del Centro Commerciale Naturale Gli Unicorni organizzata con il patrocinio del Comune di Ronciglione e il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Ronc glione.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

PRIMO PIANO

L’osservatore laziale

www.osservatorelaziale.it

edizione di Sabato 7 Dicembre 2013 - Anno II Numero 195

dalla prima “FUMATA BIANCA DAL CAMPIDOGLIO”

dalla prima l’editoriale di Chiara Rai Prima intervenendo su radio Padania, l’emittente radiofonica della Lega: “Tutti quelli che sono odiati da tutti, a me stanno simpatici, perché se sei odiato da tutti un motivo di domandarsi il perché c’è, e, probabilmente, se sei così odiato, forse è perché può anche venire il dubbio che tu sia dalla parte giusta”. Poi in

un gruppo chiuso su Facebook: “Capitano Priebke, presente!”. Mentre qualcuno sputa sul simbolo della lotta per i diritti umani, ci sono miliardi di persone in commozione che parteciperanno ai funerali di Mandela che dureranno dieci giorni. Non ho nient’altro da dire se non: Nelson! Nelson! Nelson!

SANITA’, SANTORI: “IN TANTI A CRITICARE GESTIONE

ZINGARETTI”

Su precari, emofilia e psicologi Regione Lazio alle strette “Spero che Zingaretti sia in grado di rispondere al malcontento e alle gravi critiche mosse sulla gestione sanitaria regionale, tenendo conto debitamente degli argomenti mossi sulle questioni irrisolte che la caratterizzano. Su psicologi, precari ed emofilia crediamo che il Presidente sia stato messo alle strette e debba una risposta concreta”, così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e componente della commissione Salute, commentando le dure critiche arrivate durante la settimana alla gestione sa nitaria del Lazio. “Prima l’Ordine degli Psicologi che, testuali parole, ha diffidato Zingaretti sul decreto relativo alle Case Salute che si rivela gravemente carente oltreché palesemente lesivo, dal momento che non tiene in alcuna considerazione il ruolo e la professionalità dello psicologo, il quale non viene affatto menzionato tra i profili professionali degli specialisti e degli operatori che, nell'ambito delle Case della Salute, dovranno lavorare in equipe. Una tale omissione conferma quanta poca attenzione la Regione Lazio abbia prestato

alle fasi di prevenzione e promozione del benessere, rischiando, cosi', di accrescere gia' la forte tendenza alla medicalizza zione dell'esistenza. Poi l’allarme lanciato dai rappresentanti sindacali di Cimo Lazio sull’emergenza medici precari nel Lazio, ove tra un mese si rischia il collasso negli ospedali considerata la scadenza della proroga dei contratti a termine di oltre 1.000 medici precari del Servizio sanitario regionale del Lazio, prevista per il 31 dicembre”, insiste Santori. “Infine la denuncia dell’Associazione Emofilici del Lazio (AEL Onlus) sul fatto che la nostra Regione spende troppo e male per la terapia sostitutiva dell'emofilia e delle malattie emorragiche congenite dei 670 pazienti del Lazio”. “Ci attendiamo a questo punto che il Presidente Zingaretti, al di là delle nomine, dei consulenti esterni e delle marchette, inizi seriamente ad occuparsi anche delle singole questioni che riguardano la nostra Regione e una gestione sanitaria che sembrerebbe non aver ancora voluto cambiare rotta”, conclude Santori.

di Maurizio Costa

Secondo Pomarici del Nuovo Centrodestra i grillini sarebbero usciti per andare a mangiare una pizza e per questo avrebbero fatto decadere i loro 35 emendamenti. I cinquestelle hanno risposto di aver abbandonato l'aula perché non volevano partecipare a questa farsa. Se qualcuno è soddisfatto di questa manovra, meno contenta è l'opposizione, che ha già deciso di ricorrere al TAR perché il voto del bilancio previsionale è arrivato dopo la data ultima di scadenza del 30 novembre, sebbene una lettera

del Prefetto Pecoraro avesse prorogato il termine ultimo della votazione. Gianni Alemanno, Sveva Belviso, Fabrizio Ghera, Giovanni Quarzo e Marco Pomarici avrebbero stilato un ricorso di 23 pagine per spiegare la loro posizione: "E' inammissibile che il Presidente abbia delegittimato la maggior parte degli emendamenti che abbiamo presentato durante l'in tera votazione." Il bilancio è stato approvato, ma il caos in Campidoglio non è an cora terminato.

ASSOTUTELA. INFEZIONI MISTERIOSE: “IL SAN

GIOVANNI DI ROMA PORTO DELLE NEBBIE” “Non si scherza con la salute. I cittadini hanno bisogno di sicurezza ma gli ospedali della nostra Regione sono il porto delle nebbie”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, commentando la vicenda delle misteriose infezioni, provocate da “Clostridium Difficile” che hanno colpito otto pazienti ricoverati presso l’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata. “Ci spiace che il San Giovanni non sia nuovo a tali vicende – continua Maritato – stiamo ancora attendendo notizie circa il misterioso decesso di Ruffino Vacca, il 64enne tecnico della sala autoptica e sui tre pazienti infettati dopo un’operazione di cataratta. I vertici dell’Azienda però smentiscono, nonostante le 16 cartelle

sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti e un fascicolo aperto in procura. Questo significa mancanza di rispetto per i pazienti deceduti e per i cittadini. Non si può negare l’evidenza. Ci fa piacere sapere che l’ospedale osserva rigidi protocolli per quanto attiene all’igiene ma allo stesso tempo – incalza Maritato – ci si spieghi per quale motivo il nosocomio non riesce ad affrancarsi da tali episodi che si ripetono troppo di frequente. Ci aspettiamo che la Regione Lazio, che ha richiesto una dettagliata relazione, voglia al più presto rendere note cause e autori di eventuali inadempienze. Sarebbe una importante dimostrazione di rispetto nei confronti dei cittadini, utenti e contribuenti”.

MADONNA DEL DIVINO AMORE: AL VIA IL CICLOPELLEGRINAGGIO

Domenica 8 dicembre, Immacolata Concezione, nella Capitale l’omaggio dei ciclisti romani A Roma l’8 dicembre è una data molto sentita nel panorama ciclistico capitolino: chi è in possesso di una bicicletta, chi ama lo sport delle due ruote ma è “devoto” alla Madonna del Divino Amore, risponde “presente” al tradizionale ciclopellegrinaggio in occasione della giornata del ringraziamento alla Santa Patrona del ciclismo del Centro-Sud Italia. La manifestazione, sotto l’egida della Federciclismo Lazio e del Coni, è allestita per mano del Bici Club Divino Amore in ricordo del presidente del comitato regionale Domenico Maurizi che ha dedicato anima e corpo all’organizzazione del ciclo-pellegrinaggio nelle prime 25 edizioni. Dal 1988, il Bici Club Divino Amore, in seno all’omonima polisportiva, ha ereditato la macchina organizzativa dell’evento cicloturistico come sempre aperto a tutti gli appassionati, sportivi, vecchie e nuove glo rie del ciclismo romano, laziale e non solo. L’appuntamento per tutti i “ciclopellegrini” è fissato alle 8:30 presso l’ex Velodromo Olimpico all’Eur in viale della Tecnica. Partenza prevista alle 9:45, si at-

traverseranno in successione Viale dell'Oceano Pacifico, il PalaLottomatica, il Laghetto dell’Eur, Viale Cristoforo Colombo, Piazza dei Navigatori, Porta Ardeatina, Piazzale Numa Pompilio, Porta San Sebastiano, Via Appia Antica, la Chiesa del Domine Quo

Vadis, Via Ardeatina, Fosse Ardeatine e conclusione al Santuario del Divino Amore dopo 25 chilometri. Prima del via, ciascun responsabile delle società presenti al raduno di partenza, è tenuto a segnalare al personale dell’organizzazione l’elenco e il numero dei ciclisti per la classifica finale di merito. L’arrivo dei partecipanti, previsto nel piazzale dell’oratorio, all’ingresso della Torre del Primo Miracolo, sarà allietato da un caldo ristoro.

Sarà un’edizione particolare per il romano Leonardo Giordani che fino a quest’anno ha vestito la casacca della Vini Fantini-Selle Italia: l’ex iridato under 23 su strada e vincitore del Giro delle Regioni nel 1999, molto devoto alla Madonna del Divino Amore e alla quale aveva già donato la maglia di campione del mondo conquistata a Verona, ha ufficializzato il ritiro dall’attività professionistica e nel contesto del ciclo-pellegrinaggio è pronto a donare il casco indossato nella stagione appena conclusa con la formazione giallo-fluo di Luca Scinto e Angelo Citracca. Il neo Rettore del Santuario, Don Fernando Altieri, ha annunciato la sua presenza per impartire a tutti partecipanti e agli ospiti una benedizione augurale oltre a celebrare la Santa Messa prevista per le 11:00 nel nuovo santuario. Al termine della funzione, ci saranno le premiazioni che riguarderanno la società più numerosa, l’atleta più giovane e meno giovane tra i partecipanti. Il comitato organizzatore del Bici Club Divino Amore intende ringraziare l’VIII Municipio, il Comando Vigili Roma Capitale, il servizio di scorta tecnica Vessella coordinata con la direzione di corsa a cura di Agildo Mascitti, l’Associazione Europea degli Operatori di Polizia e i partner Cicli Lazzaretti, Cicli Capobianchi, New York Bar Pasticceria, Banca Credito Cooperativo di Roma, Arti Grafiche Cittadino, Officina Fratelli Silvestri, Ristorante-Pizzeria Al Molino e Carrozzeria Sergio Rossi&Figli.


www.osservatorelaziale.it

L’osservatore laziale

RICORDATO A ROMA IL CARABINIERE ROMANO RADICI VITTIMA

DEL TERRORISMO DEGLI ANNI 80

Romano Radici, Medaglia d’Argento al Valor Civile, ucciso il 6 dicembre del 1981

da un terrorista nei pressi della Piramide Cestia a Roma.

inoltre presente una rappresentanza delle istituzioni e delle forze dell’ordine della Capitale oltre a ex colleghi e una delegazione della Rappresentanza Militare. Il Carabiniere Romano Radici nato a Roma il 5 Agosto del 1943, il 6 dicembre del 1981 si trovava in compagnia di un altro militare, di servizio a bordo di una gazzella del Nucleo Radiomobile in zona Piramide Cestia. Durante il controllo di due giovani sospetti, uno di questi, rilevatosi poi un pericoloso terrorista, estraeva una pistola colpendo mortalmente il militare. Roma – Si è svolta ieri mattina una cerimonia comme- Per quanto sopra Radici è stato insignito della Medaglia morativa in occasione del 32° anniversario della morte d’Argento al Valor Civile con la seguente motivazione: del Carabiniere Romano Radici, Medaglia d’Argento al Valor Civile, ucciso il 6 dicembre del 1981 da un terro- Carabiniere Romano Radici: Medaglia d’Argento al rista nei pressi della Piramide Cestia a Roma. Dopo gli Valor Civile. onori militari resi dalla Guardia d’Onore, il Colonnello Salvatore Luongo, Comandante Provinciale dei Carabi- “Conduttore di autoradio di Nucleo Radiomobile, già dinieri di Roma, ha deposto, a nome dell’Arma dei Cara- stintosi nella lotta contro la delinquenza organizzata, binieri, una corona di alloro alla lapide che ricorda il mentre con responsabile impegno procedeva alla idenmilitare, posta all’ingresso della caserma del Nucleo Ra- tificazione di due giovani in atteggiamento sospetto, vediomobile di Roma, in Via dell’Oceano Indiano. Alla pre- niva mortalmente raggiunto da colpi d’arma da fuoco senza della vedova e dei figli del Carabiniere Radici, il proditoriamente esplosi da uno dei malviventi, identifiColonnello Luongo ha poi ricordato la figura e il valore cato poi in un pericoloso terrorista, sacrificando la vita del sacrificio del militare caduto. Alla cerimonia era ai più nobili ideali di coraggio ed alto senso del dovere”.

GENZANO. SI BARRICA IN CASA CON UN COLTELLO IN MANO E MINACCIA DI DARSI FUOCO.

Genzano - E’ accaduto ieri in tarda serata a Genzano di Roma. La segnalazione giunta al 113 era quella di una lite animata tra madre e figlio.Quando gli agenti del Commissariato di Albano, diretto dal dr. Erminio Massimo Fiore, sono arrivati sul posto, hanno trovato la vittima, una donna di 53 anni, in evidente stato di agitazione. Ha raccontato ai poliziotti che intorno alle 22.00, dopo essersi coricata, era stata svegliata dalle urla della figlia, presente in casa insieme ad un altro fi glio.La giovane infatti, accortasi che il fratello, probabilmente dopo aver abusato di alcolici, aveva acceso i fornelli della cucina e si era cosparso di alcool etilico minacciando di darsi fuoco, aveva iniziato ad urlare ri chiamando l’attenzione della madre. Quest’ultima, accorsa in cucina, aveva tentato di bloccare il giovane e, dopo una breve colluttazione, era riuscita a liberarsi e a chiedere aiuto ad alcuni vicini.

Il figlio intanto, si era barricato all’interno dell’appartamento con la sorella, impedendo alla madre di fare rientro in casa. A questo punto gli agenti hanno deciso di salire nell’appartamento. Nel salire le scale hanno udito sia le grida di aiuto da parte della ragazza che quelle del fratello che minacciava di uccidersi se i poliziotti non se ne fossero andati. Attraverso la porta di ingresso i poliziotti hanno cercato di calmare il giovane e, dopo alcuni minuti, sono riusciti a convincerlo ad aprire, gettando il coltello dalla finestra. Accompagnato negli uffici del Commissariato di Albano, P.L., 21enne, è stato arrestato per il reato di violenza privata. L'arrestato è stato accompagnato questa mattina al Tribunale di Velletri per la convalida dell'arresto ed il giudizio col rito direttissimo. Il Giudice, dopo aver convalidato l'arresto, disponeva l'obbigo di presentazione presso la P.G. in attesa del dibattimento rinviato ai prossimi giorni.

COLLEFERRO: DOPPIO MERCATINO NATALIZIO PER LA

FESTA DELL’IMMACOLATA

Colleferro - Edizione speciale della mostra-mercato dell’antiquariato “Passeggiando tra i Sogni”, questo fine settimana. In occasione della ricorrenza dell’8 dicembre, festa dell’Immacolata, in viale XXV Aprile si terrà uno scintillante mercatino natalizio, e non solo nella giornata di domenica 8 ma anche in quella precedente, sabato 7. Nel viale, tutto addobbato dalle luminarie fatte installare dal Comune, si terrà un’edizione natalizia della manifestazione, che si tiene di norma ogni seconda domenica del mese ed è organizzata dall’Amministrazione comunale per mezzo dell’Associazione Culturale Ulisse. Per due intere giornate, a partire dalle ore 8 fino a sera, gli espositori proporranno sui loro banchi diverse merci tra pic-

pag. 3

edizione di Sabato 7 Dicembre 2013 - Anno II Numero 195

colo antiquariato, modernariato e artigianato artistico. Tra le tante merci non mancheranno addobbi per l'albero e il presepe, giochi, libri, decorazioni, bigiotteria, abiti decorati a mano, cestini di vimini, di ogni dimensione, utili anche per confezionare i regali e molto altro ancora. Nella data tradizionalmente dedicata all’allestimento dell’albero di Natale, si potrà dunque curiosare tra le diverse mercanzie, alla ricerca di idee per addobbare le proprie case o per iniziare a fare originali regali ai propri cari. L’area pedonale di Viale XXV Aprile si trasformerà, dunque, in una scintillante vetrina all’aperto a disposizione dei visitatori che verranno da tutto il comprensorio, attratti, come sempre, dal tradizionale mercatino di Colleferro.

ROMA E PROVINCIA

CERVETERI L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

ADERISCE

ALLA

FIACCOLATA DI PROTESTA PER CUPINORO

La fiaccolata di partirà oggi alle 17.00 dal Palazzo del Granarone, sede del Consiglio comunale di Cerveteri

Cerveteri (RM) - Il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, la Giunta e l’Amministrazione comunale tutta parteciperanno alla fiaccolata promossa dai comitati che lottano a favore della protesta contro la discarica di Cupinoro e per una gestione dei rifiuti responsabile e virtuosa. “Aderiamo all’iniziativa e parteciperemo al corteo con tanto di Fascia Tricolore – ha dichiarato il Sindaco di Cerveteri – per dimostrare ancora una volta che il problema della discarica di Cupinoro è un problema di tutti i Comuni del territorio. Anzi, come abbiamo già ribadito in ogni occasione, per la localizzazione della discarica gestita dalla Bracciano Ambiente, il territorio di Cerveteri è sicuramente quello più a rischio. È ora di dire basta a tutto ciò. Non è possibile che sulle teste dei cittadini di Cerveteri piombino sempre decisioni prese da altri che non tengono in nessuna considerazione il nostro ambiente e non tutelano la nostra salute”. “Dopo l’esito altamente positivo del Consiglio comunale aperto dello scorso 21 novembre – ha proseguito il Sindaco – abbiamo immediatamente avviato tutte le procedure necessarie ad ottemperare agli impegni contenuti nel nostro Ordine del Giorno. Siamo già in contatto con un avvocato messoci a disposizione dal gruppo regionale dei Verdi con il quale stiamo studiando la possibilità di presentare un ricorso al Tar del Lazio contro la Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA) rilasciata dalla Regione Lazio al progetto di ampliamento VAIRA1. Contestualmente abbiamo convocato per il 18 dicembre un Tavolo di Lavoro con le principali Associazioni ambientaliste e i Comitati del territorio per affrontare con competenza il tema della discarica di Cupinoro”. “È significativo che la fiaccolata di sabato 7 dicembre parta alle 17.00 proprio dal Palazzo del Granarone, sede del Consiglio comunale di Cerveteri, massima assise democratica della città. Per questo invito tutti i cittadini ad unirsi alla manifestazione”.

ROMA, PRENESTINA: AGGREDISCE L’EX COMPAGNA E LE RUBA IL PORTAFOGLI

Roma – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, hanno arrestato un cittadino marocchino di 35 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di rapina aggravata. L’uomo, ieri sera, in via Prenestina, a seguito di un litigio scaturito da futili motivi, ha aggredito la ex compagna, una cittadina dell’Ucraina di 36 anni. Non contento, le ha strappato la borsa con i soldi ed è fuggito via. La segnalazione giunta al “112” da parte della vittima ha permesso alla Centrale Operativa del Comando Provinciale di attivare i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che, in pochi minuti, sono arrivati nel luogo indicato arrestando il 35enne. L’uomo è stato portato in caserma dove attenderà di essere sottoposto al rito direttissimo. La borsa, recuperata dai militari dell’Arma, è stata riconsegnata alla donna.


pag. 4

edizione di Sabato 7 Dicembre 2013 - Anno II Numero 195

RIETI E VITERBO L’osservatore laziale

www.osservatorelaziale.it

TARQUINIA (VT), DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, L’ASSESSORE PROVINCIALE DANTI

PRECISA: “L’INDIRIZZO AGROALIMENTARE DELL’IIS NON CREERÀ ALCUN PROBLEMA ALL’ITAS DI BAGNOREGIO”

Tarquinia (VT) - “Si tratta esclusivamente di un indirizzo agroalimentare e agroindustriale quello che la Provincia ha proposto di attivare all’Iis Cardarelli di Tarquinia, ciò non creerà alcun problema all’Istituto tecnico agrario Agosti di Bagnoregio”. La precisazione arriva direttamente dall’assessore provinciale alla Pubblica istruzione, Andrea Danti che è intervenuto per fare massima chiarezza sull’argomento: “Da quando la nostra amministrazione ha approvato e diffuso il nuovo Piano provinciale di riorganizzazione della rete scolastica – ha precisato Danti – si sono create delle incomprensioni che è

utile chiarire. La proposta fatta dal Consiglio provinciale alla Regione è quella di istituire all’Iis di Tarquinia un biennio con indirizzo agroalimentare e agroindustriale; cosa ben diversa, quindi, dell’offerta formativa prevista all’Itas di Bagnoregio che prevede un quinquennio completo come istituto tecnico spe cifico. Infatti, i piani di studio previsti sono nettamente diversi come d’altronde la qualifica che si assume una volte conseguito il diploma: solo a Bagnoregio, in fatti, si consegue il titolo di perito agrario”. Quanto richiesto dal Consiglio provinciale alla Re-

gione è soltanto una proposta, peraltro già fatta anche lo scorso anno, e non è assolutamente scontato che questa venga accolta dalla Regione e succes sivamente dal Ministero. “Una precisione dovuta – ha affermato il presidente del Consiglio provinciale e sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti – a causa di alcuni fraintendimenti che si erano creati in questi ultimi tempi. La Provincia non vuole assolutamente penalizzare l’Itas di Bagnoregio che per tradizione, ma soprattutto offerta formativa rimane l’unica struttura d’eccellenza del territorio in questo campo”.

TARQUINIA (VT), FARE VERDE: “FERMIAMO LA STRAGE DI ABETI. NO AGLI ALBERI DI

NATALE USA E GETTA”

Tarquinia (VT) - L’associazione ambientalista Fare Verde lancia un appello a non usare gli alberi di abete “vivi” durante le ormai prossime festività natalizie, ma a preferire quelli sintetici che sono riutilizzabili più volte. Secondo il sodalizio ecologista anche questo Natale ci sarà una vera e propria “strage” che vede come vittime migliaia di alberi “usa e getta”, prima agghindati con addobbi natalizi e poi, terminate le feste, gettati nel cassonetto dell’immondizia. “La tradizione dell’albero di natale – sostiene Fare Verde – è un antichissimo simbolo denso di significati. Le sue origini vanno ricercate nelle religioni in-

doeuropee e nelle tradizioni diffuse tra molti popoli, soprattutto del nord Europa, che, in concomitanza del periodo solstiziale, usavano venerare, in diverse forme, l’albero sempreverde quale simbolo universale di vita e di rinascita dalla morte o dalle tenebre, concetti chiaramente riconducibili al culto pagano del Sole Invitto. Gli stessi temi che successivamente la religione cristiana fece propri associandoli alla nascita di Cristo e quindi del Natale. Resta quindi diffusissima – prosegue Fare Verde anche nella nostra cultura, la tradizione dell’allestimento dell’abete natalizio, anche se oggi completamente svuotata di ogni suo significato simbolico. Spesso erroneamente associato all’aspetto “profano” del Natale, in alternativa al presepe, l’albero viene ormai sfruttato quale mero oggetto decorativo da usare durante le feste e gettare quando ormai non serve più. Questa logica consumistica – sottolinea l’associazione - ha generato un mercato vizioso di abeti che vengono commercializzati volutamente evirati delle

radici, quindi già morti, con il chiaro intento di favorirne l’essiccamento ed un ulteriore acquisto l’anno successivo, a dispetto del significato simbolico che l’abete sempreverde dovrebbe incarnare. Anche in questo caso, la logica utilitarista della spinta al consumo sfrenato prevale sul rispetto della vita e dell’ambiente, con il risultato di milioni di piante inutilmente coltivate e “cestinate” nei cassonetti dell’immondizia dopo l’Epifania.” Contro questa moda consumistica, Fare Verde invita i cittadini a rifiutare l’acquisto delle piante in vendita in questo periodo, poiché tutte prive di radici e destinate a morte certa. “E’ opportuno ricordare – sostiene Fare Verde - che anche nel caso di piante commercializzate come “vive”, gli abeti sono specie arboree adatte a climi rigidissimi, pertanto la permanenza per circa un mese alle temperature dei nostri appartamenti ne renderebbe di fatto impossibile la sopravvivenza. La scelta rispettosa della natura e pienamente in linea con la tradizione – conclude Fare Verde - andrebbe quindi orientata sull’addobbo di piante vive, all’aperto, in vasi idonei oppure impiantate in giardini o terreni; per quanti invece preferiscono non rinunciare al fascino ed alla tradizione dell’albero in appartamento, è sicuramente da favorire la soluzione dell’abete sintetico che consente un riutilizzo illimitato negli anni senza alimentare il becero mercato degli alberi usa e getta.”

RIETI: LA BOTTEGA DI MESTIERE PER FAVORIRE L’INSERIMENTO LAVORATIVO DEI

GIOVANI IN CERCA DI OCCUPAZIONE

Nella Provincia di Rieti, il progetto delle Botteghe, ha visto inizialmente coinvolti due raggruppamenti di imprese Rieti - Grazie alla sottoscrizione del Piano di Sviluppo e Consolidamento tra l'Area Occupazione e Sviluppo di Italia Lavoro SpA e l’Assessorato alle Politiche del Lavoro, anche nella nostra Città sarà possibile candidarsi ai tirocini formativi della Bottega di Mestiere Il Dolce Centro Italia. Il progetto nazionale, che rientra nell’ambito del programma AMVA, è promosso dalla Direzione generale per le politiche attive e passive del lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Nella Provincia di Rieti, il progetto delle Botteghe, ha visto inizialmente coinvolti due raggruppamenti di imprese, rispettivamente operanti nei mestieri del legno e dell'arte bianca. In seguito allo scorrimento della graduatoria, avvenuto a settembre scorso, oggi risulta finanziabile il progetto denominato Il Dolce

Centro Italia le cui imprese sono elencate sul sito dell'Agenzia tecnica Italia Lavoro www.italialavoro.it. I tirocinanti verranno formati quotidianamente operando a stretto contatto con il personale delle imprese. Un importante contributo verrà fornito dall’Istituto alberghiero Ipssar, che ha programmato due incontri formativi/informativi con qualificati docenti. Occasioni che saranno impreziosite dalla partecipazione di un testimonial d’eccellenza, il Mastro Pasticcere reatino, Pietro Napoleone, che all’ultimo Salone del gusto di Torino ha presen tato la “Birra Spalmabile”. La bottega di mestiere prevede l’inserimento di 10 ti rocinanti in possesso dei seguenti requisiti: • essere cittadino italiano ovvero essere cittadino di uno Stato appartenente all’Unione Europea, ovvero

cittadino extracomunitario con regolare per messo di soggiorno; • avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti; • aver assolto l’obbligo scolastico; • trovarsi nello stato di disoccupazione o inoccupazione (aver rilasciato la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro presso il Centro per l’Impiego competente). L'Assessorato alle Politiche del Lavoro e l'Assessorato alle Politiche socio-sanitarie sostengono il progetto mettendo a disposizione gli uffici dell'Informagiovani (0746/297828) per fornire informazioni e supporto agli aspiranti tirocinanti che intenderanno candidarsi a partire dal 17/12/2013 ed entro le ore 24 del 30/01/2014.


www.osservatorelaziale.it

L’osservatore laziale

edizione di Sabato 7 Dicembre 2013 - Anno II Numero 195

FROSINONE E LATINA

pag. 5

FROSINONE, FRANA VIADOTTO BIONDI: SALTA L’INCONTRO

TRA COMUNE E TECNICI REGIONALI

Ottaviani: “Speriamo si sia trattato solo di un inconveniente giustificabile tenuto conto del fatto che le lancette dell’orologio continuano

a correre inesorabilmente"

Frosinone - Salta l’incontro tecnico sulla frana del viadotto Biondi, convocato per oggi pomeriggio, tra l’amministrazione comunale e i tecnici della Regione Lazio. Infatti con una nota della Direzione regionale infrastrutture ambiente e politiche abitative si informa l’amministrazione cittadina che la stessa Direzione

regionale non sarà presente all’incontro convocato per la data odierna alle 15 e 30 nella sede comunale “In quanto – si legge nella nota della Regione - la redazione del progetto per la realizzazione degli interventi di consolidamento geotecnico del versante franoso e del ripristino funzionale del viadotto crol lato è in fase di ultimazione.

Il suindicato progetto sarà trasmesso a codesta amministrazione comunale ed a tutti gli uffici ed enti interessati, secondo quanto disposto dalla normativa vigente, al momento della conferenza dei servizi che si svolgerà nel mese di gennaio 2014. In quella sede codesta amministrazione comunale potrà ufficialmente formulare le eventuali osserva zioni e o proposte di modifica”. Nello specifico l’incontro tecnico odierno aveva all’ordine del giorno i seguenti punti: esposizione da parte dell’Area Difesa del Suolo della Regione Lazio del progetto per la realizzazione degli interventi di consolidamento geotecnico del versante e di ripristino funzionale del viadotto crollato, esposizione da parte dell’Ardis (Agenzia regionale per la difesa del suolo) del piano degli interventi per la difesa idraulica delle sponde del fiume Cosa poste al piede del versante e valutazione delle scelte progettuali, delle modalità esecutive e delle tempistiche inerenti gli interventi di cui sopra nonché sull’integrazione e inter connessione ingegneristica tra gli stessi. “Speriamo si sia trattato solo di un inconveniente giustificabile - dichiara il sindaco Nicola Ottaviani tenuto conto del fatto che le lancette dell’orologio continuano a correre inesorabilmente, con il pericolo del fiume e dello smottamento della collina che continua ad incombere sul nostro territorio”.

CORI (LT): APPROVATO IL NUOVO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA Approvato in Giunta il nuovo Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Cori. Trentasei articoli in quattro titoli disciplinano i comportamenti e le attività che influiscono sulla vita della comunità. L’obiettivo è salvaguardare la convivenza civile e la coesione sociale; la legalità e la sicurezza dei cittadini; la più ampia fruibilità degli spazi pubblici e il rispetto dei beni comuni; la qualità e il decoro della vita e dell’ambiente urbano; la regolare somministrazione e il normale consumo di bevande alcoliche. Rinnovato nei contenuti rispetto al precedente, risa-

lente agli anni Settanta. La proposta elaborata dal Comando di Polizia Locale, di concerto col Sindaco e l’Assessore alla Sicurezza, elimina ed aggiorna una serie di divieti non più in vigore o desueti, introducendone altri in linea con le mutate esigenze della collettività. Tra le principali novità le regole per il mantenimento, la protezione e la tutela degli animali e quelle a garanzia della quiete pubblica. Rivisto anche l’impianto sanzionatorio. Innovativo il metodo normativo inclusivo da utiliz-

zare per la stesura ultima del testo da sottoporre all’esame della Commissione consiliare Affari Generali e all’approvazione definitiva del Consiglio comunale, prima della sua entrata in vigore. Il documento è già consultabile online sul sito istituzionale www.comune.cori.lt.it. In questo modo si punta a coinvolgere cittadini ed associazioni che operano sul territorio che possono partecipare attivamente con proposte migliorative e/o integrative da far pervenire alla segreteria del Sindaco e/o al Comando di Polizia Locale entro i tempi e secondo le modalità indicate.

SERMONETA (LT): UN NATALE PER TUTTI I GUSTI Sermoneta (LT) - Al via le manifestazioni natalizie predisposte dall'Amministrazione Comunale di Sermoneta in collaborazione con le associazioni locali ed i Comitati, eventi che si protrarranno fino al 6 gennaio 2014 con una serie di mostre, concerti ed iniziative per tutti i gusti. Durante questo periodo Sermoneta sarà addobbata con fiori e luci che renderanno ancora più suggestiva l'atmosfera medievale del borgo. Ci saranno inoltre, in cantine e nei vicoli, i presepi artistici realizzati dagli artigiani locali. Si inizia domenica 8 dicembre con la Festa del Povero sotto la Loggia dei Mercanti, il cui ricavato sarà devoluto all'Associazione Emergency, a cura dell'Ass. William Morris. Sabato 14 dicembre si inaugurerà la mostra fotografica “Il giardino romantico di Ninfa”, nel Palazzo della Cultura di Corso Garibaldi, a cura del Club della Fotografia che ha predistosto un concorso ad hoc, la cui premiazione avverrà il 6 gennaio. Sempre sabato 14 dicembre la corale dell'Associazione Nazionale Carabinieri di Sermoneta, diretta dal M° Angela Rita Giugliano, terrà alle ore 18 nella Chiesa di San Michele Arcangelo un concerto di canti

natalizi. Sabato 21 dicembre alle 17.30 “Andar poetando … per tralci e viti”, incontro con i poeti leone D'Ambrosio, Bianca Madeccia, Rocco Paternostro e Caterina Vicino. Domenica 22 dicembre dalle 10 alle 19, nel centro storico, “Mercato scambio di strumenti musicali ed oggetti di antiquariato” a cura dell'Ass. SuonoParolaImmagine. Il pomeriggio alle 17.30 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo, la Manda Musicale Fabrizio Caroso e la Corale di Borgo Sabotino terrà un concerto omaggio a Giuseppe Verdi nel bicente nario della nascita. Giovedì 26 dicembre nella cattedrale di Santa Maria, “Una voce per il natale” con Sahara Sara Porcari. Venerdì 27 dicembre un appuntamento d'eccezione: il duo La Boquita dal Messico interagirà con il M° Marco Lo Russo in un concerto presso la Chiesa di San Mi chele alle 18. Domenica 29 dicembre alla chiesa di San Giuseppe alle 17.30 “Canzoni d'autore – 40 anni di attività artistica” con Mimmo Battista, voce narrante Amelia Avvisati, chitarra classica Angelo cassoni e Quirino Cifra.

Il nuovo anno si aprirà il 4 gennaio alle 18 alla Chiesa di San Tommaso d'Aquino a Pontenuovo con il Concerto dell'Epifania a cura della Banda Musicale Fabrizio caroso diretta dal M° Michele Secci. Il 5 gennaio alle 18 “Epifania musicale” all'Abbazia di Valvisciolo con il soprano Maki Maria Matsuoka e l'Evenos Quartet. Nelle borgate di Sermoneta, infine, arriverà la Befana che distribuirà dolci e regali ai bambini. Infine, il 6 gennaio ci sarà alle 15 la premiazione del concorso fotografico “Il giardino romantico di Ninfa” e alle 18 il Concerto di Chitarre della “Pontina Guitar Orchestra”, diretta dal M° Massimiliano Romano, alla Chiesa di San Michele Arcangelo. Faranno da cornice le mostre aperte a dicembre e gennaio: “Betlemme, culla del messia” all'Abbazia di Valvisciolo – arte e storia nella città natale di Gesù” a cura dell'Ordine Equestre del Santo Seplocro di gerusalemme; le “Inferenze d'arte” alla Chiesa di San Michele a cura del Centro d'Arte e Cultura e “Aspettavo d'incontrarti”, esposizione di apparecchi cinematografici d'epoca al Chiodo di Sermoneta. Tutti gli eventi e le mostre saranno ad ingresso gratuito. Il programma completo su www.comunedisermoneta.it.

7 dicembre 2013  

L'OSSERVATORE LAZIALE - QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE - WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you