Page 1

L ’ osservatore laziale QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Martedì 3 Dicembre 2013

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Anno II Numero 191

PARKINSON: QUEL DIRITTO DOVERE DI ASSISTENZA E QUEL MORBO CHE TI CAMBIA LA VITA di Chiara Rai pagina 2

RISCHIO COMMISSARIAMENTO ROMA CAPITALE, BILANCIO 2013

Solamente una lettera del Prefetto potrebbe salvare la situazione, come avvenne esattamente un anno fa con la Giunta Alemanno. La minoranza non voterà finché non arriverà la proroga prefettizia. L’editoriale

di Maurizio Costa

BERLUSCONI, UNA METEORA

DELLA SECONDA REPUBBLICA di Emanuel Galea

U na meteora attraversò la

seconda Repubblica, foriera di rinnovamenti, progresso e benessere. Si è vista perdere la sua lucentezza man mano che solcava il cielo delle speranze ed infine ha finito la sua corsa, impaludata nel marasma del fangoso mar morto della politica italiana. Berlusconi politicamente è morto, morto come può essere considerato morto un chiodo arrugginito nella porta tarlata della fatiscente de mocrazia. Il miglior necrologio glielo ha dedicato il suo amico Vladimiro. Il 25 novembre 2013, intorno alle 22,30, Putin è arrivato a palazzo Grazioli per la cena con l'amico Silvio. Dopo cena, discorrendo delle varie disavventure, Putin si è rivolto al cavaliere e con la franchezza che solo una amicizia di vecchia data può permettersi, ha confidato all’amico: Se domani convocherai una manifestazione a tuo favore, in piazza ci saranno un milione di manifestanti. Se ripeti, dopo un po’, la convocazione per una seconda chiamata, in piazza si riuniranno non più di cinquemila simpatizzanti. Non provare a chiamare una terza convocazione per manifestare in tuo favore perché troverai una piazza deserta. Questo vuol dire parlare sincero, parlare serio. Continua a pagina 2

IGNAZIO MARINO

Ancora 230'000 emendamenti, presentati dall’opposizione, separano la Giunta dall’approvazione del bilancio preventivo del Comune di Roma per il 2013. Il bilancio, che era stato approvato il 5 novembre, deve essere ancora vagliato dall’Aula Giulio Cesare in Campidoglio. Il limite massimo era il 30 novembre, ma l’infinita quantità di emendamenti ha posticipato questa data. Il rischio, ora, è che si vada in default, come direbbe il Sindaco Marino, o più semplicemente che venga commissariato il Comune di Roma. Questo perché è stato superato il limite di tempo e solamente una lettera del Prefetto potrebbe salvare la situazione, come avvenne esattamente un anno fa con la Giunta Alemanno. Lo stesso ex sindaco di Roma giustifica la politica di ostruzionismo del centrodestra contro Ignazio Marino, e dichiara che solo un commissario potrebbe salvare la situazione; una mossa che gioverebbe molto all’odierna opposizione. Intanto è stata approvata la delibera 103, la penultima propedeutica all’ap provazione del bilancio. Quest’ultima ha stabilito un aumento del costo dei loculi cimiteriali, delle autorizzazioni per le aperture di grandi strutture, dei permessi ZTL e, infine, delle foto che si possono fare ai monumenti di Roma, che avranno un costo di circa 60 euro. L’altra delibera, uella “madre”, composta da più di 200'000 emendamenti, verrà trasferita in formato digitale su pennette, che verranno consegnate ai consiglieri. Continua a pagina 2

ROMA, BILANCIO: QUASI 300 MILA TRA EMENDAMENTI E O.D.G. di Mirko Coratti, presidente dell’Assemblea capitolina

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Roma - Oggi, come già avvenuto nei giorni scorsi, ho sentito gli uffici preposti a conteggiare e numerare gli atti collegati alla proposta di Bilancio preventivo 2013. Ho appurato che le operazioni di conteggio, numerazione e scansione del materiale presentato da tutti i gruppi consiliari procede alacremente per dar modo ai consiglieri comunali di avere tutta la documentazione al completo e poter espletare al meglio il proprio compito. Il lavoro, a metà giornata di oggi, si era concluso per l’90%. Sono fiducioso ed ho motivo di credere che nelle prossime ore sarà terminata l’intera operazione che precede la votazione in Aula di o.d.g ed emendamenti collegati alla proposta 102/2013. A tal proposito esprimo nuovamente un ringraziamento al personale capitolino che ha rinunciato a godere di giorni di riposo e festivi per l’enorme lavoro al fine di giungere all’approvazione di un Bilancio complesso come quello 2013. E’ la prima volta, infatti, che quasi 300 mila tra emendamenti e o.d.g. vengono presentati in una sessione di Bilancio capitolino.”

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

PRIMO PIANO

L’osservatore laziale

www.osservatorelaziale.it

edizione di Martedì 3 Dicembre 2013 - Anno II Numero 191

dalla prima “RISCHIO COMMISSARIAMENTO”

dalla prima l’editoriale di Emanuel Galea Altro che i salamelecchi di Bondi, di Gasparri, della Santanché e di Romani. E’ stato da molti certificato politica mente morto. Il decesso politico non è avvenuto il 1 agosto 2013, il giorno in cui la Cassazione lo ha condannato a 4 anni di reclusione per frode fiscale, condanna già inflittagli dal Tribunale di Milano, chiudendo definitivamente il processo Mediaset. Berlusconi non è stato defenestrato politicamente il 27 novembre alle 17.43 con il voto di decadenza pronunciato dal presidente del Senato Grasso. Quello del Cavaliere è stato un coma politico irreversibile. Già dal terzo governo di “Centro Destra” che il Cava liere andava esaurendosi. Mancava gli obiettivi e veniva sempre meno alle promesse fatte. Il famoso patto con gli italiani si è dissolto strada facendo e ne seguì un penoso periodo d’agonia politica. Brunetta ed Accoliti poco possono fare per rianimare i supporter. I club “forza Silvio”

PARKINSON: QUEL DIRITTO

DOVERE DI ASSISTENZA E

QUEL MORBO CHE TI CAMBIA LA VITA

di Chiara Rai

Era un po’ di tempo che le tremavano le mani, che la sua attenzione su fatti, eventi, sul quotidiano, sembrava essere diminuita in cambio di una sorta di torpore diffuso. Quando venni a sapere che il suo sistema nervoso sarebbe degenerato a causa del Parkinson, il mondo sembrò crollarmi addosso, senza darmi il tempo di pensare a come l’avrei vista da anziana e come sarebbe cam biata la nostra vita. La immaginavo già con le mani rugose, tremolanti, la salivazione ancora più accentuata e l’incapacità di riconoscermi. Poi mi soffermavo a guardarla, con quella sua dolcezza e irrequietezza che negli studi medici avrebbero poi denominato demenza. Quando tempo dopo vidi quelle stesse mani tremanti e quella veste bianca e semplice degna di un Papa Santo, riconobbi la malattia di mia madre. La stessa bontà d’animo e la incapacità di muoversi, di parlare. Solo guardando i suoi occhi si poteva comprendere l'enorme sofferenza e croce che aveva sulle spalle. Giovanni Paolo II non ci ha lasciati un attimo, ha esalato il suo ultimo respiro consapevole di aver lasciato un segno all’umanità. Il suo compito sulla terra era ormai terminato, così come quello di Giuliana le cui mani non sono mai invecchiate. E’ appena passata la giornata mondiale del Parkinson. In Italia ancora non esiste, in un vero e proprio “registro” di questa malattia neurovegetativa. Tuttavia, secondo le ultime stime, nel nostro Paese ci sono circa 250mila persone affette da questa patologia. E la cifra, secondo gli esperti, è destinata a raddoppiare entro il 2030 a causa dell’invecchiamento della popolazione. Non dimentichiamo chi si trova in difficoltà. E’ un nostro diritto dovere assisterli.

non riusciranno a risuscitare chicchessia. Il pellegrinaggio che vorrebbe fare la devotissima Francesca Pascale, donna di Silvio, decisa di appellarsi al Papa, lascia il tempo che trova. La sua dichiarazione : “Mi riceva e ascolti la storia di Silvio” rivela la confusione che regna al momento in tutti i livelli. La parabola politica nata con entusiasmo e sorretta da tante speranze è finita lì. L’uomo della provvidenza si consegna alla storia. Oggi è foraggio per belve e rapaci che s’innalzano in volo dalle tante Preture e planano sulle sue ossa scarnite distese nel campo della sua disfatta. Gli sciacalli politici ancora girano intorno a quello che un dì è stato dello statista e trascinano come trofeo le ossa decalcificate della loro preda can tando vittoria. Non mancano i vermi parassiti che digerendo il residuo del “cesare”, lo interrano nell’oblio oscuro della storia. Gli errori si pagano e Berlusconi ne ha fatto più di uno.

di Maurizio Costa

Gli stessi consiglieri comunali sono sotto la luce dei riflettori per un fattaccio, che se fosse vero, getterebbe un’ombra minacciosa sulla Giunta. Ad accusare i colleghi è stato Riccardo Magi, consigliere comunale della lista Marino. L’accusa si fonda sul fatto che la Giunta, per snellire la procedura dell’approvazione del bilancio, stia stabilendo un “piccolo” tesoretto, di circa 50'000 da dividere tra i vari consiglieri comunali; se il fatto dovesse sussistere, sarebbe un’altra tegola per Ignazio Marino, già così vicino al commis sariamento. Fanno storcere il naso anche i quasi 700 milioni di tagli previsti dal nuovo bilancio; a farne le spese sarebbero ATAC e AMA, due tra le società più importanti di Roma. Gli importi dei contratti di servizio, stipulati dal Comune con le due società e con gli altri enti da esse con-

PS4 VS. XBOX ONE: COSA SCEGLIERE?

Elemento da non sottovalutare, soprattutto in questi tempi di crisi, è la convenienza, ovvero i costi. di Federico Galea Da pochi giorni possiamo trovare nei negozi entrambe le console di nuova generazione Xbox One e Ps4. Cosa scegliere? Proverò a elencarvi le loro caratteristiche. Si tratta di due console “simili”: Xbox One di casa Microsoft e Ps4 di casa Sony. Entrambe hanno ottime potenzialità: possiedono una risoluzione a 1080p che permette di avere una grafica più che soddisfacente. La Xbox One raggiunge , nei titoli in esclusiva, un frame rate di 60 fotogrammi al secondo che incide positivamente sulla fluidità. Ma anche la Ps4 con i suoi 30 fotogrammi al secondo si fa valere. Insomma, la differenza c’è; ma è mnima. Parliamo ora dei controller: Quello della Ps4 è stato migliorato notevolmente se paragonato al suo predecessore ma anche rispetto a quello della Xbox One. Di fatti, per la Ps4, troviamo il sensore di movimento , la barra luminosa e il touch pad centrale. Microsoft, invece, alla vista e al tatto più comodo e maneggevole, partendo già da un buon predecessore ha incrementato soltanto il nuovo controller introducendo ben quattro motori per la vibra zione. Ora soffermiamocisulla forma delle due console: nessuna delle due ha un’estetica eccezionale. Sempre a mio parere però la Ps4 ha una forma più elegante e sobria , mentre la Xbox One

è più massiccia e squadrata. Oltre all’aspetto estetico, non dovremmo sottovalutare neppure il peso: la Xbox One è più pesante rispetto alla ps4 poiché possiede tre sistemi operativi ( uno per i giochi, uno per le tv e le altre attività, uno per passare dal primo al secondo) mentre la Ps4 ne possiede uno solo. Quindi la Xbox One risulta sì più massiccia, ma offre sicuramente più fun zioni. Ultimo elemento senza dubbio da non sottovalutare, soprattutto in questi tempi di crisi, è la convenienza, ovvero i costi. La Xbox One viene venduta a 499 euro mentre la Ps4 a 399 euro ovvero ben 100 euro di meno. C’è da dire che questa differenza è dovuta al fatto che nella confezione della Xbox One sono presenti il Kinect, che serve a comandare a voce e a gesti la console mentre la videocamera della Ps4 viene venduta a parte per 60 euro. Per poter giocare online sulle nuove generazioni si dovrà pagare un abbonamento di 60 euro per la Xbox One e 49,99 euro per Ps4 (mentre in passato con Ps3 non era presente e si poteva, quindi, giocare on line gratuitamente). In conclusione la vera differenza è che Microsoft ha pensato a una console per tutta la famiglia (infatti è possibile collegare il decoder per vedere la tv) mentre la Sony ha pensato a una console dedicata esclusivamente ai videogiocatori.

trollati, avranno una riduzione, rispetto alla previsione del 2012, di 300,25 milioni per il 2013 e 476,15 milioni per il 2015. A permettere questi tagli è il Decreto Legge approvato il 31 agosto dal Governo, che consente di rivedere i contratti di servizio. L’approvazione del bilancio stabilirà se passerà o no questa idea di dimezzare il costo dei servizi AMA e ATAC. Con Ignazio Marino che cerca di tenere le redini sfilacciate del Governo Comunale, con l’opposizione che a furia di emendamenti è alla ricerca di un commissariamento, con la lettera della proroga del Prefetto che non arriva e, infine, con l’accusa del con sigl iere Magi, la situazione in Campidoglio non sembra ottimale.

SOCIETA' REGIONALI , DENICOLO':

“ZINGARETTI LA FINISCA CON LE

POLTRONE E SI ASSUMA LE PROPRIE RESPONSABILITA’ “

La capogruppo del M5S Lazio, Silvana Denicolò, ha dichiarato a margine della discussione in aula della proposta di legge sul riordino delle società regionali: “leggo dalle agenzie di stampa che Zingaretti, di concerto con i suoi coreuti, continua ad aggrapparsi alla questione poltrone per delegitti mare l’opposizione. Questa volta lo fa citando cifre che non sono mai state discusse e annunciando un futuro accorpa mento. Forse è arrivato il momento di smetterla con cinguettii e comunicati privi di fondamento ed offen sivi e di venire in aula. Noi non abbiamo poltrone da difendere e non ne vogliamo nessuna, vogliamo solo che la proposta di legge accolga i nostri suggerimenti senza esautorare il consiglio dalla sua fondamentale fun zione di controllo. Non vogliamo che i cittadini debbano pagare i disastri fatti dai politici e dai loro cortigiani, le società in fallimento vanno chiuse, questo è il risparmio. Credo che l’acredine del Presidente Zingaretti sia dovuta al fatto che come al solito ha venduto la pelle dell’orso senza averlo cacciato, non può pensare che il consiglio dia l’approvazione a certe misure, solo perché lui ha già annunciato urbi et orbi. Il riordino delle società regionali è un obiettivo che condividiamo, ma dissentiamo dal metodo e dal comportamento di totale chiusura dimostrato dalla giunta in totale spregio della partecipazione e della trasparenza di cui tanto Zingaretti ha parlato durante la campagna elettorale.” SILVANA DENICOLO’


www.osservatorelaziale.it

L’osservatore laziale

edizione di Martedì 3 Dicembre 2013 - Anno II Numero 191

ALLUMIERE, LADISPOLI E MANZIANA. "BELLI E DEMOCRATICI": SI INTENSIFICANO I DIBATTITI

Giulia Sala ed Emiliano Minnucci domani alle 17.30 ad Allumiere Allumiere, Ladispoli, Manziana - Si intensificano gli incontri in vista delle primarie del Partito Democratico dell’8 dicembre. Ad Allumiere il 3 dicembre alle 17.30 “La rivoluzione della dignità” su iniziativa GIULIA SALA del locale circolo del Partito Democratico. All’incontro intervengono Giulia Sala e Emiliano Minnucci. Sempre domano 3 dicembre a Ladispoli alle 20.30 allo Spazio Aperto, Open Space in via Napoli 23 il Comitato Gianni Cuperlo "Diritti e cittadinanza" Ladispoli invita associazioni, movimenti, comunità, sindacati e singoli cittadini ad una serata aperta “per scrivere insieme il futuro della città e dell'Italia”. Intervengono: Emiliano Minnucci, Marco Pacciotti,

Esmeralda Tyli. Modera l’incontro e il dibattito Silvia Marongiu, portavoce Comitato Gianni Cuperlo "Diritti e Cittadinanza" Ladispoli. L’iniziativa sarà arricchita da intrattenimento musicale e dalla possibilità di degu stare cibo etnico. Nuovo incontro aperto a cittadini, associazioni è in programma, su iniziativa del Comitato Lago di Bracciano per Cuperlo Segretario, per venerdì 6 dicembre a Manziana alle 18 presso la sede del locale Circolo del Partito Democratico “M. Bincoletto” in via Garibaldi 23. Partecipano Luciano Sassi, Giulia Sala, Emiliano Minnucci. Per il collegio che va da Civitavecchia a Fiumicino, fino a Riano e Castelnuovo, passando per il litorale, il lago di Bracciano e i Monti della Tolfa una lista innovativa candidata all’Assemblea Nazionale del Partito Democratico che vede impegnati Giulia Sala (capolista), Clemente Longarini, Vittoria Marini, Armando Fortini, Carmela Teverino.

COLLEFERRO: INAUGURATO IL PALAGHIACCIO IN VIALE EUROPA

Colleferro - Ha aperto ufficialmente, ieri mattina, alle ore 10,30, la pista di pattinaggio sul ghiaccio realizzata dal Comune nel piazzale della piscina comunale in viale Europa. Presenti il Vice Sindaco Giorgio Salvitti e il direttore della Italcementi Alfredo Vitale, sponsor dell’iniziativa, con l’apertura della pista è stato dato il via alle manifestazioni natalizie che si terranno per tutto il periodo fe stivo fino alla Befana. Presenti al taglio del nastro, fra gli altri, l’assessore Vincenzo Necci, il consigliere Giancarlo Ceccarelli e tanti

studenti delle scuole medie ed elementari che, sapendo dell’apertura della pista, hanno deciso di non mancare l’appuntamento, per essere tra i primi ad approfittare della novità. Ringraziando la soc. Italcementi che ogni anno contribuisce alla realizzazione della iniziativa, il Vice Sindaco Giorgio Salvitti ha sottolineato l’importanza di mantenere a Colleferro ad ogni Natale quella struttura di divertimento, quale punto di riferimento per tanti giovani non solo di Colleferro ma di tutto il com prensorio. La pista, come sempre, sarà aperta tutti i giorni, con ingresso libero, dalle ore 10 fino alle 23, con turni di un’ora ciascuno (l’ultimo turno inizia alle ore 22) ed una pausa dalle 13 alle 15. L’affitto dei pattini per ogni ora è di E. 2.50 e, come nel passato, sarà possibile portare i propri pattini, usufruendo di un’ora al giorno di accesso alla pista. La struttura, completamente coperta, dispone di un bar-ristoro, di un angolo giochi e di un gabbiotto guardaroba.

COLLEFERRO, DOMANI LE CELEBRAZIONI PER SANTA BARBARA Colleferro - Mercoledì 4 dicembre, giorno di Santa Barbara, si celebra come ogni anno la Patrona della città. Il Comune ha organizzato, come di consueto, un programma di festeggiamenti che copre tutto l’arco della giornata e prende il via alle ore 9, con l’apertura delle due fiere mercato che si tengono nei pressi di largo Boc caccio e piazza Italia. Alle ore 9,15 si terrà la cerimonia al Sacrario dei caduti sul lavoro, presso la Direzione ex Snia, dove il sindaco Mario Cacciotti deporrà una corona di alloro in ricordo dei caduti del ’38 e, in generale, di tutti i cittadini morti nell’adempimento del loro lavoro. Subito dopo i presenti andranno in visita all’Impianto di Produzione del Lanciatore VEGA e alla Società Simmel Difesa. Alle 10,30, presso l’Avio Bpd Club in via degli Esplosivi, si terrà la premiazione dei vincitori del 46° Premio di Pittura S. Barbara e verrà aperta al pubblico l’interessante Mostra di Modellismo e Collezionismo ospitata nei lo-

cali dell’ex Direzione Snia. Alle 11 il Vescovo della Diocesi, Monsignor Vincenzo Apicella, presiederà la Messa solenne concelebrata dai parroci colleferrini nella chiesa di Santa Barbara, cui partecipano ogni anno le Autorità del territorio. Al termine, come sempre, tutti i cittadini sono invitati alla visita all’adiacente caserma dei Vigili del fuoco. Nel pomeriggio, come da tradizione consolidata, saranno aperti i rifugi cittadini di via Roma con visite guidate dalle ore 15,30 alle 19, mentre alle 16,30, nell’Aula consiliare, l’Amministrazione comunale consegnerà le borse di studio al merito per gli studenti delle scuole superiori di Colleferro e alle 18,30 la Fanfara dei Bersaglieri di Colleferro, in collaborazione con il Colonnello Romani, si esibirà in un concerto nei giardini di Piazza Italia. Al termine, alle ore 19, i cittadini potranno assistere all’immancabile spettacolo di fuochi d’artificio che chiude ogni anno la festa patronale.

ROMA E PROVINCIA

pag. 3

MONTEROTONDO: IN MANETTE PADRE

E FIGLIO DEDITI ALLA CONSERVAZIONE

DI "CARNE ALLO STUPEFACENTE"

I carabinieri di Monterotondo hanno sequestrato 194 Kg. di hashish suddivisi in quasi

2000 panetti, 387 g. di eroina e poco più di 1 Kg. di cocaina.

Monterotondo - I Carabinieri della Aliquota Operativa della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato due persone, padre 59enne e figlio 29enne di Monterotondo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri, nel corso di un normale controllo, hanno ispezionato un rimorchio frigorifero per autotreni, parcheggiato all'interno della loro ditta di autotrasporti della località eretina e nascosti tra scatole di carne ovina già confezionate proveniente dalla Spagna, hanno rinvenuto oltre 194 Kg. di hashish suddivisi in quasi 2000 panetti, 387 g. di eroina e poco più di 1 Kg. di cocaina. Padre e figlio sono stati associati presso la Casa Circondariale "Rebibbia" di Roma, a diposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli.

FRASCATI: LE CASSE DEL COMUNE NON GODONO DI OTTIMA SALUTE di Maurizio Costa

Frascati – Dopo la riunione del Consiglio Comunale e dopo l’approvazione del bilancio previsionale 2013, a Frascati è tutto pronto per affrontare lo sprint delle elezioni comunali, che avverranno nella primavera 2014. Il lato negativo della vicenda è che le casse della “perla dei Castelli Romani” non versano in condizioni otti mali. Quello che fa strabuzzare gli occhi ai frascatani sono i debiti che il Comune, e i cittadini, hanno e dovranno pagare nei prossimi anni. Il primo è un prestito concesso dalla Cassa Depositi e Prestiti al Comune di Frascati per finanziare le imprese del territorio. L’importo, che entrerà nelle casse di Frascati in due rate, tocca la cifra di 15 milioni, sebbene la Giunta ne avesse chiesti addirittura 22 milioni. La Cassa ha già versato la metà della somma a Palazzo Marconi, ma la cosa incredibile è che per estinguere il debito il Comune dovrà pagare 800'000 euro all’anno per 30 anni. Una rata enorme che graverà su tutti i cit tadini. Un altro problema sollevato dal Consigliere Comunale di opposizione, Simone Carboni, è il debito con la ASP di Ciampino, che supera i 500'000 euro. Questa azienda si occupa di fornire il servizio mensa alle scuole di Frascati. Il problema è che nel corso degli anni, i pasti erogati sono aumentati, mentre i soldi che il Comune dava alla ASP no; un altro debito molto oneroso che potrebbe gravare anche sulla nuova Giunta che si insedierà nel 2014. Una situazione molto delicata quella di Frascati; il candidato Sindaco Mirko Fiasco si sente soddisfatto dell’atteggiamento del Centrodestra in Consiglio Comunale e spera di poterlo riunire per vincere le elezioni; queste le sue parole sul sito ufficiale: “Il gruppo consiliare di Forza Italia esce rafforzato dopo la due-giorni di consiglio comunale a Palazzo Marconi. Emerge la compattezza dell'intero centrodestra grazie al buon operato del presidente della commissione Bilan cio Simone Carboni”. Certamente scegliere il nuovo Sindaco è importante, ma prima di tutto il Comune e il primo cittadino dovrebbero portare le casse di Frascati fuori dal rosso ed estinguere tutti i debiti. Verrà scaricato tutto, come sempre, sulle spalle del nuovo Sindaco che verrà eletto in primavera?


pag. 4

www.osservatorelaziale.it

edizione di Martedì 3 Dicembre 2013 - Anno II Numero 191

RIETI E VITERBO L’osservatore laziale

RIETI, TRAFFICO INTERNAZIONALE DI STUPEFACENTI: CATTURATO MASSIMILIANO MASSIMILIANI

L'operazione è stata condotta dalla squadra mobile di Rieti insieme a quella di Frosinone Rieti - La Squadra Mobile della Questura di Rieti, in collaborazione con la Squadra Mobile di Frosinone, durante la decorsa notte ha proceduto alla cattura di Massimiliani Massimiliano, di anni 35, residente a Montopoli in Sabina. Lo stesso era destinatario, unitamente ad altre 23 persone residenti nel Lazio ed in paesi del sud America, di un provvedimento di custodia cautelare in carcere, emesso nei giorni scorsi dal Tribunale di Roma per reati finalizzati al traffico

internazionale di sostanze stupefacenti. La perquisizione domiciliare effettuata da personale di questa Squadra Mobile, ha portato al rinvenimento e sequestro di un quantitativo di sostanza stupefacente, consistente in grammi 100 di marijuna essiccata, oltre 2 Kilogrammi di sostanza liquida ad effetto stupefacente, del tipo “olio di marijuana” e 210 semi si canapa indica.La quantità e la tipologia di sostanza stupefacente sequestrata, rinvenuta nella

disponibilità dell’uomo ha consentito di operare a carico dello stesso anche l’arresto in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio p. e p. dall’art. 73 del DPR 309/90. L’arrestato è stato associato presso la locale casa circondariale “Nuovo Complesso”, a disposizione del Tribunale di Roma per la custodia cautelare in carcere e della Procura della Repubblica di Rieti per l’arresto in flagranza operato dalla Squadra Mobile di Rieti.

RIETI: OGGI AL FLAVIO VESPASIANO LA PREMIAZIONE DEL CONCORSO "STUDENTI IN CORTO"

Rieti - Il Comune di Rieti, su proposta del Consigliere delegato alle Politiche Giovanili, Gabriele Bizzoca, e in collaborazione con l'Associazione Culturale riCREAzione, aveva indetto nei mesi scorsi il Concorso nazionale "Studenti in Corto" riservato ai Laboratori scolastici e agli studenti frequentanti gli Istituti di

istruzione secondaria del territorio nazionale. Al Bando, pubblicato a settembre, hanno risposto moltissime scuole che hanno inviato, tra Corti e Cortissimi, circa 200 prodotti che sono stati selezionati da una Giuria di esperti e poi sottoposti al giudizio di una Giuria popolare composta da 420 studenti

delle Scuole Superiori di Rieti. Oggi martedì 3 dicembre alle ore 17 al Teatro Flavio Vespasiano ci sarà lo spettacolo conclusivo del Concorso. L’ingresso sarà gratuito e nel corso dell’iniziativa saranno proiettati e premiati i cortometraggi vincitori, intervallati da esibizioni di musica, danza e prosa a cura di giovani talenti reatini.

VITERBO, L'ESAME PER SETTE ASPIRANTI ASSISTENTI ARBITRALI: DANILO GIACOMINI E

ROBERTO ORLANDI PROMOSSI NELL’ORGANICO REGIONALE. Viterbo - È giustamente soddisfatto Antonio Leonetti che ha ricevuto l’incarico di addetto alla formazione e sviluppo del ruolo degli assistenti arbitrali. Infatti, il presidente della sezione di Viterbo dell’associazione italiana arbitri Luigi Gasbarri, lo ha voluto a dirigere questo importante settore del sodalizio . “Il corso preparatorio – dice Leonetti – è stato suddiviso in sei lezioni: tre teoriche svolte in sezione studiando il fuorigioco, come fare squadra con l’arbitro

e visionando filmati; tre pratiche che hanno compreso i test atletici e le segnalazioni da effettuare con la bandierina.” Sette gli arbitri di calcio che aspiravano a diventare assistenti arbitrali: Danilo Giacomini, Rita Giada, Patrizio Marziali, Roberto Orlandi, Francesco Raccanello, Marcello Testa e Roberto Tripodi. I sette viterbesi sabato scorso, 30 novembre 2013, sono stati sottoposti alla severa selezione regionale

a Morena (Roma). Hanno affrontato le prove atletiche, i quiz tecnici, e un colloquio finale con Luigi Galliano e Marco Sacco, responsabili del settore assistenti del comitato regionale arbitri del Lazio. Al termine è stata stilata una graduatoria tra tutti i partecipanti, provenienti dalla sezioni arbitri della nostra regione, e ad essere scelti e inseriti ufficialmente nell’organico degli assistenti regionali sono stati Danilo Giacomini e Roberto Orlandi.

TARQUINIA (VT): OLTRE 200 PERSONE PER IL CONCERTO BENEFICO "ASPETTANDO IL NATALE 2013"

Raccolti fondi per iniziative di solidarietà e presentato il progetto per i giovani “Futura Lions”

Tarquinia (VT) - Sala consiliare gremita per il concerto “Aspettando… il Natale 2013”. Oltre 200 persone hanno partecipato alla manifestazione organizzata dal Lions Club di Tarquinia, con il patro-

cinio dell’Amministrazione Comunale. All’evento erano presenti il sindaco Mauro Mazzola, l’assessore alla Pubblica Istruzione Sandro Celli e monsignor Luigi Marrucci, vescovo della diocesi di Civitavecchia

e Tarquinia. Eccellenti le performance del coro “Amici in musica” e l’Ensemble Strumentale “Orchestra Sinfonica Tiberina”, diretti dai maestri David Ciavarella e Sergio La Stella. Da applausi l’esibizione del soprano Yuri Takenaka. «Sono molto soddisfatta. dichiara il direttore artistico, la prof.ssa Roberta Ranucci - Coro, ensemble e soprano hanno dato vita a un concerto emozionante, proponendo alcuni capolavori della musica classica e lirica». Da sottolineare il fine benefico dell’iniziativa, che ha permesso di raccogliere fondi da destinare a iniziative in favore dei bambini affetti da gravi malattie o che vivono in condizioni di disagio. Durante il concerto, il presidente del Lions Club di Tarquinia, Piero Maria Nardi, ha illustrato gli importanti risultati delle attività realizzate nel 2013 dall’associazione e ha presentato il progetto “Futura Lions”, rivolto ai giovani neolaureati: «Vogliamo offrire a ragazzi e ragazze meritevoli la possibilità di svolgere stage di formazione in aziende dei settori tecnologici d’innovazione, manifatturieri e dei servizi. Il Lions Club è ancora una volta in prima fila nel sostenere i giovani. Ringrazio tutte le persone che hanno partecipato ad “Aspettando… il Natale 2013”, dando appuntamento al prossimo anno».


www.osservatorelaziale.it

L’osservatore laziale

edizione di Martedì 3 Dicembre 2013 - Anno II Numero 191

FROSINONE E LATINA

pag. 5

FROSINONE, OPERAZIONE "DROGA A GONFIE VELE": ARRESTATI 19 NARCOTRAFFICANTI

Con gli arresti di ieri la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri hanno inferto un duro colpo al grande businnes

internazionale della droga

Frosinone - Finiscono nella rete della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri 19 narcotrafficanti. La Squadra Mobile di Frosinone, congiuntamente con i ROS dei Carabinieri di Roma, a conclusione di un’indagine durata oltre due anni, hanno eseguito questa mattina diciannove ordinanze di custodia cautelare nei confronti di sedici italiani, due peruviani ed una colombiana, per lo più residenti a Roma e Guidonia, tutti accusati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Le indagini partono da movimenti sospetti di alcuni trafficanti di droga in provincia di Frosinone. Da subito emerge un grosso giro di affari che vede due romani inseriti nel traffico internazionale della cocaina attraverso canali di approvvigionamento su damericano. Un’associazione ben articolata con una precisa ripartizione di compiti finalizzata ad importare ingenti quantitativi di cocaina da destinare ad altrettante organizzazioni criminali dedite allo spaccio. Ingegnosa e creativa nel definire le modalità di “viaggio” della preziosa merce che doveva raggiungere l’Italia superando ogni controllo di Polizia e quindi alla ricerca di sempre nuovi ed insoliti vettori. Tre gli episodi riconducibili all’organizzazione. Uno risalente a gennaio 2012 quando i componenti del gruppo utilizzano finte tavole da surf per il trasporto della cocaina, carico bloccato dalle autorità di Polizia dell’aeroporto di Santiago del Cile, con il re cupero di 22 kg di cocaina. Il maggiore quantitativo di cocaina ben 330 kg è stato invece recuperato a giugno 2012.

Qualche mese prima i capi dell’organizzazione decidono di acquistare in Venezuela un imponente veliero che, con mirati interventi di ristrutturazione, avrebbe consentito di ricavare una stiva per occultare un ingente quantitativo di droga. La nave viene appositamente allestita con una stupefacente cambusa: ben 300 panetti per un totale di 330 kg di cocaina. Il ROS dell’Arma dei Carabineri e la Squadra Mobile, per il tramite della Direzione Centrale Servizi Antidroga, hanno attivato immediatamente i collaterali organi di Polizia internazionale che grazie alle informazioni ricevute individua il veliero nel tratto di mare prospiciente l’isola di Margarita e dopo averlo portato in secco recupera il gigantesco carico di droga nel doppio fondo del l’imbarcazione. Anche il secondo fallimento non scoraggia i malavitosi che dovendo far fronte ad immediate richieste di droga utilizzano un nuovo stratagemma per farla arrivare in Italia. Questa volta i “capi” sfidano anche la più vivace fantasia utilizzando i bottoni rivestiti di poncho (tipico capo di vestiario sud-americano) per nascondere la droga. Il carico di questi capi di abbigliamento parte dal Sud-America ed è destinato ad una cittadina peruviana residente in provincia di Firenze. Il pacco viene intercettato dagli investigatori che recuperano 1,5 kg di cocaina alloggiata nei bottoni degli indumenti. Con gli arresti di ieri la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri hanno inferto un duro colpo al grande businnes internazionale della droga realizzando uno dei più importanti sequestri di cocaina a livello internazionale, dove assume un ruolo di spicco il rapporto di cooperazione ed alleanza che la ‘ndrangheta tesse con organizzazioni sudamericane. Sono proprio le cosche calabresi, infatti, a detenere il primato nel commercio della droga attraverso colleganze con organizzazioni paramilitari operanti nei paesi latino - americani ed ad essere riconosciute come partners preferiti in ragione delle loro peculiari

strutture fortemente incentrate sui rapporti di parentela e di comparaggio che le rendono meno vulnerabili ad eventuali delazioni o pentimenti e quindi più affidabili. L’indagine ha visto coinvolti complessivamente 24 in dagati. Per la cattura dei pericolosi narcotrafficanti hanno avuto un ruolo determinante anche il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Frosinone e Roma, nonché la Squadra Mobile di Roma. La dichiarazione in una nota congiunta di Daniela Bianchi e Baldassare Favara di Per il Lazio: “Una nuova operazione anti-droga della Squadra Mobile di Frosinone e dei Ros dei Carabinieri ha portato alla luce un’organizzazione criminale vasta e ben radicata che usava la provincia di Frosinone per traffici internazionali di stupefacenti. Un episodio che deve far riflettere cittadini e politica, per prendere atto che il frusinate sta diventato una terra di conquista per la malavita. Dobbiamo riprendete il controllo del territorio non solo con decisive azioni di polizia, ma anche con una rinnovata rappresentatività. Per farlo, la Regione sta attivando diverse azioni in merito, a partire dall’osservatorio Regionale per la si curezza e la legalità. Un organo composto dalle forze di polizia, sindacali, rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale e dall’associazione Libera che avrà come sua prima azione quella di individuare le zone maggiormente esposte a fenomeni di criminalità. Tra queste, non potrà mancare il frusinate, diviso tra le organizzazioni delinquenziali di Roma e Napoli e per il quale occorre avviare un piano di contrasto alla criminalità, base di una riscossa civile di cui la Regione sarà protagonista. La criminalità non conosce regole, se non quelle legate alla logica del profitto a tutti i costi, e le tentazioni che queste organizzazioni diffondono sono un veleno che negli anni può indebolire le difese di molti, soprattutto dei più giovani. Il nostro compito sarà quello di rafforzare queste barriere, di difendere ragazze e ragazzi con politiche di legalità a cui legare provvedimenti che creino lavoro e opportunità. Con le armi dell’autorevolezza e sostenuti dai cittadini, troveremo la forza di cambiare ed impedire che la malavita continui a fare affari nel nostro territorio. Voglio complimentarmi con la Squadra mobile di Frosinone e i Ros dei Carabinieri di Frosinone e la Procura Distrettuale Antimafia di Roma per l’operazione conclusa, portata avanti con dedizione e professionalità encomiabili”.

CORI (LT), L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ADERISCE A “PENDOLARIA 2013” Cori (LT) - L’Amministrazione comunale di Cori, in collaborazione col Circolo Legambiente «Cora Viri dis», ha aderito a Pendolaria 2013. La campagna nazionale di Legambiente dedicata al trasporto ferroviario pendolare, alla mobilità sostenibile e ai diritti di chi ogni giorno si sposta in treno, tra mille disagi e in condizioni sempre più incerte, quest’anno ha chiamato in causa anche le Ammini strazioni comunali d’Italia. Ad esse Legambiente ha presentato il Manifesto per i Pendolari «Siamo tutti sullo stesso Treno», chiedendo loro di impegnarsi a riorganizzare la mobilità all’interno della propria città, dando centralità ai nodi ferroviari e facendo dell’intermodalità uno degli

ingredienti principali non solo per garantire il diritto alla mobilità e una migliore qualità di vita dei cittadini, ma anche per dare il proprio contributo contro la congestione e l’inquinamento. Stamattina il Sindaco Tommaso Conti è salito sul treno regionale Napoli – Roma, una delle tratte fer roviarie italiane maggiormente sofferenti. Dalla stazione di Cisterna si è unito al Vice presidente nazionale Legambiente Edoardo Zanchini a agli altri Sindaci della Provincia di Latina per partecipare all’importante iniziativa che vuole dare visibilità ai pendolari e forza a una battaglia di civiltà per avere treni nuovi, più numerosi e puntuali, carrozze pulite e non sovraffollate, servizi migliori nelle stazioni,

maggiori informazioni ai viaggiatori, collegamenti e tariffe che migliorino gli spostamenti quotidiani ri ducendo il bisogno del mezzo privato. Alla stazione di Roma Termini, il primo cittadino corese, accompagnato dal Circolo Legambiente «Cora Viridis», ha sottoscritto il Manifesto presentato da Legambiente per manifestare a Governo e Regione l’urgenza di investire in maniera prioritaria sul trasporto ferroviario pendolare, a partire dalle linee con maggiori criticità, come la Napoli – Roma. E’ stato chiesto alle due istituzioni competenti di aumentare e dare certezza alle risorse per rispondere in maniera appropriata a una crescente richiesta di mobilità.

3 dicembre 2013  

L'OSSERVATORE LAZIALE - QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE - WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you