Issuu on Google+

L ’ osservatore laziale QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Venerdì 30 Agosto 2013

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Anno II Numero 110

LEGALITA’ E TRATTATIVA STATO-MAFIA: DOMANI IL DIBATTITO CON ANTONIO INGROIA a pagina 2 PIO LA TORRE

PIU’ POTERI ALL’INPS LAZIO INVALIDITA’ CIVILE

L’accordo Regione/Inps potrebbe essere operativo già da ottobre

L’editoriale

La Regione Lazio vuole affidare all’Inps le funzioni relative all’accertamento dei requisiti sanitari per il riconoscimento dell’invalidità civile, della cecità civile, della sordità, dell’handicap e della disabilità. Tramite la stipula di una specifica convenzione tra Regione Lazio e Inps sarà possibile affidare all’istituto le funzioni di controllo delle richieste per l’invalidità civile. L’accordo, che potrebbe essere già attivo dalla metà di ottobre, prevede la sottoscrizione di un protocollo d’intesa, già sperimentato in altre regioni italiane, che rientra nell’ambito della spending review applicata dalla Giunta Zingaretti sin dal suo insediamento. Nel 2012 in totale le domande e le richieste di prestazioni sono state 125.153 e nei primi sei mesi di quest’anno le richieste sono già arrivate a oltre 70mila. La vecchia procedura prevedeva dei costi piuttosto elevati. Con l’assunzione da parte dell’Inps della gestione delle migliaia di pratiche che ogni anno vengono presentate nel Lazio si avrà un risparmio di 6.160.000 euro. Attualmente il lavoro viene svolto nelle ore di straordinario dai medici delle Asl. “La Sanità del Lazio – ha detto il presidente Nicola Zingaretti - deve poggiare su due pilastri fondamentali: la garanzia del diritto alla salute e una diminuzione delle spese che fino ad ora hanno gravato in modo eccessivo sulle casse regionali. Una strada che si deve percorrere continuando a garantire la qualità delle prestazioni offerte nelle tante eccellenze che la nostra Regione offre e contemporaneamente tagliando i troppi sprechi”.

L'IMPRENDITORE DEUS EX MACHINA

di Alberto De Marchis

D eus ex machina. Ha ideato tutto,

ha messo da parte bei gruzzoli grazie ad un “meccanismo illecito” col sistema del giro dei diritti televisivi “a distanza di anni continuava a produrre effetti (illeciti) di riduzione fiscale per le aziende a lui facenti capo in vario modo”, ha portato tutto all’estero intestando a società e fidu ciarie riconducibili proprio a lui. È stata depositata la sentenza della Cassazione sul processo Mediaset con le motivazioni per cui i giudici della Suprema corte hanno confermato la condanna per Silvio Berlu sconi. In poche parole Berlusconi è stato condannato per aver fatto l’imprenditore inteso a modo suo ed è stato giudicato da imprenditore e non da politico. Eppure in vent’anni di cose da dire ce ne sarebbero state ma lo scivolone, fato ha voluto, è accaduto proprio sui diritti televisivi. Così il Cav si rinforza. Non cade assolutamente ma si rinforza. Insomma è vittima. Esce fuori vittima. C’è chi nella vita è molto bravo a rimanere a galla e queste persone hanno spesso e volentieri un egoismo smisurato e una capacità di incantare le persone fuori misura. Hanno bisogno del consenso altrui per puro opportunismo e più assumono questa condotta e più sono amati.

AGRICOLTURA, SONIA RICCI: “ABOLIZIONE IMU IMPORTANTE SEGNALE PER SETTORE”

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Roma - “L'abolizione dell'Imu sui terreni agricoli e i manufatti ad uso agricolo è un importante segnale per un settore che può e deve rappresentare un volano per la nostra economia. Solo nel Lazio, le aziende agricole sono circa 98mila e certamente il venir meno di una tassa onerosa permetterà agli imprenditori di poter investire le risorse risparmiate nelle proprie attività. Un segno di speranza che incoraggia le imprese, una boccata di ossigeno utile a superare la crisi economica, riconoscendo anche l’importanza strategica di un settore indispensabile per la ripresa di tutto il Paese”. Lo dichiara in una nota l’assessore regionale alle Politiche dell’Agricol tura, Caccia e Pesca, Sonia Ricci.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

www.osservatorelaziale.it

PRIMO PIANO

RIFIUTI, ESTELLA MARINO: “GUARDIAMO ANCHE OLTRE

L’EMERGENZA, MARTEDÍ TAVOLO TECNICO SU COMPOSTAGGIO” «In attesa che il Commissario Sottile ci relazioni sulle questioni legate alla Falcognana e di conoscere gli esiti dell’invito e del bando AMA che ci permetteranno di chiudere Malagrotta il 30 settembre, continua il lavoro per uscire dall’emergenza e trovare soluzioni strutturali. Su mia richiesta Martedì si riunirà il tavolo tecnico, presieduto da Sottile, per discutere di compostaggio e della carenza di impianti per Roma, anche in virtù dell’aumento del materiale conferito con

l’aumento della differenziata. Anche per questo, oggi, - ieri per chi legge - sono stata a visitare l’impianto di Maccarese, attualmente in manutenzione e utilizzato come centro di smistamento per quanto raccolto in città. L’impianto riprenderà la sua piena attività entro l’anno, come assicurato dai tecnici AMA che ci hanno accompa gnato nel sopralluogo». Così Estella Marino, Assessore all’Ambiente, Agroalimentare e rifiuti di Roma Capitale, dopo la visita all’im

RADICALI: CHIUSURA CURVA SUD STADIO

OLIMPICO PUNISCE IN MODO INDISCRIMINATO TIFOSI

Prefetto intervenga per trovare soluzione e prevenire problemi ordine pubblico

Dichiarazione di Riccardo Magi, consigliere Radicale Roma Capitale, e Rocco Berardo, ex consigliere Radicale alla Regione Lazio

Domenica alle ore 18 allo stadio Olimpico si giocherà Roma Verona, prima partita di campionato in casa per la Roma. Ma quella che dovrebbe essere una festa per i tifosi rischia di diventare un pro blema di ordine pubblico. Infatti circa diecimila persone abbonate in curva sud non potranno accedere nel loro settore, nonostante a loro non sia fatto alcun divieto personale di accesso e siano altresì muniti di un titolo di ingresso come l’abbonamento. Questo paradosso ci sarà a causa della sanzione del Giudice sportivo che, a seguito di cori razzisti, obbliga la As Roma a disputare la gara con "il settore dello stadio denominato 'curva sud' privo di spet tatori". La sanzione del giudice sportivo, però, non può che essere inflitta alla società, e non alle persone. Ma, invece di consentire la ricollocazione degli spettatori in altri set-

tori dello stadio, come quando si gioca il derby, l'As Roma non ha inteso riorganizzare ancora la presenza di queste persone, nonostante abbiano già pagato per assistere all'evento sportivo. Non solo, gli stessi abbonati che una volta allo stadio volessero acquistare un altro biglietto, non saranno messe in condizione di poterlo fare per ragioni tecnicoburocratiche legate al funzionamento di emissione dei biglietti. Ma c'è di più: al momento la società non ha pubblicato sul proprio sito alcuna comunicazione ufficiale rivolta agli interessati. Insomma sembra che la Giustizia in Italia la facciano i Giudici sportivi e la applichino le società sui cittadini, con una sorta di Daspo atipico, generalizzato e imperso nale, quindi antigiuridico. Ci auguriamo che il prefetto possa intervenire immediatamente d'intesa con l'As Roma per garantire possibili via d'uscita a questa vicenda anche per prevenire ogni possibile problema di ordine pub blico.

pianto di compostaggio di AMA a Maccarese. «All’impianto arriva la frazione umida raccolta con il porta a porta e dai mercati oltre che i residui di potature e sfalci e osservando quanto conferito – continua l’Assessore – si capisce quanto ancora occorra investire sulla formazione dei cittadini per arrivare ad avere una buona qualità del materiale differenziato. Solo così, ed è una conseguenza logica, potremo davvero ridurre il quantitativo di scarto da destinare alle discariche e valorizzare anche il prodotto del trattamento – Conclude Estella Marino - , come nel Compost di qualità prodotto a Maccarese e utilizzato per l’agri coltura e il verde».

LEGALITA’ E TRATTATIVA STATOMAFIA: DOMANI IL DIBATTITO CON ANTONIO INGROIA Interverranno anche Franco La Torre, figlio di Pio La Torre,

politico italiano ucciso il 30 Aprile 1982 per mano mafiosa, e

Silvia Barbieri, coordinatrice del presidio castellano di Libera.

Nell'ambito della Festa dell'Unità di Albano, Libera Castelli Romani, presidio territoriale di “LIBERA. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, su invito dei Giovani Democratici, parteciperà all'incontro con Antonio Ingroia ad Albano sabato 31 Agosto; il dibattito verterà su legalità e trattativa Stato-mafia. Interverranno anche Franco La Torre, figlio di Pio La Torre, politico italiano ucciso il 30 Aprile 1982 per mano mafiosa, e Silvia Barbieri, coordinatrice del presidio castellano di Libera. L'appuntamento è alle 18:30 a Villa Ferrajoli presso l'anfiteatro del Museo Civico. Nel corso della serata i volontari del presidio dei Castelli Romani saranno presenti con il

proprio banchetto a disposizione dei cittadini per informarli circa l’importante attività che Libera Castelli Romani svolge sul territorio. Ci sarà inoltre la possibilità di acquistare i gadget dell’associazione e i prodotti di Libera Terra, dalle cooperative che lavorano sui beni e con gli impianti confiscati alle mafie. Il banchetto sarà presente alla Festa dell'Unità di Albano anche il 3, il 5 e il 6 Settembre, dal tardo pomeriggio a sera. Nelle serate dal 6 all'8 Settembre poi il presidio sarà anche a Lanuvio nell'ambito della sesta edizione della manifestazione "Castelli in Africa" presso Villa Sforza Cesarini.

PIO LA TORRE

SANITA’: ASSOTUTELA, URGE ADEGUAMENTO NOMENCLATORE PRESIDI DISABILI “Due mesi fa ci siamo detti fiduciosi che la commissione per la Tutela e la promozione dei diritti umani al Senato avesse provveduto ad adeguare e aggiornare il nomenclatore tariffario sugli ausili e presidi sanitari destinati ai disabili gravi per migliorare loro la qualità quotidiana della vita. Stiamo parlando di protesi destinate ad agevolare e sostenere i processi di autonomia delle persone disabili, attraverso mezzi tecnici capaci di incrementare le possibilità di comunicazione, movimento, lettura e scrittura. Ma a oggi ancora non si ha nemmeno notizia che suddetta commissione abbia avviato un percorso di studio per l’aggiornamento di tale nomenclatore”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela, Michel Emi Ma ritato. “E’ ormai indifferibile prodigarsi per adeguare l’elenco dei presidi in quanto, quello a oggi in vigore, è uno stru-

mento totalmente obsoleto anche perché prevede una hanno a disposizione l’elenco di quelle che sono oggistrumentazione non più utilizzabile se non addirittura giorno le nuove necessità e le nuove tecnologie e, farne non più in vendita e soprattutto, non comprende in- tesoro”. vece quelle tecnologie sofisticate che le aziende offrono per alleviare tanta sofferenza. Tantomeno quelle elettroniche e interattive che invece – aggiunge Maritato – negli altri Paesi d’Europa vengono utilizzate da anni in convenzione con gli stessi centri di educazione motoria.” “L’avevamo annunciato due mesi fa e ora ci stiamo attivando per concretizzarlo: daremo il via a una raccolta di firme da presentare nelle sedi opportune allo scopo di adeguare il nomenclatore rapidamente e abrogare quello obsoleto. Anche perché se il governo in carica e le commissioni preposte volessero davvero accorciare i tempi basterebbe – conclude Maritato – convocare le associazioni di disabili e familiari dei disabili che, già

MICHEL EMI MARITATO


www.osservatorelaziale.it

ROMA E PROVINCIA

pag. 3

ARICCIA, TARES CARTELLE PAZZE: ERRORI E CALCOLI SBAGLIATI Il primo cittadino Emilio Cianfanelli: "Abbiamo ben chiara la situazione e i cittadini possono essere certi che

l’Amministrazione vigilerà attentamente su ogni operazione e troveremo tutti i correttivi per dare una risposta

utile alla comunità ariccina”.

Ariccia (RM) - In una fase di grande incertezza normativa che grava sugli Enti locali e che vede rincorrersi Disegni di legge del Governo che non danno un chiaro indirizzo alle amministrazioni locali, anche Ariccia è incorsa in un errore materiale nell’invio delle cartelle Tares all’utenza. “In base a quanto stabilito dal Governo – afferma con decisione il Sindaco Emilio Cianfanelli - il comune di Ariccia è passato dalla Tia alla Tares. Il passaggio, in questa situazione di caos totale, non è stato purtroppo indolore neanche per Ariccia. La Giunta pertanto ha preso prontamente in mano la situazione per risolvere e tutelare i cittadini che in questi giorni stanno patendo forti disagi. Tali disagi si sono venuti a creare a causa di errori nei ruoli inviati all’utenza e per questo ab-

biamo prontamente revocato le ferie agli uffici per ovviare a questi disguidi ed oggi ho prontamente convocato insieme all’assessore all’Ambiente Fabrizio Profico il dirigente dell’area Finanziaria, l’Ufficio Tributi, Ambiente spa e le società di software housing riunione dalla quale sono emersi errori e calcoli sbagliati che hanno comportato, appunto, l’emissione da parte dell’Ufficio Tributi di ruoli errati. Il vero problema è che da questi errori deriva un rallentamento delle entrate per il Comune, quindi un danno finanziario all’Ente causato da una cattiva interpretazione della Tares. L’errore commesso è indubbiamente quello di aver emesso ruoli non adeguatamente controllati. Al dirigente è stato quindi dato mandato di ricostruire,

CERVETERI, ATTO GRAVISSIMO: DANNEGGIATI I MEZZI PER LA RACCOLTA RIFIUTI

Cerveteri (RM) - “Un gesto inqualificabile che danneggia tutti i cittadini di Cerveteri”. Così il Sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, commentando i fatti gravissimi ac caduti questa notte. “Quando questa mattina all’alba il personale della Tekneko, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti urbani nel Comune di Cerveteri, sono arrivati al deposito dove sono custoditi gli automezzi per cominciare il servizio quotidiano, si sono trovati di fronte ad uno spettacolo agghiacciante. Tutti gli automezzi erano stati danneggiati per rubare il gasolio contenuto nei serbatoi, rendendo completamente impossibile l’avvio del servizio”. “Ci domandiamo – ha proseguito il Sindaco di Cerveteri – se questi criminali si rendano conto dell’enorme disagio che hanno causato ai 40mila residenti del nostro Comune, ritardando di diverse ore il passaggio

dei mezzi”. Sull’argomento è intervenuto anche l’Assessore all’Organizzazione e Tutela del Territorio, Andrea Mundula. “Non ci sono parole – ha detto l’Assessore Mundula – i serbatoi di tutti gli automezzi in forze alla Tekneko sono stati lasciati a secco, causando danni più o meno gravi alle parti meccaniche. Stiamo parlando di 5 camion compattatori, 3 macchine spazzatrici e 3 furgoni che sarebbero dovuti essere all’opera già dalle prime ore della mattina. Le Forze dell’Ordine sono prontamente intervenute per svolgere le dovute indagini. Siamo comunque riusciti a garantire puntualmente il servizio di raccolta differenziata “porta a porta” e per questo vorrei ringraziare il personale Tekneko che si è attivato con solerzia anche per ripristinare, dove possibile, il corretto funzionamento dei mezzi che sono appena possibile”.

GENZANO, POSTAZIONE ARES 118: AL VIA IL

RIFACIMENTO DEL MURO FRANATO Genzano (RM) - Sarà ripristinato nel corso della prossima settimana il muro di contenimento all’ingresso della postazione Ares 118 di Genzano di Roma, franato nel corso del nubifragio di domenica 25 agosto. Il Sindaco Flavio Gabbarini, informato dell’accaduto, al rientro dalla pausa estiva lunedì 26 agosto si è infatti messo subito in contatto con la Asl RmH e con l’Ares 118 per chiedere un intervento tempestivo al fine di eliminare qualsiasi potenziale pericolo per l’incolumità pubblica, emettendo apposita ordinanza per la messa in sicurezza del sito e il rifacimento del muro. In ottemperanza all’ordinanza, l’Ares 118 ha dunque informato l’Amministrazione comunale che a partire dal 2 settembre saranno condotti i lavori e lo sgombero dei detriti accumulati sul bordo stradale, opere che termineranno nei cinque giorni successivi senza ingombro per la viabilità pubblica. “Sono stati diversi i danni cau-

sati dal forte nubifragio che ha interessato il nostro territorio nella prima mattina di domenica 25 agosto – ha dichiarato il Sindaco Flavio Gabbarini –; numerosi sono stati gli interventi del personale di Polizia Locale, della Protezione civile di Genzano e degli operai comunali che da subito, anche in collaborazione con i Vigili del Fuoco, si sono messi a lavoro per limitare i disagi e mettere in sicurezza i siti maggiormente colpiti”. Nel giro poche ore, infatti, la situazione è pressoché tornata alla normalità, mentre lunedì mattina, a seguito di un sopralluogo del Sindaco con il personale dell’ufficio tecnico comunale, si è intervenuto su alcuni tratti di strada particolarmente danneggiati dall’abbondante pioggia. “A breve – ha concluso il primo cittadino – verrà effettuato anche il rifacimento del manto stradale di via Achille Grandi, per il quale abbiamo già espletato tutte le procedure di gara”.

con i dati delle bollette Tia forniti da Ambiente, le esatte utenze ed importi e di onorare il pagamento delle fatture ad Ambiente tenendo però conto dei notevoli ritardi derivati dal disservizio che ha comportato un rallentamento nel reperimento delle somme neces sarie. Ambiente spa ha maturato crediti per 2,4 milioni di € a fronte di 500mila € attualmente presenti in cassa dalla riscossione Tares. Il tutto a fronte di un Piano finanziario per il servizio di raccolta dei rifiuti ed igiene urbana di 3,6 milioni di €. Abbiamo ben chiara la situazione e i cittadini possono essere certi che l’Amministrazione vigilerà attentamente su ogni operazione e troveremo tutti i correttivi per dare una risposta utile alla comunità ariccina”.

VALMONTONE: MUSICA, CULTURA E STORIA. VENERDI' E SABATO A PALAZZO DORIA PAMPHILJ Alla presentazione, moderata dal vicesindaco di Valmontone Eleonora Mattia, parteciperanno l’autore del libro Dario Petti e il Sindaco di Sezze Andrea Campoli.

Valmontone (RM) - L’ultimo venerdì di agosto è dedicato alla cultura. A partire dalle 18.00 di domani pomeriggio Palazzo Doria Pamphilj ospiterà una serie di eventi, organizzati dall’Amministrazione comunale, all’insegna della musica, della cultura e della storia. Le manifestazioni saranno aperte, alle ore 18.00, dalla presentazione del libro La Palude Rossa, dedicato alla storia del primo sindaco socialista di Sezze, il prof. Temistocle Velletri, eletto nel 1921. Docente di latino e greco nel locale ginnasio, Velletri fu l’iniziatore della tradizione politica di sinistra del comune setino e pioniere del socialismo nella terra pon tina e lepina. Alla presentazione, moderata dal vicesindaco di Valmontone Eleonora Mattia, parteciperanno l’autore del libro Dario Petti e il Sindaco di Sezze Andrea Campoli. ”La Palude Rossa” - ha detto il vice Sindaco di Valmontone Eleonora Mattia – racconta una vicenda politica ma anche una storia d'amore tra un professor Velletri e la maestra Clementina Caligaris, entrambi socialisti in un periodo storico dove, ormai, stava facendo la sua comparsa il fascismo. All’inizio del ‘900 Temistocle Velletri intraprese una lotta coraggiosa per l’emancipazione dei contadini. Una straordinaria testimonianza di impegno civile contro ogni forma di autoritarismo, che abbiamo deciso di presentare anche a Valmontone, perché le cronache di quanto accadeva nella pianura pontina furono spesso narrate dalla giornale “La Difesa del Contadino” fondato nella nostra città da Giuseppe Ballarati». A seguire, nella corte di Palazzo Doria Pamphilj, i concerti organizzati nell’ambito della Rassegna BalDoria. La kermesse, con la direzione artistica di Massimiliano Mattia, fino al 7 settembre propone gratuitamente, con cadenza settimanale, musica di band emergenti e concerti jazz. Per gli appassionati di arte, inoltre, la possibilità di visitare Palazzo Doria Pamphilj con lo splendido ciclo di affreschi del piano nobile. Alle ore 21.00 è previsto il concerto degli Elec-

tric Superfuzz. Nati nel 2011, gli Electric Superfuzz pubblicano il loro primo album, How To Forget, nel dicembre 2012. Lo scorso febbraio il video del loro brano Silver Yeah è in esclusiva su XL di Repubblica. A seguire, l’esibizione del duo Parafusions, nato dal fortunato incontro tra due grandi musicisti Davide Papaleo (chitarra e voce) e Andy Vazul (harmonica, flauto e voce). I Parafusions sono una fusione di generi senza confini, dal blues al jazz, dai ritmi balcanici alle melodie flamenche, dalle scale arabiche al genere manouche di Django. Sabato 31 agosto, sempre alle 21.00, BalDoria proporrà l’esibizione del gruppo Alice Claire Ranieri Quartet. Formatosi nel 2005 dall'incontro della cantante anglo-italiana Alice Claire, con una sezione ritmica jazz di provata esperienza, il gruppo presenta un repertorio tradizionale in un'ottica modern mainstream rivitalizzandolo con l'introduzione di un solista che possiede non soltanto il controllo sugli stili moderni di canto jazz, ma anche il colore di un'esposizione vocale soul e R&B.

ALICE CLAIRE


pag. 4

www.osservatorelaziale.it

RIETI E VITERBO

VITERBO: IL COMUNE ELARGISCE 500 SEDIE PER LA FESTA DI SANTA ROSA... A 15 EURO L'UNA

A disposizione dei cittadini 500 sedie da posizionare lungo il percorso del trasporto

della Macchina di Santa Rosa..... a pagamento.

le 70 sedie da posizionare in piazza San Sisto, per le 20 sedie da posizionare in via Tommaso Carletti e per le 180 in piazza Fontana Grande; piazza del Plebiscito (n. civico 6) per le 100 sedie da posizionare nella stessa piazza del Plebiscito e 50 in piazza delle Erbe; piazza Verdi (Teatro Unione) per le 80 sedie da posizionare nella stessa piazza (Verdi) • La riconsegna delle sedie dovrà avvenire non appena sfilata la Macchina nel tratto del percorso interessato, presso lo stesso punto del ritiro. • Non verranno consegnate più di n. 2 sedie a persona.

• Al momento della riconsegna della sedia, previo

accertamento del corretto stato di conservazione della stessa ed esibizione della ricevuta di pagamento, verrà restituito il deposito cauzionale. • Il deposito cauzionale non verrà restituito in

caso di mancata consegna della sedia o grave deterioramento della stessa.

Viterbo - La distribuzione avverrà dalle 8:30 del tre settembre. Anche quest'anno l'amministrazione comunale porrà a disposizione dei cittadini n. 500 sedie da posizionare lungo il percorso del trasporto della Macchina di Santa Rosa. L’amministrazione comunica, pertanto, le disposizioni cui attenersi per poter usufruire del servizio: • versamento di un deposito cauzionale di € 15,00 a sedia da effettuare esclusivamente presso l'ex Tribunale Corte d'Assise – Piazza Fontana Grande. Il servizio verrà attivato dalle ore 08,30 del giorno 03/09/2013 fino ad esaurimento sedie. • Una volta effettuato il versamento le sedie potranno essere ritirate presso le seguenti postazioni: ex Tribunale – Corte d'Assise (piazza Fontana Grande) per

• Le sedie dovranno essere collocate esclusiva-

mente nelle vie o piazze individuate dall'amministrazione comunale e ne sarà comunque vietato il posizionamento su

passaggi pedonali, zone di transito fino al momento della chiusura al traffico del centro storico, vie di fuga, passaggi autorizzati per i mezzi di soccorso e zone cui le Forze dell'Ordine

le

riterranno,

a

qualsiasi

ricolose. In tali casi le sedie verranno rimosse.

titolo,

pe

• E' proibito collocare qualsiasi altro tipo di sedia che non

sia quella distribuita dall'amministrazione comunale. • Il personale della Polizia Locale è incaricato di far rispet-

tare quanto previsto dall'apposito Avviso Pubblico e di rimuovere quanto di estraneo alle sedie comunali.

RIETI: IL COMANDANTE GENERALE DELL’ARMA

DEI CARABINIERI VISITA IL COMANDO PROVINCIALE DI RIETI E I REPARTI DIPENDENTI

Il Comandante Generale dell'Arma ha ribadito al personale intervenuto la propria soddisfazione per i livelli di efficienza espressi dal Reparto e per i risultati conseguiti.

Rieti - Nella mattinata di giovedì 29 agosto, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Leonardo Gallitelli si è recato a nella Provincia di Rieti in visita a tre Stazioni ed un Comando di Compagnia. Il Generale Gallitelli ha visitato le Stazioni Carabinieri di Passo Corese, Poggio Moiano e Fiamignano ove è stato ricevuto dai Comandanti di Compagnia e delle Stazioni interes

sate. Il Comandante Generale ha quindi incontrato il personale in servizio presso i Reparti visitati, unitamente ai delegati degli organi di rappresentanza ed a quelli delle locali Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, esprimendo loro il proprio apprezzamento per il quotidiano impegno profuso nel contrasto ad una criminalità comune ed organizzata particolarmente aggressiva, in condizioni am bientali talora difficili. Il Generale Gallitelli ha sottolineato, in particolare, il lavoro svolto dalle Stazioni Carabinieri, simbolo dello Stato e della legalità in contesti spesso socialmente complessi e ad alta densità criminale. Il Comandante Generale, accompagnato dal Comandante Provinciale di Rieti Colonnello Gianni Massimo Cuneo, si è poi recato a Cittaducale, ove ha visitato la locale Compagnia. Qui il Generale Gallitelli, dopo esser stato ricevuto da quel Comandante, Cap. Gubbiotti Fabrizio, ha ribadito al personale intervenuto la propria soddisfazione per i livelli di efficienza espressi dal Reparto e per i risultati conseguiti.

VITERBO, PULIAMO

"INIZIATIVA

VITERBO":

OCCHIO AI DIVIETI!

Viterbo - In occasione dell'iniziativa Puliamo Viterbo, in programma sabato 31 agosto in alcune zone della città, il Comando di Polizia Locale ha emanato l'ordinanza (n. 254) con alcuni provvedimenti inerenti il traffico e la sosta veicolare. Queste le principali disposizioni: divieto di sosta con rimozione dalle 7,30 alle 12,30 in via Garibaldi, piazza Fontana Grande, via Cavour, piazza della Morte, via Cardinal La Fontaine, via Santa Rosa, largo Facchini di Santa Rosa, piazza Verdi, piazza Don Mario Gargiuli, piazza Santa Maria Nuova, via e largo C. Cattaneo, via S. Pellico, via Rossini e via delle Fortezze; possibile l'interdizione della circolazione veicolare dalle 8 alle 12,30 nelle vie interessate dall'iniziativa e per il tempo strettamente necessario alle esigenze di volta in volta rilevate.

RIETI: IL COMUNE REPLICA ALLE AFFERMAZIONI DEL

CONSIGLIERE SONIA CASCIOLI

Rieti - Il Sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, ha visitato ieri mattina gli scavi archeologici in corso (fino al 31 agosto) nella necropoli di Campo Reatino dove si sta ultimando la terza campagna di stu dio. A illustrare i brillanti risultati raggiunti quest'anno è stato l'archeologo Carlo Virili che ha mostrato al Sindaco le tombe scoperte nelle scorse settimane. Si tratta di sepolture a cappuccina, simili a quelle venute alla luce durante le passate campagne, risalenti al III, al V e al VI secolo d.C., oltre i resti di alcune ceramiche del I e del II secolo d.C.. Nella necropoli erano a lavoro molti studenti provenienti da varie università, tra i quali anche due giovani reatini. Grande interesse, nei confronti dell'attività di scavo in corso a Campo Reatino, anche da parte della cittadinanza che nelle scorse settimane ha partecipato alle visite guidate, che insieme alla campagna termineranno sabato 31 agosto (appunta mento alle ore 9). Le precedenti campagne di ricerca compiute negli stessi luoghi hanno messo in luce un'importate necropoli a incinerazione risalente al 1000 a.C., periodo in cui inizia il processo di formazione dell'etnos sabino. Lo scavo di Campo Reatino - promosso dall'Assessorato alle Culture e dal Museo Civico di Rieti e diretto dal Dipartimento di Scienze dell'Antichità de La Sapienza è il primo effettuato a Rieti in maniera scientifica e sistematica per indagare sulle origini dei sabini.


www.osservatorelaziale.it

FROSINONE E LATINA

GAETA (LT): VANDALI DANNEGGIANO LA

SCUOLA

Mitrano: "La Scuola aprirà a settembre, con l’inizio dell’anno scolastico". Ang. Car. Gaeta (LT) - Brutto risveglio per la città di Gaeta giovedì 29 agosto: la Scuola Mazzini del quartiere storico di S. Erasmo è stata oggetto di un atto barbarico che danneggia l’intera comunità cittadina. Nel corso della notte alcuni vandali si sono introdotti nel plesso scolastico, e raggiunto il secondo piano hanno svitato il tubo della doccetta installata nel bagno riservato ai disabili, e aperto i rubinetti. L’allagamento con circa 30 cm di acqua è stato inevitabile. L’intento dei malintenzionati per l’Amministrazione comunale è chiaro: causare danni in grado di impedire o, quantomeno ritardare, l’apertura della Scuola Mazzini, interessata negli ultimi mesi, da importanti lavori di ristrutturazione ed adeguamento normativo, avviati dall’attuale governo cittadino guidato dal Sindaco Mitrano. Lavori finalizzati a restituire a Gaeta e al quartiere storico di S. Erasmo una scuola completamente rinnovata, confortevole, a misura di bambino e pronta a recepire i più innovativi sistemi didattici, la cui struttura sarà dotata di elevati livelli di sicurezza e pienamente ecosostenibile. Un intervento in corso e ormai alle battute conclusive, secondo un crono programma pienamente rispettato, in grado di far aprire i battenti dell’Istituto per l’inizio del nuovo anno scolastico 2013 – 2014. “Rispetteremo ad ogni costo questa data – afferma il Sindaco Mitrano in modo perentorio - ce la metteremo tutta per ripristinare le condizioni ottimali della struttura e garantire così ai nostri piccoli allievi l’avvio della scuola per settembre. Sicuramente nelle intenzioni dei vandali c’era ben altro. Forse la volontà di mandare a monte una rilevante iniziativa della nostra Amministrazione che mi sta particolarmente a cuore. L’atto vandalico non ci intimidisce né ci fermerà, questo sia ben chiaro a tutti. Soprattutto agli ideatori e agli autori del vandalismo, e a coloro che creando e fomentando un clima di odio, favoriscono il verificarsi di simili barbarie. Mi riferisco in particolar modo ad una parte dell’opposizione politica che, già durante la campagna elettorale e poi dal primo giorno del nostro mandato, non lavora per lo sviluppo ed il benessere di Gaeta, ma mostra solo intenti denigratori di distruzione e sfascio, volti a vanificare tutti i nostri quotidiani sforzi per migliorare e rendere più vivibile e accogliente Gaeta. Ad annullare, senza però riuscirci, tutto il nostro impegno per il bene di Gaeta”. “Tanto più – aggiunge il Primo Cittadino - che i vandali dimostrano di essere davvero stupidi distruggendo denaro pubblico, quindi anche il

loro, investito per dare servizi migliori ai cittadini, in questo caso una scuola migliore per i nostri figli, anche i loro. Ricordo in proposito che i lavori in questione hanno un costo complessivo di 520.000 euro, di cui 420.000 euro sono finanziati dalla Regione Lazio, e 100.000 euro dal Comune. Un dato su cui riflettere”. Ad un primo sopralluogo effettuato dai tecnici del Comune alla presenza del Sindaco Cosmo Mitrano e dell’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese, non risultano danni a mobili, materiale didattico né a supporti informatici, messi in sicurezza per garantire l’effettuazione dei lavori al plesso. Mentre sono evidenti infiltrazioni di acqua nel soffitto del primo piano che “saranno al più presto oggetto di adeguato e tempestivo intervento di sistemazione – garantisce l’Assessore Leccese – perché l’inizio del nuovo anno scolastico ci troverà pronti ad aprire le porte della scuola Mazzini ai suoi alunni. Se si fosse costretti a ritardare di qualche giorno, si dovranno ringraziare solo gli autori dell ’allagamento”. Il Sindaco Mitrano ha presentato, presso la Caserma dei Carabinieri di Gaeta, denuncia contro ignoti per l’episodio vandalico. L’Arma, dopo un sopralluogo e gli accertamenti del caso, ha avviato le opportune indagini. Profonda solidarietà e vicinanza al Primo Cittadino sono state espresse dal Comitato dei genitori degli allievi della scuola Mazzini, attraverso le parole della rappresentante Rosaria Ciaramella che ha duramente condannato l’accaduto, esprimendo al contempo soddisfazione per la ferma intenzione manifestata dal Sindaco di procedere ancora più alacremente con i lavori di ristrutturazione ed iniziare con serenità il nuovo anno scolastico.

FROSINONE: SCATTA L’OPERAZIONE SICUREZZA: SI ESTENDE IL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NELLE VIE CITTADINE

Tutte le telecamere verranno collegate con le sale operative di tutte le forze di

Polizia che potranno, così, intervenire tempestivamente in caso di necessità.

Frosinone - La Polizia locale, in linea con le indicazioni fornite dall’attuale Amministrazione Comunale ha già da tempo attivato le procedure per il ripristino di tutte le telecamere nella parte bassa e alta della città. Entro la fine dell’anno molte strade della nostra città saranno video sorvegliate ed episodi di delinquenza comune saranno finalmente sottocontrollo. Tutte le telecamere verranno collegate con le sale operative di tutte le forze di Polizia che potranno, così, intervenire tempestivamente in caso di necessità. La Polizia locale ha, poi, acquistato un auto civetta con telecamera che verrà utilizzata per operazioni di p.g., in forma anonima, quale ulteriore strumento di controllo e monito raggio del territorio.

La Giunta ha inoltre recentemente approvato una importante delibera che prevede lo spostamento dei locali della Polizia locale e della Protezione civile nei locali denominati “Forum”, in una delle zone più ”calde“ della città, allo scopo di avere un presidio permanente. La presenza della Polizia locale con quella della Polizia di Stato in quell’area e il posizionamento di telecamere in tutti i quartieri a rischio consentirà di accrescere la percezione di sicurezza sul territorio. Tutti devono sapere che se compiono atti illeciti sul nostro territorio potranno essere ripresi e registrati ed essere chiamati a risponderne in prima persona. L’operazione sicurezza procede con grande determinazione e speriamo a brevissimo di poterne annunciare i primi importanti risul-

pag. 5

FROSINONE: I RESIDENTI DI

PIAZZA FIUME SODDISFATTI DEI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE

Frosinone - Mentre proseguono con ottimi risultati i lavori di riqualificazione di piazza Fiume, si registrano con soddisfazione gli apprezzamenti dei residenti dell’area per l’impegno profuso dall’amministrazione comunale. Nello specifico, gli addetti delle due cooperative Nexus e Consorzio 1 (che si stanno occupando dell’area) nei giorni scorsi hanno proceduto alla pulizia delle aiuole che delimitano e circondano la piazza, alla pulizia e alla riverniciatura delle parti esterne della maxi aiuola circolare che insiste su piazza Fiume, alla potatura degli alberi e delle piante, alla pulizia della pavimentazione, al ripristino della completa illuminazione dell’intera zona e alla sistemazione dell’aiuola centrale con rimozione della vecchia fontana non più funzionante e con la messa a dimora di una pianta ornamentale consona al contesto. Un segnale forte dell’attenzione dell’amministrazione Ottaviani per la massima vivibilità e decoro dei quartieri cittadini, con la riqualificazione di angoli caratteristici e di molte zone della città che, per anni, hanno sofferto purtroppo di incuria e di abbandono. Pur con le note difficoltà di cassa e di bilancio, l’amministrazione Ottaviani si sta impegnando con massicci interventi di manutenzione che stanno ridando a Frosinone l’antico splendore che stanno consentendo ai frusinati di poter tornare ad usufruire e a godere di spazi che prima non utilizzavano perché impraticabili. Ad intervenire per mettere in evidenza la bontà del progetto comunale sono proprio alcuni residenti dell’area. Gianfranco Promutico ci tiene a sottolineare come: “L’impegno preso dagli amministratori comunali è stato mantenuto, alle promesse in questo caso sono seguiti i fatti. In particolare voglio ringraziare gli assessori Fabio Tagliaferri e Fulvio De Santis e il presidente del Consiglio Franco Lunghi e complimentarmi con gli addetti delle cooperative per l’ottimo lavoro svolto. La nostra piazza, purtroppo, era stata lasciata allo sbando come diverse altre zone della città, ora finalmente tutta l’area ha una sua giusta funzionalità e un aspetto più decoroso. Infine voglio ringraziare un privato cittadino, il signor Roberto Fratarcangeli, che si è impegnato per la nostra piazza garantendo l’installazione di quattro panchine in quell’area che si affaccia su via Aldo Moro”. Sulla stessa lunghezza d’onda il commento di un altro residente della zona Fabrizio Fabi che ha anche ricordato il suo costante impegno per la riqualificazione della piazza: “Mi sono battuto tantissimo per i diversi problemi con cui eravamo costretti a fare i conti, oggi finalmente possiamo esprimere la nostra soddisfazione perché alla parole sono seguiti i fatti, le promesse sono state mantenute dai nostri amministratori. Buona parte dei lavori sono stati eseguiti, gli altri sono in via di completamento, ora l’augurio è che l’impegno continui anche nel futuro per poter rendere la nostra piazza ancora più bella e vivibile. E affinchè ciò possa realizzarsi nel migliore dei modi, ci tengo a sottolineare come sia molto importante oltre all’impegno degli amministratori, anche il senso di responsabilità dei residenti e di tutti i cittadini per il mantenimento della piazza”.


30 agosto 2013