Issuu on Google+

L ’ osservatore laziale QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE Lunedì 2 Settembre 2013

WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Anno II Numero 113

RIETI: C'ERA UNA VOLTA ... LA STAZIONE FERROVIARIA di Pierluigi Giacomelli - Segretario Provinciale di Rieti UILTRASPORTI a pagina 4

PESCA AI FONDI UE

RETATA DI 6,5 MILIARDI Una straordinaria occasione per il cambiamento e il rinnovamento del Lazio.

L’editoriale

LA SEPOLTURA DI UN LEADER

SOTTO LE CENERI DEI RADICALI

di Emanuel Galea

N ella mattinata dello scorso sa-

bato 31 agosto 2013, il leader del Pdl Silvio Berlusconi, preso in consegna da Marco Pannella, si è presentato al gazebo dei Radicali di largo di Torre Argentina per la firma dei referen dum. Il personaggio che Marco Pannella esibiva al suo gazebo non sembrava il solito Berlusconi “Cuor di leone” bensì, è apparso un Silvio dimesso, patetico, abbattuto, braccato. Un Silvio che non ruggisce, un “leader” che si affida alle pietose “cure” del guru politico Pannella. Il leader radicale raggiante in viso, esibiva il suo “trofeo”, lo scalpo dell'avversario portato nel proprio accampamento e sembrava voler dire “meno male che Silvio c'è”. Silvio non lo dice, è interiormente combattuto perché sa che con quella firma ha siglato la sua morte politica. Cerca di aggiustare: “firmo anche quelli sui quali non sono d'accordo”. Ingenuità, prova di incoerenza, inaf fidabilità. Non è solo lui che non è d'accordo. Non è d'accordo la gran parte del suo partito. Forse, da questo momento in poi si dovrebbe dire, suo ex partito. Non sono d'accordo la grande maggioranza dei suoi ex elettori.

Continua a pagina 2

Lontani i tempi, quando il Cav cantava a squarciagola canti contro i referendum di Pannella come :“Quorum, quorum, ''ngrato, t'he pigliat' 'a vita mia ..”

“Nei prossimi cinque anni i fondi che ci arrivano dall’Europa saranno le uniche vere risorse che avremo a disposi zione. Una straordinaria occasione per il cambiamento e il rinnovamento del Lazio. Quasi 6 miliardi e mezzo di euro rischiano di essere restituiti a Bruxelles perché non impegnati. La Giunta Zingaretti, dal primo giorno di insediamento, si è attivata per inaugurare una nuova stagione nella gestione dei fondi UE e per trasformarli nel principale motore di cambia mento”. Lo ha dichiarato l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente nel corso della Cerimonia di apertura del XXXII Seminario di Ventotene “Il fede ralismo in Europa e nel mondo. Dall’Unione Monetaria agli stati Uniti d’Europa”, che inizia oggi e proseguirà fino al 6 settembre. “Finora l’amministrazione regionale – continua Valente - ha recuperato circa 350 milioni di euro di fondi Ue, lanciando una serie di nuovi bandi per sostenere e rinnovare il sistema produttivo del Lazio. Prima, tutti questi fondi si perdevano perché c’era troppa burocrazia. Poiché il cambiamento nell’uso dei fondi europei richiede una nuova governance, al fine di rafforzare misure di coordinamento tra gli assessorati, è stata istituita, per la prima volta nella nostra Regione, una cabina di regia presso l’assessorato al Bilancio che ha lo scopo di individuare le priorità su cui concentrare le risorse”. Continua a pagina 2

CAPENA, INCIDENTE ULTRALEGGERO: TROVATO IL PILOTA

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Capena (RM) - E' in gravissime condizioni il pilota che si trovava a bordo dell'aereo ultraleggero precipitato oggi pomeriggio a Capena. Il pilota è risultato essere l'unica persona a bordo. Dopo che la torre di controllo aveva perso i contatti con l'aereo, un elicottero del 118 aveva iniziato le ricerche. Al momento del ritrovamento dell'uomo, sono intervenuti anche i vigili del fuoco per estrarre il ferito dalle lamiere. Il pilota è stato poi trasportato d'urgenza in eliambulanza in codice rosso al policlinico Gemelli.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

www.osservatorelaziale.it

PRIMO PIANO

dalla prima l’editoriale di Emanuel Galea

Pannella sta accarezzando Silvio perché vuole la sua anima. L'Anima di Silvio era costituita da un ba cino di 10 milioni di voti. E dopo questa resa, il bacino si è molto prosciugato. Berlusconi si è arreso in territorio neutro. E' il generale che consegna armi, bandiera e capitola in mano a un drappello di soldatini. A questa cerimonia macabra, - la sepoltura politica di un leader che era sceso in campo per una rivoluzione liberale - la mattina di sabato a largo di Torre Argentina non si sono viste le ragazze delle feste di Villa San Martino, le olget tine per osannarlo. Si sono tenuti tutti ben lontano da questo “festino” dopo che sono state avviate le indagini per falsa testimonianza nel pro cesso Ruby. Al tavolo, ben bandito, a fargli compagnia c’erano solo i suoi compagni radicali. Sul volto del cavaliere non si leggeva l'al legria e l'ottimismo suo solito. Lontani i duetti che usava intonare con il chitarrista Mariano Apicella. Lontani i tempi, quando cantava a squarciagola canti contro i referendum di Pannella come : “Quorum, quorum, ''ngrato, t'he pi gliat' 'a vita mia ..” Il 9 settembre è alle porte. Berlusconi è ir requieto, trema, si preoccupa. Pende sulla sua testa una “richiesta di

MUSEO

estradizione” ed il Pd è deciso a farlo stanare dal territorio radicale per riconsegnarlo alla Legge, sempre che, il Cav, non decida di seguire il consiglio, anche se scherzoso, ma non tanto, di Pannella: di espatriare. In questo ventennio il Cavaliere ne ha commessi di errori, ma questo è quello fa tale. Questo è un solco profondo che ha scavato tra falchi e le colombe del suo partito, tra colombe travestite da falchi e falchi mimetizzati in colombe. Ha divaricato il gap con il suo unico alleato al nord e sancito la lontananza dai moderati. Ha abiurato a parte del suo programma ed ha dimostrato la sua debolezza, fragilità ed inopportunità di insistere a voler gui dare un movimento di opinioni. E' un cavaliere disarcionato senza territorio politico e con questa mossa sbagliata senza i 10 milioni di seguaci. Sono molti i disertori Pdl, molti che non condividono questa sua mossa e diversi, anche dal campo avversario, che prima erano intenzionati a firmare i referendum, dopo questo spot pubblicitario, dopo che si è reso sponsor di Pannella, non inten dono più avvicinarsi ai tavoli. Pannella si gongola e se la ride. Probabilmente qui morirà Sansone, il quorum ed il Pdl.

ARCHEOLOGICO

VENERDI’ 8 SETTEMBRE

Il Museo Archeologico Virtuale di Narce (MAVNA) è stato istituito nel 2012 per favorire il “ritorno virtuale” delle antichità falische conservate nei diversi musei europei ed internazionali provenienti dal sito archeologico di Narce, oggi nei territori di Mazzano Romano e Calcata, nel cuore del Parco Regionale Valle del Treja. Una parte dei reperti rinvenuti nella campagne di scavo tra il 1890 e il 1896 non fu acquistata dallo Stato, ma fu dispersa sul mercato antiquario. Il MAVNA, in accordo con le diverse istituzioni museali internazionali, ospita le ricostruzioni dei corredi conservati nel mondo, dall'University of Pennsylvania Museum of Archaeology and Anthropology di Philadelphia, al Musée du Louvre di Parigi, dal Field Museum di Chicago al National Museum of Denmark di Copenhagen, allo Smithsonian National Museum di Washington al British Museum di Londra, sei grandi musei in un piccolo nuovo museo. Nel Museo le ricostruzioni virtuali, grazie alla disponi-

DI

dalla prima “RETATA DI 6,5 MILIARDI”

“Nei prossimi anni – conclude Valente - compiremo tutti gli sforzi necessari a mettere in campo misure di carattere fortemente antirecessivo, capaci di incidere rapidamente per sostenere l'occupazione e in particolare per contrastare la disoccupazione giova-

IL

GIUDICE

DELLA

nile, arrivata a livelli davvero insostenibili. I fondi europei sono un'occasione fondamentale per dare una nuova prospettiva ai lavoratori, alle imprese e alle economie locali messe a durissima prova dalla grave crisi degli ultimi anni."

CORTE

COSTITUZIONALE

PAOLO GROSSI A MANZIANA PER COMMEMORARE TOMMASO TITTONI

Il 28 settembre prossimo sarà un grande giorno per Manziana e per tutto il circondario. Il Prof. Paolo Grossi, nell'ambito delle attività di Libertà e Giustizia Circolo Alto Lazio, in veste ufficiale di giudice della Corte Costituzionale, e con il sostegno del Comune di Manziana, sarà a Manziana e, alle ore 18,00, terrà una prolusione di commemorazione di Tommaso Tittoni, dal titolo: "Tommaso Tittoni e il problema delle proprietà collettive nella Tuscia". Si ricorderà la figura dello statista Tittoni e la sua opera politica e legislativa in tema di proprietà collettive e Università Agrarie. “È un grande onore ed una grande gioia per me – commenta Daniele

MAZZANO.

bilità della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria meridionale, sono accompagnate dall’esposizione di una interessante raccolta archeologica, frutto di recuperi sporadici, che dialoga con l'esposizione virtuale. La prima mostra, Le principesse di Narce nel mondo: bambine, spose e madri tra VIII e VII secolo a.C., presenta virtualmente sei corredi femminili eccezionali, conservati nei musei stranieri partners (per la gran parte conservati in magazzino e non esposti al pubblico), tra ricostruzioni visive e ricomposizioni degli antichi costumi funerari femminili, a conclusione di un laboratorio di tessitura antica che ha coinvolto un folto gruppo di tessitrici locali. “L’avvio di questo progetto rappresenta per il territorio, per Mazzano e soprattutto per i cittadini, un traguardo importante che pareggia un torto subito – osserva il presidente del Parco Gianluca Medici – i no-

Natili - che il Prof. Grossi abbia accettato l'invito che io gli ho inviato, nell'ambito delle attività del Circolo di Libertà e Giustizia Alto Lazio.

PAOLO GROSSI

L’INAUGURAZIONE

stri tesori archeologici, che sono elementi fondativi della storia di questo territorio, tornano a noi, ci ven gono restituiti. E, seppure in maniera virtuale, attraverso l’archeologia ci potremo riappropriare del significato e del valore culturale dell’esperienza di un popolo – i falisci – dal quale, si potrebbe dire, discendiamo tutti. Venerdì 6 settembre alle ore 18 apertura al pubblico in Piazza Giovanni XXIII a Mazzano Romano.

VALLE DEL TREJA: ARCHEOLOGIA E NATURA PER LE VISITE GUIDATE DEL PARCO

Domenica 8 settembre doppio appuntamento per conoscere la valle del Treja

Questa settimana una giornata intera sui sentieri del Parco, per conoscere, di giorno, insediamenti, necropoli e templi dei Falisci e, di sera, i segreti della fauna notturna intorno all’insediamento medievale di Santa Maria di Ca stelvecchio. Questi gli appuntamenti:

Domenica 8 settembre – “Le Isole Sacre” Appuntamento alle ore 9,30 in piazza Roma, borgo di Calcata (Vt). Prenotazioni: Teresa Di Cosimo - comunicatore ambientale tel. 0761 588885 - cell. 338 5064584 thesan@hotmail.it

Domenica 8 settembre – “Creature dell’oscurità” Appuntamento alle ore 21 in piazza Vittorio Emanuele II, di fronte agli uffici del Parco, borgo di Calcata (Vt). Prenotazioni: Soc. Coop. Soc. Lymph@ Stefano Monaldi, Biologo e Guida Ambientale Escursioni stica cell. 334 5987964; info@cooplympha.it Si raccomandano abiti comodi e scarpe da trekking. Si ricorda che la prenotazione è obbligatoria presso le associazioni che organizzano le escursioni. I dettagli sulle visite, con le indicazioni per contattare le associazioni, sono sulla pagina Internet delle visite guidate(http://www.parcotreja.it/public/it/vivere/visite_2013/info.asp).


www.osservatorelaziale.it

ROMA E PROVINCIA

pag. 3

CASTELLI ROMANI, I LIBERALI CHIEDONO LE DIMISSIONI DEL PRESIDENTE DI ACEA ATO 2 Dopo duemila anni la situazione è peggiorata invece che migliorata

Nazareno Ferrazza - coordinatore dei Castelli Romani degli scogli a Lanuvio ed il lavaggio dei piatti sempre del Partito Liberale Italiano nella medesima. Anche le istituzioni si sono mosse con la denuncia di Castelli Romani - I liberali chiedono le dimissioni del interruzione di pubblico servizio. Tutte queste azioni presidente di Acea Ato 2, per l’acqua a singhiozzo. non funzionano, anzi più si va avanti e più aumentano Durante questi mesi estivi, ogni settimana si sono veri i disagi e purtroppo la convenzione con Acea durerà ficate delle mancanze di acqua per giornate intere. 30 anni. I cittadini sono esasperati, almeno l'Acea Ato 2 avesse Dobbiamo fare delle azioni che mirano a far cambiare l'accortezza di avvisare. Ci troviamo nella situazione il consiglio di amministrazione di Acea. che non possiamo cambiare operatore come accade con D'altronde prima di Acea, Lanuvio non aveva problemi il nostro telefonino con cui variamo gestore quando ab di mancanza di acqua, addirittura l'ex Sindaco di Lanubiamo dei disservizi. vio, Rossano De Santis, diede la parte di acqua provePurtroppo se si dà disdetta ad Acea Ato 2, dobbiamo niente dal Sembrivio al Comune di Albano che aveva prendere l'acqua dalle fontane pubbliche perché non problemi idrici. Se Lanuvio aveva 5 pozzi attivi ora con abbiamo un concorrente a cui rivolgersi e così siamo Acea ne ha solo tre attivi che erogano acqua senza arobbligati a restare con questa società. senico e gli altri pozzi sono chiusi per la presenza di I cittadini stanno cercando in tutti i modi di risolvere il questa sostanza. problema dei disservizi Acea effettuando la raccolta di Avvisando la cittadinanza non sarebbe meglio erogare firme presso delle attività commerciali o con lamentele acqua da tutti i pozzi esistenti per avere almeno un uti e proteste anche eclatanti, come il bagno nella fontana lizzo domestico e non alimentare dell’acqua?

La società Acqua Latina ha adottato questo sistema per il proprio territorio per ovviare il problema della ca renza idrica. Gli antichi romani riuscivano a portare l’acqua ovun que senza l’ausilio di motori elettrici. Dopo duemila anni la situazione è peggiorata invece che migliorata e la colpa di questo arretramento è da attribuire all’attuale consiglio di Amministrazione di Acea Ato 2. Visto che noi non avevamo grossi problemi idrici la responsabilità di un inefficiente servizio che fa “acqua da tutte le parti”, è da attribuire all'attuale consiglio di amministrazione con a capo il suo Presidente Sandro Ce cili. Il sottoscritto Nazareno Ferrazza coordinatore dei Castelli Romani del Partito Liberale Italiano, chiede le dimissioni dell'attuale Consiglio di Amministrazione di Acea Ato 2, chiedendo agli organi regionali, provinciali e comunali di attivarsi presso le sedi competenti per nominare i nuovi consiglieri e il nuovo presidente.

ROMA: SORPRESI MENTRE FORZANO LA SERRATURA DI

UN’ABITAZIONE, SI SCAGLIANO CONTRO GLI AGENTI CERCANDO DI COLPIRLI CON UN COLTELLO.

Due georgiani ed un armeno finiscono in manette nel quartiere Appio.

mento adiacente, ha cercato di vedere dallo spioncino quanto stesse accadendo ma si è accorto che era stato oscurato. E’ partita pertanto la richiesta di aiuto al 113. Sul posto la Sala Operativa della Questura ha inviato due equipaggi, uno del Commissariato Appio ed uno del Commissariato S. Giovanni. Gli agenti, giunti sul posto, hanno per prima cosa bloccato l’ascensore per ostacolare una delle possibili vie di fuga ai ladri , e poi hanno poi iniziato il sopralluogo ai vari piani. Nel salire, hanno notato 3 uomini con borse a tracolla che, vistisi scoperti, hanno tentato di darsi alla fuga. Roma - A dare l’allarme, ieri sera, è stato un condomino Oltre a spintonare i poliziotti per cercare di dileguarsi, di uno stabile di via Nocera Umbra, all’ Appio. uno di loro ha estratto un coltello a serramanico ed ha Uditi alcuni rumori sospetti provenire da un apparta-

tentato di colpire gli agenti. Il suo tentativo non ha avuto successo ed è stato subito disarmato e bloccato, insieme agli altri due complici. I tre, trovati in possesso di numerosi attrezzi atti allo scasso e di due coltelli, sono stati quindi accompagnati presso il Commissariato Appio. Dal sopralluogo effettuato nello stabile, è emerso infatti che i tre avevano già divelto la serratura di un’abitazione e si accingevano pertanto ad entrare all’interno. K.D. e K.D., entrambi georgiani, di 20 e 28 anni e G.L. armeno di 28 anni, sono stati quindi arrestati per il reato di tentata rapina e porto abusivo di arma da taglio, e gli agenti hanno sequestrato gli arnesi atti allo scasso contenuti nelle borse che portavano al seguito.

ROMA, OSTIA E FIUMICINO: ALTRE TRE PERSONE ARRESTATE

LA SCORSA NOTTE MENTRE TENTANO DI RUBARE ALL’IN-

TERNO DI ABITAZIONI.

Ad Ostia, due ladri “pizzicati” in flagrante si rifugiano nella terrazza e cercano di fuggire sui tetti. A Fiumicino, un ladro all’opera in un appartamento in costruzione viene rincorso dai cittadini che avvisano la

polizia.

Roma - Altre tre persone, nella notte appena trascorsa, sono state arrestate dalla Polizia mentre tentavano di effettuare furti in abitazione, due “pizzicate” in fla grante ad Ostia, una terza a Fiumicino. Nel primo caso, il tentativo di furto è stato sventato dalla Polizia in viale dei Romagnoli. A dare l’allarme al 113 un vicino di casa, allertato dai rumori sospetti provenienti da un’abitazione attigua alla sua. Una pattuglia del Commissariato Lido si è subito diretta sul posto, intercettando due ladri che alla vista dei poliziotti hanno tentato di fuggire risalendo le scale e rifugiandosi sulla terrazza, nel tentativo di cercare poi la via di fuga attraverso i tetti degli stabili adiacenti.

Gli agenti, però, li hanno subito rincorsi e, nonostante la viva resistenza opposta, sono riusciti a bloccarli. Indosso ai due è stato rinvenuto un kit completo per l’apertura delle serrature, composto da diversi arnesi atti allo scasso, alcuni dei quali opportunamente mo dificati. Da un successivo sopralluogo è emerso che la porta d’ingresso di un’abitazione dello stabile presentava degli evidenti segni di effrazione, lasciati nel tentativo di aprire la serratura. Per i fermati, condotti in Commissariato ed identificati per A.V., lituano di 32 anni e S.D., georgiano di 30, è scattato l’arresto per rapina impropria, possesso di strumenti di effrazione e lesioni a pubblico ufficiale.

L’altro arresto è avvenuto invece a Fiumicino, dove era stato segnalato un furto in atto in un’ abitazione di via della Scafa. Anche in questo caso, l’autoradio del Commissariato di zona si è subito recata presso il luogo segnalato per le opportune verifiche. Al loro arrivo gli agenti hanno trovato alcuni cittadini che, dopo aver rincorso uno dei ladri, ne hanno indicato la via di fuga ai poliziotti, che lo hanno “scovato” mentre cercava di nascondersi in un fossato. Condotto presso il Commissariato di Fiumicino ed identificato per P.C., romeno di 40 anni, al termine è stato arrestato per tentato furto e danneggiamento ag gravato.


pag. 4

www.osservatorelaziale.it

RIETI E VITERBO

TUSCANIA (VT): I FANCIULLI E GLI ELFI DI PIER PAOLO PASOLINI

Tuscania (VT) - Domenica 8 settembre 2013 via Borgo Nuovo, 2 a Tuscania - La compagnia "Roccaltìa Musica Teatro", consorziata con l'Ass. Culturale "Il Crogiuolo", con il Patrocinio gratuito del Comune di Tuscania, andrà in scena Domenica 8 settembre 2013 ore 17, al Parco Umberto II, Via Borgo Nuovo 2, Tuscania, con lo spet tacolo di Pier Paolo Pasolini, "I fanciulli e gli elfi". Con la gentile collaborazione dell'Associazione "Giardini di Santa Croce".

In caso di pioggia lo spettacolo sarà rappresentato al Supercinema di Tuscania, via

Garibaldi 1. Biglietti: 10 euro intero, 6 euro ridotto Sinossi:

"L’orco, antropofago e violento, e i suoi tre figli elfi, vivono selvaticamente nel

bosco, affamati e fedeli alla malvagità, quand’ecco che l’arrivo di tre fanciulli, avventuratisi incautamente lontano da casa, sconvolge gli equilibri…"

TUSCANIA (VT): OPERE DI URBANIZZAZIONE ZONA VIA SANDRO PERTINI

Tuscania (VT) - Si è appena proceduto ad effettuare la consegna dei lavori e delle aree di cantiere relativi alle Urbanizzazioni di Via Sandro Pertini alla ditta MDM Costruzioni s.r.l. di Del Moro M. & C., aggiudicataria dei lavori, per un importo complessivo di € 195.704,95, con ciò si va a dare esecuzione ad un impegno che l’amministrazione si era presa sin dall’inizio del suo mandato e cioè dare una risposta certa ed esauriente a tutte la problematiche che coinvolgono numerosi cittadini, in particolare attuare le urbanizzazioni mai o parzial-

mente eseguite dalle precedenti amministrazioni e che hanno creato e creano tutt’ora notevoli disagi a molti tuscanesi. I lavori consistono nella realizzazione e completamento di strade, di marciapiedi e parcheggi pubblici, della pubblica illuminazione e nel miglioramento della viabilità locale, oltre alla realizzazione di aree a verde pubblico, i tempi previsti per la realizzazione delle opere sono pari a 90 giorni lavorativi. “Con questo intervento, nonostante le difficoltà economiche e la scarsità di finanziamenti nonché i sempre

più restrittivi vincoli di bilancio, si risolve finalmente il disagio dei residenti in alcune zone della nostra città e si da un decisivo contributo per il miglioramento della qualità della vita dei nostri cittadini - sostiene orgoglioso il Sindaco di Tuscania Massimo Natali - troppe amministrazioni sono passate lasciando incompiute queste opere e sottovalutando il benessere dei tuscanesi, ora continueremo nell’opera di rimozione dei disagi che la cittadina soffre dal punto di vista urbanistico e delle mancanza di opere di urbanizzazione!”

ORIOLO ROMANO (VT): EVVIVA LA SAGRA DEL

VITERBO: E' DI ACQUAPENDENTE IL NUOVO SEGRETARIO

FUNGO PORCINO

DI STATO VATICANO ELETTO DA BERGOGLIO

Oriolo Romano (VT) - Viva la Sagra del fungo Porcino. Nella splendida cornice di Piazza Umberto I°, con lo sfondo il suggestivo Palazzo Altieri, nei giorni 13, 14, 15, 20, 21 e 22 settembre 2013, si svolge la Decima edizione della Sagra del Fungo Porcino di Oriolo Romano, provincia di Viterbo. Profumi ricchi, unici, fatti di aromi particolari, e prodotti tipici a chilometro zero. Gli amici turisti che hanno scelto di visitare Oriolo Romano , non potranno fare a meno di assaggiare l'olio, vino, carni, formaggi, dolci, pasta fatta in casa e soprat tutto funghi porcini. Musica, spettacoli di strada e soprattutto ottimo cibo non mancheranno in occasione della Sagra di Oriolo Romano

Acquapendente (VT) - Il Sindaco Alberto Bambini e il Parroco Don Enrico Castauro, a nome di tutta la comunità aquesiana, esprimono grande soddisfazione per la nomina dell'arcivescovo titolare della città di Acquapendente, in provincia di Viterbo, Pietro Parolin a Segretario di MONS. PIETRO PAROLIN Stato Vaticano. Gli fanno le più vive felicitazioni e i migliori auguri per l'alto compito che sarà chia mato a svolgere nei prossimi anni. Si augurano, infine, di averlo presto ospite ad Acquapendente come già avvenutodopo la nomina nel 2009.

RIETI: C'ERA UNA VOLTA ... LA STAZIONE FERROVIARIA Oggi invece, di giorno, è un " luogo di teatro a luci rosse"

Pierluigi Giacomelli - Segretario Provinciale di Rieti di un' Azienda solo per una questione di tessere. UILTRASPORTI Noi come OS Territoriale è da anni che ci battiamo per la riapertura della biglietteria scrivendo articoli ed Rieti - ...La stazione venne inaugurata nel 1883 con altro soprattutto per la salvaguardia della popolazione l'apertura del tratto Rocca di Corno - Terni. Durante la Reatina che continuamente viene messa a dura prova. ritirata delle truppe tedesche a causa di un bombarda- Perché dico questo? Come ogni inizio anno scolastico, mento delle truppe alleate Flying Fortress la stazione le famiglie anche quelle Reatine, devono fare i conti subì danni gravissimi e comportarono la morte del ca- con libri ed abbonamenti per i mezzi di trasporto che postazione Antonio Uncini. Dal 2000 è stata affissa una a quanto pare anche questo anno, dovranno riaffrontarga in stazione, situata nella parete esterna del fab- tare km e km di strada per acquistarlo con tutti i rischi bricato viaggiatori, dal lato binari, in ricordo del ferro connessi. viere. Anche se sono state abilitate le banche per la vendita È stata appunto un ottimo centro per scambio merci e in questione, purtroppo in questo tempo di crisi non lo si vede dai binari che si raccordano con tutta la città. tutti possono permettersi di aprire conti bancari. Oggi invece, di giorno, è un " luogo di teatro a luci Quindi sicuramente la città e soprattutto i paesi sopra rosse" come lo si apprende dai giornali locali. Locali il capoluogo, "parteciperanno nuovamente al duro chiusi e non presenziati come la biglietteria chiusa già gioco della ricerca all' acquisto dell' Abbonamento". da qualche anno. Ecco di cosa devono occuparsi anche le amministraLe colpe ? Be sicuramente di tutti dalle amministrazioni zioni locali pensate e create per il bene dei loro citta locali che non hanno dato peso alla scelta di FSI molto dini e paesani. imbarazzante per un capoluogo di provincia come Rieti, La Stazione poi? Be per evitare ulteriori spiacevoli sidai politici che forse impegnati ad altri fronti hanno sot- tuazioni come già accaduto che sicuramente non è tovalutato la questione, ai sindacati che difronte a tali stata una buona immagine e vetrina per questa città, situazioni a volte si lasciano o meglio trascurano il fine bisogna che l' Amministrazione locale si confronti con

i vertici di Fsi o Rfi per valutare magari la possibilità di dare nuova occupazione a tutti quei locali ed appartamenti in disuso presenti in Stazione vista la sua centralità. Magari affidandoli ad associazioni di Volontariato oppure creando nuovi progetti visto che a Rieti nell' Ospedale San Camillo De Lellis è presente il reparto di Radioterapia, fiore all’occhiello dell’ospedale come già accade in altre zone dell' Italia dove sono presenti locali dello Stato in disuso.


www.osservatorelaziale.it

FROSINONE E LATINA

pag. 5

LATINA: AD APRILIA PRESTO CONSIGLIO COMUNALE PER

CONDANNA GRAVE ATTO INCENDIARIO AI DANNI DELL'ASSESSORE

CHIUSOLO E DEL REFERENTE DI LIBERA MARRAS

Durante la riunione dell’esecutivo, il Sindaco Antonio Terra e i componenti della Giunta unanimemente hanno testimoniato vicinanza all’Assessore Chiusolo

Aprilia (LT) - Si è appena riunita la Giunta comunale di Aprilia, in provincia di Latina, per la prima seduta dopo il grave atto incendiario ai danni dell’Assessore agli Affari Generali, Contenzioso e Finanze Antonio Pio Chiusolo e del referente provinciale di Libera Fabrizio Marras. Durante la riunione dell’esecu-

tivo, il Sindaco Antonio Terra e i componenti della Giunta unanimemente hanno testimoniato vicinanza all’Assessore Chiusolo confermando ferma e totale condanna nei confronti di un episodio che, stante le verifiche e gli accertamenti da parte degli inquirenti, sarebbe comprovato come di natura dolosa. L’Amministrazione comunale, affidandosi alle forze dell’ordine affinché chiariscano movente e autore dell’atto incendiario ai danni dell’Assessore Chiusolo e dei suoi familiari, rilanciano la propria azione di governo sano e trasparente della Città, contrario ad ogni colpo di coda dell’illegalità sul territorio. Il Sindaco Antonio Terra ha inoltre formulato l’auspicio che il Consiglio Comunale possa a breve riunirsi per lanciare un messaggio politico altrettanto forte e unanime di condanna e diniego.

LATINA: NUOVO LOOK PER L'ASILO COMUNALE

LATINA: COMUNE DI FORMIA ESPONE IL LOGO

DI FORMIA

CONTRO IL GIOCO D'AZZARDO

Formia (LT) - Riapre lunedì mattina l'asilo nido comunale "La Quercia" di Formia in provincia di Latina. Il servizio continuerà ad essere gestito dal consorzio "Intesa" che si avvale dell'esperienza consolidata del team educativo già operante da tempo presso la struttura. Durante il mese di agosto sono stati effettuati lavori di manutenzione ordinaria per rendere l'asilo più accogliente. Sono state ritinteggiate le pareti, è stato ammodernato l'arredo interno, tanto per l'area giorno quanto per le stanze destinate al riposo. L'ultimosopralluogo effettuato dai funzionari del Comune ha dato esito positivo. La struttura è pronta per essere riaperta al pubblico. L'amministrazione comunale vigilerà costantemente sul mantenimento degli standard di qualità e sicurezza. L'obiettivo è di fornire un servizio sempre più valido per i circa 40 bambini che frequenteranno l'asilo e per le loro famiglie.

Formia (LT) - A seguito dell'adesione al "Manifesto contro il gioco d'azzardo", promosso dalla Scuola delle Buone Pratiche, il Comune di Formia, in provincia di Latina, è oggi autorizzato ad esporre il logo studiato appositamente per i Comuni aderenti. Ad oggi sono 272 i Sindaci che hanno sottoscritto il documento e nel Lazio, oltre a Formia, figurano due soli Comuni. Il 9 Ottobre alle ore 16 presso il Comune di Milano, intanto, si terrà l'evento per il lancio e la sottoscrizione della "proposta di legge di iniziativa popolare" che ha come finalità la tutela della salute degli individui "attesa la correlazione certa e sempre più preoccupante tra la diffusione del gioco d'azzardo e le patologie connesse, come la sindrome da gioco con vincita in denaro, ovvero G.A.P. (Gioco d'Azzardo Patologico)". Tra gli scopi figurano "la prevenzione delle conseguenze nocive del gioco d'azzardo; la promozione del gioco d'azzardo misurato, responsabile e consapevole; la garanzia di una gestione sicura e trasparente dei giochi d'azzardo; il contrasto al gioco d'azzardo non autorizzato e clandestino; l'inibire l'accesso alla criminalità e il riciclaggio di denaro nel gioco d'azzardo.""Fondamentale spiega il delegato alla Legalità Patrizia Menanno - l'iniziativa della Scuola delle Buone Pratiche che mira ad organizzare così in rete i Comuni, perché anche in collaborazione con A.S.L., Prefetture, forze dell'Ordine, servizi sociali, esercenti e cittadini, si diano regole per la gestione delle sale gioco; si garantisca la compatibilità delle stesse con l'ambiente ed il contesto urbano; si disciplinino dettagliatamente le distanze minime da insediamenti sensibili; se ne definiscano orari di apertura e chiusura; si specifichi la collocazione e la caratteristiche della pubblicità e si definiscano i compiti della Polizia Locale al fine di far rispettare tutte le regole adottate dal Comune in materia".

FROSINONE: OTTIMA RIUSCITA PER "TEATRO TRA LE PORTE"

La straordinaria partecipazione popolare ad ogni spettacolo stanno a testimoniare che avevamo visto giusto.

Frosinone - Si è conclusa all’insegna dello straordinario successo di critica e di pubblico la kermesse “Teatro tra le porte”, una vera e propria stagione teatrale estiva andata in scena nella splendida piazza Valchera, uno degli angoli più carat teristici e suggestivi della città. Ogni mercoledì di luglio e agosto i numerosi spettatori hanno potuto assistere a rappresentazioni teatrali che hanno anche coinvolto gli spettatori facendoli interagire con gli stessi at tori. “Il ‘Teatro tra le porte’ – ha dichiarato l’assessore alla cultura Gianpiero Fabrizi – nato per fornire l’occasione al centro storico di riappropriarsi delle proprie prerogative ha avuto un successo strepitoso. La straordinaria partecipazione popolare ad ogni spettacolo stanno a testimoniare che avevamo visto giusto. Questa iniziativa unita alle tante altre che si sono succedute durante tutta l’estate hanno rivitalizzato una città che da troppo tempo viveva nel torpore e hanno divertito i nostri concittadini e i tanti turisti accorsi dai centri limitrofi e da fuori provincia”.


2 settembre 2013