Page 1

ALLARME SANITA’

Sabato 27 Aprile 2013

Anno II Numero 46

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

RADDOPPIERANNO ANCHE I TICKET

L’editoriale

RE O SUPER PRESIDENTE?

di Alessandro Biaggi

Qualche tempo fa, un autorevole quotidiano inglese definì il Presidente Napolitano “Re Giorgio”. Manco a dirlo, all’indomani della rielezione al Colle, gran parte della stampa nazionale ha rinnovato il paradosso con grande rilievo. E, forse, in qualche modo men a ragione! Quasi a smentire chi di recente lo ha più volte definito “morfeo”, il presidente Napolitano ha dimostrato di non dormire affatto. Anzi, era sicuramente ben sveglio quando ha dovuto convincere Berlusconi a compiere il gran passo indietro da Palazzo Chigi. Certamente non dormiva quando ha chiamato Monti, lo ha incoronato senatore a vita, per poi affidargli le chiavi di quel gabinetto tecnico pensato, per gran parte illusoriamente, per fronteggiare quello che appariva come un imminente disastro che avrebbe coinvolto l’Italia per l’effetto domino del crollo della Spagna e della Grecia. Ed ora, dopo il sostanziale pareggio decretato dal suffragio popolare nelle elezioni di febbraio, più che sveglio, Napolitano appare spiritato e capace di esprimersi con una energia forse impensabile per un uomo della sua età.

Continua a pagina 2

CISTERNA (LT), DOMANI LA CELEBRAZIONE DEL MONUMENTO

NAZIONALE

“IL

BONIFICATORE”

BONIFICA DELL’AGRO PONTINO

ED

I

CADUTI

PER

LA

a pagina 5

EMERGENZA

“In questi giorni in cui il dibattito politico concentra tutta la sua attenzione sulle questioni economiche, dall’abolizione dell’Imu sulla prima casa agli ammortizzatori sociali, mi auguro che anche la sanità sia equiparata a queste assolute emergenze. In assenza di un intervento del nuovo Governo, dal 1 gennaio 2014 entreranno in vigore nuovi ticket che sostanzialmente raddoppiano il carico degli attuali”. E’ l’allarme lanciato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. “Un ticket sanitario fortemente aumentato – ha spiegato Zingaretti rischia di pesare sui bilanci delle famiglie quanto o addirittura di più della tassa sulla prima casa. Il nuovo Governo, insieme al tavolo delle Regioni, dovrà affrontare questo tema, che ritengo importante quanto l’eventuale abolizione o diminuzione dell’Imu, in una cornice più marcata di politiche di contrasto del disagio sociale”. “Il quadro che emerge dagli ultimi dati, infatti – ha aggiunto Zingaretti - ci mostra che sempre più italiani rinunciano alle cure sanitarie perché troppo care per le tasche già gravate dalla crisi economica da cui il Paese sta faticosamente cercando di uscire.

Continua a pagina 2

CASA,

PATANÉ

(PD):

“PUNTO PRIORITARIO IN AGENDA REGIONE”

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Roma - “Considero molto positivo l’incontro avvenuto oggi tra i capigruppo di maggioranza e i movimenti per la Casa, soprattutto perché porta da subito non soltanto a risultati concreti, come l’introduzione nel bilancio di misure specifiche sull’emergenza abitativa, ma anche a porre la questione delle politiche della casa come punto prioritario nell’agenda di governo della Regione”. È quanto afferma in una nota Eugenio Patanè, consigliere regionale del Partito Democratico. “Nella questione dell’emergenza abitativa - conclude Patanè - insistono molte sfaccettature, dal tema dell’inquilinato e degli sfratti, al tema dell’edilizia agevolata e della dismissione delle case degli Enti previdenziali fino ai problemi delle case degli studenti. Questioni che meritano di essere trattate con soluzioni diverse ma con una forza e un’attenzione unica”.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

PRIMO PIANO

dalla prima pagina l’editoriale di Alessandro Biaggi

Ha tentato (e lì sì che ci voleva veramente) in ogni modo di svegliare Bersani dal letargo in cui si era accoccolato beatamente tra le braccia di Vendola & Company. Ha tentato in ogni modo di fargli evitare le forche caudine installate da Grillo. Ma non è riuscito a piegarlo subito all’unica soluzione di buon senso possibile, costituita dal Governo delle larghe intese, che quel geniaccio intrepido di Berlusconi aveva subito indicato come prima ed ultima spiaggia proprio all’indomani del verdetto popolare. Napolitano ha dovuto far cuocere Bersani nel suo brodo di uomo tenace ma, nella fattispecie, troppo votato ai voli e alle immagini metaforiche piuttosto che al pragmatismo che le contingenze gli suggerivano. Ha giocato la carta del cosiddetto comitato dei saggi, ma solo per guadagnare tempo. Intanto, preparava gli scatoloni per lasciare l’alto Colle. Ma era soltanto una “muina”? Attesa la sua anima partenopea. Effettivamente, a posteriori è sembrato proprio che aspettasse qualcuno al varco! Quasi che qualche occhiuto oracolo gli avesse predetto lo sconquasso delle bocciature di Marini e di Prodi, con la inevitabile implosione Pd:vera e propria stella nana nel firmamento politico di questo inizio di terzo millennio. Quasi che quello occhiuto oracolo gli avesse predetto che tanto Bersani, per non perdere del tutto ogni briciolo di credibilità a Lui, Re Giorgio, sarebbe dovuto ricorrere per salvare qual cosa. Il resto è cronaca dell’immediato: rielezioni lampo del Presidente, incarico immediato ad un moderato, colloqui ad horas ed immediata legittimazione delle camere al nuovo governo. Eh sì, è proprio il caso di dirlo: il povero Bersani ha vinto tutto ma, come in una per lui inevitabile roulette, d’un colpo solo ha perso tutto: Governo, segreteria e faccia. E’ chiaro, però, che è soltanto il capro espiatorio di un ciclone che si gonfiava da tempo e che si è scatenato in modo irrefre-

nabile, mettendo a nudo, ed a dura prova, le diverse anime che agitano il corpo e la mente di un Pd scarico e stracco. Napolitano, bis presidente, con il suo “feroce” discorso di insediamento ha placato le acque, ha attraversato la palude stigia, menando fendenti poderosi ha “quelle anime trave”, dei parlamentari, la maggior parte dei quali, punti irrefrenabile masochismo lo applaudivano senza sosta! Quasi che catarticamente godessero di quel corale purgatorio. Ma chi menava non era un “monarca” era un anziano signore che elargiva una lectio magistralis di diritto costituzionale, inzuppandola letteralmente nel mare magnum della sua immensa esperienza politica, tale da fornirgli a iosa vuplina scaltrezza e ferrea determinazione. A nostro modesto parere, questa crisi, economicopolitica – istituzionale, tra le tante, una cosa forte l’ha dettata e ce l’ha insegnata: la stagione del parlamentarismo perfetto è finita. La costituzione reale ha travalicato e modificato quella formale, sentenziando che lo Stato moderno ha bisogno di un esecutivo forte ed agile, tale da consentirgli di decidere in un giorno e non in un anno (…quando va bene!). La Repubblica di un Presidente democraticamente eletto non può che essere la strada del nostro futuro istituzionale. Lo sappiamo bene che l’aggettivo “presidenziale” fa storcere il naso a troppi intellettuali ed una sinistra logora, stanca, ancora intenta in

quei rituali ai quali, però, dimostra di non cre dere più. Il futuro, per essere utile a questa Italia sofferente e sbandata , dev’essere ora. Il Parlamento deve saper interpretare questa esigenza ineluttabile. Altrimenti, il declino sarà inevitabile. Comunque, e lo diciamo con rispetto, la storia ricorderà questo grande vecchio non come monarca ma come capo della prima Repubblica Presidenziale. Auguriamocelo.

L’osservatore laziale

dalla prima pagina

Sono convinto che il grido d’allarme che sto lanciando sarà raccolto dalle istituzioni e dal Governo che in queste ore si sta formando. Non mi stancherò mai di ripetere che un Paese civile e moderno deve garantire l’accesso ai servizi sanitari a tutti i cittadini. La rinuncia al diritto di usufruire a una prestazione medica per motivi economici sarebbe, per chi governa, una grave sconfitta”.

LAZIO

REGIONE,

ZINGARETTI

SU

MEZZI

DI

SERVIZIO:

"SI VA A LAVORARE CON I MEZZI PROPRI O TRASPORTO PUBBLICO"

La Regione Lazio ha avviato un censimento generale per conoscere numero e tipologia dei mezzi al fine di ridurne il numero allo stretto indispensabile. Le auto di servizio devono essere usate da Asl e Aziende ospedaliere come per la Giunta e il Consiglio Regionale. Direttori generali, amministrativi e sanitari come chiunque altro che per i motivi più diversi disponga di un mezzo di servizio, dovrà utilizzarlo solo per finalità istituzionali e non come

mezzo ad uso personale. “Ridurre i privilegi – ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – è un atto dovuto che ha identico valore ad ogni livello della struttura amministrativa regionale e dunque, direi soprattutto, nella sanità. Nella Regione Lazio abbiamo deciso che si va a lavorare usando mezzi propri o il trasporto pubblico, a questa linea di condotta ritengo debbano uniformarsi tutti”.

NEMI CASO INDENNITA' SINDACO BERTUCCI. L'OPPOSIZIONE INSORGE: “DIMISSIONI SUBITO”.

Chiara Rai

Nemi (RM) - La bufera sul caso del sindaco di Nemi Alberto Bertucci che risulta aver percepito il doppio dell’indennità rispetto a quella che gli spetta di diritto sta creando reazioni molto forti da parte dell’opposizione che inizia a chiedere non solo chiarimenti ma, se i fatti dovessero essere confermati, le dimissioni del sindaco: “Se fosse vero che il sindaco ha percepito il doppio di quanto gli spetta – dicono sia il leader di "Nemi per Sempre" Vairo Canterani che l’esponente della stessa lista Elisabetta Mannoni - riteniamo sia necessario che si dimetta subito, perché nell’attuale situazione in cui vive il paese che invoca una rinascita morale, questo episodio si unirebbe al coro dell’immoralità trascinando con sé anche Nemi, una comunità che non si è mai macchiata di questa infa-

mia”. Anche il Partito Democratico, che si riunirà per discutere sul caso il prossimo due maggio rimarca la gravità dei fatti: “Se oltre ai problemi che già ha con la giustizia – dice il segretario Pd Francesca Bertucci – quest’ultima notizia fosse vera, allora il sindaco dovrebbe dimettersi. Oltre alla gravità sul piano legale dell’atto c o m m e s s o sarebbe un’azione gravissima sul piano etico e m o r a l e , soprattutto in questo momento storico in cui le persone non riescono ad arrivare neppure a fine mese”. ALBERTO BERTUCCI

FIUMICINO (RM), PARCO LEONARDO, GRUPPO PD: “PARCO VIA DEL PERUGINO RIAPERTO NON GRAZIE A POLEMICHE CENTRODESTRA”

Fiumicino (RM) - Dichiarazione del gruppo Pd al Comune di Fiumicino: Ieri, per la prima volta dal giorno del collaudo che risale a ottobre del 2010, alcuni bambini sono entrati dal cancello di via Botticelli con delle biciclette e hanno giocato dentro il Parco di via del Perugino. Ancora manca l’acqua e devono essere effettuate delle manutenzioni, ma è un primo segnale importante per Parco Leonardo, una vittoria per i cittadini che da troppi anni chiedono che un bene pubblico rientri nella loro disponibilità. Non si chiedono sconti a

nessuno, né al Consorzio Spi per essere chiari e neppure al comune di Fiumicino. Certo è che dopo circa 4 anni di inerzia e stallo anche dell’amministrazione, dopo lunghe battaglie legali, i diritti di chi abita a Parco Leonardo cominciano finalmente a essere riconosciuti. Mentre il centrodestra innescava polemiche preelettorali l’area verde è stata ripulita e il cancello riaperto. Dobbiamo dire grazie alle proteste degli abitanti di Parco Leonardo e di chi, come Montino, si è fatto promotore e interprete delle loro necessità”.


ROMA E PROVINCIA

L’osservatore laziale

pag. 3

Cronaca

ROMA, PRIMAVALLE: UBRIACO LITIGA CON LA EX MOGLIE E

AGGREDISCE DUE INFERMIERI DELL'OSPEDALE SAN FILIPPO

G.M., 36enne, romano a bordo di uno scooter si è presentato sotto l’abitazione

della ex moglie ed ha iniziato a gridare proferendo frasi offensive ed ingiuriose nei

suoi confronti.

Roma - Sono state probabilmente le conseguenze dell’eccessiva assunzione di alcol a causare una violenta lite tra un marito e la sua ex moglie e che ha reso necessario l’intervento della Polizia ieri mattina poco prima delle 7 in via Flaubert, nel quartiere Primavalle. G.M., 36enne, romano a bordo di uno scooter si è presentato sotto l’abitazione della ex moglie ed ha iniziato a gridare proferendo frasi offensive ed ingiuriose nei suoi confronti. La donna, infastidita, ha iniziato a lanciare degli oggetti dalla finestra. Ma G.M. ha continuato. I due, secondo una prima ricostruzione effettuata dagli Agenti del Reparto Volanti, sarebbero anche venuti alle mani e nella colluttazione lo scooter sarebbe

CIVITAVECCHIA,

ASL

finito a terra. Solo successivamente l’uomo si sarebbe allontanato. I poliziotti, avvisati da alcune telefonate pervenute al 113 che segnalavano la presenza di una violenta lite in strada, hanno raggiunto G.M. nella sua abitazione e lo hanno trovato ancora in uno stato di forte alterazione, tale da richiedere l’intervento di personale sanitario. Le intemperanze dell’uomo però sono proseguite anche una volta giunto al pronto soccorso dell’ospedale San Filippo Neri. Qui ha aggredito due infermieri, ed uno, colpito con un pugno al volto, ha riportato una frattura nasale. Gli agenti lo hanno bloccato ed accompagnato negli uffici di Polizia del Commissariato di

ROMA

F:

GLI

ISTITUZIONE DEL REGISTRO TUMORI

Civitavecchia - Tra le prime questioni in campo, quale argomento fortemente voluto dalle forze politiche locali ed in primis dal Sindaco Tidei, è stato affrontata in sede commissariale, dal dott. Giuseppe Quintavalle appena insediato, l'attivazione del Registro Tumori. Infatti proprio nella giornata di giovedì 18 aprile, presso la Direzione Generale della ASL ROMA F, si è tenuta una riunione dedicata alla quale hanno partecipato, oltre al neo Commissario, i referenti del Dipartimento di Prevenzione, del Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio ed esperti di settore. In questa che rappresenta la fase pilota del progetto aziendale, si configurerà la tipologia di Registro di Popolazione, ovvero si raccoglieranno i dati relativi alle malattie tumorali di tutti i residenti dei territori compresi nel distretto F1 della ASL Roma F (Civitavecchia, Allumiere, Santa Marinella, Tolfa), rilevazione che progressivamente

ROMA.

LADRO

AGGIORNAMENTI

potrà poi estendersi, in un prossimo futuro, a tutto il territorio dell’Azienda Sanitaria. Per l’attuazione verranno coinvolti l’Area Sistemi Informativi della ASL ROMA F ed il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio. Il Registro Tumori avrà il compito di sorvegliare l'andamento della patologia oncologica andando a ricercare attivamente le informazioni, codificarle, archiviarle e renderle disponibili per studi e ricerche. Le informazioni raccolte includeranno il tipo di cancro diagnosticato, il nome, l’indirizzo, l’età e il sesso del malato, le condizioni cliniche in cui si trova, i trattamenti che ha ricevuto e sta ricevendo nonché l'evoluzione della malattia. Questi dati sono essenziali per la ricerca sulle cause dei tumori, per la valutazione dei trattamenti più efficaci e soprattutto per la progettazione di interventi di prevenzione.

ACROBATA

Primavalle, dove al termine degli accertamenti lo hanno arrestato per lesioni personali aggravate e interruzione di pubblico servizio.

ARRESTATO

Il Registro rispetterà regole e protocollo operativo in modo da poter essere accreditato all’A.I.R.T.U.M. (Associazione Italiana Registri Tumori). Si evidenzia inoltre che saranno seguiti pedissequamente i passaggi autorizzativi che la norma impone, ovvero autorizzazione preventiva da parte di Regione Lazio e contestuale accreditamento presso il Ministero della salute. Per la prossima settimana, infine, è già prevista una seconda riunione operativa da parte dei tecnici, per la definizione degli atti propedeutici ed autorizzativi.

DALLA

LA DINAMICA RICORDA QUELLA DI UN FAMOSO FILM

Roma - Un ladro ieri sera ha forzato il portone di uno stabile in via Monte Cervialto, poi è arrivato fino al quarto piano e dalla finestra del pianerottolo si è arrampicato fino al balcone dell’appartamento del piano superiore, iniziando poi a forzare la tapparella della finestra. Avrebbe potuto portare a termine il suo “lavoro”, ma la Polizia ha aperto la finestra e lo ha bloccato sul fatto. Come in un famoso film, infatti, un cittadino ha osservato la scena da una finestra dall’altra parte del caseggiato, ha seguito i movimenti sospetti del-

l’uomo, nonostante l’oscurità, ha capito le sue intenzioni ed ha chiamato il “113”. La segnalazione tempestiva ha permesso alla Sala Operativa della Questura di indirizzare sul posto la pattuglia più vicina. Il cittadino è rimasto al telefono, descrivendo per bene al poliziotto quello che stava accadendo, specificando anche come raggiungere l’appartamento preso di mira dal ladro. I proprietari erano fuori Roma, ma i poliziotti del Reparto Volanti sono riusciti comunque ad entrare per verificare l’interno ed

SULLA

POLIZIA.

hanno constatato che tutto era in ordine. Arrivati in cucina hanno notato la tapparella divelta e sul balcone hanno scoperto il ladro, sebbene vestito di scuro, acquattato in un angolo. Accompagnato negli uffici del Commissariato Fidene Serpentara per gli ulteriori accertamenti, B.R., cittadino rumeno 28 anni, è stato arrestato per tentato furto aggrava to.


pag. 4

RIETI E VITERBO

L’osservatore laziale

VITORCHIANO (VT): PALESTRA ULTIMATA MA LA DIRIGENTE SCOLASTICA NON AUTORIZZA L'UTILIZZO

Il Comune: “Restiamo in attesa di un tempestivo riscontro, soprattutto nell'inte

resse dei giovani alunni”

Vitorchiano (VT) - La palestra è ultimata ma non può essere utilizzata? A tal proposito l’amministrazione comunale di Vitorchiano scrive una nota alla dirigente scolastica: “Come annunciato in più occasioni, l’amministrazione comunale ha provveduto all'ultimazione dei lavori che interessano la palestra adiacente il complesso scolastico della scuola primaria e scuola media, ma la dirigente scolastica non ha ancora autorizzato l’utilizzo. In data 27 marzo l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Bagnato ha inviato una comunicazione alla segreteria dell’istituto Pio Fedi, alla dirigente scolastica e alle insegnanti di attività motoria, nella quale veniva riferito l’espletamento di tutti gli adempimenti necessari per garantire la sicurezza nella nuova struttura, sia di carattere statico che in materia di antincendio. Soprattutto veniva autorizzato l’utilizzo durante l’attività curriculare dal 2 aprile con la contestuale messa a disposizione per le scuole elementari e medie. La stessa comunicazione non ha seguito nessuna formale replica da parte della dirigente scolastica, per cui in data 19 aprile l’amministrazione ha provveduto all'invio di un nuova comunicazione nella quale si rinnovava la messa a disposizione della palestra per la attività motorie scolastiche. Come riferito nella stessa e nella speranza di una fattiva collaborazione, soprattutto nell'interesse dei giovani alunni, rimaniamo in attesa di un tempestivo riscontro, che ci stupisce non sia ancora pervenuto”.

AMATRICE (RI), OGGI E DOMANI OMAGGIO ALLA REGINA DEI PIATTI: "AMATRICIANAZIONALE"

Il

Festival

nazionale

della

pasta

all'Amatriciana e delle eccellenze gastrono-

miche d'Italia si tiene ad Amatrice 27 e 28 aprile.

Amatrice (RI) - Il Festival nazionale della pasta all'Amatriciana e delle eccellenze gastronomiche d'Italia si tiene proprio nel regno della Amatriciana ad Amatrice questo week-end 27 e 28 aprile. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero, in allegato c'è il calendario. Si tratta di una rassegna enogastronomica organizzata dal Comune di Amatrice (RI) in partnership con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, per promuovere le eccellenze del panorama agroalimentare italiano.

CITTADUCALE (RI), UNA FONTANA SPECIALE: RIDUZIONE BOTTIGLIE DI PLASTICA E UN LITRO D'ACQUA A SOLI 5 CENTESIMI

Comune di Cittaducale vuole contribuire al risparmio delle famiglie per il consu mo di uno dei beni primari, rispettando allo stesso tempo l’ambiente.

Cittaducale (RI) - Da pochissimi giorni a Cittaducale è in funzione un distributore di acqua microfiltrata che il Comune ha installato in piazza Passi Loris. La speciale fontana eroga acqua di ottima qualità proveniente dall’acquedotto comunale a un prezzo concorrenziale. Naturale o gasata costa, infatti, appena cinque centesimi di euro al litro. Ma l’aspetto ancora più interessante e’ che, grazie a questo nuovo sistema, e’ possibile ridurre la produzione dei rifiuti

eliminando quasi del tutto le bottiglie di plastica”. Non dimentichiamo infatti che il PET, il materiale più usato per l’imbottigliamento, provoca grave inquinamento sia nella fase di produzione che in quella di smaltimento. Un’azione concreta e sostenibile, dunque, quella del Comune di Cittaducale che vuole contribuire al risparmio delle famiglie per il consumo di uno dei beni primari, rispettando allo stesso tempo l’ambiente. Tra qualche gior-

no inoltre verrà attivato un secondo distributore anche a S. Rufina.


FROSINONE E LATINA

L’osservatore laziale

pag. 5

Eventi & Manifestazioni

FROSINONE, PRIMO FESTIVAL DELLA CITTA': DOMENICA OTTOCENTO SBANDIERATORI E MUSICI Spettacoli,

premiazioni,

sfilate

dall'Amministrazione Ottaviani

per

Frosinone - Domenica 28 aprile 2013, a partire dalle ore 15, grazie all’organizzazione ideata dal comune di Frosinone, con l’interessamento del Sindaco Nicola Ottaviani dell’assessore alle attività produttice Massimiliano Tagliaferri e dell’assessore allo sport, cultura e spettacolo Gianpiero Fabrizi, dieci gruppi di sbandieratori, per un totale di 800 persone, sfileranno per le vie della città, per quello che si candida ad essere uno dei più grandi festival del genere in Italia. Per l’esattezza cinque gruppi saranno nella parte bassa e altrettanti in quella alta. Le compagini partecipanti, provenienti da tutta Italia, saranno: Giostra del Saracino – Arezzo, Sbandieratori e musici dei 7 rioni storici - Carpineto Romano, Sbandieratori dei Casali di Minturno - Minturno; Sbandieratori e musici di Vignanello - Viterbo; Alfieri del Cardinale Borghese -Artena; Storici sbandieratori delle strade di Cori Cori; Sbandieratori e musici Città' di Torre del Greco - Torre del Greco; Sestiere Porta Solesta' - Ascoli Piceno; Sbandieratori L'Aquila - L'Aquila; Sbandieratori e musici – Velletri. Due i percorsi previsti. Primo gruppo: piazzale Vittorio Veneto, corso della Repubblica, largo Turriziani e Accademia di Belle Arti. Secondo gruppo: via Moro, via Cicerone e villa comunale. Poi alle ore 16 appuntamento per il gran finale alla Villa comunale, ove convergeranno circa 800 sbandieratori per uno spettacolo emozionante, fatto di arte, cultura tradizioni popolari. Qui tutti i gruppi si esibiranno sino alle ore 19 con spettacoli singoli della durata media di 20/25 minuti, infine alle 19 e 30 ci saranno le premiazioni. Connesso alla manifestazione, si terrà un concorso fotografico per professionisti ed amatori. I migliori scatti (in formato jpg di dimensioni minime 3550 px sul lato lungo), realizzati durante il festival e inviati per la par-

una

domenica

di

festa

organizzata

tecipazione all’indirizzo: fotocis2@gmail.com, verranno esposti in una mostra che si terrà presso la Villa comunale. L’inaugurazione della mostra è in programma il 5 maggio alle ore 11 e la relativa premiazione alle 16.30. Una giuria di esperti professionisti del settore dell’Accademia Officine Fotografiche valuterà le migliori opere, cui seguirà la premiazione. Lo spettacolo che vedrà ben dieci gruppi di sbandieratori a Frosinone, oltre ad essere un’iniziativa che va nella direzione della valorizzazione turistica e ludica della città, vuole essere anche un modo per rilanciare le attività commerciali del capoluogo. Turismo e attività produttive possono, anzi debbono, essere il giusto binomio per garantire nello stesso tempo un forte impulso all’economia cittadina e momenti di svago e divertimento. La direzione artistica è affidata alla regista Alessia Marcoccia.

CISTERNA (LT), DOMANI LA CELEBRAZIONE DEL MONUMENTO NAZIONALE “IL BONIFICATORE” ED I CADUTI PER LA BONIFICA DELL’AGRO PONTINO

Cisterna (LT) - A sei anni dalla sua inaugurazione, domenica si celebra l’anniversario del Monumento nazionale “Il Bonificatore” sito nel centro di Borgo Flora. Domani, 28 aprile, il Comitato spontaneo ed il commendatore Ettore Scaini, unitamente al Sindaco Antonello Merolla, invitano tutta la cittadinanza, le forze dell’ordine e le varie associazioni a partecipare alla cerimonia in onore dei Caduti nella bonificazione dell’Agro pontino.La commemorazione avrà inizio alle 11:00 con la Santa Messa celebrata dal parroco Don Amedeo Passeri

dinanzi al Monumento “Il Bonificatore”, dopodiché ci sarà la deposizione della Corona di Alloro al di sopra della scultura, quindi seguirà il saluto del Sindaco Antonello Merolla. La cerimonia sarà accompagnata dalla banda musicale e presentata dal commendatore Ettore Scaini, promotore e ideatore dell’opera monumentale realizzata dallo scultore Tony Di Nicola deceduto nel 2008. “Dobbiamo ricordare che la nostra terra pontina – afferma Ettore Scaini - è stata

resa fertile dagli assegnatari dei poderi, i quali dovevano avere la qualifica di ex combattenti della 1° Guerra Mondiale e che quindi contribuirono all’Unità d’Italia con l’annessione dei territori di Trento e Trieste. Sono perciò molto onorato di presiedere la commemorazione dedicata all’Opera Nazionale dei Combattenti”.

27 APRILE 2013  

QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you