Page 1

Lunedì 25 Marzo 2013

Anno II Numero 16

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

SVOLTA A SINISTRA: TUTTI PAZZI PER IGNAZIO

Ignazio Marino incassa Il 7 aprile le primarie

L’editoriale

ancora consensi. di centrosinistra

VACATIO BERSANIS

di Alberto De Marchis

Parliamoci chiaro, Bersani non sa proprio con quale pesci fare scouting. Lo si vede vagare nei meandri di Montecitorio a pensare a quale soluzione sfornare entro la settimana prossima. Non vorrei essergli camicia. E’ una brutta situazione perché in questo momento mentre il Paese cola a picco con la credibilità sotto le scarpe c’è anche un abbondante 25 per cento rappresentato da Beppe Grillo che non intende appoggiare il leader designato il quale, al contrario, deve dimostrare di poter costituire un Governo stabile, con proposte condivisibili sia dal Pdl che dai Cinque Stelle, per avviare quanto prima le riforme necessarie all’Italia. Bersani non ha vinto queste elezioni ma è arrivato primo, su questo c’è poco da discutere. Dovrebbe avere la possibilità di Governare riconoscendo però alle altre due forze politiche di far parte della stessa barca. Ma c’è chi la vuole cotta e chi la vuole cruda. Il Pdl chiede un Presidente della Repubblica di centrodestra e lo ha urlato persino da piazza del Popolo e il M5s il potere solo nelle sue mani.

Continua a pagina 2

Il Giallo

SVOLTA NEL GIALLO RAGUSA: SPUNTANO

FUORI OROLOGIO E PIGIAMA DI ROBERTA

Alberto De Marchis a pagina 2

Il 7 aprile a Roma si terranno le primarie Pd in vista delle elezioni comunali del 26 e 27 maggio. A depositare le firme il senatore Ignazio Marino, l'europarlamentare David Sassoli, il capogruppo Pd al Comune e neoparlamentare Umberto Marroni, i renziani Paolo Gentiloni e Patrizia Prestipino, Gemma Azuni e Luigi Nieri per Sel e Mattia Di Tommaso per il Psi. Fanno un passo indietro l'imprenditore Marchini e Nieri. Marchini lunedì ha deciso di depositare comunque le firme ma poi ha diffuso una nota in cui ha chiarito: «Per evitare ulteriori equivoci, è bene sottolineare: come già ripetuto molte volte, non parteciperò a queste primarie ed oggi ho spiegato ancora una volta perché; il mio obiettivo è vincere la sfida del 26 e 27 maggio per Roma; se avessi voluto fare apparentamenti, cordate o accordi di potere, lo avrei fatto prima. Sono e sarò sempre e solo interessato a portare Roma fuori da questa crisi, e sono convinto che noi del movimento siamo gli unici in grado di poterlo fare. Gli unici a garantire una rottura con il passato garantendo un governo serio, solido, innovativo ed efficace per Roma».

Angelo Parca a pagina 3

INTERNET, NASCE IL NUOVO MOTORE DI RICERCA ISTELLA

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

E' italiano il nuovo motore di ricerca del web: Tiscali, con la collaborazione del MiBac e di varie associazioni e istituti culturali ha messo on-line Istella, un motore di ricerca che – come afferma l'amministratore delegato di Tiscali, Renato Soru, – vuole offrire una alternativa nazionale alle ricerche sul web indicizzando contenuti non considerati dai tradizionali motori di ricerca. Istella si rivolge in particolare al web in lingua italiana inserendo nei risultati delle ricerche anche il cosiddetto "web nascosto" ovvero gli archivi storici di riviste, fondazioni, associazioni, archivi di enti e organismi nazionali e i contributi dei singoli utenti che possono interagire con il motore di ricerca caricando i propri archivi personali.I partner di Istella sono, oltre al Ministero per i beni e le attività culturali, Blom CGR, la compagnia generale riprese aeree per la sezione Mappe, l'agenzia fotogiornalistica La Presse, la Guida Monaci e l'Enciclopedia Treccani.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


PRIMO PIANO

pag. 2

Dalla prima pagina l’editoriale di A. De Marchis

Non ha vinto nessuno ma stride la stanchezza di chi aveva riposto la fiducia in Grillo.

C’è una parte dell’elettorato

a

cinque

Stelle

che

se

dovesse tornare alle urne non

riporrebbe

di

speranze

nel

nuovo

le

sue

Movimento.

Grillo doveva fungere da dis-

turbo, da megafono del popo-

lo, da moralizzatore che con

il

proprio

cambiato

esempio

parrucconi

magna

magna della politica. Grillo

a parole aveva promesso que-

sto,

ma

ora

ripetendo

“no

agli inciuci” pensa ancora di

essere nel giusto e pretende

di

fare

diktat

l’unico

della

e

assoluto

situazione.

Tutti a casa. Dopo aver pilotato

chissà

l’aborto cosa

si

del

Governo

pretenderà

ancora da un’Italia in ginoc-

chio. Bersani ha una brutta gatta da pelare, deve sfan-

garla per il bene di tutti ma purtroppo siamo sotto scacco

di un pericoloso tsunami. Il

problema è che Pier Luigi fa appello a tutti gli uomini di buona

buona

volontà

volontà

ma

adesso

pare

la

essersi

esaurita dopo la prova gene-

rale col professore che non

ha risolto nulla e i numeri

delle

politiche

gli

hanno

dato il benservito. Ma ades-

so ancora una volta la politica vuole portarci un conto

che non siamo più in grado di pagare.

Bersani

caldarroste

da

ha

Il Giallo

SVOLTA NEL GIALLO RAGUSA: SPUNTANO FUORI L'OROLOGIO E PEZZI DI PIGIAMA DI ROBERTA L'orologio è stato ritrovato nel campo dove la notte fra il 13 e

14 gennaio 2012 un testimone ha riferito di aver visto litigare

Logli con una donna.

Alberto De Marchis

avrebbe

e

troppe

togliere

dal

bracere e ormai è arrivata la

primavera. Vaga e vaga e mercoledì dovrà portare i compi-

ti a Napolitano, svolti ardi-

tamente in questi giorni di vacatio. La Pasqua è la porte

e la passione del Governo è

appena iniziata.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

L’osservatore laziale

Gello (PI) Svolta nel caso di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dalla sua casa di Gello, oltre 14 mesi fa. Oggi è stato reso noto il contenuto dei reperti finora segreti in mano agli inquirenti, si tratterebbe di parti del pigiama e dell'orologio della donna. L'orologio è stato ritrovato, sembrerebbe da un passante, in un campo vicino all’abitazione della Ragusa, in via Gigli, esattamente il luogo dove un testimone ha riferito di aver visto, intorno alle 1.30 della notte fra il 13 e il 14 gennaio del 2012, il marito di Roberta, Antonio Logli, litigare calorosamente con una donna, che potrebbe essere stata proprio la moglie. Il ritrovamento dell'orologio nel campo chiarirebbe quindi ogni dubbio sull'identità di questa persona, provando che a litigare con Logli era proprio la moglie: Roberta Ragusa. Il testimone dell'accaduto, ha ripetuto mercoledì scorso durante la trasmissione televisiva "Chi l'ha visto?", di aver udito dei colpi, come se il corpo o la testa di qualcuno venisse sbattuta contro la carrozzeria di un’automobile, e una donna urlare, proprio in quel campo e quella stessa sera, prima di veder fuggire dal luogo una vettura a tutta velocità. "Nel corso di altre battute di ricerca – rende noto Tgcom24 - sarebbero inoltre stati trovati alcuni brandelli del pigiama rosa, indossato dalla Ragusa nella notte della scomparsa, in un’area del Monte Serra a circa 200 metri da una strada sterrata". Al momento l’unico indagato per omicidio e occultamento di cadavere resta il marito di Roberta Ragusa, Antonio Logli. Dopo questo ritrovamento la posizione di Logli diventa ancora più complicata. Si attendono nelle prossime ore importanti sviluppi del caso.

Trasporto Pubblico

LINEA FL3, INCONTRO TRA SINDACI E PENDOLARI: E' POLEMICA, SERVONO TRENI UTILI AGLI STUDENTI

E' stata unanime l'idea che non sia più possibile ne democratico che solo il Mosp di Viterbo possa interagire con chi gestisce una linea ferroviaria che coinvolge migliaia di utenti, non solo viterbesi.

Luca Pagni

Roma - Ieri si è tenuta ad Oriolo Romano l'assemblea Linea Fl3 Roma - Viterbo per approfondire le problematiche relative ai nuovi orari della linea FL3 che interessano gli utenti pendolari che si recano a Roma o a Viterbo dalle fermate tra Vetralla e Anguillara che hannno subito soppressioni di treni con aumento dei disagi per quanti studiano a Monte Mario o lavorano agli ospedali di Bel Colle, San Filippo Neri e Gemelli. All’incontro hanno partecipato i Sindaci di Bassano Romano, Veiano, Barbarano, Canale Monterano, Bracciano, Oriolo, oltre al vicesindaco e ferroviere di Oriolo Italo Carones ed il consigliere regionale Enrico Panunzi. Hanno partecipato rappresentanze di pendolari di tutti i Comuni della FL3. Non erano presenti i rappresentanti del MOsP (Movimento spontaneo dei Pendolari) che sono attivi da 15 anni sulla linea, hanno tracciato le nuove linee ed i nuovi orari proponendoli a Trenitalia che li ha accettati in quanto unico comitato accreditato a colloquiare direttamente con Trenitalia, e che rispondono solo all'email pendolarifm3@tiscali.it E' stata unanime l'idea che non sia più possibile ne democratico che solo il MOs P di Viterbo possa interagire con chi gestisce una linea ferroviaria che coinvolge migliaia di utenti, non solo viterbesi. Ed anche questi ultimi hanno protestato per la mancanza di treni che siano utili agli studenti che escono da scuola alle 12,10 o alle 13,10 ed hanno il primo treno da Viterbo alle 12,55 o alle 13,55 rimanendo per strada circa 40 minuti, e si tratta di minorenni. Intanto, domani a Roma alle ore 15 presso la sede RFI di via Marsala 75, si terrà un incontro con i rappresentanti delle amministrazioni locali e dei comitati pendolari, a seguito del monitoraggio effettuato nelle prime due settimane del nuovo orario, a cui sono state definite alcune correzioni che saranno apportate a breve sulla linea FL3 Roma - Cesano - Viterbo. Il 18 aprile 2013 dalle 7 alle 8 Buongiorno Regione Lazio terrà una diretta Rai dalla Stazione di Bracciano, dove non sono ancora stati affissi i nuovi orari in vigore dal 10 marzo 2013


ROMA E PROVINCIA

L’osservatore laziale

pag. 3

ROMA, VIOLENZA IN FAMIGLIA

Continua dalla prima pagina - Angelo Parca

IGNAZIO MARINO

Svolta a sinistra invece tra Sel e Pd dove il primo ha rinunciato a favore di Marino per dare ancora di più un segnale di compattezza all'interno della coalizione su suggerimento di Niky". "I Verdi hanno deciso di appoggiare con convinzione la candidatura di Ignazio Marino che rappresenta una grande opportunità di cambiamento per una città, Roma, messa in ginocchio da politiche sbagliate e anti-ambientali". Lo dichiarano il Presidente dei Verdi del Lazio Nando Bonessio e il Coordinatore dei Verdi di Roma Francesco Alemanni che aggiungono: "Le linee guida presentate da Marino al teatro Eliseo hanno un'impronta fortemente ecologista con punti come lo stop al consumo del suolo, l'aumento delle piste ciclabili e nuove politiche per il trasporto pubblico ridotto ai minimi termini dalle politiche di Alemanno e della Polverini, scelte innovative sulla gestione dei rifiuti con le politiche dei rifiuti zero e la lotta allo smog che è diventata un'emergenza sanitaria dimenticata". "Oggi Roma ha bisogno di invertire la la rotta e diventare una Eco-Capitale dove la qualità della vita sia al primo posto nelle priorità dell'amministrazione. Siamo convinti che con Marino questo risultato sia a portata di mano - concludono Bonessio e Alemanni -. Ecco perché non solo lo sosterremo alle primarie ma vogliamo contribuire a costruire una piattaforma programmatica di rottura con gli errori del passato e che contribuisca a portare Roma al livello delle capitali europee".

Patrimonio Culturale & Archeologico

ANGUILLARA,

MUSEO

Ennesima lite in famiglia tra due coniugi ed ennesima aggressione nei confronti di una donna e di sua figlia. E’ avvenuto lo scorso lo scorso 15 marzo quando una volante è intervenuta nel quartiere Tuscolano per una violenta lite in famiglia. L’uomo in preda ad un impeto d’ira ha aggredito la moglie e la figlia, danneggiando gli arredi e le suppellettili dell’appartamento. I poliziotti, nel corso degli accertamenti negli uffici del commissariato Tuscolano, diretto dal dr. Domenico Sannino, hanno potuto constatare che il loro intervento non era per una lite occasionale. In passato la moglie aveva denunciato i maltrattamenti, le violenze fisiche e psicologiche, documentate da numerose testimonianze e referti medici, spesso subite in presenza anche della loro figlia. Infatti a carico di M.A.F., cittadino del Bangladesh di 33 anni, esisteva già un provvedimento di allontanamento dal nucleo familiare, emesso dal Tribunale di Roma al fine di tutelare la moglie e figlia, ma questi aveva volontariamente e sistematicamente violato tutte le prescrizioni imposte dal giudice. La donna, ha quindi in maniera dettagliata, riferito agli agenti nel corso della denuncia, le intimidazioni e aggressioni ricevute dal marito durante l’ultima lite, quando l’uomo ha persino utilizzato la figlia minore come strumento di pressione psicologica, minacciando di gettarla dalla finestra. E’ stata proprio la gravità di quest’ ultimo episodio a rendere necessaria la richiesta urgenza degli investigatori all’Autorità Giudiziaria, di un provvedimento di custodia cautelare in carcere che è stato eseguito nella giornata di venerdì.

NEOLITICO:

CODICE

ROSSO

Dal giorno dell’inaugurazione ad oggi il Museo non è stato mai aperto al pubblico, se

non in una o due occasioni.

Emanuel Galea

Anguillara (RM) - Una piroga monossile di 8000 anni fa, fu portata alla luce durante gli scavi a La Marmotta nel periodo 1993-1995 da alcuni sub archeologi, sotto la direzione della dottoressa Maria Antonietta Fugazzola, responsabile degli scavi e del trasferimento della piroga al comune di Anguillara . Alla fine del 2005 fu quindi collocata in un locale, ex Consorzio Agrario, ad Anguillara, ubicato in un sito non molto distante dall’area di scavo. Così, in breve, nacque il Museo Neolitico. Il 23 ottobre del 2006 il Ministero inviò al Comune di Anguillara il “Verbale di consegna” dei materiali destinati ad arricchire lo spazio espositivo: non solo la piroga monossile, ma anche due macine di età neolitica e alcune riproduzioni. Dal giorno dell’inaugurazione ad oggi quel Museo non è stato mai aperto al pubblico, se non in una o due occasioni. “Il comune di Anguillara - si legge in una relazione del consigliere del Comune di Anguillara con delega alla cultura e al centro storico Vanessa Roghi desiderava conservare e nello stesso tempo esporre il manufatto preistorico così prezioso e di richiamo per il Pubblico”. Fino ad oggi il desiderio è venuto meno a quanto pare per difficoltà economiche, come dichiarato dalla stessa consigliera. Questa motivazione non ha convinto molti cittadini che si chiedono come mai per altri scopi le risorse si sono sempre cercate e trovate. A supporto di quanto lamentato dai cittadini si cita ad esempio la determinazione dirigenziale nr. 1259 dello scorso 21dicembre 2012 dove si evince che i contributi per programmi di iniziativa culturale si trovano, solamente per altri scopi, per ben altra cultura, ad eccezione del Museo Neolitico. Ecco la ripartizione dei versamenti di questa determinazione per altri scopi culturali:all’associazione T con Zero euro 780,00, al Torrione Poeti del Lago euro 465,00, al Centro Sociale Anziani P/E euro 380,00, alla Terra Galleggiante euro 200,00. Tantè.


pag. 4

RIETI E VITERBO

L’osservatore laziale

Lutto

VITERBO, E' MORTO DON SALVATORE DEL CIUCO

Il cordoglio del presidente della Provincia di Viterbo Meroi per la scomparsa di monsignor Salvatore del Ciuco Viterbo - In un momento di cordoglio per la città di Viterbo,

Provincia

arrivano Meroi.

le

“Se

parole

n’è

del

andato

in

presidente punta

di

della

piedi,

lasciando a Viterbo, la sua amata città, un patrimonio

culturale di inestimabile valore. Don Salvatore Del Ciuco

- dice Meroi - non è stato solo un sacerdote, l’uomo della

Curia viterbese, il “braccio destro del Vescovo” come

veniva considerato, ma era anche e soprattutto uno storico che sapeva coniugare la sua profonda fede con la passione per la ricerca,

che metteva poi al servizio di

Viterbo, dei viterbesi. Da ex sindaco del Capoluogo,

negli anni precedenti il grande Giubileo del 2000, sono

stato testimone dell’impegno profuso da monsignor Del

Ciuco per la realizzazione del Museo del Colle del Duomo

DON SALVATORE DEL CIUCO

che ha sempre curato e conservato con la stessa cura e

l’amore di un padre per un figlio. Di lui resteranno

sicuramente nel cuore e nel ricordo dei viterbesi le

dirette sul Trasporto della Macchina di Santa Rosa. Con i suoi ricordi personali, le sue testimonianze storiche sulla Santa e le mac-

chine, i suoi aneddoti, don Salvatore riusciva sempre a rendere interessante lo spettacolo del tre settembre, dando anche ai viter-

besi l’idea di partecipare ad un qualcosa di nuovo, di inedito. Non mancava di pungolare le istituzioni ed i suoi interventi sulla

stampa, spesso critici, non erano mai animati da pregiudizio o partigianeria, ma solo ed unicamente dall’amore per Viterbo, la Città

dei Papi che lui desiderava di veder valorizzata ed altrettanto amata dagli amministratori e dai cittadini. Ci mancherà Don Salvatore.

Ci lascia in eredità i suoi libri - conclude il presidente della Provincia - gli innumerevoli interventi scritti nel corso degli anni. Ci saluta alla vigilia della Domenica delle Palme e di quella settimana Santa ricca di tradizioni e di riti religiosi che lo vedevano sempre assiduo protagonista. Certi che da lassù Don Salvatore continuerà volo e la sua benedizione”.

ad amare Viterbo e ad assisterci con il suo sguardo bene-

Gare & Appalti Pubblici

RIETI, AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA: ARRIVANO I CHIARIMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE

Il Dirigente del settore Servizi Sociali ha avviato la procedura di gara per l’affidamento del servizio di refezione che la precedente amministrazione aveva

prorogato, senza giustificato motivo, e non provvedendo ad avviare alcuna procedura di gara. Rieti - In merito alle notizie riguardanti l’affidamento diretto del ser-

vizio di refezione scolastica, l’Assessorato alle Politiche sociali chia-

risce che lo scorso dicembre, con propria determina, il Dirigente del Settore servizi sociali ha avviato la procedura di gara per l’affidamen-

to del servizio di refezione che la precedente amministrazione aveva pro-

rogato, senza giustificato motivo, e non provvedendo ad avviare alcuna

procedura di gara. Con il medesimo atto si è proceduto, al fine di arri-

vare più celermente alla predisposizione del Capitolato di gara, a nomi-

nare un supporto al Responsabile unico del procedimento, come previsto

dalla normativa degli appalti. La disciplina del supporto al Responsabile

unico del procedimento è oggetto di una normativa speciale, che non ha nulla a che fare con le norme per il conferimento degli incarichi di con-

sulenza, da cui è espressamente “esclusa”. Con successivo atto, avendo

peraltro, nell’interesse dell’Ente, acquisito un ribasso rispetto al prez-

zo erogato in precedenza, è stato necessario, per assicurare la continuità del servizio, concedere alla Gemeaz, per soli 6 mesi, fino

al termine dell’anno scolastico, il servizio di refezione, che scadeva al 31/12/2012, ai sensi del comma 10, dell’art. 125, lettera

c) del D.Lgs 163/2006 T.U. degli Appalti, che consente tale procedura nelle more dell’espletamento della Gara. Il supporto al

Responsabile unico del procedimento, individuato in uno dei massimi esperti in predisposizione di atti di gara, si è reso necessario

per predisporre atti che richiedono conoscenze specialistiche, il cui onere ricadrà interamente sulla Ditta aggiudicataria, come pre

visto nella stessa determina di affidamento.


FROSINONE E LATINA Amministrative 2013

FORMIA

(LT),

NESSUNA

pag. 5

SORPRESA

AL

BARTOLOMEO E’ IL CANDIDATO SINDACO

Appena

conclusi

gli

spogli

candidato sindaco del Pd.

delle

schede,

decretato

dagli

BALLOTTAGGIO:

elettori

Sandro

Bartolomeo

A. C.

Formia (LT) - “Ora sapete come è l'aspettativa: immaginosa, credula, sicura; alla prova poi, difficile, schizzinosa: non trova mai tanto che le basti, perché, in sostanza, non sapeva quello che si volesse”. Chi ricorda come finisce davvero il romanzo del Manzoni “I Promessi Sposi”? E’ Con questi ultimi versi che lo scrittore riserva ai suoi lettori la descrizione della protagonista, Lucia, e soltanto alla fine del testo, si capisce così chi è e com’è veramente, la Mondella. Non una principessa dai capelli biondi e gli occhi azzurri. “Il parlare che, in quel paese, s’era fatto di Lucia, molto tempo prima che la ci arrivasse; il saper che Renzo aveva avuto a patir tanto per lei, e sempre fermo, sempre fedele; forse qualche parola di qualche amico parziale per lui e per tutte le cose sue, avevan fatto nascere una certa curiosità di veder la giovine, e una certa aspettativa della sua bellezza. Ora sapete come è l’aspettativa: immaginosa, credula, sicura; alla prova poi, difficile, schizzinosa: non trova mai tanto che le basti, perché, in sostanza, non sapeva quello che si volesse; e fa scontare senza pietà il dolce che aveva dato senza ragione. Quando comparve questa Lucia, molti SANDRO BARTOLOMEO i quali credevan forse che dovesse avere i capelli proprio d’oro, e le gote proprio di rosa, e due occhi l’uno più bello dell’altro, e che so io? cominciarono a alzar le spalle, ad arricciar il naso, e a dire: – eh! l’è questa? Dopo tanto tempo, dopo tanti discorsi, s’aspettava qualcosa di meglio. Cos’è poi? Una contadina come tant’altre. Eh! di queste e delle meglio, ce n’è per tutto. Venendo poi a esaminarla in particolare, notavan chi un difetto, chi un altro: e ci furon fin di quelli che la trovavan brutta affatto”. Sandro Bartolomeo, che già al primo turno aveva raccolto un ottimo bagaglio di voti, che per poco più di una manciata venuti meno, quasi poteva non andare al ballottaggio, Ernesto Schiano, che con le aspettative di chi ingrana una marcia conosciuta, però su un motore nuovo, di aspettativa ne aveva creata tanta, soprattutto nei giovani Pd. Con il 65,92% delle preferenze (1553 voti), è Sandro Bartolomeo il candidato sindaco di Formia, scelto oggi dai suoi concittadini al termine del ballottaggio per le primarie e che ha arenato lo sfidante Schiano, con il 34,8% di preferenze, tradotte in 803 voti.

Ambiente & Territorio

SERMONETA (LT), GIORNATA ECOLOGICA DEL 7 APRILE. L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE INCONTRA E SENSIBILIZZA GLI STUDENTI DELLE SCUOLE.

Sermoneta (LT) - Sermoneta si prepara alla terza “Giornata ecologica”, in programma domenica 7 aprile per tutta la mattinata, a cui prenderanno parte le associazioni ambientaliste, i Comitati di borgata, le associazioni giovanili, la Protezione Civile, l’Associazione Nazionale Carabinieri e naturalmente le scuole di Sermoneta. Per spiegare l’importanza di questo appuntamento, il Sindaco Giuseppina Giovannoli ed il delegato all’ambiente Mauro Battisti hanno voluto incontrare gli alunni della Scuola primaria e secondaria di primo grado di Doganella di Ninfa, con una lezione-gioco sull’importanza del rispetto e la cura dell’ambiente in cui viviamo. Puntare sul decoro urbano significa migliorare non solo la qualità della vita, ma anche l’accoglienza all’esterno e consegnare alle future generazioni un ambiente sano. A questa lezione “ecologica” hanno preso parte anche il delegato alla Pubblica Istruzione Mafalda Cantarelli, la soc. Asa che si occupa della raccolta e smaltimento dei rifiuti a Sermoneta, che hanno spiegato come i bambini siano i protagonisti attivi per migliorare la raccolta differenziata, produrre meno rifiuti.Ad introdurre la lezione, la dirigente scolastica vicaria prof. Fallongo. Sono stati distribuiti anche materiali messi a disposizione dall’Arpa Rieti sul tema dei rifiuti sull’importanza di una gestione sana dell’ambiente in cui si vive. “Quella del 7 aprile – spiega il delegato Mauro Battisti – sarà una giornata importante per Sermoneta, a cui la comunità è chiamata per arginare il malcostume dell’abbandono selvaggio dei rifiuti in strada, una piaga che purtroppo non si riesce a sconfiggere. Da qui l’idea di coinvolgere i piccoli studenti e, con essi, le loro famiglie non solo al rispetto dell’ambiente e al corretto conferimento dei rifiuti, ma anche alla partecipazione alla giornata ecologica”. L’appuntamento è alle ore 8 di domenica 7 aprile alla tensostruttura di Le Prata, armati di tanta buona volontà. L’Amministrazione metterà a disposizione il materiale per la raccolta.

25 MARZO 2013  

QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you