Issuu on Google+

BASSANO ROMANO CONVIVE CON IL PERICOLO

Giovedì 25 Aprile 2013

Anno II Numero 44

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

DI SCORIE E SOSTANZE PERICOLOSE

L’editoriale

L’indagine

UNA PIOVRA NEL NOSTRO STIVALE

di Luca Pagni

di Alberto De Marchis Ah,

Paese

nostro!

Da

come

funzionano le piccole real-

tà si capisce quanto grande è

l’infiltrazione

della

corruzione e della mafia nel

sistema politico. E non solo è

anche

spropositata

la

volontà di fare i furbetti con

gli

stessi

elettori.

Il

cittadini

sindaco

Cortina

d'Ampezzo

to.

provvedimento

di

Andrea

Franceschi è stato arrestaIl

di

custodia cautelare ai domiciliari

è

stato

eseguito

dalla Guardia di Finanza di Belluno. accusato

Franceschi

di

abuso

e'

d'uffi-

cio, turbativa d'asta e violenza di

privata.

applicazione

cautelare

L'ordinanza

agli

di

misura

arresti

domiciliari e' stata emessa

dal gip di Belluno Giorgio Cozzarini, su richiesta del pm Antonio Bianco. Il sinda-

co e' indagato, in concorso con altri, dei reati di turbata

mento

liberta' di

traente,

del

scelta

violenza

abuso d'ufficio.

procedi-

del

con-

privata,

Continua a pagina 2

ALBERTO BERTUCCI SINDACO DI NEMI

NEMI, IL SINDACO PERCEPISCE IL DOPPIO DI QUANTO DOVREBBE Chiara Rai a pagina 2

Martedì 30 aprile 2013 alle ore 18,00 nella biblioteca comunale di Bassano Romano si terrà una pubblica assemblea per raccogliere adesioni al il ricorso al TAR che il Comune di Bassano Romano intende promuovere contro la DETERMINAZIONE n. A01445 del 27/02/2013 della Regione Lazio Dipartimento istituzione e territorio Direzione Regionale Ambiente Area Valutazione Impatto Ambientale. La DETERMINA riguarda una pronuncia di assoggettività a V.I.A. e S.M.I. del progetto di "RECUPERO DI RIFIUTI NON PERICOLOSI PER LA PRODUZIONE DI MANUFATTI EDILIZI IN CLS" sito nella Provincia di Viterbo, Comune di Bassano Romano, Loc. Stazione scalo. proponente TUSCIA PREFABBRIACTI srl. Il progetto in valutazione riguarda la proposta di installazione di un impianto di recupero di rifiuti non pericolosi per la produzione di conglomerati cementizi, all'interno del sito aziendale esistente, gestito dl proponente ubicato in zona industriale del Comune di Bassano Romano (VT) in località Stazione Scalo.

Continua a pagina 2

GENZANO, AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DI “PETALI DI PRIMAVERA.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Seconda edizione per "Petali di Primavera", manifestazione florovivaistica che si terrà dal 26 al 28 aprile al Parco e al Palazzo Sforza Cesarini e che lo scorso anno ha incantato migliaia di visitatori. “Petali di primavera”, realizzata dal Comune di Genzano di Roma in collaborazione con la Fondazione Terre Latine, nasce con l’obiettivo di valorizzare le caratteristiche del Parco Sforza Cesarini, un giardino romantico ottocentesco unico nel suo genere nel panorama dei Castelli Romani che propone ai visitatori un percorso di emozioni e sensazioni: è una manifestazione dedicata all'arte del giardino non inteso solo come tecnica del fare il giardino quanto piuttosto come modo per vivere il giardino stesso e il rapporto millenario dell’uomo con la natura che lo circonda.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

PRIMO PIANO

dalla prima pagina l’editoriale di Alberto De Marchis Dalle indagini, spiega la Guardia di Finanza in una nota, e' emerso che "in concorso con un assessore e con il titolare di una societa', poi aggiudicataria della gara, ha turbato il procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto del bando e degli atti amministrativi inerenti il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani del comune di cortina d'ampezzo". E non è tutto: il sindaco "in concorso con due assessori, abusando della funzione pubblica ricoperta", avrebbe esercitato "pressioni sul comandante della polizia locale per limitare i controlli sulla velocità a mezzo telelaser e contro la guida in stato di ebbrezza" e avrebbe "minacciato lo stesso comandante di degradarlo a vigile urbano. Il tutto - concludono le Fiamme Gialle - per evitare malcontento popolare in periodo pre-elettorale (elezioni del 6 e 7 maggio 2012)". Anche il sindaco di Nemi Alberto Bertucci sta subendo un processo perché accusato di Turbativa d’asta e frode ei confronti dello stesso Comune che amministra. Inoltre L’osservatore laziale gli appena chiesto chiarimenti perché il primo cittadino risulta aver percepito per il 2012 (ed è da verificare anche gli anni regressi) la piena indennità nonostante risulti operaio a tempo determinato e quindi per legge debba necessariamente percepire il 50 per cento dell’indennità. L'ex tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito e' stato arrestato nella sua casa genovese stamani alle 6. E' stato immediatamente trasferito nel carcere di San Vittore. Truffe da 8 milioni di euro sono contestate all'ex tesoriere e all'imprenditore Stefano Bonet dal gip del tribunale di Milano Gianfranco Criscione che ha disposto stamani l'arresto dei due per un'ipotesi di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e al riciclaggio (quest'ultimo reato contestato al solo Bonet). Si vogliono trarre le somme di questi eventi accaduti nelle ultime 24 ore? Per questi fatti bisognerebbe indignarsi, per questi fatti i cittadini di un Comune dovrebbero indignarsi e dire no a questo marcio sistema.

L’osservatore laziale

dalla prima pagina Luca Pagni

L’indagine

SCORIE E SOSTANZE PERICOLOSE A BASSANO ROMANO? Per

fare

il

calcestruzzo

si

usano

ceneri

contenenti anche sostanze pericolose?

(*): materiali utilizzati in sostituzione o in mix con il codice CER 100101 in modo tale da non modificare i quantitativi di rifiuti non pericolosi gestiti (150 tonnellate al giorno) Continuando a leggere la determina della REGIONE LAZIO “il proponente esclude qualsivoglia contaminazione degli ambienti e delle acque sotterranee e del sottosuolo”. Anche l’Amministrazione Comunale di Bassano Romano sta seguendo con molta attenzione l’iter di autorizzazione del suddetto impianto. Secondo il Dr. Ugo Pierallini, Assessore Ambiente e Cultura: “L’Amministrazione ha seguito e continua a seguire e monitorare la situazione, anche avvalendosi di esperti competenti, al fine di evitare che qualsiasi attività produttiva/industriale proposta nel nostro Comune costituisca pericolo per la cittadinanza e/o per l’ambiente e il territorio stesso. Stiamo prendendo tutte le dovute informazioni in merito alla pericolosità o meno di questo impianto industriale, nel quale è previsto l’utilizzo, come materia prima per la produzione di blocchi di cemento per l’edilizia, di ceneri pesanti e leggere provenienti dalla centrale termoelettrica a carbone di Torrevaldaliga Nord (Civitavecchia). Possiamo fin d’ora affermare che la volontà politica dell’Amministrazione è quella di incentivare lo sviluppo di attività industriali e artigianali che siano in armonia con l’ambiente e con il territorio, mentre siamo contrari ad attività

che possano in qualsiasi modo mettere in pericolo o comunque arrecare danno alla salute dei cittadini, all’ambiente e al nostro territorio. Proprio per questo motivo siamo rimasti contrariati dalla determinazione della Regione Lazio che esclude questo impianto dall’obbligo di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), liquidando la questione con la stesura di 17 prescrizioni, per giunta redatte senza interessare il nostro Comune, su cui ricade detto impianto. Per queste ragioni abbiamo inoltrato la documenta-

pesanti

e

scorie,

Bassano (VT) - All'attualità sono presenti nell'area gli impianti necessari all'attività di confezionamento del calcestruzzo (cls) e alla sua lavorazione. Il ciclo produttivo, ad oggi, utilizza materie prime quali inerti di cava, sabbia, cemento e acqua, senza trattare rifiuti e viene svolto internamente ad un capannone esistente. Nella Determina si riportano le attività sui rifiuti non pericoli previste ed i quantitativi che si intendono smaltire:CER 100102: ceneri leggere (15 tonnellate al giorno) + CER 100101: ceneri pesanti (135 tonnellate al giorno) + CER 190111: ceneri pesanti e scorie (*) + CER 030310: scarti di fibre e fanghi contenenti fibre derivanti dalla depurazione della pasta di carta e dell'industria cartaria (*)+ CER 030305: fanghi prodotti dai processi di disinchiostrazione nel riciclaggio della carta (*) CER 030309: fanghi di scarto contenen ti carbonio di calcio (*)

zione ad un legale con il quale stiamo valutando di presentare ricorso al TAR del Lazio verso la suddetta determinazione con il quale chiederemo che venga effettuata una seria valutazione di tutti gli eventuali rischi collegati alla realizzazione di questo impianto. L’Amministrazione Comunale continuerà ad essere vigile e non esiterà, qualora le risposte non fugassero i dubbi sugli eventuali rischi, a farsi promotrice assieme alla sua comunità di eventuali azioni di contrapposizione."


L’osservatore laziale

ROMA E PROVINCIA

pag. 3

L’inchiesta

NEMI, UN CASO DA CHIARIRE SUBITO: IL SINDACO RISULTA PERCEPIRE IL DOPPIO DI QUANTO DOVREBBE

I conti non tornano: Si richiedono chiarimenti

Chiara Rai

Nemi - Sono davvero tempi brutti dove i cittadini stringono la cinghia a più non posso e anche gli amministratori coscienziosi (pochi direi) si dimezzano o addirittura rinunciano alla propria indennità di assessore, consigliere, di sindaco! Specialmente in questo momento di crisi economica e sacrifici. Dunque, in questo contesto in cui si invoca disperatamente l'onestà, la trasparenza e la correttezza da parte di coloro che il Popolo ha messo in poltrona, si espone una vicenda che interessa il sindaco del Comune di Nemi Alberto Bertucci e che sicuramente merita un tempestivo chiarimento da parte sua. E di certo Alberto Bertucci saprà chiarire ai cittadini la sua posizione, quantomeno nel nome di quella “buona amministrazione” di cui si fa

Alberto Bertucci

paladino insieme al suo audace soste nitore della legalità Giovanni Libanori. ECCO I FATTI: Alberto Bertucci percepisce una indennità piena in qualità di Sindaco pari a 1.353, 51 euro lordi al mese e allo stesso tempo risulta essere lavoratore a tempo determinato. La legge stabilisce (Tuel – Testo Unico degli Enti Locali) che un sindaco se è lavoratore dipendente e non ha richiesto l’aspettativa deve prendere l’indennità dimezzata del 50%. Questo significa che Alberto Bertucci da quando è diventato sindaco avrebbe dovuto prendere una indennità di 676,75 euro anziché di 1.353,51 euro. Dunque di fatto, leggendo i pezzi di carta, il sindaco risulta lavoratore dipendente e intanto prende il doppio di quanto gli spetterebbe secondo la Legge. Ci sono tre pezzi di carta che dimostrano ciò che si è appena esposto.

PRIMO PEZZO DI CARTA: [ ELENCO INPS OPERAI AGRICOLI A TEMPO DETERMINATO COMUNE DI NEMI ANNO 2012 ] E’ un elenco ufficiale pubblicato dall’Inps che è rimasto sul sito dell’Ente di Previdenza solo per 15 giorni, da pochi giorni non più disponibile online. In questo elenco riferito al 2012 dove figurano tutti gli operai agricoli a tempo determinato di Nemi c’è anche Alberto Bertucci e affianco al suo nominativo c’è scritto OTD (operaio a tempo determinato) e c’è scritto anche che risulta aver lavorato per 52 giorni.Sempre nel 2012 però, risulta anche che Bertucci ha percepito in qualità di sindaco circa 10 mila e 500 euro lordi anziché circa 5 mila e 250 euro (per il periodo dal 7 maggio al 31 dicembre 2012). La matematica non è una opinione: se nell’arco del 2012 Bertucci è risultato lavoratore dipendente avrebbe dovuto percepire la metà dell’indennità riferita al 2012. SECONDO PEZZO DI CARTA:

Il Comune di Nemi ha pubblicato la Delibera di Giunta 105 del 12 settembre 2012 in cui si determinano le indennità di carica per i componenti della Giunta [ DELIBERA DI GIUNTA 105 DEL 12 SETTEMBRE 2012 disponibile su www.osservatorelaziale.it ] TERZO PEZZO DI CARTA: L’atto di liquidazione d’indennità di carica dei componenti della Giunta comunale riferita all’anno 2012 (Atto numero 212 del 10/12/2012) dal quale si evince che Alberto Bertucci ha percepito l’indennità piena. [ DETERMINA LIQUIDAZIONE 212 DEL 10 DICEMBRE 2012 disponibile su www.osservatorelaziale.it ] I fatti parlano chiaro o gli atti del Comune sono sbagliati, o l’Inps ha erroneamente messo in elenco il sindaco oppure c’è qualcos’altro di misterioso e sconosciuto che va chiarito. Articolo integrale: http://www.osservatorelaziale.it/index.asp?art=5429&arg=3&red=1

ALBANO, ALBAFOR: “COMUNE INERTE E SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI” L’EX SINDACO MATTEI INTERVIENE SULLO SCIOPERO DEI DIPENDENTI

Albano - “Esprimo piena solidarietà ai lavoratori dell'Albafor che, dopo cinque mesi di mancata erogazione degli stipendi, sono allo stremo e hanno deciso di indire uno sciopero per richiamare l'attenzione delle istituzioni sulla loro drammatica situazione. Una necessità, questa, ancor più urgente alla luce della perdurante inerzia del Comune di Albano e di chi lo governa”. Così Marco Mattei, per dieci anni alla guida di Albano, e ora consigliere comunale. “Le parole che abbiamo letto sul comunicato stampa del Sindaco non fanno che confermare che gli attuali amministratori ad una colpevole incapacità gestionale continuano ad affiancare una malafede ormai intollerabile. Di fronte al dramma che da più di un anno stanno vivendo i lavoratori questa amministrazione riesce a fornire solo risposte fantasiose su colpe derivanti dal passato, senza che si sia mai visto un piano di ristrutturazione aziendale degno di questo nome”. “Il Sindaco – aggiunge ancora Mattei - riesce a scaricare le sue colpe e quelle di chi ha nominato in CDA, oltre tre anni fa, sulla precedente ammi-

nistrazione. Quel CDA ha portato, per totale incapacità, la società da oltre 9 mln di€ di finanziamenti annui del 2009/2010 ai poco più di 5 mln di € del 2011/2012. Questo è il motivo reale della crisi Albafor e a nulla può valere, di fronte alla situazione attuale dei lavoratori e delle loro famiglie, questo scaricabarile di chi ormai da oltre tre anni ha responsabilità di governo e nulla ha fatto per impedire che la società cadesse nel baratro”. “Noi – prosegue l’ex primo cittadino di Albano e assessore all’ambiente della Giunta Polverini - abbiamo chiesto un incontro urgente all'Assessore alla Formazione della Regione Lazio perché siamo convinti che ci siano ancora tutte le possibilità per restituire serenità ai tanti lavoratori che in queste ore stanno manifestando il proprio disagio. Questo incontro conclude Mattei - si è reso necessario anche perché l'amministrazione comunale è rimasta inerte dal giorno del suo insediamento e ci siamo sentiti in dovere di esercitare una azio ne di supplenza”.


pag. 4

RIETI E VITERBO

L’osservatore laziale

VITERBO, VERTENZA PRECARI, IL PRESIDENTE CAMILLI: “UNANIME VOLONTÀ DI ACCELERARE I TEMPI” Viterbo - Ieri mattina il presidente della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi, il presidente del consiglio provinciale, Piero Camilli, il consigliere Antonio Fracassini, in rappresentanza del gruppo consiliare Fratelli d’Italia, e il consigliere Federico Grattarola, capogruppo del Partito democratico, hanno incontrato una delegazione dei lavoratori precari dell’Ente il cui contratto scade il prossimo 3 maggio. La situazione finanziaria della Provincia, sempre legata ai tagli del Governo e al rispetto delle strette disposizioni della Spending Review, nonché vincolata alla necessaria approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo, al momento impedisce l’immediata proroga dei contratti di lavoro. Per il 2013, infatti, la spesa di Palazzo Gentili per il personale non potrà superare obbligatoriamente il limite del 50% rispetto a quella dell’anno 2009. Nelle scorse settimane il presidente Meroi, come lui stesso ha avuto modo di spiegare al personale interessato, ha incontrato il Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, che si è detto disponibile, una volta approvato il bilancio regionale, a verificare la possibilità di dar corso alle procedure per lo stanziamento dei fondi FSE che in parte permetterebbero alla Provincia di riattivare alcune posizioni. La giunta e il consiglio di Palazzo Gentili, in ogni loro componente politica e istituzionale, hanno mostrato di fronte al personale precario la massima disponibilità a portare a compimento in tempi brevissimi le procedure per l’approvazione

Marcello Meroi del bilancio, propedeutiche al reintegro dei lavoratori. “Siamo bloccati da problematiche di natura burocratica insormontabili – afferma il presidente Camilli -. Personalmente in merito a questa vicenda ho riscontrato un’unanime volontà di procedere alle proroghe dei contratti, ma purtroppo non ci è possibile farlo. Una volontà più morale che politica, espressa sia dalla maggioranza che dall’opposizione in

eguale misura. Ci rendiamo conto della difficoltà della situazione, ma ad oggi oltre ad impegnarci per portare a termine un percorso condiviso che sia il più breve possibile non possiamo fare”. Tale posizione è stata condivisa da tutti i presenti e dal capogruppo del Popolo della libertà, il consigliere Bruno Capitoni, non presente all’incontro ma favorevole al percorso condiviso indicato da Camilli.

VITERBO, ONLINE IL BANDO DI ACCESSO AL CORSO PER 18 PANIFICATORI E PRODUTTORI DI BISCOTTERIA SECCA

Viterbo - Nuova iniziativa del settore Formazione professionale della Provincia di Viterbo. E’ on line sul sito internet dell’Ente, www.provincia.vt.it, il bando per l’ammissione di diciotto allievi over 35 al corso di acquisizione competenze per panificatore e produttore di biscotteria secca viterbese. Il corso avrà una durata di 120 ore, articolate in 18 ore di formazione teorica e 102 di formazione pratica in laboratorio, e sarà svolto presso la sede di CNA Sostenibile. La domanda di ammissione al corso potrà essere redatta grazie al modulo disponibile sul sito internet della Provincia di Viterbo alla voce albo pretorio, oppure in carta semplice, con allegata la dichiarazione relativa al possesso dei requisiti richiesti, e deve pervenire a mezzo raccomandata a/r o a

mano entro il termine improrogabile delle ore 12 del 16 maggio 2013 (non farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Provincia di Viterbo - Settore VI - Formazione Professionale, Via A. Saffi 49, 01100 Viterbo. La domanda potrà essere trasmessa anche all’indirizzo di posta certificata: provinciavt@legalmail.it. L’assessore alla Formazione, Paolo Bianchini, invita gli interessati a rispondere al bando presentando la domanda: il corso, infatti, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, è stato concepito con l’intenzione di favorire l’inclusione sociale e l’accesso all’occupazione di persone disoccupate/inoccupate che attraverso questa esperienza possono imparare un mestiere e crear si così una professione.

Tarquinia (VT) - «Compito di un’Amministrazione è di ascoltare e di fare le proprie valutazioni, libera da ogni pressione o condizionamento e nell’esclusivo interesse della collettività. Roma Vetus richiede un’analisi molto approfondita e il rispetto di tutte le normative vigenti». Lo dichiara il sindaco Mauro Mazzola, in merito al parco dedicato all’antica Roma. «Nessuno ha rifiutato a priori il progetto. - prosegue - L’iter politico e amministrativo è avviato e tra pochi giorni discuteremo in consiglio comunale una delibera d’indirizzo. Tuttavia è inaccettabile e inammissibile che qualcuno, forse perché accecato da interessi personali, pensi anche lontanamente di bruciare le tappe. Molte volte abbiamo assistito a grandi investimenti che poi non si sono realizzati, come avvenuto di recente per l’im-

pianto fotovoltaico di Montalto di Castro. Di fronte a progetti di queste dimensioni, da centinaia di milioni di euro, occorre andare con i piedi di piombo. Abbiamo incontrato gli investitori per ascoltare la loro proposta, perché la possibilità di creare posti lavoro non ci deve sfuggire. Ma abbiamo il diritto e il dovere di difendere il nostro territorio e la nostra comunità. Pretendiamo chiarezza, trasparenza e certezze, perché i contorni del progetto Roma Vetus non sono definiti. Su questo aspetto non deroghiamo. Se ci saranno le condizioni saremo i primi a collaborare, così come abbiamo sempre fatto verso le realtà interessate a creare sviluppo. Trovo quindi ridicoli alcuni articoli apparsi su dei siti telematici e qualche commento scritto sui social network».

TARQUINIA (VT), NESSUNA CHIUSURA A PRIORI SU ROMA VETUS


L’osservatore laziale

FROSINONE E LATINA

pag. 5

Cronaca

LATINA, IL SINDACO DI GIORGI INCONTRA IL “MINI SINDACO”. PRESENTE L’ASSESSORE SOVRANI

Latina - L’Assessore alla Pubblica Istruzione, nell'ambito del progetto "Coloriamo il nostro futuro", ha partecipato al 13° Convegno Nazionale dei Mini Sindaci e Mini Presidenti dei Parchi Naturali Italiani che si è tenuto a Taverna, in Provincia di Catanzaro. “E’ stata l’occasione – sostiene l’Assessore Sovrani - per accompagnare i rappresentati dei ragazzi, la Dirigente Scolastica Prof.ssa Eliana Valterio e i docenti d e l l ’ I s t i t u t o Comprensivo"Leonardo da Vinci - Gianni Rodari" di Latina. Il Convegno è la fase conclusiva di un lungo lavoro durato un anno che ha visto i ragazzi dell’Istituto impegnati nella realizzazione di un elaborato sul tema dell’arte della poesia e del paesaggio dedicato al nostro territorio. Nei giorni scorsi, presso l’Istituto Da Vinci, erano stati proclamati ufficialmente il minisindaco, gli assessori e i consiglieri dell'Istituto. Coloriamo il nostro futuro” – continua l’Assessore Sovrani- è un progetto che si inserisce nell’ambito educativo dei progetti legati allo spirito della legalità e della cittadinanza che attraverso un accordo di rete coinvolge circa 80 scuole di tutta Italia. La caratteristica di questo ambizioso progetto è che le scuole aderenti devono essere presenti in zone all’interno dei parchi naturali e devono aver istituito all’interno dell’Istituto Scolastico il Consiglio Municipale.I miei complimenti al Mini Sindaco Ilaria Laureti e al Mini Assessore Nicolò Albano che hanno rappresentato egregiamente la scuola al convegno. I complimenti vanno anche alla Dirigente Scolastica Eliana Valterio, alla docente referente del progetto Sabrina Calvosa a tutte le docenti che seguono il progetto per il loro quoti-

diano impegno a favore della scuola. Formazione, educazione, innovazione, socializzazione, questi sono gli obiettivi primari che credo ogni scuola dovrebbe perseguire, le istituzioni dal canto loro devono accompagnarle e sostenerle per garantire il diritto allo studio”. Per salutare i ragazzi e i docenti che hanno partecipato al convegno nazionale il sindaco Giovanni Di Giorgi si è recato presso la scuola elementare di via Fattori e presso la scuola media “Da Vinci”, insieme all’assessore Marilena Sovrani, accolto dalla dirigente Eliana Valterio e dai docenti. Il sindaco ha rivolto i complimenti ai piccoli sindaci, invitandoli a visitare il palazzo comunale e l’aula consiliare e ha detto: “A nome dell’amministrazione comunale saluto i nostri piccoli amministratori che hanno partecipato a questo progetto dall’alto valore educativo e formativo. Il rispetto delle istituzioni e l’amore per il nostro Paese debbono rappresentare punti saldi nella formazione delle giovani generazioni. Complimenti ai promotori e ai partecipan ti a questa bellissima iniziativa”.

LATINA, FABIO MIRAGLIA È IL NUOVO PRESIDENTE DELLA SEZIONE SANITÀ DI CONFINDUSTRIA LATINA

FABIO MIRAGLIA

Latina La Sezione Sanità di Confindustria Latina lunedì 22 aprile si è riunita per eleggere il n u o v o Presidente. Fabio Miraglia, del Gruppo GIOMI, è dunque il successore di Maurizio Costa che lascia ante tempo perché impegnato a concorrere per la

carica di sindaco della città di Formia. La Sezione ha inoltre provveduto ad eleggere anche il Vicepresidente, Paolo Verzili, della Sanatrix di Aprilia.Fabio Miraglia, classe '72, consegue la Laurea in scienze Politiche ed Economiche presso l'Università La Sapienza Roma, con la tesi di Laurea in “Privatizzazione del Sistema Sanitario Nazionale c o n particolare attenzione al modello assicurativo”. Master in Business Administration Università LUISS Guido Carli di Roma prima, e Corso di perfezionamento in Sistemi Informativi in ambito Sanitario Università Bocconi Milano poi, segue persino il Corso di perfezionamento in Controllo di gestione dell’azienda sanitaria de Il Sole 24 Ore, e si perfeziona a tal punto da diventare lui stesso Docente Universitario e di Master, anche a livello europeo. Dal 2000 ad oggi, ha infatti ricoperto ruoli di sempre maggior responsabilità nel Gruppo GIOMI, fino ad estendere le sue competenze professionali in altre realtà della sanità privata italia na e tedesca.


25 APRILE 2013