Page 1

L ’ osservatore laziale QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE Martedì 11 Giugno 2013

WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT

Anno II Numero 86

IGNAZIO MARINO STRAVINCE IN TUTTI I QUARTIERI DELLA CAPITALE

Direttore Responsabile: Chiara Rai - Editore: IG Servizi Srl - Sede legale: Roma, via C. Colombo, 440 - Tel. 3457934445 - Fax. 02700505039 - Email: info@osservatorelaziale.it

Marino: "Non era mai successo, neanche giunte Rutelli e Veltroni” a pagina 3

ai

tempi

delle

DAL MARE ALLE PORTE DI ROMA ZINGARETTI: “LAVORI INDISPENSABILI PER GARANTIRE AI TURISTI CHE ARRIVANO VIA MARE UNA PORTA DI ACCESSO PIÙ AGEVOLE A ROMA”

L’editoriale

Via libera agli interventi di ampliamento del Porto Turistico di Roma ad Ostia. Saranno usati finanziamenti interamente privati per l'aumento dei posti barca, per la realizzazione di una serie di miglioramenti funzionali e per ridurre il fenomeno dell'insabbiamento dell'avamporto per consentire manovre di entrata dei natanti più agevoli ed in totale sicurezza. Il progetto presentato prevede la realizzazione di circa 611 nuovi punti di ormeggio per imbarcazioni da diporto di lunghezza compresa tra 12,00 e 70,00 mt, che si aggiungono agli 808 attuali per imbarcazioni comprese tra 8,00 e 55,00 mt. Ci sarà così posto per 1.419 barche. Ci saranno anche 656 nuovi posti auto che si aggiungono agli attuali 1.200 posti. "Sono lavori indispensabili - ha detto il presidente della Regione, Nicola Zingaretti - per garantire ai turisti che arrivano via mare una porta di accesso più agevole a Roma. In particolare per Ostia si tratta di un importante intervento di riqualificazione che offrirà opportunità di lavoro per centinaia di persone e la più lunga passeggiata pedonale turistica a mare d'Europa di circa 1300 metri con pista ciclabile. Una boccata di ossigeno per le imprese del territorio ed una straordinaria occasione di sinergia tra turismo, infrastrutture e riqualificazione per il territorio di Ostia".

LE CHIAVI DI ROMA CAPUT

MUNDI AL CENTROSINISTRA

Ha

di Alberto De Marchis

vinto Ignazio Marino un chirurgo genovese figlio di una svizzera e un siciliano che ama molto la Capitale. Lui è il nuovo sindaco di Roma. Si presenta come un amministratore profeta: veglierà su chi rimarrà indietro. Vuole vedere le persone tornare a sognare, sperare e soprattutto sorridere per strada. Sintomo che tutto va meglio. Parla di lavoro, solidarietà e di una città che tornerà a pesare a livello internazionale: “dialogheremo con la Regione – le sue prime parole per affrontare la prima emergenza, quella del lavoro per i giovani e per quelli che lo hanno perso”. Marino ha trionfato al ballottaggio conquistando il 63,93 per cento dei voti, mentre il sindaco uscente Gianni Alemanno si è fermato al 36,07 per cento. Il centrodestra, arretra in tutta Italia e perde Roma caput mundi. L’analisi fatta nell’editoriale di ieri è sbocciata. Era prevedibile, è vero ma le nostre “profezie” ultimamente si avverano. Il Pd è dappertutto, prima di tutto al governo, anche se in compagnia. E a Gianni non resta che una silente ammissione di sconfitta. Adesso lo si vedrà nelle fila dell’opposizione e chissà che cosa ne uscirà fuori.

D’AUSILIO

(PD):

“UNA

VITTORIA

LIMPIDA E SENZA OMBRE. QUELLO CHE

SERVIVA A ROMA”

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE

Roma - “Roma è stata davvero salvata da una vittoria limpida e senza ombre. Un risultato eccezionale per i romani e per il centro-sinistra. Ignazio Marino ha staccato Alemanno di 28 punti percentuali . 28 punti che testimoniano tutto il fallimento di questa giunta e la contemporanea voglia di riscatto dei romani. Che hanno deciso di consegnare la città nelle mani di una persona come Ignazio Marino. Un vento nuovo cominciato all'indomani della vittoria di Zingaretti in regione. Ora davvero tutto è possibile e si può ripartire. Questo è tutto quello che serviva ai Roma”: così in una nota Francesco D’Ausilio, coordinatore della segreteria regionale del Pd.

ZOOMARINE

IL PARCO DIVERTIMENTI DI ROMA

SU WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT IL COUPON SCONTO RISERVATO AI

LETTORI DE L’OSSERVATORE LAZIALE


pag. 2

LAZIO,

PRIMO PIANO GESTIONE

PUBBLICA

L’osservatore laziale

www.osservatorelaziale.it

DELL’ACQUA: LA SCONFITTA DI GIANNI ALEMANNO

"SUBITO AL VIA IL PERCORSO PER L'APPROVAZIONE

DELLA PROPOSTA DI LEGGE”

Si è svolto sabato 8 giugno a Capranica (VT), l'incontro pubblico "ACQUA: Gestione Pubblica e Partecipata a Tutela della Democrazia e della Salute", organizzato dal Coordinamento Regionale del Forum italiano dei movimenti per l’acqua, che ha visto la partecipazione di comitati, sindaci e rappresentanti delle istituzioni della regione Lazio. La discussione è partita dalle criticità del territorio Viterbese, a partire "dall'emergenza arsenico", per articolarsi intorno alla proposta di legge regionale per la gestione pubblica e partecipata dell'acqua, presentata da comitati e sindaci della regione. L'incontro ha permesso di condividere alcune tappe del percorso futuro, a partire dalla richiesta rivolta al Presidente del consiglio regionale di affidare quanto prima il testo di legge alla commissione competente, in modo da poterne avviare entro giugno la discussione. Ricordiamo infatti che la Regione dovrà legiferare in materia entro marzo 2014, se entro quella data non verrà approvata una legge che rispetti tutti i principi espressi nella proposta di legge popolare, quest'ultima dovrà essere sottoposta a referendum propositivo regionale. Il Presidente della Commissione Ambiente della Regione Lazio, Enrico Panunzi, nel suo intervento in assemblea ha assunto pubblicamente l'impegno di attivare il percorso di discussione della legge non appena riceverà il testo dal Presidente del Consiglio, dichiarando di condividere pienamente incipi in esso contenuti e di auspicare una sua rapida approvazione. Anche l'Assessore all'Ambiente, Fabio Refrigeri, durante l'incontro con i comitati dell'acqua svoltosi lo scorso 23 maggio, si è detto pienamente d'accordo sull'avvio di un tavolo tecnico partecipato che permetta di entrare nel merito della proposta di legge e dei suoi articolati tecnici, prendendosi l'impegno di avviarlo entro la prima metà di giugno; l'assemblea di Capranica ricorda quindi all'Assessore l’impegno preso, ribadendo la necessità di realizzare un nuovo incontro quanto prima. Tale lavoro di approfondimento, da portare avanti insieme ai consiglieri che si sono resi e che si renderanno disponibili, sarà necessario anche per affrontare alla radice la questione arsenico, affinché questa cessi di essere un'eterna emergenza, ma si avvii verso una soluzione idrolo-

gicamente ed economicamente sostenibile e definitiva, che chiami in causa tutti gli enti gestori per le loro responsabilità e mancati investimenti. Su questo tema è stato presentato dal Prof Saladino dell’Università della Tuscia il progetto di monitoraggio dei danni provocati dall’arsenico sulle persone e sull’ambiente, per il quale si sta già costituendo una rete di associazioni ed enti di ricerca nell'ottica della condivisione e scambio di competenze. La proposta di legge regionale, sottraendo l'acqua alle logiche di mercato, contribuirà a mettere un freno alla vergognosa pratica dei distacchi per morosità, regolarmente attuati da tutte le società gestrici del Lazio, anche nei casi in cui i cittadini si autoriducono le bollette a seguito dell’apertura di un contenzioso; è questo il caso di Talete SpA che fornisce addirittura “acqua non destinabile ad uso umano”, pretendendone comunque il pagamento. Si invita quindi la Talete a rispettare il diritto dei cittadini e a sospendere qualsiasi iniziativa in atto verso coloro che hanno effettuato l'autoriduzione del canone, rimborsando ai cittadini il 50% del canone pagato, come prescrivono le leggi in caso di distribuzione di acqua non potabile. A Talete SpA viene anche chiesto un “audit sociale” del debito che dopo anni di spese indiscriminate la porta sull’orlo della bancarotta. La fine della subordinazione al profitto consentirà anche di mettere ordine al sistema delle concessioni dello sfruttamento delle fonti di approvvigionamento, per andare verso una distribuzione della risorsa idrica che rispetti la sostenibilità ambientale e la solidarietà idrica tra territori, mettendo fine alle gravi illegittimità attualmente in essere nella nostra regione principalmente legate alle grandi derivazioni gestite da ACEA; il prossimo appuntamento lanciato dal coordinamento sarà proprio nei pressi delle Sorgenti del Peschiera gestite dalla multinazionale romana in assenza di concessione dal 1996. In occasione della seconda candelina della vittoria referendaria, che spegneremo idealmente il 12 giugno, esprimiamo quindi un desiderio collettivo, che ha tutte le carte in regola per diventare realtà: che il terzo compleanno dei referendum venga festeggiato con un brindisi di acqua ripubblicizzata in tutta la Regione Lazio!

DELEGAZIONE MODAVI- ARGALAM (UNAGA-FNSI) A BRUXELLES PRESENTATO IL LUNARIO 2013

Si sono tenute a Bruxelles, nelle ultime tre giornate, le commissioni di studio che hanno visto impegnati i dirigenti nazionali della protezione civile del Modavi e di Arga Lazio Abruzzo Molise, i giornalisti verdi di Unaga-FNSI, in un’azione sinergica volta a comunicare il sociale per l’Europa. La delegazione era guidata, per il Modavi, dalla Presidentessa Nazionale, la romana Irma Casula e dal dirigente Franco Giovagnoli e, per Argalam, dal Presidente interregionale Donato Fioriti e dal Vicario Ugo Iezzi . “L’Europa interviene nella nostra vita nazionale in modo importante – ha sottolineato l’eurodeputato Marco Scurria, Presidente della Commissione cultura e volontariato U.E. , che ha ricevuto la delegazione- in tanti campi, come ad esempio quello sociale, e non se ne conoscono le ratio: i cittadini europei non hanno la possibilità di assimilare svolte importanti per una qualità migliore della vita, langue la comunicazione.” “L’On. Scurria ha perfettamente ragione – concorda il presidente Argalam Donato Fioriti- noi avvertiamo l’Europa, specie di questi tempi, come un peso, un onere, invece rappresenta il nostro futuro, la speranza di una qualità di una vita migliore. E’ necessario, però , conoscerne ombre e luci, cercare di cambiare quel che è di farraginoso e non va ma anche comprendere ed apprezzare quel che di positivo viene fatto e di cui i cittadini non vengono quasi mai a conoscenza. Noi proveremo a farlo- conclude Fioriti- con l’aiuto delle Istituzioni europee ed in un’ottica di una trasparenza reale, attraverso un programma settimanale, “Alternews” , che si occupa proprio di questo settimanalmente sul canale SKY 858.” In occasione di queste giornate di studio, è stato presentato anche “Il Lunario incontra il territorio” il calendario interregionale eno-gastronomico Argalam, ideato e realizzato dal giornalista Ugo Iezzi, unitamente al collega Mario D’Alessandro ed al vignettista “Passpartout” e che vedrà un focus centrale per l’edizione 2014 su “Roma Capitale”.

Il sindaco uscente di Roma riconosce la vittoria di Ignazio Marino: "Ringrazio tutti gli elettori che hanno deciso di votare" e aggiunge, "l'influenza dell'astensionismo è stata molto forte". Poi precisa: "Mi assumo tutte le colpe"

ASSOTUTELA CHIEDE CHIAREZZA SULLA COSTRUZIONE DEL NUOVO OSPEDALE DEI CASTELLI

“Asl Roma H, l’ospedale dei Castelli romani, definito da molti amministratori una delle migliori operazioni di riorganizzazione sanitaria, stenta a decollare”. Lancia l’allarme il presidente di Assotutela Michel Emi Maritato: “tra intoppi burocratici, ordigni bellici ritrovati sull’area oggetto della edificazione, finanziamenti che arrivano col contagocce, incertezza politica, la monumentale opera che dovrebbe garantire ai residenti dell’hinterland romano l’accorpamento di varie specialità, con positive ricadute sul piano organizzativo ed economico stenta a vedere la luce. I cittadini si chiedono cosa ci sia sotto ed è ora di fare chiarezza”. Il progetto, approvato nel 2007 dalla giunta Marrazzo in luogo di un precedente sostenuto da Storace – ha visto uno stanziamento iniziale di 120 milioni di euro, in pieno piano di rientro. Nel 2008 l’opera fu bloccata dal ministero dell’Economia che non ratificò l’investimento e il commissariamento della sanità fece il resto, vietando la realizzazione di qualsiasi nuova opera. I lavori ripresero nel 2011, dopo il parere positivo del Nucleo di valutazione regionale per un nuovo ospedale con 300 posti letto ma da allora, mille ostacoli hanno messo in discussione il termine delle opere entro 1008 giorni dall’apertura del cantiere mentre i residenti soffrono per le carenze dovute a tagli di posti letto, chiusure e soppressioni di servizi. “Occorrono inoltre garanzie – aggiunge Maritato – sulla cosiddetta finanza di progetto, in base a cui arredi e attrezzature del nosocomio saranno fornite da privati. A quale prezzo per i cittadini e l’assistenza? La Regione Lazio e la Asl Roma H dovranno fornire chiarimenti al più presto. Non si possono smantellare decine di ospedali nella zona dei Castelli, come è avvenuto in questi anni con il piano di rientro, senza prima fornire alla cittadinanza alternative valide”.


L’osservatore laziale

www.osservatorelaziale.it

ROMA E PROVINCIA

pag. 3

IGNAZIO MARINO STRAVINCE IN TUTTI I QUARTIERI DELLA CAPITALE Marino: "Non era mai successo, neanche ai tempi delle giunte Rutelli e Veltroni”

Roma - Ignazio Marino ha fatto il pienone a Roma. La vittoria è netta in tutti i quartieri capitolini. In ben 13 dei 15 municipi della capitale, Marino ha superato il 60% dei voti, con un picco massimo del 69% registrato nell'VIII municipio che comprende anche il quartiere rosso della Garbatella, proprio quello dove l'ormai ex sindaco Gianni Alemanno fu contestato duramente alcuni giorni fa. Ma Marino trionfa anche in un feudo del centrodestra il XV municipio, ovvero CassiaFlaminia, dove ha totalizzato il 52% contro il 48% dello sfidante, un 48% che è il dato migliore ottenuto da Alemanno. E ancora Marino spodesta Alemanno anche in altri quartieri "neri" come Aurelio eTrionfale (XIII municipio) dove incassa il 59%. Nel resto della città l'onda del chirurgo avanza ovunque e omogenea: da Monte Mario fino a Porta San Paolo, passando per il centro storico,Prati, il Vaticano il distacco tra i due è stato di 30 punti e cioè 65% a 35%. Identico risultato in periferia, dal Prenestino all'Alessandrino, dalla Magliana a Corviale col suo serpentone. E a Tor Bella Monaca, oggetto da parte della giunta di centrodestra di un ipotesi di abbattimento dei palazzoni sinonimo di bruttezza urbanistica, Marino è schizzato al 61%. E ancora il "cappotto rosso" ha potuto contare sul 67% all'Appio Tuscolano e a Cinecittà, con i suoi studios, fino ai confini con Ciampino e a Monteverde. E anche ad Ostia, dove si era pensato anche a fare una pista da sci, Alemanno non è andato oltre il 36% mentre Marino ha raggiunto il 64%. E all'Eur Marino arriva ad oltre il 62%, il quartiere dell'omonimo Ente che Alemanno affidò all'amico Riccardo Mancini, poi travolto dall'affaire della tangente per i bus. Ma anche il quartiere che avrebbe dovuto ospitare il tanto discusso Gran Premio tra l'architettura razionalista. Roma insomma ha voluto voltare pagina. Ovunque. "Non era mai successo", dice Ignazio Marino. Neanche ai tempi delle giunte Rutelli e Veltroni.

ANGUILLARA – UDC: “ ASSESSORATO INUTILE SE NON SUPPORTATO

DA PIANO STRAORDINARIO PER LA MANUTENZIONE STRADALE E SCOLASTICA”

Anguillara (RM) - “Anguillara ha bisogno di una manutenzione stradale e scolastica di ampio respiro, ma il rimpasto rosa-sbiadito della nuova Giunta Pizzorno non ha portato alcun miglioramento alla programmazione amministrativa : l’assessore Botti è la persona sbagliata che siede nel posto sbagliato – tanto da occupare imperterrita due poltrone come esempio del cambiamento sbandierato dal PD - e il suo ruolo poco incisivo evidenzia impietosamente l’inutilità dell’assessorato che presiede, condannando, per il terzo anno consecutivo, la città all’invivibilità”. Lo dichiarano Sergio Manciuria e Mario Fantauzzi , in merito al Piano Triennale delle Opere Pubbliche rivisitato con la deliberazione 85 dello scorso 4 Giugno, dopo aver constatato che all’interno del documento risultano completamente assenti concreti e visibili lavori di manutenzione che vadano oltre la soglia di legge dei centomila euro annui. “Dopo aver celebrato lo scampato dissesto con i beni di famiglia perseguiti da altri – ragionano gli esponenti sabatini - delle due l’una: o al Sindaco piace presentare la nostra città come regno delle buche perpetue e delle aule scolastiche fatiscenti, oppure la sua capacità di risolvere i problemi non va oltre la funzione del tappabuchi e dell’imbiancatura prescolastica delle aule, i cui effetti durano dalla sera al mattino. Nella nostra città non funziona quasi niente come ad esempio il decoro urbano, la pubblica illuminazione ormai abbandonata a se stessa, la rete idrica ridotta a un colabrodo, e da ultimo l’assenza totale di tutela delle strutture pubbliche dagli atti vandalici, come quelli del palazzo baronale, che condanniamo senza se e senza ma.Occorre un po’ di buon senso e operosità per cominciare a mettere a posto le cose, ma Pizzorno e i suoi assessori sembrano più attenti allo stipendio assessorile che alle lamentele e denunce quotidiane dei concittadini. Basterebbe concentrare le risorse disponibili e in parte già reperite nel 2012 – assicurano i due esponenti Udc come ad esempio le maggiori entrate rispetto alle previsioni di € 130.000 dall’IMU prima casa, soldi che nonostante la nostra forte opposizione sono stati succhiati da questa sinistra ai contribuenti di Anguillara, per iniziare a mettere insieme un tesoretto. A questi si potrebbe sommare il ricavo dovuto al risparmio dei costi di oltre € 200.000 per il minor conferimento del ‘tal quale’ nella discarica di Cupinoro : un buon risultato che non si vede in bolletta, rispetto alla disastrosa gestione ESA in House. E ancora – proseguono Manciuria e Fantauzzi -, a queste somme si potrebbero aggiungere i 90.000 euro già risparmiati sui mutui e stanziati per le scuole, e

soprattutto l’ ulteriore alienazione nella 167 Le Fontane per circa 240.000, precisamente il Lotto L2 riassegnato con DG 147/2012. Agendo così, si avrebbero a disposizione otre 600.000 euro da spendere nell’anno in corso per la manutenzione stradale e scolastica e si potrebbe avviare una seria pianificazione. Servirebbero un po’ di umiltà e voglia di lavorare seriamente per risolvere o alleviare in parte i problemi dei concittadini e alla tassa di scopo proponiamo delle coperture ben definite. Purtroppo la realtà supera la fantasia e considerata la cronica incapacità politica e ammnistrativa di questa Giunta, oggi dobbiamo confidare nelle qualità e nell’esperienza del nuovo Capo Area LL.PP. e Manutenzioni, l’Ing. Dello Vicario, tecnico degno di percepire con professionalità e responsabilità le nostre istanze e capace di scuotere l’immobilismo imperante del Primo Cittadino. Continueremo comunque a vigilare – concludono Manciuria e Fantauzzi – e faremo da supporto con dei suggerimenti costruttivi soltanto se ci sarà un nuovo corso che punti ad una manutenzione strutturale senza limitarsi a vivere alla giornata. Se invece dovesse perdurare l’attuale improvvisazione, per il bene di Anguillara Pizzorno e la Botti abbiano il coraggio di mettersi una mano sulla coscienza e stacchino la spina ad un Amministrazione pratica mente inutile”.


RIETI E VITERBO

pag. 4

L’osservatore laziale

www.osservatorelaziale.it

Amministrative 2013

VITERBO, CROLLA IL CENTRODESTRA. VITTORIA NETTA DI LEONARDO MICHELINI

Viterbo - Vittoria netta per Michelini con 16514 voti (62,86%) rispetto Giulio Marini, arrestatosi a 9759 p r e f e r e n z e (37,14%). Questo il dato definitivo relativo all’affluenza: su 53401 aventi diritto, si sono presentati ai seggi 27120 votanti (50,79%). Chiara sconfitta di Marininel capoluogo roccaforte del centrodestra per tradizione. Riccardo Valentini capogruppo regionale della Lista per il Lazio in meri-

to alla vittoria di Leonardo Michelini ha dichiarato: “Complimenti al nuovo Sindaco di Viterbo. La vittoria di Michelini rappresenta una svolta storica per la città. Per la prima volta negli ultimi vent’anni il centrosinistra, in sinergia con le migliori forze della società civile, è chiamato ad amministrare la città. Al servizio del territorio e dei cittadini. Leonardo ha portato avanti in questi mesi una campagna elettorale coraggiosa, leale e incentrata sui temi della crescita economica, dello sviluppo occupazionale e della valorizzazione delle risorse del territorio. E la città lo ha premiato. Da oggi iniziano un nuovo percorso e una nuova sfida: dare a Viterbo il posto che

merita a livello nazionale. Dare finalmente ai suoi cittadini, ai suoi lavoratori e alle giovani generazioni una speranza per il futuro. Percorso e sfida che ci vedranno sicuramente al fianco del nuovo Sindaco e di una nuova città. Esprimo le mie più sentite congratulazioni al nuovo sindaco di Viterbo Leonardo Michelini. Pur in uno scenario che vede una significativa astensione, la proposta di Michelini è stata giudicata innovativa dall’elettorato, che lo ha premiato con un risultato davvero importante. A lui e a tutto il Consiglio comunale gli auguri di un sereno e proficuo lavoro per attuare nella città capoluogo quella svolta tangibile attesa da tempo”.

MONTEROSI (VT), COTRAL SPA. SR CASSIA: MODIFICA PERCORSO IN INGRESSO E SOSPENSIONE FERMATA

Monterosi (VT) - La Cotral Spa rende noto che da giovedì, 13 giugno 2013, verrà soppressa, per entrambe le direzioni, la fermata ubicata al Km 41+800 della SR Cassia. Contestualmente, il percor-

so delle corse in ingresso a Monterosi, direzione Roma, verrà modificato eliminando il passaggio sulla complanare, con relativa sospensione della fermata posta all’intersezione di Via degli

Tornei & Gare

POGGIO MIRTETO (RI), "TROFEO TENNIS KINDER SPORT: UN SUCCESSO INASPETTATO Dopo

la

cerimonia

all’edizione 2014

di

premiazione

giocatori

Poggio Mirteto (RI) - Domenica 9 Giugno si è conclusa la 1^ Edizione del torneo di tennis denominato “Trofeo Tennis Kinder Sport” riservato ai giovani dagli 8 ai 16 anni, che ormai da molti anni fa tappa in tutte le provincie d’Italia.Nell’edizione di Poggio Mirteto erano iscritti 84 partecipanti suddivisi nelle

e

staff

si

sono

dati

appuntamento

varie categorie maschili e femminili, provenienti da molti circoli del Lazio, tra i quali TC Mirtense (circolo ospitante) CT la Foresta Rieti, TC Parioli Roma, Sport Shuttle Selci Sabino, Villa Panphili, TC Viterbo, New F84 Roma, Salaria Sport Village. Soddisfatto il Direttore del Torneo Fabrizio Tabellini che dichiara: “ Non pensavo che il primo anno che ospitavamo questo evento i giocatori rispondessero con un cosi alto numero di iscritti per un circolo come il nostro con solo 3 campi, inoltre devo dire che anche il livello è stato molto alto, soprattutto nelle categorie dei più piccolini, come Alessandro Palma (New F84), Bielli Lorenzo (TC Parioli) Simone ed Anthony Poeta (TC Viterbo), Santoni Stefano (Villa Panphili) Matteo Iacoboni (CT La Foresta) , Dell’Omo Martina (TC Parioli), Brocchi Silvia (Davis 76), Matteo Iacoboni (CT La Foresta) Matilde Coen e Matteo Tabellini (TC Parioli), allenati da Francesca Romano ex. N. 70 delle classifiche WTA. Da ricordare anche Boncompagni Gianmarco Under 16 (CT La Foresta) allenato dal Coach Riccardo Modenese vincitore della sua categoria senza mai perdere un set”. Adesso per molti di loro dal 21 al 27 luglio ci sarà il Master Finale al Quanta Village di Milano, dove si confronteranno con tutti i vincitori e i finalisti provenienti da tutta Italia. Un plauso finale va dato agli Ufficiali di Gara, Sabatini Marco e Sambenedetto Luigi che alla loro prima esperienza si sono dimostrati impeccabili nel loro ruolo, e al Presidente del TC Mirtense Aldo Bentivoglio che ha messo l’intera struttura a disposizione dell’evento. Dopo la cerimonia di premiazione giocatori e staff si sono dati appuntamento all’edizione 2014 Risultati del torneo su: www.trofeotennis.it


L’osservatore laziale

www.osservatorelaziale.it

FROSINONE E LATINA

pag. 5

Amministrative 2013

FORMIA (LT), SANDRO BARTOLOMEO E’ IL NUOVO SINDACO

Formia (LT) - Sandro Bartolomeo vince il ballottaggio e diventa sindaco. “Con la vittoria di Sandro Bartolomeo si completa un turno elettorale positivo per il PD pontino. Il centro sinistra non amministrava nessuno degli otto comuni andati al voto ed ora risulta vincente in quattro di essi che vantano una popolazione complessiva di sessantamila abitanti. Siamo sicuri che Sandro Bartolomeo saprà rappresentare con le sue capacità e la sua esperienza una garanzia di buon governo per la comunità formiana e un punto di riferimento per l’intera area del sud pontino. Ad emergere con chiarezza è la crisi del PDL”, Hanno dichiarato in una nota il Presidente del partito Maurizio Mansutti e il vicesegretario, Giovanni La Penna.

Amministrative 2013

SABAUDIA (LT), MAURIZIO LUCCI SI RICONFERMA SINDACO

Sabaudia (LT) - A Sabaudia Maurizio Lucci si riconferma sindaco grazie al sostegno dalla propria Lista Civica e dell’appoggio di Fratelli D’Italia, ha conquistato il 56,09% dei consensi battendo Giovanni Secci del Pdl. Nicola Calandrini, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia ha dichiarato: “Il successo di Maurizio Lucci a Sabaudia rappresenta un segnale importante sotto diversi aspetti. Intanto perché i cittadini hanno voluto premiare la continuità amministrativa, nella certezza che dando fiducia a Lucci possono essere portati a termine importanti progetti per la città, alcuni dei quali già avviati. Inoltre, gli stessi cittadini hanno fatto capire che lo scontro fine a se stesso non paga”.

SERMONETA (LT): AL VIA LA CAMPAGNA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Giovannoli: “Un problema che va affrontato aumentando il livello di sicurezza ma anche di consapevolezza, ponendo al centro dell’attenzione il valore della dignità femminile”

Sermoneta (LT) L’Amministrazione Comunale di Sermoneta ha deciso di aderire alla campagna “365 giorni no”, per lanciare un segnale forte contro la violenza sulle donne. Si tratta di un atto simbolico, ma che impegna il Sindaco a promuovere iniziative di sensibilizzazione contro violenza ed abusi subiti dalle donne, di cui purtroppo la cronaca nazionale ci riporta casi quotidiani. “Un problema che va affrontato aumentando il livello di sicurezza ma

anche di consapevolezza, ponendo al centro dell’attenzione il valore della dignità femminile”, spiega il Sindaco Giuseppina Giovannoli. L’Amministrazione Comunale ha ritenuto di raccogliere l’appello lanciato dall’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani – a condividere la Campagna lanciata dal Comune di Torino in concomitanza con la Giornata Internazionale per l’eliminazione delle Violenza contro le Donne.

L'iniziativa ha l'obiettivo di coinvolgere in prima persona Sindaci e Sindache invitandoli a diventare testimonial e a sensibilizzare i cittadini contro ogni forma di violenza alle donne. Con la delibera approvata, il Comune di Sermoneta condivide la carta di intenti che descrive l’iniziativa e sosterrà ogni azione in essa contenuta per favorire la parità di genere sostanziale e contrastare ogni forma di violenza.

Questi sono gli intenti: 1. Promuovere azioni ed iniziative volte a prevenire ogni forma di violenza contro le donne e a rimuovere le cause che possono portare ad agire e a subire violenza. 2. Istituire e sostenere reti per prevenire le violenze contro le donne e per offrire aiuti concreti alle donne vittime di violenza. 3. favorire Centri Antiviolenza e Case Rifugio per donne vittime di violenza 4. Realizzare progetti volti alla diffusione di una cultura dei diritti fondamentali e della non discriminazione di genere. 5. Promuovere e sostenere iniziative di sensibilizzazione e informazione nelle scuole e nei luoghi frequentati da ragazzi e ragazze. 6. Sostenere le associazioni e gli organismi impegnati a prevenire e contrastare violenza contro le donne. 7. Promuovere e sostenere progetti volti ad incoraggiare gli uomini – vittime di maltrattamenti – ad adottare comportamenti non violenti nelle relazioni interpersonali, per prevenire nuove violenze e modificare i modelli comportamentali violenti. 8. Organizzare corsi di informazione e sensibilizzazione, rivolti ai dipendenti e alle dipendenti e agli amministratori e amministratrici dell’Ente. 9. Inserire nei propri Regolamenti procedure che vietino l’utilizzo, anche da parte di soggetti privati, di messaggi pubblicitari che contengano immagini o frasi che offendono le donne o che istighino alla violenza contro le donne. 10. Promuovere e diffondere la “CAMPAGNA 365 NO” divenendone testimonial in prima persona come Sindaco e invitando i nostri concittadini e concittadine a divenire anch’essi/e testimonial della Campagna, con una presa di posizione chiara e forte contro ogni forma di violenza contro le donne.

GIUSEPPINA GIOVANNOLI SINDACO DI SERMONETA

11 giugno 2013  

QUOTIDIANO INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE - WWW.OSSERVATORELAZIALE.IT