Page 1

N° 3 • luglio - agosto - settembre 2008 RIVISTA TRIMESTRALE DELL’ ASSOCIAZIONE NUOVI ORIZZONTI - POSTE ITALIANE S.P.A - SPEDIZIONE A.P. - DL 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/04 N. 46) ART. 1 COMMA 2 - DRCB. ROMA - AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE N° 277


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

NOTIZIE FLASH

SPIRITUALITÀ

SI ALLUNGA DI MOLTO E RAPIDAMENTE LA LISTA DEI MATRIMONI NELLA GRANDE FAMIGLIA DI NUOVI ORIZZONTI

ANDATE in tutto... IL MONDO!

stralci tratti da un intervento di Chiara Amirante

Aprirsi all’incontro è via di gioia! Ciò che caratterizza la vita di ognuno è l’opportunità di incontrare l’altro, di farne esperienza, di scambiarsi reciprocamente la scintilla di Luce che abita in ciascuno. Tra tutti gli incontri quello con Gesù per noi è il più importante. Ci ha dato di ritrovare il senso della vita e del nostro stare insieme e ci ha permesso di scoprire il segreto della gioia che non svanisce: “… che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati.” (Gv 15, 12). Amare! E’una strada lunga da percorrere ma, come spesso accade, la bellezza del viaggio sta già nel viaggiare. E’ un’arte che si continua ad imparare ogni giorno da Gesù , l’unico Maestro, da Colui che per primo ha scelto di incontrarci, di accoglierci e di amarci totalmente. Lo fa nella quotidianità attraverso gli sguardi, i sorrisi, gli abbracci di molti fratelli e sorelle; viverli suscita nei nostri cuori un sentimento di profonda gioia e di gratitudine. Gesù , desideriamo anche noi poter essere tramite di incontri fecondi nella semplicità, là dove Tu ci chiami; rendici testimoni credibili del Tuo amore. Grazie Gesù ! 12 luglio 2008: Chiara Zagolin e Andrea Gabaldo nel Santuario Madonna Pellegrina - Padova

7 settembre 2008: Grazia Staffetta e Massimo Pisano nella chiesa di S. Andrea - Pistoia

12 luglio 2008: Moiseshianny da Silva Lopes e Maximiliano Di Napoli nel Santuario “Rainha Do Sertao - Quixadà

4 ottobre 2008: Elena Martelli e Marco Guadin nella chiesa Santa Maria a Setteville di Guidonia

COSA È SUCCESSO... 11-17 agosto 2008: Missione di spiaggia e di strada a Riccione (25000 giovani incontrati, piu’ di 100 contatti al giorno con chat, 2000 persone come picco massimo di animazione di spiaggia, 600 persone convolte durante la Via Crucis, 150 missionari stabili e locali, 500 persone in media a serata nella Luce nella Notte). 20 settembre 2008: Ordinazione presbiterale di don Antonino Giuseppe Catalano e di don Roberto Dichiera nella chiesa di S. Antonio da Padova – Frosinone - tenuta da Mons. Salvatore Boccaccio, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino, con il Vescovo Coadiutore Mons. Ambrogio Spreafico. 21-25 settembre 2008:

NOTIZIE DA MEDJUGORIE: Esercizi spirituali a Piglio, tenuti da Chiara Amirante. Presenza di oltre 500 persone da tutta Italia. STELLA DEL MATTINO: Anche quest’anno l’estate ha richiesto ai ragazzi della comunità una continua disponibilità ad accogliere i gruppi di pellegrini che chiedevano di poter condividere con loro un momento di preghiera e di testimonianza. A livello lavorativo l’impegno è ora diretto alla costruzione di un nuovo stabile, adiacente a quello esistente, che tra non molto sarà pronto ad accogliere gruppi di persone desiderose di vivere un periodo di raccoglimento spirituale, condividendo il carisma della Comunità. ORIZZONTI DI PACE: È in fase di avanzata realizzazione il primo stralcio della Cittadella " Orizzonti di Pace" a Medugorje (Bosnia Erzegovina). Iniziata nel giugno del 2006, ospiterà, una volta ultimata (giugno 2009), circa 250 persone. Sono previste numerose attività , tra le quali ricordiamo: accoglienza, formazione spirituale, avviamento/formazione al lavoro ed altre.

2 orizzonti news

1. Non c’è evangelizzazione senza contemplazione Proprio l’altro giorno ho meditato un passo della Prima Lettera di Giovanni. Dice così : “Ciò che noi abbiamo veduto, ciò che noi abbiamo udito, ciò che le nostre mani hanno toccato, ciò che abbiamo contemplato, il Verbo della vita, questo noi lo annunziamo a voi, perché anche voi siate in comunione con noi, e perché la nostra gioia sia perfetta” (1Gv 1,1-3). Non possiamo annunciare se non ciòche abbiamo contemplato, se non ciò che abbiamo visto, se non ciò che abbiamo toccato con le nostre mani. Diversamente la nostra testimonianza non è credibile. Nel momento in cui vedi, contempli, la Grazia di Cristo Risorto che ti strappa dalla morte, non puoi fare a meno di testimoniare, non puoi fare a meno di evangelizzare!

Gesù si fa presente dove due o più sono uniti nel Suo nome. Questa sua presenza ti stravolge, ti sconvolge… Se è vero che l’unità è un frutto della missione, dell’evangelizzazione, è anche vero che è una condizione indispensabile, senza la quale non è possibile evangelizzare. Un’esperienza bellissima che si fa nelle missioni è quella di sperimentare una profonda comunione tra noi e con tutti, di cui il nostro cuore ha grande sete.

4. Non c’è evangelizzazione senza amore e non c’è amore senza evangelizzazione Sono due cose strettamente legate. Non puoi evangelizzare se non ami, non puoi contemplare Dio se non ami! “Come fai ad amare Dio che non vedi, se non ami il fratello che vedi?”. “Se uno mi ama e osserverà la mia parola, il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso 2. Non c’è evangelizzazione senza lo Spirito Santo È grazie allo Spirito Santo che possiamo contemplare i di lui”. Se noi amiamo, Dio si manifesta… Solo allora misteri di Dio. Non c’è evangelizzazione senza questa possiamo annunziare l’esperienza che il nostro spirito fa dimensione contemplativa. Non saremmo credibili… Non - quello che abbiamo toccato, quello che abbiamo veduto, puoi annunziare Cristo Risorto, se non sei un risorto! Non quello che abbiamo udito lo possiamo annunziare ed è puoi annunziare che Cristo è Gioia, se sei sempre col credibile - ma addirittura la Trinità viene a prendere ‘muso’, depresso, ‘paranoico’, che attacchi un’ansia che dimora in noi. E allora il tuo abbraccio non è più il tuo non finisce più... Non puoi annunziare che Cristo è libertà, abbraccio, ma è il Suo abbraccio, il tuo sorriso, la tua se sei imprigionato ancora da mille catene, se non hai parola sono il Suo sorriso, la Sua parola, il tuo ascolto è contemplato che Cristo è venuto a spezzare quelle catene, il Suo ascolto. E vediamo meraviglie! a liberarti… Bisogna che il fuoco dello Spirito Santo resti acceso perché 5. Non c’è evangelizzazione senza santità è Lui che ci dà forza. “Riceverete forza e mi sarete testimoni”. Il Santo Padre ci ha dato una consegna bellissima alla ÈLui che riaccende il fuoco dell’amore che continuamente GMG del Duemila: “Se sarete quello che dovete essere, si spegne! Èl’Amore del Padre, lo Spirito Santo, l’Amore metterete fuoco in tutto il mondo!”. Èuna frase di Santa che riempie i nostri cuori! Allora, quando l’amore di Dio Caterina da Siena: “Se sarete quello che dovete essere, metterete riempie il tuo cuore, non puoi fare a meno di testimoniare, fuoco in tutta Italia”. Al Santo Padre non gli bastava l’Italia chiaramente… quindi tutto il mondo! Gesù vuole che di annunciare. questo fuoco sia acceso, è un suo desiderio grande. Questo fuocherello, quanto meno nel battesimo, è stato 3. Non c’è evangelizzazione senza unità Abbiamo detto tante volte che il male del XX secolo è acceso, poi non si sa che fine gli abbiamo fatto fare, questa solitudine incredibile. Ma siamo fatti ad immagine comunque è stato acceso. Se saremo quelli che dobbiamo e somiglianza di Dio, quindi abbiamo bisogno di comunione. essere, metteremo fuoco in tutto il mondo! Questo fuoco Nel momento in cui ci buttiamo ad amare, siamo testimoni che Gesù ha acceso in noi, ci pensa Lui a farlo risplendere; di una Grazia ricevuta, si fa l’esperienza bellissima della noi abbiamo solo da fidarci di Lui e annunciarLo! comunione. orizzonti news 3


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

NOTIZIE FLASH

SPIRITUALITÀ

SI ALLUNGA DI MOLTO E RAPIDAMENTE LA LISTA DEI MATRIMONI NELLA GRANDE FAMIGLIA DI NUOVI ORIZZONTI

ANDATE in tutto... IL MONDO!

stralci tratti da un intervento di Chiara Amirante

Aprirsi all’incontro è via di gioia! Ciò che caratterizza la vita di ognuno è l’opportunità di incontrare l’altro, di farne esperienza, di scambiarsi reciprocamente la scintilla di Luce che abita in ciascuno. Tra tutti gli incontri quello con Gesù per noi è il più importante. Ci ha dato di ritrovare il senso della vita e del nostro stare insieme e ci ha permesso di scoprire il segreto della gioia che non svanisce: “… che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati.” (Gv 15, 12). Amare! E’una strada lunga da percorrere ma, come spesso accade, la bellezza del viaggio sta già nel viaggiare. E’ un’arte che si continua ad imparare ogni giorno da Gesù , l’unico Maestro, da Colui che per primo ha scelto di incontrarci, di accoglierci e di amarci totalmente. Lo fa nella quotidianità attraverso gli sguardi, i sorrisi, gli abbracci di molti fratelli e sorelle; viverli suscita nei nostri cuori un sentimento di profonda gioia e di gratitudine. Gesù , desideriamo anche noi poter essere tramite di incontri fecondi nella semplicità, là dove Tu ci chiami; rendici testimoni credibili del Tuo amore. Grazie Gesù ! 12 luglio 2008: Chiara Zagolin e Andrea Gabaldo nel Santuario Madonna Pellegrina - Padova

7 settembre 2008: Grazia Staffetta e Massimo Pisano nella chiesa di S. Andrea - Pistoia

12 luglio 2008: Moiseshianny da Silva Lopes e Maximiliano Di Napoli nel Santuario “Rainha Do Sertao - Quixadà

4 ottobre 2008: Elena Martelli e Marco Guadin nella chiesa Santa Maria a Setteville di Guidonia

COSA È SUCCESSO... 11-17 agosto 2008: Missione di spiaggia e di strada a Riccione (25000 giovani incontrati, piu’ di 100 contatti al giorno con chat, 2000 persone come picco massimo di animazione di spiaggia, 600 persone convolte durante la Via Crucis, 150 missionari stabili e locali, 500 persone in media a serata nella Luce nella Notte). 20 settembre 2008: Ordinazione presbiterale di don Antonino Giuseppe Catalano e di don Roberto Dichiera nella chiesa di S. Antonio da Padova – Frosinone - tenuta da Mons. Salvatore Boccaccio, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino, con il Vescovo Coadiutore Mons. Ambrogio Spreafico. 21-25 settembre 2008:

NOTIZIE DA MEDJUGORIE: Esercizi spirituali a Piglio, tenuti da Chiara Amirante. Presenza di oltre 500 persone da tutta Italia. STELLA DEL MATTINO: Anche quest’anno l’estate ha richiesto ai ragazzi della comunità una continua disponibilità ad accogliere i gruppi di pellegrini che chiedevano di poter condividere con loro un momento di preghiera e di testimonianza. A livello lavorativo l’impegno è ora diretto alla costruzione di un nuovo stabile, adiacente a quello esistente, che tra non molto sarà pronto ad accogliere gruppi di persone desiderose di vivere un periodo di raccoglimento spirituale, condividendo il carisma della Comunità. ORIZZONTI DI PACE: È in fase di avanzata realizzazione il primo stralcio della Cittadella " Orizzonti di Pace" a Medugorje (Bosnia Erzegovina). Iniziata nel giugno del 2006, ospiterà, una volta ultimata (giugno 2009), circa 250 persone. Sono previste numerose attività , tra le quali ricordiamo: accoglienza, formazione spirituale, avviamento/formazione al lavoro ed altre.

2 orizzonti news

1. Non c’è evangelizzazione senza contemplazione Proprio l’altro giorno ho meditato un passo della Prima Lettera di Giovanni. Dice così : “Ciò che noi abbiamo veduto, ciò che noi abbiamo udito, ciò che le nostre mani hanno toccato, ciò che abbiamo contemplato, il Verbo della vita, questo noi lo annunziamo a voi, perché anche voi siate in comunione con noi, e perché la nostra gioia sia perfetta” (1Gv 1,1-3). Non possiamo annunciare se non ciòche abbiamo contemplato, se non ciò che abbiamo visto, se non ciò che abbiamo toccato con le nostre mani. Diversamente la nostra testimonianza non è credibile. Nel momento in cui vedi, contempli, la Grazia di Cristo Risorto che ti strappa dalla morte, non puoi fare a meno di testimoniare, non puoi fare a meno di evangelizzare!

Gesù si fa presente dove due o più sono uniti nel Suo nome. Questa sua presenza ti stravolge, ti sconvolge… Se è vero che l’unità è un frutto della missione, dell’evangelizzazione, è anche vero che è una condizione indispensabile, senza la quale non è possibile evangelizzare. Un’esperienza bellissima che si fa nelle missioni è quella di sperimentare una profonda comunione tra noi e con tutti, di cui il nostro cuore ha grande sete.

4. Non c’è evangelizzazione senza amore e non c’è amore senza evangelizzazione Sono due cose strettamente legate. Non puoi evangelizzare se non ami, non puoi contemplare Dio se non ami! “Come fai ad amare Dio che non vedi, se non ami il fratello che vedi?”. “Se uno mi ama e osserverà la mia parola, il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso 2. Non c’è evangelizzazione senza lo Spirito Santo È grazie allo Spirito Santo che possiamo contemplare i di lui”. Se noi amiamo, Dio si manifesta… Solo allora misteri di Dio. Non c’è evangelizzazione senza questa possiamo annunziare l’esperienza che il nostro spirito fa dimensione contemplativa. Non saremmo credibili… Non - quello che abbiamo toccato, quello che abbiamo veduto, puoi annunziare Cristo Risorto, se non sei un risorto! Non quello che abbiamo udito lo possiamo annunziare ed è puoi annunziare che Cristo è Gioia, se sei sempre col credibile - ma addirittura la Trinità viene a prendere ‘muso’, depresso, ‘paranoico’, che attacchi un’ansia che dimora in noi. E allora il tuo abbraccio non è più il tuo non finisce più... Non puoi annunziare che Cristo è libertà, abbraccio, ma è il Suo abbraccio, il tuo sorriso, la tua se sei imprigionato ancora da mille catene, se non hai parola sono il Suo sorriso, la Sua parola, il tuo ascolto è contemplato che Cristo è venuto a spezzare quelle catene, il Suo ascolto. E vediamo meraviglie! a liberarti… Bisogna che il fuoco dello Spirito Santo resti acceso perché 5. Non c’è evangelizzazione senza santità è Lui che ci dà forza. “Riceverete forza e mi sarete testimoni”. Il Santo Padre ci ha dato una consegna bellissima alla ÈLui che riaccende il fuoco dell’amore che continuamente GMG del Duemila: “Se sarete quello che dovete essere, si spegne! Èl’Amore del Padre, lo Spirito Santo, l’Amore metterete fuoco in tutto il mondo!”. Èuna frase di Santa che riempie i nostri cuori! Allora, quando l’amore di Dio Caterina da Siena: “Se sarete quello che dovete essere, metterete riempie il tuo cuore, non puoi fare a meno di testimoniare, fuoco in tutta Italia”. Al Santo Padre non gli bastava l’Italia chiaramente… quindi tutto il mondo! Gesù vuole che di annunciare. questo fuoco sia acceso, è un suo desiderio grande. Questo fuocherello, quanto meno nel battesimo, è stato 3. Non c’è evangelizzazione senza unità Abbiamo detto tante volte che il male del XX secolo è acceso, poi non si sa che fine gli abbiamo fatto fare, questa solitudine incredibile. Ma siamo fatti ad immagine comunque è stato acceso. Se saremo quelli che dobbiamo e somiglianza di Dio, quindi abbiamo bisogno di comunione. essere, metteremo fuoco in tutto il mondo! Questo fuoco Nel momento in cui ci buttiamo ad amare, siamo testimoni che Gesù ha acceso in noi, ci pensa Lui a farlo risplendere; di una Grazia ricevuta, si fa l’esperienza bellissima della noi abbiamo solo da fidarci di Lui e annunciarLo! comunione. orizzonti news 3


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

TESTIMONIANZE

SA C ER D O TI

TESTIMONIANZE

ROBERTO DICHIERA E ANTONINO CATALANO

Roberto Dichiera “Non ho pianto tanto – dice mamma Floriana - come nei giorni scorsi avrei pensato succedesse, né quando Roberto era prostrato per terra, né quando gli ho asciugato le mani unte dal vescovo; mi sono commossa invece immensamente e ho pianto infinite lacrime di gioia quando ho ricevuto Gesù Eucaristia dalle sue mani. Lì ho veramente realizzato che cosa era avvenuto… Ero incapace totalmente di ringraziare il Signore di essere veramente riuscita ad ottenere quello che in tutti questi anni gli continuavo a chiedere.Ora non devo assolutamente smettere ma continuerò ancora a martellare il suo immenso cuore perché Roberto sia un vero santo sacerdote, certa che lui non ci deluderà. Grazie Gesù, grazie Maria”. Anche babbo Giuseppe non sta più nella sua pelle: “Roberto era uno dei tanti ragazzi che frequentava il giro del piccolo consumo di droghe acide (così le chiama lui) e le vendeva a nostra totale insaputa… perché i genitori sono sempre gli ultimi a sapere cosa fa tuo figlio in giro. Però Dio è grande: è entrato nella nostra famiglia e ha salvato mio figlio dal buio delle tenebre riportandolo alla luce di Dio e di Gesù Cristo. Gesù – credetelo! - non finisce mai di stupire; infatti ha stupito anche me perché quando Roberto è entrato a far parte della comunità Nuovi Orizzonti diceva sempre: Babbo, tu verrai ad aiutarmi un giorno nel mio cammino! Ed ecco che anch’io ho cominciato a frequentare la scuola di teologia per poter accedere al diaconato permanente e ora sono al secondo anno di studio!!”. Don Roberto è qui, con i suoi genitori e la zia Laura che gli ha fatto da madrina al battesimo; è felice, sorride a tutti contagiandoli con la sua faccia raggiante: “Non riesco a credere ancora a ciò che è accaduto sabato

4 orizzonti news

I T O D SACERDOTI R E C A S

pomeriggio nella chiesa di S. Antonio di PD (FR): per mezzo delle mani del Vescovo sono diventato sacerdote per sempre, al servizio di Dio, per il bene di tutte le persone che incontrerò nella mia vita,ma anche per chi non incontrerò perché il valore di una Messa celebrata con il cuore si riversa su tutto il mondo come acqua fresca quando hai la gola inaridita. Dio ha trasformato la mia vita come un vasaio fa con la creta, mi ha liberato dalla situazione precedente segnata da degrado e droghe e mi ha riempito il cuore della sua luce dicendomi di portarla nel mondo attraverso il ministero sacerdotale e sacramentale”. Sii un prestigiatore dell’amore e della luce divina, carissimo don Roberto!

scoperto nuovamente che mi ha accompagnato con gioia a Gesù, mi ha fatto riscoprire Gesù. Ho scoperto una presenza dello Spirito Santo sempre nuova che mi guida e un amore nel cuore sempre più forte verso tutti. Non devo aver paura di abbandonarmi sempre più a Dio e perdermi in quell’abisso di dolore-amore a cui sono chiamato. Durante la consacrazione ho sentito un amore grandissimo di Gesù Cristo verso di me e verso tutti, ho sentito che devo offrire il mio cuore, anch’io dare la vita, pagare un prezzo anch’io per la salvezza delle anime. E questo prezzo lo pago decidendomi sempre di più per la santità, convertendo il mio cuore, per permettere a Gesù Cristo di rimanere nel mio. Proprio come S. Paolo: “non sono più io che vivo ma Cristo vive in me”. Scendere con Gesù prima nei miei inferi e poi sempre con più potenza,gioia e amore accogliere il grido,la morte,l’angoscia, il dolore dell’altro, cosciente che anch’io devo e desidero pagare un prezzo per la salvezza del fratello. Ho sentito che Gesù Cristo mi ha ridato una rinnovata paternità e maternità spirituale.Il Signore mi chiederà conto delle pecorelle che non sono andato a cercare, su cui non ho vigilato (Ez. 34 -37). Sento una chiamata sempre più forte a fare il papà, ma cosciente che non posso fare nulla senza lo Spirito Santo e

l’intercessione di Maria. C’è un mondo di tenebre che ha bisogno di luce. Il signore mi chiama ad essere luce, gioia. Per fare questo devo decidermi sempre più a rimanere nel suo amore (Gv. 15,9). Lode e gloria a Dio!

Antonino Catalano Che gioia, che consolazione, che sacro timore! Non posso fare altro che ringraziare iniziando proprio dal nostro Papà celeste che mi ha voluto, pensato, desiderato perché io fossi ‘sacerdote per sempre’. Ringrazio Gesù Cristo che ha pagato per primo un prezzo perché io fossi qui oggi così come sono, nella pienezza della gioia. Ringrazio Maria che mi guida e mi protegge. Ringrazio i genitori che mi hanno accompagnato sin dalla nascita. Ringrazio Chiara e tutta la comunità. Ringrazio mons. Boccaccio e la Chiesa tutta che mi ha accolto e accompagnato nel cammino di formazione ed hanno o creduto in me. Ringrazio tutti coloro che hanno dato e danno la vita per me. Negli ultimi mesi ho orientato la mia preghiera e riflessione nell’accogliere Maria nella mia vita con più attenzione e ho

Il signore mi chiama ad essere luce, gioia.

Sii un prestigiatore dell’amore e della luce divina

orizzonti news 5


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

TESTIMONIANZE

SA C ER D O TI

TESTIMONIANZE

ROBERTO DICHIERA E ANTONINO CATALANO

Roberto Dichiera “Non ho pianto tanto – dice mamma Floriana - come nei giorni scorsi avrei pensato succedesse, né quando Roberto era prostrato per terra, né quando gli ho asciugato le mani unte dal vescovo; mi sono commossa invece immensamente e ho pianto infinite lacrime di gioia quando ho ricevuto Gesù Eucaristia dalle sue mani. Lì ho veramente realizzato che cosa era avvenuto… Ero incapace totalmente di ringraziare il Signore di essere veramente riuscita ad ottenere quello che in tutti questi anni gli continuavo a chiedere.Ora non devo assolutamente smettere ma continuerò ancora a martellare il suo immenso cuore perché Roberto sia un vero santo sacerdote, certa che lui non ci deluderà. Grazie Gesù, grazie Maria”. Anche babbo Giuseppe non sta più nella sua pelle: “Roberto era uno dei tanti ragazzi che frequentava il giro del piccolo consumo di droghe acide (così le chiama lui) e le vendeva a nostra totale insaputa… perché i genitori sono sempre gli ultimi a sapere cosa fa tuo figlio in giro. Però Dio è grande: è entrato nella nostra famiglia e ha salvato mio figlio dal buio delle tenebre riportandolo alla luce di Dio e di Gesù Cristo. Gesù – credetelo! - non finisce mai di stupire; infatti ha stupito anche me perché quando Roberto è entrato a far parte della comunità Nuovi Orizzonti diceva sempre: Babbo, tu verrai ad aiutarmi un giorno nel mio cammino! Ed ecco che anch’io ho cominciato a frequentare la scuola di teologia per poter accedere al diaconato permanente e ora sono al secondo anno di studio!!”. Don Roberto è qui, con i suoi genitori e la zia Laura che gli ha fatto da madrina al battesimo; è felice, sorride a tutti contagiandoli con la sua faccia raggiante: “Non riesco a credere ancora a ciò che è accaduto sabato

4 orizzonti news

I T O D SACERDOTI R E C A S

pomeriggio nella chiesa di S. Antonio di PD (FR): per mezzo delle mani del Vescovo sono diventato sacerdote per sempre, al servizio di Dio, per il bene di tutte le persone che incontrerò nella mia vita,ma anche per chi non incontrerò perché il valore di una Messa celebrata con il cuore si riversa su tutto il mondo come acqua fresca quando hai la gola inaridita. Dio ha trasformato la mia vita come un vasaio fa con la creta, mi ha liberato dalla situazione precedente segnata da degrado e droghe e mi ha riempito il cuore della sua luce dicendomi di portarla nel mondo attraverso il ministero sacerdotale e sacramentale”. Sii un prestigiatore dell’amore e della luce divina, carissimo don Roberto!

scoperto nuovamente che mi ha accompagnato con gioia a Gesù, mi ha fatto riscoprire Gesù. Ho scoperto una presenza dello Spirito Santo sempre nuova che mi guida e un amore nel cuore sempre più forte verso tutti. Non devo aver paura di abbandonarmi sempre più a Dio e perdermi in quell’abisso di dolore-amore a cui sono chiamato. Durante la consacrazione ho sentito un amore grandissimo di Gesù Cristo verso di me e verso tutti, ho sentito che devo offrire il mio cuore, anch’io dare la vita, pagare un prezzo anch’io per la salvezza delle anime. E questo prezzo lo pago decidendomi sempre di più per la santità, convertendo il mio cuore, per permettere a Gesù Cristo di rimanere nel mio. Proprio come S. Paolo: “non sono più io che vivo ma Cristo vive in me”. Scendere con Gesù prima nei miei inferi e poi sempre con più potenza,gioia e amore accogliere il grido,la morte,l’angoscia, il dolore dell’altro, cosciente che anch’io devo e desidero pagare un prezzo per la salvezza del fratello. Ho sentito che Gesù Cristo mi ha ridato una rinnovata paternità e maternità spirituale.Il Signore mi chiederà conto delle pecorelle che non sono andato a cercare, su cui non ho vigilato (Ez. 34 -37). Sento una chiamata sempre più forte a fare il papà, ma cosciente che non posso fare nulla senza lo Spirito Santo e

l’intercessione di Maria. C’è un mondo di tenebre che ha bisogno di luce. Il signore mi chiama ad essere luce, gioia. Per fare questo devo decidermi sempre più a rimanere nel suo amore (Gv. 15,9). Lode e gloria a Dio!

Antonino Catalano Che gioia, che consolazione, che sacro timore! Non posso fare altro che ringraziare iniziando proprio dal nostro Papà celeste che mi ha voluto, pensato, desiderato perché io fossi ‘sacerdote per sempre’. Ringrazio Gesù Cristo che ha pagato per primo un prezzo perché io fossi qui oggi così come sono, nella pienezza della gioia. Ringrazio Maria che mi guida e mi protegge. Ringrazio i genitori che mi hanno accompagnato sin dalla nascita. Ringrazio Chiara e tutta la comunità. Ringrazio mons. Boccaccio e la Chiesa tutta che mi ha accolto e accompagnato nel cammino di formazione ed hanno o creduto in me. Ringrazio tutti coloro che hanno dato e danno la vita per me. Negli ultimi mesi ho orientato la mia preghiera e riflessione nell’accogliere Maria nella mia vita con più attenzione e ho

Il signore mi chiama ad essere luce, gioia.

Sii un prestigiatore dell’amore e della luce divina

orizzonti news 5


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

SPECIALE MISSIONE

SPECIALE MISSIONE

MISSIONE RICCIONE 2008: CHI HA SETE VENGA A ME! a cura di Katia Fabbri

Nella fabbrica del divertimento, questa estate si è sparso un profumo diverso! In 150 - tra giovani, sacerdoti, religiosi e responsabili di pastorale di varie diocesi d'Italia,comunità,gruppi di preghiera e associazioni - siamo approdati a Riccione per un ferragosto diverso: “Chi ha sete venga a me! – evangelizzazione di strada e di spiaggia 2008”. Dopo i primi giorni di ritiro,preghiera e formazione sono finalmente partite le animazioni pomeridiane nelle spiagge,l'evangelizzazione in strada e la Chiesa aperta tutta la notte invitando i ragazzi ad entrare per incontrare Gesù nell'Eucarestia e poi confessarsi. Sono stati giorni bellissimi,pieni di gioia ed entusiasmo,nonostante la fatica, i turni serrati e i vari work-shop per preparare le diverse iniziative della settimana. Durante le animazioni di spiaggia pomeridiane circa 1000 persone sono state coinvolte tra balli, coreografie, divertimento, giochi, culminando poi in toccanti testimonianze che hanno tenuto tutti i bagnanti inchiodati nell'ascolto profondo di quanto Dio possa operare in un cuore che si apre a Lui. Il tutto si concludeva con un grande cerchio che ha coinvolto, presi per mano, centinaia di persone per pregare insieme il "Padre Nostro" e ricevere poi la benedizione in spiaggia. Ogni notte la Chiesa si è riempita di giovani e sono state continue le confessioni di tanti che da anni si erano allontanati da Dio: si sono sentiti attratti chi da un invito, chi da uno sguardo, chi dalla gioia contagiosa dei missionari. Tutta la Chiesa (l’altare in particolare) era preparata per un “appuntamento a lume di candela”, canti e preghiere per lodare e intercedere in modo da accompagnare i giovani nell’ intimo e personale incontro con Gesù. Fuori invece luci psichedeliche e megaschermo sulla strada per incuriosire e diffondere i canti e le preghiere provenienti dall'interno. Ogni sera, prima di cena, l’appuntamento con la Messa Rock, cioè Messe in cui la musica e i gesti diventano veicolo del messaggio evangelico, la cui forza intrinseca viene però resa più accessibile per giovani lontani e attratti dai tanti sballi loro proposti.

6 orizzonti news

Sabato sera è stata la volta di Jesus on the Road: una Via Crucis moderna (già sperimentata a Roma e proposta dalla Parrocchia S.Brigida di Ottavia) in cui un Gesù con tunica e corona di spine è sceso per le strade di Riccione sotto il peso della Croce, bastonato e insultato. In questa Via della Croce, oltre ai classici incontri con la Veronica e il Cireneo, sono stati inscenati incontri con il drogato, la prostituta, l’ubriaco, i cristiani troppo tiepidi, imprenditori e cubiste. Tutto ciò per raccontare di un Dio che su quella Via Crucis non ha condannato nessuno dei suoi figli, ma si è fatto carico dei dolori di ogni uomo e di ogni tempo: soldi, sesso, alcool, droghe, immagine, tiepidezza troppo spesso oggi ci incatenano e ci illudono di una felicità effimera che presto presenta il suo conto salato. Alla sequela di questa croce si aggiungevano sempre più persone: alcune in lacrime,altre indignate,altre ancora curiose. Gente in piedi in Chiesa per l’ultima stazione: la morte in croce di Gesù. Poi una breve spiegazione e l’invito a fare l’esperienza del perdono di Dio tramite il sacramento della Riconciliazione. Le persone sono rimaste in fila un’ora e mezza per potersi confessare e lasciare una preghiera ai piedi dell’altare. È stata una forte esperienza di unità nella diversità dei carismi delle oltre 10 realtà della chiesa che erano rappresentate e una particolare unità tra i soggetti organizzatori.

Durante la settimana di Ferragosto, Riccione è la vetrina d’Italia: senza rischiare di esagerare possiamo testimoniare una situazione drammatica. Abbiamo raccolto il grido di un mondo di giovani e meno giovani che soffoca per mancanza di amore, di un mondo che è stremato per rincorrere idoli che uccidono. La Bellezza autentica ha un volto diverso da quello dei rotocalchi, la Gioia piena non passa ma riempie la vita e resta anche la mattina dopo: questo è quello che ha voluto gridare questa missione, questo è oggi veramente urgente e necessario testimoniare perché ognuno riscopra la propria identità di figlio di Dio, figlio di Re!

ALCUNE TESTIMONIANZE Un ragazzo aveva letto un articolo su “Riccione baluardo di Satana” ed incuriosito era venuto a conoscerci perché attratto dalla verità di tali parole che rispecchiavano quanto viveva. Dal momento in cui ha varcato la soglia della Chiesa ha sentito di dover cambiar vita radicalmente lasciando il suo passato e rinunciando anche ad un lavoro da 2000 euro al giorno pur di vivere in Dio nella verità. Non si è mai staccato da noi un momento e nei suoi messaggi continua a scrivermi: “nel vedere i vostri volti ho visto la gioia…quella che da tanto non trovavo […]. Non sarei mai andato via da voi […]. Sento di dover lasciare tutto e seguire Gesù. Statemi vicino.” Ogni giorno ci sentiamo, continua a pregare e sta preparandosi a lasciare tutto per entrare in comunità. Tutti noi sacerdoti abbiamo confessato ininterrottamente dalle 22.30 alle 2.30 di notte! Tra le mie ultime confessioni un ragazzo che del decalogo le aveva combinate tutte… un giovane dagli occhi bellissimi,ma con un aspetto tra capigliatura e trucco che sembrava impossibile vedere in una Chiesa. Gli ho chiesto alla fine della confessione come mai gli fosse nato il desiderio di venire essendo stata la prima confessione della sua vita. Mi ha risposto: “Prima ha confessato mio fratello, che è peggio di me. Lo avevate incontrato in spiaggia durante un’animazione e da quel momento è cambiato. Ho detto a me stesso che se Dio aveva perdonato e agito in lui allora poteva farcela anche con me”. Don Davide

E’stato indescrivibile vedere tutti quei ragazzi,che all’apparenza sembravano non aver bisogno di nulla e di nessuno, sciogliersi in lacrime davanti a Cristo; sentire il loro bisogno di essere amati e ascoltati; vedere che un tuo sorriso rende migliore la giornata di chi incontri. Ed è altrettanto indescrivibile vedere, però, tutti quei giovani che gettano le loro vite nell’alcol, nella droga, nello sballo e nel sesso sfrenato; si privano della dignità umana per cercare la felicità in qualcosa che, invece, li condurrà solo alla morte. Non dimenticherò mai le parole dette da un ragazzo una notte di queste rivolgendosi ai suoi amici: “Guarda questi! (riferendosi a noi missionari) per essere così felici devono solo impasticcarsi”. Da parte mia, continuerò a pregare per tutti i missionari, affinché rifacciano quest’esperienza, e per tutti i volti incontrati in questi giorni. Maira

orizzonti news 7


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

SPECIALE MISSIONE

SPECIALE MISSIONE

MISSIONE RICCIONE 2008: CHI HA SETE VENGA A ME! a cura di Katia Fabbri

Nella fabbrica del divertimento, questa estate si è sparso un profumo diverso! In 150 - tra giovani, sacerdoti, religiosi e responsabili di pastorale di varie diocesi d'Italia,comunità,gruppi di preghiera e associazioni - siamo approdati a Riccione per un ferragosto diverso: “Chi ha sete venga a me! – evangelizzazione di strada e di spiaggia 2008”. Dopo i primi giorni di ritiro,preghiera e formazione sono finalmente partite le animazioni pomeridiane nelle spiagge,l'evangelizzazione in strada e la Chiesa aperta tutta la notte invitando i ragazzi ad entrare per incontrare Gesù nell'Eucarestia e poi confessarsi. Sono stati giorni bellissimi,pieni di gioia ed entusiasmo,nonostante la fatica, i turni serrati e i vari work-shop per preparare le diverse iniziative della settimana. Durante le animazioni di spiaggia pomeridiane circa 1000 persone sono state coinvolte tra balli, coreografie, divertimento, giochi, culminando poi in toccanti testimonianze che hanno tenuto tutti i bagnanti inchiodati nell'ascolto profondo di quanto Dio possa operare in un cuore che si apre a Lui. Il tutto si concludeva con un grande cerchio che ha coinvolto, presi per mano, centinaia di persone per pregare insieme il "Padre Nostro" e ricevere poi la benedizione in spiaggia. Ogni notte la Chiesa si è riempita di giovani e sono state continue le confessioni di tanti che da anni si erano allontanati da Dio: si sono sentiti attratti chi da un invito, chi da uno sguardo, chi dalla gioia contagiosa dei missionari. Tutta la Chiesa (l’altare in particolare) era preparata per un “appuntamento a lume di candela”, canti e preghiere per lodare e intercedere in modo da accompagnare i giovani nell’ intimo e personale incontro con Gesù. Fuori invece luci psichedeliche e megaschermo sulla strada per incuriosire e diffondere i canti e le preghiere provenienti dall'interno. Ogni sera, prima di cena, l’appuntamento con la Messa Rock, cioè Messe in cui la musica e i gesti diventano veicolo del messaggio evangelico, la cui forza intrinseca viene però resa più accessibile per giovani lontani e attratti dai tanti sballi loro proposti.

6 orizzonti news

Sabato sera è stata la volta di Jesus on the Road: una Via Crucis moderna (già sperimentata a Roma e proposta dalla Parrocchia S.Brigida di Ottavia) in cui un Gesù con tunica e corona di spine è sceso per le strade di Riccione sotto il peso della Croce, bastonato e insultato. In questa Via della Croce, oltre ai classici incontri con la Veronica e il Cireneo, sono stati inscenati incontri con il drogato, la prostituta, l’ubriaco, i cristiani troppo tiepidi, imprenditori e cubiste. Tutto ciò per raccontare di un Dio che su quella Via Crucis non ha condannato nessuno dei suoi figli, ma si è fatto carico dei dolori di ogni uomo e di ogni tempo: soldi, sesso, alcool, droghe, immagine, tiepidezza troppo spesso oggi ci incatenano e ci illudono di una felicità effimera che presto presenta il suo conto salato. Alla sequela di questa croce si aggiungevano sempre più persone: alcune in lacrime,altre indignate,altre ancora curiose. Gente in piedi in Chiesa per l’ultima stazione: la morte in croce di Gesù. Poi una breve spiegazione e l’invito a fare l’esperienza del perdono di Dio tramite il sacramento della Riconciliazione. Le persone sono rimaste in fila un’ora e mezza per potersi confessare e lasciare una preghiera ai piedi dell’altare. È stata una forte esperienza di unità nella diversità dei carismi delle oltre 10 realtà della chiesa che erano rappresentate e una particolare unità tra i soggetti organizzatori.

Durante la settimana di Ferragosto, Riccione è la vetrina d’Italia: senza rischiare di esagerare possiamo testimoniare una situazione drammatica. Abbiamo raccolto il grido di un mondo di giovani e meno giovani che soffoca per mancanza di amore, di un mondo che è stremato per rincorrere idoli che uccidono. La Bellezza autentica ha un volto diverso da quello dei rotocalchi, la Gioia piena non passa ma riempie la vita e resta anche la mattina dopo: questo è quello che ha voluto gridare questa missione, questo è oggi veramente urgente e necessario testimoniare perché ognuno riscopra la propria identità di figlio di Dio, figlio di Re!

ALCUNE TESTIMONIANZE Un ragazzo aveva letto un articolo su “Riccione baluardo di Satana” ed incuriosito era venuto a conoscerci perché attratto dalla verità di tali parole che rispecchiavano quanto viveva. Dal momento in cui ha varcato la soglia della Chiesa ha sentito di dover cambiar vita radicalmente lasciando il suo passato e rinunciando anche ad un lavoro da 2000 euro al giorno pur di vivere in Dio nella verità. Non si è mai staccato da noi un momento e nei suoi messaggi continua a scrivermi: “nel vedere i vostri volti ho visto la gioia…quella che da tanto non trovavo […]. Non sarei mai andato via da voi […]. Sento di dover lasciare tutto e seguire Gesù. Statemi vicino.” Ogni giorno ci sentiamo, continua a pregare e sta preparandosi a lasciare tutto per entrare in comunità. Tutti noi sacerdoti abbiamo confessato ininterrottamente dalle 22.30 alle 2.30 di notte! Tra le mie ultime confessioni un ragazzo che del decalogo le aveva combinate tutte… un giovane dagli occhi bellissimi,ma con un aspetto tra capigliatura e trucco che sembrava impossibile vedere in una Chiesa. Gli ho chiesto alla fine della confessione come mai gli fosse nato il desiderio di venire essendo stata la prima confessione della sua vita. Mi ha risposto: “Prima ha confessato mio fratello, che è peggio di me. Lo avevate incontrato in spiaggia durante un’animazione e da quel momento è cambiato. Ho detto a me stesso che se Dio aveva perdonato e agito in lui allora poteva farcela anche con me”. Don Davide

E’stato indescrivibile vedere tutti quei ragazzi,che all’apparenza sembravano non aver bisogno di nulla e di nessuno, sciogliersi in lacrime davanti a Cristo; sentire il loro bisogno di essere amati e ascoltati; vedere che un tuo sorriso rende migliore la giornata di chi incontri. Ed è altrettanto indescrivibile vedere, però, tutti quei giovani che gettano le loro vite nell’alcol, nella droga, nello sballo e nel sesso sfrenato; si privano della dignità umana per cercare la felicità in qualcosa che, invece, li condurrà solo alla morte. Non dimenticherò mai le parole dette da un ragazzo una notte di queste rivolgendosi ai suoi amici: “Guarda questi! (riferendosi a noi missionari) per essere così felici devono solo impasticcarsi”. Da parte mia, continuerò a pregare per tutti i missionari, affinché rifacciano quest’esperienza, e per tutti i volti incontrati in questi giorni. Maira

orizzonti news 7


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

APPROFONDIMENTO

APPROFONDIMENTO

COME STANNO I NOSTRI ADOLESCENTI? a cura della Dott. Elena Spada

Vi sarà capitato di incrociare un giovane con pantaloni larghi, i capelli rasati davanti e rasta dietro… quello è un Goa; oppure tutto vestito di nero con le magliette di gruppi rock con i teschi o le teste con le corna, capelli lunghi… quelli sono metallari; o ancora, più semplicemente con il cappellino in testa, capelli rasati e scarpe Nike… quello è un Gabber. Poi ci sono i Dark, gli Housettoni, i P-Goldini, gli Emo, i Rapper. Queste sono solo alcune delle categorie che rappresentano gli adolescenti di oggi e nelle quali si identificano. Si sa che l’adolescente ha bisogno di un gruppo nel quale identificarsi. C’è una domanda però che va posta con chiarezza: che tipo di gruppi sono quelli di oggi? Sicuramente tutti sono caratterizzati dall’ascolto di un tipo di musica che definirei ‘acida’, anche se per loro c’è molta differenza tra l’Hard Core, Tecno, House, Metal, Pervert Electro Punk, ecc. Questi generi musicali che ascoltano i giovani d’oggi sono sono sicuramente in pericolo e che è necessario intervenire sicuramente diversi gli uni dagli altri, ma di fondo tutti tempestivamente offrendo proposte più positive. hanno la sezione ritmica in grande rilievo: quel martellante Ma cosa c’è dietro al disagio di questi giovani? ‘bum bum’ che richiede l’alterazione dello stato di coscienza e Perché questa ricerca spasmodica di forti sensazioni? che di fatto, essendo martellante e ossessivo, crea psicologicamente Sicuramente ci sono sistemi familiari che non riescono uno stato di nervosismo di base del quale i ragazzi non si accorgono a fornire un adeguato sostegno emotivo e un ma che in realtà li influenza non poco. sufficiente investimento affettivo verso i figli; un Alcuni dicono che questi generi musicali li aiutano a scaricare la loro sistema sociale dove attraverso i vari mezzi di rabbia, in realtà demandano alla musica le loro emozioni senza che comunicazione si trasmette costantemente come loro le gestiscano in prima persona; dunque la loro rabbia rimane valore assoluto ‘la ricerca del piacere’ e la fuga repressa e poi sfocia in altri tipi di comportamenti borderline. Ma dal dolore da perseguire con tutti i mezzi, una sorta non c’è solo la musica. Molti di questi gruppi utilizzano atti di di ‘deserto etico’; ed infine un sistema scolastico autolesionismo (tagli sul corpo, vomito compulsivo, droga ecc); per lo più basato sul nozionismo e sempre meno aggregazione in Rave Party dove è necessario l’utilizzo di sull’educazione che richiede anche sostegno affettivo sostanze stupefacenti e si usa ogni forma di trasgressione e socio-relazionale. sessuale e comportamentale in genere; oppure Come rispondere allora a queste necessità? aggregazione in gruppi dove si fanno atti vandalici con Cosa fare per tutti questi ‘piccoli tesori’ bisognosi di ascolto, forme di bullismo, furti e così via. Insomma, le proposte risposte vere e amore? che arrivano da queste tendenze sono sicuramente Oltre a fornire un punto di ascolto e di accoglienza, la nostra distruttive e infatti quello che si raccoglie dagli proposta è quella di realizzare dei campi formativi dove gli adolescenti adolescenti di oggi sono troppo spesso depressione, possano fare un breve percorso di conoscenza di sé mirato alle loro tentati suicidi, dipendenze e altro ancora. Ci sono esigenze e problematiche e apprendere anche degli strumenti utili per certo anche molti adolescenti che si limitano auto-monitorarsi. Inoltre proponiamo un’esperienza forte di fede, affinché all’ascolto di musica da clip video, musica pop, Dio sia un vero incontro d’Amore da ‘portare a casa’, un’esperienza frequentano ambienti più sani ed utilizzano che possa colmare i vuoti d’affetto che caratterizzano spesso le loro comportamenti meno borderline, ma sicuramente vite. anch’essi sono immersi in una società a rischio Nel concreto in questi campi formativi ci proponiamo di stimolare e dove le sole iniziative positive nei loro confronti promuovere l’autonomia e la consapevolezza dei ragazzi attraverso sembrano essere quelle del privato sociale. le varie attività della vita comunitaria che permette loro: Da questa visuale si evince che gli adolescenti di oggi • di sviluppare la capacità di scelta: ‘vedo due modi di

8 orizzonti news

comportamenti sani. vivere e comprendo quale può essere per me il migliore e quello più positivo e L’obiettivo è di portare i bambini alla questo mi aiuta a scegliere nella vita’; conoscenza delle emozioni base • di promuovere attraverso attività artistiche le capacità e i talenti spesso attraverso schede lavoro, filmati e nascosti per favorire l’autostima; giochi; su tale consapevolezza si cercherà • di accompagnare l’adolescente in un percorso di conoscenza di sé per di aiutarli a creare delle strategie funzionali favorire una miglior conoscenza della propria identità, delle proprie per prendersi cura di sé. dinamiche interiori e delle proprie emozioni e bisogni spesso non riconosciuti; 4. “Ti ho fatto come un prodigio”: • di favorire l’acquisizione di strumenti che permettano nel tempo aperto a tutti una continua auto-analisi per monitorarsi interiormente al fine di prendersi cura di sé; • di creare dei momenti di intimità forte con Dio per fare esperienza di quell’Amore che guarisce, riempie e dona gioia vera e confidenza con il Vangelo, che diventa poi la risorsa anche nella vita quotidiana.

Da anni Chiara Amirante ha ideato un percorso di conoscenza di sé che ha portato molti frutti nella vita di tanti e tanti giovani o meno giovani che sono approdati alla Comunità Nuovi Orizzonti per un cammino di guarigione del cuore. ‘Ti ho fatto come un prodigio’ era il titolo degli esercizi I CAMPI FORMATIVI spirituali del 2006 che sono stati una vera potenza! Con Quest’anno, fra le altre proposte, abbiamo realizzato questo materiale è stato costruito un breve percorso i seguenti campi: terapeutico che consentisse di fare un lavoro di revisione di vita, a livello profondo; attraverso l’uso delle 1. ”Reality sho-w-ear”: tecniche espressive (fantasie guidate, fiabe, settimana di convivenza tra giovani adolescenti dai 16 ai 18 anni drammatizzazioni, disegno onirico, psicodramma) Un tempo in cui fermarsi con se stessi alla coperta del proprio ‘sé e il linguaggio del simbolo che sfugge alla reale’ attraverso l’esperienza della vita comunitaria e della condivisione razionalità portare alla mediazione tra degli spazi comuni. La convivenza si è basata su 4 punti fondamentali: inconscio e conscio, tra l’Io e il corpo, 1. momenti di riflessione attraverso meditazione permettendo un cambiamento ed una 2. formazione umana attraverso gruppi dinamici crescita. Il tutto alla presenza viva di 3. esperienza di condivisione attraverso piccoli servizi Dio, unica vera fonte di guarigione e di 4. approfondimento dei propri talenti attraverso work-shop di teatro, danza, liberazione.Il percorso è passato attraverso cinematografia. la riconciliazione tra se e gli altri, tra se e Dio e con se stessi. 2. “Viaggio nel giardino segreto”: campo formativo per adolescenti dai 14 ai 16 anni Conclusione: Il campo è stato suddiviso in due parti: I risultati di questi campi sono stati davvero 1. la mattina si affrontano temi di conoscenza di sé (autostima, controllo del inaspettati; per i ragazzi è molto forte l’esigenza pensiero,immagine,ecc.) con l’utilizzo delle tecniche legate all’arte-terapia, di un posto dove fare esperienza di un amore con gruppi di lavoro per i feed-back, con l’utilizzo di video e arti grafiche; vero e dove trovare della risposte ai mille 2. nel pomeriggio momenti di gioco e laboratori artistici dove poter interrogativi inquietanti che spesso li abitano. scoprire le capacità e i talenti spesso inutilizzati, anche attraverso la Abbiamo visto davvero cuori che si sono sciolti realizzazione di un piccolo spettacolo che rappresenta in modo perché si sono sentiti custoditi, non giudicati e artistico gli argomenti trattati nelle conoscenza di sé. soprattutto ascoltati nelle loro dinamiche interiori e le loro esperienze lo testimoniano. 3. “Esodo dal paese dei balocchi”: Vorremmo che i giovani che passano per questi campi campo per pre-adolescenti dagli 11 ai 13 anni possano veramente trovare delle risorse utili per affrontare Quattro giorni di attività formative attraverso l’uso del gioco e una società a volte troppo spietata e spesso priva di dell’arte, che prevedono un percorso di approfondimento proposte autentiche e i primi risultati ci incoraggiano a della consapevolezza di sé, del riconoscimento delle emozioni continuare in questo impegno. e l’acquisizione di strumenti utili al raggiungimento di

orizzonti news 9


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

APPROFONDIMENTO

APPROFONDIMENTO

COME STANNO I NOSTRI ADOLESCENTI? a cura della Dott. Elena Spada

Vi sarà capitato di incrociare un giovane con pantaloni larghi, i capelli rasati davanti e rasta dietro… quello è un Goa; oppure tutto vestito di nero con le magliette di gruppi rock con i teschi o le teste con le corna, capelli lunghi… quelli sono metallari; o ancora, più semplicemente con il cappellino in testa, capelli rasati e scarpe Nike… quello è un Gabber. Poi ci sono i Dark, gli Housettoni, i P-Goldini, gli Emo, i Rapper. Queste sono solo alcune delle categorie che rappresentano gli adolescenti di oggi e nelle quali si identificano. Si sa che l’adolescente ha bisogno di un gruppo nel quale identificarsi. C’è una domanda però che va posta con chiarezza: che tipo di gruppi sono quelli di oggi? Sicuramente tutti sono caratterizzati dall’ascolto di un tipo di musica che definirei ‘acida’, anche se per loro c’è molta differenza tra l’Hard Core, Tecno, House, Metal, Pervert Electro Punk, ecc. Questi generi musicali che ascoltano i giovani d’oggi sono sono sicuramente in pericolo e che è necessario intervenire sicuramente diversi gli uni dagli altri, ma di fondo tutti tempestivamente offrendo proposte più positive. hanno la sezione ritmica in grande rilievo: quel martellante Ma cosa c’è dietro al disagio di questi giovani? ‘bum bum’ che richiede l’alterazione dello stato di coscienza e Perché questa ricerca spasmodica di forti sensazioni? che di fatto, essendo martellante e ossessivo, crea psicologicamente Sicuramente ci sono sistemi familiari che non riescono uno stato di nervosismo di base del quale i ragazzi non si accorgono a fornire un adeguato sostegno emotivo e un ma che in realtà li influenza non poco. sufficiente investimento affettivo verso i figli; un Alcuni dicono che questi generi musicali li aiutano a scaricare la loro sistema sociale dove attraverso i vari mezzi di rabbia, in realtà demandano alla musica le loro emozioni senza che comunicazione si trasmette costantemente come loro le gestiscano in prima persona; dunque la loro rabbia rimane valore assoluto ‘la ricerca del piacere’ e la fuga repressa e poi sfocia in altri tipi di comportamenti borderline. Ma dal dolore da perseguire con tutti i mezzi, una sorta non c’è solo la musica. Molti di questi gruppi utilizzano atti di di ‘deserto etico’; ed infine un sistema scolastico autolesionismo (tagli sul corpo, vomito compulsivo, droga ecc); per lo più basato sul nozionismo e sempre meno aggregazione in Rave Party dove è necessario l’utilizzo di sull’educazione che richiede anche sostegno affettivo sostanze stupefacenti e si usa ogni forma di trasgressione e socio-relazionale. sessuale e comportamentale in genere; oppure Come rispondere allora a queste necessità? aggregazione in gruppi dove si fanno atti vandalici con Cosa fare per tutti questi ‘piccoli tesori’ bisognosi di ascolto, forme di bullismo, furti e così via. Insomma, le proposte risposte vere e amore? che arrivano da queste tendenze sono sicuramente Oltre a fornire un punto di ascolto e di accoglienza, la nostra distruttive e infatti quello che si raccoglie dagli proposta è quella di realizzare dei campi formativi dove gli adolescenti adolescenti di oggi sono troppo spesso depressione, possano fare un breve percorso di conoscenza di sé mirato alle loro tentati suicidi, dipendenze e altro ancora. Ci sono esigenze e problematiche e apprendere anche degli strumenti utili per certo anche molti adolescenti che si limitano auto-monitorarsi. Inoltre proponiamo un’esperienza forte di fede, affinché all’ascolto di musica da clip video, musica pop, Dio sia un vero incontro d’Amore da ‘portare a casa’, un’esperienza frequentano ambienti più sani ed utilizzano che possa colmare i vuoti d’affetto che caratterizzano spesso le loro comportamenti meno borderline, ma sicuramente vite. anch’essi sono immersi in una società a rischio Nel concreto in questi campi formativi ci proponiamo di stimolare e dove le sole iniziative positive nei loro confronti promuovere l’autonomia e la consapevolezza dei ragazzi attraverso sembrano essere quelle del privato sociale. le varie attività della vita comunitaria che permette loro: Da questa visuale si evince che gli adolescenti di oggi • di sviluppare la capacità di scelta: ‘vedo due modi di

8 orizzonti news

comportamenti sani. vivere e comprendo quale può essere per me il migliore e quello più positivo e L’obiettivo è di portare i bambini alla questo mi aiuta a scegliere nella vita’; conoscenza delle emozioni base • di promuovere attraverso attività artistiche le capacità e i talenti spesso attraverso schede lavoro, filmati e nascosti per favorire l’autostima; giochi; su tale consapevolezza si cercherà • di accompagnare l’adolescente in un percorso di conoscenza di sé per di aiutarli a creare delle strategie funzionali favorire una miglior conoscenza della propria identità, delle proprie per prendersi cura di sé. dinamiche interiori e delle proprie emozioni e bisogni spesso non riconosciuti; 4. “Ti ho fatto come un prodigio”: • di favorire l’acquisizione di strumenti che permettano nel tempo aperto a tutti una continua auto-analisi per monitorarsi interiormente al fine di prendersi cura di sé; • di creare dei momenti di intimità forte con Dio per fare esperienza di quell’Amore che guarisce, riempie e dona gioia vera e confidenza con il Vangelo, che diventa poi la risorsa anche nella vita quotidiana.

Da anni Chiara Amirante ha ideato un percorso di conoscenza di sé che ha portato molti frutti nella vita di tanti e tanti giovani o meno giovani che sono approdati alla Comunità Nuovi Orizzonti per un cammino di guarigione del cuore. ‘Ti ho fatto come un prodigio’ era il titolo degli esercizi I CAMPI FORMATIVI spirituali del 2006 che sono stati una vera potenza! Con Quest’anno, fra le altre proposte, abbiamo realizzato questo materiale è stato costruito un breve percorso i seguenti campi: terapeutico che consentisse di fare un lavoro di revisione di vita, a livello profondo; attraverso l’uso delle 1. ”Reality sho-w-ear”: tecniche espressive (fantasie guidate, fiabe, settimana di convivenza tra giovani adolescenti dai 16 ai 18 anni drammatizzazioni, disegno onirico, psicodramma) Un tempo in cui fermarsi con se stessi alla coperta del proprio ‘sé e il linguaggio del simbolo che sfugge alla reale’ attraverso l’esperienza della vita comunitaria e della condivisione razionalità portare alla mediazione tra degli spazi comuni. La convivenza si è basata su 4 punti fondamentali: inconscio e conscio, tra l’Io e il corpo, 1. momenti di riflessione attraverso meditazione permettendo un cambiamento ed una 2. formazione umana attraverso gruppi dinamici crescita. Il tutto alla presenza viva di 3. esperienza di condivisione attraverso piccoli servizi Dio, unica vera fonte di guarigione e di 4. approfondimento dei propri talenti attraverso work-shop di teatro, danza, liberazione.Il percorso è passato attraverso cinematografia. la riconciliazione tra se e gli altri, tra se e Dio e con se stessi. 2. “Viaggio nel giardino segreto”: campo formativo per adolescenti dai 14 ai 16 anni Conclusione: Il campo è stato suddiviso in due parti: I risultati di questi campi sono stati davvero 1. la mattina si affrontano temi di conoscenza di sé (autostima, controllo del inaspettati; per i ragazzi è molto forte l’esigenza pensiero,immagine,ecc.) con l’utilizzo delle tecniche legate all’arte-terapia, di un posto dove fare esperienza di un amore con gruppi di lavoro per i feed-back, con l’utilizzo di video e arti grafiche; vero e dove trovare della risposte ai mille 2. nel pomeriggio momenti di gioco e laboratori artistici dove poter interrogativi inquietanti che spesso li abitano. scoprire le capacità e i talenti spesso inutilizzati, anche attraverso la Abbiamo visto davvero cuori che si sono sciolti realizzazione di un piccolo spettacolo che rappresenta in modo perché si sono sentiti custoditi, non giudicati e artistico gli argomenti trattati nelle conoscenza di sé. soprattutto ascoltati nelle loro dinamiche interiori e le loro esperienze lo testimoniano. 3. “Esodo dal paese dei balocchi”: Vorremmo che i giovani che passano per questi campi campo per pre-adolescenti dagli 11 ai 13 anni possano veramente trovare delle risorse utili per affrontare Quattro giorni di attività formative attraverso l’uso del gioco e una società a volte troppo spietata e spesso priva di dell’arte, che prevedono un percorso di approfondimento proposte autentiche e i primi risultati ci incoraggiano a della consapevolezza di sé, del riconoscimento delle emozioni continuare in questo impegno. e l’acquisizione di strumenti utili al raggiungimento di

orizzonti news 9


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

TESTIMONIANZE

TESTIMONIANZE

ESTATE: CAMPI GIOVANI l’esperienza di Dio potesse essere così grande,all’inizio sembrava tutta una cavolata e non pensavo che invece avrei avuto una risposta concreta. Giacomo, 17 anni

Alle diverse proposte formative organizzate dall’equipe di Belpiano hanno risposto numerosi ragazzi e giovani. Ecco alcune testimonianze! L'esperienza che ho fatto con il campo di Belpiano è stata stupenda. La sera della Luce nella Notte ci hanno detto di pescare un biglietto colorato da una cesta, e sarebbe stata la risposta di Gesù alla nostra preghiera. Quando ho avuto la risposta mi sono sentito fortemente amato, un amore davvero forte, che non avevo mai sentito prima. Alla fine ho pianto. È stata un esperienza bellissima. Matteo, 13 anni È stata un esperienza bellissima; fuori dalla chiesa ero molto eccitata e, appena entrata, ho avuto una sensazione molto strana: non sapevo se stavo bene perchè mi veniva da svenire di gioia. Avevo fatto una richiesta, ho preso il biglietto colorato con la risposta e ho capito subito che potevo fare solo una cosa in quel momento: la feci. Tornai al mio posto, rilessi il biglietto e capii tutto; mi misi a piangere dalla gioia.È stato meraviglioso" Lucia, 11 anni

ascoltavo la parola di Dio ma andava a finire che quella parola di Dio mi colpiva. Non facevo la Comunione da due anni e mezzo e adesso tutti i giorni. Ne sento anche il bisogno, perché se dicessi che sono cristiana ma non mi serve il Corpo di Cristo, sarebbe come dire che sono un essere umano ma non mi serve l’ossigeno. Barbara, 18 anni Il campo di Belpiano è stato fantastico!!! È stato tutto fortissimo. Vorrei che non fosse mai finito e ora vorrei ricominciare. Ho vissuto giornate fantastiche conoscendo me stessa e gli altri. Non finirò mai di ringraziare Gesù, che ci ha uniti tutti con un solo abbraccio. Ho provato gioia enorme. Irene, 12 anni

Ho partecipato al campo di Belpiano e l’ultima sera abbiamo avuto un’esperienza grandissima che si chiama La Luce nella Notte: accompagnati da un educatore, si prega davanti al Santissimo. Mediante la preghiera c’è un contatto fortissimo con Dio. Si pesca da un cesto un foglietto con una parola del Sono arrivata a Belpiano con la voglia di tornare a casa subito Vangelo ed è la risposta a quanto avevi nel cuore. Ho provato appena arrivata. una gioia pazzesca e un’emozione fortissima, infatti mi sono Invece succedeva che arrivavo in chiesa un po’ scocciata, messo a piangere fiumi di lacrime. Non avrei mai pensato che

10 orizzonti news

fatto LA LUCE NELLA NOTTE.Che meraviglia,che stupore vedere quell’altare: era preparato come per un matrimonio, perché sopra era stato posto GESÙ. In quella notte ho sentito GESÙ che mi voleva molto bene e che stava dentro il mio cuore! È stato un meraviglioso campo scuola,perdonandoci,amandoci Quella di Belpiano è stata un’esperienza bellissima… da rifare!! e divertendoci!!! Noi ragazzi abbiamo imparato a stare insieme, a condividere Anna, 11 anni tutto,a capirci… e anche a sopportarci! Mi piacerebbe tornare indietro, ma so che è impossibile, quindi spero in un campo Eravamo un gruppo di ragazzi e ragazze di età e realtà di vita invernale… Pensateci bene! molto diverse, disposti comunque a mettersi in gioco pur di Elena, 14 anni dare un senso alla nostra vita che abbiamo scoperto essere così piena di ferite profonde che sembrano passate e superate Nei quattro giorni trascorsi a Belpiano ho provato emozioni ed ma che invece sono ancora così vive e sanguinanti. esperienze stupende, e ho trovato persone meravigliose, sia A volte è stato per tutti molto faticoso e doloroso lasciarsi ragazzi che adulti. E quello che più mi ha colpito è stato La andare, lasciando cadere quelle maschere che come delle Luce nella Notte, dove ho provato gioia ed emozione, ma catene ci impediscono di liberare le nostre emozioni e alla fine anche stupore, e mi sono sentito, in un certo senso, “accolto” di essere quel prodigio che Dio ha pensato per noi. da Dio. All'inizio ero sconfortata quando Elena ci aiutava ad aprire gli Riccardo, 13 anni occhi su tutte le nostre umane fragilità, debolezze e schifezze, sono resuscitata invece quando ha detto che il Signore Dio Alcuni giorni magnifici, una settimana indimenticabile, una manifesta la Sua potenza proprio quando ci riconosciamo e compagnia favolosa… ci accettiamo così piccoli di fronte a Lui. Sono riuscito a scoprire emozioni mai sentite nè “ascoltate”, Quattro giorni intensi ma assolutamente necessari per capire sono riuscito a vivere delle giornate piene senza aver perso che soltanto aprendo il cuore all'Amore di Cristo possiamo nemmeno un’ora vissuta al massimo... posso dire di essere rinascere, rialzarci, ripartire ogni istante, ogni giorno della nostra cresciuto di più in quei giorni che in tutto il resto dell’anno… vita e passare dalle tenebre a quella luce che è VITA, che solo non riesco nemmeno ad esprimere tutto ciò che ho provato, Lui ci può donare. poiché è come se avessi ottenuto tra le braccia un concentrato Franca, 39 anni di tanti avvenimenti e sentimenti che mi hanno cambiato dal profondo del cuore. La sera della Luce nella Notte… all’inizio “Ti lodo perché mi hai fatto come un prodigio”, la frase del paura, poi ti senti riempito in modo assoluto dall’amore del salmo che intitolava il campo mi aveva profondamente Signore, come abbracciato da Lui. commosso, visto che non credevo potesse riferirsi anche a me, Posso dire solamente, anche se è fin troppo semplice e infantile, che ho sempre pensato di essere un disastro. che è stato TROPPO BELLO!!! Più si avvicinava la data di partenza, più si affacciavano con Emilio, 16 anni insistenza scuse di vario genere per convincermi a desistere tra cui: <<Sei in ferie, ma vatte a divertì!>>. Avevo un po’ di timore. Non conoscevo nessuno, fuorchè Irene Uno dei primi giorni Elena ci chiese di gridare: “Ti lodo perché che avevo visto due volte. mi hai fatto come un prodigio”, accompagnando il grido con La mattina ci trovavamo tutti insieme e organizzavamo la Santa movimenti spontanei del corpo. Io non ci riuscivo, la voce si Messa che si svolgeva la sera.Poi la conoscenza di sé,il laboratorio spezzava perchè a quella frase non ci credevo proprio. Da artistico, i giochi. quel momento è iniziato il viaggio dentro la mia storia e dentro Ho imparato attraverso il tema del campo, ESODO DEL PAESE la storia degli altri fratelli,un viaggio doloroso.Alla lode conclusiva DEI BALOCCHI, a non fidarmi delle apparenze: la felicità vera ho finalmente gridato credendoci, davanti a Lui e agli altri: “Ti non è quella che ti indica il paese dei balocchi, ma si deve lodo perché mi hai fatto come un prodigio”! cercare con sacrificio dentro di sé. Non è tutto scomparso magicamente, ma ora ho una La felicità non è quella che ti propone il mondo attraverso le consapevolezza nuova che tutti quei lacci che non mi permettono cose materiali, la bellezza esteriore, i vestiti, ma la felicità vera di spiccare il volo non mi rendono prigioniera per sempre ma si trova in GESÙ . ho la possibilità di spezzarli attraverso la Verità che ci fa liberi! La sera che mi è piaciuta di più è stata quella dove abbiamo Alessandra, 32 anni

orizzonti news 11


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

TESTIMONIANZE

TESTIMONIANZE

ESTATE: CAMPI GIOVANI l’esperienza di Dio potesse essere così grande,all’inizio sembrava tutta una cavolata e non pensavo che invece avrei avuto una risposta concreta. Giacomo, 17 anni

Alle diverse proposte formative organizzate dall’equipe di Belpiano hanno risposto numerosi ragazzi e giovani. Ecco alcune testimonianze! L'esperienza che ho fatto con il campo di Belpiano è stata stupenda. La sera della Luce nella Notte ci hanno detto di pescare un biglietto colorato da una cesta, e sarebbe stata la risposta di Gesù alla nostra preghiera. Quando ho avuto la risposta mi sono sentito fortemente amato, un amore davvero forte, che non avevo mai sentito prima. Alla fine ho pianto. È stata un esperienza bellissima. Matteo, 13 anni È stata un esperienza bellissima; fuori dalla chiesa ero molto eccitata e, appena entrata, ho avuto una sensazione molto strana: non sapevo se stavo bene perchè mi veniva da svenire di gioia. Avevo fatto una richiesta, ho preso il biglietto colorato con la risposta e ho capito subito che potevo fare solo una cosa in quel momento: la feci. Tornai al mio posto, rilessi il biglietto e capii tutto; mi misi a piangere dalla gioia.È stato meraviglioso" Lucia, 11 anni

ascoltavo la parola di Dio ma andava a finire che quella parola di Dio mi colpiva. Non facevo la Comunione da due anni e mezzo e adesso tutti i giorni. Ne sento anche il bisogno, perché se dicessi che sono cristiana ma non mi serve il Corpo di Cristo, sarebbe come dire che sono un essere umano ma non mi serve l’ossigeno. Barbara, 18 anni Il campo di Belpiano è stato fantastico!!! È stato tutto fortissimo. Vorrei che non fosse mai finito e ora vorrei ricominciare. Ho vissuto giornate fantastiche conoscendo me stessa e gli altri. Non finirò mai di ringraziare Gesù, che ci ha uniti tutti con un solo abbraccio. Ho provato gioia enorme. Irene, 12 anni

Ho partecipato al campo di Belpiano e l’ultima sera abbiamo avuto un’esperienza grandissima che si chiama La Luce nella Notte: accompagnati da un educatore, si prega davanti al Santissimo. Mediante la preghiera c’è un contatto fortissimo con Dio. Si pesca da un cesto un foglietto con una parola del Sono arrivata a Belpiano con la voglia di tornare a casa subito Vangelo ed è la risposta a quanto avevi nel cuore. Ho provato appena arrivata. una gioia pazzesca e un’emozione fortissima, infatti mi sono Invece succedeva che arrivavo in chiesa un po’ scocciata, messo a piangere fiumi di lacrime. Non avrei mai pensato che

10 orizzonti news

fatto LA LUCE NELLA NOTTE.Che meraviglia,che stupore vedere quell’altare: era preparato come per un matrimonio, perché sopra era stato posto GESÙ. In quella notte ho sentito GESÙ che mi voleva molto bene e che stava dentro il mio cuore! È stato un meraviglioso campo scuola,perdonandoci,amandoci Quella di Belpiano è stata un’esperienza bellissima… da rifare!! e divertendoci!!! Noi ragazzi abbiamo imparato a stare insieme, a condividere Anna, 11 anni tutto,a capirci… e anche a sopportarci! Mi piacerebbe tornare indietro, ma so che è impossibile, quindi spero in un campo Eravamo un gruppo di ragazzi e ragazze di età e realtà di vita invernale… Pensateci bene! molto diverse, disposti comunque a mettersi in gioco pur di Elena, 14 anni dare un senso alla nostra vita che abbiamo scoperto essere così piena di ferite profonde che sembrano passate e superate Nei quattro giorni trascorsi a Belpiano ho provato emozioni ed ma che invece sono ancora così vive e sanguinanti. esperienze stupende, e ho trovato persone meravigliose, sia A volte è stato per tutti molto faticoso e doloroso lasciarsi ragazzi che adulti. E quello che più mi ha colpito è stato La andare, lasciando cadere quelle maschere che come delle Luce nella Notte, dove ho provato gioia ed emozione, ma catene ci impediscono di liberare le nostre emozioni e alla fine anche stupore, e mi sono sentito, in un certo senso, “accolto” di essere quel prodigio che Dio ha pensato per noi. da Dio. All'inizio ero sconfortata quando Elena ci aiutava ad aprire gli Riccardo, 13 anni occhi su tutte le nostre umane fragilità, debolezze e schifezze, sono resuscitata invece quando ha detto che il Signore Dio Alcuni giorni magnifici, una settimana indimenticabile, una manifesta la Sua potenza proprio quando ci riconosciamo e compagnia favolosa… ci accettiamo così piccoli di fronte a Lui. Sono riuscito a scoprire emozioni mai sentite nè “ascoltate”, Quattro giorni intensi ma assolutamente necessari per capire sono riuscito a vivere delle giornate piene senza aver perso che soltanto aprendo il cuore all'Amore di Cristo possiamo nemmeno un’ora vissuta al massimo... posso dire di essere rinascere, rialzarci, ripartire ogni istante, ogni giorno della nostra cresciuto di più in quei giorni che in tutto il resto dell’anno… vita e passare dalle tenebre a quella luce che è VITA, che solo non riesco nemmeno ad esprimere tutto ciò che ho provato, Lui ci può donare. poiché è come se avessi ottenuto tra le braccia un concentrato Franca, 39 anni di tanti avvenimenti e sentimenti che mi hanno cambiato dal profondo del cuore. La sera della Luce nella Notte… all’inizio “Ti lodo perché mi hai fatto come un prodigio”, la frase del paura, poi ti senti riempito in modo assoluto dall’amore del salmo che intitolava il campo mi aveva profondamente Signore, come abbracciato da Lui. commosso, visto che non credevo potesse riferirsi anche a me, Posso dire solamente, anche se è fin troppo semplice e infantile, che ho sempre pensato di essere un disastro. che è stato TROPPO BELLO!!! Più si avvicinava la data di partenza, più si affacciavano con Emilio, 16 anni insistenza scuse di vario genere per convincermi a desistere tra cui: <<Sei in ferie, ma vatte a divertì!>>. Avevo un po’ di timore. Non conoscevo nessuno, fuorchè Irene Uno dei primi giorni Elena ci chiese di gridare: “Ti lodo perché che avevo visto due volte. mi hai fatto come un prodigio”, accompagnando il grido con La mattina ci trovavamo tutti insieme e organizzavamo la Santa movimenti spontanei del corpo. Io non ci riuscivo, la voce si Messa che si svolgeva la sera.Poi la conoscenza di sé,il laboratorio spezzava perchè a quella frase non ci credevo proprio. Da artistico, i giochi. quel momento è iniziato il viaggio dentro la mia storia e dentro Ho imparato attraverso il tema del campo, ESODO DEL PAESE la storia degli altri fratelli,un viaggio doloroso.Alla lode conclusiva DEI BALOCCHI, a non fidarmi delle apparenze: la felicità vera ho finalmente gridato credendoci, davanti a Lui e agli altri: “Ti non è quella che ti indica il paese dei balocchi, ma si deve lodo perché mi hai fatto come un prodigio”! cercare con sacrificio dentro di sé. Non è tutto scomparso magicamente, ma ora ho una La felicità non è quella che ti propone il mondo attraverso le consapevolezza nuova che tutti quei lacci che non mi permettono cose materiali, la bellezza esteriore, i vestiti, ma la felicità vera di spiccare il volo non mi rendono prigioniera per sempre ma si trova in GESÙ . ho la possibilità di spezzarli attraverso la Verità che ci fa liberi! La sera che mi è piaciuta di più è stata quella dove abbiamo Alessandra, 32 anni

orizzonti news 11


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

SPECIALE ESERCIZI

SPECIALE ESERCIZI

TU SEI DEGNO DI STIMA... E IO TI AMO! (21-25 settembre 2008) a cura di Natalina Zanatta

Già da giorni in Piglio – casa madre – c’è un fervore insolito che coinvolge in modo contagioso chiunque si avvicini.La casa è sottoposta a meticolosi preparativi che preannunciano una festa di lunga durata; si innalzano il capannone bianco e tanti altri piccoli gazebi nel prato antistante la chiesa di S. Giovanni. Tutto è ormai pronto per un’accoglienza speciale per un avvenimento speciale. E’ la terza edizione annuale degli Esercizi spirituali per tutti quelli che vogliono intraprendere il Santo Viaggio della santità. La gente comincia ad arrivare: uno, due, a gruppi, una valanga incontenibile… siamo 100, 200, 1000 la domenica 20, che è anche il primo giorni di esercizi spirituali. La gente continua ad arrivare. Chi saluta con caloroso abbraccio gli amici che già conosce, chi si guarda intorno un po’ intimidito perché è la prima volta che si trova catapultato in questo luogo strano e attraente, chi va dritto verso il luogo di ritrovo rivelando che la strada l’ha già percorsa almeno un’altra volta… Siamo appena tornati da una grande emozione vissuta per un grande misterioso avvenimento, carico del mistero di Dio Amore e Dono inesauribile: don Tonino e don Robertino “sacerdoti per sempre”. Il tema degli esercizi è già un programma di vita: Tu sei degno di stima e io ti amo! Se fai risuonare queste parole dentro il cuore e non le metti subito a tacere, rimani incredulo, sconcertato: ma come! Io, degno di stima?! “Certo – ci dice Chiara – sei sconcertato di questa parola meravigliosa del Signore per te perché sei sottoalimentato spiritualmente, perché non ti alleni sugli esercizi che Cristo ti dona con la sua parola, perché sei un ascoltatore ‘smemorato’.” Pagina splendida quella di Isaia 43, 1-4!

Non temere, perché io ti ho riscattato, ti ho chiamato per nome: tu mi appartieni. Se dovrai attraversare le acque, sarò con te, i f iumi non ti sommergeranno; se dovrai passare in mezzo al fuoco, non ti scotterai, la f iamma non ti potrà bruciare; poiché io sono il Signore tuo Dio… Perché tu sei prezioso ai miei occhi, perché sei degno di stima e io ti amo. Da questa parola inizia il percorso spirituale guidato da Chiara – capocordata che conosce molto bene il mestiere!... – un percorso sempre più potente a livello emotivo e di grazia, sempre più profondo e coinvolgente negli esercizi pratici che non mancano mai e nelle meditazioni che vanno dritte al cuore e lo svelano nella sua verità. Si passa dai sintomi della mancanza di una sana autostima alle vie per una sana autostima, all’analisi di due virus mortali che sono causa ed effetto di una non sana autostima alle terapie corrispondenti.Un vero e proprio programma di vita! Una valanga di grazia, di dolore e di gioia, di salti di festa e di canti, di sguardi e di abbracci, di richieste di perdono e di comunicazioni reciproche di stima, di adorazione intensa e di rendimento di grazie alla Trinità che è beata quando i suoi figli vivono con lei nel paradiso dell’amore. Davvero grandi cose ha fatto il Signore!

12 orizzonti news

ALCUNE TESTIMONIANZE E’ così che una folla di persone si ritrova sotto una tenda in mezzo a un parcheggio di un paesino disperso in mezzo ai monti. Cosa la porta lì? La voglia di risentire quella gioia, quella festa che hanno provato conoscendo Chiara e la sua comunità. E lei arriva e ci annuncia che siamo degni di stima, che siamo dei prodigi, che Gesù ci ama, che ha un sogno per noi che neanche il più grande dei nostri sogni può eguagliare. Siete pronti a farvi guidare dalla guida delle guide per arrivare alle alte vette della vita, dell’amore e della gioia? Sii. Veramente? Siete sicuri?! Sii. 500 sì. Alleluia! Allacciate le cinture di sicurezza: si parte. Alt! Prima cosa: gettare tutte le nostre preoccupazioni (paranoie insicurezze) nelle mani di Dio perché, per volare, bisogna confidare in Gesù. Fatto?! Sì. Stiamo già volando. Che bello!! Guarda questa cattedrale piena di prodigi e non più tenda piena di depressi. Amatevi e fate vedere a tutti quanto vi amate. Da questo riconosceranno che siamo suoi discepoli. Chiara snocciola frasi del Vangelo e ci fa capire che solo sapessimo la bellezza dell’amore non vorremmo fare altro. E lo dice con una forza che non ha perché Chiara è piccolina ma quello che dice e come lo dice gli viene dalla potenza che Dio ha deciso di concederle, visto che lei si è resa disponibile a condurci in questo volo. I pianti liberatori che non sono mancati neanche a me sono frutti degli esercizi che lei, ispirata, ci ha fatto eseguire. Alla fine, dopo aver perdonato le persone che nella vita ci hanno strappazzato e ferito ci sentiamo così liberi che quasi non ci crediamo. Non è vero che sono più libero. Non può essere. Vengo qui, piango, e non sento più quella spada quei dolori che ormai erano anni che avevo

deciso di tenermi. Non può essere vero eppure passato il periodo di convalescenza dopo il bisturi mi convinco che sì. E’ vero!!Cosa?! Grazie! Walter

In questi giorni ho avuto chiaramente la sensazione che Dio volesse imprimere nel mio cuore, come un marchio indelebile, le sue parole: Tu sei degna di stima e Io ti amo. Quante volte ho ascoltato tali parole, ma il mio cuore non riusciva ad assaporarne il gusto! Sono stati momenti di grazia fortissima in cui ho guardato la mia persona con gli occhi dell’Amore meravigliandomi di come io stessa ero pronta ad accogliermi senza puntarmi il dito addosso lottando assiduamente contro ciò che sono. Ho ascoltato la voce di Dio, nascosto nella parte più piccola di me e degli altri, che con estrema delicatezza mi ha chiesto: Amami almeno tu! Ilaria

orizzonti news 13


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

SPECIALE ESERCIZI

SPECIALE ESERCIZI

TU SEI DEGNO DI STIMA... E IO TI AMO! (21-25 settembre 2008) a cura di Natalina Zanatta

Già da giorni in Piglio – casa madre – c’è un fervore insolito che coinvolge in modo contagioso chiunque si avvicini.La casa è sottoposta a meticolosi preparativi che preannunciano una festa di lunga durata; si innalzano il capannone bianco e tanti altri piccoli gazebi nel prato antistante la chiesa di S. Giovanni. Tutto è ormai pronto per un’accoglienza speciale per un avvenimento speciale. E’ la terza edizione annuale degli Esercizi spirituali per tutti quelli che vogliono intraprendere il Santo Viaggio della santità. La gente comincia ad arrivare: uno, due, a gruppi, una valanga incontenibile… siamo 100, 200, 1000 la domenica 20, che è anche il primo giorni di esercizi spirituali. La gente continua ad arrivare. Chi saluta con caloroso abbraccio gli amici che già conosce, chi si guarda intorno un po’ intimidito perché è la prima volta che si trova catapultato in questo luogo strano e attraente, chi va dritto verso il luogo di ritrovo rivelando che la strada l’ha già percorsa almeno un’altra volta… Siamo appena tornati da una grande emozione vissuta per un grande misterioso avvenimento, carico del mistero di Dio Amore e Dono inesauribile: don Tonino e don Robertino “sacerdoti per sempre”. Il tema degli esercizi è già un programma di vita: Tu sei degno di stima e io ti amo! Se fai risuonare queste parole dentro il cuore e non le metti subito a tacere, rimani incredulo, sconcertato: ma come! Io, degno di stima?! “Certo – ci dice Chiara – sei sconcertato di questa parola meravigliosa del Signore per te perché sei sottoalimentato spiritualmente, perché non ti alleni sugli esercizi che Cristo ti dona con la sua parola, perché sei un ascoltatore ‘smemorato’.” Pagina splendida quella di Isaia 43, 1-4!

Non temere, perché io ti ho riscattato, ti ho chiamato per nome: tu mi appartieni. Se dovrai attraversare le acque, sarò con te, i f iumi non ti sommergeranno; se dovrai passare in mezzo al fuoco, non ti scotterai, la f iamma non ti potrà bruciare; poiché io sono il Signore tuo Dio… Perché tu sei prezioso ai miei occhi, perché sei degno di stima e io ti amo. Da questa parola inizia il percorso spirituale guidato da Chiara – capocordata che conosce molto bene il mestiere!... – un percorso sempre più potente a livello emotivo e di grazia, sempre più profondo e coinvolgente negli esercizi pratici che non mancano mai e nelle meditazioni che vanno dritte al cuore e lo svelano nella sua verità. Si passa dai sintomi della mancanza di una sana autostima alle vie per una sana autostima, all’analisi di due virus mortali che sono causa ed effetto di una non sana autostima alle terapie corrispondenti.Un vero e proprio programma di vita! Una valanga di grazia, di dolore e di gioia, di salti di festa e di canti, di sguardi e di abbracci, di richieste di perdono e di comunicazioni reciproche di stima, di adorazione intensa e di rendimento di grazie alla Trinità che è beata quando i suoi figli vivono con lei nel paradiso dell’amore. Davvero grandi cose ha fatto il Signore!

12 orizzonti news

ALCUNE TESTIMONIANZE E’ così che una folla di persone si ritrova sotto una tenda in mezzo a un parcheggio di un paesino disperso in mezzo ai monti. Cosa la porta lì? La voglia di risentire quella gioia, quella festa che hanno provato conoscendo Chiara e la sua comunità. E lei arriva e ci annuncia che siamo degni di stima, che siamo dei prodigi, che Gesù ci ama, che ha un sogno per noi che neanche il più grande dei nostri sogni può eguagliare. Siete pronti a farvi guidare dalla guida delle guide per arrivare alle alte vette della vita, dell’amore e della gioia? Sii. Veramente? Siete sicuri?! Sii. 500 sì. Alleluia! Allacciate le cinture di sicurezza: si parte. Alt! Prima cosa: gettare tutte le nostre preoccupazioni (paranoie insicurezze) nelle mani di Dio perché, per volare, bisogna confidare in Gesù. Fatto?! Sì. Stiamo già volando. Che bello!! Guarda questa cattedrale piena di prodigi e non più tenda piena di depressi. Amatevi e fate vedere a tutti quanto vi amate. Da questo riconosceranno che siamo suoi discepoli. Chiara snocciola frasi del Vangelo e ci fa capire che solo sapessimo la bellezza dell’amore non vorremmo fare altro. E lo dice con una forza che non ha perché Chiara è piccolina ma quello che dice e come lo dice gli viene dalla potenza che Dio ha deciso di concederle, visto che lei si è resa disponibile a condurci in questo volo. I pianti liberatori che non sono mancati neanche a me sono frutti degli esercizi che lei, ispirata, ci ha fatto eseguire. Alla fine, dopo aver perdonato le persone che nella vita ci hanno strappazzato e ferito ci sentiamo così liberi che quasi non ci crediamo. Non è vero che sono più libero. Non può essere. Vengo qui, piango, e non sento più quella spada quei dolori che ormai erano anni che avevo

deciso di tenermi. Non può essere vero eppure passato il periodo di convalescenza dopo il bisturi mi convinco che sì. E’ vero!!Cosa?! Grazie! Walter

In questi giorni ho avuto chiaramente la sensazione che Dio volesse imprimere nel mio cuore, come un marchio indelebile, le sue parole: Tu sei degna di stima e Io ti amo. Quante volte ho ascoltato tali parole, ma il mio cuore non riusciva ad assaporarne il gusto! Sono stati momenti di grazia fortissima in cui ho guardato la mia persona con gli occhi dell’Amore meravigliandomi di come io stessa ero pronta ad accogliermi senza puntarmi il dito addosso lottando assiduamente contro ciò che sono. Ho ascoltato la voce di Dio, nascosto nella parte più piccola di me e degli altri, che con estrema delicatezza mi ha chiesto: Amami almeno tu! Ilaria

orizzonti news 13


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

LE GIORNATA DI SPIRITUALITA’ con Chiara Amirante

LA FORMAZIONE IN NUOVI ORIZZONTI

Dalle 10 alle 17 del pomeriggio,in genere ogni prima domenica

Aumenta con il tempo la possibilità di avere spazi formativi aperti

del mese,potrai partecipare a un evento di festa,con meditazioni, preghiere, canti, testimonianze, e, in un clima di fraternità

a tutti in più zone d’Italia.In questi appuntamenti,per prima cosa, si cerca di approfondire il carisma di Nuovi Orizzonti, cercando,

semplice e spontanea, tanta e tanta gioia. Se verrai con il cuore aperto, ti caricherà umanamente e spiritualmente per

dall’esperienza e dagli insegnamenti di Chiara Amirante, di cogliere la bellezza e la grandezza del dono della Gioia Piena

tutto il mese! La meditazione iniziale è guidata da Chiara Amirante, la quale

che Gesù ci offre (cfr Gv 15,11) e l’urgenza di essere oggi testimoni di essa in un mondo che tende alla tristezza e al non senso.

propone a tutti un tema particolare da meditare e da vivere. Insieme alla celebrazione eucaristica, la giornata è scandita

Oltre a conoscere e approfondire meglio il carisma dell’Associazione, c’è la possibilità in questi gruppi di fare un cammino di formazione

anche da momenti di adorazione,testimonianze,e aggiornamenti

umana attraverso momenti di ‘conoscenza di sé’. Non si può essere veri cristiani senza essere prima veri uomini!

vari riguardanti la vita di Nuovi Orizzonti. E allora... organizza già da ora il viaggio!! Non mancare fratello (o sorella)!

Ecco i vari luoghi e gli orari dove viene svolta la formazione:

LA LODE IN PIAZZA ALLA STAZIONE TERMINI

• ROMA: ogni Giovedì alle ore 18,30 presso parrocchia San Fabiano e Venanzio (via Terni 94 a Roma) a partire da metà ottobre. Per info: 06 70305159

Ti va di trascorrere il sabato sera in un modo tutto speciale, rinunciando magari al cinema o alle solite cose per offrire a Gesù uno fra i momenti più preziosi della tua settimana? La Preghiera di Lode davanti alla Stazione Termini a Roma, ovvero nel luogo dove è iniziata l’esperienza di strada di Nuovi Orizzonti, è un appuntamento di preghiera e evangelizzazione dal fascino tutto particolare! Si tratta di un momento di festa nel quale, attraverso i canti, la musica, le preghiere spontanee, le testimonianze, si cerca di rendere presente, in mezzo a viaggiatori, barboni, tossicodipendenti, stranieri, frequentatori abituali della zona, la gioia di Gesù Risorto in un luogo dove ce n’è veramente bisogno.

• PIGLIO (FR): ogni 2 settimane il martedi presso la Comunità. Per info: 0775/502353

DIVENTA ANCHE TU CAVALIERE DELLA LUCE Ti sei forse dimenticato di arruolarti anche tu nel grande esercito dei Cavalieri della Luce? Chi sono i Cavalieri della Luce? Ma non lo sai ancora? Sono persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’ esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo prendendo l’impegno di vivere la Parola di Dio il più possibile alla lettera, con grande radicalità. Sono coloro che se le inventano di tutte per portare l’Amore in un mondo che sta morendo per mancanza d’Amore.Ecco perché non c’è più tempo per aspettare! Arruolati anche tu, possibilmente via internet collegandoti al sito www.cavalieridellaluce.net dove troverai informazioni più precise. Altrimenti puoi farlo via posta o telefono (al centro di Piglio). Per il calendario eventi: http://calendariocavalieri.blogspot.com

14 orizzonti news

• PADOVA: alle ore 15,30 presso Santuario Madonna Pellegrina Via D’Acquapendente 70, ogni secondo sabato del mese a partire da novembre (dicembre il 20 ed aprile il 18). Per info: 349 7779557 • SASSUOLO (MO): alle ore 21 presso la Parrocchia di Madonna di Sotto ogni secondo venerdì a partire da novembre. Per info: 335 7156847 • MONTEVARCHI (AR): ogni 2 settimane il giovedì alle 18,30 a partire da novembre, presso il centro “Casa Alleluja”. Per info: 055 984819 • ZonaVOMERO (NA): a partire da novembre,presso la Parrocchia S.Maria della Libera, via Belvedere 113. Per info: 333 3219652 • ISCHIA: formazione volontari esterni il martedì dalle ore 21,00 alle 22,30 a partire da novembre presso il centro “Giovanni Paolo II”. Per info: 081/998813. • TRENTO: il giovedì alle ore 19,30 a partire da novembre presso il centro ”Ass.trentina Nuovi Orizzonti onlus”. Per info: 0464/800002 • VERONA: alle ore 15,00 il sabato una volta al mese a partire da ottobre nel centro di Ascolto "Raggio di Luce" presso Fondazione “Maria di Lourdes” Cerea. Per info:0464/800002 • COMO: ogni quarto week-end del mese alle ore 19,00 il sabato per gli adolescenti e alle 17,00 per gli adulti presso il Seminario Vescovile. Per info:338/9789430

ACQUISTA LE NOSTRE PUBBLICAZIONI

NOVITà Il nuovo CD di Francesca Picollo Gocce di cielo

• Stazione Termini, i dialoghi di Chiara con i ragazzi della stazione, 1994 (XIV ed.) Città Nuova. Euro 7,00 • Nuovi Orizzonti, l’autobiografia di Chiara e la storia della Comunità 1997 (XI ed.) Città Nuova. Euro 8,00 • Il regno della gioia, una parabola sul “Viaggio della vita”, 2000 (V ed.) Shalom. Euro 7,00 • Alzati e rivestiti di luce, meditazioni di Chiara per ricominciare ogni giorno 2005 (III ed.) Città Nuova. Euro 8,00 • Gioia Piena, esercizi per non essere mai tristi, 2007 (I ed.) Città Nuova. Euro 10,00

È STATA REALIZZATA INOLTRE UNA COLLANA DI SPIRITUALITÀ NUOVI ORIZZONTI IN COLLABORAZIONE CON LA CASA EDITRICE OCD: • Pregare é amare, esercizi spirituali, (IV ed.) 2005. Euro 9,00 • Il Paradiso non può attendere, vivere adesso la gioia del cielo, (III ed.) 2006. Euro 9,00 • Il sole nell’abisso, colorare di gioia le tenebre del mondo, (I ed.) 2006. Euro 10,00 • Fuoco dal cielo, volare con le ali dello Spirito Santo, (I ed.) 2007. Euro 9,00 • Davide Banzato, Evangelizzazione di strada, l’esperienza di evangelizzazione di Nuovi Orizzonti 2006 (II ed.) Città Nuova. Euro 10,00

Il CD di Francesca Picollo “il suono dell’Anima”

Il CD di Francesca Picollo che contiene anche le canzoni del Musical “Nuovi Orizzonti”

Musiche per meditare composte ed arrangiate da Marco Guadin

Meditazioni di Chiara Amirante in versione CD e cassetta

RICHIEDI ORIZZONTI NEWS E DIVENTA AMICO SOSTENITORE

SOSTIENI NUOVI ORIZZONTI CON IL 5 X 1000

Vuoi ricevere sempre a casa tua le notizie riguardanti la vita di Nuovi Orizzonti e arricchirti con le nostre pagine di spiritualità, di testimonianze, di approfondimenti vari riguardanti i problemi e la vita di oggi? Vuoi, in poche parole, abbonarti al nostro trimestrale e diventare così, se non lo sei già, un amico sostenitore? Versa allora un offerta libera sul c/c postale indicato nella pagina finale,specificando la causale:“amico sostenitore”e telefonando poi al centro di Piglio per fornire il tuo nome e indirizzo.

Anche quest'anno hai una possibilità unica per aiutare la nostra Associazione: destina il 5xmille dell'IRPEF a Nuovi Orizzonti ONLUS. La finanziaria 2008 ha confermato infatti la possibilità di destinare una quota delle imposte (5xmille) alle Organizzazioni ONLUS.

SITI WEB Per aggiornamenti quasi ‘giornalieri’ su NUOVI ORIZZONTI:

www.nuoviorizzonti-onlus.com http://www.korazym.org/archivio.asp?IdSez=284 Se vuoi saperne di più sulla nostra realtà e sul progetto CITTADELLACIELO consulta i nostri siti:

www.cittadellacielo.com www.cavalieridellaluce.net

Il 5xmille non sostituisce l'8xmille (destinato alle confessioni religiose) e non costa nulla per il cittadino contribuente. È una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no-profit per sostenere le loro attività. Trasforma la tua dichiarazione dei redditi in una grande azione di concreta solidarietà. Ci aiuterai a sostenere le numerose attività che l’associazione porta avanti a favore di moltissime persone in difficoltà nei suoi numerosi centri in Italia e all’estero. Ecco come puoi fare: riporta il codice fiscale dell’Associazione ONLUS Nuovi Orizzonti:

96218850582 orizzonti news 15


ORIZZONTI NEWS

ORIZZONTI NEWS

LE GIORNATA DI SPIRITUALITA’ con Chiara Amirante

LA FORMAZIONE IN NUOVI ORIZZONTI

Dalle 10 alle 17 del pomeriggio,in genere ogni prima domenica

Aumenta con il tempo la possibilità di avere spazi formativi aperti

del mese,potrai partecipare a un evento di festa,con meditazioni, preghiere, canti, testimonianze, e, in un clima di fraternità

a tutti in più zone d’Italia.In questi appuntamenti,per prima cosa, si cerca di approfondire il carisma di Nuovi Orizzonti, cercando,

semplice e spontanea, tanta e tanta gioia. Se verrai con il cuore aperto, ti caricherà umanamente e spiritualmente per

dall’esperienza e dagli insegnamenti di Chiara Amirante, di cogliere la bellezza e la grandezza del dono della Gioia Piena

tutto il mese! La meditazione iniziale è guidata da Chiara Amirante, la quale

che Gesù ci offre (cfr Gv 15,11) e l’urgenza di essere oggi testimoni di essa in un mondo che tende alla tristezza e al non senso.

propone a tutti un tema particolare da meditare e da vivere. Insieme alla celebrazione eucaristica, la giornata è scandita

Oltre a conoscere e approfondire meglio il carisma dell’Associazione, c’è la possibilità in questi gruppi di fare un cammino di formazione

anche da momenti di adorazione,testimonianze,e aggiornamenti

umana attraverso momenti di ‘conoscenza di sé’. Non si può essere veri cristiani senza essere prima veri uomini!

vari riguardanti la vita di Nuovi Orizzonti. E allora... organizza già da ora il viaggio!! Non mancare fratello (o sorella)!

Ecco i vari luoghi e gli orari dove viene svolta la formazione:

LA LODE IN PIAZZA ALLA STAZIONE TERMINI

• ROMA: ogni Giovedì alle ore 18,30 presso parrocchia San Fabiano e Venanzio (via Terni 94 a Roma) a partire da metà ottobre. Per info: 06 70305159

Ti va di trascorrere il sabato sera in un modo tutto speciale, rinunciando magari al cinema o alle solite cose per offrire a Gesù uno fra i momenti più preziosi della tua settimana? La Preghiera di Lode davanti alla Stazione Termini a Roma, ovvero nel luogo dove è iniziata l’esperienza di strada di Nuovi Orizzonti, è un appuntamento di preghiera e evangelizzazione dal fascino tutto particolare! Si tratta di un momento di festa nel quale, attraverso i canti, la musica, le preghiere spontanee, le testimonianze, si cerca di rendere presente, in mezzo a viaggiatori, barboni, tossicodipendenti, stranieri, frequentatori abituali della zona, la gioia di Gesù Risorto in un luogo dove ce n’è veramente bisogno.

• PIGLIO (FR): ogni 2 settimane il martedi presso la Comunità. Per info: 0775/502353

DIVENTA ANCHE TU CAVALIERE DELLA LUCE Ti sei forse dimenticato di arruolarti anche tu nel grande esercito dei Cavalieri della Luce? Chi sono i Cavalieri della Luce? Ma non lo sai ancora? Sono persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’ esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo prendendo l’impegno di vivere la Parola di Dio il più possibile alla lettera, con grande radicalità. Sono coloro che se le inventano di tutte per portare l’Amore in un mondo che sta morendo per mancanza d’Amore.Ecco perché non c’è più tempo per aspettare! Arruolati anche tu, possibilmente via internet collegandoti al sito www.cavalieridellaluce.net dove troverai informazioni più precise. Altrimenti puoi farlo via posta o telefono (al centro di Piglio). Per il calendario eventi: http://calendariocavalieri.blogspot.com

14 orizzonti news

• PADOVA: alle ore 15,30 presso Santuario Madonna Pellegrina Via D’Acquapendente 70, ogni secondo sabato del mese a partire da novembre (dicembre il 20 ed aprile il 18). Per info: 349 7779557 • SASSUOLO (MO): alle ore 21 presso la Parrocchia di Madonna di Sotto ogni secondo venerdì a partire da novembre. Per info: 335 7156847 • MONTEVARCHI (AR): ogni 2 settimane il giovedì alle 18,30 a partire da novembre, presso il centro “Casa Alleluja”. Per info: 055 984819 • ZonaVOMERO (NA): a partire da novembre,presso la Parrocchia S.Maria della Libera, via Belvedere 113. Per info: 333 3219652 • ISCHIA: formazione volontari esterni il martedì dalle ore 21,00 alle 22,30 a partire da novembre presso il centro “Giovanni Paolo II”. Per info: 081/998813. • TRENTO: il giovedì alle ore 19,30 a partire da novembre presso il centro ”Ass.trentina Nuovi Orizzonti onlus”. Per info: 0464/800002 • VERONA: alle ore 15,00 il sabato una volta al mese a partire da ottobre nel centro di Ascolto "Raggio di Luce" presso Fondazione “Maria di Lourdes” Cerea. Per info:0464/800002 • COMO: ogni quarto week-end del mese alle ore 19,00 il sabato per gli adolescenti e alle 17,00 per gli adulti presso il Seminario Vescovile. Per info:338/9789430

ACQUISTA LE NOSTRE PUBBLICAZIONI

NOVITà Il nuovo CD di Francesca Picollo Gocce di cielo

• Stazione Termini, i dialoghi di Chiara con i ragazzi della stazione, 1994 (XIV ed.) Città Nuova. Euro 7,00 • Nuovi Orizzonti, l’autobiografia di Chiara e la storia della Comunità 1997 (XI ed.) Città Nuova. Euro 8,00 • Il regno della gioia, una parabola sul “Viaggio della vita”, 2000 (V ed.) Shalom. Euro 7,00 • Alzati e rivestiti di luce, meditazioni di Chiara per ricominciare ogni giorno 2005 (III ed.) Città Nuova. Euro 8,00 • Gioia Piena, esercizi per non essere mai tristi, 2007 (I ed.) Città Nuova. Euro 10,00

È STATA REALIZZATA INOLTRE UNA COLLANA DI SPIRITUALITÀ NUOVI ORIZZONTI IN COLLABORAZIONE CON LA CASA EDITRICE OCD: • Pregare é amare, esercizi spirituali, (IV ed.) 2005. Euro 9,00 • Il Paradiso non può attendere, vivere adesso la gioia del cielo, (III ed.) 2006. Euro 9,00 • Il sole nell’abisso, colorare di gioia le tenebre del mondo, (I ed.) 2006. Euro 10,00 • Fuoco dal cielo, volare con le ali dello Spirito Santo, (I ed.) 2007. Euro 9,00 • Davide Banzato, Evangelizzazione di strada, l’esperienza di evangelizzazione di Nuovi Orizzonti 2006 (II ed.) Città Nuova. Euro 10,00

Il CD di Francesca Picollo “il suono dell’Anima”

Il CD di Francesca Picollo che contiene anche le canzoni del Musical “Nuovi Orizzonti”

Musiche per meditare composte ed arrangiate da Marco Guadin

Meditazioni di Chiara Amirante in versione CD e cassetta

RICHIEDI ORIZZONTI NEWS E DIVENTA AMICO SOSTENITORE

SOSTIENI NUOVI ORIZZONTI CON IL 5 X 1000

Vuoi ricevere sempre a casa tua le notizie riguardanti la vita di Nuovi Orizzonti e arricchirti con le nostre pagine di spiritualità, di testimonianze, di approfondimenti vari riguardanti i problemi e la vita di oggi? Vuoi, in poche parole, abbonarti al nostro trimestrale e diventare così, se non lo sei già, un amico sostenitore? Versa allora un offerta libera sul c/c postale indicato nella pagina finale,specificando la causale:“amico sostenitore”e telefonando poi al centro di Piglio per fornire il tuo nome e indirizzo.

Anche quest'anno hai una possibilità unica per aiutare la nostra Associazione: destina il 5xmille dell'IRPEF a Nuovi Orizzonti ONLUS. La finanziaria 2008 ha confermato infatti la possibilità di destinare una quota delle imposte (5xmille) alle Organizzazioni ONLUS.

SITI WEB Per aggiornamenti quasi ‘giornalieri’ su NUOVI ORIZZONTI:

www.nuoviorizzonti-onlus.com http://www.korazym.org/archivio.asp?IdSez=284 Se vuoi saperne di più sulla nostra realtà e sul progetto CITTADELLACIELO consulta i nostri siti:

www.cittadellacielo.com www.cavalieridellaluce.net

Il 5xmille non sostituisce l'8xmille (destinato alle confessioni religiose) e non costa nulla per il cittadino contribuente. È una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no-profit per sostenere le loro attività. Trasforma la tua dichiarazione dei redditi in una grande azione di concreta solidarietà. Ci aiuterai a sostenere le numerose attività che l’associazione porta avanti a favore di moltissime persone in difficoltà nei suoi numerosi centri in Italia e all’estero. Ecco come puoi fare: riporta il codice fiscale dell’Associazione ONLUS Nuovi Orizzonti:

96218850582 orizzonti news 15


... SE VUOI PUOI SOSTENERCI • CON LE TUE PREGHIERE • CON I TUOI TALENTI E LE TUE PROPOSTE • CON OFFERTE E CONTRIBUTI ECONOMICI Versamento (offerta non deducibile dal reddito) su c/c bancario intestato a: Ass. Nuovi Orizzonti c/c 000001075811 - codici: IBAN IT89 - CIN S - ABI 03002 - CAB 74520 - BANCA DI ROMA Filiale di Piglio (Fr) Nel caso, invece, si volesse usufruire della deducibilità(*) (per chi non ha necessità di dedurle, si chiede gentilmente di fare il versamento sul conto corrente bancario indicato sopra), occorre effettuare il versamento tramite: versamento sul C/C postale a Associazione Nuovi Orizzonti Onlus, Via Prenestina 95, 03010 Piglio (Fr), CC/P 59604009, mettendo come causale “offerta” o “donazione”. (*) I contributi economici all’Ass. Nuovi Orizzonti ONLUS (ove specificato) sono deducibili dal reddito fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e con il limite massimo di Euro 70000 annui (Art. 14 D.L. 14/03/2005 n. 35 – L. 14/05/2005 n. 80). Il documento giustificativo da conservare é: la ricevuta del c/c postale. Non sono ammessi versamenti in contanti.

• CON LE ADOZIONI A DISTANZA IN BRASILE: Se vuoi aiutare anche tu i consacrati di Nuovi Orizzonti a togliere dalla strada molti altri bambini sostenendo i progetti di sviluppo a Quixadà, puoi rivolgerti all’Ufficio Brasile italiano dell’Associazione al tel. 0775-502353 o al cell. 335-7052428 Email: ufficioadozioni@nuoviorizzonti-onlus.com • AIUTANDOCI A DIFFONDERE I NOSTRI SPETTACOLI (MUSICAL E CABARET): Puoi contattare i “Giullari dell’Amore” al n° 333/1200295 (Maurizio) • USUFRUENDO DEI SERVIZI OFFERTI DALLA NOSTRA COOPERATIVA SOCIALE “ALI BLU” Giardinaggio, articoli vivaistici, lavori vari di artigianato, pulizia, ristrutturazione di immobili, falegnameria, restauro di mobili, creazione e divulgazione materiale informativo e preventivo, lavori di assemblaggio per conto terzi.

GLI INDIRIZZI DEI NOSTRI CENTRI PRINCIPALI Piglio (FR): Sede Centrale - Via Prenestina 95, 03010 Piglio (FR) Tel/Fax 0775 502353 • E-mail piglio@nuoviorizzonti-onlus.com • Ferentino: Casa di formazione al presbiterato “Emmanuel” Tel: 3393281385 • Roma: centro di prima accoglienza, “Centro Arcobaleno”: Via Portoferraio 9, 00182 • Roma (RM) - Tel/Fax 0670305159 E-mail arcobaleno@nuoviorizzonti-onlus.com • Roma: P. le Clodio, 00100 Roma (RM) (Tel 0775 502353) • Marino (RM): “Casa Gioia”, P.za Garibaldi 8, 00047 Marino (RM) Tel/Fax 06 93803113 • E-mail casagioia@nuoviorizzonti-onlus.com • Grottaferrata: centro accoglienza, Via colle delle Ginestre 69, 00046 Grottaferrata Tel/Fax 06 94315460 • Frosinone: Centro di ascolto “Rejoyce” - Tel 331/9253951 (Elena) Msn: nuoviorizzontipiglio@hotmail.com - Skype: nuoviorizzontipiglio • Guidonia (RM): Comunità Città della Gioia, via delle Molette fnc, 00012, Guidonia, Tel 0774 304158 • Montevarchi: centro di accoglienza “casa Alleluja” Via Pestello Campagna 7, 52025 Montevarchi (AR), Tel 055 984819, Fax 055 9850807 E-mail montevarchi@nuoviorizzonti-onlus.com • Pistoia: centro di accoglienza “casa S. Francesco”, Via Castellina 20, 51030 Casore del Monte (PT) - Tel/Fax 0572 618067 • E-mail pistoia@nuoviorizzonti-onlus.com

• Belpiano (GE): centro di formazione e di evangelizzazione Via Belpiano 10, 16041 Borzonasca (GE) Tel. 0185 340591 E-mail no.belpiano@libero.it • Sito www.belpiano.net • Padova: casa famiglia “Magnificat” Via Tre garofani, 65/67, 35124, Padova (PD) Tel 049 605147 • E-mail padova@nuoviorizzonti-onlus.com • CEI (TN): “Ass. trentina Nuovi Orizzonti onlus”, località Bellaria di CEI 38060, Villalagarina (TN) Tel 0464 800002 Fax 0464 800291 • E-mail nuoviorizzonti.tn@gmail.com • Rovereto (TN): centro di ascolto e formazione e centro di pronta accoglienza “casa Isacco”, Via Portici 32, 38068 Rovereto (TN), Tel 0464 435034 • E-mail casaisacco@gmail.com • Ischia (NA): “centro Giovanni Paolo II”, Via Purgatorio 33, 80075 Forio d’Ischia (NA), Tel 081 998813 • E-mail nuoviorizzontiischia@alice.it ESTERO • Medjugorje: Casa di spiritualità “Stella del mattino” Tel 00387/63433592 - medjugorje@nuoviorizzonti-onlus.com CENTRI IN BRASILE: • Quixada: Missione “Raina do Serto” (Regina del deserto) Tel 0055/8899681742 - quixada@nuoviorizzonti-onlus.com • Fortaleza: Centro di evangelizzazione - Tel 0055/8532894257 fortaleza@nuoviorizzonti-onlus.com

RUBRICA APPUNTAMENTI 2008 GIORNATE DI SPIRITUALITA’ OGNI 1°DOMENICA DEL MESE CON CHIARA AMIRANTE E DON GIOVANNI D'ERCOLE CHE PRESIEDERÀ L'EUCARESTIA. Inizio alle ore 10.00 presso l'Istituto Gianelli a Roma (per info: Giacomo Pavanello iago1981@yahoo.it). Si concluderà con la Messa entro le 17.30. Il pranzo è al sacco.

MICRO MISSIONI Prossime date: • 6 - 9 novembre 2008 Micromissione Piazzale Clodio • 19 - 23 novembre 2008 Micromissione Piazzale Parioli

Prossime date: • 9 novembre 2008 • 7 dicembre 2008 • 11 gennaio 2009

CAMPAGNA ACCENDI UNA STELLA PER CITTADELLA • 13 - 14 dicembre 2008

ANIMAZIONE DI STRADA A STAZIONE TERMINI! OGNI 3° SABATO DEL MESE ALLE ORE 21.15 PRESSO PZ. DEI CINQUECENTO DI FRONTE A STAZIONE TERMINI Prossime date: • 15 novembre 2008 • 20 dicembre 2008 • 17 gennaio 2009 DIRETTORE RESPONSABILE: Natalina Zanatta GRUPPO REDAZIONALE: Silvia Piacentini, Natalina Zanatta, Pia Salmaso, Francesco Candian AUTORIZZAZIONE: Trib. Frosinone n° 277 del 29/03/2000 FOTO: Ragazzi di Nuovi Orizzonti

PROPRIETÀ: Comunità “Nuovi Orizzonti” Via Prenestina 95 - 03010 Piglio (Fr) Tel./Fax 0775.502353 - e-mail: piglio@nuoviorizzonti-onlus.com www.nuoviorizzonti-onlus.com IMPAGINAZIONE E STAMPA: Happy News (Francesca Moscetta) Tipolitografica Trullo - Tel. 06.65793309


Orizzonti News n.3 2008  

ANDATE in tutto... IL MONDO!

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you