Issuu on Google+

ΤΑΙΖΕΝ ΧΗΑΡΑΧΤΕΡ ΣΤΟΡΨ ΒΟΟΚ − ΗΑΔΕΣ ΣΠΕΧΤΡΕ

GORDON MINOTAURUS - STELLA DEL CIELO PRIGIONIERO

Età: 20 Altezza: 188 cm Peso: 95 Kg Data di nascita: 18 Dicembre Gruppo Sanguigno: B Luogo di nascita: Polonia Dipendente diretto di: Rhadamanthys Stella: Cielo Prigioniero

“ Un solo colpo della sua ascia rombante mette in mostra la sua minacciosa forza!” E' uno degli Specter di classe più elevata tra quelli sotto il diretto controllo di Rhadamanthys. E' un eroe, il cui punto forte è senza dubbio la lotta corpo a corpo, ma ha un carattere molto impulsivo. Tenta di finire i Bronze che si dirigono nel cuore dell'Elisio, ma non ha scampo di fronte al Rozan Sho Ryu Ha di uno Shiryu deciso e pronto a morire.

Opera  a  cura  di  Orion81  

Pagina  105  


ΤΑΙΖΕΝ ΧΗΑΡΑΧΤΕΡ ΣΤΟΡΨ ΒΟΟΚ − ΗΑΔΕΣ ΣΠΕΧΤΡΕ

TECNICHE: GRAND AX CRASHER Utilizza il suo braccio come un ascia affilata che non lascia scampo.

CARATTERE: Di carattere è simpatico, prepotente, determinato, ma troppo sicuro di sè. Ha una voce profonda che incute timore nell’avversario come anche le sue dimensioni fisiche. Crede di essere imbattibile e ripone troppa fiducia nel suo braccio simile ad un ascia.

IL SUO POTERE E LA SUA STORIA: E’ uno degli ultimi Spectre a comparire nell’Anime, precisamente tenta assieme ai suoi compagni Queen e Shilfield di impedire a Shyriu e compagni di attraversare la breccia creata dai Gold al Muro del Pianto. Attacca per primo il Saint del Dragone con la sua tecnica devastante che sembra in un primo momento avere la meglio sulla spada Excalibur. Nonostante i tre sembrino avere la meglio sul Saint di Athena, vengono poi meramente travolti dal Colpo Segreto dei Cento Draghi che toglie vita e velleità di vittoria.

DELUCIDAZIONI DA TAIZEN: Il suo attacco, prodotto dalla forza delle sue braccia è simile a quello di un'ascia da combattimento, ed è in grado di ridurre in mille pezzi persino Excalibur.

Opera  a  cura  di  Orion81  

Pagina  106  


ΤΑΙΖΕΝ ΧΗΑΡΑΧΤΕΡ ΣΤΟΡΨ ΒΟΟΚ − ΗΑΔΕΣ ΣΠΕΧΤΡΕ

LA SUPLICE DEL MINOTAURO:

PUGNO: ?? CALCIO: ?? ARMI SPECIALI: ?? SPIRITO: ?? GITTATA: ?? Non è specificato in nessuna fonte quale sia il potere della sua Suplice. L’armatura rappresenta il leggendario Minotauro, mosto mitologico mezzo uomo e mezzo toro.

Opera  a  cura  di  Orion81  

Pagina  107  


ΤΑΙΖΕΝ ΧΗΑΡΑΧΤΕΡ ΣΤΟΡΨ ΒΟΟΚ − ΗΑΔΕΣ ΣΠΕΧΤΡΕ

MITOLOGIA: l Minotauro (Μινόταυρος) è una figura della mitologia greca, era figlio di un toro divino inviato da Poseidone e di Pasifae regina di Creta. Era un mostro dal corpo umano e la testa di toro che per alcuni autori simboleggia la parte istintiva dell'uomo come la forza . Minosse, re di Creta, pregò Poseidone di inviargli un toro per un sacrificio, ma vista la bellezza dell'animale aveva deciso di tenerlo per sé. Poseidone, allora, per punirlo, fece innamorare Pasifae, moglie di Minosse, del toro stesso. Ella, per soddisfare il proprio desiderio carnale (come narra Ovidio nelle Metamorfosi), si fece costruire da Dedalo una giovenca di legno d'acero, entro la quale essa si nascose e si accoppiò con l'animale. Dall'unione mostruosa nacque il Minotauro, termine che unisce, appunto, il prefisso "minos" (che presso i cretesi significava re) con il suffisso "tauro" (che significa toro). Minosse fece rinchiudere il Minotauro nel labirinto costruito pure dall'ingegnere Dedalo. La città di Atene, sottomessa allora a Creta, doveva inviare sette giovani maschi e sette fanciulle da offrire in pasto al Minotauro, che si cibava di carne umana.

« Poseidone, infuriato perché Minosse non gli aveva sacrificato il toro, lo rese selvaggio, e fece in modo che Pasifae si accendesse di desiderio per questo toro. La donna dunque, innamorata del toro, trovò un alleato in Dedalo, l'architetto, che era stato bandito da Atene per un omicidio. Egli costruì una vacca di legno montata su ruote, con l'interno cavo e ricoperta da una pelle bovina; la collocò nel prato dove il toro era solito pascolare, e Pasifae vi entrò dentro. Quando il toro le si avvicinò, la montò, come fosse una mucca vera. Così la donna partorì Asterio, chiamato Minotauro: e aveva la testa di un toro e il corpo di un uomo. Minosse, seguendo l'indicazione di alcuni oracoli, lo tenne chiuso nel labirinto, una costruzione progettata da Dedalo, che con i suoi meandri aggrovigliati impediva di trovare l'uscita. » Allora Teseo, eroe figlio del re ateniese Egeo, si recò a Creta per sconfiggere il minotauro, riuscendo anche a fuggire dal labirinto con l'aiuto di Arianna, che gli svelò come uscirne (usando il celebre "filo d'Arianna"). Teseo promise alla fanciulla (che era del resto anche lei figlia di Minosse) che dopo aver compiuto l'impresa l'avrebbe sposata. Ma dato che si era già sposato, Teseo abbandonò Arianna sull'isola di Nasso. Gli dei, per punire Teseo, gli annebbiarono la memoria e così egli si dimentico di issare la vela bianca indicante la sua vittoria e lasciò quella nera che significava la sua morte. Il padre Egeo, vedendo la bandiera nera, pensò che il figlio non ce l'avesse Opera  a  cura  di  Orion81  

Pagina  108  


ΤΑΙΖΕΝ ΧΗΑΡΑΧΤΕΡ ΣΤΟΡΨ ΒΟΟΚ − ΗΑΔΕΣ ΣΠΕΧΤΡΕ fatta ed allora, disperato, si gettò dalla scogliera e affogò, in un mare che si chiama ancora oggi Mar Egeo.

IMPRESSIONI PERSONALI: Gordon sembra uno Specter dotato di una certa forza, soprattutto fisica. Il suo poderoso braccio, potente come un'enorme ascia, vince il confronto con l'Excalibur di Shiryu, ma il Sacro Guerriero di Dragon, infine, riesce a sconfiggerlo. I compagni di lotta di Gordon sono Queen di Arulaune e Shilfield di Basilisk, mentre il suo diretto superiore è Valentine di Harpy. Nel manga fa una breve apparizione anche nel Jûnikyû-hen, mentre nell'anime la sua presenza è ristretta alla seconda parte della storia. Fonti Ufficiali e Autore: Taizen – Orion81 - Wikipedia

Opera  a  cura  di  Orion81  

Pagina  109  


Minotaurus