Issuu on Google+

roma •

62

luoghi di lavoro, ai quali i laboratori sono assimilabili; informare gli studenti sugli obblighi che la legge prescrive per la sicurezza nei laboratori; segnalare (al Datore di lavoro) eventuali anomalie all’interno dei laboratori.

■ Palestra Anche in questo caso è facile individuare il preposto nell’insegnante di educazione fisica che esercita il proprio ruolo sugli studenti che frequentano la palestra. I suoi compiti potranno essere: • “addestrare” gli allievi all’uso di attrezzi ginnici; • promuovere la conoscenza dei rischi e delle norme di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro (ai quali le palestre sono assimilabili);

informare gli studenti sugli obblighi che la legge prescrive per la sicurezza propria e altrui (Codice Civile); • segnalare al Dirigente scolastico eventuali anomalie all’interno dei locali. Il Dirigente Scolastico procede all’individuazione dei preposti, per poter meglio definire l’organigramma scolastico sulla sicurezza e per poter pianificare la loro specifica formazione. In generale il preposto coopera all’attivazione delle misure di prevenzione necessarie per le sicurezza dei lavoratori, vigila sulla corretta esecuzione delle attività e sulla attuazione delle misure di prevenzione e protezione. All’occorrenza, il preposto si attiva per eliminare o ridurre al minimo i rischi imprevisti, dandone comunicazione al Dirigente Scolastico; vigila sull’applicazione degli obblighi di prevenzione e sull’utilizzo corretto dei D.P.I., sulla corretta esecuzione delle attività secondo le proce-

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA


Quaderno IOroma II-2016