Page 54

roma

52

so in cui la quota involontaria venga determinata per via analitica); • calcolo del fabbisogno di energia termica utile dell’intero edificio; • calcolo del fabbisogno di energia termica utile delle singole unità immobiliari, cui sommare le perdite degli impianti. 2) Rilevare con attenzione le caratteristiche dei radiatori, al fine di rilevarne la potenza nominale e le caratteristiche (elementi necessari per l’individuazione “a regola d’arte” dei ripartitori e delle valvole). 3) Studiare la rete di distribuzione e gli interventi necessari al fine di equilibrare i flussi di acqua (e di energia) all’interno.

Tenendo conto che questi calcoli sono quelli necessari per produrre l’Attestato di Prestazione Energetica previsto dal DLgs 192/2005 e smi, sarà conveniente richiedere al tecnico che provveda anche all’emissione di detto documento. Si rammenta infatti che dal 1° ottobre 2015 sono entrate in vigore nuove modalità di classificazione e di calcolo, che hanno reso i nuovi certificati non paragonabili con i precedenti. Per illustrare la complessità del calcolo, si riporta18 lo schema “europeo” utilizzato per individuare i flussi di energia (anche per altri servizi, quali illuminazione e raffrescamento) all’interno delle unità immobiliari, e la sola parte de-

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA

Quaderno IOroma II-2016  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you