Issuu on Google+

roma Attività da svolgere

Dato necessario prima dell’appalto

Tecnico abilitato per conto del condominio

Impresa di installazione nell’ambito dell’appalto

Rilievo dei corpi scaldanti e calcolo della potenza nominale

Calcolo della portata nominale dell’acqua al singolo radiatore, con verifica dell’equilibratura della rete*

No

Sì, se espressamente richiesto+

Individuazione del coefficiente Kq per il singolo ripartitore

No

Modalità di installazione del ripartitore e della valvola, e necessità di sonde remote

Individuazione del coefficiente Kc per il singolo ripartitore

No

Solo se viene stabilita a priori la marca del ripartitore

Calcolo del consumo di energia dei tubi interni all’appartamento

No

Sì, se espressamente richiesto+

Calcolo del consumo di energia della rete di distribuzione condominiale

No

Sì, se espressamente richiesto+

Fabbisogno annuo di energia termica utile di ogni appartamento

No

Sì, se espressamente richiesto+

Fabbisogno di energia termica utile dell’intero edificio

No

Sì, se espressamente richiesto+

Consumo di energia termica utile dell’intero edificio

No

Sì (preferibile inserire contatori di calore)

Sì, se espressamente richiesto+

Stesura delle tabelle millesimali

No

Sì, se espressamente richiesto+

Calcolo previsionale della spesa di riscaldamento

No

Sì, se espressamente richiesto+

Calcolo a consuntivo della spesa per riscaldamento

No

* Per effettuare tale verifica servono strumenti sofisticati e costosi. Un’alternativa accurata è la valutazione analitica, che è tuttavia assai difficoltosa e onerosa (servirebbe studiare l’intera rete di distribuzione, spesso nascosta in traccia a parete), unita alla regolazione di valvole e detentori presenti sull’impianto. + Questo tipo di attività può naturalmente essere svolta anche dall’impresa che provvederà al montaggio di valvole e radiatori (impresa con le competenze al proprio interno o che si rivolgerà a un proprio tecnico di fiducia), anche se in realtà non c’è connessione diretta con le opere oggetto di appalto.

vile (le spese per le parti comuni si ripartiscono in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno). Quali sono gli elementi necessari per poter realizzare a regola d’arte la termoregolazione e la contabilizzazione di tipo indiretto? E quali per la ripartizione dei costi? Nella tabella sovrastante si riportano i singoli elementi, affiancandoli ai possibili soggetti incaricabili del lavoro. Le attività tecniche a carattere progettuale, e in particolare i calcoli da effettuare relativamente al servizio “climatizzazione invernale”, sono dettagliati nella Norma. di seguito si riportano i passi principali. 1) Effettuare una valutazione delle prestazioni energetiche dell’edificio eseguita in conformità con le specifiche tecniche UNI/TS

• • • • • •

11300 parti 1:2014, 2:2014 e 4:2016, calcolando: il fabbisogno del singolo vettore energetico (gas ed elettricità, ad esempio) nel periodo considerato (dalle UNI/TS 11300, ndr); il fabbisogno di energia termica utile applicato al singolo generatore (il parametro identificato come QH,gen,out nelle UNI/TS); Il rendimento del generatore (rendimento di generazione, ndr); Il fabbisogno di energia termica utile delle singole utenze (i locali comuni, e le unità immobiliari); il contributo dovuto alle emissioni delle tubazioni poste a vista nei locali, da sommare poi all’energia contabilizzata dal ripartitore; le perdite della rete di distribuzione (nel ca-

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA

51


Quaderno IOroma II-2016