Page 1

Buona Pasqua!!

Gesù è risorto Ci dona la pace Ci dona la vita Alleluia!!

Bollettino della Parrocchia di Santo Stefano Marzo - Aprile Anno XXXVII N° 313


L’AMICIZIA CON GESÙ □ L'AMICIZIA CON GESÙ. - «Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi» (Gv 15,14-15). Questo testo ci introduce nell'intimo della persona di Gesù, ci svela i legami profondi con i suoi discepoli, con i suoi discepoli di tutti i tempi. È lui che ci fa dono della sua amicizia. E la sua è un’amicizia vera, sincera, totale. L’iniziativa è sua: lui solo può annullare la distanza tra il servo e il padrone, comunicare i segreti della sua vita, dialogare apertamente con noi. Nell'amicizia con Gesù, possiamo scoprire e vivere una straordinaria dignità umana, perché non restiamo distanti, passivi, ma, al contrario, entriamo in una comunione vera con lui, che sollecita e attende la nostra risposta e l'apertura fiduciosa del nostro cuore. Cerchiamo di apprendere perché Gesù è nostro amico. Non si tratta di una simpatia improvvisa tra lui e noi, né di una nostra capacità ad accogliere la sua amicizia. All'origine dell'amicizia con Gesù c'è questa sua decisione, mai revocata: farci conoscere tutto quello che lui ha udito dal Padre suo (cf Gv 15,15). La rivelazione cristiana più che una dottrina, più che un enunciato di verità, è il dono della vita divina, fatta a noi, con l'invito insistente di accoglierla e viverla con gioia, in amicizia. La rivelazione cristiana è il desiderio di Dio di farci suoi amici, comunicarci il suo amore, renderci una cosa sola con lui. Come è immenso questo desiderio del Cuore di Gesù, espresso nella «preghiera sacerdotale»: «Padre, voglio che quelli che mi hai dato siano anch'essi con me dove sono io, perché contemplino la mia gloria» (Gv 17,24)! □ FONDAMENTO DELL’AMICIZIA DI GESÙ. - Gesù ci chiama alla sua amicizia perché è il solo modo per farci conoscere e comprendere il grande mistero del suo amore e rispondergli con amore. La richiesta che Gesù risorto fa a Pietro, sulle sponde del lago di Tiberiade - «Simone di Giovanni, mi ami tu?» - non solo è la sintesi della rivelazione cristiana, ma attende anche la nostra risposta che è la sintesi del nostro rapporto con Lui: «Sì, Signore, tu sai che io ti amo» (Gv 21,15-16).

DALLA SCUOLA MATERNA….. Un po’ di tempo è passato e tante sono state le esperienze fatte alla scuola materna. Partiamo dallo spettacolo di Natale che ha visto i bambini attori e registi di loro stessi: stando ai commenti delle persone presenti, è stato uno spettacolo “a misura di bambino” dove ognuno di loro si è sentito a proprio agio sul palco. Tornando dopo le vacanze, l’argomento è stato l’inverno: il ciclo dell’acqua con gli esperimenti in cucina, l’esperienza della colorazione con il bianco, la passeggiata nel bosco (per vedere il cambiamento dall’autunno), l’ascolto dell’“Inverno” di Vivaldi poi suonato con diversi strumenti musicali, vari racconti che i bambini hanno drammatizzato, san Gaudenzio e san Biagio, l’uscita in cortile per giocare con la neve e naturalmente il carnevale (solo per citarne alcune). Tre sono state le esperienze più “gettonate”: l’esperienza in cucina per capire il ciclo dell’acqua, ovvero l’acqua che col caldo evapora e poi, dopo aver formato le nuvole (attraverso una spugna messa sopra il vapore), ricade sotto forma di pioggia e la trasformazione dell’acqua in ghiaccio mettendola nel freezer. I bambini hanno toccato le piastrelle che da asciutte sono diventate bagnate e quindi hanno fatto “esperienza fisica” del vapore. Seconda grande esperienza è stato il gioco “vestiamoci per l’inverno” attraverso il quale i bambini dovevano scegliere e indossare abiti giusti per questa stagione. In un secondo momento invece dovevano vestire le maestre sempre con abiti giusti. Troppo divertente!!! Nella bacheca fuori dalla chiesa trovate anche alcune immagini di questa attività. Altra esperienza è stata la fantasticissima mattinata fuori in cortile sulla neve: correre, saltare, tirarsi palle di neve, buttarsi a terra per fare “l’angelo” e poi fare il pupazzo di neve. Si sono 2


divertiti un mondo soprattutto nel lanciare le palle di neve contro le maestre!!! E quando siamo rientrati…dopo esserci cambiati, un bel bicchiere di the caldo! Un accenno all’esperienza musicale dell’Inverno di Vivaldi: dopo averlo ascoltato e aver scelto strumenti tra maracas, xilofono, triangoli e tamburelli i bambini hanno suonato insieme alla base musicale, mentre fuori cadeva la neve! In questo ultimo periodo stiamo vivendo il carnevale, tra maschere e giochi vari: divertimento a mille!!! E anche tanta golosità: insieme alla nostra cuoca Maria i bambini hanno impastato, passato nella “nonna papera” (per assottigliare la pasta) e poi tagliato le chiacchiere che poi Maria ha cucinato per loro e per i loro genitori. Grazie Maria! ALLA PROSSIMA…… Le maestre

CHI MI AIUTA? “Parole, parole, parole…soltanto parole…” cantava qualche tempo fa Mina in duetto con Alberto Lupo, lamentandosi della copiosa verbosità dell’amante a scapito di altri, più apprezzabili, gesti d’amore. Di… parole, parole, parole …ci stanno sommergendo con i loro discorsi i politici, i giornalisti, gli esperti e gli imbonitori a vario titolo, tutti accomunati dall’unico scopo di parlare tanto per non cambiare niente: e così il tunnel della crisi economica cominciata sette anni fa si allunga di anno in anno senza che ancora si possa intravedere la luce in fondo. Insieme al tasso di disoccupazione, l’unica cosa che in Italia sta crescendo da tempo è la richiesta di aiuto delle famiglie in difficoltà economica: senza andare a scomodare statistiche nazionali, guardiamo solo alla realtà del nostro territorio dove la Caritas di Borgomanero ci informa che nel 2014 sono state assistite 571 famiglie (erano 530 nel 2013) e consegnate 6014 borse spesa (da poco più di 5000 nell’anno precedente) contenenti generi di prima necessità. E così, in attesa che chi possiede le chiavi dell’interruttore generale che possa illuminare il tunnel si decida ad utilizzarle, si accendono piccole fiammelle ad opera di tante iniziative di volontariato come quella appena accennata ma esistono altre iniziative che cercano di intercettare la crisi prima che i suoi effetti deleteri ricadano sull’intera famiglia. Vogliamo segnalare che da due anni esiste un progetto all’interno della Fondazione San Gaudenzio Onlus che si chiama MICROCREDITO ed è destinato alle persone o famiglie che si trovano in temporanea difficoltà economica sia perché qualche congiunto ha perso il lavoro ma è in cerca di altra occupazione, oppure perché la famiglia deve affrontare una spesa imprevista che va al di là delle proprie risorse, oppure servirebbe riunire i debiti in essere in un solo prestito e spalmarlo su una scadenza più lunga e, molte volte, anche meno onerosa; potrebbe essere utile anche ad un giovane che intende aprire una nuova attività ma non dispone di adeguate risorse economiche e così via. È una iniziativa fortemente voluta dal nostro Vescovo, grazie anche alla positiva esperienza di quanto sta avvenendo da anni nella Diocesi di Milano: Mons. Brambilla nel “Discorso” tenuto in Basilica il giorno 22 gennaio Festa di San Gaudenzio ricorda che questa iniziativa” ha già rimesso in cammino 28 situazioni di famiglie e piccole imprese” di cui 23 in capo a cittadini italiani. Perciò possono far domanda anche “le piccole imprese individuali indebitate o con difficoltà di accesso al credito: ha lo scopo, sulla base di fondate prospettive, di sottrarre la persona indebitata ad un peggioramento delle condizioni di vita (puntando se possibile, ad un miglioramento) o all’usura”. Ovviamente si tratta di una forma di finanziamento e non di beneficenza e come per tutti i finanziamenti è prevista una rata di rimborso che verrà adeguata alle risorse economiche del nucleo famigliare in rapporto anche alla cifra richiesta che, si prevede, non debba superare i 15, massimo 20 mila euro, il tutto dovendosi concludere entro i 60 mesi. 3


Chi fosse interessato a questa forma di assistenza finanziaria può rivolgersi direttamente alla CARITAS di Borgomanero – Corso Roma 105 presso la chiesa di San Gottardo, dove troverà delle persone incaricate di raccogliere la documentazione che, dopo una sommaria valutazione, verrà inviata alla Fondazione San Gaudenzio per l’esame definitivo. A scanso di equivoci, si ricorda che sarà comunque un Istituto di Credito convenzionato ad erogare il finanziamento, garantito dalla Fondazione, perché in Italia solo le banche sono autorizzate all’esercizio del credito. Terminiamo riportando le motivazioni che stanno alla base di questa proposta. Sono ancora le parole del Vescovo ad illuminarci, ricordando che “La logica del dono e della fraternità, in altri termini della carità, appare necessaria al regime della giustizia… Il modo con cui aiuto il povero, il sofferente, l’indigente, l’immigrato, è per dirgli fin dall’inizio-scommettendo sul tempo- che prima o poi (meglio prima che poi) anche lui dovrà diventare un cittadino “alla pari” che deve ridare quello che ha ricevuto, magari non a me e nelle stesse forme, ma alla vita comune della società civile”. FPL e PP

… È SUCCESSO IN ORATORIO … 7 dicembre 2014

LAVORI IN CORSO

È la domenica che precede la festa di Maria Immacolata e in oratorio si lavora sodo. Sono state ingaggiate due mamme che hanno fantasia e pazienza da vendere. Sotto la loro regia una ventina di bambini scatenati cercano di seguire le istruzioni per filo e per segno. Non c’è crisi che tenga, anziché un solo lavoretto quest’anno ne abbiamo fatti due! Il primo, un simpatico orsetto di cartone adornato con brillantini è stato preparato per essere donato la domenica successiva a tutti gli ospiti della nostra casa famiglia “Don Vincenzo Annichini”. Il secondo invece consisteva in una piccola ghirlanda fatta con dei popcorn (qualcuno anziché appiccicarli se li mangiava!) e ricamata con pigne e nastri colorati. Ogni bambino ha così potuto portare a casa un bellissimo oggetto da appendere alla porta di ingresso come buon auspicio per l’arrivo del S. Natale. Un GRAZIE di cuore a Daniela e Graziella per aver fatto trascorrere ai bambini intervenuti un pomeriggio specialissimo!

14 dicembre 2014

L’ORATORIO SI SDOPPIA

Ad animare la giornata in oratorio oggi sono presenti in massa i ragazzi del nostro GRUPPO GIOVANI. E così i bambini hanno potuto cimentarsi nei giochi con ragazzi più grandi trovando una sintonia difficile da immaginare pensando alla differenza di età fra di loro! Alcuni di questi giovai si sono poi staccati dall’oratorio per fiondarsi in casa famiglia ad animare un simpatico cruciverbone dove partecipavano tutti gli ospiti. Augusta ce li ha fatti trovare divisi in tre gruppi: i buoni, i cattivi e … gli asociali! Già perché un paio di signori han fatto finta di non essere interessati e si sono piazzati nelle vicinanze della porta di ingresso. I ragazzi si sono divertiti molto a condurre il gioco, ad aiutare suggerendo le risposte, a vedere come un gioco semplice come un cruciverba suscitasse tanta attenzione da parte di tutti (asociali compresi che da laggiù rispondevano a denti stretti!). A conclusione del gioco sono poi arrivati i bambini presenti in oratorio portando con se tutti i lavoretti preparati la domenica prima e che ora venivano offerti a tutti e 40 gli ospiti presenti nella struttura. Un grosso applauso ed un augurio gridato di Buon Natale ha concluso il bellissimo pomeriggio trascorso, questa volta possiamo dirlo, con persone di tutte le età! 4


Il gruppo giovani ha poi terminato la giornata con una bella pizzata insieme a Don Eugenio in oratorio, ultimo atto questo prima della pausa natalizia.

23 dicembre 2014

AUGURI PER TUTTI … o quasi!

Avevamo pensato ad un momento da condividere con tutta la comunità, un semplice ma sentito scambio di auguri prima di tuffarsi in pieno nel periodo natalizio. Alle catechiste il compito di avvisare i genitori e a Don Eugenio quello di ricordarlo alla comunità anche se un poster sulla lavagna all’ingresso della chiesa lo annunciava già da giorni. A cogliere l’invito sono stati per lo più le famiglie dei bambini del catechismo… della comunità se ne sono perse le tracce! Un peccato perché sarebbe stato bello riscoprire di tanto in tanto dei momenti dove ci si ritrova semplicemente a fare due chiacchiere senza obblighi o secondi fini… speriamo che a prossima volta sia occasione sentita e condivisa da più persone. La serata era divisa in due momenti: il primo dove i bambini hanno cantato seguendo le note della chitarra abilmente suonata da Antonella. Dopo i canti tutti si sono spostati di fronte al presepe preparato nelle domeniche di oratorio, e qui Don Eugenio ha fatto una breve riflessione. Al termine ogni bambino ha appeso la propria stella nel cielo del presepe rendendolo così ancora più bello e luminoso. Ancora un canto per concludere prima di tuffarsi nella seconda parte. Da “dietro le quinte” spuntava un simpatico clown, di nome Corrado, che con pochi oggetti è riuscito a catalizzare l’attenzione di tutti i presenti. Tra un gioco e l’altro c’è stato anche il tempo di condividere panettoni e pandoro per dare un pizzico di dolce alla serata. Tutti gli intervenuti sono andati a casa contenti… e illuminati da quelle stelle che ora brillano sopra la capanna di Gesù Bambino.

6 gennaio 2015

ARRIVANO LE BEFANE!

Puntuali come un treno svizzero anche quest’anno dopo la S.Messa dell’Epifania, sul sagrato della chiesa, sono arrivate due befane su uno splendido maggiolone d’epoca. Dietro le maschere quasi spaventose delle due vecchiette quest’anno si celavano Stefano e Gabriele che ben volentieri si sono prestati a portare un po’ di doni e di allegria fra i bambini. Terminata la distribuzione sono risalite sull’auto cabrio e condotti da Alessandro hanno fatto una seconda tappa in casa famiglia. Anche qui gli ospiti aspettavano il loro arrivo tant’è che molti di loro non volevano sedersi a pranzare se non dopo aver ricevuto i doni dalle due befane. Prima di concludere la mattinata mancava un’ultima visita presso la casa di accoglienza Mamre dove ad attendere le vecchiette c’erano una decina di bambini che hanno ricevuto a loro volta le calze confezionate in oratorio in cambio di grandi sorrisi e le foto di rito. Un ringraziamento particolare a Carmelo per aver messo a disposizione l’auto d’epoca, alla polisportiva Si Sport che si è fatta carico di tutte le spese, a tutte le persone che si sono occupate di confezionare le calze e per ultimo un grazie ironico al Sig. Cometti per essere stato presente alla manifestazione con tanto di macchina fotografica e taccuino ma di non aver lasciato alcuna traccia dell’evento sull’Informatore.

15 febbraio 2015

GRANDE FESTA DI CARNEVALE!

Quest’anno il periodo di carnevale si presentava così presto che eravamo preoccupati di avere poco tempo a disposizione per organizzare qualcosa di bello e coinvolgente come da qualche anno riusciamo ad imbastire. A bocce ferme possiamo invece dire che anche stavolta l’abbiamo scampata! Alla pizzata si sono ritrovati circa 170 persone che dalle 20 in punto hanno potuto cominciare ad assaporare le pizze servite calde che confluivano da più pizzerie verso il nostro oratorio. 5


A stomaco pieno aveva inizio lo spettacolo di cabaret che siamo riusciti ad imbastire coinvolgendo grandi e piccoli. E così sul palco aprivano la serata le scatenate bambini con un ballo sulle note di “Greased Lighting” tratto dal musical di Grease. A seguire spazio ad una scenetta ambientata in stazione con una pesa parlante, altre al cimitero dove si trovavano strani personaggi come il genero di una signora sbranata dal suo cane ed una vedova di 3 mariti tutti morti per avvelenamento… o quasi! E’ stata poi la volta di 2 siciliani che non sapevano aiutare un turista sperso; come disperso era uno scalatore aggrappato alla vetta di una montagna che però non voleva ancora abbandonarsi tra le mani degli angeli mandati da Dio! Prima di concludere la prima parte spazio alla notizie più pazze dal mondo con due giornalisti seri e di ruolo. La pausa serviva per assaporare degli ottimi profiterole immersi nel cioccolato. La seconda parte vedeva sul palco ancora i nostri ragazzi cimentarsi in uno strano ufficio anagrafe e poi in un’imitazione dei sempre verde Fichi d’India con lo sketch del Tichi Tic. Sprint finale tutto da ridere con gli adulti: prima le donne che giocano sugli acciacchi dovuti alla loro età che non è più quella dei 20 anni e poi gli uomini che parlano di tecnologie moderne seduti su una panchina in un parco e per finire degli allampanati carabinieri impegnati in posti di blocco tutti da ridere! Alla fine rimane la stanchezza perché le cose da preparare e coordinare non sono poche, ma il tutto è ampiamente ripagato dalla facce sorridenti di grandi e piccini che si salutavano a fine serata dandosi appuntamento al prossimo anno. Un sentito grazie ad Angelo Amoriello per aver confezionato il sipario che quest’anno avvolgeva il nostro palco; a Costanzo per aver saputo come al solito essere un abile ed eclettico presentatore della serata; un grazie indistinto a tutti gli attori (grandi e piccini) che si sono avvicendati sul palco, alle persone e ai giovani che si sono resi disponibili a servire le pizze; a tutte le persone che hanno partecipato alla serata e a tutte le persone che in vario modo hanno lavorato per la sua buona riuscita.

ATTENZIONE A TRUFFE E VANDALISMI Alcuni mesi fa una signora è stata vittima di una truffa. Viene contattata telefonicamente da una ragazza che si finge una parente, in questo caso una nipote, che necessita di soldi per coprire un’urgenza che le è capitata. La signora ha ovviamente dei dubbi su quello che si sente dire ma l’insistenza della “parente” arriva ad un punto tale che la malcapitata cede ed alla fine consegna ad un complice, sotto le mentite vesti di un caro amico della pseudo nipote, i soldi e gli averi che aveva in casa. Alcuni giorni fa l’episodio si è ripetuto, a poche decine di metri dalla casa della precedente vittima. Questa volta la “nipote” si fingeva inguaiata perché lasciata a piedi dalla sua auto. Per fortuna della signora le sue nipoti non sono ancora patentate per cui ha immediatamente capito che si trattava di una truffa ed ha chiuso la comunicazione telefonica. A T T E N Z I O N E quindi se venite contattati telefonicamente da qualche “parente” che si dice in difficoltà ed ha bisogno urgente di soldi. L’ideale sarebbe stare al gioco con i truffatori avvisando però contemporaneamente i carabinieri (0322 81410) così che ad attenderli al domicilio siano i ladri i primi ad avere una belle sorpresa… OCCHI APERTI quindi! La settimana scorsa invece ad una signora che aveva lasciato la vettura nel parcheggio all’ingresso dell’oratorio l’amara sorpresa di aver ritrovato il vetro lato passeggero rotto e la borsa, malauguratamente lasciata sul sedile anteriore, sparita con tutti i documenti. Non si tratta del primo episodio, era già accaduto ad una operatrice della nostra Casa Famiglia e ad un’altra signora che aveva parcheggiata fuori dall’ingresso della scuola materna. È importante, al fine di evitare questi inconvenienti, NON abbandonare mai borse e portafogli in auto soprattutto in bella vista. A tutte le persone che invece transitano nella zona chiediamo una maggior attenzione ad atteggiamenti o persone sospette. 6


7


PROGRAMMA DELLE SANTE QUARANTORE Venerdì 20 marzo

Ore 10,30 Santa Messa con esposizione del Santissimo Ore 11,00 fino alle 15,00 adorazione personale Ore 15,00 Via Crucis e Benedizione Eucaristica

Sabato 21 marzo

Ore 10,30 Esposizione del Santissimo e riflessione Ore 11,00 fino alle 15,00 adorazione personale Ore 15,00 Benedizione Eucaristica

Domenica 22 marzo

Ore 15,00 Esposizione del Santissimo fino alle 16,30 adorazione personale Ore 16,30 Benedizione Eucaristica e chiusura delle Quarantore

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA SANTA delle Palme

Ore 10,15 Ritrovo davanti alla Scuola Materna e benedizione dei rami di ulivo – segue la processione verso la Chiesa – ore 10,30 santa Messa. (In caso di pioggia ritrovo in Chiesa.)

Giovedì 2 aprile

Ore 21,00 S. Messa nella Cena del Signore

Domenica 29 marzo

Giovedì Santo Venerdì 3 aprile

Ore 15,00 Via Crucis

Venerdì Santo

Ore 21,00 Celebrazione della Passione del Signore

Sabato 4 aprile

Ore 21,00 Veglia Pasquale nella notte santa

Giorno del grande silenzio

Domenica 5 aprile

Ore 8,30 Santa Messa in Parrocchia

PASQUA

Ore 9,30 Santa Messa al Colombaro Ore 10,30 Santa Messa in Parrocchia

8


REGISTRO PARROCCHIALE *** NATI *** NOME

* Signini Lorenzo * Vicenzi Arianna

BATTEZZATO IL:

+ DEFUNTI + NOME

14 dicembre 2014 + Cerutti Giovanna 28 dicembre 2014 + Libera Vittorio + Fornara Lino + Falciola Claudina + Caccavale Rosa + Zanetti Francesca

DECEDUTO IL:

15 dicembre 2014 31 dicembre 2014 16 gennaio 2015 31 gennaio 2015 3 febbraio 2015 5 febbraio 2015

OFFERTE DAL 1° DICEMBRE 2014 Offerte date in occasione delle comunioni agli ammalati (dicembre-gennaio-febbraio) Funerale di Cerutti Giovanna Funerale di Libera Vittorio Funerale di Fornara Lino Funerale di Falciola Claudina Funerale di Caccavale Rosa Funerale di Zanetti Francesca Battesimo di Signini Lorenzo Battesimo di Vicenzi Arianna Bollettino Bollettino Bollettino Bollettino Bollettino Bollettino Bollettino Bollettino Associazione Parkinsoniani Per la Chiesa del Colombaro, Carla e Giorgio in memoria di Fornara Lino Per la Chiesa, N.N. Per la Chiesa, N.N. Per la Chiesa, N.N. Per la Chiesa, N.N. Per la Chiesa, N.N. Per la Casa Famiglia, “Le Amiche del lago” Per la Casa Famiglia, Sorelle Lucchini Per la Casa Famiglia, N.N. in ricordo di Natale, Valerio, Dario e Savina Per la Casa Famiglia, N.N. Per la Casa Famiglia, N.N. Per la Casa Famiglia, Famiglia Bessi, in ricordo di Zanetta Rosetta Per la Casa Famiglia, Ditta F.lli Bessi, in ricordo di Zanetta Rosetta Per la Casa Famiglia, N.N. Per la Casa Famiglia, Mara Angelini Per la Casa Famiglia, In memoria di Bellosta Domenica, i familiari Per la Casa Famiglia, N.N. Per la Casa Famiglia, In ricordo di Fasola Ernesta, i familiari Per la Scuola Materna, Piera

€ 220 € 100 € 100 € 80 € 300 € 100 € 100 € 100 € 50 € 20 € 20 € 10 € 10 € 50 € 20 € 10 € 10 € 20 € 100 € 40 € 50 € 500 € 20 € 100 € 540 € 300 € 20 € 100 € 50 € 100 € 200 € 20 € 50 € 50 € 200 € 300 € 50

9


ELENCO SANTE

MESSE

MARZO GIORNO 1 dom

ORA 8,30 10,30

S. MESSA Def. Zanetta Giovanni e famiglia Per la comunità

2 3

lun mar

9,00 9,00

Def. Cerutti Adriano Def. Valsesia Giiuseppe e Giulia

4

mer

9,00

Def. Miceli Maria e Gazineo Natale

5

gio

9,00

Def. Besozzi Francesco

6

ven

9,00

Def. Fornara Angelo e Cesare

7

sab

18,15

8

dom

8,30 10,30

Def. Zanetta Ritin Def. Famiglia Fornara Andrea Per la comunità

9 10

lun mar

9,00 9,00

Def. Bertona Rosanna Def. Valsesia Giacomo e Giordani Roberto

11

mer

9,00

Def. Fornara Itala

12

gio

9,00

Def. Zanetta Santina e Giuseppe

13

ven

9,00

Def. Piva Renato

14

sab

18,15

15

dom

8,30 11,00

Def. Barison Oldino e Bragion Emilia Def. Don Giuseppe Zanetta e famiglia Per la comunità – Con la presenza del gruppo AVIS Santo Stefano e Vergano

16 17

lun mar

9,00 9,00

Def. Famiglia Fornara Andrea Def. Famiglia Fornara

18

mer

9,00

Def. Zanetta Giuseppe Def. Angela, Giuseppe e Pio

19

gio

9,00

20

ven

10,30

Def. Maria Ester e Attilio – INIZIANO LE SANTE QUARANTORE

15,00

VIA CRUCIS IN PARROCCHIA E BENEDIZIONE EUCARISTICA Def. Fornara Gianni

21

sab

18,15

22

dom

8,30 10,30

Def. Poletti Paolo e famiglia Per la comunità

23 24

lun mar

9,00 9,00

Def. Tosi Aldo Def. Zanetta Ida e Filippo

25

mer

9,00

Def. Fornara Attilio

26

gio

9,00

Def. Beffani Giuseppe e Corrado

27

ven

9,00

Def. Gioria Luciano e Lorenzo

28

sab

18,15

29

dom

8,30 10,30

30 31

lun mar

9,00 9,00

Def. Famiglia Zanetta Def. Don Angelo Mattiello, in ricordo e riconoscenza Per la comunità – DOMENICA DELLE PALME Def. Fracazzini Assunta

Le intenzioni aggiunte dopo la pubblicazione del Bollettino verranno aggiornate settimanalmente in bacheca (in fondo alla chiesa)

LA MESSA DELLE ORE 9,00 NEI GIORNI FERIALI È IN CASA FAMIGLIA.

10


ELENCO SANTE MESSE APRILE GIORNO 1 mer 2 gio

ORA 9,00 21,00

Def. Maria Bertona ved.Duella MESSA NELLA CENA DEL SIGNORE

3

15,00

VIA CRUCIS IN PARROCCHIA

21,00

CELEBRAZIONE DELLA PASSIONE DEL SIGNORE VEGLIA PASQUALE

ven

S. MESSA

4

sab

21,00

5

dom

8,30

Def. Bertona Rosanna

9,30

Messa al Colombaro

10,30

Def. Duella Mario – PASQUA DI RESURREZIONE Per la comunità Def. Giromini Mario

6

lun

8,30 10,30

7

mar

9,00

Def. Duella Luigi, Lucia e Mario

8

mer

9,00

Def. Zanetta Luciano, Piero e Guido

9

gio

9,00

Def. Fornara Gaudenzio

10

ven

9,00

Def. Margherita e Giuseppe

11

sab

18,15

12

dom

8,30 10,30

Def. Zanetta Ritin Def. Fornara Bartolomeo e Maddalena Per la comunità

13 14

lun mar

9,00 9,00

Def. Zanetta Carlo, Rosetta e Renato

15

mer

9,00

Def. Fornara Angelo e Giuditta

16

gio

9,00

Def. Fornara Angelo

17

ven

9,00

18

sab

18,15

19

dom

8,30 10,30

Def. Fornara Gianni, Zanetti Pietro Per la comunità Def. Fornara Luigi

20 21

lun mar

9,00 9,00

22

mer

9,00

Def. Cerutti Fortunato, Giuseppe, Ottavio

23

gio

9,00

Def. Tosi Aldo

24

ven

9,00

25

sab

18,15

26

dom

8,30 10,30

27 28

lun mar

9,00 9,00

29

mer

9,00

30

gio

9,00

Def. Famiglia Erbetta Def. Guidetti Franco, Luigi, Pierina Per la comunità

Le intenzioni aggiunte dopo la pubblicazione del Bollettino verranno aggiornate settimanalmente in bacheca (in fondo alla chiesa)

LA MESSA DELLE ORE 9,00 NEI GIORNI FERIALI È IN PARROCCHIA.

11


Ama e fa' ciò che vuoi. Sia che tu taccia, taci per amore. Sia che tu parli, parla per amore. Sia che tu corregga, correggi per amore. Sia che perdoni, perdona per amore. Sia in te la radice dell’amore, poiché da questa radice non può procedere se non il bene. Sant'Agostino

PARROCCHIA DI SANTO STEFANO Via Manzoni, 2 – 28021 Borgomanero (NO) Tel. 0322/834396 Cell. 334/3753238 email: parrocchia.santostefano@email.it C.F. 82002210035 – P.IVA 01347530030

Orario Sante Messe Da lunedì a venerdì: ore 9 in Casa Famiglia Martedì e Venerdì: ore 18 in Casa Famiglia Sabato: ore 17 al Colombaro; ore 18:15 in Parrocchia Domenica: ore 8:30 e 10:30 in Parrocchia CICLOSTILATO IN PROPRIO – FOGLIO DI COLLEGAMENTO PARROCCHIALE

Questo bollettino è disponibile anche su internet al sito: http://oratoriosantostefano.blogspot.it dove troverete informazioni, articoli e foto della nostra comunità parrocchiale. Il prossimo bollettino sarà pubblicato a fine aprile. Chi volesse far pubblicare un suo articolo è pregato di farlo pervenire ai recapiti sopraindicati entro il 20 aprile.

12


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.