Page 1

OPTIMIST

© FOTO ELENA GIOLAI

1|2014

Trofeo Campobasso - Coppa Kinder+Sport • I tappa Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport • II tappa Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport • Optimist Open Championship Singapore •

Marsala Winter Cup Memorial Angela Lupi Sv Nikola Regatta Pola Selezioni Interzonali

• • • •

Poste Italiane SpA Spedizione in A.P. - 70% - DCB TN


www.lamasnautica.it


2 | OPTIMIST


OPTIMIST | 3

Sommario N. 1 - APRILE 2014 Trofeo Campobasso - Coppa Kinder+Sport 29° Meeting Internaz. Mediterraneo - Coppa Kinder+Sport VIII Marsala Winter Cup Memorial “Angela Lupi” XVII Trofeo Challenge L.N.I. Trani - I Tappa Trofeo Kinder+Sport I Trofeo Challenge Santa Fermina - II Tappa Trofeo Kinder+Sport Optimist Open Championship 2014 SV. Nikola Regatta Selezione Interzonale Livorno Selezione Interzonale Ravenna Selezione Interzonale Dervio Selezione Interzonale Bari Bigblu - VIII edizione salone nautico di Roma 2° Raduno GAN 3° Raduno GAN 4° Raduno GAN 5° Raduno GAN Raduni in giro per l’Italia Corso aggiornamento Optimist “Dal talento all’atleta” Tante novità al “Festivela” La storia dell’Optimist in Puglia 1968 - 2008 Fatti e misfatti...

7 9 10 11 13 15 20 26 28 29 30 31 33 34 35 36 37 38 39 40 43 47

A.I.C.O Associazione Nazionale Classe Optimist Via Grez, 38 - 38066 Riva del Garda TN Tel. e fax 0464 521022 www.Optimist-it.com - informazioni@Optimist-it.com

Presidente Onorario Beppe Bruzzone

Segretario Nazionale Norberto Foletti

Ideatori della rivista Luciano Bursic e Gianni Loperfido

Uscite Aprile - Luglio - Ottobre

Direttore Responsabile Norberto Foletti Notiziario quadrimestrale edito dall’A.I.C.O. Registrazione al tribunale di Rovereto n. 212, 20 ottobre 1997 Anno 20 - N. 1

Hanno collaborato Daniela Colnaghi, Stefano Amadei, Marcello Meringolo, Giuseppe Falanga, Giulio Pettini, Dario Domeneghetti, Benedetta Danti, Raffaele Ricci, Caterina Cafaro, Alessandra Montemurro

Collaboratori Diretti Norberto Foletti, Letizia Tocchini, Elena Giolai

Stampa Grafica 5 Via Fornaci, 48 - 38062 Arco (TN) Tel. 0464 518037 - Fax 0464 518507

Pubblicità diretta Segreteria A.I.C.O. Tel. e fax 0464 521022 Il notiziario è distribuito a tutti i soci A.I.C.O., ai circoli velici, agli inserzionisti e a chiunque ne faccia richiesta. Si ringraziano tutti i collaboratori che hanno partecipato gratuitamente alla realizzazione del notiziario.

Tutti siete invitati a collaborare alla redazione di questo nostro giornale! Inviateci i vostri articoli, possibilmente con qualche bella foto. Le pubblicità vanno inviate direttamente all’AICO.


4 | OPTIMIST

villastella.it

+archimede.nu

north lake garda

relax at the sailors favorite hotel. via strada Granda, 104 - 38069 torbole sul Garda (tN) - italia - tel + 39 0464 505354 - info@villastella.it - www.villastella.it

stella_ADV CIRCOLOVELA_A4.indd 1

d sTay in The sailors favoriTe hoTel.

talia - Tel + 39 0464 505354 - info@villastella.it


OPTIMIST | 5

Zona I: Roberto Ferraro Via Lamarmora, 86 18038 Sanremo (IM) Ab. 0184.575448 - Cell. 329.5795755 E-mail: ferrob62@libero.it Zona II: Dario Domeneghetti Via Sarzanello, 60 19038 Sarzana (SV) Ab. e Fax 0187.621835 Cell. 339.2338886 E-mail: dariodomeneghetti@tin.it

XIV

I

Zona III: Mirko Todesco Via Canepa 22 09129 Cagliari Ab. 070.486715 - Cell. 392.0255502 E-mail: mirko_todesco@hotmail.com Zona IV: Stefano Amadei Via Gerolamo Belloni, 94 00191 Roma Ab. e fax 06.35454232 Cell. 339.3974370 E-mail: stefanoamadei@tin.it Zona V: Giuseppe Falanga Via G. Bonito, 25 80127 Napoli Ab. 081.19139618 - Cell. 392.9815249 Fax 081.76437044 E-mail: giufalanga@me.com

XII

XV

XIII

Zona VIII: Giulio Pettini Via Putignani, 120 - 70122 Bari Cell. 335.8126000 E-mail: giulio@paolapettini.it

FRIULI V.g.

Zona IX: Elvira Nicolaj Via Venezia, 25 - 65121 PESCARA Tel/Fax: 085.2120949 - Cell. 335.5646192 E-mail: elvira.nicolai@inwind.it

VENETO

XI X

II IV

Zona X: Micaela Seghetti Contrada San Biagio, 8 - 66390 FERMO Cell. 3394020147 E-mail: micaela.seghetti@skianet.it miky@skianet.it

MARCHE

IX

ABRUZZO E MOLISE

V

III

Segretario: Cav. Norberto Foletti - Cell. 347-2205514

Buon Vento! Eccoci di nuovo al primo numero del nostro giornalino di Classe, che con il 2014 è arrivato al 19° anno di pubblicazione! Anche quest’anno l’attività della Classe si preannuncia molto intensa e, dobbiamo ammettere che, se il buongiorno si vede dal mattino… allora possiamo ben sperare! Molte infatti le novità: è già su strada il nuovo pullmino personalizzato graficamente dalla Harken (che ringraziamo per il prezioso sup-

VIII

VI

Zona VI: Fabrizia Torchia Piazza M. Ciliberto 15 88900 Crotone Cell. 327.4484216 E-mail: fabrizia.torchia@tiscali.it Zona VII: Sebastiano Maurizio Timineri Viale della Vittoria, 211 - 92100 Agrigento Uff. 0922.24444 - Fax uff. 0922.553967 Cell. 331.4642220 - E-mail: aico7zona@gmail.com

ZONA XI: Antonella Bressan Via degli Spreti, 35 - 48100 Ravenna Ab. 0544.213129 Cell. 338.8707674 E-mail: antonellabressan@libero.it

VII

porto dato) ed è in arrivo il nuovo gommone Boattech, con motore Suzuki. Entrambi ci serviranno nelle trasferte dei gruppi agonistici e per alcuni raduni, che sono in continuo aumento. Due tasselli importanti ed impegnativi per la Classe, ma… chi si ferma è perduto! Il Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport si ripropone anche quest’anno ed ottiene un bel successo di numeri: ognuna delle due tappe ha visto circa 300 partecipanti, direi un numero significativo! Anche per quanto riguarda le selezioni interzonali si è rilevato un lieve aumento nelle iscrizioni e quindi possiamo sperare in un positivo aumento dei tesserati e delle nuove barche in circolo. Si è concluso positivamente anche il 2° percorso GAN, il nostro Gruppo Agonistico Nazionale, ma di questo troverete ampio spazio dedicato all’interno del giornalino con foto e valutazioni di Marcello Meringolo, tecnico di classe. Per quanto riguarda la formazione dei più grandi, altra tappa importante è stata l’organizzazione insieme alla FIV del corso di aggiornamento per istruttori Optimist: un grande successo che sicuramente verrà riproposto a fine 2014. Altre novità del 2014 sono il nuovo sito, più

Delegati di Zona

Gli associati

ZONA XII: Gianfranco Scalabrin Via Riviera San Nicolò 13/B 30126 Lido di Venezia Cell. 340.1458671 E-mail: avl.lido@libero.it ZONA XIII: Daniela Caselli - Vicesegretario Via S. Caterina, 76 - 33037 Pasian di Prato (UD) Ab. e fax 0432.691331 - Cell. 340.7955774 E-mail: casellid@libero.it ZONA XIV: Bedoni Mirko Via Tosin, 15 - 37010 Cavaion Veronese (VR) Uff. 045.8230133 - Fax 045.8233686 Cell. 335.5727430 E-mail: mirkobedoni@studiobedoni.it ZONA XV: Daniela Colnaghi Via G. Oberdan, 40 - 23873 Missaglia (LC) Cell. 392.8461819 E-mail: konny7@libero.it

funzionale e graficamente piacevole: un grazie alla nostra delegata AICO della X zona, Micaela Seghetti, che lo ha realizzato. Inoltre l’acquisizione del nuovo partner SLAM che, per quanto riguarda l’abbigliamento, ha anche creato una linea marcata Optimist Italia che verrà commercializzata on line e con vendita diretta durante alcune regate. Infine lascio la parola agli articoli all’interno e passo ai ringraziamenti: in primo luogo al nostro sponsor ufficiale Ferrero Kinder+Sport che ci sostiene nella nostra attività. Grazie poi alla FIV, ai delegati, ai genitori ma soprattutto un grazie a tutti i ragazzi, sempre più numerosi e con tanta voglia di regatare, di divertirsi e di mettersi alla prova! Buon vento!

Associazione italiana c l a s s e OPTIMIST Internet: http://www.Optimist-it.com E-Mail: informazioni@Optimist-it.com


Via Navene Vecchia, 139 6 | OPTIMIST Malcesine - Lago di Garda (Vr) Italia T +39-045 740 11 77

APERTO da marzo ad ottobre, cucina non stop, dalle 12,00 alle 00.00

speckstube.com


OPTIMIST | 7

Trofeo Campobasso Coppa Kinder+Sport

Napoli, 3/5 gennaio 2014

[ Giuseppe Falanga – Delegato AICO V zona ] Il 2014 è appena cominciato da sole pochissime ore e già centinaia di giovani regatanti si scontrano in acqua per disputarsi la XXI edizione del Trofeo Marcello Campobasso, regata internazionale organizzata a Napoli dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia con la partecipazione di molti sponsor tra cui la Kinder. Immancabile la presenza del Segretario Nazionale della Classe Optimist, Norberto Foletti, coadiuvato dall’altra presenza immancabile Stefano Amadei che pur non scendendo in mare sono stati gli osservatori più attenti di tutta la manifestazione. Impeccabile come sempre l’organizzazione a mare ed a terra predisposta dal Circolo Savoia in questa tre giorni di regate con le prime regate

disputate il 3 gennaio. Le condizioni meteo non hanno consentito invece lo svolgimento delle ultime prove in programma per il 05 gennaio: gli Optimist sono rimasti sulla banchina di Santa Lucia e le classifiche di sabato pomeriggio non sono più cambiate. Alexander Ilsley, dello Yacht Club de Monaco, ha vinto la XXI edizione del Trofeo Marcello Campobasso capace di imporsi in quattro delle cinque regate disputatesi nelle acque del golfo di Napoli. A consegnare i premi ai giovani velisti è stato lo staff del circolo di Savoia, presieduto dal Presidente Carlo Campobasso, figlio del compianto Marcello, e i familiari dello stesso Campobasso. “È stata un’edizione da ricordare, vinta tra l’altro dal tesserato di un club gemellato col Savoia - ha detto Campobasso - Abbiamo ospitato 160 ragazzi di 10 differenti

Il tavolo con i prodotti Kinder

All’ingresso del circolo


8 | OPTIMIST

nazionalità, ricevendo i complimenti di tutti. Il programma dei primi due giorni è stato completato quasi integralmente, dunque non era necessario sfidare il mare in burrasca odierno. Inizieremo presto a lavorare alla prossima edizione, partendo da una base molto solida”. Al secondo posto si è classificata Arianna Passamonti del Nauticlub Castelfusano, sul podio anche Andrea Orlando del Tognazzi Marine Village di Roma. Sesto posto per l’alfiere del Savoia, Antonio Persico. Il Trofeo Unicef, giunto alla ventesima edizione e destinato agli under 12, è invece stato vinto da Tommaso Viola (Circolo Posillipo), che nelle acque di casa ha preceduto l’ungherese Jeney Matè (Spartacus) e l’altro italiano Andrea Valentino Marotta (Cn Gela). “È emozionante vincere in casa” - le parole di Viola, classe 2003. La manifestazione ha assegnato altri tre importanti trofei: la Coppa Kinder (miglior club) andata al Club Spartacus; la Coppa Branko Stancic (atleta proveniente da più lontano) al giovane Zur Gay, nato a Zrufa, Israele; la targa Irene Campobasso (migliore classificata tra le ragazze) ad Arianna Passamonti. Sabato sera invece, durante una delle cene offerte dal Circolo Savoia, è stato estratto a sorte un Optimist messo a disposizione da uno degli sponsor dell’evento, “Kinder+Sport”: ad aggiudicarselo un velista israeliano, appartenete all’unico club straniero presente al Campobasso sin dalla prima edizione del 1993. In segno di amicizia e ringraziamento il team manager della squadra, Erez Eliahou, ha regalato lo scafo al Circolo Savoia. Alla prossima edizione 2015


OPTIMIST | 9

29째 Meeting Internaz. Mediterraneo Coppa Kinder+Sport Prima tappa Super Coppa I zona

Sanremo, 28/30 dicembre 2013


10 | OPTIMIST

VIII Marsala Winter Cup

Marsala, 1/2 marzo 2014

Conclusa l’8ª edizione della manifestazione che ha visto in gara più di 120 atleti Si è conclusa con la vittoria Demetrio Sposato del Club Velico Crotone l’8^ edizione della Marsala Winter Cup, uno degli appuntamenti velici più importanti di inizio stagione riservati alla classe Optimist. Il giovane velista calabrese, che gareggiava nella categoria Juniores, ha preceduto, nell’ordine, il marsalese Andrea Parrinello (Circolo Velico) che si era classificato al primo posto al termine della prima giornata di prove, e l’azzurro Alberto Tezza del Fraglia Vela Riva del Garda e componente il Gruppo Agonistico Nazionale. A seguire Salvatore Sciuto (Circolo Velico NIC Catania), Riccardo Colombo (Lega Navale Italiana Mandello Lario), Giuseppe Santagati (Circolo Velico NIC Catania), Alexandra Stalder (Circolo Nautico Bardolino), Gaia Bergonzini (Fraglia Vela Riva del Garda), Giuseppe Gongi (Lega Navale Crotone) e Andrea Spagnolli (Fraglia Vela Riva del Garda) Tra i Cadetti successo di Andrea Nordio del Circolo Velico Barcola di Trieste seguito da Marco Genna della Società Canottieri Marsala e dalla maltese Patrice Pace. Alla manifestazione, organizzata dalla Società Canottieri Marsala e svoltasi in un campo di regata disegnato nello specchio di mare antistante Capo Boeo, hanno preso parte più di 120 atleti delle categorie Cadetti e Juniores nonché un gruppo di Laser Radial. In gara anche gli azzurrini del Gruppo Agonistico Nazionale, in questi giorni a Marsala per un collegiale di allenamento in vista degli Europei di luglio in Irlanda e dei Mondiali in programma a ottobre in Argentina. Lo svolgimento delle regate condizionate dalle condizioni meteo marine variabili, con vento forte di sud ovest nella prima giornata che ha costretto a terra i giovanissimi della categoria Cadetti mentre nella seconda giornata sono state disputate due prove, prima che una autentica burrasca si abbattesse sul campo di regata costringendo tutti al rientro a terra.


OPTIMIST | 11

Memorial “Angela Lupi”

Varazze, 17 novembre 2013

Si è concluso a Varazze il Memorial “ Angela Lupi “, regata nazionale per la classe Optimist e manifestazione di punta del Varazze Club Nautico organizzata in memoria della grande “ Angela “ dirigente del Varazze Club Nautico e della Federazione Italiana Vela per tanti anni e punto di riferimento di tanti giovani velisti che nel Varazze Club Nautico sono cresciuti e continuano a regatare. Con la completa collaborazione della Marina di Varazze per quanto riguarda la logistica nel Porto che necessità per un evento di questo livello ed il lavoro di tanti Soci del VCN si può dire che tutto è andato in modo soddisfacente dopo giorni di preparazione e impegno. Il meteo ha regalato due belle giornate di vento di tramontana che hanno permesso di effettuare quasi il massimo delle prove in programma: cinque per gli juniores e tre per i cadetti. Sabato partenza alle ore 13.00. Vento da Nord che si fissava sui 15 nodi per arrivare alla fine sui 17, impedendo ai cadetti la seconda prova di giornata. Domenica partenza alle ore 11.00 circa e con una tramontana su 11/12 nodi regolare di direzione venivano portate a termine due prove per i Cadetti e tre per gli Juniores . In ambedue le giornate quindi bellissime regate con i ragazzi impegnati sia di bolina che a lasco ed in poppa in prove dure ed con alto contenuto tecnico. Per gli Jiuniores grande battaglia tra Gabriele Ibba del YCI e il portacolori del VCN Samuel Cerminara che finiscono a pari punti ma la vittoria va Gabriele Ibba per risultato migliore nello scarto. Anche per il terzo posto finiscono a pari punti Lorenzo Bottino del CNUC e Andrea Nastasi del YCImperia con Bottino che conquista il podio per i migliori risulati generali. Per i Cadetti abbastanza netto il primo posto di Tommaso Cilli dello YCSanremo con due primi ed un secondo davanti a Arianna Giargia del

Emma Castelli vince la barca VCN e Bruno Mantero del CNUC. Per le classifiche femminili due bellissime vittorie per il Varazze Club Nautico con Elena Tropiano negli Juniores e Arianna Giargia per i cadetti. Premiazione con la presenza Edoardo Lupi, figlio di Angela, grande regatante ai massimi livelli mondiali nella classe Melges 32. Poi l’adrenalina sale per l’estrazione dei premi messi in palio dalla famiglia Lupi tra cui un Optimist Nautivela, oltre ad una attrezzatura completa ed un carrello da alaggio. Grande applauso per l’assegnazione della barca a Emma Castelli del CN Bellano che, emozionatissima all’estrazione del suo numero, ripeteva incredula “ma è il mio numero, è il mio numero...”. Buon vento a tutti e arrivederci alla prossima Edizione.


OPTIMIST | 13

XVII Trofeo Challenge L.N.I. Trani

I Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport

Trani, 8/9 marzo 2014

[ TESTO E FOTO DI ELENA GIOLAI ]

Altissima partecipazione alla prima tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport disputata l’8 e 9 marzo a Trani e organizzata dalla locale Lega Navale. Tra gli juniores vince il napoletano Antonio Persico (Reale YC Savoia), seguito da Vincenzo Rubino (CV Bari) e Emanuele Di Lernia (LNI Trani). Vittoria di Antonino Barbera tra i cadetti. Arianna Passamonti e Federica Benvenuti Gostoli le vincitrici di categoria Juniores e Cadetti

Oltre 300 regatanti si sono presentati alla tappa inaugurale del 2014 del Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport: numeri vicini alla Coppa AICO e Coppa Touring, solitamente la manifestazione con la più alta partecipazione, svolgendosi in piena estate ed essendo evento storico della Classe Optimist. Invece a Trani sono stati moltissimi a voler esserci, sorprendendo anche un po’ gli organizzatori del Circolo e il Comitato di regata. Le condizioni meteo sono state abbastanza buone, permettendo 5 prove per gli juniores e due per i cadetti: quest’ultimi nel secondo giorno sono stati mandati presto a terra con un nulla di fatto, perché la capitaneria aveva dato un pre-allarme sulle condizioni del mare, che se

Il gruppo di Bari


14 | OPTIMIST

fossero peggiorate non avrebbero più permesso di rientrare in sicurezza tra i frangiflutti posti davanti la spiaggia della penisola di Colonna. Una decisione che con il senno di poi poteva essere evitata dato che vento e mare poi si sono stabilizzati, ma nel momento in cui è stata presa, i frangenti cominciavano a preoccupare e parallelamente il numero di bimbi che venivano soccorsi per il mar di mare aumentava... Nel primo giorno sono state due le prove per entrambe le categorie: tra gli juniores Alessandro Caldari (CN Cesenatico) e Andrea Bocchetta (Nauticlub Castelfusano) hanno esordito con una vittoria nella propria batteria (due negli juniores), mentre nella seconda prova Vincenzo Rubino (CV Bari) ha cominciato la sua serie positiva di regate, che poi lo hanno portato nel secondo gradino del podio finale; vittoria parziale anche per Marco Crispino (LNI Napoli). Tra i cadetti il più regolare è stato Antonino Barbera (CTennis Messina) che con due secondi ha vinto la tappa, precedendo Federica Benvenuti Gostoli (LNI Ancona), sesta e poi ottima prima. Terzo posto finale per Alessandro Montefiori (LNI

Follonica, 7-5 parziali). Vittoria parziale anche per Massimiliano Cinquanta (CV Salerno) nella prima prova. Da segnalare l’esordio del figlio d’arte Federico Figlia Di Granara, buon settimo nella seconda prova. Nel secondo giorno l’onda l’ha fatta da padrona, mentre il vento è rimasto attorno ai 6-8 nodi come nel primo giorno (con un picco sui 16 nodi nel momento in cui il Comitato ha deciso di mandare a terra i cadetti). Dopo qualche soccorso per mal di mare e un leggero cambio percorso per rotazione a nord del vento, sono iniziate le regate per i soli juniores in condizioni tutto sommato belle e uno sfondo tra monastero e cattedrale di Trani, davvero affascinante.  Al sorteggio finale dei premi l’imbarcazione Optimist offerta da Kinder è andata a Emilia D’Orazio del Circolo Nautico Posillipo. Galleria fotografica: http://www.flickr.com/photos/Optimist_italia/ sets/72157642144796123 Video: http://youtu.be/4YTkycT5Coc


OPTIMIST | 15

I Trofeo Challenge Santa Fermina

II Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport

Civitavecchia, 5/6 aprile 2014 [ TESTO E FOTO DI ELENA GIOLAI ]

A Civitavecchia poco vento, ma tanto divertimento! Successo dell’Associazione Velica Civitavecchia con i primi due maschi nella categoria juniores e cadetti. Due prove in tutto per i 260 partecipanti, che domenica hanno avuto l’ebbrezza di navigare anche vicino alle barche impegnate nella partenza della Roma x 1, x 2, x tutti. Alessandro Caldari, Arianna Passamonti (juniores), Federica Benvenuti Gostoli e Ilan Muccino (cadetti) i vincitori di tappa

Location fantastica alla darsena del Sunbay Park Hotel, sede dell’Associazione Velica Civitavecchia, per la II Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport in un week end che per tutti è stato sicuramente una bella festa tra regate, sorteggi di numerosi premi, momenti di giochi insieme negli ampi giardini dell’Hotel. Certo, se domenica il vento non avesse tradito le aspettative sarebbe stato meglio, ma il nostro sport è fatto così e si prende quel che viene. Ottima l’organizzazione dell’Associazione Velica Civitavecchia che, pur essendo alla sua prima esperienza nell’organizzare un evento di così ampia portata, ha superato molto bene la prova sapendo coinvolgere

Podio femminile cadetti

Podio maschile cadetti

Podio femminile juniores

Podio maschile juniores


16 | OPTIMIST

Il tavolo delle premiazioni

Partita a pallone dopo il rientro

moltissimi soci e amici del giovane circolo presieduto da Mario Pelliccione, già soprannominato super-Mario, persone che hanno saputo rendersi utili nelle varie mansioni di segreteria e di organizzazione in mare. In contemporanea è stato organizzato anche un corso aggiornamento “Giudici di Regata” con la supervisione dell’arbitro Internazionale Riccardo Antoni. Per quanto riguarda la nostra tappa Kinder, sabato sono state concluse due regate, mentre domenica per calo di vento non si è riusciti a portare a termine in modo regolare l’unica prova iniziata, lasciando di fatto a due le regate totali.

(3), Luca Valentino (3), Antonio Vasallucci (5), Federico Caldari (7), FIlippo DI Rocca (8).

JUNIORES: 135/due batterie (blu e gialli) Il primo giorno due le prove disputate in condizioni di vento leggero sui 6 nodi, abbastanza incostante di direzione. Nella categoria juniores (12-15 anni) vittoria in entrambe le prove di Alessandro Caldari (CN Cesenatico), vincitore finale assoluto davanti all’azzurra Arianna Passamonti (2-1, NC Castelfusano) in parità con il compagno di circolo Andrea Bocchetta (1-2 ). Seconda femmina juniores Camilla Manzi, dodicesima assoluta (5-12, LNI Trani) e terza Chiara Scarangella (911 CV Bari). Nella prima prova diversi atleti solitamente nelle prime posizioni sono arrivati arretrati, rispetto alla seconda prova in cui hanno recuperato finendo tra le primissime posizioni parziali comunque insufficiente in mancanta dello scarto,: è il caso di Andrea Orlando

CADETTI: 125/due batterie (verdi e rossi) Vittoria rosa tra i più piccoli cadetti con Federica Benvenuti Gostoli (LNI Ancona) davanti a tutti grazie ad un primo e un terzo parziali. Secondo posto per Ilan Muccino (CV Ravennate primo maschio) primo in regata 1 e poi quinto, portando così ben due vittorie maschili nelle due categorie per il Circolo Velico Ravennate. Il napoletano del CN Posillipo Tommaso Viola ha conquistato il terzo gradino del podio (3-3). Seconda femmina tra i cadetti Irene Fantò (LNI Crotone) sedicesima ssoluta con un 5-11. Terza Elisabetta Di Leo (CV Bari), sedicesima assoluta e protagonista di un secondo parziale nella seconda regata. Questa volta la fortunata vincitrice dell’imbarcazione offerta da Kinder+Sport è Laetitia Balzana del Circolo della Vela Roma. Ora la classe Optimist e l’attività agonistica dei più grandi è concentrata in questi due mesi nelle selezioni nazionali per Europei e Mondiali, mentre il Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport tornerà a Bellano il primo week end di giugno. Photo gallery: https://www.flickr.com/photos/Optimist_italia/ sets/72157643584703605/ Video: http://www.youtube.com/watch?v=xf9n_8zuWPQ


OPTIMIST | 17

[ stefano amadei ] Dopo la tappa di Trani.. eccoci arrivati a Civitavecchia.. la seconda tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder +Sport. Una location fantastica ha accolto i regatanti, la darsena privata del Sunbay Park Hotel, sede velica dell’Associazione Velica Civitavecchia, circolo organizzatore della manifestazione. È stata per tutti sicuramente una bella festa tra regate e sorteggi di numerosi premi tra i quali, come consuetudine, uno scafo Optimist andato in estrazione tra tutti partecipanti e vinto questa volta dall’atleta Laetitia Balzano del Circolo della Vela Roma di Anzio. Certo se il vento non avesse tradito le aspettative sarebbe stato ancora meglio, ma il nostro sport è fatto così.. si prende quel che viene! Ottima la gestione dell’evento da parte dell’Associazione Velica Civitavecchia, che pur essendo alla sua prima esperienza nell’organizzare una regata di così ampia portata, ha superato benissimo la prova sapendo coinvolgere moltissimi soci del giovane circolo presieduto dal suo Presidente “Super” Mario Pelliccione. Un plauso particolare alla Segreteria della regata gestita solo da “mamme” di Optimisti e che quindi ha saputo dare a tutti un supporto “mirato” per tutte le esigenze dei partecipanti alla manifestazione. In contemporanea è stato organizzato dalla Federazione Italiana Vela un corso sulla Regola 42 che ha visto la partecipazione di Ufficiali di Regata della IV e della VIII Zona sotto la supervisione dell’UdR Internazionale Riccardo Antoni. Nella mattinata di domenica, oltre ai nostri 260 regatanti, tanti alla fine erano gli iscritti, erano anche presenti sul nostro campo di regata oltre 50 “ barconi “ per la concomitante partenza della nota regata Roma x uno, Roma x due

e Roma per tutti, aperta quest’anno anche ai solitari... uno spettacolo incredibile vedere i nostri piccoli Optimisti bordeggiare tra questi “mostri giganteschi” del mare! Ma veniamo alle nostre regate... sabato sono state concluse sia per gli Juniores che per i Cadetti due regate prima che il vento abbandonasse il campo di regata, mentre domenica per un calo di vento non si è riusciti a portare a termine in modo regolare l’unica prova iniziata, lasciando di fatto a due le regate totali. Si è conclusa infatti domenica la regata relativa alla prima batteria Blu degli Juniores mentre per la mancanza di vento la seconda batteria Gialla è stata annullata... costringendo quindi il Comitato di regata, presieduto da Roberto Lachi, ad annullare come da regolamento anche la prova dei Blu... un vero peccato. Per la cronaca questa prova, effettivamente regatata ma annullata, è stata vinta da Vincenzo Rubino del Circolo della Vela di Bari che ha ricevuto durante la premiazione finale un piccolo premio di consolazione! Ma ecco i premiati: JUNIORES: 135 partecipanti suddivisi in due batterie contraddistinte da un nastro blu e giallo. Vincitore assoluto e primo degli Juniores maschili Alessandro Caldari del Circolo Nautico Cesenatico, seguito da Andrea Bocchetta del Nauticlub Castelfusano. Lorenzo Di Pietro dell’Associazione Velica Bracciano si è piazzato al terzo posto, mentre il quarto posto è toccato a Vincenzo Rubino del Circolo Vela Bari. Quinto degli Juniores maschili Antonio Persico dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia. Prima femminile ed anche seconda assoluta Arianna Passamonti del Nauticlub Castelfusano seguita da Camilla Manzi della Lega Navale Italiana di Trani e da Chiara Scarangella del Circolo Vela Bari


18 | OPTIMIST

Proribs ribsfor for sailing sailing coaches coaches & clubs Pro ImportatoreVSR VSResclusivo esclusivoper perl’Italia l’Italia Importatore

BoatTech BoatTech

Nuovo

Nelle tre versioni: Nelle

www.boattech.it www.boattech.it

Brenzone- -Garda GardaLake Lake Brenzone Tel. 392 9102020 Tel. 392 9102020 info@boattech.it info@boattech.it

Mezzoassistenza assistenza ufficiale AICO Mezzo

HYDESAILS HYDESAILS

Poweredby by Powered


OPTIMIST | 19

La premiazione

Norberto Foletti con la vincitrice della barca Laetitia Balzana

CADETTI: 125 partecipanti suddivisi in due batterie contraddistinte da un nastro verde e rosso. Primo posto maschile per Ilan Muccino del Circolo Velico Ravennate mentre il napoletano Tommaso Viola del Circolo Nautico Posillipo ha conquistato il secondo podio. Terzo Alessandro Montefiori della Lega Navale Italiana di Follonica, quarto Antonio Barbera del Circolo del Tennis e della Vela Messina mentre quinto è arrivato Federico Grilli del Circolo Nautico Cesenatico. Prima femminile ed anche vincitrice asso-

luta Federica Benvenuti Gostoli della Lega Navale Italiana di Ancona. Secondo posto per Irene Funtò della Lega Navale Italiana di Crotone mentre terza è arrivata Elisabetta Di Leo del Circolo Vela Bari. Per nota, alla regata era agganciato anche il Trofeo challenge Santa Fermina, patrona della città di Civitavecchia, Trofeo vinto dal primo classificato assoluto Alessandro Caldari. Ora una piccola pausa, lasciamo finire le scuole e poi via con la terza tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder +Sport che si terrà a Bellano il 7 e 8 giugno!

Il nuovo pullmino dell’A.I.C.O., personalizzato graficamente dalla Harken


20 | OPTIMIST

Optimist Open Championship 2014

Il team azzurro in missione all’equatore

[ testo e foto di Daniela Colnaghi, delegato XV zona ] Singapore - La prima importante trasferta della stagione per gli atleti azzurri, guidati in questa occasione dal coach Riky Di Paco e sostenuti dalla presenza dell’indefesso Segretario di Classe Norberto Foletti, non è certo avvenuta dietro l’angolo. Il team ha visto la partecipazione dei primi sette atleti classificatisi al Campionato Italiano a Follonica dello scorso settembre 2013 e nello specifico Luca Valentino (Cn Cesenatico), Arianna Passamonti (NC Castelfusano), Elisabetta Fedele (YC Cagliari), Lorenzo Bassu (YC Olbia), Pietro Salvadego (LNI Venezia), Guido Gallinaro (FV Riva), Tommaso Salvetta (FV Riva), nonché

dell’Optimista del Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Antonio Persico, il cui personale calendario di attività prevede anche alcune trasferte di questo calibro, tutti quanti membri attivi del Gruppo Agonistico Nazionale 2013-2014. Principale scopo della missione oltre confine è stato quello di allenarsi con gli atleti singaporesi, da qualche anno a questa parte detentori del titolo individuale e a squadre più ambito a livello mondiale, nonché quello di misurarsi nella locale regata di ranking prevista in questo periodo. Il Team azzurro, partito da Milano alla volta dell’Equatore il 24 febbraio scorso, ha fatto rientro in Italia il 3 marzo con le valigie cariche d’esperienza, sia in termini di conoscenza di un campo di re-

Speriamo che qualcuno arrivi lontano...


OPTIMIST | 21

Lorenzo Bassu, la nostra “mascotte”... apprezza il cibo locale gata tecnicamente difficile che di un contesto culturale e sportivo profondamente diverso, principalmente caratterizzato da un forte rigore e da un’appassionante dedizione alla vela, ma non solo. La Città del Leone, così soprannominata a partire dall’etimologia del termine malese Singapura, si estende per soli 641 km quadrati ma, grazie alla presenza di numerosi grattacieli tipici di una ricca città cosmopolita, riesce ad ospitare una popolazione di quasi ben 6 milioni di abitanti! Non stupisce che, a differenza del Bel Paese costellato da nord a sud da circoli, club velici e svariate sezioni di lega navale, l’intera attività

si concentri nell’unica struttura presente, il National Sailing Centre, centro federale di recente costruzione presso il quale il team italiano ha potuto vivere la sua avventura e dove nel 2010 si sono svolti i Giochi Olimpici giovanili. Durante questa missione “lampo”, gli Optimisti azzurri sono entrati in contatto con una realtà completamente nuova e diversa da quella cui sono avvezzi, grazie anche all’ospitalità loro accordata dalle famiglie degli atleti locali con i quali hanno condiviso abitudini (culinarie... e non) e programmi, in particolare le ragazze hanno potuto vivere in prima persona la vita scolastica di tutti i

giorni, apprezzandone soprattutto i numerosi momenti e l’importanza riservata alle attività sportive... un miraggio per le scuole in patria! Il gruppo italiano si è inoltre ritagliato alcuni momenti per visitare il centro della città, giusto il tempo per rifarsi gli occhi alla vista di cotanta modernità e imponenza geometrica conferita da un susseguirsi di palazzi, centri commerciali e alberghi (impossibile non notare il famoso hotel le cui tre cime sorreggono una mastodontica struttura a forma di nave!), ma allo stesso tempo “alleggerita” da un’interessante florida vegetazione, grazie alla presenza di numerosi parchi e aree verdi.


22 | OPTIMIST

Con la squadra di Singapore

La consegna dei gagliardetti


OPTIMIST | 23

E come non parlare dell’altra città, quella galleggiante sul mare, ogni giorno platea delle regate: diverse centinaia di navi di grandi dimensioni ancorate al largo della costa in attesa di entrare nel porto commerciale più attivo al mondo ed allineate quasi a creare una barriera che si disperde a vista d’occhio fino a nascondere l’orizzonte. Nonostante il piacere, manifestamente espresso, degli amici singaporesi nell’avere per la prima volta ospite una squadra Optimista italiana, non poche sono state le difficoltà cui far fronte, a partire dalle condizioni delle barche e dall’attrezzatura fornita, o meglio non fornita.., passando per le criticità della sistemazione offerta a Norberto e al coach, fino ad arrivare al gommone prestato per seguire i ragazzi in acqua, che ha lasciato molto a desiderare per quanto riguarda le tempistiche di messa in acqua (praticamente l’arrivo sul campo è avvenuto sempre nella fase preparatoria della partenza, non consentendo al coach di condividere le impressioni e suggerimenti rispetto alle condizioni in essere al momento) e il funzionamento. Mentre alla seconda ed all’ultima non si è riusciti a trovare compromessi, alla prima si è posto rimedio inizialmente effettuando alcuni acquisti non previsti in loco, poi risolvendo completamente la questione solo a seguito della prima giornata di regate quando Luca Valentino ha rischiato di essere penalizzato a seguito di un controllo di stazza in cui era stata segnalata la mancanza della pagaia. Non solo in questi termini e tralasciando lungaggini descrittive sul regime alimentare alquanto piccante seguìto dalla ciurma durante la permanenza in Singapore, sopratutto sul campo la location si è rivelata alquanto ostica

Norberto e Riki

e di difficile assimilazione interpretativa. In primo luogo, non irrilevante a livello fisico sia a terra che in mare, l’incidenza di temperature molto elevate aggravata da un tasso di umidità compreso tra il 60% e l’80%; in seconda battuta, ma senza addentrarsi in particolarismi tecnici di cui è portavoce il coach incaricato, l’inusuale volubilità del vento, con oscillazioni fino a 30° a destra e a sinistra, in qualsiasi ora del giorno, a gran tratti repentina da risultare spesso ingestibile dai timonieri azzurri, che mai si sarebbero ritrovati a regatare con tali condizioni sui nostri campi. Per non parlare della corrente, anch’essa instabile, toccando variazioni dai 90° ai 180°nell’arco della giornata, e particolarmente fastidiosa e penalizzante in partenza, ragion per cui ben 4 membri della squadra azzurra nel corso di una prova si sono ritrovati “in panchina” dopo aver incassato un bfd. Sono state un paio le uscite pomeridiane prima dell’apertura ufficiale dell’open championship di tre giorni, tutti caratterizzati da vento steso fino a 20 nodi e il primo dei quali ha regalato grande soddisfazione nel veder in testa alla classifica ben 3 italiani (Luca, Arianna e Guido). Mentre per la prima giornata il segnale di partenza è stato dato alle 15.00, ragione per cui gli azzurri hanno saputo costruire tatticamente meglio il tracciato da seguire avendolo sperimentato in allenamento, per gli altri giorni l’uscita in mare è stata fissata nella tarda mattinata, cogliendoli impreparati al nuovo orientamento di percorso e soprattutto poco sintonizzati con le diverse condizioni e i continui salti di vento. La capacità di sfruttare le potenti raffiche in navigazione si è rivelata una delle armi vincenti adottata dai ragazzi, la ricerca degli estremi e la non impeccabile bravura

nel gestire le fasi di andatura portante i fattori penalizzanti la conduzione della regata. Ognuno di loro è stato protagonista di spunti e prestazioni brillanti e in generale il team italiano ha ben figurato nella manifestazione giocata all’interno della gold fleet (ovvero la flotta dei migliori singaporesi) composta da 98 timonieri. I piazzamenti nella classifica finale sono di tutto rispetto, considerato anche il livello degli avversari, e sintomatici di un potenziale esistente ma ancora in divenire: primo fra gli italiani, Guido Gallinaro conquista, dimostrando una crescente maturità, il 10° posto; 15° Luca Valentino, autore di due primi parziali assoluti; dietro a lui di 14 punti con molta personalità Elisabetta Fedele consegue il 18°; al 30° posto, un po’ sottotono rispetto alle doti di cui ci ha fatto spesso spettatori, Arianna Passamonti. Anche gli altri azzurrini chiudono tutti entro la metà della classifica, quasi in sequenza: 37° Tommaso Salvetta, 41° Pietro Salvadego, 43° Lorenzo Bassu e 44° Antonio Persico. Nessun premiato dunque sul podio, ma... un ospite speciale chiamato a premiare la categoria Under 12: nientepopodimeno che Norberto Foletti, un uomo una... leggenda per l’Optimist! Nel complesso dunque una missione unica ed indimenticabile per tutti, un’opportunità di scambio di vedute e di condivisione di metodi e conoscenza di nuovi approcci alla regata sia per gli atleti che per i coach, un’occasione per creare nuovi legami di amicizia e consolidare quelli esistenti.. una finestra sul futuro che vedrà di nuovo l’Optimist Italia misurarsi contro l’Optimist Singapore! .. E chissà che questo stesso futuro non abbia in serbo sorprese per noi!

Foletti con il presidente della Federazione di Singapore e con la vincitrice della regata


24 | OPTIMIST

Trani - I tappa - 8/9 marzo Civitavecchia - II tappa - 5/6 aprile Bellano - III tappa - 7/8 giugno Grosseto - IV tappa - 23/25 luglio Porto San Giorgio - V tappa - 20/21 settembre


OPTIMIST | 25


26 | OPTIMIST

SV. Nikola Regatta

Pola, 5/8 dicembre 2013

[ testo e foto di Daniela Colnaghi - Delegato XV Zona ] Forse perché incantati dall’Istria, dai suoi tramonti mozzafiato e dai suoi colori, anche quest’anno diverse squadre italiane hanno partecipato alla classica regata dell’Immacolata a Pola, oltre a quelle dal fronte triestino, presenti anche la LNI Venezia, il CV Bellano, la LNI Mandello a conferire il carattere di internazionalità all’evento insieme agli altri team sloveni, ungheresi, cechi, serbi, tedeschi, austriaci e monegaschi. A sfidarsi in tutto 257 Optimisti, di cui un buon 40% Under 12. Non esistendo ripartizione tra juniores e cadetti qui i ragazzi hanno regatato tutti insieme, divisi in tre flotte. Il clima si è rivelato molto più mite rispetto a quello cui la location ci ha abituati negli ultimi anni, il vento invece si è fatto desiderare più volte. Ogni mattina il segnale di partenza era previsto alle ore 10.00, purtroppo nel corso della prima giornata gli atleti hanno

dovuto aspettare a lungo in acqua prima che l’aria si facesse sentire, riuscendo a disputare solo una prova a causa dei salti di vento e del brusco calo subìto già sul finire della prima prova facendo tra l’altro rischiare molto a ragazzi, soprattutto nel corso della poppa. Tre invece le prove durante il secondo giorno caratterizzato da vento proveniente da terra ad un’intensità di circa 7 nodi ma tuttavia ancora rafficato e ballerino, favorendo un tempo la destra e un momento dopo la sinistra del campo. In totale solo cinque i match conclusi nel corso della manifestazione, poiché anche nell’ultima giornata i 3-4 nodi di aria e un po’ di corrente hanno a fatica consentito lo svolgimento di una sola prova, nonostante il Comitato abbia fatto poi un altro tentativo di partenza. A dominare su tutti un Optimista sloveno, seguìto da un atleta di casa e dal monegasco Ilsley. La regata è comunque stata gestita ed interpretata particolarmente


OPTIMIST | 27

bene da alcuni ragazzi appartenenti al Gruppo Agonistico Nazionale che sono riusciti ad esprimersi nonostante le difficoltà create dal vento e dal campo, non sempre ben posizionato. Prima fra gli italiani e sul gradino più alto del podio femminile, nonostante sia stata la sua prima volta a Pola, Arianna Passamonti (YC Castelfusano), con soli due punti di vantaggio su Riccardo Colombo (LNI Mandello), entrambi con degli ottimi piazzamenti parziali (6-8-1-4 la prima, 12-7-1-1 il secondo). “Rosa” anche i due migliori risultati a seguire, grazie al 12° posto di Luisa Penso, portabandiera dello YC Adriaco, e al 14° di Elisabetta Fedele (YC Cagliari), unica isolana presente alla manifestazione. Una prestazione complessiva di tutto rispetto anche per l’altro atleta

mandellese, Alessandro Venini che, chiudendo 17° realizza il suo miglior risultato mai conseguito su un campo internazionale. Chiude nei trenta, più precisamente 25°, anche Nicolas Starc (SV Barcola Gargnano) di nuovo sulla cresta dell’onda dopo una stagione un po’ sottotono nonostante la sua partecipazione nel 2012 ai Campionati Mondiali di Santo Domingo. Triestini anche i due cadetti meglio classificati per la categoria Under 12: Riccardo Campodonico dell’Adriaco e Tinej Sterni del Circolo Nautico Triestino Sirena. Per l’anno prossimo ci rimane un’unica certezza.. che la Croazia saprà regalarci ancora indimenticabili tramonti e sfumature, per il resto... chi ci sarà vedrà!


28 | OPTIMIST

Selezione Interzonale Livorno

Livorno, 28/30 marzo 2014

[ Benedetta Danti ] Il Circolo Nautico Livorno e il Circolo Velico Pietra bianca hanno ospitato la Selezione Interzonale per II,III e IV zona. Tre meravigliose giornate di sole e temperatura più che mite ci hanno accompagnato in questo difficile percorso. Nonostante le previsioni meteo facessero temere il peggio il vento non ci ha mai abbandonato ed abbiamo portato a termine otto belle prove. Il primo giorno abbiamo regatato con la termica, maestrale che è andato piano piano intensificandosi fino a un massimo di dieci nodi, direzione stabile, corrente piuttosto intensa. Dopo le prime tre prove la classifica si è delineata e nei successivi giorni soprattutto nelle prime posizioni non ci sono state grosse sorprese. Il secondo giorno il vento di terra molto instabile sia come direzione che come intensità ha messo in difficoltà molti regatanti in particolare nella seconda prova; l’ultima prova è stata disputata con aria da sudovest sempre leggera. Il terzo giorno, dopo una breve attesa, abbiamo regatato nuovamente con vento da sudovest molto stabile, ma al termine della seconda prova ci ha abbandonati e abbiamo così chiuso la selezione. Peccato non aver potuto regatare anche con vento un po’ più sostenuto in modo che i ragazzi potessero confrontarsi con tutte le condizioni, ma

dobbiamo essere comunque contenti per aver disputato ben 8 prove. 17 selezionati per la IV zona, 14 per la II e 8 per la III. Si aggiudica la vittoria Lorenzo Bassu, al secondo posto Lorenzo Rizzo e al terzo Federico Andrei, quinta assoluta e prima femminile Arianna Passamonti. Ciao tutti ci vediamo a Crotone!

L’instancabile Dario con i ragazzi della II zona premiati: 2° Lorenzo Rizzo, 3° Federico Andrei, 4° Andrea Martini, 5° Niccolò Tognoni


OPTIMIST | 29

Selezione Interzonale Ravenna

Marina di Ravenna, 28/30 marzo 2014

[ Foto e testo CV Ravennate ] Marina di Ravenna - Tanto sole ed entusiasmo che alla fine anche Eolo dispettoso si è deciso ad aprire le sue anfore permettendo ai 147 timonieri provenienti da tutta l’Emilia Romagna, Marche, Veneto e Friuli di disputare cinque delle nove prove previste dalla regata di selezione interzonale, primo passo per accedere alle selezioni nazionali ed entrare nella squadra azzurra in occasione dei Campionati Europei (12-20 luglio in Irlanda) e Campionati Mondiali (20-31 ottobre in Argentina). L’efficiente organizzazione del Circolo Velico Ravennate e dell’XI Zona, la brillante regia del Comitato di Regata presieduto da Roberta Righetti, ma anche l’accoglienza e la cucina romagnola hanno fatto il possibile per rimediare ai capricci del vento che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino al pomeriggio dell’ultimo giorno, quando la flotta gialla è scesa in acqua per recuperare la terza prova annullata il giorno precedente, indispensabile per considerare valida la regata di selezione. Complice il vento leggero da Nord Est che ha fatto ingresso nel primo pomeriggio e l’entusiasmo dei piccoli grandi timonieri in corsa verso i campi continentali e iridati, è stato possibile disputare la quarta prova con la quale è entrato lo scarto e infine anche la quinta e ultima prova. In definitiva, tanto divertimento a terra come in mare, dove in attesa del vento gli Optimist hanno approfittato delle splendide giornate primaverili per fare i primi tuffi della stagione. Si è aggiudicato la vittoria Alessandro Caldari, portacolori del CN Cesenatico (1-22-1) che con molta umiltà ha dichiarato ‘È andata bene, con vento leggero sono favorito’. Secondo a pari punti con il primo Matthias Menis della Società Velica Barcola Grignano (2-1-1-2).Terza Luisa Penso, Yacht Club Adriaco, che ha scartato come peggior risultato un 7° posto, mettendo in bottino un primo, un terzo e conquistando il gradino più alto del podio nella classifica femminile seguita da Federica Giovagnoni (SEF Stamura), 2^ femmina e 10^ nella classifica overall, che a sua volta precede di un solo punto in classifica un’altra atleta

triestina: Stefania Padoan. Tornando alla classifica generale, ai piedi del podio troviamo nell’ordine: al quarto posto Pietro Salvadego, sezione Venezia della Lega Navale; al quinto Lorenzo Badiali del Circolo Nautico Senigallia; al sesto Luca Valentino del Circolo Vela Cesenatico; al settimo Federico Ulcigrai del Circolo Vela Muggia che con un primo e un terzo in attivo ha pagato caro il BFD della prima prova; all’ottavo Nicolas Starc (SV

Barcola Grignano) che ha tagliato per primo il traguardo nell’ultima prova; nono Matteo Guardigli (CN Cesenatico) che ha conquistato un bel secondo posto nella quarta prova e la già menzionata Federica Giovagnoni. Hanno dunque passato il turno 44 timonieri che a maggio si incontreranno a Crotone per la prima selezione nazionale. Jacopo Mutti, direttore sportivo del Circolo Velico Ravennate ha infine invitato i giovani timonieri protagonisti di questa splendida tre giorni di sport a tornare a Marina di Ravenna per il Festivela (dal 20 al 22 giugno), regata a squadre riservata alla classe Optimist che ha raccolto l’importante eredità dell’evento di Raul Gardini trasformandolo in una grande festa della vela riservata ai giovanissimi. La selezione interzonale di Marina di Ravenna è stata organizzata grazie al sostegno di Lamas Nautica e Sailservice e alla collaborazione con Sorvolare.it che ha messo a disposizione i suoi droni leggeri equipaggiati con telecamere GoPro per riprendere i giovani timonieri in azione.


30 | OPTIMIST

Selezione Interzonale Dervio

Dervio (LC), 28/30 marzo 2014

La Prima Selezione Interzonale Optimist va a Gaia Bergonzini di Fraglia Vela Malcesine [ Caterina Cafaro - uff. comunicazione LNI Milano ] Grande partecipazione alla 1a Selezione Interzonale Optimist che si è disputata dal 28 al 30 marzo a Dervio (LC), Loc. Santa Cecilia, e organizzata dalla Multilario, l’Associazione dei Circoli Velici Lariani. Vince Gaia Bergonzini di Fraglia Vela Malcesine, seguita da Matteo Bedoni di Fraglia Vela Riva e Veronica Ferraro dello YC Sanremo. 116 timonieri provenienti dalla I, XIV e XV Zona (Liguria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Lago di Garda) della FIV-Federazione Italiana Vela sono scesi in acqua a partire da venerdì 28 marzo per la tre giorni di regate. Purtroppo il vento non ha sempre aiutato la manifestazione ma l’esperienza del Comitato di Regata, presieduto da Giorgio Battinelli, ha permesso di concludere ben 7 prove agli agguerritissimi giovani atleti, suddivisi in due flotte. 39 sono i ragazzi che si sono guadagnati il passaggio alla 1a Selezione Nazionale per Campionato Europeo e Mondiale che si disputerà a Crotone dal 1° al 4 maggio 2014. La Lega Navale Italiana Sezione di Milano sarà rappresentata da due fratelli, Luca e Davide Falzoni, che si sono classificati rispettivamente al 26° e 35° posto. La regata è stata organizzata dalla Multilario, l’Associazione dei seguenti Circoli Velici Lariani: Lega Navale Italiana Sezione di Milano, Centro Vela Dervio, Yacht Club Como, Circolo Vela Bellano, AVAL-CVD Gravedona e Skiffsailing Dongo, con il contributo di Prysmian Group, Gruppo Immobiliare Bianchi Bazzi e Futura Group srl, e con il patrocinio di Regione Lombardia-Sport e Politiche per i giovani, Provincia di Lecco, Comune di Dervio, Lega Navale Italiana - Presidenza Nazionale, CONI, Federazione Italiana Vela, Associazione Italiana Classe Optimist.


OPTIMIST | 31

Selezione Interzonale Bari

Circolo della Vela Bari, 28/30 marzo 2014

CINQUE I PUGLIESI CHE PASSANO ALLA SELEZIONE NAZIONALE - TRE SONO DEL CIRCOLO DELLA VELA BARI [ Alessandra Montemurro addETTO stampa CV Bari ] Cinque prove in due giorni per i 118 equipaggi che hanno partecipato alla Selezione interzonale Optimist la cui organizzazione è stata affidata da Alberto Lategola e dal consiglio dell'VIII Zona FIV al Circolo della Vela di Bari. Peccato per l'assenza di vento che ha impedito ai piccoli velisti di regatare anche nella terza giornata. Ma poco importa, le cinque prove portate a termine bastano per chiudere la selezione. Dalla zona alla fine solo in cinque passano alla fase nazionale. I primi tre posti sono stati conquistati da Salvatore Sciuto (CN NIC Catania), Demetrio Sposato (CV Crotone) e Marco Crispino (LNI Napoli). Scorrendo la classifica al quinto posto si incontra Camilla Manzi (LNI Trani) che è la prima pugliese in assoluto a comparire nell'elenco e prima anche nella classifica femminile (2° posto per Maria Ludovica Gullo (CCR Lauria) e 3° per Raffaella Elena Santagati (CN NIC Catania)). "Stiamo lavorando da un anno per ottenere questi risultati - commenta a caldo Michele Ricci, allenatore di Camilla -. Soprattutto dopo la tappa Kinder di Trani di una ventina di giorni fa dove ha chiuso come ottava in assoluto. Ora siamo fiduciosi per la prima tappa della selezione nazionale dove, insieme a Camilla, ci sarà anche Adriano Notarangelo che dopo l'esperienza dello scorso anno stavolta ha sicuramente una marcia in più per superare anche l'ultimo gradino". Ottimo anche il risultato del Circolo della Vela di Bari. Tra i nove iscritti totali ben tre si sono classificati per il passaggio alle selezioni nazionali. Si tratta di Vincenzo Rubino (21° posto); Chiara Scarangella (30° posto) e Chiara Ditonno (36° posto).

"Sono soddisfatto per l'organizzazione a cui anche noi istruttori abbiamo contribuito commenta Beppe Palumbo, tecnico della classe Optimist per il CV Bari -. L'obiettivo è stato raggiunto da parte dei ragazzi a cui si era chiesto una selezione tranquilla. Ogni errore sarebbe potuto costare caro. Così non è stato. Sicuramente qualcuno che è rimasto fuori dai selezionati meritava qualcosa in più, ma evidentemente non era ancora pronto per affrontare un impegno così importante. Continueremo a lavorare per altri obiettivi". Complimenti particolari sono stati fatti dal presidente del comitato di regata, Costanzo Villa, per il lavoro di tutti i posaboe e dei marinai del Circolo della Vela di Bari che "hanno lavorato in modo eccezionale". "Abbiamo avuto condizioni meteo favorevolissime - ha commentato Peppo Russo, vice presidente nautico del Circolo della Vela di Bari -. Il primo giorno tanto vento e tanto mare che ci hanno fatto portare a termine tre regate con elevate difficoltà, specie per gli atleti più giovani. Il secondo giorno vento leggero, con tanta corrente in mare, e sole hanno caratterizzato le altre due prove. Nulla di fatto nell'ultima giornata, ma i ragazzi sono stati ugualmente soddisfatti. Gli equipaggi hanno potuto esprimersi nelle diverse condizioni - prosegue Russo - ed è quanto di meglio si possa richiedere per una selezione di questo tipo. Il risultato organizzativo è stato eccellente e ci lascia ben sperare anche per l'assegnazione futura di eventi di questa portata, e anche maggiore, ai quali aspiriamo. I risultati della zona sono stati buoni, ottimi per

il Circolo della Vela. Forse avevamo qualche aspirazione in più nel cassetto, ma sapevamo che sarebbe stato estremamente difficile. Hanno vinto i più bravi. È lo sport che ha vinto". "Bravi, bravi davvero!" è il commento degli istruttori classe Optimist durante la premiazione finale, tra gli applausi di tutti i partecipanti per marinai, posaboe, istruttori, organizzatori, per l'assistenza continua e la competenza di chi ha lavorato, oltre che naturalmente per la bellissima accoglienza ricevuta. "Ringrazio tutti gli equipaggi, gli istruttori e gli accompagnatori che sono venuti a Bari da fuori e i baresi che hanno partecipato alla tre giorni del Circolo della Vela - ha detto l'assessore comunale al marketing territoriale Antonio Vasile - per portare alti i colori della loro città. Spiegate quando tornate a casa - ha aggiunto - che Bari è bella e accogliente. Vi invitiamo a tornare presto, sarete i benvenuti". Un ringraziamento per tutti gli atleti sui pontili della sede nautica del Circolo, e che nei giorni scorsi hanno popolato il mare di piccole vele bianche è arrivato anche dalla presidente del CV Bari Simonetta Lorusso che ha sottolineato come senza i ragazzi non sarebbe stato possibile fare nulla. "Il mare è un elemento da amare - ha detto - e voi lo amate. Sfidarlo vuol dire avere coraggio. Chi lo fa deve farlo con intelligenza. L'intelligenza che voi avete dimostrato di avere. Grazie". Adesso si pensa già a Crotone. È qui che dal 1 al 4 maggio ci sarà la prima selezione nazionale. Arriveranno 160 equipaggi e solo in 80 passeranno alla fase finale. "A Bari abbiamo trovato un'organizzazione impeccabile - ha detto Francesco Verri, presidente del Club Velico di Crotone - e noi speriamo di fare lo stesso. Siamo un circolo giovane (nati nel 2012 n.d.r.) ma abbiamo studiato per essere all'altezza. Lo scorso anno la nostra città ha ospitato il campionato italiano laser ed è pronta per i più piccoli. Al di là dell'aspetto puramente tecnico - prosegue - abbiamo pensato anche ad un'organizzazione di terra per gli accompagnatori degli equipaggi con diversi tour per far conoscere la nostra città. Sarà una vera festa per tutti".


32 | OPTIMIST

SUZUKI

DOC DEFENSE OF CUSTOMERS


OPTIMIST | 33

Bigblu

VIII edizione salone nautico di Roma

Roma, 20/24 febbraio 2013

[ Stefano Amadei - Optimist IV Zona ] Si è tenuta dal 12 al 16 febbraio l’ottava edizione del BIGBLU, il Salone della Nautica e del Mare di Roma. In 7 padiglioni espositori e visitatori hanno dato vita ad un evento che cerca, in questo momento di pesante crisi generale, di essere un punto di riferimento per il settore nautico dopo il Salone di Genova. In questa edizione una gradita novità.. oltre all’ingresso gratuito nella giornata di mercoledì 12, il primo giorno di apertura del Salone, la gratuità è stata allargata anche alle giornate di venerdì e sabato dalle ore 19 fino alle ore 22... novità che ha generato una ragguardevole presenza di pubblico! Come nelle passate edizioni, in questo Salone non potevamo certo mancare noi della Classe Optimist ed il nostro “mitico” Optimist di legno da esposizione! È innegabile che, rispetto al passato, si sia avuta una diminuzione del numero di espositori e di ingressi al Salone, ma non per noi del mondo Optimist che abbiamo sempre avuto una larga presenza di piccoli visitatori. Sono stati cinque giorni ricchi di soddisfazione per le molte richieste sulla nostra attività da parte di giovanissimi e meno giovani, tutti interessati a condividere con noi la stupenda passione per la vela!! Per la cronaca abbiamo avuto la visita di alcune scolaresche, sempre curiose di conoscere il mondo della vela. Veramente gradito tutto il nostro materiale pubblicitario che, come sempre, veniva di s t r ib ui t o gratuitamente: manifesti dell’Optimis t , qua-

derni, l’Optimist di cartoncino da costruire, ed altro ancora. A tutti coloro i quali ci sono venuti a trovare ed a chi quest’anno non è potuto venire, un arrivederci al prossimo anno!


34 | OPTIMIST

2° Raduno GAN

Riva del Garda, 14/17 novembre 2013

[ Marcello Meringolo Tecnico di Classe Nazionale Optimist ] Il secondo raduno del Gan 2014, ha visto la partecipazione di tutti i 24 convocati, con l’aggiunta di alcuni aggregati, selezionati dalle regate di inizio novembre e dal raduno Cadetti di Crotone. Mi soffermo subito sugli aggregati, che hanno mostrato molto impegno nel tentativo di guadagnarsi il via libera per il terzo raduno in programma a fine dicembre a Scarlino.
L’impatto dei 2002, con l’attività juniores, è nel complesso molto duro, ma pian piano, devo dire, che con impegno e attenzione i giovanissimi non hanno demeritato, mostrando a più riprese delle cose anche interessanti, oltre che regatare tra i primi sempre più spesso.
Queste note positive, purtroppo, al momento, non riguardano tutto il gruppo, che probabilmente ancora non ha metabolizzato cosa vuol dire far parte di un team nazionale. Qualcuno forse è appagato solo dal fatto di esserci, e a questo punto è inevitabile un piccolo raffronto con il secondo raduno Gan di Anzio 2012; in questo momento come gia ribadito nella riunione finale, siamo un po’ indietro soprattutto dal punto di vista della partecipazione in aula, e nella voglia di applicare i consigli dati.
Credo che al prossimo raduno dovrà esserci una svolta decisiva, in tal senso, per riuscire a dare una svolta decisiva

in positivo al progetto Gan 2014.
La prima giornata è stata caratterizzata da pioggia e freddo, e nonostante questo pessimo clima, i ragazzi hanno fatto un buon lavoro, nel complesso, anche se diversi hanno ceduto fisicamente abbastanza presto. Dopo la fase di lavoro a gruppi, abbiamo fatto tre prove con una buona pressione, molto tecniche e tatticamente difficili, che ha risaltato le qualità di alcuni ragazzi, mentre si registrano ancora troppi OCS e BFD, tanti dei quali presi a 50 secondi dal via… C’è da riflettere…
La seconda giornata, un bellissimo sole e un bel vento da nord hanno fatto da cornice al nostro lavoro. Cambiando lo schema del giorno precedente, abbiamo fatto subito una regata di flotta con una bella pressione, e poi fatto il lavoro di gruppo. Dopo un piccolo break siamo passati a fare una regata tutti insieme, impossibile da

fare a causa di una fortissima corrente che da sud andava verso nord … Mai vista in tanti anni. In pratica le barche navigando non si sono mai mosse verso la boa di bolina, anzi molti sono andati sotto alla posizione reale di partenza. Solo in quattro sono riusciti ad avvicinarsi alla boa 1, sfruttando le raffiche più forti a sinistra, per risalire la corrente.
Il terzo giorno, siamo usciti presto, e come nella seconda giornata fatto subito una regata di flotta con un vento medio, molto ballerino che ha messo in difficoltà molti ragazzi, soprattutto coloro che hanno estremizzato sul lato sbagliato del campo.
Dopo la pausa “barretta” che ha fatto tutti felici, siamo passati al lavoro di gruppo, dove abbiamo fatto un lavoro intenso sulle andature portanti.
Ultima regata finale, con ancora molti BFD, anche illustri, alcuni immotivati, ancora presi a 50 secondi… Considerazioni finali:
Ci aspettiamo certamente col prossimo raduno, una svolta, un po decisiva come lo scorso anno. Siamo convinti che i margini di miglioramento generali, siano ampi, ma ci vuole sicuramente più attenzione sia in acqua che in terra.
Ancora, poca attenzione, soprattutto sui 2002, a proposito delle regolazioni della vela, in certi casi, c’è anche poca conoscenza in materia. Anche sul discorso stazze, non ci siamo, troppo spesso si vedono gli stroppi non regolati e le strisce fuori.
Troppi OCS, troppi BFD … C’è da riflettere, visto che nel prossimo raduno sarà un tema centrale.
Il tema “gate” sarà riproposto, perché ormai ritenuto determinante soprattutto negli eventi internazionali.
Nei prossimi giorni sarà pubblicato il modulo di autovalutazione del raduno, che invitiamo tutti, a fare con maggiore cura.
Un grazie sentito al Porto S. Nicolò che ci ha ospitato, al Sig. Roberto Valle, per l’assistenza logistica a terra, al Comitato XIV Zona e al Consigliere Federale Rodolfo Bergamaschi per il supporto logistico dei gommoni e al Residence Centro Vela.
Un grazie sentito a Riccardo Di Paco e Pietro Micillo, gli allenatori ufficiali di questo raduno, a Mauro Berteotti, Ludovica Falco e Marco Ginevri per l’assistenza data al raduno, e al nostro segretario di classe che ci ha seguito per tutto il raduno.


OPTIMIST | 35

3° Raduno GAN

Scarlino, 27/30 dicembre 2013

[ Marcello Meringolo Tecnico di Classe Nazionale Optimist ] Dal 27 al 30 dicembre, si è tenuto, il terzo raduno GAN presso il Club Nautico Scarlino, che ci ha ospitati come sempre con simpatia e disponibilità. Sono state tre giornate molto interessanti sia in terra che in aula, e devo dire già da subito che il forte richiamo che avevamo fatto al gruppo dopo il secondo raduno è stato certamente ascoltato. L’impegno è stato buono e lo stato di attenzione, del gruppo nel suo complesso, molto costruttivo e formativo. I ragazzi sono stati divisi in tre gruppi di lavoro, con i tre allenatori ufficiali del raduno (oltre a Riky, c’era Andrea Mirabile), che hanno “girato” nella conduzione dei gruppi nelle tre giornate. Per quanto mi riguarda, devo dire che due gruppi (il 2 e il 3) hanno girato molto bene e hanno lavorato con una buona sintonia, mentre il gruppo 1, nonostante delle buone individualità, dava meno l’idea di un gruppo coeso … Niente di preoccupante, ma certamente, la prossima volta ci sarà più attenzione su questo aspetto da parte di questi ragazzi. L’adattamento degli “aggregati” è stato positivo, sotto ogni aspetto, vista la presenza di alcuni ragazzi del GAN 2013. Per quanto riguarda i 2002, credo di dovermi soffermare un attimo in più stavolta; c’è un dato certo in tutto questo, lo “sbilancio” tra l’attività juniores e l’attività dell’ultimo anno di cadetti (per intendersi jun. 1998-2001 e i cadetti 2002), è molto marcata e certamente chi paga il conto di tutto questo sono i più giovani, che comunque messi a lavorare coi più grandi, danno subito dei segnali importanti delle proprie qualità. Ormai questa considerazione è da tempo nota, non credo di dover aggiungere altro. Tornando a parlare dei “2002″ presenti, credo che nel complesso, nei tre giorni si siano visti dei passi in avanti, e senza dubbio tutti sono tornati a casa con un piccolo o grande bagaglio di esperienza in più. I passi da fare sono molti e certamente le prime difficoltà da juniores, nell’anno 2014 non dovrà spaventarli, poiché non è solo per colpa loro, come dicevamo prima se c’è questo gap da recuperare. Il mio invito è di continuare ad allenarsi con impegno ed affrontare con tranquillità i prossimi impegni che saranno selettivi, ma certamente aumenteranno la loro crescita. Per quanto riguarda le regate fatte, sono state molto tattiche e interessanti, di lunghezza quasi reale, e con molti spunti di discussione che sono stati toccati in aula, con i video e delle spiegazioni mirate. Unica nota dolente, ancora troppo frontali le lezioni in aula, a parte la discussione di alcune proteste, che hanno reso più partecipativo il dialogo. Un punto, quello della partecipazione delle lezioni a terra, che sarà sviluppato nei prossimi incontri. Le condizioni meteo sono state ottimali per lavorare oltre che sulla conduzione con aria medio-leggera, anche per poter imparare a gestire una bolina con vento oscillante, sempre tenendo presente la corrente soprattutto vicino al fiume che si trova accanto al porto di Scarlino. Allungare troppo un bordo, dimenticando la fase di avvicinamento alla

boa, quando se ne aveva la possibilità era molto penalizzante e in molti credo abbiano compreso bene questo concetto, oltre al fatto di guardarsi molto di più in giro alla ricerca della raffica giusta, sempre per andare in avvicinamento alla boa. A livello di conduzione, non mi sento di dire molto, in quanto molti erano fermi da un pò di tempo, anche se sulla poppa, dovremo lavorare ancora molto. Sono stati visti, ancora una volta i video della preparazione mondiale 2013, e magari qualcuno prima del prossimo raduno lo metterò sul sito del GAN, protetto da password. Sono stati toccati molti temi interessanti, in aula, e mi aspetto nel prossimo report dei ragazzi, su questo raduno, certamente qualche appunto. Ho affidato a Luca Valentino il compito, per la prossima volta, di fare un piccolo resoconto sugli aspetti tattici delle regate effettuate. Sono curioso di vedere la sua analisi, e conoscendo Luca, mi aspetto un lavoro certamente qualitativo. Per quanto riguarda i report che i ragazzi fanno sui raduni, va a loro, una nota positiva, in quanto, quasi tutti hanno posto molta più attenzione e sono stati fatti con molta più cura. Avere il loro punto di vista ci serve per poter toccare degli argomenti, che a volte, diamo per scontati, ma nella realtà non lo sono. Bene così. La classifica finale del raduno e gli aggiornamenti dati alla fine di ogni giornata, non ci interessano molto, se non a fare un po’ di statistica, conta molto di più aver compreso quelle parti teoriche che abbiamo sviluppato. In aula come dicevamo, è stata fatta una lezione sul regolamento di regata (in particolare è stato toccato il tema della richiesta di riparazione), da parte del giudice, Giuseppe Lallai, attuale Presidente del Comitato II Zona, che ringraziamo per la consueta disponibilità a partecipare ai nostri raduni. Ringraziamenti: al Club Nautico Scarlino, per il supporto logistico, nella persona di Claudia Tosi, al Presidente del Comitato di Zona Giuseppe Lallai e al consigliere Andrea Leonardi, ai tecnici ufficiali Riccardo Di Paco e Andrea Mirabile, agli allenatori intervenuti volontariamente che hanno dato il loro contributo al raduno, Marco Barabino, Paola Fachin, Roberto Mascaro, Alessandra Petri, Dario Tonacci e Riccardo Turi.


36 | OPTIMIST

4° Raduno GAN

Follonica, 30 gennaio/2 febbraio 2014

[ Marcello Meringolo Tecnico di Classe Nazionale Optimist ] Va in archivio anche il quarto raduno del GAN 2014, ormai manca solo l’ultimo appuntamento di Marsala, in concomitanza con la trasferta di Singapore, per chiudere questo periodo di preparazione collegiale. Il tempo dei bilanci lo faremo dopo Marsala, dove speriamo che il meteo sia più clemente di quello che abbiamo trovato a Scarlino in questi giorni. Purtroppo l’alluvione che si è abbattuta sul centro Italia, ha colpito pesantemente anche Scarlino e la piena del fiume adiacente al Porto ha portato in mare aperto un bel numero di barche e la Capitaneria di Porto è stata costretta a chiudere la Marina di Scarlino da venerdì mattina in poi. Purtroppo anche venerdì il tempo non era migliorato e a quel punto abbiamo lavorato di più in aula, come chiesto anche da qualcuno nei test di autovalutazione. Un ringraziamento va a Giuliano Tosi, che si è gentilmente offerto di tenere una lezione sulla conduzione di una partenza da parte del Comitato di Regata, che ha interessato i ragazzi e anche gli allenatori presenti. Nel pomeriggio di venerdì c’era una certezza, ovvero che il Porto non sarebbe stato utilizzabile neanche per i giorni successivi, a quel

punto Claudia Tosi ha chiesto alla LNI Follonica di poter ospitare il raduno nelle ultime due giornate. Dato parere positivo a questo spostamento, la sera con gli altri allenatori presenti abbiamo organizzato il tutto e al mattino presto abbiamo caricato tutto velocemente e siamo andati a Follonica. Dopo aver armato velocemente, per le 12 siamo riusciti ad andare in acqua, con un buon vento da levante, che è aumentato durante il pomeriggio, ruotando da scirocco e alzando molta onda. I ragazzi hanno lavorato per un ora e mezza circa a gruppi, per poi trovarsi tutti insieme per fare due regate, molto impegnative dal punto di vista fisico e tattico, per la forte corrente presente e il continuo aumento di vento e onda. Fatte le due prove, a quel punto avevamo la prova rientro con un po’ di onda, ma a parte qualche indecisione dei più giovani nel giro di poco siamo tutti a terra per trasferirci nuovamente a Scarlino dove eravamo alloggiati, per fare poi un doppio debriefing prima e dopo cena. Molto interessanti i video fatti in acqua sia sulla conduzione che sulle partenze, ampiamente dibattuti in aula coi ragazzi e allenatori presenti. Domenica, ci siamo alzati presto, e siamo andati a Follonica con la speranza di prendere un po’ di vento subito, ma era evidente che eravamo in mezzo al maltempo che stava colpendo

il nord Italia e quello che stava colpendo Roma, quindi niente vento, solo l’ attesa di qualche “rottura” meteo, che non sarebbe mai arrivata. A quel punto abbiamo fatto due lezioni teoriche, la prima delle quali molto interessante, dove i ragazzi hanno fatto le loro domande in merito agli argomenti trattati. Prima di questo raduno, avevamo detto che dovevamo cercare di aumentare la partecipazione attiva durante le teorie dei ragazzi e, devo dire, questo è stato uno degli obiettivi raggiunti. Nella giornata di sabato alcuni ragazzi avevano il compito di commentare la regata al posto nostro e devo dire che gli spunti per ampliare il dialogo sono stati molti e anche interessanti. Considerazioni Finali: - La giornata di sabato credo possa essere stata molto utile a tutti per vedere una condizione di vento, onda e corrente, che potrebbe essere molto simile a quella che troveranno i ragazzi che andranno al mondiale. Ritengo sia stata una giornata molto selettiva e molto “allenante”. - Le lezioni in aula sono state molto più attive e nel complesso il lavoro è sembrato molto efficace. - Abbiamo valutato come molti ragazzi siano molto al di sotto di una preparazione atletica minima per poter affrontare i prossimi impegni. Tutti sono stati invitati in questi due-tre mesi a fare dell’attività fisica, oltre quella fatta già durante gli allenamenti in barca. Questo dato è avvalorato dai test di autovalutazione dove molti hanno scritto sotto la voce preparazione atletica in palestra, zero ore. Ringraziamenti: - a Riccardo Di Paco e Simone Gesi che hanno gestito con me questo quarto raduno del GAN, a Marco Barabino, Gianni Rubinetti ed Enrico Tortorici che hanno supportato il raduno e dato una grossa mano per lo spostamento di ragazzi e attrezzature. Un grazie a Claudia Tosi che ci ha dato una grossa mano per la gestione dei due raduni, Giuliano Tosi per la lezione sul regolamento, al Comitato della II Zona, per il supporto dato coi mezzi e alla LNI Follonica che ci ha gentilmente ospitati, per gli ultimi due giorni di raduno.


OPTIMIST | 37

5° Raduno GAN

Marsala, 28 febbraio/4 marzo 2014

[ Marcello Meringolo Tecnico di Classe Nazionale Optimist ] Con questo raduno, che si è svolto a Marsala dal 28 Febbraio al 4 Marzo, si è chiusa questa prima fase di preparazione della stagione 2014, che riprenderà dopo la fine delle selezioni nazionali. Marsala si è confermato un posto molto allenante, grazie soprattutto alle difficili condizioni dell’onda. Certamente, alla fine, possiamo ben dire di aver guadagnato molte ore di lavoro. Nelle prime due giornate, c’è stata la Winter Cup, regata organizzata dal locale club marsalese, dove il meteo non è stato molto favorevole per svolgere tutte le prove in programma ma allo stesso tempo ha fornito molti spunti di dibattito in aula. Sempre in aula, molto partecipati i debriefing, grazie ai ragazzi che fanno sempre più parte attiva in questi casi, con degli spunti sempre più interessanti soprattutto dal punto di vista tattico. Avere in gruppo un “senatore” come Alberto Tezza ha certamente stimolato tutti i ragazzi e la sua disponibilità ad essere protagonista degli stessi debriefing ha aumentato la partecipazione di tutti in generale.

Una nota molto negativa, è purtroppo la condotta dei ragazzi nelle partenze soprattutto durante la regata, che hanno eccessivamente forzato la stessa. Credo che ci sia da riflettere, perché questo è un modo assolutamente sbagliato per preparare le prossime selezioni. Devo dire che i ragazzi del GAN su questo aspetto hanno mostrato un atteggiamento molto più maturo… riflettete ragazzi … riflettete ! (So che siete in tanti che leggete queste righe, quindi, meglio essere un po’ più responsabili e quando si viene richiamati in tal senso, è sempre meglio non sottovalutare). Al termine di questo percorso tecnicodidattico, posso dire comunque di aver visto il gruppo più unito, e un po’ più maturato a livello generale. Un ringraziamento sentito, al Presidente del Comitato VII Zona, Ignazio Pipitone, che ha messo a disposizione del GAN, le barche per la regata e per il raduno, a Marcello Attinà e Salvatore Prinzivalli, che come sempre ci hanno aiutato in tutto e per tutto, durante tutta la nostra permanenza a Marsala, a Ylena Carcasole, che ha lavorato con me durante questo ultimo raduno GAN,e a Enrico Tortorici, che ha dato il suo supporto nei due giorni di raduno. Infine un ringraziamento a Dragan Gasic,

Marco Barabino, Beppe Palumbo, Claudio Brighenti, Chiara Collura e Paolo Virgenti che hanno supportato il raduno e si sono aggregati coi loro ragazzi per alcune regate di flotta e a Maurizio Timineri, delegato AICO VII Zona.


38 | OPTIMIST

Raduni in giro per l’Italia Raduno FIV Optimist III zona Cagliari

Raduno FIV Optimist IX zona Pescara

Raduno sperimentale Sud Trani, 5-7 marzo


OPTIMIST | 39

Corso aggiornamento Optimist “Dal talento all’atleta”

Ostia, 18/20 novembre 2013

[ Marcello Meringolo ] Si è svolto ad Ostia il primo corso di aggiornamento nazionale Optimist, dopo molti anni, per volontà del nostro segretario di classe Norberto Foletti e del Consigliere Federale Guido Ricetto, che in questo quadriennio sarà il responsabile della Formazione istruttori federali. Il corso è iniziato con l’apertura tenuta da Guido e da Foletti, che hanno spiegato il valore dell’iniziativa e soprattutto le nuove modalità di aggiornamento del quadriennio. Chiusa la prima parte, siamo entrati nello specifico con la lezione di meteorologia tenuta dal dott. Stefano Gallino che, nel passato quadriennio e nel prossimo, seguirà la squadra olimpica e la formazione istruttori per la FIV. Gallino ha approfondito i temi base della meteorologia per poi andare sempre più nel pratico ed arrivare infine ad indicare dei siti internet da poter consultare. Con l’intervento di Stefano chiudiamo la prima giornata di corso, iniziata nel primo pomeriggio per dare la possibilità a tutti i partecipanti di arrivare tranquillamente. Una partecipazione incredibile: ad Ostia, nel bellissimo Centro di Preparazione Olimpica del Judo, sono arrivati ben 60 tra istruttori ed allenatori, che hanno partecipato in maniera molto produttiva a tutte e le tre giornate di lavoro.

Al mattino di martedì 19 Novembre è stato il momento del Regolamento di Regata, lezione ben gestita da Riccardo Antoni, con molti spunti e molte domande da parte dei corsisti che hanno reso la lezione molto interessante. A seguire, dopo la pausa pranzo, la lezione del prof. Paolo Benini, coadiuvato dalla dott.ssa Rita Brancaglione, che hanno toccato molti argomenti interessanti sulla gestione dell’atleta e delle squadre in generale, portando delle importanti testimonianze sul recente passato, soprattutto degli studi fatti durante gli ultimi raduni della Youth di Loano dove, posso ben dirlo, i ragazzi della squadra del mondiale 2013 erano presenti ed hanno fatto un’ottima impressione. Finita la lezione del prof. Paolo Benini, è stato il momento della lezione sulla preparazione atletica, tenuta dal prof. Andrea Madaffari che in questi anni ha seguito moltissimi atleti di primissimo livello (Marta Maggetti poche settimane prima aveva vinto il mondiale youth RSX) oltre che le storiche campagne di Coppa America con Azzurra e Il Moro di Venezia. Andrea è riuscito a portare la sua grande esperienza anche nel settore dei giovani, dove ai tempi aveva seguito anche Luca Bursic vincitore del mondiale Optimist nel 1997. A chiudere, nella mattinata di giovedi ho tenuto il mio intervento, dove è stata prima toccata

la parte organizzativa della stagione appena conclusa, sulla gestione del GAN 2013 e della squadra del mondiale, per poi passare nello specifico al tema della regata a squadre, dove è stato possibile parlare dell’esperienza del mondiale di Riva e della regata di Berlino. Un collegamento via skype, è stato fatto con il Direttore Tecnico Giovanile FIV, Alessandra Sensini che ha voluto salutare tutti i partecipanti al Corso di Aggiornamento. Il corso si è chiuso, al termine di un piccolo dibattito finale, tenuto dal Consigliere Ricetto, dove è risultato evidente da parte di tutti i presenti la validità dell’iniziativa che, a parere di tutti, dovrebbe essere riproposta nel prossimo mese di Novembre a fine stagione agonistica, dopo i mondiali 2014.


40 | OPTIMIST

Tante novità al “Festivela” la terza edizione della regata di Raul Gardini in versione Optimist è a squadre L’appuntamento con le giovani promesse della vela Optimist è dal 20 al 22 giugno a Marina di Ravenna, a una settimana dal Campionato Nazionale a squadre di Genova. La regata è organizzata da Europa Yacht Club e Circolo Velico Ravennate, partecipa anche il team norvegese.

Anche quest’anno nelle acque di Marina di Ravenna la classe Optimist riaccende il Festivela per ricordare un grande uomo di mare: Raul Gardini. Dal 20 al 22 giugno, una settimana prima del Campionato Nazionale a squadre di Genova, il piccolo borgo sulle sponde del Candiano si prepara ad accogliere numerosi i giovani timonieri provenienti da tutta Italia, ma anche dalla Norvegia e dalla Croazia, per la prima edizione a squadre della prestigiosa manifestazione ereditata dagli Optimist nel 2012. Anche quest’anno verrà rimesso in palio il prezioso trofeo challenge forgiato dalle sapienti mani degli orafi fiorentini per Raul Gardini in occasione della prima edizione della manifestazione, quella del 1995. Ecco il programma della tre giorni di grande sport in compagnia degli Optimist: venerdì 20 e sabato 21 giugno i timonieri scenderanno in acqua per le regate di flotta. Domenica la giornata d’epilogo: le sei squadre con il minor punteggio si sfideranno nella regata a squadre mentre tutti gli altri proseguiranno con le regate di flotta. Obbiettivo principale dell’evento quello di offrire ai team più forti una sorta di warm up in vista della regata nazionale, pur permettendo a tutti i partecipanti di misurarsi in una regata di alto livello. E ora un po’ di storia. In passato il Festivela fu una delle più importanti regata d’altura in Italia portando ogni anno centinaia di barche ed equipaggi nelle acque di Marina di Ravenna, dove era considerata una pic-

cola Barcolana. Nacque su impulso dall’Europa Yacht Club, sodalizio fondato da Raul Gardini che ancora oggi riunisce amici e soci che hanno scritto pagine importanti della storia della vela: Paul Cayard, Germàn Frers e Cino Ricci, tra gli altri. Raggiunse il record di iscritti nel 2010, quando andò in archivio la 15^ e ultima edizione. Dopo due anni, al Circolo Velico Ravennate in collaborazione con il club fondatore è sorta l’idea di consegnare l’evento alle giovani promesse della vela classe Optimist, proposta accolta sin dalla primissima

edizione con grande entusiasmo. Forse il modo migliore di ricordare il ‘Moro’ che al di là delle grandi imprese veliche mostrò sempre una particolare dedizione per i bambini che si affacciano sul mondo della vela, come dimostra il Trofeo Topolino, uno degli eventi riservati alla classe Optimist più importanti del passato organizzato dallo stesso Gardini con Cino Ricci. Il Festivela è organizzato dal Circolo Velico Ravennate ed Europa Yacht Club in collaborazione con Lamas Nautica e Sailservice, partner ufficiali della manifestazione.


OPTIMIST | 41


42 | OPTIMIST

HOTEL VILLA ENRICA

Hotel Villa Enrica Garni via Brione 1/A -Riva Del Garda (TN) tel. +390464551254 fax 0464557127 www.hotelvillaenrica.com info@hotelvillaenrica.com lunedì 24 marzo 14

Hotel Roma Torbole Via Lungo Sarca 14 • Lido di Arco (TN) • Tel. +390464505428 • fax:+3904611810134 www.hotelromatorbole.com • torboleroma@gmail.com


OPTIMIST | 43

La storia dell’Optimist in Puglia 1968-2008 [ Raffaele Ricci ] La storia che racconto è il frutto di un intensa ricerca sui bollettini FIV dell’epoca, sui bollettini dell’AICO, sugli annuari della Zona ed alcuni ritagli di giornali che mi sono stati prestati per l’occasione dai regatanti di quegli anni: Riccardo d’Urso, Fabrizio Pisanelli, Giovanni Lombardi, Antonio Magistro. Ho seguito questa classe dalla fine degli anni 70 e nel periodo della mia presenza nella Commissione Giovanile FIV, ho fatto l’osservatore alle regate Nazionali di selezione e l’accompagnatore in qualità di Team Leader delle squadre azzurre selezionate ai Campionati Europei e del Mediterraneo, conosco molto bene i tecnici e i dirigenti che hanno fatto grande la classe in Italia. Il progetto della barca è datato 1947, un maestro d’ascia nord americano Clark Mills disegnò e costruì il prototipo di Optimist Pram. Bisogna leggere i giornali dell’epoca per capire meglio il fenomeno della nascita di questa imbarcazione. L’imbarcazione si diffuse negli anni 50 in Danimarca e Scandinavia e successivamente in tutta l’Europa. Il primo segretario della classe è stato Andrea Gorla di Novara e a lui si deve il riconoscimento della classe, era il 23 Aprile 1974, da parte della FIV presieduta da Beppe Croce. Nel 1975 fu eletto segretario Claudio Ascoli e nel 1978 Beppe Bruzzone. Attualmente il segretario della Classe è il Cav. Norberto Foletti. La storia di questa classe inizia in Puglia nel 1968, quando Florenzo Brattelli, grande dirigente della vela Pugliese, al suo ritorno da una trasferta nel Nord Europa portò a Bari un Optimist da costruire in scatola di montaggio. Il tutto fu affidato al maestro d’ascia del Circolo della Vela Bari, Antonio Esposito e al suo aiutante il giovanissimo Nino attualmente nostromo del Circolo della Vela. Furono costruite 4 imbarcazioni a cui furono dati i seguenti nomi: SAETTA - ZEFFIRO II - GOGGIONE - MAESTRALE. Le imbarcazioni furono subito usate per la scuola di vela ideata e creata da Cristian Sel-

vini e Lori Samarelli con la collaborazione del nostromo Carlo Pezzella. Nel 1972 e 1973 i seguenti atleti: Benedetto Siciliani, Mario Somma, Carlo Semeraro, Marella Labriola, Giandonato Uva, Riccardo d’Urso, Paola d’Urso, Giuseppe Acquaro parteciparono ai primi raduni in Zona (Bari, Bisceglie, Torre a Mare). Le barche utilizzabili per la scuola vela non erano in stazza per regatare e pertanto appena i primi atleti uscirono dai confini Zonali dovettero dotarsi per regatare di barche dei Cantieri: Bianchi e Cecchi, Dufour, Fiart e Colombo. Giambattista d’Urso (Gianni per gli amici), socio del Circolo della Vela, fu nominato delegato della classe per l’VIII Zona nel 1973, 74, 75 e quindi iniziò l’opera di promozione della classe; nel 1976 fu eletto vice segretario Nazionale della Classe e Oreste Siciliani delegato della Classe per l’VIII Zona. Intanto nel 1974 solo il Circolo della Vela Bari era iscritto alla classe ed aveva avuto l’atleta Riccardo d’Urso che aveva partecipato in maglia azzurra ai Campionati del Mondo della classe a St. Moritz. L’esperienza servì per vedere da vicino le barche dei nordici e capire che le nostre erano fuori stazza. In quel Campionato regatò anche Flavio Favini, un nome che tutti conoscono per i suoi innumerevoli titoli mondiali vinti. Nel 1975 aderirono alla classe anche la LNI Bari, LNI Taranto, LNI Brindisi, CV Gargano e quindi in questi circoli iniziò l’attività di scuola vela seguita da istruttori e genitori entusiasti di questa attività, che sfociava con la partecipazione ai Giochi della Gioventù fase regionale e ai primi raduni zonali. Ettore Guadalupi a Brindisi, Alfonso Lombardi e Donato D’Ippolito a Manfredonia, Francesco Pisanelli a Taranto, Piero Modugno a Bari sono i nomi che ho trovato sui documenti consultati. Mi raccontava Luigi De Bernardi (ha partecipato, distinguendosi, con l’imbarcazione MOMIX all’ARC 2007) che ha iniziato ad andare a vela nei primi anni 70 con la LNI Brindisi, istruttore Gigi Bergamasco, che ricorda bene la bravura di Benedetto Siciliani che era l’atleta da battere in occasione della fase regionale dei Giochi della Gioventù.

OPTIMIST

Schema di un Optimist Descrizione generale Tipo

Deriva

Classe velica

Optimist

Progettista

Clark Mills

Varo primo modello

1947

Caratteristiche generali Lunghezza f.t.

2,30 m

Lunghezza al galleggiamento

2,12 m

Larghezza

1,13 m

Immersione con deriva

0,78 m

Peso

35 Kg

Superficie velica totale

3,25 m²

Superficie della randa

3,25 m²

Equipaggio

1

Il Circolo della Vela Bari organizzò, nel 1975, 76 e 77, la Coppa “Alfredo Trizio”, regata Nazionale Optimist, dove confluirono tutti i migliori regatanti italiani della classe. Le vittorie alla fase Nazionale dei Giochi della Gioventù di Benedetto Siciliani, nel 1976 a Ravenna e nel 1977 a Napoli e il 2° posto nel 1978 a Bari, sicuramente aprirono una nuova strada da seguire per i Circoli; ancorati alla


44 | OPTIMIST

scuola vela con i F.J. gli istruttori incominciarono a prendere coscienza della nuova classe. La FIV, ebbe un iniziale tentennamento, anche perché le leggi dell’epoca consentivano di regatare solo al compimento del 14° anno di età, e quindi si pensava solo di fare un attività giovanile di scuola vela ai fini della padronanza del mezzo e della vela sotto forma di conoscenza marinara. La FIV organizzò il settore giovanile formando una squadra di atleti (Gruppo giovanile) scelta dai tecnici della classe. Molti atleti pugliesi hanno fatto parte del Gruppo Giovanile che veniva convocato al CPO di Livorno, seguiti dai loro tecnici, tra cui spicca il nome di Angela Palmisano, per aver creato dal 1985 al 1991 un gruppo agguerrito di atleti del CV Bari, che si fece onore a livello zonale e Nazionale. Mario Siano, Marcello Turchi, Massimo Giorgianni, per la parte tecnica, e Mario Marzocchini, per la preparazione fisica, sono i tecnici Federali che, negli anni, hanno seguito il gruppo giovanile a livello Nazionale, contribuendo ad aggiornare i tecnici e gli istruttori che operavano nelle diverse Zone con continui raduni Nazionali e Zonali aperti ad atleti e tecnici, ottenendo con gli atleti selezionati per le rappresentative nazionali, significative vittorie ai Campionati del Mondo, Europeo e del Mediterraneo della Classe. La FIV, con le sue normative, diede sempre più risalto all’organizzazione e allo sviluppo della Classe Optimist, gestita dalla Commissione Giovanile e negli anni 90 tutti ricordano la Presidenza di Lori Samarelli. Ritornando a Benedetto Siciliani la sua attività nella classe Optimist fu a 360° gradi, vittorie a livello Nazionale e Internazionale, svariate partecipazioni ai Campionati del Mondo. In Puglia sono stati organizzati grandi eventi per questa classe, il Circolo della Vela Bari oltre alla citata Coppa Trizio (1975, 76, 77), nel 1987 organizzò la prima edizione del Campionato del Mediterraneo, alla quale partecipò un forte gruppo di atleti di livello internazionale quali Sabrina Landi che aveva appena vinto il titolo mondiale in Olanda, il campione brasiliano Rodrigo Amado, il campione statunitense Mark Mendelblatt, successivamente campione mondiale Laser. Oltre alla rappresentativa Italiana anche una squadra formata da velisti dell’VIII Zona, con la presenza di atleti di tutte le province pugliesi; sempre il Circolo della Vela organizzò nel 1994 il Campionato Nazionale Optimist. Il Circolo Canottieri Barion ha organizzato per diversi anni una manifestazione velica denominata Meeting internazionale della gioventù negli anni 1985, 86, 87, 88, 89, 90, 91. Il Circolo della Vela Gallipoli nel 2004 ha organizzato una selezione

Nazionale per la scelta degli equipaggi da inviare al Campionato del Mondo e Europeo. Il Comitato Circoli Velici Gallipolini organizzò nel 2005 la XX Coppa Primavela, Coppa del Presidente e Coppa Cadetti. Il Circolo Canottieri Barion nel 2006 ha organizzato una selezione Nazionale per la scelta degli equipaggi da inviare al Campionato del Mondo e Europeo. La vittoria della LNI Bari nel campionato a squadre del 1997 è uno dei risultati di prestigio del nostro movimento. Le regate di selezione Interzonale, le tappe della Volvo Cup, il Trofeo dei Tre Mari e il nostro Campionato Zonale sono gli ingredienti che consentono alla classe di guardare con serenità al futuro. Desidero ricordare che nell’anno 2007 oltre 100 regatanti hanno partecipato all’attività zonale seguiti dai seguenti Istruttori: Massimo D’Arcangelo e Giuseppe Silvestris a Manfredonia, Michele Ricci a Trani, Pietro Di Liddo e Leonardo Capelluti a Bisceglie, Giuseppe Palumbo, Francesco Resta, Alessandra Boscaino a Bari, Alessandra Pedone a Monopoli, Emanuela Cazzaniga, Francesco Bonvino, Carlo D’Errico e Giovanni De Pasquale a Taranto, Gabriele Pellegrini a Santa Caterina di Nardò, Federica Rima a Gallipoli, Elisa d’Ippolito a Marina di Ugento. Basta guardare le classifiche nel nostro sito Internet per capire quanto quel piccolo gruppo del 1972 abbia seminato bene. Un grazie va ai Circoli e ai loro dirigenti che, organizzando la scuola vela, hanno creduto nel valore della vela giovanile e, non per ultimi, a tutti gli istruttori che seguono con passione e professionalità la crescita delle nuove generazioni. Desidero ricordare e ringraziare i delegati Zonali della classe che in questi 40 anni hanno profuso energie e passione nel promuovere la classe Optimist: Giambattista d’Urso 1973, 1974, 1975 Oreste Siciliani 1976, 1977, 1978 Francesco Pisanelli 1982, 1983, 1984 Luisa Marino 1985, 1986 Vera Poli 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1992, 1993, 1994 Fabrizio Fornarelli 1995, 1996, 1997,1998, 1999, 2000 Nicola Antonacci 2001, 2002 Giuseppe Lioce 2003, 2004 Giuseppe Spinelli 2005, 2006, 2007, 2008 Vi chiedo la cortesia di guardare l’Albo d’oro allegato e eventualmente indicarmi omissioni o errori, grazie.

Nella storia della classe Optimist in Puglia abbiamo avuto la partecipazione a livello Internazionale dei seguenti atleti che hanno vestito la maglia azzurra: Riccardo d’Urso Benedetto Siciliani Benedetto Siciliani Benedetto Siciliani Benedetto Siciliani Fabrizio Pisanelli Daniele Tangorra

Campionati del Mondo Campionati del Mondo Campionati del Mondo Campionati del Mondo Campionati Europei Campionati del Mondo Campionati Europei

“St. Moritz” “Capodistria” “Ankarano” “La Baule” “Carantec” “Kingston” “Genova”

(Svizzera) (Slovenia) (Slovenia) (Francia) (Francia) (Canada) (Italia)

1974 1976 1977 1978 1978 1984 1984

Antonio Magistro Pierluigi Alessio Pierluigi Alessio

Campionato del Mediterraneo Campionati del Mondo Campionato Sudamericano

“Bari” “Qingdao” ”Salinas”

(Italia) 1987 (Cina) 2001 (Ecuador) 2002

CV Bari CV Bari CV Bari CV Bari CV Bari LNI Taranto LNI Taranto CV Bari CV Bari CV Bari


OPTIMIST | 45

1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980 1981 1982 1983 1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2012 2013 1984 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013

ALBO D'ORO CLASSE OPTIMIST Atleti che si sono distinti partecipando a regate nazionali e internazionali oppure per aver vinto il titolo Zonale Benedetto SICILIANI - Mario SOMMA - Riccardo d'URSO - Carlo SEMERARO - Marella LABRIOLA - Giandonato UVA Scuola Vela CV Bari Scuola Vela, primi raduni, Benedetto SICILIANI - Mario SOMMA - Riccardo d'URSO - Carlo SEMERARO - Marella LABRIOLA - Giandonato UVA CV Bari Riccardo d'URSO - Partecipa con la squadra azzurra ai Campionati del mondo di ST. Moritz CV BARI Riccardo d'URSO - Benedetto SICILIANI - Mario SOMMA partecipano alle regate Nazionali della classe CV BARI Benedetto SICILIANI - a Ravenna vince la fase Nazionale dei Giochi della Giovent첫 CV BARI Benedetto SICILIANI - a Napoli vince la fase Nazionale dei Giochi della Giovent첫 - partecipa ai Campionati del Mondo CV BARI con la squadra azzurra "Ankarano" (Slovenia) - Vince il Trofeo Optimist d'argento "CV Torbole" Benedetto SICILIANI - Partecipa con la squadra azzurra ai Campionati Mondiali "La Baule" - Francia - Campionato CV BARI Europeo "Caradec" - Francia Salvatore PISANELLI LNI TARANTO Salvatore PISANELLI LNI TARANTO Fabrizio PISANELLI Fabrizio PISANELLI Fabrizio PISANELLI - Partecipa con la squadra azzurra ai Campionati del Mondo a "Kingston (Canada) Piero CARVANI Antonio MAGISTRO Antonio MAGISTRO - Partecipa con la squadra azzurra al Campionato del Mediterraneo "Bari" (Italia) Giuseppe CALABRESE Luca PALLARA Ennio VITULLO Cristian BERGAMASCO Carlo D'ERRICO Elisabetta PICCA Giordano BRACCIOLINI Vito LOZUPONE Alessio DE GIOSA Andrea DI PALMA Mario PEDONE Gianvito CAMPANILE Gianvito CAMPANILE Luca ARPAIA Claudio ARBOREA - Sara AMENDOLA vince il IV Trofeo dei Tre Mari cat. Cadetti Pierluigi ALESSIO - Partecipa con la squadra azzurra ai Campionati del Mondo a "Qingdao" (Cina) nel 2001 Alessandro ACCIANI Lorenzo GENTILE - Marco D'ARCANGELO vince il VII Trofeo dei Tre Mari cat. Cadetti Michele SPINELLI - Marco D'ARCANGELO vince il VIII Trofeo dei Tre Mari cat. Cadetti Michele SPINELLI Michele SPINELLI Enrico DE BELLIS Francesco PALAZZO - Vince anche il XII Trofeo dei Tre Mari Alessia DE VITA - Vince anche il XIII Trofeo dei Tre Mari nella cat. Femminile Fabrizio SALATINO Chiara DITONNO J. vince il XIV Trofeo dei Tre mari nella cat. Femminile Chiara SCARANGELLA ALBO D'ORO CAMPIONATO ZONALE A SQUADRE Pisanelli F. - Tangorra D. - Mairo S. - Carone T. - Sisti G. D'Errico C. - Pignatelli M. - Capozza V - Bonatti S. D'Errico C. - Pignatelli M. - Capozza V - Bonatti S. Bracciolini G. - Lozupone V. - Muciaccia S. - Misceo F.- Vetturi E. Bracciolini G. - Lozupone V. - Muciaccia S. - Misceo F.- Vetturi E. Zaetta M. - Cervellieri S. - De Silvio D. - Fornarelli F. - Lorusso F. Hanno vinto il Campionato Zonale e Nazionale: Zaetta M. - Cervellieri S. - De Silvio D. - Fornarelli F. - Lorusso F. Pedone M. - Rima R. - Marsano C. - Mauro L. Arpaia L. - Campanile G. - Ferrarese S. - Tattoli G. Arpaia L. - Campanile G. - Ferrarese S. - Tattoli G. Arpaia L. - Alessio P.- Arborea C. - Acciani A: Alessio P. - Acciani A. - Di Cillo C. - Gentile L. - Lioce G. Alessio P. - Gentile L. - Acciani A. - Lioce G. Acciani A. - Gentile L. - Lioce G. - Di Cillo C. Acciani A. - Gentile L. - Lioce G. - Spinelli M. De Donno M. - Toto S. - De Michele F. - Guarini R. - Zecca C. Marrella D. - Montefusco N. - Torsello E. - De Donno M. - Toto S. Spinelli M. - Cuppone D. - Petruzzellis G. - Di Tonno I. - Tanzarella A. Cuppone D. - Tanzarella A. - Di Tonno I. - Ricchioni L. - Carabellese I. De Vita A. - D'Andria P. - Lattanzi F. - D'Andria M. Papapicco F. - Antonaci A. - Melica M. - Tamma F. - Salatino F. Salatino F. - Contemi L. - Di Tonno C. - Scaragella C. - Basile C. (Notarangelo A.- Manzi C. - Di Lernia E. - LNI Trani) - (Pettini M. - CV Bari)

LNI TARANTO LNI TARANTO LNI TARANTO CV TERMOLI CV BARI CV BARI CV BARI CN L'APPRODO CV TERMOLI CV BARI CV ILVA TA CC BARION CV BARI CV BARI LNI BARI LNI TRANI CV GALLIPOLI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI - CV GARGANO CV BARI - CV GARGANO CV BARI CV BARI LNI BARI CV ONDABUENA CV ONDABUENA CV BARI CV BARI CV BARI SQUADRA VIII ZONA CV ILVA TARANTO CV ILVA TARANTO CV BARI CV BARI LNI BARI LNI BARI CV GALLIPOLI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI CV BARI CN LA LAMPARA CN LA LAMPARA CV BARI CV BARI CV ONDABUENA LNI BARI CV BARI SQUADRA VIII ZONA


46 | OPTIMIST

L' avventura dell'estate UNA INCREDIBILE OPPORTUNITÀ PER TUTTI I GIOVANI VELISTI UNA ESPERIENZA INDIMENTICABILE NELLA VERDE

Con noi potrai migliorare il tuo inglese in modo divertente, senza smettere di navigare, scegliendo tra Optimist e 420

Corsi della durata di 2 o 3 settimane Possibilità di scegliere la classe su cui navigare Allenamenti solo con attrezzatura di prima qualità Divertenti escursioni tutti i sabati

Accoglienza presso famiglia del posto 20 lezioni settimanali di Inglese College certificato per il Trinity College of London Partenze con accompagnatore, su richiesta

Per maggiori informazioni contattaci via mail presso

Riccardo de Felice riccardo@english4sailing.com

tel 0039-3347848581


OPTIMIST | 47

Fatti e misfatti... Gli inizi del plurimedagliato Robert Scheidt

Campionato del Mediterraneo 1990

Compleanno di Andrea Spagnolli

Vecchi cimeli

Cavallone

Palumbo si affida a Padre Pio


48 | OPTIMIST


OPTIMIST | 49

2013

world championship Overall 1° 3° 4° Female 1° 2° Team Race 1° Nation Cup 1°

european championship

Male 1° 4° 5°

north american championship

Overall 2°

asian championship

Overall 1° 2° 3° 4° 5° Female 1°

Follow Us on Facebook

olisails.it OLIMPIC SAILS - Strada delle Saline, 11 - 34015 MUGGIA TS - ITALY - onedesign@olisails.it - ph +39 040 232363


Optimist 2014 - numero 1  
Advertisement