Page 1


Curriculum Vitae Data e luogo di nascita: 26 dicembre 1988, Calcinate (Bg) Cittadinanza: italiana

claudia.zzz@hotmail.it

Indirizzo: Via Giardini n°29B, 24066, Pedrengo, Bergamo

347-8784515

Formazione LAUREA IN DESIGN DELLA COMUNICAZIONE

POLITECNICO DI MILANO

Facoltà di architettura, Milano, Italy

DIPLOMA DI MATURITÀ ARTISTICA

LICEO ARTISTICO STATALE

Bergamo, Italy

Esperienze lavorative MIROGLIO FASHION S.P.A - MOTIVI

Aprile 2008 - aprile 2011

BAR “INCHIOSTRO”

Maggio 2010 - Settembre 2010

Lingue ITALIANO

Madrelingua INGLESE

Discreto

numero telefonico

Competenze software

Febbraio 2011, votazione: 91/110 Luglio 2007, votazione: 79/100

indirizzo mail

Competenze di progetto Adetta alle vendite presso il punto vendita del centro commerciale Orio Center

Cameriera presso il bar “inChiostro”, Bergamo Alta


Indice Lavori universitari TYPE DESIGN

Meta book

COMPUTER GRAPHIC

Riproduzione di una stanza

EDITING

Lavori extra universitari CORPORATE IDENTITY

Bagno Cavallino

CORPORATE IDENTITY

Opera Prima

PROMOZIONE EVENTI

Libro visivo - Guida galattica per gli autostoppisti

Madeinbiggì

INFOGRAPHIC

PACKAGING

Sistemi di segnaletica

Nature’s concorso

LOGO

Find the difference


Type Design Sedicesimo interamente dedicato all’analisi di un carattere tipografico; in questo caso il Meta, per mettere in evidenza le sue caratteristiche le differenze con altre Fonts e comprendere gli ambiti in cui può essere utilizzato.

CARATTERISTICHE

7

6

CARATTERISTICHE

9 CARATTERISTICHE Nel Meta e nelle sue declinazioni, i contorni

SANS SERIF TYPEFACE (META BOOK ROMAN)

del creatore era che nelle piccole dimensioni i contorni sottili non si ritirassero, ma al contrario, che diventassero indistinguibili da quelle più spesse) e, per compensare la mancanza delle grazie, delle vigorose punte ripiegate nelle asterticali. ve

SERIF TYPEFACE (BAKERSVILLE REGULAR)

SERIF

La costruzione del Meta si basa sul contrasto tra forme interne ed esterne. Quelle interne sono rettangoli stondati, mentre quelle esterne sono ovali, creando nonsolo contrasto tra le aste verticali e quelle orizzontali, ma anche tra forme interne ed esterne. Contrasto e ritmo, creati anche dalle estremità ricurve che simulano le grazie, sono importanti per una lettura scorrevole.

CONFRONTI

11

10

CONFRONTI

CONFRONTI Meta è leggermente più condensato rispetto ad Helvetica, ma entrambe hanno spalle sottili. Mentre la punteggiatura e i punti delle lettere nel Meta sono tondi nell’Helvetica sono squadrati.

META BOOK

TERMINAZIONE APERTA

HELVETICA NEUE

12

META BOOK

FUTURA MEDIUM

1

FUTURA MEDIUM

META BOOK

PUNTO

HELVETICA NEUE HELVETICA NEUE

META TERMINAZIONI INCLINATE FUTURA MEDIUM

Come abbiamo già detto Il Meta punta alla massima agibilità di lettura; quindi oltre allo contribuiscono a raggiungere l’obbiettivo. Rispetto al Fututra e all’Helvetica l’apertura è quasi raddoppiata.


Computer Graphic Ricostruzione tridimensionale di una stanza per la realizzazione di un file Flash all’interno del quale si ha la possibilità di cambiare l’illuminazione della stanza stessa, vedere l’animazione di vari oggetti e il loro wiframe.


Libro visivo Questo progetto consiste nella realizzazione di un libro visivo. Veniva richiesto di affrontare il progetto di un artefatto complesso, il libro con la consapevolezza di ben utilizzare, con unica sintesi, il piano della notazione e quello della rappresentazione, senza negare i contenuti dell’opera di partenza ma amplificandoli al fine di offrire nuovi percorsi di lettura e fruizione.

Il romanzo in questione è Guida galattica per gli autostoppisti. Leggendo questo romanzo scaturisce fin dalle prime righe la volontà dell’autore di confondere completamente le certezze del lettore; l’autore, infatti, concentra la sua attenzione sulla relatività della conoscenza umana e sullo sconvolgimento emotivo del protagonista nello scoprire che tutto ciò che aveva sempre considerato solo pura fantasia in realtà esisteva veramente. È proprio questo concetto che rimane come sottofondo durante tutto il libro la base delle riflessioni che hanno portato all’elaborazione dell’idea progettuale. Durante tutto lo svolgimento della narrazione, infatti, il protagonista, Arthur Dent, scopre pian piano che tutto ciò in cui aveva sempre creduto non è che una piccolissima parte della realtà. Proprio per sottolineare questa mancanza di conoscenza da parte del genere umano sono state tolte fisicamente dal libro le parti in cui vengono

descritti oggetti, esseri viventi o avvenimenti che non fanno parte della nostra visione della realtà. In questo modo è stato possibile far comprendere anche in maniera visiva quanto tutto le convinzioni su cui basiamo la nostra esistenza possano essere relative. Per poter permettere poi, al lettore, di usufruire dell’intera narrazione il progetto prevede di creare delle schede stampate su fogli di acetato in cui sono state inserite le parti di testo mancanti ed un’immagine significativa rispetto al contenuto di quest’ultima. Le schede essendo stampate su carta trasparente devono essere poggiate necessariamente su una superficie bianca; per assicurare una stretta connessione tra le due parti dell’elaborato, è stato, quindi, lasciato proprio uno spazio apposito nel punto del libro in cui è stato tolto l’estratto. In questo modo il lettore può seguire il filo logico della narrazione, ma verrà evidenziata sottolineando però, in maniera sostanziale, la differenza dei due brani del testo.


DON’T

PANIC

DON’T

PANIC

nell’antica lingua prassibetelica. Poiché Ford non imparò mai a pronunciare il suo nome vero, suo padre

Uranus

certe parti della Galassia).I compagni di scuola di Ford lo soprannomi-

Jupiter

è capace di spiegare in modo soddisfacente cosa sia un hrun g, né perché un hrung debba scegliere di andare a crepare su Betelgeuse Sette”.

Superficie 509.295.818 km2

Moon

Ford Prefect si guardò intorno nella cabina, ma riuscì a vedere molto

Earth

Mars

e mostruose, ma tutto era tranquillo. Ford sussurrò un silenzioso grazie al dentrassi. I dentrassi sono un’indisciplinata tribù di buongustai, gente tutta

Earth

Sun

Inclinazione asse 1° 30’

Venus Massa M = 5,9736 x 10 24 kg

Mercury

Saturn

Inclinazione asse 23° 30’

Neptun Volume 1.080.759.292.185 km3

Pluto

sunti a patto che si tenessero in disparte, per conto loro. La cosa andava del tutto a genio ai dentrassi, i quali amavano il denaro dei vogon (la loro è una delle monete più forti della galassia),ma detestavano i vogon come persone. Se potevano, non perdevano occasione di fare loro dei dispetti. Proprio perché Ford Prefect sapeva questo era riuscito a evitare di diventare una nube di idrogeno, ozono e ossido di carbonio. oggetto e lo aprì. Si accucciò sul pavimento.L’ombra si mosse di nuovo. Ford Prefect tolse dall’oggetto appena aperto il suo contenuto e disse: – Ho comprato delle noccioline. Arthur Dent continuò a muoversi (l’ombra era infatti la sua), si lamentò ancora, e balbettò qualcosa d’incomprensibile. – Su, prendine un po’ – lo invitò Ford, tirando fuori altre arachidi dal pacchetto. – Se non ti è mai capitato prima d’ora di trovarti in mezzo a un raggio–trasmettitore di materia, probabilmente adesso ti mancheranno un po’ di sali e di proteine. La birra che hai bevuto dovrebbe però avere fatto abbastanza da cuscinetto. – Whhhrrr… – disse Arthur Dent, e aprì gli occhi. – È buio – disse. – Sì – disse Ford Prefect – è buio. – Niente luce – disse Arthur Dent. – Buio, niente luce!

e ripetere cose assolutamente ovvie, come risultava evidente da frasi quali 5 Che bella giornata! o Come sei alto! o Oddio,mi sembra che tu sia caduto in un pozzo profondo nove metri: ti sei fatto male? In un primo tempo Ford si era fatto una sua teoria per spiegare questo strano comportamento. Aveva pensato che le bocche degli esseri umani dovessero continuamente esercitarsi a parlare per evitare di rimanere inceppate. Dopo avere osservato e Aveva pensato che se gli esseri umani non si esercitavano in continuazione ad aprire e chiudere la bocca, corressero il rischio di cominciare a far lavorare il cervello. Dopo un po’ aveva abbandonato anche questa teoria, considerandola eccessivamente cinica, e aveva deciso che in fondo gli esseri umani gli piacevano molto, anche se non poteva mai fare a meno di preoccuparsi e disperarsi davanti alla terribile quantità di lacune che le loro conoscenze presentavano. po’ di noccioline. – Come ti senti? – gli chiese. Come un’accademia militare alla cerimonia del congedo dei cadetti promossi – disse Arthu r. – Sento dei pezzetti di me stesso che continuano a venire congedati. oca – potrei poi pentirmene? Ford si alzò. – Siamo in salvo – disse. – Oh, bene! – disse Arthur. – Siamo in una piccola cambusa – disse Ford – in una delle astronavi della Flotta Costruzioni Stradali Vogon. – Ah! – disse Arthur. – Questo è un modo di usare l’espressione in salvo che ancora non conoscevo. nuovo apparvero strane ombre mostruose. Arthur si alzò in piedi barcollando e si guardò intorno timoroso. Orribili forme aliene sembravano accalcarsi intorno a lui: l’aria era greve di odori ignoti e sgradevoli, che gli entravano nei polmoni, e un basso ronzio costante, estremamente irritante, gli impediva di concentrarsi col cervello. – Abbiamo fatto l’autostop e ci hanno dato un passaggio – disse Ford. – Cosa?– disse Arthu r. – Non vorrai mica dirmi che abbiamo tirato fuori i nostri pollici e un mostro verde dagli occhi d’insetto è sbucato fuori a dirci

40

SOVRACOPERTINA

La Terra come protagonista assoluta della sovracopertina riassume attraverso una sola immagine tutto il mio concept.

COPERTINA

Togliendo la copertina scopriamo l’immagine del sistema solare del quale il nostro pianeta costituisce solo una piccola parte.

41

STESURA DEL LIBRO

All’interno del libro continua il percorso che Arthur compie per arrivare alla verità. Tramite il mio progetto accompagno il lettore nella stessa riflessione del protagonista; togliere il velo di egocentrismo che ci accomuna.

SCHEDE

Le schede rappresentano l’ultimo step per comprendere a pieno l’idea progettuale.


Infographick Lo sviluppo di questo progetto si svolgeva all’interno di un workshop di quattro giorni il cui obbiettivo era quello di sviluppare un sistema segnaletico in ambito museale. Il caso studio scelto, il Museo Civico di Storia Naturale, permetteva di misurarsi con un caso concreto, quindi di affrontare progettualmente criticità e problematiche tipiche della pratica professionale.

CONCEPT

STORIA DEL MUSEO

Dal momento che il museo stava tentando di rilanciare la propria immagine attraverso un nuovo logo, è stato sfruttato questo elemento a nostro favore, re-inventandolo per la segnaletica interna alla struttura. Individuando quindi l’elemento più “forte” del logo, abbiamo sviluppato un’ associazione tra forma grafica e percorso didattico: abbiamo cioè fatto sì che ogni “foglia” del marchio divenisse simbolo di una delle sei sezioni tematiche della struttura, e, per rendere l’associazione chiara ed evidente, ad ogni foglia-sezione abbiamo assegnato un colore differente.

MINERALOGIA PALEONTOLOGIA

SISTEMA DI PITTOGRAMMI STORIA DELL’UOMO ZOOLOGIA ECOLOGIA

é stato sviluppato un sistema di pittogrammi capace di rispondere all’esigenza di caratterizzazione del museo, basata sul bisogno di una segnaletica di qualità, rispettando il suo senso.


PANNELLO RIASSUNTIVO St oria del l’uo mo

04

05

06

07

08

St oria del m useo

Hu man hi st or y

muse um h isto ry

MINERALOGIA

mine ralo gy

Minerali tra storia, estetica e scienza Minerals behind history, aesthetic and science

Sistematica dei minerali e studio dei suoli Mineral systematic and ground study

03

09

Verrà posto all’ingrsso del museo e permetterà all’utente di comprendere la struttura generale del museo.

PALEONTOLOGIA

palaen to lo gy

La scienza dei fossili Fossil’s science

Besano, paleobotanica e invertebr ati fossili

02

01

11

Besano, paleobotany and invertebrate’s fossils

ECOLOGIA

Origine ed evoluzione dei vertebrati

ec olog y

10

Origin and evolution of vertebrates

Dinosauri e uccelli fossili

Ecosistemi Marini e isole oceaniche

Dinosaurus and fossil birds

Sea ecosystems and oceanic islands €

seco n do piano se co nd g ro un d

Bar

Break point

Mostre temporanee

Foreste e ambienti umidi tropicali

Temporary exhibitions

Forests and humid tropical enviroments

Foreste temperate, taiga e montagna Temperate forests, taiga and mountain

Ambienti artici e antartici, mammiferi marini Artic and antartic enviroments, sea mammals

Savana africana African savannah

Savane, praterie e deserti

Savannah, grassland and desert

Parchi e riserve naturali d’Italia Italian parks and wildlife reserves

PANNELLO DESCRITTIVI Questi pannelli verranno posti all’ingresso di ogni sala espositiva. Sono composti da moduli quadrati ciascuno dei quali sarà dedicato ad una specifica informazione. Attraveso il petalo colorato del logo del museo il visitatore capisce in che sezione si trova 2- Descrizione verbale dell’argomento della sala 3- Numero della sala 4- Pianta riassuntiva del museo con illuminata la sala in cui ci si trova

Storia del Museo

Museums History

1

Savana africana

Africans’ savannah

19

Attraveso il petalo colorato del logo del museo il visitatore capisce in che sezione si trova

Mammiferi Mammals

- Descrizione verbale dell’argomento della sala - Numero della sala

Pianta riassuntiva del museo con illuminata la sala in cui ci si trova


Corporate Identity | Bagno Cavallino Creazione dell’immagine coordinata del Bagno Cavallino. Stazione balneare situata a Lido di Savio sul litorale adriatico. Il committente ha richiesto di creare un’immagine fresca e giovanile con i colori già esistenti nella struttura.

www.bagnocavallino.it belotz@alice.it

CONCEPT il logo e tutto il resto dei prodotti richiesti dovevano essere divertenti e dinamici

Periodi di apertura: da Pasqua a settembre

Mauro 3270869620 Ivan 3381927719

Orario feriale: 7.00 - 24.00 Orario festivo: 7.00 - 24.00

Lido di Savio, viale Romagna angolo via Forlì (Ra)

Piccola ristorazione, bar, serate a tema, beach volley, racchettoni, giochi per bambini, mini club, ping pong, wireless, Tv, noleggio pedalò


PREZZO PREZZO servizio al "eat on the tavolo beach"

T-SHIRT

BIGLIETTO DA VISITA

PREZZO e th PREZZOal "eat on o beach" servizi tavolo

Lido di Savio viale Romagna angolo via Forlì (Ra) www.bagnocavallino.it belotz@alice.it M a uo r3270869620 I av n3381927719

MENÙ PIEGHEVOLE


Corporate Identity | Oprea prima Creazione dell’immagine coordinata di Opera Prima un’Associazione culturale, rigorosamente senza scopo di lucro, costituita interamente da under 30, dedita a creare opportunità di promozione e di stimolo per i giovani bergamaschi, sempre più “assorbiti” da una realtà che li considera sempre meno.

Fuoco

Germoglio

CREAZIONE DEL LOGO Il logo per l’associazione Opera Prima deriva dalla fusione del fuoco e di un germoglio. Il fuoco simboleggia la passione dei fondatori, mentre il germoglio indica che, come suggerisce già il nome dell’associazione, si tratta dell’inizio di un nuovo percorso. Anche i colori che sono stati

scelti sono legati alle simbologia sopra descritte per enfatizzarne maggiormente il significato.


CARTA INTESTATA

BIGLIETTO DA VISITA

TESSERA ASSOCIATO

Associazione Opera Prima Via del Casalino, 8 Bergamo - Italia

tel e fa x 035.222901 mail info@madeinbiggi.it

socio ordinario num 0004

Nome Cognome

BUSTA

rim

aP

er Op ne zio no, 8 ocia sali Ass del Ca Italia o ia V am Berg

a

01 i.it g 229 35.2 inbig x 0 made e fa tel info@ il ma


Promozione eventi | Made in biggì Madeinbiggi è un evento creato dall’associazione Opera Prima interamente dedicato al giovane tra i 17 e i 35 anni, e al suo ruolo attivo nella Società. Una 4 giorni all’insegna dell’arte, della musica, dello sport, del volontariato, della valorizzazione del talento giovanile, sempre poco tenuto in considerazione. Un’evento dunque che serva per promuovere le tante realtà giovanili presenti sul territorio provinciale, e per smuovere chi ha voglia di fare ma non ha trovato ancora la sua strada.

IL CONCEPT

MADEINBIGGÍ

MADEINBIGGÍ

Per quattro giorni la struttura dell’ex ristorante “La Monasterola” che ospiterà l’evento diventerà un HUB, uno snodo in cui le più diverse realtà giovanili convergeranno per condividere esperienze, progetti, idee e quant’altro. Proprio dal termine “HUB” (fulcro, elemento centrale), molto usato nel campo aeronautico è l’elemento di partenza per la connotazione visiva dell’evento. Gli spazi ricorderanno un Terminal aeroportuale: le aree di dibattito e di produzione culturale diventeranno i “gates”; il bar diventerà la Lounge di una fantomatica compagnia aerea e così via. Anche il logo dell’evento quindi è ispirato all’ambiente aeroportuale


Class | Classe Gate | Imbarco STANZA XXX

Seat | PostoF UNICO

light | Volo Gate | Imbarco

Boarding time Ora d’imbarco 10

Rapporteur | RelatoreD

ate | DataD 10 giugno 20111

| Data giugn o 2011

Date Boar made ding inbig pass gi.it | Carta

Name | Nom e Fligh t STICA | Volo VOLI Gate ’S LESS | ON STAN Imba rco | LEZIO ZA XXX NE

d’imb arco Date

Boar Ora ding d’imb time arco

| Data

DI STI...

| UNIC Posto O

0 am

10.3

Gate | STAN Imba ZA rco XXX

Seat

Iniziativa creata da

STANZA XXX

10.30 am

Name | Nome

Airline use | Uso interno 833 03982 msd4499

Boarding pass | Carta d’imbarco madeinbiggi.it

Ospitalità made in biggì

Ostello delle Tre Corone Via Giuseppe Mazzini 11 Trescore Balneario (Bg)

18€ notte + prima colazione 49€ pacchetto speciale *

3 notti* + prima colazione *posto singolo in camere multiple

info e e prenotazioni tel. 035-4255700 mail reception@hotelsanpancrazio.it

Con il patrocinio di

Partner

Comune di Monasterolo del Castello

INSERTO L’illustrazione qui a fianco è stata creata come inserto per le varie riviste che hanno dedicato uno spazio all’evento

0 giugno 2011

ate | Data

STICAVOLI’S LESSON | LEZIONE DI STI...

STANZA XXX

Flight | Volo

Gate | Imbarco

ate | Data 0 giugno 2011

Boarding pass | Carta d’imbarco madeinbiggi.it

10 giugno 20111

Airline use | Uso interno 833 03982 msd4499 Name | Nome

Rapporteur | RelatoreD PINCO PALLINO

10.30 am

ate | DataD

Seat | Posto UNICO

Name | Nome

FIRST CLASS | PRIMA CLASSE Flight | Volo

Name | Nome

Monasterolo del castello (BG)

FIRST CLASS | PRIMA CLASSE

spazi ex Monasterola

Gate | Imbarco Flight | Volo STICAVOLI’S LESSON | LEZIONE DI STICAVOLI STANZA XXX

dal 2 al 5 giugno 2011

Boarding time Ora d’imbarco

MADEINBIGGÍ

Class | Classe

BIGLIETTO D’INGRESSO Di particolare interesse sarà la conversione della reception in check in (accettazione), dove lasciando i propri contatti si avrà in cambio il programma della manifestazione a mo’ di biglietto aereo. Sarà prevista la possibilità di pre-registrarsi online, come se si stesse effettuando un check in online.


Promozione eventi | Made in biggì LOCANDINA E FLYER

Iniziativa creata da

MADEINBIGGÍ

dal 2 al 5 giugno 2011 spazi ex Monasterola Monasterolo del castello (BG)

ci mo si ne r ia Sen p zio ti co ti i ca iran is u t R tu d p rie as i in di er n a

o. rn a t tu . p o rs ale i um guida ne a er 35 o e rso nd 0 rc ri er pe nso ess tazion30 pe 0€ u 6825 s x , 1 1 it se gu a 35 39 gi. De ali, m ver i 33 nbig o ion ei t to € ni zi 15 otaz mad r u 5 t Prez Pren fo@ in

CUB3 Spring Party Il Party di Primavera che scatena il divertimento elevato al CUB3!

S dr z”, sp rr o A dio An “ Teo tri o eg Clau o al tte e Ma

Di

CUB3 Spring Party

B COOL = B CUB3

Il Party di Primavera che scatena il divertimento elevato al CUB3!

A partire dalle ore 16.00, Risc LUNGO happy-hour LUNGO lago… o Music: DJsets powered by in tu pr iamoc i tti i NATS,AGA, POLLO D. feat. SPIGA p S e ns e rcor Drink: Cocktails @ 5€, birra @ 4€, vino @ 3€… i so d s e Divertimento @ free!!! i n r sori avo eb 2 ale ieduca Portati un paio di infradito… chi l a del w co”: , per esse per asp zione r Al resto ci pensiamo noi!!! odà fide a nell’e Marco “Bru r ei M s i d u e a man iranti ll L 5 turn Degu B COOL = B CUB3 con eot, usic orce staz i i to la mNe parlanoStefano Fbriele Med Prez tali, m ione gu e a i a z idata G n x i i, 1 30 5 igo mazzi, hinell Pren € over 3 person o erra o Arr ic 5, 10 e a tu otaz Dieg laudio S ndrea M afne Gu C D A info ioni 33 € unde rno. eoz”, @ma iti 3 r eo “ T altri osp dein 916825 35. Matt 0 bigg e i.it

ca alogi e l ca an Musi ra digita er u nep e cult a .0 r co

ica log e er na gital ep 0 a i ca a d on b 2. i c s , Mu ultur avora el weuco”: i Modà l a d “Br de ot, ec hi a o

r c l’er arc cell ede pe nel n M For le M de ica no co efano abrie elli, erra fi s la St G in u s Le a mu e paroni e azzi, Mich afne G l N ig om ea D iti

Iniziativa creata da

A partire dalle ore 16.00, LUNGO happy-hour LUNGO lago… Music: DJsets powered by NATS,AGA, POLLO D. feat. SPIGA Drink: Cocktails @ 5€, birra @ 4€, vino @ 3€… Divertimento @ free!!! Portati un paio di infradito… Al resto ci pensiamo noi!!!

MADEINBIGGÍ

dal 2 al 5 giugno 2011 spazi ex Monasterola Monasterolo del castello (BG) Partner

Con il patrocinio di

Comune di Monasterolo del Castello

Partner

Con il patrocinio di

Comune di Monasterolo del Castello

STRISCIONI I banner a lato sono gli striscioni che verranno posti nelle varie aree della struttura per connotare la loro destinazione d’uso.


MADEINBIGGÍ

MADEINBIGGÍ

MADEINBIGGÍ

MADEINBIGGÍ Boarding Ora time d’imbarco

10.30 am

Gate

| Imbarco STANZA XXX

Seat

| UNICOPosto

Boarding madeinbigg pass i.it

| Carta

Date

Name

| Data

d’imbarco

| Nome

Flight | Volo STICAVOLI’ Gate S LESSON | STANZAImbarco XXX

| LEZIONE DI STI...

Date 10

| Data giugno 2011

MADEINBIGGÍ


Packaging | concorso Nature’s Le linee Nature’s sono offerte in cofanetti che completano e arricchiscono l’esperienza del regalo. Le confezioni hanno l’obiettivo di trasmettere una sensazione di piacevole ricercatezza per chi le riceve, oltre che di comunicare con immediatezza i valori del marchio Nature’s. Il conorso richiedeva di realizzare l’immagine grafica che sarà poi apposta sul fronte delle confezioni ed in particolare: - Un’immagine natalizia - Un’immagine generale


Logo | find the difference Al momento non vi è alcun simbolo riconosciuto a livello internazionale per i diritti umani. Questo concorso vuole cambiare le cose! Il logo richiede, quindi, di realizzarne uno.


PORTFOLIO CLAUDIA VAVASSORI  

raccolta di lavori dell'anno 2010-2011. loghi immagini cordinate studio del concept pubblicitario

Advertisement