{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1

WALL

Susanna Orlando

LʼArte di moltiplicare i pesci FOODMaria Greco Naccarato Unʼitaliana a tavola a Parigi WARDROBE Danielle Ziliani-Archetti-Agnesi The Day After WHOValeria Mangani Alta Moda Roma

ANNO 1

October14 COPIA OMAGGIO

ART•BUSINESS•FOOD•NEWS•EVENTS & MORE...

Italian & English Issue


PERMETTE QUESTO BALLO? WELCOME EDITORʼS LETTER

We are One!

U

n’estate che non è mai iniziata, pare non essere ancora finita. Questo è l’autunno che ci aspetta. Giornate di sole, caldo, voglia di starsene all’aria aperta, pagano con gli interessi ciò che la bella stagione si è tenuta per sé. Questa rentrée così soft non ci impedisce, però, di pensare, come quando eravamo a scuola. Per molti di noi l’anno non inizia a Gennaio, ma proprio a Ottobre, il mese in cui si fanno le prime previsioni sull’anno a venire, si preparano i progetti, si fanno le scelte più importanti. Così ci ritroviamo a pensare a questo numero di One come fosse il primo giorno di scuola: una nuova squadra, nuove rubriche, nuovi volti che firmano il giornale e ne vivono il backstage, nuove storie che abbiamo raccontato, grazie ai loro protagonisti, tra moda, lifestyle, cucina, benessere, finanza, progetti umanitari e consigli di bien vivre. Un osservatorio su un’Italia che è ancora patria di eccellenze che vogliamo scoprire e valorizzare con le nostre pagine. Grazie a tutti quelli che hanno creduto in noi. Buona lettura!

S

ummer has nearly never started, however it seems it’s not over yet. This is the kind of autumn ahead of us. Sunny and warm days, welcoming us to spend some time outdoors and pampering ourselves with our interests. This soft comingback does not hold us back from thinking about our school days. Almost everyone considers October the beginning of the year rather than January, as October allows us to make early predictions on what we may expect during the year, set up projects and make the most important choices. So here we are thinking about this issue of One as it was our first day of school: a new team, new sections, new people who will proudly take part both in writing and living the backstage and new stories, thanks to the protagonists, including fashion , lifestyle, food, healthcare and wellness, finance, humanitarian projects and tips on how to have a healthy life style. A sort of italian observatory that is still home to excellence and we want to discover every bit of it through our pages. Thanks to everyone who has always believed in us. Enjoy a pleasant reading! 3 One


Editore One Il Piacere del Lusso S.R.L.S. Piazza Diaz, 7 - 20123 Milano www.one-magazine.it Direttore Responsabile Nicola Santini Direttore Editoriale Letizia Rocca Bonelli Coordinatore Editoriale Tommaso de Mottoni y Palacios Fashion Editor Salvatore Vita Progetto grafico Ten Srl

Hanno collaborato a questo numero: Massimo Bianchi, Lorenza Di Prima, Danielle Ziliani Archetti Agnesi De Blois, Fabrizio Labanti, Marco Muggiani, Samantha Biale, Grazia Pitorri, Massimo D’Onofrio, SIlverio Serra Asole, Christian Ciardella, Mario Vanella, Terry Alaimo, Manuela Pennisi, Luigi Bonandini, Vita Marinoni, Silvia Marchese.

Stampa: CPZ GROUP SPA - Costa di Mezzate (BERGAMO) In copertina Susanna Orlando ritratta da Christian Ciardella www.christianciardella.com Abbonamento a 10 numeri euro 35,00 Copyright S.R.L.S. In attesa Tribunale redazione 4 One

2014 One Il Piacere del Lusso di registrazione presso il di Milano numero 0 chiuso in il 3 Ottobre 2014


WHERE / WHAT / WHO / WHY / WHEN / & MORE... 6 WHATSAPP

International Affairs - Marina Ripa di Meana

8 WORK

Capital Letters - Luigi Bonandini

12 WHAT

Stalking - Massimo D’Onofrio

16 WOMEN

Senza Veli Sulla Lingua - Ebla Ahmed

21 WHY

Opinion Leader - Silverio Serra Asole

22 WALL

Cover Story - Susanna Orlando

27 ARTIST

Rendez Vous - Filippo Ciavoli Cortelli

31 WARDROBE

Alta Moda - Danielle Ziliani-Archetti-Agnesi-de Blois

42 FASHION

Milano Fashion Week - Historical Avant Garde

46 FASHION

Milano Fashion Week - Modern Rainbow

48 WHO

Face to face - Valeria Magnani

54 WONDERLAND

Lifestyle - Gioielli Polacchi

56 WOW

Style code - Alassio White Party

58 FOOD

Intervista - Maria Greco Naccarato

63 WINE

Italian Excellence - Orosso

64 WONDERFUL

Italia da Mare - Vela Club Gela

69 FOOD

Passioni di Famiglia - Nobili Dispense

73 WELLNESS

Diet Coach - Samantha Biale

77 PSICOLOGY

L’estate è (in)finita - Manuela Pennisi

79 LOOK

Idee in testa - Fabrizio Labanti

81 SURGERY

La Proporzione Aurea - Marco Muggiani

83 SPECIAL EVENTS

Alassio - Spinnaker group

86 WARDROBE

Moda Sotto le stelle - Lugano

88 WINNERS

Grazia Pitorri - Edoardo Alaimo

90 OROSCOPE

October - Terry Alaimo

5 One


WHATSUP INTERNATIONAL AFFAIRS

RIPORTIAMO A CAS Let “our Marò”

“Carlo e io, con un gruppo di volenterosi, constatata l’assenza di qualsiasi risultato da parte del Presidente del C

dell’ischemia del fuciliere Massimiliano La Torre, abbiamo chiesto esplicitamente in piazza San

Andremo in piazza tutti i giorni finché non av

E’ con questa frase che inizia la battaglia di Marina e Carlo Ripa di Meana affinché qualcuno si muova per rip

“Carlo and I along with a group of willing volunteers, because of the lack of any findings or results by the Prime Mins

who suffered an ischemia, we begged Pope Francis in St. Peter’s Square to

We will go to the square every day until we will hav 6 One

After this statement the battle of Marina and Carlo Ripa di Meana has begun awaiting for someone to brin


o

uverture

SA I NOSTRI MARÒ come back home

Consiglio, del Ministro della Difesa Pinotti e del già Ministro degli Esteri Federica Mogherini e la drammaticità Pietro a Papa Francesco di attivare il suo Magistero Universale per riportare a casa i due Marò.

vremo ottenuto una risposta al nostro appello”.

portare in Italia i nostri Marò. Una battaglia fatta con eleganza e stile e con la forza di chi non si arrende mai.

ster, Minister of Defence Pinotti, Minister of Foreing Affairs Federica Mogherini and rifleman Massimiliano La Torre

o activate his universal magisterium to bring the two “Marò” back home.

ve received an overwhelming response to our appeal.”

ng our Marò back in Italy. A smart battle approached with strength and style by someone who never gives up.

7 One


o

capital letters

WORK BUSINESS MATTERS

Luigi Bonandini - Presidente B&P Merchant

Creare modelli ad hoc per far ripartire la manifattura italiana

I

l mainstream del Gotha della politica, dell’imprenditoria e dell’alta finanza, pare trovarsi d’accordo nel sostenere che per far ripartire l’economia del nostro Paese bisognerebbe portare la manifattura a rappresentare almeno il 20% del Prodotto Interno Lordo. Questo un po’ sulla scia della politica di ripresa favorita e appoggiata da Obama negli Stati Uniti. Idea che ha trovato approvazione anche nell’intellighenzia dello Stivale. Idea condivisa e data per corretta, ma che rischia di rimanere nel cassetto delle idee, se non incanalata nel giusto file. La vera domanda è: questo obiettivo è effettivamente realizzabile? Ma soprattutto, come lo si raggiungerà: attraverso le imprese esistenti o

tramite e nuove imprese? La risposta che più facilmente mette d’accordo è quella che vuole aria di novità. Quando si tira in ballo il settore manifatturiero però, le difficoltà aumentano. Ovvero, laddove sono necessari investimenti in attrezzature e immobilizzazioni. Ed è questo che spaventa. Non a caso, le nuove aziende si collocano principalmente in nicchie di mercato lontane dalla manifattura. E questo non vale solo per le imprese digitali e di servizi legati alla rete. Quindi in queste condizioni difficilmente si potrà immaginare di raggiungere quel fatidico 20%. Un contributo potrebbe arrivare dai processi di reshoreing, ossia cercare

Create ad hoc models taylored for the Italian Manifacture

T

he highest echelon of the political, economical and financial Gotha agrees on the idea that the manufacturing industry should represent at least 20% of the Italian’s GDP. This idea follows the experiences of Obama’s political decisions in the US and it is now supported also by the Italian intelligentsia. Nevertheless, this idea risks to remain in the metaphorical “idea’s drawer” if not channelized in the right direction. Immediately, two questions need to be answered: firstly, one needs to understand if the realization of this idea is a feasible objective or not: secondly, one needs to understand who are the subjects that will support the reforming effort. Will it be supported by new companies

8 One

or instead by the previous existent ones? Not surprisingly, the most supported answer is the one that will bring a breath of fresh air. Still, the truth is that when considering the manufacturing industry in Italy many problems arise. In particular, they arise where investment in equipment and in capital assets in general are needed. The relevant dimension of the investments is considered worrisome, indeed. It is not by chance that new enterprises are born in considerable numbers far from the manufacturing sector. This consideration is true not only for the so-called “new economy” companies and for those generally providing services to the web. With these reflections in mind, it is probably correct to affirm that the fateful 20%

Portare la manifattura Lead manufacturing Yes we can! (But…how


LUIGI BONANDINI

italiana a rappresentare il 20% del PIL? Si può. (Ma come?) industry to represent at least 20% of the Italian’s GDP? w?) 9 One


di far rientrare gradualmente in Italia quelle imprese che hanno portato la loro produzione all’estero: esempi nel concreto, si possono individuare nei settori della calzatura e dell’elettronica che hanno fatto ritorno in patria. Un altro modo per avvicinarsi a questa percentuale è incrementare gli investimenti esteri già esistenti in Italia, come ad esempio hanno dichiarato recentemente i vertici Nestlé per gli stabilimenti dove si produce la pizza Buitoni. L’azione concreta è l’ingrediente mancante per passare dall’opinione alla decisione e dalla decisione al processo di attuazione. C’è solo da spogliarsi della voglia di cavalcare slogan facili e di grande effetto per confrontarsi invece con una visione più misurata con il vecchio metodo di non fare il passo più lungo della gamba. E di pensare non solo in termini di ideali, pretendendo di applicare su scala italiana un processo americano, ma cucendo su misura di bisogni e potenzialità un nuovo sistema d’impresa nazionale.

10 One

threshold will not be reached any time soon if some systemic changes are not made. A contribution could come from the reshoreing’s process that is, the gradual return of the Italian companies that decided to move their production in a foreign country. Some positive examples of this phenomenon can be identified in those companies of the shoe industry and in the electronic industry that decided to move their production back to Italy in recent times. Another variable that can contribute to reach the above mentioned objective is the growth of the foreign investment in the country. Considering this particular variable, it is surely good news the recent Nestlé’s decision that should lead to an increased investment in Buitoni’s infrastructures. The concrete action is the missing ingredient in order to pass from opinion to decision and from decision to process implementation. Now it is time to stop riding easy and empty slogans and to face reality with the old and always valid concept of proceeding one step at the time, in a credible fashion. Therefore, it is time to stop basing one’s analysis on wishful thinking (such as the one of implement the American model tout-court). Instead, it is time to start tailoring and creating an ad hoc model for the Italian system.

L’azione concreta è l’ingrediente mancante per passare dall’ opinione alla decisione e dalla decisione al processo di attuazione. The concrete action is the missing ingredient in order to pass from opinion to decision and from decision to process implementation.


P E R S O N A L I Z Z AT E L’ E S P E R I E N Z A D E L L U S S O Se per il vostro viaggio cercate personalizzazione, vivacità e lusso, scoprite esperienze uniche con Preferred Hotels & Resorts e Preferred Boutique. Visitate oltre 650 hotel e resort su PreferredHotelGroup.com

CAPRI TIBERIO PALACE Capri, Italia

THE FIRST LUXURY ART HOTEL ROMA Roma, Italia

SLS HOTEL SOUTH BEACH Miami Beach, Florida, Stati Uniti

THE WELLESLEY Londra, Inghilterra

Viaggia con maggiore soddisfazione – iscriviti ad iPrefer per avere benefici esclusivi


o

attualità

WHAT

Lʼimportanza di saperlo / The importance of knowing it

Massimo D’Onofrio

Stalking. In una parola, troppi concetti.

A

gli operatori di diritto, come gli avvocati, non è insolito sentire utilizzare tra i litiganti il termine stalking per qualsiasi fatto che determina un semplice disturbo. E così, ad esempio, le madri indolenti insegnano ai figli che le richieste troppo insistenti dell’altro genitore separato di vederli nel periodo di propria competenza è perseguibile di stalking. Tralasciando le storture interpretative delle tutele offerte dalla legge, il concetto di stalker è ben reso dal significato stesso della letteratura anglofona: più propriamente, “colui che si apposta” o “che cammina furtivamente”, una sorta di “cacciatore in agguato”. In effetti, lo stalker è il soggetto che perseguita la sua vittima alla ricerca costante di un contatto personale, non sempre direttamente ma con un

insieme di comportamenti molesti e continui, costituiti da pedinamenti, appostamenti, intrusioni nella sfera privata, con telefonate o messaggi di ogni genere, spesso anche di tipo affettuoso. Il che rende a volte difficile l’individuazione dell’allarme sociale e il ricorso agli strumenti di prevenzione. Lo stalking non è un fenomeno omogeneo talché non è possibile ricostruire un perfetto modello di condotta tipica, né tantomeno un profilo tendenziale del c.d. stalker. Tuttavia, per la legge, la reazione pubblica è legittimata in tutte quelle situazioni in cui la vittima subisce una serie di pressioni che finiscono per condizionare il normale svolgimento della sua vita quotidiana, ingenerando nella stessa un continuo stato di ansia e paura.

Stalking. An only word with too many concepts.

I

t is not uncommon for lawyers to hear the term “stalking” between litigants for any sort of matter even for a simple disorder. For instance, mothers teach their children that insistent requests done by the other separated parent to see them during the jurisdiction period may be considered a criminal stalking (!). Leaving aside the distortions of interpretation offered by the law, the concept of stalker deriving from the Anglophone literature means: “he who illegally follows and watches someone over a period of time”,” a sort of “hunter”. In fact, the stalker is the person who pursued his victim to the constant search for a personal contact, not always directly, but with a series of harassing and continuous behavior, consisting of intrusion into

12 One

the private sphere, with all kinds of phone calls or messages. Which sometimes it makes it difficult to identify the fear and fright. Stalking is not a homogeneous phenomenon therefore it is not possible neither to establish a typical conduct, nor an attitude of the so-called stalker. However, as far as the law is concerned, public reaction is entitled in all those situations in which the victim suffers a series of pressures that affect the normal daily life, which may result in constant state of anxiety and fear. This is necessary for asking the inhibition of harassing conduct. However, the prevention and detection of conduct so potentially damaging is the only suitable instrument to combat and

MASSIMO D


D’ONOFRIO Comprendere per difendersi. A che punto è la Legge. Understanding in order to defend oneself. Where does the law stand. 13 One


o

attualità

Tale ultimo esito rimane necessario perché si possa chiedere l’inibizione delle condotte assillanti. Tuttavia, la prevenzione e quindi la tempestiva individuazione della condotta potenzialmente dannosa è l’unico strumento idoneo ad arginare il fenomeno e prevenire anche quello più grave, ormai noto come “femminicidio”, in cui la condotta persecutoria può sfociare. Ma allora quando si possono riconoscere e segnalare le condotte che possono ritenersi molestia assillante? L’atto persecutorio è piuttosto vario, ma in genere il reato si realizza attraverso la combinazione di più azioni moleste. In genere, le molestie assillanti sono cagionate da un atteggiamento di ossessione progressivo che si caratterizza per la continua esigenza dello stalker di soddisfare i propri impulsi emotivi. La negazione di tali esigenze determina invece manifestazioni di forte insoddisfazione, sino a degenerare in aggressioni verbali e minacce. La legge richiede che, qualunque sia la sua modalità di esternazione, questa cagioni nella vittima “un grave disagio psichico” ovvero “un giustificato timore per la sicurezza personale propria o di una persona vicina” o, comunque, pregiudichi “in maniera rilevante il suo modo di vivere”. In altri termini cioè, affinché la condotta persecutoria sia penalmente rilevante, è necessario che gli atti reiterati dello stalker abbiano un effetto destabilizzante sulla serenità e sull’equilibrio psicologico della vittima. Si tenga presente, però, che la condotta può ritenersi penalmente rilevante a condizione che essa sia reiterata nel tempo: quindi non rilevano gli atti persecutori perpetuati in sé, quanto piuttosto la loro abitualità e continuità. Come viene punito questo reato? L’art. 612 bis del codice penale, al primo comma, prevede la reclusione da sei mesi a quattro anni, salvo che il fatto non costituisca più grave reato. Ai sensi del secondo comma, inoltre, la pena è aumentata se il fatto è commesso dal coniuge legalmente separato o divorziato o da persona che sia stata legata da relazione affettiva alla persona offesa. Il comma successivo prevede un aumento della pena fino alla metà se il fatto è commesso a danno di un minore, di una donna in stato di gravidanza o di una persona con disabilità di cui all’articolo 3 della legge 5 febbraio 1992,n. 104, ovvero con armi o da persona travisata.

14 One

In genere, l’autorità giudiziaria si prevent the problem even the attiva a seguito di querela della most serious ones, known as persona offesa, con un termine più “femicide”. lungo per proporla (sei mesi anziché When are we able to recognize di tre mesi, come per quasi tutti and report conduct that may be gli altri reati). In altri termini, è considered persistent harassment? necessario che la vittima denunci The act of persecution is il fatto. Si procede d’ufficio solo quite varied, but generally quando il fatto viene commesso nei the crime is accomplished confronti di un minore di età oppure through the combination of di una persona con disabilità (l. multiple harassing actions. In 104/1992) nonché quando il fatto general, harassment is caused viene connesso con altro delitto per by an obsessive attitude that is cui debba procedersi d’ufficio. characterized by the continuing Il reato è altresì procedibile need of the stalker to satisfy his d’ufficio quando il soggetto sia emotional impulses. Instead the stato ammonito ai sensi e per gli denial of these needs determines effetti di cui all’articolo 8 del d.l. strong dissatisfaction, up to n. 11/2009, convertito nella legge degenerate verbal assaults and n. 38/2009, che ha introdotto threats. nel codice di procedura penale The law requires that, whatever

1992, no. 104, or with weapons. In general, the judicial authority is activated as a result of complaint of the victim, with a longer term to propose it (six months instead of three months, as for almost all crimes). In other words, it is necessary that the victim denounces the fact. It’s taken forward when the act is committed against a minor or a person with disabilities (l. 104/1992) as well as when the act is connected with another crime for which it must proceed with a motion. The offense may be punished by law when the subject was cautioned under and for the purposes set out in Article 8 of the dl n. 11/2009, converted

Lo stalking non è un fenomeno omogeneo: non è possibile ricostruire un modello di condotta tipica. Stalking is a homogeneous phenomenon therefore it is not possible to establish a typical conduct. alcune misure personali cautelari contemplate dagli articoli 282bis e 282ter: l’allontanamento dalla casa familiare dell’imputato ed il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Questa ultima legge offre uno strumento più “morbido” per la tutela della possibile vittima. Infatti, fino a quando non viene proposta querela per il reato di stalking, la persona offesa ha facoltà di esporre i fatti all’autorità di pubblica sicurezza, avanzando richiesta al questore di “ammonimento ” nei confronti dell’autore della condotta. La richiesta avanzata viene quindi trasmessa, senza ritardo, al questore, il quale assunte ove necessario le informazioni dagli organi investigativi e sentite le persone informate dei fatti, nel caso in cui ritenga l’istanza fondata, ammonisce oralmente il soggetto nei cui confronti è stato richiesto il provvedimento. Dopo tale ammonimento, una eventuale ulteriore condotta persecutoria renderà il reato, come testé evidenziato, procedibile d’ufficio. Da tanto si comprende quanto siano importanti la formazione, la sensibilità e la capacità degli organi deputati a svolgere detto ruolo. Qualche volta, ahinoi, ci scappa il ….

into Law n. 38/2009, which the way of externalization, this introduced the Code of Criminal causes the victim a “serious Procedure personal protective psychological distress” or “a measures covered by Articles justified fear for the personal 282bis and 282ter: expulsion safety of oneself or a close from the family house of the person” or otherwise adversely accused affect “significantly the way and the prohibition of of life. “In other words, the approaching the common places persecutory conduct is subject to of the victim. criminal, it is necessary that the This law offers a “softer” repeated acts of stalkers have a destabilizing effect on the victim’s protection of victims. In fact, until the lawsuit or action psychological serenity and is proposed for the crime of balance. stalking, the victim has the It should be considered that right to present the facts to the the conduct may be criminally public safety. The request is then relevant unless it is repeated over forwarded, without any delay, to time. the superintendent, who once got How is this crime punished? the necessary information, facts Article. 612 bis of the Penal and hearing the people, may then Code, provides from six months consider the application, verbally to four years imprisonment , warns the person against whom unless the act constitutes a more it was required to take further serious offense. According to the action. After this admonition, a second paragraph, the penalty further persecutory conduct will may be increased if the offense make the offense. is committed by a spouse legally We may understand how separated or divorced or a person who has been emotionally related important training, sensitivity to the victim. The next paragraph and the ability to carry out that role is.. provides an increase of the sentence up to half of it if the offense Massimo D’Onofrio is committed either Socio Onorario dell’Ass.Senza Veli against a minor, a Sulla Lingua pregnant woman avvocato in Milano or a person with a disability referred to Studio DRZ legal https://www.facebook.com/DRZlegal in Article 3 of the Law of 5 February


o

sos

WOMEN INTERVISTA / INTERVIEW

Massimo Bianchi

I

l tema della violenza sulle donne è purtroppo uno dei più caldi dell’attualità. Ebla Ahmed, presidente di Senza Veli Sulla Lingua, fa il punto della situazione nel nostro Paese e da un anno, con la sua associazione si batte per informare e promuovere iniziative a difesa dei più deboli. La violenza è maschile? Beh…certo che la si intende femminile, ormai, quasi solo in termini grammaticali. Se invece ricorriamo ai numeri -come fa notare uno degli esperti di Senza Veli Sulla Lingua, l’avvocato Massimo D’Onofrio- il fenomeno è più spesso legato all’uomo, ovvero al maschio fisicamente inteso come soggetto più forte, specie nel rapporto di coppia, benché esistano molti casi in cui è il partner di sesso maschile a subire. La distanza si è molto ravvicinata: non è più così netta la percentuale di crimini commessi fra le mura domestiche prima dall’uno che dall’altra. La rilevanza sociale degli ultimi fatti di cronaca ha meritato la coniazione del

neologismo: femminicidio. Termine che i vocabolari di lingua italiana già riportano tra le proprie voci, utilizzato anche per indicare un recente intervento legislativo dedicato alla repressione, o meglio, prevenzione degli atti di violenza contro le donne. Servirebbe, secondo voi, inasprire le pene? Proprio recentemente il Capo dello Stato ha osservato “il susseguirsi di eventi di gravissima efferatezza in danno di donne e il conseguente allarme sociale che ne è derivato rendono necessari interventi urgenti per il trattamento punitivo degli autori di tali fatti, introducendo, in determinati casi, misure di

U

nfortunately violence against women has always been a debating issue. The President of the Association “Stop Veils Shout Liberty”, Ebla Ahmed, takes us through the current national situation. She has been fighting for over a year with the help of haer association to spead out information and promote initiatives in order to protect the weakest ones. Is Violence masculine? According to the number of cases -as one of the SVSL experts and lawyers, Massimo D’Onofrio pointed out- the phenomenon is more often linked to the man, seen physically stronger especially in a couple’s relationship, although there are many cases in which the male partner suffers and goes through a lot of pain. There isn’t much difference anymore meaning that it is no longer so clear to identify the percentage of crimes committed domestically than others. The latest social relevance coming from recent stories created new words and expressions such as: femicide. A term

16 One

used to refer to a recent legislative action dedicated towards repression and the prevention of violence against women. In your opinion, should penalties be reinforced and stiffened up? Recently the Head of State pointed out: “Following all the serious events concerning brutality against women and the urgent social alarm, immediate action against such treatments must be taken in order to severely punish whoever deserves it, and introducing in certain cases, prevention so that any women and victims would be protected against

EBLA AHM


ED La (non)cultura della violenza. Parliamone. Con (e) Senza Veli Sulla Lingua. The (un)known culture of violence. Let’s talk about it. With(out) Veils, Shout Liberty. 17 One


domestic violence. “ Indeed, new measures should be adopted as soon as possible. We obviously need remain greater firmness. It is fundamental that adequate training is given out to healthcare professionals, employers and specialists in order to support victims, which must, however, be financed and funded. We believe that femicide is often preceded by unmistakable signs, although it is not always easily recognizable. The famous criminologist Marco Strano who is one of our Honorary Members , has always battled both in Italy and abroad against violence. He regularly holds seminars and conferences regarding the topic. His latest italian publication called “VIOLENZA (IN) FINITA” has been defined as a very useful tool of analysis.

da sinistra from left Paolo Limiti, Anita Madaluni, Ebla Ahmed, Alessio Sacco

prevenzione finalizzate alla anticipata tutela delle donne e di ogni vittima di violenza domestica”. Certo, nuovi provvedimenti vanno adottati; e -crediamo- anche con una certa urgenza. Restiamo convinti che occorra maggiore intransigenza. Resta fondamentale una adeguata formazione delle forze dell’ordine, degli operatori sanitari, dei datori di lavoro e dei servizi specialistici di sostegno alle vittime, che devono essere peraltro adeguatamente finanziati. Crediamo che il femminicidio molto spesso sia

preceduto da segnali inequivocabili, anche se non sempre facilmente riconoscibili. Tra i nostri Soci Onorari abbiamo anche il famoso criminologo Marco Strano, sempre in prima linea su questo fronte, non solo in Italia ma anche all’estero, dove continuamente tiene seminari e conferenze su temi scottanti. La sua ultima pubblicazione “VIOLENZA IN/ FINITA” è un utilissimo strumento di analisi. C’è una storia originale dietro la nascita di Senza Veli Sulla Lingua, vero? Sì, diciamo: un sogno che inseguivo da diversi anni senza illudermi di poterlo realizzare in poco tempo. Ero stufa di assistere a disinformazione riguardo, soprattutto, al movente religioso come pretesto per compiere crimini. E’ un paradosso bello e buono: in nessun libro Sacro si ìncita alla violenza! Volevo abbattere i muri della discriminazione, prima ancora che combattere gli abusi. Mi mancava, però, un gruppo. E anche…uno slogan forte. Avevo ben chiari i contenuti; bisognava solo affinare la forma e formare la squadra. L’incontro con Anita fu incandescente: io musulmana, lei cattolica, in perfetta sintonia sugli stessi principi: LA RELIGIONE 18 One

da sinistra from left Il Vice Presidente Anita Madaluni e Ebla Ahmed

There is an original story behind the birth of Stop Veils Shout Liberty, isn’t it? Yes, a sort of dream that I have chased for several years-confessed Ebla- without letting myself down being able to accomplish it in a short time. I was sick and tired of wrong information especially about religion being an excuse to carry out crimes. It ‘a good and beautiful paradox: No Holy Book itself da sinistra encourages violence! I firstly wanted to from left defeat discrimination, before approaching Marco Strano, and combating abuse. However I needed Massimo a group and a strong slogan. I was sure D’Onofrio, Massimo about my plans; I only needed a good Di Cataldo, team that could back them up. The Francesco Testi, meeting was incandescent with Anita: Ronnie Jones, Being a Muslim myself, while Anita being Marcos Vinicius Catholic, we were in a perfect harmony sharing the same principles: RELIGION is not involved. It is sometimes instrumental and untrue. She appreciated my honesty therefore she dedicated me the name of the Association. Shortly thereafter, I met a brave and enterprising man called Alessio Sacco, whose respect towards women is definitely exceptional.

Siamo una squadra diversa: una musulmana, una cattolica ed un uomo We are a

mixed Team: a Muslim, a Catholic and a Man

What are the objectives achieved so far? First of all open up to various networks, the vicepresident Anita Madaluni explains- directly working closely with other associations (White Mathilda, Dupp, Bindun, City Angels). The Italian view is rather on “associative individualism”, which tends to limit activities and misleading the development of projects. If you are on your own... you do not go anywhere. In a few months, we have been able to open five branches that offer free legal and psychological assistance (Milan, Brianza, Montecatini in collaboration with the Municipality and the Italian Red Cross, at the MondoSole Center in Rimini, Rome at Crime Cafe’ Study Center) moreover in large islands (Coro Intrempas, in Sardinia and La Fucina in Sicily) and collaborating in many countries (USA, Albania, Eastern Europe, Canada, Brazil). And -Another initiative that we’re very proud of is our self-defense courses completely free of charge throughout Italy. Are institutions participating to your initiatives? Despite our new and fresh association, they realized that apart from words we have real facts. Alessio Sacco adds saying - That is why the Region of Lombardy, and many other towns have already realized that we have achieved a great deal. Including our most ambitious project: a Refuge Home (top secret location), which will welcome up to eight people. We helped many women from


NON C’ENTRA. E’ una manipolazione strumentale e menzoniera. Lei, apprezzando la mia schiettezza di linguaggio, mi dedicò il nome dell’Associazione. Di lì a poco, l’incontro con Alessio Sacco, uomo coraggioso e intraprendente, l’accezione maschile del rispetto verso le donne ma anche verso le differenze in generale. Quali sono gli obiettivi raggiunti fino ad oggi? Innanzi tutto aprirci e fare rete –spiega la vicepresidente Anita Madaluni- coordinandoci e operando fattivamente con altre associazioni (White Mathilda, Dupp, Bindun, City Angels). Sembra una ovvietà, e invece non lo è nel panorama italiano, piuttosto arroccato sull’”individualismo associativo”, che tende a circoscrivere l’attività di ciascuno, fuorviando un percorso di sviluppo dei progetti. Perché da soli…non si va da nessuna parte. In pochi mesi, abbiamo aperto ben cinque sportelli di assistenza legale e psicologica gratuita (Milano, Brianza, Montecatini in collaborazione con il Comune e la Croce Rossa Italiana, Rimini presso il Centro MondoSole, Roma presso il Centro Studi Crime Caffè) due poli attivi nelle grandi isole (Coro Intrempas, in Sardegna e La Fucina del Sud in Sicilia) e corrispondenti in molti Paesi (Usa, Albania, Europa dell’Est, Canada, Brasile). E, altra iniziativa di cui andiamo molto fieri, corsi di autodifesa completamente gratuiti in tutta Italia. Le istituzioni come stanno partecipando alle vostre iniziative? Nonostante la nostra giovane età associativa, hanno constatato che alle parole facciamo seguire i fatti. Ecco perché già la Regione Lombardia, e molti Comuni di Italia i sono resi conto che in poco tempo, come sostiene l’altro socio fondatore, il consigliere Alessio Sacco, abbiamo realizzato moltissimo. Compreso il nostro progetto più ambizioso: una Casa Rifugio di Prima Accoglienza (luogo top secret), in via di ristrutturazione, che potrà ospitare fino a otto vittime. Abbiamo in poco tempo aiutato molte donne di diverse nazionalità. Donne che sono già nelle mani dei nostri esperti.

Che sappiamo essere tutti professionisti di spicco. Sì come l’avvocato Daria Pesce, già Console Onorario del Portogallo, l’avvocato Francesco Pesce, Massimo D’Onofrio, l’avvocato Luca Bauccio, la counsellor Annalisa Cantù, centro ASPIC, la dottoressa Roberta Lovreglio, la dottoressa Bruna Correnti, il criminologo Marco Strano, il cardiochirurgo Alessandro Frigiola e il Giudice Jacqueline Magi. Quali saranno le iniziative per il prossimo inverno? Possiamo contare sulla presenza di Soci Onorari di grande prestigio che ci sostengono mettendo la propria visibilità “al servizio” dei nostri obiettivi sociali. Oltre alle figure professionali, sono dei nostri personalità come Nino Benvenuti, Ronnie Jones, Massimo Di Cataldo, Cesare Guidetti, Don Mazzi, Manuela Olivieri Mennea, Lucio Presta, Francesco Testi, Antonio Giuliani, l’avvocato Daria Pesce, Paolo Limiti, Marcos Vinicius. Quando possiamo cerchiamo di renderci utili ad altre associazioni: recentemente, grazie a un tartufo gigante raccolto dai famosi cavatori dell’azienda abruzzese “I Sapori della Terra”, abbiamo raccimolato, quasi improvvisando una cena sociale, un piccolo aiuto per Comics4Africa. Ecco…ci piacerebbe che fra associazioni ci si aiutasse di più. Non soltanto mirando ognuna a sostenere sé stessa. E comunque, siate pronti: dopo la nostra cerimonia inaugurale al Pirellone di Milano, nel 2015 stiamo pensando a un grande evento che ci presenti ufficialmente anche alla città di Roma...magari in Parlamento? Ebla Ahmed, passaporto Italo Yemenita, avvocato a Londra e scrittrice per le seconde generazioni in Italia, ha da novembre 2013 fondato Senza Veli sulla Lingua, insieme alla giornalista e p.r. internazionale Anita Madaluni e al giovane imprenditore Alessio Sacco, unico uomo della squadra ad eccezione dei Soci Onorari.

La violenza non ha

religione e non ha razza

Violence has no religion and no race different nationalities. Women who are already in the hands of our experts. We are all aware of our leading professionals. For instance Daria Pesce lawyer and already Honorary Consul of Portugal, lawyers such as Francesco Pesce, Massimo D’Onofrio, and Luca Bauccio, the counselor Annalisa Cantu, center ASPIC, Dr. Roberta Lovreglio, Dr. Bruna Correnti, the criminologist Marco Strano, the heart surgeon Professor. Alessandro Frigiola and the Judge Jacqueline Magi. What are the next initiatives for the upcoming winter? We may rely on Honorary Members who hold prestige enabling us to get a good visibility in order to reach our social objectives. Last but not least, In addition to the professionals, we can count on great public figures like Nino Benvenuti, Ronnie Jones, Massimo Di Cataldo, Cesare Guidetti, Don Mazzi, Manuela Olivieri Mennea, Lucio Presta, Francesco Testi, Antonio Giuliani, the lawyer Daria Pesce,

Paolo Limiti, Marcos Vinicius. Whenever we can, we try to help out other associations, in fact we recently had a fantastic social dinner thanks to a giant truffle harvest from the famous Abruzzo region - a little help for Comics4Africa. Well ... we’d like associations to help each other more often. Anyway get ready and be prepared: after our opening ceremony at the Pirelli Tower in Milan, we are planning a big event in 2015 which will hopefully introduce us officially in Rome ... and who might know…maybe in the Parliament? Lawyer and writer Ebla Ahmed, who holds an Italian- Yemeni passport, belonging to the second generation in Italy, has founded STOP VEILS SHOUT LIBERTY since November 2013 along with the journalist and International P.R. Anita Madaluni and the young entrepreneur Alessio Sacco, who is the only man part of the team (except for Honorary Members) 19 One


L'Oasi di Lusso nel Cuore della Toscana. Il tuo Castello nel Chianti.

HOTEL, SPA & RESTAURANT Strada Spicciano,7 50028 Tavarnelle Val Di Pesa (FI) Tel. 055 806470 info@castellodelnero.com - www.castellodelnero.com


o

WHY

0pinion leader

foto di Simone Pilia

Silverio Serra Asole Direttore Generale Creditcons www.creditcons.it Silverio Serra Asole General Manager Creditcons www.creditcons.it

PERCHÉ È COSÌ DIFFICILE FARSI PAGARE IN ITALIA?

Why is it so difficult to get paid in Italy?

D

are solo colpa alla crisi potrebbe essere un errore. Viviamo da anni utilizzando metodi di prevenzione del rischio e di tutela obsoleti; nuove metodologie e strumenti portano poi a risultati mediocri. La prevenzione del rischio viene spesso demandata a informazioni tra conoscenti o tratta da sistemi informatici asettici con esiti poco realistici. Il recupero è spesso affidato a strutture di gestione massiva scarne sovente di professionalità e conoscenza della materia. La miglior soluzione è quella di dar valore alla prevenzione (cioè, sapere con chi hai a che fare prima di consegnare una fornitura) e, successivamente, affidare la gestione del credito solo a professionisti qualificati; il rispetto della legge e dei rapporti tra i soggetti interessati genera, inoltre, ottimi risvolti reputazionali per i clienti.

G

iving just blame to the crisis could be a mistake. We have lived for years using risk prevention methods and obsolete protection; new methodologies and tools lead us towards mediocre results. The risk prevention is often delegated to information among acquaintances or treats for aseptic systems with unrealistic outcomes. Recovery is often entrusted to management structures that have poor professionalism and knowledge about the subject. The best solution is to give value to prevention (for instance to know who you’re dealing with before delivering a supply) and, afterwards to entrust the credit management to qualified professionals only; respecting the law and relationships between stakeholders create great reputational implications for customers.

21 One


SUSANNA ORLANDO

L’ARTE DI MOLTIPLICARE I THE ART OF MULTIPLYING FISH

A Pietrasanta per incontrare la sacerdo dellʼarte contemporanea, e scoprire ch tempi di crisi, l’arte e la bellezza ci salve Being in Pietrasanta to meet the prieste contemporary art, to find that in tim art and the beauty will save us.


I PESCI

otessa he, specie in eranno. ess of mes of crisis, the

o

cover story

WALL INTERVISTA / INTERVIEW

Testo di Nicola Santini Foto di Christian Ciardella

Q

uando le chiediamo se si sente figlia d’arte (il padre Angelo aveva una delle prime gallerie di Forte dei Marmi, aperta nel 1968 ndr), si intenerisce, ma spiega subito la differenza tra il mercante e il gallerista: “il mercante è colui che compra e rivende, cerca di capire cosa chiede il mercato, va a caccia di occasioni da prendere e da offrire, poi, principalmente vende a chi vuole anche investire. Il gallerista invece è chi individua un’artista e tramite le sue opere, crea una storia, una lunga storia d’amore. Sì, d’amore perchè lei sceglie la anche la persona oltre che la personalità e ama ricordare che -mettersi in galleria un nuovo artista è come mettersi una persona in casa-. Ci vuole stima, rispetto e un pò d’amore. Mio padre era un grande mercante.”

W

hen we asked if she feels as the daughter of art (her father Angelo had one of the first galleries in Forte dei Marmi, which opened in 1968), she suddenly gets embarrassed and explains the difference between a merchant and gallery dealer: “The merchant is the one who buys and sells, trying to understand what the market wants, looking for opportunities to grab and offer and after that sells mainly to those who want to invest. Instead the gallery dealer finds an artist and through his or her works, creates a long love story. Love indeed because she chooses the person as well as the personality and loves remembering that –having a new artist in a gallery is like welcoming a person at home-. It takes esteem, respect and a little bit of love. My father was a great merchant. “

Susanna Orlando, fiorentina, con gallerie a Forte dei Marmi e Pietrasanta, sa dove mettere i puntini. A partire dai chiodi. “È così importante che il quadro viva una sua dimensione nello spazio in cui è inserito, per cui molte volte sono io stessa che mi reco a casa dei clienti della galleria per collocare le opere nel modo giusto al fine darle la vita e il respiro che si meritano”. La sua storia nel mondo dell’arte inizia 38 anni fa, quando a Forte dei Marmi aprì la prima galleria in soli 11 metri quadri di spazio: “volevo dare un nuovo approccio al collezionismo: opere piccole ma uniche e preziose”. Oggi, a Pietrasanta, è cresciuta, e con le le dimensioni delle sue gallerie e dei pezzi d’autore. A fare da trait d’union, un gusto formidabile e il fiuto che fa di lei una talent scout eccezionale.

Susanna Orlando, originally from Florence knows exactly what she is talking about as she owns galleries in both Forte dei Marmi and Pietrasanta. Starting from hanging it up. “It ‘so important that the framework has a real dimension in space, so most of the times I decide to go over my customer’s house and place works in the right way in order to give life and breath they deserve”. Her art experience began 38 years ago, when she first opened her first gallery in Forte dei Marmi which measured just 11 square meters: “I wanted to give a new approach to collecting: small but unique and valuable works.” Today, Pietrasanta, has grown with galleries and designer pieces. As a trait d’union, and a formidable taste that makes her a great talent scout.

23 One


“L’ Arte ci deve stare vicina. Perchè l’arte va portata appresso, come la cipria per le signore, o il gesto del ritocco al nodo della cravatta.” “Art has to stay close to us. Art must be taken everywhere, as make-up for the ladies, or the gesture of fixing a tie knot.”

dalla mostra: Pino Deodato CERTO, CERTISSIMO, ANZI PROBABILE


Susanna Orlando nella sua galleria di Pietrasanta Susanna Orlando in her gallery in Pietrasanta

Perchè l’Arte e la bellezza dell’Arte ci salveranno? L’opera d’arte che ammiriamo in un museo o in una galleria è un dono divino. È un segno riconoscibile di una mente ispirata a tradurre con il proprio linguaggio a carattere universale, una necessità di comunicazione dell’uomo contemporaneo. Certo non sempre l’opera che abbiamo davanti ha queste caratteristiche, ma quando le ha, il corpo e la mente di chi la guarda vibra, e esce la famosa frase: “non so dirle perché ma mi piace!” Io, lo so perché! In quel momento si trovano davanti ad un’emanazione del divino. L’artista come Dio, crea senza essere creato, è un numero 1, crea opere che vivono di luce propria e si “reggono da sole” grazie ai canoni di percezione visiva e armonia che, il vero artista ha innate. ARTISTI NON SI DIVENTA Quando in galleria accade questo piccolo miracolo (grazie al cielo, spesso), che la mente del collezionista viene rapita per qualche secondo io, cerco di spiegare che la sua vita non sarà più la stessa senza quell’opera. Oggi più che mai è necessario “estrarniarsi” dalla realtà sempre più tagliente, e cosa c’è di meglio di un quadro che ti fa “volare”, che vedi tutte le mattine in casa tua quando ti svegli o quando ti rilassi sul divano dopo una giornata di lavoro? I miei adorati collezionisti dopo anni, mi ricordano quanto gli ho fatti felici con quel disegno o quella tela venduta tempo addietro! Ma perché un branco di pesci può salvarci la vita? Sembra un semplice branco ma non lo è! Siamo noi, il nostro gruppo, la nostra famiglia i nostri amici. C’è controllo, comando, guida e sporito di gruppo. Allo stesso tempo leggerezza, direzione e luminosità. I colori inesistenti fanno sviluppare la nostra immaginazione: è ovvio che sembrano vivi e guizzanti ma il mare non c’è eppure si sente! E allora cosa c’è di più stimolante che lasciarsi trascinare dal branco di acciughe che a secondo delle ore del giorno cambiano colore?

Dobbiamo vivere tenendo sempre presente che l’arte ci sfiora e ci guarda, guardiamola ammiriamola e possibilmente compriamola. Entriamo nelle gallerie, andiamo nei musei, parliamo con gli artisti e con i galleristi. Guardiamoli lavorare, pensiamo, giudichiamo e cerchiamo di ascoltare quella vibrazione energetica, esattamente come quando si incontra una “bella persona”. We always have to bear in mind that art touches and watches us, let’s admire and possibly buy it from me! “Let’s get into galleries and museums, talk to artists and gallery dealers. Let’s look at them while at work, think, judge, and try to listen to that vibration energy, just like when you meet a “nice person”.

Why will art and its beauty save us? The piece of art that we admire in a museum or in a gallery is a divine gift. It is ‘a recognizable sign of a mind inspired to translate a sort of universal language, a communication that a contemporary man needs. Of course not always the work has these features, but when it does, the person who is looking at it becomes astonished and speechless and so the the famous phrase such as: “I don’t know why, but I like it!” comes out. I know why! In that instant moment they are facing a devine feeling. The artist as God creates without being created, it is a number 1, he or she creates a piece of work that lives in its own light thanks to the artist’s visual perception and harmony. YOU HAVE TO BE BORN AS AN ARTIST! When this small miracle happens in the gallery (thank goodness it often does) the mind of the collector is kidnapped for a few seconds and I try explaining that his or her life will never be the same without the work. Nowadays it is necessary to take a break from tough reality, and what’s better than a picture that makes you feel “high”? You can see it every morning when you wake up in your house or when you relax on the couch after a long day at work. My beloved collectors for years, tend to remind me how much I made them happy with that drawing or canvas painting that I sold to them long ago! Why could a school of fish save your life? It seems a simple school of fish but it’s not! It’s us, our group, our family our friends. There is control, guidance, and group motivation. At the same time lightness, brightness and direction. The unreal colours develop our imagination: it is obvious that it may seem alive and quivering, even though there is no sea, yet you can hear it! So what could be more exciting than being carried away from anchovies that according to the time of day change colour?

25 One


artist

FILIPPO CIAVOLI CORTELLI Marmo vibrante, incontro con lʼartista. Dall’ispirazione alla creazione. Vibrating Marble, rendez-vous with the artist. From inspiration to creation. Massimo Bianchi

42 One

27 One


Filippo Ciavoli Cortelli all’opera su “Corallo”

“L’arte vuol sempre irrealtà visibili”

Jorge Luis Borges

“Art always wants a visible unreality” Jorge Luis Borges

Filippo Ciavoli Cortelli “Corallo” artwork 28 One


Filippo Ciavoli Cortelli e Massimiliano Pelletti, entrambi finalisti al Premio Henraux 2014 Filippo Ciavoli Cortelli and Massimiliano Pelletti, both finalists for the Award Henraux in 2014

RICERCA ARTISTICA E TECNOLOGIA

PER COGLIERE L’ESSENZA Catching the real essence through artistic reseach and technology

T

A

ra le opere finaliste del Premio Henraux 2014, il più importante premio internazionale di scultura in marmo, che si tiene in Versilia con cadenza biennale, abbiamo trovato particolarmente interessante l’opera “Corallo”, dell’artista Filippo Ciavoli Cortelli, nato a Pietrasanta, a cui rivolgiamo una domanda sul senso della sua ricerca, che ci fa ripensare al cubismo...

mong the finalists of the Award Henraux 2014, which is the most important international prize for marble sculpture, is held every two years in Versilia. We found extremely interesting “Corallo” artwork, the artist Filippo Ciavoli Cortelli, was born in Pietrasanta. We raised a question to the artist about the meaning of his research, that reminds us of cubism ...

Sorrido e lo apprezzo come un complimento quasi eccessivo, ma per me si tratta dell’altra faccia della medaglia. Mentre il cubismo agiva con l’intento di rappresentare la realtà da tutti i punti di vista, a me interessa invece l’impossibilità del coglierne l’essenza, il prendere atto di non poter possedere una realtà attorno a cui giriamo senza sosta, sfuggevole e custode di una verità a noi celata, E non è poi in fondo questo l’impulso che ci spinge alla ricerca? Credo che questa presa di coscienza sia dovuta anche a un’attualità dove la tecnologia sta sempre più prendendo piede, evidenziando i nostri limiti, e dove le identità culturali si stanno modificando. In tutto questo l’artista, almeno per quanto mi riguarda, è un po’ romantico e un po’ disilluso al tempo stesso, come un Don Chisciotte che sa benissimo di combattere contro dei mulini a vento e perciò ne gode, accogliendo senza timori e vivendo con curiosità una dimensione emotiva composta di due momenti non in conflitto ma complementari.

I happily appreciate and take it as a compliment but personally it is the other side of the coin. Cubism acted with the intent to represent reality from all points of view, whereas I’m interested in the impossibility of catching the essence, that means not being able to posses an elusive reality hiding the truth from us, may this be the impulse that drives us searching? I believe that this awareness is also due to technology that is increasingly spreading out, highlighting our limits, and where cultural identities are changing. As far as I’m concerned the artist feels a bit romantic and at the same time a little disillusioned, just like Don Chisciotte who is aware of fighting against windmills and therefore he enjoys it, welcoming and accepting without fear and living with curiosity an emotional dimension consisting of two phases not in conflict but complementary.

29 One


FOTOGRAFIA ALESSANDRA IANNIELLO

RAW cabinet de curiosités, MILANO, via Palermo 1, +39 02 84947990 www.rawmilano.it


WARDROBE ALTA MODA / DANIELLE ZILIANI-ARCHETTI

The Day After Photographer: Federica Lazza Photographer assistant: Natalie Fugazza Stylist: Lorenza Di Prima Make Up and Hair: Paolo de Vita Location: Villa Mazzotti-Biancinelli

31 One


Da sinistra: abito uomo composto da giacca bolero e pantalone a vita alta realizzati in cotone e pizzo ricamato a mano con applicazione di passamaneria artigianale, perline e pendenti. Abito scultura avente forma di capitello ionico realizzato in velluto di cotone verde scuro. Abito uomo composto da giacca bolero e pantalone a vita alta realizzati in velluto di cotone blu reale e ricamato con ritagli floreali di pizzo nero e perline. Abito donna con bustino steccato in broccato nero di seta, con gonna in crinolina e strati sovrapposti di organza e tulle di seta. Abito uomo composto da giacca bolero e pantalone a vita alta realizzati in broccato di seta oro e beige, ricamato con pizzo oro pallido, passamaneria artigianale, bottoni e pendenti. Abito aglio a sirena realizzato in tulle ricamato a mano con perline e fili dʼoro. Abito uomo composto da giacca bolero e pantalone a vita alta realizzati in cotone cipria e pizzo bianco ricamato a mano con perline, passamaneria artigianale e pendenti. Abito uomo composto da giacca bolero e pantalone a vita alta realizzati in broccato di seta bordeaux e oro ricamato con pizzo.

From the left: Menʼs suit matched with a bolero jacket and trousers made of stretch cotton and lace embroidered by hand with trimmings, beads and pendants. A iconic sculpture looking dress in a dark green velvet fabric. Menʼs suit matched with a royal blue velveteen bolero jacket and trousers ebroidered with floral lace trimmings and beads. A black corset dress made of brocade silk with black silk crinoline skirt with tiers of organza and tulle. Menʼs suit matched with a beige and golden brocade silk bolero jacket and trousers, embroidered with light golden lace, handmade trimmings, buttons and pendants. A tight mermaid hand-embroidered silk tulle dress with beads and golden thread. Menʼs suit matched with a desert sand and white lace stretch bolero jacket and trousers, hand-embroidered with beads, trimmings and pendants. Menʼs suit cons matched with a burgundy/golden brocade silk bolero jacket and trousers ebroidered with lace.


fashion pages

33 One


Abito scultura avente forma di capitello ionico realizzato in velluto di cotone verde scuro. A ionic sculpture looking dress in a dark green velveteen fabric


fashion pages

35 One


Abito taglio a sirena realizzato in tulle ricamato a mano con perline e fili d始oro A tight mermaid hand-embroidered silk tulle dress with beads and golden thread.


fashion pages

Da sinistra: abito taglio a sirena realizzato in tulle ricamato a mano con perline e fili d始oro. Tutina a due pezzi composta da top con baschina e pantaloni aderenti realizzati in tulle di seta ricamato a mano con perline e fili d始oro. From the left: A tight mermaid hand-embroidered silk tulle dress with beads and golden thread. A peplum jumpsuit with tight hand-embroidered trousers made of silk tulle along with beads and golden thread.

37 One


Da sinistra: abito scultura a capitello ionico in velluto di cotone verde scuro. Abito con bustino steccato in broccato nero di seta, con gonna in crinolina e strati sovrapposti di organza e tulle di seta. Abito taglio a sirena realizzato in tulle ricamato a mano con perline e fili d始oro. From the left: A iconic sculpture looking dress in a dark green velvet fabric. A black corset dress made of brocade silk with black silk crinoline skirt with tiers of organza and tulle. A tight mermaid hand-embroidered silk tulle dress with beads and golden thread.


fashion pages

39 One


Abito a sirena con collo alto realizzato in tulle di seta color nude con strascico a forma ellittica di tre metri di lunghezza e interamente ricoperto dallʼapplicazione a mano di 5000 piume di faraona e fagiano. A flash natural high neck mermaid dress made of silk tulle with an elliptical 3m long tail entirely covered by 5000 feathers of guinea fowl and pheasant applied by hand. A tight mermaid hand-embroidered silk tulle dress with beads and golden thread.

Designer’s Profile Eclettica, raffinata, amante dei tessuti ricercati, Danielle Ziliani Archetti Agnesi de Blois, dopo gli studi artistici a Brescia ha frequentato l’Istituto Marangoni di Milano dove tutt’ora studia per diventare stilista. Questa la sua prima collezione. Eclectic, sofisticated, loving polished exclusive textiles, Danielle Ziliani Archetti Agnesi de Blois, after school of arts in Brescia is now a Marangoni Institute student in fashion.llection.


IL GIOIELLO DELL’AMORE


1

2

3

7 9

10

5


MFW MILANO FASHION WEEK

Salvatore Vita e Danielle Ziliani-Archetti-Agnesi

Historical Avant-Garde 1.5 Dopo New York e l’eccentrica Londra tocca a Milano ricevere il testimone di Capitale della moda nel Mondo After New York and the so-called eccentric London, it’s now time for Milan to get holf of the Fashion capital in the World

4

PROPOSTE GIORNO:

DAY LOOK:

Ermanno Scervino (fig.1) illumina la passerella con il bon ton tipico degli anni Cinquanta. Caleidoscopica versione di Frida Giannini per Gucci (fig.2). Ispirata alla tradizione storica della marina ed echi army. Si lascia trasportare dall’estetica scultorea la donna griffata Dsquared2 (fig.3). “Glamourama”, e rivisitazione delle silhouette per Vivetta (fig.4).

Ermanno Scervino (pic.1) brightens up the walkway with the typical bon ton of the fifties. Kaleidoscopic version by Frida Giannini for Gucci (pic.2). Inspired by the historical tradition of the navy and army . Dsquared2 gives rise to a sculptural look (pic.3). “Glamourama”, and review of the silhouette for Vivetta (pic.4).

PROPOSTE SERA:

Daniele Carlotta (fig.5) Eleganti atmosfere elisabettiane. Dal gusto tipicamente ispanico sono invece le creazioni firmate Dolce&Gabbana (fig.6). Gioca sulla seduzione anche Alberto Moretti (fig.7) con la calzatura “Flamingo”. Elisabetta Franchi (fig.8) porta in passerella una principessa radical-chic. Il marchio Bertoni (fig.9) reinterpreta classici intramontabili tipici della valigeria da viaggio tra cui la cappelliera. Bulgari (fig.10) “Serpenti”, un equilibrio perfetto tra lo chic e glamour.

EVENING LOOK: Daniele Carlotta (pic. 5) An elegant Elizabethan atmosphere. Dolce & Gabbana proposes a typical Hispanic touch (pic.6). Alberto Moretti loves playing with seduction too (pic 7) along with “Flamingo” shoe wear. Elisabetta Franchi (pic.8) creates a radical-chic princess on the catwalk. The well known brand Bertoni (pic.9) reinterprets various classics including travel bags and the old- round luggage. Bvulgari (pic.10) “Snakes”, a perfect balance between chic and glamorous.

6

8

43 One


http://www.premierwin365.it


1

9

2

3

8

10

5


MFW MILANO FASHION WEEK

Salvatore Vita Danielle Ziliani-Archetti-Agnesi

Modern Rainbow M 4

ilano si colora di fashion e vivacità grazie alle proposte più variopinte e streetwear. A-Lab Milano (fig.1) gonne svasate e moderni panier per la donna sportiva e femminile. Au Jour Le Jour (fig.2) debutta in passerella la supereroe manga anni ’80. Costume National (fig.3) sofisticato minimalismo anni ’70. Fay (fig.4) in equilibrio perfetto tra passato e presente per lei che ama

attingere dal mondo dello sport. I’m Isola Marras (fig.5) collegiale stravagante e anticonformista. Moschino (fig.6) celebra in chiave ironica la Barbie. Musso (fig.7) tra origami e pieghe la donna antiausterity. Solare e classica la decolté firmata Fendi (fig.8). Alberto Moretti (fig.9) Abbraccio morbido e lussuoso. Raffinata nuance e ricercatezza per la borsa Tod’s (fig.10).

M

ilan brightens up with fashion and liveliness thanks to the most colourful outfits and streetwear. A-Lab Milano (pic.1) flared skirts and modern panier for a feminine and sporty look. Au Jour Le Jour (pic.2) the 80s superhero Manga debuts on the runway. Costume National (pic.3) 70s sophisticated minimalism. Fay (pic.4) a perfect bond between past and present for those who love the world of sports. I’m Isola Marras (pic.5) a quirky and unconventional college look. Moschino (pic.6) ironically celebrates Barbie. Musso (pic.7) identifies an anti-austerity woman immersed in origami and folds. Outstanding and classic decollete’ shoes by Fendi (pic.8). Alberto Moretti (pic.9) A soft and luxurious touch. A fine nuance and sophistication by Tod’s handbag (pic.10).

6

7

47 One


o

fashion pages

WHO

FACE TO FACE: VALERIA MANGANI - ALTA MODA ROMA

Grazia Pitorri

Alta Moda Roma La Moda è Capitale

V

aleria Mangani, è una donna di gran classe, dallo sguardo magnetico, una delle signore più eleganti della capitale e conoscendola meglio si può capire come e dove sia nata la sua grande passione per la moda, la cultura del bello e di come questa carismatica scrittrice (ha al suo attivo diversi libri scritti anche con il suo ex marito, noto medico romano, ndr) sia una ambasciatrice del Made in Italy nel mondo. La passione per la haute couture nasce in lei sin da piccola, quando viveva con la sua famiglia in Sudafrica e seguiva la sua mamma nelle trasferte romane per fare gli acquisti, e la ricerca del bello, della sartorialità, della conoscenza dei tessuti hanno condizionato da sempre il modo di vestire della signora Mangani. Negli

anni poi, diventata un’imprenditrice di successo, le venne affidato dalla passata amministrazione dell’ex Sindaco di Roma Alemanno, essendo lei anche laureata in storia del costume, il compito di seguire le sorti di Alta Moda Roma, un appuntamento importante che lega da tempo la capitale al mondo dell’haute couture. Si è conclusa da poco l’ultima edizione di Alta Moda Roma con grande successo sia di pubblico che di esperti del settore soprattutto a livello internazionale, soddisfatta quindi? Certo, è stata un’edizione speciale che ha dato la possibilità a tanti stilisti di far meglio conoscere le loro creazioni all’estero, dato che proprio

Alta Moda Roma Fashion is the Capital Valeria Mangani, the vice president of Rome High Street Fashion Industry, is a woman of great class with a magnetic gaze, one of the capitalʼs most elegant ladies and getting to know her , you may figure out how and where her passion for fashion came from. Thanks to her culture and charismatic attitude as a writer (she has several books written with her ex-husband, a well-known Roman physician) she is an ambassador of the Made in Italy in the world. The passion for haute couture was born within herself since childhood, when she lived with her family in South Africa and moved around Rome with her mother making 48 One

purchases, searching for the best tailoring and beauty. The knowledge of fabrics has always influenced Mrs. Manganiʼs look and clothing . In the following years, she became a successful entrepreneur, moreover she was entrusted by the past administration of former Mayor of Rome Alemanno, as she also graduated in the History of Fashion, the task of following the fate of Rome High Street Fashion, which is an important event that binds the capital to the world of haute couture for years. The latest edition of Rome High Street Fashion has just ended with great success both with


VALERIA MANGANI

a tu per tu con il vice presidente di Alta Moda Roma face to face with Alta Moda Roma vice president

49 One


fashion pages in questa edizione vi sono stati tanti esperti del settore, sia dei buyer che dei media esteri, in particolare dalla Russia, dalla Cina e dagli Emirati Arabi.

A Milano si fa del prêt-àporter,

A volte è stato detto che Milano è il vero cuore pulsante della moda italiana mentre Roma viene considerata una sorta di passerella per pochi, legata forse solo all’Alta Moda che, come sappiamo, non è alla portata di tutti. Cosa ne pensa? Sono due realtà ben diverse. A Milano si fa del prêt-à-porter, a Roma si presenta l’Alta Moda proprio in coda alle presentazioni parigine. Noi partiamo subito dopo le sfilate francesi e la nostra è una sorta di sublimazione della moda. A Milano, per fare un esempio, è come un fast food, a Roma e lo slow food. Nella capitale vi sono inoltre realtà artigianali importanti.

a Roma si presenta

lʼAlta Moda

Some state that Milan is the true heart of the Italian fashion while Rome is considered a kind catwalk, perhaps only linked to high fashion, and as we know, not everyone can afford it. What do you think? They are two very different realities. In Milan you do prêt-à-porter, in Rome is the High Street Fashion following the presentations in Paris. We start right after the French catwalks , it is a kind of sublimation of fashion. In Milan, for instance, itʼs like a fast food restaurant while in Rome a slow food. In the capital there are also important artisans.

Lei a suo tempo fece una vera e propria mappatura di queste piccole botteghe sartoriali proprio per conto del Comune? Sì, pensi che solo in centro a Roma si contano 54 camiciai, è stata redatta una guida che aiuta a ritrovare proprio queste imprese anche per chi arriva da paesi lontani.

Did you do a real mapping of these small workshops tailored just for the City? Yes, I think that only in the center of Rome there are 54 shirt makers, we compiled a guide to help you find these firms especially for those coming from far away.

Avete avuto in questa ultima edizione particolare richiamo dagli Emirati Arabi, da sempre amanti del lusso. Lei è stata anche ambasciatrice nel mondo del nostro Made in Italy, vero? Vi sono nuove realtà economiche a livello planetario non trascurabili, nuovi milionari che provano un grande interesse verso le nostre creazioni ma hanno anche bisogno di linee guida, di meglio imparare come abbinare i colori, i tessuti, gli stili. Noi italiani abbiamo nel DNA un gusto innato, perché abbiamo avuto modo in casa di vedere le nostre mamme, le nostre nonne vestirsi, in alcuni casi invece vi sono queste donne milionarie come nei paesi asiatici, dai 20 ai 40 anni, che non sempre hanno avuto modo di confrontarsi fin da piccole con lo stile. Lei ha incontrato moltissimi personaggi che hanno fatto grande il nostro Paese, tra i quali Sofia Loren che ebbi l’onore di intervistare nell’evento romano di moda “Donna sotto le stelle” e mi raccontò che da giovane si fece un abito da sera con una tenda. Si può essere glamour senza spendere cifre folli? Si, decisamente, il buon gusto non è sicuramente dato da un capo griffato. L’eleganza oggi è anche non esibire un logo.

the public and experts especially at an international level, are you satisfied? Sure, it was a special edition that gave the opportunity for many designers to enhance their creations abroad, considering that this year there have been many industry experts, both foreign buyers and the media, particularly from Russia, China and the United Arab Emirates.

Did you get a particular appeal in this latest edition from the Arab Emirates, as they have always been luxury lovers? You were a world ambassador of our Made in Italy too, right? There are new economic realities at the global level that shouldnʼt be left out, there are new millionaires who have a great interest in our creations but they also need guidance, better learn how to match colors, fabrics and styles. We Italians have an innate taste in our DNA, as we used to see our mothers, grandmothers getting dressed at home, in some cases, however, there are these wealthy women in Asian countries, aged between 20 and 40, who have not always had an opportunity from an early age to be in touch with style.

In

Milan

you do

prêt-à-porter, in

Rome

High Street Fashion is the

You met many people who have made important contributions to our country, including Sofia Loren who I had the honor to interview at a Roman fashion event called”Woman Under the Stars” and she confessed that back in her early age, she created an evening dress using a curtain. Can you be glamorous without spending a fortune? Yes, definitely, good taste is surely not given by a well known brand. Nowadays elegance is also not showing off a logo. 51 One


WONDERLAND LIFESTYLE / TESTO E FOTO DI CESARE ZUCCA

Gioielli Polacchi Jewelry & Beauties from Poland Lussi, tendenze e sorprese in un itinerario ricco di storia, arte, buona cucina e squisita ospitalità. Luxurious trends and surprises engraved in history, art, cuisine and hospitality.

breslavia/breslau /breslau

54 One

B

B

HO SCELTO PER VOI Platinum Palace Hotel Lusso e stile in una villa classica dall’interno inaspettatamente design e camere-gazebo avvolte nel verde. http:// www. platinumpalace.pl A Poznan si trova il gemello Platinum Palace Residence con il suo ristorante Enjoy, regno dello Chef Dominik Brodziak. Qui raffinatezze polacche e ingredienti inaspettati si fondono in perfetta armonia. http://poznan. platinumpalace.pl/en/ restauracja

MY CHOICE FOR YOU Platinum Palace Hotel A luxurious and stylish classic villa with an unexpected interior design and gazebo style bedrooms immersed in the green. Info http://www: platinumpalace.pl In Poznan you can find the “twin “Platinum Palace Residence with its restaurant called Enjoy, the kingdom of Chef Dominik Brodziak. Polish delicatessen and particular ingredients create a perfect mix. http://www.poznan. platinumpalace.pl/en/restauracja

reslavia e Poznan distano 167 Km. e sono collegate da Intercity Express la cui prima classe offre accoglienti vip lounges in ambedue le stazioni. Se preferite l’auto, sono disponibili macchine con autista a circa 150 Euro.

DOVE MANGIARE Piwnica Swidnicka Dal 1273 in Piazza Mercato, cuore della città medievale, Saloni adornati e piatti tradizionali. http://www. piwnicaswidnicka.com Karczma Lwowska Un viaggio culinario tra i prodotti tipici della regione. http://www.lwowska. com.pl Wieża Ciśnień. Raffinata cucina polacca servita in una torre del 1904, vista mozzafiato della citta’. http://www.wiezacisnien.pl

reslau and Poznan are 167 Km distant. They are connected by Intercity Express. Its first-class offers comfortable VIP lounges in both stations. However If you prefer the car, private cars with personal drivers are available for about 150 Euro.

WHERE TO EAT Piwnica Swidnicka Since 1273 in Market Square, the heart of the medieval city, decorated living rooms and traditional dishes. info: http://www. piwnicaswidnicka.com Karczma Lwowska A culinary journey among the typical products of the region. Info: http://www.lwowska.com.pl Wieża Ciśnień. Fine Polish cuisine served in a tower dating back 1904, stunning city views. info: http://www.wiezacisnien.pl


poznan/poznan /poznan

F A

sort of placeless and timeless fairy tale. Modernity and legend bond together in the historic center called Stary Rynek, beautifully surrounded by colorful houses and the famous tower from which the famous goats emerge marking the hours with funny horns. Do not miss out Jezyce. Once it used to be unknown and unpopular, whereas nowadays it is full of trendy boutiques, restaurants and pubs.

iaba senza luogo e senza tempo. Modernità e leggenda si mescolano nel centro storico Stary Rynek, impreziosito dalle case colorate e dalla torre da cui spuntano le famose caprette che segnano le ore con buffe cornate. Scoprite Jezyce, un tempo malfamata, oggi pullula di boutiques trendy, ristorantini alternative e pub dall’arredamento vintage.

DOVE MANGIARE Toga I proprietari Ewa e Piotr si siedono al vostro tavolo orgogliosi di offrire le delizie della loro cucina slow food polacca http://www.toga.poznan.pl Concordia Taste Chef Tomasz Trabski serve prodotti strettamente stagionali, Ad esempio cucina il cervo solo in inverno perche’ col fredddo corre poco e sviluppa carne piu’ tenera. http://www.concordiadesign.pl Browaria Impera lo Chef Rozmiarek vincitore della Culinary Cup Poland. Tutto fatto in casa, anche le birre artigianali. brovaria.pl Vine Bridge Piccolissimo e chicchissimo. Serve solo otto persone. Potete inventare un piatto e cucinarlo manovrati dallo Chef Radek Nejman. Zuppa di rose, pesce in fiori di amaranto. http://www. vinebridge.pl

WHERE TO EAT Toga The owners Ewa and Piotr proudly sit at your table offering polish delights. info: http://www.toga.poznan.pl Concordia Taste Chef Tomasz Trabski serves strictly seasonal products, for instance he cooks the kitchen only deer in winter because the meat is tender. http://www. concordiadesign.pl Browaria The Chef Rozmiarek winner of the Polish Culinary Cup. All homemade stuff including beers. http://www.brovaria.pl Vine Bridge A very small luxurious spot which welcomes just eight people. You can create dishes and then cooked by Chef Radek Nejman like Soup of roses or fish in amaranth flowers. http://www.vinebridge.pl

HO SCELTO PER VOI Blow Up Hall 5050 Straordinario progetto di Grazyna Kutczyk, la donna piu’ ricca della Polonia. Un hoteldesign e un prestigioso mall, nati sulle storiche strutture della Vecchia Birreria. L’hotel e’ pura arte interattiva, le camere sono mozzafiato, ipermoderne e dotate di iPhone che serve da chiave. La mia suite preferita (e anche di Sting) e’ un grande loft bianco con vasca da bagno a vista. Nel ristorante Chef Tomasz Puirol serve un’eccellente new polish cuisine con accenti europei http://www.blowuphall5050.com MY CHOICE FOR YOU Blow Up Hall 5050 An extraordinary project by Grazyna Kutczyk, the richest woman in Poland. A hoteldesign and a prestigious mall, built on the historic structures of the Old Brewery. This artistic hotel has got breathtaking and very modern rooms, in fact they all come with an iPhone that works as a key. My favorite suite (and Sting’s too) . It is a large white loft with a fantastic bath. The excellent Chef Tomasz Puirol prepares new polish cuisine with European tastes info: http://www.blowuphall5050.com

POZNAN: UN RISTORANTE DAVVERO DARK

Entrate e siete al buio pesto. Dopo aver chiarito preferenze e allergie, i camerieri, muniti di occhiali infrarossi, vi fanno sedere e servono delizie di cui non sapete o vedete nulla, Unʼ esperienza a 4 sensi: gusto, tatto, profumo e le imprevedibili reazioni dei vostri commensali. http://darkrestaurant.pl

POZNAN: A REALLY DARK RESTAURANT

As soon as you walk in, you find yourself into deep darkness. Once you have mentioned preferences and allergies, the waiters wearing night vision glasses, will show you to your seat and serve your meal without you knowing or seeing anything, An incredible experience which will take you through the four senses: taste, touch, smell and unpredictable reactions.

55 One


White Elegance


o

style code

WOW A SCUOLA DI STILE - STYLE LEARNING

Grazia Pitorri

Nella splendida cornice di Alassio, un appuntamento tutto in bianco

D

ress code rigorosamente di colore bianco per la “dîner en blanc”, l’evento più glamour di Alassio, una delle mete più esclusive della Liguria, dove più di 500 persone si sono date appuntamento al calar del sole per cenare in un’atmosfera candida. Sono stati preparati tavoli da due come da dieci o da venti, tutti con la voglia di stupire e ritrovare l’eleganza perduta, chi ha rispolverato dalle soffitte candelabri in argento, chi antiche tovaglie, in ogni caso questo evento voluto ed organizzato da una donna di gran classe, Lucia Leone, consigliere comunale alassina con delega al commercio, è arrivato alla sua seconda edizione raccogliendo i consensi di tutti. La cena in bianco è una serata che unisce modernità e tradizione, un modo nuovo per

stare insieme – ci ha detto con entusiasmo la bella consigliera e da quest’anno Alassio è entrata a far parte del circuito italiano delle “Cene in bianco Unconventional Dinner”, il prestigioso marchio che sotto la guida di Antonella Bentivoglio raduna gli appuntamenti a tema nati nel Belpaese. Non sono mancate le signore più chic ed estrose che hanno creato delle mise en place veramente interessanti, alcune molto particolari, come quella del tavolo vincitore, i Bagni Costa, che hanno preparato un tavolo a forma quadrata con un grande albero centrale e speciali decorazioni dal gusto retrò. Educazione, eleganza, etica, ecologia sono state le linee base di questa splendida serata bianchissima.

A total white rendez-vous in Alassio seduces special guests

S

– The White Dinner is an evening that joins modernity and tradition, a new way of being together - and this year it has become part of the Italian circuit of the “Dinners in white Unconventional Dinner” , the prestigious brand managed by Antonella Bentivoglio that gathers special Italian themes. Chic and posh women could obviously not miss out on the night creating outstanding atmospheres and interesting environments such as the winning table, the Costa Baths, who prepared a square shaped table with a large tree in the middle and special retro decorations. Education, elegance, ethics, ecology were the basic motifs of this beautiful white evening. 57 One

PH LOSNO

trictly all-white dress code at the “diner en blanc”, the most glamorous event in Alassio, one of the most exclusive Ligurian destinations, where more than 500 people gathered together dressed up all in white at sunset . Tables for two, ten or even twenty were all well prepared, ready to impress and regain the lost elegance, along with silver candlesticks, antique tablecloths that gave a special surrounding touch. The event was created and organized by Alassioʼs councilor, Lucia Leone, a wonderful classy woman, who holds responsibility for trade. Now it is in its second edition achieving everyoneʼs great approval. As the beautiful and enthusiastic councilor said


o

food pages

FOOD intervista / interview

Vita Marinoni

Unʼitaliana a Parigi...a tavola.

B

occoniana, esperta di Marketing, appassionata di cucina. Troppo creativa persino per occuparsi di pubblicità. E troppo chic per avere a che fare solo con sale riunioni e fogli Excel. Chi conosce Maria Greco Naccarato, ma anche chi non la conosce, ha ben presente la sua formula: eleganza innata, savoir faire, uso di mondo mixati con fare pratico, approccio diretto e un invidiabile senso della concretezza. Questi gli ingredienti che l’hanno convinta, un giorno, a lasciare un lavoro tipicamente milanese, per diventare food stylist e collezionare successi. Il colpo di fulmine? Un sopralluogo

durante uno shooting fotografico dove quella di cui sarebbe diventata presto una collega, stava iniettando con una siringa del latte in una mozzarella per uno spot: “ a contatto con la forchetta avrebbe trasmesso tutta la freschezza necessaria per far venire l’acquolina in bocca”. Da lì, messo da parte il computer portatile per un po’, i suoi ferri del mestiere sono diventati gli attrezzi da cucina, insieme a quelli del ferramenta o dell’imbianchino. Il suo compito? Rendere strepitoso ogni piatto per foto, film, pubblicità. Un successo inatteso quanto meritato, che oggi la proietta in un

An Italian woman in Paris ... sitting at a table.

A

Marketing expert graduated at Bocconi University and passionate about cooking. Too creative to deal with advertising. And too chic to arrange meeting rooms and Excel spreadsheets. Whoever had the chance to meet Maria Greco Naccarato, knows very well her innate elegance, knowledge towards the practical world and direct approach with an enviable sense of concreteness. These are the ingredients that have convinced her to give up her job in Milan, in order to become a food stylist and aim achievements. Love at first sight? During a photo shoot of whom would have become a colleague, was injecting some milk into a mozzarella for a commercial: “ ready to give out freshness and taste in the mouth”. Since then, she decided to put aside her laptop for a while ‘, her 58 One

working tools became kitchen utensils. Her role? To create fabulous dishes for amazing photos, movies and commercials. An unexpected and well deserved success, that she proudly presents internationally especially in Paris, where she has been recently working along with the Italian Institute. We are going to talk to her about the Italian cuisine in the world. What do the French envy us when it comes down to food? At first I was pleasantly surprised by the interest of the French towards our cuisine, I think the rivalry is over. The French people adore the simplicity of our cuisine, for instance when I teach them how to make pasta “Ammuddicata”, which is a dish made of extremely poor ingredients like oil, garlic, anchovies and bread, they cannot believe that

Maria


a, l’italienne Cibi come opere d’arte, da mangiare, a volte, solo con gli occhi. Intervista alla food stylist italiana che sta deliziando Parigi. Food like a piece of art, to eat, sometimes, just with your eyes. Meeting the italian food stylist who has become a must in Paris. 59 One


o

food

panorama internazionale e in particolare a Parigi, dove da poco si sta anche occupando di cucina casalinga nostrana allIstituto italiano. Con lei parliamo dell’eccellenza della cucina made in Italy nel mondo. Cosa ci invidiano i francesi quando si parla di cibo? Al mio arrivo a Parigi sono rimasta piacevolmente sorpresa dall’interesse dei francesi per la nostra cucina, credo proprio che la rivalità sia terminata. I francesi adorano soprattutto la semplicità della nostra cucina: quando insegno la pasta ammuddicata, un piatto estremamente povero fatto di olio, aglio, alici e pane, non riescono a credere che con pochi ingredienti si possa ottenere un piatto tanto saporito e gustoso. Adorano anche il nostro calore a tavola, i miei ospiti rimangono affascinati dal nostro savoir faire quando vengono a casa: semplicità, spontaneità, convivialità Nel suo lavoro si mette a fuoco la presentazione di un piatto. Cosa non dovrebbe mai mancare nelle tavole di tutti i giorni per dare poesia ad un pasto? Direi il nostro tocco personale alla ricetta, lo considero l’ingrediente segreto che rende unica e diversa la cucina di ognuno di noi. Cucinare, apparecchiare, sedersi a tavola, dedicare attenzione al pasto vuol dire volersi bene. Pane e salame ma ben presentato! La cucina Italiana è conosciuta in tutto il mondo ed è un po’ la bandiera nazionale. Come trova i ristoranti italiani nelle città Europee? A Parigi fortunatamente la cucina italiana è ben rappresentata, non solo nei grandi e piccoli ristoranti ma anche nelle rosticcerie, i cosiddetti “traiteur”, una vera istituzione qui. E’ tramontata la moda di adattare la ricetta al gusto locale, credo che sia ormai ben chiaro che chi entra in un ristorante italiano all’estero vuole piatti “autentici” e non riadattati. Il vero colpo di scena qua a Parigi è la recente apertura dei Fratelli Alajmo in collaborazione con Philippe Starck del Caffè Stern, il primo chef stellato italiano a aprire un ristorante nella ville lumiere. Alain Ducasse? ne è rimasto incantato!

60 One


Cromatismi e monocolor per alcuni piatti creati per il blog. Multicolor and monocolor ideas for Maria’s blog

Recentemente è salita in cattedra all’Istituto di Cultura italiano a Parigi, durante la settimana parigina della cultura gastronomica. Cosa chiedono a una professionista come lei? Ho preparato degli atelier dedicati a pasta e riso: la richiesta era proprio di conoscere la cucina di casa, come preparare un risotto all’onda e una pasta ben condita al dente. Può sembrare una banalità, ma purtroppo ci sono ancora molti equivoci su questi temi da sfatare! Tipo: gli spaghetti non sono un accompagnamento alla bistecca!

Ricette e consigli di Maria Greco Naccarato su: www.kitcheninthecity.it Recipes and food tips on www.kitcheninthecity.it

Cosa la fa sentire più fiera delle sue origini all’estero? Fortunatamente all’estero ci apprezzano molto di più di quanto pensiamo, è vero abbiamo qualche difetto, ma in questo momento il nostro paese è molto apprezzato. Tra tutte le qualità direi il calore umano e la raffinatezza del nostro gusto: molto spesso i prodotti più belli sono “Made in Italy” Con Kitchen in the city (www. kitcheninthecity.it ), il suo blog, condivide con il pubblico della rete le sue ricette. Quale pensa sia il contributo di Internet per la cultura del cibo italiano? Internet ha certamente reso più accessibile tutto quanto riguarda la cucina: video, ricette, foto, presentazione di prodotti. Non ci sono più scuse per non entrare in cucina! Infine, quando torna in Italia, cosa si porterebbe dalla Francia che tutti gli italiani dovrebbero imparare? Mi piacerebbe che aprissimo gli occhi sul nostro paese e imparassimo dai Francesi a valorizzare ogni piccolo sasso delle montagne. Noi camminiamo su una riserva di arte, risorse naturali e gastronomia che tutto il mondo ci invidia, ma purtroppo non sappiamo come farle brillare. Ricordo di un albergo qui vicino dove avevano conservato la stanza in cui era nato Re Sole: una piccola stanza adattata a sala riunioni con parte del soffitto leggermente affrescata. Fuori il cartello diceva “Museo Luigi XIV… capite cosa intendo?

I francesi adorano soprattutto la semplicità della nostra cucina French people adore the

simplicity of our cuisine

with a few ingredients may create such a tasty dish. They also love the atmosphere around our tables, my guests are fascinated by our simplicity, spontaneity and friendliness. What should always be there in order to have a perfect meal? I would say our personal touch to the recipe, I consider it a secret ingredient that makes a dish unique. Cooking, getting the table ready, sitting down, paying attention to the meal means taking care of yourself. As if a slice of bread and some salami were well presented! The Italian cuisine is known throughout the world and it is a sort of “national flag”. How do you find Italian restaurants in European cities? Luckily in Paris, the Italian cuisine is well represented, not only in large and small restaurants but also in the so-called “traiteur”. It is no longer acceptable adapting recipes to local tastes, I believe that it is now quite clear that those who get into an Italian restaurant abroad, expect “authentic” dishes. Maria Greco A fantastic surprise here in Paris Naccarato al was the recent opening of the lavoro creando Fratelli Alajmo in collaboration lo styling per un servizio fotografi- with Philippe Starck of Caffe’ Stern, the first Italian star chef to open a co di cucina. restaurant in ville lumiere. Alain Maria Greco Naccarato at Ducasse? Wel, he was enchanted! work styling for Recently, you have taken part at a food photo the Institute of Italian Culture in shooting a food Paris, during the Parisian Food and photo shooting. Culture week. What do people usually ask to a professional like you? I prepared workshops dedicated to pasta and rice: the request was just to know home cooking, such as preparing a risotto and a well-seasoned pasta. It may seem trivial, but unfortunately there are still many misconceptions about these issues to let out! For instance: spaghetti should not be eaten along with a steak! What makes you really proud when being abroad? Fortunately we are very appreciated much more than we think, it is true we have some negative sides, but right now our country is greatly appreciated. Among all the qualities I would say that the warmth and sophistication of our taste are our most beautiful “Made in Italy” products. Thanks to Kitchen in the city (www. kitcheninthecity.it), her blog, she is able to share with the audience various recipes. What do you think about the contribution of Internet for Italian food? Internet has certainly made things easier by introducing: videos, recipes, photos, presentation of products. There are no more excuses not to get involved cooking! Finally, if you came back to Italy, what would you bring from France for all Italians? I wish we could appreciate every little thing just like the French people do. We have art, natural resources and food that the whole world envies, but unfortunately we are not able to make the most of them. I remember a hotel nearby where King Sole was born was for meetings: a small room beautiful paintings over the ceiling. Outside there was a sign with written on it “Museum of Luigi XIV ... do you get what I mean?

61 One


WINE

ECCELLENZA ITALIANA / ITALIAN EXCELLENCE

Silvia Marchese

Orosso: un vino che ti cambia la vita

Q

uasi un ventennio in giacca e cravatta. Cabrio tirata a lucido (come le scarpe). Traffico e colazioni di lavoro. Poi la svolta: jeans, t-shirt e jeep impolverata con le ruote ben piantate nella terra. Terra di Toscana si intende. Alessandro Filippini, giovane imprenditore, tre anni fa si è congedato dalla sua Milano, da un lavoro “sicuro” e ha deciso di dedicare anima e corpo alla sua più grande passione: il vino. Ha scelto la Val di Cornia, quell’angolo di Maremma baciato dal mare e protetto da sterminati boschi. Qui ha messo la prima pietra di un’azienda agricola, la Terre Filippini, che, seppur ancora in erba, ogni giorno gli ricorda di aver fatto la cosa giusta. “Non sono figlio d’arte, ho dovuto imparare tutto, ad aver pazienza, tanta pazienza, ma non tornerei mai indietro. La vigna ti strega, è magnetica. E’ l’amante perfetta” racconta. Da questa speciale “liasion” tra l’imprenditore e la terra, è nato Orosso, un Sangiovese in purezza. Quattordici gradi

racchiusi in un’elegante bottiglia che stanno già facendo il giro del mondo. Infatti, benché Orosso sia soltanto alla sua quarta vendemmia, ha già convinto intenditori e importatori internazionali e si è guadagnato l’attenzione di riviste specializzate, come Spirito di Vino, la Bibbia di settore. “Orosso è il primo figlio” afferma divertito Filippini “ma la famiglia è destinata ad allargarsi. Nelle botti si stanno affinando tre nuove etichette, Il Risolaia (un blend di Cabernet, Merlot), l’EssenziAle, un Super Tuscan e un Vermentino che avrà il nome di mia figlia (“quella vera in carne e ossa” dice sorridendo), ovvero Ginevra. Già avviata e anche molto apprezzata è inoltre la piccola produzione di olio, cento per cento toscano naturalmente, il Frantoro. Recentissima novità, nata quasi per gioco, la birra. “Mi stuzzicava l’idea di affiancare alla produzione di vino e olio, una bionda (“che in famiglia non guasta mai”). E’ nata così Impunita e non poteva chiamarsi altrimenti”. Informazioni info@terrefilippini.it

Alessandro e Ginevra Filippini

Orosso: a wine that changes your life It has been nearly twenty years in business suits. Convertible as sleek as shoes. Traffic and business lunch. Suddenly the turning point: jeans, t-shirt and dusty jeep with the wheels firmly planted into the ground. What is meant as the land of Tuscany. Alessandro Filippini, young entrepreneur, three years ago decided to leave his beloved Milan, giving up a secure job in order to dedicate his body and soul to his greatest passion: wine. He chose Val di Cornia, that beautiful spot immersed in Maremma as if it is kissed by the sea and protected by endless woods. Here he placed his first stone to build a farm, the Terre Filippini, which reminds him every day that he has done the right thing. “I donʼt come from a wealthy background, I had to learn everything by myself, like having patience, lots of patience, but I would never go back. He says: “The vineyard is like a magnet a sort of witch. It ʻthe perfect lover.” Orosso, a Sangiovese was born from a special “bond” between the employer

and the land. Fourteen degrees encased in an elegant bottle that are already spreading around the world. In fact, although Orosso is only in its fourth vintage, it has already convinced connoisseurs and international importers and it has gained the attention of specialized magazines, such as Spirit of Wine considered as a bible of the industry. Filippini proudly says “Orosso is the first child, but the family is set and ready to expand. We are honing three new labels, Il Risolaia (a blend of Cabernet, Merlot), Lʼ essenziale, a Super Tuscan and Vermentino which will have my daughterʼs name(“the real one of course “he says with a smile) precisely Ginevra. The small oil production is already started and appreciated. It is obviously one hundred percent Tuscan, the Frantoro. Another recent innovation, which was initially created just for fun is the beer. “I had an idea of combining the wine and oil production to a blonde (“ that should always be there within a family”). And so Impunita was born. 63 One


WONDERFUL TESORI ITALIANI / ITALIAN TREASURES


Italia da mare L’amore per le tradizioni velistiche, la cultura della condivisione e un mare da sogno sono protagonisti di una fetta di Sicilia tutta da scoprire. E’ il Vela Club di Gela, che apre le porte ai lettori di One e fa conoscere una formula di successo per valorizzare il territorio.

The love for the sail traditions, the culture of sharing and a dream sea are the leading actors of a Sicilian slice that deserves to be discovered. The Gela’s Sailing Club open the doors to the One’s readers and make us discover a success formula to appraise the territory.

65 One


È

un angolo di paradiso, gelosamente custodito da chi, con impegno e dedizione, ha deciso di prendersene cura. Il Vela Club di Gela, rendez vous di cultura, sport e intrattenimento, ha compiuto quest’anno vent’anni. La soddisfazione dei soci, per parola del Vicepresidente Antonio Cosentino, e i progetti per il futuro. Un club che rispetta la tradizioni e guarda al futuro con modernità. Quali sono gli ingredienti di successo del Vela Club di Gela? E’ proprio in questa visione che si può riassumere il motore di tutte le nostre iniziative. Il nostro obiettivo è valorizzare un pezzo di Sicilia preservandone le bellezze naturali e la vocazione all’accoglienza. Guardando alla storia, all’origine di questo luogo di aggregazione, ma con un occhio sempre vigile su nuovi stimoli, su iniziative che lo rendano vitale e moderno. Una struttura, si può dire “autogestita”, che si regge grazie all’impegno collettivo dei suoi membri. Un esempio da seguire, ma anche una grande responsabilità. Quali sono i progetti del futuro? In questo momento vogliamo consolidare i risultati ottenuti con le iniziative della scorsa estate. Abbiamo visto che movimentando la struttura con eventi serali come presentazioni di libri e aprendo le porte alla cultura e ai talk si riesce ad offrire, oltre a un servizio di animazione che significa non godere solo di mare e spiaggia, anche una possibilità di raccogliere fondi per poter garantire standard di accoglienza e manutenzione elevati

T da sinistra: from left: Sandro Catania, Nuccio Mulè, Angelo Battaglia, Antonio Cosentino, Emanuele Perna.

66 One

he love for the sail traditions, the culture of sharing and a dream sea are the leading actors of a Sicilian slice that deserves to be discovered. The Gela’s Sailing Club open the doors to the One’s readers and make us discover a success formula to appraise the territory. It’s a corner of paradise, jealously safeguarded by who decided to take care of it with dedication and commitment. The Gela’s Sail Club is a twenty years old meeting point of culture, sport and entertaining. The member’s satisfaction and the projects of the future, expressed by the Vice President Antonio Cosentino. A club that respect the traditions and look to the future with modern eyes. What are the success’ reasons of Gela’s Sail Club? It Is in those “modern eyes” that you can summarize the driving force behind all our initiatives. Our goal is to enhance a piece of Sicily preserving both its natural beauty and its natural host vocation. We look at our history and our origins with an eye on new ideas and new initiatives. This is what makes this place vital and modern. An almost self-managed institution based and sustained by the commitment of all its members. It is an example to follow but also a big responsibility. What are project for the future? In this moment we want to solidify the results obtained with the last summer’s initiatives. We saw that hosting night events such as book presentations, cultural meetings and “talk” one can offer a new fundraising method and not only a different way to enjoy the sea and the beach.


o

food

Passioni di famiglia Materie prime d’eccellenza, rispetto per la stagionalità, eleganza nel ricevere e amore per la tradizione in una nobile dispensa. Quella di Antonietta Giuditta. Top quality raw materials, observance of seasonality of food, refined host and respected traditions in a “Noble Pantry” managed by Antonietta Giuditta 69 One


food

Ci accoglie in azienda come se aprisse le porte di una casa. Raffinatezza eleganza, e passione, sono gli ingredienti segreti che, chiusi in un barattolo o in una bottiglia, fanno di un sogno nel cassetto, un’impresa in dispensa. La dispensa che tutti vorremmo avere. Come nasce “Nobili Dispense”? Tutto ha avuto inizio una sera a cena con vecchi amici. Si parlava della qualità del cibo, di cosa troviamo sulle nostre tavole e così, tra una chiacchiera e l’altra, è nata l’idea di “Nobili Dispense”. Nobili perché noi siamo convinti che nelle nostre dispense dovremo avere solo prodotti nobili ovvero sani, genuini, senza l’aggiunta di coloranti e conservanti. I consumatori devono poter scegliere la qualità, sentirsi a casa anche quando comprano su uno scaffale… un concetto che è diventato la nostra mission.

1966. inctem que quis ea endi omniet lab ipsapid expligendem. Sa que aboresequi de qui blaborepedia sed


Vini, sottoli, zuppe, conserve e il prestigioso vino cotto, caratterizzano le nobili dispense. Wine, marinated vegetables, soup and our finest mulled wine can be found in our noble pantries.

Tre parole per descrivere i suoi prodotti. Passione, tradizione e amore per la buona cucina. Sono questi i principali elementi che contraddistinguono Nobili Dispense. Ricette semplici e deliziose realizzate nel rispetto della sostenibilità ambientale: i colori e le fragranze sono quelli che propone madre natura. Il gusto è autentico e si lascia apprezzare in tutte le loro forme. Gli odori, i sapori, la vista e il tatto. La dispensa è ricca di specialità. I nostri prodotti sono legati alla qualità grazie alla scelta di materie prime d’eccellenza e al rispetto della stagionalità. Nessun colorante o conservante, parliamo di prodotti della tradizione. Dove si trova “Nobili Dispense”? Sono prodotti agroalimentari realizzati in un territorio ricco di storia, cultura, arte e, naturalmente, ottima eno-gastromia. E’ in questo prestigioso contesto, fatto di boschi incontaminati, natura rigogliosa, vigneti, uliveti, castagneti e genuinità, che nascono i prodotti Nobili Dispense: piccola azienda tradizionale che ha sede proprio nell’antico e grazioso borgo d’Irpinia, terra rinomata per i suoi vini doc e docg e per la sua eccellente cucina tradizionale. L’azienda nasce dalla passione e dal recupero delle antiche tradizioni di famiglia. La sapienza con cui si realizzavano tutti i prodotti è quella antica ereditata e tramandata da “nonna Nannina”.

I consumatori devono poter scegliere la qualità, sentirsi a casa anche quando comprano su uno scaffale. Consumers need to be able to choose quality, feel at home even when they buy from a shelf.

Cosa c’è nelle vostre “Nobili Dispense”? Vini, sottoli, zuppe, conserve e il prestigioso vino cotto, caratterizzano le nobili dispense, azienda fiore all’occhiello nella commercializzazione di prodotti agro-alimentari tradizionali d’eccellenza. Riproponendo gli antichi piatti con il loro gusto autentico, Nobili Dispense opera nel rispetto della qualità della vita e del buon vivere. Buongustai e gourmand dove possono trovare i vostri prodotti? A Summonte, in provincia di Avellino, è possibile apprezzare tutti i nostri prodotti. Oppure visitando il nostro sito www.nobilidispense.com, dove troveranno le schede complete con descrizioni, suggerimenti ed abbinamenti… nonché una sezione dedicata alla ricetta. I nostri prodotti sono ordinabili direttamente tramite il sito.

She is welcoming us, as if she were standing at the entrance to her house. Refinement, elegance and passion are the secret ingredients, whether they be in a jar or in a bottle, which created a business out of a lifelong ambition. The business is located in a pantry, the pantry we would like to have. How did the idea for “Nobili Dispense” come about? It was during a dinner with some old friends. We were talking about the quality of food, of what we eat and, between one thing and another, the idea for “Nobili Dispense” came about. Noble because we are positive our pantries should have only noble products. By noble I mean healthy, wholesome products, without added colouring agents or preservatives. Consumers need to be able to choose quality, feel at home even when they buy from a shelf. And this is our mission. Describe your products using 3 words Passion, tradition and love I colori e le of good cooking. “Nobili fragranze sono Dispense” stands out thanks quelli che propone to these features. Simple but madre natura delicious recipes, observant of environmental sustainability: Unchanged colours and aromas, unchanged colours and aromas, authentic taste authentic taste which is entirely which is entirely appreciated. Smells, tastes, appreciated. sight and touch. Specialities are Smells, tastes, sight abundant in my pantry. Our and touch. products are high quality thanks to the accuracy in choosing finest raw materials and in observance of seasonality. No added colouring agents or preservatives means traditional products. Where can “Nobili Dispense” be found? The food originates from a land rich in history, culture, arts and of course fine food and wine traditions. The food originates from unpolluted forests, luxuriant nature, vineyards, olive tree and chestnut groves. Our small traditional business is located in an ancient and pretty village in Irpinia, land renowned for its DOC and DOCG (controlled and guaranteed denomination of origin) wine and its finest cuisine. Our passion and desire to restore old family traditions created our business. The expertise necessary to produce these traditional specialities has been passed down from my grandmother Nannina to us. What can be found in your “Nobili Dispense”? Wine, marinated vegetables, soup and our finest mulled wine can be found in our Nobili Dispense. In the food and agricultural production, our business is considered to be one of the jewels in the crown. We bring back traditional dishes with their authentic taste. Nobili Dispense is observant of quality of life and good life. Where can foodies and gourmands find your products? Our products can be found in Summonte, in the province of Avellino. You can visit our website www.nobilidispense.com, where files with descriptions, suggestions and pairings can be found. There is also a dedicated section of recipes. Our products can be purchased online. 71 One


Samantha Biale Diet Coach wellness

Diete proteiche: come scegliere quella giusta

S

ono quelle che permettono di perdere peso più rapidamente. E quelle più facili da fare. Ma dopo un boom che ha visto spopolare formule date per miracolose, nutrizionisti e dietologi hanno messo i puntini sulle i. One ha intervistato Samantha Biale, la prima diet coach italiana, che ha dato i consigli giusti per perdere i kili di troppo senza troppa fatica e tenendo d’occhio la salute. Dottoressa Biale, favorevole o contraria alle diete proteiche? Favorevole. Con le giuste considerazioni. Non ho alcun dubbio che siano una favolosa strategia d’inizio, perché perdendo peso praticamente da subito, servono soprattutto da un punto di vista psicologico. Agiscono sulla motivazione, fanno perdere quei primi kg senza troppo sforzo. Sono però dell’idea che alla lunga certi sapori, come quelli della pasta, del pane o dei dolci, non si possano totalmente abbandonare, per cui il rischio è sempre che uno dopo un inizio alla grande, poi si ritrovi a mangiare più di prima recuperando con gli interessi quello che ha perso. Lei parla di un buon inizio. Quando individua la fine? Una dieta proteica, deve avere un inizio e una fine per essere efficace e non dannosa. Ma soprattutto va fatta dopo un accurato check up, per vedere di non andare incontro a scompensi. A parer mio, su una persona sana, una durata di tre settimane, dà i migliori risultati. Bisogna poi saper investire sul mantenimento del regime, ossia su strategie di controllo che consentano di non riprendere il peso perso, né sul breve né sul lungo termine. Molte aziende propongono prodotti che sostituiscono dolci, biscotti e pasta con preparazioni a basso contenuto di carboidrati a favore delle proteine. Cosa ne pensa? Penso che questa scelta vada fatta con criterio. In farmacia si trovano prodotti sani, io consiglio di vedere sempre quelli che contengono un ridotto apporto di zuccheri senza evitarli totalmente. Il nostro organismo ha bisogno comunque di una certa dose di zuccheri. Le diete chetogeniche (ossia basate sulla chetosi,

How to chose the right Protein-based diet

T

he protein-based diet are those that allow the fastest weight loss. They are also the easiest to do. But, after a quick rise in which miraculous formulas literally exploded in the market, nutritionist wanted to dot the i’s and clarify the situation. One interviewed Samantha Biale, first Italian diet coach, who gave us the right tips to lose without too much effort (and without health risks) the infamous kilograms in excess. Doctor Biale, are you in favor or against the protein-based diets? I’m in generally in favor of this kind of diets, but some qualifications need to be made. I have no doubt that they are a perfect strategy for a starting point. As a matter of fact, the immediate weight loss that they produce is particularly important under a psychological point of view. These diets are important for the motivation; they allow everyone to lose weight without too much effort. At the same time, I think that some flavors, such as the ones of pasta, bread and sweets are impossible to give up. For this reason, one ends up eating them even more, regaining all the weight back plus some interests. You spoke about a “good start” meaning that there is also an end. Therefore, when is this end? In order to be efficient and not harmful to health, a proteinbased diet must have a start and an end. Above all, a medical check-up before starting any of these diets is necessary. In my opinion, supposing we are speaking about a healthy person, the most efficient duration for these kind of diets is three weeks. Then, one must invest on the “maintenance”, on the conservations of the results. This is made by strategies of control that allow to not regain weight, both on the long and the short term. Many companies propose substitutes for sweets, biscuits and pasta that have a low level of carbohydrates and high protein level. What do you think about these products? I think some attention is needed in this case. In the pharmacies we can find healthy products and I always suggest to choose the ones with reduced quantity of sugar. Still, I strongly suggest not to avoid sugar completely because the ketogenic diets (that are the ones that use the ketosis’ process, which takes advantage of the deficiency of sugar in the blood allowing the body to attack the fat, ndr) lead to a number of negative collateral effects. So, the “easy diet”, the one that only needs to substitute sugars and carbohydrates with proteins, is a lot harder that one can imagine. Do you have an efficient and proved scheme? To say the truth, it is sufficient to “do it the right way”. A trustworthy formula, widely used in France, is the 3.2.2. The first three days are what we define an attack. Calories are really reduced to the minimum possible (around 1000 per 73 One


processo che sfrutta la carenza di zuccheri nel sangue, permettendo di attaccare il grasso in eccesso, ndr) portano un sacco di effetti collaterali.

PROVATO PER VOI TESTED FOR YOU

La dieta facile, quindi, dove basterebbe in teoria abolire zuccheri e carboidrati nutrendosi solo di proteine, è più difficile di quanto sembra. Ha uno schema efficace? In realtà è sufficiente fare le cose nel modo giusto. Una formula a parer mio collaudata, molto diffusa in Francia, è la la 3.2.2: i primi tre giorni “di attacco”, le calorie sono ridotte veramente al minimo (1000 circa) ma passano velocemente specie se si accompagnano gli alimenti ai prodotti specifici che danno le sostanze necessarie all’organismo senza farci rimpiangere dolci e cioccolato, ad esempio, e dare una prima sveglia al metabolismo. Si mangiano carni bianche, pesce e verdure insieme a prodotti specifici a base proteica e basso contenuto di zuccheri. Negli altri due giorni, si sale a 1200 calorie: questo aumento impedisce all’organismo di reagire abbassando i consumi: continua così ad essere attivo. Segue un assestamento, da tenere fino al raggiungimento del peso programmato: si arriva alle 1300-1400 calorie. Da lì in poi si dimagrisce più lentamente, ma costantemente e in modo sano.

day). These three days are hard, no doubt, but they are quick to pass, in particular if one takes specific products that will provide the necessary nutrients to the body without make us feel nostalgic of sweets and chocolate. These three days are a first “wake up call” to our metabolism. In the next two days, one should eat white meat, fish and vegetables together with low sugar level protein-based products. In the last two days the calories intake rise to 1200 calories per day. This increase in the calories intake avoids the metabolism to lower its daily consumption. An adjustment will follow until one reaches the programmed weight. The calories intake rises to 1300-1400 per day. After the programmed weight is reached the weight loss will be slower. Still, the weight loss will be constant and, even more important, healthy.

Abbiamo testato per voi i prodotti della linea Protiplus facendo elaborare allo chef Ambra Romani una ricetta gustosa, già sperimentabile nella fase di attacco.

We tested the Protiplus products, asking Chef Ambra Romani a tasty recipe usable immediately from the “attack phase”.

SPAGHETTI PROTIPLUS CON SEPPIE PROFUMATE AL LIMONE

PROTIPLUSʼ SPAGHETTI WITH LEMON FRAGRANT SQUIDS

60g linguine Protiplus 40gr di seppia pulita 1 manciata di prezzemolo 1 spicchio di aglio 1 cucchiaio di olio buccia di limone Lavate e pulite la seppia rimuovendo le interiora e i tentacoli e tagliatela a listarelle sottilissime, in una ciotola mettete un cucchiaio di olio e condite la seppia con la buccia di limone grattugiata, lo spicchio di aglio ed il prezzemolo tritato. Lasciatela marinare alcuni minuti. Scolate la pasta e unitela alla seppia, e ripassate per 2 minuti in pentola, togliete lʼaglio ed aggiungete pepe a vostro piacere.

60 grams Protiplusʼ linguini 40 grams clean squids 1 handful of parsley 1 garlic clove 1 spoon of oil lemon peel Wash and clean the squids eliminating the entrails and the tentacles. Then, cut it in extremely tiny strips. Pour the spoon of oil in a bowl and season the squib with the grated lemon peel, the garlic clove and the minced parsley. Marinate it for some minutes. Drain the pasta, add the squids and cock it for 2 minutes. Remove the garlic and add pepper to your linking.

LLa Pasta iperproteica ProtiPlus è pronta in solo 8 P minuti ed è bassa in zuccheri m e ad elevato contenuto di proteine, consente di d rrispettare il regime di dieta anche durante la fase a iintensiva. IIngredienti Semola di grano duro, S proteine di pisello, bianco p dʼuovo disidrat at o, aminoacidi: a LL- Metionina. 74 One

The high-protein pasta ProtiPlus is ready in only 8 minutes. It has low sugars and high in proteins. It allows to respect the diet regimen also during the intensive phase. Ingredients: Durum wheat flour, pea prot eins, dehydrat ed egg white, amino acids: L-Methionine


live long, live healthy

R IC C H I E S TA E N E R G E T I CA A S T R E S S F IS S I C O E MENTTA L E ALLT E R A Z I O N E D E L L’U UMORE O S S ID D AZIO ONE lattosio glutine coloranti conservanti

www.nutraiuvens.com Per maggiori informazioni chiama il numero verde 800192714


dott. Manuela Pennisi Psicoterapeuta psicology

L’estate mai iniziata è invece (in) finita Eh sì... “ci sta”... é permesso anche sbuffare... Ecco giunto il momento di rientrare dalle vacanze estive tanto sognate e spesso idealizzate durante l’inverno. Spesso rimandiamo e diciamo: “questa estate farò, organizzerò, sentirò amici, etc...” Probabilmente di queste cose non faremo nulla. Certo é che l’estate porta gioia. D’estate sbocciamo, ci prendiamo più cura di noi stessi, abbiamo desiderio di colori e di reinventare la nostra vita: aspettiamo l’estate per cambiare, per fare nuovi progetti, etc.... Ma quante aspettative su questa estate che dura poco e quest’anno per condizioni climatiche, ormai davvero imprevedibili, ha dato un pó a tutti una “non estate” (concetto di tempo relativo, come anche lo spazio). Ma da veri sognatori non ci siamo arresi. D’estate pensiamo di essere più belli, il sole, la luce è l’energia ci avvolgono e ci travolgono. Sogniamo di incontrare il principe azzurro, e lo incontriamo pure, ma poi ci si deve salutare, a volte, ahimè, con un “se sono rose fioriranno”. Ma noi incredibili romantici e sognatori non smettiamo nemmeno un attimo di pensare che tutto é possibile: perché “d’estate tutto è possibile”. La vera scoperta, udite, udite, é che tutto é possibile sempre. Importante è non mollare, non lasciare andare il desiderio ma renderlo “vero” e “autentico”, soprattutto consapevole. Allora quando rientriamo dalle vacanze e dobbiamo “gestire” lo stress da rientro o il cosiddetto post vacation blues, proviamo a pensare che l’estate non è finita. Perché è dentro di noi. Noi siamo il sole, noi siamo Luce, noi possiamo tutto perché nulla é impossibile se lo desideriamo davvero. A volte le cose che desideriamo non si avverano. Perché? Forse perché in realtà non le desideriamo veramente e pensiamo solo di desiderarle. Questo succede quando non otteniamo ciò che desideriamo oppure riusciamo ad avverare il nostro sogno e poi però dopo qualche tempo lo perdiamo, non riusciamo a mantenerlo. Perché? Perché non era un vero desiderio? Oppure perché in fondo pensavamo di non meritarlo? Soffermiamoci seriamente su ciò che desideriamo o pensiamo di volere. A volte ci rendiamo conto che rincorriamo cose che non ci interessano davvero. La domanda è: ma siamo in grado di “ricevere”? Siamo noi i registi del nostro film e se non ci piace possiamo cambiare film. Allora, rientrati dalle vacanze, non immergiamoci subito al 100% sul lavoro. Ricordiamoci di noi. Che siamo il sole e la luce. Che abbiamo il dovere di prenderci cura di noi sempre, non solo d’estate. La “vera passerella” é la vita di ogni giorno non solo l’estate. E il tappeto rosso é lì... aspetta solo noi! E dato che “il viaggio é nella testa”... buona continuazione di vacanza.

The summer that never started is about to begin Let’s complain a bit… It’s now time to come back from our so dreamed and idealized holiday. We often say, “This summer I will do and arrange things moreover see friends and so on...” However we tend to nothing mentioned. It is certain that summer brings joy. We usually look after ourselves more in summer, we look better, and we desire to reinvent our lives: we hope that summer would bring new projects, it’s like a sort of excuse to change .... Too many expectations laid upon summer this year that unfortunately due to unpredictable weather conditions, gave everyone a “fake” summer concept. But true dreamers never give up. In the summer, we think we are more beautiful and thanks to the sun, we feel energetic. We dream our prince charming, and we probably even meet him, but then most of the time we must say goodbye, hoping to be lucky enough to see him again. As true romantic dreamers we never stop thinking that “everything is possible”. Well, surprise, surprise, everything is always possible. It is important not to give up, never let go of the desire and make sure it becomes true. Therefore when we get back from holiday and we have to face the high amount of stress

or the so-called post-vacation blues, try thinking that summer is not over yet as it is in our inner souls. We are like sunshine and we can do everything we want as long as we really desire it. Have you ever wondered why things never come true? Maybe because we tend to do nothing in order to make them become so. This happens when we do not get what we want or once we get it, we are not able to keep it. Wasn’t it so true? Or probably didn’t we deserve it? Let’s seriously think over what we really want Sometimes we realize that we chase things that do not really care about. The question is: are we able to “receive” anything? We are the directors of our own film and if we do not like anything about it, then we have the power to change it. To sum up, once we are back from vacation, we shouldn’t immediately drown ourselves with workload. Remember to pumper and look after yourself not only in summer but throughout the year. The “real pathway” is our daily life, a sort of “red carpet” that we should walk on, there just waiting for us! As “the journey is in our minds” ...well enjoy the trip! 77 One


Fabrizio Labanti look

Da Sansone al

Top

Manager di un CDA poco è

cambiato ...o forse sì.

I

capelli come sinonimo di sicurezza sono ancora oggi un simbolo e un punto di forza per la vita di relazione. Non solo al cinema ma anche in azienda. Le soluzioni più all’avanguardia per ritrovare la testa senza perderla. Una sartoria, senza ago né filo, in grado di creare l’abito su misura per la testa e capace di ridare i capelli dove siano radi o, addirittura, inesistenti. Tutto questo senza interventi chirurgici o protesi. Parliamo dell’estensione per infoltimento, un modo efficace per intervenire sulla calvizie in maniera cutanea, indolore e senza stressare i capelli. Non un servizio holliwoodiano, ma qualcosa che ha preso e sta prendendo sempre più piede a qualsiasi livello e contesto di vita professionale e sociale. Sono infatti proprio manager, executive, uomini e donne d’azienda a capire quanto l’immagine di chi lavora con la testa, inizi proprio con la testa. Ma come si fa digerire questo concetto?- mi chiedono- “come si passa da un’immagine fatta di tentativi di camuffare una calvizie o la triste accettazione di uno stato, ad uno screenshot vincente, da un giorno all’altro?” La formula sta nello sdoganare la calvizie attraverso il concetto di moda e immagine partendo proprio dal fatto che i capelli stessi sono il primo capo di abbigliamento per la testa, è a parer mio, il modo più corretto di passare dal desiderio ai fatti. Naturalmente tutto fatto con la gradualità che consenta a chi decide di investire sui propri capelli di non sentirsi da un giorno all’altro un’altra persona anche se, nella maggior parte dei casi, sono le persone stesse che chiedono di accelerare i tempi per poter essere il prima possibile un nuovo sé...con meno se.

Since Sansone to the

Top Manager in a business meeting

little has changed ... or maybe yes.

H

air as a synonym of safety is still considered “set up an appointment for today” a symbol and a source of strength for the sake of the relationship. Not only at a cinema but in a company too. The most innovative solutions in order to get your head without losing it. A Talyor without needle or thread able to create what suits you best and capable of restoring the hair where it has fallen out or might not even be. All this without surgery or implants. We are talking about the thickening extension, an effective way to take action against baldness and loss, painless and without damaging hair. Not a Hollywood-service or touch, instead something that is becoming increasingly popular at any level and context of professional and social life. In fact managers, executives,

business men and women reckon that those who look good with their head, actually begin using it. Many people ask me -How can we get over this concept? - “how can we swop from hiding a horrible baldness or sad thought of it to a winning screenshot all of a sudden?” answer in getting over the baldness through the concept of fashion and image starting from the fact that hair is the first and main piece of clothing for the head, and personally it is the right way to move from desire to action. Of course it should all be done gradually allowing those who decide to invest on their hair not to feel completely someone else from one day to another, even if, in most cases, many people ask to speed up the process and look as a new person as soon as possible

79 One


www.miamo.com Per maggiori informazioni chiama il numero verde 800192714


dott. Marco Muggiani Chirurgo surgery

Perché la Proporzione Aurea rea è importante e quali sono gli da evitare quando si ricorre alla Medicina na e

eccessi ssi

alla Chirurgia Estetica.

Un volto a regola d’arte

A

ncora troppo spesso i medici ed i chirurghi estetici si sentono dire frasi come: “Filler? No, per carità! Non voglio le labbra a canotto...”. Effettivamente c’è stato un periodo in cui si esagerava con il volume di labbra e zigomi, o con la rotazione verso l’alto e l’appuntimento del naso. Cosa fa la differenza, ai giorni nostri? La prima risposta è molto semplice: le persone che incontrano il paziente dopo che si è sottoposto ad un trattamento devono semplicemente trovarlo migliorato, senza capire il perché! Da questa risposta ne possono scaturire altre: che cosa, quale quantità di filler, quale misura di modifica nella lunghezza o nella rotazione di un naso, rende un volto gradevole? E quando, al contrario, andiamo incontro a quelle esagerazioni che tanto discredito hanno gettato sulle nostre attività? E le risposte a queste domande le abbiamo avute davanti agli occhi da sempre. Esiste una vera proporzione matematica che rende qualsiasi cosa gradevole all’occhio, non solo umano: la Proporzione Aurea, detta anche Rapporto Aureo. Lo sapeva chi ha costruito il Partenone, tanto per fare un esempio. Di cosa si tratta? Si tratta “semplicemente” di un numero: 1,618 e... Infinite altre cifre decimali, ma per la percezione dell’occhio umano bastano le prime tre. Per spiegare come ci si arriva matematicamente occorrerebbero parecchie pagine: è molto più semplice mostrare un segmento. Questo segmento è diviso in due parti, fra loro in Rapporto Aureo: la parte più lunga è 1,618 rispetto alla più corta, la più corta è 0,618 rispetto alla più lunga; e l’intero segmento è 1,618 rispetto alla più lunga! Questo rapporto “magico” di bellezza, misurabile con un particolare regolo, si trova in ogni settore di un viso gradevole, o tra varie porzioni delle labbra, o tra vari distretti del corpo: basta saperlo rispettare o avvicinarvisi il più possibile, per evitare quelle “mostruosità” di cui purtroppo ancora spesso si parla! Da anni io ed altri colleghi in tutto il mondo ci siamo dedicati allo studio della Proporzione Aurea, presente in natura, sul volto e sul corpo umano, ed all’applicazione dei suoi concetti nella pratica quotidiana: il mantenimento o, in alcuni casi, il raggiungimento della Proporzione Aurea dopo un intervento o anche dopo la semplice deposizione di un filler ci garantisce così i risultati esteticamente migliori.

The art engraved on a face Until today doctors and cosmetic surgeons are very often facing words such as: “Filler? For heaven’s sake! Not at all ! Ido not want my lips to look like a dinghy ... “. We have to confess that there was a period in which the volume of both lips and cheekbones was exaggerated, either lifting upward or pointed nose. What makes such an important difference nowadays? The first answer is very simple: people who meet with the patient after he or she underwent a treatment, simply need to find a better looking patient, without knowing the reason why! Other questions may be asked: exactly what, what is the quantity of filler, what about the measurement and length of a nose and what makes a face attractive? On the other hand, when do we approach those exaggerations that worsen things up? Well the answers to the questions have always been obvious. There is a real mathematical proportion that makes anything pleasing to the eye, not only human: The “proporzione aurea”, also known as the “rapporto aureo”. For instance the person who built the Partenone was aware of it. What is it? It is “simply” a number:

1.618 …and other infinitive decimals, but the first three are enough for the human eye. In order to explain how to get mathematically there , it would take several pages: it is much easier to show a segment. This segment is divided into two parts, between them in “rapporto aureo”: the longest part is 1.618 compared to the shortest one, the shortest is 0.618 compared to the longest one; and the entire segment is 1.618 compared to the longest! This “magic” bond of beauty, which may be found in every single spot of a lovely face, or surrounding the lips, or between different parts of the body: it is essential to comply with or at least get close to it as much as possible, to avoid those “monstrosity” that unfortunately it is still known! I and other colleagues around the world have focused ourselves for years onto the study of the”proporzione aurea”, naturally occurring on the face and body, and the application of its concepts in everyday practice: in some cases the maintenance and the achievement of the “proporzione aurea” after surgery or a simple filler deposition assures us the best aesthetic results.

81 One


SPECIALEVENT Alassio Fashion Call

L’attrice italiana Cecilia Capriotti, madrina dell’evento con abito dorato Dressed in gold, the italian actress Cecilia Capriotti, testimonial of the event

83 One


C

da sinistra from left Massimo Ferrara, Lucia Rotta, Cecilia Capriotti e Claudio Betti

P

ioggia di champagne e bellissime donne da Spinnaker, nota boutique di Alassio, nel litorale ligure di ponente. Per dare il benvenuto alla stagione estiva ed ai turisti è stato organizzato un evento extra chic con l’elegante Café Mozart in concomitanza della tre giorni di “Un mare di champagne”. Testimonial d’eccezione la bellissima attrice ascolana Cecilia Capriotti e tanti altri ospiti vip, quali il simpaticissimo Giacomo Urtis, chirurgo estetico delle star ad Aurora Marchesani, playmate con quattro copertine internazionali all’attivo, e tanti altri. La famiglia Betti, titolare del gruppo Spinnaker, ha voluto regalare alle clienti la possibilità di far degli shooting indossando gli abiti della nuova collezione di alcune tra le maison più importanti di cui è concessionario, da Dior a Gucci, a Dolce&Gabbana e tanti altri. Modelle per un giorno un po’ tutte, coadiuvate da alcune indossatrici professioniste, bellissime ragazze come Beatrice Bertolino, Miss Muretto 2012, a Giulia Mingoia, a Jessica Bugi, hanno sfilato nel tipico Budello tra la folla dei turisti. Un cocktail glamour a metà tra lo shooting fotografico e la degustazione dello champagne. Sono sorpresa e felice – ci ha raccontato la bella attrice Cecilia Capriotti - della straordinaria accoglienza ricevuta in Liguria, in particolare ad Alassio. Per me era la prima volta, ero abituata ad andare oltre, in Francia, invece devo ammettere che la bellezza di questi luoghi, la caratteristica passeggiata nel Budello con tutti i suoi negozi, fa davvero venire voglia di ritornare in Riviera. Ho soggiornato all’Hotel Savoia, facendo una colazione spettacolare a picco sul mare. Alla nostra domanda se ama vestire sempre in modo sexy la simpatica ex conduttrice di Dribbling ha esclamato così: Sì, io esco sempre vestita in modo elegante, qui da Spinnaker, boutique di Alassio, l’abito che mi è rimasto nel cuore è quello color oro... Tra un ostrica ed una flûte di champagne le bellissime signore presenti con gli ospiti vip hanno brindato alla nuova stagione estiva in compagnia di Massimo Ferrara, titolare sia del Café Mozart che del rinato Caffè Roma davanti allo storico Muretto, che, in compagnia di Lorenza e Claudio Betti di Spinnaker, madre e figlio, che da anni cercano di presentare nelle loro boutique di Sanremo, Alassio e Portofino l’esclusività e lo charme della moda italiana ed estera.

da sinistra from left Cecilia Capriotti, Lorenza Betti e Giacomo Urtis

Cocktail Glamour tra champagne e shooting

Grazia Pitorri

84 One

Cecilia Capriotti con un abito selezionato da Spinnaker Cecilia Capriotti poses with a dress selected by Spinnaker

hampagne and beautiful women at Spinnaker, a known boutique in Alassio on the Ligurian coast. A posh event was organized at the stylish Caféʼ Mozart in order to welcome tourists and the new summer season in conjunction with “A sea of champagne.” The beautiful actress Cecilia Capriotti from Ascoli was definitely an important testimonial among many other well known guests such as the likeable and pleasant cosmetic surgeon James Urtis, the playmate Aurora Marchesani whose success came from four international covers, and many others. The Betti family, who owns Spinnaker, wanted to give customers the chance of a life time by shooting and wearing the latest collections of some of the most important designers for instance Dior , Gucci, da sinistra from left Dolce & Gabbana and Beatrice many more. Bertolino, Cecilia Everyone looked as if Capriotti e Giulia they were modelling, Mingoia well at least for a day, backed up by professional models, beautiful ladies like Beatrice Bertolino, Miss Muretto 2012. Moreover Julia Mingoia and Jessica Buginese, walked among the crowd of tourists. A glamorous cocktail in the middle between the photo shoot and the taste of champagne. The beautiful actress Cecilia Capriotti said – Iʼm so happy for the extraordinary welcome I got in Liguria, particularly in Alassio. It was my first time, I used to travel abroad, in France, on the other hand I must admit that strolling around Budello admiring shops and the beauty of these places, it makes me want to come back to the Riviera. I stayed at the Hotel Savoia, having a spectacular breakfast overlooking the sea. When we asked her whether she always loves dressing up so sexy, the former Dribbling presenter exclaimed: Yes I do, I always go out wearing elegant outfits, for instance here at Spinnaker, a boutique in Alassio, the dress that has stricken me the most was the golden one... Oysters and champagne flavored up the night with beautiful ladies and VIPs toasting to the new summer season with Massimo Ferrara, who owns both Café Mozart and Cafe Roma located in front of the historic wall partition, along with Lorenza and her son Claudio Betti Spinnaker, mother and son, who have been trying to present and spread Italian charm and foreign fashion in their boutique in Sanremo, Alassio and Portofino.


OFFICIAL RADIO

radiomontecarlo.net


WARDROBE

di Grazia Pitorri

Moda Sotto le Stelle

Rendez vous della moda a Lugano per un evento che ha riunito il jet set internazionale

A

lta moda internazionale quella che si è vista a Lugano durante l’evento “Moda sotto le stelle”. La kermesse organizzata dalla Camera Nazionale della Moda Svizzera (CNMS), è giunta alla sua undicesima edizione portando la Svizzera ed in particolare Lugano nel firmamento della moda più glamour e chic d’Europa. La manifestazione aperta ufficialmente dal Sindaco di Lugano Marco Borradori ha saputo superare anche l’ostacolo del maltempo e sulla passerella si sono alternati capi davvero importanti. Special guest dell’evento il noto stilista lamentino, Anton Giulio Grande, che in apertura ha immediatamente catalizzato l’attenzione del pubblico con i suoi abiti di haute couture. La serata presenta magistralmente dalla conduttrice di RSI Alessandra Zumthor e Stefano Dani ha 86 One

fatto meglio conoscere la moda europea, diversi gli stilisti esteri come l’estroso Addy van den Krommenacker, olandese, o la brava stilista di abiti da sposa Mariel, giunta appositamente da Parigi. Tra gli stilisti italiani spiccavano Federico Sangalli, creatore di abiti che brillano di luce propria con una particolare fibra ottica, e Domo Adami, con il suo celebre abito in filo di platino. A causa dell’attuale situazione nel suo paese invece non è purtroppo potuto intervenire anche il noto stilista palestinese Jamal Taslaq. “A Moda sotto le Stelle” – ci dice entusiasta Franco Taranto, Presidente della Camera della Moda Elvetica – “hanno sfilato sino ad oggi 72 stilisti da tutto il mondo, con oltre 2000 abiti di alta moda. Sono stati coinvolti paesi quali l’Olanda, la Francia, la Spagna, gli Stati Uniti, l’Italia, i paesi arabi e la Svizzera

naturalmente. Siamo felici che Lugano diventi sempre di più il salotto della moda nel mondo, portando vicino a stilisti di fama planetaria gli stilisti giovani ed emergenti di casa nostra. La serata che ha dato anche modo ai giovani talenti di esprimersi è ormai considerata un punto fermo della moda elvetica. Da noi in Svizzera c’è posto per tutti, le idee e i progetti sono tanti ed ho il piacere e la gioia di condividerli con artisti meravigliosi, ed ho la fortuna di collaborare in modo sano e creativo con tante persone che negli anni hanno seguito il mio progetto”. Le stupende modelle che si sono alternate nella centralissima Piazza Manzoni, a pochi passi dal lago, sono state truccate ed acconciate dal celebre hair stylist Carmelo Spina.


o

fashion pages

Nicola Santini

A jet set fashion rendez vous in Lugano for a special event

W

e witnessed a remarkable High Street International Fashion touch in Lugano during the event called “Moda sotto le stelle”. The event organized by the National Chamber of Swiss Fashion (CNMS), in particular by its President, Mr. Franco Taranto, it has now reached its eleventh edition, bringing Switzerland and particularly Lugano within the most glamorous and chic fashion’s peak in Europe. The event was officially opened by the Mayor of Lugano Borradori Marco who was able to present top designer garments along the catwalk no matter the bad weather. One of the special guests who took part in the event was the well-known and complaining designer Anton Giulio Grande, who captured the audience’s attention with his haute couture clothes. The evening was masterfully presented by RSI’s presenter

Alessandra Zumthor, and Stefano Dani who did an excellent job introducing the European fashion. Several foreign designers as the Dutch whimsical Addy van den Krommenacker, or the talented wedding designer Mariel, who came directly from Paris for the special event. Among the several designers, the famous Italian creator Federico Sangalli stood out, well known for his shining dresses produced with a particular optical fiber, and last but not least Domo Adami, famous for his dresses in platinum wire. Unfortunately due to the current situation in his country, the well known Palestinian designer Jamal Taslaq was not able to attend the event. “At Moda sotto le stelle” – as the enthusiastic Franco Taranto, President of the Swiss Chamber of Fashion says – “up to now 72 designers from all over the world took part in the event, with over 2000 pieces shown. Many countries

were involved such as Holland, France, Spain, the United States, Italy, the Arab Emirates and indeed Switzerland. We are delighted that Lugano will become more and more a fashion meeting point in the world, bringing young emerging designers close to renowned ones. The evening also gave way and visibility to young talents in order to express themselves. Here in Switzerland there is room for everyone, there are plenty of ideas and projects and I have the pleasure and joy to share them with wonderful artists, and I consider being lucky to work in a creative and effective environment with many people over the years that have followed my project”. The beautiful models that have alternated in Piazza Manzoni, just a few steps from the lake, were beautifully presented thanks to the well known hair stylist Carmelo Spina. 87 One


WINNER

G

iornalista di moda, costume e spettacolo, Grazia Pitorri da anni scrive su rotocalchi nazionali ed esteri con successo e dopo aver ricevuto lo scorso febbraio a Roma un importante riconoscimento durante l’International Wedding Conference per i suoi articoli sul mondo dei matrimoni, ora è stata nominata di recente Membro Esecutivo della Camera Nazionale della Moda Svizzera. Carismatica e giramondo, ha al suo attivo ben due giri del mondo in barca, la Pitorri è rimasta affascinata dalle popolazioni del pacifico australe al punto tale che ha voluto studiare e capire la storia di questi antichi popoli anche attraverso il loro modo di vestire. A Sidney, città di grande sviluppo, dove la moda italiana si afferma ogni giorno di più, durante un seminario ha avuto modo di incontrare e conoscere vari stilisti importanti locali e promuovere il valore del Made in Italy. Elegante e raffinata la nostra giornalista di One, dopo aver ricevuto questo prestigioso e non ultimo incarico, ha dichiarato: “Sono onorata per aver ricevuto questo importante incarico, ringrazio Franco Taranto, Presidente della Camera della Moda Svizzera e mi auguro di poter portare in seno all’associazione qualche mia idea innovativa e di charme, da sempre sono a conoscenza del forte legame tra il nostro Bel Paese e la vicina Svizzera e spero di potermi adoperare per rafforzarlo ulteriormente”.

G

razia Pitorri, fashion and lifestyle journalist, has been writing for years about national and foreign magazines with success, and having received last February in Rome an important recognition during the International Wedding Conference for her articles about the world of weddings, has now been newly appointed Executive Member of the National Chamber of Fashion Switzerland. Charismatic and world traveler, has to her credit two world tours by boat, Pitorri was so fascinated by the people of the Southern Pacific up to the point that she wanted to study and understand the history of these ancient population through the way they dress up. In Sydney, a city of great development, where the Italian fashion is well known, during a seminar she had the opportunity to meet and learn about various important local designers and promote the value of Made in Italy. Grazia Pittori can be definitely described as an elegant and refined “One” journalist. After receiving this prestigious assignment , she said: “I am honored to have received this important assignment, I thank Mr. Taranto Franco, President of the Chamber of Fashion Switzerland and I hope to be able to bring within the group some of my innovative ideas and charm, I have always been aware of the strong link between our beautiful country and neighboring Switzerland and I do hope to strengthen it further.”

88 One

GRAZIA PITORRI / EDOARDO ALAIMO

Uno dei più importanti web influencer nel sistema della moda” così viene definito Edoardo Alaimo, palermitano nato nel 1992, vincitore nel 2013 del premio di Alta Moda come fashion blogger dell’anno. Non a caso lo scorso marzo le telecamere di Rai 3 lo hanno seguito durante una sua giornata lavorativa. Elegante, raffinato, eclettico, Alaimo, pur essendo giovanissimo, ha al suo attivo tanti attestati di stima. Ha costituito la sua società, la Edoardo Alaimo Communication, ed ora con il suo sito www.edoardoalaimo.com vuole creare un nuovo spazio virtuale pensato per presentare il lusso nelle sue diverse forme dal menswear all’haute couture, ai consigli per l’alta orologeria, un sito dove il comune denominatore all’interno è il giusto italiano per l’eccellenza e lo stile. Uno dei miei più importanti desideri – ci confida il noto blogger – è quello di comunicare un’idea di moda e di lusso culturale, la mia è una ricerca continua di bellezza attraverso gli oggetti, le aziende e le persone che danno vita ai sogni poi da indossare.

G

razia Pitorri, fashion and lifestyle journalist, has been writing for years about national and foreign magazines with success, and having received last February in Rome an important recognition during the International Wedding Conference for her articles about the world of weddings, has now been newly appointed Executive Member of the National Chamber of Fashion Switzerland. Charismatic and world traveler, has to her credit two world tours by boat, Pitorri was so fascinated by the people of the Southern Pacific up to the point that she wanted to study and understand the history of these ancient population through the way they dress up. In Sydney, a city of great development, where the Italian fashion is well known, during a seminar she had the opportunity to meet and learn about various important local designers and promote the value of Made in Italy. Grazia Pittori can be definitely described as an elegant and refined “One” journalist. After receiving this prestigious assignment , she said: “I am honored to have received this important assignment, I thank Mr. Taranto Franco, President of the Chamber of Fashion Switzerland and I hope to be able to bring within the group some of my innovative ideas and charm, I have always been aware of the strong link between our beautiful country and neighboring Switzerland and I do hope to strengthen it further.”


OTTOBRE VAN HERPEN

GIVENCY

CHANEL

ariete aries C

toro taurus U

gemelli gemini U

on l’opposizione di alcuni pianeti sarà difficile portare a termine tutto come vorreste voi: dovete resistere e non farvi prendere dal nervosismo. Cercate anzi di prendere decisioni con calma. In amore anche Venere vi porta momenti di ambiguità, che significa passare a piacevoli momenti di dolcezza a essere troppo irascibili: controllatevi!

I

t’s going to be difficult to complete everything you have in mind as some planets may oppose. So hold on and do not give up above all don’t let anger get to you. Rather than being nervous, make decisions calmly. Venus may bring unstable moments in love, which means spending pleasant and romantic moments and suddenly becoming short-tempered: calm down and control yourself!

90 One

/ OCTOBER

n passaggio di Saturno dissonante vi renderà più complicate le situazioni lavorative e forse qualche rallentamento. Nessuno però tenta di ostacolarvi, perciò mostratevi meno ostinati. In amore sembra che per i single continuiate ad inseguire le persone sbagliate: siate più cauti! Bene per chi è in coppia.

A

strange presence of Saturn will make you feel out of place dealing with complicated work situations and maybe slowing you down. But no one is trying to stop you, so show yourself less stubborn. If you are single, it seems that you are chasing after the wrong people so be more careful! If you are not single well enjoy your happy couple!

na splendida Venere vi farà sentire sicuri e brillanti come non mai, occasioni da non perdere sia che siate single o in coppia: l’ amore vi sorride! Un po’ più complicate le faccende economiche o lavorative. Attenzione a non complicare di più le cose con colleghi e familiari.

A

beautiful Venus will make you feel confident and brilliant, whether you are single or engaged there will be occasions that shouldn’t be missed out : love is heading towards you! You are facing some economic and work troubles. Be careful not to complicate things over with colleagues and family.


o

roscopo

VIKTOR&ROLF

TERRY ALAIMO

VALENTINO

terry@one-magazine.it

J

upiter’s influence has made you active and hard working over the last few months. So if you realize that there may be some difficulties, just bear in mind that they are just temporary, as a matter of fact there will be new opportunities to take into consideration! If you are engaged you may be feeling bored or tired with your love relationship. Thumbs up for the single ones.

l lavoro va a gonfie vele, dal punto di vista economico potrete stare tranquilli, siete arrivati alla svolta che cercavate: avanti tutta! Venere vi suggerisce, se avete delle situazioni ancora irrisolte con il partner, di chiarire le vostre intenzioni: il periodo è favorevole anche per i single se desiderosi di avventure.

W

orking and economic matters are heading well so you are safe. You have finally reached your goal so go ahead! Venus suggests that if you have any unresolved situations with your partner, make sure you sort things out: It’s the perfect time if you are willing to get into new experiences above all if you are single!

bilancia libra

VALENTINO

Segno del mese

l passaggio di Giove già da qualche mese vi ha reso attivi e combattivi sul lavoro, Adesso se ci sono delle difficoltà ricordate che sono solo momentanee, addirittura all’orizzonte ci saranno nuove opportunità da non sottovalutare! In amore chi vive un rapporto di coppia potrebbe essere sopraffatto dalla noia o dall’abitudine. Bene per i single.

leone leo I

The sign of the month

cancro cancer I

U

na congiunzione di Urano e Saturno vi renderà ancora nervosi e vi sembrerà che tutto sia bloccato attorno a voi. Ma non fatevi prendere dai pensieri negativi, perché avete un preziosissimo allegato: grazie ad un Marte combattivo ritroverete gli stimoli giusti per ripartire con il lavoro, con i progetti e con i vostri sogni che siete abituati a realizzare. Tutto sta è impegnarsi e concentrarsi sull’obiettivo e non sul problema momentaneo. Lo dicono le stelle. Parola d’ordine: non gettare la spugna e rimanere sempre a testa alta. Queste stelle indicano disagi passeggeri, non svolte definitive. Per le coppie di vecchia data dove ormai il rapporto si è deteriorato troverete la forza e il coraggio grazie a Venere di pronunciare la parola ... fine!

U

ranus and Saturn joint together will make you more nervous as if everything around you is locked. But do not get negative thoughts, because thanks to Mars you will gain motivation in order to face projects and fulfill your dreams. It’s all a matter of concentration and focus on the goal and not on temporary matters. As the stars say. The key word: Do not give up and carry on. These stars indicate temporary inconveniences not definite ones. For those who have lived long term relationships , you will finally get the courage to end it! 91 One


OTTOBRE ELIE SAAB

JEAN PAUL GAULTIER

ALEXANDER MC QUEEN

vergine scorpione sagittario virgo scorpio sagittarius I A I n amore se siete single ancora arrancate a trovare la persona giusta, e questo non deve rendervi la vita difficile: tranquilli, arriverà, ma intanto godetevi i successi che state ottenendo con il lavoro. Vi innalzerete ancora di più grazie ad un incontro molto importante di una persona che vi aiuterà nella realizzazione di un vostro progetto.

l momento è fortunato: sono molte le cose positive che stanno accadendo: riuscirete a portare a termine i progetti più ambiziosi, grazie alla vostra intuizione, con la gratificazione di chi vi starà vicino. I single però in amore ancora non sanno cosa stanno cercando: dovete essere più decisi! Per chi è in coppia Venere regala momenti indimenticabili.

I

I

f you are single you are still looking for the right person, and this should not create any difficulties. Don’t be in a hurry, the right one will come along, in the meantime enjoy your life and cheer to your successes. You will fulfill an important project thanks to someone who will help you achieving it.

92 One

t is a lucky moment: there are many positive things happening: you will be able to complete the most ambitious projects, thanks to your intuition, with the gratification of those who will be close to you. The single who are in love still do not know what they are looking for: you have to be more determined! Instead couples thanks to Venus will have unforgettable moments.

n astral situation will make things difficult for you so be careful not to take too much on as you are under stress. Although it’s not one of the best times, you have to make important decisions at work so that you will be able to enjoy the future. Anxiety is not a good adviser. If you are in love it is a complicated period of time. However if you are single, you are more fascinating than ever!

U

na situazione astrale non molto favorevole vi renderà tutto più difficile: attenzione a non prendervi troppo carico di tutto siete sotto stress. Anche se il momento è difficile, dovrete fare delle scelte lavorative necessarie per poi godervi i frutti in futuro. L’ansia non è buona consigliera. Anche in amore per chi è in coppia il periodo e complicato. I single, però, sono più affascinanti che mai!


o

roscopo

STÉPHANE ROLLAND

VAN HERPEN

TERRY ALAIMO

CHRISTOPHE JOSSE

capricorno acquario pesci capricorn acquarius pisces S L F iete così presi dal lavoro e sopratutto alla realizzazione di nuovi progetti, che non sentite neppure il sacrificio, instancabili grazie alla percezione che le vostre idee abbiano fatto centro. Ed è così: fortuna e denaro in arrivo! Un po’ delusi in amore forse da un atteggiamento del vostro partner di sempre dal quale sentite la necessità di prendervi delle distanze. Corteggiatissimi, invece, i single!

’influsso di Urano e Nettuno vi renderà annoiati forse dalla solita routine di vita che state conducendo. Avete bisogno di prendervi più tempo per voi: è ora di farsi coinvolgere da amici e mondanità! Il lavoro procede bene e siete vicini alla svolta che desiderate. Venere vi vuole teneri e appassionati se volete far breccia nel cuore di chi avete in mente.

Y

T

ou are so caught up with work and accomplishing new projects, up to a point that you do not even feel the sacrifice and tiredness thanks to the perception that your ideas have reached an aim. And so it is: luck and money are on the way! You may fell a little disappointed with your love partner, perhaps due to his or her attitude, that is why you need a break. On the other hand, for those who are single..well get ready for plenty of admirers!

he influence of Uranus and Neptune will make you feel bored with your daily routine life. You need to take more time to look after yourself: it’s time to hang around with friends and socialize! Work is going well in fact you are close to a turning point that you have always wished for. If you want to hit someone’s heart, Venus wants you to be sweet and passionate.

inalmente Giove vi apre la porta e davanti a voi ci sono delle vere e proprie opportunità. Adesso tocca a voi a scegliere, ma sopratutto a cogliere l’ occasione più adatta a voi: fortuna in arrivo! In amore forse qualcuno dovrà saldare i conti del passato, inutile farsi prendere dalle malinconie se una storia non ha funzionato: è ora di guardare avanti. Qualcuno è già in cerca di voi...

J

upiter finally holds some real opportunities. Now it’s up to you to choose, and take up the right one, luck is definitely on its way! As far as love is concerned, maybe someone will have to sort out past relationships, it’s useless to cry over it, if a story ended it means it didn’t work out: it’s time to look forward. Someone is already looking for you ...

93 One


FLYGROUP dal 1985 Servizio 24h Servizio di noleggio aerei per trasporto persone. Executive/Jet per voli privati nazionali, internazionali e intercontinentali. Charter in varie versioni da 30 a 400 posti passeggeri. Noleggio elicotteri. Servizio aeroambulanza. Consigliando per ogni volo il tipo di aeromobile pi첫 indicato nel rapporto: Numeri passeggri/percorso/costo.

Cessna Citation Jet 1 - 5/6 posti passeggeri

Piaggio P180 avanti - 6/8 posti passeggeri

Cessna Citation Excel - 8/9 posti passeggeri

infoline +39335/7782159 info@flygroup.it


CARLOPIGNATELLI.COM


OPERATED UNDER LICENCE FROM

SAI RAM Length: 51.80m Year Built/Refit: 2004/2014 Builder: Benetti

paraffin Length: 60.1 m Year Built/Refit: 2011/2013 Builder: Feadship

Cabins: 6 Total Guests: 12 Total Crew: 13

Cabins: 6 Total Guests: 12 Total Crew: 17

LAUREL Length: 73.2 m Year Built/Refit: 2006/2014

party girl Length: 44.5 m Year Built/Refit: 2008 Builder: Christensen

Builder: Delta Marine Cabins: 6 Total Guests: 12 Total Crew: 22

Cabins: 6 Total Guests: 12 Total Crew: 9

lumiere prana Length: 49.91 m Year Built/Refit: 1999/2014 Builder: Benetti Length: 51.70m Year Built/Refit: 2006/2014 Builder: Alloy Cabins: 6 Total Guests: 12 Total Crew: 11

Yachts Cabins: 5 Total Guests: 10 Total Crew: 9


OPERATED UNDER LICENCE FROM

A dream holiday means something different to everyone What does it mean to you? Is it diving along colourful coral reefs in the Indian Ocean or exploring the glamour in St Tropez and Cannes? Maybe it’s jet-skiing across a bay in Sardinia or hosting a massive party at the Monaco Grand Prix? Whatever best defines your dream vacation, chartering a Superyacht is the best way to bring that dream to life. Chartering a Superyacht offers all the benefits and facilities of a luxurious floating villa, enabling you to explore a variety of exciting destinations in luxury, comfort and privacy. From Antibes to Zanzibar and everywhere in between, charter Superyachts can be found in almost any ocean these days. Spending your holidays onboard a private Superyacht means the choice is all yours. Everything is tailored to your preference and taste.

Contact us, we will find the perfect yacht to meet all your wishes Garden Street, Gzira GZR1411, Malta. T +356 2735 6100 M +356 7925 2928 E matthew@ayc.com.mt W www.allianceyachting.com


POINTS NOW EARN POINTS ON STAYS AT THE MOST

H O T E L A M E N IT IE S, O R SE RV I CES * AT OVER 450

CELEBRATED HOTELS IN THE WORLD. THEN

PARTICIPATING HOTELS IN SIX BRANDS GLOBALLY.

REDEEM THOSE POINTS FOR CASH-VALUE REWARD CERTIFICATES VALID FOR ROOM CHARGES ,

VISIT

iPrefer.com TO EXPLORE THE COLLECTION.

REWARDS

MONTAGE LA G U N A B E A C H , Laguna Beach, California, USA * varies by hotel

Master Chain Code: PV

Profile for One  Magazine

One Magazine - Il Magazine dei Numeri Uno  

Ottobre 2014

One Magazine - Il Magazine dei Numeri Uno  

Ottobre 2014

Advertisement