Page 1

THE BEST(iarium) Un gioco-laboratorio ideato da omino71 www.omino71.eu omino71@gmail.com www.facebook.com/thebestiariumROMA/

THE BEST(iarium) è un gioco/laboratorio artistico ispirato dalla lettura del “Manual de zoologia fantastica” di Jorge Luis Borges, “un manuale di quegli strani enti che la fantasia degli uomini ha generato nel corso del tempo e dello spazio”. Non si tratta di un laboratorio di “educazione artistica” ma di un vero e proprio gioco nel quale si mescolano lettura, disegno, pittura e scrittura. Il presente gioco e le relative regole sono pubblicate da omino71 con licenza “Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo” CC BY-SA pertanto chiunque può modificare, ottimizzare ed utilizzare questa opera come base purché venga sempre dato il credito per la creazione originale “basato sul gioco/laboratorio THE BEST(iarium) di omino71” e le nuove creazioni sono autorizzate con i medesimi termini. Questa tipo di licenza è spesso comparata con le licenze usate dai software opensource e gratuite "copyleft" (maggiori informazioni sulle licenze CC BY-SA sulla pagina https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0/).

Modalità di Gioco Obiettivo del gioco è creare insieme nuovi animali fantastici attraverso la lettura, l’immaginazione, il disegno e il lavoro collettivo. Ogni laboratorio parte dalla lettura in comune di alcuni estratti dal manuale di Borges (p.e. il Minotauro, la Sfinge, l’Unicorno Cinese, etc.) alla quale segue un esperimento di disegno collettivo basato sul gioco “cadavre exquis” (cadavere squisito) per dare vita a nuove creature fantastiche. Si può giocare da due persone in su (meglio se in cinque fino a un numero infinito di partecipanti) e non ci sono limiti di età, il gioco è stato sperimentato la prima volta con bambini di età ricompresa tra i 6 e i 10 anni, ma si adatta a chiunque abbia voglia di far uscire qualche cosa da una matita (un segreto: tutti sappiamo disegnare, ma i più grandi spesso lo hanno dimenticato! Fateli giocare che gli fa bene!). Per giocare, oltre alle presenti regole (che possono essere cambiate in ogni momento), è necessario procurarsi:

 una copia del libro di Borges “Manual de zoologia fantastica” (Manuale di zoologia fantastica), meglio se nella sua seconda edizione dal titolo “El libro de los seres imaginarios” (Il libro degli esseri immaginari) che presenta un numero maggiore di animali (consiglio: se non volete/potete comprare il libro andate in una biblioteca e


prendete una copia in prestito, ecco le tre edizioni in italiano al momento disponibili: o

Manuale di zoologia fantastica, trad. di Franco Lucentini, Torino: Einaudi, 1962; n. ed. a cura di Glauco Felici, ivi, 1998

o

Il libro degli esseri immaginari, trad. di Fausta Antonucci, Roma-Napoli: Theoria, 1984

o

Il libro degli esseri immaginari, trad. di Ilide Carmignani, a cura di Tommaso Scarano, Milano: Adelphi, 2006);

   

 

un foglio di carta piegato in tre parti uguali per ogni giocatore (meglio se formato A3, ma va bene anche A4 o in qualsiasi altro formato disponibile); una matita per ogni giocatore; un tot di immaginazione; un numero indefinito di colori (qualsiasi colore: pastelli, matite, pennarelli, evidenziatori, pennelli per tempera, acrilico, etc meglio se immischiati tutti insieme), le gomme da cancellare invece sono vietate (chi disegna non sbaglia mai anche quando pensa di dover cancellare qualche cosa perché “il disegno è nel segno” come diceva un signore bravo che si chiamava Munari); minimo due giocatori; oltre ai giocatori sono necessarie due figure, quella del “coordinatore” e quella dei “lettori” (la figura del coordinatore può coincidere con quella del lettore e se l’età dei giocatori lo permette, gli stessi giocatori possono anche essere al tempo stesso coordinatori e lettori).

Preparazione del Gioco Stabilito il numero dei giocatori, il coordinatore sceglie tanti animali fantastici dal libro di Borges quanti sono i giocatori, quindi se si gioca in tre si scelgono 3 animali, se si gioca in trenta se ne scelgono 30 e così via. Per ogni animale selezionato il coordinatore dovrà preventivamente preparare una scheda/appunti che riassume le principali caratteristiche degli animali (un consiglio: se non avete voglia di preparare queste schede, in fondo a questo documento sono state allegate le 31 prime schede/appunti già preparate in occasione dei primi laboratori del 2015, quindi potete iniziare da questi animali e poi se volete se ne potranno aggiungere di nuove in futuro, ma mi raccomando, quando aggiungete una nuova scheda, condividetela che così ci posso giocare anche io con i miei amici!). Ogni scheda/appunti, dopo una breve descrizione è divisa in tre parti: “alto”, “mezzo”, “basso” e riassume i tratti salienti dell’animale (un consiglio: guardate le schede allegate che è molto più chiaro di quello che sembra). Se l’età dei giocatori lo permette, queste schede/appunti possono anche essere evitate e sostituite dagli appunti che ogni giocatore prenderà autonomamente quando si leggono i


testi di Borges: l’importante è che per ogni animale vengano sempre identificati i tratti salienti della parte alta, della parte centrale e della parte bassa dell’animale. Ultima avvertenza: prima di cominciare a giocare i giocatori devono dimenticare ogni immagine precostituita, cioè tutto quello che hanno imparato a riconoscere grazie alle fotografie, ai disegni, alla tv, al cinema, alla pubblicità, all’illustrazione dei libri, ai fumetti, ai cartoni animati, etc, etc. Insomma per giocare a THE BEST(iarium) bisogna sforzarsi di essere vuoti di immagini e lasciarsi ispirare dalla sola lettura e dall’immaginazione.

Prima fase: la lettura Il lettore cominciano la lettura degli estratti selezionati dal libro di Borges. In funzione dell’età media dei giocatori, il coordinatore/lettore stabilirà se leggere integralmente i testi di Borges ovvero se limitarsi a una sintesi/riassunto degli stessi (consiglio: ai bambini piacciono molto gli aneddoti raccontati da Borges, ma non sempre è semplice riconoscere tutti i riferimenti citati dall’autore, quindi il coordinatore dovrebbe riuscire a individuare quelli più interessanti, rinviando quelli più particolari a una successiva lettura, perché si può giocare con gli stessi animali più volte per infinite combinazioni). Le letture possono anche essere oggetto di interpretazioni teatrali a secondo dell’abilità e volontà di chi si alterna alla lettura (un consiglio: filmate e registrate le letture e condividetele sempre! Questo è il link dell’interpretazione della piccola Cloe: https://www.youtube.com/watch?v=Rx_5tF0Wjb8)

Seconda fase: Il disegno Conclusa questa breve lettura collettiva si passa alla fase del disegno, distribuendo (a caso) una scheda/appunti per partecipante, insieme al foglio (piegato preventivamente in tre parti uguali) e alla matita. Il laboratorio si basa sul gioco "cadavre exquis": si inizia un disegno su un foglio, si piega il foglio, lo si passa al vicino di posto, che continua il disegno, senza guardare il precedente, lo ripiega, lo ripassa, e così via, un frammento di disegno dopo l'altro, senza che nessuno sappia cosa c'è prima o cosa verrà dopo, un gioco che piaceva molto agli artisti Surrealisti d'inizio XX secolo come Joan Mirò e Yves Tanguy (quindi siamo in ottima compagnia). La peculiarità di questo "cadavre exquis" è che l'oggetto del gioco sono le descrizioni degli animali fantastici dei testi di Borges. Il gioco procede nel seguente modo: 

ogni giocatore comincia a disegnare nella prima parte del foglio (“alto”) la testa dell'animale assegnato come da scheda/appunti, quindi piega in due la parte alta


del foglio disegnato (in modo da nascondere il disegno) e lo passa al vicino alla sua destra; ogni giocatore ricevuto il foglio dal vicino alla sua sinistra disegna nella seconda parte (“mezzo”) la parte centrale dell'animale (gli arti superiori e il busto), quindi piega in due la parte del foglio disegnato (sempre per nascondere il disegno) e lo passa al vicino alla sua destra; ogni giocatore ricevuto il foglio dal vicino alla sua sinistra disegna nella terza parte (“basso”) la parte bassa dell'animale (gli arti inferiori e le terga), quindi passa il foglio al vicino alla sua destra.

Terza fase: il battesimo Questa è una fase molto delicata…. si diventa tutti mamme e papà! Ogni giocatore infatti, ricevuto il foglio dal vicino alla sua sinistra, vede per la prima volta il nuovo animale fantastico che è stato disegnato dai tre giocatori alla sua sinistra (che emozione!) e gli assegna un nome di fantasia (anche se non ha contribuito minimamente al suo disegno). Congratulazioni! E’ nato un nuovo animale fantastico! Da ora in poi il nuovo animale si chiamerà sempre e solo così e così sarà annoverato nei bestiari insieme a creature più note come le Sirene, il Cerbero, il Satiro e compagnia bella! A questo punto ogni giocatore passa il foglio al vicino alla sua destra.

Quarta fase: il colore Ogni giocatore ricevuto il foglio dal vicino alla sua sinistra colora a piacere il nuovo animale (che non ha né disegnato, né battezzato, quindi non ne sa niente) utilizzando tutto quello che ha a disposizione (matite, pennarelli, pastelli, pennelli, etc anche tutti insieme). Il laboratorio si conclude quindi con la realizzazione di “n” nuovi animali fantastici quanti sono gli “n” giocatori: se i giocatori sono almeno cinque alla creazione di ogni animale hanno contribuito cinque diversi giocatori e cioè tre per disegnarlo, uno per battezzarlo e un altro per colorarlo, quindi non esiste un animale “mio” e un animale “tuo” ma solo animali “nostri” (consiglio: condividete tutte le vostre creazioni che vorrei essere aggiornato su tutti gli animali che vengono creati!)

A questo punto non vi resta altro da fare se condividere tutto quello che avete realizzato sulla pagina facebook di THE BEST(IARIUM) https://www.facebook.com/thebestiariumROMA/ o via mail all’indirizzo omino71@gmail.com


Le fasi successive Ma il gioco non finisce qui perché tante sono le cose che si possono fare con i nuovi animali fantastici creati. Io per esempio l’ho sperimentato la prima volta nel 2015 con il progetto THE BEST(iarium) “Piccolo Manuale di Zoologia Fantastica” grazie a un gruppo di amici con i quali, dopo aver realizzato tre laboratori, abbiamo scritto un manuale e prodotto una grande esposizione collettiva con 30+1 piccoli autori e 30+1 artisti internazionali. Più precisamente, dopo tre laboratori che si sono tenuti a Roma tra Ostia e Testaccio – in collaborazione con gli amici di PuntoScuola e TempodiEventi.com – che hanno coinvolto 30+1 bambini in età ricompresa tra i 6 e i 10 anni, abbiamo inviato i disegni con i 30+1 nuovi animali fantastici a un autore amico (Stefano Cristi) che ha scritto 30+1 storie inedite basate sui disegni di queste nuove creature fantastiche. Parallelamente gli amici di a.DNA Project hanno invitato 30+1 artisti internazionali a reinterpretare le opere dei bambini, realizzando così 30+1 opere inedite che sono state esposte accanto ai disegni dei bambini in una grande mostra presso il Museo Civico di Zoologia di Roma dal 17 gennaio al 28 febbraio 2016 a cura di Mirko Pierri per a.DNA Poject. A completamento di questo progetto abbiamo pubblicato tutti insieme un nuovo manuale di zoologia fantastica che raccoglie le 30+1 nuove creature fantastiche, con le 30+1 storie scritte appositamente per loro illustrate dai 30+1 disegni dei bambini che hanno partecipato al gioco-laboratorio e dai 30+1 artisti internazionali che hanno partecipato all’esposizione collettiva (maggiori informazioni su THE BEST(iarium) “Piccolo Manuale di Zoologia Fantastica” su https://www.facebook.com/thebestiariumROMA/ e su https://www.produzionidalbasso.com/project/the-best-iarium/). Ma questo è solo quello che abbiamo fatto noi la prima volta (perché è sicuro che lo faremo ancora), voi potete fare tante altre cose diverse, basta far lavorare un po’ l’immaginazione, quindi fate quello che volete ma ricordate sempre di citarci come progetto originario. Per chiudere una cosa Imprtantissima: condividete sempre tutto quello che fate, sui social (facebook, youtube, istagram, etc), via mail, sui muri, dove vi pare, l’importante è che le nuove creature fantastiche vivano! Ciao e Buon divertimento! Omino71 ps C’è qualche anima bella disposta a tradurre questo documento in inglese? Francese? Spagnolo? Tedesco? Cinese? Arabo? Russo? Turco? Portoghese? Greco? Latino? Hittita? Esperanto? Etc etc etc


Quelle che seguono sono le prime 31 schede/appunti realizzate nel corso del progetto THE BEST(iarium) “Piccolo Manuale di Zoologia Fantastica che potete utilizzare per cominciare a giocare subito e buon divertimento!


1 L’ANFESIBENA   

Corre con leggerezza Si nutre di formiche A tagliarla in due, i due pezzi si ricongiungono

ALTO Testa di serpente Occhi che brillano come candele

MEZZO Serpente

BASSO Testa di serpente Occhi che brillano come candele


2 L’ARPIA   

Più veloce degli uccelli e dei venti Tutto divora, schiamazzando e tutto trasforma in escrementi Brandisce armi d’oro e munge le nuvole

ALTO Viso di ragazza pallido di fame

MEZZO Uccello dal ventre da demone e ali

BASSO Uccello con artigli ricurvi


3 L’ASINO A TRE ZAMPE   

Sta in mezzo all’oceano Il suo pellame è bianco Con i suoi occhi soggioga e distrugge

ALTO 3 crani di asino (ciascuno dei quali grande come un gregge di mille pecore) 6 occhi (di cui 2 al posto degli occhi, 2 in sommo il capo e 2 sulla nuca) 6 bocche (di cui 3 nella testa, 3 nella nuca) 2 orecchie (grandi) 1 corno (simile all’oro)

MEZZO Asino con 1 o 2 zampe

BASSO Asino con 1 o 2 zampe Nei fianchi ha altre 3 bocche


4 IL CANE CERBERO   

Fa la guardia all’inferno Saluta con la coda chi entra all’inferno e divora quelli che cercano di uscire Gli piacciono le focacce al miele

ALTO 3 teste di cane Barba unta 4 occhi

MEZZO Cane con zampe Mani unghiate che squarciano

BASSO Cane con zampe Coda di serpe


5 LA MANTICORA   

Vive in Etiopia Corre con somma rapidità Ama la carne umana

ALTO Faccia e orecchie d’uomo Occhi azzurri 3 ordini di denti connessi come quelli di un pettine

MEZZO Corpo di leone rosso con zampe e unghie ritorte

BASSO Corpo di leone rosso con zampe e unghie ritorte Coda di scorpione da cui lancia spine come frecce


6 IL MINOTAURO   

Abita un labirinto Mezzo toro e mezzo uomo Mangia carne umana

ALTO Testa di uomo o testa di toro

MEZZO Toro con zampe o uomo con braccia

BASSO Toro con zampe o uomo con gambe


7 IL MONOCOLO   

Esseri con un occhio solo Simili agli altri uomini Tra i più famosi ci sono i Ciclopi

ALTO Testa di uomo o di donna 1 occhio solo

MEZZO Uomo o donna con braccia

BASSO Uomo o donna con gambe


8 SCILLA   

Ninfa divenuta mostro e vortice Si gettò nello stretto che separa l’Italia dalla Sicilia E’ stata trasformata in roccia

ALTO 6 teste, ciascuna con 3 filari di denti

MEZZO Cani latranti

BASSO 12 piedi


9 IL SIMURG   

Uccello immortale che nidifica tra i rami dell’Albero della Scienza Vive 1700 anni Ricorda la leggenda della Fenice

ALTO Testa umana

MEZZO Uccello di piumaggio aranciato provvisto di 4 ali

BASSO Uccello provvisto di artigli d’avvoltoio Cda di pavone immensa


10 L’UNICORNO CINESE   

E’ uno dei 4 animali del buon augurio (insieme al drago, alla fenice e alla tartaruga) Non calpesta i pascoli verdi e non fa male a nessuna creatura Vive mille anni

ALTO Testa di cavallo In fronte ha un corno di carne

MEZZO Corpo di cervo con zampe Il pellame del dorso è di 5 colori mischiati, quello del ventre è bruno o giallo

BASSO Corpo di cervo con zampe Coda di cavallo


11 La Vellosa della Fertè-Bernard   

E’ sopravvissuta al diluvio universale senza essere stata presa dall’arca Con la coda può uccidere uomini e animali Lancia fiamme

ALTO Testa di serpente

MEZZO Corpo sferico coperto di pellame verde, armato d’aculei Zampe larghe simili a quelle della tartaruga

BASSO Coda a forma di serpente Zampe larghe simili a quelle della tartaruga


12 La sirena   

Metà donna e metà pesce? Metà donna e metà uccello? Ha dato il nome a Napoli

ALTO Volto di donna

MEZZO Pesce o uccello dal piumaggio rossiccio o donna con braccia

BASSO Pesce o uccello dal piumaggio rossiccio o uccello marino


13 IL BASILISCO   

Nato dal sangue di Medusa Risiede nel deserto Nasce da un uovo contraffatto e deforme deposto da un gallo e covato da un serpente o da un rospo

ALTO Testa di serpente con una macchia chiara a forma di corona

MEZZO Gallo con squame e grandi ali spinose

BASSO Gallo con 4 o 8 zampe dal piumaggio giallo Coda di serpente che può terminare a uncino o in un’altra testa di gallo


14 LA CHIMERA   

Lancia fuoco dalla bocca Idea falsa, vana immaginazione Originaria della Licia, è la metafora di un vulcano

ALTO Testa di leone o 3 teste (leone, capra e serpente)

MEZZO Capra con zampe

BASSO Coda di serpente o di drago


15 La sfinge   

Rappresenta l’autorità del re Propone enigmi agli uomini (divorando quelli che non sanno rispondere) Pellame bruno e rossiccio

ALTO Testa di essere umano (uomo o donna) o testa di montone Può avere anche barba e corona

MEZZO Leone con zampe o ali d’uccello 2 mammelle

BASSO Leone con zampe Può avere anche una coda di serpente


16 Il Burak   

Più grande di un asino e più piccolo di un mulo Il suo nome significa splendente Fece viaggaire Maometto dalla Mecca a Gerusalemme

ALTO Testa di essere umano (uomo o donna) Orecchie di asino

MEZZO Cavallo con zampe

BASSO Cavallo con zampe Coda di Pavone


17 Il Catoblepa   

Ha una testa molto pesante Chiunque lo fissa cade morto In greco significa “che guarda in basso”

ALTO Testa di maiale Collo sottile, lungo e molle Enorme criniera di peli duri

MEZZO Bufalo con zampe

BASSO Bufalo con zampe


18 Il centauro   

Sono i figli di Apollo Ercole li annientò a colpi di freccia Chirone, il più giusto dei centauri, fu il maestro di Achille

ALTO Testa di essere umano (uomo o donna)

MEZZO Essere umano con braccia o cavallo con zampe

BASSO Cavallo con zampe


19 Il centoteste   

Prima di diventare un centoteste era un monaco Era molto intelligente Prendeva in giro i suoi amici

ALTO Tante teste diverse (una di scimmia, una di cane, una di cavallo, etc)

MEZZO Pesce con pinne

BASSO Pesce con pinne e coda


20 Il Leucrota   

E’ rapidissimo Imita con dolcezza la voce umana Non c’è niente che non può fare a pezzi con i denti e digerire

ALTO Testa di tasso Collo di leone Bocca fino alle orecchie Ha un osso continuo al posto dei denti

MEZZO Leone con zampe di cervo

BASSO Cervo con zampe Coda di leone


21 IL FIGLIO DEL LEVIATANO   

Più grande di un bue e più lungo di un cavallo Si nascondeva nell’acqua, uccideva i forestieri e affondava le barche Il leviatano è un crudelissimo serpente d’acqua

ALTO Testa di drago con denti aguzzi e corna

MEZZO Drago o pesce

BASSO Pesce o drago


22 Ittiocentauri   

Rappresenta l’autorità del re Propone enigmi agli uomini (divorando quelli che non sanno rispondere) Pellame bruno e rossiccio

ALTO Testa di essere umano (uomo o donna)

MEZZO Essere umano con braccia

BASSO Pesce con zampe di cavallo o leone Coda di pesce


23 Jinn   

Trovano dimora tra le rovine, nelle case disabitate, nei pozzi, nei fiumi e nei deserti Dalle terrazze o dai balconi tirano pietre alla gente Gli egiziani affermano che sono la causa dei mulinelli di sabia

ALTO Testa di essere umano (uomo o donna) o di sciacallo o di un lupo o di un leone o di uno scorpione o di una serpe

MEZZO Essere umano o sciacallo o lupo o leont o scorpione o serpe

BASSO Essere umano o sciacallo o lupo o leont o scorpione o serpe


24 Kujata   

Per spostarsi da un occhio all’altro sono sufficenti 500 anni E’ sostenuto da pesce Bahamut Sul dorso del toro c’è una roccia di rubino, sulla roccia un angelo e sull’angelo la nostra terra

ALTO Testa di toro con 4000 occhi, 4000 orecchi, 4000 nasi, 4000 bocche, 4000 lingue

MEZZO Corpo di toro con 2000 zampe

BASSO Corpo di toro con 2000 zampe


25 Le lamie   

Abitavano in africa Non avevano il dono della parolo, ma il loro fischio era melodioso Nei deserti attiravano i viaggiatori per poi divorarli

ALTO Testa di donna

MEZZO Donna con braccia

BASSO serpente


26 Il Mirmicoleone   

Il padre ha forma di leone, la madre di formica Il padre si nutre di carne, la madre di erbe Non può mangiare carne, come il padre, né erbe, come la madre; di conseguenza muore

ALTO Testa di leone

MEZZO Leone con zampe

BASSO Formica con zampe Può avere anche una coda di serpente


27 Il nesnas   

E’ capace di usare un linguaggio articolato Salta con estrema agilità La loro carne è dolce e ricercata

ALTO Metà testa di essere umano (uomo o donna)

MEZZO Metà corpo di essere umano con un solo braccio Può avere ali di pipistrello Alcuni hanno il volto sul petto

BASSO Metà corpo di essere umano con una sola gamba Può avere una coda di pecora


28 L’ottuplo serpente   

Quando strisciava copriva 8 valli e 8 colline Nella sua coda si nascondeva una spada 8 in giappone è un numero sacro e significa molti

ALTO 8 teste di serpente Occhi rossi scuri

MEZZO Corpo di serpente Sul dorso gli crescono pini e muschio Sul ventre era sempre macchiato di sangue

BASSO 8 code di serpente


29 Il perito   

Abitano nell’Atlantide Proiettano l’ombra di un essere umano Sono temibili nemici del genere umano

ALTO Testa di cervo

MEZZO Uccello con ali e piume

BASSO Uccello con zampe di cervo


30 L’uccello della pioggia   

Beve l’acqua dei fiumi e la lascia cadere Serve agli agricoltori cinesi per ottenere la pioggia Agitano le ali e saltellano per annunciare la pioggia

ALTO Testa di uccello

MEZZO Uccello con ali e piume

BASSO Uccello con una sola zampa


31 I satiri   

Erano lascivi e ubriaconi Traevano diletto nella danza e suonavano con abilità il flauto Il loro ricordo influì sull’immagine medioevale dei diavoli

ALTO Testa di uomo peloso Piccole corna sulla fronte Orecchie appuntie Naso ricurvo

MEZZO Uomo con petto e braccia pelose

BASSO Caproni con zampe

Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0/.

THE BEST(iarium)  

Le regole del gioco laboratorio THE BEST(iarium)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you