Issuu on Google+

incontri ravvicinati Frank Laupman, Omega Architects

Dall'αlfa

all’Οmega Il nome di Frank Laupman e quello dello studio da lui fondato nel 1995, Omega Architects, sono strettamente legati al successo di uno dei brand più noti a livello internazionale, l’olandese Heesen Yachts pensieri e parole raccolti da Maria Roberta Morso

F

rienza lavorativa in ambito nautico, ma anche nell'edilizia, lo testimoniano. Chiacchierando con Frank, che è una persona cortese e simpatica, emergono sovente riferimenti a grandi architetti del passato le cui linee guida continuano a palesarsi ancora oggi nel mondo della progettazione e del design. Un nome fra tutti quello di Frank Lloyd Wright la cui influenza modernista è rintracciabile ad esempio in alcuni progetti di Jon Bannenberg che, a sua volta, rimane uno dei punti di riferimento dello yacht design. Una solida conoscenza dell'architettura e del design permea l'attività di Frank Laupman e dietro ciascun suo progetto c'è una profonda ricerca stilistica e funzionale. Se il nome di Frank Laupman e quello del cantiere Heesen costituiscono un binomio di successo lo si deve alla perfetta sinergia tra il progettista e il cantiere. Questa sinergia nasce dalla decennale esperienza come designer all'interno del cantiere di Oss che è proseguita anche quando, nel 1995, Laupman ha fondato lo studio indipendente Omega Architects. Il simbolo dello studio è

70

BARCHE marzo 2014

71



rank Laupman è un vero architetto. La sua formazione accademica e l'espe-

Lo stile dell’architetto olandese è caratterizzato da segni decisi quasi a voler sottolineare l’importanza e la complessità di un progetto di una nave da diporto. Coniuga perfettamente gli stilemi tipici della storia dei cantieri, per i quali lavora, con l’innovazione e la modernità.


incontri ravvicinati Frank Laupman, Omega Architects la lettera dell'alfabeto greco ø, l'omega, l'ultima lettera, quella che conosce tutte le altre. Nel nome è contenuta una manifestazione d'intenti ben precisa. Per ripercorrere la carriera di Laupman e comprenderne lo stile, è utile dare un'occhiata alla produzione del cantiere Heesen per il quale Laupman e il suo team hanno progettato gran parte dei modelli semi-custom, sia dislocanti che semi-dislocanti (da 37 a 55 metri), per arrivare al più recente 65 metri Galactica Star che rappresenta una sintesi e una vera apoteosi dello stile di Frank Laupman. Uno degli elementi distintivi degli yacht firmati dallo studio Omega è sicuramente la fluidità del disegno che si manifesta in linee dinamiche e scattanti. Gli yacht Heesen firmati Laupman/Omega Architects sono riconoscibili per la prua alta e compatta (detta a becco di pellicano) e per le linee muscolose che parlano di velocità e prestazioni, ma anche di buona tenuta di mare e, visti i volumi, di grande abitabilità. Lo studio olandese con sede a Druten, un centinaio di chilometri a sud-est di Amsterdam, non lavora in esclusiva per Heesen infatti un discreto numero di interessanti progetti attualmente in costruzione presso cantieri internazionali portano la sua firma.

72

BARCHE marzo 2014

Uno yacht di circa 73 metri firmato Omega Architects è ad esempio in costruzione presso il cantiere CRN di Ancona. Purtroppo accordi di massima riservatezza impediscono, sia al cantiere che al progettista, di divulgare informazioni e immagini. Tornando a Galactica Star, il 65 metri interamente in alluminio varato lo scorso anno da Heesen e presentato alla scorsa edizione del Monaco Yacht Show, Frank Laupman sottolinea come si sia trattato di un progetto tanto impegnativo quanto appagante dal punto di vista professionale. Lo yacht sfoggia linee estremamente filanti, coerenti alle prestazioni della carena FDHF progettata da Van Oossanen Naval Architects. La definizione di Fast Displacement Hull Form, cioè carena dislocante veloce, non lascia dubbi circa le prestazioni di questo megayacht che naviga agevolmente ad oltre 28 nodi. In una conversazione a bordo di Galactica Star ancora in costruzione, ricordo che Frank Laupman mi spiegò che il progetto era nato partendo da un concept di dimensioni maggiori, attorno agli 80 metri, con prua verticale e sovrastruttura compatta i cui volumi venivano stemperati da linee curve che connettevano sovrastruttura e coperta. In fase di sviluppo del progetto sono state apportate modifiche sostanziali che hanno ricondotto le linee generali verso stilemi più vicini all'immagine consolidata di Heesen. Lo yacht, pur nelle sue

>

Galactica Star 65m

Linee snelle e filanti per lo yacht più grande mai costruito da Heesen. La configurazione wide-body nella sezione prodiera del ponte principale, porta lo sguardo verso l'Upper Deck dove le finestre fortemente inclinate della timoneria collegano la sovrastruttura al ponte. Verso poppa è la struttura ad arco che collega l'Upper Deck alla poppa ad alleggerire ulteriormente il profilo imprimendogli notevole slancio.


incontri ravvicinati Frank Laupman, Omega Architects

>

Mulder 94 Voyager

Frank Laupman e Omega Architects firmano sia gli esterni che gli interni del 94 piedi in alluminio attualmente in costruzione presso i nuovi cantieri di Mulder, in Olanda. Gli interni comprendono un luminoso salone di oltre 40 metri quadrati adiacente ad una sala da pranzo che accoglie 8 commensali. Nella zona notte, oltre all'armatoriale, sono previste una Vip e due cabine doppie. Linee classiche e lineari, prua alta e molto marina, un'autonomia di 3600 miglia a 10 nodi, rendono questo yacht di circa 29 metri perfetto per lunghe crociere nel Mediterraneo.

grandi dimensioni, mantiene un aspetto sportivo e scattante ottenuto grazie a tratti decisi, a sviluppo prevalentemente orizzontale, e alla sovrastruttura poco ingombrante posizionata centralmente. La configurazione wide-body nella sezione prodiera del ponte principale, porta lo sguardo verso l'Upper Deck dove le finestre fortemente inclinate della timoneria collegano la sovrastruttura al ponte. Verso poppa è la struttura ad arco che collega l'Upper Deck alla poppa ad alleggerire ulteriormente il profilo imprimendogli notevole slancio. Grandi superfici esterne, un beach club duplex direttamente collegato con il ponte principale, ampie vetrate, esaltano il concetto di 'contatto diretto con il mare' che viene sempre più perseguito a bordo dei grandi yacht. Questi e altri raffinati accorgimenti progettuali che fanno di Galactica Star uno degli yacht più interessanti degli ultimi anni, nascono dalla maturità progettuale e dalla sensibilità stilistica di Laupman che si esplica anche su dimensioni diametralmente opposte come ad esempio quelle dei tender progettati per il megayacht top secret in costruzione da CRN di cui accennavamo prima. Con 9,5 metri di lunghezza e un tettuccio telescopico, il limotender sfoggia linee modernissime, sofisticate, con amplissime superfici vetrate, in modo che gli occupanti possano godere del panorama anche quando la struttura è perfettamente chiusa. Parallelamente lo studio Omega ha svi- (continua a p. 76)

Limo tender Con una lunghezza di 9,50 metri, questo tender porterà a terra nel massimo comfort gli ospiti di un 73 metri – top secret – progettato da Omega Architects e costruito ad Ancona da CRN. La postazione di guida, a poppa dell'abitacolo vetrato destinato a 10 ospiti, è protetta da un tettuccio telescopico. Dalla prua fuoriesce una passerella che agevola la discesa e la salita a bordo. Il tender, con architettura navale di Van Oossanen, raggiunge i 36 nodi. I limo tender Omega vengono costruiti dal cantiere olandese HuttingYachts. 74

BARCHE ottobre 2013

Storm 65X,78s,100 Design deciso con elementi stilistici che caratterizzano fortemente il marchio, come la prua verticale e il bordo libero alto. Il cantiere, in collaborazione con Omega Architects, propone due gamme, X e S, modulate su dimensioni dai 65 ai 100 piedi che compongono una piccola serie caratterizzata da grande abitabilità, design di qualità e un layout razionale.

Heesen 45m Un nuovo 45m in alluminio con linee e prestazioni molto sportive di oltre 30 nodi. Omega ha creato uno yacht compatto ed elegante con amplissime aree esterne. Un Sun deck di oltre 100 mq offre grandi spazi per la vita all'aperto e un beach club super attrezzato moltiplica gli spazi relax.

75




incontri ravvicinati Frank Laupman, Omega Architects (segue da p. 74) luppato due progetti per il cantiere turco Alia Yachts (Alia 30m e 60m), una piccola gamma per Storm Yachts e il nuovo 94 Voyager di Mulder Shipyard in Olanda. Proprio di recente Mulder ha rilasciato le prime immagini del 94 Voyager in costruzione nel nuovissimo cantiere di Zoeterwoude-Rijndijk. Tanto i disegni per Storm Yachts che per Mulder ci offrono l'occasione per osservare come, per quanto diversi, i progetti firmati Laupman abbiano delle caratteristiche in comune riconducibili ai punti cardine della sua filosofia progettuale. «La mia prima esperienza nello yacht design risale a quando all'inizio degli anni Ottanta, giovane

progettista, lavoravo allo studio di Pieter Beeldsnijder. È stato un grande maestro per me ed una delle cose che mi ha insegnato è di prevedere almeno una linea continua da prua a poppa per dare slancio alla composizione». Un altro dei segreti progettuali di Laupman è quello di rinnovarsi continuamente rimanendo però fedele a sé stesso. «Per quanto un modello o uno stile possano essere baciati dal successo, è indispensabile sapersi rinnovare. Anche all'interno di gamme fortemente connotate come quelle che ho disegnato per Heesen, l'introduzione di elementi formali e di modelli nuovi hanno mantenuto alto il contenuto stilistico di ciascun progetto. Per un clien- (continua a p. 78)

Sibelle II Sibelle II è un 50 metri in costruzione da Heesen Yachts per un cliente affezionato. Linee massicce da explorer, prua rovescia, murate alte nella sezione prodiera, lunghi fascioni vetrati che snelliscono il profilo, Sibelle rappresenta una vera novità tanto per il cantiere che per il progettista.

76

BARCHE marzo 2014


incontri ravvicinati Frank Laupman, Omega Architects

> La storia di Frank Laupman

Frank Laupman si è laureato in Architettura e Urbanistica nel 1981 ed ha successivamente lavorato per OD 205, lo studio di architettura che ha realizzato gli insediamenti delle facoltà tecniche delle università di Delft e Eindhoven in Olanda. Interessato tanto all'architettura che al design, Frank è tra i finalisti al concorso indetto dalla Volvo per la progettazione del modello che avrebbe rimpiazzato la celebre serie 340. Lo yacht design è stato ben presto individuato da Frank come la perfetta sintesi tra le sue aspirazioni di architetto e quelle di designer e dopo un paio d'anni presso lo studio di Pieter Beeldsnijder, nel 1983 Laupman inizia a lavorare per Heesen Yachts, prima nel dipartimento progettazione del cantiere e successivamente come progettista indipendente. Nel 1995 fonda Omega Architects.

42m Hull Vane Il 42 metri Fast Displacement, equipaggiato con la carena Hull Vane di Van Oossanen che garantisce elevate velocità e consumi molto bassi, rappresenta un'ulteriore evoluzione nello stile degli yacht Heesen firmati Omega.

78

BARCHE marzo 2014

(segue da p. 76) te affezionato (è il terzo yacht che realizziamo per lui), ho progettato un 50 metri attualmente in costruzione da Heesen, che rappresenta una vera novità tanto per il cantiere che per me. Le linee sono quelle di un explorer, prua rovescia e struttura compatta, le prestazioni quelle di uno yacht progettato per lunghe e calme navigazioni. In questo caso abbiamo progettato sia gli esterni che gli interni riuscendo a conferire al progetto una grande coerenza stilistica». Il medesimo approccio innovativo è presente in altri progetti di Laupman attualmente in costruzione da Heesen. Nell'e-

state del 2015 verrà varato il primo 55 metri della nuova Steel Fast Displacement Class, uno dei modelli presentati nel 2012 a Montecarlo da Heesen con lo slogan 'Il Futuro è Ora'. «Le linee del 55 metri sono accattivanti e scattanti nonostante si tratti di uno yacht caratterizzato da volumi piuttosto generosi. Abbiamo rivisitato una misura sulla quale abbiamo lavorato parecchio, sia in configurazione dislocante che semi-dislocante, quella attorno ai 50 metri, e sviluppato un modello totalmente nuovo introducendo elementi stilisti fortemente caratterizzanti come le finestrature verticali». Che l'approccio innovativo di cui Frank Laupman è paladino dia buoni frutti lo ha dimostrato un altro dei modelli presentati nella medesima occasione, il 42 metri Fast Displacement equipaggiato con l'innovativa carena Hull Vane di Van Oossanen che garantisce elevate velocità e consumi molto bassi, il cui primo esemplare è stato venduto ancor prima della presentazione ufficiale. L'attività dello studio non si limita allo yacht design ma spazia nel settore dell'edilizia, dell'arredamento, della progettazione urbanistica. Tra i progetti di architettura civile più impegnativi degli ultimi anni c'è un 'resort ecologico' con annesso porticciolo turistico che verrà realizzato a Vladivostock, città dell'estremo oriente russo, al confine con la Cina. Frank Laupman ha radunato attorno a sé un team molto affiatato di giovani architetti e designer che affronta ciascun progetto con atteggiamento aperto, cercando di non lasciarsi imbrigliare dal conformismo o sedurre dalle scorciatoie offerte dall'esperienza. Ogni progetto viene affrontato come unico, nuovo e stimolante.


Omega Architects in Barche Magazine 2014