Page 1

Noi come siamo? Che cosa comunichiamo? Qual è la musica che suoniamo senza neanche dire una parola? La vita ci parla continuamente mentre noi siamo occupati a fare altro!

â‚Ź 3,00 isbn 978-88-97864-06-6

9 788897 864066

maestri di

se stessi

Carlo Magaletti


Carlo Magaletti

maestri di

se stessi

Harmonia Mundi Spazio Interiore


...dipende da te e non da qualcun altro, perché di questi tempi non ci sono insegnanti né studenti non ci sono leader non ci sono guru non ci sono maestri né salvatori. Tu sei l’insegnante, lo studente, il maestro, il guru, il leader. Tu sei ogni cosa, e capire è trasformare ciò che è. Jiddu Krishnamurti


Maestri di se stessi

Vorrei iniziare raccontandovi una storia che non potete conoscere. È una storia vera, che ha avuto inizio durante la seconda guerra mondiale. All’epoca la mia famiglia, mio nonno e mia nonna paterni, vivevano come coloni in Africa, ad Asmara, dove nacquero mio padre e mia zia. Mia zia, appena nata, si trovava in gravi condizioni di salute ed era quasi in fin vita. Nel frattempo mio nonno era partito per la guerra, era stato catturato e mandato in India come prigioniero. Tra difficoltà economiche e bombardamenti, i miei familiari furono infine rimpatriati in Italia grazie alla Croce Rossa. Mia zia riuscì a salvarsi ma rimase sordomuta. Finita la guerra, la mia famiglia tornò a vivere a Bari. Mia nonna le provò tutte per cercare di trovare una soluzione, un rimedio che potesse aiutare mia zia a tornare normale. I medici non poterono fare 5


nulla e allora mia nonna cominciò a tentare anche le cose più improbabili. A quei tempi c’era Padre Pio, ancora in vita, che faceva prodigi e miracoli. Era molto popolare e viveva a San Giovanni Rotondo. Mia nonna provò allora a convincere mio nonno – uno scettico non molto propenso per questo genere di cose – a portare la bambina da Padre Pio per chiedere il miracolo. Ovviamente mio nonno si oppose e iniziò allora una lunga battaglia: mia nonna chiese a vicini, conoscenti e a quanti avessero avuto testimonianza diretta dei miracoli di Padre Pio di andare a parlare con lui per convincerlo. Messo di fronte a questa situazione, alla fine mio nonno cedette e disse: «Va bene, domenica prossima andiamo da Padre Pio». La domenica andarono dunque da Padre Pio. Mio nonno, mia nonna e la bambina entrarono in chiesa, dove una folla di fedeli era in attesa di un miracolo, e presero posto. La messa iniziò, ma a un certo punto Padre Pio si fermò, guardò nella direzione dove erano seduti i miei nonni, puntò il dito minaccioso e disse: «Tu, uomo senza fede, esci da questa chiesa!» Siccome nessuno si muoveva, Padre Pio fece alcuni passi, indicò direttamente mio nonno e ripeté: «Esci da questa chiesa, uomo senza fede!» Quando mio nonno capì che il dito era puntato proprio verso di lui, si alzò e uscì dalla chiesa. 6


Finita la messa, tornarono a Bari. Mia zia rimase sordomuta. Mio nonno, quando si parlava di questa storia, scopriva di avere sempre qualcosa di importante da fare e cercava di dribblare l’argomento. Mia nonna restò sempre convinta che il mancato miracolo fosse responsabilità della miscredenza di mio nonno. Ovviamente, negli anni, abbiamo più volte provato a farla ragionare: Padre Pio, o chi per lui, doveva essere un tipo piuttosto crudele se davvero aveva condannato una bambina a rimanere sordomuta a causa del padre miscredente! Però mia nonna ne era convinta. Per lei la dimostrazione della santità di Padre Pio stava nel fatto che aveva individuato quel miscredente di mio nonno in mezzo a una folla di persone. Io ho un’idea differente della questione e vi ho raccontato questa storia per introdurre il tema della conferenza. Adesso guardatemi, guardate bene il mio viso. [Carlo Magaletti assume un’espressione supponente, muove il capo spazientito e sbuffa leggermente] Che cosa comunico? Mio nonno era un tipo a cui non la si dava a bere facilmente: aveva vissuto tante esperienze nella vita e appena si provava a dirgli qualche cosa che poco poco non quadrava, assumeva un atteggiamento di sufficienza, di distacco, di miscredenza... Se voi, che non siete Padre Pio, riuscite a riconoscere questo 7


Appunti di viaggio


Dopo anni di ricerca interiore, nel 2004 Carlo Magaletti abbandona la sua principale attività manageriale e si dedica a tempo pieno all’attività artistica. Studia con vari insegnanti e maestri tra cui Gyohei Zaitsu, Keith Johnstone, Domenico Starnone e Dominique De Fazio. In questi anni, lavora tra Europa e Stati Uniti come regista, scrittore, produttore e attore teatrale, offrendo seminari di ricerca artistica e personale. Parallelamente, ricerca nel campo della spiritualità, incontrando dapprima il Buddhismo della Via di Diamante e successivamente Sai Baba, Paramahansa Yogananda, lo Zen, la Cabala, l’antroposofia, gli insegnamenti di ispirazione teosofica del mistico Trigueirinho e molto altro. Dal 2009 ha diradato i suoi impegni in ambito teatrale per concentrarsi su un lavoro di sintesi tra le sue esperienze artistiche e spirituali, che si sta concretizzando attraverso dei saggi in via di pubblicazione e una serie di seminari focalizzati sull’evoluzione artistico-spirituale dell’individuo. Attualmente vive e lavora tra Italia e Germania. www.carlomagaletti.com


harmonia mundi

Harmonia Mundi è un’associazione culturale nata a Roma nel dicembre 2004 su iniziativa di Marina Ciaffoncini. Libreria e centro olistico, Harmonia Mundi ospita regolarmente i maggiori ricercatori italiani e stranieri, proponendo conferenze, presentazioni di libri, meditazioni, seminari e corsi settimanali. Il fine è quello di porre l’attenzione su tutte quelle discipline, tecniche e tematiche che contribuiscono a unificare i vari aspetti dell’uomo, inteso come “Adam”, cioè Umanità. Per raggiungere la consapevolezza, infatti, è necessario uscire dalla separazione e vivere in equilibrio la nostra parte fisica, mentale e spirituale.

Harmonia Mundi Via dei SS. Quattro, 26/a 00184 Roma www.harmonia-mundi.it info@harmonia-mundi.it


spazio interiore

Spazio Interiore è un progetto nato a Roma nel 2010 da un’idea di Giovanni Picozza. Il progetto si è espresso inizialmente attraverso la rivista Oltreconfine, importante strumento d’informazione e approfondimento di tutti i temi legati ad arte, letteratura e spiritualità. In breve tempo, i membri del gruppo di Spazio Interiore hanno sentito la necessità di dare vita a un centro olistico, a una casa editrice e a una galleria d’arte. Ogni attività di Spazio Interiore si propone di fornire strumenti pratici e di riflessione che favoriscano il risveglio dell’individuo, dando spazio a tecniche, esperienze e prospettive ancora sconosciute in Italia.

Spazio Interiore Via Vincenzo Coronelli, 46 00176 Roma www.spaziointeriore.com info@spaziointeriore.com


amuleti Da A-molior, tener lontano. Questa collana, più che ad allontanare qualcosa da noi, vuole tenerci lontano dalle verità precotte. Capita a volte di assistere a degli eventi fulminanti, epifanici, che ridisegnano il senso di un percorso. Il Centro Harmonia Mundi di Roma è spesso sede di questi incontri straordinari. Per questo abbiamo deciso di raccogliere i testi delle conferenze dei maggiori ricercatori in campo spirituale, artistico, letterario che sono passati da questo centro olistico. L’idea è quella di offrire un amuleto, un medicamento tascabile da portare con sé e leggere durante la giornata. Per curarsi di sé e da sé, e per tenersi sempre lontano.


Noi come siamo? Che cosa comunichiamo? Qual è la musica che suoniamo senza neanche dire una parola? La vita ci parla continuamente mentre noi siamo occupati a fare altro!

â‚Ź 3,00 isbn 978-88-97864-06-6

9 788897 864066

maestri di

se stessi

Carlo Magaletti

Carlo Magaletti - Maestri di se stessi  

Spazio Interiore 2012 Collana Amuleti

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you