Page 56

are un percorso museale alternativo in cui disporre anche i servizi necessari. 5. Collegamenti La galleria viene a configurarsi così come fulcro dell’area, consentendo il collegamento fisico degli edifici museali e quello visua-

ditorium, come camerini, sale prova e

le col parco adiacente. Inoltre l’auditorium

magazzini.

permette la connessione dei restanti edifici

Una volta fissati i principi generativi del

tramite passaggi sotterranei, garantendo la

progetto, l’obbiettivo è stato quello di

fruibilità di tutto l’intervento.

dare loro concretezza attraverso le forme

6. Funzioni

architettoniche.

La scelta delle funzioni è stata fatta in se-

L’intervento architettonico si concentra per

guito all’analisi del contesto e della città.

buona parte sugli esterni, generati attraver-

Oltre all’ampliamento del Museo della

so la sottrazione di terreno: l’auditorium

guerra per la pace attraverso gli innesti di

è un “bunker” posto sotto il livello della

vetro, si è scelto di inserire i servizi pubblici

terra e il parco è un “campo di battaglia”

dell’auditorium, quali bar, ristorante, e hall

appena bombardato. In questo modo le due

nell’ex edificio mensa, in modo da sfruttare

piazze d’armi vengono connotate da una

i grandi lucernari sul tetto e l’open space deri-

funzione diversa e da forme architettoni-

vato dalla sua originaria funzione.

che tra loro opposte.

Il palazzo di comando si configura come

03

54 OFFICINA*

l’ingresso principale al polo museale, of-

L’auditorium

frendo i vari servizi di biglietteria, ludo-

La questione della vista è uno dei problemi

teca e bookshop. Infine, nel piano interrato

ricorrenti in guerra: la necessità di spiare

vengono collocati i servizi tecnici dell’au-

le mosse del nemico, ma allo stesso tempo

Profile for OFFICINA*

OFFICINA*13  

lug-ago 2016

OFFICINA*13  

lug-ago 2016

Advertisement