Page 11

01

un attivo gruppo di giovani studenti, lavoratori, disoccupati. Le isole sono luoghi definiti da una solitudine geografica determinata e mediata dal mare che le circonda. Per questo, come dimostrano diversi studi sociologici e geografici, l’identità di coloro che sono nati e cresciuti su un’isola tende ad essere caratterizzata, da un lato, da un forte senso di appartenenza alla terra e all’immensa macchia blu che la circonda e, dall’altro, da una spiccata curiosità e attrazione per ciò che c’è al di là e per chi e che cosa può arrivare attraverso il mare (Hay, 2006, p. 21; King, 2009; Baldacchino, 2012). Questa inclinazione risulta particolarmente evidente a P. Del resto, la stragrande maggioranza della manodopera maschile è storicamente impegnata nel settore marittimo: durante tutto l’Ottocento, molti trovarono lavoro nel cantiere navale locale, altri venivano assunti come marinai da piccole compagnie di commercio marittimo che trasportavano cereali attraverso il Mediterraneo. Più tardi, nel Novecento, quando le piccole imprese nazionali vennero gradualmente sostituite da compagnie internazionali, gli abitanti di P trovarono lavoro come mozzi, marinai, ufficiali e capitani su grandi

le rotte marittime di naviganti, di emigrati, di immigrati che si incrociano al largo della Sicilia Sudorientale sono oggi molteplici

navi da carico e da crociera. Tutt’oggi l’80% degli uomini locali è impegnato in questo settore e trascorre molti mesi dell’anno navigando per mare e lontano dalla terraferma (salvo breve sosta nei porti del mondo).

N.13 LUG-AGO 2016 9

Profile for OFFICINA*

OFFICINA*13  

lug-ago 2016

OFFICINA*13  

lug-ago 2016

Advertisement