Issuu on Google+

PRONTO News e consigli dalla sua assicurazione  1/2013

KIMI: i bambini ci stanno bene VACANZE: ASSICURATI IN VIAGGIO ÖKK SU FACEBOOK: DIVENTI FAN


2 EDITORIALE Michael Freytag, consulente (Agenzia Coira)

CARA LETTRICE, carO LETTORE Con l’arrivo dell’estate torna la voglia di stare all’aria aperta.

E il nostro splendido paesaggio montano grigionese offre molteplici possibilità di godersi appieno la natura: una gita in bicicletta, un’escursione o delle belle feste per grandi e piccini, come quelle per bambini che da metà luglio animeranno Laax e Savognin con giochi, avventure e tanto intrattenimento per le famiglie. Verrà a trovarci? Non vediamo l’ora di incontrarla personalmente. Ulteriori informazioni potrà trovarle su www.oekk.ch/eventi.

A ÖKK sta a cuore lei e la sua famiglia. C’interessa conoscere le sue domande su salute e assicurazione. Nella nuova rivista per i clienti privati PRONTO trova tutte le risposte: brevi, compatte e concise. A pagina 3 le illustriamo il metodo pedagogico degli asili nido KIMI. Lo sapeva che qui gli assi­curati ÖKK beneficiano di condizioni particolari? Nel Canton Grigioni esiste già un asilo nido KIMI, a Coira. Stiamo ora cercando nuove sedi. Nella parte centrale, PRONTO risponde a domande sul tema assicurazione viaggi: con ÖKK TOURIST è in buone mani, sempre assistito dal team d’emergenza di ÖKK. E a pagina 10 le diamo alcuni consigli su come tutelarsi da intermediari equivoci. Non ci resta che augurarle buona lettura. Il team di ÖKK è lieto di ricevere i suoi suggerimenti e rispondere alle sue domande, che può inviare via mail all’indirizzo pronto@oekk.ch.

INDICE DEI CONTENUTI In buone mani: all’asilo nido KIMI i bambini si sentono come a casa propria

pagina 3

Buono a sapersi: risposte utili alle sue domande sull’assicurazione viaggi

pagina 6

Assistenza eccellente: tornare al lavoro grazie al Case management

pagina 8

Facebook: diventi fan di ÖKK

pagina 9

Attenzione: come proteggersi da agenti intermediari equivoci

pagina10

Clienti ÖKK attivi e in forma: 5 domande – 5 risposte

pagina12

IMPRESSUM

In copertina: Medina (3) e Rodrigo (4) nell’asilo nido KIMI a Schlieren.

«PRONTO» News e consigli della sua assicurazione. 25° anno, 1/2013. editore ÖKK, Bahnhofstrasse 13, 7302 Landquart. Telefono 058 456 10 10. Mail pronto@oekk.ch. CAPOredattore Reto Frick.  REDAZIONE/GRAFICA/PRODUZIONE Denon Allmedia Corporate Publishing, 8640 Rapperswil-Jona. Mirjam Bächtold, Julia Dieziger, Guido Lichtensteiger, Fabrizio Milano, Corinne Lüthi.  TRADUZIONE E REVISIONE Luisiana Luzii. IMMAGINI Michael Sieber (copertina), Yannick Andrea, Christian Beutler, istockphoto, Pierre Oettli, © 2013 Universal Studios. LITOGRAFIA Christoph Küenzi/Mediacheck, 8135 Langnau ZH.  stampa Südostschweiz Print, 7007 Coira.


PRONTO

3

Qui mangiare è divertente: Medina, 3 anni, a tavola nell’asilo nido KIMI a Schlieren.

Kimi

i bambini ci stanno alla grande

Organizzazione, amore e dedizione: un mix che negli asili nido KIMI funziona perfettamente. Il metodo pedagogico adottato tranquillizza i genitori che affidano qui i loro figli. Grazie ad agevolazioni speciali, per i clienti ÖKK l’asilo nido KIMI è doppiamente vantaggioso.

K

IMI è la parola magica che illumina il viso di Anshou di un sorriso raggiante. La piccola – un anno e mezzo – può trascorrere due giorni a settimana nell’asilo nido di Schlieren. Non appena la mamma, Natacha Matthews, le toglie la giacca e le scarpe, Anshou corre a braccia tese verso Melanie, la sua capogruppo. Natacha Matthews sa che qui sua figlia è in buone mani.

difficile scegliere questo asilo nido. «Quando ho visto il tipo di approccio che il personale adottava con i bambini, non ho avuto dubbi», dice Natacha Matthews. «Qui lavorano persone di cuore, che svolgono la propria professione con gioia. Per me questo è molto importante». Ancor prima di fare il suo primo ingresso al nido, Natacha aveva già capito che qui sua figlia era al sicuro. La porta si apre solo con un codice a cifre, che soltanto il perUNA PERSONA DI RIFERIMENTO FISSA Nata- sonale e i genitori conoscono. «Poi ho vicha Matthews porta Anshou presso l’asilo sto un gran numero di passeggini, di tutte nido KIMI da marzo 2012. Non è stato le dimensioni, davanti all’ingresso. Que-

sta è stata la conferma che qui le assistenti portano regolarmente i bambini all’aria aperta», spiega la 38enne. Il metodo pedagogico dell’asilo nido convince la signora Matthews. «Servono determinate regole, strutture e rituali. Ma non in misura eccessiva, altrimenti viene meno la spontaneità». E presso KIMI questo mix funziona. La giovane madre sottolinea quanto sia importante che Anshou abbia la sua persona di riferimento fissa al nido. «Mia figlia


4 PrONTO

«Mia figlia si fida di Melanie e a sua volta Melanie conosce esattamente le esigenze di Anshou.» Natacha Matthews, mamma di Anshou si fida di Melanie e a sua volta Melanie conosce esattamente le esigenze di Anshou». La persona di riferimento fissa è una componente importante del metodo pedagogico degli asili KIMI (v. riquadro a pag. 5, in basso). Un gruppo di undici bambini fa capo a tre assistenti: una capogruppo, un’apprendista e una stagista. Quale delle tre diventa la persona di riferimento fissa per il bambino, è quest’ultimo a deciderlo. «Anshou adora Melanie, la sua assistente. Ha imparato il suo nome prima di dire papà», racconta Natacha.

VANTAGGI RISERVATI AI CLIENTI ÖKK Anche Sandra Newbould è convinta che KIMI sia il posto giusto per suo figlio Jamie. «Qui ha trovato i suoi amici, inoltre le possibilità di gioco sono molto più varie che a casa», spiega Sandra, madre di due bambini.

cento sulla retta dell’asilo. «Questo è stato uno dei motivi principali che ci hanno indotto a cambiare assicurazione. Ma a prescindere da ciò, ÖKK è più vicina alle famiglie di quanto non lo fosse la nostra assicurazione malattie precedente», racconta. E per una famiglia, sottolinea, lo sconto sulla retta dell’asilo è importante. Per questo a luglio manderà anche il fi- «È una valida opportunità di risparmio.» glio più piccolo, Ian, all’asilo nido KIMI. Per Sandra Newbould il nido KIMI ha anche un altro vantaggio: essendo cliente Per maggiori informazioni sugli asili nido KIMI: di ÖKK, ha uno sconto del cinque per- www.oekk.ch/kimiit

«I POSTI NEGLI ASILI NIDO SONO NECESSARI non solo NELLE CITTà» Venanzi Vincenz, Responsabile Comunicazione marketing ÖKK

Svizzera, soprattutto nelle aree rurali. Nella progettazione di nuove sedi, KIMI e ÖKK vanno incontro a queste esigenze.

Come si articola concretamente questa progettazione?

In collaborazione con KIMI Krippen AG, ÖKK offre 407 posti presso asili nido e strutture di custodia parascolastica in tutta la Svizzera. Da quando è nata, sei anni fa, la rete di asili nido KIMI è in continua espansione. La richiesta è più forte che mai – sia in zone urbane che rurali, sottolinea Venanzi Vincenz, Responsabile Comunicazione marketing presso ÖKK. Dove si registra la maggior richiesta di posti di asilo nido?

Inizialmente la necessità di posti di asilo nido era maggiormente avvertita nelle principali città svizzere. Nei centri urbani la richiesta di offerte di assistenza parafamiliare continua a essere particolarmente elevata. Tuttavia, in seguito a colloqui e ricerche, abbiamo appurato che la necessità di nuovi posti di asilo nido è sentita in tutte le regioni della

Il nostro obiettivo è offrire entro il 2015 15 strutture di custodia collettiva diurna in tutta la Svizzera. Attualmente siamo già a undici asili nido e quattro strutture di custodia parascolastica. A fine di quest’anno apriremo un secondo asilo nido a Schlieren. Siamo quindi sulla buona strada. KIMI si sta sviluppando secondo le nostre aspettative.

Concretamente, che tipo di collaborazione esiste tra ÖKK e KIMI?

ÖKK ha una partecipazione di minoranza in KIMI, nomina due rappresentanti nel consiglio d’amministrazione e su richiesta offre a KIMI il proprio supporto, ad esempio nell’istituzione di nuove sedi. La collaborazione è stata sin dall’inizio molto intensa e reciproca. Questo anche perché sia KIMI che ÖKK sono due partner con elevatissimi standard di qualità.

Di quali vantaggi beneficiano i clienti ÖKK negli asili KIMI?

Ai clienti ÖKK vengono messi a disposizione posti riservati. Inoltre viene loro concesso uno sconto del cinque percento sulla retta dell’asilo nido. I clienti KIMI, a loro volta, beneficiano di uno sconto del 20 percento sulle assicurazioni complementari di ÖKK. La condizione è che almeno un genitore e il bambino siano assicurati presso ÖKK.


PrONTO

5

punti da considerare Come posso trovare l’asilo nido più adatto a mio/a figlio/a? I seguenti criteri sono un aiuto per la scelta:

condizioni Come sono gli orari di apertura?

Viene offerta assistenza per l’intera giornata o per mezza giornata?

Sede: l’asilo nido è facilmente raggiungibile (a piedi)?

Com’è il clima dell’asilo nido?

Nell’asilo nido KIMI la piccola Silvia di appena un anno può esprimersi in tutta libertà giocando. 

Gli assistenti sono gentili (anche tra di loro)? Assistenza: quanti bambini sono assistiti dalla/o stessa/o assistente? Locali: mio figlio gioca volentieri qui? Vi sono possibilità di gioco dentro e fuori la struttura? Com’è l’arredamento, l’infrastruttura? Vengono prese in considerazione le esigenze individuali (ad es. per quanto riguarda alimentazione e sonno)?

alimentazione Com’è la qualità del cibo?

In che modo vengono organizzati i pasti durante la giornata?

Com’è il clima durante il pasto

GLI ASILI NIDO KIMI SONO PRESENTI IN UNDICI LOCALITà DELLA SVIZZERA

(senza stress)?

Thayngen Bachenbülach Bassersdorf Wangen-Brüttisellen Baar Coira

Aeroporto di Zurigo Liestal Dietlikon Schlieren 1 Schlieren 2 (apertura prevista nel 2013) Zurigo

METODO PEDAGOGICO La linea guida e la filosofia corrispondono alle mie idee?

L’asilo è organizzato professionalmente?

COLLABORAZIONE Quali possibilità di dialogo tra genitori e personale di assistenza vengono offerte?

ASILO NIDO KIMI – UNA PERSONA DI RIFERIMENTO FISSA PER OGNI BAMBINO

Fabienne Furlan, Direttrice dell’asilo nido KIMI a Schlieren

Gli asili nido KIMI si distinguono per il loro metodo pedagogico particolare. Per Fabienne Furlan, Direttrice dell’asilo nido KIMI di Schlieren, il principio fondamentale di questo metodo è l’assenza di obblighi e costrizioni. «Non costringiamo i bambini né a mangiare, né a dormire. Ci limitiamo a esortarli a farlo», spiega la signora Furlan. Altri principi importanti sono l’abbinamento di ciascun bambino a una persona di riferimento

fissa e il fatto che negli asili nido KIMI il ceto sociale o l’origine dei genitori non hanno alcuna importanza. «In questo modo si crea un bel mix nell’asilo, e i bambini imparano a integrarsi e ad accettare gli altri così come sono», aggiunge la direttrice. Tuttavia, qualche volta può succedere che due bambini litighino fra loro. In caso di conflitti, le assistenti assumono un atteggiamento di attesa. «I litigi fanno parte della vita.

I bambini devono imparare il più possibile a risolvere da soli i loro conflitti. Noi interveniamo quando vengono alle mani, si picchiano o mordono». Il comportamento viene poi sempre discusso successivamente dialogando. Otre a questi principi, per Fabienne Furlan è importante accettare ogni bambino così com’è e andare incontro alle esigenze individuali. Perché: «Da noi ogni bambino deve sentirsi come a casa».


6 PrONTO

Vacanze

?

cosa c’è da sapere sull’assicurazione viaggi

In caso di emergenza, il numero per le emergenze ÖKK è raggiungibile dall’estero in qualsiasi momento. Il numero è riportato sulla sua tessera di assicurato (telefono +41 41 210 44 88 – numero per le emergenze ÖKK attivo 24 ore su 24 da tutto il mondo). Un apposito team per i casi di emergenza coordinerà le procedure da seguire. Medici specialisti decideranno se è il caso di intervenire subito sul posto e se il rimpatrio avverrà immediatamente o solo dopo un even-

«ÖKK è raggiungibile dall’estero 24 ore su 24?» tuale trattamento all’estero. ÖKK può contare su una rete di specialisti in grado di verificare costantemente sul posto la validità degli ospedali. Pertanto, sappiamo dove i nostri clienti sono assistiti e ricoverati al

meglio. Non sono obbligati a telefonare al numero per le emergenze prima di chiamare l’ambulanza. L’assistenza medica ha sempre la massima priorità. In ogni caso, non appena possibile, bisognerebbe sempre notificare il proprio caso all’assicurazione malattie. La questione si fa invece più delicata se, di propria iniziativa, si organizza il rimpatrio senza aver prima contattato ÖKK.

«Dove posso informarmi sulle vaccinazioni necessarie?» Il primo punto di riferimento è il medico di famiglia o, per i viaggi verso luoghi di villeggiatura esotici, l’Istituto tropicale svizzero. ÖKK offre una consulenza medica al telefono. A questo proposito esiste la consulenza medica telefonica: un

?

Sì, se l’assicurato ha stipulato l’assicurazione complementare ÖKK TOURIST. Quest’assicurazione viaggi copre i costi di rimpatrio fino alla somma assicurata (vedi colonna rossa, consiglio 2). L’assicurazione infortuni si assume invece i costi relativi all’infortunio stesso. Stipulare un’assicurazione viaggi vale certamente la pena poiché, in caso d’emergenza, l’assicurazione di base copre solo il 50 percento dei costi (fino a un massimo di 500 franchi). Importante: prima di un rimpatrio va assolutamente contattato il team d’emergenza ÖKK

servizio d’informazione per tutti i clienti ÖKK. Il servizio di consulenza medica è raggiungibile al numero di telefono 0844 655 655. ÖKK si assume i costi per le vaccinazioni fino a un importo di 200 franchi. I costi delle vaccinazioni non sono coperti dall’assicurazione viaggi ÖKK TOURIST, bensì da varie assicurazioni complementari come ad esempio ÖKK FAMILY.

(telefono +41 41 210 44 88 – numero per le emergenze ÖKK, attivo 24 ore su 24 da tutto il mondo). Sono i medici del team di emergenza a stabilire se esistono

«In caso di infortunio all’estero, ÖKK si assume le spese di rimpatrio in Svizzera?» le condizioni per un rimpatrio, che sarà eventualmente organizzato dal team stesso.

?


?

«E se ho l’esigenza di annullare un viaggio?» L’assicurazione viaggi ÖKK TOURIST non comprende l’assicurazione per spese di annullamento. Chi non potesse effettuare un viaggio previsto non è assicurato contro le spese di annullamento con

questa copertura. Se però prima del viaggio è stata stipulata l’assicurazione ÖKK TOURIST SUBITO (vedi consiglio 1), vengono rimborsati i costi per quest’assicurazione.

Esistono farmaci in Svizzera e all’estero esattamente identici. Alcuni farmaci sono composti dalle stesse sostanze attive, ma hanno un altro nome. All’estero esistono anche medicinali non reperibili qui in Svizzera. Inoltre, è possibile che alcuni farmaci ottenibili senza ricetta qui da noi, all’estero richiedano la ricetta medica. ÖKK si assume i costi per l’acquisto di medicinali all’estero se coperti dall’assicurazione e prescritti da un medico.

«All’estero trovo gli stessi farmaci che trovo in Svizzera?»

?

Generalmente, per i viaggi all’estero, è comunque consigliabile stipulare un’assicurazione viaggi. Grazie agli accordi bilaterali, nel Vecchio Continente gli assicurati svizzeri godono di una tutela assicurativa maggiore rispetto alle destinazioni fuori dall’UE. In altri paesi, l’assicurazione di base ÖKK copre al massimo un importo doppio rispetto a quanto consterebbe un trattamento simile in Svizzera. I costi aggiuntivi sono

Saverio Cerra, Responsabile Clienti privati presso ÖKK, offre consigli su quanto bisogna tenere presente quando si stipula un’assicurazione viaggi.

plicata frattura ossea. Il recupero della donna infortunata ha richiesto l’intervento di un elicottero. Il marito aveva chiesto ai medici di riportare sua moglie all’ospedale di Scuol, in Svizzera. Purtroppo non è stato possibile: la donna è stata sottoposta immediatamente a un intervento in una clinica privata austriaca. I costi supplementari sono stati assunti dall’assicurazione malattie ÖKK TOURIST. Un altro caso di questo genere è capitato

«Il mio viaggio si limita allo spazio europeo: mi serve lo stesso un’assicurazione viaggi?» invece a carico dell’assicurazione com- recentemente nel sud della Turchia: un pensionato assicurato da ÖKK è stato plementare ÖKK TOURIST. colpito da ictus cerebrale in un complesDue esempi concreti dalla realtà ÖKK il- so alberghiero. Il titolare dell’albergo ha lustrano perfettamente i vantaggi dell’as- fatto ricoverare l’uomo in stato d’incosicurazione viaggi. Assieme a tutta la fa- scienza nella clinica privata più vicina. miglia, una madre si trovava a trascorrere Fortunatamente, il pensionato svizzero le vacanze sulla neve a Samnaun. In aveva stipulato un’apposita copertura asquell’occasione, all’interno del compren- sicurativa, altrimenti avrebbe dovuto farsorio sciistico la donna passa la frontiera si carico personalmente dei costi pari a austriaca, si infortuna e subisce una com- 10’000 franchi.

?

1° Consiglio Esistono due varianti di assicurazione viaggi: ÖKK TOURIST e ÖKK TOURIST SUBITO. ÖKK TOURIST copre gli assicurati durante tutto l’anno per un determinato numero di giorni di vacanza (per 17 o per 40 giorni) ed è una soluzione pensata per le vacanze ricorrenti. ÖKK TOURIST SUBITO è ideale per le persone che partono per viaggi spontanei o che intendono viaggiare per un numero di giorni che esula dalla copertura della soluzione ÖKK TOURIST. 2° Consiglio Rifletta attentamente sulla copertura assicurativa che le serve. Le persone singole possono optare per una copertura assicurativa di 50’000 e di 250’000 franchi; le famiglie possono farsi assicurare fino a un importo di 100’000 o di 500’000 franchi. In caso di viaggi negli USA vale la pena scegliere una copertura elevata poiché il ricovero avviene spesso in cliniche private. Un rimpatrio in Svizzera accompagnato da medici costa fino a 100’000 franchi. 3° consiglio Le assicurazioni viaggi ÖKK TOURIST e ÖKK TOURIST SUBITO non assicurano le spese a seguito di annullamento. Un’assicurazione che copra le spese di annullamento va stipulata separatamente. 4° consiglio Porti sempre con sé la sua tessera di assicurato. Sulla tessera è indicato il numero del numero per le emergenze ÖKK a cui fare riferimento in caso di necessità. In questo modo ÖKK può occuparsi di lei anche all’estero. Ha delle domande sull’assicurazione viaggi di ÖKK? Ci contatti: info@oekk.ch, 0800 838 000 (gratuito).


8 PrONTO

Gion Demarmels, Case manager di ÖKK, discute con Alice Christoffel e Gian Luca Lorenzini, rispettivamente Responsabile del personale e Responsabile finanziario della Lazzarini AG, su come si possano reinserire i collaboratori nella vita professionale.

Pratica

Claudio Vital, Responsabile Gestione della salute di ÖKK: «Grazie al Case management, si garantisce l’interazione tra dipendente e datore di lavoro.»

Rientro più rapido al posto di lavoro

Le lunghe assenze dal posto di lavoro per via di una malattia possono essere gravose. Per mezzo del case management, ÖKK aiuta tutte le parti coinvolte, a reinserire rapidamente i collaboratori nella vita professionale. Ne traggono vantaggio anche i dipendenti, che sono assicurati per l’indennità giornaliera presso il datore di lavoro tramite ÖKK. Claudio Vital, Responsabile Gestione della salute di ÖKK risponde alle domande più rilevanti in materia. «Quale obiettivo si persegue con il Case management?»

Il pronto reinserimento nella vita professionale. Quanto più a lungo una persona deve rimanere lontana dal posto di lavoro, tanto più difficile si configura il rientro per entrambe le parti, per l’interessato e per il datore di lavoro. I motivi possono essere per esempio insicurezze e timori. E a causa della lunga pausa nella comunicazione tra datore di lavoro e dipendente talvolta si genera diffidenza. Spesso sia il datore di lavoro sia il dipendente desiderano un rientro nel posto di lavoro abituale.

«Il Case management non è considerato come un’intromissione nella sfera privata?»

Al contrario. In linea di massima, le persone interessate sono grate per il sostegno che ricevono. Per gli interessati infatti, una incapacità lavorativa del 100 percento rappresenta una situazione difficile: si sente la mancanza dell’ambiente professionale con i colleghi di lavoro, la giornata non è più strutturata come d’a-

bitudine. Spesso i nostri case manager si sentono dire: «A casa mi sento in gabbia, vorrei fare qualcosa». Con il Case management si mantengono i contatti tra dipendente e datore di lavoro, in questo modo sfiducia e timori sono dissipati.

«Qual è allora un esempio concreto di Case management?»

ÖKK ha accompagnato un caso di un’azienda – della quale non riveliamo il nome per motivi di protezione dei dati – in cui un collaboratore attivo nel servizio esterno non riusciva più a reggere la pressione delle scadenze e dei pagamenti, e a causa del sovraffaticamento si è ammalato. Siamo riusciti a trovare insieme al datore di lavoro una soluzione che si è dimostrata vantaggiosa per tutte le parti coinvolte: il collaboratore ora lavora nel back office e coordina l’attività e l’impiego dei collaboratori attivi nel servizio esterno. Ha orari di lavoro regolari e un salario fisso: tutto questo gli dà un senso di stabilità e sicurezza. E l’azienda può ancora trarre vantaggio dalle sue pluriennali conoscenze specialistiche.

LA VOCE DELL’ESPERIENZA La Lazzarini AG, con sedi a Samedan, Coira e Buchs, offre un pacchetto di servizi completi in materia di costruzioni, dalla progettazione fino alla gestione immobiliare. Se un collaboratore o una collaboratrice della Lazzarini AG si ammala per un lungo periodo, l’impresa di servizi edili fa ricorso al Case management di ÖKK. Gian Luca Lorenzini, Responsabile finanziario della Lazzarini AG, sottolinea: «Per noi come impresa e per la persona ammalata il Case management è utile, perché velocizza il processo, in modo che la persona interessata possa ritornare rapidamente alla sua vita professionale. Una prescrizione di giorni di malattia per parecchi mesi ha infatti conseguenze di ampia portata. Sappiamo per esperienza da molti anni, che gli interessati sono grati se ricevono un aiuto da molte parti».


PrONTO

FACEBOOK

9

È già un nostro fan?

ÖKK è su Facebook già dal 2012. Da gennaio 2013 anche con un account in lingua italiana. Presto sarà raggiunta la soglia di 20’000 fan. Diventare fan di ÖKK conviene sempre.

F

oto esclusive, estrazione a sorte di biglietti gratuiti per fantastici eventi, concorsi, lanci promozionali speciali e tante informazioni attendono di essere scoperte. Inoltre rispondiamo sempre e in modo sollecito anche alle domande

concernenti le questioni assicurative ri- mozionale relativo all’assicurazione viaggi. Ai vincitori spettano vacanze da sovolte dai visitatori. gno per tutta la famiglia. Visiti ÖKK su A proposito: chi non ha ancora prenota- Facebook: www.facebook.com/oekk.ch. to le vacanze estive, può usufruire fino al Buon divertimento! 5 giugno del nostro attuale lancio pro-

Risultato 2012 ÖKK chiude il 2012 con cifre soddisfacenti: il numero dei clienti cresce e la situazione finanziaria è molto solida. SODDISFAZIONE CLIENTI: ÖKK AL TOP Semplice, geniale, sostenibile ed equa: gli assicurati sono soddisfatti delle prestazioni di ÖKK. Questo indica uno dei più recenti sondaggi di Comparis. ÖKK si classifica al terzo posto tra 20 assicuratori malattie più affermati.

L

Sempre più persone scelgono ÖKK

a crescita del numero dei clienti di ÖKK degli anni precedenti viene confermata anche nel 2012. ÖKK conta a fine anno 167’000 clienti privati e 14’700 clienti aziendali. L’utile di 11,8 milioni di franchi è utilizzato interamente per il rafforzamento del capitale di esercizio. Gli investimenti finanziari hanno contribuito in modo determinante a questo risultato positivo.

Per essere preparata alle sfide future, ÖKK ha aumentato le riserve e gli accantonamenti, soprattutto a seguito della situazione incerta in relazione al nuovo finanziamento ospedaliero (forfait per caso). Grazie alla pianificazione sostenibile e a lungo termine, ÖKK continua a godere di una solida base finanziaria. Maggiori informazioni su: www.oekk.ch/­ it/UEBER_OEKK

GENIALE: L’E-FATTURA

L

a fattura elettronica, in breve e-fattura, è una possibilità geniale di pagare la fattura dei premi di ÖKK, risparmiando tempo e ambiente. Le qualità dell’e-fattura: è semplice, rapida e sicura. Può farvi riferimento chiunque sia titolare di un conto corrente bancario o postale e che disponga di un accesso e-banking oppure e-finance (Posta). Una volta registrato presso la sua banca, le fatture scoperte verranno automaticamente con-

figurate sul suo schermo. Selezioni le fatture che vuole saldare, verifichi l’esattezza dell’importo e del beneficiario e autorizzi il versamento. Se la fattura presenta qualcosa di inesatto, può revocare il pagamento in qualsiasi momento.

Ha domande sull’e-fattura? Contatti l’agenzia ÖKK a lei più vicina. Siamo reperibili anche per mail all’indirizzo info@oekk.ch o telefonicamente al numero 0800 838 000. Informazioni di carattere generale sull’e-fattura: http://www.e-rechnung.ch/it


10 PrONTO

Consiglio COME smascherare UN INTERMEDIARIO EQUIVOCO In linea di massima, sono da considerare sospette le telefonate di un intermediario che giungono inaspettate, ovvero, quando in precedenza non ci si è informati né su un’offerta né su una sua ottimizzazione. Soprattutto le telefonate che giungono dall’estero sono riconducibili a inter­ mediari equivoci. La propria assicurazione malattie chiama dal territorio nazionale. Si consiglia prudenza se il chiamante parla molto male la lingua nazionale e ad esempio non riesce a pronunciare correttamente il cognome. Porre all’intermediario delle domande. Ad esempio: Come è arrivato a me/noi? Per quale ditta lavora? Dove ha avuto i miei dati?

Attenzione agli intermediari equivoci

Accade di continuo che intermediari equivoci cerchino di adescare i clienti con dati falsi. Attualmente queste persone promettono il rimborso dei premi. Rudolf Luginbühl, Ombudsman per l’assicurazione malattie, spiega i retroscena e offre consigli su come reagire correttamente. «In caso di telefonate sospette, è consigliabile porre molte domande» Rudolf Luginbühl, Ombudsman per l’assicurazione malattie info@om-kv.ch, telefono 041 226 10 10.

come comportarsi se si riceve la TELEFONATA di un intermediario equivoco Se non è interessata/o a cambiare assicurazione, risponda in modo chiaro: «Grazie, non mi interessa». Non dia seguito alla conversazione e, se il chiamante insiste, riattacchi. Evitate di invitare a casa l’intermediario.

DOVE NOTIFICARE LE telefonate DI INTERMEDIARI EQUIVOCI Online a Santésuisse, l’Associazione svizzera degli assicuratori malattia: www.santesuisse.ch/de/meldeformular A ÖKK, al numero 058 456 10 10 oppure info@oekk.ch.

A PROPOSITO Gli intermediari di ÖKK portano con sé un documento di legittimazione.

S

cessitano di una firma», spiega l’Ombudsman. E almeno al momento della firma è necessaria la massima prudenza. Se si finisce nella trappola di un agente equivoco, le conseguenze possono essere pesanti. Se ad esempio costui inoltra disdetta per l’assicurazione complementare presso l’assicuratore precedente, senza che il suo mandante sia stato accettato dalla nuova cassa, l’assicurato può perdere la sua assicurazione complementare. Oppure può succedere che un assicurato debba pagare due premi contemporaneamente perché non è stata presentata in tempo la disdetta all’assicuratore precedente. Spesso è poi difficile imputare la responsabilità all’intermediario equivoco. Perché, a differenza degli intermediari seri, come ad esempio quelli incaricati dalle assicurazioni malattie, a volte la «pecora nera» non è né registrata presso l’Autorità federale di vigilanza sui merATTENZIONE A COSA FIRMA L’obiettivo degli cati finanziari, né dispone di un’assicuraintermediari è sempre quello di fissare zione di responsabilità civile per i danni un appuntamento a casa dell’assicurato. causati. «Perché­le domande d’assicurazione nei danno un’aria di ufficialità e fanno false promesse: attualmente si verificano numerosi casi in cui intermediari equivoci fanno credere di chiamare per conto del Cantone o del comune, dell’Associazione svizzera degli assicuratori malattia «Santésuisse» o della propria cassa malati e promettono il rimborso di premi già versati. «Sono promesse a vuoto, che hanno l’unico scopo di adescare la gente», spiega Rudolf Luginbühl, Ombudsman per l’assicurazione malattie. Infatti, l’eventuale correzione a posteriori dei premi è attualmente oggetto di discussione in Parlamento. Se nel corso dell’anno dovessero esser prese decisioni a riguardo, gli assicuratori malattie ne informerebbero tempestivamente gli assicurati interessati. Agenti e intermediari sono completamente estranei alla questione.


PrONTO

Politica

11

e sistema sanitario svizzero

Il dibattito sulla cassa malati unica entra in una nuova fase. ÖKK PRONTO offre una sintesi delle più importanti domande e risposte inerenti a questa tematica e illustra le conseguenze delle modifiche proposte al sistema sanitario svizzero, attualmente sinonimo di elevata qualità e affidabilità. Il PS intende modificare radicalmente il sistema sanitario svizzero. Promuove a gran voce una cassa malati unica e pubblica per mezzo di un’iniziativa popolare. Non è ancora chiaro quando il popolo dovrà esprimersi in merito all’iniziativa. Il Consiglio federale respinge l’iniziativa e intende sottoporre un controprogetto – attualmente in consultazione – al voto popolare. Basi del progetto sono la riassicurazione collettiva per i pazienti più costosi (pool ad alto rischio), l’ulteriore affinamento della compensazione del rischio e la divisione dell’assicurazione di base e dell’assicurazione complementare. È evidente che l’introduzione di una cassa malati unica e pubblica metterebbe a repentaglio la qualità del nostro sistema sanitario attuale. Pertanto, ÖKK e i direttori cantonali della sanità respingono l’iniziativa sulla cassa unica e il controprogetto del Consiglio federale.

L’introduzione di una cassa unica determinerà una riduzione dei costi del sistema sanitario?

No, al contrario: i costi aumenterebbero. La cassa malati unica non garantirebbe premi più contenuti. A causa della mancanza di concorrenza, una cassa malati pubblica con una posizione monopolistica non sarebbe incentivata a contenere i costi

VOCI DI COSTO DEL SISTEMA SANITARIO SVIZZERO

37%

22%

19%

ospedali

medici

farmaci

17% 5 % cure e altro

Con il cinque percento, gli assicuratori malattie rientrano tra i generatori di costi del sistema sanitario più contenuti. Per coprire servizi come la negoziazione delle tariffe mediche o il controllo delle fatture impiegano in media solo il cinque percento dei premi versati. della salute. L’esempio della Suva lo dimostra chiaramente: istituzioni monopolistiche hanno in media costi amministrativi più elevati (11,3 percento) rispetto agli offerenti sul mercato libero (5,6 percento per le assicurazioni malattie).

Quali costi potrebbe influenzare una cassa malati unica?

Le voci di costo più importanti nel sistema sanitario svizzero sono le degenze ospedaliere, le cure, le visite e i farmaci. Esse determinano il 95 percento dei costi totali. L’iniziativa sulla cassa malati unica non prevede modifiche in tal senso. Sorge quindi spontanea una domanda: vale la pena rivoluzionare un sistema funzionante se le modifiche avranno un influsso solo sul 5 percento dei costi?

iniziativa popolare per una cassa MALATI unica consiglio federale contrario L’iniziativa «Per una cassa malati pubblica» presentata dal PS nel maggio del 2012 chiede l’istituzione in Svizzera di una cassa malati unica. Già nel 2007 l’iniziativa popolare «Per una cassa malati unica e sociale» era stata re­spinta dal popolo con oltre il 70 percento di voti contrari. Il Consiglio federale si oppone alla «cassa malati pubblica» con un controprogetto indiretto. I partiti borghesi si oppongono all’iniziativa del PS e al controprogetto del Consi­glio federale. Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati si occuperanno dell’iniziativa presumibilmente a fine anno. opinione di ÖKK ÖKK respinge senza esitazioni l’introduzione di una cassa malati unica come pure il controprogetto del Consiglio federale.

Che possibilità di scelta avrei con una cassa unica?

Oggi ogni assicurato può scegliere liberamente la propria assicurazione malattie. Se non si è soddisfatti, si può cambiare assicurazione. Con una cassa malati unica gli assicurati sono vincolati per tutta la vita. Inoltre, oggi l’assicurazione malattie offre modelli alternativi (HMO o modello del medico di famiglia). In assenza di concorrenza, una cassa pubblica non avrebbe alcun interesse a garantire offerte individuali, a promuovere innovazioni per il risparmio dei costi o ad assistere gli assicurati come veri e propri clienti. Le assicurazioni malattie attive sul mercato libero, invece, lavorano continuamente al miglioramento dei propri servizi a favore degli assicurati.

Quali conseguenze avrebbe su di me la separazione tra assicurazione di base e assicurazione complementare?

La cassa malati unica non consente agli assicurati di stipulare l’assicurazione di base e la complementare presso lo stesso offerente. La persona sarebbe costretta a inviare le sue fatture a due assicuratori e dovrebbe aspettare più a lungo per ricevere i pagamenti. Inoltre, in caso di domande, avrebbe sempre due interlocutori. Ciò determina naturalmente anche un aumento considerevole dell’onere amministrativo.

assicurazioni malattie

A che punto siamo nel dibattito sulla cassa malati unica?


12 xxxxxxxxxxxxxxxx Rubrik

5

DOMANDE & RISPOSTE

GOLA DEL RABIUSA O Brambrüesch? Da casa mia, a Felsberg, vedo la montagna: quindi ovviamente Brambrüesch. E quando vi sono in cima, posso godere di un panorama davvero particolare. Le ­ montagne mi affascinano sempre, è ogni volta una nuova scoperta. L’orizzonte lontano è per me sinonimo di libertà. TV o libro? Già ai tempi delle scuole, leggere non

era esattamente quello che mi piaceva fare di più … Con i film – d’azione o di cultura locale – posso immedesimarmi sempre in mondi nuovi.

mattiniero o nottambulo? Sia l’uno che l’altro. Sia quando lavoro che quando sono libero mi sveglio sempre presto al mattino. È sempre stato così. Da bambino andavo nel bosco con il mio papà alle quattro del mattino per osservare gli animali: ogni volta, un’emozione incredibile. Poi colazione e a scuola. La sera comunque non mi piace andare a letto presto – ho sempre l’impressione di perdermi qualcosa. CUCINARE O ANDARE AL RISTORANTE? Mi piace molto cucinare, soprattutto specialità tradizionali. Spesso si tratta di piatti austriaci, infatti sono cresciuto in Stiria e sono stati i miei genitori a insegnarmi a cucinare. E poi mi piace tanto fare i dolci, come i Berliner.

ÖKK8000i/05.13

Boxe o Yoga? Un tempo – come tanti – ero affascinato da Cassius Clay alias Muhammad Ali. Eppure ho sempre pensato che la boxe fosse una tortura per il corpo, adatto solo a gente stoica. E lo yoga, non l’ho mai provato. Mi riposo e mi rilasso pescando al Lago di Poschiavo che per me rappresenta natura e pace totale. A Le Prese, mia moglie e io abbiamo una roulotte e una piccola barca. Qui stiamo sempre molto bene. Per questo trascorro praticamente ogni minuto libero a Poschiavo.

Cliente ÖKK Fredy Gimpel, 55, lavora in proprio. È sposato e vive a Felsberg.

ÖKK Bahnhofstrasse 13, 7302 Landquart Telefono 058 456 10 10, Fax 058 456 10 11 info@oekk.ch, www.oekk.ch www.facebook.com/oekk.ch

AGENZIE ÖKK Andeer  |  Arosa  |  Bellinzona  | Berna | Brusio  | Buchs | Bülach | Coira | Davos Domat/Ems  | Flims-Waldhaus | Frauenfeld | Glarona  | Ilanz | Klosters  | Küblis   Landquart  | Lenzerheide | Lugano/Pazzallo | Lucerna | Mesocco | Müstair | Poschiavo   Rapperswil-Jona  | Samnaun-Compatsch | Savognin | Sciaffusa | Schiers | Scuol |  San Gallo St. Moritz  | Sumvitg  | Thusis  | Versam | Vicosoprano | Winterthur | Zernez | Zurigo


ÖKK CLEVER 1/2013