Issuu on Google+

Luis Andre Santos Silva SCENOGRAFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO 2008/09

DANZA ALL’EX STAZIONE DI SANT’ERASMO _ Alice nel paese delle meraviglie _ IL ROSSO FRA


1

16

11 7

«All in the golden afternoon Full leisurely we glide; For both our oars, with little skill, By little arms are plied, While little hands make vain pretence Our wanderings to guide.

2 17

8 12

Imperious Prima flashes forth Her edict 'to begin it' In gentler tone Secunda hopes 'There will be nonsense in it!' While Tertia interrupts the tale Not more than once a minute.

3

13

18

Anon, to sudden silence won, In fancy they pursue The dream-child moving through a land Of wonders wild and new, In friendly chat with bird or beast And half believe it true.

19

And ever, as the story drained The wells of fancy dry, And faintly strove that weary one To put the subject by, "The rest next time -" "It is next time!" The happy voices cry.

4 9 14

5

10

Thus grew the tale of Wonderland: Thus slowly, one by one, Its quaint events were hammered out And now the tale is done, And home we steer, a merry crew, Beneath the setting sun.

15 6 20 1, 16 - Diavolo Dance Theatre, Curitiba, Brasil, 2008; 2 - Teatro dei studanti a Facoltà di Belle Arte a Porto; 3, 4, 5 - progetto per Ihr Wollt, Staats Theater Saarbruecken, scenografia | costumi per Matthias Karch; 6, 9 - Teatro «Figurantes», Porto, Portugal, 2007; 7 - Hugo Finoco; 8 - Performance in Lisbona, Rua Augusta, 2005; 10, 14, 18, 19 - «MadMax» per Endo, Lublin Dance Theatre; 11 - Kwartet; 12 - Numen light; 13 - Porto 2003, Teatro Tivoli; 15 Disegno dall libro di Alice nel paese delle meraviglie; 17 - Performance «Hiob» (Job), in Cracow per Lviv Theater Voskresinnia, 2005; 20 - Concorso internaziole di grafiti 2008, «Rabbits»

Luis Andre Santos Silva SCENOGRAFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO 2008/09

Ah, cruel Three! In such an hour, Beneath such dreamy weather, To beg a tale of breath too weak To stir the tiniest feather! Yet what can one poor voice avail Against three tongues together?

Alice! a childish story take, And with gentle hand Lay it were Childhood's dreams are twined In Memory's mystic band, Like pilgrim's wither'd wreath of flowers Pluck'd in a far-off land.» by Lewis Carroll.

Il più ovvio tema che può essere trovato in Alice's Adventures in Wonderland è quello della crescita.Lewis Carroll adora il modo spregiudicato e innocente che hanno i bambini nell'approcciare al mondo. Con Alice nel paese delle meraviglie, voleva descrivere il modo in cui il bambino vede il mondo degli adulti, comprese le regole sociali (agli occhi di un bambino incomprensibili e arbitrarie) e la cattiva condotta che l'adulto sviluppa nel corso della vita. Alice nel paese delle meraviglie rappresenta la lotta affrontata dal bambino per sopravvivere nel confuso mondo degli adulti. Per capire il mondo adulto Alice deve superare l'apertura mentale caratteristica dei bambini. Apparentemente, gli adulti hanno bisogno di regole per poter vivere. Ma la maggior parte delle persone rispettano tali norme ciecamente, senza capire il 'perché'. Questo porta all'incomprensibile e, talvolta, arbitrario comportamento che Alice ha nel paese delle meraviglie. Quando si entra nelle paese delle meraviglie, Alice incontra un modo di vivere e di ragionare che è ben diversa dalla propria: per esempio, la duchessa, che è determinata a trovare una morale in tutto, da poi vita a prove che sembrano essere molto ingiuste. Ma durante il viaggio attraverso il paese delle meraviglie, Alice impara a capire il mondo degli adulti un po 'di più, cosí lei cresce. Questo è anche ben rappresentato dai cambiamenti fisici che la investono, durante la storia, l'ingigantinmento e il rimpicciolimento. Sempre più inizia a capire le creature che vivono nel paese delle meraviglie. Dal Cheshire Cat si apprende che 'tutti sono matti qui'. Lei impara a far fronte alle folli regole del paese delle meraviglie, e nel corso della storia apprende a gestire in modo migliore le diverse situazioni che le si presentano: quando la Regina di Cuori ordina la sua decapitazione, Alice, opponendo il proprio 'nonsense', riesce a impedirne l'attuazione. A questo punto, una volta ottenuta una grande crescita interiore nel paese delle meraviglie, identificato col mondo dei bambini, si sveglia nel 'vero' mondo, il mondo degli adulti. Correlato al tema della 'crescita' è il tema dell´'identità'. Nel paese delle meraviglie, Alice lotta contro l'instabilità della propria identità personale, continuamente alla ricerca di se stessa. Dopo la caduta attraverso il buco del coniglio, Alice vuole testare i propri cambiamenti. Il tema dell'instabilità identitaria é indagata anche attraverso gli altri personaggi. Il progetto desidera esplorare, con la mia interpretazione della favola, non solo i temi della morale di Alice o della sua crescita, ma vuole approfondire e dipanare il duplice carattere dei personaggi. Il bianco e il nero sono i colori che dipingono il duplice volto della realtà, gli estremi tra il bene e il male, tra i quali Alice tenta di trovare il proprio equilibrio, cercando la risposta ai 'perché'. Bianco e nero coesistono, senza che nel paese possa essere contemplata la gradazione del grigio. Alice continuamente naviga tra opposti. L'assenza del grigio é sostituita dall'impattante prevalere del colore rosso, che da anche il nome al progetto: "Il rosso tra". Il progetto necessita di spazi e di piattaforme per le varie configurazioni e per permettere i movimenti dei ballerini, facendo si che tutti i cambiamenti avvengano a vista. Ho concepito forme circolari e rampe di diversa lunghezza e una piattaforma inscritta in una circonferenza che assume la forma di una spirale; a sua volta questo insieme di palchi e rampe si interseca con una seconda struttura di palchi circolari, sulla parte prospicente il pubblico. Le piattaforme sono costruite in materiale plastico, che permette l'illuminazione dal basso dei palchi, diventando questo il sistema fondamentale di luciper i personaggi i quali vengono avvolti da una particolare atmosfera drammatica. La scena funziona attraverso l'uso di vari cavi semi-trasparenti che pendono dall'alto, assumendo configurazioni che formano sia vari cilindri, una dei quali al centro dei palchi, sia fondali circolari che avvolgono tutta la scena. Sul cilindro al centro si proietta la macro immagine del personaggio principale, che risulta cosí sovradimensionato. Questo espediente serve a descrivere i cambiamenti di dimensione di Alice... I cavi semitrasparenti nelle varie scene acquisiscono diversi colori attraverso le luci proiettate. Tutta la scenografia è una interpretazione personale, si utilizza un linguaggio minimale basato sull'interferenza tra oggetti che raffigurano la sostanza dei personaggi nella loro singolaritá, piuttosto che l'interezza della storia.

DANZA ALL’EX STAZIONE DI SANT’ERASMO _ Alice nel paese delle meraviglie _ IL ROSSO FRA

TAVOLA

1


Pianta generale e elemento scenico urbano

prospetto su strada

pianta generale del luogo

Luis Andre Santos Silva SCENOGRAFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO 2008/09

DANZA ALL’EX STAZIONE DI SANT’ERASMO _ Alice nel paese delle meraviglie _ IL ROSSO FRA

TAVOLA

2


Pianta architettonica del progetto

schizzi di concetto

sezione A

A

foto del modello

schizzi di concetto finale

B

schizzi di costumi: pianta di progetto

Alice, Reina, Duchessa, Pazzo, Sorella

sezione B

Luis Andre Santos Silva SCENOGRAFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO 2008/09

DANZA ALL’EX STAZIONE DI SANT’ERASMO _ Alice nel paese delle meraviglie _ IL ROSSO FRA

TAVOLA

3


StoryBoard parte I 0 _ Inizio

I _ Il buco del Coniglio

Il buio è presente nel teatro, le due circonferenze del scenario sono totalmente chiuse con le file, senza qualcuna illuminazione. Nel inizio il palchi devano cominciare a illuminar si; il file devano circondare andando in dietro facendo parte del sfondo.

III _ La corrida

IV _ La casa del Coniglio

In questa scena tutti le personaggi starano in diversi movimento per le varie piattaforme, nel inizio devano dopo rimanere nella base circolare più vicina del pubblico, mantenendo in blu del palchi come luce di sfondo. Nel fine della scena le file devano ruotare in fronte e di ritorno in dietro, passando di blu a grigio... La scena si deve ripetere per la scena "6a"la storia della tartaruga e il quadrille...

Luis Andre Santos Silva SCENOGRAFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO 2008/09

Le personaggi devano cominciare a fare le danze, la sorella di alice deve rimanere nella piattaforme più in dietro. Alice balla più fronte, e in su dietro deve passar in coniglio, e le due devano ballare nelle piattaforme centrale, dove alice deve seguire il coniglio cadendo in su buco... La scena si deve ripetere per la scena "4a"foreste e il bruco...

Nello comincio della scena, devano scendere dal alto la scatola del cubo, che il ballerini devano prendere al pavimento, simbolizzando il cubo lo spazio interno... Le piattaforme laterale starano verdi anche le file che cadano dal alto in cilindri piccoli, rapportando a arbori, lo spazio estero intorno alla casa. La scena si deve ripetere per la scena "4b"la casa della duchessa...

II _ La stanza dele porte

Alice deve ruotare la azione fra le due porte e per intermedio ritornare alla piattaforme centrale dove il cilindro di file su quale sera progettato la sua immagine grande o piccola. Lo primo sfondo di file sera della piattaforme centrale, la parte in dietro. tutta la scena sera in umbra, eccetto lo cilindro e le porte illuminate. Nel fine la scena diventará bianca e le file del sfondo devano ruotate in circulo ritornando a posizione dello sfondo principale.

V _ Una festa folle

Lo sfondo di file lentamente diventarono rossi e su palco centrale salirà un tavolo ridondo di dove a su intorno starano le personaggi della festa del tè. La dicotomie dello bianco e nero con il rosso, sarà più presente, stando le laterale bianchi e neri e le centrale rosso, con il tavolo.. Nella chiusura della scena Alice viene più vicino del pubblico e lentamente le colori cambiavano a prossima scena.

DANZA ALL’EX STAZIONE DI SANT’ERASMO _ Alice nel paese delle meraviglie _ IL ROSSO FRA

TAVOLA

4


StoryBoard parte II VI _ Il giardino delle rose

Qui la scena è fatta dalle colori nero, bianco, rosso e verdi; con il file delle cilindri più piccoli in diversi posti della scena. Starano anche il file di sfondo in rosso verde e bianco. Le ballerini devano simulare che sono giocando con palle invisibili, con le personaggi principali in centro.

Cubo e Porte

VII _ Il giudizio di Alice

VIII _ Fine _ Il Sogno/Incubo delle meraviglie

La scena diventa vuota di colori, lentamente cambiando allo rosso dello sfondo, al bianco e nero laterale a il tavolo centrale rosso. In le diverse piattaforme starano le personaggi eccetto Alice che sarà ballando sul circolo più vicino al pubblico8 su pavimento). Rappresentando cosi lo schermo di un tribunale. Il giudice (il Re) deve stare su tavolo (posto di onore)...

Le filli semi-transparenti

Della scena anteriore a questa tutto il palco diventerà piano piano rosso, dove sarà Alice in centro danzando alla sua ode da sogno/incubo. Fine la danza a solo di Alice se chiudereno le iluminazione e serà il fine dello spetacolo.

Il tavolo

Objecti urbani

Luis Andre Santos Silva SCENOGRAFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO 2008/09

DANZA ALL’EX STAZIONE DI SANT’ERASMO _ Alice nel paese delle meraviglie _ IL ROSSO FRA

TAVOLA

5


IL ROSSO FRA -DANZA ALL’EX STAZIONE DI SANT’ERASMO