Issuu on Google+

O I G G M@CGIL

p r i mo

www.cgiltoscana.it

A N A C S TO

Numero 12/ 2012 - Anno 2

Essere giovani non è una colpa

Terminata la Carovana del Lavoro Adesso inizia la mobilitazione contro la precarietà

La Newsletter del Lunedì

19 . 03 . 2012


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

Indice Editoriale di Alessio Gramolati 02 Mercato del lavoro: un accordo che non faccia perdere il Paese

Primo Piano 03 Camusso, accordi possibili quando il merito è condiviso. C'è ancora molta strada da fare - Boom cassa integrazione, a febbraio +49% su gennaio. Coinvolti in 400.000

Copertina 04 Essere giovani non è una colpa: l'iniziativa del 16 marzo Primo Piano Toscana 05 Casa: intesa regione-sindacati per sostegno affitti fasce deboli - FILT CGIL, allarme occupazione nel settore trasporti 06 Lucchini, via al contratto di solidarietà - Toscana: consumi a picco

NonSoloToscana 07 Monte dei Paschi: in 8.000 alla manifestazione - Tirrenia: sindacati a governo, garantire unicità compagnia La rubrica - Appunti di diritto del lavoro 08 Il risparmio sulla pelle degli altri. La Cassazione e i limiti del giustificato motivo oggettivo di licenziamento

Toscana in breve 09 Notizie dalle province toscane

(nord e costa - centro - sud)

Legalità 12 "Io ti rispetto", al Museo del Calcio ... in evidenza 13 sito, agenda

segui @cgiltoscana su twitter


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

Editoriale

di Alessio Gramolati

segretario generale CGIL Toscana

Mercato del lavoro: un accordo che non faccia perdere il Paese Nessuno più di noi pensa che le cose, così, non vanno. Nessuno più di noi è convinto che serva una riforma che migliori il mercato del lavoro e gli ammortizzatori sociali. Troppe persone ne sono escluse e troppe sono state lasciate senza tutele. Quel magnifico mondo che era stato promesso con la chimera della flessibilità ha creato più ingiustizie e una dualità insopportabile che ha penalizzato tutti. Un accordo su questi temi rappresentava e rappresenta il nostro sincero obbiettivo. Ma purtroppo il governo ha finora mostrato attenzione solo alle ragioni della parte forte del mercato del lavoro: le imprese. Tutto questo ha fatto sì che i

buoni propositi annunciati, di voler ridurre la precarietà, si sono pian piano ridimensionati ad una leggera cosmesi. Il contrario di ciò che ci è prospettato per l'articolo 18, che poteva avere una manutenzione e che invece si vuole svuotare di ogni efficace tutela per i lavoratori. Non sappiamo ancora quali saranno i contenuti che il governo ci presenterà martedì. C'è ancora un po' di tempo per trovare soluzioni utili al lavoro e ai giovani, siamo però certi di una cosa: gli accordi non sono mai un atto di subordinazione. Quando lo diventano, una parte vince ma l'interesse generale del Paese perde.


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

Primo Piano Camusso, accordi possibili quando il merito è condiviso. C'è ancora molta strada da fare nuovi ammortizzatori sociali. Ottimismo del governo, soprattutto dopo l'incontro di ieri (15 marzo) tra Monti e i tre leader di partito che appoggiano l'esecutivo. Molta prudenza della CGIL. Camusso: "Ora ci aspettiamo risposte dal governo. La trattativa si fa con le parti sociali". Convocazione a palazzo Chigi per martedì 20 » Su lavoro il governo fa pressione ma sarà il merito a decidere

Nuova fase nel percorso della riforma del mercato del lavoro, ma c'è ancora parecchia strada da fare. Dopo l'ultimo incontro con il ministro Fornero (14 marzo), il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso, aveva voluto sottolineare l'incertezza: trattativa sulle montagne russe, con alcuni passi in avanti. Superata la polemica sulle battute del ministro Fornero sulle "paccate", anche perché l'ipotesi iniziale è modificata. Definito lo schema dei

La CGIL ribadisce la sua posizione sulla riforma del mercato del lavoro. E' necessario superare le attuali storture estendendo le protezioni sociali anche a tutti coloro che oggi ne sono esclusi. Da anni la CGIL conduce una battaglia per l'allargamento dei diritti e per riunificare un mercato del lavoro sempre più frantumato. Per questo si ritiene necessaria una vera riforma del mercato del lavoro. Ma è ormai evidente a tutti che non può esistere nessuna riforma senza le indispensabili risorse finanziarie. Ed è questo il motivo che rende molto difficile la trattativa con il governo, ormai in una fase decisiva, ma appunto anche molto delicata. "Nessuna nuova risorsa sugli ammortizzatori sociali da parte del governo ma solo una diversa distribuzione di quelle esistenti". Questa è stata la sintesi di Susanna Camusso, leader della CGIL, ... LEGGI TUTTO ...

Boom cassa integrazione, a febbraio +49% su gennaio. Coinvolti in 400.000 IA febbraio le ore di cassa integrazione sono state quasi 82 milioni con una crescita del 49,1% su gennaio e del 5,16% rispetto a un anno fa. Lo dice la Cgil precisando che nei primi 2 mesi dell'anno i lavoratori coinvolti nei processi di cassa sono stati 400.000 con un taglio del reddito per oltre 525 milioni di euro, pari a circa 1.300 euro per ogni singolo lavoratore. "Il nostro sistema produttivo, e la sua caratura manifatturiera, è invischiato in una crisi profondissima con prospettive pericolose di declino", osserva il segretario confederale della

Cgil, Vincenzo Scudiere, dalla lettura dei dati, secondo il quale: "La cosiddetta 'recessione tecnica' comincia a dispiegare i suoi effetti sui lavoratori con un balzo deciso nella richiesta di ore di cassa: è sempre più difficile immaginare una inversione di tendenza senza una ripresa nelle produzioni e nei consumi". Per questo, osserva ancora il sindacalista, "il confronto sul lavoro è stato caricato di troppa enfasi 'salvifica': è sicuramente importante ma non influenza la domanda di lavoro, quest'ultima ha bisogno di scelte strategiche in una prospettiva di sviluppo e di crescita". Nel dettaglio dell'analisi della Cgil, il ... LEGGI TUTTO ...


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

Copertina Terminata la Carovana del Lavoro

Venerdì 16 marzo, in Santa Apollonia, si è conclusa la "Carovana del Lavoro". Le tappe toscane hanno trovato la conclusione in una mattinata fiorentina conclusa da Susanna Camusso. Gli interventi dei giovani sono stati caratterizzati dai racconti su diritti negati, tutele, realizzazione, aspirazioni, futuro, speranze, democrazia sui luoghi di lavoro, giustizia sociale, Costituzione. Pippo Russo ha moderato, Daniela Morozzi ha presentato, Andrea Muzzi ha irrotto due volte con sketch. Adriano Sofri ha offerto spunti di

riflessione sull'essere giovani. Susanna Camusso, ampiamente ripresa dalla stampa, ha concluso l'evento. Il primo a prendere la parola, all'inizio, è stato Alessio Gramolati. Ha introdotto l'iniziativa sintetizzando il lavoro fatto dai giovani, il percorso che ha portato a Santa Apollonia, lanciando il chiaro messaggio: "vi daremo spazi, risorse e tempo per organizzarvi". Perchè essere giovani non è una colpa. Perchè il tempo è adesso.


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

Primo Piano Toscana Casa: intesa regione-sindacati per sostegno affitti fasce deboli Costituire un osservatorio regionale sul fabbisogno abitativo e sullo stato dell' edilizia residenziale pubblica, favorire il passaggio da casa a casa per le famiglie sottoposte a sfratto, allargare l' offerta abitativa in affitto a canone sociale per le fasce deboli, finanziare progetti e iniziative a sostegno della locazione privata a canone agevolato. Questi alcuni degli obiettivi dell'accordo siglato venerdì a Firenze tra Regione, Cgil, Cisl, Uil, Sunia (Sindacato Nazionale Unitario Inquilini ed Assegnatari), Sicet (Sindacato Inquilini Casa e Territorio), Uniat (Unione Nazionale Inquilini Ambiente e Territorio) ed Unione Inquilini della Toscana. Tra gli altri impegni fissati dall'intesa, articolata in 13 punti, vi sono anche favorire la costituzione di Agenzie casa a livello comunale e intercomunale per l'incontro domanda-offerta, sostenere i Comuni per la realizzazione di interventi di edilizia sociale

attraverso piani di recupero di aree già edificate o aree demaniali a disposizione, specie quelle militari, modificare la normativa sull'accesso all'Erp adeguando le norme alle mutate condizioni dei cittadini in stato di disagio abitativo e alle fasce deboli, affermare la validità del canone sociale secondo la progressività del reddito. A firmare l'accordo per la Regione, ... LEGGI TUTTO ...

FILT CGIL, allarme occupazione nel settore trasporti La Segreteria della FILT-CGIL preso atto delle comunicazioni aziendali di queste ultime due settimane di ATAF, LAZZI, AUTOLINEE TOSCANE, SITA, nelle quali si annunciano gli esuberi, considerando inoltre gli ulteriori tagli ai servizi da parte della Provincia, che andranno in vigore dalla metà di Marzo, intende rilanciare con assoluta priorità il tema della salvaguardia dei posti di lavoro

nel settore. Nei fatti, come previsto, i posti di lavoro sono a rischio già adesso e non soltanto dopo la riforma del TPL o dopo la gara Regionale. “In questo quadro, dichiara il Segretario Generale della Filt CGIL di Firenze Alessandro Carmignani, è necessaria certamente una spinta maggiore ed un cambio di passo ... LEGGI TUTTO ...


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

Primo Piano Toscana Lucchini, via al contratto di solidarietà Contratto di Solidarietà alla Lucchini di Piombino: Lo scorso 12 marzo è stato siglato l’accordo tra parti sociali ed azienda per dare il via al Contratto di Solidarietà che durerà un anno, scongiurando esuberi e cassa integrazione a zero ore grazie all’applicazione di una riduzione di orario (da 40 a 24 ore settimanali). Per la copertura delle ore mancanti provvederà in parte l’Inps, e in parte il fondo di sostegno al reddito della Regione Toscana. “La scelta di attivare il contratto di solidarietà è stata fatta per salvaguardare tutta l’occupazione” ha

commentato Luciano Gabrielli Segretario generale Fiom Cgil livorno ” La nostra lotta non si ferma qui, continueremo a batterci per la tutela del lavoro e il futuro dello stabilimento di Piombino e dell’intero gruppo, certi della necessità di un impegno da parte del ministero per trovare una nuova società che rilevi lo stabilimento”. I lavoratori della Lucchini di Piombino hanno approvato il Contratto di Solidarietà votando sì al referendum con il 93% dei consensi.

Consumi a picco in Toscana Mai così male, giù del 4,2% Consumi a picco in Toscana. Nel quarto trimestre 2011 le vendite al dettaglio perdono oltre 4 punti percentuali (-4,2%) rispetto allo stesso periodo del 2010. Rischio disoccupazione e inflazione determinano comportamenti di spesa sempre più prudenziali nelle famiglie toscane. E' quanto evidenziano i dati resi noti da Unioncamere. La fine d'anno - generalmente periodo positivamente influenzato dall'andamento delle vendite natalizie - è stato il peggiore degli ultimi anni, anche del biennio di recessione 2008-2009. Determinante, secondo Unioncamere, in questo difficile panorama

l'aumento dei prezzi al consumo dei beni del commercio al dettaglio, stimato per la Toscana al + 2,2%. Il quadro più nero è quello che di evidenzia per le imprese commerciali con meno di 6 dipendenti che in Toscana registrano un calo del 6,4%. La situazione si fa un po' meno pesante con il crescere delle dimensioni della struttura commerciale: nelle imprese con 6-19 dipendenti la flessione si attesta al 5,3%, nella grande distribuzione (20 dipendenti e oltre) le vendite calano dell'1,5%, il peggior risultato dal 2005 a oggi. Il settore commerciale perde ... LEGGI TUTTO ...


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

NonSoloToscana Monte dei Paschi: sciopero, a Siena in 8.000 da tutta Italia

Sono oltre 8000, secondo la stima dei sindacati, i dipendenti della banca Monte dei Paschi che prendono parte alla manifestazione indetta per protestare contro i tagli previsti dal direttore generale Fabrizio Viola. Gli scioperanti sono arrivati a Siena da tutte le regioni d'Italia. La città è stata invasa da 40 pullman. Due le ipotesi per la riduzione dei costi aziendali: il licenziamento di 1500 dipendenti o i contratti di solidarietà per tutti esclusi i dirigenti, secondo quanto dicono i sindacati. Oltre alla contestata presenza del sindaco di Siena Franco Ceccuzzi, al corteo anche il presidente della Provincia Simone Bezzini e con loro due alcuni rappresentanti sia

della giunta comunale che provinciale. Anche la Provincia come il Comune è tra gli enti che nominano i membri della deputazione della Fondazione Monte dei Paschi che ha la maggioranza della Banca. I manifestanti hanno chiesto a gran voce il ritiro del rapporto del Direttore Viola e l’annullamento della delibera del CDA, per ripristinare un confronto fra le parti serio, scevro da soluzioni precostituite e basato esclusivamente sul recupero della redditività per la Banca e per il Gruppo. La manifestazione si è conclusa in Piazza La Lizza, con un saluto ... LEGGI TUTTO ...

Tirrenia: sindacati a governo, garantire unicità compagnia "Ogni soluzione per Tirrenia dovrà necessariamente rispettare l'unicità aziendale, definita dall'accordo di novembre scorso con Cin ed il Commissario D'Andrea". E' quanto sostengono unitariamente i segretari generali di Filt Cgil, Franco Nasso, Fit Cisl, Giovanni Luciano e Uiltrasporti, Luigi Simeone in merito al futuro della compagnia di navigazione sottolineando che "solo dalla stampa apprendiamo l'interessamento del Governo ma ancora ignoriamo

la strategia che intende adottare nei confronti dell'Unione Europea". Secondo i tre segretari generali "qualsiasi ipotesi che dovesse determinare lo spacchettamento della produzione Tirrenia, attraverso affidamenti per linee vedrebbe la ferma contrapposizione dei sindacati e dei lavoratori che già vivono una profonda situazione di disagio non più sostenibile".


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

La rubrica Questa settimana riproponiamo il medesimo argomento dello scorso numero, dato che un problema tecnico aveva impedito la visualizzazione dell'intero approfondimento.

Il risparmio sulla pelle degli altri La Cassazione e i limiti del giustificato motivo oggettivo di licenziamento Non c'è giustificato motivo se al posto di chi è stato licenziato viene assunto un lavoratore a progetto. E' quanto afferma la Corte di Cassazione (sentenza n. 755/2012), in una pronuncia in cui, tra le righe, ha modo di affrontare anche altri aspetti cruciali del rapporto tra libertà di licenziamento e diritto alla conservazione del posto. Quali limiti ha il Giudice nell'accertamento della sussistenza delle ragioni indicate dall'azienda a sostegno del licenziamento?

E' possibile licenziare un lavoratore per meri motivi di convenienza economica, ossia perché un contratto a progetto sarebbe semplicemente meno oneroso per l'azienda? La Cassazione risponde a queste domande rimanendo nel filo della tradizione consolidata e, come detto, nega la sostituibilità tra dipendente assunto a tempo indeterminato e collaboratore a progetto per puri motivi di costo se questo comporta un licenziamento.

Leggi tutto -

CLICCA QUI

Lo studio Rusconi è a Firenze, in via della Condotta 12, Tel. 055-2302805

CLICCA QUI


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

TOSCANA in breve

Nord e costa

Pisa - Regione a Ambasciata USA, vogliamo notizie su riorganizzazione Camp Darby Una lettera all'ambasciatore americano in Italia per chiedere di essere informati sulla situazione della base di Camp Darby, alla luce delle preoccupazioni espresse dai lavoratori toscani impiegati nella struttura. E' quanto deciso martedì al termine dell'incontro fra l'assessore alle attività produttive, lavoro e formazione Gianfranco Simoncini, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti delle istituzioni dei territori coinvolti: il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni, gli assessori al lavoro della provincia di Livorno ... LEGGI TUTTO ...

Livorno - Ambiente, Rimigliano: CGIL, preoccupati per posti di lavoro Dopo la decisione della Regione di portare in Commissione paritetica interistituzionale il progetto immobiliare di Rimigliano, la Cgil esprime "grande preoccupazione per l'eventuale perdita di posti di lavoro derivante dall'ulteriore rinvio". "Siamo fortemente preoccupati - dice Giorgia Beltramme della segreteria Fillea Cgil al termine dell'assemblea dei lavoratori della Berrighi Costruzioni a cui spetterebbe la realizzazione del progetto - per ciò che può rappresentare questo rinvio sia per la perdita immediata di ... LEGGI TUTTO ...

Livorno - Hotel Atleti, 15 posti a rischio. FILCAMS CGIL "vogliamo garanzie" Quindici posti di lavoro a rischio: è questa la situazione dei dipendenti dell’Hotel Atleti, una nota struttura alberghiera livornese. Questa vicenda vede confrontarsi nelle aule del tribunale la “Pastacaldi” che da venti anni gestisce la struttra, e la “Emmesse Immobilaire” che risulta vincitrice della gara per l’acquisto della struttura alberghiera e che non ha, ad oggi, dato alcuna garanzia per il futuro dei lavoratori. “La nostra preoccupazione, non avendo avuto alcun contatto con la nuova proprietà, nasce dal dubbio che non si voglia più costruire ... LEGGI TUTTO ...


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

TOSCANA in breve Centro

Firenze - Maggio Musicale: CGIL, sciopero Fials pretestuoso nel contesto La Slc-Cgil si dissocia dallo sciopero della Fials che mette a rischio le repliche di Anna Bolena al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino: "Gli scioperi preventivi - afferma il sindacato in una nota - non fanno parte della cultura di organizzazioni sindacali confederali e, fermo restando la legittimità ed il diritto di ognuno di assumere le proprie valutazioni e decisioni, quello indetto dalla Fials pur in alcune motivazioni condivisibile, appare pretestuoso nel contesto, soprattutto dopo oltre un anno ... LEGGI TUTTO...

Firenze - Accordo su esuberi Calvin Klein Accordo fatto per la Calvin Klein Jeans di Osmannoro, a Sesto Fiorentino. L'intesa è stata raggiunta tra i rappresentanti dell'azienda, la Warnaco, e quelli delle organizzazioni sindacali ed è stata approvata all'unanimità dai lavoratori: 149 in tutto, per l'80% donne. L'accordo, secondo quanto reso noto dalle organizzazioni sindacali, regolamenta la gestione degli esuberi da oggi fino all'autunno del 2013, ultimo periodo previsto di permanenza del sito di Sesto Fiorentino. Un primo gruppo di addetti lavorerà fino a ottobre 2012, un secondo fino luglio 2013. Cassa integrazione e mobilità ... LEGGI TUTTO ...

Firenze - Lavoratori ex ISI organizzano presidio sotto sede curatore fallimentare I lavoratori della ex Isi hanno organizzato venerdì a Firenze un presidio sotto lo studio del curatore fallimentare. Le maestranze, secondo quanto si è appreso, hanno invaso via Crispi bloccando il passaggio delle auto. davanti allo studio, i lavoratori hanno improvvisato un'assemblea con all'ordine del giorno il rinnovo della cassa integrazione straordinaria, in scadenza il primo maggio, insieme alla richiesta che sia "subito erogata ai lavoratori" la cauzione di 1,2 milioni di euro, versata da Easy Green dopo l'aggiudicazione dell'asta per ... LEGGI TUTTO...


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

TOSCANA in breve Sud

Grosseto - CGIL, continua a crescere l'esercito dei disoccupati I NUMERI si fanno sempre più impietosi. E fotografano una situazione che più nera non si può. Almeno fino al prossimo report. Gli ultimi dati disponibili sull`occupazione in provincia di Grosseto diffusi ieri dall`assessore Cinzia Tacconi al Direttivo Cgil - sono quelli di dicembre e mostrano un ulteriore incremento degli iscritti ai centri per l`impiego: ora sono 25.871 (10.075 uomini e 15.796 donne) contro i 21.426 del dicembre 2010. Significa un`altra impennata della disoccupazione in Maremma ... LEGGI TUTTO...

Siena - Tribunale dichiara fallimento di Swisel Il tribunale di Siena ha emesso la sentenza "con la quale viene decretato il fallimento dell'azienda di Sovicille, obbligando la stessa all'immediato deposito di tutta la documentazione contabile". Lo rende noto la Fiom Cgil di Siena, rilevando che dopo quasi quarant'anni di attività chiude un'azienda "emblema dell'industria metalmeccanica locale". "E' l'ultimo atto di una storia iniziata nel lontano 1974 - spiega Marco Goracci, segretario della Fiom Cgil di Siena quando la Swisel, che negli anni '80 arrivera' ad occupare oltre 120 dipendenti, rappresentò per la collettività senese più di un ... LEGGI TUTTO ...

Siena - RDB di Montepulciano: FILLEA, non tutto da buttare su incontro con ministero Sempre più in salita la vertenza dei 78 lavoratori dello stabilimento RDB s.p.a. di Montepulciano, in presidio permanente davanti ai cancelli dell'azienda (giorno e notte) ormai da 160 giorni. E’ infatti finito con un mancato accordo l'incontro svoltosi ieri a Roma presso il Ministero del lavoro, esito purtroppo prevedibile dato le posizioni nettamente contrastanti tra la Direzione aziendale e le Organizzazioni sindacali. “La Direzione aziendale - spiega Gianluca Scartoni della FILLEA CGIL di Siena - ha infatti mantenuto la ferma ed ... LEGGI TUTTO ...


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

Legalità

Io ti rispetto. Volori dello sport, valori nella vita Secondo incontro con i ragazzi delle scuole fiorentine “Le regole si costruiscono, si partecipa alla loro creazione e realizzazione, si ragiona su di esse, altrimenti si subiscono e basta”. Queste sono state le parole con cui Renzo Ulivieri ha esposto il suo concetto di regola ai ragazzi delle scuole medie fiorentine Poliziano e Cavalcanti, che lunedì 12 marzo hanno partecipato alla seconda edizione di “Io ti rispetto”, iniziativa sulla legalità della CGIL Toscana, organizzata con il sindacato di polizia SILP e sindacato scuola della CGIL, FLC. Ulivieri ha spiegato come un gruppo di persone arriva a proporre, rispettare, condividere regole e ad invocarle. Prima del mister Ulivieri, il Vice Questore della Polizia di Stato Mauro D'Egidio aveva esposto ai ragazzi in modo semplice e colloquiale le regole del tifo sano e dei comportamenti in uno stadio di calcio. Alberto Di Chiara, ex calciatore e oggi

commentatore sportivo, ha parlato ai ragazzi di come una squadra vive gli incontri, i ritiri, gli episodi che accadono intorno a loro, e come si costruisce un gruppo. Ha parlato di rispetto degli avversari e di buonsenso. Ha concluso il giornalista Francesco Caremani, che ha tracciato un parallelismo tra il tifo prima e dopo la strage dell'Heysel. L'iniziativa della CGIL Toscana, nell'anno che la confederazione dedica alla legalità, si propone di partire dal calcio per estendere regole in chiave di legalità, rispetto, antirazzismo, convivenza civile e coesione sociale. Per la CGIL erano presenti Doriano Bizzarri della FLC CGIL e Pierluciano Mennonna, coordinatore del dipartimento Legalità della CGIL Toscana.


p r i mo

O I G G @ M CG I L T OS C A N A

...

in evidenza CLICCA QUI e vedi gli ultimi servizi sul canale youtube di CgilToscana

CGIL Toscana (@cgiltoscana) è anche su twitter! Novità, vertenze, appuntamenti, dichiarazioni della segreteria regionale, notizie dalle province ... il mondo sindacale nei tweet di @cgiltoscana.

Seguici! Gli eventi in agenda - CLICCA QUI

Visita il nostro sito

www.cgiltoscana.it Per consultare tutti i numeri arretrati di PrimoMaggio CLICCA QUI


Numero 12 anno 2012