Page 32

La memoria visiva dell’artista:

la fotografia di Emanuele Anastasio di Emma Caterina Simeone

E

manuele Anastasio si avvicina alla fotografia giovanissimo immortalando momenti importanti della sua vita. Gli studi artistici gli permetteranno di avere una conoscenza specifica della storia dell’arte e delle tecniche utilizzate. Egli, infatti, ricerca l’attimo per poter “fissare” una situazione nel momento stesso in cui avviene. La fotografia, quindi, per lui diviene conoscenza dell’universale, intuizione ed espressione della propria interiorità. Il giudizio estetico, dunque, deve cogliere ciò che costituisce la specificità e l’autonomia dell’arte, non solo limitandosi a ricostruire la genesi dell’opera. Il giudizio estetico deve avere, perciò, un suo valore assoluto, ciò che garantisce la validità assoluta del suddetto è la completa identi-

The visual memory of the artist: Emanuele Anastasio’s photography

tà tra il gusto (l’attività che giudica l’opera d’arte) e il genio (l’attività che la produce) come direbbe Benedetto Croce. Tuttavia bisogna ribadire la distinzione tra giudizio estetico e giudizio critico-formale che nonostante nette differenze vanno posti in relazione dinanzi ad un’opera d’arte. Egli ama moltissimo il mare che diviene continua fonte di ispirazione per le sue fotografie dimostrando elevata sensibilità nel cogliere il cambiamento della luce, del clima, delle stagioni e quindi del tempo. Le fotografie sono espressione di un sentimento strettamente correlato alla sua vita e al luogo da lui tanto amato, Amalfi, che ricorre in molti scatti. L’artista dimostra, anche, in alcuni ritratti e autoritratti che la fotografia è espressione del suo sentimento rivelato da sguardi o gesti estremamente delicati, colti all’improvviso, manifestando l’attenzione verso la donna in

tutti i momenti della sua vita dalla tenera età all’altare. Straordinaria la sposa mentre indossa l’abito nuziale svelando la schiena nuda con classe e sensualità, di grande potenza comunicativa l’immagine della bambina che con la piccola mano sorregge il volto del padre simbolo che d’amore di vive. Egli dimostra estrema bravura e ricercatezza nella creazione delle sue opere tanto da poter vantare pubblicazioni sulla rivista “Vogue”. Tuttavia l’artista è sempre alla ricerca di nuove ispirazioni tratte dal continuo divenire della realtà che influenza in qualche e particolar modo il suo temperamento. La rappresentazione fotografia, quindi, diviene inevitabile punto di partenza della cosciènza nel momento intuitivo stesso della creazione artistica.

Emanuele Anastasio first approached photography when he was very young, immortalizing the main events of his life. His academic background and artistic studies allow him to have a specific knowledge of the history of art and of the techniques used. He looks for the perfect instant to “fix” a situation in the very same moment in which it occurs. To him, photography becomes knowledge of the universe, intuition and expression of one’s own inner reality. The aesthetic judgment, therefore, must catch what constitutes the peculiarity and autonomy of art, not limited to reconstructing the origin of the piece of art. The aesthetic judgment must have, indeed, an absolute value, guaranteed by the complete identity of taste (the activity that actually judges a work) and genius (the activity that produces it), as Benedetto Croce would say. However, it is important to reiterate the distinction between aesthetic judgment and the critical-formal one, judgments which, despise their differences, must be put in relation to a work of art. He deeply loves the sea, which becomes a continuous source of inspiration for his photographs, demonstrating his high sensitivity in capturing the change of light, climate, seasons and therefore of time. Photographs are the espressions of a feeling closely related to his life and to the place he loves the most, Amalfi, which recurs in many photos. The artist also shows, in some portraits and self-portraits, that photography is the expression of his real sentiment, revealed by extremely delicate looks or gestures, caught all of a sudden, showing his attention to women in all their life stages, from the youngest age to the aisle. Amazing is the bride wearing her wedding dress and revealing her naked back with class and sensuality, of great communicative power is the image of a little girl holding with her small hand her father’s face, symbol of the fact that you can actually live on love. He demonstrates great ability and care in creating his works, so that he can boast publications on “Vogue” magazine. However, the artist is always in search of new inspirations, drawn from the continuous becoming of reality that deeply influences his temperament. The photographic representation therefore becomes the inevitable starting point of the conscience at the very intuitive moment of the artistic creation.

30 | Culture

CAMPANIA STYLE - N2  

Il magazine dedicato alle Eccellenze Campane. Un bimestrale che vuol monitorare gli straordinari assi produttivi che riguardano la cultura,...

CAMPANIA STYLE - N2  

Il magazine dedicato alle Eccellenze Campane. Un bimestrale che vuol monitorare gli straordinari assi produttivi che riguardano la cultura,...

Advertisement