Page 1

nel paese

Pubblicazione di cultura, informazione ed opinione del Gruppo del Polo per Cordignano

N° 3 - maggio 2004

EDIZIONE

STRAORDINARIA

NUOVA PALESTRA COMUNALE EDITORIALE La coalizione del Polo per Cordignano, unitamente al gruppo consiliare della Lega Nord-Liga Veneta, giunge a Voi con questa edizione straordinaria dell’Occhio nel Paese. Si tratta di un numero monografico, sulla nuova palestra comunale, dettato dall’esigenza di informare tutta la cittadinanza sulle gravi conseguenze che comporterebbe l’attuazione di questo progetto, così come è stato presentato in Commissione Consiliare. Gravità tanto pesante da cogliere l’unanime accordo di tutte le forze politiche attualmente all’opposizione: Polo per Cordignano e Lega Nord-Liga Veneta che sono entrambe a favore di un palazzetto sportivo purché veramente funzionale.

SOMMARIO: EDITORIALE .................................

1

REDAZIONALE POLO PER CORDIGNANO..............

2

REDAZIONALE LEGA NORD-LIGA VENETA.............

3 INVITO AL PUBBLICO DIBATTITO..... 4 IPOTESI DI FINANZIAMENTO......... 4 PREVISIONE DI SPESA................... 4

Come affermato nei numeri precedenti, il nostro obiettivo è quello di creare positività informando con chiarezza e autenticità i nostri concittadini sulla vita politica di Cordignano. In questo caso particolare della palestra comunale non si tratta certo di fare politica gratuita bensì si tratta di conoscere bene un’azione che l’attuale Amministrazione sta intraprendendo e che bloccherà tutti i possibili lavori di una certa rilevanza per i prossimi 30 anni. Proprio per tutti questi motivi, il Polo per Cordignano ha aperto la sua pubblicazione anche all’intervento della Lega Nord-Liga Veneta con cui ha raccolto l’effettiva maggioranza dei consensi elettorali e con cui muove una comune strategia di intenti in merito a questo specifico progetto della nuova palestra comunale. Tutte le numerose persone che fanno parte del Polo per Cordignano e della Lega Nord-Liga Veneta, che rappresentano ogni realtà professionale, culturale ed associativa del paese, compresa quella sportiva, manifestano il loro più totale sconcerto di fronte a questo progetto. Progetto che, così come verrà presentato in Consiglio Comunale e approvato, poiché chi lo presenta detiene la maggioranza dei voti, è estremamente lacunoso da tutti i punti di vista: dal punto di vista metodologico e procedurale: non è stato sottoposto, come si conviene ad un’opera pubblica di que_

1

_

sta importanza, alla selezione di più progetti mediante appalto-concorso; dal punto di vista tecnico-sportivo: risulta inadeguato, non funzionale e, proprio per questo, di gestione costosa; dal punto di vista economico-finanziario: costa oltre 2.700.000, cioè circa cinque miliardi e duecentotrenta milioni di lire. È un investimento che blocca la capacità di spesa comunale per i prossimi 30 anni e, quindi, non ci si può permettere di sbagliare! Pertanto è assolutamente indispensabile che un progetto di tale entità venga sottoposto all’analisi di tutti! Non farlo significherebbe solo una cosa: ingannare gravemente i Cordignanesi perché sono loro a dover pagare! Forti della necessità di informare tutti Voi su questo argomento vi invitiamo alla lettura attenta degli articoli che seguono e convinti della necessità di sentire il parere di tutti Voi vi invitiamo all’assemblea pubblica che il Polo per Cordignano e la Lega Nord-Liga Veneta organizzeranno per il 4 Giugno, secondo l’invito che trovate nell’ultima pagina di questa edizione dell’Occhio nel Paese e che trovate nel sito:

www.occhionelpaese.com Eventuali chiarimenti e/o pareri potranno essere trasmessi anche mediante posta elettronica al seguente indirizzo: info@occhionelpaese.com


NUOVA PALEST NON SI PUÒ REALIZZARE UN’OPERA IMPORTANTE SENZA SAPERE COME LA SI VUOLE Chiariamo subito che il Polo per Cordignano è favorevole alla realizzazione di un Palazzetto dello Sport purché sia funzionale ed abbia locali adeguati, così da essere utilizzato in modo continuativo sia per attività sportive, sia per attività socio-ricreative. Per far ciò si deve avere idee chiare, precise e conoscere: - le reali necessità di utilizzo ed i relativi spazi funzionali; - i reali costi economici per la sua costruzione e per la gestione. Constatiamo invece, ancora una volta, come questa Giunta che ci governa non ha alcuna idea precisa in merito. Infatti: - non ha preso in considerazione i suggerimenti delle associazioni sportive cordignanesi e i pareri espressi dai consiglieri comunali nell’apposita Commissione Consiliare; - non ha dato, di conseguenza, precise direttive ai progettisti incaricati; - non ha alcuna conoscenza degli importi necessari per la sua realizzazione.

Infatti nel Bilancio, approvato in data 22/12/03, sono stati stanziati per la sua costruzione 1.291.183 e la Giunta Comunale il 26/01/2004, dopo 1 mese, ha approvato il progetto preliminare con un costo lievitato ad 2.700.000. Questa si chiama incapacità programmatica e cattiva gestione del denaro pubblico. Non è possibile che i cittadini di Cordignano paghino con gli interessi, nei prossimi 30 anni di mutuo, ben 5.181.703,80 (oltre 10 miliardi di lire) per un’opera che, così come è stata progettata ed approvata, risulterà una inutile cattedrale nel deserto. Perché sarà un’opera inutile? - perché sarà sotto utilizzata; - perché è concettualmente superata per le moderne attività sportive; - perché nessun privato o associazione vorrà gestirla a causa dei suoi enormi costi; - perché creerà un ulteriore pericolo alla viabilità e un’insopportabile congestione di

parcheggi. E’ un fatto importante che il Polo per Cordignano e la Lega Nord-Liga Veneta si trovino uniti per far sì che l’attuale Amministrazione ritiri la progettazione ed annulli la realizzazione di questa nuova palestra comunale, così come è stata concepita. È ora che questa Amministrazione la smetta di giocare con il denaro dei Cordignanesi e vada ad aumentare sia l’ICI che l’addizionale Irpef per i prossimi 30 anni a seguito di un’opera sbagliata. Se il progetto verrà ritirato, il Polo per Cordignano proporrà un appalto concorso, cioè la valutazione di più progetti, e proporrà la sua realizzazione con la formula chiavi in mano. Se, al contrario, la voce ed il parere dei cittadini non verranno ascoltati siamo sin d’ora pronti ad indire una consultazione referendaria per annullare quest’opera così come è stata approvata.

UN COMPLESSO SPORTIVO NON DEVE ESSERE UN CAPANNONE

pianto tradizionale: non è stato studiato alcun tipo di riscaldamento alternativo (pannelli solari, climatizzazione passiva, riscaldamento a pavimento o per irraggiamento) e anzi, è stato trascurato l’isolamento delle pareti dell’edificio. Gestione: è stata inspiegabilmente ignorata. Senza la polifunzionalità, data da più locali, e senza una razionalizzazione degli impianti risulterà economicamente proibitiva. Proprio per i problemi indicati, gravati dall’enorme costo dell’opera, non si può che giungere ad un’unica conclusione: non è il complesso sportivo adatto per Cordignano! Speriamo che l’Amministrazione che ci governa, dopo essersi dimostrata miope e con le tasche bucate, non si dimostri anche sorda a questi rilievi. Sarebbe troppo per i Cordignanesi, a prescindere dalle ideologie politiche!

Nella seduta della Commissione Consiliare dello 02/04/2004 è stato presentato il progetto preliminare della nuova palestra comunale per un importo di 2.700.000. Ad un’analisi approfondita sono emerse numerose problematiche che esponiamo di seguito con delle possibili soluzioni: Ubicazione: è prevista a nord dello stadio comunale in adiacenza alle Obole, cioè in area allagabile, e si raggiungerà attraverso una zona densamente abitata la cui viabilità risulta già ora pericolosa e precaria, come già rappresentato da tempo dagli stessi abitanti. Sono previsti solo 70 parcheggi ma ce ne vorrebbero almeno 200. Per noi sarebbe preferibile un’area sportiva posta fuori dalle zone residenziali. Sistemazioni esterne: non prevede l’accesso ai pullman degli sportivi e non prevede, come sarebbe consigliabile, due ingressi separati per le squadre.

Aspetti architettonici: prevede una deprimente copertura in tegoli piani, prefabbricati in calcestruzzo, con il pavimento del campo da gioco in plastica. Noi suggeriamo una copertura in acciaio o legno, posta inclinata, che risolverebbe sia il problema acustico sia quello delle perdite di acqua dal tetto. Per noi, inoltre, è necessario realizzare un parquet di legno. Aspetti tecnico funzionali: prevede solo due spogliatoi e non quattro che sarebbero necessari per lo svolgimento dei tornei; risulta anche ridicolo lo spazio di soli 13 mq per biglietteria/sedi delle associazioni. Spazi per attività: prevede un unico campo da gioco, mentre sarebbero necessari almeno altri due ampi locali per attività diverse (pesistica, attrezzi etc.). Inoltre, rialzando la tribuna aumenterebbe il numero dei posti per il pubblico e lo spazio da utilizzare sotto la stessa. Riscaldamento: prevede un unico im_

2

_

GIAMBATTISTA dott. BENETTI Coordinatore del Polo per Cordignano

Il Gruppo Consiliare del Polo per Cordignano


TRA COMUNALE

CONSIDERAZIONI DEL GRUPPO LEGA NORD-LIGA VENETA SUL PROGETTO PRELIMINARE DELLA PALESTRA Da qualche tempo a Cordignano si avverte la necessità di avere una struttura sportiva coperta, di proprietà comunale. Questo per favorire lo svolgersi delle attività delle numerose società sportive presenti nel nostro Comune. Infatti gli atleti, attualmente, si allenano e giocano nelle palestre esistenti presso i plessi scolastici (soprattutto nella palestra della scuola media). Gli spazi, com’è noto, non sono sufficienti. Su questo progetto, ancorché preliminare, è opportuna un’attenta riflessione da parte di tutti i cittadini! Inoltre, come forza politica siamo chiamati a presentare delle osservazioni in merito. Per il nostro Comune, la costruzione di una palestra è senza dubbio un’opera qualificante ma anche molto impegnativa. Infatti, la prima cosa che colpisce è il costo dell’opera pari a € 2.700.000 (cioè quasi 5.230.000.000 di vecchie lire), importo ben distante dallo stanziamento iniziale di € 1.291.000 (cioè quasi 2.500.000.000 di lire). Il costo in termini assoluti dice già molto, ma non tutto. Vediamo perché: deve essere rapportato alla tipologia dell’impianto poiché, essendo polifunzionale, dovrà ospitare sia le più svariate discipline sportive sia le attività a carattere sociale. Ovvero, solo se la nuova

palestra sarà in grado di diventare un polo di aggregazione per i cittadini, si potrà giustificare un costo di costruzione così elevato; bisogna rilevare che il costo di costruzione è comunque solo una parte del costo finale perché devono essere aggiunti gli oneri finanziari del mutuo e i costi di gestione (riscaldamento, manutenzione ordinaria etc.). Questo significa che la voce “palestra” inciderà fortemente sul bilancio comunale con il rischio di bloccare gli investimenti dell’ente negli altri settori (settore socio-assistenziale, settore scolastico, settore della sicurezza idraulica del territorio etc.) limitando l’azione delle future amministrazioni per quattro o più legislature. Quindi è opportuna, in questo momento, un’attenta analisi dei costi/benefici dell’opera secondo i seguenti tre punti: 1) Bisogna prevedere quanti potranno essere i cittadini fruitori dell’impianto. Inoltre bisogna considerare come sarà gestita l’opera: sarà una gestione solo comunale o sarà coinvolta anche l’iniziativa privata? È inoltre necessario riflettere su quante maninfestazioni di respiro sovracomunale si potranno/dovranno organizzare in un anno. Solo in questi termini è possibile esprimere un giudizio sull’adeguatezza di un progetto calato nella nostra realtà. _

3

_

Purtroppo nei documenti che accompagnano il progetto preliminare queste valutazioni mancano. 2) Bisogna valutare l’ubicazione di questa nuova palestra. L’area destinata ad accogliere l’impianto è stata individuata nella zona degli attuali impianti sportivi comunali. L’area non è di proprietà comunale, quindi dovrà essere acquisita (si auspica in maniera bonaria) con un costo, stimato nel progetto, di € 467.800 (cioè circa 905.660.000 lire). L’area in questione è anche oggetto di variante al P.R.G. Essa è collocata nelle vicinanze del torrente Obole, il quale spesso è esondato. In sede di discussione della variante il rischio idraulico cui è soggetta l’area è stato evidenziato. La Regione ancora non si è pronunciata sulla variante. 3) Bisogna porre l’attenzione sulla viabilità della zona. Nella “Relazione illustrativa” si legge che lo studio delle opere esterne alla palestra non rientra nel progetto. Viene in ogni modo ipotizzato un parcheggio di soli 70 posti macchina considerando, però, che la capienza della palestra è di circa 400 posti. L’attuale viabilità, con il numero dei parcheggi in progetto, che dovrà essere ben superiore a 70, dovrà essere rivista, al fine di recare il minimo disturbo alla zona residenziale adiacente, durante le manifestazioni che si svolgeranno nella palestra o negli impianti sportivi già esistenti. Le riflessioni a carattere generale appena esposte, ci inducono ad esprimere un parere negativo su questo progetto preliminare. Il Gruppo Consiliare della Lega NordLiga Veneta ritiene che il progetto debba essere rivisto sia sotto l’aspetto dei costi sia sotto l’aspetto tecnico-progettuale. Il Gruppo Consiliare della Lega Nord-Liga Veneta ritiene necessario che il progetto venga presentato in un incontro con i cittadini e le associazioni sportive per raccogliere il loro parere, positivo o negativo, e tutte le loro osservazioni come emergeranno durante il dibattito pubblico. Il Gruppo Consiliare della Lega Nord-liga Veneta


SI INVITA LA CITTADINANZA ad un pubblico dibattito

VENERDÌ 4 GIUGNO 2004 alle ore 21.00

Presso la sala teatrale "E. Francesconi" di Cordignano

LA NUOVA PALESTRA voluta da questa giunta è quella che i cittadini e le associazioni vogliono?

QUANTO COSTERÀ A NOI CORDIGNANESI? Saranno presenti tecnici ed esperti degli impianti sportivi Ipotesi di Finanziamento tramite la Cassa Depositi e Prestiti S.p.a. (Cassa DD.PP.) a tasso fisso per un importo base di Euro 2.700.000 (Viene indicata la Cassa DD.PP. in quanto è l’Istituto Finanziario privilegiato per i finanziamenti agli Enti Locali)

DURATA

TASSO

10 anni 15 anni 20 anni 25 anni 30 anni

3,9 4,3 4,6 4,8 4,9

RATA ANNUA

€ € € € €

328.654,94 246.110,88 207.933,46 186.607,36 172.723,46

Previsioni di Spesa per la realizzazione della Palestra Comunale Polifunzionale. Previsione nel Bilancio Pluriennale 2004 – 2006 Approvazione del progetto preliminare con Delibera Giunta Com.le n.8/2004 del 26.01.04

COSTO COMPLESSIVO

€ € € € €

3.286.549,40 3.691.663,20 4.158.669,20 4.665.184,00 5.181.703,80

Consultate il nostro sito di informazioni:

www.occhionelpaese.com

1.291.142 2.700.000 _

4

_

C.I.P. - Benetti Gianbattista Via Piai della Vigna, 9 - 31016 Cordignano (TV)

n3_mag2004  

www.occhionelpaese.com del Gruppo del Polo per Cordignano N° 3 - maggio 2004 Eventuali chiarimenti e/o pareri po- tranno essere trasmessi an...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you