Page 1

nel paese

Pubblicazione di cultura, informazione ed opinione del Gruppo del Polo per Cordignano e UDC

SOMMARIO: EDITORIALE .................................... 1 MENSA E TRASPORTO SCOLASTICI................................ 1-2 IL BILANCIO CONSUNTIVO 2008....... 2 PERSO IL TERZO ASSESSORE............. 2 PIANO CASA.................................. 3 FIABEGGIANDO.............................. 3 NOTIZIE IN BREVE...........................

4

re per il mantenimento della poltrona quando c’è stato il rischio di perderla. Noi, Polo per Cordignano e UDC, non siamo mai stati comprabili e abbiamo continuato a denunciare gli errori di una malagestione che Cordignano, nella varietà delle amministrazioni che si sono succedute, non aveva mai toccato. Si ricorda inoltre che potete inviarci le vostre richieste o segnalazioni alla nostra casella di posta elettronica: occhionelpaese@gmail.com

MENSA E TRASPORTO SCOLASTICI Zaino pesante per le famiglie! 1 gennaio 2009: scattano gli aumenti drastici delle tariffe mensa e trasporto scolastici. Sorpresa sgradita per le nostre famiglie che, tra uno slalom e l’altro per pagare tutte le tasse, credevano che per mensa e trasporto scolastici valesse quanto previsto a settembre, cioè all’inizio dell’anno scolastico. Almeno così diceva il regolamento comunale! Hanno parlato di problemi di costi ma per giustificare gli aumenti: - non hanno mai presentato con trasparenza questi costi; - non hanno mai dichiarato che i conti non tornavano perché loro avevano commesso degli errori di previsione; - non hanno mai dichiarato di aver venduto alla gente una politica per le famiglie per la quale non hanno mai avuto l’intenzione di trovare le necessarie coperture finanziarie. Un’amministrazione che si trovasse in difficoltà e sapesse di non essere colpevole, parlerebbe chiaramente ai genitori ad inizio anno scolastico. Perché chi ci amministra non lo ha fatto? Perché non ha fatto una variazione di bilancio _

1

_

per intervenire sulla situazione dei costi dei servizi in questione, senza far ricadere oneri sulle famiglie? Ne ha fatte tante per ciò che le interessava!

se! !

Cordignanesi, ritorna il nostro appuntamento con l’Occhio nel Paese, giornalino di informazione, cultura e politiche locali. Continua lo spazio riservato alle associazioni cordignanesi: questa volta ricordiamo “Fiabeggiando”, quale originale gruppo operativo che solo Cordignano può vantare. Inoltre viene presentata la nuova legge urbanistica regionale che consente, una tantum, per i prossimi due anni, nuove possibilità edificatorie. Vengono poi considerati alcuni aspetti che durante l’anno hanno visto cadere ancor più in disgrazia l’amministrazione in carica: • perdita di un terzo assessore; • aumento tariffe scolastiche con conseguente azione popolare e mozione di sfiducia al sindaco; • bilancio precario: nessun investimento e valore aggiunto nel nostro territorio. Fondamentalmente manca poco più di un anno di amministrazione per cui chi è in carica sta facendo il possibile per

cercare di rattoppare un po’. Prima d’ora l'amministrazione è solo andata contro la popolazione! E il fatto è fatto! Facile in campagna elettorale girare affannosamente di casa in casa a far promesse di ogni tipo, stare in piazza e sul sagrato della chiesa a stringere le mani ai passanti fin dalle sette del mattino, giorni feriali e festivi. Quelle stesse mani, però, sono state le prime ad alzarsi in consiglio comunale per votare gli aumenti delle tasse scolastiche e per vota-

tas

EDITORIALE

N° 15 - ottobre 2009

E poi, perché tassare così tanto? Una nuova tassa in più rispetto ai buoni pasto da pagare a parte, in posta, con bollettino di C/C e il pagamento del giro completo del pulmino anche per coloro che usufruiscono solo di andata o


MENSA E TRASPORTO

IL BILANCIO CONSUNTIVO 2008

(continua da pag.1) solo di ritorno? Come opposizione siamo ricorsi alla mozione di sfiducia verso il sindaco, situazione estrema e di disonore per un’amministrazione, con l’obiettivo di: 1. Chiamare in causa ogni membro di maggioranza per dire pubblicamente se stare dalla parte della poltrona oppure dei concittadini nell’ingiustizia subita. 2. Proporre una soluzione efficace per tutti. 3. Ricordare che la tassazione era contro i regolamenti comunali. Ecco l’esito: 1. Hanno scelto la poltrona. 2. Hanno rifiutato la nostra proposta di utilizzare l’avanzo di amministrazione. 3. Hanno presentato in Consiglio Comunale un nuovo regolamento mensa a maggio, cioè dopo 5 mesi dall’istituzione della nuova tassa. Dunque le opposizioni avevano ragione a chiedere la sfiducia per contraddizione con i regolamenti comunali. Ora, con questo regolamento i genitori possono aspettarsi qualsiasi cosa in qualsiasi momento. È vero che il sindaco può istituire tasse, anche ogni giorno: è una sua facoltà. Ma noi non ragioniamo così! A questa inconsistente amministrazione rimangono due cose possibili: 1. Altre tasse, tant’è che il sindaco ha dichiarato pubblicamente che appena potrà aumenterà Ici, Addizionale Irpef e quant’altro gli sarà possibile; 2. Un finanziamento prima delle elezioni comunali da parte di qualche politico d’alto rango pensando che solo così si possa convincere la gente di Cordignano. E allora ricomincerà il valzer delle salsicce, del salame e delle “ombre de vin” pensando che riempire la bocca delle persone impedisca loro di usare la testa. Mai nessuna amministrazione prima di questa si era permessa di istituire retroattivamente una tariffa peggiorativa! E il sindaco, la sera in cui ha ricevuto la fiducia dei suoi, ha detto: “se questa è una scelta impopolare, non preoccupatevi: ce ne saranno delle altre!” A Voi, Cordignanesi ogni valutazione: attuale e futura!

Una storia infinita Semplificando le cose, il bilancio consuntivo non è altro che la verifica delle entrate e delle uscite e indica se l’amministrazione ha raggiunto un risultato contabile di avanzo, di pareggio o di disavanzo. Se c’è un avanzo, cioè se le en-

trate sono superiori alle uscite, questo viene destinato a copertura di altre spese o investimenti. Nel bilancio consuntivo 2008 presentato dall’amministrazione comunale, ci sono importanti variazioni di spesa da evidenziare. Primo rilievo: quasi metà delle spese fisse è destinata alla copertura degli stipendi tra amministratori e personale, soprattutto personale dirigente, in aumento di 98.000 Euro rispetto al preventivo. Que-

sto è certamente frutto delle scelte politiche di questa amministrazione che ha perseguito una politica di avanzamenti di carriera e di compensi di responsabilità per pochi e di élite, bloccando di fatto la possibilità di spendere denaro, ad esempio per opere pubbliche. Secondo rilievo: aumento delle spese per liti ed arbitraggi. Solo per il 2008 la spesa è di oltre 22.000 Euro, con quelle degli anni precedenti si arriva a 69.000 Euro, con un trend in continua crescita di anno in anno. Di questo passo il bilancio sarà fatto di costi per il personale e spese per liti ed arbitraggi. Ma non doveva essere un’amministrazione attenta alle esigenze dei cittadini? Terzo rilievo: ricordate sicuramente il problema sorto ad inizio anno con le nuove tariffe mensa e trasporto scolastico. Uno dei punti cardine su cui l’amministrazione ha giustificato i nuovi aumenti era la mancanza di soldi in bilancio. Poi si scopre, a consuntivo, che a causa delle opere non più fatte, il bilancio ha un avanzo di circa 82.000 Euro. Il buon senso direbbe di evitare di imporre nuove tassazioni alle famiglie per andare a coprire le spese di mensa e trasporto, buchi tra l’altro creati dall’incapacità e dalla negligenza di questa amministrazione. Invece, come viene utilizzato l’avanzo? Viene usato distribuendolo per una serie di interventi vari senza una precisa idea programmatica. E’ forse questo il modo moderno di governare? Se è per mandare in rovina il comune, sì!

PERSO IL TERZO ASSESSORE TRE su SEI hanno lasciato Dopo Andrea Benedet e Mara Antoniazzi, il terzo assessore a salutare il Sindaco Campagna, è stato Guerrino Malagola, che esce di scena più o meno improvvisamente, più o meno sorridente, più o meno soddisfatto del suo lavoro. Per una lista di maggioranza che, a loro dire, avrebbe dovuto esser vincente non solo nelle urne ma, anche nella gestione operativa del Comune, è la “terza botta in tre anni !!”. Soprattutto perché se ne è andato un assessore che è stato un riferimento strategico e “il principale suggeritore” per il Sindaco, fin dalla fondazione della lista. Ma, anche Malagola ad un certo punto ha fatto i suoi conti, e ha scelto di an_

2

_

darsene anche dal ruolo di consigliere, portando con sé il suo piccolo bagaglio di mestiere. E così Campagna non avrà più, bene o male, neanche le sue indicazioni per affrontare le opposizioni nei dibattiti consiliari; ma, dovrà accontentarsi delle espressioni più o meno arrabattate, più o meno azzeccate, di assessori di …seconda scelta. Informiamo che la sua delega al trasporto scolastico non è stata più assegnata ad alcun assessore, perché a detta di Campagna “…Malagola aveva già portato a termine il suo compito” (??!). Ci sarà il quarto botto? O, dobbiamo aspettarci un gran botto….finale!


PIANO CASA Prime indicazioni dalla Legge Regionale La Legge Regionale n° 14/2009, detta semplicemente Piano Casa, prevede la possibilità di ampliare gli edifici residenziali e non residenziali. Bisognerà fare una DIA (Denuncia di Inizio Attività) entro il 12 luglio 2011. Tale ampliamento va ad aggiungersi, se si ritiene necessario, all’ampliamento residuo ancora consentito dal Piano Regolatore Comunale.

Vediamo brevemente come e chi potrà utilizzare tale Legge. E’ comunque bene verificare la propria situazione con un tecnico del settore o presso gli uffici tecnici comunali. Anche perchè l'amministrazione comunale non ha ancora deliberato nulla del piano casa. Lo dovrà comunque fare entro il trenta ottobre.

L’Ufficio Comunale di Edilizia Privata riceve i cittadini nei seguenti orari: Martedì Mercoledì Sabato

10.30 - 12.30 10.30 - 12.30 09.30 - 12.00

FIABEGGIANDO Divertirsi divertendo

PRIMA CASA ampliamento possibile

ristrutturazione o ricostruzione edifici ante 1989

come verrà fatto l'intervento

+ 20% Volume

+ 40% Volume se ricostruito con bioedilizia

+ 40% Volume con fotovoltaico di almeno 3KW

+ 50% Volume con bioedilizia e se riprogettato con architettura più pregevole

ampliamento in aderenza o su edifici limitrofi della stessa proprietà; se proprio non fosse possibile, anche su edificio staccato ma pertinenziale alla prima casa

benefici diretti

SOTTOTETTI

si rendono abitabili con altezza minima 1.60 m; altezza media 2.20 m e rapporto illuminotecnica di almeno 1/16

CONDOMINI

solo se l'ampliamento sarà approvato dal 100% dei proprietari

CASE A SCHIERA

solo se progettato in maniera uniforme per tutte le case a schiera anche se la realizzazione verrà fatta in tempi diversi

ridotto del 60% il contributo del costo di costruzione

EDIFICI DIVERSI DALLA PRIMA CASA edifici commerciali, industriali, turistico-ricettivi, direzionali,ecc

TEMPI PREVISTI

NON SI PUÒ TASSATIVAMENTE AMPLIARE/EDIFICARE

TETTOIE E PENSILINE PER PANNELLI SOLARI E FOTOVOLTAICI SINO A 6KW

+ 20% Superficie

il progetto dev’essere presentato entro l’11 luglio 2011; poi l’inizio lavori entro un anno, la fine lavori dopo tre anni dal loro inizio. - nei centri storici e Z.T.O di tipo A dell'attuale P.R.G.C.; - negli edifici storici con vincolo artistico/culturale/paesaggistico; - entro la fascia da 10 a 150 m dal Meschio, Carron, Obole, Insuga, Friga, ecc; - in zona di inedificabilità assoluta e per edifici già dichiarati abusivi. Si possono fare ovunque, ma non nel centro storico, perché essi non fanno volume né superficie coperta La massima superficie copribile è pari a 60 mq .

_

3

_

In questo mondo di fiabe… All’incirca sette anni fa, in occasione della festa di fine anno scolastico della scuola primaria di Ponte della Muda, un gruppo di genitori, desiderosi di partecipare attivamente alla vita scolastica dei propri figli, misero in scena “Biancaneve e i sette nani”. A questa seguirono “Il brutto anatroccolo” nel 2003 per poi arrivare al fortunato “Cappuccetto rosso in giro per il mondo” del 2004. La sintonia creatasi all’interno del gruppo, condita con l’amicizia e la voglia di divertirsi divertendo erano tali da far sì che, una volta cresciuti i figli, si formasse l’associazione teatrale Fiabeggiando.

Da allora ne hanno fatta di strada questi genitori, i quali, mantenendo inalterato lo spirito che generò la prima rappresentazione, continuano a far conoscere e ad apprezzare ai bambini, lo spettacolo teatrale. Fanno appassionare i bambini e non solo, con sano divertimento, musica e movimento, proprio al giorno d’oggi che, a farla da padrona, è la tecnologia. Inoltre, presso la biblioteca civica comunale, l’associazione riscopre la bellezza e l’importanza dei libri, proponendo letture animate pensate appositamente per i più piccoli, ma che riportano anche gli adulti in questo mondo di fiabe…


NOTIZIE IN BREVE MOZION E DI SFID UCIA AL PER LE T SINDAC ASSE SC O OLASTIC Capita ra HE ramente e solo se la ha emorr maggiora agie di c nza omponen pato in tu ti. Hanno tti i modi ra tt opp er convin siglieri. Le cere i loro difficoltà c o ninterne e rendere in rano tali certo l’esi d to a fino alla fi sindaco e ne: anche ra pronto il a votare a se stess per la fid o pur di ucia garantire nere in se i voti per lla. Roba ri mada barze to un gra llette! Ma nde dison cerore!

priire in 2009 c s u O I H va loro MESC lino dove logio di rna naro utoe Il gio n l’a on de c o c o t a ra mave eppur pag s , i s s ste lico. i gli ito? pubb è usc rna: pers n o n e é t Perch azione in un eg r ! g i s r i D con lavo i o a n i n t t queera adde dopo ebttopp a r le a n Sar Forse io” autun one? i z h a c s v sser “Me orti”! stra o dda dei m o n sta fre estate be “l’ IUBBL HE P C I L B PUB PERE AgoLEGA o di LE O E DALLA n ti n la ord AT dal vo ga N CIZZ e o L m a o i pp nd ubbliAppre 9 del gru ere p p o e 0 v 0 sto 2 ano le nuo n . g i te nuove d a r c Co indi e le o d s n s o e f on ci ma che in nte c n le sempli e g . e i r ina Questa bbliche co traord s u e p e opere ni ordinari zio nuten atelo! i Verif c

SISTEMA OFFENDERE: UNICO ! DI DIFESA RIMASTO ioranza non I membri della magg o Comunarispondono in Consigli i, Polo per no le ai quesiti posti da n sanno no Cordignano e UDC: cosa dire! ze pubbliAllora usano le adunan mpa per sta che istituzionali e la straziofru e compensare le propri lmente na rso ni ed offendere pe n apno i gh l'opposizione in luo propriati.

MULTE, M ULTE E… ANCORA MULTE!!! Hanno ord inato ai vig ili di multare il più possibile: più che raddoppia ti gli introit i n e lle casse comuna li! Non sape ndo gestir e diversamente, que sto è rimast o il modo più comod o per far e n trare denaro nelle casse comu nali!!!?

I” APERTI? “CANTIERIN n ancando co Stanno arr sa es m ro p era qualche op de nni fa: si ve a e tr ancora ivv a o nn a si st proprio che ! ni io ez el e ov cinando le nu m ca il e bb Questo sare e desiderava biamento ch nesi? no i Cordigna

FINALMENTE LIMITATO IL TRAFFICO PESANTE IN VIA BRANDOLINI Un comitato di cittadini, arrivando allo sfinimento, ha dovuto sensibilizzare la Provincia per far capire al sindaco che era necessario limitare il traffico pesante in via Brandolini. Meglio tardi che mai!

PISTA CICLOPEDONALE VIA ISONZO E PARCHEGGI L’abbiamo ideata e pubblicizzata molto noi, del Polo per Cordignano e UDC, in questi tre anni (Cfr. Occhio nel Paese N.10 – giugno 2007). Meno male che una volta ogni tanto ci ascoltano!

TE CHIUSURA TRAFFICO PESAN VIA COL DI LANA: stampa Promessa e pubblicizzata sulla sindaal ne azio dopo la nostra interrog virsura chiu una co di fatto è rimasta tuale! ne. E il disagio della popolazione rima

CHI AVEVA VINTO NE L 2006? Aveva vinto la coalizione Lega-Forza Italia, A lleanza Nazi onale. Cosa è rimasto ? Di fatto solo la Lega! Alle anza Nazionale estr omessa sub ito. E Forza Italia? Poco più di semp lici comparse!

IONE! i CordiA ILLUS U N E G senso de n IN o c il re europee di ave ga alle Pensano Le la é ignano perch ti a Cord o gnanesi v 0 0 ti2 ato 1 alle poli ha registr rispetto o n e a m ri h n0 in sostenito (ben 20 ro lo i lt no 8). M ra un co che 200 questo e e h n c o n to ma onia no testim nazionale a c to ti n li a o Qu a p locale!! senso all a quella testimote n lo e m o certa o? Tutt ir g in ’è c , alla po malessere comunali ti n e o d n BAR, n n e a dip e h VENDIT nia: dai oloro ch A ALIM VANDE a tutti c , amminie n ta io ENTI E s z e : AL V pola con qu IA LE B ro o E ZIONI! v la i LIBERA contatti d LIZZALa mag . e n io gioranz z stra a perme bar e e tte l’ape sercizi p rtura di er vend bevand ita di a e. Ma n li m enti e on si è tire gli permess esercen a d ROS i senti che l’attività PIERINA ! hanno già Questo non è favorire ma è d l’impren annegg SINDACO ditoria iarla: si za di c I Consiglieri del Polo per Cordignano svaluta hi l’ha la li o centtenuta rovina l’ e UDC sono: con fati econom ca e si ia dei lo di quell • ROS PIERINA (Capogruppo) cali esis i che ap tenti e riranno • MENEGON TIZIANA ture com in zone e Pinide già sallo e il c apoluog C.I.P. - Bruno De Pin o. Via Hermada, 24 - 31016 Cordignano (TV)

' RE DEL PALU DEPURATO Ep. to en nquinam Continua l'i um co e istrazion pure l'ammin e on zi fa is n sodd nale vanta co . i.. m le ob tutti i pr di aver risolto e i ch oc o negli Ancora fum so! na l puzza su

_

4

_

L'Occhio nel Paese, n. 15, ottobre 2009  

Pubblicazione di cultura, informazione ed opinione del Gruppo del Polo per Cordignano e UDC

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you