Issuu on Google+

Pag. 1/23


INDICE 1.

POLITICA PULITA ................................................................................... 3

a)

I nostri candidati .................................................................................................................... 3

b)

Impegni dei nostri candidati in caso di elezione ................................................. 3

2.

TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA DEL COMUNE ................ 4

a)

Partecipazione dei cittadini .............................................................................................. 4

b)

Trasparenza ............................................................................................................................... 4

c)

Servizi ai cittadini ................................................................................................................... 5

d)

Organizzazione del Comune ............................................................................................. 5

3.

IL BILANCIO DI VOLLA ........................................................................... 7

4.

ACQUA PUBBLICA ................................................................................... 8

5.

AMBIENTE E RIFIUTI .............................................................................. 9

a)

Ambiente...................................................................................................................................... 9

b)

Rifiuti ........................................................................................................................................... 11

6.

URBANISTICA E TERRITORIO ............................................................... 13

7.

ENERGIA............................................................................................... 15

8.

MOBILITA’ SOSTENIBILE ...................................................................... 16

9.

LAVORO, INNOVAZIONE, IMPRESA ....................................................... 17

10.

COMMERCIO ......................................................................................... 18

11.

CULTURA, TURISMO .............................................................................. 19

12.

SCUOLA ................................................................................................ 20

13.

SERVIZI PER I GIOVANI ....................................................................... 21

14.

SERVIZI PER ANZIANI E CATEGORIE DEBOLI ....................................... 22

15.

SICUREZZA ........................................................................................... 23

Pag. 2/23


1. POLITICA PULITA a) I nostri candidati o o o o

Sono tutti incensurati Non hanno tessere di partito Non hanno mai rivestito incarichi politici presso pubbliche amministrazioni Faranno massimo due mandati in politica in tutta la loro vita

b) Impegni dei nostri candidati in caso di elezione o o o o o o o

o o

Rendicontare pubblicamente l'uso di qualsiasi fondo pubblico avuto per svolgere l'incarico che ricoprono (es. spese d'ufficio, rimborsi spese ecc.) Devolvere qualsiasi compenso per la partecipazione alle sedute del consiglio comunale nelle disastrate casse Dedicare all'incarico il tempo necessario per essere presente con regolarità e svolgere bene il lavoro per cui si è stati eletti Rifiutare i doppi incarichi elettivi Consultare pubblicamente ogni 12 mesi i cittadini per chiedere se si sta operando bene e, in caso contrario, rimettere il mandato al giudizio dei cittadini Coinvolgere la cittadinanza su posizioni da prendere in Consiglio Comunale, per materie di grande interesse pubblico Adoperarsi per un taglio drastico dei compensi mensili per tutte le cariche politiche del Comune di Volla (ivi compresi sindaco ed assessori) e a vincolare i gettoni di presenza alla effettiva partecipazione dell’eletto Rivedere gli eventuali sperperi legati a compensi e consulenze di dirigenti comunali e consulenti esterni Attivarsi per evitare ogni forma di nepotismo

Pag. 3/23


2. TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA DEL COMUNE a) Partecipazione dei cittadini o

o o

Introduzione (previa modifica dello Statuto comunale) di referendum deliberativi senza quorum, per permettere ai cittadini di decidere direttamente su specifiche questioni, utilizzando Internet per renderli economicamente sostenibili; adozione del metodo del bilancio partecipativo, permettendo ai cittadini di scegliere tramite pubbliche consultazioni a quali servizi o progetti dedicare il 5% del bilancio comunale Elezione del difensore civico da parte di tutti i cittadini, con effettivi poteri di rappresentanza e sanzione dei comportamenti scorretti del Comune Istituzione nella sede del Municipio e in quella della Biblioteca comunale, di un punto di incontro e partecipazione dal basso, dove i cittadini possono trovare informazioni sui temi in discussione in Consiglio Comunale, partecipare ed essere consultati

b) Trasparenza o o

o

Trasparenza totale del bilancio e delle spese del Comune, permettendo di sapere effettivamente come vengono spesi i soldi dei cittadini fino all'ultima fattura Accesso informatico libero ai dati e agli atti dell'amministrazione comunale, utilizzando standard e formati aperti, e condividendo con licenze libere il codice del software realizzato per conto del Comune, le mappe, il materiale multimediale e altri prodotti intellettuali realizzati con i soldi dei cittadini Realizzazione di un notiziario/newsletter, soprattutto in formato elettronico, che permetta ai cittadini interessati di essere avvisati per tempo dell’attività comunale, delle discussioni in corso che riguardano la specifica zona in cui abitano, vivono, lavorano

Pag. 4/23


o

Trasmissione in diretta streaming, non solo del Consiglio Comunale ma di tutti gli incontri delle commissioni, con possibilità da parte dei consiglieri e del pubblico di registrare e trasmettere proprie riprese

c) Servizi ai cittadini o

o o o

o

o

Creazione di sportelli unici medici-finanziari-sociali-amministrativi, accessibili di persona, per telefono, via Skype e via web, che risolvano i problemi burocratici che subiscono i cittadini tutti i giorni Obbligo (effettivamente rispettato) per tutti gli uffici comunali di rispondere alle email e le istanze scritte dei cittadini entro tre giorni lavorativi Istituzione di numero verde o a tariffazione gratuita per tutti i servizi gestiti o appaltati dal Comune Controllo partecipativo della qualità dei servizi comunali tramite questionari di valutazione della soddisfazione dei cittadini (eventualmente online per ridurre i costi) Introduzione definitiva e generalizzata della carta d’identità elettronica per ridurre l’impegno burocratico dell'amministrazione, permettendone l'uso certificato per scaricare documentazione, inviare richieste, partecipare a consultazioni e referendum Permettere a ogni cittadino di registrare la propria e-mail presso il Comune (anche non certificata) per ricevere avvisi informali in tempo reale sul suo territorio (traffico, cantieri...), sui temi che gli interessano (discussioni, proposte di delibera...) e sulle pratiche che lo riguardano (multe, certificati, richieste di atti...)

d) Organizzazione del Comune o o

Blocco delle consulenze ovunque possibile e valorizzazione delle professionalità presenti nell'organico del Comune Investimento nella formazione continua e nella crescita professionale dei dipendenti del Comune

Pag. 5/23


o

o

Valutazione sistematica degli effettivi carichi di lavoro in ogni ufficio comunale, spostando le persone da dove non servono a dove servono, migliorando la produttivitĂ  interna Lotta all'eventuale assenteismo, con sanzioni, senza buonismi inappropriati

Pag. 6/23


3. IL BILANCIO DI VOLLA o

o

o

o o

o

o

o

o

Assolutamente vietato stipulare contratti derivati con le banche o rivedere, se esistenti, quelli in essere e simili, che generano facilmente cassa nell'immediato ma squilibri sulle generazioni future Richiesta di un intervento agli Enti superiori (Regione, Governo) con una legge speciale, per il debito di Volla come già avvenuto per altri Comuni altamente indebitati Maggiore trasparenza, facilitazione dell'accesso ai dettagli dei dati riportati sul bilancio e produzione di un documento di consuntivo che sia comprensibile a cittadini attivi interessati Rafforzamento di strumenti di meritocrazia e di premio alle buone prestazioni, per incentivare un costante miglioramento del servizio offerto ai cittadini Analisi delle partecipazioni detenute dal comune di Volla per verificare la possibilità di liberare risorse a parziale copertura dell'attuale costo dell'indebitamento e pertanto a diminuzione della rigidità strutturale da esso generata. Sono escluse le partecipazioni necessarie per garantire l'accesso di tutti i cittadini ai servizi e ai beni essenziali, quindi tutti i settori dei servizi pubblici per i quali una gestione concorrenziale nel libero mercato non garantirebbe la soddisfazione dei bisogni primari dei cittadini stessi Nel caso in cui si voglia vendere una partecipazione, privilegiare l'azionariato diffuso tra i cittadini vollesi rispetto alla privatizzazione con vendita a banche, investitori finanziari e grandi gruppi industriali Verifica dell’effettiva consistenza del patrimonio immobiliare detenuto dal Comune di Volla e successivo incanto di parte del patrimonio, privilegiando la vendita diretta agli inquilini occupanti, a prezzi calmierati e non di mercato Verifica degli introiti non dichiarati o comunque inadeguati in base al reddito (vedi paraboliche), attraverso il censimento delle abitazioni, in cambio di una semplificazione degli oneri burocratici per proprietari e affittuari ovunque possibile Riduzione dei costi informatici e telematici tramite l'utilizzo di software libero e di sistemi di telefonia via Internet negli uffici comunali (open Source – open Gov – open Docs)

Pag. 7/23


4. ACQUA PUBBLICA o

o

o

Tutela e sovranità pubblica del ciclo dell'acqua, facendo valere l'esito referendario evitando qualsiasi privatizzazione dell'acquedotto, (quindi assieme agli altri comuni interessati dal servizio) si proporrà la sostituzione della G.O.R.I. (Società privata) che attualmente gestisce il servizio idrico, con un ente speciale di diritto pubblico Quantitativo minimo di acqua gratuito garantito: 50 litri a persona al giorno, definizione di un sistema di tariffazione che penalizzi gli sprechi d'acqua; (1000 litri di acqua costano al comune 1 euro e (non come succede adesso ovvero in base al deficit della G.O.R.I. vengono stabilite le tariffe) Acqua pubblica certificata e monitorata: pubblicazione delle analisi mensili delle acque di falda e dei pozzi di captazione; la società che attualmente gestisce il controllo appartiene alla stessa G.O.R.I., quindi appare improbabile che essa possa fornire dati veritieri, visto che la G.O.R.I. ha solo l'intenzione di venderla ma non certo di controllarla

Pag. 8/23


5. AMBIENTE E RIFIUTI a) Ambiente o

o

o o

o

o

Istituire un registro tumori e di malattie epidemiologie, in accordo con le ASL, medici di base e l’I.S.D.E. (Medici per l’ambiente) visto le l’aumento di suddette patologie degli ultimi anni Monitoraggio continuo dell’aria con apposite centraline, in particolare i PM10 vedi riferimento direttive europee sull'inquinamento urbano 1999/30/EC e 96/62/EC sulle emissioni dei veicoli, ma anche i PM2,5 ed i PM1 (anche se comunque correlati al PM10 sono da considerarsi più pericolosi), gli Ossidi e i Monossidi di Carbonio, Monossidi di Azoto (Nox), i pcb (policlorbifenili) che i poco controllati Microinquinanti Organici (Diossina e Furani) Monitoraggio del terreno, sia dei metalli pesanti che dei microinquinanti organici Monitoraggio dell’acque da falde usate per irrigare i campi per coltivare, vista l’Ordinanza Sindacale del Comune limitrofo di Casalnuovo che vieta l’uso dei pozzi ai fini irrigui Monitoraggio delle acque potabili. Vista la sentenza del Tar Lazio che ha ordinato al Ministero della Salute di informare correttamente i cittadini circa l’inquinamento delle acque potabili. Poiché grazie all’iniziativa legale di un’associazione dei consumatori si è scoperto, attraverso una accurata relazione tecnica, la presenza oltre i limiti di legge – nelle acque potabili di alcune zone d’Italia – di sostanze pericolose per la salute umana Nello specifico si dovranno monitorare sostanze come: • ARSENICO: E’ inutile richiamare la pericolosità dell’arsenico nelle acque potabili, l’etica e il buon senso di qualsiasi esperto in tossicologia obbligherebbero ad imporre al legislatore livelli per questo metallo i più bassi possibili nelle acque potabili. L’esposizione prolungata all’arsenico presente nell’acqua potabile, anche in quantità piccolissime, può provocare diverse forme di tumore e in generale aumenta il rischio di morte. I tumori più frequenti associati al consumo di arsenico sono quelli che colpiscono fegato, problemi ai reni, cistifellea e pelle

Pag. 9/23


NICHEL: metallo altamente allergenico e che quindi non dovrebbe essere presente nelle acque potabili • CLORURI: causa di neoplasie di vari organi in parte dovuto all’effetto mutageno del cloro sulle cellule umane • TRIALOMETANI: nocivi per l’accrescimento fetale. Infatti, l’assunzione giornaliera (nel primo trimestre) dalle gestanti di acque potabili con concentrazioni di trialometani è causa di perdita di peso alla nascita del neonato, vedi relazione U.S.Navy (2008) • FLUORURI: la sua cancerogenicità è ormai provata e l’assunzione giornaliera di fluoro attraverso le acque potabili è la concausa nelle donne al di sopra degli anni cinquanta di osteoporosi • BERILLIO: Il berillio e i suoi sali sono sostanze tossiche e cancerogene (A1ACGIH) riconosciute • ALLUMINIO: Un’assunzione continuata di concentrazioni significative di alluminio può provocare seri effetti sulla salute, come: danneggiamento del sistema nervoso centrale, demenza, perdita della memoria, indebolimento, severo tremore, autismo Riduzione dell'inquinamento riducendo il traffico veicolare, incentivando l'uso delle biciclette e mezzi ecologici, incentivando l'abolizione degli impianti di riscaldamento obsoleti, con la possibilità di investire in una società compartecipata comunale per il teleriscaldamento ed il teleraffrescamento centralizzato, utilizzando sia il bio-gas da compostaggio anaerobico, derivante dalla frazione umida dei rifiuti e utilizzando sistemi geotermici per il teleraffrescamento Protezione, rivalutazione e riqualificazione di giardini e piazze alberate da ulteriori abbattimenti e cementificazioni Incentivazione di centri di educazione ambientale convenzionati con le scuole Incentivazione di "orti urbani con serre fotovoltaiche e sistemi idroponici e acquaponici organizzati e riconosciuti dal Comune, utilizzando fondi europei per i suddetti tipi di coltivazioni •

o

o o o

Pag. 10/23


o

o o

Riduzione dell'inquinamento elettromagnetico impedendo il proliferare selvaggio di antenne di comunicazione (telefonia) sui tetti delle case e riduzione del numero attuale di antenne predisposte, imponendo l'uso di un'unica antenna per tutti i gestori (non una antenna per singolo gestore) Lotta all'inquinamento luminoso evitando la diffusione dell'illuminazione pubblica e privata verso il cielo Lotta all'inquinamento acustico dei veicoli con una campagna di controlli specifici sulle emissioni acustiche delle automobili e delle motociclette e con adozione dove possibile di asfalto apposito

b) Rifiuti o o o o o o o

Adozione di politiche di prevenzione e riduzione dei rifiuti prodotti, con adesione alla Campagna Europea meno 100kg/abitante/anno Riduzione degli imballaggi mediante incentivazione della diffusione dei distributori automatici "alla spina" e dei negozi leggeri Incentivazione delle campagne di raccolta di indumenti e scarpe con la collaborazione di cooperative sociali serie Creazione di laboratori e incentivazione dell’artigianato locale per la riparazione ed il riuso Obbligo dell'utilizzo di stoviglie lavabili nelle scuole comunali riducendo drasticamente il monouso in plastica a favore del riciclabile Obbligo di mettere cestini di recupero carta nei punti di distribuzione per chiunque distribuisca giornali, volantini e materiali cartacei sul suolo pubblico Obbligo per tutti gli esercizi pubblici che distribuiscono cibo di strada di ridurre i rifiuti generati e favorirne il riciclo: fornire cestini differenziati per materiale, richiedere ai clienti di differenziare il rifiuto, evitare l'uso di imballaggi e supporti inutili, servirsi di materiale lavabile e riutilizzabile ovunque possibile, oppure utilizzare materiale biodegradabile o facilmente riciclabile

Pag. 11/23


o

o o

o

o o

o

o

Controllo della differenziazione dei rifiuti dei mercati, sensibilizzando i commercianti e facendo rispettare il vincolo a differenziare i rifiuti nella pulizia delle aree marcatali, in particolar modo per la frazione umida Attivazione di corsi al riciclo, al riuso e alla corretta differenziazione dei rifiuti mediante corsi nelle scuole e nei quartieri con dimostrazione pratica Estensione all'intero territorio cittadino della raccolta differenziata “porta a porta” con l'obiettivo di raggiungere almeno il 70% di raccolta differenziata a livello cittadino entro l'anno in corso passando l'attuale raccolta a cooperative di cittadini vollesi e non a società di altri paesi Aprire Isole Ecologiche, dove poter portare gli ingombranti, gli scarti edili e i rifiuti elettronici, con ritiro presso le abitazioni, qualora impossibilitati, su tutto il territorio comunale (numero verde per gli anziani, per il ritiro diretto a casa); introduzione di tessera magnetica per lo smaltimento nell’isola ecologica per la raccolta punti, ogni 500 punti si otterrebbe un ticket spendibile negli esercizi commerciali convenzionati con il Comune Raccolta degli oli domestici per ricavarne biodiesel da usare nei mezzi pubblici e comunali Adozione degli strumenti tecnici necessari al passaggio da tassa (TARSU) a tariffa puntuale (TIA), per poter pagare lo smaltimento dei rifiuti in proporzione alla quantità di rifiuto indifferenziato conferito, premiando chi genera meno rifiuti; Costruzione di impianti di trattamento freddo del rifiuto residuo (es. trattamenti meccanico biologici) in territorio vollese o contiguo, per trattare e differenziare anche i rifiuti non differenziati dai cittadini, con impianti che utilizzano sistemi di trito-vagliatura della plastica Costruzione di impianti di compostaggio aerobici o anaerobici, in grado di trattare la frazione umida ricavandone sia concime di prima qualità e/o biogas (metano) da utilizzare nel trasporto pubblico e mezzi comunali o per il teleriscaldamento centralizzato.

Pag. 12/23


6. URBANISTICA E TERRITORIO o o o

o

o

o

o

o

o

Rovesciamento delle priorità urbanistiche: prima i servizi ai cittadini e la qualità della vita, e non le esigenze dei costruttori e degli investitori immobiliari Stop al consumo del territorio e a ulteriori cementificazioni di massa Abbandono dell'idea che l'unica riqualificazione possibile per le aree in disuso sia costruirci sopra centri residenziali, ma valorizzare il tutto per servizi comuni (cinema, biblioteche, auditorium ecc) Riqualificazione delle principali reti stradali commerciali, Via Rossi, L Einaudi, D. Alighieri, Roma, Filichito, Sambuco, creando lungo i tratti, spazi per l'aggregazione giovanile, sedute coperte e con presenza di verde attrezzato Riqualificazione delle reti stradali periferiche, attraverso l'installazione di illuminazione pubblica e della segnaletica stradale, in quanto al momento è completamente priva Adozione di pratiche di urbanistica dal basso con la partecipazione dei cittadini, chiedendo innanzi tutto a loro quali sono le priorità e le esigenze urbanistiche del proprio quartiere, e poi vincolando a tali priorità le richieste degli attori privati, che attualmente dettano le scelte urbanistiche (costruttori, aziende, banche) Rivisitazione del P.U.C. già adottato. Adozione di nuovi indici urbanistici rimodulati eliminando gli aspetti speculativi sin ora ammessi, riducendo il numero di unità in base all’effettiva esigenza, alle caratteristiche territoriali ed al numero di abitanti Recupero e, ove possibile, implementazione delle volumetrie già esistenti, prediligendo lo sviluppo in altezza; senza oltrepassare limiti oltremodo impattanti per il territorio, incrementare le altezze, sia per i fabbricati esistenti, sia per quelli di nuova costruzione, significa ridurre il consumo di territorio; incentivare le aziende agricole o i singoli proprietari di terreni agricoli a non abbandonare il settore, anzi riproporlo come motore economico territoriale, sia con tradizionali tipi di coltivazioni, sia con nuove colture Riduzione obbligatoria del consumo energetico delle nuove costruzioni rendendo vincolante come valore minimo il raggiungimento della classe A di efficienza energetica

Pag. 13/23


o

o

o

o

Incentivazione per chi adotta ed istalla tecnologie tali da innovare gli edifici esistenti, con progetti di miglioramento tesi al raggiungimento della massima efficienza energetica Aumento della qualità delle aree verdi e di quelle pedonali; recupero di quelle esistenti in disuso (es. P.co Bolivar, aree di fronte al Centro “Le Ginestre”); creazione di piste ciclabili che colleghi queste isole pedonali; l'obiettivo è di fornire un centro pedonale a ogni quartiere, in cui attirare la vita sociale della zona; realizzazione di una piazza simbolo, di aggregazione per tutti i cittadini, al centro della città tra il Municipio e l’Ufficio Postale Recupero degli edifici pubblici e privati lasciati in stato di abbandono, destinandoli possibilmente a funzioni sociali, fino a che il proprietario non ne proponga e garantisca un uso adeguato Incentivazione all'utilizzo di materiale riciclato certificato nelle nuove costruzioni

Pag. 14/23


7. ENERGIA o o

o

o

o

Promuovere e incentivare l'autosufficienza energetica del parco edilizio esistente; Interventi strutturali per la diffusione delle fonti rinnovabili di energia; sviluppo e incentivazione del fotovoltaico, del micro eolico e di altre fonti energetiche rinnovabili quali il geotermico ed il solare termico, sia a diffusione che a concentrazione Incentivazione comunale alla riqualificazione energetica del patrimonio edilizio privato e alla certificazione energetica, riducendo gli oneri e le imposte comunali ai cittadini che dimostrano una riduzione efficace dei consumi energetici degli edifici, facilitando l’accesso al credito agevolato e contribuendo direttamente al costo della certificazione energetica Riduzione del 50% degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria per tutti gli edifici di nuova costruzione o ristrutturati che attraverso l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia e soluzioni costruttive tecnologicamente avanzate garantiscono bilanci energetici positivi (edifici ad energia positiva) Risparmio energetico nella pubblica illuminazione, adottando gruppi illuminanti a led di ultima generazione e dispositivi per la riduzione del livello di illuminazione in funzione della densità edilizia; istallazione di piccoli pannelli solari su ogni lampione per l’autosufficienza illuminante

Pag. 15/23


8. MOBILITA’ SOSTENIBILE o

o o

o o

Inserimento di almeno 2 navette elettriche, biodisel o metano, nel parco automezzi in dotazione al Comune, per svolgere il servizio di copertura di tutto il territorio comunale e collegarlo con le due stazioni della Circumvesuviana più vicine (Madonnelle – Volla/Casoria), soprattutto negli orari di maggiore afflusso (7:00 – 9:00; 12:00 – 14:00; 18:00 – 20:00) Trasporti pubblici puliti: potenziamento veicoli elettrici; adeguamento del parco veicoli esistenti a sistemi meno inquinanti o emissioni zero Sviluppo della rete ciclabile secondo standard di mobilita moderna, vedendo lo spostamento in bici come un trasporto e non come una gita di piacere, e garantendo dunque percorsi protetti, diretti, veloci e senza interruzioni e tortuosità su tutte le direttrici di scorrimento Abbattimento delle barriere architettoniche, ove possibile, per il corretto transito sulle piste (dehors, paletti, scalini, ecc) Istituzione di maggiori parcheggi nelle aree di grande afflusso centrali, in vicinanza o facenti parte dei plessi scolastici, con orari traslati, per diminuire gli ingorghi negli orari di entrata ed uscita degli alunni dalle scuole

Pag. 16/23


9. LAVORO, INNOVAZIONE, IMPRESA o o

o

o

o

o

Creazione di una banca dati dei disoccupati vollesi e pubblicizzazione, in modo da far incontrare domanda ed offerta sul territorio Le imprese che attingeranno forza lavoro dalla banca dati dei disoccupati, non pagheranno I.M.U. e T.A.R.S.U. per i primi 3 anni, il 50% per i 2 anni successivi, andando a regime il sesto anno, ma trovandosi con le aliquote ridotte grazie al piano ambientale sopra descritto Incentivare sempre con la suddetta ripartizione delle tasse comunali, l’insediamento di imprese che operino nell’ambito delle nuove tecnologie energetiche e ambientali, e di prodotti innovativi Lavori verdi: creazione di nuovi posti di lavoro grazie alla green economy (raccolta porta a porta, centri di trattamento di rifiuti a freddo, interventi di efficientamento energetico, teleriscaldamento e teleraffrescamento, etc.) Attirare l’interesse delle Università di Napoli, in particolare delle facoltà di Agraria ed Economia e Commercio, soprattutto in riferimento alla presenza sul territorio del C.A.A.N., per sviluppare sinergie in ambito agricolo e commercializzazione dei prodotti agricoli ed ittici, siano essi prodotti della tradizione o prodotti da nuove tecniche come quelli di derivazione idroponica ed acquaponica Servizio wi-fi (internet gratis per tutti) pubblico gratuito a bassa emissione, nelle piazze, nei principali luoghi pubblici e negli uffici comunali; Promozione del modello di condivisione dei dati e dei prodotti intellettuali; Piattaforma di crowdsourcing comunale (sito Web di committenza di lavoro professionale) per far incontrare le necessità delle imprese del territorio con l’offerta da parte di liberi professionisti, precari e partite IVA

Pag. 17/23


10. COMMERCIO o

o o

o

Creazione di un marchio Volla per le produzione locali artigianali e supportarli con iniziative fieristiche che con la creazione di un sito web apposito per la vendita virtuale che predilige la filiera corta Promozione di un'economia etica e solidale all'interno del territorio vollese con particolare attenzione alle realtà che perseguono la filiera corta Campagna di comunicazione a sostegno di prodotti stagionali offerti da produttori locali, prodotti tipici del territorio locale, prodotti sfusi (mercati aperti rionali), in cambio dell'offerta di questi prodotti a prezzi accessibili Incentivazione all’insediamento di aziende che operano nel settore biologico

Pag. 18/23


11. CULTURA, TURISMO o

o

o

Promozione del turismo vesuviano, in collaborazione con i comuni limitrofi, per la valorizzazione dei percorsi e la pubblicizzazione delle iniziative legate al Parco Nazionale del Vesuvio e delle Ville Vesuviane Incentivazione del turismo congressuale, premendo a che si recuperino quelle poche emergenze architettoniche presenti sul territorio, come la Villa De Carolis, trasformandola in un contenitore di iniziative culturali e per lo sviluppo del turismo sul territorio vesuviano, offrendo prodotti tipici locali a filiera corta Promozione di tutte le attivitĂ  culturali e turistiche legate al territorio sul sito Internet dedicato

Pag. 19/23


12. SCUOLA o o

o o o

Investimenti per almeno 1 asilo nido pubblico gratuito Avvio di laboratori di educazione alimentare aperti a bambini e genitori, promuovendo la partecipazione di entrambe le parti e per promuovere le produzioni locali di cibi sani coltivati sul proprio territorio Introduzione nelle scuole comunali del libro elettronico e massimo utilizzo delle nuove tecnologie, per ridurre il consumo di carta Libri di testo con contenuto immodificabile per 5 anni (come previsto dalla Legge 169/08 – impegno dell’editore a non variare i testi per 5 anni) Richiesta agli Enti superiori (Regione, Governo) di escludere dal patto di stabilità le spese comunali per la scuola primaria in modo da permettere al Comune di investire in questo settore senza eccessivi vincoli finanziari

Pag. 20/23


13. SERVIZI PER I GIOVANI o o

o o o o o o o

o o

o o

Ampliamento dei momenti destinati all'educazione civica nell'ambito scolastico di ogni ordine e grado e con attività concrete sul territorio di appartenenza Garanzia, tramite attività dentro e fuori le scuole, del fatto che i giovani ricevano una adeguata educazione su vari temi di rilevanza civile, come il rispetto dell'ambiente, la sana alimentazione, l'affettività Promozione del rapporto con le istituzioni e della partecipazione alla discussione politica educando i giovani a interessarsi della cosa pubblica Organizzazione a intervalli regolari di una consultazione generale dei giovani della città per chiedere a loro quali sono le esigenze, le necessità, le priorità Promozione di momenti e servizi di supporto all'orientamento scolastico, universitario e professionale Offerta di possibilità di formazione continua ai giovani in cerca di lavoro, che non riescono a trovarlo o che lo perdono Garanzia di una adeguata assistenza ai giovani precari e disoccupati in termini di accesso ai servizi comunali e alle relative opportunità di sostegno e riqualificazione Promozione del servizio civile europeo, nazionale e comunale Organizzazione sistematica di centri pubblici per i giovani, destinando locali comunali (es. locali in disuso, spazi delle scuole, della biblioteca) ad attività artistiche, musicali, creative e culturali dei giovani vollesi, dove proporre idee innovative, creare dibattiti, workshop ed esprimere le proprie abilità Promozione di gemellaggi, scambi giovanili e viaggi di studio comunitari ed extracomunitari Prevenzione dei rischi connessi al consumo di tabacco, droghe e alcool tramite attività scolastiche ed extrascolastiche di comunicazione e discussione tra pari e con esperti Realizzazione di punti informativi nei locali durante il fine settimana Realizzazione di sportelli d'ascolto in Municipio, per disagi di varia natura

Pag. 21/23


14. SERVIZI PER ANZIANI E CATEGORIE DEBOLI o

o

o o o

o o o

Potenziamento di una rete di centri diurni per anziani come luogo di socializzazione, di mantenimento delle autonomie e delle capacita funzionali, ma anche come servizio di sostituzione rispetto al carico di cura famigliare per gli anziani Ampliamento e organizzazione delle opportunità di volontariato civico per gli anziani in attività utili alla collettività, dalla sorveglianza del traffico davanti alle scuole alla manutenzione di spazi verdi e locali civici Realizzazione di opportunità di tutoraggio sociale degli anziani verso i giovani e gli adolescenti, con l'utilizzo di locali del Municipio Promozione di attività fisiche dolci per gli anziani negli impianti sportivi comunali Promozione di opportunità di formazione continua per gli anziani, compresa l'alfabetizzazione informatica e l'educazione all'uso delle nuove forme di partecipazione e di interazione con il Comune, contrastando l'analfabetismo di ritorno Nucleo specifico di pronto intervento di polizia urbana per gli impedimenti e gli abusi relativi alla mobilità dei disabili e delle altre categorie svantaggiate Rispetto degli obblighi di predisposizione di percorsi per ipovedenti e altri percorsi facilitati, ad esempio tramite percorsi tattili o marcati a infrarosso Controllo dell'effettiva accessibilità dei siti Web comunali secondo le leggi nazionali in materia

Pag. 22/23


15. SICUREZZA o o

o o o

Promozione di controlli più stretti sulla sicurezza del lavoro, in ogni settore, da parte delle autorità preposte Valorizzazione del tavolo di coordinamento sull’ordine pubblico (con forze dell’ordine e altre istituzioni) esaminando prontamente i problemi di sicurezza posti dai comitati di cittadini e garantendo risposta a tutte le segnalazioni; in particolare per l’acuirsi del fenomeno dei furti in ville ed appartamenti Maggiore presenza della Polizia Municipale in strada, a piedi, soprattutto nelle ore pomeridiane, per maggiore tutela degli esercizi commerciali Campagna di sensibilizzazione contro il fenomeno dell’usura e sostegno socioeconomico per chi denuncia fenomeni di estorsione Rimozione di qualsiasi utilizzo abusivo o non autorizzato, da parte di chiunque, degli spazi pubblici; maggiore controllo in concomitanza di mercatini rionali e la domenica fuori al cimitero

Pag. 23/23


Programma elettorale per il Comune di Volla