Issuu on Google+

PROGRAMMA ELETTORALE 2012/2017 Comune di Montalto di Castro

INDIRIZZI STRATEGICI DELL’AMMINISTRAZIONE LISTA CACI SINDACO

1


Il programma amministrativo proposto dalla Lista Caci Sindaco condensa i motivi ed i progetti realistici che, dopo un lungo periodo di immobilismo del Comune, possono proporre un rinnovato protagonismo della Municipalità, chiamata ad un impegno straordinario dalle evoluzioni sociali e dai tempi che viviamo. Le idee che abbiamo raccolto in questo progetto nascono da incontri collettivi e partecipati con i cittadini, ai quali è stato chiesto di esprimere apertamente le proprie necessità, nonché dall’azione di controllo svolta dai consiglieri della minoranza, che hanno individuato, nel corso della propria attività amministrativa, i problemi e le inefficienze dell’amministrazione uscente. Il gruppo che si è amalgamato al fianco del consigliere Caci ha voluto immaginare un nuovo aspetto per il comune di Montalto di Castro, cambiando anche le regole di approccio a questi momenti troppo spesso ritenuti soltanto dovuti: il programma elettorale è quasi sempre stato impostato come semplice supporto obbligatorio al momento del deposito della lista - utilizzando magari documenti datati - anziché come un vero e proprio progetto esecutivo dapprima predisposto, poi confrontato, infine implementato. Riteniamo pertanto che questo documento obbligatorio rappresenta il progetto che intendiamo proporre e la traccia sulla quale i cittadini possono sentirsi protagonisti in prima persona del processo democratico attraverso cui cresce la consapevolezza di una cittadinanza attiva. Per tale motivo vogliamo chiamarlo in un modo meno banale di quanto normalmente avviene, evidenziando i suoi contenuti che rappresentano appunto gli INDIRIZZI STRATEGICI che l’amministrazione guidata da Sergio Caci adotterà nella propria gestione, la linea guida ed il tracciato lungo cui si muoveranno il governo di Montalto di Castro ed il suo sistema territoriale nei prossimi 5 anni. Rifacendoci ai principi di sviluppo, trasparenza e legalità, che rappresentano i pilastri di riferimento su cui è iniziata la proposta amministrativa per costruire il nostro futuro, ci proponiamo con questo programma - a tutti i nostri concittadini di Montalto e Pescia Romana con l’ambizione di coinvolgere e condividere le nostre aspettative. Siamo convinti che si possa davvero determinare il progresso e la crescita economica senza che esse diventino un costo per le future generazioni. Riteniamo doveroso impegnarci al massimo per dimostrare nei fatti una precisa coerenza programmatica e gestionale, con una diversità di stile e di contenuti, dando esempio di massima trasparenza già nel corso dei nostri appuntamenti preelettorali. Una trasparenza fin d’ora agevolmente rinvenibile, pertanto, nei comportamenti e nei programmi illustrati e discussi pubblicamente. La stessa trasparenza che caratterizzerà l’amministrazione, impegnata fin dalla sua proposizione ad una continua informazione di tutti i cittadini. Gli indirizzi strategici si sono gradualmente concretizzati partendo dall’analisi dei punti critici ed individuando elementi di forza nelle eccellenze che caratterizzano il nostro territorio. Le direttrici sulle quali l’amministrazione Caci si propone di operare sono: 1. 2. 3. 4. 5.

Valorizzazione del territorio e Piano Regolatore Generale Politiche sociali Turismo e agricoltura Bilancio e programmazione Litorale di Montalto di Castro e Pescia Romana

2


Indirizzo strategico n. 1 - Valorizzazione del territorio e Piano Regolatore Generale

Lo sviluppo immaginato comporta una revisione generale dello strumento urbanistico per progettare nuovamente il territorio comunale all’insegna di un contesto adeguato allo sviluppo socioeconomico in termini di crescita sostenibile. Le proposte ricevute dai cittadini si poggiano su due cardini fondamentali: rispetto del territorio e sviluppo economico. Sulla base di questa considerazione riteniamo che sia necessario, urgente e non più rimandabile la riqualificazione dei centri abitati: trasformare i centri storici di Montalto e Pescia Romana in poli di attrazione turistica in grado di coordinarsi con l’attività agricola, stimolando lo sviluppo economico e l’ aggregazione sociale. Il patrimonio storico del nostro territorio comunale, eccessivamente trascurato nei passati decenni, ha necessità di essere portato alla luce e valorizzato in quanto rappresenta una delle più significative realtà da cui ripartire. I nostri centri storici devono ritornare ad essere poli di attrazione per investimenti nel settore turistico. Attraverso la revisione del Piano Regolatore Generale e del regolamento edilizio saranno messe in campo misure di contrasto al depauperamento del patrimonio storicoabitativo, prevedendone una più attenta applicazione soprattutto nella fase istruttoria. Nello stesso tempo la programmazione e lo sviluppo del territorio saranno armonizzati con le iniziative di sviluppo economico previste negli altri indirizzi di amministrazione. In questa prospettiva siamo convinti che la crescita delle attività artigianali e commerciali possa essere sostenuta anche con agevolazioni fiscali ed economiche che permettano la nascita di nuove attività e la crescita di quelle già esistenti. 3


Attraverso l’intervento di riqualificazione urbanistica sarà individuata un’area fruibile per tutta la cittadinanza che potrà diventare il cuore sociale e relazionale del paese; uno spazio utile anche allo svolgimento delle manifestazioni e delle feste tradizionali. Oltre alle piazze del centro storico, destinate alle iniziative di maggiore caratura culturale, la piazza Carlo Alberto dalla Chiesa ed i giardini pubblici del Parco della Rimembranza costituiranno le due realtà del fulcro sociale all’esterno del centro storico. Nell’abitato di Pescia Romana la stessa funzione sarà assolta dal Borgo Vecchio e dal Parco pubblico del Borgo nuovo, dopo il recupero necessario a causa dell’attuale stato.

All’interno del piano di recupero sarà data razionalizzazione alle condizioni strutturali in cui versano le grandi opere - in particolare il Teatro comunale, il complesso Regina Pacis, il Bocciodromo, il Complesso Monumentale di San Sisto, la chiesa abbandonata di Santa Lucia e il suo contesto - ripensandone la funzione sociale che sarà regolamentata adottando adeguate misure tecnico-amministrative per la loro fruizione pubblica. Queste opere strategiche dovranno trovare un’idonea collocazione sociale che ne accentui la ricaduta sulla cittadinanza; a titolo di esempio è opportuno restituire al Complesso S. Sisto la funzione originaria di centro culturale/museale, riservando altre strutture comunali per le manifestazioni ricreative o di natura settoriale. Una seconda ricognizione sarà effettuata sullo stato della rete stradale comunale, anche in previsione della progettata autostrada, individuando gli interventi mitigatori che riducano al massimo i disagi per la popolazione e che saranno oggetto dei primi atti dell’amministrazione nei confronti della Società Autostrada Tirrenica, come ad esempio la richiesta di mantenimento degli attuali cavalcavia sulla via Aurelia ed il recupero del tratto stradale interregionale denominato ‘I Corridoi’. 4


Nella fase esecutiva si procederà agli interventi più urgenti con lo scopo di evitare situazioni di pericolo per l’incolumità pubblica. Per quest’ultimo aspetto si sottolinea la necessità di realizzare la rotatoria sulla Castrense in prossimità del Parco della Rimembranza, individuare la viabilità alternativa per il transito dei mezzi agricoli nelle zone ad elevata attività produttiva e realizzare un marciapiede per il collegamento del centro urbano con il complesso socio – sanitario di Villa Ilvana. La revisione del nuovo Piano Regolatore Generale e del Piano Campeggi saranno discussi con la cittadinanza ed elaborati, prioritariamente, con la collaborazione delle professionalità locali disponibili. In tale contesto potrà essere affrontata e risolta l’annosa vicenda delle concessioni edilizie annullate. La rielaborazione del regolamento edilizio conterrà misure per incentivare il risparmio energetico negli insediamenti abitativi e produttivi, proponendo una strategia coordinata che vedrà il Comune quale primo protagonista e promotore di interventi per il risparmio energetico, utilizzando tutte le superfici degli immobili comunali (scuole, centro sportivo, edifici comunali, ecc.). Analoga attenzione verrà posta per verificare l’effettivo abbattimento delle barriere architettoniche e per sostenere le iniziative private in tal senso. In questo ambito sono strategici i seguenti interventi: - Recupero dei due Borghi del centro storico di Pescia - Realizzazione Cimitero a Pescia Romana - Pianificazione annuale delle manifestazioni - Sostegno e coordinamento delle manifestazioni culturali e ricreative - Valorizzazione aree di fruizione pubblica (piazza Carlo Alberto dalla Chiesa ed i giardini pubblici del Parco della Rimembranza, Borgo Vecchio e Parco pubblico del Borgo nuovo per Pescia) - Individuazione spazi ricreativi per giovani (bocciodromo e centri sportivi esistenti) - Recupero Complesso monumentale S. Sisto quale centro culturale/museale - Marciapiede di collegamento del centro urbano a Villa Ilvana - Mitigazione impatti del tracciato autostradale in progetto - Realizzazione rotatoria sulla Castrense in prossimità del Parco della Rimembranza - Installazione impianti fotovoltaici sugli edifici comunali - Piano di manutenzione e adeguamento degli arredi urbani - Concertazione con gli enti istituzionali per la realizzazione del Porto Turistico - Riqualificazione del lungomare Harmine - Riqualificazione del litorale di Pescia Romana 5


Indirizzo strategico n. 2 – Politiche sociali, sostegno alla persona e alla famiglia

Il piano di politica sociale intende affrontare i problemi di più evidente impatto individuale e collettivo, coordinando le iniziative in modo organico ed efficiente. A tale scopo l’amministrazione si relazionerà con una struttura tecnica di supporto: il nucleo operativo per le politiche sociali e l’educazione. Questo organismo, espressione e rappresentanza delle realtà esistenti sul territorio, sarà integrato dalle figure professionali operative (medico, psicologo, rappresentanti del corpo docente, genitori, associazioni, ecc.) ed andrà a definire le scelte per favorire i servizi essenziali alle persone, promuovendo anche iniziative di sensibilizzazione sull’argomento della disabilità e delle malattie invalidanti. Dal ‘nucleo operativo’ saranno proposti ad esempio servizi di consulenza e corsi di formazione, in collaborazione con le scuole e con gli enti territoriali preposti, sulle materie di maggiore interesse per la comunità locale (tossicodipendenza, alcolismo, educazione sanitaria, educazione alla legalità ecc.) come anche le iniziative di prevenzione ed assistenza a favore delle persone anziane. Le iniziative sul fronte della cultura saranno realizzate attraverso un maggiore coinvolgimento e coordinamento delle realtà associative ed in particolare con il rafforzamento e la responsabilizzazione della Proloco. Sul fronte delle iniziative l’amministrazione cercherà di massimizzare le risorse finanziarie disponibili ritenendo tale settore un investimento per la crescita delle persone: appuntamenti periodici di cineforum, letteratura, arte e musica, attività sportiva e ricreativa di tipo amatoriale dovranno trovare collocamento nel calendario annuo, con l’inserimento di iniziative ‘forti’ che potranno essere fruite anche dai turisti o diventare esse stesse occasione di catalizzare ospiti sul nostro territorio. Nell’ambito dello sport la lista Caci Sindaco ritiene strategico il potenziamento delle infrastrutture disponibili, programmando investimenti adeguati e dando priorità al palazzetto dello sport, al campo sportivo delle scuole medie di Montalto di Castro ed al campo sportivo di Pescia Romana, anche con il fine di limitare il fenomeno dell’emigrazione pendolare nei centri limitrofi alla ricerca di attività per il tempo libero. E’ prevista per i cittadini minorenni la possibilità di praticare attività sportiva a costo sociale. 6


In merito alle iniziative si ritiene opportuno qualificare la tradizionale Maratonina con l’introduzione di pacchetti che possano ampliare i servizi (ospitalità, servizi igienici, ristorazione, ecc.); allo stesso tempo saranno proposte con cadenza regolare analoghe manifestazioni a mare nel periodo estivo (gare di fondo nautico, crociere dei diportisti, immersioni guidate, crociere veliche, ecc.). Un ulteriore obiettivo strategico che la lista Caci Sindaco individua tra i servizi alla persona ed alla famiglia si richiama la Banca del tempo, intendendo con tale denominazione una struttura agile del volontariato, capace di rendere disponibili alla comunità locale le energie personali disponibili e le capacità collettive in grado di condividere un progetto tra persone che vivono nello stesso territorio. Questo ambito vedrà coinvolte in modo particolare le persone anziane che, ancor prima di richiedere una struttura di servizio sanitario, potranno mettere a disposizione degli altri il proprio tempo, ricco di esperienze e competenze e rappresentando quel ‘trapasso delle conoscenze’ che ha caratterizzato l’educazione delle nuove generazioni ancor prima dell’avvento dell’informatica. Su questo presupposto è prevista la realizzazione di una Università Popolare di tutte le età che potrà rappresentare il momento di approfondimento culturale tra generazioni differenti e mettere in atto l’educazione permanente lungo tutto l’arco della vita (lifelong learning) proponendo alfabetizzazioni tecnologiche e linguistiche fino alla conoscenza del patrimonio storico ed artistico presente sul territorio. Valorizzando le professionalità che hanno completato il proprio percorso lavorativo questa struttura può diventare opportunità di crescita culturale in ambiti specifici di interesse (ad esempio archeologia, arredamento, abilità manuali, cucina, fotografia, giardinaggio, lingue straniere, yoga, ecc.) e rappresentare un concreto supporto per le etnie estere. Gli immigrati che si troveranno a convivere sul nostro territorio potranno infatti trovare tramite essa un’integrazione reale, definita non solo da una opportunità occupazionale, ma anche da un inserimento nei contesti sociali extra lavorativi. Per rendere i cittadini coinvolti nella gestione amministrativa, come viene definito nel motto della Lista Caci, saranno costituite le consulte di settore (ad esempio professionisti, artigiani, commercianti, volontariato, giovani, ecc.) per individuare immediatamente gli interlocutori delle realtà locali acquisendo in tempi rapidi le proposte ed i contributi volti a migliorare il tessuto delle relazioni tra istituzione rappresentativa e territorio. I consigli comunali saranno convocati in orario idoneo a consentire la maggior partecipazione possibile e l’ordine del giorno sarà pubblicizzato sulle bacheche esistenti e tramite il sito internet istituzionale. Le seduce consiliari consiglio saranno inoltre videoregistrate e trasmesse on-line attraverso il sito Web dell’Ente in modo da consentire la partecipazione anche senza la presenza fisica in aula. Come più ampliamente descritto nel capitolo del bilancio, una versione semplificata dello strumento di programmazione – il bilancio del cittadino – sarà inviata a tutte le famiglie in modo da conoscere nel dettaglio quante sono e da dove provengono le risorse a disposizione dell’amministrazione, come è stata prevista la spesa e quale ne è l’entità. La partecipazione dei giovani sarà stimolata dalla nomina di un consiglio comunale dei giovani - nel quale saranno presenti su base elettiva giovani tra i 15 e i 25 anni. Il suo scopo sarà quello di promuovere la partecipazione dei giovani alla vita sociale, politica e culturale del paese, per favorire la libera espressione del loro punto di vista su tutte le questioni che riguardano il territorio comunale, con particolare attenzione a quelle di interesse giovanile. Le delibere di tale organismo saranno discusse come indirizzo propositivo dal consiglio comunale immediatamente successivo. Relativamente alle esigenze delle fasce giovanili e per quelle della terza età, l’amministrazione provvederà, anche attraverso il piano di recupero delle strutture comunali, ad individuare aree e immobili per consentire occasione di aggregazione e per realizzare specifiche iniziative per la crescita individuale.

7


Sul fronte del settore medico/sanitario infine, l’indirizzo strategico individuato è quello di migliorare i servizi attuali e ampliarne la ricaduta sulla cittadinanza, realizzando ad esempio un presidio permanente di guardia medica su Pescia Romana. Considerando la superficie comunale e la popolazione diffusa sul territorio si rende necessario ottimizzare il servizio pubblico di collegamento con il capoluogo per visite mediche, farmacia, ecc. e con i presidi limitrofi per gli interventi specialistici o per le dialisi o le degenze di maggior durata temporale. I punti strategici individuati sono i seguenti: - prevenzione e assistenza a favore delle persone anziane - attivazione servizio dialisi presso Villa Ilvana - attivazione presidio sanitario permanente a Pescia Romana - Completamento procedure per la realizzazione dell’Ospedale di prossimità (24-48 ore) - Organizzazione di una struttura agile del volontariato: Banca del Tempo - Promozione delle consulte di settore (ad esempio, professionisti, artigiani, commercianti, volontariato, giovani, ecc.) per dialogare efficacemente con tutte le realtà locali - Promozione della partecipazione, soprattutto dei giovani, alle attività del territorio - Istituzione Università popolare per tutte le età - Aumento dei posti all’asilo nido - Aumento degli orari di apertura della ludoteca - Creazione di una ludoteca all’aperto - Realizzazione maneggio per ippoterapia - Attivazione iniziative per l’integrazione delle persone portanti disabilità quali la produzione ortofrutticola e floricola in serra, le arti motorie ed espressive, le abilità manuali - Tariffe agevolate per i cittadini per le attività sportive e ricreative - Creazione della biblioteca a Pescia Romana - Ampliamento degli orari di apertura della biblioteca comunale - Istituzione di un premio letterario - Ripristino della Banda Musicale comunale - Sostegno alle iniziative provenienti dalla popolazione ed in particolare dai gruppi spontanei di quartiere (contrade) con riattivazione del Carnevale e del Palio equestre di Pescia

8


Indirizzo strategico n. 3 – Sviluppo turistico e agricoltura Il Turismo rappresenta la potenzialità di sviluppo economico più forte del nostro territorio. Solo grazie al coinvolgimento ed alla partecipazione dei cittadini e degli operatori turistici abbiamo potuto evidenziare le carenze, individuare i problemi ed infine trovare le soluzioni per poter usufruire a pieno di questa grande fortuna.

La valorizzazione della risorsa ‘mare’ parte innanzitutto dalla qualificazione dell’ospitalità oggi presente sul nostro comune. Un secondo aspetto strettamente collegato al precedente riguarda i problemi di viabilità e parcheggio nei mesi estivi mentre la terza componente è la necessità di prolungare la stagione estiva diversificando l’offerta turistica con ulteriori componenti che non siamo esclusivamente subordinati alle condizioni stagionali. In tal senso è intenzione dell’amministrazione sostenere e potenziare le attività di pescaturismo e l'ittiturismo di cui si parlerà dettagliatamente nel capitolo ‘Litorale’. La possibilità di realizzare quanto sopra prevede la riqualificazione di specifici ambiti escursionistici a partire dal Fiume Fiora e dal Tombolo di Pescia Romana. In tale ottica può diventare strategica una pista ciclabile che attraversa tutto il litorale, si collega alla frazione e raggiunge il Centro Storico di Montalto di Castro. Su fronte delle iniziative finalizzate al turismo in genere saranno valorizzati e coordinati gli eventi che in ogni caso hanno rilevanza per l’attività e l’immagine della comunità locale. Grazie alla presenza del nuovo teatro si apre uno scenario nuovo per il nostro paese: il turismo congressuale e culturale potrà avvalersi delle varie tipologie di strutture ricettive tra Montalto e Pescia Romana che lavoreranno a stretto contatto con le agenzie dalle quali sono collegate, ampliando pertanto la propria attività alle altre stagioni. Accanto alle forme tradizionali di turismo particolare attenzione viene riservata al turismo sportivo quale settore sicuramente in forte crescita. Le attività che rientrano in questo fenomeno sono numerose e nel nostro comune possono svilupparsi durante tutto l'arco dell'anno, considerando la presenza di molti luoghi idonei: il Parco di Vulci, il fiume Flora, il mare, la spiaggia lungo il litorale, il centro storico di Montalto di Castro ed il complesso Palazzetto dello Sport.

9


Anche il turismo enogastronomico sta diventando un fenomeno di massa e di successo, riscuotendo sempre maggiori consensi ed attenzioni da parte di un pubblico qualificato. Le statistiche di partecipazioni a saloni, workshop, borse e fiere che hanno aderito a questo filone dimostrano l’interesse crescente verso il settore. A nostro favore gioca la possibilità di disporre di prodotti alimentari considerati eccellenze e di conservare nella nostra cultura e tradizione preparazioni culinarie che caratterizzano ormai a livello internazionale le fragranze, gli odori ed i sapori della Tuscia e della Maremma Laziale. A Montalto di Castro e Pescia Romana abbiamo la possibilità di sviluppare questa tipologia di turismo vista la grande crescita numerica di strutture agrituristiche e considerando la presenza delle DOP Canino e Tuscia per l'olio extravergine di oliva e la certificazione del melone e dell'asparago, prodotti con i quali si può certamente entrare in sinergia con i comuni limitrofi (Capalbio, Canino e Tarquinia). Un capitolo a se stante merita il sistema delle risorse naturalistico - paesistiche e storicoarcheologiche della cultura etrusca, con riferimento al Parco naturalistico e Archeologico di Vulci.

Rappresentando la risorsa culturale di maggior prestigio per il nostro comune, attorno al Parco di Vulci saranno attivate tutte le iniziative di valorizzazione previste dalla Regione Lazio con il programma comunitario Por Fesr 2007-2013 e con il successivo periodo di programmazione. L’amministrazione individuerà e selezionerà inoltre eventuali soggetti privati interessati a partnership per attivare congiuntamente iniziative di valorizzazione. Il Parco può rappresentare una concreta opportunità di sviluppo, soprattutto considerando la sua attitudine ad integrare l’offerta turistica nel periodo autunno-invernale. A tal fine l’amministrazione metterà in atto tutte le proprie energie per rendere la società Mastarna lo strumento tecnico di gestione capace di catalizzare le risorse, di interagire con i tour operators e di garantire il regolare funzionamento della struttura. L’amministrazione infine si farà carico di raccordare tutte le iniziative promozionali mettendo particolare attenzione al circuito croceristico del Porto di Civitavecchia e stringendo specifiche convenzioni con l’Autorità Portuale sia sul fronte delle opportunità offerte dal nostro territorio (prodotti primari, gastronomia, ricettività, ecc.) che per prestazioni (servizi alla persona, trasporti, ecc.). 10


L’economia agricola è il secondo elemento caratterizzante il nostro territorio: va pertanto incentivata sostenendo innanzitutto gli operatori con servizi comunali più facilmente accessibili ed efficienti, agevolando le pratiche di fida pascolo, la lotta al randagismo, la riqualificazione delle strade interpoderali, la pulitura dei canali ed il controllo degli animali selvatici. Vanno inoltre coordinati e strutturati i progetti di tipizzazione delle produzioni locali in modo da aumentare la conoscenza sui mercati delle nostre produzioni di eccellenza e determinarne pertanto una domanda più elevata. La forte presenza di ospiti nel periodo estivo suggerisce inoltre la creazione di mercati a chilometro zero, nei quali il consumatore potrà trovare l’offerta delle nostre produzioni vegetali e zootecniche più tipiche, comprendendo anche i prodotti trasformati (ortofrutticoli, formaggi, ecc.). A supporto di questo comparto è prevista la realizzazione di un Farmers Market che rappresenti la complementarietà commerciale alle strutture aggregate già operanti sul territorio. La collocazione di una struttura di questo tipo in una posizione fortemente strategica come potrebbe essere uno svincolo della nuova autostrada rappresenta una concreta possibilità di successo. A supporto di questo comparto si interverrà anche con azioni di formazione inserendo all’interno degli istituti secondari superiori esistenti anche una scuola ad indirizzo agrario. I punti strategici individuati sono i seguenti: - Creazione di un’agenzia comunale di consulenza, a favore degli esercizi privati, per la promozione dei propri prodotti. - Creazione di un tavolo di lavoro permanente con i commercianti per definire e gestire le manifestazioni - Promozione, a cura del comune, del territorio e dei suoi prodotti nelle principali manifestazioni turistiche nazionali e non - Ottenimento del marchio di Comune Turistico. - Ridefinizione del regolamento inerente le “attività notturne” alle marine. - Sostegno al turismo enogastronomico - Sostegno al turismo equestre - sostegno alle produzioni tipiche e alla loro valorizzazione - individuazione opportunità di impianti di trasformazione presso la zona industriale - attivazione filiera corta: farmers market - verifica opportunità di inserimento di un istituto secondario ad indirizzo agrario

11


Indirizzo strategico n. 4 – Bilancio, programmazione e sicurezza Questo capitolo rappresenta la filosofia dell’amministrazione e vuole definire lo stile con il quale la Lista Caci Sindaco vuole proporsi alla cittadinanza. Il motto ‘vogliamo coinvolgenti’ caratterizzerà innanzitutto l’attività del Consiglio comunale, organo istituzionale di raccordo e di controllo tra i cittadini e gli amministratori. Ai Consigli comunali dovrà quindi essere data la massima pubblicità e dovranno essere tenuti in orari che consentano la più larga partecipazione di pubblico. Considerato poi il fatto che il territorio comunale comprende i centri di Montalto e Pescia, i consigli comunali si svolgeranno nell'una o nell'altra località a seconda degli argomenti da trattare.

L’attività amministrativa sarà rafforzata sia attraverso il potenziamento degli uffici che attraverso il servizio informatico per la Delegazione comunale di Pescia Romana. E’ prevista l’istituzione di un Ufficio Relazioni con il Pubblico – URP - che consente di assolvere alle esigenze primarie dei cittadini, in modo da evitare affollamenti negli uffici comunali. Detto ufficio sarà contattabile anche via internet per l’immediata soluzione delle problematiche più elementari. Il Sindaco inoltre, in attuazione del principio della trasparenza e del coinvolgimento nell'attività amministrativa dell'Ente, garantirà una presenza periodica a Pescia Romana al fine di recepire le istanze dei cittadini e rispondere in prima persona su problematiche di stretta attualità. Un ambito nuovo e delicato che viene affidato al governo locale è quello dei tributi decentrati. La grave crisi finanziaria che sta sconvolgendo il mondo a livello planetario, se da una parte obbliga tutti ad assumersi le proprie responsabilità in termini di austerità e limitazione delle spese, dall'altra può costituire una opportunità per una più equa e razionale redistribuzione della ricchezza prodotta a livello locale. Il nostro Comune, rispetto alla stragrande maggioranza dei Comuni italiani, ha un budget di tutto rispetto che può permettere di affrontare la crisi senza eccessivi oneri per le tasche dei 12


cittadini, attraverso l'adozione di una seria ed attenta programmazione delle entrate e delle spese. Per quanto concerne il settore dei tributi, contributi, imposte e tasse comunali, occorre verificare l'esatta applicazione degli stessi in modo da individuare le possibilità di ridurre l'incidenza a carico dei cittadini, laddove possibile, sia attraverso una migliore razionalizzazione dei servizi che attraverso la riduzione dei costi. L’ammontare dell’imposta comunale versata dall’Enel (ICI fino al 2011, ora IMU), costituisce, a nostro giudizio, una risorsa importante che, se correttamente impiegata, può consentire - la completa eliminazione del balzello dell'addizionale comunale all'Irpef, indipendentemente dal limite di reddito - l'esenzione dell'ICI ( IMU ) sulla casa adibita ad abitazione principale, attraverso l'applicazione di una detrazione pari all'imposta dovuta - la revisione al ribasso delle tariffe dell'acquedotto e dell'immissione in fognatura e depurazione. Sono tutte problematiche legate alla situazione di bilancio che troveremo: sicuramente un’attenta amministrazione può, nell'arco della legislatura, diminuire anche in maniera sensibile la pressione fiscale a carico delle famiglie e, soprattutto, garantire servizi più efficienti per la comunità, attraverso azioni di razionalizzazione e di trasparenza delle spese. Relativamente al governo del territorio, la nuova amministrazione deve raccogliere e vincere la sfida di coniugare sviluppo sostenibile e esigenze di tutela ambientale. In tal senso riteniamo che il comune di Montalto debba attuare una raccolta di rifiuti innovativa rispetto a quella attuale, in sintonia con la certificazione Emas - che purtroppo non ha generato quell’impulso che potrebbe invece produrre - come anche l’ attuazione di un Piano Energetico Comunale, per promuovere l’ uso di fonti rinnovabili. La situazione logistica del nostro comune ed i recenti investimenti produttivi hanno evidenziato la necessità di un maggior controllo del territorio per garantire la sicurezza dei cittadini. A tal fine è previsto il rafforzamento del Corpo di Polizia Locale mediante la creazione di un presidio nella frazione di Pescia Romana. Allo stesso tempo il comune si farà carico di regolamentare che l’avvio dei lavori per le grandi opere (autostrada tirrenica, porto, fonti energetiche, ecc.) abbia una concreta ricaduta occupazionale sul territorio e coinvolga le realtà industriali, artigianali e commerciali esistenti. I punti strategici sono così individuati: - Concertazione del bilancio con le organizzazioni di categoria e con le consulte dei cittadini - Redazione del “Bilancio del Cittadino”, dove saranno evidenziati, in maniera semplice e comprensibile a tutti, i proventi del Comune e come detti proventi vengono impiegati per le varie spese - Motivazione e qualificazione professionale del personale comunale - Eliminazione dell'addizionale comunale Irpef, indipendentemente dal limite di reddito e l'esenzione dell'ICI (IMU) - Applicazione dell’agevolazione massima prevista dalla legge per le prima casa, la revisione al ribasso delle tariffe dell'acquedotto e dell'immissione in fognatura e depurazione, le agevolazioni per i cittadini che partecipano alla raccolta differenziata dei rifiuti - Calcolo della TARSU su base proporzionale (numero componenti della famiglia e reddito) - Particolare attenzione sarà posta alla famiglia con l’individuazione delle caratteristiche che consentiranno di attenuare i carichi impositivi sui nuclei familiari (tasse scolastiche, trasporti, borse di studio per merito, ecc.) - Aumento della sorveglianza da parte della Polizia Locale con l’assunzione di nuovo personale e l’ampliamento dei turni - Valutare la possibilità di installare la videosorveglianza dei quartieri dei centri urbani 13


-

Ricorso convenzionato ai servizi della vigilanza privata Isola Ecologica a Pescia Romana assicurare ricadute locali a fronte delle grandi opere promuovere la crescita dell'area artigianale ed industriale, con attività complementari a quelle esistenti, favorendo investimenti che potranno valorizzare i prodotti agricoli locali.

Indirizzo strategico n. 5 – Litorale La proposta politica della lista civica ritiene fondamentale la salvaguardia e la tutela del nostro territorio quale risorsa non riproducibile e straordinaria. La presenza di siti di interesse Nazionale e l’esistenza di aree naturalistiche protette (Valle del Fiora, Litorale viterbese, sistema dunale costiero) rappresentano un patrimonio eccezionale che dobbiamo gestire perché possa essere consegnato integro alle future generazioni. Ci è sembrato opportuno peraltro individuare un capitolo ‘Litorale’ per evidenziare la speciale valenza che vogliamo attribuire alla nostra costa ed alle sue immense opportunità di strumento e di sviluppo. Il mare è decisamente la nostra principale risorsa: la difesa della costa, della qualità delle acque e dell'ecosistema marino rappresentano per noi una priorità. Dobbiamo superare la logica degli interventi tampone chiedendo ad esempio alla Regione di agire direttamente sulle cause dei fenomeni erosivi.

14


La valorizzazione della risorsa ‘mare’ parte innanzitutto dalla qualificazione dell’ospitalità oggi presente sul nostro comune. Considerando che la gran parte dei posti letto a disposizione dei nostri ospiti deriva da immobili in affitto, è intenzione della Lista Caci Sindaco qualificare il livello di ospitalità offerto attraverso una certificazione volontaria dei requisiti minimali. I proprietari di immobili che offrono le proprie strutture in affitto potranno ottenere il ‘bollino blu’ che certifica il possesso di condizioni oggettive che hanno superato il livello medio stabilito; la presenza di questo requisito consentirà sia l’utilizzo a fini promozionali sia uno sgravio sulle imposte da parte dell’amministrazione. Un secondo aspetto strettamente collegato al precedente riguarda i problemi di viabilità e parcheggio nei mesi estivi. Viene pertanto ritenuta strategica sia una rivisitazione delle aree di parcheggio e sosta che il potenziamento dei trasporti pubblici gratuiti a disposizione dei turisti, come avviene nelle aree sciistiche con gli skibus. Una terza componente che l’analisi preliminare al presente programma ha individuato è la necessità di prolungare la stagione estiva diversificando l’offerta turistica con ulteriori componenti che non siamo esclusivamente subordinati alle condizioni stagionali. In tal senso è intenzione dell’amministrazione sostenere e potenziare le attività di pescaturismo, intendendo con tale termine l’attività turistico-ricreativa che si svolge a bordo delle imbarcazioni della pesca artigianale. Volta alla diffusione del mare e del patrimonio di conoscenze e saperi legati ai mestieri e alle tradizioni marinare, nasce come opportunità di integrazione del reddito dei pescatori, che previa specifica autorizzazione, possono ospitare a bordo dei pescherecci un certo numero di persone diverse dall'equipaggio. L'offerta turistica, molto diversificata a seconda delle varie specificità e vocazioni territoriali, spazia da brevi escursioni lungo le coste ed il fiume, all'osservazione delle attività di pesca professionale, dalla possibilità di effettuare attività di pesca sportiva alla ristorazione a bordo o a terra, comprendendo anche tutte quelle attività finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione dell'ambiente costiero, che possono servire ad avvicinare il pubblico al mondo della pesca professionale. Strettamente connesso alle attività di pesca turismo, che si svolgono in mare, l'ittiturismo integra l'offerta turistica dei pescatori con una delle serie di servizi a terra. Centrato sull'ospitalità nelle coste e nelle strutture turistiche e agrituristiche e sui servizi di ristorazione a base delle specialità tipiche regionali o locali, l'ittiturismo include anche tutte quelle attività ricreative e culturali che sono finalizzate alla corretta funzione degli ecosistemi acquatici e delle risorse di pesca nonché alla valorizzazione di tutti gli aspetti socioculturali del mondo dei pescatori. Il pesca turismo e l'ittiturismo possono essere svolti durante tutto l'arco dell'anno, con vari tipi di escursioni anche durante le ore notturne. La possibilità di realizzare quanto sopra prevede la riqualificazione di specifici ambiti escursionistici e panoramici a partire dal percorso del Fiume Fiora e del Tombolo di Pescia Romana. In tale ottica può diventare strategica una pista ciclabile che attraversa tutto il litorale, si collega alla frazione e raggiunge il Centro Storico di Montalto di Castro. Tra i punti strategici si ricordano: - Museo del mare - Riqualificare la ricettività delle seconde case della marina (bollino blu dello standard ‘famiglia’) - Soluzione parcheggi alle zone marine di Montalto e Pescia - Attivazione servizio di trasporto pubblico e gratuito per le marine - Realizzazione sentieristica pedonale - Realizzazione percorsi ciclabili che raccordino la fascia litoranea e l’area archeologica

15


-

Individuazione ippovie, anche con destinazione extra comunale, e relative strutture di supporto logistico Manifestazione ed eventi culturali e sportivi per l’allungamento della stagione estiva Interventi a tutela delle coste e del tombolo Regolamentazione attività di diporto nautico Incentivazione del turismo ittico con integrazione alle risorse gastronomiche Concertazione con gli enti istituzionali per la realizzazione del Porto Turistico Riqualificazione del lungomare Harmine Riqualificazione del litorale di Pescia Romana

Per la verifica dell’attuazione del programma sarà attivato un piano di controllo specifico. Il Sindaco delegherà un nucleo funzionale cui affidare la responsabilità di seguire l’applicazione dello stesso in tutti i suoi aspetti. L’avanzamento del programma diventerà oggetto di confronto in apposito dibattito consiliare almeno una volta l’anno. L’amministrazione procederà inoltre periodicamente a monitorare il grado di percezione da parte della cittadinanza della gestione pubblica, organizzando specifici workshop informativi con relativa diffusione tramite il web, al fine di raccogliere le istanze della popolazione e dei residenti per calibrare ed eventualmente modificare gli interventi pianificati.

16


Programma Caci Sindaco