Page 1

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Cronaca

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Anno II N.176 - Martedì 26 Luglio 2011 - Euro 1,00

Politica

Attualità

Santa Rosa, Granziera molla Oggi i nomi dei nuovi costruttori

Talete, le domande di Ciancolini L’assemblea slitterebbe invece al 5

L’avvocato Meloni approda a una trasmissione televisiva

di Roberto Pomi a pagina 2

di Daniele Camilli a pagina 5

di Roberto Pomi a pagina 7

Dopo l’incendio alla stazione Tiburtina situazione caotica sulle tratte per la Capitale

E’ iniziato l’inferno per i pendolari della Tuscia

Ieri a Orte ressa di 500 viaggiatori per salire su un convolgio diretto a Roma EDITORIALE

Macchina di Santa Rosa e il salto a ostacoli dell’assessore Contardo di Roberto Pomi Non potevamo fare a meno di notare che per l’assessore Enrico Maria Contardo questi primi mesi di incarico sono stati piuttosto dif�coltosi. Tanti problemi sono arrivati dal fronte “Santa Rosa”. Tutto è iniziato col Museo del Sodalizio chiuso, poi il problema degli appalti per la realizzazione e gestione delle tribune e in�ne l’uscita di scena del costruttore di ‘FioredelCielo’ Loris Granziera. Un vero e proprio salto agli ostacoli per il numero uno della Cultura a Palazzo dei Priori. Ora gli rimane di chiudere la partita per la scelta dei costruttori. I tempi sono strettissimi, considerando che i lavori a Porta Romana di norma iniziano nel mese di agosto. Una corsa contro il tempo? Sì e no, visto che in realtà, grazie all’aiuto di Orsolini e Merlani ,gli imprenditori giusti pare siano già pronti per accettare questa prestigiosa s�da. In bocca al lupo e che Santa Rosa ci protegga. Tutte queste dif�coltà, alla �ne, non potranno che rendere “quella sera del tre” più bella.

Le �amme ci sono state domenica a Roma, ma ora il vero inferno è per i pendolari. Se prima viaggiare in piedi era una scocciatura, ora diventa il male minore. Fra treni cancellati e convogli stracolmi si prospettano mesi duri per i viaggiatori della Tuscia, almeno �nché la situazione a Tiburtina non sarà risolta. Ieri primo giorno di “emergenza treno” nel viterbese, vissuto tra fantomatici assalti al treno sui binari di Orte e ritardi apocalittici. In tanti quelli che hanno deciso di raggiungere la Capitale in macchina s�dando il traf�co o di prendersi un periodo di ferie per rilassarsi. di Luca Appia a pagina 3

CRONACA - Era di Anguillara David Tobini il militare ucciso in missione

Un altro parà ucciso in Afghanistan

Stavano tornando da una missione e sono stati intercettati dal fuoco nemico. E’ questo l’attentato in cui è morto David Tobini, 28 anni di Anguillara Sabazia, dove viveva con la madre. Nello scontro altri due militari italiani sono rimasti feriti. La morte di Tobini arriva a pochi giorni dall’uccisione del militare di Caprarola Roberto Marchini, i cui funerali di Stato si sono svolti il 14 luglio. di Sarah Panatta e Luca Appia a pagina 9

MONTEFIASCONE

Enogastronomia: torna l’appuntamento con il Cantinone di Michele Mari a pagina 14

TUSCANIA

In Germania i cavalieri di Tuscania di Valeria Sebastiani a pagina 15

CIVITA CASTELLANA

Area camper vietato l’ingresso di Simona Tenentini a pagina 16

MONTALTO

‘Noi’ traccia il bilancio sull’autostrada dalla Redazione a pagina 11


cronaca viterbese interni

2

Viterbo & & Viterbo 1 Ottobre Martedì 26 Luglio2010 2011 AltoLazio AltoLazio Venerdì

Passaggio di consegne della Macchina dalla Engineering di Udine a Palazzo dei Priori. Oggi i nomi dei nuovi costruttori

Trasporto, Granziera esce di scena

Il conducente rimane ferito a un braccio

di ROBERTO POMI

L

oris Granziera esce dal ruolo di costruttore della Macchina di Santa Rosa. Per lui “l’accapezzate il ciuffo” e il “sollevate e fermi”, che gli hanno fatto battere il cuore dal settembre 2009, resteranno frasi da libro dei ricordi. Granziera se ne va, ieri il passaggio di consegne per ‘FioredelCielo’. A fare da sfondo quel capannone sulla Tuscanese dove la ditta Engineering di Udine ha assemblato e custodito in questi anni la Macchina. A suggellare il fatto l’assessore Enrico Maria Contardo. E’ stato stilato un verbale dove si certi�ca la consegna di tutti i pezzi, in ottimo stato, del “Campanile che cammina” dal gruppo di Granziera a Palazzo dei Priori. Un momento toccante, a riprova che l’emozione di “quella sera del tre” non è solo roba per viterbesi. Anche il cuore nordico del costruttore è stato rapito dalla magia del trasporto e lascia non senza un senso di nostalgia. L’imprenditore avrebbe sicuramente continuato e portato a termine il suo incarico, con scadenza �ssata tra due anni. A non renderlo possibile gli attriti con l’ideatore Arturo Vittori che sono all’origine delle rimostranze che hanno portato il tecnico del Comune del RUP (responsabile unico del procedi-

Camion si ribalta sulla Cassia Strada chiusa per due ore

S

Loris Granziera - foto Viterbo Tv mento) a mettere nero su bianco tutta una serie di cose che nel lavoro di costruzione non andavano. Per Granziera un lungo elenco di penali che lo hanno costretto a farsi da parte. Per lui costruire la Macchina di questo 2011 sarebbe stato economicamente sbagliato. A questo punto il Comune di

Viterbo deve chiudere la partita sul nome del nuovo costruttore. Sempre ieri Contardo si è incontrato con i rappresentanti di Unindustria (Roberto Merlani) e Federimprese (Rino Orsolini) per trovare la quadra. Oggi pomeriggio si sapranno i nomi dei successori di Granziera. Si tratta infatti, con ogni

Dopo tredici anni giustizia per l’otorino Domenico Sacconi

Lo annuncia l’assessore provinciale Gianmaria Santucci

D

S

omenico Sacconi, otorino molto conosciuto in città e provincia, ha dovuto attendere tredici anni per avere giustizia. Venerdì scorso la Cassazione ha �nalmente messo la parola �ne ad una lunga e travagliata vicenda giudiziaria. Era il gennaio del 1998 quando Sacconi, insieme ad altri medici del Pronto Soccorso, prestò le prime cure ad un ricercatore dell’Enea, Vincenzo Testa, giunto all’ospedale con una brutta ferita alla gamba causata da una motosega. L’uomo fu subito suturato e rimandato a casa con una serie di indicazioni terapeutiche da seguire per la guarigione della ferita. Dopo circa un mese l’uomo si aggravò per una presunta embolia polmonare e morì subito dopo il ricovero presso il nosocomio di Monte�ascone. A seguito di questo decesso gli otto medici che in un modo o nell’altro avevano avuto a che fare con il poveretto furono messi sotto inchiesta. Nel 2004 nella sentenza di primo grado furono assolti perché il fatto non costituiva reato. In appello, invece, alcuni di loro furono condannati per omicidio colposo in quanto avevano, secondo il giudice, omesso visite accurate al paziente e non diagnosticato una trombo�ebite. La Corte condannò due medici al risarcimento del danno da quanti�care in sede civile, con il pagamento di una provvisionale di 50mila euro a favore delle parti civili, la moglie e i �gli di Vincenzo Testa. Il dottor Sacconi (nella foto), che tra l’altro aveva visto il paziente solo cinque giorni prima del decesso, è stato assolto in tutti e tre i gradi di giudizio. La parola �ne servirà a ridare la serenità ad un medico, totalmente estraneo ai fatti, che si è visto vittima di una gogna mediatica feroce che ha messo in discussione la sua onorabilità, carriera e professionalità?

Partiti i lavori sulla Vitorchianese ono partiti nella mattinata di ieri i lavori di messa in sicurezza della strada provinciale Vitorchianese. Gli interventi, che interesseranno la porzione di strada compresa tra Viterbo e la località Paparano, si protrarranno per tutta la settimana e riguarderanno il rifacimento del piano stradale. “Proseguono gli interventi della Provincia sulle strade del Viterbese – ha spiegato l’assessore provinciale ai Lavori pubblici e Viabilità, Gianmaria Santucci – da oggi e per tutta la settimana interverremo sulla provinciale Vitorchianese con i lavori che, partiti dal Km 4 in località Paparano, procederanno �no a raggiungere Viterbo. Ci scusiamo con gli automobilisti per i disagi provocati - ha proseguito Santucci - vista anche l’apertura provvisoria dello svincolo della superstrada per Bagnaia e del concomitante inizio dei lavori per la realizzazione della rotatoria, ma si tratta di interventi di estrema importanza e urgenti, per i quali non si poteva attendere altro tempo”.

Donna trovata morta in casa Si indaga sulle cause del decesso

T

rovata morta in casa dai figli. E’ accaduto nel pomeriggio di ieri a Vignanello, dove una donna straniera è deceduta per cause ancora da accertare. La donna si trovava in Italia già da tempo, ma da qualche anno soffriva di una qualche particolare malattia. Ieri pomeriggio, non avendo sue notizie, i figli si sono allarmati e sono andati a casa della donna, dove l’hanno trovata morta. Sul posto sono arrivati carabinieri e 118, che hanno confermato il decesso. Al momento rimangono ancora poco chiare le cause della morte, anche se i medici l’hanno subito imputata a cause naturali.

probabilità, di un pool di più imprenditori viterbesi chiamati a fronteggiare la situazione d’emergenza. Per il prossimo anno si ricorrerà all’assegnazione tramite gara. “Siamo agli sgoccioli - ha dichiarato Contardo -. Dobbiamo chiudere in fretta la vicenda e guardare al futuro”.

i ribalta un’autobotte, disagi sulla strada Cassia. E’ accaduto questa mattina, quando il conducente del mezzo pesante ha improvvisamente perso il controllo del veciolo. Le cause che hanno portato al ribaltamente sono ancora in corso d’accertamento da parte delle forze dell’ordine, quello che è certo, però, è che il grosso camion dopo aver sbandato per un breve tratto di strada ha iniziato a invadere pericolosamente la corsia opposta a quella su cui stava viaggiando. D’un tratto, poi, le ruote della parte destra del mezzo hanno iniziato ad alzarsi e l’autobotte è finita ribaltata in terra sulla corsia di marcia opposta. L’incidente è avvenuto sulla Cassia in direzione Montefiascone. Rapido l’intervento dei vigili del fuoco di Viterbo, che arrivati sul posto hanno iniziato i lavori per rimettere dritto il camion. La strada è

stata completamente bloccata, mentre le auto venivano dirottat verso Marta per proseguire il viaggio. Il conducente del mezzo, nel frattempo, è stato visitato e portato via dai sanitari del 118 per un controllo al braccio. I pompieri, intanto, dopo circa due ore di lavoro sono riusciti a rimettere il mezzo nella sua posizione naturale e a riaprire il tratto di strada chiuso.


cronaca viterbese

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

3

L’incendio della stazione Tiburtina apre uno scenario devastante per i viaggiatori del viterbese

Dopo le fiamme a Roma l’inferno è nella Tuscia di LUCA APPIA

D

opo il fuoco che ha devastato parte della vecchia stazione Tiburtina nel pomeriggio di domenica, ieri mattina per le centinaia di pendolari che partono dalla Tuscia è iniziato l’inferno. La zona della provincia di Viterbo, infatti, è la casa di tantissimi lavoratori della Capitale, tanto che negli ultimi anni nelle zone dove è più facile raggiungere il centro di Roma (come Orte) si è veri�cato un vero e proprio esodo di residenti della Capitale che hanno scelto di vivere in paese, dove oltre a garantirsi un po’ di quiete una volta rientrati dal lavoro, spesso hanno la garanzia di raggiungere i loro uf�ci in tempi brevissimi, anche più velocemente che abitando in alcune zone di Roma. L’esodo, oltre a far lievitare i prezzi degli appartamenti di Orte, ha reso le mattinate in treno meno confortevoli di quelle che erano in passato. Ogni mattina sono un migliaio le persone che arrivano alla stazione di Orte da tutti i paesi vicini e anche da Viterbo stessa, per raggiungere i posti di lavoro a Roma. Da ieri, però, viaggiare in piedi per 40 minuti è diventato il male minore. L’incendio alla stazione Tiburtina, infatti, ha creato grossi disagi per i viaggiatori, che per i prossimi

mesi non potranno più sostare nella, ormai, principale stazione della Capitale, che da poco ha superato Termini per quanto riguarda il traf�co sia di mezzi che di persone. L’incendio di 15 ore sul quale ancora lavorano i vigili del fuoco ha di fatto spezzato in due l’Italia e la situazione tornerà nella piena normalità non prima di due o tre mesi. I treni che dovevano fermare o partire da Tiburtina sono stati tutti deviati in altre stazioni della zona, da Termini a Ostiense �no agli scali più piccoli e inusuali. Ritardi catastro�ci �no a tre ore si sono susseguiti per l’intera giornata. Treni cancellati o così carichi di viaggiatori da sembrare di poter scoppiare da un momento all’altro. Da ieri per i pendolari di Orte e della Tuscia è iniziato il vero inferno. La mattinata di ieri è stata caratterizzata dal caos più estremo: dopo le notizie diffuse dai tg il giorno del rogo romano, i pendolari non sapevano più dove sbattere la testa. Alcuni appro�ttato del periodo estivo per chiedere un giorno di ferie e vedere come andavano le cose per gli altri. Altri, più intraprendenti, si sono organizzati in gruppetti e hanno raggiunto Roma in automobile (accontentando anche gli ecologisti con il sistema del car pool). Una terza fazione, composta da qualche

Cinquecento persone in attesa alla banchina

Il falso assalto al treno dei pendolari di Orte

L

centinaio di pendolari, ha scelto la strada della routine e ieri mattina si è affacciata sui binari delle stazioni per vedere che aria tirava. Sicuramente la situazione non era di certo ottima, nonostate i treni speciali messi in funzione dalle Ferrovie dello Stato, che comunque non sono riusciti a ospitare tutti inisieme le centinaia di pendolari presenti lungo i binari. Per il prossimo futuro la situazione non appare di certo più rosea, anzi, pare che i piani per i prossimi giorni siano gli stessi messi in campo ieri.

Solo fra qualche settimanale cose potrebbero iniziare a migliorare, quando i binari delle prime linee di Tiburtina (quelli della “lenta”) riprenderanno a funzionare correttamente. Intanto, per quanto riguarda l’incendio di Tiburtina, pare che la causa possa essere ricercata nuovamente in un grosso furto di rame messo a segno da alcuni rom proprio domenica. Ieri, infatti, la polizia municipale di Roma ha sequestrato oltre un quintale di “oro rosso” nel campo nomadi di via Salone.

a notizia dell’assalto al treno Freccia Argento sui binari di Orte si è rincorsa senza sosta per tutta la mattinata. Le voci sul blocco dei binari dei pendolari sembrava così verosimile, che anche nel paese dopo poco si era diffusa la convinzione che i viaggiatori avessero improvvisato una protesta coatta contro le ferrovie, bloccando un treno e assalendolo come facevano i banditi nel far west dei �lm. Solo più tardi, a causa del dilagare della notizia anche sui giornali nazionali, la polizia ferrovia di Orte e la questura di Viterbo hanno smentito tutto. La realtà, infatti, è tutt’altra storia. Che ieri mattina ci siano stati dei problemi sui treni è innegabile. L’incendio alla stazione Tiburtina ha creato un vero caos e un bel numero di convogli soppressi. Le ferrovie, però, hanno allestito in breve un piano di emergenza per garantire il servizio, anche se non nelle condizioni di tutti i giorni. Ieri, infatti, all’inizio della mattinata erano circa 500 le persone presenti sulla banchina numero 3 della stazione

di Orte, quella sulla quale di solito fermano i treni diretti alla Capitale. Fra turisti e lavoratori la situazione sembrava quasi apocalittica: le persone erano ammassate già sul marciapiede della stazione ortana, �guarsi su un qualsiasi treno. Ad un tratto il campanello degli annunci della stazione ha fatto rimanere tutti in religioso silenzio, aspettando che gli operatori dessero qualche speranza a chi doveva andare a Roma. La voce al megafono ha annunciato l’arrivo di un treno Freccia Argento, completamente vuoto, che di lì a poco sarebbe arrivato al binario 5. I viaggiatori hanno capito che per quanto poteva essere grande il treno non avrebbe mai potuto ospitarli tutti a bordo. Mentre qualcuno si �ondava nel sottopassaggio per raggiungere il binario di fronte, alcuni hanno deciso di accorciare il tragitto e passare sui binari. Il treno è entrato in stazione molto lentamente e una volta aperte le porte ha caricato circa 300 persone, le altre sono rimaste al palo aspettando un nuovo convoglio. (Lu.Ap.)

Sant’Oreste si mobilità per l’infermiere dell’Andosilla in carcere con l’accusa di stupro Giocava in cucina quando gli è caduta addosso una pentola d’acqua dal fornello

Passeggiata di solidarietà per Piergentili Bambino rimane ustionato a Latera di EMANUELE FARAGLIA

U

na passeggiata per le vie di Sant’Oreste per manifestare solidarietà a Gianni Piergentili. Così il Comitato “Pro Gianni” esprimerà la propria vicinanza venerdì 29 luglio, a partire dalle18, all’infermiere capo sala dell’ospedale Andosilla in carcere dall’otto marzo scorso con l’accusa di aver abusato sessualmente di una paziente sotto sedativi. La vicenda scosse parecchio la provincia viterbese sia perché l’infermiere fu arrestato l’otto marzo, proprio il giorno della Festa della Donna, sia perché a fronte di un’accusa tanto grave si creò subito a difesa di Piergentili un compatto gruppo di sostegno. I colleghi, ad esempio, si schierarono subito a suo favore, mentre

diversi testimoni affermarono a microfoni spenti che i fatti non poterono svolgersi come ricostruito dall’accusa. Adesso, a quattro mesi dall’arresto, la città di residenza di Giovanni ha deciso di dedicargli una giornata. Da Portavalle �no a Sant’Antonio saranno verosimilmente in tanti a camminare con la mente ed il cuore rivolti verso Giovanni di cui si vuole ricordare l’umanità e lo spirito positivi. “Noi non volevamo farla – ammette Paolo, uno dei due �gli di Giovanni – ma è stata la gente di Civita Castellana e di Sant’Oreste a convincerci. Qui tutti sono convinti dell’innocenza di mio padre. Ma questa manifestazione l’avremmo fatta a prescindere dall’esito giudiziario”. D’altra parte la situazione dell’infermiere è particolarmente

critica. Nella scorsa udienza è stata anche rigettata la richiesta di scarcerazione, mentre per il giudizio è stato richiesto il rito abbreviato, segno che l’accusa dispone di elementi convincenti. Ma nulla di tutto questo verrà commentato venerdì: “Non c’è nessun intento di condizionare il giudizio – prosegue Paolo – c’è solo la voglia di stare idealmente vicino a mio padre. Non si parlerà di giudici o altro. Solo una passeggiata per far capire che tipo di persona è mio padre”. All’incontro sarà presente anche l’ex sindaco Mario Segoni e tanti altri conoscenti di Piergentili, tutti uniti da un solo pensiero: “Giovanni è innocente. Bisogna andare avanti anche se non è semplice” le parole del �glio Paolo.

L’intervento della Protezione Civile impedisce al rogo di propagarsi

A fuoco la pineta di Montalto Marina S

coppia un nuovo incendio nella zona del litorale, la Protezione Civile interviene per spegnere il rogo. E’ stato grazie al tempestivo intervento degli uomini della prociv di Montalto di Castro che domenica è stato possibile evitare il peggio. Il rogo a metà del pomeriggio di domenica, intorno alle 17.30, si è sviluppato in località Palombaro, proprio nei pressi della pineta di Montalto Marina, assiduamente frequentata soprattutto nel periodo estivo. L’allarme, infatti, è stato lanciato proprio da alcuni villeggianti, quelli che nel periodo del mare arrivano a Montalto e risiedono negli appartamenti a pochi metri dalla pineta.

Sul posto sono subito arrivate due squadre della protezione civile montalteste con due mezzi antincendio. Un mezzo pesante da venti quintali e un autobotte da quattrocento litri sono stati sufficienti per spegnere l’incendio. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco del distaccamento di Tarquinia che, in stretta collaborazione con la protezione civile, hanno avuto la meglio sulle fiamme. Il rogo si è sviluppato in un’area particolarmente sensibile, adiacente ad una pineta, infatti oltre ad essere presenti numerosi alberi di pino e piante da sughero, alcune villette a schiera dominano l’area, dove in questo periodo dell’anno sono abitate dai villeggianti.

B

imbo di tre anni rimane ustionato dall’acqua bollente a Latera. E’ accaduto alle 10.20 di ieri mattina a Latera, mentre il bambino stava giocando tranquillamente in casa. La madre, intanto, si era messa a cucinare e aveva lasciato sul gas una pentola con l’acqua messa a bollire. Ancora sconosciute le reali dinamiche attraverso le quali il tegame è caduto a terra, e il suo contenuto ha raggiunto il bambino, che è rimasto ustionato al braccio, alla spalla e sulla schiena. A dare l’allarme è stata la madre, che sentito il rumore del tegame caduto in terra è corsa in cucina e ha trovato il bambino che urlava dal dolore. La donna in preda al panico ha chia-

è stato ricoverato con un codice giallo e secondo il parere dei dottori al momento non corre alcun pericolo di vita.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

mato il 118, che è intervenuto immediatamente sul posto. Intanto è stata allertata anche l’eliambulanza del 118, che in un baleno ha raggiunto il campo sportivo del paese. Poco dopo sul posto è arrivata anche l’ambulanza con a bordo il bambino ustionato. Caricato il piccolo il mezzo è ripartito per l’ospedale Sant’Eugenio, dove è allestito un apposito centro contro le ustioni. Lì il bambino

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


cronaca viterbese interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Martedì 26 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

La moglie pensa sia annegato e fa scattare le ricerche in mare

Lo credevano morto ma stava passeggiando Salvi i due uomini a bordo dell’imbarcazione

di LUCA APPIA

T

utti lo credevano annegato in mare, ma lui stava facendo una passeggiata per le strade di Montalto Marina. E’ la strana storia accaduta domenica pomeriggio a un 46enne di origini romene. L’uomo era uscito nel pomeriggio di ieri per fare un tranquillo bagno nel mare del litorale viterbese ed è rimasto fuori per più di un’ora. La moglie, intanto, lo aspettava per tornare a casa dalla piccola vacanza. Sarebbero dovuti ripartire alle 16 da Montalto, ma alle 15.30 di lui non c’era ancora nessuna traccia. La donna, quindi, in preda all’agitazione e al timore che suo marito potesse essere rimasto affogato in mare ha avvertito la Guardia Costiera di Montalto di Castro, che ha immediatamente avviato le ricerche in mare del 46enne. Per cercare l’uomo, oltre la guardia costiera, è sceso in campo anche un battello della protezione civile, mentre sulla terra ferma i carabinieri, la polizia locale e altri gruppi della prociv si davano da fare per cercare tracce dello scomparso, sperando che i colleghi non lo ritrovassero veramente morto in mare. Le forze dell’ordine di Montalto si sono impegnate

Catamarano si ribalta al largo nel lago di Vico

come non mai per ritrovare il romeno. Due ore di ricerche e uno spiegamente di forze veramente notevole, hanno rastrellato tutta la spiaggia di Montalto e la zona di mare adiacente, nella speranza di ritrovare un segno del passaggio dell’uomo. Mano mano che le ricerche proseguivano, come accade in casi di questo tipo, le speranze di ritrovarlo si af�evolivano sempre di più. In realtà, però, l’uomo era vivo e vegeto e passeggiava per le strade di Montalto Ma-

rina molto tranquillamente. Il 46enne, inconsapevole del fatto che le forze dell’ordine lo cercavano in lungo e largo se ne stava beatamentein giro senza sospettare nulla. Dopo aver fatto il bagno in mare, infatti, aveva deciso di fare quattro passi a Torre di Maremma. Il ritardo, in realtà era la conseguenza di una semplice incomprensione. La donna, infatti, gli aveva detto che sarebbero ripartiti alle 16, ma lui aveva capito alle 17, quindi aveva deciso di pren-

dersela con calma e fare una passeggiata. Contemporaneamente alle ricerche dell’uomo, la guardia costiera ha gestito un altro intervento a Pescia Romana, per soccorrere un kitesurf in dif�coltà. La vela aveva preso acqua e veniva attirata al largo. Anche in questo caso, la guardia costiera ha inviato sul posto un battello della protezione civile. Il kitesurf è andato disperso, ma l’uomo a bordo, un viterbese, è stato portato in salvo.

Secondo l’associazione Deep Water alcuni cittadini sarebbero stati “schedati” dall’amministrazione comunale

A

ncora incidenti estivi nella zona del viterbese. Ultimo protagonista un catamarano a vela che domenica scorsa si è ribaltato in mare. Il fatto è accaduto domenica alle 16 nella acque del Lago di Vico, all’altezza del ristorante Fiorò. La piccola imbarcazione si è diretta forse troppo al largo e le correnti del lago hanno causato il suo ribaltamento in acqua. Immediati i soccorsi ai due uomini a bordo. Allertati anche carabinieri e sommoz-

zatori dei vigili del fuoco. Il loro intervento, però, non è stato necessario. A terra, intanto, si era già sparsa la voce che i due uomini a bordo dell’imbarcazione fossero dispersi o addirittura già dati per spacciati. La coppia, infatti, era si finita in acqua, ma erano rimasti accanto al catamarano ribaltato. Quando i vigili del fuoco sono arrivati sul posto i due erano già sani, salvi e pronti a riprendere il giro del lago sulla loro barca.

Un divertente cavalierino scovato tra le vetrine della città dei Papi

A Tarquinia si accende il caso spionaggio su Facebook Roma tra i “dintorni” di Viterbo di DILETTA ALLESSANDRELLI

L

’allarme scatenato dalla denuncia di Walter Massi, presidente dell’ associazione Deep Water, riguardo la presunta esistenza di un dossier dove gran parte dei cittadini tarquiniesi sarebbero stati schedati in base ai propri status, link o commenti su facebook tra dissidenti e non, continua ad accendere l’interesse e destare preoccupazione tra i cittadini ed è proprio sul famoso social network che si dice monitorato dagli amministratori comunali che sta divampando la polemica. L’associazione Nocoke Alto Lazio pubblica il 21 luglio sul proprio pro�lo un link con la risposta di Walter Massi all’ invito del sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola, link che ad oggi vanta il record di ben 57 commenti, molti dei quali di cittadini molto conosciuti, Anselmo Ranucci, Alessandro Antonelli, il consigliere comunale Marco Tosoni e dal pro�lo del Comune di Tarquinia anche il Sindaco Mauro Mazzola ha voluto dire la sua. Per motivi di spazio non c’è consentito di riportare l’intera conversazione, ma possiamo sintetizzare dicendo che i commenti si articolano tra quelli di cittadini preoccupati per la propria privacy e di amministratori intenti a screditare le dichiarazioni di Massi; Ranucci lo apostrofa come “ emerito calunniatore” invitandolo a fare il nome dell’ assessore che avrebbe con�dato ad un membro della sua associazione che quest’ultima a Tarquinia non avrebbe avuto futuro. Ma

la conversazione prende poi una piega di aperta polemica nei confronti delle abitudini in rete degli inquilini di Piazza Matteotti dopo l’intervento del Comune di Tarquinia che dice: “Come si voleva dimostrare, tutto costruito ad arte. E bravo walter Massi..... hai visto? Se sei una persona corretta come dici, devi per onesta tirarti fuori da questa polemica e dire il nome dell’assessore. Se ciò che hai detto pubblicamente fosse vero, il sindaco avrebbe commesso un reato, o quanto meno una azione gravemente discriminatoria. Considerato che è falso, questa cosa non può �nire così. Considerato che hai voluto rendere pubblico tutto ciò, è ormai doveroso che tu renda pubblico il nome dell’assessore e il componente della tua associazione. Altrimenti sei tu che hai diffamato per la seconda volta il Sindaco e la sua giunta pubblicamente.........” al sindaco risponde un allarmato Marco Tosoni: “ Ma scusate,può essere usato in questo modo,come se parlasse una persona,un pro�lo con il nome Comune di Tarquinia? Domani farò i miei accertamenti, ma non credo proprio che il sign. Comune di Tarquinia possa farlo...” . Segue poi una sequela di commenti che incitano Massi a denunciare il sindaco per abuso di potere e d’atti d’uf�cio, molti di loro vedono nell’ intervento del sindaco dietro il pro�lo del comune un abuso nei confronti dei cittadini e ricompare il fantasma dei commenti offensivi ai danni dei cittadini lasciati sul sito de L’ Extra tramite l’indirizzi IP del comune, storia per

altro mai chiarita dall’ amministrazione. A chiedere a gran voce il nome dell’ assessore si fa avanti anche il Presidente dell’ Università Agraria Alessandro Antontonelli che dice : “Con tutto il rispetto da politico e cittadino credo che Walter per trasparenza, proprio quella che si richiede continuamente a chi fa politica, debba rendere noto chi ha detto le gravi cose che lui ha riportato, mi sembra secondaria ogni altra questione. Il cambiamento passa attraverso l’esempio che i cittadini possono e devono dare alla politica, senza tirare indietro la mano. Questo è il mio personale pensiero, attendo la solita sequela di insulti non per quello che ho detto, ma perchè l’ho detto io, politico del PD !!!”. Antonelli entra però subito nel vortice degli attacchi del tarquiniese Carlo Bocchio dai quali esce decisamente ammaccato, Bocchio dice: “Antonelli invece, così esasperato dalle richieste di trasparenza del popolo sovrano verso la palude della casta politica di cui fa parte, non può proprio, per principio, inneggiare alla trasparenza: il cittadino Massi, se colpito, e se vittima di questo spionaggio, schedatura, e boicottaggio della propria proposta per antipatia dell’amministrazione permalosa, potrà essere lasciato nella sua valle di lacrime a “chiagnere” il fattaccio, o chiamato a rispondere delle sue dichiarazioni, sempre che i testimoni di quanto lui dichiara non si de�lino nella suddetta palude. Del resto abbiamo qui un sindaco presunto che si fa autogol, e la registrazione del

messaggio qui inviato”. Nel bel mezzo del round tra Antonelli e Bocchio, si inserisce un nuovo commento del comune di Tarquinia che non lascia spazio a dubbi su chi scriva dall’ accaunt del comune “In qualità di sindaco del comune di Tarquinia ho il sacrosanto diritto dovere di controllare e se necessario difendere il comune che attualmente amministro da eventuali attacchi che si dimostrassero calunniosi e diffamatori nei confronti dell’ente ,del sottoscritto e dei miei collaboratori. Ribadisco che il sig. Massi Walter ha l’obbligo di dire il nome di chi eventualmente lo ha offeso altrimenti si entra nel campo delle calunnie gratuite. Questo è tutto ,poi se qualcuno mi vuole denunciare perchè ha ravvisato delle violazioni di legge si accomodi pure,in primis il consigliere Tosoni Marco,di cui attendo impaziente l’eventuale querela.” al quale risponde Tosoni “La ringrazio caro sindaco,del suggerimento....faccia pure,continui ad usare il pro�lo del Comune di Tarquinia nel modo in cui crede, io continuero` a rispondere sotto il pro�lo Marco Tosoni....ma credo che sarebbe molto piu` carino da parte sua rispondere sotto il nome di Mauro Mazzola,visto che il Comune,é si,amministrato da lei,ma non é suo,.......Quindi,credo il pro�lo fb Comune di Tarquinia,un grande mezzo di comunicazione con i Cittadini che attraverso lo stesso,possono segnalare problemi,e ricevere informazioni di eventi o altro.....,ma non credo affatto giusto che lei lo

di DANIELE CAMILLI on vi diremo mai dove l’abbiamo scovata, sappiate però che l’abbiamo vista in una vetrina di un negozio di Viterbo, centro o periferia non importa. Un cavalierino con l’ambizione di valorizzare la città dei Papi al punto che Roma è entrata di diritto a far parte dei suoi “dintorni”. “Viterbo - riportiamo testualmente - oltre ad essere una bellissima città, offre dei dintorni meravigliosi, tra cui

Roma”. Pomezia e le porte della Capitale allora cosa sono? L’indotto del distretto della ceramica e dell’Ipercoop? E il raccordo anulare? Uno svincolo per la trasversale? Anzi che la Valle del Sacco ricade soprattutto in provincia di Frosinone! E comunque - da questo momento in poi - guai a chi si azzarda a dire che una soltanto delle nostre amministrazioni è subordinata a Roma e alle sue politiche. Viterbo è “centrica”...e basta!

usi per commentare discussioni personali...”. L’uso goffo, improprio ed eccessivo che gli amministratori fanno del web crea nei cittadini la paura di essere costantemente spiati e sotto osservazione, ciò emerge dal disagio dei cittadini intervenuti nella discussione in

calce al link dei nocoke, tutte queste parole quindi non possono cadere nel dimenticatoio del tempo, esigono chiarezza, tanto più che a gran voce i cittadini hanno dichiarato di esigere di sapere se il famoso dossier esista o meno e se debbano difendersi dalla schedatura.

N


& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

politica viterbese

5

Le polemiche non si placano mentre l’assemblea dei soci dovrebbe slittare al 5 di agosto

Ciancolini “interroga” Talete di DANIELE CAMILLI

L

ettera aperta a Talete. A scriverla è il consigliere provinciale – ed ex sindaco di Vitorchiano – Gemini Ciancolini. Dopo la lettera dei sei sindaci che hanno criticato la proposta di dar vita ad un soggetto pubblico in grado di sostituire Talete e la risposta del primo cittadino di Corchiano – Bengasi Battisti – promotore dell’idea, non accenna a placarsi la polemica attorno alla partecipata che rischia il fallimento. Decisione che dovrà essere presa alla prossima assemblea dei soci prevista per il primo agosto. Secondo alcune fonte interne alla società, la data dell’incontro “per motivi tecnici legati ai tempi di convocazione” potrebbe slittare di qualche giorno. Per l’esattezza, a venerdì 5. Le opzioni che verranno prese allo stato dell’arte sono tre: 1) ricapitalizzazione; 2) aumento delle tariffe, “ritocco” cui si sono dimostrati favorevoli anche i sindaci di Acquapendente, Faleria, Monte�scone, Vignanello, Civita Castellana e Piansano, assolutamente contrario Bengasi Battisti; 3) liquidazione, quindi fallimento. Lettera aperta di Ciancolini, dicevamo all’inizio. In verità – come lui stesso la de�nisce in oggetto – “interrogazione alla Talete spa”. In tutto cinque quesiti, una sorta di richiesta pubblica di accesso agli atti della partecipata. Il consigliere provinciale chiede: a) il “prospetto degli importi degli assegni ad-personam per singolo dipendente di cui alle retribuzioni del personale, inizio temporale della loro erogazione e copia degli atti formali di attribuzione degli stessi

con speci�cata la motivazione e la società di provenienza del personale bene�ciario e se tali assegni siano stati attribuiti prima del passaggio in Talete Spa ovvero successivamente”; b) il “prospetto degli importi di indennità ad ogni titolo percepite (trasferte, straordinari, reperibilità, etc.), per singolo dipendente”; c) l’”elenco nominativo del personale che ha in corso vertenze o richieste di adeguamento contrattuale nei confronti della Società speci�cando i motivi del contenzioso e la data di inizio dello stesso”; d) “mansionari e suddivisione tra il personale tecnico, amministrativo e operaio e modelli organizzativi del personale attualmente in essere ed in ipotesi”; e) “elenco dettagliato di tutte le consulenze esterne di qualsiasi natura e prestazioni d’opera esternalizzate, loro costo distinto per ogni singola consulenza e prestazione con speci�cato l’oggetto della consulenza e prestazione, l’inizio e il termine, motivato dell’adozione della consulenza e/o prestazione d’opera in lungo dell’utilizzo del lavoro del personale”. In�ne il “piano industriale avente la �nalità del superamento della fase di crisi aziendale con particolare riferimento al contenimento dei costi operativo gestionali”. Sembra intanto allargarsi il fronte delle amministrazioni che puntano al salvataggio della Talete. Anche Vetralla – tra i territori più grandi del viterbese – punterebbe ad evitare la liquidazione. Mentre resta ancora aperta la questione dei comuni che non sono ancora entrati a far parte della partecipata nei confronti dei quali l’assessore regionale Mattei ha recentemente manifestato

Palazzo Gentili presenta ricorso al Tar sull’aumento della tariffa sui rifiuti

Regione-Provincia, è di nuovo scontro N

uovo scontro Provincia-Regione. Dopo le rinnovabili – che hanno visto sempre in prima linea l’assessore provinciale all’ambiente Paolo Equitani (nella foto) – ora è la volta dei ri�uti. E’ stato infatti presentato da parte dei comuni della Tuscia, il ricorso al Tribunale Amministrativo del Lazio contro la determina dirigenziale della Regione Lazio che ha aumentato la tariffa che i comuni pagano al gestore degli impianti viterbesi per lo smaltimento dei ri�uti solidi urbani. A coordinare il tutto Palazzo Gentili, che si è assunto l’onere di raccordare i vari comuni su una linea unitaria e condivisa. “La Provincia – ha spiegato Equitani – non aveva titolo per presentare direttamente ricorso contro la determina regionale, che si abbatte come una mannaia sulle casse dei comuni e sulle tasche dei cittadini. Sin dall’inizio, tuttavia, ci siamo opposti a questo provvedimento, ritenendolo ingiusto e dannoso per il nostro territorio. Abbiamo quindi avviato un positivo dialogo con tutti i sindaci sollecitando un’azione unitaria, contro l’ennesima decisione della Regione calata dall’alto, assunta senza la minima concertazione con il livello locale, in un momento di grande dif�coltà economica per tutti gli enti locali”. Equitani non risparmia dunque critiche alla Regione Lazio e al suo modo di agire. “Ci saremmo aspettati, almeno, di essere consultati, invece ci siamo ritrovati con le tariffe aumentate senza alcun preavviso. Una gravissima scortesia istituzionale che con il presidente Meroi abbiamo

prontamente e duramente stigmatizzato. Il nostro territorio non merita un trattamento del genere. Nell’impianto di Casale Bussi, infatti, già da diversi anni, i ri�uti vengono trattati dal punto di vista meccanico e biologico, fatto questo che ci porta a ridurre notevolmente la mole destinata allo smaltimento in discarica. Paghiamo già una tariffa maggiore rispetto alle altre province che solo negli ultimi tempi si sono dotati degli impianti di preselezione e trattamento. Ebbene, queste province hanno pagato tariffe più basse delle nostre nonostante fosse di gran lunga superiore la quantità di ri�uti smaltita nelle discariche, con conseguente impatto ambientale sul territorio regionale. Inaccettabile che la Tuscia, provincia virtuosa in tema di smaltimento dei ri�uti, venga trattata così. Il ricorso al Tar – conclude l’assessore – è solo il primo di una serie di passi che la Provincia, in accordo con i comuni, intende portare avanti fuori da schemi ideologici e schieramenti d’appartenenza”.

l’intenzione di procedere al commissariamento laddove restassero fermi sulle loro posizioni. Altrettanto rilevante, quanto ci ha detto il sindaco Battisti che sulle pagine di questo giornale ha fatto sapere di aver dato ai propri legali mandato di veri�care la possibilità o meno di uscire dalla società a partire dal mancato rispetto del cronoprogramma stabilito dalla conferenza dei sindaci proprio per l’ingresso in Talete delle amministrazioni comunali. E se i suoi avvocati confermassero quanto ci ha dichiarato e – in caso di ricorso o quant’altro – un giudice dovesse dargli ragione? Questo non rappresenterebbe un precedente muovendo dal quale altre amministrazioni potrebbero intraprendere il medesimo percorso di uscita? Un’ultima domanda: il presidente della Talete si è espresso, così come alcuni tra i più importanti comuni della Tuscia. Quale è invece il punto di vista di Marini e Meroi? Ricapitalizzazione, aumento delle tariffe o fallimento?

Ieri il sindaco e il comandante dei Vigili hanno presentato alla stampa il provvedimento

Ordinanza “ammazza estate”, si entra nel vivo

Ematologia Ronciglione di ROBERTO POMI “ammazza-estaParroncini chiede lumi Ordinanza te”, si entra nel vivo. matologia, un reparto ristrutIeri mattina il sindaco di Vi-

E

turato con fondi regionali e dotato delle migliori attrezzature sanitarie e cliniche. Il consigliere regionale Giuseppe Parroncini (Pd) presenta così un’interrogazione al Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. “Lasciarlo chiuso per l’arsenico nell’acqua e la mancanza di ‘servizi di sostegno, quali la rianimazione, laboratorio ad alta specializzazione, radiologia ad alta tecnologia’, come dice il direttore generale della Ausl? Motivazioni che non convincono”, spiega Parroncini. “Il problema dell’arsenico – dice il consigliere – non investe solo la struttura di Ronciglione, ma è una criticità estesa a tutto il territorio provinciale e con ciò a tutti i presidi in esso compreso. Un sistema di �ltraggio sarebbe comunque meno oneroso rispetto alle tariffe pagate per utenze extra-aziendali ed extra- regionali”. I servizi di sostegno? “Non devono stare necessariamente all’interno della stessa struttura, come peraltro rimarcato pubblicamente, fra gli altri, dall’AIL. Tali strumenti sono infatti presenti all’ospedale di Belcolle. Inoltre sarebbe possibile attivare, come già accaduto in passato, un reparto mobile di rianimazione, anche questo con costi del tutto sostenibili”. Riattivare Ematologia a Ronciglione implicherebbe dunque solo un intervento di pulizia dei locali, “senza aggravi di spesa sul piano del personale, visto che è già presente e operante. Se non si procede alla riapertura avremo una perdita dell’utenza con aggravio della spesa sanitaria, degrado e fatiscenza di una struttura moderna e perfettamente attrezzata, disagi per i pazienti, costretti a ricorrere ad altre strutture. Attendere il completamento dell’ala di Belcolle destinata allo stesso scopo? “Subordinare l’ef�cienza e l’ef�cacia di un servizio che potrebbe essere prontamente riattivato alle incertezze relative alla ristrutturazione di Belcolle – conclude Parroncini - pare una scelta in contraddizione con le esigenze di razionalizzazione e specializzazione dell’offerta sanitaria. Per questo chiedo alla Polverini di veri�care se questo quadro sia coerente con gli standard di ef�cienza, ef�cacia ed economicità”.

terbo Giulio Marini af�ancato dal comandante della Polizia Municipale Franco Fainelli ha spiegato, con apposita conferenza stampa, le ragioni della nuova norma che vieta il consumo di sostanze alcoliche per le vie di Viterbo e frazioni. Al centro la necessità di tutelare il decoro e la quiete pubblica del capoluogo di provincia, uno dei più tetri (fatti salvi alcuni brevi periodi dell’anno) del centro Italia. Sono bastate un pugno di piccole risse tra adolescenti a dettare la nuova disposizione. Già odiata dai gestori dei locali e dai giovani viterbesi. Ieri sera è stata la prima notte a “tolleranza zero”. Chiunque venisse sorpreso con alcolici sarà costretto a pagare una multa che può oscillare da 25 a 500 euro. Non male. Si potrà bere invece all’interno dei locali e nelle pertinenze esterne (da leggere: tavoli). Quello che non è chiaro è se i vigili addetti al controllo potranno anche perquisire le persone per veri�care il trasporto “illegale” di bottiglie. Non è chiaro neppure se nelle

frazioni è bandito anche “il bicchierino del fresco”, quel “goccetto” di vino che tra vecchietti - dalle parti di Grotte Santo Stefano, Bagnaia, Roccalvecce, Sant’Angelo e San Martino - va tanto di moda tra i “nonnetti” che si godono la pace della sera nelle strade davanti casa. Dovranno, i nostri arzilli vecchietti, temere le incursioni della Municipale? Multarli di 500 euro poi signi�cherebbe fare piazza pulita della loro pensione. Come noto però la legge non ammette ignoranza e “a chi tocca non s’ingrugni”. Chissà come gli agenti municipali saranno accolti in queste frazioni, dove �no a oggi sono stati più rari delle mosche bianche?

Sarà anche interessante veri�care quanti controlli di sera saranno effettuati proprio in queste zone. Non andarci sarebbe imbarazzante. Si può fare una legge e poi non applicarsi per farla rispettare su tutto il territorio? Certo che no, non avrebbe senso. Intanto, in città, i gestori dei locali stanno a guardare. Hanno deciso di attendere i risultati concreti di questa norma e poi decideranno il da farsi. Intanto i giornalisti delle varie testate cittadine si stanno attrezzando per la caccia ai “beoni” impuniti. Simili trasgressori della legge vanno “sputtanati” e soprattutto qualsiasi evasione dalle norme rappresenta una notizia. (foto Zadro)

Che fine ha fatto il finanziamento per gli impianti sportivi di Santa Barbara? A chiederselo è il consigliere Insogna

S

ergio Insogna parte di nuovo alla carica. Dopo la privatizzazione dei cimiteri e la questione del palco di Valle Faul – dove ha raccolto un risultato non da poco con l’impegno preso dal consiglio a smobilitare la struttura che nel 2009 ospitò Papa Benedetto XVI – questa volta il consigliere comunale del Pd chiede al sindaco Giulio Marini e al Presidente del Consiglio Giancarlo Gabbianelli di “conoscere con urgenza la reale situazione amministrativa riguardante il �nanziamento deliberato dal Ministero dell’Economia e Finanze nel 2006 per la realizzazione di impianti sportivi in località Santa Barbara per euro 700.000”. Il motivo della richiesta? Secondo Insogna “risulta agli atti che l’ente erogatore ha inviato ben 3

solleciti al Comune allo scopo di poter ottenere un progetto utile al �nanziamento delle strutture. Siccome sembra che tale progetto non esista e non ci sia intenzione di realizzarlo”, la preoccupazione del consigliere è “che detto �nanziamento possa essere perduto”. “La mia personale preoccupazione – prosegue – è anche quella dei tanti cittadini viterbesi e degli abitanti del quartiere Santa Barbara, che si vedrebbero privati della opportunità di veder realizzata una necessaria opera, con tutti i positivi risvolti sportivi, sociali e civici ad essa legati”. “Non vorrei che si possa pensare, non so con quali alchimie amministrative dal momento che il �nanziamento è speci�co per Santa Barbara, di poter trasportare in altro luogo la realizzazione di

detti impianti. Questa eventuale scelta – conclude Insogna – sarebbe scellerata, gravissima, ingiusti�cata, inammissibile ed offensiva nei confronti degli abitanti di detto quartiere, e sarebbe una ulteriore dimostrazione di indifferenza e di abbandono amministrativo”.


& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

attualità viterbese

7

Prossimamente in onda su diversi canali televisivi il suo programma ‘La difesa dell’utente bancario’

L’avvocato Meloni “re della tv” di ROBERTO POMI

S

i chiama ‘La difesa dell’utente bancario’ ed è la prima esperienza televisiva per l’avvocato viterbese Massimo Meloni. Un programma, prodotto da New Media Corporation per Rete News e in onda praticamente in tutte le Regioni d’Italia sulle frequenze di stazioni televisive regionali. Per il Lazio sarà possibile vederlo su Gold Tv, Lazio Tv, Teleuniverso, TS 2000, Latina Tv, Canale Zero, TVR Autovox, Tele Italia, Supernova, Europa Tv, Telepontina, Tele Centro Lazio e Gary Tv. Un risultato prestigioso non solo per il noto professionista - Cassazionista e specializzato nel contenzioso bancario - ma per Viterbo. Abbiamo contattato l’avvocato Meloni per una intervista a commento su questa buona notizia. Avvocato, come è arrivato a questo prestigioso traguardo? Tramite ‘ValoreImpresa’.

Ho avuto modo di conoscere alcuni vertici di questa società giornalistica e parlando mi hanno proposto di realizzare una trasmissione. L’obiettivo è quello di fornire ai cittadini informazioni utili e pratiche per destreggiarsi all’interno di situazioni debitorie e nel rapporto con le banche. L’obiettivo di ‘La difesa dell’utente bancario’ è quello di fornire indicazioni utili per destreggiarsi all’interno della crisi, che detta condizioni sempre più difficili per tutti. Attraverso consigli di ordine pratico, supportati da una robusta esperienza giuridica che io stesso ho maturato in gran parte all’interno del Tribunale di Viterbo, è mia intenzione aiutare la gente comune che spesso non ha, come è giusto che sia, piena cognizione delle leggi che esistono per affrontare determinate situazioni. Come vive questa esperienza? Con l’entusiasmo di un ragazzino, pur avendo 53

Pier Paolo Pasolini torna nella Tuscia Nel viterbese le riprese del film sulla morte

P

ier Paolo Pasolini torna nella Tuscia. Presto inizieranno anche nel viterbese le riprese di un �lm sulla morte del grande intellettuale del Novecento italiano. Il lavoro alla pellicola ‘Pasolini, la verità nascosta’, del regista Federico Bruno, è iniziato lo scorso 4 luglio negli studi cinematogra�ci Studios International in via Tiburtina (ex De Paolis) al Teatro. Una seconda fase di riprese avverrà in agosto a Roma e poi si continuerà da settembre �no a dicembre, oltre che a Sabaudia, anche in alcuni luoghi della provincia di Viterbo. La pellicola, prodotta dalla ‘Horizon Film’ di Roma, uscirà sugli schermi il prossimo anno. Le riprese in provincia di Viterbo potranno contare, tra gli altri, anche sulla collaborazione di Silvio Cappelli, autore di una pubblicazione ‘Pier Paolo Pasolini: dalla Torre di Chia all’Università di Viterbo’ che ripercorre i rapporti fra il regista e il territorio viterbese.

Il �lm, ricostruisce l’ultimo anno di vita di Pasolini, durante il quale era impegnato nella stesura del libro Petrolio, rimasto incompiuto. Filo conduttore della narrazione è la denuncia che Pasolini fa del tentativo eversivo della destra economica italiana e della strategia della tensione. Una studentessa spagnola, durante la preparazione della sua tesi di laurea, alla ricerca di fonti inedite, scopre, alla pari di un’investigatrice, che è sempre più verosimile l’ipotesi che lo scrittore friulano sia rimasto vittima di un complotto e che i mandanti e gli esecutori del delitto siano facilmente identi�cabili. Il �lm ripercorre gli ultimi dieci mesi della vita del poeta a partire dal gennaio 1975 �no al giorno della sua morte avvenuta il 2 novembre successivo. Il regista Federico Bruno afferma: “Non si tratta di uno scoop cinematogra�co. Nei due anni che ho impiegato a scrivere il �lm ha scovato migliaia di documenti, la gran

anni. La televisione è un medium importante, che permette di raggiungere tanti cittadini e accendere in persone con problemi, spesso anche pressanti, possibili strade di soluzione è per me una gratificazione importante. E’ una notizia buona anche per Viterbo, cosa si sente di dire in proposito? Sicuramente sì. Quando un viterbese raggiunge un traguardo importante anche la città ne riceve lustro. Ognuno di noi, oltre a rappresentare se stesso nella sua attività pubblica in fondo porta con sè anche i colori della propria terra.

Aperte le iscrizioni per i minifacchini. Dal 2 agosto iniziano le prove

Minimacchina di San Giovanni “sotto col ciuffo” M

entre fervono i preparativi per il 45° trasporto della mini macchina del Centro Storico, che come tradizione è fissato per il prossimo 1 settembre, tutti gli aspiranti minifacchini di età compresa tra i 6 e i 14 anni potranno effettuare la relativa iscrizione a partire dal primo agosto, tutti i giorni (sabato e domenica esclusi) dalle ore 17,00 alle ore 19,30 presso la Sala S.Rosa in piazza della Crocetta 7. Le

prove inizieranno il 2 agosto alle ore 17,30 presso il campetto della Crocetta. Il Comitato Centro Storico invita tutta la cittadinanza alle Cene Medievali che quest’anno sono programmate per i giorni 29 e 30 agosto sempre nella splendida cornice di piazza Dante. Si tratta di un appuntamento veramente caratteristico e imperdibile. Le cene sono allietate e animate, come consuetudine, dai figuranti

del Gruppo Storico Musicale, che si esibiranno poi il 2 settembre a piazza Duomo, per la rievocazione storica della Contesa. La città sta entrando progressivamente ne clima dei festeggiamenti per la Santa patrona. Agosto infatti è il mese dei preparativi per arrivare in crescendo alla magia parte dei quali inediti, che ho raccolto in 4.700 �le, da cui ho tratto 320 pagine di sceneggiatura. Sono certo di aver individuato gli autori del complotto, che sono anche i mandanti del delitto, e gli autori materiali. Dal giorno in cui è morto – prosegue il regista – sono molte le cose che ci sono state nascoste e con questo �lm le sveleremo. Pasolini era una persona che amava profondamente l’Italia e voleva salvarla dal degrado e dal consumismo. Aveva dato delle indicazioni su come uscire da quella situazione politica e per questo è stato ucciso”. Chiunque fosse interessato a visitare il set principale che ricostruisce la casa di Pasolini all’Eur e la stanza di lavoro di Chia, può contattare la casa di produzione indicando anche il giorno in modo da ricevere il pass per l’entrata negli studi.

di “quella sera del tre”. Il trasporto della Minimacchina di San Giovanni è sicuramente uno dei momenti clou di tutti i festeggiamenti in onore di Santa Rosa. Si tratta di un momento di grande raccoglimento per la città e di preparazione per il trasporto del “Campanile che cammina”.

Il 28 luglio tutti in piazza contro la possibile chiusura del Centro Antiviolenza dell’associazione Erinna

I

l 28 luglio prossimo alle ore 17 il comitato 13 febbraio e tutti i cittadini che si sono mobilitati scenderanno in piazza (piazza della Repubblica) a sostegno del Centro Anti-violenza Erinna che rischia di chiudere per il mancato rinnovo della convenzione da parte dell’ente provinciale. Dopo settimane di proteste e di indignazione che hanno visto l’adesione solidale di moltissimi cittadini, associazioni e persone appartenenti a forze politiche differenti, si è infatti deciso di continuare la protesta con una manifestazione pubblica durante la quale verranno letti brani del libro realiz-

zato da Erinna ‘Al centro le donne’, in cui sono raccolte delle testimonianze di donne che hanno subito violenze. Saranno presenti inoltre anche rappresentanti di altri centri antiviolenza della re-

gione che rischiano la stessa triste sorte. Lo slogan della manifestazione è la testimonianza di una donna aiutata in passato da Erinna: “Se chiude Erinna, io torno ad avere paura”.


primo piano

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

9

A pochi giorni dai funerali di Roberto Marchini in Afghanistan muore il parà David Tobini

L’Italia piange un altro militare ucciso di LUCA APPIA

U

na nuova morte per il contingente italiano in Afghanistan. A pochi giorni dal funerale di Stato di Roberto Marchini, il caporal maggiore scelto di Caprarola ucciso da un ordigno rudimentale nella zona di Fakah, un altro militare è stato ucciso ieri mattina duranto uno scontro a fuoco. Si tratta del primo caporal maggiore David Tobini. Il militare stava partecipando ad una attività congiunta con forze afgane nella valle del Murghab (provincia di Badghis). A renderlo rende noto è lo Stato Maggiore della Difesa. La salma rientrerà in Italia domani. Secondo il ministro Ignazio La Russa con tutta probabilità le esequie si svolgeranno in quello stesso giorno. Tobini, nato a Roma il 23 luglio 1983, era in forza al 183° reggimento paracadutisti “Nembo” di Pistoia, attualmente viveva ad Anguillara Sabazia con la madre. Non sono ancora state rese note, invece, le generalità dei feriti. IL FATTO Durante un’operazione congiunta tra militari italiani e forze afgane nella zona a nord ovest della valle di Bala Murghab, l’unità nella quale erano presenti anche i militari italiani è stata attaccata: nello scontro a fuoco è rimasto ucciso un militare italiano, mentre altri due risultano feriti di cui uno grave mentre il secondo non è in pericolo di vita. L’attacco ai militari italiani è avvenuto durante una fase di ripiegamento al termine di un’attività di controllo e ricerche nella valle del Murghab. Proprio nella fase �nale dell’operazione il dispositivo italiano e afghano è stato preso di mira dagli insorti, che hanno ucciso il parà e ferito altri due soldati italiani. Todini è il terzo militare italiano morto dall’inizio di luglio e il 41esimo dal 2004, quando è iniziata la missione di pace Isaf. Mentre Todini è rimasto

p

ucciso, però, un altro militare sarebbe in serio pericolo di vita. Si tratta del caporal maggiore scelto Simone D’Orazio, rimasto gravemente ferito nello scontro a fuoco in Afghanistan. Ad annunciarlo è il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che ha spiegato che il militare “ha riportato una ferita da arma da fuoco sul lato sinistro del torace, ed attualmente è ricoverato in un ospedale americano. Meno gravi le condizioni dell’altro militare italiano ferito, si tratta di Francesco Arena, nato a Vibo Valentia nel 1979, che e’ stato colpito al lato superiore destro e non e’ in pericolo di vita”. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, appresa con profonda commozione la notizia dello scontro a fuoco in cui ha perso la vita il primo caporal maggiore David Tobini, mentre assolveva con onore il proprio compito nell’ambito della missione Isaf in Afghanistan, rendendosi interprete della gratitudine e del profondo cordoglio del Paese, ha espresso alla famiglia i sentimenti della sua affettuosa vicinanza e della piu’ sincera partecipazione al loro grande dolore. “Nella tragica circostanza - si legge in una nota - il Capo dello Stato ha altresì chiesto al Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Biagio Abrate, di rappresentare alle Forze armate e in particolare all’Esercito i suoi sentimenti di cordoglio, di commossa solidarieta’ e di intensa partecipazione’’. Il Presidente Napolitano ha quindi espresso l’accorato auspicio che i militari feriti nell’attacco possano superare questo critico momento. “Spero che questa ennesima tragedia per l’Italia porterà ad un voto ancora piu’ rapido e più coeso del Parlamento’’. Così il ministro degli Esteri Franco Frattini sul ri�nanziamento delle missioni internazionali che approda domani in Senato, nel giorno della morte di un altro militare italiano in Afghanistan. Il voto positivo al

Viterbo & AltoLazio

ri�nanziamento, ha aggiunto Frattini, “sarà il segno che l’Italia non ha visto morire invano un altro eroe coraggioso della liberta’’. “In Afghanistan ancora un altro morto e altri due feriti. Esprimendo cordoglio ai famigliari del caporalmaggiore David Tobini, e rinnovando la solidarietà ai feriti, ci auguriamo che il governo la smetta di rinviare una decisione improcrastinabile: quella del ritiro delle nostre forze. E’ ora di dire basta a una guerra che non ci appartiene e che sta producendo un dispendio inutile di vite e risorse economiche’’. Lo afferma in una nota il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.

Tutta la comunità si è riunita attorno alla famiglia del 28enne David Tobini

Un paese stretto nella morsa della disperazione di SARAH PANATTA

U

na strada stretta, isolata, cristallizzata nella morsa del dolore e del temporale. Sospesa nel silenzio di un’attesa luttuosa, impenetrabile. Pochissimi i civili intorno alla cancellata scura, presidiata da un gruppo di militari. Emblematici gli sguardi, plumbei, discreti, cerchiati di nero, bassi. Bassi come il mantello spesso di nubi che ha avvolto ieri il villino di Via Quero, dopo la tragica, devastante notizia della scomparsa un altro �glio della generosa provincia. Osteria Nuova, frazione della capitale a due passi da Anguillara Sabazia, sta piangendo un suo caro, l’ennesima vittima di una guerra che molti, tra amici e familiari dei caduti, i pochi che rompono il silenzio, de�niscono “vile”, “insopportabile”. David Tobini aveva compiuto 28 anni appena tre giorni fa. Figlio di genitori separati, la sua vita “a casa” era con la madre infermiera, immerso nella tranquilla “vicinanza” del quartiere, gli zii, i dirimpettai cordiali, i tanti amici, le chiacchiere al bar, i pensieri per

il futuro, così denso di promesse e sogni, al di là del gruppetto di case color sabbia che costellano la via. Un ragazzo posato, dolce, ma molto sicuro di sé. Nulla aveva potuto dissuaderlo dal partire per l’Afghanistan, neppure le paure e le preghiere della mamma. David, primo caporalmaggiore, alla sua seconda missione in quella terra del martirio, che sta restituendo �le di cadaveri alla nostra nazione, stava facendo il suo dovere con la serietà e la competenza di sempre. Sparute le voci delle molte persone che in �la disciplinata e continua, come placido �ume, spezzato solo dalla breve visita del sindaco di Roma Gianni Alemanno, hanno riempito il vialetto di casa Tobini. Un andirivieni di saluti, abbracci, occhiate mute, lucide, per il pianto e lo spavento, ciglia spesse a serrare gli occhi, come in segno di arresa onorevole alla forza dirompente della guerra, della violenza. Fino alle 19 circa della serata di ieri il sommesso cordolo di parenti e amici ha inondato con delicatezza il marciapiede angusto intorno al civico 162. Solo un’ora prima era uscito,

nel fulmineo clamore della sua apparizione, il primo cittadino di Roma, che ha personalmente reso condoglianze alla famiglia di David. Oltre la recinzione e la vegetazione che �tta nasconde la bassa costruzione, si è mostrato con estrema dignità uno squarcio di vita spezzata, il viso pallido di una donna, alcuni uomini, tra loro forse anche il parroco locale, Don Roberto, che manca in chiesa dal primo pomeriggio. Qualcuno fuori dall’abitazione, passando lentamente, ha sospirato di potare via i ragazzi dalla mattanza dell’Aghanistan. Altri non sono riusciti neppure a sollevare il volto, troppo il rabbioso contegno e il dolore inatteso. Due giovani donne si sono trincerate in auto, aspettando forse il loro turno per il “saluto” dovuto, inevitabile. Un’altra tragedia schivabile, nella ormai debordante lista di ragazzi neppure trentenni uccisi da bombe, mine, agguati, in un con�itto complesso, invasivo, per troppi versi assurdo. È quello che pensano in tanti, soprattutto coloro che più vicini alle vittime hanno vissuto con sgomento le loro

������������������������������ ����������������� �������������������������������� �������������������������� ���������������������������

������������������������������������������������� ��������������������������������������������������� �������������������� ����������������������������������������������������������

morti. Nicola, vicino di casa dei Tobini, ha ricordato con laconica disponibilità la fermezza che aveva condotto David su quel fronte scottante. Invece il titolare del bar all’angolo, ad una manciata di metri da Via Quero, si è unito ai cari nel rispetto del loro dramma, ma ha commentato con durezza l’ingiustizia della morte di David. Ma se tutto attorno al villino di Via Quero si è condensato l’ossequio silenzioso di una comunità molecolare traumatizzata, aggregata dalla perdita ma troppo impreparata e stanca per commentare, per spendere parole amare sulla paradossale dipartita di David, il popolo di Facebook “parla”, grida, si fa sentire, a modo suo. Si è infatti mobilitato per tributargli gli onori non uf�ciali. Ben due i gruppi per commemorare David Tobini, più di 1200 i contatti. Al ragazzo colto e schivo, altruista e pragmatico, innamorato di �lm visionari e di musica sentimentale, vanno gli ultimi abbracci di centinaia di amici “di Rete”, che hanno voluto cliccare sul web, per il loro “angelo”, l’addio altrimenti indicibile.

������������


10

litorale viterbese

Viterbo & AltoLazio

Martedì 26 Luglio 2011

TARQUINIA - Si è conclusa la quarta edizione della manifestazione

Tarquinia Horse Show, un plebiscito di consensi I

l “Tarquinia Horse Show” strega Tarquinia Lido. Plebiscito di consensi per lo spettacolo equestre andato in scena sabato che è riuscito a catturare ed ammaliare sia gli appassionati del settore sia i semplici spettatori che hanno potuto assistere a numeri di alto livello artistico. Grande soddisfazione anche nelle parole di Maria Letizia Benedetti, anima e cuore della manifestazione insieme a Massimiliano Ortenzi. “Eccoci dunque giunti al termine della quarta edizione del Tarquinia Horse Show, ed è ogni volta per noi una grandissima gioia ed una forte emozione ritrovarci all’epilogo di una splendida serata dopo lunghi mesi di intenso lavoro. Vorrei allora spendere due parole di ringraziamento nei confronti di tutti coloro che hanno contribuito e collaborato alla buona riuscita di questo evento.-esordiscePrimo fra tutti merita un sentito ringraziamento il Comune di Tarquinia, istituzione composta da personaggi a nostro avviso di grande valore e capacità. Mi riferisco in particolare al Sindaco Mauro Mazzola e a persone come gli assessori Giancarlo Capitani, Sandro Celli e Renato

Bacciardi. A loro va il nostro ringraziamento per averci aiutato, sostenuto ed af�ancato nella risoluzione delle varie dif�coltà incorse durante l’organizzazione di questo evento. Mi incorre il dovere di riconoscere, oltre la loro professionalità, soprattutto la loro disponibilità ed umanità. Poi ringrazierei immediatamente l’Università Agraria di Tarquinia, il Presidente Alessandro Antonelli, gli assessori Gino Stella e Attilio Boni, ed i ragazzi che hanno rappresentato stasera

questo ente divenuto ormai una certezza ed un sostegno su cui poter contare sempre. Di seguito ringrazio la Provincia di Viterbo e l’Assessore all’Agricoltura Franco Simeone per il contributo e la �ducia riposta in questa manifestazione, credendo giustamente che essa stessa valorizzi il nostro territorio e le sue caratteristiche tipiche. Colgo l’occasione dunque per ingraziare di cuore i carissimi amici Al�o Meraviglia e Manuel Catini che con molta

disponibilità si sono fatti portavoce dell’importanza di questo evento”. E dopo le istituzioni un ringraziamento anche alle associazioni e ai cittadini che hanno dato manforte all’evento. “Un grazie di cuore lo debbo personalmente anche agli amici Fabrizio Ercolani e Sirio Rotatori, per la loro vicinanza ed il loro supporto. Un forte grazie va all’associazione Pro Tarquinia, che ci ha permesso di realizzare questa serata nella cornice

della �era d’estate, a tutti gli sponsor per il loro contributo alla realizzazione dell’evento, all’Associazione Europea Operatori Protezione Civile, la Croce Rossa e la dott.ssa Boni del servizio veterinario, per la loro presenza e preziosa collaborazione. Ringrazio tutti gli artisti che si sono esibiti e ci hanno dimostrato il loro grande talento, dietro il quale però vi è soprattutto una grande passione. È a loro che va il nostro grazie più senti-

to in quanto, se sono qui stasera con noi, è proprio in nome di questa passione ed in particolare dell’amicizia che ormai da tempo ci lega. Ringrazio il pubblico accorso così numeroso, ed in�ne, grazie a Massimiliano Ortenzi, l’organizzatore per eccellenza del Tarquinia Horse Show. A Lui, grande cavaliere e per me un grande maestro, spetta il meritato riconoscimento di far vivere ogni anno alla città di Tarquinia la magia di uno spettacolo senza pari”.

TARQUINIA - Balli e risate per il decennale dell’azienda MONTALTO - Da oggi fino al 2 settembre sarà possibile effettuare visite guidate

Centro Benedetti, una festa speciale La centrale “A.Volta” apre le porte al pubblico F

esta del Cliente un cocktail di sicuro successo. La serata di sabato dimostra come ormai da anni sia nato questo feeling stupendo tra il patron Enrico ed i suoi clienti. 3500 bistecche cotte magistralmente dall’Associazione Borgo dell’Argento, oltre 4.000 salcicce, �umi di vino - tutti rigorosamente gratis - solo per dare dei numeri dell’incredibile riuscita della nona edizione della “Gran Festa del

Cliente” impreziosita quest’anno da una importante ricorrenza: i dieci anni di apertura del Centro Benedetti. Tanti gli ospiti che si sono alternati sul palco coinvolgendo tra balli e risate il folto pubblico che non ha voluto perdersi neanche un minuto del grande spettacolo ideato dal patron Enrico. Con un ritmo incalzante si sono avvicendati ospiti illustri come la Racchia di Veiano, “I Souvenir”, Battaglia

e Miseferi che con la loro comicità hanno trascinato in un vortice di risate il pubblico; il tutto diretto magistralmente dalla splendida Pamela Prati e dal bravissimo Maurizio Guidozzi. Ma la serata è stata anche l’occasione giusta per conferire dei doverosi riconoscimenti. Una targa speciale a Giuseppe Scoponi per aver ideato questa magni�ca festa, al generale Piero D’Inzeo, olimpionico plurimedagliato e comandante del battaglione di cui faceva parte anche Enrico Benedetti, e ai dipendenti che entrati come apprendisti in giovanissima età sono rimasti nell’organico del Centro Benedetti sino ad oggi. “Una serata alla riscoperta dei valori che al giorno d’oggi si stanno perdendo - questo il commento a caldo di Enrico Benedetti - Il successo di pubblico dimostrato anche in questa edizione testimonia come i cittadini abbiano voglia di sano divertimento. Un ringraziamento sentito per gli ospiti, per chi mi ha coadiuvato nell’organizzare la serata, ma soprattutto per i clienti autentici protagonisti della serata”. Proprio nell’ottica della riscoperta dei valori Enrico ha voluto omaggiare il pubblico facendo ascoltare loro una canzone che potrebbe divenire l’inno di Tarquinia. Una melodia molto orecchiabile, scritta da Fabrizio Ercolani e Sergio Parrini e musicata dai “Souvenir”, che dipinge la città, parlando della sua storia, delle sue tradizioni e del suo patrimonio. Al termine della serata come di consueto un’enorme torta e splendidi fuochi d’arti�cio hanno salutato il pubblico, numerosissimo nonostante molteplici e concomitanti manifestazioni in città e al lido, dando appuntamento per l’edizione 2012.

Q

uest’anno sarà possibile visitare in notturna la Centrale E n e l “A l e s s a n d r o Vo l t a “ a Montalto di Castro. Da oggi, martedì 26 luglio, fino al prossimo 2 settembre sarà possibile conoscere da vicino l’impianto termoelettrico di notte, con visite guidate, tutti i martedì e venerdì, dalle ore 20.30 fino alle ore 23.00. I visitatori verranno accolti da un tecnico

che, dopo una breve illustrazione dell’impianto e le necessarie raccomandazioni per un percorso sicuro, li accompagnerà in un itinerario pieno di sorprese alla scoperta delle macchine e dei tecnici che, con la loro esperienza e professionalità, si impegnano nella produzione dell’energia elettrica nel rispetto dell’ambiente. I visitatori avranno modo di vedere da

vicino le turbine, gli alternatori, le valvole, i motori, la tecnologia sempre a l l ’ a v a n g u a rdia per capire quanto lavoro ci sia dietro la produzione di energia elettrica. Il punto d’incontro è al Centro Informazioni della Centrale, non occorre prenotazione e l’ingresso è libero. E’ presente un servizio navetta gratuito. Per informazioni 0766 89 83 24.


& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11

MONTALTO - Al Parco Naturalistico - Archeologico sport, archeologia, divertimento e natura

Vulci, un’estate ricca di iniziative MONTALTO - Tardioli illustra il convegno sulla Civitavecchia - Livorno

di GIOVANNI CORONA

T

utti i giorni un modo diverso di vivere il Parco, a partire dall’Archeologia, protagonista delle sere di martedì e giovedì, con le suggestive visite guidate in notturna su prenotazione-. Il martedì sera, alle 21:00 l’itinerario si snoda tra tre delle tombe etrusche più note di Vulci: il mirabile Tumulo della Cuccumella con il suo misterioso labirinto interno, la Tomba delle Iscrizioni e la celebre Tomba François, capolavoro dell’architettura funeraria etrusca ed un tempo custode di un magnifico ciclo di affreschi oggi di proprietà privata della collezione Torlonia a Roma. Il giovedì alle 21:00 -sempre su prenotazione- si passeggia invece al chiaro di luna tra i resti dell’antica metropoli etrusco-romana: le mura etrusche, il basolato romano, il grande Tempio e la nobile Domus del criptoportico, con i suoi sotterranei aperti al pubblico anche in notturna. Ancora appuntamenti serali per i Racconti di stelle -il lunedì ed il venerdì alle ore 21:00, su prenotazione-: è richiesto ai partecipanti di portare una torcia ed un plaid per stendersi ad osservare la volta celeste ed

Autostrada: ‘Noi’ fa i bilanci L

ascoltare i suoni della natura. Il mercoledì durante l’orario di apertura del Parco, dalle 10:00 alle 18:00, è invece la volta di Vivere il Parco, con attività acquatiche, risveglio sensoriale e pratica di tiro con l’arco all’interno del Parco e presso il Laghetto del Pellicone. Il suggestivo laghetto è la cornice ideale per Dimensione Acqua e per le attività del sabato -dalle 10:00 alle 18: 00- per grandi e piccini che vorranno provare a solcare le acque del Fiora in Kayak. Per le attività del mercoledì e del sabato non occorre la prenotazione. Il tradizionale appuntamento domenicale

con la Necropoli orientale è alle 16:00, l’appuntamento è presso la biglietteria del Parco. Tornano poi l’appuntamento con l’osservazione degli Astri -sabato 30 luglio alle 21:00, in collaborazione con gli astrofili TAU di Tarquinia- oltre al III Trofeo di Vulci, che vedrà squadre di butteri maremmani a confronto sabato 20 agosto alle 17:00. Il 21 agosto ed il 4 settembre si svolgerà infine l’archeotrekking: si tratta di un percorso all’interno del Parco con lo scopo di svelare gli angoli più nascosti di straordinaria bellezza: l’appuntamento è alle 9:30 e la prenotazione è obbligatoria.

o scorso giovedì al complesso di San Sisto si è svolto il convegno “Autostrada, conosciamola insieme”, organizzato dall’associazione Noi di Montalto e Pescia. Molti i cittadini che hanno partecipato all’evento per conoscere l’impatto sul territorio che avrà la costruzione dell’autostrada la cui costruzione è imminente. La conferenzaè stata realizzata per far conoscere alle persone le tematiche riguardanti la grande infrastruttura, sulla quale �no ad oggi non c’è stata una chiara spiegazione sul progetto in esso contenuto. I membri di Noi di Montalto e Pescia hanno puntato il dito sull’amministrazione Carai per la mancata informazione sul tema e a tal proposito hanno voluto questo incontro per delineare gli argomenti della nuova infrastruttura. Le persone che hanno partecipato all’evento hanno avuto modo di poter veri�care il tracciato dell’autostrada tramite la proiezione di una ricostruzione gra�ca su computer, venendo inoltre a conoscenza di quali e quante proprietà saranno interessate dagli espropri. Alla conferenza hanno partecipato il sindaco di Canino Mauro

Pucci ed il consigliere provinciale Gianluca Mantuano. Tra i vari interventi, anche quello del presidente dell’Associazione politico-culturale “Altrofuturo” Gianluca di Francesco, che ha sottolineato come la costruzione dell’autostrada in�uenzerà molto le abitudini di vita dei cittadini interessando il territorio a livello sociale e culturale. “Siamo molto soddisfatti –ha dichiaratoUmberto Tardioli, membro dell’Associazione Noi di Montalto e Pescia e moderatore della serata- per la grande partecipazione dei cittadini, segno evidente che l’argomento era interessante, al punto che, molti dei presenti si sono fermati a discutere con noi ben oltre la �ne della serata.

Abbiamo voluto dare un taglio esclusivamente informativo all’evento – ha concluso Tardioli - visto che la proiezione e la spiegazione del tracciato è complessa e molto lunga, ma diamo appuntamento a tutte le persone o associazioni interessate a partecipare al prossimo evento che stiamo già organizzando per dopo settembre. Siamo pronti ad aprire un dibattito con tutte le forze sociali e politiche come è nello spirito della nostra associazione, che sottolineo, aperta a tutti al di fuori di ogni schieramento politico, per dare voce a tutte le opinioni in merito e comprendere come agire tutti insieme per il bene del nostro amato territorio”.


2

cronaca viterbese interni

Viterbo & & Viterbo Giovedì 7 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì


& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

13

ACQUAPENDENTE - Una sorta di mostra itinerante di opere d’arte sia in paese che fuori

‘ArtiMigranti’, presentazione ufficiale L

a Cooperativa Ape Regina ha presentato ufficialmente presso la Torre Julia de Jacopo il percorso artistico “ArtiMigranti”. “Sarà una sorta di itinerante d’opere d’arte ad Acquapendente”, sottolineano, “esposto nei vari esercizi commerciali, bar e ristoranti sia nel centro storico cittadino che in altre località. Per offrire a chiunque voglia soffermarsi, un attimo di incanto nella frenetica vita di tutti i giorni. L’idea nasce dalla passione di alcuni

artisti locali che esprimono le loro passioni dipingendo, scolpendo, scrivendo o in tante altre manifestazioni di creatività, coordinate da Rossella Di Clemente” “Offriremo Acquapendente, esordito la stessa, “agli artisti locali che sono attivi sul territorio. Sarà messo a disposizione delle loro espressioni creative, anche di vario linguaggio, un ampia occasione espositiva permanente itinerante con un logo personalizzato”. Questo l’elenco attuale degli artisti che hanno aderito all’evento : Giulio Bartolomei (Bar la Rustica), Silvia Bartolomei (Pub Lo Carabeo, Torre Julia de Jacopo, Agriturismo Buonumore, Ottica Solari), Jozef Bonnot (Bar Natale, Torre Julia de Jacopo), Giulietta Bottarini (Agriturismo Il Pulicaro), Giuseppino Casali (bar Oasi Cafè), Rossella Di Clemente (Break end breakfast Torre Alfina, Ristorante Il Borgo, Osteria La Fraschettina, Ristorante la Baita di Villalba), Lia Guidi (Esercizio commerciale Omnia Natura e Torre Julia de Jacopo), Tiziana Lombardelli (Forno Saleppico), Dino Monachi-

FARNESE - Organizzata dal circolo ‘IL Lamone’

Torna la ‘Festa del cacciatore’

no (Studio Veterinario Dott. Giovanni Maria Raimondi), Emanuela Montemurro (Osteria La Fraschettina, Torre Julia de Jacopo), Silvia Pennese (Break end Breakfast L’Albero Bianco, Osteria La Quintaluna), Anna Pichi (Torre Julia de Jacopo), Pina

Pulvano (Torre Julia de Jacopo), Nicolò Samà (Agenzia Viaggi Geminga), Corrado Tricoli (Barbiere Pensiero). Per ulteriore informazioni sul progetto o interesse a partecipare con proprie opere email rosinella2003@libero.it di Rossella di Clemente.

BOLSENA - Prorogata la mostra dell’artista giapponese Ota Kohei

‘Respiro della terra’, c’è tempo fino al 20 agosto

È

stata prorogata �no a sabato 20 agosto la mostra “Respiro della terra” di Ota Kohei a Bolsena presso il Palazzo dei Monaldeschi della Cervara. L’esposizione di sculture ceramiche del Maestro giapponese Ota Kohei ha inaugurato lo scorso 1° luglio la quinta edizione del

Teatro Diffuso Anima & Terra, il progetto che vede coinvolti quest’anno i Comuni di Acquapendente, Bolsena, Cellere, Farnese, Gradoli, Latera, Museo del Brigantaggio (Cellere), Museo della Terra (Latera), Museo della Città e Museo del Fiore di Acquapendente, Biblioteca Comunale di Acquapendente, Museo Territoriale del Lago di Bolsena, Biblioteca Comunale di Bolsena, Università della Tuscia, Riserva Naturale Monte Rufeno e Riserva Naturale Selva del Lamone. “Le mie opere - dichiara Kohei - vogliono esprimere la fugacità della materia nell’opera d’arte. Uso infatti la creta, materiale fragile che attraverso l’azione del vento del sole e della pioggia ritorna al suo elemento originale, la terra quindi ritorna elemento naturale dell’Universo. E il senso profondo delle opere

rimane, quale traccia indelebile nell’essere. Spesso riproduco sfere legate a �li trasparenti. La sfera meglio di ogni altra forma rappresenta la spiritualità. Mi piace ritrovarla nei rosari buddisti come in quelli cristiani e musulmani. E così il �lo trasparente simboleggia la possibile ed auspicabile armonica unione tra materia e spirito”. “Culture Parallele” è il titolo di questa edizione del Teatro Diffuso che si svolgerà �no al prossimo mese di ottobre, per raccontare un tempo e un luogo d’incontro fra “Pubblico, Paesaggio e Cultura, gli Uomini e il Luogo che Li ospita”. Il prossimo appuntamento in calendario è “Pallavi - Spettacolo di danza classica indiana” con Dafne Rusam Carli, il 10 agosto alle ore 21.30 a Piazza Palombini a Gradoli. Lo spettacolo è strutturato secondo il repertorio

tradizionale della danza Odissi. Si articola in una sequenza di coreogra�e che alternano la danza pura (espressione del piacere della danza) alla danza narrativa (il racconto danzato di episodi della mitologia hindu con l’ausilio dei gesti delle mani e delle espressioni facciali). La danzatrice guiderà il pubblico alla comprensione dell’arte performativa indiana illustrando gli aspetti tecnici e formali della danza Odissi. Il Teatro Diffuso 2011 è organizzato dall’Associazione Teatro Boni di Acquapendente con il contributo della Fondazione Carivit, Stosa Cucine, I.C.C. (Inerti Calcestruzzi Centeno). Per informazioni: tel. 0763/730246, www.teatrodiffuso.com info@teatroboni.it. Ingresso libero a tutti gli spettacoli.

D

opo la partenza “col botto” dello scorso anno, riapre i battenti la Festa del Cacciatore fissata a Farnese per il 29, 30 e 31 luglio. Tutto il paese è in fermento ed è pronto a trasformarsi di nuovo in un grosso campo di gara per esperti tiratori, principianti e semplici curiosi. La manifestazione, che lo scorso anno ha riscosso successo e apprezzamenti, torna con tante novità. Oltre al tiro alla sagoma, al tiro a piattello laser e alla gara di bellezza cinofila che premia i cani più belli delle quattro categorie caccia, utilità, compagnia e difesa, si potrà provare il percorso di caccia, ci saranno la gara amatoriale per cani da ferma su quaglie, il tiro con la fionda, il tiro con l’arco, esposizioni di prodotti venatori e la mostra fotografica a tema. Nella giornata di domenica, poi, grande spettacolo della Falconeria Maestra di Varese in Piazza Unità d’Italia. Nell’area festa anche quest’anno spettacoli, stand,

musica e l’ottima cucina a base di cinghiale e dei sapori tipici della Tuscia che vi farà apprezzare ancora di più la manifestazione. Il circolo A.N.L.C. “Il Lamone” di Farnese, promotore dell’iniziativa, con la collaborazione del Comune di Farnese, ha voluto creare una festa che sia a dimensione di tutta la famiglia, rompendo i pregiudizi e dimostrando ancora una volta che l’attività venatoria, se esercitata correttamente, è perfettamente compatibile con l’ambiente. Oltre alle iniziative ludiche e gastronomiche non mancheranno, infatti, spazi e momenti per dibattiti e discussioni con relatori di eccellenza. L’appuntamento per tutti, assolutamente da non perdere, è quindi a Farnese il 29,30 e 31! Vi aspettiamo numerosi! Per maggiori info e programma completo consultate il nostro sito web www.anlcfarnese.it o attraverso Facebook nel profilo “Circolo Lamone”.

ACQUAPENDENTE - Dal mese di settembre BOLSENA - Organizzati per avvicinare i ragazzi alle attività del centro anziani

Al via il Campo Ambiente Un successo i corsi di disegno per bambini L

a Riserva Naturale Monte Rufeno ospiterà nel mese di Settembre il Campo Ambiente Junior. A comunicarlo con una breve nota informativa l’Agenzia Regionale Parchi del Lazio. “In programma da Lunedì 5 a Venerdì 9 Settembre”, si sottolinea nella stessa, “sarà rivolto a bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 ed i 13 anni e offrirà la possibilità di vivere un indimenticabile esperienza all’insegna della natura, ad un prezzo agevolato di 150 €. Il campo si svolgerà con la Ditta “Ape Regina”, ad Ac-

quapendente in Provincia di Viterbo. Per informazioni sul campo e per le prenotazioni contattare la Ditta telefonando al numero 0763-730246 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00 oppure inviando una e-mail a coop.la peregina@tiscali.it.

I

l centro anziani di Bolsena, carinamente ribattezzato - dalla vice presidente sig.ra Spaccini Carucci Maria Teresa ‘Centro dei diversamente giovani’, con la finalità di avvicinare i bambini alle iniziative che si svolgono nella sede, ha organizzato per i mesi di Luglio e Agosto, corsi di pittura per bambini dai 6 ai 13 anni. I bambini hanno accolto con calorosità e allegria, trascorrono ogni sabato con l’insegnante sig.ra Iannarilli Rita, diploma-

ta all’Istituto d’Arte di Roma, la vice Presidente e la collaboratrice sig.ra Palombi Paola dipingendo e socializzando tra loro. A fine corso si terrà una mostra dei lavori eseguiti dai bambini e verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione. Le Iscrizioni sono ancora aperte per il proseguimento dei corsi presso il Centro in piazza Matteotti oppure telefonando al numero 0761 798466 per avere maggiori informazioni.


montefiascone interni

2 14

Viterbo & & Viterbo Martedì 26 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

ENOGASTRONOMIA - Nel quadro dei festeggiamenti della Fiera del Vino torna la settimana gastronomica

Riapre in via Trento ‘Il Cantinone’ di MICHELE MARI

R

itorna “Il Cantinone” inserito nei quadri dei festeggiamenti della Fiera del vino dopo l’interruzione forzata dello scorso anno. La caratteristica settimana di cene gastronomiche all’aperto riprenderà regolarmente quest’anno e come al solito si svolgerà in via Trento, una delle più caratteristiche della città a pochi metri dalla cattedrale di Santa Margherita. “Il Cantinone” è giunto alla 27esima edizione, ed è divenuto un’ attrattiva della città di Montefiascone. La settimana di cene si svolgerà dal 8 al 13 agosto ed offrirà piatti tipici presentati magistralmente dal circolo Mf80. Ad organizzare questa nuova edizione, è come al solito, il circolo Mf 80 capeggiato da Roberto Menghini. Ecco tutti i nomi dei soci: Massimo Andreoli, Pietro Bartoleschi, Gianfranco Bellacima, Apple Carelli, Roberto Carelli, Vincenzo Ferri, Domenico Fioravanti, Alessandro Gamberi, Angelo

Giraldo, Emanuele Giraldo, Luca La Corte, Diego Lozzi, Gino Manzi, Maria Martini, Agostino Menghini, Roberto Menghini, Marco Orfei, Paolo Orfei, Massimo Tassoni e Roberto Tassoni. Il Cantinone è nato nel lontano 1984 quando la Fiera del Vino, così raccontano le cronache, aveva assolutamente bisogno di qualcosa di innovativo per riempire le calde serate del mese di agosto. Occorrevano manifestazioni collaterali di supporto e di una certa importanza e così venne creato “Il Cantinone”. La settimana di cene inizierà, come detto, lunedì 8 agosto con il seguente menù: crostini stracchino e salsiccia, paja e fieno alla boscaiola, coda alla vaccinara, spezzatino di vitella … a modo mio, sapori e colori dell’orto e torta di ricotta. Il menù di martedì 9 agosto prevede invece cacciagione: crostini in salmì, pappardelle alla lepre, quaglia alla leccarda, lepre alla cacciatora, fagioli all’uccelletto e tortina di mele. Le pietanze che saranno servite

dal circolo Mf80 mercoledì 10 agosto saranno: antipasto del norcino, ombrichelli all’amatriciana, saltimbocca alla romana, facioli co’ le cotiche, pomodori in insalata e ravioli dolci. Invece giovedì 11 agosto il menù previsto sarà composto da bruschette

casarecce miste, gnocchi al sugo, maialino a porchetta, coniglio alla ciociara, piselli e pancetta e crostate gusti vari. In�ne per venerdì 12 agosto menù tutto a base di pesce: cannellini alla polpa di granchio, scialatielli alla crema di scampi, moscardini in umido,

calamari ripieni in bianco, funghi trifolati e peschette alle creme. In�ne nell’ultima serata di sabato 13 agosto saranno serviti “bombardieri” in salsa verde, tajatelle alla puttanesca, stinco di maiale al forno, trippa alla romana, misticanza e zuppa

inglese. Ogni sera inoltre patatine fritte a volontà, vino Est!Est!!Est!!! e acqua minerale. Per prenotare ai numeri telefonici: 349-3963514 “Cantinone”, 0761-832060 “uf�cio turistico comunale” e 0761-826266 “Alimentari Bacchiarri Ines”.

ATTUALITA’ - La denuncia del Cotom, comitato a tutela del nosocomio EVENTI - Oggi si proietta (R) esistenza di Francesco Cavaliere

‘Sul nostro ospedale Est Film Festival, ultimo un silenzio assordante’ appuntamento per i documentari O

Un silenzio assordante sul nostro ospedale, un silenzio che preoccupa il Cotom e preoccupa tutta la popolazione”. Così esordisce in una nota il Cotom, comitato per la tutela dell’ospedale di Monte�ascone a �rma del presidente Giorgio Onofri e della vice Rossana Bartolozzi. Il Cotom accusa: “Dopo il buio e immobilismo del commissariamento, si sperava che la nuova amministrazione desse un po’ di luce e slancio alla difesa e, perché no, anche al potenziamento del nostro caro ospedale. Il Cotom, dopo un primo incontro formale con il signor Sindaco, in cui lo mettevamo al corrente della situazione (incontro avuto pochi giorni dopo l’insediamento), non abbiamo saputo più niente. Il fatto che, dopo il nostro incontro con il Sindaco, egli abbia avuto due incontri con il direttore generale Ausl Vt Dottor Pipino e non ci abbia messo al corrente

dei contenuti, ci rattrista e ci preoccupa; noi non vogliamo essere messi al corrente per diritto Divino, ma dopo anni di lotta ci aspettavamo più coinvolgimento, per il solo scopo di fare fronte comune, perché, è cosa nota, che l’unione fa la forza”. Il Cotom, che si è reso protagonista di numerose battaglie, specialmente

nella scorsa estate, con presidi e manifestazioni, nel comunicato aggiunge: “Se le cose non cambieranno, e non cambieranno in meglio, il Cotom, suo malgrado, dovrà rivolgersi, per ottenere quell’aiuto politico necessario, ad altre amministrazioni comunali. Aiuto che abbiamo avuto sempre e costantemente dalle amministrazioni di Marta e Capodimonte nel periodo buio del commissariamento di Monte�ascone”. In�ne la nota conclude: “Il Cotom non vuole e non può cercare altrove quello che ha, o dovrebbe avere, in casa. Ognuno di noi, amministratori, singoli cittadini, associazioni, comitati, parrocchie, enti, partiti politici, movimenti, ecc.., nel proprio ambito, può e dovrebbe attivarsi per la difesa e potenziamento del nostro caro ospedale. Il Cotom è stato, è, e sarà sempre e costantemente attivo”. (M.M.)

ggi ultimo appuntamento a Monte�ascone ultimo appuntamento con la Sezione Documentari di Est Film Festival, con la proiezione di “(R)esistenza” di Francesco Cavaliere che racconta otto storie di vita a Scampia, problematico quartiere alla periferia nord di Napoli. In un contesto di forte degrado sociale, criminalità e disoccupazione, i protagonisti raccontano la quotidiana resistenza civile, per migliorare le condizioni del loro quartiere, considerato il più grande mercato di droga in Europa. A seguire incontro con il regista Francesco Cavaliere. Alle 17.00, sempre alla Rocca dei Papi, partirà il secondo appuntamento con la Sezione Concorso (inaugurata ieri con il �lm di Massimiliano Bruno, “Nessuno mi può giudicare”) con la proiezione del �lm “Tatanka” di Giuseppe Gagliardi, con Clemente Russo e Giorgio Colangeli. Tratto da “La bellezza e l’inferno” di Roberto Saviano, il �lm di Gagliardi è ambientato nei feudi della camorra, e descrive la straordinaria avventura di un ragazzo che riesce a sfuggire a un destino certo. Grazie all’incontro con la boxe riuscirà ad emanciparsi, in un percorso che lo porterà alla scoperta di se stesso, dalla periferia di Caserta ai ring clandestini di Berlino. “Le palestre di pugilato in Campania sono l’ultimo baluardo della legalità, delle vere e proprie fortezze che rappresentano la strada privilegiata verso un destino diverso. I maestri sono �gure leggendarie, depositari fuori dal tempo di un sapere unico. A loro interessa che i pugili siano uomini, prima che campioni” – spiega

Giuseppe Gagliardi. “In questi luoghi dove le porte delle docce sono divelte, le attrezzature arrugginite e i neon intermittenti, dove il sapore della fatica si avverte nell’aria, nasce la vera ispirazione del �lm”. “La boxe nel �lm diventa la metafora della salvezza. La storia ruota intorno all’amicizia tra due ragazzini che crescendo prendono strade diverse. Scrivendo la loro vicenda, abbiamo cercato di sviscerare quelle che sono le dinamiche attraverso le quali la camorra impone il suo potere. Negli ultimi anni le facce dei malavitosi sono cambiate, non hanno più l’aspetto del gangster tradizionale. Loro stessi amano de�nirsi imprenditori. E sono molte le imprese legali attraverso cui la malavita lava i suoi soldi sporchi. La camorra dà da mangiare a molte famiglie ma allo stesso tempo avvelena le loro terre – anche �sicamente –, sfrutta tutte le risorse. Come sfrutta il talento. Il sottotesto principale del �lm è proprio questo”. A seguire, incontro con il regista, Giuseppe Gagliardi. A Piazzale Frigo, ore 21.30, appuntamento con la seconda pellicola in Concorso: “Corpo celeste” di Alice Rohrwacher, con Yile Vianello, Salvatore Cantalupo e Anita Caprioli. Il �lm racconta la storia di Marta una ragazzina di 13 anni che torna a vivere con sua madre a Reggio Calabria. Qui incontra un mondo sconosciuto, diviso tra ansia di consumismo e ricordi arcaici. Chiamata a fare la cresima, cerca nella parrocchia le risposte alla sua inquietudine. Il �lm è tratto dall’omonimo romanzo di Anna Maria Ortese. “Nelle prime pagine del libro

l’Ortese descrive il meraviglioso spaesamento dello scoprirsi abitanti di un corpo sospeso nello spazio, del tutto simile come incanto a quelle luci lontane che si vedono in cielo. Quelle parole mi sembravano un segno e così comparve Marta: una creatura terrestre, un’adolescente che cammina attraverso una città sconosciuta, una ragazzina che deve cercare la sua via attraverso il mondo più che quella al di là del mondo. Da questa impressione è nata la storia di Marta come una piccola canzone”, spiega la regista Alice Rohrwacher che incontrerà il pubblico di Piazzale Frigo dopo la proiezione del �lm. La Giuria della Sezione Concorso, composta dal regista Marco Chiarini, l’attore e regista Edoardo Leo, il regista Andrea Zaccariello e i giornalisti Alberto Crespi e Danilo Maestosi, decreterà alla �ne del Festival il Miglior �lm tra quelli presentati in Concorso, assegnandogli l’Arco d’Oro e 7.000 € - Premio Banca Cattolica. A partire dalla mezzanotte a Largo Plebiscito ancora un appuntamento con la Sezione DopoFestival, che proporrà: “Tropos”, performance musicale interattiva di Lazzaro Nicolò Ciccolella, proposto in collaborazione con ArteGiro - Contemporary art di Monte�ascone. Tropos è in chiave contemporanea il “viaggio” che i musicisti del passato intraprendevano per estendere le proprie conoscenze ed arricchire (e imbastardire) i propri linguaggi. È estrapolare, ricombinare e ricomporre entità sonore in forme e modelli rinnovati, cercando di evitare di cadere nel tranello di una manipolazione �ne a se stessa.


& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

15

TUSCANIA - L’associazione ‘Cavalieri di Maremma’ ospite al festival Equestre Mondiale ‘Chio’ per rappresentare l’Italia

Cavalieri di... Tuscania in Germania TUSCANIA - Staccini ringrazia l’assessore Birindelli

di VALERIA SEBASTIANI

L

Finalmente arriva la banda larga

’Italia protagonista ad Aachen in Germania per il ‘Festival Equestre Mondiale 2011, Chio’. Una delle competizioni più importanti e prestigiose del mondo, dove oltre 25 paesi si s�dano nelle discipline di ‘salto ad ostacoli’, ‘attacchi’, ‘dressage’, ‘eventing’, ‘volteggio’. La nostra nazione, accolta in pompa magna a Chio con una parata di ‘vespe’ Piaggio tricolori, ha trovato rappresentanza nei Cavalieri di Oristano, nella Fanfara dei Carabinieri a Cavallo e nei Cavalieri di Maremma tra i quali i tuscanesi Domenico Germoni e la �glia Alessia Germoni, unica donna del gruppo. L’Associazione Cavalieri di Maremma

nasce con lo scopo di diffondere e conservare le tradizioni legate al cavallo maremmano e alla vita degli allevatori antichi e moderni. Il lavoro duro dei butteri, la passione e la cultura del cavallo di maremma rivivono in Italia e all’estero grazie a caroselli, gare e performance spettacolari e dall’alto valore storico. La trasferta ad Aachen oltre ad arricchire indiscutibilmente il curriculum dell’Associazione, ha portato, grazie a Domenico e Alessia, in Germania un po’ di Tuscania contribuendo a promuovere le eccellenze della città.

Una buona notizia per Tuscania. La banda larga per la connessione veloce a Internet che presto sarà garantita in questo territorio, annunciato dall'assessore alle Politiche agricole della Regione Lazio Angela Birindelli, è un intervento importante che contribuirà a dare un nuovo slancio allo sviluppo economico e sociale di quest'area". Lo ha dichiarato Roberto Staccini (nella foto), vice presidente del consiglio provinciale di Viterbo. "Tuscania è un territorio con molte risorse che dobbiamo saper valorizzare e promuovere, - ha aggiunto Staccini - per questo ha bisogno di un sostegno concreto in termini di infrastrutture e innovazione tecnologica. Gli investimenti per la connessione veloce a Internet sono sicuramente la soluzione prioritaria

per abbattere le barriere naturali dell'isolamento sociale ed economico e per garantire ai cittadini, anche delle aree più svantaggiate della provincia di Viterbo, nuove prospettive di sviluppo. Per questo un plauso all'assessore Birindelli per l'importanza del progetto avviato".

VETRALLA - Sulle grandi questioni politiche TUSCANIA - Questa sera la magia della musica dei grandi maestri scritta per il cinema

C’è aria di tregua A Torre di Lavello l’Orchestra di Roma e del Lazio Q

uesta sera con le musiche di Ennio Morricone, Nicola Piovani, Duke Ellington e Roberto Molinelli, dirette da Federico Mondelci, che suonerà anche il sax, l’Orchestra di Roma e del Lazio propone alle ore 21,30 presso il Parco Tor di lavello, a Tuscania, un divertente omaggio alla musica scritta per il cinema da Morricone e Piovani e insieme al jazz reso immortale da Duke Ellington. Il concerto che sarà in di EMANUELE FARAGLIA

Q

uella che si respira in questi giorni a Vetralla è un’atmosfera di tregua. Le tante questioni che aspettano una soluzione restano sospese, ma per il momento nessuno è intenzionato a fare la guerra. Dopo i duri attacchi di Passione Civile sulla situazione delle scuole e la mancanza di risposte certe da parte dell’amministrazione, le domande di Giovanni Gidari rimaste inevase ed alle quali bisognerà dare una risposta nel prossimo consiglio, la situazione rimane dunque incerta. “Aspettiamo novità sulla questione acqua” fa sapere con tono pacato il segretario della locale sezione del Pd Emanuele Trevi “nel frattempo stiamo lavorando su alcune ipotesi. E’ inutile fare polemica o criticare se non si fanno nel contempo proposte alternative e concrete rispetto all’attività del Comune”. “Nessuna novità di rilievo” le scarne parole provenienti invece dalla maggioranza tutta intenta, si spera, a portare avanti il programma elettorale. Nel frat-

tempo va purtroppo registrato che non è ancora stato attivato il sito del Comune, da tempo fuori uso a causa di un server bruciato. Sulla pagina web appare un laconico messaggio “Presto on line il nuovo sito”, mentre per poter accedere all’archivio degli atti e delle delibere è comunque possibile visitare il sito albo pretorio on line, questo sì fortunatamente funzionante.

Dall’alto a sinistra, in senso orario: Gidari, Trevi,Aquilani

tournée in varie località del Lazio, come Anzio, Bolsena e Monterotondo propone: Celebrating Morricone, di Ennio Morricone, arr. di Roberto Granata; La vita è bella, Buongiorno principessa, Foxtrot , Grand hotel valse, Finale di Nicola Piovani; Il Marchese del Grillo di Nicola Piovani; Solitude di Duke Ellington; Four pictures from New York, concerto per sax e orchestra di Roberto Molinelli. Protagonista del concerto è

Federico Mondelci, che dirige l’Orchestra di Roma e del Lazio e contemporaneamente suona il sax, lo strumento che l’ha reso famoso in campo internazionale. Si è esibito nelle sale da concerto più prestigiose tra cui il Teatro alla Scala, la Carnegie Hall di New York, la Filarmonica di San Pietroburgo. Per entrare nello spirito di questo concerto, dove si mescolano generi e stili all’apparenza eterogenei, bisogna

idealmente mettersi nei panni di un italiano che, giunto a New York, vede crollare in un attimo tutte le sue convinzioni e scopre che, in quella città centro del mondo, la distinzione non è più tra generi, ma tra la musica che vale davvero e che lascia un segno immortale dietro di sé e quella che vive solo lo spazio di una stagione. Biglietti: prezzo unico 5 euro (in vendita sul luogo del concerto da un’ora prima dell’inizio) www.orchestradellazio.it

VETRALLA - A fine Luglio dibattiti e concerti in piazza Franciosoni

Tre giorni di festa targati Sinistra, Ecologia e Libertà U

na festa per risvegliare le coscienze e ri�ettere sui grandi e piccoli temi della politica locale ed oltre. Negli ultimi tre giorni di luglio piazza Franciosoni diverrà una sorta di agorà dove poter discutere assieme agli esponenti di Sinistra, Ecologia e Libertà delle tante problematiche, ma anche potenzialità del nostro territorio. Ma non mancheranno divertimento e relax con i concerti previsti per venerdì 29 alle ore 22 quando si esibiranno i Taberna Vinaria, gruppo folk-rock medievale nostrano, ma anche sabato 30 luglio quando a suonare saranno i Purple Project Extended, autori di musica rhythm n’ blues and happy, mentre domenica 31 luglio sempre alle 22 sarà la volta dei The Wood, una Jethro Tull tribute band. Il momento

di cultura e politica è invece previsto per sabato alle ore 18 quando sempre in piazza si terrà un’assemblea pubblica con esponenti di Sel ed a seguire sarà possibile partecipare ad un dibattito. Ma non �nisce qui, perché ogni sera a partire dalle ore 20 basteranno 15 euro per poter cenare con i sapori della Tuscia, con prodotti e pietanze tipiche del posto (per i più esigenti è previsto anche un menù vegetariano). Dunque un’altra iniziativa con cui Sel intende ravvivare la vita socio-culturale del paese, un paese in cui nonostante la presenza sul territorio di due sedi di sinistra, (l’altra è quella del Pd), a governare è una coalizione di centro-destra. L’occasione sarà quindi buona anche per poter disquisire sull’attività dell’attuale amministrazione. (e.f.)


comprensorio

16

Viterbo & Martedì 26 Luglio 2011 AltoLazio

CIVITA CASTELLANA - Nel sito, usato anche come elisuperficie, interdetto l’ingresso con una sbarra

Area camper off limits ai camperisti di SIMONA TENENTINI

S

indaco Angelelli, occhio: anche i camperisti sono sul piede di guerra. Ormai è un leit-motiv, non passa giorno che l’amministrazione alla guida di Civita Castellana non ne combini una delle sue, scatenando le ire, a seconda dei casi, di commercianti, residenti di determinati quartieri, politici di turno. Ora è la volta, addirittura, dei camperisti, una ‘categoria’ paci�ca per antonomasia, amante della vita all’aria aperta e dall’indole accomodante. Perlomeno �no allo scorso venerdì, quando si è veri�cato l’ultimo discutibile episodio. Fino alla settimana scorsa, gli amanti del plein air che si trovavano a transitare per la zona di Civita Castellana, magari diretti a Roma, decidevano di sostare nell’area camper attrezzata situata nei pressi del cimitero. Un sito molto apprezzato dagli esperti di settore e rinomato anche sulle riviste di genere, per l’elevata qualità e l’ef�cienza dei servizi.

Foto A.Di Palermo

Da qualche tempo a questa parte l’area viene utilizzata anche come elisuperi�cie, vi atterrano e ripartono elicotteri a scopo d’emergenza. Posto che le due funzioni possono tranquillamente coesistere, e che l’utilità del servizio di soccorso non è per

questo messa in discussione, nello scorso �ne settimana è stato praticamente interdetto l’ingresso ai camper con una sbarra (pagata, tra l’altro 3500 euro). Quello che è ancora più grave è che non è stata assolutamente segnalata la

CIVITA CASTELLANA- Nell’ultimo consiglio comunale

Sulle antenne Zezza tace L

’ultimo consiglio comunale che si è tenuto a Civita Castellana continua ancora a far parlar di sè. A far ri�ettere, oltre alle accuse lanciate dalla D’Alessandro e al conseguente suo allontanamento dall’aula, sono i temi che la ‘pasionaria’ ha inteso sottoporre all’attenzione pubblica, in primis la questione antenne. Sono state le recenti installazioni a Sassacci e a Quarticciolo Piccolo a far traboccare un vaso ormai colmo da parecchio tempo. La vicenda è stata, all’epoca, uno dei punti salienti della missiva che Parroccini, Zezza e la Palmieri inviarono contro la loro stessa giunta. Ecco le testuali ed eloquenti parole: “Questione relativa alle antenne di telefonia per le quali non si è fatta una azione suf�cientemente incisiva per la rimozione dal centro abitato,

anzi, nel momento in cui era nuovamente possibile sedersi ad un tavolo con la compagnia telefonica, invece di

fare un piano complessivo di ridistribuzione delle antenne, si concede a prezzo di saldo la possibilità di metterne una

ulteriore”. La lettera si concludeva con una promessa, che aveva fatto ben sperare tutti quelli che da tempo covano un profondo malcontento nei confronti dell’amministrazione: “Per il futuro, se non ci saranno palesi segnali di discontinuità, ci sentiremo liberi di sostenere in Consiglio solo quelle iniziative e quei provvedimenti che avremo condiviso pienamente e che daranno concreta attuazione al patto che abbiamo sancito con gli elettori tramite il Programma elettorale.” Ora, sulla base di queste dichiarazioni inequivocabili, una domanda sorge spontanea; perchè il consigliere Zezza che era presente nell’ultimo consiglio comunale non solo non si è mosso per difendere la D’Alessandro ma nemmeno ha speso una parola per sostenere la sua causa? Chi sa, parli. (Sim.Ten.)

VASANELLO - Un evento organizzato dal comitato festeggiamenti classe 1972

‘Gnocchi co la rattacacio’, ecco la sagra N

uovo appuntamento all’insegna della cucina tipica a Vasanello. Il prossimo weekend, a partire da venerdì e �no a domenica, si terrà la Sagra de li gnocchi co la rattacacio. L’evento, giunto alla terza edizione, vuole riproporre, in un clima allietato dalla musica dal vivo, uno dei piatti classici

della tradizione locale. La manifestazione è organizzata dal comitato festeggiamenti Classe 1972 al lavoro già da tempo per offrire, come sempre, un’occasione di forte richiamo turistico anche per i paesi limitro�. Per info e prenotazioni: 339-2658655. (Sim.Ten.)

presenza, dietro la piscina comunale, di un’altra area sosta, anche se non ancora del tutto funzionale. Per questo motivo, i numerosi turisti che si trovavano a passare in zona, intenzionati ad usufruire del servizio di carico e scarico, sono rimasti tutti con un palmo di naso. Una vicenda che, per quanto assurda, ha quasi del paradossale. Innanzitutto perchè gli elicotteri possono atterrare in tutta tranquillità anche se ci sono delle roulotte nelle vicinanze: basta imparare, come riferisce un appassionato del genere, da Cortina, dove nell’elisuper�cie stazionano normalmente 300-400 mezzi. In secondo luogo, perchè una città votata al turismo non può incappare in queste gaffes madornali, soprattutto nel periodo estivo delle ferie. Non a caso, molto forti sono state le critiche sollevate dall’associazione camperisti nei confronti dell’amministrazione Angelelli. A questo proposito, il testo del cartello affisso all’ingresso dell’area parla da solo.

VILLA S. GIOVANNI - In fase sperimentale

Attivata l’isola pedonale A

ttivata, in via sperimentale, l’isola pedonale a Villa S. Giovanni in Tuscia. Piazza Savoia, la principale del paese e quella di arrivo per chiunque si reca a Villa S. Giovanni in Tuscia, è ora interdetta al transito delle auto che potranno comunque accedere ad ogni angolo del paese dalle numerose altre vie. Dopo l’installazione della rotatoria, che ha visto anche qualche disaccordo, ma che alla luce dei fatti si è rivelata determinante per la regolamentazione del traf�co proprio sulla piazza e le numerose vie che vi con�uiscono, ecco un nuovo contributo dell’amministrazione per rendere maggiormente fruibile una zona tanto cara ai sangiovannesi. Questa nuova iniziativa,

che comunque se supererà la prova della sperimentazione sarà attiva solo nel periodo estivo e limitatamente alle ore serali, dalle 18,00 alle 24,00, si è resa necessaria tenuto conto che proprio in tale arco di tempo, la piazza diventa il centro di ritrovo di numerosi paesani, molti dei quali con al seguito bambini di ogni età, che in tale spazio sostano, giocano e si rincorrono. Il transito delle auto ha rappresentato sempre, in tale contesto, un grosso pericolo per i più piccoli, che nonostante guardati a vista, sono talvolta imprevedibili e comunque inconsapevoli dei pericoli. Un plauso al coraggio di quegli amministratori che hanno appoggiato l’iniziativa s�dando il mal di pancia di qualche signor “no”. (M.G.)


& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

17

Il governatore della Calabria sarà intervistato questa sera dal giornalista Alessandro Usai

A Medioera è la notte di Scopelliti L

e notti viterbesi proseguono con l’eleganza di Medioera. Piazza del Gesù si riscopre un gioiello con il restailing realizzato dalla squadra del giovane festival della cultura digitale. Questa sera a rivestire i panni dell’ospite sarà il governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti. Alle 21,30 inizia l’intervista curata dal giornalista viterbese Alessandro Usai. Scopelliti è nato a Reggio Calabria il 21 novembre 1966, è sposato con Barbara Varchetta e ha una �glia, Greta, di otto anni. E’ laureato in Economia e Commercio ed è editorialista. Nelle elezioni regionali del 28-29 marzo 2010 è stato eletto Presidente della Regione Calabria con una straordinaria percentuale: il 57,82% dei voti. Scopelliti ha iniziato la sua carriera politica iscrivendosi al Fronte della Gioventù, organismo giovanile del Movimento Sociale Italiano di cui è stato segretario nazionale. E’ stato consigliere circoscrizionale e comunale di Reggio Calabria con la lista del Msi. Nel 2002, sostenuto da una coalizione di centrodestra, è stato eletto sindaco della città di Reggio Calabria con il 53,8% dei voti. Nel 2007 è stato rieletto sindaco, per un secondo mandato, con il 70% dei consensi. La seconda parte della serata vedrà invece come protagonisti Michele Costabile e Raffaele Barberio. Il tema che verrà trattato sarà ‘Una

U

na domenica trascorsa fra amici di vecchia data, questo lo spirito con cui la Banca di Viterbo Credito Cooperativo ha festeggiato la quindicesima giornata del socio nella location familiare del Centro Sportivo Bullicame. Un’occasione d’incontro fra le diverse anime che compongono l’istituto di via Polidori per ricordare la storia che le accomuna e declinarla insieme al futuro, in un clima di festa resa quest’anno speciale dalla prestigiosa coincidenza con il primo secolo di vita di Banca di Viterbo. “Aver compiuto cento anni lo scorso 30 aprile – ha sottolineato il presidente Luigi Manganiello durante il saluto d’apertura della manifestazione – rafforza il valore della festa del socio. Essere soci di un istituto come il nostro signi�ca conoscere e attuare i principi della cooperazione e

Al centro la rivoluzione di Youtube

L’evoluzione del cinema secondo Andrea Piersanti

s�da per l’Italia. Giovani, creatività, start up e mercato. Il caso d’Israele “start up nation”’. Costabile e Barberio avranno quindi l’occasione di spiegare e approfondire cosa signi�cherebbe per l’Italia, ma anche per la città di Viterbo nel suo piccolo, essere all’avanguardia nel mondo delle nuove tecnologie e delle nuove professionalità a esso connesse. Il dibattito è previsto per le 22,30, sempre a piazza del Gesù, dopo quello con Scopelliti. Michele Costabile è professore ordinario di marketing e management nell’Università della Calabria

e insegna anche Marketing Internazionale presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma. Attualmente i suoi interessi di ricerca sono concentrati sull’analisi e la gestione del comportamento dei clienti e sulle strategie aziendali nei mercati in convergenza, e quindi sulle forme di concorrenza ibrida. E’ autore di circa novanta presentazioni e pubblicazioni scienti�che, fra cui una decina di libri. I suoi lavori sono stati presentati nelle più prestigiose conferenze accademiche internazionali e i suoi articoli pubblicati su riviste scienti�che di

della mutualità, che hanno ispirato la nascita della minuscola Cassa Rurale Cattolica e ancora oggi ne caratterizzano il dna. Valori che, uniti al forte senso di appartenenza al territorio, distinguono la nostra attività da quella delle altre banche e ci hanno permesso di crescere progressivamente, nonostante la pesante crisi economica attuale”. Quel percorso virtuoso iniziato nel 1911 da 45 agricoltori guidati dal parroco della chiesa delle Farine don Italo Senia, oggi viene seguito da più di 2200 soci che rappresentano la vera forza motrice di Banca di Viterbo. Un riconoscimento che ieri il management dell’istituto bancario viterbese ha voluto concretizzare conferendo, dopo aver dedicato un pensiero ai padri fondatori, attestati e medaglie d’oro e d’argento

Una grande festa per i soci della Banca di Viterbo Celebrati anche i cento anni dalla fondazione ai membri con 25 o 40 anni di anzianità. Consegnate inoltre targhe di riconoscimento a 30 benemerite associazioni di volontariato attive nella Tuscia, sostenute da Banca di Viterbo nella realizzazione dei rispettivi progetti. “La solidarietà è il �lo che ci unisce alle numerose onlus che operano sul territorio – ha spiegato il direttore generale Massimo Caporossi –, a cui abbiamo voluto riservare uno spazio privilegiato nell’ambito della Festa del Socio per dare visibilità a chi quotidianamente offre un servizio inestimabile per il bene della comunità”. L’ospite d’onore della cerimonia di premiazione è stata Martina

elevata reputazione, nazionale e internazionale. Raffaele Barberio è invece direttore responsabile di Key4biz, esperto in comunicazione e si occupa di mercati e tecnologie della società dell’informazione. Sociologo della Comunicazione, per il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) ha svolto attività di ricerca presso il Centre de Sociologie Urbaine di Parigi VI (197879), e a Londra prima presso la School of Communications del Polythecnic of Central London (1980-82) e successivamente al Goldsmiths College (1984-85). Ha svolto un’articolata attività di ricerca e consulenza per la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Camera dei Deputati, il Consiglio d’Europa, la Cee, la Rai e numerose imprese private. Ha scritto numerosi articoli e saggi su radio, televisione e telecomunicazioni su riviste italiane ed estere. A dicembre 2010 ha fondato e lanciato ebook.it, uno dei primi store italiani di ebook. Ricordiamo inoltre che negli aperitivi digitali promossi da Univercity al sine bar Sub Rosa, questa sera si parlerà di consigli per la promozione on-line. Maggiori informazioni sul programma sono disponibili alla pagina www.medioera.it/ ”www.medioera.it oltre che sui pro�li di Medioera su Facebook e Twitter.

Casagrande, campionessa viterbese negli Special Olympics di Atene 2011 con l’equipe dei “Sorrisi che nuotano” di Eta Beta. La medaglia d’oro nei 25 mt stile libero è salita sul palco per ritirare il trofeo di Banca di Viterbo e testimoniare che con lo sport si possono infrangere record e barriere, catalizzando l’attenzione dei 700 soci seduti in platea. Presenza che è rimasta viva anche dopo cena, quando i ri�ettori della Festa del Socio si sono accesi per l’esilarante show del Magico Alivernini e di Marko Tana, cabarettisti di punta di programmi televisivi di successo come Zelig e il Bagaglino.

U

na domenica sera all’interno del mondo del nuovo cinema con Andrea Piersanti. Introdotto dal bravo Federico Meschini, Piersanti ha mostrato e spiegato una carrellata di video, a volte brevissimi, sulle novità che il cinema sta applicando. Ma non è stato dato spazio solo alle novità. Piersanti ha infatti mostrato anche uno stralcio del celeberrimo ‘Nuovo cinema paradiso’. “E’ una pellicola cult – dice Piersanti – che contiene in se stessa temi fondamentali per tutta la storia de cinema. Molte scene sono specchio vero e proprio della società e mettono in scena situazioni quotidiane, eventi storici, sentimenti”. E proprio i sentimenti sono uno degli aspetti più enigmatici del cinema. “In ‘Nuovo cinema paradiso’ - continua Piersanti – c’è un pezzo in cui un ragazzo sta raccontando a un vecchio cieco cosa viene rappresentato in un �lmato che ha girato. Nel punto in cui c’è la ragazza della quale si è innamorato il ragazzo dice che non si vede niente, che il �lmato è sfocato. Ma a quel punto il vecchio capisce che si tratta di una donna. Il sentimento

infatti è la cosa più dif�cile da descrivere con il cinema o con qualsiasi altro strumento perché va dritto all’essenza dell’animo umano”. Gli esempi cinematogra�ci di Piersanti hanno poi riguardato la pubblicità e il suo utilizzo nelle pellicole citando un cortometraggio che addirittura si basa tutto su famosissimi marchi e che utilizza proprio questi ultimi come protagonisti della storia. In�ne un accenno anche a Internet e a come anche la rete stia diventando a pieno titolo un nuovo mezzo per esprimere l’arte cinematogra�ca. “Su Youtube – dice Piersanti – sono stati caricati decine e decine di video apprezzati dalla critica. Non ultimo un breve �lmato di pochi minuti girato con un Iphone a New York che è stato addirittura considerato il miglior �lm dell’anno da un autorevolissimo critico di cinema”. Insomma i �lm non sono più soltanto quelle lunghe pellicole presentate nelle sale. Il �lm oggi è anche sul web e può essere creato in maniera più o meno casereccia senza nulla togliere però ai contenuti che vuole trasmettere e a una particolare poetica che le immagini suscitano allo spettatore.


& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

La comicità al femminile regala un altro successo agli spettacoli offerti dal CivitavecchiaFestival

Valentina Persia conquista Civitavecchia di ROBERTA FRASCARELLI

M

etti un sabato sera c o n … Va l e n t i n a Persia, eh già, direbbe Vasco Rossi, suo scatenatissimo fan, un sabato, quello appena trascorso, che ha visto sul palco di Piazza degli Eventi la comicità in persona. Civitavecchia in Festival, il cartellone estivo, sponsorizzato da Enel per la produzione di Armando Napolitano La Pegna, ha regalato al pubblico, come sempre numeroso, la verve di Valentina Persia e del suo spettacolo “Bussami”, di Lello e Tazzulla, grinta e determinazione hanno caratterizzato tutta la serata. “Ogni viaggio è fatto da porte, porte aperte, porte chiuse o socchiuse che siano. In questo viaggio vi parlerò sopratutto delle porte che non vediamo mai, le nostre. Piccole fobie, manie, luoghi comuni ai quali prestiamo poca attenzione sempre intenti a guardare le porte degl’altri. ….Bussatemi”. Così l’attrice ha accarezzato il palcoscenico, graffiandolo in altri momenti, coinvolgendo il pubblico nella sua performance, attenta più che mai al ballo e alla recitazione. In un gioco, giocato alla perfezione, di barzellette,

tic, storpiature, ironia, la sua bellezza ha fatto da cornice a tutte le gag, anche quelle improvvisate con il pubblico e.. gli addetti ai lavori. Quello proposto a Civitavecchia è tra gli spettacoli

più gettonati delle ultime stagioni teatrali, dove l’artista romana fa fare miracoli all’applausometro. “La sai l’ultima?” Il nostro fotografo Giovanni Incorvaia ha fatto click su alcuni volti noti, divertiti

dalla eclettica Persia: l’Assessore De Angelis, l’insegnante coreografa di danza Maria Luisa Rubulotta, la giornalista Rita Busato ed ovviamente il mitico La Pegna, patron del Civitavecchia in Festival.

Intervista nel dietro le quinte con il makeup artist dell’evento Giuseppe Simiele

Countodown per la kermesse di bellezze al mare O

rmai ci siamo, tutto è pronto, si accenderanno domani i ri�ettori sull’evento più atteso dell’anno dalle bellezze di casa nostra pronte al gioco e alla s�da per volare su passerelle nazionali. L’Associazione Miss Civitavecchia anche per questa edizione ha confezionato una manifestazione di tutto rispetto, unica nel suo genere, perla del comandante Carlo Giordano pronto ad issare la vela della competizione. In attesa della scintillante serata, presentata da Serena Garitta e Marco Iannone, siamo andati a curiosare nel backstage, ci siamo fatti svelare qualche segreto da Giuseppe Simiele, Art Director della Linea makeup Mineral Pro World of Beauty. Nello staff di Miss e Mister Civitavecchia è il look maker. Da quanto collabori a questo evento, divenuto negli anni sempre più ambito e richiesto

dai giovani di tutto il comprensorio, quali trasformazioni hai visto negli anni? “Inizialmente era molto più composto, si univa la moda al concetto di bellezza, andando incontro alle esigenze delle ragazze che sempre più spesso volevano imitare le top model, le ragazze di copertina. Negli anni la bellezza ha assunto un aspetto più naturale, il makeup è stato decisamente alleggerito”. Quest’anno quale trasformazione ci sarà nel cosiddetto trucco parrucco? “Ci siamo lasciati ispirare dalla moda, punteremo sul viso con basi molto ben fatte ed agiremo sui suoi punti focali, ovvero la bocca, le sopracciglia e gli occhi. Protagonisti saranno ombretti e rossetti molto colorati in linea con la tendenza estiva 2011. I colori di quest’anno sono vivaci: rosso, fuxia, blu, turchese, adatti ad esaltare l’ab-

bronzatura. Saranno sfumati o applicati in maniera molto gra�ca”. Quel’è il team che interagirà con te in questa edizione? “Sono molto contento di lavorare con Ivan e Silvia in qualità di assistenti linea makeup, con Daniela Galimberti del centro estetico Beauty Club e con Rosy, Simona e Marzia per le acconciature”. Puoi farci il moment by moment della preparazione dei giovani partecipanti? “Premetto che sono già alcuni giorni che incontriamo i ragazzi per consulenze riguardanti il trucco, i capelli, il look globale. La giornata inizierà con lo studio del viso e quindi i punti da valorizzare per strutturare il makeup de�nitivo. I prodotti utilizzati saranno tutti naturali nel rispetto di una pelle sana e luminosa. Dalle ore 16 la vera e propria preparazione, insieme alle acconciatrici, e

si proseguirà senza sosta �no alle 21.30”. Ovviamente il tuo è il tocco magico, vorrei chiudere questa intervista facendoti raccontare il tuo percorso professionale. “Opero in questo settore da 24 anni, ho iniziato a 17, ispirato dallo stile elegante ed emozionale di Gil Cagnè e da Stefano Anselmo, curatore d’ immagine di Anna Oxa che mi ha sempre affascinato come “simbolo” da seguire. Oggi collaboro come Art Director per la linea Mineral Pro. Ho realizzato il mio grande sogno, posso dire di svolgere un lavoro davvero affascinante, che allo stesso tempo mi permette di viaggiare e quindi di confrontarmi con realtà completamente diverse, soprattutto all’estero. Mi fa piacere trasmettere e comunicare la mia esperienza a tutti quelli che vogliono avvicinarsi al mondo del makeup”. (Rob.Fra.)


SPORT

� � �

21

Martedì 26 Luglio 2011

BASKET DONNE A2 - Il 2 ottobre le gialloblù saranno di scena a Pomezia

La Defensor inizierà la stagione con il derby S

arà un derby ad aprire la stagione 2011/2012 della Defensor di Carlo Scaramuccia. La pubblicazione dei calendari ha infatti regalato alle ragazze gialloblù un esordio sul parquet della

Fortitudo Pomezia, in programma domenica 2 ottobre. Il primo match casalingo della squadra viterbese avverrà il sabato successivo, 8 ottobre, contro il Cus Chieti. Il girone di andata termine-

rà, esattamente come lo scorso anno, con la sfida contro Orvieto ed anche quest’anno sarà a Porano che si concluderà la stagione regolare delle ragazze di Carlo Scaramuccia.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

BASEBALL B

Pianeta Benessere, una domenica perfetta Il team di Alberto Massini vince due volte a Caserta e sorride per i ko di Cupra e Pesaro di GLAUCO ANTONIACCI

S

e alla vigilia di questo turno avessimo chiesto al manager Alberto Massini quali risultati sognava che si veri�cassero, probabilmente avrebbe azzeccato tutti i pronostici. Non lo abbiamo fatto, ma siamo sicuri che le notizie arrivate dagli altri campi lo avranno reso estremamente felice. Mentre infatti il suo Pianeta Benessere sbrigava la pratica Caserta con due larghe vittorie, anche se solamente nel secondo caso la gara si è chiusa per manifesta superiorità al settimo inning, sui diamanti

di Cupra e Castiglione della Pescaia tutto andava nella direzione dei viterbesi, contribuendo a delineare una classi�ca che è tornata a sorridere notevolmente a Guillen e soci. Partiamo però dalle due gare disputate dai viterbesi, vinte con i risultati di 15-6 e 22-8 (dopo sette riprese). I punteggi fanno chiaramente capire che la formazione di Massini ha battuto molto e bene, segnando una valanga di punti e poco importa che se ne incassino quattordici totali quando se ne mettono a segno quasi 40. La prima gara non è stata però una passeggiata, complice la presenza sul mon-

CLASSIFICA

VINTE

PERSE

%

BBC MASTIFF AREZZO

23

5

821

PIANETA BENESSERE VITERBO

21

7

750

CONSORZIO EDILPESARO

19

9

678

CUPRA ANCONA BASEBALL

19

9

678

FANO BASEBALL

18

10

642

JOLLY ROGER C. DELLA PESCAIA

15

13

535

NETTUNO 2

11

17

392

BC FOGGIA

8

19

296

JABIL FALCHI CASERTA

5

23

178

PROGETTO TERAMANO

0

27

0

Giovanni Pagliei te di lancio casertano di un giocatore esperto come Tavarez. Viterbo è andata sotto nel primo inning (5-1), poi Pagliei si è ripreso, la squadra ha segnato tre punti nel secondo inning ma il punteggio è rimasto bloccato sul 5-4 �no all’ottava ripresa. Determinante il calo dell’esperto lanciatore dominicano che, in assenza di ricambi all’altezza, ha subito diversi contatti lasciando via libera ai viterbesi. Molto più lineare la seconda s�da, dominata sin dall’inizio

dai Rams che hanno portato a casa un comodo successo. La doppietta del Pianeta Benessere, unita a quella di Arezzo contro Cupra e al doppio ko di Pesaro a Castiglione della Pescaia, ha lanciato la squadra della Tuscia al secondo posto solitario: “Non potevo sperare di meglio - dichiara Massini - anche se pensavo che Pesaro potesse incontrare qualche dif�coltà contro il Jolly Roger e mi auguravo che Arezzo vincesse almeno una gara a Cupra. Sono stati risultati vantaggiosi per noi che, d’altro canto, abbiamo ottenuto il massimo a Caserta. In gara uno abbiamo fatto fatica perchè Tavarez ha confermato di essere un giocatore esperto, ha dato prova di grande attenzione ed ha lanciato come se fosse una partita determinante, stando attento sui nostri battitori pericolosi come Guillen che è stato mandato due volte in base per ball. Magari con un lanciatore così potrebbero fare lo sgambetto a qualcuna delle nostre rivali, ora la classi�ca è nuovamente positiva ma dobbiamo fare attenzione a tutte le partite, iniziando dal prossimo turno a Nettuno”.

BASEBALL C - I ragazzi di Sgnaolin rifilano un netto 8-1 alla Fiorentina nell’ultimo turno di campionato

I Black Hawks salutano con una grande vittoria

N

on poteva esserci modo migliore per chiudere la stagione. Battere in casa per 8-1 la Fiorentina, seconda forza del campionato, disputando una gara praticamente perfetta; questo il congedo che i Black Hawks di Angelo Sgnaolin hanno scelto per una stagione agonistica che li ha visti iniziare balbettando, come è normale che sia per un gruppo giovanissimo e quasi completamente digiuno di campionati senior, ma crescere

poi imperiosamente partita dopo partita, �no al gran botto conclusivo. “Prima di entrare in campo - commenta Sgnaolin - uno dei loro due allenatori mi ha detto di ritenere la partita con noi una delle due dif�cili rimaste ancora da giocare, insieme allo scontro diretto con il Rosemar. Per me era già un onore sapere che avevano questa considerazione ma poi in campo le cose sono andate oltre ogni previsione. Abbiamo com-

CLASSIFICA

VINTE

PERSE

BIG MAT ROSEMAR

12

1

923

FIORENTINA

10

3

769

MONNALISA AREZZO

9

4

692

LIBERTAS PERUGIA

8

7

533

BLACK HAWKS TUSCIA

7

9

438

MARCONI SPOLETO

4

10

286

messo un solo errore in nove riprese, i lanciatori sono stati eccellenti e anche la difesa è stata impeccabile, grazie anche alla spinta del pubblico siamo usciti da alcune situazioni dif�cili, con i corridori avversari in posizione punto. Ho visto una squadra molto motivata, che ci teneva a �nire bene la stagione e ci è riuscita. La gara è rimasta in equilibrio a lungo, basta dire che �no al settimo inning eravamo 2-1 per noi, poi la squadra ha preso davvero coscienza di potercela fare e abbiamo chiuso i conti. Chi ha assistito alla partita ha detto che sembrava un match di serie B per il livello di gioco, io non posso che essere felice per questi ragazzi perchè meritavano una soddisfazione così, in tutta la stagione credo che abbiamo sbagliato solo le due gare contro Perugia, per il resto la squadra è stata bravissima e alcune scon�tte apparentemente pesanti sono maturate solo alla �ne. Credo

Saverio Fabbri che chiudere con otto vittorie fra Campionato e Coppa sia davvero un bel risultato”. Il 2 agosto i Black Hawks giocheranno un’amichevole contro una High School proveniente da Chicago mentre a settembre potrebbe esserci la partecipazione alla Coppa Lazio che chiuderà gli impegni di questo ottimo 2011. (ga)

BASEBALL C - Il ko di Latina fa felici i gialloverdi

Green Sox a un passo dal primato nel girone

N

ella domenica perfetta del baseball provinciale poteva forse mancare il timbro del Tuscia Green Sox? Ovviamente no, anzi per i gialloverdi il timbro è stato doppio ed ha trasformato una bella giornata in un passo forse decisivo per i playoff. La squadra di Mirco Di Francesco ha infatti scon�tto per 10-9 all’undicesimo inning, il cosiddetto tie-break, la formazione sarda dell’Olmedo dopo una gara molto tirata e ben giocata da ambo le parti ed ha poi scoperto, in serata, che la Mantovani Latina, come avevamo ‘malignamente’ previsto, è caduta in casa sotto i colpi del Charlie Brown Nettuno. A due settimane dalla �ne del campionato questo signi�ca che il Green Sox ha bisogno di una sola vittoria ancora per essere certo del primo posto nel girone e, di conseguenza, dell’accesso ai playoff. Non ci sarà dunque bisogno di vincere lo scontro diretto dell’ultimo turno a Latina, ma

basterebbe imporsi domenica prossima, al ‘Porroni’, contro il Charlie Brown: “Sarebbe perfetto - conferma Di Francesco - perchè avremmo modo di fare festa in casa e la domenica successiva, a Latina, potremmo dare spazio anche a chi ha giocato un po’ meno. La squadra è in un buon momento, abbiamo qualche assenza tra impegni personali e infortuni come nel caso di Agostinelli che si è rotto il capitello radiale del gomito e tornerà a settembre. Tutti comunque stanno giocando bene, i lanciatori sono in forma e godono tutti della massima �ducia, un aspetto importante in vista dei prossimi mesi in cui, se tutto va bene, avremo l’impegno dei playoff e della Coppa Italia con molte gare ravvicinate e la necessità di alternare gli elementi”. Sarà quindi una settimana di attesa e di lavoro per il Green Sox che domenica, alle 15:30, vuole a tutti i costi festeggiare il primo posto matematico davanti al suo pubblico. (GA)

CLASSIFICA

VINTE

PERSE

GREEN SOX MONTEFIASCONE

9

1

900

CALI ROMA XIII

8

3

727

MANTOVANI LATINA

7

3

700

CHARLIE BROWN

7

3

700

CECCANO

3

8

273

INSIEME LATINA

2

8

200

ROMAN’S CAVALIERE

0

10

0


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio

Martedì 26 Luglio 2011

CALCIO SERIE D

Flaminia, che il ritiro abbia inizio Ieri pomeriggio i 28 giocatori convocati si sono ritrovati allo stadio ‘Madami’ Per ora la squadra alloggerà a Fabrica di Roma, ma nei prossimi giorni potrebbe esserci un cambio di programma STAFF TECNICO Bruno Pierangeli

allenatore

Andrea Pedica

vice allenatore

Fabrizio Savone

preparatore atletico

Mauro Celi

preparatore portieri

Giuseppe Di Ciuccio

medico sociale

Marco Dalena

fisioterapista

LA ROSA Mattia Isopo

portiere (93)

Giovanni Russo

portiere (92)

Mattia Antonica

difensore (93)

Andrea Bordone

difensore (88)

Alessio D’Andrea

difensore (81)

Angelo Dhimitri

difensore (93)

Emiliano Leone

difensore (87)

Nicolas Macci

difensore (92)

Alessio Morini

difensore (91)

Manuel Panini

difensore (83)

Gianmarco Pieri

difensore (91)

Gianluca Simmi

difensore (92)

Lorenzo Stamenkovic

difensore (93)

Stefano Bassini

centrocampista (92)

Paolo Capodaglio

centrocampista (85)

Alvaro Cavalieri

centrocampista (91)

Daniele Di Ludovico

centrocampista (92)

Francesco Lazzarini

centrocampista (90)

Andrea Luciani

centrocampista (81)

Claudio Markus

centrocampista (93)

Matteo Muraglia

centrocampista (93)

Mauro Salvagno

centrocampista (77)

Alessandro Di Silvio

attaccante (93)

Mario La Cava

attaccante (81)

Alessandro Nuccio

attaccante (94)

Mauricio Sanguinetti

attaccante (79)

Gianluca Scardini

attaccante (88)

Tommaso Taverna

attaccante (93)

di GIANLUCA NATOLI

I

ntorno alle ore 15 di ieri pomeriggio il nuovo progetto della Flaminia ha iniziato a prendere forma. I 28 giocatori convocati si sono ritrovati tuti allo stadio ‘Madami’ per ricevere il materiale da gioco e tuffarsi in questa avventura che il dg Andrea Mencarelli, il diesse Vittorio Giovanale e patron Roberto Ciappici hanno allestito per puntare senza mezzi termini ai playoff di serie D. Nei prossimi giorni sarà necessario uno sfoltimento della rosa, ma allo stesso tempo anche qualche innesto mirato nei ruoli più de�citari (vedi quello del portiere, dove è atteso l’arrivo di Federico Lovotti ex Grosseto). Rispetto alla scorsa stagione ci sono tante novità. Tre quarti della rosa è stata praticamente costruita ex novo. Pochi infatti i confermati della scorsa stagione e perlopiù giovani: Morini, Pieri, Simmi, Cavalieri, Lazzarini, Luciani e Scardini. Tanti i colpi di fama ultra-regionale: Panini (difensore, ex Paganese), Capodaglio (centrocampista, ex Alma Juventus Fano), Di Ludovico (centrocampista, ex Monterosi e Fidene), Salvagno (centrocampista, ex Monterotondo) e Sanguinetti (attaccante, Atletico Arezzo). Non mancano poi le giovani promesse pronte ad esplodere: Nuccio (attaccante proveniente dal Sona Mazza) e Di Silvio (centravanti prelevato dal Tor Sapienza). Importante anche il ritorno di La Cava che lo scorso dicembre aveva lasciato la Flaminia per accasarsi al Gaeta. Ora SuperMario è di nuovo un giocatore rossoblù e non vede l’ora di rilanciarsi dopo gli ultimi mesi poco fortunati. La squadra sarà in ritiro �no al prossimo 13 agosto ed alloggerà presso l’Hotel Falisco di Fabrica di Roma. Non è escluso tuttavia un dirottamento del gruppo al Terminillo, a partire già da dopodomani. I dirigenti civitonici infatti stanno stringendo i tempi per garantirsi la disponibilità di struttura alberghiera e impianti sportivi in quella località di montagna. Domani potrebbero arrivare novità importanti. Se il cambio di destinazione dovesse saltare, allora rimarranno invariate anche le amichevoli �ssate da tempo: Monterosi (4/8), Guidonia (10/8) e Colleferro (13/8). Mister Pierangeli ieri pomeriggio non ha affatto voluto perder trempo, così dopo le foto di rito ha messo subito

foto Andrea Di Palermo

i suoi a lavoro sul campo. Seduta leggera, ma comunque importante come aperitivo per le fatiche che verranno nei prossimi giorni. Sono previsti allenamenti singoli, nel pomeriggio, per la prima settimana di ritiro. Poi si passerà a doppie sedute e maggiori carichi di lavoro. L’appuntamento è �ssato ad oggi pomeriggio per il secondo allenamento della nuova stagione. GLI OBIETTIVI Sono tre anni che patron Ciappici prova in tutti i modi a raggiungere i playoff. Vuoi per un motivo, vuoi per un altro, un piazzamento tra le prime cinque per la sua squadra non è alla �ne mai arrivato. Così quest’estate il presidente ha preso la decisione di rivoluzionare prima di tutto l’assetto societario-dirigenziale, poi quello tecnico con la riconferma di pochissmi giocatori e l’inserimento di tanti volti nuovi. Massima �ducia è stata data ai due dirigenti Giovanale e Mencarelli che su binari paralleli hanno chiuso a raf�ca tratative importanti, creando quel giusto mix tra giovani ed esperti. Ora sarà il campo il vero ed unico giudice. E l’augurio è che stavolta gli errori del passato vengano accantonati in via de�nitiva. Dopo due mesi di duro lavoro, la nuova rosa della Flaminia è servita. Si attendono adesso solo piccoli aggiustamenti che a breve chiuderanno la questione mercato. Senza fare spese folli, si può senz’altro affermare che è stata costruita una squadra competitiva per gli obiettivi pre�ssati. Con impegno e serietà certi obiettivi non sono impossibili. IL GIRONE UMBRO-TOSCANO Anche quest’anno la Flaminia ha fatto richiesta di inserimento nel girone umbro-toscano di Serie D. Ciò signi�cha che con ogni probabilità, oltre all’Atletico Arezzo, i rossoblù troveranno nel proprio raggrupamento anche la Lucchese. Quest’ultima infatti è stata esclusa dalla Lega Pro per problemi economici che le hanno impedito di iscriversi come di diritto al prossimo campionato di Prima Divisione. Non è ancora detta l’ultima parola, ma se i toscani dovessero �nire nel girone con la Flaminia, allora i piani ambiziosi rossoblù potrebero almeno in partenza subìre un ridimensionamento.

Andrea Mencarelli (direttore generale)

Vittorio Giovanale (direttore sportivo)


� �

sport

SPORT

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

23

SPECIALE RITIRO

Viterbese, si allarga la rosa Ieri si è unito al gruppo il portiere Garofalo. Altro stop per Cancellieri

Foto Andrea Di Palermo di GIANLUCA NATOLI

D

olce risveglio, quello di ieri, per i giocatori gialloblù che si sono goduti al meglio la loro prima vittoria nell’uscita stagionale di domenica scorsa. Una vittoria per 3-2 sul Formello che tuttavia non deve ingannare. E’ vero che il nuovo gruppo è in ritiro da pochi giorni, ma forse da giocatori di Serie D e qualcuno con esperienze passate anche in Lega Pro ci si aspettava qualcosa di meglio. L’avversario infatti non era quello dei più temibili. Una formazione di Prima Categoria laziale che non è sembrata poi così inferiore sul campo alla Viterbese (ancora in cantiere aperto per la sua costruzione). C’è da lavorare e tanto. La speranza è quella di vedere domani pomeriggio (17,30) nel secondo test pre-campionato contro la Rappresentativa regionale di disoccupati una squadra più pimpante. Per quanto riguarda i lati positivi dell’amichevole di due giorni fa, in cui hanno praticamente trovato spazio quasi tutti i convocati al ritiro (tranne Palermo affaticato), da registrare le buone giocate in fase offensiva di Federici e Morini (autori di una rete ciascuno). Un’intesa importante e rafforzata dagli ottimi palloni scodellati dalle fasce da esterni molto bravi in fase offensiva come D’Ambrosio ad esempio. E’ proprio da quest’ultimo che è arrivato il traversone che ha portato il difen-

sore avversario al goffo intervento di testa e quindi all’autogol, valido per il 3-1 dei gialloblù. In porta si sono alternati, un tempo ciascuno, Scarsella e Cavaliere. A proposito di portieri proprio ieri pomeriggio è arrivato a Canepina Giuseppe Garofalo (‘92, ex Battipagliese). Nella seconda seduta di giornata si è allenato anche lui insieme agli altri. Ora sono 5 gli estremi difensori presenti in ritiro, decisamente troppi per una sola squadra. E’ tornato a vestire la maglia gialloblù anche Marco Testa. Un rientro importante per la difesa di mister Sergio che si va ad aggiungere alle conferme di Scerrati, Federici, Sbaccanti e Fapperdue. Molto probabilmente ha contribuito al buon esito della trattativa con Testa, la partenza di Mauro Di Lello, avvenuta nei giorni scorsi. Passando brevemente alla cronaca della giornata di ieri, la Viterbese si è allenata regolarmente in doppia seduta. Nella mattinata il gruppo è stato diviso in più parti. Alcuni giocatori si sono ritrovati nella piscina dell’albergo, mentre altri sono scesi regolarmente in campo al ‘Palozzi’ di Canepina per svolgere un lavoro tecnico. Nel pomeriggio invece tutta la squadra si è riunita per curare ancora la parte tattica. Roberto Cancellieri, che è stato impiegato per una mezz’ora nella gara di domenica, ha rportato di nuovo un fastidio all’adduttore. Il ragazzo adesso dovrà rimanere a riposo per un pò.


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Martedì 26 Luglio 2011

CALCIO D’ ESTATE

Cimina Ronciglione pensa in grande. Parola di Camilli L’imprenditore Gianni Moneti parla del suo Perugia e conferma l’affiliazione con il Pianoscarano. Il Sipicciano “riabbraccia” Rofena

L

a Cimina Ronciglione si prepara a vivere una stagione da protagonista grazie al lavoro di Giancarlo Camilli che, dopo aver costruito la rosa campione nella passata stagione in seconda categoria, anche quest’anno ha messo a segno diversi colpi da novanta per rendere la formazione subito competitiva e consentire a mister Domenico Gavazzi reduce da due trionfi consecutivi in Seconda (con Vignanello e Ronciglione) di poter svolgere un eccellente lavoro. Un bel mercato: “ Ad oggi abbiamo integrato nella rosa iniziale Severini, portiere under ex Corchiano Gallese, Pastano, ex Canale Monteranno, Calistri, ex Vignanello, Santini, ex Nepi, Stellin, ex Tuscia 2001, Mariani, ex Nepi, Crispoldi, ex Latera, Adolini, ex Nepi, Tomassetti, laterale dx, classe 90, ex Monterosi ed in più due ragazzi di cui non faccio i nomi dato che stiamo definendo gli ultimi dettagli per il loro trasferimento.” Occhi puntati sul reparto arretrato: “ Ci siamo concentrati nel reparto difensivo per una semplice ragione, crediamo che per fare bene occorre partire dalle fondamenta e la difesa rappresenta la base di ogni squadra. Abbiamo riconfermato i difensori dello scorso anno ed abbiamo deciso di affiancargli giocatori di spessore, pronti a darci una grossa mano in un campionato che vedo molto equilibrato.” Anche davanti si è lavorato molto: “ Senza subire al massimo si pareggia, questo è ovvio, perciò stiamo chiudendo per due attaccanti. Uno potrebbe essere Barduani, che ormai è in procinto di firmare, l’altro deve risolvere dei problemi con il lavoro. Mi auguro che arrivi

Mister Domenico Gavazzi, reduce da due trionfi

Il presidente Grossardi al telefono per il suo Pianoscarano

Il presidente Ricci e il dg Camilli, le menti del Ronciglione

I festeggiamenti della Cimina nel matggio scorso

anche perché sono convinto che farà la differenza.” Ed il centrocampo?: “ Credo molto nel nostro centrocampo questa è la ragione per cui ho inserito pochi ma buoni giocatori. Eravamo forti l’anno scorso lo saremo ancora di più adesso che abbiamo aggiunto Mariani, non lo scopro io, è un giocatore che spero ci faccia fare il salto di qualità.” Dunque quali obiettivi: “ Non voglio mettere l’asticella. Siamo competitivi ma questo non vuol dire che puntiamo alla vittoria finale. È la prima stagione nella nuova categoria perciò dobbiamo pensare in primis a mantenerla, poi a fissare traguardi. Ci sono squadre più rodate e forse meglio attrezzate per conquistare il titolo. Noi dobbiamo inserirci tra loro e possibilmente dimostrare di essere alla loro altezza.” Leonardo Cutigni

ne tecnica e dirigenziale, e non per ultimo il “grande” Sito che sta avendo un meraviglioso successo, poi con la salvezza ad un’ Orvietana Calcio, nella vicina Umbria, che grazie a Gianni Moneti ha potuto rimanere nella Lega Nazionale Dilettanti, e ora insieme al Presidente Damaschi e al suo caro amico e Socio Sandro Rossi, nel tentativo di riportare il “Perugia Calcio” nel più breve tempo possibile in Serie A. Un uomo dalle idee chiare, con la voglia di fare sempre il meglio in tutto quello che affronta, una persona con la quale basta passare poco tempo e “scambiare” poche parole per capire che l’obiettivo primario è sempre e solo la disponibilità nel realizzare progetti che coinvolgano il sociale e i giovani, e ora anche la costruzione di un Progetto serio, dove comunque il ragazzo della Città di Viterbo è coinvolto se le sue potenzialità sono all’altezza della situazione. Velocissimi come sempre ci siamo permessi di disturbare la sua quiete famigliare e i riposi di una settimana lavorativa e calcistica non male, vedi i colpi portati a termine con giocatori e dirigenti entrati nella casa del “Grifo”. Signor Gianni da dove cominciamo, dalla prima uscita stagionale le va bene ? Più che bene. Anche se è calcio di Luglio dove i test non sono ancora importanti e con squadre di livello posso affermare che tutto è andato per il verso giusto. Nove gol e tutti di ottima fattura, giocate importanti da parte della squadra, organizzazione perfetta fino a questo momento, e poi che dire di circa 1000 tifosi per una prima stagionale a Torgiano con un avversario bravo ma che ha fatto quello che ha potuto, non potevamo con la Società avere partenza migliore”. Domanda d’obbligo, i “nostri” Daniele Proietti e Alessio Moneti come sono

L’IMPRENDITORE GIANNI MONETI ENTUSISTA DEL SUO PERUGIA Sempre in prima linea il sito www.pianoscaranocalc io.com. Ventiquattro ore dopo la prima uscita stagione del Perugia Calcio abbiamo voluto ascoltare le prime sensazione del “nostro” Gianni Moneti, imprenditore Viterbese che da diversi anni è riuscito a dare una nuova visione al mondo pallonaro nella Città dei Papi con il suo modo di fare sport, professionale e sereno, dove prima ha dato una struttura ancora più solida e importante alla sua G.S.D.Pianoscarano, dotandola insieme ad altri Soci e al Presidente Grossardi di una invidiabile organizzazio-

Mauro Lucarini, responsabile del settore giovanile dei rionali

L’imprenditore Gianni Moneti tra Pianoscarano e Perugia

Il piatto celebrativo per la promozione in 1ª Categoria

Sipicciano contento per l’ingaggio di Rofena andati per la prima nel calcio che conta? “Tanta emozione per entrambi, ma tanta maturità dimostrata in questo inizio di una possibilità che in breve tempo è capitata nelle loro mani”. A proposito di Settore Giovanile, è vero che la G.S.D.Pianoscarano 1949 è affiliata al Perugina Calcio? “Verissimo. Ci sono stati degli incontri iniziali tra Angelucci Responsabile Tecnico del Settore Giovanile del Perugia e Mauro Lucarini per verificare come poter organizzare il tutto. Già abbiamo dato il via facendo vestire la G.S.D.Pianoscarano 1949 con il materiale Puma del Perugia Calcio e con il relativo marchio di affiliazione, tra l’altro guarda caso un Grifo per entrambe, e poi a breve vedremo come lavorare con i ragazzi per potergli dare la possibilità di fare esperienze importanti, naturalmente senza promettere cose che non possiamo mantenere, ma che dovranno raggiungere grazie alle loro abilità e ai loro mezzi. Camp, incontri tecnici, amichevoli, Tornei e tante altre cose che i Responsabili del Perugia insieme a Mauro Lucarini dovranno verificare”. Tutta l’intervista sul sito www.pianoscaranocalcio.com IL SIPICCIANO ANNUNCIA L’INGAGGIO DI ANDREA ROFENA Con vero orgolio la dinamica società del Sipicciano Calcio annuncia l’ingaggio di Andrea Rofena e si tratta di un gradito ritorno. Tra i più importanti calciatori di Sipicciano, Andrea Rofena, dopo aver militato in categorie superiori ( Serie A calcio a 5 - Promozione e Prima e Seconda categoria) sposa con entusiasmo e determinazione il progetto della Asd Sipicciano.


� �

sport

SPORT

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

CAMBIO DI ROTTA

BRUTTA USANZA

Conto alla rovescia Vigor Per il “pacchetto ‘94” si attingerà dai giovani del gruppo allievi Prima amichevole il 18 agosto contro l’Orvietana a Bagnoregio

L

a Vigor Acquapendente del Presidente Fabio “Toscano” Ragni e di un’ imprenditoria locale intelligente ed oculata nelle scelte, inizia a creare il “puzzle sportivo Promozione” per la stagione che avrà inizio Domenica 4 Settembre. Confermatissimo alla guida il Tecnico Massimo Quintarelli (tutto suo il meritatissimo quarto posto della scorsa stagione con statistiche che parlano di 57 punti, 16 vittorie in 34 partite disputate (interessante percentuale del 47% sul totale), 48 reti messe a segno e 31 subite per una differenza positiva di +16), sta cercando di dare forma e corpo a l’obiettivo principale che si chiama mantenere la Categoria e ripresentare un conformazione tattico-tecnica di gioco molto vicina a quella della scorsa stagione. La campagna acquisti in fase di evoluzione curata dallo stesso Tecnico in coppia con il Direttore Sportivo Silvi, annuncia che ufficialmente vestirà i colori gialloblù il centrale difensivo dell’Orvietana Nuccioni, ritornerà il centrocampista Saccarello dopo una bella esperienza a Lubriano e arriverà dall’Orvietana dopo alcuni anni di settore giovanile ad alto livello il ’93 Broccatelli. Per quanto riguarda il millesimo 1994 fondamentale per la costruzione-organico, la Società stà valutando l’utilizzazione a pieno regime dell’ossatura

25

Mister Quintarelli portante della Categoria Allievi che lo scorso anno agli ordini del Tecnico Marco Pasquini ha trionfato nel Campionato provinciale. E che quindi avrà l’opportunità di “saltare a piè pari” la Juniores ed approdare in un Campionato in cui una eventuale utilizzazione dovrà essere coordinata con saggezza. Il “cerchio si chiude”, almeno momentaneamente, con tre ragazzi in prova. Nella location del Pompei di Bagnoregio (Stadio aquesiano agibile solo da Ottobre), la squadra curerà la preparazione in vista delle prime uscite stagionali. Volutamente impegnative. Giovedì 18 Agosto vernissage casalingo contro la formazione dell’Orvietana (Serie D umbra). Domenica 28 Agosto trasferta toscana a San Cascia-

Il ritorno di Saccarello

no dei Bagni contro la locale formazione impegnata nel Campionato di Promozione. E Giovedì 1 Settembre ancora gara casalinga contro la Pianese. Alla prima squadra si unirà nella preparazione la Categoria Juniores affidata a Frelicca, che lo scorso anno alla guida della prima squadra del Lubriano ha dimostrato una preparazione tecnica di buono spessore. Tutto quasi definito quindi per una Vigor che punta a ripetere l’eccellente campionato della scorsa stagione quando aveva il ruolo di matricola in Promozione.

BEACH SOCCER - Oggi ad Ostia i quarti di finale

Il sogno dei Torres e company

I

niziano oggi i quarti di finale della serie A Enel. I blu-verde-oro della Colosseum dei fratelli Javier e Cristian Torres, di Alessandro Paloni e company affrontano oggi ad Ostia il Belpassese alle 17. La Colosseum arriva all’appuntamento lidense (la beach arena è infatti allestita per il terzo anno consecutivo all’Hakuna Matata), nel migliore dei modi, al termine delle due tappe di qualificazione disputate al massimo in un mix di tecnica, tattica, acrobazie e spettacolo. PROGRAMMA - Oggi ad Ostia alle 14.30: Catania – Viareggio; alle 15,45 Terracina– Sambenedettese; alle 17 Colosseum- Belpassese e alle 18,15 Milano-Roma.

Javier Torres Medina

Bomber Trifelli scommette sui suoi gol e sulla Castrense L’ex milanista non ha rimpianti sulla sua carriera e guarda avanti di LEONARDO CUTIGNI

S

e hai l’ambizione di vincere il campionato, oltre ad una buona difesa occorre anche un buon attacco, e se disponi di Simone Trifelli, allora puoi cominciare a sognare. Per lui parlano i gol, le sue esperienze, anche in categorie nettamente superiori e l’indiscussa passione nei confronti di questo sport. Da noi contattato il bomber analizza la stagione che verrà. Cosa ti ha spinto a scegliere la piazza di Grotte di Castro : “ Il progetto che il presidente Vincenzo Camilli ha messo in piedi. Vuole vincere il campionato e gettare le basi anche per le prossime stagioni, di fronte a questa proposta non potevo dire di no.” Lasci il Canale Monterano: “ La passata stagione ho indossato la maglia del mio paese, un po’ per motivi di lavoro ed un po’ per respirare nuovamente l’aria di casa. Dopotutto erano anni che girovagavo in diverse realtà. Spero di aver lasciato un buon ricordo non solo per i 22 gol.” Come giudichi il mercato: “ Che dire, le premesse sono ottime. Abbiamo giocatori di categoria in tutti i ruoli, molti li conosco e so cosa possono dare quindi spero di realizzare il progetto della società, ossia vincere il campionato.” Già parlato con il mister:

Bomber Simone Trifelli “ Con Mauro Raspoli siamo in contatto da diverso tempo, diciamo anche tre anni. Finalmente lavoreremo insieme e non vedo l’ora di iniziare.” Personalmente che obiettivi ti poni: “ Vorrei confermarmi in doppia cifra, come mi accade ormai da anni. So che la società crede in me e nei miei gol. Spero di ripagarli per la fiducia andando oltre i venti.” Qualche rimpianto per l’evolversi della carriera: “ Assolutamente no. Non importa dove o con chi, ho sempre la stessa passione di quando ho iniziato. È vero sono stato anche al Milan ed in serie B, ma questo non vuol dire che metterò meno impegno nel giocare a Grotte di Castro, anzi darò il massimo sin dal 18 Agosto, giorno dell’inizio della preparazione

PALLONE E RADUNI - Da lunedì 1° agosto al via Montefiascone, Monterosi, Foglianese, Pianoscarano e Corneto

Sta per scattare l’ora x per molti team provinciali l

l 31 agosto si giocheranno i primi impegni uf�ciali della

stagione per i Dilettanti laziali con le s�de della prima giornata del turno eliminatorio della Coppa Italia di Eccellenza dove tra le provinciali abbiamo subito in azione la neo promossa Monte�ascone.

DA LUNEDI’ IN CAMPO E lunedì scatta quindi l’ora x per diverse formazioni del calcio provinciale. 1° agosto - Hanno �ssato il raduno per il 1° agosto tra le squadre della Tuscia il Monterosi che lavorerà a Rignano Flaminio, il Monte�ascone che lavorerà in sede e il Corneto Tarquinia che stante i lavori del “Bonelli” si appoggerà nella struttura attigua del “Teveroni”. Ma anche alcune squadre di Promozione hanno deciso di partire per la loro avventura in questa data. Ed è il caso della Comunale Foglianese di mister Giovannini

che avrà dalla sua il fresco del San Paolo, del Pianoscarano che trasborda armi e bagagli al Sasso D’Addeo di San Martino al Cimino. 3 agosto - Di Venere e di Marte non si arriva e non si parte ma probabilmente l’Ischia di Castro se ne in�schia della superstizione ed ha deciso per la data di martedì 3 agosto per il suo primo giorno di raduno nella vicina

Farnese dove mister Gasperini incomincierà a mettere sotto torchio i suoi ragazzi. 6 agosto - Ha deciso per iniziare il suo lavoro venerdì 6 agosto il Canepina di mister Paolo Proietti che attende anche la “partenza” della Viterbese dal Palozzi. 9 agosto - Anche in questo caso di martedì si metterà a lavorare la Vigor Acquapen-

dente di mister Quintarelli che ha deciso di farlo nella sede di Bagnoregio dove sfrutterà il ritiro alberghiero per una full immersion che si spera possa dare i suoi buoni frutti. 16 agosto - L’ultima tra le provinciali a mettersi in viag-

gio sarà la Caninese di mister Sperduti che ha optato per questa data e stai a vedere che magari alla �ne sarà questa la decisione più saggia. LE ALTRE STAKANOVISTE Tra le altre formazioni di Promozione a noi compren-

soriali ricordiamo che hanno deciso per il 1° agosto come primo giorno del raduno i team dell’Anguillara di Marco Scorsini, Bracciano, Cerveteri e Santa Marinella. Ha invece optato per un più tranquillo 16 agosto patron Marricchi con il suo Tolfa.


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

Lunedì 26 Luglio 2011

PALLONE D’ESTATE

3vs3, i campioni del “Marta Città di Lago” Successi dei team Sor Giulio (categ maschile), Norcineria Da Rino (Ragazzi) e Asd Sugano (donne)

C

onclusa nel segno del successo la prima edizione del torneo di calcio 3vs3 “Marta città di Lago” che ha calamitato le attenzioni di appassionati e addetti ai lavori nello scorso fine settimana. Ecco come è andata nelle varie categorie. RAGAZZI 1999/2000 Semifinali - Norcineria da RinoFoto Ottica Prima 15-0; Montefiascone-Operazione Gabbia 13-1. Finali - Per il terzo e quarto posto Foto Ottica Prisma-Operazione Gabbia 7-0. Finalissima per il primo e secondo posto Norcineria da Rino-Montefiascone 4-2. Campioni - Norcineria da Rino Capocannoniere - Alessio Brachino del Montefiascone con 5 reti.

CATEGORIA FEMMINILE Nelle semifinali Viola Bacia Tutti contro Marta Beach 3-7 e Le Coyote-Asd Sugano 3-5. Finali - Nella finale per il 3° e 4° posto Viola Bacia Tutti-Le Coyote 2-6 e nella finalissima Marta BeachAsd Sugano 1-2.

Campioni - Trionfo dell’Asd Sugano Capocannoniere - Vince Erica Caiello dell’Asd Sugano con 5 reti.

CATEGORIA MASCHILE Semifinali - Vittoria dell’H2O-

contro il Ge. Si per 7-2 e successo del Sor Giulio per 6-3 con il Salento Team. Finali - Nella finale per il terzo e quarto posto vittoria del Salento Team per 7-3 contro il Gesi e nella finalissima affermazione per 3-2 del Sor Giulio contro l’H20 ai calci di rigore. Campione - Trionfa il Sor Giulio Capocannoniere - Si impone Matteo Fanelli dell’H2O con 17 reti. UN GRANDE TRIONFO Il torneo, patrocinato dall’Assessorato allo Sport del Comune di Marta e dall’ Assessorato allo Sport della Provincia di Viterbo nella persona dell’Ass. Danti Andrea, e’ iniziato alle ore 17:00 con la categoria ragazzi nati 1999/2000 che ha visto trionfare davanti ad un pubblico numeroso la squadra della Norcineria “Da Rino”. Dopo le premiazioni della categoria ragazzi ha avuto inizio il torneo femminile che ha visto scontrarsi quattro squadre con la vittoria della squadra ASD Sugano. Terminate le premiazioni del girone femminile alle ore 21: 30 davanti a numerosissimi spettatori ha avuto inizio la fase finale del tabellone maschile con le due semifinali. Dalle due due partite sono uscite vitto-

riose le formazioni di “Sor Giulio” di Marta e la squadra “H2O” di Capodimonte. Al termine dei tre tempi regolamentari terminati con il risultato di 2 -2 con gol di D’Alessio Giulio e Pesci per “Sor Giulio e Parri e Fanelli per H2O la vittoria si è giocata ai calci di rigore da calciare rigorosamente di sponda. L’unico a far gol è stato il più giovane in campo, D’Alessio Gabriel, che con un gran tiro di sponda ha regalato la vittoria ai suoi. Le partite sono state riprese dalla troupe di triple whistle e sono visibili sul sito www.triplewhistle.com Da sottolineare il clima amichevole e improntato al fair play che ha facilitato il lavoro degli arbitri capitanati dal Sig. Bellucci Fabrizio. Le musiche del DJ Stefano Rossi hanno fatto da sfondo alle partite divertendo i presenti e creando un atmosfera estiva e festaiola. Il ricavato del torneo sarà devoluto al Comune di Marta e utilizzato per l’ acquisto di attrezzature per l’Area giochi per bambini ubicata sul Lungolago G. Marconi. Gli organizzatori dell’evento, Venanzi Michele, Sassara Giovanni, Pesci Roberto, Lisoni Alberto, Gianlorenzo Salvatore, Sassara Marco e il presidente dell’Associazione “Marta senza Confini” Sassara Elisabetta, ringraziano gli sponsor che con il loro contributo hanno permesso la realizzazione della manifestazione.

NELLE FOTO In alto a sinistra il Montefiascone, 2° classificato tra i ragazzi e a destra tutti gli organizzatori. Qui a sinistra Gabriel D’Alessio del Sor Giulio, autore del decisivo rigore della vittoria per il suo team e sotto i campioni della categoria Ragazzi del Norcineria da Rino. A destra la Fotottica Prisma, terza classificata tra i ragazzi e sotto i giovani dell’Operazione Gabbia, quarti classificati. A DOMANI Nell’edizione di domani altra pagina speciale sull’evento con altre immagini della cerimonia finale di premiazione e delle compagini partecipanti e intervista agli organizzatori sulla bontà della splendida iniziativa che verrà ripetuta negli anni a seguire.


� �

sport

SPORT

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

27

BEACH VOLLEY

Le Noir sale sul tetto di Canepina Senza storia la finale con la Nuove Costruzioni Renzoni Giovanni priva di giocatori importanti. Terzo posto all’IPS Team Foto Andrea Di Palermo

di GLAUCO ANTONIACCI

U

na pura formalità. Tutti si attendevano una �nale equilibrata e combattuta ma l’epilogo del torneo di ‘Volley Tra i Castagni’ a Canepina si è ben presto trasformato in un monologo di Le Noir. Gli avversari della Nuove Costruzioni Renzoni Giovanni, costretto a rinunciare a due giocatori troppo importanti come Argia Pesciaroli, ferma per un infortunio al collaterale del ginocchio, e Giovanni Renzoni, a letto con la febbre a 38, hanno provato ad opporsi con ogni mezzo allo strapotere dei ‘neri’ ma non sono stati in grado di portare a casa nemmeno un set, perdendo alla �ne per 3-0. Sulla sabbia dell’impianto canepinese la festa è stata tutta per Le Noir che ha visto premiato anche Leonardo Coaccioli come miglior giocatore della manifestazione. Sul terzo gradino del podio è salito l’IPS Team che, dopo la delusione per la scon�tta in semi�nale, ha ri�lato un secco 3-0 nella �nale di consolazione agli Outsider, autentica sorpresa della manifestazione. Il presidente dell’ASD Team Canepinese che ha organizzato il torneo, Manuel Mechelli, ha effettuato tutte le premiazioni ed ha anche ringraziato il sindaco di Canepina, la Pro-loco e la Regione Lazio che hanno dato un prezioso supporto per l’allestimento di questa prima edizione. Prima di lasciarsi

LE DUE FINALISTE PRIMA DEL MATCH

I VINCITORI DEL TORNEO andare alla cena e alla festa in musica che è proseguita �no alla mattina, i responsabili del torneo hanno annunciato il loro desiderio di lavorare già per la seconda edizione con una novità stuzzicante: “Abbiamo in mente di fare il Summer Village tra i castagni in modo che rappresenti un’iniziativa importante per

MIGLIOR GIOCATORE

tutti i giovani del luogo”. Di seguito ecco i premi individuali che sono stati assegnati al termine della �nale: Miglior giocatore del torneo Leonardo Coaccioli (Le noir), migliore giocatrice del torneo Vanessa Longo (IPS Team), miglior giovane Silvia Foglietta (Quelli de e campo). Premiato anche l’arbitro Quintilio Testa.

N.COSTRUZIONI RENZONI GIOVANNI

MIGLIOR GIOCATRICE (RITIRA IL FIDANZATO)

L’ARBITRO QUINTILIO TESTA

IPS TEAM

MIGLIOR GIOVANE (RITIRA LA CUGINA)

UNA FASE DELLA FINALE PER IL 3° POSTO


� �

sport

SPORT

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

27

BEACH VOLLEY

Le Noir sale sul tetto di Canepina Senza storia la finale con la Nuove Costruzioni Renzoni Giovanni priva di giocatori importanti. Terzo posto all’IPS Team Foto Andrea Di Palermo

di GLAUCO ANTONIACCI

U

na pura formalità. Tutti si attendevano una �nale equilibrata e combattuta ma l’epilogo del torneo di ‘Volley Tra i Castagni’ a Canepina si è ben presto trasformato in un monologo di Le Noir. Gli avversari della Nuove Costruzioni Renzoni Giovanni, costretto a rinunciare a due giocatori troppo importanti come Argia Pesciaroli, ferma per un infortunio al collaterale del ginocchio, e Giovanni Renzoni, a letto con la febbre a 38, hanno provato ad opporsi con ogni mezzo allo strapotere dei ‘neri’ ma non sono stati in grado di portare a casa nemmeno un set, perdendo alla �ne per 3-0. Sulla sabbia dell’impianto canepinese la festa è stata tutta per Le Noir che ha visto premiato anche Leonardo Coaccioli come miglior giocatore della manifestazione. Sul terzo gradino del podio è salito l’IPS Team che, dopo la delusione per la scon�tta in semi�nale, ha ri�lato un secco 3-0 nella �nale di consolazione agli Outsider, autentica sorpresa della manifestazione. Il presidente dell’ASD Team Canepinese che ha organizzato il torneo, Manuel Mechelli, ha effettuato tutte le premiazioni ed ha anche ringraziato il sindaco di Canepina, la Pro-loco e la Regione Lazio che hanno dato un prezioso supporto per l’allestimento di questa prima edizione. Prima di lasciarsi

LE DUE FINALISTE PRIMA DEL MATCH

I VINCITORI DEL TORNEO andare alla cena e alla festa in musica che è proseguita �no alla mattina, i responsabili del torneo hanno annunciato il loro desiderio di lavorare già per la seconda edizione con una novità stuzzicante: “Abbiamo in mente di fare il Summer Village tra i castagni in modo che rappresenti un’iniziativa importante per

MIGLIOR GIOCATORE

tutti i giovani del luogo”. Di seguito ecco i premi individuali che sono stati assegnati al termine della �nale: Miglior giocatore del torneo Leonardo Coaccioli (Le noir), migliore giocatrice del torneo Vanessa Longo (IPS Team), miglior giovane Silvia Foglietta (Quelli de e campo). Premiato anche l’arbitro Quintilio Testa.

N.COSTRUZIONI RENZONI GIOVANNI

MIGLIOR GIOCATRICE (RITIRA IL FIDANZATO)

L’ARBITRO QUINTILIO TESTA

IPS TEAM

MIGLIOR GIOVANE (RITIRA LA CUGINA)

UNA FASE DELLA FINALE PER IL 3° POSTO


� �

sport

SPORT

28

Viterbo & AltoLazio

Martedì 26 Luglio 2011

PALLAVOLO

Nero Cangiante e I Fracichi, a voi la coppa Successi netti in finale nei due tabelloni del torneo ‘A Tutto Volley’ disputato a Vasanello Foto Andrea Di Palermo

di GLAUCO ANTONIACCI

H

anno fatto festa Nero Cangiante e I Fracichi, autrici di due prestazioni perfette in �nale e brave a mostrare una superiorità netta nei confronti delle avversarie. Sono loro le vincitrici del torneo ‘A Tutto Volley’ disputato presso l’Arena Polivalente di Vasanello, andato in archivio dopo dieci giorni di incontri molto combattuti e di spettacolo. La formula dell’evento, quattro contro quattro con squadre miste, ha favorito

I FRACICHI

CALENDARIO GARE (prima fase 2 su 3 set) partita

risultato

A2) PARAJSO - REAL MOJITO

0-2

A1) I FRACICHI - PAINT YOUR LIFE

0-2

P1) OOMPA LOOMPA - META’ E MEZZI

2-1

A1) PAINT YOUR LIFE- BEEMO?

2-0

A3) I GLANDI DEL VOLLEY- OOOPPALA

2-1

P2) VERO TEAM - PISBOWNSVSM 007 NANI

2-0

A1) I FRACICHI - VERAMENTE BOH

2-0

A1) BEEMO? - VERAMENTE BOH

0-2

LA FORMAZIONE VINCITRICE DEI NERO CANGIANTE

A2) PARAJSO - APERTA PARENTE

0-2

l’equilibrio e le emozioni ma, alla �ne, hanno vinto forse le due squadre che potevano contare sull’organico migliore nel tabellone dei Professionisti e in quello degli Amatori. Nel torneo dei ‘Pro’ c’è stato il trionfo di Nero Cangiante che, in �nale, non ha lasciato nemmeno un set alla formazione Oompa Loompa imponendosi per 3-0; potendo contare su due giocatori come Emanuele Bondini e Mattia Madonna, capitano del Volley Orte in B2 e nominato miglior giocatore della manifestazione, Nero Cangiante ha dominato la �nalissima contro un’avversaria che ha cercato in tutti i modi di riaprire la contesa ma si è dovuta arrendere al termine di un torneo di primissimo piano, meritandosi ugualmente gli applausi del pubblico.

A3) ILL’ URCHI - I GLANDI DEL VOLLEY

0-2

A3) ILL’ URCHI - OOOPPALA

1-2

A1) I FRACICHI - BEEMO?

2-0

P2) NERO CANGIANTE - VERO TEAM

1-2

P1) COACH TEAM - META’ E MEZZI

2-0

A2) REAL MOJITO - APERTA PARENTE

0-2

P1) COACH TEAM - OOMPA LOOMPA

2-1

A1) PAINT YOUR LIFE - VERAMENTE BOH

2-0

PISBOWNSVSM 007 NANI - NERO CANGIANTE

0-2

Tra gli Amatori la �nale si è chiusa anche stavolta in maniera netta (3-0) a favore dei Fracichi che, dimenticato il passo falso della prima fase contro Paint Your Life, hanno cambiato marcia ritrovando giocatori importanti che hanno fatto valere la loro maggiore esperienza. Aperta Parente, sostenuta da un gruppo di supporters rumorosi e colorati, ha avuto in Simone Castellani il miglior giocatore del torneo ma non è bastato per avere ragione di una squadra diventata impeccabile proprio al momento giusto del torneo, quando ha saputo inanellare quattro vittorie consecutive senza cedere nemmeno un set. Nell’edizione di domani dedicheremo un ampio speciale con le premiazioni del torneo ‘A Tutto Volley’ immortalate nelle foto di Andrea Di Palermo.

SECONDA FASE RECUPERI REAL MOJITO - I FRACICHI

0-2

REAL MOJITO - OOOPPALA

2-1

I FRACICHI - OOOPPALA

2-0

SEMIFINALI AMATORI APERTA PARENTE - I GLANDI DEL VOLLEY

2-1

PAINT YOUR LIFE - I FRACICHI

0-2

SEMIFINALI PROFESSIONISTI META’ & MEZZI-NERO CANGIANTE

1-2

VERO TEAM - OOMPA LOOMPA

1-2

FINALINE 3/4 POSTO (3 su 5 set) I GLANDI DEL VOLLEY - PAINT YOUR LIFE

1-3

META’ & MEZZI - VERO TEAM

3-1

FINALI 1/2 POSTO (3 su 5 set)

UNA FASE DELLA FINALE PRO

APERTA PARENTE

APERTA PARENTE - I FRACICHI

0-3

NERO CANGIANTE - OOMPA LOOMPA

3-0

UNA FASE DELLA FINALE AMATORI

UN FAN DI APERTA PARENTE

OOMPA LOOMPA E NERO CANGIANTE IN POSA


� �

sport

SPORT

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

29

HANDBIKE

Cratassa mette il turbo in Coppa Europa Grandissima doppietta (gara in linea e crono) per il portacolori della Vitersport Libertas MOUNTAIN BIKE - Oriolo Romano è pronto a fare festa

di GLAUCO ANTONIACCI

Q

Zamparini torna a casa da campione del mondo U

uesta volta anche un ex campione di automobilismo come Alex Zanardi ha dovuto arrendersi, lasciando il passo ad un campione che, gara dopo gara, sembra migliorare sempre di più la sua condizione. Mauro Cratassa è stato il dominatore della due giorni di Coppa Europa di handbike che si è svolta a Verolanuova, in provincia di Brescia; l’al�ere della Vitersport Libertas ha partecipato alla gara in linea del sabato e alla prova a cronometro della domenica, ottenendo il massimo risultato possibile, vale a dire due vittorie. A dire il vero, nella prova contro il tempo di domenica è riuscito a

Mauro Cratassa premiato a fine gara

Mauro Cratassa a colloquio con Zanardi

fare ancora di più, aggiudicandosi il primo posto assoluto davanti anche a Zanardi che gareggia in una categoria diversa dalla sua e che, questa volta, ha dovuto inchinarsi per quattro secondi. “Anche il ct della Nazionale mi ha detto che ho fatto davvero un grande tempo - ci ha detto Cratassa - e devo dire che sono contento di come è andata. Il percorso era bello, pianeggiante con un solo tratto in leggera salita e un paio di curve in cui c’era bisogno di stare attenti, però mi sono trovato bene e sono riuscito ad ottenere il massimo”. Il sapore della vittoria per Cratassa è ancora più dolce considerando che si trattava di un appuntamento internazionale, in cui l’atleta di Vitorchiano si è presen-

tato al via con indosso la maglia azzurra. Non c’è però nemmeno il tempo di godere per questa vittoria; Cratassa è infatti già partito per un raduno di dieci giorni che si tiene a Giano dell’Umbria, in provincia di Terni. Con lui ci sono altri atleti della Nazionale che si stanno preparando in vista dei Mondiali previsti in Danimarca. E’ questo l’evento clou del 2011 mentre il prossimo anno c’è un solo obiettivo nella mente di tutti gli atleti e di qualsiasi sport e si chiama Londra 2012. Per prepararsi nel migliore dei modi, Cratassa avrebbe bisogno anche di un sostegno economico da parte di uno sponsor. C’è qualcuno disposto a scommettere su una potenziale medaglia d’oro olimpica?

CICLISMO - Appassionante conclusione in volata per il Trofeo Alice Ceramica Bcc Ronciglione

Uno sprint di quelli veramente Giusti C

’erano quasi tutti i più forti atleti del centro Italia al via del trofeo Alice Ceramica - Bcc Ronciglione, giunto ormai alla quarta edizione. La gara è stata organizzata dalla Cicli Montanini in collaborazione con la Fortitudo Nepi Ciclismo ed ha visto il successo in volata di Fabio Giusti, l’atleta di Monte�ascone in forza al Team Eurobici di Orvieto, che ha preceduto Carlo Greco Carlo del Team Terenzi. Al terzo posto un altro corridore viterbese, Luca Tosti di Canepina. Tutto si è deciso nell’ultimo giro, quando un gruppetto di 10 corridori si è avvantaggiato sul resto del plotone

sul classico circuito che si dipana tra i Comuni di Fabrica di Roma e Corchiano. All’inizio c’era stata una lunga fuga di Massimiliano Catarci (Tecnobike), Leandro Fioroni (Forhans Team) e Luca Tosti. I vincitori di categoria sono stati Maurizio Rosi del G.C. Monte Argentario, il redivivo Giancarlo Delle Monache (Team Eurobici Orvieto) e l’inossidabile Agostino Rufena del Team Bernardini. Al termine rinfresco presso i locali della Cicli Montanini e poi ricca premiazione che ha concluso degnamente una bella giornata di sport all’insegna dell’amicizia. Un particolare ringraziamento è stato formulato dagli organizzatori va alle forze dell’ordine dei Comuni di Corchiano e Fabrica, carabinieri e polizia locale che insieme ai volontari della Copcea hanno garantito un servizio d’ordine ottimale. Questi i risultati �nali:

Fabrizio Morganti (Amici Per Bici) Daniele Conversini (Timebike)

Categoria Assoluti Fabio Giusti (Eurobici Orvieto) Carlo Greco (Team Terenzi) Luca Tosti (Asd Garofalo) Alessio Forte (Team Ladispoli) Corrado Pandol� (Cicli Montanini) Categoria Veterani Stefano Ferruzzi (Cicli Montanini)

Categoria Super Gentleman A Giancarlo Delle Monache (Eurobici) Angelo Curi (Bicimania)

Categoria Gentleman Maurizio Rosi (M.Argentario) Silvestro Palombi (Cicli Fatato)

Categoria Super Gentleman B Agostino Rufena (Bernardini) Categoria Donne Corinne Biagioni (Timebike)

n’impresa da celebrare come si deve, come è giusto fare per un atleta che sposta sempre più avanti la linea di ciò che può fare. Su un terreno reso in�do ed estremamente duro dalle piogge, Giuseppe Zamparini 51 anni si è laureato campione del mondo di mountain bike categoria Master 5 (50 – 54 anni) aggiungendo una maglia iridata ad una bacheca di trofei che non sa più dove mettere i riconoscimenti. I continui saliscendi del circuito, su cui i ciclisti sono stati spesso obbligati a scendere ed a proseguire a piedi, hanno reso sicuramente la gara una delle dei più impegnative degli ultimi anni con parecchi concorrenti che sono stati costretti al ritiro dopo essere stati messi a dura prova dalle insidie del tracciato brasiliano. Ripetuto per tre volte tra pozze di acqua e di fango, la prova iridata è stata drammatica fin dall’inizio. Nonostante la durezza e le difficoltà, il portacolori della Cicli Montanini – Alice Ceramica FRW ha scandito il ritrmo imponendo al resto del gruppo un’andatura insostenibile per tutti e chiudendo poi la gara in 1h 17’37”. Secondo lo svedese Tommy Olsson a 2’34” e solo terzo uno dei favoriti della vigilia, il francese Jean Malot a 6’27”. Giuseppe (Peppe) Zamparini non ha nulla del super atleta che spesso i risultati di questa dura disciplina impongono. Nella vita di tutti è titolare di una piccola impresa edile che porta avanti assieme al fratello. Ma è forse la durezza di questo lavoro che da sempre lo ha portato a praticare sport duri e fatti di sacrifici. Il rugby da giovane e la mountain bike da atleta adulto. Alla bicicletta

dedica le sue poche ore libere macinando chilometri tra le foreste e le colline sterrate di casa. Lavoro e sacrifici uguale risultati che non sono certo mancati nel suo palmares. Pluricampione italiano, poi europeo e finalmente il 23 luglio scorso a Baleneario Camboriù in Brasile, ha potuto coronare il suo sogno indossando la maglia iridata che gli mancava. Una distanza siderale lo divide dagli “eroi” del calcio nostrano, imbottiti di soldi e titoli di giornali. Giuseppe affronta con la consueta umanità la vita di ogni giorno forse non rendendosi ancora conto, che per un anno ancora, sarà il campione che Oriolo Romano ha donato all’Italia e che ha conquistato il mondo della mountain bike. Oggi la comunità di Oriolo si stringerà attorno a questo grandissimo atleta tributandogli gli onori sportivi che merita. Il sindaco Graziella Lombi, assieme alla amministrazione comunale, saranno pronti ad accoglierlo alle ore 9 presso il Comune per donargli una medaglia ricordo frutto del lavoro del maestro cesellatore Armando Mortet come premio per questa ennesima impresa.


almanacco

& Martedì 26 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

31

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE Una settimana, questa, che vi vede al centro dell’attenzione nel vostro

21 Aprile - 20 Maggio TORO Questi pianeti nel Leone vi urtano un po’ i nervi e sicuramente vi regalano qualche

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI Luna nel s e g n o. . M a r t e nel segno.. Mercurio che vi ama..Satur no che vi

ambiente lavorativo..qualcuno molto importante si sta finalmente accorgendo di voi..vi ha messo alla prova per parecchio tempo ma ora si sta rendendo conto del vostro valore..sono sicuro che grazie a questo meraviglioso Mercurio tra un po’ vedrete triplicati i vostri guadagni..BEATI VOI

acciacco proprio a voi che siete sempre belli e forti..sarà bene staccare finalmente un po’ la spina e concedersi il tanto meritato riposo..con questa Venere ancora bella io fossi in voi ne approfitterei per andare in vacanza…le donne del segno poi risultano particolarmente belle..FARETE FURORE!

aiuta..tutto sembra procedere per il verso giusto..e allora perché sempre questo nervosismo?..forse perché vi trovate davanti a scelte importanti per il vostro futuro?..può darsi, però rilassatevi che il cielo vi è amico e con la calma si ottiene tutto..e voi otterrete DI TUTTO DI PIU’

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Venere vi ama ancora tanto..ma t a l m e n t e tanto che sta moltiplicando

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Un’ottima giornata per mettere finalmente a posto le ultime prati-

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE La classica giornata che vi vede iperattivi e ipercritici..il vostro famoso sarcasmo raggiunge punte

le vostre ciance per avere l’incontro decisivo della vostra vita..e questa per voi inguaribili romantici è una delle più belle notizie che possano arrivarvi..certo saturno vi renderà tutto un po’ diffiile ma solo per un po’..poi volgerà tutto al meglio..E CHE MEGLIO!!!

che rimaste sulla vostra disordinatissima scrivania..e poi via!!! Si par te per le vacanze..care Leonesse mi raccomando..sarete sicuramente bellissime abbronzate e con dei capelli meravigliosi e infrangerete più di qualche cuore..mi raccomando…SIATE BUONE

massime, le vostre battute sono al vetriolo..attenzione che Marte contrario fa di tutto per provocare liti con chiunque..mi raccomando non cedete ale provocazioni..oggi non avreste la meglio..volete trovarvi con un bel pugno in faccia?..non mi sembra il caso visto che tra un po’ andrete in vacanza..e sarà tutto bellissimo,credetemi..ma oggi no..MEGLIO ASPETTARE

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA Una giornata davvero bella amici ed amiche della Bilancia..la Luna vi sorride

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE Spero vivamente che voi siate ancora in vacanza amici dello Scorpione.. Mercurio ancora

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO Nonostante il meraviglioso momento astrale oggi potreste sentirvi partico-

ed illumina il vostro bellissimo viso, mentre un bellissimo Marte moltiplica le possibilità di incontro...punto di domanda: siete soddisfatti della vostra storia d’amore?..riflettete bene in questi ultimi giorni di luglio..anche se so già la vostra risposta..che, nonostante tutti i problemi rimane un bellissimo e convinto SI’

per qualche giorno vi vuole lontani da qualsiasi tipo di affare mentre Venere ancora speciale sta raggiungendo il suo culmine per farvi sentire amati ed apprezzati..chi lo dice che tra le innumerevoli avventure non possa esserci la vostra mezza mela...con questo strano Giove tutto può accadere..anche UN FORTISSIMO E PASSIONALE LEGAME

larmente nervosi cari amici del Sagittario..Il Sole e Mercurio vi vogliono bene e promettono grandi affari ma una Luna particolarmente astiosa e dispettosa vi regala qualche contrattempo..cercate di non prendervela troppo..tanto dura solo due giorni..RILASSATEVI CON L’AMORE

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Ancora un po’ di pazienza è richiesta in amore dolci amiche del Capricorno…il transito dis-

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Ancora una giornata che vi suggerisce una certa lontananza dal mondo degli

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Che maretta nel vostro mare cari pesciolini adorati..oggi la luna in Gemelli provoca una di

sonante di Venere infatti non vi consente ancora di sorridere apertamente senza ombre nel cuore..i litigi avvenuti con il partner negli ultimi giorni vi hanno stressato oltremodo…vedrete che basteranno pochi giorni e tutto sarà molto più bello..e, se siete single..vedrete che in men che non si dica NON LO SARETE PIU’

affari e dell’alta finanza..Giove e Mercurio infatti non promettono nulla di buono per quanto riguarda la vostra carriera..mentre la luna e Marte propiziano incontri fugaci e divertenti in grado di risollevare il vostro umore..approfittatene per stare ancora un po’ in vacanza..DATEMI RETTA

quelle maree che in un momento vi fanno sobbalzare creandovi dei problemi improvvisi..e dai che tanto siete abituati no?..Ogni tanto succede..e poi voi siete fantasiosi..un po’ di movimento ci sta anche bene..perché non ballate un bel tango con il vostro Nettuno?..vi aiuterà a rimanere con i piedi per terra..e con IL CUORE ALLEGRO

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Martedì 26 Luglio 2011

Mercoledì 27 Luglio 2011

ore 00 cielo sereno o quasi e ve n t o d a n o r d a 1 0 k m / h . Te m p e ratura di 17,2 °C o r e 0 3 c i e l o p o c o n u vo l o s o e ve n t o d a n o r d a 9 k m / h . Te m p e r a t u r a di 16,6 °C o r e 0 6 cielo poco nuvoloso e vento da nord/est a 6 km/h. Temperatura di 16,3 °C o r e 0 9 cielo sereno e vento da nord/est a 5 km/h. Temperatura di 19,8 °C o r e 1 2 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d a 1 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 24,6 °C o r e 1 5 cielo quasi sereno o poco nuvoloso e vento da sud/ovest a 9 km/h. Temperatura di 25,3 °C o r e 1 8 cielo poco nuvoloso e vento da sud/ovest a 11 km/h. Temperatura di 23,4 °C ore 21 cielo quasi sereno o poco n u vo l o s o e ve n t o d a s u d / o ve s t a 6 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 2 0 , 6 ° C

o r e 0 0 cielo quasi sereno e vento da sud a 2 km/h. Temperatura di 16,5 °C o r e 0 3 cielo poco nuvoloso e vento da sud/est a 6 km/h. Temperatura di 16,9 °C o r e 0 6 cielo quasi sereno e vento da sud/est a 8 km/h. Temperatura di 15,8 °C o r e 0 9 c i e l o m o l t o n u vo l o s o e ve n t o d a s u d / e s t a 1 0 k m / h . Te m peratura di 21,2 °C o r e 1 2 cielo molto nuvoloso o coperto con intense nubi cumuliformi con possibili deboli precipitazioni e vento da sud a 13 km/h. Temperatura di 23,5 °C ore 15 cielo coper to con qualche piccolo cumulo sparso con precip i t a z i o n i e ve n t o d a s u d a 1 5 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 2 2 , 4 ° C ore 18 cielo coper to con precipit a z i o n i e ve n t o d a s u d / o ve s t a 1 1 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 2 1 , 4 ° C ore 21 cielo coper to con deboli p r e c i p i t a z i o n i e ve n t o d a s u d / e s t a 7 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 2 0 , 3 ° C

FARMACIE

OGGI 26 LUGLIO COMUNALE S. BARBARA (DIURNO E NOTTURNO) VIA PORSENNA SNC (VT) TEL: 0761-270543 DOMANI 27 LUGLIO GIACCI (DIURNO E NOTTURNO) VIA TRIESTE, 36A (VT) TEL: 0761-341083


Edizione del 26 luglio de L'Opinione di Viterbo e Lazio nord  

L'edizione del 26 luglio de L'Opinione di Viterbo e Lazio nord