Issuu on Google+

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Anno II N.153 - Mercoledì 29 Giugno 2011 - Euro 1,00

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Marroni, “il carcere è una pena che somiglia sempre più a una tortura”

Tolta la telecamera installata lungo la strada vetrallese

Evitata la serrata delle discariche Nella Tuscia pericolo in tre Comuni

di Daniele Camilli a pagina 3

di Daniele Camilli a pagina 4

di Luca Appia a pagina 2

Nella notte tra il 14 e il 15 giugno si schiantò con la sua auto contro una mucca sulla strada per Marta

Muore dopo giorni di agonia Sandro Vignanelli

In lacrime i famigliari e il gruppo cinofilo viterbese di cui era consigliere

E’ morto nel suo letto al reparto di rianimazione di Belcolle, Sandro Vignanelli 40enne di Monte�ascone, che nella notte tra il 14 e il 15 giungo fu vittima di un terribile incidente sulla strada che porta a Marta. Mentre guidava si trovò di fronte una grossa mucca, ferma in mezzo alla strada. L’impatto fu inevitabile e tremendo. Il corpo dell’animale si piazzò sopra il veicolo, incastrando Vignanelli. Dopo qualche momento di lavoro i vigili del fuoco sono riusciti a tirare fuori Vignanelli dalla macchina. Le sue condizioni sono apparse subito gravi ed è stato portato d’urgenza a Belcolle per un intervento.

EDITORIALE

I Palazzi della vergogna e gli eccessivi appetiti che li dominano di Roberto Pomi Alla �ne Palazzo dei Priori e Gentili rimarrano in piedi, nonostante tante schermaglie, veti incrociati e battaglie sotterranee. Tutto andrà come deve anche al momento del voto. Saio francescano, per i protagonisti di oggi, per tutta la campagna elettorale, qualche promessa qua e là e tutto tornerà come prima. A rimetterci i cittadini, persi e sempre più sprofondanti nella palude generata sulla Tuscia dall’immobilismo dei Palazzi. Alla �ne quello che conta, per tutti, è esserci e nonostante astinenze mirate in Consiglio, per palesare il proprio disappunto per una poltrona non ricevuta, al momento giusto la quadra si trova sempre. Succederà in via Saf� e in via Ascenzi per l’approvazione del bilancio e per tutti i passaggi focali che da qui alle prossime amministrative ci troveremo davanti. Intanto nessuna idea per la città e per la Tuscia avrà possibilità concrete di crescere in questa palude. Dal letame nascono i �ori, cantava De Andrè, ma questa è terra bruciata. Tra poco riusciranno a viverci solo le capre.

dalla Redazione a pagina 3

Piansano

La Provincia concilia Il Parco eolico si farà

POLITICA - Scene imbarazzanti a Palazzo dei Priori

Basta con i politici “individualisti”

La Provincia di Viterbo alla fine ha conciliato. Nessuna sentenza da parte della Corte dei Conti. Il Parco eolico di Piansano alla fine si farà. e senza alcun ostacolo di sorta. Tuttavia con 4 torri in meno e 5 che per il momento sono state sospese. Saranno in tutto 21 anziché 30 come previsto all’inizio.

Mattinata opaca a Palazzo dei Priori. Una maggioranza spenta ha frequentato in maniera episodica la sala del Consiglio dove il numero legale è stato mantenuto spesso grazie all’apporto dell’opposizione. Una scena, poco edi�cante, che ricalca da vicino quello che da qualche tempo a questa parte si veri�ca dall’altra parte della strada, a via Saf�.

di Daniele Camilli a pagina 4

di Paolo Gianlorenzo a pagina 5

TIRO A VOLO - Primo posto nel Gran Premio Fitav di Fossa Olimpica

VOLLEY

Grazini coglie un altro successo

Trofeo delle Regioni oggi i primi match

Un piattello di vantaggio su un avversario temibile come Fioravanti e un primo posto meritato quanto importante. Valerio Grazini, campione viterbese di tiro a volo, non ha fallito l’appuntamento con il Gran Premio Fitav disputato in Abruzzo, confermando di attraversare un eccellente momento di forma in vista della Coppa del Mondo.

Dopo la cerimonia di inaugurazione di ieri, oggi inizieranno i match al Trofeo delle Regioni, classico appuntamento estivo dedicato al volley giovanile. Ventuno rappresentative sia nel settore maschile che in quello femminile e la curiosità di vedere in azione nelle �la del team maschile del Lazio anche Ridas Skoudis, talento di Tuscania.

di Glauco Antoniacci a pagina 19

di Glauco Antoniacci a pagina 27

VASANELLO

Sul bilancio consiglio comunale ad alta tensione di Simona Tenentini a pagina 16

CIVITA CASTELLANA

Uno scempio dopo l’altro nel bosco I° maggio di Simona Tenentini a pagina 16

CAPODIMONTE

È stata fatto brillare l’ordigno bellico ritrovato dai sub dalla Redazione a pagina 15

MONTEFIASCONE

David Petretti in visita al Parlamento Europeo di Bruxelles di Michele Mari a pagina 13


cronaca viterbese interni

2

Viterbo & & Viterbo Mercoledì1 29 Giugno2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Nella provincia di Viterbo di quattordici Comuni morosi verso le discariche ne sono rimasti solo tre che devono pagare

Scongiurata l’emergenza rifiuti...o quasi di LUCA APPIA

I

l Lazio è salvo, o almeno buona parte di esso. La serrata delle discariche è stata scongiurata e con lei anche l’emergenza ri�uti che di qua a pochi giorni avrebbe di sicuro travolto l’intera regione. Anche se il problema più grande ce lo avrebbe avuto di sicuro Roma, anche nella Tuscia la situazione non era delle migliori. Quattordici i Comuni del viterbese iscritti nella lista dei morosi e ai quali da oggi sarebbe stato impedito l’ingresso all’interno delle discariche del Lazio. Resta ancora alta, però, la tensione per la chiusura della discarica di Malagrotta, che è stata posticipata al 31 dicembre, ma di cui ancora non si conosce il successore. La Presidente Polverini comunque si dice ottimista e ha commentato i fatti dicendo che “Siamo al lavoro per garantire che non ci sia alcun tipo di emergenza”. Il dato positivo rimane comunque l’evitata serrata delle discariche, anche se il problema non è totalmente risolto. A metterci una pezza è stato l’assessore Di Paolo, che ieri mattina si è incontrato con i rappresentanti di Federlazio (sigla sotto la quale con�uiscono i gestori delle discariche della regione). I proprietari

delle discariche hanno deciso che potranno conferire i ri�uti solo i Comuni morosi che in questi giorni si sono messi in regola con i pagamenti o hanno comunque avviato l’iter per il pagamento (oltre la metà), porte chiuse invece per quelli che non lo hanno fatto. Roma, che faceva parte di quelli morosi e con il debito più alto vista la mole di ri�uti che produce, ha avviato l’iter di pagamento per una parte del debito e si salverà dalla serrata. La Regione, inoltre, avrebbe garantito la corresponabilità sui ritardi nei pagamenti quindi se un Comune non paga ci sarebbe la garanzia che paghi o la Regione o un ente �nanziario garantito dalla Regione. Federlazio ha inoltre fatto sapere che dopo l’intenzione di mettere in atto la minaccia di chiudere i cancelli, circa la metà dei Comuni morosi si sarebbero messi in regola con i pagamenti. Nella provincia di Viterbo si passa quindi da quattordici comuni morosi a circa tre o quattro paesi. A Latina erano tre ed entro ieri si sarebbero messi tutti in regola. Rieti passerrebbe da quaranta a quattordici Comuni morosi. Durante l’incontro tra Regione e Federlazio, però, si parla anche di tariffe. Mentre quelle di Viterbo e Latina sono già

A Montalto di Castro in fiamme 150 ettari di terreno

Inizia la lunga stagione degli incendi nella Tuscia

state riviste, quelle di Roma sono ancora in alto mare, ma la Giunta promette che entro luglio arriveranno le nuove tariffe anche per la Capitale. Il problema che ancora rimane da risolvere completamente è quello di Malagrotta. Ora che una nuova proroga ha consentito di non chiudere il sito, ci si inizia a interrogare su qualche discarica potrebbe sostituirla. L’ipotesi che va per la maggiore rimane quella di Pian dell’Olmo, nei pressi di Riano, dove da qualche giorno è in atto una vera e propria rivolta. Nei giorni scorsi il sindaco Marinella Ricceri, insieme a parte della giunta

e del consiglio comunale, si è recata di persona alla Pisana “per ottenere chiarimenti in merito alla discarica”. Ieri, invece, era in programma un sit-in sulla Tiberina. “Non siamo riusciti ad incontrare nessuno - riferisce la Ricceri - erano tutti fuori, impegnati in altre attività istituzionali. Eppure nella lettera inviata alla Polverini avevamo richiesto chiarimenti. Nessuno ci ha comunicato o smentito nulla ma le voci sulla discarica postMalagrotta a Pian dell’Olmo si fanno sempre più insistenti, la cittadinanza è pronta a scendere in strada e il Comune di Riano al suo �anco”.

E’ partita l’estate e con essa anche la lunga stagione degli incendi. Da lungo tempo i vigili del fuoco, la protezione civile e il corpo forestale dello Stato ogni anno in questo periodo iniziano una lunga battaglia contro le �amme. Ultimo nella lunga lista degli incendi scoppiati nelle campagne della Tuscia quello di lunedì nelle località di Poggi Alti, Guinza Grande e Pian di Maggio, tutte facenti capo al Comune di Montalto di Castro, dove si è sviluppato un gigantesco incendio che ha interessato un super�ce di circa 150 ettari di bosco. Il fuoco ha distrutto un trattore e circa 50 balle di �eno, oltre ad aver consumato campi agricoli, alberi e sterpaglie. Sul posto sono intervenuti alle operazioni di spegnimento il corpo forestale dello Stato con due pattuglie dei comandi stazione di Valentano e Monte�ascone, i vigili del fuoco con quattro mezzi antincendio provenienti dai distaccamenti di Gradoli e Tarquinia, la Protezione Civile

con quattro squadre di volontari dei gruppi di Montalto di Castro, Cellere, Ischia di Castro e Farnese. E’ stato reso necessario l’intervento di un elicottero della Regione Lazio che ha operato con 32 lanci di acqua per arginare le �amme. Dalle prime indagini sembrerebbe risultare un incendio di natura colposa causate da imperizia o da negligenza da imputare a pratiche agricole stagionali. Le indagini proseguono per valutare responsabilità a carico di persone che abbiano commesso operazioni non conformi alle disposizioni di legge in materia degli incendi. Il corpo forestale dello Stato con l’occasione oltre al buon senso civico raccomanda di attenersi scrupolosamente a quanto stabilito dalle disposizioni di legge nazionali e Locali al �ne di prevenire ed evitare avvenimenti simili che oltre alla distruzione di beni comportano un danno ecologico rilevante per la società e l’incolumità pubblica. (la)


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca viterbese

3

I lavoratori denunciano una situazione interna all’azienda su cui a questo punto è necessario fare luce

Francigena, ferri corti tra Di Toro e autisti dei bus di ROBERTO POMI

A

cque piuttosto mosse per la società dei viterbesi Francigena. Ieri la bufera sui compensi del cda. Un aumento di costi - denunciato dall’opposizione a Palazzo dei Priori - per circa 40mila euro all’anno deciso dal precedente cda, di cui faceva parte già l’attuale presidente Pierre Di Toro. Sempre di ieri la replica del numero uno di via San Biele: “In merito a quanto recentemente dichiarato, anche a mezzo stampa, da parte del consigliere comunale Alvaro Ricci, si porta a conoscenza dello stesso, della stampa e della cittadinanza (non necessariamente in quest’ordine) quanto segue: la somma incassata complessivamente dal cda della società Francigena ammonta a circa 57.000 euro (il cda è composto da 3 membri); il presente cda e l’immediato precedente percepivano la medesima somma complessiva”. Abbiamo chiesto a Ricci lumi. Questa la risposta: “Le chiacchiere stanno a zero. Di fatto il Consiglio Comunale ha approvato una riduzione del 40% dei compensi per il cda Francigena”. Una situazione non proprio chiara. Proprio mentre stavamo per impegnare il nostro pomeriggio a trattare la questione sono venuti di nuovo a trovarci degli autisti del trasporto pubblico locale. “Questo cda continua a sorpren-

dere tutti penserete, invece no. Non ci sorprendono più – così gli autisti -. Sappiamo benissimo con chi abbiamo a che fare, sappiamo benissimo di cosa sono capaci. I diritti legali dei lavoratori sono stati più volte cestinati. Il messaggio che questi amministratori, nella persona del presidente, ci hanno spesso mandato è chiaro: ci facciamo legge per conto nostro, se non vi sta bene fate causa. Questa è la frase partorita dal cda. Si faccia luce sulla nostra condizione di lavoro: straordinari sottopagati, parametri non assegnati, aumento stabilito dal Contratto Nazionale di Lavoro non assegnato (perla unica di Viterbo), premiodi produzione della Regione che ci manca dal 2008, ore che facciamo in più ogni settimana non retribuite e nascoste sotto la formula dei turni compensativi e a nastro. Il tutto con l’ok dei sindacati che però non hai mai �rmato uno straccio d’accordo perché sarebbe illegale farlo. Abbiamo sempre chiesto una copia di questi accordi, mai vista. La Regione però ha trasferito quei soldi, dove sono �niti? Il cda si è aumentato il compenso mensile e ha diminuito quello dei lavoratori. Ma questa hanno combinato �no a oggi questi manager? Punto primo. Il trasporto pubblico locale non funziona. Lamentele dei pochi utenti che ormai prendono il bus ormai fanno parte della nostra colazione mattutina o della merenda serale.

Sandro Vignanelli 40enne di Montefiascone

Si schiantò contro una mucca Muore dopo giorni di agonia

Bus sempre semivuoti dalla mattina alla sera, con perdite economiche non indifferenti. La cosa più grave è che i viterbesi non hanno un servizio adeguato. La nuova circolare C dal centro storico non ha coincidenza a piazzale Gramsci con il bus che va all’ospedale. Solo qualche corsa in coincidenza per caso. Nessun autobus ha coincidenza con i treni per Roma. Mezzi vecchi e malandati, con sauna gratis a 40 gradi. Punto secondo. Disorganizzazione tecnica e da codice della strada. Gli autisti non riescono ancora a capire quale diavolo di mezzo li aspetta per il servizio. Capita troppo spesso, visto che quelli assegnati a un turno spariscono con tanta facilità.

Punto terzo. Buste paga con errori costanti, CUD errati, rimborsi mensili da parte dei lavoratori per errori che continuano a presentarsi sulla busta paga. Punto quarto. Il tutto, presidente, consiglieri, consulenti compreso l’avvocato ci costano circa 400mila euro all’anno. Ne vale la pena? Punto quinto. Visto che ogni volta che puntiamo il dito contro il cda se sentono in dovere di crearci problemivolevamo fare al presidente Di Toro una domanda precisa: “Riesce a trovare qualcuno che afferma che non vale la pena lottare per le nostre famiglie e il nostro lavoro?”.

Dal tribunale arrivano Oggi alle 15 spettacolo teatrale a Mammagialla della Compagnia degli “Incerti” buone notizie per i risparmiatori

L

o scorso 11 maggio il il tribunale di Viterbo, sposando l’indirizzo dato dalla Cassazione a Sezioni Unite in data 6 dicembre 2010 con la sentenza 24418 ha disposto una consulenza tecnica di uf�cio disponendo il ricalcolo degli interessi passivi pagati da un correntista in un conto corrente, per gli ultimi dieci anni, senza alcuna capitalizzazione. Il passaggio è importante, perché mentre la capitalizzaione sui contratti ante 1992 era trimestrale, essa con decreto del 2000 fu portata ad essere annuale. Ieri, accogliendo le tesi degli avvocati antibancari, la Cassazione ha fatto chiarezza disponendo che non essendo nel contratto pattuita alcuna capitalizzazione, va annullata anche quella annuale. Insomma:nessuna capitalizzazione. Gli effetti restitutori per il correntista sono dell’ordine del 1,5%-2% in ragione di anno. Tagliata anche la commissione di massimo scoperto, spese e tassi non concordati. Con vantaggi ingenti per i correntisti, che dovranno essere rimborsati. La ditta di Viterbo, avverso una banca con sede in Siena, è assistita dall’avvocato Massimo Meloni del Foro di Viterbo. In una causa analoga, sempre davanti al tribunale di Viterbo e curata da Meloni, la consulenza contabile ha rilevato un credito su conto corrente (per somme pagate e non dovute come sopra accennato ad una banca con sede in Siena) di una azienda del Poggino ,sempre assistita dallo stesso legale per 430mila euro. La fattispecie interessa tutti i contratti di conto corrente accesi prima del 1992/1993 in essere o estinti negli ultimi dieci anni. Insomma, tanta gente.

Carcere, intervengono Marroni e Allegrini

di DANIELE CAMILLI

S

pettacolo teatrale a Mammagialla. Finalmente una bella notizia. Per oggi pomeriggio alle 15, la Compagnia “Gli incerti” di Tuscania, ha infatti organizzato per la seconda volta il nuovo spettacolo dal titolo “Non è andara così”. Tra i protagonisti, gli attori Andrea Crucci, Mario Mariotti e Mauro De Carlo. Per quanto riguarda invece il problema del sovraffollamento, ad intervenire è anche la senatrice viterbese Laura Allegrini della Commissione Giustizia del Senato che ha chiesto al Dipartimento di Polizia Penitenziaria del DAP come abbia intenzione di procedere in merito alla sostituzione del direttore di Mammagialla D’Andria trasferito pochi giorni fa a Roma. “Da un primo contatto avuto con il Dr. Ionta – speiga infatti la senatrice – mi è stato riferito che, in attesa della nomina, si sta facendo fronte alla transizione in questo modo: il direttore del carcere di Civitavecchia d.ssa Sergi sarà presente per 3 giorni alla settimana, e per gli altri 3 giorni la responsabilità sarà coperta da altri 2 dirigenti del carcere di Rebibbia, Dr. Grasselli e Dr. Pesante. Nei prossimi giorni incontrerò il Dr. Ionta per sottoporre il problema, ormai annoso e tristemente noto a noi parlamentari, del sovraffollamento e della carenza di organico. Come in passato sottolineeremo al direttore la necessità di una migliore distribuzione delle risorse umane e finanziarie e la necessità della nomina immediata del nuovo direttore”. Intanto sul fronte della situazione carceraria, il Garante dei Diritti dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Regina Coeli ha detto che il “vero problema delle carceri nel

Lazio e in tutto il resto della penisola, è il sovraffollamento. Solo nel Lazio sono complessivamente 6.625 i detenuti e la situazione è insostenibile. Nelle celle sono ammassate centinaia di persone spesso prive della possibilità di usufruire di bisogni primari”. “L’articolo 275 del codice penale – ha poi proseguito – specifica in modo chiaro che la custodia cautela debba essere una misura da adottare solo qualora si siano esperite tutte le altre possibilità di detenzione. Oggi invece la custodia cautelare è spesso abusata e viene sostituita alla pena vera e propria. La lentezza del processo giudiziario, spesso per comportamenti

discutibili in seno alla magistratura, che non è veloce nelle decisioni da prendere, e che a volte non incontra nemmeno il detenuto, sono solo alcuni dei problemi della giustizia italiana”. Marroni ha dedicato infine un passaggio anche alla carenza del personale che “talvolta provoca quasi una situazione paradossale, quella dell’autogestione del carcere da parte dei detenuti. Il carcere non rispetta quanto stabilito dalla Costituzione e non ha più quella funzione rieducativa che prevede la stessa Carta, ma è soltanto una pena, che a conti fatti e nella situazione odierna somiglia sempre più a una tortura”.

Sandro Vignanelli (sinistra) con Mario Venanzi

E

’ morto dopo giorni di agonia nel reparto di rianimazione di Belcolle Sandro Vignanelli, il 40enne di Montefiascone che qualche settimana fa si schiantò con la sua auto contro una mucca. Il terribile incidente di Vignanelli risale alla notte tra il 14 e il 15 giugno sulla provinciale 12, in direzione di Marta. Era piena notte e l’auto di Vignanelli, un’Audi A4, si muoveva sulla strada, quando nei pressi del paese lacuale i fari hanno iniziato a illuminare qualcosa in lontananza. Al centro della corsia in cui viaggiava il 40enne c’era una mucca di grosse dimensioni, immobile. La distanza fra l’auto e l’animale era troppo poca quando l’uomo si è reso conto del pericolo e nonostante la brusca frenata c’è stato uno scontro devastante. Il corpo della grossa mucca è rimasto accasciato sulla macchina, schiacciando sotto il suo peso anche Vignanelli, rimasto gravemente ferito dal colpo. Solo un’auto di passaggio ha notato il grave incidente e ha subito contattato i soccorsi. Sul posto arrivarono velocemente i sanitari del 118, i carabinieri e i vigili del

fuoco di Viterbo. Il 40enne era privo di conoscenza, ma il primo passo per liberarlo era rimuovere il corpo della mucca incastrato nei rottami dell’auto. Subito dopo i vigili del fuoco sono riusciti a tirare fuori dall’auto anche Vignanelli e i sanitari del 118 si sono resi conto che le condizioni di salute dell’uomo erano peggiori di quanto apparissero precedentemente. Il 40enne è stato portato d’urgenza a Belcolle, dove è stato sottoposto a un delicato intervento per salvargli la vita. Putroppo, però, dopo diversi giorni in cui i famigliari non hanno mai perso la speranza di vederlo riprendersi, Sandro Vignanelli si è spento ieri all’interno del nosocomio viterbese. Sandro Vignanelli gestiva insieme alla moglie un allevamento di cani in via della Bastiglia, a Montefiascone, specializzato nell’allevamento di Samoiedo, la razza caratteristica dei popoli della tundra del Mar Bianco. Lascia, oltre alla moglie Loretta, anche il figlio che fino all’ultimo è stato presente al suo capezzale. A piangerlo ci sono anche i membri del gruppo cinofilo viterbese, di cui Sandro era consigliere.

Enac, arrestato ieri Oggi la sentenza a Giorgio De Vito Arriva il grande un membro del Cda per l’aggressione con un macete caldo nella Tuscia

E

’ �nito in manette ieri Franco Ponzato, membro del consiglio d’amministrazione dell’Enac. L’arresto è avvenuto nell’ambito dell’inchiesta su presunti appalti irregolari nel settore aereo. Quattro in tutte le persone arrestate con l’accusa di corruzione. A �rmare i provvedimenti di arresto è stato il gip Elvira Tamburelli. Per quanto riguarda la posizione di Smeriglio, l’ordine di custodia cautelare avrà ef�cacia per 45 giorni. La procura di Roma contesta a Pronzato di avere avuto una tangente di 40mila euro per favorire la società Rotkopf sia per la partecipazione all’appalto di un milione di euro per ottenere la gestione dei voli sulla tratta Roma-Urbe-Elba sia per ottenere il certi�cato di operatore aereo ‘Coa’.

G

iorgio De Vito oggi torna in tribunale, non per il caso Rizzello, ma per il tentato omicidio di un uomo con un macete. Questa mattina il gip Franca Marinelli sarà chiamata a esprimersi sulle sorti di De Vito, mentre il pm Petroselli che segue il caso lo scorso 16 giugno chiese per l’imputato una pena di 12 anni di reclusione. Il magistrato, al termine della lunga requisitoria, ha ricostruito punto per punto la vicenda che ha visto vittima dell’aggressione a colpi di macete Emiliano Liberati, avvenuta nel maggio del 2009. Alla richiesta di condanna del pm si sono associati gli avvocati di parte civile Antonio Maria Carlevaro e Roberto Fava, legale di Marjola Herjka Michta, anche lei coinvolta nell’omicidio Rizzello. Il legale della Michta

ha chiesto, inoltre, la somma di 5mila euro come risarcimento per la sua cliente; più consistente l’istanza di Carlevaro, il quale ha chiesto al giudice che venga riconosciuta al suo assistito la somma di 500mila euro, perché Liberati, come conseguenza dell’aggressione, ha perso l’uso della mano sinistra e del braccio. “Soldi che probabilmente non rivedremo mai, e intanto mio fratello non può più lavorare” ha dichiarato disillusa la sorella della vittima, sempre presente in tutte le udienze. L’avvocato Mario Rosati, che difende De Vito con il collega Enrico Valentini, ha proposto invece la derubricazione del capo d’imputazione: da tentato omicidio a lesioni gravi. Oggi sarà Valentini a esporre la sua difesa, poi probabilmente ci saranno discussione e sentenza.

A

rriva il grande caldo e anche la zona di Viterbo è indica nella mappa delle zone più a rischio. Se pensavate che quello di ieri fosse un caldo “disperato”, forse dovresti sentire meglio quello di oggi o quello che gli esperti prevedono per domani, quando si entrerà in pieno “livello 2” (temperature elevate e condizioni meteo che possono avere degli effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio). Secondo la Protezione Civile il giorno peggiore sarà quello di oggi, dove oltre l’afa i termometri sforeranno i 30 gradi di temperatura: 35 a Verona, 34 a Firenze, Frosinone e Roma, 33 a Catania, Genova, Latina, Messina, Milano, Palermo, Reggio Calabria e Viterbo.


cronaca viterbese interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Mercoledì1 29 Giugno2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

La Provincia di Viterbo rinuncia all’appello e concilia con l’Etruria Energy

Il Parco Eolico di Piansano si farà di DANIELE CAMILLI

A

ccordo raggiunto con l’Etruria Energy. La Provincia di Viterbo concilia e rinuncia al giudizio d’appello. In sintesi, il Parco Eolico di Piansano si farà. Ma con 4 torri in meno e 5 che per il momento vengono sospese. In tutto 21 aerogeneratori anziché 30 come inizialmente previsto. La transazione con l’Etruria Energy è stata approvata dalla Giunta Meroi con delibera n. 76 del 16 giugno. Un percorso che trae origine da una determinazione dirigenziale di Palazzo Gentili dello scorso 7 ottobre, quando “la Provincia prendeva atto dell’inosservanza del termine assegnato per l’inizio delle opere (…) accertando il concretizzarsi dell’avvenuta automatica decadenza dell’autorizzazione rilasciata alla Società con effetto dichiarativo, non residuando margini di valutazione di ordine discrezionale”. Una decisione che spingeva l’Etruria Energy a far ricorso al Tar del Lazio per chiederne l’annullamento “ritenendo di aver avviato i lavori in conformità alle disposizioni applicabili alla speci�ca tipologia di impianto, assumendo di avere il pieno possesso dei terreni interessati dall’opera pubblica e di avere stipulato contratti per le forniture”. Un ricorso che il Tribunale Amministrativo accoglieva annullando così la determinazione dirigenziale del 2010. Contemporaneamente la società dava anche la propria disponibilità “alla de�nizione conciliativa del contenzioso”, mentre la Provincia proponeva appello al Consiglio di Stato, prendendo tuttavia atto di chiudere la vicenda in via transattiva. Anzi, in coincidenza con la delibera di Giunta in cui si decideva di fare appello contro la sentenza del Tar, l’amministrazione provinciale “dava mandato di pervenire all’ipotesi conciliativa”. La settimana scorsa la conclusione dell’iter che a breve vedrà sorgere le prime torri eoliche in territorio piansanese. Cosa prevede la conciliazione tra Etruria Energy e Provincia? Basta leggersi la delibera del 16

giugno. La società milanese si impegna a “realizzare nell’immediatezza un progetto di soli ventuno aerogeneratori (in stretta correlazione con la disponibilità dei terreni), rinunciando alla realizzazione di 4 aerogeneratori ed a sospendere i lavori per cinque aerogeneratori; 2) presentare, quindi, variante progettuale nei limiti di cui al punto 1) con richiesta di proroga dei termini per la conclusione dei lavori (variante presentata il 20 giugno e approvata dalla Provincia il 22 ndr); 3) prevedere e riconoscere in favore della Provincia indennizzi a valere anche come misure compensative per l’impatto riconducibile al progetto (riconoscendo una somma pari allo 0,5% dell’importo fatturato per la cessione dell’energia prodotta annualmente dall’impianto con anticipo su detto importo da erogarsi entro il 31 agosto 2012) oltre un inden-

Preoccupazione per il giovane viterbese

Bagnino si punge alla mano con una siringa in spiaggia di LUCA APPIA

nizzo da erogarsi entro 7 giorni dalla decisione del Consiglio di Stato di cessazione della materia del contendere”. E la Provincia? Ecco in�ne i suoi impegni. “1) rinunciare alla prosecuzione del giudizio di appello con sottoscrizione di richiesta di pronunciamento di mero rito (sottoscrizione assentita dalla stessa società)

con conseguente improcedibilità e compensazione delle spese di lite; 2) emettere autonomo provvedimento di riconoscimento della legittimità della variante progettuale e concessione di una proroga biennale del termine di �ne lavori e di sospensione temporanea di quelli relativi ai cinque aerogeneratori”.

P

ensare che in questi anni dopo un’incessante campagna contro l’uso delle droghe, soprattutto quelle più pesanti, ci sia ancora qualcuno che senta il bisogno di “bucarsi” è inquietante, quando poi ad andarci di mezzo è un giovane innocente la cosa è anche peggiore. E’ quanto accaduto nei giorni scorsi sul litorale tra Tarquinia e Montalto di Castro, dove

Vi ricordate l’occhio elettronico installato sulla vetrallese?

La telecamera adesso non c’è più

T

oh, ma guarda un po’…la telecamera all’imbocco della strada che da Vetralla porta a Tuscania non c’è più. Sparita. Chissà che �ne ha fatto. Magari l’ha tolta chi ce l’aveva messa, visto che qualche problemino c’era stato. Innanzitutto con i Carabinieri del posto che qualche settimana fa c’avevano appiccicato sopra un cartello con su scritto: “Struttura sottoposta a sequestro penale ai sensi dell’art. 354 del C.P.P.”. Firmato, il Comandante Angelo Ciardiello. C.P.P., ossia Codice di Procedura Penale, dove al comma primo dell’articolo citato si legge: “Gli uf�ciali e gli agenti di polizia giudiziaria curano che le tracce e le cose pertinenti al reato siano conservate e che lo stato dei luoghi e delle cose non venga mutato prima dell’intervento del pubblico ministero”. Pare che il provvedimento di sequestro si stato attuato perché la telecamera sarebbe

stata istallata senza alcuna autorizzazione da parte del Comune di Vetralla. In particolare quella edilizia. Sembra inoltre che a metterlo lì sia stata una società appaltatrice che a sua volta ha commissionato l’opera a un’altra ditta che avrebbe poi realizzato il tutto. Appaltatrice per conto di chi? Si parla di tre soggetti. Nell’ordine: Regione Lazio, Aci e Anas. Per fare cosa? Sembrerebbe per monitorare l’attività del traf�co in punti strategicamente nevralgici. Tuttavia, in attesa della conclusione del procedimento penale che dovrebbe essere tuttora in corso, pare che la telecamera sia stata tolta perché non sarebbe stato raggiunto alcun accordo tra la società installatrice dell’apparecchio e il proprietario del terreno su cui è stata messa…senza – così sembra – che quest’ultimo lo sapesse. (Dan.Ca.)

La telecamera ieri e oggi (foto Daniele Camilli)

un 17enne viterbese svolge l’attività stagionale di bagnino. Il ragazzo di prima mattina ha notato sulla spiaggia alcune siringhe, probabile residuo di un festino tra tossici, e ha deciso di raccogliere per evitare che qualcuno potesse pungersi con gli aghi. Il ragazzo, però, ha fatto tutto a mani nude e ad un tratto si è punto su un dito della mano destra. Il giovane è stato portato all’ospedale di Tarquinia, dove sono stati fatti tutti gli accertamenti e prestate tutte le cure. Solo il tempo però ci dirà se quella puntura può aver causato qualche brutta conseguenza. Intanto il commissariato di Tarquinia indaga sull’accaduto, anche se come ricorda il vicequestore Bartoli in Italia l’abbandono di siringhe non è reato e si rischia solamente una sanzione amministrativa di 51 euro. Una multa troppa semplice per arginare un fenomeno così pericoloso, che ora potrebbe costare a questo giovane ragazzo la contrazione di una malattia terribile, come l’epatite o il tetato, ma c’è anche di peggio.

Due auto carbonizzate in uno stabilimento balneare della Tuscia

F

iniscono in �amme due auto sul litorale viterbese. L’incendio è scoppiato nel parcheggio dello stabilimento ‘Le dune’, tra Civitavecchia e Tarquinia ai bagni di S. Agostino, dove due automobili sono �nite in �amme, probabilmente per il contatto della marmitta catalitica con le sterpaglie secche. L’auto che ha preso fuoco per prima era una piccola utilitria, forse una matiz. I bagnanti sono corsi nel parcheggio, vedendo le alte �amme, cercando

di salvare le proprie vetture parcheggiate nei pressi del rogo. I vigili del fuoco hanno impiegato molto tempo per arrivare - si legge nella descrizione del video pubblicato su Youreporter - e nel frattempo le �amme si sono propagate, portando ad incendiare una nuovissima 307 parcheggiata troppo vicino al fuoco per essere spostata. Dati i tanti stabilimenti balneari sul posto, non si capisce come mai nessuno abbia portato fuori un estintore.


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

politica viterbese

5

Consigli comunali disertati, appetiti eccessivi di poltrone e grande litigiosità. Da Palazzo dei Priori a via Saffi è una tristezza

E’ ufficiale, la politica cittadina è morta di PAOLO GIANLORENZO

L’Udc di Santucci in vista del Futuro

P

olitici a tempo perso, siate cortesi e fate come “l’pòro Baglioni, levatevi dai coglioni”. Il riferimento è per tutti quei politici che dovrebbero rappresentare i cittadini che li hanno votati e fatti eleggere. Quei bravi ragazzi che partecipano ai consigli solo quando ne hanno voglia, che chiedono in continuazione contropartite di ogni genere, che vogliono poltroncine comode in qualche consiglio d’amministrazione per arrotondare lo stipendio, insomma quei politici che non servono assolutamente a nulla alla nostra comunità. Servono solo ed esclusivamente alle loro aziende, alle loro famiglie e pochi altri. Lottano solo ed esclusivamente per migliorare la loro posizione sociale e i cittadini non ne possono più. Non ne possono più di personaggi che pensano di essere buoni per ogni stagione e cioè per ogni tornata elettorale. Ieri in consiglio comunale i soliti assenti. Tranne quei pochi giustificati veramente gli altri hanno disertato la seduta perché non condividono l’amministrazione e il sindaco solo perché non li fa contenti. Così non si può più andare avanti. Forse l’ultima

In politica l’utilità è sempre marginale, mai a senso unico

tornata elettorale non è servita a far capire a questi politici che il vento è cambiato in tutti i sensi, per tutti i colori. I cittadini oggi votano a sinistra con la stessa facilità con la quale domani potranno votare a destra. Nel senso che non esistono più partiti, non esistono più uomini di partito. Ci sono politici che hanno capito bene qual è la loro missione e tanti altri che invece pensano che il mandato ottenuto possa ser-

vire solo a far crescere il loro status sociale. Ebbene, tra Comune di Viterbo e Provincia assistiamo ogni giorno a liti, polemiche non perché c’è da aiutare questo paese piuttosto che l’altro. Non perché ci sono le tariffe della monnezza aumentate e da contrastare, non perché c’è gente che con la scusa dell’energia alternativa sta devastando il territorio ma solo ed esclusivamente

perché quella poltrona è di uno piuttosto che dell’altro; in quella commissione ci deve stare il cugino della sorella dell’amante di uno piuttosto che il fratello dell’ex moglie del nipote... Basta. Basta. Andate a casa se non avete voglia di pensare ai problemi dei cittadini. Toglietevi di mezzo e soprattutto cercate di non rimettervi in mezzo quando si tornerà alle urne per votare.

“Saremo in prima linea in questa battaglia di civiltà e dignità”

I socialdemocratici contro i privilegi della politica I

l partito Socialdemocratico del Lazio sostiene la battaglia per eliminare vitalizi e benefit. “Invitiamo il Presidente del Consiglio Regionale - così a nome del partito il professore Carmelo Bonarrigo - ad assumere precisi impegni per l’approvazione di una legge che, nella prossima legislatura, preveda che gli eletti al Consiglio Regionale non siano dei privilegiati a vita, ma percepiscano le indennità solo per gli anni di nomina. In verità, non sappiamo se veramente Tremonti riuscirà a cancellare vitalizi e benefit, a ridurre i finanziamenti pubblici, le auto blu e i voli di Stato. I socialdemocratici del Lazio sosterranno questa battaglia, perchè è innanzitutto una battaglia di giustizia sociale. I vitalizi inoltre determinano un buco nei bilanci dello Stato e delle regioni. Si tratta di un vero e proprio esercito di “pluripensionati” a carico dei nostri giovani che di pensione non ne prenderanno neanche un pezzo. Era volontà dei nostri padri costituenti garantire agli eletti al Parlamento unicamente un rimborso dei costi sostenuti per vivere a Roma e una indennità pari ai redditi da lavoro dichiarati. Oggi ci sono esponenti politici, alcuni con una carriera opaca, che prendono più indennità: da funzionari dello Stato, consigliere regionale, depu-

tato nazionale e deputato e u r o p e o . Per il futuro vanno tutte cancellate. Per il presente è moralmente necessario mettere un limite perchè 3040.000,00euro al mese sono uno schiaffo alla povertà. In una situazione economica come quella attuale, vanno abrogati questi odiosi e ingiusti privilegi che pesano sulla spesa pubblica e umiliano le famiglie e i cittadini costretti a fare i conti ogni giorno con grandi difficoltà. Ed è chiaro che se vengono cancellati i privilegi al Parlamento nazionale devono - a maggior ragione - essere cancellati nelle regioni e in tutta la galassia dei piccoli e grandi enti del territorio nazionale, nessuno escluso. In questa ottica è necessario abolire le Province. Ma, non tocca solo alla politica fare un passo indietro. I gruppi e le corporazioni che ricevono forti privilegi dagli attuali squilibri sociali ed economici devono capire che i tempi sono cambiati. I grandi monopolisti e i primi attori del sistema di relazioni industriali, le banche e il

sistema finanziario legato alla speculazione e alla rendita parassitaria, gli stessi sindacati devono darsi una regolata e limitare al minimo le aspettative e permessi. Dobbiamo sapere che avremo contro la grande stampa e i network televisi legati allo Stato ed ai gruppi industriali del nord, tutti lontani anni luce dalla “cultura dei meriti e dei bisogni” e dall’esercizio del rischio d’impresa. Potrebbero essere proprio questi i formidabili avversari ( qualche volta occulti) di una politica riformista di riforme strutturali e di riequilibrio degli assetti territoriali. Tutto questo aiuterà a uscire dal buio economico in cui ci siamo cacciati, non ci sono alternative”.

Casini e Santucci (foto Alberto Zadro, Zadropress) di DANIELE CAMILLI

L

’Udc non fa più rima con Dc. Ma rischia di farlo con Api e Fli. Pertanto, lotta con chi? Da che parte sta? In Provincia e a Palazzo dei Priori. Maggioranza e opposizione. Dif�cile la situazione. Sembra quasi quella dell’attesa. Perché Futuro e Libertà a breve andrà a Congresso. L’Alleanza per l’Italia ancora non si sa. Non basta chiedere veri�che. Perché il rischio d’essere accerchiati e poi schiacciati è reale. Magro il bottino raccolto alle comunali. Vetralla non è stata conquistata. A Monte�ascone la situazione è isolata. Cosa resta sul campo? Nepi e Bagnoregio. Non è mica tanto. Anzi un po’ pochino. Ecco allora Palazzo Gentili su cui Santucci ha detto l’altro ieri nell’occasione di Cesa e Casini. “Noi responsabilmente siamo fedeli al patto sottoscritto. Sosterremo l’amministrazione �nché sarà utile. Ma da qui a dire che non ci rendiamo conto delle dif�coltà, ce ne passa. Se riterremmo che la nostra presenza non sia utile, non resteremmo un giorno in più”. Che signi�ca? Utile a chi? Patti e fedeltà – sebbene con responsabilità – fanno pendant pure con lealtà. Meno con utilità. Concetto �n troppo dimenticato. Basta leggersi

il signi�cato. “In economia – scrive Wikipedia – l’utilità è la misura della felicità o soddisfazione individuale. Un bene è dunque utile se considerato idoneo a soddisfare un bisogno individuale”. Ma la politica è innanzitutto sociale. Le istituzioni compromesso e la tattica qualcosa di più so�sticato. Dove chi punta al rialzo rischia d’essere gabbato, ingannandosi pure sull’alleato. Perché l’utilità non è mai a senso unico. È anch’essa rapporto di interazione, quasi di dominio. Che farà Mariani? Santucci se l’è mai chiesto? S’è poi domandato cosa diventerà Futuro e Libertà dopo il Congresso? Il Terzo Polo che �ne ha fatto? Regge o si sparpaglia? Resisterà all’urto dell’onda anomala degli “eredi” Pdl che già si stanno organizzando? Concludiamo in�ne con una citazione. È di Rutilio Namaziano ed è tratta da “Il Ritorno”, opera del V sec. d.C.. “Non si possono più riconoscere i monumenti dell’epoca trascorsa, immensi spalti ha consunto il tempo vorace. Restano solo tracce fra crolli e rovine di muri, giacciono tetti sepolti in vasti ruderi. Non indignamoci che i corpi mortali si disgreghino: ecco che possono anche le città morire”. Corpi mortali e città. Tra questi, anche i Partiti.

L’insostenibile leggerezza della storia...e perché no della geografia

La doppia vita di Sposetti. La prima da noi, la seconda in Grecia

U

go Sposetti è stato in Grecia e non lo sapevamo. Ha lasciato il segno e l’abbiamo dimenticato. Persino una statua gli hanno dedicato. Scherzi a parte, tuttavia la somiglianza è sconvolgente. Stesso baffo e taglio di capello. Si trova al Parco d’Atene. Identico il portamento. Chi sia non lo sappiamo, ma l’impatto non è da poco. Lo storico scolpito – solo questo capiamo – è spicciato al deputato. Sì è vero, non avevamo altro da fare. Lo confessiamo. È quasi notte e siamo in chiusura. Ed è estate anche per noi. Lasciateci ogni tanto divertire. Tanto lo facciamo a costo zero. (Dan.Ca.)

Ugo Sposetti

La statua greca (foto Roberto Pomi)


attualità viterbese

6

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

Domani i corsi ‘Tenacia’ e ‘Orgoglio’ sfileranno per le vie del centro

Due giorni di festa per la Scuola Sottufficiali O

ggi e domani, i Marescialli dell’XI° Corso “Tenacia” della Scuola Sottuf�ciali dell’Esercito, prossimi a lasciare l’Istituto al termine del ciclo formativo e gli Allievi Marescialli del XII° Corso “Orgoglio”, giunti all’ambito traguardo dei 100 giorni alla nomina a Maresciallo, hanno organizzato una serie di celebrazioni di saluto e ringraziamento alla Città che, da oltre due anni, li ospita. Viterbo, quindi, sarà nei prossimi giorni il luogo dell’incontro tra i cittadini e una componente preziosa dell’Esercito Italiano; la Scuola Sottuf�ciali vuole farsi conoscere e trasmettere il suo spirito, i suoi ideali e i suoi valori. I frequentatori vogliono incontrare la gente della Tuscia, conoscerla da vicino e mostrare il cammino intrapreso da un consistente numero di loro, tra cui anche alcuni viterbesi, consolidando così i già ottimi rapporti con la cittadinanza e le istituzioni locali. Nel dettaglio, il programma degli eventi, che propongono temi propri della vita militare come lo sport, la solidarietà e la condivisione di valori: - giovedì 30 giugno alle ore 18,30 s�lamento del reggimento Allievi Marescialli preceduto dalla Bandiera d’Istituto per le vie del centro storico, con inizio da piazza del Plebiscito e con termine in piazza del Sacrario, dove verrà reso un doveroso omaggio ai Caduti per la Patria della Città di Viterbo; un breve intrattenimento musicale della Fanfara del 7° reggimento Bersaglieri di Bari, concluderà la cerimonia. In�ne, alle ore 21.00,

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

presso le Terme dei Papi, avrà luogo una serata di solidarietà organizzata dall’U.N.S.I. (Unione Nazionale Sottuf�ciali d’Italia) e dall’AVIS - Sez. di Viterbo - in ricordo del Maresciallo dell’Aviazione dell’Esercito Simone Cola, caduto nei cieli dell’Iraq il 21 gennaio 2005; venerdì 1 luglio ore 9, presso la Scuola Sottuf�ciali dell’Esercito, nell’ambito di una solenne cerimonia, il Magni�co Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, Prof. Marco Mancini, alla presenza del Comandante della Scuola, Generale di Divisione Roberto Ranucci, conferirà la Laurea di 1° Livello in “Scienze Organizzative e Gestionali” ai giovani Marescialli dell’XI Corso “Tenacia”. L’evento proseguirà, presso il campo sportivo dell’Isti-

tuto, con il saggio ginnico militare e con lo s�lamento in parata del reggimento Allievi. Nel pomeriggio, alle ore 17.30, presso lo stadio comunale “E. ROCCHI”, si disputerà un triangolare di calcio intitolato all’Allievo Maresciallo Fabio Licitri, commilitone deceduto a causa di un tragico incidente stradale, tra la rappresentativa della Nuova

Nazionale Attori, quella della Nazionale Giornalisti RAI e quella della Scuola Sottuf�ciali dell’Esercito; anche questo incontro si disputerà nel segno della solidarietà: i Marescialli dell’XI Corso, infatti, devolveranno l’incasso della quota d’ingresso (donazione volontaria) alla famiglia di un collega Sottuf�ciale recentemente scomparso.

All’Accademia di Belle Arti va in scena ‘The Fashion Final Work 2011’ Il colonnello Occhipinti presenta il bilancio delle fiamme gialle al 237esimo anniversario

Appuntamento con la moda Scoperta evasione di oltre 35 milioni di euro

di SIMONA TENENTINI

U

n appuntamento imperdibile con l’alta moda quello proposto, sabato prossimo, dall’Accademia di Belle Arti Lorenzo da Viterbo. La s�lata di �ne anno dell’istituto, denominata “The Fashion Final Work 2011, si terrà presso Palazzo Doria Pamphilj a San Martino al Cimino, a partire dalle 18.00. L’evento, intitolato Mash Up, presenterà, come ogni anno, abiti realizzati completamente dagli allievi della scuola, dal disegno alla

confezione, grazie anche al valido e prezioso supporto degli insegnanti. Il corso di moda proposto dall’Accademia di Belle Arti si divide in triennio e biennio. Negli ultimi due anni gli allievi possono scegliere di specializzarsi in fashion design o costum design. Nel corso degli anni gli studenti dell’istituto hanno conseguito numerosi risultati di prestigio: alcune delle creazioni realizzate hanno partecipato, tra l’altro, alle s�late di moda “Alta Roma “ che si tengono, tradizionalmente, nel mese di luglio.

Riapre questa mattina il Museo del Sodalizio Arrivato il contributo dalle casse comunali

O

ggi riapre il museo dei Facchini di Santa Rosa. Dopo un lungo alterco con il Comune, ieri sono arrivati �nalmente i soldi per la riapertura della struttura e il Sodalizio mantiene la parola data e riapre le porte. I soldi, come ha speci�cato Massimo Mecarini, servivano a pagare i ragazzi che lavorano all’interno e si occupano della gestione del museo. Lo stesso Mecarini si era rivolto con parole dure e tristi all’amministrazione, dicendo che i facchini sono “gli eroi del 3 settmbre, poi cadiamo nel dimenticatoio”. Il contenzioso era scaturito a seguito del mancato arrivo dei fondi destinati al Museo al Soda-

lizio, che per i primo cinque mesi del 2011, aveva dovuto anticipare gli stipendi per la società che si occupa della gestione. Ieri, invece, sono �nalmente arrivati i soldi per coprire le spese dei primi cinque mesi dell’anno e Mecarini ha �nalmente annunciato la riapertura della struttura prevista per oggi, che manterrà gli orari previsti: da mercoledì a domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Il Comune, inoltre, si è impegnato a non creare più ritardi nel pagamento del contributo. Torna in vita, dunque, il museo dei personaggi che tanto lustro hanno già dato alla città e che ogni 3 settembre tornano ad essere gli eroi di Viterbo.

C

elebrati ieri i 237 anni dalla fondazione della Guardia di Finanza. Presenti all’incontro i più alti rappresentanti delle �amme gialle e le autorità civili e militari di Viterbo, che hanno condiviso con la �nanza il compleanno di quest’anno. Sul palco a fare il discorso celebrativo appare il comandante provinciale Occhipinti, che elenca le operazioni e i successi dell’anno. Quattrocentosettanta veri�che �scali effettuate nei primi 5 mesi del 2011, che hanno portato alla scoperta di un evasione superiore a 35 milioni di euro, mentre per l’i.v.a. la quota evasa è pari a 5 milioni di euro. Trentasette, invece, sono gli evasori totali individuati e quattro i paratotali. Sono i numeri portati all’attenzione del pubblico dal colonnello Paolo Occhipinti. Per quanto riguarda la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti sono stati sequestrati oltre due chili di droga tra hashish, marijuana e cocaina, e sono state denunciate all’autorità giudiziaria 12 persone, di cui 5 arrestate e le altre 6 segnalate alla prefettura. Sono stati accertati, inoltre, danni erariali per oltre 3 milioni di euro con la segnalazione all’autorità giudiziaria contabile di 27 soggetti. Per la repressione al traf�-

co di beni con marchio contraffatto e per la tutela della sicurezza dei consumatori, settori che vedono l’Italia ai primi posti nel mondo, sono stati denunciati 10 soggetti e sequestrati oltre 14.000 pezzi. Anche per la tutela del diritto di autore e per contrastare la pirateria audiovisiva sono stati sequestrati oltre 1.100 supporti audiovideo, con la segnalazione di 2 responsabili. Numerose sono state anche le indagini di polizia economica su operazioni sospette da parte di soggetti che hanno svolto operazioni economico-�nanziarie per oltre 600 mila euro senza avvalersi degli intermediari �nanziari preposti. Per quanto riguarda l’attività di prevenzione svolta sul lago di Bolsena dal personale dell’unità navale v.a.i. 263, poi, sono stati controllati 62 natanti e redatti 4 verbali per infrazioni in materia di polizia marittima. Le �amme gialle, inoltre, sono state protagoniste anche di soccorsi ad imbarcazioni in dif�coltà anche in condizioni meteoclimatiche avverse. Azioni a tutto campo quindi quelle della Guardia di Finanza, che con orgoglio presenta i risultati del 2011. “I lusinghieri risultati ottenuti sono espressione di elevata professionalità ad ogni livello. – aggiunge il comandante Oc-

chipinti - Per questo motivo mi preme segnalare che, negli ultimi 12 mesi, sono stati tributati 3 encomi solenni dal comandante interregionale dell’Italia centrale e 6 encomi semplici dal comandante regionale Lazio, mentre io ho provveduto ad attribuire 75 elogi al personale per costante e lodevole comportamento in servizio”. Ma il colonnello fa anche un annuncio importante, quello del suo trasferimento da Viterbo alla volta di Roma. “Con queste ultime parole, desidero ringraziare e salutare pubblicamente, in un’occasione solenne, tutte le autorita’ presenti ed assenti ed il bel popolo della tuscia, che lascero’ nel settembre prossimo, dopo 5 anni, in quanto trasferito nella Capitale. Concludo rivolgendo ai miei �nanzieri, che stimo profondamente, sentimenti di assoluta gratitudine per l’importante valore sociale del loro lavoro, svolto al servizio del paese, e per la quali�cata competenza dimostrata nella quotidiana attività operativa, sempre espressa ai massimi livelli con umanità, abnegazione, spirito di sacri�cio e professionalità. Tali doti e qualita’costituiscono il segno del loro attaccamento ai sacri valori dell’istituzione e della nazione, cui siamo onorati di appartenere”.


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

attualità viterbese

7

Un calendario interessante messo a punto in tempi strettissimi dai maestri del Consorzio Teatro Tuscia

Arbore e Panariello per un grande Ferento di PIETRO BEVILACQUA

S

arà Renzo Arbore con l’Orchestra Italiana a rendere spumeggianti le notti della stagione teatrale di Ferento. Una stagione di nove eventi di alta qualità, probabilmente la migliore di tutto il Lazio, almeno questo è il parere del coreografo Luciano Cannito che insieme a Rossella Brescia erano presenti alla conferenza stampa di presentazione. Ieri nella sede di Unindustria, sponsor della manifestazione. Oltre Renzo Arbore il primo agosto sarà la volta di Giorgio Panariello, e per il Balletto, verrà rappresentata l’originalissima coreografia dellla Carmen di Bizet, con le integrazioni del Maestro Schiavone. La stagione partirà il 15 luglio con la Carmen, balletto in due atti con Rossella Brescia e Josè Perez, la coreografia è di Luciano Cannito. Il 20 luglio sarà Renzo Arbore a invadere il palco di Ferento con la sua Orchestra Italiana. Proporrà ai viterbesi lo stesso spettacolo con cui ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo valorizzando e rilanciando la canzone napoletana. Plauto con le sue commedie, farà la parte del leone, il 23 luglio inizierà la serie “Miles Gloriosus” con Vanessa Incontrada, il 28 luglio sarà la volta di “Aulularia” con Franco Oppini e Enzo Garinei, per la regia di Maurizio Annesi: una produzione tutta viterbese del teatro San Leonardo. Concluderà la trilogia “Truculentus” con Eleonora Brigliadori e Sebastiano Tringalli. Paola Gasman presenterà il 21 luglio uno spettacolo dal titolo “Edipo”, da Sofocle a Seneca, per la regia di Maurizio Panici. Edipo, un uomo che ricerca ostinatamente, fino all’ultimo, una verità. In questo particolare allestimento scenico, Edipo è ricollocato al centro di una

società che cerca di difenderlo dal suo stesso desiderio di conoscenza. Gli Emo, Il Sig. Verduci e Rocco il Gigolò saranno i protagonisti il 25 luglio della “Serata Zelig”, mentre il giorno successivo sarà la volta del balletto classico con il “Don Chisciotte”, con il corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Macedonia. Patrizia Natale Direttrice artistica della manifestazione, nel presentarla alla stampa, ha voluto mettere in risalto l’impegno di Unindustria, che ne ha permesso la realizzazione e di dare la possibilità di compiere scelte di spettacoli

e artisti di spessore e di sicuro richiamo. Un impegno straordinario, tenuto conto anche dei tempi nei quali, per rapida richiesta dal bando della Provincia, è stato necessario muoversi. “Per Consorzio Teatro Tuscia, ha detto Patrizia Natale, è sempre motivo di orgoglio impegnarsi, come ormai avviene da moltissimi anni, per una città come Viterbo e un territorio ricco di cultura e storia come la Tuscia a garanzia di spettacoli di qualità”. Sicuramente, considerando come s’era messa, si tratta di una stagione 2011 miracolosa.

Un viaggio tra parole e immagini per affermare il primato della dimensione umana sul materialismo

Raffaele D’Orazi presenta il suo ultimo libro nella cittadella della cultura di Caffeina

R

affaele D’Orazi presente a Caffeina 2011 con un nuovo libro. Un pezzo di Vitorchiano partecipa alla manifestazione culturale viterbese con una raccolta di poesie. ‘Nell’infaticabile mistero dell’arte’, questo è il titolo dell’ultimo lavoro di D’Orazi. Si tratta di una raccolta comprendente 65 poesie, 22 pensieri e 25 foto artistiche. Il tutto dato alla stampa da Edizioni Dionisio. L’autore non è alla prima esperienza artistica. Nel suo curriculum c’è da registrare ‘Un perenne illusione’ (1999), ‘Interpretazione di vita moderna’ (2000) e ‘L’in�nito volo di Nava e Anil’ (2001). “Correre verso qualcosa apostrofa sempre la forza dell’individuo, della caparbietà di combattere per un traguardo che si pre�gge dentro al quale esiste il soddisfacimento del bisogno che rende l’esistenza umana modellata in quel senso sublime dell’ impersoni�cazione della felicità - così l’autore spiega il senso di questo lavoro

nella prefazione -. Il passo lento verso stradine prive d’asfalto immerse nella solitudine di una quiete di ri�essione perpetua, fra �ori di ginestre e profumo di gelsomini con le penetranti onde dei didascalici tigli, davano la permeabilità di quel mistero artistico del mondo che in molte circostanze viene ai più ri�utato e vani�cato. Purtroppo quel tiranno tempo, che nel susseguirsi dei suoi eventi tutto uccide, non ha avuto il coraggio di risparmiare quei viottoli e così quei profumi si sono dileguati nel nulla per fare posto al cemento dei pochi malfattori che, come lanzichenecchi, scrutano il futuro nel solo senso del più becero arricchimento del corpo disprezzando l’anima. Ma l’anima del viandante sa sempre ricercare altre vie per approfondire, sviscerare, plasmare, accarezzare, baciare, guardare, immortalare, narrare, nuovi sapori e da essi cogliere il nettare della saggezza e della lealtà nella coerenza d’una

mistero che ognuno di noi saprà interpretare nelle varie sfaccettature dell’arte”. Abbiamo incontrato l’autore e rivolto un paio di semplici domande. Come nasce questo libro? Nasce da considerazioni �nalizzate alla ricerca di tutto quello che può dare l’arte nelle sue varie forme. Si tratta di una serie di pensieri �nalizzati alla ricerca dell’interiorità e del non materialismo. A chi è rivolto? D’Orazi con la poetessa Spaziani speranza che possa costruire un mondo migliore a discapito dei furfanti e dei furbetti d’una società più propensa alle manipolazioni dei misti�catori della realtà. Così paesi e città si dimenticano, tramite i propri ammini-

stratori, delle loro ricchezze artistiche depauperando uno stile che segnava l’emblema dell’arte dove gli avi avevano scritto la storia e dove i contemporanei la cancellano; ma il senso della vita deve essere ricomposto proprio nel signi�cato di quel

Lo scopo ultimo che mi sono pre�sso è quello di far scoprire il sentimento umano e quindi è rivolto a tutti. Con la speranza che ognuno catturi un messaggio semplice: pensate di più all’interiorità, all’anima, invece di focalizzare l’attenzione e dedicare la maggior parte del tempo all’arrivismo personale d economico.

All’interno del suggestivo spazio un interessante agenda di appuntamenti

A San Pellegrino c’è vita, grazie a ‘La Cantina’

N

Uno scorcio della stupenda cantina sotto San Pellegrino

ella città di sopra c’è Caffeina 2011, in quella di sotto batte il cuore de ‘La Cantina’. Un calendario di eventi underground che marca stretto tutti i giorni di quella che è possibile definire la più importante manifestazione culturale viterbese. Musica, teatro e convegni scientifici, questo il succo di un esperimento destinato a notevoli successi. Dietro a tutto c’è la volontà di un gruppo nutrito di artisti e intellettuali, viterbesi e non. A coronare il tutto brindisi random di Est!Est!!Est!!! in onore dei novecento anni di questo importante vino, il secondo in Italia a ricevere il riconoscimento del Doc. Si apre il 30 giugno con la musica dei ‘The Shiver’, mix di dark e Goth-ish hard

rock/metal riarrangiato in versione soft-acustica per l’occasione. Il primo luglio il dottor Alberto Pichardo Gallardo illustrerà le fasi dell’evoluzione del progetto su Papa Alessandro IV. Mirko Guglielmi, il 2 luglio, sarà protagonista dell’esecuzione dal vivo dell’arte scultorea. Il 7 luglio invece torna Pichardo, ancora una volta in compagnia di Alessandro IV. L’8 luglio è la volta di Francesco Ciocca e Francesco Pecorari per un esperimento musicale tra sassofono e musica classica. Il 10 luglio la compagnia teatrale ‘I dilettanti’ farà sognare con uno spettacolo esclusivo. Il 13 luglio l’incontro di due batterie (Francesco Finch Russo e Farbrizio Di Martino), del synth e voce di Faith e del basso di Reggero Maoloni, con la chitarra di

Manolo Deiana daranno vita all’electro-ambient/ drum’n’bass dei ‘Drum Core Night’. Il 14 luglio Alberto Pichardo presenta ‘Viterbo Underground’, viaggio tra i cunicoli e la storia millenaria della città. Il 16 luglio tornano le note dei ‘The Shiver’. Per tutta la durata dell’evento saranno presenti esposizioni fisse. Per la pittura: Cesare Pepponi, Erika Ciambella, Christian Riminucci. Per la fotografia: Elisa Rotellini, Alessia Pesaresi. Per la scultura: Mirko Guglielmi e Renato Petroselli. Il 10% del ricavato de ‘La Cantina’ sarà devoluto all’Associazione Amici dei Bambini. Un’esperienza interessante, considerata la bellezza e l’esclusività del luogo. (Rob. Pom.)


interni regione lazio

2 8

Viterbo & & Viterbo Mercoledì1 29 Giugno2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

MALAGROTTA - Il presidente della Commissione Ambiente Carlino andrà avanti sul piano. Storace attacca: “Indegno chi non collabora”

Rifiuti, i vertici dell’Ama non vanno in Regione S

i è conclusa in anticipo la riunione della commissione Ambiente della Regione Lazio che ieri avrebbe dovuto ascoltare i vertici dell’azienda Ama Roma. I dirigenti di Ama, come ha spiegato il presidente della commissione Ambiente, Roberto Carlino, non si sono presentati ieri mattina alla convocazione: “come richiesto e stabilito nella precedente seduta della commissione Ambiente del 21 giugno, sono stati convocati oggi in audizione il presidente di Ama Roma spa, Marco Daniele Clarke, e l’amministratore delegato, Franco Panzironi. I convocati non si sono presentati in audizione e dopo aver atteso per molto tempo almeno un delegato tecnico facente funzioni, ho dovuto mio malgrado prendere atto dell’assenza e dichiarare chiusa la seduta’’. “L’Ama spa - dice Carlino nella nota - era già stata convocata nella giornata di audizioni del 17 giugno, ma anche in quella occasione non si sono presentati né il presidente né l’amministratore delegato o sono stati mandati rappresentanti con delega ad intervenire; nonostante avessimo già ultimato il giro di audizioni e iniziato l’iter del Piano ri�uti in commissione ho ritenuto quindi

giusta la richiesta dei commissari di convocare nuovamente l’azienda in audizione per avere �nalmente un confronto tra il Piano industriale dell’Ama spa e il Piano di gestione dei ri�uti del Lazio, in particolare per l’aspetto della raccolta differenziata, e avevo fatto partire la convocazione sia scritta che telefonica già il giorno dopo’’. “Ora il Piano ri�uti - spiega Carlino - continuerà il suo cammino in commissione: il primo luglio scade il termine per la pre-

sentazione degli emendamenti e siamo già pronti per riprendere le sedute martedì 5 luglio; proseguiremo con ritmo serrato af�nché la commissione possa al più presto licenziare la proposta di Piano di gestione dei ri�uti del Lazio e portarlo subito in aula, in modo che i cittadini possano usufruire prima possibile di un nuovo assetto per questo fondamentale servizio’’. “La Regione, con il presidente Polverini, è attivamente impegnata per risolvere la questione

Malagrotta. Si sta tentando ogni strada per evitare problemi enormi alla popolazione romana. Ma è indegno che non ci sia collaborazione. Alemanno richiami all’ordine i vertici dell’Ama, che non si sono neppure fatti vedere all’audizione sul Piano Ri�uti prevista oggi in Commissione Ambiente”. Lo ha dichiarato Francesco Storace, capogruppo de La Destra al consiglio regionale del Lazio. “Non si capisce - ha concluso Storace - come poter andare in soccorso di una amministrazione, come quella di Roma, se questa prende a pesci in faccia la Regione. Nessuno di noi ha tempo da perdere’’. ‘’Su questo tema come per la sanità ci metterò la faccia’’. Lo afferma la presidente della Regione Lazio Renata Poverini parlando dei ri�uti. Interpellata sul post-Malagrotta Polverini risponde: “Ci sarà una minidiscarica di servizio agli impianti di smaltimento, che non accoglierà più il ri�uto tal quale ma già trattato, che non produrrànemmeno cattivo odore’’. E annuncia premi per i comuni che “si faranno carico del loro sito di smaltimento dei ri�uti’’.

Via libera alla mozione Idv Mazzocchi soddisfatto per gli“annunci”della Polverini Saranno ridotti i costi dei politici Tuteliamo le fasce più deboli R

idurre anche in Regione i costi della politica. È l’indicazione che il consiglio regionale ha dato ieri pomeriggio con il via libera a una mozione promossa dal consigliere Idv Giulio Cavalli, in parte modi�cato e integrato durante la discussione in aula. Il documento chiede in particolare un impegno da parte della Giunta e del Consiglio “ad attivarsi per ridurre i compensi dei consiglieri regionali”, a “riconsiderare le modalità di composizione dell’indennità di �ne mandato e superare il vitalizio, applicando forme previdenziali integrative già esistenti per altre categorie”, a “riconsiderare il sistema di rimborso spese e viaggi per garantire un adeguato sostegno all’attività dei consiglieri secondo criteri di sostenibilità e trasparenza economica” e, su richiesta della Lega a “ad attivarsi presso il governo af�nchè intervenga, sulla base di una valutazione complessiva dei costi, per rivedere in modo equilibrato le spese di funzionamento di ciascuna Regione, in modo da razionalizzare le risorse senza penalizzare le realtà più virtuose”. Dai vari gruppi intanto l’impegno a una ri�essione comune sul tema in Commissione partendo dai diversi progetti di legge presentati, o in fase di de�nizione.

In un momento di particolare dif�coltà economica è importante che non vengano toccate le fasce più deboli della nostra Regione. Per questo esprimiamo soddisfazione per l’intenzione annunciata dal Presidente Polverini di mantenere in fase di assestamento tutti gli impegni presi sul Welfare. È inoltre importante la creazione di un Osservatorio in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio sulle povertà proprio per studiare al meglio nuovi provvedimenti da adottare per dare una risposta concreta ed ef�ciente a chi ha maggiori dif�coltà. Con i Cristiano Riformisti avvieremo un tavolo di discussione che ci porterà ad una giornata di studio che terremo a Roma a settembre, proprio sulle nuove povertà e le dif�coltà delle famiglie ad affrontare la crisi. Siamo convinti che solo tagliando le spese super�ue e sostenendo con forza chi ha maggiormente bisogno, possiamo dare ai cittadini quelle risposte che si aspettano da una politica capace di ascoltare le esigenze vere della gente». Lo afferma in una nota Antonio Mazzocchi, deputato del Pdl e Presidente dei Cristiano Riformisti.

GARANTE - Siamo ormai all’emergenza totale

Carceri sovraffollate

Il vero problema delle carceri nel Lazio, e in tutto il resto della penisola, è il sovraffollamento. Solo nel Lazio sono complessivamente 6.625 i detenuti e la situazione è insostenibile. Nelle celle sono ammassate centinaia di persone spesso prive della possibilità di usufruire di bisogni primari”. Così in una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione delle carceri, tenutasi nella struttura di Regina Coeli, il Garante dei detenuti Angiolo Marroni. Solo nella capitale sono 3.644 i detenuti nei cinque istituti romani, a fronte di una capienza di 2600 posti. Regina Coeli, è stato detto durante la conferenza stampa, è una struttura vecchia che ha bisogno di interventi di restauro: ogni cella contiene dieci detenuti, in conduzioni igieniche al limite. Il cibo non basta per tutti e per questo gli stessi detenuti hanno scritto una lettera allo stesso Garante. A Rebibbia, invece, sono recluse 389 persone, a fronte di una capienza di 370. Nelle celle il bagno è nella cucina, circostanza questa che mette a serio rischio la salute dei carcerati. Rebibbia femminile è a livello nazionale l’istituto

con il maggior numero di detenute. Tra gli altri aspetti critici è la scarsità del personale, che talvolta si riduce a una sola unità. “L’articolo 275 del codice penale speci�ca in modo chiaro che la custodia cautela debba essere una misura da adottare solo qualora si siano esperite tutte le altre possibilità di detenzione - continua il Garante - oggi invece la custodia cautelare è spesso abusata e viene sostituita alla pena vera e propria. La lentezza del processo giudiziario, spesso di comportamenti discutibili in seno alla magistratura, che non è veloce nelle decisioni da prendere, e che spesso non incontra nemmeno il detenuto, sono solo alcuni dei problemi della giustizia italiana”. “La carenza del personale talvolta provoca quasi una situazione paradossale - prosegue il garante - quella dell’autogestione del carcere da parte dei detenuti. Il carcere non rispetta quanto stabilito dalla Costituzione e non ha più quella funzione rieducativa che prevede la stessa Carta, ma è soltanto una pena, che a conti fatti e nella situazione odierna somiglia sempre più a una tortura”.


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

provincia di roma

9

BRACCIANO - Prevenzione, informazione e coordinamento per la sorveglianza delle spiagge

Nasce il progetto ‘Lago Sicuro 2011’ di SARAH PANATTA

L

a stagione balneare si è aperta con anticipo, complice il caldo afoso che si è impadronito con veemenza di parte della primavera e che ha portato sin dal mese di maggio una prepotente ondata di bagnanti sulle spiagge del lago di bracciano. Impennato il rischio di incidenti, causato da comportamenti irresponsabili dentro e fuori le acque. Per contenere i problemi e garantire un controllo costante sul lago è nato il progetto “Lago Sicuro 2011”, un’operazione di prevenzione, informazione e coordinamento della sorveglianza sul lago, partita lo scorso week end e che durerà �no all’11 settembre, guidata da una task force che impegna i comuni di Anguillara Sabazia, Bracciano e Trevignano Romano, coinvolgendo trasversalmente Protezione Civile, Dipartimento Nazionale Emergenza Mare (DNEM), Comuni rivieraschi, Ares 118, Carabinieri, Polizia Provinciale, Polizie Locali e Vigili del Fuoco. Il gruppo di lavoro è seguito dall’unità della Centrale Operativa Intercomunale della Protezione Civile (C.O.I.Rm2) che fa capo a Bracciano. Ogni Comune sorveglia con i mezzi a sua disposizione lo specchio

d’acqua di competenza, mentre la motovedetta dei Carabinieri pattuglia l’intera super�cie del lago con il supporto di un’imbarcazione del DNEM e della motovedetta della Polizia Provinciale. Al minimo segnale di emergenza gli operatori contattano il COI che provvede a dirigere sul luogo i mezzi più idonei o più vicini. Da quest’anno inoltre il servizio è coadiuvato da un’innovativa, agile squadra d’intervento su due ruote, denominata “Patrol bike”, ideata dal Comune di Bracciano

in collaborazione con l’ A.V.A.B. Un nuovo “sistema salvavita” ha commentato Remo Eufemi, Consigliere Delegato alla Protezione Civile, una sorta di “gazzella” delle spiagge che dotata di apparecchiature per il pronto intervento, circolerà sul lungo lago integrando la richiesta di soccorso, agendo con rapidità e consentendo, come ha speci�cato lo stesso Eufemi “un’ottimizzazione delle risorse”. “Patrol bike” ha a disposizione due biciclette equipaggiate con un

de�brillatore semiautomatico (DAE), in grado di effettuare il supporto di base alle funzioni vitali e la de�brillazione in modalità semiautomatica. Il mezzo è assegnato e gestito da volontari che hanno ricevuto una formazione speci�ca nelle attività di rianimazione cardiopolmonare oltre che per il salvamento in acqua. Il presidio sarà sul lungolago Argenti, presso il locale comunale sulla piazzetta della passeggiata, punto di riferimento per le “patrol bike” e per gli altri mezzi coinvolti nel servizio, come l’ambulanza messa a disposizione dalla Misericordia di Bracciano, che faranno la spola fra il lungolago e l’area di San Celso. Questi i numeri utili da contattare nei giorni festivi e prefestivi, il 348.5843243 per il gommone della Protezione Civile oppure il 347.7582369 per l’imbarcazione del DNEM. Durante la settimana, invece, è possibile rivolgersi alla Centrale Operativa Intercomunale (C.O.I.Rm2) di Bracciano ai numeri 06.99816255, 348.5858165 (CapoArea), 348.5843243 (Coordinatore dei Volontari). Sempre validi poi i riferimenti ai numeri d’emergenza nazionale di Carabinieri (112), Vigili del Fuoco (115), Emergenze Sanitarie (118).

LADISPOLI - CERVETERI

In breve...

CRONACA Scoppia un incendio a Ladispoli, nel rione Cerreto fra via Gelsomini e via delle Mimose. Le �amme hanno divorato gran parte della vegetazione e delle sterpaglie presenti nell’area verde. Provvidenziale l’intervento della protezione civile di Cerveteri e di Ladispoli che ha domato il fuoco dopo 2 ore di lavoro. Sul posto sono giunti anche i carabinieri e la polizia locale. Anche delle tendopoli, allestite come alloggi di fortuna fra i canneti, sono state incenerite dal rogo. Intanto gli abitanti sono in aspra polemica per il degrado in cui versa la zona. POLITICA Cerveteri e Ladispoli È tempo di “bilanci”. E non solo economici, ma politici. I due sindaci di Cerveteri e Ladispoli sono a caccia di un nuovi equilibri. Peggio è messa l’Etruria dove Gino Ciogli, dal cilindro, dovrà tirare fuori ancora un colpo ad effetto onde evitare il commissariamento (l’ennesimo per la storia cerveterana dell’ultimo decennio e più). Nel frattempo ad aggravare una situazione di crisi, si è dimessa dall’incarico di assessore alla Cultura, Francesca Cennerilli. Ma Ladispoli non può dormire sonni tranquilli. Specie riguardo a ciò che è successo durante l’ultimo consiglio comunale: il numero legale è saltato. Sull’Ater niente accordo e i consiglieri di maggioranza del Pd, Loddo e Chiappini, hanno votato contro il punto proposto dal sindaco (ossia la richiesta di passare da Roma alla giurisdizione di Civitavecchia per l’edilizia residenziale pubblica, ndr). I consiglieri Battillocchi e Cervo (Pd), Astol� e Di Girolamo (Sel) e Lauria (Idv) si sono invece astenuti. Poi c’è il bilancio da approvare e i conti di Palazzo Falcone sono in rosso. Vedremo… (BdB)

SANTA MARINELLA - Daniela Alibrandi presenta il suo libro

Il romanzo ‘Nessun Segno Sulla Neve’ alla biblioteca comunale Capotosti Giovedì 30 giugno, alle ore 18,00, presso la Biblioteca Comunale di Santa Marinella “Alessandro Capotosti”, in via Aurelia n. 310/B, avrà luogo la presentazione del libro “Nessun Segno Sulla Neve” di Daniela Alibrandi, edito da Laboratorio Gutenberg. L’opera è stata già presentata con successo e af�uenza di pubblico a Roma e a Genova, come in altre località del territorio. Presenterà l’autrice ed il suo romanzo la docente Velia Ceccarelli, interverrà Domenico Muscolino delle Edizioni Laboratorio Gutenberg. La lettura di alcuni brani del libro, a cura delle “Voci”, introdurrà ai temi del racconto. Seguirà un dibattito sui contenuti dell’opera. Il libro “Nessun Segno Sulla Neve”, attraverso una trama gialla che parte dall’epoca della contestazione giovanile del ’68, tratta di un argomento storico importante e a noi molto vicino. Infatti un orribile omicidio, avvenuto quando il protagonista del racconto frequentava il liceo e all’epoca rimasto irrisolto, sembra una storia dimenticata e sepolta. Invece tutto torna ad essere improvvisamente e drammaticamente attuale per lui, ora brillante e stimato medico oncologo di mezza età, quando in un caldo e pigro pomeriggio settembrino, il pomeriggio “perfetto”, come lo de�nisce lui stesso, si diverte a navigare in Internet insieme al �glio. Aiutato da quest’ultimo, infatti, entra nel sito di Facebook e si imbatte nel pro�lo della ragazza che amava disperatamente in quegli anni,

dalla quale purtroppo non era mai stato ricambiato. E’ l’inizio di un viaggio interiore intriso di profonda nostalgia, ricordi e passioni , che porterà il suo destino ad intrecciarsi ancora una volta ed in modo imprevedibile con quello della ragazza, divenuta ormai una donna matura. L’ a u t r i c e offre con il suo racconto un appassionante, fedele e nostalgico spaccato della vita italiana durante i grandi avvenimenti e mutamenti sociali e politici, che segnarono in modo indelebile un’intera generazione, e fornisce una nuova chiave di lettura su un periodo storico controverso come è stato in molti casi il ’68. Ad arricchire il racconto la trama gialla che parte dall’ episodio criminoso avvenuto allora e termina, con un �nale a sorpresa, ai giorni d’ oggi. Daniela Alibrandi è nata a Roma nel 1953, ma ha vissuto un periodo signi�cativo della sua adolescenza negli Stati Uniti, dove ha studiato alla St. Francis School di Manchester, N.H. Tornata in Italia ha terminato gli studi classici a Roma. Ha vissuto esperienze professionali in contesti diversi. Attualmente

ĀȀ̀ЀԀ‫܀؀‬Ȁ̀ࠀऀĀȀ̀̀ȀЀԀ‫؀‬Ѐ‫ࠀ̀؀܀‬Ȁ‫਀؀ऀ܀‬ЀԀ‫؀‬Ѐ Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬Ȁ

਀଀Ԁ̀ЀȀऀఀഀ฀฀ༀ ༀഀऀȀကȀఀ਀ЀȀ‫؀‬Ѐ̀ഀက̀‫؀‬ЀԀഀᄀᄀሀȀ‫܀‬ఀጀЀ᐀ᔀЀࠀᘀကఀ਀ЀᜀጀᔀЀԀഀᄀЀ‫܀‬ഀ᠀਀ᄀȀऀഀကఀ਀ЀԀ‫؀‬Ѐ ഀ‫᠀਀܀‬Ȁᤀ‫਀؀‬ကഀЀԀഀᄀᄀȀЀᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀᬀ ကᄀऀऀ Āሀጀ᐀ᄀᔀᘀሀጀᜀऀऀ ᠀ᄀᤀᤀᄀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᨀᘀᤀᬀᄀᰀᴀᘀሀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᠀ᘀḀᘀἀᄀḀᜀ !ᘀᄀᔀЀЀ ᰀᴀḀḀሀἀ !"#$ЀЀ %ᴀḀḀሀἀ##"&"#'ЀЀ "(#"#)*"$ᰀἀḀᴀЀЀ +ᴀ,Ѐ Ḁሀᴀ(ᴀ,-"*"$Ѐ./00ᔀЀ1ἀЀ(#ἀᰀ*"ἀ#$ЀḀἀЀ($ ἀЀ-$ +Ḁᴀ(("&ἀЀ%"Ѐࠀ"ᰀሀऀ#$ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ'ऀ%ἀЀἀ((ᴀ2ᰀἀ,ᴀЀἀЀ+,$2ᴀ##"Ѐ ᴀ%"ἀᰀ#ᴀЀ !ἀᰀ%$ᔀЀἀЀ3+,$2ᴀ##"Ѐᴀ%Ѐ"ᰀ"*"ἀ#"&ᴀЀ%"Ѐ#ᴀ,*"4Ѐ%ἀЀ,ᴀἀḀ"**ἀ,ᴀЀᰀᴀḀЀ#ᴀ,,"#$,"$Ѐ%ᴀ"Ѐ-$ )ᰀ"Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀЀȀḀḀ) "ᴀ,ᴀᔀЀ Āᴀ,&ᴀ#ᴀ,"ᔀЀ ᄀἀ%"(+$Ḁ"ᔀЀ ऀἀᰀ*"ἀᰀἀᔀЀ ऀ$ᰀ#ἀḀ#$Ѐ %"Ѐ Āἀ(#,$ᔀЀ ̀ἀᰀ#ἀЀ ऀἀ,"ᰀᴀḀḀἀᔀЀ ఀἀ,5)"ᰀ"ἀЀ ᴀЀ ఀ$Ḁ6ἀᔀЀ +ᴀ,Ѐ ḀᴀЀ 6"ᰀἀḀ"#'Ѐ ᴀЀ -$ᰀЀḀἀЀ,"+ἀ,#"*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ(ᴀ2)"#$Ѐ"ᰀ%"-ἀ#ᴀ7

funzionario nel settore pubblico si è occupata in passato, tra l’altro, di Relazioni Internazionali e di Scambi Culturali con l’Estero. Ha partecipato a diversi concorsi letterari tra cui il giallo Mondadori Enrico Tedeschi 2009, con l’opera inedita “Ombra di Ghiaccio”, il concorso letterario Il Segno Dei Tempi, con l’opera inedita “Il Dio Assente” e ha vinto il concorso artistico letterario Il Volo di Pègaso 2010 con l’opera “Il Compagno Amaro”, pubblicata nella raccolta di racconti del Secondo Premio Artistico Letterario Il Volo di Pègaso, edito da I.S.S. Nel 2010 ha pubblicato il libro “Nessun Segno Sulla Neve”, edito da Laboratorio Gutenberg. Nel gennaio 2011, il suo racconto breve “I Suoi Passi Leggeri” è giunto �nalista al concorso La Memoria ed è stato selezionato per la pubblicazione.

(ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀऀ ࠀ᐀" ᄀᔀᘀሀጀᜀ&ऀऀऀ ‫܀‬ᤀἀᰀ"ᔀᘀሀጀᜀऀऀऀ ᜀ Āሀᰀᴀᄀᔀᘀሀጀᜀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀ(ᄀ*"ἀᜀऀ+",,*ᘀ ᄀ&ऀ-ᜀ᐀ᘀ ᘀጀᄀऀ ᬀᰀᜀḀᜀጀἀᘀḀᄀऀᜀऀᰀᘀᄀ,ᘀ*ᘀἀᄀἀᘀḀᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀԀᰀἀᜀ&ऀԀἀἀᘀḀᘀἀ.ऀᜀऀ଀ᜀጀᘀऀ "*ἀ"ᰀᄀ*ᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀ /ሀ*ሀጀἀᄀᰀᘀᄀἀሀ&ऀऀ 0ᘀ*ᄀጀἀᰀሀᬀᘀᄀऀऀ ᜀऀ ,ᜀጀᜀ0ᘀ ᜀጀᔀᄀ ࠀ"ᰀሀ 1ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ ᨀᘀ ᜀᰀ ᄀ ( ᘀᜀጀἀᘀ0ᘀ ᄀ ᜀ 2ᜀ ጀሀ*ሀ3ᘀ ᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ Ԁᤀᤀᘀᤀἀᜀጀᔀᄀ ᄀ3*ᘀ ᄀጀᔀᘀᄀጀᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᴀᄀᤀᤀᘀᴀሀ ऀऀऀ ऀ5ᘀᴀᬀሀᰀἀሀ ऀऀऀ ऀऀऀ 4 ऀ %ऀऀऀऀ฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀऀऀ ऀऀऀऀऀऀ ᴀሀ ऀ ऀऀऀऀ᐀ᘀऀ ᘀऀऀऀऀ ऀऀऀ ऀᴀᄀᤀᤀ ᰀἀሀऀऀऀ ऀऀऀऀ ऀऀऀ ሀ ऀᘀᴀᬀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀ"ጀ ऀऀἀሀ ᄀ ऀऀऀ ऀᜀᰀሀ3 ऀऀऀ ऀऀऀ ऀᜀᤀᤀᜀᰀᜀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᬀሀἀᰀ. ऀऀऀ ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ ᘀᄀᤀ "ጀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀऀऀऀ ऀऀ +ᜀᰀ ᜀ᐀ᘀ,ᘀ*ᜀ6ऀऀ%ऀ ऀऀ !ᘀऀऀऀऀ ᰀᘀ 4%฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ% ᐀ᘀऀऀऀ ऀᤀሀᬀᰀᄀᘀጀ᐀ᘀ ᄀἀሀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀ7"ᜀ**ሀ ऀᤀऀऀ"ᬀᜀᰀᘀሀᰀᘀऀᄀ ऀऀ ऀऀ ऀᰀᘀ !ᘀᜀᤀἀᜀऀ ሀጀऀᘀᴀᬀሀᰀἀᘀ ऀ*ᜀ ऀऀ (ᄀᰀᄀጀጀሀऀᰀᜀᤀᬀᘀጀἀᜀ

ᄀἀЀ +,ᴀ(ᴀᰀ#ἀ*"$ᰀᴀЀ %ᴀḀḀᴀЀ ,"-1"ᴀ(#ᴀЀ %$&,'Ѐ ἀ&&ᴀᰀ",ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ Ḁἀ Ѐ -$ +"Ḁἀ*"$ᰀᴀЀ %"Ѐ )ᰀ Ѐ 3(-1ᴀ%ἀ4Ѐ -1ᴀЀ " Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ#,$&ᴀ,ἀᰀᰀ$Ѐ%"(+$ᰀ"!"ḀᴀᔀЀ)ᰀ"#ἀ ᴀᰀ#ᴀЀἀḀЀ-$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ-$ +Ḁᴀ#$Ѐ%ᴀḀ Ѐ!ἀᰀ%$ Ѐ./00ᔀЀ+,ᴀ(($ЀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ %ᴀḀḀἀ Ѐ ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀ ЀĀἀ,"-"&ᔀЀ ("#ἀ Ѐ"ᰀЀ ଀"ἀ Ѐ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀ Ѐ890. Ѐ:Ѐ Ā"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀ Ѐἀ+ᴀ,#ἀ Ѐ"ḀЀ Ḁ)ᰀᴀ%;ᔀ Ѐ ᴀ,-$Ḁᴀ%;Ѐ ᴀЀ ЀЀᴀЀЀЀ ᰀ ЀЀ ЀЀ $ᰀ%ἀ*"$ ᨀ ЀЀᴀЀЀḀЀЀЀЀḀЀἀЀЀЀ ЀЀ % ,ᰀᴀ#ЀЀ ЀЀ ("#$ Ѐ "ᰀ#ЀЀᴀЀЀЀ "ḀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ$ % &ᴀᰀᴀ,%;Ѐ %ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ <ጀ// Ѐ ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ 0.ጀᜀ/ᔀЀ $Ѐ -$ᰀ()Ḁ#ἀᰀ ЀЀ ЀЀ#ЀЀጀ ЀЀጀ" "-"& ЀЀ ,ЀЀЀЀ ЀЀᴀ-ἀ ᰀ ЀЀ ===ጀ6$ᰀ%ἀ*"$ ЀЀ ЀЀ,"ጀ ЀЀ $ Ѐ(ЀᴀЀЀ## "Ѐ"ЀЀЀ #Ѐ)##ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ +ᴀ, ЀЀ฀ऀ ЀЀ ऀऀ ฀ ऀЀЀఀഀ ЀЀ ऀऀ ЀЀऀЀЀက89က‫܀‬Ȁ Ѐ>ЀḀ Ѐ ሀЀЀ฀Ѐ฀ ЀЀ4ЀЀЀЀЀ $ ЀЀ Ѐ3Ѐ!ἀᰀ% ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ#ᴀ ᴀ(ᴀᰀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ %ᴀᰀ*ἀЀ% Ѐ(Ѐ-ἀ Ѐ%Ѐ"ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ,ЀЀЀЀ "ᰀᴀ ЀЀ ‫؀‬ḀЀЀ#ЀЀЀᴀЀЀЀ ‫؀‬Ѐ($22ᴀ##"Ѐ"ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"ЀἀЀ,"-1"ᴀ%ᴀ,ᴀЀḀሀἀ((ᴀ2ᰀἀ*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ6$ᰀ%"Ѐ+ᴀ,Ѐ"ḀЀ6"ᰀἀᰀ*"ἀ ᴀᰀ#$Ѐ%"Ѐ+,$2ᴀ##"ЀЀ,"6ᴀ,"!"Ḁ"Ѐἀ"Ѐ(ᴀ##$,"Ѐ ()%%ᴀ##"ᔀЀ %ᴀ!!$ᰀ$Ѐ "ᰀ&"ἀ,ᴀЀ ḀᴀЀ Ḁ$,$Ѐ ,"-1"ᴀ(#ᴀᔀЀ ᴀ(-Ḁ)("&ἀ ᴀᰀ#ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ ,ἀ--$ ἀᰀ%ἀ#ἀЀ +$(#ἀḀᴀЀ -$ᰀЀ ἀ&&"($Ѐ %" ,"-ᴀ&" ᴀᰀ#$ᔀЀ"ᰀ%","**ἀᰀ%$ḀᴀЀἀ7 ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀĀἀ((ἀЀ%"Ѐ‫("܀‬+ἀ, "$Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀ଀"ἀЀ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀЀ8?0/?0.Ѐ:Ѐ///@ᜀЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀༀ‫ऀ܀‬ᬀጀ ଀ᄀጀ᐀ሀऀఀഀ฀฀ऀ:ऀ ሀጀऀᘀጀ᐀ᘀ ᄀᔀᘀሀጀᜀऀ᐀ᜀ*ऀᤀᜀἀἀሀᰀᜀऀ᐀ᘀऀᄀᬀᬀᄀᰀἀᜀጀᜀጀᔀᄀऀ᐀ᜀ*ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ% Ѐᰀ$ᰀ Ѐ Ѐ ЀᴀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ"ᰀ%"-ἀ#$ Ѐ ЀЀЀ Ѐ($+,ἀ Ѐ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀᴀḀḀ$ Ѐ5Ѐ ) Ѐ%Ѐ ἀЀЀЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ%"&ᴀ,($ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀЀ $%$ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀ"#ᴀ Ѐ(+ᴀ Ѐ % ЀЀᴀЀЀЀЀЀ ἀᰀ% Ѐ%$ Ѐ ЀḀᴀ Ѐ ЀЀЀ ἀ*"$ᰀᴀЀЀЀ ,ЀЀЀЀ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀ-$ᰀ("%ᴀ ᴀ(ᴀЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀЀЀ+Ѐ ,ЀЀЀЀ Ѐ က$ᰀ ЀЀ ЀЀЀЀ(ἀ,ἀᰀᰀ$ ,ЀЀ +ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ἀ#ἀ Ѐ ЀЀЀЀ #ἀЀЀЀ ᴀ%ᴀ#ЀЀЀЀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ḀἀЀЀЀ ЀἀЀḀЀЀЀЀ ᰀ#ᴀЀЀЀ ЀЀ ᴀЀЀЀЀ ЀЀ ()Ѐ -ЀЀᴀ(("&ἀ #ᴀЀЀЀЀ "ЀЀЀЀ Ѐ(+ᴀ% Ѐ ЀЀ ḀЀЀᴀЀЀЀЀ ЀЀᴀḀ Ѐ5Ѐ) ЀᴀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ*ἀ ЀЀᴀЀЀᰀ ЀЀ ᰀ Ѐἀ++ Ѐ ἀЀЀ,#ᴀ Ѐ%" Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ #ЀЀ#Ѐ$Ѐ,ᴀ (ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ЀᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀ ἀЀЀ*"$ᰀ" ЀЀ"Ѐ"ᰀ Ѐ% Ḁᴀ Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀᴀᰀ#" ᰀ ЀЀ -$ᰀ#ᴀ ᴀጀ ЀЀ ḀЀЀЀЀ Ѐ+$( Ѐ #ἀ Ѐ#Ѐ"ЀЀЀ !,$ЀЀЀ Ѐ"ḀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ Ѐ6ЀᴀЀЀ%ᴀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ 6ЀЀἀЀ,' ЀЀЀ ἀḀᴀЀ ЀЀ ЀЀ5) Ḁἀ ࠀᴀ,Ѐ #)##"Ѐ "Ѐ -1"ἀ," ᴀᰀ#"Ѐ "ᰀЀ $,%"ᰀᴀЀ ἀḀЀ -$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ %ᴀḀЀ !ἀᰀ%$Ѐ ᴀ%Ѐ ἀḀḀᴀЀ ,ᴀḀἀ#"&ᴀЀ +,$-ᴀ%),ᴀᔀЀ "Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ +$(($ᰀ$Ѐ,"&$Ḁ2ᴀ,("ЀἀḀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ%ᴀḀḀἀЀᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀἀḀЀ#ᴀḀᴀ6$ᰀ$ЀᰀጀЀ/᐀AAጀᜀB.<᐀Ѐ:Ѐ/᐀AAጀ.@0᐀.ጀ ᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀЀĀጀ‫܀‬ጀЀĀ‫؀‬Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬ȀЀ ‫؀‬ᄀЀࠀ‫܀‬ഀ̀‫؀‬Ԁഀကఀഀ

Ȁ&&ጀЀ଀"ᰀ-ᴀᰀ*$ЀĀἀ--"ἀ2Ḁ"ἀ


litorale viterbese

10

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

MONTALTO - L’hotel, costruito nel 1975, rappresenta una pietra miliare della costa tirrenica

Enterprise, quarant’anni di eccellenza di GIOVANNI CORONA

N

ella bassa maremma, esattamente al con�ne tra il Lazio e la Toscana, a due passi dal mare si trova l’ Hotel Enterprise: costruito nel 1975 da Giuseppe Lupidi, l’albergo iniziò la sua attività due anni dopo e fu dato in gestione ad una società esterna per 9 anni. Nel 1986 la famiglia Lupidi decise di riprendere in mano l’Hotel e attraverso numerose ristrutturazioni

e miglioramenti è riuscita a portare l’Enterprise ai livelli d’eccellenza che tutti conoscono. Inserito tra le spiagge tirreniche ed il verde delle selvagge macchie a ridosso dei monti cimini, l’ albergo è la base giusta per le gite primaverili o per le vacanze estive con la possibilità di distrarsi nell’entroterra toscolaziale. L’ Hotel Enterprise, cat.3 stelle sup. ha 75 camere, una sala ristorante interna ed una

esterna con oltre 200 posti a sedere, due grandi terrazze sul verde del parco giardino e una piscina. Con le antistanti strutture della spiaggia privata compone un comodo complesso turistico gestito da professionisti quali�cati, ideale per le famiglie ma anche un buon riferimento per un turismo più dinamico. Negli ultimi due anni in particolare, i gestori stanno puntando sul turismo internazionale, con degli ottimi risultati che hanno incrementato le presenze tra il 20 ed il 30%. Dall’ Hotel a Montalto di Castro sono facilmente raggiungibili gli importanti siti archeologici come il Parco di Vulci -che offre varie possibilità di escursioni nel verde- e Tarquinia -con il museo etrusco e la necropoli. Interessanti altre mete sono Tuscania e Viterbo a soli 40 km o i caratteristici paesi della bassa Toscana come Pitigliano, Sovana e Capalbio, a soli 20 km, otre alle fantastiche terme di Saturnia. Risalendo la costa sono facilmente raggiungibili le spiagge della costa dell’Argentario a soli 30 km. Oltre alla collaborazione con la scuola di vela TAB –Tutti a Bordo- , una novità di quest’anno è la palestra allestita in collaborazione con Gianni Ottoni, ottimo e preparato istruttore locale. Durante la settimana i clienti si possono intrattenere

al piano bar o nelle feste in piscina organizzate nelle diverse sere d’estate. Un discorso a parte merita poi lo stabilimento “Cubalibre-Enterprise Marine Club”, associato all’Hotel con oltre 100 ombrelloni e divenuto oggi il punto di riferimento per passare delle ottime serate all’insegna della musica e dell’intrattenimento in tutta tranquillità. Uno dei tanti �ori all’occhiello dell’Enterprise è in�ne la cucina, che si contraddistingue per l’uso esclusivo di prodotti locali come l’olio, i formaggi, la frutta e la verdura, sapori unici del territorio maremmano.

TARQUINIA - Novità nella cartellonistica della città MONTALTO - Il vicepresidente dell’associazione, Enrico Perelli, invitato alla festa a Rio de Janeiro

Si amplia il Progetto QR Humanidade Onlus al Corpus Domini S

ia amplia il progetto del Comune di Tarquinia a sostegno della cartellonistica QR. L’Assessore al Turismo della città Sandro Celli il 30 giugno consegnerà agli operatori turistici del centro storico le piantine pocket corredate delle istruzioni su come usare i QR Code. L’innovativa cartellonistica realizzata dall’agenzia di comunicazione visiva Skylab Studios, è stata inaugurata il 29 marzo ed è il primo esempio di segnaletica QR in Italia. Con la consegna delle mappe, in italiano e inglese, le strutture ricettive saranno in grado di informare i turisti sulle attrazioni di Tarquinia, i servizi offerti e il funzionamento dei codici QR.

Inoltre la diffusione capillare delle cartine permette di accogliere i turisti anche oltre l’orario di apertura dell’Info Point, che resta comunque il punto focale di ricezione. “L’obiettivo è quello di fare rete tra le strutture”, ha sottolineato lo stesso Celli, “è giusto dotare gli operatori del centro storico di materiale che spieghi il QR Code per metterli in grado di informare”. Ogni struttura ricettiva, infatti, sarà dotata di un espositore creato ad hoc per contenere le cartine e facilitarne la diffusione. Ma non �nisce qui: “L’esperienza si ripeterà anche per altre zone a forte impatto turistico”, annuncia l’Assessore, “Tarquinia Lido, Spinicci, la Farnesiana e La Roccaccia”.

U

n nuovo ricnoscimento per l’associazione bene�ca “Humanidade onlus”, ponte umanitario tra Italia e Brasile. Il vicepresidente in Brasile, Enrico Perelli è stato invitato a partecipare alla s�lata del Corpus Domini, una festa molto sentita a Rio de Janeiro. Nel corso della cerimonia, il parroco di Porto Das Caixa Pai Luis ha avuto parole di elogio per l’associazione e per l’aiuto che offre ai bambini poveri della comunità, oltra al grande contributo prestato agli alluvionati di Nova Friburgo.

TARQUINIA- La struttura, attesa da anni, avrà un costo complessivo di oltre 2 milioni di euro

Piscina comunale, pubblicato il bando F

ondamentale passo in avanti per iniziare i lavori di costruzione della piscina comunale di Tarquinia. È stato pubblicato in questi giorni il bando di gara (scadenza il 19 agosto) per la progettazione esecutiva e la realizzazione dell’impianto natatorio. «L’iter amministrativo si dovrebbe concludere alla �ne di settembre, per aprire il cantiere nei mesi successivi. – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Anselmo Ranucci (nella foto) – La struttura sarà

realizzata in località Giglio e avrà un costo complessivo di circa 2 milioni e 400mila euro. Le dimensioni sono quelle stabilite dalle direttive Coni, con le caratteristiche di una piscina semiolimpionica. Molti tecnici del settore hanno dato parere positivo sul progetto, apprezzando soprattutto la scelta di edi�care un impianto funzionale alle esigenze della città. Non una cattedrale nel deserto, impossibile da gestire

economicamente. Non voglio entrare nelle discussioni politiche dei soliti noti, più capaci a riscaldare le sedie che a costruire qualcosa. L’augurio però è che si fermino e la smettano d’infangare quanto di buono viene fatto. L ’ o b i e t t i v o dell’Amministrazione è lavorare duro e senza esitazioni, per portare a compimento un’opera attesa da decenni».


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11

CANINO - Le fontanelle d’acqua dearsenificata non sono ancora state installate. Domani sarà presentata una mozione comunale

Il ‘MoVimento 5 stelle’ chiede spiegazioni I

l MoVimento 5 stelle di Canino chiede spiegazioni sui mancati provvedimenti del loro Comune a proposito dell’acqua contaminata da arsenico: “A distanza di 5 mesi dal consiglio comunale pubblico convocato dall’ormai ex sindaco di Canino Lina Novelli, sulla cosidetta “emergenza arsenico”, durante il quale l’amministrazione si è impegnata a risolvere in breve tempo l’allarmante problema, il “MoVimento 5 Stelle” di Canino denuncia con forza la mancanza sia di provvedimenti mirati a risolvere de�nitivamente tale situazione, sia di interventi provvisori come l’installazione di 3 fontanelle di acqua dearseni�cata

promessi,volti ad attenuare la grave situazione che la cittadinanza sta vivendo. Al �ne di accelerare i tempi di realizzazione di impianti dearseni�catori, lo stesso “MoVimento 5 Stelle”, aderente al comitato provinciale “No arsenico” domani presenterà alla segreteria del nuovo sindaco, Mauro Pucci, una mozione comunale corredata da 1700 �rme, alla quale si chiede una risposta immediata. I “Grillini” intendono anche far notare sia all’amministrazione che a tutti i cittadini, che nonostante l’ulteriore deroga concessa dalla comunità europea, alcune sorgenti di approvvigionamento idrico del

nostro paese si trovano tuttora con valori di arsenico superiori ai limiti consentiti e che nonostante ciò, nessuna informazione è più stata fornita ai cittadini, tantomeno il nuovo sindaco, si è mai espresso riguardo l’annoso problema. Nella mozione, che verrà portata in consiglio comunale da uno dei consiglieri di opposizione, si chiede l’abbassamento dei valori di arsenico e di altre sostanze tossiche presenti nell’acqua, una campagna di informazione con la quale i cittadini vengano periodicamente aggiornati sui valori di tali sostanze e sulle azioni intraprese per risolvere il problema. Inoltre si chiede che la scelta degli impianti

venga effettuata in collaborazione con istituti di ricerca accreditati quale il C.N.R., il tutto ovviamente svolto nella massima trasparenza. Non riusciamo a capire per quale motivo molti paesi della provincia come Vitorchiano e San Lorenzo siano riusciti ad installare le ormai famose “Fontanelle”, mentre gli amministratori di Canino, considerato a febbraio uno dei primi centri accreditati per l’installazione di impianti di distribuzione d’acqua dearseni�cata, oltre a non aver mantenuto le promesse fatte, stiano cercando di far passare in sordina un problema che riguarda la salute di tutta la cittadinanza”.

VULCI - L’origine delle fiamme sarebbe di natura colposa

Un incendio distrugge 150 ettari di terreno

L

unedì scorso nelle località “Poggi Alti”, “Guinza Grande”, “Pian di Maggio” in agro del comune di Montalto di Castro si è sviluppato un vasto incendio che ha interessato una superficie stimata di circa Ha 150,00.00 di terreni coperti da bosco, fasce erborate ripariali, terreni agricoli coltivati a erba medica e favino, stoppie. Inoltre l’incendio ha distrutto un trattore e n. 50 balle di fieno. La zona dell’incendio è localizzata tra l’Oasi WWF di Vulci e la SS. Aurelia. Sono intervenuti alle operazioni di spegnimento il Corpo Forestale dello Stato con due pattuglie dei Comandi Stazione di Valentano e Montefiascone, i Vigili del Fuoco con quattro mezzi antincendio provenienti dai distaccamenti di Gradoli e Tarquinia, la Protezione Civile con quattro squadre di volontari dei gruppi di Montalto di Castro, Cellere,

Ischia di Castro e Farnese. E’ stato reso necessario l’intervento di un elicottero della Regione Lazio che ha operato con 32 lanci di acqua per arginare le fiamme. Dalle prime indagini sembrerebbe risultare un incendio di natura colposa causato da imperizia o da negligenza da imputare a pratiche agricole stagionali. Le indagini proseguono per valutare responsabilità a carico di persone che abbiano commesso operazioni non conformi alle disposizioni di legge in materia degli incendi. Il corpo Forestale dello Stato con l’occasione, oltre al buon senso civico, raccomanda di attenersi scrupolosamente a quanto stabilito dalle disposizioni di legge Nazionali e Locali al fine di prevenire ed evitare avvenimenti simili che oltre alla distruzione di beni comportano un danno ecologico rilevante per la società e l’incolumità pubblica.


comprensorio

12

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

ACQUAPENDENTE - Il vice presidente del partito democratico incontrerà i cittadini nella ‘tre giorni di luglio’

Scalfarotto alla ‘festa del cambiamento’ “

La Festa del Cambiamento” curata e coordinata da Ivan Scalfarotto (vicepresidente Partito Democratico) vedrà in Acquapendente una delle tappe principali. “Trascorreremo dal 15 al 17 luglio”, ci conferma lo stesso, “due giorni di discussioni e racconti in questo lembo di territorio alto viterbese. Sono fiducioso e speranzoso anche di emozioni e relazioni, di reti e ponti, lungo uno spostamento che ci porterà anche nella Riserva Naturale di Monte Rufeno, dove discuteremo e parleremo, stando insieme e

godendo della natura e della bellezza dei luoghi, oltre che della reciproca compagnia”. Lungo la direttiva del,’ “Eppure le cose cambiano, cambiano i tempi ed il mondo, cambiano le persone”: con questa iniziativa Scalfarotto vuol parlare “di lavoro, di bisogni, di aspirazioni, di scienza, tecnologia, spettacolo ed informazione, di un Italia che nonostante ogni resistenza cambia. Come d’altronde la vita perché, semplicemente, la vita non può prescindere dal movimento. Ed il movimento è cambiamento”. Ed infine, “una occasione per fare politica guardan-

do alle cose che ci sono da fare nel e per il nostro paese con una prospettiva panoramica. Tralasciando per una volta l’urgenza del dettaglio e discutendo del quadro nel suo insieme. Parlando del cambiamento come metodo e anche delle cose da cambiare. Una conversazione intorno al fuoco di cui ciascuno e tutti siano i protagonisti. Un luogo di riflessione e di discussione per mettere insieme idee, proposte e materiali per incoraggiare gli italiani a mettersi in gioco.. E, l’Italia, a credere di più in se stessa”. La gioia più grande per Scalfarotto è vedere che

la lista “tutt’ora in costruzione” (come sottolinea) degli amici che parteciperanno a Changes è già corposa: Cristiana Alicata, Giovanni Bachelet, Francesco Bilotta, Claudio Camarca, Pippo Civati, Paola Concia, Ilda Curti, Concita De Gregorio, Francesca Formario, Sandro Gozi, Estella Marino, Emanuela Marchiafava, Piefrancesco Majorino, Ettore Martinelli, Francesca Melandri, Alessia Mosca, Francesca Paci, Paolo Patanè, Emidio Picariello, Francesca Puglisi, Marco Rossi Doria, Sandra Savaglio, Mila Spicola, Irene Tinagli, Jean Lèonard Toaudi, Delia Vacarello, Vittorio Veltroni, Nicola Zingaretti. E “navigando sul sito internet” www.changesfest.it informarsi ed allungarla. Riferimento partner aquesiano dell’evento l’Associazione I Tusci di Viola Buzzi (www.itusci.it) . Contatto con il quale si potranno ricevere arricchimenti di ogni tipo man mano che il “working progress evento” brucerà le tappe di avvicinamento.

ACQUAPENDENTE - Richiesta alla Provincia

All’Ipsia cresce l’offerta studio L

a Giunta Comunale di Acquapendente ha richiesto alla Provincia di Viterbo, per quanto riguarda l’anno scolastico 20122013, in seno all’Ipsia e al Liceo di scienze applicate, dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Leonardo Da Vinci, l’Istituzione di un corso Itis Elettrotecnica-Elettronica, di una classe seconda per completare l’indirizzo Elettrico Professionale. “La

nostra richiesta”, sottolinea il sindaco Alberto Bambini al termine della consueta riunione settimanale con la Giunta, “nasce dalla consapevolezza che da alcuni anni il nostro Istituto Superiore ha in maniera coerente e continuativa ottenuto positivi risultati, frutto di una sorta di “energia di azione” che ha contribuito ad ampliare e qualificare l’offerta formativa sia per gli studenti aquesiani che per una vasta rete territoriale a carattere regionale. La richiesta andrebbe a completare in maniera logica l’offerta dell’Istituto, che ha trasformato un lembo di territorio con caratteristiche montane e notevolmente distante da Viterbo in un epicentro scolastico insostituibile per giovani provenienti anche dai limitrofi paesi del grossetano e della zona dell’orvietano”. (F.M.)

BOLSENA - I Giovani Democratici plaudono il Sindaco ACQUAPENDENTE - Suoni e passi della tradizione con il canto popolare

“Noi, a favore della città” ‘Voce e Cuore’ di Viola Buzzi N

ell’anno in cui si festeggiano i due secoli di In�orate a Bolsena, in occasione delle celebrazioni del Corpus Domini, da parte nostra va il plauso a quanti si sono impegnati attivamente nel tramandare e mantere viva una tradizione che contraddistingue e fa forte il nostro paese. Come ogni anno la dedizione e l’impegno con cui i bolsenesi hanno realizzato questa importante manifestazione fa capire il forte attaccamento che proviamo verso la nostra città e questo è motivo di grande orgoglio. Nonostante le dif�coltà economiche attraversate in questo periodo, abbiamo apprezzato molto anche l’intervento dell’amministrazione comunale, che è venuta incontro alle esigenze dei cittadini contribuendo con fondi pubblici alla realizzazione delle in�orate e all’acquisto dei �ori, anche se forse è stata la tempistica a mancare. E’ molto importante, infatti, che le istituzioni vogliano essere vicine alla popolazione, agendo concretamente af�nché quella che è la storia e l’anima di una comunità possa essere rinvigorita anno dopo anno: per questo motivo noi chiediamo che �n da subito ci si impegni ad una programmazione attenta ed ef�cace che porti ad una festa sempre più ricca, dove tutti abbiano la possibilità di partecipare. Con uno studio ed un progetto che si sviluppino in tempi più ampi, infatti, si metterebbero davvero i cittadini nelle condizioni di operare insieme per far crescere Bolsena. Ed è in questa ottica che noi vogliamo muoverci, ossia contribuire

I

attivamente al bene del paese, non solo con le parole ma con i fatti, perché questo deve essere il nostro unico obiettivo. Ci è giunta voce, infatti, che alcuni esponenti di quella vecchia politica che noi vorremmo tanto superare abbiano tentato di cavalcare l’onda del malcontento che circola nel paese per politicizzare una celebrazione religiosa, chiedendo addirittura di non fare l’in�orata: tutto questo pur di andare contro il Comune. Noi Giovani Democratici condanniamo vivamente questo comportamento, perché il nostro compito non deve essere quello di fare ostracismo verso chi governa il paese, ma supportarlo af�nché sia Bolsena a bene�ciare di scelte giuste che la indirizzino verso uno sviluppo sempre maggiore. L’opposizione deve essere fatta con cognizione di causa e nelle sedi deputate a fare politica, di certo non a discapito del paese.

l casale Monaldesca, all’interno della Riserva Naturale di Monte Rufeno, ospiterà sabato 2 luglio l’iniziativa ‘Voce e cuore’. Nell’ambito della tredicesima edizione di “Suoni e passi della Tradizione: sulle radici del canto popolare”. Coordinato da Viola Buzzi, responsabile dell’associazione culturale I Tusci, l’evento è inserito nel progetto-cultura “Italiani 150”. Alla manifestazione ha contribuito la Regione Lazio (assessorato cultura, arte e sport) e come partners patrocinatori vede il dopo lavoro ferroviario di Viterbo e Orte, il comune di Acquapendente e inizierà a partire dalle ore 18 e 30 con l’incontro ‘cantanti per la tradizione’. La Bifolk del Rufeno

Bianca “La Jorona” Giovannini ed il neo assessore alla Cultura del Comune di Acquapendente Alessandra

Terrosi parteciperanno all’incontro. Dopo il buffet tricolore delle ore 20.00, la stessa Giovannini si esibirà in una performance musicale accompagnata al pianoforte da Rocco De Rosa ed al contrabbasso da Paolo Camerini. “La cultura contadina”, sottolinea Viola Buzzi, “la canzone dell’amore, di lavoro e delle lotte operaie, i canti partigiani, della guerra, della fame, sono temi che risuonano nelle canzoni della tradizione musicale popolare italiana, da nord a sud. Bianca Giovannini dialoga con le anime e le radici d’Italia e le riunisce nella sua grande voce. Ed è mettere in comunicazione la cultura musicale di Bianca con quella di

musicisti tanto diversi ma anche così affini, per ritrovare un legame tra alcune delle più variegate culture musicali dell’Italia”. Dal canto alla zampogna del centro Italia e del Lazio a Matteo Salvatore, da Rosa Balistreri a Concetta Barra, fino a Giovanna Marini e alla Lega della Cultura di Piadena. Complici gli arrangiamenti di Rocco De Rosa, musicista e pianista raffinato ad alta densità di cuore, e l’eclettismo di Paolo Camerini contrabbasso di spessori umani e musicali”. Tutti coloro che vorranno ricevere informazioni sull’evento sarà possibile contattare varie “linee info”: info@italiani 150.it, www.itusci.it, 3208078233, 335-6585443. (F.M.)


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

montefiascone

13

David Petretti esponente del Pdl falisco e funzionario regionale al Parlamento Europeo

A Bruxelles per un’esperienza unica di MICHELE MARI

D

avid Petretti al Parlamento europeo a Bruxelles. Il giovane politico del “Popolo della Libertà” David Petretti, funzionario della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale del Lazio e stretto collaboratore del Presidente Francesco Battistoni, ha fatto parte della delegazione di rappresentanza della Tuscia al parlamento di Bruxelles nei giorni di martedì 21 e mercoledì 22 giungo. I rappresentanti hanno incontrato gli europarlamentari Tajani e Pallone ed hanno visitato la sede del Parlamento. L’esponente del Pdl di Montefiascone racconta così il suo viaggio istituzionale: “Un’esperienza straordinaria che mi ha dato modo di toccare con mano la concretezza dell’amministrazione europea. Colgo l’occasione -aggiunge David Petretti- per ringraziare l’amico Francesco Battistoni per la grande opportunità e gli europarlamentari Antonio Tajani e Alfredo

Pallone per averci dato la possibilità di confrontarci con i funzionari europei su importanti questioni riguardanti il nostro territorio”. Una delle tematiche trattate dalla delegazione è stato il protocollo d’intesa della via Francigena: “ Una delle questioni trattate -continua Petretti- è stato il protocollo d’intesa sulla via Francigena presentatoci dall’On. Tajani, Vicepresidente della Commissione Europea, responsabile per l’Industria, l’Imprenditoria e per il Turismo. Un protocollo che coinvolge tutte le nazioni attraversate dall’importante percorso di pellegrinaggio e volto ad incentivare il turismo religioso e culturale. Un progetto -continua Petretti- che interessa in maniera considerevole e sostanziale il nostro territorio, tanti i comuni coin-

volti, e che prevede anche la valorizzazione delle strutture ricettive dislocate lungo il percorso. Fondamentali per la nostra economia anche i temi affrontati con l’On. Pallone sulla piccola e media impresa e sull’opportunità, fondamentale per le amministrazioni locali, di

accedere a nuovi finanziamenti”. Il consigliere regionale Francesco Battistoni ha aggiunto: “La visita al Parlamento europeo ci ha dato modo di entrare in confidenza con l’Istituzione sovranazionale e di affrontare numerose tematiche. Il vicepresidente della Com-

Cinque per mille alle casse comunali per l’acquisto del nuovo scuolabus

missione europea Tajani ha proposto un protocollo d’intesa alle altre nazioni attraversate dalla via Francigena per valorizzare ed incentivare il turismo religioso, culturale e rurale. Un progetto di cui potrà beneficiare anche il Lazio. La provincia di Viterbo in particolare, dato che la via Francigena attraversa numerosi comuni della Tuscia. Il protocollo, a cui hanno già aderito Italia e Francia, presto verrà firmato anche da Svizzera e Inghilterra, prevede anche la valorizzazione delle strutture ricettive che si trovano lungo il percorso e per le quali sarà proposto un marchio di qualità europeo da attribuire alle migliori attività. “Tra queste ci sono anche gli agriturismo - continua la nota emessa da Battistoni - oltre 300 posti sul nostro territorio, riconosciuti ancora una volta come promotorii di sviluppo economico e culturale”. Considerando la vasta portata del progetto, che abbraccia il turismo culturale, religioso e rurale, verranno

coinvolti anche i Ministri competenti ed esattamente, Galan per la cultura e Romano per l’agricoltura”. La delegazione durante gli incontri ha anche trattato del rapporto tra agroindustria e agroalimentare. Un’esperienza estremamente positiva.

Polizia locale e lotta all’abusivismo

Cimarello chiede ‘aiuto’ ai cittadini per i servizi sociali Bloccati i lavori in via del lago I

l 5 per mille al Comune di Monte�ascone per poter acquistare un nuovo, indispensabile, scuolabus. È questa la curiosa e grossa novità in campo amministrativo esposta dal sindaco Luciano Cimarello in una lettera indirizzata a tutti i cittadini di Monte�ascone. Infatti se i cittadini doneranno il 5 per mille nella dichiarazione dei redditi al Comune faranno sì che l’amministrazione con il ricavato possa acquistare un nuovo mezzo decisamente necessario per il servizio scuolabus. Nella lettera inviata ai cittadini a �rma del sindaco Luciano Cimarello, datata 20 giugno, si legge: “Caro concittadino, abbiamo una grande opportunità: il 5 per mille. Se decidi di destinare il 5 per mille al tuo Comune, il Comune lo utilizzerà per migliorare i servizi sociali rivolti ai cittadini, in particolare quest’anno

il Tuo contributo sarà utilizzato per migliorare il servizio scuolabus con

l’acquisto di un nuovo mezzo”. La missiva spiega anche come donare il 5 per mille alle casse comunali: “Per destinare il 5 per mille al Tuo Comune devi semplicemente apporre la Tua �rma nel riquadro del modello di dichiarazione dei redditi. Se non sei tenuto alla dichiarazione dei redditi, puoi utilizzare il modello integrativo allegato al Cud. Destinare il 5 per mille al proprio Comune non comporta maggiori imposte da pagare, cioè non costa nulla”. La lettera del sindaco aggiunge: “È un’ occasione importante per far rimanere immediatamente una parte delle Tue imposte nel Tuo Comune. È un modo per far rimanere nel Tuo territorio una parte della ricchezza prodotta dai cittadini. Il Tuo Comune inoltre si impegna ad informarti sia dell’ammontare del 5 per

mille sia sul suo utilizzo. La nuova possibilità offerta dalla legge di destinare il 5 per mille non è in alcun modo alternativa alla preesistente facoltà di devolvere l’8 per mille allo stato e alle Istituzioni religiose. Attenzione: è suf�ciente apporre la sola �rma nell’apposito riquadro senza indicare il comune bene�ciario. In questo caso, infatti, il cinque per mille dell’Irpef sarà destinato al Comune indicato dal contribuente nella sezione “domicilio �scale alla data del 31/12/2005” presente nei modelli. A nome mio e dell’amministrazione comunale Ti invitiamo a condividere con noi questa iniziativa. Mi è gradita l’occasione di porgere i miei più cordiali saluti”. Un’ iniziativa decisamente positiva che lascia ampliamente intendere le capacità gestionali della nuova amministrazione. (M.M)

All’enoteca provinciale della Rocca dei Papi primo atto del concorso musicale ‘l’acqua fa male e il vino fa cantà’

Il gruppo ‘Ispiria’ approda alla finale del 9 luglio I

l primo atto del concorso musicale “L’acqua fa male… e il vino fa cantà”ha decretato il gruppo Ispiria come vincitore e così ha strappato il biglietto d’ingresso per il gran �nale che si terrà sabato 9 luglio. Ora il prossimo appuntamento è il 2 luglio, sempre all’enoteca provinciale della Rocca dei Papi alle ore 22,30, dove verrà scelto l’altro �nalista che approderà anch’esso alla �nalissima. Il concorso è stato organizzato impeccabilmente dall’associazione “Pratica mente “ e avrà come premio per la band vincitrice una serata tutta sua di esibizione durante la prossima Fiera del Vino e ben 200 euro di premio. Sarà una vetrina non indifferente. In questa prima serata si sono dati battaglia le band Picasso Avenue e Ispiria.

Dopo ben quaranta minuti di esibizione per ogni gruppo la giuria ha decretato, dopo la votazione dei giurati, il gruppo Ispiria come vincitore di serata. Comunque entrambe le band hanno fornito una eccelsa prestazione tanto che sono stati premiati da applausi continui del pubblico presente. I componenti dell’Ispiria vincitrice: Gianluca Mei la voce, “Choris” alla chitarra, Maurizio Merli alla chitarra, Emiliana Natali basso e voci e Federico Monanni alla batteria. Il concorso musicale continuerà sabato prossimo con l’esibiziones�da dei gruppi Black Mamba ed Easter before Christmas. Alla �nale parteciperanno i due gruppi vincitori delle serata precedenti e dovranno esibirsi con 5 brani. Per

ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione via e mail al seguente indirizzo associazion e.praticamente@gmail.com o via

telefono ai numeri 3478790602 (Emanuela); 3204567876 (Valentina); 3282061873 (Marco). (M.M.)

U

n rapporto di sospensione dei lavori con un’ordinanza sono le indagini della polizia locale nel campo dell’abusivismo edilizio del mese di maggio. Infatti in una lettera che il Comune di Monte�ascone ha inviato al Procuratore della Repubblica, alla Direzione Regionale del territorio e urbanistica, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. Si legge che è stato effettuato dalla polizia locale un rapporto di sospensione dei lavori. Il rapporto è stato emesso il

3 maggio inerente la via del Lago poiché si stavano effettuando dei lavori in assenza dei permessi a costruire ed in assenza del nulla osta ai �ni del vincolo paesaggistico. La lotta all’abusivismo da parte della polizia locale continua incessantemente, dopo soprattutto i sequestri effettuati nello scorso anno dove vennero controllate, in un’ azione congiunta da parte della Municipale del Corpo Forestale dello Stato, alcuni fabbricati in varie zone del paese. (M.M.)


16

comprensorio

Viterbo & Domenica 26 Giugno 2011 AltoLazio


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

15

CAPODIMONTE - Fatto brillare l’ordigno bellico pescato nel lago antistante il porto vecchio

Fatta esplodere la bomba ritrovata dai sub S

ono state portate a termine le operazioni di boni�ca e brillamento di un ordigno bellico ritrovato l’11 giugno nelle acque del lago di Bolsena antistanti il molo porto vecchio del comune di Capodimonte. Le operazioni sono state coordinate dal dirigente della Protezione Civile e Difesa Civile della Prefettura di Viterbo, Roberta Monni. Hanno partecipato alle operazioni la Marina Militare comando dell’Alto Tirreno di La Spezia, il comando del 6° Reggimento Genio Pionieri dell’Esercito di Roma che è competente per queste azioni di boni�ca, i carabinieri di Capodimonte e Monte�ascone, il Comune di Capodimonte, la polizia Locale di Capodimonte e l’Ares 118 di Viterbo. Le motovedette della Guardia di Finanza e dei carabinieri hanno provveduto a circoscrivere l’area delle operazioni, tenendo lontana la popolazione. L’ordigno bellico (una bomba mortaio) è stato prelevato dal fondo del lago dalla Marina Militare e consegnato al 6° Reggimento Genio dell’Esercito. Il 6° Reggimento

Genio Pionieri dell’Esercito di Roma ha provveduto al despolettamento, quindi l’ordigno è stato fatto brillare in una cava, in località «Montecchio» agro del Comune di Capodimonte, dove sono stati effettuati, in precedenza, altri interventi di brillatura di ordigni bellici L’acqua dolce, contrariamente all’acqua del mare, non è in grado disperdere sostanze nocive e la stessa struttura di trasparenza delle acque non riesce degradare nel tempo quanto vi si trovi, anche a pochi metri di profondità, per questo durante la giornata ecologica, 15 sub della Scuola Subacquea Orcasub di Corchiano e lo stesso Presidente Marini Balestra si erano immersi nelle acque sottostanti il promontorio di Capodimonte tirando fuori dai fondali molti quintali di ri�uti di vario genere tra i quali: pneumatici, vasi, pentole, bottiglie di vetro e una gabbia per uccelli, con grande meraviglia e stupore di tutti i presenti, a pochi metri dagli scogli del promontorio, è stato rinvenuto l’ordigno bellico del tutto integro. Ovviamente la presenza di questo ordigno identi�cato in una bomba da aereo è stata prontamente segnalata ai carabinieri presenti sulla motovedetta in modo di avviare le procedure di disinnesco e recupero, adesso effettuati. Il ritrovamento di questo ordigno, oltre ai numerosi materiali ferrosi di antica data, conferma come le acque del lago siano in grado “conservare” per secoli gli oggetti che vi vengano gettati.

VETRALLA- Tradizionale festa della Madonna TUSCANIA - Colonie estive per i più piccoli

Infiorata per la Vergine della Folgore Quindici giorni al ‘Saint Tropez’ O

gni anno l’ultima domenica del mese di giugno a Vetralla sulla strada provinciale Blerana al km. 3.200, in contrada Pietrara, nella Chiesa della Madonna della Folgore, si celebra la Vergine con una processione ed una magnifica infiorata. Situata nella cornice del bosco delle Valli, lungo la strada che conduce a Blera, la chiesa è una piccola pieve mononave la cui fondazione è legata ad un episodio miracoloso: nell’agosto del 1955 un drappello di lancieri di Montebello, accampati nel bosco, durante un temporale si rifugiò sotto una grande quercia che venne colpita da un fulmine. Miracolosamente i soldati rimasero illesi e per questo resero grazie alla Vergine. Successivamente fu eretta un’edicola dedicata alla Madonna della Folgore, cui seguì la costruzione della chiesa consacrata nel 1967. Sul viale che conduce alla chiesina della Ma

donna della Folgore posta in mezzo al bosco delle Valli,viene allestita dalla pittrice Lilli di Cura una artistica infiorata con quadri a soggetto religioso. Alla mostra segue un momento dedicato alla gastronomia, al folklore e ad un divertentissimo ‘Palio dei Somari’.

I

l comune di Tuscania , assessorato servizi sociali, in collaborazione con la soc. coop. coccinella onlus, organizzano dal 25 luglio al 05 agosto 2011 presso lo stabilimento balneare “Saint Tropez “ a Tarquinia le colonie estive per bambini e ragazzi dai 5 agli 11 anni. Chiunque fosse interessato/a può rivolgersi direttamente al comune di Tuscania ( ufficio servizi sociali ). Le prime iscrizioni sono partite il 27 giugno e termineranno il 18 luglio. Il soggiorno avrà la durata di due settimane dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 16:00. Il costo a carico delle famiglie (comprensivo di viaggio, pasti, merenda pomeridiana, assistenza bagnanti, attività ludico-ricreative) sarà di € 100,00 da versare al momento dell’iscrizione. Le iscrizioni sono a numero chiuso di partecipanti. le colonie verranno effettuate solamente se si raggiungerà un numero minimo di 20

RONCIGLIONE - Le associazioni si ribellano BOLSENA - Alla Sala Cavour mostra d’arte contemporanea

iscritti, mentre il numero massimo e’ di 41.

CAPODIMONTE

‘Notte bianca’a luci rosse ‘Genivs Loci’ tra uomo e luogo Fotografia

D

iverse associazioni, tra cui l’Associazione Erinna di Viterbo, hanno fatto sentire la propria voce in merito alla Notte Bianca di Ronciglione, in programma il 2 luglio, chiedendo di eliminare alcuni degli eventi previsti perchè ritenuti lesivi della dignità della donna. Di seguito la lettera che hanno inviato. “Chiediamo di annullare l’evento organizzato dall’ Associazione 1728 CITTA’ DI RONCIGLIONE, dedicato esplicitamente ai festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia e testualmente citato più avanti, perché indegno, sessista, umiliante per tutte le donne, inadatto e pericoloso per i minori”. Con la quinta edizione de ‘la Notte Bianca’ si terrà a Ronciglione un grande evento, organizzato dall’Associazione 1728, con il patrocinio della Presidenza della Giunta Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Ronciglione, congiuntamente con l’Associazione Commercianti Gli Unicorni, Confraternita di S.

Anna, Confraternita del S. Rosario, Pia Unione di S. Lucia, Comitato ferrovia Orte-CapranicaCivitavecchia, Ass. Pesca sportiva lago di Vico, Associazione Carnevalart Tuscia, Associazione Bassano Romano, Associazione I Pirati di Caprarola, ASD Ronciglione United F.C., Ass. Culturale Alexia Viterbo, Associazione la Fenice di Fabrica di Roma, A.I.C.S., A.ge.r. (Ass. genitori Ronciglionesi), Scuderia del Monumento, Scuderia di Montecavallo, Mato grosso, Prociv-Arci, A.c.a.a.r. (Ass. casa albergo anziani Ronciglionesi), DOC Club Ducati Viterbo e Terni, il Gruppo trampolieri dei Monti Cimini, artigiani locali… Ci sarà un grande raduno motoristico, grandissimo Stand Ducati, raduno regionale Tuning Art,Sexi car wash,bellissime ragazze lotteranno nel fango… Tutto è pronto dunque per accogliere migliaia di turisti che vogliono scoprire Ronciglione e le sue grandi vie di epoca rinascimentale. … nel fango. “Riteniamo che sia inaccettabile concedere il patrocinio di Comune, Provincia e Regione a un tal evento, che contraddice gli scopi istituzionali di questi enti e chiediamo a Comune, Provincia e Regione di ritirare il loro sostegno alla “Grande Notte Bianca di Ronciglione”, qualora non venga annullato immediatamente il programma in oggetto, lesivo della dignità della donna”.

D

al primo al dieci luglio, la sala Cavour di Bolsena, vedrà le esposizioni di vari artisti per la mostra d’arte contemporanea, denominata, ‘Genivs Loci’. Gli orari di apertura al pubblico saranno per la mattina dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e nella serata dalle 17,00 alle 23,00. All’interno le opere di importanti artisti: la pittura di Francesco

D’Angelo, le varie creazioni del designer Paolo Torella e del pittore Giuseppe Di Nunzio, gli splendidi lavori in pietra di Barbara Giusto, la particolare tecnica nelle creazioni pittoriche di Michele Pisicchio, �no alle suggestive �gure di Maurizio Monaco, al Minotauro al femminile di Claudio Dantoni e alle originalissime foto di Patrick Nicholas. Con il patrocinio della regione Lazio la mostra prevede durante l’apertura, alcuni e v e n t i correlati, di varie performance letterarie e di musica. Il clou degli

appuntamenti sarà per domenica 3 luglio alle ore 19,00, quando il dott. David Lodesani, parlerà delle citazioni degli Etruschi nelle lettere classiche. ‘Questa mostra d’arte contemporanea vuole essere un percorso di ricerca che parte da pensieri, emozioni, sensazioni, ricordi e quanto altro possa esprimere la particolare relazione che si crea tra l’uomo e un luogo speci�co. Luogo datato di un proprio ‘carattere’ op spirito, in grado di suggestionare, entrando in relazione con la nostra sfera emotiva. La manifestazione concreta della ricerca è l’opera d’arte, capace di sintetizzare ed interpretare le energie sottili del luogo. Il punto d’arrivo di questo percorso culturale è quello di suscitare emozioni nel visitatore. In una società poliedrica e consumistica come la nostra è ancora possibile percepire lo spirito del luogo?...come?...e quale?”

P

resso, La Cascina, nell’omonima via a Capodimonte, dal ieri e durerà �no al 6 luglio, è stata allestita una mostra fotogra�ca riguardante la via Francigena. Nell’estate 2008 Immacolata Coraggio ha percorso la Via Francigena da Canterbury a Roma, attraversando nel corso di tre mesi quattro paesi e circa 2000 chilometri. Delle testimonianze di questo affascinante e storico percorso, nasce: “Porti il mio saluto al mondo, Camminando da Canterbury a Roma: emozioni e immagini dalla Via Francigena”. Questa mostra, costituisce la prima fotogra�ca riguardante la Via Francigena nel suo intero percorso lungo l’itinerario di Sigerico. Gli orari per visitarla sono i seguenti: 28, 29 giugno, 1, 4 e 5 luglio dalle ore 15 alle 20 30 giugno ore 11-17; 2 e 3 luglio ore 11-20; 6 luglio ore 15-19 Il 28 giugno, alle ore 17,00, racconti dal vivo dell’autrice ed aperitivo. info 3342619009


comprensorio

16

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

CIVITA CASTELLANA - Da quasi un mese sono stati ‘dimenticati’ tra le piante dei fusti contenenti forse olio esausto

Lo scempio è di casa al bosco I° Maggio di SIMONA TENENTINI

U

n obbrobrio pagato 426.000 euro. A tanto ammonta la somma sborsata, in due tranche, dall’amministrazione comunale di Civita Castellana per ‘sistemare’l’area del Bosco I° Maggio a ridosso di via Enrico Minio. Il primo stanziamento risale allo scorso anno quando il Comune accese un mutuo alla Cassa di Depositi e Prestiti dell’importo di 226.000 per un primo intervento. La seconda parte della somma, pari a 200.000 euro è stata invece inserita nel bilancio previsionale di quest’anno, direttamente da fondi di bilancio. Una cifra di tutto rispetto, insomma, per un intervento che appare, a dir poco, discutibile. L’unico polmone verde della città, infatti, è stato riempito con colate di cemento che ne deturpano le caratteristiche e la fruibilità. Uno scempio inaccettabile, soprattutto da chi si autodefinisce ambientalista come la giunta attuale e che quindi, proprio per questo,

dovrebbe esecrare pubblicamente la cementificazione esasperata. Negli ultimi giorni, allo sfregio messo in atto dall’amministrazione se ne è aggiunto un altro: quello posto in essere dagli organizzatori della festa del gruppo storico Catarì, che si è tenuta lo scorso 2 giugno proprio nel bosco I° Maggio. Un evento in grande stile, con stand gastronomici, animazione per bambini, gonfiabili, insomma tutto il necessario per un sano divertimento. Peccato però, che al termine della manifestazione, nessuno si sia preoccupato di ripulire: ad oggi, tra le piante, fanno ancora bella mostra di sè alcuni bidoni presumibilmente colmi di olio esausto, un rifiuto altamente tossico e nocivo per l’ambiente. A distanza di quasi un mese, nessuno si è preoccupato di togliere i fusti e smaltire l’olio nella maniera adeguata. Una circostanza scandalosa e inaccettabile, anche perchè non è la prima volta che si verifica.

VASANELLO - “L’assessore Porri si dimetta”

Accesa bagarre in consiglio comunale B

agarre al consiglio comunale a Vasanello. Due i punti che hanno acceso le scintille tra opposizione e maggioranza: il bilancio consuntivo e la tanto discussa visita dell’assessore regionale Angela Birindelli lo scorso 6 giugno. In particolare, per ciò che attiene il bilancio, un elemento che ha destato notevoli critiche è stata la cifra relativa agli introiti derivanti dalle multe. Il dato impressionante corrisponde a 296.000 euro. “Un elemento che deve far ri�ettere - tuona la minoranza - anche perchè, se tale gettito dovesse, per un motivo o per un altro, venire a mancare, quali sarebbero le inevitabili conseguenze a livello di amministrazione? Il governo di un paese non si può reggere, in maniera quasi esclusiva, su un’entrata simile, eticamente poco sopportabile.” “Bisogna necessariamente studiare una forma diversa per alimentare il gettito nelle casse comunali e noi ci siamo detti disponibili a collaborare per trovare una soluzione con-

Già l’anno scorso, infatti, sorsero numerose polemiche per i rifiuti abbandonati nel bosco dopo la Festa dell’Unità. Evidentemente, all’epoca, la valanga di critiche che investì l’amministrazione comunale non è servita, visto che, a distanza di dodici mesi la storia si ripete. Un dubbio, a questo punto, sorge spontaneo, forse il sindaco Angelelli ne ha combinata un’altra delle sue?

divisa.” L’altro punto che ha scatenato gli animi, tanto da provocare l’uscita anticipata dei due consiglieri Salvatori e Fazioli, sono state le risposte sibilline relativamente alla ‘questione Birindelli.’ “L’assessore Porri ha giusti�cato la circostanza con motivazioni assurde e assolutamente prive di fondamento - continua la minoranza - non si può de�nire la visita istituzionale di un rappresentante della Regione un puro incontro informale, perchè tale non è, anche in considerazione del fatto che non si capisce bene quali siano stati i criteri adottati per invitare le persone interessate.” “La pochezza delle argomentazioni addotte e, soprattutto l’atteggiamento assunto dall’assessore ci hanno de�nitivamente convinto di una cosa - concludono - l’assessore Gianfranco Porri è assolutamentre inadeguato a rivestire il ruolo che gli è stato af�dato e farebbe bene a pensare seriamente di dimettersi. (Sim.Ten.)

GALLESE - Alla riscoperta delle tradizioni

Al via la Festa della Trebbiatura U SORIANO NEL CIMINO - Circa duemila persone anche dalla gastronomia medievale

Boom di presenze per la rievocazione storica U

nanimi consensi, a Soriano, per la festa medievale che si è appena conclusa. Una tre giorni all’insegna delle rievocazioni storiche, di balli, canti e rappresentazioni che ha conquistato i numerosi visitatori accorsi appositamente per l’occasione. L’evento, organizzato dal Gruppo Storico Spadaccini con la collaborazione di numerosi volontari ha saputo ripagare dunque tutti gli sforzi organizzativi necessari per la sua realizzazione. Percorrendo le piccole vie interne del Castello Orsini i visitatori hanno potuto apprezzare il mercatino dell’artigianato e le botteghe di antichi mestieri mentre nelle sale interne l’esposizione

di armi e di antichi strumenti di tortura, i giochi popolari per grandi e bambini e le dimostrazioni di tiro con

l’arco. Ottimo il bilancio al termine della manifestazione: oltre duemila persone hanno

avuto modo di gustare i piatti della tradizione locale e restare affascinati dai numerosi spettacoli in programma: i Falconieri dell’Aquila, il rettilario di Mirko dei Serpenti, i duelli nel campo d’arme de “I Figli di Asgard”, i Danzatori di Cerveteri e gli sbandieratori di Amelia, Vignanello e Giove. Da sottolineare l’entusiasmo suscitato dal concerto della band “Taberna Vinaria” che ha rievocato le atmosfere musicali del mondo antico. Appuntamento quindi al prossimo anno: nel Castello ricco di storia, gli stendardi, i suoni di tamburi e gli spettacoli non mancheranno di riproporre nuove ed affascinanti iniziative. (Sim.Ten.)

n evento alla riscoperta delle antiche atmosfera di una volta. Dopo il grande successo della prima edizione, torna, anche quest’anno, la Festa della Trebbiatura. L’evento, organizzato dal Comitato Festeggiamenti San Famiano, classi 1960 – 1985, si terrà a Gallese il 1-2 e 3 luglio. Nei tre giorni si rappresenterà, mediante l’utilizzo di una Mietitrebbia del 1940, la lavorazione del grano mietuto dai cittadini gallesini durante la Festa della Mietitura. Seguirà poi, proprio come si faceva un tempo, l’imballaggio della paglia.

Ricco anche il programma culinario. Durante tutte e tre le sere, infatti, ci saranno stand gastronomici con prodotti tipici per rievocare a pieno l’antico lavoro della mietitura e della trebbiatura, nel suggestivo scenario di Piazza Don Lorenzo Milani, sotto le mura del paese. Le serate saranno accompagnate da gruppi musicali dal vivo e proiezioni video della Festa della Mietitura. Info e prenotazioni: Anna 320.0382043, Patrizia 333.6981415. Facebook: ´Comitatosanfamiano Gallese´. (Sim.Ten.)


& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

17

Il regista americano alla direzione di una doppia serata che anticipa il Festival

‘Quartieri dell’Arte’, arriva David Warren

di FORTUNATO LICANDRO

I

l Festival “Quartieri dell’Arte” anticipa alcune battute del programma della quindicesima edizione con una doppia serata dedicata ad alcuni atti unici di importanti drammaturghi internazionali. A dirigere questa spettacolare preview, che avrà luogo nello spazio “QdA Progettarte 3D” in via Scacciaricci 9 a Viterbo, uno dei più importanti registi del teatro americano e di alcune serie tv come “Desperate Housewives/ Casalinghe Disperate”, “Gossip Girl” e “Ugly Betty”: David Warren. Gli autori coinvolti nel progetto sono: Young Jean Lee, autrice coreano-americana eletta come una delle 25 personalità che daranno forma al teatro americano dei prossimi 25 anni dall’American Theatre Magazine, con il suo monologo “Yaggoo”. Raimondo Cortese, uno dei più apprezzati drammaturghi australiani, che

contribuisce al progetto con “Inconsolabile”, la storia di “un uomo seduto in un caffè che viene avvicinato da una donna che può offrirgli tutto quello che ha sempre cercato”. Geoffrey Nauffts, autore americano della commedia “Next Fall”, grande successo dello scorso anno a Broadway, e della serie tv “Brothers and Sisters”, che porterà il suo “Primi passi”. Nis-Momme Stockmann, giovane autore tedesco vincitore nel 2009 del premio principale allo Stückemarkt dei prestigiosi Theatertreffen di Berlino, presenterà la satira “Sala d’attesa”, primo debutto italiano di un’opera del giovane drammaturgo. Tre invece i testi che verranno rappresentati in prima mondiale: “Love Affair” di Fausto Paravidino, drammaturgo, regista e attore italiano; “Il lago dei cigni” di Rosella Postorino, autrice della piece “Tu (non) sei il tuo lavoro” rappresentato lo scorso anno al Napoli Teatro Festival

Italia; “Ispezione” dell’ivoriano Koffi Kwahulè, testo scritto appositamente per Warren grazie alla collaborazione tra QdA e il Theatre Varia di Bruxelles. I testi saranno proposti in due diverse combinazioni (la prima con testi di Nauffts, Paravidino, Cortese, Stockmann e Labute il 30 giugno alle 20,00 e il 1° luglio alle 19,00; la seconda con testi di Nauffts, Paravidino, Postorino, Kwahulè, Lee e Labute il 30 giugno alle 22,30 e il 1° luglio alle 21,30). L’evento è una coproduzione tra “Quartieri dell’Arte”, CSC, Theatre Varia di Bruxelles ed è realizzato in collaborazione con il festival di letteratura “Caffeina”. A sottolineare l’importanza della serata sarà presente per seguire l’allestimento firmato “QdA” del suo “Un secondo di piacere” il famoso drammaturgo e regista hollywoodiano ( “Amici e vicini” con Aaron Eckhart e Ben Stiller, “Possession” con Geyneth Paltrow e “Il prescelto”

con Nicholas Cage) Neil Labute che per la prima volta arriva ad assistere all’allestimento di una sua opera in italiano.

L’autore americano sarà protagonista il 1° luglio alle ore 14,00 di un altro evento-preview di “Quartieri dell’Arte” quando,

Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, leggerà in anteprima mondiale estratti dal suo nuovo testo teatrale.

Tutti i retroscena de ‘Il Portaborse’ Il regista Daniele Lucchetti incontra il pubblico ad Orvieto

di ELISABETTA SORIANO

C

ontinuano ad Orvieto gli appuntamenti del programma estivo del “Tuscia Film Fest 2011”. Dopo le cinque serate di proiezioni ed incontri che si sono tenuti a Viterbo presso il cortile della Rocca Albornoz, ora sarà la cittadina umbra che accoglierà il Festival, nello splendido scenario di Piazza Duomo. In programma per stasera il primo degli altri cinque incontri, che si terrà alle 18,30 e sarà caratterizzato dalla presentazione del libro “Il portaborse vent’anni dopo”, edito da Rubbettino, in collaborazione con il Tuscia Film Fest, realizzato in occasione dell’anniversario ventennale del �lm di Daniele Lucchetti. Il regista sarà il protagonista dell’incontro di oggi che, insieme agli sceneggiatori Franco Bernini e Angelo Pasquini (autori del soggetto originale del �lm) e Italo Moscati (curatore del volume), racconterà storie, esperienze e retroscena della pellicola, ancora oggi di grande attualità.

SE SEI UN CANTANTE O HAI UN GRUPPO MUSICALE E VUOI FARTI CONOSCERE CONTATTA opinionelive@gmail.com redazione@opinioneviterbo.it

������������������������������������� SERATA INAUGURALE DI

����������������������������� ����������������������������������������������� ����������������������������������������

������������������������������������� ������������������������������������������������ ������������������������������������ Daniele Lucchetti è nato a Roma il 25 luglio 1960. E’ regista, sceneggiatore e attore italiano, �glio di uno scrittore e nipote di un noto pittore. Ha cominciato la sua carriera professionale nel cinema come assistente alla regia in molte produzioni minori, straniere o per la televisione; ha frequentato nella metà degli anni ottanta la Scuola di cinema Gaumont, creata da

PER LE VOSTRE COMUNICAZIONI CONTATTATE opinione.cv@gmail.com redazione@opinioneviterbo.it

Renzo Rossellini jr, durante la quale ha girato il cortometraggio “Nei dintorni di mezzanotte”, contenuto nel �lm “Juke Box” (insieme dei corti girati dagli allievi del corso). Durante la scuola di regia ha conosciuto Nanni Moretti, con il quale intraprenderà un sodalizio di affetto e collaborazione. “Il portaborse” del 1991, con protagonisti Nanni Moretti e Silvio Orlando, gli ha fatto vincere il David per la migliore sceneggiatura, miglior produttore, miglior interprete e miglior attrice non protagonista. Durante l’incontro sarà presentato il libro “Il portaborse vent’anni dopo”, un racconto della storia del nostro Paese, un guardarsi allo specchio per chiedersi, ancora una volta, se tutto è cambiato perché nulla cambiasse.

La conduzione dell’evento è af• data all’attrice Margherita Vestri Responsabile organizzazione e comunicazione Compagnia Tetraedro Viterbo

�������� AVV. ELENA GALLO per la difesa AVV. SEVERO BRUNO per l’accusa

������ PROF. ALFIO CORTONESI (Presidente) Preside Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali Università della Tuscia PROF.SSA IVANA AIT Docente di Storia medievale Università La Sapienza di Roma

DOTT.SSA VALENTINA BERNESCHI Storica PROF.SSA DANIELA EUTIZI Docente di lettere Scuola Media L. Fantappiè PROF. SSA PAOLA MASCIOLI Docente di lettere Liceo Scienti• co P. Ruf• ni PROF. LUCIANO OSBAT Docente di Archivistica generale Università della Tuscia Dott.ssa Mara Brugnoli Presidenza APTT Viterbo Sig. Colombo Bastianelli Consulente storico Confraternita San Martino al Cimino

Anche il pubblico presente avrà un ruolo da protagonista. Al termine della serata sarà chiamato a esprimere il verdetto.

Enti organizzatori:

������������� ������������������� ������������������� ���������������������

Realizzazione dell’evento resa possibile grazie al contributo della:


cultura e spettacoli

18

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

Si è conclusa domenica al Teatro Comunale Traiano la due giorni dedicata ai saggi di fine anno

Un vero successo per l’A.S.D. Palcoscenico di ROBERTA FRASCARELLI

Foto Giulia Mazzoldi

S

i è trattato di uno spettacolo a dir poco grandioso ed emozionante, per il pubblico numeroso, che ha assistito con entusiasmo, applaudendo, tutti i balletti proposti. Sabato e domenica scorsi la scuola A.S.D. Palcoscenico della coreografa Cristina Belletti e del regista Stefano Borghetti ha proposto il saggio di �ne anno nella splendida cornice del Teatro Comunale Traiano, tra i presenti anche il Direttore Artistico del Traiano Pino Quartullo e l’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Gino Vinaccia. Il primo atto è stato dedicato alle coreogra�e nei vari stili degli insegnanti: Cristina Belletti per classico, modern jazz e contemporaneo; Alberto Galli per hip hop; Simona Galizia per ginnastica ritmica; Dario Sangermano per freestyle e Beatrice Alessi per videodance. Il secondo atto ha invece visto protagonista il musical La sirenetta, il classico Disney, per la

regia di Stefano Borghetti, le coreogra�e di Cristina Belletti, vocal coah Adriano Scappini, le scenogra�e di Mario Sorbo, le immagini di Emiliano Bui. Importantissimo il lavoro di staff e si è visto dalla perfezione raggiunta in ogni esibizione, nell’eccellenza delle scene, quindi un plauso anche

ai collaboratori: aiuto regista Patrizia Cappelli, assistente alle coreogra�e baby dance Elisa Barlaam, assistente alle coreogra�e 2°, 3°, 4°, 5° corso Giada Tusculano. L’A.S.D. Palcoscenico ricorda che le iscrizioni per l’anno 2011/12 si apriranno il 5 settembre presso la sede di via Adua 16. Insegnanti: Cristina Belletti e Stefano Borghetti IL BALLETTO Baby dance: Lucrezia Belletti, Martina Burchi, Greta Ciocci, Angelica Figliolino, Michelle Giordani, So�a Nardangeli, Ilaria Renzi Anastasia Sauro, Vanessa Vitale 2° corso: Diletta Bello, Antonietta Calabrese, Federica Cabiddu, Alessia Ghironi 3° corso: Sara Alaimo, Manuela Braghetta, Chiara Centolani, Melania Di Luca, Melissa Di Luca, Sara Dona-

dio, Marta Gargiullo, Lucrezia Iori, Martina Nocerino, Alessandro Or�ni, Martina Piermarini, Daniele Sorbo, So�a Sorbo 4°corso: Pamela Capuro, Silvia Cardaccio, Benedetta Di Maro, Giorgia Grassi, Veronica Ligori, Nico Lipparelli, Chiara Matteo, Alessio Mazzau, Cristina Montani, Marica Romano, Miriana Romano 5° corso: Elisa Barlaam, Alessia De Paolis, Alessandra Di Maro, Camilla Ferracci, Martina Izzo, Marco Nocerino, Eleonora Rizzuto 8° corso: Federica Alaimo, Beatrice Alessi, Morena Altieri, Marica Dell’Orso, Elena Di Vetta, Sara Galizia, Veronica Grassi, Giulia Pazzaglia, Giovanna Perna, Eleonora Rizzuto, Martina Saraudi, Francesca Sini, Giada Tusculano Ginnastica ritmica: Eleonora Antonini, Manuela Braghetta, Melania Di Luca, Melissa Di Luca, Marta Gargiullo, Lucrezia Iori, Chiara Matteo, So�a Sorbo Freestyle 1° corso: Greta Ciocci, Melania Di Luca, Melissa Di Luca, Lucrezia Iori, Simone Nardangeli, Alessandro Or�ni, Daniele Sorbo, So�a Sorbo Freestyle 2° corso: Alessio Mazzau, Michel Olivetti Hip Hop 1° corso: Eleonora Antonini, Giordano Appetecchi, Giulia Barlaam, Emanuela Braghetta, Greta Ciocci, Giorgia Cocuzza, Alessandro Cotrozzi, Melania Di Luca, Melissa Di Luca, Sara Donadio, Marta Gargiullo, Giulia Gari, Lucrezia Iori, Asia Mazzau, Simone Nardangeli, Martina

L’isola Tiberina location della serata condotta da Floriana Secondi e Angelo Martini

Tanti ospiti al ‘Premio Amici di Alberto Sordi’

S

empre presenti agli “appuntamenti in”, della Roma che affascina, siamo stati presenti lunedì ad un evento che è giunto alla 9^ edizione, il “Premio Amici di Alberto Sordi”. Una serata in seno alla mostra “I sogni son Desideri”sul Lungotevere Dè Cenci, dedicata quest’anno all’attrice Anna Longhi, scomparsa lo scorso 13 maggio.

La serata è stata presentata da Floriana Secondi vincitrice della terza edizione del Grande Fratello e da Angelo Martini conduttore di Numeri Uno su Rai Due. Si sono esibite stelle della canzone romana, soprani di fama internazionale e hanno sfilato i capi della innovativa stilista ungherese Renè Komjati del marchio Renè & Martini ed

i costumi da bagno Gota Blanca proposti da “Amour Secret” di Mila Ric. Tra gli ospiti della serata “Premio Amici di Alberto Sordi”, che ha visto il conferimento di numerose coppe al merito, i prestigiosi attori premiati nelle precedenti edizioni, tra cui Alvaro Vitali, Enrico Montesano, Giorgio Gobbi, la famiglia di Anna Longhi recentemente scomparsa. Tra gli invitati anche teste coronate tra cui il principe Guglielmo Giovannelli Marconi, la principessa Connye Caracciolo, il marchese Giulio de Nicolais d’Afflitto, la contessa Marcella Ciacci. Al termine gran buffet con spumante e storica torta con foto di Alberto Sordi e Anna Longhi. Seconda edizione, invece, per la manifestazione «I Sogni Son Desideri» lungo le rive del Tevere, esattamente da Ponte Garibaldi a Ponte Sisto, che coinvolge un numero sempre più consistente di partecipanti, a titolo gratuito, con serate dedicate a musical, cabaret, rappresentazioni

teatrali, concerti, meeting, talk-show ed alcuni eventi mai proposti finora (alcuni dei quali risalgono addirittura al Medioevo), segnaliamo il 30 giugno la pluripremiata commedia in vernacolo romano “Una certa storia romana”. L’idea di istituire l’ambito “Premio amici di Alberto Sordi” è di Giuliano Fioravanti, un premio da assegnare ai personaggi e agli artisti che, per anni, hanno lavorato con l’Albertone nazionale. Alla scomparsa Anna Longhi, la “Buzzicona” scelta dal grande attore scomparso, è stato consegnato per ben due volte questo prestigioso riconoscimento nelle edizioni 2005 e 2006. Ciò l’ha ripagata, almeno in parte, di quasi una vita trascorsa con dedizione assoluta, al fianco del più grande attore italiano di tutti i tèmpi, che l’adorava per la sua semplicità, la sua modestia, la sua spontaneità, ma anche per la sua arte genuina, “casereccia e ruspante”. (Rob Fra)

Nocerino, Alessandro Or�ni, Eva Pascale, Daniele Sorbo, So�a Sorbo, Anastasia Spigarelli, Massimiliano Spigarelli

Hip Hop 2° corso: Stefano Galli, Maila Giustiniani, Nico Lipparelli, Andrea Manuelli, Alessia Marino, Alessio Mazzau


SPORT

� � �

19

TENNIS - La giocatrice del Tc Viterbo affonta l’austriaca Meusburger

Floris in corsa nell’Itf di Cuneo F

ra i challenger Itf di questa settimana è il più ricco e vede al via molte ‘deluse’ di Wimbledon, giocatrici che erano in tabellone ma sono state eliminate nei primi turni. A Cuneo si gioca questa settima-

na un torneo da 100mila dollari di montepremi che vede ai nastri di partenza anche Anna Floris. L’atleta del Tc Viterbo affronta al primo turno una rivale molto insidiosa come l’austriaca Meusburger.

Edizione del 29 Giugno 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

TIRO A VOLO

Grazini vince il Gran Premio Fitav

L’atleta viterbese trionfa nella Fossa Olimpica juniores e si prepara per la Coppa del Mondo di GLAUCO ANTONIACCI

G

rande prestazione di Valerio Grazini, impegnato lo scorso �ne settimana a Cellino Attanasio (TE) nel 3° Gran Premio Fitav di Fossa Olimpica. Il ragazzo viterbese, impegnato in questi giorni anche con la Maturità, ha trovato il tempo per partecipare ad una gara valida come quali�cazione al campionato italiano, ottenendo un risultato sicuramente signi�cativo ed il primo posto nella categoria juniores. Ha infatti totalizzato 117 piattelli su 125 nella fase di quali�cazione, risultando il migliore tra gli juniores insieme al romano Fioravanti, poi in �nale ha collezionato un buon 22/25 che gli è valso la vittoria con un piattello di margine sullo stesso Fioravanti e cinque su Carlo Mancarella. La gara non è stata affatto semplice per i tiratori, anche perchè i piattelli erano particolarmente duri e uscivano molto veloci, rendendo dif�coltoso il compito degli atleti. Grazini ha saputo comunque destreggiarsi molto bene, totalizzando un punteggio che lo

PODISMO - Nella gara dedicata a suor Floridea Giordani

avrebbe proiettato addirittura al secondo posto nella gara assoluta, alle spalle solamente di un campione come Viganò, già quali�cato per le Olimpiadi di Londra 2012. Il successo nella gara di Cellino Attanasio, oltre a spalancare ulteriormente a Grazini le porte del Campionato Italiano, da assegnare ad agosto, ha rappresentato anche un buon test in vista degli impegni che attendono il giovane campione viterbese nelle prossime settimane. Grazini è stato convocato infatti per una prova di Coppa del Mondo di Fossa Olimpica che si svolgerà a Maribor, in Slovenia, dal 7 al 17 luglio, in cui dovrà affrontare gli atleti senior ma potrebbe essere ammesso fuori classi�ca. Nel mese di settembre, però, sarà in classi�ca e sparerà per la medaglia d’oro mondiale juniores, da assegnare a Belgrado. Grazini ha da difendere l’oro a squadre ma, soprattutto, vuole riconquistare l’oro individuale, una medaglia che gli è sfuggita l’anno scorso ma che può tornare a brillare nella sua bacheca già ricca di trion�.

Cioccolini e Bellitto non hanno avversari G iuseppe Cioccolini, del team Zona Olimpica, si è aggiudicato con il tempo di 27’07” la sesta edizione della corsa podistica dedicata a suor Floridea Giordani, disputata sabato scorso a Canepina ed organizzata dalla locale sezione Avis con la collaborazione dell’associazione Ecomaratona dei Monti Cimini. Su un lotto di circa 150 atleti al via, Cioccolini ha preceduto, nell’ordine, Enrico Crisostomi, anche lui del team Zona Olimpica, staccato di 15” e Luca De Dominicis (Podistica Eretum) che ha invece accusato 32” di ritardo. Il percorso, 7 km circa con dislivelli notevoli tutto all’interno di Canepina, ha messo a dura prova la resistenza degli atleti ma Cioccolini è stato bravissimo a chiudere in

un tempo di quasi un minuto inferiore a quello del vincitore della passata stagione (27’50”). Tra le donne ancora un’affermazione per Antonella Bellitto (Bolsena Forum) con il tempo di 35’39”, seguita da Silvia Luccheti (Polisportiva 94 Tuscania) con 37’15” e Antonella Zago (Liberi Podisti) che ha chiuso in 37’46”. Il trofeo è dedicato alla memoria di suor Floridea Giordani, che per quarant’anni è stata attiva a Canepina, �no a diventare una delle �gure di riferimento per diverse generazioni di canepinesi. “Ogni anno questa corsa registra sempre un successo crescente - ha dichiarato Gianluca Benedetti, presidente dell’Avis di Canepina - ringrazio tutti coloro che si sono impegnati per la realizzazione”.

MINIBASKET - Terzo posto regionale all’esordio HANDBIKE - Il portacolori della Vitersport ha dominato a Solbiate Olona. Bene anche De Cortes

Bilancio più che soddisfacente per le giovanissime aquesiane

Mauro Cratassa ancora a segno

L

D

a ciliegina sulla torta è stata rappresentata dalle convocazioni di Valentina Fioravanti ed Elena Sabatini nella rappresentativa Under 13 femminile umbra, arrivata settima al Torneo Bulgaroni di Bormio. Questa doppia convocazione ha chiuso in bellezza la stagione del Centro Mini Basket di Acquapendente - Cestistica Azzurra Orvieto che, sotto la guida della responsabile Livia Olimpieri, del Tecnico Paolo Antonaroli e del secondo Francesco Curti, si è piazzato terzo all’esordio assoluto nel Campionato di Categoria. Agguerritissime sin dalla prima fase, le giovani aquesiane hanno conquistato un terzo posto da incorniciare, considerando che erano al debutto: per loro 12 punti in 10 partite frutto di 6 vittorie e 4 scon�tte. La prima soddisfazione lontano dal Palasport amico è arrivata alla seconda giornata grazie al 36-30 al Basket Club Perugia Ad. Nel successivo �ne settimana vendemmiata casalinga (72-21) contro l’Asd Basket Umbertide, al quinto turno il terzo successo ancora casalingo, 67-12 all’Ad Polisportiva Ellera.

Ancora “casa dolce casa” alla settima (51-22 al Basket Club Perugia) e un ottimo �nale di stagione con due belle affermazioni fuori casa. All’ottava giornata 62-22 sul parquet del Asd Basket Umbertide ed alla decima addirittura 103-10 presso il Palasport dell’Ad Polisportiva Ellera. Il momento di grazia è proseguito nella fase intermedia stagionale con 3 vittorie in 5 partite che hanno consentito al team di raggiungere un obiettivo non previsto ad inizio stagione, vale a dire l’accesso alla �nal four. Le tre vittorie sono arrivate in casa (82-16 contro l’Asd Pallacanestro Ellera, 58-24 contro l’Asd Basket Umbertide e 20-0 alla quinta contro il Basket Perugia Ad). Nella fase �nale sono arrivate due scon�tte ma con margini risicati e grande fatica dal parte di squadre certamente più esperte. Il Basket Club Perugia, ad esempio, ha prevalso per solo due miseri punticini (3432) nel match che gli ha consegnato il successo del campionato ed anche il Blu Basket Spoleto ha dovuto soffrire a lungo prima di avere la meglio per 65-50.

opo la splendida doppietta conquistata in Sicilia, quando si è laureato campione italiano sia a cronometro che nella prova individuale, Mauro Cratassa ha allungato ulteriormente la striscia di vittorie trionfando sabato scorso a Solbiate Olona (VA) in occasione della quinta tappa del Giro d’Italia di hanbike, valevole anche come Campionato Italiano Individuale. Ai nastri di partenza si erano schierati novantadue atleti e il portacolori della Vitersport Libertas ha ancora una volta dominato la categoria MH3, percorrendo i 38 chilometri previsti dal percorso in 57’20’’. Malgrado la temperatura elevata, Cratassa ha condotto la gara andando alla ricerca di un ritmo costante durante tutto il percorso, una tattica che gli è valsa il primo posto assoluto. Una nuova dimostrazione di forza per l’atleta originario di Vitorchiano che ha gestito senza problemi gli avversari,

confermando di attraversare un eccellente momento di forma. Le buone notizie in casa Vitersport Libertas non si sono limitate però alla prima posizione conquistata da Cratassa; buona infatti anche la prestazione dell’altro portacolori della società viterbese, Mirko De Cortes, che ha ottenuto il secondo posto nella categoria MH4, piazzamento che gli permette di mantenere la maglia rosa con cinquanta punti di vantaggio sul secondo atleta in classi�ca quando il Giro d’Italia è ormai avviato verso la conclusione. I prossimi appuntamenti saranno infatti a Fossano (Cuneo) il 9 luglio e Pordenone il 17, altre due opportunità per regalare a questi formidabili protagonisti dell’handbike il sogno di continuare ad indossare la maglia rosa, il simbolo per eccellenza per ogni appassionato di ciclismo e soprattutto per ogni atleta.


� �

sport

SPORT

24 20

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

C ALCIO S ERIE D

E CCELLENZA

Slitta la riforma dei campionati Ci sarà tempo fino al 29 luglio per la presentazione della domanda di ripescaggio L’incontro risolutivo tra Gay e Canovi si terrà oggi, forse... di GIANLUCA NATOLI

I

eri mattina si è svolta a Roma una riunione del Consiglio Federale per trattare diversi argomenti �ssati all’ordine del giorno. Fra le discussioni intavolate è stato affrontato anche il tema della riforma dei campionati professionistici alla presenza del presidente di Lega Pro Mario Macalli. Nonostante le buone intenzioni è stato necessario riinviare qualsiasi tipo di decisone e provvedimento al prossimo 29 luglio, quando sarà de�nita uf�cialmente la lista delle squadre aventi tutti i requisiti per partecipare ai campionati di Prima e Seconda Divisione. E’ stato �ssato infatti proprio per quel giorno (ore 19) il termine ultimo per la presentazione delle domande e della documentazione richiesta per gli eventuali ripescaggi nei campionati professionistici della stagione 2011/2012. Così Mario Macalli ha chiesto un mese di tempo prima di de�nire nei dettagli la struttura dei nuovi campionati e avviare la riforma che nel 2014/2015 vedrà soltanto 60 squadre (suddivise in tre giorni da venti) partecipanti alla vecchia serie C. “La riforma dei campionati è rinviata a �ne luglio -ha dichiarato ieri Macalli all’uscita dal consiglio federale- e non potrebbe essere altrimenti. Prima di parlare di ogni possibile riforma bisognerà infatti conoscere il numero dellle squadre che riusciranno ad iscriversi”.

Mario Macalli

Sebastian Gay

Per quanto riguarda la prossima stagione, ad oggi sono ben 91 le squadre aventi diritto all’iscrizione in Lega Pro (alle 90 va infatti aggiunto il Rimini, formazione vincitrice dei playoff contro la Turris). Per arrivare alla riduzione a 76 squadre (36 in Prima Divisione e 40 in Seconda) nella stagione 2011/2012 sarà necessario che almeno 15 società saltino. Al momento sembrerebbe che almeno 25 squadre (forse anche di più) non avranno le carte in regola per la Lega Pro. Dunque dovrebbero essere almeno una decina i posti lasciati liberi alle formazioni di serie D che potranno avanzare la domanda di ripescaggio ed entrare così dalla porta di servizio nei campionati professioniostici. A quel punto

sarà fondamentale e determinante la graduatoria delle richiedenti il passaggio di categoria. Dall’esterno le riforme auspicate appaiono giuste ed apprezzabili, anche se non tutti sembrano essere sulla stessa lunghezza d’onda di Macalli che dichiara: “Noi vorremmo agire per cambiare qualcosa, ma probabilmente c’è qualcuno che non la pensa così. Le aziende vanno ristrutturate al momento giusto, ma non mi sembra che le forze sindacali siano al nostro �anco. La riforma si dovrà fare, ma ieri mattina non abbiamo affatto ricevuto grandi segnali di appoggio”. Intanto la Lega Calcio ha diramato le date della Coppa Italia 2011/12. Il via al primo turno, che coinvolgerà le squadre di

Lega Pro, è previsto domenica 7 agosto mentre la �nale si disputerà il 20 maggio 2012. Alla luce di tutto questo insomma la Viterbese non può che incrociare le dita e sperare che siano tante, il più possibile le squadre a saltare in Lega Pro. Intanto proseguono i lavori allo stadio ‘Rocchi’ in vista di un eventuale ripescaggio in Seconda Divisione. Data importantissima e da segnare ben in vista per la nostra squadra cittadina è quella del 18 luglio, quando il Consiglio federale renderà nota uf�cialmente la lista dei club esclusi dalla Lega Pro. A quel punto inizieranno i sondaggi della federazione per individuare le società idonee al salto di categoria e utili per la stesura de�nitiva dei calendari della prossima stagione. Mercato - Il tanto atteso incontro di ieri fra Sebastian Gay e Simone Canovi è slittato ad oggi pomeriggio. La telenovela continua... questo tira e molla sembra davvero non lasciare presagire nulla di buono. La distanza economica tra le parti è notevole e non sarebbe una sorpresa, purtroppo, se oggi l’incontro dovesse �nire con uno scambio di saluti tra i diretti interessati. Comunque vada la Viterbese e l’intera città resteranno sempre grati all’argentino per tutto quello che ha dato in ogni occasione vestendo i colori gialloblù.

Monterosi pacchetto under ok Di Ludovico esclude il ritorno Ufficializzati cinque ingaggi Focaracci mister dei giovanissimi ‘97

B

ei colpi del Monterosi che ieri sera ha annunciato gli ingaggi per il teamn di Eccellenza di Angeletti (classe 91, ex Foglianese), di Vedica, Delli Figorelli e Proietti (tutti del ‘94, dal Certosa) e di Franchitti, anche lui classe 94 dalla Lodigiani. Intanto Marco Focaracci (ex Fortitudo Nepi e Fabbrica Carbognano) è il nuovo allenatore della squadra Giovanissimi ’97 del Monterosi. Patron Cialli sta facendo davvero le cose in grande quest’anno, visto che ha deciso di investire moltissimo sul proprio vivaio. Qualche giorno fa Marco Frasca ha ottenuto l’incarico di allenare la Juniores Regionale, oltre quello di responsabile del settore giovanile. Giulio Di Biagio si occuperà della preparazione atletica delle squadre. E Belfi guiderà gli Allievi. Tutta gente del posto, spinta dallo stesso intento cioè quello di dimostrare che in provincia esiste gente competente e che sa di calcio: “Sono anni che il presidente Cialli mi chiede di collaborare con lui –ha dichiarato Focaracci- e stavolta non ho saputo proprio dire di no. Vengo da un’esperienza disastrosa come quella di Nepi dove nell’ultima stagione ho avuto modo di vedere cose incredibili. Mi riferisco alla completa disorganizzazione e al caos di quell’ambiente che purtroppo ha portato inevitabilmente alla retrocessione della squadra in Prima Categoria”. Voglia di riscatto e un progetto serio hanno convinto Focaracci ad approdare a Monterosi. Intanto a rafforzare il progetto di rilancio giovanile del presidente è arrivata pochi giorni fa l’autorizza-

Marco Focaracci zione della Figc per l’inizio dei lavori sul campo che trasformeranno il ‘Marcello Martoni’ in un sintetico straordinario e attrezzatissimo. Il futuro impianto infatti riserverà anche una sala stampa ai giornalisti e cronisti per consentire loro di vivere e raccontare ancor più da vicino le emozioni dei protagonisti nel postgara attraverso dichiarazioni ed interviste. Sul fronte calciomercato tramonta definitivamente l’ipotesi di un ritorno di Daniele Di Ludovico, il cui cartellino è di proprietà del Fidene: “Non molto tempo fa ho parlato con la società romana -ha dichiarato il ragazzo- e mi sono state date garanzie importanti. Mi sento di escludere in modo categorico la possibilità di tornare a Monterosi. Qui mister Chirico crede molto in me, già dai tempi della Juniores...”. Gia Nat

NON SOLO MERCATO - Camilli sceglie Ugolotti per il suo Grosseto. S. Ronciglione scatenata

Zinna, tecnico del 2001 Tuscia. Ansia Real Caprarola C

alcio mercato e non solo. Dalla serie B alla Terza Categoria. E si dalla serie cadetta perchè patron Piero Camilli, presidente del Grosseto ha deciso il nome del nuovo allenatore per la prossima serie Bwin del suo Grosseto e si tratta di un’altra scommessa da vincere nel nome di Guido Ugolotti ex giocatore della Roma. AI MICROFONI DI VGS E’ un Guido Ugolotti al settimo cielo quello che si conced ai microfoni di Vgs. Allora mister �nalmente è andata in porto la trattativa con il Grosseto ? “Ne sono felicissimo. Avevo sentito il presidente Camilli la scorsa settimana e nella giornata di ieri abbiamo trovato l’accordo anche perchè la veduta di idee è comune”. Quali sarebbero queste idee? “Una nuova politica societaria, lanciare i giovani garantendo loro un certo minutaggio. In fono questa è la politica che molte altre società stanno attuando visto i problemi economici in generale.” Vi siete pre�ssati un obiettivo? “Lo conoscete meglio di me, il presidente non si �ssa mai obiettivi, anche perchè a volte l’appetito vien mangiando. Non è giusto dire partiamo per la salvezza, vivremo giornata dopo giornata, anche perchè sarà una serie “B” dif�cile. Di partita in partita affronteremo i nosti aversari dando sempre il nostro massi-

mo”. Quindi un lungo colloquio con il presidente.... “Abbiamo parlato molto, ora le nostre idee dovranno essere messe in atto dal nostro ds Gazzoli.” . Che tipo di contratto è stato stipulato? “Abbiamo �rmato un annuale, poi vedremo come procede la stagione”. Il nuovo allenatore biancorosso verrà presentato agli organi di informazione questa mattina alle ore 11.00 presso la sala stampa dello Stadio Carlo Zecchini. (vivigrossetosport) D’AMICO LASCIA LA VIGOR DESTINAZIONE S. LORENZO D’Amico, lascia la Vigor e scende di categoria dove nella prossima stagione giocherà nel campionato di Seconda Categoria con il San Lorenzo Nuovo. Davvero un bel colpo quello della società del presidente Baccelloni che sta allestendo una squadra in grado di essere protagonista nel prossimo campionato. Presto verranno uf�cializzati tutti i nuovi ingaggi. VITERBESE BOYS RIENTRA IL CASO PETRI MACCIO PRESIDENTE Novità per il setotre giovanile della Viterbese. Rientrate le dimissioni di Silvano Petri che ha avuto rassicurazioni sulla sua possibilità operativa per la prossima stagione e che sarà quindi il responsabile del settore giovanile gial-

loblu la cui presidenza è stata invece af�data a Maccio, già presidente del Calcio Tuscia. 2001 TUSCIA C’E’ MISTER ZINNA Lavora a fari spenti il 2001 Tuscia per il prossimo campionato di Seconda Categoria. Intanto il valido club calcistico di Villa San San Giovanni in Tuscia ha deciso di af�dare l’incarico di tecnico della prima squadra a Fabrizio Zinna. Il 2001 Tuscia che è una Polisportiva che tanto bene ha fatto negli ultimi anni, nonostante in�nite dif�coltà riproporrà il discorso legato agli juniores per il calcio e alla sezione ginnastica artistica. FUOCHI D’ARTIFICIO SPORTING RONCIGLIONE Forte del pressochè scontato ripescaggio in Seconda Categoria cose grosse allo Sporting Ronciglione dove si punta su gente del calibro di Sergio Oliva e di Daniele Nobili se il centrocampista deciderà ancora di giocare per almeno un altro anno in una categoria bassa dove poter conciliare i suoi impegni professionali con lo sport. ANSIA INVECE PER IL REAL CAPRAROLA Dettata dal fatto che dopo aver vinto la Coppa Provincia di Viterbo il club del

Fabrizio Zinna

Silvano Petri

presidente Mascagna come riportato nel comunicato uf�ciale della scorsa settimana è di fatto considerato out dalla graduatoria con questa motivazione: “per aver superato i 30 punti di penalità nel Premio Disciplina relativo alle semi�nali e �nali della Coppa Provincia di Viterbo”. Il club cimino presenterà domanda di iscrizione alla Seconda Categoria e intanto ha intrecciato dei buoni uf�ci con il Cr Lazio nella speranza di avere un po’ di clemenza. Di certo sarebbe un peccato! Ricordiamo che la conseguenza di quanto sopra scritto sta nei due anni di squali�ca rimediati dal giocatore Stelliferi per quanto avvenuto nella �nalissima della Coppa Provincia.

PITIGLIANO AVANTI ADAGIO Comincia a muoversi seppur lentamente il mercato dell’Aurora Pitigliano. La società gialloblù avrebbe trovato l’accordo anche per la prossima stagione per l’attaccante Marco Servidei, che diventerà così uno degli elementi cardini della formazione allenata da mister Bicocchi. Per rafforzare la rosa potrebbe anche arrivare il giocatore e bandiera dell’Orbetello, Lorenzo Ferrigato. Dif�cile che l’affare possa andare in porto, anche se c’è chi giura che il matrimonio possa farsi.La partenza dalla laguna del centrocampista biancoceleste, sarebbe una grave perdita per la squadra di mister Carotti, che ha già visto andare via i gemelli Negrini, Amoroso e Giallini, mentre anche Culmone è corteggiato da molte società. (vivigrossetosport) agv

AD ARLENA VOGLIA DI TERZA Potrebbe tornare il calcio ad Arlena di Castro con una formazione partecipante al campionato di Terza Categoria. A spingere in questa ottica è anche la nuova amministrazione comunale che vuole un team calcistico cittadino.


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

C/5 ‘V IRGILI ’

C/8

Le Furie centrano la finale giovanissimi Successo per 7-2 sugli Irriducibili. Oggi sfida Pizza Fantasy-Ac Tua Nel torneo Ragazzi ok Corest e Hakuna Matata. Nel pomeriggio le semifinali

T

empo di semifinale al torneo giovanile di calcio “Mariangela Virgili” al Chianello di Ronciglione in cui sono impegnati i team delle categorie Giovanissimi e Ragazzi. Così nei confronti disputati lunedì pomeriggio. GIOVANISSIMI Questo il resoconto della prima semifinale. Le Furie-Gli Irriducibili 7-2 - E’ andata la prima semifinale della categoria giovanissimi tra Le Furie e Gli Irriducibili, vinta da questi ultimi per 7 a 2. L’iniziale vantaggio di Parker aveva illuso i suoi compagni, destabilizzati poi dalla coppia Boldorini, Piferi che senza dare punti di riferimento ha mandado in tilt la retroguardia avversaria, con la preziosa collaborazione di Vettori, Carboni, Tosi e Gasbarro e un attento Chiricozzi tra i pali. Piferi ha messo a segno una doppietta e regalato pezzi di repertorio e assist per il poker di Boldorini che si porta in testa alla classifica marcatori. Per le Furie è arrivato il primo gol di Del Nero. Rimane per i perdenti la soddisfazione del 3° posto nel girone nella prima partecipazione a questa competizione e un podio ancora alla portata. Oggi - Alle 17 si gioca la seconda semifinale tra Pizza Fantasy e Ac Tua

21

Gli Irriducibili bella giocata di Grandicelli, Monni e Lanciano, oltre alla giornata no del portiere avversario hanno però spezzato le gambe ad una squadra che comunque psicologicamente era partita per rincorrere. L’addio del portiere a fine primo tempo per problemi fisici è l’emblema di quello che poi è stato il risultato finale. Onore dunque agli sconfitti. Non ci resta che attendere ora la semifinale tra i campioni in carica e Autoscuola Europa, lo scorso anno 2° classificata. Praticamente la finale dello scorso anno, conclusasi ai rigori, sarà giocata quest’anno con una giornata di

anticipo per decidere chi approderà in finale per contendersi il titolo di campione. I 2 Cigni-Hakuna Matata 2-3 - Quella tra I 2 Cigni e Hakuna Matata è stata senza ombra di dubbio la partita più bella del torneo fino a questo momento. La partita è iniziata con entrambe le squadre determinate a far bene ma attente a non scoprirsi da subito consapevoli che un gol di svantaggio sarebbe stato detreminante visto il livello di gioco. L’equilibrio, sotto tutti i punti di vista, in una partita giocata molto

RAGAZZI Così nei due quarti di finale. Corest-Fc Sutri 10-1 - I campioni in carica di Corest passeggiano per 10 a 1 nel quarto di finale contro la FC Sutri, ma il risultato finale non rende giustizia ad una partita che preannunciava scenari diversi dal punto di vista del gioco. I sutrini, con un attento e grintoso inizio di gara sono riusciti a mettere in difficoltà in più di un’ occasione gli avversari, comunque sempre ben organizzati. In alcuni momenti Corest ha sofferto la pressione imposta da una squadra attenta e martellante. L’esperienza di Andreoli sotto porta e qualche

F.C. Sutri

duramente ma sempre in maniera corretta dai protagonisti è stato rotto da un rimpallo a centrocampo, con la palla che è rimasta sul �lo della linea di out ed ha consentito a Bui di presentarsi a tu per tu con Basile, impotente al destro del suo avversario. I 2 Cigni subiscono il colpo e dopo qualche minuto arriva il 2 a 0: una punizione di Calabresi trova impreparato, stranamente, il portiere Basile che non controlla la potente conclusione. Quando il risultato sembra andare verso una direzione però sale in cattedra Altissimi che coadiuvato dall’ottimo lavoro di Boni, Moretti e Rossi realizza una doppietta per la gioia del pubblico casalingo riportando il risultato in parità. Nella ripresa entrambe le formazioni in più occasioni, hanno s�orato il gol che sarebbe certamente stato quello della vittoria. I braccianesi, anche se con meno conclusioni, sono riusciti a preoccupare gli avversari e in una occasione in particolare sono stati sfortunati, colpendo con un tiro entrambi i pali interni, con la palla che alla �ne è carambolata fuori dall’area di rigore. Dall’altra parte i rimpianti non sono di meno: una bella punizione di altissimi è stata tolta da sotto la traversa da Pozzuoli, davvero bravo. Sangiorgi ha impegnato con un diagonale da sinistra lo stesso portiere che però con la punta delle dita è riuscito a bloccare il pallone. Moretti ha avuto diverse palle gol e un diagonale di Oliva è uscito letteralmente ad un centimetro dal palo,a portiere ormai battuto. IL gol a 3 minuti dalla �ne del solito Elmounaour ha deciso l’incontro che ci si aspettava potesse concludere ormai con i tiri di rigore. Complimenti ad entrambe le formazioni dunque, ma a volare in semi�nale è Hakuna Matata che ritroverà L’automobile , una vecchia conoscenza che li attende a braccia aperte. Semifinali -Oggi alle 17,45 sfida tra L’Automobile e Hakuna Matata e alle 18,45 la seconda semifinale tra Autoscuola Europa e Corest

A

F ABRICA

Panificio Centro Storico finalista al ‘Carlo Torre’ In semifinale ha battuto per 3-1 la Pasticceria Marco Cafè

Panificio Centro Storico Il Pani�cio Centro Storico è la prima �nalista del Torneo di calciotto in corso di svolgimento a Fabrica di Roma. Nella serata di lunedi ha scon�tto per 3-1 la Pasticceria Marco Cafè, al termine di una partita bella e vibrante, che ha divertito molto il folto pubblico accorso sulle tribune de “La Cesa”. PASTICCERIA MARCO CAFE’ 1 PANIFICIO CENTRO STORICO 3 Pasticceria Marco Cafè: Boccia, Speranza, Mizzelli, De Angelis, Scarpetta, Piermaria, Sciarrini, Paludi, Miscia, Rossetti, Peciaroli, Darida. All. Gabrielli Panificio Centro Storico: Casadidio, Rizzo, Paesani, Braccini, Forestiero, Carvetti, Alessi, Federici, Calistri, Censi, Clarioni, Digiammartino. All: Fabio Paesani Reti: 9° st Carvetti (Cs), 12° Clarioni (Cs), 16° Speranza (Mc), 21° Forestiero (Cs). La squadra di Gabrielli è stata molto sfortunata. Nel primo tempo avrebbe meritato sicuramente il vantaggio, ma due ottime parate di Casadidio e qualche imprecisione di Peciaroli e compagni, hanno permesso alla squadra di Paesani di rimanere in partita. Nella ripresa è cambiato il vento. Sempre all’attacco la Pasticceria MC, ma stavolta il contropiede

dei “bianchi” è stato devastante con le scorribande di Forestiero e Carvetti, forse alla formazione di Sciarrini è venuta meno la fase difensiva, l’assenza di Davide Narduzzi è stata penalizzante ed in alcuni momenti un solo uomo a difendere la porta di Boccia, ha permesso al Pani�cio CS di operare con la sua arma migliore: il contropiede. A sbloccare il gol nella ripresa è stato Carvetti, bravo a battere sottomisura Boccia, ma bravo anche a farsi trovare solo soletto in piena area di rigore. Il raddoppio pochi minuti dopo è stato un capolavoro di Clarioni. Stop in corsa e gran tiro al volo che lasciava esterrefatto l’ottimo Boccia. Speranza al 16° riportava in partita la Pasticceria MC con un bel tiro da lunga distanza. Cinque minuti dopo Forestiero, lasciato ancora incredibilmente solo, riportava in avanti il Pani�cio CS per un 3-1 �nale che suona come una beffa per la Pasticceria MC che ha visto anche due legni respingere le conclusioni di Peciaroli e Paludi ed altrettante palle-gol fallite da Sciarrini e compagni. Ieri sera - Si è giocata l’altra semi�nale tra La Spaccata e Tabaccheria Evangelisti. Il resoconto nell’edizione di domani. E.T.

C/5 CIGNARALE - I match della nona giornata per la fase di qualificazione

Bc One e Agenzia C.S.M a mil e. Cinquina per bomber Basili P

roseguono le s�de del torneo di calcio a cinque di Fabrica di Roma del Memorial “Alessandro Cignarale” nell’impianto Al. Pi. Sporting Club di Fabrica di Roma e sotto l’ottima direzione arbitrale del signor Moretti di Ronciglione. Ecco quanto avvenuto nei match della nona giornata della fase di quali�cazione.

Qui sopra B.C. One, a destra Agenzia C.S.M.

BC ONE 14 THE SENIOR 3 Bc One: Frate Davide , Caparrelli Stefano , Federici Sascha , Scacchi Giuliano , D’Angeli fabio , Petri Giancarlo , Testa Fabio , Attori Simone , Carvetti Federico , Cascioli Andrea.

The Senior: Barbato Antonio , Ripani Giorgio , Baldassare Fabio , Pieri Giuliano , Picca Alessandro , Campana Alberto , Pacelli Stefano , Mechilli Emiliano Primi 3 punti per i ragazzi della B c One che vincono per ben 14-3 contro il fanalino di coda del girone. Per la B.C. One bella partita per Caparrelli che segna ben 4 reti,gli altri gol arrivano da Testa (3) , Petri (3) , Cascioli (1) e un autogol. Per i The Senior reti di Mechilli (2) e Picca (1). AGENZIA C.S.M. 6 COMPAGNI DI BICCHIERE 3 Agenzia C.S.M: Lettieri Alessio , Vincenzo Lettieri , Bacchiocchi Marco , Pintoni Leonardo , Cioccolini Gianluca , Cioccolini Sandro ,

Pieri Marco , Fioretti Marco , Silveri Marco , Accettone Riccardo , Basili Marco. Compagni di Bicchiere: Ceccarelli Daniele , Alessi Walter , Grandi Angelo , Consoci Ivan , Anetrini Riccardo , Di Pietro Mario , Coletta Luca , Figoli Giovanni , Pizzi Riccardo , Casali Luca. Prima vittoria anche per L’Agenzia C.M.S. che

grazie al 6-3 spera ancora in una possibile qualificazione. Primo tempo equilibrato tra le 2 squadre che vedeva in vantaggio l’agenzia per 3-2. Per L’Agenzia C.M.S. il migliore in campo è senza dubbio Basili che realizza ben 5 reti,l’altra rete ariva da Accettone.Per i Compagni di Bicchiere a segno Consoli (1) , Alessi (1) e Pizzi (1).


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

MEMORIAL AQUILANI

Virtus Pilastro e ‘Filippo’, binomio indissolubile

O

ggi altra carrellata fotografica sullo splendido finale del Memorial “Filippo Aquilani” organizzato con maestria dalla V.Pilastro del presidente Pacchiarotti e vinto dalla Nuova Sorianese negli allievi e dal Pianoscarano nei giovanissimi. NELLE IMMAGINI Sopra il gruppo del Pilastro allievi giunto secondo dopo aver perso ai calci di rigore, a destra i capitani Mastrogregori (allievi Nuova Sorianese) e Giulietti (giovanissimi Pianoscarano) mostrano i trofei vinti dai rispettivi team. Al centro, a sinistra, le splendide “signore” della Virtus Pilastro, bravissime in cucina e al punto ristoro, a destra il vice presidente Gianfranco Grazini premia Danilo Santucci e Matteo Ceccarini, rispettivamente mister e capitano e bomber dei giovanissimi del Montefiascone. Sotto nell’ordine da sx le premiazioni di Vigi, dirigente del Piannoscarano, della Sorianese da parte del professor Geronzi, la consegna dei fiori alla signora Lucia, moglie del compianto Filippo e Corradini della V. Pilastro bomber del torneo allievi premiato dal segretario Francesco Testaguzzi.


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

23

C/5 DONNE

Il team del Real Collevecchio splende al ‘Pelizzari’

In pieno svolgimento a S. Barbara il memorial per Katia. I nove team partecipanti e i risultati delle prime due giornate

S

ui campi della parrocchia di S. Barbara ha avuto inizio il torneo di calcio a 5 femminile 1° memorial intitolato a “Katia Pelizzari”. Mister Massimiliano Di Laura, con la collaborazione della Asd Libertas Ellera nella persona di Pierpaolo Laureti, ha voluto organizzare questo torneo per ricordare la persona di Katia purtroppo precocemente scomparsa e da sempre nel mondo del calcetto viterbese come ha ricordato il padrone di casa Padre Vanni prima del �schio d’inizio della prima partita del torneo. I TEAM PARTECIPANTI IN DUE GIRONI Le nove compagini partecipanti al torneo sono state divise in due gironi, il girone rosso composto da 5 squadre (Sugano, Monte�ascone, Mercedes-Benz Star Auto, Real Collevecchio e Graf�gnano) ed il girone blu composto da 4 squadre (Asd Libertas Ellera, Cus Viterbo, Bolsena e Grotte S. Stefano). GIRONE ROSSO Nel girone rosso la prima giornata è iniziata con i successi del Sugano nei confronti del Montefiascone per 4-2 con 3 reti di Simona Di Silvio e per gli scon�tti 2 reti per Zarate Mercede Liliana, a seguire il Real Collevecchio (formazione della provincia di Rieti) ha avuto ragione del Graffignano di mister Giuliani per 7-1 con ben 3 reti di Laura Riganelli. Nella se-

conda giornata dello stesso girone al suo debutto la Mercedes-Benz Star Auto ha avuto ragione del Graf�gnano per 6-0 con doppietta per Federica Loris. Il Real Collevecchio ha avuto ragione di misura del Sugano per 4-3 con doppietta di Stefania Taranta e per gli scon�tti doppietta anche per Erica Caiello. Classi�ca: Real Collevecchio 6; Sugano e Mercedes Benz Star Auto 3; Graf�gnano e Monte�ascone 0. GIRONE BLU Nel girone blu pareggio iniziale nel derby molto equilibrato tra Cus Viterbo e Asd Libertas Ellera (doppietta di Elisabeth Lagrimino) �nito 3-3; il Grotte S. Stefano ha invece avuto la meglio sul Bolsena per 6-2 con goleada di Sara Micci, autrice di ben 5 reti ed attuale capocannoniere con 6 reti all’attivo. Nella seconda giornata il Cus Viterbo ha piegato il Bolsena per 5-1 con doppietta di Simona Maiola; nell’altra s�da la Asd Libertas Ellera ha scon�tto le ragazze di Grotte S. Stefano per 7-2 con tripletta di Nicoletta Pancianeschi. Classi�ca - Cus Viterbo, Asd Libertas Ellera 4; Grotte Santo Stefano 3; Bolsena 0. LE ALTRE SFIDE Lunedì scorso e ieri tutte di nuovo in campo dalle ore 20,00 per la terza giornata del torneo. A seguire si giocherà domani sempre a partire dalle ore 20,00. Gli organizzatori aspettano gli sportivi ed appassionati e appassionate sui campi della parrocchia di S. Barbara per gustarvi l’impegno e la correttezza che queste ragazze mettono ogni sera in campo in onore di Katia. NELLE FOTO Le formazioni partecipanti al 1° Memorial Katia Pelizzari che si stanno divertendo, dando spettacolo sui campi della Parrocchia Santa Barbara.


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

C/8 GINNASI - FRABOTTA

Luciani porta l’Ediltimbrico in semifinale Successo per 1-0 contro i ragazzi del Mizzella. Ieri sera sfida tra Il Peccato e Sgm Legno Di Stefano resiste in vetta tra i bomber. Al Frabotta è finale per i Pulcini 2000 della C. Ronciglione

È

tempo dei quarti di �nale al “Valerio Ginnasi”, torneo di calciotto in pieno svolgimento al Comunale di Ronciglione. E lunedì sera abbiamo avuto il primo verdetto.

CALENDARIO VALERIO GINNASI data

ora

1 - 3

IMMOBILIARE BERTINI - UNO HOLDING

3 - 1

EDILTIMBRICO SBA - GELATERIA IGLOO

4 - 1

MIZZELLA - RIST. IL PECCATO

0 - 6

POL. BASSANO ROMANO - OFFICINA CHIRICOZZI

0 - 1

CICRAM RONCIGLIONE - EDILTIMBRICO SBA

3 - 4

SGM LEGNO - AGRITURISMO RIO VICANO

4 - 1

IMMOBILIARE BERTINI - RIST. IL PECCATO

1 - 4

CICRAM RONCIGLIONE - GELATERIA IGLOO

3 - 4

IMMOBILIARE BERTINI - MIZZELLA

4 - 3

CAFFE’ CUBA LIBRE - EDILTIMBRICO SBA

2 - 4

UNO HOLDING - RIST. IL PECCATO

2 - 1

POL. BASSANO ROMANO - AGRITURISMO RIO VICANO

2 - 1

OFFICINA CHIRICOZZI - SGM LEGNO

3 - 1

CAFFE’ CUBA LIBRE - GELATERIA IGLOO

3 - 1

UNO HOLDING - MIZZELLA

0 - 4

OFFICINA CHIRICOZZI - AGRITURISMO RIO VICANO

4 - 1

SGM LEGNO - POL. BASSANO ROMANO

0 - 2

Ediltimbrico SBA con un gol realizzato a 3 minuti dalla �ne che ha spezzato le speranze ai “campioni di domani” di Mizzella. Perché di questo si è trattato. Di una partita di giocatori campioni che hanno saputo regalare spettacolo con giocate entusiasmanti. Tra le tante, quelle che hanno riscosso il maggiore successo sono stati due tiri al volo di cui in rovesciata di Laert a cui ha risposto con grande determinazione il giovane portiere De Dominicis meritando l’applauso di tutto il pubblico presente al comunale. L’esperto Croce, invece, ha scaldato i guanti con due tiri di D’Alessio che hanno strozzato il grido di esultanza nella gola della tifoseria Mizzella. Mentre si stava pensando ai calci di rigore l’equilibrio è stato spezzato a tre minuti dalla �ne da Luciani con un tiro che ha infranto le speranze di quanto pensavano che la favola Mizzella potesse continuare ad es-

CALENDARIO ALDO FRABOTTA data

ora

partita

risultato

VIRTUS CIMINI 2000 - VIGNANELLO 2000

1-0

VIRTUS CIMINI 2002 - C. RONCIGLIONE 2002

1 - 6

VIRTUS CIMINI 2003 - C. RONCIGLIONE 2003

0 - 3

CIVITA CASTELLANA 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

0 - 3

CIVITA CASTELLANA A 2002 - CIVITA CASTELLANA B 2002

3 - 3

CIVITA CASTELLANA A 2003 - CIVITA CASTELLANA B 2003

3 - 3

VIRTUS CIMINI 2000 - CIVITA CASTELLANA 2000

0 - 3

VIRTUS CIMINI 2002- C. CASTELLANA A 2002

5 - 5

CIVITA CASTELLANA A 2003-V. CIMINI 2003

rinviata

VIGNANELLO 2000 - CIVITA CASTELLANA 2000

0 - 4

CIMINA RONCIGLIONE 2002 - C. CASTELLANA B 2002

rinviata

C. RONCIGLIONE 2003-CIVITA CASTELLANA B 2003

2 - 2

VIRTUS CIMINI 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

3- 0

ieri sera

VIRTUS CIMINI 2002 - CIVITA CASTELLANA B 2002

01/07

20,00

VIRTUS CIMINI 2003 - CIVITA CASTELLANA B 2003

04/07

21,00

VIGNANELLO 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

05/07

19,30

CIMINA RONCIGLIONE 2002 - C. CASTELLANA A 2002

06/07

20.30

CIMINA RONCIGLIONE 2003 - C. CASTELLANA B 2003

FINALI 8/07

17,30

Finale Pulcini 2000: RONCIGLIONE -

8/07

18,30

Finale Pulcini 2002

8/07

19,30

Finale Pulcini 2003

sere raccontata in questa edizione del Valerio Ginnasi. La EdiltimBrico Sba di Ronciglione accede in semi�nale con merito in attesa di conoscere la squadra da s�dare. LE ALTRE SFIDE Ricordiamo il programma dei quarti di �nale. Ieri sera - Alle 21,30 si è giocato il match tra Ristorante Pizzeria Il Peccato e Sgm Legno. Ampio resoconto nell’edizione di domani. Venerdì 1° luglio - Si giocherà il quarto di �nale tra Of�cina Chiricozzi e Caffè Cuba Libre Sabato 2 luglio - Ultima semi�nale tra Immobiliare Bertini e Pol. Bassano Romano. I MARCATORI Incredibilmente resiste in vetta Di Stefano della Cicram con il suo team che è stato eliminato dopo la prima fase. Ecco la situazione. 4 reti - Di Stefano (Asd Cicram)

Pianesi (Of�cina Chiricozzi); Federici, Modanese, Mattei (Asd Cicram); Cernetti, Grandicelli, Santini, Pomi, Litta (Sgm Legno); Tommasetti, Iacurti, Vecci (Agrit. Rio Vicano); Ricci (Mizzella); Piferi (Uno Holding); Giardini, Citti (Bassano Romano); D’Alessio (Mizzella). TORNEO FRABOTTA Nel pomeriggio di lunedì i Pulcini 2000 della Cimina Ronciglione hanno conquistato la �nale di categoria della 9^ edizione del Torneo Giovanile dedicato alla memoria di Aldo Frabotta vincendo, con grande determinazione contro la Virtus Cimini con il punteggio di 3-0. Ottimo l’arbitraggio di Marsilo Perinelli nella partita dei ragazzi così come quella della coppia Cilli/Coccia nella gara della sera. Una menzione la meritano “I Ragazzi del Presidente” per l’entusiasmo adoperato ogni sera nell’organizzazione e nella conduzione di uno dei Tornei più longevi della provincia.

risultato

CICRAM RONCIGLIONE - CAFFE’ CUBA LIBRE

EDILTIMRICO IN SEMIFINALE Il primo quarto di �nale della 21^ edizione del Torneo di “calcio ad otto” giocato lunedì al comunale di Ronciglione tra la EdiltimBrico SBA e Mizzella è stato molto bello, appassionante ed equilibratissimo. Ecco lo score del confronto. EDILTIMBRICO 1 MIZZELLA 0 Ediltimbrico: Croce Morgan, Ceglia Paolo, Rossi Fabio, Mandro Laert, Menichini Mattia, Barone Adriano, Luciani Mattia, Farricelli Marco, Musetti Giovanni, Mariani Andrea, Pompei Marco, Travalloni Leandro, Alo Fabrizio, Crispoldi Daniele, Zamperini Alessio Dirigente Accompagnatore: Timossi Alberto. Allenatore: Sera�nelli Giorgio Mizzella: Nunzi Federico, Ricci Emanuele, Cioccolini Fabrizio, Lupu Costantin, D’Alessio Manuel, Ackrach Abderraim, Pascale Fabio, Francola Luca, Sera�ni Luigi, Carnevali Matteo, Mariuta Michele, De Dominicis Emanuele, Dhimitri Koljan, Dhimitri Anxelo, Borgognoni Virgilio. Dirigente Accompagnatore: Di Nisio Adelmo. Allenatore: Nardocci Giorgio Arbitri: Cilli e Coccia Marcatore: per l’Ediltimbrico rete di Luciani Alla �ne hanno vinto i “campioni di oggi” della EdiltimBrico

partita

QUARTI DI FINALE EDILTIMBRICO - MIZZELLA (3ª ripescata) ieri sera

1 - 0

RIST. PIZZERIA IL PECCATO - SGM LEGNO (3ª ripescata)

01/07

21,30

OFFICINA CHIRICOZZI - CAFFE’ CUBA LIBRE

02/07

21,30

IMMOBILIARE BERTINI - POL. BASSANO ROMANO

5/07

21,30

6/07

21,30

SEMIFINALI EDILTIMBRICO -

FINALI 9/07

20,30

TERZO E QUARTO POSTO

9/07

21,30

PRIMO E SECONDO POSTO

3 reti - Musetti (Immobiliare Bertini); Menichini (Ediltimbrico); Pascale (Mizzella); Veneruso, M. Grimaldi (Off. Chiricozzi) 2 reti - Mandro, Farricelli, Alò, Fanka(EdiltimBrico); Troili E, Mustafà, Greco (Ristorante Pizzeria Il Peccato); Stella, De Angelis (Gelateria Igloo): Randazzo (Immobiliare Bertini); Braccini, Mascarucci, Beccaccioli, Smargiassi (Caffè Cuba Libre); Oliva (Uno Holding); Mariuta (Mizzella); Congiu (Pol. Bassano Romano) 1 rete - Pazzielli, Pagano (Immobiliare Bertini); Pompei, Ceglia. Luciani (EdiltimBrico); Esposito, Zucci (Gelateria Igloo); Arriga, Ruf�ni, Boccolini (Ristorante Pizzeria Il Peccato); Salvitti,

Virtus Cimini 2000

PULCINI 2000

PULCINI 2002

PULCINI 2003

CIMINA RONCIGLIONE

9

CIMINA RONCIGLIONE

3

CIMINA RONCIGLIONE

4

CIVITA CASTELLANA

6

CIVITA CASTELLANA A

2

CIVITA CASTELLANA B

2

VIGNANELLO

0

CIVITA CASTELLANA B

1

CIVITA CASTELLANA A

1

VIRTUS CIMINI

0

VIRTUS CIMINI

1

VIRTUS CIMINI

0


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

25

C/5 MEMORIAL BRUNO CENCIARINI

È un Guadagnini “Tevez” scatenato e il Dembele vola 5-1 al Bar La Villa. Primo successo dei Nuovi Mostri che battono 8-2 W. La Zuppa. I primi verdetti CALENDARIO PRIMA FASE data

ora

partita

risultato

C) E SO’ MATTE - DEMBELE

8 - 2

B) CAFFE’ ETRURIA - BLERANA INFISSI

7 - 5

A) BAR FUORI MANO - CARR. MANTOVANI

6 - 4

A) PANZER - W LA ZUPPA

8 - 3

B) COCCHI ELETTRAUTO - BAR CANCELLIERI 2 GPF

4 - 10

C) LOKOMOTIV - I MOVIOLA

4 - 2

C) BAR LA VILLA - E SO’ MATTE

3 - 8

A) CARR. MANTOVANI - I NUOVI MOSTRI

5 - 3

B) ETRURIA MEMBRANE - BLERANA INFISSI

4 - 13

C) LOKOMOTIV - DEMBELE

3 - 4

A) CARR. MANTOVANI - W LA ZUPPA

5 - 2

B) CAFFE’ ETRURIA - COCCHI ELETTRAUTO

5 - 5

A) BAR FUORI MANO - PANZER

3 - 3

C) BAR LA VILLA - LOKOMOTIV

4 - 5

C) E SO’ MATTE - I MOVIOLA

9 - 3

B) ETRURIA MEMBRANE - CAFFE’ ETRURIA

5 - 12

A) PANZER - I NUOVI MOSTRI

9 - 5

A) BAR FUORI MANO - W LA ZUPPA

5 - 0

C) I MOVIOLA - DEMBELE

1 - 3

B) BLERANA INFISSI - COCCHI ELETTRAUTO

6 - 4

B) BAR CANCELLIERI - CAFFE’ ETRURIA

7 - 9

A) CARROZZERIA MANTOVANI - PANZER

5 - 9

B) COCCHI ELETTRAUTO - ETRURIA MEMBRANE

5 - 4

B) BLERANA INFISSI - BAR CANCELLIERI 2 GPF

2 - 5

C/ DEMBELE - BAR LA VILLA

5 - 1

A) W LA ZUPPA - I NUOVI MOSTRI

E

ntra nel pieno la terza settimana di sfide del Memorial “Bruno Cenciarini” di Blera. Ecco quanto è avvenuto nei due confronti di lunedì sera con le sfide del girone C tra Dembele e Bar La Villa e del girone A fra W. La Zuppa ed i Nuovi Mostri. GIRONE C Terzo successo del Dembele per 5-1 contro il fanalino di coda Bar La Villa. Con una tripletta di Guadagnini “Tevez” i Dembele fanno loro la partita contro i vetrallesi di “Ge Ge” Giardiello, con una condotta di gara impeccebile. In gol anche Trancalini ed un autogol a favore dei barbaranesi. Per il Bar la Villa gol della bandiera di Marco Cento.

GIRONE A

Angioletto la mascotte del torneo

Quarti di finale (3-4 luglio); Semifinali (6 luglio); Finali (8 luglio)

VERSO I QUARTI Iniziano a delinearsi le qualificate dei quarti di finale: nel girone A sicure Bar Fuori mano e Panzer, nel girone B il Caffè Etruria e il Bar Cancellieri/2 GPF Elet-

tronica, nel girone C e So’ Matte e Dembele. La Blerana Infissi è la prima sicura terza in classifica ripescata, l’ultimo posto disponibile tra la Carr. Mantovani e i Lokomotiv.

B) ETRURIA MEMBRANE - BAR CANCELLIERI 2 GPF C) E SO’ MATTE - LOKOMOTIV

oggi

21,00

C) I MOVIOLA - BAR LA VILLA

oggi

22,00

A) BAR FUORI MANO - I NUOVI MOSTRI

BAR FUORI MANO

7

CARROZZERIA MANTOVANI

6

I NUOVI MOSTRI

3

W LA ZUPPA

0

CAFFE’ ETRURIA

10

BLERANA INFISSI

6

BAR CANCELLIERI 2 GPF ELETTRONICA

6

COCCHI ELETTRAUTO

4

ETRURIA MEMBRANE

0

Nicola e Mario con le signore

2 - 8

ieri sera

10

GIRONE B

GIRONE A E venne il giorno della prima volta per I Nuovi Mostri che hanno battuto per 8-2 W. La Zuppa, cenrentola del girone A. I Vetrallesi di Pasquanelli Federico rifilano 8 reti senza patemi ai simpatici ragazzi di W la Zuppa, con le triplette di Farnese e Pelliccia e le reti di Bonelli e Smera. Per i blerani di W la Zuppa in rete il solito Ferri Domenico detto “Jhon-J e Santella Mario.

ieri sera

PANZER

GIRONE C

IERI E OGGI IN CAMPO Ieri sera si sono giocati i confronti tra Etruria Membrane-Bar Cancellieri 2Gpf per il girone B e la gara E So Matte e Loko-

E SO’ MATTE

9

LOKOMOTIV

6

DEMBELE

6

I MOVIOLA

0

BAR LA VILLA

0

motiv per il girone C. Oggi ultimo giorno della fase di quali�cazione. Alle 21 per il girone C I Moviola-Bar La Villa e alle 22 per il girone A Bar Fuori Mano-I Nuovi Mostri.

QUI BARCO MURIALDINA - Prosegue il nostro viaggio nel club rionale

Le news, più disciplina e monito al Pianoscarano S

econdo appuntamento con il “pianeta” Barco Murialdina dopo la prima puntata pubblicata ieri. Ed oggi con l’aiuto del vice presidente Maurizio Pollastrelli tocchiamo i tasti legati alla stagione che verrà.

Maurizio Pollastrelli

MOLTI CAMBIAMENTI “Per la prossima stagione sportiva abbiamo in serbo molti cambiamenti - ci ha spiegato Maurizio Pollastrelli - eviteremo errori come, per esempio, quello di aver af�dato il campionato regionale gio-

vanissimi ad un allenatore che per ragioni di lavoro, non ha potuto svolgere con continuità i tre allenamenti settimanali che quel campionato impegnativo richiede. Inoltre siamo stati sfortunati con la prima squadra dove si sono alternati tre allenatori durante l’anno alla guida della squadra e non per nostra responsabilità”. LO STAFF Queste le strategie per il futuro: “Quest’anno con il direttore sportivo Paolo Chiarabini, a cui dobbiamo rivolgere un grande ringraziamento per la professionalità e la passione con cui sta lavorando, abbiamo creato uno staff valido sia sotto l’aspetto tecnico coordinato dal mister Marco Milani che sotto quello organizzativo con le rinnovate preziose collaborazioni del nostro segretario Giulio Grazini, di Stefano Mei e di Vito Di Benedetto. Nella prossima stagione - prosegue Pollastrelli - entreranno a far parte del nostro settore

giovanile due nuovi allenatori, Andrea Celestini per i giovanissimi ‘97 e un nuovo tecnico per la juniores (l’uf�cialità arriverà in queste ore) dopo che con Paolo Perandria abbiamo deciso di interrompere consensualmente una collaborazione che durava da anni. Dispiace per le uscite dei tecnici Giorgio Alessandrini e Gianni Cremarossa che alleneranno a Monte�ascone e ai quali auguriamo di fare bene sul colle come hanno fatto bene al Barco”. REGOLE CHIARE Poi un monito: “Nella prossima stagione ci saranno regole chiare per tutti e una grande atte nzione alla Coppa Disciplina visto che quest’anno avremmo potuto fare meglio in diverse categorie. I calciatori migliori saranno proposti nei provini di società professionistiche e gli juniores alle societàinteressate ai fuori quota in Eccellenza e Promozione. Valuteremo bene se la As

Una delle formazioni giovanili della scorsa stagione Roma con il recente cambio al vertice può ancora essere utile alla nostra crescita sportiva e stiamo lavorando per rinsaldare i buoni rapporti che nell’ultimo anno abbiamo instaurato con la Viterbese calcio e con altre realtà della città”. ACCUSE AL PIANOSCARANO Poi da parte del Barco una stilettata al Pianoscarano: “Segnaliamo purtroppo l’ennesimo comportamento scorretto del Pianoscarano che, come ogni anno, prova, per tutta l’estate, a costruire i suoi organici con i nostri ragazzi. Evidentemente non

lavorano così bene con i loro. Speriamo che con l’avvento di mister Baggiani che stimiamo e che sappiamo operqare correttamente, le cose possano cambiare. Altrimenti il presidente Grossardi dovrà prepararsi a corrispondere numerosi premi di preparazione e la cosa non sarà affatto piacevole per nessuno”. A DOMANI E nell’edizione di domani ultimo appuntamento di questa tre giorni sull’Opinione con il Barco con un’intervista realizzata con il coordinatore tecnico Marco Milani e con il ds Paolo Chiarabini. continua


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

EVENTO

La storia infinita delle Carrettelle

Dalle corse ‘illegali’ al Gran Premio che quest’anno festeggia l’edizione numero venticinque U na storia lunga, fatta di emozioni e trion�, di delusioni e scon�tte, di cadute e improvvise rinascite, pronta a vivere un’altra edizione indimenticabile. Le Carrettelle e la cittadina di Ischia di Castro festeggeranno quest’anno le loro nozze d’argento, venticinque anni di un evento che affonda le sue origini nel più povero dei giochi che veniva fatto dai bambini di un tempo, una tavola con quattro ruzzole di legno ed una corda al posto del volante, pronta a gettarsi giù per le vie del paese in discesa

lontano dagli occhi severi dei genitori. Questi primi veicoli erano delle ‘monoposto’ senza freni, poi la passione di alcuni costruttori e la spregiudicatezza dei ragazzi di �ne anni Settanta-inizio anni Ottanta ha portato ad un’evoluzione di questo tipo di gioco. Nacquero così le ‘Carretelle’ a due posti, più pesanti, con dei grandi cuscinetti (ricavati il più delle volte dall’albero di trasmissione dei camion di un tempo) come ruote. L’unica cosa a non cambiare fu la clandestinità delle gare che, a questo punto, venivano disputate sulla strada

della Circonvallazione Castro che garantiva una rilevante pendenza. I coraggiosi piloti si lanciavano a tutta velocità di notte e nel periodo di luna piena non essendoci ancora i lampioni in quel tratto di strada detto ‘Muro del Frate’ che, da Poggio Bricco, scende verso il Cimitero. Per evitare incidenti con le auto in transito, i partecipanti organizzavano un servizio di vigilanza sia alla partenza che all’arrivo e lungo il percorso, anche per evitare grane con le autorità che potevano giungere in ogni momento. Si trattava di Carrettelle ancora molto lontane da quelle attuali, caratterizzate da un peso notevole (s�oravano quasi il quintale) e del tutto sprovviste di un sistema di frenata ef�cace per contrastare le velocità acquisite durante il percorso, al punto che qualche “Carrettellaro”, non riuscendo a fermarsi, �niva all’interno dell’orto che si trovava nei pressi dell’arrivo. Proprio in quel periodo, però, è nato il mito della carrettella più strana di tutte le altre viste sino ad ora, quella che ancora oggi apre i Gran Premi e che viene chiamata ‘Cassa da Morto’, riproducendo proprio la forma di una cassa da morto con tanto di ruote e manubrio. Tra varie dif�coltà burocratiche e grazie al Patron Enrico Emiliani, è stato possibile trasformare la tradizione ‘fuorilegge’ in un vero e proprio Gran Premio, la cui prima edizione si disputò nel 1987. Le Carrettelle, alleggerite rispetto a quelle dei primi anni e con un sistema di freni sicuramente più ef�cace, dovevano rispettare un regolamento preciso ed anche il percorso venne ridisegnato, interessando un tratto della via centrale del paese che da Via Roma porta a Piazza Regina Margherita. L’albo d’oro vide iscritto come primo nome quello del-

la carrettella del team Metelli con un equipaggio composto da Raul Metelli (spinta) e Pino Metelli (pilota). Da allora sono ben 24 i GP disputati, con carrettelle sempre più evolute e sicure le cui ruote, pur mantenendo sempre i cuscinetti, ora vengono fatte in alluminio. Le velocità sono sempre maggiori e questo ha spinto gli organizzatori a fare modi�che anche alle protezioni lungo il percorso: non più balle di paglia ma pneumatici, necessari per attutire gli urti delle carrettelle quando si producono in mirabolanti sbandate. Questo particolare spettacolo è stato portato anche in diversi altri paesi della provincia viterbese e dintorni, e non ultimo a Sasso D’Ombrone (GR). Quest’anno sarà un’edizione speciale, proprio perchè si tratta della numero 25, e tutti

Qui sopra la Ferrari 458 Challenge di Dario Caso (nel riquadro) che potrebbe essere esposta il 21 agosto 2011 giorno del Gran Premio, a sinistra tre immagini d’epoca della tradizionale gara, in alto a destra il numeroso pubblico presente, e sotto uno spettacolare momento della gara

gli equipaggi si sono messi da tempo al lavoro per adeguare le biposto al nuovo regolamento, con l’innalzamento del peso a 55kg e le protezioni laterali. Il Gran Premio avrà luogo il 21 Agosto alle ore 16 e vedrà anche una nuova composizione delle batterie che passeranno da tre carrettelle per batteria a quattro. Voci dai box dicono che saranno molti i giovani partecipanti oltre agli ormai veterani Metelli Raul, Gaioni Piero, Consalvi Ercole, Galassi Piergiuseppe, tutti componenti di equipaggi plurivincitori che tuttavia sembrano destinati a non avere vita facile, esattamente come i vincitori dell’ultimo GP del 2010, il duo Simeone/Ceccarini, che avrà molto da fare per difendere il titolo. Saranno presenti alla gara anche Campioni delle quattro ruote come il pilota del Ferrari Challenge Dario Caso che potrebbe portare a Ischia di Castro la Ferrari 458 Challenge con cui partecipa al Trofeo Pirelli.


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

27

VOLLEY G IOVANILE

PALLAVOLO

Il Lazio punta al titolo Ieri a Torino la cerimonia inaugurale del Trofeo delle Regioni Della selezione maschile indoor fa parte anche Ridas Skoudis di GLAUCO ANTONIACCI

H

a preso il via ieri con la cerimonia inaugurale l’edizione numero 28 del Trofeo delle Regioni, tradizionale appuntamento di volley dedicato a rappresentative giovanili di età compresa tra 14 e 16 anni. Per celebrare i 150 dell’Unità d’Italia, le squadre si sono ritrovate a Torino, prima storica capitale tricolore, ma giocheranno anche in alcuni impianti della provincia piemontese. Ventuno le selezioni sia nel settore maschile che in quello femminile, mentre saranno venti al maschile e altrettante al femminile le rappresentative che daranno vita al torneo di beach volley. L’attenzione degli appassionati viterbesi sarà principalmente sul torneo di volley indoor maschile; il motivo ha il nome e cognome di Ridas Skuodis, giocatore in forza alla ADP Tuscania che è stato scelto da Massimiliano Giordani, Antonio Cortese e Fabio Cristini per far parte del gruppo dei dodici atleti portati �no in Piemonte. La selezione del Lazio parte con legittime ambizioni di ben �gurare ed il primo posto nel ranking calcolato sulla base dei risultati degli ultimi due anni. La squadra laziale avrà già oggi i primi match del mini girone a tre in cui è stata inserita: alle 8,30 il match contro la Valle d’Aosta che non dovrebbe rappresentare un grosso ostacolo,

poi a seguire il match contro la Sardegna che completa il quadro delle formazioni presenti nel girone G. In base ai risultati di questa prima fase, verrà compilata una classi�ca che permetterà di determinare nuovi gironi della fase successiva, da cui uscirà una ulteriore graduatoria per comporre quattro gironi da tre squadre con solo le migliori dodici regioni delle prime due fasi. Le vincenti di questi quattro gironi daranno vita alle semi�nali ad eliminazione diretta che, senza ulteriori possibilità di ripescaggio, metteranno in palio un posto in �nale. Una formula piuttosto complessa, studiata per dare ad ogni squadra la possibilità di giocare più partite e di rimanere in corsa più a lungo; per chi, come il Lazio, punta al massimo traguardo, perdere per strada qualche

partita o anche solamente qualche set può signi�care ritrovarsi in un girone più complesso nella seconda o nella terza fase. Meglio evitare questi rischi e, pertanto, farsi trovare pronti sin dall’esordio senza fare concessioni a nessuna avversaria, specialmente quelle che, sulla carta, dovrebbero essere meno accreditate ma che potrebbero rappresentare ostacoli insidiosi. Per arrivare in buona forma all’appuntamento con il Trofeo delle Regioni, le selezioni indoor, sia maschile che femminile, hanno disputato sabato scorso dei triangolari contro Umbria e Toscana. Si è giocato a Monte�ascone e i due mini tornei hanno potuto godere del patrocinio della locale amministrazione comunale; l’organizzazione è stata curata dal Comitato regionale Fipav Lazio, in collaborazione con il comitato provinciale Fi-

pav Viterbo. I tecnici delle varie squadre hanno cercato principalmente di mettere a punto i meccanismi offensivi e difensivi in previsione dell’appuntamento torinese, senza guardare troppo al risultato. Lo spettacolo però non è mancato e si sono visti molti atleti di ottimo livello. Il triangolare femminile si è chiuso con tutte e tre le squadre a una vittoria e una scon�tta. Il Lazio, scon�tto per 2-1 dall’Umbria, si è riscattato battendo 3-0 la Toscana che aveva scon�tto col medesimo punteggio le umbre. Ancora più equilibrato il torneo maschile, con il successo dell’Umbria che ha piegato sia il Lazio che la Toscana per 2-1. Secondo posto per Skuodis e compagni che hanno battuto 2-1 la Toscana. E’ stata sperimentata una modi�ca, in vigore anche per tutto il Trofeo delle Regioni, sul fondamentale del servizio. Chi sbagliava la battuta al salto con palla rotante poteva ripetere il servizio stesso una seconda volta; una ‘rivoluzione copernicana’ che ha creato qualche perplessità iniziale ma che potrebbe trovare applicazione anche in futuro. Il presidente del comitato provinciale Fipav di Viterbo, Roberto Centini, e il Vice Sindaco di Monte�ascone, Ferdinando Fumagalli, nell’offrire un omaggio agli atleti, hanno rivolto un sincero ‘in bocca al lupo’ alle varie selezioni per il torneo.

Tuscania sale sul podio nel Gran Premio giovani La società del presidente Pieri è terza assoluta Molti punti per Junior Civita Castellana e VBC

S

ono state pubblicate sul sito del Comitato Regionale Lazio di pallavolo (www.�pavlazio.it) le classi�che per quanto riguarda il Gran Premio giovani 20102011. L’iniziativa viene riproposta ed ogni anno e permette di valorizzare quelle società che hanno ottenuto i risultati migliori sotto il pro�lo dell’attività giovanile. Tutti i piazzamenti, in particolare i successi nei campionati a livello regionale, contribuiscono a determinare il punteggio delle varie società e, dunque, a comporre la classi�ca de�nitiva. In questa stagione, per quanto riguarda il settore femminile, la migliore tra le società della provincia è stata ancora una volta il VBC Città dei Papi Viterbo che ha ottenuto 22 punti complessivi, grazie ai quali si è installato in undicesima posizione a pari merito con la società Guilio Verne. Poco più indietro lo Junior Volley Civita Castellana (sedicesimo con 18 punti) mentre la Adp Tuscania, con 9 punti all’attivo, si è installata in 39esima posizione. La società del presidente Pieri aveva però il suo punto di forza nel settore maschile e la classi�ca lo ha confermato: con il secondo posto regionale sia nell’under 14 che nell’under 21, con il buon comportamento anche degli under 16 e una solidità generale del proprio settore giovanile,

Tuscania ha totalizzato ben 41 punti che le hanno consegnato la terza posizione alle spalle dell’irraggiungibile M.Roma e della Polisportiva Roma7. Bene anche la Pallavolo Civita Castellana, diciottesima con 13 punti che ha preceduto di pochissimo il Tuscia Volley (12 punti) e la coppia Green Volley SorianoFortitudo Nepi che di punti ne ha ottenuti 10. Sommando i risultati delle due classi�che, il Comitato Regionale ha stilato una graduatoria generale che ha premiato la Polisportiva Roma7 ma ha esaltato anche Tuscania, terzo classi�cato nel Lazio. La provincia di Viterbo è stata rappresentata nelle prime posizioni anche dallo Junior Volley Civita Castellana, tredicesimo con 21 punti complessivi. (GA)

BASEBALL - Soddisfazione per il gruppo Ragazzi di Montefiascone

La squadra Green è già campione Il gruppo di piccoli atleti della categoria Ragazzi che partecipa a ben tre campionati diversi con la maglia del Montefiascone Baseball

B

attendo nello scorso �ne settimana i Rams Viterbo e il Sacrofano, la squadra Green del Monte�ascone Baseball è riuscita a centrare una grandissima impresa, aggiudicandosi matematicamente la vittoria nel girone A del campionato regionale Baseball, categoria Ragazzi, grazie ad un cammino perfettamente immacolato. Ad una partita dalla �ne, infatti, la squadra falisca guida la classi�ca con 13 partite vinte e zero scon�tte ed è ormai irraggiungibile per l’attuale seconda classi�cata, la Acotel Urbe

Roma, che ha collezionato 11 vittorie e 2 scon�tte. Una grande soddisfazione per tutto l’ambiente, a partire dal presidente Enrico Tassoni, proseguendo con il manager Roberto Ballarotto e i due tecnici venezuelani Pedro e Elvis, preziosi con la loro bravura e dedizione alle squadre, senza dimenticare il dirigente Anna Maria Ballarotto, che ha supportato tutte le partite delle 3 squadre di pari età che i giallo verdi hanno messo in campo, e tutti i genitori, che hanno condiviso gli impegni conseguenti ad una attività estiva come il

baseball. La vittoria porta la �rma di tutti i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato a tre campionati al limite dei 12 anni: i più esperti hanno composto la squadra dei Green, vincitrice del campionato, i nuovi arrivati hanno partecipato con la squadra dei Gold, che, pur non riuscendo a vincere nessuna partita, ha permesso ai giovani di accumulare una preziosa esperienza per far parte del gruppo che parteciperà alle �nali puntando ad essere ancora più competitivi nel prossimo anno. Le ragazze, in�ne, han-

no partecipato al campionato Ragazze softball e sono in testa alla classi�ca con tutte vittorie, pur non potendo aspirare alle fasi �nali in quanto utilizzano una giocatrice fuori quota. Le �nali nazionali della categoria Ragazzi inizieranno l’11 settembre con la partecipazione di 36 squadre; nella prima fase verranno disputati 12 concentramenti a 3 squadre; le vincenti disputeranno ancora 4 concentramenti il 25/9 e le 4 vincitrici accederanno al girone di �nale il 9 Ottobre. La società falisca sta mettendo a punto un programma di avvicinamento alle �nali di settembre, �ore all’occhiello nel panorama nazionale. La programmazione è stata possibile grazie anche alla disponibilità delle famiglie che hanno accettato, nell’interesse dei ragazzi, di adattare in parte le proprie ferie ai programmi della squadra, ed a quella dei due coach venezuelani, che hanno prolungato la permanenza a Monte�ascone �no alla �ne di Agosto. Infatti, già da 10 giorni è ini-

ziato il baseball camp di mattina, dove i ragazzi, sotto la esperta guida di Pedro ed Elvis, hanno tutto il tempo per migliorare i propri punti deboli ed imparare nuovi particolari del gioco, certamente superiori al livello tecnico medio delle altre squadre. Il camp è anche divertimento e si conclude sempre con esercizi di corsa e scivolata con l’aiuto dall’acqua, unendo �nalità di crescita tecnica con la voglia di fare festa. Il camp praticamente non si interromperà mai, �no alla �ne di agosto. Elemento importante della preparazione saranno i tornei estivi; il primo sarà a Grosseto, dal 7 al 10 luglio (con due squadre) ed il secondo a Monte�ascone (dal 21 al 24 luglio, sempre con due squadre). In agosto invece, il softball ed i Ragazzi parteciperanno ai due importantissimi tornei di Sala Baganza e Collecchio, dove tradizionalmente incontreranno molte delle 36 squadre �naliste, con la possibilità di dimostrare quante sono le possibilità di acceder al turno �nale.

Questo l’elenco completo dei ragazzi che hanno contribuito al successo: Angioi Antonio Bacocco Alessandro Bacocco Riccardo Brachini Gabriele Carletti Flavia Carletti Michele Cevolo Luca Chiarolanza Alessandro Conti Alessandro Corti Valentina De Rosa Samuele Della Porta Lorenzo Ferlicca Bianca Fetahi Leo Gidaja Elena Gidaja Nevila Lombardi Christian Manzi Giorgio Mardare Julian Medori Matteo Muscio Lorenzo Paladino Eva Paoletti Simone Pepponi Matteo Ricciardi Giorgia Romiti Chiara Senzaquattrini Riccardo Tarquini Tommaso


� �

sport

SPORT

28

Viterbo & Mercoledì 29 Giugno 2011 AltoLazio

PATTINAGGIO

Piccole donne, grandissimi applausi Lo spettacolo di fine anno organizzato alla palestra di Bomarzo ha degnamente concluso la stagione

G

iorni di lavoro, ma anche giorni di grandi soddisfazioni per il team ‘Piccole donne crescono’; dopo i grandi successi della stagione le piccole atlete si sono date appuntamento lo scorso week end nella palestra di Bomarzo per l’attesissimo spettacolo di �ne anno: spettacolo che ha superato nettamente ogni aspettativa. Si è registrata un’af�uenza piuttosto numerosa nonostante l’orario insolito e il caldo insopportabile. Il pomeriggio è stato allietato da ben 24 numeri; tanti gli assoli ma anche i duetti e i collettivi come ad esempio il ‘moulin rouge’ interpretato dalle più grandi (Ilaria Manzi, Alessia Forlai, Luana Giacomi, Alessia Fosci e Angelica Apuzza) ed un remake di canzoni anni ‘70-‘80 che hanno interpretato le più piccole (Gemma Brunetti che è la nostra mascotte, Giada Brunetti, le nostre veline Giulia Pompa e Valentina Stella, poi ancora Flavia Carvone, Chiara Febbi, Ludovica Antropoli e le inseparabili Giorgio Capocecera e Gloria Buzzi). Un pomeriggio che ha regalato tante emozioni ai genitori, ma anche alla maestra Marianna Bianchi emozionatissima e più che soddisfatta delle sue allieve. Anche l’insegnante è scesa in pista per ben due volte: una danzando sulle note di Barbie Girl, af�ancata dalle veterane Ilaria Manzi e Alessia Forlai, un’altra per l’esibizione �nale insieme a tutte le sue allieve. Dopo lo spettacolo c’è stata una gradita sorpresa per le bimbe e la loro maestra: coppe colorate con tanto di dedica per tutte loro e un bel mazzo di girasoli per Marianna. Tutto ciò è stato offerto dal comitato ‘Festeggiamenti classe 1970’. Tanti calorosi e sentiti ringraziamenti vanno, appunto, a tutti loro e anche all’omnipresente Sandro Bannella che ha offerto alle atlete un invitante rinfresco a spettacolo concluso. Grazie al comitato, al bar/pizzeria ‘il quadrifoglio’ e ai numerosi spettatori. Ancora qualche allenamento, poi tutti in vacanza ed arrivederci a settembre!


Civitavecchia & AltoLazio

sportCivitavecchia SPORT

Mercoledì 29 Giugno 2011

p

29

Pallanuoto - La dirigenza incontra nuovamente il centroboa per definire i dettagli. Si spera di arrivare alla stretta di mano

Snc-Calcaterra: oggi si attende la fumata bianca N

on sono ancore terminate le �nali playoff per la promozione in serie A1 (sabato è prevista gara 2) ma la Fin già sollecita, dettando termini e modalità, le iscrizioni ai campionati di pallanuoto per la prossima stagione agonistica 2011-12. Fissato per il 29 luglio il termine ultimo per iscriversi alla serie A2 del prossimo anno, producendo sia tasse federali che �dejussione. Scontata l’iscrizione al campionato dei rossocelesti civitavecchiesi ma, anche in un recente passato, non tutte le

aventi diritto poi si sono iscritte, come accadde due anni fa al Symply Pescara (ora di nuovo neopromosso dalla B), che rinunciò in extremis facendo disputare un girone ‘‘mozzo’’ a 11 a tutte le altre squadre. Per ora non si hanno segnali negativi da altre piazze pallanuotisti che, ma siamo ancora molto lontani dalla fase decisiva della partecipazione o meno ai

campionati.Di sicuro ci sono da registrare le retrocessioni dal girone Sud della Fiorentina Nuoto (diretta) e del Payton Bari (dopo i play out), cioè le due neopromosse della passata stagione. Salgono dalla B, invece, come detto il Symply Pescara e la Roma 2007 per il gruppo sud, mentre tornano in A2 al Nord Como e Verona. Per quanto riguarda il discorso

promozioni inA1 sono in vantaggio per 1 a 0 sia Acquachiara Napoli su Torino che Catania su Bologna a conferma del valore tecnico in assoluto di queste 2 squadre che erano nel girone della SNC e che si sono aggiudicate le prime 2 piazze del gruppo Sud. Fin qui le notizie certe della pallanuoto:per i Rumors di mercato, invece, si resta invece sui

‘‘si dice’’ e nel fanta mercato. Per la SNC ovviamente tiene banco la querelle Calcaterra con il forte Alessandro ancora in bilico tra la scelta Civitavecchia, cjoè quella di tornare a casa, e quella della A1, cioè ancora una stagione da “zingaro” (un’espressione che lui stesso aveva usato nella nostra intervista) lontano da casa ma da

protagonista nella massima serie. Forse già oggi ci sarà un nuovo con l’ex centroboa della Nazionale e la Snc che dalla prossima settimana inizierà a pensare all’organico della prossima stagione. Ma il mercato comincerà comunque da Calcaterra: sia dica di sì (come tutti sperano) sia dica di no. Pio.Tre.

Gli esordienti di Simone Pagliarini centrano un risultato storico chiudendo al secondo posto le finali regionali dietro un Acilia ‘‘extra-terrestre’’

di ANTONIO BANDINU

S

traordinario risultato della formazione under 13 della Snc alle �nali regionali di categoria. Gli esordienti guidati da Simone Pagliarini si sono laureati vicecampioni regionali superando in semi�nale la Roma 2007 e perdendo la �nalissima contro l’ Acilia. Un risultato questo che mancava a Civitavecchia da venti anni e che conferma l’ottimo lavoro della società rossoceleste per quel che riguarda il settore giovanile. Ad impressionare è stata soprattutto la gara disputata contro la Roma 2007 vinta dai civitavecchiesi con il punteggio di 7-6 al termine di una vera e propria battaglia. La partita si è contraddistinta per i continui sorpassi da una parte e dall’altra anche se nel terzo tempo è l’Snc a trovarsi avanti per 5-2. A questo punto la veemente reazione della Roma 2007 che riusciva riportarsi avanti per 65. Ma i giovani rossocelesti non hanno mollato e, caricati anche dal tecnico Simone Pagliarini, sono stati bravissimi a trovare i due gol del de�nitivo 7-6. Al termine della gara, è scattata una vera e propria festa per l’Snc con i giocatori, allenatore e dirigenti che si sono tuffati in piscina, consapevoli anche della forza dell’altra �nalista Acilia. Diverso il discorso per quel che riguarda la �nale in cui i rossocelesti hanno trovato una vera e propria corazzata, vincitrice contro i civitavecchiesi nella prima gara della regular season con il pesantissimo punteggio di 22-3. La gara è terminata 13-2

Alessandro Calcaterra pronto al rientro alla Snc

Tripudio rossoceleste

La gioia degli esordienti della Snc guidati da Simone Pagliarini (in basso a sinistra) che alle finali regionali hanno conquistato un argento che per loro vale oro

Un argento che vale oro per l’under 13 di Simone Pagliarini Tanti enfant prodige in odore di chiamata in Rappresentativa

con l’Acilia che, nonostante la crescita dei ragazzi di Pagliarini, ha dimostrato ancora una volta di essere tecnicamente superiore. Nonostante la pesante scon�tta, alla premiazione �nale la squadra

più sorridente e felice è stata proprio la Snc. Consapevoli dell’impresa realizzata, i ragazzi, commossi e sorridenti, sono stati premiati con la meritata medaglia e ovviamente con la Coppa. I responsabili

della rappresentativa regionale Lazio di categoria, hanno inoltre annotato sul proprio

taccuino il nome di alcuni ragazzi della Snc e quindi, per alcuni di loro, si attende dunque qualche imminente e meritata convocazione a riprova del fatto che si sta ricreando quel movimento di base (ottimo in tal senso il lavoro del responsabile del vivaio Daniele Lisi) che può veramente assicurare un

grande futuro alla Snc e alla pallanuoto, si spera, non solo civitavecchiese. Ecco gli ‘‘eroi’’ della Snc: Francesco MASSIMO (Capitano), Leonardo LOBERTO, Nicolas LUCATTINI, Alessandro MAGRELLI, Matteo FRACASSA, ACCORSI Marco, Luciano GRAVANAGO (Vice Capitano), Luca PAGLIARINI, Davide POCE, Marco SILVESTRI, Matteo GORI, Matteo SACCO, Lorenzo DI BELLA, Samuel REGINA. TPV Simone PAGLIARINI.

Qui a lato la formazione delo Gabbiano Ladispoli, che è riuscita a tornare in serie C. La squadra è guidata dal civitavecchiese Enrico Pellecchia e annovera in rosa tanti ex rossocelesti della Snc

Il civitavecchiese Enrico Pellecchia pilota in serie C il volo del Gabbiano Ladispoli

D

dall’arbitro, hanno pesato gravemente sul risultato �nale. Però domenica nella �nale per il 3° posto che dava accesso diretto per l’ultimo posto utile alla serie C abbiamo vinto per la terza volta contro la Libertas Magnolie per 9-6. La partita è stata dif�cile perchè sapevamo d’incontrare una formazione preparata per questo incontro ma avvolte essere preparati �sicamente , in queste partite soprattutto, non basta. Ci voleva più grinta e più attributi e soprattutto sbagliare meno dell’avversario, e questo è accaduto”. Il Gabbiano infatti dopo un avvio contratto ha cominciato a giocare e a sbagliare di meno e con controfughe e mjarcature con l’uomo in più (5 su 11) e soprattutto senza

opo una stagione di attesa il Gabbiano Ladispoli di Enrico Pellecchia ha conquistato la promozione in serie C dopo aver battuto nella �nale per il 3° e il 4° posto la Libertas Magnolie. Ma andiamo per ordine: sabato presso la piscina del Foro Italico di Roma si sono disputate la semi�nali del campionato di serie D maschile di pallanuoto, nel primo incontro si sono battute le formazioni dell’Hidra (terza classi�cata ) e le Libertas Magnolie ( prime classi�cate), la partita è stata vinta dalla società Hidra per 8-7 ottenendo così oltre alla promozione diretta in Serie C anche la possibilità di vincere il campionato giocandosi la

�nale per il 1° posto contro la vincente della seconda semi�nale Albatros – A.S.D. il Gabbiano; il verdetto è stato amaro per il Gabbiano: 8-7 per l’Albatros. “Purtroppo come in campionato, sia nell’andata che nel ritorno la formazione dell’Albatros ci ha battuto - commenta amareggiato il

tecnico civitavecchiese del Gabbiano Enrico Pellecchia. Sicuramente è una formazione che non ci fa giocare come sappiamo e che ci mette in dif�colta, abbiamo giocato male con nervosismo sbagliando molto a uomini pari e poi gli errori arbitrali, soprattutto nel 3° e 4° tempo con 3 goal annullati

prendere reti con l’uomo in meno (4 su 13) ed è riuscito a vincere la partita per 9-6 anche grazie al suo portiere, Mirko Rampelli, che si è dimostrato ancora una volta un giocatore di un’altra categoria. Al �schio �nale c’è solo la gioia, e il consueto “volo” in acqua di tutta la squadra, lascia il segno di una stagione �nita con il 3° posto in campionato e la promozione in serie C. Questa la formazione che ha disputato le �nali: Mirko Rampelli, Stefano Cash, Piergiorgio Buffardi, Giuliano Pes, Matteo Schioppa, Luigi De Angelis, Riccardo Risivi, Emanuele Tamasi, Fabiano Fioravanti, Giampiero Mellini, Dennis Di Gennaro, Roberto Longo e Loris Melchiorri.


� �

sportCivitavecchia SPORT

30

Civitavecchia & AltoLazio

Mercoledì 29 Giugno 2011

L’angolo dei tornei - Al Dlf semaforo rosso per Argentina, Jamaica e Messico

Perù, Cuba e Uruguay partono a razzo nella Copa America

Sopra il Perù, a sinistra l’Argentina ed a destra il Messico, protagonisti del girone A della Copa America

A

l via l’Edizione 2011 (la VIª consecutiva per questa sentitissima Manifestazione) del Mundialito di Civitavecchia. Quest’anno il Torneo prende un sapore tutto sudamericano andando a ricalcare le orme della Copa America. Tra mille polemiche per la mancata concessione dell’uso dello Stadio Fattori (in realtà concesso per “soli” 8.600 euro...), lunedì sera sul campo del DLF si è disputata la I Giornata del gruppo A. La prima partita ha visto l’Uruguay affrontare con successo la giovane formazione dell’Argentina. Nonostante l’accanita resistenza dell’ ‘‘albiceleste’’, favorita dall’estremo difensore Oliviero davvero in serata di grazia, l’Uruguay porta a casa il risultato grazie alla rete del numero 15 Fabiano Gaspari, che sblocca il risultato al 27’ del primo tempo. Nella seconda gara il Perù ha trionfato sulla Jamaica per 3 a 1. Già solo dopo 7 minuti dal �schio d’inizio sono gli Amatori del Tarquinia a far pendere la bilancia dalla loro parte con la rete di Nicola Salzano. La replica della Jamaica non si fa aspettare ed

La protesta ‘‘Vip’’ naviga su Facebook

Qui sopra: a sinistra Cuba (Dachilù Cafè) e a destra l’Uruguay. A sinistra la formazione della Jamaica è Claudio “Fuffy” Fustaino a ristabilire gli equilibri al 19’. La partita rimane in bilico �no

M

al 12’ della ripresa, quando Manlio Pacini riporta in vantaggio i suoi. Il gol taglia

entre il torneo amatori è partito tra gol e spettacolo, il ‘‘Vip’’ del Mundialito rischia di rimanere al palo. Un rischio, che è ormai quasi una certezza, visto che il mancato accordo tra l’organizzazione e l’amministrazione comunale per l’utilizzo del Fattori ha in sostanza privato la rassegna della sua location naturale e tutte le altre possibili alternative per un motivo e per un altro stanno via via ‘‘saltando’’. L’annullamento del Mundialitop Vip ha deluso i tanti ragazzi che volevano partecipare al

torneo riservato ai tesserati, che hanno sfogato la loro rabbia su quella che è ormai la piazza virtuale, ovvero Facebook. Sul gruppo della Sport Goal Managament di Corrado Or�ni, che �no allo scorso anno curava l’organizzazione (ora passata a Brunelleschi), si sono susseguiti una serie di post polemici, ai quali la stessa Goal ha risposto (il post completo sulla pagina della Goal Sport Managament) chiedendo di girare la domanda all’assessore allo sport Roberto Petito, nell’occasione aspramente criticato. Proprio Petito

due minuti è ancora Cuba a colpire, questa volta con il fantasista Mariano Lancioni. Dopo diverse occasioni da una parte e dall’altra (le più clamorose per i cubani, con l’estremo difensore messicano Avena costretto agli straordinari), al 20’ della ripresa Andrea Maisto chiude di fatto la gara segnando la rete della sicurezza. Il Girone A torna in campo stasera con il seguente calendario: ore 19,30 Cuba-Argentina; ore 21,00 Perù-Messico; ore 22,30 Uruguay-Jamaica.

aveva risposto su L’Opinione ad una domanda sul ‘‘no’’ al Mundialito, spiegando che l’organizzazione non aveva trovato congruo il prezzo imposto per l’utilizzo dello stadio (“la stessa tariffa - aveva detto - applicata per tutte le squadre che utilizzano la struttura comunale”). Spesso in questi casi la verità sta nel mezzo e lungi da volert parteggiare per l’uno o per l’altro l’unico dato oggettivo è che il Mundialito non si farà. Il resto sono solo chiacchiere.

Città di Civitavecchia, al Palasport le semifinali Under 21 e Juniores

I ragazzi delle Merengues che nell’ultimo turno della categoria Juniores del ‘‘Città di Civitavecchia” hanno pareggiato per 3-3 con il quintetto di Idea Radio

D

opo tre settimane di gare si è conclusa la prima fase del torneo “Città di Civitavecchia - RD Trasporti”. Lunedì sera al Palazzetto dello Sport di via Barbaranelli si sono giocate le ultime due sfide della categoria juniores che hanno completato il quadro delle semifinaliste. La 19esima edizione della manifestazione organizzata dall’As Civitavecchia Calcio a 5 entra ora nella fase calda con la disputa dei play off e dei play out delle varie categorie (Master, under 21 e juniores) che decreteranno i nomi dei

le gambe alla Jamaica, che al 24’ subisce da Emilano Ferri la rete del de�nitivo

3 a 1. Identico il risultato nell’ultimo match della serata, con la favorita Cuba “Dachilù Cafè” che non lascia scampo al Messico. A sorpresa sono proprio gli uomini in maglia verde a passare per primi in vantaggio con una prodezza di Luigi Ruggero che gon�a la rete al 12’ del primo tempo. Ma nell’arco di cinque minuti il Cuba riesce a rovesciare il risultato: al 15’ una gran punizione di Michael Mazzarini (traversa-palo-rete) porta il risultato di nuovo in parità, e dopo appena

quintetti finalisti che si giocheranno il titolo nelle finali in programma nella serata di venerdì. Tornando invece agli ultimi risultati della prima fase, tra gli juniores si sono registrati due pareggi. Nel primo match si sono

affrontati i quintetti di Idea Radio e Merengues (nella foto in alto). Una partita ricca di emozioni e di gol con un botta e risposta continuo tra le due squadre. Alla fine le due squadre si sono divise la posta in palio dopo aver

chiuso sul risultato di parità per 3-3. Per i ragazzi di Idea Radio sono andati a segno Baldacci, Pipponzi e Ferri mentre per le Merengues una rete a testa per Vincenzi, Guzzone e Civero. La seconda sfida della serata di lunedì ha visto affrontarsi sul parquet del Palasport di via Barbaranelli l’Impresa Edile Daddazio e l’As Civitavecchia Calcio a 5. Anche in questo caso le due squadre

non si sono risparmiate danto vita ad un incontro molto equilibrato e combattuto. La doppietta di Carsetti per l’Impresa Edile Daddazio e i due gol di Feuli per l’As Civitavecchia Calcio a 5 hanno definito il 2-2, risultato con il quale è andato in archivio l’incontro. Adesso spazio alle gare ad eliminazione diretta che sono iniziate ieri sera con le semifinali della categoria Master. Questa sera sono in programma quattro sfide, due per la categoria under 21 e altrettante per gli juniores. Si comincia alle

19 con il confronto tra la prima e la quarta classificata del girone under 21. Alle 20 ci sarà invece la seconda semifinale tra la seconda e terza classificata. Le altre due partite vedranno invece in scena gli juniores. Stessi abbinamenti anche in questa categoria con il match tra la prima e la quarta classificata alle 21 e a seguire la sfida tra la terza e seconda classificata. Una serata che promette grande spettacolo e che sarà il preludio al gran finale di venerdì al Palazzetto dello Sport.


almanacco

& Mercoledì 29 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

31

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE Forze planetarie piuttosto bene bilanciate per voi amici dell’Ariete a cui consiglio

21 Aprile - 20 Maggio TORO la Luna meravigliosa di oggi continua ancora splendere in un punto alto del

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI Che tripletta cari Gemellini!! Ve lo aspettavate con questo caldo afoso di avere una bella doccia di vitalità e

vivamente di rimanere ancora un pò in vacanza..cercate di fare del tutto per allungare il vostro periodo di relax al mare ai monti o dove volete perché è lì che potrete ottenere le maggiori soddisfazioni tra le quali mille occhi che puntano proprio voi..che sono inebriati da voi..COMPLIMENTI

vostro cielo regalandovi gioia di vivere e voglia di novità, che non dovrebbero mancare grazie all’apporto di una strepitosa Venere dal segno dei Gemelli che vi promette facili flirt o grandi amori..dipende tutto da ciò che volete voi..siete praticamente imbattibili..DOVETE SOLO SCEGLIERE

di fortuna?..ebbene sì cari miei..Venere vi guarda ancora benevola promettendovi nuovi amori e guadagni mentre Marte vi riempie di energia..a volte anche un po’ troppa..l’importante è dosarla bene per ottenere splendidi risultati con poche ma mirate parole..non avete bisogno di innervosirvi per far sentire la vostra opinione..PENDONO GIA’ TUTTI DALLE VOSTRE LABBRA

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Ed ecco ancora un’altra Luna..che vi porta ancora un altro amore..che

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Ma cosa sarà mai questa nuova linfa vitale che vi sostiene e vi sorregge?.è vero che Giove è

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Voi correte di qua e di là animati da uno spirito di conquista e da un ottimismo irrefrenabile.. questo

vi porta ancora un’altra vita..sì..tutto è altro adesso per voi..desidero sottolineare il vostro cambiamento..che sta avvenendo gradualmente come è tipico per il vostro segno..state finalmente tirando fuori la vostra testolina dal guscio..e cominciate a vedere i primi risultati..CONTINUATE COSI’

pesante e questo è assodato..ma è pur vero che con un Urano così che in un momento può scaraventarvi al top dell’olimpo tutto può succedere..e allora, dico io..tagliate ciò che non vi serve e cercate nuovi contratti e nuovi contatti…questi tre bellissimi pianeti in Gemelli vi sostengono e vi aiutano..AVANTI TUTTA

è sicuramente merito di Giove che dal segno del Toro sta facendo del tutto per rendervi felici e contenti quindi cercate di aprezzare il suo grande sforzo visto che si sta scontrando con Venere marte e la Luna..tutto questo per dirvi che tutto ciò che vi succede oggi è meglio passarci sopra..ok?..tra un po’TUTTO ANDRA’ MOLTO MOLTO MEGLIO

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA Animo!! Basta crogiolarvi nei vostri acciacchi facendo sentite male tutti quelli che

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE L’Estate è ormai scoppiata definitivamente e sembra che finalmente anche voi

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

vi circondano..state sempre a piagnucolare..ma è possibile che improvvisamente siete diventati così deboli?..eppure avreste tutti i motivi per gioire..per prima cosa dovreste cominciare a guardarvi intorno..scommettete che troverete mille nuovi stimoli sia lavorativi che amorosi?..come siete già in vacanza?..eh ma allora!!!COSA VOLETE DI PIU?

cominciate a sentire un piccolo tepore..eh già cari Scorpioncini perché è vero che tutti si lamentano per il grande caldo ma è anche vero che tutti si colorano e cominciano ad andare un po’ al mare..voi invece?...sempre impassibili e glaciali…datemi retta!, cercate di sciogliervi un po’ e di aprire il vostro cuore..SARA’ RIEMPITO DI GIOIA

vostro carattere che in questi ultimi giorni è diventato un po’ troppo peperino..non perdete occasione per fare qualche battutaccia al malcapitato di turno..oggi però cercate di non esagerare con lo humour..qualcuno potrebbe offendersi..e voi potreste rimetterci,..ATTENZIONE

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO La vostra situazione astrale in questo momento è quantomeno ambigua cari amici del

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Continua la vostra estate meravigliosa cari eccentrici ed amabili amici del-

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI STOP !!!—Oggi no!... questa Venere in Gemelli si diverte a creare malintesi tra voi e il vostro inna-

Capricorno..a causa di un Mercurio ostile che vi guarda male dal segno del Cancro potreste aver voglia di gettare la spugna in ambito lavorativo ma le altre stelle molto stuzzicanti in Gemelli vi portano all’orecchio voci e pettegolezzi che potrebbero aiutarvi a capire che è meglio non rinunciare ..e Giove aggiunge che è MEGLIO NON RINUNCIARE MAI

l’Acquario..questi bellissimi pianeti in Gemelli ossia Venere, Dea dell’amore e della piccola fortuna, Marte signore della guerra e della forza, e oggi anche la Luna, grande catalizzatrice di energia ce la mettono tutta per far star zitto quel pesantone di Giove..e sembra che ci riescano benissimo…DIVERTITEVI!

morato Nettuno con il rischio di farlo innervosire..e se improvvisamente dovesse diventare manesco?..sapete cosa vuol dire un pugno ben assestato da uno come lui?..non oso nemmeno pensarci..e con questo Marte avreste sicuramente la peggio..quindi mi raccomando, non raccogliete provocazioni e continuate a camminare, pardon, guizzare, per la vostra strada..

Ma sì, tutto sommato va bene cos’.. tutto vi si perdona.. anche il

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Mercoledì 29 Giugno 2011

Giovedì 30 Giugno 2011

ore 00 cielo sereno e vento da nord/ ovest a 12 km/h. Temperatura di 21,1 °C ore 03 cielo sereno e vento da nord a 10 km/h. Temperatura di 20,3 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord a 8 km/h. Temperatura di 19,3 °C ore 09 cielo sereno o quasi con cumuli sparsi e vento da nord a 6 km/h. Temperatura di 24,1 °C ore 12 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da ovest a 5 km/h. Temperatura di 27,8 °C ore 15 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da ovest a 12 km/h. Temperatura di 28,2 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da ovest a 12 km/h. Temperatura di 26,7 °C ore 21 cielo quasi sereno o poco nuvoloso e vento da ovest a 9 km/h. Temperatura di 23,6 °C

ore 00 cielo quasi sereno e vento da ovest a 5 km/h. Temperatura di 19,4 °C ore 03 cielo quasi sereno e vento da ovest a 4 km/h. Temperatura di 18,4 °C ore 06 cielo sereno e vento da sud a 3 km/h. Temperatura di 17,6 °C ore 09 cielo quasi sereno con cumuli sparsi e vento da sud a 4 km/h. Temperatura di 23,8 °C ore 12 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 9 km/h. Temperatura di 26,3 °C ore 15 cielo poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 15 km/h. Temperatura di 25,8 °C ore 18 cielo poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 12 km/h. Temperatura di 24,6 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da sud a 8 km/h. Temperatura di 22,7 °C

FARMACIE

OGGI 29 GIUGNO FORTINI (DIURNO E NOTTURNO) VIA CAIROLI, 14 (VT) TEL: 0761-304034 DOMANI 30 GIUGNO ROSSI (DIURNO E NOTTURNO) LARGO AFRICA, 14 (VT) TEL: 0761-343121



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 29 giugno 2011