Page 1

p

AltoLazio News Quotidiano

Civitavecchia & AltoLazio

Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Anno II N.163 - Domenica 10 Luglio 2011 - Euro 1,00

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Suicidio dietro le sbarre

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Emergenza abitativa

Cultura

I vertici di Borgata Aurelia rinviati a giudizio per omicidio colposo

Fondazione Cariciv e Comune consegnano nove alloggi

La rassegna di musica etnica chiude i battenti stasera

dalla REDAZIONE a pagina 3

dalla REDAZIONE a pagina 5

di ROBERTA FRASCARELLI a pagina 18

Sgominato dai Carabinieri vasto traffico di stupefacenti: otto arresti. A San Liborio la “centrale” di coca e marijuana

Le mani dei Casamonica sul traffico di droga DANZA

Una vasta operazione anti-droga è stata eseguita all’alba di ieri dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia. Otto persone, tre romane e il resto civitavecchiesi, sono �nite agli arresti con l’accusa di traf�co di stupefacenti. Gli indagati sono invece venti. La retata di ieri è il frutto di mesi di lavoro investigativo condotto dagli investigatori dell’Arma, dopo che due operazioni condotte tra febbraio ed aprile avevano consentito loro di intuire l’esistenza di una vasta rete di spaccio. Notevole il volume commerciale che l’organizzazione aveva messo in piedi: il “fatturato” dell’attività illegale connessa allo smercio di cocaina e marijuana, che aveva come centrale il quartiere di San Liborio, è stato valutato in trecentomila euro.

Lo spettacolo di Elisabetta Senni fa Centro al Forte dalla REDAZIONE a pagina 2

SOLIDARIETÀ

L’Adamo onlus riceve un furgone per la sua attività L’arrivo a casa di Marco Paoloni, con l’abbraccio a moglie e figlia (foto di Maurizio Gargiulli)

dalla REDAZIONE a pagina 3

Soccorso in mare Prova superata

Il portiere civitavecchiese travolto da Scommessopoli rientrato a Civitavecchia ieri sera

L’operazione di soccorso in mare che ha permesso il recupero dei due adolescenti romani rimasti in acqua ha messo in luce la grande preparazione del sistema di sorveglianza coordinato dalla Capitaneria di Porto. Piena ef�cienza di tutte le forze di soccorso coinvolte. Una prova di grande ef�cienza grazie al fatto che nulla è af�dato al caso.

S

di BARBARA FRUCH a pagina 4

CALCIO

Paoloni è a casa e ha voglia di lottare ono le 20,30 circa quando Marco Paoloni fa ritorno nella sua Civitavecchia. Sono passati 40 giorni dal suo arresto per la vicenda del calcio-scommesse e dopo 17 giorni di carcere e quindici di domiciliari a Cremona, il portiere civitavecchiese ha riconquistato la libertvà e riabbracciato la sua città. Una città dalla quale riparte - inevitabilmente visto che resta la restrizione di restare entro i con�ni civitavecchiesi oltre all’obbligo di �rma per due volte a settimana - e dove cercherà di ritrovarsi come uomo prima che come atleta. Al �anco alla moglie Michela e con in braccio sua �glia Giulia, ha abbracciato calorosamente la mamma Rosaria che lo stava attendendo sotto la casa di via Gobetti dove dimorerà. Marco, come anticipato nell’intervista rilasciata ieri a L’Opinione, ha ribadito di essere innocente e

pulito negando ogni addebito sul presunto avvelenamento ai compagni di squadra e sulle gare truccate: “Con i miei legali �sseremo una conferenza stampa e Tv: chiariremo ogni punto - ha affermato - e tutte quelle cattiverie e quelle fandonie che sono state dette sul mio conto e su quello della mia famiglia verranno cancellate dalla verità. Come ho fatto con il Gip e con i procuratori federali ho intenzione di dire tutto perchè ho subito un processo mediatico prima ancora che giuridico che è completamente lontano dalla realtà dei fatti”. Una vicenda che il tempo chiarirà e che Marco dovrà superare con l’affetto delle persone più care e di quella Civitavecchia incredula davanti alle accuse che gli sono state mosse e che ora sembra pronto a sostenerlo in questo delicato momento della sua vita.

WINDSURF

BOXE

dalla REDAZIONE a pagina 2

LAVORO

Crisi al Saraceno, licenziati dieci dipendenti dalla REDAZIONE a pagina 4

SANTA MARINELLA

Martiri delle Foibe: finalmente inaugurato il Parco di M. BALDACCI a pagina 6

RUGBY

Civitavecchia, Veronica Fanciulli parte a razzo Branco vince e lancia la sfida Stagione super: attesa per la D e sogna il titolo ai Mondiali junior a Fragomeni per la corona Wbc il Crc festeggia

di SIMONE FANTASIA a pagina 27

Partenza fulminante per Veronica Fanciulli ai Mondiali junior di Zara. L’atleta civitavecchiese è in testa dopo la prima giornata di gare e oggi può completare l’opera. Bene anche l’altro civitavecchiese in gara, Mattia Camboni, che pur essendo il più giovane in gara, è terzo e può puntare ad un prestigioso podio.

Silvio Branco ha vinto in scioltezza il test a Civitanova Marche contro il lettone Andrejeves. Molto soddisfatto della sua prova, il ‘‘Barbaro’’ ha già lanciato il guanto di s�da a Giacobbe Fragomeni, che ha combattuto poco dopo di lui. I due si affronteranno per il Mondiale Wbc dei massimi leggeri a novembre.

di ANTONIO BANDINU a pagina 28

di CIRO IMPERATO a pagina 27

di SIMONE FANTASIA a pagina 27


attualità

2

Civitavecchia & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

Arte - Stasera si conclude la tre giorni di esibizioni del Centro di Classica e Contemporanea

Il Forte mette in mostra la danza di Elisabetta Senni S

erate indimenticabili al Forte Michelangelo. Nella splendida cornice della Fortezza si esibiranno anche stasera alle 21 gli allievi del Centro di Danza Classica e Contemporanea di Civitavecchia. Il consueto saggio di �ne corso della scuola diretta da Elisabetta Senni, dopo un intero anno di studio nelle sale della scuola, mette in mostra �nalmente i suoi talenti davanti ad una folla di appassionati del genere. Già da due sere i promettenti ballerini sfoggiano le loro doti stupendo davanti ad una platea gremita che non vede l’ora di lasciasi incantare da un’atmosfera magica che ti trasporta immediatamente in “un’altra dimensione”. Tante le esibizioni artistiche degli allievi iscritti ai corsi di danza classica e contemporanea che sulle basi musicali più famose hanno dato saggio della loro bravura, tutti rigorosamente suddivisi per categoria.

Adamo, è tempo di partire col furgone targato Cariciv

A

ncora una volta le istituzioni si mostrano vicine alle esigenze dell’Adamo. L’onlus che si è posta come stella polare l’assistenza ai malati oncologici ha ricevuto ieri, allo Sporting Club Riva di Traiano, un nuovo dono della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia. Dalle mani del Presidente dell’ente bancario Vincenzo Cacciaglia, le chiavi di un furgone sono passate a quelle del Presidente dell’Adamo, Massimiliano Riccio. Presenti alla cerimonia (nella foto di Maurizio Gargiulli) i vertici della Fondazione e dell’associazione. Questi ultimi hanno posto all’attenzione pubblica la mancanza della radioterapia all’interno dell’ospedale Sam Paolo.

Civitavecchia e Tolfa puntano ad attrarre i crocieristi con il bus “Sightseeing”

Turisti? Sul pullman non per caso di ROBERTA FRASCARELLI

P

ronto a partire il tram dei desideri, quello che �nalmente offrirà un eccellente giro panoramico ai turisti che ogni giorno sbarcano a Civitavecchia. E’ stato siglato l’accordo tra la City-Sightseeing Roma, Presidente Giuseppe Cilia, e il Comune di Civitavecchia per il servizio che interesserà appunto la città. Giro città Sali e scendi, è questa la formula del simpatico e caratteristico Open Bus “Hop on – Hop off” che ogni giorno al capolinea accoglierà i turisti curiosi di conoscere le nostre eccellenze. Un servizio inaugurato ieri mattina, in Porto, alla presenza delle autorità tra cui l’Assessore al Commercio e Turismo di Civitavecchia Alessandro Maruccio, il Consigliere Comunale Pasquale Marino, l’Assessore al Turismo di Tolfa Cristiano Dionisi e il Sindaco della città collinare, Luigi Landi. Il City Sightseeing prevede un giro per le vie caratteristiche della città e una sosta alle Terme di Traiano, ovviamente il tutto con guida turistica a bordo che in lingua italiana ed inglese commenterà le varie tappe meta del bus. Nell’ambito dell’iniziativa è stata inserita una visita a Tolfa con due corse giornaliere, una al mattino e l’altra nel pomeriggio. I crocieristi che

dunque sceglieranno questa escursione resteranno in collina per circa cinque ore ed avranno la possibilità di visitare il Museo Civico, il centro storico, la rocca dei Frangipane, le botteghe artigianali, le norcinerie e di degustare i piatti tipici della tradizione culinaria nei

Chirone. “L’avvio di questo progetto sperimentale dei bus City Sightseeing – ha affermato soddisfatto Dionisi - rappresenta per Tolfa un’occasione importante per intercettare il �usso turistico crocieristico. In queste settimane abbiamo lavorato in sinergia

Soddisfatto anche l’Assessore Maruccio: “E’ per Civitavecchia un altro importante tassello del programma, in particolare turistico, abbiamo da subito accolto con interesse la proposta di questa linea bus perché ci permetterà di mostrare e far conoscere le nostre bellezze naturali, i nostri

ristoranti cittadini, che hanno preparato proposte ad hoc. L’assessore al Turismo Cristiano Dionisi, ha coordinato personalmente l’organizzazione dell’accoglienza, con un team formato dall’Assessore Pamela Pierotti, dalla consigliera Stefania Bentivoglio, dalla delegata Antonella Tagliani e dai ragazzi della Associazione

con gli operatori turistici della cittadina, per essere pronti con una proposta integrata a questa nuova importante s�da: ringrazio Giuseppe Cilia, di City Sightseeing Roma, che ha accolto la nostra proposta di portare per la prima volta in Italia gli open bus fuori dal circuito urbano, dando a Tolfa questa rilevante opportunità”.

siti archeologici, le nostra tradizione ai tanti turisti che arrivano in città senza una metà precisa e comunque invogliati solo a raggiungere la Capitale”. Informazioni sono reperibiloi anche su www.citysightseeing.it o lungo i percorsi pedonali gialli e verdi del Walking Tour.

Eventi - L’electro concert ha incuriosito gli spettatori, si replica il 23 luglio Viale Baccelli - Comune senza soldi, non può intervenire

Monolith passa, ma la curiosità resta Bar “assediato” dai liquami di BARBARA FRUCH

S

icuramente la visibilità non è mancata per i due misteriosi personaggi che venerdì scorso hanno animato la serata tra Pirgo e Marina. Il concerto di musica elettronica “Monolith” organizzato a pizza Betlemme, infatti, ha visto esplodere la voglia di comunicare del monolite, il cui suono si è propagato per centinaia di metri. Se così un pubblico di affezionati si è piazzato sotto il palco per ballare e “vedere” da vicino i protagonisti della serata, molti altri si sono “tenuti a distanza” ammirando gli “strani personaggi” dalla terrazza del lungomare. Indubbiamente hanno fatto discutere, dal momento che uno spettacolo simile a Civitavecchia non si era mai visto, e ora probabilmente ci si chiede se in futuro l’evento verrà riproposto. Intanto la strana pietra rettangolare ci ha comunicato che i due extraterresti si rivedranno a Tolfa il 23 luglio. Ora non resta che stare in silenzio ad ascoltare, quali saranno i prossimi messaggi.

B

astano poche gocce di pioggia e la tranquilla routine di un bar si trasforma in un mare di liquami. E’ quanto sta accadendo in viale Baccelli, presso la storica caffetteria del popolare Roberto Giacomini. Gli ultimi due temporali hanno mandato in tilt il sistema fognario davanti al suo esercizio, con fuoriuscita di liquami che hanno insozzato il marciapiede e rischiato di inondare il bar. Il combattivo proprietario (nella foto di Maurizio Gargiulli) si è fatto prestare l’attrezzatura per pulire da un amico e ha fatto da sé, ma quando ha chiamato il Comune per far sì che lo sgradevole disservizio non avesse a che ripetersi, si è sentito dare una risposta

paradossale. “Il Comune non ha soldi, non possiamo farci niente”. Quindi ora tutto è lindo su viale Baccelli, ma soltanto �no alla prossima pioggia. Almeno �no a quando a Palazzo del Pincio qualcuno capirà che risparmiare va bene, ma non sulla pelle dei cittadini.


cronaca

Domenica 10 Luglio 2011 Civitavecchia & AltoLazio

3

Dopo le due operazioni di febbraio ed aprile i militari dell’Arma hanno chiuso il cerchio attorno alla banda che gestiva i traffici Finiscono al fresco anche due romani, considerati come affiliati al clan dei Casamonica

Q

uanto vale un traf�co di stupefacenti in un quartiere popolare? Trecentomila euro, magari da far girare in pochi mesi. Tra gli arresti, gli indagati e i sequestri, è forse questo il dato che deve far più ri�ettere su quale sia la reale incidenza dei traf�ci illegali di droga nella vita quotidiana. Un mondo sommerso, spesse volte sottovalutato, in virtù di un ingiusti�cabile “lo fanno (quasi) tutti” che ha nel corso dei decenni trasformato la percezione del fenomeno nel costume degli italiani. Invece, un qualsiasi quartiere della provincia cittadina, come può essere San Liborio, è capace di produrre un volume commerciale assolutamente notevole, impiegando decine di persone e “fatturando” centinaia di migliaia di euro in pochi mesi. Fortunatamente però ad interrompere il �usso di soldi e merce illegale ci hanno pensato i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia. Che San Liborio l’avevano già passata al setaccio due volte nel corso degli ultimi mesi, e che hanno avuto, soprattutto, il merito di non mollare la presa, di non fermarsi ai pesci piccoli, ma di attendere nell’ombra e, dopo settimane di intercettazioni, pedinamenti, servizi in borghese, sgominare l’intera banda. Il bilancio dell’operazione (dall’esotico e un po’ cervellotico nome di “Second time Saint Libory”) è di otto arresti in esecuzione di altrettante or-

Brillante operazione porta a termine dei Carabinieri (Fotoservizio di Maurizio Gargiulli)

Blitz dei Carabinieri all’alba nel quartiere popolare: eseguiti otto arresti, venti gli indagati

A San Liborio la centrale della droga dinanze di custodia cautelare in carcere e di venti indagati. Tra gli arrestati �gurano due civitavecchiesi rispettivamente C. S. di 47 e B. G. di 26 anni e due romani, rispettivamente D. S. O. di 26 e D. S. V. 23 anni. I primi due sono stati associati al carcere di Borgata Aurelia,

gli altri due al penitenziario romano di Regina Coeli. Altri tre ragazzi di Civitavecchia, C. E. di 28, R. D. di 25 e B. S. di 20 anni si trovano invece agli arresti domiciliari. L’ottavo arrestato, un cinquantenne romano, è stato arrestato nel tardo pomeriggio dopo essere

stato rintracciato. L’intensa attività investigativa, secondo quanto hanno spiegato i Carabinieri, è partita già dallo scorso inverno, con due operazioni avvenute il 24 febbraio scorso e il 6 aprile. I Carabinieri hanno accertato ben 70 episodi distinti, indivi-

duando circa cento assuntori di sostanze stupefacenti, per un volume di traf�co che si aggirava sui 300.000 euro. Nel corso delle conversazioni telefoniche intercettate, gli arrestati e gli indagati usavano un linguaggio criptato che è stato comunque codi�cato

dagli investigatori. Il volume settimanale degli acquisti di cocaina e marijuana variava dai 500 ai 4.000 euro. Particolare non irrilevante, i due romani arrestati vengono considerati come potenziali af�liati al clan criminale dei Casamonica.

Imputati direttrice e pischiatra del carcere e i vertici di polizia penitenziaria

Detenuta suicida, quattro rinvii a giudizio Un processo contro il sistema carcerario U

L’avvocato Pier Salvatore Maruccio: “Borgata Aurelia non potrebbe ospitare reclusi considerati a rischio”

na raf�ca di rinvii a giudizio per gli imputati di omicidio colposo. E per loro l’amara consapevolezza di doversi difendere in un’aula di tribunale da colpe che, probabilmente, andrebbero ascritte più alle carenze strutturali di carattere cronico del carcere di Borgata Aurelia, e si direbbe dell’intero sistema penitenziario italiano, che da colpe speci�che. Il caso è quello del suicidio in carcere di una detenuta, avvenuto nel 2009. Una storia come, purtroppo, ne avvengono dietro le sbarre e sicuramente una vicenda da approfondire. Ma ora per i quattro ci sarà il processo da affrontare, a partire dal 23 novembre prossimo. La decisione è stata presa dopo un lungo dibattimento dal Giudice per l’udienza preliminare, Giovanni

Giorgianni. L’udienza era iniziata venerdì e si era protratta �n dopo le ore 20. Dopoo che sono stati ascoltati i legali Annamaria Guerri, difensore del medico psichiatra Paolo Badellino, Gianni Pane, difensore della direttrice Patrizia Bravetti, l’udienza è stata aggiornata a ieri mattina, quando è toccato agli avvocati Pier Salvatore e Francesca Maruccio difendere le posizioni degli altri due imputati, la coordinatrice della polizia penitenziaria sezione femminile Cecilia Ciocci e il dirigente della stessa polizia penitenziaria Mario Celli. Tutti i legali hanno ribadito l’imponderabilità del gesto della detenuta, giunta a Civitavecchia con un grave stato di depressione e per questo sottoposta al regime di “grande sorveglianza”, per evitare gesti inconsulti. Le veri�che

andavano effettuate da personale soltanto femminile, notoriamente il personale è scarso nelle carceri italiane, ancor più nelle sezioni femminili e Civitavecchia non fa eccezione. “Abbiamo tentato con forza di sostenere - ha spiegato l’avvocato Pier Salvatore Maruccio - la non responsabilità degli imputati davanti ad un atto imponderabile. Il carcere di Civitavecchia non è d’altronde classi�cato come 1bis, quindi non dovrebbe accogliere detenuti a rischio di suicidio”. Eppure ieri, dopo due ore di Camera di Consiglio, il Gup ha deciso comunque di accogliere la richiesta del pm Alessandro Gentile, di rinvio a giudizio per tutti e quattro. Un processo, ora, che potrebbe essere il paradigma stesso dei mali delle carceri italiane.

La storia - Si tolse la vita impiccandosi con gli slip A

. T., la dfetenuta morta suicida in cella due anni fa al carcere di Borgata Aurelia a Civitavecchia, aveva cercato due volte di togliersi la vita, prima impiccandosi col cavo di un apparecchio televisivo e poi battendo violentemente la testa al muro. La detenuta era stata per questo sottoposta a “grande sorveglianza”. Un regime che tuttavia non è bastato: i controlli erano effettuati a distanza di dieci minuti, ma quel lasso di tempo è bastato alla detenuta, un’italiana di 35 anni condannata per rapina, a togliersi la vita il 21 giugno del 2009, impiccandosi con gli slip. Gli imputati soono lo psichiatra che aveva chiesto il regime di sorveglianza, i vertici di polizia penitenziaria e la direttrice vicaria del carcere.


cronaca

4

Civitavecchia & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

Ricerche scattate subito dopo la segnalazione: sono stati impiegati mezzi aerei e navali di Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco e Protezione Civile Una prova di efficienza per tutte le forze coinvolte di BARBARA FRUCH

O

ttimo lavoro della Capitaneria di Porto, che anche questa volta ha saputo agire in tempi rapidi per trarre in salvo i due fratelli che venerdì scorso si sono trovati in balia delle onde nei pressi della costa di Tarquinia. Ma capiamo esattamente cos’è successo. Nel pomeriggio due amici sono usciti dalla Base Assonautica con i rispettivi catamarani per farsi un giro nelle acque antistanti, lasciando a terra il fratello di uno dei due. Alle 17 il forte vento di scirocco ha scuf�ato entrambe le imbarcazioni a circa due chilometri e mezzo dalla costa di Tarquinia, facendo cadere a mare i due giovani, situazione non di certo inusuale per queste tipologie di barche che si rovesciano facilmente. Il fatto ha costretto i velisti a cercare di riportate la situazione alla normalità, ma purtroppo solamente uno dei due è riuscito a rialzare il catamarano, a risalirci e rimettersi in rotta per la costa. Il ragazzo romano, al contrario, è rimasto in acqua in balia delle onde e delle raf�che di scirocco. Sulla costa però si trovava il fratello, che con occhio vigile osservava il mare aspettando il rientro dei due. Capita la situazione non ci ha pensato due volte, ha afferrato il gommone e si è gettato in mare tentando di raggiungere il consanguineo in dif�coltà e di trarlo in salvo. Senonché anche il battello pneumatico è stato travolto dal motto sussultorio delle acque gettando lo stesso giovane in mare. Fortunatamente la persona rientrata ha lanciato l’allarme verso le 18 e 30 chiamando il 1530, immediato l’intervento della Capitaneria di Porto che messo in moto,

Vigili del fuoco e Guardia Costiera protagonisti del recupero

Un complesso sistema di soccorso dietro la brillante operazione di salvataggio dei due fratelli romani

Angeli in guardia sui pericoli del mare applicando il Piano operativo Sar, la sala operativa che ha coordinato l’intervento. Dopo pochi minuti si è levato l’elicottero dei Vigili del Fuoco, e contemporaneamente sono uscite la motovedetta CP 891 della Guardia Costiera, un gommone della Protezione Civile di Tarquinia e la motobarca dei Vigili del Fuoco. I ragazzi di 15 e 18 anni sono stati subito individuati dall’aeromobile, il cui personale di bordo si è gettato

in mare per recare assistenza ai malcapitati, nel frattempo è arrivata la motovedetta 891 che di lì a poco ha fatto salire i due a bordo trasportandoli al Porto di Civitavecchia, ove li attendevano i genitori. Tutta l’operazione è stata gestita sotto il coordinamento della sala operativa della Capitaneria di Civitavecchia, che si è appoggiata agli uomini del corpo presenti in loco. A pochi minuti dall’allarme infatti preso l’Associazione sportiva nautica si è recato il Comandante

Lamberto Alessandro con due operatori della Guardia Costiera di Tarquinia che hanno seguito tutta l’attività vigilando sull’impiego di uomini e mezzi. “Abbiamo svolto un ottimo lavoro – ha affermato Alessandro – siamo riusciti a metter in campo tutte le nostre risorse in tempi brevissimi accordandoci con le altre forze di soccorso, le associazioni di volontariato e la Protezione Civile. In questi anni il sistema di salvataggio è migliorato molto, il percorso

non è stato semplice ma ci siamo riusciti e si può dire che siamo pronti a far fronte a qualsiasi esigenza”. Ciò ovviamente non signi�ca che i bagnanti sono autorizzati a cacciarsi nei guai, al contrario la Capitaneria di Porto, con in testa il comandante Fedele Nitrella (foto in alto a destra) raccomanda comportamenti responsabili. Se poi capita un’emergenza sarà di conforto sapere che gli angeli del mare vigilano continuamente su di noi.

Naufraghi? Allora scatta il Piano Sar L

a ricerca ed il soccorso in mare, è compito della Capitanerie di Porto. A dirlo è il piano Sar il cui scopo è quello di dare attuazione a quanto prescritto dalla Convenzione sulla ricerca ed il salvataggio in mare adotta ad Amburgo nel 1979. Il “soccorso d’uf�cio”, come viene chiamato nello scritto, è obbligatorio per la Guardia Costiere ed è rivolto anzitutto alla salvezza della vita a umana. Quindi nel momento in cui sussiste un reale stato di pericolo si mette in moto tutta la macchina operativa del Corpo che dipendentemente dalla gravità dell’evento e dall’estensione può investire unità locali oppure, salire gerarchicamente, coinvolgendo addirittura il Comando Generale. La gestione dell’emergenza comunque è similare, una volta ricevuto e veri�cato l’allarme, si fanno scendere in campo uomini e mezzi, ciascuno con speci�ci compiti, che si muovono al �ne di individuare il pericolo e per riportare la situazione alla normalità. Per far ciò non ci si avvale solamente delle risorse dell’Autorità marittima ma si creano delle reti con tutte le unità chiamate ad intervenire. (B.F.)

“Il Saraceno” licenzia dieci lavoratori Infanzia - Partito un appello internazionale della Kiwanis International, subito raccolto dai volontari locali Allarme per il futuro della cooperativa Eliminare il tetano, ultima sfida dell’Unicef D U ieci licenziamenti a Il Saraceno. C’è pesante aria di crisi all’interno della società cooperativa che gestisce il servizio di ristorazione all’interno del porto. Alcuni cambi societari negli ultimi tempi avevano fatto suonare l’allarme presso i dipendenti, ma la situazione è precipitata negli ultimi giorni. Dalla cooperativa sono partite le raccomandate che comunicano a dieci lavoratori la cessazione del rapporto di lavoro a partire da domani. Le lettere sono state comunque consegnate ieri anche a mano ai diretti interessati. Una vicenda drammatica anche perché vissuta come un fulmine a ciel sereno dai dipendenti. Peraltro, alcuni di loro sarebbero in fascia protetta, condizione per la quale la stessa cooperativa avrebbe delle agevolazioni. Inoltre, sempre secondo le voci che rimbalzano dagli ambienti della società, tra i licenziati vi sarebbero dei soci lavoratori, un particolare questo che fa presagire la possibilità che ora si apra un lungo e complesso contenzioso, con ben poche apparenti vie d’uscita. Dai lavoratori stanno comunque partendo appelli al mondo politico, a quello sindacale e allo stesso sindaco Moscherini per far sentire lavicinanza delle istituzioni, chiedendo il reintegro o la dislocazione presso altre aziende.

n nuovo appello per la salute dell’infanzia arriva dai volontari Unicef del territorio. “Kiwanis International spiega la responsabile territoriale Unicef del litorale nord di Roma, Pina Tarantino - sta mobilitando i suoi membri in tutto il mondo per dare nuovo impulso alla lotta contro il tetano materno e neonatale. Il tetano è una malattia dolorosa che uccide un bambino ogni nove minuti e 160 neonati ogni giorno. Kiwanis International si impegna a raccogliere 110 milioni di dollari entro il 2015 con The Eliminate Project: i fondi proteggeranno almeno 61 milioni di donne e i loro futuri bambini, che sono a rischio di contrarre questa malattia mortale. L’annuncio dell’inizio di questa campagna di raccolta fondi è stato dato a Ginevra, durante la 96ma Convention annuale di Kiwanis International, in corso questa settimana”.

“I nostri membri del Kiwanis in tutto il mondo sono pronti a raccogliere fondi per eliminare il tetano materno e neonatale”, ha detto il Presidente del Kiwanis International Sylvester Neal. “Con 1,80 dollari siamo in grado di proteggere una madre e i suoi futuri bambini da questa malattia mortale, ma prevenibile. Possiamo farlo con il supporto dei nostri ottomila club locali e, con il loro aiuto, elimineremo il tetano materno e neonatale”. “La vasta rete di Kiwaniani dedicati fornirà i fondi necessari all’Unicef e ai suoi partner per vaccinare milioni di donne contro il tetano”, ha detto il Presidente e Amministratore delegato del Us Fund for Unicef, Caryl Stern. “Siamo profondamente onorati di questo loro impegno di salvare molte vite in tutto il mondo”. Questo �nanziamento aiuterà l’Unicef e i suoi partner, che hanno già eliminato

il tetano materno e neonatale in 20 paesi. Con la rete globale di volontari del Kiwanis e il personale sul campo e gli esperti dell’Unicef, The Eliminate Project contribuirà ad eliminare il tetano materno e neonatale nei 38 paesi in via di sviluppo dove la malattia rimane una minaccia per la salute. The Eliminate Project farà di più che proteggere le donne e i bambini da tetano: aiuterà anche a creare un percorso per avere altri servizi, come acqua pulita altri vaccini, e raggiungere alcune delle persone più vulnerabili del mondo, che non vengono aiutate perché sono povere, troppo lontani e in alcuni casi, invisibili al mondo. Kiwanis si unisce a un gruppo selezionato di organizzazioni e aziende, tra cui Procter & Gamble e Bd, che hanno fatto passi signi�cativi per l’eliminazione del tetano materno e neonatale.


Domenica 10 Luglio 2011 Civitavecchia & AltoLazio

attualità

5

Emergenza abitativa - Consegnati gli alloggi in via Pio IV

La Fondazione Cariciv regala anni di serenità B

enedizione, taglio del nastro e comprensibile commozione per essersi tolti un pensiero, anche se solo per quattro anni. Ieri sono stati consegnati gli alloggi della palazzina di via Pio IV, realizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia per dare una mano sul dif�cile fronte dell’emergenza abitativa. La cerimonia si è svolta ieri mattina, alla presenza delle famiglie assegnatarie, del Presidente della Fondazione Vincenzo Cacciaglia, del Sindaco Gianni Moscherini e del Vescovo Luigi Marrucci. E’ stato il coronamento di “Abitare pensando al futuro”, un progetto davvero a lunga gittata che la Fondazione ha avviato nel 2009 e passato alla fase operativa ieri. Nei fatti, dei nove alloggi realizzati, sei saranno assegnati direttamente dalla Fondazione a nuclei familiari, prettamente giovani coppie, che avranno la possibilità di abitarli per quattro anni. Non pagheranno af�tto né mutuo e poi dovranno lasciarli a famiglie nella loro stessa condizione, ma avendo risparmiato per quattro anni i soldi necessari ad avere una base per costruirsi il futuro da soli. Altri tre alloggi sono stati invece destinati alle framiglie in vera e propria emergenza abitativa, sulla base delle indicazioni dell’amministrazione comunale. Forse poco più che una goccia nel mare del bisogno, ma una goccia estremamente signi�cativa.

Impiantistica - Reginella (Pdl) prende le difese di Lestingi

“Lo Stadio del Nuoto va riaperto” S

tate buoni se potete. Interviene il consigliere comunale Fabrizio Reginella (Pdl) a mettere pace, o a provarci, sul caso Stadio del Nuoto tra Snc e Lestingi prendendo le parti di quest’ultimo. La minaccia di querela da parte dei vertici Snc nei confronti del tecnico Fabio De Santis mi è sembrata proprio fuori luogo. Credo infatti che chi viene dal mondo dello sport avrebbe potuto meglio interpretare lo sfogo di un allenatore che giorno per giorno richiede enormi sacri�ci a degli atleti con i quali lavora da anni. E non mi riferisco solo al Campione, a Damiano Lestingi. Parlo di quella dozzina di ragazzi che dovranno disputare le �nali dei campionati italiani e che si vedono chiusa la porta

dello Stadio del Nuoto. Non era proprio possibile ritardare di un mese la chiusura? Se è vero che sulla convenzione c’è scritto che è permesso un mese di chiusura per ferie (e considero un assurdo da parte di questa Amministrazione

aver permesso tale ipotesi), e 15 giorni di manutenzioni, lo stesso impianto dovrebbe, per logica, riaprire il 16 agosto, cosa che appare del tutto improbabile. Mi sono documentato e la prassi, per tutti gli impianti è la chiusura durante il mese di agosto lasciando alle manutenzioni le prime due settimane di settembre. Sembra allora evidente che la gestione della Snc non sia stata attentamente vagliata pertanto consiglio a tutti, e mi riferisco con lo speci�co ai vertici della Snc, di fare un passo indietro. Auspico che il Sindaco, da buon padre di famiglia, e con l’intuizione e l’intelligenza che lo contraddistinguono, intervenga immediatamente. La città ne ha estremamente bisogno”.

Pendolari, c’è un legale unico per difendersi dalle denunce T

ra i denunciati ci sono anche persone che non hanno attivamente partecipato al blocco e che erano semplicemente disperate per non poter raggioungere Roma. E’ quanto afferma Roberto Oertel, del Comitato pendolari della linea Rm 5. “Molti pendolari che erano sulla banchina disperati per l’impossibilità di proseguire verso i propri impegni a Roma, sono stati chiamati dalle forze dell’ordine a fornire le proprie generalità in vista di una possibile denuncia verso Trenitalia. Ebbene, anche queste persone sono state chiamate per rispondere di blocco di servizio pubblico”. Oertel ricorda comunque che è possibile rivolgersi aqd un unico legale, citando “l’iniziativa intrapresa da alcuni pendolari di Civitavecchia, che per primi sono stati chiamati dall’autorità giudiziaria, e dunque hanno

Lunga nota del movimento politico che sostiene l’utilità dell’ente pubblico, senza gravare sui cittadini

Il Polo Civico dice no all’abolizione delle Province In 50 negozi attivi gli sconti di Banco Posta P

rosegue a Civitavecchia il grande successo dell’iniziativa “Sconti BancoPosta” che prevede sconti dal 2% al 40% per gli acquisti effettuati con Carta Postamat, Carta BancoPosta Più. Da �ne giugno anche tutti i titolari di carta Postepay possono aderire all’iniziativa che, oltre ad offrire l’opportunità di un risparmio negli acquisti, è �nalizzata ad annullare i rischi della circolazione del contante. Ad oggi sono più di 50 i negozi convenzionati della città che comprendono tutte le categorie merceologiche come supermercati, distributori di carburante, negozi di elettronica, di abbigliamento alimentari, ristoranti e pizzerie. Per ottenere lo sconto è suf�ciente effettuare i pagamenti con le carte, lo sconto verrà automaticamente calcolato e l’accredito verrà effettuato sul conto.

“È

entrato nel vivo il dibattito sull’abolizione delle Province, alimentato da alcuni partiti che premono in questa direzione convinti di ricavare da una decisione del genere un forte abbattimento dei costi della politica nel nostro Paese. Magari fosse così, almeno sapremmo tutti cosa fare per prepararci un futuro migliore”. Questa la posizione del Polo Civico, che entra nel dettaglio della questione attraverso le dichiarazioni del consiglio direttivo: “Senza apparire come quelli che si mettono di traverso, non possiamo esimerci dal dire la nostra su un tema così importante. Abbiamo letto cifre da capogiro sui costi delle provincie, inaccettabili per chi conosce le problematiche dell’ente. Da qui la convinzione che l’abolizione venga meno anche la necessità della spesa relativa”. “Non è così: i costi citati non sono i cosiddetti “costi della politica”. Sono spese, investimenti e gestioni che vanno comunque affrontati, a prescindere dall’esistenza o meno delle stesse Province. Si tratta di demagogia: si vuole un abbattimento dei costi e quindi si eliminano le Province, anche danneggiando i cittadini. Attendiamo e speriamo non inu-

tilmente, in un’attenta veri�ca dei costi reali per quanti�carli esattamente”. “C’è anche un aspetto strumentale della proposta, infatti abbiamo motivi validi per ritenere che il dibattito sia stato suscitato ad arte per evitare di parlare dei problemi veri che af�iggono il Paese. Se l’intendimento è la riduzione delle spese, la lente d’ingrandimento ve semmai posta sulle regioni, le cui competenze spaziano dalla sanità ai ri�uti e ai trasporti. E siamo convinti che se su questi compiti tanto gravosi ci fosse un autentico decentramento in capo alle Province, che possono vantare uno sperimentato livello di ef�cienza acquisito in un secolo e mezzo di vita nazionale, spesso ci sarebbe un netto miglioramento della situazione”. “Qualche altro aspetto investe le inconfessabili convenienze della politica partitica. È chiaro che un consigliere regionale il cui costo è dieci o quindici volte maggiore di quello di un suo collega provinciale, che a �ne del mese costa in media poco più di mille euro e che a �ne mandato non avrà un vitalizio, può devolvere al partito una bella fetta dell’indennità percepita. Per un partito si tratta di due introiti diversi, l’uno di gran

lunga preferibile all’altro. Per non parlare poi dell’entità degli investimenti e di tutto ciò che a livello regionale c’è da gestire”. “Si tralascia, naturalmente, di spiegare come saranno affrontati i problemi di area vasta. Come ci potranno essere i miglioramenti attesi nell’edilizia scolastica delle scuole superiori, nelle strade provinciali, sull’ampio fronte del sociale e della cultura attualmente validamente affrontati dalle provincie. Si omette di ricordare quali dif�coltà ha creato alle Province, anche a quelle che possono vantare un bilancio sano, l’applicazione del Patto di Stabilità. Né si dice che �ne farà il personale e come si risparmierà su questo se non con altri tagli e con altra disoccupazione”. “Quando un dibattito nasce viziato e privo di quella obiettività ed onestà intellettuale necessaria è inutile parlare. Ciò serve solo se ci sono orecchie pronte ad ascoltare e bocche a farsi sentire. Perché qui veramente non c’è di mezzo solo il futuro del Paese ma quel poco di buono che oggi viene offerto ai cittadini. Con tutti i problemi del caso, ma che non dipendono certo dalle Province” la conclusione del direttivo del Polo Civico.

Arciconfraternita festeggia San Bonaventura G

rande festa presso l’Arciconfraternita del Gonfalone di Civitavecchia che il 15 luglio festeggerà San Bonaventura da Bagnoregio, fondatore, nell’anno 1274, della Confraternita dei Raccomandati alla SS. Vergine, che, anche se nel tempo ha cambiato denominazione, �no all’attuale, ha mantenuto le �nalità e lo spirito di servizio nei confronti dei più deboli. Il programma inizia oggi con la celebrazione di una Santa Messa, nella Chiesa della Stella e continuerà venerdì, alle ore 21 alla Chiesa della Stella, con una veglia di preghiera in onore di San Bonaventura presieduta da Padre Pietro Prestinizi, francescano dell’Ordine dei frati minori conventuali. Le iniziative termineranno domenica con la celebrazione di una Santa Messa solenne alle ore 9, sempre nella Chiesa della Stella.

messo a disposizione di tutti gli altri pendolari che saranno chiamati la stessa assistenza legale, che ricordo è presso l’avv. Laura Russino, via Carducci 39 Civitavecchia, contattabile telefonicamente al 339.2011751 o allo 0766.35232”. C’è anche un problema di rappresentanza. “Trenitalia da sempre ha tentato di dividere l’unità dei pendolari, perché è un dato storico nonché evidente, che l’unione fa la forza, non a caso Trenitalia nel 2006 ha avviato un osservatorio del trasporto ferroviario regionale, e al tavolo ha convocato gli otto comitati referenti le 8 linee regionali ed in�nite associazioni ambientaliste, sindacali, dei pedoni, dei ciclisti etc con il risultato che l’osservatorio, è oggi coordinato da associazioni e persone, che non utilizzano il treno”.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLO’ ACCAME Condirettore edizione Civitavecchia VIVIANA TARTAGLINI Editore Altolazio News srl Presidente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. ROBERT VIGNOLA FORTUNATO LICANDRO CIRO IMPERATO Grafici ADRIANO GRASSI Sede operativa VIA NICOLAO ARCANGELO, 5 00053 CIVITAVECCHIA TEL. 0766.671158 FAX 0766.671159 opinione.cv@gmail.com 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22.30


comprensorio

6

Civitavecchia & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

Santa Marinella - La minoranza affila le armi in vista del consiglio

L’opposizione attacca Bacheca “Quali sono le grandi opere?” di MASSIMILIANO BALDACCI

I

n una nota stampa vengono ribadite dalla minoranza in consiglio comunale le ragioni per cui il sindaco Bacheca non è credibile. Il documento affronta numerose tematiche che preparano un bel clima per il consiglio comunale di martedì. Si legge infatti che “il sindaco Bacheca ha riavviato la grande opera di lodarsi da solo sui giornali, annunciando ‘magni�che sorti e progressive’ per la nostra città. Forse nel tentativo di rispondere al malumore di cittadini e operatori turistici infuriati per i cantieri ancora aperti a inizio luglio, come quello di lungomare Marconi, del parcheggio dietro l’edicola De Pasquale, del sottopasso di via IV Novembre. Secondo noi le grandi opere sono il sottopasso di Valdambrini e una nuova viabilità per il quartiere, l’express way, la copertura della trincea ferroviaria, la nuova sede comunale, l’asilo nido, la nuova scuola elementare uni�cata, la piazza dell’ex fungo ed i parcheggi in centro. Sembrano però non esser queste le opere a cui il Sindaco si riferisce”. Non sfugge nella lista delle inadempienze, secondo la minoranza, “qualche rotatoria, come quella di Prato del Mare, in mezzo alla quale si ergerà a breve un’ancora di due metri acquistata alla modica cifra di 20mila euro, a cui ne vanno aggiunti 6mila per l’installazione”. Altro vulnus, secondo l’opposizione è rappresentato dal “contributo di 7 milioni di euro ricevuti dall’Enel. La centrale ha visto il consenso dello stesso Bacheca e quei soldi dovevano servire per migliorare le infrastrutture e tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini. Bacheca che cosa ne ha fatto?” A dire il vero ce lo dovrebbe dire l’opposizione, visto che la scorsa settimana è stato approvato il Bilancio e che la settimana precedente sono stati spesi 450 mila euro per una pensilina fotovoltaica. Ancora: “Il Piano del Commercio commissionato dalla Giunta precedente dorme nei cassetti, il piano della costa è solo annunciato, di revisione di piano regolatore la Giunta non parla assolutamente, i piani di insediamenti produttivi su cui lavoravano le giunte precedenti sono saltati. Il porto, gentilmente

“regalato” alla Porto Romano, sta fermo, mentre l’imprenditore realizza introiti notevoli; la raccolta differenziata annunciata più volte è al palo e il servizio di raccolta tradizionale avviene con cassonetti ormai ridotti alla metà come numero e condizioni, cassonetti mai lavati, sfondati e traboccanti di ri�uti.” Insomma

una catastrofe, che �nisce con un appello: “Il sindaco guardasse con gli occhi dei cittadini la bellezza di questa nostra città che s�orisce, che guardasse le aiuole, le siepi, gli alberi pubblici potati male o malati, anziché osannare le grandi opere che a nessuno sembrano grandi ma solo di normale amministrazione”.

Replica del Pdl a Piendibene: “Dal 2005 il Pd fa solo chiacchiere” di ALESSANDRO D’ALESSIO

“C

aro Piendibene, non sappiamo se in questi ultimi tre anni hai vissuto la nostra città ed ancora oggi frequenti Santa Marinella e Santa Severa. Forse sei rimasto con la mente al 2005, quando a governare questa città c’era il tuo compagno di partito, quando avete avuto l’opportunità di governare Santa Marinella e che vi è

stata tolta dopo appena due anni e mezzo, tempo che avete impiegato per realizzare nulla se non far regredire la città in tutti gli aspetti.” La replica è del Pdl di Santa Marinella e Santa Severa all’attacco di qualche giorno fa mosso dall’esponente del Pd Emanuele Piendibene. “Per questo i cittadini hanno scelto nel 2008 di farsi governare da un giovane sindaco del Pdl come Bacheca, capace e soprattutto

santamarinellese, che riceve quotidianamente decine di cittadini, che conosce ed ama la città ed i cittadini che la vivono. Ricordiamo che questa amministrazione si è dovuta confrontare con una situazione ereditata molto dif�cile e la città messa in ginocchio. In riferimento al lungomare Marconi ed a via Conti di Galeria e Via Francesco degli Albizi a Santa Severa, possiamo dire a Piendibene che

in riferimento al primo, per realizzare opere così belle ed importanti occorre del tempo, ma tra qualche mese quando l’area sarà terminata e riquali�cata tutti i cittadini ed i villeggianti avranno a disposizione un altro tratto di città da godersi. Per le due vie di Santa Severa, invece, sono stati effettuati dopo anni degli interventi al rifacimento fognario che termineranno con l’asfaltatura del manto

Santa Marinella - Taglio del nastro nello spazio verde del rione Valdambrini con il sindaco

Inaugurato parco “Martiri delle Foibe” F

inalmente il parco dedicato ai Martiri delle Foibe ed agli Esuli è stato inaugurato. Come si vede nella foto a lato di Massimiliano Baldacci, anche a Santa Marinella si è voluto regalare uno spazio dedicato a chi ha perso la vita per la causa italiana nelle zone del Carso oppure a chi ha dovuto lasciare la propria casa e la propria vita nell’Istria e nella Dalmazia dopo la cessione dei territori alla Jugoslavia di Tito. Nastro tagliato dal sindaco Bacheca, insieme all’assessore Degli Esposti, e con l’onorevole Perazzolo (presidente della commissione Affari Sociali della Regione), mentre gli esponenti dell’associazione Stella Polare Claudio Gigliotti e Maurizio Poleggi, hanno annunciato che gestiranno la manutenzione del parco.

stradale. Aggiungiamo che la chiusura di qualche piccolo tratto stradale come quello del lungomare Marconi sono necessarie per la realizzazione dell’opera, tratto che però nel periodo estivo sarà riaperto alla circolazione senza recare disagi. Invece possiamo affermare che dopo tanto e faticoso lavoro, Santa Marinella e Santa Severa stanno vivendo una seconda giovinezza. Possiamo scrivere pagine intere di opere e servizi realizzati dall’amministrazione Bacheca ed altrettante che saranno ultimate in questi ultimi due anni. Ogni settimana ci sono inaugurazioni di cantieri per opere che si stanno realizzando oppure inaugurazioni di opere ultimate e consegnate alla cittadinanza. Tutto questo lavoro è stato possibile solo grazie alla competenza che l’attuale amministrazione Bacheca ha messo in campo per rendere dopo soli tre anni Santa Marinella una città dignitosa ed accogliente per i propri cittadini e per i turisti che arrivano soprattutto nel periodo estivo”. Finale ancora rivolto all’esponente dell’opposizione: “Lasciamo il segretario locale Piendibene e tutti i suoi compagni alle solite chiacchiere includenti che ripetono dal 2005. Al contrario, noi del Pdl utilizziamo il tempo per concentrarci sulla nostra città proseguendo a lavorare da supporto all’attuale amministrazione Bacheca per continuare a rendere Santa Marinella e Santa Severa un �ore all’occhiello del litorale laziale per qualità e vivibilità”.

GIORNO & NOTTE Civitavecchia

Allumiere

Santa Severa

Miss Civitavecchia Elegance Forte Michelangelo - ore 21

IV Sagra del Cinghiale Piazzale Cesare Moroni

Dalle 10 partire di doppio misto allo Sporting

Tolfa

Santa Marinella

Alle 15 torneo di calcio a 3 presso lo stabilimento il Tirreno

Motorfest Polo fieristico La Nocchia

Concerto incontro con Mozart Sporting Club - ore 19

Alle 18 torneo di calcio a 5 presso il campo di via Cartagine

Clown in piazza Piazza Vittorio Veneto dalle 18

Saggio di danza dell’associazione Yin e Yang Barracuda Bianco musica dal vivo Parco via Aurelio Saffi - ore 21


& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

attualità viterbese

7

Dalla penna del giornalista e scrittore viterbese è nato ‘Seduto sopra una nuvola’

La forza della poesia di Antonio Brancadoro di ROBERTO POMI

Un libro di poesie e un inno alla poesia, queste forse le parole più azzeccate per de�nire il nuovo lavoro di Antonio Brancadoro. Il viterbese, giornalista de Il Tempo e scrittore, nato a Farnese, stupisce già dalla struttura di questo scritto. Un duoble-face: da una parte ‘Seduto sopra una nuvola’ e dall’altra ‘Sentado sobre una nube’. Le stesse poesie piegate a due lingue molto simili ma al tempo stesso dotate di una diversa musicalità: l’italiano e lo spagnolo. Un omaggio che Brancadoro ha voluto rendere alla magni�ca Cuba, di cui conosce molto grazie ai suoi viaggi. Le intenzioni dell’autore sono tutte espresse in una prefazione, scritta sempre di suo pugno, molto lineare. Vale la pena riportarla così com’è per dare l’idea di questa raccolta: “Quando pubblicai il mio primo libro di poesie nella presentazione scrissi alcuni pensieri che oggi, a distanza di anni, vorrei riproporre perché, a mio parere, sono sempre attuali e validi. Scrissi allora e vi ripropongo oggi: ho sempre pensato che in una poesia l’autore confessa a se stesso quello che, in realtà, è veramente. Questo, infatti, è lo spirito che mi ha sempre animato. Nella poesia troviamo noi

prefazione, e dopo aver letto le sue poesie, possiamo de�nire questo libro come un manuale di esercizi per liberare lo spirito dalle catene del quotidiano. Leggerle, signi�ca assaporare quel vento che c’é lassù tra le nuvole. Prese una a una le righe scritte da Brancadoro rap-

Passaggio di consegne nel Rotary Flaminia Romana

N stessi, �nalmente, liberi dai conformismi della vita e della società. Ma gli stati d’animo in cui si riesce a trovare il signi�cato delle piccole cose di ogni giorno, l’espressione più consona a tradurre un sentimento non sono esclusività dei poeti perché, in fondo, tutti lo siamo. Se leggendo queste mie poesie, qualunque sia la condizione che divide gli uomini, ognuno troverà una

parte di se stesso, allora la poesia sarà universale. Oggi aggiungo: è precisamente con questa sensazione, con l’animo che aspira a un momento di libertà dagli affanni quotidiani che la poesia potrà essere recepita. Perché solo allora, “seduti su una nuvola vedremo passare il vento e potremo cogliere la rosa che cresce sulla pietra”. Alla luce di quanto scritto dallo stesso Brancadoro nella

Apre oggi una personale su Carlo Vincenti pre oggi un’attesa mostra sul pittore Carlo Vincenti. Appuntamento questa mattina alle ore 11,00 per l’inaugurazione, presso lo spazio espositivo di Palazzo Chigi a Viterbo. Nei panni di organizzatore la storica Galleria Miralli. Si tratta di una mostra personale di Carlo Vincenti dal titolo “Un cane e un sogno”, a cura di Agnese Miralli e Anton Giulio Niccoli. Le opere

posto più impensato. Tra le parole di questo autore ciò che è materiale si frantuma e si trasforma in luce, ci è venuto da chiederci: non è forse questo il senso e lo scopo della poesia? A chi vorrà leggere ‘Seduto su una nuvola’ il dif�cile compito della risposta.

Desirée Ragazzi succede al presidente Pietro Bevilacqua

Viaggio in un complesso emozionale unico di figure e parole

A

presentano dei veri e propri break dal frastuono di un mondo che tende a portarci alla deriva di noi stessi. Che tende a trascinarci al di fuori di quella che invece è la vera rotta di un essere umano: la vita nella sua semplicità e serenità. La vita tra le rose che crescono sulle rocce, nel

rimarranno esposte fino al 20 agosto 2011. La mostra è corredata da un catalogo con testi di: Enrico Mascelloni, Agnese Miralli, Anton Giulio Niccoli. In mostra 45 opere di cui molte inedite, appartenenti a collezioni private, che Carlo Vincenti ha realizzato tra la fine degli anni ’60 e inizio anni ’70, usando svariati materiali e tecniche diverse. Dalle tavole realizzate in questo periodo, riaffiorano

tutti i paesaggi che l’artista aveva fissato nei propri ricordi. A rivelarcelo sono ancora una volta i suggestivi titoli posti nel retro delle opere, come a volerne sintetizzare il contenuto con frasi poetiche: “Una lezione di prospettiva” o “In un cerchio” da La pioggia sul mare; “Del tempo trascorso” da Lettera a Fernanda o “Insieme” da Ubicumque feliix; “Personaggio della menzogna” o “Acqua – menzogna” da La tonaca di Gesù Cristo. Dal retro del collage “Battè vieppiù sul tavolo” da “Un cane e un sogno”: Caro padre hai messo al mondo una cosa mostruosa che sono io. Ma non mi hai lasciato in eredità che la miseria, la sofferenza, la libertà anche nel dolore e te ne sono grato… Un viaggio in emozioni di segni e parole. Note biografiche: nato a Viterbo nel 1946 e morto nella stessa città all’età di 32 anni, Carlo Vincenti ha lasciato alla fine della sua breve vita circa 60.000 opere documentate; non solo dipinti e disegni, ma anche scritti, giacche’ la sua personalità si esprimeva sia attraverso l’immagine visiva, sia attraverso la poesia e lo scritto ideologico-filosofico. Numerose le sue personali in sedi pubbliche e private, anche dopo la sua morte.

el suggestivo contesto dei Parco deiCimini si è svolto il “Passaggio della campana” del Rotary Club Flaminia Romana. Pietro Bevilacqua ha passato la mano al nuovo presidente Désirée Ragazzi. Una serata ricca di atmosfera e di grande partecipazione che ha visto la presenza “eccezionale” del Past Governator Roberto Scambelluri. Pietro Bevilacqua ha lasciato il timone dopo un anno colmo di importanti attività e numerosi appuntamenti con la cultura, il sociale e il coinvolgimento dei giovani. Tanti i progetti avviati e tanti quelli ai quali il Club ha collaborato, come quello per la raccolta fondi per l’eradicazione della poliomelite. Nel novembre dello scorso anno il più famoso paroliere italiano, Mogol è stato protagonista di ‘Emozioni d’autunno’, serata bene�ca organizzata da tutti i

Rotary Club della provincia di Viterbo con il patrocinio della Fondazione Carivit, della Banca di Viterbo e della Con�ndustria di Viterbo. Un’annata spumeggiante durante la quale il Rotary Club Flaminia Romana ha avuto grande visibilità sia sul territorio che in progetti internazionali. Progetto “In Madagascar crescono insieme alberi e famiglie” è stato molto coinvolgente e interessante. Poi, il Club ha inviato il materiale didattico necessario

a una scuola in Perù, all’interno della foresta Mato Grosso. Per quanto riguarda le iniziative d’intervento locale ha partecipato in modo rilevante al restauro di un’edicola votiva raf�gurante “La Madonna con Bambino”, nel centro storico di Civita Castellana. Fiore all’occhiello dell’annata è stata la costituzione all’interno del Club del Rotaract: un folto gruppo di giovani, con tanta voglia di fare, ha iniziato ad operare sul territorio.


2 8

interni attualitĂ viterbese

Viterbo & & Viterbo Domenica 10 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

attualità viterbese

9

Syusy Blady e Patrizio Roversi sul palco del Parco Paradosso

‘Misteri per caso’ a Caffeina Cultura I

l festival Caffeina Cultura prosegue a Viterbo questa sera con l’incontro con Syusy Blady e Patrizio Roversi, che alle ore 21 al Parco del Paradosso parlano del libro “Misteri per caso”, scritto a quattro mani dalla “coppia più surreale e dissacrante della televisione italiana”, come recita l’Enciclopedia della Televisione. Personalità poliedrica dagli interessi più vari, la Blady (all’anagrafe Maurizia Giusti) è autrice, conduttrice e regista e ha conquistato grande popolarità grazie alla trasmissione televisiva “Turisti per caso” nella quale, in coppia con l’allora marito Patrizio Roversi, forniva ai telespettatori gustosissimi reportage dai più disparati angoli del pianeta. Appassionata di cinema, ha debuttato nella regia con il cortometraggio “Ciccio Colonna”, presentato al Genova Film Festival. Modello di donna pensante e autonoma, Syusy Blady ha messo spesso alla berlina il fatuo universo dello spettacolo e la conseguente immagine della donna che da quel mondo scaturisce. Tra le sue pubblicazioni: “Il manuale della Tap Model” e il “Vocabolario sessuato”. Patrizio Roversi, conduttore televisivo bolognese, ha collaborato con Fazio e Gambarotta a “Porca miseria”; ha condotto diverse edizioni di “Per un pugno di libri” su Raitre, ma tutti lo conoscono perché ha girato il mondo grazie a “Turisti per caso” e di più: ha circumnavigato il globo con il seguito acquatico “Velisti per caso”. Ha collaborato con Cuore, Satyricon, Comix, L’Unità, Repubblica. Insieme a Syusy Blady, ha scritto, tra gli altri, “Quel poco che abbiamo capito del mondo facendo i Turisti per caso”. Esplorando il programma del 10 luglio di Caffeina, ecco l’incontro delle 22 al Cortile San Carluccio con Antonio D’Orrico, che presenta il suo primo romanzo “Come vendere un milione

di copie e vivere felici”. D’Orrico è il più coraggioso critico letterario d’Italia, ha cinquantasei anni, è giornalista e, dal 1994, tiene su Sette - il magazine del Corriere della Sera - la più, discutibile, indiscussa e indiscutibile rubrica letteraria italiana, in cui cerca di instillare nei lettori il gusto di parlare di libri e scrittori con la stessa competenza e passione con le quali di solito si parla di partite e giocatori di calcio. La girandola di incontri prevede alle 21 al chiostro di Santa Maria Nuova Giuseppina Torregrossa che parla del libro “Manna e miele, ferro e fuoco” e in contemporanea al Cortile La Zaffera di Piazza San Carluccio il giornalista Riccardo Cecchelin presenta il suo romanzo “I delitti del demone etrusco”. Alle 21.30 all’Arena Boscolo Academy (Via San Pellegrino) ecco Mario Prisco con “L’alfiere della scena. Il

Tanti appuntamenti all’Arena Scotolatori di Pianoscarano

teatro di Roberto Bracco”, mentre alle 22 in Piazza del Fosso gli storici Alfio Cortonesi, Luciano Palermo e Gabriele Archetti, con letture di Antonello Ricci, converseranno sul tema “Medioevo passato prossimo? La percezione del Medioevo ai nostri giorni”. Alle 22.30 il Cortile La Zaffera ospita Mario Fortunato parla del libro “Allegra Street” e a Piazza Cappella Francesca Lancini presenta “Senza tacchi”. Conclusione alle 22.30 all’Arena Boscolo Academy con Raffaele D’Orazi che parla del volume “Nell’infinito mistero dell’arte”. Continuano le degustazioni di prodotti tipici nel Cortile San Pellegrino e in Piazza Scacciaricci, promosse da Confesercenti e Camera di Commercio di Viterbo. Per il 10 luglio in Piazza Scacciaricci appendice a mezzanotte dedicata all’olio d’oliva a cura della Confesercenti.

P

Un’affollata serata tra le vie della Cittadella della Cultura

Boom di presenze per Marco Travaglio Un San Pellegrino così vivo e vitale non era mai stato presente. “Non sembra neanche di essere a Viterbo”, “Questa sera sembriamo quasi una città seria”, questi i commenti più gettonati dalla gente allo struscio lungo le sie del quartiere storico. Venerdì 8 luglio, per Caffeina, è stata la notte di Marco Travaglio. Forse la serata con maggiore af�usso di pubblico �no a oggi. L’allievo di Montanelli ha fatto il “record d’incassi”, battendo in gradimenti viterbesi anche dei colossi come Enrico Mentana e Walter Veltroni. Forse non erano duemila ma poco ci mancava. Sta di fatto che il Parco del Paradosso, arena gigantesca, non è bastata. I ritardatari si sono dovuti accontentare di vedere Travaglio da lontanissimo. Impressionante anche la �la di chi ha richiesto gli autogra�. Sembrava fosse arrivato il Brasile campione del mondo.

Il fatto che ha sorpreso e che sta sorprendendo in queste sere è il pienone in tutte le location. Anche ospiti, sulla carta minori, riescono a fare il tutto esaurito. In tantissimi a piazza Cappella hanno partecipato all’incontro con il principe Savoia Emanuele Filiberto. Molto affollata anche la “passeggiata” di Caffeina. Gli stand aperti in tutta la Cittadella della Cultura non possono lamentarsi. Quello che salta all’occhio è sicuramente l’ambiente. Caffeina sta diventando essenzialmente questo. Più degli ospiti, sicuramente molto importanti, quello che conta è l’atmosfera che si respira. E’ proprio questo il fatto da sottolineare e che lascia bene sperare per il futuro di questo appuntamento. Stanno infatti emergendo i presupposti per mettere in piedi un auqlcosa di “richiamo”. Diventeremo noi la nuova Umbria dell’Umbria Jazz? Ai posteri l’ardua sentenza.

All’Arena Boscolo va in scena il vitorchianese Raffaele D’Orazi Questa sera presenta il nuovo libro ‘Nell’infaticabile mistero dell’arte’

R

affaele D’Orazi presente questa sera a Caffeina 2011 con un nuovo libro- Arena Boscolo, ore 22,30. Un pezzo di Vitorchiano partecipa alla manifestazione culturale viterbese con una raccolta di poesie. ‘Nell’infaticabile mistero dell’arte’, questo è il titolo dell’ultimo lavoro di D’Orazi. Si tratta di una raccolta comprendente 65 poesie, 22 pensieri e 25 foto artistiche. Il tutto dato alla stampa da Edizioni Dionisio. L’autore non è alla prima esperienza artistica. Nel suo curriculum c’è da registrare ‘Un perenne illusione’ (1999), ‘Interpretazione di vita moderna’ (2000) e ‘L’in�nito volo di Nava e Anil’ (2001). “Correre verso qualcosa apostrofa sempre la forza dell’individuo, della caparbietà di combattere per un traguardo che

si pre�gge dentro al quale esiste il soddisfacimento del bisogno che rende l’esistenza umana modellata in quel senso sublime dell’ impersoni�cazione della felicità - così l’autore spiega il senso di questo lavoro nella prefazione -. Il passo lento verso stradine prive d’asfalto immerse nella solitudine di una quiete di ri�essione perpetua, fra �ori di ginestre e profumo di gelsomini con le penetranti onde dei didascalici tigli, davano la permeabilità di quel mistero artistico del mondo che in molte circostanze viene ai più ri�utato e vani�cato. Purtroppo quel tiranno tempo, che nel susseguirsi dei suoi eventi tutto uccide, non ha avuto il coraggio di risparmiare quei viottoli e così quei profumi si sono dileguati nel nulla per fare posto al cemento dei pochi malfattori che, come lanzichenecchi,

scrutano il futuro nel solo senso del più becero arricchimento del corpo disprezzando l’anima. Ma l’anima del viandante sa sempre ricercare altre vie per approfondire, sviscerare, plasmare, accarezzare, baciare, guardare, immortalare, narrare, nuovi sapori e da essi cogliere il nettare della saggezza e della lealtà nella coerenza d’una speranza che possa costruire un mondo migliore a discapito dei furfanti e dei furbetti d’una società più propensa alle manipolazioni dei misti�catori della realtà. Così paesi e città si dimenticano, tramite i propri amministratori, delle loro ricchezze artistiche depauperando uno stile che segnava l’emblema dell’arte dove gli avi avevano scritto la storia e dove i contemporanei la cancellano; ma il senso della vita

deve essere ricomposto proprio nel signi�cato di quel mistero che ognuno di noi saprà interpretare nelle varie sfaccettature dell’arte”. A coordinare la serata l’infaticabile Cristina Pallota, che sta dirigendo magistralmente le presentazioni all’Arena Boscolo. Intervengono Fattino Tedeschi (critico letterario), Giuseppe Resci�na (giornalista), Massimo Lupoli (artista), Giada Terenziani (fotografa), Laura Leo (artista), dotto Maurizio Pacioni (presidente del Tribunale Viterbo), Maria Neve (Presidente Aman), Franco Mantovano (Acli ambiente), Fabio D’Ajello (editore) e Riccardo Spinella (fotografo). Il ricavato del libro sarà devoluto all’Aman, associazione impegnata nell’assistenza ai malati terminali di cancro.

er le coppie viterbesi con bambini sta ormai diventando una piacevole abitudine uscire la sera per seguire gli spettacoli di ‘Senza Caffeina’ a Pianoscarano. L’Arena Scotolatori si conferma una dei posti più frequentati di Caffeina Cultura. Questa domenica, 10 luglio, al solito orario delle 21,30 il ciclo ‘A Teatro con Mamma e Papà’ porta in scena una delle �abe più magiche di ogni tempo: ‘Pinocchio’. Lo spettacolo teatrale è curato dal bravissimo Mario Gallo con Cristiano Leopardi, Maria Paola Benedetti ed Erika Giacalone. Per chi rimanesse in città la “Cittadella dei Piccoli” apre come sempre alle 17,30. Torna il Big Red Bus Università dei bambini per un pomeriggio di divertimento in lingua inglese. Alla stessa ora apre anche il laboratorio creativo, a cura di Viviana Ginebri e Giovanna Gobattoni. Filibustieri, pirati e dame sbarcano a Pianoscarano. Impossibile resistere a questa ‘Senza Caffeina’ La Polizia Stradale torna a fare visita ai bambini di ‘Senza Caffeina’ domani, lunedì 11 luglio. E’ infatti in programma ‘Un poliziotto per amico’. Alle 18,30 presso l’Arena Scotolatori la Polizia Stradale di Viterbo condurrà un laboratorio per ragazzi sulla sicurezza stradale. Il pomeriggio di ‘Senza Caffeina’ apre come al solito alle 17,30 con il laboratorio creativo dal titolo: ‘Filibustieri, pirati e dame: alla conquista dei nostri sogni, sbarcano a Pianoscarano’. Si tratta di un laboratorio creativo curato dalle bravissime Viviana Ginebri e Giovanna Gobattoni. Un modo per far crescere i bambini attraverso l’esperienza del gioco e della fantasia. Alle 21,30 tornano le letture dell’attrice Vera Anelli. Sul palco dell’Arena Scotolatori riveve la magia dei racconti di Emilio Salgari. Al grido di ‘TuttiTigrotti’ tornerà in vita la storia del pirata Sandokan e delle tigri di Mompracem.


interni provincia di roma

2 10

Viterbo & & Viterbo Domenica 10 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

CERVETERI - Dopo Miss Cinema si aprono orizzonti formativi inediti e interessanti

Verso un nuovo polo cinematografico di SARAH PANATTA

U

n concorso di bellezza per attrarre “fresche” aspirazioni al mondo del cinema, che abbisogna di nuova linfa. Una strada alternativa per accendere i ri�ettori su un settore dalle straripanti potenzialità, culturali ed economiche, ma anche dai ristrettissimi, se non ridicoli fondi di sostentamento, visti soprattutto gli ultimi tagli imposti dall’”alto”. Molti gli autori, attori e registi in erba nel nostro Paese delle arti. La maggior parte tuttavia non imbocca sentieri di successo, restando in nicchie di sporadiche produzioni indipendenti o �nendo nel mercato commerciale a basso budget che sicuramente non premia le idee originali né i talenti “veri”. A Cerveteri qualcuno sembra aver percepito con una spiccata sensibilità la necessità di trovare e coltivare un nuovo polo artistico laziale che incanali le tante energie locali e nazionali. Così con un’ovvia quanto scaltra mossa promozionale si è scelta la solita ben voluta scorciatoia, un concorso di bellezza, esca di massa per calamitare attenzione, sponsor e ri�ettori mediatici. Conclusosi da poco,

lo scorso 29 giugno, “Miss Cinema - Città di Cerveteri”, dopo una ricerca ed una valutazione delle candidate durata dieci giorni, ha selezionato e premiato bellezze complete, rigorosamente femminili, che avessero caratteristiche base quali la video genia e il bel portamento. Ma i criteri non sono stati esclusivamente estetici, in quanto il concorso “è parso il modo ideale per poter far avvicinare i giovani al cinema e alle arti in generale”, lo hanno assicurato gli organizzatori, Stefano Morgantini e Silvio Fiorelli, in una recente dichiarazione ad un mensile locale. Cerveteri cerca di rimpinguare i centri produttivi della provincia nord della capitale, che vanno assottigliandosi pericolosamente. Tra questi Trevignano Romano, incantevole cittadina lacustre che continua a proliferare sui suoi �abeschi paesaggi ma che non spalleggia i tentativi di emersione dall’ordinario (lo spostamento del Festival del Corto, anche a causa dello scarso aiuto dalle casse comunali, ne è sintomo e prova lampante). Ma liniziativa di Morgantini & Co. ha un sottotesto ben più ampio. “Miss Cinema” è infatti specchietto per allodole modaiolo

LADISPOLI - Denunciato un 42enne per abuso edilizio

Carabinieri in azione sul territorio di BRUNA DI BERARDINO

I

per inaugurare in grande stile una nuova scuola di cinema che ambisce a buoni risultati. Gli ideatori e promotori del progetto hanno invogliato la frequentazione proprio offrendo la prime borsa di studio, annuale e semestrale più set fotogra�ci e stage annessi, rispettivamente alla vincitrice e alla seconda classi�cata del concorso di cui sopra, che potranno sperimentare l’offerta della neonata Accademia “Federico Fellini”. I corsi sono stati attivati già a novembre

2010, con lezioni a 360 gradi, tra dizione, recitazione, sceneggiatura, movimento corporeo, regia, tenuti da docenti esperti e da guest star del cinema d’impegno, come il promettente documentarista Thomas Torelli. L’accademia può dare prestigio a Cerveteri, rimpinguarne i forzieri e diventare nodo di una rete culturale e cinematogra�ca fertile e vitale per l’intera regione. Ora spetta al tempo e alla capacità sinergica delle forze e delle menti in campo la veri�ca “incerta”.

carabinieri della compagnia di Civitavecchia nella giornata di venerdi, nel corso di ulteriori controlli contro l’abusivismo edilizio, hanno denunciato in stato di libertà un cittadino di Ladispoli P.A. 42enne ed uno di Passoscuro A.G. 44enne. Questi sembrerebbero responsabili, a vario titolo, di aver realizzato opere edili senza la prescritta autorizzazione in aree

sottoposte a vincolo paesaggistico ed archeologico. In particolare i militari della stazione Carabinieri di Ladispoli e di Passoscuro sottoponevano al sequestro preventivo uno stabilimento balneare ed un camping nonché una decina di manufatti in legno e muratura realizzati abusivamente. Le due attività venivano pertanto chiuse ed al titolare del campeggio veniva inoltre intimato di allontanare i circa 700 campeggiatori presenti.

BRACCIANO - Spiaggia libera ‘inghiottita’, pochi parcheggi e scarsa igiene ĀȀ̀ЀԀ‫܀؀‬Ȁ̀ࠀऀĀȀ̀̀ȀЀԀ‫؀‬Ѐ‫ࠀ̀؀܀‬Ȁ‫਀؀ऀ܀‬ЀԀ‫؀‬Ѐ Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬Ȁ

਀଀Ԁ̀ЀȀऀఀഀ฀฀ༀ ༀഀऀȀကȀఀ਀ЀȀ‫؀‬Ѐ̀ഀက̀‫؀‬ЀԀഀᄀᄀሀȀ‫܀‬ఀጀЀ᐀ᔀЀࠀᘀကఀ਀ЀᜀጀᔀЀԀഀᄀЀ‫܀‬ഀ᠀਀ᄀȀऀഀကఀ਀ЀԀ‫؀‬Ѐ ഀ‫᠀਀܀‬Ȁᤀ‫਀؀‬ကഀЀԀഀᄀᄀȀЀᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀᬀ ကᄀऀऀ Āሀጀ᐀ᄀᔀᘀሀጀᜀऀऀ ᠀ᄀᤀᤀᄀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᨀᘀᤀᬀᄀᰀᴀᘀሀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᠀ᘀḀᘀἀᄀḀᜀ !ᘀᄀᔀЀЀ ᰀᴀḀḀሀἀ !"#$ЀЀ %ᴀḀḀሀἀ##"&"#'ЀЀ "(#"#)*"$ᰀἀḀᴀЀЀ +ᴀ,Ѐ Ḁሀᴀ(ᴀ,-"*"$Ѐ./00ᔀЀ1ἀЀ(#ἀᰀ*"ἀ#$ЀḀἀЀ($ ἀЀ-$ +Ḁᴀ(("&ἀЀ%"Ѐࠀ"ᰀሀऀ#$ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ'ऀ%ἀЀἀ((ᴀ2ᰀἀ,ᴀЀἀЀ+,$2ᴀ##"Ѐ ᴀ%"ἀᰀ#ᴀЀ !ἀᰀ%$ᔀЀἀЀ3+,$2ᴀ##"Ѐᴀ%Ѐ"ᰀ"*"ἀ#"&ᴀЀ%"Ѐ#ᴀ,*"4Ѐ%ἀЀ,ᴀἀḀ"**ἀ,ᴀЀᰀᴀḀЀ#ᴀ,,"#$,"$Ѐ%ᴀ"Ѐ-$ )ᰀ"Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀЀȀḀḀ) "ᴀ,ᴀᔀЀ Āᴀ,&ᴀ#ᴀ,"ᔀЀ ᄀἀ%"(+$Ḁ"ᔀЀ ऀἀᰀ*"ἀᰀἀᔀЀ ऀ$ᰀ#ἀḀ#$Ѐ %"Ѐ Āἀ(#,$ᔀЀ ̀ἀᰀ#ἀЀ ऀἀ,"ᰀᴀḀḀἀᔀЀ ఀἀ,5)"ᰀ"ἀЀ ᴀЀ ఀ$Ḁ6ἀᔀЀ +ᴀ,Ѐ ḀᴀЀ 6"ᰀἀḀ"#'Ѐ ᴀЀ -$ᰀЀḀἀЀ,"+ἀ,#"*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ(ᴀ2)"#$Ѐ"ᰀ%"-ἀ#ᴀ7

(ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀऀ ࠀ᐀" ᄀᔀᘀሀጀᜀ&ऀऀऀ ‫܀‬ᤀἀᰀ"ᔀᘀሀጀᜀऀऀऀ ᜀ Āሀᰀᴀᄀᔀᘀሀጀᜀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀ(ᄀ*"ἀᜀऀ+",,*ᘀ ᄀ&ऀ-ᜀ᐀ᘀ ᘀጀᄀऀ ᬀᰀᜀḀᜀጀἀᘀḀᄀऀᜀऀᰀᘀᄀ,ᘀ*ᘀἀᄀἀᘀḀᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀԀᰀἀᜀ&ऀԀἀἀᘀḀᘀἀ.ऀᜀऀ଀ᜀጀᘀऀ "*ἀ"ᰀᄀ*ᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀ /ሀ*ሀጀἀᄀᰀᘀᄀἀሀ&ऀऀ 0ᘀ*ᄀጀἀᰀሀᬀᘀᄀऀऀ ᜀऀ ,ᜀጀᜀ0ᘀ ᜀጀᔀᄀ ࠀ"ᰀሀ 1ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ ᨀᘀ ᜀᰀ ᄀ ( ᘀᜀጀἀᘀ0ᘀ ᄀ ᜀ 2ᜀ ጀሀ*ሀ3ᘀ ᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ Ԁᤀᤀᘀᤀἀᜀጀᔀᄀ ᄀ3*ᘀ ᄀጀᔀᘀᄀጀᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᴀᄀᤀᤀᘀᴀሀ ऀऀऀ ऀ5ᘀᴀᬀሀᰀἀሀ ऀऀऀ ऀऀऀ 4 ऀ %ऀऀऀऀ฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀऀऀ ऀऀऀऀऀऀ ᴀሀ ऀ ऀऀऀऀ᐀ᘀऀ ᘀऀऀऀऀ ऀऀऀ ऀᴀᄀᤀᤀ ᰀἀሀऀऀऀ ऀऀऀऀ ऀऀऀ ሀ ऀᘀᴀᬀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀ"ጀ ऀऀἀሀ ᄀ ऀऀऀ ऀᜀᰀሀ3 ऀऀऀ ऀऀऀ ऀᜀᤀᤀᜀᰀᜀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᬀሀἀᰀ. ऀऀऀ ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ ᘀᄀᤀ "ጀऀऀऀ +ᜀᰀऀऀऀऀऀऀऀ ऀऀ ऀऀ ᜀ᐀ᘀ,ᘀ*ᜀ6ऀऀ%ऀ ᰀᘀ !ᘀऀऀऀऀ ऀऀ 4%฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ% ᐀ᘀऀऀऀ ऀᤀሀᬀᰀᄀᘀጀ᐀ᘀ ᄀἀሀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀ7"ᜀ**ሀ ऀᤀऀऀ"ᬀᜀᰀᘀሀᰀᘀऀᄀ ऀऀ ऀऀ ऀᰀᘀ !ᘀᜀᤀἀᜀऀ ሀጀऀᘀᴀᬀሀᰀἀᘀ ऀ*ᜀ ऀऀ (ᄀᰀᄀጀጀሀऀᰀᜀᤀᬀᘀጀἀᜀ

ᄀἀЀ +,ᴀ(ᴀᰀ#ἀ*"$ᰀᴀЀ %ᴀḀḀᴀЀ ,"-1"ᴀ(#ᴀЀ %$&,'Ѐ ἀ&&ᴀᰀ",ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ Ḁἀ Ѐ -$ +"Ḁἀ*"$ᰀᴀЀ %"Ѐ )ᰀ Ѐ 3(-1ᴀ%ἀ4Ѐ -1ᴀЀ " Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ#,$&ᴀ,ἀᰀᰀ$Ѐ%"(+$ᰀ"!"ḀᴀᔀЀ)ᰀ"#ἀ ᴀᰀ#ᴀЀἀḀЀ-$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ-$ +Ḁᴀ#$Ѐ%ᴀḀ Ѐ!ἀᰀ%$ Ѐ./00ᔀЀ+,ᴀ(($ЀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ %ᴀḀḀἀ Ѐ ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀ ЀĀἀ,"-"&ᔀЀ ("#ἀ Ѐ"ᰀЀ ଀"ἀ Ѐ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀ Ѐ890. Ѐ:Ѐ Ā"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀ Ѐἀ+ᴀ,#ἀ Ѐ"ḀЀ Ḁ)ᰀᴀ%;ᔀ Ѐ ᴀ,-$Ḁᴀ%;Ѐ ᴀЀ ЀЀᴀЀЀЀ ᰀ ЀЀ ЀЀ $ᰀ%ἀ*"$ ᨀ ЀЀᴀЀЀḀЀЀЀЀḀЀἀЀЀЀ ЀЀ % ,ᰀᴀ#ЀЀ ЀЀ ("#$ Ѐ "ᰀ#ЀЀᴀЀЀЀ "ḀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ$ % &ᴀᰀᴀ,%;Ѐ %ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ <ጀ// Ѐ ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ 0.ጀᜀ/ᔀЀ $Ѐ -$ᰀ()Ḁ#ἀᰀ ЀЀ ЀЀ#ЀЀጀ ЀЀጀ" "-"& ЀЀ ,ЀЀЀЀ ЀЀᴀ-ἀ ᰀ ЀЀ ===ጀ6$ᰀ%ἀ*"$ ЀЀ ЀЀ,"ጀ ЀЀ $ Ѐ(ЀᴀЀЀ## "Ѐ"ЀЀЀ #Ѐ)##ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ +ᴀ, ЀЀ฀ऀ ЀЀ ऀऀ ฀ ऀЀЀఀഀ ЀЀ ऀऀ ЀЀऀЀЀက89က‫܀‬Ȁ Ѐ>ЀḀ Ѐ ሀЀЀ฀Ѐ฀ ЀЀ4ЀЀЀЀЀ $ ЀЀ Ѐ3Ѐ!ἀᰀ% ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ#ᴀ ᴀ(ᴀᰀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ %ᴀᰀ*ἀЀ% Ѐ(Ѐ-ἀ Ѐ%Ѐ"ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ,ЀЀЀЀ "ᰀᴀ ЀЀ ‫؀‬ḀЀЀ#ЀЀЀᴀЀЀЀ ‫؀‬Ѐ($22ᴀ##"Ѐ"ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"ЀἀЀ,"-1"ᴀ%ᴀ,ᴀЀḀሀἀ((ᴀ2ᰀἀ*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ6$ᰀ%"Ѐ+ᴀ,Ѐ"ḀЀ6"ᰀἀᰀ*"ἀ ᴀᰀ#$Ѐ%"Ѐ+,$2ᴀ##"ЀЀ,"6ᴀ,"!"Ḁ"Ѐἀ"Ѐ(ᴀ##$,"Ѐ ()%%ᴀ##"ᔀЀ %ᴀ!!$ᰀ$Ѐ "ᰀ&"ἀ,ᴀЀ ḀᴀЀ Ḁ$,$Ѐ ,"-1"ᴀ(#ᴀᔀЀ ᴀ(-Ḁ)("&ἀ ᴀᰀ#ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ ,ἀ--$ ἀᰀ%ἀ#ἀЀ +$(#ἀḀᴀЀ -$ᰀЀ ἀ&&"($Ѐ %" ,"-ᴀ&" ᴀᰀ#$ᔀЀ"ᰀ%","**ἀᰀ%$ḀᴀЀἀ7 ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀĀἀ((ἀЀ%"Ѐ‫("܀‬+ἀ, "$Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀ଀"ἀЀ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀЀ8?0/?0.Ѐ:Ѐ///@ᜀЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀༀ‫ऀ܀‬ᬀጀ ଀ᄀጀ᐀ሀऀఀഀ฀฀ऀ:ऀ ሀጀऀᘀጀ᐀ᘀ ᄀᔀᘀሀጀᜀऀ᐀ᜀ*ऀᤀᜀἀἀሀᰀᜀऀ᐀ᘀऀᄀᬀᬀᄀᰀἀᜀጀᜀጀᔀᄀऀ᐀ᜀ*ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ% Ѐᰀ$ᰀ Ѐ Ѐ ЀᴀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ"ᰀ%"-ἀ#$ Ѐ ЀЀЀ Ѐ($+,ἀ Ѐ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀᴀḀḀ$ Ѐ5Ѐ ) Ѐ%Ѐ ἀЀЀЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ%"&ᴀ,($ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀЀ $%$ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀ"#ᴀ Ѐ(+ᴀ Ѐ % ЀЀᴀЀЀЀЀЀ ἀᰀ% Ѐ%$ Ѐ ЀḀᴀ Ѐ ЀЀЀ ἀ*"$ᰀᴀЀЀЀ ,ЀЀЀЀ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀ-$ᰀ("%ᴀ ᴀ(ᴀЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀЀЀ+Ѐ ,ЀЀЀЀ Ѐ က$ᰀ ЀЀ ЀЀЀЀ(ἀ,ἀᰀᰀ$ ,ЀЀ +ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ἀ#ἀ Ѐ ЀЀЀЀ #ἀЀЀЀ ᴀ%ᴀ#ЀЀЀЀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ḀἀЀЀЀ ЀἀЀḀЀЀЀЀ ᰀ#ᴀЀЀЀ ЀЀ ᴀЀЀЀЀ ЀЀ ()Ѐ -ЀЀᴀ(("&ἀ #ᴀЀЀЀЀ "ЀЀЀЀ Ѐ(+ᴀ% Ѐ ЀЀ ḀЀЀᴀЀЀЀЀ ЀЀᴀḀ Ѐ5Ѐ) ЀᴀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ*ἀ ЀЀᴀЀЀᰀ ЀЀ ᰀ Ѐἀ++ Ѐ ἀЀЀ,#ᴀ Ѐ%" Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ #ЀЀ#Ѐ$Ѐ,ᴀ (ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ЀᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀ ἀЀЀ*"$ᰀ" ЀЀ"Ѐ"ᰀ Ѐ% Ḁᴀ Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀᴀᰀ#" ᰀ ЀЀ -$ᰀ#ᴀ ᴀጀ ЀЀ ḀЀЀЀЀ Ѐ+$( Ѐ #ἀ Ѐ#Ѐ"ЀЀЀ !,$ЀЀЀ Ѐ"ḀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ Ѐ6ЀᴀЀЀ%ᴀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ 6ЀЀἀЀ,' ЀЀЀ ἀḀᴀЀ ЀЀ ЀЀ5) Ḁἀ ࠀᴀ,Ѐ #)##"Ѐ "Ѐ -1"ἀ," ᴀᰀ#"Ѐ "ᰀЀ $,%"ᰀᴀЀ ἀḀЀ -$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ %ᴀḀЀ !ἀᰀ%$Ѐ ᴀ%Ѐ ἀḀḀᴀЀ ,ᴀḀἀ#"&ᴀЀ +,$-ᴀ%),ᴀᔀЀ "Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ +$(($ᰀ$Ѐ,"&$Ḁ2ᴀ,("ЀἀḀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ%ᴀḀḀἀЀᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀἀḀЀ#ᴀḀᴀ6$ᰀ$ЀᰀጀЀ/᐀AAጀᜀB.<᐀Ѐ:Ѐ/᐀AAጀ.@0᐀.ጀ ᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀЀĀጀ‫܀‬ጀЀĀ‫؀‬Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬ȀЀ ‫؀‬ᄀЀࠀ‫܀‬ഀ̀‫؀‬Ԁഀကఀഀ

Ȁ&&ጀЀ଀"ᰀ-ᴀᰀ*$ЀĀἀ--"ἀ2Ḁ"ἀ

Tanti turisti solite ‘carenze’ U

n paesaggio familiare quello che si dipinge su tutto il rotondeggiante perimetro delle rive sinuose del Lago di Bracciano: spiagge libere quasi off limits, in parte ingoiate dalle acque durante l’inverno, in parte invase da campeggiatori poco “accostumati”, in parte erose sino all’ultimo inutilizzabile spicchio dai stabilimenti e/o dalle scorie dei turisti. Molti gli olandesi e i tedeschi accorsi in fittissimi gruppi anche quest’anno. Infatti la stagione turistica estiva 2011 ha registrato un’impennata a metà giugno, segnalata dalla quantità di mega pullman che riversano i curiosi (economicamente benefici) viaggiatori tra i borghi e le rive del lago. Tuttavia l’attrattiva estetica dello smeraldino specchio d’acqua tende a scemare appena sorgono infidi i piccoli tanti problemi che la sua serafica superficie nasconde. Se il Lungo Lago Argenti, appena fuori Bracciano, è dotato di numerosi ristoranti costeggiati da un’utile (quanto poco vezzosa) passeggiata in muratura per far defluire il traffico pedonale, e i molti ristoranti e stabilimenti coprono la richiesta turistica, i bagni pubblici latitano e la spiaggia libera risulta scomoda e spesso sporca. Vigna di Valle se la cava anche peggio. Laddove Bracciano sopperisce alcune mancanze con un nuovo parcheggio

per dare ossigeno all’intasata strada a senso unico che conduce alle spiagge, Vigna di Valle è un cordolo (in)finito di micro stabilimenti senza bagni, coma da prassi, in cui l’unico fazzoletto di spiaggia libera è sotto assedio dalle 9 del mattino e dove parcheggiare è un’impresa catastrofica, solo per mattinieri incalliti. Quasi nulla la spiaggia di Trevignano, che pur gode di uno dei più suggestivi panorami, basso e raccolto sulle acque e rigoglioso di vegetazione. Punto davvero dolente è Anguillara Sabazia, senz’altro la più “metropolitana”. Anche qui parcheggiare è difficoltoso, specialmente quando il lungo lago viene parzialmente interrotto in

occasione di feste religiose e mercatini vari. Qui le spiagge sono quasi “on the road”, nessuna speranza di spiaggia libera e un unico fangoso bagno (turco) pubblico. Problematiche che si ripetono ogni anno, aggravate dalla vecchia, ammuffita ma cocente questione dei cosiddetti PUA, Piani per Utilizzo gli Arenili, pomo della discordia che lascia in difficoltà i gestori delle spiagge, creando in groviglio amministrativo e legale sulle concessioni, relative tariffe comprese, sospese, rimandate e rese precarie dall’incrocio di pareri della Soprintendenza, nulla osta regionali e decisioni istituzionali. (S.P.)


& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11

TARQUINIA - Per verificarlo disposta una consulenza tecnica su richiesta del Codacons

Il Game Fair crea danni ambientali? I

l CODACONS ha denunciato in questi anni il grave pregiudizio che la periodica manifestazione pubblica denominata GAME FAIR provoca alle aree naturali protette di Tarquinia a causa dell’impatto e per la logistica delle strutture ed attività , per la presenza di migliaia di automobili che entrano ed escono da zone verdi agricole e piene di beni arborei e faunistici pregiati e rilevanti, per il conseguente inquinamento di dimensioni elevatissime, per l’esercizio di attività venatoria al di fuori di qualunque regolamentazione, che coinvolge zone di rilevantissimo interesse ambientale. Il GIP del Tribunale di Civitavecchia dott. Mazzeo, accogliendo le richieste del CODACONS in sede di discussione dell’opposizione all’archiviazione, e ha ordinato che venga disposta una consulenza tecnica istruttoria per accertare con sopralluogo sui luoghi ove si svolge il GAME FAIR i danni prodotti dalla manifestazione all’ecosistema al paesaggio e alla fauna. La denuncia dl CODACONS era stata originariamente ar-

chiviata dal dott. Giorgianni del Tribunale di Civitavecchia, in violazione delle norme sulla difesa impedendo al Codacons di presentare opposizione all’archiviazione tant’è che l’associazione si era vista costretta a presentare un ricorso in Cassazione accolto dalla Suprema Corte, che aveva ordinato che il procedimento ritornasse alla Procura della Repubblica di Civitavecchia per consentire la discussione dell’opposizione,

poi accolta dal dott. Mazzeo. Ciò a seguito proprio del rilievo della omessa comunicazione che avrebbe consentito l’opposizione all’archiviazione. Alla luce dei numerosi procedimenti segnalati da altri avvocati archiviati in violazione del diritto alla difesa della parte offesa ex art. 408 c.p.p. , l’associazione ha poi presentato un esposto al CSM nei confronti del procuratore della Repubblica dott. Giorgianni per le omes-

se comunicazioni e accertamenti in ordine alla regolarità del contraddittorio, così come avvenuto per la vicenda del Game fair archiviata frettolosamente e senza consentire al Codacons di presentare le previste opposizioni, costringendo i legali a ricorrere in Cassazione per ristabilire i propri diritti. La gravità della condotta è individuabile nella violazione del diritto alla difesa della parte offesa, anche in reati come l’omicidio colposo, con grave perdita di tempo prezioso per le indagini e dispendio economico per i cittadini utenti della giustizia, costretti poi a rivolgersi ad un cassazionista per rivendicare i propri diritti senza neanche potere ottenere una condanna alle spese per la indebita condotta del giudice. Ebbene oggi il CODACONS si vede costretto a presentare nuovamente un altro esposto al CSM nei confronti del dott. Giorgianni considerato che lo stesso giudice, per un altro esposto del CODACONS sul Game Fair, ha nuovamente provveduto, all’archiviazione della denuncia senza dare avviso al Codacons in violazione clamorosa dell’art.24 della Costituzione.

MONTALTO - “Le scelte sbagliate di Carai hanno danneggiato il turismo”

Parcheggi, un ‘bene’ introvabile R

iceviamo e pubblichiamo das Noi di Montalto e Pescia: “Nuovo week end, stessi problemi. I turisti ed i cittadini di Montalto e Pescia, che nel fine settimana vorrebbero godersi un po’ di mare, devono fare i conti con l’impossibilità di parcheggiare. Le scelte sbagliate dell’Amministrazione Carai come quella di vendere un parcheggio pubblico per farci costruire un centro commerciale, di destinare un altro parcheggio pubblico al mercatino dei cinesi, di trascurare completamente le spiagge di Pescia Romana dove gli stabilimenti balneari hanno dovuto affittare dei terreni per le auto dei loro

clienti, di farsi soffiare il parcheggio sul fiume Fiora, stanno danneggiando fortemente la stagione estiva ed il comparto turistico. Questo non è il modo corretto di promuovere l’immagine del nostro paese e di sostenere il turismo e le attività stagionali che danno da vivere a molte famiglie e offrono servizi agli utenti. L’Amministrazione Carai, oltretutto, pochi mesi fa ha anche bocciato la nostra proposta di riservare dei parcheggi alle donne in gravidanza o con neonati al seguito, i cosidetti “parcheggi rosa” che ormai sono ad essere una realtà consolidata in molti comuni d’Italia. Questo atteggiamento

ostile e non collaborativo è di certo dannoso per il paese. Noi crediamo che debba essere aperto un confronto con i commercianti delle Marine di Montalto e Pescia per ascoltare i problemi quotidiani che devono affrontare, come le lamentele dei turisti sulle inefficienze della gestione amministrativa e sul fatto che devono sistematicamente fare i conti con le contravvenzioni, perché costretti a parcheggiare dove trovano un angolo libero. Crediamo inoltre che il Consiglio Comunale debba individuare dei terreni, anche privati, per destinarli a parcheggi. Questi parcheggi, se lon-

tani dalle spiagge, potrebbero essere serviti da autobus navetta, magari bus elettrici, seguendo un percorso fisso per tutto il litorale per offrire continuamente la possibilità ai turisti ed ai nostri cittadini di collegare la spiaggia con la loro autovettura. Questo sistema, di facile attuazione e di basso costo, sarebbe la soluzione più semplice ad una problematica che sta gravemente compromettendo la stagione estiva e l’immagine del nostro paese. Invitiamo per questo i nostri amministratori ad aprire un serio e sereno confronto che guardi realmente alla soluzione del problema, senza perdersi in sterili discussioni che non servono a nessuno.

TARQUINIA - L’intervento del consigliere Bonifazi

Stop alla sosta selvaggia al centro

La sosta selvaggia non deve essere di casa nel centro storico di Tarquinia”. Il consigliere comunale Mauro Bonifazi approva le parole dell’assessore ai lavori pubblici Anselmo Ranucci e sottolinea l’importante lavoro che l’amministrazione sta portando avanti. “Tarquinia ha un patrimonio immenso che deve essere fruibile sia ai cittadini che ai tanti visitatori che durante tutto l’anno vengono a visitare la città. Monumenti, piazze, luoghi d’arte devono presentarsi in tutto il loro splendore e non essere offuscati dalla sosta scriteriata che antepone l’interesse personale al bene comune.” Bonifazi lancia anche un appello ai cittadini. “Le amministrazioni hanno il dovere di compiere delle scelte e dare delle regole ma poi sta al senso civico di tutti noi cittadini, rispettarle. Se tutti noi avessimo un po’ più di amore e di rispetto per la nostra città, forse si riuscirebbe a dare un forte impulso sia a livello di immagine sia a livello turistico.” Il consigliere non nasconde il problema del-

la mancanza delle aree di sosta ma fa un discorso ancora più ampio. “Come amministrazione stiamo lavorando e siamo già a buon punto nell’individuazione di nuove aree, esterne al centro storico, da adibire a parcheggio e quindi si potrà proporre la limitazione al transito ai veicolo non autorizzati (ztl) e pensare anche la liberazione di alcune piazze dagli stalli di sosta. Mi preme però sottolineare come anche qui sia necessario lo sforzo di tutti. Al giorno d’oggi una famiglia è in possesso di almeno due autovetture e tenendo conto che all’interno del centro storico ci sono all’incirca mille nuclei familiari, diventa davvero impossibile riuscire a garantire un parcheggio davanti all’uscio di casa per tutti. Per questo il comune già da tempo, ha potenziato dei servizi, quali ad esempio il bus navetta che permettono di raggiungere in tempi rapidissimi, tutte le zone del centro storico. Soltanto collaborando tutti quanti verso un obiettivo comune si possono raggiungere risultati importanti.”

MONTALTO - I testi possono essere prenotati al punto d’informazione turistica TARQUINIA - Inaugurata la mostra di arte contemporanea

La biblioteca apre in spiaggia Taglio del nastro per Accenno di Accenni U

di GIOVANNI CORONA

E

’ partita l’iniziativa della biblioteca comunale denominata “Biblioteca in Spiaggia”: Sono aperti gli sportelli per il prestito gratuito di testi di narrativa ed altro a Montalto Marina e a Pescia Romana. L’iniziativa è partita il 15 giugno e terminerà al 4 settembre. Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 22: 00. Per la prenotazione dei testi basta recarsi al punto di informazione turistica sul Lungomare Harmine a Marina di Montalto o al centro informazioni a Piazza Consalvo Adorno -Borgo Vecchio- di Pescia Romana;

Per poter accedere al prestito occorre un documento di riconoscimento: i libri dovranno inoltre essere riconsegnati entro 8 giorni dalla data del prestito, salvo richiesta di proroga.

La Biblioteca Comunale è comunque aperta tutte le mattine dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 12:00, oltre al servizio pomeridiano ogni lunedì e giovedì, dalle 16:00 alle 18:00.

n accenno di arte contemporanea nella città etrusca. E’ stata inaugurata ieri, nella sala grande della biblioteca comunale di Tarquinia, la mostra, ad ingresso libero, Accenno di Accenni. Si tratta del primo appuntamento del festival di cultura contemporanea (ac)Cenni di (con)TempORAneo, organizzato dall’associazione culturale Fata Morgana, di Civitella d’Agliano. Non più realizzato in un unico evento, ma articolato in diversi incontri, il festival coinvolgerà più luoghi: da Tarquinia a Viterbo, �no a ritornare a Civitella d’Agliano, località dove la rassegna è nata. La mostra, che ha il

patrocinio dell’assessorato alla Cultura e la collaborazione di Of�cina dell’Arte di Tarquinia, ospiterà i lavori di Kanjano, fumettista illustratore siciliano, e Massimo De Giovanni, artista poliedrico che vive a Viterbo. Le opere saranno in mostra �no al 17 luglio (tutti i giorni dalle ore 17 alle ore 20; il sabato e la domenica anche dalle ore 10 alle ore 13). Nel corso dell’inaugurazione dell’esposizione i partecipanti hanno assistito alla performance “audio-visual” dei Sicilian AV Project antima�a live set: Dj Musko accompagnerà l’intervento di Kanjano e i montaggi video in “real time” del regista Sebastiano Greco.


litorale viterbese

12

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

TARQUINIA - Si è svolta sabato scorso la fase finale del prestigioso riconoscimento internazionale

Premio Arcaista, boom di consensi S

abato 2 luglio, alle 21, presso la sala consiliare del comune di Tarquinia si è svolta la fase finale del IV premio internazionale Arcaista. Molte le autorità intervenute, a cominciare da Alessandro Antonelli, presidente dell’Università Agraria di Tarquinia, sponsor della manifestazione per gran parte dei premi, sia nel settore artisti che quello riservato agli studenti. Inoltre, erano presenti il presidente dell’associazione arcaista Massimo Stefani, la principessa Delfina Metz Massimo Lancellotti, il critico d’arte Carlo Roberto Sciascia, la giornalista Katia Princi Menniti, il gallerista titolare dell’azienda A.O.R. “Arte Contemporanea” Nicola La Nave, il manager dello spettacolo Leopoldo Chizoniti e i produttori cinematografici Patrizia Ferzurella e Mario Presta, che a settembre inizieranno le riprese del Film “Se è vero che ci sei”. La serata è stata presentata dalla bellissima attrice Virginia Conti, che ha subito scaldato gli animi non solo con la sua bellezza, ma facendo alzare tutti i presenti in sala, per rendere omaggio al 150° anniversario dell’unità italiana, sulle

note dell’Inno di Mameli, pregevolmente eseguito dalla bellissima voce di Franco Stefani. Massimo Stefani ha subito specificato che il premio arcaista quest’anno non avrebbe avuto la possibilità economica di essere realizzato se non con il notevole aiuto dell’Università Agraria. Il presidente Alessandro Antonelli ha sottolineato l’importanza che il movi-

mento arcaista riveste oggi nel mondo dell’Arte attuale (più di 20.000 Adesioni di artisti), ricollegandosi proprio a quella del passato, della quale Tarquinia può vantarsi di esserne la culla. Carlo Roberto Sciascia, in qualità di giurato, ha fatto presente l’elevata qualità delle opere in concorso, che proprio per questo motivo, per la prima volta nella storia del Premio, hanno

generato numerosi ex equi tra i primissimi posti in classifica. Katia Princi Menniti, ha sottolineato l’impegno degli artisti verso la riconquista dei reali valori dell’arte, e nominando oltre ai patrocini del comune di Tarquinia e quello dell’università agraria, quello del consiglio dei ministri e del ministero degli affari esteri, ha consegnato poi al presidente dell’asso-

ciazione arcaista una lettera firmata da Gianni Letta, il quale, oltre a complimentarsi del successo raggiunto dal movimento arcaista nel mondo, si prefigge di essere presente alla prossima edizione del Premio che si svolgerà a giugno 2012. Il gallerista Nicola La Nave ha poi parlato di una sua collaborazione per il lancio definitivo in ambito di mercato, dei più valenti artisti

del movimento. Il manager Leopoldo Chizoniti, presentando i produttori cinematografici Mario Presta e Patrizia Ferzurella, li ha invitati alla parola specificando che sul set di “Se è vero che ci sei”, una storia attualissima di ragazzi del popolo di internet, ci saranno alcune scene in cui faranno da sfondo opere di artisti arcaisti. Infine l’atto conclusivo della serata, il più atteso, la consacrazione dei vincitori è iniziata con il settore studenti, che ha visto al primo posto, a punteggio pieno, Jessica Bianchini, di un istituto d’arte di Roma, al secondo Alessandro Blasi e al terzo Giulio Belli, entrambe delle scuole medie di Tarquinia. Per il settore artisti, la scelta è stata difficilissima, infatti, a contendersi i primi tre posti, ben nove artisti, su sessanta finalisti presenti. Il risultato finale ha visto vincere ad ex equo Gastone Costantini e Antonio Santoro. Al secondo posto altri due ex aequo: Benito Romagnoli che ha fatto valere i colori di Tarquinia ed Ezio Tambini. Incredibilmente al terzo posto ben cinque ex aequo: Rossella Papacchini, Franco Barrese, Antonio Pugliese, Vincenzo Zoccola Zambrano e Michele Cardone.


& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

13

ACQUAPENDENTE - Per difendere la struttura sanitaria la minoranza chiede che il consiglio comunale si dimetta

Incredibile atto di protesta pro ospedale I

consiglieri di minoranza, Franco Ferri, Alessandro Brenci, Aldo Bedini e Sergio Iacoponi, nella mattinata di ieri hanno consegnato al Sindaco del Comune di Acquapendente, la seguente lettera: “La situazione del nostro Ospedale ci sembra, allo stato attuale, molto grave se non addirittura compromessa, a causa della macroscopica confusione gestionale, della vergognosa disattenzione se non latitanza di tutti i responsabili politici, nazionali, regionali e provinciali. E mentre risposte positive hanno giustamente avuto i presidi di Tarquinia, Civita Castellana, Ronciglione e Monte�ascone, per Acquapendente, presidio più disastrato di tutti e in posizione di massima necessità, nessuna risposta è pervenuta in merito alle modi�che unanimemente formulate alla Regione, per il tramite del direttore generale dell’Ausl di Viterbo, dalla conferenza provinciale dei sindaci, su proposta pienamente condivisa da tutti i sindaci del comprensorio. E’ stata attivata soltanto la de-

molizione effettiva e pervicace, quanto confusa, dell’Ospedale, senza riguardo alcuno per la salute dei cittadini, specialmente dei più bisognosi. Inascoltate sono state le puntuali e documentate denunce del comitato pro ospedale. Non è più tempo di tentativi e di attese: servono ‘maniere forti’e decide, che scuotano, dal colpevole torpore le Autorità preposte. La giusta e doverosa difesa dell’Ospedale è stata programma di tutte le forze che hanno partecipato alle recenti elezioni comunali: Tutti abbiamo concordato che il comprensorio dell’Alto Lazio ha diritto al Distretto e Ospedale montano, unica realistica e convincente risposta alle legittime aspettative della popolazione. Questa deve essere la richiesta vera che dobbiamo in maniera rigorosa rivolgere alla Regione: tutte le altre che abbiamo formulato nell’inutile tentativo di trovare un convincente compromesso sono, ormai, colpevole ingenuità, per non ammettere la verità: l’Ospedale di Acquapendente, l’Ospedale di tutto l’Alto Lazio,

ACQUAPENDENTE - Comune e Riserva

Un corso di formazione imprenditoriale I

che dista circa settanta chilometri da Viterbo-Belcolle, con tempi di percorrenza di circa 90 minuti (con tutto quello che ciò deve signi�care per la salute dei cittadini bisognosi di urgente assistenza) non c’è più! Ed allora è venuto il tempo di sostenere la suddetta unica e giusta richiesta con il dovuto rigore e con la serietà istituzionale che ci impone il massimo rispetto per i cittadini. Per questo offriamo la pro-

posta delle nostre dimissioni da consiglieri comunali, invitando i colleghi della maggioranza a fare altrettanto, provocando così la decadenza del Consiglio comunale di recente rinnovato. Questa rappresenta, a nostro giudizio, l’unico modo serio e responsabile di agire nei confronti della Regione a concreta tutela del bene più prezioso che siamo tenuti a garantire per i nostri concittadini: LA SALUTE.”

l Comune di Acquapendente, in collaborazione con la Riserva Naturale Monte Rufeno, organizza un seminario su “Intelligenza Finanziaria e Formazione Imprenditoriale”. Il corso, che si svolgerà martedì 19 e giovedì 21 luglio e martedì 26 e giovedì 28 luglio (dalle 9.00 alle 13.00) presso la Sala Chico Mendes nella sede della Riserva, è indirizzato in particolare ai giovani che stanno per entrare nel mondo del lavoro o che si apprestano agli studi universitari e a chi vuole sviluppare uno spirito imprenditoriale e migliorare le proprie capacità �nanziarie. Alcuni temi che verranno trattati al seminario sono: che cos’è l’intelligenza �nanziaria; impostare un budget per il tuo denaro; avere un effetto

leva sul tuo denaro; l’integrità del denaro; la magia delle parole; le credenze, �ltro della mente; la forza trainante; il leader che sei veramente. “Una grande opportunità per il nostro piccolo mondo aquesiano – dichiara Claudio Speroni Assessore all’ambiente del Comune di Acquapendente e curatore dell’iniziativa –; ci incontreremo per quattro mattine ad affrontare argomenti sensibili che hanno a che fare con il mercato del lavoro e le regole della �nanza che lo determinano. In questo mondo, precario in tutto, conoscere la �nanza, a volte estremamente rigida, a volte estremamente �essibile è oramai cosa imprescindibile. Come dire… se la conosci la eviti, la governi, fai in modo che ci siano ricadute positive per te e per gli altri”.

VITORCHIANO - Il consigliere Fabbri al sindaco Olivieri ACQUAPENDENTE - Cena all’aperto accanto ai campi per la presentazione del nuovo maestro

“Il Comune intervenga sulla strada Teverina” Splendida serata per soci e simpatizzanti del circolo del tennis S

I

l consigliere comunale d’opposizione del gruppo Miglioramento Sante Fabbri chiede al sindaco di Vitorchiano, Nicola Olivieri, un intervento urgente per risolvere delle problematiche in corso lungo Strada Teverina. “Quando piove intensamente – spiega il consigliere Fabbri - in questa parte del paese si hanno molti problemi. Ci sono infatti dei tombini di ghisa che coprono delle tubature che non contenendo più l’acqua si sollevano e spostano. Questo rappresenta un pericolo per la popolazione, soprattutto per bambini e anziani. Qualcuno potrebbe farsi male. Inoltre, una volta saltato il tombino, da quei tubi viene fuori di tutto. Esiste una lettera al Comune, protocollata

nel 2010, con la quale i cittadini del posto espongono all’Amministrazione il problema e ne chiedono una rapida soluzione. Forse è il caso d’intervenire d’urgenza. Ho già fatto presente il fatto al primo cittadino, con il quale mi compiaccio per la rapidità d’intervento nella pulizia della strada del ponte, invasa dal fango in occasione delle ultime piogge. Speriamo che anche su Strada Ponte Vecchio si possa essere rapidi. Invito inoltre i vitorchianesi a esporre i vari problemi all’Amministrazione e in caso di mancata risposta possono rivolgersi a noi. Sarà cura dei consiglieri di Miglioramente pressare gli amministratori af�nché sia travata la giusta soluzione”.

i è svolta venerdì sera una graditissima cena all’aperto al circolo del tennis di Acquapendente. Sul sof�ce e perfetto prato antistante i campi, in zona Boario, a ridosso del palazzetto dello sport e del nuovo campo di calcio, accanto alla reception-bar, i soci del circolo del presidente Enrico Barberini allietati dalla musica e dal karaoke dell’attivissimo Italo del Segato hanno trascorso alcune gradevoli ore. Occasione dell’incontro con soci e simpatizzanti per presentare il nuovo maestro di

tennis Andrea Casari che insieme alla moglie, Lucilla gestirà l’intera struttura. Il vice presidente, Fabio Mosci, prima di presentare il nuovo maestro ha voluto ringraziare Ennio Cuccu, che ha guidato per quindici anni i giovani aquesiani e ha insegnato nei vari corsi per adulti, con professionalità e simpatia, tanto che il suo allontanamento ha creato in questi ultimi giorni anche qualche polemica da parte di numerosi giocatori affezionati del maestro viterbese. Le esigenze in seno alla gestione e alla gran-

“ La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone piazza V. Emanuele - 20 luglio 2011 ore 21 REGOLAMENTO 1. 1. Al concorso sono ammessi bambini a partire da 6 a 14 anni d’età. 1. 2. Le domande di iscrizione dovranno essere compilate secondo il modello allegato e presentate entro e non oltre il 9 luglio 2011, allegando certificato di nascita. 1. 3. Le domande vanno inviate a mezzo posta presso Comitato Festeggiamenti S. Margherita – Via S.Lucia Filippini – 01027 Montefiascone Vt ( Don Agostino Ballarotto ) 2. oppure all’indirizzo e-mail: rafftv@libero.it o telefonare al: 0761 826809(escluso il lunedì) o al n. 340 2444939 1. 4. Il comitato si riserva di accettare l’iscrizioni secondo la data di spedizione della domanda. 1. 5. Ai concorrenti verrà comunicata la data delle selezioni che si svolgeranno presso gli Studi di Registrazione “Binario 2” del Centro Multimediale RAFF RECORDS di Montefiascone dal 11 al 15 luglio 2011. 1. 6. Ogni concorrente dovrà portare la base della propria esibizione su supporto digitale ( cd – dvd- chiavetta usb) chi ne fosse sprovvisto potrà farne richiesta allo Studio di Registrazione Binario 2. 1. 7. Il concorso è aperto al pubblico e i partecipanti possono esibirsi con qualsiasi canzone del repertorio nazionale ed internazionale. 1. 8. I concorrenti verranno divisi in due categorie: Categoria A : da 6 a 10 anni di età Categoria B : da 11 a 14 anni di età 1. 9. I concorrenti dovranno versare la quota d’iscrizione di 15 euro. 1. 10. Tutti i partecipanti riceveranno un DVD con la registrazione audiovideo del provino. 2. L’intera serata sarà ripresa da una troupe televisiva di Sky. 1. 11. I primi classificati di ogni categoria riceveranno in premio: 2. - la registrazione e la pubblicazione di un CD contenente 1 brano e la promozione discografica in tutta Italia tramite il circuito delle 100 radio ; 3. – la realizzazione di un videoclip e relativa pubblicazione su Youtube, Facebook e Google. 1. 12. La giuria sarà nominata dal comitato organizzatore, e sarà composta da professionisti del mondo discografico, televisivo e della moda. 1. 13. Il giudizio della giuria è insindacabile, inappellabile e definitivo. 1. 14. In caso di necessità il comitato organizzatore si riserva di apportare modifiche al presente regolamento, informandone tempestivamente i partecipanti. 1. 15. L’iscrizione al concorso comporta l’accettazione del presente regolamento e dell’eventuali modifiche. 1.

dezza delle strutture necessitavano di persone presenti praticamente a tempo pieno, che fosseero anche in grado di dedicarsi a iniziative parallele ai corsi o ai tornei cercando di sfruttare l’intero spazio adiacente alla ‘club house’, dotata di bar, calcio balilla e presto con il nuovo impianto audio televisivo e il tavolo da ping-pong. Andrea e Lucilla sembrano aver sposato a pieno il progetto tanto che venerdì erano già attivissimi, visto anche il numero di partecipanti alla cene, circa 150. Gli

obiettivi del presidente Barberini sembrano chiari: riuscire a creare uno spazio fruibile non solo dai tennisti e non solo legato all’ora di tennis, ma poter sfruttare la gradevole location, anche come punto di ritrovo o per altre attività e non solo sportive. Intanto oltre ad aver annunciato che da domani inizierà il torneo sociale, sia maschile che femminile, il presidente ha dato appuntamento ai soci al 30 luglio dove si replicherà con un altra cena all’aperto con divertimento assicurato. Fulvio Medici

“La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone Vt – 20 luglio 2011 Modulo d’ iscrizione Nome e Cognome ………………………………………………... Luogo e data di nascita……………………………………………. Residente in ……………………………………………………….. Telefono…………………………………………………………… Titolo Canzone…………………………………………………….. Io sottoscritto…………………………….. desidero iscrivere mio/a figlia al Concorso Canoro per bambini “La Margheritina d’Oro” che si svolgerà a Montefiascone il giorno 20 luglio 2011. Dichiaro di accettare e mi impegno a rispettare pienamente il regolamento della manifestazione. Firma del genitore…………………………


montefiascone

14

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

Melani ironizza sui componennti della vecchia Giunta in merito al piano sul centro storico

“Ma Ceccarelli era assessore alla caccia?” di MICHELE MARI

L

a vicenda che tiene banco in questi giorni, a livello politico, è la spinosa questione del piano particolareggiato del centro storico, le cui osservazioni sono state discusse nel corso dell’ultimo consiglio comunale ed hanno causato un’in�nità di polemiche più o meno giuste. In merito questa volta ad intervenire è Giorgio Melani uno dei massimi esponenti del Pd locale che ha contribuito al successo della lista “La Città Nuova” di Luciano Cimarello. Melani interviene criticando aspramente il consigliere d’opposizione Massimo Ceccarelli che più di tutti ha polemizzato con la maggioranza sia per le modalità della votazione che per le osservazioni stesse al piano particolareggiato del centro storico chiedendo tra l’altro le dimissioni del presidente del consiglio Mario Trapè. “Non era Ceccarelli assessore all’urbanistica? Forse della Caccia….” così esordisce polemicamente ed ironicamente Giorgio Melani che continua: “Lui dovrebbe sapere che la prassi per approvare i vari piani che riguardano l’urbanistica è proprio questa. Dovrebbe conoscere che per qualsiasi tipo di piano, compreso il piano regolatore, l’amministrazione deve discutere tutte le osservazioni presentate. Infatti è un sacrosanto diritto dei cittadini porre osservazioni

in merito e presentare eventuali reclami. Il problema sarebbe stato se i cittadini non fossero stati attivi e non avessero presentato nessuna osservazione”. Melani continua: “Ceccarelli afferma che le osservazioni non dovevano essere portate all’ordine del giorno poiché il piano è di già operativo. Ma invece il piano è operativo soltanto quando è stato approvato alla Regione Lazio. Infatti ora, dopo l’analisi delle osservazioni pervenute ed eventualmente approvate, sarà la stessa Regione Lazio ad accettarle o meno per poi approvare l’intero piano. Se l’amministrazione vorrà porre delle nuove modi�che allora l’iter comincerà di nuovo. È ciò che avviene per il piano regolatore”. Massimo Cec-

carelli aveva ampiamente criticato il modo di operare, nel corso delle votazioni delle due osservazioni presentate, per diversi motivi: il primo perché una osservazione non è pervenuta nei tempi richiesti (entro l’8 maggio mentre è giunta il 9) ed i cui termini evidenziati dal segretario comunale in consiglio erano perentori; il secondo perché il presidente del consiglio, secondo l’opposizione, avrebbe “incitato” ed “invitato” i membri della maggioranza a votare a favore. Alla �ne la prima osservazione, presentata da Annamaria Chiatti, giunta il 7 maggio, è stata approvata con una votazione di 4 sì, 3 no del gruppo Foscarini e 8 astenuti; mentre l’altra osservazione, presentata da Laura Panichi, non

è stata accolta con votazione 3 sì, 3 no e 9 astenuti. Ora stando cosi le cose, nel giardino di proprietà della Chiatti, si potrà costruire un palazzo di tre piani, proprio davanti alle vecchie mura medievali della città e distruggendo uno dei giardini storici più belli di Monte�ascone. Ora sarà la Regione Lazio, dove lo stesso Ceccarelli ha dichiarato di attivarsi per comunicare quanto avvenuto in consiglio, a pronunciarsi in maniera de�nitiva. Melani, riguardo alla votazione, aggiunge: “L’approvazione di una delle osservazioni è il sintomo che l’amministrazione non ha nessun pregiudizio per nessuno. Infatti sono valutate le richieste in base alla loro fondatezza e non per il soggetto richiedente. Ogni membro della maggioranza ha votato secondo coscienza senza nessun accordo preventivo. Infatti ci sono stati, sempre all’interno della maggioranza, chi ha votato sì e chi si è astenuto”. In�ne Melani conclude: “Se una delle due osservazioni non veniva discussa l’amministrazione poteva incorrere anche in una denuncia di omissione di dati pubblici. Ora tutto passa alla commissione tecnica della Regione Lazio che valuterà il piano e le osservazioni. Spero che ciò che è avvenuto, ognuno della maggioranza ha votato senza pregiudizi, sia quello che i cittadini vogliono dalla nuova amministrazione”. La polemica sicuramente continuerà.

Due giovanissimi multati in riva al lago

Dieci e dodici anni, sanzionati per pesca notturna e senza licenza B

litz dell’ A.N.P.A.N.A. ( corpo guardie eco zoo�le del comando provinciale di Viterbo) sul lungolago di Monte�ascone. A rimetterci due giovanissimi di dieci e dodici anni, che stavano pescando con due piccole canne nei pressi dell’hotel- ristorante “La Carrozza d’Oro”. I due ragazzi, inpegnati nel loro hobby, sono stati intercettati da ben cinque uomini del corpo delle guardie ecozoo�le intorno alle ore 22,45 del 7 luglio. Non appena scesi dall’auto le guardie hanno controllato i ragazzi e, non essendo muniti di licenza di pesca, hanno elevato due multe, per ognuno dei due giovanissimi. Nel verbale si legge che i ragazzi hanno violato la norma che prevede di pescare, se minorenni,” accompagnati da persone munita di licenza” e che i ragazzi “esercitavano la pesca con canna da lancio munita di mulinello”. Inoltre nell’altro verbale si contesta ai giovani “di pescare nelle ore notturne”. Complessivamente la sanzione è stata di ben 194 euro (154 per la pesca notturna

e 40 per la pesca senza licenza). Ora i genitori e i parenti di questi bambini, che si stavano divertendo con una piccola canna anche se munita di mulinello, si chiedono se queste multe, sembra che i ragazzi siano rimasti traumatizzati, fossero veramente necessarie, dato che erano alle loro prime armi come pescatori. La passione per la pesca la stanno maturando vedendo i veri pescatori negli stessi luoghi abitando proprio a ridosso delle sponde del lago davanti a “La Carrozza d’oro”. Uno dei parenti “ Di certo non svuotavano, con quelle canne, il lago di Bolsena”. (M.M.)

Grande successo per la presentazione del libro ‘Airone 1’ I Cavalieri minacciano di non far partire la macchina per il trasporto di S. Margherita

L’opera del Gen. Cornacchia alla Rocca “Il percorso non deve cambiare!” “

Airone 1. Scene da un’epoca” è questo lo splendido libro presentato venerdì pomeriggio alla Rocca dei Papi nella sala Innocenzo III. Presente naturalmente l’autore, il generale dell’Arma dei Carabinieri Antonio Cornacchia. Ad organizzare l’evento è stata l’associazione Alta Tuscia presieduta dall’avvocato Bruno Mecali. Il salone completamente gremito da un pubblico quali�cato e molto attento tra i quali spiccavano molti politici locali con in testa Luciano Cimarello; poi gli ex sindaci Mario Trapè e Fernando Fumagalli poi Giorgio Cacalloro, Giampiero Ciucci, Marco Balestri, Vincenzo Frallicciardi, Renzo Vincenzoni ed anche i rappresentanti delle forze dell’ordine come il maresciallo Luciano Bitti, il comandante dei vigili urbani Luigi Salvatori ed anche una rappresentanza dei carabinieri in pensione. Ad introdurre la conferenza è stato Bruno Mecali che ha poi lasciato la parola al sindaco Cimarello: “Sono omaggiato di avere a Monte�ascone la presentazione di questo libro così importante. Il volume racconta gli anni settanta, ed i fatti ad esso collegati, suscitando molto interesse. Quel periodo storico è stato particolare e di questi avvenimenti ancora molto c’è da sapere. Il generale rivisita gli eventi dalla sua angolatura, da uomo che ha vissuto in prima persona i fatti cercando di dare anche una spiegazione ad ogni problematica”. Poi è intervenuto il generale Antonio Cornacchia, autore del libro: “Ho accettato di cuore l’invito di Mecali poiché per ben quattro anni sono stato comandante dei carabinieri a Vi-

terbo, prima di spostarmi a Roma al nucleo investigativo. Ringrazio tutti i partecipanti ed in particolare l’Arma presente, sia gli uomini in congedo che quelli in servizio”. Ha ricordato alcune vittime del terrorismo e poi ha speso parole di elogio, tutte meritate, al generale Umberto Rocca che si è sacri�cato a lungo per liberare l’industriale Gancia. Poi la presentazione vera e propria del volume ad opera del professor Mario Brutti che ha evidenziato come il libro è molto di più di un memoriale, infatti oltre al racconto dei fatti vi è un’ attenta interpretazione �no a toccare il tema che tanti uomini, i migliori, sono state vittime del terrorismo, vedi Moro e Bachelet, e forse l’Italia con loro sarebbe essere anche diversa. Nel prologo dello splendido volume si legge “ Questo libro non è bel libro, un romanzo, un racconto che si muove agile nei luoghi luminosi di uno scenario conosciuto, o immaginato. Queste pagine sono parole e fotogrammi che �lmano un’epoca con durezza ma anche con la semplicità, la delicatezza, la serenità di un uomo che rivive in-

sieme ad un altro ,magari sotto un albero di ombre…E a poco a poco questi racconti prendono a viaggiare, a muoversi dentro un tempo opaco, consumato, allucinante, in un contesto tramandato alla storia come “gli anni di piombo”, anni di sangue, anni di rivoluzione sociale, politica, morale, culturale, antropologica. Non c’è modo di stabilire se ricordare sia indispensabile. Dimenticare, invece, è sempre un atto di viltà”. Lo stesso generale Cornacchia ha di nuovo preso la parola evidenziando che ricordare è determinante. Ha voluto far emergere nel libro tre aspetti: la parte politica degli anni 60-80, le attività del nucleo investigativo e poi i servizi segreti. Ha detto:” Ora tutto è cambiato; abbiamo a disposizione il computer e le intercettazioni ma manca nel lavoro attuale dei servizi segreti la parte più importante: l’aspetto umano. Era essenziale per poter risolvere tutte le problematiche”. Con una lucidità e semplicità disarmante ha poi risposto alle domane che gli sono state rivolte lasciando il pubblico pienamente soddisfatto per la sua brillantezza. (M.M.)

Se la processione non effettuerà il tradizionale percorso e non transiterà per Corso Cavour, come è tradizione secolare, la macchina di Santa Margherita questa volta non partirà”. È questa la presa di posizione, molto pesante, del portavoce dei cavalieri di Santa Margherita Giampiero Cecccarelli. Infatti nel programma presentato ai cittadini, apparso sul mensile “La Voce”, la caratteristica processione, in onore della patrona, in programma per martedì 19 luglio, passerà per le seguenti vie: Trento, Pini, Verentana, Indipendenza, piazza Vittorio Emanuele con breve sosta; Santa Lucia Filippini e Santa Margherita. Non figura affatto corso Cavour la via più importante della città. Ceccarelli aggiunge: “Non so perché il decano don Agostino Ballarotto non faccia transitare la processione per Corso Cavour. Ma in questo caso tutti i cavalieri di Santa Margherita, che conducono la testa della santa all’interno di una grande cupola lignea, d’accordo, non effettueranno in nessuna maniera il trasporto. Infatti dopo un giro di telefonate, tutti i cavalieri sono perfettamente unanimi nel non effettuarlo.”. Quest’anno sarebbe, e speriamo lo sarà ancora, il terzo anno del trasporto

della macchina divenuto un vero e proprio spettacolo. Per secoli avveniva invece il solo passaggio della testa. Inoltre la novità di quest’anno sarà anche un’altra: “Quest’anno faremo un omaggio anche alla statua di Santa Margherita in piazza Vittorio Emanuele posta nel campanile del comune -aggiunge Giampiero Ceccarelli. Dopo che lo scorso anno un ristoratore non ha spostato i tavoli per fare passare il camion con la gru per mettere una corona alla santa, quest’anno abbiamo un camion più grande che consentirà comunque, e in qualsiasi maniera, di consegnare l’omaggio alla patrona”. Lo scorso anno si ebbe un g r a n d e successo. I quaranta cavalieri di Santa Margherita hanno trasportato sulle spalle la testa della santa racchiusa in una cupola di legno con enorme fatica. Il peso della mac-

china stessa è notevolmente aumentato perché sono state installate, per rendere una migliore illuminazione della cupola, delle batterie molto pesanti che hanno alzato notevolmente il peso complessivo. I cavalieri si sono sempre più calati nel loro ruolo e sentono ormai la Santa nel cuore. Da ricordare che il direttivo del sodalizio è composto da: Massimo Ceccarelli (segretario), Giorgio Bracoloni (capogruppo), Giampiero Ceccarelli (portavoce), Luca Pigliavento (consigliere) e Giuseppe Ambrosi (consigliere). (M.M.)


comprensorio

& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

15

VETRALLA - Rispolverato il progetto per l’ospedale di comunità, ricorso al Tar per l’aumento della tariffa sui rifiuti

Bollette pazze, possibile una riduzione di EMANUELE FARAGLIA

M

aggioranza compatta, opposizione agguerrita, ma disunita in qualche

caso. Nell’atteso consiglio comunale di ieri il sindaco Sandrino Aquilani ha ricordato, prima di iniziare i lavori, la bella vittoria di Marco Ferri nel campionato italiano di tennis dei vigili urbani. Dopodiché il primo cittadino ha ricordato ai presenti di aver rispolverato il progetto di ristrutturazione dell’ex FCNA per consentire un ritorno di servizi sanitari adeguati al territorio. Il progetto, che prevedeva anche l’apertura di un ospedale di comunità per il quale si formò anche un comitato presieduto dal dottor Franco Coppari, era stato approvato dall’ex direttore generale della Asl Aloisio e prevedeva la gestione da parte dell’Asl mentre la ristrutturazione vera e propria sarebbe stata garantita da un investimento di 20 milioni di euro da parte dell’Inail. Dopo il commissariamento il progetto si è arenato e così nei giorni scorsi il sindaco ha avuto un primo incontro con il nuovo direttore dell’Asl Adolfo Pipino e poi con il direttore generale dell’Inail che si sono detti disponibili a riprendere la trattativa. “In questo momento critico potrebbe esserci una ricaduta positiva anche dal punto di vista occupazionale” ha concluso il primo cittadino. Pronta la ribattuta di Giovanni Gidari (Udc, Progetto Vetralla): “Mi auguro che al prossimo consiglio il sindaco ci dia notizia

L’assessore all’Urbanistica Maurizio Sensi dell’inizio dei lavori visto che il progetto è vecchio di 20 anni”. Ancor più secca la reazione di Coppari che ha ammonito: “Per l’ospedale di comunità bisogna sensibilizzare i comuni limitro� e poi se il progetto non è previsto nell’atto aziendale i soldi dell’Inail sono soldi teorici”. Numerose le interrogazioni poste da Gidari che, dopo aver invitato il presidente del consiglio Venanzi ad aver un atteggiamento super partes, ha chiesto la revoca della concessione per l’installazione di antenne per la telefonia nel parco di Cura, il completamento delle fogne a Giardino e Valle Pontone, delucidazioni in merito ai criteri sull’erogazione dei contributi per le persone disagiate sui fondi destinati a Foro Cassio e al Centro Alzheimer. Inoltre lo stesso Gidari ha posto di nuovo l’attenzione sul-

l’annosa questione delle isole ecologiche tuttora non in funzione e per le quali potrebbe arrivare presto una multa da parte della Comunità Europea. Sul problema dell’acqua Gidari ha chiesto a che punto fosse il progetto di abbattimento dell’Arsenico alla fonte che dovrebbe essere realizzato entro il 2012. Questione particolarmente delicata quella dell’acqua viste le recenti polemiche sulle bollette pazze della Talete. A questo proposito il consigliere Sel Giulio Ferrara ha chiesto di veri�care se ci fosse la possibilità di usufruire di una riduzione del 50% delle bollette visto che l’acqua in questione non è potabile, mentre sulle bollette l’acqua viene fatta pagare come potabile. Sulla vicenda l’assessore al Bilancio Francesco Biancucci ha promesso un interessamento ed al più presto

si avranno notizie certe. L’assessore al Patrimonio Dario Bacocco ha invece fatto sapere che la Talete ha previsto un intervento di 4 milioni e 400mila euro complessivi per la depurazione dell’acqua. Lo stesso Bacocco ha inoltre dichiarato che in tempi brevissimi sarà �nalmente attivato l’eco-centro situato a La Botte. L’assessore ai Lavori Pubblici De Rinaldis ha reso noto la situazione dei plessi scolastici: la scuola media di Cura vedrà partire i lavori tra pochissimi giorni, mentre risulta più complicata la vicenda della scuola elementare per la quale sono stati individuati dei problemi di sicurezza nel solaio per i quali sono necessari altri 100mila euro. Sugli impianti sportivi e ricreativi della Villa Comunale De Rinaldis ha fatto sapere che c’è il progetto di usufruire di 150mila euro di fondi regionali: “Ci abbiamo messo le mani, ma non abbiamo la bacchetta magica...”. Relativamente ai lavori sulla via Francigena l’assessore ai Lavori Pubblici ha annunciato che il 20 luglio si farà una riunione per far riprendere l’attività. Botta e risposta particolarmente vivace quello registrato tra l’assessore all’Urbanistica Maurizio Sensi ed il consigliere d’opposizione Carlo Postiglioni il quale ha chiesto la revoca dell’ordinanza sindacale contro gli insediamenti di camper e tende sul territorio comunale. La vicenda, ha ribattuto l’assessore Sensi, riguarda un gruppo di persone che non sono dei semplici ‘migranti’ ma residenti di Vetralla

Il sindaco Aquilani e l’assessore alle attività produttive Cancellieri che non hanno casa. “Trovo vergognoso - ha tuonato Sensi - che sia stata fatta una petizione popolare per mandarli via...”. Sull’ordine del giorno, ovvero l’incremento della tariffa di conferimento in discarica deciso dalla Regione senza interpellare né Provincia né i Comuni, l’assessore alle Attività Produttive Filippo Cancellieri ha letto un documento col quale la Giunta considera inaccettabile l’atteggiamento della Regione ed inoltre manifesta la ferma volontà a ricorrere al Tar sollecitando il tal modo un pronto intervento da parte della Provincia che però ancora non si è pronunciata sulla questione. Bocciata la richiesta da parte di Gidari di designare anche i rappresentanti delle società partecipate nella de�nizione degli indirizzi sulla

nomina dei rappresentanti del Comune presso Aziende ed Istituzioni. Relativamente alla ricostituzione della commissione elettorale sono stati nominati come componenti effettivi Patrignani e Cancellieri per la maggioranza, Costantini per l’opposizione, mentre Vittori, Ferrara e Baroni saranno i componenti supplenti. Sandro Baroni e Carlo Postiglioni presiederanno la commissione che sceglierà i giudici popolari per la Corte d’Appello e la Corte d’Assise d’Appello. Proposta in�ne considerata demagogica e quindi bocciata quella fatta dall’opposizione di rinunciare al gettone come consiglieri comunali: “C’è una norma che stabilisce i compensi - ha ricordato il vicesindaco Giulio Zelli - il consiglio non può esprimersi su queste norme”.

TUSCANIA - Fino al 31 luglio aperta la mostra dell’associazione Piane di Bronzo Duro intervento di Patto per Tuscania-Udc sui lavori alla scuola Ridolfi

Tre modi di vedere la Passione di Cristo Un appalto al ribasso che non convince di VALERIA SEBASTIANI

I

naugurata lo scorso 23 aprile, in località Puntone S. Pantaleo, a Tuscania, �no al 31 luglio sarà possibile visitare la Mostra d’Arte dell’associazione culturale Piane di Bronzo, realizzata in collaborazione con il Centro Culturale La Camera Verde di Roma. In mostra tre ‘Passioni’, tre visioni personalissime del martirio del Cristo: La Passione di Cristo secondo Alfredo Anzellini (pittura, tecnica mista, collage); La Passione di Cristo secondo Luigi Francini (pittura, scultura); La Passione di Cristo secondo Pierre Martin (pittura). Tre percorsi per raccontare lo stesso evento, �no alla deposizione dalla croce. Tre ricostruzioni personali che trasformano la mostra sacra, nel senso classico del termine, in una visione diversa del tempo e delle cose, imponendo voce al silenzio che sempre più spesso si riscontra nell’arte. Si perché questi tre artisti, ognuno con la sua personalissima impronta, tracciano un percorso per ‘dire’ qualcosa all’osservatore. Parlano di verità. A Piane di Bronzo, tutti i giorni la Mostra d’Arte è aperta al pubblico dalle ore 10,00 alle 13 e dalle ore 16,30 alle 21. Una ‘perla’ dove meno ci si aspetterebbe di poterla trovare, lontana dalla routine, dal traf�co, dalla città, eppure nel posto più giusto.

G

li esponenti del ‘Patto per Tuscania-Udc’ intervengono sui lavori in corso alle scuole elementari Ildovaldo Ridolfi, di viale Trieste. “Abbiamo visto, con piacere, che sono cominciati i lavori alla scuola elementare “Ridolfi”, un intervento atteso da tempo, in uno dei luoghi dell’ infanzia di tanti tuscanesi, che finalmente è iniziato. Incuriositi, siamo quindi andati a vedere le carte relative all’affidamento dell’opera, e abbiamo avuto la conferma che Tuscania non perde mai l’occasione per ribadire la sua vocazione di città in cui vengono ribaltate le consuetudini che valgono altrove. A tale regola non sembrano sfuggire, infatti,

neanche i parametri con cui vengono assegnati gli sporadici appalti pubblici banditi dall’Amministrazione comunale. E’ questo il caso dell’esito della gara per l’adeguamento e la messa a norma della “Ridolfi”, un intervento finanziato con un contributo regionale di 500.000 euro, il cui progetto esecutivo prevede circa 394.000 euro per lavori a base d’asta, oltre agli oneri per la sicurezza e le somme a disposizione dell’Amministrazione. Il fatto singolare è che alla gara sono state invitate cinque ditte (e questa è già una peculiarità tuscanese, visto che per certe cifre, di solito, si fanno i bandi aperti): due di Viterbo, due di Montefiascone e una di

Tuscania (a tal proposito, ci piacerebbe conoscere i criteri con i quali sono state selezionate). Ma ancor più particolare è il suo esito. La ditta di Tuscania si è aggiudicata l’appalto, e ce ne compiacciamo, con un ribasso del 5,25%: le altre tre ammesse (una aveva la documentazione carente), invece, sono state escluse, avendo presentato ribassi che vanno dal 3 al 3,70%. Ora, noi siamo molto felici che il lavoro sia stato assegnato ad una impresa locale: quello che ci lascia perplessi e ci incuriosisce è la percentuale di ribasso con la quale la gara è stata aggiudicata. Mentre in altre realtà, per appalti analoghi, questa, normalmente, va abbondantemente sopra il 10-15%, a Tuscania ci si ferma al 5,25%. Ancor più singolari le percentuali presentate dai concorrenti esclusi, concentrate, tutte e tre, in appena lo 0,70% di differenza tra loro. Ovviamente più in basso, rispetto alla vincente. Non c’è che dire: anche sul fronte degli appalti il rito tuscanese si discosta da quello comunemente adottato altrove. Bisogna, però, capire se tale particolarità è un vantaggio o no. E, soprattutto, per chi”. (VS)


comprensorio

16

Viterbo & Domenica 10 Luglio 2011 AltoLazio

VASANELLO - L’impianto sportivo versa in una preoccupante situazione d’abbandono

Sporcizia e degrado nella palestra di SIMONA TENENTINI

F

ili scoperti, vetri rotti e guano di piccione. Bastano poche parole per descrivere la ‘drammatica’ situazione in cui versa la palestra di Vasanello: una struttura abbandonata nel più completo degrado. L’edi�cio, realizzato negli anni Ottanta, è di proprietà del Comune, la gestione però è af�data, già da molto tempo, all’associazione sportiva Volley Vasanello. Durante l’anno, nell’impianto si svolgono sia gli allenamenti della squadra locale che le partite di campionato di pallavolo Seconda Divisione. E, molto spesso, sono gli atleti che si devono preoccupare della pulizia del locale che, normalmente versa in condizioni igieniche vergognose. Le docce sono inutilizzabili pressochè da sempre, i bagni sporchi e

maleodoranti, gli spogliatoi inutilizzabili. Quando piove abbondantemente succede poi l’inevitabile: la palestra si allaga e in queste circostanze i giocatori sono costretti ad accantonare la palla e ad armarsi di stracci e scopettoni per ripristinare la normalità. O, perlomeno, uno status che si avvicini al normale, se si vuole considerare tale un impianto del genere, dove ci sono anche �li elettrici scoperti che, a contatto con l’acqua, possono rappresentare un elevato rischio potenziale. Un ulteriore problema è che non si capisce bene di chi siano le responsabilità di un simile stato d’incuria, anche perchè il Comune e la Volley Vasanello tendono a fare lo scaricabarile. Fatto sta che si tratta di una situazione veramente inaccettabile. Basti pensare che, durante il campionato, vengono a giocare nella palestra anche

Nella foto accanto il guano di piccione sul pavimento della palestra, sotto i termosifoni completamente arrugginiti. A sinistra la palestra completamente allagata e, a fianco le prese di corrente ‘volanti, ancora sporcizia, vetri rotti e gli spazzoloni usati per raccogliere l’acqua (Foto A.Di Palermo)

squadre di altri paesi e qual’è il biglietto da visita che offre Vasanello? Quello di un impianto sportivo in cui gli atleti non possono nemmeno farsi la

doccia dopo la partita. Di certo, se si vuole offrire ai ragazzi la sana alternativa dello sport alle cattive compagnie non siamo certo sulla strada giusta. A meno che non si consideri attività sportiva raccogliere l’acqua che allaga la palestra.

RONCIGLIONE - Un servizio finalizzato a creare una società multietnica VILLA SAN GIOVANNI IN TUSCIA - Nel prossimo week end

Lo sportello immigrati presto realtà Festa delle donne, fervono i preparativi U

no sportello informativo e di accoglienza per gli immigrati, che sappia orientare e ascoltare e che preveda una �gura professionale idonea da reperire tramite apposito bando pubblico. E’ quanto deciso nei giorni scorsi dalla giunta comunale di Ronciglione, seguendo le disposizioni legislative che favoriscono l’inserimento sociale e l’integrazione culturale degli stranieri residenti in Italia, nel rispetto delle diversità e delle identità culturali delle persone. L’istituzione dello sportello nasce dall’esigenza di creare un ponte tra i cittadini stranieri e le istituzioni pubbliche e private con le quali essi si trovano in relazione (uf�ci pubblici, scuole, ospedali). Il Comune di Ronciglione, così,

si appresta a diventare una delle prime amministrazioni che riconosce l’importanza sociale di formalizzare un servizio di accoglienza per gli immigrati e di risolvere, in sinergia tra più soggetti istituzionali e non, i problemi connessi al fenomeno migratorio. Quello dell’immigrazione, infatti, è un fenomeno con cui ogni Comune si deve confrontare, seguendo le direttive emanate a livello naziona le. “L’amministrazione – dice il sindaco Massimo Sangiorgi – vuol promuovere iniziative di integrazione e l’istituzione dello sportello è un passo importante. Lo sportello credo servirà anche a far pervenire al Comune proposte per costruire una società multiculturale”.

A

Villa San Giovanni in Tuscia fervono i preparativi per il secondo appuntamento del programma dei festeggiamenti “San Giovanni in Festa 2011”. Dopo il raduno dall’Associazione Ippica locale del 26 giugno 2011, che ha visto coinvolti oltre 100 partecipanti al raduno e che ha dato la possibilità di godersi lo spettacolo dei prati e delle zone archeologiche intorno al paese nella passeggiata a cavallo, la Proloco si è subito concentrata per i preparativi del 16 e 17 luglio, festa della Madonna del Carmine detta “festa delle donne”, per la ormai famosa ed intramontabile “XXVIII Sagra della Trippa”. Stand gastronomico, con

servizio al tavolo, per tutti gli appassionati di buona tavola e buon gusto. Quest’anno la vera novità è la presenza di un noto personaggio televisivo che viene direttamente da Zelig e Fenomenal, Massimo Bagnato che la sera del 16 luglio si esibirà gratuitamente nel suo caratteristico programma di cabaret. Il giorno successivo, in mattinata, gli amanti del vecchio gioco del “ruzzolone” potranno ammirare la gara appena fuori il paese, mentre il giorno 21 luglio per la serie “Cinema sotto le Stelle 2011” alle ore 21.30 sarà proiettato lo splendido �lm “Vallanzasca” con Kim Rossi Stuart. Ma per il mese di luglio non è �nita qui, il 31 Luglio, sem-

pre in prima serata, i bravissimi ragazzi dell’ormai famoso “minifestival di Viterbo” si esibiranno sul palco comunale deliziandoci con le loro voci. Per maggiori informazioni visitate il sito internet www.comunevsgtuscia.it


& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

17

Il sindaco Bigiotti entusiasta del successo del Civita Film Fest

Tanti vip a Civita di Bagnoregio U

ltimo giorno, quello di oggi per la seconda edizione del ‘Civita Film Fest’. Un appuntamento che di fatto ha riempito Civita di ospiti illustri e che ha trovato il favore della stampa locale e nazionale. Gongola il bravo sindaco Francesco Bigiotti, che sta dimostrando piena consapevolezza delle potenzialità del comune che amministra. Con la seconda edizione di questo potente festival Bigiotti ha di fatto trasformato l’incantevole Civita di Bagnoregio in un salotto della cultura. Nelle foto potete vedere gli attori Alessandro Haber e Sebastiano Somma ma anche il grande Paolo Crepet. Le pellicole selezionate per il Civita Film Fest includono un ampio ventaglio di opere cinematografiche in cui il motore è l’attore principale intorno al quale si raccontano storie e si costruiscono trame. La rassegna si articola in sei sezioni, quattro ordinarie e due ‘Speciali’: la sezione ‘Film d’ Epoca’ è dedicata a pellicole storiche, o appena restaurate, ritenute capolavori della storia cinema e che hanno i motori in qualità di protagonisti. La sezione ‘Ultime Uscite’ riguarderà quei film, recentemente realizzati, che si sono distinti come più rappresentativi dell’ispirazione artistica del festival. Le sezioni ‘Cortometraggi’ e ‘Documentari’ sono dedicate, rispettivamente, ai corti e ai docu-film a tema. Le due sezioni ‘Speciali’ sono rivolte ai più giovani e agli amatori: la sezione ‘Sotto Controllo’ seleziona progetti visivi (film, corto/medio-metraggi e spot pubblicitari) che hanno come soggetto la tematica della sicurezza stradale;

‘Road Cult Movie’ è interamente dedicata alle pellicole del genere ‘On the Road’ entrate nella leggenda della cinematografia mondiale. Il borgo di Civita di Bagnoregio, candidato a Patrimonio dell’Unesco, e posto su uno sperone di roccia che domina la valle dei calanchi, con le sue scogliere di tufo e le splendide piazze, è il palcoscenico ideale della manifestazione non solo per la scenografia naturale ma anche perché set cinematografico di film consacrati alla storia quali ‘La Strada’ di Federico Fellini, ‘Amici Miei’ e ‘L’armata Brancaleone’ di Mario Monicelli. Oltre alle proiezioni gratuite dei film in Concorso, a Civita di Bagnoregio si svolgeranno molti eventi extra in collaborazione con gli appassionati del settore: serate a tema, raduni di auto e moto d’epoca, mercati scambio e vendita con esposizioni di auto storiche

e futuriste, allestimenti di mostre, incontri con esperti del settore motori, presentazione di campagne sulla sicurezza stradale e percorsi enogastronomici con i prodotti tipici della Tuscia. Il progetto è realizzato dall’Associazione Civita di Bagnoregio Film Fest con il supporto di Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Viterbo, Comune di Bagnoregio, Asi, Associazione Civita e con la partecipazione di Ford in veste di main sponsor. “Si tratta di una manifestazione, unica al mondo nel suo genere - afferma il Sindaco Francesco Bigiotti-, nata lo scorso anno da una felice intuizione dell’amico Leonardo Metalli, responsabile cultura del TG1, che ha voluto coniugare la passione dei motori con il mondo del cinema. Io credo che questa manifestazione si possa considerare, a pieno titolo, una

Foto Alberto Zadro

delle più rappresentative nel panorama della nostra provincia e, considerata la sua unicità, credo possa candidarsi a diventare un punto di riferimento, nel suo genere, tra i festival del cinema internazionali. I miei ringraziamenti e gli auguri a tutti coloro che, pur tra tante difficoltà, economiche e logistiche, credono in questo progetto e lo stanno portando avanti con grandissima determinazione”.

SE SEI UN CANTANTE O HAI UN GRUPPO MUSICALE E VUOI FARTI CONOSCERE CONTATTA opinionelive@gmail.com redazione@opinioneviterbo.it

Ad Attigliano si dipinge sulle note della Ricciarelli

Fantastica performance artistica nella suggestiva cornice dell’anfiteatro di Attigliano. Il maestro di pittora Rolando Di Gaetani si è esibito alla tela ispirato, in tempo reale, dalla musica. Presente alla serata anche la

nota cantante lirica Katia Ricciarelli che è stata tra le voci che hanno ispirato i dipinti. Il tutto si è svolto lo scorso 29 giugno, lasciando di stucco i presenti. “Quest’idea - ha spiegato

il maestro Di Gaetani - è nata partendo dalla considerazione che i colori dell’arcobaleno sono sette come le note musicali. Da qui ho iniziato a pensare a una pittura estemporanea tratteggiata sulla musica dal vivo. In tantissimi, tra gli spettatori, sono accorsi per non perdersi uno spettacolo così caratteristico e unico. Di grande richiamo, sicuramente, la presenza di una vip come l’ex moglie di Pippo Baudio. Katia Ricciarelli è stata molto cortese con i presenti, dispensando autografi e foto ricordo. Sempre molto elegante ha praticamente lasciato di stucco con la forza della sua voce il pubblico. Tutto questo mentre il pittore cercava di rendere con i pennelli la stessa intensità di colore ispirata dalla voce. I lavori così realizzati, sono stati molto apprezzati. Questo perché all’interno delle pennellate è presente l’energia della musica e delle note. Un modo, questo messo in scena da Di Gaetani, per trasformare anche l’esecuzione pittorica, e non più quindi soltanto il prodotto finale, in qualcosa di fruibile per il pubblico. Ad Attigliano sono arrivati in tanti anche dai paesi vicini, sia dell’Umbria che dell’Alto Lazio. Sono intervenuti anche diversi viterbesi, rimasti profondamente suggestionati dalla magia del posto e dell’offerta artistica che hanno trovato spalancarsi davanti agli occhi.


18

cultura e spettacoli

Viterbo & Domenica Luglio 2011 AltoLazio

Stasera ultima performance del cartellone dell’apprezzatissima kermesse di Civitavecchia

Esplosiva chiusura per Musica Etnica

di ROBERTA FRASCARELLI

U

n cartellone, quello di Musica Estate, interamente finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio in sinergia con il Comune di Civitavecchia, partito lo scorso 6 luglio, quando la magia della musica etnica ha cominciato a diffondersi nella ex Chiesa San Giovanni di Dio, dove l’Associazione il Cantiere della Musica ha presentato il primo concerto/ aperitivo. Due sono state le giornate che hanno interessato questa location, proponendo al pubblico presento un pacchetto musicale di tutto rispetto, dove musica, scenografia, atmosfera si sono unite per un mix di grande qualità. Il Festival di Musica Etnica è proseguito poi ieri e venerdì nel “Giardino della Cittadella della Musica”, dove chiuderà i battenti stasera, tra l’entusiasmo degli intervenuti, ma soprattutto dell’Avvocato Vincenzo Cacciaglia e del Sindaco Giovanni Moscherini che hanno fortemente creduto in questa nuova formula pomeridiana e serale della doppia location. Ovviamente contenti e pronti al gran finale gli organizzatori, il Professor Mario Camilletti e Diego Spanu, pronti ad introdurci nell’ultimo concerto della rassegna. Dopo Carlo Faiello, Pietro Cirillo e i Tarumba, calcherà la scena stasera il team di Cuartetango. Il Cuartetango nasce a Buenos Aires nel 1995 dall’incontro di quattro musicisti con il tango e con la musica di Astor Piazzolla

Nuova conferenza/evento per la Blue in the Face

Tre puntate per la rivisitazione del famoso Moby Dick che il figlio Daniel ha voluto donare in forma di partiture autografe al Cuartetango. Da allora svolge un’intensa attività concertistica, partecipando con successo alle più importanti manifestazioni e rassegne musicali , collaborando con rinomate associazioni musicali ed esibendosi in prestigiosi teatri e sale da concerto in tutto il mondo. Per la sua opera di diffusione della musica di Astor Piazzolla, il

Cuartetango è stato più volte invitato da S. E. l’Ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia ad esibirsi in occasione delle celebrazioni della Festa Nazionale presso l’Ambasciata Argentina. Ma il palco all’aperto della Cittadella diffonderà bellissime note musicali anche domani per la terza edizione di “Fra edito e Inedito” il concerto pop rock del cantautore Paolo Meneghini.

����������������������

����������������

����

����������������

�����

�������������

����������������� �������

�����������������

� � ����������������� �

�����������������������������

����� ����

�������

�����������������

� � ��������������������� �

�����������������

��������������������������������������� �������������������������������������� �������� �������������� ������������ ���������������� ��������������������������������� ���������������������������������

��������������������

� � ������������������� �

������������������������� ������������ ������������������������������������

������������������������������

������������������������������� �������������������������������������

A������������������������ ������������������������������������������������������������

rriva la Conferenza/evento della Blue in the Face, la compagnia diretta da Enrico Maria Falconi questa volta ha deciso proprio di sorprenderci. Infatti la città di Civitavecchia dal 15 al 24 luglio sarà un vero e proprio set in continuo movimento. Un vero capolavoro che Falconi ha definito “un’opera d’arte”. Dopo lo strepitoso successo del musical “Rugantino”, un evento speciale proseguirà la stagione estiva, si tratta di “Moby Dick – Me stesso cerco” nella personale rilettura che Enrico Maria Falconi ha dato al celebre romanzo di Mel�����������������������������������������������������������������������

�������������������������������������������������������

ville.���������������������������� �������������������� Attraverso tre puntate in tre posti evocativi e ���� bellissimi di���Ci����������� �������������� vitavecchia e con la partecipazione di oltre 60 artisti, alcuni dei quali giungono da varie parti d’Italia, si darà la caccia alla Balena Bianca che rappresenta, in questo adattamento, l’arte. Quel “mostro” che Ismael sente di avere dentro e che ritrova nel capitano Achab e nel suo equipaggio “surreale”. Appuntamento alle Terme Taurine, martedì alle ore 18 per una conferenza stampa estesa anche alla città ed alle istituzioni, dove chissà se verrà svelato il segreto del gigante bianco. (Rob.Fra.)


SPORT

� � �

19

Domenica 10 Luglio 2011

GP CARRETTELLE - A Ischia di Castro Massimo Natili e Dario Caso

Ci saranno due invitati speciali sulle tribune U

n Gran Premio speciale e, per festeggiare adeguatamente l’edizione numero venticinque, anche due ospiti d’eccezione. Mentre proseguono i preparativi per adeguare le Carrettelle al nuovo regolamento, ad Ischia di

Castro si lavora per allestire tutto in vista dell’appuntamento del 20 e 21 agosto. Invitati di prestigio saranno Massimo Natili (nella foto), grande campione dell’automobilismo viterbese, e Dario Caso, impegnato nel Ferrari Chal-

lenge Trofeo Pirelli e proprietario di un team che partecipa al Trofeo Abarth. L’evento è patrocinato dal Comune di Ischia di Castro, in collaborazione con A.M.A. (Arte, Musica, Artigianato) di Ischia di Castro e Billi Auto.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

NUOTO

Laugeni mette in bacheca un altro bronzo Il portacolori della Larus è terzo anche nei 200 dorso alle spalle del tedesco Diener e del polacco Wyoczynski di GLAUCO ANTONIACCI

E

sono due. Due medaglie, entrambe di bronzo, per considerare positiva la partecipazione ai Campionati Europei Juniores, anche se forse si poteva sperare in un colore diverso e più brillante. Fabio Laugeni, il campione viterbese della Larus, ha centrato il terzo gradino del podio anche nei 200 dorso dopo aver conquistato il bronzo nei 100 due giorni prima. L’atleta azzurro ha gareggiato in quinta corsia grazie al secondo tempo assoluto fatto registrare in semi�nale; accanto a lui il tedesco Diener, favorito numero uno della gara, e il polacco Wysoczynski, pericolos outsider. Laugeni ha avuto un buon ri�esso al momento del via ma è uscito indietro di quasi un metro rispetto ai rivali dopo la fase subacquea. Con un buon ritmo le distanze sono state colmate e, come lui,anche gran parte degli otto �nalisti si sono compattati con Laugeni che ha virato al quarto posto. Il copione si è ripetuto sostanzialmente identico nella seconda vasca, con il nuotatore italiano costretto ad inseguire e addirittura sesto al tocco. L’estremo equilibrio di questa prima parte

di gara può essere però sintetizzato da un dato: Laugeni ha accusato appena 54 centesimi di ritardo dal primo, ovviamente Diener, e la gara si è decisa solo dalla terza vasca in poi. Il tedesco ha iniziato ad allungare, l’inglese Patching, accanto a lui, ha pagato lo sforzo di aver seguito da subito il ritmo del favorito ed ha perso qualche colpo, mentre è risalito prepotentemente il polacco Wysoczynski, secondo a cinquanta metri dalla �ne. Laugeni ha iniziato la vasca �nale in quarta posizione ma ad oltre mezzo secondo da Patching. Sembrava dif�cile agguantare la medaglia ma il rush �nale dell’atleta di San Martino al Cimino è stato molto valido e gli ha consentito di timbrare un tempo di 2’01”59, buono per il bronzo. Davanti a lui due atleti del 1993, di un anno più grandi, un divario che si è certamente fatto sentire. Laugeni non ha disputato i 50 dorso, altra gara in programma ieri, e dif�cilmente sarà la via della staffetta mista 4x100 essendo stato preceduto nei 100 dorso da Niccolò Bonacchi. Il pensiero corre però già a Lima, ai Mondiali Juniores, quando la s�da si ripeterà e Laugeni proverà ad abbassare ancora i suoi tempi.

MOTOCROSS - Buona manche di qualifica

Lupino parte sedicesimo nel G.P. di Germania

MOTOCICLISMO - Sabato tutto sommato positivo per il team Althea Racing nell’appuntamento mondiale di Brno

Checa e Giugliano in prima fila ma senza pole

N

on sarà Carlos Checa a scattare dalla pole position nelle due manches del Gran Premio della Repubblica Ceca, in programma oggi sulla celebre pista di Brno. Il pilota spagnolo del Team Althea Racing, in sella alla Ducati, è stato molto veloce in tutte le sessioni di prove disputate sul circuito ceco, iniziando da quelle del venerdì, ma non è riuscito a confermarsi anche nella Superpole del sabato, concludendo al terzo posto. Il suo miglior giro, 1’58”908, ha rappresentato un progresso di diversi decimi rispetto a quanto fatto nelle prove uf�ciali del venerdì, ma c’è stato chi è andato ancora più forte di lui: i primi due ‘spot’ nella griglia di partenza parlano italiano, con Max Biaggi che ha confermato il suo feeling speciale con la pista di Brno piazzando un eccellente 1’58”580 ad oltre 164 km/h di media. Il cam-

pione del mondo in carica, in sella all’Aprilia, è sembrato nascondersi per buona parte del �ne settimana ma ha piazzato la zampata al momento giusto e partirà con i favori del pronostico nelle due manches di oggi. Non va sottovalutata nemmeno la candidatura di Marco Melandri che ha raggiunto il necessario feeling con la sua Yamaha ed è costantemente tra i primissimi. Melandri ha chiuso la Superpole con un solo decimo di vantaggio su Checa (1’58”801) e sarà un cliente dif�cilissimo da domare per tutti i pretendenti alla vittoria. La prima �la, oltre che da Checa, è completata anche dall’irlandese Laverty che, tempi alla mano, sembra l’unico in grado di tenere testa ai primi tre, dominatori anche della classi�ca mondiale; Il compagno di squadra di Melandri ha infatti un decimo e mezzo di ritardo da Checa e precede di

mezzo secondo il padrone di casa Smrz. Ancora più indietro gli altri, ad iniziare dal nostro Michel Fabrizio, apparentemente tagliati fuori da ogni discorso relativo al podio. Per scoprire se sarà veramente così basterà attendere le 12 quando prenderà il via gara 1 e cercare eventuali conferme anche nella seconda manche, prevista per

le 15,30. Se Checa ha terminato la sua Superpole al terzo posto, meglio ha fatto Davide Giugliano, anche lui in sella alla Ducati del Team Althea Racing ma nella classe Superstock 1000. Giugliano, leader indiscusso della classi�ca dopo quattro prove, non è riuscito a recuperare il gap di oltre

quattro decimi accusato da Petrucci nella prima sessione di prove; ha migliorato di due decimi il suo tempo mentre Petrucci ha abbassato di appena otto millesimi il crono del venerdì e i due piloti, quasi sicuramente, daranno vita ad un altro duello appassionante per la vittoria. Tra chi spera di potersi inserire in questo testa a testa c’è anche il compagno di squadra di Giugliano, Lorenzo Baroni, che è stato tra i pochi piloti di vertice a non fare meglio del venerdì. L’al�ere del Team Althea Racing non è andato oltre un miglior giro di 2’04”793, così gli è valso il risultato di venerdì (2’04”355) che gli ha garantito la quinta piazza. Partirà di rincorsa, dalla seconda �la, con tanta voglia di essere protagonista e magari, così almeno si augurano i fans della scuderia di Civita Castellana, di lottare per una doppietta tutta civitonica. (GA)

U

na prima notizia importante è arrivata; Alessandro Lupino partirà da una posizione decisamente migliore rispetto a quanto fatto la scorsa settimana in Svezia. Il pilota viterbese della Husqvarna ha disputato ieri la manche di quali�ca del Gran Premio di Germania a Teutschenthal, nono appuntamento del Mondiale motocross classe MX2. Strutturata in pratica sullo stesso modello della gara, la manche ha visto Lupino protagonista di un buon passo, tanto che il sedicesimo posto �nale, pur non essendo certo un exploit, costituisce un bel passo avanti rispetto alla ventisettesima piazza in terra scandinava. Le due manches, però, possono cambiare le carte in tavola, come ha dimostrato la grandissima rimonta del ‘Lupo’ sulla sabbia di Uddevalla. La partenza potrebbe penalizzarlo come in altre circostanze, ma Lupino ha il passo e la tecnica per recuperare. I soliti noti al vertice (Roczen, Herlings, Paulin, Searle) saranno imprendibili, ma le sorprese nel motocross sono dietro l’angolo. (GA)


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

PALLONE D’ORO 2010/2011 - I PREMIATI

E la festa del 29 luglio si avvicina... La pagina della domenica con gli altri omaggi fotografici ai tanti protagonisti

A

ppuntamento domenicale con la pagina del Pallone D’Oro in attesa della festa �nale del prossimo 29 luglio (venerdì) che si svolgerà con inizio dalle 19,30 presso Villa So�a a Viterbo. Carrellata di tutti i vincitori nelle varie categorie e altra panoramica fotogra�ca dei tanti protagonisti della nostra manifestazione. PALLONE D’ORO DILETTANTI 1°) Marco Giannini (Monte�ascone) 2°) Giovanni Parri (Monte�ascone) 3) Marco Mazzucco (Vasanello) PANCHINA D’ORO DILETTANTI1 1°) Daniele Antolovic (Monte�ascone) 2°) Maurizio Cozza (San Lorenzo Nuovo) 3°) Romano Floccari (Nuova Sorianese) ECCELLENZA E PROMOZIONE 1°) Marco Scatena (Caninese) 2°) Guido Mancinelli (Pianoscarano) 3°) Marco Di Giacinto (Monte�ascone) All: Nazareno Gu� (Corneto) PRIMA CATEGORIA 1°) Alessandro Randazzo (Grotte di Castro) 2°) Mauro Baiocco (Latera) 3°) Angelo Maffei (Manciano) All: Paolo Proietti (Canepina) SECONDA CATEGORIA 1°) Davide Botarelli (V.C. Bolsena) 2°) Luca Tocchi (Tre Croci) 3°) Roberto Vincenti (Virtus Marta) 4°) Luca Cesarini (Celleno) All: Massimiliano Samà (Graf�gnano) Biagio Zaccaro (Tre Croci)

Marco Mazzucco Luca Tocchi TERZA CATEGORIA 1°) Paolo Antonuzzi (Onano Sport Calcio) 2°) Maurizio De Bartolo (Sporting Bagnoregio) ****************************** PALLONE D’ORO GIOVANI DALLA JUNIORES AI GIOVANISSIMI 1°) Daniele Macino (juniores Viterbese) 2°) Emanuele Geronzi (giovanissimi Virtus Pilastro) 3°) Marco Fapperdue (giovanissimi Virtus Marta) PANCHINA D’ORO GIOVANI DALLA JUNIORES AGLI ALLIEVI 1°) Massimo Robustelli (allievi Pol. Real Azzurra) 2°) Giorgio Nardocci (juniores Virus Cimini) JUNIORES 1° ) Giacomo Bacocco (Juniores Orvietana) 2°) Marco Basili (Juniores Pianoscarano) All: Andrea Damiani (Pianoscarano) ALLIEVI 1°) Francesco Scarinci (Etrusca) 2°) Jacopo De Carlo (Barco Murialdina) 3°) Giovanni Zucchetto (Real Monterosi) All: Giuseppe Salta (Pol. Tuscania)

Andrea Damiani

GIOVANISSIMI 1°) Federico Ricci (Corneto Tarquinia) 2°) Luca Sera�nelli (Vigor Acquapendente)

MINI PALLONE D’ORO BABY ESORDIENTI E PULCINI 1°) Matteo Gemini (C. Tuscia pulcini) 2°) Michele Natali (Tre Croci pulcini)lcinicini) 3°) Alessio Stefanoni (Virtus Pilastro pulcini) PANCHINA D’ORO BABY PER ESORDIENTI E PULCINI 1°) Giovanni Luniddi (Sorianese) 2°) Moreno Solia (Pulcini Calcio Tuscia) 3°) Massimo Lanzi (Esordienti Farnese) ******************************** ESORDIENTI 1°) Emanuele Di Risio (Esordienti V. Cimini) 2°) Lorenzo Formoso (Vasanello) 3° )Cristian Del Soldato (Farnese) 4°) Luca Fazioli (Vasanello) 5°) Paola Pace (Vasanello) PULCINI 1° ) Filippo Norcia (Tre Croci) 2°) Gianmarco Tomai (Calcio Tuscia) 3°) Luca Di Prospero (Virus Pilastro) All: Francesco Legittimo (Pol. Tuscania) ********************************* C/5 MASCHILE 1°) Marco Cingolani (Civita Castellana) C/5 DONNE 1°) Cristina Caporali (Accordia Oriolo) 2°) Veronica Menichelli (Grotte Santo Stefano) Mister Roberto Valentini (Accordia Oriolo) DIRIGENTI 1°) Maurizio Borgi (Doria San Martino) 2°) Claudio Valentini (Accordia Oriolo) PREPARATORI 1°) Francesco Carnevale (Pianoscarano) MAGAZZINIERI 1°) Pietro Tizi (Pol. Tuscania) ARBITRI 1°) Carlo Cilli 2°) Fernando Cilli 3°) Claudia Pelin 4°) Danilo Giacomini RICONOSCIMENTI SPECIALI Nel contesto della manifestazione verranno assegnati dei riconoscimenti speciali decisi dalla nostra testata.

Maurizio Borgi

Renzo Bonelli

Maurizio Cozza

PANCHINA D’ORO SUL CAMPO A mister Renzo Bonelli del Corneto Tarquinia per il successo nel campionato juniores regionale Fascia B

Alessio Stefanoni ALLA MEMORIA Ricordo per la compianta e indimenticata Katia Pelizzari PREMIO LA PIU’ A Ilaria Filippi della Caninese C/5 donne, super bomber e straordinaria interprete a soli 17 anni del calcio a cinque femminile provinciale. OLTRE IL CALCIO Alla società Bassano Romano del presidente Alfredo Boldorini per tutte le interessanti iniziative promosse in ambito sportivo e non. Oltre il calcio per l’appunto. FORZA RAGAZZI Riconoscimenti ai giovanissimi Matteo Ceccarini (classe 96 del Monte�ascone) e Alessio Provenzano (classe 97 della Viterbese) in procinto di iniziare le loro avventure con Empoli e Chievo. ALTRE GRANDI SORPRESE CON IL NOSTRO SPONSOR CALCIOMANIA E non �nirà qui perchè grazie al nostro sponsor CalcioMania di Rossano Certini ci saranno tante altre gradite sorprese. IL MERCOLEDI’ E LA DOMENICA Da qui sino al 29 luglio ogni mercoledì e domenica pagine speciali sulla festa �nale del Pallone D’Oro con le immagini del premiati, altre curiosità e tutto quello che che c’è da sapere. Prossimo appuntamento con il Pallone D’Oro a mercoledì 13 luglio.


� �

sport

SPORT

& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

21

CALCIO

Viterbese, la questione ripescaggio si complica Al momento sarebbero solo 11 le società escluse dalla Lega Pro. In caso di riforma della categoria i gialloblù resterebbero in Serie D di GIANLUCA NATOLI

Gela: i tifosi sono scesi in piazza per protestare. Mancano i soldi per l’iscrizione. Matera: niente fideiussione anche per la società lucana. Salernitana: piena di debiti e senza imprenditori al momento interessati a rilevare la società, per il club granata sembra che non ci sia più nulla da fare. Solo un miracolo potrebbe evitare la ripartenza dalla serie D.

N

on arrivano buone notizie sul fronte ripescaggio per la Viterbese. A quanto pare, infatti, le società ssche sarebbero dovute ‘saltare’ in Lega Pro rischiano di essere meno del previsto. Nella tarda serata di venerdì scorso iniziavano lentamente a trapelare sul web le prime decisioni prese dalla Covisoc sulle società ammesse e quelle escluse dai prossimi campionati di Lega Pro. E’ bene precisare anzitutto che i dati emersi sono al momento solo provvisori, parziali e soprattutto non ufficiali in quanto non è stato emesso alcun comunicato dalla Cocisoc. Le società non iscritte avranno comunque tempo fino a dopodomani, martedì 12 luglio (ore 19), per presentare ricorso e reperire quindi tutta la documentazione necessaria per l’iscrizione. Il 16 luglio poi la Covisoc si pronuncerà sui ricorsi ricevuti, mentre due giorni dopo, lunedì 18 luglio, sarà il Consiglio Federale ad annunciare in via definitiva i nomi dei club esclusi. Solo quel giorno dunque potranno essere quantificate le possibilità della Viterbese di essere ripescata, in base ai posti lasciati liberi in Lega Pro (ricordiamo che i prossimi campionati di questa categoria si suddivideranno in 36 squadre iscritte alla Prima Divisione e 40 alla Seconda Divisione). Tornando adesso alle notizie di due giorni fa, va sottolineato che sarebbero soltanto 7 le società considerate non idonee all’iscrizione alla Lega Pro. Altre 10 reserebbero invece in bilico (molte di queste probabilmente alla fine riusciranno ad iscriversi, seppur con qualche penalizzazione di punti nella classifica). Ulteriori 4 società si sono autoescluse lo scorso 30 giugno, quando non hanno presentato di propria iniziativa la domanda d’iscrizione

al campionato di competenza, cioè quello di Seconda Divisione. Leggendo questi numeri, dunque, sono oggi 11 le società certamente fuori dalla vecchia Serie C. Soltanto nel caso in cui tutti gli altri 10 club in bilico dovessero saltare, cosa molto improbabile, allora la Viterbese potrebbe avere qualche chance, seppur minima, di essere ripescata in Seconda Divisione.Affinché infatti Viterbo possa festeggiare un salto di categoria, dovranno saltare almeno 20-25 squadre complessivamente. Cifre che a quanto pare non sono affatto vicine ancora. Con la riforma prevista infatti la Lega Pro vedrà ridotto il numero di società iscritte da 90 a 76. I ripescaggi ci saranno quindi soltanto se dovessero essere meno di 76 i club ammessi alla Lega Pro. Di seguito alcuni dati ufficiosi: CLUB NON ISCRITTI (4) Canavese, Crociati Noceto, Rodengo Saiano e Sangiovannese (questi sono le quattro società di

Seconda Divisione che hanno rinunciato alla Lega Pro non presentando la domanda d’iscrizione lo scorso 30 giugno) CLUB BOCCIATI (7) Brindisi: abbandonato a se stesso. Nulla da fare per i pugliesi che probabilmente rinunceranno alla presentazione del ricorso. Catanzaro: non ha presentato la fideiussione per l’iscrizione alla Seconda divisone. Il fallimento è alle porte e Ciccio Cozza, pronto ad assumere la guida tecnica della squadra, in caso di esclusione dai professionisti difficilmente accetterà l’incarico. Cavese: manca la fideiussione. La società è ad un passo dal baratro. Ebolitana: la gioia della promozione in Seconda divisione sembra destinata a smorzarsi subito. Non ci sono i soldi per la fideiussione. Il sindaco del paese ha lanciato un appello agli imprenditori, ma la situazione appare molto complicata.

CLUB RIMANDATI (10) L’Atletico Roma sarà costretto a trasferirsi a Pomezia, mutando la propria denominazione, per iscriversi al prossimo campionato di Prima Divisione. Il Como sta per uscire dalla bufera: domani dovrebbe infatti essere presentata la fideiussione. Il Cosenza potrebbe mantenere la categoria grazie ad un gesto d’amore dei suoi giocatori. Il capitano Stefano Fiore avrebbe convinto alcuni suoi compagni a convertire in quote di partecipazione societaria i crediti da loro vantati. La Lucchese sembra aver risolto i suoi problemi economici con l’intervento di alcune banche locali. L’iscrizione alla Prima divisione non è a rischio, ma i toscani subiranno inevitabilmente una penalizzazione consistente. Anche Fano e Foligno dovrebbero riuscire ad iscriversi alla Lega Pro, seppur subendo una penalizzazione. Il Foggia ha risolto in extremis tutti i suoi problemi legati alla fideiussione e si iscriverà regolarmente. Il Montichiari si iscriverà con alcuni punti di penalizzazione. La Pro Patria ha presentato una documentazione carente. Tuttavia potrebbe iscriversi subendo una penalizzazione pesante. Infine il Ravenna si iscriverà alla Prima divisione senza troppi affanni. Inevitabile anche per i giallorossi alcuni punti di penalizzazione dopo il deferimento.

Tutti vogliono Ciambella

I

tifosi della Viterbese vogliono il ritorno in società di Ferdinando Ciambella. Nella lettera che hanno scritto di loro pugno e che abbiamo pubblicato ieri sono stati sin troppi chiari ed eloquenti. Ed ecco che la news di �ne settimana ha scatenato il pennarello dell’artista Claudio Lana con questa fantastia vignetta. E le lacrime sia di Ciambella che del Leone, simbolo di Viterbo e della Viterbese sono autentiche. “Aridatece Ciambella”

NON SOLO MERCATO - Niente di ufficiale ancora, ma le prime indiscrezioni non lasciano presagire nulla di buono per il club di via della Palazzina

Alla scoperta dei ‘lati nascosti’ delle decisioni prese dalla Covisoc F

ra ri�essioni e news di mercato, ecco le ultime sulla nostra squadra cittadina. LA VITERBESE E IL SOGNO ‘OFFUSCATO’ Inaspettatamente la Covisoc sembra aver gelato gli entusiasmi di tutte quelle società che speravano di poter essere ripescate in Lega Pro. Il calcio è un mondo pieno di menzogne e falsità. Ma come è possibile che �no a pochi giorni fa si parlava di disastro, ‘terremoto’ che la Lega Pro avrebbe conosciuto con l’esclusione di 30-40 squadre e poi nulla di ciò sembra adesso intrevedersi all’orizzonte? Anche se non sono pervenuti ancora dati uf�ciali, sembrerebbe che i club a saltare saranno molto meno di quelli previsti (forse solo 10-15). In uno scenario del genere la riforma tanto auspicata da Macalli, presidente della Lega Pro, rischia addirittura di non essere più attuata. Proviamo allora a fare

un ragionamento opposto. Se non si dovesse raggiungere la tanto auspicata riduzione a 76 squadre della categoria, cosa accadrà? Si procederà al ripescaggio comunque per arrivare a 90 società di Lega Pro (quelle attuali), oppure si opterà (ipotesi forse più plausibile) ad un agggiustamento della riforma modellata ad hoc sulle squadre regolarmente iscritte? Domande, domande, solo tante domande. Per adesso non v’è certezza di nulla e probabilmente gli stessi responsabili della categoria stanno aspettando i verdetti �nali per agire di conseguenza. La Viterbese ha fatto sicuramente di tutto per essere ripescata in Seconda divisione e se ciò non accadrà molto probabilmente non sarà per propri demeriti. Però ci chiediamo cosa abbia spinto tutti quanti, dirigenti inclusi, a dare per certa o quasi una cosa che da quel che emerge è tutt’altro che scontata? Le possibili risposte a questa domanda sono almeno due.

Augustin Pinero Corral O si è riposta troppa �ducia, forse sarebbe meglio de�nirla utopia ai limiti della realtà, sul salto di categoria, oppure c’è qualcuno che ha lanciato dei segnali esagerati alla società gialloblù tali da farla esporre oltremodo. Esiste anche una terza possibilità e questa è quella più ottimistica: i dati che sono emersi sino ad oggi potrebbero essere incompleti. Dunque nei prossimi giorni

altre novità ‘scioccanti’ magari usciranno fuori, per cui le società destinate al fallimento si allargherebbero a macchia d’olio. Insomma è ancora presto per tirare le somme ed individuare eventuali responsabilità. Di certo chi rischia alla �ne di pagare il prezzo più alto davanti a queste situazioni è il tifoso gialloblù che ancora una volta potrebbe incassare l’ennessima delusione per

un sogno accarezzato e poi sfumato. Non va comunque dimenticato che proprio nei giorni scorsi diversi tifosi hanno fatto sapere di essere contrari al ripescaggio, preferendo magari risparmiare gli sforzi per quello e riservarli piuttosto alla costruzione di una squadra competitiva sia pure solo per la serie D. Quanto ai dirigenti di via della Palazina, questi hanno fatto sapere di non voler ancora pronunciarsi sulla faccenda, consci del fatto che la parola �ne a questa storia non è ancora stata messa e che solo fra qualche giorno sarà scritta. MERCATO GIALLOBLU’ Augustin Pinero Corral potrebbe non �rmare il rinnovo del contratto con la Viterbese. Il giocatore avrebbe infatti già da qualche giorno espresso la volontà di provare nuove esperienze, magari nel nord Italia in qualche squadra di Lega Pro. In entrata è sempre più calda la pista che porta al centrocampista Domenico Cri-

stiano (ex Pro Patria). Anche il difensore Alberto Nocerino, ex Avellino, sembra giunto alla stretta �nale per l’approdo in gialloblù. Ancora un’altra decina di giorni di riposo e poi la squadra di mister Sergio si ritroverà mercoledì 20 luglio (ore 10) allo stadio ‘Rocchi’ per la partenza verso Soriano nel Cimino (sede scelta per il ritiro). ALDO CARDARELLI APPRODA ALLA FOGLIANESE Dalla formazione Juniores della Viterbese che sarà allenata da mister Valentini giungono tante novità di mercato. In uscita c’è il portiere Aldo Cardarelli che si accasa alla Foglianese andando a fare compagnia a Santucci (ex compagno). Il giocatore era stato cercato nei giorni scorsi anche dal Corneto Tarquinia. Alla �ne però il dg Granato ha ritenuto troppo esose le richieste del ragazzo, tanto da decidere di rinunciarvi. Gia Nat


� �

sport

SPORT

22

LINEA VERDE

Dagli allievi elite ai giovanissimi fascia B regionali I termini ultimi per le iscrizioni e le provinciali in azione

A

ALLIEVI ELITE Due gironi da 16 squadre ciascuno in tutto il Lazio. Possono giocare in questa categoria i nati dal 1° gennaio del 1995 in poi e che abbiano compiuto i 14 anni. Scadenza delle iscrizioni il prossimo 12 luglio alle ore 18. Tra le provinciali abbiamo la Viterbese. ALLIEVI REGIONALI Qui in tutto il Lazio 4 gironi da 16 squadre ciascuno. Possono giocare i nati dal 1° gennaio del 1995 e che abbiano compiuto i 14 anni. Scadenza iscrizioni il 22 luglio alle ore 18. Tra le squadre della Tuscia abbiamo la Foglianese. Pianoscarano che con�da nel ripescaggio. La Vigor che aveva acquisito il diritto non parteciperà a questo campionato. ALLIEVI FASCIA B DI ECCELLENZA Un unico girone in tutto il Lazio composto da 16 compagini. Iscrizioni che scadono il 22 luglio, possono partecipare i nati dal 1° gennaio del 1996 e che abbiano compiuto il 14 anno di età. Unica formazione che ci rappresenta è la Viterbese. ALLIEVI FASCIA B REGIONALI Quattro gironi da 14 squadre ciascuno. Al momento unica compagine viterbese certa di partecipare è la Foglianese. Domande con riserva da parte di Pianoscarano e Mon-

Domenica 10 Luglio 2011

NON SOLO MERCATO

Giovanili regionali, le fasce d’età vanti tutta con un’attività giovanile regionale che per il 2011/2012 si sta avvicinando sempre di più. Ricordiamo le varie fasce d’età e i termini per le iscrizioni.

Viterbo & AltoLazio

a quanta gente ieri a Soriano per le firme al progetto Nuova Sorianese di patron Francesco Torroni e di mister Romano Floccari. Un via vai senza fine e anche qualche faccetta dell’ultima ora come quelle di Dominique Gaska e di Riccardo Bonucci che si vanno ad aggiungere ai vari Troili, Cristian Pecci, Coladarci, Luca Mecocci, Floccari e Di Giuseppe. Ieri tutti alla firma.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE Due gironi composti da 16 formazioni. Scadenza iscrizioni il 12 luglio. Possono partecipare i nati dal 1° gennaio del 1997 e che abbiano compiuto i 12 anni. Calcio provinciale rappresentato da Viterbese e Foglianese (scontato il ripescaggio)

GIOVANISSIMI FASCIA B DI ECCELLENZA Un solo girone in tutto il Lazio composto da 16 squadre. Iscrizioni che scadono il 22 luglio. Possono partecipare i nati dal 1° gennaio del 1998 e che abbiano compiuto i 12 anni. Calcio della Tuscia rappresentato dalla sola Viterbese. GIOVANISSIMI FASCIA B REGIONALI Quattro gironi composti da 14 compagini. Possono partecipare i nati dal 1° gennaio del 1998 sino al 12esimo anno compiuto. Certa della partecipazione a questo campionato tra le provinciali il Pianoscarano. Iscrizioni che scadono il 22 luglio. (agv)

Intanto a Bolsena tutto in alto mare per via del campo di gioco

M

te�ascone ma a nostro parere speranze ridotte al lumicino. In azione i nati dal 1° gennaio del 1996 in poi e che abbiano compiuto i 14 anni. Scadenza iscrizioni il 22 luglio.

GIOVANISSIMI REGIONALI Quattro gironi in tutto il Lazio composti da 16 squadre. Scadenza iscrizioni venerdì 22 luglio. Possono partecipare i nati dal 1° gennaio del 1997 e che abbiano compiuto i 12 anni di età. Qui tra le provinciali abbiamo Monte�ascone, Pianoscarano, Real Monterosi, Corneto Tarquinia e Sorianese. Spera nel ripescaggio il Barco Murialdina.

Ma quanta gente ieri a Soriano, tutti a firmare

MACINO PIACE AL PIANOSCARANO Interesse del Pianoscarano per Daniele Macino, in forza quest’anno alla juniores nazionale della Viterbese e classe 1993. Il contatto è acceso e vedremo se si concretizzerà. Intan-

AVANTI TUTTA - A Vasanello nuova società e bei progetti

‘Ciccio’ Serafini, ritorno in pompa magna S

e c’è una società che nel 2010/2011 merita la medaglia d’oro a prescindere dai risultati ottenuti è quella del Vasanello. Nonostante le dif�coltà di natura economica per degli sponsor (in particolare uno) che è saltato nel clan biancazzurro poche polemiche e la voglia di andare avanti con un gruppo coeso che alla �ne ha disputato un discreto campionato di Prima Categoria. Ma in quest’estate 2011 c’è un’aria nuova con la voglia di migliorare ulteriormente e con un società ancora più forte e collaudata come ci ha spiegato il neo direttore sportivo Stefano Calidori, 27 anni, giovanissimo, da sempre tifoso del Vasanello e vicino alle

sorti del club cimino: “Abbiamo in queste ultime ore uf�cializzato il nome del nuovo tecnico che è quello di Francesco (Ciccio, Zeman) Sera�ni (nella foto) per il quale da parte della società c’è stato un plebiscito unanime. Alla guida della società c’è stata la nomina del nuovo presidente Fabio Tosti e adesso stiamo lavorando per l’allestimento della compagine che parteciperù al prossimo campionato di Prima Categoria”. Che intenzioni avete? “La prossima settimana - continua Calidori - contiamo di annunciare io nomi dei nuovi giocatori, puntiamo fortemente sul gruppo di ragazzi del posto con gente come Mazzucco, Fabiani e Mecocci che

ha dimostrato di amare questi colori. Vogliamo fare le cose per bene contando su chi ha sempre giocato per l’amore della maglia”. (agv)

to già si firma con i big Mandro e Capocecera che sono stati tra i primi ad assolvere alla pratica. CHE SUCCEDE A BOLSENA? Virtus Bolsena in stand by ma il problema per il club del presidente Finocchiaro non è legato a questioni tecniche. Ecco il perchè. La Norma Dichiarazione di disponibilità del campo di gioco, rilasciata dal proprietario, Ente o privato, o, in quest’ultimo caso, dall’eventuale gestore, per la disputa di tutte le gare del Campionato e delle altre manifestazioni Ufficiali. Problema - E qui sorge il problema visto che gli attriti tra Virtus Calcio Bolsena e amministrazione Comunale locale non li scopriamo soltanto adesso. E da parte dell’ente che ancora deve avere le somme stabilite per l’uso del campo nella scorsa stagione non c’è alcuna voglia di fare sconti o creare precedenti. Se la Virtus non paga nessuna disponibilità del terreno di gioco. Sarà interessante vedere come andrà a finire. CIVITA CASTELLANA ADDIO TERZA? Non dovrebbe più partecipare al prossimo campionato di Terza Categoria la società del Civita Castellana Calcio Giovanile che nel 2010/2011 si era “collegata” con Silvano Sciarrini (patron del Civita ai tempi della Terza) e che è incappata in una stagione infelice con l’ultimo posto in Seconda Categoria. Gli sforzi del Civita Castellana Calcio Giovanile si proietteranno quindi sul settotre giovanile e probabilmente con il gruppo di calcio a cinque che già bene si è comportato nel corso di questa stagione.

VOGLIA DI RIENTRARE - A tu per tu con mister Carlo Vittori CALCIO E BEACH SOCCER - Ieri successo del Coloseum di Paoloni e dei fratelli Torres

“Cerco l’ambiente giusto” Le verità di Alessio Billi e del Valentano

D

opo l’astinenza dalla panchina che dura dal febbraio del 2010 il tecnico di Tarquinia Carlo Vittori (nella foto) è pronto a rituffarsi nella mischia. Mister squilla il telefono? “Onestamente no,le scorse estati mi cercava sempre qualcuno, sinora invece tutto tace”. Ma le piacerebbe tornare in azione? “E come no. Vengo da un inverno un po’ complicato visto che per un intervento al piede sono rimasto cinque mesi a letto ma adesso è tutto a posto e se capitasse una occasione interessante non mi tirerei indietro”. Cosa intende per interessante. Fa un discorso di categoria? “Assolutamente no. Per interessante intendo un ambiente dove poter lavorare conuna certa programmazione e basandoci su un progetto da portare avanti”. Dal febbraio del 2010 dopo l’interruzione del rap-

porto con il 2001 Tuscia come ha seguito il calcio e che ne pensa del nostro pallone attuale? “Ho visto molte partite, ho sempre repirato l’aria del pallone provinciale ed ho visto anche situazioni poco simpatiche”. Ad esempio? “Troppe società vanno dietro a delle utopie, fanno le cosiddette sparate per poi ritrovarsi a neanche metà stagione senza le condizioni per poter portare avanti

tutto quello che sulla carta si erano prefissati. E poi per quanto concerne il discorso allenatori è palese che molti riescono ad allenare perchè si portano dietro sponsor ma poi...”. Poi? “C’è un campo che parla e vedi compagini senza qualità, senza gioco, senza nè capo e nè coda”. A 54 anni mister Carlo Vittori cos’altro si sente di aggiungere “Ho allenato per 15 anni consecutivi portando avanti anche degli ottimi lavori e risultati validi. Dentro di me nelle vesti di allenatore è rimasto sempre quel Vittori voglioso di mettersi alla guida di un gruppo, di essere seguito e di ritrovarsi sulla stessa linea d’onda della società che ha creduto in me. Giovanili o Categoria cambia poco, l’importante è essere sempre chiari e non abbandonare l’idea iniziale che ci si è posti”. agv

S

arà calcio d’estate ma della serie a ciascuno le sue verità. E il buon Alessio Billi, �gura importante del calcio valentanese ci ha contattato per spiegare come stanno le cose nel club dei Felceti. LE IDEE DEL VALENTANO “Su un quotidiano - spiega Billi - è uscita una intervista con delle mie dichiarazioni che io non ho mai rilasciato anche perchè nessuno mi ha interpellato. Ci tengo a dire che il Valentano presenterà domanda di iscrizione con riserva al prossimo campionato di Prima Categoria e se questa eventualità venisse accolta gran parte del gruppo che ha lavorato in questa stagione resterà insieme e io ne sarò il tecnico. In caso contrario prenderemo altre soluzioni ed io non allenerò. Il 2010/2011 è stata una stagione molto sfortunata in cui purtroppo anche la fortuna ci ha voltato le spalle. Adesso stiamo in attesa di comprendere se c’è questa opportunità di una partecipazione alla Prima Cate-

goria e se così fosse non ci faremo trovare impreparati”. Valido vivaio - Intanto il Valentano sta lavorando forte con un Crisostomi in prima linea sull’idea di andare a creare e rafforzare il settore giovanile per dare continuità e prospettiva alla sua storia calcistica puntando sui ragazzi del posto e del comprensorio. SUPER COLOSEUM Passando al beach soccer

continua a volare il Coloseum nel campionato di serie A di beach soccer. Nel team militano i fratelli Javier e Cristiano Torres, ormai “viterbesi” di adozione e Alessandro Paoloni ex portiere del San Lorenzo Nuovo e ingaggiato dalla Virtus Bolsena. Ieri pomeriggio netto 7-2 al Viareggio, doppietta per Cristian Torres). Nelle foto - Alessio Billi e in azione Alessandro Paoloni e Javier Torres.


� �

sport

SPORT

& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

23

CALCIO GIOVANILE

Finali del Frabotta, la festa dei baby La Cimina Ronciglione si impone nei Pulcini 2000 e 2002, il Civita Castellana nei 2003 Premi per tutti compresi i tecnici e poi grande cena per un super spettacolo

V

enerdì al comunale di Ronciglione si è concluso, con un tripudio di �nali, il Torneo giovanile dedicato alla memoria di Aldo Frabotta storico consigliere dell’Associazione Valerio Ginnasi organizzatrice di 20 edizioni dell’omonimo torneo diventato il più longevo e prestigioso della provincia. Quest’anno il testimone della organizzazione della 9^ edizione del torneo giovanile è passato nelle mani dei “Ragazzi del Presidente” diretti dall’instancabile promotore Franco Antolini ed alla Pro Loco di Ronciglione che con grande senso di praticità ed ef�cienza hanno saputo presentare e rendere accogliente questa bella manifestazione giovanile articolata sul confronto estivo delle formazioni della categoria Pulcini di tre prestigiose Scuole Calcio della zona come il Civitacastellana CG, Virtus Cimini e Cimina Ronciglione oltre alla straordinaria partecipazione di una squadra del Vignanello. I RISULTATI SPORTIVI Sul piano dei risultati sportivi ha prevalso la Cimina Ronciglione riuscendo ad aggiudicarsi i trofei della categoria Pulcini 2000 e Pulcini 2002 seguita a ruota dal Civitacastellana CG vincitrice della coppa della categoria Pulcini 2003. Trattandosi di formazioni giovanili i risultati sportivi hanno valore solo per i genitori tifosi per tutti gli altri, addetti dei lavori compresi, a Ronciglione sono state presentate tutte belle squadre molto ben preparate sul piano della tecnica calcistica e del gioco di squadra. ASSESSORE E PREMIAZIONI Complimenti questi che sono stati condivisi e rivolti agli allenatori che hanno partecipato con le loro squadre alla kermesse giovanile da Andrea Danti, Assessore Affari generali e legali, sport, turismo, spettacolo, patrimonio, scuola alberghiera alla Provincia di Viterbo che ha voluto presenziare, nella giornata conclusiva, per consegnare personalmente ai tecnici delle squadre un riconoscimento speciale offerto dal menzionato assessorato per la valorizzazione dello sport giovanile locale.

Con tale meritoria motivazione sono stati premiati Maurizio Prosperi, Cristian Gabrielli ed Alfredo Manoni del Civitacastellana CG, Massimo Tanturli e Robert Pokropeck della Virtus Cimini, Elvio Cecchini, Daniele Ribelli e Francesco Fiorucci della Cimina Ronciglione nonché l’esperto Carosi Maurizio del Vignanello. Tutti premi assolutamente meritati per l’impegno speso nel calcio giovanile. A margine della manifestazione Elvio Cecchini ha ricordato la stagione trascorsa nella Cimina Ronciglione alla guida del settore giovanile con il quale ha riscosso tanti successi e premi tra i quali la vittoria con i Pulcini dell’AS Roma in occasione di una manifestazione promossa dalle scuole calcio af�liate alla società di Trigoria. OMAGGIO FLOREALE E SINDACO Al termine delle �nali, nel corso delle quali è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare la memoria di Aldo Frabotta e consegnato, con una piccola cerimonia, un ricordo �oreale alla signora Maria Antonietta Mordacchini, sono stati assegnati premi e riconoscimenti a tutti gli atleti che hanno partecipato al Torneo. Premiazioni effettuate personalmente dal Sindaco di Ronciglione, Massimo Sangiorgi, entusiasta per aver riportato una manifestazione organizzata in memoria di un concittadino dentro i con�ni comunali. La serata si è conclusa con la tradizionale cena con tutti gli atleti, genitori ed organizzatori all’interno del campo sportivo. L’ultima menzione è doverosa nei confronti di Anna Ferrari ed alle impagabili signore della Pro Loco che hanno lavorato con instancabile ef�cacia dietro le quinte dell’organizzazione riuscendo a garantire quotidianamente quell’indispensabile supporto che ha consentito l’ottima riuscita della manifestazione. (f.i)

TUTTE LE FINALI GIOCATE Queste le �nali giocate. Categoria Pulcini 2000: 1° e 2° posto Cimina Ronciglione – Civitacastellana CG; 3° e 4° posto Virtus Cimini – Vignanello. Categoria Pulcini 2002: 1° e 2° posto Cimina Ronciglione – Civitacastellana CG 3° e 4° posto Civitacastellana CG – Virtus Cimini; Categoria Pulcini 2003: 1° e 2° posto Civitacastellana CG “A” – Civitacastellana CG “B”

3° e 4° posto Cimina Ronciglione – Virtus Cimini. NELLE FOTO In alto a sinistra i tecnici del Civita Castellana premiati dall’assessore Danti. A destra il sindaco di Ronciglione premia i piccoli protagonisti. A sinistra, scendendo altra premiazione dei tecnici, poi il Civita Castellana 2003 e i gruppi 2003 di Civita Castellana e Virtus Cimini. Qua sopra le splendide signore che hanno preparato la “pappa” e sotto i Pulcini 2000 della Cimina Ronciglione.


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

CALCIO D’ESTATE

Pol. Real Azzurra pulcini 2000/2001 ottimo terzo posto Concluso il ‘IX Vero torneo del Mare’ a Scalea. Esperienza fantastica, oggi il rientro a casa

N

UNA NUOVA SINERGIA

on ce l’hanno fatta i Pulcini 2000/2001 della Pol. Real Azzurra Grotte di Castro a conquistare il primo posto nel “IX Vero Torneo del Mare” di Scalea (Calabria) ma centrano uno splendido terzo posto �nale sulle nove compagini partecipanti e chiudono la loro performance con un eccellente score di 3 vittorie, un pareggio e una scon�tta e arricchiscono di una esperienza fantastica il loro giovane percorso calcistico.

Barco-Viterbese insieme per crescere I

KO IN SEMIFINALE Ieri mattina di buona ora e con le gambe frenate dall’emozione i piccoli della Pol. Real Azzurra hanno ceduto per 4-0 contro la compagine calabrese della Pol. Virtus Saline di Reggio Calabria. Due reti per tempo hanno �nito per fare la differenza con il rammarico del clan grottano per aver sprecato un paio di ottime occasioni nel primo tempo. Nell’altra semi�nale successo per 3-2 del Cerda di Palermo contro i pari età della Real Stabia, compagine giovanile della Juve Stabia neo promossa in serie B. Poi nella �nalissima la vittoria della squadra calabrese del Saline per 3-0 con il Cerda e di conseguenza Pol. Real Azzurra terza classi�cata. PASSERELLA E dopo le �nali splendida cerimonia di premiazione e doverosa passerella per i Pulcini della Pol. Real Azzurra: Emiliano Capozzi (20009; Leonardo Belgi (2001); Valerio Filoni (2001); Luca Virtuosi (20009; Marco Ferlicca (2000); Simone Fortuni (2001); Giulio Pallotta (2000); Iacopo Fastella (2001) e Francesca Masella (1999). NELLE FOTO Sopra il gruppo dei Pulcini nella premiazione di ieri e qui a �anco Giovanissimi e Pulcini della Pol. Real Azzurra con i loro tecnici e dirigenti in occasione della giornata di presentazione del torneo. Oggi il rientro nella Tuscia a conclusione di una settimana splendida.

LINEA VERDE - Chiarimento del presidente Paolo Parrino dopo la nascita dell’Etruria

Vulsinia Bolsena, avanti con passione D

overosa puntualizzazione da parte del presidente della Vulsinia Bolsena Paolo Parrino per qualche strana voce in giro per l’alta Tuscia e inerente alla �ne della cessazione dell’attività del Vulsinia Bolsena. SCUOLA CALCIO PIU’ DETERMINATA CHE MAI Come mai queste voci? “Non so come possano essere uscite fuori - ci spiega Parrino - ed è doveroso fare tutti i chiarimenti del caso”. Come stanno le cose? “Il Vulsinia Bolsena prosegue a Bolsena tutta quella che è la sua attività inerente i bambini dei Piccoli Amici, Pulcini nelle loro varie fasce d’età ed Esordienti. Abbiamo in tutto un’ottantina di tesserati e contiamo che a questo numero se ne aggiungano degli altri. Tutto questo a scanso di equivoci e confusioni”. E nei prossimi giorni saranno comunicati i quadri tecnici delle varie compagini. NASCITA ETRURIA “Probabilmente - prosegue Parrino - si è fatta un po’ di confusione con il discorso legato alla nascita dell’Etruria”. Parentesi per ricordare che subito dopo Pasqua il quotidiano l’Opinione spiegò la nascita della sinergia tra Pol. Real Azzurra e Vulsinia Bolsena per quanto riguardava le categorie di allievi e giovanissimi. E il presidente del Vulsinia Bolsena rinfresca la memoria ai distratti: “Con gli amici della Pol. Real Azzurra Grotte di Castro ci sia-

mo incontrati e anche per far fronte ad una problematica numerica abbiamo deciso di unire le nostre forze creando l’Etruria che parteciperà ai campionati di allievi e giovanissimi. Con il gruppo dei ‘98 che sono stati af�dati al bravo tecnico Stefano Broccatelli abbiamo deciso di prendere parte all’interessante campionato dei giovanissimi fascia B sperimentali e stiamo adesso valutando le altre partecipazioni con i ragazzi dei 95, 96 e 97 a quali campionati aderire, se agli allievi provinciali ed eventualmente agli allievi fascia B sperimentali con la conduzione del tecnico Massimo Robustelli Nei prossimi giorni prenderemo una decisione de�nitiva”, Felice di questo rapporto nato con la Pol. Real Azzurra Grotte di Castro: “Con i responsabili del-

l’attività giovanile calcistica di Grotte di Castro mi lega un’amicizia pluriennale, so quanto siamo competenti e quindi sono sicuro che la nascita di questa nuova realtà possa diventare un patrimonio sportivo importante per i ragazzi degli allievi e giovanissimi del nostro comprensorio che non possono essere penalizzati dal fatto di vivere in paesi non grandissimi e quindi penalizzati da un discorso numerico”. NELLE FOTO Al centro un’immagine di Paolo Parrino e la mitica formazione dei Pulcini del Vulsinia Bolsena che nel 2009 trionfò al torneo del Dribbling Sotto Le Stelle, un successo storico e che venne festeggiato alla grande. (agv)

n questa settimana si è tenuto un incontro allo Stadio Rocchi tra la nostra società sportiva dilettantistica e la Viterbese calcio per de�nire un programma comune teso a valorizzare il lavoro della scuola calcio e del settore giovanile in un’ottica di reciproci vantaggi e sinergie. All’incontro erano presenti il Presidente Sergio Pollastrelli, il Vice Presidente Maurizio Pollastrelli (nella foto), il Direttore Sportivo Paolo Chiarabini e il Dirigente Vito Di Benedetto in rappresentanza del Barco Murialdina ed Ennio Cuccuini e Lorenzo e Riccardo Marzoli in rappresentanza del Settore Giovanile della Viterbese. A darne notizia è stato il club rionale che con enfasi ha raccontato per �lo e per segno le �nalità di questo rapporto di collaborazione.

APPREZZATO IL LAVORO DEL CLUB GIALLOBLU Eccoci la nota inviata dal Barco Murialdina. L’incontro nasce dalla stima personale che lega tutti i presenti e dal riconoscimento del reciproco buon lavoro svolto in questi anni nelle rispettive realtà. In questi ultimi anni abbiamo apprezzato la serietà e la professionalità con cui ha la Viterbese calcio ha saputo ricostruire il proprio settore giovanile raccogliendo risultati di assoluto prestigio. Apprezziamo inoltre gli sforzi del Suo Presidente e dell’attuale dirigenza per dare alla città di Viterbo un titolo, quello della Serie C in Lega Pro, che riporterebbe la Viterbo calcistica nel calcio che conta. TALENTI IN VETRINA Negli ultimi anni la nostra collaborazione con il settore giovanile gialloblù ha già consentito a diversi nostri ragazzi, Luca Paglialunga e Daniel Lutchner su tutti, di cimentarsi nei campionati Giovanissimi e Allievi con la maglia della Viterbese calcio. Nella prossima stagione sarà la volta di Nicolò Cianfana, centrocampista classe 1995, e di Alessandro Di Benedetto, portiere classe 1998, men-

tre alcuni ragazzi, che sono già sotto l’osservazione del settore tecnico, potrebbero prendere parte al ritiro con le squadre giovanili della A.S. Viterbese calcio in estate. Ora ci stiamo orientando verso una collaborazione ancora più stretta che prevede, oltre alla possibilità di utilizzare il marchio di società af�liata, la diretta supervisione dei quadri tecnici della A.S. Viterbese calcio sul lavoro svolto dallo staff del Barco Murialdina attraverso riunioni periodiche al campo del Barco e presso le strutture del settore giovanile gialloblù. PROVE TECNICHE E STAGES Periodicamente inoltre i ragazzi più meritevoli del Barco Murialdina parteciperanno a stages e prove tecniche sotto l’attenta osservazione dei tecnici della Viterbese calcio. La Viterbese calcio acquisirà come propria af�liata la nostra Scuola Calcio che, unica nella nostra città, può fregiarsi del riconoscimento della Federazione Giuoco Calcio di Scuola Calcio Quali�cata e Centro Pilota Figc. E’ inoltre possibile che una o più squadre del settore giovanile gialloblù possano trovare ospitalità presso il campo sportivo del Barco Murialdina, in Via dei Monti Cimini, per allenamenti e partite casalinghe. In un momento in cui la Viterbese calcio si appresta a tornare sui palcoscenici che le competono è con grande soddisfazione che ci accingiamo a fornire il nostro contributo di vicinanza sportiva verso la realtà che rappresenta al massimo livello la nostra città. Siamo certi, conoscendo le doti manageriali, tecniche e professionali delle persone che guidano la Viterbese calcio che si potrà svolgere insieme un lavoro pro�cuo nell’interesse del calcio giovanile provinciale.


� �

sport

SPORT

& Domenica 10 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

25

CALCIO A 5

E So’ Matte campioni del Memorial ‘Cenciarini’ Nella finalissima di Blera successo per 4-3 contro il quotato Caffè Etruria. Terzi i ragazzi del Panzer Tutti i riconoscimenti e appalusi alla mamma di Bruno, la signora Francesca intervenuta alla serata

S

traordinaria serata �nale al Memorial “Bruno Cenciarini” e splendida affermazione della compagine E So’ Matte che ha confermato tutta la sua forza e vince la competizione a punteggio pieno. Ecco lo score della �nale. E SO’ MATTE 7 CAFFE’ ETRURIA 3 So’ matte: Fabbri, Polidori M., Polidori GL, Polidori A., Polidori S., Sassi, Rossi L., Ubaldini L.M., Lengua, Mazzarella. All. Ubaldini M. Caffè Etruria: Buti, Rossi F., Rossi A., Grimaldi M., Sambuco, Coletta, Leotta, Iacomini. All. Lazzari L. Reti: Polidori A. (2), Mazzarella (2), Polidori GL, Polidori S. e Sassi (So’ Matte), Grimaldi (2) e Rossi A. (Caffè Etruria). Quindi E So’ Matte dei fratelli e cugini Polidori si aggiudica il 3^ memorial “Bruno Cenciarini” con il risultato �nale 7-3, con una gara praticamente perfetta, che non ha lasciato scampo al Caffè Etruria di Rossi A. e Grimaldi Mattia., appasi in serata no. La bellissima serata ha visto protagonista una cornice di pubblico nemeroso che da tempo non si vedeva presso l’impianto sportivo comunale di Blera per un evento sportivo. Nella �nalissima ha avuto la meglio la freschezza, l’agilità e l’intensità messa in campo dai ragazzi di Ubaldini M., che sin dall’inizio si sono portati in vantaggio, per poi soffrire solo sul risultato di 4 a 2, quando la compagine del capocannoniere Coletta detto “er Mucio” ha provato ha rimontare con la doppietta di Grimaldi. TERZO E QUARTO POSTO Alle ore 21,00 si è disputata la �nale per il 3^/4^ posto che ha visto la netta vittoria degli storici Panzer per 9-3. In evidenza il portiere Ferri Roberto autore di interventi di pregevole fattura, del bomber Mantovani (doppietta) e Menicocci (doppietta) per i Panzer, mentre per il Bar Cancellieri, in formazione largamente rimaneggiata da segnalare la doppietta di Pro�li. RICONOSCIMENTI Lo staff del Roma Club Blera con a capo il Presidente Pagliari Giuseppe e a seguire il vice presidente Capobelli Franco e tutti

i membri del Conìsiglio Direttivo hanno poi proceduto alla cerimonia di premiazione. Ecco tutti i riconoscimenti assegnati: trofeo miglior giovane a Cocchi Alessandro; trofeo squadra simpatia all’ Etruria Membrane; trofeo miglior portiere a Fabbri Luca (E so’ Matte); trofeo capocannoniere a Coletta Federico (Caffè Etruria); trofeo miglior giocatore a Polidori Gianluca (E so’ Matte); Trofeo 3° Classi�cato ai Panzer; Trofeo 2° Classi�cato al Caffè Etruria; Trofeo 1° Classi�cato E so’ Matte.

GRADITA PRESENZA E’ stata consegnata una targa di ringraziamento alla mamma del compianto Bruno Cenciarini Sig.ra Francesca, che ha sempre seguito tutte le gare della manifestazione, sempre e tutto nel ricordo di Bruno. NELLE FOTO In alto a sinistra il Caffè Etruria secondo classi�cato. Scendendo sulla sinistra il gruppo dei Panzer, terzi classi�cati, l’Etruria Membrane squadra simpatia. Sotto da sinistra il

bomber del torneo Federico Coletta con la signora Francesca, mamma di Bruno, a seguire Luca Fabbri il miglior portiere della manifestazione, Gianluca Polidori, miglior giocatore del torneo premiato da Gianpaolo Roselli e a chiudere Alessandro Cocchi, miglior giocatore del torneo. In alto, nella foto grande i campioni dell’E So’ Matte, sotto la consegna della targa alla mamma di Bruno e in�ne Ugo Lazzeri dei Panzer mostra felice il trofeo vinto dal suo team.


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

BEACH VOLLEY

New Team e Quelli de e campo, avanti tutta Nel torneo in corso a Canepina Mila & Shiro x 4 lotta bene ma deve cedere al terzo set. Ko anche Manuel & Company di GLAUCO ANTONIACCI

C

on solo due partite, invece delle quattro previste dal calendario, si è uf�cialmente conclusa la prima settimana del torneo ‘Volley Tra i Castagni’, evento di beach volley che sta regalando spettacolo a Canepina. Gli organizzatori della ASD Team Canepinese, società presieduta da Manuel Mechelli, hanno spostato a venerdì prossimo i match che vedevano opposte Radio Selva-Outsider e Ioco poco ma ioco-Atletico Cimini, alleggerendo così il programma di una serata che si è svolta comunque all’insegna del bel gioco e del divertimento per le tante persone che hanno assistito agli incontri. Il primo match è stato anche il più interessante e

combattuto: per il girone B si sono trovate una contro l’altra la New Team e la Mila & Shiro x4. Entrambe a caccia di punti importanti per centrare l’obiettivo quarti di �nale, le due squadre hanno dato vita ad una gara emozionante, terminata solamente dopo tre set a vantaggio della New Team che ha così ripetuto il successo della sera precedente contro la Moda Capelli Angela & Divina ed è salita a quota quattro punti. Da applausi comunque anche la prestazione del team Mila & Shiro x4, capace di lottare �no all’ultimo per contrastare gli avversari. A seguire si è disputato un altro match valido per il girone B, il cui risultato ha contribuito a dare un volto ben chiaro alla classi�ca. Si sono infatti affrontate Manuel & Com-

Quelli de e campo

Foto Andrea Di Palermo

New Team

Manuel & Company

Mila e Shiro x 4 pany e Quelli de e campo, s�da equilibrata sulla carta ma che è invece terminata con il successo per 2-0 del team Quelli de e campo. Con il risultato di questo match, sono ora quattro le formazioni che, pur avendo disputato un differente numero di gare, tuttavia condividono il primato nella classi�ca del raggruppamento con quattro punti ed hanno già messo un piede nei quarti di �nale. Oltre a New Team, Quelli de e Campo e Manuel & Company, c’è anche l’IPS Team. Per le altre due squadre che compongono il girone, Mila & Shiro x 4 e Moda Capelli Angela & Divina, la rincorsa diventa dif�cile anche se non tutte le speranze sono ancora compromesse. Nel girone A, al termine della prima settimana, Le

Noir si è già messo al sicuro con 6 punti ma alle sue spalle la battaglia si preannuncia estremamente accanita; Atletico Cimini (due gare giocate) e Nuove Costruzioni Renzoni Giovanni (solo una gara) hanno due punti e precedono il terzetto composto da Radio Selva, Ioco poco ma ioco e Outsider che devono ancora ottenere il primo successo. Il torneo ‘Volley Tra i Castagni’ si ferma per il weekend ma domani tornerà con ben quattro partite: alle 19 Quelli de e campo-Moda Capelli Angela & Divina, alle 20 Nuove Costruzioni Renzoni Giovanni-Atletico Cimini, alle 21 Ioco poco ma ioco-Radio Selva e alle 22 Ips Team-Mila & Shiro x 4. Sicuramente arriveranno altri verdetti in chiave quarti di �nale.

che a livello locale, ha un calendario agonistico articolato su 11 mesi l’anno e sta suscitando notevole interesse sia tra quanti sono costretti, per limiti d’età e di tempo, ad abbandonare le classi agonistiche giovanili, sia tra quanti cercano un’alternativa ai “barconi”, soprattutto per tornare o cominciare a partecipare a regate tecnicamente ed agonisticamente di senso compiuto, senza un budget esagerato. Dopo il recentissimo successo della terza edizione del Lago

di Bracciano Sailing Contest, il Comitato Bracciano Sailing ed i circoli che lo compongono si preparano ad affrontare questo appuntamento del South European Championship con grande impegno. Si tratta del secondo evento di alto rilievo sportivo dell’anno e la settimana successiva, dal 29 al 31 Luglio, si terrà il terzo, ma anche il più importante: il Campionato Nazionale Optimist vedrà infatti la partecipazione di oltre 250 regatanti fra i 10 e i 15 anni.

VELA - Dal 22 al 24 luglio sul Lago di Bracciano saranno protagonisti gli ‘Snipe’

South European Championship, cresce l’attesa L

e acque del Lago di Bracciano si preparano ad ospitare un evento internazionale di grande rilevanza. Dal 22 al 24 luglio, infatti, si disputerà il South European Championship (SSEC), manifestazione che vedrà con�uire sul bacino

braccianese partecipanti di diverse nazioni. L’evento verrà organizzato dallo Yacht Club Bracciano Est che farà anche da base per i partecipanti, e dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Nautica Sabazia, sotto la regia

del Comitato Bracciano Sailing e con il supporto del main partner Capgemini, una delle maggiori multinazionali di Management Consulting, Information Technology e Outsourcing di origine europea. Il circuito internazionale Snipe torna dunque sul Lago di Bracciano puntando a ripetere lo strepitoso e mai eguagliato successo dell’edizione 2004 dello Snipe World Master Championship, con 94 equipaggi da 14 nazioni e 3 continenti. In questi anni il lago braccianese si è confermato una location perfetta per lo Snipe, accogliendo un Campionato Nazionale Assoluto, diverse regate del Circuito Nazionale e una vivace attività locale, che ormai da diverse stagioni vede scendere in acqua, per il Campionato Regionale, una media di non meno di 20 barche. Al momento molti degli equipaggi di punta a livello Nazionale stanno confermando la loro presenza all’evento

di �ne luglio; in particolare ci sono i 4 equipaggi che andranno a difendere i colori italiani al Mondiale Assoluto Snipe in Danimarca, previsto poche settimane dopo il Sud Europeo, che faranno una specie di prova generale in vista dell’appuntamento iridato. Il South European Championship è anche una delle pochissime regate internazionali snipe completamente OPEN. Ma cos’è esattamente lo Snipe? Una barca tanto facile da condurre quanto dif�cile da far salire su un gradino del podio (anche di una regata sociale), molto più economica e diffusa di qualsiasi altro doppio non olimpico che consente a molti di prendere parte a regate di respiro internazionale, con un livello tecnico ed una partecipazione assolutamente di riferimento nel panorama velico nazionale e continentale. Lo snipe è così una delle pochissime classi non olimpiche o di interesse federale tutt’oggi in crescita, sia a livello Nazionale


SPORT

� � �

27

Edizione del 10 Luglio 2011

Beach Volley - Lo spettacolo sulla sabbia si sposta al ‘‘Papeete’’ di Ladispoli

C

ontinua senza soste il Beach Volley targato Civitavecchia Volley e beach team. In questo fine settimana, la carovana si è spostata presso lo stabilimento “Papeete Beach” di Ladispoli per una due giorni di grande spettacolo. Sotto l’organizzazione perfetta del beach team si sono affrontate diverse coppie, con la giornata finale prevista

per quest’oggi. Tra l’altro le tappe di uqesto tour proseguiranno per tutto il mese fino alle finali che si terranno proprio presso lo stabilimento “Papeete beach” a fine mese. Grande soddisfazione tra gli organizzatori per la presenza di tanto pubblico che ha assistito con grande attenzione ad ogni fase di gioco.

Redazione sportiva - via Nicolao Arcangelo 5 - 00053 Civitavecchia - telefono 0766-671158 e-mail: opinione.cv@gmail.com

Silvio in scioltezza nel test a Civitanova Marche fa già paura a Fragomeni: a novembre la sfida iridata di CIRO IMPERATO

E

ra salito sul ring con la testa già rivolta alla grande chance mondiale di novembre e oltre a vincere senza problemi Silvio Branco ha dimostrato di meritare di poter avere almeno l’occasione di “andare in pensione” con un poker iridato che potrebbe consegnarlo alla storia ancor più di quanto lo sia già. A 45 anni ha combattuto contro un avversario di 15 anni più giovane, il mestierante lituano Andrejeves, che si è rivelato un ottimo incassatore ed anche un bravo “commediante” sfruttando a suo favore la scivolosità – effettivamente eccessiva – del ring di Civitanova Marche, sede della riunione messa in piedi dalla Opi 2000. Il ‘’Barbaro” di Civitavecchia ha vinto tutte e sei le riprese dimostrando una condizione eccellente anche tenendo conto che si stava allenando per l’Europeo con il tedesco Frenkel, che sarebbe dovuto svolgersi il 23 alla Marina. Pur avendo dovuto cambiare in fretta e furia i piani – e di conseguenza anche il programma di allenamento – è andato davvero forte dimostrando di avere un’età sportiva decisamente al di sotto di quella anagra�ca. “e’ andata

Così nella riunione - Nel match clou della serata trionfo francese N

Silvio Branco ha affondato i colpi sul lettone Andrejeves pensando già alla sfida mondiale con Fragomeni

Branco, ora il Mondiale

Sei riprese ad alto livello e forma smagliante per il 45enne di Civitavecchia bene – il suo commento di ritorno nella sua città – anche meglio di quello che mi aspettavo. Il lituano, al di là di quello che potrebbe sembrare, mi ha creato qualche problema e se gli addetti ai lavori hanno de�nito il mio match un allenamento, allora io dico che è stato un ottimo allenamento”. Civitanova è comunque solo una parentesi, o meglio un punto di partenza di quella s�da con l’altro “nonno” della boxe italiana, quel Giacobbe Fragomeni, che venerdì sera ha faticato decisamente di più con il lituano Ziausys. “Il match Mondiale è già cominciato – aggiunge Silvio – con Giacobbe

siamo ottimi amici, ma voglio s�largli la corona Wbc dei massimi leggeri e in questo primo duello a distanza credo di avergli lanciato messaggi per lui preoccupanti...”. Fra i duesi prospetta un confronto davvero interessante con un pugile mobile sul tronco, Fragomeni, intento a chiudere la distanza ed un altro, Branco, incontrista che cercherà di costringerlo a boxare lunga e media distanza. L’esito appare incerto e lo spettacolo garantito, come conferma il civitavecchiese: “Per chi seguirà il match da bordo ring e per chi lo vedrà in televisione – afferma – sarà una grande serata di boxe.

ella riunione organizzata dallla Opi 2000 di Salvatore Cherchi a Civitanova Marche il 20enne peso leggero mancino francese Samir Ziani (9-0-1, 2 K.O.) ha battuto per abbandono all’inizio del 10° e ultimo round del match principale il 28enne di casa, pure lui mancino,Carel Sandon (14-1, 5 K.O.) superandolo sia sul piano del dinamismo che su quello tattico in un incontro condotto a gran ritmo. Nel sottoclou il confronto a distanza fra Silvio Branco e Giacobbe Fragomeni, destinati ad incontrarsi nel prossimo autunno fra i massimi leggeri. Branco (62-10-2, 37 K.O.), 45 anni in agosto, ha vinto facilmente ai punti in 6 riprese contro il rinunciatario e molto mediocre lettone Jevgenijs Andrejevs (6-40, 1 K.O.) , 30 anni. Meno arrendevole il 27enne lituano Remigijus Ziausys (15-40-3, 7 K.O.) che almeno ci ha provato con orgoglio contro Fragomeni (29-3-1, 12 K.O.), 42 anni in agosto. Ha vinto ai punti in 6 riprese anche il nipote di Fragomeni, l’imbattuto peso welter Antonio Moscatiello (12-0, 9 K.O.), 28 anni, impegnato dal volonteroso nicaraguense Ronny Mc Field (13-10-2, 10 K.O.)

Obiettivo fissato: “Divento campione e vado in pensione scrivendo la storia” Proprio per le nostre caratteristiche sarà inevitabilmente un grande incontro, direi quasi d’altri tempi e non solo per le nostre età”. Ora per Silvio Branco un periodo di meritato riposo e poi da settembre la ripresa uf�ciale degli allenamenti: “Mi voglio godere un po’ la mia famiglia ed anche

il maestro Mario Massai, che mi è sempre vicino deve riposarsi un po’”. Per la verità proprio Massai ha dato i “compiti per le vacanze” al pugile: “Cercherò di mantenere la condizione almeno ad un 30/ 40% anche per non ricominciare da zero a settembre”. Quando la preparazione riprendere

Silvio avrà poi due mesi per arrivare al top al Mondiale che si svolgerà al 90% a Roma e se dovessero sorgere intoppi a Milano. “Io propendo per la Capitale – con�da il pugile congedandosi – o una sede laziale anche perché abbiamo messo da parte i soldi che avevamo reperito per l’Europeo a Civitavecchia e quindi dovremmo essere coperti. Dovunque si combatterà sarò al massimo e �nirò il match a braccia alzate”. Ovviamente Campione del Mondo, per l’ennesima volta.

distintisi durante il campionato. Come migliore avanti il riconoscimento è andato a Jacopo Manuelli, mentre quello come migliore traquarti a Jonathan Rodriguez. Il bomber della stagione è stato invece Alessio Cicoria, uno dei giocatori simbolo del Crc. L’ambito trofeo “Saraceno” invece è stato assegnato, a sorpresa, al tecnico Michele Mazzarini che non ha nascosto la sua emozione per questo riconoscimento. “Sinceramente non me lo aspettavo - commenta il coach del Crc - perchè il premio del “Saraceno” viene sempre assegnato ad un giocatore in attività ed invece quest’anno la squadra

ha voluto che lo prendessi io. Una bella festa, come sempre accade nel vero spirito della palla ovale ed è stata l’occasione anche per salutare una stagione positiva dove ci è mancato veramente un sof�o per festeggiare la promozione. Ringrazio tutti per questo gesto di affetto che non mi aspettavo”. E tra un brindisi ed un altro il Crc Civitavecchia Rugby si prepara ad incrociare le dita in attesa di buone notizie per il ripescaggio in B. Nei prossimi giorni, almeno in via uf�ciosa si saprà qualcosa e per la società di via del Casaletto Rosso se le notizie fossero positive, sarebbe tempo di festeggiare ancora.

Rugby - Classica festa finale (e tanti premi speciali) aspettando il ripescaggio in serie B

Brindisi ad una stagione super per il Crc di SIMONE FANTASIA

U

na cena per salutare una stagione positiva e passare una serata in allegria, come nello stile rugbysta. Venerdì il Crc Civitavecchia Rugby ha brindato, come da tradizione, alla stagione appena conclusa, un’annata esaltante che per poco non si è concretizzata nella promozione diretta in serie B. Come di consueto, dopo una cena abbondante e all’insegna dell’allegria si è provveduto alle consuete premiazioni che hanno riguardato i giocatori meglio

Le immagini della festa di fine stagione del Crc gentilmente concesse da Enrico Paravani


� �

sportCivitavecchia SPORT

28

Civitavecchia & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

zxzxzx - Veronica a vele spiegate verso il titolo giovanile a Zara mentre Erika si lancia verso Bled con alte credenziali

Sogni Mondiali azzurri tinti di rosa Windsurf - Nella prova iridata junior podio in vista anche per Camboni

Fanciulli prende subito il comando di ANTONIO BANDINU

P

artenza sprint per Veronica Fanciulli e Mattia Camboni ai Mondiali giovanili ISAF di windsurf classe olimpica RS:X, in corso di svolgimento a Zara in Croazia. Il risultato migliore l’ha ottenuto Veronica, giunta prima tra le ragazze nell’unica regata disputata nella mattinata di ieri. Si perché le condizioni di vento non erano delle migliori e quindi, delle due gare previste, ne è partita solamente una. La Fanciulli, dopo un primo giro in cui ha combattuto contro l’israeliana Naomi Cohen, ha preso il largo nel secondo mettendo dietro la polacca Agnieszka Bilska e proprio Naomi Cohen. Un risultato straordinario visto che, con le condizioni di basso vento di ieri (si è passati durante la regata dai 10 ai 5 nodi), l’atleta di Civitavecchia non era di certo favorita. Naturalmente la Fanciulli per il momento è anche in testa alla classi�ca assoluta femminile. Ottimo piazzamento anche per l’altro portacolori della sezione di Civitavecchia della Lega Navale Italiana. Mattia Camboni ha chiuso infatti la regata di ieri al terzo posto alle spalle del francese Luois Giard e al coreano Wonwoo Cho. Il civitavecchiese è stato in lotta con i primi due per tutta la regata anche se alla �ne ha rischiato anche di perdere la terza piazza in favore dello spagnolo Mateo Sanz. Nel �nale di regata però Mattia è riuscito a superare di nuovo l’iberico,

G

li emergenti Veronica Fanciulli e Mattia Camboni da una parte e l’evergreen Erika Bello dall’altra proiettano Civitavecchia in una dimensione mondiale: i primi due cavalcando la tavola con la vela e l’altra in barca, tutti e tre a difesa della maglia della Nazionale. C’è insomma un panorama tinto di azzurro per quelle che - allo stato attuale delle cose - sono da considerare tra le massime espressioni dello sport civitavecchiese. Uno sport che ha bisogno di campioni veri come lo sono Erika, Veronica e Mattia (ma non sono gli unici per fortuna...) piuttosto che di quelle inutili e stucchevoli polemiche delle quali francamente se ne può fare a meno. Non si può invece rinunciare a sognare: sia quando si hanno 18 anni, sia quando se ne hanno 36 (esattamente il doppio). Lo dimostrano questi ragazzi che aggiungendo passione e sacri�ci al loro talento naturale portano il nome di Civitavecchia in giro per il mondo. (C.Imp.)

Bello si ferma ad un passo dalla finale

N

Sopra Camboni e qui a lato Fanciulli: i due ‘‘gioellini’’ della Lni ai Mondiali subito in evidenza ai Mondiali giovanili in Croazia

detentore tra l’altro del titolo Mondiale, conquistato lo scorso anno ad Istanbul. Per Camboni c’è stata anche un’altra grande soddisfazione. Nella cerimonia di apertura della manifestazione mondiale, il civitavecchiese ha avuto l’onore di essere il

Canottaggio - A Lucerna nella prova di Coppa del Mondo

portacolori dell’Italia essendo l’atleta più piccolo della selezione azzurra con i suoi 15 anni. Anche nella giornata di oggi sono previste due regate anche se le condizioni di vento di ieri non assicurano l’effettiva partenza delle stesse.

iente �nale per Erika Bello. Nel pomeriggio, la vogatrice civitavecchiese è stata eliminata nella semi�nale della Coppa del Mondo di canottaggio, in corso di svolgimento a Lucerna in Svizzera. La Bello, insieme alla compagna di squadra Giulia Pollini, si è infatti piazzata al quinto posto con il tempo di 7’17”48. Davanti alle due azzurre sono arivate invece le imbarcazioni di Canada (Lindsay Jennerich, Tracy Cameron 7’06”25) Gran Bretagna (Hester Goodsell, Sophie Hosking 7’06”76), Austria (Alice Mcnamara, Hannah Every-Hall 7’10”45) e Olanda (Rianne Sigmond, Maaike Head 7’11”42). Dopo una buona partenza, la coppia Bello-Pollini ha pagato, soprattutto nella parte �nale della gara, per le molte energie spese in avvio. Va inoltre considerato che il doppio pesi leggeri azzurro è dovuto

passare per gli spareggi e quindi ieri ha dovuto affrontare una regata extra. Nella prima batteria infatti l’imbarcazione italiana era giunta terza e quindi ha dovuto affrontare la gara di recupero. La stanchezza dunque è stata probabilmente la causa del mancato accesso alle �nali, garantito solamente alle prime tre imbarcazioni delle due semi�nali. E’ andata bene invece all’altro doppio pesi leggeri femminile azzurro. Laura Milani ed Enrica Marasca, al termine di una gara tutta in rimonta, sono riuscite ad ottenere la terza piazza, alle spalle di Usa e Grecia, e quindi a strappare il passi per la �nale.Il prossimo appuntamento per la Bello è quello al Mondiale di Bled in Slovenia, in programma dal 28 agosto al 4 settembre. Proprio da Bled potrebbe venir fuori il pass per le Olimpiadi di Londra 2012. Anche perché come ha dichiarato Erika stessa. “Partecipare alla seconda Olimpiade della mia carriera dopo quella di Atlanta nel 1996, sarebbe per me un sogno anche perché vorrei chiudere la mia carriera proprio nella manifestazione che si svolgerà in Gran Bretagna”. Ant. Ban.

Applausi per il trio composto da Arciprete, Pagliarini e Accordi e dal boys Giorgio Minisini

Le immagini della spettacolare esibizione delle ‘‘sincronette’’ dell’Asd Tirrena all’Aquafelix: il successo è stato così netto che l’esperienza verrà ripetuta domenica prossima

Sport&Estate - Talmente piaciuta l’esibizione della Tirrena che verrà ripetuta

L’Aquafelix s’innamora del sincro P

rosegue la collaborazione tra il nuoto sincronizzato di Civitavecchia e Franco Farina, dirigente del parco acquatico Aquafelix. Domenica scorsa si è svolta l’esibizione degli atleti dell’Asd Tirrena e dell’Olgiata Sporting Club. Per la società civitavecchiese erano presenti le giovanissime Elisa Pagliarini, Sara Accorsi e Asya Arciprete, medaglie d’argento ai Campionati Propaganda. L’Olgiata Sporting Club, allenata da Rossella Pibiri e Vittoria Greco, sono andate in scena

con le atlete della categoria Ragazze, oltre al nuovo acquisto

Giorgio Minisini, unico maschio agonista in Italia. L’esibizione è

stata divisa in due parti con la prima che si è svolta intorno alle

11 e la seconda invece alle 15. Gli undici esercizi che sono stati eseguiti, sono stati comunque molto apprezzati dal pubblico. L’evento di domenica scorsa ha infatti riscosso enorme successo e quindi si ripeterà anche la settimana prossima. Domenica 17, oltre all’Asd Tirrena ed

all’Olgiata Sporting Club, sarà presente anche l’All Swim, terza società assoluta a livello nazionale. In quest’occasione saranno distribuiti buoni per i corsi gratuiti che si terranno al PalaEnel Marco Galli in ottobre. Ant. Ban.


sportCivitavecchia SPORT

Civitavecchia & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

29

Calcio - Clemeno in attesa di sapere se i nerazzurri verranno ripescati o meno sta valutando come portare avanti il progetto

Civitavecchia, si naviga a vista aspettando la D di SIMONE FANTASIA

Calcio giovanile - Allenerà gli allievi classe 96. Il Ds Magi: “Con lui l’ennesimo salto di qualità”

F

ormalizzata la domanda di ripescaggio in serie D, il Civitavecchia inizia a programmare la prossima stagione, muovendo i primi passi sul mercato, per allestire la squadra che sarà. Il punto di partenza è ovviamente quello della guida tecnica ed in poche parole la permanenza o meno sulla panchina nerazzurra di Giuseppe Petrelli. Un primo “approccio” tra società e tecnico c’è già stato nelle scorse settimane e in linea di massima Petrelli avrebbe di fatto “accettato” di rimanere al Civitavecchia anche con un progetto ridotto. Proprio il numero uno nerazzurro Adriano Clemeno, su queste pagine ha fatto intendere che i progetti per la prossima stagione, D o Eccellenza che sia, saranno fortemente ridotti, a meno che non via sia l’arrivo di

Il Dlf completa lo staff tecnico con Del Principe U

Nodo panchina: Petrelli resterebbe anche a ‘ ranghi ridotti’’ ma ci si guarda intorno qualche altro imprenditore in grado di dare un apporto importante alla causa nerazzurra. Per il momento, su questo

DATE INIZIO CAMPIONATI ECCELLENZA

4 SETTEMBRE

PROMOZIONE

4 SETTEMBRE

JUNIORES ELITE

18 SETTEMBRE

PRIMA CATEGORIA

2 OTTOBRE

SECONDA CATEGORIA

DAL

JUNIORES REGIONALI

2 OTTOBRE

ALLIEVI REGIONALI ECC.

2 OTTOBRE

ALLIEVI REGIONALI

2 OTTOBRE

GIOVANISSIMI REGIONALI ECC.

2 OTTOBRE

GIOVANISSIMI REGIONALI

2 OTTOBRE

ALLIEVI REGIONALI FASCIA B ECC.

2 OTTOBRE

GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B ECC.

2 OTTOBRE

ALLIEVI REGIONALI FASCIA B

16 OTTOBRE

GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B

16 OTTOBRE

TERZA CATEGORIA

16 OTTOBRE

JUNIORES PROVINCIALI

16 OTTOBRE

SGS PROVINCIALI

16 OTTOBRE

di MATTEO ROGGI

U

ltimi giorni di vacanza e poi si inizierà a fare sul serio, con una stagione da vivere come sempre intensamente, tra speranze e voglia di arrivare il più in alto possibile. I primi campionati a partire, come sempre, saranno l’Eccellenza e la Promozione che vedranno al via diverse formazioni del comprensorio. Non consideriamo per il momento il Civitavecchia che ha presentato domanda di ripescaggio per la serie D e potrebbe quindi tornare sul panorama calcistico nazionale. In Eccellenza comunque non mancheranno diversi giocatori civitavecchiesi che hanno “affollato” le rose di Corneto Tarquinia e Ladispoli. Il via alla stagione �ssato per il 4 settembre come in Promozione dove Santa Marinella, Cerveteri e Tolfa si daranno battaglia per una stagione che si annuncia decisamente interessante. Per quanto riguarda la Coppa Italia, anche quest’anno sarà il consueto apri pista per

fronte, non si registrano grosse novità con alcuni imprenditori che si sono avvicinati a Clemeno ma dalle parole non si è passati ai fatti. Decisivo, a questo punto potrebbe essere l’accordo, ormai raggiunto, per la “zuppa civitavecchiese” che, agli occhi di osservatori esterni potrebbe rappresentare un motivo in più per approdare in riva al Tirreno.

n altro colpo per il Dopolavoro Ferroviario che si presenta ai nastri di partenza, per la prossima stagione, come una e propria corazzata. E’ infatti la società di via Baccelli ha raggiunto l’accordo con Massimo Del Principe che andrà ad allenare la formazione allievi 1996. Era l’ultima panchina per così dire scoperta, quella degli allievi secondo una precisa scelta della dirigenza biancoverde che era alla ricerca di un tecnico esperto che potesse dare il tocco in più per dare un salto di qualità ai ragazzi. Il nome è stato quello di Massimo Del Principe, tecnico civitavecchiese che ha avuto anche esperienze con formazioni juniores e reduce dal ruolo di vice allenatore di Riccardo Sperduti in quel di Trevignano. “Credo che Massimo (Del Principe ndr) - commenta il direttore sportivo del Dlf, Mauro Magi - non abbia veramente bisogno di presentazioni: è tecnico molto preparato e non a caso insieme a Giordano Onorati abbiamo pensato fosse il nome giusto per portare avanti un progetto importante per la formazione allievi. Tra

l’altro sarà una squadra composta da ragazzi che hanno preferito rinunciare a campionati ben più importanti, pur di giocare con noi. Si riparte dal terzo posto del passato campionato, dove tutta una serie di circostanze negative ci ha impedito di vincere ma ripartiamo con grande entusiasmo”. Con Del Principe si chiude una schiera di tecnici di tutto rispetto per la società biancoverde che vuole puntare in alto per la prossima stagione.

Eccellenza e Promozione iniziano il 4 settembre, ad ottobre gli altri campionati ed i tornei giovanili

Date e orari: tutti gli appuntamenti della prossima stagione ORARI NUOVA STAGIONE

I tecnici Salvatore Incorvaia e Mario Castagnola

COPPA ITALIA ECCELLENZA

DAL 7 AGOSTO 2011

ORE 16

DAL 18 SETTEMBRE 2011

ORE 15.30

DAL 30 OTTOBRE 2011

ORE 14.30

DAL 5 FEBBRAIO 2012

ORE 15

DAL 25 MARZO 2012

ORE 15.30

DAL 29 APRILE 2012

ORE 16.30

COPPA ITALIA PROMOZIONE

31.08.2011

TURNO PRELIMINARE (8 SQUADRE) - ANDATA

14.09.2011

TURNO PRELIMINARE (16 SQUADRE) - ANDATA

07.09.2011

TURNO PRELIMINARE - RITORNO

21.09.2011

TURNO PREMILINARE - RITORNO

21.09.2011

SEDICESIMI DI FINALE - ANDATA

12.10.2011

TRENTADUESIMI DI FINALE - ANDATA

05.10.2011

SEDICESIMI DI FINALE - RITORNO

26.10.2011

TRENTADUESIMI DI FINALE - RITORNO

09.11.2011

SEDICESIMI DI FINALE - ANDATA

19.10.2011

OTTAVI DI FINALE - ANDATA

23.11.2011

SEDICESIMI DI FINALE - RITORNO

02.11.2011

OTTAVI DI FINALE - RITORNO

07.12.2011

OTTAVI DI FINALE - ANDATA

16.11.2011

QUARTI DI FINALE - ANDATA

14.12.2011

OTTAVI DI FINALE - RITORNO

30.11.2011

QUARTI DI FINALE - RITORNO

08.02.2012

QUARTI DI FINALE - ANDATA

14.12.2011

SEMIFINALI - ANDATA

22.02.2012

QUARTI DI FINALE - RITORNO

29.12.2011

SEMIFINALI - RITORNO

07.03.2012

SEMIFINALI - ANDATA

21.03.2012

SEMIFINALI - RITORNO

06.01.2012

FINALE

20.05.2012

FINALE

il campionato vero e proprio e quindi il classico modo per testare la squadra in vista dell’inizio della lunga regular season. In Eccellenza prima partita �ssata per il 31 agosto, mentre per la Promozione bisognerà attendere il 14 settembre. La seconda categoria a prendere il via sarà quella degli Juniores Elite che dovrebbe vedere ai nastri di partenza il

Civitavecchia, nel caso in cui ovviamente i nerazzurri non dovessero essere ripescati in serie D: in quel caso per il team di via Bandiera vi sarebbe l’obbligo della juniores nazionale o comunque di altra squadra come ad esempio la Berretti . Per il resto il via sarà dato il successivo 2 ottobre, quando scenderanno in campo le categorie regionali, dalla Juniores �no ai giovanissimi fascia

b, passando per la Prima e seconda categoria. Inizieranno quindi la stagione Compagnia Portuale, Allumiere, Santamarinellese, Santa Severa Soccer, San Pio X, Las Vegas e Real Civitavecchia. La settimana successiva saranno invece i campionati provinciali ad iniziare le fatiche, con la lunga truppa delle squadre provinciali, soprattutto a livello di settore giovanile, dove ancora una volta

Civitavecchia si presenterà con diverse compagini. E quindi una schiera di giovani calciatori in cerca di emozioni. San Gordiano, Dopolavoro Ferroviario, Civitavecchia, San Pio X e Quartiere Campo Oro. Insomma ci sarà veramente da divertirsi, con tante squadre pronte a darsi battaglia e considerando i movimenti di mercato di questa estate ci sarà veramente da divertirsi.

Mister Marco Fattori Passando agli orari di inizio delle partite, le prime gare si giocheranno il pomeriggio con inizio �ssato per le 16, mentre dal 18 settembre si anticiperà alle 15.30. Bisognerà invece aspettare il 30 ottobre per arrivare, per quanto riguarda le gare pomeridiane alle 14,30. Adesso non resta che attendere l’inizio della preparazione e poi sarà veramente conto alla rovescia per la stagione.


� �

sportCivitavecchia SPORT

30

Civitavecchia & AltoLazio

Domenica 10 Luglio 2011

Il quintetto di Ange-Sa conquista il primo trofeo “Hobby & Sport” I

l quintetto di Ange-Sa ristrutturazioni ha vinto la prima edizione del torneo di calcio a 5 “Hobby & Sport” organizzato dall’Asd Tirrena Soccer. Nella �nale di venerdì scorso, disputata sul sintetico dell’Asp, la formazione di Angelo Salvitti ha scon�tto

con il netto punteggio di 11-5 il Club Napoli. Partita molto tirata solamente nei primi minuti di gioco, �no all’infortunio di Valerio Cuomo che ha in pratica deciso l’andamento della �nale. Dopo è stato infatti un monologo di Ange-Sa ristrutturazioni che ha dilagato chiudendo sull’11-5 �nale. Al termine dell’incontro si è passati alle premiazioni delle due �naliste e alla consegna dei riconoscimenti personali. La targa per il miglior portiere è stata assegnata a Luigi Ramoscello, quella di miglior giocatore a Domenico Cuomo e quella di capocannoniere a Valerio Cuomo che nel corso dell’intero torneo ha messo a segno 15 reti. Tutti i trofei e le coppe sono state offerte dal negozio “Hobby & Sport” di via Benci e Gatti19,

specializzato in premiazioni e forniture sportive. Il primo trofeo “Hobby & Sport” ha visto la partecipazione di sei formazioni ma nelle intenzioni degli organizzatori c’è la volontà di far diventare questa manifestazione un appuntamento �sso per quanto riguarda i tornei di calcio a 5 estivi di Civitavecchia. L’attività dell’Asd Tirrena Soccer continua con i tornei di beach soccer misto e femminile che partiranno la prossima settimana.

Calcio a 5 - Il presidente del Td Santa Marinella Di Gabriele a ruota libera su progetti, obiettivi e mercato

Una matricola che sogna in grande di DEMETRIO LOGIUDICE

I

l Torneo Perla del Tirreno è stata l’occasione per discutere con il presidente Vincenzo Di Gabriele della prossima avventura in C2 del TD Santa Marinella Calcio a 5. Presidente Di Gabriele, nella vicina Civitavecchia aspirano alla possibile C1, lei è costantemente in moto per allestire la formazione ideale per il salto di categoria, la vedono spesso, ultimamente sugli spalti di Via delle Colonie….. “Si, il Perla del Tirreno ci dà modo di osservare qualche giocatore magari non tesserato o fuori dal circuito uf�ciale. Noi ci stiamo muovendo molto, e ci tengo a sottolineare che lo staff dello scorso anno è stato confermato totalmente, ed è stato rinforzato con l’ingresso di Marco Percuoco che af�ancherà Italo Porta in panchina. Pinardi farà ancora il preparatore dei portieri mentre Marco Camilletti curerà la parte

atletica. In�ne Marco Quaciari sarà il nostro �sioterapista di �ducia. La società poi ha af�dato il ruolo di direttore sportivo a Alessandro De Santis”. Fin qui, dunque lo staff tecnico…. “Queste cose le ho già dette, le ribadisco fortemente perché in questi giorni ho sentito delle cose sul nostro allenatore che non mi sono piaciute. Italo è parte integrante del progetto e chi mette in giro voci per destabilizzare l’ambiente dovrà poi risponderne personalmente, non mi piacciono questi giochi forse creati ad arte.”. Sul mercato cosa ci dice presidente? E’ pronto ad annunciare qualche entrata ad effetto. “Abbiamo confermato già la buona parte dei calciatori che ci hanno trascinato sino alla C2. A breve faremo un comunicato con tutti i calciatori confermati. Stiamo ancora incontrando i ragazzi. L’unica anticipa-

zione che posso fare è che Ara e Giacomini saranno ancora due pilastri di questa squadra. Riuscire a confermare tutti sarebbe già tanto per una realtà come la nostra, indicativo del fatto che noi puntiamo ad un campionato di vertice. Per i movimenti in entrata stiamo lavorando molto alacremente. Abbiamo deciso di comune accordo con l’allenatore di puntare ad un grande nome che sanno tutti nell’ambiente. Un nome con il quale abbiamo già avuto un contatto, ma di comune accordo con il mister, ci stiamo muovendo all’ombra delle evoluzioni di mercato.Nei prossimi giorni vedremo che succederà, un gruppo competitivo è in nostro obiettivo. Su Contino e Frusciante cosa ci dice presidente? “Che dire...sarebbero i benvenuti a Santa Marinella, sono giovani di prospettiva e rispondono al prototipo dei calciatori che noi cerchiamo. L’interesse verso di loro è concreto, vorremmo con-

Mundialito - Nel girone A testa a testa Cuba-Jamaica per il primo posto mentre nel B decide tutto Brasile-Costarica

Copa America, eliminatorie al rush finale U

ltimo stop nella prima fase della “Copa America” di calcio a 11, Trofeo CSL. La scorsa settimana si sono giocate la 3ª e la 4ª giornata dei due Gironi che hanno praticamente deciso i giochi. Infatti è quasi de�nito il lotto delle squadre che accederanno alla Fase Finale, quella ad eliminazione diretta. Nel Girone A lo scontro diretto tra Cuba e Jamaica (entrambe matematicamente quali�cate) ci dirà chi termina al primo posto, ma, se dovesse vincere Cuba, il Perù potrebbe inserirsi andando a recuperare la seconda piazza. Ovviamente la compagine tarquiniese dovrebbe battere l’Uruguay, unica squadra con ancora qualche minima possibilità di quali�ca-

zione. Infatti all’Uruguay non basterebbe neanche battere il Perù, visto che il Messico deve misurarsi con il fanalino di coda Argentina. Tutto de�nito, invece, nell’altro raggruppamento; Brasile, Colombia, Costarica e Paraguay sono quali�cate. La classi�ca �nale dipenderà dall’esito della

gara tra Brasile e Costarica in programma martedì prossimo. Intanto, in attesa di conoscere dove si giocheranno i quarti i prossimi 14 e 15 Luglio, il programma di lunedì sera al DLF è il seguente: ore 19,30 Argentina-Messico; ore 21,00 Uruguay-Perù; ore 22,00 Jamaica-Cuba.

sacrarli de�nitivamente e dargli la continuità in campo che magari da altre parti non possono garantirgli veramente. L’interesse è concreto,ma per quanto riguarda Frusciante, i contatti si sono interrotti, per Contino aspettiamo lunedì. Resta ferma la nostra volontà di valorizzare i giovani cresciuti in casa” Altri nomi presidente? “Di nomi se ne fanno tanti, ma prima dobbiamo risolvere le situazioni interne non ha senso adesso andare a chiudere certe

trattative, o fare grandi proclami. Stiamo monitorando giovani che vengono dal calcio per uscire dal turbine dei soliti nomi che si fanno in giro. Vogliamo chiudere la rosa entro la settimana prossima. Vorrei anche sottolineare che la nostra rosa è già competitiva e punteremo forte sui nostri giovani come Pizzi, Cabras, Lipparelli, Santecchi e Peppe Di Gabriele che lo scorso anno ci hanno dato tanto e siamo certi ben �gureranno in C2”. Questo in pillole il pensiero

del Presidente di Gabriele. Un anno fa in tempi non sospetti dichiarò la tentata scalata alla C2, quest’anno non ha ancora fatto chiari proclami di vittoria, ma il mercato estivo potrebbe confermare l’ennesimo alloro in campionato.


Domenica 10 Luglio 2011

almanacco

Civitavecchia & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale ed emergenza incendi 1515 • Soccorso in mare 1530 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Uf� cio Biglietti 0766.24975 • COTRAL -Servizio Pullman 0766.34230 • QUESTURA -Commissariato Polizia di Stato 0766.58341 • COMANDO VIGILI URBANI Centralino 0766.33444 • COMANDO CARABINIERI -Centralino 0766.596960 • COMANDO GUARDIA DI FINANAZA -Centralino 0766.679101 -Comparto operativo 0766.679102 • CAPITANERIA DI PORTO -Centralino 0766.366401 • Polmare 0766.5960 • POLIZIA FERROVIARIA -Sezione di Civitavecchia 0766.24260 • OSPEDALE SAN PAOLO -Centralino 0766.5911 -Pronto Soccorso 0766.846679 -Guardia Medica 0766.31624 -Croce Rossa 0766.23382 -Avis 0766.21280 • PRO LOCO -Informazioni 0766.20299 • COMUNE DI CIVITAVECCHIA -Centralino 0766.5901 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0766.23678 • BIBLIOTECA -Biblioteca Comunale 0766.370254 • Poste 0766.547231 • Tourist Information 0766.590792

31

AUGURI

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE un dolcissimo risveglio per una domenica tutta da dedicare a voi stessi..la luna

21 Aprile - 20 Maggio TORO Ed eccovi belle e pimpanti che non vedete l’ora di farvi una bella giornata al mare in

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI Che bel risveglio simpatici esuberanti e frizzanti gemellini.. anche oggi per voi

passa finalmente in posizione neutrale e vi toglie di dosso quel nervosismo che ha caratterizzato gli ultimi due giorni..il mio consiglio per voi oggi è molto semplice:fate quello che volete..senza farvi condizionare da nessuno… troppi vincoli portano oppressione e noia….LIBERATEVI!!

compagnia del vostro amore..ma dopo aver messo nel portabagagli cremine e cremette pfff…si buca la gomma..beh questi sono i dispettucci di una luna troppo dispettosa..ma conoscendovi e conoscendo la meravigliosa Venere che vi protegge sono sicuro che alla fine arriverete alla meta FAVOLOSE E SORRIDENTI

una splendida giornata tutta da passare in compagnia della vostra allegra brigata di amici non un solo pianeta vi ostacola e anzi una dolcissima venere nel segno del Cancro vi dà l’occasione di approfondire una recente conoscenza..che potrebbe presto diventare una VERA E BELLISSIMA STORIA D’AMORE

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Ci siamo!..ce l’avete quasi fatta..anzi togliamo quel quasi..oggi è domenica e

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Suvvia non state troppo a pensare a giove e a tutte le sue complicazioni.. che vi importa se quella

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Questa è una domenica talmente bella che molto probabilmente segnerà l’inizio delle vostre

sono lieto di comunicarvi che siete iperprotetti dalle stelle..tutto lo Zodiaco infatti si lancia in una danza allegra e divertente che vuole celebrare questa vostra fantastica estate..progettate le vostre vacanze se non lo avete ancora fatto e partite per un posto pieno di gente …dovete ridere scherzare ed amare.. ALLA FACCIA DI SATURNO!

somma di denaro ancora non è arrivata..se il vostro collega parla alle vostre spalle..è estate, voi siete fantastici e dovete assolutamente pensare a voi stessi al vostro benessere psicofisico e più che altro a soddisfare i vostri desideri..quanto tempo è che non vi ascoltate e pensate solo agli altri?..troppo direi..CERCATE DI PROVVEDERE

vacanze..ma anche se siete ancora obbligati a stare in ufficio cercate di prendere la vita come viene..senza farvi condizionare dalle chiacchiere della gente..e senza innervosirvi… avete tanti amici che non aspettano altro che passare un ò di tempo con voi e un amore meraviglioso che finalmente comincia a fare progetti per il futuro..vi pare poco?..AUGURI

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA E nonostante la stanchezza e qualche acciacco e nonostante gli obblighi lavorativi che ancora

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO E chi lo avrebbe mai detto che in questo periodo così impegnativo e pieno di lavoro uscisse

vi vorrebbero attaccati anima e corpo al vostro lavoro voi avete finalmente deciso di staccare un po’ la spina per dedicarvi a ciò che amate di più…fate bene cari amici della bilancia..questo è un momento non proprio brillantissimo a causa di Venere che vi guarda storta..cercate di dribblare i suoi fastidiosi scherzetti con il vostro bellissimo sorriso e tanto TANTO OTTIMISMO

Ma guarda un po’ che roba amici dello scorpione.. avete un oroscopo talmente chiaro e lampante che dà un’indicazione ben precisa..quella di godervi le vacanze e di non pensare assolutamente al lavoro..Venere vi spinge ad amar e a conquistare e un favoloso Marte vi porta a collezionare avventure una più divertente dell’altra..e voi ancora pensate al lavoro?..MA ANDIAMO…

finalmente una bella sorpresa che riguarda la vostra sfera finanziaria’..e invece è proprio così cari amici del sagittario..la Dea bndata sta passando dalle vostre parti perché vedendovi un po’ tristi ed affannati ha deciso di darvi una prova del suo potere..mi raccomando..sappiatela riconoscere..vuole vedervi ricchi..perché non giocate?..mi raccomando però…SENZA ESAGERARE

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Sì è vero.. qualcosa non va..anzi diciamocelo francamente.. questo blocco lavorativo e di denaro an-

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Non c’è che dire cari birbantelli dell’acquario.. avete una configurazione astrale talmente partico-

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Che sensazione di leggera follia cari pesciolini..una splendida Venere in Cancro

cora non si è sciolto, perlomeno non definitivamente ..cercate però di guardare i segnali positivi che arrivano dal vostro ambiente..tutto lascia sperare in un’imminente risoluzione dei problemi che vi attanagliano e vi tolgono il buonumore..e in particolare oggi che è domenica vi sentite più leggeri..e quindi mi raccomando..forza e coraggio!..e SORRIDETE DI PIU’!

lare in questo momento che vi spinge ad essere proprio un po’ malandrini..e inutilmente il vostro partner cerca di fermarvi..non c’è niente da fare..siete davvero irrequieti e più che mai insofferenti alle regole..la colpa non è vostra..sono i signori dello Zodiaco che hanno deciso per voi..assecondate quindi la vostra voglia di libertà e di divertimento..ALMENO PER OGGI

si unisce ad una sensuale Luna in Scorpione ed insieme vi donano una carica di simpatia e di dolcezza che il vostro meraviglioso nettuno non potrà fare a meno di riempirvi di coccole e baci..mi raccomando però..Marte ancora in Gemelli fa di tutto per innervosirvi..cercate di non ascoltarlo.rilassatevi e godetevi QUESTA SPLENDIDA DOMENICA

Al bambino più dolce del mondo, auguri per i tuoi 4 anni

MATTEO ASSIOMA da mamma, papà e dalla sorellina Camilla

Oggi taglia il traguardo dei 70 anni

IOLANDA LUCIANI

Alla battagliera operatrice dell’Antico Mercato di piazza Regina Margherita tantissimi auguri dal figlio Pietro e da tutta la nostra redazione

Compie oggi 1 anno la dolcissima e bellissima

GIADA

E’ bello vederti ogni giorno fare cose nuove, dire le prime paroline e fare i primi passi; l’unica cosa è che devi mangiare un po’ di più. I genitori, Livia, Herman, le sorelline Aurora e Francesca Romana Oggi compie gli anni

TOMMASO

Volevamo approfittare del giorno del tuo compleanno per ringraziarti della tua pazienza e dedizione verso di noi. Lo sappiamo di essere troppo petulanti ma vogliamo farci perdonare augurandoti un sereno e felice compleanno. Auguri dalle donne della tua vita Ciao sono Francesco e volevo augurare tanti auguroni di buon compleanno alla mia zietta

LAURA SCHIAFFINO

Si uniscono agli auguri Lucia e Stefano Rubrica in collaborazione con Telecivitavecchia Per i vostri messaggi, auguri e notizie liete inviate testo e foto a opinione .cv@gmail.com

PREVISIONI METEOROLOGICHE Domenica 10 Luglio 2011

Lunedì 11 Luglio 2011

ore 00 cielo sereno e vento da sud a 6 km/h. Temperatura di 19,3 °C ore 06 cielo sereno e vento da est a 4 km/h. Temperatura di 16,8 °C ore 09 cielo sereno e vento da est a 4 km/h. Temperatura di 24 °C ore 12 cielo sereno o quasi con cumuli sparsi e vento da sud a 2 km/h. Temperatura di 28,3 °C ore 15 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 11 km/h. Temperatura di 27,1 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 11 km/h. Temperatura di 26 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da sud/ovest a 7 km/h. Temperatura di 23,1 °C

ore 00 cielo sereno e vento da sud a 5 km/h. Temperatura di 18,8 °C ore 06 cielo sereno e vento da sud/est a 8 km/h. Temperatura di 18,5 °C ore 09 cielo sereno e vento da sud/est a 8 km/h. Temperatura di 23,6 °C ore 12 cielo sereno o quasi con cumuli sparsi e vento da sud a 12 km/h. Temperatura di 26,5 °C ore 15 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud a 14 km/h. Temperatura di 27,5 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud a 16 km/h. Temperatura di 26,3 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da sud a 11 km/h. Temperatura di 23,5 °C

FARMACIE OGGI 10 LUGLIO CIVITAVECCHIA ROSSI (DIURNO E NOTTURNO)

DOMANI 11 LUGLIO CIVITAVECCHIA TOTI (DIURNO E NOTTURNO)

LARGO CAVOUR, 4 TEL: 0766-580409

VIA XXV APRILE, 15 TEL: 0766-23047

SANTA MARINELLA VERGATI (NOTTURNO)

SANTA MARINELLA VERGATI (NOTTURNO)

VIA AURELIA, 507 TEL: 0766-537537

VIA AURELIA, 507 TEL: 0766-537537

TOLFA COMUNALE

TOLFA COMUNALE

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

ALLUMIERE COMUNALE

ALLUMIERE COMUNALE

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016


L'Opinione di Civitavecchia - 10 luglio 2011  

10 luglio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you