Issuu on Google+

p

AltoLazio News Quotidiano

Civitavecchia & AltoLazio

Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Anno II N.186 - Sabato 6 Agosto 2011 - Euro 1,00

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Sanità

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Spettacoli/1

Spettacoli/2

La stabilizzazione degli Aec è il trionfo della concertazione

I Rezophonic brillano grazie ad un concerto davvero di cuore

A Piazza degli Eventi la verve comica di Emanuela Aureli

dalla REDAZIONE a pagina 3

dI ROBERTA FRASCARELLI a pagina 19

di GABRIELE DIRAC a pagina 5

Bandoni rimossi, la passeggiata a mare torna fruibile. Il blocco del cantiere alla Marina ora fa meno male

Hanno liberato viale Garibaldi Da ieri si passeggia anche sul lato mare di viale Garibaldi. I bandoni che chiudevano l’accesso al marciapiede sono stati infatti rimossi in esecuzione dell’ordinanza �rmata nei giorni scorsi dal sindaco Gianni Moscherini, per garantire sicurezza ai pedoni crocieristi e civitavecchiesi in transito sull’area. La “liberazione” del viale ha consentito ai cittadini di prendere con�denza con l’opera, in molti, soprattutto nel tardo pomeriggio, si sono riversati nello spazio per rimirare al mare dalla riquali�cata terrazza, che è stata ripulita a tempo di record dagli operai negli ultimi due giorni. Molto apprezzato il mosaico con lo stemma comunale nei pressi della scalinata. E ora non resta che attendere Ferragosto per gustarsi “le foche” da un posto in prima �la.

Primo round contro Giro: vince Moscherini Nella lunga battaglia tra Francesco Giro e Gianni Moscherini, questa volta è stato il sindaco ad assestare il colpo vincente. Senza “sbragare” bandoni, né farsi fotografare, con la motivazione della sicurezza il primo cittadino ha liberato viale Garibaldi dalla morsa del blocco del cantiere, assicurando un Ferragosto migliore a tutti i civitavecchiesi. Quanto basta perché Adriano Fruch immagini il sottosegretario stordito dal colpo inferto, sotto gli occhi compiaciuti di Renata Polverini. Dopo i �schi a Piazza degli Eventi, per Moscherini applausi al Viale. Vedremo come �nirà... alla Marina.

dalla REDAZIONE a pagina 2

Parco Enel: prende quota Pendolari a rapporto dai carabinieri l’ipotesi Zampa d’Agnello Viaggiatori denunciati: il Sindaco Paliotta chiede spiegazioni

Vigili urbani: superlavoro tra strade e Ferragosto dalla REDAZIONE a pagina 2

Arriva la denuncia di Trenitalia alle persone che hanno occupato la stazione di Ladispoli lo scorso 31 maggio, causando un’interruzione del servizio. A questo punto ci si dovrebbe cheidere perchè invece di programmare azioni legali, Fs non agisce per migiorare i servizi... dalla REDAZIONE a pagina 6

Ritratti a penna: Maruccio si confessa di L. S. TANZIANI a pagina 4

Parco Enel, dove lo metto? Il dibattito riprende forza e la proposta della terza Circoscrizione di piazzarlo a Zampa d’Agnello, tra i quartieri di Campo dell’Oro e Uliveto, trova il consenso dell’Udc. Contrario invece il Forum Ambientalista, per il quale ha senso solo sotto la centrale.

LUNA CRESCENTE

Tra gli odori i percorsi curativi per l’anima di C. MARTORANO a pagina 8

ALLUMIERE

Festa della Musica Le note risuonano tra bande e eventi della REDAZIONE a pagina 5

TOLFARTE ’011

Suggestioni, magie e colori: la collina stupisce di REDAZIONE a pagina 5

GIORNO & NOTTE

Guida completa agli appuntamenti sul nostro litorale

dalla REDAZIONE a pagina 3

dalla REDAZIONE alle pagine 5

CALCIO

SCOMMESSOPOLI

Il Comune assegna alla società nerazzurra la gestione dello stadio Comunale

Alla disciplinare gli avvocati hanno ribadito l’innocenza del portiere civitavecchiese

Nel giorno dell’uf�cialità della serie D, il Civitavecchia ha ottenuto la gestione dello stadio comunale Fattori. Soddisfatto l’assessore allo sport Roberto Petito: “Una soluzione condivisa da tutte le società che utilizzano l’impianto e nell’interesse di tutta la città”.

“È un millantatore, faceva solo pronostici”. L’avvocato Paolo Rodella dinanzi alla disciplinare ribadisce l’innocenza di Marco Paoloni. La sentenza di primo grado è attesa per l’inizio della prossima settimana. Intanto i reality e le tv si contendo la presenza del portiere civitavecchiese.

dalla REDAZIONE SPORTIVA a pagina 28

di ALESSIA VOLPE a pagina 30

Il Civitavecchia festeggia la D con il Fattori Marco Paoloni tra difesa e reality


primo piano

2

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

Operazione compiuta - La passeggiata liberata ieri dai bandoni dopo l’ordinanza del sindaco Moscherini

Bentornato Viale V

iale Garibaldi è tornato all’antico, aspettando di poter diventare la terrazza dalla quale affacciarsi sulla nuova Marina. Per ora, in direzione mare, ci sono ancora i bandoni ma almeno è possibile avere un’idea di quello che sarà l’opera, una volta completata. E soprattutto, è possibile guardare il Tirreno e il bagnasciuga. Spettacolo non da poco, al quale i civitavecchiesi si stanno velocemente riabituando dopo mesi di cantiere bloccato. I primi a calcare il marciapiede rinnovato sono stati alcuni civitavecchiesi che, timidamente, si sono avventurati timorosi di essere cacciati via dagli operai. La presenza dell’assessore Andrea Pierfederici, che ha supervisionato per conto del sindaco Moscherini il trasloco dei bandoni, ha confermato che sì, si poteva passeggiare. Curiosità ha destato il mosaico con lo stemma comunale alla testata della scalinata: davvero un’opera pregevole. Spazio quindi ai pedoni anche in vista del Ferragosto, quando il marciapiede sarà una location ricercatissima per gustarsi “le foche” da un posto in prima �la.

Dopo il “colpo” alla Marina, ora si deve riaprire l’antemurale U

n plauso al Sindaco per la riapertura del marciapiede alla Marina, ora si deve agire sull’antemurale “Colombo”. Questo il pensiero de “Il popolo della città” nelle parole del suo rapresentante Antonio Cacace il quale esprime soddisfazione per la restituzione del marciapiede più importante ai civitavecchiesi. Nel ringrazare il primo cittadino però il movimento chiede

allo stesso e al Presidente dell’Athority Pasqualino Monti di sbloccare la diga foranea. “Anche se ci farebbe piacere, non chiediamo la riapertura di tutto l’antemurale ma solo della parte iniziale - si legge nella nota de Il popolo della città - quella sopraelevata e chiusa da un cancello, escludendo quindi la zona sensibile per la sicurezza delle aree retro portuali. Per questa forzatura con�diamo

in un tavolo tecnico tra Comune, Autorità portuale, Capitaneria di porto e rappresentanti della società civile di modo da studiarne la fattibilità a partire da un periodo di sperimentazione. L’antemurale costituisce un patrimonio storico e culturale, nonché una delle passeggiate più suggestive dell’intera costa laziale e luogo ideale per la pesca sportiva. Siamo convinti che grazie alla sinergia

tra Comune e Porto si riesca a trovare via di mezzo tra la sicurezza e le esigenze dei cittadini. La politica serve a questo”. In questi anni le richieste di questo tipo sono state molte, puntualmente senza alcun esito, questa volta però ad avanzare la proposta è un movimento “Quelli che rivogliono l’Antemurale e lo chiedono al Sindaco di Civitavecchia” costituito su Facebook con quasi ottocento iscritti.

Cantieri alla rotatoria di viale Baccelli e ai varchi elettronici su via Terme di Traiano: superlavoro per i Vigili Urbani

Traffico, giornate di fuoco S

La rotatoria di viale Baccelli; a lato in via Terme di Traiano si impiantano i varchi elettronici sotto lo sguardo dei Vigili Urbani (Foto di Maurizio Gargiulli)

Incidente in centro nel pomeriggio Feriti i conducenti dei due veicoli I

ncidente con due feriti in pieno centro nel primo pomeriggio di ieri. Lo scontro è avvenuto lungo viale Baccelli, non lontano dall’intersezione con via Annovazzi. Per cause ancora in corso di accertamento da parte degli agenti del corpo di Polizia Municipale, due veicoli si sono nscontrati quasi frontalmente. Un impatto piuttosto violento, anche se fortunatamente solo l’andatura di uno dei due veicoli era sostenuta. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, quindi tale ricostruzione va presa col bene�cio d’inventario, una delle due auto, proveniente dall’altra corsia, ha cercato di accedere ad un parcheggio a pettine: per la presenza di un terzo veicolo in carreggiata, che stava anch’esso svoltando, l’auto proveniente da sud e diretta verso largo D’Ardia non si sarebbe avveduta della manovra: di qui l’impatto. Entrambi i conducenti sono stati feriti, fortunatamente soltanto in maniera lieve. Sul posto è giunta anche un’autoambulanza anche se gli infortunati erano entrambi coscienti. I rilievi sono stati effettuati dai Vigili Urbani, che hanno temporaneamente deviato su via Etruria il traf�co proveniente da sud.

ono giornate di intenso lavoro per i Vigili Urbani. Il corpo di Polizia Municipale è infatti impegnato su numerosi fronti, in vista delle festività di Ferragosto, ma non solo per fuochi e af�ni. Ieri ad esempio è stata una giornata campale sul piano del traf�co. E’ stato soprattutto l’effetto di alcuni lavori in corso a mandare in tilt, in alcuni orari, il traf�co. In mattinata, gli agenti della polizia locale si sono dovuti concentrare su viale Baccelli: era in corso l’asfaltatura della rotatoria con via Adige, uno snodo nevralgico della viabilità cittadina, e quindi ripercussioni si sono avute �no sull’Aurelia Sud, oltre che su Mediana e viale Baccelli stesso. Altri problemi si sono registrati su via Terme di Traiano, nel tracciato più alto della strada provinciale. Le operazioni

che hanno parzialmente rallentato il traf�co erano quelle �nalizzate all’attivazione dei varchi elettronici, che vigileranno sul rispetto dell’ordinanza che non consente ai mezzi pesanti di attraversare la città. A coordinare il controllo della viabilità il maggiore Marco Di Rocco. Inoltre, sono comunque

state svolte altre attività. Una tra le più rilevanti, quella sui controlli alle attività rumorose, che è stata effettuata insieme a personale della Polizia di Stato e dell’Arpa Lazio, a seguito di esposti di gruppi di cittadini, principalmente nei confronti di locali. Veri�che suil territorio sono state effettuate anche in materia di abusivismo edilizio, sotto la supervisione del vice comandante di Polizia Municipale Remo Fontana. In�ne, sopralluoghi sono stati effettuati anche per de�nire le azioni propedeutiche alla emissione delle necessarie ordinanze per la viabilità e per lo svolgimento dello spettacolo pirotecnico di Ferragosto. Nella stessa zona, cioè quella di viale Garibaldi e aree limitrofe, ma anche presso i mercati sono anche proseguiti controlli sulla regolarità del commercio, con particolare riferimento alla presenza di ambulanti. Una risposta sul campo, insomma, d aparte del corpo di polizia municipale del comandante Carlo Sisti, corpo che è stato oggetto nelle ultime settimane di alcuni attacchi parsi strumentali, di fronte alla mole di lavoro che comunque i “pizzardoni” locali svolgono ogni giorno.


politica

Sabato 6 Agosto 2011 Civitavecchia & AltoLazio

3

Ambiente - Il Presidente Pietro Messina: piantiamo gli alberi tra i quartieri

L’Udc mira ad un Bosco Enel a portata di... Zampa d’Agnello S

i riaccende il dibattito sulla localizzazione dei quaranta ettari di bosco che l’Enel dovrà realizzare a Civitavecchia come prescrizione ambientale per la conversione a carbone della centrale di Torre Valdaliga Nord. Un’opera da tutti considerata necessaria, visto che contribuirà da un lato ad assorbire la quantità di anidride carbonica prodotta dall’impianto, e dall’altro ad abbellire la città. Ma quando si è trattato di scegliere tra circondare di verde la ciminiera o dislocarlo su tutto il territorio comunale è stata, come spesso accade a Civitavecchia, bagarre. Una voce chiara in merito, ora, arriva dal Comitato Comunale dell’Udc, che si fa sentire sull’argomento attraverso un intervento del Presidente Pietro Messina. “La proposta della Terza Circoscrizione sulla realizzazione del parco Enel a Zampa d’Agnello è assolutamente condivisibile e per quanto mi riguarda sottoporrò al partito l’argomento per discuterne e predisporre gli

opportuni interventi istituzionali che ne favoriscano la più celere attuazione. E’ passato più di un decennio da quando si è cominciato a progettare la riquali�cazione di Zampa d’Agnello, ma le note dif�coltà economiche dell’ente locale non consentono di programmare in tempi brevi un intervento che consentirebbe alla città un piccolo salto di qualità in termini ambientali e del tempo

libero. L’occasione pertanto di poter usufruire dei fondi Enel sembra veramente appropriata ed irripetibile. Lavoriamo tutti insieme per questo importante obiettivo”. Una scelta che trova molti sostenitori, anche in virtù del fatto che non tutti sarebbero disposti a fare un pic-nic all’ombra della centrale. A meno di non poter risparmiare sulla... carbonella.

Forum Ambientalista: “Si realizzi sotto la Torre” P

arco Enel dove? Facile: all’Enel. Simona Ricotti, del Forum Ambientalista, osteggiaa l’idea di rimboschire Zampa d’Agnello. “Il sindaco non può opporsi ad opere che non solo costituiscono obblighi di legge, ma che sono patrimonio dell’intera comunità e costituiscono una reale, anche se minima ed insuf�ciente, compensazione di quanto in termini di qualità della vita e dell’ambiente, la riconversione a carbone di Torrevaldaliga Nord ha tolto ai cittadini del comprensorio. Non merita-

no risposta, poi, i suoi accoliti della Terza Circoscrizione, gli stessi che volevano realizzare la strage di eucaliptus in via delle Sterlizie, che avrebbero maggiormente il favore degli abitanti di San Gordiano se, invece di impegnarsi a sostenere le posizioni del Primo Cittadino, si spendessero con eguale passione per segnalare gli innumerevoli disservizi del quartiere”. Tornando al bosco, nella Valutazione d’impatto ambientale è chiaramente speci�cato che la realizzazione del cosiddetto

parco dei serbatoi è prevista in quella speci�ca area”, dove tra l’altro si inserirà “nel percorso ciclabile fra Civitavecchia e la pineta costiera La Frasca. Né può valere il discorso che l’area risulta compromessa. La smetta, quindi, il Primo Cittadino ed abbia il coraggio di dire la verità, ovvero che l’intero territorio, area del bosco Enel e Frasca compresa, vanno sacri�cate alla realizzazione della devastante Piattaforma Italia con annesso Terminal Cina di cui nessuno sente il bisogno”.

Servizi socio-sanitari - Soddisfazione generale per l’accordo sulla stabilizzazione degli operatori Aec alla Ippocrate

Sostegno ai disabili, ventisei buoni motivi per sorridere Garanzie per i lavoratori e qualità per gli utenti: anche l’Usb approva A

nche il sindacato autonomo Usb si rallegra per l’accordo con la società Ippocrate. “La società ha accolto nostra volontà di stabilizzare personale precario, richieste per miglioramento del servizio e regolamenti sul personale, in�ne condividendo la volontà di offrire più ef�cienza ai soggetti utenti e loro famiglie. Tale progetto così come approvato pone �nalmente il punto di partenza per fornire servizi migliori agli alunni portatori di handicap e alle loro famiglie, di regolamenti a tutela degli operatori e la stabilizzazione delle lavoratrici precarie. Perciò, compiendo passi indietro e collaborando con l’amministratore unico Tarantino, abbiamo opportuno �rmare l’accordo e prevedere, una volta iniziato il progetto, la eventuale valutazione e correzioni in corso di opera”. “Al contrario di quanto si dice sul nostro modo di fare sindacato questa è l’ulteriore dimostrazione che quando i progetti aziendali tengono conto dell’utenza, dei lavoratori e della loro stabilizzazione l’Usb è sempre presente e attiva”, concludono i portavoce della sigla, Flavio Zeppa e Elisabetta Taviani.

V

entisei stabilizzazioni che tirano su il morale, in un momento in cui il trend occupazionale nel campo socio-sanitario, vedi la vicenda Calamatta, non è certo positivo. Quanto basta per far dire ad Annita Cecchi, consigliere comunale del Pdl e delegata dal sindaco alla problematica delle Aec di Ippocrate, che quello portato avanti è stato “un lavoro di gruppo che ha dato i suoi frutti”. “La stabilizzazione di questi operatori specializzati, che operano in un settore molto delicato e socialmente rilevante, rappresenta un esempio unico di sinergia tra la parte istituzionale, amministrativa e sindacale. Soltanto grazie al confronto che abbiamo voluto instaurare sia con i sindacati che con i lavoratori siamo potuti uscire

da una situazione di stallo che durava da anni. il documento �rmato ieri – sostiene la Cecchi – include numerose disposizioni indispensabili per garantire dignità e qualità sia al lavoro degli operatori Aec e sia agli alunni con abilità diverse, i quali avranno l’opportunità

Mancata illuminazione al parco Frascarelli declina ogni accusa P

L’Assessore: “Sono il primo a voler ripristinare il servizio”

arco “Baden Powell” al buio? La colpa non è mia. Sul malfunzionamento dei lampioni del parco di Boccelle interviene l’assessore alle politiche del Verde, Giancarlo Frascarelli. “Sollecito con forza il riallaccio della corrente elettrica nel parco Baden Powell di Boccelle”. Interviene così con forza a seguito della segnalazione effettuata nei giorni scorsi riguardo alcuni inconvenienti nel parco che hanno causato il blocco del sistema di irrigazione e della luce. “L’assessorato al Verde non si occupa delle pratiche inerenti gli allacci della luce e dei rapporti con l’Enel per le pratiche connesse -

afferma Frascarelli - Quindi, al �ne di arrivare ad una soluzione spedita, voglio richiamare l’attenzione di chi ha la responsabilità di occuparsi degli allacci della corrente elettrica af�nché si attivi immediatamente per ripristinare la situazione precedente e consentire così la corretta manutenzione del parco e la sua fruibilità alle famiglie e ai loro bambini”. A questo punto speriamo che effettivamente hi deve occuparsi della questione lo faccia al più presto anche perché al momento, in queste condizioni, è impensabile “godersi” il parco nelle calde nottate estive.

di essere favoriti nel loro percorso di reinserimento sociale. Voglio ricordare come l’eccezionale risultato ottenuto ieri dall’Amministrazione Comunale sia stato anche il frutto del lavoro che fu iniziato dal compianto Graziano Marsili, ex presidente di

Ippocrate, il quale aveva subito preso a cuore la situazione degli Aec”. “La stabilità del posto di lavoro, tuttavia, – afferma la Cecchi – è stata ottenuta soprattutto grazie alla professionalità e alle capacità tecniche dell’attuale Presidente di Ippocrate Carlo Tarantino, con cui ho avuto l’onore di lavorare durante questi mesi e attraverso il quale si è individuato un percorso condiviso di dialogo con i sindacati interessati”. “Un plauso – conclude – lo rivolgo al Sindaco Moscherini che mi ha concesso la �ducia nel seguire una vicenda che si risolve ora nel migliore dei modi, confermando ancora una volta la grande attenzione che questa Amministrazione rivolge all’occupazione e ai lavoratori”.

Dal Pd letterina a Babbo Natale: a dicembre portaci le primarie B

Il programma sarà presentato entro la fine di settembre

abbo Natale porterà le primarie al popolo della sinistra civitavecchiese. Quanto meno, questa è la “letterina” che è partita dal direttivo del Partito Democratico, riunitosi venerdì sera. Nonostante i messaggi non sempre di apertura verso questa soluzione che sono arrivati dagli alleati naturali del maggior partito di Centrosinistra, insomma, i Dem civitavecchiesi sembrano intenzionati ad andare avanti per la loro strada e a costringere a tali “forche caudine” quanti vogliono giocarsi la carta della candidatura a sindaco alle elezioni comunali della prossima primavera.

L’appuntamento con le primarie arriverà comunque soltanto dopo che si sarà preparata una bozza di programma elettorale. Un compito per il quale gli scudieri del partito di Pietro Tidei si sono comunque dati tempi assai stretti: “per settembre il programma sarà pronto”, assicurano dal Pd, il che lascia presagire che per molti di loro Ferragosto sarà da passare alla scrivania, o forse che in fondo quanto meno i punti salienti del “libro-contratto” da proporre agli elettori, e ai potenziali alleati, siano già pronti da qualche parte, e non serva che riordinarli e presentarli pubblicamente.


attualità

4

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

Ritratti a penna Alessandro Maruccio, Assessore dal viso d’angelo e solidi principi Quale, il suo identikit? Testardo, tenace ma diplomatico quando serve. Umile e autoironico. Maggior pregio? Sono diretto e intellettualmente e praticamente molto onesto. Peggior difetto? L’umiltà eccessiva, nel mio settore riesce meglio chi si autoincensa. Chi una guida, oggi? Non vedo guide. A titolo personale, mio padre è per me una guida. Lo considero un grande uomo. Chi un Giuda, oggi? Nel sistema sociale attuale ce ne sono tanti.

“Al giorno d’oggi vedo molti giuda ma nessuna vera guida” Tra i politici Italiani, chi butterebbe giù dalla torre? Oscar Luigi Scalfaro. Lo considero il peggior Presidente che la Repubblica Italiana abbia mai avuto. Detesto chi si �nge angelo e fa il patto con il diavolo…Tra i più recenti Di Pietro e Fini. Crescendo che cosa s’impara? Il rimpianto per qualcosa che potevi aver attuato nel passato. Quando si smette di essere giovani? Mai, perché essere giovane, di LAURA SOFIA TANZIANI

A

lessandro Maruccio è Assessore al Turismo, Commercio e Trasporti, impegno che affronta con grinta. Si considera, infatti, un assessore da battaglia. Civitavecchiese doc. proviene da una famiglia di giuristi. Avvocato lui stesso, si è laureato all’Università La Sapienza di Roma e ha lasciato l’Italia per brevi periodi al �ne di fare esperienza nei paesi anglosassoni e presso l’Università di Stoccolma. Giovanissimo e risoluto vanta grande preparazione e un carattere socievole che lo supporta nei rapporti con la gente. Appassionato della “ cosa pubblica” si presenta nel 2007 in lista Moscherini, è uno tra i candidati più giovani e più votati. Ha grande passione politica, non nella politica. Ricopre il ruolo di Consigliere Comunale per tre anni prima di diventare Assessore. Nel privato si dichiara single felice. Segno zodiacale, Capricorno Squadra del cuore, Lazio di cui si dichiara supporter accanito. Quale l’impegno per potenziare il turismo a Civitavecchia? Amo moltissimo Civitavecchia e mi rendo conto che in questo dif�cile momento per il nostro paese, diventa complesso per la città sopravvivere solo con sinergie energetiche e portuali. Il turismo può e deve trasformarsi in grossa fonte di guadagno. Per

ottenere risultati è indispensabile modi�care l’impostazione mentale dei cittadini e degli operatori turistici. Importante è acquisire amore per ciò che si fa e rispetto delle regole. Fondamentale è potenziare e migliorare i servizi, essenziale la qualità dei prodotti e la gentilezza verso il turista. Che cosa manca per realizzare il suo progetto? Mentalità e rispetto civico. I

due fattori indispensabili per mettersi al servizio del bene comune. Quale il patrimonio di Civitavecchia? E’ una città ricca di bellezza e di risorse quali un Museo nazionale importantissimo e siti archeologici che vanno potenziati. La realizzazione del progetto termale unita alla bellezza del mare e delle nostre colline può essere vincente.

“Il futuro del centrodestra è ancora un punto interrogativo” signi�ca vivere nel tempo. Dove metterebbe un accento? Sulla cura e l’attenzione alla privacy. Importante è anche

non lanciare messaggi diseducativi come l’eccessiva voglia di apparire. E dove un punto di domanda? Quale il futuro per il centrodestra. Bisogna prepararsi al dopo Berlusconi. Quali valori mette ai primi posti? Dio, Padre e Famiglia. Un trittico che non va più di moda. Meglio un giorno da leone o cento da pecora? Uno da leone perché signi�ca avere carattere e coraggio. Più rimpianti o rimorsi? Qualche rimpianto e nessun rimorso. Sono un grande impulsivo e questo lato caratteriale a volte mi ha portato a scelte avventate. Come de�nirebbe l’amore? Un sentimento importantissimo che racchiude comprensione, fedeltà, educazione e rispetto. Forse non sono ancora stato realmente innamorato perché mi sono fermato all’apparenza. L’apparenza inganna? Sì, è la prima cosa che un occhio percepisce e in questo tipo di società tutti vogliono solo apparire senza andare in profondità. La perfezione è umana? No, non c’è nel disegno divino. Se così fosse l’uomo, sarebbe perfetto. Ipotesi impossibile, da un giorno a un anno quanto vivrebbe da donna? Sono contento di essere nato uomo, amo molto le donne e

fermo restando questo, forse anche un anno. Oggi gira tutto intorno alle donne. A chi metterebbe una sveglia

“Ai civitavecchiesi metterei una sveglia sul comodino” particolare sul comodino? Ai civitavecchiesi perché devono credere molto di più nelle loro potenzialità e devono impegnarsi per il bene comune a prescindere dai colori politici che li governano. Quali le doti di un politico? Diplomazia, carisma, pragmatismo e buona capacità di comunicazione. Do per scontate onestà e preparazione. Quali i difetti? Cercare nella politica il posto di lavoro. Considero la politica, un servizio per la società e

“Vedo la vita in biancoceleste, ma non solo per la Lazio” in ambito locale è bene che lo faccia chi ha una professione alle spalle. Come si perde il buon umore politico? Quando inizia a franare il terreno sotto i piedi e l’elettorato non ti segue più. Io non l’ho ancora perso. Quale il colore della sua anima? Bianco- celeste e non solo per amore della Lazio. Sono colori chiari che non sbiadiscono. Mi ritengo limpido e trasparente. Quale un “messaggio spazzatura”? Quello che mandano Beppe Grillo e Travaglio, far credere un bene gettare a mare tutto il sistema politico italiano. Non si può non avere rispetto per le istituzioni e denigrare tutto per proprie �nalità. Che cosa è la trasgressione? La trasgressione oggi? Essere conformista. Quale lo stupore di Alessandro Maruccio? L’opportunità di un nuovo giorno per compiere tutto al meglio. Quale domanda avrebbe voluto e non le ho fatto? Tutte interessanti, ma non ho mente da giornalista, quindi do solo risposte.


giorno & notte

Sabato 6 Agosto 2011 Civitavecchia & AltoLazio

5

CivitavecchiainFestival - Le innumerevoli “facce” di Emanuela Aureli, famosa star dell’imitazione, stasera sul palco a Piazza degli Eroi

Una, nessuna e centomila di GABRIELE DIRAC

A

nna Oxa, Sophia Loren, Arisa, Antonella Clerici: quattro celebri donne di spettacolo, un unico trait d’union che si chiama Emanuela Aureli. Ternana, classe ‘73, tornado di voci, volti, movenze, che negli ultimi dieci anni ha fatto rivivere sul piccolo schermo, e sui palchi italiani, un numero impressionante di facce note. Una di quelle artiste in grado di cancellare talmente tanto sé stesse, per fare spazio alla propria arte, da aver reso la sua identità volatile, imprendibile, da aver raggiunto un grado di adesione ai personaggi imitati tale che solo il pubblico più attento potrebbe essere in grado di cogliere lei, dietro le facce comiche e straordinariamente

somiglianti, di tutti quei big che abbiamo imparato a conoscere facendo zapping in tv. Stasera, Emanuela Aureli, diventa la stella del CivitavecchiainFestival, per una terza serata dedicata alle quote rosa dell’intrattenimento, come da copione deciso dal produttore Armando Napolitano La Pegna insieme a Daniela Catone. A voler enumerare le imitazioni, le parodie, le boutade inscenate da Emanuela Aureli c’è da usare un pallottoliere: Raffaella Carrà, Monica Bellucci, Simona Ventura, Mina, Giorgia, Rita Levi Montalcini, ma anche Santi Licheri, Raimondo Vianello e Beppe Grillo. Più che imitazioni, metamorfosi pure, che partono dal profondo dell’identità e si trasformano in show, tra caricature e lampi di classe. Non a caso, è allieva di un

Dalle 21 all’Elite di via Aurelia km 66,600

Domani concerto a Tozzi e bocconi I

mostro sacro come Gastone Moschin, e ha solcato per un quindicennio gli studi di alcune tra le più seguite trasmissioni d’intrattenimento dei network nazionali, da “Domenica In” a “Buona Domenica”, dal “Maurizio Costanzo

Show” a “Ballando con le stelle”, �no a quel “Carràmba che fortuna” che l’ha lanciata sulla ribalta nazionale. Sempre, da manuale, sciorinando una camaleontica capacità di mutar pelle e strappare risate, o applausi.

l palcoscenico non sarà quello della Royal Albert Hall. L’abbraccio del pubblico, della Tozzi Family e dei Tozzicomani quello sì, affettuoso e partecipe come si conviene ad un cantautore che ha venduto quasi 90 milioni di dischi e che regala emozioni all’ascolto. Concerto di Umberto Tozzi domani al centro commericale Elite di via Aurelia km 66,600 (uscita A12 Civitavecchia Sud) dalle 21, che come ogni estate di cimenta nel tour con diverse tappe italiane. L’ultima volta che il cantuautore torinese si è esibito da queste parti è stato il 27 agosto 2005 a Tolfa dove piazza Vittorio Veneto venne gremita da quasi diecimila persone. Nonostante preferisca mantenere da sempre un pro�lo basso, con poche apparizioni in tv, Tozzi quando imbraccia

Ad Allumiere è ancora musica Oggi in scena “I Ladri di carrozzelle” con un mix di note e gusti C A oninua il viaggio tre le note in collina. Da due giorni la “Festa della Musica”, che sta animando il bocciodromo e le strade di Allumiere, è un mix tra ottima musica e squisite pietenze locali. Oggi s�leranno alle 18,30 per il paesea la banda Verdi e le majorettes di Monterosi, mentre domani alla stessa ora sarà la volta della banda di Allumiere e di quella di Tolfa. Nella serata la festa si sposta al bocciodromo, ove stasera c’è l’importante appuntamento con “Ballando sotto le stelle”, rassegna che vedrà esibirsi cinque scuole di danza loocali. Domani gran �nale con Adriano Scappini e la sua band, nonché l’atteso “Allumiere in.. canto”, concorso di giovani talenti locali. Il tutto “condito” da ottimo cibo che spazia da ricchi antipasti, a pasta fresca fatta in casa, a succulente bistecche maremmane alla brace �no a dolci tipici locali. L’evento organizzato dall’associazione “amici della musica”, ha visto gli stessi esibirsi ieri sera con colonne sonore che accompagnavano spezzoni di �lm.

Santa Marinella arriva il popolare gruppo musicale italiano rock “I ladri di carrozzelle”. La “atipica band, formata da alcuni artisti affetti da distro�a muscolare, si esibirà stasera alle ore 21,30 presso il parco “Martiri delle Foibe” in via Lombardia. L’evento e stato organizzato da “La Stella Polare Onlus” in collaborazione con la Regione Lazio e il Comune di Santa Marinella.

A TolfArte ci sono anche i Nobraino S

i spalancano le porte oggi per “Tolfarte”. Il festival internazionale dell’arte di strada di Tolfa entra nel vivo, dopo l’anteprima alla villa comunale ieri sera, con gli appuntamenti oggi e domani nel centro storico della città che vedranno esibizioni di artisti, esposizioni e megni�ci concerti. Nella due giorni, saranno circa 300 gli artisti provenienti da 12 paesi del mondo che si esibiranno in oltre 60 spettacoli di diverse discipline (giocolieri, acrobati, musicisti, saltimbanco, poeti a

braccio, clown, statue viventi, mangiafuoco, dj, vj, spettacoli di teatro di strada e di danza). Come di consueto ampio spazio alle street band e al teatro di strada, così come alle decine di esposizioni artistiche ed artigianali. Grande attesa oggi per le performance circensi dell’argentina Veronica Gonzales, della scuola di circo di Trento e di Adriano Bono e la Banda di Piazza Montanara ed in particolare della band rivelazione 2011 Nobraino. Quest’ultima si esibirà nel centro

storico stasera alle 22 per un concerto del “Bifolco tour”, i quattro romagnoli infatti sono impegnati in un lungo tour estivo che li porterà a calcare i palchi dei più importanti festival italiani. Padroni della scena saranno l’ironia e la teatralità che contraddistinguono da sempre le esibizioni della band, mentre il cantautorato dissacrante accompagnerà gli ascoltatori in un viaggio nella musica fatta di storie da raccontare. Un �lo di elettricità urgente attraversa l’ultimo capolavoro dei Nobraino

Esibizioni e esposizioni a Tolfa

“No Usa! No Uk!”, in una seduttività rock che non rinuncia alle armi dell’intelligenza e dello spirito. Non mancheranno i sueccessi della bande rilevazione

degli ultini anni , raccolti negli album “The best of Nobraino” e “Live al Vidia Club”. In questo scenario, non resta che invitare tutti a partecipare alla festa tra i vicoli, allestiti con materiale da riciclo, ove si potrà inoltre gustare i piatti tipici della tradizione culinaria tolfetana e visitare le botteghe artigianali del cuoio e della ceramica.

GIORNO & NOTTE Civitavecchia

S. Marinella

Tolfa

Civitavecchia in Festival EMANUELA AURELI SHOW Piazza degli Eventi - ore 21

Beer and music village CLOSING WEEK Via Aurelio Saffi - ore 21

TolfArte Festival internazionale artisti di strada Centro storico - dalle 28

“Gli abusi nel campo della salute mentale” Relatore la dott.ssa Emilia Kwashicka Associazione “Il Conservatorio” - ore 19 Lungomare Thaon de Revel - ore 19

Tarquinia DIVINO ETRUSCO - Vie del Centro Storico

APERIBEACH Dj set con Sandro Bartolini Little Paradise dalle 20

Allumiere FESTA DELLA MUSICA Sfilata banda di Monterosi - ore 18.30 Danzando sotto le stelle - ore 21.30 Bocciodromo comunale

la chitarra e sale sul palco con la sua band (nella quale spicca il prodigioso sassofonista detto Gianni Vancini detto Yanez) riesce a scaldare gli animi con i suoi pezzi. In tanti vogliono ascoltare i suoi cavalli di battaglia come Ti Amo, Tu, Gente di Mare e Gloria, che come di consuetudine chiude il concerto, oppure tuffarsi nelle melodie romantiche di Qualcosa Qualcuno, Se Non Avessi Te, Tu Sei di Me, Io Camminerò, Donna Amante Mia, A Cosa Servono le Mani o Lei, mentre per ricaricare le pile ci sono Stella Stai e Notte Rosa. Ma Tozzi, appena due anni fa, ha pubblicato l’album Superstar e Non Solo Live, con alcuni brani inediti come Muchacha, Petite Marie e Forse Credo in Dio, già apprezzatissimi e cantati durante i tour. Tra l’altro è in cantiere un nuovo album che verrà realizzato insieme all’arrangiatore statunitense Greg Mathieson, con il quale Umberto Tozzi ha lavorato per l’album “Tozzi” del 1980.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLO’ ACCAME Condirettore edizione Civitavecchia VIVIANA TARTAGLINI Editore Altolazio News srl Presidente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. ROBERT VIGNOLA SIMONE FANTASIA CIRO IMPERATO BARBARA FRUCH Grafici ADRIANO GRASSI Sede operativa VIA NICOLAO ARCANGELO, 5 00053 CIVITAVECCHIA TEL. 0766.671159 FAX 0766.671158 opinione.cv@gmail.com 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22.30


comprensorio

6

Dopo l’eclatante protesta del 31 maggio scorso si passa alle vie di fatto La convocazione è il preludio alla denuncia che secondo il sindaco di Ladispoli Paliotta Trenitalia presenterà presto

O

rmai è uf�ciale: i pendolari che lo scorso 31 maggio hanno occupato per protesta i binari della stazione di Ladispoli sono stati denunciati da Trenitalia per interruzione di pubblico servizio. La notizia arriva dal comune di Ladispoli che si fece subito carico del problema, difendendo le centinaia di persone che quel giorno non riuscirono a recarsi a Roma per lavoro o studio. Alla stazione dei carabinieri del centro balneare stanno contattando tutti coloro che sono stati identi�cati dalle forze dell’ordine. Probabile che si tratti della dichiarazione di domicilio, preludio alla denuncia formale che l’azienda ferroviaria vuole intraprendere. Complessivamente si tratta di una quarantina di persone. Tu t t a v i a da un punto di vista legale l’iter si presenta alquanto lungo e tortuoso per Trenitalia. Infatti spetterà alla Procura della Repubblica di Civitavecchia stabilire se effettivamente ci sono motivi validi per un procedimento opppure se si passerà ad una serena archiviazione. In ogni caso a correre in soccorso dei pendolari è arrivato il sindaco ladispolano Crescenzio Paliotta, che ha già dichiarato di voler concedere l’assistenza legale alle personbe denunciate: “Quel treno non era nelle condizioni di poter viaggiare - ha ricordato Paliotta - perché mancavano i presupposti igienico-sanitari. Bene hanno fatto le persone a scendere e a protestare per un grave disservizio. Al momento mi risulta che l’Arma stia

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

La storia - La rabbia scattò per i convogli troppo pieni L

Nelle foto di Barbara Fruch due momenti dell’occupazione del 31 maggio

Pendolari dai carabinieri

e denunce che intende presentare la società Trenitalia per la vicenda dell’occupazione dei binari, riguardano l’interruzione di pubblico servizio. I fatti risalgono al 31 maggio scorso quando il treno Ladispoli-Roma Termini delle 7.40 per un guasto non è partito e, a seguire, il treno delle 8.25 da Civitavecchia è giunto a Ladispoli sovraffollato, impedendo di far salire le persone a bordo, nonché irritando i viaggiatori sul convoglio stesso. I pendolari si sono così fatti sentire, invadendo i binari della stazione e denunciando le Ferrovie dello Stato. Proprio per questo motivo hanno rilascito nominativi e documenti alle forze dell’ordine, coscenti del fatto che tale azione poteva rivolgersi contro di loro.

L’Arma alla verifica di documenti degli occupanti della stazione solo veri�cando la genuinità dei documenti però credo che nelle intenzioni di Trenitalia ci sia la volontà di mettere in mezzo gli avvocati” la conclusione di Paliotta. Nel frattempo un misto di rabbia e rassegnazione nelle parole del rappresentante di pendolari locali Roberto Oertel. “Da tre mesi a questa parte

non è cambiato proprio nulla - afferma sconsolato Oertel i disagi per i pendolari di questa zona rimangono sempre gli stessi. I treni sono in ritardo persino ad agosto ed i mesi passati sono stati un inferno per chi ha dovuto viaggiare in ferrovia. Si parlava anche del potenziamento della tratta ma a questo proposito il rinvio

della discussione presso la Commissione Trasporti della Regione a settembre è sconfortante. Infatti se ne parlerà soltanto a settembre e noi cogliamo questo come un segnale di cattiva volontà. Insomma - conclude il rappresentante dei pendolari - non ci sarebbe l’intenzione di mettere �ne a questo scempio”.

Sulla spiaggia ladispolana si erano accumulate insieme ai rifiuti. Dal comune strali verso la stampa

Rimosse le carcasse di topi da Porto Pidocchio P

er rimuovere i topi morti dalla spiaggia di Porto Pidocchio ci sono voluti diversi giorni ma alla fine le carcasse sonbo state tolte. L’annuncio dell’intervento era stato dato dal sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta. La ditta Massimi ha provveduto a rimuovere le carcasse e l’immondizia dopo le accese e le gittime polemiche dei pescatori. Resta da capire ora se l’area verrà bonificata e se avverrà una derattizzazione così come chiedono gli imprenditori locali e i bagnanti. Il sindaco ha anche detto che “in quell’area non si potrebbe stare in quanto esiste un divieto di balneazione”. La settimana scorsa, nei pressi di Porto Pidocchio e anche a Marina di Palo sono apparsi decine di topi morti sulle rive. Spettacolo da dimenticare per i turisti che erano sulle spiagge ladispolane di Marco Polo. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia locale (dopo qualche ora anche la guardia costiera e il Comune che ha provveduto con le ruspe a rimuovere la discarica). Non solo carcasse di topi, ma anche

sapone, sporcizia e le immancabili canne. Probabile comunque – secondo il comando dei vigili urbani – che la presenza dei ratti sia da addebitare alle tardive bonifiche dei fiumi naturali sul litorale visto che in molti tratti la vegetazione non è stata ancora pulita. Oppure all’utilizzo spropositato dei diserbanti. Una situazione poi aggravata dalle forti mareggiate e dalle piogge torrenziali degli ultimi giorni. Per il Comune l’allarme degrado sembra essere costruito a puntino dagli organi di informazione. Sulla vicenda si sono espressi in particolare due consiglieri di maggioranza. L’esponente di Sel Astolfi: “Comunque ecco di nuovo la campagna contro Ladispoli e il suo mare, in piena stagione. L’anno scorso l’inquinamento, quest’anno i topi”. E quello del Pd Battillocchi: “Penso anche io sia preordinata”. Poi un’altra accusa nei confronti della stampa: “Penso che vengano modificati persino i virgolettati”. Dichiarazioni na parte le foto parlano da sé. e non sono certo un quadro edificante. Per nessuno.

Santa Marinella - All’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale ci sono i piani di zona

Allumiere - Forse causata da una sorgente. Area messa in sicurezza

di MASSIMILIANO BALDACCI

S

L’opposizione affila le armi su mare ed urbanistica Voragine in piazza Vittorio Veneto C

on l’approssimarsi del consiglio comunale presso l’arroventata sala della Biblioteca Civica di Santa Marinella, si af�lano le armi sulla questione dei piani integrati. I primi ad attaccare sono stati l’Udc, il Pd, un’Altra Città è Possibile e Futuro e Libertà che esprimono preoccupazione e dissenso. Nel comunicato congiunto, con la novità del del neo oppositore Pepe, si sottolinea come “i due Piani Integrati che andranno in Consiglio Comunale riguarderanno i quartieri Alibrandi e Quartaccia, nonostante il vincolo imposto dal PTPR, di inedi�cabilità dai 300 metri dal mare. “Per questo la minoranza vuole incontrare gli abitanti dei rioni interessati e tutti i cittadini al �ne di informare la collettività su come questa amministrazione intenda svendere e compromettere irrimediabilmente il nostro territorio”. Il comunicato sostiene che questa amministrazione “intende agire a dispetto degli abitanti del quartiere Quartaccia che dopo 40 anni non possono presentare un piano di lottizzazione, mentre ad un privato sarà consentito edi�care fuori dalle regole del piano regolatore” e che “invece di occuparsi del mantenimento delle spiagge e della salubrità del mare, controllando fossi e fogne af�nchè non ripetano gli incresciosi sversamenti di liquami, si preoccupa solo di mettere altro cemento sul nostro territorio, contro la collettività e a vantaggio di pochi privati”.

mottamento in pieno centro ad Allumiere. In piazzale dei Partigiani si è formata una pericolosa buca da mezzo metro di diametro per 8 centimetri di profondità. Per verificare di cosa si trattava è intervenuto personalmente il sindaco allumierasco Augusto Battilocchio, gli assessori oltre ai dipendenti comunali degli uffici preposti unitamente al presidente della locale sezione della Protezione Civile Costantino Regnani. Come primissimo provvedimento l’area dello smottamento è stata delimitata e resa inaccessibile. Dopodiché si è passati ad una verifica della solidità dell’area da parte dei tecnici. Stando al lavoro svolto, non ci sabbero problemi di tenuta del sottosuolo. Nel frattempo, sono

state anche buttate giù delle ipotesi sull’accaduto. Quella che sembra più probabile è un’infiltrazione di acqua chiara che ha eroso il terreno sottostante. Infatti in quel punto ci sono diverse sorgenti ed è possibile che le abbondanti piogge dei giorni scorsi abbiano ingrossato il corso d’acqua e trovando un punto debole questa è emersa. Comunque per avere delle certezze, il sindaco Battilocchio ha avuto un incontro con un ingegnere, un geologo ed un architetto, al quale hanno preso parte anche la stessa Protezione Civile e le forze dell’ordine del paese. Ormai per i cittadini la sicurezza dell’area è stata blindata anche se rimane da sistemare la voragine possibilmente evitando di doverci rimettere le mani.


attualità viterbese

& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

7

‘Quartieri dell’Arte’ porta in scena i drammi di una suora del Decimo secolo nel convento di clausura delle Benedettine

‘Progetto Rosvita’, Vetralla vola sul Corriere della Sera P

rogetto ‘Rosvita’, il Comune di Vetralla fa il colpaccio e si rende protagonista di una prima nazionale di grande livello. Tutto questo grazie alla collaborazione con ‘Quartieri dell’Arte’. Ieri mattina anche la stampa nazionale ha dato importante risalto all’evento: un’intera pagina nella sezione Cultura del Corriere della Sera e un pezzo sulle pagine romane de La Repubblica. Sempre ieri mattina la conferenza stampa di presentazione, all’interno della sala conferenze di Palazzo Gentili, con il direttore artistico di ‘Quartieri dell’Arte’ Gian Maria Cervo, il Delegato alla Cultura del Comune di Vetralla Michele Vittori e il rappresentante della Pro Loco Vetralla Andrea Natali. Il progetto ‘Rosvita’ consiste nella rappresentazione di drammi sacri scritti nel X secolo dalla monaca Rosvita di Gandersheim, il primo drammaturgo donna della storia. Prima assoluta, ma anche la prima dell’opera in epoca contemporanea. Un risultato che nasce dalla sinergia tra il festival teatrale Quartieri dell’Arte, da anni riconosciuto come uno dei principali appuntamenti per la drammaturgia contemporanea in Italia, e il Comune di Vetralla. Un’iniziativa fortemente voluta dal Sin-

Vittori “va infine a Mons. Aldo Bellocchio, Padre Spirituale del Monastero, che si è speso in questi anni per rinnovare le strutture della Casa e inserirla nel tessuto sociale vetrallese”. Gian Maria Cervo: “Quartieri dell’Arte continua il suo lavoro di portare in scena drammaturgia moderna ripescando dalla drammaturgia del passato. Questo appuntamento vetrallese, è per noi del festival, un fatto impor-

tante perché rappresenta un ampliamento dei nostri confini. Con Vetralla abbiamo trovato una grande intesa e ci sono tutte le condizioni per consolidare il rapporto tra QdA e il Comune”. Lo spettacolo è gratuito, basta prenotare i biglietti ai numeri 0761.477085 e 0761.460006. Oppure all’email prolocovetralla@libero. it. Si consiglia la prenotazione per la ristretta disponibilità di posti.

Quando la cultura promuove un territorio E’ questa la chiave per un marketing reale

N Gian Maria Cervo, Michele Vittori e Andrea Natali daco di Vetralla, Sandrino Aquilani, e dal Delegato alla Cultura Michele Vittori. Le rappresentazioni, affidate agli allievi del corso di recitazione del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma tenuto da Giancarlo Giannini, si svolgeranno – suddivise in due spettacoli – nelle serate del 6 (stasera) e 7 agosto a partire dalle ore 21.30 nel chiostro cinquecentesco del Monastero delle Benedettine Regina Pacis, aperto per la prima volta

nella sua storia ad un’opera teatrale.”Con ‘Rosvita’ – ha spiegato Vittori – vogliamo inaugurare una politica culturale di valorizzazione delle peculiarità del territorio, inserendo appuntamenti di ampio respiro in luoghi fino a oggi trascurati”. “La monaca – prosegue il Delegato alla Cultura – è il primo drammaturgo donna della storia e rappresenta un fenomeno eccezionale e straordinario nell’evoluzione del teatro. Senza aver mai visto una

rappresentazione teatrale anticipò infatti il teatro moderno nella non osservanza delle unità di tempo, luogo e azione della narrazione classica, costruendo atti unici di tono edificante su episodi del cristianesimo antico. Vogliamo infine ringraziare le Benedettine per aver aperto la propria Casa, e aver riconosciuto nel progetto un fattore di crescita spirituale e civile per il territorio Vetrallese. La nostra riconoscenza” conclude

on conosciamo nel dettaglio i prezzi per una pagina di pubblicità sul Corriere della Sera ma finirci come protagonisti di un articolo è qualcosa che non ha prezzo. Questa la sorte toccata a Vetralla, uno dei maggiori comuni della Tuscia viterbese, ma sicuramente una realtà microscopia nel macrocosmo Italia. Eppure anche Vetralla ce l’ha fatta ad avere il suo giorno di notorietà nazionale. A riprova che la cultura paga, che non è il carrozzone di raccomandati da soddisfare che si crede dalle nostre parti. La notizia del progetto ‘Rosvita’ va oltre al fatto stesso. Ci troviamo di fronte

a un’operazione di marketing territoriale di grande peso, riuscita al giovane delegato alla Cultura del Comune di Vetralla Michele Vittori. Una buona intuizione l’ha portato a sostenere il progetto messo in piedi dal noto, a livello nazionale e internazionale, festival di drammaturgia che va sotto al nome di ‘Quartieri dell’Arte’. Un esempio virtuoso che indica a chiare lettere la strada da seguire per la promozione di questa terra, dei suoi luoghi e delle sue specificità. E c’è tanto da valorizzare, tanto da promuovere a queste latitudini. Basta solo puntare sulle idee, sulla creatività e sulla qualità di ciò che si va a fare. (R.P.)


attualità viterbese interni

2 8

Viterbo & & Viterbo Sabato 6 Agosto2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Le foto del nostro reporter in mostra all’interno della cattedrale di Jenne

750esimo dalla morte di Alessandro IV, Zadro protagonista di ROBERTO POMI

I

l fotoreporter de ‘L’Opinione’ Alberto Zadro protagonista dell’ “Anno Alessandrino” a Jenne. La piccola cittadina, che ha dato i natali al Ponte�ce che trasferì la sede Papale da Roma a Viterbo, “regalandoci” il fregio di ‘Città dei Papi’, ha deciso di ricordare questo illustre concittadino. Questa domenica alle ore 11 si svolgerà, presso la cattedrale di Jenne, una solenne messa in onore di Papa Alessandro IV. Sarà celebrata da Don Gaetano Maria Saccà e rappresenta il momento di apertura dei festeggiamenti per ‘L’Anno Alessandrino’. Nello stesso giorno, alle ore 21, si aprono i lavori della conferenza su Papa Alessandro IV. Il conferenziere Luigi Scarnera presenta il suo libro ‘Il Ponte�ce di Jenne. Alessandro IV e la cristianità del XIII secolo, spunti di ri�essione’. Sempre domenica saranno scoperte le foto di Zadro su Alessandro IV, in esposizione all’interno della cattedrale del paese. “Un lavoro di ricerca - ha dichiarato il fotoreporter - che porto avanti da tempo. Farfa, Anagni, Subiaco, Ostia, Velletri e naturlamente Viterbo; sono questi i luoghi dove rimangono testimonianze di questo Ponte�ce così importante per la storia della Chiesa”.

Lo stemma di Alessandro IV

Alcuni foto e il progetto per i festeggiamenti La passività viterbese Non possiamo che essere orgogliosi e felici del lavoro del nostro collega Zadro ma al tempo stesso rimaniamo perplessi per quanto sta accadendo in città proprio sulla vicenda Alessandro IV. Mentre Jenne, città nativa, infatti si è ricordata di celebrare questo importante personaggio nei 750 anni dalla morte, Viterbo, città della morte, non ha mosso un dito. Tutto questo è imbarazzante alla luce di un impegno costante

sulla �gura di Alessandro IV, lo sforzo dell’archeologo spagnolo Alberto Pichardo Gallardo. A che punto è il progetto internazionale per il ritrovamento della segreta sepoltura del Papa che diede vita al trasporto della Macchina di Santa Rosa? Ancora una volta ci troviamo a registrare come questa città non ha una classe dirigente adeguata, a tutti i livelli. Vedere Jenne riuscire a costruire qualcosa intorno ad Alessandro IV e constatare che il progetto viterbese è ancora al palo è motivo

Le stelle del JazzUp sono “Unidisclosed Desideres”

I

di CLAUDIA MARTORANO

Emozioni ... da annusare asilico, arancio dolce, cannella, limone, rosmarino, salvia e chi più ne ha più ne metta. Non vi sto offrendo consigli culinari ma aroma terapeutici, perché secondo alcuni le essenze vegetali oltre ad essere gradevoli hanno anche proprietà rilassanti e curative. La naturopata Nicole Unger sostiene che l’ aromaterapia scioglie blocchi e tensioni psichiche e non è l’unica a giurare sull’ef�cacia degli oli essenziali estratti da vegetali, �ori, bucce di frutta, resina e legno. Così la neuroscienza da qualche anno è andata a veri�care cosa c’è dietro annusando più da vicino, è il caso di dirlo. Questi rimedi hanno avuto il loro boom intorno agli anni novanta ma in realtà hanno una lunga tradizione, la medicina ayurvedica indiana cura gli stati d’ansia col rosmarino da più di 3000 anni. Il termine “aromaterapia” fu coniato per la prima volta nel 1928 dal francese Gattefossé e con esso intendeva le proprietà bene�che e curative di alcune sostanze dette “eteriche” ossia molecole volatili ed odorose in grado di raggiungere corpo ed anima. Gli scienziati sembrano concordare sul risvolto psichico delle sostanze in quanto in grado di raggiungere facilmente il sistema nervoso centrale a partire dalla circolazione sanguigna. Dall’altro lato, gli odori stimolano l’olfatto che è l’unico senso ad essere immediatamente collegato al nostro cervello e in particolare al sistema limbico, la sede delle emozioni e dei bisogni primari come fame e sete. In un esperimento sono state testate più di cento sostanze e si è visto come le persone alle quali si chiedeva di dormire circondati da cattivi odori, avessero avuto incubi al contrario di chi invece aveva avuto un sottofondo odoroso d’arancio che riportava sonni tranquilli e particolarmente ristoratori. In un altro esperimento

Dettaglio di un dipinto nella ‘Sala del Papa’ di Anagni

Premiata l’originalità, sul palco gli Gnu Quartett

Luna Crescente B

di vergogna. Più che Tuscia dovremmo cambiare nome a questo territorio. Consigliamo di optare per Palude. Sarebbe più indicato e più veritiero agli occhi del mondo. Soprattutto eviteremmo che qualcuno possa illudersi sul futuro di questa città e possa pensare di rimanerci o addirittura venirci. In una Palude, saggiamente, nessuno mette piede e chi ci sta si sforza per venirne fuori. A meno che non voglia restare per farsi mangiare dai coccodrilli.

di laboratorio, dopo aver drogato di caffeina dei poveri topi, uno studioso riuscì poi a calmarli con vapori di lavanda e legno di sandalo. Cavie mandate in letargo mediante psicofarmaco invece, furono rimesse in forma solo usando olio essenziale di rosmarino, menta e patchouli. Un’altra prova viene dall’Università di Miami, in cui si dimostrò nel ’98 come un gruppo di studenti esposto a rosmarino, risolveva problemi matematici più velocemente del gruppo di controllo non esposto alla sostanza. Queste alcune delle ragioni per cui sono tanto di moda lampade profumate, bagni aromatici ed oli da massaggio, anche se, in riferimento a quest’ultimi, in molti sostengono che ad esercitare un misurabile effetto rilassante sarebbe il massaggio di per sé e non l’essenza inalata. Ma il tasto più dolente è certamente il fatto che per essere aromaterapeuta non occorre un percorso formativo particolare, non è cioè esclusiva di psicologi, medici e farmacisti ma di qualunque guaritore fai-da-te purtroppo, perché questo chiaramente comporta dei rischi, come quello di avvelenamento per esempio o riguardo alle sostanze che vanno evitate in particolari condizioni di salute o quelle che vanno evitate in generale perché non adatte all’aromaterapia come il rafano e la mandorla amara. Ad ogni modo, come in tutto, quel che conta è che l’uso faccia premio sull’abuso e che l’aromaterapia resti uno dei vari rimedi satellite alla psicoterapia. Se non credete che il mandarino sia un buon rimedio contro la paura, liberi di mangiarlo, semplicemente. Per rivolgere domande alla dottoressa e ricevere risposta all’interno della rubrica, scrivete a claudia.martorano@libero.it.

l 10 agosto prossimo alle ore 21,30 presso la Riserva Naturale del Lago di Vico al Centro Nautico Ristorante Fiorò, cadono le stelle su JazzUp Festival con un concerto degli Gnuquartet (nella foto): Francesca Rapetti al flauto, Roberto Izzo al violino, Raffaele Rebaudengo alla viola e Stefano Cabrera al violoncello. In occasione del concerto il JazzUp Festival consegnerà al gruppo una targa a riconoscimento dell’originalità del progetto. La targa sarà realizzata da Sogni e Nuvole, un operatore commerciale di Ronciglione da anni impegnato nella realizzazione e vendita di oggettistica di qualità. Il quartetto italiano più originale del momento, reduce dalla partecipazione a Sanremo a fianco di La Crus, interpreta brani inediti e rivisitati, che sprigionano l’energia del rock e il virtuosismo del jazz. Il risultato è un sound raffinato e unico, senza confini di genere. L’album “Something Gnu”, uscito il 2 maggio è stato preceduto dal singolo “Undisclosed Desires” che a febbraio ha scalato la classifica jazz su iTunes. L’album è l’alchimia delle molteplici e differenti esperienze artistiche degli Gnu: i palchi dei concerti rock, i live acustici, gli studi di registrazione, i teatri. Dall’entusiasmo per la musica senza preconcetti, dall’impasto di ironia e ricerca nasce questo gioiello in

musica. Preziose le collaborazioni di due musicisti di fama internazionale come

Ferruccio Spinetti (in Beat It) e Giovanni Ceccarelli (in Message in a Bottle).


& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

regione lazio

9

La Presidente della Regione tesse gli elogi del nuovo progetto, mentre i Verdi mettono in atto una protesta

Polverini: “Piano casa, uno strumento per la gente” “

Piano Casa, uno strumento per la gente”. Così lo ha definito la Governatrice del Lazio Renata Polverini nella conferenza stampa convocata ieri mattina alla Pisana. Con lei Luciano Ciocchetti, suo vice e assessore all’urbanistica, il “padre” del Piano Casa, e l’assessore alla Casa, Teodoro Buontempo. Renata Polverini ha spiegato che con l’approvazione del Piano Casa regionale, i problemi per gli inquilini che vogliono modificare la propria abitazione saranno molti meno. All’esterno della sala Tevere, nella quale si è tenuta la conferenza, i Verdi hanno messo in piedi una protesta soft, guidati dal capogruppo Angelo Bonelli, con tanto di sacchetto di cemento e carriola piena di mattoni, ma il fuori programma non preoccupa la Polverini. Quanto alle incomprensioni che erano sorte con il ministro Galan, ci pensa Giro a commentare. “Il ministro è intervenuto a giusto titolo – sostiene – da parte sua non c’è stata nessuna ingerenza. Ora esamineremo il testo approvato e avremo 60 giorni per

eventuali rilievi. Mi auguro che vada tutto bene altrimenti l’impugnazione è un atto dovuto”. Anche la governatrice rassicura gli animi. “Io non bisticcio mai con nessuno”. Poi ricorda come “non c’è

nessuna volontà di non far partecipare al processo di riforma i ministeri coinvolti e in particolare i Beni culturali. Da molto tempo stiamo lavorando a un tavolo d’intesa proprio con il ministero di Galan”.

Polemiche a parte, però, la governatrice rivendica una legge che “ci permetterà di dare risposte alle emergenze occupazionali, economiche e abitative, promuovendo la realizzazione di alloggi a canone calmierato a beneficio delle fasce sociali svantaggiate”. Ammette senza problemi che “dietro questa legge ci sono interessi economici. Per fortuna e va bene così”, afferma convinta, con l’assessore Ciocchetti, “che il Piano porterà investimenti per 1,24 miliardi, con 21mila persone occupate, a fronte di 12.000 posti di lavoro persi in due anni nel settore dell’edilizia”. La parola d’ordine, però, è quella di una legge che fatta “per le esigenze dei cittadini” e che prevede “vincoli affinché nessuno possa compiere abusi”. Nonostante il Pd annunci un referendum abrogativo: “Ho i miei dubbi che vogliano proseguire su questa strada – chiosa la governatrice – ma se andranno avanti li aiuteremo a raccogliere le firme. Così si renderanno conto di quello che la gente vuole davvero”.

L’assessore Gabriella Sentinelli commenta i dati forniti dall’ufficio scolastico regionale

“Siamo soddisfatti per l’aumento di docenti a scuola” “

L’Uf�cio Scolastico regionale del Lazio ha comunicato alla Regione Lazio l’adeguamento, per l’anno scolastico 20112012, nell’organico di fatto di 200 posti per le scuole del Lazio, distribuiti su base provinciale”. E’ quanto rende noto l’Assessore regionale all’Istruzione e Politiche giovanili della Regione Lazio, Gabriella Sentinelli. “Sono lieta per la positiva notizia – dichiara Sentinelli - e riconoscente alla Direttrice dell’Uf�cio Scolastico regionale, Maria Maddale-

na Novelli, per l’attenzione dimostrata al Lazio, seconda regione italiana per numero degli iscritti nelle scuole. La contingente situazione economico-sociale richiede, infatti, una razionalizzazione del settore, ma ciò non deve andare a scapito dei ragazzi, delle famiglie e dei lavoratori”. “Con 200 docenti in più – conclude Sentinelli – sono certa che si riuscirà a garantire meglio il diritto allo studio agli allievi e la qualità dell’offerta scolastica pubblica nel Lazio”.

L’attacco del capogruppo del Psi

Romanzi :“Assestamento di bilancio senz’anima”

La crisi economica che la Regione Lazio sta attraversando richiede responsabilità e impegno da parte di tutti” ha dichiarato il capogruppo del Psi Luciano Romanzi. “I partiti d’opposizione, già a inizio del consiglio regionale, convocato per l’assestamento di bilancio, dichiarano la loro disponibilità al dialogo che però viene prontamente respinta dal centro destra. Prevediamo la stessa arrogante forzatura istituzionale adottata per il piano casa. La giunta di centro-destra presenta un bilancio asettico, rivolto a risolvere più i problemi della maggioranza sostenitrice della Polverini che gli interessi della Regione e dei cittadini del Lazio. Totalmente inascoltato il richiamo del presidente

Giorgio Napolitano sui costi della politica. Nessun taglio agli sprechi e ai privilegi della macchina regionale. Nessun taglio alle consulenze esterne, ai benefit. Una Regione che continuerà nella sua inefficienza allontanandosi sempre più dai cittadini e dai territori. Tanti tagli al Welfare, come l’improponibile vicenda degli asili nido pubblici che, aumentando il numero dei bambini per operatore, saranno trasformati in pollai. Un assestamento di bilancio che non propone niente di nuovo anzi, peggiora il vecchio. Si continua a gestire e non a governare la Regione che invece ha bisogno di interventi strutturali proprio per il rilancio dell’economia e dell’occupazione” ha concluso Romanzi.


litorale viterbese interni

2 10

Viterbo & & Viterbo Sabato 6 Agosto2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

TARQUINIA - Duro attacco di Manuel Catini all’amministrazione dopo l’assegnazione delle borse di studio

“La Giunta si disinteressa dei giovani” di ALESSANDRO SACRIPANTI

I

l presidente del consiglio dei Giovani Manuel Catini attacca duramente l’amministrazione comunale: “Sulle borse di studio agli studenti ci hanno tenuto fuori. Ancora una volta l’amministrazione preferisce lasciare il consiglio comunale dei Giovani nel dimenticatoio”. Ma il presidente Catini ci tiene a illustrare il suo rammarico su questa vicenda: “Il mancato coinvolgimento dell’istituzione giovanile su una tematica come l’assegnazione delle borse di studio, dal valore di 500 euro agli studenti che hanno conseguito nell’anno scolastico 2010/ 2011 la votazione dei 100/ 100, dimostra completo disinteresse”. A seguito dell’esposizione dei fatti non si risparmia il presidente del consiglio comunale dei Giovani Manuel Catini, che di fatto è stato escluso dall’iniziativa, e per questo attacca senza mezzi termini la giunta esecutiva. “È ora di fare chiarezza - tuona Catini - lo scorso anno il consiglio dei Giova-

ni votò ed approvò all’unanimità con propria delibera quanto ho descritto, poi il tutto è stato sottoposto all’amministrazione, che si dimostrò favorevole nell’accettare la proposta condividendola. Da allora sino alla cerimonia finale di premiazione tutto fu concordato e condiviso in maniera esemplare - continua Catini - tralasciando anche quel modo poco

‘simpatico’ che i nostri amministratori assumevano per conquistare quella visibilità utile ai fini elettorali. Ebbene quest’anno il ‘volta faccia’, come ormai è consuetudine, verso il consiglio dei Giovani ideatore della proposta si è riproposto. Nulla è stato concordato e condiviso, è stato effettuato all’oscuro del sottoscritto. Siamo arrivati alla fine del mandato

- aggiunge Manuel Catini - ed in questi tre anni c’è stata troppa retorica sull’impegno per i giovani. È arrivato il momento di far capire come stanno le cose e come tutto viene deciso senza ascoltare e prendere in considerazione le proposte dei Giovani. Si è ancora una volta persa l’occasione di ricucire uno strappo tra giovani ed amministrazione - sottolinea Catini - ed è mancata quella responsabilità che nessuno ha avuto il coraggio di assumersi, ovvero quella di invitare il presidente del consiglio dei Giovani sedute della Giunta esecutiva dove si discutono delle tematiche attinenti ai giovani, come riportato nel regolamento approvato dalla stessa Giunta. Il dispiacere – conclude Manuel Catini è di non essere mai stato invitato nel corso del mandato. La soddisfazione invece sta nell’essere riusciti ugualmente a costruire piccole e grandi manifestazioni capaci di aggregare, coinvolgere e far divertire. Peccato che molte volte sia venuto a mancare quel dialogo costruttivo che mi auspicavo”.

TARQUINIA - Da lunedì 8 fino al 24 agosto

Al via il calendario di Teatro sotto le stelle “

Da lunedì 8 agosto prenderà il via il calendario cittadino di ‘Teatro sotto le stelle 2011’ che durerà �no al 24 agosto. A darne notizia è Giancarlo Capitani, assessore comunale delegato agli spettacoli che illustra il �tto programma dove saranno in scena Moliere, Goldoni e Plauto, nei giorni 8, 14, 24 agosto alle ore 21.30 al chiostro San Marco. Ad aprire la manifestazione, nella rassegna promossa dall’assessorato in collaborazione con Roma Spettacoli srl, lunedì prossimo sarà George Dandin, il ‘Marito Scornato’ nella commedia di Moliere con Maurizio Micheli e Benedicta Boccoli. 14 agosto sempre alle ore 21.30 ci saranno Franco Castellano e Nathalie Caldonazzo che daranno vita a ‘La locandiera’, commedia di Goldoni nella Venezia della metà del 1700, Mirandolina, giovane e affascinante, gestisce la sua attività con l’aiuto del cameriere, Fabrizio, innamorato di lei. Il 24 agosto invece l’attrice Eleonora Brigliadori sarà la protagonista del

‘Truculentus’, commedia di Plauto. L’opera prende il titolo dal nome del rustico e brutale Truculento, in riferimento al carattere del personaggio, dapprima misogino e in�ne sedotto dalla serva Asta�o.Parole di soddisfazione da parte dell’assessore Giancarlo Capitani -”Teatro sotto le stelle rappresenta uno dei vertici dell’Estate Tarquiniese. Sul palcoscenico del chiostro San Marco saliranno attori di grande talento come Maurizio Micheli e Franco Castellano, per tre rappresentazioni di grande qualità”. Il costo del biglietto èdi 15 euro, e potranno essere acquistati all’Uf�cio Informazioni Turistiche (tel. 0766.849282, email: info@tarquiniaturismo.it), sito alla Barriera San Giusto. Una serie di spettacoli di alto livello che partono dalla commedia latina di Plauto ai grandi classici moderni di Moliere e Carlo Goldoni, si preannuncia quindi che il grande teatro è di scena a Tarquinia e torna al chiostro San Marco con ‘Teatro sotto le stelle’. (Ale Sac)

TARQUINIA - Disponibili le archeoguide per i più piccoli TARQUINIA - Lettera aperta del consigliere Marco Tosoni del gruppo ‘Per il bene di Tarquinia’ al sindaco

A spasso con gli Etruschi Tante perplessità sull’Autostrada Tirrenica R

N

ella necropoli etrusca del Calvario di Tarquinia, i piccoli ospiti sono i benvenuti. Per i bambini, infatti, sono dettaglio Archeoguidadisponibili le speciali archeoguide create appositamente in forma di cartone animato. Le archeoguide raccontano in maniera accattivante e divertente la vita dell’antico e misterioso popolo etrusco e sono soprattutto un ottimo mezzo per imparare senza perdere di vista il divertimento. Sono insomma l’ideale per trascorrere una giornata d’estate all’aria aperta, accompagnati fedelmente da racconti e ricostruzioni basati sui dipinti delle tombe della necropoli, patrimonio dell’Umanità Unesco. Anche per gli adulti sono disponibili delle comode audioguide per ammirare e conoscere autonomamente i tanti particolari che emergono dai dipinti.

Tarquinia, culla della civiltà etrusca, è senza dubbio una tra le mete più importanti del Mediterraneo per gli appassionati di archeologia e arte antica. Ed è attraverso le tombe dipinte della necropoli che rivive l’affascinante mondo dei Tirreni. Le immagini degli affreschi, di oltre 2500 anni fa, scorrono come un libro aperto, aiutandoci a carpire i desideri, le passioni e i costumi delle genti etrusche. Durante la visita si può anche osservare l’ampia e suggestiva veduta verso la collina dove sorgeva la “Civita” etrusca. Presso la necropoli del Calvario è inoltre presente un ampio punto ristoro e un’area attrezzata per break all’aperto. Anche nel mese di agosto, ricordiamo che sono sempre in corso le degustazioni dei prodotti delle terre etrusche: vino miele e dolci per una pausa gustosa e rilassante tra una visita e l’altra.

iceviamo e pubblichiamo da Marco Tosoni del Gruppo consiliare autonomo “Per il bene di Tarquinia”: “Egregio sindaco, Le invio alcune osservazioni sulla questione dell’Autostrada tirrenica, rappresentate da Italia nostra e dal Movimento no coke Alto Lazio durante l’audizione alla commissione ambiente della camera dei deputati sul progetto dell’Autostrada Tirrenica. Lei con la sua maggioranza avete approvato il tracciato autostradale, nel 2008, quel tracciato, totalmente diverso dall’attuale, presenta gravi criticità, che andrebbero valutate di nuovo, in un consiglio comunale aperto,per dare alla cittadinanza un’informazione mai avuta su come cambierebbe il nostro paese con la realizzazione dell’Autostrada TIRRENICA sovrapposta all’attuale SS Aurelia, togliendo a tutti una strada gratuita, per una a pagamento, deturpando e rovinando l’intero territorio. I cittadini hanno il diritto di sapere cosa rischiano con la realizzazione di un’autostrada, quando potrebbero avere la messa in sicurezza della SS Aurelia, una trasformazione meno impattante per il territorio, e magari con più possibilità per le aziende locali di partecipare alla realizzazione. CRITICITA’ LEGALI Tra le maggiori criticità del progetto che prevede che l’autostrada per 35 anni sia gestita dalla SAT (Società Autostrada Tirrenica), una società privata. A questo proposito c’è una forte anomalia: il Presidente della SAT , Antonio Bargone, è anche Commissario governativo per l’Autostrada

Tirrenica: gli interessi del Pubblico e dello Stato Italiano non coincidano necessariamente con quelli “privati” della SAT. E’ un gravissimo con�itto di interessi. Purtroppo in Italia, troppo spesso Infrastrutture e Opere Pubbliche sono espressione di �nanziamenti illegali. Chi controllerà la gestione dell’infrastruttura quando controllore e controllato sono la stessa persona? CRITICITÀ ECONOMICHE Ci sono altri problemi: è lecito privatizzare una strada demaniale? Quello dell’Aurelia sarebbe il primo caso di consegna ai privati di un tratto essenziale del sistema stradale pubblico italiano. Un privato –occorre aggiungere- che ottiene un appalto da più di 2 miliardi di euro senza gara europea. La SAT e il Governo vogliono fare in fretta. Le procedure vengono accelerate. Il Ministero Infrastrutture ha convocato per il 3 Agosto 2011 una conferenza dei servizi nonostante sia ancora in corso la Valutazione di Impatto Ambientale. Ci dice la SAT: occorrono 2,3 miliardi per costruire l’A12 Tirrenica . Ma basteranno? Purtroppo l’esperienza insegna che molto spesso nella costruzione delle Infrastrutture Statali ci sono degli “sforamenti” tra il 20/30 %. Secondo i nostri esperti economici un mutuo a 30 anni per 2,3 miliardi prevede interessi per 150/180 milioni di euro all’anno. Come si otterranno queste risorse? Con il project �nancing lo Stato non dovrebbe intervenire. La SAT sostiene che riuscirà ad andare in pari con il pedaggiamento di circa 31.000 automobili di media giornaliera su base annuale. Peccato che oggi circolino sull’Aurelia solo

17.000 veicoli. Come si può essere sicuri che ci sarà quasi il raddoppio dei passaggi? E se ciò non avvenisse? Chi pagherà le perdite? Non vorremmo che si ricadesse nel vecchio sistema italiano per il quale i pro�tti vanno all’imprenditore privato (Caltagirone, il Monte dei Paschi di Siena, la Lega delle Cooperative) e le perdite allo Stato. Cosa potrebbe succedere se il prezzo del petrolio e quindi della benzina salisse molto? E con l’aggravarsi e prolungarsi della crisi economica? CRITICITA’ TECNICHE: Le complanari da sempre sono distruttive per il territorio. Nel progetto SAT non esistono come sistema completo e, non garantisce alla popolazione il diritto di traf�co agricolo e civile di chi non può o non vuole pagare il pedaggio. Nel tratto che interessa Tarquinia non ci sono strade alternative, solo la litoranea verso Civitavecchia, che andrebbe condivisa con mezzi pesanti e mezzi agricoli, rendendola ancora più pericolosa dell’attuale Aurelia, ma per andare verso Grosseto? Gli espropri: la zona presa

in considerazione è economicamente una zona molto pregiata e utilizzata: case, case di vacanza, ville, agriturismi, aziende agricole, alberghi, campeggi. Per centinaia di famiglie che hanno a ridosso dell’Aurelia l’abitazione, o il luogo di lavoro, l’autostrada è una soluzione catastro�ca come denunciano ogni giorno i giornali riferendo di manifestazioni popolari. Per tutti questi motivi, è stato chiesto alla Commissione Ambiente di approfondire le problematiche e invitare il Governo e il Ministro Matteoli a riesaminare l’intero progetto uniformandosi alle direttive europee che esplicitamente consigliano di moderare il ricorso alle autostrade e incentivare invece modelli di mobilità intermodale come la navigazione e le ferrovie. In conclusione il progetto , dopo 43 anni che la SAT ci lavora sopra, è ancora in molte sue parti inde�nito, distruttivo e costoso. Il punto di vista dei cittadini è che l’interesse del Pubblico, ripetiamo, sia servito meglio da una strada statale messa in sicurezza che risulta essere meno impattante per il territorio e la realtà economica che vi prospera. Ciò vale anche per l’economia nazionale che sopporta in questo momento pericolosissime tensioni. Sabato 6 Agosto nel consiglio comunale indetto per le ore 8.00, lascerò al Presidente del Consiglio Comunale la richiesta di consiglio comunale aperto, credendo nel suo valore democratico dei consigli comunali, senza paura di confronti e senza chiusure preconcette, proprie della politica partitica, cercando un momento di condivisione del grave stravolgimento che potrebbe accadere, al nostro paese qualora si avviasse il progetto dell’Autostrada Tirrenica”.


& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11

MONTALTO - Obiettivo Comune interviene sulle percentuali di diminuizione degli stipendi

“Giunta e impiegati: due pesi e due misure” PESCIA ROMANA - La città farà da sfondo allo spettacolo itinerante di Francesco Cerra

Arriva la fantasia con ‘Alice nel paese delle meraviglie’ L di GIOVANNI CORONA

A

Montalto di Castro, in tempi di crisi, c’è chi si riduce lo stipendio: leggendo le determine però ci si accorge di differenti percentuali di riduzione. Il gruppo Obiettivo Comune dice la sua su quanto accaduto: “Dopo le tante cattive notizie –affermano i membri del gruppo- eccone una buona: il sindaco e i suoi assessori, dopo essersi alzati lo stipendio in mo-

menti di crisi, se lo riducono del 10%. Visto che le casse comunali come noto sono ormai vuote, la giunta Carai ha fatto un “ulteriore sacrificio”: ha abbassato del 50% gli stipendi -Determina n° 1047 del 18/07/2011- degli impiegati dello staff del sindaco -nel pieno rispetto della parità dei trattamenti: assessori e sindaco del 10% e gli impiegati del 50%-. Un Obiettivo Comune è quello di garantire la parità dei trattamenti: ma i nostri amministratori che tanto

parlano e si riempiono la bocca ti tante parole, cosa sono disposti a fare? A cosa sono pronti a rinunciare? Al potere, ai soldi o alla poltrona? L’unica cosa sicura è che hanno rinunciato alle idee per far progredire la nostra comunità! E’ ora di porre fine a questo modo di amministrare –concludono i componenti di Obiettivo Comune- che crea solamente cittadini ed impiegati di serie A e di serie B.

unedì 8 Luglio, l’estate di Pescia Romana si tingerà di un alone di fantasia: con la regia di Francesco Cerra verrà messo in scena lo spettacolo itinerante di strada basato sul romanzo di Lewis Carroll, intitolato “Alice nel paese delle meraviglie”. Provate a chiudere gli occhi…così, bravi. E ora immaginate di vedere apparire, come dal nulla, un Gatto. Piano, non così veloci! C’è ancora soltanto una zampa, poi l’altra: ecco il suo corpo peloso e ciccione…la coda…la testa…e, dentro la testa, ecco disegnarsi due grandi occhi, un muso e, in�ne, un enorme sorriso sornione…Ma, che succede?! Di colpo è scomparso! Ora c’è di nuovo! Ora non c’è più! E adesso, chi vi è passato accanto? Uno strano signore in cappello? Vi sembra di conoscerlo?...Scommetto che vi viene voglia di seguirlo per vedere dove va…Ma cosa

TARQUINIA - L’Università Agraria sceglie di anticipare i tempi per garantire maggiore partecipazione delle imprese

Taglio dei boschi, pubblicati i bandi pubblici I

n via di pubblicazione i bandi pubblici per il taglio dei boschi gestiti dall’Università Agraria di Tarquinia, siti tanto alla Roccaccia che all’Ancarano. Cambio di strategia dell’Ente Civico che di fatto aumenta i lotti riducendo la super�cie degli stessi. “Abbiamo agito in anticipo sui tempi – spiega il Vice Presidente Pierangelo Conti(nella foto) – la pubblicazione dei bandi già nel mese di luglio è novità importante, resa necessaria dalla crisi del settore.

I bandi anticipati dovrebbero garantire maggiori imprese interessate. Sempre nell’interesse dell’Ente e venendo incontro alle esigenze delle aziende del comparto, abbiamo elevato il numero di lotti riducendo la super�cie degli stessi, aprendo di fatto anche alle realtà medie e piccole. Minori rischi, e possibilità di controllo diffusa rappresentano un obbiettivo importante, soprattutto per il mantenimento delle viabilità forestali esistenti – continua Conti

– presupposto fondamentale anche per una corretta campagna antincendio”. Come previsto dal piano di gestione forestale, oltre 111 ettari catastali, divisi in cinque lotti. Un introito prezioso per l’Ente che ricomprende anche la quota parte riservata all’utenza. Il lavoro degli uf�ci e dei tecnici incaricati – aggiunge Conti – ci permette di entrare sul mercato in anticipo, ponendo i presupposti per tagli tempestivi, indispensabili per le

rotazioni ai �ni del pascolo, e aggiudicazioni a prezzi maggiori rispetto a quelli previsti dalle basi d’asta. “Il taglio dei boschi – conclude Conti – soprattutto in quelli con specie vegetali come le nostre, appare indispensabile per la conservazioni dei boschi, di cui parte integrante è il pascolo dei bovini con la necessaria pulizia del sottobosco. Per questo è fondamentale il rispetto delle stagioni silvane e la rispondenza al progetto di taglio.

c’è dietro quella porta? …E dentro quel giardi- no? Se credete di non avere la chiave giusta per entrarci, basterà girare l’angolo; e se vi verrà paura, �schiettate; poco importa se la musica verrà fuori tutta stonata.Alice viene de�nita la prima bambina della letteratura. Una bambina? Cosa c’è di interessante nella vita di una bambina? Il fatto che non sia ancora stabilita, che possiamo metterci nelle stesse scarpe di Alice e sussurrarle di scegliere una strada anziché un’altra, stare a guardare a cosa va incontro e capire cosa noi siamo diventati attraverso le scelte che trasformano lei. Alice compie un viaggio di ricerca, di esplorazione o di semplice fuga, che procede di tappa in tappa; ma non esistono programmi o punti di arrivo: che si vada a destra o a sinistra, il percorso è sempre in avanti. Sospensione del traf�co, stra-

de e piazze sgombre d’auto. La scenogra�a non avrà bisogno né di un palco né di un impianto luci e né di un’ampli�cazione, ma saranno la città stessa con i suoi vicoli ed i suoi abitanti a fare da sfondo allo spettacolo. (G.C.)


montefiascone

12

Viterbo & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

L’ex assessore è convinto che l’osservazione approvata dalla maggioranza in consiglio presenta molte irregolarità

Centro storico, l’affondo di Ceccarelli di MICHELE MARI

L’osservazione approvata dalla maggioranza nell’ultimo consiglio comunale presenta delle notevoli irregolarità. Per questo ho inviato tutta la documentazione, con allegati gli articoli di giornali, alla Regione Lazio e alla Soprintendenza”. Così Massimo Ceccarelli, ex assessore al’urbanistica ed attualmente consigliere di opposizione in merito alla questione delle osservazioni presentate sul piano particolareggiato del centro storico di cui una approvata nell’ultimo consiglio comunale. A dovere di cronaca, nell’ultimo consiglio comunale del 29 giugno, sono state discusse le due osservazioni presentate dai cittadini (la prima da Anna Maria Chiatti e la seconda da Laura e Claudia Maria Panichi: la prima è stata approvata con una votazione di 4 a 3 con 8 astenuti; mentre la seconda non è stata approvata con votazione di 3 a favore e tre contrari. Nelle osservazioni presentate al piano si parla di due terreni in via Oreste Borghesi che secondo il piano devono essere lasciati come giardini storici e come parte integrante per non deturpare le mura medievali della città, mentre i proprietari avrebbero fatto redigere un progetto per la costruzione di un palazzo a più piani. “Ho potuto constatare

-aggiunge Ceccarelli- leggendo ed analizzando attentamente tutte le carte, una gravissima irregolarità nell’ osservazione approvata. Infatti vi è la piena disponibilità del cittadino di cedere una modesta porzione di terreno al comune, nell’incrocio tra via Giuseppe Contadini e via Cevoli, per una eventuale costruzione di una rotatoria, come contropartita al fatto che in quel terreno di via Oreste Borghesi si possa costruire. Ma ho scoperto che quella particella (la numero 1011del foglio 47) non è di proprietà della signora che ha presentato l’osservazione. E’ una cosa gravissima. Per questo chiedo che l’osservazione stessa venga bloccata immediatamente perché del tutto illegale”. Il consigliere di opposizione inoltre si chiede: “Com’ è possibile che il presidente del consiglio, il sinda-

co ed il segretario comunale non se ne siano resi conto di questa enorme assurdità?”. Ceccarelli parla anche dell’intero iter che ha portato all’approvazione di una delle osservazioni: “Tutta la vicenda mi lascia decisamente perplesso. Infatti nella riunione dei capogruppo convocata dalla maggioranza non è stata presentata la cartellina che doveva contenere tutta la documentazione, in merito alle osservazioni, nonostante avessi sollecitato a rintracciarla il prima possibile. Ma invano. Poi -aggiunge il consigliere- è stata esaminata l’osservazione prima di comporre, come recita la legge, la commissione all’urbanistica. Nel corso delle votazioni il sindaco Cimarello è uscito dall’aula consiliare perché incompatibile alla discussione di un atto riguardante un congiunto ed in�ne delle

due osservazioni presentate una viene approvata e l’altra, di cittadini con�nanti, è stata invece bocciata quando in questo caso il sindaco era invece presente. Inoltre il presidente del consiglio sollecitava la votazione alzando per primo la mano”. Ceccarelli continua: “Mi chiedo come mai, prima di portare in consiglio l’osservazione, non sono stati interpellati i tecnici che hanno redatto il piano e mi riferiscono agli architetti Biccheri ed Ingrosso? Loro erano perfettamente a conoscenza del parere negativo dei tecnici della Regione. In conclusione ho spedito tutta la documentazione alla Regione ed alla Soprintendenza per portare a conoscenza di come stanno distruggendo le mura antiche della città e due giardini storici”. Inoltre Massimo Ceccarelli replica alle dichiarazioni, sempre in merito a questa tematica, a Melani: “Mi chiedo inoltre -continua- se Giorgio Melani parla come esponente del Pd o come agente immobiliare. Voglio far presente a questo signore che nessuno ha mai contestato la validità delle osservazioni. Quello che contesto è l’approvazione. Nessuno ha mai contestato la prassi adottata”. Conclude: “Mi auguro che vengano ritirate tutte le deliberazioni del consiglio comunale. In caso contrario sarò costretto a passare tutta la documentazione alle autorità competenti”.

L’appello dell’assessore ai proprietari di appezzamenti che si affacciano su strade pubbliche

Cacalloro: “Tenete puliti i terreni” G

iorgio Cacalloro, assessore con deleghe al commercio, �ere e mercati, agricoltura, strade di campagna, verde pubblico, economato e trasporti, interviene sulla pulizia dei terreni privati che si affacciano sulle strade pubbliche. “I terreni che si affacciano sul fronte stradale -esordisce Cacalloro- devono essere tenuti perfettamente puliti. Molti tratti di questi terreni privati nella città sono completamenti abbandonati e questo, decisamente,

garantisce uno spettacolo decisamente indecoroso soprattutto dal punto di vista turistico. Una delle zone interessate è proprio nei pressi e a ridosso della Rocca dei Papi. Con i nostri dipendenti e i nostri mezzi non possiamo intervenire su super�ci, di proprietà dei cittadini, che si affacciano sulle strade poiché abbiamo già oltre 80 chilometri di strade da pulire e quindi non si può e non si deve assolutamente intervenire su queste proprietà private. A

tal proposito abbiamo spedito, per l’anno in corso, delle lettere di avvertimento. Infatti vi è un regolamento che obbliga ogni proprietario a tenere pulito ed in modo decoroso la parte di proprietà che si estende sulle strade pubbliche”. “ Non vogliamo fare multe -continua l’assessore- o prendere provvedimenti drastici. Dall’anno prossimo si interverrà invece con delle sanzioni a chi non si attiene al regolamento. Lasciare sporche e abbandonate

a se stesse quelle parti di terreno crea anche la possibilità di sviluppo degli incendi e deturpa i nostri meravigliosi panorami. Per esempio sul fronte del lago ci sono molte zone interessate da questo problema. Speriamo che tutti accolgano e comprendano la missiva nella giusta e dovuta considerazione. Si darebbe un nuovo slancio al paese anche da un punto di vista estetico”. (M.M.)

Fiera del Vino, la Pagliaccia sulla sua collaborazione

“Una consulenza a titolo gratuito” F

abiana Pagliaccia, direttrice artistica della 53esima Fiera del Vino, con una ef�cace nota, in merito ad un articolo su una testata locale, precisa: “Il rapporto di consulenza e direzione artistica con il Comune di Monte�ascone è completamente a titolo gratuito e riguarda solo ed esclusivamente la programmazione artistica degli intrattenimenti della Fiera del Vino 2011, che per la cronaca, è costata quanto una sola serata della 50^ edizione della Fiera del Vino”. Inoltre nella nota si riporta anche un breve curriculum di Fabiana Pagliaccia: “Fabiana Pagliaccia -continua la nota- è iscritta dal 2001 alla Camera di Commercio di Viterbo n. 124226 come produttore radiotelevisivo e discogra�co; in questi dieci anni ha prodotto e realizzato con questa struttura decine e decine di eventi in ogni parte d’Italia”. “Inoltre -continua la nota- ha realizzato decine di produzioni in collaborazione con SONY MUSIC il colosso mondiale dell’Entertainment in qualità di cantante e autrice, nel 2003 è stata invitata da Sony Music al MIDEM di Cannes (Francia) a rappresentare la nuova canzone italiana”. Fabiana ha anche l’accredito uf�ciale per partecipare al Giro D’Italia, alla Mille Miglia, al Festival di Sanremo, a Miss Italia, ecc.. e molto spesso è stata presente”. La nota: “Fabiana Pagliaccia è diplomata in Lingue straniere con bachelor in inglese ( Trinity College) e Francese, ( Academie Francaise) il che non guasta. Ha collaborato inoltre nel 2005 e 2006 con

l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Viterbo con nomina di Direttore artistico di Tuscia Music Festival; all’allestimento del cartellone artistico della 46-47-48-49 ^ edizione della Fiera del Vino; alla direzione artistica su nomina dell’assessorato politiche giovanili di Monte�ascone di numerose rassegne musicali”. Conclude: “Vi evitiamo, per ovvie ragioni di spazio, il lunghissimo elenco di personaggi del mondo dello spettacolo con cui la nostra direttrice artistica ha avuto rapporti di collaborazione. Sono oltre 100 gli eventi seguiti e diretti dal punto di vista logistico, tecnico ed organizzativo”. (M.M.)

Il presidente del cda, Ubaldi, aveva fatto presente la potenziale pericolosità della vegetazione incolta per il rischio incendi

Villa Serena, tagliata l’erba confinante con la struttura I

l Comune di Monte�ascone ha incaricato la ditta Giraldo Giuseppe al taglio delle erbe del terreno con�nante con “Villa Serena”. Il costo dell’operazione ammonta a 1680 euro. Il terreno dove vi erano delle erbacce è proprio con�nante con la casa di Riposo Villa Serena. Il presidente Consiglio di Amministrazione della struttura, Angelo Ubaldi, ha fatto presente al Comune che sul terreno in questione è nata spontaneamente una folta ed abbondante vegetazione, che con l’inoltrarsi della stagione estiva e del clima siccitoso, può costituire un serio pericolo per l’edi�cio, a causa di un eventuale incendio. Per questo, al �ne di evitare tale pericolo il Comune si è attivato ed ha redatto una determina con cui si incarica la ditta Giraldo a compiere tempestivamente il lavoro. (M.M.)


& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

13

ACQUAPENDENTE - Affollato il convegno tenuto sul tema dallo studioso Alberto Piccini

Albarelli, un focus interessante S

abato 23 Luglio alle ore 17.00 presso il Museo della Città di Acquapendente si è svolta una conferenza di Alberto Piccini su “Gli enigmi degli albarelli del servizio B, Bo, B parafatto”. Dopo la presentazione del Direttore del Museo Renzo Chiovelli, il saluto dell’Assessore alla Cultura Dottoressa Alessandra Terrosi e con la presenza del Sindaco Alberto Bambini, prende la parola lo studioso milanese Alberto Piccini, esperto di storia della maiolica del Rinascimento italiano, che prima del suo intervento in sostituzione di Claudio Casadio Direttore della Pinacoteca Civica di Faenza assente per motivi di salute, riepiloga brevemente 150 anni circa di “bibliogra�a” sul “servizio B”. Tutto inizia nel lontano 1873 con il FORTNUM che attribuisce gli albarelli alle fornaci di Faenza, segue nel 1913 lo studioso tedesco Falke che li assegna a Siena pensando che la sigla Bo sia la �rma di Benedetto da Siena. Appena un anno dopo viene smentito dal Rachkalm Direttore del Victoria and Albert Museum di Londra, che riassegna il tutto a Faenza; nel 1974 la studiosa francese J. Giacomotti nelle schede dei 4 vasi del Louvre insiste ancora su Faenza, dagli inizi degli anni ’80 del secolo scorso, esplode la caccia al centro di produzione ceramica di questi vasi diventati nel frattempo famosi: Castelli d’Abruzzo, Deruta, Montelupo, Urbino ed ancora Faenza, coinvolgendo gli studiosi più im-

portanti europei e statunitensi. Perché tanta curiosità ed attenzione ? Gli alberelli del Bo sono effettivamente tra i più belli della maiolica del XVI° secolo, sono dipinti con smalti molto brillanti e vetrosi (compreso il rosso ed il lustro), istoriati con immagini suggestive, ma probabilmente ciò ha scatenato l’attenzione di collezionisti, studiosi e curatori di Museo di tutto il mondo sono le allegorie amorose ad alcune immagini erotiche. Piccini si chiede perché nella città di Acquapendente da sempre “papalina” e “guelfa” , siano state dipinte e cotte quasi tutte le maioliche del periodo, con temi erotici ed amorosi (unico enigma del Bo insoluto!). Lo studioso che di è origine toscana ma vive e risiede a Milano da oltre 40 anni, spiega come sia arrivato a scoprire la ceramica aquesiana dopo aver studiato quella di Ravenna, spinto dalla ricerca spasmodica del “Petal-Back”, il decoro principe della Superbottega e la grande maiolica di �ne XV° ed inizi del XVI° secolo. Ad Acquapenden-

te in questo periodo operano vasai che provengono da Siena, Pesaro, Ravenna ed altri centri minori, che insieme ai �guli itineranti della Superbottega, si integrano perfettamente con una realtà locale di tradizione secolare realizzando il miracolo, la magia, tra arte, tecnica ed alchimia, di quel fenomeno produttivo meraviglioso che va appunto sotto il nome di “PetalBack”. Poi Piccini comincia a svelare gli einigmi” iniziando da quello che ha turbato i sonni di tanti studiosi per oltre un secolo; dove sono stati prodotti gli albarelli del Bo? In quale centro di produzione ceramica ? Certamente qui ad Acquapendente assicura Piccini e lo dimostra con sicurezza proiettando oltre 200 immagini tra cui i 23 albarelli conosciuti più due inediti (uno ritrovato recentemente in loco), citando documenti di archivio, frammenti e scarti di fornace e tutto ciò che serve allo studioso per far luce su eventi così lontani nel tempo. Piccini presente una serie notevole di concordanze tra i decori

presenti sulla spalla e sul piede degli albarelli Bo e quelli sui vasi arcaici (prima metà del XIV° secolo) dello scavo di S.Agostino in Acquapendente e che insieme alla identica disposizione dell’immagine primaria dipinta in due riquadri �lettati, delinea una specie di mosaico di indizi e di prove molto convincenti. Nella seconda parte della conferenza lo studioso spiega che la sigla B, BO, B paraffato apposta sul verso dei vasi, è la �rma del pittore itinerante di origine pesarese Bartolo di Tommaso di Pace (terza generazione dei Pace di S.Angelo in Lizzola). I 25 vasi superstiti appartengono a più spezierie private prodotte tutte ad Acquapendente nell’arco di circa 40 anni e non portano iscrizioni farmaceutiche probabilmente perché contenevano sostanze afrodisiache , droghe etc. Dopo il relatore principale la Giuliana Gardelli di Rimini, illustra nel suo breve ma ef�cace intervento la parte artistica ed iconogra�ca relativa agli albarelli Bo e dell’in�uenza nettissima dell’opera gra�ca di Nicoletto da Modena sui �guli della bottega dei Marini e de Pace. In�ne Gincarlo Bojani, il famoso ceramologo già per decenni Direttore del M.I.C. di Faenza chiude l’interessante convegno aquesiano confermando le tesi del Piccini e della Gardelli pur con qualche distinguo. Molta gente in sala, tanti collezionisti, antiquari, studiosi, addetti ai lavori venuti da ogni parte d’Italia ed applausi �nali per i relatori.

SAN LORENZO NUOVO - 34°edizione

Torna la Sagra degli Gnocchi

di FULVIO MEDICI

A

San Lorenzo Nuovo dal 11 al 18 agosto, si rinnova l’appuntamento della sagra degli gnocchi. E’ giunta alla 34esima edizione, la sentita manifestazione gastronomica, che vede come interprete principale il rinomato tubero dell’Alto Lazio, nella cornice di piazza Europa dove si svolge l’evento. Nelle serate si alterneranno diversi gruppi o solisti per allietare il sempre numeroso pubblico che di certo anche quest’anno non mancherà di assaggiare i prelibati gnocchi, preparati con diversi condimenti. In attesa della sagra e della �era che si svolgerà, sempre l’11 ma nella mattinata, intanto stasera alla stadio comunale, la locale sezione dell’Avis del presidente Fabio Ciccioni, ha organizzato il 2° memorial ‘Vecchie Glorie’. L’incontro di calcio è previsto per le ore 21,00. Per domani sera è stata programmata la III edizione della notte bianca, dall’eloquente titolo, ‘Nessun Dorma’, comprende un vasto programma di spettacoli e degustazioni, in collaborazione con tutte le associazioni e i commercianti. Con inizio alle ore 19,00, si continuerà per tutta la notte con itinerari gastronomici nel centro sto-

rico che per l’occasione sarà attraversato da un simpatico trenino elettrico. Diversi i punti di ristoro, dove molte delle realtà locali si sono organizzate per proporre al massimo due portate per ogni punto: le pizze fritte saranno preparate dall’Avis, il pesce fritto dal Lazio club, l’Acli preparerà i baccaletti per primo e il baccalà per secondo, fritti misti per l’associazione ‘pane e acqua’, l’associazione teatrale avrà il compito di soddisfare i più golosi, porchetta per l’associazione sportiva, il ‘Pergolino’ si cimenterà nella classica grigliata di carne e nella gustosa zuppa inglese, amatriciana, formaggi e fagioli con le cotiche per piazza Pergolino, tortellacci di cinghiale e bujone per ‘Libera Caccia’, fantasia di secondi preparati dal centro anziani, cornetti con la nutella preparati dall’alimentari Levantini e i gustosi bomboloni del bar ‘Lo Spuntino’. Dalle 22,00 diversi gli eventi in programma, si inizierà con la recita dei bambini della scuola primaria, gli ‘Sbronzi di Riace’ in concerto al Bar Cavallino, il parco giochi per i più piccoli al Bar Centrale, concerto Country al Bar Zanzibar, la pesca di bene�cenza e all’interno dell’aula consiliare del Comune la mostra fotogra�ca.

ACQUAPENDENTE - Il distretto montano è l’unica possibile soluzione

Ospedale, finalmente una buona proposta I

l sindaco di Acquapendente dopo numerose ‘imbeccate’ riesce a proporre qualcosa di buono per il futuro dell’ospedale. La proposta sull’ospedale e la ferma decisione di pretendere il distretto montano, unica ancòra di salvezza per la garanzia della tutela della salute pubblica, in più occasioni sia dalle pagine del nostro quotidiano, che dalle proposte della minoranza, sembravano interessare, �no ad oggi, solo ‘marginalmente’, il primo cittadino, af�datosi troppo spesso al politico di turno del suo schieramento. Quei politici che come l’On.

Sposetti, ancora oggi cerca di ‘salvare la faccia’, scrivendo alla presidente della regione Lazio in maniera del tutto tardiva, basti pensare che il documento presentato e votato all’unanimità dalla conferenza dei 14 sindaci del circondario di Acquapendente è dello scorso febbraio e qualcuno dovrebbe dire all’ex tesoriere dei Democratici di sinistra, che quel documento, per la sua quasi totalità è stato redatto da uno di quei componenti della minoranza del consiglio comunale aquesiano, che Sposetti al semi deserto dibattito alla festa dei democratici in

piazza Girolamo Fabrizi di Acquapendente si è permesso di apostrofare con il termine di cretini. Lasciando da parte le polemiche e non le precisazioni, ci auguriamo che molti altri ‘cretini’ sposino questa inevitabile battaglia per la tutela del nosocomio aquesiano. Ribadendo che la ricerca dei meriti per qualsivoglia intervento dei politici di qualunque schieramento ha ormai perso di qualsiasi valore e ef�cacia, e se il circolo del Pd di Acquapendente non se ne fosse accorto, anche di qualsiasi interesse pubblico. (F.M.)


14

comprensorio

Viterbo & AltoLazio

GiovedĂŹ 4 Agosto 2011


comprensorio

& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

15

VETRALLA - Un’ottantina di genitori si sono ritrovati giovedì sera in piazza del Comune

Scuole, è nato un comitato spontaneo di EMANUELE FARAGLIA

L

e rassicurazioni del sindaco e l’annuncio di una conferenza stampa che si svolgerà proprio stamattina non placano il vento delle polemiche sulla questione scuole. Giovedì sera in piazza del Comune si è riunito per la prima volta un “Comitato spontaneo apolitico” di genitori preoccupati dello stato dell’edilizia scolastica di Vetralla. “Con la costituzione di un comitato vogliamo dare voce a chi singolarmente non l’avrebbe” dice una mamma. Sono un’ottantina in tutto, forse di più, e tutti preoccupati, un po’ frastornati, sicuramente agguerriti. “La politica non c’entra. Il primo obiettivo è evitare la scuola di pomeriggio. Lo impongono motivi sia di carattere familiare che pedagogico”. Tante le idee, le proposte che vengono enunciate. Sul comunicato ‘ufficiale’, quello in cui i convenuti sono invitati a mettere la propria firma, si legge: “Il Comitato chiede la convocazione di un consiglio comunale aperto per conoscere l’effettiva situazione e le possibili soluzioni da concordare in-

Un momento della riunione del Comitato spontaneo apolitico dei genitori in piazza del Comune sieme, al fine di garantire un regolare svolgimento delle lezioni nell’orario antimeridiano, escludendo qualsiasi proposta che influisca negativamente sia sul rendimento dei bambini che sulle esigenze organizzative o lavorative dei genitori, nonché sulla loro vita sociale”. Di tanto in tanto rimbalzano notizie che generano ulteriore malumore: “In segreteria mi hanno detto che i lavori alla scuola elementare sono fermi da un mese. Ho chiesto

al vicesindaco se hanno analizzato soluzioni alternative nel caso in cui la scuola non sia pronta per settembre. Non mi ha risposto...”. Poi qualcuno fa sapere che almeno un risultato è stato raggiunto: “Abbiamo chiesto ed ottenuto un incontro con l’assessore provinciale alla Formazione e Politiche Sociali Paolo Bianchini, si terrà il 18 agosto”. Numerose le domande che vengono poste: “L’istituto di Mazzocchio può ospitare

delle aule? Quale sarà l’effettiva disponibilità di aule il 9 settembre? L’aula della prima elementare di Tre Croci è disponibile? Insomma vogliamo capire se ci sono soluzioni concrete e praticabili ed esigiamo risposte alle esigenze di tutti i genitori”. Poi arriva l’amara testimonianza di una mamma: “A Cura siamo senza una scuola da tempo ormai. Alcuni bambini sono stati portati a Tre Croci, altri a Mazzocchio, altri ancora a Vetralla, ma i disagi

ci sono. Mancano perfino le aule per fare laboratorio”. Un’altra donna quasi urla: “Le scuole vanno sistemate tutte. Bisogna sapere se il Comune è in grado di farlo. La vera soluzione sarebbero i container. Tanto per avere una tranquillità didattica”. Poi è la volta dell’unica insegnante presente all’incontro, la dottoressa Gabriella Norcia: “Sono qui anche in rappresentanza degli altri insegnanti. A noi nessuno ad esempio ha mai detto se la scuola è agibile o meno. Riguardo alla nascita del comitato, poi, vorrei dire che è una forma di democrazia. Ma anche che esiste già un comitato nato per il problema delle mense. Se nasce un comitato per ogni emergenza si rischia di disperdere le forze. Domani (oggi, ndr) si riunisce il consiglio di circolo dove voi avete già dei rappresentanti. Forse sarebbe meglio muoversi attraverso i canali istituzionali”. Le risponde proprio un rappresentante di circolo: “Non siamo ancora stati informati. Al consiglio riporteremo quanto è stato discusso stasera”. Poi viene fatto il punto sulle mosse intraprese in consiglio comunale: “Già il 9

luglio – spiega il consigliere di Sel Giulio Ferrara – erano state chieste delucidazioni e la cosa grave è che nessuno ha risposto. Successivamente Gidari ha chiesto una risposta scritta, obbligatoria per legge entro quindici giorni, ma non è successo nulla. Il 29 luglio scorso è stato quindi ufficialmente richiesto, a firma dei cinque consiglieri della minoranza, un consiglio straordinario aperto per capire la situazione sulle scuole”. A questo punto, entro venti giorni dalla richiesta, si dovrebbe formare una commissione per decidere quando convocare il consiglio. In conclusione è Walter Mancini a fissare i tre punti prioritari del programma a breve scadenza del comitato: partecipare alla conferenza stampa per ascoltare cosa ha da dire l’amministrazione e se esiste una calendarizzazione; capire la disponibilità delle aule nel territorio comunale; infine capire se la via dei container è praticabile oppure no. Insomma i genitori vogliono essere informati e nei prossimi giorni la tensione sulla questione scuole è destinata a rimanere alta.

VETRALLA - Dalla Provincia 2,5 mln di euro per le strade TUSCANIA - Lo spettacolo ad ingresso libero di Tradizione Maremma apre i festeggiamenti in onore dei Santi Patroni

Vetrallese, presto i lavori Questa sera ‘Il miracolo dei Santi Martiri’ I

D

opo anni di abbandono si torna a parlare di lavori di manutenzione sulla strada che collega Vetralla a Tuscania. Una strada tuttosommato trafficata che nel corso degli anni si è andata via via deteriorando e che periodicamente è stato teatra di incidenti. Non mancano infatti le curve, mentre è totalmente assente la segnaletica per non parlare dell’illuminazione. Ecco allora che appare ‘salvifico’ l’intervento del consigliere di Tuscania Fabio Bartolacci che ha invitato l’assessore Santucci a dare delucidazioni in merito ad alcune aree specifiche tra cui appunto la strada Vetrallese per cui, assieme alla situazione della Dogana per Montalto di Castro, non

sono più rinviabili interventi di definitiva sistemazione. Ebbene pare proprio che dalla Provincia siano stati approvati i lavori di manutenzione. In particolare dalla provincia sarebbero pronti 2,5 milioni di euro per la provinciale Ronciglionese (dal Km 0.345 al Km 4.930), provinciale Cunicchio, la Valleranese (dal Km 2 al Km 7,580), la Verentana (dal Km 7 al Km 9 e dal Km 20,7 al Km 22,), la strada Dogana (dal Km 11,5 al 14,9) e appunto la provinciale Vetrallese (dal Km 6 al Km 18.6). Dunque non resta che attendere fiduciosi l’inizio dei lavori, con la speranza di una messa in sicurezza di una strada per troppo tempo lasciata a sé stessa.(E.F.)

niziano questa sera i festeggiamenti per i Santi Martiri Veriano, Secondiano e Marcelliano: i Santi patroni della città di Tuscania. La tradizione vuole che al tempo dell’imperatore Decio, il 9 agosto, in località ‘Colonia’ fu sferrata sotto le direttive del prefetto Valeriano una cruenta persecuzione contro i Cristiani. Della stessa caddero vittime Secondiano, illusttre personaggio ‘togato’ che viveva a Roma e facava le veci del prefetto Valeriano, Marcelliano, uomo assai istruito la cui fama si andava diffondendo ovunque e Veriano, loro comune amico, anch’esso personaggio istruito e colto che insieme agli altri prese parte a lunghe conversazioni che li avviarono alla conversione. I tre che un tempo avevano perseguitato accanitamente i Cristiani, vennero giudicati dal consolare Promoto nel tribunale allestito nel foro di Centumcellae dove, dopo essere stati torturati, vennero condannati alla decapitazione. Dopo i loro corpi avrebbero dovuto essere dispersi in mare. Così fu. La decapitazione avvenne a Colomacio ma i corpi, scaraventati in mare, vennero raccolti e ricomposti da un servo di Dio di nome Deodato che li seppellì a Santa Marinella. In seguito Centumcellae si convertì, così nell’anno 322 si decise di traslarvi i corpi dei tre Martiri. Vi rimasero �no a quando, anni dopo, quando Centumcellae era ormai caduta in malora, i tre Santi dimenticati nell’oblio, non apparvero in sogno all’arciprete di Orchi(Norchia), castello della diocesi di Tuscania. Questi riferì

il sogno al Vescovo di Tuscania e rapidamente la notizia si diffuse tanto che ora ben quattro castelli pretendevano di conservare le spoglie dei Santi: Corneto, Blera, Barbarano e Turrena Volturna. Per sedare la diatriba il Vescovo decise che i corpi dei Martiri sarebbero stati caricati su un carro trainato da due giovenchi indomiti che lo avrebbero trasportato senza alcuna indicazione. Dove i giovenchi si fossero fermati, lì dovevano essere custoditi i corpi. Così fu. Dopo una breve pausa a Corneto il carro raggiunse la città di Tuscania. Era il 648. Da allora il culto dei Santi Martiri e la loro venerazione è stata ininterrotta e molti sono i racconti sui miracoli operati dai Santi. Il più prodigioso è sicuramente quello che avvenne verso la �ne del XIV secolo. La città di Tuscania venne assediata dai Brettoni. Un giorno poco prima dell’alba venne sferrato un attacco alle mura. I tuscanesi si precipitarono sul posto per respingere gli invasori ma sulle mura apparvero tre �gure con �accole accese. I cittadini vi riconobbero i tre Santi Patroni che tanto avavvano pregato af�nché li liberassero dai predoni. I Brettoni pensando che si trattasse di tre condottieri della città vi si scagliarono contro ma furono respinti. L’intervento dei tre Santi permise alla città di scon�ggere i Brettoni e costringerli alla fuga. Questo è il miracolo scelto dall’associazione Tradizione Maremma per aprire i festeggiamenti in onore dei Santi con una rappresentazione teatrale che si terrà questa sera alle ore 22,00 presso il

parco Torre di Lavello. Già nel pomeriggio in piazza Torre di Lavello sarà possibile prendere parte alla degustazione dei prodotti tipici della tradizione tuscanese, come i dolci dei Santi Martiri, che si protrarrà �no al termine dello spettacolo teatrale con una vera e propria festa. Lo spettacolo, completamente gratuito, rientra nel ‘progetto Santi Martiri’ messo a punto dall’associazione per valorizzare le festività patronali. Domenica 7 agosto, al Campo Maccarri, alle ore 18,30 avrà luogo la ‘provaccia’, ovvero il sorteggio degli asini che prenderanno parte al ‘Palio dei Santi Martiri’per ciascuno dei tre Terzieri della città. La ‘provaccia’ sarà intervallata da vari spettacoli, equestri e non. Sempre dalle ore 18 e 30 verrà servita porchetta nostrana dalle ‘Macellerie CCM di MastroPietro’. Alle ore 22,00 si terrà la processione solenne dei SS. Martiri con �accolata a cavallo. Luned’

8 agosto alle ore 11 nella chiesa dei SS. Martiri(S. Lorenzo) si terrà la messa solenne celebrata dal Vescovo e la benedizione di asini e fantini dei terzieri. Alle ore 21,00 un corteo storico con sbandieratori partirà da largo Tor della Vela e arriverà al campo sportivo Maccarri dove avrà luogo il Palio del Somaro dei SS. Martiri. Il vincitore si aggiudicherà il Palio dipinto dall’artista Federica Tossini. Sempre al campo Maccarri, alle ore 19,00 avrà inizio la ‘Cena dei SS. Martiri’con menù da 7 euro, per la grigliata mista di suino, a 9 euro per la tagliata di carne tuscanese. Per chi la preferisse, sarà possibile gustare la ‘�orentina’ a soli 2 euro l’ etto. La carne, servita e cucinata dalle ‘macellerie CCM di MastroPietro’ potrà essere scelta personalmente. Per info e prenotazioni, consigliate per la cena: 0761 443575; 3389724956. L’ingresso e la partecipazione agli spettacoli sono completamente gratuiti.


comprensorio

16

Viterbo & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

CIVITA CASTELLANA - Di fatto, la sbarra posta all’altezza di 2,20 metri impedisce l’ingresso

Area camper, interdetta o no? FABRICA DI ROMA - Tre anni fa si perse nei boschi

di SIMONA TENENTINI

M

a l’area camper di Civita Castellana è interdetta o no? Qualche tempo fa, su segnalazione di alcuni utenti, avevamo posto l’attenzione su un problema di non poco conto, visto che, tra l’altro, nella stagione estiva il turismo dovrebbe essere incentivato. A Civita Castellana invece, succede il contrario: i visitatori vengono ‘scoraggiati’ a tal punto che preferiscono non trattenersi più di tanto in una città con le mille potenzialità e le nulle valorizzazioni. Rientra in quest’ambito la sbarra posizionata all’ingresso dell’area camper di via Terni, attrezzata per il caricoscarico. Una misura adottata da un giorno all’altro, senza alcun preavviso e senza nessuna indicazione, perlomeno all’inizio, relativa all’esistenza di un’altra area nelle vicinanze. La motivazione uf�ciale che ha spinto l’amministrazione ad adottare un simile provvedimento è stata quella che il sito viene usato anche come elisuper�cie, quindi l’eventuale presenza dei camper impedirebbe il decollo e

Si è spento Lino Nerbano C

l’atterraggio degli elicotteri di soccorso. Qualche tempo dopo il nostro servizio, è iniziata a circolare la versione che in realtà le cose non stavano così come le raccontavano i camperisti, che l’area non era off limits e che i limitatori impediscono l’accesso solo ai mezzi di una determinata altezza. Ora, basta dare un rapido sguardo alle foto perchè ognuno possa farsi un’opinione personale. Le sbarre sono posizionate a 2.20 metri, l’altezza dei camper varia dai 3.20 m per i mansardati ai 2.60 m per i pro�lati o semintegrali. Quindi, se la matematica non è un’opinione, basta fare un rapido conto!

CORCHIANO - Animali in grado di garantire lo sviluppo sostenibile e la prevenzione degli incendi

Nelle Forre sono tornati gli asinelli C

orchiano, il paese dei monumenti naturali, delle forre e della via Amerina, per la sue caratteristiche geomorfologiche e climatiche costituisce un unicum al mondo: biodiversità, antichi sentieri e tagliate viarie, testimonianze archeologiche. In particolare, il monumento naturale delle forre, rappresentato dal tipico paesaggio tufaceo e solcato dalle acque del Rio Fratta, un af�uente del Tevere, e istituito nel 2008 con decreto regionale per conservare e valorizzare quarantaquattro ettari di territorio, con i suoi numerosi habitat, permette la presenza di diverse nicchie ecologiche, sfruttate da una fauna ricca e diversi�cata. Da oggi, lungo l’antico sentiero della fede mariana, che dal borgo conduce alla chiesa

rurale di Santa Maria delle Grazie, dove è conservata una raf�gurazione della «Madonna in trono con il bambino» risalente alla seconda metà del secolo XVI, abbiamo l’opportunità di incontrare quattro asinelli amiatini. Animali sapienti, parsimoniosi, scaltri, umili e simpatici. Gli asini sopportano qualsiasi situazione. Sono animali da lavoro e socievoli, anzi, dei veri animatori e educatori. Pensiamo alla loro presenza nei reparti pediatrici ospedalieri, nei centri di riabilitazione e psicoterapia, nelle carceri così come negli orfanotro� in passato. Non da ultimo, l’asino riveste un importante ruolo nello sviluppo sostenibile di una società oramai depauperata di materie prime e devastata

da inquinamento, asfalto e cemento. Inoltre, rappresenta un simbolo della decrescita felice. Nelle forre tende a mantenere pulite le aree a ridosso dei sentieri e del Fratta e aiuta a prevenire gli incendi nel sottobosco. Infatti, è un diserbante ecologico, mangia ortiche, rovi, spini, foglie e

rami secchi. Pertanto, gli asinelli sono tornati �nalmente a vivere negli ambienti naturali e ad accompagnare, con la simpatia che li contraddistingue, viandanti, visitatori, turisti e pellegrini. Per non parlare poi della gioia che suscitano in grandi e bambini nel vederli e nell’accarezzarli.

La scuola dell’Infanzia riaprirà regolarmente o scorso 3 agosto si è tenuta una riunione del comitato genitori VignanelloVallerano avento come oggetto l’avanzamento lavori presso la scuola dell’Infanzia. Ecco il resoconto dell’incontro, riportato sul sito a cura di Nino fanti: “All’incontro erano presente il Sindaco, il Direttore dei Lavori, rappresentanti della Ditta appaltatrice ed alcuni membri del Comitato. I lavori si fermeranno per due settimane dall’8 al 21 agosto. E’ stato riscontrato, tra l’altro, che sono da mettere in opera

gli in�ssi interni, i sanitari, l’ascensore. I sanitari sono già stati approvvigionati, mentre gli in�ssi e l’ascensore arriveranno alla ripresa dei lavori alla �ne delle ferie estive. Anche se è stata garantita la regolare apertura della Scuola, il 12 settembre secondo il Calendario Scolastico Regionale, è stato fatto presente che alcuni lavori di ri�nitura si protrarranno ancora per qualche tempo e che la cucina sarà disponibile per ottobre, possibilmente al termine del periodo di accoglienza. Il giardino sarà inizialmente

dal suo allontanamento. Oggi, a tre anni dall’accaduto, che tenne in apprensione la sua famiglia e tutta la cittadinanza non possiamo dimenticare l’impegno dei volontari del soccorso, diretti da Alessio Capitoni, animati come sempre da tanto senso del dovere e abnegazione i quali regalarono, con il ritrovamento del Sig. Lino, alti tre anni di vita per lui e di gioia per la moglie e i �gli. A Lino Nerbano che ha lasciato questo mondo, travagliato da tante nefandezze, l’addio per sempre. Alla sua famiglia le condoglianze più sentite della redazione. ( E.M.)

VASANELLO - Originale iniziativa oggi e domani

VIGNANELLO - La certezza fornita nel corso di un incontro che si è tenuto in questi giorni

L

i piace ricordare quella giornata di settembre del 2008, quando percepimmo un grande interessamento dell’intera popolazione, angustiata per l’allontanamento ingiusti�cato, dalla propria abitazione, del simpatico Lino, l’ometto sempre ben vestito e accompagnato, seppur di statura e corpo minuto, suscitava tanta tenerezza al passaggio. Lino Nerbano, il gentile vecchietto, che passeggiava tutti i giorni per Via Roma, e che nel settembre di tre anni fa, tenne tutti col �ato sospeso, quando si allontanò senza avvisare nessuno, vivendo un giorno e una notte all’addiaccio. Giovedì scorso ci ha lasciati nella maniera naturale, a 90 anni nella sua abitazione. Ieri, alle ore 16,00 il rito funebre nella chiesa Madonna della Pietà di Fabrica di Roma. Quando si smarrì aveva 87 anni, e come alcuni nostri lettori sicuramente rammentano, il suo involontario allontanamento dalla famiglia suscitò immediatamente la partecipazione della cittadinanza alla sua ricerca, come quello delle forze dell’ordine in genere e in particolare i volontari del soccorso civile di Fabrica di Roma, i quali non si risparmiarono nelle ricerche, tanto che venne trovato sul greto del fosso Rio Fabrica, ancora in vita poco dopo le ore 15,00 dopo oltre 24 ore

indisponibile sia per esigenze del cantiere sia per la posa di pavimentazione antitrauma. A seguito dell’incremento di iscritti (20 bambini) nel prossimo anno scolastico, è necessaria un’ulteriore aula rispetto a quelle di progetto: si è ipotizzato di ricavarla intervenendo sul lato sinistro dell’androne con conseguente ridimensionamento dell’ingresso. Continueranno i lavori per la realizzazione dell’asilo nido, il cui completamento è stato prospettato per la �ne dell’anno. Il Sindaco ha dichiarato la

completa disponibilità delle aule della Scuola Elementare, per cui tutte le classi della primaria saranno ospitate nel loro edi�cio; per la palestra è prevista la realizzazione di un’intercapedine per eliminare le in�ltrazioni nella parete controterra. I membri del Comitato hanno richiesto un incontro per l’inizio di settembre. Il Comitato auspica che il fermo estivo del cantiere, anche se limitato, non abbia realmente ripercussioni sulla regolare apertura della Scuola dell’Infanzia il 12 settembre”. (Sim.Ten.)

La ‘Magia del Gelato’ all’Angoletto Goloso U

n appuntamento da non perdere assolutamente, per grandi e piccini, quello di oggi e domani all’Angoletto Goloso di Vasanello. In coincidenza con la chiusura al traf�co di Piazza Vittorio Veneto (iniziativa di cui siamo venuti a conoscenza in maniera del tutto casuale), il bar ha deciso di ‘ritagliare’ uno spazio dedicato ai più piccoli con giochi, animazione e, irresistibile novità, la ‘magia del gelato’. In pratica viene miscelato il composto base del gelato con l’azoto liquido che, essendo a temperature bassissime, all’incirca intorno ai -200 ° , riesce a creare una nuvola di fumo bianco simile a quella di un calderone magico. E pouf! Quando il fumo svanisce nell’aria ecco che nel contenitore si è composto il gelato. Un’originale novità insomma. L’appuntamento è per stasera a partire dalle 22.00 e domani dalle 18.30 in poi all’Angoletto Goloso di Vasanello. (Sim.Ten.)


& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

17

Una serata di alto livello in programma nel centro del paese

I Meganoidi a Fabrica di Roma

di ERNESTO MALATESTA

S

arà una notte d’incanto, lo dicono tutti. C’è molta attesa tra i giovani e non, per il solito vecchio motivo che è lecito, almeno, una serata l’anno fare pazzie, con moderazione. Tanta musica e di valore, tanta allegria, un pasto frugale, leggero adatto ai giovani, ma anche una cena raffinata da gran gourmet, annaffiata con gli ottimi vini italiani e tanta birra. La prospettiva è una sola essere allegri, fuori di testa insieme agli amici. Per rimanere in tema la serata è un ritaglio di una stoffa più ampia dalla quale sia il Comune, sia la Pro-Loco, sia il ristorante “ Il Veliero” hanno estratto una popò di serata da mozzare il fiato. Il luogo? Al centro di Fabrica di Roma nell’ampio parco, “Le Vallette” con ampio parcheggio, a tre passi dalla centrale via Roma. L’ora? Dal tramonto all’alba. Non è d’obbligo l’abito scuro e non si paga il biglietto. Tutto il resto è buona musica. Mettete insieme, giovani, estate, birra, stand enogastronomici, un pizzico di quella spensieratezza tutta estiva e di voglia di divertimento e aggiungete la musica dal vivo: il risultato sarà Saturday Night Live. Questo di seguito il menù della serata: stasera il parco de “Le Vallette” sarà invaso di musica vera: quella dal vivo, quella che si ascolta insieme, che unisce come poche cose sanno fare. Tre gruppi, tre generi musicali, per un unico e lungo sabato sera: partenza con i Doppio Malto alle 19:00, a seguire The Shiver e dulcis in fundo i Meganoidi. Appuntamento alle 19:00 per l’apertura degli stand gastronomici e l’inizio del concerto - spettacolo dei Doppio Malto: risate a suon di swing, rhythm and blues,

rock & roll e funk, musica condita di storie ironiche e borderline. I Doppio Malto, come la birra di fronte alla quale nel 2005 a Tarquinia nacque la band, approderanno a Fabrica di Roma con un concerto che attraverserà 40 anni di storia musicale, dai ’60 fino ad oggi Ma Saturday Night Live sarà anche metal melodico con The Shiver, una giovane band viterbese ma già dal respiro internazionale. I loro album, interamente in inglese, li hanno infatti portati in giro per l’Europa per concerti e tour, come quello del 2008 in Gran Bretagna e Belgio, a seguito dell’uscita del loro primo album “Inside”, e quello del 2010 in Europa, nato sulla scia del loro ultimo album “A New Horizon”. Saturday Night Live si chiuderà poi in bellezza con i Meganoidi che saranno a Fabrica di Roma per una delle date del tour “Al Posto del fuoco”, titolo del hanno portati alla ribalta, come “Meganoidi vs la municipale” e “Zeta Reticoli”. La band genovese, nata nel 1997, ha esordito come gruppo ska, intraprendendo poi un percorso artistico che l’ha progressivamente portata verso nuove sonori-

tà, come dimostra “Al posto del fuoco”, opera Saturday Night Live è inserita in “R…Estate”, il cartellone dell’estate fabrichese, che tra

cinema all’aperto, concerti eventi, suona come un invito a fermarsi in paese con la garanzia che non ce ne sarà da pentirsi!

Una delle tradizioni più suggestive della provincia in scena a Gallese

Attesa per ‘La Bengalata’

Spettacolo mozzafiato del ‘Tuscia OperaFestival’

A piazza San Lorenzo è la notte di Otello

E

’ senza ombra di dubbio la tradizione gallesina più famosa tanto che ogni anno, puntuali, la sera del 7 agosto, si riversano a Gallese centinaia di visitatori per assistere a uno tra i più suggestivi e particolari spettacoli pirotecnici al mondo: la Bengalata in onore del Santo Patrono di Gallese San Famiano. Il momento è sempre suggestivo: centinaia di persone attendono sotto le mura di cinta del centro storico di Gallese l’arrivo della statua del Santo Patrono

e al suo passaggio una grande pioggia di fuoco, come un doveroso saluto del paese al suo protettore, inonda le mura illuminandole a giorno e lasciando tutti stupefatti con il naso all’insù. Poco si sa su questa spettacolare ed emozionante tradizione che comunque stupisce ogni volta che viene riproposta. Qualche anziano di Gallese ricorda la sua comparsa per la prima volta nel 1950, in occasione dei grandi festeggiamenti che si organizzarono per l’ottavo centenario della morte di San Famiano. Festeggiamenti fastosi che videro anche la riconsegna della chiesa del Santo dopo il lungo restauro che la interesso per riportare la basilica alla struttura originaria. Rovistando tra le carte dell’epoca è venuto alla luce il manifesto con il programma della festa. Si parla di una processione tra le vie del paese il 7 agosto a sera e di una “Grande illuminazione a Bengala delle Mura Merlate realizzata dal celebre maestro Pulcinelli di Caprarola e offerta dal cavaliere Famiano Tronati” �ssata per le ore 22.00.

Il termine “Bengalata”, quindi, ancora non compare, però si evince la volontà dei festaioli di “illuminare a giorno le Mura Merlate”, forse a ricordo di quell’8 agosto 1150, quando i gallesini di allora illuminarono a giorno la via che percorreva la salma di San Famiano dalla casa di Ascaro, dove era morto il Santo, dentro il Centro Storico di Gallese, �no all’orto sottostante le mura, luogo che San Famiano avrebbe prescelto per la sua sepoltura. In effetti oltre alla Bengalata, viale san Famiano, durante il passaggio della Solenne Processione del 7 agosto a sera, è stato sempre costeggiato da una �accolata romana. Quindi, rimanendo un gioco pirotecnico, la Bengalata è fortemente legata per le sue origini al Santo Patrono di Gallese e ne celebra ogni volta che viene riproposta la Sua Santità. Per la Sua enorme peculiarità la Bengalata è stata vista nel corso degli anni da numerose personalità che hanno sempre ammirato con vivo stupore l’entusiasmante “pioggia di luce”.

U

n Otello particolare va in scena questa sera nell’atmosfera suggestiva di Viterbo per l’ultimo dei dieci spettacoli in Piazza San Lorenzo che il Tuscia Operafestival ha presentato nell’estate 2011. Fabrizio Monteverde, considerato a buon diritto un maestro del dance-drama “post-romantico”, dalle forti implicazioni emozionali e psicologiche, a distanza di quindici anni dal suo primo Otello per il Balletto di Toscana è tornato a esplorare i temi della tragedia shakespeariana per il Balletto di Roma. La scelta musicale di questa versione è caduta su quella appassionata, languida e sensuale di Antonín Dvorak, autore, tra l’altro, di una celebre Ouverture nella quale il musicista, per sua stessa ammissione, si proponeva di evocare il passaggio dall’estasi amorosa dei due sposi, al delitto di Desdemona, al tormento e al �nale suicidio di Otello su quel medesimo talamo nuziale. L’ambientazione è quella di un porto di mare dalle suggestioni fassbinderiane (espli-

cito l’omaggio a Querelle de Brest), caratterizzato da un pontile che limita l’ignoto e illuminato da un crepuscolo dai colori accesi, caldi, sensuali, che evoca il continuo brulicare di persone provenienti da mondi diversi e per un attimo intrecciano le loro storie e le loro passioni, senza remore e regole. Sono infatti tutti esposti al mutare delle emozioni i personaggi dell’Otello ripensati da Monteverde: il coreografo ha scelto di elaborare la triangolarità delle dinamiche emozionali, erotiche e psicologiche di Otello; la sua estraneità ovvero l’essere un outsider (qualcuno che, quindi, non conosce e non sa, o vuole, applicare le regole e i rituali del luogo in cui si trova); ma anche approfondire certi aspetti �nora poco rappresentati, come la �gura di Cassio, inconsapevole causa della tragedia, fantoccio sì nelle mani di Jago, ma comunque conscio del proprio ascendente - su Desdemona, su Otello - per ottenere favori che si riveleranno fatali. C’è grande attesa.


2 14

comprensorio interni

Viterbo & & Viterbo Mercoledì 3 Agosto2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

VxxxxxxxxxLO - La banxxxxxxxxxxxxxtisti

xxxxxxxxxxxxxxxx di SIMxxxxxxxxxxxxTINI

VxxxxxxxxxxO - Unaxxxxxxxxx

‘xxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx

xxxxxxxxxxxxxxA - Si è conxxxxxxxxxxrsone

xxxxxxxxxxxxxxx Vxxxxxxxxxx - Organxxxxxxxxle

xxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx

SxxxxxxxxxxxxO- Visxxxxxxxxxxxis

xxxxxxxxxxxxx

Foto A.Di Palermo


& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

La Pegna: “Un evento fatto per i giovani dove si suona per una nobile causa”

I Rezophonic fanno ballare Civitavecchia di ROBERTA FRASCARELLI

C

ome in un gran bel film, si sono accese le luci sul rock del progetto Rezophonic. Il palco del Civitavecchia in Festival ha ospito il gruppo di grandi artisti che attraverso la musica, affrontano tematiche che vanno dallo “spreco” d’acqua nelle società occidentali all’allarmante difficoltà di reperimento della risorsa, dove il problema idrico si trasforma in vera e propria emergenza umanitaria. Lunghi applausi, ovvio, anche per il produttore Armando Napolitano La Pegna che ha dato l’ok alla serata di giovedì, inserendo il music contest nel cartellone sponsorizzato da Enel. Piazza degli Eventi, gremita, ha ricordato la Woodstock di fine anni 60 dove “peace and music” diedero al festival una grande carica simbolica, che richiama ancora oggi, ma, soprattutto, fu un grande evento della storia del rock. Gruppi, anime rock e underground, una miriade di giovani ad ascoltare “hanno detto grazie” alla serata curata in ogni nota da An-

tonio Vianelli e Giordano Tricamo, dove Civitarock ha visto i suoi C-Side &Monolith, Whisky in Heaven, The Daywalkers…poi linea a Rezophonic con Mario Riso, Pino Scotto, Eva Poles dei Prozac, Emiliano-Linea 77, Piotta, Cristina ScabbiaLacuna Coil, Max ZanottiDeasonika, Sasha Torrisi -Timoria, Pier -Velvet, Giancarlo-Velvet, Ale Deidda-Le Vibrazioni, The Bastard Sons Of Dioniso, William Nicastro, Alteria-Rock Tv - Nomorespeech, Gianluca Battaglion-Movida, Alessandro Ranzani-Movida, Rivolta, Kg Man-Quartiere Coffee, Marco GarrinchaOctopus, Dava-Vallanzaska, Lucius-Vallanzaska, Fabio Mittino, Ketty Passa-Toxic Tuna, Steve Angarthal. Una serata a tutto rock proseguita ieri sera, sempre su organizzazione di Riccardo Vianelli, al locale Tourquoise – Porticciolo Riva di Traiano, dove gli artisti hanno suonato ancora in “After Civitavrock”. Chi c’era lo sa e lo potrà raccontare, soprattutto potrà diffondere il messaggio Rezophonic:”Offri da bere a chi ha veramente sete”… Nato dal sogno del grande batterista, Mario Riso.

Foto Giovanni Incorvaia


18

comprensorio

Viterbo & VenerdĂŹ 15 Luglio 2011 AltoLazio


SPORT

� � �

21

Sabato 6 Agosto 2011

TENNIS - Nel torneo Itf di Monteroni d’Arbia sconfitta dalla Remondina in tre set

Il cammino della Floris si ferma nei quarti L

a campionessa in carica del torneo Itf di Monteroni d’Arbia, Anna Floris (nella foto), è stata sconfitta nei quarti di finale dalla Remondina in tre set. Eppure l’atleta del Tennis

Club Viterbo era partita piuttosto bane chiudendo il primo set per 6-2. Nel secondo set un passaggio a vuoto preoccupante per la Floris che si è vista rifilare un netto 6-0.

Nella terza e ultima frazione l’equilibrio si spezza soltanto nel finale quando la Remondina conquista il break e approda in semifinale dove incontrerà la Schaefer.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

MOTOCROSS

Lupino sbarca a Loket per il riscatto Il Mondiale Mx2 è nuovamente protagonista in Repubblica Ceca di GLAUCO ANTONIACCI

S

crollarsi di dosso la sabbia di Lommel ed il suo ricordo fastidioso, provando a ripartire con entusiasmo. Alessandro Lupino e il team Ricci Racing fanno tappa nella Repubblica Ceca, più precisamente sulla pista di Loket, ennesima tappa di un Mondiale motocross che, nel periodo estivo, ha concesso pochissima tregua ai suoi grandi protagonisti. Meglio così, forse, per il pilota viterbese e per la sua Husqvarna che vogliono dimenticare in fretta la delusione patita in Belgio; solo tre punti, con un ritiro nella prima manche e il diciottesimo posto della seconda, un bilancio davvero magro per una casa che ambisce a diventare grande nella classe MX2 e per un pilota che molte volte, anche in questa stagione, ha dimostrato di meritare un piazzamento fra i primi dieci. La sabbia belga non ha dato scampo al pilota viterbese che, per sua fortuna, troverà un tracciato decisamente diverso ad attenderlo in questo �ne settimana; Loket, situata nel nord-ovest della Repubblica Ceca, è infatti una pista con

un terreno duro e già questo rappresenta un aspetto positivo per il nostro portacolori che ci trova molto più a suo agio quando non si affonda nella sabbia. Di sicuro sarà un gran premio importante perché le case e i team sono in pieno periodo di scelte e di decisioni in vista della prossima stagione. Ci sono accordi da rinnovare, piloti da confermare o da cambiare, strategie da valutare e ogni risultato può fare la differenza in un senso o nell’altro. I ‘rumors’ di mercato sembrano dare come vicinissimo al team Ricci Racing il belga Nick

Triest, ma l’indiziato numero uno a lasciargli la Husqvarna è certamente l’americano Leib con cui il feeling non è mai sbocciato. Lupino è abbastanza tranquillo della sua posizione all’interno del team ma non si può negare che un risultato positivo nelle quattro gare rimaste ancora da disputare (otto manches totali) sarebbe una spinta in più e darebbe entusiasmo anche alla Husqvarna che forse si aspettava qualche risultato migliore pur nelle comprensibili dif�coltà della stagione di debutto. Gli accordi e le decisioni

per il futuro verranno comunicate prima del Gran Premio d’Italia a Fermo, il prossimo 11 settembre, ma Lupino ha intenzione di arrivare a quell’appuntamento, l’ultimo inserito nel calendario mondiale, con alle spalle qualche piazzamento migliore. Ci proverà già a Loket dove lo scorso anno, in gara due, seppe cogliere un ottimo dodicesimo posto malgrado un errore alla partenza; questa volta non deve sbagliare e dimostrare a tutti che può ancora togliersi le soddisfazioni che merita nel �nale di campionato.

TIRO A VOLO - Ai campionati europei juniores in svolgimento a Belgrado

Un oro e un bronzo per Valerio Grazini

L

a gara di Fossa Olimpica Maschile dell’Europeo 2011, che ha incoronato come re d’Europa lo slovacco Erik Varga (147/150), ha avuto come veri protagonisti i nostri portacolori nella gara junior. Il risultato collezionato dai giovani tiratori selezionati dal CT Pera è un record as-

soluto. Gli azzurri hanno di fatto occupato il podio conquistando tutte le medaglie individuali. Non ce n’è stato per nessuno. Entrato in �nale con un superbo 124/125 e due punti di vantaggio rispetto al migliore dei nostri, anche il russo Vignogradov si è dovuto arrendere all’avanzata azzur-

ra. Nel dettaglio, a salire sul gradino più alto è stato Carlo Mancarella di Brindisi che si è messo al collo l’oro ed il titolo di Campione Europeo Juniores con 144/150. Alle sue spalle gli altri due compagni di squadra Valerio Grazini di Viterbo e Giulio Fioravanti (Forestale) di La Storta (RM), appaiati a quota 143, si sono dovuti affrontare in uno spareggio per la conquista dell’argento e del bronzo. Nel lunghissimo shoot-off ha mantenuto i nervi più saldi Fioravanti che, con +12 a +11, ha conquistato l’argento costringendo Grazini ad accontentarsi del bronzo. Per loro anche l’oro ed il titolo a squadre con l’ottimo punteggio di 364/375, davanti ai colleghi russi, argento con 353, e a quelli inglesi, bronzo con 347. Tornando alla gara Senior, l’argento ed il bronzo sono andati, rispettivamente, al ceco David Kostelecky con

146 +3 ed allo sloveno Bostjan Macek con 146 +2. Giù dal podio Massimo Fabbrizi. Il carabiniere di Monteprandone (AP), dopo aver conquistato l’accesso alla serie decisiva grazie ad uno spareggio con altri 5 colleghi per soli 4 posti, in �nale ha concesso troppo agli avversari e si è dovuto accontentare della 5ª piazza con lo score totale di 144/150. Ad un passo dalla �nale gli altri due azzurri in gara. Rodolfo Viganò (Forestale) di Castello d’Agogna (PV) e Giovanni Pellielo (Fiamme Azzurre) di Vercelli hanno chiuso entrambi a quota 122/125 meritandosi, rispettivamente, il 9° e l’11° posto. Per l’Italia medaglia di bronzo a squadre con lo score complessivo di 367/375, alle spalle di Repubblica Ceca e Russia. “Sono assolutamente soddisfatto - ha dichiarato il CT Pera al termine della gara - Quello degli Junior è

un risultato storico che mi ha commosso �no alle lacrime ma anche i senior si sono comportati benissimo. Hanno sparato tutti ad alto livello e per questo confermerò entrambe le formazioni per la partecipazione al mondiale che ci riporterà qui a Belgrado a settembre”. Domani seconda pausa nelle gare per gli allenamenti di Double Trap. Per l’Italia ci saranno Francesco D’Aniello (Fiamme Oro) di Nettuno (RM), Daniele Di Spigno (Fiamme Oro) di Terracina (LT) e Marco Innocenti di Montemurlo (PO) per i Senior e Simone Vedovelli di Ghedi (BS), Andrea Vescovi di Città di Castello (PG) e Jacopo Trevisan di Orgiano (VI) per gli Junior. I ragazzi del CT Mirco Cenci gareggeranno dodomani. (Fiamme Oro) di Fabro (TR). Junior Men: Tammaro Cassandro di Caserta; Vincenzo Grizi di Castel Gandolfo Pavona (RM); Gabriele

Rossetti di Ponte Buggianese (PT). Junior Lady: Virginia Orlando di Montalbano Jonico (MT). Commissario Tecnico: Francesco Fazi PROGRAMMA DI OGGI Allenamenti Uf�ciali Double Trap Domenica 7 agosto Gara Trap Double Trap Men/ Junior Men (50 piattelli) Ore 15.45 Finale Double Trap Junior Men Ore 16.45 Finale Double Trap Men Lunedì 8 agosto Allenamenti Uf�ciali Skeet Women/Junior Women Martedì 9 agosto Gara Skeet Women/Junior Women (75 piattelli) Ore 14.45 Finale Skeet Junior Women Ore 15.45 Finale Skeet Women Mercoledì 10 agosto Allenamenti Uf�ciali Skeet Men/Junior Men Giovedì 11 agosto Gara Skeet Men/Junior Men (75 piattelli) Venerdì 12 agosto Gara Skeet Men/Junior Men (50 piattelli) Ore 14.45 Finale Skeet Men Ore 15.45 Finale Skeet Men.


� �

sport

SPORT

22

CALCIO SERIE D

Viterbo & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

CALCIO SERIE A

Viterbese, stasera il big test “Certi complimenti non

Il papà di Federico placa i facili entusiasmi

Allo stadio ‘Rocchi’ arriverà la Reggina per un’amichevole di lusso Gli infortuni non finiscono mai. Anche il portiere Garofalo si ferma di GIANLUCA NATOLI

L

a Viterbese è giunta �nalmente al suo ultimo giorno di ritiro. Oggi infatti la squadra lascerà le località di Soriano e Canepina per fare ritorno in sede. Al mattino è previsto il solito e conclusivo allenamento sul campo ‘Palozzi’. Dopo pranzo i giocatori torneranno a Viterbo, dove in serata (ore 20,45) disputeranno la prima amichevole a cinque stelle di quest’estate. L’avversario si chiama Reggina e già questo è un biglietto da visita che basta a presentare l’incontro. Il prezzo unico del biglietto per accedere allo stadio ‘Rocchi’ è di 10 euro. Da un po’ di tempo si respira attorno alla nuova dirigenza di via della Palazzina un’aria di scetticismo e contestazione da parte della tifoseria. Stasera, dunque, si teme una protesta durante la partita da parte di una piccola frangia dei supporters che sembra mal tollerare la presenza di certi personaggi. Fermo restando che ognuno ha il diritto di esprimere nei modi legittimi e consentiti la propria opinione, appare quantomeno prematuro criticare l’operato della società in un momento delicato come questo. Tutti stanno lavorando sodo per allestire una volta per tutte una squadra competitiva per il vertice. E anche le numerose partenze di giocatori, sino ad oggi avvenute in quel di Canepina, devono far ri�ettere. Piuttosto

Francesco Cusi Foto Andrea Di Palermo

Valentino Sbaccanti

che essere interpretate come segno di disorganizzazione, molto probabilmente andrebbero lette positivamente. Meglio che i giocatori vengano mandati via ora, piuttosto che in corso di stagione, quando cioè i giochi sono fatti. Tornando alla gara di stasera non si possono chiaramente chiedere miracoli a mister Sergio, visto che diversi giocatori non saranno a sua disposizione per colpa di guai �sici. La Reggina, dal canto suo, non sarà soltanto avvantaggiata per il fatto di avere in rosa giocatori di qualità tecnica superiore, ma potrà contare anche su una condizione �sica migliore dei gialloblù, essendo partita per il ritiro con diversi giorni di anticipo. Ieri il gruppo si è allenato, come al solito, in doppia seduta. Nella mattinata tutti i giocatori sono stati sottoposti a visite mediche di routine per la valutazione del loro stato di salute dopo quasi 20 giorni di lavoro intenso. Nel pomeriggio i ragazzi hanno curato la parte tattica sul campo. Infermeria – Domenico Cristiano, Barra, Sabatino, Garofalo e Sbaccanti continuano a rimanere fermi. Per loro infatti i fastidi muscolari non cessano mai. Capitan Sbaccanti ha effettuato una risonanza magnetica che al momento non sembra aver chiarito completamente l’entità del suo infortunio. Nelle prossime ore verranno fatti ulteriori esami di accertamento.

CALCIO PROMOZIONE - Il tecnico Simonetto sta curando con attenzione ogni dettaglio

Pianoscarano, oggi match in famiglia

L

a coppia Simonetto-Damiani del Pianoscarano ricorda simpaticamente quella di Cochi e Renato. Due personaggi inseparabili per un solo ruolo. Mentre gli attori sono divenuti famosi per la loro comicità, il duo tecnico della squadra viterbese ha tanta voglia di fare bene e smentire tutto lo scetticismo che li circonda. Il Pianoscarano ha iniziato in anticipo la preparazione rispetto alle altre squadre di Promozione. Questo perché, il gruppo quasi completamente nuovo, ha bisogno di diverso tempo per amalgamarsi e conoscersi. Dopo questi primi giorni di allenamento, l’allenatore Andrea Simonetto (nella foto) si dichiara soddisfatto del lavoro svolto: “Abbiamo lavorato molto sulla tattica e sulla preparazione atletica dei ragazzi. Con l’ausilio del professore Carnevale sono stati fatti anche dei test speci�ci, utili a valutare la condizione dei ragazzi”. Come giudichi l’attuale stato di forma dei giocatori? “Molti di loro vengono da

due mesi di partite a calcetto. Ovviamente, pur non avendo abbandonato del tutto il pallone, si sono adoperati su spazi ridotti. Ora dovranno impegnarsi invece per acquisire vedute di gioco più ampie, entrare in sintonia tra di loro e soprattutto immagazzinare certi movimenti tattici”. Il gruppo è molto giovane. Quanto conta l’esperienza dei più grandi? “E’ fondamentale. Abbiamo scelto giocatori esperti che, oltre ad avere buone qualità calcistiche, siano in grado di trainare i più piccoli. Sono tutte persone ottime dal punto di vista umano che potranno solo fare del bene al Pianoscarano”. Avete optato per un tipo di preparazione ‘anomala’: “Vogliamo fare delle sedute brevi, rispetto alle solite, ma più intense. I nostri allenamenti durano circa due ore. Puntiamo molto sulle partitelle a �ne giornata per fare in modo che i ragazzi si abituino il prima possibile ai ritmi di gioco”.

Dopo quattro giorni di lavoro in sede, ieri la squadra si è trasferita a San Martino al Cimino per proseguire la propria preparazione �no a sabato 20 agosto. Il programma prevede sedute singole tutti i giorni, tranne il sabato quando si giocheranno anche alcune gare amichevoli. Proprio oggi, nel pomeriggio, è previsto un

test in famiglia a ranghi contrapposti. Riportiamo di seguito il programma delle prossime amichevoli: Monterosi (10/8, ore 10.30); Flaminia (18/8, ore 18); Orvietana (20/8, ore 17.30); Doria San Martino (27/8 e 28/8, ore 17); Petriana Under 21 (31/8, ore 18). (Gia Nat)

sono un traguardo...” Dopo ferragosto si decideranno le sorti del calciatore

E

’ ormai diventato un vero e proprio tormentone. Federico Viviani (nella foto), centrocampista della Roma, è esaltato da tutti. La Tuscia impazzisce per lui, viste le sue origini di Grotte di Castro. Ed ora anche i compagni, l’allenatore giallorosso Luis Enrique ed i tifosi romanisti iniziano a coccolarlo a dovere. Tutto merito, forse, del gol partita segnato mercoledì scorso a Budapest contro il Vasas. Aldilà di quello, però, non si possono dimenticare le sue giocate e la con�denza col pallone che lo stanno rendendo indiscusso protagonista di questa nuova Roma e dello stesso calciomercato. PARLA IL ‘GIOIELLINO’ Eccole le sue parole, rilasciate in esclusiva al canale televisivo ‘Roma Channel’: “Sicuramente le parole del mister mi hanno fatto un immenso piacere, non me l’aspettavo. Sono sempre partito con l’idea di migliorare e di imparare dai campioni della rosa. Lo ringrazio molto, cercherò di continuare a lavorare tanto sul campo”. Il tiro dalla distanza è uno dei migliori colpi del suo repertorio: “L’anno scorso ho fatto qualche gol anche su punizione, cerco tanto il tiro da fuori perchè anche il mister mi dice di tirare”. Federico sa giocare anche in posizione bassa, a protezione della difesa: “E’ un ruolo delicato, perchè lì passano tutti i palloni e devi arretrare quasi in difesa senza palla, io cerco di imparare da Daniele De Rossi”. (fonte ForzaRoma.info) LE CONSIDERAZIONI DEL SUO AGENTE Domenico Scopelliti, procuratore del giocatore, si dichiara molto soddisfatto delle prestazioni del suo assistito: “Dire che sono felice, sarebbe un puro esercizio eufemistico. Sono strafelice per Federico, non solo per la partita di ieri ma anche, e forse soprattutto per il periodo che sta vivendo. Sta iniziando a raccogliere ciò che ha seminato”. Ancora troppo presto per parlare del futuro del giocatore: “Dell’avvenire di Federico ne parleremo, con tutta tranquillità, dopo ferragosto con Sabatini. Tra noi e la Roma c’è

perfetta sintonia di vedute”. (fonte TuttoMercatoWeb.com) I CONSIGLI DI PAPA’ MAURO Mauro Viviani (48 anni), padre di Federico, ha rilasciato questa intervista a ‘laroma24.it’. Mauro è un ex attaccante che ha collezionato, fra l’altro, due presenze con la Lazio in Serie B. Il papà sa come gestire il ragazzo: “L’ho sentito in questi giorni e gli ho detto un po’ di cose… Gli ho fatto capire che certi complimenti non sono un traguardo, ma un gradino di un lungo percorso. Era l’ultimo del gruppo prima e resta l’ultimo del gruppo adesso. Lui è andato in ritiro da ragazzo della Primavera, per fare un’esperienza, per imparare da chi è più grande e più forte di lui, non è cambiato nulla”. Come si deve comportare: “Deve restare umile, continuare a lavorare con la stessa serietà di sempre. Lui due anni fa giocava pochissimo, con l’allenamento quotidiano è uscito fuori e si è imposto come avete visto tutti. Chi pensa di essere arrivato, invece, è il momento che non arriverà mai”. La somiglianza in campo con De Rossi alimenta il grande sogno: “Questo paragone lo prendo come un buon auspicio, ma mi fermerei qui. È vero, in campo si somigliano nel modo di giocare, ma al momento sono due calciatori distanti. De Rossi è tra i primi tre centrocampisti al mondo, mio �glio deve correre tanto prima di arrivare a fare una carriera simile. Daniele non è un grande campione solo in campo, ma anche fuori. Durante gli allenamenti dispensa consigli per i giovani, è disponibile con tutti. Anche con Federico, naturalmente”. Restare a Roma o partire? “Bella domanda… In questo momento, è dif�cile scegliere la soluzione migliore. Spero che chi di dovere (Sabatini e gli altri dirigenti) facciano il meglio per lui. Comunque se il mister lo tiene così in considerazione, fare esperienza a Roma potrebbe essere una buona opportunità per crescere. Vedremo…” (fonte laroma24.it)


� �

sport

SPORT

& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

23

CALCIO D’ESTATE

Monterosi e Flaminia fanno rima con gol Pagina fotografica interamente dedicata alla partita di giovedì scorso tra le due formazioni di GIANLUCA NATOLI

G

iovedì scorso Flaminia e Monterosi hanno dato spettacolo sul campo di Rignano. Nella prima uscita uf�ciale delle due formazioni si sono intravisti già alcuni fraseggi di gioco interessanti e soprattutto tanti gol. Considerando che era un’amichevole e che i biancorossi hanno iniziato la loro preparazione soltanto lunedì scorso, si può senz’altro essere d’accordo nel dire che la prestazione del Monterosi, malgrado la scon�tta, è stata comunque di livello. I bomber

hanno fatto la differenza. Per la Flaminia sono andati a segno Sanguinetti, Capodaglio e La Cava. Per il Monterosi invece hanno trovato gloria i due attaccanti di razza, Pirillo e capitan Maestà. Da registrare il caldo che si è fatto sentire sul campo, limitando in un certo senso la migliore espressione del calcio. In casa Flaminia mister Pierangeli può ritenersi soddifatto per la prova dei suoi, che hanno trovato davanti una formazione di tutto rispetto e molto agguerrita. Riportiamo di seguito il tabellino della gara amichevole.

FLAMINIA 3 MONTEROSI 2 Così in campo: Flaminia: Russo (1’ st Isopo, 31’ st Lovotti); Morini, Stamenkovic (32’ st Simmi), Panini (30’ st Pieri), D’Andrea (34’st Bordone); Di Ludovico (1’ st Taverna), Salvagno, Luciani (40’st Bassini), Capodaglio; Sanguinetti (11’st Scardini), La Cava (42’st Nuccio). A Disp. Lazzarini, Dhimitri. All. Bruno Pierangeli Monterosi: Patano; Fraschetti, Piergentili, Merelli, Zollo; Sgamuffa, Borghi, Donninelli, Basili; Pirillo, Maestà. A Disp. Morelli, Mariuta, Bonomi, Delli Ficorelli, Rasente, Tribolati, Battistella, Di Francesco. All. Pierpaolo Lauretti

Foto Andrea Di Palermo

Riviviamo nella pagina, attraverso gli splendidi scatti del fotografo Andrea Di Palermo, tutte le emozioni della partita. Gol, esultanze ed azioni immortalate con autentica maestria. PROSSIMI TEST Domani Monterosi e Flaminia scenderanno di nuovo in campo per disputare altre amichevoli. La squadra di Pierangeli attende a Civita Castellana (ore 18,30) la Selezione Disoccupati. Il Monterosi, invece, se la vedrà con il Bracciano, sempre sul campo di Rignano Flaminio (ore 10,30).Test importanti, tutti questi, per provare schemi, strategie e nuovi meccanismi di gioco. L’inizio della stagione si avvicina ed il lavoro inevitabilmente aumenta.


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

CALCIO DILETTANTI

Sergio Oliva: “Mi mancava l’aria di casa” Allo Sporting Ronciglione anche il fantasista ex Montefiascone Daniele Nobili di LEONARDO CUTIGNI

I

l Ronciglione Sporting United a cui manca la sola ufficialità del ripescaggio in Seconda Categoria, in quanto occupante la prima posizione in graduatoria, sta allestendo una formazione in grado di puntare in alto, confidando soprattutto sulla vena realizzativa di Sergio Oliva. L’attaccante motiva la sua scelta di misurarsi nel Ronciglione: “Aspetto solo l’ufficialità del ripescaggio poi scatterà in automatico il mio passaggio al Ronciglione Sporting United. Mi mancava l’aria di casa e quando mi hanno proposto questo progetto

ho accettato volentieri, inoltre ritroverò Alesssandro Oroni in panchina, un mio caro amico con il quale ho anche condiviso il campo da giocatore. Anche la società ha avuto il suo peso, il presidente in primis e tutti i dirigenti credono in me ed a trentasei anni, sentire questo affetto mi ha reso orgoglioso. Molte società mi hanno contattato, lo ammetto, ma i fattori che ho elencato hanno reso la scelta quasi scontata.” Oltre a te anche Daniele Nobili: “La società ha fatto acquisti mirati, ha saputo creare l’entusiasmo giusto e sono molto felice che anche Nobili (ex trequartista del Montefiascone salito in

CALENDARIO DELLE AMICHEVOLI data

Sergio Oliva, sotto Daniele Nobili eccellenza ) si sia unito alla squadra. Anche Menichini, ex Latera, ritorna e questo secondo ci aiuterà molto, inseme all’entusiasmo dei giovani che si aggregheranno.” Quali obiettivi: “La rosa era già buona quindi credo che sia lecito pensare ad un campionato da protagonisti. Partiamo con l’obiettivo di finire davanti a tutti, ma questo solo il campo potrà dirlo. Quel che è certo è che non puntiamo assolutamente ad una stagione da salvezza.” I tuoi obiettivi: “Voglio far bene e ripagare la fiducia che sento attorno a me. Giocherò con tutta la voglia possibile e

spero di aiutare la squadra a suon di gol, anche se ormai i traguardi personali non mi interessano più di tanto. Preferisco vincere uno a zero mandando in gol un compagno piuttosto che perdere tre a due e fare doppietta. Cercherò di aiutare i giovani e se loro mi seguiranno credo potranno carpire qualche mio segreto.” A distanza di un anno dalla sua fondazione il Ronciglione Sporting United ha già imposto il suo nome sul mercato, riuscendo a soffiare alle concorrenti giocatori di livello assoluto per la categoria, il resto verrà scritto dal campo anche se le basi sembrano essere assai solide.

SPORT & MEDIA - Anche quest’anno partirà a settembre la trasmissione dedicata minuto per minuto alla serie D

Radio Verde si prepara al grande calcio C

on l’imminente inizio della nuova stagione sportiva torna il grande appuntamento con il grande calcio di Radio Verde (91.3 – 103.9 F.M.), attraverso la popolare e seguitissima trasmissione Verde Sport, nel corso della quale in collegamento con tutti i campi di gioco della serie D verranno trasmesse in diretta tutti gli incontri della Viterbese. La trasmissione sarà condotta in studio da Luca Tofani con la collaborazione di Nicola

Guarnaccia che curerà commenti, interviste ed una ampia panoramica del calcio dilettantistico e giovanile provinciale mentre le radiocronache dai campi sono af�data all’inviato Claudio Petricca (nella foto) che al termine dell’incontro raccoglierà i commenti a caldo dei protagonisti. In occasione delle varie puntate domenicali verranno effettuati aggiornamenti in tempo reale da tutti i campi di serie D e di altri avvenimenti

ora

0 -9

CIMINA RONCIGLIONE - PESCARA

2-9

VITERBESE - FORMELLO

3-2

VITERBESE - RAPPR. DISOCCUPATI LAZIO

0-0

VITERBESE A - VITERBESE JUNIORES

4-1

VITERBESE B - VITERBESE JUNIORES

4-1

VITERBESE C - VITERBESE JUNIORES

5-1

MONTEROSI - FLAMINIA

2-3

oggi

20,45

VITERBESE - REGGINA

oggi

17,00

PIANOSCARANO A - PIANOSCARANO B

oggi

11,00

FOGLIANESE A - FOGLIANESE B

07/07

10,30

MONTEROSI - BRACCIANO

07/08

11,00

CORNETO A - CORNETO B

10/08

17,00

GUIDONIA - FLAMINIA

10/08

17,00

MONTEROSI - PIANOSCARANO

12/08

17,00

FOGLIANESE - MONTEROSI

13/08

11,00

FOGLIANESE - FOGLIANESE JUNIORES

13/08

17,00

FLAMINIA - COLLEFERRO

13/08

17,00

CANEPINA - MONTEFIASCONE

13/08

17,30

ORVIETANA - CORNETO

13/08

18,30

ISCHIA DI CASTRO - MANCIANO

17/08

17,00

MONTEROSI - CANTALUPO

18/08

17,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - ORVIETANA

18/08

18,00

FLAMINIA - PIANOSCARANO

20/08

17,00

ANGUILLARA - MONTEFIASCONE

20/08

17,00

CASALOTTI - MONTEROSI

20/08

17,00

CANEPINA - CANTALUPO

20/08

17,00

PIANOSCARANO - ORVIETANA

21/08

10,30

BRACCIANO - CORNETO

21/08

11,00

FOGLIANESE - 2001 TUSCIA

24/08

17,00

ANGUILLARA - LADISPOLI

25/08

17,00

VITERBESE - MONTEROSI

25/08

17,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - FEDERICO MOSCONI

26/08

17,00

TRIANG. TOLFA-CIVITAVECCHIA-MONTEFIASCONE

27/08

16,00

TRIANGOLARE RISI A CANINO

27/08

16,30

S. LORENZO NUOVO - CASTEL LAZZARA

27/08

17,00

PIANOSCARANO - DORIA S. MARTINO

28/08

11,00

CASTRENSE - GROSSETO ALLIEVI NAZIONALI

28/08

11,00

FOGLIANESE - 2001 TUSCIA

28/08

11,00

CANEPINA - VITERBESE

28/08

17,00

DORIA S. MARTINO - PIANOSCARANO

28/08

17,00

FONTE BEL VERDE - VIGOR ACQUAPENDENTE

31/08

18,00

PIANOSCARANO - PETRIANA UNDER 21

31/08

18,00

S. LORENZO NUOVO - LATERA

01/09

17,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - PIANESE VASANELLO - CIMINA RONCIGLIONE

04/09

11,00

CASTRENSE - S. LORENZO NUOVO

07/09

18,00

S. LORENZO NUOVO - PIANESE

10/09

16,30

S. LORENZO NUOVO - MONTALTO CALCIO

10/09 11/09

la nostra prima squadra cittadina, chiamata quest’anno a lottare �no in fondo per posizioni di vertice. Quest’anno i conduttori potranno contare su maggiori contenuti di discussione, visto che con ogni probabilità tre formazioni laziali a noi vicine come Viterbese, Civitavecchia e Flaminia �niranno nello stesso girone. Interverranno ogni domenica per offrire lori spunti ed opinioni sulle gare noti giornalisti della nostra provincia.

FOGLIANESE JUNIORES - NUOVA BAGNAIA 11,00

11/09

CASTRENSE - REAL GRADOLESE QUERCIAIOLA - VASANELLO

15/09

18,00

15/08

18,00

VALLERANESE - NUOVA BAGNAIA

17/09

16,00

FABRICA DI ROMA - VALLERANESE

CASTRENSE - GROSSETO PRIMAVERA

18/09

VIGNANELLO - NUOVA BAGNAIA

21/09

CIMINA RONCIGLIONE - NUOVA BAGNAIA

22/09

risultato

VIGNANELLO - PESCARA

03/09

agonistici di interesse locale e nazionale con autorevoli interventi di numerosi e quali�cati ospiti della stampa e del mondo sportivo. Gli sportivi potranno seguire l’incontro in streaming anche sul sito internet. L’appuntamento è per il prossimo 4 settembre con il calcio d’inizio della nuova avventura gialloblù per la conquista della Lega Pro. Con particolare attenzione e curiosità la trasmissione seguirà

partita

18,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - VALLERANESE

24/09

NUOVA SORIANESE - NUOVA BAGNAIA

24/09

NUOVA BAGNAIA - NUOVA BAGNAIA JUNIORES

GLI ORARI POSSONO VARIARE


sport

SPORT

PALLONE D’ORO

& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

25

2010/2011

Ancora pochi scatti e poi... Oggi le immagini della serata di Villa Sofia sono di Alberto Zadro


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 4 Agosto 2011

CALCIO D’ESTATE

Scacco matto: Trincheri campione! Sconfitto in finale il Canale nel Torneo Quattro Fontane ‘Memorial Sergio Procenesi’ di Latera

A

lea iacta est. Dopo quattro �ne settimana di incontri appassionanti è giunto al termine il mitico Torneo delle Quattro Fontane “Memorial Sergio Procenesi” di Latera, che in questa edizione ha visto trionfare i “grifoni gialli” del Trinchieri! La Finalissima (giocatasi venerdì 31 luglio) non ha certo deluso le aspettative dei numerosi spettatori. In un match che doveva infatti solamente sancire per proforma l’egemonia di un Canale che aveva dominato il torneo nella fase a gironi, ri�lando anche una manita proprio agli avversari del Trinchieri, è stato proprio quest’ultimo ad avere sorprendentemente la meglio. Il risultato �nale di 2-1 è stato scolpito dalle reti di Bocci (T), Dinarelli (C) e A.Franci (T). Numerose polemiche per un rigore

non concesso a Canale dall’arbitro Mariottini hanno in�ammato gli animi di tifosi e simpatizzanti. Fonti autorevoli ed imparziali asseriscono però che Trinchieri, al di là dell’episodio dubbio incriminato, abbia effettivamente meritato la vittoria. Certo è che alla Cover Band Calcistica dei Celtic Glasgow rimane l’amaro in bocca per aver invalidato in un solo incontro lo straordinario percorso �no ad allora intrapreso. Ma si sa, le trame della storia sono convulse ed inafferrabili, comunque tra di esse Capitan Ginanneschi ha potuto raccogliere una medaglia d’argento da mettere al collo dei suoi valorosi compagni. Spostandosi sull’altra sponda del �ume, è invece opportuno raccontare le gesta di una squadra che nonostante un avvio stentato, non si è persa mai d’animo ed in�ne ha trovato la forza per volare più in alto di tutti, là sulla cima del Monte Olimpo (o forse sarebbe meglio dire della Montagnola), dove a risplendere c’è il solo oro. Onore ai vincitori dunque, ma anche agli scon�tti e soprattutto grazie a tutti quelli che hanno seguito dal vivo, o magari solamente leggendo i miei striminziti resoconti giornalistici, le vicende di questa avvincente kermesse. Per ora è giunto il momento di rinfoderare le spade, ma il prossimo anno, quando le lame adamantine torneranno a brillare alla luce del sole di Luglio, la lotta per la conquista della Rocca di Latera riprenderà il suo corso e le invisibile mani del destino si muoveranno per fregiare con aurica corona il capo di un nuovo glorioso campione... Simone Furzi

PESCA SPORTIVA - Numerosi i partecipanti sul fiume Fiora

Grande successo al Città di Canino S

i è svolto domenica, presso il Campo gara del fiume Fiora in loc. Pioppeto, il XXVII Trofeo di Maggioranza Città di Canino. La gara di pesca, suddivisa in ben cinque pro-

ve, è ormai arrivata agli sgoccioli. L’ultima prova, infatti, avrà luogo il 18 Settembre giorno in cui verrà proclamato il vincitore dell’intera Manifestazione. L’evento è stato or-

ganizzato dal Gruppo Pescasportivi Fiora, un’associazione fiore all’occhiello della relatà sportiva locale, la quale, vantando ben 50 anni d’esperienza, si caratterizza come una tra le

più antiche associazioni presenti sul territorio di Canino. Il Gruppo Pescasportivi, da sempre impegnato nel mantenere viva la passione di molti cittadini neofiti e non, mette tutto il suo impegno e dedizione nell’organizzare importanti eventi dove grandi e piccoli possono misurarsi a livello agonistico e, soprattutto, vanta di un impegno non sottovalutabile anche nel sociale, organizzando esclusive gare alle quale partecipano con allegria ed entusiasmo appassionati pescatori diversamente abili. Da non dimenticare, inoltre, l’importanza che l’Associazione attribuisce, fin dalla sua nascita, all’ambiente: oggetto di molte iniziative in cui sono gli stessi pescatori a ripulire le zone fiumare

locali a maggiore degrado ambientale. Alla quarta prova, svoltasi domenica nella stupenda cornice paesaggistica del fiume Fiora, si sono piazzati sul podio Fausto Guarrera e Roberto Pucci, rispettivamente secondo e terzo classificato nella graduatoria generale, dietro al vincitore Augusto Onori. La premiazione, programmata per la quinta ed ultima prova, sarà caratterizzata da un successivo pranzo presso il

Casale Bonaparte dove tutti i pescatori partecipanti festeggeranno alla presenza di importanti cariche istutuzionali, tra le quali il Presidente della FIPSAS (Federazione Pesca Sportivi e Attività Subacquea). Alla premiazione, inoltre, saranno presenti anche le “vecchie lenze” pescatori di vecchia data, indispensabili per la nascita e per lo sviluppo della stessa Associazione.


� �

sport

SPORT

& Sabato 6 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

27

BASKET MASCHILE

Stella Azzurra, sarà un’altra stagione da Giganti? Parla uno dei giocatori confermati in casa biancoblù “Pensiamo ad una salvezza tranquilla con un gruppo già affiatato”

di GLAUCO ANTONIACCI

T

ra i primi giocatori confermati per la stagione che verrà c’è lui, tornato nella ‘sua’ Viterbo e desideroso di continuare a togliersi belle soddisfazioni. Valerio Giganti sarà uno dei punti di forza della Stella Azzurra anche nel campionato di serie C Dilettanti, una realtà che lui conosce bene e che lo ha visto protagonista dappertutto, sia nel Lazio che in Umbria. La affronterà nuovamente con una squadra quasi immutata rispetto al team che ha sfiorato la promozione sul campo: “C’è il rimpianto di aver perso la finale – ci ha detto – ed è innegabile che, soprattutto per noi giocatori, vincere sul campo avrebbe avuto un altro sapore. Quando sono tornato a giocare a Viterbo l’ho fatto per una scelta personale ed ho deciso in un secondo, ma era difficile immaginare un campionato di così alto livello da parte nostra. Conoscevo già alcuni giocatori come Lanfaloni e Pasqualini, gente di categoria superiore, ma non era pronosticabile di giocarci la promozione punto a punto sino alla fine contro

la favorita. L’ambiente ci ha aiutato, non ci hanno messo pressione e i risultati piano piano sono arrivati insieme all’entusiasmo del pubblico che è tornato a riempire il palazzetto. Credo sia stata questa una delle note liete della stagione”. Ed ora si riparte con un gruppo zeppo di conferme: “L’affiatamento era ottimo e partire con un organico già collaudato sarà un vantaggio. Rispetto a tante squadre rinnovate abbiamo una struttura già solida ma dovremo lavorare ugualmente molto perché affrontiamo una categoria superiore e anche il nostro livello dovrà crescere”. Eppure la C Dilettanti di adesso non sembra dura come qualche stagione fa: “Credo che negli ultimi anni il livello si sia abbassato, colpa anche dei parametri che hanno spinto diverse società a puntare sui propri giovani per risparmiare qualcosa. Quando giocavo ad Anagni eravamo in dodici tutti di fuori, invece la passata stagione mi è capitato di vedere alcune gare e si è notata la differenza di livello. Credo che non ci siano grossi salti rispetto alla C regionale che abbiamo

SUPERBIKE - Dopo la gara di Silverstone

Bevilacqua punge e Biaggi gli risponde

BASKET C MASCHILE - Le avversarie

Due ex gialloblù all’Ostia Sharks

D affrontato la passata stagione e anche come trasferte faremo addirittura meno chilometri”. Quale obiettivo può inseguire questa Stella Azzurra? Giganti ha le idee chiare: “Dal mio punto di vista penso ad una salvezza tranquilla, senza doversela giocare all’ultima giornata, meglio stare con i piedi per terra e aspettare un po’ per capire il valore delle avversarie. Se poi dovesse arrivare qualcosa di più sarebbe tutto di guadagnato”.

Se poi la società piazzerà il famoso colpo sotto canestro: “Ci servirebbe un pivot da quintetto, un giocatore che non dia soltanto un contributo solido di rimbalzi e punti, ma che sia anche una presenza importante a centro area. Magari un giocatore già esperto della categoria che andremo ad affrontare”. L’ultimo appello è per i tifosi: “Sono stati eccezionali lo scorso anno e sono sicuro che ci staranno vicini anche quest’anno, dandoci la spinta di cui abbiamo bisogno”.

ue ex viterbesi per la serie C Maschile degli Ostia Sharks Marco Taraddei - foto - (1988 1.78 play) e Francesco D’Alonzo (1982 1.94 guardia-ala) entrambi provenienti dal Valcanneto e tanta esperienza in categori superiori Taraddei tante soddisfazioni nelle giovanili dell’Eurobasket e Lottomatica con approdo alla finali nazionali dal 2002 al 2006 con entrambe le società e poi l’approdo nella LNP serie “C” con Viterbo e anche una esperienza con il Crotone (Calabria) raggiungendo la finale. D’Alonzo inizia la sua carriera nella serie (allora B2) nell’anno 2002 con la SS Lazio disputando tre campionati, nel 2003 si trasferisce a Ferentino “C1” e resta per due stagioni per

RUGBY - A Villabassa fino a giovedì 11 poi il test-match del 13 agosto a Cesena

Contro il Giappone Bocchino titolare? U

L

a doppietta del pilota spagnolo Carlos Checa, in sella alla sua moto Ducati Althea, sullo storico circuito inglese di Silverstone ha il sapore di una vera e prorpia ipoteca sul titolo mondiale della Superbike. Tutto lo staff della squadra dell’Althea, che ha una delle sue sedi a Civita Castellana in provincia di Viterbo, è raggiante per gli strepitosi successi che si stanno ottenendo, gara dopo gara. Il patron dell’Althea, Genesio Bevilacqua (nel-

la foto), intervistato al termine della gara da una emittente televisiva, ha spiegato i segreti di un’annata davvero esaltante: ”Noi abbiamo una moto meno potente degli altri team, ma abbiamo la squadra tecnica più preparata e il pilota più forte”. Max Biaggi ha commentato divertito la frase di Bevilacqua con queste parole: ”Ma che è una barzelletta?”. Non ci resta che attendere la prossima gara in programma il 4 settembre al Nurburgring.

poi disputare sempre la C1 con Viterbo Orvieto e Aprilia. Grande soddisfazione per coach Picardi perchè sono stati due giocatori fortemente voluti che vanno ad arricchire un gruppo che con il già annunciato Zanchelli e le riconferme di chi ne fa parte ha solo bisogno di iniziare a lavorare.

n ultimo allenamento mattutino dedicato all’organizzazione di gioco ha concluso la quarta settimana di raduno pre-Mondiale in Alta Pusteria della Nazionale Italiana Rugby. Nel primo pomeriggio di oggi i trenta Azzurri convocati dal CT Nick Mallett per la Rugby World Cup “Nuova Zelanda 2011” hanno fatto rientro ai rispettivi domicili, ma già domenica sera torneranno a radunarsi a Villabassa entrando nella fase finale della preparazione. Parisse e compagni resteranno all’ombra delle Dolomiti sino a giovedì mattina, quando si trasferiranno a Cesena in vista del Cariparma Test Match di sabato 13 agosto (ore 20.45, diretta La7/Sky Sport 2HD) contro il Giappone di John Kirwan, primo dei due test-match estivi che consentiranno al Commissario Tecnico di testare la squadra prima della trasferta iridata neozelandese. Una settimana dopo la sfida di Cesena, sabato 20 agosto, l’Italia sarà in campo al Murrayfield Stadium di Edinburgo, contro la Scozia, nell’ultima verifica sul campo.

ton Treviso, 10 caps) Sergio PARISSE (Stade Francais, 77 caps) – capitano Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 52 caps) Mediani di mischia Pablo CANAVOSIO (36 caps) Edoardo GORI (Benetton Treviso, 3 caps)* Fabio SEMENZATO (Benetton Treviso, 4 caps) Mediani d’apertura Riccardo BOCCHINO (Estra I Cavalieri Prato, 6 caps)* Luciano ORQUERA (MPS Aironi, 22 caps) Questi i trenta Azzurri convocati per i due test-match estivi e per i Mondiali 2011: Piloni Martin CASTROGIOVANNI (Leicester Tigers, 76 caps) Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 4 caps) Andrea LO CICERO (Racing-Metro Paris, 86 caps) Salvatore PERUGINI (MPS Aironi, 80 caps) Tallonatori Tommaso D’APICE (MPS Aironi, esordiente)* Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 37 caps)

Fabio ONGARO (MPS Aironi, 76 caps) Seconde linee Marco BORTOLAMI (MPS Aironi, 84 caps) Carlo Antonio DEL FAVA (MPS Aironi, 52 caps) Quintin GELDENHUYS (MPS Aironi, 21 caps) Cornelius VAN ZYL (Benetton Treviso, esordiente) Flanker/N.8 Robert Julian BARBIERI (Benetton Treviso, 14 caps) Mauro BERGAMASCO (84 caps) Paul DERBYSHIRE (Benet-

Centri/Ali/Estremi Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 6 caps)* Mirco BERGAMASCO (Racing-Metro Paris, 81 caps) Gonzalo CANALE (Clermont-Auvergne, 66 caps) Gonzalo GARCIA (Benetton Treviso, 21 caps) Andrea MASI (MPS Aironi, 60 caps) Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 28 caps) Matteo PRATICHETTI (MPS Aironi, 22 caps) Alberto SGARBI (Benetton Treviso, 12 caps) Giulio TONIOLATTI (MPS Aironi, 5 caps)


SPORT

� � �

28

Edizione del 6 Agosto 2011

Calcio minore - Real Cv e Sporting Civitavecchia ripescate in prima e seconda categoria

È

uf�ciale. Real Civitavecchia e Sporting Civitavecchia (l’ex Las Vegas) sono state ripescate in Prima e seconda categoria. Come anticipato da L’Opinione nei scorsi giorni, le due società hanno avuto ieri l’uf�cialità della partecipazione nelle categorie superiori. Una notizia che è stata accolta con grande soddisfa-

zioni dai dirigenti dei due sodalizi ed in particolare da quelli dello Sporting Civitavecchia. Infatti la società locale, che aveva perso la �nalissima della Coppa Provincia di Viterbo, era sicuramente in lizza per un posto in Seconda categoria ma erano comunque necessari alcune circostanze positive per avere la necessaria

tranquillità. E la notizia della rinuncia dell’Atletico Tarquinia e di un altro club della Tuscia, di fatto hanno spalancato le porte della categoria superiore al team del presidente Ciocci. A questo punto mister Valter Rizzo e la dirigenza si sono messi subito al lavoro per preparare la prossima stagione nella nuova categoria.

Redazione sportiva - via Nicolao Arcangelo 5 - 00053 Civitavecchia - telefono 0766-671159 e-mail: opinione.cv@gmail.com

IMPIANTISTICA

Il Comune affida la gestione del Fattori alla società nerazzurra che si farà carico delle spese L’assessore Petito: “Soluzione nell’interesse di tutta la città”

S

arà l’Asd Civitavecchia Calcio 1920 a gestire, nella prossima stagione agonistica, lo stadio comunale “Fattori”. La decisione è stata presa ieri mattina al termine di una riunione avvenuta all’assessorato allo Sport, alla presenza dei rappresentanti di tutte le società che utilizzano lo spazio della struttura di via Attilio Bandiera. In apertura di riunione, l’Assessore allo Sport Roberto Petito ha illustrato ai presenti le risultanze del recente sopralluogo svolto dal commissariato di polizia e dalla commissione pubblici spettacoli sullo stato dell’impianto. Sopralluogo dal quale sono scaturite tutta una serie di prescrizioni cui ottemperare ed in assenza delle quali non sarà possibile far partire i campionati, con speciale riferimento a quello di serie D. Si tratta principalmente di

Erba di casa mia opera di messa in sicurezza, di un costo stimato tra gli 80 mila e i 100 mila euro, stando a valutazioni effettuate da tecnici degli Assessorati allo Sport e alle Manutenzioni. Ricordando a tutti le già note carenze di fondi comunali a disposizione, l’Assessore Petito ha quindi fatto riferimento alla proposta della dirigenza dell’Asd Civi-

tavecchia 1920 a farsi carico delle spese. Ha quindi presto atto con soddisfazione della disponibilità di tutte le associazioni, compresa la Compagnia Portuale Civitavecchia che pure aveva avanzato analoga proposta, a lasciare al Civitavecchia Calcio la gestione dell’impianto, ivi compresa la pulizia e manutenzione ordinaria, rilasciando alcune

dichiarazioni. “Ringrazio tutti - ha commentato l’assessore allo Sport - perché ho visto grande apertura e disponibilità a lavorare insieme per arrivare ad una soluzione condivisa e soddisfacente per ciascuna delle società che utilizzano lo stadio. Siamo felici perché abbiamo trovato una strada valida nell’interesse di tutta la città

proprio nel giorno in cui si può festeggiare il ritorno in serie D della maggiore squadra calcistica. Ora ci sarà da lavorare sodo ma l’importante è aver costruito un rapporto di rinnovata fiducia nel panorama sportivo cittadino, perché in questa fase così particolare, vista la mancanza di fondi per tutti gli enti locali, è importante che ognuno si rim-

bocchi le maniche per la sua parte per far sì che gli spazi pubblici siano utilizzati al meglio”. Finalmente quindi è stata posta la parola fine ad una questione, quella dello stadio Fattori che da sempre era stato oggetto di scontri tra società. Che sia stata aperta una nuova stagione, finalmente distensiva tra le società civitavecchiesi?

Calcio - Verso un gruppo formato dalle 15 laziali, la Salernitana, il Sibilla Bacoli e la Viribus Unitis

Civitavecchia, ufficiale la D ora si pensa al girone Il presidente Clemeno può essere soddisfatto per l’ufficialità della serie D per il Civitavecchia e per la gestione dello stadio Fattori. Il ds Mattiuzzo invece è alle prese con il giallo legato al mancato arrivo di Martorelli (Foto Maurizio Gargiulli)

di SIMONE FANTASIA

I

l Civitavecchia è ufficialmente nel campionato nazionale dilettanti. Ieri mattina il comunicato ufficiale della Lega nazionale dilettanti che ha ratificato quanto già deciso nella seduta del 27 luglio in cui era stata delineata la graduatoria delle formazioni ripescabili nei dilettanti. Nulla di nuovo, insomma con il Civitavecchia che ormai da qualche giorno, almeno in via ufficiosa, sapeva di dover affrontare il campionato nazionale dilettanti ma mancava solo l’ufficialità, arrivata nella mattinata di ieri. Adesso si attende solo di conoscere il girone in cui verranno inseriti i nerazzurri che dovrebbe essere ufficializzati alla fine della prossima settimana. IL GIRONE Completato il quadro delle formazioni che parteciperanno al campionato nazionale dilettanti (anche se sono ancora in ballo Catanzaro e Turris) si è ovviamente aperto il toto girone, con soluzioni com-

Mercato, scoppia il giallo Martorelli: il giocatore non si presenta al ritiro e fa irritare il club” pletamente diverse. Il dato di partenza è che quest’anno il Lazio ha ben quindici compagini al via, un record considerando anche l’esclusione del Pomezia. Difficilmente saranno riproposte le sarde nel Lazio, probabilmente saranno spostate nel nord Italia. Ma la voce più insistente è quella di un girone tutto laziale più tre campane, tra cui la Salernitana insieme a Sibilla Bacoli e Viribus Unitis. Un raggruppamento del tutto particolare e neppure im-

possibile: basti ricordare la Scafatese di qualche anno fa che affrontò proprio i nerazzurri e che geograficamente venne inserita facendo il salto a molte società della provincia napoletana. L’altra ipotesi, già anticipata nell’edizione di ieri quella dell’inserimento del Civitavecchia, della Viterbese e del Flaminia Civitacastellana in un girone umbro toscano. La Viterbese, ad esempio, ha fatto richiesta ufficiale di essere inserita in questo raggruppamento. Insomma

bisognerà attendere ancora qualche giorno per sapere quali saranno le avversarie dei nerazzurri nella stagione del ritorno in serie D. IL MERCATO Mentre la squadra prosegue gli allenamenti nel ritiro di Amatrice, sotto l’occhio attento del tecnico Sergio Pirozzi, la dirigenza ed in particolare il direttore sportivo Stefano Mattiuzzo prosegue la serie di colloqui per chiudere con un attaccante di esperienza. Dopo l’arrivo di Turchetta, quin-

di sicuramente arriverà un attaccante di esperienza per dare peso specifico in avanti. “Stiamo sondando il mercato - ammette il diesse Mattiuzzo - alla ricerca di giocatori che possano fare al caso nostro, senza dimenticare che comunque, finito il ritiro nel caso in cui ve ne sia la necessità si potrebbe rivedere qualcosa. Un cantiere aperto? L’ossatura della squadra c’è già, potrebbero esserci degli accorgimenti nel caso in cui fosse necessario. Comunque la squadra sta lavorando bene, con grande entusiasmo e questo è fondamentale”. Intanto è però scoppiato il giallo Martorelli. Il difensore acquistato dal Civita-

vecchia infatti non si è ancora presentato al ritiro di Amatrice. Il motivo del suo mancato arrivo nel centro reatino, a quanto sembra, sarebbe dovuto ad un suo ripensamento. Ripensamento tardivo, con il Civitavecchia che ha il tesseramento già firmato dall’ex difensore del Pomezia. Un giallo destinato a risolversi nelle prossime ore, ma di sicuro l’atteggiamento del calciatore non è che sia stato gradito molto dalla società nerazzurra. Come detto nelle prossime ore la situazione dovrebbe comunque essere più nitida e non è escluso che il Civitavecchia decida di guardare il mercato, dando il via libera a Martorelli.


sportCivitavecchia SPORT

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

29

Hockey in line - Il portiere gialloblu non ha ancora deciso il suo futuro. Cocino verso Latina

Franko al bivio: A1 o allenatore dei Pirati di ANTONIO BANDINU

D

opo le partenze ormai certe di Simone Ottino, Luca Sigillo, Roman Simunek, Zdenek Kucera, in casa Pirati Civitavecchia è l’ora di parlare del destino di Jurai Franko. Il portiere slovacco non potrà difendere la porta dei Pirati anche il prossimo anno visto che in serie B non è ammessa la presenza di giocatori stranieri. Il presidente Sergio Calcagno vorrebbe però trattenere Franko, confermandolo alla guida tecnica della prima squadra (Jurai nel �nale della scorsa stagione era stato allenatore-giocatore). Ma sono tante le offerte di mercato per lo slovacco, su tutte quella del Milano 24 che vanta già la presenza degli ormai ex gialloblu

Simunek e Kucera. Franko andrebbe dunque ad aggiungersi al manipolo di pirati che nella prossima stagione proverà insieme ai nuovi compagni di squadra a strappare alla folta concorrenza lo scudetto di A1. E proprio per questo motivo l’ormai storico portiere gialloblu naviga nell’incertezza. Da un lato infatti c’è la voglia di centrare un trofeo importante in Italia, dall’altro la volontà di rimanere a Civitavecchia in qualità di allenatore con la speranza di riportare al più presto i Pirati nelle categorie superiori. In tutto ciò la società gialloblu è al lavoro per cercare soluzioni alternative. Quella più plausibile consiste nella ricerca di una squadra di A1 vicina a Civitavecchia che permetterebbe a Franko di svolgere sia l’attività

di giocatore sia quella di allenatore dei Pirati. Le piste più calde sono l’Arezzo e il Latina di Carlo Peris, neopromosso in A1. Con entrambe le compagini però Franko potrebbe sì giocare ma senza aspirare alla vittoria del campionato. Sia l’Arezzo che il Latina infatti punteranno nella prossima stagione alla permanenza in categoria e questo potrebbe essere l’unico ostacolo da superare. Nei prossimi giorni si aspettano le risposte da parte delle due società e solo a quel punto Franko potrà prendere la dif�cile decisione. Più sicuro invece il destino di Stefano Cocino. L’attaccante civitavecchiese ha trovato infatti l’accordo di massima proprio con il Latina. Al 99% lascerà i Pirati per riabbracciare il suo ex allenatore Carlo Peris.

SCOMMESSOPOLI - Nell’udienza della difesa alla disciplinare l’avvocato Rodella ribadisce l’innocenza del giocatore

“Un millantatore, faceva solo pronostici” di ALESSIA VOLPE

E’

stato ieri l’ultimo giorno a disposizione di Marco Paoloni per difendersi dalle accuse del Procuratore Federale Stefano Palazzi. Il portiere civitavecchiese si è presentato all’Hotel Parco dei Principi nel quartiere Parioli in Roma, dove si è svolta la seconda udienza del processo sportivo dedicato allo scandalo del calcio scommesse. Giovedì sera, infatti, il Giudice per le Indagini Preliminari di Cremona, Guido Salvini, ha accolto una delle numerose istanze presentate dai legali difensori del 27enne per sospendere il suo obbligo di dimorare a Civitavecchia e consentirgli così di partecipare al dibattito. Il giocatore ha potuto così lasciare la sua città e recarsi nella Capitale per presenziare davanti alla Commissione Disciplinare presieduta dall’avvocato Sergio Artico. Al termine di questa seconda e ultima fase del processo, il collegio si è ritirato in camera di consiglio e già per l’inizio della prossima settimana si attendono le sentenze che saranno emesse nei confronti di tutti i personaggi coinvolti in questa vicenda. Non è un mistero, infatti, che il dibattito sportivo ha tempi molto veloci, e lo stesso Paoloni, durante la conferenza stampa dello scorso lunedì, ha dichiarato tutta la sua preoccupazione per questa rapidità di giudizio che, a suo dire, non consente di organizzare una giusta difesa. Durante l’intera giornata di ieri, sono emerse numerose indiscrezioni dalla sala dell’albergo “Parco dei Principi” : in primis il fatto che fosse presente anche la moglie di Paoloni, che ha sempre sostenuto il giocatore, non senza qualche lacrima, in questa ormai nota vicenda. Davanti al collegio giudicante, la difesa del portiere ha preso la parola per ultima, lasciando che parlassero prima tutti gli altri avvocati, presenti per difendere gli altri protagonisti del caso. La strategia difensiva ha iniziato ad emergere, e ha verso sostanzialmente sull’innocenza del portiere, “colpevole” solo di essere sprofondato nella palude del gioco d’azzardo e

Alla disciplinare è stata la giornata della difesa di Marco Paoloni. L’avvocato Rodella ha ribadito l’innocenza del portiere locale (Foto Maurizio Gargiulli)

di essersi avvicinato ingenuamente a persone non �date. In particolare, come sostenuto dallo stesso civitavecchiese durante la conferenza stampa dello scorso lunedì, l’unico con cui aveva contatti era Massimo Erodiani, titolare di un’agenzia di scommesse di Pescara presso la quale Paoloni faceva a credito le sue puntate di gioco. Il 27enne non ha risparmiato parole dure, davanti ai giornalisti, nei suoi confronti, dichiarando che, pur avendo sanato tutti i debiti nei suoi confronti e anche di più, Erodiani vanterebbe ancora un credito nei confronti del portiere. “Paoloni ha parlato solo con Erodiani – avrebbe sostenuto Rodella nella sua arringa difensiva- millantando conoscenze e dando dritte, e il titolare ha venduto queste false dritte all’insaputa totale di Marco”. Lui, Marco, ha ascoltato in silenzio tutto il processo, conclusosi alle 17.30, ma alla �ne ha scelto di non parlare. “Non sono state poche – ha commentato Di Paolo al termine del processo– le controrepliche del Procuratore Federale Stefano Palazzi, che è più volte intervenuto nelle requisitorie degli avvocati per ribattere”. Il collegio giudicante si è ora ritirato in camera di consiglio e la sentenza è attesa a brevissimo: potrebbe essere emessa già lunedì o martedì. E non soltanto quella di Paoloni, ma tutte quelle rivolte ai protagonisti della vicenda scommessopoli. Come si ricorderà, la richiesta

Paoloni è presente in aula ma non parla Lunedì prossimo è attesa la sentenza Intanto i reality show inseguono Marco

avanzata da Palazzi nei confronti del portiere è pesante: 5 anni di squali�ca più la radiazione e 5 anni in continuazione. Nel frattempo aumentano le voci di un imminente esordio di Paoloni nel mondo dello

spettacolo: una grande rete televisiva gli avrebbe offerto di partecipare a uno dei reality della prossima stagione. E ci sarebbe anche la �la per averlo ospite �sso in tv in ruoli tutti da scoprire.

Beach Volley - Al Papeete di Ladispoli va in scena il torneo misto 3 contro 3

Jessica Allegretti a Porto San Salvo alle finali del campionato italiano U

n �ne settimana all’insegna del beach volley sul litorale a nord di Roma, con ancora protagoniste il Beach Team e il Civitavecchia Volley. Oggi e domani nella splendida cornice dello stabilimento balneare “Papeete Beach” di Ladispoli il torneo conclusivo di una manifestazione che ha visto come protagonisti diversi giocatori. Questo �ne settimana sarà caratterizzato dal 3 contro 3, open ma con la presenza �ssa di una ragazza per tutto l’incontro. “Sarà una sorta di festa �nale - commentano

gli organizzatori - dopo tantissime tappe che sono state positive, sotto molti punti di vista. Come detto sarà soprattutto una festa ma alla �ne, come sempre, nessuno vorrà perdere e darà tutto una volta sceso in campo”. Fine settimana di partite anche per Jessica Allegretti che è di scena a Porto San Salvo per le �nali del campionato italiano di Beach Volley. L’atleta della Civitavecchia Volley, insieme alla sua compagna di squadra Parenzan tenterà di chiudere nel modo migliore un’esperienza positiva.


SPORT

sportCivitavecchia

30

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 6 Agosto 2011

CALCIO A 5 - Al pre-raduno del Santa Marinella è stato ufficializzato l’acquisto dell’ex capitano dell’As Civitavecchia

Il TD parte con il botto, preso Tangini di DEMETRIO LOGIUDICE

P

re raduno col botto per la TD-Computers Santa Marinella calcio a 5. All’inizio delle fatiche della preparazione per i ragazzi del presidente Vincenzo Di Gabriele, ecco la notizia che era nell’aria, tenuta opportunamente in caldo dallo staff dirigenziale: l’ufficialità del passaggio di Stefano Tangini al TD Santa Marinella. Sponda As Civitavecchia, il calciatore arriva a titolo definitivo e già giovedì sera si è unito ai suoi nuovi compagni di squadra. Il giocatore, elemento di notevole qualità e colpo d’agosto della TD Computer, non ha voluto al momento, per rispetto verso il Civitavecchia, rilasciare dichiarazioni rimandando impressioni ed aspettative alla presentazione ufficiale della squadra. Il presidente Di Gabriele, presente al Palazzetto dello Sport di via delle Colonie, ad accogliere vecchi e nuovi giocatori, è

ovviamente entusiasta del grande acquisto. “E’ un segnale importante, che fa capire a tutti la validità di una società giovane ma con tante idee e legittime aspirazioni, che speriamo di coniugare con una buona programmazione. Non è stato facile - continua Di Gabriele, che giovedì sera sul parquet del

PalaDeAngelis si è intrattenuto con il mister Italo Porta e con l’imprenditore e compagno nell’avventura TD-calcio a 5 Thomas D’Antonio, a bordo campo per salutare la nuova stagione - trovare la soluzione e l’accordo per far approdare un giocatore di tale livello a Santa Marinella. Conosco bene Stefano,

ed è ragazzo dal quale traspare la volontà di riscattare l’infortunio della scorsa stagione, buon per noi che abbia deciso di farlo proprio a Santa Marinella. Clinicamente è guarito, adesso lo prenderanno in cura Camilletti e Quaciari e sono certo che, come è stato fatto con Ara, il ragazzo tornerà più forte di prima. Abbiamo preparatore atletico e fisioterapista tra i più bravi della zona. Ne vado fiero”. Intanto, si sono aggregati alla squadra anche Davide Passaquieti, destinato a ricoprire il ruolo di portiere titolare, Luigi Cabras che è un classe ‘88 in cui la società e l’allenatore credono molto per il futuro e Cristiano Lucarini che è un uomo società. Dunque appuntamento per ora una volta a settimana per circa 2 ore di allenamento che riguarderà una fase pre atletica, partitella in famiglia e test fisici: a settembre invece si parte, Coppa Lazio e prime amichevoli.

Rugby - La terza linea centro del Crc è entusiasta della nuova avventura nella serie cadetta

Cicoria: “Con la B si è realizzato un sogno” “Siamo partiti quindici anni fa da zero ed essere arrivati fino a questo punto è una grande emozione”

di SIMONE FANTASIA

“S

arà una bella avventura, che tutti vogliamo vivere con intensità perchè ci teniamo particolarmente”. La terza linea centro del Crc Civitavecchia Rugby Alessio Cicoria parla della prossima stagione nei cadetti, tra speranze e certezze di un gruppo che vuole stupire. Tanta voglia di fare bene e mantenere il più a lungo possibile la categoria, conquistata dopo tanto impegno. “Ci affacciamo ad mondo nuovo - prosegue il giocatore del Crc - finalmente si è realizzato un sogno che inseguivamo da tre anni, dopo quelle finali perdute, di cui quella della passata stagione veramente per un soffio. Speravamo nel ripescaggio, finalmente è arrivato e ora sarà importante prepararci al meglio in vista del campionato che si annuncia impegnativo e molto lungo”.

Parliamo del girone: tante avversarie nobili e dal punto di vista tecnico molto più forte di quello meridionale. “Giocando al sud come sembrava in un primo momento, sarebbero state partite molto più fisiche. Qui invece troveremo squadre che giocano un rugby

più tecnico, con giocatori importanti. Ci sarà da soffrire e credo sia inevitabile per una neopromossa ma c’è tanta voglia di tenersi stretta una categoria che abbiamo raggiunto dopo diversi tentativi. L’obiettivo è quello di raggiungere la salvezza nel più

breve tempo possibile, ma serviranno comunque dei rinforzi che la società sta cercando e saranno fondamentali per dare maggiore forza al gruppo”. Un passo indietro: cosa si prova a vivere la serie B da decano del Crc. “Come ho detto una grandissima emozione. Io, Massai, Di Maio e Cutellè siamo i reduci di quella squadra che, quindici anni fa partì da zero, senza una struttura e uniti dall’amore verso questo sport ma all’inizio è stata veramente dura perchè si partiva praticamente senza niente. Ricordo ancora le prime

La Snc festeggia i suoi primi 61 anni con la Notte Bianca a largo Marco Galli

G

iornata speciale per la Snc Civitavecchia. La storica società festeggia infatti il suo 61esimo anniversario dalla fondazione. Una ricorrenza che sarà festeggiata in maniera particolare, con una Notte Bianca tutta all’insegna dello sport e del divertimento, organizzata dalla H2O Sport e Management. A far da cornice ai festeggiamenti sarà lo storico circolo sportivo Al�o Flores di largo Marco Gallo che questa sera a partire dalle 20.30 ospiterà una serie di eventi. Sono infatti in programma infatti una serie dei partite di pallanuoto che vedranno in campo le giovanili rossocelesti, la squadra master e il sette della serie A2 di coach Pagliarini. Dopo la pallanuoto ci sarà spazio anche per il nuoto sincronizzato con delle spettacolri esibizioni. Dalle 22 invece si disputerà un torneo fra tesserati e master, prove gratuite di acquawalking e hydrobike, di immersione per adulti e bambini con il nucleo sommozzatori di Santa Marinella. Al circolo sportivo Al�o Flores sarà presente anche uno stand gastronomico e ovviamente tutti i festeggiamenti saranno accompagnati da tanta musica. L’ingresso è libero e tutta la cittadinanza è chiamata a partecipare alla festa di compleanno di una delle più importanti e gloriose società sportive della città. partite e le sconfitte pesantissime che non sono state un motivo per lasciare, anzi hanno rappresentato lo stimolo per fare meglio. Di acqua sotto i ponti ne è passata tanta e da ottobre saremo nella categoria nazionale, un sogno che si è realizzato, senza dimenticare il settore giovanile che è cresciuto in questi anni ed è diventato un fiore all’occhiello nel Lazio ”. Obiettivi per questa stagione. “Per quanto riguarda la squadra la salvezza, senza troppi problemi. Per arrivarci però bisogna lavorare molto e fare una prepara-

zioen atletica perfetta. Forse all’inizio pagheremo lo scotto della neopromossa, ma sono fiducioso perchè c’è grande entusiasmo, voglia di tenersi stretta questa categoria. Personalmente di dare come sempre il contributo sul campo, lottando in ogni partita. Sono carico come del resto tutti i miei compagni di squadra e non vedo l’ora di iniziare la nuova stagione”. Stagione che dovrebbe partire ufficialmente il prossimo 22 agosto con l’inizio della preparazione, mentre il campionato inizierà la prima domenica di ottobre con la trasferta di Bologna.

Basket - La giocatrice locale in evidenza nelle amichevoli. Oggi e domani si fa sul serio con il “Torneo dell’Amicizia”

Francesca Romana Russo brilla con la Nazionale under 15 F

rancesca Romana Russo si è messa in evidenza con la nazionale Under 15 femminile di basket. La giocatrice civitavecchiese ha infatti preso parte con la selezione giovanile azzurra a due amichevoli. La prima sfida ha visto l’Italia battere a Cagliari la selezione della Sardegna con il netto punteggio di 81-31. Una sfida che è rimasta equilibrata solo nei primo quarto poi è stato un monologo dell’Italia che ha vinto senza problemi. In questa gara si è messa in grande evidenza la giocatrice civitavecchiese che ha messo ha referto ben 11 punti nel tabellino finale. Francesca Romana Russo ha infatti

entusiasmato i tecnici della nazionale con il suo comportamento in campo e in considerazione anche del fatto che spesso e volentieri il coach azzurro Riccardi la sta utilizzando anche nel ruolo di playmaker puro. Dopo il netto successo con la selezione della Sardegna è però arrivato il ko nella seconda amichevole disputata sempre a Cagliari. Le ragazze dell’under 15 hanno infatti ceduto con il punteggio di 82-40 alla rappresentativa under 15 maschile della Sardegna. Indipendentemente dal risultato finale dell’incontro, quello contro gli scatenati ragazzi isolani è stato un buon test per che questo fine

settimana sarà protagonista assieme alle nazionali di Italia, Francia, Spagna e Grecia nel “Torneo dell’Amicizia”. In evidenza anche in questa seconda amichevole dell’Italia Francesca Romana Russo con la civitavecchiese sempre pronta a far giocare la squadra secondo gli schemi voluti da coach Riccardi, non trascurando poi neanche l’attacco risultando anche oggi tra le migliori realizzatrici delle azzurre. La civitavecchiese ha infatti collezzionato 6 punti dopo un’ottima prova che fanno ben sperare in vista degli impegni ufficiali con le sfide del “Torneo dell’Amicizia”.


Sabato 6 Agosto 2011

Civitavecchia & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale ed emergenza incendi 1515 • Soccorso in mare 1530 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Uf� cio Biglietti 0766.24975 • COTRAL -Servizio Pullman 0766.34230 • QUESTURA -Commissariato Polizia di Stato 0766.58341 • COMANDO VIGILI URBANI Centralino 0766.33444 • COMANDO CARABINIERI -Centralino 0766.596960 • COMANDO GUARDIA DI FINANAZA -Centralino 0766.679101 -Comparto operativo 0766.679102 • CAPITANERIA DI PORTO -Centralino 0766.366401 • Polmare 0766.5960 • POLIZIA FERROVIARIA -Sezione di Civitavecchia 0766.24260 • OSPEDALE SAN PAOLO -Centralino 0766.5911 -Pronto Soccorso 0766.846679 -Guardia Medica 0766.31624 -Croce Rossa 0766.23382 -Avis 0766.21280 • PRO LOCO -Informazioni 0766.20299 • COMUNE DI CIVITAVECCHIA -Centralino 0766.5901 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0766.23678 • BIBLIOTECA -Biblioteca Comunale 0766.370254 • Poste 0766.547231 • Tourist Information 0766.590792

almanacco

31

AUGURI

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE E certo che con voi bisogna stare attenti a parlare amici dell’Ariete perché siete facilmente

21 Aprile - 20 Maggio TORO cari amici del Toro questa Luna in Scorpione crea qualche complicazione nel settore dei

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI Un’estate al m a r e e e. . s t i l e balneare..con il salvagente..per paura di affogareee…ecco

impressionabili..ora per esempio avete tanta paura di questo Marte che sarà negativo per un po’..fate magari un po’ attenzione quando vi spostare in macchina e cercate di andare piano..insomma siate accorti..ma a parte questo..con la fortuna che avete,,chi volete che vi tocchi?..IL VOSTRO GRANDE AMORE NATURALMENTE

soldi..potreste ritrovarvi ad affrontare un pagamento che non avevate preventivato, e questo si sa, per voi è una tragedia..volete che tutto sia programmato nei minimi dettagli invece qualche volta dovreste lasciarvi andare un po’ di più..che ne direste di pensare positivamente al vostro futuro?..tanto Giove vi ama e vi adora..E VI PROTEGGE

cantate cantate e cantate e divertitevi pensando al meraviglioso momento astrale che state vivendo..che vi importa di questo Mercurio un po’ negativo?..avete paura che vi si buchi il canotto?..può essere ma fate un capitombolo e via!! Tutti a ridere e a divertirsi con voi..E AD AMARVI APPASSIONATAMENTE

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Qualcuno sta approfittando un po’ troppo della vostra bontà perché tanto pensa che voi dolci e

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Ma proprio oggi dovevate fare quell’acquisto così dispendioso?.. non era meglio rimanda-

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Peccato che il Festival di Cannes sia finito a Maggio e quello di Venezia inizierà solo a Settembre..siete

tranquilli ed accomodanti come siete non reagirete mai..questo qualcuno però non sa che per un periodo voi avete Marte nel vostro domicilio e non immagina nemmeno quanto potete diventare nervosi quando perdete la pazienza..e quanto potete diventare vendicativi..signori e signori siete avvertiti..ATTENTI ALLE CHELE DEL CANCRO…

re il tutto tra tre giorni?..davvero, datemi retta..oggi e domani non muovetevi con questa luna un po’ pesante e con mercurio che ancora non vi dà quel che dovrebbe..aspettate poco poco anzi pochissimo..vedrete che tornerete ad essere ricchissimi di fascino, di idee e di TANTI TANTI SOLDINI

talmente belle ed affascinanti che trasmettete al mondo intero quell’aura così particolare , così speciale che solo le grandi dive del cinema emanano..e addirittura questi pianeti in Leone vi rendono esplosive e sexy come delle consumate rockstar..un po’ Gaga..o un po’ Madonna..anzi, decisamente Madonna..come voi PER SEMPRE AL TOP

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA Sì amici della Bilancia..c’è qualcosa che vi pesa un po’ sul cuore.. è una sensazione di

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE Il Sole è giallo..il mare è blu.. all’ombrellone.. ci pensi tu..e certo che ci do-

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO E aspettate qualche giorno no?..possibili che voi dobbiate essere sempre così impazienti

rimorso per una cosa che avete fatto con troppa leggerezza..e ora Marte nel segno del Cancro la sta portando a galla con tutta la sua potenza..cercate di alleggerirvi però..quel che è stato è stato e a volte non si può riparare..ma il futuro è il futuro..si chiama così perché è tutto da costruire..e lo costruirete al meglio…NE SONO CERTO

vrete pensare voi..e vi conviene scappare subito dal posto di lavoro prima che, la settimana prossima, vi piombino addosso tantissime responsabilità..invece voi dovete alleggerire amici dello Scorpione..siete troppo sotto pressione..meno male che è arrivato Marte a proteggervi, a proteggere il vostro fisico, la vostra salute..IL VOSTRO BENESSERE

e che non riusciate nemmeno per un attimo a capire che ogni cosa ha i suoi tempi?..tanto ora con Mercurio strampalato in vergine nel lavoro non potete risolvere nella..ma dico io!..e rilassatevi no?..prendetevi ancora qualche giorno al mare..con il vostro amore..tanto tra una settimana..sarete nuovamente OBERATI DI LAVORO

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Suvvia avanti con gli ultimi ritocchi, con gli ultimi perfezionamenti al vostro lavoro..se è ancora tutto in pre-

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Questa ondata di caldo anche oggi vi sta togliendo parecchie energie..e proprio in questi

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Sull’onda che vi butta giù e poi vi scaglia verso il blu, in alto maree..sì sì siete proprio

parazione non preoccupatevi..i Signori dello Zodiaco hanno deciso che tra una settimana dovrete stare in vacanza e voi lo farete alla grande senza pensare al lavoro, perlomeno per un po’..e vedrete poi ad Autunno che ripresa ci sarà..ora pensate all’amore..che sembra un po’ impaziente..mica vorrete cominciare a bisticciare vero?SAREBBE DAVVERO MEGLIO DI NO

giorni in cui i signori dello Zodiaco vi vogliono far faticare..ancora al lavoro..d’altronde, chi più di voi, così creativi e fantasiosi è adatto a stare al pubblico in questa bellissima stagione?..nessuno ovviamente..però sappiate che potrete guadagnare anche parechi soldini..magari né oggi né domani..TRA UN PO’

in alto mare cari pesciolini ma chi è più adatto di voi a cavalcare le onde anomale della passione con questo bel nettuno che appare guizzante e all’improvviso davanti ai vostri occhi per prendervi tra le braccia e farvi annegare in un mare d’amore?..solo voi, solamente voi potete essere così BELLI, AMATI E DESIDERATI

è arrivato il fatidico giorno!! Oggi una delle nostre amiche convola a nozze. Si sposano

FABIO e ANNALISA

Mille felicitazioni e auguri di ogni bene e serenità da “Amiche Mie” Compie oggi 14 anni

SIMONE NOSTRO

Tanti auguri campione da papà, mamma, Martina, Daniele e da tutti i parenti

Rubrica in collaborazione con Telecivitavecchia Per i vostri messaggi, auguri e notizie liete inviate testo e foto a opinione .cv@gmail.com

FARMACIE OGGI 6 AGOSTO CIVITAVECCHIA SPURIO (DIURNO E NOTTURNO)

DOMANI 7 AGOSTO CIVITAVECCHIA MATTEOTTI (DIURNO E NOTTURNO)

CORSO CENTOCELLE, 52 TEL: 0766-29965

VIALE MATTEOTTI, 146 TEL: 0766-20760

SANTA MARINELLA VERGATI (NOTTURNO)

SANTA MARINELLA VERGATI (NOTTURNO)

VIA AURELIA, 507 TEL: 0766-537537

VIA AURELIA, 507 TEL: 0766-537537

TOLFA COMUNALE

TOLFA COMUNALE

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

ALLUMIERE COMUNALE

ALLUMIERE COMUNALE

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

PREVISIONI METEOROLOGICHE Sabato 6 Agosto 2011

Domenica 7 Agosto 2011

o r e 0 0 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a n o r d / ove s t a 5 k m / h . Te m p e ra t u ra di 19,2 °C o r e 0 3 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a ove s t a 2 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 17,9 °C o r e 0 6 c i e l o q u a s i s e r e n o e ve n t o d a ove s t a 2 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 17,4 °C o r e 0 9 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 k m / h . Te m p e ra t u ra di 23,2 °C o r e 1 5 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 5 k m / h . Te m p e ra t u ra di 26,8 °C o r e 1 8 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 2 k m / h . Te m p e ra t u ra di 27,5 °C o r e 2 1 c i e l o q u a s i s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 3 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 2 5 , 6 ° C

o r e 0 0 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a ove s t a 4 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 18,4 °C o r e 0 3 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 k m / h . Te m p e ra t u ra di 17,5 °C o r e 0 6 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / e s t a 1 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 17 °C o r e 0 9 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / e s t a 4 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 23 °C o r e 1 5 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 6 k m / h . Te m p e ra t u ra di 26,5 °C ore 18 cielo quasi sereno con q u a l c h e p i c c o l o c u mu l o s p a r s o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 2 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 2 6 , 0 ° C o r e 2 1 c i e l o q u a s i s e r e n o e ve n t o d a ove s t a 7 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 24,2 °C



L'Opinione di Civitavecchia - 6 agosto 2011