Page 1

p

AltoLazio News Quotidiano

Civitavecchia & AltoLazio

Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Anno II N.197 - Sabato 20 Agosto 2011 - Euro 1,00

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Cantieri

Degrado

Cultura

Murate le entrate all’ex Gargana: è sbarrata la strada agli abusivi

Marciapiedi rifatti in serie: il punto dell’assessore Campidonico

Le ottimistiche previsioni su Un Mare di Lettere edizione 2011

dalla REDAZIONE a pagina 2

dalla REDAZIONE a pagina 3

di ROBERTA FRASCARELLI a pagina 19

Dopo le ordinanze anti-vetro e anti-alcol si accende il dibattito. Proposto un Patto tra forze dell’ordine e volontariato

La sicurezza scalda la politica E’ la sicurezza l’ultimo fronte caldo della scena politica civitavecchiese. Dopo un’estate con risse da contare, feriti da raccontare e cocci da raccogliere, la classe dirigente si è infatti svegliata e, partendo dalle due ordinanze anti-vetro ed anti-alcol ai minori �rmate dal sindaco prima di Ferragosto , prende posizione. Secondo Mirko Mecozzi, capogreuppo dell’udc, è il momento di arrivare a pensare ad uno strumento già uti8lizzati in altr5e città: un Patto per la sicurezza, che veda sedute attorno ad un tavolo le forze dell’ordine e quelle del volontariato. La proposta ha già incassato il convinto consenso di Futuro e Libertà, che attraverso i “Circoli Socratici” l’ha sposata, citando il positivo riscontro avuto dalle iniziative di Fondazione Careiciv e Croce Rossa.

Fumo al porto, c’è baruffa nell’aria Là in mezzo al mar, ci son i camin che fumano. Ma c’è poco da cantare, soprattutto se i comignoli sono in mezzo, anzi in fondo al viale (nella foto di Maurizio Gargiulli). L’assenza di vento di questi giorni non ha infatti permesso di ripulire l’aria civitavecchiese dai miasmi prodotti dalle navi da crociera o traghetto che transitano a ritmi forsennati per il porto e le proteste, come sempre, si sono moltiplicate. Ma quali soluzioni adottare? di BARBARA FRUCH a pagina 6

dalla REDAZIONE a pagina 2

Provaccia, magnifico Clima rovente a Borgata Aurelia antipasto del Palio Termometro in ebollizione Si rischia il record afa di REDAZIONE a pagina 3

dalla REDAZIONE a pagina 3

Atti di fede e feste per la Vergine della Sughera di B. FRUCH a pagina 6

La società non ha bisogno di certi “istrioni” in tv di CLAUDIA MARTORANO a pagina 4

INCIDENTE

“Contatto” su via Terme di Traiano: donna in ospedale dalla REDAZIONE a pagina 4

TARQUINIA

L’Osapp tuona: nel carcere tensioni a livelli insostenibili Altro caso di botte dietro le sbarre, con agenti di polizia penitenziaria che �niscono a farsi medicare. Questa volta è accaduto nella sezione femminile di BOrgata Aurelia. Sbotta il sindacato Osapp: “A Civitavecchia ormai la situazione è diventata insostenibile”.

LUNA CRESCENTE

Aria di festa ad Allumiere per il quarantesettesimo Palio delle Contrada. Al via oggi con l’attesa “provaccia”, la s�da virtuale tra alcuni asini che poi, domani, scenderanno in pista per portare a casa l’ambito “cencio”. A seguire sono tutti invitati a mangiare e bere gratuitamente nei diversi rioni.

Pestaggio al Lido: scattano le prime otto denunce dalla REDAZIONE a pagina 4

GIORNO & NOTTE

Duemila “rapiti” dalla napoletanità di Nino D’Angelo

dI BARBARA FRUCH a pagina 6

di D. LOGIUDICE a pagina 5

PALLANUOTO

SCOMMESSOPOLI

La Fin apre le porte dell’A1 alla Snc e porta il Settebello al PalaEnel

La Corte Federale non fa sconti: squalifica di cinque anni e proposta di radiazione. Ma non è ancora finita

Paoloni, stangata confermata in appello Niente sconti per Marco Paoloni in appello. La Corte Federale ha confermato la squali�ca di cinque anni e la proposta di radiazione della sentenza di primo grado ai danni del portiere ritenuto un personaggio chiave delo scandalo del calcioscommesse. Ma non è �nita qui: resta ancora il Tnas e l’Alta Corte del Coni.

di CIRO IMPERATO a pagina 30

di ALESSIA VOLPE a pagina 29

Motociclismo. Rufoloni si fionda a tutto gas verso l’Italiano Superbike di ADRIANO GRASSI a pagina 27


attualità

2

Civitavecchia & AltoLazio

Gli eccessi della movida, all’indomani di un movimentato Ferragosto, sono al centro del dibattito politico Le ordinanze contro il vetro e l’alcol giudicate strumenti validi, ma da soli non sufficienti

Ex Gargana, s’alza il muro anti-abusivi P

L

e ordinanze anti vetro e anti alcol ai minori sono state tardive, ma comunque servivano. Per avere tuttavia un reale impatto positivo capace di cancellare in un solo colpo di spugna gli eccessi della movida, quello che serve è un patto per la sicurezza sulla scorta di quanto già adottato in alcuni grandi comuni. Misure praticamente emergenziali, per arginare un fenomeno che

Sicurezza? Patti, non parole

Mecozzi (Udc): “Ci vuole un Comitato presso la Questura”. E Fli approva Il capogruppo: “Questo territorio offre troppo poco ai nostri giovani” altrimenti rischia di rovinare un’intera generazione. E’ quanto sostiene il capogruppo dell’Udc Mirko

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLO’ ACCAME Condirettore edizione Civitavecchia VIVIANA TARTAGLINI Editore Altolazio News srl Presidente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. ROBERT VIGNOLA SIMONE FANTASIA CIRO IMPERATO BARBARA FRUCH Grafici ADRIANO GRASSI Sede operativa VIA NICOLAO ARCANGELO, 5 00053 CIVITAVECCHIA TEL. 0766.671159 FAX 0766.671158 opinione.cv@gmail.com 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22.30

Mecozzi. “Ovvio che non tutte le colpe siano dell’amministrazione, ma forse se imponesse semplici regole di buon vivere civile, come la musica a decibel accettabili, il divieto tassativo di vendita ai minorenni di qualsiasi tipo di alcol, magari avremmo avuto una estate più tranquilla. Certo non è che per i giovani ci siano molte alternative al continuo avanti e indietro sul lungomare (niente cinema, niente discoteche, niente parchi giochi, niente ritrovi giovanili insomma niente di niente), ma questo non giusti�ca l’ubriachezza, per giunta molesta. Tasso alcolico

Sabato 20 Agosto 2011

che va combattuto per il bene e la tranquillità dei cittadini ma, soprattutto, per la salute dei nostri giovani”. Di qui le proposte del capogruppo Udc, che dapprima cita l’ottimo esempio di Fondazione Cariciv e Croce Rossa (con l’iniziativa “Una sbornia di vita”) e poi avanza “l’ultima ri�essione: visto il sempre più crescente tasso di microcriminalità nella nostra città, e visto che Civitavecchia è ormai un centro di grande importanza regionale e non solo, vorrei dare un suggerimento al sindaco e alla giunta: dopo la creazione nella capitale

del “Patto per Roma Sicura” e l’istituzione da parte della Regione Lazio dell’”Osservatorio sulla Sicurezza”, perché non valutare l’ipotesi di creare un “Patto per Civitavecchia Sicura”? Magari potrebbe essere utile istituire un apposito comitato per l’ordine e la sicurezza presso la Questura, con la partecipazione di tutte le forze dell’ordine e di volontariato che ogni giorno sono presenti sul territorio”. Consensi alla proposta sono giunti da Futuro e Libertà - I Circoli Socratici. “Ha ragione da vendere il capogruppo dell’Udc, Mirko Mecozzi perché,

seppur giuste le iniziative prese dal Sindaco, arrivano tardive. Queste sono cose che si preventivano mesi prima e non dopo decine di risse e feriti e interventi di polizia e carabinieri. Non vogliamo essere sempre e comunque detrattori di Moscherini, ma ribadiamo che, seppur giuste, le iniziative arrivano a giochi fatti. Quindi ben venga la proposta del consigliere Mecozzi, si crei una commissione con le forze dell’ordine e quelle del volontariato che operano già in regime di Protezione Civile”. Siamo alle ronde di leghistica memoria? Gli interessati

er un bel pezzo non sentiremo più parlare di ex Gargana, o almeno si spera. Dopo le polemiche e gli sgomberi, lavori in corso (nella foto di Maurizio Gargiulli) ieri all’ex spogliatoio di quello che fu il campo “Petronilli”, asfaltato per lasciare il posto alla rotatoria della Mediana. Le porte di accesso alla struttura sono state murate, una decisione che renderà assai più dif�cile penetrare di nuovo all’interno dell’immobile. Che, speriamo per un bel po’ di trempo, avrà �nalmente pace prima (magari!) di una bella ristrutturazione. smentiscono. “Ovviamente non si tratta di ronde o stupidaggini del genere - spiegano infatti dai Circoli Socratici di Fli - ma di piani�care azioni e prevenzione a più livelli. Ci associamo al plauso verso l’iniziativa promossa dalla Croce Rossa locale �nanziata dalla Fondazione Cariciv, ce ne vorrebbero di più di queste iniziative per sensibilizzare i giovani a non abusare dell’alcol (con tutte le conseguenze che porta con sé, e la cronaca di tutti i giorni ne è testimone, non solo a Civitavecchia ma in tutta Italia). L’importante è intervenire in tempo per non lasciare allo sbando la nostra gioventù che in città, evidentemente, non ha meglio da fare. Del resto l’inesistenza di strutture per i giovani è evidente ed è sotto gli occhi di tutti. Altro che piani B. Qui ci vuole una azione seria e non le chiacchiere al vento. Specie se siamo già in campagna elettorale. Fatti, solo fatti”.


attualità

Sabato 20 Agosto 2011 Civitavecchia & AltoLazio

3

Altri casi di violenze sugli agenti

Manutenzioni, campagna terminata

“Borgata Aurelia è una polveriera”

Marciapiedi a vita nuova nei quartieri

S

empre più bollente la situazione all’interno del carcere di Borgata Aurelia. L’ultima aggressione ha riguardato due agenti di polizia penitenziaria impiegate presso il “braccio” femminile della struttura. “Sono state aggredite con calci e pugni da una locale detenuta nei cui confronti erano intervenute per sedare una lite in corso con altre ristrette”, è il resoconto che fa dell’accaduto l’Osapp organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci. “Le colleghe aggredite - prosegue il sindacalista - hanno dovuto lasciare il servizio con 7 giorni di prognosi, ma le tensioni nella struttura hanno raggiunto livelli insostenibili. Al rientro in istituto a Civitavecchia, dopo 20 giorni di malattia, un poliziotto penitenziario, vittima di una precedente aggressione si sia trovato a prestare servizio nella stessa sezione e con lo stesso detenuto che l’aveva aggredito. E’ ormai fuori di dubbio - indica ancora il leader dell’Osapp - che la grave situazione non possa più essere affrontata solo con le pacche sulle spalle e con gli incoraggiamenti nei confronti dei poliziotti penitenziari, come sembra volersi fare, tenuto conto che a Civitavecchia a fronte di una capienza di 350 detenuti uomini ne sono presenti quasi 500 e 30 sono le detenute presenti per 15 posti, mentre l’organico di polizia penitenziaria è carente di almeno 130 unità sulle complessive 810 in meno nell’intera regione”. “Purtroppo la grave situazione esistente a Civitavecchia - conclude Beneduci - non sembra impedire all’Amministrazione penitenziaria centrale, il Dap, di assumere per lo stesso istituto decisioni del tutto avulse dalle realtà e dai fatti, come la recente scelta di aprire nello stesso istituto una sezione destinata a contenere 150 detenuti ad alta sicurezza in quanto anche provenienti dal regime del 41 bis”.

S

Oggi si schiatta S

embrano le Maldive ed invece è il Mediterraneo. Il caldo avvertito a Civitavecchia negli ultimi giorni è stato devastante. I più cercano rifugio a mare, chi può si attrezza con ventilatori aria condizionata e ghiaccio a profusione. Ma da un punto di vista atmosferico, che cosa sta succedendo? semplice: lo scontro di due anticicloni. Nessun cataclisma per carità. Solo un semplice fenomeno atmosferico. Al momento sopra le nostre teste ristagna il famo-

so Anticiclone delle Azzorre, ossia quella massa di aria calda che partendo dalle isole spagnole al largo dell’Atlantico arriva sul Mediterraneo occidentale, garantendo il caldo estivo. Soltanto che nel frattempo si è formato un altro anticiclone, portatore di alta pressione, sul Nord Africa che sta viagiando verso il Mediterraneo orientale. Questo vuol dire più che altro aria ferma, senza alcuna circolazione. L’assenza di vento fa il resto, determinando questa situazione di stabilità,

Calamatta - Impianto d’irrigazione fin troppo funzionante

forse persino eccessiva. Quindi bisogna rassegnarsi ad altre giornate afose, con una piccola consolazione: al mare i gradi previsti sono 35 mentre nelle città il picco sarà di 38. Appare dunque evidente che abitando sulla costa si sta un po’ meglio. I meteorologi suppongono che il caldo durerà almeno altri quattro giorni, per cui conviene rilassarsi, prendere ombrellone, sdraio e crema solare e andarsene in spiaggia. Perché anche oggi “se schiatta de callo”.

i registrano nuovi interventi condotti dal Comune, attraverso l’assessorato alle manutenzioni, nei quartieri cittadini. Opere che, sottolineano dall’assessorato, sono “dirette a migliorare la circolazione pedonale e quella veicolare in varie zone della città”. La prima segnalazione sulla chiusura dei cantieri riguarda proprio i marciapiedi, ricostruiti o in alcuni casi realizzati ex novo. “Abbiamo concluso - annuncia infatti l’assessore Mauro Campidonico, del Polo Civico - i lavori di realizzazione di nuovi marciapiedi in alcune delle più frequentate strade cittadine. Si tratta delle vie Gobetti, degli Agricoltori, Etruria e Antonini, nelle quali, come si sarà constatato, la costruzione dei marciapiedi è stata corredata delle opere indispensabili all’abbattimento delle barriere architettoniche. Accorgimenti che risulteranno graditi alla generalità dei cittadini, ma soprattutto a quelli, e sono tanti, che accusano dif�coltà di carattere motorio”. Dopo l’accenno a quanto svolto, uno sguardo anche al futuro prossimo e a ciò che, in fatto di manutenzioni, è già stato messo in calendario. “A settembre prenderanno il via i lavori di rifacimento dell’intero sedime stradale e delle isole spartitraf�co che separano longitudinalmente le correnti veicolari su due grandi arterie, i viali Togliatti e Nenni”, osserva Campidonico, il qualche speci�ca che “inoltre i marciapiedi esistenti verranno opportunamente sistemati, e creati ex novo nei tratti mancanti. Anche in questo caso verranno poste in essere le opere necessarie per aumentare la sicurezza nella circolazione e negli attraversamenti dei pedoni, e per eliminare le barriere architettoniche”, conclude l’assessore.

Luna Crescente

La Piazza? Bella, ma fa acqua

di CLAUDIA MARTORANO

Sopra le righe sotto le luci U

P

iazza Calamatta: bella di giorno, bella di notte. E al mattino? Bagnata. Forse troppo. Alcuni lettori ci avevano segnalato il fenomeno, abbiamo perciò mandato l’occhio elettronico di Maurizio Gargiulli a compiere il suo dovere ed il risultato è stato assolutamente una conferma, per quanto inattesa: troppa grazia, in fatto di irrigazione. L’impianto, che è stato intelligentemente previsto nel progetto di riquali�cazione dell’antica Piazza d’Arme, di acqua ne manda decisamente a dismisura. Il che, a prescindere, è motivo di spreco di un bene pubblico intorno al quale peraltro l’attenzione e la sensibilità cresce giorno dopo giorno. Ci sono poi altri aspetti che vanno valutati. In primo luogo, la pavimentazione della piazza diventa per gran parte bagnata, quantgo meno

nella parte centrale, è questo può causare problemi di equilibrio, magari nelle persone non più in forma per i più svariati motivi. Inoltre, a lungo andare, l’insistere dell’acqua sugli stessi centimetri di mattonato e non su altri potrebbe portare a fenomeni bdi decolorazione sgradevoli. E poi, ci sono piante alle quali ntroppa acqua fa male. Insomma, adesso che la piazza è rinata, per completare l’opera basta mettere mano all’impianto d’irrigazione e regolarlo secondo canoni più adeguati alla bisogna. Per il resto, cercheremo di essere ancora particolarmente attenzi a ciò che riguarderà Piazza Calamatta, af�nché l’antico cuore di Civitavecchia tornato agli antichi fasti, non abbia a stringersi per atti di disattenzione, maleducazione, vandalismo o cattiva amministrazione.

n tempo solo i VIP, oggi anche i protagonisti dei reality show, tendono sempre più ad esibire sentimenti e comportamenti eccessivi voluti e premiati da quel che oggi va sotto il nome di “TV dei sentimenti”. Il successo del Grande Fratello e di Uomini e Donne, evidenzia un cambiamento di costume di cui è pionere il piccolo schermo e che inevitabilmente diviene un imitato modello sociale, specie dai più giovani. I ri�ettori sono puntati sempre più sulle persone e sulle loro storie ed i format incoraggiano personalità forti ed esibizionistiche de�nite istrioniche. Il termine “istrione” nell’ antica Roma identi�cava l’attore di teatro, carismatico e poliedrico come Fiorello dei nostri tempi. Designava dunque un vero talento e non la necessità di stare al centro dell’attenzione con sfacciataggine e presunte, opinabili doti artistiche. Le veline di turno diventano opinioniste, i giornalisti ballerini di liscio, i politici pattinano sul ghiaccio e se a tutto questo aggiungiamo l’esposizione arrogante di sentimenti e pensieri, il gioco è fatto. La TV non necessita più di persone preparate ma di personaggi con poco ma davvero poco di autentico. Già, perché l’istrionico non fa differenza alcuna tra realtà e �nzione, non importa se quel che esibisce e dice sia vero o meno purchè faccia colpo sul pubblico. E nel mix che si crea tra verità e teatralizzazione a rimetterci ripeto, sono sempre i giovani, af�itti da manie di protagonismo che possono sfociare in un vero e proprio disturbo clinico. Certo la TV non è l’unica responsabile, chi soffre di un “disturbo di personalità istrionica” è stato spesso un bambino

con genitori carenti nella cura, nel sostegno e nell’attenzione. Crescere sperimentando un legame che non sia sicuro sviluppa un’instabile percezione di sé ed una carente autostima che sfocia in drammatizzazioni di emozioni e comportamenti a quel punto dif�cili da ignorare. Così si alimenta un circolo vizioso, rafforzato dalle trasmissioni preferite. Sono soprattutto i “teledipendenti”, coloro cioè che passano più ore davanti alla televisione, a trarre maggiori conseguenze sul proprio life style e sono sopraffatti dall’illusione di essere complici di segreti e co-arte�ci di destini, dal momento che hanno accesso a scorci di vita privata e sono coinvolti nell’ostentazione emotiva. Così la nuova tendenza prende forma anche nei telespettatori, crollano i limiti della privacy e della vergogna in e al di là dello schermo, e ciò che normalmente prende sfogo naturale in privato diviene alla mercè di tutti. I sentimenti devono traboccare tanto dai programmi quanto dalla società vittima del fascino dell’istrione, perché per avere successo, in piccolo e in grande, deve esibirti ed essere sopra le righe. Questo in sintesi il messaggio della “TV dei sentimenti”, che di sentimento a dirla tutta ha ben poco, perché il sentimento è la sublimazione dell’istinto passionale, che sia di odio o d’amore, che in TV sfocia spesso in risse, litigi, insulti, sesso e in generale in basse invadenti volgarità, �glie di una �nzione che fa apparenza di realtà. Per rivolgere domande alla dottoressa e ricevere risposta all’interno della rubrica, scrivete a claudia.martorano@libero.it.


attualità

4

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 20 Agosto 2011

Navi, croce e delizia - Aumentano i traffici, ma anche il fumo

Domani smetto L

di PAOLA PERUZZI*

Ma l’energia economica fa del Porto una risorsa

N

ella storia di una città possono veri�carsi periodi di rapida crescita culturale e sviluppo economico. I numerosi esempi forniti dall’esperienza storica hanno chiarito come la fortuna di un contesto sociale derivi dalla capacità di cogliere le nuove opportunità di scambio, confronto e, quindi, di arricchimento offerto dal territorio in cui quel contesto opera: la coscienza di una potenzialità nuova è la base per la creazione di rinnovate dinamiche economiche, tese ad un più ampio benessere sociale. Quanto sta avvenendo a Civitavecchia è proprio questo. La città ha acquisito la consapevolezza di una nuova e più forte possibilità di crescita, trainata da quel nucleo di forza costituito dagli scambi e dai trasporti marittimi. E’ un dato ormai da tutti acquisito, che il Porto di Civitavecchia sia in grado di fornire non una semplice scossa ma una costante e crescente “energia economica” alla propria città e che - ora più che mai - costituisca il motore della crescita locale. I numeri dello sviluppo, l’ammontare degli impegni e degli investimenti che l’Autorità Portuale ha reso pubblici nelle ultime dichiarazioni del Presidente Monti, rassicurano sulla decisa volontà di procedere nella strada dell’ef�cienza, della crescita e dell’internazionalizzazione dello scalo. E permettono la creazione di progetti atti a convogliare l’energia generata dal settore portuale all’interno del tessuto economico della città e del comprensorio, con positivi in�ussi anche in ambiti non strettamente commerciali. Il razionale sviluppo dello scalo e dei traf�ci portuali sono quegli attesi stimoli per l’accelerazione degli scambi economici locali che ef�cienti strutture produttive e attente professionalità trasformeranno in crescita culturale e in maggior benessere sociale. (* Avvocato)

a bonaccia d’agosto sta acuendo un vecchio problema. Non si contano più, ormai, le preoccupate lamentele di chi guarda con ansia al cielo sopra il porto di Civitavecchia. I grandi traf�ci portuali di questi giorni fanno vedere anche altri effetti, oltre a quelli più che mai bene�ci della movimentazione economica. La quasi totale assenza di vento, oltre a signi�care afa, non consente infatti di spazzare l’aria, nella quale restano peraltro a lungo i miasmi prodotti dalle sale macchine di navi traghetti e da crociera. Un problema a cui occorre trovare una soluzione: l’ultima proposta arrivata in ordine di tempo è quella del consigliere comunale dell’Italia dei Valori, Vittorio Petrelli, che ha richiamato l’attenzione sulla necessità di convocare un tavolo istituzionale al quale si siedano gli enti preposti ai controlli (cioè Capitaneria di Porto e Arpa Lazio), ma anche Comune di Civitavecchia e Autorità Portuale, allo scopo di prevenire fenomeni come quelli cui si sta assistendo. E’ pure vero che non si può pensare di lenire gli effetti della ripresa dei traf�ci in pochi

BREVI DI CRONACA Incidente su via Terme di Traiano: ferita Grave tamponamento tra due automobili, lo scorso giovedì sera, in via Terme di Traiano, in corrispondenza dell’ultima curva prima del noto parco acquatico cittadino. Per cause ancora da chiarire, una Lancia Ypsilon e una Mercedes si sono scontrate lateralmente. La Mercedes ha riportato gravi danni a tutta la �ancata, dal paraurti anteriore a quello posteriore, ma per il conducente, che si trovava da solo all’interno del veicolo, non ci sono state conseguenze; per la giovane donna al volante della Ypsilon, invece, anche lei sola nell’auto, è stato necessario chiamare l’ambulanza del 118. I medici dell’ospedale hanno riscontrato alla ragazza escoriazioni e strappi muscolari giudicati guaribili in alcune settimane. Pestaggio a Tarquinia: individuati gli autori Otto giovani tarquinesi ed un vetrallese sono stati denunciati per rissa dai carabinieri della stazione della cittadina tirrenica, al termine di indagini avviate all’indomani del pestaggio di un giovane, colpito con calci e pugni da un branco di coetanei

nei pressi di un noto stabilimento balneare di Tarquinia Lido, la notte del 23 luglio. Durante la rissa una folla di giovani tarquiniesi, senza conoscere il motivo di una banale discussione tra coetanei, iniziò a malmenare il giovane vetrallese che a seguito dei colpi ricevuti, perse conoscenza �nendo in ospedale con varie ferite: un forte trauma cranico e una prognosi di 15 giorni. Le indagini hanno consentito agli inquirenti di denunciare otto persone, tra i 21 e 29 anni, che più attivamente presero parte al pestaggio. Aspiranti ladri presi dopo fuga per i campi Hanno cercato di darsi alla fuga prima con l’auto, poi a piedi per i campi. Tre albanesi e un rumeno, provenienti dalle zone di Aprilia, Ardea e Pomezia, sono stati comunque bloccati dai carabinieri di Tuscania sull’Aurelia, nei pressi di Tarquinia. Nascosti all’interno delle fodere dei sedili, sono stati ritrovati numerosi attrezzi come antenne telescopiche piegabili, con calamite sulle punte, cacciaviti uncinati e chiavi inglesi, probabilmente usati per furti in appartamento. I quattro sono stati denunciati e il materiale sequestrato.

Navi traghetto o da crociera, non fa differenza: i comignoli lasciano belle scie nel cielo; ma quando non c’è vento, diventano nuvole nere sulla città... (Fotoservizio di Maurizio Gargiulli)

È l’ora di riscoprire anche la Civitavecchia sotterranea C

ivitavecchia come prodotto spendibile sul mercato turistico? Ha insistito molto su questo aspetto il vice sindaco Enrico Zappacosta, quando, presentando il termine dei lavori su piazza Calamatta, ha voluto indicare come il suo programma fosse �nito e la città, dall’aspetto rinnovato, potesse essere ormai considerata quanto meno nel suo centro un prodotto appetibile. Ora, inserendosi nello stesso dibattito, il movimento politico Il Popolo della Città cerca di dare il suo contributo. “Ci piace la nuova piazza Calamatta e ci piace pure il

progetto preannunciato dal sindaco Moscherini, proprio durante l’inaugurazione della stessa, di realizzare a breve un percorso per i turisti che ricongiunge Porta Livorno, il porto antico della città, con la parte vecchia di Civitavecchia”. “Per questo lanciamo, come siamo soliti fare, la nostra proposta con la speranza che ciò possa contribuire ad avere un giorno la “Civitavecchia come piace a noi”. Il vero tesoro della città, riteniamo essere, l’insediamento romano situato in pieno centro, proprio sotto il triangolo che il sindaco vuole rivalutare, per

Il Popolo della Città dopo la rinascita di Piazza Calamatta richiama l’attenzione degli amministratori sulla Centumcellae di epoca romana la precisione sotto la centralissima corso Marconi”. Si tratta in effetti di una Civitavecchia sotterranea le cui peculiarità sono sconsciute agli stessi civitavecchiesi, quanto meno a quelli tra di loro che non sono nati prima della guerra. “Per questo proponiamo, come “Il Popolo della città” e in qualità di associazione

cittadina, di aggiungere al percorso storico/turistico proposto dal Sindaco un sottopasso di accesso ai locali romani di corso Marconi”. “Invitiamo i nostri amministratori ad andarli a vedere di persona, scoprirete il vero �ore all’occhiello di Civitavecchia. La Sovrintendenza all’Etruria Meridionale ha salvaguardato

a suo tempo mura, strade e addirittura i mosaici, tutti risalenti all’epoca romana, attraverso la costruzione di appositi locali sotterranei. Chissà che, di fronte a tanta ricchezza, la presidente Polverini e il sottosegretario ai Beni culturali, l’onorevole Francesco Giro, non possano, ciascuno con le proprie risorse e negli ambiti di competenza, fare uno sforzo in più, per �nanziare la Centumcellae romana e consentire che Civitavecchia possa godere delle proprie ricchezze storiche e culturali”, concludono dal Popolo della Città.

giorni. Fortunatamente, in termini di bilancio ambientale, progetti come il Polo Idrogeno o altre iniziative che l’attuale Presidenza Monti ha rilanciato rappresentano delle novità che fanno di Civitavecchia una realtà cui guardare, anche da altre parti d’Europa. Restano però quei comignoli che s�atano �n troppo fumo nero sopra viale Garibaldi, il lungoporto e la zona immediatamente a nord. L’augurio è semplicemente che i controlli vengano sempre garantiti per assicurarsi sul fatto che le compagnie armatoriali eseguano sempre gli adeguamenti alle macchine delle navi, in maniera tale che la qualità delle emissioni sia al,eno accettabile. Se esiste il bollino blu per le auto, perché le grandi navi possono farne a meno?


litorale

Sabato 20 Agosto 2011 Civitavecchia & AltoLazio

5

Santa Marinella - Ricordo commosso del cantautore per la sua fan Antonella Papa

Tuffo nella musica napoletana: in duemila per Nino D’Angelo di DEMETRIO LOGIUDICE

P

arco Saffi per una notte ha ospitato eco e melodia della canzone napoletana. Cantante ed interprete, Nino D’Angelo, che litorale santamarinellese vanta numerosi fan. Accorsi da ogni angolo della Regione, i numerosi amanti della musica dello Scugnizzo hanno avuto la fortuna di assistere ad un bello spettacolo inserito tra le quindici tappe agostane del tour del cantante di San Pietro a Paterno, quartiere popolare della periferia di Napoli. E giovedì sera circa duemila persone hanno potuto ascoltare grandi successi del nuovo e del vecchio repertorio, dai primi toccanti brani all’ultimo album initiolato Jammo Jà. Tra la festa dei fans e la musica coinvolgente dell’ex Caschetto d’oro, la serata ha preso una piega decisa-

mente toccante, nel momento in cui è sul palco dall’assessore al turismo Giovanni Boelis insieme all’onorevole Gabriele Lancianese, consigliere provinciale del Pdl. Entrambi hanno voluto spendere delle parole dolci nei confronti della santama-

rinellese Antonella Papa, venuta a mancare prematuramente cinque anni fa, e che tutti ricordano come storica fans di Nino D’Angelo. Antonella, grande ammiratrice del cantante napoletano, ancora in vita aveva preparato ed incorniciato un pensiero

per il suo idolo ma il destino non gli ha concesso di consegnarglielo personalmente. Il cantante le ha poi dedicato la sua ballata preferita, suggerita dal marito, “Pe mme tu si”, che il cantautore ha eseguito rivolto al cielo per tutta la canzone, regalando

alla platea un ricordo commosso. Gli assessori Boelis e Degli Esposti, hanno salutato quindi questa serata “come una delle più importanti, grazie ad un cartellone estivo improntato con il contributo dell’onorevole Lancianese e della provincia di Roma sono contento - dice Boelis - per la riuscita della serata, che ha regalato alla città un grande e coinvolgente artista della musica italiana”. L’assessore Degli Esposti, poi ha espresso soddisfazione per l’evento e per “aver visto tanti concittadini di origine partenopea divertirsi e cantare le canzoni dell’ultimo vero artista della musica napoletana”.

Dalle 18 in piazza Civitavecchia un gioco per tutte le età Il latinista ha tradotto gli endecasillabi sciolti delle Bucoliche di Virgilio

Oggi tutti a caccia del tesoro Nuova opera del professor Pranzetti U

n soggiorno per quattro da scegliere tra ottanta località italiane, quattro entrate gratuite all’Acquafelix e una cena di pesce. Questi i premi in palio per la Caccia al Tesoro che si terrà questa sera dalle 18. Partenza e meta �nale a piazza Civitavecchia, con musica dal vivo. Si inventa il nome della squadra, con giovani e meno giovani che potranno organizzarsi in gruppi di quattro con amici, appassionati di fotogra�a, o altro.. Dopo aver richiesto il modulo di iscrizione anche il giorno stesso, sino alla chiusura delle iscrizioni per esaurimento posti, al momento dell’iscrizione il caposquadra riceverà il regolamento del gioco e le magliette da indossare durante la gara. Alla partenza si riceveranno gli enigmi e poi inizierà il gioco. La soluzione degli enigmi corrisponde all’attenta osservazione di particolari della città di Santa Marinella

da immortalare, con macchina fotogra�ca al seguito. Semplici le regole: dotazione della fotocamera digitale carica, con la memory card inserita e senza immagini all’interno e il suo cavetto, o in alternativa un cellulare con funzione macchina fotogra�ca. Si dovranno scattare foto e risolvere gli enigmi nello stesso ordine in cui vengono poste le domande. Per una facile identi�cazione e dunque individuazione dei concorrenti, bisognerà indossare la t-shirt in gara. In�ne, bisognerà scattare la foto vicino la soluzione con almeno tre componenti della

di MASSIMILIANO BALDACCI

L’

squadra e scrivere la soluzione sul foglio. In�ne va tutto consegnato all’organizzazione che proclamerà il vincitore. D.Log.

opera del professor Luciano Pranzetti - la traduzione in endecasillabi sciolti delle “Bucoliche” di Virgilio - è stata ottimamente recensita dalla prestigiosa rivista internazionale di studi e ricerca sulla lingua latina Latinitas, edita presso la Città del Vaticano, autorevolissimo centro di coltivazione della sacra lingua dei nostri antenati. orgogliosi i santamarinellesi del loro professore e concittadino, che con la sua attività dona prestigio alla comunità delle Lettere e della Cultura. Cionondimeno, va ricordato a riguardo l’impegno profuso dalla Fondazione Cariciv proprio per la realizzazione dell’opera. Il recensore Orazio Antonio Bologna, noto latinista, nel suo intervento tesse le lodi ed una serie di elogi per la preziosità lessicale, l’armonia dei versi e per la profondità dei

GIORNO & NOTTE Civitavecchia CLOSING PARTY Diverso Inverso - ore 22 Disco con Andrea Vianelli e Paolo Martorano - ore 00.30 Stab. Grotta Aurelia

Tarquinia Etruria Musica Festival, concerto con il violinista Stefano Mhanna - S. Maria in Castello - ore 21.30 Compagnia Excursus - Chiostro S.Marco - ore 21

Allumiere Palio delle Contrade Provaccia - ore 19 Piazza della Repubblica Cene e feste nei rioni - ore 21

Tolfa Festeggiamenti per la Madonna della Sughera Tiro al piattello, loc. Sassicari - ore 10 Corteo storico - ore 18 Cena rione Sughera, Villa Comunale - ore 21

commenti alle singole ecloghe. Non solo: nell’avvertire la somma erudizione messa in campo

– mettere in versi, rispettandone la personalità, la poesia di Virgilio – sottolinea come il lavoro svolto con certosina precisione, sia impresa estremamente dif�cile. Non può sfuggire peraltro l’annotazione sempre del recensore che consiglia, gemma non comune, l’adozione del

testo presso le scuole di sì “bel libro”, in qualità di strumento di retorica e bello stile. Oltre agli onori per l’autore, viene fatta degna menzione anche del prefatore professor Nando Bianchi a cui vengono rivolti i complimenti per la profonda e chiara dottrina espressa con ammirabile eloquenza; lo stesso Bologna non dimentica il postfatore, dottor Paolo Giardi esimio cultore della letteratura classica. Un bel risultato al quale, ci si augura, possa pervenire anche il prossimo lavoro già in via di realizzazione del professor Pranzetti. Oggetto dello studio, saranno i luoghi stilistici comuni a Dante e Virgilio, con molta probabilità sarà in uscita per il mese di ottobre. Sarà quindi la stagione autunnale, nota per favorire lo studio e la ri�essione, il luogo naturale per un invito ad una nuova ed interessante lettura sulle orme dei classici.

Tutti gli appuntamenti di S.Marinella e S.Severa Pro Loco Santa Severa - Ore 15 Calcio a tresulla spiaggia dello stabilimento Il Tirreno; sempre alle ore 15, Torneo diTennis Doppio Misto allo Sporting, ; alle ore 18 prosegue il Torneo di Calcio a 8 al Campo Sportivo di Via Cartagine. Alle ore 21 musica live al Barracuda Bianco, l’animazione per bambine al Bar A Onda, sempre alle 21 torneo di Burraco a PiazzaPyrgi e dalle ore 22 discoteca presso lo Sporting. Castello di Santa Severa- Museo del Mare, Conferenza dal titolo: “Santa Severa, tra leggenda e realtà storica. Pyrgi e il Castello di Santa Severa alla luce delle

ultime scoperte, sopra e sotto il mare” CineArena allo Sporting- Lungomare Pyrgi, ore 21.30: C’è chi dice no. SantaMarinella Villaggio della Gioventù Alle ore 21 pressoVia Aurelio Saf�, spettacolo di cabaret con Alessio Avitabile Show. Presso la Passeggiata aMare sulla Via Aurelia, solito appuntamento del �ne settimana conoggettistica, artigianato, collezionismo, bigiotteria, libri e invenzioni. Arena Lucciola: Che bella giornata (ore 21 e 23)


area montana

6

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 20 Agosto 2011

Tolfa - Appuntamento alle 8 in località Sassicari con il tiro al piattello, a seguire riti e feste

Spari per far festa alla Madonna della Sughera C

olpi di fucile e musica dal vivo per festeggiare la Madonna della Sughera. L’evento organizzato come di consueto dal Rione Sughera, che per l’appunto ne porta il nome, e dal Circolo sport-caccia “Monti della Tolfa” parte di buon mattino, alle ore 8 con la gara di tiro al piattello in località “Sassicari”, in memoria del giovane Gabriele Ferlicca, membro della contrada scomparso prematuramente lo scorso anno. Nel pomeriggio, alle 17.30, sarà celebrata la Santa Messa presso la Chiesa della Sughera, mentre alle 18 si terrà la classica processione-corteo che ricorda il

ritrovamento del quadro della Madonna da parte dei cacciatori. Si narra infatti che nel 1501 due cacciatori trovarono su un albero di sughero un’immagine della Madonna che con una solenne processione fu portata in una delle chiese di Tolfa. Il giorno seguente però l’immagine era tornata sull’albero e Agostino Chigi, appaltatore delle cave d’allume, dette ordine di costruire attorno all’albero una chiesa. Alla Madonna della Sughera sono particolarmente devoti i cacciatori di Tolfa che partecipano in massa alla processione sparando come di consueto colpi di fucile a salve. In serata,

a partire dalle 20, avrà luogo una festa presso la villa comunale, organizzata dal Rione capitanato da Thomas Torroni, con musica dal vivo e degustazione di prodotti tipici di Tolfa, durante la quale saranno proiettati anche i video della vittoria del Torneo Rionale dei butteri 2011. Anche domenica è di scena la tradizione, con il pomeriggio dedicato alla poesia in ottava rima ed il il tradizionale “spuntino” alle ore 18, presso l’an�teatro Pompilio Tagliani della Villa Comunale, ove saranno offerti assaggi di vino, prosciutto condite dalle meravigliose competizioni dei poeti a braccio.

Allumiere - Domani la corsa: stasera per le Contrade si brinda e mangia tra riti scaramantici e sfottò

Con la “Provaccia” scende in piazza il Palio dei sapori di BARBARA FRUCH

S

i accendono gli animi ed il paese si colora con stemmi e drappi delle diverse contrade. Ad Allumiere si respira un’aria di festa ad ormai poche ore dal via della quarantesettesima edizione del famoso palio. Si parte oggi, infatti, con un assaggino in attesa di vedere la vera s�da che, domani pomeriggio, trasformerà l’arena di Piazza della Repubblica, in un tripudio di bandiere e un ammasso di gente che si cimenterà in cori, canti e grida di incoraggiamento. L’appuntamemto, come ogni anno, coinvolge oltre all’intero paese collinare anche molte

Il “cencio” 2011 è stato firmato da Simona Sestili; la giovane artista allumierasca posa, qui a fianco, orgogliosa insieme alla creazione che, nella corsa di domani, sarà l’oggetto del desiderio di sei contrade e dei loro tantissimi tifosi

Sul “Cencio” il tocco tricolore di Simona

Q

uest’anno l’ambito “Cencio” è dedicato al 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Le raf�gurazioni della tela, che come ogni anno è dedicato a una ricorrenza, un personaggio o un importante evento sia esso locale o nazionale, per l’edizione 2011 è stato dipinto a mano da Simona Sestili, giovane artista locale. Anche Allumiere, dunque, sceglie l’evento dell’anno coniugando nel “cencio” la storia nazione a quella locale. A simboleggiare il tema

un’imponente allegoria dell’Italia Unita, in veste di donna addossata alla bandiera tricolore rigon�a dal vento con in alto la scritta del palio in oro. In basso le tre bandiere che sventolano rappresentano i tre giubilei del 1911, 1961, 2011. A rappresentare il locale in basso a destra l’immagine di Antonio Brunelli, garibaldino ed ingegnere delle miniere di allume di Allumiere, a sinistra in�ne non poteva mancare un fantino su un asino in corsa.

persone proveninenti dal comprensorio e dalla regione, che raggiungono la collina per godersi la s�da tra le coppie di somari e fantini. Questa infatti la sua principale caratteristica, nonché differenza rispetto al famoso palio di Siena: le corse svolte dai “somarelli” sul naturale tracciato circolare allestito nella cinquecentesca piazza. Stasera alle 19, “l’assaggio” della competizione, con la tradizionale “provaccia”, ossia un primo momento emozionante di tutta la manifestazione che vedrà scendere in pista due asini montati a pelo (cioè senza sella), i quali faranno ciascuno un giro di pista. Al termine, verso le 21 ognuna delle sei contrade (Burò, Ghetto, La Bianca, Nona, Polveriera e S. Antonio), organizzerà una festa all’interno del proprio territorio con la distribuzione gratuita di vino, dolci, prodotti tipici locali accompagnata dalla partecipazione di gruppi musicali. A Sant’Antonio la musica prenderà vita grazie a dj Federico Felicioni e le sue cubiste accompagnate dai “Centocelle Nightmare”, mentre al Burò si balla in Piazza Giovanni da Castro con la voce di Paolo Visciola e delle sue cubane. A Piazza Chigi la Polveriera ospiterà il “Duo Dado” con i loro balli di

gruppo, offerta simile a quella proposta da “Lorenzo” nella piazza di La Bianca. Atmosfera cubana anche al Ghetto, dove in via Dante Alighieri Giovanni Perez regalerà ai giallorossi una serata a sfondo caraibico, mentre quella organizzata dalla Nona a Piazzale dei Partigiani sarà una serata con la “Sexy Machine band”. Ritornando in generale al Palio non sono mancati gli aspetti tecnici per mettere in sicurezza l’area. A parlare dell’argomento è stato proprio il Sindaco della città Augusto Battilocchio, il quale ha voluto sottolineare la grande attenzione alle norme vigenti attivate attraverso uno speci�co piano di sicurezza. “Il Palio delle Contrade allumierasche quest’anno sarà più sicuro anche in seguito a quanto è successo a Siena, Pistoia e Ronciglione ed ai successivi interventi di ministri quali Martini e Brambilla - ha

spiegato il primo cittadino - Abbiamo così deciso di aumentare le attività preventive, prevedendo una pista appositamente costruita con il percorso non solo protetto da un doppio anello ma anche da un tracciato che garantirà l’incolumità di fantini e asini grazie ad uno speciale mix di sabbie il cui impasto non è né troppo morbido, né troppo consistente. Ovviamente - ha concluso Battilocchio - come ogni anno importante sarà l’attività della Protezione Civile, dei volontari del soccorso e delle forze dell’ordine”. Già da ieri dunque i lavori in corso nella piazza allumierasca per garantire che tutto sia pronto per stasera, con un’altra novità strutturale ossia il ridimensionamento del palco della autorità e della giuria a seguito di una protesta di numerosi cittadini.

PALIO DELLE CONTRADE - ALBO D’ORO 1965 - GHETTO

1977 - SANT’ANTONIO

1989 - SANT’ANTONIO

2000 - GHETTO

1966 - NONA

1978 - BURÒ

1990 - SANT’ANTONIO

2001 - NONA

1967 - NONA

1979 - BURÒ

1991 - NONA

2002 - NONA

1968 - GHETTO

1980 - BURÒ

1992 - NONA

2003 - NONA

1969 - GHETTO

1981 - BURÒ

1993 - POLVERIERA

2004 - NONA

1970 - GHETTO

1982 - LA BIANCA

1994 - POLVERIERA

2005 - NONA

1971 - GHETTO

1983 - POLVERIERA

1995 - NONA

2006 - POLVERIERA

1972 - NONA

1984 - SANT’ANTONIO

1996 - POLVERIERA

2007 - NONA

1973 - GHETTO

1985 - POLVERIERA

1997 - POLVERIERA

2008 - NONA

1974 - GHETTO

1986 - SANT’ANTONIO

1998 - BURÒ

2009 - NONA

1975 - GHETTO

1987 - GHETTO

1999 - NONA

2010 - SANT’ANTONIO

1976 - BURÒ

1988 - BURÒ


& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

7

TARQUINIA - A pochi passi dalla città una location unica per un wedding day all’aria aperta che sarà impossibile dimenticare

Matrimonio ‘in’? al ‘Brizi Country chic’ I

mmersi nella natura di un bel giardino…. Intorno ad una scena bucolica serena e rilassante in “total white “ …., può rappresentare la scelta davvero esclusiva per un matrimonio che non voglia rinunciare al fascino del verde. Il suggerimento ha una voce regale , infatti la regina Elisabetta d’ Inghilterra consiglia :”Ricevimenti all’aria aperta”… e ogni anno dal 12 al 19 luglio apre le porte di Buckingham Palace per i Royal Garden Parties, inaugurando il mese dei suddetti ricevimenti. Citando Csaba della Zorza, esperta food writer , si può affermare che il garden party o mariages sur l’erbe, se organizzato con i giusti criteri e in modo impeccabile, è il massimo dello chic. Il tocco magico spetta a �ori e palloncini, ruolo da non sottovalutare, il loro compito è di personalizzare la location, di attribuirle un tocco diverso, di rendere l’ambiente caldo e speciale. L’appuntamento può essere pomeridiano: un vialetto delimitato da lanterne che verranno accese all’imbrunire, le sedie bianche disposte con ordine e un gazebo tutto �ori, palloncini e tulle. Nello champagne un lampone rosso simbolo di tanta felicità e sotto il gazebo un ricco “angolo delle coccole”, rappresentato da piccoli e preziosi bon bon , di buon auspicio, da donare per un dolce augurio . Prendendo spunto dall’idea della regina, suggeriamo , questa settimana , alcune idee per poter realizzare una cerimonia in “plein air”, utilizzando ampi spazi verdi , offerti dalle nostre aree (Tuscia e dintorni), premettendo

che questo “frammento d’Italia” è ricca di eleganti distese e meravigliosi panorami, ma per motivi evidenti non sarà possibile in questo contesto elencarli tutti. Andando alla ricerca dunque di locations esclusive, vi segnaliamo a pochi passi da Civitavecchia e Tarquinia, immerso nel verde, all’interno di una meravigliosa struttura di ampio respiro, inaugurata da circa un mese, l’hotel a quattro stelle “ Brizi Country chic”, costruzione che �n dall’esterno trapela la sua elegante modernità. Unica struttura in zona che offre assistenza e consulenza wedding planner con all’interno ampio show room espositivo; ha ideato con essa il matrimonio all’Americana, in giardino, con cerimonia in loco. Meravigliosi buffet bordo piscina e banchetti in veranda. In alternativa alla modernità , si può decidere di organizzare un simposio nuziale in un vasto giardino di una villa privata: un pic nic chic, in una brillante serata estiva, cerimonia con tanti amici con i quali condividere un amore da favola nel verde del cottage di famiglia, pagode bianche, cocktail di benvenuto al tramonto, cena a buffet e taglio della torta al chiaro di luna.Si potrà scegliere un “�l rouge” che accompagnerà il tema dell’evento e perché non prendere spunto dal racconto di C. Carol : Alice nel paese delle meraviglie? Idea insolita e azzardata che farà impazzire gli amanti dei matrimoni da favola, essendo vera sorpresa per i vostri ospiti. Per richieste e suggerimenti scrivi a Raffaella wedding planner: nauaui @tiscali.it

Gino Stella: “Oltre la politica, i problemi risolviamoli insieme”

TARQUINIA - Lotteria della ‘Giostra delle Contrade’

I biglietti vincenti S

i è conclusa con la premiazione delle squadre partecipanti e l’estrazione dei biglietti vincenti della sottoscrizione volontaria a premi, nella magica cornice della piazza di S.Martino, quartiere medievale del nostro centro storico, la Giostra delle Contrade 2011, organizzata dalla Pro Loco di Tarquinia. La vincitrice del torneo in notturna è stata la squadra di S.Martino, che così si onora di avere il drappo della giostra 2011, disegnato e dipinto dall’artista tarquiniese Cinzia Guidi. “Un grande ringraziamento per la riuscitissima festa- dichiara il presidente della Pro Loco Vittorio Sensiva ai soci attivi della Pro Loco di Tarquinia ed in particolare a Riccardo Conti, al maestro cuciniere Mauro Arpini ed al suo staff, ed a tutti colo-

ro che sono venuti a trovarci durante i giorni della festa. Ringraziamenti particolari vanno agli eredi della famiglia Cialdi che gentilmente ci mettono a disposizione la loro proprietà, all’Amministrazione Comunale, all’Università Agraria di Tarquinia, alla Fondazione Ca.Ri.Civ, all’Associazione Pro Tarquinia un grande grazie per la gentile collaborazione, al Divino Etrusco, Croce rossa, Protezione Civile, A.E.O.P. ed al Comitato di quartiere di S. Martino”. Questo è l’elenco dei numeri vincenti della sottoscizione volontaria a premi: 1° 351- 2° 1914- 3° 3030- 4° 2446- 5° 3263- 6° 2892- 7° 420- 8° 370- 9° 493- 10° 3315- 11° 181612° 2100. Per eventuali informazioni consultare il sito web della Pro loco: www.prolocotarquinia.org”

“Ringraziamo il Consigliere Catini per la tempestiva segnalazione. - Così l’assessore dell’Università Agraria Gino Stella all’indomani delle dichiarazioni del consigliere sulla stampa locale-Continuo a pensare che un amministratore debba utilizzare le vie istituzionali prima dei giornali per risolvere questo tipo di problemi, evidente che ciascuno ha il suo stile e le sue motivazioni. I danni prodotti dalle passate stagioni particolarmente piovose suggellate da eventi alluvionali di importanti dimensioni, sono note all’Università Agraria da tempo, tantissimi gli interventi realizzati, a tutela del patrimonio. Si è data precedenza alla viabilità forestale per permettere il corretto funzionamento del servizio antincendio e alla viabilità rurale per consentire trebbiatura e stoccaggio del prodotto agli utenti. Il caso presentato da Catini merita attenzione, ma è speci�co, noi abbiamo avuto cura di tutelare prima gli interessi diffusi di più soggetti nonché l’incolumità degli stessi, che vedevano a rischio i loro raccolti, e la tutela del patrimonio boschivo. Non drammatizzerei la situazione, eccessivo parlare di stato di malora per una segnalazione ricevuta ai �ni di una campagna stampa a buon mercato.

Lo stato delle Piane della Marta ha visto l’Università Agraria impegnata in prima �la con l’ARDIS per i lavori di riarginatura, le quote erano perennemente sott’acqua, grazie al nostro intervento e a quello del Consorzio di Boni�ca siamo riusciti ad ottenere un importante opera idraulica visibile da tutti, quest’anno nonostante la stagione piovosa gli argini hanno tenuto. Il danno residuale è stato quindi opportunamente già segnalato all’ARDIS, e deriva dal cambiamento temporaneo del corso del �ume Marta, a seguito della rottura spondale causata dai precedenti alluvioni, evidente che l’intervento di ripristino necessita di somme ingenti e che un simile sforzo merita l’impegno non solo dell’Università Agraria. Peraltro un ripristino in prossimità degli argini va concordato ed autorizzato dalle competenti autorità e richiede fondi importanti e iter lunghi, il carteggio con l’ARDIS per la realizzazione di opere sull’area è imponente e purtroppo senza risposta. Visto l’interesse del Consigliere Catini sono pronto a salire con lui le scale della Regione Lazio e dell’ARDIS alla ricerca di risposte e risorse, per il bene del patrimonio dell’Università Agraria, oltre le nostre differenze politiche.”


2 8

attualitĂ viterbese interni

Viterbo & & Viterbo Domenica 7 Agosto2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

9

MONTALTO - Giovedì 25 agosto il Comune approverà il tracciato della Civitavecchia - Livorno

Autostrada, Carai mette fine alle polemiche S

ul tracciato autostradale della Livorno Civitavecchia, si è aperta in paese una polemica interminabile. Polemica che potrebbe cessare il prossimo 25 agosto, giorno in cui si terrà il consiglio comunale straordinario per approvare il tracciato. A raccontarci i passi che hanno portato al consiglio comunale e a dissipare i dubbi che ancora rimangono in alcuni cittadini è il sindaco di Montalto Salvatore Carai(nella foto). “Giovedì 18 agosto si è tenuta una riunione in cui l’Amministrazione di Montalto di Castro ha illustrato all’opposizione le scelte fatte in merito al percorso autostradale.- dichiara Carai- E’ stato esaminato tutto il tracciato che passa nel territorio comunale e, da parte dell’opposizione, non vi è stato nulla da eccepire, si sono trovati completamente d’accordo con le scelte fatte dall’Amministrazione. Tutto il chiasso che l’opposizione ha fatto in questi giorni sul percorso e sui cavalcavia è stato completamente inutile ed ha posto in chiara luce che l’ignoranza sugli argomenti di cui si parla, a volte, fa creare allarmismi inutili e dicerie

senza senso. Su tutto il percorso proposto dalla SAT, abbiamo fatto delle osservazioni in quanto siamo sempre stati dell’opinione che un intervento così importante sul territorio doveva portare a Montalto e ai suoi cittadini il maggior numero di bene�ci possibili, pertanto l’obiettivo principale è sempre stato quello di cogliere l’occasione per migliorare e ampliare la viabilità su tutto il territorio comunale. I cavalcavia, di cui si è fatto un gran parlare in questi giorni, dovranno essere comunque demoliti perché non sono conformi alle normative che regolano gli attraversamenti autostradali, ma verranno ricostruiti, migliorati e ampliati. Il cavalcavia di Rompicollo verrà rifatto nuovamente con pista ciclabile e passaggio pedonale, in modo che si ricongiunga la spaccatura tra il paese e l’abitato di Rompicollo che attualmente è diviso da una strada ad alta percorrenza di automobili. Il cavalcavia di Pescia Romana verrà ricostruito a poca distanza da quello attuale e si è posta particolare attenzione alla viabilità limitrofa che verrà mi-

Rossi commenta la festa della Madonna dello Speronello

Uno splendido evento D

gliorata, razionalizzata e ampliata. In tutta la revisione del progetto abbiamo dato molta importanza alle strade complanari che saranno a servizio del territorio e che sono fondamentali per ricongiungere il tessuto della nostra viabilità che attualmente è divisa dalla S.S. Aurelia. Il piano autostradale completo dovrà comunque essere recepito dal Consiglio Comunale. Pertanto le �rme che sono state richieste ai nostri concittadini, che si sono �dati dei rappresentanti istituzionali di minoranza, non avevano motivo

di essere raccolte e per questo chi le ha fatte sottoscrivere le dovrà giusti�care. Io credo che tutte le azioni che un Amministratore debba fare siano all’insegna del bene del paese e dei suoi concittadini, specialmente quando si parla di argomenti serissimi che possono modi�care il futuro del territorio per anni; pertanto non condivido questo modo di agire allarmistico e confusionario, ritengo che sia doveroso conoscere a fondo gli argomenti di cui si sta parlando prima di prendere delle decisioni.”

opo la funzione religiosa che si è svolta in mare aperto il 16 agosto scorso per celebrare la Madonnina dello Speronello, l’assessore al turismo della cittadina castrense Gabriele Rossi esprime tutta la sua soddisfazione per l’ennesimo successo della manifestazione. “Ennesimo successo che si ripete ogni anno per l’omaggio �oreale alla Madonna dello Speronello –dichiara Gabriele Rossi-: a questa iniziativa dove è essenzialmente un rito religioso, si uniscono anche momenti di sport e di partecipazione popolare. Quest’anno hanno s�lato circa sessanta barche che hanno accompagnato in mare la funzione religiosa di ringraziamento alla Madonna, protettrice dei pescatori e di chi vive ed opera a contatto con il mare. L’iniziativa –continua l’assessore- identi�ca la nostra cittadina anche dal punto di vista turistico. Voglio ringraziare pubblicamente tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita di questo splendido evento: Padre Eduardo che ha piani�cato insieme alla Polisportiva l’organizzazione, depositando l’omaggio �oreale alla Vergine sul fondale marino, ma anche e soprattutto tutte le forze dell’ordine che hanno partecipato, come la capitaneria di porto, i carabinieri, la guardia di �nanza, il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco, la polizia municipale e la protezione civile. Un ringraziamento particolare –conclude Rossi- va naturalmente a tutti i pescatori che hanno presenziato nella quasi totalità”.(G.C.)

PESCIA ROMANA - Alla raccolta firme di Obiettivo Comune sono intervenuti l’assessore Santucci e il consigliere Bartolacci

Cavalcavia, la ‘Provincia’ sposa la causa di GIOVANNI CORONA

Abbiamo deciso di incontrare i cittadini a Pescia Romana, il 17 agosto alle 21:00 presso il Borgo Vecchio e a Montalto, in Località Rompicollo il 18 agosto sempre alle 21:00. Togliere il cavalcavia di Rompicollo significa infatti isolare tutti i residenti che si vedranno costretti a percorrere la pericolosa strada CASTRENSE . Anche a Pescia Romana è stata prevista la demolizione del cavalcavia isolando in questo modo il Borgo Nuovo e costringendo i residenti a monte dell’Aurelia a lunghi giri sulle strade interne. Noi proponiamo di NON far demolire i cavalcavia

ma di ampliarli e creare dei marciapiede e piste ciclabili. L’autostrada dev’essere un’occasione per migliorare il nostro territorio e non per distruggerlo”.Lo avevano promesso e l’hanno fatto: dopo le parole il gruppo di Obiettivo Comune è passato come al solito ai fatti: è stata un successo infatti la raccolta firme del gruppo di Sergio Caci contro la demolizione dei cavalcavia di Montalto e Pescia sul nuovo tracciato autostradale della Civitavecchia – Livorno. Centinaia di firme sono state raccolte nella due giorni organizzata dai membri di O.C.: giovedì sera, durante la raccolta firme in località Rompicollo hanno

preso parte all’evento anche l’assessore provinciale Gianmaria Santucci ed il consigliere provinciale Fabio Bartolacci.La Provincia –ha dichiarato Santucci- ha già presentato le osservazioni per Montalto e Tarquinia affinché questo territorio non sia spaccato in due: I cavalcavia di Montalto e Pescia –ha concluso l’assessore provinciale- sono sotto i riflettori della Provincia, che ha presentato le stesse osservazioni di Obiettivo Comune”.Il consigliere Provinciale Bartolacci dopo aver ringraziato Obiettivo Comune per l’impegno nell’iniziativa ha espresso un forte ringraziamento anche per tutti i cittadini che si stanno

battendo per il territorio: “la Provincia –ha dichiarato il consigliere- vi affiancherà in queste battaglie”. ”L’immediata presenza di Santucci e Bartolacci al nostro invito - ha aggiunto il consigliere comunale Sergio Caci- è il segno evidente che la Provincia è attenta al territorio di Montalto e Pescia”. Sempre di giovedì è la notizia della convocazione di un consiglio comunale per il prossimo 25 agosto: è stata dunque accolta la richiesta della minoranza dello scorso 2 agosto di convocare un consiglio per deliberare le osservazioni dell’amministrazione comunale che sono in linea con quelle di Obiettivo Comune e della Provincia.

Da sinistra Santucci, Bartolacci e Caci


2 10

litorale viterbese interni

Viterbo & & Viterbo MercoledĂŹ1 17 Agosto2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& MercoledĂŹ 17 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11


montefiascone interni

2 12

Viterbo & & Viterbo Sabato1 20 Agosto2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Tagliate dai vigili del fuoco le piante all’incrocio con via Cassia che rischiavano di cadere

Casentinese, rimossi alberi pericolanti

Secondo il consigliere di opposizione non c’è la determina di spesa

di MICHELE MARI

I

ntervento dei Vigili del Fuoco per tagliare tre alberi pericolanti. Ieri mattina una squadra dei Vigili del Fuoco, del comando Garofalo di Viterbo, è intervenuta sulla strada statale 71 Umbro Casentinese, nei pressi del bar Pieretti, vicino al crocevia con la via Cassia. Infatti nella nottata di giovedì una parte di un albero all’interno di un giardino attiguo ad una villetta che si affaccia nella strada, è crollata al suolo distruggendo parte della recinzione del giardino, un muretto e anche un cartello della fermata dell’autobus. Alcuni rami sono �niti sull’asfalto della frequentatissima arteria. Fortunatamente nessun passante è rimasto ferito. Data la pericolosità e la sporgenza dei rami, si è deciso di tagliare, dopo un sopraluogo dei tecnici, ben tre pini che con il tempo si erano notevolmente inclinati divenendo pericolosi. Nel corso della mattinata di ieri una squadra di pompieri, con un camion e con l’ausilio di una

Parcheggi tinteggiati Paolini chiede le carte autogru, sono così intervenuti ed hanno tagliato tutti i rami e i tre alberi pericolanti, due dei quali rischiavano di cadere da un momento all’altro. Infatti nel corso del tempo i due pini più grandi, per cercare il sole, si erano inclinati con la conseguente caduta di una parte di un albero nella vicina recinzione, sul marciapiede ed anche diversi rami in strada.

L’intervento della squadra dei Vigili del Fuoco ha richiesto circa due ore di lavoro. Con l’ausilio dell’autogru, parcheggiata in strada, gli addetti hanno tagliato man mano prima i vari rami più in alto e poi per �nire �no ai tronchi dei due vecchi pini. L’intervento non ha avuto particolari problemi ed è stato di ordinaria amministrazione. La circolazione,

sempre molto intensa in quella arteria del traf�co, è stata gestita al meglio da un vigile urbano, intervenuto tempestivamente, e dagli stessi Vigili del Fuoco che hanno diretto il traf�co. Intorno alle ore 11 è stato terminato l’intervento e i pompieri sono rientrati alla base. Anche la circolazione è tornata, dopo pochi minuti, alla normalità.

Non vi è traccia della determina e del preventivo di spesa per la tinteggiatura delle strisce per il parcheggio effettuate a Campo Boario”. Così tuona Massimo Paolini, consigliere di opposizione, sui lavori che stanno interessando tale area con la pittura di nuove strisce per creare �nalmente idonei, regolari e visibili parcheggi. “Questa mattina (ndr ieri), mi sono recato in comune -continua Paolini- per avere copia della determina e copia del preventivo di spesa per i lavori che si stanno svolgendo al Campo Boario o Campo della Fiera. Mi è stato risposto, dagli impiegati che non vi è, al momento, nessuna delibera o preventivo. Mi chiedo come sia possibile e come si può appaltare un lavoro del genere ad una ditta privata senza avere un preventivo dei costi. Per tutto ciò sono veramente rimasto stupito”. Paolini inoltre critica la maggioranza: “Secondo me non è stata fatta una progettazione dei parcheggi. Infatti sono stati realizzati pochissimi parcheg-

Alla Santa messa del 24 agosto sarà presente il vescovo della Diocesi di Viterbo Lino Fumagalli

Al via le celebrazioni per la festa di San Bartolomeo A VoloDiVino

Si parlerà dei Templari T

emplari e antiche tradizioni dei popoli. Sarà questo l’argomento trattato da Maria Sonia Baldoni nella conferenza che si terrà oggi, 20 agosto, alle ore 18,30, presso i locali dell’enoteca VoloDiVino. La relatrice parlerà dei templari e di antiche tradizioni dei popoli che ci hanno tramandato usi e proprietà delle erbe spontanee e of�cinali. L’ingresso sarà libero. M.M.

T

utto è stato predisposto per far svolgere nella maniera migliore i festeggiamenti della festività di San Bartolomeo che si celebreranno il 24 agosto. Saranno tre giorni, dal 22 al 24 agosto, intensi quelli voluti dal comitato. Il programma religioso si svilupperà nei giorni 22 e 23 agosto con il Rosario alle ore 18 ed il giorno 24 con la Messa alle ore 9 ed alle ore 11 la Messa Solenne celebrata da Sua Eccellenza Lino Fumagalli Vescovo diocesano. Infine alle ore 18 i Vespri. Per il programma civile si terrà la consueta sagra della ciambella all’anice tutti i giorni come le cene all’aperto nel cortile del

seminario dalle ore 19,30. Tutte le serate saranno allietate da musica da piano bar e liscio. Per il giorno di San Bartolomeo, il 24, il programma prevede: dalle ore 7 la tradizionale fiera dei canestri presso Largo Barbarigo come ormai da secoli e che richiama, per la sua originalità, migliaia e migliaia di visitatori ed acquirenti; alle 9,30 la manifestazione contadina con colazione presso il piazzale Vescovo Luigi Boccadoro (Belvedere). Alle ore 18 sempre presso il Belvedere la banda cittadina si esibirà in un concerto ed infine dalle ore 19,30 cena all’aperto che chiuderà i festeggiamenti.

gi per i motorini. Secondo me ne dovevano essere messi a disposizione moltissimi, soprattutto nella parte iniziale del campo, così da far togliere le decine e decine di motorini che di norma vengono posteggiati nel piazzale davanti la scuola Golfarelli, posto dove non dovrebbero assolutamente stare. Inoltre non vedo nessun parcheggio per i pullman. Inoltre su 190 posti auto almeno una decina dovrebbero essere riservati agli invalidi. Invece nulla. Al momento nemmeno uno è stato destinato come posto riservato ai portatori di handicap. In�ne sono state realizzate le strisce di parcheggio, anche davanti ai cassonetti del piazzale. Mi chiedo: se qualcuno vi parcheggia davanti come si farà a svuotarli?”. Paolini continua: “A mio avviso i parcheggi sono molto stretti, ai limiti del regolamento, e per i parcheggi centrali sarà molto dif�cile parcheggiare in maniera adeguata. Invece di essere disegnati in verticale dovevano essere disegnati a spina di pesce per facilitare l’entrata e l’uscita dei veicoli dalla zona”. Inoltre Paolini aggiunge: “Dato che non vi è né una determina né un preventivo di spesa, non sappiamo che materiali vengono usati e né soprattutto il costo. Infatti rimango stupito che l’amministrazione, che ha tanto decantato il risparmio come per gli stipendi della giunta, ora agisca in questo senso. Così facendo non mi pare si proceda in una linea di risparmio. Le strisce potevano essere benissimo realizzate dagli operai del comune che tra l’altro hanno anche tutti i macchinari a disposizione. Con poche ore di straordinario, e quindi con poco costo, si poteva fare questo intervento e sicuramente ci sarebbe stato un notevole risparmio”. In�ne il consigliere: “Fare le strisce al Campo Boario e lasciare che il costolone che si estende dal piazzale all’ospedale come la selva del Lamone mi sembra come una donna con il rossetto che ha i piedi pelosi”. M.M.


& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

13

TUSCANIA - Su un giornale nazionale appare un articolo che raccoglie le lamentele dei turisti

Turismo, cattiva pubblicità di VALERIA SEBASTIANI

H

a destato non poco clamore l’articolo apparso su un giornale nazionale che vanta una tiratura di 20.000 copie ed un sito internet sulle dif�coltà dei turisti a Tuscania. La città sarebbe, a detta della redattrice, ‘sotto chiave’, dalle chiese che non è possibile visitare perché cedute ad artisti per farne dei personalissimi studio, a quelle chiuse perennemente, agli orari ‘troppo restrittivi’ di basiliche e necropoli. per �nire una menzione al Museo Archeologico Nazionale, il cui piano superiore è chiuso al pubblico. L’articolo ha gettato benzina sul fuoco. Complice la crisi economica, sono tanti i gestori di pubblici esercizi che lamentano la mancata piani�cazione di uno sviluppo turistico serio che parte proprio dalla tutela e dalla promozione dei tanti beni archeologico- monumentali che la città può vantare. Spesso quello che riguarda cultura e turismo viene lasciato all’iniziativa dei singoli cittadini che si arrangiano come possono, dalle associazioni ai commercianti per risollevere le sorti cittadine. Creando movimento con eventi,

serate a tema e promuovendo la fruizione dei beni con visite guidate a tesori troppo spesso nascosti. ovviamente la giornalista, autrice dell’articolo raccoglie le lamentele dei turisti. Forse turista anche lei che ha provato sulla propria peklle i tanti disservizi, non conoscendo a fondo le tante situazioni complicate che ne sono alla base. D’altronde ai turisti non interessano le beghe politiche e amministrative del Comune, come la mancanza di fondi o di un dialogo fruttuoso con gli Enti superiori. L’unico interesse è quello di poter visitare un luogo agevolmente, senza incorrere puntualmente in ostacoli. Si fa cenno alle chiese date ad artisti o associazioni per uso personale. Ora è pur vero che sarebbe stato meglio rimanessero alla collettività ma è comunque preferibile che ospitino artisti di prestigio che contribuiscono ad aumentare la notorietà della città piuttosto che rimanere chiuse al pubblico come accade a molte delle altre. Altri cenni per la necropoli dell’Olivo che ospita la ‘ Tomba della Regina’. Qui la giornalista fa notare come l’orario di apertura del sito archeologico sia troppo ristretta.

ACQUAPENDENTE - Continua il lavoro del Comitato cittadino

‘Difendiamo l’ospedale’ I

Non sa ovviamente che per anni le necropoli sono state chiuse al pubblico e se non fosse per il lavoro ‘volontario’ dei lavoratori della Coperativa Curunas e per gli accordi stretti dal presidente Luciana Franci con i proprietari dei terreni privati dove sorgono, lo sarebbero tutt’ora. Non sa nemmeno che per visitare la necropoli dell’Olivo i turisti dopo averla raggiunta a piedi avrebbero appreso che per poterla visitare si sarebbero dovuti recare prima al Museo Archeologico Nazionale, dove uno dei custodi muniti di chiave li avreb-

be gentilmente riaccompagnati sul posto. la maggior parte di loro non avrebbero mai raggiunto il Museo ma si sarebbero limitati a tornare indietro. nella più felice delle ipotesi imprecando, nella più tragica af�dando il proprio disappunto alle colonne di qualche giornale, come è accaduto in passato e come continua ad accadere. No, la giornalista non sa dei sacri�ci alla base delle tante situazioni che leggendo l’articolo si manifestano ‘catastro�che’ ma non è affatto tenuta a saperlo, cone a farne le spese così come tutti gli altri turisti.

l Comitato in difesa dell’Ospedale di Acquapendente scende con un proprio gazebo in Piazza Girolamo Fabrizio. E lo farà fino a mezzanotte di Domenica 21 per rendere partecipe la popolazione anche in questi giorni di festa sul futuro sempre più precario dello stesso. Zeppo di volantini ma anche di idee chiare, i responsabili sottolineano all’interno dello stesso come “ ci saranno meno garanzie per l’emergenza in quanto il pronto soccorso verrà declassato in primo intervento, ci sarà una sola ambulanza priva di medico a bordo e l’elisuperficie non è ancora funzionante. Ed inoltre meno servizi. Il reparto di chirurgia chiuso, l’assistenza territoriale

e domiciliare al minimo, le attività ambulatoriali ridotte, ci costringeranno tutti ad andare a Belcolle anche per un appendicite”. “ La Regione Lazio ci ha tagliato l’assistenza”, continuano, “senza darci alternative, ma non hanno mai parlato di tagliare le tasse. Che sono le più alte del centro Italia (circa 600 euro all’anno in più rispetto ad Umbria e Toscana). “Vogliamo che la gente”, terminano, “ci racconti i propri disagi che sta subendo contattandoci al 347 – 1264577 – www.proospe daleacquapendente.blogspo t.com. . Perché li denunceremo insieme”. Insomma il Comitato ha ancora molto da difendere ed è ben determinato a farlo.

TUSCANIA - L’artigiano tuscanese Luciano Laici insegnerà l’antica arte dell’intreccio

Alla Riserva un corso per creare cesti

D

opo la buona riuscita della serata dedicata ai pipistrelli che si è svolta il 12 agosto scorso, la Riserva naturale di Tuscania propo-

ne un nuovo evento. Il 26 e il 27 agosto, presso la sede del centro visite della Riserva, il mastro cestaio Luciano Laici terrà un mini

corso per insegnare l’arte dell’intreccio. Interverrà anche Marcello Arduini responsabile dell’Ufficio Musei del settore Cultura della Provincia di Viterbo e docente di Antropologia Culturale all’Università degli Studi della Tuscia. L’iniziativa punta a non disperdere la memoria di una antica arte popolare, una tradizione millenaria, salvaguardando un patrimonio della cultura contadina. Agli allievi sarà insegnato a riconoscere il materiale più adatto all’intreccio dei cesti, come e quando raccoglierlo, come pulirlo e lasciarlo seccare al sole e prepararlo alla tessitura. Il corso prevede anche un’esercitazione pratica attraverso la realizzazione di un cesto, usando una forma tipica dell’Italia Centrale.

Terminato il corso, ognuno porterà con sé il proprio cesto e soprattutto le conoscenze e le competenze basilari di un antico mestiere. L’assessore all’Ambiente Paolo Equitani si dichiara entusiasta dell’iniziativa. “La Provincia – ha spiegato – ha un punto di forza proprio nella Riserva di Tuscania, luogo che si presta in maniera mirabile alla promozione di iniziative volte alla valorizzazione e al rilancio delle sane tradizioni popolari e alla riscoperta degli antichi mestieri che purtroppo si stanno perdendo di fronte all’avanzare del progresso”. Il corso è aperto ad un numero limitato di partecipanti. Per iscriversi telefonare al n. 3467128301 o inviare una mail all’indirizzo: areeprote tte@provincia.vt.it

A S. LORENZO NUOVO ACQUAPENDENTE - Gli storici Bastianelli e Luzi faranno luce sul ruolo della ‘papessa’ nella distruzione di Castro

I numeri vincenti della Lotteria

E

stratti i biglietti vincenti della Lotteria Avis di San Lorenzo Nuovo organizzata con la società sportiva. Primo premio, uno scooter biglietto vincente numero 5890. Secondo premio (un televisore 42 pollici) biglietto vincente numero 3228. Terzo premio, un cellulare, numero vincente 3697.

Al Museo della Città dibattito aperto su Donna Olimpia O

ggi pomeriggio alle ore 17.00, il Museo della Città – Palazzo Vescovile si appresta ad ospitare la più interessante conferenza culturale di questa estate. Dal titolo “Donna Olimpia Maidalchini Pamphili e la distruzione di Castro: due tesi a confronto”, vedrà dibattere Colombo Bastianelli e Romualdo Luzi storici rispettivamente della famglia Pamphili e Farnese, che cercheranno di vertere sul ruolo svolto dalla “papessa” Donna Olimpia circa la grave decisione di distruggere Castro e con questo colpire i Farnese cui, peraltro, la Camera Apostolica tolse subito il dominio sull’intero ducato laziale. “ Donna Olimpia”, ci con�da nel primo pomeriggio di Giovedì il Luzi, “è stata una delle più discusse del suo tempo. Nata a Viterbo

nel 1592, da adolescente ri�utò la vita del Monastero cui la famiglia l’aveva destinata e , giovanissima, divenne sposa di Paolo Nini, facoltoso concittadino. Dopo appena tre anni dal matrimonio, rimasta vedova e ricca, per la sua natura ambiziosa e volitiva, seppe coltivare il progetto di un nuovo matrimonio che le potesse dischiudere un futuro nella nobiltà romana, tanto che in seconde nozze sposò a l’attempato principe Pamphilio Pamphili, di cui si diceva che non godesse oramai di eccessive risorse economiche. Così si avverò il sogno di potere di Olimpia che però poi sempre più nelle decisioni della famiglia acquisita tanto che investì molto sul cognato Giovanni Battista Pamphili, di cui seguì e sostenne �nanziariamente la carriera ecclesiastica che

la portò a ricevere dapprima la porpora cardinalizia e, �nalmente, di ascendere al soglio ponti�cio con il nome di Innocenzo X° (1644). Da quel momento l’in�uenza della Maidalchini sul Vaticano divenne assoluta tanto che tutti asserivano che s’era eletto un “papa femmina” con l’ampliarsi di poco lusinghiere “pasquinate” che prendevano di mira il Papa e sua cognata. In questo quadro storico si deve registrare una vera e propria “guerra” che vide contrapporsi il Vaticano e quindi Pamphili con gli odiati Farnese, soprattutto per motivi derivanti dai debiti contratti con i Monti farnesiani ma anche per contrasti di natura familiare. In questo quadro di grande ostilità tra le due famiglie si andò ad inserire, nel Marzo

1649, l’uccisione di Monsignor Giarda, nominato Vescovo di Castro dal ponte�ce e malvisto dai Farnese. Il passo fù breve e Ranuccio Farnese fù subito individuato come il mandante del sacrilego attentato, fu emanata la scomunica latae sententiae, e Innocenzo X° dispose l’occupazione del Ducato farne siano di Castro e Ronciglione e la città capitale fu assediata �n dai primi di Aprile. Dopo mesi di assedio, il 2 Settembre 1649, Castro si dovette arrendere alle truppe ponti�cie ma, in spregio dei patti di resa sottoscritti, lo stesso Papa ordinò la completa distruzione della Città con il trasferimento della sede della Diocesi ad Acquapendente e dalla sede amministrativa a Valentano e Ronciglione.


& MercoledĂŹ 17 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

15


comprensorio

& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

15

VETRALLA - Enrico Guidoni non è “un’icona pop”. La risposta di Vittori all’editore vetrallese

“Dov’era Ghaleb durante i festeggiamenti di S.Ippolito?” “

Se Bernardo di Chartres diceva nel XII secolo ‘siamo nani sulle spalle dei giganti’ un motivo doveva pur esserci”. È questo l’incipit della risposta del Delegato alla cultura del Comune di Vetralla all’editore Davide Ghaleb che ieri aveva evidenziato la presenza di lavori di ristrutturazione che sarebbero stati eseguiti su una torre del centro storico vetrallese risalente al XII secolo con “asportazione di un portale in peperino e relativo allargamento dell’area interna ad uso garage”. Affermando inoltre che “nel viterbese e quindi anche a Vetralla”, gli amministratori “non sanno cosa sia la cultura”. Una risposta dura che si sviluppa passo dopo passo. Punto primo. “Un’Amministrazione Comunale – spiega Vittori – non concede alcun permesso per ristrutturazioni come quella oggetto delle attenzioni di Davide Ghaleb. Nel caso - concordo con Ghaleb, architettonicamente discutibile - della ristrutturazione di un edificio storico, il permesso viene concesso piuttosto dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali. L’Ufficio Tecnico del Comune espleta soltanto le formalità appunto tecnico-burocratiche e non ha alcun potere decisionale. Né si può pretendere che l’Assessore deputato possa in poco più di due mesi, invertire una tendenza inveterata a deturpare il centro storico, che riguarda piuttosto i privati cittadini che le Amministrazio-

ni. L’Assessore all’Urbanistica Maurizio Sensi, ha comunque stilato e pubblicato, proprio in questi giorni, alcune linee di indirizzo in tema di ornato cittadino, invitando alla collaborazione più ampia tutta la cittadinanza. E prospettando in caso contrario, il ricorso ad ordinanze ad hoc”. Punto secondo. “Cultura e conservazione non sono affatto sinonimi, come sottintende Davide Ghaleb. La conservazione di un bene non si traduce, di per sé, in cultura. Non sono, e non creano cultura, le migliaia di reperti e di opere d’arte che costituiscono un patrimonio che il nostro Paese non ha mai saputo mettere a disposizione della società civile. Non sono cultura, per il semplice fatto di esistere, le centinaia di edifici dei centri storici abbandonati a ratti e piccioni. Non sono cultura i progetti di conservazione di stampo collezionistico, avvertiti come entità estranee dal contesto sociale in cui si inseriscono. Questa concezione sacrale e iconica della cultura, tipica di un certo milieu radical-engagé che ritorna spesso -e altrettanto spesso sfocia in anatemi moralistici- è autorefenziale e sterile. Né mi pare di buon gusto l’uso spasmodico del nome e dell’opera del Professor Guidoni, intellettuale e studioso di livello assoluto, ma trasformato dalle menzioni continue in una sorta di icona pop vetrallese. C’è piuttosto cultura quando un bene

(anche architettonico, ma non solo) si carica di significati estetici, ideali e morali, ed entra a far parte dell’universo valoriale di chi vive un determinato momento storico. Si tratta in fondo del tema assai datato, della differenza tra erudizione e cultura. La prima è sterile, la seconda è vitale. Ca va sans dire, un’Amministrazione non può instillare a forza negli animi della cittadinanza questo amore per il vero e il bello, che sono l’anima della cultura”. Punto terzo. “Un’Amministrazione non dimostra di essere‘colta’ opponendosi a permessi regolarmente concessi da Enti pubblici, che sono preposti dallo Stato a tale funzione. Dimostra di sapere cos’è la cultura, quando promuove una crescita che porti i cittadini stessi ad avvertire il disagio di deturpare un centro storico, o ad avvertire l’esigenza di sostituire quel che di bello gli ha consegnato la storia, con qualcosa di altrettanto bello da lasciare ai posteri. Forse siamo nani, ma se usiamo i giganti non soltanto per svettare snobbisticamente sopra gli altri, ma per guardare più lontano, allora abbiamo una speranza di andare oltre la conservazione e l’erudizione. Abbiamo una speranza di creare noi stessi la cultura che pretendiamo dagli altri… a cominciare dai politici di turno, bersagli davvero troppo scontati per un intellettuale degno di tale nome. Chi fa cultura sa come certi

percorsi siano lenti, specie in centri urbani che la modernità trasforma in ghetti per anziani e dormitori per lavoratori. Dovrebbe pur saperlo Davide Ghaleb, che ha impiantato una coraggiosa e nostalgica, piccola casa editrice a Vetralla. L’Amministrazione ha provato, durante le festività di S. Ippolito appena concluse, ad avviare una politica culturale nuova”. Punto quarto. “Non ci sono stati solo Santi in Processione (che con buona pace di Davide Ghaleb costituiscono un dato culturale assai rilevante per il territorio) ma anteprime teatrali e cinematografiche, conferenze e rievocazioni storiche, concerti di musica leggera e classica. Non sempre - a conferma del lungo percorso da affrontare nella coscienza collettiva vetrallese - sono stati molti i compaesani intervenuti al fianco di artisti e persone di cultura quali Daniele Lucchetti, Giovanni Oppedisano, Gian Maria Cervo, Alessio Pizzech, Giuseppe Emiliani, Giulio Laurenti, Fabrizio Bajec, Francesca Ceci, Stefano Vignati, Corrado Stocchi, Hayne Kim. Tra i pervenuti comunque, non mi pare di aver mai intravisto Davide Ghaleb, che pure tradisce -con la descrizione senz’altro inopportuna della Processione- la sua presenza a Vetralla in quei giorni”. “Siamo evidentemente tutti nani – conclude infine Vittori – ma qualcuno almeno guarda avanti”.

VALLERANO - Grande successo per la XI edizione della manifestazione di piazza

“Piccole serenate notturne” fa il pieno di pubblico P

ieno di pubblico per la prima serata del festival valleranese “Piccole serenate notturne” giunto alla sua XIa edizione. Come è ormai tradizione la piazzetta dell’Oratorio si è riempita di un pubblico attento e raffinato per assistere alla prima delle quattro serate allestite dall’associazione culturale MusiCultura con il patrocinio del Comune di Vallerano, la Provincia di Viterbo e la Regione Lazio. Era di scena la Piccola Orchestra “Multinae Plectri” con la sua Serenata Pizzicata. Sette validissimi musicisti di strumenti a corda (mandole, mandolini e due

chitarre) che hanno eseguito un vasto repertorio di musiche originali e trascrizioni operistiche e famose colonne sonore di Morricone ed altri famosi autori. Altri appuntamenti in programma per il 23, 25 e 27 agosto. Martedì 23 agosto con “Roma Termini Big Band “, una formazione di venti musicisti che propongono Standard Jazz e Rock & Roll. Spettacolo e divertimento garantiti e gratuiti, parola della direzione artistica (Gregori e Di Fonzo) e del consigliere delegato all’organizzazione dei grandi eventi Federico Manfredi.

CELLERE - In cerca di un nuovo guiness dei primati

La tradizione incontra il gusto D omenica a Cellere un appuntamento che coniuga ancora una volta gastronomia e tradizione. In occasione della XIII edizione dell’evento Cellere Tra Natura e Tradizione la piazza Umberto I del piccolo paese della Maremma Tosco Laziale si anima intorno ad un nuovo guinness dei primati: il Cecamarito più grande d’Italia. Questo piatto tipico e gustosissimo, che viene realizzato con pasta di pizza e zucchine, rappresenta un caposaldo della cucina cellerese. Il nome così particolare deriva da certi episodi legati alla storia paesana: la cottura di questa torta salata avveniva su un grande fuoco alimentato da frasche con il cui fumo - volendo - la massaia poteva giocare un danno alla vista del marito... che poi non si sarebbe accorto delle scappatelle della moglie! La festa inizia il 20 agosto e termina il 27 agosto. All’interno della manifestazione varie iniziative che hanno, come sempre, al centro la cucina caratteristica, l’arte e la storia. La splendida Rocca Farnese di Piazza Castelfidardo accoglie all’interno delle sue possenti mura una mostra sulla natura luminosa e verdeggiante della Maremma e la presentazione del libro Il giardino delle Esperidi di Dionora Tinti. In contemporanea le vie del paese mostrano un percorso amarcord tra foto, filmati, oggetti e mestieri della tradizione più antica. Durante le giornate del 20 e del 21 il comune di Cellere, è in festa con l’ apertura degli stand gastronomici della sagra della bistecca e

le serate di ballo e musica dal vivo con il flamenco delle Hechiceras Gitanas e Federico e le Follie Orchestra. Da non perdere assolutamente il21 l’incantevole corteo storico dei comuni della Maremma.Il 27 agosto suggestivo convivio, con un menù originale alla luce delle fiaccole, nel borgo medievale di Pianiano. In questa piccola realtà rimasta immutata nel tempo, lungo l’unico vicolo ad anello che racchiude il cuore del paese, non ci resta che tuffarci nel mondo delle dame e dei cavalieri, dei giocolieri e degli sputafuoco al suono delle arpe e dei liuti. A settembre invece la location di Tra Natura e Tradizione si posta al Parco Timone, la grande area verde fresca ed ombreggiata a poca distanza dal centro storico di Cellere: la Maremma ed i suoi personaggi vengono celebrati il 17 e 18 settembre con bontà, mercatini, palio e rappresentazioni.

VITORCHIANO - Torna la due gorni di sport alla scoperta della natura BAGNOREGIO - Da ieri ha preso vita l’evento culinario del paese

Arriva il trekking sui monti Cimini Il coniglio è arrivato sulle tavole R

itorna la “due giorni” del trekking del Cimino, ossia, come partire da Viterbo, raggiungere la faggeta del monte Cimino, lambire Vitorchiano, salire sul monte San Valentino, circumnavigare la Palanzana e tornare a Viterbo utilizzando il minimo asfalto possibile. Querce, Faggi, Castagni con sottobosco di felci e muschi ci accompagneranno nel nostro cammino, sorvegliati dall’alto dalla Poiana. Il programma prevede: Raduno per la partenza dal piazzale della Coop di via Monte Cervino alle ore 8 di sabato 17; Inizio del trekking che toccherà il vecchio acquedotto della Palanzana, la vetta del monte Cimino, il Sasso Naticarello, la Fontana del Duca; Cena e pernotto presso struttura

ricettiva loc. Pallone (camere con bagno); Colazione di domenica 18 e partenza con pranzo al sacco a chiudere l’anello che prevede l’ascesa del monte San Valentino e l’avvicinamento dalle falde della Palanzana, al punto di partenza del giorno prima.

Il costo per le spese vive dell’intero pacchetto è quantificato in Euro 35 a persona. Le prenotazioni dovranno pervenirci entro e non oltre sabato 10 settembre. L’ escursione sarà aperta a tutti i soci LIPU. Il tesseramento e la copertura assicurativa potranno essere attivate anche il giorno stesso prima della partenza rivolgendosi ad uno dei nostri attivisti. Teniamo in modo particolare a sottolineare l’importanza del tesseramento che costituisce la più importante risorsa per il sostentamento dell’associazione. Null’altro sarà dovuto per la partecipazione all’uscita, organizzata dai soci attivi della Sezione LIPU di Viterbo che non percepiscono per questa attività, né per altre, alcuna remunerazione.

D

al 19 al 21 agosto torna a Bagnoregio il consueto appuntamento con la manifestazione “A tavola con il coniglio” organizzata dalla proloco locale con il patrocinio dell’amministrazione comunale, del gruppo Martini, del comitato Unipli Lazio e del Bolsena forum sport. A darne l’annuncio il presidente Matteo Ralloncini: “La manifestazione, arrivata, ormai, alla quinta edizione, nasce per far conoscere ed apprezzare le ricette tipiche che hanno come protagonista la carne cunicola, alimento sano e antico, come la nostra Tuscia”. Il presidente conclude invitando tutti a partecipare e ricorda che le serate saranno allietate dalla musica di complessi locali.


16

comprensorio

Viterbo & MercoledĂŹ 17 Agosto 2011 AltoLazio


& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

17

Sarà a Viterbo all’interno di ‘JazzUp’ sabato 27 agosto. Appuntamento a piazza dell’Unità d’Italia

Attesa per l’arrivo di Raphael Gualazzi

di ROBERTO POMI

Jazz’, che l’ha visto al �anco di musicisti del calibro di Michael Ray (Sun Ra Arkestra, Kool & The Gang), Steve Ferraris (Sun Ra Arkestra, Charlie Haden), Jamie Mc Donald, Nick Cassarino, Bob Gullotti, John McKenna, nel settembre del 2009 Raphael Gualazzi tocca la svolta, nella sua vita professionale, incontrando Caterina Caselli. E’ qui che con Sugar �rma un contratto discogra�co e si impone, grazie al brano ‘Dont’t stop’, all’attenzione del grande pubblico. Si tratta di una cover di un celebre pezzo datato anni Settanta, della storica band

S

uona l’estate viterbese anche grazie al ‘JazzUp Festival’. Parola d’ordine “qualità”, per una rassegna di grande livello che sta entusiasmando gli appassionati del divertimento in genere, oltre ai culturi del settore. La perla d’agosto, scelta dagli organizzatori dell’evento va cercata alla voce “Raphael Gualazzi”. Giovanissimo e già icona dell’ultima frontiera della musica italiana. L’appuntamento è per sabato 27 (ore 21) presso piazza dell’Unità d’Italia. Il perché è presto rintracciabile, basta ascoltare un suo pezzo musicale. E’ come essere nella casa dei giochi e aprire scatoloni pieni di sorprese. Tecnicamente la sua musica nasce dalla fusione della tecnica Rag-time dei primi anni del ‘900 con la liricità del Blues, del Soul e del Jazz nella sua forma più tradizionale. Le sonorità tipiche del pre-jazz e dello stride-piano di Scott Joplin, Jelly Roll Morton, Fats Waller, Art Tatum e Mary Lou Williams, e il blues di Ray Charles e Roosevelt Sykes vengono attualizzate da Raphael Gualazzi con uno stile personalissimo dove la tradizione convive con le in�uenze più innovative di artisti eclettici come Jamiroquai

FleetWood Mac. Gualazzi lo riattualizza con uno stile tale da renderlo colonna sonora per uno spot teelvisivo di Eni. Nell’estate 2010 Raphael Gualazzi si esibisce all’ Heineken Jammin Festival, al prestigioso Pistoia Blues Festival e al Giffoni Film Festival per poi debuttare in settembre al ‘Blu Note Milano’, dove presenta il suo primo omonimo ep digitale contenente 4 brani con il quale giunge alla vetta della classi�ca di iTunes. Nel frattempo con il brano ‘Reality and fantasy’ conquista l’appetito musicale di tantissimi.

A spasso lungo il Centro Italia

e Ben Harper. Immaginate un viaggio nel tempo a bordo di un treno che attraversa la musica. Questo è Raphael Gualazzi. Un trentenne che non è certo rimasto a casa ad aspettare la fortuna. Questo giovane di Urbino infatti ha saputo mettersi in discussione e farsi le ossa, attraversando palchi importanti.

Dal 2005 Raphael Gualazzi partecipa a signi�cativi festival come il Fano Jazz, il Java Festival di Giakarta e l’Argo Jazz, Ravello International Festival e altri e nel 2008 esce in Francia, su etichetta Wagram, la compilation ‘Piano jazz’ che include il brano ‘Georgia on my mind’ interpretato da Raphael Gualazzi oltre a composizioni

di grandissimi artisti come Nora Jones, Diana Krall, Art Tatum, Ray Charles, Jimmie Cullum, Michael Petrucciani, Chick Corea, Thelonious Monk, Dave Brubeck, Nina Simone, Duke Ellington. Dopo essere stato invitato ad esibirsi in Vermont e New Hampshir all’interno del progetto ‘The History & Mystery of

Consigli per il fine settimana

Le quattro più importanti associazioni di butteri si sfidano

È il giorno del Terzo Trofeo di Vulci T

erzo Trofeo di Vulci in programma per questo pomeriggio. Oggi, alle ore 17,00, si troveranno di fronte tutte le squadre di butteri maremmani che si s�dano nelle più tradizionali e spettacolari attività del loro lavoro. Presso l’area delle tradizioni Maremmane, all’interno del Parco Naturalistico Archeologico di Vulci, avranno luogo una serie di s�de emozionanti: sbrancamenti, gincane, catture. A s�darsi saranno le quattro più importanti associazioni che rievocano le tradizioni più radicate di questa terra di Maremma: i Cavalieri di Maremma, i Butteri di Maremma, i Butteri dell’Alta Maremma e i Cavalieri di Vulci. In questo spettacolare Trofeo, il lavoro duro dei butteri si trasforma in spettacolo, con un omaggio all’armonia dei binomi, condotti con rispetto e maniera per tutelare le tradizioni equestri e la simbiosi perfetta fra uomini e animali. La passione e la cultura che anima questi Cavalieri trasforma l’immagine di una Maremma rude e brusca, in un’immagine affascinante ed emozionante fatta di garbo e di eleganza. Al termine delle varie prove, nelle quali i protagonisti saranno le vacche e i cavalli maremmani, verrà decretato un vincitore. Lo scopo per tutti i partecipanti sarà oltre alla competizione anche la valenza promozionale dell’evento che è quella di far conoscere e tramandare la passione e la cultura del cavallo in Maremma. L’appuntamento è dunque sabato alle ore 17,00 al Parco Naturalistico Archeologico di Vulci. Per Iinformazioni: 0766.89298

di PATRIZIA RENZETTI

S

iete alla ricerca di situazioni interessanti da vivere in questo �ne settimana? Vi diamo qualche suggerimento per orientarvi nel dedalo di iniziative facilmente raggiungibili per i viterbesi.

La bellezza dei butteri

Bagnoreggio A Bagnoregio il terzo week end di agosto è ormai da 5 anni dedicata all’appuntamento con il coniglio. Stasera e domani tutti ‘A tavola con il coniglio’. Tagliatelle fresche all’uovo con ragù, preparati di coniglio come hamburger e rollè, coniglio fritto: preparato con uovo e pane grattato e coniglio in salmì: con aglio, capperi, alici, salvia buccia di limone e poi coniglio ripieno: con patate, �nocchio aglio e olive. Per chi si recherà a Bagnoregio può visitare Civita su una collina di argilla e ha mantenuto intatta la sua struttura medievale. Un ponte la unisce a Bagnoregio, che sembra sospeso sul nulla. Le due cittadine si trovavano un tempo nella zona chiamata Balneoregium dallo stesso re Desiderio che pare abbia miracolosamente curato una malattia con le acque termali di questa zona. La fonte curativa dovrebbe esistere ancora oggi (fonte delle Colonne zona chiamata dell’Uncino) , che un tempo era possibile raggiungere con una stradina che partiva dalla chiesa di Santa Maria della Maestà, oggi non più esistente perché crollata nel 1695. Un

tempo era possibile entrare da 5 porte, ma oggi l’entrata è una sola, e decisamente visibile! Porano (TR) Dalla Sardegna alle terre umbre, le tradizioni non cambiano. A Porano, in provincia di Terni, a 70 km da Roma, da stasera e in replica domani si festeggia la buona gastronomia. “Pancia mia fatti capanna”: porchetta, arrosticini, salsicce e hamburger ed in�ne un gustoso agnello fritto. Se volete poi digerire il banchetto, fate due passi nel centro storico, conteso un tempo tra Guel� e Ghibellini, cinto da mura e arroccato su uno sperone di tufo con vista sulla valle del Tevere e sulla stupenda scenogra�a offerta dalla rupe di Orvieto. Qui si potranno visitare le due splendide costruzioni poranesi: il Castel Rubello e la Villa Paolina immersa nel cuore di un parco �tto di alberi ad alto fusto dove è possibile passeggiare nel fresco. Scandriglia (RI) Sagne in tavola a Scandriglia come un tempo venivano fatte dalle nonne. Appuntamento con la tradizione stasera per la 26° edizione della sagra delle sagne scandrigliesi: pasta all’uovo, confezionate a mano e poi condita con sugo di carne locale cucinato secondo l’antica ricetta. Bruschetta con olio extra vergine di Scandriglia e vino locale accompagneranno il primo piatto. Tutto sarà servito su un piatto di legno che i visitatori potranno portarsi a casa.


2 14

comprensorio interni

Viterbo & & Viterbo Mercoledì 3 Agosto2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

VxxxxxxxxxLO - La banxxxxxxxxxxxxxtisti

xxxxxxxxxxxxxxxx di SIMxxxxxxxxxxxxTINI

VxxxxxxxxxxO - Unaxxxxxxxxx

‘xxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx

xxxxxxxxxxxxxxA - Si è conxxxxxxxxxxrsone

xxxxxxxxxxxxxxx Vxxxxxxxxxx - Organxxxxxxxxle

xxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx

SxxxxxxxxxxxxO- Visxxxxxxxxxxxis

xxxxxxxxxxxxx

Foto A.Di Palermo


& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

Tre giorni dedicati ai libri e a tutte le forme in cui si può presentare la letteratura

‘Un mare di lettere’ alla Cittadella della Musica di ROBERTA FRASCARELLI

P

romuovere libri è un’arte. Per questo nascono i Festival letterari patrocinati da Prospektiva Rivista letteraria. Per parlare di libri attraverso tutte le espressioni e le forme artistiche. Creare poi presidi di tutela della parola e del confronto è oggi elemento vivo, più che mai necessario, che trova dunque forma proprio nei Festival letterari. Visto il grande successo riscosso nelle edizioni 2010, 2009 e 2008 del Festival del libro “Un mare di lettere” tenuto a Civitavecchia presso la Cittadella della Musica, in via Trieste e poi all’antica Rocca nel porto, è pronta a partire per il 2011 una nuova edizione, �rmata Prospettiva Editrice. La manifestazione che presentiamo ha la durata di 3 giorni, durante i quali le lettere si contamineranno nelle differenti forme artistiche. Dunque i libri entreranno e usciranno dal teatro, dal cinema, dalla fotogra�a, dalla pittura. Saranno presenti autori e autrici che si confronteranno sulla lettura intorno ad una mostra e una grande bibliolibreria. Il tema sarà i “150 anni dell’unità d’Italia”. L’evento si svolgerà presso la Cittadella della Musica. L’evento vedrà l’esposizione di una mostra di riproduzioni di fotogra�e e stampe dedicate alla storia di Civitavecchia. E’ prevista la presenza di uno stand curato dalla biblioteca del Cesiva (Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito) con libri antichi e della Società Storica Civitavecchiese, che curerà anche un incontro convegno sulla storia locale. Nel programma eventi letterari pomeridiani e aperitivi d’autore. Inoltre si terranno gli “Aperi-

tivi d’autore” con degustazioni di piatti della cucina civitavecchiese. Eventi durante i quali i prodotti enogastronomici del territorio si raccontano. Venerdì 23 settembre Ore 18,00 Taglio del nastro con le autorità e inaugurazione del quarto festival del libro di Civitavecchia. Ore 18,15 Apertura dello stand curato dalla biblioteca del Cesiva (Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito, ex Scuola di guerra) e della Società Storica Civitavecchiese con libri antichi. Ore 18,30 Scrivere a Civitavecchia. Presentazione della raccolta di poesie “Et in Arcadia ego” di Paolo Giardi (Prospettiva). Si tratta di una raccolta di poesie del medico civitavecchiese con una interessante visione aulica e lirica del mondo letterario. Modera l’incontro Andrea Giannasi.

Ore 19,30 150 anni di storia d’Italia a Civitavecchia. Incontro, convegno, a cura della Società storica Civitavecchiese. Intervengono Enrico Ciancarini, Carlo De Paolis, Barbara De Paolis. Sabato 24 settembre Ore 18,00 Apertura dello stand curato dalla biblioteca del Cesiva (Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito, ex Scuola di guerra) e della Società Storica Civitavecchiese con libri antichi. Ore 18,00 Scrivere a Civitavecchia. Incontro con gli scrittori Gennaro Loiacono e Federico De Fazi. Due scrittori di genere fantastico si incontrano raccontando le storie e il desiderio di affascinare i lettori con i loro libri. Ore 18,45 Professione giornalista. Presentazione del saggio di Damiano Celestini dal titolo

Agli autori sarà messo a disposizione lo spazio della Grottaccia in via Rapallo

‘Scrittori dentro’ arriva a Ladispoli A

lla Grottaccia è tempo di “Scrittori dentro”. Anche durante l’estate all’interno del Ladislao Polifestal sarà dato ampio spazio alla rassegna ideata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Ladispoli che si propone come obiettivo quello di far conoscere le realtà editoriali della città balneare. “Abbiamo scelto anche in questa stagione – ha detto l’Assessore alla Cultura e Spettacolo, Daniela Ciarlantini – di mettere a disposizione di tutti gli autori che lo vorranno lo spazio della Grottaccia di via Rapallo per presentare le proprie pubblicazioni. Saranno delle serate letterarie particolari e molto suggestive dove la presentazione del libro sarà intervallata dalla musica e dalla lettura delle pagine più toccanti”. Questi gli appuntamenti: questa sera alle ore 21,15 sarà la volta de “Il riccio e la castagna” di Marta Leri dove anche “una grave malattia si può trasformare in una opportunità di cambiamento”. Alle 22,15 seguirà “Tra sabbia e sassi” di Ombretta Del Monte dove “il senso laico e

religioso della vita si mescolano in un’unica memoria del passata in una cittadina di porto in cui il mare è il grande riferimento dei ricordi”. “Scrittori dentro” torna lunedì 22 agosto alle ore 21,15 con “Nessun segno sulla neve” di Daniela Alibrandi in cui “un volto ritrovato casualmente su Facebook riaccende nel protagonista la nostalgia delle passioni politiche legate al 68 facendogli rivivere la poesia di un amore che sembrava dimenticato” Alle 22,15 di scena “Il mio amore dorme quando sogna l’amore” di Maria Emilia Baldazzi”, si

narra di donne che a volte si lasciano attirare da luci che portano su strade impervie e rischiose ma nessun dolore le può fermare prima di arrivare alla meta. Lunedì 29 agosto alle 21,30 “Alienato” di Claudia Crocioni. Il libro ambientato nel 2033 parla degli ultimi anni di vita di Alex che verrà rapito e portato sulla luna dove scoprirà di non essere orfano e non del tutto umano. Alle 22,15 Valerio Pagano presenterà “I quindici passi”, un romanzo fresco con un protagonista con cui si potrebbero identi�care tantissimi ragazzi. (Rob.Fra.)

“Paese che vai, giornalismo che trovi”. Interviene il giornalista Giuseppe Baccarelli. Ore 19,30 Aperitivo d’autore. Incontro letterario con Luca Lupi e il saggio “Le istituzioni pubbliche nel passaggio dallo stato ponti�cio al Regno d’Italia: il caso di Civitavecchia” (Prospettiva). Presentano Massimiliano Grasso e Andrea Giannasi. Durante l’evento si terrà una degustazione di piatti tipici locali. Domenica 25 settembre Ore 16,30 Apertura dello stand curato dalla biblioteca del Cesiva (Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito, ex Scuola di guerra) e della Società Storica Civitavecchiese con libri antichi. Ore 17,00 Premiazione presso la sala Molinari presso la Cittadella della Musica, del Premio letterario nazionale Carver 2011. Modera Andrea

Giannasi. Interviene il giornalista Damiano Celestini. Ore 18,15 Si parla di poesia. Presentazione del libro “Vento e polvere” di Giuseppe Bomboi. Ore 19,00 On air diretta radiofonica, dalla postazione allestita alla Cittadella, con Roberta Frascarelli, durante la quale verrà presentato il libro “In principio solo etere. Filoso�a e storia della radio” di Loredana Ciafani (Pascal editrice). All’interno dell’evento si terrà la degustazione curata da Garfagnana Orgolosa. Incontro con i gusti della terra della Toscana con la presentazione dei libri della Garfagnana editrice e dei prodotti tipici della valle in provincia di Lucca. In campo torte salate, salumi, pane di patate e molti altri piatti tutti da gustare. Ore 20,00 Teatro che passione. L’evento 2011 si chiuderà con la messa in scena

di “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand con la regia e la partecipazione di Enrico Maria Falconi e la compagnia Blue in the face. Gli autori che interverranno: Paolo Giardi Enrico Ciancarini Barbara De Paolis Roberta Frascarelli Andrea Giannasi Enrico Maria Falconi Massimiliano Grasso Luca Lupi Damiano Celestini Giuseppe Baccarelli Federico De Fazi Gennaro Loiacono Carlo De Paolis Giuseppe Bomboi Promozione in concorso con gli istituti superiori scolastici cittadini. In particolare l’ITIS “Marconi” e IIS “Viale Adige” di Civitavecchia


SPORT

� � �

Sabato 20 Agosto 2011

21

BASEBALL - Trasferta insidiosa a Rimini per il team di Vaglio e Sgnaolin

Grosseto costretta a vincere le ultime due gare V

incere per quali�carsi al turno successivo e non trasformare una stagione deludente in un’annata completamente negativa. La Montepaschi Grosseto gioca oggi il terzo turno della Coppa

Italia IBL, manifestazione riservata alle quattro escluse del girone di semi�nale, e rischia di rimanere fuori dalle prime due posizioni che consentono di andare avanti. Dopo i due pareggi casalinghi con Knights

e Novara, la squadra di cui fanno parte i viterbesi Vaglio (nella foto) e Sgnaolin deve cercare la doppietta a Rimini per non rischiare di lottare �no all’ultimo per scongiurare un’amara retrocessione.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

MOTOCROSS

Lupino, tanta voglia di tornare a sorridere Il Mondiale MX2 sbarca sul circuito britannico di Matterley Basin e il pilota viterbese cerca il riscatto di GLAUCO ANTONIACCI

C

i sono diverse battaglie che si combatteranno in questo week-end sul circuito britannico di Matterley Basin. La terz’ultima prova del Mondiale motocross MX2 vivrà sulla lotta per la conquista del titolo, ristretta ormai solo alla coppia della KTM composta dal tedesco Ken Roczen e dall’olandese Jeffrey Herlings, ma vivrà anche sul desiderio di successo dei piloti di casa (Searle, Anstie e Nicholls) che sono sempre vicini al podio e questa volta sognano di fare qualcosa in più. C’è poi un’altra battaglia, quella contro i fantasmi di un �ne luglio inizio agosto simile ad un incubo da cui occorre svegliarsi. Questa battaglia la dovrà combattere Alessandro Lupino, il centauro viterbese che ha incassato due bruttissime battute d’arresto nelle gare di Belgio e Repubblica Ceca, perdendo �ducia, entusiasmo e posizioni di classi�ca. Tre punti in quattro manches, per un pilota che veniva da 74 punti nelle ultime cin-

que gare, sono il segnale di una dif�coltà evidente, non tanto da parte sua quanto piuttosto della moto; proprio nel momento in cui la Husqvarna che, non va dimenticato, è sempre al debutto nella categoria, stava dimostrando di aver raggiunto almeno una certa af�dabilità, non potendo ancora competere sotto il pro�lo delle prestazioni con le altre moto del lotto, sono arrivati ritiri e addirittura la decisione di non partire in gara due a Loket, causa una serie di inconvenienti tecnici che avrebbero

reso pericoloso schierarsi al cancelletto del via. Con queste premesse, il Team Ricci Racing, i suoi piloti e i responsabili della Husqvarna hanno dovuto affrontare le due settimane di lavoro per cercare di ritrovare la giusta via, apparentemente smarrita dopo la prestazione convincente in Lettonia. Il test che attende sia Lupino che tutti gli altri piloti è certamente impegnativo, su un circuito che, a detta degli organizzatori, è tra i più spettacolari anche per lo splendido panorama che si

gode nelle campagne inglesi vicino Winchester. La pista è caratterizzata da diversi salti, anche naturali, e sembra fatta apposta per esaltare le caratteristiche dei piloti più spettacolari e spericolati. Ad Alessandro Lupino servirà però la concretezza più che la spettacolarità, serviranno i punti che non sono arrivati nelle ultime uscite e servirà un’inversione di tendenza per avvicinarsi con �ducia alla fase conclusiva della stagione, quella che vedrà il giovane viterbese difendere i colori dell’Italia anche nel prestigioso Motocross delle Nazioni. Il �ne settimana a tutto gas nei canali vivrà il suo primo appuntamento uf�ciale questo pomeriggio, intorno alle 17, con la manche di quali�ca che servirà per stabilire l’ordine dei piloti sulla griglia di partenza. Domani, con inizio alle 13 e alle 16, sono invece in programma le due manches da cui in molti si attendono risposte, sia per la lotta verso il titolo, sia per i sogni dei tifosi di casa, sia per la voglia di serenità del team Ricci Racing e di Alessandro Lupino.

SCHERMA - Anche il fisioterapista Maurizio Iaschi con il gruppo azzurro

Italia in raduno verso Catania 2011 U

n ruolo di leader a livello internazionale da consolidare ulteriormente, contando anche sul vantaggio di ‘giocare’ in casa. L’Italia della scherma si sta preparando per i Campionati Mondiali che si disputeranno a Catania, con cerimonia inaugurale prevista il prossimo 8 ottobre; sicuramente il momento più importante dell’anno 2011, stagione preolimpica e quindi importante anche per conquistare i posti per la rassegna a cinque cerchi di Londra. Dal 10 al 16 ottobre, sulle pedane del PalaGhiaccio etneo, gli schermidori azzurri dovranno vedersela con gli atleti più forti del resto del mondo in una edizione che si preannuncia particolarmente dif�cile e combattuta. Accanto ai nostri tradizionali punti di forza, come il �oretto sia maschile che femminile, anche spada e sciabola stanno puntando il mirino verso Catania dove cercheran-

no di portare un bel contributo alla causa azzurra. La Federazione ha programmato una serie di stage di avvicinamento, il primo dei quali, dieci giorni di raduno al Centro CONI di Formia, è iniziato proprio ieri. Insieme ai commissari tecnici delle tre armi, Stefano Cerioni, Giovanni Sirovich e Sandro Cuomo, si sono ritrovati circa quaranta atleti e i componenti dello staff medico. Come succede ormai da diversi anni, in corrispondenza delle manifestazioni più importanti a livello internazionale, a prendersi cura dei muscoli della nazionale di spada, sia maschile che femminile, è stato chiamato il �sioterapista viterbese Maurizio Iaschi, sempre più una presenza �ssa accanto ai campioni azzurri della scherma quando c’è da preparare Mondiali o Olimpiadi. Il gruppo azzurro lavorerà a Formia, sotto lo sguardo attento dei tecnici e dei Maestri

federali, �no a domenica 29. Per la spada, di cui si occupa direttamente Maurizio Iaschi, sono stati convocati in totale sedici atleti: Luca Ferraris, Enrico Garozzo, Paolo Pizzo, Alfredo Rota, Matteo Tagliariol, Matthew Trager, Francesca Boscarelli, Bianca Del Carretto, Rossella Fiamingo,

Nathalie Moellhausen, Mara Navarria e Francesca Quondamcarlo. Tra loro ci sono campioni olimpici e mondiali che puntano a ripetersi da qui �no a Londra e che avranno bisogno anche della professionalità di Iaschi per riuscire in questa ennesima impresa. (GA)

BASEBALL C - Si avvicina un mese decisivo

Tuscia Green Sox tra playoff e Coppa

S

ono ripresi al ritmo di due sedute settimanali gli allenamenti del Tuscia Green Sox in vista di un mese di settembre che non consentirà di riposarsi. La formazione gialloverde, guidata dal manager Mirco Di Francesco, si appresta infatti a vivere il momento decisivo di una stagione condotta �n qui in modo eccellente, con due sole scon�tte (in casa contro il Cali Roma XIII e a Latina in un match ormai inin�uente) e tante vittorie autoritarie. I falisci non possono però essere soddisfatti, anzi si può dire che, in questo momento, sono esattamente dove volevano essere all’inizio dell’anno; nessuno aveva mai nascosto le velleità di disputare un campionato di vertice in serie C e l’obiettivo era la promozione. Passaggio obbligato per raggiungerla era aggiudicarsi il primo posto nel girone, centrato con un turno di anticipo e senza eccessivi patemi. Adesso però viene il bello, perchè sulla strada che porta verso la B ci saranno i toscani del Rosemar Grosseto, una squadra che, al pari del Tuscia Green Sox, non ha fatto nulla per nascondersi. Inserita nello stesso girone dei Black Hawks Tuscia, la compagine grossetana ha concluso la prima fase di campionato, compreso

l’intergirone, con 14 successi e una sola scon�tta, dimostrandosi completa e ben fornita in tutti i ruoli. Rosemar e Tuscia Green Sox si sono affrontate già in Coppa in Italia, nel match dei sedicesimi di �nale ad eliminazione diretta, con i falisci che si sono imposti per 15-5 procedendo così anche nella manifestazione tricolore. Questa volta la formula sarà diversa: le due squadre si s�deranno al meglio delle cinque gare e il primo atto ci sarà il 10 settembre a Grosseto, su quel campo che aveva visto trionfare Dominici (nella foto) e soci ad inizio stagione e in cui sarebbe fondamentale poter cogliere un altro successo. Gara due è in programma il 25 settembre a Monte�ascone, poi si proseguirà nei �ne settimana successivi �nchè uno dei due team non centrerà le tre vittorie suf�cienti a garantire la promozione. La settimana di stop tra gara uno e gara due sarà dedicata alla Coppa Italia: già, c’è anche quella nel �tto settembre del Tuscia Green Sox che il 17 settembre ospiterà l’Elephas Cesena nei quarti che metteranno in palio un posto alle Final Four della manifestazione. Tanta carne al fuoco e un paio di settimane per prepararsi a dovere. (Gla.Ant.)


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio

Sabato 20 Agosto 2011

CALCIO SERIE D

Per la Viterbese prove tecniche a Farnese Alle 17 il match amichevole con i gialloblu. Out Barra e Cascella, lavoro differenziato per Sbaccanti e Vanacore L’11 settembre al Rocchi il ritorno di Osvaldo Mannucci con il Sansovino. La prossima settimana al via la campagna abbonamenti

D

AMICHEVOLI - Tra Monterosi- Casalotti e Pianoscarano-Ortana

oppia seduta ieri per la Viterbese che al mattino ha svolto un allenamento principalmente atletico. Tra i gialloblu sono rimasti fermi Barra e Cascella alle prese con delicati problemi �sici mentre hanno lavorato seppur con un lavoro differenziato Sbaccanti e Vanacore. Nel pomeriggio maggiore lavoro con la palla e la messa in atto di alcuni schemi tra i vari reparti.

Scorsini torna a Montefiascone A Canepina il Memorial ‘Pizzi’

OGGI IL TEST DI ISCHIA Nel pomeriggio di oggi per i gialloblu è in programma la trasferta a Farnese per il test amichevole contro l’Ischia di Castro dal quale mister Raffaele Sergio spera di trarre delle utili indicazioni sul lavoro

IL TEST ODIERNO - Oggi a Farnese il confronto con i gialloblù

Mimmi Gasperini soddisfatto della sua Ischia U

n problema di salute l’ha tenuto lontano per due giorni dalla sua Ischia di Castro ma mister Mimmi Gasperini (nella foto) è rientrato carico a mille per seguire la sua compagine: “Nel ritiro di Farnese stiamo facendo un ottimo lavoro, peccato per l’infortunio occorso a Ciorba che ha riportato questo problema alla caviglia, ci sono anche altri problemini ma fanno parte di questo periodo di lavoro”. Oggi il test contro la Viterbese che cosa ti attendi: “Nulla di particolare, il risultato è l’ultima cosa che ci interessa, ne approfitteremo per visionare alcuni atleti tra cui un giapponese che potrebbero interessarci a livello di completamento di rosa”. Le sensazioni sul nuovo gruppo che si sta formando? “Ottime e tutte positive con la piena consapevolezza che le scelte di mercato sono state valide sia sotto il profilo tecnico che umano. E’ un gruppo che sta lavorando bene, con forti motivazioni

svolto in settimana per una Viterbese che torna a giocare un’amichevole a poco più di una settimana di distanza dalla s�da disputata al Rocchi contro la Reggina. L’11 SETTEMBRE GRADITO RITORNO Intanto l’11 settembre in occasione dell’esordio casalingo contro il Sansovino avremo al Rocchi il gradito ritorno di Osvaldo Mannucci (in forza al team toscano) e sarà un bell’amarcord. E per anticipare questo momento ecco pubblicata la foto in cui da sinistra a destra ritrovamo gente come Pollini, Cingolani, Zazzetta. Mannucci e Martinetti che hanno lasciato il segno nella storia della Viterbese.

e mi sembra che la strada intrapresa sia quella giusta”. Il team del presidente Fossati prosegue quindi il suo percorso a quindici giorni dal suo esordio storico nel campionato di Promozione Laziale.

ABBONAMENTI Intanto la prossima settimana la società renderà noti i pressi della campagna abbonamenti per la prossima stagione con interessanti novità in arrivo.

Paolo Proietti e Marco Scorsini

È

un sabato ricco si sfide amichevoli a soli quindici giorni dall’inizio dei campionati di Eccellenza e di Promozione con la stagione ufficiale che ormai è alle porte per quanto riguarda questi due campionati. MONTEROSI CASALOTTI Prima sfifa questa mattina alle 11 a Rignano tra il Monterosi di mister Lauretti e il Casalotti. I biancorossi inseguono altre conferme dopo la buona sfida di tre

VIAGGIANDO IN PRIMA - Lunedì scatta il raduno della rinnovata compagine tirrenica

Patron Guglielmotti e i fratelli Pera scommettono sul nuovo Montalto

D

a lunedì 22 agosto scatta l’ora x per il Montalto Calcio che si appresta al suo secondo consecutivo campionato di Prima Categoria dopo l’undicesimo posto della passata stagione caratterizzata da un inizio dif�cilissimo (0 punti dopo 5 incontri), poi da una bella ripresa e da una fase �nale di stagione in calando. E’ un Montalto Calcio 2011/2012 rinnovato, un bel mix tra giovani e atleti di una certa esperienza.

A centrocampo abbiamo le novità di Davide Innocenti, classe 1993, dell’over Emiliano Perticarà e dei giovani Alberto Petronio e Manuel Salone. Sul fronte offensivo con gli ingaggi degli esperti Diego Cappelletti e Cristiano Marini il Montalto Calcio è andato sulla strada dell’esperienza con il primo reduce dal campionato in Toscana con il Porto Ercole e il secondo diviso tra le casacche di Capranica e Monteromano.

NEW ENTRY - Come già nel mese di luglio pubblicammo ecco tutti i nuovi colpi del Montalto Calcio sempre af�dato alla conduzione tecnica del bravo mister Stefano Pera e con il presidente Pietro Guglielmotti e il dg Riccardo Pera operativi in prima linea nel corso della lunga campagna acquisti. Le news sono quelle dei giovani difensori Ionut Dragon Nita, classe 1995, di Luca Ricci, classe 1994 e Daniele Tomassini (1989).

LA ROSA AL COMPLETO Ed ecco la rosa del Montalto 2011/2012 al completo. Portieri - Giancarlo Barattieri, Vittorio Fabbri e Marco Musto (‘90) Difensori - Tiziano Campari, Alessio Cardoni, Mirko Mattei, Ionut Dragon Nita (‘95); Valentino Pallotti, Daniel Pricob; Luca Ricci (‘94); Marco Tomas-

Patron Pietro Guglielmotti sini (‘91) e Daniele Tomassini (‘89) Centrocampisti Jacopo Alberti (‘92), Andrea Giordan, Mauro Lupidi, Alessandro Menicucci (‘91), David Innocenti (‘93), Emiliano Perticarà, Alberto Petronio (‘92), Manuel Salone (‘95) Attaccanti - Diego Cappel-

Mister Stefano Pera letti, Francesco Baldascini (‘93), Cristiano Marini, Antonio Maccioni (‘93), Alessio Tomassetti (‘90) STAFF DIRIGENZIALE E TECNICO Ed ecco i quadri delle società con il presidente Pietro Guglielmotti; vice presidente Salvatore Faraci; direttore generale Ric-

cardo Pera; direttore sportivo Angelo Paoletti; Dirigenti accompagnatori Paolo Petronio, Donatello Giordan e Gianni Paoletti. Mister è il riconfermatissimo Stefano Pera, vice allenatore Massimiliano Porciatti; preparatore atletico Emanuele Litardi e preparatore dei portieri Antonio Scipio.

giorni fa contro il Cantalupo e il tecnico è alla ricerca di una condizione fisica accettabile a pochi giorni dall’inizio del campionato di Eccellenza. MONTEFIASCONE ANGUILLARA Sfida dal sapore di amarcord al Comunale falisco dove il Montefiascone di Daniele Antolovic affronta un’Anguillara guidata dall’ex allenatore dei falisci Marco Scorsini che torna quindi su quella piazza dove di fatto è partita la sua carriera da allenatore. Un buon test per entrambe le compagini con il Montefiascone che nelle ultime ore nel suo organico ha inserito anche l’attaccante Serafini, nella scorsa stagione in forza alla Primavera del Grosseto. Verifica importante per i falisci che in particolare sul fronte offensivo hanno espresso delle leggerezze di reparto considerando la loro partecipazione in un campionato difficile come quello dell’Eccellenza. Squadre in campo alle 17. CANEPINA CANTALUPO Dopo il test di sabato scorso contro il Montefiascone nuova amichevole casalinga per il Canepina di Paolo Proietti contro il Cantalupo di mister Danieli che avrà quindi il compito di far fermare il figlio, bomber del Canepina. E’ un Proietti che si è dichairato contento di come la sua squadra ha interpretato questo inizio di preparazione e l’unico malumore è dettato da defezioni come quelle di Caiazza che adesso incomincia anche a richiare la riconferma per la prossima stagione. (agv)


SPORT

sport

& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

23

ANALISI

Riflessioni dal calcio d’estate Vigor e Pianoscarano allo specchio dopo i test sostenuti giovedì pomeriggio. Oggi per i rionali verifica con l’Ortana al ‘Bruni’ CALENDARIO DELLE AMICHEVOLI Scalda i motori la Cimina Ronciglione in azione dal 29 a Sant’Eutizio ma serve una punta data

T

ora

ra considerazioni, amichevoli e gli aspetti di questo calcio d’agosto.

LA VIGOR DOPO IL BUON TEST CON L’ORVIETANA GUARDA AVANTI Una Vigor Acquapendente di carattere ampiamente sperimentale perde di misura con l’Orvietana (risultato �nale 4-3) nel “vernissage” stagionale. Contro una formazione di ben due Categorie superiori e con tre amichevoli alle spalle, il team allenato da Massimo Quintarelli dimostra di “avere fondamenta solide su cui costruire” un campionato di Promozione in tutta tranquillità. I “gemelli del goal” Ugo Francis e Fabio Goretti “portano alla causa”, qualità, sacri�cio e movimento. Oltre che goal. Ma la nota più lieta attiva dal classe ’94 Davide Mansour, che appena due mesi fa ha trionfato con la Categoria Allievi del Tecnico Marco Pasquini nel Campionato provinciale di competenza. Meritatissimo il goal che viene a premiare una prova tranquilla e lineare. Alla ricerca di impostazione di manovra semplici e non dello strafare. Gli imminenti sei giorni di sedute �siche e lezioni tattico-tecniche, faranno da preludio alla seconda amichevole stagione contro il Federico Mosconi (giovedì 25 settembre allo Stadio Pompei di Bagnoregio orario ancora da de�nire). Di pari grado la compagine sferracavallese del neo allenatore Riccardo Fatone e del braccio destro Riccardo Croccolino, ha messo in mostra dopo appena una settimana di lavoro elementi di qualità quale il portiere Riccardo Mandini e Michele Fattorini provenienti entrambi dall’Orvietana calcio, la conferma dell’attaccante Pimpo-

Mister Damiani (Pianoscarano) lari (12 reti nella scorsa stagione e decisivo nella corsa salvezza), ed i giovanissimi Ricci, Bocchino e Tota tutti del settore giovanile dell’Orvietana. IL PIANOSCARANO IERI E’ TORNATO AD ALLENARSI RIFLETTENDO SUL KO SUBITO CON LA FLAMINIA La forza, l’esperienza e anche una diversa qualità tra le due squadre che si sono affrontate, a fatto si che la Flaminia Civitacastellana prevalesse con un rotondo 4 -1 nei confronti di una non bella Gsd Pianoscarano 1949. I grifoni di Simonetto – Damiani ancora alle prese con diverse assenze di peso come quelle di Mandro, Cristofori, Fa, e altri “grandicelli”, è apparsa una squadra ancora in una fase di “lavori in corso”. La differenza tra le due formazioni è apparsa notevole, non solo per la categoria, ma soprattutto per la voglia

Fabio Goretti (Vigor Acquapendente)

e il modo di interpretare la gara. I rossoblu rionali partiti benissimo nei primi 15’ si sono piano piano smarriti e hanno concesso campo e gioco alla squadra di casa che alla �ne del primo tempo conduceva per 3 – 0. Una prima frazione diversa e completamente inferiore a quella vista a Rignano contro il Monterosi di Lauretti che dovrà far ri�ettere lo staff tecnico e avrà bisogno di alcune modi�che per rendere più equilibrio ad una squadra che specie al centro del campo è sembrata leggera e non del tutto omogenea. Meglio nella ripresa dove i cambi di entrambi i tecnici ha fatto si che i Grifoni oltre che ad avere una maggiore costanza nel gioco sono riusciti a mostrare cose interessanti e realizzare una rete con l’esperto Lucci che ha mostrato di essere già in buone condizioni nonostante il ritardo con il quale ha dovuto iniziare la preparazione. Ieri tutti pronti alla ripresa degli allenamenti per cercare di analizzare più dettagliatamente le varie situazioni

emerse nella gara con la Flamina, continuare il lavoro �sico che il Prof. Carnevale sta proponendo ai ragazzi, preparare la gara del debutto casalingo domani alle ore 17 con l’Ortana presso il Campo Oliviero Bruni, e con un pensierino da risolvere sulle condizioni di Michele Cristofari alle prese con un problema �sico a livello muscolare,dove in giornata si dovrebbe conoscere la sua entità che se non risolvibile a tempi brevi lo costringerà a vedere la prima parte del torneo come spettatore di “lusso”. CIMINA RONCIGLIONE IN CERCA DI UNA PUNTA E’ sempre un attaccante il sogno proibito della Cimina Ronciglione di mister Gavazzi che dal prossimo 29 agosto incomincerà a lavorare nella preparazione �ssata sul campo di Sant’Eutizio (comune di Soriano nel Cimino). Ora l’obiettivo numero uno del club è quello di trovare una punta di categoria per sistemare il reparto offensivo.

PIANETA CALCIO - Out Petronella alla Castrense, il Real Caprarola ingaggia Renzoni come mister

Mazzarani resta al Blera: “Solo chiacchiere”!

di LEONARDO CUTIGNI

Nessuna rottura, anzi sono e sarò il portiere del Blera per molto tempo.” Cosi Luca Mazzarani mette �ne alle voci che circolavano nell’ambiente da qualche tempo riguardante un suo possibile addio al Blera. Voci nate da qualche silenzio: “ Sono una persona schietta, amo confrontarmi e dialogare con chi ho attorno. Ho avvertito un silenzio strano attorno alla mia �gura, ma sono bastate uno scambio di battute con la società e tutto si è immediatamente risolto. Tengo a sottolineare che in questa circostanza non c’è alcun riferimento ai soldi, tenevo soltanto ad avere un rapporto più diretto e coinvolto con la società.” Qualcuno ti ha contattato: “In questi giorni, ho ricevuto un’offerta da una formazione

di promozione. Sicuramente mi sono sentito lusingato, ma Blera è la mia prima scelta e così è stato.” Si riparte tra pochi giorni: “Ci incontreremo per iniziare la preparazione Lunedì prossimo. Il lavoro sarà svolto in sede per gettare le basi di un campionato positivo.” Si va verso il girone ‘viterbese’: “Per noi potrebbe essere uno svantaggio. Disputando il campionato nella fascia romana potevamo giocarci la carta della sorpresa, invece nel viterbese ci troveremo in lotta con formazioni conosciute, tra le quali vedo la Castrense come sicura favorita.” Dunque quali obiettivi: “Vogliamo divertirci e magari dire la nostra nella parte destra della classi�ca. Il primo obiettivo comunque è quello di salvarci il prima possibile, dopo di che sarà tutto di guadagnato.”.

Luca Mazzarani

Marco Petronella

PETRONELLA FUORI GIOCO Uno stiramento riportato in un torneo di calcetto ha pregiudicato la partecipazione al raduno del bravo Petronella con la Castrense. Il giocatore rischia una lunga sosta di circa due mesi. Un contrattempo pesante per il team del presidente Vincenzo Camilli che oggi e domani è impegnato in una doppia seduta.

IL REAL CAPRAROLA HA SCELTO RENZONI Il dopo Vitaliano Natali al Real Caprarola prende il nome di mister Bernardino Renzoni che lascia quindi un vuoto alla conduzione del Team Canepinese, squadra di Terza Categoria che lui stesso con alcuni amici aveva fondato nella passata stagione.

partita

risultato

VITERBESE - FORMELLO

3-2

MONTEROSI - FLAMINIA

2-3

VITERBESE - REGGINA

1-2

GUIDONIA - FLAMINIA

3-2

MONTEROSI - PIANOSCARANO

3-2

FOGLIANESE - MONTEROSI

5-3

FLAMINIA - COLLEFERRO

2-2

CANEPINA - MONTEFIASCONE

3-3

CERVETRI - CORNETO

0-1

ISCHIA DI CASTRO - MANCIANO

1-2

VIGOR ACQUAPENDENTE - ORVIETANA

3-4

FLAMINIA - PIANOSCARANO

4-1

oggi

16,00

ISCHIA DI CASTRO - VITERBESE

oggi

17,00

MONTEFIASCONE - ANGUILLARA

oggi

10.30

CASALOTTI - MONTEROSI

oggi

17,00

CANEPINA - CANTALUPO

oggi

17,00

PIANOSCARANO - ORTANA

oggi

17,30

MANCIANO - VITERBESE JUNIORES

21/08

10,30

BRACCIANO - CORNETO

21/08

11,00

FOGLIANESE - 2001 TUSCIA

24/08

17,00

ANGUILLARA - LADISPOLI

25/08

17,00

VITERBESE - MONTEROSI

25/08

17,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - FEDERICO MOSCONI

25/08

17,00

CANINESE - CIVITAVECCHIA

25/08

17,30

FOGLIANESE - RAPPR. DISOCCUPATI

26/08

17,00

TRIANG. TOLFA-CIVITAVECCHIA-MONTEFIASCONE

27/08

16,00

TRIANGOLARE RISI A CANINO CANINESE-FIUMICINO-TOR SAPIENZA

27/08

16,30

S. LORENZO NUOVO - CASTEL LAZZARA

27/08

17,00

PIANOSCARANO - DORIA S. MARTINO

27/08

17,30

MANCIANO - LATERA

28/08

11,00

CASTRENSE - GROSSETO PRIMAVERA

28/08

11,00

FOGLIANESE - 2001 TUSCIA

28/08

11,00

CANEPINA - VITERBESE

28/08

17,00

DORIA S. MARTINO - PIANOSCARANO

28/08

17,00

FONTE BEL VERDE - VIGOR ACQUAPENDENTE

31/08

18,00

PIANOSCARANO - PETRIANA UNDER 21

31/08

18,00

S. LORENZO NUOVO - LATERA

01/09

17,30

VIGOR ACQUAPENDENTE - PIANESE

02/09

18,00

VALLERANESE - BARCO MURIALDINA

02/09

18,00

TUSCANIA - 2001 TUSCIA

03/09

17,00

VASANELLO - CIMINA RONCIGLIONE

04/09

11,00

CASTRENSE - S. LORENZO NUOVO

07/09

18,00

S. LORENZO NUOVO - PIANESE

07/09

17,30

CASTRENSE - FONTEBELVERDE

07/09

18,30

2001 TUSCIA - QUERCIAIOLA

09/09

18,00

TREVIGNANO - CAPRANICA

10/09

16,30

S. LORENZO NUOVO - MONTALTO CALCIO

10/09

17,00

FOGLIANESE JUNIORES - NUOVA BAGNAIA

11/09

11,00

CASTRENSE - REAL GRADOLESE

11/09

10.30

BARCO MURIALDINA - BARCO M. JUNIORES

11/09

11,00

QUERCIAIOLA - VASANELLO

12/09

17,30

VEJANESE - CAPRANICA

14/09

18,00

RIGNANOSORATTE - FABRICA CALCIO

14/09

19,00

DORIA S. MARTINO - BARCO MURIALDINA

15/09

18,00

CASTRENSE - GROSSETO ALLIEVI NAZIONALI

15/09

18,00

SPORTING RONCIGLIONE - CAPRANICA

15/08

18,00

VALLERANESE - NUOVA BAGNAIA

17/09

18,00

FABRICA DI ROMA - VALLERANESE

18/09

11,00

VIGNANELLO - NUOVA BAGNAIA

21/09

17,00

CIMINA RONCIGLIONE - NUOVA BAGNAIA

22/09

18,00

CANEPINA - FABRICA CALCIO

22/09

18,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - VALLERANESE

24/09

17,30

NUOVA SORIANESE - NUOVA BAGNAIA

24/09

18,00

NUOVA BAGNAIA - NUOVA BAGNAIA JUNIORES

24/09

18,00

FABRICA CALCIO FORTITUDO NEPI

GLI ORARI POSSONO VARIARE


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Sabato 20 Agosto 2011

MONDO ROSSOBLÙ

Il Pianoscarano augura in bocca al lupo a Sciamanna e Tuia Sul sito www.pianoscaranocalcio.com il saluto ai due nostri portacolori impegnati nei prossimi campionati di Lega Pro Intanto dal 22 agosto tornano in campo i giovanissimi regionali e i giovanissimi Fascia B. Dal 5 e 7 settembre al via l’attività dell’intera Scuola Calcio

M

ondo Pianoscarano attraverso il suo magico sito www.pianoscarano calcio.com. Non solo prima squadra ma di tutto e di più con le notizie relative all’attività delle formazioni giovanili e anche con i saluti particolari a due nostri rappresentanti del calcio provinciale, amici del club rionale e in passato graditi ospiti nelle strutture del Carmine e del Salamaro. JACOPO SCIAMANNA APPRODA AL TEAM DI LEGA PRO 2ª DIVISIONE DEL CELANO Jacopo Sciamanna punta viterbese ex S.S. Lazio protagonista lo scorso anno di un ottimo campionato con la Primavera del San Marino, è stato de�nitivamente ceduto dalla Società del Presidente Lotito al Celano F.C. Olimpia Calcio che disputerà il Campionato Lega Pro di Seconda Divisione guarda caso contro i Grifoni del Perugia a cui la nostra Gsd Pianoscarano è af�liata. Questa volta non ci occupiamo di Jacopo per parlare del suo campionato o di cose che riguardano la futura s�da con il Perugia, ma lo citiamo come facciamo per Alessandro Tuia per averlo avuto nostro ospite nel 2010 presso il nostro Centro Sportivo Oliviero Bruni ha premiare i piccoli ragazzi che parteciparono al Torneo Edilio Mecarini che si s�darono con tanto entusiasmo davanti ai suoi occhi emozionati e felici nel vedere calciatori in erba altrettanto entusiasti per la presenza dell’ora attaccante della Primavera di Mister Sesena. Auguriamo al bravo Jacopo di ottenere tante gioie e fortune con la maglia del Celano FC Olimpia e di realizzare tanti gol anche per i nostri bambini che conservano ancora un buon ricordo.

E TUIA E’ PRONTO PER L’AVVENTURA CON IL FOLIGNO IN PRIMA DIVISIONE Alessandro Tuia passa in comproprietà al Foligno. Il difensore, classe ’90, aveva giocato le ultime due stagioni in prestito con la maglia del Monza, con cui ha disputato 44 presenze in Prima Divisione. Il giovane di Civita Castellana ha raggiunto il ritiro di Nocera Umbra il giorno 17 agosto 2011”. E’ questo la notizia apparsa su diversi periodici di informazioni riguardo il centrale difensivo laziale, paragonato diversi anni fa ad Alessandro Nesta, e oggi ancora nonostante la sue giovane età, un pezzo forte del mercato. Che cosa c’entra Tuia con noi direte? Ma certo che c’entra e come. Alessandro, ancora tesserato alla S.S. Lazio partecipò come ospite d’onore al Primo Mini Camp Academy Rossoblu nel settembre 2009, grazie ai buoni rapporti che la Società rossoblu ha sempre avuto con il sodalizio del Presidente Lotito e la disponibilità del Generale Giulio Coletta che per queste iniziative legate ai piccoli campioncini in erba, ha dato sempre la sua massima disponibilità. Avete capito perché c’entra ora Alessandro Tuia. Un saluto con tutto il cuore al bravo e forte ragazzo di Civitastellana da parte di tutta la Società della Gsd Pianoscarano 1949, nella speranza di vederlo presto con la maglia della sua S.S.Lazio. DA LUNEDI’ 22 AGOSTO AL VIA I RADUNI DEI TEAM GIOVANISSIMI REGIONALI E GIOVANISSIMI FASCIA B REGIONALI (EX COPPA LAZIO) E’ questa l’ultima settimana di riposo per il Settore Giovanile della Soccer School Gsd Pianosca-

rano 1949. La “grande famiglia”, aprirà i giochi con il pre – campionato delle due squadre regionali che parteciperanno ai Tornei della Categoria Giovanissimi. Il via è �ssato per il giorno lunedì 22 Agosto alle ore 08.30 presso il Centro sportivo Oliviero Bruni per i Giovanissimi Regionali di Mister Zoppo e Mister Palumbo, mentre i Giovanissimi Regionali Fascia B di Mister Felci e Mister Morelli si raduneranno lo stesso giorno ma alle ore 15.30 sempre al Quartier Generale di Via F.Boccacci. Le vacanze sono dunque terminate, e i giovani calciatori dopo un meritato riposo, si apprestano a ritrovarsi con tanta voglia e soprattutto con il desiderio di disputare una stagione da veri protagonisti. Mentre stanno portando a conclusione i “compiti” per le vacanze che l rispettivi Staff hanno consegnato loro durante la sosta, si interrogano su cosa li aspetta visto che i loro istruttori sono stati “dirottati” in altre categorie. Infatti Mister Andrea Simonetto ex allenatore dei ‘97, è stato “promosso” a pieni voti in Prima squadra che partecipa al Campionato di Promozione, mentre il “bravo” Paolo Damiani si trova a disputare il campionato Giovanissimi Sperimentali con gli “Esordienti” ’99 e quindi sotto età, con

il compito di preparare come solo lui sa fare, i ragazzi per la stagione futura. A dare continuità al “grande” lavoro svolto dai predecessori sono arrivati come detto, per i Giovanissimi regionali il Prof. Maurizio Zoppo proveniente dalla Foglianese Calcio in collaborazione con mister Palombo Raffaele lo scorso anno con gli Allievi Regionali protagonista dello sfortunato �ne stagione che ha coinvolto il gruppo dei ’94 e per i Giovanissimi ’98 il “Ragionier” Felci Oscar direttamente dalla società del Corneto Tarquinia dove nei suoi anni di lavoro in riva al mare, ha contribuito alla crescita di molti ragazzi che oggi sono protagonisti nel panorama giovanile provinciale e mister Livio Morelli che oltre ad essere un bravo tecnico, è uno che in fatto di gruppo e motivazioni è davvero un maestro. Le premesse ci sembrano buone per dire di avere a disposizione due gruppi che potranno crescere e regalarci quelle soddisfazioni che siamo abituati ad avere in queste categorie negli ultimi anni, non và dimenticato che gli organici sia dei ’97 e dei ’98 si sono impreziositi di diversi ragazzi provenienti dalle realtà provinciali e pronti a dare il loro contributo per portare il

nome della Cantera Rossoblu il più alto possibile, e sperare grazie alla collaborazione a 360 ° che si è stabilita con il Perugia Calcio, di avere una possibilità durante la stagione di essere visionati per un futuro nei professionisti. (sempre se meritevoli). Nelle prossime settimane verranno presentate le rispettive rose, ma intanto siamo tutti felici di rivedere il “nostro” Campo Sportivo nuovamente a pieno regime, il calcio a Via F.Boccacci non può mancare per tanto tempo. LA STAGIONE 2011-2012 DELLA SCUOLA CALCIO INIZIERÀ IL 5 SETTEMBRE Al CENTRO SPORTIVO OLIVIERO BRUNI La Gsd Pianoscarano 1949 comunica che la Scuola Calcio Academy Rossoblu riprenderà l’attività uf�ciale, per la stagione 2011-2012, lunedì 05 settembre con il tradizionale Mini Camp di apertura divenuto da quattro anni il “biglietto da visita” della Cantera Rossoblu, unico ed inimitabile. La Scuola Calcio svolgerà l’inizio attività presso il Centro Sportivo Oliviero Bruni in Via F.Boccaci, e sede delle partite della sua Prima Squadra militante nel campionato di Pro-

mozione Laziale. Il Camp avrà inizio alle ore 09.30 e terminerà alle ore 17,30 , tutti i partecipanti potranno essere seguiti dagli Istruttori della Soccer e Academy Rossoblu e intrattenuti con esercitazioni, giochi e mini partite per una giornata ricca di sport e divertimento. Le pre - iscrizioni o le eventuali iscrizioni per la Stagione Sportiva 2011/2012 dell’Academy Rossoblu, si effettueranno direttamente sui campi o c/o la Segreteria della Gsd Pianoscarano 1949, a partire dal 05 settembre 2011. Tutte le informazioni saranno presenti sul sito uf�ciale www.pianoscaran ocalcio.com , o contattando telefonicamente i seguenti Resp.li dell’Attività di Base: Sig.ra Barbara Polizzi (Resp.le Segreteria) 334.6493757; Sig.ra Pandol� Rossella (Resp.le Logistica Organizzativa) 346.0911759 - 3283739325. Per eventuali informazioni inoltre, per tutto il mese di Agosto, dalle 16.30 alle 19.45 presso il Centro Sportivo Oliviero Bruni saranno presenti i nostri responsabili Tecnici. APPUNTAMENTO ANCHE PER IL CAMP DI GROTTE SANTO STEFANO La Gsd Pianoscarano 1949 per questa stagione “raddoppia”. Infatti il giorno 07 Settembre 2011 aprirà la Stagione Sportiva anche c/o l’impianto Sportivo di Grotte S.Stefano dove avrà inizio la Scuola Calcio Academy Rossoblu Due, con il Mini Camp di apertura per tutti i bambini e le bambine nate dal 2000 al 2006. L’inizio della giornata di Sport è alle ore 15.30 �no alle ore 18.00 insieme agli istruttori della Società Rionale che realizzeranno insieme ai presenti giochi e mini tornei. Per informazioni riguardo alla stagione sportiva cha andrà ad iniziare è possibile riceverle direttamente il giorno del Mini Camp o a partire dal giorno 1° settembre telefonando ai seguenti numeri: Sig.ra Barbara Polizzi (Resp.le Segreteria) 334.6493757; Sig.ra Pandol� Rossella (Resp.le Logistica Organizzativa) 346.0911759 - 3283739325.


� �

sport

SPORT

& Sabato 20 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

25

LA SFIDA

Luigi Salvatori inizia il suo viaggio L’ex triatleta di Vasanello affronterà 7000 km in solitaria su una moto verso Gobekli Tepe in Turchia di GLAUCO ANTONIACCI

U

n vecchio adagio afferma che ‘la vita comincia a 40 anni’. Quando però la vita è già stata un continuo susseguirsi di s�de, di attività, di emozioni, serve qualcosa di eclatante per farla ricominciare ancora una volta con ancora più adrenalina. Luigi Salvatori ha 40 anni, risiede a Vasanello e, oltre ad essere insegnante di educazione �sica, ha praticato tuf�, ginnastica artistica e triathlon. Proprio quest’ultima disciplina, una delle più faticose in assoluto (nuoto,

bicicletta e corsa di seguito, senza mai fermarsi), lo ha vista protagonista di alcuni podi ai Campionati Italiani e di una carriera da atleta Elite �no al 2010. Arrivato a 40 anni è scattata la scintilla: un viaggio in moto in solitaria su un itinerario speciale che dalla Grecia, dove sbarcherà via mare, lo porterà in Turchia

L’itinerario del viaggio di Luigi Salvatori

verso alcuni luoghi affascinanti e poco conosciuti. “L’idea e la piani�cazione di questo viaggio iniziano sei mesi fa - ha dichiarato Salvatori - tutto è nato come un viaggio privato turistico, poi per caso, venendo a sapere dell’importanza del sito archeologico di Gobekli Tepe che si trova quasi al con�ne con la Siria, ho

pensato di dare al viaggio anche un’importanza storica. Ho contattato il comune di Vasanello ed è nata l’idea di portare il viaggio al mio ritorno nelle scuole del paese ed eventualmente di realizzare un calendario per far conoscere questo diverso modo

di viaggiare e i luoghi che furono la culla dell’umanità, con la presenza dell’antica Mesopotamia come obiettivo di questo viaggio. La durata? non mi sono posto delle date rigide”. Una s�da di 7000 km con una moto che lui stesso ha

sistemato dotandola di tutto il necessario per trasportare attrezzature, medicinali, materiale per allestire un campo in cui riposarsi. Il resto lo farà lo spirito di avventura di Salvatori che cercheremo di seguire in questo suo lungo viaggio.


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

VELA

Sabato 20 Agosto 2011

TENNIS

Proseguono i match Tutti a bordo, c’è la Lagolana all’Open S.Ermete Domani si disputa la terza edizione della celebre regata Saranno raccolti fondi per il reparto di Oncologia di Belcolle Avanzano Mazzi, Galuppo e Taliani

L

eo Club Viterbo, insieme a Leo club di Montefiascone e Club Nautico Capodimonte, hanno organizzato per domani la terza edizione della regata velica “Leo Club Cup” nel lago di Bolsena, nota anche come Lagolana, ispirata alla storica regata velica europea, la Barcolana, che si disputa nel golfo di Trieste. Accanto all’aspetto sportivo è presente, con pari importanza, anche quello sociale visto che la manifestazione è promossa in favore del reparto di Oncologia dell’Ospedale Belcolle di Viterbo. Il ricavato della Lagolana sarà in effetti finalizzato all’acquisto di un frigorifero a temperatura controllata per la conservazione dei farmaci oncologici. Un tema, quello della beneficenza, sostenuto e promosso in collaborazione con il Lions Club di Viterbo e capace di dare ancora più lustro a questa iniziativa.

R

Si tratterà di una regata molto spettacolare anche per coloro che assisteranno da terra all’avvincente competizione, disputata intorno alle isole Martana e Bisentina. Dalle rive del Lago si potrà vedere la posizione delle varie imbarcazioni sul campo di gara

e godere quindi di questa sfida tradizionale. L’evento è stato patrocinato da Provincia di Viterbo e Comune di Viterbo, dai Comuni del comprensorio del Lago e dal Comitato Provinciale di Viterbo del Coni. Banca Finnat, storico punto di riferimento da oltre

cento anni nella prestazione di servizi di investimento a clientela istituzionale, privata e aziende, ha sostenuto la manifestazione in qualità di sponsor principale. L’appuntamento per gli appassionati è alle 14 circa di domani, quando prenderà ufficialmente il via la

isultati importanti nel Torneo Open S.Ermete organizzato dal Tennis Club Acquapendente. Nella parte alta del tabellone riservato alla Categoria 2. c’è stata la quali�cazione per il 2.7 Mazzi che ha superato il pari grado Censini (nella foto) con il netto punteggio di 6-3 / 6-1. Successo anche per il 2.5 Galuppo che ha saputo fermare la corsa del bravissimo Du Besse con parziali di 6-2 / 6-4. A termine sessione il 2.4 Taliani ha scon�tto il 2.8 Viceconte per 6-3 / 6-4. Prima degli attesissimi match in notturna, alla Club House del Circolo il Maestro Federale Andrea Casari ha presentato il progetto scuola-tennis che partirà da giovedì 1 settembre. Nei quattro campi da gioco (tre dei quali coperti nella stagione invernale), i più piccoli che vorranno avvicinarsi a questa specialità saranno suddivisi in un apposito gruppo che curerà, oltre all’aspetto ludico, anche la parte tecnica. Coloro che hanno già basi solide avranno invece a che fare con modelli corretti ed

equilibrati alla pratica agonistica, incentrata nei vari Tornei sociali all’insegna del divertimento. Tutti coloro che vorranno ricevere informazioni potranno contattare lo stesso Maestro al 339 – 1607635 e il materiale informativo potrà essere ritirato dalle ore 16 alle ore 24 presso lo stand della Festa della Civiltà Contadina ed Artigiana situato nella centralissima Piazza Girolamo Fabrizio.

MOUNTAIN BIKE - Due giorni imperdibili per tutti gli appassionati con test e grandi campioni della specialità

Alla scoperta di Enduro e Gravity con l’MTB Viterbo

S

i avvicina per tutti gli appassionati di mountain bike un appuntamento davvero da non perdere. Con l’organizzazione dell’MTB Club Viterbo e il Patrocinio del comune di Soriano nel Cimino, infatti, sabato 27 e domenica 28 agosto si svolgerà al Monte Cimino Bike Park un raduno guidato riservato a due discipline particolari come Enduro e Gravity ed aperto a tutti, non solo ai soci del club. Due giornate piene, con ospiti graditi e prestigiosi come Andrea Bruno, campione 2010 di superenduro, e Francesco Petrucci, uni-

co atleta italiano che partecipa alla Coppa del Mondo di downhill, la discesa in sella alla mountain bike su pendii molto ripidi. La due giorni di appuntamenti si aprirà sabato 27 con il ritrovo al Piazzale della Faggeta alle ore 9. Ci sarà il Test Bike Day, si potranno cioè provare le migliori bici da SuperEnduro/Freeride Transition TR450, TR 250 e Covert e IBIS HD/SL, e il Test Day Elka Sospensioni, quindi occorrerà comunicare agli organizzatori su quali bici si vogliono provare le sospensioni Elka. Per il Test Ride Day i partecipanti saranno guidati

nei trail enduro dal Campione Italiano 2011 Enduro Andrea Bruno. Seguirà un mini seminario di Riding per meglio sfruttare le bici biammortizzate in percorsi enduro. Durante il test day ci saranno navette per le risalite meccanizzate, quindi possibilità di utilizzare anche la propria bike. Pausa pranzo e prosieguo del test Bike e test Ride nel pomeriggio, poi la sera Cena Freeride al Toto’s Pub di Viterbo. Entrambi i pasti sono a carico dei partecipanti. Domenica 28 è prevista una escursione enduro con ritrovo alle 8,30 presso il Piazzale della Faggeta. Gran Tour del Monte Cimino in compagnia di Andrea Bruno, occasione per confrontarsi su tecniche di allenamento e di guida Enduro. verrà tenuta un’andatura tranquilla, adatta a tutti. Dalla cima del Monte Cimino si percorreranno i trail Enduro/ Freeride del Monte Cimino Natural Bike Park con risalite dai trails pedalate o meccanizzate a

scelta. Più risalite meccanizzate da Soriano nel Cimino a Faggeta per discese lunghe. Le discese richiedono un minimo di preparazione e di tecnica per poterle affrontare, si consiglia una bici biammortizzata con almeno 140mm di escursione (bici da Enduro o Trail Bike) al �ne di poter sfruttare le caratteristiche dei sentieri. Escursione Gravity: ritrovo ore 8,30 presso il Piazzale della Faggeta, alle 9 inizio escursione Gravity con risalite meccanizzate nei trails freeride del Monte Cimino Natural Bike Park. Pur rimanendo obbligatorio casco e ginocchiere si consiglia per l’escursione gravity l’utilizzo di adeguate protezioni (es. pettorina, ginocchiere, gomitiere casco integrale mascherina). A pranzo Pasta Party con insalata di pasta offerta a tutti i partecipanti. Per i soci MTB Club VT l’iscrizione è gratuita, per gli ospiti costa 10 euro e comprende assicurazione, risalite e guida. L’iscrizione è giornaliera. Ci si può

rivolgere a segreteria@mtbclubvt.i nfo oppure contattare il numero 335.5392207 (Salvatore). Occorre la pre-iscrizione per il Test Bike e Test Ride per prenotazione bike e per poter predisporre adeguati mezzi di risalita entro il 27 agosto. Pre-iscrizione per escursione

Enduro e Gravity per dare possibilità di predisporre adeguati mezzi di risalita entro il 28 agosto. Per chi si pre-iscrive almeno 5 giorni prima di ciascun evento, un gadget a sorpresa. Un premio spetterà al biker che viene da più lontano. Casco e ginocchiere sono obbligatorie.


SPORT

� � �

27

Edizione del 20 Agosto 2011

Calcio - Il giallorosso Alessandro Orchi convocato per Italia-Russia under 19

C

omincia nel segno dell’azzurro la stagione di Alessandro Orchi. Il promettente calciatore civitavecchiese, che nel giugno scorso ha vinto lo scudetto Primavera con la Roma, figura nell’elenco dei convocati della Nazionale under 19 per

l’amichevole internazionale che si giocherà il 25 a Lamezia Terme contro la Russia. Il Ct azzurro, Alberigo Evani che i più ricorderanno nello stellare Milan di Sacchi, fa affidamento sul centrale difensivo giallorosso che considera uno dei pilastri della sua Nazionale

con la quale Alessandro ha collezionato già diversi gettoni di presenza, che potrà senza dunque aumentare in questa stagione in cui parte titolare con la Roma dopo aver comunque avuto parecchio spazio lo scorso anno pur essendo tra i più giovani del gruppo.

Redazione sportiva - via Nicolao Arcangelo 5 - 00053 Civitavecchia - telefono 0766-671159 e-mail: opinione.cv@gmail.com

MOTOCICLISMO - Il pilota civitavecchiese protagonista sul circuito romano di Vallelunga nel Trofeo del Centauro di ADRIANO GRASSI

R

itornare già dal prossimo anno nel campionato italiano Superbike. Valerio Rufoloni ha le idee chiare sul suo futuro ma per il momento il presente è rappresentato dal Trofeo del Centauro. Un trofeo che si disputa sul circuito romano di Vallelunga e che prevede cinque appuntamenti. Il pilota civitavecchiese ha preso parte a due delle prime tre gare conquistando due ottimi piazzamenti: un quinto posto ottenuto nella gara di maggio e un quarto in quella di giugno. Grazie a questi risultati Valerio Rufoloni è attualmente al terzo posto della classi�ca generale del Trofeo del Centauro. “Purtroppo anche quest’anno ho dovuto rinunciare per problemi di budget al campionato italiano superbike. Un campionato che anno dopo anno è sempre più importante e seguito anche da diverse televisioni europee. Sono però aumentati di conseguenza anche i costi e senza sponsor è veramente complicato disputare un’intero campionato ed essere competitivi. Nel frattempo - continua Valerio Rufoloni - mi sto ben comportando nel Trofeo del Centauro. Ho saltato una gara ma sono comunque terzo nella classi�ca generale e cercherò di conquistare la vittoria �nale”. Valerio Rufoloni anche in questa stagione corre con i colori del team Bagalino moto di Roma, che è ormai legato al civitavecchiese dal 2006, che gli ha messo a disposizione una Suzuki GSXR. Il Trofeo del Centauro dopo la gara che si è disputata a �ne giugno è fermo per la lunga sosta estiva e riprenderà soltanto in autunno con le ultime due decisive prove che sono in programma sempre sul circuito romano di Vallelunga ad ottobre e a

Rufoloni si rimette in moto Valerio è terzo nella classifica generale e nelle ultime due tappe cercherà di conquistare punti preziosi per puntare alla vittoria Sul futuro: “L’anno prossimo voglio tornare a correre nell’italiano Superbike”

Per far avverare il suo sogno ha però bisogno di uno sponsor

novembre. Il pilota civitavecchiese ha già vinto in passato questo importante trofeo che può essere il trampolino di lancio per il grande ritorno nel campionato italiano superbike. Una competizione molto prestigiosa che richiede però un grande impegno economico. Con le sole proprie forze è infatti impossibile piani�care un’intera stagione in superbike, un campionato che si sperà avrà di nuovo come protagonista Valerio Rufoloni. Il pilota civitavecchiese ha tutte le carte in regola per

de Valerio Rufoloni - ma per farlo ho bisogno dell’aiuto di uno sponsor che mi sostenga in questa nuova avventura. Un campionato come questo richiede un grande impegno economico e con le mie sole forze non posso affrontarlo”. Proprio ieri sulle colonne del nostro giornale l’assessore allo sport Roberto Petito ha affermato che l’amministrazione comunale deve portare avanti un’azione più incisiva per far sì che gli imprenditori si avvicinano allo sport. La speranza per Valerio è che ce ne sia

lottare per i primi posti e lo ha già dimostrato in passato. I risultati sono sempre arrivati ma

Nella prova iridata di Bled puntava a gareggiare pure nel doppio

più importanti d’Europa. “La mia intenzione è tornare a correre in Superbike - conclu-

Canottaggio - La Bello scelta come capovoga dell’armo azzurro

Erika ‘‘si fa in quattro’’ per i Mondiali Erika Bello vede delinearsi la strada verso i Mondiali: sarà il capovoga del quattro

di ANTONIO BANDINU

N

iente doppio per Erika Bello ai Mondiali di Bled. Il tecnico della nazionale femminile italiana Josy Verdonkschot ha infatti selezionato i vari equipaggi in vista della manifestazione iridata che si terrà in Slovenia dal 28 agosto al 4 settembre e la civitavecchiese è stata scelta come capovoga nel quattro di coppia. La Bello (Lazio) gareggerà insieme a Elena

adessso c’è bisogno di un’ulteriore sforzo per tornare a gareggiare in uno dei campionati

Coletti (CLT Terni), Sabrina Noseda (Lario) e Giulia Pollini (Cernobbio). “La scelta è stata fatta dal nostro allenatore - commenta la Bello - in base ai dei test �sici che abbiamo svolto durante il ritiro. In realtà speravo di far

parte del doppio pesi leggeri che è stato assegnato invece alla coppia Milani-Marasca. Il ritiro sta andando molto bene, durante gli allenamenti ci stiamo impegnando tutte al 100%”. Il ritiro con la nazionale azzurra proseguirà

�no a martedì quando tutto il gruppo partirà per la Slovenia per affrontare la nuova avventura mondiale. A Bled saranno disponibili i pass per l’accesso alle Olimpiadi di Londra del 2012, vero obiettivo della

vogatrice locale. “Sarebbe il massimo raggiungere questo obiettivo - commenta la Bello - visto che per me sarebbe la seconda olimpiade dopo quella di Atlanta 1996. So che per strappare i pass dovrò fare meglio dell’ultima prova mondiale che si è svolta a Lucerna in cui sono stata eliminata nelle semi�nali del doppio pesi leggeri in coppia con Giulia Pollini”. La quali�cazione alle Olimpiadi di Londra 2012 si può ottenere in due modi: attraverso i Campionati del Mondo di Bled oppure nella Regata

�nale di Quali�cazione Olimpica prevista per il 2023 maggio 2012 a Lucerna in Svizzera. In particolare nella manifestazione iridata in Slovenia, faranno il biglietto per la capitale inglese, le prime sette barche classi�cate della categoria quattro di coppia. “Il nostro obiettivo è quello di accedere alla �nale - conclude la Bello - anche se sappiamo benissimo che non sarà facile. A parte me, l’equipaggio è formato da atlete molto giovani e quindi sarà necessario scendere in acqua con il massimo impegno”.


� �

sportCivitavecchia SPORT

28

CALCIO

Sabato 20 Agosto 2011

Verso la serie D - I nerazzurri iniziano l’avventura alle 16 sul campo del Marino

Domani esordio ufficiale in Coppa Italia

di SIMONE FANTASIA

I

l Civitavecchia prosegue gli allenamenti in vista del primo appuntamento uf�ciale della stagione, ovvero il turno infrasettimanale di Coppa Italia sul campo del Cynthia Genzano. I nerazzurri, questa mattina svolgeranno la consueta ri�nitura prima di entrare “mentalmente” nella prima s�da di un’annata che tutti si augurano possa regalare tante soddisfazioni alla tifoseria. Dalla Coppa Italia al mercato che continua a tenere banco in casa nerazzurra. Il caso Martorelli continua a tenere banco. Il difensore ex Pomezia (e che Pirozzi aveva avuto già alle dipendenze nella Primavera dell’Ascoli), acquistato in estate dalla società di via Bandiera, dopo aver �rmato non si è presentato al ritiro di Amatrice. Un clamoroso dietrofront che ha messo in forte imbarazzo la dirigenza nerazzurra, costretta a tornare sul mercato. Ma su quella che sarà la linea adottata dalla società nerazzurra, il diesse Stefano Mattiuzzo mette subito in chiaro le cose. “Non terremo di sicuro un giocatore contro voglia - commenta - il ragazzo non si è presentato in ritiro e soprattutto ha fatto capire di non voler indossare la maglia nerazzurra. Pur avendo un contratto �rmato, però non adotteremo una linea dura, sarebbe controproducente”. Ma come detto il mercato nerazzurra va avanti, con particolare riguardo al centrocampo e ai giovani che si stanno ancora cercando. “Insieme al tecnico - prosegue il direttore sportivo nerazzurro - siamo ancora vigili sul mercato e con molta probabilità ci torneremo. Del resto, come più volte detto, il

Civitavecchia & AltoLazio

S

arà il signor Luigi Ragonesi della sezione di Perugia a dirigere la partita tra il Città di Marino e il Civitavecchia. La gara, valevole per il turno preliminare di Coppa Italia si giocherà sul manto in erba sintetica del “Fiore” con �schio d’inizio �ssato per le 16. Un orario effettivamente “particolare”, considerando le temperature piuttosto alte di questi giorni che metteranno a dura prova la resistenza �sica dei ventidue in campo, alle prese ovviamente con la fatica della preparazione. Match che si annuncia quindi tutto da valutare in cui la differenza sarà nella freschezza mentale, nei momenti topici della partita. La vincente di questa partita affronterà la vincente tra Palestrina ed Anzio-

lavinio, squadre che i nerazzurri ritroveranno nel proprio girone, con il primo turno che si svolgeranno domenica 28 agosto e che sarà un vero e proprio antipasto del campionato il cui inizio è �ssato per il 4 settembre. Intanto non si placano le polemiche sulla composizione dei gironi di serie D. La società capostipide della protesta è il Gaeta che è stata inserita nel raggruppamento con campane e pugliesi: “la pietra dello scandalo” lo spostamento dello Zagarolo in Toscana ed Umbria, con un salto geogra�co dif�cile da comprendere.

Civitavecchia, mercato aperto Il Ds Mattiuzzo libera Martorelli: “Ha firmato, ma non lo tratteniamo controvoglia”. Serve un difensore Giovanile - Il nuovo tecnico Porcelli si mette subito a disposizione: “Siamo parte del progetto”

Juniores al lavoro in funzione della prima squadra È

partita l’avventura della Juniores nazionale del Civitavecchia guidata da Pino Porcelli. I baby nerazzurri hanno iniziato la preparazione in vista del prossimo campionato, una vetrina importante per gran parte di loro e soprattutto un serbatoio fondamentale per la prima squadra. Il Civitavecchia, come noto, è stato inserito nel girone H con tutte squadre laziali, ma sarà come detto l’occasione per vedere all’opera diversi giovani, magari da lanciare in prima squadra. Va detto che comunque

diversi sono stati mandati in prestito in società del comprensorio e tra l’altro si è trattato di giovani civitavecchiesi che probabilmente potevano essere utili alla causa nerazzurra. “Abbiamo iniziato - commenta il neo allenatore della Juniores

nazionale, Pino Porcelli - e c’è grande voglia di fare bene. Il campionato juniores rapprsenta una vetrina di primissimo livello per i nostri giovani, senza dimenticare che possono entrare nel giro della prima squadra. Lavorerò di stretto concerto con mister Pirozzi e quindi cercando di trovare quei giocatori che possano fare al caso della prima squadra”. La preparazione proseguirà allo Stadio Fattori in attesa del primo test amichevole ancora da definire e di un campionato che si annuncia comunque interessante per i colori nerazzurri.

ritiro di Amatrice sarebbe stato anche un momento importante per valutare i giovani e capire se possano tornare utili per la prima squadra”. Dal mercato ancora sempre aperto alla Coppa Italia, con il primo turno preliminare che vedrà il Civitavecchia affrontare il Città di Marino, squadra proveniente dall’Eccellenza proprio come i nerazzurri ma promossa grazie ad una combinazione di risultati, essendo arrivato alla �nale nazionale della Coppa Italia dilettanti, è stata promossa in D. Una squadra comunque allestita per fare bene anche nella vetrina nazionale ed allenata da mister Stefano Mobili, lo scorso anno sulla panchina della Sestese che ha preso il posto di Manolo Patalano, vecchia conoscenza del calcio nerazzurro. Società, quella castellana che ha vissuto l’età d’oro negli anni 90’ quando assaporò anche il professionismo nell’allora

serie C, per poi decadere pian piano �no alla sua scomparsa. Poi la rinascita �no ai giorni nostri. Da segnalare che l’impianto dove il Marino gioca le proprie partite casalinghe venne costruito proprio per i Mondiali di Italia 90 ma è stato poi ristrutturato pochi anni fa, con la realizzazione del manto in erba sintetica. Tornando al calcio giocato, l’attaccante nerazzurro Alessio Sabatini traccia un bilancio di questa prima parte di avventura con la nuova maglia nerazzurra. “Ho accettato Civitavecchia - commenta - perchè sono stato convinto dal progetto, importante e a lunga scadenza. L’intesa con i compagni è già a buon punto, certo ci sarà ancora da lavorare per arrivare al meglio alla prima di campionato”.

Seconda categoria - Trattative e non solo Rosa puntellata ad hoc per un immediato ritorno in Prima Brunori si affida a Porchianello Concetti fa leva sulla voglia di riscatto per far decollare la Csl per una Santamarinellese d’assalto Tra i volti nuovi spicca l’ex Tolfa Regnani e la Cavaccia diventa il nuovo campo di gioco

V

acanze �nite per il Csl Soccer che lunedì pomeriggio inizierà la preparazione in vista del prossimo campionato di Seconda categoria. Per la società civitavecchiese tante le novità. La prima è quella che accanto a Paolo Brunori, tecnico che ha condotto il Csl in Seconda, ci sarà Fausto Porchianello a cui sarà af�data anche la preparazione atletica della squadra. Per quanto riguarda invece il mercato, tanti nuovi arrivi tra le �la del sodalizio civitavecchiese. Su tutti quello di Gianpiero Regnani, prelevato dal Tolfa e autentico colpo di mercato,

considerando il valore del calciatore che ha calcato categorie importanti per diversi anni. Altri volti nuovi quelli di Tirabassi dal Las Vegas, Jonathan Vannicola, Marco Porchianello e i due portieri Cascianelli dall’Amatori Tolfa e Cristian Sposito. Ma il mercato non è ancora chiuso, con l’ultimo colpo atteso nelle prossime ore. “Abbiamo rinforzato molto la squadra - commenta uno dei tecnici del Csl Soccer, Paolo Brunori - con giocatori che fanno al caso nostro e ci permetteranno di affrontare una categoria non facile come quella di Seconda. L’obiettivo è ovviamente quello di fare bene, in primis raggiungere la salvezza e poi magari guardare alle posizioni più in alto della classi�ca. Non sarà facile, mi aspetto un girone impegnativo, con ogni probabilità insieme alle altre squadre civitavecchiesi e le romane. Ma vogliamo fare bene”. Pre-

parazione che prenderà il via lunedì ad Allumiere che sarà poi la sede, o meglio il campo dove la squadra svolgerà tutte le gare casalinghe sia di campionato che di Coppa Lazio. Una scelta che la dirigenza ha fatto, considerando anche le dif�coltà di reperire degli spazi a Civitavecchia. “Gran parte della scorsa stagione - prosegue Brunori - l’abbiamo già disputata ad Allumiere e ci siamo trovati bene. Giocheremo le partite casalinghe alternandoci all’Allumiere. Per quanto riguarda la preparazione, le prime due settimane ci alleneremo alla “Cavaccia” e a curare la parte atletica sarà Fausto Porchianello che conosciamo per la sua competenza, mentre la terza settimana di allenamento ci sposteremo sul campo del San Gordiano”. Sim. Fan.

U

n’altra settimana e poi prenderà il via uf�cialmente la stagione 2011-2012 per la Santamarinellese. La società tirrenica, dopo la retrocessione dal campionato di Prima categoria, c’è grande voglia di tornare subito in campo e vivere una stagione da protagonisti. La dirigenza si è messa subito alla ricerca di rinforzi, soprattutto giovani, per af�dare una rosa ampia a mister Antonio Concetti, con il

preciso obiettivo di conquistare la categoria superiore. Confermato anche lo zoccolo duro della passata stagione che scalpita per tornare sul terreno di gioco. Il raduno per la Santamarinellese è �ssato per il prossimo 29 agosto al campo di via delle Colonie, con la prima amichevole �ssata per il sabato successivo contro la Csl Soccer, compagine

che l’undici di Concetti dovrebbe affrontare in campionato. Il tecnico della Santamarinellese non nasconde il suo entusiasmo per un’annata che tutti si augurano possa regalare il ritorno nella categoria superiore. “Non ci nascondiamo - prosegue il tecnico Antonio Concetti - e anche i movimenti di mercato sono stati tutti diretti nell’allestimento di una squadra che possa puntare davvero in alto. Certo non sarà facile, considerando anche il valore degli avversari che vorranno tutti ben �gurare. Comunque c’è l’atmosfera giusta per arrivare in fondo, ma dovremo dare il massimo negli allenamenti ma anche in campo”. Insomma tanta voglia di togliersi delle soddisfazioni, per dimenticare quanto accaduto nella stagione ormai chiusa terminata con quella retrocessione che ha inevitabilmente lasciato un amaro retrogusto. “Purtroppo ci sono stati tanti episodi negativi - conclude il mister - che alla �ne hanno in�uito, con una retrocessione dif�cile da mandare giù. Ripartiremo con l’esperienza degli errori fatti nella passata stagione e da lì lavorare per ottenere grandi risultati”. Oltre al mercato, qualche novità anche sul fronte societario con diverse persone che si sono avvicinate alla società (Sandro Brutti ha assunto l’incarico di presidente al posto di Vittorio Concetti” con l’intento di portare avanti un progetto importante nel corso degli anni e magari riportare subito la Santamarinellese in Prima categoria. Sim. Fan.


SPORT

sportCivitavecchia

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 20 Agosto 2011

SCOMMESSOPOLI - PAOLONI Confermata la sentenza di primo grado: cinque anni di squalifica con proposta di radiazione di ALESSIA VOLPE

N

essuno sconto di pena per Marco Paoloni. Il ricorso in appello, presentato dai legali del portiere civitavecchiese, è stato respinto. La sentenza d’appello del processo sportivo, emessa dalla Corte di Giustizia Federale nel tardo pomeriggio di ieri, ha confermato la sentenza di primo grado in�itta dai giudici della disciplinare. Per il 27enne, dunque, permane la condanna a cinque anni di squali�ca con proposta di radiazione. L’avvocato Emanuela Di Paolo, legale difensore del giocatore, ha spiegato che, adesso, bisognerà aspettare i 30 giorni che la Corte ha a disposizione per depositare le motivazioni della sentenza; trascorsi questi e lette le motivazioni, gli avvocati del portiere potranno valutare la possibilità di fare un nuovo ricorso, questa volta o all’Alta Corte del Coni o al Tnas, il Tribunale Nazionale Arbitrale per lo Sport. Di Paolo ha fatto sapere che la sua decisione propende maggiormente per il ricorso all’Alta Corte, dove la commissione giudicante è più ristretta e viene valutata maggiormente la legittimità delle sentenze. “Prima di compiere qualsiasi altro passo, però – ha proseguito il legale – è necessario leggere le motivazioni della sentenza di oggi, poi io e gli altri due difensori, Luca Curatti e Paolo Rodella, decideremo a chi rivolgerci”.

29

La reazione del portiere - Pronto a ricorrere anche alla Corte Europea

Marco arrabbiato: “Non mi arrendo” “Q

uesto è l’appello, e in fondo lo sapevamo che sarebbe andata così, ce lo aspettavamo: siamo sempre nell’ambito della Figc, hanno portato l’acqua al proprio mulino. Ma non nascondo che mi sento molto arrabbiato”. Questo è l’amaro commento di Marco Paoloni una volta appresa la sentenza di secondo grado che ha confermato la condanna a cinque anni di squali�ca con proposta di radiazione per il giocatore civitavecchiese. Il portiere ha poi proseguito: “Speravo in una sentenza diversa, in una sentenza

Un Marco Paoloni affranto dopo la sentenza di secondo grado, ma per nulla intenzionato ad arrendersi (Foto Maurizio Gargiulli)

Niente sconti, ma non è finita Le decisioni - Salvo Manfredini, graziato il Benevento. Ma la Corte ha accolto l’impianto accusatorio di Palazzi

Ignorata qualsiasi attenuante M

arco Paoloni non è il solo imputato che si è visto recapitare per la seconda volta tutto “il pacco regalo”. La Corte di Giustizia Federale presieduta dall’avvocato Giancarlo Coraggio infatti ha accolto quasi per intero le tesi sostenute dal procuratore generale Stefano Palazzi, le stesse già fatte proprie dalla Commissione Disciplinare. In sostanza, le intercettazioni che Palazzi ha avuto in dote dalla procura di Cremona, che fece arrestare Paoloni e che indaga sul caso Minias, sono risultate decisive ai �ni

delle sentenze emesse. Guardando le decisioni di ieri, tutti i principali imputati sono stati ritenuti colpevoli secondo l’accusa. Oltre a Paoloni sono stati comminati 5 anni e richiesta di radiazione per Giuseppe Signori (che come strategia difensiva ha provato a dimostrare di non risultare come tesserato), oltre alle conferme di pena per Gervasoni, Sommese, Doni e Bellavista. Chi può esultare sono Thomas Manfedini e lo Spezia, con entrambi che si sono visti cancellare la sanzione. Tutto sommato si può ritenere sod-

disfatto anche il Benvento, ex squadra del civitavecchiese, che si è visto ridurre da nove a sei i punti di penalizzazione. Niente da fare invece per Cremonese, Atalanta ed Ascoli, tutte riconosciute colpevoli per quell’obbrobrio giuridico de�nito “responsabilità oggettiva”. In�ne una curiosità: Massimo Erodiani, iscritto alla Figc come giocatore di calcio a 5 tesserato per la società abruzzese di C1 Pino Di Matteo, ha rinunciato a difendersi dopo la condanna in primo grado e lo stesso ha fatto il sodalizio.

Gli atleti lavorano sodo per gli Italiani ed il patron per l’impianto

giusta, ci speravo davvero. La devo accettare, ma non la condivido assolutamente. Comunque ora andremo all’Alta Corte del Coni, e se ci sarà bisogno andremo anche alla Corte Europea, perché non è giusto. Andremo �no all’ultimo grado di giudizio, se sarà necessario”. Un Paoloni ferito nell’orgoglio, ma non abbattuto. “Quando andremo anche al processo penale e sarà tutto �nito– ha concluso il 27enne – se dovrò pagare pagherò, ma quando uscirà fuori la verità, allora a pagare dovrà essere qualcun altro”. A.Vol.

Il secondo giudizio: vi sveliamo cos’è la Corte di Giustizia Federale N

ella giurisprudenza calcistica, ci sono due gradi di giudizio. Il primo della Commissione Disciplinare, il secondo della Corte di Giustizia Fedeale. Originariamente c’era la Caf, acronimo di Commissione d’Appello Federale. Era l’organismo che giudicava in ultima istanza. Le controversie venivano sottoposte dapprima al giudizio delle Commissioni Disciplinari e poi alla Caf. La sentenza d’appello emessa da quest’ultima era quella definitiva ed inappellabile, per la cosiddetta “clausola compromissoria” che impediva a tesserati e società di ricorrere alla giustizia ordinaria. Fra i casi della Caf , i due scandali del calcioscommesse del 1980 e del 1986. In occasione di Calciopoli del 2006 la Caf si trovò a dover giudicare in primo grado, in quanto erano coinvolti insieme a dirigenti della Lega Professionisti anche dirigenti dell’ Associazione Arbitri e della stessa Figc. Nel 2007, a seguito di modifiche nello statuto della Federcalcio, la Corte di Appello Federale e la Corte Federale sono state fuse in un unico organismo, la Corte di Giustizia Federale, che riassume le funzioni di entrambe.

A lato il gruppo dell’Asd Pattinaggio e qui sotto un momento di una delle tante gare affrontate dall’associazione del presidente Massimo Manni

di ANTONIO BANDINU

C

ontinua senza sosta l’attività dell’Asd Pattinaggio Civitavecchia. In questi giorni, i ragazzi guidati del presidente-allenatore Massimo Manni si stanno allenando due volte al giorno in vista dei Campionati Italiani su pista e su strada, in programma il 10 e l’11 settembre a Bologna. A partecipare per l’Asd Pattinaggio Civitavecchia saranno nove giovani atleti tra cui Elisa Mori, ritornata da poco da un infortunio alla schiena che l’ha tenuta ferma per un anno. “I ragazzi si stanno allenando molto bene – afferma Massimo Manni – sia su pista sul campo di Borgata Aurelia, sia su strada. Elisa Mori, dopo l’anno di stop, piano piano sta tornando ai suoi livelli. Ha mancato infatti la convocazione con la nazionale per un sof�o grazie all’ottima prestazione ad un torneo internazionale svoltosi in Austria ad inizio giugno. Gli manca solamente un po’ di continuità ma sono sicuro che la ritroverà presto”. Nonostante i ragazzi continuano ad allenarsi, non sono

Il presidente Manni ci accompagna nel viaggio alla scoperta dell’Asd Civitavecchia Pattinaggio

Una scuola di vita prima che di sport ancora risolti i problemi legati all’impiantistica con cui la società deve fare i conti. “Non abbiamo ancora un posto adeguato dove allenarci – continua Manni - nonostante il progetto che abbiamo presentato al Comune e che è arrivato �no in Regione. L’idea era quella di creare un vero impianto sia per il pattinaggio ma anche per altri sport in modo da renderlo fruibile ad altre società sportive locali. I tagli sui fondi soprattutto per quel che riguarda lo sport però, tengono la situazione in fase di stallo. Allora abbiamo intrapreso un’altra strada ovvero quella di chiedere al Comune di darci in gestione il campo di Borgata Aurelia in modo da poter effettuare i lavori di riquali�cazione. Per questo

tipo di richiesta sembra esserci il parere favorevole anche se aspettiamo l’uf�cialità”. Il presidente dell’Asd Pattinaggio Civitavecchia, uno dei pionieri dell’hockey in line in città, parla anche della notizia

La proposta al Comune: “Se gestiamo il campo di Borgata Aurelia lo riqualifichiamo” della mancata iscrizione dei Pirati in serie A1. “Mi dispiace molto vedere i Pirati ricominciare dalla serie B, soprattutto per i giocatori che saranno costretti ad andare via da Civitavecchia. Que-

sto però è il risultato di una gestione societaria sbagliata. Anche io, che sono stato uno dei primi Pirati, sono stato messo in condizione di andare via. Ho sempre voluto puntare sui ragazzi di Civitavecchia e mantenere come allenatore uno storico pirata come Carlo Peris. La società nel nome del presidente Sergio Calcagno ha deciso invece di puntare su giocatori e allenatori stranieri, pagandone le conseguenze dal punto di vista economico. Tutti vorrebbero fare le cose in grande ma bisogna organizzarsi in base alle disponibilità che si hanno senza voler fare il passo più lungo della gamba. Anche perché i problemi con le sponsorizzazioni sono un discorso che accomuna molte società locali. Anche per

quanto riguarda la mia scuola di pattinaggio, mi è stato impossibile proseguire con il nome della società gialloblu. Calcagno mi aveva chiesto 40 euro all’ora per il campo quando io per andare a Roma in un

Pioniere dell’hockey: “La situazione dei Pirati mi rattrista, ma la colpa è di una gestione sbagliata” impianto attrezzato in modo migliore ne spendo 8. Quindi ho salutato tutti, sono andato via ed ho fondato una nuova società”. Massimo Manni, da quando i Pirati sono tornati a giocare

a Civitavecchia al PalaMercuri, non è mai andato a vedere una partita nonostante l’amore per l’hockey sia rimasto lo stesso. “Prima della notizia della mancata iscrizione alla serie A1 e la conseguente retrocessione in B, avevo pensato di andare a vedere Pirati-Latina solamente per ritrovare il mio amico Carlo Peris, oggi allenatore del Latina. Per il resto, non riesco ad andare al campo, anche se vengo a conoscenza dei risultati delle partite praticamente in tempo reale visto che i rapporti con i giocatori sono rimasti ottimi. L’ambiente non è più lo stesso. Una volta quando �nivano le partite si rimaneva tutti insieme al campo a festeggiare, ora ognuno va per la propria strada. Al contrario, adesso che alleno ragazzi dai 12 ai 20 anni dalle 6:30 alle 9:00 di sera a Borgata Aurelia, mi sento appagato. Spesso, dopo gli allenamenti, ci fermiamo a cena al campo insieme alle famiglie dei ragazzi. Il fatto di vedere questi giovani contenti di rimanere in un contesto sportivo sano piuttosto che andare al Viale o chissà dove, mi da soddisfazione. Questo risultato per me vale più della vittoria di un Campionato del Mondo”.


� �

sportCivitavecchia SPORT

30

PALLANUOTO Si completa l’iter burocratico per il passaggio nella massima serie del club rossoceleste acquistando il titolo del Latina

Sabato 20 Agosto 2011

Il mercato - Coach Pagliarini chiede cinque rinforzi A

di CIRO IMPERATO

C

on l’ok della Fin l’iter per l’A1 può de�nirsi completato. La Snc disputerà la massima serie della pallanuoto e adesso non ci sono davvero più dubbi. Non che ce ne fossero ad esser sinceri, ma non essendoci comunicazioni uf�ciali della federazione da una parte e trapelando indiscrezioni dall’altra riguardo i tentativi (disperati) del club pontino di rimettere in piedi la baracca, una percentuale, s e p p u r bassissima, che l’operazione potesse saltare bisognava tenerla in considerazione. Ma adesso non c’è davvero più nulla da temere, se non gli avversari di un campionato che si preannuncia dif�cilissimo nonostante la società stia cercando in tutti i modi di rafforzare il roster per evitare quella che sarebbe la quarta retrocessione consecutiva dall’A1. Ma questo è il futuro e solo il tempo dirà se la Snc sarà stata in grado di giocarsi bene questa importante ( quanto inaspettata...) opportunità. Facciamo però un passo indietro e cerchiamo di chiarire burocraticamente cosa è successo nell’ultima ora grazie alla voce uf�ciale del sito internet della Federazione Italiana Nuoto su cui si legge: “Il Latina Pallanuoto ha adempiuto alle formalità per la cessione del titolo sportivo di partecipazione al campionato nazionale di pallanuoto maschile di serie A1, edizione 2011/2012, in favore della NC Civitavecchia che, a sua volta, ha dato corso alla de�nizione dell’acquisizione del suddetto titolo. La Federazione Italiana Nuoto, avendone preso atto, esprime il proprio rammarico per l’interruzione dell’attività di alto livello della società pontina e per il fatto che l’entusiasmo, la passione e la professionalità

Civitavecchia & AltoLazio

Il sogno si avvera si legge sulla targa consegnata dal presidente D’Ottavio alla massima carica della Fin Barelli. E’ quello che sta capitando (di nuovo...) alla Snc (Foto Gargiulli)

La Fin dà l’ok: Snc in A1

La federazione premia la storia del club di largo Galli e mette gli occhi sul PalaEnel

rrivato l’ok della Fin, si aspetta ora che Druskovic e Innocenzi mettano nero su bianco. Sia con il montegrino che con l’azzurro attualmente impegnato in Cina con la Nazionale nelle Universiadi c’è un accordo di massima che va solo perfezionato. “Ma non ci fermeremo qui”, assicura il presidente D’Ottavio che parla di 5 rinforzi per disputare un A1 senza doversi in�lare nella pericolosa bagarre salvezza. Tre i giocatori che coach Marco Pagliarini ritiene funzionali al suo progetto tattico: un centroboa, un esterno ed un portiere che possa far da chioccia a Giordano Visciola, che ha erditato il berretto rosso di Marco Del Lungo, che come è ormai noto, è passato al Brescia. Per il ruolo di ‘‘dodicesimo’’ Violetti è la prima scelta, ma l’ex azzurro è intenzionato a chiudere la carriera e per questo si tiene d’occhio il naturalizato Se�k. Per il ruolo di centroboa da af�ancare a Simone Pagliarini se si arrivasse all’ex Latina Romiti si potrebbe cercare di colmare il gap dell’esterno con uno straniero, che il coach vorrebbe bravo a difendere e dotato di un gran tiro. Su questo fronte il Ds Simone Feoli sta lavorando sotto traccia anche se comunque tutto dipende appunto dal centroboa visto che l’interesse è forte anche per il serbo Filipovic, giovane di belle speranze che sta giocando le Universiadi con la Serbia. L’alternativa è il più esperto Madarac, croato decisamente meno da scoprire ma obiettivamente più dif�cile da raggiungere. La squadra si sta già allenando agli ordini del nuovo preparatore Mauro Ronconi ma il raduni vero e propria comincerà il 29: per quella data la squadra dovrebbe essere fatta.

L’anticipazione: al PalaEnel arriverà il Settebello Mondiale e la World League

L’intervista al presidente - Scelta ponderata: “Abbiamo impianto e sponsor, faremo una squadra forte”

D’Ottavio si sbilancia: “Dietro le big ci saremo noi” D

a ieri pomeriggio, con l’uscita del comunicato uf�ciale della Federazione Italiana Nuoto, la Snc è a tutti gli effetti una delle 12 società che a partire dal o 1 Ottobre giocheranno in serie A1 nel campionato di pallanuoto. Una scelta importante per la società civitavecchiese che cosi torna nel massimo campionato di pallanuoto dopo 2 anni di assenza. Una scelta anche dif�cile visto il momento economico del nostro paese e di Civitavecchia. Sicuramente una scelta coraggiosa della quale abbiamo parlato con il presidente Roberto D’Ottavio. Presidente è stata una scelta improvvisa? che il Latina Pallanuoto ha dimostrato negli ultimi anni non abbiano trovato riscontro in ambito locale, subendo una spiacevole sospensione. La Federnuoto ha seguito da vicino le problematiche che la società

“Sì, perché a Latina la situazione è degenerata portando l’attuale dirigenza a rinunciare al campionato e cosi noi, dopo un’attenta valutazione della situazione e dopo aver avuto il parere favorevole anche dai nostri main sponsor (Enel e Privilege Yard NDR), abbiamo deciso di accettare questa opportunità”. Fondamentalmente perchè? “Civitavecchia ora dispone di una piscina di altissimo livello che può e deve ospitare la pallanuoto ai suoi massimi livelli e che quindi sarà il logico palcoscenico del nostro ritorno in serie A1 dopo due stagioni di assenza. Oggi il Pala Enel “ Marco Galli” è gestito direttamente dalla SNC e quindi

la squadra potrà avere anche il massimo supporto logistico per gli allenamenti. Come pallanuoto veniamo dalla splendida vittoria al mondiale e saremo nell’anno olimpico, e Civitavecchia, con la SNC in A1, ospiterà di sicuro la Nazionale campione del Mondo sia in un collegiale e che in una partita di World League”. Ha appena detto che fare la A1 è stata una scelta ponderata. Si spieghi meglio. “In serie A2 da anni abbiamo dimostrato di poter competere con le migliori squadre, non per niente abbiamo ottenuto 3 promozioni, una �nale ed una semi�nali play off in 5 anni: ora però la situazione per la

prossima stagione ci vedeva in serie competizione con almeno 5 altre squadre nel girone Sud, proprio nell’anno della de�nitiva rinuncia in A2 allo straniero: vista l’occasione Latina, valutando attentamente le problematiche della A1, abbiamo cosi deciso di accettare la serie A1 al posto del Latina, dal quale abbiamo

rilevato il titolo sportivo.” Ma cosi facendo non si rischia un “ritorno al passato” con la SNC in dif�coltà a giocare in A1? “E’ chiaro che il rischio retrocessione c’è, ma sicuramente questa SNC che stiamo plasmando per il prossimo campionato sarà competitiva in A1, a ridosso delle prime 5, 6 formazioni d’elite della A1: per quella data la dirigenza rossoceleste cercherà di completare la rosa della squadra”. Pio.Tre.

Latina Pallanuoto ha attraversato a causa della mancanza di disponibilità di adeguati spazi acqua per proseguire l’attività di alto livello, che ha consentito negli ultimi anni ai suoi atleti, tecnici e dirigenti di proporsi a

livello nazionale di eccellenza. La Federazione Italiana Nuoto, al contempo, considera la NC Civitavecchia una società storica per la pallanuoto azzurra che nella sua attività di oltre cinquant’anni ha fornito risultati d’eccezione e

e che gode la società può contare inoltre sulla disponibilità della piscina olimpica comunale (il PalaEnel, ndr), punto di riferimento nazionale di tutte le discipline acquatiche federali”. La Snc torna in A1 dunque con

la benedizione della federazione che non nasconde il suo apprezzanento per la società e per il suo impianto. Adesso non resta che dimostrare di valere la serie A1, che inizia il primo ottobre.

Tennis - Amalfitano e Martino superano il turno nel doppio misto allo Sporting

Il TD prende Simone Omicciolo

S

N

i ferma questa sera dopo una settimana di s�de appassionanti e anche interessanti dal punto di vista tecnico, il torneo open di doppio (maschile e misto) organizzato da Fabio Moscatelli presso i campi di gioco dello Sporting Club di Santa Marinella. Riguardo le partite disputatesi giovedì sera nel misto Amal�tano e Martino hanno avuto la meglio in due set della coppia composta da Zelli e Sciarra: molto combattuto il primo set risoltosi al tie break (7/6), senza storia invece il secondo (6/ 1), l’eloquente parziale. Nel doppio maschile si è invece registrata l’affermazione di Golino e Fantozzi su Crespi e Sbardella al termine di un match il cui andamento ha ricalcato per sommi capi quello visto poco prima nel misto. Golino e Fantozzi hanno infatti viaggiato come un diesel faticando nel primo set (7/5) per poi dominare nel secondo, chiuso nettamente con il punteggio di 6-2. L’altra gara della serata - sempre del doppio maschile - ha visto chiudere a braccia alzate Acella e Marzo, che hanno capitalizzato al meglio il break al servizio avversario nel primo set e poi hanno dilagato nel secondo senza consentire a Garavelli e Manfroncelli di aggiudicarsi neppure un set per lo score conclusivo di 6/3, 6/0. Ieri sera la kermesse sportiva di Santa Marinella ha visto disputarsi tre match: si è partiti con Bentivoglio e Copponi contro Pezza e Penna, si è proseguito con Egidi e Corrao contro Nardangeli e La Rosa e si concluso (quando eravamo già in stampa) con la s�da tra gli Acella ed i Del Frate: nel numero di domani tutti gli aggiornamenti.

Calcio a 5 - Nuovo rinforzo per il Santa Marinella

Il presidente del Td Santa Marinella Di Gabriele

Mister Porta: “Ha una grande personalità, farà bene con noi”

uovo arrivo in casa TD Santa Marinella. La società del presidente Vincenzo Di Gabriele continua la campagna di rafforzamento e nella giornata di ieri ha acquisito a titolo definitivo il giovane Simone Omicciolo classe 91. Il ragazzo proveniente dal calcio ha stupito l’allenatore Italo Porta durante i primi incontri della pre-preparazione. “Il ragazzo ha personalità - ha spiegato il tecnico del TD Santa Marinella - nonostante non conoscesse nessuno ha preso la palla e puntato come se niente fosse, atleticamente ha doti importanti e sarò felice di lavorarci su per inculcargli la mentalità del calcio a 5”. La società comunque continua a scandagliare il mercato alla ricerca di ulteriori rinforzi in vista dell’impegnativa stagione nel campionato di serie C2. “Stiamo lavorando sui giovani e presto chiuderemo delle operazioni a chiusura della rosa per dare in mano al-

l’allenatore il giusto mix per poter puntare a fare un bel campionato lanciando anche qualche ragazzo in C2. In uscita - continua il direttore sportivo De Santis - qualche ragazzo ci è stato richiesto e stiamo valutando con l’allenatore il da farsi. Probabilmente qualcuno andrà in prestito per avere una rosa al massimo di 16 giocatori permettendo a tutti di giocare con continuità”. La squadra intanto continua la prima fase di allenamenti al Pala De Angelis in attesa di conoscere la composizione del girone del campionato di serie C2 che sarà resa nota a settembre. Il TD Santa Marinella vuole comunque vivere una stagione da protagonista e gli innesti di Davide Passaquieti, Stefano Tangini e Alessandro Petretto hanno sicuramente innalzato il tasso tecnico e d’esperienza della squadra a disposizione di mister Italo Porta. Un quintetto con grandi ambizioni che dopo aver dominato nello scorso anno la serie D si appresta a disputare la C2 con l’obiettivo di disputare un’altra stagione da protagonista e regalare ancora tante vittorie ai tifosi


Sabato 20 Agosto 2011

Civitavecchia & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale ed emergenza incendi 1515 • Soccorso in mare 1530 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Uf� cio Biglietti 0766.24975 • COTRAL -Servizio Pullman 0766.34230 • QUESTURA -Commissariato Polizia di Stato 0766.58341 • COMANDO VIGILI URBANI Centralino 0766.33444 • COMANDO CARABINIERI -Centralino 0766.596960 • COMANDO GUARDIA DI FINANAZA -Centralino 0766.679101 -Comparto operativo 0766.679102 • CAPITANERIA DI PORTO -Centralino 0766.366401 • Polmare 0766.5960 • POLIZIA FERROVIARIA -Sezione di Civitavecchia 0766.24260 • OSPEDALE SAN PAOLO -Centralino 0766.5911 -Pronto Soccorso 0766.846679 -Guardia Medica 0766.31624 -Croce Rossa 0766.23382 -Avis 0766.21280 • PRO LOCO -Informazioni 0766.20299 • COMUNE DI CIVITAVECCHIA -Centralino 0766.5901 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0766.23678 • BIBLIOTECA -Biblioteca Comunale 0766.370254 • Poste 0766.547231 • Tourist Information 0766.590792

almanacco

31

AUGURI

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE Fa un caldo pazzesco e sembra che a voi non dia nessun fastidio..forse siete gli unici

21 Aprile - 20 Maggio TORO Vi state accorgendo che sotto sotto, a poco a poco qualcosa sta per

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI sì sì s’ è decisament così che state facendo..state volando di fiore in fiore come delle

in questo momento che potete sopportare temperature di oltre 35 gradi..questo grazie al vostro calore interno che sprigiona gioia di vivere e sensualità prorompente…mi raccomando..stasera scatenatevi in posta..ovunque voi siate..le luci si riflettono sul mare ed esaltano le vostre movenze… SUPERSEXY

cambiare?..sì amici del toro, oggi la Luna si è stabilita in casa vostra ed è intenzionata a starci fino a domani e sulla vostra porta vuole attaccare un bel fiocco..rosa celeste, giallo o rosso non importa..quel che nascerà sarà una nuova stagione..fatta finalmente dei successi che vi meritate..ERA ORA

meravigliose e coloratissime farfalle noncuranti del pericolo e assolutamente superiori a qualsiasi tipo di critica che possa arrivare nei vostri confronti..continuate a volare in alto cari Gemellini, perché, nonostante tra due giorni ci sarà una piccola difficoltà in più voi state viaggiando verso l’età dell’oro..capito?..ANDRA’ TUTTO SEMPRE MEGLIO

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO E se io vi dicessi che nulla turba e turberà il vostro benessere psicofisico almen

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Piccole avvisaglie che mandano qualche nube sul vostro orizzonte, e voi che siete intelli-

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Rulli di tamburi, grancassa e tricchetracche e sonarelli..la piazza è gremita di gente festante

per i prossimi due anni?..direi qualche bugia ma davvero piccola perché complessivamente voi siete destinati ad essere i re dello Zodiaco per parecchio tempo..intanto oggi godetevi questa meravigliosa Luna e tutte le altre stelle che parlano d’amore e di felicità..QUELLA VERA

gentissimi vi siete già accorti che una mole di lavoro non indifferente sta per piombarvi addosso tra capo e collo..e molto probabilmente al rientro in città sarete invasi dalla solita invidia di qualcuno che vi vede troppo belli..e questo vale più che altro per le donne del segno..sapete cosa afre, vero?..infischiatevene E ANDATE AVANTI

che non vede l’ora di ammirare le vostre giravolte..e sì care signore della Vergine..lo sapete vero, che qualcuno vi sta aspettando..qualcuno che non mollerà mai la presa perché capisce benissimo che siete troppo bele troppo importanti per lasciarvi fuggire..questo qualcuno si chiama destino..e vi riempirà D’AMORE, D’ORO E DI FELICITA’

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA Già va meglio oggi amici della Bilancia ..la Luna in Ariete si è finalmente definitivamente

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE Ancora un m o m e n t o. . u n battito d’ali..un istante..una fiammella di cerino..tutto ciò

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO Mi raccomando di corsa!!! Dovete sbrigare tutto ciò che potete in questi ultimi

dissolta per lasciare spazio al benessere che vi procura una splendida Luna in toro..molto probabilmente state tornando dalle vacanze e non avreste voglia di ricominciare a lavorare, ma non preocupatevi..questo settembre per voi sarà memorabile e così anche i mesi a venire….NON MI RIMANE ALTRO CHE FARVI TANTI AUGURI PER IL FUTURO

che dura un solo istante..questo è il tempo che ancora manca alla vostra realizzazione personale..vedrete cari Scorpioncini che da Settembre in poi questi momenti di incertezza che state passando lasceranno il posto ad una ritrovata forma psicofisica.. e a momenti di TANTO GRANDE ED INTENSO AMORE

due giorni poiché dal 21 e dal 23 qualcosa potrebbe incepparsi..e il iuto mi die che potrebbe essere proprio il vostro blocchetto degli assegni o il vostro bancomat o semplicemente qualcuno che vi doveva dare un mucchio di soldi e improvvisamente prende l’aereo per Santo Domingo..e allora vi ho avvertito..CORRETE E RISOLVETE!!..SUBITO!!!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Tutta un’altra musica per voi cari pazienti amici del capricorno..se vi sentite stanchi di

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

combattere o se addirittura un po’ di nervosismo vi sta prendendo la mano è tutta colpa di questo Marte irascibile e bizzoso i Cancro..ma tra due giorni il vostro orizzonte comincerà a schiarirsi..e di parecchio..i pianeti nei segni di terra faranno la loro parte e in men che non si dica voi vi ritroverete a vivere una nuova vita..o meglio..UN NUOVO INIZIO

Oggi è davvero il momento meno adatto per parlare con voi..già sie-

te umorali per natura , ma davvero questa Luna in Toro non fa nulla per aiutarvi ad essere un po’ più equilibrati ed ottimisti..quindi vi dico, oggi fate attenzione a qualsiasi spostamento e se potete riposate..domani andrà molto meglio..e dopodomani?..SARA’ MERAVIGLIOSO

Oggi compie 5 anni

FEDERICO ROCCHETTI

Tanti auguri dalla mamma Francesca, dal papà Andrea, dal fratellino Filippo, dai nonni, dagli zii e da Tata Oggi raggiunge lo speciale traguardo dei 100 anni

Allora, dico io..è vero che vi ho detto di continuare a volteggiare e di prendere

tutto il divertimento che potete dalla vostra calda estate entro dopodomani..ma mica intendevo dire che dovete fare il canto del cigno eh?..d’altronde siete Pesci e siete molto abili a scappare quando cambia la temperatura dell’acqua..e comunque che vi importa..tanto voi nonostante i mulinelli rimanete sempre a galla..

ALBERTO PALOMBI

Tantissimi auguri di buon compleanno dal figlio, dai nipoti e da tutti i parenti Rubrica in collaborazione con Telecivitavecchia Per i vostri messaggi, auguri e notizie liete inviate testo e foto a opinione .cv@gmail.com

FARMACIE OGGI 20 AGOSTO CIVITAVECCHIA SOFI (DIURNO E NOTTURNO)

DOMANI 21 AGOSTO CIVITAVECCHIA ROSSI (DIURNO E NOTTURNO)

VIALE G. BACCELLI, 22 TEL: 0766-26037

LARGO CAVOUR, 4 TEL: 0766-580409

SANTA MARINELLA SCOTTI (NOTTURNO)

SANTA MARINELLA SCOTTI (NOTTURNO)

VIA GIUNONE LUCINA TEL: 0766-570367

VIA GIUNONE LUCINA TEL: 0766-570367

TOLFA COMUNALE

TOLFA COMUNALE

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

ALLUMIERE COMUNALE

ALLUMIERE COMUNALE

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

PREVISIONI METEOROLOGICHE Sabato 20 Agosto 2011

Domenica 21 Agosto 2011

ore 00 cielo sereno e vento da ovest a 4 km/h. Temperatura di 17,4 °C ore 03 cielo sereno e vento da sud a 1 km/h. Temperatura di 16,4 °C ore 06 cielo sereno e vento da sud/ est a 3 km/h. Temperatura di 16,8 °C ore 09 cielo sereno e vento da sud/ est a 4 km/h. Temperatura di 22,9 °C ore 12 cielo quasi sereno e vento da sud a 6 km/h. Temperatura di 27 °C ore 15 cielo sereno con qualche piccolo cumulo sparso e vento da sud/ ovest a 12 km/h. Temperatura di 29 °C ore 18 cielo quasi sereno con qualche piccolo cumulo sparso e vento da sud/ovest a 12 km/h. Temperatura di 25,9 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da sud/ovest a 6 km/h. Temperatura di 21,6 °C

ore 00 cielo sereno e vento da sud/ ovest a 3 km/h. Temperatura di 18,4 °C ore 03 cielo sereno e vento da est a 2 km/h. Temperatura di 17,6 °C ore 06 cielo sereno e vento da est a 4 km/h. Temperatura di 17,1 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord/ est a 6 km/h. Temperatura di 23,5 °C ore 12 cielo sereno e vento da est a 2 km/h. Temperatura di 28,2 °C ore 15 cielo sereno e vento da sud/ ovest a 7 km/h. Temperatura di 29 °C ore 18 cielo sereno o quasi e vento da ovest a 10 km/h. Temperatura di 27,3 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da ovest a 7 km/h. Temperatura di 23,6 °C


L'Opinione di Civitavecchia - 20 agosto 2011  

20 agosto 2011