Page 1

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Amianto

p

Civitavecchia & AltoLazio

Anno II N.168 - Sabato 16 Luglio 2011 - Euro 1,00

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Giorno & Notte

Borgata Aurelia

Rimosso l’eternit in via Apollodoro E Roscioni promette denunce

Perdita d’acqua causa infiltrazioni alle case

Tutti gli appuntamenti del sabato sul litorale

dalla REDAZIONE a pagina 3

dalla REDAZIONE a pagina 3

dalla REDAZIONE a pagina 3

Mare mosso, problemi ai bagnanti. A Sant’Agostino serie di interventi a bagnanti in difficoltà

Salvati bambini e aspiranti soccorritori Due bambini di dieci anni s�dano le onde e scatenano una serie di emergenze a Sant’Agostino. Tutta colpa di quella che potrebbe sembrare una innocente incoscienza, che ha messo però a repentaglio non solo le vite dei due ragazzini, ma anche quella di altre persone che, vedendoli in dif�coltà, avrebbero voluto soccorrerli. Così alla �ne ieri pomeriggio sulla spiaggia dei civitavecchiesi si è registrato un vero e proprio andirivieni di assistenti bagnanti che hanno fatto la spola tra la spiaggia e il mare agitato per portare al sicuro bagnanti che non riuscivano a rientrare a terra, a causa delle dif�cili condizioni meteomarine. Episodi che la dicono lunga sull’attenzione da tenere, in particolare quando il mare è agitato.

Perdita di gas Traffico bloccato in via Buonarroti Una fuga di gas ha creato problemi ieri in via Buonarroti. Intorno alle 19 l’allarme è scattato dopo che alcuni cittadini hanno avvertito un odore poco rassicurante nei pressi della clinica Siligato. Sul posto si è recata una squadra dei vigili del fuoco della caserma Bonifazi che ha provveduto alle veri�che (nella foto di Maurizio Gargiulli) bloccando il traf�co per circa un’ora. La situazione è tornata alla normalità dopo che è stato accertata l’origine del problerma.

di BARBARA FRUCH a pagina 4

LO SPORT WINDSURF - In Croazia domina la prova iridata giovanile portando Civitavecchia e la Lni in trionfo. Mattia Camboni ad un passo dalla top ten

Veronica Fanciulli campionessa mondiale: è la regina delle onde Palestropoli: Asp all’attacco della Cv Volley di MARA RIGHELLI a pagina 28

Via col vento �no al titolo mondiale. Grande impresa di Veronica Fanciulli. La civitavecchiese della Lni ha vinto il titolo iridato under 19 in Croazia spuntandola dopo un serrato a testa a testa con la sua rivale thailandese. In testa dalla prima giornata di regate, l’azzurra ha dovuto fare i conti con i capricci del vento ma è stata brava a tenere sempre alle spalle le avversarie e nella regata conclusiva è stata costretta anche ad una rimonta da brividi dopo aver sbagliato la partenza. Dodicesimo l’altro civitavecchiese in gara, Mattia Camboni, che con i suoi 15 anni, era il più giovane degli atleti in gara.

LUNA CRESCENTE

La libertà, valore da vivere dentro la coppia di CLAUDIA MARTORTNO a pagina 13

PORTO

Quattro ministri festeggeranno la Capitaneria di BARBARA FRUCH pagina 4

POLITICA

Stella (Pd): “Zingaretti modello vincente” dalla REDAZIONE a pagina 5

AUTOSTRADE DEL MARE

Grandi Navi Veloci apre la tratta per Termini Imerese di BARBARA FRUCH a pagina 4

di CIRO IMPERATO a pagina 27

HOCKEY

CALCIO

Pirozzi dice sì al Civitavecchia I Pirati alzano bandiera bianca: e Tersigni no al triumvirato non ci sono i fondi per l’A1 Sergio Pirozzi è il nuovo allenatore del Civitavecchia. L’uf�cialità è arrivata ieri dopo il vertice ad Amatrice, città reatina della quale il mister è anche Sindaco. Chiuso il capitolo tecnico, resta aperto il fronte societario con Tersigni che si è tirato fuori, sentendosi ai margini di un progetto che a suo dire lo coinvolgeva poco.

Scadono oggi i termini per l’iscrizione in A1 dei Pirati, che però non hanno trovato i fondi e dovranno quinedi ripartire dalla serie B. Amarezza in casa gialloblu con il presidente Calcagno che dice di esser rimasto solo mentre l’assessore Petito spiega che la nuova Finanziaria impedisce ai Comuni di assegnare contributi alle società.

di ADRIANO GRASSI a pagina 29

di ANTONIO BANDINU a pagina 28


attualità

Sabato 16 Luglio 2011 Civitavecchia & AltoLazio

3

Amianto rimosso, Roscioni: denunceremo i responsabili S

ono state rimosse alcune lastre di eternit che erano state ritrovate, alcuni giorni fa, nei pressi di alcuni cassonetti in via Apollodoro. L’operazione, non appena la segnalazione è arrivata agli uf�ci competenti, è stata seguita dall’Assessorato all’Ambiente del Comune, che le ha af�date ad una ditta specializzata (la società Mattucci). Dapprima le lastre sono state sigillate, successivamente asportate utilizzando la pro�lassi speci�ca per il materiale contenente amianto. “Abbiamo eliminato un pericolo che

si trovava su pubblica via – commenta l’Assessore all’Ambiente, Leonardo Roscioni – ma ciò nulla toglie alla gravità di quello che è successo. Il Comune provvederà pertanto a sporgere una denuncia contro ignoti, per individuare i delinquenti che hanno lasciato quel materiale in giro. Presumiamo peraltro che la Procura possa avere gli elementi per poter risalire ai responsabili ed individuarli, con tutto quel che ne consegue. E’ una misura drastica, ma non può passare il concetto che si può impunemente abbandonare sostanze

cancerogene per la città”. “Peraltro, anche se è un aspetto minore rispetto al danno che ciò può causare alla salute della gente, boni�care costa soldi e tempo, visto che bisogna incaricare una ditta specializzata, ottenere le autorizzazioni dell’Asl è soltanto dopo si può operare alla rimozione. In qualità di amministratore pubblico sollecito pertanto i cittadini che si trovino testimoni di simili episodi a denunciarli immediatamente, anche tramite il nostro Assessorato all’Ambiente”, conclude Leonardo Roscioni.

Sprechi - Una perdita mai riparata comincia a dare problemi persino ai palazzi vicini

Acqua in strada da due mesi Infiltrazioni nelle case di Aurelia A

lghe in strada. Avviene in via Zandonai, una delle zone più abitate della Borgata Aurelia, dove ormai da due mesi l’acqua si disperde nei tombini, formando un rigagnolo che è ormai divenuto una presenza abituale per i residenti. E se la cosa porta un po’ di frescura a tortore ed altri animali che, nelle ore più calde di queste torride giornate, accorrono ad abbeverarsi alla “fonte”, causa invece attacchi di bile a chi abita nelle sue vicinanze. Innanzitutto per lo spreco d’acqua, che continua nonostante sia stato segnalato più volte, dicono i diretti interessati, agli organi coimpetenti. In seconda battuta perché ora la situazione sta creando problemi di in�ltrazione agli edi�ci più prossimi alla perdita d’acqua. “Ci troviamo nelle condizioni di dover combattere l’umidità in numerosi ambienti della casa”, spiega un residente la cui abitazione si affaccia praticamente sulla perdita. “E il problema riguarda anche il mio vicino e quelli della palazzina che si affaccia sull’altro lato della strada”. Ora, è evidente che la speranza è quella di veder presto le ruspe arrivare sul psoto e riparare una situazione che, da ordinaria, si sta facendo incresciosa. Altrimenti, basterà avvertire i residenti che il nuovo pianjo regolatore prevede un lago arti�ciale al centro della Borgata Aurelia, con tutto quel che ne consegue.

Perdita d’acqua in via Zandonai (Fotoservizio Maurizio Gargiulli)

Istituto Santa Cecilia: niente stipendi, scatta lo stato di agitazione A

ll’istituto Santa Cecilia torna a farsi sentire il malcontento dei lavoratori. Secondo quanto affermano Antonio Guiducci della Cgil-Fp e Costantino Giampieri della Cisl-Fpl, il pagamento dello stipendio di giugno, previsto per il 10 luglio, non è avvenuto. “Ancora una volta vengono penalizzati i dipendenti e i loro sforzi fatti per assicurare il servizio tra mille dif�coltà. Non si hanno certezze sulla data di pagamento, nonostante i carichi di lavoro al limite della sopportazione e risultando chiara la mancanza di volontà da parte dell’Amministrazione di costruire un rapporto di rispetto delle regole sia con i lavoratori che con le organizzazioni sindacali”. Motivazioni che sono alla base della dichiarazione dello stato di agitazione. “Se non subentreranno aperture da parte della dirigenza del Santa Cecilia, verranno messe in atto tutte le forme di lotta a tutela dei diritti dei lavoratori”.

Letteratura e giustizia A Porta Livorno i migliori scrittori L

etteratura protagonista oggi a Porta Livorno, dove si sceglie il vincitore della quinta edizione del Premio letterario «Ri.P.Di.Co», destinato agli scrittori che si occupano del tema della giustizia. Il premio viene assegnato ogni anno ad un’opera che riguarda temi attinenti alla giustizia, che sia ambientata nel mondo della giustizia o che, comunque, offra spunti di ri�essione sui problemi di questo settore. La cinquina dei �nalisti viene scelta dalla Giuria composta da quindici membri, tra magistrati, giuristi, scrittori, giornalisti, docenti universitari e avvocati. Saranno presentate le opere scelte, intervistati gli autori e letti stralci dei loro libri. Seguiranno le operazioni di voto e la proclamazione del vincitore. Ci saranno anche, alla Fontana Vanvitelli del Porto di Civitavecchia, momenti di musica con i brani di jazz e musica varia eseguiti dal pianoforte di Tiziano Leonardi e dal sassofono di Stefano Nanni.

GIORNO & NOTTE Civitavecchia

Allumiere

Santa Severa

Moby Dick - Associazione Blue in the Face Terme Taurine - ore 21

VIII Sagra degli Antichi sapori Piazza Chigi

Cavalieri nella storia, alla tavola del Re Castello Santa Severa dalle 17 a mezzanotte

Tolfa

Gimkana equestre Impianto sportivo La Cavaccia - ore 21

Festa da ballo sulla spiaggia Castello Santa Severa - ore 23.30

Santa Marinella

Tarquinia

Maratonina 10 km Trofeo Avis - ore 20 “Cortoacquario” - Cinema Lucciola - ore 20 Sagra del Mare - Porto Turistico

L’altra Isola beach party Spiaggia Sant’Agostino - ore 23.30

Tolfa Jazz Festival Javier Girotto e la Saint Louis Big Band Villa Comunale - Ore 21 Sagra del prosciutto e Farmer Market Vie del centro storico


attualità

4

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 16 Luglio 2011

Manifestazioni - Mercoledì presso lo scalo si celebra il compleanno della Guardia Costiera

La Capitaneria fa festa davanti a mezzo Governo Il 20 luglio si festeggia il “compleanno” delle Capitanerie: in porto si annuncia una sfilata di ministri di BARBARA FRUCH

G

rande evento per il Corpo delle Capitaneria di Porto che si appresta a celebrare il suo compleanno. Sono trascorsi dunque quasi 146 anni dalla costituzione della Guardia Costiera, fu infatti con il Regio Decreto 20 luglio 1865, numero 2438, che i saggi amministratori del Regno, avvertita l’esigenza di un’unità direttiva per la disciplina di tutte le attività marittime e portuali. A presenziare la manifestazione, che avrà luogo il 20 luglio alle ore 18.30 presso il porto di Civitavecchia nella zona adiacente al Forte Michelangelo, saranno presenti alte cariche del Governo quali Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli, il Ministro della Difesa

Ignazio La Russa, il Ministro dell’Interno Roberto Maroni e Ministro della Salute Ferruccio Fazio, nonché molte altre autorità civili e militari. La cerimonia sarà preceduta presso il Centro Storico Culturale della Fortezza dalla presentazione, alle ore 18.00, della mostra storica “Le Capitanerie di porto nei 150 anni d’Italia… da sempre sul mare” e della mostra fotogra�ca “Lampedusa: porta d’Occidente” dedicata al fenomeno migratorio e all’opera di soccorso portata dalla Guardia Costiera. Al termine delle cerimonia, inoltre, è prevista la consegna da parte dello stato italiano delle prime due unità navali (delle quattro previste) alla Guardia Costiera di Panama, ciò al �ne di rafforzare la collaborazione tra il nostro Paese e quello panamense.

Giornata movimentata a Sant’Agostino. Assistenti costretti a soccorrere anche chi si era offerto di aiutarli

Si tuffano col mare agitato: salvati due bambini C

Termini Imerese? Ti ci porta Gnv C

on l’estate al Porto si rafforzano sempre più le tratte per soddisfare le richieste più svariate dei numerosi turisti che salpano dallo scalo laziale. Proprio per questo motivo da oggi la Grandi Navi Veloci darà il via a due nuovi collegamenti da e per Termini Imerese in Sicilia, che si af�ancano così alle già esistenti rotte per Palermo. Il viaggio prevede la partenza da Civitavecchia nel week-end, in particolare ogni sabato alle ore 10 con arrivo previsto alle ore 22 circa e ogni domenica alle ore 20 per sbarcare nella provincia palermitana lunedì alle ore 9. Al contrario si partirà

Termini Imerese ogni sabato alle ore 24 per arrivare a Civitavecchia domenica alle ore 13. La società inoltre per garantire la continuità al trasporto merci nella stagione estiva, ha attivato un collegamento settimanale esclusivamente per il trasporto merci da Termini Imerese a Genova con partenza tutti i lunedì alle ore 20. “L’esigenza di aprire questa nuova tratta è nata in seguito

al continuo aumento di traf�ci passeggeri e merci che la nostra compagnia sta registrando verso la Sicilia - ha commentato Ariodante Valeri, direttore generale GNV Rappresenta per noi un’occasione per sviluppare la nostra presenza in una realtà portuale in crescita, alternativa strategica per i collegamenti merci e passeggeri della Sicilia orientale”. (B.F.)

ontinuano le imprese eroiche della Capitaneria di Porto e dei bagnini del litorale. Ieri pomeriggio è stata s�orata l’ennesima tragedia, che però fortunatamente è andata a buon �ne. E questa volta il bilancio poteva essere veramente pesante, a trovarsi nei guai infatti non solo due bambini di dieci anni ma anche alcuni bagnati che, divertendosi a fare il “Mitch Buchannon” della situazione, si sono gettati tra le onde per salvare i due bimbi trovandosi a loro volta in pericolo. In particolare nei pressi dello stabilimento “Le Dune” di Sant’Agostino i due ragazzini a bordo del loro materassino sono entrati in acqua per divertirsi con le onde, non curandosi del fatto che a causa del vento il mare era caratterizzato da onde imponenti ed una forte corrente. I due si sono così trovati in pochi minuti a circa 200 metri dalla riva e, vista la situazione, ad intervenire prontamente sono stati subito l’assistente bagnanti Andrea e lo stesso proprietario dello stabilimento Alessandro Goretti, che

usando le ciambelle di salvataggio con le sagole galleggianti sono riusciti a raggiungere i due e riportarli, seppur con dif�coltà, �no a riva. Ma non è �nita qui. Sfortunatamente, come accade spesso in questi casi, anche altri bagnanti erano entrati in acqua nel tentativo di aiutare, ma senza nessuno strumento di salvataggio si sono travati a loro volta in balia delle onde e trascinati a più di 200 metri dalla riva. A quel punto ad intervenire tempestivamente sono stati altri due marinai della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, Alessandro Biagioni ed Andrea Cosimi, che non in servizio ma trovandosi sulla spiaggia hanno deciso di intervenire per evitare il peggio. I due ragazzi, tarquiniesi ma di servizio a Montalto di Castro, hanno così raggiunto i bagnanti in dif�coltà a nuoto e li hanno trascinati a riva togliendoli da una situazione davvero dif�cile. Un’altra operazione conclusa con successo, dunque, e possiamo ancora una volta ringraziare gli angeli del mare. (B.F.)

Disagi sui treni - Il Sindaco di Ladispoli denuncia nuovamente la situazione dei convogli nella tratta Civitavecchia-Roma

La furia di Paliotta sull’Autorità Portuale: “Non può fare finta di niente” S

icuramente è destinata ad essere la polemica dell’estate, sono infatti trascorsi due mesi dalle prime proteste e nulla è cambiato. Nell’occhio del ciclone si trovano ancora le Ferrovie dello Stato, la Regione e l’Autorità Portuale con i numerosi disservizi della tratta Civitavecchia-Roma. E ad alzare la voce è, ancora una volta, il Sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta, colui che il 31 maggio scorso prese parte alla protesta che bloccò i binari della Stazione di Ladispoli un’intera mattinata nel tentativo di “cambiare la situazione”. Evidentemente un’altro intervento vano. “Trenitalia, Regione Lazio e Autorità Portuale devono capire che la situazione sta diventando ogni giorno più incandescente e che occorre trovare immediatamente delle soluzioni - ha esordito Paliotta - Non è possibile che dopo aver inviato nei giorni scorsi la carta delle

criticità del servizio e proposte operative a �rma dei cinque sindaci del litorale nord siamo sempre fermi allo stesso punto. Ci troviamo di fronte ancora a carrozze affollate all’inverosimile, senza aria condizionata e a treni soppressi nelle fasce pendolari più frequenti. Uno dei fattori che in�uisce negativamente sul sovraffollamento delle carrozze è dovuta alla grandissima presenza di croceristi, circa 10.000 al giorno, che invece di utilizzare il treno a loro destinato si servono di quelli di linea, creando una enorme domanda aggiuntiva di trasporto in piena fascia pendolare. Dati che dovrebbero allarmare le istituzioni anche in relazione alle scarse o nulle condizioni di sicurezza in cui siamo costretti a viaggiare. Il treno aggiuntivo – ha concluso Paliotta - dedicato ai croceristi fornito da Trenitalia, gestito da Opera romana pellegrinaggi e agenzie di

viaggio, si è rivelato inadeguato alle esigenze di sfoltimento della fascia pendolare del mattino perché il costo del biglietto, 15 euro, è superiore a quello del Birg che consente, inoltre, l’accesso a bus e metro di Roma, ed è collocato alle 9,30. Il risultato è che il treno dedicato ai croceristi oltre a partire per Roma semivuoto, non viene spesso nemmeno utilizzato per il viaggio di ritorno a Civitavecchia. Molti dei turisti che hanno utilizzato e pagato il servizio aggiuntivo, si servono del trasporto regionale ordinario, sia per le carenze informative presso le stazioni FS di Roma, sia per l’unica offerta oraria di rientro”. Anche presidente del Comitato Pendolari Litoranea Roma Nord, Roberto Oertel ha denunciato la situazione dicendsi “piacevolmente soddisfatto del fatto che i sindaci del litorale nord hanno preso parte alla protesta al �anco dei pendolari”. (B.F.)


politica

Sabato 16 Luglio 2011 Civitavecchia & AltoLazio

5

Verso le elezioni - Paola Rita Stella (Pd): per riprendersi il Comune di Civitavecchia occorre ispirarsi a Zingaretti

“La Provincia modello di governo” Cappellani esclude un altro Consiglio sul “narcotest” I

nvece di cercare visibilità sul consigliere presunto assuntore di droga, bisognerebbe affrontare il fenomeno e la sua diffusione nella società. Questa la risposta che il presidente del consiglio comunale Francesco Cappellani ha riservato a chi, segretario del Pd in primis, gli ha chiesto di conocare l’assemblea sul narcotest “Se è vero che il Consiglio Comunale ha già affrontato la tematica del narcotest, oggi più di allora sono convinto che il problema, così come è stato presentato e come vuole essere posto all’attenzione dell’opinione pubblica, denota un tentativo di far passare un giudizio di disvalore nei confronti di tutta la classe politica. E’ mia opinione invece che non occorre ri�ettere tanto sul connubio tra droga e politica, bensì sulla diffusione del fenomeno droga in tutta la città”. Secondo Cappellani

un “sintomo di malessere diffuso, sul quale la classe politica dovrebbe interrogarsi. Che questo malessere possa o meno riguardare anche gli eletti, mi interessa dunque �no ad un certo punto. D’altronde è il corpo elettorale, se mai, che dovrebbe prendere coscienza della importanza di dare il proprio mandato a persone migliori sotto tutti i punti di vista. In Italia, comunque, è bene ricordare che il diritto costituito non prevede un giudizio morale. Perciò, ben venga una ri�essione in seno al Consiglio Comunale sull’incidenza sempre maggiore del problema della diffusione delle droghe in città. Ma non credo che possa trovare una qualche utilità riproporre una votazione, alla quale, non a caso, ho già ritenuto a suo tempo di dover votare contro”.

“Meglio dibattere sul perché la droga sia tanto diffusa”

I

l Centrosinistra prenda a modello l’amministrazione Zingaretti per prepararsi alle elezioni comunali del prossimo anno. Lo sostiene Paola Rita Stella, donna di punta del Pd di Civitavecchia e assessore proprio della giunta provinciale. E guardando all’appuntamento elettorale del 2012, Rita Stella immagina “una città dove ci sia inclusione sociale, solidarietà e sostenibilità ambientale ma soprattutto partecipazione civica. Un modello sicuramente diverso da quello dell’attuale maggioranza di governo. Su questo c’è un’ampia condivisione da parte degli organi dirigenti e del gruppo consiliare del Pd la cui funzione di opposizione viene esercitata con forte determinazione e con non poche dif�coltà”. La Stella si sofferma sulla necessità di “partecipazione che deve essere una regola permanente anche nel governo della città, perchè governare non signi�ca solo gestione del potere: signi�ca costruire un clima collaborativo basato sulla �ducia, sull’equilibrio e sulla coesione sociale. Il modello dell’azione amministrativa della Giunta Zingaretti è basato su questi principi mettendo al centro l’interesse dei territori e dei cittadini”. E qui l’assessore pvonciale ricorda gliu impegnio profusi da Palazzo Valentini su Civitavecchia. “Proprio per venire incontro alle esigenze del nostro territorio in questi tre anni abbiamo investito 21 milioni di euro per circa 400 interventi di edilizia scolastica, con interventi programmati per altri 3 milioni e mezzo. Abbiamo

poi trasferito tre milioni di euro per il piano dell’offerta formativa e il diritto allo studio. Su tutto il territorio abbiamo poi �nanziato circa 90 progetti per ampliare il Piano dell’offerta formativa, cointrastato il fenomeno del bullismo e la dispersione scolastica, installato i pannelli fotovoltaici sui tetti di più di trecento scuole ”.

Raccolta Differenziata grazie al quale molti paesi del territorio usufruiscono già della raccolta porta a porta, della quale, ci auguriamo, anche Civitavecchia usufruirà presto. La Provincia inoltre, ha messo a disposizione il terreno e impegnato due milioni e mezzo di euro per la realizzazione dell’hospice oncologico di

sulla Braccianese tra Allumiere e Tolfa per un importo di 1 milione e 200 mila euro”. “Sono queste solo alcune delle iniziative che abbiamo realizzato che credo però rendano l’idea di quanto questa amministrazione abbia a cuore lo sviluppo e la vivibilità del suo territorio puntando essenzialmente a

“Più in generale questa amministrazione è stata vicina alle famiglie in dif�coltà con la Family Card, ha garantito l’assistenza scolastica a 3177 alunni disabili, ha permesso uno sconto del 30% sull’acquisto delle tessere Metrebus Lazio; ha stanziato 2 milioni di euro per interventi di riquali�cazione urbana, ha presentato il Piano operativo sulla

Civitavecchia, una struttura importantissima per i malati oncologici del nostro territorio. Sul fronte della viabilità in questi tre anni abbiamo appaltato lavori per quasi quaranta milioni di euro. Sempre per rilanciare la sostenibilità ambientale del nostro territorio abbiamo ad esempio approvato il progetto per la realizzazione di una pista ciclabile

migliorarne la qualità di vita dei cittadini. Il tutto, ripeto, nel massimo rispetto e all’insegna dell’ascolto delle esigenze del territorio”. “Un esempio di buon governo che mi permetto di suggerire e di mettere sul piatto della discussione che mi auguro si aprirà nell’arco di questo periodo pre-elettorale”, conclude l’assessore Stella.

Fa discutere il cambiamento alla viabilità nella strada del centro. La maggioranza difende il provvedimento

Via Duca degli Abruzzi: meno parcheggi, più sicurezza

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLO’ ACCAME Condirettore edizione Civitavecchia VIVIANA TARTAGLINI Editore Altolazio News srl Presidente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469

Mauro Campidonico: “Per i pedoni il passaggio era divenuto impossibile”

V

ia Duca degli Abruzzi: cambiano i parcheggi e, come sempre, ogni mutamento di viabilità divide in favorevoli e contrari. A spiegare cosa è successo e perché è l’assessore alle Manutenzioni, Mauro Campidonico. “Trattandosi di una strada centrale, e come tale molto praticata, tutti avranno costatato l’intralcio che creavano ai pedoni, specie alle mamme con le carrozzine e ai soggetti con dif�coltà motorie, le autovetture in sosta che invadevano immancabilmente il marciapiede lato mare. Ebbene, sostituendo il parcheggio a spina di pesce con altro parallelo al margine della strada abbiamo eliminato un ostacolo forse più fastidioso della classica barriera architettonica, e

Daniele Perello: “Stop alle auto posteggiate dentro le vetrine” procurato un ampliamento della sede stradale. In conseguenza di tanto, la via è oggi più agevolmente percorribile sia dai pedoni, su entrambi i marciapiedi, che dalle stesse automobili, nel solito senso di marcia. Non ci sembra un risultato di poco conto, tanto più in quanto ottenuto a costo zero per il Comune, perché l’intervento è stato eseguito da un grande gruppo che gestisce servizi in concessione nella nostra città. Non ignoriamo il sacri�cio di qualche posto auto che ne è derivato, che però si inserisce nel capitolo più ampio della carenza di parcheggi, su cui ci riserviamo di intervenire successivamente”. Favorevole è anche Daniele Perello. “Come capogruppo del Gruppo

Misto accolgo favorevolmente la notizia della rimodulazione dei parcheggi in via Duca degli Abruzzi. Alcuni anni fa – spiega Perello – il sottoscritto e l’ex consigliere comunale Vincenzo Gaglione presentammo una richiesta, poi diventata mozione comunale, per arrivare ad una diversa disposizione dei parcheggi nella via che si presentavano a spina ai lati del marciapiede. Una situazione, quella di via Duca degli Abruzzi, che creava notevoli disagi sia agli automobilisti, che vedevano stringersi notevolmente la carreggiata, sia ai pedoni che non avevano suf�ciente spazio per transitare sul relativo marciapiede ed in ultimo anche ai commercianti, che si trovavano puntualmente con

delle auto parcheggiate a ridosso delle loro vetrine. Il cambiamento dei parcheggi fatto da Etm, adottando una disposizione parallela al marciapiede – prosegue il consigliere - ci soddisfa pienamente, perché va incontro alle esigenze di migliore �uidità del traf�co e soprattutto di maggiore fruibilità di una strada collocata al centro della città che da oggi sarà più accessibile sia da parte degli automobilisti che dei pedoni, favorendo al tempo stesso le condizioni lavorative e commerciali degli esercenti della zona. Bene quindi il provvedimento di Lupi a cui, come Gruppo Misto, rinnoviamo la �ducia e la disponibilità al confronto per qualsiasi tematica legata alle esigenze dei cittadini”.

Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. ROBERT VIGNOLA FORTUNATO LICANDRO CIRO IMPERATO Grafici ADRIANO GRASSI Sede operativa VIA NICOLAO ARCANGELO, 5 00053 CIVITAVECCHIA TEL. 0766.671158 FAX 0766.671159 opinione.cv@gmail.com 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22.30


comprensorio

6

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 16 Luglio 2011

Ad Allumiere task-force per la salvaguardia del territorio di BARBARA FRUCH

U Antonio Pasquini: “È necessario premiare la Protezione Civile”

niversità Agraria e Protezione Civile si saldano in una task-force in difesa del territorio. Lo scopo: salvaguardare l’ambiente ed i beni locali, in particolare nella stagione estiva. Per far ciò è nata un’unita che racchiude al suo interno l’Amministrazione dell’Ente presieduto da Antonio Pasquini e il gruppo locale della Protezione Civile coordinato dal presidente Costantino Regnani e dal Sindaco Augusto Battilocchio. Il neogruppo ha già iniziato da alcuni giorni il pattugliamento sui terreni comunali e sta

Tolfa - Dopo le minacce del comune

Palazzo Valentini: “Subito al via i lavori in via della Pacifica”

piani�cando la prevenzione degli incendi boschivi e la formazione professionale del personale, proprio per questo sono state organizzate due giornate dedicate alla formazione teorica e pratica il 21 e 22 giugno a cui potranno partecipare oltre i componenti della protezione civile anche tutti coloro che sono interessati al tema. Il programma degli incontri sarà pubblicato nei prossimi giorni, ma si toccheranno le problematiche legate alla funzione giuridica nell’attività di spegnimento, intervento di indagine e repertazione, sicurezza ed ordine pubblico, operazioni d’intervento e spegnimento dell’incendio, l’importanza

della corretta prevenzione, terreni d’uso civico, operazioni di spegnimento in campo. Soddisfatti dell’iniziativa i due presidenti, anche se non si risparmiano lamentele sul malfunzioianmento dei loro enti. “Fondamentale è la collaborazione tra istituzioni e volontari ed in tal senso va evidenziato il lavoro che svolgono i ragazzi della Protezione Civile locale – ha affermato Regnani – Unico neo negativo è la mancanza dei corsi di aggiornamento professionale ed informazione sulle normative vigenti. In tal senso sarà importante la collaborazione con Pasquini e devo dire che dagli incontri che abbiamo

avuto con dirigenti Regionali e Provinciali, possiamo sicuramente progettare e raggiungere buoni obiettivi per l’intera collettività”. “L’attività dei ragazzi della Protezione civile di Allumiere andrebbe premiata - ha commentato Pasquini Appunto per questo abbiamo organizzato due giorni dedicati alla formazione con la presenza di docenti del Corpo Forestale, dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri e della Polizia Provinciale. Tutti colleghi che hanno apprezzato il lavoro dei ragazzi della protezione civile locale e vogliono mettere a disposizione le proprie professionalità”.

Santa Marinella - Aperto il reparto dove si studiano le tecniche di neuroriabilitazione

Il Bambin Gesù ospedale d’eccellenza nella robotica di MASSIMILIANO BALDACCI

I

N

on si è fatta attendere la replica della Provincia di Roma alle minacce di azione legale per la chiusura di via della Paci�ca, collegamento fra il comune e la frazione de La Bianca. “L’intervento partirà nei prossimi giorni - si legge nella nota di palazzo Valentini - e servirà a mettere in sicurezza la Provinciale. Il contratto è stato siglato venerdì ed è imminente l’avvio del cantiere. Vanno solo espletati gli ultimi atti”. Per la messa in sicurezza, la Provincia ha stanziato 122mila euro che serviranno per il rifacimento del muro di contenimento della parete e per la messa in sicurezza della strada. Conclusione dei lavori a dicembre-gennaio prossimi.

naugurato il nuovo laboratorio di robotica ed analisi del movimento, dove trovano posto nuove tecnologie per la neuroriabilitazione pediatrica. Il centro è ospitato in un’intera palazzina sul mare al Bambin Gesù dove medici, infermieri, tecnici, riabilitatori e ingegneri, studiano per restituire la possibilità di camminare a coloro che hanno perso l’uso delle gambe. il servizio completa l’offerta del Dipartimento di Riabilitazione pediatrica che con 6.000 prestazioni di riabilitazione in day hospital l’anno, circa 400 ricoveri ordinari e 16.000 giornate di degenza, rappresenta un punto di riferimento nazionale (con oltre il 60% dei pazienti provenienti da altre re-

gioni). Tale attività - risultato della collaborazione tra l’ospedale ed il Dipartimento di Meccanica e Aeronautica dell’Università La Sapienza di Roma e il Massachusetts Institute of Technology di Boston - ha portato alla progettazione e alla realizzazione di sistemi robotici per la riabilitazione

delle disabilità motorie. Un buon recupero funzionale e motorio nell’età pediatrica, può garantire una qualità della vita migliore per il bambino e per la sua famiglia. Tra le attrezzature robotiche di ultima generazione particolare rilevanza la riveste il ReWalk, progettato da un ingegnere israe-

liano costretto all’immobilità da un incidente e che sta trovando applicazione in età pediatrica - per la prima volta al mondo - proprio al Bambin Gesù. ReWalk è un leggero apparecchio di supporto completo caratterizzato da motori alle giunture, batterie ricaricabili, un insieme di sensori e un sistema di controllo computerizzato. I pazienti indossano un esoscheletro e uno zainetto e selezionano l’attività che desiderano mediante il dispositivo wireless. Un sensore di inclinazione posto nella parte alta del torace attiva l’esoscheletro. Il sindaco Roberto Bacheca, congiuntamente all’assessore alla Sanità Eugenio Fratturato e all’assessore ai servizi sociali Marco Degli Esposti, elogiano il lavoro dell’Ospedale Bambin Gesù.

Grande appuntamento a Santa Severa con il “sancta sanctorum” del settore, oltre a serate dedicate e corsi di esperti

Da fine luglio al Castello si cavalca l’onda dell’Italia Surf Expo di MASSIMILIANO BALDACCI

Critica dei giovani Pd tramite Facebook: “La sera in città non c’è nulla di attraente”

S

piaggia di Santa Severa protagonista per il ritorno, il tredicesimo, dell’Italia SurfExpo previsto dal 29 al 31 luglio. Tre giorni no-stop per dare vita alla più grande”adunanza” del mondo degli watersport, un “lungo” �ne settimana presso il Castello. Dopo il successo dello scorso anno riparte la macchina organizzativa senza cambiare location. Italia Surf Expo nasce a Santa Marinella nel 1999. Il surf in Italia oggi conta circa 250 mila appassionati, di cui 75 mila praticanti. Bambini, giovani, adulti, donne, famiglie. Una kermesse unicamente dedicata al mondo della surf culture e del lifestyle che ruota attorno al mondo del boardsport. ISE è un “Energy Village” promotore di puro divertimento attivo di prove gratuite di tutte le discipline del surf, windsurf e della nuova tendenza di questa generazione: il sup, Stand Up Paddle, che tradotto consiste nel surfare con tavole di stampo polinesiano con pagaia. Sport di giorno, divertimento dal tramonto �no a notte. S�late dimoda, bikini contest, shopping, feste in spiaggia con Dj session. Tra gli ospiti, i migliori atleti nazionali ed internazionali. Lo scorso anno la star fu il re hawaiiano Sunny Garcia, campione del mondo dell’Association Sur�ng Professional nel 2000 e sei volte vincitore della Triple Crown,

di ALESSANDRO D’ALESSIO

D

la competizione più prestigiosa del pianeta che si svolge alle Hawaii. Quest’anno confermata la presenza dell’australiano Terry Fitzgerald, leggenda del surf mondiale e fondatore della Hot Buttered, una delle più famose aziende di tavole ed abbigliamento del settore. Per entrare nel circuito ISE 2011 si può contattare l’organizzazione a info@italiasurfexpo.it. Programma eventi & servizi 2011: area shopping, tutti i giorni dalle 10 all’una. Board Cafè, breakfast, lunch e aperitivo tutto in spiaggia. Surf Academy, ossia tre giorni di

lezioni-surf gratuite per ragazzi e ragazze di tutte le età; Sup Academy, scuola di Stand Up Paddle Board con i migliori istruttori; scuola di windsurf gratuita con il campione freestyle Raimondo Gasperini. Sup Race Trophy, tappa nazionale del campionato Sur�ng Italia 2011. Skate Vert, rampa ai piedi del castello aperta a tutti. Poi il Grinch Air Contest, spettacolare contest con i migliori riders specializzati. Bikini fashion show, top girls in bikini Surf expo exp, expression session surf Surf/Skate Art, in esposizione

le opere di alcuni tra i migliori artisti. Indoboard test e contest, la tavola in legno più usata dai sur�sti; Scuba Dive, una vasca dove immergersi guidati da istruttori sub. Beach Ping Pong, direttamente in spiaggia free pingpong e torneo. La notte, Sunset Dj Set, tramonto in riva al mare con il ritmo ambienc. Ise Film Festival, 3 serate call’insegna delle migliori produzioni video-surf. Sempre per i tre giorni ci sarà l’area shopping. Il programma in�nito prevede il Bikinifashion show, musica da vivo e beach party.

i turismo in città i giovani santamarinellesi parlano su Facebook. La protesta espressa sul social network dall’esponente dei giovani Pd di Santa Marinella Luca Giallatini (nella foto), ha aperto il dibattito, che ha messo in luce le diverse posizioni dei ragazzi sul programma turistico proposto dall’amministrazione comunale e sulla stagione estiva. “Che �ne hanno fatto gli eventi – ha esordito Giallatini – la musica, il divertimento in città? È deserta. Cosa offre ai villeggianti la giunta? C’è una crisi molto seria al punto che non so come facciano, le attività commerciali ad andare avanti”. In�ne un invito: “Fate qualcosa se non volete emigrare, unitevi e sfornate idee invece di lamentarvi”. Di tutt’altra visione invece, Alessio Marcozzi, giovane esponente del Pdl che difende l’operato dell’assessore al Turismo. “Inesattezze – ha ribattuto Marcozzi – comunque invito Giallatini a vivere di più la nostra città ed a scoprire, dati alla mano, il cartellone estivo.

Prevede più di 60 eventi, con musica, cabaret, balli e animazioni, tutto completamente gratuito, grazie all’operato del sindaco Bacheca ed al ministro della gioventù Giorgia Meloni. Prima di parlare bisognerebbe informarsi e documentarsi sulla realtà, altrimenti si va incontro a �gure imbarazzanti”. “Non basta fare un cartellone estivo al parco Saf� per risolvere i problemi della città” la replicano al pidiellino anche altri ragazzi. “Santa Marinella ha toccato il fondo – scrive Daniele – di sa-


& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca viterbese

7

L’ambiente di maturazione è quello degli ex Facchini scontenti

Santa Rosa, c’è l’idea di un ‘Sodalizio Due’ di ROBERTO POMI

pare per alcuni dissapori sorti con il Consiglio Direttivo del Sodalizio. Lascia con queste dichiarazioni a Tusciaweb: “Alcuni facchini evitano di salutarmi, il Consiglio Direttivo mi ha anche inviato una lettera di richiamo perché non mi sono presentato a un appuntamento. Questo è un Sodalizio molto diverso dal mio, che era di solidarietà e darsi una mano nei momenti di dif�coltà. Se invece sei scomodo e ti emarginano, signi�ca che non siamo più tutti d’un sentimento. Se però è la linea che vogliono i Facchini, è giusto che il gruppo che li guida continui a portarla avanti. Auguri e buon lavoro, ma lì dentro ci sono cresciuto e ormai non mi ci riconosco più”. In diversi si allontanano, altri vengono richiamati per presunti atteggiamenti volti a minare l’unità del gruppo e nei rari casi estremi si arriva all’espulsione.

S

tarebbe per essere fondato un ‘Sodalizio Due’. La notizia è di quelle bomba e in città è già su diverse bocche. L’intenzione c’è, ne siamo certi, bisogna vedere se i fautori di questa “idea” decideranno o meno di andare �no in fondo. Viterbo si troverà davanti nel prossimo futuro questa imbarazzante situazione di due Sodalizi, l’un contro l’altro armati nella contesa del trasporto della Macchina di Santa Rosa? A questo non abbiamo risposta, saranno i diretti protagonisti della vicenda ‘Sodalizio Due’ a scegliere. L’origine del tutto All’origine dei malumori all’interno del mondo dei Facchini di Santa Rosa troviamo le votazioni del 2007 per il rinnovo del Consiglio Direttivo del Sodalizio. Elezioni che dettarono una rivoluzione e la �ne dell’era Giovanni Adami, capofacchino per 9 anni. Con quel voto i Cavalieri di Rosa scelsero di cambiare quasi tutto il gruppo dirigente. Il presidente Roberto Capoccioni è l’unico del precedente vertice che riesce a sopravvivere. Il nuovo capofacchino risponde al nome di Sandro Rossi. Ha ottenuto 130 preferenze contro le 89 di Adami. Un plebiscito di 147 voti conferma Capoccioni (lo s�dante Angelo Paccosi ne incassa 66) e viene scelto come vice Massimo Mecarini (117 voti i suoi contro i 67 di Adriano Piergentili e i 33 di Guido Politini). E’ il 24 marzo del 2007. Adami esce dal Sodalizio non presentandosi neppure alla prova di portata che doveva riposizionarlo sotto il “Campanile che cammina” il 3 settembre. Dopo qualche mese scop-

L’ambiente degli scontenti

pia il presunto “scandalo di Milano” e il 21 novembre 2008 Capoccioni presenta le dimissioni da presidente del Sodalizio. Decisione maturata in seguito alla constatazione di una presunta spaccatura del gruppo dei Facchini. Un’operazione di “intelligence” dai vertici del Sodalizio scopre che all’orgine dello “scandalo di Milano” ci sarebbe un incontro segreto per screditare il Sodalizio stesso. Una sorta

di attacco, insomma, piani�cato a tavolino. Roba mai vista al tempo di Nello Celestini, il da tutti stimato fondatore del Sodalizio stesso. Capoccioni torna sotto la Macchina e alla carica di presidente sale Massimo Mecarini. Il presidente dimesso torna tra i ciuf�, la gloriosa terza �la, ma il 26 giugno 2010 esce di scena. Non si presenta alle prove di portata

Attraverso tutti questi passaggi “dolorosi” degli ultimi anni il Sodalizio ha perso qualcosa. In quelle polemiche, falsi scandali, presunte congiure e tensioni varie si è generato il terreno su cui pare sia attecchita l’idea del ‘Sodalizio Due’. Non è ancora chiara la dinamica di questo processo in atto e non c’è certezza che arrivi mai a concretizzarsi. I possibili scenari Avere un secondo Sodalizio sarebbe cosa non certo facile per la città ed elemento di confusione anche per i viterbesi. Il Sodalizio nasce per unire i Facchini, per contribuire a renderli “tutti d’un sentimento” e averne due �nirebbe per testimoniare il fallimento del progetto iniziale. Erano belli i tempi in cui bastava una

Con la droga o ubriachi al volante Sgominata la “banda del buco” composta Quattro denunce e due segnalazioni da cinque romeni, furti anche nella Tuscia

A

Monte Romano i carabinieri della locale stazione, durante un controllo alla circolazione stradale, hanno fermato e controllato un’autovettura con a bordo un 28enne ed un 29enne, entrambi di Roma, nella quale è stata rinvenuta, ben occultata nel vano porta oggetti, della marijuana. I due sono stati segnalati al competente Ufficio Territoriale del Governo di Viterbo mentre la sostanza stupefacente è stata posta sotto sequestro. A Capranica una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Ronciglione ha controllato due 30enni romani ai quali è stata rinvenuta una certa quantità di hashish, precisamente un grammo, e un coltello a serramanico con lama lunga 8 centimetri. I due giovani sono stati denunciati a piede libero e segnalati al competente Ufficio Territoriale del Go-

verno, mentre il coltello e la sostanza stupefacente sono stati posti sotto sequestro. Infine a Caprarola e Ronciglione i carabinieri delle due stazioni, in un servizio congiunto, hanno denunciato a piede libero un 67enne, viterbese, poiché guidava la propria autovettura in evidente alterazione psico-fisica, in quanto una volta notato dai militari operanti guidare a zig-zag sulla carreggiata di marcia si è rifiutato rifiutava sottoporsi al test con l’apparecchio etilometro. L’uomo si trovava in evidente stato di ebbrezza alcolica in quanto presentava scoordinamento motorio e alito vinoso. Denunciato anche un 28enne, pregiudicato, il quale guidava il proprio veicolo, risultato poi anche senza assicurazione, sotto effetto di sostanza stupefacente. Le autovetture sono state poste sotto sequestro e le rispettive patenti di guida immediatamente ritirate.

S

gominata una banda di romeni dediti ai furti negli esercizi commerciali. L’operazione è stata portata a termine dai carabinieri di Cittaducale insieme ai colleghi di Rieti. Nelle notti passate, infatti, 4 pregiudicati romeni (una donna e tre uomini) sono stati catturati in �agranza di reato a Civita Castellana, dopo essere penetrati tramite l’apertura di un varco nella parete, all’interno del bar “Colorado”, sito in località Sassacci, dal quale stavano asportando la somma di 800 euro dall’interno delle slot machines. Circondati dalle squadre operative del comando provinciale di Rieti e della compagnia di Civita Castellana, i ladri non hanno avuto alcuna possibilità di fuga e sono stati tutti arrestati. In manette sono �niti: Ciobotaru Catalin Sorin, nato in Romania il nel 1988, attualmente domiciliato nel Comune di S. Oreste; Hodorogea Silvia Alexandrina, nata in Romania nel 1991, attualmente domiciliata nel comune di Fabrica

di Roma; Croitoru Ionel, nato in Romania nel 1991, attualmente domiciliato a Lanuvio; Tranda�r Ionut Costel, nato in Romania nel 1990, attualmente domiciliato a Lanuvio. Le indagini sono state avviate dal reparto operativo del comando provinciale e dalla compagnia di Cittaducale a giugno, a seguito di una escalation di furti ai danni di esercizi commerciali tutti perpetrati con la tecnica del “buco” (da qui il nome dato all’operazione). Grazie agli accurati sopralluoghi eseguiti, sono state rilevate alcune tracce che hanno messo gli investigatori sulla giusta pista. Alla �ne il cerchio si è chiuso su una banda di romeni che è stata monitorata da vicino per circa un mese. I carabinieri, avuto sensore che gli stessi avevano in animo di perpetrare l’ennesimo furto nel viterbese, sono riusciti a pedinarli nel corso del sopralluogo fatto dai ladri il giorno precedente. Gli investigatori sono riusciti così a capire in anticipo dove avrebbero colpito e li hanno attesi al varco.

parola, qualsiasi essa fosse, di Nello Celestini per mettere tutto a posto. Oggi la matassa pare si sia notevolmente complicata e i rancori af�orati e mai risolti si stanno trasformando in veleno. Sta di fatto che un presunto ‘Sodalizio Due’ dovrebbe ridisegnarsi ex novo. Infatti tutto quello che contraddistingue i Cavalieri di Rosa è soggetto a copyright: dalle divise al logo. Chi ha in mente di creare il ‘Sodalizio Due’ aspira, naturalmente, al trasporto della Macchina. Come l’Amministrazione Comunale potrebbe affrontare una simile situa-

zione? Non è da escludere che dietro a tutte queste manovre possa esserci, in qualche modo, anche la mano della politica cittadina, impressionata dal “potere” raggiunto dal Sodalizio e magari volenterosa di ricondurre tutti a ruoli più piccoli. Una sorta di “divide et impera” in stile Impero Romano. Tutta questa storia e la stessa voce di un ‘Sodalizio Due’ potrebbero essere state messe in circolo esclusivamente per generare confusione. Forse è così, forse no. Di certo tutto questo fa notizia ed è giusto raccontarlo.

Riceviamo e pubblichiamo

Attilio Manca: “Un anno di silenzi e intimidazioni” R

iceviamo e pubblichiamo una lettera che ci è stata inviata da Davide Tassan Zorat, amico della famiglia di Attilio Manca, l’urologo dell’ospedale Belcolle trovato morto a Viterbo la mattina del 12 febbraio 2004. Esattamente un anno fa il Gip di Viterbo, Salvatore Fanti, si riservò di decidere in merito alla richiesta di archiviazione del caso come suicidio. È passato un anno e ancora non si sa niente. Nell’intervista pubblicata ieri su questo giornale, Angela Manca – la madre di Attilio – ha parlato esplicitamente di omicidio mafioso. Il figlio avrebbe operato di tumore alla prostata il boss Bernardo Provenzano durante la sua latitanza a Marsiglia. Per questa ragione Attilio Manca sarebbe stato ucciso a Viterbo dalla mafia di Barcellona Pozzo di Gotto (Sicilia). Non solo, ma come già abbiamo segnalato ieri e come lo stesso Tassan Zorat ricorda nella sua lettera, la famiglia Manca mercoledì scorso sembrerebbe essere stata vittima di una vera e propria intimidazione. (Daniele Camilli) “E’ il 16 luglio 2010 quando il Giudice delle indagini preliminari Salvatore Fanti presso il tribunale di Viterbo, si riserva di decidere in merito alla terza richiesta di archiviazione come suicidio in merito alla morte di Attilio Manca; riservandosi, il Gip, ha detto che avrebbe preso una decisione in tempi brevi! Domani sarà passato un anno e il Gip Fanti ancora non si è espresso! In questo anno però la famiglia Manca ha subito numerose intimidazioni sia dentro che fuori la propria abitazione. L’ultima, in ordine di tempo, risale all’altro ieri. Intimidazioni che, anche il meno esperto, può ricondurre ad azioni di tipica matrice mafiosa. La famiglia Manca, sin dalla morte di Attilio (12/02/04), chiede che vengano fatte tutte le indagini del caso cominciando

dall’appurare chi fosse l’urologo che operò alla prostata Bernardo Provenzano presso la una clinica a Marsiglia (autunno 2003 ndr) ; si ritiene infatti che, inconsapevolmente, il boss mafioso fu operato e forse successivamente anche curato, proprio da Attilio. Nel 2011 esce il libro “L’enigma di Attilio Manca” dove vengono riportati tutti i dettagli di questa triste vicenda (che potete trovare anche nel sito www.attiliomanca.it). Trattasi di un libro, quindi, decisamente scomodo tanto è vero che, da subito, se ne chiede il ritiro dal mercato. Procede infatti ad oggi, l’iter giudiziario Cassata contro terrelibere.org (casa editrice del libro in questione) e la prossima udienza è fissata a novembre. Il procuratore di Messina, (Antonio Franco Cassata ndr) vuole infatti il ritiro del libro “L’enigma di Attilio Manca”. Su un“semplice caso i suicidio”quindi ricade prima l’attenzione di malavitosi che intimano il silenzio (su cosa? Perchè?) ai Manca e, sucessivamennte, la richiesta di ritiro del libro con la storia di Attilio da parte del Procuratore di Messina. Da cittadino e come Presidente di questa Associazione (che è idealmente dedicata ad Attilio Manca) spero e mi auguro che il Gip Fanti tenga conto di questi “singolari avvenimenti” chiedendo che vengano fatte tutte le minuziose indagini; mai come oggi è imperativo e doveroso sentenziare, senza ogni ragionevole dubbio, se la morte di Attilio Manca sia avvenuta per suicidio oppure, per come sostiene la famiglia Manca e chi con loro chiede verità, per omicidio. Da amico della famiglia Manca infine mi auguro infine che il dottor Fanti, come promesso un’anno fa, decida in tempi brevissimi anche per garantire ai Manca una sicurezza pubblica e fisica messa a rischio in questi anni!” Davide Tassan Zorat


politica viterbese interni

2 8

Viterbo & & Viterbo Sabato 16 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Sembrerebbero esservi poche speranze. Le drammatiche conseguenze di un fallimento

Talete in liquidazione, lunedì la decisione di DANIELE CAMILLI

G

estore idrico a un passo dal dichiarare fallimento. Luglio col bene che ti voglio. Agosto…Talete mia non ti conosco. E la cosa sembrerebbe più seria di quanto previsto. Regione e Comuni parrebbero proprio sul punto di gettare la spugna precipitando le acque pubbliche viterbesi nel caos. E lunedì prossimo quella che potrebbe essere l’ardua sentenza: o tutti si rimboccano le maniche oppure è la liquidazione. È prevista infatti la riunione dell’ATO dove la decisione ultima dovrebbe cominciare a palesarsi. Fatto sta che finora gli unici soggetti interessati alle sorti della partecipata e a quelle dei suoi lavoratori sembrerebbero soltanto i Presidenti Marco Fedele e Marcello Meroi. Il primo della Talete, il secondo di Provincia e Ambito Territoriale Ottimale. Tant’è vero che si vocifera di un confronto abbastanza duro tra Meroi e Stefano Cetica, assessore alla Programmazione della Regione Lazio venuto a Viterbo qualche giorno fa per parlare di federalismo. Assessore che, dopo aver chiesto il bilancio della società, avrebbe rimproverato al Presidente di Palazzo Gentili di non avervi inserito i 22 milioni di euro di mutui dei Comuni. Cosa che tuttavia – come gli avrebbe fatto notare Meroi – un bilancio economico di per sé non contemplerebbe. Insomma, un errore di lettura. Pare inoltre che l’assessore provinciale all’ambiente Paolo Equitani in questi giorni sia andato più

volte in Regione per trattare della Talete, come pure lo stesso Fedele abbia già allertato i sindacati. Cosa potrebbe accadere il 18 luglio quando 61 comuni dell’ATO si troveranno insieme per decidere sul da farsi avendo tra le mani un budget con un debito di 948mila euro? Le strade che s’aprono sembrano essere tre: 1) ricapitalizzazione della società. I Comuni della partecipata tirano fuori i soldi di tasca propria in base alle quote che possiedono e salvano la Talete; 2) aumento della tariffa. In tal caso gli euro li cacciano i cittadini; 3) liquidazione. Si va in Tribunale con i libri contabili sotto braccio e si dichiara fallimento. Ci sarebbe anche una quarta via: ripianare il debito con il capitale sociale. Però questo ammonta solo a 453 mila euro. Ne mancherebbero comunque 495mila tondi tondi. Chi ce li mette?

Quale sarebbe lo scenario in caso di fallimento Talete? Decisamente disastroso, a meno che non vi sia un piano B da mettere subito sul piatto della bilancia. Ossia una nuova società partecipata capace di sostituirsi all’istante. Se così non fosse, le conseguenze potrebbero essere a dir poco drammatiche. Innanzitutto verrebbero mandati a casa 163 lavoratori con contratti a tempo indeterminato e tanto di crisi occupazionale, mentre 118 mila utenti si troverebbero senza gestore idrico. Chi ripara a quel punto le tubature? Sembra banale, ma molti comuni hanno sistemi idrici piuttosto vecchi che richiedono una manutenzione quotidiana. Basti pensare a Vetralla e ai suoi 113 Kmq di superficie. Inoltre la rete idrica è un bene demaniale. Non si può vendere e la gestione ricadrebbe immediatamente sulle

spalle dei comuni. Li hanno stanziati in bilancio i finanziamenti per amministrarla e ripararla quando serve? E farlo, non costa proprio due lire. Non solo, ma col problema arsenico e la costruzione dei 27 dearsenificatori previsti in tutta la provincia come la mettiamo? Chi li fa? Il Padreterno? Difficile. Dopodichè ci sono delle amministrazioni comunali che vantano dei crediti nei confronti di Talete. Pensiamo – tanto per fare un paio di esempi – al milione e mezzo di euro di Civitacastellana e ai 200mila euro di Canino. In caso di liquidazione, come stabilito dal codice civile, i pochi spiccioli del capitale sociale andrebbero prima ai creditori privilegiati. Ciò vuol dire che quanto vantano i Comuni finirebbe in cavalleria. C’è poi la questione dei fornitori. Non dimentichiamoci infatti che attorno ad una società pubblica c’è tutto un indotto. Chi gli va a dire che non c’è più una lira? E soprattutto, sarebbero più disposti a lavorare per una società in fallimento? Sarebbero disponibili a rispondere alle chiamate di comuni che di punto in bianco si ritroverebbero tubi e acquedotti sul groppone? Infine – ma non da ultima – la figura del liquidatore. Sicuramente quest’ultimo andrà a spulciare le carte una ad una per verificare se il debito Talete cade nel 2011 oppure è pregresso. E se lo fosse? Cosa succederebbe? Sempre secondo il codice civile, a pagare sarebbero i soci dell’assemblea societaria…cioè i comuni. Pertanto, scenario alquanto brutto. Che dire? Fate vobis.

Esplode la questione quote rosa

Azzerata la giunta Alemanno E a Palazzo dei Priori?

di ROBERTO POMI

Lega Federalista nnullata dal Tar del LaA zio la Giunta del Comudi Roma, per il mancato apre alle aziende nerispetto delle quote rosa.

L

ega Federalista lancia un incontro dal titolo ‘La voce alle piccole e medie imprese’. Appuntamento a tutti i cittadini e imprenditori della Tuscia per questo mercoledì 20 luglio alle ore 20,30 presso il ‘Centro Sportivo Bullicame’. Le piccole e medie imprese rappresentano l’ossatura del sistema produttivo italiano ma sono troppo spesso lasciate sole, a fronteggiare con le proprie forze le mille dif�coltà del mercato. Occorre mettere a sistema la ricchezza che rappresentano e individuare misure di sostegno e di rilancio di queste realtà economiche fondamentali. L’incontro, proposto da Lega Federalista, vuole avere lo scopo di inquadrare i problemi di questo comparto produttivo e vitale e avanzare delle possibili strade da percorrere per uscire dall’attuale situazione di crisi e dif�coltà. Interverranno alla serata politici, giornalisti e rappresentanti di vari settori della società civile. A termine si svolgerà una cena a base di porchetta e vino della Tuscia.

Lo hanno deciso i giudici della seconda sezione, presieduti da Luigi Tosti, i quali hanno accolto i ricorsi proposti dai Verdi di Bonelli, dalle consigliere comunali di Roma di Pd e Sel Monica Cirinnà e Maria Gemma Azuni, e dalle consigliere di Parità della provincia di Roma e della Regione Lazio, Francesca Bagni e Alida Castelli. Con i due ricorsi proposti hanno contestato formalmente i provvedimenti di nomina delle due giunte Alemanno, ritenendo sia stato violato lo Statuto comunale per l’insufficiente presenza di donne nell’esecutivo. Queste le notizie rimbalzate ieri su tutte le agenzie e giornali online. Poi si è aggiunto il commento di Augello (Pdl): “La sentenza mette a rischio il 50% delle giunte”. E Viterbo, come sta messa? L’unico a intervenire sulla questione è stato Marco Ciorba, coordinatore comunale di Futuro e Libertà: “Il TAR del Lazio ha annullato la giunta Alemanno in virtù della violazione dello statuto comunale della città di Roma che prevede all’art. 5 che il sindaco nel nominare i componenti della giunta comunale, i responsabili degli uffici e dei servizi nonché nell’attribuire e definire gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna, deve assicurare una presenza equilibrata di uomini e di donne, motivando le scelte operate con specifico riferimento al principio di pari opportunità.

Principio di pari opportunità che è ribadito anche nello Statuto comunale della città di Viterbo e precisamente all’art. 3 ma che non è rispettato dall’attuale sindaco Marini nella composizione della sua giunta, violando pertanto il principio di pari opportunità. Visto che il sindaco di Viterbo è espressione di quel partito che dovrebbe essere fatto di persone oneste come vuole il suo segretario nazionale, tale Angelino Alfano, il sindaco come persona onesta dovrebbe rispettare lo statuto comunale e adeguare immediatamente la composizione della sua giunta comunale al principio di pari opportunità, senza dover aspettare nessuna sentenza. Speriamo che la sua maggioranza gli permetta di farlo”. Con questo intervento Marco Ciorba ha infilato il dito in una piaga profonda. Cosa succederà a Palazzo dei Priori? Terremoto in vista? Sta di fatto che il governo della città dei Papi non ha nemmeno “una gonnella”. Siamo ancora al Medioevo? Può darsi, ma non solo su questo fronte. Altro dato imbarazzante, questo a carico dei partiti, riguarda gli eletti in Consiglio Comunale. Nel centrodestra c’è una sola donna: Maria Antonietta Russo. Ai partiti non piacciono le donne. Spostando il fuoco dell’attenzione dall’altra parte della strada poi, al cospetto di Meroi, troviamo un Consiglio provinciale composto da solo uomini. Sembra di essere nell’antica Grecia. Non saremo diventati mica noi i campioni della democrazia? Difficile pensarlo.


attualità viterbese

& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

9

Tanti appuntamenti per l’ultima serata del 2011 alla Cittadella della Cultura

Caffeina chiude con l’allegria di Serena Dandini S

arà Serena Dandini a concludere la quinta edizione di Caffeina. Stasera a Viterbo, per la serata finale del festival culturale, al Parco del Paradosso (ore 22.30) presenterà il suo primo libro ‘Dai diamanti non nasce niente: storia di vita e di giardini’. Un volume che, a pochi mesi dall’uscita, ha già venduto oltre centomila copie ed è arrivato alla settima ristampa. Ironica, innovativa, all’avanguardia, la conduttrice romana è una delle artefici del cambiamento delle idee e del linguaggio televisivo degli ultimi anni. La sua avventura professionale inizia nella Rai degli anni Ottanta. È ideatrice su Radio 2 di “La vita di Mae West” (a cui ha lavorato con Laura Betti). Con l’autore Marco Di Tillo firma due puntate di “Professione Jazz” curato da Adriano Mazzoletti, scrivendo i testi della vita sceneggiata di Jelly Roll Morton e Benny Goodman. In televisione realizza un programma innovativo dedicato agli stili giovanili, “Obladì obladà”. Particolarmente dotata di talento comico, è tra i fondatori de “La tv delle ragazze”, dove ha spesso lavorato assieme a Corrado Guzzanti e Sabina Guzzanti. Tra le varie trasmissioni televisive condotte, tutte di grande successo: “Scusate l’interruzione”, “Avanzi”, “Maddecheaò: come secernere agli esami”, “Tunnel” (che ospitò i Nirvana nella loro ultima apparizione pubblica prima della morte del leader Kurt Cobain), “Pippo Chennedy Show”, “Producer - Il grande gioco del cinema”, “L’Ottavo Nano”, “BRA - Braccia rubate all’agricoltura” e “Vieni avanti cretino”. Dal 2004 conduce il programma televisivo di Rai 3 “Parla con me”, in onda in seconda serata.

L’incontro con Serena Dandini è preceduto, sempre al Paradosso ma alle ore 21, da quello con Carla Signoris, che presenta il libro “Meglio vedove che male accompagnate”. Attrice, conduttrice televisiva e doppiatrice, la genovese Signoris (che nella vita è sposata con il comico Maurizio Crozza) ha esordito in teatro nel 1980 e in televisione nel 1992, dove alterna conduzioni di programmi alla recitazione in vari serial. Nel cinema, è apparsa di recente nelle due commedie ravvicinate “Maschi contro femmine” e “Femmine contro maschi” di Fausto Brizzi. Quello che presenta a Caffeina è il suo secondo libro, dopo “Ho sposato un deficiente” (2008). Cura rubriche sul mensile Velvet de La Repubblica.

Ed ecco una panoramica degli eventi in programma a Viterbo per la serata conclusiva di Caffeina. Alle 20 al Cortile La Zaffera di Piazza San Carluccio “Carmina dant panem”, una grande “asta di poesie” a cura di Dona Amati; a seguire alle 22.30 Luca Belli presenta “Opus Belli Viterbiensis. Le campane”. Alle 21.30 all’Arena Boscolo Academy di Via San Pellegrino Alessia Niccolucci parla del libro “Nel nome di Lei”. Alle 22 nel Cortile San Carluccio è il turno di Roberto Alajmo per “Tempo niente. La breve vita felice di Luca Crescente”, mentre in contemporanea in Piazza del Fosso incontro sul tema “Bianciardi com’era”, con interventi di Pino Corrias, Maria Jatosti e Anna Salep-

pichi e letture di Antonello Ricci e della Banda del Racconto. Uscendo dall’ambito letterario, alle 21.30 nel Cortile San Pellegrino Camera di Commercio e Federlazio tengono l’incontro “L’innovazione, risorsa per il territorio”. Tanta la musica dal vivo: si parte alle 19 in Piazza del Gesù con le band Hell’n’Heaven e Todomodo, si prosegue alle 21 a La Cantina di Piazza Cappella con The Shiver e alle 21.30 all’arena Gonfalone con un ensemble di ottoni. Alle 22 di nuovo in Piazza del Gesù con Antonello Budano Trio ed Ensemble Orchestra Giovanile e gran finale alle 23.30 in Piazza San Carluccio con il concerto dell’Orchestralunata, la formazione giovanile della Tuscia diretta da Maurizio Gregori.

Si tratta di una struttura di 3mila mq

TimeCity, il regno del gioco apre oggi a Viterbo O

Uno scatto dell’incontro di giovedì con il parlamentare Fabio Granata

ggi apre a Viterbo la nuova Gaming Hall del Circuito TimeCity. Una struttura di 3.000 mq disposti su due livelli situata nel cuore della città, dove poter giocare e trascorrere del tempo in un ambiente innovativo e divertente, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza. Al primo piano, una sala di 800 mq ospita 50 Videolottery e 22 AWP aderenti al circuito Lottomatica BetterSlot. Al secondo piano è stata realizzata una Vip Lounge che si estende su una superficie di 800 mq ed è divisa in sei aree di interesse dove il visitatore può godere gratuitamente di tutta la gamma di servizi preposta per il suo benessere: un’area Relax, un’area Multimedia, un’area Business, un’area Shop, un’area Gusto, e un’area Gioco, con 10 Videolottery personalizzate Vip Lounge. Introdotte dal decreto

Abruzzo in previsione di “interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo”, le Videolottery rappresentano una vera rivoluzione nel campo dei giochi, con giocate che possono partire da un minimo di 50 centesimi fino a un massimo di €10, permettendo una vincita massima per ciascuna partita di €5000. Ma la vera novità è rappresentata dal jackpot: uno a livello di singola sala e l’altro a livello nazionale. A quest’ultimo jackpot concorrono con tutti gli apparecchi dello stesso concessionario che permettono di vincere fino ad un massimo di €500.000. Per gli appassionati delle “gaming machines”, il sistema del jackpot introdotto con le Vlt rappresenta un modo totalmente nuovo e allettante di approccio al gioco.

Tanti ospiti nello studio di Radio Verde per un’ora di trasmissione elettrizzante Il gruppo di Tetraedro apre il pomeriggio con una grande parata. Alle 21,30 lo spettacolo ‘Bus stop’

Puntata di ‘Funamboli’ sulla musica indipendente Gran finale di ‘Senza Caffeina’ 2011 N

uova travolgente puntata di Funamboli oggi pomeriggio a Radio Verde. Emanuela Moroni, Sante Paolacci, Roberto Pomi e Michela Di Pietro parlano della musica indipendente. L’appuntamento sulla frequenza radio 90.100, come sempre è per le ore 16 e in replica la domenica mattina alle 11. I Funamboli parlano del mercato discogra�co, puntando i ri�ettori sulle piccole etichette indipendenti. I luoghi dove in sostanza si fanno avanti le band del domani. Una piccola sorpresa, tutta da gustare: lo sapevate che una di queste etichette indipendenti ha sede proprio nel viterbese? Si chiama Sub Terra ed è gestita da un vetrallese. In puntata i Funamboli raccontano

quello che c’è da sapere su questa realtà e lanciano alcuni brani di gruppi locali. L’invito per tutti i giovani musicisti della Tuscia è di portare il proprio demo o album proprio negli studi di Radio Verde: via Cairoli 14. Lasciate tutto all’attenzione dei Funamboli, che li ascolteranno e vi contatteranno per un passaggio in radio e magari un’intervista durante la trasmissione che una volta al mese viene dedicata proprio alla musica indipendente. Nella puntata di sabato gran �nale con degli ospiti eccezionali. Hanno elettrizzato Caffeina 2011 con le passeggiate/concerto e con uno spettacolo emozionante dal titolo ‘Il Colombiano’. Saranno

U

agli studi di Radio Verde, per una esibizione live Antonello Ricci e Silvio Ciapica. Un mondo da scoprire. Con i Funamboli anche Vincenzo e Alfonso Prota. Buon ascolto.

ltimo giorno di festa alla Cittadella dei Piccoli di “Senza Caffeina”. Oggi si apre a Pianoscarano con “La Grande Parata Finale”. All’appuntamento delle 17,30 saranno presenti maschere, pupazzi e trampolieri. L’esibizione è curata dai maestri, guidati da Francesco Cerra, di “Tetraedro”. Tutti dunque all’Arena Scotolatori per godersi le ore �nali di “Senza Caffeina” 2011. Alle 19, per la sezione “Oggi ve lo racconto io!”, abbiamo Luciano Manzalini che parla del suo libro “Dubbi di un presunto scrittore. Piccole storie visibili a occhio nudo”. Il sotto le stelle di “Senza Caffeina” propone invece, alle

ore 21,30, “Bus Stop”. Spettacolo evento, a cura del “Five Quartet trio”, con Alessandro De Luca, Cristiano Fondelli e Giulio Venturini. Una fermata dell’autobus, una giornata all’apparenza come tante altre, tre personaggi molto diversi tra loro, ma in realtà senza saperlo molto vicini, affrontano la più importante avventura della vita: scoprire il tesoro nascosto nella diversità delle altre persone. Un operaio pigro e trasandato e un impiegato metodico e puntiglioso attendono nervosamente un bus che li porti a lavoro. Il fato e la casualità degli eventi li portano all’inaspettato incontro con uno stravagante

vagabondo. Insieme vengono catapultati in un destino certo quanto imprevedibile, fatto di realtà e fantasie che li porterà ad affrontare se stessi e la possibilità di mettere tutto in gioco. “Bus stop” è uno spettacolo di forte impatto, divertente e ironico, la fermata del bus si trasforma nell’arena di un circo in cui si susseguono e fondono tra loro giocoleria, acrobatica e palo cinese. Da questa personale forma di esibizione il pubblico verrà emozionato e poco a poco coinvolto in un mondo di sogno dai forti e affascinanti contrasti. E con questa ultima magia chiude in bellezza “Senza Caffeina” 2011.


2 10

interni attualità viterbese

Viterbo & & Viterbo Sabato 16 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Musica - Momento d’oro per la band di Montefiscone. E oggi il concerto con Ligabue

I BrainShock vincono anche un premio letterario di DANIELE CAMILLI

di un progetto che si intende costruire nel tempo”. Quindi unicità ed esclusività che vanno di pari passo. “Certamente. L’esclusività non è soltanto una questione di morale sessuale. Fare sesso signi�ca donarsi, perché i nostri corpi hanno una dignità e un valore. Tradire è come perdere far perdere di dignità e valore il proprio corpo. È bello sapere che al mondo c’è una persona che respira per te e tu per lei”. L’anima profonda della canzone “Mai”…che tra poche ore ascolteranno Ligabue ed altre centomila persone.

B

rainShock a go go! Oltre ad aprire il concerto di Ligabue di questa sera a Campovolo (Reggio Emilia) vincendo un concorso nazionale che li ha visti confrontarsi con centinaia di gruppi musicali, la band di Monte�ascone porta a casa anche un Premio Letterario che gli è stato conferito proprio qualche giorno fa dall’Università Lumsa di Roma. Il riconoscimento – dedicato a Giovanna, la �glia del Rettore Giuseppe Dalla Torre – è stato consegnato il 13 luglio nelle mani di Stefano Billi, Lorenzo Cantarini, Filippo Chiricozzi, Alessandro Presti e Giulio Ciccarelli. Primo premio della sezione Musica. La motivazione? “L’originalità del testo e la capacità di metterlo in sinergia con le note della canzone”. Quale? “Mai”, lo stesso brano che alle 6 di oggi pomeriggio farà da apripista ad uno dei più importanti, se non il più importante evento rock dell’estate italiana. Assieme a “Mai”, i BrainShock suoneranno anche “Il centro del mondo” – un pezzo del loro primo album che porta lo stesso nome del gruppo – e due inediti: “Malinconica Allegria” e “Sulla Pelle”. Al loro seguito anche una cinquantina di fans di Monte�scone che

Stefano Billi con il Premio vinto dai BrainShock (foto Daniele Camilli) hanno organizzato un pullman partito questa mattina all’alba. “Se aprire il concerto di Ligabue è stato per noi una cosa inaspettata – ci dice Stefano Billi – vincere un premio letterario lo è stato ancora di più. Stiamo vivendo un sogno. Un’opportunità unica. Speriamo di poter mettere radici e continuare a crescere”. “Un Premio che per noi ha un valore altissimo perché signi�ca che siamo stati capaci di trasmettere messaggi ed emozioni non solo con la musica, ma anche con le parole”. “Mai”, scritto da Lorenzo Canterini e successivamente elaborato collettivamente da tutto il gruppo, racconta una storia

d’amore realmente vissuta. Tra con�itti e incomprensioni, ma con la voglia di sentirsi parte integrante l’uno dell’altra. “Non la classica sviolinata”, spiega Billi. Allora gli chiediamo cosa sia per lui l’amore. “Una bella avventura e un’esperienza di condivisione – ci risponde – La testimonianza che non si può stare da soli”. E la fedeltà? “Una questione di rispetto. Se non c’è fedeltà – che signi�ca anche �ducia – il rapporto non si vive al 100%. Stare insieme vuol dire impegnarsi e rimboccarsi le maniche, ma senza viverlo come un sacri�cio. Vuol dire essere soggetti attivi di una scelta che è quotidiana e �glia

Il testo - La canzone vincitrice del Premio

‘Mai’...‘Prova a vedere ciò che voglio sentire’ L

o sai che cosa penso? Che io spendo troppo tempo A pensare cos’è giusto fare Per poi solo, si, sbagliare! Mai avrei voluto rinnegare Quella frase di mia madre Che mi dice: “pensa almeno dieci volte prima di… ” Agire come un animale Lo sai mi fa male Ma in fondo tu sai che io penso a te! Perché tu non sai Neanche quello che vuoi E ciò che vuoi Non ti basta mai. RIT: Ma ora Prova a vedere Ciò che tu vuoi sentire Ed io sono qua Soltanto per te! Metti in gioco il tuo cuore Rischia ancora in amore Non fermarti Mai,mai,mai,mai,m ai,mai,mai!

Il Premio letterario

Lo sai che cosa penso? Che io avevo molto tempo Per pensare ai miei sogni, Ai miei bisogni, Un po’ più a me! Ora sono vuoto, Sono stanco, Sono affranto, E pure me

ne vanto Se col vento volo via da te! E ora che ho sudato per te Me ne vado perché Non ho più niente da fare (E POI...) Perché tu non sai Neanche quello che vuoi! E ciò che vuoi Non ti basta mai! RIT: Ma ora Prova a vedere Ciò che voglio sentire Ed io sono qua Soltanto per me! Metto in gioco il mio cuore Rischio ancora in amore Non mi fermerò Mai,mai,mai,mai, mai,mai,mai! (solo) RIT: Ma ora Prova a vedere Ciò che voglio sentire Ed io sono qua Soltanto per me! Metto in gioco il mio cuore Rischio ancora in amore Non mi fermerò mai.. Ma ora prova a vedere Ciò che voglio sentire Ed io sono qua Solo e sempre per me Metto in gioco il mio cuore Voglio ancora sbagliare Non mi fermerò M ai,mai,mai,mai,mai,mai,mai Mai,mai,mai,mai!


regione lazio

& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

11

Importante incontro ieri al Campidoglio sul tema della tracciabilità alimentare

La Pisana in difesa dei prodotti laziali “

Tutto questo si inserisce all’interno di un dibattito molto ampio”, è quanto dichiarato dal Presidente della Commissione Agricoltura Francesco Battistoni, intervenuto al convegno dal titolo ‘Qualità e sicurezza alimentare in Europa e nel Lazio’ nella Sala della Protomoteca del Campidoglio. “Oggi i consumatori chiedono più sicurezza alimentare – dice Battistoni – e sono indubbiamente le Istituzioni a dover raccogliere l’appello. Per molteplici ragioni”. Tra queste la tutela della salute dei cittadini, del prodotto italiano e la scelta strategica di puntare sulla qualità delle produzioni. “In questa sfida – prosegue - la Regione Lazio si è fortemente impegnata, mettendo in campo una politica volta alla tutela e alla riscoperta delle proprie tradizioni agroalimentari, alla conservazione della biodiversità, alla valorizzazione del carattere multifunzionale dell’agricoltura. Un’azione politica inserita all’interno di un quadro normativo, europeo e nazionale, che a tali azioni riconoscono

prioritaria importanza, così come testimoniato anche dall’intervento del Vice Presidente della Commissione Europea Antonio Tajani, che ha puntualizzato la necessità di essere innovativi e competitivi anche nel settore agricolo”, ha aggiunto Batti-

stoni. La volontà di garantire la qualità del prodotto laziale è ribadita da alcune misure del PSR, dalla progettazione integrata territoriale e di filiera, oltre che dal partenariato locale. “Un sistema di Governan-

ce territoriale – ha sottolineato Battistoni - che indirizza la gestione dell’immenso patronomio agroalimentare, orientandola verso criteri di miglioramento qualitativo e di tracciabilità alimentare. Proprio su questo – va avanti - la Commissione agricoltura ha approvato in tempi brevi e all’unanimità la PL sulla qualità e tracciabilità, ora al vaglio della Commissione bilancio. Nella lotta contro la contraffazione alimentare – aggiunge il Presidente – è palese l’importanza di valorizzare tutto ciò che rende riconoscibile il territorio e che, di conseguenza, accresca la consapevolezza del consumatore e l’identità delle aziende agricole. In questo periodo di crisi – conclude – la qualità della terra e dei suoi frutti sono gli unici beni che devono continuare a rappresentare un patrimonio per noi consumatori e una fonte reddito per gli agricoltori. È questo l’obiettivo da perseguire, soprattutto in prossimità della nuova Politica Agricola Comune (PAC) e del nuovo PSR”.

BRACCIANO - Spettacoli e gastronomia all’interno dell’anfiteatro naturale in località I Terzi

‘La Luna e i Falò, l’arte e il cibo in Etruria’ A

un sof�o da Bracciano un antico scenario etrusco rapisce i sensi dei visitatori. Spugnose, misteriche grotte di tufo assediano con dolcezza un an�teatro naturale. Qui, il località I Terzi (Via delle Grotte) la vivace compagnia “Girovago e Rondella” Family Theater inscenerà un palco meta�sico e insieme “gustoso”, agganciandosi alla memoria degli antenati etruschi sospirata dalle rocce e rivolgendosi ad un target prettamente familiare, proponendo stasera dalle 20.00 un teatro culinario, tra cultura, tradizione e ammalianti sonorità. La serata, intitolata “La Luna e i Falò, l’arte e il cibo in Etruria”, sarà un calderone di ballate, storie di menestrelli e di vagabondaggi della mente, un melodioso insieme di teatro improvvi-

sato, scenette ironiche, canti e danze “serviti” in gastronomica cornice. La serata verrà aperta da due bislacche creature, a metà tra maschere da Commedia dell’Arte e giullari di corte, Facundo e Rugiada, duo caratteristico dell’originale compagnia, che si esibirà con linguaggio ibrido ed irresistibilmente comico in una tenera, confusa, arlecchinesca “Historieta de Abrazo”, racconto di amore e d’amori. “La Luna e i Falò” si rivolge ad un auditorio multicolore, senza discrimine di gusto ò età, tentando di catturare anche l’attenzione dei più piccoli, proponendo loro un “baratto” di pensieri, la visione di essere burloni in carne ed ossa alle prese con la fantasia della vita vera in cambio dell’oblio, certo temporaneo, dell’amato in-

separabile gameboy. Infatti i bambini e i ragazzi che si presenteranno con un apparecchio portatile per video giocare non pagheranno il biglietto, in quanto è desiderio manifesto della compagnia “regalare ai bambini, ‘future generazioni’ uno spettacolo dal vivo che sostituisca la tecnologia con la ricchezza dell’immaginazione. L’ingresso

per tutti gli altri è di € 30,00 a persona e comprende spettacolo, cena e tesseramento. Per ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile contattare Elena Riccioni al 346.7584919 oppure all’indirizzo e-mail lunaefalo.etru ria@gmail.com. Previsto anche un ervizio transfer su richiesta al 339.2316415. (S.P.)

“ La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone piazza V. Emanuele - 20 luglio 2011 ore 21 REGOLAMENTO 1. 1. Al concorso sono ammessi bambini a partire da 6 a 14 anni d’età. 1. 2. Le domande di iscrizione dovranno essere compilate secondo il modello allegato e presentate entro e non oltre il 9 luglio 2011, allegando certificato di nascita. 1. 3. Le domande vanno inviate a mezzo posta presso Comitato Festeggiamenti S. Margherita – Via S.Lucia Filippini – 01027 Montefiascone Vt ( Don Agostino Ballarotto ) 2. oppure all’indirizzo e-mail: rafftv@libero.it o telefonare al: 0761 826809(escluso il lunedì) o al n. 340 2444939 1. 4. Il comitato si riserva di accettare l’iscrizioni secondo la data di spedizione della domanda. 1. 5. Ai concorrenti verrà comunicata la data delle selezioni che si svolgeranno presso gli Studi di Registrazione “Binario 2” del Centro Multimediale RAFF RECORDS di Montefiascone dal 11 al 15 luglio 2011. 1. 6. Ogni concorrente dovrà portare la base della propria esibizione su supporto digitale ( cd – dvd- chiavetta usb) chi ne fosse sprovvisto potrà farne richiesta allo Studio di Registrazione Binario 2. 1. 7. Il concorso è aperto al pubblico e i partecipanti possono esibirsi con qualsiasi canzone del repertorio nazionale ed internazionale. 1. 8. I concorrenti verranno divisi in due categorie: Categoria A : da 6 a 10 anni di età Categoria B : da 11 a 14 anni di età 1. 9. I concorrenti dovranno versare la quota d’iscrizione di 15 euro. 1. 10. Tutti i partecipanti riceveranno un DVD con la registrazione audiovideo del provino. 2. L’intera serata sarà ripresa da una troupe televisiva di Sky. 1. 11. I primi classificati di ogni categoria riceveranno in premio: 2. - la registrazione e la pubblicazione di un CD contenente 1 brano e la promozione discografica in tutta Italia tramite il circuito delle 100 radio ; 3. – la realizzazione di un videoclip e relativa pubblicazione su Youtube, Facebook e Google. 1. 12. La giuria sarà nominata dal comitato organizzatore, e sarà composta da professionisti del mondo discografico, televisivo e della moda. 1. 13. Il giudizio della giuria è insindacabile, inappellabile e definitivo. 1. 14. In caso di necessità il comitato organizzatore si riserva di apportare modifiche al presente regolamento, informandone tempestivamente i partecipanti. 1. 15. L’iscrizione al concorso comporta l’accettazione del presente regolamento e dell’eventuali modifiche. 1.

BRACCIANO - Salvato un piccolo istrice

Operazione antibracconaggio di SARAH PANATTA

Q

uando uno sguardo vigile sul proprio ecosistema fa la differenza. Grazie alle numerose segnalazioni effettuate da privati cittadini disgustati, impauriti, snervati dai comportamenti barbari di loro “pari”, gli operatori del Distaccamento Territoriale di Bracciano della Polizia Provinciale, hanno potuto fermare l’opera molesta di uno spietato bracconiere. Il soggetto è stato colto in �agranza di reato, mentre tentava di abbattere con ripetuti colpi di bastone un esemplare di istrice catturato all’interno di un’area sottoposta a protezione ambientale. L’uomo è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica. L’assessore provinciale alle Politiche della Sicurezza e Protezione Civile, Ezio Paluzzi ha affermato che “operazioni come questa confermano il costante lavoro della Polizia Provinciale per la salvaguardia dell’ambiente e per la tutela della fauna selvatica” e ha aggiunto che “per contrastare il bracconaggio sono necessari un controllo capillare del territorio e interventi mirati, anche a seguito delle preziose segnalazioni dei cittadini”. L’uomo colto sul fatto avrebbe dichiarato di essere capitato per caso nei pressi della gabbia, di aver notato l’animale catturato e di aver dunque tentato di liberarlo, ma senza spiegare il motivo del’arma contundente con cui i militari lo hanno trovato mentre in�iggeva pesanti colpi sull’istrice malcapita-

ta. Sottratta alla sbarre metalliche della sua piccola prigione e alle mani del presunto cacciatore di frodo, o semplice quanto comune individuo violento, l’istrice è stato af�dato agli operatori della Lipu. Questi hanno visitato la bestiolina, veri�cato le diverse ferite e abrasioni prodotte dall’attrito con un corpo estraneo facilmente identi�cabile nel sopra citato bastone, e l’hanno curata consentendone una rapida liberazione. La gabbia usata dal bracconiere, di grandi dimensioni per un istrice, quindi verosimilmente adibita per caccia “grossa”, è sembrata ad un primo esame un manufatto costruito artigianalmente, dotato di un sistema di chiusura a scatto ben concepito. Risaputo in zona, come in molte aree rurali e/o boschive dell’Alto Lazio, l’uso culinario dell’istrice che resta tuttavia animale protetto per legge dalla caccia. Data la scena del crimine e la posa del bracconiere, nonché la sua tecnica criminosa, quello sull’animale è parso però più un atto di efferata crudeltà, lo sfogo becero e ingiusto di una rabbia repressa, la stessa che troppi riversano sugli animali, magari sui propri cani, preda estiva molto ambita dai “bulli” poco cresciuti di turno.

“La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone Vt – 20 luglio 2011 Modulo d’ iscrizione Nome e Cognome ………………………………………………... Luogo e data di nascita……………………………………………. Residente in ……………………………………………………….. Telefono…………………………………………………………… Titolo Canzone…………………………………………………….. Io sottoscritto…………………………….. desidero iscrivere mio/a figlia al Concorso Canoro per bambini “La Margheritina d’Oro” che si svolgerà a Montefiascone il giorno 20 luglio 2011. Dichiaro di accettare e mi impegno a rispettare pienamente il regolamento della manifestazione. Firma del genitore…………………………


2 12

speciale viterbo interni

Viterbo & & Viterbo VenerdĂŹ 15 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

13

CANINO - L’assessore si è detto pronto ad accogliere iniziative e proposte della categoria

Costantini incontra gli artigiani R

isale al 14 di luglio l’incontro organizzato dall’assessore Costantini con gli artigiani, presso la Sala Consiliare del Comune di Canino. Come nella precedente riunione, istituita a �ne giugno con i commercianti, sono stati contattati tutti quei lavoratori appartenenti alla divisione dell’artigianato al �ne di creare una rete �ttizia di cooperazione e collaborazione con il settore delle attività produttive. Presente anche il sindaco Mauro Pucci, il quale ha accolto tutti i presenti, invitandoli ad esprimere all’Assessore le loro problematiche, le loro opinioni e le loro idee per incentivare lo sviluppo dell’attività da loro rappresentata. “L’Amministrazione - dice Pucci - sarà ben propensa a collaborare e a rendere sempre più cospicui gli incontri con voi, al �ne di trovare insieme soluzioni a problematiche che caratterizzano il vostro settore d’appartenenza e con lo scopo di risollevare l’economia del Paese attraverso una collaborazione a costi zero”. Costantini si presenta come ha già fatto con i commercianti e mostra nuovamente tutta la sua disponibilità nell’acco-

gliere ogni richiesta che sia di possibile e non utopica realizzazione, ma soprattutto evidenzia tutto il suo impegno nel considerare attentamente ogni proposta che sia propedeutica per risollevare il settore dell’artigianato, da anni uno tra i simboli cardine dell’economia cittadina. L’Assessore apre così un pro�cuo dibattito nel quale, tra il considerevole numero dei partecipanti, un artigiano entusiasta prende subito la parola: “Bisognerebbe incentivare il turismo servendosi delle risorse che da sempre caratterizzano la

nostra terra, come l’olio o come la possibilità di sfruttare l’acqua termale”. “Secondo me, invece, - dice timidamente un altro signore- bisogna sfruttare gli appezzamenti di terreno a disposizione per realizzare industrie ecologiche di triturazione del composto organico, attraverso le quali produrre energia servendosi, semplicemente, degli scarti delle varie potature e quindi dell’agricoltura”. Un dibattito, quindi, molto animato nel quale ognuno dei presenti ha esplicato le proprie idee, e nel quale si è messa maggiormente

in evidenza l’importanza che da sempre assume il confrontarsi, l’incontrarsi e il condividere non solo problematiche, ma anche vantaggiose idee. Costantini attento, mentre scrive, ascolta i cittadini con ammirazione ed entusiasmo, certo dell’importanza che assume ogni singola proposta ed iniziativa che parte dalla popolazione stessa e che sia dedita a risollevare l’attività produttiva locale. “La vostra numerosa partecipazione stasera è la dimostrazione palese della voglia di fare che vi contraddistingue e io sarò a vostra completa disposizione e farò il possibile per rendere la nostra collaborazione produttiva e per apportarvi tutto il mio sostegno “. Così Costantini ha un nuovo punto della situazione: uno spaccato che si va ad unire alle esigenze dei commercianti, annotate a �ne giugno. Le attività produttive sono il settore trainante dell’economia locale e proprio per questo l’Assessore è ben consapevole che sarà necessario mantenere sempre viva la cooperazione con gli esponenti di tale settore, al �ne di dare una spinta fruttuosa all’economia della comunità stessa.

TARQUINIA - La mostra aperta fino a domani

Boom per Accenni O

ttimo l’avvio dell’ottava edizione di (ac)Cenni di (con)TempORAneo 2011, evento d’arte contemporanea organizzato dall’Ass. Cult. Fata Morgana di Civitella d’Agliano e tenutosi per la prima volta a Tarquinia, nella Sala Grande della Biblioteca Comunale. Sabato scorso, alla presenza dei due artisti e dell’Assessore alla Cultura Angelo Centini, la presentazione di Emiliano Li Castro, co-organizzatore della manifestazione e voce mitica di Radio Rai Tre, ha accompagnato il pubblico all’interno dell’evento introducendo il lavoro di Kanjano – un’esposizione di numerose tavole che ripercorrono il lavoro e lo stile del fumettista dal titolo Storie e visioni del mondo disegnate e l’opera I suoni della società, installazione alta più di tre metri creata ad hoc per l’evento da Massimo De Giovanni. E mentre il sole al tramonto entrava dalle �nestre della sala espositiva dipingendola di arancio, Musko,

Dj del collettivo Sicilian AV Project iniziava a mixare le note d’accompagnamento alla performance di Kanjano che abbozzava una sorta di racconto per �gurazioni disegnate, un reportage diretto e immediato sulle “af�nità” tra politica, quotidianità e ma�a e l’intervento di Sebastiano Greco che lo seguiva attraverso il montaggio in real time di immagini di repertorio riferite alla politica, alla ma�a, al mondo dello spettacolo e alla sua astrazione deformante che modi�ca e inganna la realtà. “La prima tappa, questa, di un evento rivoluzionato, che si fa nomade, itinerante, che toccherà luoghi diversi”, sostiene Massimo Lucarelli direttore artistico della mostra - In controtendenza ai grandi eventi, noi ci facciamo più piccoli, ma ancor più attenti alla qualità e alla proposta culturale offerta”. La mostra rimarrà aperta �no a domani. Un evento da non perdere!

PESCIA ROMANA - Un cartellone denso di appuntamenti

Si apre alla grande la Sagra del Melone

Luna

G

Crescente

iovedì sera, con il taglio del nastro effettuato dal sindaco Carai, intorno alle 19:00 ha preso il via la 24esima edizione della Sagra del Melone di Pescia Romana, che terminerà domenica 17 luglio. Ad organizzare l’evento è stata la ProPescia: quattro giorni di festa, musica, cabaret e cucina caratteristica, a base di prodotti tipici del litorale, tra i quali, naturalmente, il melone. Stinco di maiale, polenta al cinghiale e alla maremmana, penne alla buttera, gnocchi al ragù, costolette e porchetta alla brace: è questo il menù della sagra, ricco anche di varie qualità di dolci. Il calendario, colmo di eventi, si è aperto con il concerto dei “Doppio Senso”, la cover di Vasco Rossi alla quale si è unito il tastierista

del cantante italiano per eccellenza, il montaltese Doc Alberto Rocchetti, conosciuto da tutti come “Il lupo Maremmano”. Dall’esibirsi allo stadio Olimpico di Roma alla piazza di Pescia Romana, di certo un bel passo c’è, ma per Alberto Rocchetti suonare tra le mura di casa è stato motivo di orgoglio. Durante le oltre due ora di concerto si sono alternati pezzi nuovi e pezzi storici, un po’ di rock e molti virtuosismi ed assoli di chitarra e sintetizzatori. Un grande show insomma, che ha tenuto il pubblico con il fiato sospeso fino alla chiusura del concerto con “Vita Spericolata” ed “Albachiara”. Al termine dell’esibizione, “Il Lupo” ha salutato il pub-

blico: “Quando ci vediamo? –ha esclamato Rocchetti al microfono-.. Presto, presto. Intanto grazie Pescia Romana, è stato veramente un onore essere qui”. Ieri sera invece, molte sono state le risate con l’esibizione dei comici, proveniente da Zelig, Pablo e Pedro, accompagnati nella loro esibizione dall’orchestra Andrea Principe. Questa sera alle 21:00 sarà la volta dell’orchestra “Lucia Magica Follia”: la sagra del melone si concluderà domani sera, offrendo a montaltesi e turisti uno spettacolo di tango con “ITANGOLIARDICI” di Grosseto, una tombola in piazza e uno spettacolo di fontane danzanti denominato “Acqua e Fuoco”.

MONTALTO - Obiettivo Comune su alcuni aspetti del teatro

‘Spendere con cura i soldi dei cittadini’

R

iceviamo e pubblichiamo da Obiettivo Comune: Non vogliamo dire se il teatro sia bello o brutto, perchè ognuno di noi avrà un proprio pensiero; non vogliamo dire se il teatro sia costato il giusto o troppo: pensiamo che ognuno si sia fatto una propria opinione; non vogliamo chiedere come mai l’ an�teatro previsto all’ aperto non è stato realizzato ma pensiamo che tutti lo abbiano capito; non vogliamo chiedere come mai il piazzale di terra inerte non sia stato ancora asfaltato ed anche questo lo hanno capito tutti;

non vogliamo più domandare come mai, se questo teatro è stato ultimato, non è stato ancora inaugurato, perché anche questo lo abbiamo capito bene: è una chiara mossa in attesa dell’avvicinarsi delle elezioni di maggio 2012…. OGGI però ci chiediamo come mai una fontana realizzata “post operam”, dal costo esorbitante di 70.000,00 Euro, non abbia in dotazione un impianto di �ltrazione e clorazione dell’ acqua in circuito chiuso, facendo sì di evitare che diventi di colore verde e piena di sospensioni, donando così

un aspetto trasandato al posto in cui si trova. Ci si chiede inoltre come sia possibile che adiacente al lastricato vi sia un pozzetto aperto di un metro per un metro, dove a causa dell’ apertura ostentiva dell’ area i bambini rischiano ogni giorno di caderci dentro, visto che in barba alle più elementari nozioni di sicurezza non esiste nessuna protezione intorno al teatro. Siamo sicuri che tutto vada bene? Montalto vuole il rispetto che merita, rispetto che Voi cari amministratori non potete e non avete mai dato.”

di CLAUDIA MARTORANO

Libertà a due Q

uando osservo un rapporto di coppia, non posso fare a meno di ri�ettere su una questione per me necessaria ma non certo suf�ciente della riuscita di una relazione. Molti lamentano di non aver detto e/o fatto prima, si rammaricano per come siano andate vicende personali ma “avrei dovuto” è un’illogico spreco di tempo a meno che non si trasformi in “d’ora in avanti farò”. Ancorarsi al passato non fa che alimentare vecchi cliché che non fanno certo bene né alla persona né alla coppia. Se ad un certo punto della vostra storia cominciate a rendervi conto che l’ amore non è poi così bello se è litigarello, invece di perseverare attendendo che S. Rita faccia da sola per voi, mettetevi in discussione per un attimo. Valutare le dimensioni della propria vita, le aree che ci soddisfano e quelle meno, piani�care azioni e trovare il coraggio d’ agire è l’ unica possibilità di cambiamento. Considerando che non esistono vittime se non quelle giuridicamente riconosciute, è compito e necessità d’ ognuno sviluppare il potenziale umano con cui si viene al mondo, liberandosi dagli ostacoli che ne impediscono la piena realizzazione. Perché realizzare se stessi, nel modo in cui vogliamo, senza condizionamento alcuno, è la premessa all’incontro giusto. Sostengo da tempo che per incontrare la persona giusta, devi essere prima tu la persona giusta. Punto focale della psicoterapia infatti è la crescita dell’ individuo, il terapeuta rinun-

cia a scegliere per conto del paziente, come accade invece spesso in famiglia, sul lavoro, col partner e nella cultura d’appartenenza. Mettersi in contatto con se stessi e scegliere in modo consapevole e responsabile, predispone ad una relazione in cui l’ altro è inteso come individuo-diverso-da-me, ergo, più rispetto per l’ individualità e l’indipendenza di pensiero dell’ altro, più apertura al dialogo e al confronto, meno pretese e aspettative legate ad un impoverente ruolo al quale subentra la persona, nella sua irriducibile unicità. Volete che gli altri vi trattino bene? Insegnateglielo. Come? Insegnandolo innanzitutto a voi stessi. La libertà di essere se stessi, nessuno se l’ è mai vista bella e pronta su un vassoio d’ argento. E’ un processo di esperienza e conoscenza che ci munisce anche di un’ utile bussola quale l’intelligenza “preveggente” che mette in guardia da persone e situazioni che non vorremmo. E’ vero che Libertà va sottobraccio con Forza ma questo non signi�ca fare i prepotenti o gli egoisti, signi�ca convincersi di valere quanto ogni altro essere umano e avere la capacità di provarlo. Riconoscendo il medesimo valore all’ altro, esattamente al contrario dell’egoismo, signi�ca essere capaci d’amare in modo più sano, maturo e completo. Per rivolgere domande alla dottoressa e ricevere risposta all’interno della rubrica, scrivete a claudia.martorano@libero.it.


litorale viterbese

14

Viterbo & AltoLazio

Sabato 16 Luglio 2011

MONTALTO - L’impianto è stato donato al centro disabili Maratonda da SunPower

Taglio del nastro per il fotovoltaico TARQUINIA - Un libro di Antonio Menegaldo

di GIOVANNI CORONA

I

l Comune di Montalto e la società SunPower Corporation hanno inaugurato l’impianto fotovoltaico da 14 kWp, donato al centro Maratonda da SunPower Foundation, un Ente attivo nella realizzazione di progetti sociali legati alle energie rinnovabili in tutto il mondo. Composto da 68 moduli SunPower da 210 Watt, l’impianto è stato installato dalla società Blu Gea srl -specializzata nella realizzazione chiavi in mano di impianti ad energia rinnovabile- ed eviterà l’immissione nell’atmosfera di oltre 1,5 tonnellate di anidride carbonica. Alle 17,00 presso il centro disabili in via Cere ha dunque avuto inizio la cerimonia di inaugurazione, alla quale, oltre all’amministrazione comunale ed ai rappresentanti della SunPower in Italia, sono intervenuti anche i membri della Fondazione Solidarietà e Cultura ONLUS che gestisce il centro. Il sindaco Salvatore Carai ha ribadito la necessità di un investimento duraturo nel progetto del centro Maratonda, che dovrà essere mantenuto vivo anche dalle prossime amministrazioni comunali. “Sviluppare le iniziative sociali legate al territorio

Ricordando i Bersaglieri

E dove operiamo - ha commentato Alex Tranter, Managing Director Operations di SunPower in Italia -: SunPower Foundation è una associazione no-pro�t creata dalla SunPower Corporation perché oltre ad attività commerciali, la nostra politica è rivolta anche a creare una coesione con il territorio in cui operiamo”. “La nostra – ha aggiunto Gabriella Brandani Presidente della Fonda-

zione Solidarietà e Cultura ONLUS – è una fondazione onlus, viviamo dei contributi di chi crede in noi. Offriamo a questi ragazzi disabili un’opportunità di crescere in maniera normale all’interno ed all’esterno del centro con attività acquatiche, grazie al sindaco Carai abbiamo l’opportunità di usufruire in maniera gratuita della piscina, attività di disegno, progetti teatrali e tanto altro. Il rispar-

mio economico che avremo sull’energia grazie ai pannelli donati dalla SunPower ci permetterà di investire in maniera più costruttiva i fondi che ci derivano dalle donazioni”. Oltre all’impianto e alla gestione dei pannelli fotovoltaici, la SunPower ha donato alla Fondazione che gestisce il centro Maratonda anche 150 mila euro, come un incentivo in Conto Energia che verrà rinnovato anche l’anno prossimo.

’ stata la Fanfara dei Bersaglieri di Valmontone a fare da cornice alla presentazione del libro “Ricordando i Bersaglieri di Tarquinia”, volume curato da Antonio Menegaldo e fortemente voluto dalla sezione tarquiniese dell’Associazione Bersaglieri. Un libro fotogra�co che racconta le gesta dei bersaglieri di Tarquinia dal dopoguerra �no ad oggi e che è stato presentato nel pomeriggio di ieri nella sala consiliare del palazzo comunale. L’incontro ha visto la

presenza del sindaco Mauro Mazzola, del presidente dell’Agraria Alessandro Antonelli, dell’assessore dell’ente Gino Stella e del presidente della BCC della Tuscia Pietro Mencarini, oltre ovviamente ad Antonio Menegaldo che proporrà una ricostruzione storica del suo libro. E dopo la presentazione, è scesa in campo la fanfara dei Bersaglieri di Valmontone che ha s�lato per il lungomare del Lido suonando le note delle marce più suggestive dell’esercito italiano.


& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

15

TUSCANIA - Stasera nel centro storico della città suggestivo concerto di musica sacra afro-americana

The White Singer Gospel Choir di VALERIA SEBASTIANI

I

n Largo delle Logge, scorcio suggestivo sul centro storico tuscanese, questa sera alle ore 21,30 si terrà il concerto dei The White Singer Gospel Choir. Il Coro nasce da un’ intuizione del maestro Mario Stendardi che nel 1999 riunisce un primo di gruppo di giovani desiderosi di esprimere la loro passione della musica attraverso il gospel. Negli anni il The White Singer Gospel Choir ha visto la turnazione di più di 60 coristi e vede la partecipazione di molti validi elementi provenienti dalle altre città della provincia come Tarquinia, Marta, Viterbo. Come da tradizione il repertorio del

coro af�ancherà anche questa sera ai brani Gospel tradizionali, brani contemporanei di artisti quali Aretha Franklin, Whitney Houston, Mariah Carey , una moderna evoluzione del gospel e brani pop rock riarrangiati in stile Gospel (Phil Collins, Bob Dylan, Beatles...). Il Gruppo che si esibirà questa sera, è composto da 20 coristi e si esibisce accompagnato da pianoforte solo o da una band di 4 element: Al piano e tastiere Mario Stendardi; al basso Antonio Carlini; alla chitarra Ivano Alessandrini; alle percussioni Dario Panza. Un Rythm and Blues che invita al ballo, al quale sarà dif�cile resistere. D’altronde il The White Singer Gospel Choir

non è nuovo alla sollevazione di entusiasmi tra il pubblico. Che siano esibizioni in chiesa o in piazza, anzi nelle piazze perché il gruppo è spesso in trasferta fuori città. Entusiasmo suscitato anche dal fatto che il Coro nonostante la grande professionalità raggiunta abbia avuto fin dagli esordi e continui ad avere finalità esclusivamente di beneficenza. Un fine nobile che ha portato negli anni molti artisti a suonare per loro: ultimi, a Natale, Cesare Chiodo e Luca Capitani, famosi nel panorama musicale nazionale per le loro collaborazioni con artisti del calibro

BOLSENA - Calendario di beneficenza

Imprenditrici e parlamentari S

i tiene a Bolsena da ieri a domenica l’esposizione fotografica del calendario “calendario bipartisan” con protagoniste alcune parlamentari ed esponenti del mondo imprenditoriale femminile. “L’obiettivo dell’associazione Donna Donna Onlus è quello di raccogliere fondi a sostegno delle cure per le malattie dei disturbi alimentari – spiega l’assessore al patrimonio Andrea Di Sorte –. È una iniziativa benefica e per questo il comune ha voluto dare un contributo alla causa”. In posa

per gli scatti ci sono moltissime donne imprenditrici e parlamentari che si sono trasformate in modelle per un giorno. Tra le testimonial, deputate di entrambi gli schieramenti politici le pidielline Deborah Bergamini, Beatrice Lorenzin, Michaela Biancofiore, Barbara Saltamartini, Catia Polidori e le democratiche Giovanna Melandri, Paola Concia, Maria Paola Merloni, Luciana Pedotto. Si può visitare la mostra e ritirare il calendario in Piazza Matteotti, il centro della città di Bolsena.

di Laura Pausini, Lorenzo Cherubini, Enrico Ruggeri. Il concerto di questa sera, organizzato dall’associazione Tempo Primo, dalla Parrocchia del Centro Storico, patrocinato dal Comune di Tuscania e dall’assessorato alla Cultura, ha ingresso completamente gratuito.

VETRALLA - Giovanni Gidari critica l’amministrazione comunale SAN LORENZO NUOVO - Grande festa per i 30 anni dell’Avis

“I lavori alle scuole sono in alto mare” La locale sezione ‘Alessandro Montanucci’ in piazza G

di EMANUELE FARAGLIA

C

ome prevedibile sono le scuole ad animare la dialettica politica a Vetralla. Il consigliere comunale della Lista Progetto Vetralla Giovanni Gidari ha recentemente messo in risalto le mancanze ed i ritardi dell’amministrazione nell’affrontare una questione ben nota da diverso tempo. “I lavori sulle strutture scolastiche sono ancora in alto mare – attacca Gidari - Ad oggi, mancano notizie certe sulla messa in sicurezza delle scuole medie e dell’infanzia di Cura. Anche la situazione dei lavori alle elementari di Vetralla non sembra chiara. I primi due mesi di legislatura hanno visto un’amministrazione impegnata solo ad apparire. Al contrario, temo sia stato dedicato poco tempo al problema delle scuole, almeno stando alle poche risposte, non soddisfacenti, che ho ricevuto nel Consiglio comunale dello scorso 9 luglio. Per le scuole medie e materna di Cura, non ci si può limitare a dire che il contratto con la ditta sarà stipulato il 19 luglio e la consegna per l’inizio dei lavori avverrà en-

tro i successivi 45 giorni. Vista la situazione d’urgenza, con le scuole chiuse da diverso tempo, sarebbe doveroso conoscere anche i tempi per la loro riapertura. Nessuna risposta è stata invece data sulla mancata realizzazione della palestra della scuola elementare di Cura, finanziata dalla Regione nel 2009 per oltre 117.000 euro, che doveva essere ultimata nel 2010. E non ho neanche ricevuto rassicurazioni sul potenziale rischio che il finanziamento regionale, visto il ritardo nell’esecuzione dei lavori, venga perso. Ancora più evasivo, per

certi versi preoccupante, quanto affermato sullo stato dei lavori della scuola elementare di Vetralla. Non solo non ho avuto conferma sul termine dei lavori stabilito per l’inizio del nuovo anno scolastico, ma ho appreso, anche se in modo non molto chiaro, che potrebbero essere emersi problemi ai solai. Speriamo che questo non costituisca un motivo per far slittare i tempi di ultimazione. Un’altra richiesta non presa in considerazione riguarda la scuola di piazza Cavour, dove si sono liberate alcune stanze, in passato utilizzate dalle Suore. Le stanze in questione potrebbero essere sistemate prima dell’inizio dell’anno scolastico ed utilizzate dalle classi delle scuole dell’infanzia di Cura, attualmente dirottate su Mazzocchio. Si libererebbe la struttura per far partire il servizio della “Casa famiglia” e i ragazzi seguirebbero le attività didattiche in un luogo idoneo, non destinato ad altro uso”.

rande festa questa sera nella suggestiva piazza ottagonale di San Lorenzo Nuovo: la locale sezione Avis, ‘Alessandro Montanucci’ festeggia i suoi 30 anni. Un traguardo importante che merita i dovuti riconoscimenti, considerati i risultati ottenuti in questi anni. 112 �aconi di sangue raccolti nel primo semestre 2011 e un numero sempre crescente di donatori che si sono aggiunti a quelli già presenti da anni, raggiungendo la cifra di 162. Un vanto per il piccolo paese dell’Alto Lazio e un grande segno di solidarietà, umanità e propensione ad aiutare il prossimo. “La cosa che più ci inorgoglisce”, afferma soddisfatto il presidente Fabio Ciccioni, “é la forte presenza di giovani, sia come donatori, sia come parte attiva nell’organizzazione e gestione della nostra sezione”. E ancora, “loro sono il nostro futuro, loro dovranno creare il mondo di domani e chiunque tra i giovani di San Lorenzo voglia bussare alla porta della sezione, noi saremo pronti ad accoglierlo per qualunque dubbio, chiarimento o peplessità in seno alla donazione. L’inte-

resse mostrato da così tanti giovani, ci fa ben sperare per il futuro, augurandoci che molti altri possano dedicarsi a questo gesto di così tanto altruismo”. L’Avis con la cena di questa sera, alla quale parteciperanno sostenitori, donatori e fondatori, oltre al sindaco Anna Maria Zanoni, il parroco, don Pompeo Rossi e il presidente della proloco, Marco Rocchi, darà inizio a una serie di iniziative che possano agevolare il coinvolgimento dell’intera comunità di San Lorenzo Nuovo alle attività della sezione. Infatti saremo presenti anche in occasione della ‘Notte Bianca’ e alla ‘Sagra degli Gnocchi’ con una lotteria e con un stend di dolci. “A noi non piacciono solo le belle parole”, dichiarano i partecipanti al consiglio diret-

tivo, “a noi piacciono i fatti, la presenza, la partecipazione, stare in mezzo alla gente per poter meglio diffondere il messaggio Avis”. Il presidente Ciccioni chiude con un messaggio: “Donare sangue signi�ca poter salvare una vita umana. Parole queste, che hanno un peso enorme, un signi�cato profondo, un’importanza immensa . Ri�ettiamoci un attimo. Vi aspettiamo nella nostra sede in via dell’Ospedale. Buona estate a tutti”.


montefiascone

16

Viterbo & Sabato 16 Luglio 2011 AltoLazio

Giovedì si è tenuta l’assemblea dei soci della struttura, splendida risorsa aziendale del territorio

Villa Serena é una grande realtà di MICHELE MARI

Villa Serena è una splendida risorsa per il territorio. Ha un ottimo bilancio attivo ed offre ef�cienti servizi nonostante la grave crisi sanitaria laziale”. A caldo queste le prime impressioni del dottor Manfredi Genova, l’amministratore delegato della società Geress (mista pubblico-privata) e nostro editore, appena terminata l’assemblea dei soci che si è tenuta giovedì. Il sindaco Luciano Cimarello presente alla riunione: “Villa Serena è una grossa realtà per Monte�ascone; è la prima azienda della città sia per servizi erogati e sia per il numeroso di personale che è stato assunto. Per questo abbiamo intenzione di potenziarla ulteriormente per quanto sarà possibile”. Nel corso dell’assemblea dei soci, tra la parte pubblica e privata (la parte privata 49% e la parte pubblica 51%) è stato approvato de�nitivamente il bilancio 2010 che è terminato con un attivo importante di ben 185mila euro. L’amministratore Genova ha voluto aggiungere: “Siamo tutti veramente soddisfatti. La collaborazione

tra noi e il comune è ottima e speriamo di realizzare tanti importanti progetti con il nuovo sindaco Luciano Cimarello per migliorare gradualmente e progressivamente la già funzionale struttura”. Lo stesso sindaco ha avuto parole di soddisfazione della gestione: “Oggi abbiamo approvato il bilancio che prevede anche un notevole utile. Tutta l’amministrazione, ed io in primis, siamo soddisfatti della gestione pubblico privata

che sta dando ottimi risultati. Per questo vogliamo potenziarla”. All’assemblea dei soci di giovedì hanno partecipato: il dottor Manfredi Genova (amministratore delegato società Geress), l’ingegnere Massimo Forti (amministratore parte privata) Angelo Monaldi (consigliere parte privata), il sindaco di Monte�ascone Luciano Cimarello, Angelo Ubaldi (presidente della casa di riposo), Marco Marianello (consigliere

della parte pubblica) e Giancarlo Moscetti (consigliere parte pubblica). All’unanimità è stato approvato il bilancio ancora una volta dopo ben tre anni in attivo. L’ingegnere Massimo Forti (amministratore parte privata) ha dichiarato: “Abbiamo la possibilità di realizzare nuove iniziative insieme al comune. Innanzitutto abbiamo il progetto di ampliare l’assistenza agli anziani. Villa Serena è una struttura molto funzionale e proprio per questo deve essere potenziata per offrire servizi sanitari a tutta la popolazione senza che la sanità laziale cerchi di realizzare, inutilmente, qualcosa di nuovo. Questa realtà va sfruttata al meglio in considerazione della sua base ottimale”. Per quanto riguarda il bilancio l’ingegner Forti aggiunge: “Il bilancio ancora una volta è in attivo. Abbiamo da tre anni anche un utile. Non è cosa da poco”. Decisamente molto confortante e considerevole. In�ne Forti conclude con una novità: “Tra poco offriremo un ulteriore servizio: l’ecogra�a ambulatoriale per cercare di eliminare le lunghe �le d’attesa nella Asl tanto che occorrono per una semplice

ecogra�a sette o otto mesi di attesa. Per questo ribadisco che la Asl deve sfruttare questo tipo di strutture esistenti proprio per fornire i servizi migliori ed eliminare le lunghe ed umilianti �le d’attesa”. Il presidente Angelo Ubaldi ha aggiunto: “La struttura offre ormai una gran quantità di servizi e di alte prestazioni. Questa situazione si è rispecchiata nel bilancio attivo da ben tre anni. Anche tutti i parenti degli assistiti ci fanno i

complimenti e sono tutti molto soddisfatti. Voglio ricordare in�ne che il nostro bilancio è attivo nonostante i 2milioni ed 800mila euro di crediti che ci devono essere versati dagli anni passati”. Vogliamo ricordare che attualmente la struttura offre un servizio di assistenza integrata agli anziani per un totale di 180 posti letto di cui 80 Rsa e 100 di Casa di Riposo a gestione totalmente privata.

Annuale cena alla quale hanno partecipato gli ospiti, i dipendenti della struttura e alcuni politici Cimarello: ‘diminuizione dei compensi come in Comune’

‘Banchetto di famiglia’ con un panorama d’eccezione Riduzione stipendi agli amministratori A

ppena dopo lo svolgimento dell’’assemblea dei soci all’interno della struttura nei giardini davanti ad uno dei più bei panorami del mondo, si è tenuta, alle ore 20, in un clima particolarmente festoso l’annuale cena. Gli amministratori hanno incontrato tutti i dipendenti ed i collaboratori della struttura. Presenti oltre il dottor Manfredi Genova (amministratore delegato società Geress), l’ingegnere Massimo Forti (amministratore parte privata), Angelo Monaldi (consigliere parte privata), il sindaco della città Luciano Cimarello, Angelo Ubaldi (presidente della casa di riposo), Marco Marianello (consigliere della parte pubblica), Giancarlo Moscetti (consigliere parte pubblica) poi anche molti infermieri, dottori ed i componenti delle altre categorie che collaborano nella struttura stessa. Molti anche i politici. Il nome più blasonato è stato quello

del consigliere proivinciale Giuseppe Parroncini; poi gli assessori comunali Domenico Batinelli, Giulia Moscetti, Giorgio Cacalloro, il vice sindaco Nando Fumagalli e il presidente del consiglio Mario Trapè. Hanno partecipato i dottori montefiasconesi Sandro Leonardi, Etulia Brizzola con il marito il segretario comunale Luciano Carelli, Luigi Cricco, Giuseppe Bartoleschi e la signora

Carla Pepponi. Inoltre presenti ancora il presidente dell’Asvom, Tonino Fiani e il presidente della Solidarietà Falisca, Algerina Monachini che si opera assiduamente per l’intero anno con i propri volontari per il buon funzionamento di Villa Serena. Il lauto banchetto aveva un gran menù: antipasti di vari tipi e modi, pizza, porchetta, insalata, patatine fritte, cocomero, dolci e

gelato. I partecipanti hanno apprezzato molto tutte le ottime pietanze preparate dallo staff della cucina composto da: Renato Cricco, Tiziana Cannavacciolo, Pina Brachino, Ida Gigi Antonella Leonetti, Annamaria Bartoleschi, Daniele De Grossi, Giancarlo Smafora ed Elisa Marallo. La porchetta, ottima come sempre, è stata cucinata, come tradizione, da Cacalloro. Il presidente Angelo Ubaldi ha sottolineato: “Come ogni anno abbiamo organizzato questa cena dopo l’approvazione del bilancio da parte dell’assemblea dei soci di Villa Serena. Questo felice incontro ha soprattutto l’obiettivo di instaurare e migliorare quel rapporto, che è già ottimo, tra dirigenza, consiglio d’amministrazione e i dipendenti stessi . Così facendo si crea un rapporto che va oltre a quello lavorativo formando progressivamente una vera e propria famiglia”.

N

el corso dell’assemblea dei soci di Villa Serena, oltre alla approvazione del bilancio 2010, si è discusso anche di una clamorosa novità. Gli stipendi del presidente della struttura (di parte pubblica) e le indennità di tutti gli amministratori saranno diminuite. A chiederlo e farlo approvare è stato lo stesso sindaco Luciano Cimarello “Lo stipendio del presidente di Villa Serena sarà diminuito del 50%; mentre gli altri amministratori avranno una riduzione del 20%. Questa decisione è stata presa in sintonia con l’operato già svolto in comune, dove tutta la mia giunta si è diminuita l’indennità del 50%”. Cimarello continua così con azioni estremamente accattivanti che stanno cogliendo unanimi consensi ed approvazioni in tutti gli strati sociali della città. Il primo cittadino continua: “Queste somme risparmiate saranno messe a disposizione in uno specifico capitolo di bilancio e saranno poi investite per finanziare progetti per gli anziani residenti nella casa di riposo. Praticamente questi soldi rimarranno nella struttura ma invece di percepirli gli amministratori verranno goduti dai tanti

anziani residenti. Anche questa nuova idea, accettata da tutto il consiglio d’amministrazione, ha l’obiettivo di limitare le spese per i compensi e cercare di fare del bene il più possibile”. Azioni esemplari. Sulla stessa linea anche Marco Marianello, consigliere della parte pubblica nel consiglio d’amministrazione, che aggiunge: “Nel corso dell’assemblea dei soci, il sindaco ha chiesto di voler fare questo taglio delle indennità. Tutta l’assemblea ha accettato e tutti noi amministratori siamo perfettamente in sintonia e d’accordo sui tagli. Nel corso di questi anni la gestione di Villa Serena è stata oculata con una grande cooperazione tra la parte pubblica e la parte privata. I rapporti sono ottimali e continueremo in questo senso e su questa linea. Anche il bilancio -ha continuato Marianello- è molto positivo, con un attivo importante. La gestione è notevolmente migliorata in questi ultimi anni”.


& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

bolsena

17

Si sono aperti ieri mattina al teatro San Francesco i giochi di ruolo della politica

Primo giorno per Governiadi di FULVIO MEDICI

T

utti pronti i partecipanti alle ‘Governiadi’ di buon mattino in piazza Matteotti a Bolsena. Accreditamenti per gli ultimi ritardatari, giunti solo nelle prime ore della giornata nel Comune lacustre. Intorno alle 10,00 si contavano almeno 120 iscritti, che nella serata sono diventati 160, che raggiungeranno, sabato almeno 180 I primi tutor arrivano per la presentazione del forum che l’On. Beatrice Lorenzin sta iniziando all’interno del teatro San Francesco. Tutto con i tempi leggermente allungati per attendere coloro che hanno deciso di non pernottare a Bolsena e i molti senatori, deputati e sottosegretari, che avranno il compito di af�ancare i concorrenti nella soluzione dei quesiti sui tre argomenti cardine: salvare i maggior numero di posti di lavoro all’interno di un’ipotetica azienda in crisi del territorio; la gestione del decoro urbano e risparmio energetico della cittadina di Pongobello per accrescerne la sostenibilità; la proposta di riforma costituzionale. La presentazione e la conformazione delle squadre inizia

verso le 10,00, mentre l’ospite più atteso della mattinata, il Ministro Gelmini, fa sapere che il suo arrivo è previsto per le 11,00. Puntuale e raggiante arriva a Bolsena, che visita per la prima volta e ad attenderla, Andrea di Sorte, che molto sta facendo per la buona riuscita di questa iniziativa e tutto lo staff delle associazioni che si occupano dell’evento: iPolis e ReLazione. Il primo cittadino Paolo Dottarelli a fare gli onori di casa, insieme al vice presidente e assessore della provincia Paolo Equitani, già sindaco per due legislature di Bolsena. Presenti molte testate giornalistiche nazionali con il Tg 2 e Rai news in prima �la. Il volto noto di Klaus Davi, la senatrice viterbese, Allegrini, il giovane assessore del comune di Viterbo Sabatini che parteciperà come concorrenti, il ‘personaggio’

nuovo della politica ‘rosa’ viterbese, Antonella Sberna di Giovane Italia. In attesa degli altri big della politica, la giornata dopo la pausa pranzo con un gustoso picnic a base di prodotti tipici locali, alle 18 e 30 ha visto la conclusione della prima sessione dei lavori alla quale è seguita la partita di calcio tra la nazionale Governanti contro la squadra delle Governiadi. L’iniziativa, ideata e curata dall’associazione iPolis e dalla consulta formazione politica del popolo della libertà di Roma, non sta tradendo le aspettative, complice anche le belle giornate, l’organizzazione capillare e la splendida

cornice della cittadina alto viterbese. L’ambiziosa volontà di riuscire a formare con questo tipo di iniziative la leadership futura del nostro paese non va baffatto sottovalutata, isoprattutto in questo periodo dove la passione per la politica lascia spesso il posto ai risentimenti e all’apatia di molti giovani. Giovani (la maggior parte) che stanno invece partecipando a Governiadi certi che il loro impegno e l’esperienza speci�ca possa essergli utile nel futuro. Hanno aderito alla manifestazione e molti saranno presenti in questi tre giorni che ci separano dalla chiusura dei lavori con la proclamazione della squadra vincente: i ministri Raffaele Fitto, Mariastella Gelmini, Ignazio La Russa, Altiero Matteoli, Giorgia Meloni, il sottosegretario Paolo Bonaiuti, il sindaco di Roma Gianni Alemano e il governatore del Lazio Renata Polverini, i capigruppo Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri e i parlamentari Anna Cinzia Bonfrisco, Annagrazia Calabria, Salvatore Cicu, Massimo Corsaro, Nunzia De Girolamo, Nicola Formichella, Gabriella Giammanco, Giorgio Lainati, Mario Landol�, Silvano Moffa, Fabio Rampelli, Paolo Russo, Jole Santelli, Roberto Tortoli, Mario Valducci, Cosimo Ventucci e, come membri della giuria tecnica, Paolo Bracalini, Ettore Colombo, Paolo Corsini, Klaus Davi, Arturo Diaconale, Francesco Di Giangiacomo, Tommaso Labate, Paolo Martini, Augusto Minzolini, Enrico Paoli, Luigi Paragone, Antonio Preziosi, Andrea Ruggeri, Giuseppe Sottile. Oggi alle 9 e 30 inizierà la seconda sessione dei lavori, pranzo a buffet per tutti i partecipanti all’Hotel ristorante ‘Ai Platani’, terza sessione nel pomeriggio al termine della quale ci sarà la gara oratoria all’interno del teatro San Francesco con i delegati di ciascuna squadra. La cena sarà al ristorante ‘Trattoria del Moro’ di proprietà della famiglia Di Sorte con la gradevole passeggiata in riva al lago che di certo tutti non vorranno perdere.


& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

19

CIVITA CASTELLANA - “Da settembre un nuovo modo di amministrare la città”. Parola del consigliere Zezza

Tra il sindaco e i ‘dissidenti’ torna il sereno di SIMONA TENENTINI

T

ra Angelelli e i consiglieri Zezza, Parroncini e Palmieri è di nuovo tutto rose e �ori. A garantirlo c’è la parola di Antonio Zezza, uno dei protagonisti della ‘triade dissidente’ che, qualche tempo fa, aveva inviato una lettera ‘esplosiva’ all’indirizzo del primo cittadino, elencando una serie di promesse non realizzate e le molteplici defaillances avute dalla giunta in due anni di governo della città. “Quella missiva è stato un segnale forte da parte nostra che il sindaco sembra aver raccolto - dichiara Zezza non a caso proprio in questi giorni si è tenuta una riunione sia con i consiglieri che con i segretari dei partiti rappresentati in giunta per fare il punto della situazione ed elaborare un percorso condiviso che garantisca stabilità al paese.” “Non a caso - continua - la ‘famosa’ lettera era stata redatta proprio per esprimere un malcontento diffuso in ampi strati della popolazione riguardo una metodologia poco corretta nell’iter am-

ministrativo: non si possono assumere scelte fondamentali per la vita dei cittadini senza che, a monte ci sia un percorso comune, che coinvolga tutti i soggetti interessati. Invece quello che abbiamo voluto sottolineare era proprio la mancanza di un confronto sia con la cittadinanza che con gli stessi consiglieri. Il nostro disagio è stato compreso dal sindaco ed ora sembra che si inaugurerà un nuovo corso nel governo di Civita Castellana. Nel corso di questa lunga serie di incontri che abbiamo avuto, è stato elaborato un documento uf�ciale che sancisce proprio tale cambiamento di rotta”. Quali sono le priorità da affrontare con maggiore urgenza? “La prima è senza dubbio quella del metodo: occorre infatti mutare il modo di governare: le scelte non saranno più adottate senza una necessaria concertazione alla base. E poi - aggiunge il consigliere - cercheremo di concretizzare due obiettivi fondamentali per la cittadinanza: l’introduzione della raccolta differenziata porta a porta e la dearseni�cazione

VALLERANO - Al km.5 della Canepinese

Adolescente finisce a terra con lo scooter E

dell’acqua. In�ne, a seguire, una serie di opere in cantiere che dovranno �nalmente essere avviate. Penso, ad esempio, alla rotatoria del Quartaccio. Insomma, da settembre si riparte in maniera diversa, varando un nuovo modo di amministrare.”

E se questi presupposti si dimostreranno solo tali? “Spero che non sia così conclude Antonio Zezza - non ci fasciamo la testa prima di ripartire. In caso contrario, si deciderà sul momento in base alla situazione: non sono abituato a pre�gurarmi scenari prima che accadano.”

nnesimo incidente giovedì lungo la strada provinciale 25, meglio conosciuta come canepinese o valleranese, che da Vallerano porta a Fabrica di Roma. Un’adolescente di Vallerano, al Km 5 in prossimità della Conger ( la cooperativa che trasforma le nocciole) per via del fondo stradale sconnesso e i margini invasi dai lapilli è rovinata a terra insieme al suo scooter. C’è stato l’intervento del 118. Su questa strada sono frequenti episodi del genere, anche perchè il manto stradale deve essere rinnovato da anni e le condizioni della carreggiata sono disastrate. La sistemazione della strada provinciale fabrichese era stato uno dei primi impegni che il Presidente Meroi si era assunto all’indomani dell’insediamento della

nuova Giunta provinciale, ma, a distanza di oltre un anno, alcun provvedimento è stato preso e nessuna risposta è pervenuta ai sindaci nonostante le ripetute sollecitazioni. Intanto incidenti e danneggiamenti si susseguono. Poco tempo fa anche un autobus del Co.tra.l, in servizio di linea, è uscito di strada a causa del cattivo stato del manto bituminoso. Ci sono stati capottamenti, allagamenti, ognuno con interventi sia del 118 e dell’elisoccorso. Gli utenti sono esausti e giustamente rivolgono le loro sdegnate lamentele rivolgendosi agli uf�ci ed ai rappresentanti delle istituzioni comunali. I sindaci di Vallerano e Fabrica attendono risposte concrete. Gli utenti qualcosina in più: un fondo stradale percorribile e meno incidenti. Attendere ancora è troppo. (E.M.)

VASANELLO - Dopo l’incidente di giovedì aumentano le proteste per il transito delle bici

La Passeggiata a rischio sicurezza U

na nuova accesa polemica si è scatenata in paese. A ‘dare fuoco alle polveri’ è stato l’incidente che si è veri�cato in via Marconi, meglio conosciuta come Passeggiata. Giovedì sera, intorno alle venti, un bambino di circa sette-otto anni è stato travolto da un suo coetaneo alla guida di una bicicletta. Il bimbo è rovinato al suolo e per lui si sono resi necessari i soccorsi del 118. Fortunatamente tutto si è risolto con qualche punto di sutura e tanta paura, soprattutto per i genitori che hanno visto il proprio �glio a terra con il volto coperto di sangue. L’episodio però è stato lo spunto per tornare a parlare del problema

sicurezza. Via Marconi infatti è, da tempo immemorabile, una strada pedonale in cui vige il divieto di transito. Succede però che, abitualmente, vi si improvvisino gare di velocità tra biciclette e chi sta passeggiando si trovi costretto a dover schivare ciclisti spericolati. Fino a giovedì, quando si è veri�cato questo brutto episodio. Ora le proteste per tale cattiva abitudine iniziano a farsi sentire e c’è già chi si sta mobilitando per adottare i necessari provvedimenti: a tal riguardo il circolo del Pd locale sta infatti promuovendo una raccolta �rme per sensibilizzare l’amministrazione. E, sulla base delle segnalazioni ricevute, si può scommettere che sarà un’iniziativa bipartisan. (Sim.Ten.)

Fabrica di Roma-Vallerano appello congiunto a Meroi I Foto A. Di Palermo

SORIANO - Apre la rassegna con la presentazione del libro “Nude e crudi” di Sandra Puccini

Aperitivo letterario al Parchetto P

renderà il via oggi alle 18.30 l’originale rassegna Aperitivo Letterario da Matrixstore, presso il parchetto Valente in viale Cesare Battisti a Soriano nel Cimino. Il primo appuntamento è con Sandra Puccini, autrice del libro “Nude e crudi. Femminile e maschile nell’Italia di oggi, edito da Donzelli. “In principio ci furono la contestazione, il femminismo e la liberazione sessuale; poi vennero la donna oggetto, le scosciate tutte-tette delle tv commerciali, l’imperativo dei giovani belli e disinibiti a tutti i costi, uomini compresi. Qual è il nesso che tiene insieme così tanti ribaltamenti

di ruoli e di costumi, all’apparenza tra loro stridenti? Qual è la strada che ha condotto dalla minigonna degli anni sessanta alle nudità dei novanta, dalla rivendicazione femminile dei diritti sul corpo all’esibizione spudorata della sessualità, dall’accettazione di sé alla manipolazione estetica? E che dire degli uomini, sospesi tra il sogno dell’harem e il mito della tenerezza materna? Con i ferri del mestiere dell’antropologa e una quotidiana consuetudine col mondo giovanile, Sandra Puccini passa in rassegna �ction e reality show, spot e messaggi pubblicitari, moda, narrativa per i giovani e neo-

pornogra�a. “La grande mutazione antropologica” degli italiani, di cui Pasolini parlava inascoltato negli anni sessanta, è dunque ormai completata oppure all’alba del terzo millennio è tuttora in corso? Sandra Puccini, nipote dello scrittore Mario Puccini e �glia del regista Gianni, insegna Antropologia culturale all’Università della Tuscia. Conduce l’appuntamento il giornalista Paolo Andruccioli. I prossimi appuntamenti sono: domenica 24 luglio con Luigi De Pascalis e “La pazzia di Dio” e sabato 30 luglio con Marcello Simonetta autore de ‘L’enigma di Montefeltro’. (Sim.Ten.)

Sindaci di Fabrica di Roma Mario Scarnati e di Vallerano Mauro Giovannini, hanno inviato una dura lettera di protesta al presidente della Provincia Meroi lo stato di abbandono in cui versa l’intero tratto di strada che congiunge i due comuni. “Siamo veramente sconfortati per i ritardi e la trascuratezza con cui i nostri territori sono trattati dall’Amministrazione Provinciale. Lo stato di abbandono delle nostre strade è testimoniato anche dalla carenza e dalla pessima condizione della segnaletica stradale, mentre notiamo che migliore cura e attenzione sono riservate ad altri territori della provincia. Eppure i cittadini dei nostri Comuni sono ugualmente partecipi alle contribuzioni �scali ed ai prelievi di imposte che af�uiscono alle casse della Provincia!”. Sono anni che il manto stradale non è stato rinnovato e negli ultimi mesi, anche a causa del maltempo, le condizioni della carreggiata sono ulteriormente peggiorate. “Giornalmente riceviamo reclami e richieste di risarci-

menti da parte di automobilisti per i danni che subiscono nel percorrere questo tratto di strada provinciale. Anche da parte degli autisti del Co.tra.l giungono quotidiane segnalazioni di pericolo e di disagio per il servizi pubblico”. La sistemazione della strada provinciale fabrichese era stato uno dei primi impegni che il Presidente Meroi si era assunto all’indomani dell’insediamento della nuova Giunta provinciale, ma a distanza di oltre un anno alcun provvedimento è stato preso e nessuna risposta è pervenuta ai sindaci nonostante le ripetute sollecitazioni. Intanto incidenti e danneggiamenti si susseguono sulla Fabrica di Roma-Vallerano. Poco tempo fa anche un autobus del Co.tra.l, in servizio di linea, è uscito di strada a causa del cattivo stato del manto bituminoso. Gli utenti sono esausti e giustamente rivolgono le loro sdegnate lamentele rivolgendosi agli uf�ci ed ai rappresentanti delle istituzioni comunali. I due sindaci attendono ora risposte concrete.


20

cultura e spettacoli

Viterbo & VenerdĂŹ 15 Luglio 2011 AltoLazio


& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

21

La serata, sponsorizzata da Confcooperative, è stata accolta da una grande presenza di pubblico

In tanti per la graphic novel di Cervo e D’Elia U

n salotto culturale gremito di gente. Lo scorso giovedì, Piazza Cappella nel quartiere di San Pellegrino a Viterbo, ha fatto da cornice alla presentazione della graphic novel “L’uomo più crudele” di Gian Maria Cervo. L’evento promosso da Confcooperative Viterbo, durante la manifestazione culturale “Caffeina”, ha visto il susseguirsi di ospiti illustri quali: Gian Maria Cervo autore del libro, Enrico D’Elia disegnatore, Roberto Faenza curatore della postfazione, Marcello Carriero critico d’arte, Marco Raparelli artista visivo e due scrittori viterbesi, Franco Limardi e Giulio Laurenti moderati con estrema professionalità dal giornalista Daniele Camilli. La serata si è aperta con l’intervento e il benvenuto del Presidente Confcooperative Viterbo Bruna Rossetti, che ha da subito sottolineato la stima nei confronti dell’autore, l’interesse per l’originalità dell’opera, spiegando a tutti i presenti il perché di una serata che ha come protagonisti la cultura e l’agricoltura: “In questa serata, Confcooperative

Viterbo, proprio per la caratteristica innovativa che la contraddistingue, ha voluto costruire un binomio tra la cooperazione culturale e quella agricola”. Infatti, oltre alla presentazione del libro, una degustazione dei prodotti tipici delle Cooperative CCORAV, A.PRO.N.VIT. e Cooperativa Olivicoltori Vetralla del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia, sapientemente cucinati dalla Cooperativa Azienda Agricola Villa Ione, ha stuzzicato il palato di tutti i presenti. Il Presidente Rossetti ha così aggiunto: “ Gian Maria Cervo si definisce un “nichilista – ottimista”. Bene, io credo che questa sua presa di coscienza si sposi perfettamente con i principi della cooperazione. Nichilismo è il non fermarsi alle apparenze, andare oltre. Noi di Confcooperative Viterbo crediamo in questo, nel vero valore del fare e così come è conosciuta oltre confine la bravura di Cervo e la particolarità della sua opera “L’uomo più crudele”, noi vogliamo che anche i prodotti tipici della nostra terra vengano diffusi e apprezzati al di fuori dei

confini della Tuscia. Da qui nasce l’ambizione, sostenuta da Fedagri/ Confcooperative Viterbo, di riunire le cooperative agricole nel Consorzio Valori e Sapori della Tuscia per contribuire a trasmettere le conoscenze della nostra

cultura, valorizzare un patrimonio così vasto di prodotti agroalimentari genuini e di alta qualità. Non vogliamo e non possiamo fermarci – conclude Rossetti, questo è il nostro obiettivo”.

“E’ il momento di avviare questo percorso puntando a replicare il successo dell’Arcionello”

Museo di Santa Rosa, la proposta di legge di Parroncini R

egione Lazio, Comune di Viterbo e Sodalizio dei Facchini coinvolti attraverso una convenzione per il Museo della Macchina di Santa Rosa. Il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Parroncini, ha presentato una proposta di legge per la sua realizzazione. “La proposta – dice – prevede un contributo in conto capitale per l’avvio e un altro nella spesa corrente, dunque ogni anno, per il mantenimento negli anni del museo. La festa di Santa Rosa è fra le tradizioni più suggestive d’Italia, credo che questa sia l’occasione giusta per investire, visto che tutti hanno sempre sostenuto che va fatto. Va stabilito quanto. Personalmente poi avevo

preso un impegno nel corso dell’ultima campagna elettorale”. Il Campanile che cammina, spesso un’opera d’arte. “Di alcune purtroppo è rimasto poco o nulla. Il museo serve anche a evitare che accada di nuovo. Grazie a una convenzione tra Regione, Comune e Sodalizio dei Facchini si può finanziare l’opera e individuare un sito idoneo”. L’idea è quella di un percorso con sezioni di Macchine o, se possibile, intere strutture, spazi multimediali, pezzi di storia come foto e filmati, una parte riservata al corteo storico. “Un’operazione impegnativa, ma ne vale la pena. Il testo dovrà andare in commissione e auspico che i consiglieri re-

gionali della Tuscia viterbese vogliano condividere questo percorso, come accaduto nella scorsa legislatura con la riserva naturale dell’Arcionello. Il testo infatti è tutt’altro che blindato. Può essere migliorato – conclude Parroncini – con il contributo di tutti. Perché Santa Rosa è di tutti”. L’azione di Parroncini è sicuramente degna di nota perché punta ad affrontare con decisione un qualcosa che l’intera comunità viterbese ha da tempo veramente a cuore. La speranza è che questa manovra, avviata dal consigliere del Pd, possa trovare un appoggio trasversale, anche da parte dei membri di altre forze politiche presenti in Regione.

Stasera appuntamento con la fiction U

ltimo incontro stasera alle 22.30 all’Arena Boscolo per l’edizione 2011 di Caffeina Cultura. Chiuderà la stagione “La fiction televisiva” con gli autori Pietro Bevilacqua e Agostino Marotti. Con loro anche l’attore e interprete della prima sit com trasmessa dalla televisione italiana, Piermaria Cecchini. Sul palco, infine, anche Ciro Rocco, un componente del gruppo I ragazzi di Scampia. Un gradito ritorno a Caffeina per i due autori Bevilacqua e Marotti che già nell’edizione 2009 presentarono la loro precedente opera,

“Una canzone per…L’analisi semiotica della canzone”. L’incontro sarà dedicato all’analisi della fiction televisiva, alle emozioni che trasmette, alle sensazioni che provoca allo spettatore. Il saggio scritto da Bevilacqua e Marotti contiene la prefazione di Guglielmo Ariè, produttore delle più note fiction, tra cui Il Maresciallo Rocca, e la post fazione di Antonio Pieretti, semiologo di fama internazionale. Si parte da un excursus sulle origini e i generi delle fiction e si prosegue con un’accurata analisi della stessa, per procedere con la valutazione di due

fiction ben note al pubblico italiano. Il libro, con contenuti di valore scientifico, si conclude con un’appendice, preziosa per comprendere come si struttura e sviluppa una fiction televisiva.

SE SEI UN CANTANTE O HAI UN GRUPPO MUSICALE E VUOI FARTI CONOSCERE CONTATTA opinionelive@gmail.com redazione@opinioneviterbo.it


22

cultura e spettacoli

Viterbo & Sabato 16 Luglio 2011 AltoLazio

Al via le celebrazioni per il 146° anniversario dalla fondazione del Corpo della Capitaneria

Arrivano i festeggiamenti lungo il Porto

di ROBERTA FRASCARELLI

F

esteggiamenti partiti lo scorso 13 luglio che termineranno oggi al Porto Antico di Civitavecchia con una serie di eventi liturgici organizzati dalla Diocesi di Civitavecchia e Tarquinia Centro Pastorale per il Porto, dall’associazione Stella Maris e dalla Capitaneria di Porto. Un’iniziativa partita lo scorso, nella seconda domenica di luglio, istituita da Papa Benedetto XVI, si svolge in concomitanza con la settimana del mare, inoltre in questa giornata saranno consegnate le medaglie di lunga navigazione ai marittimi, iscritti o residenti nel compartimento di Civitavecchia. Uomini che hanno navigato per più di trent’anni che alle 18.45 riceveranno il riconoscimento conferito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti,, si tratta di Lorenzo Ciavolino, Luigi Ciocci per lui la moglie Milvia Piscini, Di leva Givangiuseppe, Antonio Lauro, Franco Nirta, Ercole Calogero Vitanza, Vincenzo Agostini, mario di Leva per lui la moglie Maria Luisa Gasparri, Domenico Nirta. Abbiamo parlato di questa celebrazione con Don Salvatore, il cappellano militare del Ce.Si.Va. e degli altri enti militari di Civitavecchia e Monte Romano.Ci spiega la storia di questo evento, tanto atteso dalla gente di mare? “La Vergine Maria, con il suo appellativo di “Stella Maris”, è riconosciuta patrona universale dell’Apostolato del Mare ed è onorata anche con altri titoli da molte comunità di pescatori. A Civitavecchia, oltre al culto di Santa Fermina (protettrice dei naviganti) e di Santa Barbara (patrona della Marina Militare), anche la Madonna delle Grazie, venerata nella

Chiesa della Stella, è sempre stata associata al mare. Testimonianza di tale legame “spirituale”, tra la gente di mare di Civitavecchia e la Madonna, è la benedizione del mare che ogni 8 settembre viene impartita dal Vescovo della diocesi sul sagrato della Cattedrale all’inizio della processione. In realtà, fino a qualche anno addietro, la statua della Madonna delle Grazie, veniva portata in processione al porto, dove, poi, veniva impartita la benedizione del mare”. Parliamo invece ora del Centro della Stella Maris che da qualche anno, all’interno del Porto di Civitavecchia. “Si occupa della pastorale dei marittimi. Inoltre, dal 31 ottobre 2009, per volere del compianto Vescovo Mons. Carlo Chenis è stato

istituito il Centro Pastorale per il Porto. In questo modo, si cerca di assicurare un servizio pastorale, da parte della Chiesa, sia diocesana che universale, verso ogni fedele che lavora o transita all’interno di questa grande realtà che è il porto di Civitavecchia, al fine di dare “una parrocchia a chi non ha parrocchia”, come diceva Mons. Chenis citando San Giovanni Bosco. Da qualche anno, è stato costituito il Centro della Stella Maris, Dall’anno scorso, tutti i sacerdoti che “operiamo” all’interno del porto, abbiamo voluto istituire una settimana del mare. Quest’evento nasce dal fatto che, da qualche anno, la Chiesa universale nella seconda domenica di luglio, celebra la domenica del mare. Tale celebrazione, è un’occasione speciale per accrescere la consapevolezza, nelle comunità cristiane e nella società in generale, di quanto sia indispensabile il servizio reso dai marittimi, e per far conoscere il ministero che, fin dal 1920, i Cappellani e i volontari dell’Apostolato del Mare svolgono in numerosi porti del mondo. Partendo da quest’evento, abbiamo voluto associare anche la festa della Madonna del Carmelo, che tradizionalmente viene invocata come “Stella del Mare”. Con tale festa, i cappellani del porto: io, Don Giorgio Picu e Don Artur Jeziorek, vogliamo innanzitutto unire le nostre realtà pastorali e vogliamo creare un’ulteriore collegamento tra la gente che lavora nel porto e i cittadini di Civitavecchia”. Alle ore 19 di oggi, dopo la consegna delle medaglie di lunga navigazione, si svolgerà la solenne concelebrazione eucaristica e la fiaccolata nel Porto Antico. Intanto il porto si sta preparando anche a festeggiare il 146° anniversario della costituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto, il tutto si svolgerà, mercoledì prossimo alle ore 18.30, nel piazzale di fronte alla Capitaneria. Molte le cariche istituzionali che interverranno, tra questi il Ministro della Difesa Ignazio la Russa, il Ministro dell’Interno Roberto Maroni, il Ministro della Salute Ferruccio Fazio, Il Senatore Altero Matteoli, il Sindaco Gianni Moscherini.

Nuove iniziativa per l’estate dell’associazione

L’Arci porta gli anziani in vacanza a Fiuggi

A

ncora uno dei tanti progetti che vedono in prima linea la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, si tratta dell’iniziativa “Pianeta Anziani”, che segue in ordine di tempo “Giovani per anziani”, promossa dall’ARCI, rivolta coloro che cercano conforto e svago oltre ad un utilissimo aiuto. Saranno ancora una volta giovani volontari ed anziani i protagonisti del programma apposi-

tamente creato, saranno messi a punto i piani di coinvolgimento nelle attività creative e di sostegno nelle attività quotidiane. Si parte subito con una novità , i ragazzi del volontariato accompagneranno, dal 16 luglio al 1 agosto 2011,un gruppo di over 65 in un viaggio a Fiuggi allietandone il soggiorno con un programma di animazione che si svilupperà per tutto il periodo. (rob.fra.)


SPORT

� � �

Sabato 16 Luglio 2011

23

BADMINTON - Ha tenuto un corso riservato ad Allenatori di livello B

Agnese Allegrini docente d’eccezione N

on solo grande giocatrice, ma anche insegnante d’eccezione per un corso riservato a futuri allenatori. Agnese Allegrini (nella foto), la campionessa di badminton di Vignanello, si è cimentata nel ruolo di docente per un corso che ha consentito di formare 5 nuovi Allenatori di livello B. Si tratta di Mario

Busonero, Luigi Gargano, Salvatore Marletta, Nicola Rotta e Fabio Tomasello che hanno partecipato alle lezioni dal 26 al 29 maggio. Il brevetto gli è stato consegnato proprio nell’ultima sessione svolta da Agnese Allegrini che ora si sta preparando per i prossimi appuntamenti internazionali.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

MOTOCROSS

Lupino rilancia la sua sfida

Sul circuito lettone di Kegums la terza gara consecutiva del Mondiale MX2 di GLAUCO ANTONIACCI

N

on c’è davvero un attimo di respiro per i protagonisti del Mondiale di motocross. Siamo appena a metà luglio e domani si correrà la terza gara di questo intenso mese estivo, in cui il caldo si fa sentire non solo per le temperature metereologiche ma anche per la tensione delle battaglie in pista. Dopo la Svezia e la Germania, i campioni delle ruote tassellate fanno tappa ancora nel nord Europa, spostandosi questa volta in Lettonia per andare a s�darsi sul circuito di Kegums. Fondo sabbioso ma duro, tracciato insidioso e pronto a mettere alla prova le doti sia tecniche che �siche dei piloti. E’ innegabile, infatti, che farà sentire il suo peso anche la stanchezza di tre gare in due settimane, soprattutto in chi ha dovuto fare i conti con cadute e infortuni vari. Pronto a riproporsi nelle zone alte della classi�ca c’è anche Alessandro Lupino, il pilota viterbese che, ormai da diversi gran premi, è inquilino �sso delle posizioni a ridosso delle pri-

BASEBALL - Due successi a Grosseto

me dieci. Gli è sempre mancata la fortuna o lo spunto giusto per l’ultimo passo avanti, quello che lo porterebbe nella prima parte della classi�ca. La sua Husqvarna ha raggiunto una buona af�dabilità, tanto che Lupino ha una striscia aperta di nove manches consecutive chiuse in zona punti. La sensazione è che abbia il ritmo e il passo per arrivare stabilmente fra il decimo e il quindicesimo posto, ma che manchi qualcosa per i primi dieci. Lo spunto in partenza della sua Husqvarna non è all’altezza dei migliori e a Kegums, dove i sorpassi non sono certo la cosa più semplice da fare, questo handicap potrebbe rappresentare un ostacolo per chi ha voglia di migliorarsi. Speriamo che non ci si metta anche il suo compagno Leib che, in gara 1 in Germania, lo ha centrato in pieno obbligandolo a rimontare dall’ultima posizione. Sarebbero tutte energie extra da conservare in un week-end che proietterà i centauri verso le ultime cinque tappe e verso il Motocross delle Nazioni, in cui Lupino sarà in pista con la maglia azzurra.

Gli Allievi hanno imparato la lezione S

econda giornata decisamente brillante per gli Allievi dei Rams Baseball, impegnati in questo lungo �ne settimana nelle Tuscany Series di Grosseto. I giovani viterbesi, archiviata la doppia scon�tta nella giornata inaugurale contro i team padroni di casa, si sono ripresentati ieri sul diamante con grande determinazione e �ducia, ben sapendo di avere a disposizione due partite per riscattarsi e ritrovare morale. Il gruppo guidato dal manager Livio Quatrini ha iniziato affrontando nel derby i pari età del Monte�ascone Baseball: la gara è stata ben gestita dai Rams che hanno preso il largo

LAMBORGHINI SUPER TROFEO - Il pilota di Bagnoregio si presenta al Paul Ricard con nuove speranze

Carboni, sarà la gara della rinascita? FORMULA ABARTH

A Imola senza Roman De Beer

N

on ci saranno il sudafricano Roman De Beer e la vettura del team Victoria World sulla griglia di partenza della gara in programma domani a Imola, valida per il Trofeo Abarth ACI-CSAI. Il talentuoso pilota e la scuderia di proprietà di Dario Caso sono infatti vicini alla separazione a causa di alcuni problemi sopraggiunti dopo le prime gare, in cui erano arrivati anche dei risultati positivi. Dif�cile a questo punto della stagione trovare un sostituto di De Beer, quindi è praticamente scontato che, se non si troverà una soluzione, la Victoria World terminerà qui la sua partecipazione al Trofeo Abarth.

T

re manches per capire se davvero i problemi sono stati risolti. Un lungo week-end per vedere l’effetto che fa poter correre alla pari con gli altri, senza doversi preoccupare continuamente che qualche guasto alla vettura rovini gli sforzi fatti �no a quel momento. Curiosità da un lato, un pizzico di tensione dall’altro; sono forse questi gli stati d’animo che accompagnano la trasferta francese di Gianluca Carboni e Riccardo Ragazzi, impegnati sul tracciato del Paul Ricard nella terza gara del Lamborghini Blancpain Super Trofeo. Il pilota di Bagnoregio e il suo compagno di squadra, al volante di una vettura del team Imperiale Racing, hanno vissuto un inizio di stagione travagliato (eufemismo), accumulando ritiri e gare saltate addirittura senza nemmeno schierarsi sulla griglia di partenza. Nelle scorse settimane, come ci ha confermato Carboni, la macchina è stata sottoposta ad un check-up completo e alla sostituzione del motore per risolvere alla radice il problema, risultato poi un eccessivo aumento delle temperature della benzina. Con una macchina rinnovata e con la voglia di chi �nora ha dovuto masticare

troppo spesso amaro, Carboni e Ragazzi sono arrivati al Paul Ricard dove ieri si sono disputate le prime prove uf�ciali ed oggi la tensione salirà molto alta per la prima manche del lungo �ne settimana. La formula del Super Trofeo prevede infatti ben tre gare per ogni �ne settimana, con il cambio piloti a metà gara e la necessità di avere due drivers abbastanza veloci da non far calare il ritmo durante la gara.

A Carboni e Ragazzi non fa certo difetto la bravura e il talento, come ben sanno i loro avversari di tante stagioni nel Ferrari Challenge; quella che è mancata, �nora, è stata la fortuna e bisogna vedere se l’aria frizzante del sud della Francia permetterà �nalmente di portare qualche soddisfazione ai due piloti italiani. Le premesse per lasciarsi alle spalle il periodo negativo sembrano esserci davvero tutte. (GA)

Leonardo Ceppari ben presto nel punteggio ed hanno portato a casa la vittoria con un netto 13-2. Nel pomeriggio la squadra è tornata nuovamente in campo per affrontare Novara, espressione di una società che milita addirittura in IBL con la sua formazione maggiore. Ne è scaturita una partita decisamente combattuta, che i Rams sono riusciti ad aggiudicarsi con il risultato di 6-3; un’affermazione signi�cativa per un gruppo che, in larga parte, è composto da giocatori al primo anno nella categoria Allievi che devono quindi confrontarsi con ragazzi più grandi di almeno un anno. L’avventura dei Rams alle Tuscany Series categoria Allievi proseguirà oggi con il match contro una formazione di Nettuno; trattandosi di un’altra delle piazze storiche del baseball nazionale, meglio non prendere sotto gamba nessun impegno ma i viterbesi hanno tutte le possibilità di allungare a tre la striscia di successi consecutivi. L’obiettivo resta quello di accumulare esperienza in vista delle prossime fasi nazionali del campionato di categoria, oltre a migliorare l’intesa di squadra e tutti i fondamentali del gioco come è normale che sia per un team giovanile. Ci sono molti esempi di grandi giocatori partiti proprio dal vivaio dei Rams per arrivare ai vertici nazionali e non solo, modelli da imitare e seguire con tanto impegno e volontà. (GA)


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 15 Luglio 2011


� �

sport

SPORT

& Sabato 16 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

25

CALCIO SERIE D

Viterbese, ecco chi partirà per il ritiro Che colpi messi a segno da Canovi! Fra i big spiccano i nomi di Nocerino, Cristiano, Di Lello e Palermo Ci sono poi le giovani promesse come D’Ambrosio e Rituale Modesto. La rosa è quasi al completo di GIANLUCA NATOLI

Arriva dal Guidonia, piccolo fisicamente ma molto rapido ed abile a sfruttare gli spazi. Lo scorso 3 aprile è andato a segno proprio contro la Viterbese nel campionato di Serie D, dando un contributo importante palla sua squadra per la vittoria di quella partita finita 2-1 per i romani. Voto: 6,5

A

nche se è decisamente presto per fare un bilancio definitivo sul mercato gialloblù, proviamo a conoscere alcuni nuovi volti della futura squadra e a dare un giudizio sulle scelte tecniche fatte dall’entourage di via della Palazzina. Circa 25 calciatori partiranno per il ritiro mercoledì prossimo, ma non è affatto scontato che tutti loro rimarranno alla corte di Raffaele Sergio quando sarà resa nota in modo ufficiale la categoria in cui sarà impegnata la Viterbese il prossimo anno. GIOACCHINO CAVALIERE Si tratta di un ritorno. Il portiere aveva già vestito i colori gialloblù nella stagione 2004/2005. Ha 30 anni e vanta un’esperienza importante maturata in categorie superiori alla Serie D tra le file dell’ Ascoli, Chievo, Lucchese, Varese, Salernitana, Cavese, Foggia e Aversa Normanna. Molto probabilmente non è lui il number one per la porta, ma le sue qualità potranno dare compattezza allo spogliatoio, oltre che in campo all’occorrenza. Voto: 6,5

I VETERANI Riconfermati dalla squadra dell’anno scorso Sbaccanti, Federici, Scerrati, Zagarella, Fapperdue. Dalle giovanili salgono in prima squadra Menci, Toli e Pieri. Da sinistra: Alberto Nocerino, Simone Canovi e Danilo D’Ambrosio esperienza e di un buon senso della posizione in campo. Un vero riferimento insomma per il tutti i suoi compagni di reparto. Nella stagione 1996-1997 ha esordito in Serie A con la Lazio di Zdenek Zeman. Poi ha disputato diversi campionati a Malta vestendo le maglie di Pietà Hotspurs, Sliema Wanderers e Birkirkara. Nel 2009 è stato ingaggiato dallo Sporting Terni. Voto: 7

ALESSANDRO CIMA Portiere giovanissimo (classe ’94 ed ex Lazio). Ha tutte le possibilità di crescere con serenità accanto a giocatori e preparatori di livello. Voto: 6

ALBERTO NOCERINO Forte difensore (classe ’76) ex Avellino. Alle spalle un curriculum importante: Cavese, Benevento, Lecco, Crotone, Savoia, Altamura. Ha sicuramente tutte le carte in regola per poter dare affidabilità alla retroguardia gialloblù. Voto: 7

MAURO DI LELLO Nasce il 12/03/1978. E’ un difensore centrale dotato di grande

DOMENICO CRISTIANO Nasce il 29/03/1976. Esordisce in Serie A con la Lazio a 18 anni.

Poi passa per Venezia, Castel di Sangro, Monza, Salernitana, Fermana, Napoli, Ascoli, Rimini e Pro Patria. Non è più giovanissimo ed a differenza dei difensori qualche primavera di troppo sulle spalle potrebbe pesare un pò per lui in mezzo al campo visto che è un centrocampista. Indiscusse tuttavia le sue straordinarie doti tecniche adatte per le categorie in questione. Voto: 6,5 DANILO D’AMBROSIO Nasce il 10/8/1988. E’ una promessa e forse anche una certezza ormai. Molto duttile come esterno e scattante sulla fascia tra la difesa ed il centrocampo. Capace di seminare panico tra gli avversari e molto bravo nelle due fasi. E’ cresciuto nelle giovanili della Roma. Poi ha indossato anche le casacche di Lupa Frascati e Montevarchi. Voto: 7

SIMONE PALERMO ‘Gemello’ di D’Ambrosio, i due sono cresciuti insieme alla Roma, sarebbe un altro di quelli in grado di garantire il salto di qualità alla squadra. Un trequartista di spessore, proveniente dal Foggia dove nell’ultima parte della stagione è stato però messo fuori rosa per incomprensioni con il tecnico boemo (Zeman). Tanta voglia di riscatto! E’ uno di quelli che in caso di mancato ripescaggio potrebbe però partire. Voto: 7,5 RITUALE MODESTO Centrocampista offensivo paraguayano, classe ’89. E’ arrivato in Italia con la sua famiglia lo scorso dicembre. E’ stato ingaggiato subito dal Gavorrano (Toscana), ma a causa di ritardi nell’arrivo del transfer dal Sudamerica ha giocato poco. Ora è

pronto ad esplodere con la sua fantasia! Voto: 6,5 KEVIN PINTUCCI Centrocampista del ’93, ex Astrea. Anche lui una bella promessa tutta da scoprire. Voto: 6 ALESSANDRO SABATINO E’ nato a Castellammare di Stabia (Na) il 28/12/1981. Centrocampista con buon fiuto del gol. Viene dal Fidene (serie D), anche se ha giocato prima con Messina, Potenza, Salernitana. Juve Stabia, Guidonia, Albalonga. Ottimo curriculum il suo. Da registrare il costante impiego a livello di minutaggio nelle ultime stagioni. Ottimo per la Serie D e buono per la Lega Pro. Voto: 6,5 DAMIANO MEREU Giovane attaccante del 1984.

SIMONE CANOVI E’ lui il ‘Deus ex Machina’ della nuova squadra. Giorni infiniti di duro lavoro tra contatti, chiamate, provini di calciatori ed accordi raggiunti. Non conoscendo la categoria che la Viterbese si sarebbe trovata a disputare ha saputo creare comunque quel giusto connubio tra big ed under in grado di garantire competitività in entrambi i campionati. Mancano ancora gli ultimi colpi, in primis il portiere ed un attaccante di peso da affiancare a bomber Federici! Voto: 7,5 Sia chiaro, per adesso tutte le opinioni si basano soltanto sui curriculum dei calciatori e su ciò che hanno fatto vedere giocando nel recente passato. Dal 4 settembre però sarà tutta un’altra storia e nuove pagine per la carriera di tutti questi calciatori saranno scritte. Il campo sarà il vero ed unico giudice per tutti quanti loro. In bocca al lupo ragazzi!

NON SOLO MERCATO - Federico Viviani mostra la nuova maglia della Roma LINEA VERDE - “Ampi margini di miglioramento”

Bomber Daniele Macino all’Ortana

Mister Mauro Viviani è pronto per guidare i Giovanissimi ‘97

A

D

vanti con altre chicchette di un mercato che non si ferma mai e con le storie del nostro calcio. FEDERICO VIVIANI DA IERI A BRUNICO Da ieri Federico Viviani (nella foto al centro) è a Brunico in ritiro con la Roma dopo la due giorni di Trigoria. E attenzione perchè nonostante le diverse richieste pervenute alla società giallorossa (Cesena, Modena, Nocerina) per il suo gioiello di Grotte di Castro il forte centrocampista è ancora fortemente voluto nella rosa messa a disposizione di Luis Enrique il quale a chiari note ha già indicato il suo pensiero legato al fatto che vuole una Roma, mix tra esperienza e gioventù con classe da vendere. E siamo convinti che il tecnico spagnolo non resterà immobile davanti al valore di Federico che nel giorno della presentazione delle nuove maglie a mo’ di indossatore è stato scelto per indossare la casacca bianca da trasferta. MACINO ALL’ORTANA Un altro pezzo della Viterbese juniores se ne va a vedere l’effetto che fa nel campionato di Promozione. Per la precisione nella Promozione Umbra con l’Ortana dove ad allenarlo ci sarà Paolo Livi che tra l’altro conosce benissimo le qualità

del giocatore che nei giorni scorsi era stato anche accostato al Pianoscarano per un eventuale ingaggio nel club rionale. ALL’ORVIETANA TUTTO IN MANO A MISTER VOLPI E nella compagine della città del Tufo arriva un Tommaso Volpi, vecchia

conoscenza del nostro calcio a cercare di risollevare le sorti di un club che militerà in serie D e che si af�derà nella prossima stagione ad una compagine giovanissima. Tommaso Volpi è entrato nel club rossoverde con il solito grande impeto. Adesso a parlare dovranno essere i fatti.

alla Juniores Nazionale ai giovanissimi ‘97. Nessun declassamento per il tecnico delle giovanili della Viterbese Mauro Viviani (nella foto) ma una scelta voluta dalla società e anche un pochino dettata da quelli che sono gli impegni lavorativi del valido mister che tra l’altro nei mesi scorsi si è sottoposto ad un intervento ad un’anca e che inq uesta fase è in piena attività riabilitativa: “Allenerò i ‘97 e quindi al terzo anno della Viterbese per me incomincia un discorso nuovo”. Cosa cambia? “Non cambia nulla per il mio modo di interpretare il calcio e di fare l’allenatore, c’è un nuovo gruppo di lavoro e su quello partiremo per cercare di migliorare strada facendo. E’ chiaro che parlando di una fascia d’età ben più giovane rispetto a quella della juniores sarà importante cercare di curare anche alcuni aspetti tecnici con la giovane età dei ra-

gazzi che ci consente ampi margini di miglioramento”. Un bilancio di questi primi due anni in gialloblu con la juniores: “I risultati sono stati dalla nostra parte e in questo secondo anno centrando i play off siamo arrivati molto in alto, nonostante le vicende che da gennaio in poi hanno mutato quello che era l’assetto della compagine”. Cosa pensi di Federico in ritiro con la Roma: “Fede è tranquillo, vedremo adesso quali saranno le decisioni che lo riguarderanno. lui sa che deve dare il massimo, poi per il futuro si vedrà”.


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

CALCIO

CALCIO

N. Bagnaia con una rosa ‘straripante’ Tra le new entry mancano solo le firme di Della Rosa e Federici Il gruppo si sta completando, patron Bisanti confida sull’entusiasmo

P

robabilmente il buon Gianni Bisanti (nella foto) non passerà notti insonni come accadde nell’estate di qualche anno fa quando si accollò il peso di salvare e di “prendere” la Viterbese ma di certo non se ne sta fermo con le mani in mano e insieme al co-presidente Amedeo Pallotta e al suo gruppo di lavoro sta lavorando sodo per una Nuova Bagnaia in grado di fare molto bene nel prossimo campionato di Seconda Categoria. E dopo l’annuncio del tecnico Carlo Vittori è in via di de�nizione la rosa del nuovo team.

mento di giovani interessanti per questo campionato provinciale. FIDUCIA E quello che abbiamo sentito ieri è un Gianni Bisanti carico e fortemente motivato: “Sono sicuro che faremo molto bene, intorno al gruppo vedo tanto entusiasmo e questo è un segnale positivo. Somno contento anche del bell’impatto che ha avuto il tecnico Vittori di cui conosco le qualità. E’ ovvio che ci sarà la forte concorrenza di formazioni che si sono ben attrezzate, ci sarà da impegnarci e lavorare sodo”.

ORGANICO Questi i componenti certi della Nuova Bagnaia 2011/ 2012.

i vari Dan. Buzzi, Civilotti, Piergentili e Zamboni. E non sono escluse altre sorprese.

Portieri - Faccenda e Caruso

DISCORSO POOL Resta in piedi poi il discorso legato al Viterbo Pool la cui presidenza è della signora D’Amico, compagna di Gianni Bisanti e qui è ancora tutto in fase di definizione anche se c’è la volontà di allinearsi al campionato di Seconda Categoria con una formazione dignitosa e con un tecnico ancora da individuare.

Difensori - Buffetti, Santini, F. Varletta, Vannini, Rocchi, Pasquale Varletta, Lucchi, Porta Centrocampisti - Baiocchi, Onofri, Cionfi, Maculani, Ragonesi Attaccanti - Ranaldi, S. Varletta, Proietti Palombi In attesa - Mancano le firme dei nuovi arrivi Della Rosa e Federici. Poi c’è un elenco di giocatori con i quali la dirigenza deve parlare per saperne la disponibilità e tra gli altri ricordiamo

Sabato 16 Luglio 2011

GIOVANILI A Bagnaia oltre alla prima squadra giocherà anche la juniores provinciale Nuova Bagnaia affidata alla conduzione tecnica di Enzo Violetti che già da diverse settimane sta lavorando per il recluta-

LA BOMBER - Ingaggiata dal Civitavecchia

Ilaria Filippi passa al calcio G

rave perdita per la formazione femminile della Caninese Calcio a Cinque visto che la super bomber Ilaria Filippi (nella foto), talento naturale visto che non ha ancora compiuto 18 anni e che quest’anno ha segnato nel campionato di serie D femminile provinciale la bellezza di 113 reti vincendo la classi�ca cannonieri (a livello regionale per la serie D) ha deciso di provare l’avventura nel calcio e per la prossima stagione è stata ingaggiata dal Civitavecchia. Ad Ilaria il più grosso in bocca al lupo per una grande carriera e alle sue compagne un grosso in bocca al lupo nel sostituirla adeguatamente, impresa non semplicissima visto che 113 reti sono una cifra.

La V. Pilastro prende corpo Ritorna capitan Petroselli Sono tanti i big che hanno già detto sì Mister Guerrini spera nel ripescaggio

S

ta prendendo forma la Virtus Pilastro che ha ancora l’incognita se parteciperà al campionato di Prima o Seconda Categoria. La società del presidente Pacchiarotti presenterà domanda con riserva alla Prima Categoria e se ripescaggio non ci sarà gioco forza si presenterà ai nastri di partenza della Seconda. NUOVI ARRIVI Sotto con i nomi e sono uf�ciali quelli di Virgilio Petroselli (nella foto), capitano di mille battaglie che dopo la stagione vissuta con il Latera torna quindi nel suo ruolo storico di capitano del club rionale, altri bei colpi con l’ingaggio del portiere Flavio Andreola, reduce dal successo con il Doria San Martino della Seconda Categoria, tra gli esperti annunciamo anche le presenze di Francesco Fapperdue (ex Latera ed ex Valentano), di Alessandro D’Onofrio e di Jacopo Lazzari. Poi ci sono i giocatori che il tecnico Guerrini ha avuto nelle sue stagioni al Viterbo Pool come Emanuele Troili, Andrea Zaccani, Simone Scapigliati e si presume anche l’attaccante Scribano. LE CONFERME Poi a questi giocatori vanno ad aggiungersi coloro che resteranno della compagine della passata stagione della Virtus Pilastro che è retrocessa dalla Prima Categoria per problemi di inesperienza più che altro perchè il gruppo qualitativamente era valido ed alcuni atleti sono in attesa di prende-

re una decisone quando si saprà che campionato la Virtus Pilastro andrà ad affrontare. IL TECNICO E’ un mister Paolo Guerrini carico, motivato e che sa bene come per lui si apre una nuova pagina dopo la lunga militanza da mister del Viterbo Pool: “E’ �nito un ciclo come era giusto che fosse dopo tanti anni, adesso sono tornato alla Virtus Pilastro che è un club dove ho giocato da calciatore e che mi è sempre rimasto nel cuore, cercheremo di fare del nostro meglio a prescindere dalla categoria che andremo a disputare. Certo la Prima porterebbe anche una ventata di entusiasmo in più ma qualsiasi sarà il nostro destino vogliamo cercare di creare un grande gruppo e lavorare al meglio delle nostre forze e risorse”. agv

VOGLIA DI MIGLIORARE - I colpi di mercato del club tirrenico JUNIORES REGIONALI - Preparazione al via dal 22 agosto

È un Montalto con le idee chiare Ecco il nuovo Pianoscarano C

olpi mirati per migliorare il piazzamento ottenuto nel primo di partecipazione al campionato di Prima Categoria. Al Montalto Calcio idee chiare per la stagione che verrà con la premiata ditta formata dal presidente Pietro Guglielmotti, dal dinamico ed esperto ds Riccardo Pera (nella foto) e dal tecnico Stefano Pera che già hanno fatto il 90% di quello che dovevano fare. GLI ARRIVI Il Montalto Calcio ha annunciato gli arrivi del centrocampista Perticarà e dell’attaccante Cappelletti (dal Porto Ercole), del giovane centrocampista Innocenti dall’Albinia, del difensore Daniele Tomassini, dell’attaccante Tomassetti (dalla Berretti del Lanciano) e del giovane Petronio, classe ‘92, ex Foglianese e che tra l’altro è di Montalto.

un po’ l’asticella rispetto al precedente campionato dove gioco forza all’inizio del torneo abbiamo pagato un po’ il dazio del noviziato. “Nessun volo pindarico e la consapevolezza che formazioni come Grotte di Castro e Nuova Sorianese in primis sembrano irraggiungibili ma noi andremo avanti per la nostra strada con la voglia di migliorare e di portare avanti una stagione comunque valida e importante”. CESSIONI Rispetto alla rosa della passata stagione non ci sono più Matricardi, Ligi e Salvatori tornati al Tuscania e qalche altro elemento è destinato ad essere dirottato alla vicina compagine della Nuova Pescia Romana. PAROLA DI DS Riccardo Pera ci parla delle aspettative della stagione che verrà: “Proveremo ad alzare

NO ALLA JUNIORES REGIONALE Intanto è uf�ciale la decisione che il Montalto Calcio non parteciperà al campionato juniores regionale ma disputerà il campionato provinciale mentre è intenzione della società provare a partecipare al campionato giovanissimi regionali cercando il ripescaggio grazie al super secondo posto della scorsa stagione nel campionato provinciale. (agv)

U

f�cializzato sul sito www. pianoscaranocalcio.com il varo della formazione partecipante al campionato juniores regionale. “Siamo da tutti considerati tra i candidati a giocarci il campionato per ottenere la vittoria – afferma il Direttore Sportivo Massimo Baggiani – se dovessimo essere chiamati a disputare il Torneo regionale visto che la Federazione ancora non ha sciolto la riserva sulla nostra possibilità di partecipare nuovamente all’Elite considerando le tante rinunce di Società in dif�coltà di iscrizione. Se poi sarà proprio l’Elite il Torneo a cui prenderemo parte, la squadra così come è stata allestita non dovrebbe avere problemi per ottenere una posizione di centro – alta classi�ca”. A questo punto non rimane che attendere l’inizio della preparazione �ssato per il 22 Agosto per vedere all’opera i nostri ragazzi, che come promesso da tutti, disputeranno un grande campionato.

rientrato dalla Viterbese); Lanzalonga (93), Perello (93), Massaro (‘94), Cenci (94), Ronchini (93), Rondini (93), Stragapede (‘94)

LA ROSA Ed ecco la rosa del team juniores del Pianoscarano. Portieri - Marcomigni (93), Guidarelli (94) e Caliri (94) Difensori - Bisti (94 proveniente dal Barco); Alinj (‘92), Stella (94), Chiodo (94 proveniente dal Barco); De Santis (94

Centrocampisti - Miralli (93), Meloni (93), Faiola (93), Ferrara (94), Iachipino (94), Tofani (92), Veruschi (94), Bracchi (93, proveniente dal Lubriano); Gabriele Baggiani (nella foto) (93, proveniente dal Montefiascone), Guerrini (93) e Angelucci (92) Attaccanti: Ricci (94), Carabei (94), Costabile (‘93), Oriolesi (‘93 proveniente dal Blera); Andreoli (94) e Aspromonte (92) Lo Staff - Allenatore Riccardo Ranaldi; preparatore atletico Carlo Ramacciani; preparatore portieri Claudio Piergiovanni (www.pia noscaranocalcio.com)


SPORT

� � �

27

Edizione del 16 Luglio 2011

Pattinaggio - Simona Baghini vince il tricolore artistico a rotelle

S

i chiama Simona Baghini la nuova regina del pattinaggio artistico italiano. La portacolori civitavecchiese dello Skating Club Ladispoli ha dominato la prova tricolore ‘’a rotelle’’ – che si è svolta a Scanno (in provincia de L’Aquila) - nella formula Uisp della categoria F4C. Per la sedicenne davvero una grande soddisfazioni che la ripaga dei

tanti sacri�ci che ha svolto nel corso di un anno davvero molto duro passato ad allenarsi con Federica Marin, che è anche una delle allenatrici della Nazionale, e con Luca Cassani che è stato il suo accompagnatore per questa gara e Ylenia Scandavini. Netta la vittoria agli Italiani di Simona Baghini che si è imposta con uno scarto notevole sulle avversarie.

Redazione sportiva - via Nicolao Arcangelo 5 - 00053 Civitavecchia - telefono 0766-671158 e-mail: opinione.cv@gmail.com

WINDSURF

Via col vento, Fanciulli campionessa mondiale Eolo fa i capricci fino alla fine, ma a Veronica basta un soffio per confermarsi regina delle onde trionfando nella prova iridata Iaaf under 19

In inglese l’urlo di gioia (‘‘I’m really happy’’) dopo una regata finale difficilissima, che l’ha vista dare vita ad un serrato testa a testa con l’asiatica Ngam spuntandola in rimonta

di CIRO IMPERATO

I

nchinatevi alla Regina delle onde. Veronica Fanciulli mette il mondo ai suoi piedi trionfando nella prova under 19 iridata Iaaf conclusasi ieri a Zara, in Croazia. “I’m really happy’’ (sono davvero felice), dichiara in inglese ancora con il �atone post regata nell’intervista a caldo della televisione collegata all’organizzazione del Mondiale di windsurf (il video è su youtube). Ma più che le sue parole, sono i suoi occhi ad esprimere la gioia di una ragazzina che con il suo talento da anni proietta la sua città, Civitavecchia, in una dimensione internazionale ad altissimo livello, veleggiando - e proprio il caso di dire - verso traguardi sempre più prestigiosi. Perché ogni grande vittoria che la portacolori della Lega Navale di Civitavecchia ha conseguito �n qui è stato solo il punto di partenza per ottenerne immediatamente un altro, sempre più importante. Questo titolo sarà l’ultimo a livello giovanile, (il secondo mondiale dopo quello vinto da juniores nel 2009) visto che per limiti d’età, dal prossimo anno gareggerà tra i ‘‘grandi’’ ed arriverà tra i senior come l’erede naturale della Sensini. Un talento cristallino il suo, che abbinato alla grande predisposizione al lavoro e all’incredibile passione verso questo sport le ha consentito di toccare il cielo con un dito anche grazie all’importante struttura societaria che da sempre la sostiene nelle sue imprese in giro per il mondo. Stiamo parlando della sua società, la Lni di Marco Corti, che non è semplicemente un punto di riferimento per l’attività federale ma soprattutto una fucina di campioni, un serbatoio inesauribile anche per la Nazionale, che non

Veronica Fanciulli fa sventolare il tricolore in vetta al mondo e poi riserva il primo abbraccio alla mamma, che si tuffa in mare per congratularsi con la ‘‘regina delle onde’’

Classe e nervi saldi: un trionfo costruito mattone su mattone dalla prima giornata a caso da diversi anni vede anche il giovane tecnico locale Adriano Stella nel suo staff con il ruolo di Commissario Tecnico selezionatore della squadra azzurra. Tornando a Veronica e alla sua straordinaria impresa mondiale c’è da dire che la sua affermazione in questa edizione della rassegna iridata è stata netta, ma sofferta. In Croazia infatti ‘‘Eolo’’ ha giocato brutti scherzi ai partecipanti costringendo nell’arco della settimana di regate gli organizzatori anche a rivedere il programma. Gareggiare con poco vento (a

volte quasi nulla) ha messo a dura prova la civitavecchiese, che per costituzione �sica più delle avversarie, ha avuto delle dif�coltà. Che non le hanno impedito - ennesima riprova del suo valore - di conquistare il primato nella classi�ca generale �n dalla prima giornata di regate ed a mantenerlo �no al traguardo �nale dell’ultima. Una costanza nelle prestazioni ed un’ef�cacia tipica solo dei veri campioni così come l’incredibile bravura nel gestire le energie nervose. L’entourage di Veronica ha svelato nella corso della settimana di s�de di averla vista spesso nervosa nel post gara proprio per via delle condizioni meteorologiche, ma una volta salita sulla tavola a vela non si è fatta trasportare dalle emozioni, ma sempre e solo dalla sua classe. Il livello della competizione, a cui partecipavano le prime cinque

Il Ct Stella: “Obiettivo raggiunto con Veronica, Mattia diventerà in campione”

Qui a lato Veronica Fanciulli con il suo allenatore ed in basso Mattia Camboni

La ‘‘mascotte’’ Camboni sfiora la top ten I

l trionfo di Veronica Fanciulli ha �nito per eclissare un altro risultato comunque importante conquistato sempre nella prova mondiale giovanile di windsurf da Mattia Camboni a Zara. La ‘‘mascotte’’ della squadra azzurra - pur essendo appunto il più giovane dei concorrenti in gara con i suoi 15 anni - è riuscito infatti a concludere al dodicesimo posto nella classi�ca generale. L’atleta della Lni sperava di riuscire a conquistare un posto nella top ten, ma nonostante il decimo posto di ieri non è riuscito a portare a termine la sua missione. “Sono stato un po’ sfavorito dal poco vento – afferma – ho dato comunque il massimo. Sulla competizione in generale forse potevo fare di più, ma il

bilancio è comunque positivo”. Parole di soddisfazioni anche da parte del tecnico della Lni e Ct azzurro Adriano Stella: “L’obiettivo era portare a casa una medaglia e ci siamo riusciti, conquistando quella più ambita – spiega – Veronica per me non è una sorpresa, è la sportiva per eccellenza. Mattia è molto giovane ma ha grande talento. Diventerà anche lui un campione”. Tra le prime a complimentarsi con Veronica Fanciulli la responsabile locale dell’Unicef Pina Tarantino, che ha rivolto un plauso a: “A tutta la LNI, all’allenatore, a tutti i ragazzi e soprattutto alla campionessa del mondo Veronica Fanciulli, alla quale vanno le nostre

congratulazioni e i nostri migliori auguri”. Tra l’altro Veronica ha spesso gareggiato con lo stemma dell’Unicef dimostrando - come Erika Bello - grande sensibilità verso i problemi dei bambini. Una campionessa insomma dal cuore d’oro.

classi�cate delle Olimpiadi era altissimo, ma Veronica Fanciulli si è dimostrata la più forte riuscendo a gestire nell’ultima regata il punticino di vantaggio che aveva alla vigilia dell’ultima giornata sulla tailandese Siripon Kaewduang Ngam, che è risultata l’avversario più temibile. In classi�ca generale la Fanciulli ha staccato alla �ne l’asiatica di quattro punti ma non si è fatta mancare un brivido �nale: “Ho sbagliato la partenza - ha raccontato - ma sono riuscita fortunatamente a rimontare. La mia avversaria è scattata meglio di me, ma nella seconda parte della regata sono riuscita ad arrivare davanti”. Poche parole, quella di una emozionatissima Veronica, per descrivere un’impresa della quale forse non si è ancora capacitata, ma che è davvero straordinaria. Chapeau Veronica!

I complimenti dell’Unicef: “Orgogliosi dei talenti della Lni”


� �

sportCivitavecchia SPORT

28

Civitavecchia & AltoLazio

Hockey - La favola dello sport civitavecchiese non ha il lieto fine: nel giro di pochi messi dai successi internazionali ad un’amara fine

Petito: “I tagli della Finanziaria ci legano le mani’’

di ANTONIO BANDINU

L

e favole hanno solitamente un lieto �ne, ma quella dei Pirati potrebbe fare eccezione. Da diversi anni a questa parte Civitavecchia si era appassionata alla vicenda di quella squadra nata sul campetto parrocchiale dei Cappuccini era riuscito ad arrivare sui massimi palcoscenici nazionali partecipanto prima alla Confederation Cup e quindi alla Champions League �no a vincere lo scorso anno la Coppa Italia disputando nel frattempo s e m p r e campionati d’alta classi�ca nella massima serie dell’hockey nazionale. Un vero e proprio orgoglio cittadino in uno sport per nulla popolare e senza tradizione, ma che pian piano - anche grazie alla tanto attesa apertura del campo di Fiumaretta - stava cominciando a far presa sulla comunità locale, come confermano i dati in ascesa della linea verde del club gialloblu. Una storia davvero bella, ma che proprio oggi rischia (davvero seriamente) di veder scritta una pagina tristissima se non tragica. Alle 12 scade infatti la proroga concessa dalla federazione alla società per iscriversi in A1. Il team locale era infatti riuscito ad ottenere qualche giorno in più dopo aver superato una burrasca societaria dopo la quale il presidente Sergio Calcagno era stato confermato al vertice della società dopo essere stato messo in discussione dal consiglio. Subito dopo la riconferma il patron aveva già anticipato

Sabato 16 Luglio 2011

I

Immagine emblematica della situazione dei Pirati, che si ritrovano in ginocchio e non riescono ad iscriversi all’A1 (Foto Maurizio Gargiulli)

Pirati colpiti e affondati: addio A1 Nonostante gli ultimi tentativi non sono stati trovati i fondi per l’iscrizione alla massima serie Il presidente Calcagno travolto dall’amarezza: “Ci hanno lasciati soli, non si poteva fare nulla”

A meno di un miracolo i gialloblu dovranno ripartire dalla serie B salutando tutti i big

che le dif�coltà �nanziarie avrebbero messo a rischio l’A1 ed era andato a bussare alla porta del Comune per cercare un aiuto lanciando contestualmente un sos alle aziende locali. Sos caduto però nel vuoto e nonostante il consiglio �ume della notte tra giovedì e vernerdì al quale ha fatto seguito un altro ieri, non sono stati trovati i fondi per iscrivere la squadra. Per la verità più che i 4500euro che servirebbero per garantirsi l’A1 oggi, il problema sono i 15mila per i tesseramenti e poi i restanti per affrontare la stagione. C’è il rischio insomma che questi 6500 vadano sprecati se appunto

Calcagno: “Ripartiremo dalla parrocchia – afferma – non ci sono alternative. Il Sindaco si è detto disponibile ad aiutarci ma non ora”. Il patron conferma che i Pirati comunque non moriranno, ma dovranno comunque ripartire dalla serie B subendo però un altro beffardo danno economico visto che dal momento che la squadra non verrà iscritta all’A1 tutti i giocatori verranno automaticamente svincolati e quindi la società perdere anche la possibilità di farer cassa cedendo gli atleti di sua proprietà. Senza considerare che in serie B non possono essere impiegati stranieri e quindi ci sarebbe anche l’addio

Oggi servivano 6500 eruro per l’iscrizione ma poi entro settembre 15mila per i tesseramenti senza contare le spese di gestione per la stagione: ”Non ci sono neppure le garanzie per rischiare” non si trovasse il modo di portare avanti l’attività nella massima serie. Dunque a meno di un clamoroso colpo di scena (tra la notte appena trascorsa e

questa mattina) oggi la ‘‘nave’’ dei Pirati non si imbarcherà per l’A1. In tal senso sono le parole cariche di amarezza e delusione del presidente

Pirati affondano e viene naturale rivolgere lo sguardo al Pincio sperando che l’amministrazione comunale lanci l’ancora di salvataggio. L’assessore Roberto Petito è dispiaciuto (“da uomo di sport - dice - situazione di questo genere rappresentano sempre momenti davvero tristi”), ma spiega di aver le mani legate. “La legge è severa quanto chiara e la nuova manovra della Finanziaria vieta espressamente agli Enti Locali di assegnare contributi o sponsorizzare associazioni sportive”. Il Comune insomma non può davvero far nulla, se non farsi da tramite con qualche azienda ma i tempi sono così stretti da rendere l’operazione quasi impossibile. Peraltro l’assessore Petito intende anche far chiarezza sui programmi del club gialloblu: “I Pirati sono anche rimasti indietro con i pagamenti dei lavori del campo di Fiumaretta: la convenzione prevedeva che si sarebbero accollati i costi in cambio di una gestione pluriennale. Poi il presidente ci aveva detto che non avrebbe potuto coprire quella cifra ed abbiamo ridotto gli anni di gestione. Ora bisogna capire cosa succederà”. del portiere-allenatore Franko oltre che si Kucera e Simunek. L’alternativa sarebbe af�dare la squadra a Valentini (unico tesserato ad avere i requisiti per stare in panchina), che insieme a Calcagno jr - sempre che saranno disponibili a farlo - dovranno far ripartire il progetto insieme ai giovani. Un progetto che è nulla a confronto agli scenari di qualche mese fa, ma che rappresenta l’amara realtà dei fatti.

Pallavolo - Il dirigente-allenatore De Gennaro parte dalle palestre e poi...

Asp, attacco frontale alla Cv Volley A sinistra il dirigente e coach della Pallavolo Civita vecchia Giancarlo de Gennaro

Chiede chiarezza e tempi rapidi sulle assegnazione degli spazi di MARA RIGHELLI

E

state, voglia di mare e voglia di polemiche. Sembra non avere �ne la polemica tra l’Asp Civitavecchia e il Civitavecchia Volley, le due realtà pallavolistiche locale che si affrontano a suon di colpi bassi. Anche questa volta la miccia è stata accesa dalla sponda aspina, con un lungo intervento di Giancarlo de Gennaro, membro del consiglio direttivo (ma anche

allenatore) che rivolge un appello al sindaco Moscherini e all’assessore allo sport Petito per risolvere il problema dell’assegnazione delle palestre scolastiche entro il prossimo mese di agosto. “Non possiamo aspettare - si legge nel comunicato stampa - settembre e ottobre ne possiamo sentirci dire frasi del tipo avete già molti spazi palestra non vi lamentate. La nostra società per competere alla pari con le migliori scuole pallavoliste del Lazio e d’Italia ha bisogno di certezze. Nei campionati di Eccellenza giovanili, quelli riservati alle migliori squadre del Lazio, incontriamo società che si allenano il doppio di noi”. de Gennaro poi entra nello speci�co della polemica, con un attacco diretto al Civitavecchia Volley ed in particolare nei confronti

A destra il delegato all’associa zionismo (e Dt della Cv Volley?) Cristiano Cesarini

di Cristiano Cesarini. “Ci sono alcuni aspetti della gestione spazi che devono essere chiariti. Le società che hanno ottenuto spazi nella passata stagione e che non li hanno riempiti vengono esclusi dal bando (dei tre anni ne è trascorso solo uno) o possono allegremente riprovare, mettere in dif�coltà gli altri che hanno bisogno di spazi e lasciare a dicembre le palestre vuote come succede tutti gli anni? Riteniamo che avendo rinunciato debbano essere escluse. Questa tecnica è usata solo per danneggiare la concorrenza”. Ma c’è di più con le accuse che hanno poi una

persona in particolare. “E’ il caso di rivedere l’aspetto del bando che prevede una sola una sola palestra per società. Noi abbiamo dovuto creare l’Alto Lazio per evitare le scure del bando. Il signor Cristiano Cesarini aveva rassegnato le dimissioni da direttore tecnico del Civitavecchia Volley per dedicarsi al suo nuovo incarico di delegato alle associazioni sportive e per non entrare in un pericoloso con�itto di interessi. Ora poichè in ogni suo intervento sui media locali appare come direttore tecnico della Civitavecchia Volley, cosa dobbiamo dedurne che si è di-

messo da delegato? La Civitavecchia Volley rappresenta la nostra società concorrente, a volte gli spazi sono contesi proprio con questa società, cosa dobbiamo dedurne?Il signor Cesarini che incarico ha? Noi, agendo ancora da direttore tecnico non possiamo in nessun modo riconoscerlo come delegato alle società sportive, può rappresentarci un signore che opera per la concorrenza?Siamo seri per favore. Poichè dopo ferragosto la nostra attività è già pieno regime, ci aspettiamo risposte nel merito, veloci e un veloce interessamento”. Questo il lungo intervento di Giancarlo de Gennaro; un intervento duro, un attacco frontale al Civitavecchia Volley che sicuramente innescherà una risposta altrettanto dura da parte

Conflitto di interesse per Cesarini: “Delegato del Pincio o Dt delle rossonere” della società rossonera. Polemiche giuste oppure no? Non sta ovviamente a noi dirlo, bisognerà attendere a questo punto la risposta del Civitavecchia Volley Su una cosa de Gennaro potrebbe avere ragione, quella di evitare in�ltrazioni della politica o af�ni nelle società sportive: peccato però che sia una moda consolidata a Civitavecchia e che non ha tenuto indenne neppure la sua società che rappresenta da tanti anni.


sportCivitavecchia SPORT

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 16 Luglio 2011

29

Calcio - Mentre la ‘‘zuppa’’ per il settore giovanile si raffredda è invece pronta l’ ‘‘amatriciana’’ per la prima squadra

Civitavecchia, Pirozzi è il nuovo mister di SIMONE FANTASIA

Le manovre societarie - L’ex presidente non si sente coinvolto nel progetto

S

ergio Pirozzi è il nuovo allenatore del Civitavecchia calcio. Ieri pomeriggio ad Amatrice la firma con l’ex mister di Viterbese ed Ostiamare che ha legato il suo nome al club nerazzurro per la prossima stagione, a prescindere da quella che sarà la categoria da disputare. Davanti ad un bel piatto di amatriciana, il presidente Adriano Clemeno ha strappato il sì a Pirozzi che, dal canto suo proprio su queste pagine, aveva evidenziato la voglia di arrivare a Civitavecchia per iniziare un nuovo ciclo. Ieri, come detto, la firma e quindi l’inizio della nuova avventura. “Abbiamo messo tutto nero su bianco - ha commentato il presidente Adriano Clemeno, raggiunto telefonicamente ad Amatrice - si trattava solo di una pura formalità, considerando che Pirozzi aveva già manifestato la volontà di arrivare a Civitavecchia e di sposare il nostro progetto. E questo sia nel caso che arrivi la serie D, ma anche nell’ipotesi dell’Eccellenza. Era un passo importante da fare e lo abbiamo fatto”. Dal tecnico al mercato che

Salta il triumvirato con Tersigni P Accordo chiuso ad Amatrice, città della quale il nuovo allenatore è anche il Sindaco Clemeno: “È l’uomo giusto”

irozzi dice sì, Tersigni invece no. Stando a quanto ha dichiarato l’ex presidente nerazzurro a trcgiornale.it appare davvero dif�cile che si formi il ‘‘triumvirato’’con Adriano Clemeno e Roberto Di Paolo. E proprio la scelta del mister in un certo senso sarebbe alla base delle resistenze dell’editore di Rete Oro nel farsi coinvolgere nel progetto: “Hanno già scelto allenatore, vice allenatore, direttore sportivo e hotel per il ritiro, senza una benchè minima riunione preliminare - ha spiegato

Tersigni sul sito internet collegato a Trc - e non credo che sia un modo giusto di comportarsi. Inizialmente pensavo si potesse dividere il pacchetto della società in egual misura fra Clemeno, me e Di Paolo, ma non penso sarà così”. Il Civitavecchia dovrà insomma fare a meno di Tersigni, ma l’estate è ancora lunga e abituati a quelle precedenti dovremo aspettarci presto colpi di scena. Nel frattempo al Civitavecchia conviene non perdere tempo e andare avanti sulla sua strada.

Nel centro reatino i nerazzurri svolgeranno anche il ritiro dal primo al 13 agosto Aspettando la serie D, il Ds Mattiuzzo al lavoro: contattati i gemelli Rocchiccioli della Sambonifacese

I gemelli Iacopo e Tommaso Rocchiccioli inizierà a prenderà forma nei prossimi giorni, anche se l’incognita sul campionato

da disputare rimane un problema proprio per impostare la campagna acquisti.

“Ci sarà da aspettare ancora qualche giorno - ha confermato Clemeno - purtroppo c’è molta incertezza per quanto riguarda i ripescaggi e questo ci sta condizionando nel mercato. Il direttore sportivo Mattiuzzo è comunque al lavoro, non siamo fermi e i tifosi

possono stare tranquilli. Alla partenza per il ritiro, la squadra ci sarà e semmai opereremo dei correttivi strada facendo”. A proposito di ritiro, il Civitavecchia si ritroverà il prossimo 31 luglio al Fattori per poi partire alla volta proprio di Amatrice dove resterà fino

al 13 agosto. Curiosità: Pirozzi, neo allenatore nerazzurro è anche il primo cittadino del centro reatino, famoso in tutto il mondo per la amatriciana. “Abbiamo definito tutto - ha concluso il presidente nerazzurro - prepareremo la prossima stagione al fresco in mezzo alle verdi montagne di Amatrice, in un ambiente che è l’ideale per arrivare al meglio per il nuovo anno calcistico dove vogliamo toglierci tante soddisfazioni”. Passando al mercato, si lavora in primis sulle riconferme che dipenderanno molto dal campionato che la società di via Bandiera andrà a disputare. Raffaele Di Giacomo potrebbe rimanere, ma a società sta comunque guardando anche altri giocatori, nel caso in cui la punta campana decidesse di lasciare Civitavecchia. Nerazzurri che sono comunque sulle tracce dei gemelli Jacopo e Tommaso Rocchiccioli, il primo centrocampista e il secondo difensore che nella stagione appena conclusa hanno militato con la maglia della Sambonifacese, formazione della provincia di Verona. Proprio dagli ambienti veronesi viene dato per certo un contatto con la dirigenza

Promozione - Evitate le ‘‘fughe’’ di Braccini e Boriello si punta a trattenere anche Bevilacqua mantenendo un’ossatura importante

Tolfa, pochi accorgimenti per confermarsi C

omincia a muovere i primi passi il Tolfa versione 2011-2012 che parteciperà al campionato di Promozione. A tenere banco in questi giorni è ovviamente il mercato dei biancorossi che, de�nita la questione societaria, si sono buttati a capo�tto sul mercato, cercando soprattutto di bloccare i tanti giovani, su cui hanno messo gli occhi diversi club del comprensorio. Iniziando dal fronte partenze, non faranno più parte della rosa biancorossa Regnani e Cornacchia con

quest’ultimo che con ogni probabilità giocherà con la maglia del Santa Marinella. I dirigenti tolfetani stanno invece cercando di bloccare Marco Bevilacqua, giocatore che interessa a più di una società, tra cui la Compagnia Portuale ma che a Tolfa non hanno mai nascosto di considerare tra le pedine più importanti. Nei prossimi giorni il presidente Marrocchi incontrerà il calciatore civitavecchiese per trovare un possibile accordo, ma non sarà facile considerando le sirene

“portuali”. I biancorossi puntano anche sulla riconferma di Pierini, difensore classe 1992 che nella passata stagione è stato bloccato da un infortunio ma che rappresenta pur sempre un giovane interessante. Arriverà a Tolfa anche Fracassa, che nella passata stagione ha militato con la maglia della juniores nazionale della Viterbese. Per il resto rosa confermata, con l’arrivo di altri calciatori della juniores che verranno gettati nella mischia e su cui la dirigenza di via della Paci�ca punta moltissimo.

Mister Incovaia punta anche sul recupero di Pierini e intanto arriva il baby Fracassa dopo l’esperienza con la Viterbese Il via della preparazione è �ssata per il 16 agosto, quando mister Salvatore Incorvaia darà il via ai primi allenamenti in vista del campionato dove la compagine collinare vuole ben �gurare, magari migliorando la posizione della passata stagione.

Il mister del Tolfa Salvatore Incorvaia

Il 22 agosto sarà invece la volta della formazione Juniores che, anche quest’anno prenderà parte al campionato regionale. Squadra che sarà af�data, come noto, da Giuseppe Pacchiarotti, simbolo del calcio collinare. Squadra praticamente fatta

in casa che avrà come obiettivi quelli di centrare la salvezza, magari senza passare attraverso la lotteria dei play out e valorizzare qualche giovane da lanciare in prima squadra, secondo le precise direttive della dirigenza. Sim. Fan.

Prima Categoria - Il Ds Sergio Presutti svela le mosse di mercato dell’ ‘‘armata rossa’’: “Seguiamo due giocatori di livello”

Cpc, il salto di qualità passa da centrocampo e attacco C

L’undici della Compagnia Portuale si radunerà il 18 agosto agli ordini del nuovo tecnico Dario Rasi: doppie sedute alla ‘ Cavaccia’’

ontinua il mercato della Compagnia Portuale in vista del prossimo campionato di Prima categoria. Il direttore sportivo Sergio Presutti è infatti al lavoro per trovare quei rinforzi che possano far compiere il salto di qualità ad una rosa già competitiva: l’obiettivo è ovviamente quello di migliorare la posizione della passata stagione, magari puntando al salto di categoria. “Siamo ancora sul mercato - fa notare Sergio Presutti - alla ricerca di alcuni rinforzi che possano fare al caso nostro. Stiamo sondando il terreno con

diversi giocatori che potrebbero fare al caso nostro, senza alcuna fretta ma con la consapevolezza di voler scegliere nel miglior modo possibile”. Gli obiettivi sono una punta ed un centrocampista di esperienza in grado di dare quella marcia in più: per il momento nomi top secret con il diesse dei rossi che non si lascia sfuggire nulla. “Siamo a buon punto - prosegue Presutti - ma ci sono alcuni aspetti da limare e credo che nei prossimi giorni andremo a chiudere queste trattative. Ripeto non abbiamo alcuna fretta di chiudere, di tempo ce

ne ancora molto”. Ma Presutti, fino a questo momento sempre piuttosto ermetico, si lascia sfuggire ad un annuncio che farà indubbiamente piacere ai tifosi dell’Armata Rossa. “Potrebbe esserci una ciliegina sulla torta - conclude Sergio Presutti - non dico altro ma ci stiamo lavorando e come è nel nostro costume preferiamo non fare annunci e lavorare lontano dai microfoni per evitare poi figuracce”. Dal mercato al calcio giocato, con la Cpc del neo tecnico Dario Rasi che si radunerà il 18 agosto con la prima

settimana con doppia seduta; con ogni probabilità la prima parte di raduno precampionato si svolgerà ad Allumiere, per poi proseguire la preparazione a Civitavecchia, considerando che la Cpc sarà anche impegnata nella Coppa Lazio, una bella vetrina per la società civitavecchiese, pronta a recitare un ruolo da protagonista. “Inizieremo con una settimana all’insegna delle doppie sedute - conclude Presutti - e con ogni probabilità sempre ad Allumiere, considerando anche la possibilità di non sentire troppo caldo e lavorare al meglio”.


� �

sportCivitavecchia SPORT

30

Civitavecchia & AltoLazio

Sabato 16 Luglio 2011

Calcio - Il portiere locale lascia il Genzano e si trasferisce a Fiumicino

Borriello mette le mani sull’A1 Gianluca punta in alto: “Voglio conquistare un posto in Nazionale per i prossimi Mondiali”

di ADRIANO GRASSI

U

n altro portiere civitavecchiese si fa largo in A1. Dopo Marco Del Lungo, che è approdato a Brescia, adesso è la volta di Gianluca Borriello che è stato ingaggiato dalla Finplanet Fiumicino. Gli aeroportuali sono una delle neopromosse nella massima serie di calcio a 5 dopo aver vinto il girone B dell’A2. Un palcoscenico di prestigio per Borriello che diventa così il secondo portiere locale dopo Claudio Fiore a difendere i pali di un quintetto di A1. Il trasferimento si è concretizzato soltanto nella serata di ieri con l’uf�cialità del passaggio dell’estremo difensore locale dalla Cogianco Genzano alla Finplanet Fiumicino. Nelle ultime tre stagioni Borriello è stato uno dei protagonisti del quintetto castellano con il quale ha conquistato una storia promozione in A2 e la Coppa Italia di serie B. A Genzano il portiere locale ha trovato anche la nazionale maggiore di Meni-

chelli con uno stage effettuato proprio al Palacesaroni. Adesso però è arrivata questa grande opportunità con il tanto atteso salto in A1. Gianluca quali sono le sue sensazioni in questo momento? “Sono felicissimo, �nalmente sono in A1. In soli tre anni sono passato dalla B alla massima serie ed ho coronato un sogno” Ha avuto delle garanzie per il impiego da titolare?

“Il posto ce lo giochiamo in tre ma ce la metterò tutta per farmi preferire agli altri. Non mi nascondo e voglio essere protagonista da titolare in A1”. A Fiumicino trova come direttore sportivo Gianfranco Angelini, uno dei più grandi portieri italiani e dalla nazionale di tutti i tempi. “E’ stato il mio idolo �n da quando ero bambino. Quando la nazionale fu ospite a Civita-

vecchia per uno stage non mi perdevo un allenamento per vederlo all’opera. Prendere il suo posto tra i pali del Fiumicino è un’eredità pesante ma grati�cante, e sono felice che mi abbia voluto alla Finplanet”. Scherzo del destino trova la serie A1 proprio con il Fiumicino che in questa stagione vi ha negato la promozione sul campo vincendo il girone B della serie A2 davanti proprio alla sua ormai ex squadra. “E’ una bella coincidenza. E’ stato un bel duello per tutta la stagione e alla �ne con il Genzano ci siamo dovuti accontentare del secondo posto anche se adesso grazie al Fiumicino mi ritrovo in A1”. Perchè ha deciso di lasciare la Cogianco Genzano?

A fianco Gianluca Borriello con la divisa della Nazionale e a destra in con la maglia del Genzano durante una partita di serie A2 “Il mio sogno era quello di arrivare in serie A1 e di giocarmi tutte le mie chance per un posto in Nazionale. Il prossimo anno ci sono le quali�cazioni mondiali proprio in Italia in vista della rassegna iridata in Thailandia e giocando con continuità in serie A1 ho la possibilità di tornare in Nazionale”. Al Genzano però deve molto? “Tantissimo. Non posso che ringraziare tutta la società per avermi dato la possibilità di giocare ad alti livelli in serie B e in A2. A Genzano sono cresciuto molto e anche grazie a loro sono riuscito a conquistare una

convocazione in Nazionale. Ho passato tre stagioni bellissime con grandi soddisfazioni come la promozione in A2 e la vittoria in Coppa Italia”. Oltre all’A1 potrebbe ritrovare anche Civitavecchia visto che il Fiumicino ha fatto richiesta dell’utilizzo del Palasport di via Barbaranelli per le gare interne. “Sarei orgoglioso di rappresentare la mia città su un palcoscenico così importante come la serie A1. Civitavecchia è una delle possibilità per l’impianto e spero proprio che la scelta ricada sulla mia città”.

Copa America/Mundialito - Oggi la presentazione dell’evento di solidarietà “Il calcio che fa bene”

Cuba, Brasile e Costa Rica in semifinale

I

nizia con i Quarti di Finale la Fase ad eliminazione diretta della “Copa America” di Civitavecchia, valida per l’assegnazione del Trofeo CSL. Le gare di Giovedì sera hanno decretato le prime tre Semifinaliste della manifestazione: Cuba, Brasile e Costa Rica hanno staccato il biglietto per le Semifinali che si disputeranno invece il prossimo lunedì. La prima gara ha visto Costa Rica imporsi di misura sulla Jamaica. E’ Valerio Sangiovanni ad aprire le ostilità dopo soli 10 minuti con un colpo di testa su calcio d‘angolo, battendo Dimedoro. Al 5’

S

i è svolta giovedì sera la �nale per il quinto e sesto posto del torneo dei Quartieri tra il Campo dell’Oro e Aurelia/Pantano. La prima edizione della manifestazione è sponsorizzata dai magazzini Maury’s ed è stata organizzata grazie alla disponibilità del presidente del San Gordiano Aldo De MArco che ha voluto aprire l’impianto sportivo Luca Di Ianne a questo torneo amichevole che si svolge in notturna tra gli atleti del 1997, 1998, 1999 e 2000. La s�da per il quinto posto è terminata con il risultato di 4-3 per il Campo dell’Oro

della ripresa il raddoppio di Mattia Bassanelli che trasforma in modo magistrale una punizione dal limite. Al 12’ il gol jamaicano di Andrea De Luca riapre la partita, ma nonostante gli sforzi la Jamaica non riesce a pareggiare. Finisce 2 a 1 per la Costa Rica. A sorpresa è il Brasile la seconda squadra a qualificarsi per le semifinali. Contro il Perù la Selecao si presenta in formazione molto rimaneggiata con i giocatori contati e l’impresa sembra disperata. Ma al 7’ del primo tempo un pasticcio difensivo porta al gol di Ghelmo Fusini. Il Brasile

riesce a difendere ottimamente il vantaggio acquisito per tutta la prima fazione. Nella ripresa il Perù si butta in avanti e la partita si fa più spigolosa: i brasiliani subiscono addirittura un’espulsione. Quando ormai sembra fatta, il pareggio di Benedetto Palma in pieno recupero costringe le due contendenti a risolvere la contesa ai calci di rigore. Dal dischetto meglio i brasiliani, che possono festeggiare il passaggio del turno. L’ultima partita poteva benissimo essere una finale: Cuba “Dachilù Cafè” e Colombia “Compgnia Portuale” si affrontano senza darsi respiro in una partita che, ancora una volta, fa rimpiangere il Torneo Vip. Subito in vantaggio i cubani con l’irresistibile incursione in area di Mariano Lancioni, che dribbla difensori e portiere e sblocca il risultato già al 2’ minuto. Al 21’ la risposta colombiana porta la firma di Alessio Baroncini: il n°10 sigla l’1 a 1. La

ripresa si apre nuovamente nel segno di cuba: stavolta è Michael Mazzarini a porre il suo sigillo al match. Nonostante i disperati assalti colombiani nel finale Dario Ciambotti firma il gol della sicurezza, il 3 a 1 che di fatto mette fine all’incontro. Lunedì si torna in campo, sempre al Dopolavoro Fer-

roviario, con le semifinali. Sicuro lo scontro alle 22 tra Cuba e Costarica, mentre alle 20.30 scenderà in campo il Brasile contro la vincente dell’ultima sfida dei quarti di finale tra il Paraguay e Messico. Intanto questa mattina alle ore 12 sempre al Dopolavoro Ferroviario si svolgerà

Torneo dei Quartieri - Stasera alle 21 la finalissima tra Faro/San Liborio e Centro Storico

Il Campo Oro chiude al quinto posto

la conferenza stampa di presentazione dell’evento “Il calcio che fa bene” che vedrà scontrarsi, mercoledì prossimo alle ore 21, la rappresentativa della Stampa Locale e la squadra dei Campioni dello Sport di Civitavecchia per la raccolta di un fondo da destinare all’Associazione Mondo Nuovo. con reti di Di Luca, Ricci e doppietta di Curella. Per Aurelia/Pantano ha segnato due volte Tontodimamma e Del Prete. Questa sera alle 21 è invece in programma la �nalissima tra Faro/San Liborio e Centro Storico. Gli organizzatori intanto ringraziano tutte persone che hanno partecipato alla riuscita dell’evento ed in particolare il pubblico che segue sempre numeroso l’evento. Da sinistra le sqadre di Aurelia/Pantano e Campo Oro (Foto gentilmente concesse da Giuseppe Mazzero)


Sabato 16 Luglio 2011

almanacco

Civitavecchia & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale ed emergenza incendi 1515 • Soccorso in mare 1530 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Uf� cio Biglietti 0766.24975 • COTRAL -Servizio Pullman 0766.34230 • QUESTURA -Commissariato Polizia di Stato 0766.58341 • COMANDO VIGILI URBANI Centralino 0766.33444 • COMANDO CARABINIERI -Centralino 0766.596960 • COMANDO GUARDIA DI FINANAZA -Centralino 0766.679101 -Comparto operativo 0766.679102 • CAPITANERIA DI PORTO -Centralino 0766.366401 • Polmare 0766.5960 • POLIZIA FERROVIARIA -Sezione di Civitavecchia 0766.24260 • OSPEDALE SAN PAOLO -Centralino 0766.5911 -Pronto Soccorso 0766.846679 -Guardia Medica 0766.31624 -Croce Rossa 0766.23382 -Avis 0766.21280 • PRO LOCO -Informazioni 0766.20299 • COMUNE DI CIVITAVECCHIA -Centralino 0766.5901 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0766.23678 • BIBLIOTECA -Biblioteca Comunale 0766.370254 • Poste 0766.547231 • Tourist Information 0766.590792

31

AUGURI

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE E finalmente siamo arrivati quasi alla fine di questa settimana difficile e come nelle

21 Aprile - 20 Maggio TORO Vedete cosa succede quando si è presi da talmente tanto ardore che non ci si rilassa mai

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI Era ora cari amici dei Gemelli..la Luna in Acquario vi ci voleva proprio per tirarvi fuori

favole più belle dopo tante avventure arriva la tanto agognata pace..però..conoscendovi bene io non direi che è solamente pace ciò di cui avete bisogno..voi volete divertirvi. Uscire, tirar tardi e possibilmente..farvi ammirare da tutto il circondario..e civettare..e allora eccovi accontentati..BUON WEEKEND

nemmeno per un minuto?..succede che proprio quando vorreste trascorrere un tranquillo weekend nella vostra casa al mare arriva la vostra dolce metà che vi dice:”ah ti sei accorto che ci sono anche io?”..e via giù recriminazioni e baruffe, ma voi che siete dei signori nati, soprassedete e FINITE TUTTO CON UN BEL BACIO

dalla pesantezza di questi giorni che nonostante tante promesse non hanno ancora portato niente di così eclatante..visto che però questo weekend è all’insegna del buonumore e della felicità, prendete tutte le vostre scartoffie di lavoro fate un bel fagotto, e via!..dentro al cassetto..OGGI DIVERTITEVI!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO La Luna in Acquario capita a proposito per allontanare quel pizzico di nostalgia che negli ultimi

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Dov’è finita la vostra verve?..è mai possibile che una qualsiasi Luna in Acquario possa procurarvi

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Care signore della Vergine sapete cosa vi succede oggi?..che avete tutti pianeti strapositivi e un unico

due giorni si era impossessato del vostro cuore..per voi è molto importante avere un pianeta così frizzantello dalla vostra parte perché nonostante il periodo stia decisamente migliorando, il vecchio e gelido Saturno ce la mette ancora tutta per appesantire l’atmosfera. Oggi andate al mare in compagnia di Luna e Venere.. fatevi trascinare da loro..VI DIVERTIRETE

tanto malumore?..eppure il vostro lavoro procede a meraviglia..ah ecco ho capito che cosa avete..non si vive di solo lavoro giustamente..beh comunque vi comunico per la vostra gioia che questo bel Marte in Gemelli regala una bellissima carica sensuale che farà sì che questa sera ovunque voi sarete come miele per le api..TRAVOLTI DI DESIDERIO

pianeta dissonante che si chiama Marte..e Marte in questa posizione vi stimola lanciando delle scintille che accendono il vostro cuore ma anche il vostro corpo..mai come adesso siete splendidamente femminili e conturbanti..volete scommettere che proprio in questo periodo conoscerete qualcuno di veramente speciale? ME LO SAPRETE RIDIRE

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

E via!.. Datevi alla pazza gioia in questo weekend cari signori della

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

Hanno festeggiato il loro compleanno

FRANCESCA e NIVES GUSSETTI

Tantissimi auguri dai figli Adriano, Daniele, Barbara, Andrea e Manuele, da tutti i parenti e da tutta la nostra redazione Rubrica in collaborazione con Telecivitavecchia Per i vostri messaggi, auguri e notizie liete inviate testo e foto a opinione .cv@gmail.com

FARMACIE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO E anche oggi si prevede una giornata densa di impegni cari amici del sagittario..non

Bilancia..la Venere in Cancro vi tarpa ancora un po’ le ali, lo so, ma questa Luna fantastica in Acquario promette allegria gioia e la compagnia di tanti amici simpatici che non vedono l’ora di avervi con loro ..sarete subissati di inviti..ACCETTATELI TUTTI..al limite vi dividerete a metà

Con voi c’è da stare attenti cari Scorpioncini, specialmente quando si presenta un configurazione astrale come quella di oggi e domani..la Luna storta infatti non fa altro che rendervi un po’ ombrosi..mentre Venere facilita gli incontri.. e Mercurio vi vuole lontani dal lavoro..qual’è il risultato?..non lo immaginate?..AH BIRBANTELLI CASANOVA!!

è colpa di nessuno se siete così sfacciatamente fortunati da farvi richiamare al lavoro tutti i giorni..ma cosa avete capito?..quando dico richiamare intendo dire che vi chiamano perché nessuno sa organizzare qualsiasi attività meglio di voi..e i soldi?..non preoccupa tevi..ARRIVERANNO ANCHE QUELLI

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Ce la fate a resistere ancora un po’ amici del Capricor no?.. ma sì che ce

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Via dall’ufficioo!! Lontani mille miglia alla velocità del suono..o della luce se preferite perché

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Nessuno vi aveva mai visto così prima d’ora belle amiche dei pesci..i capelli scarmi-

la fate..Venere è ancora un po’ scorbutica e molto probabilmente il dialogo con la vostra dolce metà risulta un po’ difficile, ed è anche probabile che per colpa del lavoro vi dovrete separetre per un pochino..ma lo sapete voi che l’attesa aumenta il desiderio?..e allora su..SIATE PAZIENTI

sono proprio suoni e luci quelli che vi aspettano in questo pazzo e meraviglioso weekend amici dell’Acquario..la Luna in casa vostra non vi darà consigli come fa con gli altri segni perché sa bene che voi siete allegri e che volete cantare e ballare fino a tarda notte.e allora prendetela a braccetto e APRITE LE DANZE!!.

gliati con un riflesso rosso fuoco ben si abbina al blu del mare dipinto nei vostri occhi..e questa fiamma rosacea che sottolinea la vostra figura che poi cambia colore e pian piano si fa azzurra blu e poi finalmente verde..Nettuno si congratula..non gli capita mica così spesso di abbracciare UNA MERAVIGLIOSA SIRENA

OGGI 16 LUGLIO CIVITAVECCHIA TOTI (DIURNO E NOTTURNO)

DOMANI 17 LUGLIO CIVITAVECCHIA PALOMBO (DIURNO E NOTTURNO)

VIA XXV APRILE, 15 TEL: 0766-23047

CORSO CENTOCELLE, 24 TEL: 0766-370409

SANTA MARINELLA COMUNALE (NOTTURNO)

SANTA MARINELLA COMUNALE (NOTTURNO)

VIA VALDAMBRINI, 89 TEL: 0766-514008

VIA VALDAMBRINI, 89 TEL: 0766-514008

TOLFA COMUNALE

TOLFA COMUNALE

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

ALLUMIERE COMUNALE

ALLUMIERE COMUNALE

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

PREVISIONI METEOROLOGICHE Sabato 16 Luglio 2011

Domenica 17 Luglio 2011

ore 00 cielo sereno e vento da sud/ ovest a 4 km/h. Temperatura di 16,4 °C ore 03 cielo sereno e vento da sud a 0 km/h. Temperatura di 15,2 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord/ est a 5 km/h. Temperatura di 15 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord/ est a 5 km/h. Temperatura di 21,3 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord/ ovest a 6 km/h. Temperatura di 25,5 °C ore 15 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud a 16 km/h. Temperatura di 28,4 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud a 11 km/h. Temperatura di 25,4 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da sud a 11 km/h. Temperatura di 22,4 °C

o r e 0 0 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a ove s t a 5 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 17,3 °C o r e 0 3 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a n o r d a 1 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 15,5 °C o r e 0 6 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / e s t a 4 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 15,3 °C o r e 0 9 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / e s t a 5 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 21,8 °C o r e 1 2 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d a 8 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 2 5 , 1 °C o r e 1 5 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 5 k m / h . Te m p e ra t u ra di 26,4 °C o r e 1 8 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 6 k m / h . Te m p e ra t u ra di 24,7 °C o r e 2 1 c i e l o s e r e n o o q u a s i e ve n t o d a s u d / ove s t a 9 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 2 2 ° C


L'Opinione di Civitavecchia - 16 luglio 2011  

16 luglio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you