Issuu on Google+

p

AltoLazio News Quotidiano

Civitavecchia & AltoLazio

Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Anno II N.166 - Giovedì 14 Luglio 2011 - Euro 1,00

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

A12 per Tarquinia

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Cultura

Asl

Matteoli sicuro dell’avvio ai lavori annuncia: ci sarà il pedaggio

Taglio del nastro a San Gordiano per il Centro di Salute Mentale

La tournee italiana di Imprò passerà anche dalle Terme

dalla REDAZIONE a pagina 2

dalla REDAZIONE a pagina 2

di ROBERTA FRASCARELLI a pagina 20

Tornano venti di guerra nel Pdl. L’ex assessore manda a dire al sindaco: i locali vanno eliminati o il cantiere non riapre

De Marco “sotterra” la Marina Se il sindaco vuole aprire la Marina, non chiami a raccolta i cittadini ma sotterri i locali abusivi. Aldo De Marco, ex assessore allo sviluppo, rompe il silenzio sul cantiere più discusso della città e “svela” la soluzione che probabilmente sarà proposta dal sottosegretario Giro al tavolo tecnico per sbloccare i lavori. Lo stesso De Marco, inoltre, fa capire che i venti di guerra all’interno del Pdl non sono cessati. “Ero presente al convegno di lunedì solo per salutare l’onorevole Fabio Rampelli, ho incontrato il sindaco Moscherini e gli ho fatto gli auguri per la sua candidatura solo perché sono una persona educata, ma le motivazioni all’origine delle nostre frizioni restano tutte”. E certamente non saranno attutite dalla “soluzione” per la Marina.

Via Apollodoro Eternit soltanto “imbustato” Qualcosa si è mosso dopo la segnalazione de L’Opinione sulle lastre di eternit abbandonate in via Apollodoro. La pericolosa manta contenente amianto è stata imbustata e lasciata sul posto, per consentire il recupero della stessa probabilmente ad opera di ditte specializzate. Sugli involucri (nella foto di Maurizio Gargiulli) è stata posta la dicitura “pericolo amianto”, per avvertire del pericolo. Ora si spera che l’intervento risolutore abbia tempi particolarmente rapidi.

dalla REDAZIONE a pagina 4

Detenuti in sciopero Al Pirgo movida a prova di galateo della fame ad Aurelia Cambia la musica: pace ritrovata tra gestori di locali e residenti

Spiagge pulite, l’operazione procede dalla REDAZIONE a pagina 3

Musica più soft, chiusura anticipata e al Pirgo �nalmente sembra intravedersi il sereno nei rapporti tra gestori dei localie residenti. La “movida” è stata insomma educata con buoni risultati. resta l’esigenza di più controlli e la proposta di un’ordinanza anti-vetro non dispiace agli esercenti. di A. D’ALESSIO a pagina 3

Altro colpo della Dogana contro i traffici di sigarette dalla REDAZIONE a pagina 3

Anche il Garante regionale per i diritti dei detenuti. Angiolo Marroni, ha solidarizzato con i reclusi del carcere di Borgata Aurelia. In due sezioni è in corso da domenica lo sciopero della fame. Ma anche i sindacati di categoria della polizia penitenziaria fanno sentire la loro voce.

FIUMARETTA

Pasquale Marino: l’ex Centrale va demolita dalla REDAZIONE a pagina 4

MARE CON SORPRESA

Serpe in acqua, bagnanti messi in fuga dalla REDAZIONE a pagina 2

SANTA MARINELLA

La maggioranza supera la prova del Consiglio di A. D’ALESSIO a pagina 5

TEMPO DI SAGRE

La Polveriera porta in piazza gli Antichi Sapori di BARBARA FRUCH a pagina 5

dalla REDAZIONE a pagina 3

HOCKEY

CALCIO

LA STORIA

Rincorsa disperata all’A1: i Pirati rischiano grosso

L’incontro a Roma con Tersigni definirà la compagine dirigenziale e di conseguenza strategie e obiettivi

Bendula vuole tornare a casa con un’impresa

Il Civitavecchia gioca la partita del futuro Giornata cruciale per le sorti nerazzurre. L’incontro nella Capitale farà chiarezza sulle intenzioni di Tersigni invitato da Clemeno e Di Paolo a rientrare in gioco. In base all’esito del summit romano si delineeranno anche le strategie di mercato del Civitavecchia sempre sospeso tra Eccellenza e serie D.

di ANTONIO BANDINU a pagina 29

di SIMONE FANTASIA a pagina 27

di ANTONIO BANDINU a pagina 28


attualità

2

Civitavecchia & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

Domani concerto dal vivo all’interno della Madonna del Rosario tutto dedicato agli ospiti della struttura

I Dik Dik suonano le loro “Melodie in Giardino” T

orna “Melodie in giardino”, il noto appuntamento con la buona musica che da quasi dieci anni viene organizzato presso la Residenza sanitaria Madonna del Rosario per festeggiare l’arrivo dell’estate. Ospiti di domani, gli intramontabili Dik Dik, che suoneranno gli indimenticabili brani che sono stati la colonna sonora degli anni ’70 e che avranno sì fatto sognare i sessantottini, ma che comunque hanno saputo anche varcare la porta del cuore musicale di tantissimi italiani, soprattutto di qualche generazione fa.

Tutti gli ospiti della Residenza passeranno quindi due ore di svago e divertimento come succede ormai da diverse estati. Un evento fortemente voluto dal professor Fabio Miraglia, amministratore unico della Giomi Rsa azienda leader nel campo della sanità privata, che gestisce con grande professionalità e alti standard qualitativi la Madonna del Rosario. “Melodie in giardino è diventato un appuntamento imperdibile per gli ospiti della Madonna del Rosario, un evento

L’A12 tra Civitavecchia e Tarquinia

Matteoli scommette sull’avvio dei lavori entro il mese di luglio

Asl - Inaugurata ieri in via delle Azalee la sede che sostituisce i locali di piazza Verdi

A San Gordiano una nuova vita per il Centro di Salute Mentale S

L’Autostrada Tirrenica si pagherà regolarmente, ma non è escluso che possano essere studiate agevolazioni per particolari categorie. Lo ha affermato il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Altero Matteoli, tornando sull’argomento del completamento dell’A12 tra Rosignano e Civitavecchia. Matteoli è tornato a ribadire il rigido cronoprogramma di una infrastruttura che “sente” particolarmente sua. Dopo l’apertura della barriera di Rosignano, un anno in anticipo rispetto a quanto programmato, “a �ne luglio aprirà anche il cantiere del lotto tra Tarquinia e Civitavecchia, i primi 14,8 chilometri dei 104 più impegnativi da realizzare, tra Grosseto sud e appunto Civitavecchia”, ha

detto il Ministro. Che ha anche escluso che vi possano essere tratti senza pedaggio, com’è ad esempio attualmente sulla Roma-Civitavecchia. “Si paga dovunque e, se vogliamo questa infrastruttura, dovremo pagare anche noi”, ha dichiarato Matteoli, secondo il quale è impossibile pensare ad una sorta di franchigia per i residenti, che avrebbe il semaforo rosso da parte delle norme comunitarie, mentre invece sarebbe possibile veri�care la fattibilità di possibili agevolazioni per i pendolari che per lavoro studio o altro percorreranno abitualmente tratti della nuova autostrada. Il tratto tra Civitavecchia e Tarquinia dovrebbe essere pronto in due anni.

Il Ministro “Possibili lievi agevolazioni sui pedaggi”

che non vuole avere grandi pretese, e che invece ogni anno riscuote grande successo tra i degenti. Un’occasione per ritrovarsi anche tra colleghi, amici e familiari che ci tengo siano presenti a questa serata”, afferma il professor Miraglia. E nonostante la modestia nel presentare questa iniziativa, non sfuggirà che si tratta davvero di una notizia di quelle che fa piacere dare. Un evento che gli anziani della Residenza aspettano con gioia per rivivere ricordi lontani e momenti dimenticati, in una calda serata estiva, tutti insieme.

i chiude la pagina dei tristi ambienti di piazza Verdi, si apre quella dei locali moderni ed attrezzati di via delle Azalee. Alla presenza del direttore generale Salvatore Squarcione e del direttore del Dipartimento di Salute Mentale Daniele Sadun è stata inaugurata ieri la nuova sede del Centro di Salute Mentale. “Finalmente un riconoscimento importante, dopo anni di disattenzione istituzionale, per pazienti, familiari ed operatori della salute mentale”: questo il commento unanime degli intervenuti tra famigliari, operatori, autorità e rappresentanti della società civile, tra cui l’avvocato Vincenzo Cacciaglia, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia. La nuova struttura, benedetta da don Rinaldo presenta spazi ampi e numerosi, assenza di barriere architettoniche ed è collocata in un quartiere residenziale e comunque facilmente raggiungiobile come San Gordiano. “La modernizzazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro - fa sapere in un comunicato stampa l’Asl Roma F - permette di cogliere nettamente la professionalità degli operatori ed invia alla cittadinanza un messaggio chiaro di miglioramento della qualità dei servizi offerti e dell’attenzione dedicata, da parte della Dirigenza Aziendale, ad un settore della Sanità facilmente ghettizzato dall’intero sistema sociale nonostante un costan-

te aumento della domanda da parte della cittadinanza di ricevere risposte adeguate ai problemi di salute psichica, sempre più evidenti, diffusi e pressanti. Il segnale è forte. La dignità della salute mentale e, quindi, della sofferenza psichica potrebbe partire da qui”, conclude la nota dell’azienda di via Terme di Traiano.

Serpe in acqua tra i bagnanti, panico in spiaggia

P

anico l’altro giorno a Marina di Palo vicino Ladispoli, quando insieme ad adulti e bambini si è tuffato a fare un bagno refrigerante anche un serpente. Il rettile ha provocato il fuggi fuggi generale �nché due ragazzi non l’hanno catturato e nel timore che potesse essere velenoso, l’hanno ucciso. Sul posto si sono recati la Protezione Civile Dolphin e la Guardia Costiera. Non si conosce la specie del serpente anche se si può escludere che possa trattarsi di una vipera almeno per due motivi: primo, la vipera avendo una struttura tozza risulta poco idrodinamica. Secondo, la vipera per via del suo carattere timido preferisce nascondersi sotto i sassi o comunque in ambienti riparati per stare fresca. Diverso il discorso per una biscia che, diffusissima in tutta l’area del Mediterraneo, è molto agile e con un corpo sottile che potrebbe benissimo essere �nita in mare nel tentativo di scappare da potenziali pericoli quali gli esseri umani. Neanche da escludere l’ipotesi che abbia scelto l’acqua come terreno di caccia e va anche aggiunto che non è così infrequente trovare dei serpenti in mare.

Associazionismo - Entra in carica oggi il nuovo organigramma, il presidente è Vincenzo Fontana

Passaggio delle consegne a Il Conservatorio L

’Associazione Il Conservatorio celebra oggi il passaggio delle consegne. Il sodalizio con sede in lungomare Thaon de Revel, uno dei più longevi tra quelli in attività a Civitavecchia, oggi si ritrova alle ore 19 in seguito alle elezioni biennali per il rinnovo delle cariche sociali, che si sono svolte recentemente. Sarà l’occasione, per i soci de Il Conservatorio, di riunirsi e salutare, ringraziandoli, i consiglieri, sindaci e probiviri uscenti per l’ottimo lavoro svolto e augurare buon lavoro a quelli subentranti. Il nuovo organigramma è così composto. Il presidente è Vincenzo Fontana, il vice presidente Emilio Leoncini. Segertario dell’associazione è stato nominato Pierluigi Saladini, amministratore e tesoriere Dome-

nico D’Apice. Del consiglio direttivo, oltre ai quattro già citati, fanno inoltre parte con la carica di consiglieri Rita Pomi, Marisa D’Innocenzo e Paola Spinelli. Del collegio dei sindaci fanno invece parte Federico Lippi (con la carica di presidente), Giancarlo Santoro, Emilio Riccobono (sindaci effettivi), Giorgio Carretti e Giancarlo Pica (sindaci supplenti). Del collegio dei probiviri in�ne fanno parte Raffaele Cariglia (in qualità di presidente), Paolo Giardi (proboviro effettivo), Sandra Pierucci (proboviro effettivo) e Tommaso Tassinari (proboviro supplente). La decorrenza per il nuovo organigramma è da domani. Il Conservatorio svolge tradizionalmente numerose attività con particolare riferimento a letteratura, pittura, storia.

L’Arciconfraternita del Gonfalone ricorda il Fondatore San Bonaventura A

rciconfraternita del Gonfalone in raccoglimento per il fondatore San Bonaventura. Il Doctor Seraphicus Bonaventura da Bagnoregio (Cardinale-francescano), a Civitavecchia per imbarcarsi alla volta della Francia, dove stava preparando il Concilio di Lione, indetto dal Papa Gregorio X, su richiesta dei fedeli locali istituì una Confraternita analoga a quella che a Roma era nata nel 1263 su impulso dello stesso frate. Il Santo fondatore morì a Lione all’una di notte del 15 luglio del 1274. Ogni anno in questo giorno i Confratelli del Gonfalone si riuniscono in preghiera per ricordare il Fondatore e per chiedere ancora protezione, coraggio e stimoli per proseguire nell’assistenza e bene�cenza che in otto secoli hanno distinto, in Civitavecchia, il sodalizio. Quest’anno il programma è il seguente: prevede per domani, giorno della festa liturgica, alla Chiesa della Stella la messa alle 9 e la veglia di preghiera, animnata da Padre Pietro Prestinizi alle ore 21. Domenica sempre alle 9 di mattina Santa Messa solenne nella Chiesa della Stella. L’Arciconfraternita del Gonfalone invita tutti i civitavecchiesi a partecipare alle celebrazioni in onore di San Bonaventura da Bagnoregio.


cronaca

Giovedì 14 Luglio 2011 Civitavecchia & AltoLazio

3

Dietro le sbarre - Sciopero della fame da parte dei reclusi in due sezioni

Troppi detenuti, pochi agenti: Borgata Aurelia è una polveriera Nuovo sequestro di sigarette di contrabbando A

ncora contrabbando sull’asse Tunisi-Civitavecchia. I funzionari del servizio viaggiatori dell’Uf�cio delle Dogane hanno scoperto, con la collaborazione del locale comando della Guardia di Finanza, 101 stecche e altri 223 pacchetti di sigarette in contrabbando delle marche “Marlboro e Oris”. Le sigarette erano nascoste all’interno di una autovettura in vari spazi non deputati al trasporto dei bagagli. Tabacchi e autovettura sono stati sequestrati e il conducente, un cittadino tunisino, è stato denunciato alla Procura.

D

a domenica scorsa i detenuti dei settori A e B del carcere di Civitavecchia sono in sciopero della fame ad oltranza per protesta contro il sovraffollamento. Una iniziativa spalleggiata dallo storico leader dei radicali Marco Pannella: i detenuti, oltre a ri�utare il vitto dell’amministrazione, si astengono anche dal lavoro ed hanno sospeso la cosiddetta spesa del sopravvitto, tranne che per bevande, caffé, the, camomilla, zucchero, e tabacchi. Se i detenuti manifestano così il proprio disagio, gli agenti della polizia penitenziaria denunciano un’aggravante al sovraffollamento dei reclusi, cioè la grave carenza di organico e l’imminente trasformazione di due sezioni che attualmente ospitano detenuti comuni in sezioni speciali per criminali ad alta sorveglianza. “Dovrebbe essere quindi chiaro – sottolineano i sindacati di categoria, Cgil-Fp, Cisl, Osapp e Sinappe - che con il personale attualmente in forza non è

possibile gestire la presenza di decine di detenuti ad alta sorveglianza. Attualmente infatti sono presenti 230 agenti a fronte dei 380 previsti in pianta organica”. Servirebbero quindi almeno altri 30-40 agenti. Solidarietà alla situazione del carcere di Civitavecchia, è arrivata dal Garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni (nella foto). “Bisogna fare in modo che non scemi l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema delle carceri - ha detto Marroni - nata a seguito delle mobilitazioni di queste ultime settimane. Fra sovraffollamento, strutture fatiscenti, carenze di personale e di risorse si vive una situazione che diventa, di giorno in giorno, più dif�cile. Tocca alla politica, per quanto alle prese con altre priorità, farsene carico varando un intervento in grado di spostare la pena per alcuni reati dal carcere alle misure alternative”. Sulla questione l’on. Pietro Tidei, ha presentato un’interrogazione al ministro Alfano.

Afa, anziana soccorsa in casa per malore S

i era temuto il peggio ieri in via Antonini. Al 118 era arrivata la segnalazione di una donna anziana colta da malore e impossibilitata ad uscire. Sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e un’ambulanza. Forzata la porta l’anziana è stata trasportata d’urgenza al San Paolo. Il malore è stato dovuto probabilmente al gran caldo.

La movida è meno violenta grazie a controlli e sensibilizzazione alla clientela. Proprietari dei pub favorevoli all’ordinanza anti-vetro

Musica spenta prima, è tregua tra gestori di locali e residenti al Pirgo di ALESSANDRO D’ALESSIO

M

ovida sul lungomare, quello appena trascorso potrebbe essere stato il week-end della svolta. E dal proissimo, che sta già per cominciare, si attende la conferma ad un trend �nalmente positivo, dopo qualche episodio che ha dato materiale ai cronisti. Percorrendo la Marina e la passeggiata del Pirgo durante le serate di venerdì e sabato si poteva notare da subito che la situazione, rispetto alle settimane precedenti, era radicalmente cambiata, tanto da far sembrare le risse e gli episodi di vandalismo un lontano ricordo. Infatti, nonostante ci fossero centinaia di persone in strada �no a notte fonda, non si sono veri�cati rilevanti episodi di violenza. Quasi più

niente più lanci di bottiglie in spiaggia, né palme rotte o giovani che se le danno di santa ragione, quindi, ma solo due serate movimentate all’insegna del divertimento. Ciò è stato possibile grazie allo sforzo della maggior parte dei gestori dei locali presenti sul lungomare, che hanno messo in campo una serie di misure per evitare che gli animi dei giovani in cerca di “sballo” si surriscaldassero troppo. “Anche per rispetto dei residenti - ha spiegato Mario Benedetti, presidente della nuova associazione del Pirgo - abbiamo deciso non solo di iniziare ad abbassare la musica almeno un’ora prima rispetto al passato, ma anche di chiudere le serate con generi un po’ più soft rispetto alla musica da discoteca. Abbiamo capito che la clientela va

selezionata, puntando di più ad attirare nei locali famiglie e persone più adulte, rispetto ai giovani ed ai teen agers. Ecco perché la movida sta cambiando”. “Certo - ha proseguito Benedetti - proprio rispetto a questo ultimo aspetto, credo che servirebbero maggiori controlli sui ragazzi, soprattutto sui minorenni, da parte delle forze dell’ordine. Ed è proprio per ottenere più sicurezza che rinnovo l’invito a tutti i gestori dei locali, ad evitare di vendere le bottiglie di vetro, servendo le bevande dentro bicchieri di plastica”. Finalmente, quindi, pare si sia trovato il giusto compromesso per garantire da un lato la qualità di vita dei residenti e dall’altro il diritto dei gestori ad esercitare il proprio lavoro, mantenendo al contempo la “movida”.

Demanio - Continua l’operazione “Spiagge Pulite”, coordinata dall’assessorato di Andrea Pierfederici in collaborazione con l’Ex Etruria Servizi

Marinai d’Italia e Ideale: arenili al setaccio M

arangone già ripulito, Frasca ancora sotto intervento, ma intanto anche le spiagge della zona meridionale della costa urbana sono state sottoposte ad una capillare opera di riquali�cazione dell’assessorato al demanio marittimo. Continua infatti a pieno ritmo l’operazione “Spiagge Pulite”, interventi di miglioria e riquali�cazione degli arenili predisposta dall’assessore Andrea Pierfederici in collaborazione con Città Pulita diretta dall’amministratore Vincenzo De Francesco. Negli ultimi giorni, diverse squadre tecniche del Comune e della stessa Città Pulita, coordinati dal responsabile dalla squadra manutenzione della costa Maurizio Catullo, hanno provveduto allo sfalcio integrale delle erbe infestanti, al livellamento degli arenili attraverso l’uso di mezzi meccanici e alla messa in sicurezza della spiaggia libera sita tra lo stabilimento balneare dei “Marinai d’Italia” e dell’ “Ideale”. Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore

Pierfederici, il quale ha tenuto a sottolineare come “l’assessorato è riuscito a mettere in campo un’azione a largo raggio su gran parte degli arenili che necessitavano di interventi manutentivi e migliorativi. Come annunciato all’inizio della stagione – spiega Pierfederici – la serie programmata di manutenzioni ha avuto un costo zero per tutta la collettività, in quanto sono stati utilizzati mezzi e uomini dell’Amministrazione Comunale, i quali hanno consentito di migliorare la pulizia, l’igiene ed il decoro di gran parte delle spiagge cittadine, compresa la pineta La Frasca, oggetto di recenti interventi manutentivi e riquali�cato. Nonostante le pesantissime servitù che insistono sul nostro territorio – conclude l’assessore al Demanio - le aree balneabili sono molte e di grande qualità. Invito pertanto i cittadini a rispettare le norme di buona condotta fornite dalla capitaneria di porto per il rispetto del mare e delle spiagge”.


politica

4

Civitavecchia & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

Comincia a delinearsi la linea degli oppositori alla riapertura del cantiere alla Marina Secondo l’ex assessore i locali tecnici debbono sparire se si vuole sbloccare l’opera di riqualificazione

I

locali vanno interrati o la Marina non potrà mai riaprire. Aspettando che il “tavolo” tante volte invocato partorisca le sue soluzioni, è l’ex assessore allo sviluppo Aldo De Marco a rompere gli indugi e a indicare quella che lui considera come l’unica possibile via d’uscita all’impasse nel quale è caduto il cantiere più atteso dai civitavecchiesi. E sapendo che De Marco ha un canale privilegiato con il sottosegretario ai beni culturali Francesco Giro, che attraverso la Sovrintendenza ha di fatto in mano il pallino dell’opera, signi�ca poter immaginare già da ora quale sarà il punto dello scontro istituzionale. “Moscherini continua ad invitare i civitavecchiesi a togliere insieme a lui le barriere che circondano la Marina se non si sbloccherà la situazione”. Bene, vorrei sottolineare a Moscherini che cosiddette “barriere” ( termine che a lui piace molto) sono state apposte perché il progetto della Marina evidenzia delle irregolarità palesi che vanno sanate. Perché non le sana? Perché il sindaco non interra i locali? Se non sono negozi, come lui dice, perché non li rimuove? Una volta rimosso l’abuso l’opera sarebbe restituita subito alla città. Questo è agire secondo trasparenza e legalità e non facendo atti di forza gratuiti che non servono a nulla, tantomeno ai civitavecchiesi.

“Gli abusi vanno ricoperti di terra”

Aldo De Marco: nessuna pace nel Pdl, ho solo salutato Rampelli e augurato buona fortuna al sindaco

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLO’ ACCAME Condirettore edizione Civitavecchia VIVIANA TARTAGLINI Editore Altolazio News srl Presidente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. ROBERT VIGNOLA FORTUNATO LICANDRO CIRO IMPERATO Grafici ADRIANO GRASSI Sede operativa VIA NICOLAO ARCANGELO, 5 00053 CIVITAVECCHIA TEL. 0766.671158 FAX 0766.671159 opinione.cv@gmail.com 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22.30

I quali sono stati privati della Marina unicamente per colpa sua”. I riferimenti di De Marco sono a quanto detto dal sindaco Moscherini al convegno organizzato lunedì dal Pdl, con l’on. Fabio Rampelli. E al riguardo, De Marco ci tiene a speci�care che non c’è nessuna schiarita in vista. “La mia presenza al meeting – sostiene De Marco – è solo da

registrarsi quale visita di cortesia ad un esponente nazionale del Pdl, né più né meno. Essendo poi una persona civile e ben educata ho salutato, peraltro cordialmente, il primo cittadino di Civitavecchia augurandogli un in bocca al lupo per la prossima legislatura vista l’intenzione a ricandidarsi. So che ha parlato di un partito del “No”, composto dai peggiori del centrodestra e del centrosinistra.

Probabilmente il caldo e l’afa dell’altro ieri era ai massimi livelli tanto da ottundere pensieri e parole. L’unico motivo per il quale sia stato esautorato dal mio incarico è solo imputabile al fatto che non mi sia mai trovato sulla stessa lunghezza d’onda di Moscherini. Non ho mai condiviso, infatti, la sua linea politica e continuo a non condividerla”.

Il consigliere del Pdl “punta” Fiumaretta

Marino il demolitore I

l vero ecomostro di Civitavecchia? L’ex centrale di Fiumaretta. Tanto che ora arriva la proposta di abbatterla per far spazio a qualcosa di nuovo e, possibilmente, più bello. La proposta di procedere ad una soluzione �nale per la fu centrale dell’Enel arriva dal consigliere comunale del Pdl Pasquale Marino. “L’ecomostro precedentemente occupato dall’Enel e che ora si trova in stato di abbandono a Fiumaretta – sostiene Marino – dovrebbe essere demolito per lasciare il posto a strutture differenti utili a tutta la collettività. Per la zona, immagino la costituzione di un centro �eristico o di un centro multi servizi, essendo l’area collocata in punto strategico tra il porto, la città e lo svincolo della bretella stradale”. Ipotesi queste che peraltro sono transitate in numerosi programmi elettorali delle varie amministrazioni comunali succedutesi alla guida della città, compresa quella attuale, senza però essere mai state realizzate. Ma Marino è convinto che ora non si possa fare a meno di ricorrere ad una demolizione. “L’ecomostro rappresenta una bruttura agli occhi di tutti i cittadini e dei turisti che sono in transito a Civitavecchia”. Secondo il consigliere, inoltre, la riquali�cazione dovrebbe interessare anche altri punti della città, come i sili del porto ed il Water Front. “La grande sinergia creatasi con il nuovo e competente Presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti porterà sicuramente ad un’accelerazione sulle azioni di riquali�cazione condivise tra porto e città e sull’auspicato abbattimento dei sili portuali, cattivo biglietto da visita nei confronti dei turisti e dei croceristi. Riquali�cazione – conclude Marino – che mi auguro coinvolga anche la parte della darsena romana e la barriera doganale del porto commerciale”.

“L’ex centrale è una bruttura Buttiamola giù e sfruttiamo l’area” Pasquale Marino punta a demolire la Fiumaretta

Il consiglio direttivo del Polo Civico sulla situazione politica

La voglia di cambiamento va gestita I

l rituale intervento del consiglio direttivo del Polo Civico si concentra sulle esigenze di cambiamento espresse dalla gente e su come queste vengono regolarmente tradite dalla politica. “All’indomani di ogni tornata elettorale, referendum compresi, tutte le forze politiche premiate dagli elettori dichiarano il loro fermo proposito di cambiamento, nonché la convinzione che per un recupero dell’autentico valore della politica occorrano uomini nuovi, idee nuove e linguaggi nuovi. Ebbene, sono anni ed anni che ascoltiamo propositi del genere ma mai ci è capitato di cogliere segnali di realizzazione di queste buone intenzioni, che dobbiamo ormai valutare alla stregua di piacevoli ritornelli. Così vanno le cose all’interno delle formazioni politiche, così vanno in seno al Consiglio Comunale. E d’altro canto, in questa Italia delle caste e delle corporazioni i cambiamenti vanno accortamente gestiti.Auspicabili, necessari, spesso indispensabili: costituiscono un alimento irrinunciabile del sistema democratico rappresentativo. Ma bisogna stare attenti a farli in meglio questi cambiamenti, e a non cadere dalla padella nella brace, perché se l’obiettivo del cambiamento non coinvolge

appieno tutti i cittadini si rischia di ricavarne non bene�ci ma danni. L’esperienza ci insegna che molto spesso i cambiamenti non hanno sortito l’effetto sperato, anzi il sistema scaturito dal genere di cambiamento introdotto è stato più pesante e inef�ciente di quello che è stato abolito, e certo non meno costoso per la collettività. E ha prodotto un esito addirittura contrario a quello voluto. Perché un risultato tanto deludente? Perché

“Mai ignorare i programmi e la scelta delle persone” molte volte, anzi troppo spesso i cittadini arrivano al momento dell’espressione del voto senza svolgere una analisi attenta, seria e obiettiva dei programmi, che invece devono essere credibili, af�dabili e praticabili. E soprattutto senza tenere presenti gli elementi che vanno tenuti presenti per giudicare nel bene e nel male le persone che si candidano a svolgere un servizio che è eminentemente di natura politico-amministrativa. Molto spesso, anzi troppo spesso, ci si fa

guidare nella scelta dallo spirito di appartenenza e dall’impulso ideologico che suggeriscono soltanto una contrapposizione a prescindere. Perché a volte confessiamolo - la polemica ci appaga più di un ragionamento calmo e obiettivo. Quello delle votazioni dev’essere invece il momento decisivo, quello in cui si può dimostrare che si è stu� del clima rissoso di guerriglia permanente che caratterizza il confronto-scontro della politica. E’ il momento in cui ci è concesso di far emergere le persone dotate di apertura mentale, equilibrio, moderazione, capacità di ascolto e collaborazione unita a quella di assumere autonome decisioni, di rappresentare le istanze dei cittadini ma allo stesso tempo di orientare le scelte, tanto meglio se fornite di competenze generali o speci�che in campo amministrativo. E’ con tale atteggiamento che si mettono in moto quei cambiamenti capaci di sostenere la costruzione di un futuro migliore, carico non solo di prospettive ma anche di risultati che stiano lì a dimostrare che crescere si può e sperare in un futuro migliore pure. Che la politica può lasciare spazio, volendolo, persino all’utopia. Purché si pongano in essere i comportamenti coerenti con tale impegnativo obiettivo”.

D’Amico: “Pdl senz’anima” N

on solo rose e �ori. Il convegno di lunedì e le dichiarazioni di soddisfazione degli esponenti della corrente principale del Pdl acuiscono i malumori della parte dissiedente del centro-destra, tra cui si annovera Luigi D’Amico, dei Promotori della Libertà. “L’introduzione del Consigliere Vitali ha destato scalpore in quanto non ha fatto altro che colpevolizzare il Governo sulla crisi generale. Si è passati poi allo show del Sindaco spalleggiato dalla claque: la solita messa cantata. Dal sindaco ci si aspettava tutt’altro, magari una mano tesa verso coloro che de�nisce i suoi nemici giurati (De Sio e De Marco): nulla di nulla”. In�ne “l’intervento di Rampelli ha salvato la serata dalle magre di Vitali e del Sindaco. Ci preme evidenziare come il nostro gruppo era pronto a portare all’attenzione del governo Nazionale alcune proposte: portare a votazione degli iscritti il nuovo statuto, chiedere la �ducia del popolo a metà mandato; avere chiarezza sulla privatizzazione da parte del Comune dell’acqua. E soprattutto: siamo sempre Pdl? La risposta arriverà presto, ma dal popolo…”.


comprensorio

Giovedì 14 Luglio 2011 Civitavecchia & AltoLazio

5

Santa Marinella - Nel consiglio comunale dell’altra sera mozione bipartisan con l’opposizione per i vincoli regionali sulle zone E

La Quartaccia rafforza la maggioranza di ALESSANDRO D’ALESSIO

C

hi si aspettava altre uscite dalla maggioranza, in occasione del consiglio comunale di martedì sera, è rimasto deluso. Erano diversi giorni che circolava la voce di un presunto abbandono da parte di Alfredo De Antoniis. Anche per lui, come è stato per Emanuele Pepe poche settimane fa, si ipotizzava un’uscita di scena plateale, con l’esposizione delle motivazioni nel bel mezzo del consiglio comunale. Ma così non è stato. La massima assise, chiamata a discutere una serie di mozioni sullo sblocco delle zone di espansione, in seguito alla richiesta del sindaco Bacheca, ha approvato all’unanimità un documento congiunto. Una sintesi dei punti all’ordine del giorno presentati dai vari schieramenti politici, volto a chiedere l’avvio di perizie tecniche per veri�care su quali territori ricadano i vincoli imposti dalla Regione Lazio e dai decreti ministeriali. Tale atto costituisce un altro impor-

Il sindaco Bacheca: “Ai cittadini serviva una risposta immediata” tante passo per riuscire a sbloccare i molti terreni delle zone E, come ad esempio all’interno del rione Quartaccia. I piccoli proprietari terrieri presenti, che attendono da anni lo sblocco dei terreni hanno contestato l’intervento del consigliere Stefano Massera, di “Un’altra

TEMPO DI SAGRE

città è possibile”, nel momento in cui si è detto fortemente contrario alla costituzione di consorzi singoli per le zone di espansione. Ma la platea della biblioteca comunale, ha applaudito i consiglieri presenti al momento dell’approvazione del documento. “Ancora una volta – ha commentato il sindaco Bacheca subito dopo il voto – abbiamo dimostrato ai cittadini della Quartaccia che l’amministrazione comunale sta facendo tutto il possibile per sbloccare una situazione in stallo da anni”. Rinviate alla prossima assise le interrogazioni sulla lottizzazione Baia Serena e sull’orto botanico. Un rinvio che ovviamente non ha mancato di suscitare polemiche e proteste, in particolar modo da parte di Emanuele Pepe. Disco verde, anche in questo caso bipartisan, per la mozione volta ad attivare tutte le misure necessarie per chiedere agli organi di competenza i motivi dell’inquinamento che ha colpito un’ampia area di balneazione del litorale cittadino.

Dopo la protesta riparata la buca lungo la via Aurelia A

lla �ne i fatidici 10 euro sono stati spesi. Infatti, pubblicando la foto di Massimiliano Baldacci del cartello che segnalava la necessità di riparare il manto stradale dissestato sulla via Aurelia nel centro di Santa Marinella, ci si chiedeva quanto tempo ci sarebbe voluto per sistemare tutto. Forse la dovizia di particolari da quando si è veri�cato il danno ed i giorni di attesa per il ripristino hanno accelerato le procedure. L’amministrazione comunale, che ha raccolto le indicazioni dei cittadini - complice la fotonotizia - ieri alle 11 aveva già fatto riparare la buca. Non c’è che dire: visti i risultati, andrebbe schierata una squadra di fotoreporter. Perché una immagine vale più di mille parole.

di BARBARA FRUCH

Stand gastronomici e bancarelle aperte da oggi fino a domenica ad Allumiere. Spettacoli ogni sera. Gran finale con Simone Cristicchi

Antichi sapori, fuoco alle polveri in piazza Agostino Chigi D

opo Sant’Antonio, Burò, Ghetto, è l’ora della Polveriera. E in piazza, stavolta in piazza Agostino Chigi, i contradaioli rossoazzurri sono pronti a ritrovarsi per ingannare la snervante attesa dell’arrivo del Palio dei Rioni dandosi alla pazza gioia con l’ottava edizione della Sagra degli Antichi Sapori. Per quattro giorni piazza Chigi, che è il cuore della contrada e il centro del paese, sarà il crocevia obbligatorio di tutti i buongustai e gli amanti della cucina genuina delle nostre nonne, come recitano orgogliosi i volantini della Storica Contrada Polveriera. “La manifestazione - dichiara il Presidente della Polveriera Daniele Annibali - si pre�gge lo scopo di riscoprire i piatti della tradizione culinaria

Tolfa - All’ormai tradizionale festa dedicata al prosciutto locale ci sarà uno spazio anche ai coltivatori diretti

Il Farmer market pronto a sbarcare in paese È

il Farmer Market la novità del prossimo �ne settimana a Tolfa. Una scelta che abbraccia numerose motivazioni, tutte assolutamente condivisibili, tanto da fare di questa formula un appuntamento al quale i cosiddetti “consumatori” si sono da subito affezionati. Quanto meno una consistente fetta di essi ha infatti compreso la potenzialità di un rapporto diretto tra il produttore e l’acquirente ultimo dei suoi prodotti, cercando quindi nei calendari di sagre e feste rionali l’occasione per recarsi ad un farmer market. E sabato e domenica anche a Tolfa questa novità, che è stata spinta con forza dalla Coldiretti attraverso “Campagna Amica”, avrà il suo spazio all’interno della Saghra del Prosciutto, che torna dopo il successo fatto regiustrare anche nel 2010. Quindi, in via Roma il paese brillerà di luci e soprattutto sarà animato dai rumori e dai sapori della sagra, organizzata per promuovere il prosciutto tolfetano ma capace di mettere in vetrina tutto quanto di buono i Monti della Tolfa sanno produrre. Confermato rispetto alla passata edizione anche il fortunato abbinamento con Tolfa in Jazz, che consentirà ai visitatori di godere di buona musica, oltre a tenere allenati palato e papille gustative.

allumierasca, in particolare l’acquacotta e la mentucciata, le beghe, gli gnocchi e le fettuccine fatte a mano, con sughi di carne e tartufo, le lumache, la carne ed il vino locale, nonché l’immancabile pizza brodosa e gli altri dolci tipici”. Sempre come affermano dalla Polveriera, la sagra ammantata del rossoazzurro mdelle sue bandiere non soddisfa solo i palati �ni. Infatti per l’intera durata della festa sarà aperta la mostra-mercato di antiquariato, collezionismo e artigianato, l’open bar in piazzetta con i cornetti caldi a mezzanotte ed è previsto un ricco programma di iniziative ed appuntamenti musicali. Le danze si aprono oggi: lo spettacolo serale sarà af�dato alla verve dei Lesto Funky, street band che intratterrà gli avventori sino alle ore 22, per poi lasciare spazio al rock anni ’70-’80 dei Garret. Domani sarà la volta del tributo a Rino Gaetano del gruppo degli Amanita. Sabato i Soreta & Kamorra si esibiranno in un

concerto di musica popolare e d’autore; domenica 17 il menù prevede il pranzo della Ràdeca (antica tradizione locale), il torneo di burraco e una serata gastronomica speciale, in attesa del gran �nale in piazza della Repubblica con il concerto di Simone Cristicchi e la sua Band, organizzato dal Comune di Allumiere, con il patrocinio della Provincia di Roma. “Appuntamenti veramente per tutti i gusti - conclude Annibali - e voglio anche sottolineare la presenza di uno stand Telethon, con relativa raccolta fondi bene�ca. La nostra Sagra è adatta sia ai giovani, che alle famiglie, perché da noi ognuno può trascorrere una piacevole serata d’estate, ascoltando buona musica e mangiando genuino, con una spesa veramente contenuta. Per questo il consiglio che posso dare è quello di prenotare per lo stand gastronomico, che apre alle ore 20”. E allora mano al telefono e sotto con le cifre che assicurano un posto a tavola: 327.8438701, 338.7383135 e 339.5785339.


& Mercoledì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

regione lazio

7

La Polverini rinnova l’impegno della Pisana con l’Osservatorio per la legalità per combattere il fenomeno alla radice

Usura, il plauso della Regione alla polizia “

Rappresenta una forte azione di contrasto alla criminalità organizzata, la maxi operazione, condotta questa mattina dalla squadra mobile e coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Roma, portata a termine con grande professionalita’”. E’ quanto ha dichiarato Giuseppe Cangemi, assessore agli enti locali e sicurezza commentando l’operazione che ha scoperto un giro di usura, riciclaggio ed estorsioni nella Capitale. “La lotta antiusura - sottolinea Cangemi - e’ uno degli obiettivi prioritari che si e’ prefissa la Giunta Polverini, l’azione nello specifico della nostra Regione e’ stata concreta e continua, attuando una serie di strategie di rafforzamento delle politiche di contrasto all’usura. Per la prevenzione ed il contrasto al fenomeno dell’usura nel biennio 2010/2011 la Regione Lazio ha investito 11,6 milioni di euro. In particolare, la Giunta regionale ha istituito un fondo che impegna 4 milioni di euro nei prossimi due anni per aiutare le famiglie di Roma

e del Lazio in difficolta’, quelle che si sono indebitate ed ora faticano a riprendersi. Di grande importanza - prosegue - la creazione di numero verde regionale (800.862.861) operativo dal 17 gennaio, un servizio di assistenza psicologica e di prevenzione con lo scopo di avvicinare le vittime

dell’usura, anche in forma anonima. La tua Regione contro l’usura’’ e’ invece il titolo della campagna di comunicazione istituzionale avviata dalla Regione Lazio per promuovere il numero verde e i servizi regionali di assistenza, allo scopo di sensibilizzare i cittadini sul fenomeno dell’usura’’.

Pioggia di finanziamenti per le aziende della zona del viterbese

Stanziati i fondi per le imprese artigiane N

eppure stavolta Viterbo tradisce la sua vocazione di provincia artigiana. Un terzo delle risorse del bando 2009 della Regione Lazio a sostegno del comparto (in attuazione del testo Unico del 2007) arriverà, infatti, nei nostri territori: 216 imprese della Tuscia riceveranno 1 milione e 820mila euro sotto forma di contributi a fondo perduto (ciascuna, in media, 8.422 euro). Nella regione sono 649, complessivamente, i beneficiari delle agevolazioni, per un importo pari a poco meno di 5 milioni e 600mila euro. Soddisfatti Angelo Pieri e Luigia Melaragni, rispettivamente presidente e segretaria della Cna Associazione Provinciale di Viterbo. “Vengono premiati il lavoro e il coraggio di imprenditori sani, che continuano a sostenere la nostra economia. Adesso, però, la Regione deve impegnarsi ad erogare gli incentivi con rapidità, visto che la pubblicazione delle graduatorie è avvenuta 15 mesi dopo la chiusura dell’avviso (aprile 2010), così come a completare l’erogazione dei contributi relativi all’annualità 2008 -sottolineano Pieri e Melaragni-. Anche con la partecipazione al bando, le piccole imprese hanno dato l’ennesima prova di responsabilità di fronte a una crisi durissima che non è certo superata. Ci aspettiamo dalla Regione un segnale di concreta attenzione a questo mondo che si conferma vitale per la tenuta economica del Lazio”. Nel dettaglio, con riferimento alla Tuscia, a 80

imprese sono stati assegnati 944.600 euro (su 3 milioni e 165mila) per gli investimenti finalizzati all’ammodernamento e allo sviluppo delle attività; a 21 sono andati 249mila euro (su 700mila) per interventi volti alla tutela ambientale e alla sicurezza nei luoghi di lavoro; ben 115 artigiani sono destinatari di 625.480 euro (su 1 milione e 728mila) per l’assunzione di lavoratori con contratto di apprendistato o di inserimento e di personale qualificato con contratto a tempo indeterminato. La media dei contributi per azienda è di circa 11.800 euro nei primi due casi e di 5.440 nel terzo. Rispetto al bando precedente, è aumentato il numero delle imprese della provincia di Viterbo finanziate (184 nel 2008), mentre è rimasto pressoché invariato quello dei beneficiari a livello regionale (si è passati da 644 a 649). Sempre nel nostro caso, l’incremento più consistente riguarda gli ammessi agli incentivi per il sostegno all’occupazione, poiché da 86 si è saliti a 115. Interessante anche il dato relativo alle aziende che hanno investito in sicurezza, che erano state appena 7. Da notare che l’ammontare delle risorse a favore dell’artigianato della Tuscia resta praticamente lo stesso del 2008, mentre la dotazione complessiva per il Lazio scende sensi-

bilmente (circa 900mila euro in meno). “Il risultato positivo è da attribuire certamente all’intraprendenza delle imprese, ma vanno considerati altri fattori importanti: l’informazione diffusa sul bando, grazie anche alle decine di incontri e alla campagna che la Cna ha promosso, e il ruolo svolto dai Confidi, nel nostro caso da Artigiancoop, che è sportello di Sviluppo Lazio e che ha garantito qualità ed efficienza nella consulenza e nell’assistenza per la predisposizione e l’inoltro delle domande di contributo”, sottolineano Pieri e Melaragni. “Ci auguriamo ora che l’attesa boccata d’ossigeno arrivi subito e che sia emanato a breve il nuovo bando ”. Per saperne di più, ci si può rivolgere alla Cna, a Viterbo, in via I Maggio 3. Telefono 0761.2291, numero verde 800-437744.

Sulla questione è arrivato anche il commento della Presidente Renata Polverini. “L’operazione antiusura della Squadra mobile di Roma è un segnale forte e importante contro un fenomeno che rappresenta una vera e propria piaga per tante imprese e famiglie. Alle forze dell’ordine va il plauso mio e della Regione’’. ha dichiarato la Polverini “L’amministrazione regionale - prosegue Renata Polverini - e’ fortemente impegnata nel contrasto all’usura, attraverso l’Osservatorio per la legalita’, all’interno del quale sono presenti rappresentanti delle forze dell’ordine ai massimi livelli con i quali stiamo collaborando attivamente: tante sono state in questi mesi le segnalazioni giunte al numero verde regionale antiusura che ci hanno permesso di dare supporto a famiglie o imprenditori a rischio usura o gia’ coinvolti che hanno chiesto aiuto. Interventi che ci hanno permesso, in alcuni casi - conclude Polverini - anche di scongiurare epiloghi tragici’’.

Zezza: “Ottimo riconoscimento per le aziende del Lazio” “

Il Lazio è ricco di aziende eccellenti che meritano di essere sostenute, promosse e valorizzate. Per questo l’assessorato al Lavoro e Formazione è impegnato a favorire lo sviluppo delle imprese che investono in ricerca e innovazione, creando occupazione di qualità”. Lo ha dichiarato l’assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio Mariella Zezza durante la visita alla NSA – Nuclear Specialists Associated – di Ardea, nell’ambito del progetto ‘Viaggio nel Lazio al Lavoro’. “In questa struttura – ha spiegato l’assessore Zezza – uno dei punti di forza è la presenza di giovani quali�cati, selezionati direttamente tra gli studenti della Scuola Periti Chimici di Pomezia, ai quali viene data la possibilità di lavorare subito. I 18 dipendenti sono, infatti, di età compresa tra i 21 ed i 30 anni e sono stati impiegati, oltre che nelle normali funzioni di sintesi farmacologi-

ca, anche in un lavoro di rete, creando sinergie per valorizzare le risorse del territorio e aprendo alle opportunità offerte dai mercati esteri. I dati che arrivano dal distretto chimico-farmaceutico – ha concluso l’assessore Zezza – sono positivi. Il polo farmaceutico del Lazio, dopo aver chiuso il 2010 con un tasso di crescita record del 33%, ha mantenuto un andamento positivo anche nel primo trimestre di quest’anno, registrando un aumento di oltre il 5%. Un risultato importante, trainato dalle esportazioni ,che nel 2010 hanno fatto registrare un giro d’affari di 4,2 miliardi di euro impiegando 15 mila lavoratori del settore, ai quali vanno aggiunti i 5 mila posti di lavoro dell’indotto. Sono queste le realtà virtuose che intendiamo sostenere ed incentivare, anche per la loro capacità ci conciliare competenze, innovazione, rispetto per l’ambiente e buona occupazione”.


2 8

interni provincia di roma

Viterbo & & Viterbo Giovedì 14 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

CESANO - Passeggeri esasperati per le otto ore d’attesa causate dall’interruzione del servizio per colpa dei soliti ladri

Ennesimo furto tra i binari della Fr3 di SARAH PANATTA

A

lba “rossa”, di rame involato. Otto ore di paralisi ferroviaria, cronaca di una rapina annunciata? No, semplicemente un appuntamento fisso, quasi immancabile per i passeggeri della (a ragione) malfamata linea ferroviaria regionale Fr3. Martedì mattina un altro furto di rame ha reso inservibili i già provati binari della tratta Roma-Cesano-Viterbo. Si tratta del secondo furto consecutivo nell’arco di circa dieci giorni, l’ultimo si era verificato venerdì 30 giugno, lasciando appiedati ma non basiti i centinaia di fruitori della linea, che si erano sentiti addirittura annunciare via megafono ritardatario: “Non sono previsti servizi sostitutivi, trovate mezzi propri”. Martedì mattina il copione si è ripetuto con alcune varianti più “studiate”. La circolazione è stata bloccata dalle ore 4.40 alle 8.00 tra le stazioni de La Storta e Montemario, dopo Viterbo, Bracciano, Anguillara e Ce-

sano le più affollate, per la sottrazione di trecce di rame avvenuta (di nuovo) durante la notte nei pressi della fermata de La Giustiniana. Oltre quaranta convogli ferroviari sono rimasti coinvolti, bloccati, deviati con limitazioni di percorso e fortissimi ritardi, e una serie di problemi correlati, reazione a catena prevedibile. Ma questa volta – per limitare i disagi delle migliaia di

pendolari accalcatisi di ora in ora sui binari, e stanchi, amareggiati dalla prontezza di riflessi apatica delle cosiddette autorità competenti – Trenitalia ha istituito un servizio con bus sostitutivi tra Cesano e Roma Ostiense. La circolazione sulla linea Fr3 è tornata lentamente alla normalità dopo le ore 12.00. “La sottrazione del materiale in rame” ha dichiarato in una nota pron-

tamente diffusa Trenitalia “non comporta, nel modo più assoluto, problemi di sicurezza alla circolazione ferroviaria, in quanto si attivano immediatamente i sistemi di protezione delle tecnologie che controllano e gestiscono la circolazione dei treni”. Torna a sorgere l’irriducibile interrogativo: se il furto non è pericoloso e probabilmente piuttosto “atteso” sulla tratta suddetta, perché i controlli latitano? Perché non si è vista neppure un’azione preventiva? Perché i passeggeri ignorati nelle proteste? Perché le responsabilità trincerate dietro il minimale, rassicurante comunicato stampa riciclato di sempre? Ai “bigliettomuniti” esausti le risposte, ancora.

MANZIANA- Proiezione di un ‘docufilm’ realizzato in Libia da Fulvio Grimaldi

Al Patio Latino serata con ‘Maledetta Primavera’ D

opo Bergamo, Genova, Casalgrande-Reggio Emilia, Milano-Segrate, Roma-Ciampino, Livorno, Sesto San Giovanni, sarà il circolo Italia-Cuba-Tuscia di Manziana ad ospitare la proiezione dell’ultimo graffiante e controinformativo documentario del celebre giornalista, attualmente free lance, Fulvio Grimaldi, instancabile leone sui “veri” campi di battaglia (mediatica) del mondo. Dopo aver esumato con il devastante reportage Messico. Angeli e demoni nel laboratorio dell’impero le ferite marcescenti, intoccabili e gravose di un Messico sotto assedio della politica internazionale, braccato da uno pseudo regime dittatoriale in mano alla destra capitalista nazionale imbeccata dall’imperialismo globalizzante, Grimaldi tocca e scopre ancora un nodo vulnerabile, bollente, la guerra in Libia. Il docufilm Maledetta primavera: arabi tra rivoluzioni, controrivoluzioni e guerre Nato si pone domande che appartengono (ora come nel passato coloniale che sembra non voler finire, o almeno si ripresenta sotto mentite funeree spoglie ad ogni occasione “petrolifera”) alla sfera dell’indicibile:

“Cosa succede veramente dall’altra parte del Mediterraneo? Perchè bombardiamo la Libia dopo averla colonizzata per trent’anni? I media ce la raccontano giusta o sono allineati e coperti nelle politiche di chi fa una guerra dopo l’altra? Chi è davvero Gheddafi e chi sono davvero i ribelli di Bengasi? Tra Hillary Clinton e Assad, quale verità sulla Siria? Quale destino per le primavere arabe, quelle vere, quelle false?”. Grimaldi non tenta la carta del sensazionalismo né della polemica opportunista superficialmente provocatoria. Ex militante politico, giornalista dall’esperienza internazionale omnicomprensiva, dal Paese Sera alla BBC, dalla Rai a Liberazio-

ne, dall’Europa ai “fronti” caldi dell’Africa e del Medio Oriente, Grimaldi ha sulle spalle una carriera solida, trasversale e “impegnata”, difficilmente riassumibile. Ha chiesto continuamente un’attenzione sulla realtà che gli è stata quasi sempre negata dagli organi informativi ufficiali. Così Grimaldi torna alla verità

Sul sito del Comune le analisi dell’acqua D

i appena una settimana fa le proteste dei consiglieri di minoranza. L’amministrazione recepisce e risponde. Ora le analisi dell’acqua potabile sono sul sito del comune, consultabili on line da qualsiasi utente, quindi a portata di democratico “click”. Da alcuni giorni i dati sulla composizione delle acque “del rubinetto”, relativi a tutte le analisi effettuate nel 2011 a partire da gennaio, oltre che leggibili sono anche scaricabili dal sito. Scaricabili anche le comunicazioni della Asl al Sindaco, per conoscere quasi in tempo reale i “carteggi” tra le autorità. “E’ un primo atto a dir poco doveroso che la cittadinanza attendeva da tempo” ha annunciato l’amministrazione comunale “ed ora, �nalmente, questi documenti sono tutti pubblicati all’interno della sezione ‘Analisi delle acque’ su www.comune.anguillarasabazia.roma.it”. L’assessore all’Ambiente Enrico Stronati ha commentato in questo modo, scegliendo con cura le parole tanto care ai detrattori della giovane amministrazione Pizzorno: “La trasparenza assume così lo stesso valore di un’opera pubbli-

ca”. Anche la sezione “Operazione trasparenza” del sito uf�ciale di Anguillara – vero nodo della discussione sulla “chiarezza” che aleggia sul capo del primo cittadino – è in rivisitazione, per fornire le informazione prescritte dalla Legge 69/2009, quali ad esempio i tassi di assenza e di maggiore presenza del personale, tasto dolente e fortemente rimarcato dal neosindaco, che durante la campagna elettorale ha promesso una vigilanza attenta sul lavoro dei suoi assessori e consiglieri. Il consigliere con delega al personale, Raffaella Pelliccioni, conta di arrivare alla pubblicazione dei dati sui presenti/assenti entro la �ne di luglio. “E’ un lavoro importante e interessante” ha detto Pelliccioni “che va visto positivamente da tutti. Se infatti da una parte adempie a una disposizione di legge, dall’altra offre la possibilità alla macchina amministrativa di dimostrare l’ef�cienza in termini di presenza sul posto di lavoro. E questo non può che far bene ai cittadini e agli impiegati comunali, troppo spesso accusati ingiustamente di assenteismo”. (S.P.)

controtendenza, scomoda, non rassicurante, per alcuni certamente oltraggiosa e non condivisibile ma necessaria, perché altra. Il cineforum di Patio Latino, Manziana Via Garibaldi 48 (accesso dal vicolo al n. 40) presenterà Maledetta primavera sabato 16 luglio alle h. 21.00. ingresso (e mente) libera. (S.P.)

“ La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone piazza V. Emanuele - 20 luglio 2011 ore 21 REGOLAMENTO 1. 1. Al concorso sono ammessi bambini a partire da 6 a 14 anni d’età. 1. 2. Le domande di iscrizione dovranno essere compilate secondo il modello allegato e presentate entro e non oltre il 9 luglio 2011, allegando certificato di nascita. 1. 3. Le domande vanno inviate a mezzo posta presso Comitato Festeggiamenti S. Margherita – Via S.Lucia Filippini – 01027 Montefiascone Vt ( Don Agostino Ballarotto ) 2. oppure all’indirizzo e-mail: rafftv@libero.it o telefonare al: 0761 826809(escluso il lunedì) o al n. 340 2444939 1. 4. Il comitato si riserva di accettare l’iscrizioni secondo la data di spedizione della domanda. 1. 5. Ai concorrenti verrà comunicata la data delle selezioni che si svolgeranno presso gli Studi di Registrazione “Binario 2” del Centro Multimediale RAFF RECORDS di Montefiascone dal 11 al 15 luglio 2011. 1. 6. Ogni concorrente dovrà portare la base della propria esibizione su supporto digitale ( cd – dvd- chiavetta usb) chi ne fosse sprovvisto potrà farne richiesta allo Studio di Registrazione Binario 2. 1. 7. Il concorso è aperto al pubblico e i partecipanti possono esibirsi con qualsiasi canzone del repertorio nazionale ed internazionale. 1. 8. I concorrenti verranno divisi in due categorie: Categoria A : da 6 a 10 anni di età Categoria B : da 11 a 14 anni di età 1. 9. I concorrenti dovranno versare la quota d’iscrizione di 15 euro. 1. 10. Tutti i partecipanti riceveranno un DVD con la registrazione audiovideo del provino. 2. L’intera serata sarà ripresa da una troupe televisiva di Sky. 1. 11. I primi classificati di ogni categoria riceveranno in premio: 2. - la registrazione e la pubblicazione di un CD contenente 1 brano e la promozione discografica in tutta Italia tramite il circuito delle 100 radio ; 3. – la realizzazione di un videoclip e relativa pubblicazione su Youtube, Facebook e Google. 1. 12. La giuria sarà nominata dal comitato organizzatore, e sarà composta da professionisti del mondo discografico, televisivo e della moda. 1. 13. Il giudizio della giuria è insindacabile, inappellabile e definitivo. 1. 14. In caso di necessità il comitato organizzatore si riserva di apportare modifiche al presente regolamento, informandone tempestivamente i partecipanti. 1. 15. L’iscrizione al concorso comporta l’accettazione del presente regolamento e dell’eventuali modifiche. 1.

ANGUILLARA - Trasparenza amministrativa

“La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone Vt – 20 luglio 2011 Modulo d’ iscrizione Nome e Cognome ………………………………………………... Luogo e data di nascita……………………………………………. Residente in ……………………………………………………….. Telefono…………………………………………………………… Titolo Canzone…………………………………………………….. Io sottoscritto…………………………….. desidero iscrivere mio/a figlia al Concorso Canoro per bambini “La Margheritina d’Oro” che si svolgerà a Montefiascone il giorno 20 luglio 2011. Dichiaro di accettare e mi impegno a rispettare pienamente il regolamento della manifestazione. Firma del genitore…………………………


e l a i c e p S bo r e t i V

����������������������


speciale viterbo interni

2 10

Viterbo & & Viterbo Giovedì 14 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Tanti appuntamenti all’interno della Cittadella della Cultura e poi la movida a fare da cornice

A tutta Caffeina, arriva Ezio Mauro S

erata da non perdere, quella di oggi a Viterbo per Caffeina Cultura. Il direttore de La Repubblica Ezio Mauro e il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky saranno sul palco del Parco del Paradosso alle ore 21 per raccontare il loro ultimo libro “La felicità della democrazia. Un dialogo” edito da Laterza. Un dialogo sui temi della felicità, del merito, della democrazia con due esponenti di punta del giornalismo e del mondo giuridico. Ezio Mauro è alla guida de La Repubblica dal 1996. Entra nel mondo della carta stampata nel 1972 collaborando con la Gazzetta del Popolo di Torino, occupandosi soprattutto del terrorismo nero degli anni di piombo. Nel 1981 passa a La Stampa di cui è inviato speciale, responsabile della politica interna e corrispondente dagli Stati Uniti d’America. Dal 1988 lavora per La Repubblica come corrispondente

da Mosca. Per tre anni racconta la grande trasformazione della Perestrojka, viaggiando nelle repubbliche dell’Unione Sovietica. Nel 1996 sostituisce il fondatore Eugenio Scalfari alla guida del quotidiano di punta del gruppo Espresso, di cui è tuttora direttore. Gustavo Zagrebelsky, giurista, socio costituzionalista dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti, professore ordinario di diritto costituzionale all’Università di Torino, è stato nominato giudice costituzionale nel 1995 dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e, nel 2004, presidente della Corte Costituzionale, carica che ha ricoperto per alcuni mesi. A seguire, sempre al Parco del Paradosso (ore 22.30), andrà in scena la serata “Buon compleanno Italia. Il paese visto da chi lo abita”. Interviene Andrea Scrosati, vicepresidente di Sky Italia. Al centro il racconto dell’omonima inizia-

tiva televisiva che ha voluto coinvolgere tutti gli italiani in occasione della preparazione di una puntata sui 150 anni dell’Unità. Sky ha lanciato l’invito a tutti i cittadini di inviare un breve video per raccontare com’è oggi il nostro Paese e cosa signi�ca “essere italiani”. Un modo decisamente unico e creativo per ricordare il 17 marzo. Sono arrivati così tanti contributi, centinaia di video realizzati soprattutto da giovanissimi di ogni angolo del Paese. L’incontro con Scrosati sarà occasione per rivivere le emozioni di questo progetto sull’Italia che ha un forte valore storico e di documentaristica sociale. Saranno presenti sul palco di Caffeina anche “Gli Sgommati”, i protagonisti della celebre striscia quotidiana di satira di Sky Uno. Gradito ritorno a Caffeina quello di Antonio Pennacchi. Alle 22 in Piazza del Fosso lo scrittore terrà una conversazione, con Luciano Lanna, dal titolo “Da Canale Mussolini al fascista immaginario”. Il suo romanzo di esordio, “Mammut”, riceve 55 ri�uti da 33 editori prima di essere pubblicato da Donzelli nel 1994. Inizia così la storia di scrittore di Antonio Pennacchi, �glio di coloni e operaio., nato a Latina 61 anni fa. Nel 2001 lascia l’editore Donzelli e passa alla Mondadori. Nel 2003 esce l’autobiogra�co “Il fasciocomunista”, vincitore del Premio Napoli. Dal romanzo è stato poi tratto il �lm “Mio fratello è �glio unico” con Riccardo Scamarcio ed Elio Germano. La pellicola ha avuto un successo sorprendente al botteghino e ha vinto un premio speciale al Festival di Cannes, ma lo scrittore ha fortemente polemizzato con il regista perché nella seconda parte del �lm la trama del libro è stata stravolta. Il 2 marzo 2010 è uscito “Canale Mussolini”, romanzo sulla boni�ca dell’Agro pontino. Il libro, de�nito dal-

l’autore come “l’opera per la quale sono venuto al mondo”, ha vinto il 2 luglio la 64ª edizione del Premio Strega. Alle 22.30 in Piazza Cappella si parla di ma�a con la giornalista, scrittrice e autrice televisiva e teatrale Francesca Barra, che presenta il libro “Il quarto comandamento”. All’incontro intervengono il giornalista Lirio Abbate, uno dei maggiori esperti italiani su

ma�e e criminalità organizzata, e Fabio Granata, avvocato penalista, parlamentare, vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della ma�a e sulle altre associazioni criminali, anche straniere. E’ stato, nel 2010, tra i fautori dello strappo con Berlusconi e ha aderito a Futuro e Libertà. Contemporaneamente, il Cortile La Zaffera di Piazza

San Carluccio ospita lo storico e saggista Franco Cardini per un dibattito sul tema “Il senso della ricerca da Parsifal a Google” nell’ambito del ciclo di incontri “La �loso�a al tempo di Google”. La serata nel centro storico di Viterbo prevede numerose altre presentazioni e incontri con autori locali e non, oltre a musica dal vivo e degustazioni di prodotti tipici della Tuscia.

A Pianoscarano l’autrice per i piccoli Mathilde Bonetti

‘Vuoi ballare con me?’ all’Arena Scotolatori M

athilde Bonetti arriva a Senza Caffeina. L’appuntamento è per oggi, alla Scalinata di Sant’Andrea a Viterbo per le 19. La scrittrice presenta “Vuoi ballare con me?”, edito da Piemme junior. E’ molto probabile che l’autrice si esibisca anche nelle vesti di danzatrice insieme al suo compagno. “Vuoi ballare con me? infatti – ci spiega Mathilde Bonetti - è un romanzo ambientato nel mondo del ballo e siccome nella vita, oltre a essere una scrittrice, sono anche una ballerina (vicecampionessa italiana e campionessa regionale per la Lombardia nelle danze standard) ci sembrava carino coinvolgere il pubblico su più fronti. Dopo l’esibizione, nello spazio adibito alle presentazioni, parlerò appunto dei miei libri, fra cui la serie per teenager “Il Diario di Martina” (Mondadori), uno dei cui titoli (“Un cerbiatto nel cuore”) è ambientato proprio nel viterbese: a Bolsena. Ci saranno anche una serie dedicata al pattinaggio su ghiaccio (“Tre amiche sul ghiaccio” - Piemme - Il Battello a Vapore) e i miei due libri storici “La gatta magica” e “Le nuove avventure della gatta magica” (anch’essi Piemme - Il battello a vapore) che hanno come protagonista la mia gatta Fantasia”.

Una presenza che si preannuncia come “vulcanica” quella di Mathilde Bonetti all’interno della sezione “Oggi ve lo racconto io!”. La giornata di Senza Caffeina non �nisce qui. Tutto a inizio, ormai come consuetudine, con l’apertura del villaggio pirata di Pianoscarano. Alle 17,30 daranno inizio alla magia le bravissime curatrici del laboratorio creativo Viviana Ginebri e Giovanna Gobattoni. Alle 18 si terrà “Il gioco dell’Oca”, percorso ludico sulla legalità realizzato in collaborazione con

la Sezione Soci di Viterbo Unicoop Tirreno. Alle 18,30 tornano in scena gli agenti della Polizia Stradale, per uno degli appuntamenti più intelligenti di “Senza Caffeina”: “Un poliziotto per amico”. Si tratta di un laboratorio per insegnare ai più giovani la sicurezza stradale. Alle 21,30 Vera Anelli chiude il ciclo di letture su Emilio Salgari. L’avventura di Sandokan e le sue tigri di Momprocem arriva al �nale. Da non perdere quest’ultimo ruggito di “TuttiTigrotti”.


speciale viterbo

& Giovedì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

11

Un appuntamento organizzato da Arci e istituzioni per intrecciare i mondi dei conservatori e del carcere

Una musica per far “evadere” i detenuti di DANIELE CAMILLI

L

a musica è sospensione e rappresentazione. Il miglior mezzo – scrisse una volta Auden – per sopportare il tempo. E dove c’è musica – avrebbe aggiunto Cervantes – non può esserci nulla di cattivo. Nemmeno in carcere. Neanche a Mammagialla dove ieri pomeriggio si è tenuto il terzo concerto di un progetto che sta coinvolgendo gli istituti penitenziari di Umbria e Lazio. Il 7 e il 21 maggio è stata la volta di Terni e Perugia. Toccherà poi a Spoleto, Orvieto, Rieti, Civitavecchia e il minorile di Roma. Una programmazione di spessore e qualità che andrà avanti per tutto il 2011 intrecciando due mondi apparentemente lontani: carcere e conservatori. Per dialogare e riaffermare il ruolo della cultura anche in posti che sembrano dimenticati da Dio. Quel Dio che invece ieri troneggiava un po’ dappertutto nella chiesa della Casa Circondariale di Viterbo dove l’orchestra di ottoni “Tubilustrium Ensemble” diretta da Andrea Di Mario ha portato la sua musica. Un’iniziativa promossa dalla rete di associazioni attive negli istituti penitenziari: le Arci Ora d’Aria Terni, Solidarietà Perugia, Rieti, Terni, Solidarietà Viterbo. E patrocinata dalla Regione Umbria, dal Garante Regionale dei Detenuti del Lazio,dal Provvedi-

tore Regionale Amministrazione Penitenziaria e dalla Conferenza Regionale Volontariato Giustizia. Ad assistere con i detenuti di Mammagialla anche il vice direttore del penitenziario, Marco Grasselli, il cappellano don Antonio Bagnulo, i vice comandante e commissario della Polizia Penitenziaria, Maurizio Pesci e Antonio Canonico, e l’ispettrice Giovanna Boccio. Assieme a loro altri poliziotti che poi, a �ne concerto, se andavano per i corridoi del carcere �schiettando quanto avevano ascoltato. New York, New York, Yesterday, Rocky, Indiana Jones, Il buono, il brutto e

il cattivo. Tutte eseguite magistralmente. Con il maestro Di Mario a spiegarle una ad una beccandosi in�ne – lui e i suoi ragazzi, 13 in tutto – una vera e propria ovazione. Al punto da dover concedere il bis. “Un momento importante di evasione dalla routine della detenzione – ha spiegato Sara Bauli dell’Arci – Un appuntamento per rivitalizzare l’interazione tra il carcere e le risorse culturali e sociali dei territori. Il punto di partenza per promuovere iniziative laboratoriali – musicali”. Laboratori previsti per il mese di settembre con l’obiettivo di dar

vita anche ad un coro formato dai detenuti. A gestire il tutto, un nome illustre: Piero Arcangeli, ex Direttore del Conservatorio di Terni presente al concerto. “Quanto è stato organizzato – ha sottolineato Grasselli – è importante e testimonia la volontà dell’amministrazione di proseguire lungo il percorso intrapreso”. Insomma, un passo fondamentale su cui investire e continuare a credere. Senza lasciarsi spaventare. Come il Croce�sso, attento pure lui alle note e almeno per un giorno tornato ad essere Rex Iudaeorum, “musicians”…e captivorum.

Il concerto al carcere di Mammagialla (fotoservizio Daniele Camilli)

Sara Bauli


speciale viterbo interni

2 12

Viterbo & & Viterbo Giovedì 14 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Sabato la presentazione del libro di Agostino Marotti e Pietro Bevilacqua

Caffeina Cultura chiude con la Fiction di ROBERTO POMI

P

ietro Bevilacqua e Agostino Marotti presentano il loro saggio ‘La fiction Televisiva’ a Caffeina sabato 16 luglio. L’appuntamento è per le 22,30 all’Arena Boscolo. Con loro saranno Pier Maria Cecchini, attore e interprete della prima Sit-commedy trasmessa dalla televisione italiana: ‘Stazione di servizio’ e Ciro Rocco un componente del gruppo i ragazzi di Scampia, che porterà l’esperienza di un giovane di fronte alle sollecitazioni della televisione. Poter tenere a battesimo un libro sulle fiction televisive nel cuore della location più famosa d’Italia, è un sogno che si materializza. Analizzare “Il maresciallo Rocca” a San Pellegrino, è la degna chiusura di una manifestazione che sta riportando il gusto della lettura a Viterbo. Quando si vuole definire l’umanità, tra le sue caratteristiche troviamo con sempre più frequenza la citazione delle capacità dell’uomo e la sua abilità di creare opere frutto della sua fantasia e immaginazione. La finzione, facendo riferimento al termine latino fingere cioè “formare”, “creare”, fa parte fondamentalmente della cultura umana. Nel saggio “La fiction televisiva”, Agostino Marotti e Pietro Bevilacqua intendono esaminare quella particolare forma di linguaggio narrativo, che è, appunto, la fiction televisiva. L’analizzare tutta la gamma delle emozioni, è la vera attrattiva della fiction, e la sua capacità di sollecitare quelle che ci permettono le distrazioni e i confort del nostro vivere nei momenti in cui la nostra essenza di esseri umani ce lo richiede, di coinvolgerci all’interno della narrazione senza mai creare attaccamento.

Un’analisi puntuale, quella dei due autori, che intendono proporla a un pubblico che va oltre quello degli studenti in comunicazione. Uno strumento dove tutti possono attingere per porsi poi, in maniera critica di fronte a quella che attualmente è la forma di intrattenimento televisivo più seguita. Il saggio che per la prefazione si avvale di una firma prestigiosa nell’ambito delle Fiction, quella di Guglielmo Ariè, produttore delle più importanti fiction televisive tra cui “Il maresciallo Rocca”, e della postfazione di Antonio Pieretti, semiologo di fama internazionale e per venticinque anni preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Uni-

gli strumenti necessari per poter fare un’analisi completa. Vengono poi prese in considerazione le due fiction italiane più popolari e significative quali “La meglio gioventù” e “Il maresciallo Rocca”. Il saggio si conclude con una simpatica e inaspettata appendice, estremamente utile per capire come nasce e come si sviluppa una Fiction televisiva. I due autori hanno voluto inserire la sceneggiatura completa di una fiction televisiva “Ferrovieri”, proprio per rendere concreto e fattibile tutto quello che si è teorizzato. Un libro che è qualcosa di più di un semplice saggio. Ci troviamo infatti davanti a un lavoro di valore scientifico ma al tempo stesso scritto in maniera accessibile a tutti. Uno strumento di comprensione di una delle manifestazioni più gettonate della produzione televisiva e al tempo stesso un’occasione di riflessione e analisi nei fatti che gli uomini si raccontano. Pietro Bevilacqua e Agostino Marotti chiudono con questa presentazione curiosa e accattivante l’edizione 2011 di Caffeina Cultura.

Ecco chi sono gli autori

Breve viaggio nelle biografie A

gostino Marotti è di Benevento, ha collaborato con le cattedre di Teoria e Tecniche del Linguaggio Radiotelevisivo e Teoria e Tecniche del Linguaggio Cinematogra�co nei corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Perugia ed ora sempre a Perugia, collabora con le cattedre di Semiotica e Semiotica del Testo. Si occupa di intertestualità e narrazione televisiva. Pietro Bevilacqua è un viterbese doc, ha frequentato il corso Autori presso il Centro europeo Toscolano(CET) diretto dal Maestro MOGOL. Collabora a Perugia con la cattedra di Semiotica e a Viterbo con cattedra di Linguaggi versità di Perugia, inizia con un excursus sulle origini e i generi delle Fiction per poi proseguire dando al lettore

audiovisivi nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università, ha collaborato con la cattedra di Teorie e Tecniche del linguaggio Radiotelevisivo. Attualmente collabora con il quotidiano “L’Opinione”. Si occupa di intertestualità e narrazione musicale. Pietro Bevilacqua e Agostino Marotti, hanno pubblicato insieme “Una canzone per….. l’analisi semiotica della canzone”e in “La rete intertestuale” a cura di Andrea Bernardelli, “Intertestualità musicale” e “Intertestualità televisiva”.Marotti e Bevilacqua, non sono nuovi a “Caffeina cultura”, nell’edizione del 2009 presentarono “Una canzone per..”

L’appuntamento di questa sera è con il ‘Gruppo Spontaneo Canepinese’

A ‘Incontri Gentili’ sbarca il teatro dialettale

I

l teatro dialettale sbarca questa sera, giovedì 14 luglio, a ‘Incontri Gentili’, la rassegna culturale organizzata dalla Provincia di Viterbo che si svolge nel cortile di Palazzo Gentili in via Saf�. Alle ore 21 andrà infatti in scena lo spettacolo ‘Mejo tardi che mmai’ a cura del ‘Gruppo Spontaneo Canepinese’ che grande successo ha riscosso a Canepina e in altri paesi dove è stato allestito. ‘Incontri Gentili’, nell’ottica di arricchire il calendario dell’estate viterbese aprendo al pubblico il cortile della Provincia con manifestazioni di varia natura, ha voluto dare spazio anche alle iniziative proposte dai singoli comuni con il �ne di promuovere quei gruppi locali che sul territorio fanno cultura. Fra i comuni che hanno prontamente risposto all’invito del presidente

Marcello Meroi e dell’assessore alla Cultura Giuseppe Fraticelli c’è stato il Comune di Canepina, con il sindaco e consigliere provinciale Maurizio Palozzi che ha proposto la realizzazione di uno spettacolo teatrale di grande valore. Il teatro dialettale infatti consente di valorizzare le antiche e sane tradizioni popolari, avendo nel dialetto la principale forma espressiva, patrimonio storico - folkloristico delle comunità. Pertanto non poteva che trovare spazio all’interno della rassegna anche una realtà conosciuta e apprezzata come “il Gruppo Spontaneo Canepinese” con la sua commedia di maggior successo. L’ingresso è libero. Tutti gli appuntamenti della rassegna ‘Incontri Gentili’ sono realizzati grazie al contributo di Enel e Banca di Viterbo.


& Giovedì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

13

PESCIA ROMANA - Il delizioso frutto, ricco di proprietà salutari, sarà protagonista nel week end

Torna l’attesa Sagra del Melone T

ra Lazio e Toscana, sul mare ma anche vicina al lago, quello di Bolsena, il piccolo borgo di Pescia Romana, frazione di Montalto di Castro è un’oasi dove trascorrere un week end estivo, soprattutto se le serate sono allietate da tradizione, folklore e tanta buona gastronomia. Così sarà dal 15 al 17 luglio alla Sagra del Melone: gustoso, colorato, rinfrescante e idratante, utile per l’abbronzatura, e secondo alcune recenti ricerche, aiuta anche a combattere lo stress. Il melone sarà il protagonista delle serate estive di Pescia Romana. Musica, cabaret e tango faranno da cornice al melone proposto in tutte le “salse” come marmellata, gelato o mouse, prima o dopo i numerosi piatti della tradizione viterbese e maremmana che verranno preparati per nobilitare il frutto estivo. Stinco di maiale, cinghiale con polenta e alla maremmana, penne alla buttera e gnocchi ragù

TARQUINIA - Il sindaco replica all’imprenditore

‘Benedetti s’informi prima di parlare’

questo è il menù della sagra del Melone. Chi lo ha detto che durante l’estate si deve osservare una dieta serrata. Lo strappo alla regola è di dovere a Pescia Romana. Per chi non volesse andare

al mare, che ha la spiaggia e il mare migliori del Lazio, può visitare il Borgo Nuovo ed il Borgo Vecchio che compongono la frazione di Pescia, oltre alla miriade di case coloniche sparse nella campagna

circostante. Dei due borghi, quello più antico, si sviluppò, presumibilmente dopo l’anno 1700, intorno ad una piccola chiesa edi�cata dai gesuiti ed intitolata al loro fondatore, Sant’Ignazio di Loyola.

MONTALTO - La promozione permetterà di valorizzare e pubblicizzare il territorio

Grande entusiasmo per la Vulci Card E

’ stata presentata lunedì scorso dall’Assessore al Turismo del Comune di Montalto di Castro, Gabriele Rossi, alla presenza degli operatori turistici, la VulciCard, uno strumento per valorizzare le risorse storico-artistiche e fidelizzare gli ospiti del territorio montaltese. In collaborazione con la Mastarna srl, ente gestore del Parco Naturalistico Archeologico di Vulci, parte da questa settimana la promozione della VulciCard, che rappresenta il primo biglietto di ingresso integrato al Parco e allo splendido Museo Nazionale Etrusco del Castello della Badia, gestito dalla Soprintendenza dei beni archeologici dell’Etruria meridionale.

La VulciCard, nelle due versioni per singoli visitatori e per le famiglie, oltre a consentire l’ingresso al Parco e al Museo, dà diritto a numerosi vantaggi: sconti sulle visite guidate e attività ludico-didattiche che si svolgono al Parco, sconti sugli acquisti del bookshop del Parco, sulla ristorazione presso il punto di ristoro interno al Parco. Inoltre, a partire da questa settimana sarà anche attivo, su prenotazione, un servizio di navetta da e per il Parco gratuito e riservato ai soli possessori della Card. I vantaggi si estendono anche al di fuori del territorio montaltese: con la VulciCard si realizza una prima rete di Musei e Parchi che riconoscono un’agevolazione sul biglietto di ingresso ai

possessori della Card (Museo Archeologico e d’Arte della Maremma , Grosseto ; Museo del mare e della navigazione antica, Santa Marinella (RM); P a rchi Val di Cornia , Piombino – Populonia – S. Silvestro (LI); Parco Città del Tufo, Sorano e Sovana (GR). Inoltre, grazie ad un accordo sottoscritto tra Mastarna srl e Grimaldi Lines, ai possessori della Card, per tutto l’anno di validità della stessa, viene applicato dalla Grimaldi Lines uno sconto dell’ 8% cumulabile con le tariffe speciali attive al momento della prenotazione, su tutti i collegamenti marittimi internazionali: Spagna, Marocco, Tunisia e Malta; e nazionali: Sardegna e Sicilia. La Vulci Card – dichiara

l’Assessore Gabriele Rossi – è un ulteriore strumento di valorizzazione del nostro territorio. L’idea di promozione reciproca e sinergica, del Parco di Vulci, insieme ad altri 4 siti archeologici presenti nei territori limitrofi, rappresenta un ulteriore elemento positivo per far conoscere il Parco. Importante è anche l’accordo che la Società Mastarna ha raggiunto con la compagnia di navigazione Grimaldi Lines, questo ci permette non solo l’attivazione di sconti sui biglietti per tutti i possessori della Vulci Card sulle tratte che la Compagnia effettua nel Mediterraneo, ma anche una promozione mirata sulle navi della società stessa, del Parco e del nostro territorio.

MONTALTO - Rescue è stata presentata dai bagnini della Prociv

Una tavola per il soccorso in mare E

’ lunga tre metri e dieci e pesa poco più di nove chilogrammi. Rescue, la nuova tavola per il soccorso a mare, in dotazione ai bagnini della protezione civile di Montalto di Castro, è stata presentata martedì mattina dal-

l’associazione di volontariato montaltese. Costruita con resina, pcv e materiale plastico antiscivolo, la tavola è stata progettata per rendere maneggevole l’uso in acqua al soccorritore in servizio. Presenti alla dimostrazione, oltre

ai bagnini, il primo cittadino Salvatore Carai, l’assessore al demanio Andrea Sera�ni, il presidente della Prociv Alessandro Maietto, il comandante della Guardia costiera e della polizia locale. La tavola è già operativa in una

delle torrette installate sulle spiagge libere, tra Montalto e Pescia Romana, aree assegnate alla protezione civile per il servizio di assistenza bagnanti. Soddisfatto il presidente Maietto per i risultati �nora raggiunti. “La tavola è ormai uno strumento di notevole importanza, usata maggiormente in tutte le spiagge e che permette un facile e rapido raggiungimento delle persone in dif�coltà, in particolar modo quando sono più di una”. Con l’occasione il sindaco si è poi congratulato con in due bagnini che domenica scorsa hanno salvato dodici persone tra le correnti marine e che hanno avuto modo di usare la nuova attrezzatura. “I miei complimenti vanno a queste persone che ogni giorno rischiano la propria vita per salvarne altre”.

A

buon intenditor poche parole». Lo afferma il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola alle nuove esternazioni dell’imprenditore Enrico Benedetti sul piano urbanistico. «Tale proverbio sembra non valere per Benedetti. – prosegue il primo cittadino – Eviti di fare brutte �gure e prima di parlare s’informi. L’11 luglio l’Ascom ha infatti inviato all’Amministrazione Comunale una nota di scuse per non aver comunicato all’imprenditore la data della riunione». L’Ascom scrive che “con molto rammarico apprendiamo delle polemiche sorte in merito all’invito all’incontro relativo al P.U.G.C. del Comune di Tarquinia. Non era nostra intenzione cercare pretesti per attaccare l’Amministrazione Comunale. Nell’era multimediale, purtroppo, abbiamo ancora disguidi. È proprio di un imprevisto di questo genere che difatti parliamo. La nostra segreteria, non ha ricevuto alcuna comunicazione e, quando il signor Benedetti ha chiesto se avessimo ricevuto un invito da parte del Comune, la nostra risposta è stata negativa. In merito alla

telefonata che comunicava l’anticipo dell’orario, la persona che ha risposto al telefono ha riferito di una variazione di orario ma, non avendo letto il fax, non siamo riusciti a capire di cosa si trattasse. Per questi disguidi chiediamo ammenda, non era nostra intenzione innescare una simile polemica, mettere in cattiva luce l’Amministrazione Comunale, né tantomeno non prendere parte a una riunione così importante per il settore che rappresentiamo e per la cittadinanza tutta. Saremo sicuramente lieti di essere presenti ai prossimi incontri per condividere ed esaminare il nuovo P.R.G.C.”. «Benedetti si metta l’anima in pace, moderi i toni e faccia un bagno d’umiltà. – conclude il sindaco Mazzola – Ha sbagliato, lo riconosca e vedrà che sarà maggiormente apprezzato. La sua è stata una polemica inutile. L’Amministrazione Comunale sta lavorando a un progetto fondamentale per lo sviluppo della città, con il coinvolgimento di tutte le realtà del territorio. Se vuole può partecipare, altrimenti si metta da parte senza creare problemi».


litorale viterbese

14

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

MONTALTO - Ristorante, pizzeria, gelateria, albergo e stabilimento: una struttura- cardine del litorale

Il Maremma, trent’anni di storia di GIOVANNI CORONA

V

isitando la marina di Montalto di castro, sul Lungomare Harmine al numero civico 42 non ci si può non accorgere di uno dei locali che hanno fatto la storia del litorale della cittadina castrense: Il Maremma. Il ristorante, aperto a pranzo e a cena tutti i giorni della settimana, è elegante e

raf�nato e propone dei piatti particolarmente gustosi a base di pesce esclusivamente fresco oltre a molti altri piatti tipici della zona, il tutto organizzato e servito da uno staff specializzato. Il ristorante dispone di due sale: una interna e una con vista sul mare, entrambe climatizzate. Durante il periodo estivo si possono gustare ottimi piatti all’esterno, ine-

briati dalla fresca atmosfera della spiaggia ed allietati da musica e serate a tema che il locale è solito organizzare. La cucina utilizza sempre i migliori prodotti reperibili sul mercato che vengono serviti in tavola solo dopo un’attenta selezione per garantire al cliente la massima qualità. La pizzeria Maremma inoltre è qualcosa di veramente unico: variegate, particolari e gustosissime pizze in mille gusti diversi, cotte esclusivamente nel forno a legna, che si possono consumare nella splendida veranda sul mare o all’interno della pizzeria stessa. Per chi invece volesse usufruire della velocità di un piatto “take away” la pizzeria dispone di un ampio spazio interno ed esterno, per gustare la pizza al taglio: su richiesta è anche possibile prenotare delle pizze senza glutine per i celiaci. Al ristorante Maremma c’è inoltre la possibilità di organizzare meeting aziendali, convention, banchetti, cerimonie nuziali, cresime, battesimi e tutti quegli eventi che meritano una location di classe, in un contesto naturale veramente unico, con la sicurezza di un’organizzazione che opera nella ristorazione da oltre 30 anni. Del complesso Maremma, fanno parte anche l’hotel e lo stabilimento balneare: il primo

è situato direttamente sulla spiaggia di sabbia �nissima e dispone di spazi accoglienti per trascorrere indimenticabili soggiorni al centro del litorale della marina. L’Hotel –con prenotazioni possibili nelle formule “pensione completa”, “mezza pensione” o Bed and Breakfast”dispone di 15 camere di cui 13 matrimoniali, con possibilità di terzo letto aggiunto e 2 camere quadruple. L’albergo dispone inoltre di 4 appartamenti con ingresso indipendente con capienza da 2, 3 o 4 persone. Le camere sono accoglienti

e dispongono di bagno privato, Tv color e aria condizionata. Sia le stanze che gli appartamenti sono corredati di tutta la biancheria completa da letto e da bagno. Lo Stabilimento invece non è il classico complesso balneare: si tratta di una moderna struttura, situata proprio al centro del lungomare, che costituisce un punto di riferimento per chiunque desideri programmare un soggiorno estivo sul litorale montaltese. La spiaggia, ampia e composta da una sabbia �nissima è molto comoda anche per

le famiglie con bambini. All’interno dello stabilimento si trovano un accogliente chiosco-bar con un gazebo, delle docce con acqua calda e fredda, delle cabine, dei pedalò, alcune canoe mono e biposto, un ampio parcheggio bici ed un coloratissimo spazio giochi, divertente e sicuro, interamente dedicato ai bambini. Tra i servizi che il Maremma propone alla sua vasta clientela, ci sono in�ne la tavola calda, la gelateria artigianale ed il bar, decisamente accoglienti e con un servizio rapido e professionale.


& Giovedì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

15

BOLSENA - Tutto pronto per l’evento del fine setimana: ‘Le Governiadi, i giochi di ruolo della politica’

‘Passerella di Governo’ in riva al lago di FULVIO MEDICI

G

overniadi a Bolsena da giovedi 14 luglio a domenica 17. Martedì a Montecitorio c’è stata la conferenza stampa di presentazione dell’evento. Al tavolo (foto) gli Onorevoli, Lorenzin, Bonaiuti, Lupi e Piso, in prima �la il sindaco di Viterbo l’On. Marini e tra i presenti anche Andra Di Sorte, che tanto si sta prodigando per l’organizzazione di questa singolare e avvincente iniziativa. Il presidente dei giovani dell’Anci non nasconde la sua particolare emozione nel sentire parlare del suo Comune di Bolsena nelle stanze della Camera dei Deputati. Tutto sembra pronto per

questo forum relativo ai ‘giochi di ruolo della politica’. Una sorta di ‘summer school’ di formazione che riprende i connotati dei ‘role games’ americani, che vedrà la presenza di numerosi personaggi politici, del mondo dell’informazione, oltre ai numerosi amministratori e universitari che parteciperanno alla gara. La s�da a squadre prevede la soluzione di tre quesiti in ambito politico, amministrativo ed economico. Presidente della giuria sarà il Ministro Matteoli, che nella giornata di domenica decreterà il gruppo vincitore.

Confermata la presenza, salvo imprevisti dell’ultima ora , di Bondi, Cicchetto, Gelmini, Meloni, Fitto, Azzolini, Bonaiuti, Moffa, Russo, Valducci, il sindaco di Roma, Alemano, il direttore del Gr1 di Radio Rai, Troncini, Paola Cervelli di Rai News 24. Solo alcuni politici, che in un primo momento avevano dato la loro adesione, per impegni di carattere privato o istituzionale, non potranno essere presenti, come i ministri, Carfagna e Brunetta. Altro piccolo cambiamento di

programma riguarda la presenza dei deputati per la giornata di venerdì: alla Camera si riscontra la �nanziaria e gli onorevoli, probabilmente verranno il sabato e la domenica, mentre per quel giorno, più forte sarà la presenza dei senatori. Saranno presenti alcuni sponsor di eccezione come Vodafone, Snam e Pirelli. Un’occasione per il nostro territorio, che sarà visitato da tante �gure istituzionali e da molti addetti ai lavori, che potranno di certo vivere a contatto con la realtà periferica che ci contraddistingue e che in alcune occasioni ci isola un po’ dal resto del mondo. La cornice suggestiva del lago e della gradevole cittadina di Bolsena non potrà che giovare alla breve ‘gita fuori porta’ dei nostri politici.

ACQUAPENDENTE - Consiglio comunale

Scuola e rifiuti all’unanimità N

el consiglio comunale di Acquapendente della scorsa settimana, all’unanimità viene approvato l’Ordine del Giorno sul mantenimento del modulo a tempo pieno presso le classi prime anno 2011-2012 e successivi. Si incaricano inoltre il Sindaco Alberto Bambini e l’Assessore all’Istruzione Anna Belardi a curare insieme agli altri colleghi della Provincia una trattativa con l’Uf�cio Scolastico Regionale, af�nchè vengano assegnate a Viterbo ed a tutta la Provincia un numero ulteriori di insegnanti pari a 50 unità Numero suf�ciente per garantire il servizio per il prossimo anno scolastico e, sopratutto, contingente e condizione per i prossimi anni. In�ne, all’unanimità, viene approvato un Ordine del Giorno sulla contrarietà all’incremento della tariffa di conferimento in discarica ri�uti presso impianto Casale Bussi a Viterbo. Una

ferma decisione nei confronti di un provvedimento regionale del quale si richiede alle autorità competenti (Presidente Polverini e Assessore ai Ri�uti Di Paolo), la revoca determinazione dirigenziale B3785 del 12 Maggio 2011. “Da 79,20 a 93,30 Euro a tonnellata”, sottolinea a corollario dell’approvazione il primo cittadino “ci sembra onestamente dif�cilmente sostenibile per le casse del nostro Comune, vista la crisi generale che stà investendo i cittadini e la rete degli Enti Locali”. F.M.

FARNESE - L’allevamento ovino e le sue problematiche affrontati a 360 gradi ACQUAPENDENTE - Il Sindaco Bambini risponde alla minoranza

Ultimi preparativi per ‘La Sagra della Pastorizia’ “Ci sono altre forme di protesta altrettanto eclatanti” U

na manifestazione che va ben oltre il proprio ambito territoriale e che, per i contenuti che affronta, si pone come momento di ri�essione e discussione per un settore in grande fermento e di vitale importanza per la stessa economia regionale. La “Sagra della Pastorizia” che si svolge a Farnese, centro agricolo situato nell’Alto Viterbese a ridosso della Selva del Lamone e a due passi dalla distrutta città di Castro, dal 25 al 28 agosto prossimi, è questo e molto di più. Nell’ambito della rassegna enogastronomica, infatti, il tema dell’allevamento ovino e delle sue problematiche, sarà affrontato in tutte le sue varie componenti e, in particolare, nel corso di un Convegno: “L’allevamento ovino nel Lazio. Intervenire prima che sia troppo tardi”, cui hanno già dato la loro adesione, tra gli altri, l’Assessore alle Politiche Agricole della Regione Lazio, Angela Birindelli, e il Presidente della Commissione Agricoltura della stessa Regione, Francesco Battistoni. La rassegna, giunta alla sua quarta edizione, è promossa dall’Associazione Agropastorizia Farnesiana-Sarda, in collaborazione con la Regione Lazio, la Provincia di Viterbo, la Camera di Commercio di Viterbo e l’Amministrazione comunale di Farnese, con il patrocinio della Riserva Naturale “Selva del Lamone”, dell’Arsial e della Confesercenti di Viterbo, e con il sostegno della BCC Pitigliano e della BCC Tuscia. Non soltanto, dunque, veicolo di promozione delle produzioni tipiche locali, tra le quali spiccano le carni ovine, i prodotti caseari, l’olio di oliva e il miele, ma anche di divulgazione dell’agricoltura in generale e

D

dell’allevamento ovino in particolare, mettendo a sistema le risorse di un intero territorio. Lo scorso anno la manifestazione ha richiamato nella piccola località della Tuscia oltre 8.000 visitatori che nei quattro giorni di festa hanno potuto assistere a spettacoli musicali e folcloristici e degustare cene tipiche della tradizione farnesiana e sarda. Com’è noto, infatti, è ormai da oltre mezzo secolo che le popolazioni pastorizie della Sardegna hanno trovato nella Tuscia un loro habitat naturale dando vita allo sviluppo di una attività che in breve tempo si è imposta come volano dell’economia locale e creando una sistemica sinergia con le popolazioni indigene. Oggi il forte connubio tra pastorizia e tradizione agroalimentare che si è venuto a creare, rende omaggio ad entrambe le culture. Oltre all’apertura di stands e al Convegno che �nirà per catalizzare l’attenzione dei molti addetti, provenienti oltre che

dal resto della Regione, anche dalla vicina Toscana e dalla stessa Sardegna, sono previste visite guidate dell’area protetta della “Selva del Lamone”, mostre di macchine e attrezzi per l’agricoltura, esibizioni dei pastori che si cimenteranno nella preparazione dei tipici prodotti caseari (ricotta, formaggi e latticini) e molte altre iniziative a carattere culturale. “La nostra Associazione, ha dichiarato Gianni Pira, è nata per mantenere e consolidare le relazioni della cultura sarda con quella farnesiana e questa manifestazione, a considerare dallo straordinario successo conseguito nelle precedenti edizioni, sembra aver raggiunto lo scopo. Ma dobbiamo andare oltre. Si deve capire che se l’allevamento ovino vuole ancora avere un futuro nella Tuscia, come in altre zone del Paese, occorre sostenerlo. Non è concepibile che un litro di latte di pecora, oggi, possa essere pagato meno di una bottiglia di acqua minerale”.

opo la lettera inviata dalla minoranza al sindaco Alberto Bambini, dove i quattro componenti si dichiaravano disponibili ad un eventuale dimissione dell’intero consiglio per protesta sulle decisioni in merito all’ospedale da parte della direzione generale della Ausl, il primo cittadino risponde: “Capisco benissimo il disagio della minoranza, un disagio che nasce dall’impotenza verso alcune scelte essenziali che riguardano il nostro ospedale, e comprendo quindi anche la voglia di sopperire con un gesto eclatante”. Risponde così il Sindaco di Acquapendente Alberto Bambini alla lettera inviata dai Consiglieri di minoranza che propongono le dimissioni dell’intero Consiglio Comunale come atto di protesta contro i tagli operati dalla Regione Lazio all’ospedale di Acquapendente. “Tale disagio è stato più volte sottolineato da questa e dalla precedente Ammi-

nistrazione - continua il Sindaco -, ma il gesto delle dimissioni in blocco del Consiglio Comunale come atto di protesta credo sia eclatante ma non risolutivo del problema. La battaglia per la difesa dell’ospedale dev’essere portata avanti governando il territorio. L’ospedale possiamo difenderlo se ci siamo. Alle eventuali dimissioni farebbe seguito solo l’arrivo di un Commissario, che per un anno amministrerebbe il Comune al nostro posto. E quale risultato avremmo per il nostro ospedale? Come Amministrazione sappiamo benissimo che l’ospedale è tra le nostre priorità. L’obiettivo principale è la realizzazione di un distretto ospedale-territorio, che ci consentirà di dare risposte adeguate ai bisogni dei cittadini”. “Credo fermamente - conclude il Sindaco - che la comunità locale debba dare un forte segnale di protesta contro l’indifferenza e il malgo-

verno degli enti sovra ordinati, Provincia e Regione, prendendo in considerazione e avviando le pratiche per il referendum per il cambio di Regione. Infatti, il problema dell’ospedale è solo uno dei tanti settori in cui ci sentiamo totalmente abbandonati dalla Regione Lazio, che non si occupa assolutamente di questo territorio, anzi continua a privarci di servizi e strutture per noi fondamentali, come ad esempio la chiusura degli sportelli agricoli di zona, notizia di questi giorni. Tutta la mancata risposta relativa alla Casa di Riposo e alla sua trasformazione in Rsa, lo stato delle strade provinciali e regionali, la mancata attenzione per la valorizzazione del territorio e la situazione della Comunità Montana Alta Tuscia Laziale sono alcuni esempi di disattenzione verso queste terre. Il referendum potrebbe essere l’unico segnale politico da dare”.

CAPODIMONTE - La VI edizione del raduno nazionale delle avvincenti imbarcazioni

Canoa e kajak tra sport e volontariato L

a vetrina delle iniziative dell’estate Capodimontana è ricca di curiose novità e di attività sportive di eccellente livello tutte caratterizzate dal contributo che i partecipanti offrono a tutela dell’ambiente.. Dopo le regate veliche e le traversate a nuoto spunta in passerella, il 6° Raduno nazionale di canoa e kayak organizzato dal Gruppo Canoa/kayak , ramo sportivo della locale A.V.I.S. Presidente di tutta l’organizzazione è Giovanni Natale che spiega:” Lo scopo di istituire un gruppo di canoa, è quello di appassionare i nostri ragazzi al rispetto delle acque di questo lago, a sentirsi in sintonia con lo stesso, e a fruire di

una serie di informazioni visive, tratte dall’osservazione del nostro territorio. Inoltre l’educazione alla partecipazione civile nella donazione del sangue come principio fondamentale di volontariato attivo, attraverso anche queste iniziative sportive e sociali mirate ad avvicinare le persone a questo tipo di cultura. Sport, volontariato e natura si stringono quindi la mano per dare la possibilità ai ragazzi di ogni età, di vivere in totale spensieratezza la gioia della condivisione. Numerose Associazioni fanno già riferimento al Circolo “Lago Amico”. E’ tutto pronto quindi per dare il via a questo 6° raduno che si terrà sabato 16 Luglio a

partire dalle ore 08.00, che vedrà la partecipazioni di diversi canoisti provenienti da varie parti d’Italia.


montefiascone

16

Viterbo & Giovedì 14 Luglio 2011 AltoLazio

L’amministrazione comunale chiede l’aiuto della Regione per interventi determinanti

Importanti richieste di finanziamento di MICHELE MARI

R

ichiesti 684mila euro come contributi per la scuola di Zepponami, 792mila per il rifacimento degli impianti sportivi, 191mila per il museo Antonio da Sangallo, 257mila euro per la viabilità rurale e 30mila euro per il restauro di libri antichi. Per un totale complessivo di 1 milione e 954mila euro . La nuova amministrazione Cimarello per cercare di essere il più possibile operativa e realizzare progetti e importanti opere, ha richiesto alla Regione Lazio questo cospicuo �nanziamento. Oltre agli 853mila euro per il rifacimento delle strade e dell’illuminazione, richiesti separatamente, molti sono stati i settori toccati dalle nuove istanze, consegnate entro il 30 giugno, data di scadenza di presentazione. Infatti le delibera numero 20 del 23 giugno ha come oggetto “l’approvazione del progetto preliminare per la messa in sicurezza della scuola materna di Zepponami”. Il progetto di messa in sicurezza ammonta ad un importo di 684mila e 768 euro. La scuola primaria Leonardo Da Vinci di Zepponami “versa in condizioni di degrado -recita la

delibera- oltre a risultare non più adeguata alla vigente normativa in materia di sicurezza, igiene ed impiantistica, per carenze di fondi”. Per questo il Comune “si impegna a reperire nel Bilancio Comunale l’eventuale quota parte dei fondi necessari a coprire l’intera spesa dei lavori di progetto, che l’Amministrazione Regionale non intenda �nanziare”. Sempre in ambito scolastico c’è da registra-

re la richiesta di �nanziamento sancito dalla delibera numero 4 del 15 giugno, in cui si inoltra alla Regione Lazio, Assessorato Politiche Sociali una richiesta per l’attuazione del programma 2011. Per quanto riguarda gli impianti sportivi la delibera numero 26 del27 giugno ha approvato un progetto per l’ampliamento e la risistemazione per un importo di 792mila euro. Si prevedono in-

terventi urgenti di manutenzione, quale la realizzazione della pavimentazione in erba sintetica per il campo da calcio secondario; la realizzazione di un nuovo campo da calcetto con relativo impianto di illuminazione. Per la Rocca dei Papi, invece, sono stati chiesti 191mila euro per il recupero e la ristrutturazione del bastione del Sangallo. La delibera che approva il progetto è la numero 25 del 27 giugno che recita: “Questa Amministrazione propone un intervento per il recupero e la ristrutturazione del bastione Nord - Est della Rocca dei Papi in cui è presente una vasca di accumulo dell’acquedotto comunale che verrà dismessa e permetterà di utilizzare i locali lasciati liberi come centro di prima accoglienza turistica, biglietteria, punto di informazione, bookshop, ecc.”. L’intervento prevede anche il restauro e messa in sicurezza delle murature che risultano particolarmente deteriorate con frequenti distacchi di malta e blocchi che cadono nel sottostante parco. Complessivamente l’intervento ammonta a 273mila euro, secondo il quadro economico, ma il comune ha inoltrato “la domanda al competente Assessorato Regionale per richiedere il �nanziamento per la somma complessiva di Euro

191.100,00 (pari al 70% del costo dell’intervento) ai sensi della L.R. n.51/82”. L’amministrazione si è interessata anche per la viabilità rurale dato che “diverse strade risultano dif�cilmente percorribili, per cui si rende necessario riscoprire tali percorsi e renderli accessibili e fruibili” proprio perché ancora usati per arrivare ai fondi agricoli. La delibera 19 del 23 giugno approva un progetto di 273 mila euro in cui è prevista la “risagomatura del piano viabile con una scoticatura super�ciale del terreno che successivamente verrà protetto con uno strato di materiale arido costituito da misto di cava calcareo costipato” e altre opere “di manutenzione e ripulitura” �no “all’installazione di una segnaletica costituita da pali di castagno e cartelli pantografati di indicazione”. La cifra per

questi interventi ammonta a 257mila e 500 euro. In�ne l’ultimo ambito toccato è quello culturale. Infatti per il restauro di alcuni libri antichi (riformanze) e documenti vari contenuti nell’archivio storico sono stati inseriti 30mila euro. Il tutto per un importo di un milione e 954mila euro alle quali vanno aggiunti 853mila euro per il rifacimento delle strade e dell’illuminazione. Totale complessivo �nale 2.807mila euro.

Continua la polemica anche nei confronti dell’incarico di Trapé Morleschi sulla gestione dei parchimetri nel centro cittadino

Tofanicchio denuncia la mancanza di buon senso ‘Affidiamola con una gara d’appalto’ M

ario Tofanicchio, tesserato del Pd, noto politico per la sua fede socialista e per essere stato sempre molto attivo ed attento alle problematiche locali, vuole esprime delle considerazioni in riferimento alle due distinte polemiche emerse dopo l’ultimo consiglio comunale: il piano particolareggiato del centro storico e gli strali piovuti sul presidente del consiglio Mario Trapè. “Mi permetto -esordisce Tofanicchio- di fare qualche valutazione su alcuni fatti scaturiti dopo l’ultimo consiglio comunale e ampiamente riportati su diversi giornali ed in particolare sul quotidiano l’Opinione riferendomi in primis, e nello specifico, alle valutazioni dell’esponente politico Giorgio Melani, ex segretario dei Ds ed ex consigliere comunale della giunta Fumagalli, sul piano particolareggiato del centro storico”. In merito alla vicenda del piano particolareggiato del centro storico che ha portato alla votazione di due osservazioni presentate scatenando una grossa polemica tra il consigliere di minoranza Massimo

Ceccarelli ed il presidente del consiglio Mario Trapè, in cui è intervenuto anche l’esponente del Pd Giorgio Melani, Tofanicchio aggiunge: “Da una parte apprezzo la dovizia su come è stata la procedura sulla prassi per approvare i vari piani che riguardano l’urbanistica, ampliamente illustrata da Melani, e condividendo l’imparzialità dell’amministrazione comunale che deve essere senza pregiudizi; quello che difetta in tutto ciò è il buon senso che a mio giudizio manca completamente se è vero che il tutto potrà autorizzare la costruzione di un blocco di cemento a tre piani in pieno centro storico già arido di verde e di parcheggi, allora è tutto spiegabile su come è stato possibile urbanizzare selvaggiamente la località Cardinal Salotti e il Poggetto senza un metro quadro di spazio verde e di parcheggi, cose assurde, e se vogliamo, facendo un piccolo passo indietro negli anni, come è stato possibile costruire la torre ascensore, giusta come principio di collegamento, ma orripilante per dove è stata costruita e ri-

coperta all’esterno in tufo, un materiale mai usato nella costruzione secolare della città”. Tofanicchio fa infine anche un’altra valutazione: “Mario Trapè il giorno della presentazione della lista nel salone Bar Italia, se non ricordo male, disse che avrebbe dato il suo contributo e che in caso di vittoria non avrebbe accettato nessun incarico, forse ricordo male...”. (M.M.)

Si deve intervenire quanto prima sulla gestione dei parcheggi”. Così il consigliere di opposizione Raffaele Morleschi nel dibattito inerente all’approvazione del bilancio di previsione avvenuto nel corso dell’ultimo consiglio comunale. “Secondo il mio parere si deve intervenire quanto prima sui parcheggi -ha esordito Morleschi-. Facendoli di nuovo gestire da privati. Fino all’anno 2008 i parcheggi erano dati appunto in gestione mentre l’amministrazione comunale non doveva pensare assolutamente a nulla ed entravano nella casse circa 50mila euro all’anno. Una cifra assolutamente non indifferente. Ora i parcometri sono gestiti direttamente dallo stesso Comune e tra rotture varie, problemi continui, forse dovuti alla scarsa manutenzione, e purtroppo

anche ai continui scassinamenti dei contenitori che raccolgono i soldi, si incassano mediamente solo 30 mila euro annui, con una perdita di 20 mila euro. Per questo chiedo che si intervenga tempestivamente, perché è

un assurdo gettare denari pesanti al vento”. Nel corso dello stesso dibattito anche il consigliere di opposizione Massimo Paolini è intervenuto sulle stesso argomento: “Nel corso dell’ultima giunta Danti, in qualità di assessore, riproposi, dopo tutte le problematiche emerse, una gara d’appalto per far gestire i parcometri”. Attualmente, dopo il malfunzionamento e soprattutto dopo molti atti criminali contro i parcometri, le macchinette di via Verentana, piazzale Mauri, via Indipendenza, Corso Cavour, via Oreste Borghesi, via della Croce per finire con via Dante Alighieri sono tornate ad essere tutte attive. Sono dichiarazioni da non sottovalutare ed essere immediatamente prese in considerazione per cercare di rimpinguare le casse comunali. (M.M.)

Nuovi parcheggi sul lungolago falisco in terreni affittati al Comune

I turisti lamentano la carenza di posti auto S

ono stati �nalmente attivati, sabato scorso, i parcheggi sul lungolago. Questi spazi sono stati ricavati da alcuni terreni presi in af�tto dal comune per poter sopperire alla cronica mancanza di posti auto sulle rive del lago. Le zone adibite a luoghi di sosta sono dislocate nei pressi del campeggio Amalasunta; vicino al bar Il muretto e nella strada bianca in direzione Marta oltre al ristorante Il Faro. Questi posteggi, ricavati, nei terreni vicino al lungolago durante il periodo estivo, sono

da tre anni resi attivi dalle amministrazioni comunali. Tante le continue lamentele dei turisti o dei semplici cittadini che, specialmente il sabato e la domenica , si sono imbattuti in questa grave problematica. Come lo scorso anno fece il commissario prefettizio Francesco Tarricone anche il nuovo sindaco Luciano Cimarello si è mosso tempestivamente per attivare questi indispensabili parcheggi provvisori. Ma quando saranno resi disponibili spazi �ssi e de�nitivi? Ma Monte�ascone non è un paese turistico? M.M.


& Giovedì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

17

VETRALLA - All’esterno della Villa Comunale un manifesto elenca le priorità di Passione Civile

In attesa di risposte dall’Amministrazione

VETRALLA - In Piazza Don Francesco Paolocci

di EMANUELE FARAGLIA

L

a battaglia che Passione Civile sta portando avanti non si ferma nelle aule di Palazzo Zelli. Da alcuni giorni un manifesto campeggia all’esterno della Villa Comunale, un manifesto nel quale gli esponenti del movimento elencano alcune questioni ritenute cruciali e quindi meritevoli di essere monitorate. Innanzitutto la questione dei numeri civici: “dal giorno della stipula del contratto tra il Comune di Vetralla (tramite il Commissario Carelli) e la ditta appaltatrice (Salimbeni srl) per un importo stimato superiore ai 300mila euro non se ne è saputo più nulla. Passione Civile sarà attenta a che l’eventuale attuazione di quest’opera sia eseguita nel rispetto della normativa, del decoro urbano e soprattutto delle tasche dei vetrallesi”. Altro tema è quello dell’acqua. In questo caso sott’accusa è la scarsa opera di informazione messa in atto dall’Amministrazione relativamente all’installazione delle tre fontanelle di acqua dearsenizzata e microfiltrata. Effettivamente le tessere vendute (al costo di cinque euro l’una) sono state molto poche. Il timore è che molti cittadini non sappiano né il rischio che corrono nel non farne uso né dove siano ubicate le stesse fontanelle

“Qui c’è il rischio di incendi” N

(Piazza Funari a Vetralla, Via Vittorio Veneto a Cura e località Fiorentini a Tre Croci). Poi uno spettro che si pensava svanito: “in varie zone di Vetralla e frazioni ricomincia a farsi sentire il problema cronico della mancanza d’acqua. Pensate che dovremmo aspettare un’estate piovosa per permettere a tutti i vetrallesi un’estate di meritata pulizia e di igiene personale?”. Altro problema particolarmente sentito è quelle delle scuole. “Nonostante la loro recente chiusura Passione Civile è seriamente preoccupata delle strutture e dei servizi che saranno necessari per un corretto svolgimento del prossimo anno

scolastico. In particolare si fa riferimento alle strutture: sarà assicurato il posto per tutti i bambini in condizioni umane oppure li vedremo stipati in batteria come pollame da carne?”. Infine l’ormai decennale questione degli impianti sportivi che, dopo l’annullamento dell’ultimo bando, sono “ad un passo dal precipizio. Certo questa non può essere considerata una notizia che desta scalpore visto che è da così tanto tempo (con le giunte Aquilani e Marconi) che gli impianti sportivi sono lasciati nel più completo degrado tanto da vedere ormai tutta la cittadinanza completamente assuefatta.

Stesso discorso per la palestra di Cura dove i lavori, iniziati sotto il Commissariamento, sembrano di nuovo essersi fermati”. Temi caldi che l’amministrazione dovrà affrontare al più presto. Relativamente al problema delle scuole, d’altra parte, la situazione non promette nulla di buono come ricordato nei giorni scorsi dall’assessore ai Lavori Pubblici Santino De Rinaldis: “La situazione è problematica, soprattutto per la Scuola Elementare i tempi ed i costi dei lavori sono particolarmente elevati”. Nei prossimi giorni cercheremo di affrontare in modo più esauriente la questione.

on si può certo dire che al centro della Selvarella in Piazza Don Francesco Paolocci manchi il verde. Siepi alte almeno tre metri fanno da cornice infatti a quello che dovrebbe essere un parchetto ed invece somiglia tanto ad una piccola foresta pluviale. La zona è abbandonata a sé stessa ormai da anni ed il fatto che manchi ogni tipo di controllo da parte di vigili e forze dell’ordine rende la situazione ancor più grave. Ogni giorno infatti maleducati signori portano i loro cagnolini a fare i bisogni in questo parchetto lasciando

sviluppare odori facilmente intuibili. Oltre tutto, come si può ben vedere dalla foto in basso, parte della strada che costeggia il parco è praticamente franata rendendo pericoloso perfino il passaggio con auto, motorini o biciclette. A ricordare che anche la Selvarella fa parte del Comune di Vetralla ci ha pensato nel recente consiglio comunale Franco Coppari: “Il degrado è evidente, in queste condizioni c’è il serio rischio di sviluppi di incendi. Inoltre mancano del tutto scoli e canali per le acque re�ue. Ogni acquazzone provoca disagi a non �nire per i residenti”. (EF)

TUSCANIA - Fino al 24 luglio rimarrà aperta la mostra inaugurata lunedì scorso TUSCANIA - Torna la polemica sugli escrementi dei cani

Gino Bernardini concquista gli Almadiani Pregasi munirsi di “paletta” E

S

’ stato un successo l’inaugurazione della ‘personale’ di Gino Bernardini che si è svolta lo scorso lunedì alla sala degli Almadiani di Viterbo. Nonostante il caldo torrido, numeroso il pubblico che ha preso parte all’evento. Ad aprire l’inaugurazione, la benedizione della mostra da parte dell’amico del pittore tuscanese, Don Flavio. A seguire, a prendere la parola è stato il critico d’arte Mara Ferloni che segue con interesse e partecipazione tutte le iniziative e gli allestimenti dell’artista �n dal 2008, anno in cui lo conobbe per la partecipazione alla Mostra Concorso Equinozio d’autunno presso la Galleria il Leone di Roma. La Ferloni ha descritto il percorso artistico di Bernardini sottolineando appassionatamente come nei suo dipinti si trovi sempre il calore non solo della natura che dipinge, ma anche quello che avvolge la sua famiglia, sostegno e fonte d’ispirazione durante il lavoro. Come sempre centro dell’attenzione è stato proprio l’artista. Gino Bernardini, come sempre, ha ringraziato i presenti illustrando alcuni dei suoi dipinti e non mancando di intrattenersi a chiacchierare, raccontare, illustrare a chi chiedesse spiegazioni

della sua tecnica così particolare che non prevede l’uso di pennelli. Tra le dediche lasciate nel libro delle �rme che contraddistingue ogni mostra, c’è una frase che ha colto appieno l’animo del pittore: “Caro Gino, non smettere di cercare... cerca, scandaglia e quando trovi qualcosa fallo tuo e chiunque vedrà i tuoi quadri lo riconoscerà”. La mostra, che ospita anche tre opere a matita della giovane Cristina Nisini, artista �ne ed elegante, rimarrà aperta �no al 24 luglio in orario serale, dalle ore 17.

arà l’estate, la ritrovata passione per l’aria aperta e le passeggiate fuori e dentro il centro storico ed ecco che puntuale, come ogni anno torna la polemica sugli escrementi di cane. Potrebbe sembrare un argomento comico ma non lo è affatto per i tanti commercianti e residenti, del centro storico soprattutto. Poter passeggiare nelle viuzze più nascoste, poter ammirare gli scorci più suggestivi si trasforma in una gara di slalom per non pestare ‘cacche’ che toglie certamente molta della magia ai tour all’interno delle mura. Complice il caldo, cittadini furiosi si danno ad una vera e propria caccia al ‘padrone’ furbastro dei simpatici ed ignari quadrupedi e così capita che lancino a mo’ di battuta domande come :”Hai la bustina e la paletta per raccogliere escrementi?”, “Ti ho visto passare di qua prima, non saranno mica del tuo cane i ‘ricordini’ lasciati sul marciapiede?”. Si perché la colpa non si può certo dare agli animali che a loro non importa niente del turismo e se ne fregano se imbrattano i preziosi sampietrini piuttosto che le scale dello splendido Duomo. La colpa è sempre e solo dell’inciviltà dell’uomo. Padroni per i quali occuparsi della ‘pupù’ del cane è inconcepibile. Alcuni, per evitare di raccoglierla e di imbattersi nelle proteste di chicchessia preferiscono sguinzagliare Fido e mandarlo a fare i bisognini da solo, esponendolo per�no al rischio delle auto, bocconi avvelenati(purtroppo non

una rarità), incontri pericolosi con vandali(non rari nemmeno questi). Per non parlare del rischio al quale sottopongono incautamente chi , invece, il cane lo porta fuori con tanto di guinzaglio e paletta e rischia di imbattersi in animali liberi, a volte molto grandi, a volte di indole non certo paci�ca e pronti magari ad azzuffarsi col malcapitato quadrupede accompagnato. Così tra chi propone e chiede più attenzione dei vigili urbani al problema, l’applicazione di multe salate, l’intervento dell’accalappiacani, c’è anche chi chiede al Comune di installare postazioni apposite, da spargere in giro per il centro storico, dove potersi munire di bustine per raccogliere escrementi e potersene disfare. E’ una proposta che diversi cittadini avanzano da tempo a dire il vero e che potrebbe funzionare da deterrente anche per i più pigri. Chi, infatti, avendo a pochi passi un cestino, penserebbe di gettare ri�uti a terra? Lo stesso varrebbe per gli escrementi. Spesso poi questi cestini-postazioni sono anche colorati, divertenti e dif�cili da ignorare. Altre proposte sostengono la necessità di avere delle aree verdi dove poter lasciare liberi gli animali di correre e godersi un po’ di libertà. Se i proprietari pensano che tali

aree siano delle toilette o delle oasi senza legge, sbagliano di grosso perché nei tanti parchi già esistenti vigono regole ben precise tra le quali proprio quella di raccogliere gli escrementi. Quindi a meno che non siate disposti a caricarvi il cane in macchina e portarlo a scorazzare in campagna, vi consigliamo al momento dell’acquisto del quadrupede o della sua adozione al canile, di presentarvi già muniti di paletta e bustine. Ne esistono di ogni forma, dimensione e colore. Alcune si possono attaccare al collare di Fido così da non dimenticarle mai a casa. Costano pochi euro. Non ci sono scuse. (Val Seb)


comprensorio

18

Viterbo & Giovedì 14 Luglio 2011 AltoLazio

ORTE - Ultimi giorni per aderire all’iniziativa dei pendolari contro l’aumento del ticket

Park Molegnano, tutto pronto per il ricorso di SIMONA TENENTINI

S

ul parcheggio di Molegnano, ad Orte Scalo, i pendolari sono intenzionati ad arrivare �no in fondo, giocando tutte le carte a loro disposizione contro l’aumento del ticket di cinquanta centesimi che considerano assolutamente ingiusti�cato. Per far retrocedere l’amministrazione comunale sui suoi passi, dunque, è stata organizzata una class action ai �ni di presentare ricorso al Tar. A tal �ne, nei giorni scorsi, è stata fatta circolare una mail contenente tutte le informazioni necessarie. Ecco il testo: “Comunichiamo agli aderenti all’iniziativa che, essendo i tempi piuttosto stretti (per la parte che riguarda l’aumento del ticket abbiamo 60 giorni dalla delibera ....presumibilmente della �ne di maggio) ed avendo realizzato un numero relativa-

mente accettabile di adesioni (circa sessanta persone e altre si stanno aggiungendo proprio in questa giornata), possiamo de�nire (per il momento) l’importo di 70 euro pro-capite (che diminuirà, naturalmente, se altri si aggiungeranno; in questo caso coloro che hanno già versato saranno rimborsati della differenza) da versare per raggiungere abbondantemente i 4.000,00 euro richiesti dall’avvocato per la predisposizione del ricorso. Chi vuole confermare la propria adesione deve provvedere al versamento dell’importo richiesto possibilmente entro il 22 luglio 2011 tramite: boni�co sul conto IBAN IT27W030027309000040023 7464 intestato a Crispi Anna Rita (v.le San Famiano n. 16 - Gallese - VT) presso Unicredit indicando come causale “Ricorso Tar Molegnano”, inviando cortesemente co-

municazione ad Anna Rita del boni�co effettuato. Chi volesse evitare i costi di boni�co può contattarci via mail o telefonicamente per stabilire dove incontrarci per versare la somma ed avere ricevuta (anna66rx@libero.it tel.

3491230110; cstanghellini@la voro.gov.it tel. 06/492700208; chefas666@yahoo.it tel. 3389746082; stefano.gavini@gmail.com tel. 3389640241). Le ricevute devono essere conservate con cura in quanto sarà necessario

presentarle per ottenere eventuale rimborso di differenza pagata in più. L’avvocato al quale si dara’ mandato è l’avv. Massimiliano Macale, con studio in roma, via degli Scipioni n. 268/A. Cerchiamo di collaborare... purtroppo non c’è tempo per una maggiore organizzazione... il ricorso che vorremmo fare punta alla legittimazione al non pagamento del ticket e non semplicemente ad evitarne l’aumento; pertanto pensiamo che valga la pena di spendere qualche decina di euro (anche per evitare che, in mancanza di iniziative da parte dei pendolari, il prossimo anno il comune di Orte si senta legittimato ad ulteriori aumenti). Cerchiamo di non disperderci e cerchiamo di dare massima collaborazione. L’avvocato Macale è presente nello studio di Roma, previo appuntamento, tramite il mio

telefonino 3491230110, dalle ore 16.30 in poi dal lunedì al venerdì per la sottoscrizione del mandato. Per chi non potesse essere disponibile secondo le due modalità si prega di indicare la modalità di raccolta della propria �rma che dovrà comunque avvenire in presenza dell’avvocato. Naturalmente l’avvocato sara’ presente a orte in una giornata di luglio che vi comunicheremo quanto prima per la �rma della procura e del mandato solo se la raccolta del fondo cassa sara’ andato a buon �ne e quindi si sara’ raggiunta la somma necessaria di 4000 euro. Restiamo uniti, diamo la nostra disponibilita’ per ogni informazione. Nella speranza che possa esserci la massima adesione ringraziamo tutti quelli che stanno partecipando alla nostra iniziativa.”

SORIANO NEL CIMINO - Grande attesa per il volume di Enzo Trifolelli di prossima uscita ORTE - A disposizione anche il bus navetta gratuito

Una cavalcata fotografica all’inseguimento del Palio Torna la musica sotto di GLAUCO ANTONIACCI

Q

uale modo migliore per festeggiare la Sagra delle Castagne che presentare un volume fotogra�co dedicato ad uno degli eventi clou di Soriano nel Cimino? In vista dell’edizione 2011 è stato infatti dato alle stampe il libro ‘Il Palio’ con sottotiolo ‘Sagra delle castagne di Soriano nel Cimino’, il primo che ripercorre, attraverso immagini di grande valore artistico, la storia più o meno recente del grande avvenimento sorianese. Il progetto è nato grazie alla spinta di Enzo Trifolelli che ha curato la realizzazione ed i testi, ma ne verrà proposta anche una versione in inglese con la traduzione a cura di Anthony Westwood e Phebe Archer. Oltre 250 pagine a co-

lori, oltre 400 foto che rappresentano altrettanti documenti storici da conservare e custodire gelosamente, proprio come la tradizione della Sagra delle Castagne; nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il libro ha ottenuto l’alto patrocinio

del Presidente della Repubblica, oltre al patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Soriano nel Cimino, Comunità montana dei Cimini, Proloco di Soriano nel Cimino, Ente Sagra delle Castagne di Soriano nel cimino, COST (Promozione Turismo di Soriano nel Cimino). Il libro non sarà in vendita, ma sarà offerto a tutti i sostenitori dell’Associazione sociale/culturale no pro�t “Il Castello” che ha la sua sede proprio a Soriano nel Cimino, in via Roma 46/b. Enzo Trifolelli ha svolto un lavoro certosino per recuperare foto che rappresentassero

testimonianze vive del Palio e della Sagra delle Castagne, creando un’opera che saprà sicuramente emozionare tutti gli abitanti del centro cimino e chiunque abbia a cuore le tradizioni della Tuscia. Molto importante è stato il contributo fornito dalle Contrade e Rioni di Papacqua, San Giorgio, Rocca, e la Nobile Trinità, nonche del Gruppo Storico Spadaccini e del Gruppo Sbandieratori di Soriano nel Cimino, così come il supporto operativo del Gruppo di studio Fotogra� della Tuscia e della Seltronica divisione computers di Soriano. La prefazione è stata realizzata dal conduttore televisivo Tiberio Timperi e l’uscita del libro si annuncia già come un evento nell’evento della Sagra 2011.

SUTRI - Alcuni spettacoli del cartellone estivo continuano a sovrapporsi

Anfiteatro o concerto? Questo è il problema di BRUNA FERRINI

Liszt incontra Dante e l’Italia” questo il concerto che, sabato scorso, ha riempito di suoni e voci l’imponente chiesa di San Francesco. L’occasione è stata il bicentenario della nascita di Liszt, ricordato da un programma che comprendeva la lettura del XXXIlI canto del Paradiso e V canto dell’Inferno di Dante, di tre sonetti del Petrarca accompagnati dal pianoforte di Anna Lisa Bellini e dalla voce narrante di Paola Pitagora. Il pubblico ha applaudito a lungo, mentre la sorprendente presenza di molti giovani ha fatto comprendere ciò che sfugge di solito alle cronache: sono in molti ad apprezzare anche la musica sinfonica, basta af�darla a grandi interpreti. La voce di Paola Pitagora, dal passato ricco di successi

in Tv, cinema, teatro, ha fatto tornare sul palco proprio lui, Liszt, a ricordare: “ Il pianoforte è per me ciò che il mare è per il marinaio, il cavallo per l’arabo, più ancora la mia vita, il mio io”. Secondo quanto da lui scritto sulla “Gazzette musicale” e mentre la sua vita lo portava anche in italia, sul lago di Como. Lasciando a noi ancora le sue ri�essioni: “.. avendo in questi ultimi tempi visitato paesi nuovi.... agitavano nella mia anima profonde emozioni.. ho tentato di rendere in musica qualcuna della mie sensazioni più forti, delle mie più vive percezioni”. Riuscendoci e meritando il bicentenario che Anna Lisa Bellini ha avuto l’idea di proporre. “ E’ stata lei- ha detto Paola Pitagora felice di aver conosciuto anche la città di Sutri- a volerlo ed a propor-

melo. E’ stata una grande idea”. E per i presenti sarà un grande ricordo. Sabato scorso si è consumato, a Sutri, anche il dilemma: an�teatro o concerto, il Truculentus di Plauto o Liszt. Gli spettatori hanno scelto e si son divisi in parti uguali. Con soddisfazione anche degli organizzatori del cartellone “ Teatri di Pietra” la rete dei teatri antichi che porterà all’arena di Ferento il lavoro di Riccardo Diana e Aurelio Gatti. La spiegazione degli stessi orari e giorni che hanno coinvolto alcuni spettacoli dell’estate sutrina è stata chiara: il consigliere Peppino Mancinelli, che af�anca l’assessore alla cultura Vincenzo Petroni, ha precisato: “ Il cartellone che ci è stato proposto e che è stato organizzato dal Ministero per i Beni e le Atti-

vità culturali regione Lazio in collaborazione con l’assessorato alla cultura Provincia di Viterbo, si avvale della disponibilità dei giorni di sabato. E quelli sono nel calendario. Trattandosi poi di spettacoli inseriti nell’ambito della rete culturale dei teatri di Pietra, non siamo noi a poter disporre delle date . Certo, noi abbiamo anche il festival Beethoven che occupa anche il sabato ( che per due volte però ha ceduto il “posto” , domenica 17 luglio e mercoledì 27, ndr) e può capitare quanto avvenuto”. Ma tutto è �nito bene: gli spettatori, alla �ne, a qualche cosa hanno rinunciato e di qualche altra hanno goduto. Chi vorrà vedere Eleonora Brigliadori e Sebastiano Tringali con la compagnia intera del Truculentus, avrà ancora un’occasione in più: basta andare a Ferento.

le stelle con “The Grove”

T

orna stasera e proseguirà �no a domenica prossima The Grove, il tradizionale appuntamento con la musica al parco San Marco di Orte. L’evento è organizzato dall’associazione The Grove e dal Consiglio comunale dei giovani, con il patrocinio del Comune di Orte. Questi gli ospiti delle varie serate: Giovedi 14: “Lando & Dino” celebri barzellettieri marchigiani. Venerdi 15: dalle 22:30 musica dal vivo con i Lizard che apriranno la serata dance. Dopo la mezzanotte all’insegna di Dj Davide Lo Conte, voice Stefano Sabatini and special guest con il sax Marcello Balena. Sabato 16: dalle 22:30 Daniele Groff e la sua band in concerto. Domenica 17: dalle 22:00 Festival Ortano. Si esibiranno sul palco diverse band musicali locali. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. A partire dalle ore 20:00, e

per tutto il periodo della festa, sarà possibile cenare presso lo stand gastronomico. Inoltre, per l’intera durata della manifestazione sarà possibile usufruire gratuitamente del servizio bus navetta con partenza in via del rifugio “sotto la rocca”. Per ulteriori informazioni: Francesco 3473773212 Giuliano 3284232000 Simone 3405500701. (Sim.Ten.)


& Giovedì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

Presentata ieri la dieci giorni falisca dedicata al cinema. Nomi e l’ambizione di diventare un punto di riferimento nazionale

L’Est Film Festival di Montefiascone spicca il volo di DANIELE CAMILLI

E

st! Est!! Est!!!...Est Film Festival!!!! Anch’esso a Montefiascone, la terra elogiata dal vescovo Defuk per il suo vino e oggi – ma questa volta da tutti i cittadini – per una dieci giorni cinematografica organizzata da un gruppo di giovani falisci e giunta alla sua quinta edizione. Vaniel Maestosi, Riccardo Rizzo, Glauco Almonte, Giordano Ramazzi, Andrea Peresano e Vera Usai. Geniali dilettanti un tempo, professionisti di livello oggi. Capaci di fare squadra, proporre qualità ed intrecciare la cultura con imprenditoria, finanza e istituzioni. Cioè mettere in sinergia finanziamenti pubblici e privati per un evento che ormai tutti gli attributi necessari per essere un vero e proprio punto di riferimento nazionale nel panorama del cinema italiano. Assieme a loro – ieri, durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi all’agriturismo Colline di Montisola – il Sindaco Luciano Cimarello, il Presidente e l’assessore al turismo della Provincia, Marcello Meroi e Andrea Danti, l’assessore alla cultura del Comune, Renato Trapè, il direttore generale della Banca Cattolica, Luciano Ventanni, il dirigente della Italiana Assicurazioni, Stefano Flemma, il presidente della Fondazione Carivit, Francesco Maria Cordelli, il presidente e il direttore artistico del JazzUp Festival, Ferdinando Guglielmotti e Giancarlo Necciari. Sei luoghi della città allestiti, 35 eventi, 8 film e 5 documentari in concorso, incontri e dopo festival. Il tutto a ingresso gratuito. Un evento “senza barriere”, come hanno detto Maestosi e Rizzo. E un premio di 7mila euro che andrà al regista vincitore e non alla produzione. Questo per incentivare i giovani talenti. Senza poi considerare che quest’anno hotel ed agriturismo del territorio sono già

stati tutti prenotati per la manifestazione e 40 persone di Montefiascone lavorano per l’organizzazione. Quindi, ricaduta occupazionale per la città in tempi di crisi. Dal 23 luglio al 1° agosto. E i nomi sono di primissimo piano. Dal regista Paolo Virzì, ospite d’apertura che riceverà “l’Arco di platino alla carriera”, a Sergio Rubini. Fino ad Ascanio Celestini e Rocco Papaleo che il 31 luglio chiuderà il Festival esibendosi con la sua band nell’ambito del JazzUp Festival e aprendo infine con le sue note la 53a Fiera del Vino. Una serata conclusiva che unirà cinema e musica lasciando il testimone ad un altro storico appuntamento per Montefiascone. Un territorio che, grazie a giovani, imprese e istituzioni, ha imparato ad essere semplicemente di-vino. “Un tesoro da far crescere assieme a tutta la città, un valore che deve essere condiviso da chiunque. L’unico vero evento che proietta Montefiascone a livello nazionale”, ha detto Cimarello. “Il Festival è la dimostrazione – ha aggiunto Meroi – di grandi livelli organizzativi e di un’attenta promozione”. “Un volano per il turismo – l’ha definito invece Danti – iniziative come queste servono a far conoscere e valorizzare tutta la Tuscia”. “I cittadini hanno fame di cultura – ha spiegato Trapè – ed è fondamentale che gli sia data la possibilità di fruirne in modo gioioso e non pedante. E l’Est Film Festival ne è all’altezza. Il punto di partenza per fare della nostra città una vera capitale della cultura”. Parole di elogio e impegno anche da parte dei maggiori sponsor. “E’ una manifestazione sempre più vicina alla popolazione senza perdere in qualità – ha sottolineato Ventanni – Noi saremo al suo fianco pure in futuro, ma è necessaria una programmazione economica pluriennale in grado di evitare tutte

quelle incertezze che ogni anno rischiano di presentarsi”. Problematica che la Italiana Assicurazioni ha iniziato già ad affrontare firmando con gli organizzatori del Festival un contratto triennale, “perché questi giovani – ha spiegato Flemma – hanno avuto il pregio e la capacità di credere in un sogno cui occorre dare stabilità”. A fine conferenza, tutti in giardino con piscina e girasoli a fare da cornice per stringere nuovi rapporti e mangiucchiare qualcosa accompagnati dalla musica dei Talking Project che si esibiranno anche al JazzUp Festival. Quattro i premi che verranno assegnati a fine manifestazione: un Arco d’Oro e tre d’Argento. Settemila euro al primo classificato e 2mila a testa per gli altri. Uno è stato tuttavia già attribuito. Ed è andato al valore culturale di un gruppo di giovani che con garbo, lucidità e lungimiranza hanno avuto il coraggio e la forza di dare a tutti noi un’esemplare prova di intelligenza collettiva.

Il tavolo della conferenza stampa (fotoservizio Daniele Camilli)

Vaniel Maestosi

Gli organizzatori dell’Est Film Festival di Montefiascone

L’assessore Renato Trapé

SE SEI UN CANTANTE O HAI UN GRUPPO MUSICALE E VUOI FARTI CONOSCERE CONTATTA

Il pubblico presente ieri alla conferenza stampa

Luciano Ventanni, Ferdinando Guglielmotti, Stefano Flemma

Giancarlo Necciari

opinionelive@gmail.com redazione@opinioneviterbo.it


20

cultura e spettacoli

Viterbo & Giovedì 14 Luglio 2011 AltoLazio

La fiction realizzata a Civitavecchia per la regia di Luciano Odorisio e la produzione dell’Ares

La Arcuri protagonista di ‘Pupetta Maresca’

di ROBERTA FRASCARELLI

Foto Giulia Mazzoldi

C

on Giulia Mazzoldi, rinomata fotografa locale, ci siamo recati sul set di “Pupetta Maresca”, la �ction per la regia di Luciano Odorisio, dove Manuela Arcuri interpreta il ruolo della protagonista. La Arcuri lavora in questa occasione con il fratello Sergio nei panni di Vittorio Maresca. La produzione di questo lavoro è dell’Ares di Alberto Tarallo, le riprese sono iniziate a Nepi e poi proseguite a Civitavecchia all’interno delle storiche “Carcerette” di Via Granari, completamente trasformate e diventate un vero e proprio set. “Ringrazio il Sindaco Gianni Moscherini – le parole del produttore – per averci permesso di lavorare in questa struttura, per la �ducia che mi ha dato, il �ne è quello di far diventare Civitavecchia un set cinematogra�co importante. nei miei ringraziamenti voglio includere anche il Dirigente Bartolomeo Bove, la Polizia Municipale e gli uf�ci comunali”. La Mazzoldi in questa realtà è la location manager di riferimento, si è interessata dei vari permessi necessari alla troupe, anche per le riprese che saranno effettuate a settembre. Fanno parte dello staff una ditta di pulizie cittadina, e varie comparse locali occupate in ruoli anche di �guranti speciali. Le riprese si effettuano anche su Santa Marinella dove Fabio Bacheca segue la parte operativa e amministrativa. Una simpatica telefonata di elogi a Manuela Arcuri e al cast è arrivata durante la lavorazione da Pino Quartullo che si è detto soddisfatto per la scelta che esalta e da prestigio alla nostra città.

Il 21 luglio l’appuntamento con gli improvvisatori dell’Officina Amatori di Roma e Latina

Il grande teatro sta per arrivare anche sotto le stelle D

ue fantastiche serate quelle di Imprò alle Terme .. sotto le stelle. La prima ieri e la prossima in cartellone giovedì 21 luglio quando tornerà lo spettacolo teatrale più pazzo d’Italia. Ieri sul palco si sono alternati, dopo la Tournee che li ha visti in scena a Chianciano, Napoli, Latina e Roma, i “Ritardo Assoluto”, un

gruppo di 9 ImprovvisAttori del Primo Anno della Scuola di Improvvisazione Teatrale a Civitavecchia. Hanno presentato lo spettacolo di �ne stagione, seguito da una “Jam Session” tutta da vedere con protagonisti i migliori Improvvisatori Professionisti d’Italia. “Imprò è uno spettacolo di improvvisazione teatrale

– ci ha raccontato l’attore Roberto Rotondo - nato in Italia nel 2006. Vent’anni dopo le prime “importazioni” degli spettacoli di origine francofona e anglofona esso si può de�nire come il primo frutto maturo dell’improvvisazione moderna italiana. Nel format Imprò si fondono modelli classici della tradizione improvvisativa ed elementi innovativi, che lo rendono uno spettacolo assolutamente originale”. Prossimo appuntamento Imprò per giovedì 21 Luglio, sempre alle Terme Taurine, gli attori improvvisatori del-

l’Of�cina Amatori di Roma e Latina si s�deranno sul palco in un Derby a colpi di improvvisazioni all’ultimo sangue. Lo spettacolo ha un piccolo prezzo d’ingresso di 5 euro. C’è di più la scuola è pronta ad improvvisare “nuovi attori”. La Scuola di Improvvisazione Teatrale è a Civitavecchia e chiunque può prenotarela lezione di prova gratuita contattando i numeri: 333-6922474 o 3389267195, o inviando una mail a civitimpro@yahoo.it . (rob.fra.)


SPORT

� � �

21

Giovedì 14 Luglio 2011

BASKET - Il verdetto tanto atteso dalla società biancoblù è arrivato ieri

Stella Azzurra ripescata in serie C Dilettanti U

na mail abbastanza striminzita, ma il cui succo era proprio quello che la Stella Azzurra aspettava: l’anno prossimo la società biancoblù parteciperà alla serie C Dilettanti. La comunicazione è

stata ricevuta ieri pomeriggio e imprimerà una netta accelerazione a molte decisioni sospese. In primis si penserà a completare la rosa, già stasera, intorno alle 19 alla Verità, ci saranno dei provini per alcuni

giocatori che potrebbero tornare utili a coach Orchi. Di sicuro c’è che, il prossimo anno, la Stella Azzurra giocherà al PalaMalè, quasi certamente di domenica, e che il campionato inizierà il 25 settembre.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

ATLETICA

BASKET MASCHILE

Alto Lazio bene ma non basta L’abolizione delle Finali A/3 impedirà un confronto a livello nazionale

P

uò sorridere l’Alto Lazio Colavene dopo la seconda fase del Campionato Regionale di Società, svoltasi a Roma lo scorso �ne settimana. La squadra viterbese ha totalizzato circa 17.500 punti, giungendo al 6° posto nella classi�ca �nale su un lotto di 20 compagini. Un risultato di prestigio, nettamente superiore rispetto a quello conseguito nell’anno precedente, a testimonianza di una crescita dell’intero movimento dell’atletica viterbese. Ulteriore soddisfazione deriva dalla considerazione che, dopo i recenti rimescolamenti, è composta da tantissimi allievi e juniores che si stanno affacciando per la prima volta a competizioni così prestigiose. Da parte dei tecnici e degli addetti ai lavori è stato espresso l’auspicio che questo gruppo, continuando a lavorare con lo stesso entusiasmo

dimostrato negli ultimi anni, possa raggiungere in un futuro prossimo importanti traguardi a livello di competizioni nazionali. Nonostante la buona prestazione ottenuta a Roma, sarà molto dif�cile per l’Alto Lazio Colavene accedere alle �nali nazionali dal momento che, ormai da un anno, la tradizionale Finale A/3 (riservata alle società piazzatesi tra il 48° e 60° posto e che aveva visto spesso l’Alto Lazio come grande protagonista) è stata abolita. Una decisione che ha suscitato polemiche, anche perchè l’eliminazione di una �nale nazionale così prestigiosa impedisce agli atleti di avere un’ulteriore occasione di confronto, di crescita ed esperienza sportiva ed umana per moltissimi giovani. Chissà che, in futuro, non si torni indietro e la �nale A/3 possa essere ripristinata.

Zlatko Dragojevic alla Nuova Fortitudo Il lungo nato a Spalato vestirà la maglia neroarancio

A

ncora un tassello per la Nuova Fortitudo di coach Fausto Cipriani. La formazione neroarancio, pronta alla seconda stagione in serie C regionale, ha infatti concluso l’ingaggio di Zlatko Dragojevic che va ad aggiungersi alle conferme di Bitetto, Ottaviani, Peroni e Pigliafreddo e all’arrivo, già annunciato uf�cialmente, di Angelo Mulè. A differenza dell’ex Velester Velletri, Dragojevic è un lungo, un’ala/pivot di 202 cm che fa della solidità e dell’esperienza un’arma importante nella battaglia sotto i tabelloni. Nato a Spalato il 15 dicembre 1982, il neo acquisto fortitudino vasta una lunga militanza nei campionati italiani dove ha accumulato tante stagioni soprattutto nella serie C Dilettanti. Il risultato più prestigioso l’ha ottenuto con la maglia della Ircop Rieti, promossa in serie B2 nella stagione 2008/2009. Quella squadra era allenata da Claudio Vandoni e

tra i suoi componenti c’era anche Carlo Farnetani, visto quest’anno proprio con la maglia della Nuova Fortitudo nella seconda parte della stagione appena conclusa. Dragojevic può dare una mano soprattutto a rimbalzo e nel lavoro di quantità sotto i tabelloni. Ha militato in serie C Dilettanti anche con la Chimica D’Agostino Bari, Auxilium Torino, Nuovo Basket Campobasso e Cosenza, con cui ha totalizzato 3,3 punti e 2,8 rimbalzi in 14 minuti di utilizzo medio sul parquet. Il giocatore di origine croata ha disputato alcuni allenamenti a Viterbo durante il mese di giugno, mettendo in mostra quella solidità che potrà tornare molto utile alla squadra viterbese e che hanno spinto il general manager Enrico Bertini a perfezionare la trattativa. Nei prossimi giorni potrebbero arrivare altri colpi per de�nire l’organico chiamato a riprendere la preparazione alla �ne del mese di agosto. (GA)

POWERLIFTING - L’atleta di Vasanello ha sbaragliato la concorrenza nella rassegna che si è svolta in Repubblica Ceca

Lanno Costanzi trionfa ai Campionati Europei Master

di GLAUCO ANTONIACCI

I

n un colpo solo ha vinto quattro medaglie d’oro, dimostrando una superiorità schiacciante. Lanno Costanzi è stato uno dei grandi protagonisti dei Campionati Europei di powerlifting, disciplina del sollevamento pesi, che si sono disputati a Pilsen, città della Repubblica Ceca famosa soprattutto per la birra. L’atleta di Vasanello, portacolori del Power Club Terni, ha rappresentato l’Italia nel migliore dei modi, dominando la gara riservata ai Master �no a 74 kg in cui agli avversari non è rimasto che recitare il ruolo di comparse. Ma in cosa consiste esattamente il powerlifting? Si tratta di tre esercizi diversi, da eseguire con al massimo tre tentativi ciascuno, provando a sollevare il massimo peso possibile. Il primo esercizio è lo squat, un piegamento sulle gambe da effettuarsi con il bilanciere sulle spalle. Poi c’è la panca piana, in cui l’atleta è disteso su una panca e deve sollevare un bilanciere dal petto �no a distendere le braccia. Ultimo sforzo è rappresentato dallo stacco da terra, con il bilanciere che è appoggia-

to a terra e il concorrente che lo deve sollevare �no a distendere completamente il busto, senza però alzare il bilanciere oltre la testa. Per ciascuno di questi esercizi è necessario effettuare una sola ripetizione, quindi gli atleti caricano al massimo il bilanciere e si preparano a concentrare tutto lo sforzo in un solo esercizio. Lanno Costanzi, nel Campionato Europeo di Pilsen, ha ottenuto un totale di 680 kg che gli ha consentito di salire sul gradino più alto del podio (foto in bas-

so) con un vantaggio di quasi 60 kg sul secondo classi�cato, un atleta francese. Nelle manifestazioni internazionali, come appunto gli Europei, vengono però assegnate le medaglie d’oro anche per i singoli esercizi, e Costanzi si è concesso il lusso non lasciare nemmeno le briciole alla concorrenza; per lui il primo posto sia nello squat (230 kg), sia nella panca piana (200 kg) sia nello stacco da terra (250 kg). “E’ stata una bella soddisfazione - ci ha detto - e sono

riuscito ad ottenere il massimo risultato. Non è semplice perchè ci sono i giudici che controllano la corretta esecuzione dell’esercizio in tutte le specialità e c’è sempre bisogno di qualcuno che ti assista. Sollevare pesi così intensi può essere pericoloso e di solito c’è un team che controlla ogni momento dell’esercizio”. Quattro medaglie d’oro che ripagano di tanti allenamenti: “Vado in palestra minimo quattro o cinque volte a settimana conferma Costanzi - mi alleno a Terni insieme ai miei compagni di squadra del Power Club e ci aiutiamo a vicenda durante gli esercizi. Ora puntiamo alla gara di Coppa Italia che si svolgerà proprio a Terni a metà ottobre, anche perchè i Mondiali sono in Canada ed è troppo dispendioso pensare di partecipare. A Terni la gara ci vedrà tutti insieme �no ai 93 kg, con dei coef�cienti per tenere conto poi dei differenti pesi. Sicuramente puntiamo a fare bene”. In attesa che il powerlifting, che ha chiesto l’af�liazione al CIO, diventi disciplina olimpica, Lanno Costanzi continua intanto a collezionare successi e medaglie e attualmente nessuno, in Europa, è più forte di lui.


� �

sport

SPORT

22

CALCIO SERIE D

Giovedì 14 Luglio 2011

CALCIO MERCATO

Ripescaggio, una ‘scommessa’ Il Procuratore Federale Palazzi potrebbe dare una svolta alla questione Oggi previsto l’incontro tra la dirigenza della Flaminia e due portieri di GIANLUCA NATOLI

T

utte le ultime notizie sulle nostre due formazioni di Serie D.

QUI VITERBESE Martedì scorso (ore 19) la Covisoc ha raccolto i ricorsi delle società non ammesse ai prossimi campionati di Lega Pro. Diversi club di Prima e Seconda divisione, 8 in particolare, non hanno fatto pervenire alcuna documentazione all’organo federale, motivo per cui è già possibile tracciare un primo bilancio sulle società che quasi sicuramente a settembre ripartiranno dai dilettanti abbandonando il professionismo. Ancora una volta dobbiamo precisare che i dati sino ad ora resi noti sono soltanto uf�ciosi. Manca infatti un comunicato della Covisoc. L’uf�cialità arriverà comunque tra pochi giorni. Il 16 luglio i riscorsi verranno discussi e lunedì 18 luglio il Consiglio federale si riunirà per deliberare in via de�nitiva sulle ammissioni in Lega Pro. Ed in quella stessa occasione il Procuratore federale Stefano Palazzi potrebbe sconvolgere gli attuali scenari con decisioni e provvedimenti scioccanti riguardanti il calcio scommesse. Prima verrà sollecitata la Commissione Disciplinare Nazionale e poi la Corte di Giustizia Federale. Sono infatti tantissime le società di Lega Pro coinvolte nel nuovo scandalo e se la giustizia sportiva facesse il suo corso in tempi brevi (cosa non

Viterbo & AltoLazio

Il Procuratore Federale Stefano Palazzi proprio scontata) allora ci potrebbe essere qualche possibilità di assistere ai ripescaggi. Ripescaggi di categoria che comunque appaiono oggi meno lontani rispetto alla settimana scorsa, per quanto ancora dif�cili. La Viterbese potrebbe farcela soltanto nel caso in cui saranno almeno una ventina le società a saltare. Ne mancano dunque ancora 89 all’appello. Nella graduatoria delle società in lizza per il salto di categoria ci dovrebbero essere solo 4 o 5 società davanti a quella di via della Palazzina. Attualmente sono 79 i club apparentemente in regola per la ex serie C, 3 in più rispetto al nuovo format previsto dal presidente Mario Macalli. Le società che non hanno presentato ricorso per la loro esclusione sono le seguenti: Gela, Lucchese,

Salernitana (Prima divisione); Cosenza, Cavese, Brindisi, Matera e Catanzaro (Seconda divisione). A queste vanno aggiunte, per arrivare a 12, le quattro società di Seconda divisione che non hanno presentato la richiesta d’iscrizione lo scorso 30 giugno (Canavese, Crociati Noceto, Rodengo Saiano e Sangiovannese). Fra le 79 società ‘pronte’ per le due categorie professionistiche vi è incluso anche il Rimini che ha diritto ad essere ripescato per aver vinto i playoff di serie D. In bilico ci sono ancora però diverse società (almeno 13) che attendono una risposta ai loro ricorsi (Atletico Roma, Carpi, Como, Foligno, Ravenna, Arzanese, Catanzaro, Ebolitana, Fano, Fondi, Montichiari, Neapolis e Pro Patria). Entro i primi di agosto

la telenovela dovrebbe avere �ne, visto che si attende proprio per quel periodo la stesura dei calendari. La Viterbese intanto ha presentato una settima fa la richiesta d’iscrizione alla serie D (paracadute ovviamente obbligatorio a prescindere dall’esito della questione ripescaggio). Le date del massimo campionato di dilettanti sono le seguenti: il 21 e 28 agosto avrà inizio la Coppa Italia; il 4 settembre partirà invece il campionato. Anche in Serie D alcune squadre non ce l’hanno fatta ad iscriversi, malgrado il diritto sportivo guadagnato sul campo di partecipazione alla categoria. Si tratta di Angri, Chioggia Sottomarina, Venafro e Forza e Coraggio. Sono 38 le domande di ripescaggio presentate alla Covisoc da società di categoria inferiore. QUI FLAMINIA Oggi è il giorno della �rma dei portieri. Con uno si chiuderà sicuramente in serata, mentre con il secondo la trattativa potrebbe concludersi solo domani. Altri due colpi importanti dunque per il trio Giovanale-Ciappici-Mencarelli che entro il �ne settimana farà di tutto per mettere nero su bianco con diversi under visionati nel recente passato. Dopo l’amichevole �ssata il 4 agosto col Monterosi, è uf�ciale anche quella con il Guidonia in programma il 10 dello stesso mese (orario e luogo ancora da de�nire).

Cristofari-Pianoscarano, manca solo la firma Il centrocampista ha voglia di riscatto dopo l’infortunio Corneto scatenato, in arrivo Lancioni e Gravina

I

n Promozione ed Eccellenza le squadre viterbesi sono in fermento.

PIANOSCARANO Il centrocampista Michele Cristofari (ex Fortitudo Nepi) è ad un passo dall’accordo con i rionali. Dopo l’affare saltato con la Virtus Cimini, in gravi dif�coltà economiche, è stata la società di patron Grossardi a farsi avanti per assicurarsi l’ingaggio del giocatore. E dalle ultime indiscrezioni, la fumata bianca sembrerebbe vicina: “Ho parlato con Massimo Baggiani –ha dichiarato Cristofari- e posso dire che siamo nella fase �nale della trattativa. Al 99% vestirò rossoblù la prossima stagione. Sono rimasti solo alcuni piccoli dettagli da limare, ma credo che nelle prossime ore il tutto potrebbe essere risolto con la �rma del contratto”. Tanta voglia di riscatto per Cristofari, amareggiato per l’infortunio che nella scorsa stagione non gli ha permesso di dare il suo contributo per la causa salvezza al Nepi (squadra retrocessa in Prima Categoria). “A causa di fastidi ai �essori sono stato costretto a rimanere fuori per diverso tempo e purtroppo pur di giocare mi sono complicato la vita forzando il rientro. Ho subìto delle ricadute poi, ma ora le cose vanno decisamente meglio. Se fossi stato in campo tutte le gare probabilmente la squadra non sarebbe re-

Michele Cristofari trocessa”. Acqua passata, adesso la condizione �sica del giocatore va verso il completo recupero: “Devo ringraziare il �sioterapista Francesco Fauci (ex Caprarola) che mi sta seguendo con una scheda di rafforzamento. Grazie a lui sto tornando al top”. CORNETO TARQUINIA E’ uf�ciale sia l’ingaggio di Mariano Lancioni che la partenza di Francesco Granato (Monte Romano). Massimiliano Gravina ha trovato l’accordo con la società di Santori. In queste ore l’affare potrebbe chiudersi, anche se per andare in porto serve il via libera del Civitavecchia (società che detiene il cartellino del ragazzo). Gia Nat

NON SOLO MERCATO - In Promozione quattro danno forfait. Da ieri Viviani a disposizione di mister Enrique

Vittori è il mister della N. Bagnaia. Virtus Bolsena-Comune il dado è tratto

A

vanti tutta tra mercato e non solo mercato e tra le sfaccettature del nostro calcio che di giorno in giorno ci riserva sempre ghiotte novità. FUMATA BIANCA ALLA NUOVA BAGNAIA DI BISANTI E PALLOTTA C’E’ MISTER VITTORI E’ Carlo Vittori il nuovo tecnico dell’ambiziosa Nuova Bagnaia che non si nasconde e che pensa in grande per la prossima stagione. Bella intuizione da parte di Gianni Bisanti che ritrova quindi un tecnico che conosce bene quando gli affidò le giovanili della Viterbese. Il mister di Tarquinia che ritorna in azione dopo un anno e mezzo lontano dalle scene ha i requisiti che Bisanti cercava, vale a dire, figura abbastanza nuova nel panorama calcistico provinciale, mister aziendalista e che se ben seguito dai suoi uomini in grado di provare a far giocare al suo team un buon calcio. Ieri sera la presentazione al co-presidente Pallotta e avanti con Carletto Vittori al quale auguriamo una stagione ricca di soddisfazioni in una piazza calda e anbiziosa come quella di Bagnaia dove è stata allestita una compagine in grado di poter fare molto ma molto bene.

VIRTUS BOLSENA E COMUNE AFFITTO PAGATO, VIA LIBERA PER L’ISCRIZIONE Nell’edizione di domenica vi abbiamo raccontato delle problematiche presenti a Bolsena per via del discorso del pagamento dell’af�tto del campo da parte della Virtus nei confronti del Comune. Un problema legato non alla cifra (irrisoria per gli investimenti fatti dal club del presidente Finocchiaro) ma pià che altro a una sorta di “litigio-ripicca” del quale in passato ci siamo occupati. Adesso dicorso chiuso e Virtus Calcio Bolsena che quindi può preparare al meglio la domanda di iscrizione da consegnare entro il 22 luglio alle ore 18 secondo quelle che sono le norme previste dal Comitato Regionale e confermare quindi la disponibilità dell’impianto di gioco. DA IERI FEDERICO VIVIANI IN RITIRO CON LA ROMA DI MISTER ENRIQUE Da ieri la Roma ha iniziato la preparazione al prossimo campionato di calcio di serie A. Prevista una due giorni a Trigoria (ieri e oggi) e poi da domani la truppa si trasferirà

CARLO PERRONE AI GIOVANISSIMI NAZ. DELLA LAZIO Carlo Perrone, ex tecnico delle giovanili della Viterbese ai tempi della famosa Berretti di Leonardo Bonucci, Mattia Grimaldi e company e che da poco ha superato il corso a Coverciano di Prima Categoria nella prossima stagione dovrebbe allenare i Giovanissimi Nazionali della Lazio, classe 1997 nei quali milita il nostro concittadino Alessandro Rossi del quale proprio ieri abbiamo pubblicato una intervista. Perrone nella stagione scorsa ha allenato gli allievi nazionali della Lazio.

Carlo Vittori

Gino Finocchiaro

a Riscone di Brunico (Bolzano) dove resterà sino al prossimo 26 luglio. E tra i 23 convocati anche il “nostro” Federico Viviani e vedremo cosa succederà nei prossimi giorni al forte e giovanissimo centrocampista di Grotte di Castro che potrebbe essere trasferito in qualche formazione di serie B a “farsi le ossa” ma conoscendo anche le attenzioni del tecnico spagnolo nei confronti dei giovani mai dire mai...

IN QUATTRO NON SI SONO ISCRITTE ALLA PROMOZIONE Quattro formazioni hanno dato forfait all’ iscrizione nel campionato di Promozione. Si tratta di Olevano, Pro Calcio Sabina, Lodigiani e Pian Due Torri. Problemi economici e di disponibilità di impianto alla base dei forfait.

BOCCHINI ALLA CORTE DEL TECNICO SCORSINI L’Anguillara, compagine di Promozione allenata da mister Scorsini ha ufficializzato nelle ultime ore l’ingaggio dell’attaccante Bocchini, ex Nuova Tor Tre Teste che con Catracchia compone un tandem offensivo niente male. IERI PROVINI AL MONTEROSI Ieri pomeriggio si è svolto a Monterosi uno stage di 28 giovani calciatori (classe’93-’94-’95) provenienti da varie località della Tuscia. In giornata dovrebbero

essere uf�cializzati gli ingaggi di almeno due ragazzi. Intanto è stata resa nota la data di un’altra gara amichevole che si va ad aggiungere a quelle già in agenda con Flaminia (4/08) e Tanas Casalotti (20/8). I biancorossi affronteranno il Pianoscarano il prossimo 10 agosto (ore 17). Tutte e tre le partite si disputeranno a Rignano Flaminio. MONTEFIASCONE Oggi pomeriggio (ore 18) lo stadio ‘Le Fontanelle’ sarà teatro per un provino (secondo atto) di alcuni giovani. Sono attesi circa 25-30 ragazzi. Saranno presenti tutti i dirigenti della società, con Enrico Venanzi pronto a non farsi sfuggire qualche piccolo talento. Lo stage è stato organizzato dalla società falisca per assicurarsi elementi da inserire sia in prima squadra che nella Juniores dove al momento sono molti i ruoli scoperti. In collaborazione con la Ternana, più che con l’Empoli potrebbero arrivare giovani interesanti. Dalla Toscana infatti sono arrivati i ri�uti di due giocatori diciottenni, che vista la distanza da casa hanno preferito non lasciare la famiglia.


� �

sport

SPORT

& Giovedì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

23

CALCIO

CALCIO

Fortitudo Nepi, tutto in alto mare A tu per tu con il presidente Giulio Liscapade “Abbiamo commesso dei grossi sbagli ed ora è dura” di LEONARDO CUTIGNI

S

oltanto un anno fa la Fortitudo Nepi viveva di luce ri�essa per la gioia del trionfo nel campionato di Prima Categoria 2009/2010 e il passaggio in Promozione. Poi tutti sapete come è andata con una retrocessione amara e con una situazione societaria che di settimana in settimana si è fatta sempre più dif�cile e complicata. Per capirne qualcosa di più abbiamo contattato Giulio Liscapade, presidente della Fortitudo Nepi il quale ha disegnato un futuro non certo dai tratti coloriti, anzi le tinte sono per lo più cupe. Si vociferava un passaggio di proprietà: “ Ad oggi sono ancora io il presidente. Sto lavorando su più fronti per trovare persone serie per allargare la società anche perché da solo non si posso andare avanti. Se ci fossero interessati ben venga.” Quale è stato l’errore decisivo: “ Non dovevamo fare il passo più lungo della gamba, ossia vincere il campionato di prima categoria. Già due anni fa mi proposero di iscrivere la squadra in promozione ma ri�utai perché sapevo a cosa si poteva andare in contro. Purtroppo ci siamo trovati in una situazione che faceva gola, eravamo primi, carichi e vogliosi di vincere, poi si è visto come è andata a �nire l’anno scorso. Facendo un paragone è come se avessimo costruito una casa senza partire dalle

La Fortitudo Nepi 2009/2010, di quella gioia è rimasto poco fondamenta. Abbiamo pagato il salto di qualità.” Qualche certezza comunque c’è: “ Ci iscriveremo senza dubbio nel campionato di prima, dopo tutto una società come Nepi che ha militato anche in Eccellenza non può assolutamente scendere ulteriormente. C’è una storia e un blasone da difendere.” Qualche arrivo: “ Ad oggi non c’è nulla di certo. Qualcuno è andato via, qualcuno sembra deciso a restare, è una situazione dif�cile da inquadrare.” Punterete sui giovani: “ Andremo avanti con i giovani. I grandi pretendono stipendi da operai, o quasi. Qui i soldi mancano e non posso fare tutto da solo.” Anche l’allenatore è un incognita: “ Ripeto, siamo in alto mare. Ci saranno novità tra due settimane. Sto lavo-

rando per cercare soci o eventuali acquirenti, ma ad oggi mancano proprio le basi.” Dunque quali obiettivi: “ Proveremo a fare il meglio possibile. Una salvezza anticipata potrebbe andare bene. Nepi non si merita un ulteriore debacle.” Vedremo quindi quelle che potranno essere le ciambelle di salvataggio di una Fortitudo Nepi che vuole salvare comunque la sua storia e che negli ultimi 20 anni ha più volte rappresentato la parte migliore del calcio provinciale. Adesso il momento è delicato e neanche poco.

IN RETE - Scherzetto al bravo Marco Nami

E Galliani arrivò a Celleno E

d ora mister Alessio Spolverini come farà? Il messaggio lanciato dagli amici dell’attaccante di casa Celleno Marco Nami è stato esplicito come mostra la foto e sembra che nei giorni scorsi il buon Adriano Galliani sia stato visto aggirarsi sulla Teverina e folgorato dalla bravura di Marco lo ha subito sottoposto alla firma ed “immortalato” in casacca rossonera per la foto di rito. Ora c’è da capire se sarà preoccupato anche Pato per il rischio di perdere il posto da titolare a discapito del buon Marco. Ai posteri l’ardua sentenza.

Galliani: Nuovo acquisto Marco Nami

La Virtus Marta vuole ‘imparare’ dagli errori Il patron Biagio Palumbo: “La scorsa stagione è da cancellare. Spese inferiori e più risultati”

Mai più come la passata stagione.” È questo in sintesi il pensiero di Biagio Palumbo, presidente del Virtus Marta che nello campionato scorso ha ottenuto la salvezza all’ultima giornata dopo aver costruito, almeno sulla carta, una squadra da prima della classe. Errori che sono af�orati ben presto: “ Ci sono stati errori da parte di tutti, a partire dalla società. Abbiamo creduto di poter vincere il campionato, invece sin dalle prime giornate sono af�orati i problemi, su tutti il nervosismo. Il cambio di allenatore poi ci ha dato il colpo di grazia, lui ha portato i suoi fedeli e il gruppo ne ha risentito, saltando in mille pezzi.” Scoperto il male si cerca la cura: “ Quest’anno lavoreremo principalmente sul gruppo, dobbiamo creare un clima di serenità per far rendere al massimo la squadra.” Novità sul fronte mercato: “ Ho speso la bellezza di oltre cinquanta mila euro per fare la squadra l’anno scorso. Quest’anno non voglio e non posso andare oltre i trenta mila. È un momento di crisi per tutti e poi, lasciatemelo dire, per salvarsi trentamila sono anche troppi.” Largo ai giovani: “ La formazione di base c’è. Si aggregheranno dei giovani interessanti come Marzigli Simone del Tuscania, in più sto trattando con Claudio Cerquoni e Emanuele Ceccarini.”

Biagio Palumbo Guida confermata: “ Alcide Lozzi non è confermato, è straconferamato. Ha tirato fuori la squadra dalle sabbie mobili grazie ad un �nale di stagione esaltante dimostrando che questa è una squadra che può dire la sua contro tutti.” Quali obiettivi: “ Fare meglio del campionato uscente, salvarci con lauto anticipo e magari piazzarci tra le prime della classe. Sono convinto della bontà della rosa e delle qualità del tecnico, però dopo lo scotto della passata stagione non faccio più pronostici.” La programmazione è stata quindi tracciata al meglio e il giudizio del patron Palumbo non fa una grinza. Ora al campo il responso ma fare peggio dello scorso campionato appare decisamente dif�cile. Un grosso in bocca al lupo. (L.C.).)

IL PERSONAGGIO - Su www.pianoscaranocalcio.com il giovane mister si confessa

Paolo Ranaldi, timoniere della juniores del Pianoscarano I

l Pianoscarano calcio attraverso il suo splendido e innovativo sito www.pianoscaranocalcio.com presenta il nuovo tecnico della sua juniores regionale. Abbronzato, sorridente e entusiasta per quello che sta per intraprendere, ma soprattutto curioso visto che questa è la sua prima avventura a livello giovanile considerando che ha iniziato a fare il “Mister” già dai più grandi, Riccardo �glio d’arte per chi come suo padre Carlo ha scritto pagine importanti nella storia del calcio giovanile viterbese, con Paradiso Viterbo e i Gialloblù della città del Leone, ci ha confessato emozioni e sensazioni avute in questi primi giorni trascorsi nella nostra famiglia Rossoblu. Allora mister che impressione ti sei fatto della nuova casa dove ti appresti a vivere questa avventura calcistica ? “Potrebbero sembrare parole di circostanza quando si entra a far parte di un nuovo gruppo di lavoro e con tradizioni come quella Rossoblu, ma devo dire la verità sono rimasto sorpreso dal-

l’organizzazione che esiste e come vengono affrontate tutte le cose, anche quelle che non credi abbiano importanza, qui tutto è importante, tutto deve funzionare al meglio” Staff di lavoro nuovo e modus operandi che esige alcune regole fondamentali… che pensi di fare ? “Riguardo allo staff, compreso quello della prima squadra visto che per l’intera stagione dobbiamo lavorare a braccetto, posso dire che sono convinto che possiamo realizzare qualcosa di importante per la Società. Damiani già lo conoscevo so come intende il calcio e le sue qualità, Simonetto non ho avuto ancora il piacere di parlargli visto che adesso ha cose più importanti a cui pensare,ma sono sicuro che non ci saranno problemi, riguardo Ramacciani mi sono subito messo in sintonia con lui, è ricco di idee e soprattutto meticoloso, questo per me è un vantaggio reale e da sfruttare al meglio”. Riunioni tecniche con lo staff e dirigenza e riunioni con i ragazzi per sentire le loro intenzioni riguardo la stagione a venire, il tutto

signi�ca che siete pronti o c’è dell’altro da fare ? “Lo staff come prima o detto e anche la Dirigenza hanno le idee chiare e sanno che in base al campionato che dobbiamo disputare, vista l’incertezza tra l’Elite o il Regionale, vuole organizzarsi per raggiungere traguardi importanti qualsiasi sia la competizione da giocare. I ragazzi nelle riunioni che abbiamo avuto hanno tutti mostrato tanta voglia di fare e poi se sono tutti qui a parlare con noi è un segno positivo, un segno di attaccamento alla maglia e alla Società, è sintomo di riscatto e rivincite, penso alla loro età sia fondamentale”. Credi che si possa ambire a risultati interessanti e duraturi? “Ogni tecnico spera sempre che tutte le cose vadano per il vesto giusto quando intraprende una nuova stagione agonistica, le certezze devono essere quelle di fare il massimo e di realizzare qualcosa di importante in ogni categoria che si disputa. La sensazione che ho ricevuto, e quello che con Ramacciani abbiamo programmato mi fa pensare che durante il torneo

possiamo essere validi avversari per tutti, e nulla deve essere escluso, anche un traguardo prestigioso”. Dalla Categoria alle giovanili passaggio obbligato o scelta di stimoli diversi ? “E’ dif�cile dirlo, ma credo che la cosa che mi ha fatto decidere per questa strada è stato il Progetto della Società Rionale, serio e con basi solide. Allenare la Categoria Juniores e la Categoria dei grandi in �n dei conti non ha tante differenze, sono tutti uomini a cospetto dell’età degli interpreti. Le esigenze sono diverse solo per gli obiettivi da raggiungere,nella Juniores si prepara il giovane per la Prima Squadra, nella Categoria sono i risultati immediati che contano. Poi Aggiungerei che il fatto di dover metterti di nuovo in discussione, e tra l’altro su una cosa dove conta il tuo apporto personale per la crescita del ragazzo, mi ha dato stimoli che magari solo il risultato della domenica non ti dà”. Dando per scontato che tutto è a posto riguardo il programma di lavoro, a quando è �ssato l’inizio della preparazione ? “Ab-

Paolo Ranaldi biamo visto le ultime cose tecnico – organizzative con l’intero staff e consegnato ai ragazzi un piccolo programma di lavoro da effettuare nel periodo di sosta e una regime alimentare da mantenere per non arrivare al 22 agosto, data del ritrovo, con sorprese non preventivate. Fin dal primo giorno devono essere chiari concetti importanti per tutti, impegno,sacri�cio e rispetto dei ruoli, in questa fase che ci porterà all’inizio del campionato, la squadra deve assimilarli in

modo perfetto, solo così possiamo ambire a qualcosa di serio”. Il tuo pronostico �nale, dove collochi la G.S.D.Pianoscarano 1949? “Dire tra le prime quattro, dando per scontato se partecipiamo al Regionale, non mi sembra di affermare qualcosa di grosso, certo discorso diverso nel caso di Campionato Elite, la parola d’ordine è salvarci il prima possibile con la valorizzazione di alcuni ragazzi che possano fare il alto in prima squadra”. (www.pia noscaranocalcio.com)


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

CALCIO

Mister senza ‘misteri’ verso il 2011/2012 Quasi tutte definite le panchine delle provinciali dall’Eccellenza alla 1ª Categoria. di ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

E

avanti si vada verso la prossima stagione con quasi tutte le panchine per la prossima stagione che sono stati assegnati. Facciamo il punto della situazione. ECCELLENZA Tre le nostre portacolori in azione con il Monterosi af�dato al tecnico Lauretti, per il Corneto Tarquinia strameritata conferma di Nazzareno Gu� mentre il Monte�ascone al suo primo anno in questa categoria si stringe stretto stretto il bravissimo Daniele Antolovic che verrà ricordato nella storia per aver portato il team falisco così in alto. PROMOZIONE Questi gli allenatori delle provinciali per la prossima stagione tra novità e conferme. Da seguire con affetto e simpatia la “scommessa giovane” di Pianoscarano e Foglianese. Per i rionali ecco la coppia Simonetto-Damiani che rappresenta il nuovo che avanza, per la Foglianese la gradita presenza di Giovannini che già nella scorsa stagione ha allenato la prima squadra allora in Eccellenza seppur per una breve parentesi e che ha già un curriculum di un certo peso. Della serie ma che bello avere �ducia dei giovani ricordiamo l’Ischia di Castro con il rampante Mimmi Gasperini che tanti meriti ha avuto nella recente promozione della compagine del presidente Fossati. E la

Mauro Raspoli

Mimmi Gasperini

Cristiano Giovannini linea giovane è stata sposata in pieno anche dal Canepina che il tecnico ce l’ha fatto in casa visto che Paolo Proietti è canepinese doc, abita a 100 metri dal Palozzi e più canepinese di così si muore. Si va sull’esperienza in casa Caninese dove si è sposata la causa Riccardo Sperduti navigato tecnico di questa categoria e sulla sponda Vigor Acquapendente dove siamo al terzo anno di conduzione tecnica per Massimo Quintarelli, un mix di esperienza, saggezza e capacità che ha �nito per contagiare il popolo aquesiano. Da seguire oltre con�ne il tecnico viterbese Marco Scorsini, approdato all’Anguillara e al quale auguriamo di trovare quelle soddisfazioni che gli mancano da diverse stagioni visto che per un motivo o per l’altro negli ultimi anni tra lo stesso Monte�ascone, la Sorianese, l’Atletico Montecchio e la Nuova Cassino non è mai riuscito a �nire un campionato. Sempre oltre con�ne un grosso in bocca a lupo a mister Paolo Livi, nuovo allenatore dell’Ortana, tecnico di provate capacità e che nell’ultimo anno a Civita Castellana ha lavorato in condizioni dif�cili nel campionato di Seconda Categoria. PRIMA CATEGORIA Ed ecco invece la situazione in Prima Categoria dove si va avanti tra interessanti news e diverse conferme. In quella che si preannuncia la lotta al vertice per antonomasia si è sposata la causa delle riconferme. Romano Floccari bandiera dei tempi belli del calcio che fu a Soriano cerca di rinverdire i fasti alla guida dell’ambiziosa formazione della Nuova Sorianese allestita dal patron Torroni e dalla nuova dirigenza.

Paolo Proietti

Andrea Simonetto Dall’altra parte della provincia il Grotte di Castro del presidentissimo Vincenzo Camilli alla guida della sua “Ferrari” ha messo Mauro Raspoli che stavolta avrà addosso qualche pressione in più visto che la squadra è da primo posto e ogni domenica la posta in palio �nirà per essere pesante. Proseguendo nell’emisfero di Prima giusta riconferma per Luciano Chiarelli sulla panchina del Capranica e del duo Ionta-Pavan su quella del Monte Romano e per loro hanno pagato gli ottimi piazzamenti conseguiti nel 2010/2011. Si è invece cambiato a Latera dove il dopo Giorgio Aquilio è chiamato Claudio Belli che mai in precedenza ha allenato in Prima Categoria con il suo curriculum da mister che narra della conduzione degli juniores della Vigor, poi con il Santa Fiora (successo di una Terza Categoria) per poi una breve pareentesi nel team amiatino la stagione successiva in Seconda Categoria. News anche a Tuscania dove Maurizio Forti ha sposato il progetto locale pur essendo costretto a scendere di categoria rispetto alle sue chiamate precedenti. Sui Cimini si va avanti con Patrizi alla guida della Valleranese che meglio di lui non la conosce nessuno, con Bambini che �rma il bis al Vignanello e con la novità di Francesco Sera�ni (“Ciccio-Zeman”) in un Vasanello sempre dal sapore indigeno. Confermatissimo Stefano Pera alla guida del Montalto Calcio del presidente Guglielmotti e con il ds Riccardo Pera dietro la scrivania a dipanare le questioni di mercato. Poi tra le new entry due conferme due cambi. Avanti con l’espertissimo Domenico Gavazzi per la Cimina Ronciglione che dopo due campionati di Seconda e

Marco Scorsini

Andrea Damiani

Massimo Zucchi altrettanti trion� ritorna con merito al campionato superiore insieme a patron Ricci e al suo porta fortuna ds Giancarlo Camilli e conferma anche alla Virtus Bolsena dove il bravo Enrico Centaro è stato fortemente voluto per un campionato bis dal presidente Finocchiaro. Novità invece sulla panchina del Doria San Martino dove il presidente Marcelliano Borgi ha battuto sul tempo una spietata concorrenza assicurandosi l’ingaggio di quel mister Massimo Zucchi che rappresenta una piacevolissima novità in categoria e in�ne novità “parziale” anche a Blera dove c’è il ritorno del mister di casa Fabio Scatena che raccoglie l’eredità del duo Rossi-Scarselletta arte�ci nella stagione scorsa dell’ottimo secondo posto che è valso il passaggio di categoria. Tra le retrocesse dalla Promozione la Virtus Cimini ha sposato la linea giovane con la compagine dalla linea verde af�data al dinamico e determinato Giorgio Nardocci, cerca con l’esperto De Mattia un’operazione rilancio la neonata Pol. Corchiano Gallese chiamata a ridarsi un’entità degna di tal nome dopo i pastrocchi degli ultimi anni. Attesa - Unico buco da ricoprire è quello del Nepi dove come ci ha spiegato il presidente Giovanale a pagina 23 tutto è ancora in fermento ma dove i problemi da risolvere non sono pochi. DOMANI LA DISAMINA SULLA 2ª CATEGORIA Nell’edizione di domani tutta l’analisi sulle panchine provinciali della Seconda Categoria dove al 95% i giochi sono fatti. (continua)


� �

sport

SPORT

& Giovedì 14 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

25

CALCIO A 5

Memorial ‘Palombo’, emozioni e tanti gol Nella prima giornata della 3ª edizione, vittorie per Young Boys, Cois, I Pitty, Atl. La Rocca e Real Marcianise di ALESSANDRO URSINI

D

avanti ad un buon pubblico si è disputata, presso “La Pinetina” di Petignano, la prima giornata di gare del 3° Memorial Ivan Palombo. Vediamo nel dettaglio come è andata. YOUNG BOYS 4 BLACK BLOCK 1 Esordio vincente e primi tre punti della manifestazione per i Young Boys che grazie ad una gara attenta ed ordinata hanno superato per 4-1 i Black Block. Una sfida condotta fin dalle prime battute dai vincitori che si sono dimostrati superiori agli avversari a cui va comunque l’applauso per l’impegno profuso in campo I COMPARI 4 ORSOLINI 4 Finisce pari e patta la

sfida tra Compari ed Orsolini Caffè Etoile. 4-4 il punteggio finale di una partita equilibrata e ricca di emozioni che ha visto le due squadre rimontarsi più volte fino al definitivo pareggio siglato da Nazareno Marsala a pochi istanti dal triplice fischio finale.

dell’Atletico La Rocca a comandare gioco e punteggio fin dalle prime battute e con i ragazzi dell’Horse Motor a cercare di onorare al massimo la sfida.12-1 il punteggio finale con Boccoli bomber principe per l’At. La Rocca e Marco Pratini autore dell’unico ma splendido gol degli sconfitti.

COIS 5 AUTOFF. MARACCI 2 Vittoria sofferta più del dovuto per la Cois che domina buona parte della match, sbaglia l’inverosimile e di conseguenza riesce ad imporsi per 5-2 sull’Autofficina Maracci solo nei minuti finali. Protagonisti principali della serata per gli amaranto del coach-player Giorgio Giammaria sono stati Simone Pizzichini e Francesco Menichetti, autori delle 5 segnature.

DESPERADOS 1 REAL MARCIANISE 3 Nel match più equilibrato della serata a spuntarla PER 3-1, un po’ a sorpresa, sono i ragazzi della Real Marcianise che grazie ad una difesa sempre attenta e puntuale e a delle ripartenze ficcanti di Tomassetti supera Gammino e soci, passati anche in vantaggio grazie ad una rete di Piciucchi. Da segnalare le buone prove dei portieri Condur e Pesciaroli.

ATLETICO LA ROCCA I PITTY 21 QUELLI DELLA BIRRA 1 Partita senza storia quella tra Pitty e Quelli della Birra con i primi a vincere in maniera netta per 21-1. Troppa la differenza tra le due compagini in campo con i fratelli Riccardo ed Edoar-

COIS

ltri verdetti dal Memorial di calcio a cinque “Alessandro Cignarale” in svolgimento presso il centro Al. Pi. di Fabrica di Roma. Ecco il resoconto delle due s�de giocate martedì sera. LUCKY STRIKE 5 ORTOPEDIA COMITE 3 Lucky Strike: Discepolo Fernando , Di Giammartino Marco , Silvani Marco , Schiamone Tiziano , Vessella Matteo , Malatesta Valerio , Innocenzi Fabrizio , Macino Daniele , Andreocci Edoardo , Schiamone Alessio , Guidi Francesco , Dimitri Angelo. Ortopedia Comite: Lanciano Adriano , Ceccarelli Giancarlo , Darida Francesco ,

ATL. LA ROCCA 12 HORSE MOTOR 1 Altra gara con i “gialli”

Comite Fabio , Tranfa Gianluca , Mariani Giovanni , Vaccarelli Luca , Biagiola Giorgio , Fiaschi Doriano , Montanini Auro , Pockropek Robert , Tesfaie Ciapi. All: Antonini Paolo. Dirigente Francocci Paolo; ds Cruciali Andrea e massaggiatore Topini Luca Il Lucky Strike Rimonta una gran bella partita che all’inizio la vedeva sotto di 2-0 in favore dei Civitonici dell’Ortopedia Comite oggi troppo spenti per affrontare un ottavo di �nale ed a far festa ed accedere ai quarti di �nale contro il Forno Falisco è il Lucky Strike che vince per 53 grazie alle reti di Macino (2), Silvagni (2) e Di Giammartino (1). Per l’Ortopedia Comite

CLASSIFICA GRUPPO B I Pitty (1), Atl. La Rocca (1) e R. Marcianise 3 punti, I più mejo (0), Desperados (1), Horse Motor (1) e Quelli della Birra (1) 0 punti. PROGRAMMA Nella serata di ieri a scendere in campo è stato il girone A con le sfide tra Autoff. Maracci-Orsolini,I Tempestao-Young Boys e Black Block- I Compari. Oggi in campo: Ore 20:30 R. MarcianiseHorse Tour Ore 21:30 I Pitty-Atl. La Rocca Ore 22:30 I più mejoQuelli della Birra

AUTOFFICINA MARACCI

REAL MARCIANISE

Accanto i ragazzi dell’Ortopedia Comite, in basso a sinistra Lucky Strike, a destra la formazione della Boutique della Frutta

A

do Frale a fare la parte dei leoni (9 reti in due) per i trionfatori. Per gli sconfitti da segnalare la rete di Casagrande Andrea.

CLASSIFICA GRUPPO A Young Boys (1) e Cois (1) 3 punti, Orsolini/Cafè Etoile (1) e Compari (1) 1 punto, Autofficina Maracci (1), I Tempestao (0) e Black Block (1) 0 punti.

IL CIGNARALE - Escono dalla competizione l’Ortopedia Comite e il Salefino

Lucky Strike e Boutique della Frutta Nepi nei quarti

reti di Pockropek (1) , Fiaschi (1) e Lanciano (1). BOUTIQUE DELLA FRUTTA 11 SALEFINO 5 Boutique della Frutta: Rossi Roberto , Fantini Luca , Gironi Flavio , Manini Marco , Capelloni Roberto , Pazzetta Alessio , Alimelli Luciano ,

Braccini Luca , Chirieletti Cristian , Adolini Alessio , Fantini Fabrizio , Cernetti Dante. Sale�no: Morbidelli Mirko , Biguzzi Francesco , Gentili Andrea , Masci Riccardo , Arriga Alessio , Scarpetta Andrea , Pagano Michele , De Angelis Alessio , Arriga Stefano , Paludi Gianluca . La Boutique della Frutta di

Nepi parte subito forte contro il Sale�no di Civita Castellana che anche oggi deve fare i conti con le tante assenze e chiude il primo tempo sul 4-0. Il secondo tempo è la fotocopia del primo anche se il Sale�no prova a reagire e la partita �nisce 11-5 in favore dei nepesini grazie alle reti del bomber Chirieletti Marzio (4), Adolini

(2), Chirieletti Cristian (2), Pazzetta (1), Capelloni (1) ed un autogol. Per il Sale�no tutte e 5 le reti sono state segnate dal suo capocannoniere Arriga Stefano. Ora la Boutique della Frutta si deve preparare per i quarti di �nale contro la squadra che �no ad ora sembra la piu’ forte del Memorial, ovvero L’Autocarrozzeria Bozzo.


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

CALCIO A 5

Al Memorial ‘Vittori’ di Ischia è tempo di semifinali Oggi i match tra Avis Arlena di Castro-Caffè Ranuccio e Mojito Fc Bar Giglio-Italia 2006

C

on le due s�de giocate martedì sera si è conclusa la fase di quali�cazione del III Memorial di calcio a cinque “Cristiano Vittori” in pieno svolgimento presso il campo di calcio a cinque di Ischia di Castro. Erano in programma le due s�de del girone B. SS. LAZIO 9 VA BENE SE SE FERMAMO... 2 Riscatto della S.S. Lazio rispetto al terri�cante ko subito venerdì scorso contro l’Italia 2006 anche se la vittoria non serve per centra-

re la quali�cazione alle semi�nali visto il margine preso da Caffè Ranuccio e Italia 2006. Chiude il torneo a 0 punti la goliardica formazione del Va Bene Se Se Fermamo...... CAFFE’ RANUCCIO II 4 ITALIA ‘06 6 Divertente confronto tra le due compagini che puntano alla vittoria �nale e successo per la compagine dell’Italia 2006 che ha chiuso il girone con il primato nel gruppo B e a punteggio pieno.

SEMIFINALI E stasera è tempo di semi�nali con il seguente programma. Ore 21 - Avis Arlena di Castro contro Caffè Ranuccio II e alle 22 la seconda s�da tra Mojito-Fc Bar Il Giglio e l’Italia 2006. Moijto che si è quali�cato al secondo posto del girone A grazie al successo nello scontro diretto contro il Chiosco Football Club. MARCATORI Ecco aggiornata la classi�ca dei marcatori del torneo. 13 reti - Simone Bozzini 11 reti - Aliou Diop 8 reti - Gaetano Curre e Claudio Mari 7 reti - Ivo Silvestri 6 reti - Giuseppe Di Biase, Alessandro Bocci e Fulvio Celestini 5 reti - Andrea Angiolini, Giuseppe Bonomin, Piergiuseppe Cento, Edward Doko, Luca Strada. 4 reti - Michele Bocci 3 reti - Paolo Bigiotti, Mirko Brunotti, David Cerulli, Nazzareno Consalvi, Jacopo De Santis, Enrico Quintili.

Avis Arlena di Castro

CALENDARIO GARE data

ora

CHIOSCO FOOTBALL CLUB - BAR 2001

10 - 3 13 - 5

ITALIA ‘06 - VA BENE SE SE FERMAMO QUI?

7-2

CAFFE’ RANUCCIO II - S.S. LAZIO 190

8-7

AVIS ARLENA DI CASTRO - BAR 2001

7-4

CHIOSCO FOOTBALL CLUB - MOJITO FC BAR GIGLIO

3-8

GIRONE B

AVIS ARLENA DI CASTRO

7

ITALIA ‘06

9

MOJITO F.C. BAR GIGLIO

4

CAFFE’ RANUCCIO II

6

CHIOSCO FOOTBALL CLUB

4

S.S. LAZIO 1900

3

BAR 2001

1

VA BENE SE SE FERMAMO QUI?

0

risultato

AVIS ARLENA DI CASTRO - MOJITO FC BAR GIGLIO

Caffè Ranuccio II

GIRONE A

partita

CAFFE’ RANUCCIO II - VA BENE SE SE...

8-3

ITALIA ‘06 - S.S. LAZIO 1900

16 - 5

BAR 2001 - MOJITO FC BAR GIGLIO

9-9

CHIOSCO FOOTBALL CLUB - AVIS ARLENA

5-5

S.S. LAZIO 1900 - VA BENE SE SE FERMAMO...

9-2

CAFFE’ RANUCCIO II - ITALIA ‘06

4-6

SEMIFINALI oggi

21,00

AVIS ARLENA DI CASTRO - CAFFE’ RANUCCIO II

oggi

22,00

ITALIA ‘06 - MOJITO FC BAR GIGLIO

FINALE 16/07

21,30

1/2 POSTO

Il bomber Simone Bozzini

SPECIALE BEACH SOCCER - Un po’ di ‘viterbesità’ nel super Coloseum

Il sogno tricolore di Paoloni e dei fratelli Torres A

vanti tutta per il Coloseum di beach soccer impegnato nel campionato italiano di beach soccer e nel cui organico ci sono volti noti del nostro calcio e calcetto come quelli di Alessandro Paoloni (ex portiere del San Lorenzo Nuovo e futuro numero uno della Virtus Bolsena), dei fratelli Javier e Cristiano Torres con bei prece-

denti nei nostri campionati di calcio e calcetto e nel gruppo anche quel Diego Armando Maradona junior che si è sempre fatto molto onore in questa disciplina. Nostro interlocutore per questo servizio è Alessandro Paoloni. Un Coloseum lanciato, a che punto siete? “Ci siamo qualificati come primi nel girone centro nord, ed ora il prossimo 26

luglio giocheremo la Final Eight ad Ostia con la quarta del girone centro sud”. A livello personale il tuo bilancio: “ In primis sono felice dei risultati ottenuti dalla squadra, personalmente ho avuto poco spazio per giocare ma davanti a me ho due grandi portieri quali Simone del Mestre che è il titolare della nazionale e Claudio Posato,

anche lui in azzurro fino a qualche anno e davanti a due colossi del genere è difficile mettermi in mostra ma l’importante è che la società ha piena fiducia in me e io sono orgoglioso di fare parte di questo gruppo”. Come giudichi il beach soccer? “E’ uno sport completamente diverso dal calcio.è piu difficile.è simile al calcetto per il lato del-

Accanto Alessandro Paoloni, in basso da sinistra: Diego Armando Maradona Junior, Cristian Torres Medina e Javier Torres Medina

la tattica”. Il tuo rapporto con i fratelli Torres e con Diego Armando Maradona junior: “Javier e Cristian Torres sono come fratelli, sono stati loro che mi hanno voluto nella loro squadra. Maradona è un ragazzo serio ed educato, ha un cognome pesante ma sa gestirlo alla grande ed è molto umile oltre che bravo”. Cosa cambia per un portiere tra calcio e beach soccer a livello fisico, di concentrazione, di atteggiamento tra i pali? “La concentrazione è altissima, si giocano 3 tempi da 12 minuti effettivi, il portiere

tra parate e rinvii toccherà la palla 40 volte a tempo, di fatti di solito il secondo tempo lo gioca il secondo portiere ed il terzo rientra il titolare. I rinvii di mano se fatti bene creano una azione di gioco con 2, massimo 3 passagg, poi sui tiri che si ricevono la palla prende sempre mille rimbalzi strani e quindi se nel calcio il portiere è mezza squadra nel beach il portiere è piu di tre quarti”. Un grosso in bocca al lupo al Coloseum perchè la sua cavalcata arrivi sino al tricolore. agv


SPORT

� � �

27

Edizione del 14 Luglio 2011

La nostra serie A - Blasi: “A Parma per il riscatto” “Sono qui per rinascere. Questa per me sarà una stagione importantissima”. Sono le parole che ha pronunciato Manuele Blsi in occasione della presentazione uf�ciale del suo passaggio al Parma, dove è tornato nell’ambito dell’operazione che ha portato Dzemaili al Napoli. “Sono in un ambiente sano, in una bella società dove ricominciare bene. Sono entusiasta - ha aggiunto il mediano civitavecchiese - , non

Redazione sportiva - via Nicolao Arcangelo 5 - 00053 Civitavecchia - telefono 0766-671158 e-mail: opinione.cv@gmail.com

CALCIO

Il ripescaggio - Il 19 luglio si conosceranno i nomi delle aventi diritto al Cnd

Quattro squadre non si sono iscritte in D

di SIMONE FANTASIA

S

tasera potrebbe aggiungersi un’altra pedina allo scacchiere societario del Civitavecchia calcio. Nella capitale si incontreranno Adriano Clemeno, Roberto Di Paolo e Umberto Tersigni. L’editore romano, infatti, legato al Civitavecchia e anche alla città potrebbe tornare in sella alla società con un ruolo tutto da definire. Se dovesse andare tutto a buon fine, di sicuro la società sarebbe ancora più forte ed in grado di poter mettere, nero su bianco, un progetto di tutto rispetto anche in prospettiva futura. Il nuovo organigramma dirigenziale è di fatto il primo passo per dare il via al nuovo corso in via Attilio Bandiera, anche se il direttore sportivo Stefano Mattiuzzo è già al lavoro alla ricerca di giocatori che possano fare alla causa nerazzurra. “Qualche contatto c’è stato ammette Mattiuzzo - ci stiamo guardando intorno, ma è veramente troppo presto per fare nomi. Quello che chiediamo ai tifosi è pazienza ma posso garantire che si sta lavorando molto in questi giorni, anche per recuperare il gap rispetto alle altre società che si sono messe già al lavoro”. Giorni di fuoco, quindi, per i dirigenti locali che sono al lavoro per preparare la prossima stagione nel migliore modo possibile. Ma tutto dipenderà dall’incontro di questa sera nella capitale, dove sarà possibile capire se anche Tersigni entrerà a far parte del nuovo organigramma. Le ultime uscite mediatiche dell’imprenditore romano non erano state di certo incoraggianti, ma il rientro di Di Paolo è più di un motivo per tornare a seguire da vicino le vicende del team di via Bandiera. Staremo a vedere, di sicuro dalla riunione odierna usciranno fuori anche novità per quanto riguarda la guida tecnica, dove si stanno concentrando le attenzioni della dirigenza. In pole position rimane Sergio Pirozzi, tecnico che gode della �ducia di Roberto Di Paolo in primis. Ma sono anche altri i nomi in ballo perchè la piazza di Civitavecchia rimane pur sempre ambita, per storia e tradizioni calcistiche, con un passato importante. E seppur manca l’uf�cialità, le strade di Pirozzi e quelle del Civitavecchia potrebbero incrociarisi de�nitivamente dopo stasera, con quella fumata bianca che tutti si attendono.

vedo l’ora di iniziare. Qui ho bellissimi ricordi, ma ora guardo avanti. Ringrazio tutti, a partire dal direttore Leonardi, per la stima e la �ducia che mi hanno dimostrato, voglio ripagarle. Dall’ultima volta che sono stato qui (stagione 2003-04, ndr) sono maturato anche se sono stato stato fermo un po’ . Il Parma secondo me è un’ottima squadra, può solo crescere, spero di dare una mano, darò tutto”.

S

i sono chiuse le iscrizioni al campionato nazionale dilettanti e per il momento sono quattro le squadre che non hanno presentato la domanda. Si tratta di Angri, Chioggia Sottomarina, Venafro e Forza e Coraggio con queste ultime due che hanno rinunciato presentando nel contempo la richiesta di partecipare ai campionati regionali. Adesso le domande di iscrizioni presentate dalle formazioni aventi diritto saranno vagliate dalla Covisod che comunicherà alle interessate, nella giornata del 19 luglio

l’esito dell’istruttoria. Insomma i tifosi del Civitavecchia dovranno attendere ancora qualche giorno per sapere se effettivamente i nerazzurri disputeranno, nella prossima stagione, il campionato nazionale dilettanti. Intanto sono state uf�cializzate le date di inizio del campionato di serie D. Si parte il 21 agosto con il turno preliminare di Coppa Italia mentre il via al campionato vero e proprio è �ssato per il 4 settembre e il successivo 17 a scendere in campo sarà la Juniores nazionale.

Civitavecchia, è il giorno di Tersigni Oggi a Roma l’incontro decisivo con Clemeno e Di Paolo per il rientro. Mercato, il Ds Mattiuzzo: “Solo contatti” In panchina - Il (nuovo) mister: “Sarebbe una bella opportunità”

Pirozzi dà l’ok, ma manca l’ufficialità “A

rrivare a Civitavecchia sarebbe una bella opportunità: è una piazza importante che non scopro io, vedremo cosa succederà nei prossimi giorni”. Sergio Pirozzi, il candidato numero uno alla panchina nerazzurra conferma il contatto con la dirigenza del Civitavecchia, ma nello stesso tempo precisa che si tratta appunto di un contatto e che manchi ancora l’uf�cialità. “Ripeto per me guidare il Civitavecchia rappresenterebbe una grandissima soddisfazione, una esperienza che tutti gli allenatori vorrebbero fare, proprio per la importanza del club. Tra l’altro è una piazza che conosco bene e con riferimento alla squadra della passata stagione, posso dire di averla vista all’opera ben due volte, rimanendone sorpreso”. L’ex allenatore di Messina ma anche di Viterbese e Ostiamare, solo per citarne alcune parla anche del possibile ripescaggio nel campionato nazionale dilettanti, un regalo che la tifoseria civitavecchiese gra-

direbbe e non poco. “La situazione che stanno vivendo diversi club - prosegue - è sotto gli occhi di tutti. Diverse società non saranno iscritte e quindi è lecito sperare in un possibile ripescaggio, ma a prescindere dalla categoria arrivare a Civitavecchia sarebbe, da parte mia, una grandissima soddisfazione”. Ma Pirozzi poi parla anche dei possibili rinforzi, con un occhio però alla rosa della passata stagione. “Ho visto all’opera il Civitavecchia - continua Pirozzi - a Maccarese e a Rieti e mi fece una buona impressione, con giocatori importanti e non a caso ha disputato una grandissima stagione. Con qualche innesto, questa squadra potrebbe davvero fare il salto di qualità”. Pirozzi parla poi di un calciatore nerazzurro che conosce bene e oggetto del desiderio di diversi club durante questo mercato estivo. Si tratta di Luigi Ruggiero, talentuoso trequartista nerazzurro che Pirozzi voleva quanto era sulla panchina della Primavera

dell’Ascoli. “Un ottimo giocatore dalle grandissime potenzialità e so che è reduce da un campionato molto positivo. Ha veramente tutte le qualità per fare strada”. Insomma un Pirozzi che dimostra di gradire la piazza di Civitavecchia e del resto sarebbe un matrimonio �nalmente a buon �ne: già in passato il suo nome era stato af�ancato a quello del Civitavecchia ed in particolare con il ritorno a via Bandiera di Roberto Di Paolo. Poi non se ne fece nulla ma questa dovrebbe essere la volta buona. Un tecnico competente, grintoso, l’ideale per una piazza che ha veramente fame di calcio.

Calcio giovanile - Ancora ‘‘profeta non in patria’’ ma senza rancore. Anzi...

Maruzzella: “A Canino una sfida da vincere” U

n altro civitavecchiese che fa le valigie in direzione Canino. Si tratta di Tonino Maruzzella, tecnico locale che ha assunto proprio in questi giorni il ruolo di responsabile del settore giovanile della Caninese. Nel centro viterbese Maruzzella ritroverà Riccardo Sperduti, tra l’altro suo amico ma soprattutto potrà iniziare un lavoro importante per il

settore giovanile del sodalizio caninese. Una nuova sfida per Maruzzella che ha chiuso la trattativa in pochissimo tempo. “Ho parlato con il presidente della Caninese - esordisce Maruzzella - ed è bastato veramente poco per trovare l’intesa, con persone che vogliono fare bene nel calcio. Mi aspetta un lavoro importante, una bella sfida considerando anche la realtà emergente di Canino. Io sono fatto per queste sfide e sarà sicuramente un modo per crescere ancora”.

Non è la prima volta che decide di fare calcio lontano da Civitavecchia. “E’vero; sono stato a Tolfa, Acquapendente solo per citarne qualcuna e sono state tutte esperienze importanti, sul piano umano e tecnico che rifarei. Vedere a contatto con realtà diverse è sempre positivo. Sia chiaro, non sono scappato da Civitavecchia e non è una sfiducia nei confronti della zuppa, perchè quando capitano occasioni come questa non bisogna lasciarsele sfuggire”. Però la zuppa civitavecchiese è praticamente andata a male.

“Mi auguro che sia solo una pausa, perchè ritengo questo progetto importante per dare una svolta al nostro calcio giovanile. Sin dall’inizio ho visto questo consorzio come un passo necessario per il futuro e quindi per competere con realtà che sono sicuramente avanti. Spero che si possa comunque proseguire questa idea, considerando anche l’importanza delle persone che vi hanno messo la faccia. Ovviamente c’è da limare qualcosa a livello amministrativo, piccoli dettagli: sono fiducioso perchè altrimenti significherebbe tornare indietro di anni e vedere le

Prima sicura per il Real Cv I

l Real Civitavecchia giocherà in Prima categoria nel prossimo campionato. Il Comitato regionale Lazio ha infatti comunicato alla società locale che è stata accettata la domanda di ripescaggio, in quanto tra le migliori seconde classi�cate in senso assoluto. Una bella notizia, ovviamente uf�ciale a quella che era stata comunque una voce circolata già da diverse settimane. Nei prossimi giorni il team del presidente Roberto Passerini provvederà a formalizzare l’iscrizione al campionato ma nel frattempo si lavora per allestire una squadra che possa ben �gurare in questa nuova categoria. Confermata la rosa della passata stagione, si è alla ricerca di giovani da impiegare secondo quelle che sono le regole imposte dalla Federazione. “La società sta lavorando - commenta mister Mario Castagnola - per trovare quei giovani che possano fare al caso nostro, ma non è assolutamente facile considerando che ci sono tante società, molte delle quali possono offrire rimborsi sostanziosi. Sono �ducioso, di tempo ne abbiamo molto e quindi avremo la possibilità di trovare quello che cerchiamo”. Il raduno di inizio campionato è �ssato per �ne agosto, con il campionato che invece partirà il prossimo 2 ottobre. Un mese e passa per prepararsi al meglio all’inizio di una stagione da vivere intensamente. “Inizieremo con anticipo per non farci trovare impreparati. Mi aspetto un torneo non facile, dove sarà fondamentale rimanere sempre uniti. L’obiettivo è quello di raggiungere una salvezza tranquilla, senza troppi patemi d’animo”. Sim. Fan.

società della capitale troppo distanti”. Torniamo alla sua nuova esperienza: a Canino ritroverà Sperduti, suo amico e con cui ha avuto modo di lavorare. “Hanno allestito una signora squadra in Promozione, segno che c’è voglia di fare calcio e farlo nel modo migliore. A Riccardo mi lega una grande amicizia, oltre che stima dal punto di vista professionale. Sarà una esperienza importante, ma chissà che nel futuro ci possa essere un ritorno a Civitavecchia”. Sim. Fan.


� �

sportCivitavecchia SPORT

28

Civitavecchia & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

La storia - Pronto a percorrere in un mese i 1800 chilometri che separano Civitavecchia alla sua Kosice per aiutare la sorella malata

Bendula corre a casa: è la sua ultima impresa di ANTONIO BANDINU

U

na missione impossibile o quasi. L’idea di Stefan Bendula di percorrere di corsa la strada che separa Civitavecchia (città in cui ha vissuto per 17 anni) e Kosice in Slovacchia (città natale), progetto che lui stesso ha denominato “Tutte le strade portano a...casa”, è quasi cosa da pazzi. In tutto 1800 chilometri in un mese divisi in tappe da 60 chilometri al giorno. Una s�da con se stessi e con la natura visto che Stefan passerà sì da strade secondarie ma dovrà comunque attraversare Alpi e Appennini. Il percorso partirà infatti da Civitavecchia, passerà per Pisa, Modena, Ferrara, Padova, Venezia con uscita dai con�ni dell’Italia a Gorizia. Poi il passaggio a Lubiana in Slovenia e quello per Budapest. Da qui Stefan taglierà in direzione nord per entrare in Slovacchia �no alla città di Kosice. L’ex giocatore e allenatore dei Pirati sarà accompagnato da una vettura di supporto e uno staff di persone quali�cate e, al termine di ogni tappa, pernotterà insieme nella città di arrivo da cui ripartirà la mattina seguente. E’ previsto inoltre che in alcune città si tengano delle conferenze stampa nelle quali Stefan terrà degli incontri sul tema dello sport e i suoi bene�ci sulla salute e sulla formazione del carattere. “Vorrei anche coinvolgere i gruppi podistici delle varie città – ha dichiarato Stefan intervistato durante gli allenamenti all’Uliveto – perché affrontare un’avventura del genere da solo sarebbe veramente complicato soprattutto a livello psicologico. Mi auguro in�ne di riuscire a trovare degli sponsor, magari anche importanti, in modo da avere tutta l’attrezzatura necessaria per la preparazione e la realizzazione di questa s�da no limits. Ringrazio intanto quelli attuali che mi hanno permesso di partecipare a gare come la 100 chilometri del Passatore (Firenze-Faenza) che mi ha visto impegnato il mese scorso”. Ad attenderlo a Kosice ci saranno i familiari ma soprattutto la sorella. Con questo progetto, oltre che s�dare se stesso, Stefan vuole infatti raccogliere i fondi necessari per curare sua sorella che da alcuni anni è invalida, essendo affetta dal Lupus Eritematoso Sistemico, una malattia che

colpisce le articolazioni del corpo ed ha bisogno di cure continue e molto costose. “Per me è una s�da personale – ha continuato – che voglio affrontare in questo periodo della mia vita. Ho vissuto 17 anni a Civitavecchia e sono stato benissimo ma forse il tempo di stare qua per me è terminato. Tutti i miei familiari sono in Slovacchia e quindi ho deciso di tornare da loro”. E pensare che Bendula

(classe ‘59), dopo aver praticato tantissimi sport, ha avuto all’età di 26 anni un gravissimo incidente seguito da ben dieci interventi chirurgici, dopo i quali il responso dei medici è stato impietoso: “non idoneo a svolgere attività sportiva a livello professionistico”. Al di là di questo nuovo progetto Stefan si è misurato in tantissime maratone, in numerosissime gare di Triathlon (1.5km nuoto + 40km bici + 10km corsa) che lo portano in�ne a partecipare per ben 12 volte alle gare di Iron Man (3,8km nuoto + 180km bici + 42km corsa), specialità nella quale diviene campione di 2° grado (2km nuoto + 100km bici + 20km corsa) della Nazionale Slovacca a squadre. Dal 1993 invece il trasferimento in Italia con ben otto anni di hockey nei Pirati (ha giocato �no all’età di 49 anni). A settembre partirà forse l’ultima incredibile avventura in cui Stefan proverà a dare l’ennesima dimostrazione di essere veramente un “uomo di ferro”.

A Santa Marinella il ‘ Palio dei Rioni’’ vuole ristabilire il primato cittadino “È

ora di stabilire il primato cittadino”, sono queste le parole scelte dagli organizzatori per promuovere il primo torneo di calcio a 11 rivolto ai rioni di Santa Marinella. L’evento, che inizierà domenica e terminerà il 4 Agosto ha come intento quello di riportare la competività tra i ragazzi del posto, che possono affrontarsi sostenendo il proprio rione d’appartenenza, erano infatti diversi anni che non venivano più organizzate manifestazioni del genere, più precisamente da quando è stata interrotta la tradizionale corsa sui quadricicli a pedale sulla via Aurelia. Il torneo si svolgerà grazie anche alla collaborazione delle società calcistiche e all’intervento del comune e vedrà affrontarsi 8 rioni (Valdambrini, Quartaccia, Fiori, Centro, Santa Severa, Combattenti, Alibrandi, Capolinaro) in due gironi da 4 squadre dove le prime 2 classi�cate accederanno alle semi�nali e �nali. L’evento ha richiamato calciatori anche da Civitavecchia, soprattutto a causa dell’annullamento del torneo VIP del Mundialito e il livello tecnico di questa che si ripropone di essere solo la prima di una lunga serie di edizioni si annuncia alto e spettacolare.“Le partite in notturna verranno giocate a Santa Severa, quelle del tardo pomeriggio a Santa Marinella, spiega uno degli organizzatori, Claudio Marra - il nostro intento, prosegue, è di portare ad affrontarsi giovani e meno giovani con l’ambizione di far trionfare il proprio rione o quello per il quale sono stati “ingaggiati” ma sempre sotto il massimo rispetto e senza mai dimenticare che il nostro avversario in campo, l’indomani potremmo incontrarlo al bar, in pizzeria, al mare e che quindi non si deve creare una sorta di microcampanilismo all’interno di Santa Marinella ma una sana e sportiva rivalità, concludendo invito tutti a venire a vedere le partite e consultare i calendari su facebook alla pagina : torneo di santa marinella dei rioni (calcio a 11) oppure attraverso le numerose locandine sparse in città”.

Kick Boxing - Dopo gli exploit dei fratelli Bulache, tocca ai big Proietti e Morabito

Promo K1, estate senza eclusione di colpi di MARA RIGHELLI

È

davvero senza sosta la stagione degli eventi per la Promo K1 Fighters. Dopo i molteplici gala ed i vari campionati, regionali nazionali e mondiali, infatti il team civitavecchiese e i suoi capitani Paolo Morabito e Azzurra Proietti, campioni del mondo KL nel 2011, saranno impegnati ancora fino ad agosto. Sabato scorso è stato il turno dei due fratelli d’acciaio, Andrei e Stefan Bulache che hanno partecipato al Gala organizzato a Frosinone, che ha visto impegnati più di 60 atleti. “Il nostro Andrei - spiegano dalla Promo Fighters - ha dovuto affrontare ben due match nei mano 65 kg di K1 light, il primo scontro è stato aggiudicato all’atleta di casa, anche se il presidente regionale, allenatori e pubblico p r e s e n t e , hanno criticato la decisione della giuria, ammettendo che il match era pari e enecessitava di un extra round, è uscito vincitore invece dal secondo i n c o n t r o , combattuto senza sosta fino all’ultimo secondo il match è stato molto duro, il suo avversario era forte è preparato, ma il nostro ragazzo si è fatto valere”. Stefan Bulache, il campione italiano - 85kg di k1 light della Promo K1, ha invece fatto il suo esordio nel contatto pieno. “Il nostro ‘’carro armato’’ ha accettato di combattere con un atleta che pesava ben quattro kg pìù di lui nonostante sia venuto a conoscienza del match solo una settimana prima. Il suo coraggio e la sua determinazione - fanno notare i dirigenti della società civitavecchiese - sono state

premiate” Il match è stato mozzafiato. i due hanno concluso la serata in bellezza e non si sono risparmiati. l’incontro si è svolto all’una e mezza di notte, e il ring aveva formato una patina di acqua che faceva scivolare i ragazzi. Il match è stato giudicato pari e all’extra ruond purtoppo il fighters locale ha subito il maggior peso dell’avversario e la sua preparazione non al top per via del poco tempo a disposizione perdendo hai punti. Un lunghissimo applauso e una pioggia di complimenti hanno accolto i due ragazzi mentre scendevano dal ring. “Sono emozionato, orgoglioso e soddisfatto dei miei ragazzi - il commento finale di coach Paolo Morabitio - il duro lavoro fatto insieme nonostante il caldo e la fatica, ha portato i suoi frutti e il loro coraggio certamente li vedrà protagonisti nei prossimi match. nel frattempo continuano ad allenarsi dato che hanno ancora due gala da affrontare. Anche noi siamo alle porte della nostra prossima battaglia, che si terra sabato prossimo a Sora (Frosinone), dove io sarò impegnato contro Mimmo D’Elia, che ho mandato ko a dicembre e che vuole la rivincita. combatteremo nel K1, sulla distanza dei tre round da 3 minuti senza protezioni”. Azzurra Proietti invece si scontrerà contro Rossella Setti Rossella dello Shoot Team di Modena, per il titolo italiano femminile di K1 e disputerà cinque round da 2 minuti senza protezion. “Siamo pronti, allentati e motivati a pertare a casa il risultato grazie alla durissima preparazione del nostro maestro aldo chiari - conclude Morabito - daremo tutto per aggiudicarci l’ennesimo successo dopo quello mondiale’’.

Calcio a 5 - La femminile nerazzurra è stata promossa in serie C ed ha brillato nei tornei estivi

Il Civitavecchia chiude la stagione sommerso di premi F

ine mese intenso di riconoscimenti, quello scorso, per il Civitavecchia Calcio a 5 Femminile. Dopo la vittoria del campionato di serie D, le nerazzurre a giugno hanno centrato due terzi posti nel prestigioso torneo romano Pink Cup e in quello locale che si è disputato nella vicina Santa Marinella, entrambi di ottimo livello sportivo. La partecipazione alle due manifestazione è stata garantita grazie al contributo del Bar Gelateria-Yogurteria Caffè Nazionele e della Pizzeria Lè. A conclusione di queste due belle avventure, nei giorni

Il team manager Roberta Galletta: “Un successo dovuto alle sinergie giuste” scorsi il tecnico Raffaela Termini è stata tra l’altro premiata al palazzetto di Ciampino come miglior allenatrice del campionato di serie D di calcio a 5 rosa. A ricevere un riconoscimento anche il preparatore dei portieri della squadra femminile Marco Dominici (estremo difensore dell’Asd Civitavecchia), che ha invece

ricevuto il premio di miglior portiere del campionato di serie C2. “Questi due riconoscimenti premiano un anno di sacri�ci e lavoro intenso - ha commentato il team manager Roberta Galletta - e ci regalano una doppia soddisfazione. Ringrazio tutte le persone che hanno contribuito a sostenere questa bellissima avventura che spero possa continuare nel migliore dei modi anche nella prossima stagione”. Una prossima stagione che alla luce di quella appena conclusa non può che esser progettata in grande per dar continuità appunto ad un programma che mirava a rilanciare il

calcetto rosa a Civitavecchia dopo tanti - forse troppi anni di incertezze e risultati non proprio esaltanti. Il Civitavecchia deve partire da questi risultati senza però sedersi sugli allori: far leva sì su quanto di buono fatto in questa annata, ma prepararsi a ricominciare da zero per poter il prossimo anno, di questi tempi, trarre un altro bilancio positivo. Ant. Ban.

Riconoscimenti dal Crl Lazio per coach Termini insieme a Dominici

Sopra Raffaella Termini e Marco Dominici, il coach del Civitavecchia ed il numero uno dell’As, che è anche anche preparatore dei portieri del quintetto rosa nerazzurro


sportCivitavecchia SPORT

Civitavecchia & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

� �

C

ontinua l’avventura di Veronica Fanciulli e Mattia Camboni ai Mondiali Giovanili di windsurf, in corso di svolgimento a Zara in Croazia. Anche quella di ieri è stata però una giornata caratterizzata da poco vento con soli 6 nodi a disposizione dei windsurfer. Nonostante questo sono state comunque due le regate che si è svolte. In leggero calo le prestazioni di Veronica Fanciulli che ha chiuso le gare con un terzo ed un quarto posto. Nella prima delle due regate Veronica è stata preceduta dalla polacca Agnieszka

29

Windsurf - Ai Mondiali junior il vento si fa ancora desiderare. Difficoltà anche per un generoso Camboni

Fanciulli rallenta, il primato ora è a rischio Bilska e dalla tailandese Siripon Kaewduang-Ngam mentre nella seconda a vincere è stata l’israeliana Naomi Cohen seguita ancora dall’atleta polacca. Veronica nelle due prove è stata attenta soprattutto a tenere sotto controllo la

Siripon Kaewduang-Ngam, vera inseguitrice in classi�ca generale femminile. Veronica resta in ogni caso al primo

posto con 15 punti con un solo punto di vantaggio proprio sulla tailandese. Un po’ più staccata al terzo posto

rimane l’isrealeina Cohen a quota 22. Non è andata bene invece a Mattia Camboni, l’altro portacolori della Lega Navale di Civitavecchia nella rassegna i r i d a t a giovanile. Soprattutto nella prima regata il g i o v a n e

Pallanuoto - Sarà pure una formalità ma il rinnovo di Pagliarini non è ancora chiuso. Intanto si cerca un difensore oltre Calcaterra. Del Lungo e Coleine ai saluti

civitavecchiese - in forza alla scuderia del presidente Marco Corti- ha sofferto molto le condizioni di poco vento e si è piazzato in 23° posizione. Molto meglio la seconda prova con Mattia che è riuscito a strappare un 7° posto. Per quanto riguarda la classi�ca assoluta maschile, Camboni rimane stabile in 12° posizione. Oggi sono previste due regate anche se le condizioni del vento dovrebbero essere addirittura peggiori di quelle di ieri. Vita dura dunque per gli atleri. Ant. Ban.

Hockey - Sabato scade la proroga per l’iscrizione, il presidente amaro: “Nessun segnale dalle istituzioni, siamo nelle mani dei soci”

Snc in pieno mercato Calcagno pessimista: ma senza coach “Pirati lontani dall’A1”

di CIRO IMPERATO

P

riorità a Calcaterra, ma vietato perdere di vista le altre situazioni di un mercato rossoceleste che si preannuncia ‘‘movimentato’’. Oltre a far rientrare alla base il centroboa, che però ora sta valutando anche un’offerta allettante del Posillipo (nel frattempo si è fatta avanti anche la Florentia), il sette civitavecchiese intende rafforzare il roster per la prossima A2 anche con un difensore di spessore, capace di far sentire il suo ‘‘peso’’ anche nelle manovre d’attacco dettando i tempi e magari anche togliendo le castagne dal fuoco . Oltre che dei movimenti in entrata, a largo Galli si ragiona anche su quelli in uscita. Lisi, Foschi, Simeoni e Simone Pagliarini così come Buffardi hanno ancora diversi anni di contratto ed anche se per qualcuno di loro si studia un prolungamento (e magari anche qualche adeguamento) resteranno tutti alla Snc. Discorso omologo per i giovani (i fratelli Muneroni, Castello, Minà, Chiarelli e Zinno), che essendo peraltro di proprietà rossoceleste rappresentano un patrimonio che la società intende ancora valorizzare sperando

poi magari di capitalizzare. Come avverrà nel caso di Marco Del Lungo. Al ‘‘berretto rosso’’ le offerte non mancano e dopo aver accumulato - nonostante abbia appena 21 anni - tanta esperienza in A2 sembra pronto al grande salto. Ci sono anche squadre di prima fascia - compreso il Brescia di Roberto Calcaterra - disposte ad af�dargli i loro pali e per il portiere civitavecchiese sarebbe anche arrivato il momento di mettersi alla prova. La Snc non si opporrà al trasferimento, ma cercherà comunque di monetizzare su un portiere che ha cresciuto e valorizzato. Se dovesse andar via Del Lungo si potrebbe pensare di far compiere un percorso omologo al suo a Gordano Visciola, che si è fatto le ossa in B con la Tirrena, dimostrando grande af�dabilità oltre che talento. Probabile che la Snc si tuteli con un “dodicesimo” di esperienza da af�ancargli. In uscita con Del Lungo, c’è Emiliano Coleine che ha compiuto 40 anni e da poco festeggiato anche il suo matrimonio, e non fa più parte dei programmi della società. Da veri�care se intenderà appendere la calottina al chiodo o magari ‘‘divertirsi’’ da qualche altra parte. Tra una trattativa e l’altra non va in�ne dimenticato che il contratto di coach Marco Pagliarini è scaduto e non è stato ancora rinnovato. Il prolungamento sembra scontato, ma nel frattempo appro�ttando dei ‘‘vuoti temporali’’ lasciati dalla Snc qualche società si è fatta avanti anche solo per un sondaggio. Attenzione quindi.

Tennis - Lavinia Bollo agli Italiani under 12 B

ella soddisfazione per l’Aureliano Tennis Team. I due promettenti baby Lavinia Bollo e Marco Pisaturo sono stati invitati ad allenarsi al centro tecnico Sestola con l’elite del tennis italiano. “Un invito – ha spiegato il presidente del circolo civitavecchiese Carlo Oroni – che ci inorgoglisce anche perché solitamente vengono selezionati pochi ragazzi per ogni ragione, ma evidentemente il loro valore ha attirato l’attenzione”. Peraltro Lavinia Bollo il 12 settembre parteciperà ai campionati italiani under 12 sia nel singolo che nel doppio e avrà dunque due occasioni. Proprio la Bollo ha inoltro ceduto nella �nalissima del torneo open disputatosi allo Sporting Club di Santa Marinella contro la ventenne Silvia Federzoni dell’As Tennis 88. Derby anche nella �nale maschile vinta da Riccardo Massarelli dell’As 88 contro Carlo Piaggio del circolo Aureliano.

di ANTONIO BANDINU

P

rosegue il conto alla rovescia per l’iscrizione dei Pirati Civitavecchia alla serie A1, il cui termine è stato previsto dalla Lega Nazionale Hockey per sabato 16 luglio a mezzogiorno. La posizione della società civitavecchiese è ancora incerta anche se dalle parole del presidente Sergio Calcagno non sembrano esserci scenari positivi. “Ad oggi – afferma il numero uno dei Pirati – non ci iscriveremo al campionato di serie A1. Nonostante i tanti appelli che ho fatto alle autorità competenti, non abbiamo ricevuto alcuna risposta e questo mi ha fatto molto pensare. Ivano Iacomelli mi ha detto che la maggior parte delle risorse economiche saranno utilizzate per il discorso dei settori giovanili del Civitavecchia calcio. Il sindaco Gianni Moscherini, da parte sua, mi ha fatto delle promesse anche se in questi giorni è molto impegnato e non sono riuscito a parlarci. Mi auguro che entro le prossime ore si risolva in qualche modo la situazione”. Entro sabato la società dovrà inviare alla Lega 3.500 euro mentre l’altra trance di 11.500 euro dovrà essere saldata entro settembre. L’unico soluzione alternativa della società gialloblu

è quella che i vari membri del direttivo paghino la loro parte dell’importo. “Alcuni dei dirigenti – ha continuato Calcagno – sono disposti a pagare in modo privato l’iscrizione alla serie A1. Io mi sono tirato fuori perché questo non è il modo giusto di affrontare la situazione. Vorrei che arrivasse una risposta da parte della città in modo da vedere anche la voglia, in modo particolare dell’assessorato allo sport, di continuare ad avere una squadra di hockey nella massima serie”. In caso di mancata iscrizione, comunque, la prima squadra sarà retrocessa in serie B ma la società proverà comunque a salvare il settore giovanile. “Anche iscriversi al campionato di serie B – conclude il presidente gialloblu – costa parecchi soldi, circa 2500 euro. Quindi anche in questo senso non sappiamo ancora bene il da farsi. Per quanto riguarda il settore giovanile, proveremo in tutti i modi a mantenerlo anche per i tantissimi ragazzi e bambini che si sono avvicinati grazie a alla nostra società a questo sport”.

Beach Volley - La baby rossoblu seconda a Sperlonga è pronta per gli Italiani under 20

Chiara Forcella lanciatissima verso grandi traguardi di MARA RIGHELLI

U

na giovanissima civitavecchiese, Chiara Forcella (1994), conquista il secondo posto nella tappa regionale di Sperlonga. Alla junior beacher, che gioca in coppia con Federica Canuti (giocatrice indoor esperta che ha giocato in categorie nazionali), rimane un sapore dolceamaro in bocca per aver perso la �nale con la coppia Fiore-Marocco, già scon�tta nelle prime fasi del torneo “E’ mancata - commenta Chiara - sicuramente l’esperienza, dote che le nostre avversarie avevano visto che avevano vinto altre tappe gli scorsi anni. Bisogna

lavorare molto per superare il “blocco della �nale”...”, Infatti è gia la seconda volta che la coppia Forcella-Canuti si piazza al secondo posto s�orando di poco il gradino più alto del podio, come è accaduto nella prima tappa a Focene. Da segnalare che il duo di beachers che vede in campo anche la civitavecchiese che gioca in serie C con la Pallavolo Alto Lazio in seguito ha conquistato un bronzo nella terza tappa che si è disputata a Fiumicino. Sempre con la voglia di fare meglio e migliorare la Forcella ora parteciperà al campionato nazionale under 20 a coppia con un’altra giovane, anch’essa molto quotata a livello regionale.

Si tratta di Carlotta Oggioni , militante tra le �le del Casal De’ Pazzi come alzatrice. “Si parte subito con Ravenna il 1314 , poi Cesenatico e Benevento “E’ un’occasione che ci offre la possibilità di confrontarci con coetanee provenienti da tutta l’Italia - dice la giovane - e di dimostrare quanto imparato negli intensi allenamenti con il team di Roberto Viscuso. La sua guida tecnica e i consigli dati dalle compagne di allenamento ( Fanella e Campanari, le neocampionesse italiane) sono gli ingredienti giusti per cominciare che , uniti alla passione e alla grinta di queste due giovani, potranno dare sicuramente buoni risultati .

Asd Pattinaggio tra alti e bassi T

ra alti e bassi la spedizione dell’Asd Pattinaggio Civitavecchia a Martinsicuro, sede della 22esima edizione del memorial Domenico Bosica. Quarto posto per Federica D’Aureli^ nella 300 sprint (e decima nei 3000mt in linea), sesta Azzurra Speroni nella 300 sprint (e sesta nei 3000mt in linea); in sesta posizione, ma nella 500 sprint, anche Lisa Mori, che poi ha chiuso ottava la 5000 ad eliminazione. Da segnalare i rientri di Alessio Manni e Fabrizia Stella, fermi ai box da diverso tempo per degli infortuni.


� �

sportCivitavecchia SPORT

30

Civitavecchia & AltoLazio

Giovedì 14 Luglio 2011

Torneo dei Quartieri - Questa sera Campo Oro e Aurelia/Pantano si sfidano per la quinta posizione

Faro/San Liborio e Centro Storico volano in finale M

artedì si sono concluse le gare del Torneo dei Quartieri - Trofeo Maurys, organizzato dalla Società del patron Aldo De Marco sul sintetico “Luca De Ianne”. nel primo match sono scesi in campo il Faro/San Liborio ed il Pirgy, con i primi che si sono imposti con il punteggio di 63; Per Faro/San Liborio doppietta di Tesoro e gol di Garofalo, Canestrelli, Giocondo,

Oliviero mentre per il Pirgy sono andati a segno Befani, De Caro e Nastasi. A seguire hanno giocato Centro Storico e San Gordiano/Boccelle. Vittoria per 3-1 del Centro Storico grazie alle due reti di Conforti e al centro di Amato. Le gare sono state ben arbitrate da Mario Sileoni, grande grinta e qualche colpo di troppo hanno costretto l’arbitro ad espellere qualche atleta ma tutto è

rimasto nella norma dato che i giocatori hanno sentito molto l’importanza di questo torneo. Anche per la terza gionata si è registrato un numeroso af�usso di pubblico che non ha fatto mancare il proprio sostegno ai propri beniamini, presenti soprattutto genitori, parenti stretti e amici delle varie “comitive”. Alla �ne sono stati effettuati gli abbinamenti per le �nali. Questa sera alle

A fianco i ragazzi del Pyrgi (in rosso) e di Faro /San Liborio (bianco) e in basso altre due formazioni impegnate nel torneo dei Quartieri

21 per il 5° e 6° posto si affronteranno Campo Oro e Aurelia/Pantano. Domani sempre alle 21 Pyrgi e San Gordiano/Boccelle si affronteranno per il terzo posto mentre sabato ci sarà la �nalissima tra Faro/San Liborio e Centro Storico. Si ringrazia il “Maurys”sponsor uf�ciale, la Uisp, tutte le persone che hanno collaborato per la manifestazione e soprattutto il presidente del San Gordiano Aldo De Marco che ha messo a disposizione l’impianto sportivo per questa prima edizione del torneo dei Quartieri.

Copa America/Mundialito - Bagarre nel gruppo B con quattro squadre appaiate al primo posto

La classifica avulsa premia il Paraguay S

embrava già scritta la storia del girone B della “Copa America” Trofeo Csl, e invece l’ultima giornata disputata al Dlf ha rimodellato la classi�ca. A sorpresa il Brasile fa un passo falso contro il Costarica e perde la leadership; il Paraguay batte a fatica l’Ecuador e si ritrova al primo posto. Inaspettatamente il girone termina con ben 4 squadre a 10 punti, e bisogna ricorrere alla classi�ca avulsa. Il Paraguay è quello con la migliore differenza reti negli scontri diretti; poi Brasile e Costarica, ma è quest’ultima a classi�carsi seconda per via dello scontro diretto. La peggiore differenza reti è della Colombia, che passa come quarta. Quindi il Paraguay dovrà affrontare il Messico, alla Costarica toccherà la Jamaica, il Brasile pesca il Perù e la Colombia dovrà vedersela contro Cuba Dachilù Cafè. Nel primo match il Paraguay riesce a stento ad aver ragione dell’Equador per 3 a 2. E’ la giovane formazione in maglia gialla a passare in vantaggio dopo appena 7 minuti di gioco con Gianluca Angradi. Al 19’ Fabio Tramontini riporta la situazione in parità. La ripresa si apre con il 2-1 per il Paraguay �rmato da Marco Cappelloni. Al 13’ D’Intragna allunga il divario. A tempo ormai scaduto l’Equador riesce ad accorciare con Flavio Proietti Mancini, che

sigla il 3 a 2. Il Costarica si aggiudica in rimonta 2-1 il big match con il Brasile. E’ la capolista a sbloccare il punteggio grazie alla rete di

Ghelmo Fusini. Un errore del portiere fa sì che il Costarica riesca a pareggiare con la punizione di Daniele Carru. A tempo scaduto un altro

calcio di punizione magistralmente trasformato da Valerio Sangiovanni porta il risultato sul 2 a 1. All’ultimo minuti Feoli sciupa l’occasionissima

per pareggiare. Si tornerà in campo con i quarti di �nale, sempre al Dopolavoro Ferroviario, stasera con due gare in programma; alle 20.30 e alle 22. Intanto è stata confermata la gara di bene�cenza, organizzata dall’Ente di promozione Sociale e Sportiva Confsport, che si giocherà mercoledì prossimo, giorno della Finalissima, tra

una rappresentativa della Stampa Locale, guidata in panchina da Giampiero Romiti, e la Nazionale dei Campioni di Civitavecchia, nata per un’idea della Goal Sport Management tre anni fa, alla quale hanno già aderito molti sportivi locali chiamati all’ordine dal Coni di Civitavecchia. Il ricavato, “speriamo consistente”, dicono gli organizzatori, sarà completamente devoluto all’Associazione Mondo Nuovo, importante organizzazione nel recupero dei tossicodipendenti.

Memorial Davide De Angelis - In semifinale ko Bar Chiavi del Mare e As Bei

Affare a due tra Bio Pass e Prato del Mare

S

aranno Bio Pass e Prato del Mare a giocarsi la �nalissima che assegnerà il primo posto del memorial “Davide De Angelis”. La manifestazione, organizzata da Alessandro Di Giancamillo ha visto in campo martedì sera le semi�nali

che hanno regalato diverse emozioni. Nella prima gara in programma la superfavorita alla vittoria �nale Bar Chiavi del mare viene scon�tta clamorosamente per 5 a 1 da Bio Pass, grazie alla doppietta di Novera e i sigilli personali

di Chinese, Daniele Palmieri e Donati. Inutile la rete messa a segno da Sannino. Nella seconda semi�nale la giovane squadra di Prato del Mare, composta appunto da calciatori giovanissimi supera senza grosse dif�coltà per 5 a 2 As Bei, strappando il biglietto per la �nalissima. Sul taccuino dei marcatori Vinci e Salvim autori entrambi di una doppietta e Siani a cui ha risposto per due volte Duro. Domani sera la �nalissima tra Prato del Mare e Bio Pass e a seguire la consueta premiazione.

Prato del Mare (a sinistra) e Bio Pass (sopra) sono le finaliste del memorial “Davide De Angelis”


Giovedì 14 Luglio 2011

Civitavecchia & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale ed emergenza incendi 1515 • Soccorso in mare 1530 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Uf� cio Biglietti 0766.24975 • COTRAL -Servizio Pullman 0766.34230 • QUESTURA -Commissariato Polizia di Stato 0766.58341 • COMANDO VIGILI URBANI Centralino 0766.33444 • COMANDO CARABINIERI -Centralino 0766.596960 • COMANDO GUARDIA DI FINANAZA -Centralino 0766.679101 -Comparto operativo 0766.679102 • CAPITANERIA DI PORTO -Centralino 0766.366401 • Polmare 0766.5960 • POLIZIA FERROVIARIA -Sezione di Civitavecchia 0766.24260 • OSPEDALE SAN PAOLO -Centralino 0766.5911 -Pronto Soccorso 0766.846679 -Guardia Medica 0766.31624 -Croce Rossa 0766.23382 -Avis 0766.21280 • PRO LOCO -Informazioni 0766.20299 • COMUNE DI CIVITAVECCHIA -Centralino 0766.5901 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0766.23678 • BIBLIOTECA -Biblioteca Comunale 0766.370254 • Poste 0766.547231 • Tourist Information 0766.590792

almanacco

31

AUGURI

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE E anche i più grandi ogni tanto possono avere una giornata storta specialmente se negli ultimi tem-

21 Aprile - 20 Maggio TORO Non voglio più sentire neanche uin lamento da voi cari amici dle Toro..ok?.. do-

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI E per fortuna che la Luna è cambiata rispetto agli ultimi due giorni..chissà se ora stando inn

pi hanno esagerato un po’..sì cari miei, non fate orecchie da mercante..quante volte ve l’ho detto che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi..voi non fate altro che civettare di qua e di la ed ecco che improvvisamente qualcosa è stato riferito a chi non avreste voluto..e ora che si fa?..ma niente..ormai la frittata è fatta..aspettate due giorni è TUTTO SARA’ DIMENTICATO

vete sapere tanto che non vi va mai bene niente, che in questi giorni di caldo torrido e di gente che impazzisce e di problemi economici, voi siete gli unici che si possono permettere di stare in vacanza tranquilli e beati..ma dico, vi rendete conto?..e anche con la vostra adorabile metà che pende dalle vostre labbra

Capricorno non vi restituisca un po’ di quella grazia che ultimamente sembravate aver perso?..voi mi dovete scoltare quando vi dico ndi non stare a sentire tutte le chiacchiere che fano su di voi..è vero che l’invidia c’è ma la sconfiggerete solo con la superiorità..qualcuno disse..NON TI CURAR DI LOR MA GUARDA E PASSA

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Vi avevo lasciato in riva al mare assorti nei vostri pensieri, contando i sassi e cantando una canzone e aspettando il grande amore..oggi forse una piccola malinconia si impadronirà del vostro cuore..è la luna che non vi aiuta ma sapete bene che quando Giove fa un apromessa la mantiene..anche se dovesse metterci del tempo..lo sapete che quando sorridete siete più belli?..BUONE VACANZE 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA E’ vero che è già un po’ di tempo che vi dico che per voi le cose andranno meglio e credetemi, non ho intenzione di rimangiarmi nemmeno una parola..ma è pur vero che Saturno sta continuando la sua opera di bonifica nella vostra vita..e voi sapete bene che per far crescere nuovi fiori bisogna strappare quelli vecchi..si ogni tanto fa male lo so ma poi vedrete che in un prossimissimo futuro sarete ampiamente ripagati di tutti i vostri sforzi..CORAGGIO

La Luna i Capricorno sicuramente vi toglie un po’ della vostra abi-

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Era ora!.. Ci voleva davvero una manna dal cielo per cercare di calmarvi un pochino cari

tuale verve, ma in un certo senso, ogig non è male..se non altro tutti quelli che vi vogliono caricare di responsabilità vedendovi un po’ sottotono si rivolgeranno altrove..e voi potrete finalmente dedicarvi un po’ a voi stessi..e AL VOSTRO GRANDE AMORE

amici della Vergine..la Luna in capricorno vi regala una bella dose di serenità che vi sarà utile per affrontare qualche problema rimasto in sospeso prima delle tanto sospirate vacanze..e per carcare di rimediare a qualche parola di troppo che sicuramente avrete detto al vostro amore..SU!..FATE LA PACE!

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

Non un solo pianeta negativo amici dello scorpione..o meglio, solo uno, si tratta di Mercurio ,il signore degli affari, ma che vi importa dico io..tanto è estate siete in vacanza..e al limite può succedervi di essere un po’ timidi in qualche nuova conquista..e chissà che questo non aumenti il vostro già incredibile fascino?..io penso di sì. VE NE ACCORGERETE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO E finalmente questa Luna che staziona nel segno del capricorno serve a mettervi un po’ al riparo da tutta l’invidia che vi state attirando a causa dei vostri molteplici successi..ricordatevi che voi entro quest’anno dovrete ricevere un bel regalo dal destino. E siccome gli altri si accorgono benissimo della vostra ritrovata felicità.è meglio che cercate di non mostrarvi troppo pomposi..DARETE MENO NELL’OCCHIO

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Finalmente un po’ di chiarezza amici del capricorno.. grazie alla splendida Luna che sta-

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

Per voi tutto scorre liscio come l’olio amici del sagittario..c’è un Mercurio

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Oh finalmente una giornata come si deve dopo un periodo in cui tutto sembra essere

ziona alta nel vostro cielo, oggi e domani sarete in grado di capire con precisione cristallina quali sono le persone delle quali potete e potrete fidarvi per portare avanti quei progetti che ora e il prossimo anno occuperanno gran parte delle vostre energie..mi ra c c o m a n d o. . S C E G L I E T E BENE

che vorrebbe bloccarvi un po’ dal segno del leone ma voi ve ne infischiate e preparate le valigie per le vostre vacanze..e conoscendovi chissà cha faccia farà chi deve partire con voi..se poi deciderete di prendere la macchina apriti cielo..riempirete tutto il portabagagli

sottosopra..oggi la Luna in Capricorno ristabilisce gli equilibri e contribuisce ad abbassare la marea consentendovi di mettere a posto tutto ciò che era stato messo in disordine negli ultimi tempi..amore, lavoro e salute..tutto comincia ad andare meglio..a parte un certo nervosismo..ma perché—E CALMATEVI

Martedì presso la facoltà di scienze della comunicazione dell’università La Sapienza di Roma la nostra collega

BARBARA FRUCH

ha conseguito la laurea specialistica con la votazione di 110 lode discutendo la tesi “Comunicare per gestire le emergenze nelle organizzazioni complesse: pini e strategie nella città di Civitavecchia per uscire dalle crisi” con relatore Luciano Russi e correlatore Giovambattista Fatelli. Alla neo dottoressa le più vive congratulazioni da parte dei genitori, dei fratelli, dei nonni, degli zii, degli amici e da tutta la nostra redazione Oggi compie 25 anni

LUCA PASTORI

“Oggi potrebbe essere un giorno come tanti, ma c’è un piccolo particolare: è il compleanno della persona più speciale ed unica del mondo! Tantissimi auguri e spero che questo sia uno dei tanti compleanni che passeremo insieme. Ti amo come il primo giorno”. Tua Chiara Buon compleanno a

ROBERTO SIBIO

Ti auguriamo che ogni giorno della tua vita sia felice come questo. Affettuosi auguri da mamma, papà e Rosanna Buon compleanno a nonna

LINA

che oggi compie 78 anni. 100 di questi giorni e tanti auguri dal marito, i figli, i nipoti e tutti i parenti Rubrica in collaborazione con Telecivitavecchia Per i vostri messaggi, auguri e notizie liete inviate testo e foto a opinione .cv@gmail.com

PREVISIONI METEOROLOGICHE Giovedì 14 Luglio 2011

Venerdì 15 Luglio 2011

ore 00 cielo quasi sereno e vento da sud a 10 km/h. Temperatura di 21,8 °C ore 03 cielo poco nuvoloso e vento da sud a 9 km/h. Temperatura di 21,2 °C ore 06 cielo sereno e vento da sud a 8 km/h. Temperatura di 20,4 °C o r e 0 9 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d a 1 0 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 24,8 °C ore 12 cielo sereno o quasi con cumuli sparsi e vento da sud a 13 km/h. Temperatura di 26,9 °C ore 15 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con qualche piccolo cumulo sparso e vento da sud/ovest a 16 km/h. Temperatura di 27,4 °C ore 18 cielo quasi sereno e vento da sud/ovest a 14 km/h. Temperatura di 25,9 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da sud/ovest a 9 km/h. Temperatura di 22,6 °C

o r e 0 0 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 8 k m / h . Te m p e ra t u ra di 19,2 °C o r e 0 3 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d a 8 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 1 8 , 2 °C o r e 0 6 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d a 7 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 1 7 , 4 °C o r e 0 9 c i e l o q u a s i s e r e n o e ve n t o d a s u d a 6 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 22,4 °C o r e 1 2 c i e l o p a r z . nu vo l o s o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 0 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 2 5 , 4 ° C o r e 1 5 c i e l o p o c o nu vo l o s o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 5 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 2 5 , 4 ° C o r e 1 8 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 1 5 k m / h . Te m p e ra t u ra di 24,7 °C o r e 2 1 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d / ove s t a 9 k m / h . Te m p e ra t u ra di 21,2 °C

FARMACIE OGGI 14 LUGLIO CIVITAVECCHIA CISTERNA (DIURNO E NOTTURNO) VIA DEGLI ORTI, 12 TEL: 0766-542642 SANTA MARINELLA VERGATI (NOTTURNO) VIA AURELIA, 507 TEL: 0766-537537 TOLFA COMUNALE VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001 ALLUMIERE COMUNALE VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016



L'Opinione di Civitavecchia - 14 luglio 2011