Issuu on Google+

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Anno II N.170 - Martedì 19 Luglio 2011 - Euro 1,00

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Aggrediti due agenti di custodia all’interno del carcere di Mammagialla

“Bonus bebè”, alcuni viterbesi “nel mirino” del Ministero per frode

Pianeta Benessere, parla l’avvocato del gestore

di Roberto Pomi a pagina 3

di Roberto Pomi a pagina 3

dalla Redazione a pagina 4

E’ stato rinvenuto dai passanti alle 7 del mattino. Città bloccata per alcune ore. Attesi gli artificieri

Ordigno in viale Raniero Capocci

Momenti di paura poi si è capito che non poteva esplodere

“C’è una bomba a viale Raniero Capocci”, così si sono svegliati i viterbesi ieri mattina. L’ordigno, poi rivelatosi un proiettile, è stato immediatamente isolato e il traffico deviato. Sul posto gli uomini della Squadra Mobile, la Digos e la Polizia Locale. All’inizio la paura, poi si è capito che l’arma non poteva esplodere e che di fatto si tratta di un proiettile da esercitazione. Ugualmente è stato attivato il protocollo previsto dal caso. Tanti gli interrogativi sul perché del gesto e sull’esecutore.

CRONACA

Trovata un’altra piantagione

da Luca Appia a pagina 4

CRONACA

di Roberto Pomi a pagina 3

CULTURA

In mille contro Al via in città le rinnovabili gli eventi Medioera

di Daniele Camilli a pagina 3

POLITICA - Molte le autorità politiche presenti alla riunione dell’ATO

Talete, il D-day s’avvicina

Inizia mercoledì la seconda edizione del Festival di Cultura Digitale Medioera. Ariverrano in città nel corso di dieci giornate tanti ospiti illustri del mondo del giornalismo e della politica. Attesa per l’arrivo di Ministro Brunetta. Tutti gli appuntamenti si terranno nella splendida cornice di Piazza del Gesù.

La decisione ultima è rimandata al primo giorno d’agosto quando si riunirà l’assemblea dei soci chiamata a decidere delle sorti della Talete. Intanto ieri a sorpresa anche l’assessore Mattei ha partecipato all’incontro convocato da Meroi in veste di presidente dell’ATO. La Regione pagherà, ma non per il debito. Intenzionata in�ne a commissariare i comuni che ancora non sono entrati a far parte della società.

da Roberto Pomi a pagina 7

di Daniele Camilli a pagina 5

VASANELLO

Ottimo successo per la rassegna OJ Festival di Simona Tenentini a pagina 16

BOLSENA

Boom di visitatori per i ‘giochi di ruolo’ delle Governiadi di Daniele Camilli a pagina 13

MONTEFIASCONE

Attivato il servizio wi-fi gratuito di Michele Mari a pagina 14

TARQUINIA

Fine settimana all’insegna del Summer Time di Diletta Alessandrelli a pagina 10


2

cronaca viterbese interni

Viterbo & & Viterbo Giovedì 7 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì


cronaca viterbese

& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

3

L’ordigno è stato ritrovato ieri alle 7. Atteso l’intervento degli artificieri

“Bomba” in via Raniero Capocci, che significa?

Piccolo pensiero a margine

di ROBERTO POMI

L

Cosa ne avrebbe pensato Cossiga?

a città si è svegliata ieri mattina con una notizia “bomba”, un ordigno esplosivo ritrovato lungo la sopraelevata di viale Raniero Capocci. C’è una bomba Il punto preciso in cui è stato ritrovato l’ordigno è quello del corrimano che separa la Cassia con la strada che sale da porta della Verità. Circa alle 7 del mattina una telefonata di alcuni passanti ha dato l’allarme alla Questura di Viterbo. Subito è intervenuta sul posto la Squadra Mobile, guidata da Fabio Zampaglione. Dopo poco sono stati chiamati gli uomini della Polizia Locale che hanno provveduto a deviare il traffico e chiudere il tratto di viale Raniero Capocci che va da piazza Crispi all’Istituto Paolo Savi. Il cessato allarme Dopo pochi minuti gli uomini delle forze dell’ordine hanno capito che la presunta bomba in realtà non costituiva alcun pericolo per la cittadinanza. Non si tratta infatti di un ordigno ma di un “proiettile” e quindi non è possibile alcun tipo di esplosione se non attivato con un apposito fucile. In un secondo momento si è inoltre

Il proiettile rinvenuto in viale Raniero Capocci - Fotoservizio Zadro Press appreso che quella rinvenuta è in realtà una munizione da esercitazione. Nello specifico la presunta bomba di viale Raniero Capocci è in realtà una granata da esercitazione, quindi senza carica esplosiva, utilizzata negli anni ‘80 dall’Esercito. Al suo interno c’è, stando alla prima identificazione, del colore. In genere rosso o blu. Come si è proceduto La Mobile di fatto ha attivato tutte le disposizioni del caso previste dal protocollo. Si è proceduto alla chiusura del traffico, riaperto soltanto intorno alle 11 di ieri mattina.

Soltanto dopo aver protetto il proiettile con delle transenne. L’arma non è stata rimossa perché il protocollo, appunto, prevede l’intervento degli artificieri. Il loro arrivo è previsto in città o nel corso della notte o questa mattina. Le indagini Dalla Questura minimizzano. Sono attesi i rilievi degli artificieri. Quello che è certo è che quel proiettile è di tipo militare. Quindi la vera domande sono: chi lo ha posizionato lì? Perché? E come ne è venuto in possesso? Al momento non c’è alcuna pista. All’origine del gesto

potrebbe esserci qualsiasi dinamica. Anche se sembra da escludere l’ipotesi di un avvertimento di qualsiasi stampo. Il proiettile si presenta come vecchio e pieno di ruggine. Questo lascia pensare che potrebbe essere stato rinvenuto da qualcuno che ha pensato bene di portarlo con sè e poi disfarsene lungo il viale. Una goliardata? Non è da escludere. Intanto la città attende risposte a questo vero e proprio enigma che, almeno per qualche ora, ha mandato in tilt una parte del traffico e occupato i cervelli e le lingue di tanti viterbesi. Alla faccia di chi dice che in provincia non accade mai nulla.

di DANIELE CAMILLI

Q

uando abbiamo visto la foto scattata da Alberto Zadro non potevamo credere ai nostri occhi. Un ordigno bellico in piena Viterbo. A due passi da Porta della Verità e dal museo Civico. Lungo un percorso molto frequentato e trafficato. Un missiletto. Di primo acchito, uno di quelli che si mettono dentro i mortai e partono immediatamente con il soldato di turno a tapparsi le orecchie. Non è di certo un residuato dell’assedio di Federico II di Svevia, che proprio da quelle parti aveva il suo ormai dimenticato palazzo. Somiglia al contrario ad uno di quei missili in dotazione all’Esercito italiano durante gli anni ‘80 e forse presente ancora

nelle italiche caserme. Difficile, anzi impossibile pensare e supporre che qualcuno dei nostri militari se lo possa essere perso per strada o che addirittura sia caduto da qualche automezzo di passaggio. Altrettanto imbarazzante sarebbe poi immaginare che vi siano dei cittadini in grado di tenerselo per casa come un animale esotico di cui sbarazzarsene quando si comincia a temere d’essere scoperti. Che ci stava a fare allora il piccolo siluro da battaglia in viale Raniero Capocci? Un mistero che soltanto il buon Cossiga avrebbe forse potuto svelarci. Magari tra una trentina d’anni. Un po’ come quando disse che i palestinesi s’erano scordati qualche chilata di tritolo nella sala d’aspetto della stazione di Bologna il 2 giugno del 1980.

Moltissime le persone che si sono iscritte al gruppo Facebook Diversi casi anche nel viterbese. Se ne sta occupando l’avvocato Roberto Rossi Maltratta la moglie

Mille nomi contro eolico e fotovoltaico Bonus bebè, il Ministero rivuole i soldi

e aggredisce i militari Arrestato 41enne

ppena nato, ed è già un successo. Stiamo parlando del gruppo facebook “Comitato Nazionale contro fotovoltaico ed eolico nelle aree verdi”. “Aperto a chiunque sia contrario e sensibile alla devastazione del paesaggio da impianti industriali fotovoltaici a terra in zone agricole e aree verdi e da eolico, con torri di media e mega altezza (�n anche 150 mt.), tanto in mare quanto sulla terraferma”, in pochi giorni ha già superato la soglia dei 1.000 iscritti”. “Dobbiamo batterci – spiegano i promotori – sia per noi stessi che per le bellezze naturali d’Italia, prima vanto e attrazione turistica, ora deturpate da questi mostri che dovrebbero produrre energie alternative “pulite”, non distruttive del territorio e che pertanto pulite non sono. Alcune Associazioni falsoambientaliste – aggiungono – stanno tentando di favorire soluzioni miste tra fotovoltaico ed agricoltura, che comunque sottraggono la risorsa ‘Sole’ al mondo vegetale e pertanto di dubbia ef�cacia e di conclamata dannosità paesaggistica, pur di favorire ancora la fotovoltaicizzazione ed iperelettri�cazione speculativa dei campi, sulla cui nocività per innumerevoli fattori (dall’uso dei diserbanti, ai campi elettromagnetici, ai componenti nocivi dei pan-

’ennesimo maltrattamento tra le mura di casa, si è trasformato anche in minacce di morte e aggressione a pubblico uf�ciale. Domenica notte gli inquilini di una palazzina nel quartiere delle case ex Enel, hanno chiamato il 112 sentendo delle urla provenire da un appartamento dello stabile. I militari della stazione di Montalto, giunti sul posto hanno avuto problemi per calmare l’aggressore. R.R. 41 anni, originario di Civitavecchia, alla vista dei militari è andato completamente in escandescenza e non ha esitato a minacciare i due carabinieri intervenuti che hanno cercato di calmarlo. Nel giro di pochi minuti infatti l’uomo si è scagliato contro uno dei militari colpendolo con calci e pugni: il carabiniere in servizio durante il parapiglia è caduto battendo la testa ed è stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale di Tarquinia dove i medici gli hanno riscontrato ematomi guaribili in una decina di giorni. R.R. è stato arrestato e portato nella caserma locale per gli accertamenti di rito. Ci sono volute alcune ore per cercare di calmare l’uomo completamente fuori di se dopo aver ricevuto la notizia del suo arresto, con le accuse di minacce, ingiurie, aggressione a pubblico uf�ciale e maltrattamenti in famiglia. Trasferito nel carcere di Civitavecchia, sarà processato per direttissima. (Gio.Cor.)

A

nelli, come per il Tellururo di Cadmio, l’Arseniuro di Gallio ecc.) oggi, per eccessiva super�cialità da parte delle autorità pubbliche preposte, ancora non si indaga adeguatamente. Da tutta Italia si lancia l’appello al ministro Romani per l’abrogazione degli immorali ed esosissimi incentivi pagati da tutti i cittadini per le false energie rinnovabili!”. Cosa chiede il Comitato? “Il taglio di incentivi in maniera retroattiva a tutti gli impianti già realizzati e l’az-

zeramento del meccanismo misti�catorio e falso-ecologista dei ‘certi�cati verdi’”, “la tassazione permanente a tutti questi impianti per il danno immane che arrecano al Paese e alla qualità della vita dei cittadini, ovunque in rivolta contro questi orrori industriali ubicati sulle campagne, in mare e persino sui laghi!”. E in�ne “una ‘tassa sul brutto’ che scoraggi ulteriori simili sfregi e tentativi speculativi ai danni del paesaggio italiano!”. (Dan.Ca.)

R

icordate il “bonus bebè”? Bene, intorno alla vicenda sta nascendo un vero e proprio caso nazionale che sta coinvolgendo anche alcuni cittadini viterbesi. I casi nella Tuscia, emersi �no a oggi, sono gestiti dall’avvocato Roberto Rossi. In pratica, da qualche tempo a questa parte, diverse famiglie che hanno avuto un �glio nel 2005, stanno ricevendo delle lettere, �rmate Ministero del Tesoro, con le quali viene richiesto di restituire i mille euro previsti dal “bonus bebè” di quell’anno.

Un detenuto, appena arrivato in carcere, ha dato in escandescenze

Mammagialla, aggrediti due agenti di custodia

L

’ennesima aggressione ai danni degli agenti di custodia si è consumata nella giornata di venerdì all’interno del carcere viterbese noto come Mammagialla. Le due guardie penitenzia-

rie sono state aggredite da un detenuto da poco trasferito all’interno della struttura penitenziaria. L’uomo si è scagliato all’indirizzo dei due agenti come una furia, determinando per loro diver-

se lesioni. Sono stati portati al Pronto Soccorso e giudicati guarbili uno in sette giorni e l’altro in nove. L’episodio riaccende la questione del clima infernale che si respira nel carcere di Viterbo. Il personale in servizio all’interno della struttura è sottorganico e si trova a gestire una situazione sempre più complicata di giorno in giorno. Alto è il nervosismo e lo sconforto che gli agenti di custodia portano con sè. Nonostante i numerosi allarmi, lanciati ultimamente, nulla però continua a cambiare e la situazione dietro alle mura di Mammagialla resta difficile. (R.P.)

Nella lettera è scritto, ai destinatari, di dover restituire a titolo di multa circa 3mila euro e si fa presente che lo Stato può “trascinarli” in causa per “indebita percezione di erogazione ai danni dello Stato” e “truffa ai danno dello Stato”. Tra le condizioni per l’accesso al “bonus bebè” era stata �ssata una soglia di reddito, da non superare, di 50mila euro. Anche se proprio su tale tetto non era stata fatta una grande chiarezza. Abbiamo contattato l’avvocato Rossi per chiedere cosa sta consigliando ai propri clienti: “Ai clienti ho dapprima fatto restituire l’importo richiesto al �ne di evitare di essere “additati” di violazione di norme penali e poi ho predisposto un motivato ricorso sulla scorta dell’induzione in errore, causata dalla lettera di invito ad aderire alla fruizione dell’assegno, formulato alle famiglie con bebè nato in quegli anni. La lettera di invito però non speci�cava che la famiglia doveva avere un reddito inferiore a 50 mila euro. Molti sono incorsi in errore poichè, per la fruzione del bonus, non è stata richiesta alcuna denuncia dei redditi e non è stato chiarito se i redditi dovessero essere netti o lordi. Insomma, ritengo che anche se qualcuno indubitabilmente abbia “fatto il furbo”, per altri non è stato così e non ritengo giusto che chi è stato indotto in errore poi debba “pagare” (appunto) l’errore altrui”. Una brutta storia, anche questa all’italiana. (Ro.Po.)

L


cronaca viterbese interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Martedì 12 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

L’avvocato della società di gestione della struttura interviene per chiarire lo stato delle cose

Pianeta Benessere, la Kurhouse intende pagare P

ianeta Benessere, la società di gestione dice la sua. La vicenda delle sorti del Pianeta Benessere sta interessando, da qualche settimana a questa parte, la stampa viterbese. Si tratta infatti di una delle realtà imprenditoriali più interessanti del territorio. Dopo la notizia di un prossimo sfratto dell’attuale gestore, l’avvocato Massimo Boni, legale della società di gestione Kurhouse International, ha ritenuto opportuno fornire alcuni chiarimenti sulla vicenda alla stampa. “La società Kurhouse International srl - così l’avvocato Boni - gestisce l’immobile del Grand Hotel Terme Salus Pianeta Benessere in forza di un contratto di locazione stipulato nel febbraio 1991 con la società Gestervit srl, allora di proprietà di società facenti capo al Gruppo Governatori. Nel 2000, a seguito di una esecuzione immobiliare effettuata a danno della Gestervit, con conseguente messa all’asta dell’immobile, le quote della Gestervit furono acquistate dalla Società Doces rsl di Terni, i cui soci fra l’altro erano don Francesco De Santis e Luca Galletti (Diocesi di Terni). Negli anni successivi, avvennero alcune cessioni di quote per giungere alla situazione attuale, dove la Gestervit (50% Luca Galletti – 50% Goma srl) ha ceduto nel 2007, ad una società unipersonale (proprietà 100% Gestervit) denominata Gestervit Terme srl, il ramo d’azienda afferente l’immobile del Grand Hotel Terme Salus di Viterbo. Nel 1998, a seguito di gravi inadempienze contrattuali della Gestervit srl, tra cui il mancato completamento di 22 camere al secondo piano, la mancata realizzazione di 2 campi da tennis, la mancata realizzazione di altre opere arredi e corredi, Kurhouse

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

International (che ha pagato il canone di locazione per l’intero come se tutto ciò fosse presente e fruibile per dodici anni) ha intrapreso un’azione giudiziaria a carico della stessaa Gestervit srl ottenendo nel dicembre 2001 dal tribunale di Viterbo una sentenza esecutiva di condanna a carico della Gestervit. La Kurhouse, al �ne di ottenere ulteriori risarcimenti, è ricorsa alla Corte d’Appello di Roma. Da qui è iniziata una lunga serie di trattative con i rappresentanti della Diocesi di Terni e con l’avvocato Giovanni Ranalli del Foro di Terni, aventi come oggetto la transazione a chiusura delle pendenze giudiziarie anche con l’eventuale cessione dell’immobile Grand Hotel Terme Salute alla Kurhouse o società dalla stessa indicata. Tali trattative non hanno portato a nulla. Con sentenza del giugno 2010, la Corte d’Appello di Roma ha confermato la condanna della Gestervit a una serie di risarcimenti, nonché all’esecuzione delle opere mancanti (come indicate nella prima sentenza del tribunale di Viterbo). La Kurhouse, al �ne di ottenere il riconoscimento di lucro cessante e danno emergente è ricorsa in

Corte di Cassazione dove la causa è attualmente pendente. A seguito di un ritardo di 48 giorni per il pagamento della seconda rata del canone di locazione del 2008, la Gestervit Terme srl ha intimato nel settembre 2008 lo sfratto per morosità ottenendo - sorprendentemente avendo la Kurhouse pagato il tutto – nel gennaio 2009, l’ordinanza di rilascio dal giudice Romano ex art. 665 c.p.c. al 30 aprile 2009. Termine successivamente rinviato al tribunale di Viterbo in composizione collegiale sulla base della legge ordinaria della locazione del 1978. Nel corso del relativo giudizio di merito, Kurhouse ha spiegato domanda riconvenzionale contro Gestervit derivante dagli (ulteriori) inadempimenti contrattuali della stessa Gestervit nella misura di euro 1.147.855,18 oltre interessi legali. Detta richiesta di risarcimento è riferita al periodo 2002-2009 – il risarcimento per il periodo 19912001, era già stato concesso dal tribunale di Viterbo con sentenza 1685/01, successivamente confermato dalla Corte d’Appello con sentenza 2533/10 ed ora pendente presso la Corte di Cassazione per ulteriori richieste. Con ordinanza del 15 marzo

2011, il tribunale di Viterbo ha sospeso l’esecutività della predetta ordinanza di rilascio del 14 gennaio 2009. Avverso detta ordinanza Gestervit ha opposto reclamo al Collegio del tribunale il quale ha annullato la sospensione dell’esecutività del 15 marzo 2011 ripristinando l’ef�cacia di detta ordinanza poi di nuovo sospesa dal giudice. In data 7 luglio il giudice ha pronunciato sentenza ordinando la risoluzione del contratto, �ssando la data per il rilascio dell’immobile al 4 ottobre 2001, accettando altresì la domanda riconvenzionale proposta dalla Kurhouse per euro 1.147.855,18 �ssando l’udienza al 1° dicembre 2011. Detto provvedimento in ogni caso annulla l’ordinanza di rilascio inappellabile del giudice Michele Romano trasformandola in sentenza appellabile presso la Corte d’Appello di Roma. La Kurhouse International ha versato, per canoni di locazione, dal 1996 al 2008 alla Gestervit la somma di euro 5.405.202,00. Non può non essere evidenziato che i crediti vantati da Kurhouse nei confronti della Gestervit attengono al medesimo rapporto contrattuale da cui derivano le pretese creditorie poste dalla Gestervit. La Kurhouse, alla data dell’intimato sfratto (noti�cato il 15 settembre 2009) si trovava nell’ambito del medesimo rapporto contrattuale in una situazione dare/avere nei confronti della Gestervit di credito ben superiore agli importi reclamati (a titolo di canone) dalla stessa Gestervit e quindi la Kurhouse ha richiesto la compensazione dei crediti accertati della Kurhouse con i crediti vantati dalla Gestervit srl. E’ volonta della Kurhouse, una volta, chiarito il rapporto credito/ debito con la società titolare della proprietà, riprendere regolare pagamento dei canoni di locazione per come avvenuto �no al 2008”.

Assicurazioni false, droga e patenti scadute

Controlli sulle strade Quattro giovani nei guai

C

ontinuano i serrati servizi di controllo della compagnia dei carabinieri di Ronciglione, che al termine di un’operazione a largo raggio �nalizzato alla prevenzione e al controllo del territorio, hanno ottenuto un bottino di due denunce a piede linbero e di due segnalazioni. Nel dettaglio, i Carabinieri del Norm di Ronciglione, comandato dal maresciallo Pozzovio, hanno denunciato un 52enne capranichese, poiché fermato ad un posto di controllo mostrava ai Carabinieri operanti un certi�cato dell’assicurazione palesemente falsi�cato con la macchina da scrivere; da ulteriori accertamenti è stato appurato che la ditta assicuratrice in questione non aveva mai emesso tale polizza, per cui i documenti esibiti e l’autovettura sono stati posti sotto sequestro. A Bassano Romano, i Carabinieri della locale Stazione, guidati dal Maresciallo De Fusco, durante un controllo alla circolazione stradale hanno denunciato un 49enne del Perù, poiché circolava alla guida della propria autovettura in evidente stato di alterazione psico-�sica, successivamente accertata con apparecchio etilometro, al quale è risultato un tasso alcolemico di 1.51G/L. Da ul-

teriori accertamenti è emerso inoltre che il cittadino extracomunitario aveva la patente di guida scaduta di validità e che l’autovettura era priva della copertura assicurativa. La patente di guida scaduta veniva immediatamente ritirata e l’autovettura posta sotto sequestro. Oltre alla denuncia penale, l’extracomunitario dovrà pagare una salatissima contravvenzione. A Monte Romano, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a quelli di Barbarano Romano, reparti comandati rispettivamente dai Marescialli Marino e Marzi, durante un servizio di controllo sulla SS1 Aurelia bis, segnalavano al competente U.T.G. un 28enne di Tarquinia ed un 32enne di Terni. Il tarquiniese durante il controllo dei Carabinieri cercava inutilmente di nascondere nella mano sinistra dell’”hashish” per un peso complessivo di gr. 3.5 e uno spinello già confezionato, mentre il ternano, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato, tra l’altro, in possesso di gr. 5,3 di sostanza stupefacente del medesimo tipo, custodita all’interno di un borsello. Le sostanze stupefacenti sono state poste sotto sequestro, mentre ad entrambi gli assuntori di dette sostanze è stata ritirata la patente di guida.

Finisce in manette un 52enne di Bolsena trovato con 10 piante di cannabis Si tuffa e batte la testa Giovanissimi beccati La Guardia Costiera a rubare in un capannone corre in aiuto di un giovane Un arresto e una denuncia

C

ontinua a dare i suoi frutti la campagna Mare Sicuro 2011. Nel week end da poco trascorso nuovi interventi hanno reso evidente l’ef�cacia di questa nuova iniziativa. L’operazione più pericolosa è stata quella portata a termine quando un ragazzo si è tuffato in mare a Tarquinia e ha sbattuto la testa. In meno di mezz’ora gli operatori sono intervenuti e hanno portato il ragazzo all’ospedale del posto. Altri interventi alle Saline dove due ragazzi di cui uno brevettato Fin hanno portato in salvo alcune persone in dif�coltà mentre a Sant’Agostino due tarquiniesi, Alessandro Biagioni e Andrea Cosimi, attualmente in servizio presso la Guardia Costiera di Montalto di Castro, nonostante fossero fuori servizio hanno dato il loro apporto fondamentale nel portare in salvo una persona in evidente stato di dif�coltà. Inoltre sta riscuotendo grande successo la dog beach anche grazie al servizio di controllo dell’Aeop. Arrivano anche segnalazioni su zone di mare inquinato, che allargano a ventaglio il numero di interventi da seguire.

I

Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del Norm di Montefiascone, comandata dal maresciallo Fucito, nel corso di un apposito servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione di reati contro il patrimonio, hanno messo le mani su un 19enne e un 15enne, entrambi residente nel paese sul colle falisco, all’interno del deposito giudiziario sito nella zona industriale di Montefiascone, intenti a smontare da un’autovettura delle parti meccaniche. Dalle indagini dei militari, però, si è evinto che non era il rpimo furto portato a termine dalla coppia di giovanissimi. La successiva perquisizione, infatti, ha permesso di recuperare altre parti meccaniche già trafugate e gli attrezzi utilizzati per compiere il reato. Il maggiorenne, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria, veniva sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, mentre il minore veniva denunciato in stato di libertà e riconsegnato ai genitori.

Coltivava marijuana sul balcone di casa A

quanto pare la moda della coltivazione di marijuana in casa o in boschetti abbandonati dilaga senza sosta. Forse la causa è da ricercare in un possibile aumento dei prezzi nel mercato nero dello stupefacente, che costringe i “poveri” consumatori ad adattarsi e a diventare, a questo punto, produttori. L’ultima piantagione è stata trovato in casa di un 52enne di Bolsena, che sul balcone aveva dieci piantine di marijuana alte circa un metro e mezzo. Invece di petunie o �ori colorati, evidentemente, l’uomo preferiva addobbare il suo balcone con un altro tipo di piantine, quello che poi una volta formate potevano essere essicate e consumate, unendo così la passione per la coltivazione con il risparmio della produzione in proprio. A portare a termine l’operazione sono stati i carabinieri di Monte�ascone, con l’ausilio dei colleghi di Bolsena, comandati rispettivamente dai luogotenenti Laureti e Oliva. I militari hanno messo in piedi un servizio di controllo e prevenzione di reati di spaccio e avevano messo già gli occhi sul 52enne. Una volta fermato, poi, l’uomo aveva assunto atteggiamenti equivoci, tali da confermare i sospetti dell’uomo. Addosso l’uomo aveva una dose

di marijuana, ma la vera sorpresa è arrivata quando hanno iniziato la perquisizione dell’abitazione, dove è stata ritrovata la piantagione.

Dopo le attività di rito, il 52enne è stato messo agli arresti domiciliari in casa sua, mentre le piante di cannabis sono state sequestrate.

Incidente sulla strada Nepesina, anziano portato al Sant’Andrea ferito gravemente

B

rutto incidente ieri sulla Nepesina. Un anziano rimane ferito. Il sinisro si è veri�cato nel primo pomeriggio di ieri, poco dopo le 13.30, quando l’auto dell’anziano che viaggiava sulla strada Nepesina ha iniziato a sbandare vistosamente �nendo fuori strada. Qualche altro automobilista che passava sulla strada in quel momento si è reso con-

to dell’episodio e ha subito avvertito le forze dell’ordine. Sul posto sono arrivati immediatamente gli agenti della polizia stradale di Monterosi e i sanitari del 118. L’anziano pare sia rimasto ferito gravemente durante l’incidente ed è stato portato immediatamente all’ospedale romano di Sant’Andrea, dove i medici hanno iniziato una serie di cure per stabilizzarlo.


& Martedì 12 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca viterbese

5

Alla riunione dell’Ato presente anche l’assessore regionale Mattei pronto a commissariare i Comuni

Talete, primo agosto ultimo giorno di DANIELE CAMILLI

L

a Talete continua a galleggiare, ma l’interesse cresce e si vedono pure le prime mani tese pronte a trarre in salvo l’imbarcazione che rischia di naufragare contro gli scogli. Mani severe, visto che la Regione Lazio pare sia intenzionata a procedere al commissariamento dei Comuni che non sono ancora entrati a far parte della società, nonostante la legge Galli risalga al 1994. Forse gli appelli e le preoccupazioni più volte manifestate dai Presidenti Marcello Meroi e Marco Fedele stanno per essere ascoltati. In attesa del 1° agosto. Il D-day della partecipata, quando si riunirà l’assemblea dei soci e la decisione ultima dovrà essere presa. Continuare a veleggiare o affondare con ciurma e viveri? Dopodichè – se il fallimento dovesse essere annunciato – l’incarico di ispezionare i fondali spetterà soltanto al liquidatore nominato dal Tribunale. Ieri mattina a Palazzo Gentili c’erano comunque tutti quanti. Non solo Fedele e Meroi, ma anche gli assessori regionale e provinciale all’ambiente, Marco Mattei e Paolo Equitani, il presidente della commissione agricoltura del Lazio, Francesco Battistoni, e il sindaco di Viterbo Giulio Marini. Tutti insieme per il dif�cile salvataggio e per scongiurare quella che in caso di liquidazione diventerebbe una vera e propria emergenza nazionale. Sia per le conseguenze che ricadrebbero drammaticamente sulle già magre �nanze delle amministrazioni comunali sia perché tutti dovremmo dire addio alla realizzazione dei dearseni�catori a un tiro di schioppo dal termine ultimo dell’ennesima deroga concessa dall’Unione Europea. “L’assessore Mattei – ha spiegato Meroi – ha ribadito l’impegno �nanziario della Regione in favore dell’Ato riconoscendone la debolezza strutturale ma ha altresì speci�cato che l’intervento sarà indirizzato alla realizzazione delle reti infrastrutturali e alla manutenzione degli impianti e non a coprire i costi di gestione della società”. Fi-

nanziamenti che dovrebbero arrivare a stretto giro, ma che non andranno certo a coprire gli oltre 900mila euro di de�cit della Talete. “Ha anche chiarito la volontà della Regione di recuperare i ritardi del passato, mettendo in atto, in tempi brevissimi, tutte le procedure necessarie per consentire il trasferimento alla Talete dei servizi idrici di tutti i comuni, superando così de�nitivamente la frammentazione gestionale, causa principale dello stato di sofferenza in cui versa il soggetto gestore”. E ciò signi�ca che, laddove i ritardi dovesse continuare, scatterebbe il commissariamento. Non della Talete, ma dei Comuni. Mattei ha in�ne evidenziato l’intenzione di arrivare ad un solo Ambito Territoriale Ottimale capace di gestire il servizio idrico su tutto il territorio regionale. Più morbidi – rispetto al passato – i 61 comuni dell’ATO viterbese che probabilmente cominciano ad intendere l’andazzo affatto rassicurante qualora Fedele dovesse decretare la �ne del gestore idrico. A proporre un’alternativa, il solo Bendasi Battisti che ha avanzato l’ipotesi di un soggetto pubblico in grado di sostituire la partecipata. Critici tutti gli altri che hanno fatto notare al sindaco di Corchiano i costi si dovrebbero comunque sostenere. “Chiudere e riaprire – ci con�da uno di loro – signi�cherebbe pagare due volte e poi il nuovo soggetto, qualsiasi forma abbia, dovrebbe rimborsare a Talete le spese per le infrastrutture realizzate. Insomma, la strada prospettata è più ideologica che realistica”. “Il ‘prezzo della scelta’ – ha fatto invece notare Marco Fedele nel suo intervento – potrà essere affrontato solamente in due maniere: o ricapitalizzando la società con un versamento dei soci in conto capitale o, in alternativa, deliberando un aumento contenuto della tariffa, ad esempio intervenendo con chiarezza verso i cittadini aumentando di circa 2 € al mese la quota �ssa in bolletta”. Altrimenti, l’unica soluzione è quella di “deliberare la �ne dell’esperienza della Talete e restituire ai Comuni la gestione dei rispettivi ser-

vizi idrici”. “Questa seconda scelta – ha poi concluso – apre però scenari sui quali occorre avviare immediatamente una seria ri�essione”. Scenari che Fedele ha riassunto in domande cui qualcuno dovrà poi dare risposta. “Chi si occuperà della grande distribuzione in favore dei Comuni tutti dell’ATO? Che �ne faranno i 161 dipendenti? Quali sono i costi che i Comuni dovranno affrontare per riorganizzare la gestione in proprio del SII, ristabilendo i relativi capitoli di spesa nei propri bilanci? I bilanci dei Comuni sono pronti a reggere l’urto dell’apertura della liquidazione della società, che avrà anche l’effetto di non vedere restituiti i soldi relativi ai mutui e, forse, di essere chiamata a ripianare i debiti? Chi assicurerà la continuità degli appalti Regionali in corso, quali l’ampliamento dell’impianto di depurazione di Civita Castellana che serve anche Nepi e Castel Sant’Elia, l’appalto per circa 6 milioni di euro per il Polo Depurativo Sutri-Capranica e Bassano Romano, che assumerà l’onere per la corretta manutenzione dei dearseni�catori?”

Il viterbese Aldo Carosi è il nuovo giudice della Corte Costituzionale. Ad eleggerlo, la magistratura contabile

A

ldo Carosi è il nuovo giudice della Corte costituzionale ed è viterbese. Il consigliere è stato eletto dalla Corte dei conti. 60enne, nato Viterbo il 30 giugno 1951, sposato e con due figli, Carosi è entrato nel ’90 nella magistratura contabile, per la quale ha svolto numerosi incarichi. E’ stato anche docente universitario e postuniversitario. Ha rappresentato la Corte dei conti in commissioni e organismi di studio e ricerca, per la redazione di testi normativi. Ha poi all’attivo diverse pubblicazioni in materia di contrattualistica pubblica e contabilità.

Ottima la qualità del servizio nei 250 questionari alle famiglie viterbesi

Lo Scuolabus Francigena supera l’esame a pieni voti O

ttimi risultati emergono dalla rilevazione sulla qualità del servizio scuolabus gestito dalla Francigena, multiservizi pubblica della Città di Viterbo. Dai 250 questionari inviati dalla Francigena a tutte le famiglie dei bambini e dei ragazzi utenti del servizio di trasporto scuolabus, infatti, emerge che su una scala da 1 a 10, ben l’87% ha attribuito un punteggio di almeno 8 al servizio, registrando così un incremento del 23% rispetto all’anno precedente. Per quel che riguarda la puntualità del servizio, l’89% delle famiglie ha risposto che i mezzi scuolabus arrivano con puntualità alla fermata. Il dato in questione, l’anno prima era fermo all’83%. Un ulteriore passo in avanti (dall’85% al 96% ) è da registrare rispetto al numero di famiglie che giudicano positivamente la diffusione delle informazioni sulle linee, orari e percorsi. L’alto gradimento del servizio dimostra che le

famiglie hanno apprezzato la scelta strategica, attuata dal vertice della Società, di abbinare stabilmente uno specifico autista alla singola linea, creando così un rapporto fiduciario e di sensibilità tra il personale di servizio, i piccoli trasportati e le famiglie degli utenti. “Non solo – spiega la società Francigena – I risultati confermano anche la bontà del programma di rinnovo degli scuolabus (arrivato ormai a metà del parco mezzi), tra cui gli ultimi due «ecologici» entrati in attività nel corso dell’ultimo anno scolastico e reperiti a seguito dell’azione coordinata, tra il Consiglio d’Amministrazione della Francigena e l’Amministrazione Comunale, nel trovare i finanziamenti pubblici necessari. E’ bene sottolineare che il tutto è avvenuto con un notevole abbassamento dei costi: da un anno, infatti, non vengono più impiegate le ore lavoro aggiuntive, con tanto di straordinari, dei costosi autisti del

trasporto pubblico locale, ma autisti specifici reperiti part-time e con il corretto inquadramento contrattuale. Un risparmio elevato, ottenuto - in più - creando nuove opportunità lavorative per i disoccupati del territorio: e il lavoro viene pagato solo mentre si lavora, e non più nei tempi morti tra le 9:00, alla fine del «giro» mattutino, e le 12: 00, alla ripresa del «giro» per il ritorno a casa degli utenti. Da questo è emerso che il 97% delle famiglie ha giudicato buono/ottimo il comportamento del personale in termini di cortesia e disponibilità, migliorando il dato dell’anno precedente che era del 79%”. Dal 2010 è stata inoltre realizzata una seria programmazione anticipata delle uscite didattiche e dei relativi costi, i quali corrispondono ai corrispettivi direttamente percepiti. Da servizio in perdita economica, il settore scuolabus è diventato ramo autonomo con solida ed equilibrata impostazione di bilancio.

Aeroporto e infrastrutture, Sposetti e Riggio ne discuteranno a convegno martedì prossimo

“Desidero esprimere a nome mio e della Regione Lazio le più sincere felicitazioni ed auguri a Aldo Carosi – ha commentato la Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini - , in occasione della sua elezione

a giudice della Corte Costituzionale, per il prestigioso incarico che è chiamato a ricoprire e che saprà svolgere con l’impegno che ha caratterizzato il suo ventennale lavoro nella magistratura della Corte dei Conti”.

Aeroporto a Viterbo. Infrastrutture per la Tuscia”. Ne discuterà Ugo Sposetti, deputato del Partito democratico, con Vito Riggio, presidente dell’Enac, martedì 26 luglio alle 10 nella sala conferenze di Palazzo Gentili. Partecipano il sindaco del capoluogo, Giulio Marini, il presidente della Provincia, Marcello Meroi, il consigliere regionale dell’Udc Rodolfo Gigli e il consigliere regionale del Pd Giuseppe Parroncini. Non solo dunque scalo

aeroportuale, ma anche - e forse soprattutto - le necessarie infrastrutture capaci di collegare il capoluogo viterbese con il resto del territorio regionale e con le province umbre e toscane. Prima fra tutte la trasver-

sale che da Orte dovrebbe prima o poi arrivare a Civitavecchia. Dopodichè resta sempre aperta la questione delle ferrovie e i tempi di percorrenza che swi impiegano per raggiungere la Capitale.


attualità viterbese interni

2 6

Viterbo & & Viterbo Martedì 19 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

“L’amministrazione sta progettando un piano di recupero dell’intera valle. Opportuno attendere prima di smontare il palco

‘Ecomostro’ di Faul, Bennati invita alla cautela “

Ecomostro” di Valle Faul, il capogruppo del Pdl in Consiglio Comunale invita a una riflessione prudente. Ecco l’intervento di Roberto Bennati: “L’ordine del giorno discusso nella seduta del Consiglio del Comune di Viterbo del 15 luglio è stato presentato dal consigliere Insogna (PD) che ha proposto di demolire il palco di Valle Faul ritenendolo manufatto brutto e pericoloso che offende il decoro cittadino. Nel dibattito che si è svolto sull’argomento sono intervenuto più volte nell’intento di far compren-

dere ai consiglieri che il concetto di brutto o bello è molto relativo e comunque va espresso all’interno di un contesto generale di sistemazione della Valle. Sono dell’idea che certe manifestazioni non possono interessare tutto l’anno una parte del centro storico perché porterebbero dei seri problemi di vivibilità ai residenti. La Valle di Faul è posta in maniera baricentrica tra le varie parti del centro storico della città e può svolgere egregiamente questo ruolo. La mia proposta è stata raccolta da altri consiglieri della maggioranza che sono

intervenuti sull’argomento. Ho chiesto al consigliere Insogna di ritirare l’ordine del giorno al fine di valutare la scelta di lasciare o togliere il palco all’interno di un progetto generale della Valle di Faul che l’Amministrazione sta predisponendo. La richiesta non è stata accolta dal proponente e la votazione ha avuto come

esito 13 favorevoli alla eliminazione, 6 contrari e 10 astenuti. Evidentemente hanno pesato sul voto le astensioni che come tali significano sospendere il giudizio in merito. Anche se la democrazia è fatta di numeri siamo lontani da altre votazioni che ha visto l’unanimità da

parte del Consiglio Comunale su argomenti proposti dalla maggioranza o dalla minoranza di grande spessore sociale. Condivido l’idea di alcuni cittadini di esprimersi anche loro sul tema ma certamente dopo aver potuto conoscere la proposta che l’Amministrazione sta elaborando”.

L’invito a una decisione più ponderata, avanzato dal capogruppo Pdl a Palazzo dei Priori, ha le sue ragioni nella possibilità di riadattare l’infrastruttura all’interno di un progetto più ampio di sviluppo della Valle di Faul. Progetto che, tra l’altro, sarebbe già in fase di elaborazione.

Don Alfredo Cento nominato preside dell’Istituto Teologico San Pietro

D

on Alfredo Cento è il nuovo preside dell’Istituto Teologico San Pietro di Viterbo. Il 30 giugno 2011, ma la notizia è stata comunicata soltanto il 14 luglio dal Pontificio Ateneo S. Anselmo di Roma, la Congregazione per l’Educazione Cattolica ha nominato per il prossimo triennio don Alfredo, sacerdote diocesano e dottore in Teologia sistematica, a ricoprire questo prestigioso ruolo. Il nuovo preside è nato a Ischia di Castro (VT) il 22 novembre 1959. E’ stato ordinato sacerdote il 26 maggio 1984. Il giorno successivo ha avuto l’onore di poter concelebrare a Viterbo la prima messa con Giovanni Paolo II in visita apostolica a Viterbo.Dopo aver conseguito il Baccellierato in Sacra Teologia presso il Seminario Regionale ‘S. Maria della Quercia’ nel 1985, ha ottenuto la Licenza in Teologia Sistematica 1990 e il Dottorato nel 2003 presso la Pontificia Università della S. Croce a Roma. el corso del suo ministero sacerdotale ha svolto diverse mansioni. E’ stato rettore al Seminario minore “Card. Barbarigo” di Montefiascone ( 1984 al 1986); parroco di Sermugnano e Vaiano (1984-1988), di Civitella d’Agliano e S. Michele in Teverina (1986-1996) e dal 1996 della Parrocchia di S. Andrea Apostolo a Viterbo; insegnante di

Religione Cattolica nelle scuole medie di Civitella d’Agliano e Castiglione in Teverina, Letteratura e Lingua Italiana presso la Scuola Paritaria “Beata Angelina” di Viterbo e Storia presso il LiceoGinnasio “S. Maria della Quercia” a Viterbo; Cappellano del Carcere di Massima Sicurezza di Viterbo dal 2001-2010. Attualmente è docente presso l’Istituto Teologico S. Pietro dal 2007; Difensore del Vincolo Matri-

moniale presso la Curia Diocesana di Viterbo; Delegato diocesano per le confraternite; membro del Comitato etico della AUSL di Viterbo; vice direttore della Casa di Accoglienza Madre Teresa di Calcutta” a Viterbo; Cappellano del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa; Cavaliere del S. Sepolcro e Socio corrispondente dell’Accademia Fulginia di Lettere Scienze e Arti di Foligno. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni tra libri e articoli.


attualità viterbese

& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

7

Tanti ospiti nel salotto di Piazza del Gesù, dal ministro Brunetta a Red Ronnie

Largo alla ‘rivoluzione’ di Medioera di ROBERTO POMI

catelli. Alle 22,30 invece si discuterà di copyright e copyleft, con Frieda Biroschi, una delle maggiori esperte di Wikimedia Italia e con Marco Calvo. Sabato 23 gli incontri previsti saranno due. Uno con la �ction tele-

visiva al quale interverranno Pietro Bevilacqua e Agostino Marotti e uno con le nuove professioni digitali che sarà presentato dall’associazione giovanile Univercity Viterbo in partnership con l’assessorato alla Gioventù.

Domenica 24 luglio spazio al cinema con il giornalista Andrea Piersanti. Lunedì sarà invece la volta del ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta che risponderà alle domande di Mario Sechi. Il 26 luglio Scopelliti, gover-

natore della Calabria, “duellerà” con Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, in un testa a testa moderato dal giornalista Alessandro Usai. Il 27 si torna invece sui temi caldi legati alle tecnologie. Alle 21,30 Andrea Mancia parlerà di politica e blogging, mentre alle 22,30 si parlerà di personal branding insieme a d Alessandra Colucci e altri autorevoli ospiti nel campo del marketing personale. Giovedì 28, in�ne, ultimo incontro di approfondimento con Diego Bianchi, meglio conosciuto dalla Rete come Zoro. Per chiudere un appuntamento di grande livello musicale. Davide Van De Sfroos si esibirà dalle 21,30 con le sue particolarissime canzoni in dialetto che lo hanno reso famoso. Soddisfatto il primo cittadino Giulio Marini: “Per Viterbo, grazie a Mediera, un ruolo di primo piano a livello nazionale sull’approfondimento della cultura digitale”.

Il ministro Brunetta

Red Ronnie

Mario Sechi

Diego Bianchi

M

edioera, il festival di cultura digitale, è pronto per coinvolgere Viterbo in una serie di appuntamenti con personaggi di primo piano della politica, del giornalismo e di tutto ciò che ruota intorno al web. Epicentro della manifestazione, in onda a Viterbo dal 20 al 29 luglio, la cornice di piazza del Gesù. Dieci serate ad alto contenuto intellettuale ed emozionale, per continuare a tenere sveglia la città. Ieri mattina, a Palazzo dei Priori, la conferenza stampa di presentazione che ha visto nel ruolo di “capitano di vascello” Massimiliano Capo. Medioera “salpa” questo mercoledì 20 luglio alle 21,30 con Claudio Coccoluto, Deborah Deangelis e Massimo Melica che, moderati da Red Ronnie, parleranno della “musica liquida” soffermandosi sulla condivisione della creatività nella Rete e sul diritto d’autore. Giovedì 21, sempre rimanendo in tema di musica, è la volta della Zanzara, il programma radiofonico che sarà eccezionalmente riproposto in piazza da Giuseppe Cruciani e Davide Parenzo. Venerdì 22 doppio appuntamento. Alle 21,30 sarà la volta del giornalismo di guerra 2.0, ovvero la gestione dell’informazione nel mondo moderno e digitale dai teatri dei con�itti. Ne parleranno fausto Biloslavo e Giovanna Loc-

La conferenza stampa di presentazione - Foto Zadro Press

Un successo il campus organizzato per i ragazzi da 9 a 17 anni

A scuola di Protezione Civile

L

’attività di protezione civile nella nostra provincia prosegue non solo in via operativa ma anche formativa; per il secondo anno di �la, infatti, su sponsorizzazione del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, si è svolto a Viterbo, dal 7 al 13 luglio, il ‘Campo Scuola di Protezione Civile’ per ragazzi dai 9 ai 17 anni ospitato, organizzato e diretto dal gruppo di Protezione Civile Nazionale ‘Pro.Civ. Viterbo’. Un’occasione decisamente importante dal punto di vista culturale, teorico, pratico e sicuramente sociale, che ha trovato sostegno e partecipazione in 16 ragazzi provenienti da tutta la provincia, Nepi e Viterbo in testa. Una settimana completamente a contatto con gli operatori, i volontari della “prociv”, immersi nella realtà di un “campo base” simile in tutto e per tutto a una vera struttura di intervento “tipo” in scenari di emergenza. Giornate scandite a ritmo di corsi ed esperienze in prima persona che hanno coinvolto i

ragazzi con differenti tipologie di intervento. Dal montaggio e gestione delle strutture necessarie alla sopravvivenza, ai corsi teorici e pratici di intervento A.I.B. (anti incendio boschivo), di comunicazione radio, di ricerca dispersi, di soccorso speci�co in diversi ambiti operativi, solo per citare velocemente alcune delle numerose attività; diversi anche i luoghi coinvolti nelle esercitazioni, dalla sede operativa del gruppo, dove si è svolto il campo scuola per tutta la sua durata, in Strada Tuscanese km 4,800, i ragazzi sono stati condotti sui “cimini”, per altre speci�che esercitazioni A.I.B., al lago di Bolsena, per l’esercitazione teorico/ pratica con il nucleo sommozzatori e i cani da salvataggio in acqua �no all’orto botanico di Viterbo. Il 13 luglio scorso, dopo una settimana di campo e pernottamento direttamente in sede, i ragazzi hanno riabbracciato le proprie famiglie in una sentita cerimonia che ha visto la consegna degli attestati e un buffet �nale offerto dalla “Prociv

Viterbo”. Un lavoro di squadra, in replica a quello dello scorso anno, che ha permesso di ricreare e gestire nuovamente un campo scuola organizzato ed esteso come questo.Grande l’impegno dei ragazzi, da oggi “baby volontari”, soddisfatti, divertiti e fortemente entusiasti. “Immenso” il supporto di operatori e volontari, accorsi in gran numero ogni giorno, in continuità, per formare, fare corsi, vigilare, cucinare, organizzare cercando di dare il massimo per rendere questa esperienza decisamente unica ed apprezzabile nel limite, ognuno, delle proprie possibilità. Chiaramente il campo non si sarebbe svolto senza il prezioso apporto esterno di alcune �gure fondamentali alle quali poniamo i ringraziamenti più sinceri: Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, il signor Giorgio Chioccia e la professoressa Anna Scoppola, direttrice dell’Orto Botanico di Viterbo.

Alla conferenza di ieri mattina ha preso parte, in rappresentanza del ministro della Gioventù Giorgia Meloni, anche il consigliere comunale Mauro Rotelli: “Si tratta di un approfondimento su un settore che è proprio delle giovani generazioni ma che vede sempre più un interesse trasversale”. Commenti positivi anche dal consigliere provinciale alla Cultura, Giuseppe Fraticelli, e dal suo omologo in Comune, Enrico Maria Contardo. Presente anche l’assessore comunale alle Politiche Giovanili Daniele Sabatini. In cartellone anche un workshop sulla fotogra�a: ‘No panic therapy’ a cura di Chico De Luigi (25 e 26 luglio); e un progetto della fondazione Mondo Digitale, diretta da Mirta Michilli, che vedrà un gruppo di ragazzi disponibili a piazza del Gesù per tutta la durata del festival per dispensare consigli e nozioni utili per avvicinarsi al mondo delle nuove tecnologie digitali.

Davide Van De Sfroos


2 8

interni attualità viterbese

Viterbo & & Viterbo Martedì 19 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Il centro storico è tornato al solito mortorio. La squadra di Rossi e Baffo al lavoro per la prossima edizione

In 400mila per Caffeina Cultura 2011 Q

uasi venti giorni di presentazioni di libri, dibattiti, incontri, concerti, mostre, con la presenza a Viterbo dei più grandi nomi del panorama letterario e giornalistico italiano, dal fresco Premio Strega Edoardo Nesi al direttore di Repubblica Ezio Mauro, da Marco Travaglio a Roberto Vecchioni, da Walter Veltroni ad Antonio Pennacchi, da Pupi Avati ad Enrico Mentana e tanti, tanti altri ancora. E con un numero di persone davvero impressionante che, nelle due settimane e mezzo della manifestazione, ha raggiunto quota 400mila presenze. Numeri davvero straordinari per la quinta edizione di Caffeina Cultura, superiori a ogni più rosea aspettativa, cifre che ognuno ha potuto verificare passeggiando la sera tra le vie del quartiere medioevale di San Pellegrino – la location naturale di Caffeina – e nelle varie piazze che ospitavano la manifestazione, da Piazza del Gesù all’arena di Piazza Scotolatori a Pianoscarano, dove si è svolta Senza Caffeina, la sezione dedicata ai più piccoli. La serata conclusiva di sabato 16 luglio ha visto tra i protagonisti principali Serena Dandini, Carla Signoris e la travolgente musica dell’Orchestralunata, band che alterna musica klezmer e balcanica formato da ragazzi dai 6 ai 19 anni. Affollato in ogni ordine di posti il Parco del Paradosso per l’incontro con la Dandini, che ha presentato il suo libro ‘Dai diamanti non nasce niente’. La conduttrice di ‘Parla con me’, frizzante come nel suo stile, a Viterbo lo è stata ancora di più visto che fino ai 18 anni ha passato i mesi estivi proprio nella Tuscia, ospite in una casa in campa-

Protagonista anche il mondo digitale

A

La lunga notte di chiusura sulle note di Orchestralunata gna dei nonni (la stessa casa, peraltro, che ospita oggi il centro botanico Moutan presso Vitorchiano). Dopo il concerto finale dell’Orchestralunata, gli organizzatori di Caffeina Filippo Rossi e Andrea Baffo in Piazza San Carluccio hanno ringraziato i viterbesi: “Il vero patrimonio di Caffeina sono le persone che hanno partecipato in massa alle iniziative, condividendo idee, progetti, voglia di stare insieme e di incontrarsi. Caffeina è un bell’esempio

di cittadinanza attiva, dove tutti si sentono protagonisti semplicemente perché lo sono. Un grazie anche ai volontari, parte essenziale della macchina organizzativa, e a chi ha reso possibile tutto ciò: gli enti locali, le istituzioni, i partner privati”. Da registrare, infine, che durante i 17 giorni della manifestazione tutto si è svolto in maniera pacifica, senza alcun tipo di problema per l’ordine pubblico e la sicurezza. Caffeina 2011 di fatto ha saputo abbracciare l’intera città che, a giudicare dai numeri di presenze, ha ricambiato. Un’azione importante di sprovincializzazione e di rivitalizzazione del centro storico. Il day after, domenica, dopo Caffeina ha seminato in chi si è trovato a passeggiare dalle parti di San Pellegrino una vera e propria desolazione. Prove generali di vuoto pneumautico. In tanti hanno evidenziato questo, riconfermando l’importanza e l’apprezzamento per il festival di Cultura viterbese che è riuscito a conquistare anche una certa attenzione da parte della stampa nazionale. Anche questo è l’effetto benefico di Caffeina: un’azione di marketing territoriale niente male e dal valore di diverse centinaia di migliai di euro. Il festival, che ha appena portato a termine, la sua quinta edizione, è ormai una realtà consolidata. Il team, che ha organizzato e diretto il tutto, è ufficialmente già al lavoro per la prossima edizione, la sesta. Si preannunciano grandi novità e un altra rivoluzione culturale e d’immagine per il capoluogo

della Tuscia. Nell’estate dei grandi eventi nelle maggiori città della Toscana e dell’Umbria anche Viterbo può vantare una sua eccellenza, diventata ormai patrimonio della vittà e dei viterbesi. Soddisfazione anche da parte delle attività commerciali della zona antica di Viterbo, per le quali Caffeina rappresenta una vera e propria boccata d’ossigeno economico in quella che altrimenti sarebbe stata un’estate torrida per i gestori di locali viterbesi.

ll’interno dell’immenso cartellone di appuntamenti di Caffeina Cultura 2011 a Viterbo, tra le tantissime tematiche affrontate non è mancata neppure quella relativa al mondo “connesso” di oggi. ‘La filosofia al tempo di Google’ è stato il titolo di un viaggio in cinque tappe alla scoperta delle mappe mentali di un mondo ancora inesplorato. Location degli incontri il Cortile La Zaffera in Piazza San Carluccio. Per cominciare, lo scorso 1° luglio a Caffeina si è parlato di ‘Pirateria, il diritto di ribellarsi’ con il matematico e filosofo Giulio Giorello. Quindi, il 6 luglio si è svolta la conversazione tra Franco Bolelli e Filippo Rossi che hanno discusso di navigazioni parallele e, due giorni dopo, quello tra monsignor Paul Tighe e il giornalista Luca De Biase, che si sono confrontati sul rapporto tra Chiesa e nuove tecnologie digitali, fautrici di un senso ulteriore di comunità. Infine gli ultimi due appuntamenti sono stati quello del 14 luglio con Franco Cardini che ha affrontato il tema della ricerca, dal Santo Graal fino a Google; e quello, il giorno successivo, con i due filosofi Giacomo Marramao e di nuovo Giulio Giorello si sono dedicati

alla questione della libertà in rete. Gli incontri sono stati organizzati con l’obiettivo di tracciare le rotte del pensiero connesso, guidati da grandi stelle polari: la libertà, la dissidenza, la ricerca, il senso di comunità. Gli appuntamenti sono stati organizzati con la collaborazione di Google e grazie al prezioso contributo di Giorello. La comunità di Caffeina Cultura, quindi, non è solo quella che si incontra fisicamente in piazza, ma anche quella che si crea e si mescola senza sosta nello spazio virtuale unita dallo spirito di una scoperta costante, in modo da riflettere insieme sul futuro del pianeta connesso e della comunità virtuale.


regione lazio

& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

9

Al posto delle Aziende di Promozione Turistica nasceranno gli Uffici Territoriali del Turismo

Le Apt delle province passano in mano alla Regione L

e Aziende di Promozione Turistica chiudono e le loro competenze, beni e personale passeranno alla Regione. Al loro posto nascono gli Uffici territoriali del turismo. E’ quanto prevede uno dei 48 articoli della legge collegata all’assestamento del Bilancio annuale e pluriennale 2011-2013 della Regione Lazio, cui la Commissione Sviluppo economico, ricerca, innovazione e turismo, presieduta da Giancarlo Miele (Pdl), ha dato oggi parere favorevole a maggioranza. “Gia’ la legge 13 del 2007 sul turismo prevedeva il superamento delle Apt e il trasferimento del personale alle Amministrazioni provinciali. - ha spiegato l’assessore al Turismo e marketing del Made in Lazio, Stefano Zappala’ - Una disposizione inattuata da parte delle Province, tranne per quanto riguarda la citta’ di Roma. Vista la difficolta’ in termini di assorbimento del personale per le Province, abbiamo attuato questa previsione con la sola differenza che il personale e’ preso in carico dalla Regione, cosi’ come chiesto dal personale stesso e da tutti i sindacati’’. Si tratta di 67 dipendenti

Particolarmente difficile la situazione che si è presentata a Ciampino

Tavolo tecnico sui trasporti L

a tempo indeterminato che verranno assegnati all’Agenzia regionale del turismo, con possibilita’ di mobilita’. Quali strutture periferiche dell’Agenzia, vengono istituiti gli Uffici territoriali del turismo, uno per ciascuna delle cinque province della Regione, mentre il patrimonio mobiliare ed immobiliare e’ gia’ dalla fine dello scorso anno passato alla Regione con decreto, tranne i beni strumentali per lo svolgimento delle attività.

Abbiamo messo un punto fermo rispetto alla situazione delle Apt - ha detto Miele - che da troppi anni sono in una situazione di limbo e che avrebbero invece delle enormi potenzialita’. Di grande rilevanza sara’ la creazione degli Uffici territoriali del turismo, che saranno delle realta’ privilegiate per avere un’interfaccia fra le politiche di promozione e le attivita’ di programmazione portate avanti dalla Regione Lazio’’.

a situazione della mobilita’ e dei trasporti nel Comune di Ciampino e’ stata oggetto di una riunione che si e’ svolta questa mattina presso l’assessorato regionale alle Politiche per la mobilita’ e il trasporto pubblico locale. Presenti all’incontro l’assessore Francesco Lollobrigida, il consigliere regionale della Lista Polverini, Pino Palmieri, il sindaco di Ciampino, Simone Lupi e dirigenti e tecnici della direzione regionale trasporti. Durante l’incontro, il sindaco Lupi ha espresso all’assessore Lollobrigida l’esigenza di porre rimedio ad alcune criticita’ relative all’attraversamento dei binari ferroviari in corrispondenza della stazione Acquacetosa, alla funzionalita’ delle fermate Cotral, alle difficolta’ di attraversamento della citta’, causa la presenza delle trincea ferroviaria, e alle numerose barriere architettoniche ancora presenti.

Al termine dell’incontro, l’assessore Lollobrigida ha assicurato che la Regione Lazio si fara’ carico dell’apertura di un tavolo tecnico che possa coinvolgere in primo luogo Rfi, affinche’ si riesca a trovare un pacchetto di soluzioni che possano porre rimedio alle criticita’ rappre-

sentate dagli esponenti locali. ‘’L’intenzione - ha spiegato - e’ quella di venire incontro alle esigenze del Comune di Ciampino, che ha rappresentato delle criticita’ affrontabili attraverso l’apertura di un’attenta discussione con Rfi, la quale sara’ coinvolta al piu’ presto’’.

La presidente della Regione Polverini ha spiegato: “Stiamo valutando di alzare le fasce di esenzione”

Manovra: da oggi il ticket sanitario costa 10 euro in più D

a oggi su tutto il territorio nazionale è scattato l’aumento del ticket. I 10 euro in più sulle visite specialistiche dovranno essere obbligatoriamente pagati perchè previsto nella manovra varata pochi giorni fa dal Governo. “Nell’ambito delle nostre competenze cercheremo di dare risposte. In questo momento però il cittadino deve pagarlo”. Queste sono state le prime parole di Renata Polverini, governatrice della Regione

p

Viterbo & AltoLazio

Lazio. Forse la Regione potrà fare qualcosa ma, intanto, i cittadini sono obbligati a pagare 10 euro in più ad ogni visita specialistica eseguita. “I 10 euro sulle specialistiche sono un problema che stiamo guardando con attenzione - ha aggiunto la governatrice Renata Polverini -. Purtroppo il governo ha varato questa manovra, in una situazione internazionale molto difficile. Noi abbiamo un piano di rientro importan-

te, e un controllo puntuale e sistematico da parte del governo nazionale. Ciò non toglie - ha concluso Polverini - che nell’ambito delle nostre competenze cercheremo di dare risposte”. In attesa che si faccia presto qualcosa a livello regionale i cittaidni, senza alcun fraintendimento, dovranno pagare l’aumento del ticket sanitario. “Stiamo valutando almeno la possibilita’ di alzare le fasce di esenzione’’ per i

������������������������������ ����������������� �������������������������������� �������������������������� ���������������������������

������������������������������������������������� ��������������������������������������������������� �������������������� ����������������������������������������������������������

nuovi ticket contenuti nella manovra del governo. Lo ha spiegato la presidente della Regione Lazio Renata Polverini. “La manovra e’ stata votata venerdi’ - ha aggiunto - quindi ci voleva forse Mandrake per dare una risposta immediata. Ma non credo che da questo punto di vista i cittadini saranno molto dispiaciuti’’ del fatto che non siano stati gia’ applicati i nuovi superticket da 10 euro sulle prestazioni specialistiche.

������������


2 10

interni litorale viterbese

Viterbo & & Viterbo Martedì 19 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

TARQUINIA - Numerose iniziative hanno animato lo scorso fine settimana

Al Lido è... Summer Time di DILETTA ALESSANDRELLI

U

n �ne settimana movimentato quello appena trascorso nella cittadina tirrenica più bella e preziosa del litorale. Se è vero che non si può iniziare a parlare di programma estivo, di intrattenimento e di Lido solo a Luglio inoltrato come è, purtroppo, consuetudine fare a Tarquinia, è anche vero che cittadini e associazioni si sono date un gran daffare per movimentare questa estate. È all’iniziativa privata che si devono i maggiori eventi che stanno animando l’estate Tarquiniese, cercando di dare delle risposte alle aspettative di giovani e meno giovani su questo litorale. Certo non è mancato il supporto delle amministrazioni di Comune e Università Agraria alle loro iniziative, ma la vera notizia è che a Tarquinia ci sono dei giovani attivi, che amano il paese e dalla cui buona volontà nascono delle piccole grandi iniziative in grado di poter rendere indimenticabile per coetanei, concittadini e turisti una calda serata d’estate, dando al proprio paese la possibilità di continuare ad essere competitivo nel campo del turismo, dell’ accoglienza e dell’intrattenimento. È con questo spirito che a giugno è nato per caso ma con l’ambizione

di durare negli anni il Sant’Isidoro wine-art-music festival, che questo sabato ha fatto la sua seconda uscita il divertentissimo carnevale estivo e che il comitato del quartiere San Martino ha riproposto la sagra del melone. Insomma i giovani sono il valore aggiunto della cittadina Tirrenica, e chiedono a gran voce spazio ed opportunità per cambiare il volto di un paese che sembrava non aver più molto da offrire al turista se non ciò che natura e storia hanno messo generosamente e abbondantemente a disposizione. Questa generazione di pionieri volenterosi sta dimostrando di saper �nalmente mettere a frutto tutti i

talenti del paese. Il Carnevale estivo, che ha il volto dei ragazzi dell’ Associazione Tarquinia Allegra e del Consiglio Comunale dei Giovani a cui hanno fatto spalla la Provincia di VT, il Comune di Tarquinia, l’Università Agraria ed Assotour’93, ha chiamato a Tarquinia lido quasi 5mila presenze, proponendo un modo scanzonato di vivere l’estate, ed ecco che tra carri allegorici, coriandoli, fumi colorati e tanta musica molti ragazzi hanno indossato una maschera e sono andati a ballare per le vie di Tarquinia Lido. Molto importante è stato il numero delgli spettatori, ma tantissime sono state anche le comparse che

hanno animato la festa, segno della condivisione e della voglia di una generazione di divertire e divertirsi. La festa del melone non ha avuto certo obiettivi meno ambiziosi, la location suggestiva nel cuore del centro storico tarquiniese ha voluto essere l’occasione per accendere di vita, canti e danze luoghi incantevoli spesso dimenticati negli itinerari dei visitatori, un alternativa al fragore della samba che suonava per il lungomare, per chi in estate ama vivere il paese e magari ama un intrattenimento fatto di buona gastronomia e piano bar, ma allo stesso tempo un’importante occasione promuovere la tradizione della nostra tavola e della nostra agricoltura fatta di dedizione e tanta cura per il prodotto. Il melone è un’ eccellenza delle campagne tarquiniesi mai adeguatamente promosso e celebrato. Grazie al presidente del comitato del quartiere San Martino, Fabrizio Ercolani alle O.P. Horta, Ortotuscia ed Etrusca Ortaggi, alla disponibilità del ristorante Celebrity e alla collaborazione di Comune, Università Agraria e Coop. Pantano il frutto principe delle tavole nostrane ha potuto anche quest’anno tornare a farla da padrone, promettendo di tornare a profumare d’estate le vie del più bel borgo di Tarquinia.

TARQUINIA - Smorzate le polemiche nate nei giorni scorsi

Voltone, il Tar dà ragione all’Università S

TARQUINIA - Presso il convento di San Francesco un sentito appuntamento

Sant’Antonio, un pranzo pieno di Amici N

on poteva mancare come ogni anno il pranzo dell’ Associazione degli amici di Sant’Antonio, qualche settimana di ritardo non ha certo pregiudicato il pranzo tanto atteso dai tanti devoti del Santo di Padova. E allora Evviva Sant’Antonio come più volte il Superiore dei Frati Francescani dell’Immacolata esclamava durante il pranzo accolto dall’applauso e dal fervore dei presenti. Ospitati come da tradizione nell’accogliente sala, una volta palestra, del convento di San Francesco, alla presenza di Don Rinaldo Copponi, parroco del Duomo e Vicario del Vescovo, dei 20 novizi e dei sacerdoti del convento i tanti Antonio ed Antonia di Tarquinia con famiglie a seguito hanno celebrato il loro Santo protettore. Tanti erano anche i non Antonio/a devoti e membri dell’ associazione, “amici in spirito” di Sant’Antonio. Tra i presenti anche alcuni esponenti delle istituzioni, scherzosamente apostrofati come

onorevoli dai presenti. Il consigliere di maggioranza dell’Università Agraria di tarquinia e Presidente dell’ Associazione Tarquinia Viva Fabrizio Leoncelli e le due consigliere di opposizione del già citato ente, Anna Rita De Alessandris, Figlia di un Antonio (Toto) molto conosciuto nel mondo agricolo e Ferminia Arpini detta Mimma, entrambe iscritte all’associazione degli Amici di Sant’Antonio, che attivissime non

si sono risparmiate dal servire ai tavoli con tanto zelo i propri commensali. Insomma un pranzo conviviale all’ insegna della preghiera e della devozione che contribuisce a far entrare nel cuore dei tarquiniesi la comunità dei Frati Francescani dell’Immacolta, con i tanti giovanissimi novizi coccolati e cari come �gli agli amici di Sant’Antonio e a tutti i cittadini che frequentano la chiesa di San Francesco. Fortissimo esempio di rigore di un cristianesimo che torna alle origini, che si spoglia di tutto per farsi dono, il pranzo degli Amici di Sant’Antonio è soprattutto un’annuale testimonianza donata ai presenti dai Frati Francescani dell’immacolata che sedendo a tavola insieme agli associati, hanno tanto da raccontare ai propri commensali condividendo la propria esperienza vocazionale. Si torna alle proprie case ricolmi di gioia per aver conosciuto un mondo diverso da quello vissuto nella quotidianità. (Dil Ale)

ulla questione di Voltone il Tar del Lazio dà ragione all’Università Agraria e cancella le polemiche dei giorni scorsi. Nessun intento persecutorio, arbitrio ed eccesso di potere, il provvedimento dell’Università Agraria è ben motivato e legittimo, parola del Tribunale Amministrativo del Lazio. Il ricorso presentato da un utente contro la revoca della concessione, motivata da inadempimento degli obblighi contrattuali e conseguente necessità di utilizzo da parte dell’Ente, era stato accompagnato da una campagna stampa tesa a denigrare l’operato dell’amministrazione dell’Università Agraria accusata di essere vendicativa e parziale, fino a configurare l’impegno difensivo della stessa, davanti al TAR, come spreco di denaro pubblico e incarico politico. Nulla di più falso come testimoniato

dall’ordinanza emessa dal TAR Lazio, una vittoria su tutta la linea che non solo rigetta l’istanza sospensiva proposta dall’utente, ma ammette anche la corretta motivazione del provvedimento emesso. Continueremo a perseguire i furbi, i morosi e gli inadempienti, un vero giro di vite. Un modo serio di tutelare tutti quei conces-

sionari onesti che hanno rispetto per la proprietà collettiva gestita dall’Università Agraria. Le revoche, il risarcimento danni e il recupero coattivo delle somme dovute sono la nostra risposta agli appelli alla disobbedienza e al non pagamento di quanto dovuto all’Ente fatto in passato, da qualche politico irresponsabile. Un atteggiamento imparziale verso tutti a tutela dell’Ente. Nessuno sarà mai oggetto di provvedimenti per ragioni di simpatia o antipatia come apparso sui giornali nei giorni scorsi, ma solo sulla base di comportamenti contrari ai regolamenti, ai contratti sottoscritti e alle leggi vigenti, atteggiamento dimostrato da quanto sancito dal TAR dove l’Università Agraria si ricorda è stata citata e si è dovuta difendere forte delle sue ragioni, dimostrando a tutti che non esistono scorciatoie.


& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11

PESCIA ROMANA - Nel cuore della Maremma l’accogliente agriturismo aperto anche agli animali

Al Borgo degli Ulivi relax, comfort ed eccellenza di GIOVANNI CORONA

A

Pescia Romana, in Loc. Quercette snc, sorge “Il Borgo degli Ulivi”: l’agriturismo è immerso nella natura, con un grande prato verde nel quale si può passeggiare con tutta la famiglia tra le moltissime piante di ulivo che circondano e rendono suggestiva la struttura. Situato ad un solo chilometro dal mare, da la possibilità al turista di godersi i piaceri di una delle spiagge più rinomate nel Lazio grazie alla limpidezza dell’acqua ed alla pulizia della spiagge: per chi lo volesse c’è per�no un servizio convenzionato con le migliori spiagge attrezzate della zona per una vacanza all’insegna della natura e del mare. L’agriturismo è situato nel cuo-

A sinistra, qui accanto e in basso, due vedute del giardino de ‘Il Borgo degli Ulivi’; a destra la sala ristorante dove poter gustare i piatti tipici della tradizione maremmana; in basso, la camera da letto di uno degli appartamenti

re della Maremma tosco-laziale, in un territorio ricco di grandi e piccoli siti di interesse culturale e turistico come Capalbio, Sovana, Saturnia e Pitigliano; a pochi chilometri da Tarquinia, la città etrusca per eccellenza e accanto ad uno dei più importanti parchi archeologici e naturalistici del Lazio, Il Parco Di Vulci, dove si può visitare la celebre tomba etrusca di François conosciuta in tutto il mondo. All’interno della struttura c’è il ristorante: un ambiente accogliente dai colori caldi e perfetto per chi volesse passare delle giornate all’insegna del romanticismo o una serata in famiglia. Per chi lo

volesse c’è inoltre la possibilità di cenare all’aperto nel giardino di ulivi in un’atmosfera molto suggestiva. Si possono degustare tutte le prelibatezze tipiche della Maremma e del Lazio in generale: la cucina punta alla qualità, all’inventiva ed alla naturalezza dei prodotti della terra che coltivata con cura e dedizione. Su prenotazione vengono inoltre organizzati banchetti, compleanni e cerimonie e durante la stagione primavera-estate delle serate con musica dal vivo. La struttura si compone di 12 appartamenti in muratura di nuova costruzione in stile arte povera, contornati da un fresco e grande

prato dove anche i bambini possono divertirsi nel parco giochi e scoprire il gusto sublime della campagna. Gli amici a quattro zampe saranno inoltre felici di giocare con i loro padroni: il Borgo degli ulivi permette infatti l’accoglienza agli animali domestici. Per quanto riguarda gli appartamenti, ci sono tre tipologie molto spaziose che possono ospitare da un minimo di due persone ad un massimo di sette persone. All’interno del complesso turistico non ci sono barriere architettoniche e due appartamenti sono stati costruiti pensando al benessere delle persone diversamente abili.


2 12

comprensorio interni

Viterbo & & Viterbo Domenica 17 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

13

BOLSENA - S’é chiusa domenica la quattro giorni dedicata al “buon governo”

Governiadi, vince la squadra Machiavelli di DANIELE CAMILLI

L

e olimpiadi del buon governo chiudono i battenti. Domenica mattina al Teatro comunale di Bolsena l’ultimo giorno e la premiazione del vincitore, la squadra “Machiavelli” che si è aggiudicata il primo premio della prima edizione delle Governiadi consegnatole dalla deputata – ed ex coordinatore nazionale di Forza Italia Giovani – Beatrice Lorenzin, madrina e prima donna dell’evento. Assieme a lei, la senatrice Laura Allegrini. Una bella lezione di analisi delle politiche pubbliche voluta dal Popolo delle Libertà. Una manifestazione conclusasi con un “saggio breve” del deputato Simone Baldelli sul valore della democrazia e il ruolo delle camere rappresentative della sovranità popolare. Dal 14 al 17 luglio, le squadre Machiavelli, Cavour, Croce, Tocqueville e De Gasperi – padri della Costituzione, della democrazia e dell’Unità d’Italia – si sono confrontate su temi di rilevanza pubblica, “costruendo per tutti i partecipanti – spiegano gli organizzatori – un metodo per la risoluzione di problemi complessi”. Tre gli argomenti presi in esame: “la sostenibilità delle aree urbane, sotto il pro�lo della qualità della

vita dei cittadini, della salute, del conto energetico e della gestione dei ri�uti; i problemi legati al lavoro nell’evoluzione dei mercati e nelle crisi d’impresa che purtroppo caratterizzano questa fase storica” e “non da ultimo le riforme costituzionali necessarie per l’ammodernamento del sistema Paese e la tutela di nuovi e vecchi diritti”. Altrettante le parole chiave: metodo, lavoro di squadra e capacità decisionale. A valutare il lavoro, una giuria che ha deciso per il vincitore e le migliori soluzioni proposte. L’equipe di “governo” che s’è rifatta ad uno dei più brillanti e geniali pensatori della politica e del potere in chiave moderna, Nicolò Machiavelli. I loro nomi: Giorgio Lainati, Giancarlo Cappelli, Ada Urbani, Ettore Colombo, Ilvano Moffa, Iole Santelli, Nicola Maria Arcangelo, Marco Bisogni, Michele Biancardi, Mirco Buleca, Matteo Cangiano, Geronimo Cardia, Riccardo Cavirani, Tiziana Coresa, Ivo D’Alessandro, Anna Di Lallo, Alessio Dimitri, Fabio Ramacciani, Juri Fanini, Roberto Ferro, Angelica Anna Izzo, Emanuele Occhipinti, Andrea Palermo, Paolo Paris, Domenico Paternoster, Daniela Pieri, Giovanni Pignatello, Antonio Rodio, Annalisa Ruggeri,

La consegna del premio

Marco Sepe, Giorgio Silli, Angela Girello, Riccardo Tocci. Tutti i partecipanti hanno poi ricevuto una medaglia e una cartolina del lago di Bolsena, dove ognuno ha scritto la riforma istituzionale che ritiene più importante per l’Italia e “il messaggio più forte che ha tratto da questa esperienza”. “Insegnare a lavorare in squadra – ha detto in�ne la Lorenzin – è parte integrante di una decisione condivisa, quindi accettata, così come mediare i con�itti e riuscire a comunicare. Prendere decisioni e lavorare in squadra vuol dire inoltre riuscire a scambiare esperienze, imparare ad ascoltare per rendere anche l’empatia uno strumento che aiuti i decisori nel dif�cile momento della scelta”. Insomma, un evento di “governo” e al tempo stesso relazione umana.

La squadra Machiavelli (fotoservizio Daniele Camilli)

Il pubblico presente in sala

Il deputato Simone Baldelli

BOLSENA - Tredici atleti della squadra hanno partecipato alla Traversata ACQUAPENDENTE - All’anfiteatro Cordeschi domenica prossima

La Futura Nuoto protagonista Va in scena ‘Questi fantasmi’ A

ttraversare a nuoto il lago di Bolsena è un impresa che in pochi si azzardano a compiere. Infatti solo chi è veramente allenato sulla lunga distanza e non teme la fatica può decidere di affrontare i dolci �utti del più grande lago vulcanico d’Europa. Tra i settanta atleti che hanno partecipato alla 5° edizione della traversata a nuoto dell’isola Bisentina sul lago di Bolsena a Capodimonte ben 13( Barbara Brunelli,Chiara Bartolini,Monica Cima, Manuela Torre,Tiziana Bandini,Valerio Catalini, Marco di Pietro, Daniele Angelini,Adriani Ciaffardini, Stefano Bellini, Mauro Agostinelli,Alessandro Facchin e Mirko di Niccola)appartenevano alla squadra master della Futura Nuoto di Civita Castellana che non è nuova a questo tipo di impresa.La distanza di 3.5 Km è stata percorsa senza dif�coltà da tutti gli atleti della gagliarda squadra civitonica raggiungendo ottimi

N

ell’ambito del 15° Festival Nazionale di Teatro Amatoriale “Premio Stella D’Oro – 7° premio Giancarlo Pancaldi”, l’anfiteatro Cordeschi di Acquapendente ospiterà Domenica 24 Luglio a partire dalle ore 21.00 la Compagnia Luna Nova di Latina. I bravissimi attori si cimen-

teranno nella Commedia di Eduardo Di Filippo dal titolo “Questi fantasmi”. Per la regia di Roberto Becchimanzi, vedrà in scena un cast artistico formato da Sara Pane, Clemente Napolitano, Aldo Manzi, Linda Guarino, Luciano Ferreri, Chiara Becchimanzi, Anna Becchimanzi, Simona Seri-

no, Marina Casaburi, Maria Rosaria Amato, Vincenzo Accetto, Vincenzo Pondrelli, Pasquale Papasso, Giovanni Piscopo, Roberto Calì, Cristian Mirante, Rossella Nobile, Salvatore Mayol. La compagnia, fondata a Latina nel 2005, vede protagonisti un gruppo di “partenopei emigranti”.

ACQUAPENDENTE - Appuntamento con gli esperti al Museo della città

Un incontro sugli Albarelli A risultati.Per la categoria uomini 1° classi�cato è stato Alessandro Facchin con il tempo di 45’50” e 3°classi�cato con il tempo di 50’14” è risultato Mirko di Niccola. Per la categoria donne 1° classi�cata ‘ stata Chiara Bartolini con il tempo di 49’22”

mentre Barbara Brunelli ha ottenuto il 2° posto sul podio con il tempo1h01’17”. Una gara quindi da ricordare per i colori della Futura Nuoto di Civita Castellana resa ancor più piacevole dal suggestivo paesaggio lacustre di Capodimonte.

lbarelli come ceramica diffusa commissionata da farmacisti e speziali per contenere preparazioni medicamentose, essenze e profumi. Ma soprattutto i materiali alquanto strani usati per la loro costruzione ed i dubbi esistenti sulla validità delle prescrizioni di farmacopea. A questo cercherà di dare risposte la conferenza che

si svolgerà Sabato 23 Luglio alle ore 17.00 presso il Museo della Città – Palazzo Vescovile di Acquapendente. Il titolo dell’incontro sarà “Gli enigmi degli albarelli: del servizio B, Bo, Bo parafatto”. L’appuntamento è organizzato dal Comune di Acquapendente in collaborazione con la Provincia di Viterbo.

Relatore sarà Alberto Piccini con un’introduzione a cura dell’Architetto Renzo Chiovelli, Previsti, per l’occasione, gli interventi di Giancarlo Bojani, Giuliana Gardelli e Claudio Casadio. Al termine verrà inaugurata la mostra “Maioliche ad Acquapendente: dal XV° al XV° secolo”, collezioni pubbliche e private.


montefiascone

14

Viterbo & AltoLazio

Martedì 19 Luglio 2011

ATTUALITA’ - Il servizio coprirà le zone di Piazzale Mauri, Piazza Vittorio Emanuele, Piazzale Roma e Rocca dei Papi

Attivato il wi-fi gratuito FESTA PATRONALE - Domani le celebrazioni

di MICHELE MARI

S.Margherita cresce l’attesa

È

stata di nuovo �nalmente attivato il servizio Wi-Fi gratuito all’interno del centro storico che aveva riscosso tanto successo. A comunicarlo è lo stesso Comune attraverso una nota: “L’amministrazione comunale è lieta di comunicare che è attivo sul territorio del comune un servizio WI-FI gratuito”. Le zone del centro del paese che saranno coperte dal servizio saranno le seguenti: Piazzale Mauri, Piazza Vittorio Emanuele, Rocca dei Papi e Piazzale Roma. Il comunicato aggiunge anche le modalità con cui potersi collegare tramite questa rete Wi-Fi: “Per collegarsi basterà richiedere presso l’uf�cio turistico sito in Piazza Vittorio Emanuele i dati di accesso che verranno forniti gratuitamente. Utilizzando un qualsiasi telefonino, tablet o portatile -continua la nota- sarà possibile trovare la connessione Wi-� ‘ComuneMf_HotSpot’ che porta sulla pagina internet ‘Comune di Monte�ascone - Rete CivicaHotSpot’ e dalla quale è possibile visitare il sito uf�ciale del Comune di Monte�ascone mentre per la navigazione verso altri siti sarà necessaria la password

D

che come già detto può essere ritirata gratuitamente presso l’uf�cio turistico. Password che avrà la validità di 24 ore di utilizzo effettivo”. Da ricordare, come accennato, che il servizio era già attivo durante la precedente amministrazione ma poi dal 1 aprile 2010 l’allora amministrazione Danti decise di sospendere il servizio per poter creare uno speci�co regolamento che disciplinasse il

servizio stesso. La possibilità di accedere alla rete internet attraverso il servizio wireless del comune, “è rivolto -continua la nota- principalmente ai turisti af�nché possano usufruire di un mezzo così importante a livello conoscitivo quale è internet, ma allo stesso tempo è esteso anche a tutta la cittadinanza, con una particolare attenzione rivolta alle nuove generazioni, che sono quelle poi maggiormen-

te coinvolte ed interessate”. In�ne il comunicato conclude: “Tutto questo è solamente un primo passo in linea con lo spirito di cambiamento e di innovazione di questa Amministrazione anche in termine di servizi legati alla rete e alla comunicazione”. Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare il dottor Stefano Angeli, responsabile del centro elaborazione dati del Comune.

APPUNTAMENTI - Lo conferma il portavoce dei Cavalieri, Giampiero Ceccarelli

“Il Trasporto avverrà regolarmente” “

Il trasporto della macchina di Santa Margherita avverrà regolarmente come da programma questa sera transitando per il Corso Cavour la via più importante della città”. Esordisce così, decisamente soddisfatto, il portavoce dei 40 Cavalieri di Santa Margherita Giampiero Ceccarelli. Il trasporto a spalla è in programma per questa sera alle ore 21 con la consueta solenne processione. La macchina di Santa Margherita consiste nel trasporto del busto della santa incastonata tra pietre preziose, il reliquiario è databile nella metà del quattrocento, al centro di una grande cupola

lignea. Ceccarelli continua: “Il percorso scelto per la processione non aveva previsto Corso

Cavour cosa che non era stata condivisa da noi cavalieri e ciò messo a rischio il trasporto; ora tutto è stato risolto per il meglio passando, come logico, per Corso Cavour”. Ecco l’intero itinerario: via Trento, piazza Vittorio Emanuele, via Nazionale, via Oreste Borghesi, Corso Cavour e Santa Margherita. “Il percorso è stato anche cambiato a causa della gran mole della macchina la quale era impossibile farla passare per via Bixio. Il passaggio per Corso Cavour, è per noi un momento molto signi�cativo”. Ceccarelli aggiunge: “Ieri mattina la macchina è stata montata ed è pronta per

il trasporto. Un augurio a tutti i cavalieri e soprattutto un invito di partecipazione massiccia a tutti i cittadini”. Per quanto riguarda l’omaggio alla statua di santa Margherita, in piazza Vittorio Emanuele, posta nel campanile del comune, Ceccarelli conclude: “Si sta cercando di preparare il tutto adeguatamene; speriamo di riuscirci”. Da ricordare che il direttivo del sodalizio dei cavalieri è composto da: Massimo Ceccarelli (segretario), Giorgio Bracoloni (capogruppo), Giampiero Ceccarelli (portavoce), Luca Pigliavento (consigliere) e Giuseppe Ambrosi (consigliere). (M.M.)

omani verrà festeggiata, come tradizione secolare, S. Margherita la patrona della città. Tuttavia i festeggiamenti sia religiosi che civili sono iniziati dal 16 luglio. Per il programma religioso iniziato il 16 luglio, alle ore 19, in cattedrale è avvenuta una funzione eucaristica e un pensiero sulla vita della santa tenuto da don Luigi Fabbri. Poi domenica 17 luglio, alle ore 19, si è tenuta la benedizione dei Cavalieri di Santa Margherita e alle 19,30 la Santa Messa ad omelia di Don Luigi Fabbri. Questa sera avverrà la processione con la sacra testa con il trasporto della macchina da parte dei Cavalieri di Santa Margherita con la partecipazione del vescovo Lino Fumagalli, delle associazioni, di tutti gli ordini religiosi e con la presenza delle autorità civili. In�ne domani, mercoledì 20 luglio, la festa della Santa, alle ore 11, il ponti�cale del Vescovo Lino concelebrato da tutti i sacerdoti presenti e solennizzato dalla corale di Santa Margherita. Poi alle ore 17,30 si terranno i secondi vespri e la funzione di benedizione delle coppie presenti che riceveranno anche un dono ricordo. Per quanto riguarda il programma civile, anch’esso è

iniziato il 16 luglio, precisamente alle ore 9 con l’inaugurazione, in località Porticella, della mostra fotogra�ca con esposizione di foto storiche. La giornata è stata completata alle ore 21,30 con musica in piazza Vittorio Emanuele ed alle 22, per i giovani, con una serata musicale all’enoteca provinciale. Inoltre domenica 17 luglio, alle ore 21, è stata organizzata “La Corrida- dilettanti allo sbaraglio”. Ieri sera inoltre la corsa dei cocomeri in salita presso Corso Cavour ed un piano bar a piazza Vittorio Emanuele. In�ne il giorno della festa della patrona, domani: dalle ore 8,30 �era mercato nel centro storico; ore 15,30 gimkana motociclistica nel parco del seminario; ore 18 concerto della banda musicale; 18,30 pesca di bene�cenza e gran �nale, alle ore 21, con la Margheritina d’oro, gara canora per i bambini. Alle ore 23 fuochi d’arti�cio della ditta Polleggi Pietro di Canepina. In�ne a completare i festeggiamenti domenica 24 luglio, alle ore 18, presso gli impianti sportivi, si terrà il 13esimo Trofeo Baby Cross Country 5° trofeo Manzi Domenico: minigara per bambini dai 3 ai 6 anni. (M.M.)

EVENTO - Moltissimi visitatori per la manifestazione organizzata da Libera Voce

“A Tuscia Birra”, un vero successo “

A Tuscia Birra”: uno strepitoso successo che ha visto una presenza massiccia di ospiti soprattutto giovani. Ad organizzare questo “percorso” itinerante, per gustare alcune tra le più importanti e rinomate birre artigianali italiane, è stata l’associazione giovanile “Libera Voce” con il patrocinio comunale. Complessivamente sono stati venduti 3200 biglietti per le consumazioni e migliaia e migliaia sono stati i visitatori che hanno invaso le varie birrerie nella tre giorni. Ad esporre e vendere le proprie birre sono stati sei birri�ci: La Turan di Monte�ascone; la Turbacci di Roma; il Borgo di Roma; il Brigante di Potenza; Amiata di Piancastagnaio ed

Acelumda di Rieti. Il presidente dell’associazione entusiasta della sorprendente e riuscitissima manifestazione alla prima edizione, Manuel Pezzato: “ Innanzitutto un caloroso ringraziamento a tutti i membri del sodalizio che con un grande impegno, determinazione e spirito di iniziativa si sono prodigati intensamente per la riuscita di questa manifestazione. In venti giorni è stato realizzato il tutto. Quindi in primis ringrazio i ventidue ragazzi e ragazze che compongono l’organico”. Pezzato continua: “Voglio sottolineare che “Libera Voce” non ha nessuna �nalità politica e questo evento, come il precedente sul referendum, è stato fatto soltanto per pura

passione poiché ci piace molto occuparci e confrontarci nel sociale. Abbiamo unito il divertimento con la rivitalizzazione del territorio”. Il presidente analizza anche tutte le dif�coltà incontrate: “È stato molto faticoso; ma ogni nostro sforzo è stato ripagato. Siamo tutti veramente soddisfatti. Questo ci dà una spinta in più per nuove iniziative, per creare eventi e valorizzare il paese. “A Tuscia Birra” è stato apprezzato veramente da giovani ed anziani. Ora cercheremo di collaborare per quanto possibile con gli organizzatori della Fiera del Vino. Per ulteriore informazione o contatto potete visitare la nostra creatura nella pagina Facebook”. In�ne Pezzato

conclude: “Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati per questo evento. Molte persone scettiche sulle nostre possibilità ora saranno costrette a ricredersi”. Nel corso delle tre serate le vie del centro storico interessate sono state arricchite con dei complessi musicali e con diverse bancarelle di prodotti artigianali. Ogni serata inoltre ha avuto delle tematiche: anni 60/70; anni 80 e anni 90. Al termine, alle ore 1, ci sono stati spettacoli musicali presso l’enoteca provinciale alla Rocca dei Papi. Decisamente ottimale, in de�nitiva, l’organizzazione e la riuscita della manifestazione in considerazione soprattutto che questa era la prima edizione. (M.M.)


& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

15

TUSCANIA - Dopo l’annuncio della denuncia di ‘Tuscia Ambiente’, il presidente Gentilini rincara la dose ed incalza i politici

Contro la puzza, il Comitato non si arrende di VALERIA SEBASTIANI

N

on si arrende il ‘Comitato con la puzza sotto il naso’. Alcuni giorni fa sui giornali è apparsa un’intervista nella quale il presidente del Comitato, dott. Antonello Gentilini , tornava a segnalare la permanenza di emissioni odorose intollerabili provenienti dall’impianto di compostaggio gestito da Tuscia Ambiente. Già lo scorso anno il Comitato aveva provveduto a sottoporre alle autorità preposte il problema ricevendo in cambio garanzie dalla società. Le emissioni odorose però non sono migliorate ed il Comitato è tornato a lamentarsi. Questa volta la Tuscia Ambiente non ha perso tempo in spiegazioni ed ha provveduto a rispondere, sempre a mezzo stampa, comunicando di aver denunciato per calunnia e diffamazione lo stesso Gentilini. L’offensiva della società non ha però raggiunto i risultati sperati. Lungi dal tornare nell’ombra, il Comitato è deciso ora come non mai a far valere le proprie ragioni, forte anche dei numeri raggiunti: oltre 700 membri. Così, penna alla mano, il presidente Gentilini chiarisce la situazione ai cittadini, politici ed autorità, con un comunicato stampa che riportiamo per intero: “Sono venuto a conoscenza dai giornali, che sono stato denunciato per calunnia e diffamazione dagli amministratori della società Tuscia Ambiente proprietaria dell’impianto di compostaggio di Tuscania.” Dichiara Gentilini. “Per ora , non avendo ricevuto nessuna comunicazione a riguardo, non capisco e non ho nessuna conoscenza di quali siano in sostanza le accuse che mi muove la suddetta azienda.

Quindi ho purtroppo l’obbligo di attendere quest’informazione per poter rispondere, in modo più preciso e dettagliato. Comunque in questa prolungata attesa, nulla mi vieta, di ribadire, seppur con cautela, alcuni concetti generali, alla società che sostiene di avermi querelato e ai tantissimi cittadini che aspettano da me una reazione all’accaduto. E perché no fare anche alcune amare ri�essioni sulla latitanza della politica e delle Istituzioni . Gli amministratori dell’impianto di compostaggio di Tuscania come tutte le imprese cercano giustamente con la loro attività, di fare soldi. E sicuramente da molti anni a questa parte i ri�uti sono uno dei pochi settori in forte crescita. E noi siamo felici per loro. Ma gli affari di questi signori, anche se rendono un servizio alla comunità, come gli affari di tutti non possono e non devono ledere i diritti e la qualità di vita degli altri. Dopo il tavolo tecnico e soprattutto dopo la conferenza dei servizi che ha imposto

alla società precise prescrizioni, tra cui l’adeguamento dell’impianto alle migliori tecnologie disponibili (BAT), noi del comitato antipuzza abbiamo rilasciato dichiarazioni di soddisfazione soprattutto per 2 motivi. Il primo è che al contrario del messaggio errato che era stato fatto girare per anni a Tuscania, ovvero che siccome negli impianti di compostaggio si lavorano ri�uti, la puzza è una conseguenza senza rimedio, per cui i cittadini si dovrebbero rassegnare a tenersela, si è visto che ci sono tecnologie e cicli di lavorazione adeguati che abbattendo i cattivi odori con�nano la puzza nella prossimità dell’impianto impedendo a questa di espandersi per kilometri. Il secondo motivo di soddisfazione è stato che di queste tecnologie (BAT) l’impianto di compostaggio di Tuscania, attraverso le prescrizioni date dalla conferenza dei servizi, si deve dotare. Per noi del Comitato, non avendo altri scopi se non

quello di vivere in santa pace senza puzza, il risultato era stato raggiunto. Ora però la puzza è tornata come e peggio di prima e i motivi a questo punto non mi interessano. Sicuramente nessuno si rassegnerà a far vivere la propria famiglia dentro questo insulto vomitevole. Per cui signori Amministratori di Tuscia Ambiente sappiate che noi cittadini andremo avanti �n quando non avremo riguadagnato il diritto a respirare e a godere dell’aria ripulita dalle vostre maleodoranti emissioni. Ora arriviamo alla politica, alle Istituzioni e agli enti preposti alla tutela e al benessere dei cittadini e dell’ambiente. Il silenzio di tutta la politica e delle istituzioni in tutta questa vicenda, non è solo imbarazzante ma lasciatemelo dire, è molto

più disgustoso del fetore nauseabondo proveniente dall’impianto di compostaggio. La vostra assenzaprosegue rivolto ai politici- non è commentabile. Mandate avanti i cittadini, ad occuparsi di ambiente, salute, territorio, tutte vostre competenze, per le quali siete andati in giro a chiedere voti e per le quali vi siete assunti delle responsabilità, che poi per vostra inettitudine scaricate ad altri costretti loro malgrado a farsene carico. Non so di cosa vi occupiate in Comune o in Provincia o all’opposizione o nelle segreterie di partito. Di certo non dei problemi autentici della gente, e la vostra inutilità è pari solo alla vostra quantità. State dappertutto, vi impicciate di tutto e di tutti tranne di quello che vi com-

pete. Quando escono fuori i problemi veri, vi date sistematicamente ‘alla macchia’. Grazie al loro silenzio e alla loro indifferenza,-spiega ai cittadini- sappiamo che oggi, dif�cilmente politici e istituzioni si schierano con la gente. Quindi , non facciamoci illusioni, nessuno di loro al di là di qualche inutile chiacchiera o di futili dichiarazioni di circostanza, muoverà un dito. Siamo soli e da soli dobbiamo risolverci tutti i problemi . Per questo al più presto mi rivolgerò alle 700 persone che mi hanno già �rmato la delega a rappresentarle, e anche a tutti quelli che non hanno fatto in tempo a �rmare. Insieme, con gli elementi che stiamo raccogliendo faremo ogni cosa necessaria per debellare questa inciviltà dal nostro paese”.

MARTA - L’undicesima edizione si svolgerà il 30 e 31 luglio sul Lungolago

Da non perdere, la ‘Festa del Villano’ C

ome di consueto anche quest’anno a Marta (VT) sul lungolago in prossimità del porto, si svolgerà il 30-31 luglio la 11° “Festa del Villano”, organizzata dall’ Associazione Culturale “Marta senza con�ni” in collaborazione con il Comitato Festeggiamenti Madonna SS.ma del Monte. Due serate in cui si potranno degustare all’aperto, in riva al lago, i prodotti tipici del paese cucinati con i metodi tramandati dalle vecchie tradizioni, musica dal vivo con gli “Acqua dolce” ed il duo “Cip e Ciop”, contornata dal mercatino tipico e da una splendida cornice notturna del lago di Bolsena. Nel

menù, eccezionalmente per questo anno a cura e preparato dagli Chefs della Federazione Italiana Cuochi, sono in evidenza le pietanze che maggiormente abbondavano sulla tavola del cosidetto villano e che ne caratterizzavano il lavoro e le fatiche nella campagna, ovvero: pasta del villano, fagioli con le cotiche, braciole alla brace, patate fritte ed in�ne il Tipico vino di Marta, la Cannaiola, af�ancata con biscotti casarecci; tutto circondato buon vino, acqua e bibite. Gli stand enogastronomici saranno aperti dalle ore 19:00. Grazie al successo ed al buon cibo offerti lo scorso anno dalla manifestazione, quest’anno

“la Festa del Villano” sarà patrocinata dalla Federazione Italiana Cuochi, dalla Federazione Italiana Cuochi Lazio, cui presidente è Alessandro Circiello, noto volto della TV, da Team Lazio, e da enti come Regione Lazio, ARSIAL, Provincia di Viterbo e dal comune di Marta. Il ricavato della festa verrà utilizzato dal Comitato Festeggiamenti Madonna SS. del Monte e dall’ Associazione Culturale “Marta senza con�ni” per lavori ed opere di restauro al Santuario della Madonna SS. del Monte che sovrasta il paese e che ogni giorno è tappa di pellegrinaggi e visite di molte persone. Due serate da non perdere.

VETRALLA - Presto un intervento per risolvere la questione sicurezza VETRALLA - Da anni Mario Felli si adopera per allestire un museo

Pian di S.Martino, Baroni alza la voce I cimeli dell’Aeronautica in mostra C

on una lettera inviata all’ASTRAL e al Dipartimento Tecnico Settore Viabilità della Provincia di Viterbo, il Sindaco di Vetralla Sandrino Aquilani ha richiamato l’attenzione sull’annosa questione della sicurezza nella zona di Pian di S. Martino. La problematica, oggetto in passato di richieste simili e rassicurazioni disattese dall’azienda laziale, rende ormai improrogabile un intervento risolutivo. “Soprattutto il transito dei pedoni che si recano alla

di EMANUELE FARAGLIA

vicina fermata del COTRAL” ricorda il Consigliere Delegato alla Sicurezza Sandro Baroni “costituisce un fattore di rischio inaccettabile allo stato attuale delle cose”. Il volume di traffico sulla Statale Cassia aumenta notevolmente infatti durante il periodo estivo “ma a prescindere da questa situazione contingente” continua Baroni “si tratta di un impegno assunto con la cittadinanza nel Programma Elettorale, che non abbiamo intenzione di eludere”.(e.f.)

U

VETRALLA - Dopo la proposta avanzata in consiglio da ‘Progetto Vetralla’’

Anche il Pd si schiera contro il ripetitore “

Continueremo questa battaglia per scongiurare inutili rischi per la salute dei cittadini”: il PD contro l’istallazione dell’antenna di telefonia mobile nel parco di Cura di Vetralla, autorizzazione già concessa dalla Commissaria Carelli durante la sua reggenza. Dopo le iniziative messe in campo negli scorsi mesi, il PD torna sull’argomento: “Ancora una volta – dichiara il segretario Emanuele Trevi - esprimiamo la no-

stra preoccupazione per l’imminente istallazione di un ripetitore in una zona piuttosto insolita: un parco pubblico. Non essendo ancora chiara l’incidenza delle frequenze elettromagnetiche sulla salute umana, riteniamo opportuno ridiscutere tutta la mappatura dei luoghi prestabiliti per l’istallazione dei ripetitori affinché non siano posti in prossimità di luoghi di aggregazione quali aree del verde pubblico, scuole, par-

rocchie, impianti sportivi e abitazioni. Apprezziamo molto la proposta avanzata dalla lista Progetto Vetralla, durante l’ultimo consiglio comunale, per la revoca della delibera di c.c. n. 37 del 25/7/2008, di modo da evitare l’istallazione delle antenne presso il parcheggio della “ex area Manzotti” e il parco comunale di Cura. La nostra posizione è chiara e ci auguriamo che il sindaco Aquilani sia sensibile verso questa tematica”.(e.f.)

n museo dell’Aeronautica a Vetralla? Il progetto c’è già e nasce dalla volontà del presidente della locale sezione dell’Associazione Arma Aeronautica, Mario Felli, di dare vita ad una serie di mostre che possano mettere in risalto il corposo ed interessante materiale a disposizione. Tanti i cimeli conservati tra cui vere e proprie rarità come ad esempio un libretto che illustra il funzionamento dei motori dei primi aeroplani militari. Una passione che nasce da lontano quella di Mario Felli, �n da quando ebbe modo di prestare servizio presso il museo storico aeronautico militare di Vigna di Valle, in quel di Bracciano, che oltre ad ospitare numerosi velivoli è sede del centro

Documentazione Umberto Nobile (storico ingegnere ed esploratore italiano passato alla storia per aver pilotato l’aeroplano che

eseguì il primo avvistamento del Polo Nord e soprattutto per le sue due trasvolate in dirigibile del Polo). “Sarebbe bello poter mettere in mostra tutto il materiale a disposizione” afferma entusiasta Felli che, proprio nei giorni scorsi, si è recato dal sindaco Sandrino Aquilani il quale si è mostrato disponibile a concedere degli spazi idonei ad ospitare una mostra che inizialmente potrebbe essere accessibile in modo periodico e poi, chissà, in futuro potrebbe divenire un appuntamento �sso. Divise uf�ciali, caschi di volo risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, occhiali datati addirittura 1917 ed altri imperdibili oggetti rappresentano la preziosa “merce” che presto potrebbe trovare una collocazione adeguata per incantare appassionati e semplici curiosi.


comprensorio

16

Viterbo & Martedì 19 Luglio 2011 AltoLazio

VASANELLO - La kermesse, giunta alla sesta edizione, occupa un posto di rilievo nel panorama nazionale

Oj Festival, la conferma di un successo di SIMONA TENENTINI

A

nche quest’anno è stato un successo. Se possibile, forse, ancora di più dell’anno precedente e di quello prima ancora. Perchè quest’anno, l’Oj Festival di Vasanello aveva qualcuno in meno ma, sicuramente, qualcosa in più: una solida amicizia che, come ci tengono a sottolineare gli organizzatori, è come la musica: basta saper ascoltare. E’ così che l’edizione 2011 di questo spettacolare ‘ritaglio’ di suggestione musicale si è arricchita di una dedica: “A Sergio” e, ogni sera, c’è stato uno spazio tutto per lui, uno dei componenti storici dell’associazione Messico e Nuvole che, purtroppo, se ne è andato prematuramente qualche tempo fa. La tradizione dell’Oj però è continuata, anche per lui. Sul palco allestito in piazza dell’Ortaccio, come sempre, si sono succeduti i più grandi nomi del panorama jazzistico italiano, conquistando appassionati e non, di un genere che può vantare un crescente numero di estimatori. La rassegna, giunta ormai

alla sesta edizione, è stata quindi una piacevole conferma, offrendo un assaggio di un panorama sempre più quali�cato e variegato di tendenze stilistiche che spazia dal jazz di inizi ‘900 per arrivare �no alle più contemporanee ed innovative sperimentazioni e ricerche,

passando per lo swing, il bop, l’hard bop, il free, lo smooth, non facendosi scrupoli di esplorare linguaggi musicali quali il rock, l’etnica, la classica, il folk, l’elettronica e la canzone d’autore. Un’ enorme vitalità dunque che si esprime in una produ-

zione artistica di altissimo livello, in grado di competere con le più innovative tendenze musicali internazionali. Grande merito quindi all’associazione Messico e Nuvole per l’impegno e la professionalità dimostrata e appuntamento a tutti al prossimo anno.

Foto A.Di Palermo

SORIANO - Un gruppo di pensionati Anap legati da profonda stima al sindaco Menicacci NEPI - Appuntamento fuori concorso con ‘La Nuova Torretta’

Da Ancona per visitare la città “Caffesciantà’ alla Rocca dei Borgia L

U

n intero pulmann di pensionati giunti per visitare la città appositamente da Ancona. Erano circa cinquanta gli arzilli artigiani in pensione, associati Anap Confartigianato,

giunti espressamente dal capoluogo marchigiano per mostrare tutto il loro affetto e la profonda stima nei confronti del neo sindaco Fabio Menicacci. Giunti a Soriano, sono stati accolti a braccia aperte dal primo

cittadino e da alcuni giovani volontari che si sono occupati di illustrare le bellezze del paese agli interessatissimi uditori, tra i quali non è passata inosservata la splendida signora di 83 anni che, proprio per l’occasione, ha deciso di indossare un abito a mò di Tricolore. Dopo una visita al centro storico, tappa obbligata al Castello Orsini e, in�ne, tutti in Faggeta. Qui i pensionati hanno avuto modo di assistere ad un’estemporanea lezione di archeologia a cura di alcuni professori dell’Università La Sapienza. “Mi auguro che questa sia solo la prima di una lunga serie di visite al nostro territorio da parte di gruppi organizzati. Tale interessamento non può che farci piacere - ha commentato il sindaco Fabio Menicacci - è un segno tangibile della ricchezza che abbiamo, in termini di patrimonio locale e che dobbiamo promuovere quanto più possibile.” (Sim.Ten.)

a “Stagione Borgiana 2011” diretta da Gregorio Puccio ed Emiliano Di Vozzo, propone un nuovo appuntamento con la rassegna di teatro brillante amatoriale “ I Sipari di Lucrezia” , II edizione. Stasera, alle 21.30, alla Rocca dei Borgia di Nepi, torna la compagnia teatrale “La Nuova Torretta” di Nepi con uno spettacolo fuori concorso: “Caffesciantà” la commedia in tre atti, il terzo improvvisato, di Eduardo Scarpetta. La regia è di Carlo Altomonte. (L’ingresso allo spettacolo è di cinque euro acquistabile direttamente alla Rocca). La rassegna teatrale “I Sipari di Lucrezia” è nata infatti con lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale e

artistico del territorio locale e nazionale. Organizzata dal Comune di Nepi Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Associazione Culturale Stagione Borgiana e l’Associazione Culturale “La Nuova Torretta” di Nepi. Il 4 settembre, nella serata conclusiva della Stagione Borgiana, che vedrà anche sfilare il coreografico corteo storico di Lucrezia Borgia, saranno attribuiti i premi alla “Migliore regia - Leopoldo Alimelli”, “Migliore Attore”, “Migliore Attrice” e “Migliore Compagnia”. Le compagnie in concorso sono cinque: “Il Teatraccio” di Grosseto, “Granatina” di Roma, “La Bottega dei Rebardò” di Roma, “La Nuova Compagnia” di Blera, e “Faul” di Viterbo.

“La Nuova Torretta” di Nepi, è invece fuori concorso, ed ha aperto la rassegna il 30 giugno scorso con la pièce “Se devi dire una bugia dilla grossa” per la regia di Giorgio Risca mentre stasera proporrà la commedia di Eduardo Scarpetta. La trama dello spettacolo si sviluppa intorno alla storia “di fame” di due coppie di “artisti drammatici”, rispettivamente il maestro Felice Cecalocco e la sua consorte, insieme all’allievo Peppe Spiga e la moglie, che si ritrovano ad improvvisarsi artisti di cafè chantant in un cafè-concerto di Frascati. Appuntamento da non perdere, quindi, con uno dei grandi classici del repertorio partenopeo, che, come di consueto, riscuoterà un immancabile successo.

CIVITA CASTELLANA - Sarà visitabile fino al prossimo 1 agosto

A Forte Sangallo la mostra di Giorgi S

arà inaugurata domani alle 11 la mostra dell’artista ceramista Franco Giorgi presso la Cappella del Forte Sangallo di Civita Castellana. La mostra, che riunisce le opere di uno dei più noti artisti della ceramica, sarà allestita �no al prossimo 1 agosto presso il Forte Sangallo. Sarà visitabile, con ingresso libero, tutti i giorni dalle 9 alle 18, escluso il lunedì. “La città è lieta di ospitare uno dei massimi interpreti dell’arte ceramica – ha detto il sindaco Gianluca Angelelli – Un artista del calibro di Giorgi è quanto di meglio potessimo

sperare per celebrare la forma d’arte più antica e radicata nella nostra storia.” La mostra è inserita nella programmazione del Civitafestival ed in quella dell’Anno

della ceramica. ù Sarà esposta anche l’opera che Franco Giorgi donerà a Civita Castellana e che andrà ad arricchire l’arredo urbano della città.


& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

17

Alle 19 tutti a Palazzo del Drago per l’aperitivo, alle 21 al cortile del Comune e infine tappa a piazza delle Erbe

La musica del Tuscia OperaFestival “invade” la città

L

a musica di classe sta “invadendo” la città dei Papi. Ogni lunedì a partire dalle ore 19.00 nella cornice unica del chiostro di Palazzo del Drago vanno in scena i ‘Concerti Aperitivo’, un’iniziativa del Tuscia Operafestival nata per unire alla consuetudine dell’aperitivo, l’ascolto di grande musica in un luogo suggestivo e dall’acustica particolare. Concerti per pianoforte e voce o di Musica da Camera accompagneranno cinque aperitivi estivi a ingresso gratuito per offire a tutti la possibilità di partecipare alle emozioni del cartellone del Festival. Quest’anno si unisce alla musica anche l’aspetto sociale difatti saranno coinvolti nei concerti anche artisti più disagiati (appartenentia ad associazioni locali) e sarà data loro l’opportunità di esibirsi davanti a un reale pubblico grazie alla collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali nella persona dell’assessore Daniele Sabatini. “Ho voluto dare spazio alle persone più disagiate proprio per far capire loro che non esistono differenze tra le persone. Ho scelto un unico linguaggio per avvicinare tutti: la musica”. Palazzo del Drago è adiacente al ponte che conduce al duomo di Piazza San Lorenzo e che anticamente univa l’antico Castrum Herculis alla compagna circostante. A partire dal 1639, il cardinal Francesco Maria Brancaccio (1638 – 1670) vi allocò il Seminario Diocesano, a ricordo del quale resta l’epigrafe posta sull’architrave della porta che si affaccia su Via San Lorenzo. Gravemente danneggiato dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, Palazzo del Drago è stato successivamente

restaurato e riportato alla piena efficienza e fruibilità. Oggi è la sede dell’Assessorato ai Servizi sociali del Comune di Viterbo che ha deciso di ospitare nel chiostro i Concerti Aperitivo del Tuscia Operafestival. L’aperitivo è offerto dal Ristorante Convivium di Viterbo, che per queste speciali occasioni preparerà prodotti tipici della Tuscia da far assaporare al pubblico presente. I lunedì del Tuscia OperaFestival si articolano in questa maniera. Alle ore 21 sarà dato spazio a un concerto della Scuola Musicale Comunale (ore 21. Sempre nell’ambito della collaborazione tra il Tuscia Operafestival e la Scuola Musicale Comunale di Viterbo che dura

oramai da 3 anni, verrà presentato nel Cortile di Palazzo dei Priori un Concerto, a ingresso libero, degli allievi della scuola diretti dal Maestro Bastianini. Una serie di giovanissimi ragazzi che si esibiranno nel cortile del Palazzo dei Priori. I lunedì musicali proseguono con i ‘Concerti di Mezzanotte’, un’iniziativa nata nel 2007 per riempire di note le lunghe notti estive. A partire dalle ore 23.00 concerti per pianoforte e voce, Jazz e Musical, intrattengono il pubblico nell’incantevole Piazza delle Erbe sulla Terrazza. L’evento è realizzato in collaborazione con il Gran Caffe’ Schenardi di Viterbo. Gli eventi sono tutti a ingresso libero

Una stagione 2011 ricca di eventi

Attesa per Renzo Arbore al teatro romano di Ferento

Successo di affluenza nel suggestivo ambiente underground de ‘La Cantina’

V

inta la scommessa di Cesare Pepponi, Alberto Pichardo Gallardo e Nicoletta Maria Muti che hanno trovato in Renato Petroselli un validissimo alleato. Si tratta del gruppo di ideatori e realizzatori de ‘La Cantina’, lo spazio underground di Caffeina. Anche per loro è stato un successo di pubblico. In tantissimi sono scesi nelle viscere della città dei Papi dove, oltre a un luogo suggestivo e magico, hanno avuto modo di vedere mostre, concerti e esecuzioni artistiche live. L’intento di mescolare antico e moderno ha pienamente funzionato e i cunicoli della città si sono rivelati luoghi interessante da esplorare e soprattutto da recuperare. L’ambiente, scavato nel 1200, è una grande cantina che ha l’ingresso al lato della chiesa del Pellegrino. L’evento, durato 17 giorni, ha ospitato esposizioni fisse di pittura di Cesare Pepponi, Erika Ciambella e Christian Riminucci. Per la fotografia hanno esposto Elisa Rotellini e Alessia Pesaresi, mentre per

D la scultura hanno avuto spazio Mirko Guglielmi e Renato Petroselli. L’ambiente è stato utilizzato anche per concerti dal vivo e performance di “body-painting”. Non sono mancati appuntamenti culturali, come la serata dedicata alla narrazione della Viterbo Underground firmata dall’archeologo

Alberto Pichardo. Bellissima la serata di chiusura con la band ‘The Shiver’. Tra la luce delle candele e ritmi ipnotici forse una delle situazioni più interessanti della serata di chiusura di Caffeina. Almeno a livello della novità.

opo la buona riuscita de ‘La Carmen’, con Rossella Brescia, al Teatro Romano di Ferento è atteso l’arrivo di Renzo Arbore e l’Orchestra italiana. Arbore, che vanta una carriera lunga cinquanta anni, ha rivoluzionato il modo di fare radio e televisione in Italia. In questi anni ha girato il mondo per valorizzare e rilanciare la canzone napoletana, con una rivisitazione che ne esalta la poesia, l’ironia e la attualizza. Vasto il repertorio musicale: dal classico napoletano al jazz, passando per lo swing e strizzando

l’occhio al blues. L’incontro di mercoledì, 20 luglio, si preannuncia da tutto esaurito. Arbore è, senza dubbio, uno dei personaggi più ecclettici e fantastici del panorama culturale e artistico italiano. La stagione estiva al teatro romano di Ferento è stata promossa dalla Provincia, organizzata da Consorzio Teatro Tuscia e Unindustria Confindustria di Viterbo. L’appuntamento di Ferento si conferma uno dei momenti più alti della promozione culturale e di spettacolo nel cartellone estivo della Tuscia.


& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

Questa sera lo spettacolo prosegue con la ‘Scatola folle’ e ‘Le fanciulle in fiore’

Ecco il super cartellone di ‘Sotto le stelle’ di ROBERTA FRASCARELLI

S

tasera si prosegue con la “Scatola folle” e lo spettacolo “Le fanciulle in fiore”, la stessa compagnia sarà protagonista anche il 29 con “Le voci di dentro”. Le Terme Taurine come ogni estate, e quest’anno fino al 30 luglio, vedono impegnata la Proloco , guidata da Fabrizio Delogu, in un cartellone davvero per “buongustai”. Recentissimo il successo ottenuto dalla Blue in the Face il 15 e 16 luglio scorso quando è andata in scena la prima parte della Trilogia, ideata dalla stessa compagnia, di “Moby Dick- Me stesso. Cerco” per la direzione artistica e regia di Enrico Maria Falconi. “Attraverso lo spettacolo, metà del quale proprio nel fantastico scenario delle terme, si è vissuto una sorta di percorso sensoriale ed artistico – ha commentato entusiasta Falconi - fatto di poesia, danza, recitazione, arte circense, ritmo e una colonna sonora indimenticabile che ha permesso allo spettatore, allo stesso tempo, di rileggere il “Moby Dick” attraverso una chiave di lettura nuova e di vivere le “Terme Taurine” in maniera unica”. Inutile negarlo, la Blue in the Face è oggi una delle

realtà più concrete che lavorano nel territorio nel settore artistico, infatti il pubblico accorre sempre numeroso e regala sentiti applausi. “La riprova che la nostra città è culturalmente viva – ha ribadito il Direttore Artistico e che i nostri artisti sanno realizzare degli ottimi spettacoli, come questo “Moby Dick”, che poco ha da invidiare, per mezzi ed idee profuse, alle grandi produzioni”. Una prova di maturità ulteriore per la Blue In The Face che, senza alcun finanziamento pubblico, non ha rinunciato a regalare a Civitavecchia uno spettacolo indimenticabile. Lunedi 17 e Martedi 18 Luglio alle ore 21 presso il Villaggio del Fanciullo (Repubblica dei Ragazzi) ci sarà la seconda parte della trilogia con lo spettacolo “Nantucket: Vuoilo tu?” ed ancora Venerdì 22, Sabato 23, Domenica 24 Luglio la terza parte alla Baia dell’Orso con “La Pazzia Impazzita”. info e prenotazioni al 3284731784 o al 3272821607 Fotoservizio di Annamaria Colucci


SPORT

� � �

21

Martedì 19 Luglio 2011

TIRO AL VOLO - L’atleta di Viterbo conquista il titolo tricolore

Valerio Grazini Campione d’Italia juniores V

alerio Grazini è il nuovo campione d’Italia Juniores. In quel di Massa Martana (Pg), l’atleta di Viterbo ha sbaragliato tutta la concorrenza conquistando con 145/150, la medaglia e il titolo più prezioso. Alle

spalle del “fenomeno” viterbese si è piazzato Carlo Mancarella di Brindisi, secondo con 139/ 150, mentre sul terzo gradino del podio è salito Renzo Baldinotti di Vinci (FI) con 1387150. Passando alla categoria Juniores

femminile, ad imporsi sulle colleghe è stata Silvana Stanco, svizzera di Winterthur ma tesserata presso il Tav Falco, che con lo score di 86/100 si è meritata l’oro ed il titolo di Campionessa Italiana.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

CICLISMO

Tutto pronto per lo ‘sbarco dei mille’ Presentata la Settimana Ciclistica Est!Est!Est! che a Montefiascone vedrà protagoniste mountain bike e bici da strada

S

arà una Settimana Ciclistica dell’Est!Est!Est! dai grandi numeri ( si parla di circa un migliaglio) quella che si svolgerà sul colle falisco dal 31 luglio al 7 agosto. La manifestazione, come tutti gli anni sarà rivolta sia agli appassionati di mountain bike che alle bici da strada. L’idea di svolgere quattro gare in 10 giorni, nello stesso paese, è una prima assoluta nel Viterbese: due le prove contro il tempo, altrettante le corse in linea. «Se fossi stato allenato, avrei partecipato con piacere – commenta il Sindaco Luciano Cimarello – ma mi rende orgoglioso anche solo presenziare a questa conferenza stampa. Un plauso agli organizzatori – ha aggiunto – che con la loro voglia di fare, contribuiscono attivamente alla promozione della nostra cittadina». Sostegno alla kermesse arriva anche da parte dell’assessore allo Sport e Turismo di Palazzo Gentili, Andrea Danti, che af�da ad una nota «il completo appoggio della Provincia, per un’iniziativa rilevante non solo sotto l’aspetto sportivo ma soprattutto nell’ambito del rilancio turistico». In attesa degli eventi di maggior richiamo, domenica prossima saliranno in sella i giovani dai 7 ai 12 anni, impegnati nel trofeo Domenico Manzi. La prova, inserita nel campionato Baby Cross Country, vedrà al via almeno un centinaio di

baby ciclisti in erba, pronti a darsi battaglia su uno dei pochi circuiti permanenti dell’Alto Lazio (lunghezza 700 metri). Dal 29 luglio poi la palla passa agli adulti, con il trofeo Antelio Jacoponi, riservato alle ruote grasse. Tre e mezzo i chilometri del percorso che i partecipanti alla cronometro dovranno scalare, per salire dalla valle del lungolago �no a Monte�ascone, dopo aver affrontato l’ostica salita di Rojano; pendenza media 10%, massima del 22%. La domenica del 31, ancora le mountain bike sotto i ri�ettori, per la VII edizione della Gran Fondo dell’Est!Est!!Est!!! «Considerando i risultati sod-

disfacenti delle scorse estati – spiega uno degli organizzatori, Roberto Cappannella – attendiamo intorno alle 400 persone, provenienti in special modo dal Centro Italia. Ci teniamo ad incentivare la conoscenza del comprensorio locale e dei frutti della nostra terra». Tre i percorsi: 48 chilometri di pedalate impegneranno quanti si cimenteranno nel tracciato Lungo (dislivello 1100metri), sviluppato fra campagne, sterrati e boschi dei Comuni di Monte�ascone, Bolsena e Bagnoregio. Ventiquattro km caratterizzeranno l’alternativa del Corto (obbligatorio per esordienti e allievi) mentre saranno 33 i km della più tran-

quilla Passeggiata Ecologica. La competizione – ripresa negli ultimi tre anni, dopo una pausa di qualche stagione – da questa edizione sarà dedicata a Sandro Vignanelli, ciclista falisco scomparso meno di un mese fa in seguito al grave incidente automobilistico nel quale sbatté rovinosamente contro una mucca, apparsa all’improvviso sulla Provinciale 12. Esauritosi il �ne settimana sportivo di �ne luglio, si replica il weekend successivo, con le bici da corsa: venerdì 5 agosto, spazio alla cronoscalata; domenica 7, alla corsa in linea. «Ci teniamo a sostenere il territorio – spiega l’organizzatore, Giuseppe Caprio – dando

risalto alle bellezze paesaggistiche ed ai prodotti locali, grazie ad un progetto pilota unico nel suo genere in queste zone, che pubblicizzerà al meglio la Tuscia». La s�da contro il tempo del 5 agosto, Memorial dedicato al padre Agostino, si articola su 5 km, necessari ai ciclisti per raggiungere il centro della cittadina falisca, partendo dalla vallata. Domenica 7, un’ulteriore impresa da affrontare, accomunerà diverse centinaia di amatori delle due ruote: si corre la Granfondo Colli della Tuscia, sulla distanza di 135 km. Gli atleti attraverseranno 15 paesi, prima di transitare sotto il traguardo di Monte�ascone (dislivello totale 1600metri, pendenza massima 12%). Per quanti non se la sentano di affrontare una tale fatica, allestito un circuito di 95 km, meno impegnativo del precedente. Da sottolineare l’aspetto legato alla bene�cenza: parte dei soldi ricavati dalle iscrizioni verrà destinato all’Ail, per la costruzione di un appartamento da edi�care nel Capoluogo, dove alloggeranno i genitori di bambini leucemici; un’altra parte di fondi sarà devoluta tramite il Lions Club autoctono, alle persone bisognose. Tra i piani di lavoro per il futuro, già si progetta la gara del 23 ottobre, inserita nel Giro delle Abbazie del Lazio.

CAMPUS ESTIVO - A Riva dei Tarquini giornate intense e divertenti con lo staff dell’Asd @Sport Riders ‘82

Chiusa una fantastica seconda settimana T

erminata anche la seconda settimana al Campus Estivo di Riva dei Tarquini. 7 giorni che hanno visto passare da questi parti ancora tanti ragazzi e ragazze. Un mix esplosivo che �n dai primi momenti ha fatto intendere un af�atamento ed un alchimia dif�cilmente ripetibili così nel breve.anche la seconda ondata di ragazze e ragazzi è passata. Più che un’ onda è stata quasi una bufera. Proprio questo particolare fattore è stato subito notato anche dallo Staff dell’ ASD @Sport Riders ’82 con il presidente Daniele Patania in testa. “Caciaroni” ma disciplinati, tutti si sono immersi nelle attività del Campus con grande impegno. Sveglia di buon mattino, turni di corvè, scuola vela, windsurf, judo, yoga, arrampicate nel Parco Avventura, lingua straniera, balli. Il Giovedì poi è stata la volta del grande show serale di Judo e Ju-jitsu sul palco dell’ animazione del Camping-village, con ospiti d’ onore gli atleti dello Sporting Club Albinia del Maestro Aveliano Bettolini

accompagnati dall’ insegnante Stefano Trasatti. Tema della serata sono state le Olimpiadi 2012 di Londra con una piccola ma sentita interpretazione dei ragazzi del Campus, seguiti dal maestro Alessio, che hanno simulato una competizione internazionale con tanto di Inno Olimpico ed Inni Nazionali. Poteva bastare? Naturalmente no, il giorno dopo, al saggetto �nale del Campus ancora ospiti straordinari come il Campione Italiano 2011 under 23 Guido Carnebianca e la vice-campionessa Monica Iacorossi del Centro Sportivo Nazionale dei Carabinieri di Roma seguiti dai Maestri Marino Beccacece e Sandro Rosati. Alla �ne (per davvero questa volta) interviste ai Campioni, autogra� e foto ricordo. Partecipanti a questo Campus: Angela Modesti (Lazio), Amalia Gallarate (Piemonte), Martina Puddu (Lazio), Francesco Spada (Lazio), Ivo Talenti (Lazio), Roberto Modesti (Lazio), Massimiliano Puddu (Lazio), Josè Moscatelli (Lazio), Giulio Olimpieri (Lazio).

BASKET - Cestistica Azzurra

Anche la Ratti trova l’accordo e resta ad Orvieto

A

ngela Ratti resta alla Cestistica Azzurra Orvieto. L’atleta piacentina infatti ha trovato l’accordo con il sodalizio orvietano e va ad aggiungersi alle riconfermatissime Ada Puliti, Elena Capolicchio, Francesca Rosellini e Lisa Tripalo chiudendo di fatto la campagnia di rafforzamento della formazione di Orvieto. Una nuova stagione che per la compagine cestica biancorossa sarà �rmata Ceprini Costruzioni Orvieto. Il pivot piacentino quindi, dopo la prima positiva stagione trascorsa all’ombra del Duomo (8,5 punti e 3,9 rimbalzi di media in campionato), potrà dunque apportare ancora il suo contributo alla causa della Cestistica Azzurra Orvieto in una nuova stagione che si annuncia ancor più intensa di quella appena trascorsa. Naturalmente tanta la soddisfazione nell’entourage orvietano per la conferma di Angela, una conferma voluta fortemente anche dalla giocatrice che in questo modo ha dimostrato i grandi valori della persona e il grande attaccamento alla maglia della Ceprini. Angela Ratti è l’ultimo tassello di un roster costruito in ossequio ad una programmazione precisa, lavorare al presente con lo sguardo �sso verso il futuro, l’età media del gruppo biancorosso rimane sempre di circa 23 anni, permettendo la prosecuzione del progetto di rilancio della pallacanestro rosa orvietana.


� �

sport

SPORT

22

IL PERSONAGGIO

Martedì 19 Luglio 2011

CALCIO PROMOZIONE

“Sogno una Viterbese di viterbesi” A tu per tu con Guido Maccio presidente del settore giovanile O Lega Pro, o serie D i nostri ragazzi sono pronti

Bomber Carletti prepara la sua grande rinvincita Tutto a posto con la Foglianese “Con Frateiacci, intesa perfetta”

È

di LEONARDO CUTIGNI

Sogno una Viterbese composta da ragazzi viterbesi e per ottenere questo risultato punteremo forte sui ragazzi.” Questo è il desiderio di Guido Maccio, presidente e responsabile del settore giovanile della Viterbese. Un incarico inaspettato, ma accolto con molto orgoglio: “ Quando il presidente della Viterbese Fiaschetti mi ha contattato per chiedermi se ero a disposizione per i giovani non ho avuto dubbi, ho accettato molto volentieri e spero di ripagare la stima che nutre in me.” Tutto nasce tre anni fa: “ La scuola viterbese è rinata tre anni fa grazie all’impegno del presidente. Mi ricordo gli allenamenti ad Anguillara con in campo giovani per gran numero non di Viterbo. Oggi abbiamo oltre il 90% delle rose composte da ragazzi del posto. Questo vuol dire che si è lavorato bene, con dedizione ed impegno.” Purtroppo lascia un degli artefici di questo rilancio: “ Con dispiacere devo confermare l’intenzione di staccare la spina da parte di Silvano Petri. Per noi era un punto di riferimento, mi auguro che torni a collaborare presto con noi. Lavorare con i giovani richiede molto impegno

Viterbo & AltoLazio

e quindi non posso fare altro che ringrazialo per il lavoro da lui svolto in questi anni.” Lega Pro equivale a dire campionati nazionali: “ Non è ancora uscito il verdetto finale sull’eventuale ripescaggio. Posso solo confermare che siamo pronti per affrontare i campionati regionali e magari, anche quelli nazionali. Le squadre sono competitive e sono guidate da tecnici esperti.” Quali obbiettivi: “ Ripetere i risultati della passata stagione. Tutte le categorie sono state mantenute senza affanno ed in più abbiamo

raggiunto i play-off con la Juniores e con i Giovanissimi Elite. Il massimo sarebbe fare addirittura meglio. Non sarà facile ma l’impegno da parte nostra sarà costante.” Impegno che ha permesso di far emergere anche validi giovani: “ Quest’anno si sono messi in luce diversi giovani, su tutti Alessio Provenzano che, sono sicuro, ci renderà orgogliosi a Chievo. Vorrei anche ricordare che quattro Juniores della passata stagione partiranno in ritiro con mister Raffaele Sergio e che altri ragazzi di

cui no faccio nomi sono seguiti con interesse da diverse società.” Il sogno rimane una Viterbese di viterbesi: “ Ricordo con nostalgia una vecchia Viterbese composta per il 60% da viterbesi. Erano gli anni della serie C, la vera serie C. Il nostro compito sarà quello di riproporre una squadra con queste caratteristiche. Lavoreremo in quest’ottica, servirà tempo ma sono sicuro della bontà del progetto.” Sarà l’inizio di Viterbese davvero gialloblù? Speriamo di sì.

uno degli attaccanti più proli�ci del nostro calcio e probabilmente nelle ultime stagioni il “pastrocchio” Corchiano ha �nito per penalizzzarlo. Stiamo parlando di Emanuele Carletti (nella foto) che cerca nuovi stimoli nella sua nuova avventura con la Foglianese ripartendo da quel campionato di Promozione che conosce benissimo. Emanuele contento della scelta della Foglianese? “Contentissimo, sono bastati due incontri di nea nche mezz’ora con il ds Frateiacci per dire ok”. Quali i tuoi propositi? “ Ho una voglia matta di rilanciarmi dopo un anno passato malino ed ho ben sposato la causa della Foglianese che parte con una formazione giovane e si è posta un progetto a medio termine per cercare di risalire in Eccellenza”. Le tue condizioni �siche? “Sto bene e non vedo l’ora di iniziare. Nella seconda parte di questa stagione ho subito un brutto infortunio ma ormai è tutto superato e sto lavorando molto per farmi trovare pronto. Voglio cancellare l’ultimo anno del tutto negativo trascorso fra ruoli non adeguati alle mie caratteristiche e scelte un pò fastidiose. Poi della Foglianese mi è piaciuto il fatto che sono stati loro a venirmi a cercare e conoscendo la serietà e la storia della compagine ho detto subito di si, rinunciando a valutare

altre proposte che mi erano arrivate”. Ti manca il Monte�ascone e speri un giorno di chiudere li la tua carriera o è un capitolo chiuso? “ Ci siamo sentiti questi giorni per parlare anche di un mio possibile ritorno...capisco che la categoria si avvale di ben 4 fuori quota e confermando quasi tutti quelli dello scorso anno ci sarebbero stati dei problemi come numero di giocatori in quota...comunque se un giocatore interessa molto la socetà ti chiama e se vuole ti porta con se... Vorrà dire che se ne riparlerà per la prossima stagione visto che ora sono un giocatore della foglianese. Auguro alla socetà Monte�ascone un grosso in bocca al lupo per la prima in eccellenza...ma per il momento forza Foglianese”.!!! agv

NON SOLO MERCATO - Mister Massimo Zucchi (Doria San Martino) non vede l’ora di iniziare. Real Monterosi calcio donne, cessione attività

Gialloblù, speranze di Lega Pro praticamente inesistenti. Da domani il raduno E

ieri è stata quasi sentenza per la Viterbese che vede le sue speranze di ripescaggio in Lega Pro, pari quasi allo zero. DAL CONSIGLIO FEDERALE Niente da fare per Atletico Roma e Ravenna. Il Consiglio Federale della Figc ha respinto il ricorso presentato dopo le carenze rilevate dalla Co. vi. soc. e dalla Commissione Criteri Infrastrutturali della FIGC. Il club romano, che nell’ultima stagione ha sfiorato la promozione in serie B (sconfitta contro la Juve Stabia nella finale play off), esce di scena dopo aver cullato a lungo il sogno di arrivare nel calcio che conta. Stessa sorte per i romagnoli. Tutti gli altri ricorsi sono stati invece accolti: Como, Foligno, Pro Patria e Sorrento in Prima Divisione, Montichiari e Fano in Seconda Divisione potranno partecipare ai campionati di Lega Pro nella stagione sportiva 2011/2012. In totale sono 15 i club non ammessi ai campionati di Lega Pro. In prima divisione non sono state ammesse, oltre ad Atletico Roma e Ravenna, anche Gela,

Salernitana e Lucchese, che non avevano neanche presentato ricorso. Escluse dalla seconda divisione Brindisi, Cavese, Cosenza, Matera, Sanremese, Catanzaro, Canavese, Crociati Noceto, Rodendo Saiano e Sangiovannese. RIPESCAGGI - Il 29 luglio scadono i termini per presentare le domande di ripescaggio. Cinque le caselle da riempire in Prima divisione: pronte ad essere ripescate Ternana, Monza e Sud Tirol, in lizza anche Avellino, Prato e Pro Vercelli. SITUAZIONE - Al momento quindi l’unica formazione certa, richiedente il ripescaggio in Seconda Divisione (ottenuto anche per meriti sportivi) e la compagine del Rimini, vincente nei play off. IL RADUNO DEI GIALLOBLU Domani intanto scatta il raduno della Viterbese. Appuntamento allo stadio Enrico Rocchi, ritiro del materiale e poi tutti a pranzo alla Bastia, con l’albergo dei cimini che è la sede generale del ritiro della Viterbese. Nel pomeriggio il primo allenamento al Palozzi di Canepina.

Mario Macalli

Massimo Zucchi

MISTER MASSIMO ZUCCHI CARICA IL DORIA PRIMA DI INCOMINCIARE Ormai la nuova stagione è alle porte, o meglio, la Prima Categoria è alle porte per la Doria San Martino che quest’anno sarà guidata da Massimo Zucchi: “ Colgo l’occasione per ringraziare il mio predecessore, mister Corradini, per aver guidato questo fantastico gruppo

alla conquista del campionato. Se allenerò la Doria in prima categoria è merito anche suo oltre che del presidente Marcelliano Borgi. Spero di ripagare la sua �ducia.” Quando ripartirete: “ Inizieremo la preparazione il 22 Agosto al Sasso d’Addeo a San Martino. La società ed io siamo carichi per questa avventura e, come i giocatori, non vediamo l’ora di iniziare.”

Soddisfatto del mercato: “ Il mercato è stato ottimo, a partire dalle riconferme del zoccolo duro della squadra. I migliori sono rimasti ed anche la maggior parte della rosa passata. Questo ci ha permesso di operare in speci�che zone del campo con calma permettendoci di acquisire le pedine che ci servivano per riempire lo scacchiere.” Quali obbiettivi: “ Cercheremo di fare un buon campionato con l’obbiettivo di centrare una salvezza possibilmente tranquilla. Lasciamo i proclami di gloria alle altre squadre, noi voleremo bassi, tenendo ben saldi i piedi a terra. Una volta centrata la salvezza si vedrà dove è possibile arrivare.” Il pubblico è esigente: “ San Martino gode di una tifoseria straordinaria. Credo che poche società possano contare su dei tifosi così attaccati alla squadra.” I giocatori hanno accolto le novità: “ Prima occorre fare gruppo, poi viene la parte atletica e tattica. Per affrontare la prima categoria bisogna lottare su tutti i palloni, senza lasciare

neanche un centimetro all’avversario. Con i giocatori ho parlato già in diverse occasioni ed ho trovato disponibilità. Il mio credo è giocare semplice e concentrati, fatto ciò sarà il campo a dire chi ha interpretato meglio la s�da.” Il Doria San Martino ha trovato il suo timoniere. Leonardo Cutigni COLPETTI DI LUGLIO Intanto tra i vari colpetti di luglio ricordiamo che il difensore Simone Verde dal Corneto Tarquinia è passato al Manciano, nella prima categoria Toscana, Corneto sempre più vicino a Massimiliano Gravina. Avanza lentamente la campagna acquisti del Latera che ha annunciato Dominici dal Lubriano che fu e la Virtus Cimini ha ingaggiato Maiorana. CESSIONE ATTIVITA’ Uf�cializzata la �ne dell’attività dell’Asd Real Monterosi sia per quanto riguarda il calcio che per quanto concerne il calcio.


� �

sport

SPORT

& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

23

CALCIO PROMOZIONE

Siamo diversi... ma probabilmente migliori Messaggio da leggere da parte del presidente del Tolfa Giuseppe Marrocchi CALCIO DONNE

Nella verde Umbria pallone rosa

al 17 al 23 luglio a Norcia (PG), D il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, organizza lo Stage “Cal-

cio +” dedicato all’Under 15 Femminile che coinvolgerà 34 ragazze selezionate nell’ambito del Torneo per Rappresentative Under 15 Femminile e provenienti da diverse regioni italiane.Le ragazze in questa settimana dedicata alla formazione calcistica, avranno l’opportunità di andare oltre il gioco del calcio, acquisendo informazioni utili alla loro attività e alla loro formazione personale, oltre che per incrementare la propria cultura sportiva e non solo. La settimana, infatti, si svilupperà svolgendo l’attività in campo sotto la guida di Enrico Sbardella, Tecnico della Nazionale Under 17 Femminile, il quale, con il supporto di uno staff tecnico, organizzerà attività sia di tipo tecnico-tattico, sia di indagine fisica e tecnica attraverso test specifici.Sono previsti, inoltre, anche incontri con vecchie glorie del calcio italiano, ed esperti nel campo della psicologia, della medicina, dell’alimentazione e del regolamento di gioco. Infine, nel corso della settimana, le ragazze potranno praticare anche diverse attività sportive consentite dalle strutture del Centro Sportivo e partecipare ad escursioni che consentiranno di conoscere il territorio che ospita lo stage.

D

al presidente del Tolfa Calcio Giuseppe Marrocchi riceviamo e pubblichiamo: “Ci siamo anche noi….diversi, ma probabilmente i migliori. Dopo settimane infuocate di calcio mercato, come alle vecchie fiere di cavalli, la maggior parte delle squadre sembra essersi ormai assestata. Chi con grande soddisfazione, spandendo e spendendo tantissimo pensa di avere in mano una bella fuoriserie, salvo poi inevitabilmente pentirsi alle prime pioggerelline autunnali, con il contrapposto pentimento anche di tanti giocatori che come in tutte le calde estati hanno creduto che il calcio a questi livelli possa sostituire il lavoro, prestando il fianco a promesse difficili da mantenere. Per il momento la giostra continua a girare, per quanto ancora non si sa, importante è apparire, ma sarà poi il campionato a dare i suoi verdetti e giudicare inesorabilmente chi in questo mondo viene ritenuto erroneamente un idolo, ed invece per il bene del calcio dilettantistico dovrebbe essere combattuto e contrastato in tutti i modi. Strategie sbagliate e programmazione inesistente continuano a “drogare” un contesto sempre più scevro di peculiarità sociali e sempre più ostaggio di una ristretta cerchia di giocatori che ad ogni fine campionato si propongono al miglior offerente, con società e presidenti pronti ad abboccare all’amo. Urge far qualcosa, e presto, non si può aspettare che la casa brucia! Anche perché in tanti stanno cercando maldestramente di accendere il fuoco. In questo strano mondo, malato e forse anche un po’ marcio, noi del Tolfa restiamo se non l’unica, una delle pochissime mosche bianche che sfidano ancora le mode, provando a fare da calmiere e dare un

Giuseppe Marrocchi po’ di trasparenza e credibilità ad un campionato, che causa la persistente crisi economica, rischia di essere anche falsato. Avendo dovuto constatare le difficoltà di alcune società nella passata stagione, evidenziatesi dopo appena due o tre mesi dall’inizio, è probabile che diverse altre quest’anno non abbiano fatto bene i conti, rischiando di fare il pa sso più lungo della gamba. Noi non facciamo mercato, è così da tanti anni. Ogni stagione preferiamo integrare con tre- quattro pezzi, soprattutto giovani in età di lega prelevati dalla “cantera”, concedendo ampi spazi a ragazzi del posto, che siano in sintonia con il progetto della società. Di rado siamo andati a cercar giocatori, anzi, spesso sono questi che si propongono, facendosi partecipi del nostro pensiero e dei risvolti sociali che ogni sodalizio sportivo dilettantistico dovrebbe per-

seguire come fine principale. Nonostante almeno una decina dei nostri abbia avuto offerte pari al doppio e persino al triplo dei nostri rimborsi, hanno tutti poi preferito rimanere con noi, e questo ci inorgoglisce e ci dà la forza di continuare. Quindi, se oggi veniamo portati ad esempio dagli addetti ai lavori, è perché probabilmente qualcosa di diverso in questo ambito siamo pur riusciti a portare. Dal punto di vista strettamente tecnico, pur avendo letto ed ascoltato gl i immancabili proclami estivi, soprattutto da chi ha” investito (o forse sperperato) tanto, con cognizione di causa possiamo affermare che la squadra che andremo a proporre per l’imminente stagione, nel rapporto qualità-prezzo (costo inferiore a 50.000 E. compreso custode, tecnici e squadra Juniores), possa considerarsi fra le migliori del nostro comprensorio calcistico. Un cocktail di gioventù (solo 2 trentenni), doti tecniche e attaccamento ai colori (20 ragazzi su 24 di Tolfa), in grado di competere con tutti. Non ce ne vogliano, e lungi da noi essere o apparire vanitosi, ma 12 campionati di Promozione senza mai retrocedere, né essere coinvolti nei play-out, parlano da soli. E se qualche critico può obiettare che non siamo mai saliti in Eccellenza, la risposta è conseguente, perché in verità non ci abbiamo mai pensato né puntato seriamente, tanto meno in questa stagione, dove comunque forti sono gli indizi che chiunque vanti particolari ambizioni dovrà chiede re permesso anche a questo splendido gruppo. Sarà poi il campo, come sempre, a decidere e dare i propri verdetti, ma noi, senza esasperazioni e nella più totale sportività, siamo convinti di poter essere ancora protagonisti.

LA CURIOSITA’ - In futuro nell’Eccellenza

Ed ora è uscito fuori anche il calciatore ‘fidelizzato’ Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti in una delle ultime riunioni, a speci�co chiarimento e a parziale deroga delle disposizioni contenute nei Comunicati Uf�ciali L.N.D. n. 80 del 18.12.2009, n. 110 del 17.2.2010 e n. 151 del 13.5.2010, in relazione all’obbligo di impiego del giovane calciatore c.d. “�delizzato” a partire dal Campionato di Eccellenza della Stagione Sportiva 2012-2013, ha deliberato quanto segue: 1) Per essere considerato “�delizzato”, un calciatore deve tesserarsi entro il 30 Settembre della Stagione Sportiva precedente a quella per la quale è stabilito l’obbligo di impiego, sotto forma di: variazione di tesseramento (aggiornamento di posizione); sottoscrizione vincolo di tesseramento a tempo, escludendo il prestito da altre Società. 2) Il calciatore “�delizzato” può essere ceduto in prestito ad altre Società durante la Stagione Sportiva precedente a quella per la quale è stabilito l’obbligo di impiego, al termine della quale il calciatore stesso deve tornare alla Società di appartenenza.

3° MEMORIAL IVAN PALOMBO - Nel fine settimana appena trascorso, ancora gare, emozioni e gol

3) Se una Società acquisisce un calciatore da altra Società, per effetto di un trasferimento a titolo temporaneo, non può essere riconosciuto il diritto a considerare tale calciatore “�delizzato” in favore della Società cessionaria, anche nel caso in cui il titolo del trasferimento si trasformi da temporaneo a de�nitivo nella Stagione Sportiva in cui è previsto l’obbligo di impiego del calciatore “�delizzato”. 4) Se un calciatore, nel corso della Stagione Sportiva precedente a quella per la quale è stabilito l’obbligo di impiego, viene inserito nelle liste di svincolo suppletive e, successivamente allo scioglimento del vincolo, sottoscrive un aggiornamento di posizione con la stessa Società dalla quale è stato svincolato, non può essere considerato “�delizzato”. 5) Se un calciatore, nel corso della Stagione Sportiva precedente a quella per la quale è stabilito l’obbligo di impiego, viene svincolato ai sensi dell’art. 108, delle N.O.I.F. (Svincolo per accordo) e, nella Stagione Sportiva 2012-2013, sottoscrive un aggiornamento di posizione con la stessa Società dalla quale è stato svincolato, non può essere considerato “�delizzato”. I PITTY

I Pitty e Young Boys provano la fuga di ALESSANDRO URSINI

I PIU’ MEJO

AUTOFF. MARACCI 2 BLACK BLOCK 2 Pari e patta tra Autof�cina Maracci e Black Block in una gara molto equilibrata e combattuta. Un pari giusto che permette ad entrambe le compagini di muovere la classi�ca e di compiere un passo in avanti per la conquista della quali�cazione ai quarti di �nale.

W

eek-end di futsal ad Orte con le qualifiche del 3° Memorial Ivan Palombo. Sia sabato che domenica scorsi infatti si è giocato regolarmente con entrambi i gironi in campo. Vediamo come è andata. GIRONE B DESPERADOS 3 ATL. LA ROCCA 5 La gara più attesa della giornata si chiude con il successo dell’Atletico La Rocca che nonostante alcune defezioni importanti riesce ad imporsi sugli avversari per 5-3. Una vittoria quella dei gialli Carlaccini, frutto di una gara tatticamente perfetta e dalla consueta grande prestazione di Germano Comodini, difensore tutto fare questa volta anche con il vizio del gol vista la doppietta realizzata. Per quanto riguarda i Desperados, alla seconda sconfitta in due gare, Gammino e soci stanno

GIRONE A

deludendo un po’ le attese. Le qualità ci sono ma la squadra sembra un po’ spenta e spesso saltano troppo facilmente le marcature. I PITTY 12 I PIU’ MEJO 1 Terzo successo in altrettante partite per la compagine de I Pitty che seppur arrivati a questa sfida con appena sei elementi, riescono ad avere

la meglio abbastanza nettamente de I più mejo per 12 a 1. Un successo costruito grazie alla prestazione corale dei presenti essendo tutti giocatori di calcio a 5 hanno saputo far valere la loro maggior esperienza e intelligenza tattica. Mattatore del match ancora una volta “mister rabona” Edoardo Frale, autore di otto reti e capocannoniere del torneo.

YOUNG BOYS 8 COIS 4 Vola la capolista del girone A. Gli Young Boys infatti, seppur quali�cati, sfoderano ancora una splendida prestazione, battono 8-4 la Cois e mantengono, in attesa dello scontro diretto contro I Compari, la vetta solitaria della classi�ca. Per S�njari e soci sono sembrati più brillanti degli avversari e soprattutto hanno saputo sfruttare nel migliore dei modi l’ampiezza della rosa a disposizione. La Cois da parte sua, c’ha messo ancora una volta tanto cuore, ma una panchina senza cambi ha pesato molto.

TEMPESTAO 5 I COMPARI 10 La battistrada chiama, I Compari rispondono. Giovannini e compagni infatti, senza dannarsi neanche troppo l’anima, superano per 10-5 i Tempestao e proseguono il duello a distanza per la prima posizione con lo Young Boys. Un duello che probabilmente conoscerà la parola �ne solo il 23 Luglio ossia nell’ultima giornata del girone A quando è previsto lo scontro tra le due formazioni. CLASSIFICA GIRONE A Young Boys 12 (4), I Compari 10 (4), Autoff. Maracci 4 (3), Black Block 4 (4), Cois 3 (3), Orsolini 1 (3), Tempestao 0 (3).

CLASSIFICA GIRONE B I Pitty 9 (3), Real Marcianise (2) e Atl. La Rocca (3) 6, I più mejo 3 (2), Horse Motor 0 (2), Desperados 0 (2), Quelli della Birra 0 (2). PROGRAMMA Nella tarda serata di ieri in campo il girone B con le interessanti s�de tra: I PittyR. Marcianise, DesperadosQuelli della Birra e Atl. La Rocca-I più mejo. Questa sera invece in campo andranno: ore 20:30 Autof�cina Maracci-Young Boys ore 21:30 Cois-I Tempestao ore 22:30 Black block-Orsolini


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Martedì 19 Luglio 2011

CALCIO A 5

Italia 2006 campione del Memorial ‘Vittori’ Nella finale del torneo di Ischia successo per 7-4 sul Chiosco. Simone Bozzini re dei bomber

G

rande serata sabato in occasione della �nalissima del Memorial “Cristiano Vittori”, torneo di calcio a cinque di Ischia di Castro. Ottima la partecipazione del pubblico alla gara, e altrettanto ottimo lo spettacolo offerto dalle due squadre, Italia 06 e Il Chiosco Football club. Le comagini si sono s�date per un tempo a viso aperto dove i due contendenti alla coppa del capocannoniere (Bozzini e Diop) si sono prodotti in giocate di altissimo livello senza mai cadere in personalismi, ma facendo girare straordinariamente il gioco delle rispettive squadre. Anche se il tempo è trascorso all’insegna della parità, infatti l’Italia 06, è andata sempre in vantaggio 10 , 2-1, 3-2, 4,3 ma il Chiosco ha saputo sempre riprenderla e chiudere il primo tempo sul 4 -4. Nel secondo tempo assoluta parità in campo, dove il team di Canino ha tessuto un buon gioco senza però far correre seri rischi alla retroguardia ischiana, che però è andata vicina al gol in più di una occasione con dei break velocissimi, impegnando il portiere e anche colpendo un legno. Ma verso la �ne dell’incontro sempre sul 4 - 4, dall’ennesimo recupero a centrocampo Simeone (che già nel �nire del primo tempo era andato vicino al gol) recupera, e in triangolazione con Bozzini che lo mette difronte al portiere si produce in uno spettacolare gol, decisivo che a pochi minuti dalla �ne spezza il morale del Chiosco che prova a reagire molto sterilmente e incassa anche il 6 ed il 7 a 4 de�nitivo. Gioia per l’Italia 06 che ha veramente disputato uno straordinario torneo mettendo in mostra freschezza ed esperienza in un giusto mix, soprattutto nelle fasi �nali, dove tutto il gruppo con caparbietà ha veramente voluto questa vittoria. Felicità per Simeone che no-

nostante gli anni che passano si è rivelato ancora decisivo in un torneo che conta, e tutti in festa per Bozzini che a suon di gol anche grazie allo straordinario apporto dei suoi compagni ha conquistato questo trofeo di capocannoniere, e alla �ne si è anche complimentato con il suo diretto avversario Diop Aliou. Un ringraziamento va a tutti gli sponsor che con il loro sostegno hanno reso possibile l’avento e in particolare allo studio Giuseppe Ciucci, all’Impresa Edile Bilancini, alla Parrucchiera Eva Quintili. all’alimentari F.lli Fossati e all’Autoscuola Emiliani. NELLE FOTO In alto Italia 2006 vincitrice del torneo, a sinistra i due bomber delle formazioni �naliste, a destra in alto il trofeo al capocannoniere, accanto a destra una targa per la signara Vittori, in basso i trionfatori.


� �

sport

SPORT

& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

25

CALCIO A 5

La Si. Ste. Impianti completa il quadro delle magnifiche quattro Al Cignarale è tempo di semifinali. Out il Bar In-edito Impresentabili

D

Accanto a sinistra la formazione della Si.Ste. Impianti, a destra il tabellone aggiornato con le quattro semifinaliste, in basso a destra New In-Edito Bar, a sinistra Maurizio Mariani autore di una splendida tripletta

e�nito il quadro delle magni�che quattro al Memorial “Alessandro Cignarale”, torneo di calcio a cinque in svolgimento negli impianti dell’Al. Pi. . Ecco il resoconto dell’ultima semi�nale. SI. STE IMPIANTI 8 NEW IN-EDITO 3 BAR IMPRESENTABILI Si. Ste Impianti: Boccia Michael 7 , Mariani Maurizio 8 , Carosi Valerio 7 , Iammella Diego 6 , Colinelli Giordano 6 , Speranza Daniele 7 , Fiorentini Walter 7,5 , Petese Roberto 6,5 , Cecconi Filippo 6,5. New In-Edito Bar-Impresentabili: Testaguzzi Diego 6 , Cesari Andrea 6,5 , Tomassetti Emanuele 7 , Leoni Marco 6 , Sacchi Fabio 6,5 , Di Pietro Luca 6,5 , De Iaco Fabio 6 , Achilli Patrizio 6. Come da pronostico la Si.Ste Impianti di Carbognano vince con un secco 8-3 contro i fabrichesi del New In-Edito Bar che escono a testa piu’che alta da questo Memorial. Per la Si.Ste Impianti bella partita disputata dal loro bomber Mariani Maurizio, il migliore in Campo grazie alla tripletta realizzata, le altre reti arrivano da Speranza (1),Petese (1),Cecconi (1),Carosi (1) e Fiorentini (1) con un bellissio

gol di tacco. Per la New In-Edito Tripletta del Solito Tomassetti che ha disputato questo Memorial da grande protagonista.Ora i carbognanesi della Si.Ste Imianti se la dovranno vedere in semi�nale contro La Spaccata di Fabrica di Roma. ULTIMA SETTIMANA E siamo quindi entrati nell’ultima settimana di questa grande manifestazione con La Spaccata e Si. Ste Impianti e Boutique della Frutta--Forno Falisco pronte a giocarsi le loro chances per arrivare al trionfo �nale.

NOTTE ROSA - Buona occasione per promuovere l’attività giovanile

Il super stand di Nuova Bagnaia e Viterbo Pool

S

abato notte “rosa” a Bagnaia e la dirgenza della Nuova Bagnaia e del Viterbo Pool ha “promosso” attraverso un simpatico stand l’attività calcistica giovanile delle due societò sportive. Una bellissima iniziativa fortemente voluta dal patron Gianni Bisanti e dal suo staff per informare la popolazione di quella che è la programmazione dei due club a livello di attività di base e di attività agonistica per la stagione 2011/ 2012 rivolta alle giovani categorie. E in tanti si sono fermati presso lo stand per avere informazioni ed han-

con Paolo Casantini, qui a destra foto di gruppo per tecnici e diirgenti e sotto nella foto grande ecco presenti anche alcuni giovani che non si sono lasciati sfuggire l’occasione per un momento di celebrità. Non è da escludere che l’ottima iniziativa venga riproposta in occasione di prossimi eventi mondani. (agv)

no letto con attenzione i depliant con quelli che sono i programmi. Presenti anche alcuni tecnici come Mario Arconi e Augusto Proietti per una sorta di serata no-stop che si è protratta a lungo. Ovviamente tra i più interessati tanti bambini che con i loro genitori hanno voluto tutte le informazioni. E nelle foto che qui pubblichiamo ecco alcuni momenti dello stand “Nuova Bagnaia-Viterbo Pool” con tanto di logo delle due società. Sopra una panoramica dello stand, qui a sinistra Gianni Bisanti


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

Martedì 19 Luglio 2011

PALLAVOLO E BEACH VOLLEY

Oltre la rete cresce la passione... A Vasanello e Canepina si gioca e ci si diverte anche sotto le stelle. Le immagini curiose di Andrea Di Palermo

È

una grande estate oltre la rete. Le rete della pallavolo e del beach del volley con i tornei di Vasanello e di Canepina che viaggiano alla grande come vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi e come faremo nelle prossime edizioni. Qui a sinistra ecco tutti gli scatti del mitico Andrea Di Palermo sulle gesta del torneo di Vasanello dove si alternano senza soste uomini e donne tra una schiacciata e l’altra, in attesa di conoscere chi si fregerà del titolo di campione dell’edizione 2011. Nella parte a destra della pagina ecco invece le immagini del torneo di Canepina del “Beach Volley” tra i castagni che sta riscuotendo un grande successo e che di sera in sera fa divertire il numeroso pubblico presente. E anche qui il buon Di Palermo si è sbizzarrito con i suoi fantastici scatti. E la doppia festa continuerà per tutta la settimana con un esercito di pallavolisti che o sulla sabbia o sul cemento si mostrano dei provetti atleti e deliziano gli appassionati con delle giocate di ottimo livello. Un pallone, una rete, due squadre ed è pallavolomania che per una volta prende il posto dell’ovunque presente calcio. E le feste continuano per la gioia di tutti.


SPORT

sport

& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

29

BASEBALL B

Tutto facile per il Pianeta Benessere Progetto Teramano sconfitto nettamente. Battuta d’arresto per la capolista Mastiff Arezzo

I

l Rams Viterbo aveva tutto da perdere domenica scorsa sul diamante del Santa Barbara contro la ‘cenerentola’ Progetto Teramano. Non c’è stata storia, i ragazzi del manager Alberto Massini, nonostante le scarse difficoltà, hanno rispettato la formazione avversaria, giocando la sua partite. Gara 1 è terminata 31-1 mentre gara 2 ha visto i viterbese fara ancora meglio, 36-1. Possiamo dire che è stato un buon ‘allenamento’ in vista di sfide più equilibrata. C’è da dire comunque che con queste due vittorie il Pianeta Benessere Viterbo ha confermato la seconda posizione con il Consorzio Edilpesaro corsaro contro la capolista Mastiff Arezzo per 2-0 e la Cupra Ancona anch’egli vincitrice per 2-0 in casa contro il Foggia. Nel prossimo turno, domenica 24 luglio, i viterbesi faranno visita ai Falchi Arezzo. Gara 1 alle ore 11,00, gara 2 alle 15,30. Le altre sfide: Fano - Nettuno 2 (domenica 24 alle 10,30 e 15,30); Cupra Ancona - Mastiff Arezzo (sabato 23 alle 15,30 e 20,30); Jolly Rogers - Consorzio Edilpesaro (sabato 23 alle 15,30 e 20,30); Progetto Teramana - Foggia (domenica 24 alle 10,30 e 15,30).

CLASSIFICA

VINTE

PERSE

%

BBC MASTIFF AREZZO

21

5

807

CONSORZIO EDILPESARO

19

7

730

PIANETA BENESSERE VITERBO

19

7

730

CUPRA ANCONA BASEBALL

19

7

730

FANO BASEBALL

16

10

615

JOLLY ROGER C. DELLA PESCAIA

13

13

500

NETTUNO 2

11

15

423

BC FOGGIA

7

19

269

JABIL FALCHI CASERTA

5

21

192

PROGETTO TERAMANO

0

26

0

BASEBALL C - Falisci saldamente al comando

Green Sox batte Roman’s e allunga sulle inseguitrici L

BASEBALL C - Sconfitta 14-7 ad Arezzo la formazione di Angelo Sgnaolin

I Black Hawks si bloccano davanti a Monnalisa B

attuta d’arresto per il Black Hawks Tuscia nella trasferta contro il Monnalisa Arezzo.. I ragazzi di Angelo Sgnaolin dopo un tour de force che li ha visti protagonisti nelle ultime settimane, hanno pagato sul

campo un pò di stanchezza contro una formazione ostica e organizzata alla vigilia tra le candidate alla vittoria del girone. I toscani si sono imposti 14-7.

Nel prossimo turno, domenica 24 alle 15,30, i viterbesi ospiteranno la Fiorentina vittoriosa nell’ultimo turno contro la Marconi Spoleto. Nell’altra gara Rosemar ha scon�tto Perugia.

a prima della classe Green Sox Monte�ascone contro il fanalino di coda Roman’s Cavaliere ha rispettato i pronostici. Infatti Pietro Carletti e soci hanno stracciato i capitolini per 11-1, mantenendo così al vertice appro�ttando anche della scon�tta della Mantovani Latina in casa del Cali Roma XIII per 14-6. Nell’altra s�da della giornata vittoria in trasferta dell’Insieme Latina a Ceccano per 13-4. Ha riposato Charlie Brown. Domenica prossima il Green Sox ha un turno di riposo.

CLASSIFICA

VINTE

PERSE

CLASSIFICA

VINTE

PERSE

BIG MAT ROSEMAR

11

1

GREEN SOX MONTEFIASCONE

9

1

FIORENTINA

10

2

MANTOVANI LATINA

7

2

MONNALISA AREZZO

8

4

CALI ROMA XIII

7

3

LIBERTAS PERUGIA

8

6

CHARLIE BROWN

6

3

BLACK HAWKS TUSCIA

6

9

INSIEME LATINA

2

7

CECCANO

1

8

MARCONI SPOLETO

4

9

ROMAN’S CAVALIERE

0

8

BILIARDINO - Appuntamento il prossimo 29 luglio a Colle Diana

Torneo a coppie, iscrizioni aperte I

scrizioni aperte allo Sporting Center di Colle Diana per il primo torneo di calcio balilla a coppie. La manifestazione si terrà venerdì 29 luglio con inizio alle ore 20. Per iscrizioni ed informazioni rivolgersi allo 0761 609522. Il regolamento della manifestazione prevede che possono partecipare all’evento massimo 100 coppie. La competizione sarà disciplinata dalle regole della F.I. Bi C.. Il primo premio è un bilardino Rigel.


SPORT

sportCivitavecchia

28

Civitavecchia & AltoLazio

Ha riabbracciato i vecchi amici Lupi e Di Giorgio e scherzato con i tanti curiosi che lo hanno avvicinato a corso Centocelle

Nel fotoservizio di MAURIZIO GARGIULLI a sinistra Luciano Moggi a corso Centocelle con Guido Lupi e qui a lato mentre risale nella sua auto che aveva parcheggiato sulla Trincea Ferroviaria

Moggi, consigli per gli acquisti alla Juve da Civitavecchia U

na passeggiata in centro, un caffè con gli amici di sempre e poi di nuovo via. Tra lo stupore dei passanti, Luciano Moggi ha trascorso una mattinata a Civitavecchia, in compagnia dei suoivecchi amici Guido Lupi, attuale manager di Etm e Francesco Di Giorgio (vice-presidente del San Gordiano) che lo hanno atteso, dopo la sua uscita dalla Cassa di Risparmio di Civitavecchia ed insieme hanno gustato un aperitivo al Caffè del Corso. Moggi conosce bene la città, avendo vissuto e lavorato per diversi anni

presso la stazione ferroviaria. Qualche battuta con i passanti che, nel frattempo, incuriositi dalla presenza del personaggio si sono fermati per carpire qualche “notizia” sul mercato, in particolare sulla Juventus. “Alla Juventus servirebbe un giocatore come Vucinic - ha commentato - non Giuseppe Rossi che non lo vedo adatto al gioco di Conte, dove invece Vucinic farebbe la differenza e non poco”. Inevitabile un accenno anche ai guai giudiziari che hanno investito l’ex direttore generale della Juventus. “Le mie intercettazioni han-

Martedì 19 Luglio 2011

no sempre riportato il mio nome, mentre quelle di altri personaggi noti nel modo del calcio non erano mai nominati”. Fine delle trasmissioni, un

breve saluto e di nuovo via, tra saluti di civitavecchiesi incuriositi dalle sua presenza. E chissà un arrivederci di nuovo per le vie di Civitavecchia.

Calcio - Il via ufficiale del nuovo corso (targato Pirozzi-Mattiuzzo) con uno stage al Fattori per valutare gli under da inserire in rosa

Il Civitavecchia riparte dai giovani di SIMONE FANTASIA

Tutte le date del ripescaggio in serie D

P

rimo giorno da “nerazzurro” per il neo tecnico del Civitavecchia Sergio Pirozzi che, oggi pomeriggio alle 18 sarà al Fattori per uno stage riservato ai giovani calciatori. Insieme al direttore sportivo Stefano Mattiuzzo, il tecnico del Civitavecchia potrà osservare i giovani chiamati per lo stage, molti di Civitavecchia ma anche del comprensorio che si giocheranno la possibilità di far parte della rosa nerazzurra. Una “riunione”importante, di fatto il primo approccio per la nuova dirigenza con Civitavecchia ed in particolare con i giovani: insomma un pomeriggio di lavoro, con un mercato che va avanti sempre con l’incognita della categoria. “Domani svolgeremo questo stage - commenta il diesse Mattiuzzo - che servirà per avere un’idea, insieme al mister dei giovani a disposizione, considerando che c’è un gruppo della juniores numeroso e che valuteremo attentamente, come gli altri ragazzi che scenderanno in campo al Fattori”. I giovani sono una risorsa importante, a maggior ragione se dovesse arrivare la serie D in cui rappresenta una variabile importante. Per il resto stiamo lavorando praticamente su due tavoli, ovvero con riguardo ad entrambe le categorie e questo ovviamente rende le cose molto più difficili, ma non possiamo fare altrimenti”. Dai giovani alle possibili conferme dell’attuale rosa che, anche in questo caso, sono comunque soggette all’incognita del campionato che il Civitavecchia andrà a disputare. Ancora qualche giorno di attesa, con l’ottimismo che a via Bandiera è ancora molto alto ed è giusto sia così. Capitolo conferme; anche in questo caso tutto fermo. “Abbiamo effettuato dei sondaggi - ammette il direttore sportivo nerazzurro - ma è chiaro che non possiamo dire di più.

A

ncora dieci giorni per conoscere il futuro del Civitavecchia, o meglio per capire quale campionato andrà a disputare la società nerazzurra. Sono giorni di grande lavoro in Federazione tra ricorsi e appelli, ma bisognerà attendere �ne mese per sapere cosa veramente succederà. Nel dettaglio il prossimo 22 luglio, alle 18 scadranno i termini per eventuali ricorsi. Il 25 invece sarà la volta della CovisoD che analizzerà appunto gli eventuali ricorsi presentati dalle società escluse, ma la data più E’ una situazione particolare, in cui bisognerà solo avere pazienza e aspettare che arrivino buone notizie dalla Federazione. Ma non stiamo con le mani ferme, insomma si lavora con entusiasmo e voglia di arrivare al raduno con una

squadra se non completa, però già allestita nella maggior parte”. Nel frattempo in città cresce l’attesa per sapere quale sarà, appunto, la categoria che vedrà sventolare i colori nerazzurri. L’appuntamento di oggi po-

meriggio al comunale sarà anche l’occasione per vedere la prima volta mister Pirozzi sulla panchina nerazzurra ed è lecito attendersi una buona presenza di pubblico per salutare il nuovo allenatore. La stagione 2011-2012 è praticamente iniziata.

importante sarà il Consiglio direttivo �ssato il 27. In quella data, dopo il lavoro “tecnico”sarà quindi la volta dell’organismo politico della D e lì sarà possibile capire, veramente, quali saranno le squadre che prenderanno parte al prossimo campionato nazionale dilettanti.

Qui a lato il presidente nerazzurro Adriano Clemeno (Foto Gargiulli)

Radiomercato - A Tarquinia si aspetta anche il via libera per Gravina mentre Tolfa e Santa Marinella restano in stand by

Il Corneto perde Lancioni e si butta su Sanfilippo, Verde va al Manciano

U

n mercato che continua a tenere banco, tra trattattive andate a buon �ne ed altre invece che sono saltate all’ultimo momento. Iniziamo dal Civitavecchia che, per il momento rimane alla �nestra in attesa di conoscere quale campionato andrà a disputare. Insomma una situazione per così dire di stallo che potrebbe comunque sbloccarsi nei prossimi giorni. Sempre in Eccellenza, sembra saltato l’accordo tra Mariano Lancioni e il Corneto Tarquinia, in quella che appariva come una trattativa praticamente conclusa. Il club etrusco, comunque è vicinissimo all’accordo con Massimiliano Gravina: in realtà il problema rimane il Civitavecchia che non ha ancora pronunciato il si

ma sul quale non dovrebbero esserci problemi. Tra l’altro il direttore sportivo rossoblu Ciro Granato ha anche concluso la trattativa per portare a Tarquinia il portiere San�lippo, classe 1991 e cresciuto calcisticamente con la maglia del Santa Marinella, ma nell’ultima stagione in quel di Ostia. Sempre in Eccellenza ma a Ladispoli, la dirigenza rossoblu è al lavoro per trovare almeno un paio di pedine e quindi com-

pletare un organico che possa ben �gurare in campionato. Tra l’altro con la costruzione del nuovo impianto sportivo, sarà possibile anche guardare lontano, con una programmazione che possa riportare il calcio ladispolano nelle categorie nazionali, dopo anni di assenza. Passando alla Promozione, Santa Marinella al lavoro per cercare rinforzi. La dirigenza di via delle Colonie è al lavoro per trovare rinforzi, magari giovani di prospettiva che possano dare quella marcia in più alla squadra. Non mancano

le trattative tra cui quella per portare in riva al Tirreno Bevilacqua e Cornacchia, con quest’ultimo che viene dato per sicuro con la maglia rossoblu. In casa Tolfa si continua a lavorare in vista della prossima stagione, con il presidente Giuseppe Marrocchi che sta portando avanti un progetto di valorizzazione dei giovani del posto, avando riguardo anche al contenimento dei costi, secondo quanto già fatto negli anni scorsi. Passan-

do alla Prima categoria, ma in questo caso della Toscana dove Simone Verde andrà ad indossare la maglia del Manciano che ha quindi vinto la concorrenza del Monte�ascone che pure aveva puntato forte sul giocatore civitavecchiese. Passando alla Prima categoria “locale”, Compagnia Portuale sempre con un occhio sul mercato: per il momento nessuna novità, ma i bene informati sono sicuri che nei prossimi giorni potrebbero arrivare delle novità. In seconda categoria, la San Pio X, confermato mister Nico Rogai, sta lavorando per allestire una squadra che possa ben �gurare, magari puntando alle primissime posizioni di classi�ca.


SPORT

sportCivitavecchia

Civitavecchia & AltoLazio

Martedì 19 Luglio 2011

29

Pallanuoto - Trattative aperte con i croati Herceg e Bezic ed il giovane Innocenzi

A sinistra un Calcaterra perplesso. Se tornasse a Civitavecchia potrebbe ritrovare Innocenzi (a destra) con cui ha giocato a Latina

Snc: tre nomi per il centrovasca C

alcaterra, ma non solo. Se l’attenzione mediatica è tutta rivolta al possibile rientro a Civitavecchia del forte centroboa, la Snc dal canto suo non resta alla �nestra ad aspettare che il buon ‘‘Sandrone’’ faccia la sua scelta. Il dilemma è sempre lo stesso: accettare il triennale con possibilità di un ruolo dirigenziale a �ne carriera della Snc oppure lasciarsi convincere dalla maxi-offerta economica del Posillipo, che mette sul piatto anche la possibilità di giocare con una squadra di primo livello e giocarsi così anche una chance importante di rientrare

in corsa per la nazionale e giocare il prossimo anno la sua quinta Olimpiade. Una scelta francamente non semplice, che merita un’approfondita ri�essione. La Snc però non ha più troppo tempo e dopo aver concesso una proroga all’ultimatum della scorsa settimana (doveva già decidere venerdì scorso) non vorrebbe che la vicenda si protraesse ancora a lungo. In ogni caso, come detto, il presidente Ivano Iacomelli ed il coach Marco Pagliarini (che in attesa di riconferma uf�ciale è comunque all’opera) stanno sondando anche il mercato dei centrovasca. E sono tre i

nomi in agenda: due stranieri ed un italiano. Quest’ultimo sarebbe Claudio Innocenzi, giovane classe 89, che lo scorso anno ha giocato a Latina e che proviene dal vivaio della Lazio. Le piste estere sono invece stade già battute, trattandosi di giocatori che da diversi anni militano nel campionato italiano. Come l’ex nazionale croato Hervoje Herceg, in forza agli etnei del Muri Antichi oppure René Bezic, che con il President

Bologna che ha s�orato la promozione in A1, cedendo al Catania nella �nalissima dei play off. Come nel caso di Calcaterra, non c’è ancora nulla di de�nito. E’invece uf�ciale - passando dall’A2 alla serie B - il ritorno di Marcello Del Duca sulla panchina della Tirrena per

Windsurf - La Lni ha abbracciato la sua regina dopo l’exploit mondiale

Tutto fermo per Calcaterra Del Duca torna alla Tirrena

riformare come due stagioni fa il tandem con Carlo Accorsi, che per motivi lavorativi non ha più il tempo di seguire la squadra da solo come lo scorso anno. Da de�nire ancora in che modo Marcello Del Duca continuerà a collaborare con il settore giovanile rossoceleste. C. Imp.

L’assessore Petito ne tesse le lodi e prepara le premiazioni

di CIRO IMPERATO

U

n abbraccio sincero e affettuoso. Non si è formalizzata la Lni davanti alla sua regina. Di ritorno dal trionfale mondiale in Croazia Veronica Fanciulli ha trovato la sua seconda famiglia, quella della Lega Navale, ad attenderla. C’erano tutti - dal presidente Marco Corti ai ragazzi più giovani della società - ad attenderla per potersi congratulare di persona con la campionessa della prova iridata under 19 di Zara. Un successo bello, ma sofferto che ha lasciato Veronica letteralmente priva di forze. Domenica mattina si è presentata felice, ma visibilmente stanca, nella sede sociale di lungomare Thaon de Revel, dopo una settimana di battaglie ed un lungo estenuante viaggio in macchina con mamma e papà, che le sono state vicine insieme al Ds Luca Camboni durante tutto il campionato mondiale. “E’ stata dura”, ha ribadito Veronica, provata ed a tratti quasi snervata dai capricci di Eolo. Proprio il fatto di aver vinto in una situazione dif�cile e nelle condizioni di vento (altalenante tendente al nullo) ha dato ancora maggior importanza e valore al suo successo, come ha affermato a margine della festa organizzata in suo onore dalla Lni, il suo allenatore Adriano Stella, che è anche il Ct della Nazionale: “Questa vittoria – ha detto – è stata particolarmente bella. Credo che se Veronica riuscirà a saper mantenere questa umiltà arriverà davvero lontano perché ha davvero tutte le carte in regola per fare strada in questo sport. Il talento è naturale, la passione per questo sport è enorme e poi ha una straordinaria capacità di affrontare le gare: è fredda, razionale e non si fa mai travolgere dagli eventi”. Bisognerà vedere se riuscirà anche a gestire sempre bene la pressione che si esercita su chi deve vincere sempre. Ma questo lo dirà il tempo. Un tempo che porta verso il futuro, che è poi nei fatti l’unica cosa che separa la Fanciulli da un grande

Fanciulli, la nuova Sensini Veronica è ormai l’erede designata della campionessa toscana Un ‘‘triplete’’ iridato per un palmares super V

eronica Fanciulli è nata nel 1994, per la precisione il 14 febbraio ed ha scelto di innamorarsi del windsurf. Uno sport che gli ha dato, gli sta dando e gli darà grandi soddisfazioni. In appena 17 anni, gran parte dei quali trascorsi solcando la tavola a vela alla Lega Navale di Civitavecchia, ha collezionato un palmares da fare invidia riuscendo a farsi designare dagli addetti ai lavori come l’erede naturale di Alessandra Sensini: il mito di Veronica di tutti coloro che praticano windsurf visti gli straordinari risultati raggiunti dalla velista toscana, che in carriera ha vinto tutto (anzi di più) di quello che si poteva vincere nelle competizioni nazionali ed internazionale con una media da ‘’cannibale’’ tra Mondiali, Europei e Giochi Olimpici. Tutto sommato, avvenire. “Adesso mi godo un po’ di meritato riposo – ha detto congedandosi Veronica ‘’graziata’’ dal classico tuffo in acqua di queste occasioni – ma ci rivediamo presto: devo riprendere gli allenamenti per i Mondiali di Cagliari, che a differenza di quelli Iaaf ai quali partecipano due atleti per ogni nazione, saranno aperti a tutti e quindi aumenterà il numero degli avversari”. L’impressione, però, è che in questo ultimo anno che la separa dal passaggio dal mondo giovanile a quello senior, saranno le altre a doversi preoccupare di lei e non viceversa.

quello che in sostanza ha fatto ‘’in piccolo’’ la civitavecchiese della Lni. Dopo aver fatto incetta di titolo italiani Veronica si è imposta all’attenzione mondiale con il successo nella prova iridata under 17 a Weymouth, in Inghilterra, nell’agosto del 2009 quando ancora gareggiava nella classe Techno 293; l’anno successivo ha

A

nche il Comune di Civitavecchia è stato conquistato dal clima di festa che si respira nel mondo sportivo cittadino per l’ennesima impresa di Veronica Fanciulli, laureatasi campionessa del mondo categoria Youth di windsurf (classe Rsx femminile). “Credo che il traguardo raggiunto da Veronica in Croazia – dichiara l’Assessore allo Sport, Roberto Petito – non sia un punto di arrivo, per quanto coroni un formidabile percorso dell’atleta nostra concittadina, ma possa essere un punto di partenza importante per una carriera da senior. Per quanto ha �nora mostrato in serietà, costanza dei risultati e capacità di affermarsi nelle condizioni climatiche più disparate, Veronica ha tutte le carte in regola per vestire i panni del vero astro nascente di questo sport. Merito soprattutto suo, ma anche della famiglia che l’ha sempre seguita ed incoraggiata senza mai farle perdere di vista i veri valori dello sport, merito della Lega Navale Italiana che le ha sempre fatto sentire la sua vicinanza e merito di una città che non manca di coccolarla”. La prossima settimana, non appena sia Veronica Fanciulli che il suo staff saranno disponibili, la città celebrerà il risultato sportivo con una piccola ma signi�cativa cerimonia pubblica.

concesso il bis nel Mondiale – questa volta della classe RS:X – disputatosi nell’ottobre 2010 a Limassol, Cipro completando poi il tris sabato scorso a Zara, in Croazia, questa volta nella categoria under 19. Tutto questo con in mezzo l’argento dell’estate dello scorso anno alla prima edizione dei Giochi Olimpici giovanili, disputatisi a Singapore.

Nel fotoservizio di Maurizio Gargiulli in alto Veronica Fanciulli con il suo allenatore Adriano Stella. Sopra con Mattia Camboni e lo ‘‘stato maggiore’’ della Lni e qui in basso con tutto lo staff al completo della Lega Navale


� �

sportCivitavecchia SPORT

30

Civitavecchia & AltoLazio

Martedì 19 Luglio 2011

Torneo dei Quartieri - A San Gordiano battuto il Centro Storico in un’emozionante finale degna di una kermesse riuscitissima

Il primato cittadino è di Cisterna Faro di MATTEO ROGGI

I

l Quartiere Cistera Faro/ San Liborio ha vinto la prima edizione del torneo dei Quartieri - Trofeo Maurys che si è disputato presso il campo “Luca Di Ianne” di San Gordiano . Davanti ad un nutrito pubblico non è mancato lo spettacolo, per una manifestazione veramente ben riuscita. Dopo un match combattuto il Quartiere Cisterna Faro/San Liborio ha vinto la �nalissima con il Centro Storico per 4 a 2 con reti di Garofolo, Di Bernardo (2), e Oliviero per il Faro/san liborio e Bastianelli e Di Iorio per il Centro Storico. Si è segnalata la grande partita di Di Bernardo e Mazzoni. Come era prevedibile, vista l’af�uenza delle altre partite la tribuna e l’impianto si sono riempiti di spettatori, formati da genitori parenti amici e addetti ai lavori. In più si è registrata anche la presenza delle altre squadre che non sono arrivate in �nale, visto che con grande curiosità tutti aspettavano le premiazioni. Il patron Aldo De Marco ha aperto le premiazioni �nali con un ringraziamento all’organizzazione del torneo, ai genitori e a tutti gli spettatori

F

ine settimana all’insegna del beach soccer femminile allo stabilimento “Le Due Baie” di Santa Severa, dove venerdì, sabato e domenica è andata in scena la prima fase del torneo promosso dall’Asd Tirrena Soccer. Women Civitavecchia, New Team, Hobby & Sport, Le Due Baie e Eredi Bruno Fanali si sono date battaglia nelle dieci partite in programma per conquistare i primi quattro posti utili per la quali�cazione alle semi�nali. Le ragazze della Women Civitavecchia hanno chiuso imbattute la

che hanno seguito le partite e soprattutto agli atleti che si sono impegnati sul campo dando il massimo delle loro forze dimostrando attaccamento alla manifestazione. Sono stati premiati come capocannonieri Befani, e Oliviero, come miglior portiere Cristian Giovane del Cisterna Faro/San Liborio. Anche il dottor Ivano Iacomelli si è associato al Presidente Aldo De Marco con parole di elogio per la riuscita della manifestazione premiando con targa l’arbitro Mario Sileoni, il presidente Aldo De Marco il vice Francesco Di Giorgio. La premiazione è stata pre-

In alto le due finaliste e nelle altre foto le premiazioni e la feta finale dei ragazzi di Cisterna Faro (Fotoservizio MAURIZIO GARGIULLI)

Beach soccer - Tutto esaurito nel fine settimana allo stabilimento “Le Due Baie”

Le ragazze della Women dominano la prima fase a Santa Severa prima fase ottenendo quattro vittorie in altrettanti incontri che gli sono valsi 12 punti e il primo posto in classi�ca. Al secondo posto con 9 punti hanno chiuso New Team e Hobby & Sport con le prime che hanno conquistato la piazza d’onore per la miglior differenza reti. Ha centrato la quali�cazione per le semi�nali anche la ‘‘squadra di casa” de

sentata con musiche, luci, e proiezioni dal dj Sandro Galli che ha intrattenuto i presenti. Con il testo di “We are the champions” la squadra del Faro Cisterna/San Liborio alzava la coppa il fuochista, per l’occasione, Marco La Camera dava il via allo spettacolo pirotecnico con fuochi arti�ciali che concludeva la premiazione. “E’ stata una bella kermesse - commenta Marco La Camera - con tanta gente e ovviamente i ringraziamenti vanno a tutti coloro che hanno reso possibile questa manifestazione, senza dimenticare il signor Archimede Pucci per la sua ospitalità”.

Le Due Baie che nella partita decisiva ha scon�tto le ragazze del progetto scuole Eredi Bruno Fanali per 8-7 dopo i calci di rigore. Sabato e domenica a Santa Severa si concluderà il tonrneo con le semi�nali e le �nali. Sabato alle 21 si affronteranno Hobby & Sport e New Team mentre alle 22 sarà la volta del confronto tra Women e Le Due Baie. Grande incertezza anche nella classi�ca cannonieri che vede al comando Baldasseroni con 17 reti seguita da Di Nardo con 16, Sciarretti con 15, Bernacchia con 14 e Pieroni con 8.


almanacco

& Martedì 19 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

31

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

21 Marzo - 20 Aprile ARIETE Un sole un po’ offuscato sicuramente non esalta la vostra vitalità e, anzi, ce la mette tutta

21 Aprile - 20 Maggio TORO Ma quanto tempo è che avete iniziato la vostra vacanza’..a me sembra un

per cercare di farvi cadere un po’ in depressione..anche Venere non rende le cose facili con la vostra dolce metà..potrebbero nascere discussioni legate a gelosie varie..ma sapete qual è la bella notizia?..che con questo Mercurio e questa splendida Luna supererete tutto..E ALLA GRANDE

eternità..a voi no?...è perché siete incontentabili..d’altronde succede quando ci si abitua a stare bene..ma non pensate nemmeno per un minuto che il ritorno al lavoro sia traumatico.. anzi..riceverete subito proposte da far rabbrividire di invidia tutti i vostri colleghi..AVANTI TUTTA

dante il lavoro perché non ci credo..con il giove che vi si prepara per il prossimo anno voi potete andare solo migliorando..sì cari gemellini..avete capito bene nonostante questa lunaccia di ieri e oggi voi andrete benissimo…anzi..SEMPRE MEGLIO!!!

B e l l i , p a c i o s i , tranquilli e rilassati..è così che mi piacete

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Sta per iniziare la stagione del vostro compleanno cari i miei Re del-

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE GRRRR!!!! Ma non dovrebbe essere il Leone a ruggire’..e perché oggi siete voi?..ah

amici del Cancro…quando assecondate la vostra vera natura..che è fatta di comprensione, forza ed infinita tenerezza nei confronti del mondo intero..mai come in questo momento il mondo ha bisogno del vostro amore..e voi ne date e ne ricevete..IN ABBONDANZA!

la foresta..ed è come se vi vedessi..voi le vacanze le preferite tradizionali..ad agosto..cominciate quindi a preparare le valigie non dimenticandovi creme solari e affini e date gli ultimi ritocchi al vostro lavoro..chissà che non ci scappi fuori qualche extra..DI DENARO, OVVIAMENTE

già è vero..la Luna è storta..e marte pure..non oso nemmeno pensare alla faccia del vostro partner dopo la prima ranfata..chissà perché però mi viene un po’ da ridere ad immaginarvi..forse perché il vostro senso dell’umorismo è sempre molto spiccato..e forse anche perché uno splendido Giove vi ama sempre e comunque..e allora..ALLEGRIA

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

Non so perché ma ho la sensazione che in questo ultimo periodo voi siate par-

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

Ora non mi dite che non avete r i c ev u t o qualche bella notizia ritar-

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO Voi avete una situazione piuttosto particolare cri amici del sagittario…la Luna

ticolarmente birichini..questa Venere in cancro infatti, se da una parte vi preclude la nascita di storie importanti, dall’altra vi regala una sensualità che si fa addirittura prorompente..donne del segno siete bellissime..e datemi retta…oggi se ne accorgeranno tutti..PIU’ CHE MAI

Che favola che siete amici dello scorpione.. state talmente bene e in pace con voi stessi e con gli altri che anche il vostro famigerato pungiglione sembra essersi addolcito..grazie a questa Venere meravigliosa e a questa Luna che vi sorride dal segno dei Pesci oggi sarete fortunatissimi..oltre che IPER CORTEGGIATI

in Pesci sicuramente vi creerà qualche problema che però è legato a qualche comprensibile gelosia nel vostro ambiente lavorativo..vedrete che man mano con il passare delle ore il vostro magnifico Mercurio vi darà prova della sua grande protezione, permettendovi di far tacere tutti coloro che non vi digeriscono..SI STROZZERANNO

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Che ne direste di un po’ di respiro cari amici del Capricorno?..io direi che sa-

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Cercate di divertirvi più che potete care amiche dell’Acquario.. andate a feste , cene,

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Aiutoooo!!!! Non vi sfugge niente..oggi Questa Luna che ha deciso di mettersi

rebbe anche ora che partiste per le vacanze..o no?..lo so che non vi sentite completamente in pace a causa di qualche promessa non ancora mantenuta nel campo del lavoro, ma vedrete che tra un po’ tutto cambierà..e che deve ricordarsi di voi se ne ricorderà..FINALMENTE

falò sulla spiaggia..circondatevi di amici allegri e simpatici e preparate le valigie mettendoci anche qualche mise che vi consentirà di essere le regine della serata..ci saranno infatti molte occasioni di evasione per voi..e sarete super chic..QUANTO VI PIACE, VERO?

sotto alla vostra pancia, di cominciare ad alzare la mare e portarvi su su sempre più in alto..chi vi regge più..vi metterete sul podio a giudicare e condannare..Marte in Gemelli vi rende infatti un po’ nervosetti e ..piuttosto sensitivi..voi non avete bisogno di intercettazioni..CAPTATE TUTTO

AUGURI SPECIALI AD ANDREA

Oggi lo splendido Andrea Forieri festeggia i suoi magnifici 11 anni. Ecco ad Andrea gli auguri speciali della sua adorata mamma: “Cucciolo mio, la vita è una dura battaglia. Devi stringere i pugni e continuare a combattere ogni giorno. Ricordati “NON DEVI ARRENDERTI MAI” continua a lottare sempre e sarai vincitore. Tranquillo, io sarò sempre al tuo fianco per sostenerti. BUON COMPLEANNO AMORE MIO. La tua mamma

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Martedì 19 Luglio 2011

Mercoledì 20 Luglio 2011

ore 00 cielo quasi sereno e vento da sud/ ovest a 11 km/h. Temperatura di 19,9 °C ore 03 cielo poco nuvoloso e vento da sud/ovest a 9 km/h. Temperatura di 19,7 °C ore 06 cielo poco nuvoloso e vento da sud/ovest a 9 km/h. Temperatura di 19,5 °C ore 09 cielo parz. nuvoloso e vento da sud/ovest a 11 km/h. Temperatura di 23,5 °C ore 12 cielo molto nuvoloso con qualche piccolo cumulo sparso e vento da sud/ ovest a 14 km/h. Temperatura di 24,8 °C ore 15 cielo molto nuvoloso con intense nubi cumuliformi con possibili deboli precipitazioni e vento da sud/ovest a 16 km/h. Temperatura di 24,3 °C ore 18 cielo coperto con intense nubi cumuliformi con precipitazioni e vento da sud/ ovest a 14 km/h. Temperatura di 22,8 °C ore 21 cielo coperto con precipitazioni e vento da sud a 10 km/h. Temperatura di 20,5 °C

ore 00 cielo coper to con precipitazioni e vento da sud/ovest a 15 km/h. Temperatura di 19,7 °C ore 03 cielo molto nuvoloso o coper to e vento da ovest a 14 km/h. Temperatura di 20,2 °C ore 06 cielo parz. nuvoloso e vento da sud/ovest a 10 km/h. Temperatura di 19,5 °C ore 09 cielo parz. nuvoloso e vento da ovest a 11 km/h. Temperatura di 21,8 °C ore 12 cielo parz. nuvoloso e vento da ovest a 17 km/h. Temperatura di 23,4 °C ore 15 cielo quasi sereno o poco nuvoloso e vento da ovest a 18 km/ h. Temperatura di 23,5 °C ore 18 cielo sereno e vento da ovest a 14 km/h. Temperatura di 23,2 °C ore 21 cielo sereno e vento da ovest a 9 km/h. Temperatura di 20,4 °C

FARMACIE

OGGI 19 LUGLIO RICCARDI (DIURNO E NOTTURNO) VIA DELLA PALAZZINA, 195 (VT) TEL: 0761-250825 DOMANI 20 LUGLIO FORTINI (DIURNO E NOTTURNO) VIA CAIROLI, 14 (VT) TEL: 0761-304034



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 19 luglio 2011