Page 1

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Anno II N.149 - Venerdì 24 Giugno 2011 - Euro 1,00

Cronaca

Attualità

Cronaca locale

Il museo civico rischia di subire un altro crollo

“Sul parcheggio di Molegnano il Comune dia delle risposte”

Rubati tre portafogli e un telefono Fermato e denunciato un uomo

di Luca Appia a pagina 4

di Simona Tenentini a pagina 17

di Luca Appia a pagina 4

I titolari delle discariche che non ricevono soldi da anni sono pronti a chiudere i siti. Si rischia il caos di Napoli

Rifiuti, emergenza alle porte

Altro che aumento delle tariffe, la paura è vedere le città invase dalla ‘monnezza’ EDITORIALE

Mentre in Consiglio provinciale si discute sui ricorsi al Tar contro l’aumento delle tariffe imposte dalla Regione Lazio per lo smaltimento dei ri�uti adesso sono i titolari delle discariche a scendere sul piede di guerra. Sono stu� di riempire i loro siti con i ri�uti dei Comuni morosi. Sono tanti, tantissimi. Dunque hanno optato per una serrata selvaggia che dovrebbe avere inizio la prossima settimana. Se loro non accetteranno i mezzi in discarica quest’ultimi non potranno più raccogliere i ri�uti e svuotare i cassonetti. D’estate la paura di vedere scene come quelle quotidiane di Napoli spaventa ancora di più. E’ il momento di agire e ognuno deve fare la sua parte. I sindaci facciano la loro parte e lo facciano subito.

Per avere giustizia per avere tutele parlate con Dio... di Paolo GIANLORENZO “Italia sì, Italia no... Se famo du spaghi!”. Così cantava a Sanremo quel genio pazzo di Elio “e le storie tese” tanti anni fa a Sanremo con la “Terra dei cachi”. Prima di farvi capire il perché di questo scritto, ripercorriamo velocemente qualche altro passaggio di questa straordinaria canzone: “Parcheggi abusivi, applausi abusivi, villette abusive, abusi sessuali abusivi; tanta voglia di ricominciare abusiva”. E ancora: “Appalti truccati, trapianti truccati, motorini truccati che scippano donne truccate; il visagista delle dive è truccatissimo”. E per chiudere: “Quanti problemi irrisolti ma un cuore grande così. Una pizza in compagnia, una pizza da solo; un totale di due pizze e l’Italia è questa qua”. Non è cambiato niente da allora e niente cambierà e sapete perché? Perché se si è onesti, si pagano le tasse, si subiscono soprusi, prevaricazioni e si cerca rivalsa nella Giustizia ordinaria lasciate ogni speranza o voi che ancora ci credete. Ecco la notizia. Ieri dovevano sfrattare gli abusivi di Pianeta Benessere. Altro rinvio. Sapete perché? Perché in Italia ci sono i cavilli, i sottocavilli, i sotterfugi, le furbate e chi perde soldi continuerà a farlo, chi ruba o truffa continuerà a fare il suo comodo. Rivolgetevi a Dio... Forse lui ancora ci ascolta!

di Luca APPIA a pagina 3

CRONACA

Stupro di gruppo Processo rinviato

POLITICA - Crisi in Provincia, intervista a Marco Torromacco

“Sono autonomo e indipendente”

Rinviato al 22 dicembre il processo al presunto branco accusato di aver stuprato una 15enne nel 2007. Intanto, però, i legali dei ragazzi hanno fatto opposizione al rinvio a giudizio e tutto potrebbe saltare di nuovo, fra l’indignazione della giovane vittima e delle persone che le sono accanto. Il processo allo stupro di gruppo rischia di essere una nuova storia in�nita.

Alcuni pensano che possa fare la differenza e la stampa lo tira per la giacchetta. E’ Marco Torromacco, consigliere provinciale della Lista Meroi Presidente. Le cause della crisi a Palazzo Gentili? Mancanza di unità nel Pdl. E intanto Camilli non vede l’ora che finisca la giunta. Mentre Fli chiede esplicitamente le dimissioni del Presidente.

di Luca Appia a pagina 4

di Daniele Camilli a pagina 5

CALCIO

TENNIS

Grande appuntamento oggi pomeriggio a Capranica in occasione dell’intitolazione della Scuola Calcio Romaria a Luca Pulino, malato di Sla la cui storia è decisamente straordinaria e ricca di insegnamenti per tutti. Luca sarà circondato dall’affetto dei piccoli dell’Asd Romaria e all’incontro interverranno i suoi amici di sempre.

Per una volta non ci sono state sorprese; i quarti di �nale hanno tenuto fede al pronostico ed oggi, nelle due semi�nali del torneo ITF Città di Viterbo, si affronteranno quattro teste di serie. Da una parte Grassi contro Giannessi, dall’altra Vanni contro lo sloveno Semrajc, due s�de che promettono spettacolo. In serata, poi, la �nale del doppio.

di A. Giulietti Virgulti a pagina 22

di Glauco Antoniacci a pagina 29

A Capranica Avanti i favoriti tutti per Luca al ‘Città di Viterbo’

VALLERANO

In ‘soccorso’ del circolo Pd arriva Panunzi di Simona Tenentini a pagina 16

TARQUINIA

Alessio Gambetti interviene sulla crisi turistica del Lido di Alessandro Sacripanti a pagina 10

VIGNANELLO

Il sindaco Grattarola replica alle accuse della minoranza dalla Redazione a pagina 17

TUSCANIA

Staccini annuncia l’urbanizzazione di via Sandro Pertini di Valeria Sebastiani a pagina 13


2

cronaca viterbese interni

Viterbo & & Viterbo GiovedĂŹ1 23 Giugno2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca viterbese

3

I gestori delle discariche stanchi di aspettare i pagamenti metteranno in atto l’ultimatum e chiuderanno i siti

Sul Lazio l’ombra dell’emergenza rifiuti di LUCA APPIA

I

l Lazio come Napoli? L’eventualità che le critiche condizioni delle discariche di casa nostra potessero far precipitare la regione nelle stesse sorti di emergenza ri�uti della capitale della Campania si paventa da diverso tempo, ma in questi giorni pare che la cosa sia destinata a diventare realtà. C’è già chi grida all’emergenza e chi vede da qui a una settimana l’inizio di una situazione uguale a quella che a Napoli perdura ormai da qualche anno. Il motivo dell’allarme è dato dalla chiusura delle discariche del Lazio, che dall’inizio della prossima settimana non faranno più passare i camion dei Comuni morosi. I primi ad essere avvisati della cosa mercoledì sono stati i prefetti delle cinque province del Lazio. Identica comunicazione alla presidente della Regione, Renata Polverini, al presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, al sindaco di Roma, Giovanni Alemanno alle organizzazioni sindacali e alle Aziende Sanitarie locali. L’incubo che si prospettava da tempo pare essere diventato realtà e dalla prossima settimana quasi cinque milioni di cittadini del Lazio non sapranno più dove gettare i propri ri�uti. Alla base di tutto c’è la scadenza del terzo ultimatum lanciato dai gestori delle discariche ai Comuni morosi che hanno scelto la via di non pagare. Il prossimo martedì 28 giugno scadranno i termini per la resa dei conti fra gestori delle discariche, che chiedono i soldi promessi, e Comuni morosi, che hanno deciso di non darglieli. Da quel fatidico martedì tutti i camion di ri�uti provenienti da quei parti-

colari Comuni troveranno i cancelli chiusi e dovranno fare dietrofront per tornarsene da dove sono venuti. L’esperienza napoletana ci insegna che la capacità di resistenza sarà al massimo di 48 ore, questo anche grazie al fatto che è appena arrivata la stagione calda con temperature che iniziano a superare i 30 gradi. Quindi a partire dal prossimo giovedì la visione più pessimistica impone che il Lazio inizi a diventare come il napoletano, con tanto di secchioni che trasbordano di ri�uti e pile di immondizia ammassate alla bene e meglio negli angoli dei paesi. Il braccio di ferro tra Comuni e discariche va avanti da mesi e a questo punto sembra che i gestori abbiano deciso di mettere in pratica la minaccia che sbandieravano da tempo: la chiusura. Le aziende che gestiscono il trattamento e lo smaltimento dei ri�uti nelle discariche regionali, hanno provato a forzare la mano annunciando la chiusura nella speranza di sedersi ad un tavolo di trattativa con la Regione per negoziare innanzitutto il rientro del debito stratosferico accumulato dai Comuni e poi magari una trattativa al rialzo per le tariffe, che ormai sono ferme da decenni. Dopo l’inutile attesa i gestori riuniti sotto l’ombrello della Federlazio hanno divulgato un comunicato con il quale si passa dalle minacce all’attuazione della protesta. “Preso atto che al 22 giugno il richiesto incontro non è stato ancora convocato né messo in calendario dall’Organo regionale richiesto; che nessuna iniziativa speci�ca è stata assunta dalla Regione Lazio circa il problema dei ritardati pagamenti da parte dei Comuni e la connessa inoperatività dell’art. 10 della

L’elenco dei comuni debitori

legge regionale n. 31 del 24 dicembre 2008, tant’è che il debito accumulato ammonta ad oltre 250 milioni di Euro”. La protesta spingerà il Lazio verso il baratro, annunciando che ai mezzi provenienti dai Comuni morosi verrà impedito l’accesso nelle discariche. I gestori concludono ricordando che “i Comuni hanno regolarmente incassato dai cittadini le tasse ma che si sono ben guardati dal rispettare gli impegni contrattuali”. Secondo gli imprenditore dell’immondizia i sindaci sono dunque i responsabili diretti di quanto accadrà e non le imprese che sono state costrette a ricorrere alle banche per chiedere l’anticipazione delle fatture. Una situazione disperata per tantissimi comuni, anche della Tuscia. Nell’elenco dei Comuni morosi diffuso dai gestori delle discariche non risulta il capoluogo di Viterbo, ma è ben evi-

dente la presenza di Roma. Un blocco della raccolta dei ri�uti sulla Capitale potrebbe portare a conseguenza angoscianti sia per quanto riguarda la cittadinanza, sia per l’aspetto economico derivato dal turismo, per il quale la zona del napoletano ha già scontato le pene negli anni scorsi. Dopo l’ammanco di 250 milioni di euro, comunque, i gestori dei siti hanno deciso di lavarsene le mani e mettere tutto nelle mani dei Prefetti. Saranno loro, infatti, che dovranno dare una soluzione immediata per gestire l’emergenza e per evitare la napoletanizzazione dell’intera regione. Le imprese dal canto loro prima hanno tenuto con l’aiuto delle banche, quando poi gli istituti di credito hanno smesso di dare �ducia ai Comuni e alla Regione e hanno chiuso i rubinetti, si sono trovate di fronte a un bivio: o la protesta eclatante della chiusura oppure aprire le prime procedure di falli-

Affile, Agosta, Albano Laziale, Amatrice, Ariccia, Anticoli Corrado, Anzio, Ardea, Arsoli, Borbona, Borgorose, Camerata Nuova, Campagnano di Roma, Cantalice, Cantalupo in Sabina, Capodimonte, Capranica, Caprarola, Carbognano, Casperia, Castelgandolfo, Castel Madama, Castelnuovo di Farfa, Cerreto Laziale, Cervara di Roma, Ciampino, Ciciliano, Cittaducale, Cittareale, Civitella San Paolo, Colli sul Velino, Concerviano, Configni, Contigliano, Cottanello, Fiamignano, Fiano Romano, Forano, Frasso Sabino, Fiumicino, Fontenuova, Genzano, Gerano, Jenne, Lanuvio, Latera, Latina, Leonessa, Licenza, Longone Sabino, Magliano Sabina, Mandela, Manziana, Marano Equo, Marcellina, Marcetelli, Marino, Mazzano, Mentana, Micigliano, Montenero Sabino, Montasola, Montebuono, Monterotondo, Monteleone Sabino, Montopoli di Sabina, Montorio Romano, Moricone, Morlupo, Morro Reatino, Nazzano, Nemi, Nerola, Nespolo Sabino, Nettuno, Onano, Oriolo Romano, Orte, Palombara Sabina, Percile, Pescorocchiano, Petrella Salto, Piansano, Pisoniano, Poggio Bustone, Poggio Catino, Poggio Mirteto, Poggio Nativo, Poggio San Lorenzo, Pomezia, Ponzano Romano, Posta, Rieti, Rignano Flaminio, Rivodutri, Roccantica, Roccagiovine, Rocca Sinibalda, Roiate, Roma, Ronciglione, Sacrofano, Sant’Oreste, Saracinesco, Selci Stimigliano, Subiaco, Sutri, Tarano, Terracina, Tivoli, Toffia, Torricella, Torri in Sabina, Torrita Tiberina, Turania, Vacone, Valentano, Vasanello, Vicovaro, Villa S. Giovanni in Tuscia. mento. Il disastro sembra quindi essere vicino, senza contare gli effetti che questa protesta della monnezza potrà avere sul nuovo Piano dei Ri�uti attualmente in discussione al consiglio regionale del Lazio. Nel frattempo il presidente Polverini sulla questione ha chiarito: “Fino a quando riuscirò, con i poteri assegnati dalla legislazione vigente, a gestire il problema non intendo chiedere il commissariamento dei ri�uti del Lazio. Ciò anche perchè ho

chiesto e ottenuto il sostegno delle forze politiche non solo della mia coalizione ma anche dell’opposizione. È evidente che non dobbiamo arrivare a far sì che il commissariamento sia l’unica arma possibile per evitare un altro caso-Campania. Dal principio e �no all’ultimo, con tutti gli strumenti necessari e leciti, ho detto alla mia Regione che non ci sarà un caso-Campania e farò tutto ciò che è nelle mie possibilità af�nchè questo sia realtà”.

Firmato il provvedimento che lo rende off limits alle auto fino al 4 settembre A causa della nuova fisionomia organizzativa serve un intervento del direttore generale

Centro storico blindato durante l’estate La Asl non deve perdere le professionalità P

rimo passo in avanti verso la chiusura del centro storico viterbese, desiderio di molti commercianti e cittadini del quartiere. Ieri mattina, infatti, l’assessore alla viabilità Sandro Zucchi ha firmato l’ordinanza 212 che prevede la chiusura del traffico nelle principali zone della città interessate da manifestazioni e principalmente frequentate da viterbesi e turisti. Il provvedimento è però solo temporaneo e si applicherà dal primo luglio fino al 4 settembre. “Il primo divieto di circolazione – ha spiegato l’assessore Zucchi - scatterà già da oggi (24 giugno) in piazza del Gesù, dove già da qualche settimana vigeva il divieto di sosta. Dal 1 luglio invece il divieto di circolazione interesserà anche Corso Italia, via Roma, via San Lorenzo, via Chigi e Via Cardinal La Fontaine, ad eccezione dei veicoli a servizio di invalidi muniti di apposito contrassegno, dei residenti, di medici in visita domiciliare e veicoli di pronto intervento. A tale provvedimento si aggiungerà il divieto di sosta con rimozione coattiva in Corso Italia, via Roma e via San Lorenzo. Il notevole afflusso pedonale già evi-

dente da qualche settimana imponeva anche quest’anno una simile decisione, nel rispetto delle tante iniziative in programma nel centro storico, alcune già in pieno svolgimento, ma soprattutto nel rispetto della sicurezza delle migliaia di persone che si trovano a passeggiare per tali vie”. Al provvedimento plaude anche il sindaco Marini, d’accordo sulla chiusura estiva del traffico in centro. “Come lo scorso anno - ha detto il primo cittadino saremo drastici nel condannare chiunque non rispetti tali provvedimenti. La città

ha giustamente caldeggiato tale chiusura e i viterbesi dovranno attenersi a quanto previsto e richiesto. Stesso discorso per chi verrà da fuori. La città ha bisogno di respirare e i viterbesi hanno bisogno di vivere la propria città, riscoprendo il piacere di una passeggiata a piedi, lontani da caos, clacson e da fastidiosi slalom tra un’auto e l’altra”. I provvedimenti saranno messi in atto tutte le sere dalle 21 e termineranno all’1 di notte. Un primo passo avanti per chi chiede la chiusura del centro quindi, anche se alla meta manca ancora molto. (la)

Digitale terrestre, anticipato lo switch off anche in Toscana, Umbria e viterbese

P

otrebbe essere anticipato lo switch-off al digitale terrestre per la zona della Tuscia ancora non coperta dal segnale. In una recente riunione, infatti, è stato deciso che la zona della Toscana e dell’Umbria subirano il passaggio da analogico e digitale fra il 7 novembre e 2 dicembre

di quest’anno. Inizialmente lo switchoff era previsto per la prima metà del 2012, ma il passaggio delle regioni del nord Italia potrebbe creare difficoltà nelle zona centrali e si è quindi deciso di anticipare, facendo transitare prima i territori alla nuova tecnologia televisiva.

di FULVIO MEDICI

A

bbiamo dato atto nella nostra edizione di mercoledì 15 giugno della fermezza e della decisione con la quale il direttore generale della Ausl ha provveduto a prendere i necessari accorgimenti in modo veloce e senza ripensamenti, relativamente al caso increscioso venutosi a creare nel reparto di ortopedia di Belcolle,dopo la morte di un paziente operato, a seguito di una caduta dal letto, che aveva provocato una forte emorragia subdurale cui ha fatto seguito una cerebrale. Con altrettanta franchezza riteniamo che il direttore generale della Ausl debba adottare con immediatezza i necessari provvedimenti per recuperare quelle professionalità che potrebbero avere dif�coltà di incarico a causa della nuova �sionomia organizzativa venutasi a creare a seguito del modello previsto dal nuovo atto aziendale, attualmente all’esame della Regione Lazio. Ci riferiamo in particolare alla situazione del professor Umberto Della Casa, in atto, responsabile della struttura complessa denominata chirurgia generale a degenza breve, esistente presso il dipartimento

di chirurgia del presidio ospedaliero centrale, ma che non è più prevista nel nuovo atto aziendale. Nel caso inoltre sussiste la coincidenza che in data 31/07/2011 viene a scadere l’incarico in precedenza af�dato al prof. Della Casa, con la conseguenza che non potrebbe essere rinnovato l’incarico di primario, ma af�dato altro incarico, anche di valore economico inferiore. Conosciamo bene il prof. Della Casa e riteniamo che una così prestigiosa professionalità, non debba essere perduta dall’azienda sanitaria, tutt’altro. Siamo a conoscenza che allo stato attuale è vacante il posto da primario di chirurgia dell’ospedale di

Civita Castellana, af�dato per incarico a un sostituto (ex art. 28 del CCNL 08/06/200 e successive modi�che), sarebbe un’azione meritevole mobilitare, in questa situazione, la professionalità del prof. Della Casa, che potrebbe così continuare a svolgere la propria attività �no al collocamento a riposo, previsto tra circa due anni. Tanto più che di recente, è stato sottoscritto a livello regionale (27/05/2011) fra le organizzazioni sindacali del personale dirigente medico e la presidente Polverini, un regolamento per la ricollocazione e per la mobilità del personale appartenente all’area medica a seguito dei processi di ristrutturazione. Detto regolamento, infatti, prevede che nella cronologia delle operazioni di ricollocazione e mobilità, appunto, ha priorità tassativa la ricollocazione all’interno dell’azienda. Siamo certi che il dg Pipino, come sempre, terrà in debito conto la stessa normativa, recuperando una professionalità che altrimenti potrebbe essere perduta, evitando così forse anche l’insorgere di un possibile contenzioso di cui certo l’Ausl non sente il bisogno, tante e tali sono le procedure giudiziarie in atto, come ben noto ai nostri lettori.


cronaca viterbese interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Venerdì1 24 Giugno2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Il processo al presunto branco di Montalto è stato rinviato a dicembre a causa dello sciopero degli avvocati

Stupro di gruppo, salta la prima udienza di LUCA APPIA

U

na storia che ha dif�coltà a vedere la �ne quella del presunto stupro di Montal di Castro, per il quale sono imputati ben otto ragazzi del paese sul litorale all’epoca dei fatti minorenni. La prima udienza del processo avrebbe dovuto vedere la luce ieri mattina, ma è saltata a causa dello sciopero nazionale degli avvocati, indetto dall’Organismo unitario dell’avvocatura contro l’introduzione della mediaconciliazione, l’istituto che impone il ricorso obbligatorio alla mediazione e alla conciliazione nelle controversie civili e commerciali. La prossima data �ssata dal tribunale per iniziare il processo è quella del 22 dicembre. La cosa particolare della giornata di ieri è che l’avvocato della giovane vittima si è comunque recata in tribunale, dove ha appurato che i legali degli imputati avevano presentato ricorso al rinvio a giudizio. Se la corte dovesse accettare la loro richiesta sarebbe di nuovo un nulla di fatto e si andrebbe di nuovo in un udienza per decidere sul rinvio. Il presunto stupro di gruppo risale alla notte tra il 31 marzo e il primo aprile del 2007, al termine di una festa di compleanno. Ad accusare i ragazzi è una ragazza di Tarquinia, che all’epoca aveva solo quindici anni, e che ha dichiarato di essere stato violentata dal

branco in un parco di Montalto di Castro. Un caso che non ci mise molto a salire alla ribalta delle cronache, anche nazionali, soprattutto grazie alle polemiche generate dal pagamento delle spese legali degli accusati dallo stesso Comune di Montalto di Castro, circa 6mila euro a ciascun accusato, per i quali nell’aprile scorso la Corto dei Conti condannò il primo cittadino a risarcire 15mila euro alle casse comunali. Un’azione che creo un grosso vespaio sul paese, anche perché pare che fra gli otto imputati compaia anche il nipote del sindaco del paese. Dopo l’accusa i ragazzi vennero messi “in prova” dal giudice per le udienze preliminari De Biase. Ventotto mesi di servizio civile che vennero interrotti nel luglio del 2010 grazie a un ricorso alla Cassazione della Procura Generale presentato dall’allora avvocato della ragazza, Piermaria Sciullo. La decisione di bloccare la messa in prova era stata presa anche sulla base di una trasmissione televisiva di Canale 5, nella quale gli abitanti di Montalto solidalizzavano con gli accusati e insultavano pesantemente la presunta vittima dello stupro. Qualche tempo dopo a Montalto fu anche indetta una manifestazione di piazza in difesa del sindaco Carai e della decisione di anticipare le spese legali agli otto ragazzi. Il 9 febbraio, comunque, gli imputati sono tornati in aula e gli av-

Il museo civico rischia di subire un altro crollo C

’è il concreto richio che il museo civico di Viterbo possa subire un nuovo crollo. A comunicarlo ieri pomeriggio è stato il sindaco Marini durante l’apertura del consiglio comunale. Visto che il pericolo sembra fondato e reale, il primo cittadino ha deciso di chiudere l’edi�cio e di spostare il personale dipendente in altre sedi. Il primo crollo, quello imponente, il museo civico lo subì il 25 maggio del 2005 intorno alle 18, quandò crollò a terra un’intera parete del museo. In quell’occasione fortunatamente non ci furono feriti, ma la paura fa tanta e anche i danni provocati sia alla struttura che alle auto parcheggiate a �anco del muro. Dal 2005 il museo ha subito svariati lavori di recupero e consolidamento, che però non sembrano aver portato reali bene�ci alla struttura. “Il numero degli interventi richiesti – si legge nell’ordinanza �rmata da Marini – e la loro natura hanno evidenziato uno stato di sofferenza generale dell’immobile che lascerebbe presupporre problemi non risolvibili con la semplice manutenzione. I tecnici incaricati di seguire i lavori di ripristino della parte crollata nel 2005 hanno evidenziato una serie di criticità sul tetto in legno della pinacoteca e del chiostro interno e sulla parte in muratura. I risultati del monitoraggio, della lesione sul muro di con�ne tra museo e chiesa,

Mercato immobiliare Aumentano le vendite a Roma, ma crollano nelle altre province

vocati hanno chiesto che fosse possibile sottoporli di nuovo alla messa in prova, richiesta negata dal gup del tribunale dei minori di Roma, che li ha rinviati a giudizio. Secondo il giudice, infatti, i giovani non sembravano ravveduti dopo il servizio civile e ha deciso di farli comparire di fronte alla corte che dovrà giudicare il loro caso. Sono circa quattro anni che la questione va avanti senza che ancora sia iniziato il processo e a questo proposito la giovane vittima ha fatto una dichiarazione: “Mi sento violentata ogni giorno che passa senza che nulla si muova. Se avessi saputo che sarebbe andata in questo modo non li avrei neanche denunciati”.

N

Denunciato anche per ricettazione, ha ‘rimediato’ un foglio di via obbligatorio

Ondata di furti in città, smascherato il ladro O

ndata di furti a poco tempo gli uni dagli altri. Prima a Belcolle, dove sono spariti tre portafogli, poi in un negozio del centro, dove ad andare in fumo è stato un cellulare. Furti che sembravano non avere una matrice comune, ma che gli agenti della mobile sono riusciti a ricondurre al medesimo soggetto, che è stato denunciato. Il primo furto si è consumato domenica quando tre operatori sanitari di Belcolle hanno finito il turno e sono rientrati negli spogliatoi dove hanno accertato il furto dei loro portafogli. Nella mattinata di lunedì le vittime si sono presentate in questura e hanno sporto denuncia. Qualche ora dopo negli uffici di piazzale Romiti è arrivata un’altra persona per denunciare il furto di uno smartphone all’interno di uno dei negozi del centro storico

della città. Due casi che inizialmente gli agenti non avevano collegato, ma che grazie all’attività d’indagine si sono fusi in un unico caso. Il martedì seguente, poi, la vittima del furto del cellulare ha ricevuta una telefonata da parte di un numero a lei sconosciuto su un’altra utenza telefonica. Quando ha risposto dall’altra parte del capo un uomo in dialetto romano le ha detto di aver sbagliato numero. La donna ha riferito tutto agli agenti che hanno avuto un’idea: forse il ladro aveva inserito una nuova sim all’interno del telefono, ma non aveva cancellato i numeri telefonici dall’apparecchio e per errore ha composto il numero della vittima. Sulla base della testimonianza della donna derubata, gli agenti della mobile hanno tracciato un profilo del presunto ladro e delle

zone che l’uomo poteva frequentare abitualmente. Pronti a entrare in azione i poliziotti si sono diritti in una delle zona più sospette che avevano indicato e hanno iniziato a telefonare al numero fornitogli dalla donna. Quando l’uomo ha risposto al telefono gli agenti lo hanno bloccato e portato in questura. Il fermato, M.A.V., classe ‘65 residente sul litorale romano, aveva già dei precedenti specifici ed è stato denunciato per ricettazione. Dopo un rapido controllo, inoltre, gli agenti hanno trovato anche 500 euro, la cifra contenuta nei tre portafogli del personale sanitario di Belcolle, ed è partita anche una denuncia per furto. Nei confronti dell’uomo, inoltre, la procura ha anche emesso un foglio di via obbligatorio con il divieto di tornare a Viterbo per i prossimi tre anni. (la)

el Lazio continua a migliorare l’andamento del mercato immobiliare nella zona di Roma, ma peggiore in quasi tutte le altre provincie della regione. È quanto rilevato dall’Agenzia del Territorio. Secondo l’indagine sono in aumento le transazioni (31.804, circa l’11 per cento dell’intero mercato immobiliare nazionale italiano) grazie alle performance delle province di Roma (+2,5 per cento) e Latina (+0,8) a fronte di un calo registrato a Rieti (-9,3 per cento), Viterbo (-6,8) e Frosinone (-5,6 per cento), che rimangono comunque in linea con il dato nazionale. Una situazione che forse continua a riflettere lo spettro della crisi economica globale, ma che inizia a dare i primi frutti di miglioramento, almeno nei centri cittadini più grandi. Il calo maggiore, infatti, è registrato a Rieti, una delle province più piccole del Lazio, mentre la zona della Tuscia si attesta a metà tra la prima e Frosinone, che inizia la dura risalita verso la porta positiva della bilancia. Sul versante prezzi, invece, la situazione si delimita in totale stallo. Nella media dell’intera regione i prezzi degli immobili sono rimasti quasi del tutto inalterati nell’ultimo perido, creando forse le basi per una diminuzione delle vendite almeno nella parte alta e bassa del Lazio, con l’eccezione della sola Roma e di una piccola percentuale a Latina.

A fuoco un mucchio di sterpaglie Tentano di rubare in un bar di Fabrica di Roma nella zona vicino al Bullicame In manette due stranieri pluripregiudicati

P indicano uno stato di sofferenza della muratura che potrebbe determinare condizioni di stabilità non de�nibili”. Nell’ultimo anno, inoltre, i dipendenti più volte hanno segnalato perdite d’acqua e crepe, segni tangibili che qualcosa non va. Ora tocca ai tecnici il compito di indagare sulla questione e stabilire la solidità del museo civico. (la)

S

iccolo incendio ieri nella zona del Bullicame. Ad andare a fuoco sono state un mucchietto di sterpaglie, ma la situazione poteva volgere al peggio senza l’intervento dei vigili del fuoco. L’incendio è scoppiato intorno alle 16 e i mezzi antincendio sono corsi lungo la strada per fermare le fiamme. Qualche disagio al traffico, ma la situazione si è risolta alla svelta ed è presto tornato tutto alla normalità.

Furto di vestiti nei negozi della Cassia, arrestate due donne

I

carabinieri del Compagnia di Viterbo, nel corso dei servizi predisposti dal Comando Provinciale della Tuscia, hanno proceduto all’arresto in �agranza di reato di due donne extracomunitarie. In particolare nel pomeriggio di ieri, i militari hanno arrestato due cittadine

colombiane, autrici di una serie di furti all’interno di vari esercizi commerciali presenti sulla SP Cassia Nord. Le donne, mediante l’utilizzo di apposite tronchesi, toglievano i dispositivi antitaccheggio dai prodotti che asportavano e poi al momento di uscire dal nego-

zio, distraevano i dipendenti grazie anche alla presenza di un bimbo di età inferiore ai tre anni. La refurtiva, per un valore di oltre 500 euro, veniva completamente rinvenuta e restituita agli aventi diritto. Le arrestate venivano sottoposte al regime degli arresti domiciliari.

gominata una banda di ladri che aveva contributo non poco a far crescere l’allarme sociale nel comune di Fabrica di Roma: avevano preso di mira soprattutto abitazioni e attività commerciali colpendo con sistematicità nelle prime ore della notte. La Compagnia Carabinieri di Civita Castellana, attuando con successo il coordinamento dei servizi di controllo del territorio, è riuscita a concretizzare rilevanti risultati in termini di sicurezza pubblica, rintracciando due romeni 30enni pluripregiudicati per reati speci�ci che poco prima avevano tentato un furto con scasso presso un bar sulla via Falerina. Il fatto, seppur isolato, è l’effetto operativo di una precisa e progressiva attività di contrasto ai fenomeni predatori. Così, la scorsa notte, intorno all’1.30, è arrivata la segnalazione dal sistema di videosorveglianza che ha allertato i militari, che ben presto hanno rintracciato uno degli uomini. Lo straniero, un uomo dalla stazza imponente, cercava scappare nella boscaglia con in mano ancora gli arnesi che aveva

utilizzato per scardinare l’inferriata posta a protezione dell’entrata del locale. I carabinieri hanno poi visionato le immagini della telecamera del bar, accertando che i ladri erano in due e possedevano una Renault Megane. I militari hanno comunicato ai colleghi in perlustrazione i dati dell’auto, che poco dopo hanno incrociato lungo la via con a bordo il secondo malvivente, subito arrestato. Gli stranieri sono stati accompagnati presso la caserma di Civita Castellana e poi al carcere di Viterbo ove dovranno rispondere all’interrogatorio di garanzia per il reato di furto aggravato. Gli stessi capillari servizi di controllo hanno permesso di arrestare un pregiudicato romano, il quale prima di essere dimesso dall’Ospedale Andosilla, dove si trovava ricoverato per degli accertamenti, ha rubato un cellulare ad un altro degente ricoverato nella sua stessa stanza. Il malcapitato si si è immediatamente rivolto al 112. Una volta compilato l’identikit, l’uomo è stato fermato nei pressi della stazione ferroviaria. Per lui sono scattate le manette. (la)


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

politica viterbese

5

Crisi a Palazzo Gentili, intervista al consigliere della Lista Meroi Presidente

Torromacco: “Sono indipendente” Camilli e Barboni sparano a zero

di DANIELE CAMILLI

C

risi in Provincia. Marco Torromacco dice la sua, stanco d’esser tirato per la giacchetta. Nessun gruppo d’appartenenza. Nessuna scelta preconfezionata. Con le sue scelte potrebbe fare la differenza. Ma il consigliere è autonomo e non appartiene ad alcuna delle correnti politiche del centrodestra che in questi giorni se le stanno dando di santa ragione, trasformando quello che un tempo era il pacifico consiglio provinciale in un vero e proprio campo di battaglia. Anzi, “è stata proprio l’assenza d’unità ad aver creato una situazione critica e difficile”. Al limite del tutti a casa. Due soltanto i punti di riferimento di Torromacco: la Lista Meroi Presidente – nella quale è stato eletto, “perché – come ci ha detto – nel Pdl sarebbe stato troppo facile” – e Mario Galati, assessore a Palazzo dei Priori. L’hanno più volte avvicinata ai “quarantenni”… Certo, sui giornali. Io non faccio parte di alcun gruppo. Sono autonomo e agisco solo nell’interesse del territorio. L’unica persona cui mi sento vicino è Mario Galati, che con la Provincia non ha nulla a che fare. Tant’è vero che è assessore comunale. Che giudizio dà di Meroi? Il mio parere non è positivo. L’amministrazione è

Parroncini critico su Fiera Cavalli

F

iera Cavalli, secondo Parroncini, dopo un anno niente rendicontazione a fronte di un impegno di spesa troppo elevato. “Queste informazioni corrispondono a realtà? Se così fosse sarebbe grave”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Parroncini, che sul tema ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, e all’assessore all’Agricoltura, Angela Birindelli. “A quanto mi risulta – dice Parroncini – sembra che l’edizione 2010 di Fiera Cavalli Verona abbia comportato un impegno finanziario della Regione pari a 380.000 euro. Le precedenti, svolte con la collaborazione dell’università Agraria di Tarquinia quale ente capofila, erano state però gestite e organizzate con impegni finanziari notevolmente inferiori: 150.000 euro nel 2007, 180.000 nel 2008 e 225.000 nel 2009. Inoltre, stavolta non sarebbe nemmeno ancora disponibile la rendicontazione”.Da qui l’interrogazione.“Se tutto ciò fosse confermato sarebbe estremamente grave, sia sotto il punto di vista gestionale che economico e finanziario. Presidente e assessore devono spiegare per prima cosa se sia vero – conclude Parroncini - quindi i motivi del ritardo della rendicontazione e della lievitazione della spesa. Intanto chiedo la trasmissione di tutta la documentazione inerente all’organizzazione, lo svolgimento e la gestione di Fiera Cavalli 2010”.

“Non vediamo l’ora che finisca la Giunta”

andata avanti per gruppi e fratture. Purtroppo non è stata una gestione unitaria e questo è stato il vero problema. Assieme ad una visione personalistica degli assessorati. Quale in particolare? Non c’è un assessore specifico. Si tratta semplicemente di un modo di amministrare che, ripeto, non è stato unitario. Ognuno è andato per conto suo. Ed è per questo motivo che negli ultimi due mesi mi sono allontanato dalla Provincia. Domani (oggi ndr) si elegge il nuovo Presidente del Consiglio. Per chi voterà? Staccini o Fracassini? Si dovrebbe votare…non

credo però che la questione si chiuderà in giornata. Comunque sia, non ho alcuna preclusione. Non l’ho fatto a suo tempo per Camilli e di certo non lo farò ora. Spero solo che si possa cambiare trend e tornare ad una visione condivisa delle cose. Che ne pensa della Presidenza Camilli? Ho grande stima per lui. È una figura di spessore e ha grande personalità. A mio avviso, ha governato bene il Consiglio, seppur tra mille difficoltà. Le cause della crisi vanno ricercate solo nell’assenza di unità dell’amministrazione provinciale?

Castanicoltura Lazio, lotta al cinipide

La Birindelli oggi al Mipaaf “

La Regione Lazio in un anno di attività della Giunta Polverini ha già fatto molto per il settore castanicolo regionale. Abbiamo lanciato 650 coppie di Torymus nelle province del Lazio, così come stabilito nel programma di lotta biologica al Cinipide del castagno, in punti strategici per coprire tutte le aree castanicole regionali. Inoltre, abbiamo aperto il primo Centro di moltiplicazione e allevamento del Torymus sinensi del Lazio nell’azienda sperimentale Arsial di Caprarola, per rendere autosuf�ciente la Regione Lazio riguardo al reperimento dell’antagonista naturale del cinipide del castagno. Inoltre, la Regione ha già chiesto al MIPAAF ulteriori risorse per aprire un secondo centro di riproduzione del Torymus nel Lazio”. È quanto l’assessore alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali della Regione Lazio, Angela Birindelli, riguardo il tavolo castanicolo che si riunirà oggi al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali per affrontare l’emergenza cinipide del castagno. “Oggi – aggiunge Birindelli – saremo al tavolo castanicolo af�anco

alle altre Regioni produttrici e alle associazioni di categoria per chiedere al Ministero un sostegno concreto �nalizzato a creare un coordinamento a livello nazionale per la lotta al cinipide del castagno e ad aumentare le misure �tosanitarie nazionali per scongiurare l’introduzione nel nostro paese di malattie e �topatie provenienti da altri paesi. In questo dif�cile momento per i nostri castanicoltori – conclude l’assessore - è necessaria, soprattutto, la predisposizione di interventi nazionali per il risarcimento danni ai produttori in termini di perdita di prodotto”.

Diciamo che è stata la causa principale. Quale futuro immagina per il Pdl viterbese? Dovrebbe trovare un accordo e risolvere i conflitti interni. Troppe liti, quando invece i cittadini chiedono una maggiore presenza sul territorio. E se l’accordo non dovesse essere trovato? Allora la parola va ridata agli elettori. Quindi, la vera causa della crisi che sta attraversando Palazzo Gentili va ricercata non solo nel modo di amministrare, ma anche nel Pdl locale In questo momento sì.

Non vedo l’ora che �nisca la Giunta”. Meroi si dimetta. Da una parte Camilli e dall’altra Barboni. Ex Presidente del Consiglio e Fli Etruria. E come disse il Merovingio in Matrix…”laddove voi vedete casualità, io vedo conseguenza”. Chissà, magari un giorno pure convergenza. Finora forse solo parallela, come quelle d’Aldo Moro. Tanto Piero Camilli – come riportato nell’intervista rilasciata a Melting Pot – a volte rimpiange pure la Dc. “Laica umiltà francescana”, così Barboni de�nisce la lettera di Meroi “sulla attuale situazione in seno al Consiglio Provinciale”. Spirituale o conventuale? Questo è il problema. Con tanto di “narrazione narcisistica del suo cursus honorum”. Cui però va tanto di cappello. Nonostante fosse stato “eletto sindaco come capolista (nominato) di una coalizione e deputato (nominato) in un collegio uninominale”. Perché chi ha fatto politica lo sa…che delle coalizioni non ci si può �dare così tanto. “Eletti si è quando in una lista di candidati il popolo sceglie una persona tra tante, non quando una persona rappresenta un intero cartello politico”. Rincara la dose il membro del coordinamento provinciale di Fli Etruria, prossimamente a congresso che ancora non è dato sapere se sarà unitario o cos’altro ancora. Ma Viterbo non è l’agorà. Nemmeno ce l’ha. “Per quanto riguarda la Sua popolarità – incalza inoltre – non ci

Terme ex Inps, Alvaro Ricci non ci sta Per Tuscia Vola, Viterbo come Baden Baden

Leggo i toni trionfalistici con i quali il Sindaco Marini, gli assessori Regionali, il consigliere delegato Fusco, brindano all’accordo con la Regione Lazio per la chiusura del contenzioso che da circa un decennio è in piedi tra comune di Viterbo e Regione Lazio per la proprietà dello stabilimento termale ex INPS. I ringraziamenti si sprecano, ma non dicono tutta la verità”. Alvaro Ricci non ci sta e critica i toni trionfalistici sull’intesa tra Comune e Regione che ha dato vita ad una nuova società che gestirà la struttura termale dopo anni di chiusura. Parere contrario quello di Tuscia Vola che sottolinea invece l’importanza del risultato raggiunto martedì scorso in Regione. “L’accordo – spiega il consigliere comunale del Pd – che oggi sbandierano con tanta enfasi, poteva e doveva essere raggiunto il 16 maggio del 2009, esattamente il giorno dopo che l’assessore al patrimonio della Regione Lazio, Francesco Scalia, aveva fatto approvare dalla giunta , guidata da Marrazzo, la cessione del 50% delle quote di proprietà dello stabilimento a favore del Comune di Viterbo. Insomma per motivi tutti interni al centro destra, si sono persi due anni e forse se ne sarebbero persi ancora di più se il partito democratico con grande costanza e determinazione non li avesse con-

tinuamente incalzati. Comunque meglio tardi che mai. Ora, altro passo decisivo, è quello di ripristinare la portata d’acqua termale dei pozzetti ‘gigliola’ e ‘uliveto’ che alimentavano lo stabilimento che sono attualmente a secco. Il Partito Democratico – conclude Ricci – sarà vigile af�nché non si aspettino altri dieci per far tornare l’acqua termale allo stabilimento ex INPS e dare avvio al processo di rilancio. La comunità Viterbese non può aspettare ulteriori ritardi”. Diverso il punto di vista di Tuscia Vola. “Terme ed aeroporto hanno trasformato la città tedesca di Baden Baden in uno dei centri turistici d’eccellenza del vecchio Continente. Renata Polverini, nel giro di pochi giorni, con la sottoscrizione di due importanti documenti, ha consolidato i presupposti af�nché Viterbo, nel giro di pochi anni, possa avere le stesse potenzialità di economia, sviluppo ed occupazione della nota cittadina tedesca che si è guadagnata sul campo il primato di migliore città termale europea. La de�nizione dell’accordo per la costituzione della nuova società pubblica delle Terme di Viterbo e la sigla dell’intesa Generale quadro per la realizzazione dello scalo viterbese, rappresentano sicuramente i due capisaldi per il rilancio di un territorio”. (Dan.Ca.)

sembra che nelle piazze viterbesi si siano mai radunate folle in delirio gridanti e osannanti il suo nome, poiché, voglio anche io di nuovo sottolinearlo, non è stato mai eletto, ma sempre nominato dal suo grande elettore romano”. “Tarde non furon mai grazie divine”, Machiavelli aggiungerebbe. E se ciò non bastasse, ecco ancora Camilli che interviene con la sua personalità. Che giudizio dà alla giunta Meroi? Gli domanda Canettieri. “Scarso” e su tutta la linea. I “lavori pubblici della Provincia di Viterbo sono bloccati, la Talete sta per saltare, la questione dei ri�uti non viene affrontata, il Cobalb non funziona. E poi le scuole chiudono e la sanità taglia e basta”. Insomma – dice in�ne Fli – una coalizione “dove il collante non è stato un programma condiviso, ma solo l’utile politico che se ne poteva ricavare”. Quindi non c’è pace e ‘sta mattina a Palazzo Gentili vedremo come va a �nire. Staccini-Cuzzoli-Bruni o Fracassini? Che farà l’Udc? E il centrosinistra? Si dividerà anch’esso? Grattarola e Angelelli voteranno compatti? Non ci dimentichiamo infatti che il Presidente d’Aula è eletto da tutto il Consiglio. Quindi, se il Pdl è spaccato, saranno decisivi i voti dei centristi e del Pd e la capacità di attirarli dall’una o dall’altra parte. Pertanto, laddove fosse, siamo poi così sicuri che Staccini sarà ancora vicepresidente? Non potrebbe accadere che questa carica �nisca all’opposizione? (Dan.Ca.)

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


attualità viterbese

6

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

Presentato il mastodontico programma del festival, 340 eventi dislocati in 13 location

Tutti gli uomini di Caffeina 2011 T

recentoquaranta eventi, 13 location attive, 100 volontari dislocati sul percorso, e il centro storico trasformato in una vera e propria “cittadella della cultura”. Parte così il progetto di Caffeina targato 2011. La quinta edizione di una delle migliori rassegne culturali italiane, la kermesse partirà da piazza del Plebiscito �no ad arrivare nell’antico quartiere di Pianoscarano. Il programma de�nito dal direttore artistico Filippo Rossi e dal direttore organizzativo della manifestazione Andrea Baffo, spazia dalla narrativa alla saggistica, passando anche attraverso spettacoli e laboratori per bambini di “Senza Caffeina”. Tutti gli appuntamenti in programma sono ad ingresso gratuito, fatta eccezione solo per lo spettacolo “Serata del disonore” di Paolo Rossi, che andrà in scena il 3 luglio presso il Parco del Paradosso. Tra i grandi nomi presenti Gianrico Caro�glio, Massimo Carlotto e Aldo Cazzullo, ospiti nella serata inaugurale. Il 1° luglio, invece, tocca a Toni Capuozzo, Antonio Polito e Pierluigi Battista. Poi qualche gradito ritorno, da Margaret Mazzantini e Andrea De Carlo (2 luglio) ad Enrico Mentana (4 luglio)

e Roberto Vecchioni fresco vincitore del Festival di Sanremo (5 luglio). E poi Walter Veltroni (6 luglio), Giampaolo Pansa (8 luglio), Dario Franceschini (11 luglio), i registi Roberto Faenza (7 luglio), Pupi Avati (12 luglio), Giovanni Veronesi (13 luglio) nelle tre serate in collaborazione con Tuscia Film Fest, e poi due incontri che già si annunciano scintillanti: il faccia a faccia in Piazza del Fosso tra il direttore de “Il Giornale” Alessandro Sallusti e quello de “Il Fatto quotidiano” Peter Gomez il 6 luglio e quindi l’incontro con Marco Travaglio al Parco del Paradosso l’8 luglio. E poi ancora Pier Luigi Vigna (13 luglio), Toni Capuozzo, Antonio Polito e Pierluigi Battista (1 luglio), Ezio Mauro (15 luglio) e tantissimi altri ancora, in un crescendo che mira ad accontentare tutte le fasce di pubblico. Serata �nale il 16 luglio con Serena Dandini e Vauro, in due differenti appuntamenti. Da segnalare, in�ne, che a Caffeina Cultura saranno presenti tre dei cinque autori �nalisti del Premio Strega: Luciana Castellina (3 luglio), Mario Desiati (12 luglio) ed Edoardo Nesi (16 luglio). In programma anche incontri con personaggi

Strade chiuse e divieti di sosta in città

Notte bianca: ecco il piano della polizia municipale

I molto noti nell’immaginario nazionalpopolare tra cui Alessandro Cecchi Paone (1 luglio), Vladimir Luxuria (4 luglio), Martina Colombari (5 luglio), Federico Moccia (6 luglio), Emanuele Filiberto di Savoia (8 luglio), Roberto Giacobbo (11 luglio). Ad occuparsi delle location l’architetto Giovanni Cesarini, che lavorerà a braccetto con l’amministrazione comunale, che ha già predisposto la chiusura al traf�co nelle vie dove nascerà la “cittadella della cultura”. Caffeina 2011, realizzata in collaborazione

con Unindustria Viterbo, con la Banca di Viterbo e con Sky, è sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Lazio, dalla Provincia e dal Comune di Viterbo, dalla Fondazione Carivit, dalla Camera di Commercio di Viterbo, dalla Scuola Sottuf�ciali dell’Esercito, da Confesercenti, da Federlazio, dal Cna, da Confcooperative, e dal Centro Culturale Egiziano di Roma. Inoltre, un grande aiuto viene dalle aziende private che sponsorizzano e appoggiano la manifestazione.

Presente per l’occasione anche il vescovo di Viterbo Fumagalli Aperte le iscrizioni

La lunga processione del Corpus Domini

al corso di prevenzione incendi e basso rischio

U

n momento di pura fede ed emozioni quello di ieri durante la processione del Corpus Domini a Viterbo. Presenti all’evento tutte le parrocchie del capoluogo della Tuscia che a lungo si sono preparate alla giornata di ieri. L’antica festa trae origine dal vicino miracolo di Bolsena dove nel XIII sec un sacerdote boemo, non profondamente convinto nella presenza reale di Gesù nel pane consacrato, celebrando l’Eucaristia nella basilica di Santa Cristina, vide stillare gocce di sangue che macchiarono indelebilmente il sacro corporale e le sacre pietre ancora oggi custodite a Bolsena. Il Papa di allora residente ad Orvieto, con bolla papale, due anni dopo emanerà per tutta la Chiesa Cattolica la Solennità del Corpus Domini. Alle 18.00 si terra’ la Santa Messa in Cattedrale presieduta da S.E. mons. Lino Fumagalli e animata dai cori parrocchiali della Città e al termine si svolgerà la Solenne Processione

S Eucaristica per le vie del centro con la partecipazione dei parroci della città, dei religiosi, delle aggregazioni laicali, movimenti e confraternite. Quest’anno in via del tutto straordinaria erano presenti alla processione anche i giovani e gli animatori Grest delle Parrocchie della Città che al passaggio della processione hanno cantato e formato un unico cordone per rendere

omaggio a Gesù Eucaristia e tappeti di in�orata in piazza San Lorenzo e davanti alla basilica di Santa Rosa dove si è conclusa la processione. La manifestazione è giunta al termine intorno alle 19.30 a Santa Rosa, dove c’è stata la benedizione eucaristica impartitata dal Vescovo Fumagalli, tornato in città per l’occasione e per riabbracciare i tanti fedeli e amici.

ono aperte le iscrizioni al corso di formazione obbligatoria, della durata di 4 ore, per addetti alla prevenzione incendi ad attività a rischio basso, organizzato dall’Ufficio Ambiente e Sicurezza di Confartigianato Servizi Viterbo s.r.l., Società di Servizi del sistema Confartigianato Imprese di Viterbo. Il corso si pone l’obiettivo, in ottemperanza a quanto previsto dal D.M. 10/03/98 e dal D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., di formare i soggetti che in azienda saranno addetti alla Squadra Emergenza, fornendo loro una conoscenza teorica di base. Numerosi gli argomenti che verranno affrontati dalle cause dell’incendio, alle misure di prevenzione, agli esempi aziendali. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione con valore legale che darà diritto a ricoprire l’incarico che prevede la normativa vigente. Per avere ulteriori informazioni e per le iscrizioni rivolgersi agli uffici di Confartigianato (Via I. Garbini, 29/g) ai nr. 0761.337912/42/32.

n occasione della Notte Bianca in programma a Viterbo sabato 25 giugno, il Comando di Polizia Locale ha emesso apposita ordinanza (205/2011), contenente alcune disposizioni riguardanti il traffico veicolare. Tra le principali: dalle 8 del 23 giugno alle 4 del 26 giugno (e comunque fino a cessata necessità) sarà interdetto il parcheggio e istituito il divieto di sosta con rimozione coattiva in piazza della Repubblica, largo Marconi, piazza Fontana Grande, piazza della Rocca, piazza san Faustino, piazza Martiri d’Ungheria, via Ascenzi, piazza della Vittoria. Stessi provvedimenti anche in piazza Verdi, ma a partire dalle 11 del giorno della manifestazione, dalle 17 anche in via Amendola, via San Faustino, via Cairoli, via Cavour e via Matteotti e dalle ore 20 infine in via San Lorenzo, Corso Italia, via della Sapienza, piazza delle Erbe, via Roma, via Saffi, piazza M. Fani. Divieto di circolazione veicolare invece a partire dalle 17 del 25 giugno, ad eccezione dei mezzi degli organizzatori e degli autobus della Francigena a piazza della Rocca, piazza san Faustino, via Amendola, via san Faustino, via Cairoli, piazza dei Caduti, piazza Martiri d’Ungheria, via Marconi, piazza Verdi, via

Matteotti, piazza del Plebiscito, via Ascenzi, piazza del Gesù, piazza della Morte, largo Marconi, piazza della Vittoria, via Marconi, via san Lorenzo e piazza Fontana Grande. Dalle ore 20 interruzione del traffico veicolare anche su Corso Italia, via della Sapienza, piazza delle Erbe, via Roma, via Saffi e piazza della Repubblica. Sempre a partire dalle 20 del giorno della manifestazione, gli agenti di Polizia Locale e gli altri organi di Polizia Stradale effettueranno la deviazione del traffico in via delle Fabbriche e potranno disporre all’occorrenza la chiusura di Porta Romana, con l’interdizione della circolazione in via Garibaldi, disponendo le opportune deviazioni in viale R. Capocci, via S. Maria in Gradi e via Diaz. Dalle 17 inoltre in via Signorelli e in via SS. Liberatrice verrà istituito il doppio senso di circolazione con divieto di sosta con rimozione in quest’ultima. Dalla stessa ora, ad eccezione dei residenti e dei commercianti, verrà istituito il divieto di circolazione anche in via San Bonaventura. I veicoli trovati in sosta verranno rimossi a spese dei proprietari. La versione integrale del provvedimento è consultabile sul sito www.comune.viterbo.it (servizi on line, albo pretorio, ordinanze).

Paolo Ruffini ospite al Tuscia Film Fest fa registrare il tutto esaurito di spettatori

T

utto esaurito alla Rocca Albornoz di Viterbo per la serata d’apertura del Tuscia Film Fest 2011. Di fronte a oltre trecento spettatori, l’attore Paolo Ruffini ha ricevuto il Premio Pipolo Tuscia Cinema 2011, dedicato alla memoria di Giuseppe Moccia e assegnato ogni anno a una personalità emergente del cinema italiano.

A consegnare il riconoscimento, realizzato dall’artista Massimo De Giovanni, lo scrittore e regista Federico Moccia, figlio di “Pipolo”. Presenti gli assessori alla cultura dei Comuni di Viterbo e Orvieto, Enrico Maria Contardo e Marco Marino. La serata è poi proseguita con la proiezione del film C’è chi dice no.


regione lazio

& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

7

Approvata all’unanimità la proposta di legge in Consiglio regionale

In bilancio le gare d’appalto scadute I

l Consiglio regionale del Lazio ha approvato all’unanimità una proposta di legge che prevede la possibilità di mantenere in bilancio il finanziamento per opere pubbliche per le quali siano scaduti i termini per l’indizione della gara d’appalto, in caso di domanda del soggetto beneficiario del finanziamento stesso. Sarà la direzione regionale competente a valutare le motivazioni per cui Comuni e Province non hanno ancora perfezionato l’iter burocratico e concedere o meno la proroga richiesta. Il provvedimento si applica anche ai finanziamenti concessi prima della data di entrata in vigore della norma approvata oggi. In questa maniera saranno riattivati anche i fondi concessi e poi revocati. In caso contrario le amministrazioni, non solo avrebbero perso fondi importanti per realizzare opere pubbliche, ma rischiavano anche di dover far fronte a eventuali obbligazioni verso terzi, impegni presi proprio in

Soddisfatto il vice presidente Bruno Astorre

“Le opere pubbliche migliorano la qualità della vita dei cittadini” B

virtù del finanziamento regionale. “Si tratta di scuole, strade, opere fognarie – ha spiegato il primo firmatario Bruno Astorre (Pd) – opere che rischiavano di saltare per il tempo concesso troppo breve. Non si tratta di una proroga tacita, ma consente agli uffici della Regione di valutare i motivi per i quali non sia stata fatta ancora la gara

d’appalto”. “E’ una legge che riguarda molti Comuni – ha dichiarato il presidente della commissione Lavori pubblici e Politica della Casa, Rodolfo Gigli (Udc) – solo nel settore delle opere pubbliche sono circa 40 i progetti che possono essere sbloccati con queste nuove norme. Rischiavamo, insomma, di perdere molti finanziamenti per opere

attese dai cittadini”. L’assessore ai Lavori pubblici Luca Malcotti ha spiegato che la Giunta “aveva introdotto una norma che voleva porre fine alle proroghe indiscriminate, ma l’effetto è stato diverso da quello auspicato: con la legge approvata oggi troviamo un giusto equilibrio, dando risposte a tutti i Comuni del Lazio interessati a questo problema”.

runo Astorre, vice presidente del Consiglio regionale del Lazio ha inviato una nota alla stampa. Con il voto favorevole sulla proposta di legge circa le procedure di �nanziamento delle opere pubbliche, già approvata all’unanimità in Commissione Lavori Pubblici e di cui sono stato il proponente principale, abbiamo �nalmente sanato un vulnus, creato dalla manovra di bilancio del dicembre scorso, che aveva determinato la sospensione dei �nanziamenti per gli Enti locali che avevano fatto richiesta motivata di proroga. Voglio ringraziare l’Assessore Luca Malcotti e il presidente della Commissione Rodolfo Gigli, per aver condiviso questo importante obiettivo comune e per aver lavorato af�nché si procedesse a una rapida discussione in aula. Le opere pubbliche restano

il volano dell’economia municipale e uno dei capisaldi per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini. L’approvazione all’unanimità della proposta di legge oggi in Aula sblocca circa 100 milioni di euro e permette la ripresa di quei �nanziamenti, ora revocati o sospesi, per progetti e lavori importanti, se non addirittura fondamentali, per gli Enti locali.

Di ritorno da Bruxelles Molti appuntamenti tra cultura, musica e sagre Basta violenza sulle donne Battistoni ringrazia Tajani Girovagando per il Lazio senza noia La Consulta Femminile ha presentato il nuovo bando

L

a violenza contro le donne rappresenta uno dei crimini più efferati contro l’umanità, le cui conseguenze investono profondamente l’intera collettività. La Consulta Femminile per le Pari Opportunità della Regione Lazio, presieduta da Donatina Persichetti, al �ne di contrastare questo crescente fenomeno e diffondere la cultura della non violenza, ha promosso, per il quarto anno consecutivo, il bando di concorso “Mai più violenza: esci dal silenzio” edizione 2011. L’iniziativa è �nalizzata al coinvolgimento delle nuove generazioni nella diffusione della cultura della non violenza e del rispetto della persona e alla conoscenza delle conseguenze della violenza che segnano profondamente la personalità della donna e il suo contesto relazionale, minando, al contempo, il grado di civiltà dell’intera comunità. La Consulta Femminile ritiene pertanto necessario stimolare, nell’ambito delle attività didattiche e di ricerca, un’approfondita analisi del fenomeno, coinvolgendo le studentesse, gli studenti, il corpo docente e gli organismi istituzionali, anche femminili, nella ricerca di possibili azioni da perseguire per denunciare ogni forma di violenza sulle donne. Tutte le opere pervenute saranno esposte in occasione della cerimonia di premiazione e costituiranno documentazione della Consulta

per rappresentare alla collettività il messaggio delle nuove generazioni per arrestare la violenza contro le donne. Le tre opere premiate saranno valorizzate e destinate alla diffusione del messaggio contro la violenza sulle donne mediante l’af�ssione del manifesto dell’opera �gurativa nei capoluoghi di provincia della nostra Regione, la stampa e la diffusione del trattato letterario e la promozione di spot pubblicitari del contributo multimediale, al �ne di contribuire a sollecitare una ri�essione consapevole sulla violenza che investa l’intera collettività invitandola all’individuazione di percorsi “alternativi” e di comportamenti rispettosi di sé e degli altri. La pubblicazione e la diffusione delle opere vincitrici avverrà in concomitanza con la celebrazione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, che ricorre il 25 Novembre. Il concorso si rivolge agli studenti e studentesse delle scuole medie superiori di secondo grado, statali e paritarie ed agli allievi dei percorsi triennali di istruzione e formazione del Lazio. Tre le sezioni nelle quali cimentarsi: - breve componimento di singole/i candidate/i o di gruppo; - elaborati artistici di singole/i candidate/i o di gruppo; - elaborati multimediali di singole/i candidate/i o di gruppo;

V

oglio esprimere i miei ringraziamenti agli europarlamentari Tajani e Pallone, che ci hanno ospitato a Bruxelles, dandoci la possibilità di approfondire una serie di tematiche che vedono coinvolto il nostro territorio” è quanto dichiarato oggi, dal Presidente della Commissione regionale agricoltura, Francesco Battistoni di ritorno da Bruxelles insieme ad una delegazione di amministratori della Tuscia. “E’ stata una due giorni – prosegue Battistoni – ricca di impegni, che ci ha permesso di cogliere spunti interessanti sui quali lavorare nell’interesse dei nostri territori e dei nostri imprenditori. Il protocollo d’intesa presentatoci dal vicepresidente della Commissione europea Tajani, che coinvolge le nazioni attraversate dalla Via Francigena, è un esempio di come anche la nostra Provincia potrebbe trarre bene�ci notevoli sia in termini di turismo religioso che culturale e rurale. Ma anche i temi affrontati con l’On. Pallone sulla piccola e media impresa e sull’opportunità di reperire �nanziamenti per i Comuni sono stati motivo di approfondimento tra gli amministratori locali presenti”. “Sono opportunità – conclude – che, quando si presentano, i nostri rappresentanti locali sono felici di cogliere per avere un confronto diretto con una realtà che sembra ancora così lontana da noi, ma che invece ci vede coinvolti molto da vicino. Per questo mi auspico che esperienze

T

ra leggenda e storia la città dei Rutuli, Ardea, riscopre le sue tradizioni con l’evento Cacio e pepe all’ombra del castello organizzato dalla Proloco dal 24 giugno al 3 luglio. Piatto saporito e tradizionale che deve le sue origini allo spirito di arrangiamento e alla praticità dei pastori verrà servito all’ombra del Castello Sforza – Cesarini di Ardea. Appuntamento con il Festival della Complessità a Tarquinia dal 24 al 26 giugno. Non si tratta di un convegno tra esperti, non è una passerella di scienziati. E’ un momento di incontro e “conversazione” tra persone che vogliono conversare in un’atmosfera pacata,rilassante. Anche quest’anno tra chi parla e chi ascolta non ci saranno barriere: tavolini, scrivanie,palchi o pedane che creano asimmetria. Le conversazioni si svolgono, volutamente, in piccole piazze, piccole chiese o sale che possono ospitare al massimo 100 / 150 persone. Perché la suggestione dei luoghi e dei temi faranno di ogni conversazione un’esperienza unica, irripetibile, basata sull’esserci, sull’immediatezza della parola. Nel corso del festival sarà possibile gustare i sapori della cucina maremmana e trascorrere dei giorni tra cultura, storia, arte nell’ambientazione di Tarquinia che, oltre alle necropoli etrusche e al suo centro storico, offre siti suggestivi dal punto di vista naturalistico e paesaggistico come le Saline e l’Ara della Regina. Restando in provincia di Roma, ma lontani dal litorale potremmo saltare da una cantina vinicola all’altra degustando i vini delle 23 aziende presenti a Montelibretti

per la V edizione di Sapori di…vini. Sarà un viaggio attraverso i ricordi della vendemmia, del duro lavoro nei campi e della pigiatura nei tini che rallegrava tutti. Mezze maniche con salsiccia e �gorilli, �chi verdi del primo raccolto, panzanella, salsicce, le golose pizze fritte dolci o salate e la zuppa di lumache completeranno il tutto. Dal 24 al 26 giugno l’ef�mero diventa protagonista a Poggio Moiano in provincia di Rieti. Oltre trecento metri di tappeti �oreali posti lungo la passeggiata del centro storico, così Poggio Moiano accoglie i turisti per l’In�orata artistica del paese, tra le più importati e accreditate nel panorama “�oreale” italiano. Rose, gerani, calendule, agapanti e persino alcuni tipi di foglie, selezionate non solo in base al colore, ma anche per la forma o per le caratteristiche della super�cie, lucida o vellutata comporranno splendide tele artistiche. Stand gastronomici, mostre e spettacoli faranno da cornice alla kermesse insieme alla consueta Sagra della bruschetta, dove sarà possibile assaggiare l’olio dop della Sabina insieme alla Pasta alla Sabinese (pomodoro e olive) e alle altre tipicità locali. Salendo sulla Salaria verso Rieti, arriviamo a Leonessa che per il week end del 24/26 giugno dà il via alla 109° edizione del Palio del Velluto per celebrare la memoria della feudataria Margherita d’Austria, �glia dell’imperatore Carlo V. Fastosi cortei e �guranti con abiti in perfetto stile, giochi popolari e taverne con vino e cibi dell’ epoca riempiranno le tre giornate di festa.


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

provincia di roma

9

BRACCIANO - Due giorni di incontri per la ‘Festa dell’Intercultura’ contro l’intolleranza

Una ‘piazza’ senza frontiere di SARAH PANATTA

U

n weekend per aprire squarci di sereno nella nebbia del razzismo e dei pregiudizi. Due giorni per trasmettere la gioia dell’incontro a coloro che della paura e dell’odio immotivato fanno una trincea impenetrabile. Domani 25 e domenica 26 giugno a Bracciano si alza il sipario meticcio e solidale della “Festa dell’Intercultura”, coacervo di iniziative ed eventi promossi dalla Consulta Distrettuale F3 per le Politiche Migratorie e dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Bracciano. Due giorni per diffondere il verbo non invadente ma necessario dell’integrazione, non intesa come parola vuota, etichetta ipocrita che riporta slogan di carta pesta, bensì come movimento di relazioni reciproche, di commistione di volti, esperienze e volontà. Una festa dunque che attraverso la conoscenza tra i popoli fonde italiani e migranti, si spinge al di là della “pelle”, e spera di cominciare a tradurre con paci�ca accoglienza il linguaggio comune della convivenza quale mescolamento inevitabile e fruttuoso basato sulla demolizione della ghettizzazione a base “cromatica”. La manifestazione giunge, con entusiasmo degli organizzatori e

degli artisti partecipanti, alla sua terza edizione e trova rinnovato palco scenico nella centrale Piazza IV novembre (piazza del comune). Protagonisti, oltre agli occhi e alla voce di tutti coloro che vorranno prendere parte a questo lungo party multietnico, la musica, la danza, il teatro, i giochi per bambini e il cibo, strumenti per percepire, ricostruire e imparare ad assaporare e contemporaneamente accettare la bellezza della diversità, debellando i germi pericolosi e invisibili

dell’intolleranza, vero male da prevenire del nostro secolo di frontiere e di “�ussi” incontenibili. Per raggiungere simili ambiziosi obiettivi saranno presenti attivamente molte delle associazioni del territorio. Tra gli ospiti vanno ricordati “Generazione Musica”, Alpa Sumak, Jack Tama, Tai Takiwayra, Marcelo Janni, White Rappers e Scream Freedom che, assieme a molti altri, intratterranno il pubblico con musiche e spettacoli provenienti dall’Italia e

dal mondo. Il programma degli appuntamenti si snoda in una serie folta e intricata di attività, simbolo e mimesi dello scambio culturale che la festa ha deciso di proporre, straripando oltre gli argini convenzionali di età, sesso, religione, nazionalità, lingua. Domani dalle 8.00 alle 18.00, presso i campi del liceo Ignazio Vian si terrà il terzo torneo di calcetto a 5 al quale sarà possibile partecipare ad una sola condizione: che le squadre siano quanto più possibile un arazzo di etnie e provenienze disparate. Nei pomeriggi delle due giornate sono previsti momenti dedicati ai bambini, fra cui i giochi multietnici a cura di “Cngei” e “Associazione Cantieri Comuni”, nel corso delle quali i più piccoli potranno approcciarsi e divertirsi con i coetanei di vari paesi senza restrizioni e controlli. Nel frattempo, gli adulti potranno interagire nel corso di dibattiti e visitare gli stand e le mostre che saranno realizzate. Le serate saranno in�ne territorio culinario, occasione irripetibile per assaggiare piatti provenienti dall’Africa, dal Latino America e dall’Europa Orientale, cene multietniche e, a seguire, i ritmi vorticosi, magici e “plurali” relativi alle principali tradizioni musicali nazionali e internazionali

LADISPOLI - Erano nel magazzino di un commerciante egiziano

I Carabinieri ritrovano le scocche di molte autovetture rubate

di BRUNA DI BERARDINO

N

umerose autovetture rubate sono state scoperte dai Carabinieri della Stazione di Ladispoli, in un’area recintata di circa 100mq di proprietà di un commerciante egiziano di 46 anni. Nella rimessa dell’uomo, impiegato proprio nel campo dei ricambi per autovetture, i Carabinieri hanno rinvenuto un container ed un capannone all’interno dei quali erano state immagazzinate, sotto a grossi teloni, le “scocche” tagliate in due di 4 lussuosi e nuovissimi modelli di Suv della BMW, risultati rubati il mese scorso in varie zone della Capitale, del valore complessivo di oltre 500.000 euro. Le auto erano state minuziosamente smontate ed

ogni minimo componente era stato sigillato ed imballato, pronto per essere venduto come pezzo di ricambio. Un piano ben congegnato, rovinato da un apparato satellitare installato proprio su uno dei Suv “cannibalizzati”: il segnale di allarme è partito dalla centralina ed ha fornito alla Centrale Operativa dei Carabinieri la sua esatta posizione, facendo saltare il buisiness del cittadino egiziano. Oltre ai veicoli, nel deposito i militari hanno sequestrato targhe, documenti ed effetti personali dei legittimi proprietari delle auto. Il 46enne è stato associato al carcere di Civitavecchia dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di fronte alla quale dovrà rispondere dell’accusa di riciclaggio.

BRACCIANO - Da domani una raffinata esposizione presso la Galleria Artidec

Gli ‘Invisibili’ in mostra collettiva CERENOVA

Ancora allarme zecche nella zona di Largo Roma

A

Cerenova continuano a riprodursi le zecche, Inef�caci gli interventi effettuati �no ad oggi. Largo Roma è un’isola verde ubicata nei pressi del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Cerenova, adottata da molti proprietari di cani che vi passeggiano in tutte le ore del giorno e della serata. E’ un’area verde frequentata anche da tante mamme e bambini. Purtroppo risulta infestata dalle zecche e nonostante l’assicurazione da parte dell’assessore all’Ambiente Domenico Grassetti in merito a due interventi di disinfestazione già effettuati ed altri previsti, la situazione non è cambiata. “Ho letto l’articolo riguardante le zecche - dichiara un residente - il problema è rimasto invariato. Ieri siamo tornati sul prato e tre zecche si sono attaccate al mio cane; questa sera andrò a denunciare il Comune perché il problema sta diventando sempre più serio”.

I

nnesti di elementi in sostanza polimorfa, tetra eppure lucente. Inquadrature sul buio, poeta silente del mondo. Collage e ri-unioni, incisioni e plastici volumi, piccole installazioni sull’ignoto del quotidiano. Ceramica, pittura e scultura, trio di muse mistiche, testimoni oniriche e allusive della realtà, in esposizione prolungata alla Galleria Artidec di Bracciano (in vicolo del Campanile 5) da domani �no al 30 agosto, con le opere selezionate di dodici artisti provenienti da Italia, Finlandia, Germania e Giappone. Crocevia etnicosensoriale per una mostra collettiva di sperimentazione e talenti estroversi ed eterogenei, anche molto giovani, accomunati dalla scelta dei materiali naturali e arti�ciali, mixati con svariate tecniche, studiate e re-inventate in percorsi che raccontano con entità-mosaico, frammenti di colore e polvere, tra accumuli e dissolvenze, il cosmo fuori e dentro di noi. La Galleria Artidec diverrà nicchia neutrale, antro primordiale dal calore familiare, in cui le singole opere dialogheranno dalle reciproche angolazioni, sussurrando con la loro apparente casualità il valore del proprio magma, foriero di verità diverse, aperte all’immagina-

ĀȀ̀ЀԀ‫܀؀‬Ȁ̀ࠀऀĀȀ̀̀ȀЀԀ‫؀‬Ѐ‫ࠀ̀؀܀‬Ȁ‫਀؀ऀ܀‬ЀԀ‫؀‬Ѐ Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬Ȁ

਀଀Ԁ̀ЀȀऀఀഀ฀฀ༀ ༀഀऀȀကȀఀ਀ЀȀ‫؀‬Ѐ̀ഀက̀‫؀‬ЀԀഀᄀᄀሀȀ‫܀‬ఀጀЀ᐀ᔀЀࠀᘀကఀ਀ЀᜀጀᔀЀԀഀᄀЀ‫܀‬ഀ᠀਀ᄀȀऀഀကఀ਀ЀԀ‫؀‬Ѐ ഀ‫᠀਀܀‬Ȁᤀ‫਀؀‬ကഀЀԀഀᄀᄀȀЀᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀᬀ ကᄀऀऀ Āሀጀ᐀ᄀᔀᘀሀጀᜀऀऀ ᠀ᄀᤀᤀᄀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᨀᘀᤀᬀᄀᰀᴀᘀሀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᠀ᘀḀᘀἀᄀḀᜀ !ᘀᄀᔀЀЀ ᰀᴀḀḀሀἀ !"#$ЀЀ %ᴀḀḀሀἀ##"&"#'ЀЀ "(#"#)*"$ᰀἀḀᴀЀЀ +ᴀ,Ѐ Ḁሀᴀ(ᴀ,-"*"$Ѐ./00ᔀЀ1ἀЀ(#ἀᰀ*"ἀ#$ЀḀἀЀ($ ἀЀ-$ +Ḁᴀ(("&ἀЀ%"Ѐࠀ"ᰀሀऀ#$ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ'ऀ%ἀЀἀ((ᴀ2ᰀἀ,ᴀЀἀЀ+,$2ᴀ##"Ѐ ᴀ%"ἀᰀ#ᴀЀ !ἀᰀ%$ᔀЀἀЀ3+,$2ᴀ##"Ѐᴀ%Ѐ"ᰀ"*"ἀ#"&ᴀЀ%"Ѐ#ᴀ,*"4Ѐ%ἀЀ,ᴀἀḀ"**ἀ,ᴀЀᰀᴀḀЀ#ᴀ,,"#$,"$Ѐ%ᴀ"Ѐ-$ )ᰀ"Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀЀȀḀḀ) "ᴀ,ᴀᔀЀ Āᴀ,&ᴀ#ᴀ,"ᔀЀ ᄀἀ%"(+$Ḁ"ᔀЀ ऀἀᰀ*"ἀᰀἀᔀЀ ऀ$ᰀ#ἀḀ#$Ѐ %"Ѐ Āἀ(#,$ᔀЀ ̀ἀᰀ#ἀЀ ऀἀ,"ᰀᴀḀḀἀᔀЀ ఀἀ,5)"ᰀ"ἀЀ ᴀЀ ఀ$Ḁ6ἀᔀЀ +ᴀ,Ѐ ḀᴀЀ 6"ᰀἀḀ"#'Ѐ ᴀЀ -$ᰀЀḀἀЀ,"+ἀ,#"*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ(ᴀ2)"#$Ѐ"ᰀ%"-ἀ#ᴀ7

zione dei fruitori. L’evento, organizzato con il consueto, consolidato patrocinio del Comune di Bracciano, farà af�orare allo sguardo dei visitatori creazioni di Pirjo Eronen (ceramista �nlandese, da 20 anni in Italia, radicato ormai nel territorio della Tuscia con il suo laboratorio a Tolfa), Massimo Melloni (pittore transdisciplinare, scenografo e scultore di fama), Sinikka Maki-Lertola, Leena Knuuttila (ceramista e scultrice di ingegno, che cerca di plasmare emozioni dalla creta), Carla Mancini, Suvi Mannonen, Fabrizio Naggi, Vittoria Panunzi (giovane interprete dell’informale), Wolf Polloth, Silvia Vatovec, Caterina Vitellozzi (romana giramondo, esperta del mosaico come ri�essione mistilinea sull’abbraccio ambiente-uomo) e Ivy Wong. L’esposizione sarà inaugurata domani pomeriggio alle ore 17.30 e sarà visitabile il sabato (dalle 16.30 alle 20.00) e la domenica (dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00). (Sa.Pa)

(ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀऀ ࠀ᐀" ᄀᔀᘀሀጀᜀ&ऀऀऀ ‫܀‬ᤀἀᰀ"ᔀᘀሀጀᜀऀऀऀ ᜀ Āሀᰀᴀᄀᔀᘀሀጀᜀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀ(ᄀ*"ἀᜀऀ+",,*ᘀ ᄀ&ऀ-ᜀ᐀ᘀ ᘀጀᄀऀ ᬀᰀᜀḀᜀጀἀᘀḀᄀऀᜀऀᰀᘀᄀ,ᘀ*ᘀἀᄀἀᘀḀᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀԀᰀἀᜀ&ऀԀἀἀᘀḀᘀἀ.ऀᜀऀ଀ᜀጀᘀऀ "*ἀ"ᰀᄀ*ᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀ /ሀ*ሀጀἀᄀᰀᘀᄀἀሀ&ऀऀ 0ᘀ*ᄀጀἀᰀሀᬀᘀᄀऀऀ ᜀऀ ,ᜀጀᜀ0ᘀ ᜀጀᔀᄀ ࠀ"ᰀሀ 1ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ ᨀᘀ ᜀᰀ ᄀ ( ᘀᜀጀἀᘀ0ᘀ ᄀ ᜀ 2ᜀ ጀሀ*ሀ3ᘀ ᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ Ԁᤀᤀᘀᤀἀᜀጀᔀᄀ ᄀ3*ᘀ ᄀጀᔀᘀᄀጀᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᴀᄀᤀᤀᘀᴀሀ ऀऀऀ ऀ5ᘀᴀᬀሀᰀἀሀ ऀऀऀ ऀऀऀ 4 ऀ %ऀऀऀऀ฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀऀऀ ऀऀऀऀऀऀ ᴀሀ ऀ ऀऀऀऀ᐀ᘀऀ ᘀऀऀऀऀ ऀऀऀ ऀᴀᄀᤀᤀ ᰀἀሀऀऀऀ ऀऀऀऀ ऀऀऀ ሀ ऀᘀᴀᬀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀ"ጀ ऀऀἀሀ ᄀ ऀऀऀ ऀᜀᰀሀ3 ऀऀऀ ऀऀऀ ऀᜀᤀᤀᜀᰀᜀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᬀሀἀᰀ. ऀऀऀ ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ ᘀᄀᤀ "ጀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀऀऀऀ ऀऀ +ᜀᰀ ᜀ᐀ᘀ,ᘀ*ᜀ6ऀऀ%ऀ ऀऀ !ᘀऀऀऀऀ ᰀᘀ 4%฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ% ᐀ᘀऀऀऀ ऀᤀሀᬀᰀᄀᘀጀ᐀ᘀ ᄀἀሀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀ7"ᜀ**ሀ ऀᤀऀऀ"ᬀᜀᰀᘀሀᰀᘀऀᄀ ऀऀ ऀऀ ऀᰀᘀ !ᘀᜀᤀἀᜀऀ ሀጀऀᘀᴀᬀሀᰀἀᘀ ऀ*ᜀ ऀऀ (ᄀᰀᄀጀጀሀऀᰀᜀᤀᬀᘀጀἀᜀ

ᄀἀЀ +,ᴀ(ᴀᰀ#ἀ*"$ᰀᴀЀ %ᴀḀḀᴀЀ ,"-1"ᴀ(#ᴀЀ %$&,'Ѐ ἀ&&ᴀᰀ",ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ Ḁἀ Ѐ -$ +"Ḁἀ*"$ᰀᴀЀ %"Ѐ )ᰀ Ѐ 3(-1ᴀ%ἀ4Ѐ -1ᴀЀ " Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ#,$&ᴀ,ἀᰀᰀ$Ѐ%"(+$ᰀ"!"ḀᴀᔀЀ)ᰀ"#ἀ ᴀᰀ#ᴀЀἀḀЀ-$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ-$ +Ḁᴀ#$Ѐ%ᴀḀ Ѐ!ἀᰀ%$ Ѐ./00ᔀЀ+,ᴀ(($ЀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ %ᴀḀḀἀ Ѐ ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀ ЀĀἀ,"-"&ᔀЀ ("#ἀ Ѐ"ᰀЀ ଀"ἀ Ѐ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀ Ѐ890. Ѐ:Ѐ Ā"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀ Ѐἀ+ᴀ,#ἀ Ѐ"ḀЀ Ḁ)ᰀᴀ%;ᔀ Ѐ ᴀ,-$Ḁᴀ%;Ѐ ᴀЀ ЀЀᴀЀЀЀ ᰀ ЀЀ ЀЀ $ᰀ%ἀ*"$ ᨀ ЀЀᴀЀЀḀЀЀЀЀḀЀἀЀЀЀ ЀЀ % ,ᰀᴀ#ЀЀ ЀЀ ("#$ Ѐ "ᰀ#ЀЀᴀЀЀЀ "ḀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ$ % &ᴀᰀᴀ,%;Ѐ %ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ <ጀ// Ѐ ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ 0.ጀᜀ/ᔀЀ $Ѐ -$ᰀ()Ḁ#ἀᰀ ЀЀ ЀЀ#ЀЀጀ ЀЀጀ" "-"& ЀЀ ,ЀЀЀЀ ЀЀᴀ-ἀ ᰀ ЀЀ ===ጀ6$ᰀ%ἀ*"$ ЀЀ ЀЀ,"ጀ ЀЀ $ Ѐ(ЀᴀЀЀ## "Ѐ"ЀЀЀ #Ѐ)##ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ +ᴀ, ЀЀ฀ऀ ЀЀ ऀऀ ฀ ऀЀЀఀഀ ЀЀ ऀऀ ЀЀऀЀЀက89က‫܀‬Ȁ Ѐ>ЀḀ Ѐ ሀЀЀ฀Ѐ฀ ЀЀ4ЀЀЀЀЀ $ ЀЀ Ѐ3Ѐ!ἀᰀ% ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ#ᴀ ᴀ(ᴀᰀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ %ᴀᰀ*ἀЀ% Ѐ(Ѐ-ἀ Ѐ%Ѐ"ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ,ЀЀЀЀ "ᰀᴀ ЀЀ ‫؀‬ḀЀЀ#ЀЀЀᴀЀЀЀ ‫؀‬Ѐ($22ᴀ##"Ѐ"ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"ЀἀЀ,"-1"ᴀ%ᴀ,ᴀЀḀሀἀ((ᴀ2ᰀἀ*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ6$ᰀ%"Ѐ+ᴀ,Ѐ"ḀЀ6"ᰀἀᰀ*"ἀ ᴀᰀ#$Ѐ%"Ѐ+,$2ᴀ##"ЀЀ,"6ᴀ,"!"Ḁ"Ѐἀ"Ѐ(ᴀ##$,"Ѐ ()%%ᴀ##"ᔀЀ %ᴀ!!$ᰀ$Ѐ "ᰀ&"ἀ,ᴀЀ ḀᴀЀ Ḁ$,$Ѐ ,"-1"ᴀ(#ᴀᔀЀ ᴀ(-Ḁ)("&ἀ ᴀᰀ#ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ ,ἀ--$ ἀᰀ%ἀ#ἀЀ +$(#ἀḀᴀЀ -$ᰀЀ ἀ&&"($Ѐ %" ,"-ᴀ&" ᴀᰀ#$ᔀЀ"ᰀ%","**ἀᰀ%$ḀᴀЀἀ7 ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀĀἀ((ἀЀ%"Ѐ‫("܀‬+ἀ, "$Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀ଀"ἀЀ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀЀ8?0/?0.Ѐ:Ѐ///@ᜀЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀༀ‫ऀ܀‬ᬀጀ ଀ᄀጀ᐀ሀऀఀഀ฀฀ऀ:ऀ ሀጀऀᘀጀ᐀ᘀ ᄀᔀᘀሀጀᜀऀ᐀ᜀ*ऀᤀᜀἀἀሀᰀᜀऀ᐀ᘀऀᄀᬀᬀᄀᰀἀᜀጀᜀጀᔀᄀऀ᐀ᜀ*ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ% Ѐᰀ$ᰀ Ѐ Ѐ ЀᴀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ"ᰀ%"-ἀ#$ Ѐ ЀЀЀ Ѐ($+,ἀ Ѐ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀᴀḀḀ$ Ѐ5Ѐ ) Ѐ%Ѐ ἀЀЀЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ%"&ᴀ,($ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀЀ $%$ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀ"#ᴀ Ѐ(+ᴀ Ѐ % ЀЀᴀЀЀЀЀЀ ἀᰀ% Ѐ%$ Ѐ ЀḀᴀ Ѐ ЀЀЀ ἀ*"$ᰀᴀЀЀЀ ,ЀЀЀЀ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀ-$ᰀ("%ᴀ ᴀ(ᴀЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀЀЀ+Ѐ ,ЀЀЀЀ Ѐ က$ᰀ ЀЀ ЀЀЀЀ(ἀ,ἀᰀᰀ$ ,ЀЀ +ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ἀ#ἀ Ѐ ЀЀЀЀ #ἀЀЀЀ ᴀ%ᴀ#ЀЀЀЀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ḀἀЀЀЀ ЀἀЀḀЀЀЀЀ ᰀ#ᴀЀЀЀ ЀЀ ᴀЀЀЀЀ ЀЀ ()Ѐ -ЀЀᴀ(("&ἀ #ᴀЀЀЀЀ "ЀЀЀЀ Ѐ(+ᴀ% Ѐ ЀЀ ḀЀЀᴀЀЀЀЀ ЀЀᴀḀ Ѐ5Ѐ) ЀᴀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ*ἀ ЀЀᴀЀЀᰀ ЀЀ ᰀ Ѐἀ++ Ѐ ἀЀЀ,#ᴀ Ѐ%" Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ #ЀЀ#Ѐ$Ѐ,ᴀ (ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ЀᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀ ἀЀЀ*"$ᰀ" ЀЀ"Ѐ"ᰀ Ѐ% Ḁᴀ Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀᴀᰀ#" ᰀ ЀЀ -$ᰀ#ᴀ ᴀጀ ЀЀ ḀЀЀЀЀ Ѐ+$( Ѐ #ἀ Ѐ#Ѐ"ЀЀЀ !,$ЀЀЀ Ѐ"ḀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ Ѐ6ЀᴀЀЀ%ᴀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ 6ЀЀἀЀ,' ЀЀЀ ἀḀᴀЀ ЀЀ ЀЀ5) Ḁἀ ࠀᴀ,Ѐ #)##"Ѐ "Ѐ -1"ἀ," ᴀᰀ#"Ѐ "ᰀЀ $,%"ᰀᴀЀ ἀḀЀ -$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ %ᴀḀЀ !ἀᰀ%$Ѐ ᴀ%Ѐ ἀḀḀᴀЀ ,ᴀḀἀ#"&ᴀЀ +,$-ᴀ%),ᴀᔀЀ "Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ +$(($ᰀ$Ѐ,"&$Ḁ2ᴀ,("ЀἀḀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ%ᴀḀḀἀЀᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀἀḀЀ#ᴀḀᴀ6$ᰀ$ЀᰀጀЀ/᐀AAጀᜀB.<᐀Ѐ:Ѐ/᐀AAጀ.@0᐀.ጀ ᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀЀĀጀ‫܀‬ጀЀĀ‫؀‬Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬ȀЀ ‫؀‬ᄀЀࠀ‫܀‬ഀ̀‫؀‬Ԁഀကఀഀ

Ȁ&&ጀЀ଀"ᰀ-ᴀᰀ*$ЀĀἀ--"ἀ2Ḁ"ἀ


litorale viterbese

10

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

TARQUINIA - Il consigliere dell’Università Agraria Alessio Gambetti ha una ‘sua’ ricetta per rilanciare il turismo

Lido, la cura si chiama programmazione

TARQUINIA - Controlli potenziati contro atti vandalici Chi blatera che al Lido L’estate è più sicura non c’è Movida?

di ALESSANDRO SACRIPANTI

Per il nostro Lido serve più attenzione e cura, o meglio, una seria programmazione pubblica, �nalizzata al suo rilancio turistico, che ad oggi, non c’è stata, inutile quindi, che ci si nasconda dietro un dito”. Con queste parole esordisce Alessio Gambetti, consigliere del Popolo della Libertà all’Università Agraria, rivolto all’amministrazione comunale. E proprio in merito alle recenti azioni intraprese dal Comune aggiunge –”Oltre ai lavori, iniziati in piena ‘stagione balneare’, che, come recita l’ordinanza n. 8029 del 28 maggio 2011, �rmata dal sindaco Mazzola, inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre, ci sono anche una serie di criticità, che in questi anni, sono state ampiamente trascurate”. E in questo campo Gambetti punta il dito contro Mazzola –”Non è stata trascurata, l’impellente necessità per il Lido, di ridipingere i parcheggi a pagamento e non solo, ‘creandoli di nuovi’, come quelli su viale Cristoforo Colombo. Di contro invece, la segnaletica stradale orizzontale, nell’80% circa, delle zone interne del Lido è inesistente. Vedi infatti gli attraversamenti pedonali, linee di corsia e stop, come del resto, la segnaletica stradale

D

Alessio Gambetti verticale. Sempre sulla segnaletica – prosegue il consigliere del Pdl - era il 27 marzo 2011, quando l’amministrazione Mazzola, dichiarava di aver posizionato, anche a Tarquinia Lido, dei 200 segnali con codice QR, disposti per la città. Oggi – tuona Gambetti - mi chiedo dove sono. Come invece dichiarato, dell’area camper, si tratta di un’area di sosta ‘approssimata’ e di ‘emergenza’, è altresì, necessaria invece, un’area camper attrezzata. Tarquinia e il suo Lido devono guardare anche al ‘turismo itinerante’, quello che muove in Italia e nel mondo milioni di appassionati. Il

nostro Lido – continua Gambetti - necessita di una programmazione di bilancio seria e continuativa, �nalizzata al rilancio della località balneare, che segua due direttrici di lavoro, la riquali�cazione urbana e l’organizzazione di un calendario degli eventi. Tutto questo – conclude Alessio Gambetti del Popolo della Libertà - deve essere supportato, da un serio ‘progetto di marketing territoriale’, che possa guidare, durante tutto il mandato elettorale, l’amministrazione comunale, nel centrare l’obiettivo dell’atteso rilancio turistico del nostro Lido”.

a giorni qualcuno si ostina a diffondere notizie prive di fondamento al solo scopo di allontanare i turisti dal Lido di Tarquinia? Noi sappiamo per certo che, chi diffonde queste notizie, lo fa in malafede e soprattutto non conoscendo affatto quanto si sta svolgendo e quanto si svolgerà lungo il mare di Tarquinia e all’interno degli stabilimenti balneari. In effetti, i commercianti, i titolari degli stabilimenti balneari e l’amministrazione comunale ha piani�cato un ricco calendario di eventi che, probabilmente, qualcuno non vuole far conoscere e non diffondere. All’interno degli stabilimenti balneari e ristoranti ci sono serate d’intrattenimento di vario genere. Così come i mercatini e le altre iniziative di successo saranno riproposte anche quest’anno. Insomma, chi volesse mangiare un gelato, farsi una passeggiata sul lungomare e fermarsi a cena potrà stare certo che troverà qualcosa da vedere o da ascoltare.

con la Polizia Locale

A

l via l’estate sicura del Comune di Tarquinia. Dal 24 giugno al mese di settembre, la Polizia Locale potenzierà i controlli notturni (�no alle ore 3) sul territorio per tutelare il patrimonio pubblico dagli atti vandalici e per garantire la sicurezza stradale nelle aree urbane ad alta densità di traf�co. Al riguardo, con l’uso di telelaser ed etilometri, la Polizia Locale intensi�cherà i posti di blocco per far rispettare i limiti di velocità e per contrastare l’abuso di alcol da parte degli automobilisti. Si ricorda quindi che ai sensi della legge n. 120 del 2010 i titolari dei locali che distribuiscono bevande alcoliche dovranno vietarne la vendita a partire dalla mezzanotte. Qualora i gestori intendano proseguire l’attività, dovranno munirsi di un apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico, per metterlo a disposizione dei clienti che vogliano veri�care il proprio stato di idoneità alla guida. All’interno e all’esterno del locale andranno inoltre installate le apposite tabelle previste dalla

legge. Ogni chiarimento potrà essere richiesto al comando della Polizia Locale. «I principali obiettivi dell’iniziativa sono il presidio del territorio anche di notte e una maggiore sicurezza sulla rete viaria. – afferma il sindaco Mauro Mazzola(nella foto) – Rivolgo perciò un appello forte ai cittadini, soprattutto ai giovani, perché vivano l’estate divertendosi in modo responsabile e non mettano a rischio l’incolumità propria e quella degli altri».

TARQUINIA - Continua il successo di Solimani in mostra alla Biennale con il ritratto di un’anonima cittadina

TARQUINIA - Promossa da Assonautica e Unioncamere per festeggiare l’Unità d’Italia

T

O

Tre opere tarquiniesi a Spoleto e Urbino La Staffetta Nautica sbarca in città re pregevoli quadri, la cui realizzazione è legata alla città di Tarquinia, saranno esposti in due prestigiose mostre d’arte a Urbino e Spoleto. Infatti, martedì 28 giugno, alle 17.30, a Urbino, nell’orto dell’abbondanza del prestigioso Palazzo Ducale, sarà esposta un’opera intitolata “Silvia” che è il ritratto di una giovane tarquiniese, la cui identità per il momento rimane misteriosa. Il quadro è stato realizzato dal pittore Stefano Solimani, artista marchigiano molto legato alla città di Tarquinia. Il quadro è inserito nel Padiglione Italia della Regione Marche, della 54^ Biennale Internazionale d’Arte di Venezia, che sarà inaugurato dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. Le altre due opere, intitolate rispettivamente “La resurrezione” e “La cena di Emmaus” fanno parte di una mostra personale dal titolo “A sua immagine”, patrocinata dall’assessorato alla cultura della provincia di Perugia, che sarà inaugurata venerdì 1 Luglio, alle ore 18, nella splendida cornice settecentesca di Villa Redenta a Spoleto, nell’ambito del “Festival dei due mondi” e che resterà aperta fino al 17 Luglio con orario 10-13 e 16-20. La mostra è curata dal professor Alberto D’Atanasio, docente di Sto-

‘Silvia’ di Stefano Solimani ria dell’Arte e Semiologia dei Linguaggi non Verbali, autore anche del catalogo. Queste due opere sono state esposte nei mesi scorsi all’interno del Duomo di Tarquinia. Fu il compianto Vescovo Carlo Chenis che sollecitò l’artista Stefano Solimani a esporle in anteprima all’interno della prestigiosa chiesa. I due quadri fanno parte di una serie di 14 opere che vanno dall’annunciazione alla salvezza. “L’evento

– scrive il professor Alberto D’Atanasio - è un percorso spirituale attraverso opere che comunicano messaggi appartenenti alla sfera non solo religiosa ma dell’inconscio. Esse narrano del Dio che si è fatto uomo e attraverso la condivisione della condizione umana arriva nel profondo dei cuori e delle coscienze.” Per maggiori informazioni: (numero da non pubblicare) Stefano Solimani 348.3400179.

ggi fa tappa nella Tuscia la Staffetta Nautica promossa dall’Assonautica italiana e da Unioncamere in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Dopo poco più di un mese di navigazione sbarcherà sulla spiaggia di Tarquinia presso la sede dell’Assonautica provinciale, proveniente dall’isola del Giglio, una delegazione con il prezioso testimone costituito dalla bandiera italiana e dalla pergamena recante le �rme apposte dai prefetti che partendo da Imperia ha toccato i porti dell’alto Tirreno. Ad accogliere il testimone, alle ore 11, il prefetto di Viterbo Antonella Scolamiero, insieme al sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola, al presidente della Provincia Marcello Meroi e al presidente della Camera di Commercio Ferindo Palombella. “Siamo particolarmente onorati – dichiara Francesco Monzillo, presidente dell’Assonautica di Viterbo – di aver aderito a questa manifestazione che a partire dalle comuni radici e passioni sottolinea ancor di più lo stretto legame con le altre associazioni provinciali e la nostra mission per la valorizzazione la nautica”. La manifestazione è realizzata grazie alla preziosa collaborazione della Guardia Costiera, del Comune di Tarquinia, della Protezione Civile e dei

Circoli velici della provincia. Dopo la cerimonia il testimone sarà preso in carico dal Circolo Vela della Tuscia che a bordo dell’imbarcazione Aramis, lo condurrà al Porto di Ostia per la cerimonia conclusiva della Staffetta Nautica in programma per il prossimo 26 giugno, dove si congiungerà con l’altra staffetta partita da Trieste, accolta dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dal Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro.


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11

MONTALTO - Tra archeologia e piatti genuini il ‘Casaletto Mengarelli’ è una delizia per occhi e palato

Sapori etruschi al centro del Parco di Vulci di GIOVANNI CORONA

S

elvaggia, dura, impervia: è questa l’immagine più comune della Maremma che si accorda ad un’ idea saporita e ricca della cucina di questa terra. La riscoperta delle tradizioni a Vulci non parla solamente di arte e archeologia ma interessa anche il gusto per piatti genuini fatti di ingredienti naturali. Il panoramico punto di ristoro del “Casaletto Mengarelli”, inserito nel cuore del Parco Archeologico di Vulci - lungo il sentiero che dalla bi-

La denuncia di ‘Noi di Montalto e Pescia’

glietteria porta al Laghetto del Pellicone-, offre appunto alcune delle pietanze tipiche della cucina maremmana. Ricordando l’antico detto del luogo “Di paglia o di fieno basta il corpo sia pieno”, che in realtà sminuisce in parte la cura nella preparazione dei cibi, propria della tradizione gastronomica locale, al Casaletto Mengarelli si possono gustare degli appetitosi salumi di cinghiale, molto in voga nella cucina della Maremma. Altro piatto tipico sono le zuppe, che nei semplici ingredienti ricordano i

“Il parcheggio della stazione è uno spettacolo indecente” L

Sopra e a sinistra: immagini del Casaletto Mengarelli frugali pasti dei butteri consumati intorno al fuoco durante le lunghe soste dopo interminabili cavalcate. Non può inoltre mancare in tavola il “cacio maremmano”: un saporito formaggio di pecora, da accompagnare magari con un robusto rosso di Sovana o un Morellino di Scansano. Il menù del parco naturalistico archeologico di Vulci termina con crostate e tozzetti da innaffiare con un bianco di Pitigliano, rinomato vino di questa terra etrusca. Il ristorante, aper-

to tutti i giorni dalle dieci del mattino fino a tarda sera, è dotato di un’ampia sala interna climatizzata e di una veranda esterna. Nel gennaio di quest’anno l’attività è stata rilevata da Raniero Ronca –presidente della Cristofori Maria Ines S.r.l.- ed ha una gestione familiare, con un totale di 4 dipendenti.Oltre i tanti piatti della cucina tipica locale, il Casaletto possiede uno splendido forno a legna ed un camino esterno, con la possibilità di gustare ottimi piatti di carne.

’associazione Noi di Montalto e Pescia, nonostante la stagione estiva e la voglia di mare, prosegue la sua battaglia civica per contribuire al rinnovamento del Comune di Montalto di Castro. L’attenzione dell’associazione, oggi, è rivolta alla degradante situazione della stazione ferroviaria locale. Ogni giorno decine di persone provenienti anche dai paesi limitro�, nonché turisti che abitano nelle residenze estive, si recano alla stazione per raggiungere i luoghi di lavoro o le Università, utilizzando il trasporto ferroviario. Qui sorge il problema: il parcheggio della stazione è piccolo, pieno di buche, scarsamente illuminato e mal servito dal trasporto pubblico locale. La �la delle automobili parcheggiate sul ciglio della strada, in condizioni di non sicurezza, è lunghissima ed arriva quasi alla strada provinciale che porta a Marina di Montalto. “Uno spettacolo indecente – afferma il direttivo dell’as-

sociazione Noi di Montalto e Pescia -, il Comune, nonostante le numerose lamentele dei cittadini e dei comitati dei pendolari, che negli anni si sono rivolti alle istituzioni, ancora non ha fatto niente. L’amministrazione è proprietaria di un lotto di terreno adiacente al parcheggio che potrebbe essere destinato al suo ampliamento, garantendo a tutti i cittadini di recarsi alla stazione e poter serenamente e regolarmente parcheggiare la propria auto, senza rischiare di trovarla danneggiata o multata”. I problemi sul territorio ci sono, ma la cosa più grave è che non si lavora per superarli. L’associazione, attirando l’attenzione sul problema che i tanti pendolari subiscono ogni giorno e suggerendo all’assessore ai lavori pubblici Brizi di far studiare la fattibilità dell’ampliamento del parcheggio, vuole contribuire a migliorare la qualità di vita dei suoi concittadini e dei turisti.(G.C.)


12

tuscania

Viterbo & GiovedĂŹ 23 Giugno 2011 AltoLazio


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

13

VETRALLA - Boom di presenze nei primi tre giorni della kermesse organizzata dalla Pro Loco

Un trionfo di Fiori alla finestra e cene in cantina P

Foto Gennaro Giardino

rosegue a gon�e vele la XVIII edizione di “Fiori alla �nestra e cene in cantina”, la kermesse organizzata dalla Pro loco in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, la Provincia e la Regione tra cultura, turismo, gastronomia, rispetto per l’ambiente, passione per gli animali e le attività sportive. Sono felice, ha detto la presidente della Pro Loco Ida Maria Brama Di Marco di aver visto così tanta partecipazione di giovani e famiglie nei primi tre giorni della manifestazione, questo signi�ca che la festa è diventata ormai un appuntamento impedibile, un’occasione per far riscoprire

al grande pubblico le tradizioni contadine e gastronomiche legate al nostro territorio. Chi giunge a Vetralla in questi giorni avrà l’occasione di scoprire le sue peculiarità impreziosite dagli abbellimenti �oreali che davvero quest’anno non mancano. E’ stato l’intervento dei vivaisti locali, ma soprattutto la risposta positiva della cittadinanza all’invito di noi organizzatori prosegue la presidente, a far si che ogni strada, ogni vicolo, ogni piazza del centro storico sia diventata un’aiuola di quel giardino rigoglioso di colori e profumi che è in questi giorni il paese. Le bancarelle, le mostre a tema, i negozietti di artigianato aperti per l’occasione, gli allestimenti dei “botteganti”che rispondono alla parola d’ordine” i vecchi mestieri, l’arte contadina e i suoi attrezzi”, le iniziative e gli spettacoli che allietano le serate, ci stanno mostrando una Vetralla che tutti vorremmo che sia e ci auguriamo che l’incanto non �nisca qui. Intanto il programma ha preso via ieri con la compagnia teatrale dei Dilettanti con la commedia “Si n’ce fusse io”. Oggi dopo il laboratorio per bambini all’aperto in via Cassia interna, ”Modellando la creta” a cura di Viterterra, Cimino Photo Short Film Festival presenta in piazza della Rocca il “Festival di Cortometraggi”. A piazza

Umberto I, Musica doc con il gruppo” Nossa Bossa”.Domani, torneo di Burraco a piazza Umberto I; in via Roma 5 Unique club “Erba Volant”.Lectio magistralis prof.A Rosati; in via Cassia interna il laboratorio della creta per bambini; in piazza della Rocca Esibizione di Kung Fu tradizionale a cura del L’ASD. Rebel Dragon, e la sera sempre in piazza della Rocca l’atteso concerto dell’apprezzato gruppo locale Le irritazioni & alina live cover Lit�ba Ligabue Negrita Vasco e…… preceduto dal karaoke con il cantante “Sandy”; a piazza Umberto I balli di gruppo con “Ballando con Cristina”. Domenica prossi-

ma al mattino Motoraduno e IX Memorial “Aldo Onofri” a cura dei ”Diavoli della Tuscia”, nel pomeriggio “I giardini nascosti”. Visita guidata alla scoperta dell’incanto di luoghi verdi inediti e sconosciuti e “Modellando la creta”laboratorio per bambini. Seguirà la solenne processione del Corpus Domini. A chiusura della festa La Compagnia di Teatro Popolare“ Li Focò-Caprarola” presenta “Che �ne ha fatto lo direttore?” seguirà l’estrazione della lotteria ”Fiori alla �nestra e cene in cantina” con in palio tra gli altri una splendida vespa Piaggio 150 e la premiazione per le migliori �oriture.

sterrata che li costringe a subire il disagio di polverone d’estate e fango d’inverno. Col tempo si provvederà ad installare pozzetti e lampioni adeguati. “ Sto facendo tutto quello che mi è possibile per accellerare i tempi

che porteranno all’avvio dei lavori-conclude StacciniD’altronde è un merito per questa amministrazione aver risolto e risolvere problemi e questioni annose come le urbanizzazioni ancora mancanti”.

TUSCANIA - Il vicesindaco Roberto Staccini annuncia l’imminente inizio dei lavori

Via Sandro Pertini, arriva l’urbanizzazione di VALERIA SEBASTIANI

L

’urbanizzazione di via Sandro Pertini non sarà più un miraggio. Lo anuncia il vicesindaco Roberto Staccini(nella foto) non senza un po’ di amarezza. D’altronde lui, la storia delle nove villette a schiera a ridosso del quartiere Ater, ex Gescal, la conosce bene. Nel 2003 la cooperativa edilizia ‘Tartaglia Conte di Lavello’ che intraprese i lavori di costruzione e che rappresenta tutti i residenti versò al Comune gli oneri della Bucalossi. Da allora l’urbanizzazione fu ripetutamente richiesta ma mai ottenuta. Nonostante la convenzione tra cooperativa e Comune ponesse un limite di tempo di 720 giorni per dare inizio ai lavori dopo il versamento della

tassa dovuta. Dal 2003 si sono succedute due diverse amministrazioni ed un commissario prefettizio. Oggi dopo otto anni sembra giusto e logico dare finalmente ai cittadini quel che gli spetta. Dicevamo che Staccini conosce bene la situazione, infatti il vicesindaco è uno dei residenti della via, se via oggi si può chiamare. “ Quella di via Sandro pertini è l’ultima urbanizzazione legata alla Bucalossi che oggi non esiste più. Da otto anni i residenti della zona pagano i disagi di vivere in una strada sterrata. Anche se chiaramente è giunto il momento di non delegare ulteriormente la questione, per non andare incontro alle solite malelingue e per onestà mi sono premurato perchè l’ammi-

nistrazioone attuale, in cui ricopro il ruolo di vicesindaco, ponesse mano a tutte le opere di urbanizzazione ancora da effettuare nel territorio comunale prima di passare a risolvere il problema di via Pertini.” Oggi che anche Via Caduti di Nassyria ha trovato pace, nessun ostacolo per dare il via ai lavori. O forse uno: i soldi. E’ qui che il vicesindaco non può nascondere l’amarezza. “Oggi per effettuare i lavori di urbanizzazione dovremmo spendere molto più di quanto si sarebbe reso necessario nel 2003. Le precedenti amministrazioni hanno fatto orecchie da mercante alle ripetute proteste e sollecitazioni dei cittadini ed oggi ci troviamo a sobbarcarci spese che non dovremmo avere.

Il Comune è tenuto ad effettuare i lavori, secondo quanto prevedeva la legge sulla Bucalossi. In caso contrario il rischio è anche quello di trovarsi ad affrontare un contenzioso legale con chi, avendo già pagato si aspetta di ricevere quanto gli è dovuto.” La spesa non è di poco conto. Si tratta di circa 120.000 euro. Il Comune dovrà vedere se possibile reperirli dalle proprie casse, come è stato per via Nassirya, magari usufruendo di contributi oppure se accendere un mutuo. per il momento gli abitanti di via Sandro pertini dovranno accontentarsi del manto stradale. Che è già qualcosa visto che il problema più grande per i residenti della zona è proprio quello della strada


comprensorio

14

Viterbo & Venerdì 24 Giugno 2011 AltoLazio

CIVITA DI BAGNOREGIO - Quest’anno al festival teatrale anche il grande Giorgio Albertazzi

Tutto pronto per il ritorno di Civit’Arte D

al 7 luglio all’11 agosto a Civita di Bagnoregio torna Civit’Arte. Il festival teatrale offre anche quest’anno, un cartellone d’eccezione, la cui peculiarità è la capacità di spaziare nei generi teatrali più amati dal pubblico. Un programma di livello assoluto con la presenza di uno dei mostri sacri del teatro internazionale: Giorgio Albertazzi, che l’8 agosto, alle 21, a Piazza S. Donato, si esibirà in “Dante è tutto. Prima di Albertazzi, il festival propone, il 7 luglio, sempre in Piazza S. Donato, “Dolly”, messo in scena dal laboratorio teatrale dell’istituto casa S. Rosa, centro di riabilitazione dell’Opera Don Guanella, di Roma. Il 13 luglio, gradito ritorno di Debora Caprioglio, che interpreta “Il Decamerone”, alle 21, in piazza Luigi Cristofori, a Bagnoregio. Si prosegue il 30 luglio, alle 21, a Civita, con “A day in the life of the city”, progetto a cura del Cut di Viterbo. Altri due appuntamenti, tutti e due alle 21, in piazza Cristofori: il 1 agosto, con “Semi�nale di Partita”, di Paride Mensa; e il 9 agosto, con “Fedra” di Seneca, con Denny Mendez. Gran �nale, l’11 agosto, con un caro amico di

Civit’Arte, Mariano Rigillo, che insieme a Anna Teresa Rossini offre al pubblico “Buongiorno contessa, ovvero Mare, Amore e De Pretore. “Civit’Arte è uno di quegli esempi di vitalità e spessore culturale che la provincia di Viterbo riesce ad offrire – ha esordito in conferenza stampa, l’assessore provinciale ala Cultura, Giuseppe Fraticelli - quello che è stato allestito è un programma di grande qualità, a testimonianza della valenza nazionale della manifestazione”. Parole di stima anche dal-

l’assessore al Turismo Andrea Danti: “Cultura e turismo sono sempre più collegati tra loro . Il nostro territorio piace ma sconta il problema di essere poco conosciuto. Iniziative come questa sono per questo motivo molto importanti e meritano il pieno appoggio delle istituzioni”. “Siamo profondamente soddisfatti per il livello e la varietà offerti dal cartellone dell’edizione 2011 – ha affermato il sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti -. Ci eravamo imposti un ulteriore salto rispetto alla

qualità raggiunta lo scorso anno. Credo che grazie alla presenza del Maestro Giorgio Albertazzi, siamo riusciti a tenere fede all’impegno. Voglio ringraziare la Regione Lazio, la Provincia di Viterbo, e il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, che pure quest’anno ci hanno sostenuto”. “Già lo scorso anno Civit’Arte – ha proseguito il direttore artistico, Fabrizio Vona - si impose su scala nazionale come uno dei Festival più riusciti. Allora dissi che l’ambizione era di riportare il festival a livello nazionale. Credo che questo traguardo sia stato ampiamente raggiunto”. A concludere la presentazione è la madrina dell’evento, Debora Caprioglio: “Con Civita di Bagnoregio, già tre anni fa, è stato amore a prima vista – ha rivelato l’attrice – la Tuscia è uno dei territori più belli della penisola, perché ha saputo mantenere il suo aspetto naturale e merita di esser maggiormente conosciuto. Ringrazio le istituzioni locali perché dimostrano di credere nella cultura in un periodo molto dif�cile in cui da molte altre parti si è stati costretti a chiudere le manifestazioni”.(V.S.)

ACQUAPENDENTE - Grande soddisfazione per il Grest della Parrocchia

Don Enrico coinvolge i ragazzi delle elementari di FULVIO MEDICI

Foto Fit

G

rande successo per il Grest 2011 ad Acquapendente. Oltre cento i bambini delle scuole elementari che stanno frequentando la lodevole iniziativa diretta egregiamente dal parroco don Enrico Castauro, coadiuvato da molti giovani e dagli insegnanti di catechismo. Da tre anni la partecipazione al Grest è riservata ai soli alunni delle scuole elementari, ma mai come questo anno, si era raggiunto un numero così alto di partecipanti. I numeri sono sorprendenti, visto che corrispondono a circa il 90% del totale degli alunni delle elementari. “un grande successo”, sottolinea il parroco, “che è stato possibile ottenere grazie alla collaborazione di tutti e all’impegno dei volontari della parrocchia”. Il Grest consente ai ragazzi di cimentarsi in molteplici

attività, il valore sociale che ricopre l’iniziativa è di indubbia entità, i genitori riescono a concedersi un po’ di tempo e in più la socializzazione e il confronto con i coetanei da parte dei giovani, accresce il senso di appartenenza e il rispetto reciproco, continuando nel lavoro intrapreso dalla

scuola. I ragazzi si incontrano il mattino verso le nove e partecipano alle varie iniziative di svago, con particolare impegno in merito all’insegnamento dei canti e dei cori della parrocchia. Sono stati creati dei laboratori per la creta, per il decupage e molti

ragazzi dimostrano notevole attitudine sui lavori artistici che realizzano. Tutte le sere al termine della nutrita giornata, per circa mezz’ora i piccoli del Grest, sono impegnati nella rappresentazione di una parabola estratta dalle Sacre Scritture.

ACQUAPENDENTE - L’associazione di Roberto Riccetti impegnata nella beneficenza

La Casa di Riposo ringrazia la Pro loco I

l Presidente della Casa di Riposo di Acquapendente, Stefano Cesaretti a pochi giorni dal passaggio di testimone al Commissario nominato dalla Regione Lazio, ha voluto ringraziare pubblicamente la proloco aquesiana, nella persona del presidente Roberto Riccetti, per la donazione che la stessa ha fatto, di beni di utilità. Per l’associazione, non solo l’impegno organizzativo ma anche una certa sensibilità in seno a certi temi e alle necessità degli anziani ospiti della

S. Giuseppe. “A sottolineare ulteriormente e per l’ennesima volta, il legame indissolubile tra l’Ipab ed il suo paese, si innesta questo gesto di attenzione che ha permesso la donazione alla Comunità ospitata preso l’ex Seminario”, ci tiene a puntualizzare Cesaretti. “Mi piace chiamarlo gesto di attenzione come rafforzativo del suo signi�cato, sia perché la Pro Loco ha il polso della situazione che le consente di indirizzare i suoi sforzi, sia perché è una delle

istituzioni più rappresentative di un territorio che è fortemente leso proprio nei suoi presidi socio sanitari. Tra i quali rientra a mio avviso a tutto tondo la Casa di Riposo. Questo mio ultimo ringraziamento”, continua il Presidente, “è sicuramente uno dei più sentiti, per il signi�cato che rappresenta al di là dell’importanza e del valore trasferito nella disponibilità degli ospiti. Anche a loro nome, quindi, e a nome del Consiglio uscente i ringraziamenti più sentiti”.

ACQUAPENDENTE - Premiato il ristorante ‘Al Pugnalone’

“Tra i migliori dell’Alto Lazio”

I

l ristorante “Al Pugnalone” di Acquapendente è stato insignito del prestigioso blasone di “Ambasciata” dell’Accademia Italiana Gastronomia Storica per “l’attività ristorativa di eccellenza, dove si propongono prodotti stagionali del territorio interpretati su base tradizionale”. Il riconoscimento è stato conferito a Francesco Sacco, titolare del ristorante, dal Direttore dell’Accademia Alex Revelli Sorini (docente presso l’Università di Siena esperto di alimentazione e tradizioni in programmi Tv Rai, Mediaset e Sky) e dal Governatore Mario Giorgio Lombardi rettore dell’Istituto Superiore ricerche e sperimentazioni dei sapori e dei saperi, Presidente del Centro Studi “G. Sanchini”.

Inoltre, il ristorante “Al Pugnalone” è entrato come ambasciatore del Lazio a far parte dell’Associazione Italian Hospitality nata in Italia e fondata da chef italiani ed Europei in favore della salvaguardia di un patrimonio culturale importantissimo: quello del costume gastronomico italiano, che portava e porta con sé la storia, la tradizione, le nuove tendenze e l’identità di un popolo. Tra i riconoscimenti ricevuti anche la recensione su www.italiaatavola.net che ha scelto il ristorante per le “Fettuccelle su leggero zabaione di vongole veraci allo zafferano di Acquapendente e tartara di scampi”. Oltre alla menzione nella guida “Touring club Lazio” che lo definisce uno dei migliori dell’Alto Lazio.

ACQUAPENDENTE - Richiesti fondi alla Regione

Servizi sociali in rosso C

on apposita Deliberazione di Giunta il Comune di Acquapendente ha rati�cato la richiesta di inoltrare alla Regione Lazio (Assessorato Politiche Sociali Direzione dei Servizi Sociali), tre progetti predisposti dall’Uf�cio Servizi Sociali per l’attuazione di interventi di interesse regionali e non rientranti nei piani di zona distrettuali. Essi riguardano la gestione di strutture socio assistenziali per anziani

(€ 102.167,57), interventi a situazioni di emergenza veri�catisi in ambito comunale e non rientranti nei piani di zona (€ 30.000,00) e emergenza centro diurno San Giuseppe ( € 50.000,00). La richiesta è stata inoltrabile in virtù della Delibera di Giunta Regionale N° 202 / 2011 “Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali” pubblicata sul BUR.


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

montefiascone

15

Dopo circa un mese dal tragico incidente a Zepponami non si è fatta ancora luce sulle responsabilità

“Chiediamo solo giustizia per Marco” M

ontefiascone ha diversi cittadini che si stanno incamminando sulla via dell’omertà. Tutto ciò è quanto emerge in seguito al tragico incidente in cui ha perduto la vita il ventiquattrenne Marco Brigliozzi e sono stati feriti altri suoi quattro amici che si trovavano nell’auto al suo seguito. In quel drammatico pomeriggio di morte, appena alcuni minuti dopo l’incidente e nelle ore successive, fino alla tarda serata, tutti hanno riferito di aver veduta sfrecciare quell’auto bianca a folle velocità fin dal luogo della cantina sociale, parlando in pubblico, a capannelli in vari punti della frazione. Alcuni hanno asserito di aver visto

quell’auto bianca correre follemente lungo il rettilineo delle frazione Grilli in direzione Viterbo, effettuando anche un azzardato sorpasso nella parte alta del rettilineo stesso, mentre qualche altro ha detto che l’automobilista sorpassato gli ha suonato a lungo. Molti hanno riferito alcune considerazioni fatte per la folle velocità con cui hanno notato passare quell’auto: “questo in fondo al rettilineo non arriva”. Ora, a distanza di circa trenta giorni, mentre i parenti del defunto e dei feriti cercano testimonianze, nessuno parla più, nessuno sa più nulla, nessuno ha più visto qualcosa, nessuno ha più sentito il rombo della macchina bianca. Questa situazione è vera

Sistemazione e taglio delle piante infestanti

Si useranno prodotti chimici L

mente drammatica e significa rivivere quell’incidente ed il dolore che ne è scaturito una seconda volta. Questa gente o ha parlato a vuoto nel momento dell’accaduto, forse per farsi bella o per mettersi in mostra, o sta mentendo ora, causando, con il silenzio e l’omertà, ulteriore sconforto a chi è già nel più profondo dolore. Chi sa parli, chiedono il padre di Marco ed i genitori degli altri feriti, si presenti alla locale stazione dei Carabinieri e dica la pura verità e descriva ciò che ha visto ed udito, non si chiede di più.

Questo è il grido che si leva dai cuori già affranti dal dolore e questo testimoniare è un modo serio di star vicino alle famiglie. “Se poi, ora, nessuno ha questo coraggio, poteva starsi zitto anche in quelle ore successive al tragico incidente”, afferma ancora il padre di Marco; agli occhi dei genitori di quanti sono stati vittima dell’incidente, queste persone sarebbero a più stimate e considerate moralmente corrette se dicessero la verità. Nella vita bisogna comportarsi sempre da uomini, specialmente in occasioni come queste.

’amministrazione comunale ha dato incarico al responsabile del IV settore, l’ingegner Maurizio di Giambattista, di provvedere al taglio delle vegetazioni infestanti attraverso il controllo chimico. Per questo il comune ha approvato un preventivo di spesa di 2mila e 600 euro, proposta da una ditta di fiducia dell’amministrazione, la Gever srl di Capodimonte. A tal proposto è stata redatta una determina in cui si legge: “È intenzione di questa Amministrazione

Comunale provvedere alla manutenzione mediante il controllo chimico delle vegetazioni infestanti presenti sui muraglioni che costeggiano le strade perimetrali del centro urbano; che tale vegetazione infestante (parietaria) danneggia l’estetica e il decoro del centro urbano costituendo ricettacolo di insetti, inoltre provoca allergie più volte lamentate da alcuni cittadini”. Per questo il comune ha deciso di utilizzare il controllo chimico con “lo scopo di ridurre in maniera significativa il grado di invasività delle piante infestanti, utilizzando prodotti regolarmente registrati per l’uso specifico ed estremamente sicuri sia per gli operatori, sia per i fruitori delle aree che per l’ambiente in generale e la fauna in particolare”. La ditta che è stata incaricata ha presentato un preventivo che è stato accettato dall’amministrazione soprattutto anche per “l’urgenza dei lavori da eseguire”. (M.M.)

La Giornata mondiale contro la droga indetta dall’ONU vedrà anche la partecipazione delle parrocchie L’associazione A.T.M. si impegna per il turismo

Ceis S.Crispino in prima fila con ‘Progetto Uomo’ Un territorio da promuovere di GIUSEPPE BRACCHI

I

ndetta dall’UNODC, l’Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine, si svolgeràdomani la Giornata mondiale contro la droga, alla quale parteciperanno anche le varie parrocchie falische. Questa giornata voluta specificatamente dall’ONU e indetta a partire dal 1987, ha lo scopo di ricordare a tutti gli Stati membri l’obbligo civile e morale di creare una comunità internazionale libera dalla droga. Molto è stato fatto, ma tantissimo resta ancora da fare, soprattutto sotto il profilo educativo e culturale. A partire proprio dagli stati Membri dell’ONU, le cui politiche internazionali sul tema droga, dovrebbero – e sottolineiamo dovrebbero – fare maggiori pressioni su quegli Stati, soprattutto del Sud America che hanno fatto e fanno della coltivazioni della droga motivo di sopravvivenza, aiutandoli con la promozione e la diffusione di coltivazioni alternative e supportandoli con la promozione di una Economia che fronteggi ed argini sempre di più l’intervento di cartelli ed associazioni malavitose, che fanno della droga (e con essa del traffico di armi) la fonte principale dei loro guadagni.

Ma anche sul versante della politica interna di ciascuno Stato, sarà dovere di tutti: politici, amministratori, cittadini, forze dell’ordine operare tutti in sinergia, al fine di stroncare sul nascere qualsivoglia organizzazione dedita allo spaccio ed alla diffusione delle sostanze stupefacenti, con l’ausilio di leggi sicuramente più severe e con la certezza della pena, che una volta inflitta, dando a ciascuno secondo la propria responsabilità, mandi messaggi inequivocabili al corpo sociale sull’uso riprovevole ed immorale delle sostanze stupefacenti. Ma soprattutto sul versante della politica, dove sul problema droga spesso non si hanno le idee abbastanza

chiare, quando non addirittura compiacenze tout court, ai dovrà invece agire con il massimo rigore possibile. Si devono dar vita a politiche in favore della famiglia che la agevolino nei suoi compiti istituzionali e che gli sono propri per diritto naturale, vale a dire non solo provvidenze dal punto di vista economico, che pure sono necessarie, ma offrendo, favorendo e diffondendo a tutti i livelli, la cultura del rispetto e della legalità. Alla Giornata Internazionale contro la Droga ed il Crimine indetta dall’ONU, parteciperà anche la Diocesi di Viterbo, con la presenza concreta e fattiva del CEIS S. Crispino sul fronte della lotta alla Droga ed al recu-

pero di tanti giovani dalla tossicodipendenza. Anzi sarà proprio la presenza del CEIS e del suo “Progetto Uomo” a rendere ancora di più stimolante la riflessione ed il dibattito con iniziative ed incontri. Anzi, sarà proprio attraverso questi incontri che, soprattutto i giovani avranno la possibilità di ottenere informazioni corrette sull’uso della droga e sui suoi effetti negativi e deleteri sul corpo e sulla mente. La campagna del’UNODC pone, però, l’accento soprattutto sulle droghe poste sotto controllo internazionale, riportate nei tre trattati multilaterali, che costituiscono la spina dorsale del sistema internazionale di controllo della droga. Tra queste sostanze troviamo anche stimolanti del tipo anfetamine, cocaina, cannabis, allucinogeni, oppiacei e sedativi ipnotici. Preoccupanti, infine, sono anche i dati e le statistiche legate al traffico ed all’uso delle sostanze stupefacenti. Ogni anno sono infatti 200 milioni le persone che assumono droghe almeno una volta all’anno. Di questi, 25 milioni sono considerati tossicodipendenti. Ogni anno 200 mila persone muoiono per malattie correlate all’uso della droga.

di MICHELE MARI

U

n’ associazione per promuovere il territorio. È l’associazione “A.T.M. Associazione Turistica Montefiascone” nata nel 2009 da parte di molti operatori turistici di Montefiascone. Lo scopo primario è stato quello di riunire tutte le attività commerciali e privati cittadini che hanno interesse allo sviluppo del turismo a Montefiascone nonché alla valorizzazione e pubblicizzazione del patrimonio storico e culturale della città. L’obiettivo principale è quello di promuovere il turismo facendo leva su elementi già presenti a Montefiascone quali il patrimonio monumentale, artistico, naturalistico e tradizionale della cultura locale. A tal proposito i Soci facenti par-

te l’associazione si impegnano tutti i giorni a mettere a disposizione dei turisti, oltre che la propria struttura, la loro professionalità ed ospitalità in tutte le stagioni dell’anno. La sede legale della associazione è in Via Montisola numero59. A far parte di questa associazione sono B&B Borgo Campanile; Agriturismo Vallalta; Agriturismo Colle di Montisola; Agriturismo Divino Amore; Agriturismo Rosy; Agriturismo Cipollone; Agriturismo Poggio della Capanna; Agriturismo Bellacima; Agriturismo Casone e Agriturismo Monterotondo. Per chiunque volesse maggiori informazioni può consultare il sito http://ww w.montefiasconeturismo.it/ immagini.html o via e mail all’indirizzo info@montefia sconeturismo.it.


monti cimini

16

Viterbo & Venerdì 24 Giugno 2011 AltoLazio

VASANELLO - Dal 14 al 17 luglio appuntamento con il prestigioso OJ Festival

All’Ortaccio torna il grande jazz di SIMONA TENENTINI

A

ppuntamento con la grande musica dal 14 al 17 luglio a Vasanello. Torna, per la gioia degli appassionati, l’Oj Festival, una rassegna che, giunta alla sesta edizione, continua a mietere un successo crescente. La kermesse, che si terrà di consueto in Piazza dell’Ortaccio, è ormai diventata, con il passare degli anni, una vetrina per i migliori artisti del panorama jazzistico italiano. Uno spettacolo tra l’altro gratuito, dettaglio sicuramente non trascurabile. Il festival, tra i più prestigiosi della regione, prenderà il via giovedì 14 luglio con un trio davvero interessante che propone un progetto ispirato ai racconti sul calcio dello scrittore argentino Osvaldo Soriano. Il progetto si intitola Fùtbol ed è suonato da Peppe Servillo (degli Avion Travel), da Javier Girotto (degli Aires Tango) e da Natalio Mangalavite. E’ un inno a quella che è una delle passioni più contagiose per il genere umano, a qualsiasi latitudine si trovi:

il calcio, o Fùtbol, come viene chiamato in America Latina. Venerdì 15 sarà invece la volta di un’altra formazione abbastanza eterogenea che avrà nell’organo Hammond di Leonardo Corradi il centro propulsore dal quale trarrà ispirazione la tromba potente e sapiente del grande Flavio Boltro e quella elettronica ed eclettica di Aldo Bassi. A tutto il resto penserà la ritmica di Marco Valeri. Una serata davvero notevole che

farà da preludio a quella più giocosa e allegra di sabato 16 che vedrà l’esibizione del quintetto di Lorenzo Hengeller: “E’ un concerto che usa il jazz per giocare con la musica e con i grandi temi musicali, per divertirsi e per divertire, coerentemente con lo spirito e la matrice del mio modo di suonare, di risultare popolari, parlando a tutti.” Napoletano doc, come del resto il suo stile inconfondibile dimostra, sa tratteggiare con sagace ironia i

personaggi e le situazioni che ci circondano con la vitalità leggera e colta del jazz e l’ispirazione di Carosone ma anche di Gorni Kramer, Lelio Luttazzi e del Quartetto Cetra. Domenica 17 luglio gran �nale con Enzo Pietropaoli quartet. Il musicista romano, amico di lunga data di OJ Festival, ha messo insieme un quartetto di giovani ma talentuosi musicisti con i quali ha inciso il suo ultimo cd “Yatra”. Un progetto il cui �lo conduttore è un clima riconducibile a un colore tendente al blu, contrassegnato da una certa sobrietà formale e da una ricerca della semplicità, lontana dall’originalità a tutti i costi. Il concerto è un mix di composizioni originali e brani presi in prestito da mondi lontani da quello del jazz: una strada praticata, da Pietropaoli, �n dai suoi più lontani esordi. Appuntamento quindi dal 14 al 17 luglio a Piazza Ortaccio, a Vasanello, per gustare insieme alla buona musica, la cucina tipica dell’OJ e i vini delle migliori cantine della Regione Lazio. (Foto Di Palermo)

VALLERANO - Chiamato dal segretario Egidi ad affiancare il direttivo uscente

In soccorso del Pd arriva Panunzi U

na �gura di spessore per rivatilizzare l’agonizzante partito Democratico di Vallerano. Forse Andrea Egidi, segretario provinciale del partito, con la nomina di Enrico Panunzi, chiamato ad af�ancare il direttivo uscente, voleva perseguire proprio questa �nalità: fornire quella boccata di ossigeno necessaria per superare l’estate e ripartire carichi a settembre in vista del nuovo congresso. Di certo una prospettiva di non facile realizzazione, viste le precarie condizioni del circolo locale. Le ultime elezioni hanno messo a nudo una realtà impietosa che non sarà facile me-

tabolizzare in breve tempo. Il risultato di aver ottenuto il candidato unico dopo quindici anni sembrava un traguardo storico che avrebbe portato �nalmente alla vittoria. E invece: tensioni interne, mal di pancia, e malumori hanno portato allo sfascio. Ora è toccato a Egidi raccogliere i cocci. Un compito non facile, considerando che, a conti fatti, il Partito Democratico ha subito un emorragia di circa duecento voti tra preferenze incassate da Tuscia Vola, schede bianche, nulle e astensionisti. Un segnale da non sottovalutare, anche in vista della campagna di tesseramento in corso.

Potrà il supporto di Panunzi portare quell’impennata necessaria per risollevare le sorti di un partito agonizzante? O forse il miracolo lo compirà la sentenza del Tar? Dopo il ricorso presentato relativo alle presunte irregolarità delle procedure di voto, il tribunale amministrativo potrebbe infatti concretizzare scenari inaspettati, come, ad esempio, l’annullamento delle elezioni. In questo caso, forse il Pd subirebbe l’effetto positivo di una scossa di adrenalina. Le sorti del malato sono dunque in mano al giudice. (Sim.Ten.)

CANEPINA - Evento organizzato dagli Amici della Caccia

I cani da ferma ‘provano’ al Casone U

n nuovo appuntamento con l’Associazione Amici della caccia e dell’ambiente di Canepina nella “ 4°Prova di cani da ferma su quaglie liberate senza abbattimento”. Nel campo di gara di Canepina in località “Casone”, in un accattivante scenario verde dei monti cimini, verrà a svolgersi la quarta edizione dell’evento agonistico. La manifestazione, nel preludio dell’estate, ospiterà numerosi partecipanti e offrirà le espressioni più appassionanti del lavoro dei cani in gara. Con�dando nell’impegno laborioso degli organizzatori e auspicando le condizioni metereologiche più favorevoli, si attende un’ interessante giornata che si svolgerà all’insegna della natura, in una dimensione ancestrale dove cani e conduttori si misurano nelle antiche �gure della cerca del selvatico. Valenti giudici di gara opportunamente designati per la valutazione delle “performance” esamineranno il temperamento, lo stile di cerca, l’eleganza, il rigore della “ferma” e numerosi altri sot-

tili indicatori dai quali derivano i punteggi da assegnare ai cani concorrenti. Insieme alla stretta valenza agonistica della gara, sarà allestito un gustoso punto ristoro che allieterà lo svolgersi dell’evento. Sarà inoltre svolta una lotteria con graditi premi gentilmente offerti da sponsor locali. Una manifestazione perciò da non perdere a partire, di buon ora, dalle ore 06,00 per le iscrizioni dei cani e a seguire per l’intera mattinata per tutti gli appassionati…e anche per coloro che vorranno visitare il campo per il semplice diletto della curiosità.


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

17

ORTE - I pendolari stanno organizzando una raccolta firme per fare ricorso contro l’aumento del biglietto

Park Molegnano, in arrivo la class action di SIMONA TENENTINI

E

alla �ne il Comune tirò così tanto che la corda si spezzò. Non bastava far pagare ai pendolari la tassa quotidiana di un euro per il parcheggio di Molegnano, non bastavano le ‘multe facili’ elevate anche per motivi inesistenti, ora, da circa un mese, il balzello è aumentato del 50% e quindi coloro che usufruiscono tutti i giorni del treno per andare a Roma per studio o lavoro, si trovano a pagare circa 250 euro l’anno, oltre all’esborso dovuto per gli

abbonamenti. Una cifra considerevole quindi, ma, soprattutto ingiusti�cata, visto che, tra l’altro, il parcheggio è anche incustodito. Ora i pendolari, giunti all’esasperazione, si stanno però muovendo per tutelarsi. E’ partita infatti, in questi giorni, una raccolta �rme per organizzare una class action, ovvero una petizione collettiva per rivendicare diritti sacrosanti. (Per info e segnalazioni la mail è anna66rx@libero.it) Il primo volantinaggio per promuovere l’iniziativa è stato effettuato lunedì, gli agguerriti promotori però, ne promettono altri nel giro di brevissimo tempo. “Questo aumento improvviso è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso- affermano - siamo stanchi dei continui ‘soprusi’ che siamo costretti a subire quotidianamente: oltre a dover viaggiare su treni sempre in ritardo, sporchi e strapieni, adesso arriva quest’ulteriore doccia fredda. Inoltre, quello che maggiormente indispone, è l’indifferenza dell’amministrazione comunale di Orte che, nonostante le frequenti lamentele e

segnalazioni, non si è mai degnata di spendere una parola per la nostra situazione.” In realtà, all’interno della giunta qualcuno disposto a parlare c’è. L’unica voce fuori dal coro è quella del consigliere di minoranza, capogruppo del Pd, Giuseppe Picchiarelli, che, all’epoca della realizzazione del parcheggio di Molegnano, ricopriva l’incarico di vicesindaco. Picchiarelli si dissocia apertamente dalle scelte operate dall’amministrazione che con-

testa “sia sul metodo che sulla �nalità.” “E’ impensabile - dice - adottare un simile provvedimento che interessa tantissime persone (tra l’altro studenti e lavoratori e non manager con stipendi di tutto rispetto) senza nemmeno prevedere una minima concertazione.” “Si tratta di una decisione calata dall’alto, tra l’altro in maniera repentina e senza un minimo di preavviso continua - un atteggiamento politico che non condivido assolutamente.” “Un altro elemento da non sottovalutare è che il parcheggio di Molegnano è stato �nanziato, in gran parte, con fondi comunitari e quindi già con i soldi di tutti i contribuenti. Vessare i pendolari con questa nuova ‘tassa’ è iniquo e ingiusti�cabile - conclude Picchiarelli - soprattutto in considerazione del fatto che, in un’epoca in cui si parla tanto di risparmio energetico e di fonti rinnovabili invece di incentivare il trasporto su ferro, con queste iniziative, al contrario, si gettano le basi per stroncarlo in maniera de�nitiva.”

CIVITA CASTELLANA - Provvidenziale l’annuncio dei fondi stanziati

Il dearsenificatore? Ci pensa la Regione S

ulla questione del dearseni�catore il sindaco Gianluca Angelelli si è salvato in corner. Dopo le numerose recenti polemiche che erano state mosse nei suoi confronti proprio su quest’argomento, arriva, tempestivo, l’annuncio della Regione: ben sette milioni di euro saranno erogati per gli impianti di dearseni�cazione. Grazie a Battistoni, insomma Angelelli è riuscito a ‘scaricare’ una responsabilità che si era assunto personalmente. Come dire, ogni tanto anche gli avversari ti tendono la mano. Ecco il commento del sindaco alla notizia: “Apprendo con piacere la notizia che la giunta regionale sta mantenendo gli

impegni presi con i comuni della Tuscia e ha dato il via alle procedure di gara per la dearseni�cazione delle acque viterbesi – ha evidenziato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli - Presto Civita Castellana avrà i dearseni�catori necessari a rendere potabile l’acqua, così potremo de�nitivamente superare il problema che sta creando notevoli disagi ai cittadini di Civita Castellana e degli altri paesi interessati e restituire loro l’acqua potabile dal rubinetto di casa.” L’amministrazione comunale di Civita Castellana aveva sottoscritto, insieme ad altri comuni della Tuscia, il piano di dearseni�cazione della Regione Lazio, che permetterà

di avere 80 litri al secondo complessivamente depurati con opere tecniche e accessorie che prevedono l’unione delle sorgenti del territorio di Civita Castellana. “Il bando della Regione Lazio ci da ragione della �ducia che abbiamo riposto in essa – ha concluso il sindaco - Adesso ci aspettiamo tempi celeri per l’inizio dei lavori. Qualora la Regione non rispetti il cronoprogramma che si è data per la potabilizzazione delle acque, sarà l’amministrazione a farsi carico del problema con propri fondi di bilancio. Ma tutto fa ben sperare che si arriverà presto ad una conclusione positiva.” (Sim.Ten.)

CIVITA CASTELLANA - Quindici ragazzi appartenenti alla lista Nuovi Orizzonti

Eletto il consiglio comunale dei Giovani È

stato eletto durante le consultazioni di domenica 19 giugno il Consiglio dei Giovani di Civita Castellana. Alle urne, ospitate presso la sala Pablo Neruda, si sono recati 158 ragazzi tra i 15 e i 21 anni residenti nel comune. “Do il benvenuto nell’amministrazione comunale ai 15 nuovi consiglieri che saranno preziosissimi per far conoscere e promuovere le istanze provenienti dal mondo giovanile – ha affermato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli – Spero che questa esperienza che si accingono ad intraprendere sia per loro di stimolo e utile per renderli parte sempre più attiva della nostra comunità”.

I 15 consiglieri eletti sono quelli della lista “Nuovi Orizzonti”: Contessa Gianmarco, Cari Pierfrancesco, Alteri Giovan Battista, Ricci Luca, Costantini Andrea, Laurenti Beatrice, Midossi Michela, Sacconi Diego, Toma Valentina, Stefani Francesco, Cuni Antoneta, Antonini Andrea, Baldoffei Andrea, Percossi Alice, Sanese Ilenia. Durante la prossima settimana si dovrebbe svolgere il primo consiglio durante il quale si procederà all’elezione del presidente del consiglio. “Sono soddisfatto della grande partecipazione dei giovani – ha spiegato il consigliere Paolo Aleandri, delegato alle politiche giovanili- ed anche

del lavoro svolto dai ragazzi nei giorni precedenti alle elezioni. Al “giardinetti rock fest” c’erano circa 400 giovani e non è poco! Sono convinto che questo è

solo l’inizio e che questa partecipazione sia la spinta per trasmettere un interesse attivo, in modo da far crescere la nostra comunità grazie al contributo di tutti i ragazzi di Civita Castellana”.

VIGNANELLO - Grattarola replica alle accuse

“La minoranza cerca visibilità” R

iceviamo e pubblichiamo da Federico Grattarola, sindaco di Vignanello: “Avrei volentieri evitato di intervenire nel dibattito che la minoranza di Vignanello sta alimentando circa la gestione amministrativa del Comune che guido. Ma quando sento delle vere e proprie idiozie che non hanno una benché minima parvenza di reale mi corre l’obbligo di fare delle precisazioni. Entriamo nel merito delle questioni. E’ legittimo opinare sulla bontà e necessità degli investimenti come è giusto e sacrosanto indicare priorità diverse circa le opere da realizzare. Il problema è che dubito che la minoranza abbia una sua idea di sviluppo per Vignanello. Sostenere che le cose vengono fatte per il puro gusto di apparire al di là della loro reale utilità è veramente scandaloso soprattutto se a fare tali congetture sono i protagonisti che conosciamo…….. Lo è soprattutto nei confronti dei cittadini che apprezzano il nostro operato e che avvertono sempre più la vivacità e la frenesia di un Paese in movimento. Stabilire che i mutui in ammortamento sono dei debiti senza fare i dovuti approfondimenti è sintomo di mancanza di argomentazioni. E’ come sparare all’impazzata senza avere cognizione di causa. E soprattutto dare delle cifre che non rispondono alla realtà denotano un vizio evidente di incapacità a svolgere il ruolo di minoranza e soprattutto una palese inettitudine nell’analisi del nostro bilancio. E questo da l’idea di quale minoranza oggi si propone per il governo del paese. Ci dovrebbe spiegare la minoranza se prendere un mutuo per rendere sicure le scuole frequentate dai nostri �gli è un debito, se è un debito rendere ef�ciente l’acquedotto comunale, se lo è recuperare immobili come l’ex Ospedale Ruspoli e l’ex Mattatoio, se lo è pure la manutenzione della pubblica illuminazione, se lo è investire in una sede per gli anziani, se lo è abbattere le barriere architettoniche, se lo è la riquali�cazione di spazi per i nostri �gli e per gli anziani. Dal 2003 ad oggi sono stati fatti investimenti per quasi 30 milioni di euro a fronte circa 3 milioni per mutui richiesti. I trecento mila euro che il comune paga per gli ammortamenti dei mutui tra interessi e capitale derivano anche da mutui precedenti al 2003. Parlano del federalismo �scale e della conseguente cessazione di

trasferimenti statali quando invece la proiezione che ha fatto l’uf�cio competente parla di trasferimenti che rimarranno sostanzialmente invariati. Ma questo non è il punto….La questione è un’altra. E’ che la minoranza spara senza sapere ciò che dice…Questo è veramente grave anche perché stiamo parlando di interventi che hanno aumentato la vivibilità del paese, interventi che hanno valorizzato il patrimonio comunale, interventi che hanno esaltato quello che di bello c’è a Vignanello. Solo degli sprovveduti e incompetenti potrebbero negare l’evidenza…Ma forse aspettarsi delle valutazioni sensate o soltanto argomentazioni sagge sulle questioni che pongo è chiedere troppo. Come è chiedere troppo che il PDL anziché vivere in una situazione di autismo politico riesca a percepire e rispettare gli sforzi che l’amministrazione sta facendo e ha fatto per consegnare alla gente, anche a loro, un paese che abbia una idea di sviluppo. Questo signi�ca programmare, questo signi�ca avere una idea, giusta o sbagliata che sia, del futuro di Vignanello. Questo signi�ca dare risposte concrete, de�nitive. Questo signi�ca che alle parole all’aria della minoranza noi rispondiamo con fatti concreti. Ecco mentre gli esponenti del PDL cercano visibilità per ricordare a qualcuno che esistono….. sperando, forse, di attirare l’attenzione, noi proseguiamo nel nostro lavoro, consapevoli delle dif�coltà, consapevoli che molta strada c’è ancora da percorrere, ma, altresì, coscienti di un operato svolto nell’interesse generale. Operato che sta lasciando e lascerà reali ed evidenti risultati…… Risultati di un buon governo. Loro invece lasceranno solo il ricordo della peggiore minoranza di tutti i tempi…..”


cultura e spettacoli

18

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

Al via a Tarquinia la seconda edizione dell’evento culturale

‘Festival della Complessità’ questa sera l’inaugurazione

A Piazza Verdi arrivano domani i Cartoon Heroes

E

lettrofaul, in occasione della Notte Bianca viterbese presenta i ‘Cartoon Heroes’, ospiti domani dalle ore 22.00 a Piazza del Teatro. Un grande concerto che ci riporta alla mente il fantastico mondo cartoni animati dagli anni 80 ad oggi in un fantastico viaggio attraverso le loro sigle e gli artisti che le hanno create, suonate e cantate. “Cartoon Heroes” è un progetto inedito che raccoglie per la prima volta sul palco i musicisti più importanti della musica per ragazzi in Italia che uniscono i loro repertori per una serata di successi e di emozioni dal vivo per rivivere l’intera storia dei cartoons, da Mazinga a Ken il guerriero, da Lady Oscar a Hello Kitty. Un appuntamento unico dove i creatori e gli interpreti originali delle sigle che hanno fatto storia, canteranno i loro successi in versione acustica. Al concerto parteciperanno i musicisti che fanno sognare i ragazzi di diverse generazioni: Clara Serina (cantante con i Cavalieri del Re di “Lady Oscar” e “Yattaman”), Maura Cenciarelli (che col coro i Nostri Figli ha cantato “Belle e Sebastien” e “L’Ape Magà”), i Raggi Fotonici (autori e interpreti di “Hello Kitty” e “Scooby Doo”), Claudio Maioli (autore e interprete della sigla di “Ken il guerriero”), Giacomo Vitullo (bassista e corista degli Spectraz), Douglas Meakin (cantante con i Rocking Horse della sigla di “Candy Candy” e “Sampei” e con i Superobots di “Mazinga” e “Jeeg Robot d’acciaio”), e Arnaldo Capocchia (batterista dei Superobots e dei Rocking Horse). Il concerto è organizzato con il Patrocinio di Lucca Comics & Games Per maggiori informazioni www.gentedicartoonia.it

di FORTUNATO LICANDRO

Q

uest’oggi, alle ore 18 nella Sala Consigliare del Palazzo Comunale di Tarquinia avrà luogo l’apertura del ‘Festival della Complessità’. La manifestazione, arrivata quest’anno alla sua seconda edizione, prevede trentatré conversazioni con scienziati, letterati, artisti, storici e filosofi nelle quali il pubblico potrà interagire con i relatori per approfondire i temi della complessità. Gli incontri si svolgeran-

no nelle piazze più belle del centro storico da oggi fino a domenica 26 giugno. Ed in più tre serate di cinema alla Chiesa di S. Spirito a partire dalle ore 21 con la rassegna ‘I Film del Festival’, tre concerti serali in piazza Duomo organizzati dall’associazione Zinghereria dal titolo ‘Jazz sotto le stelle’ e l’iniziativa della libreria La Vita Nova ‘Libri & Musica’. Il perché della scelta di un Festival basato proprio sulla complessità è spiegato bene dalle parole degli stessi organizzatori: “Ci interessa l’approccio com-

plesso perché ci permette di rileggere tutto il mondo dentro e intorno a noi in un modo nuovo. Non si può essere contemporanei di una nuova visione del mondo e non avere nemmeno una vaga idea di che cosa si stia profilando nelle menti dei pensatori e dei ricercatori, degli scienziati e dei filosofi che stanno consolidando le basi della nuova conoscenza complessa che caratterizzerà probabilmente i prossimi secoli”. La passata edizione del festival prevedeva gli incontri tra le ore 20 e 30 e le 23 e 30, concentrando molto i vari eventi. Per quest’anno, gli organizzatori hanno deciso di svolgere alune delle conversazioni anche la mattina ed il pomeriggio, per poter offrire la possibilità a chi volesse di poter “organizzarsi la giornata per seguire con calma più interventi, gustare i sapori della cucina maremmana e trascorrere dei giorni tra cultura, storia, arte nell’ambientazione di Tarquinia che, oltre alle necropoli etrusche e al suo centro storico, offre siti suggestivi dal punto di vista naturalistico e paesaggistico quali le saline e l’ara della regi-

na”. A parlare è Fulvio Forino, direttore del Festival della Complessità il quale spiega: “Il festival non è un convegno tra esperti, non è una passerella di scienziati. E’ un momento di incontro tra persone che appunto vogliono conversare in un’atmosfera pacata, rilassante. Non ci sono persone da convincere, posizioni da conquistare. Anche quest’anno tra chi parla e chi ascolta non ci saranno barriere: tavolini, scrivanie, palchi o pedane che creano asimmetria. Le conversazioni si svolgono, volutamente, in piccole piazze, piccole chiese o sale che possono ospitare al massimo 100 / 150 persone. Pensiamo che la suggestione dei luoghi e dei temi faranno di ogni conversazione un’espe-

rienza unica, irripetibile, basata sull’esserci, sull’immediatezza della parola. Infine in questa seconda edizione abbiamo coinvolto alcune scuole e associazioni e molta “gente” di Tarquinia che hanno mostrato interesse e una disponibilità a collaborare al Festival che vorremmo li vedesse sempre più protagonisti”. Novità assoluta per questa seconda edizione è la ‘Festival Card’ una tessera (gratuita per tutti i giovani fino a 18 anni di età) che permetterà ai possessori di avere sconti mirati per alberghi, ristoranti, bed and breakfast e negozi, nonché riduzioni per le visite guidate dell’associazione ‘Artetruria’. Per ulteriori informazioni e per il programma completo www.festivaldellaco mplessitatarquinia.com

La giovane regista ospite oggi del Tuscia Film Fest per la proiezione del suo nuovo film

Alla Rocca Albornoz arriva Alice Rohrwacher di ELISABETTA SORIANO

S

i terrà stasera alle 21,15 a Viterbo, presso il cortile del Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz in Piazza della Rocca, la proiezione del �lm “Corpo Celeste” della regista Alice Rohrwacher. L’evento è il terzo appuntamento del programma estivo della rassegna cinematogra�ca “Tuscia Film Fest 2011”, inaugurata lo scorso mercoledi con l’assegnazione del “Premio Pipolo” all’attore toscano Paolo Ruf�ni. La giovane regista sarà l’ospite d’onore della serata, che per l’occasione presenterà al pubblico viterbese il suo primo lungometraggio di �nzione, intitolato “Corpo Celeste”, che segue un’intensa attività nel mondo dei documentari. La pellicola è interpretata da Anita Caprioli, Renato Carpentieri, Yle Vianello e Salvatore Cantalupo ed è stata selezionata alla Quinzaine des Réalisateur del Festival di Cannes, riscuotendo grandi consensi. Il critico Fabio Ferzetti ad esempio sulle pagine del Messaggero ha de�nito il �lm “un pezzo d’Italia ancora mai visto al cinema… non un banale j’accuse o un banale referto sociologico: la prima dote della neoregista è lo sguardo partecipe che posa sui suoi personaggi”. La giovane regista, sorella dell’attrice Alba, è nata a Fiesole e si è laureata a Torino in Lettere e Filoso�a; ha ottenuto successivamente un Master in sceneggiatura e linguaggio documentario presso la videoteca Municipal di Lisbona ed un Master in tecni-

che narrative, sceneggiatura e drammaturgia presso la Scuola Holden di Torino. La sua prima esperienza cinematogra�ca è nella direzione, in collaborazione con Pier Paolo Giarolo, e nel montaggio del documentario del 2005 “Un Piccolo Spettacolo”, dove cura inoltre soggetto, sceneggiatura e fotogra�a; la pellicola riceve il primo premio alla Festa Internazionale del Cinema Documentario di Roma. Seguirà “Vila Morena”, diretto con Alexandra Loureiro e prodotto dalla Videoteca Municipal di Lisbona. Seguirà ancora nel 2006 il �lm “Checosamanca”, presentato alla prima edizione del Cinema – Festa Internazionale di Roma, nella sezione Extra; la pellicola è un insieme di storie ideate da dieci autori diversi che raccontano spaccati di realtà regionali diverse. Fra il 2008 e il 2009 si occupa prevalentemente del montaggio di documentari altrui come “Tradurre”, “Boygo”, Residuo Fisso” e “In Tempo, ma Rubato”, lavorando anche in campo musicale e teatrale. “Corpo Celeste” è il suo primo �lm a soggetto, all’interno del quale nel 2011 dirige i tre protagonisti nella crisi religiosa di Marta, una tredicenne in procinto di fare la Cresima, che nella pellicola diventa il “mezzo” attraverso il quale si pone l’accento sul degrado culturale e sulla forte materialità della Chiesa; la ragazzina si confronterà con don Mario, un sacerdote indaffarato e distante che amministra la diocesi come se fosse una piccola azienda, e la buffa catechista Santa. La proiezione del �lm sarà preceduta da un incontro con la regista stessa.


& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

L’evento tornerà a grande richiesta a Santa Marinella nei mesi di luglio ed agosto

‘Pittori in Mostra’, un grande successo Due giorni di ‘Locura’ a Ladispoli

L

’associazione culturale Oltretorrente torna a proporre, in una seconda edizione, il LOCURA MUSIC FEST, con il patrocinio dell’ Assessorato alle Politiche Giovanili e dell’Assessorato al Turismo del Comune di Ladispoli, dalla Banca del Credito Cooperativo di Roma. Il successo della prima edizione ha naturalmente incoraggiato gli organizzatori a ripetere la manifestazione, ovviamente arricchendola ed equiparandola ai grandi eventi della capitale. Se lo scorso anno la manifestazione ha visto la partecipazione del gruppo pisano Zen Circus, quest’anno rilancia con un evento di due giorni: il 2 e 3 Luglio presso l’area verde di Via dei Del�ni (zona bosco di Palo) a Ladispoli con ingresso gratuito. Due gli headliner prescelti: il 2 Luglio si esibirà il gruppo indie jazz Underdog, mentre il 3 sarà la volta del duo romano rock blues, Bud Spencer Blues Explosion, entrambi attivi da diversi anni nel panorama musicale. Ad af�ancarli diverse band come i Kevlar Project, i My radio boy, La Sindrome di Ménière, gli Astrid Hotel, i Mirage, Phonic Culture Club, Chaba, Floriano e la sua band. Quest’anno sarà anche allestito un secondo stage per dare la possibilità, ad alcune delle band partecipanti, di esibirsi anche in versione acustica. LOCURA MUSIC FEST vuole essere l’alternativa musicale tra i cartelloni estivi in scena lungo il litorale romano, con punto di partenza Ladispoli. Evento che nasce nel 2010 per offrire uno spettacolo diverso, non il solito concerto, puntando sul coinvolgimento e sull’interazione che si stabilisce con il pubblico, attraverso un’ intrattenimento innovativo che mira a realizzare serate live davvero uniche. Uno spazio emergente fatto di veri talenti pronti a scatenare la voglia di musica dal vivo. Per altre informazioni : www.oltretorrente.org. (Rob Fra)

di ROBERTA FRASCARELLI

P

asseggiata nella kermesse pittorica organizzata dall’Associazione Pittori in Mostra. Si tirano le somme di una due giorni che ha coinvolti tutti, grandi, piccoli e turisti.. colti da improvviso estro. Il 12 giugno nella cornice marina della passeggiata di Santa Marinella protagonisti i bambini; il 19 giugno, invece, è stata la volta dei pittori professionisti, del comprensorio e non solo…., questa volta si è volato oltre i con�ni, ben 5 turisti inglesi si sono dilettati per le vie della cittadina riproducendo le immagini più caratteristiche della Perla . I lavori sono stati esposti �no alle ore 18:00 di domenica 19 Giugno e si è proseguito poi con la premiazione. Tutti i bambini partecipanti hanno ricevuto una medaglia ricordo della giornata e l’attestato

di partecipazione consegnato dalla Presidente di giuria la delegata alle mostre e attività artistiche Federica Fulgenzi. Tema di quest’anno è stato “ I colori dell’estate”, un vero successo. Una gioia e un divertimento indescrivibile,soprattutto per i bambini. Manifestazione più colorata di questa non si poteva realizzare!!! Tra i bambini partecipanti segnaliamo la mano artistica di : Angelica, Francesca, Maria Vittoria di appena due anni, Natasha, Maria Rosaria, Aniello, Naomi, Andrea, Giulia, Daniel, Filippo, Alessandro, Andrea, Patrizia. I ringraziamenti del Presidente Angelo Liberati vanno a tutti gli artisti intervenuti che con esperienza e bravura hanno rappresentato, attraverso le loro opere, una immagine perfetta di quello che Santa Marinella vuol essere: aria buona, mare pulito, accoglienza negli stabilimenti, ottimo turismo.

Vincitore di questa edizione è stato il promettente artista Andrea Riga, a cui vanno i complimenti della organizzazione: Angelo Liberati e Federica Fulgenzi, nonchè degli artisti presenti Monica Guidolotti, Elena Braccini, Deborah Rivelli, Simonetta Correani , Luciano Pranzetti, Monica Di Folco, Sandro D’Alessandro .

Altri artisti hanno esposto, fuori concorso, le loro opere nei gazebo messi a disposizione dell’associazione. L’evento è stato ripreso in parte dalle telecamere del TG 1 Rai TV. Pittori in mostra da appuntamento alla prossima edizione che si svolgerà a grande richiesta nei mesi di luglio e agosto prossimi.

SE SEI UN CANTANTE O HAI UN GRUPPO MUSICALE E VUOI FARTI CONOSCERE CONTATTA opinionelive@gmail.com redazione@opinioneviterbo.it

Tutti i Festival di Prospektiva e Interrete P

romuovere libri è un’arte. Per questo nascono i Festival letterari patrocinati da Prospektiva Rivista letteraria diretta da Andrea Giannasi. Per parlare di libri attraverso tutte le espressioni e le forme artistiche. Creare poi presidi di tutela della parola e del confronto è oggi elemento vivo, più che mai necessario, che trova dunque forma proprio nei Festival letterari. Tanti gli ospiti per le edizioni 2011 che vedranno impegnata Prospektiva per 22 giorni di eventi letterari. Tra gli invitati ai festival in arrivo: Paolo Guzzanti (Aliberti), Nadia Francalacci (Chiarelettere) e Aurelio Picca (Rizzoli) al Tra le righe di Barga; Vincenzo Pardini (Fandango), Alvaro Ranzoni (giornalista di Panorama e BBC di Londra), Claudio Beghelli (Prospettiva) e Normanna Albertini

(Garfagnana editrice) al Leggere Gustando; David Riondino e Andrea Chimenti al Festival letteratura di Calabria; Luca Lupi, Enrico Ciancarini, Damiano Celestini a “Un mare di lettere” a Civitavecchia, dove si terrà anche la premiazione del prestigioso “Premio Carver”: il contropremio dell’editoria italiana. Durante tutti gli eventi sarà presente una grande bibliolibreria con i libri di alcune case editrici italiane (tra queste Minimum Fax, Prospettiva, BFS edizioni, Fefè, Garfagnana editrice, Il Ciliegio, Penne e Papiri, Edizioni lavoro, Pontegobbo). Ecco le date: “Assaggialibri” a Tolfa Roma (Lazio) - 19 febbraio “Tra le righe di Barga” Barga, Lucca (Toscana) dal 14 al 17 luglio “Leggere gustando” a Castelnuovo di Garfagnana, Lucca (Toscana) - dal 21 al 24 luglio

“Festival letteratura di Calabria” Cropani Superiore, Catanzaro - dal 28 al 31 luglio “Un mare di lettere” a Civitavecchia, Roma (Lazio) dal 23 al 25 settembre

“Terracina Book Festival” a Terracina, Latina (Lazio) - 30 settembre e 1 e 2 ottobre “Garfagnana in Giallo” a Castelnuovo di Garfagnana - dal 18 al 20 novembre

Tutti i programmi completi si possono consultare al sito www.prospektiva.it/ festivaletterari.htm Informazioni a redazione@prospektiva.it (Rob Fra)


� �

SPORT

20

TENNIS - Il torneo si svolge sui campi dell’Orange Sporting Club

Al via stasera il Memorial Andrea Testa S

catterà questa sera presso gli impianti dell’Orange sporting club di Bagnaia l’ormai tradizionale appuntamento con il Memorial Andrea Testa, torneo di tennis che vuole ricordare

lo sfortunato diciassettenne rimasto vittima qualche anno fa di un incidente d’auto. In questa edizione il torneo sarà dotato di un montepremi di 3000 euro e gli organizzatori hanno voluto privilegiare la

qualità partendo direttamente dalla III categoria. Un evento da non perdere per tutti gli appassionati di tennis che vedranno i migliori giocatori viterbesi opposti ad atleti provenienti da tutta Italia.

Edizione del 24 Giugno 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

AUTO STORICHE

Coppa dei 2 Laghi, ormai ci siamo Nel week-end torna uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati di motori

D

ue giornate con una manifestazione senza tempo, ricca di fascino e con già oltre due decenni di emozioni alle spalle. Domani e domenica tornerà infatti la ‘Coppa dei 2 Laghi’, gara turistica di regolarità per auto d’epoca che fu ideata da un gruppo di amici, fondatori del Veteran Car Club di Viterbo nel 1989 quando venne allestita anche la prima edizione della gara. Si tratta del �ore all’occhiello tra le numerose iniziative promosse dal Veteran Car Club, un appuntamento che è ormai un classico a livello nazionale ed è stato inserito nel Campionato Tricolore di regolarità dell’Automotoclub Storico Italiano - Trofeo Zanon ASI, ricevendo anche diversi premi speciali da parte dell’ASI. La sua funzione è anche quella di promuovere le bellezze del territorio, i paesaggi, le ricchezze archeologiche ed i prodotti che l’Etruria meridionale può vantare. Tra i campioni del volante che si sono cimentati nella Coppa dei Due Laghi è possibile ricordare Prisca Taruf�, Massimo Natili, Germano Nataloni e Giovanni Marini Balestra, accanto ad assi della regolarità come Canè, Aghem, Colombo e Moceri. Spesso sono stati protagonisti i piloti locali come Massimo Aquilani,

Giorgio Cesetti, Gianpaolo Veralli, Giancarlo Carli e Gioacchino Natalini. Le vetture sono autentiche regine degli anni 50-60-70, dalle Mercedes – Benz alle Ferrari, passando per Rolls Royce, Porsche, Triumph, Austin Healey, Mg, Siata, Cisitalia, Fiat, Alfa Romeo e Lancia. Quest’anno ci saranno anche 30 Ferrari moderne del Ferrari Club Italia, in gara in una tappa del loro Campionato Italiano. Questo il programma della XXII edizione: Domani Raduno delle auto in Piazza Verdi (del Teatro). Partenza alle ore 11,30. Il percorso prevede il passaggio al Comune con visita della Sala Regia, pranzo al Risto-

rante ‘Parco dei Cimini’, partenza direzione Vitorchiano per proseguire sulla Teverina e poi Cassia �no a Monte�ascone con visita alla ‘Rocca’, poi discesa verso Bolsena proseguendo �no al Belvedere di Orvieto, visita a Porano e rientro da Monte�ascone �no alla Concessionaria Mercedes - Benz Star Auto per arrivo e aperitivo. Durante il percorso si svolgeranno 21 prove cronometrate. Domenica Partenza da La Quercia alle 10 in direzione S.Martino al Cimino, per il Passo Montagna, �no alla Faggeta per riscendere a Canepina, Vallerano, Vignanello, Fabrica di Roma, Carbognano e Caprarola, dove i sindaci attenderanno le auto con un omaggio.

Arrivo e premiazione sul Lago di Vico – Ristorante La Bella Venere. Durante il percorso si svolgeranno altre 9 prove cronometrate. Dalla somma dei tempi dei 2 giorni si proclamerà il 1° classi�cato assoluto che vincerà la Coppa dei 2 Laghi e il Trofeo Mercedes – Benz Star Auto. L’iniziativa è stata appoggiata dal Comune di Viterbo, dalla Provincia di Viterbo e da tutti i comuni attraversati. Sponsor dell’evento saranno Mercedes - Benz Star Auto, Gioielleria Menichelli, Toro Assicurazioni, Terme dei Papi, Eurostrade di Soriano, Bellettini Abbigliamento, Marino fa Mercato, Caffè Morganti di Roma, Carrozzeria AutoIN, Azienda Agricola Chiara Pro�li che hanno reso possibile l’allestimento di una gara che è un autentico spettacolo viaggiante per ogni paese che viene. Il consiglio direttivo ed organizzatore è composto da: Presidente: Massimo Aquilani Segretario: Gherardo Spicciani Vice Presidenti: Luigi Passeri e Stefano Marini Balestra Consiglieri: Sandro Bevilacqua, Mario Santoni, Gabriele Pallini, Remo Ferdinandi, Carlo De Luca, Carmine Matarazzo, Aldo Pro�li.

BASEBALL - Il campionato è arrivato al giro di boa

Pianeta Benessere in lotta per un posto nei playoff

di GLAUCO ANTONIACCI

T

empo di bilanci per il Pianeta Benessere, inserito nel girone C del campionato di serie B di baseball. Le squadre sono arrivate al giro di boa di metà stagione regolare e, quando siamo alla vigilia del primo impegno nel girone di ritorno, c’è tempo per dare uno sguardo a come si è comportata la squadra

ATLETICA LEGGERA - Splendido successo di squadra nelle Prove Multiple davanti a Ca.Ri.Ri. Rieti e Fiamme Gialle

La Finass fa saltare in aria le corazzate

C

’erano anche la Finass Assicurazioni Atletica Viterbo e la Colavene Alto Lazio allo stadio della Farnesina, sede domenica scorsa della prima gara delle prove Multiple per la categoria Ragazzi e Ragazze e della seconda prova per Cadetti e Cadette. La Finass è riuscita nella dif�cile impresa di fare meglio rispetto ai Campionati di società, quando aveva chiuso al terzo posto sia con i Ragazzi che con le Ragazze; gli atleti viterbesi hanno infatti preceduto due corazzate come Ca.Ri.Ri. Rieti e Fiamme Gialle, aggiudicandosi il primo posto a squadre nel settore maschile. Sugli scudi anche due nuovi acquisti come Jacopo Poleggi (2° classi�cato nel Triathlon) e Nicolas Ricci, quarto nella stessa gara,

mentre Ludwig Schertel si è piazzato sesto nel Triathlon ma ha dominato la gara del Vortex. Risultati eccellenti, merito anche del lavoro svolto quest’anno dai tecnici che ha permesso alla Finass di lasciarsi dietro avversarie molto agguerrite e competitive. Anche nel settore femminile non sono mancate le soddisfazioni, con la vittoria individuale nella categoria Cadette di Eleonora Schertel che è stata capace di stabilire il suo nuovo record personale nell’Alto con la misura di 1,61 che è anche il primato provinciale. I 3367 punti che ha conquistato nel Pentathlon rappresentano inoltre la migliore prestazione regionale in questa stagione. Nelle gare riservate alla categoria Ragazze, da sottoli-

neare il buon comportamento di Miriana Perlorca che si è classi�cata al 19° posto, precedendo di poco la compagna di squadra Flavia Goletti che

ha concluso al 25° posto. Nella seconda parte di stagione agonistica si svolgerà anche l’ultima tappa delle Prove Multiple, un’occasione in cui

la Finass dovrà nuovamente dimostrare di essere competitiva ai massimi livelli sia con il settore maschile che con quello femminile.

allenata dal manager Alberto Massini. Tutte le squadre hanno disputato diciotto gare, tranne Mastiff e Foggia che hanno già anticipato la loro doppia s�da del girone di ritorno; la formazione viterbese ha un record di 15 vittorie e 3 scon�tte, niente male per un girone d’andata anche se non è suf�ciente a garantire la prima posizione. Guillen e soci devono infatti inseguire il Mastiff che ha perso solo due partite ma, soprattutto, devono difendersi da una muta di inseguitrici per niente disposte a mollare la presa. In palio, per le prime due classi�cate del girone, c’è la quali�cazione ai playoff, un obiettivo che, a giudicare anche dalla classi�ca, fa gola davvero a molte squadre. Il Pianeta Benessere, reduce dal pareggio sul diamante del Jolly Roger Castiglione con una squadra falcidiata dall’in�uenza, deve fare i conti con un inizio di girone di ritorno durissimo; tre trasferte di �la, iniziando da quella di domani contro Pesaro che è proprio la diretta rivale dei viterbesi per la seconda posizione. Un crocevia importante per una stagione che è nata sotto ottimi auspici e che ora sta per vivere il suo momento decisivo; Cupra e Fano sono leggermente più staccate (record di 11 vinte e 7 perse) ma potrebbero rientrare in gioco a meno che Viterbo non compia l’impresa di battere due volte Pesaro. In quel caso i giochi per le prime due posizioni sarebbero quasi fatti.


� �

sport

SPORT

& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

21

PALLAVOLO

Torneo Smargiassi, è tutto pronto L’edizione numero ventuno sarà un triangolare con Italia, Argentina e Tunisia

di GLAUCO ANTONIACCI

U

n triangolare con la formula del girone all’italiana e match di andata e ritorno. Questa la formula scelta dagli organizzatori della 21esima edizione del Torneo Pino Smargiassi, tradizionale appuntamento con la pallavolo di Civita Castellana che vuole così ri-

cordare nel migliore dei modi un grande atleta scomparso prematuramente dopo aver raggiunto i vertici della pallavolo nazionale. L’Associazione Pino Smargiassi organizza ogni estate un evento dedicato ormai da diversi anni alle rappresentative nazionali giovanili, vetrina ideale per tanti ragazzi che poi arrivano alle vette dello

sport internazionale. Basta ricordare nomi come quelli di Andrea Giani, Kim Ho Chul o Michal Lasko per capire l’importanza di questa manifestazione che manderà in scena la sua edizione numero 21 da martedì prossimo �no a sabato, in un crescendo di emozioni. Le protagoniste del torneo saranno le nazionali prejuniores di Italia, Argentina e Tunisia che si affronteranno per tutta la settimana; l’apertura avverrà con il match tra Italia e Argentina, in programma martedì sera alle 21 a Civita Castellana, nel palazzetto che porta proprio il nome di Pino Smargiassi. Mercoledì la seconda partita opporrà Italia e Tunisia e sarà l’unico match disputato a Vigna di Valle, dove la nazionale azzurra si trova in raduno dal 16 giugno e vi resterà �no al 3 luglio. Giovedì, sempre alle 21 ma a Civita Castellana, la gara tra Tunisia e Argentina completerà il quadro del girone di andata, chiudendo il primo ciclo di match. Venerdì sarà una giornata da non perdere assolutamente per gli appassionati

ARTI MARZIALI - Due giornate di allenamenti e incontri

di volley, dal momento che gli organizzatori hanno previsto ben due incontri; si comincia alle 16,30 con Tunisia-Argentina e si prosegue alle 21 con Tunisia-Italia. Il gran �nale arriverà sabato 2 luglio a partire dalle 21.Prima ci sarà l’incontro che vedrà fronteggiarsi i sestetti di Italia e Argentina, ultimo match del programma. Al termine sarà possibile stilare la classi�ca de�nitiva

del girone che, senza ulteriore �nale, assegnerà immediatamente il successo nella 21esima edizione del Memorial Smargiassi. C’è grande curiosità per vedere all’opera le tre nazionali, espressioni di continenti diversi ma tutte molto competitive e dotate di ragazzi molto interessanti. Tra l’altro la nazionale prejuniores italiana del commissario tecnico Mario Berruto sta sostenendo

diversi test amichevoli contro il Brasile, il primo dei quali si è disputato proprio a Civita Castellana. I giovani azzurri potranno contare sul tifo degli appassionati di volley civitonici che però, siamo pronti a scommettere, applaudiranno allo stesso modo anche le belle giocate di argentini e tunisini, accumunando tutte e tre le squadre in un clima di festa per ricordare nel migliore dei modi Pino Smargiassi.

DANZA - Applausi per lo spettacolo proposto al teatro Petrolini di Ronciglione

Fiamme Oro e selezione regionale allo stage organizzato dal Tuscia Judo

Passione in movimento con la Star Fitness

I

G

l lavoro incessante dei responsabili dell’ASD Tuscia Judo è stato premiato. Domani e domenica, presso il PalaVolley di via Gran Sasso a Viterbo, si svolgerà un interessante stage di judo che, tra lezioni e combattimenti, rappresenterà un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati e soprattutto per i praticanti. Lo stage potrà contare anche sulla presenza di ben sei portacolori delle Fiamme Oro, il gruppo sportivo della Polizia, judoka di grande livello che garantiranno un ulteriore salto di qualità all’evento organizzato dalla ASD Tuscia Judo in collaborazione con la Fijlkam e il CONI. Gli atleti presenti allo stage sono Marco D’Aura, Luca Caracciolo, Luca Poeta, Pablo Tomasetti, Luca Marmo e Lucia Tangorre, accompagnati dal tecnico Stefano Di Puccio. L’inizio dello stage sarà rappresentato immediatamente da una giornata molto piena: domani, infatti, se si eccettua una pausa pranzo, sarà dedicato interamente agli allenamenti che inizieranno la mattina intorno alle 9,30 e proseguiranno nel pomeriggio per concludersi intorno alle 18. La giornata di domenica è quella che si preannuncia più ricca di eventi interessanti perchè inizierà, sempre alle 9,30 circa, con un allenamento che proseguirà fino alle 11. Subito dopo toccherà poi ad una sfida amichevole che vedrà schierati da una parte gli atleti delle Fiamme Oro, dall’altra la rappresentati-

rande successo per la Scuola di Danza Star Fitness che, come da tradizione ormai consolidata, ha concluso il suo anno accademico portando in scena, nel teatro E.Petrolini di Ronciglione, le coreogra�e cui gli insegnanti hanno lavorato nel corso degli ultimi mesi assieme agli allievi. La grande serata conclusiva ha visto esibirsi più di 80 danzatori, ragazzi e ragazze, davanti ad un numeroso pubblico e alla presenza del Sindaco Massimo Sangiorgi e del Consigliere del Comune di Viterbo, nonché Coordinatore di Viterbo Città Europea dello va del Comitato Regionale Lazio della Fijlkam, settore judo, che daranno certamente vita ad una serie di match molto interessanti e spettacolari. Ancora non sono stati comunicati i nomi degli atleti che comporranno la selezione regionale, ma di sicuro si tratterà di atleti validi che potranno contribuire al successo di questo stage e ad una serie di begli incontri con il gruppo dei portacolori delle Fiamme Oro. Gli organizzatori di questa due giorni, con in prima fila l’Istruttore tecnico Roberto Lini, si augurano che la risposta delle società sia all’altezza delle aspettative e che si possa dar vita a due giornate di grande judo, imparando nuove tecniche e migliorando la propria conoscenza di questa affascinante disciplina marziale. (GA)

sport 2012, Luigi Buzzi. C’erano i più piccoli, di appena 3 – 4 anni, saliti per la prima volta sul palco, e c’erano i più grandi già abituati a questo tipo di manifestazioni, tutti animati dalla stessa passione e dallo stesso entusiasmo; questi ingredienti si sono percepiti nel corso dello spettacolo, costituito da ben 19 coreogra�e, dal classico al moderno, dal jazz al breack all’hip hop. Ogni esibizione è stata all’insegna del dinamismo e della passione, merito dei ragazzi ma anche del lavoro svolto, con grande professionalità e pazienza, dai coreogra� Cristiana Piombi, Direttrice della scuola, Giada Gubinelli, Alessio Zaccaro e Giorgio Miceli. Per gli allievi della Star Fintess si pro�la all’orizzonte un altro appuntamento molto importante: sabato 2 luglio, in occasione della Notte Bianca di Ronciglione, verrà proposto uno spettacolo altrettanto ricco di coreogra�e e intensità, capace sicuramente di riscuotere ancora il favore del pubblico.


� �

sport

SPORT

24 22

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

E VENTO

È il giorno della Scuola Calcio Romaria ‘Luca Pulino’

Oggi alle 17 la cerimonia ufficiale di intitolazione presso la Palestra Comunale di Capranica LA STORIA - Il diario di bordo di Luca Pulino

di ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

“Un giorno mi riprenderò la mia vita”

È

un giorno speciale quello di oggi. E’ il giorno in cui c’è la cerimonia ufficiale di intitolazione della Scuola Calcio Romaria a “Luca Pulino” , lo straordinario ex calciatore di Capranica da anni afflitto dalla “Sla”, un esempio di vita, di umanità, di gioia di esistere. Un esempio per tutti, grandi e piccini. Ed oggi alle 17 presso la palestra Comunale “Filiberto Puccica” di Capranica le emozioni saranno forti, intense. Infatti alla grande festa ci sarà Luca Pulino accompagnato dai famigliari e un suo messaggio di gioia per questa importante intitolazione sarà letto da uno dei suoi compagni di squadra del passato. Poi a fare gli onori di casa per l’Asd Romaria che ha avuto questo nobile pensiero ci saranno Mauro Romagnoli e Lillo Puccica che leggeranno il messaggio del perchè di questa intitolazione della Scuola Calcio

Nelle foto in alto Luca (il secondo da destra) a un incontro con i malati di Sla. Nella foto a destra il Capranica in cui militava (il secondo accosciato da destra) con lui in squadra i vari Aziz ed Onofri. Qui sopra i piccoli della Romaria e il simbolo del club e nelle ultime due foto ecco Luca felice con i suoi campioni della Lazio Zarate e Ledesma in occasione della recente visita a Formello.

D

al suo sito ecco lo splendido racconto di quella

che è la vita di Luca Pulino, prima della Sla e nella sua quotidianità.

dedicata proprio a Luca. Ed interverranno il sindaco di Capranica Paolo Oroni, il parroco di Capranica don Antonio Paglia, il presidente della Banca di Credito Cooperativo di Capranica Stefano Liverani, la signora Marisa, maestra delle elementari di Luca, la dottoressa e neurologa Amelia Conte e verrà letto anche

il messaggio del giornalista di Avvenire Massimiliano Castellani che da sempre ha seguito con ampi servizi giornalistici il “mondo” di Luca e tra l’altro proprio ieri il noto quotidiano nazionale ha dedicato un ampio servizio alla giornata odierna. A rendere il tutto ancora più festoso la presenza colorata, chiassosa e gioviale dei piccoli bambini dell’Asd Scuola Calcio Romaria. Poi l’apoteosi quando verrà scoperta la targa che ufficializzerà l’intitolazione della Scuola Calcio “Asd Romaria” a Luca il quale come ci racconta nel suo sito è radioso, raggiante, felice per questa giornata così straordinaria che rende onore e merito ad un uomo Speciale e che lo scorso 25 maggio con altrettanta gioia e felicità ha avuto l’onore di recarsi a Formello per abbracciare i suoi beniamini

MI CHIAMO LUCA Se una persona riservata come me decide di rendere pubblica un po’ della sua vita è per due motivi: per una bella notizia oppure (da quando mi è sta diagnosticata la SLA) comunicare agli altri quella che considera una delle più brutte esperienze della sua vita. Mi chiamo Luca e sono nato il 27 gennaio del 1971 a Capranica (Vt) dove vivo tuttora. Fino a qualche tempo fa conducevo una vita normale: la mia famiglia, le serate con gli amici, i viaggi, il lavoro. Sono estremamente aperto e gioviale con gli amici, più serio e riservato in tutti gli ambienti che conosco poco dato che non sempre riesco a sentirmi immediatamente a mio agio. Sognavo di fare l’archeologo o il biologo ed invece sono �nito a lavorare in banca, un lavoro completamente diverso dai miei sogni ma che comunque nel mio piccolo mi ha dato diverse soddisfazioni. Non ho mai sognato di diventare un calciatore professionista ma il calcio è sempre stata la mia più grande passione. Quante partite ho giocato… solamente per il gusto di divertirmi. Ho sempre giocato a livello dilettantistico con la squadra del mio paese (campionati di I^ categoria) e quando potevo organizzavo partite di calcetto con i miei amici. In generale mi piace tutto ciò che è movimento. Ad esempio non avrei mai potuto giocare a golf: uno sport impegnativo ma poco movimentato. Avrei potuto invece fare il ballerino, e il ballo è infatti la mia seconda passione. Credo molto al valore dell’amicizia, mi piace ascoltare e confrontarmi con gli altri, raramente mi si vedrà piangere mentre, anche nelle giornate più tristi, non mi manca mai la forza di regalare un sorriso. Amo stare in compagnia ma anche la solitudine quando voglio rilassarmi ed avere la giusta tranquillità. Questo breve racconto è per dare un’idea generale del mio pro�lo psicologico e di quello che era il mio mondo e di come, a causa della malattia, esso è profondamente cambiato. IL MIO RAPPORTO CON LA MALATTIA La SLA ha completamente cambiato la mia vita. Dal giorno della diagnosi sono riuscito per un anno a continuare a vivere da solo e sono ritornato a casa dei miei genitori solo quando oramai

ogni singola azione era diventata uno sforzo troppo grande da sopportare. Anche se nemmeno nei miei peggiori incubi avrei mai immaginato di dover combattere contro un nemico così terribile, non ho mai smesso di credere che un giorno sarei guarito. Vorrei addormentarmi e svegliarmi proprio il giorno in cui fosse trovata una soluzione contro la SLA. In certi giorni mi sembra quasi che quello che mi sta succedendo non sia vero e che da un momento all’altro tutto �nisca come se fosse un brutto sogno, ma so che non è così. Ci sono due modi per affrontare una situazione così drammatica: lasciarsi andare o combattere. Io ho scelto �n dall’inizio di combattere! Mi chiedo spesso di quanta forza avrò bisogno per superare questo ostacolo e mi rispondo che qualunque sia la forza necessaria io riuscirò a trovarla. Ho visto pian piano restringersi i miei spazi di azione, ho visto pian piano ridursi le mie capacità motorie, e solo io so quanto ho lottato per rimanere autosuf�ciente. Oggi posso dire di essere stato sfortunato (almeno per ora) anche se nella sfortuna mi sento un privilegiato: vado ancora al lavoro, faccio �sioterapia tutti i giorni, gli amici non mi mancano ed ho una famiglia sempre presente… cose su cui non tutti i malati di SLA possono contare. Il soggiorno della casa dei miei genitori è diventato il mio quartier generale: sono diventato bravissimo nel dare gli ordini. Non amo piangermi addosso, a cosa servirebbe? Non voglio lasciare nulla d’intentato ed un atteggiamento mentale positivo può fare la differenza. Cerco di aiutarmi il più possibile e soprattutto di mettere gli altri in condizione di darmi una mano. Mi capitano dei giorni dove vorrei mollare ogni forma di resistenza e in quei momenti mi basta guardare negli occhi i miei familiari

per ricominciare a lottare. Neanche per i miei familiari è facile vivere questa situazione perché siamo tutti consapevoli di cosa potrebbe signi�care avere la SLA. Nemmeno per i miei amici è facile ma per fortuna si sono calati perfettamente nella mia situazione. Mi mancano le serate passate insieme a loro perché oggi nonostante i miei sforzi non è più la stessa cosa. Mi manca tutto! Mi manca quella quotidianità che quando si sta bene non si apprezza. MI MANCA TUTTO MA UN GIORNO GIURO...... A dir la verità non ho la minima idea di quali possano essere le cause per cui mi sono ammalato. Non ho mai avuto problemi di salute: una sola malattia infantile, mai un’in�uenza, mai un mal di testa e quindi ho fatto uso di medicinali raramente. Giocavo a calcio ma non ho fatto mai uso di sostanze dopanti (non volevo nemmeno speci�carlo ma visto che si associa la SLA al doping mi sembra doveroso farlo). Giocando a calcio ho subito molti traumi ma anche per questi dif�cilmente utilizzavo pomate o antidolori�ci perché al mio �sico era suf�ciente rimanere a riposo un paio di giorni per ritornare in forma. Non ho avuto traumi psicologici anche se la mia vita è stata spesso scandita da ritmi frenetici. Oggi con il senno di poi posso dire forse di aver abusato di “movimento” e che forse, insieme ai traumi di gioco, ad un periodo di forte stress emotivo e ad una predisposizione genetica, questo possa essere l’elemento scatenante della malattia… Forse… Visto che ad essere colpite sono le cellule del sistema nervoso che si chiamano motoneuroni, non mi stupisce che tante persone colpite svolgessero un’intensa attività sportiva...almeno per i casi ad esordio giovanile… Forse…


� �

sport

SPORT

& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

23

C ALCIO S ERIE D

Viterbese, avanti con passione Il dg Donsanti: “Abbiamo ricevuto l’autorizzazione della prefettura per la riduzione dei posti allo stadio RocCALCIOMERCATO

di GIANLUCA NATOLI

Gattari va al Lamezia Gay stringe i tempi per restare in gial oblù

uesta Viterbese profuma di nuovo. Allacciatevi pure le cinture perché tra poco si inizierà davvero a volare, grazie ad una dirigenza e ad uno staff tecnico che stanno lavorando per voi. E’ ora di �nirla con le chiacchiere, troppe volte sponsorizzate in passato ma mai attuate nei fatti. Che si apra il sipario e che vada in scena lo spettacolo più bello del calcio, quello dove le emozioni trionfano su ogni austera polemica. Il ‘modello Viterbese’ del dg Maurizio Donsanti sta prendendo sempre più corpo e con esso è pronta ad aprirsi una nuova epoca del calcio nostrano.

S

embrava fatta, ma poi è saltato tutto sul più bello. Filippo Gattari, forte difensore centrale ex Teramo, non tornerà alla Viterbese. Oggi infatti il giocatore firmerà con la Vigor Lamezia Calcio (squadra di Seconda Divisione). A determinare il cambio di rotta sono state alcune questioni extra calcistiche legate ad esigenze personali del giocarore. Nessun problema o rottura quindi con la Viterbese, che anzi aveva praticamente chiuso l’affare con il benestare del ragazzo lieto di approdare di nuovo a Viterbo, accettando a priori ogni tipo di categoria che i gialloblù si sarebbero ritrovati ad affrontare. Ieri sera intanto Gay ed il suo porocuratore Leopoldo Ciprianetti si sono incontrati a Roma con Simone Canovi per discutere del rinnovo. Oggi è previsto un’altra riunione tra le parti per chiudure l’affare:“Siamo vicini, molto vicini, ha dichiarato Gay in tarda serata”. Mattia Menichini è ad un passo dalla riconferma da parte della Flaminia. Tre giorni fa ha parlato con la dirigenza per raggiungere l’intesa. A quanto pare la differenza economica tra le parti è davvero irrisoria (circa 1.000-2.000 euro). Il giocatore resta in attesa di una risposta della società. Se Menichini andrà via non sarà di certo per motivi legati all’ingaggio, quanto per scelta tecnica. (Gia Nat)

Q

Ripescaggio – Nella tarda mat-

tinata di ieri il direttore generale gialloblù Maurizio Donsanti ed i suoi stretti collaboratori si sono recati in Prefettura per il secondo atto della questione ripescaggio. Ad una sola settimana di distanza si è così ripetuto l’incontro tra la commissione di vigilanza del Rocchi e la società di via della Palazzina. La riunione ha prodotto un esito positivo anche stavolta. E’ infatti arrivata la tanto attesa autorizzazione per la riduzione della capienza dello stadio a 3999 posti, procedura che consentirà di evitare l’installazione della zona di videosorveglianza e dell’area pre�ltraggio. Secondo la nuova planimetria dell’impianto, realizzata con l’impegno del geometra Gianluca Fociani, la tribuna non subirà alcun mutamento. Il

Guglielmo Petrosino

taglio dei posti toccherà solo in minima parte la curva locale (un centinaio di seggiolini) e in modo più sostanzioso la curva ospite (circa 1000 saranno i posti cui si dovrà rinunciare in quel settore). A questo punto si attende solamente l’inizio dei lavori. Un’altra novità, su indicazione della Lega, riguarderà la modi�ca della tribuna stampa. Le attuali due sale stampa presenti sopra la tribuna coperta verranno trasformate in aree di lavoro per i giornalisti, mentre la vera e propria tribuna stampa sarà spostata accanto con almeno 15 postazioni disponibili (cifra minima richiesta dal regolamento federale). A quel punto verrà anche creato un apposito passaggio dalla tribuna alla sala conferenza dove giocatori ed allenatori si presenteranno per i loro commenti post-gara. In questo modo sarà possibile evitare un contatto, cosa accaduta sino ad oggi, tra giornalisti, atleti, arbitri ed altri addetti ai lavori nel corridoio che congiunge gli spogliatoi alla sala conferenza. “Tutto è andato per il meglio –ha dichiarato Donsanti al termine dell’incontro in Prefettura- e adesso possiamo iniziare a realizzare questo importante progetto del ‘nuovo’ stadio che presumibilmente ci spalancherà le porte in Lega Pro”. Viterbese e A.I.A – Sabato scorso erano presenti a San Martino al Cimino per la cerimonia dei 70 anni della sezione A.I.A di Viterbo anche Maurizio Donsanti e Guglielmo Petrosino (ex segretario della Figc). Un appuntamento importante al quale

Maurizio Donsanti (a sinistra) la società di patron Fiaschetti non è potuta mancare. Non capita tutti i giorni di vedere una società di calcio essere così vicina alla categoria arbitrale. Segno questo che testimonia come il famoso ‘modello Viterbese’ sia aperto a 360° anche su tutte le vicende che ruotano attorno al calcio: “Quella di sabato è stata un’intrusione –ha aggiunto Donsanti- �nalizzata a dimostrare la condivisone totale da parte della Viterbese dei valori etici e morali che contraddistinguono il mondo arbitrale. Ho trovato giusto il discorso del presidente nazionale dell’A.I.A. Marcello Nicchi. La violenza, in questo caso riferita al calcio, va contrastata con ogni mezzo. E’necessario inasprire le pene sia contro i tifosi violenti che con i giocatori che mancano

di rispetto all’arbitro. L’esempio deve provenire dal campo ed i calciatori quindi sono i primi ad avere l’obbligo di comportarsi in modo corretto. L’arbitro è l’unico giudice di gara e come tale va rispettato. Per la prossima stagione abbiamo pronte sanzioni per tutti i nostri tesserati che si macchieranno di atti non conformi ai sani princìpi comportamentali durante lo svolgimento delle partite”. Intanto è stata uf�cializzata la data della conferenza stampa (lunedì 27 giugno alle ore 11,30 presso la scuola dei Sottuf�ciali dell’Esercito) per la presentazione della partita di solidarietà in programma l’1 luglio (17,30) allo stadio Rocchi. Si s�deranno in un torneo triangolare giornalisti Rai, attori e militari.

NON SOLO MERCATO - I pensieri del dg Frateiacci (Foglianese) e del tecnico Sperduti (Caninese)

Civitella D’Agliano ma quanta carne al fuoco G

irovagando a destra e a sinistra nel nostro calcio in questa fase di mercato, di pensieri, ri�essioni, cambiamenti ed anche di “fregature”. FOGLIANESE Il direttore generale Tonino Frateiacci non ha ancora smaltito la rabbia della retrocessione in Promozione.Tuttavia il calciomercato è alle porte e proprio in momenti dif�cili come questi è necessario tirare fuori l’orgoglio. Alcuni giocatori della prima squadra partiranno al 99%, vedi Grimaldi (direzione Monet�ascone), Malè, Tessicini ed altri. Aquilani potrebbe invece restare. “Teniamo solo le persone serie e chi è veramente attaccato alla maglia -ha dichiarato Frateiacci- non vogliamo gente demotivata. A malincuore abbiamo dovuto salutare mister Pascucci. E’ un professionista vero e purtoppo nel Viterbese non si ha la capacità di giudicare con oculatezza chi vale veramente. Se mai un giorno questa società tornerà a buoni livelli, allora Pascucci sarà il primo ad essere richiamato. Mi ha lasciato un’impronta dentro dif�cile da cancellare”. CANINESE La compagine allenata da mister

Tonino Frateiacci

Riccardo Sperduti

Riccardo Sperduti sta facendo le cose in grande. Dopo le partenze di Corasaniti, Negro e Troili stanno per arrivare i primi rinforzi. Uno per la difesa, Borriello (ex Civitavecchia e Ladispoli), ed un altro per il centrocampo, Perugini (ex Corneto Tarquinia). Con i due è stato trovato l’accordo verbale e l’1 luglio arriverà quasi sicuramente la �rma: “Si tratta di colpi importanti -ha dichiarato Sperduti- in particolare Borriello potrà andare a riempire quel vuoto lasciato dai partenti. Ho fortemente voluto che arrivasse a Canino, perchè lo reputo un giocatore di spessore e di categoria persino superiore alla nostra (vedi il suo curriculum). A livello economico ci è dovuto venire un pò incontro, ma non se ne pentirà. Ha sposato un progetto serio ed ha grande voglia di riscatto dopo aver attraversato

momenti dif�cili e con delusioni sia a Civitavecchia che a Ladispoli”. Altri due giocatori, un esterno ed un altro difensore sono vicinissimi all’intesa con la Caninese e su Bastianelli non è ancora detta l’ultima: “E’ tornato a Civitavecchia, sua società di appartenenza. Tuttavia è un giovane che ha fatto molto bene qui e saremmo disposti a riportarlo a Canino anche subito. Purtroppo però non dipende solo da noi. Il Civitavecchia è in attesa di capire quale campionato disputerà l’anno prossimo (in caso di ripescaggio salirebbe in Serie D) e anche a livello societario ci sono dei nodi ancora tutti da sciogliere. In base ai loro progetti saremo in grado di capire se Bastianelli potrà tornare”. La Caninese punta nella prossima stagione a migliorare la classi�ca dell’anno scorso quando

si piazzò in quarta posizione: “Sulla carta possiamo in modo legittimo ambire a posizioni di vertice. Bisognerà poi vedere quali squadre troveremo nel nostro girone e soprattutto quali riscontri avremo sul campo. Certamente la Vigor Acquapendente e il Pianoscarano sembrano essere squadre coinvolte in piani di ridimensionamento. La Foglianese invece è una squadra di tutto rispetto, che anche qualora perdesse alcune pedine importanti rimarrà comunque una formazione temibile e competitiva”. C/5 FC RONCIGLIONE CAMBIO PRESIDENZA Novità alla Fc Ronciglione calcio a cinque dove la società ha annunciato il cambio di presidenza. Al posto di Roberto Chiricozzi, storico numero uno della dirigenza cimina subentra Francesco Santaroni. Ma di fatto Chiricozzi resta in società: “E’ una scelta dettata soltanto da motivi personali legati al lavoro. Di fatto non muta nulla negli intedimenti della società e con Francesco abbiamo trovato una �gura che ha a cuore le sorti del club. Confermatissimo il tecnico Cervigni e club che punta a 4 rinforzi per essere tra le protagoniste nel prossimo campionato di serie D.

Dario Burla CIVITELLA D’AGLIANO NUOVI ENTUSIASMI Tante novità a incomiciare dal ritrovato entusiasmo nel clan del Civitella Cesi che si è dotato anche di un sito ben curato (www.polisp ortivacivitellad’agliano.it). La società del nuovo presidente Sergio Carpegna ha dato l’incarico di mister a Riccardo Celleno. Il club saluta lo storico capitano Carlo Lauro che ha deciso di sospendere la sua lunga militanza a Civitella, tutta la società ringrazia il capitano eroe di tante battaglie. Conferme per i seguenti atleti. La prossima stagione vedrà infatti la presenza al 4 anno consecutivo di Giamberardino Andrea e Luca Andreucci, insieme a Costantini Giuliano, Taschini Andrea e David Primi al terzo anno e di Marco Filoni con Settimi Alessandro, Quintarelli Simone,

Arcangeli Emiliano, Michele Allegri, Giovanni Lauro e Luca Salvi. Uf�ciale il ritorno dell’attaccante Brillo Federico, altro graditissimo ritorno è quello di Paolo Angelucci, mai per nuove scorribande sulla fascia di competenza. Uf�ciale è anche l’arrivo di Ceccariglia Tommaso, centrocampista centrale del Bolsena, giocatore molto tecnico che darà qualità al centrocampo insieme a Reggiani Francesco e Matteo Cunego, che andranno il primo a rinforzare la corsia di destra con la sua tecnica e velocità, l’altro a dare sostanza in mezzo al campo. Uf�ciale l’ingaggio di Simone Lombardelli, centrale difensivo anno 84’, alto 1,85 dal �sico possente sarà la colonna difensiva della squadra. Ingaggiato anche Dario Burla nella passata stagione al Sipicciano con 24 reti.


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

NEWS DI CALCIO E C5

Spettacolare sito www.pianoscaranocalcio.com Ufficiale l’organico dell’Eccellenza 2011/2012. Raduni per i giovani della Foglianese. Scuole Calcio e squalifiche nel calcetto

N

ews e approfondimenti dal nostro calcio e calcio a cinque. Ecco tutte le news.

ECCELLENZA, ECCO L’ORGANICO DELLA NUOVA STAGIONE Pubblicate le squadre che hanno diritto ad iscriversi al campionato di Eccellenza (termine ultimo 12 luglio ore 18) e le squadre ammesse alla graduatoria per gli eventuali ripescaggi. In base ai risultati conseguiti nella stagione sportiva 2010/2011, le sottoelencate Società hanno acquisito il diritto a partecipare al Campionato di Eccellenza 2011/2012: Società non retrocesse dal Campionato di Eccellenza 2010/2011 (dopo la disputa dei play-out): Albalonga, Anitrella, Cecchina, Civitavecchia, Corneto Tarquinia, Fiumicino, Fontenuovese, Formia, Maccarese, Lariano, Lupa Frascati, Monte San Giovanni, Monterosi, Morolo, Nuova Tor Tre Teste, Ostia Mare, Pisoniano, Rieti, Roccasecca, San Cesareo, Sporting Real Pomezia, Terracina, Tor Sapienza, Vigor Cisterna, Artena. Società classificate al 1° posto nel Campionato di Promozione 2010/2011: Almas Roma, Ladispoli, Nuova Super Iride, Segni. Società retrocesse dal Campionato di Serie D 2010/2011; Guidonia Montecelio. Società ammesse a concorrere all’iscrizione del campionato di Eccellenza 2011/2012 in caso di vacanza di posti. 1) Colleferro - Società vincente la Coppa Italia di Promozione 2010/2011 2) Valmontone - Società di Promozione posizionata al 1° posto della classifica ottenuta al termine delle gare riservate alle Società 2ª classificate nei rispettivi gironi del Campionato di Promozione 2010/2011 3) Villanova Calcio - Società di Promozione posizionata al 2° posto della classifica ottenuta al termine delle gare riservate alle Società 2ª classificate nei rispettivi gironi del Campionato di Promozione 2010/2011 4) Asd Ceccano - Società di Eccellenza perdente i play-out disputati al termine della stag. sport. 2010/2011 con la migliore posizione di classifica 5) Asd Montefiascone - Società di Promozione posizionata al 3° posto della classifica ottenuta al termine delle gare riservate

Home page del sito del Pianoscarano Calcio alle Società 2ª classificate nei rispettivi gironi del Campionato di Promozione 2010/2011 6) Asd Bordo Podgora - Società di Promozione posizionata al 4° posto della classifica ottenuta al termine delle gare riservate alle Società 2ª classificate nei rispettivi gironi del Campionato di Promozione 2010/2011 7) Asd Diana Nemi - Società di Eccellenza perdente i play-out disputati al termine della stag.sport.2010/2011, con la seconda migliore posizione di classifica 8) Asd La Sabina - Società di Promozione perdente la finale per l’assegnazione della Coppa Italia di Promozione 2010/2011 9) Fregene - Società di Eccellenza perdente i play-out disputati al termine della stag.sport.2010/2011 con la terza migliore posizione di classifica La Società Pol. Comunale Foglianese, perdente i play-out non rientra nella sopraindicata graduatoria, in quanto preclusa, avendo goduto del beneficio dell’ammissione per la categoria di eccellenza nella stagione sportiva 2010/2011. FANTASTICO SITO WEB DEL PIANOSCARANO Da ieri è in rete il sito web del Pianoscarano, cliccabile al sito www.pianoscaranocalci

o.com. E’ un sito veramente bello, altamente professionale realizzato dall’azienda della Teskmar in cui è possibile visionare la vita reale della seconda società calcistica del capoluogo sorta nel 1949 e che da poco ha festeggiato i suoi 60 anni di storia. Un lavoro sul quale per mesi e mesi ha lavorato con certosina pazienza il responsabile del settore giovanile del Pianoscarano Mauro Lucarini ed il suo staff. Un sito sul quale puoi trovare centinaia e centinaia di foto, storiche e attuali della “vita” del Pianoscarano, nonchè le sezioni degli organigrammi che verranno adesso compilate con l’inizio della nuova stagione, le sezioni sulla prima squadra, sui team del settore giovanile e tutte le new sui tornei, sul calcio mercato, sui camp e tanto, tanto altro ancora. Agli addetti ai lavori, ai tesserati, agli sportivi, ai curiosi l’invito di visionare con attenzione quanto di bello è stato realizzato e che verrà costantemente aggiornato. DAL 1° LUGLIO RADUNI PER LA FOGLIANESE Prosegue il grande lavoro del settore giovanile della Comunale Foglianese nell’operazione di rafforzamento delle varie compagini che parteciperanno nella

stagione 2011/2012 ai vari campionati giovanili. E a tal proposito da venerdì 1° luglio verranno effettuati dei raduni-selezioni per le formazioni degli allievi regionali (classe 1995, allenati da mister Tarquini); giovanissimi regionali (classe 1997, allenati da mister Scoppa) e giovanissimi fascia B regionali (classe 1998, allenati da Crispino Crispini). Gli incontri si svolgeranno con inizio alle ore 16 al San Paolo di Cura di Vetralla. Informazioni - Per contatti ed informazioni di qualsiasi genere rivolgersi al seguente numero telefonico: 366/2521573. C/5 CLAUDIO MINELLA LE SFIDE DEI QUARTI Da ieri sera si è ripreso a giocare al torneo di calcio a cinque di Vasanello Memorial “Claudio Minella” con i match dei quarti di finale. Ieri sera - Abbiamo avuto le sfide tra Bar Chalet e Fma Termoidraulica Bari e Real Gigi La Trottola-Q. D.C. Bari dei quali vi daremo il resoconto nella nostra edizione di domani. Oggi - Questa sera gli altri due confronti. Alle 21.30 il match tra La Ripa Canepina e I Templari e alle 22,30 la sfida tra Cocci Sfranti e Team Canepinese.

RICONOSCIMENTO UFFICIALE DELLE SCUOLE CALCIO STAGIONE 2010/2011 A seguito di integrazione e/o verifiche documentali, si riporta, di seguito, l’elenco delle Società con le relative categorie di appartenenza, per la stagione sportiva 2010/ 2011. Per le Società Aspiranti Qualificate si rimanda al Comunicato Ufficiale n° 1 SGS per gli adempimenti previsti al fine del riconoscimento definitivo per la stagione corrente. Si ricorda, alle Società interessate, che per ottenere dal Settore Giovanile Scolastico il parere favorevole al riconoscimento Cass, è necessaria la qualifica minima di Scuola di Calcio. Così per la provincia di Viterbo. Aspirante Scuola Calcio qualificata - Barco Murialdina, Corneto Tarquinia, Montefiascone, Virtus Pilastro. Scuola di Calcio - Blera, Calcio Tuscia, Cimina Ronciglione, Civita Castellana Calcio Giovanile, Corchiano Gallese, Etrusca Calcio, Fabrica Calcio, Foglianese, Pol. Real Azzurra Grotte di Castro, Montalto Calcio, Pianoscarano, Valentano, Virtus Cimini, Centro Calcistico di Base - Accordia, Altalena Ronciglione, Bagnoregio, Bassa Tuscia Gallese, Canepina, Caninese, Castel S.Elia, Castiglione Calcio, Etrusca, Farnese, Grotte Santo Stefano. Ischia di Castro, Maglianese, Nuova Bagnaia, Nuova Sorianese, Onano Sport, Oratorio Villanova, Real Monterosi, Romaria, San Lorenzo Nuovo, 1994 Tuscania, Vasanello, Vignanello, Virtus Marta, Vulsinia Bolsena. C/5 MASCHILE, LE SQUALIFICHE DOPO LA FINALE DI COPPA Queste le decisioni del giudice sportivo dopo la finalissima di venerdì scorso della Coppa Provincia di Viterbo di calcio a cinque di serie D maschile vinta dall’Active Netowrk Cus Viterbo contro la Virtus Monterosi. Giocatori Espulsi - Due turni a Dario Luberti della Virtus Monterosi. Una giornata a Gabriele Rossi della Virtus Monterosi e Antonio Felici dell’Active. Non Espulsi - Un turno per somma di ammonizioni a David Gironi, Enrico Fantini della Virtus Monterosi e Javier Torres Medina dell’Active Network.

TORNEO CALCIOTTO “CARLO TORRE”- Il risultato con la Soldini fa ‘fuori’ l’Edil Patrizi

Tabaccheria Evangelisti, ‘dolce’ ko ai rigori ed è nei quarti

Reti: Basili (So), Campana (So), Mecarelli (Ta), Remigi (Ta)

Tabaccheria Evangelisti

A

ltri verdetti dalla fase di qualificazione del torneo di calciotto, trofeo “Carlo Torre” di Fabrica di Roma. Ecco come è andata nel match del girone B tra Tabaccheria Evangelisti e Cartolibreria Soldini giocato mercoledì sera a La Cesa di Fabrica. TAB. EVANGELISTI 8 CART. SOLDINI 9 (i tempi regolamentari si erano conclusi sul punteggio di 2-2)

Tabaccheria Evangelisti: Capparucci D., Remigi L., Lucivero, Pintoni, Elton, Remigi M., Viola, Mecarelli, Fochetti, Titomaglio, Aziz, Mariani, Andreoli, Narduzzi, Guidi, Antonelli. ALL: Marcello Fochetti Cartolibreria Soldini: Malatesta, Mechilli, Zucchetto, Tucci, Rasente F., Basili, Dhimitri, Mariuta, Cretu, Rasente R., Campana, Tribolati, Manini, Martinozzi, Shahinas, Profeta, Borgognoni. ALL. Guidi Gino

La Tabaccheria Evangelisti è la terza squadra qualificata alle semifinali del Torneo di calciotto “Carlo Torre” in corso di svolgimento presso il campo sportivo “La Cesa” di Fabrica di Roma. A Remigi e compagni è bastato non perdere contro la Cartolibreria Soldini e in virtù dello scontro diretto vinto contro l’EdilPatrizi/ Intonaci Picca conquista la semifinale in programma martedi prossimo contro La Spaccata, vincente del girone A. La partita contro Soldini non ha avuto storia o forse l’ha avuta solo nel primo tempo quando la squadra di Guidi, una delle migliori del Torneo, era in vantaggio per 2-0 con le reti di Basili e Cam-

pana. Poi nella ripresa le maggiori motivazioni della Tabaccheria Evangelisti e l’amicizia che regna tra i giocatori delle due squadre ha permesso la rimonta giunta con le marcature di Mecarelli e Remigi. Un 2-2 ampiamente previsto alla vigilia con sommo rammarico della EdilPatrizi/ Intonaci Picca che si vede fuori dalle semifinali. (Ermanno Todini) IERI E OGGI IN CAMPO Ieri sera per il girone B si è giocato il match tra Join Cafè ed Edil Patrizi/ Intonaci Picca. Stasera ultima giornata delle eliminatorie con due partite in programma. Alle 20,30 la sfida tra i Ragazzotti e il Centro Sportivo del Trullo. Mentre alle 21,45 il bigmatch tra la Calzature Bimbi Tip Tap e la Pasticceria

Cartolibreria Soldini Marco Cafè: chi vince entra in semifinale ed affronterà lunedi alle 21,30 il panificio Centro Storico. Classifica Girone A Sala Giochi La Spaccata 11; Pasticceria Marco Cafè 7; Calzature Bimbi Tip Tap

6; I Ragazzotti 0; Centro Sportivo del Trullo - 1 Classifica Girone B - Panificio Centro Storico 11; Tabaccheria Evangelisti 6; Cartolibreria Soldini 5; Edil Patrizi/Intonaci Picca; Join Caffè Corchiano 2


� �

sport

SPORT

& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

25

C/5 MEMORIAL BRUNO CENCIARINI

Triplette di Mantovani e Boccolini per il super Panzer Successo per 9-5 contro I Nuovi Mostri. Alla distanza il Bar Fuori Mano batte 5-0 il W La Zuppa CALENDARIO PRIMA FASE data

ora

partita

risultato

C) E SO’ MATTE - DEMBELE

8-2

B) CAFFE’ ETRURIA - BLERANA INFISSI

7-5

A) BAR FUORI MANO - CARR. MANTOVANI

6-4

A) PANZER - W LA ZUPPA

8-3

B) COCCHI ELETTRAUTO - BAR CANCELLIERI 2 GPF

4 - 10

C) LOKOMOTIV - I MOVIOLA

4-2

C) BAR LA VILLA - E SO’ MATTE

3-8

A) CARR. MANTOVANI - I NUOVI MOSTRI

5-3

B) ETRURIA MEMBRANE - BLERANA INFISSI

4 - 13

C) LOKOMOTIV - DEMBELE

3-4

A) CARR. MANTOVANI - W LA ZUPPA

5-2

B) CAFFE’ ETRURIA - COCCHI ELETTRAUTO

5-5

A) BAR FUORI MANO - PANZER

3-3

C) BAR LA VILLA - LOKOMOTIV

4-5

C) E SO’ MATTE - I MOVIOLA

9-3

B) ETRURIA MEMBRANE - CAFFE’ ETRURIA

5 - 12

A) PANZER - I NUOVI MOSTRI

9 - 5

A) BAR FUORI MANO - W LA ZUPPA

5 - 0

ieri sera

C) I MOVIOLA - DEMBELE

ieri sera

B) BLERANA INFISSI - COCCHI ELETTRAUTO

oggi

21,00

B) BAR CANCELLIERI - CAFFE’ ETRURIA

oggi

22,00

A) CARROZZERIA MANTOVANI - PANZER

26/06

21,00

B) COCCHI ELETTRAUTO - ETRURIA MEMBRANE

26/06

22,00

B) BLERANA INFISSI - BAR CANCELLIERI 2 GPF

27/06

21,00

C/ DEMBELE - BAR LA VILLA

27/06

22,00

A) W LA ZUPPA - I NUOVI MOSTRI

28/06

21,00

B) ETRURIA MEMBRANE - BAR CANCELLIERI 2 GPF

28/06

22,00

C) E SO’ MATTE - LOKOMOTIV

29/06

21,00

C) I MOVIOLA - BAR LA VILLA

29/06

22,00

A) BAR FUORI MANO - I NUOVI MOSTRI

Quarti di finale (3-4 luglio); Semifinali (6 luglio); Finali (8 luglio)

N

ella nona giornata del Memorial “Bruno Cenciarini in campo le squadre del girone A e nette affermazioni per le compagini dei Panzer e del Bar Fuori Mano. Ecco come è andata. PANZER 9 I NUOVI MOSTRI 5 Gara combattuta e ben giocata da entrambe le squadre, in equilibrio fino a 10 minuti dal termine con i vetrallesi di Pasquinelli Federico e compagni in vantaggio sul 5-4. Nel finale entra in scena per i Panzer, il bomber del Blera Mantovani G.L. che una tripletta mette al sicuro il risultato. tripletta anche per Boccolini. Per I nuovi mostri ottima la prova del sempre verde Santoro Luigi. BAR FUORI MANO 5 W LA ZUPPA 0 Il simpatico team blerano della coppia Jhon-J e Pomez mette in difficoltà i campioni vetrallesi del Bar Fuori Mano, privi del fantasista Fa che nel finale chiudono la pratica con i gol di Carnevale Francesco (2 gol), Barbaranelli, Coppari e Puddu. E quindi conferme per Panzer e Bar Fuori Mano che con gli organici al completo hanno i mezzi per arrivare molto avanti. IERI E OGGI IN CAMPO Altre quattro sfide in programme prima della

GIRONE A BAR FUORI MANO

7

PANZER

7

CARROZZERIA MANTOVANI

6

W LA ZUPPA

0

I NUOVI MOSTRI

0

GIRONE B Bar Fuori Mano

CAFFE’ ETRURIA

7

BAR CANCELLIERI 2 GPF ELETTRONICA

3

BLERANA INFISSI

3

COCCHI ELETTRAUTO

1

ETRURIA MEMBRANE

0

GIRONE C E SO’ MATTE

9

LOKOMOTIV

6

DEMBELE

3

I MOVIOLA

0

BAR LA VILLA

0

Panzer sosta di domani sera. Ieri si sono affrontate per il girone C I Moviola contro Dembele e per il girone B Blerana Infissi-Cocchi Elettrauto. Questa sera al termine della seconda set-

timana di incontri avremo per il girone B la sfida tra Bar Cancellieri 2 Gpf -Caffè Etruria alle ore 21 e alle 22 per il girone A il super confronto tra Carrozzeria Mantovani e Panzer.

Torneo che sta andando avanti alla grande e pubblico delle grandi occasioni nel seguire la kermess organizzata dal Roma Club Blera nel ricordo del grande Bruno Cenciarini.

C/5 MEMORIAL CIGNARALE - Gli aggiornamenti dal torneo di Fabrica

È una Lucky che fa Strike e segna ben 21 reti A

ltri aggiornamenti dal Memorial di calcio a cinque “Alessandro Cignarale”in pieno svolgimento a Fabrica di Roma. Ecco quanto avvenuto nei confronti della quinta giornata e sesta giornata. Ecco tutto il resoconto. LUCKY STRIKE 21 THE SENIOR 4 Lucky Strike: Dhimitri Angelo , Innocenzi Fabrizio , Discepolo Fernando , Macino Daniele , Silvagni Marco.

New Inedito Bar

The Senior: Ortenzi Stefano , Picca Alessandro , Spallacci , Baldassare Fabio, Ripani Giorgio , Campana Alberto , Pieri Giuliano , Pacelli Stefano. Partita senza storia tra i Lucky Strike di Faleri e i The Senior, già dal primo tempo la partita aveva preso una direzione a senso unico �nendo sul parziale di 7-2. Nel secondo tempo i falisci dilagano e la partita �nisce 21 - 4 grazie alle reti di Dhimitri Angelo (6) , Discepolo Fabrizio (2) , Macino

Daniele (6) , Silvagni Marco (7). Per i The Senior a segno Spallacci (1) , Ripani Giorgio (1) , Campana Alberto (1) e Pacelli Stefano (1). NEW INEDITO BAR 5 IMPRESENTABILI AGENZIA CSM 1 News Inedito Bar Impresentabili: Corradi Massimo , Viola Riccardo , Sacchi Fabio , Leoni Marco , Achilli Patrizio, Testaguzzi Diego, Cesari Andrea , De Iaco Fabio , Del�no Giuseppe, Tomassini Emanuele, Di Pietro Luca. Agenzia Csm: Lettiri Alessio, Silveri Marco, Basili Marco, Guerrini, Accettone Riccardo, Fioretti Marco , Pintoni Leonardo , Cioccolini Sandro , Bacchiocchi Marco, Lettieri , Cioccolini Gianluca. Bella vittoria per i fabrichesi del New Inedito Bar vincitori nei confronti di un Agenzia CMS molto nervosa. Per il New Inedito Bar a segno Tomassini Emanuele (3) , Cesari Andrea (1) , Di Pietro Luca (1). Per L’Agenzia CMS a segno Lettieri (1).

ORTOPEDIA COMITE 6 FARMACIA LIBERATI 2 Ortopedia Comite: Rossetti Riccardo, Ceccarelli Giancarlo , Darida Francesco, Comite Fabio , Tranfa Gianluca , Mariani Giovanni , Vaccarelli Luca , Biagiola Giorgio , Fiaschi Doriano , Montanini Auro , Pockropek Robert , Tesfaie Ciapi. All: Antonini Paolo. Dirigente Paolo Francocci. Massaggiatore: Luca Topini. Farmacia Liberati: Remigi Luca, Viola Jaire , Remigi Marco , Giovanale Gianluca, Capparucci Daniele , Pintoni Riccardo , Peiman , Lucifero Marco, Mecarelli Alessandro, Geremia Giovanale , Tucci Mirko, Cancelli Stefano. Una bella e Completa Ortopedia Comite vince la sua prima partita per 6-2 contro una Farmacia Liberati rimaneggiata dalle assenze. Per l’Ortopedia Comite gol di Tesfaie Ciapi (2), Pocropeck Robert (1), Tranfa Gianluca (1) , Mariani Giovanni (1) e Vaccarelli Luca (1). Per La Farmacia Liberati Remigi (1) e Pintoni Riccardo (1).

Lucky Strike AUTOR.. PASSALACQUA 5 CST 2 Autoricambi Passalacqua: Corciulo Luca , Affatato Emanuele , Aziz Oafiq , Natili Giuliano , Crocetti Gianluca , Di Mango Francesco , Luce Simone , Nervali Massimo, Nelli Riccardo. Cst: Casagrande Luigi , Stinchelli Fabio , Tombolino Alessandro , Sciarrini Davide, Mascarucci Stefano , Frezza Enrico , Paggi Daniele , Prezzavento Mario , Galbo Antonio , Sanapo Francesco. All: Rizzo Domenico Prima Vittoria anche per L’Autoricambi Passalacqua contro una buon C.S.T. I civitonici sono andati a segno con Luce Simone (2), Nervalli Massimo (2) e Aziz (1). Per il C.S.T. a segno Mascarucci Stefano (1) e Tombolini Alessandro (1).

SI. STE IMPIANTI 7 SALEFINO 3 Si. Ste Impianti: Boccia Michael , Frasa Fabio , Mariani Maurizio , Carosi Valerio, Narduzzi Luca , Iammella Diego , Colinelli Giordano , Speranza Daniele, Fiorentini Walter , Petese Roberto , Lecconi Filippo. Sale�no: Morbidelli Mirko , Biguzzi Francesco , Gentili Andrea , Masci Riccardo, Arriga Alessio , Scarpetta Andrea , Pagano Michele , De Angelis>Alessio , Arriga Stefano , Paludi Gianluca. Per i carbognanesi della Si.Ste Impianti gol di Mariani Maurizio (3), Cecconi Filippo (2) , Carosi Valerio (1) e Fiorentini Walter (1). Per il Sale�no reti di Arriga Stefano (2) e Gentili Andrea (1)


SPORT

sport

26

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

C/8 GINNASI - FRABOTTA

Salvitti, Grimaldi e Veneruso. Attenti a quei ... tre Bis dell’Officina Chiricozzi che dopo il 3-1 alla Sgm Legno ha la certezza del primato nel gruppo C Rilancio della Pol. Bassano Romano dopo il 2-1 al Rio Vicano. L’arbitro Cilli soddisfatto: “Tutto va per il verso giusto” GIRONE A

GIRONE B

GIRONE C

CALENDARIO VALERIO GINNASI data

ora

partita

risultato

EDILTIMBRICO SBA

9

RIST. IL PECCATO

6

OFFICINA CHIRICOZZI

6

CICRAM RONCIGLIONE - CAFFE’ CUBA LIBRE

1 - 3

CAFFE’ CUBA LIBRE

3

IMMOBILIARE BERTINI

6

FALEGNAMERIA SGM LEGNO

3

IMMOBILIARE BERTINI - UNO HOLDING

3 - 1

GELATERIA IGLOO

3

UNO HOLDING

3

POL. BASSANO ROMANO

3

EDILTIMBRICO SBA - GELATERIA IGLOO

4 - 1

CICRAM RONCIGLIONE (eliminata)

0

MIZZELLA

0

AGRITURISMO RIO VICANO

0

MIZZELLA - RIST. IL PECCATO

0 - 6

POL. BASSANO ROMANO - OFFICINA CHIRICOZZI

0 - 1

CICRAM RONCIGLIONE - EDILTIMBRICO SBA

3 - 4

SGM LEGNO - AGRITURISMO RIO VICANO

4 - 1

IMMOBILIARE BERTINI - RIST. IL PECCATO

1 - 4

CICRAM RONCIGLIONE - GELATERIA IGLOO

3 - 4

IMMOBILIARE BERTINI - MIZZELLA

4 - 3

CAFFE’ CUBA LIBRE - EDILTIMBRICO SBA

2 - 4

UNO HOLDING - RIST. IL PECCATO

2 - 1

POL. BASSANO ROMANO - AGRITURISMO RIO VICANO

2 - 1

OFFICINA CHIRICOZZI - SGM LEGNO

3 - 1

Una fase della gara Bassano Romano-Rio Vicano

M

ercoledì sera si è continuato a giocare al torneo di calciotto del “Ginnasi” e del Frabotta organizzato a Ronciglione dagli Amici del Presidente. In campo le formazioni del girone A ed ecco cosa è accaduto nelle sfide di mercoledì sera. GIRONE A Successo della Pol. Bassano Romano che reagisce bene al ko di misura subito all’esordio contro l’Officina Chiricozzi e che si rilancia in fase di qualificazione visto che sa-

bato sera giocherà il tutto per tutto contro la Sgm Legno. Ecco lo score del match. BASSANO ROMANO 2 AGRIT. RIO VICANO 1 Polisportiva Bassano Romano: Manili Manuel, Citti Alex, Moretti Jacopo, Silvestro Simone, Anselmi Emanuele, Sgarra Andrea, Gjeci Alban, Gjeci Ervin, Volpi Fabio, Moroni Ugo, Congiu Giorgio, Cjeci Halil, Cjeci Lulzim Cjeci Nadir Agiturismo Rio Vicano: Adriani Luciano, Iacurti Luciano, Pisu

CALENDARIO ALDO FRABOTTA data

ora

partita

risultato

VIRTUS CIMINI 2000 - VIGNANELLO 2000

1-0

VIRTUS CIMINI 2002 - C. RONCIGLIONE 2002

1 - 6

VIRTUS CIMINI 2003 - C. RONCIGLIONE 2003

0 - 3

CIVITA CASTELLANA 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

0 - 3

CIVITA CASTELLANA A 2002 - CIVITA CASTELLANA B 2002

3 - 3

CIVITA CASTELLANA A 2003 - CIVITA CASTELLANA B 2003

3 - 3

VIRTUS CIMINI 2000 - CIVITA CASTELLANA 2000

0 - 3

VIRTUS CIMINI 2002- C. CASTELLANA A 2002

5 - 5

CIVITA CASTELLANA A 2003-V. CIMINI 2003

rinviata

ieri sera

VIGNANELLO 2000 - CIVITA CASTELLANA 2000

ieri sera

CIMINA RONCIGLIONE 2002 - C. CASTELLANA B 2002

oggi

20,00

C. RONCIGLIONE 2003-CIVITA CASTELLANA B 2003

27/06

19,30

VIRTUS CIMINI 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

28/06

19,30

VIRTUS CIMINI 2002 - CIVITA CASTELLANA B 2002

01/07

20,00

VIRTUS CIMINI 2003 - CIVITA CASTELLANA B 2003

04/07

21,00

VIGNANELLO 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

05/07

19,30

CIMINA RONCIGLIONE 2002 - C. CASTELLANA A 2002

06/07

20.30

CIMINA RONCIGLIONE 2003 - C. CASTELLANA B 2003

FINALI 8/07

17,30

Finale Pulcini 2000

8/07

18,30

Finale Pulcini 2002

8/07

19,30

Finale Pulcini 2003

L’arbitro dell’incontro Fernando Cilli Giordano, Sconocchia Dario, Rinchiusi Simone, Tosi Simone, Galletti Claudio, Chirieletti Andrea, Soldatelli Ivan, Tomassetti Emanuele, Mariani Marco, Soldatelli Stefano, Vecci Cristian, Paolucci Gianluca. Dirigente Accompagnatore: Grandicelli Teodoro. Allenatore: Muccio Marco Arbitri: Fernando Cilli e Renato Sciarrone Marcatori: per la Pol. Bassano Romano Giardini e Citti, per l’Agriturismo Rio Vicano, Vecci. OFFICINA CHIRICOZZI 3 SGM LEGNO 1 Successo e certezza del primato nel gruppo C per la Officina Chiricozzi che approda ai quarti battendo per 3-1 la Sgm Legno che adesso si giocherà la qualificazione nello scontro diretto contro la Pol. Bassano Romano. Secondo brindisi per una Officina fortissima firmato dalle reti di Salvitti, Veneruso e Grimaldi. Così il tabellino della gara. Officina Chiricozzi:Tassone Francesco, Pianesi Mirno, Paoloni Giuseppe, Brizzi Roberto, Cosenza Gianluca, Salvitti Stelio, Salvitti Matteo, Veneruso Giovanni, Mussoo Cristian, Grimaldi Mattia, Buratti Gianpietro, Bernabei Emanuele, Buratti Giorgio, Ardiri Alessandro, Chiarelli Luciano Sgm Legno: Liscapade Massimiliano, Cernetti Dante, Gironi Flavio, Fantini Luca, Grandicelli Manuel, Pomi Fabrizio, Manini Marco, Santini Stefano, Crieletti Marzio,

PULCINI 2000

oggi

22,00

UNO HOLDING - MIZZELLA

25/06

21,00

OFFICINA CHIRICOZZI - AGRITURISMO RIO VICANO

25/06

22,00

SGM LEGNO - POL. BASSANO ROMANO

27/06

21,30

EDILTIMBRICO - 3ª ripescata

28/06

21,30

1ª classificata girone B - terza ripescata

01/07

21,30

OFFICINA CHIRICOZZI - 2ª classificata girone A

02/07

21,30

2ª classificata girone B - 2ª classificata girone C

5/07

21,30

6/07

21,30

FINALI

4 reti - Di Stefano (Asd Cicram)

1 rete - Smargiassi (Caffè Cuba Libre)); Pazzielli, Pagano (Immobiliare Bertini); Pompei, Ceglia (EdiltimBrico); Esposito (Gelateria Igloo); Arriga, Ruffini, Boccolini (Ristorante Pizzeria Il Peccato); Salvitti, Veneruso (Officina Chiricozzi); Federici, Modanese, Mattei (Asd Cicram); Cernetti, Grandicelli, Santini, Pomi, Litta (Sgm Legno);

CAFFE’ CUBA LIBRE - GELATERIA IGLOO

SEMIFINALI

I MARCATORI Ecco aggiornata la classifica dei marcatori dopo quattordici incontri della fase di qualificazione.

2 reti - Mandro, Farricelli, Alò, Fanka(EdiltimBrico); Troili E, Mustafà, Greco (Ristorante Pizzeria Il Peccato); Stella, De Angelis (Gelateria Igloo): Pascale (Mizzella); Randazzo (Immobiliare Bertini); Braccini, Mascarucci (Caffè Cuba Libre); Oliva (Uno Holding); Grimaldi M. (Of�cina Chiricozzi);

21,00

QUARTI DI FINALE

Colonnelli Luca, Giovanale Geremia, Litta Luca. Dirigente Accompagnatore: Faggioli Giordano Allenatore: Di Pietro Osvaldo Arbitri: Fernando Cilli e Renato Sciarrone Marcatori: per l’Officina Chiricozzi reti di Salvitti, Veneruso e Grimaldi, per la Sgm Legno gol di Pomi.

3 reti - Musetti (Immobiliare Bertini); Menichini (Ediltimbrico)

oggi

9/07

20,30

TERZO E QUARTO POSTO

9/07

21,30

PRIMO E SECONDO POSTO

Tommasetti, Vecci (Agrit. Rio Vicano); Ricci (Mizzella); Piferi (Uno Holding); Giardini, Citti (Bassano Romano). IERI RIPOSO OGGI IN CAMPO Ieri sera il torneo ha osservato una sosta. Oggi si torna in campo. Alle 21 al Comunale di Ronciglione il match del girone A tra Caffè Cuba Libre e Gelateria Igloo (spareggio per entrare nei quarti) e alle 22,00 per il girone B Uno Holding-Mizzella e anche qui ci si gioca molto. TORNEO FRABOTTA Per il torneo giovanile mercoledì sera è stata rinviata la gara della categoria Pulcini 2003 tra Civita Castellana e Virtus Cimini che dovrà essere recuperata. Ieri sera - Abbiamo avuto per la

PULCINI 2002

categoria Pulcini 2000 il confronto tra Vignanello e Civita Castellana e per i Pulcini 2002 il match tra Cimina Ronciglione e Civita Castellana B. Oggi - Alle 20 per i i Pulcini 2003 Cimina Ronciglione-Civita Castellana B. CILLI SODDISFATTO Intanto Fernando Cilli, arbitro del torneo con i suoi collaboratori all’Opinione ha espresso la bontà qualitativa dell’innovativo del torneo di calciotto ed ha elogiato tutti i partecipanti: “Una sola espulsione in quattordici incontri è un dato importante (rosso ad Oliva per doppio giallo ndr), si pensa a giocare e rispetto al calcio a cinque ci sono meno interruzioni e contestazioni”. agv

PULCINI 2003

CIMINA RONCIGLIONE

6

CIMINA RONCIGLIONE

3

CIMINA RONCIGLIONE

3

CIVITA CASTELLANA

3

CIVITA CASTELLANA A

2

CIVITA CASTELLANA A

1

VIGNANELLO

0

CIVITA CASTELLANA B

1

CIVITA CASTELLANA B

1

VIRTUS CIMINI

0

VIRTUS CIMINI

1

VIRTUS CIMINI

0


� �

sport

SPORT

& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

27

CALCIO A 5

Delirio Orte Futsal, la Coppa Umbra è tua Le reti di Lisciarelli, Sorbara, Trombetta ed Ursini regalano il secondo trofeo stagionale agli ortani di ALESSANDRO URSINI

S

orbara alza nuovamente al cielo la coppa ed esplode la festa Orte Futsal. La truppa di coach Martellino infatti batte al “PalaDiVittorio” di Terni la temibile Orma San Sisto e conquista la Coppa Umbra Regionale, altro traguardo mai tagliato prima da una compagine ortana. Un successo netto quello dei gialloblù, una vittoria per 4-1 che va anche stretta a Frale e compagni che hanno sovvertito in modo assoluto tutti i pronostici che volevano gli umbri, vincitori di campionato e coppa provinciale, come la squadra da battere. Chi ha assistito alla partita ha potuto ammirare la forza dell’Orte Futsal che ha letteralmente dato una lezione agli avversari. Una gara che esclusi i primi 5’, ha visto una sola squadra

in campo, un quintetto capace di difendere ottimamente, ripartire veloce ed imporre il proprio ritmo a piacimento. LA PARTITA Il “chi non salta è perugino...” intonato dai tifosi e dalla squadra sotto la propria “curva” dopo il 4-1 siglato da Ursini ha il sapore del trionfo e del game over. Il minuto che resta da giocare infatti serve solo ad accendere gli animi dei giocatori del San Sisto, forse convinti di scendere a Terni e fare un sol boccone degli ortani. Passando alle questioni tecniche, un applauso va naturalmente a tutta la squadra e al tecnico Martellino bravo ad impostare tatticamente in modo perfetto la partita. Per quanto riguarda i singoli, non possono non essere citati i due pivot Giuliano Lisciarelli e Luca

Sorbara, autori di una rete a testa ma soprattutto di una grandissima prestazione per quantità e qualità. Stesso discorso per Alessio Trombetta che ha confermato quanto di buono mostrato �no ad oggi siglando anche il 3-0 che “abbatte” i perugini. Lodi pure ai fratelli Matteo e Diego Marzoli, a Luca Ursini e a Filippo Casagrande, praticamente le fondamenta di un muro difensivo a tratti invalicabile. In�ne, chapeau anche a chi nell’ultimo atto ha trovato meno spazio come Riccardo Frale e Nicola Troiani, giocatori che durante la stagione e il cammino di coppa sono stati comunque molto importanti sia in campo che nel gruppo. POST PARTITA Poche ma commosse le parole di coach Martellino: “Credo che

I quattro ‘moschettieri’ Trombetta, Ursini, Sorbara e Lisciarelli, sotto la festa del gruppo dopo la vittoria, la gioia di tutta la squadra sia la mia più grande soddisfazione. Sono stati un gruppo fantastico �n dal primo giorno e credo che queste due coppe, magari inaspettate anche, siano state il giusto premio ad impegno e sacri�ci”. TOP Lisciarelli: Decisivo. Ha il grande merito di realizzare, con una super giocata, la rete che rompe gli equilibri. Ottimo anche nel tenere palla e da “sponda”. Sorbara: Immenso. Cuore e anima di questa squadra, gioca tutto il match e piazza la zampata del 2-0 che spedisce all’inferno il San Sisto. Trombetta: Eclettico. Unisce alla qualità e al senso del gol anche la quantità difensiva. Elemento fondamentale di questo team,

pone la �rma sulla coppa con il liberatorio 3-0. Ursini: Stoico. E’ infortunato ma decide di dare lo stesso il suo contributo. Lo fa in fase difensiva annullando gli avversari di turno e lo fa in fase offensiva con la rete “prendi” Coppa. Marzoli M: Perfetto. Come Ursini annichilisce chiunque passi dalle sue pari ed è fondamentale in molte ripartenze. Le tifose: Federica, Alessia, Claudia, Francesca, Arianna, Francesca, Giulia, Ilaria, Valeria, Eleonora, Cristina. Valentina e Manuela ecc ecc..�danzate, amiche...praticamente Ultras. Con il loro tifo indemoniato non hanno mai lasciato sola la squadra e queste coppe sono anche merito loro.

L’Ortana C5 promossa in serie C2

P

iù forte di tutti. La dea bendata conferma i valori del campo e promuove in serie C2 l’Ortana. Proprio così, i biancorossi di mister Impenna dopo aver vinto i propri play-off ed aver chiuso primi per differenza reti il girone a tre promozione, possono liberare la propria gioia e godersi il ritorno in serie C2 a distanza solamente di un anno dalla mancata iscrizione. Per capitan Fabrizi e compagni si tratta della giusta ricompensa ad una stagione che ha visto i biancorossi rimanere sempre nelle primissime posizioni. Ortana che torna quindi in serie C2, quella categoria sul campo mai persa. Grande la gioia del tecnico dei biancorossi presen-

te nella sede centrale della Figc a Perugia: “Credo che l’essere stati sorteggiati sia stato il giusto riconoscimento a quanto fatto �no ad oggi da questa squadra. Siamo stati i più forti del girone insieme al Norcia, siamo stati la migliore tra le tre vincenti i play-off e quindi credo sia giusto tornare in C2. Posso solo dire che siamo stati estratti per primi, come se la fortuna volesse premiare chi ha meritato sul campo. Chiudo facendo i complimenti ai dirigenti, al tecnico e a tutti i ragazzi Orte Futsal per il successo di Coppa che rende magica questa stagione per le ortane”. Per la cronaca, l’altra promossa sorteggiata insieme all’Ortana è stata la Vis Gubbio.

CALCIO A CINQUE - La bella manifestazione organizzata dal club di Pier Paolo Laureti

Le immagini della premiazione del torneo Libertas Ellera

N

Sopra L’ASD Libertas Ellera, sotto Blue Tiger

ell’edizione di martedì scorso vi abbiam dato notizia dell’esito conclusivo del torneo di calcio a cinque “Libertas Ellera” disputato nei giorni scorsi presso l’impianto della Parrocchia di Santa Barbara e vinto dall’omonima società della Libertas Ellera che in finale ha battuto per 4-3 i Blue Tiger. Nell’edizione odierna doverosa passerella fotografica per i personaggi della manifestazione nella ricca e ben organizzata cerimonia di premiazione. NELLE FOTO In alto a destra Ugo Gigli mentre premia l’Asd Libertas Ellera prima classificata. In basso a destra ra la premiazione di Daniele Nicolai, miglior portiere della Blue Tiger e a chiudere i Blue Tiger classificatisi al secondo posto e premiati da Pacifici, presidente del Centro Nazionale Libertas di Viterbo.


� �

sport

SPORT

28

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

CAMP ESTIVO

‘Campuscuola’ fa il pieno di entusiasmo Grazie alla Finass e alla FIDAL Viterbo tantissimi ragazzi stanno trascorrendo giornate a base di sport

T

antissimi bambini e ragazzi, un bel gruppo di tecnici e istruttori ma, soprattutto, tanta voglia di divertirsi e di trasformare le calde giornate estive in un’occasione per fare sport e stare insieme. La Finass Atletica Viterbo, con la preziosa collaborazione della FIDAL Viterbo, ha organizzato e sta gestendo con grande competenza un campus estivo denominato ‘Campuscuola’. La base di riferimento è proprio il Campo Sportivo

Scolastico di Viterbo, ma l’attività si svolge anche negli impianti limitro� come il campo da baseball ‘G.Massini’: gli organizzatori hanno infatti previsto di far svolgere diverse discipline sportive ai tantissimi ragazzi presenti, favorendo lo spirito di aggregazione e lo spirito di squadra. Si gioca dunque a rugby ma anche a calcio, pallacanestro, pallavolo, baseball, tennis tavolo, senza dimenticare ovviamente l’atletica. Molte attività vengono

proposte dai tecnici e dagli istruttori sotto forma di s�de individuali o a squadre, non tralasciando l’aspetto ludico che prevale sempre rispetto a quello agonistico. Ieri, ad esempio, è stata allestita anche una prova di orienteering e i ragazzi hanno

dimostrato di apprezzare molto questa attività, intervallata anche da una bella merenda. Il Campuscuola, aperto a giovani di età compresa tra 5 e 13 anni, si svolge dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 14 e proseguirà �no a tutto il mese di luglio. (GA)


� �

sport

SPORT

& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

29

TENNIS MASCHILE

Semifinali stellari al ‘Città di Viterbo’

Di fronte Grassi-Giannessi e Vanni-Semrajc. Stasera si assegna il titolo del doppio di GLAUCO ANTONIACCI

S

Alessandro Giannessi

Claudio Grassi

emi�nali ‘nobili’ per il torneo ITF ‘Città di Viterbo’, trofeo BMW Autopremium/Saggini costruzioni, evento inserito nel calendario dei futures e dotato di un montepremi complessivo di 10.000 dollari. I quarti di �nale disputati ieri hanno visto i successi di tutti i giocatori favoriti dal pronostico, pronti a dare vita oggi ad un grande spettacolo in occasione dei match che varranno l’ingresso in �nale. Il primo a superare il turno è stato Alessandro Giannessi, testa di serie numero 4, che non ha dato scampo (6-1 6-3) all’egiziano Karim Maamoun, partito dalle quali�cazioni ed autore di un torneo di grande sostanza dopo aver eliminato la testa di serie numero 7 Federico Torresi e il suo connazionale Sherif Sabry. Il suo avversario in semi�nale sarà Claudio Grassi, secondo favorito del seeding, che ha dovuto lottare per tre set prima di avere ragione del brasiliano Thales Turini, testa di serie numero otto. Dopo aver ceduto il primo set per 75, Grassi ha aumentato l’intensità del suo gioco ed ha piegato la resistenza del brasiliano con un duplice 6-2 nei due parziali successivi. La parte alta del tabellone vedrà affrontarsi altre due teste di serie, sopravvissute all’assalto degli outsider che ha mietuto vittime illustri come Thomas Fabbiano e Matteo Trevisan. Lo sloveno Janez Semrajc, numero sei del tabellone, ha conquistato un posto in semi�nale superando l’azzurro Enrico Fioravante con il risultato di 4/6 7/5 6/0. Due set di grande equilibrio, come dimostra il punteggio, poi il calo di Fioravante e la crescita di Semrajc che, dopo aver vinto il match serale contro lo

La stretta di mano alla fine del match tra Giannessi e Maamoun

Il sorteggio prima della sfida tra Luca Vanni e Claudio Fortuna svedese Brydolf, si è ripetuto ieri entrando di diritto tra i primi quattro del torneo. Tra lui e la �nale ci sarà però un avversario temibile come Luca Vanni, testa di serie numero 5, che ha sfruttato il suo potentissimo servizio per battere il siciliano Claudio Fortuna con un doppio 6/4. Oggi dunque i ri�ettori saranno puntati sulle due semi�nali; a partire dalle 13 toccherà a Claudio Grassi e Alessandro Giannessi mentre, a seguire, sarà Luca Vanni a s�dare Janez Semrajc. L’evento della giornata sarà tuttavia la �nale del doppio che, per la prima volta nella storia del torneo, si disputerà in serale con inizio alle 21. Protagonista sicura la coppia Torresi/Vanni che dovrà s�dare la vincente del match tra Grassi/Fioravante e Brydolf/Chadaj, disputato nel tardo pomeriggio di ieri. L’ingresso a tutti gli incontri è gratuito, compreso quello alla �nale del singolare che si giocherà domani con inizio alle ore 10.

Thales Turini

Federico Raffaelli


� �

sport

SPORT

30

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 24 Giugno 2011

Oltre mille persone hanno assistito allo spettacolo di ginnastica

Juppiter Sport ha reso omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia Q

uasi duecento ragazzi e ragazze, dai 3 ai 18 anni, insieme per gridare ‘Viva l’Italia!’. Così la Juppiter Sport ha voluto festeggiare i 150 anni dell’Italia Unita; uno spettacolo di ginnastica artistica che ha richiamato più di mille persone nella Palestra Comunale ‘Filiberto Puccica’ di Capranica, intervenute per assistere ad uno spettacolo dal titolo emblematico di ‘Viva l’Italia!’. Le ginnaste hanno preparato e messo in scena questa rappresentazione con grande passione e senso atletica, interpretando attraverso il gioco e il movimento fatti e personaggi della storia e della cultura italiana. Le loro spettacolari evoluzioni e acrobazie hanno rappresentato nel migliore dei modi ttutti gli aspetti del nostro paese, dallo sport, alle tradizioni, ai colori. Lo spettacolo ha proposto coreogra�e preparate dallo staff di Juppiter Sport insieme ad immagini storiche e cinematogra�che, ottenendo come risultato un mix di emozioni per il pubblico presente che è passato dal sorriso per la tarantella e il calcio, alla commozione per il bel canto o la bandiera italiana. Gran �nale con l’inno di Mameli, cantato a squarciagola dai ragazzi in scena e dal pubblico sugli spalti, seguito dall’allegria tutta italiana di ‘O surdato innamorato’ guidata dal Presidente dell’Associazione Salvatore Regoli e dallo staff di Juppiter Sport. “Abbiamo festeggiato i 150 anni dell’Italia senza retorica - ha dichiarato il presidente Regoli -, con le parole di Alberto Sordi, Totò, Roberto Benigni, Alcide De Gasperi, Falcone e Borsellino, per sottolineare come sia possibile educarci insieme ai giovani alla cultura della memoria”.


almanacco

& Venerdì 24 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uffi cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

31

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

Come inizio del weekend non c’è male amici dell’Ariete..Uno straordinario Marte in Gemelli vi dà la grinta necessaria per affrontare quei gravosissimi impegni che comporta il fare e disfare i bagagli per portare con voi uno, mille o centomila cambi d’abito che servono per la crociera sul mediterraneo che vi sta aspettando…come?..non ve la potete permettere? Ma certo che sì.ormai costano poco..e voi DOVETE ANDARE IN VACANZA

Un venerdì di preparazione a quello che sarà un weekend memorabile per voi amici del To r o. . q u e s t a Venere in Gemelli vi rende più che mai intraprendenti, per non parlare di Marte, che dalla stessa posizione vuole rendervi protagonisti diinimitabili performance amorose…le donne del segno intrecciano nuovi amori che partono per gioco ma promettono di diventare splendide e solide realtà

Ma che bello che bello che b e l l o. . q u e s t a Luna in Ariete è splendida per ravvivare il vostro umore che è già deciamente alle stelle..tra tutti i dodici segni dello Zodiaco voi siete quello che brilla di più e che non soffre nemmeno questo caldo già troppo bollente…tutto merito di venere che vuole regalarvi nuovi amori..!!!e per voi si sa…non c’è nullla di meglio che civettare allegramente..AUGURI

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Oggi vi sembra di essere ripiombati nel grigiore di qualche tempo fa quando un pesante Saturno si affiancava ad un minaccioso Giove..è solo una sensazione portata dalla Luna..e quindi passeggera..concentratevi piuttosto su quelle che sono le vostre priorità in ambito lavorativo cercando di dribblare gli concretizzare le promesse di Mercurio..vuole regalarvi un bel po’ di soldini..APPROFITTATENE

Visto che tutto si aggiusta?..o perlomeno comincia a p r e n d e r e forma..Mercurio in Cancro rende un pochino più fluide quelle che sono le problematiche nel vostro ambiente si lavoro mentre una splendida Venere in Gemelli vuole vedervi correre felici gridando al mondo intero che finalmente avete un nuovo amore..come?..ancora non c’è?..non preoccupatevi..è questione di ochissimo tempo… PRMESSO

La Luna bellissima in ariete vi rende geniali ed è possibile qualche bel colpaccio fortunato al gioco oppure il capo potrebbe accorgersi di voi e decidere di aumentarvi lo stipendio..non ci credete?..beh so che è difficile ma porebbe succedere—Mercurio è molto buono e anche se Marte vuole mettervi i bastoni tra le ruote voi non dovete perdere le speranze..che tra un po’ DIVERRANNO CERTEZZE

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Oggi più che mai dovrete lasciare andare le preoccupazioni e dovete cercare di non insistere ancora su quelle questioni che vi hanno tenuto sulle spine già lo sorso anno..la Luna non è favorevole e potrebbe causarvi un insolito ma insistente nervosismo che potrebbe alienarvi le simpatie di quelli che contano..mi raccomando..siate diplomatici..pensando che tra qualche giorno starete MOLTO MA MOLTO MEGLIO

Oggi per voi è una giornata particolare..24 giugno..siete più che mai collegati all’esosterismo..fate anche un po’ paura per quanto siete misteriosi..vi vedono tutti come dei temibili rivali..le donne però di voi non hanno paura affatto..anzi..grazie ai vostri occhi magnetici più che mai sembra che facciano a gara per cadere tra le vostre braccia!..BEATI VOI

Questa Luna in Ariete è talmente forte e potente che vi dàl’opportunità di dimenticare in un soffio tutti quei piccoli ostacoli che un Marte un po’ incarognito cerca di lanciarvi dal segno a voi opposto dei Gemelli..e allora dico io, cosa c’è di meglio di una giornata passata al mare con il vostro grande amore?..oggi rilassatevi e non pensate al domani..con la fortuna che avete..IL BELLO ARRIVERA!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

Cercate di stare calmi oggi amici del Capricorno..la Luna è un po’ pesante e vi rende ansiosi, cosa per voi inusuale..Mercurio dal canto suo non vi permette di fare grandi passi avanti nell’ambiente lavorativo mentre un Marte frizzantino vi invita a lasciarvi andare ai piaceri dell’amore..e Venere che vi fa l’occhiolino vi procura delle belle avventure..e allora?..ancora mi pensate al lavoro?..MA SU VIA!.

BUONGIORNO

Un radioso buongiorno a tutti i lettori dalla promessa dello sport Alberto Bocci, campione nazionale per il secondo anno nei 50 metri rana e secondo classificato nei 50 metri dorso. A lui un grosso in bocca lupo da tutti gli sportivi e dalla redazione per i futuri successi agonistici.

Ma che bel castello marco ndirondirondell o..un castello di fantasie meravigliose per voi splendidi amici dell’Acquario che con questa fantastica Venere ricominciate finalmente a vestirvi dei vostri colori preferiti..tutti rigorosamente chiari e lucenbnti..e così è la vostra mente che stimolata da aspetti astrali di tutto rispetto partorisce idee geniali e all’avanguardia che affascinano chiunque..MERAVIGLIOSI

La voglia di uscire dall’acqua e guizzare un po’ all’aria aperta spostandovi dai soliti confini è tanta lo so ma questo non è il momento migliore per dare forma ai vostri sogni..la Luna in ariete vi rende passionali ed un Mercurio in cancro ragionevoli ma Venere e Marte in Gemelli non vi permettono di concretizzare..anzi..sono talmente invidiosi della vostra fortuna che si divertono a mettere zizzania..ABBASSATE IL TIRO

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Venerdì 24 Giugno 2011

Sabato 25 Giugno 2011

ore 00 cielo sereno e vento da sud a 5 km/h. Temperatura di 16,6 °C o r e 0 3 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d a 4 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 1 5 , 8 °C ore 06 cielo sereno e vento da sud/est a 6 km/h. Temperatura di 16,2 °C ore 09 cielo sereno e vento da sud/est a 5 km/h. Temperatura di 22,1 °C o r e 1 2 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a s u d a 7 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 2 5 , 4 °C ore 15 cielo quasi sereno con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 10 km/h. Temperatura di 27,2 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 12 km/h. Temperatura di 24,7 °C ore 21 cielo quasi sereno o poco nuvoloso e vento da ovest a 7 km/ h. Temperatura di 21,7 °C

ore 00 cielo sereno e vento da nord/ovest a 6 km/h. Temperatura di 18,1 °C ore 03 cielo sereno e vento da nord a 9 km/h. Temperatura di 17,8 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord a 10 km/h. Temperatura di 17,3 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord a 10 km/h. Temperatura di 21,5 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord a 9 km/h. Temperatura di 25,6 °C ore 15 cielo sereno e vento da nord/ovest a 10 km/h. Temperatura di 27,3 °C ore 18 cielo sereno e vento da nord a 13 km/h. Temperatura di 26 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord a 13 km/h. Temperatura di 22,7 °C

FARMACIE

OGGI 24 GIUGNO TERRACINA (DIURNO E NOTTURNO) VIA MINCIOTTI, 35 (VT) TEL: 0761-341072 DOMANI 25 GIUGNO COMUNALE S. BARBARA (DIURNO E NOTTURNO) VIA PORSENNA, SNC (VT) TEL: 0761-270543


L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 24-giugno-2011  

24-giugno-2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you