Page 1

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile NICOLÓ ACCAME

Anno II N.246 - Martedì 11 Ottobre 2011 - Euro 1,00

Cronaca

Attualità

Cronaca

Ruba i gioielli alla madre della fidanzata per pagare un viaggio con la ragazza

Altre aziende del distretto ceramico nell’inchiesta sui sanitari importati

L’eolico a Piansano corre come un treno Continuano ad arrivare pezzi per il Parco

dalla Redazione

dalla Redazione

di Daniele Camilli

a pagina 4

a pagina 3

a pagina 7

Nuova udienza per le tangenti Isa, ma già si teme l’ennesimo rinvio per incompatibilità territoriale

Sanitopoli, Mingiacchi torna in tribunale Doveva essere una giornata importante per conoscere qualche dettaglio in più sulle mazzette alla Asl pagate da una società viterbese, la Isa spa e che vede questa mattina sul banco degli imputati Luciano Mingiacchi, 67 anni, ex sindaco di Anzio ed ex direttore generale dell’azienda sanitaria Roma H, Patrizia Sanna, 52 anni, dirigente del sistema informativo della Asl Roma H, e Riccardo Perugini, socio della società Isa Informatica di Viterbo e membro del cda. Stamattina l’avvio del processo anche se per due dei giudici designati resta il dubbio dell’incompatibilità.

Carcere, finiti i soldi per i pasti ai detenuti

Servizio di Daniele Camilli a pagina 5

a pagina 3

LUTTO A VITERBO

Muore a 32 annni Stefano Rajata figlio del proprietario del Pianeta Bessere

di Simona Tenentini a pagina 12

Insorgono i gestori dei locali. “Ora basta”

L’amministrazione scrive al Prefetto “Si fa troppa opposizione”

Un �ne settimana a suon di risse. Sabato notte di tensione tra San Pellegrino e Via della Sapienza. Un gruppo di giovani e giovanissimi avrebbe dato vita a tutta una serie di provocazioni che sarebbero poi �nite a botte. Infuriati i gestori dei locali che chiedono la convocazione di un tavolo istituzionale e maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. E qualcuno propone addirittura di indire uno sciopero di protesta per quanto starebbe accadendo da mesi.

BASKET

Viterbese meglio Big Montefiascone Soltanto la Defensor lo scorso anno Domani la Coppa Italia deve cedere il passo

Servizio a pagina 18

di Michele Mari a pagina 11

VASANELLO

di Daniele Camilli a pagina 4

CALCIO

Credito Artigiano Cattolica, siglata la fusione

Un week-end a tutta rissa nel centro storico di Viterbo

Servizio a pagina 3

Servizio a pagina 17

La ‘mutazione genetica’ dell’ufficio stampa comunale MONTEFIASCONE

Servizio

CALCIO SERIE D

CIVITA CASTELLANA

Servizi a pagina 22

di Simona Tenentini a pagina 12

TUSCANIA

Sottostazione Brachetti incalza il sindaco Natali di Valeria Sebastiani a pagina 10


& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca

Con l’ex direttore della Asl Roma H anche la dirigente Patrizia Sanna e Riccardo Perugini socio della Isa spa. Ancora ignota la composizione del collegio giudicante e se il processo dovrà svolgersi a Velletri Doveva essere una giornata importante per conoscere qualche dettaglio in più sulle mazzette alla Asl pagate da una società viterbese, la Isa spa e che vede questa mattina sul banco degli imputati Luciano Mingiacchi, 67 anni, ex sindaco di Anzio ed ex direttore generale dell’azienda sanitaria Roma H, Patrizia Sanna, 52 anni, dirigente del sistema informativo della Asl Roma H, e Riccardo Perugini, socio della società Isa Informatica di Viterbo e membro del cda. Per tutti è tre è stato chiesto dai pubblici ministero Fabrizio Tucci e Stefano D’Arma il giudizio immediato e le prime due udienze sono saltate per difetti di noti�ca e concluderà, con tutta probabilità l’ultima volta per la ricomposizione con l’ennesimo rinvio e con la riserdel collegio dei giudici visto che Mi- va di stabilire se il processo dovrà chele Romano era stato trasferito in celebrarsi a Viterbo o Velletri. Trapelano strategia della Procuservizio a Roma. Stamattina l’avvio del processo ra e delle difese. Il grande accusato anche se per due dei giudici desi- di questo giro di tangenti, Alfredo gnati resta il dubbio dell’incompa- Moscaroli, in questa fase sarà il testimone chiave per l’accusa. Tetibilità. Antonio Rizzello, difensore di �- stimone che avrebbe già raggiunto ducia del dottor Mingiacchi chiede- un accordo con la Procura sulla sua rà che il processo venga trasferito a posizione processuale. L’avvocato Velletri perché i reati contestati dalla Coppi aveva chiesto di patteggiare la pena ma i Procura di Viterquattro anni bo si sarebbero proposti dalla consumati non Procura sono sul territorio vitersembrati ecbese ma bensi in cessivi e non quello dei Castelli avrebbero Romani. escluso altri Mingiacchi e provvedimenla Sanna �nirono ti. A quante nel mirino della pare, adesso, a Procura di Viterbo che stava indagando su altre Moscaroli sarebbero stati concordati attraverso il patteggiamento persone. Testimonianze, intercettazioni solamente due anni di reclusione telefoniche e ambientali portarono ma la totale disponibilità a collaboad una serie di arresti ma sono rare con la magistratura. Dall’altra parte c’è Mingiacchi solo una parte della maxi inchiesta attualmente in corso e ancora non che non vuol saperne e che andrà conclusa sulla Sanitopoli viterbese. in dibattimento �no alla �ne senza Non saranno presenti nessuno chiedere riti alternativi. Questo sta degli indagati ma sarà solo ed esclu- a signi�care che nel processo s�lesivamente un’udienza tecnica che si ranno una serie di testimoni che

3

Reati contro il patrimonio Finisce in arresto 50enne

A

ncora in azione i carabinieri della stazione di Orte, guidati dal maresciallo Lo Giudice, che, impegnati in un controllo dei �ussi di passeggeri in transito all’esterno di quella stazione ferroviaria, hanno sottoposto ad un controllo un passeggero, appena sceso dal treno. Dagli accertamenti effettuati, a carico dell’uomo, originario della provincia di Taranto, già pregiudicato, è emersa una pendenza con la giustizia. Sul 50enne, infatti, pendeva un mandato d’arresto emesso dalla Procura di Orvieto, in quanto deve espiare una pena residua di un anno per reati contro il patrimonio. L’uomo è stato quindi tratto in arresto.

Sanitopoli, Mingiacchi alla sbarra

Si torna in aula questa mattina ma ci sarà l’ennesimo rinvio per incompatibilità territoriale

Moscaroli sarà il testimone chiave dell’accusa. Ha chiesto di patteggiare la pena

però sono indagati su procedimenti analoghi. Una matassa ingarbugliata che con tutta probabilità chiederà ulteriore tempo ai magistrati per impostare il processo. Rischierebbero infatti con il pregiudicare tutto il resto del lavoro ed aprire una serie in�nita di processi uno diverso dall’altro con l’impossibilità di raggrupparli per non correre il rischio di veder s�lare centinaia di testimoni ed arrivare alla prima udienza con i reati già prescritti. L’ex direttore generale della Roma H ha preparato una lunghissima memoria difensiva ed è convinto di smontare le accuse della Procura di Viterbo. Diversa la posizione di Patrizia Sanna che invece ha avuto modo di collaborare con la Ausl di Viterbo già ai tempi dell’era Cisbani. Dagli arresti ad oggi tante cose sono cambiate. La Isa spa è stata rivoluzionata e i vecchi soci hanno liquidato ed allontanato Alfredo Moscaroli vero arte�ce dell’attività corruttiva messa in piedi per ottenere lavori dalla Ausl pilotando commesse o appalti. Sul sito www.nuovoviterbooggi.it domani i primi esclusivi documenti del primo processo alla Sanitopoli viterbese. giggirizzo

In manette un 32enne siciliano per il furto di gioielli e monili della “suocera”

Ruba in casa della fidanzata e rivende tutto

I

carabinieri della stazione di Vitorchiano, diretti dal maresciallo Bonarrigo, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Viterbo per furto un disoccupato 32enne di origine siciliana. Le indagini condotte dai militari locali sono iniziate

a seguito di una denuncia per furto in abitazione presentata lo scorso primo ottobre presso la stazione dei carabinieri di Vitorchiano da una donna residente in quello stesso comune. Gli uomini dell’Arma, raccolta la denuncia, hanno immediatamente intrapreso la

ricerca della refurtiva consistente in alcuni gioielli in oro, effettuando delle mirate verifiche presso i numerosi esercizi commerciali che acquistano oro usato presenti nella provincia viterbese. Il rinvenimento della refurtiva da parte dei carabinieri proprio presso un negozio di compravendita di oro di Viterbo ha stupito la vittima del furto: la derubata, informata delle generalità della persona che aveva venduto i suoi gioielli, ha infatti appreso che ad asportare le sue collane era stato il compagno della figlia. Con il ricavato della vendita dell’oro rubato, circa un migliaio di euro, il 32enne, attualmente disoccupato, doveva sostenere le spese per una gita all’estero in compagnia della figlia della donna derubata. La refurtiva è stata sequestrata e l’autore del furto denunciato alla Procura di Viterbo.

Era il figlio di Roberto, gestore dell’hotel Pianeta Benessere

Muore a soli 32 anni Stefano Rajata

T

ragedia al Pianeta Benessere durante la scorsa domenica. Stefano Rajata, 32 anni, figlio di Roberto, il gestore del Grand Hotel Salus Terme - Pianeta Benessere, è stato trovato morto, domenica alle 14, nella sua camera da letto, all’interno della struttura alberghiera. A trovarlo disteso sul letto, privo di vita, sono stati i suoi familiari che, non vedendolo scendere per il pranzo, lo sono andati a chiamare. La procura della Repubblica di Viterbo ha disposto l’autopsia, che dovrebbe essere eseguita entro oggi. Secondo quanto si è appreso, sembra che il giovane assumesse dei medicinali in quanto era stato recentemente sottoposto a un intervento chirurgico di routine. La sera prima, sabato, era stato in compagnia degli amici e avava fatto ritorno in albergo, dove abitano i genitori e la sorella, a notte fonda. L’ispezione esterna del cadavere non avrebbe rivelato alcuna anomalia, tanto che la prima ipotesi formulata è quella della morte naturale. Una morte inspiegabile e tragica quella di Stefano, che ha gettato la famiglia e i conoscenti nella disperazione. La scomparsa

di un ragazzo così giovane, infatti, lascia sempre un segno indelebile, soprattutto sulle persone più vicine. Anche lo staff dell’albergo è visibilmente sconvolto dalla perdita del giovane Stefano, che incontravano ogni giorno sul posto di lavoro.

Non appena i medici legali termineranno l’autopsia per verificare le cause del decesso, saranno eseguiti i funerali del ragazzo. Alla famiglia Rajata le condoglianze della redazione de L’Opinione di Viterbo e Alto Lazio.


cronaca interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Martedì 11 Ottobre2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Centro storico - Infuriati i gestori dei locali che pensano di proclamare uno sciopero di protesta

Un Week-end...a tutta rissa di Daniele CAMILLI

Calci, sputi e colpi di testa”. Notte dei “fuochi” sabato sera a Viterbo. Almeno quattro risse in diverse parti della città, con tanto di intervento delle pattuglie della Polizia. Protagonista, secondo le testimonianze raccolte, un gruppetto di giovani e giovanissimi, sempre gli stessi. Stessa regia. Tra il quartiere San Pellegrino e Via della Sapienza. In pratica, quasi tutto il centro storico. Una situazione che pare vada avanti da mesi, senza ormai alcun controllo. Notte dei “fuochi” a Viterbo, come la Padova degli anni ’70. In una città decisamente più tranquilla, e soprattutto senza alcuna ragione politica di sorta. Come i sabati romani dell’Autonomia Operaia, quando i bar di piazza del Popolo venivano dati alle fiamme una settimana sì e l’altra pure. Siamo però nella città dei Papi. Tutto questo ancora non accade, ma la tensione che si respira è evidente. Infuriati i proprietari

dei locali, stanchi di dover gestire una faccenda che non spetta loro affrontare. Un via vai di telefonate avrebbe infatti caratterizzato la loro giornata, quella di ieri. L’obiettivo dei commercianti? Mettere a punto una strategia e trovare una soluzione a un problema – così lo definiscono – “diventato ormai insopportabile”. Alcuni gestori pensano addirittura di proclamare un giorno di sciopero per la sicurezza, altri di presentare una specie di esposto collettivo per segnalare quanto accaduto e chiedere maggiori controlli. Tutti accomunati da un’unica richiesta: il Comune si faccia carico di convocare un tavolo istituzionale e le forze dell’ordine siano più presenti in centro durante le notti del fine settimana. I motivi delle risse? Apparentemente nessuno, se non la volontà di “creare panico”, come qualcuno dei presenti ci ha raccontato. “Sono sempre gli stessi – ha poi aggiunto – che hanno fatto di precisi punti del centro storico

Intanto il Comune pensa al rilancio del centro storico con finanziamenti Ue

la loro base. Stazionano lì fino a una cert’ora poi – spesso ubriachi – si muovono in gruppo e incominciano a infastidire passanti e persone che frequentano i locali. Finché non comincia a volare qualche schiaffone e tutto precipita”. Sabato sera si è arrivati però all’esagerazione e“poteva finire peggio”. Week-end, Viterbo terra di nessuno? Speriamo di no. Intanto, proprio ieri mattina il Sindaco Giulio Marini e gli assessori Giovanni Arena e Daniele Sabatini hanno presentato il dossier di candidatura del Piano Locale e Urbano di Sviluppo (PLUS) della città di Viterbo per ottenere

dalla Regione Lazio 16 milioni di euro di finanziamenti europei per la riqualificazione e il potenziamento del territorio. “Un’opportunità unica e irripetibile”, ha detto il Sindaco (nella foto). “Un treno che non potevamo perdere”. Prossima fermata, il 10 gennaio 2012 quando la Pisana darà la sua risposta. Tra gli interventi previsti, anche un piano di incentivi per la riqualificazione dei locali e delle attività commerciali del centro storico. Per rafforzare l’attrattività turistica nell’intera zona. Zona cittadina…non di “guerra”.

Continua l’indagine sul distretto ceramico di Civita Castellana candalo al distretto ceramico di Civita Castellana dopo la scoperta di un’imprenditore della zona che importava i sanitari dalla Cina e li commercializzava come fatti a Civita Castellana. Dopo l’avvio ora l’inchiesta si va allargando. Oltre all’Althea, una delle più importanti aziende del distretto, il cui titolare è stato denunciato dai carabinieri e dagli ispettori del ministero del Lavoro per frode in commercio e truffa aggravata all’Inps (aveva messo circa 80 operai in cassa integrazione a zero ore), altri marchi, sembra due o tre, avrebbero architettato truffe analoghe. In qualche caso, i sanitari anziché

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile NICOLÒ ACCAME direttore@opinioneviterbo.it Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

dalla Cina sarebbero stati importati dal nord Africa e dalla Turchia. “Le aziende che fanno le furbe in un momento così dif�cile – dice il direttore di Federlazio Viterbo Giuseppe Crea – devono essere punite. Gli atteggiamenti disonesti – aggiunge – creano danni irreparabili a tutto il distretto ceramico viterbese e alla molte aziende serie che investono in innovazione, design e ricerca di nuovi materiali”. Il direttore di Federlazio sostiene di non aver mai avuto segnalazioni di comportamenti del genere da parte dei suoi assistiti. “Tuttavia – precisa – che a Civita Castellana ci fosse un fatturato superiore rispetto alla produzione era già emerso. Vedremo – conclude – quale sviluppi avrà l’inchiesta”. “In una situazione così drammatiica – dice Miranda Perinelli, segretaria provinciale della Cgil -, comportamenti del genere,

se confermati, sono ancora più odiosi, perché �nalizzati a lucrare sulla pelle dei lavoratori e delle aziende onestd. Il danno causato all’immagine del distretto industriale è incalcolabile – conclude -, spero che le associazioni degli imprenditori tutelino in tutte le sedi i loro associati che stanno spendendo i risparmi di anni di lavoro per salvare l’attività”. Intanto sono emersi nuovi particolari sulla frode scoperta dai carabinieri. Nonostante la fabbrica coinvolta fosse di fatto ferma da circa tre anni e gli operai, tra i settanta e gli ottanta, in cassa integrazione, il fatturato aziendale, da un po’ di tempo, era tornato su livelli pre crisi. Dietro il miracolo, c’era però il trucco: i titolari dello stabilimento importavano sanitari dalla Cina, sui quali era stato stampigliato in modo fraudolento il marchio CE. Una volta arrivati in Italia via mare,

Cane randagio aggredisce sette persone a Viterbo

C

ane randagio attacca sette persone nella notte. Con tutta probabilità un un pitbull, il cane che nella notte tra sabato e domenica a Viterbo, avrebbe aggredito diversi passanti sulle strade del capoluogo senza alcuna apparente ragione. Sette in tutto le vittime che hanno dovuto fare i conti con la rabbia dell’animale. Una persona, in particolare, ha riportato delle ferite più gravi delle altre e stamattina è stata medicata dai sanitari del 118. Quanto al pitbull pare che sia �nalmente stato rintracciato, ma non si sa nulla su un eventuale padrone che debba prendersene cura. Intanto, comunque, la sua cattura eviterà altre aggressioni in città.

I

eri mattina, M.R. montaltese di 56 anni, dopo essere caduto da un’impalcatura è stato trasportato all’ospedale di tarquinia. L’incidente è avvenuto intorno alle 12:30 in via Fiora. L’uomo stava eseguendo dei lavori di ristrutturazione all’interno della propria abitazione, quando è caduto da un’altezza di quasi due metri. Sul luogo sono stati immediati gli intervenuti dei soccorsi del 118 e della Misericordia di Montalto di Castro che hanno trasportato il 56enne all’ospedale. M.R. è stato sottoposto ad una tac ma non sarebbe in pericolo di vita. A ricostruire la dinamica dell’incidente sono stati i carabinieri della locale stazione. Giovanni Corona

Giorgio De Vito di nuovo in tribunale Questa volta per l’aggressione a Liberati

Non solo l’Althea nel traffico di sanitari S

Montaltese cade da un’impalcatura

G

attraverso vari porti, tra i quali Napoli e Ancona. I container pieni di water, bidet e piatti doccia vivano poi trasportati in qualche capannone dove ad ogni pesso veniva applicata l’etichetta della casa. In�ne, la commercializzazione come sanitari prodotti a Civita Castellana, quindi made in Italy.

iorgio De Vito di nuovo sul banco degli imputati. Ieri mattina l’udienza per il conferimento degli incarichi ai consulenti che si occuperanno della perizia psichiatrica sul 35enne accusato di aver aggredito a colpi di sciabola Emiliano Liberati, operaio di Fabrica di Roma. Cinque in tutto i consulenti che a partire dal 27 ottobre dovranno valutare la capacità di intendere e di volere di De Vito: Alessandro Pinnavaglia, Eugenio Pascucci e Mario Morucci per il giudice Marinelli. Gian Battista Traverso per l’accusa, e Pierfrancesco Bruno per la difesa. Il fatto risale al 12 maggio 2010 – tre mesi dopo l’omicidio Rizzello, che vede ancora il 35enne nella veste di imputato e la Michta già condannata a 18 anni di carcere – quando De Vito aveva invitato a casa l’ex compagna polacca, Henrijka Mariola Michta, per

prendere le ultime cose che aveva lasciato. Assieme a lei l’operaio di Fabrica. Entrati nell’appartamento, i due venivano aggrediti con una scimitarra. Ad avere la peggio Liberati, che perse l’uso della mano destra. Durante la requisitoria del 16 giugno, il pm Renzo Petroselli aveva chiesto la condanna a dodici anni di carcere; mentre gli avvocati di parte civile, Antonio Carlevaro (legale di Liberati) e Roberto Fava (difensore della Michta) avevano richiesto risarcimenti pecuniari: 500mila euro per l’operaio e 5mila per la polacca. La sentenza, attesa per il 29 settembre scorso, è invece slittata perchè il Gup Franca Marinelli aveva accolto la richiesta di perizia psichiatrica per l’imputato. Per De Vito si tratta della seconda perizia. La prima sarà depositata oggi. Riguarda però un altro delitto, quello di Marcella Rizzello.

L’avvocato Meloni: “La banca ha venduto titoli senza dare informativa specifica sul rischio”

Carivit condannata per i bond argentini I

l tribunale di Viterbo ha emesso, dopo ampia discussione del Collegio di tre Giudici, una sentenza di condanna avverso la Carivit spa per la vendita di bond argentini. E’ la prima volta che la Carivit viene condannata e la sentenza può costituire un serio precedente per tutti coloro che hanno acquistato titoli argentini. Nel 2001 la filiale interna alla base ALE vende ad un sottufficiale in servizio bond argentina. A cinque mesi dal default (dicembre 2011). Nel farlo, ha dimostrato il legale Meloni che assisteva il compratore, ha violato numerose regole che hanno portato alla condanna. L’avvocato Meloni, contattato telefonicamente, ha così sinte-

tizzato: “la banca ha venduto titoli senza dare la informativa specifica sul rischio e generica sulle operazioni di borsa. Ha fatto accendere il contratto di borsa contemporaneamente all’ordine lo stesso giorno, contravvenendo a norme precise che impongono alla banca di mettere il cliente in grado di capire cosa strafacendo consegnando i documento prima della operazione. Il testimone, dipendente Carivit, ha impostato la difesa del rischio della operazione e quindi della sua adeguatezza,

sul fatto che uno Stato (quello argentino) non poteva fallire, mostrando così una scarsa conoscenza della Borsa. Nominata una consulenza tecnica dal tribunale è stato accertato il danno patito dal cliente. E la banca condannata a rifonderlo. Attenzione perché il diritto a fare cause alle banche per i bond argentini si prescrive a Dicembre 2011 , che è prossimo. Una bella soddisfazione. Il collegio, composto da tre Giudici non viterbesi , ha segnato un punto a favore dei consumatori.Il primo”.

E’ la prima volta che l’istituto viterbese viene giudicato colpevole per il fatto


politica

& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

5

La comunicazione è del Dap La notizia del carcere di Bologna Ma potrebbe interessare tutti i penitenziari italiani Aumentano invece le adesioni alla manifestazione del 17 ottobre Non tutti però sono d’accordo di Daniele CAMILLI

S

oldi �niti per i pasti ai detenuti. “Abbiamo ricevuto una comunicazione la scorsa settimana dal Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap): ci comunicano che iniziano a mancare anche i soldi per comprare il cibo dei detenuti”. L’allarme è della direzione del carcere di Bologna, ma potrebbe riguardare tutt’Italia, Viterbo inclusa. Una situazione – preannunciata tempo fa da associazioni e sindacati – che rischia di trasformarsi in realtà. Una realtà che richiede soluzioni immediate che – vista la penuria di �nanziamenti – rischiano comunque di ripercuotersi su altri settori. Come ad esempio le attività rieducative, in molti casi già di per sé scarse. Non solo quindi sovraffollamento, problemi sanitari e carenza di personale. Ma anche pranzi, cene e colazioni che rischiano di venir meno. Aumentano intanto le adesioni alla manifestazione del 17 ottobre a Viterbo. L’ultima in ordine di tempo è quella di Progetto Sviluppo Tuscia. “Tutti gli esponenti apicali delle varie associazioni di categoria, delle università, degli enti di ricerca, del volontariato, della CCIA, delle amministrazioni che partecipano in Progetto Sviluppo Tuscia si sono dichiarati soddisfatti nel vedere un’unità di intenti senza se e senza ma”. “Questo ottimo risultato a detta di tutti – commenta il direttivo – non deve rimanere un caso isolato ma deve essere il punto di partenza per un percorso unitario che porti ad un nuovo patto tra amministrazioni, enti, partiti, associazioni e parti sociali, per la crescita e lo sviluppo della Provincia di Viterbo”. Non tutti la pensano però allo stesso modo. Decisamente contrario Umberto Ciucciarelli de La Destra. “Francamente dell’iniziativa ‘trasversale’ sulla situazione carceraria di Mammagialla, indetta per il 17 ottobre dall’ (ex?) assessore provinciale Paolo

La Regione ha preso l’impegno

Talete, 3 milioni in arrivo T

alete al centro del prossimo Consiglio Provinciale del 19 ottobre. A comunicarlo in una nota è il vice Presidente dell’aula di Palazzo Gentili, Roberto Staccini. Punto all’ordine del giorno: “Tematiche relative alla situazione della società”. Nel frattempo la Regione Lazio si è impegnata con il Monte dei Paschi di Siena a garantire il �nanziamento di 3 milioni di euro in favore della partecipata. Restano invece da risolvere tutta una serie di problemi per permettere la sopravvivenza della società. Non da ultimo l’ingresso dei comuni che ancora mancano all’appello, oggetto dell’ultimatum dato dal Presidente della Provincia, Marcello Meroi, alla Pisana la scorsa estate. Pronto in�ne il piano di riorganizzazione interna che il Presidente della Talete Marco Fedele presenterà alla prossima conferenza dei sindaci.

Nella foto il manifesto del corteo del 17 ottobre. Raduno previsto per le 10 in Piazza del Teatro. La manifestazione toccherà infine Via Ascenzi e Piazza del Comune

Carcere, soldi finiti per i pasti dei detenuti

A lanciare l’allarme è il penitenziario di Bologna. Ma la situazione riguarderebbe tutti gli istituti Bianchini, non me ne può fregare di meno, se non altro per come è posta. Per come la vediamo noi – spiega in una nota pubblicata su Facebook – da sempre, gli unici attori cui dare sostegno in questa vicenda sono le Guardie Carcerarie, e tutti coloro che, nel comparto difesa, operano con stipendi da fame e rischi altissimi per garantire sicurezza nelle carceri e fuori. Uomini cui va tutto il nostro rispetto e la solidarietà che si deve a chi opera in condizioni dif�cili, spesso costretti a trovare, ciascuno dentro di sé, in perfetta solitudine, la motivazione giornaliera necessaria a convincerli di operare nel bene ed a �n di bene, tra le frecce e gli strali di un’opinione pubblica spesso critica sull’argomento, intrisa di ipocrisia buonista di stampo sinistrorso, dove tutto è lecito, dove bastano 9 anni di galera per ‘guarire’ da 147 coltellate inferte con animalesca brutalità alla propria madre ed al proprio fratellino. Io, noi non ci stiamo”. Ciucciarelli propone anche la soluzione al sovraffollamento carcerario. Come? “Esclusivamente in due modi: o si costruiscono nuove carceri o si mandano i 24.000 detenuti stranieri a scontare la pena a casa loro, facendo peraltro risparmiare all’Amministrazione ben 10 milioni di euro al giorno, tra vitto, alloggio, comforts degni di un albergo, lenzuola, luci, quota stipendi degli addetti e quant’altro”.

Fronte Palazzo Priori Il dilemma delle liberalizzazioni poco da stare allegri. È vero, coi tempi che corrono, tornare tra i ranghi del Comune è come la manna dal cielo. Tuttavia, attenzione. Perché a quel punto ritornerebbero tra le fila dell’amministrazione pubblica soltanto i dipendenti che già ne facevano parte prima ancora della nascita di Francigena. Ad esempio i lavoratori della vecchia Sauv. E tutti gli altri? Semplice: arrivederci e grazie. (Dan.Ca.)

L

e partecipate? “Stiamo mandando tutti i servizi a gara. Siamo pronti per fare quest’operazione prima degli altri. Non sarà più un impegno per l’amministrazione”. Parola di Sindaco. Parola di Giulio Marini. La legge lo permette, anzi riperdette. Questo grazie al decreto anticrisi approvato l’estate scorsa dal Governo Berlusconi. Tempo massimo, entro la fine di marzo del 2012. E forse Viterbo sarà veramente tra i pochi enti in Italia – in tutto il Paese sono circa 4mila le partecipate – a raggiungere l’obiettivo. Intenzione manifestata già da tempo, come pure l’interesse di Co.Tral che, secondo alcuni, sarebbe pronto a presentare la propria offerta per l’acquisizione di Francigena. Se però l’operazione fallisse e per qualsiasi motivo non si riuscisse a liberalizzare i trasporti pubblici locali? No problem. Pare infatti che per i corridoi di Palazzo dei Priori – addirittura col beneplacito dell’opposizione – circoli l’idea di risolvere il tutto internalizzando i lavoratori. Ci sarebbe però

Vetralla - Passione Civile tira le orecchie al Sindaco

Fronte Sala d’Ercole Amianto, forza gnocca e clochard V

entisei interrogazioni su ventiquattro consiglieri. Giancarlo Gabbianelli le ha contate tutte. Tutte presentate al Consiglio comunale di ieri sera. Record non da poco, tra “Forza Gnocca” che ha tenuto banco, arsenico nell’acqua e Via Garbini dove – a detta del consigliere Raggi – si corre e occorre far qualcosa. Magari con dissuasori ad hoc. No, non quelli di Harry Potter. Buoni però per il povero “barbone” segnalato da Turchetti de La Destra. Pare che dorma nella “zona antistante i locali del Comune”. Pure lui in via Garbini la “perfida”, come l’Albione di Mussolini. Sembra anche che non si lavi e le piogge dell’ultim’ora nemmeno l’abbiano aiutato. “Il pavimento sta diventando giallo paglierino – ha detto e a detta di Turchetti – Bisognerebbe mandarlo via”. E già, un problema non da poco. Quasi strutturale, se non addirittura epocale. Al punto da esclamare: che culo a Viterbo la vita da clochard! Non solo si finisce sul giornale, ma pure al consiglio comunale. E per fortuna che c’è Arena l’assessore. Durante l’estate, via l’amianto dell’Ellera, la scuola dei bambini. Ma non siamo in autunno? Ah già...l’estate è quella del prossim’anno. (Dan.Ca.)

Buchi in Comune - Ricci versus Marini...e viceversa

“Aquilani non ci incanta più” Il Comune ha “sforato”. No, non è vero

Leggiamo in questi giorni sulla stampa i buoni propositi del Sindaco Aquilani per il recupero del centro storico di Vetralla, il che ci fa rimanere allibiti, non tanto per le nobili intenzioni dello stesso, quanto per il fatto di non rendersi conto di essere stato uno dei principali

protagonisti del degrado del nostro amato borgo”. A dichiararlo è Passione Civile. “A conti fatti, tranne che per qualche consigliere che si è alternato nei vari assessorati, il ‘nostro’ Sindaco Aquilani sono quasi due decenni che amministra Vetralla. Come non renderlo responsabile di tale situazione? Ci riesce dif�cile pure argomentare gli ultimi articoli di stampa a riguardo dei quali egli ci sembra affetto da una grave crisi di perdita di memoria. Ma davvero, onestamente, il nostro Sindaco crede che la gente non riconosca questo? Rammenti, Signor Sindaco, che già oggi su circa 9000 votanti, oltre 6000 Le hanno riconosciuto l’inadeguatezza a ricoprire nuovamente la carica che riveste per tutto

quello che ha fatto (in negativo) o non ha fatto per Vetralla, ivi compreso per il centro storico. Il Sindaco fa bene a con�dare sulla collaborazione della cittadinanza, stimolandola a contribuire con ogni mezzo a ricreare le condizioni di vivibilità soprattutto nel centro storico, ma farebbe altrettanto bene a fare ciò per cui è stato eletto e soprattutto a fare ciò che dice”. “A noi di Passione Civile – conclude la nota – il Sindaco Aquilani non incanta più; sappiamo bene che ciò che dice non corrisponde alla realtà ma rappresenta niente altro che la prosecuzione della sua campagna elettorale, basata su ipotetiche soluzioni a problemi che spesso ha lui stesso contribuito a creare in passato”.

I

l Comune ha sforato il patto di stabilità. No, non è vero. Botta e risposta tra il Sindaco Giulio Marini e Alvaro Ricci. Per il consigliere del Pd Palazzo dei Priori è fuori “per oltre 1,4 milioni di euro”. Ed entro il 31 dicembre lo sarà addirittura coll’accuso. Previsto da Ricci un buco di 4 milioni di euro. “Marini – spiega Ricci a Tuscia Web – disse che per merito della virtuosità del bilancio del Comune di Viterbo, lo stesso poteva cedere senza problemi ad altri enti della Regione alcune quote del patto di

stabilità. Un gesto che fu molto gradito dalla Governatrice del Lazio Renata Polverini che ringraziò soddisfatta”. “Abbiamo prestato due milioni di quote di patto di stabilità relative al 2010, ora ne richiediamo 4 di milioni alla Regione per il 2011. Una sorta di lascia o raddoppia”. “Questa situazione – dice ancora Ricci – comporterà la riduzione dei trasferimenti dello stato per il 2012 di importo pari allo sforamento, quindi dai 2 ai 4 milioni di euro, oltre la impossibilità di con-

trarre mutui e assumere personale”. Anche se le difficoltà ci sono, “non rischiamo il fallimento” – ribatte da par suo il Sindaco – “I cittadini hanno già i loro problemi, non diamogli pure quelli dell’amministrazione”. “La Finanziaria – conclude Marini – ci ha messo in difficoltà, con tagli enormi da parte dello Stato”. Quindi “dobbiamo attingere a risorse che abbiamo attorno a noi”. Quindi, lotta all’evasione fiscale e rimodulazione dei costi per i servizi offerti dal Comune.


attualità interni

2 6

Viterbo & & Viterbo Martedì 11 Ottobre2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Al via l’elaborazione di un piano triennale per far risorgere l’ente e traghettarlo oltre

I

l rettore dell’Università degli Studi della Tuscia Marco Mancini è stato eletto nuovo presidente del parco scienti�co e tecnologico dell’Alto Lazio. L’assemblea dei soci si è riunita il 7 ottobre a Rieti presso la sede del parco. A norma di statuto sono stati designati il nuovo consiglio di amministrazione e, contemporaneamente, il nuovo presidente. I nuovi consiglieri sono: Andrea Ferroni in rappresentanza del consorzio per lo Sviluppo Industriale di Rieti oggi socio di maggioranza assoluta con il 52%, Vincenzo Regnini in rappresentanza della Camera di Commercio di Rieti, Marco Mancini, in rappresentanza dell’Università della Tuscia. La Regione si è astenuta, riservandosi di indicare un proprio rappresentante al momento della presentazione del nuovo piano industriale, atteso a breve. Con queste nomine il parco esce da una lunga crisi che ne ha contraddistinto la storia recente sino alle dimissioni del vecchio consiglio di amministrazione di poco tempo fa. Nato nel dicembre del 2005 è il più giovane Parco scienti�co nella Regione Lazio. La sua missione consiste, al pari di quella internazionalmente attribuita ai Parchi Scienti�ci o Tecnopoli, fornire innovazione a svariati attori industriali localizzati nelle province di Viterbo e Rieti. Nel suo iniziale periodo di attività il Parco ha posto le basi per sviluppare iniziative di progetto in sintonia con le aspettative e le risorse – materiali ed umane – razione nel settore della ricerca, offerte dal territorio. Tuttavia non in risposta a bandi regionali ed poche traversie istituzionali ne europei, l’organizzazione di conhanno rallentato l’azione. Oggi, vegni e seminari all’interno del dopo l’uscita consensuale delle parco, per promuovere la ricerca, due Amministrazioni provinciali la diffusione dell’innovazione e di Rieti e di Viterbo e la rinuncia del trasferimento tecnologico alle a farne parte della Camera di imprese e lo sviluppo delle tecnoCommercio logie prioritarie di Viterbo e per l’industria, la del Centro realizzazione di Ceramiche di infrastrutture di Civita Castelsupporto, come lana, con un laboratori per nuovo assetto l’innovazione societario, il tecnologica, e Parco prova messa a sistema a ripartire di quelli già esidando slancio stenti, creando alla propria attività. Dopo aver così una “rete” per la ricerca ringraziato i soci per la �ducia nell’alto Lazio“. espressagli il rettore ha aggiunto: Insomma: un impegno non “le opportunità di rilancio del Pst indifferente per il presidente apsono connesse alla realizzazione, pena eletto, il quale, in ogni caso, da parte del nuovo Consiglio, si mostra animato da entusiasmo di un piano industriale triennale e determinazione. Secondo Manche dovrà avere come caposaldo cini dovrà esistere da subito “una la fornitura di servizi avanzati più forte sinergia tra Università alle imprese. Fra questi: l’ac- e imprese, anche attraverso la compagnamento all’innovazione costituzione di una sede del parco delle piccole e medie imprese, la presso l’Università della Tuscia; creazione di laboratori di idee dal che non può non discendere innovative, l’avvio di un vero l’impegno ad ammettere nuovi incubatore di nuove iniziative Soci privati nel Parco coi quali imprenditoriali tramite aziende realizzare un nuovo disegno “spin-off” (l’Università farà la sua strategico, attraverso un piano inparte a riguardo), la consulenza dustriale triennale che rappresenper l’accesso alla �nanza agevo- ti gli obiettivi e gli strumenti per lata, la immediata sottoscrizione raggiungerli, così come ci richiede di accordi/convenzioni di collabo- la Regione Lazio”.

Nuovo incarico per il rettore Mancini Nominato dall’assemblea dei soci nuovo direttore del parco scientifico e tecnologico dell’Alto Lazio

“Una maggiore sinergia tra imprese e Università consentirà di rilanciare la sfida per il Pst”

I

n occasione dell’anno internazionale della chimica, indetto dall’Onu per il 2011, si terranno in Prefettura due seminari di formazione, rivolti soprattutto agli insegnanti della provincia di Viterbo, in programma per il 13 e il 18 ottobre. Il primo di questi, previsto per il 13 ottobre alle ore 10,00 vede la partecipazione di un relatore di fama internazionale prof. Antonio Sgamellotti, della facoltà di Chimica dell’Università di Perugia, con il seminario: ‘la scienza per l’arte: dal rinascimento al contemporaneo’; tecniche e metodi avanzati di indagine scientifica nello studio e conservazione dell’opera d’arte. Il professor Sgamelloti è conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo per aver sviluppato metodiche di indagine avanzatissime per lo studio e la conservazione dei beni culturali. Si tratta di una tematica di alto

L’associazione Erinna partecipa alla conferenza internazionale contro la violenza sulle donne in Europa e nel mediterraneo O

ggi donne d’Europa e dei paesi del mediterraneo si riuniranno durante XIII conferenza internazionale contro la violenza, per rafforzare l’impegno e prevenire la violenza contro le donne e i loro bambini in Europa e nel mediterraneo. Erinna sarà presente in quanto centro socio fondatore dell’associazione nazionale dei Centri e delle Case delle donne –D.i.Re. “Approfittiamo per informare che la situazione del Centro Erinna è la stessa di questa estate, - spiegano in una nota - l’assessore Bianchini, in presenza della signora dirigente Aquilani, ci ha cordialmente riferito di aver sollecitato la Regione Lazio a versare alla provincia i famosi € 100.000 delle annualità 2009/2010, ad oggi ancora non pervenuti. Ci ha confermato che la convenzione è ancora in vigore fino alla scadenza naturale

del febbraio 2012, diversamente da quanto erroneamente comunicato nel giugno 2011’’. ‘’La convenzione non sarà rinnovata, - proseguono - ma l’assessore ci ha assicurato il contributo di € 20.000 per il 2011, come da capitolo di bi-

lancio destinato. Ora apprendiamo che all’assessore Bianchini è stata ritirata la delega, confidiamo nel rispetto delle sue disposizioni - concludono - e auguriamo buon lavoro a chi subentrerà all’assessorato alle politiche sociali’’.

Università della Tuscia - Il 13 e il 18 ottobre due seminari in compagnia di due esperti internazionale in occasione dell’anno della chimica

Un appuntamento a metà strada tra la scienza e i beni culturali profilo interdisciplinare che coniuga analisi chimico - fisica e beni culturali. Il secondo seminario, in programma per martedì 18 ottobre alle ore 15,30, tenuto dal professor Tommaso Ponziani, si riferisce a tematiche più specifiche ed è rivolto principalmente ai docenti di Chimica, Fisica e Scienze. “La chimica dell’universo: figli delle stelle”; la formazione degli elementi ad alto peso atomico nelle stelle, un affascinante e affascinato sguardo sul processo che dalle particelle elementari ha prodotto gli atomi,

le molecole e la vita”. questo il titolo dell’incontro - che per il fascino e l’attualità dell’argomento - risulta essere di grande interesse non solo per i docenti scolastici. Entrambi i seminari – aperti al pubblico - sono stati organizzati in collaborazione con il gruppo MEIC - studiolo di Viterbo (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale) e si svolgeranno presso la sala “Coronas”, 2° piano del Palazzo del Governo (Prefettura), piazza del Plebiscito n. 8, Viterbo. Info: 0761336413.

Una grande occasione di formazione rivolta soprattutto agli insegnanti della nostra provincia


attualità

& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

7

Proseguono i lavori per tirar su il Parco di Piansano. Il Sindaco, “lavori in orari notturni per non creare disagi”

Eolico a go go! di Daniele CAMILLI

P

iansano in “paradiso”, proseguono i lavori per levare al cielo le torri del Parco Eolico. Sul �nire della scorsa settimana sono infatti arrivati altri pezzi per completare l’opera che – tra alti e bassi, dif�coltà e accordi – di qui in avanti riscriverà la storia energetica e paesaggistica dell’Alta Tuscia. Una storia cui comitati e Provincia si sono opposti. Senza successo e col solo risultato che il Parco si farà. I lavori “si avviano verso la fase conclusiva”, ha scritto infatti il Sindaco Andrea Di Virginio sul sito internet del Comune di Piansano. Gli aerogeneratori, divisi in più parti, saranno montati direttamente in situ. “Per fare ciò, verranno utilizzati mezzi di grandi dimensioni. I percorsi che saranno utilizzati sono stati de�niti sia tenendo presente la dislocazione degli aerogeneratori, sia in base alle caratteristiche delle strade (in modo tale da evitare il transito di mezzi pesanti nel centro

Lavori in corso per il Parco Eolico a Piansano abitato). Le strade interessate – spiega Di Virginio – saranno quindi le seguenti: Strade Provinciali denominate Poggio Marano, Arlenese, Piansanese e Valle di Ripa Alta, ed alcuni tratti di strade comunali che costituiscono la viabilità inter-

na al parco eolico. I trasporti inizieranno la prima settimana di ottobre, si concentreranno nelle ore notturne (al �ne di interferire il meno possibile con il traf�co locale), e avranno durata limitata (complessivamente circa trenta giorni). Una

volta terminate le operazioni di trasporto, inizieranno quelle di assemblaggio. Maestranze e tecnici specializzati provvederanno a montare gli aerogeneratori nei vari siti previsti, collaudandoli prima dell’inizio attività”.

Viterbo, finiti i lavori presso lo “storico” parcheggio a ridosso di Valle Faul

Cipoletta’s Restyling. Torna alla luce la città vecchia T

ornano alla luce mura, canali e contrafforti medioevali. Ripulito dal Comune di Viterbo il cosiddetto parcheggio “Cipolletta” a ridosso di Valle Faul, fino a qualche settimana fa sommerso da erbacce e arbusti d’ogni tipo.Tirati via definitivamente dagli operai della ditta Daniel Plants che si è occupata dei lavori. Zona comoda e a due passi da centro storico e uffici – Comune a Provincia in particolare – tra Palazzo dei Papi, Piazza del Plebiscito e il Sacrario. Parcheggio gratuito – quindi di lusso per chi il lusso di un posteggio a pagamento non se lo può permettere – e capace di contenere fino a 150 automobili con un giro di vetture che quotidianamente supera le duecento unità. Un bel lavoro che, come testimoniano le foto, oltre a rimettere in sicurezza la zona (il rischio che qualche ramo prendesse in pieno una macchina era concreto) ha permesso di riscoprire un pezzetto della Viterbo che fu. Un passo in più verso la valorizzazione e il rilancio della Valle di Faul. (Dan.Ca.)

Al via gli incontri sulla sicurezza sul lavoro P

arte nel mese di ottobre il ciclo di appuntamenti formativi dedicati alla sicurezza e all’igiene sul lavoro, organizzati dal CeFAS, Azienda speciale della Camera di Commercio di Viterbo, in collaborazione con Dipartimento DAFNE dell’Università degli Studi della Tuscia. I seminari sono validi ai �ni degli aggiornamenti obbligatori per il mantenimento della quali�ca di Responsabile e di addetto del servizio di prevenzione e protezione ai sensi della normativa vigente (D. Lgs. 81/2008). Gli incontri saranno tenuti da esperti provenienti

dal mondo tecnico-scienti�co con argomenti trasversali a tutti i macrosettori di attività, riconoscendo un credito formativo di quattro ore per ciascun seminario. Questi gli appuntamenti in programma: Giovedì 20 ottobre 2011 (ore 14,30-18,30). “Gestione dei rischi nell’uso delle apparecchiature meccaniche alla luce della nuova direttiva macchine e degli aggiornamenti relativi alle veri�che periodiche”, docenti Danilo Monarca e Massimo Cecchini del Dipartimento DAFNE dell’Università della Tuscia. Giovedì 10 novembre 2011 (ore

14,30-18,30). “Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro - correlato alla luce delle nuove linee guida dell’Inail”, docente Sara Lattanzi, psicologa del lavoro. Giovedì 15 dicembre 2011 (ore 14,3018,30). “Le veri�che ispettive da parte degli enti territoriali di controllo e sorveglianza: le procedure di svolgimento, gli adempimenti aziendali ed il sistema sanzionatorio”, docenti Giancarlo Napoli e Sandro Celli, ispettori SPILLS Viterbo. Gli interessati possono iscriversi ai corsi entro lunedì 10 ottobre 2011.


regione interni

2 8

Viterbo&& Viterbo AltoLazio AltoLazio

Venerdì Ottobre Martedì111 Ottobre2010 2011

Buono casa: l’assessore Buontempo conferma lo stanziamento di 19 milioni di euro “

Nessuno ha smentito, né poteva farlo, che l’Assessorato regionale alle Politiche per la casa ha proceduto a redigere, nei tempi dovuti, tutti gli atti necessari e previsti dalle attuali norme per stanziare gli oltre 19 milioni di euro per il buono casa a Roma, al �ne di garantire un intervento fondamentale a favore di quelle famiglie che, su graduatoria comunale, hanno diritto a ricevere

questo contributo”. E’ quanto dichiara l’assessore alle Politiche per la casa della Regione Lazio, Teodoro Buontempo. “L’assessorato regionale alle Politiche per la casa - sottolinea Buontempo - ha regolarmente stanziato quei fondi. Pertanto, a cominciare dall’assessore comunale Antoniozzi, ciascuno faccia la propria parte, evitando di ricorrere ai soliti “balletti” che destano

solo incertezza tra i cittadini, e rivolgendosi invece alle istituzioni tenendo ben presenti i poteri che ciascuno ha. Se motivi tecnici della Ragioneria regionale hanno portato ad una attesa, il problema era comunque risolvibile e non credo che il Comune di Roma sarebbe arrivato alla bancarotta nel caso in cui avesse anticipato una parte di un contributo già stanziato e riscuotibile con certezza”.

Lo ha annunciato l’assessore regionale Birindelli all’inaugurazione della sagra della castagna a Vallerano

Torymus, oltre venti lanci in primavera Maruccio (Idv) “Le polemiche offuscano il merito della questione rifiuti”

Queste continue polemiche e ripicche stanno offuscando il merito della questione ri�uti della nostra regione. Restano inevasi interrogativi che, in primo luogo i cittadini che in questi giorni a Riano stanno civilmente e democraticamente protestando, si pongono, e noi con loro. Desidereremmo capire per esempio quale tipo di ri�uti verranno conferiti nella nuova discarica di Riano, ovvero se ospiterà lo stesso tal quale che oggi si conferisce a Malagrotta o se saranno ri�uti trattati.” Lo dichiara in una nota il capogruppo e segretario regionale dell’Italia dei Valori, Vincenzo Maruccio. “Nel secondo caso, occorrerà realizzare anche gli impianti di trattamento meccanico e biologico, che evidentemente oggi non sono suf�cienti, se a Malagrotta si conferisce il tal quale. Oltre a questi serviranno nuovi impianti per la chiusura del ciclo. E tutto questo in tre anni, cioè il periodo di apertura della discarica provvisoria di Riano. Ma ad oggi nessuno ci ha confermato la volontà di costruire questi impianti ne tanto meno la loro localizzazione. In�ne - conclude Maruccio - se la scelta de�nitiva di Riano Quadro Alto è confermata, perchè per prima cosa non si procede agli espropri dei terreni in modo da rendere la nuova discarica completamente pubblica?”

Nella primavera del 2012 sono programmati oltre 20 lanci di Torymus, da 100 coppie ciascuno, su tutto il territorio regionale colpito dalla presenza del cinipide”. Lo ha annunciato Angela Birindelli, assessore alle Politiche Agricole della Regione Lazio, durante l’inaugurazione della Sagra della castagna di Vallerano edizione 2011. Il settore castanicolo laziale, con

oltre 6.000 aziende, una produzione media regionale di 82,4 mila quintali e un valore medio di 13,4 milioni di euro, è uno dei più importanti d’Italia ed ha un’importante valenza economica e sociale. “Negli ultimi anni – aggiunge l’assessore – il comparto ha subito gravi danni causati dalla diffusione del Cinidipe galligeno del castagno. L’amministrazione Polverini, dopo

anni di latitanza istituzionale, ha subito affrontato il problema predisponendo un piano triennale di lotta biologica che nel primo anno di attività ha già visto il lancio di 660 coppie di Torymus e l’apertura del primo Centro di Moltiplicazione del Torymus a Caprarola. Per la prossima annualità abbiamo già la disponibilità di oltre 2200 coppie di Torymus e abbiamo richiesto all’Università di Torino ulteriori coppie per incrementare il numero di lanci. Inoltre, abbiamo già avviato la programmazione del secondo Centro di moltiplicazione del Torymus, �nanziato dal MIPAAF nell’ambito del Piano castanicolo nazionale, che insieme a quello di Caprarola renderà presto autosuf�ciente il Lazio circa il reperimento di Torymus atto a contrastare de�nitivamente la diffusione del Cinipide”. “La Sagra della castagna di Vallerano, unica castagna DOP del Lazio – conclude Birindelli – oltre ad essere un’importante occasione per fare il punto sulle problematiche del comparto, è un appuntamento atteso da migliaia di appassio-

nati che hanno la possibilità di gustare le famose caldarroste accompagnate dai vini e dai tanti prodotti tipici della zona. La festa prevede anche momenti culturali e artistici come le visite guidate ai monumenti del centro storico e ai secolari boschi di castagne, eventi letterari, gruppi musicali e folcloristici. Un evento che si inserisce coerentemente nelle politiche avviate dall’assessorato volte a rilanciare il turismo rurale ed enogastronomico coniugato al valore paesaggistico, culturale e artistico dei territori. In questo senso, abbiamo recentemente aperto dei nuovi bandi pubblici del PSR, tra i quali particolare attenzione è stata data alle misure dedicate alla diversi�cazione in attività non agricole come le produzioni artigianali, l’offerta agrituristica e le fonti energetiche rinnovabili. Inoltre, abbiamo inserito anche misure in favore di enti pubblici per il miglioramento e la creazione di infrastrutture come strade rurali e opere idriche volte al miglioramento paesaggistico dei borghi rurali e dei territori”.


& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

9

Due sedicenni denunciati per fur to e ricettazione di Mario MIGNECO

H

anno sedici anni i due ragazzi denunciati sabato scorso per furto e ricettazione dai carabinieri di Montalto di Castro. Solo sedici anni. A questa età i ragazzi dovrebbero badare a studiare, a fare sport, ad innamorarsi e ad amare. Invece i due, sabato sono stati fermati dai carabinieri

mentre si dirigevano a Marina di Montalto a bordo di un Piaggio Liberty. Dai controlli i militari hanno appurato che il ciclomotore risultava essere stato rubato nel settembre scorso nella cittadina maremmana. Il legittimo proprietario aveva infatti regolarmente denunciato il furto. I due ragazzi, entrambi di Roma ma uno residente a

Monte Romano, sono stati accompagnati in caserma in attesa di essere affidati ai genitori e il motorino è stato poi riconsegnato. Due sedicenni denunciati per furto e ri-

cettazione. Due ragazzi che

sembrano aver già smarrito

il senso della vita.

TARQUINIA - Centinaia di persone hanno partecipato all’iniziativa promossa dall’assessorato al Turismo

Presepe vivente, un assaggio... di successo G

TARQUINIA - Presso la circonvallazione Vincenzo Cardarelli

li spettacoli con il fuoco e la proiezione di un video per ricordare il successo dello scorso anno hanno aperto “Presepe Vivente 2011…UN ASSAGGIO”. L’evento, promosso dall’assessorato al Turismo, si è svolto l’8 ottobre nella chiesa di Santa Maria in Castello per presentare “Presepe Vivente MMXI – Città di Tarquinia”. Centinaia di persone hanno partecipato all’iniziativa e grande il loro entusiasmo, tanto da raccogliere in pochissimo tempo oltre 100 adesioni per partecipare come �guranti alle tre rappresentazioni previste per il 26 dicembre, l’1 e il 6 gennaio (le iscrizioni saranno prese �no a novembre presso l’Uf�cio Informazioni Turistiche alla Barriera San

Ripresi i lavori al parcheggio

S

Giusto). Menzione particolare a ErosPhotoArt e Studio Valerioti, per aver allestito due splendide esposizioni fotogra�che sulla precedente edizione, ai legionari dell’associazione Imago Urbis, per aver “presidiato” il torrione detto di “Matilde di Canossa”, e agli artisti del gruppo Fokoloko, autori di incredibili esibizioni con il fuoco. Si preannuncia quindi una manifestazione ancora più

ricca, bella delle precedenti e degna di competere con i presepi viventi più conosciuti in Italia. Alla serata sono intervenuti il sindaco Mauro Mazzola, l’assessore al Turismo Sandro Celli, il vice presidente della BCC Tuscia Alberto Bagarani, il direttore artistico Sirio Rotatori, il presidente dell’associazione Tarquinia Viva Maurizio Leoncelli e l’imprenditrice Caterina De Cesaris (membro del CdA della BCC Tuscia).

ono ripresi i lavori promossi dall’assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Tarquinia per riqualificare il parcheggio alla circonvallazione Vincenzo Cardarelli. Il fermo di alcune settimane si è reso necessario nell’attesa che la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio approvasse il secondo stralcio degli interventi previsti dal progetto di recupero. Interventi che riguarderanno il recupero della rupe sottostante alla scuola media ex Luigi Dasti e la costruzione del marciapiede in via delle Rose. “La zona è vicino alla cinta muraria e al principale ingresso al centro storico ed è per questo motivo soggetta alle importanti e vincolanti prescrizioni della Soprintendenza – spiega l’assessore Anselmo Ranucci (foto) – Il ritardo non è dipeso dall’Amministrazione ma dalla lentezza della

burocrazia che spesso mal si concilia con le giuste esigenze dei cittadini. Tengo a ringraziare la ditta Lenzo che, nonostante i problemi causati ai Comuni dal patto di stabilità, concluderà i lavori. Il parcheggio è un’opera di grande utilità per la scuola e per decongestionare l’area di sosta della Barriera San Giusto”.

TARQUINIA - Importante riconoscimento per il fondatore dell’assocazione AVAD

Filiberto Bellucci insignito della croce di ufficiale al merito I

n un clima di grande commozione, si è svolta sabato 8 ottobre 2011 presso la struttura dell’Avad, associazione volontari assistenza disabili, a Tarquinia Lido, su iniziativa del direttore nazionale del CISOM, Corpo italiano di soccorso ordine di Malta, Dottor Mauro Casinghini, la cerimonia di consegna della croce di Ufficiale al merito melitense del Sovrano Militare Ordine di Malta, a Filiberto Bellucci, fondatore dell’Avad di Tarquinia. Da alcuni anni, presso la struttura, vengono anche ospitati, all’interno del progetto “Ljubljù” che in bielorusso significa “ti voglio bene”, un gruppo di bambini bielorussi provenienti dalle zone

gruppamento toscana del corpo italiano di soccorso dell’ordine di Malta. L’alta onorificenza è stata concessa “motu proprio” dal Gran Maestro dell’Ordine S.A.E. Frà Matthew Festing a Filiberto Bellucci in segno di riconoscimento “per il suo costante impegno nell’aiuto ai bisognosi, che negli ultimi trenta anni si è concretizzato con numerose iniziative sempre rivolte all’accoglienza di coloro che bussavano alla sua porta, indipendentemente dalla nazionalità e dal credo religioso”.

contaminate dal disastro nucleare di Chernobyl per

una vacanza di risanamento, organizzata dal rag-

In questi ultimi tempi, purtroppo un male inguaribile sta prostrando fisicamente Filiberto, ma lui riesce a trovare nel conforto della Fede le ultime risorse per vo-

A sinistra e in alto Filiberto Bellucci premiato con la croce al merito ler essere fino alla fine utile al prossimo, dimostrandosi

vero esempio di applicazione dei carismi melitensi.


comprensorio interni nord

2 10

Viterbo&& Viterbo AltoLazio AltoLazio

Venerdì Ottobre Martedì111 Ottobre2010 2011

TUSCANIA - Regino Brachetti incalza il sindaco sulla costruzione della sottostazione elettrica a Campo Villano

“Natali? Solo argomenti inconsistenti” di Valeria SEBASTIANI

B

attaglia a suon di comunicati stampa tra Massimo Natali, sindaco di Tuscania e Regino Brachetti, (nella foto) consigliere comunale all’opposizione, rappresentante della lista civica patto per Tuscania Udc. Che tra i due non corresse buon sangue è fatto noto. Questa volta ad accendere la polemica il ‘caso Terna’: la costruzione di una sottostazione che la società sta ultimando in località Campo Villano. La compensazione che la Terna ha offerto al comune di Tuscania per la realizzazione dell’opera è stata portata, quale punto all’ordine del giorno, in Consiglio Comunale non incontrando il favore dell’opposizione tantomeno quello di parte della maggioranza. La convenzione viene approvata nonostante astenuti e contrari che non entrano nerl merito del compenso ma si oppongono all’opera manifestando chiare perplessità per l’impatto sulla salute dei cittadini. Le accuse del Patto per Tuuscania hanno trovato risposta da parte del sindaco Natali ma Brachetti non ci sta a cedere all’avversario il beneficio dell’ultima parola e rilancia, definendo “risibili, inconsistenti e, soprattutto, patetici” gli argomenti usati dal sindaco per giustificare il via libera dato dal Comune alla convenzione. “Natali appare sempre di più come quei pugili suonati che ripetono ossessivamente

la stessa storiella, tra i sorrisi di compatimento di chi li ascolta – prosegue – Per sbugiardare la sua presuntuosa sicumera basterebbe ricordare che il suo vice-sindaco, l’altro fenomeno Staccini, si è astenuto sul voto per l’approvazione della convenzione, confessando la sua preoccupazione per le ricadute del progetto. Staccini dice che i suoi timori riguardano le ricadute ambientali del progetto Terna, ma nella mozione approvata dal Consiglio Provinciale che ha firmato, si fa riferimento esplicito all’impatto sulla salute delle emissioni, “anche alla luce dello studio della Regione Lazio Asl, pubblicato nel dicembre 2010”, laddove si afferma che per le popolazioni della zona, “non tralasciando Tuscania, si rileva, per le cause tumorali, che gli uomini presentano un eccesso di mortalità per i tumori totali, ed in particolare per il tumore polmonare, della pleura, del tessuto linfoematopoietico” mentre tra le donne “si osserva un eccesso di ricoveri per tumore alla mammella” e che in generale si rileva “un eccesso di patologie croniche dell’apparato respiratorio”. Ora, o Staccini firma cose che neanche legge, o le sue preoccupazioni sono valide a Viterbo, ma svaniscono a Tuscania. Quanto al sindaco, evita accuratamente di ricordare che i lavori per la sottostazione erano iniziati con ben altro scopo, ovvero la realizzazione, da parte della società Sun Ray, di un impianto al servizio

Mario Ciccioli chiede l’attenzione delle istituzioni

Terna, risponda il Prefetto S del campi fotovoltaici, e che solo successivamente questa lo ha ceduto a Terna, per scopi completamente diversi. Inoltre, sorvola sul fatto che il Consiglio Comunale è stato tenuto all’oscuro di questo passaggio, e che l’approvazione della famigerata convenzione è stata inserita all’ultimo momento all’ordine del giorno, senza che nessuno potesse prenderne visione prima. Infine, svicola sul fatto che la somma di 740.000 euro pagati da Terna al Comune come “compensazione ambientale” sono un risarcimento, per la pesantissima servitù sopportata dal territorio. Ci mancherebbe, dunque, che non fosse una cifra più che consistente, e che le emissioni non rispettino, almeno formalmente, i limiti di legge: è bene ricordare, però, che verrà realizzato un impianto su una superficie di 9 ettari, di cui quattro completamente cementificati. Il dirigente Terna ve-

TUSCANIA - Torna l’iniziativa dedicata agli alunni delle elementari

Riparte il servizio ‘Piedibus’ I

eri mattina, tra la gioia dei bambini e la soddisfazione dei volontari è ripartito il servizio “Piedibus – Passo dopo passo si diventa grandi”. L’iniziativa proposta dall’Amministrazione Comunale, rivolta a tutti i bambini che frequentano la scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “ I. Ridol�” di Tuscania ha visto, per ora, la partecipazione di circa 70 scolari che hanno invaso le strade cittadine con il loro allegro corteo mattutino accompagnati alla volta della scuola da adulti volontari. I bambini che usufruiscono del Piedibus si fanno trovare alla fermata per loro più comoda dove vengono accolti dai volontari delle associazioni che garantiscono il funzionamento del progetto coordinati dal sig. Oldoni Carlo e che sono: l’Ass. Nazionale Ber-

saglieri Sez. di Tuscania “Gratigliano Firmani”; l’Ass. Nazionale Sottuf�ciali d’Italia Sez. comunale di Tuscania “Medaglia d’Argento al V.M. Sergente Giovanni Marcoaldi”; l’Ass. Carabinieri in Congedo Sez. di Tuscania. Alle quali va il ringraziamento personale del Sindaco Massimo Natali e del-

l’amministrazione tutta. Il servizio è completamente gratuito e i volontari accompagnatori prestano la loro opera senza percepire alcun compenso. Le iscrizioni sono sempre aperte e si possono ritirare i moduli presso la segreteria della scuola o scaricarli via internet dal sito del Comune di Tuscania.

BAGNOREGIO - Teatro Null regala storie da tutto il mondo alle scuole

‘Un mondo di fiabe’ per i più piccoli I

l Teatro Null Of�cina culturale della Regione Lazio, porta, per il 4° anno consecutivo, �abe e leggende da tutto il mondo nelle Scuole Primarie della Teverina. Sono sei appuntamenti di 4 ore ciascuno per Scuola, per i Comuni di Bagnoregio, Bomarzo, Castiglione in Teverina, Celleno, Graf�gnano e Lubriano che partendo dal 13 arriveranno �no alla �ne di ottobre. “Vogliamo offrire il rito del racconto” - dice il suo curatore Gianni Abbate – “attraverso la lettura di favole, storie e leggende provenienti da tutto il mondo e capaci di far vivere emozioni, di incuriosire, di divertire. Un libro è grande almeno quanto un teatro e un attore può muoversi al suo interno come su un palcoscenico: essere insieme il personaggio e la scenogra�a, la voce e la colonna sonora. Uno stimolo alla lettura, che permetta poi ai bambini di riscoprire da soli, leggendo, le emozioni provate ascoltando. Questo è il quarto anno consecutivo che entriamo nelle Scuole della Teverina e devo dire che il risultato è più che entusiasmante, sia per lo straordinario coinvolgimento dei bambini, che per il vivo interesse delle maestre”. Sono previste letture di �abe provenienti dalla Russia, Inghilterra, Irlanda Francia, Romania, India, Cina e naturalmente anche �abe italiane.

nuto a illustrare il progetto in Consiglio Comunale ha ammesso infatti che all’interno della struttura e nelle sue immediate vicinanze i fortissimi campi elettromagnetici prodotti saranno dannosi per la salute. Se per lui tutto questo è un privilegio, beato lui: noi abbiamo un’idea ben diversa dello sviluppo del territorio e della tutela della salute dei cittadini. In conclusione, la realtà rimane quella che noi abbiamo denunciato, ovvero che il territorio viene svenduto e sacrificato sull’altare dell’incapacità di questa amministrazione, che non contenta di aver affossato una delle città più belle e ricche di storia e cultura del centro Italia, la trasforma anche nella capitale delle servitù elettromagnetiche, in cambio di una mancia che non garantisce nessuno, tanto meno la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente” conclude Brachetti.

ul ‘caso terna’ e sulla salvaguardia amibentale interviene anche Mario Ciccioli . “La democrazia, -dichiara Ciccioli-è fondata sulla ricerca del bene comune. La mentalità del sindaco di Tuscania e di quelli che ancora formano la sua maggioranza in consiglio comunale, è ben lontana dai valori della democrazia. La società TERNA spa ha rilevato e sta completando una sottostazione elettrica per mantenere in tensione la rete nazionale con l’apporto degli impianti fotovoltaici. Il consiglio comunale ha recentemente deliberato una convenzione con la TERNA spa che consente alla società il massimo impiego dell’impianto in cambio di un compenso di 740.000 euro che dovrebbero essere impiegati per l’ampliamento degli edi�ci scolastici.Il dibattito consigliare è stato drammatico e il presidente del Consiglio Comunale, Dott. Franco Ciccioli, che, pur facendo parte della maggioranza, voleva vederci chiaro e chiedeva una pausa di ri�essione, è stato �sicamente aggredito dal Sindaco Natali. Infatti, l’impianto, a parte

il pesante impatto sul territorio, genererà potenti campi magnetici con effetti mutageni che aggraveranno la situazione di un territorio dove la popolazione è già particolarmente colpita dai tumori.Se il Presidente del Consiglio Comunale è così preoccupato e il Sindaco così nervoso, devono esserci dei buoni motivi.La stampa locale ne parla, ma la Magistratura, le Forze dell’Ordine e la Prefettura tacciono. Fino a quando taceranno?Altro pasticcio è l’impianto di compostaggio, anch’esso autorizzato dalla Provincia, che puzza maledettamente.Si dice in giro che esso sia installato su un terreno dove sono presenti sorgenti.In ogni modo, un impianto di compostaggio non deve puzzare così; se la puzza arriva �no al centro abitato c’è qualcosa di irregolare, e se c’è qualcosa di irregolare va veri�cato se sono in pericolo le falde acquifere.Chiedo al Signor Prefetto-conclude Ciccioli- se sia regolare l’approccio fatto dal Sindaco, per conto dell’Amministrazione Comunale con la società TERNA spa prima della delibera consigliare.”(V.S.)


& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

montefiascone

11

Si è concretizzata l’incorporazione della banca falisca insieme al Credito del Lazio

Cattolica-Credito Artigiano, siglata la fusione di Michele MARI

È

stato stipulato, il 4 ottobre a Milano, l’atto di fusione per l’ incorporazione nel Credito Artigiano della Banca Cattolica e del Credito del Lazio. Con una nota della stessa Banca Cattolica si rende ufficiale l’atto: “E’ stato firmato il 4 ottobre -esordisce il comunicato- a Milano, a rogito Notaio Carlo Marchetti, l’atto di fusione per incorporazione in Credito Artigiano S.p.A. di Banca Cattolica S.p.A. e Credito del Lazio S.p.A. che, completate comunque le iscrizioni dell’atto presso i competenti Registri delle Imprese, avrà effetti giuridici decorrenti dal 24 ottobre 2011, così come stabilito nell’atto di fusione medesimo”. “In conformità a quanto deliberato dall’Assemblea Straordinaria del Credito Artigiano S.p.A. -specifica la nota- in data 6 settembre 2011, l’incorporante procederà ad aumentare il proprio capitale sociale da Euro 313.270.496,00 a Euro 346.802.148,00

mediante emissione n. 30.483.320 azioni ordinarie da nominali Euro 1,10, godimento 1.1.2011, da attribuire quanto a n. 12.697.520 agli azionisti Banca Cattolica, nel rapporto di cambio di n. 20 azioni ordinarie Credito Artigiano, per ogni azione ordinaria di Banca Cattolica, e quanto a n. 17.785.800 agli azionisti Credito del

Lazio, nel rapporto di cambio di n. 3 azioni ordinarie Credito Artigiano, per ogni azione ordinaria di Credito del Lazio”. La nota aggiunge altri dati derivanti dalla fusione: “Pertanto, a decorrere dalla data di efficacia della fusione il capitale sociale del Credito Artigiano S.p.A. sarà di Euro 346.802.148,00, interamente sottoscritto e

versato, suddiviso in n. 315.274.680 azioni del valore nominale di Euro 1,10 ciascuna. Le azioni ordinarie Credito Artigiano di nuova emissione, che saranno negoziate sull’MTA al pari delle azioni ordinarie Credito Artigiano attualmente in circolazione, saranno messe a disposizione degli aventi diritto secondo le modalità proprie delle azioni de materializzate accentrate presso la Monte Titoli”. Infine la nota specifica che “non verranno modificate le denominazioni di tutti gli altri strumenti finanziari emessi da Banca Cattolica e da Credito del Lazio, fermo restando che Credito Artigiano S.p.A. subentrerà ipso iure -a decorrere dalla data di efficacia della fusione- nella posizione giuridica delle due società incorporate”.

L’effetto dell’aumento dell’aliquota iva

Rincaro tariffe luci perpetue C

on l’aumento dell’Iva, stabilita dall’ultima manovra �nanziaria del governo, anche le tariffe delle utenze delle lampade votive al cimitero avranno un immediato aumento. Infatti la delibera di giunta numero 87 del 22 settembre ride�nisce le nuove tariffe per l’utenza in base all’Iva al 21%. “Si delibera -spiega l’atto amministrativo- di rideterminare l’imponibile sulle tariffe delle utenze lampade votive per l’esercizio 2011 come indicato: canone abbonamento annuo euro 13,64+iva 21% euro 2,86 totale: 16,50 euro: contributo allaccio loculi euro 2,77+iva 21% euro 0,58 totale euro 3,35, contributo allaccio cappelle euro 5,95+iva 21% euro 1,25 totale euro 7,20”. Sempre nella delibera si legge: “Vista la delibera di giunta del Commissario Straordinario n. 57 dell’ 11.04.2011, con la quale sono state deliberate le tariffe utenze lampade votive anno 2011; Visto che dal giorno 17.9.2011 entra in vigore l’aumento (deliberato dal Governo) dell’aliquota iva. al 21%; Considerato che questo comporterebbe disagi

rilevanti, avendo già assegnato, con convenzione prot. n.15726 del 06.09.2011, previa procedura negoziata (determinazione n. 90 del 27.08.2011), la stampa e postalizzazione dei bollettini alla Società Poste Italiane S.P.A.; al �ne di evitare i disagi suddetti, si ritiene opportuno applicare la nuova aliquota iva dovuta dai contribuenti, senza aumentare le tariffe delle utenze lampade votive per l’esercizio 2011”. M.M.

Polizia locale impegnata nel controllo degli abusi edilizi Il consigliere Balestri ampiamente soddisfatto dei risultati della fiera del vino

Ordinate tre sospensioni di lavori ‘Un successo che può migliorare’ T

re rapporti di sospensione dei lavori con un’ordinanza sono le indagini della polizia locale nel campo dell’abusivismo edilizio del mese di settembre. Infatti in una lettera che il Comune di Montefiascone ha inviato al Procuratore della Repubblica, alla Direzione Regionale del territorio e urbanistica, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti si legge che sono stati effettuati dalla polizia locale tre rapporti di sospensione dei lavori ed una ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi. L’ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi è stata emessa il 7 settembre scorso. Invece per quanto riguarda i rapporti emessi: il primo numero 65/2011 è stato emesso il 17 settembre in via Fetoni per la mancan-

za di permessi di costruire ed in totale difformità o con variazioni essenziali. Per quanto riguarda il secondo rapporto, numero 66/2011 è stato sempre il 17 settembre in via Fetoni sempre per l’assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali. Infine il terzo ed ultimo rapporto, numero 68/2011, effettuato il 30 settembre in via del Lago per l’assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con

variazioni essenziali e per l’assenza del nulla osta ai fini del vincolo paesaggistico. M.M.

Bilancio positivo per la Fiera del Vino” così in sintesi l’analisi del consigliere di maggioranza Marco Balestri, che insieme al vicesindaco Nando Fumagalli, all’assessore Renato Trapè ed al consigliere Umberto Contestabile, hanno organizzato quest’ ultima edizione che è stata oggetto di consensi e critiche. “Della 53esima edizione della Fiera mi sento di fare un bilancio ampiamente positivo -ha esordito Balestri- sia sotto l’aspetto dell’organizzazione che delle presenze di turisti e visitatori. Non sono mancate -continua il consiglierecome sempre, critiche e polemiche, e , come sempre, alcune giuste delle quali tener conto, ed altre gratuite alle quali sembra sciocco rispondere. La vera novità di questa edizione è stata il dibattito, peraltro ancora in corso, sulla pagina facebook del Comune, al quale hanno partecipato con vero interesse e passione molti cittadini,

soprattutto giovani, che hanno sì anche criticato ma hanno principalmente posto suggerimenti, integrazioni, insomma hanno partecipato in qualche maniera”. “A nome di tutta l’amministrazione -aggiunge Balestri- voglio ringraziare tutti coloro che hanno permesso, anche se tra mille dif�coltà, la realizzazione ed il successo di questa edizione della Fiera del Vino in primis il nostro direttore artistico Fabiana Pagliaccia che, con puro spirito di servizio, ma con la grande professionalità che le è propria e con grande entusiasmo, ha costruito un cartellone ricco di eventi per tutti i gusti e per tutte le età e soprattutto senza sbavature organizzative”. I ringraziamenti non si fermano qui: “Come non fare un plauso al corteo storico, vero mattatore di questa edizione, e alle associazioni

che a vario titolo hanno partecipato all’evento. Ringrazio inoltre tutto il personale del Comune che si è adoperato con spirito di collaborazione e sacri�cio e che ha lavorato prima, durante e dopo per permettere a tutti i cittadini e i turisti di godere dell’evento primario dell’estate. In�ne un ringraziamento particolare all’Uf�cio turistico e alle ragazze del punto informazione di piazzale Roma che si sono rivelate estremamente professionali ed ef�cienti senza dimenticare i cittadini del centro storico per la loro pazienza e collaborazione ed in�ne a tutti i commercianti che hanno tenuto aperto i loro negozi anche la sera, i ristoratori, gli albergatori e tutti gli operatori del settore che con professionalità hanno accolto i turisti”. Il consigliere Balestri conclude: “Con la collaborazione di tutti possiamo crescere economicamente ma soprattutto anche come comunità”. M.M.


2 12

comprensorio interni sud

Viterbo&& Viterbo AltoLazio AltoLazio

Venerdì Ottobre Martedì111 Ottobre2010 2011

VASANELLO - Il sindaco invia una nota al prefetto per lamentare l’’iperattività’ della minoranza

L’opposizione fa troppa opposizione di Simona TENENTINI

A

Vasanello l’opposizione è entrata ‘nel ruolo’ e fa ‘troppa opposizione’. Sembra incredibile, eppure è proprio ciò che emerge dalla nota inviata dal sindaco, Antonio Porri, al capogruppo di minoranza, Stefano Squarcia e, per conoscenza, al prefetto Scolamiero (nella foto). Ecco quanto fatto presente dal primo cittadino: “In riferimento alle 15 lettere protocollate in data 5 settembre 2011....riguardanti richieste di chiarimenti, richieste di documentazione, di atti amministrativi, di progetti, di gare d’appalto, di rendicontazione, richieste di consigli comunali straordinari ecc.ecc. Si comunica che questa amministrazione si prenderà tutto il tempo necessario per evadere tutte le richieste, non potendo, ma soprattutto non volendo, interrompere la normale attività amministrativa quotidiana al servizio della cittadinanza. Le 15 richieste fatte comportano, infatti, per gli uf�ci una grande mole di lavoro di ricerca, di indagine, costruzione storica ed analitica dei procedimenti richiesti con un conseguente pesante aggravamento dello

svolgimento di attività istituzionali..... La replica della minoranza non si è fatta attendere. Eccone alcuni stralci: “... Delle quindici lettere protocollate soltanto cinque riguardavano interrogazioni a risposta scritta, mentre il resto riguardava alcune richieste di inserimento di punti all’ordine del giorno del successivo consiglio comunale...Le nostre interrogazioni a risposta scritta riguardano atti chiaramente indicati nelle stesse e facilmente individuabili e rintracciabili dagli uf�ci competenti... Il termine “tutto il tempo necessario” è assolutamente fuori dai canoni legali in quanto sarebbe curioso quanti�care detto “tempo necessario”. La normativa vigente stabilisce un tempo ben

ORTE - Picchiarelli e Nori si interrogano sul futuro della struttura

de�nito per le risposte alle interrogazioni...Abbiamo richiesto, in occasione del primo consiglio comunale di questa consiliatura, il rispetto delle regole, soltanto quello e non altro che non ci fosse dovuto, in quanto negli ultimi anni così non è stato (Le ricordo che per ottenere una risposta sulla costruzione di una piscina nel centro storico è passato un anno; sulla costruzione della casa del sindaco uscente non avete mai risposto)...Quando i componenti del nostro gruppo consiliare si presentano negli uf�ci comunali per veri�care alcune questioni importanti... viene fatto loro notare che non è possibile veri�care immediatamente in quanto “ci vuole tempo”. Quando presentiamo interrogazioni a risposta scritta, e quindi lasciando abbastanza tempo agli uf�ci ed agli amministratori di maggioranza per preparare le risposte, Lei scrive al Prefetto di Viterbo per indicarci come coloro che impediscono la normale attività amministrativa. C’è qualcosa che non torna. ..Operiamo per il benessere dei nostri concittadini e non per mettere in dif�coltà la normale attività amministrativa. Consideriamo questa accusa nei nostri confronti, frutto delle dif�-

coltà del suo operato...Crediamo che Lei non sia abbastanza sereno nello svolgimento della sua attività amministrativa e che non sopporti affatto l’attività di controllo del nostro gruppo consiliare come ha ben dimostrato nel corso di questi ultimi quattro mesi. Sin dall’inizio della consiliatura Lei ha contestato il nostro rapporto con la stampa, la nostra diffusione di notizie riguardanti l’attività comunale tramite l’af�ssione di manifesti murali e di lettere ai cittadini, ha litigato con i gestori di siti web e con i giornalisti che osano raccontare i problemi della sua amministrazione. Ha tenuto un discorso allucinante in occasione del torneo di calcetto...per difendere le magagne di un lavoro pubblico. Forse la gestione dei lavori pubblici (lampioni in campagna, campo di calcetto, lavori in Via Verdi) non dovrebbe essere contestata? Lo sperpero di soldi pubblici (scooter dei vigili urbani, viaggi in Cameroun) neanche? E i bandi nascosti (rilevatori per il censimento) per dare, probabilmente, un aiutino agli amici ? Si metta l’anima in pace Sig. Sindaco, con il nostro operato cercheremo di fare luce sugli atti della sua giunta e di rendere più trasparente il suo operato....

CIVITA CASTELLANA- Cambia l’account del servizio

Sparisce l’ufficio stampa L

’uf�cio stampa di Civita Castellana, negli ultimi tempi, si è dissolto come neve al sole. Ora, al suo posto, c’è un non meglio identi�cato uf�cio comunicazioni. Evoluzione genetica o tentativo sgangherato di salvare il salvabile? Dif�cile trovare una risposta ad un interrogativo così arduo, resta il fatto che, però, qualcosa di strano in questo mutamento c’è. Qualche mese fa, infatti, venne sollevato, proprio dall’Opinione, lo strano caso dell’addetta stampa, pagata profumatamente dall’amministrazione, e, tuttavia priva dei requisiti richiesti per esercitare questa professione, ovvero l’indispensabile iscrizio-

ne all’Ordine dei Giornalisti. Dopo qualche giorno, pur se i responsabili hanno sempre negato ogni addebito, le mail provenienti dall’uf�cio stampa hanno iniziato a mostrare cambiamenti. Prima è stato tolto il nome dell’addetta, Chiara Taizzani, lasciando solo la denominazione Uf�cio Stampa. Poi è stato rimossa anche questa dicitura. In�ne è cambiato, addirittura, l’account di posta: il precedente ‘uf�cio stampa’ ora è divenuto un generico ‘comunicazioni’. Ma se era veramente tutto a posto, qual’è il motivo di tutti questi sconvolgimenti? (Sim.Ten.)

RONCIGLIONE - La Destra denuncia il grave stato d’incuria in cui versa la zona

Piscina chiusa, e i lavoratori? Il parco pubblico abbandonato al degrado R

iceviamo e pubblichiamo dal segretario provinciale vicario de La Destra di Viterbo, Alberto Rossi: “Sono trascorsi quasi cinque anni da quando, nel corso della campagna elettorale... in un pubblico convegno per la presentazione della lista che attualmente amministra Ronciglione, vennero presentate delle diapositive che illustravano, tra l’altro, lo stato di abbandono e di degrado in cui versava il Parco Pubblico. Questo servizio fotogra�co aveva lo scopo di dimostrare, qualora ce ne fosse stato bisogno, l’ inef�cienza della amministrazione comunale di sinistra che al tempo era al governo del paese. Rammento questo speci�co episodio per

I

consiglieri di minoranza Giuseppe Picchiarelli e Gianrenato Nori denunciano la grave situazione in cui versa la piscina di Orte. “A seguito di ordinanza del sindaco Primieri numero 68 la piscina di Orte, un tempo eccellenza dell’intera provincia, è stata chiusa. Apprendiamo dalla stampa che il sindaco ha incontrato i legali della cooperativa che gestiva il servizio e ci preme svolgere alcune considerazioni. Sei lavoratori prestano

servizio all’interno della struttura stessa e rischiano pertanto, così si legge, di perdere il lavoro. Ciò che a noi preme sono essenzialmente due cose. La prima è che al di là del nominativo o dello status giuridico di chi gestirà l’impianto, il sindaco pretenda che il nuovo gestore si faccia carico dei 6 lavoratori che sino ad oggi vi hanno prestato servizio. La seconda è che si riprenda immediatamente la funzionalità della piscina restituendola così all’utenza.”

confrontare, a distanza di quattro anni, le condizioni del parco pubblico....Sono rimasto colpito �n da subito dalla assoluta mancanza di erba...Continuando la passeggiata verso la recinzione del campo sportivo sono rimasto “folgorato” ( il termine è scelto con cura) nel vedere le condizioni in cui versano i contatori della corrente ( credo sia alta tensione) che alimentano l’ illuminazione del campo di calcio. Sportelli divelti, interruttori esposti alla portata di tutti, �li scoperti…...Non solo, transenne in ferro accatastate alla rinfusa in un equilibrio assai precario, ri�uti metallici lasciati ai bordi del campo sportivo . Il giardino pubblico pare più un percorso di guerra che non un luogo ove portare i bambini a giocare.

Il parco giochi, quello per intenderci che vede una attrazione sollevata da terra di almeno un metro e mezzo, non riporta al suolo alcuna protezione in caso di caduta. Terra battuta all’ apparenza assai dura sta li pronta ad accogliere il malcapitato bambino che dovesse cadere. Non crediamo che un paio di camion di sabbia da spargere sotto alla struttura costituisca una spesa tale da dissestare le casse comunali . Certamente costerebbero meno di una possibile eventuale richiesta

di risarcimento del danno in caso di infortunio. Un’ ultima annotazione che vuol essere anche un monito per i frequentatori del parco. Neanche fossimo in Transilvania raccomandiamo a tutti di abbandonarlo prima del calar del sole. Non perché appaiano all’ improvviso orde di famelici vampiri..ma solo per avere la certezza di ritrovare la strada per l’ uscita considerando che nove lampioni su dieci sono rotti o addirittura incompleti.....


& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

cultura & spettacoli

13

In mostra ad ‘EcoIncentriamoci’ quindici installazioni ispirate all’ambiente

L’arte di eco-sostenerci di Fortunato LICANDRO

A ‘Ottobre piovono libri’ il giornalista Massimo Fini presenta ‘Il Mullah Omar’ S

L

’arte contemporanea ispirata all’ambiente in esposizione a Viterbo con quindici composizioni, tra sculture e installazioni. Le opere d’arte saranno in mostra a palazzo dei Priori, dal 13 al 20 ottobre, nell’evento Urban New Deal, esibizione organizzata dal bimestrale “Eco-news” e dalla piattaforma creativa internazionale “EcoArt Project”, ideata e guidata da Pino Fortunato. La mostra si inserisce negli eventi collaterali del primo convegno nazionale “EcoIncentriamoci”, il cui obbiettivo è mettere in luce e promuovere l’ecosostenibilità nella riquali�cazione dei centri storici con un focus sugli aspetti architettonici ed energetici, in programma il prossimo 13 ottobre a Viterbo, nella Sala Regia di Palazzo dei Priori, organizzato dal bimestrale nazionale Eco-news, in collaborazione con la Città di Viterbo e patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, Regione Lazio, Provincia e Comune di Viterbo. “EcoIncentriamoci” è il primo di una serie di convegni itineranti dedicati al tema della sostenibilità ambientale in tutte le sue sfaccettature e declinazioni. In particolare, l’aspetto della riquali�cazione dei centri storici sarà ripreso nella seconda edizione con la focalizzazione dell’aspetto che riguarda la mobilità sostenibile. L’esposizione, curata da Davide Sarchioni, presenta i lavori di artisti contemporanei che, grazie alla forza comunicativa dell’arte, a una visione locale e globale del contesto cittadino, si ispirano alla sostenibilità agendo come catalizzatori di un nuovo approccio sulla questione. “Urban New Deal – fanno sapere gli organizzatori – propone un percorso storico e trasversale, un mosaico affascinante di linguaggi contemporanei e di artisti molto diversi per provenienza e background geogra�co-culturale, accomunati dal �le rouge dell’esperienza urbana come fonte d’ispirazione per rielaborazioni, ri�essioni, denunce ma anche esaltazioni della vita urbana”. “La piattaforma creativa inter-

nazionale EcoArt Project” spiega Pino Fortunato, “attraverso la forza creativa degli artisti, mira a incrementare l’attenzione sulle tematiche ambientali. Le attività del network prevedono il lancio e la promozione di concorsi, la realizzazione di mostre ed eventi, progetti editoriali e campagne di comunicazione. EcoArt Project coinvolge le persone, le aziende e le istituzioni al �ne di ispirare a tutti i livelli attitudini e comportamenti che hanno come scopo la tutela del pianeta”. EcoArt Project, dopo la mostra di Viterbo, continuerà il suo viaggio partecipando alla �era “Ecomondo di Rimini” (3-9 novembre). “Sono in programma eventi espositivi negli Stati Uniti, cui parteciperanno gli artisti coinvolti nel progetto” anticipa Fortunato. “L’incontro del 13 ottobre vuole porre l’attenzione sul tema ambiente/trasformazioni urbane” spiega il direttore del periodico bimestrale sulla sostenibilità ambientale Eco-news, Simonetta Badini “offrendo gli approfondimenti necessari attraverso le

Al centro dell’evento la possibilità di creare dei centro storici sostenibili con la natura

relazioni di specialisti di fama internazionale riguardo alle soluzio-

ni più innovative e alle esperienze virtuose”.

Viterbo premia”: una manifestazione giunta al suo quinto appuntamento, edizione speciale, promossa dall’Associazione “Grandi Eventi”, che si prepara ad avere la sua serata d’onore venerdì 28 ottobre 2011 alle ore 20,30 presso l’Auditorium dell’Università della Tuscia, Complesso S.Maria in Gradi. Il premio nasce nel 2004 dalla iniziativa e ideazione di Fabrizio Carrieri: quella che sembrava una tappa unica ha avuto ben quattro edizioni annuali. Un premio, anzi tutta una serie di premi, materializzati in quello splendido simbolo del “leone in oro” che rappresenta Viterbo, quale pubblico riconoscimento della città a quanti si sono distinti nell’anno appena trascorso. Questa edizione è “Speciale”

numerosi pamphlet. L’evento, organizzato dall’associazione culturale Alta Marea in collaborazione con l’assessorato alla cultura del comune di Soriano nel Cimino, si inserisce nel calendario di “Ottobre piovono libri”.

Alla scoperta delle ‘Isole sacre’ di Calcata

S

abato prossimo, dalle ore 9:30 appuntamento con Teresa Di Cosimo, al borgo di Calcata per un’escursione guidata da titolo “le isole sacre” all’insegna della natura e archeologia nel territorio falisco del Parco della valle del Treja. Insediamenti, necropoli, templi e tracce di un passato affascinante che ancora risuonano nella valle attraverso la scoperta dei riti e divinazione dell’Etrusca Disciplina. La passeggiata inizia da piazza Roma, a Calcata scendendo per il sentiero 014 che porta a Narce, proseguendo �no al Tempio Falisco del IV sec a.C. Si percorre poi un breve tratto di provinciale per allacciarsi al sentiero 016 detto “dei tu�” che porta a Pizzo Piede. Visita della tomba a camera con sarcofaghi. Sosta pranzo e ritorno stesso sentiero

con visita all’ipogeo di Porta Segreta e Borgo medievale di Calcata. Il percorso si snoda su 8 km approssimativamente con dislivello medio di 500m e grado di dif�coltà medio. Il ritorno è previsto intorno alle ore 17:00. Si consiglia abbigliamento

Attesa per la quinta edizione di ‘Viterbo Premia’ “

abato prossimo alle ore 18 presso il Castello Orsini di Soriano nel Cimino il giornalista-scrittore Massimo Fini presenta l’ultimo suo libro “Il Mullah Omar”. Chi conosce l’inconfondibile stile di Massimo Fini, chi è abituato a leggere i suoi pezzi, sa bene con quanta precisione egli sia capace di delineare l’esatta dimensione delle contraddizioni del mondo occidentale. Lo ha sempre fatto, con rigore e onestà intellettuale invidiabili e quasi insuperati in Italia, sia su quotidiani e riviste - memorabili i suoi pezzi sul Fatto Quotidiano e sull’Europeo - sia nei suoi

perché oltre ai “Leone d’Oro” che saranno assegnati, ci saranno anche i “Leone d’Argento” riservati a tutte le categorie che stimolano interesse nel loro settore, allo scopo di essere traino per le nuove generazioni. Sono stati oltre 150 i premiati che hanno dato lustro a questo Premio che, oltre al prestigio del riconoscimento per l’opera sviluppata nell’ambito della società viterbese e della provincia, vuole essere momento per le nuove generazioni che prendono esempio da chi ha messo il suo intelletto e la sua vita a disposizione della società tutta. Largo il ventaglio dei settori interessati a ricevere la preziosa onori�cenza: artigiani, operatori commerciali, imprenditori, liberi professionisti, managers, politici,

fondazioni umanitarie, Corpi di Polizia, Vigili Urbani, Carabinieri, Vigili del Fuoco, artisti, pittori, scultori, attori, studiosi, operatori dell’informazione e della comunicazione, sportivi. Anche quest’anno, come in tutte le precedenti edizioni, il Premio sarà un forte sostegno alla Associazione Nazionale Diversamente Abili (ANDA), a favore di una sempre maggiore sensibilizzazione nei confronti della categoria per la lotta contro le barriere architettoniche. La serata sarà trasmessa da SKY canale 919 e RETE A, oltre ad un redazionale su RAI 3 Regionale. L’edizione di quest’anno verrà presentata da un noto personaggio televisivo, con la partecipazione di graditi ospiti dal mondo dello spettacolo, della cultura e della politica.

comodo, giacca impermeabile e scarpe da trekking; inoltre portare pranzo al sacco e acqua potabile. Bambini consigliato dagli 8 anni in su. Non adatto a passeggini o carrozzine per portatori di disabilità motoria. Prezzi: adulti 8 euro; bam-

bini �no a 12 anni gratis. Per prenotazioni contattare la guida Teresa Di Cosimo tel. 0761 588885 - cell. 338 5064584 e-mail: thesan@hotmail.it Per informazioni o altre visite guidate consultate il sito: www.parcotreja.it. (Sim.Ten.)


SPORT

IRUGBY C - I rossoblù mancano però il punto di bonus col Notabila

Civita non fa sconti, la RUOTA si sgonfia subito S

� �

quilli di tromba anche per l’Amatori Civita Castellana nella prima giornata del campionato di serie C regionale di rugby; i ragazzi di coach Fabiani hanno espugnato per 29-8 il campo del Notabila ma,

nonostante l’ampio successo, non sono riusciti a prendersi il punto di bonus segnando solo due mete. Netta scon�tta invece per la RUOTA Oriolo che non ha potuto nulla nella trasferta di Tivoli uscendo scon�tto per

42-3; tra gli altri risultati da segnalare il perentorio 82-0 con cui Fiumicino ha travolto il Vantaggio Rugby e le vittorie di misura per Corsari (7-5 alla Nuova Sabina) e All Reds (2120 alla Roma Urbe). (ga)

Martedì 11 Ottobre 2011

16

RUGBY C

Prime Sigma, un messaggio al campionato Gialloblù a valanga (95-0) sullo Spartaco. La sfida è lanciata PRIME SIGMA 95 SPARTACO RUGBY 0 Prime Sigma Viterbo: Menghini Roberto (50’ Cecchetti), Bonucci, Menghini Andrea, Belli (55’ D’Ottavio), Pascucci (60’ Perandria), Menghini Moreno (53’ Zappi), Mengoni, Pompei (50’Oguntimirin), Galli, Cecchinelli (45’ Capati), Bucci, Desana, Borgatti (57’ Tichetti) Menicocci. All. Scorzosi. Spartaco: Rampa, Roma, Mastrorilli, Stazi, Salvatori, Bilotta (45’ Dose G), D’Ambrosio, Santacella, Taglialatela (57’ Zara), Spinetti (40’Panzieri), Mannisi (42’ Gambardella), Dose V, Nardiello, Tarquini, Giovanardi. A disp. Villani, Santolamazza, Viviani. All. Verzieri Arbitro: Gravan di Colleferro Marcatori: 6’ e 27’ meta R Menghini, 11’ e 37’ meta Pompei, 13’ e 24’ meta Pascucci, 17’, 41’, 71’ e 78’ meta Bonucci, 20’ meta Borgatti, 30’ meta Desana, 52’ meta Ferrazzani, 69’ meta A Menghini, 80’ meta Galli. Trasformazioni M Menghini: 6’, 11’, 27’, 30’, 37’, 41’, 52’. Trasformazioni A Menghini: 69’, 78’, 80’

All’esordio ben 13 mete alla formazione romana che all’intervallo era già sotto 57-0

CALCIO PROMOZIONE UMBRA

Ortana, primo punto ma con rammarico

P

L

a Prime Sigma si abbatte come un uragano sul campionato di serie C e a farne le spese sono i romani dello Spartaco, sepolti sotto 95 punti di scarto con ben 15 mete messe a segno dai gialloblù. La partita dura appena pochi minuti, quelli necessari a capire se la ruggine dell’estate senza match può creare qualche problema ai viterbesi; i dubbi vengono fugati proprio da uno dei giocatori più attesi, il rientrante Roberto Menghini, che vola in meta dopo appena 6 minuti e si ripeterà circa 20 minuti più tardi. E’ l’inizio della valanga di mete; alla festa si iscrivono anche Pompei (due volte), Pascucci (doppietta anche per

lui), Bonucci (addirittura poker per l’ala), ed anche giocatori meno abituati a segnare come il tallonatore Borgatti o il pilone Desana. A metà gara il punteggio è 57-0 e non è ancora �nita: Ferrazzani, classe ’93, schierato come mediano di mischia titolare, vola in meta con grande personalità, Bonucci è implacabile e c’è spazio anche per Andrea Menghini e Galli mentre coa-

ch Scorzosi svuota la panchina e dà spazio a tutti i suoi giocatori. Con le trasformazioni di Moreno e Andrea Menghini il punteggio arriva a s�orare addirittura quota 100 e come esordio può andare più che bene; lo Spartaco non è certo l’avversario più forte del girone, ma la sensazione è che questa Prime Sigma possa davvero fare piazza pulita di qualsiasi avversaria.

rimo punto in campionato per l’Ortana del patron Fabrizio Sabatini che al “Gildo Filesi” di Orte tiene testa ail’ostica Am ‘98 e la blocca sul punteggio di 0-0. Un pari che in tutta onestà va ancora una volta stretto agli oratni che per quanto mostrato in campo dal punto di vista delle occasioni da rete create, avrebbero sicuramente meritato molto di più. Un punticino che comunque porta morale nello spogliatoio e vede i biancorossi rimanere sempre all’ultimo posto ma questa volta in condominio con la Castiglionese, tra l’altro prossima avversaria di Orazi e soci. LA GARA- Il match nella prima metà del primo tempo vedeva i locali contratti e timorosi concedere campo ai ternani che forti della propria classi�ca provavano a chiudere subito la pratica Ortana. Un dominio territoriale netto quello di xxxx e compagni che portava ad una buona conclusione dalla distanza parata da Pesciaroli e ad una traversa colpita da xxxxxx. Poi al 26’ i padroni di casa si rendevano per la prima volta pericolosi dalle parti della porta umbra con Macino che s�orava il gol del vantaggio. Un’occasione che dava

la scossa ai biancorossi che cambiavano marcia e chiudevano i ternani nella propria metà campo per tutto il resto della partita s�orando più volte il gol con Macino e con Arcamone che, ben lanciato da Carlaccini si presentava solo davanti a xxxx non riuscendo però a bucarlo. Un vero peccato questo perché il gol sarebbe stata la ciliegina sulla torta per quello che è stato sicuramente il migliore in campo dei 22. POST PARTITAMister Paolo Livi è soddisfatto della prova dei suoi: “Dopo la pesante batosta di Guardea, siamo partiti un po’ impauriti e contratti, poi però siamo venuti fuori bene anche se ancora una volta c’è mancato il gol. Dispiace perché vista la prova dei ragazzi, la vittoria sarebbe stata meritata. Detto questo, siamo felici per aver mosso la classi�ca e per essere riusciti ad interrompere questa striscia di risultati negativi. Ora dobbiamo tornare a lavorare e prendere questo pareggio come punto di partenza per cesaree ancora e migliorare. Sono �ducioso, sapevo che la partenza sarebbe stata in salita ma sono anche convinto che questa squadra valga molto di più di quanto mostrato �no ad ora”. (au)

RUGBY GIOVANILE - Nella prima giornata Under 16 e Under 20 ATLETICA - Ai Campionati Italiani Cadetti di Jesolo

L’Alto Lazio parte benissimo Eleonora Schertel sale sul podio N

ella prima giornata di campionato che ha visto impegnate le formazioni dei Lions rugby Alto Lazio. Sia la Under 20, in casa, che la Under 16 in trasferta, sono arrivati due successi (entrambe con bonus). Dopo l’antipasto dei rispettivi campionati 2011-2012, ovvero gli spareggi per accedere ai campionati Elite delle due categorie che non hanno sorriso ai Lions, entrambe le squadre hanno iniziato i propri cammini nei tornei regionali con il piede giusto. Anche se, per l’occasione, non erano opposte ad avversari cosiddetti di prima fascia. Domenica scorsa, sul campo di Civita Castellana, la squadra Under 20 ha battuto la Nea Ostia - società di nuova costituzione - per 76-0. Eloquente il punteggio, netto il divario tra i padroni di casa - che comunque presentavano

diverse assenze per problemi di tesseramento - e i romani. Nel complesso sono state messe a segno 12 mete e per il complesso seguito da Alessio Ascantini e Nicola Racean, in gran parte rinnovato rispetto alla scorsa stagione, si tratta di un buon risultato su cui fondare il lavoro stagionale. Molto buona la partenza della Under 16, che sempre domenica ha vinto sul campo - in terra e malridotto - del

Pomezia rugby per 43-21. Il successo è più ampio di quanto non dica il risultato, visto che le quattro mete necessarie a incassare il bonus erano state messe a segno già nel primo tempo. Anche i giovani, seguiti per questa stagione da Marco Amicucci, Emiliano Cardoso (nella foto) e Massimo Romagnoli, presentavano alcune assenze per ruoli importanti. Ma il gruppo ha saputo sopperire a ogni lacuna e dif�coltà. Ora una nuova settimana di allenamenti prima di affrontare il secondo impegno di campionato, che per entrambe scatta domenica prossima. La società Lions Alto Lazio è nata lo scorso anno dalla fusione dei settori giovanili di Amatori Civita Castellana, Montevirginio Oriolo e Rugby Viterbo per la diffusione della palla ovale nel settore juniores. Attualmente gli atleti tesserati sono oltre sessanta.

L

a Finass Assicurazioni Atletica Viterbo impegnate a Jesolo nei Campionati Italiani della categoria Cadetti/e, che riescono nell’importante rassegna iridata a migliorarsi, ottenendo entrambe i nuovi record personali ed anche provinciali. Podio per Eleonora Schertel (nella foto) che si classi�ca al 7° posto nel Pentathlon con 3501 punti, levando il primato dopo ben 9 anni alla portacolori dell’Alto Lazio Gloria Meduri (precedente 3465 punti). Ottima la sua condotta di gara ( seguita con particolare attenzione dalla allenatrice Monica Condurelli), nella quale realizza 13”97 negli 80Hs./1,57 nell’Alto/30,41 nel Giavellotto/ 4,89 nel Lungo e 1’57”43 nei 600m. (addirittura 4^ prima della prova �nale dei 600m.) scalando ben 6 posizioni di classi�ca che la vedevano accreditata della 13^ prestazione di partenza. Anche Jessica Carosi riesce a risalire numerose posizioni di classi�ca (18^ posizione di accredito) nella prova del Martello e con la misura di 34.98 ottiene il 13° posto, oltre al personale ed anche nuovo record provinciale (precedente targato Linda Misuraca del 2001). E’ proprio nella gara più importante dell’anno che la viterbese, allenata da Antonio Ernesti, riesce a trovare la giusta concentrazione per cogliere il risultato di prestigio, regalando al Lazio, 12 punti importanti per la classi�ca �nale per regioni. Punti pesanti anche

per Eleonora Schertel che insieme alla compagna di squadra della Finass, rappresentano più che degnamente la nostra provincia e consentono al Lazio anche quest’anno di mantenere le primissime posizioni di classi�ca in ambito nazionale giovanile.


� �

sport

SPORT

& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

17

CALCIO SERIE D

Viterbese, stagione stregata Un anno fa, dopo sei giornate di campionato, i gialloblù avevano già collezionato 12 punti Foto Andrea Di Palermo

SERIE D - GIRONE E VOLUNTAS SPOLETO

12

CASTEL RIGONE

12

ATLETICO AREZZO

11

SANSOVINO

11

SPORTING TERNI

10

PIERANTONIO

10

PONTEDERA

10

PIANESE

9

GROUP CASTELLO

9

ORVIETANA

8

SANSEPOLCRO

7

VITERBESE

6

ZAGAROLO

6

SPORTING TRESTINA

6

DERUTA

5

PONTEVECCHIO

5

FLAMINIA C. CASTELLANA

4

TODI

3

di Gianluca NATOLI

V

iterbese, quando cambierai? Dopo sei giornate di campionato è già possibile valutare con chiarezza il valore di questa squadra, in base al gioco espresso ed ai risultati conseguiti. Sei punti in sei gare signi�cano la media esatta di un punto a partita. Con questo score si può senz’altro ambire ad una salvezza tranquilla, ma nullla di più. Il pareggio con la Pontevecchio (1-1) di domenica scorsa ha ribadito ancora una volta tutti i limiti della squadra. Non ci si stancherà mai di dire che manca la cultura della vittoria. Non esiste una mentalità vincente. Eppure da diverse settimane tutto l’entourage gialloblù aveva affermato proprio che sotto il pro�lo mentale la squadra stava attraversando una fase di crescita. Se crescita, tradotta nei fatti, signi�ca pareggiare per due gare consecutive, allora forse è il caso di parlare apertamente e spiegare che l’obiettivo

della Viterbese non è vincere, bensì quello di salvare il salvabile. Altro che vertice, altro che Lega Pro... Per la squadra di Conticchio la serie D sembra essere, oggi, la categoria più appropriata. Anzi, a questo punto se non si trova la chiave giusta per entrare a pieno regime in questo campionato, il rischio di incorrere in ulteriore �guracce appare più che concreto. A Ponte San Giovanni la l’unidici di Conticchio non ha giocato male. Tuttavia, dopo esser passata in vantaggio al 4’ st con il solito Morini (sarebbero dolori se a togliere le castagne dal fuoco non ci pensasse lui), il gruppo si è dimostrato ancora una volta incapace di gestire e colpire. Una sola volta, in questo campionato, la Viterbese si è portata sul doppio vantaggio (circostanza fra l’altro in cui è arrivato anche il primo ed unico successo stagionale, contro la Pianese). Un segno, non casuale. Quanto piuttosto la conseguenza ovvia di una mancata cattiveria sotto porta che tiene in gioco gli avversari �no all’ultimo, tanto da subirne i colpi letali. L’illusione

di aver �nalmente scacciato via la crisi, è durata due giorni fa appena quindici minuti. Al 19’ st infatti Baldacci in�lava Scarsella, sfruttando al meglio un’amenesia totale della retroguardia viterbese. LA DIFESA E’ il reparto arretrato quello che sembra più difettare, anche se le ingenuità della Viterbese si espande a macchia d’olio anche in tutte le altre zone del campo. Del resto il gioco di un team è come una coperta. Se si allunga da una parte, si accorcia dall’altra, con la conseguenza che tutti gli equlibri ne risultino compromessi. Non sembra bastare l’esperienza di Nocerino, nè quella di Sbaccanti e Testa. I giovani, sono giovani, alternano buone cose a black-out veri e propri. IL TRIDENTE Contro la Pontevecchio mister Conticchio rispolvera il tridente formato da Aquino-Morini-Federici. Ed effetivamente quello sembra andare bene abbastanza, se non

altro per vivacità e costruzione di occasioni da gol (buona quindi la scelta di non continuare ad insistere sul 4-4-2). Purtoppo però le reti non arrivano, a parte una che non basta a ipotecare la partita. Morini si conferma l’uomo più in forma di tutta la sua squadra. Sempre presente, o quasi, all’appuntamento, è l’unico che dà la sensazione di poter inserire una marcia in più all’impacciata macchina gialloblù. Vicino a lui fanno bella �gura anche Federici ed Aquino, più per ri�esso che per luce propria. Nel �nale di gara la Viterbese s�ora i tre punti con Federici e Sabatino, che sprecano malamente due occasioni irripetibili. Il portiere umbro, Scarabattola, �nisce così per diventare il paladino dei suoi. Tuttavia sono forse più i demeriti della Viterbese, che le virtù dell’estremo difensore, ad inchiodare il risultato sull’1-1. OCCASIONE PERSA Un altro pareggio, dopo quello con l’Arezzo, che appare come una doppia occasione sciupata. Doppia

CALCIO SERIE D - Il diesse Giovanale: “Pierangeli non si tocca. Arbitraggio no comment ”

Flaminia inondata da episodi sfavorevoli L

a Flaminia continua a zoppicare. A piccoli passi, ma senza mai un bel salto, non si può andare lontano. Anche domenica scorsa, nella s�da contro lo Zagarolo, i civitonici non sono riusciti

a strappare più di un punto, che serve poco al morale, ed ancora meno alla classi�ca. Purtroppo non è ancora arrivata nessuna vittoria in campionato per la formazione di Pierangeli. Alla vigilia del Paolo Capodaglio

match, l’occasione per la scossa sembrava propizia. Poi, invece, la Flaminia si è dovuta misurare con un avversario che, nonostante il cattivo momento di stagione, ha dimostrato di aver carattere, grinta e cattiveria da vendere. Tra due squadre in crisi a confronto, è uscita fuori una partita equilibrata dove, se non fosse stato per l’uomo della ‘provvidenza’, Paolo Capodaglio (in gol per il de�nitivo 3-3 al 95’), i rossoblù sarebbero usciti beffati pure stavolta. L’astinenza di punti, iniziata due turni fa, dopo la scon�tta per 2-0 in casa del Pierantonio, è stata interrotta. Domenica arriverà al ‘Madami’ l’Orvietana, reduce da una rotonda vittoria contro la capolista Voluntas Spoleto (incredibilmente venuta fuori due giorni fa con le ossa rotte, a causa delle cinque reti subìte). Individuando le responsabilità

della crisi civitonica, la società di patron Ciappici continua ad assolvere il proprio allenatore per l’attuale penultimo posto in classi�ca. Piuttosto sono gli episodi arbitrali, quelli sì, a pesare sul groppone: “Il pareggio dello Zagarolo (1-1) è arrivato sugli sviluppi di un’azione che l’arbitro, o gli stessi giocatori locali, avrebbero dovuto interrompere -ha dichiarato il diesse Vittorio Giovanale- a terra c’era infatti un nostro giocatore, Scardini, che aveva ricevuto una gomitata (origine della frattura al naso) da un avversario. Nonostante la palla fosse �nita sul fondo, per un corner dubbio, il direttore di gara ha continuato a far giocare. Da lì è nato il pari”. I locali l’hanno messa sul piano �sico, giocando una partita ai limiti della corretteza. Questo, tuttavia, non salva in ‘toto’ la Flaminia: “I ragazzi devono imparare a non

perchè, domenica scorsa, una vittoria avrebbe consentito alla banda Conticchio di portarsi a sole quattro lungezze di distanza dalla vetta, visti gli scivoloni delle due prime (Voluntas Spoleto e Castel Rigone). La classi�ca ora si accorcia, ma non per i gialloblù che continuano a dover guardare più alle spalle che avanti. L’ultimo posto, infatti, ricoperto dal Todi, è lontano solo tre punti. Il vertice, invece, dista ben sei passi che, in teoria, potrebbero anche sembrare pochi, ma non possono esserlo con una decina di formazioni davanti. IL CONFRONTO CON LA SCORSA STAGIONE Circa un anno fa, la Viterbese, dopo aver disputato sei turni di campionato (girone sardo-campano-laziale), si trovava a quota 12 punti in classi�ca. Tre vittorie e tre pareggi. Nessuna scon�tta. Un verdetto diametralmente opposto a quello di oggi, dove sono già due le scon�tte maturate, una sola vittoria e ben tre i pari. Continuan-

do il parallelismo con la stagione 2010/2011, il primo insuccesso arrivò allora soltanto alla tredicesima giornata, il 28/11/2010 (scon�tta interna per 1-2 contro il Guidonia). Quest’anno i gialloblù hanno già conosciuto per ben due volte il sapore del ko. Con gli stessi punti di un anno fa, esattamente il doppio degli attuali, la Viterbese si troverebbe adesso al comando del girone E insieme a Castel Rigone e Voluntas Spoleto. LA COPPA ITALIA Niente giornata libera ieri per la Viterbese, che ha dovuto rinunciare al lunedì sabbatico per iniziare a preparare la s�da di Coppa Italia, in programma tra due giorni contro la Renato Curi Angolana allo stadio ‘Rocchi’ (ore 16). Oggi Aquino si sottoporrà ad un’ecogra�a che de�nirà l’entità del fastidio muscolare, accusato durante la s�da contro la Pontevecchio. Hanno lavorato a parte, alla ripresa, i soliti Scoppetta e Franzese. Fermi Comentale e Di Mauro.

SERIE D GIRONE E - 6ª GIORNATA ATLETICO AREZZO - PIANESE

4-1

CASTEL RIGONE - PONTEDERA

0-1

ORVIETANA - VOLUNTAS SPOLETO

5-0

PIERANTONIO - SANSOVINO

0-2

PONTEVECCHIO - VITERBESE

1-1

SPORTING TERNI - GROUP CASTELLO

3-2

TODI - SANSEPOLCRO

0-0

SPORTING TRESTINA - DERUTA

0-2

ZAGAROLO - FLAMINIA C.

3-3

dare nulla per scontato -ha aggiunto Giovanale- serve maggiore concretezza. Pierangeli? Non si tocca. Se avesse avuto demeriti, la società avrebbe già preso provvedimenti contro di lui. Ma non crediamo che sia lì il problema. Presto i risultati dovranno arrivare. Fortunatamente la classi�ca è molto corta. Con due successi di �la puoi anche salire dal penultimo posto in una posizione medio-alta”. Effettivamente le distanze sono molto ravvicinate nel giorne E, ma questo non sposta di una virgola

il punto focale: manca la vittoria. Arbitri o no, fortuna o sfortuna, i tre punti non arrivano. Nelle prossime ore Scardini sarà sottoposto ad ulteriori accertamenti. Probabilmnte domenica prossima scenderà in campo con una maschera di protezione. Domani, invece, dovrebbe arrivare l’uf�cialità della squali�ca per Lazzarini (somma di ammonizioni). Salvagno dif�cilmente sarà convocabile per il prossimo match. Fissata per oggi pomeriggio la ripresa in sede. (Gia Nat)


� �

sport

SPORT

& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

18

CALCIO ECCELLENZA

Montefiascone straripante Per il Monterosi è notte fonda. Il Corneto invece mette fieno in cascina di Gianluca NATOLI

D

opo che il pallone ha rotolato per oltre novanta minuti, escono fuori verdetti prevedibili ed affatto sorprendenti dalla sesta giornata del campionato di Eccellenza. OLTRE OGNI LIMITE Che piaccia, opuure no, il Monte�ascone va oggi considerato come la squadra del momento. Sicuramente la migliore del proprio girone, nel rapporto qualità/prestazione. I gialloverdi di Antolovic sono ancora imbattuti. Dopo sei giornate di campionato si trovano in una lussuosa quarta posizione, giusto un passo sotto al podio. Nessuna casualità, nessuna fatalità in questa corsa

inarrestabile che vede ancora una volta la legge della ‘matricola’ risultare vincente. Spesso, infatti, squadre neo-preomosse si sono trovate a disputare campionati al di sopra delle proprie aspettative. Pur essendo ancora presto per elogiare ‘tout court’ il lavoro del Monte�ascone, si può senz’altro affermare che questo avvio assomiglia molto a quello di una ‘big’. Delle big effettivamente la squadra del colle ha dimostrato di non avere affatto paura, anzi... Dopo aver fermato formazioni blasonate come l’Albalonga e l’Ostia Mare, entrambe costrette al pari (1-1), quelli di Antolovic hanno battuto con facilità il Monterosi di Lauretti domenica scorsa. Sul campo ‘Rasi’ di Rignano Flaminio, bastano 50 minuti agli ospi-

ECCELLENZA GIRONE A - 6ª GIORNATA ALBALONGA - PISONIANO

1-1

CORNETO TARQUINIA - FIUMICINO

1-0

DIANA NEMI - CECCHINA

3-5

GIADA MACCARESE - REAL POMEZIA

2-3

GUIDONIA - LADISPOLI

1-2

LA SABINA - RIETI

2-2

OSTIAMARE - FONTENUOVESE

3-0

REAL MONTEROSI - MONTEFIASCONE

1-3

TOR SAPIENZA - VILLANOVA

2-0

Foto Andrea Di Palermo

ECCELLENZA - GIRONE A

Mattia Grimaldi (Montefiascone)

ti per mandare i titoli di coda. Senza pietà Vittori, Cesarini e Grimaldi imbarazzano più volte la retroguardia avversaria e si godono il successo di un derby che �nisce 3-1, solo grazie ad uno spunto individuale di Pirillo (Monterosi) a cinque minuti dalla �ne. Domani i gialloverdi saranno di nuovo in campo contro il Lariano per la gara di andata degli ottavi di �nale di Coppa Italia. Per la squadra del colle, in questo momento nulla è impossibile. Se turnover ci sarà, quello non sminuirà nè valori nè entusiasmo di un gruppo che ormai ha aperto le ali. LA CRISI CONTINUA In casa Monterosi la tempesta sembra non voler più passare. L’ultima pesante scon�tta subìta

ALBALONGA

14

OSTIA MARE

13

CECCHINA

13

PISONIANO

11

MONTEFIASCONE

10

REAL POMEZIA

10

TOR SAPIENZA

10

CORNETO TARQUINIA

8

FONTENUOVESE

8

RIETI

7

VILLANOVA

7

LADISPOLI

7

Valerio Poggi (Corneto)

contro il Monte�ascone (la terza consecutiva in questo campionato), non lascia spazio ad alibi. La squadra continua ad apparire stanca, confusa. Non può essere certamente l’assenza di una sede stabile (da domani la squadra tornerà �nalmente ad allenarsi sul ‘Martoni’ in tenuta sintetica), a poter giusti�care tante �guracce. La squadra si è allenata poco e male nelle ultime settimane, a causa di un campo, quello di Rignano, disponibile solo in alcune fasce orarie e nemmeno per intero. Questo non avrà contribuito alla serenità, nè alla buona condizione �sica del gruppo, ma la sensazione è che qualcosina in più si poteva fare. Tra qualche ora ogni scusante verrà meno. Col ritorno a casa bisognerà reagire. I tifosi attendono un’in-

versione di tendenza a partire già dal prossimo impegno che, per fatalità, si presenta come uno dei più semplici sulla carta (il Diana Nemi è infatti penultimo in classi�ca). La società ha comunque tranquillizzato i propri sostenitori, facendo sapere che lo spogliatoio è compatto e che presto la retta via verrà intrapresa. CORNETO OPERAIO Squadra di Gu� operaia, perchè conosce con precisione i propri punti deboli, ed altrettanto bene quelli di forza. Tra le mura amiche il Corneto Tarquinia ha costruito, lo scorso anno, la propria salvezza. E quest’anno il leit motiv non sembra essere cambiato di molto. Un solo punto in trasferta, ma ben sette in casa messi da parte sino in queste sei

LA SABINA

6

REAL MONTEROSI

5

FIUMICINO

4

GUIDONIA

4

DIANA NEMI

3

GIADA MACCARESE

1

giornate dai rossoblù. La vittoria di domenica scorsa contro una diretta concorrente per la salvezza, il Fiumicino, è meritata. Il gol partita (1-0) porta la griffe di Poggi. Con l’inverno sempre più vicino, il Corneto ha messo tanto �eno in cascina per poter riscaldarsi in modo adeguato non appena ve ne sarà bisogno. Domenica prossima, però, il Corneto sarà impegnato su un campo infernale, quello del Cecchina (secondo in classi�ca a 13 punti).

PROMOZIONE - Vigor dopo il pari di Tolfa raggiunta in vetta. Foglianese è crisi nera

Il risveglio del Canepina porta il nome di Danieli

Canepina PROMOZIONE GIRONE A VIGOR ACQUAPENDENTE

13

G. MONTEVERDE

13

LA STORTA

10

CASALOTTI

10

FREGENE

10

CANINESE

10

CITTA’ DI CERVETERI

9

PIANOSCARANO

9

ISCHIA DI CASTRO

9

OLIMPIA

9

FUTBOL CLUB

9

FOCENE

8

BRACCIANO

7

TOLFA

7

FOGLIANESE

7

ANGUILLARA

5

CANEPINA

3

SANTA MARINELLA

3

D

omenica con più ombre che luci per i nostri team impegnati nel campionato di Promozione dopo la sesta di andata. IN VETTA VIGOR E MONTEVERDE La Vigor pareggia a Tolfa e viene raggiunta in vetta dal Monteverde corsaro sul campo della Foglianese. Il punto degli aquesiani su un campo notoriamente dif�cile ci può stare, era lecito attendersi una migliore reazione da parte della Foglianese (un punto nelle ultime quattro gare) a conferma che c’è qualcosa che non va nel team di mister Giovannini e sul quale bisognerà lavorare sodo per invertire una rotta che si sta facendo un po’ pericolosa.

PARI CANINESE ED ISCHIA Non sfrutta il fattore campo la Caninese bloccata tra le mura amiche dal Bracciano il punteggio di 1-1 dopo un confronto in cui i ragazzi del presidente Morosini hanno recriminato anche per delle decisioni arbitrali contestate. Pareggio anche per l’Ischia nella trasferta di Santa Marinella dove era lecito aspettarsi qualcosa di più dalla formazione ischiana che continua a pagare dazio sul fronte d’attacco dove Loiseaux è lasciato troppo solo e la perdurante assenza di Ciorba si fa sentire. KO DOPO DUE SUCCESSI Per ora al Pianoscarano battuto per 1-0 sul campo dell’Olimpia l’effetto Baggiani si è esaurito dopo due successi consecutivi. Un ko che è stato commentato così in casa dei rionali. Sono soddisfatto del gioco della squadra – afferma un rammaricato Presidente Grossardi – ma mi dispiace per la scon�tta che credo ci condanna oltremodo in una gara che specie in diverse occasioni avremmo potuto

chiudere. Onore agli avversari che si sono comportati con diligenza e prudenza e ci hanno punito con una esecuzione da grande giocatore di Stornelli. Brucia la perdita di un incontro condotto per ottenere un risultato positivo, ma quando non riesci a sfruttare le occasioni che crei devi aspettarti di tutto, e pensare che mi stavo accontentando del pareggio. Ora bisogna rialzare la testa subito, abbiamo una formazione importante non possiamo vani�care il lavoro che è stato fatto questa estate nella campagna di rafforzamento nel quale lo stesso mister è stato l’arte�ce di alcuni colpi interessanti, domenica arriva la Futbolclub vincitrice con il Casalotti, e l’occasione per ritornare a correre mi sembra buona e valida, nel rispetto degli avversari”. Ha visto i suoi compagni dalla panchina, e per un gladiatore come lui chi sa quanta sofferenza al momento del gol e non poter dare un contributo alla causa come ha sempre fatto, ma nessun problema come afferma lui stesso, Michele Lucci è in piena sintonia con il suo Presidente: “Incredibile, abbiamo subito un eurogol e si

è persa una partita che pensavamo prima o poi di vincere, strano il calcio. Ci dispiace per come sono andate le cose, la squadra è stata brava in tutto e per tutto, purtroppo abbiamo sprecato molto e al momento di concretizzare il gioco espresso non siamo stati lucidi o attenti. Domenica c’è rialziamo la testa subito, bisogna tornare a correre non ci dobbiamo far sfuggire nessuno la davanti, ci sono stati diversi pareggi la situazione ci ha favorito, adesso però è vietato sbagliare”. RISVEGLIO CANEPINA E questa settimana la

cenerentola della Tuscia di Promozione è diventata principessa. Infatti è stato il Canepina l’unica nostra formazione ad aggiudicarsi i tre punti e lo ha fatto con una prova di grande carattere battendo per 3-2 La Storta. Una affermazione che la squadra ha voluto dedicare al suo tecnico Proietti e che porta la firma dello scatenato bomber Danieli, autore di una tripletta e di una prestazione maiuscola. In casa cimina tutti felici e contenti e la consapevolezza che da oggi allenarsi saràmeno faticoso. Avanti così.

PROMOZIONE GIRONE A - 6 GIORNATA ANGUILLARA - FREGENE

2-3

CANEPINA - LA STORTA

3-2

CANINESE - BRACCIANO

1-1

FOGLIANESE - MONTEVERDE

0-1

FOCENE - CITTA’ DI CERVETERI

1-0

FUTBOL CLUB - CASALOTTI

1-0

OLIMPIA - PIANOSCARANO

1-0

S. MARINELLA - ISCHIA DI CASTRO

0-0

TOLFA - VIGOR ACQUAPENDENTE

0-0


� �

sport

SPORT

& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

19

CALCIO 1ª CATEGORIA

Pompei riprende il discorso. Soriano ringrazia Tre leader (virtualmente anche il Montalto) dopo due turni. Cimini trascinati dal capocannoniere della passata stagione

I

n archivio la seconda giornata

di andata del campionato di Prima Categoria in cui sono rimaste in vetta le formazioni della Castrense, Nuova Sorianese e Valleranese e non dimentichiamoci il Montalto Calcio che avrà i due punti in più a tavolino della prima giornata contro la Virtus Cimini e quindi può considerarsi a quota 6. PROVE DI FORZA Sono quelle della Castrense che si conferma cinica e quadrata e ottiene il suo secondo 1-0 della stagione battendo la Pol. Falisca che anche per quel punto di penalizzazione che aveva a suo carico già si ritrova a - 6 dal primato (altro servizio alla pagina seguente). Vola la Nuova Sorianese di mister Floccari corsara per 2-0 sul terreno del Tuscania con la doppietta di un super Pompei, determinatissimo nel difendere il titolo di bomber del campionato conquistato lo scorso torneo. Sul podio più alto la Valleranese dell’esperto e bravo Patrizi che conferma la sua abilità nei derby e

dopo il blitz di Vignanello ha avuto vita facile nel confronto interno contro una Virtus Cimini battuta per 3-0. E non dimentichiamoci il Montalto Calcio che di misura con il gol di Alberti, subentrato dalla panchina e che ha pagato la scelta del bravo tecnico Stefano Pera ha superato per 1-0 il roccioso Doria San Martino e in attesa del giudice è li sul gradino più alto. LA PRIMA VOLTA E’ stata quella del Latera che con il suo prodotto locale Freddiani ha battuto di misura la Cimina Ronciglione di mister Gavazzi, prima volta anche per il Blera che grazie al suo gioiellino Ghigi (2 gol in due incontri) si è imposta per 1-0 sul Vignanello al suo secondo ko. NEL SEGNO DEL PARI Sono �niti i confronti tra Capranica e Virtus Bolsena concluso 1-1 e risultato che fa molto più felice il team lacuale e altro 1-1 in un combattuto Vasanello-Monte Romano con rammarico dei locali

PRIMA CATEGORIA GIR. A 2ª GIORNATA

PRIMA CATEGORIA GIR. D 2ª GIORNATA

BLERA - VIGNANELLO

1-0

CANALE MONTERANO - PRO ROMA

2-0

CAPRANICA - V. C. BOLSENA

1-1

CESANO - CASAL BARRIERA

1-0

CASTRENSE - POL. FALISCA

1-0

FIANO ROMANO - CASTELNUOVESE

1-0

LATERA - CIMINA RONCIGLIONE

1-0

FORTITUDO ROMA - TREVIGNANO

3-2

MONTALTO - DORIA SAN MARTINO

1-0

REAL PORTUENSE - FORTITUDO NEPI

6-1

TUSCANIA - NUOVA SORIANESE

0 -2

RIGNANO SORATTE - CAPENA

1-2

VALLERANESE - VIRTUS CIMINI

3-0

ROMULEA - OTTAVIA

4-1

VASANELLO - MONTE ROMANO

1-1

SACROFANO - CAMPAGNANO

0 -0

che passati in vantaggio a pochi minuti dalla �ne su un’autorete di Lancioni sono stati raggiunti in pieno recupero da un guizzo dello stesso giocatore. Qui rammarico e non poco per l’infortunio occorso a Mauel Pecci, frattura al piede sinistro e che sarà costretto ad un lungo stop. NUMERI UNO IMBATTUTI Restano imbattuti dopo due incontri i portieri Sabatini della Valleranese, Izzi della Castrense e il duo Barattieri e Fabbri del Montalto Calcio. GIRONE D Pesante ko per la Fortitudo Nepi scon�tta per 6-1 nella trasferta contro la Real Portuense in un match che ha messo a nudo gli attuali limiti della formazione allenata da mister Vincenzo Gasperini.

Vasanello Foto Andrea Di Palermo

I MARCATORI Così dopo la seconda giornata di andata. 2 reti – Michelini (Pol. Falisca; Ghigi (Blera; Pompei (Nuova Sorianese); Lancioni (Monte Romano)

Mister Pavan (Monte Romano)

PRIMA CATEGORIA GIR. A 3ª GIORNATA 16/10

1 rete – Cristian Pecci, Esposito e Bonucci (Nuova Sorianese); Ghigi (Blera); Sera�ni, Pacenza (Castrense); Santini (rig), Romano, Ercoli, Pokropeck della Valleranese; Alessandro Iaconissi (Doria San Martino); M. Trebisondi (Monte Romano); Doraci (rig). Crocicchia e S. Salvitti (Capranica); Chirila, Burla (Virtus Calcio Bolsena); Alberti (Montalto Calcio); Freddiani (Latera)

CASTRENSE - CAPRANICA

11,00

CIMINA RONCIGLIONE - MONTALTO

11,00

DORIA SAN MARTINO - VALLERANESE

15,30

MONTE ROMANO - VIRTUS C. BOLSENA

11,00

NUOVA SORIANESE - VASANELLO

15,30

NUOVA SORIANESE

3

POLISPORTIVA FALISCA - LATERA

11,00

CASTRENSE

VIGNANELLO - TUSCANIA CALCIO

11,00

MONTE ROMANO

VIRTUS CIMINI - BLERA

11,00

agv

Valleranese GIRONE A

PRIMA CATEGORIA GIR. D 3ª GIORNATA

GIRONE D OTTAVIA

3

3

TREVIGNANO

3

3

FIANO ROMANO

3

VALLERANESE

3

CASTELNUOVESE

3

DORIA SAN MARTINO

3

FORTITUDO ROMA

3

VIRTUS BOLSENA

3

RIGNANO SORATTE

3

CAPRANICA

1

REAL PORTUENSE

1

POL. FALISCA

1

CAPENA

1

MONTALTO

1

CANALE MONTERANO

1

VIRTUS CIMINI

1

FORTITUDO NEPI

1

11,00

LATERA

0

SACROFANO

0

FORTITUDO CALCIO - ROMULEA

11,00

VASANELLO

0

CAMPAGNANO

0

FORTITUDO NEPI - RIGNANO SORATTE

11,00

CIMINA RONCIGLIONE

0

CASAL BARRIERA

0

PRO ROMA - REAL PORTUENSE

11,00

BLERA

0

PRO ROMA

0

TUSCANIA

0

ROMULEA

0

TREVIGNANO - SACROFANO

15,30

VIGNANELLO

-1

CESANO

0

CASAL BARRIERA - OTTAVIA

11,00

CAMPAGNANO - FIANO ROMANO

11,00

CASTELNUOVESE - CANALE MONTERANO

11,00

COMUNALE CAPENA - CESANO

Immagine curiosa durante Valleranese-Virtus Cimini


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Martedì 11 Ottobre 2011

LA PARTITA

E una Castrense più forte del ‘vento’ Alcune immagini (Di Giovancarlo) del successo per 1-0 contro la Polisportiva Falisca

S

econdo successo per 1-0 della Castrense nel campionato di Prima Categoria. Nelle immagini di Maurizio Di Giovancarlo l’esordio casalingo per certi versi storico della “ritrovata” Castrense al Comunale dopo il cambio di denominazione. Vittoria per 1-0 contro la Polisportiva Falisca battuta dall’eurogol di Pacenza in una contesa fortemente condizionata dal forte vento che ha reso quasi impossibili le trame di gioco. Nelle foto a sinistra il tecnico Raspoli, a destra una fase di gioco, sotto a sinistra il presidente Vincenzo Camilli che abbraccia il raggiante dirigente Marco Cordelli, al centro, attenti ossservatori Pietro e Silvio Camilli, padre e zio del presidente Vincenzo e di Luciano Camilli, in azione nella foto a destra. In basso a sinistra il momento dell’eurogol di Pacenza e a chiudere un intervento in scivolata dell’ottimo Serafini. PROSSIME EDIZIONI Domani pagine fotografiche riservate ai match tra Vasanello e Monte Romano e Valleranese-Virtus Cimini.


� �

sport

SPORT

& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

21

CALCIO 2ª CATEGORIA

E’ un Farnese che fa sul serio! Valentano, Pilastro e San Lorenzo ok

Nel gruppo A restano al palo Celleno, Vetralla 1928, Real Gradolese, Barco e Graffignano Nel girone B l’ottima Vejanese di mister Romiti concede il bis e si isola in vetta alla graduatoria

Seconda Categoria ai raggi x dopo le sfide della seconda di andata. Ovviamente in entrambe i gironi si è sensibilmente ridotto il numero delle battistrada come specifichiamo nel box in pagina.

GIRONE A LE REGINE Ballano sul gradino più alto della classifica i team che hanno bissato il successo dell’ esordio. Fa sul serio il Farnese del presidente Del Soldato e di mister Fioramanti che si conferma macchina da gol anche nella trasferta contro la Real Gradolese. E dopo i 7 gol rifilati al Barco ecco la terna alla matricola a firma Matamba, Caciari e Molina che hanno vanificato la doppietta di Luciotti. Sei punti in due confronti anche per la Virtus Pilastro si mister Paolo Guerrini corsara in quel di Graffignano dove fari punti non sarà facile per nessuno. E’ stato un altro uomo della vecchia guardia a firmare il blitz in terra della Teverina dove il più lesto di tutti è stato Troili che al 1° ha finito per segnare il gol che ha deciso il confronto nonostante poi l’ammirevole tentativo dei ragazzi del presidente Tamburini di risalire la corrente. Si conferma a punteggio pieno anche il San Lorenzo Nuovo che ha ottenuto il successo nella trasferta di Tre Croci contro il Vetralla con la rete di Tiberi che ha finito per portare nuove convinzioni ed ulteriore determinazione nel gruppo diretto dal bravo Maurizio Cozza. In salute anche il Valentano di mister Marco Spano che fa valere la sua maggiore esperienza rispetto al Barco Murialdina, in crescita comunque rispetto all’esordio. Successo all’inglese per 2-0 con doppietta di Kabwe e biancazzurri con il morale a mille.

I PRIMI SUCCESSI Sono quelli ottenuti dall’Etrusca che ha “asfaltato” con un 3-0 a prova di bomba la Nuova Pescia Romana e qui l’oscar della settimana spetta a bomber Cristiano Di Pietro che ha firmato un’altra doppietta delle sue. La prima volta anche per la Nuova Bagnaia dalle tante aspettative con il team di Carlo Vittori, capace di imporsi per 2-1 su un Celleno duro a

2ª CATEGORIA GIRONE A 2ª GIORNATA

2ª CATEGORIA GIRONE B 2ª GIORNATA

BARCO MURIALDINA - VALENTANO

0-2

BASSANO ROMANO - P. C. ANGUILLARA

0-1

CIVITELLA D’AGLIANO - QUERCIAIOLA

1-1

FORANO - ATLETICO MORLUPO

2-0

ETRUSCA - N. PESCIA ROMANA

3-0

MAGLIANESE - VEJANESE

1-2

GRAFFIGNANO - VIRTUS PILASTRO

0-1

REAL CAPRAROLA - VIC FORMELLO

2-0

NUOVA BAGNAIA - CELLENO

2-1

SABAZIA - CALCIO SUTRI

1-1

REAL GRADOLESE - FARNESE

2-3

SORATTE - FABRICA CALCIO

2-2

VIRTUS MARTA - 2001 TUSCIA

1-0

RONCIGLIONE UNITED - REAL COLLEVECCHIO

1-0

VETRALLA 1928 - S. LORENZO N. (a Tre Croci)

0-1

STIMIGLIANO - CASPERIA

3-2

Siamo passati da 15 a cinque capoliste GIRONE A

UNICO PAREGGIO E’ un campionato dove la x è quasi un optional. Nessun pareggio all’esordio e in questa seconda domenica soltanto un pari scaturito dal match tra Civitella D’Agliano e Querciaiola in cui la formazione di mister Deligia è stata bravissima nel portare a casa un risultato che avrebbe sottoscritto alla grande alla vigilia della sfida.

6

VALENTANO

6

SAN LORENZO NUOVO

6

VIRTUS PILASTRO

6

QUERCIAIOLA

4

CIVITELLA D’AGLIANO

4

2001 TUSCIA

3

ETRUSCA

3

NUOVA BAGNAIA

3

PESCIA ROMANA

3

Tiberi in azione morire e primo cin cin per la Virtus Marta che riporta subito sulla terra il 2001 Tuscia battuto dal gol di Patrizi dopo che nella prima giornata ne aveva fatti cinque al Graffignano.

FARNESE

MARCATORI GIRONE A

VIRTUS MARTA

3

VETRALLA 1928

0

CELLENO

0

4 reti – Giuseppe Latini (2001 Tuscia)

BARCO MURIALDINA

0

REAL GRADOLESE

0

3 reti – Angiolini (Farnese); Di Pietro (1 rig) (Etrusca)

GRAFFIGNANO

0

2 reti – Boninsegna (Valentano); Vincenti (Civitella D’Agliano); Tupu Vasile (San Lorenzo Nuovo); Luciotti (Real Gradolese); Matamba (Farnese) Kabwe (Valentano); Mancinelli (Querciaiola); Patrizi (Virtus Marta; S. Varletta (1 rig) della Nuova Bagnaia) 1 rete – Claudio Latini (2001 Tuscia); Cetrini (Valentano); Puddu (rig) del Vetralla 1928; Scapigliati, Troilie Taratufolo (Virtus Pilastro); Pomarè, Stanco (Querciaiola); Molina, Caciari, Andreani, Caciari, Marchiò (Farnese); Giorgi, Gregori e D’Orazio (Farnese); Contadini e Palladini (Nuova Pescia Romana);

le regine si assottigliano. Con la seconda giornata siamo passati dalle 15 battistrada del primo turno alle sole 5 che dopo soltanto 180 minuti di gioco marciano a punteggio pieno. Nel girone A hanno festeggiato il loro secondo successo in sette giorni Farnese, Valentano, San Lorenzo Nuovo e Virtus Pilastro, nel gruppo B incredibile ma vero abbiamo una sola capolista ed è la splendida Vejanese, reduce dal successo sul campo della Maglianese che ha fatto il bis a quello della settimana precedente contro lo Stimigliano tra le mura amiche. Ben cinque nel gruppo B le inseguitrici con 4 punti.

GIRONE B BELLA CAPOLISTA Qui con piacere registriamo in vetta la presenza della Vejanese che ha vinto sul campo della Maglianese per 2-1 con la doppietta di Pietro Schinelli ed ha confermato la sua predisposizione nel superare le formazioni sabine dopo il successo allo Stimigliano.

conquista il primo successo stagionale battendo in casa per 1-0 il quotato Real Collevecchio, conferma l’ottimo impatto al campionato il Fabrica Calcio che ha ottenuto un ottimo 2-2 nella trasferta con il Soratte e supera la delusione post derby il Real Caprarola vittorioso all’esordio interno per 2-0 contro la Vic Formello con grande prova dell’attaccante Ceccarelli. Buono anche il pareggio del Calcio Sutri per 1-1 nella trasferta contro il Sabazia che consente al gruppo di Cremarossa di mantenere l’imbattibilità.

IN SALUTE Dal plotone della Tuscia risultati ok per il Ronciglione United che

MAGLIA NERA Spetta al Bassano Romano scon�tto in casa per 1-0 dalla Pro Calcio Anguillara andata

Proietti Palombi (Nuova Bagnaia); Tiberi (San Lorenzo Nuovo); De Angelis (Etrusca); Reggiani (Civitella D’Agliano; De Angelis (1 rig) del Celleno

2ª CATEGORIA GIRONE A 3ª GIORNATA 16 ottobre

Mister Guerrini

E

GIRONE B VEJANESE

6

FABRICA CALCIO

4

CALCIO SUTRI

4

SABAZIA

4

S. RONCIGLIONE

4

SORATTE

4

REAL COLLEVECCHIO

3

REAL CAPRAROLA

3

FORANO

3

PRO CALCIO ANGUILLARA

3

VIC FORMELLO

3

STIMIGLIANO

3

A. MORLUPO

1

CASPERIA

0

BASSANO ROMANO

0

MAGLIANESE

0

in gol con Cirimbilla, vecchia conoscenza del calcio viterbese. Secondo ko per i ragazzi del presidente Boldorini che domenica saranno attesi dal derby contro il Fabrica. MARCATORI DEI TEAM DELLA TUSCIA NEL GIRONE B 4 reti – P. Schinelli 1 rig. (Vejanese) 2 reti – Caccia (Fabrica; Caligiuri (1 rig) Fabrica Calcio; Ceccarelli (Real Caprarola) 1 rete – Foglietta, Bernardini e Succi (Calcio Sutri); Menichini e Agnoletto (Sporting Ronciglione); Nustriani (Real Caprarola); Forestiero (Fabrica Calcio)

2ª CATEGORIA GIRONE B 3ª GIORNATA 16 ottobre

CELLENO - ETRUSCA

15,30

ATLETICO MORLUPO - SABAZIA

11,00

FARNESE - CIVITELLA D’AGLIANO

15,30

CALCIO SUTRI - STIMIGLIANO

11,00

NUOVA PESCIA ROMANA - GRAFFIGNANO

11,00

CASPERIA 2006 - MAGLIANESE

11,00

QUERCIAIOLA - NUOVA BAGNAIA

11,00

FABRICA CALCIO - BASSANO ROMANO

11,00

SAN LORENZO NUOVO - BARCO MURIALDINA

15,30

FORANO - SPORTING RONCIGLIONE UNITED

15,30

VALENTANO - REAL GRADOLESE

11,00

PRO CALCIO ANGUILLARA - REAL COLLEVECCHIO

11,00

VIRTUS PILASTRO - 2001 TUSCIA

11,00

VEJANESE - REAL CAPRAROLA

11,00

1928 VETRALLA - VIRTUS MARTA

11,00

VIC FORMELLO - SORATTE

11,00


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio

Martedì 11 Ottobre 2011

BASKET A2 FEMMINILE

Alla Defensor non bastano i passi avanti

Le giallblù giocano meglio ma nel secondo tempo cedono al Cus Chieti

di Glauco ANTONIACCI DEFENSOR VT CUS CHIETI

57 71

Defensor Viterbo: Scoscia 2 (1/1,0/1), Boi 2 (1/2,0/2), Yordanova 19 (6/12,1/3), Piozzi 4 (2/3), Badini ne, Romagnoli (0/1 da tre), Narcisi (0/1,0/1), Spirito 3 (1/5,0/2), Richter 22 (7/11,1/4), Serafini 5 (1/4). All. Scaramuccia Cus Chieti: Marino ne, De Luca 8 (1/2,2/6), Iannucci, Tognalini 4 (2/4), Zanella 8 (1/2,2/2), Diodati (0/1 da tre), Olheim 9 (1/9,2/4), Silva 6 (3/5,0/3), Gatti 23 (9/11), David 13 (5/6). All. Caboni Arbitri: Giuseppe Castaldo di Portici (NA) e Sergio Petraccaro di Pellezzano (SA) Note: Tiri liberi Defensor

BASKET D MASCHILE - I biancorossi sfatano il tabù Smit

Richter

13/18, Chieti 9/16. Rimbalzi Defensor 27 (Boi 8), Chieti 38 (Gatti 14). Parziali 10’ (15-17), 20’ (37-35), 30’ (48-56). Nessuna uscita per 5 falli.

Il Santa Rosa parte con il piede giusto

I

passi avanti ci sono stati, ma non sono bastati a regalare due punti pesanti in chiave salvezza. La Defensor ha ceduto 71-57 in casa di fronte al Cus Chieti ma, a differenza di quanto accaduto sette giorni prima contro Pomezia, questa volta ha giocato lungamente ad armi pari con una squadra più forte, guidando per gran parte del primo tempo. Le gialloblù, dopo un inizio equilibrato, hanno subito l’allungo abruzzese (8-14) con il tecnico ospite Caboni arrivato con un piano partita semplice ma efficace; vista l’assenza di Scimitani, colpiSerafini

S re la Defensor a centro area con tanti palloni per le lunghe. Il piano è stato messo in pratica dalla scatenata Gatti (20 punti a metà gara) ma non ha certo destabilizzato le viterbesi che hanno risposto colpo su colpo. Yordanova e Boi hanno riportato Viterbo avanti, poi è stata Richter a fare il vuoto in attacco e la Defensor, spinta anche dalle gambe e dall’entusiasmo della giovane Serafini che non ha concesso nulla alla svedese Olheim, si è trovata addirittura sul +8 (34-26) poco prima della pausa lunga. Dopo lo show di Gatti è toccato a David dimostrarsi infallibile al tiro e propiziare la rimonta neroverde fino al -2 di fine secondo periodo. Negli spogliatoi è rimasta anche il vantaggio della Defensor che, decisa a togliere ogni

BASKET DNC - Nuova Lazio travolta con un superbo terzo quarto

spazio in area ha lasciato troppa libertà sul perimetro alle varie De Luca e Zanella, micidiali nel colpire da oltre l’arco dei 6,75. Con le abruzzesi a quota 21 punti segnati nel solo terzo periodo e un attacco diventato improvvisamente incapace di segnare, la Defensor è scivolata sul -8 e non è più riuscita a rientrare. Ogni volta che la squadra di Scaramuccia ci ha provato, è arrivato un canestro di Chieti a ricacciare indietro le gialloblù, costrette ad incassare ala fine un passivo fin troppo pesante per quanto visto nell’arco dell’incontro. Per una squadra in crescita l’imperativo resta però quello di recuperare Scimitani e, se possibile, di aggiungere un play di valore, altrimenti la corsa per la salvezza sarà decisamente complicata.

prazzi di ottimo Santa Rosa, poi qualche errore di troppo ed un �nale ancora positivo. I biancorossi esordiscono bene nel campionato di serie D regionale, sbarazzandosi per 63-51 dello Smit Roma che si presentava al PalaMalè con il ruolo di guastafeste ritagliatosi lo scorso anno; stavolta i capitolini non possono contrastare il quintetto di Lorenzo Tedeschi anche se ci provano almeno �no a metà dell’ultimo quarto. Dopo dieci minuti senza grossi sussulti, necessari anche per ritrovare il clima agonistico, la seconda frazione è tutta per i padroni di casa che spingono sull’acceleratore, difendono con aggressività e trasformano i recuperi in canestri facili in transizione; è il tipo di gioco che il tecnico vuole dalla sua squadra e vederlo in pratica già alla prima di campionato è certamente positivo. Peccato che, al rientro dagli spogliatoi con un vantaggio ben oltre la doppia cifra, la partita inizi a giocarsi ai ritmi che lo Smit predilige e che invece risultano indigesti al nuovo Santa Rosa. La squadra di casa protesta per alcune decisioni arbitrali

avverse ma, così facendo, perde concentrazione e favorisce la rimonta ospite �no al -6 (42-36). La gara diventa combattuta e rude sotto canestro con lo Smit che sembra più a suo agio e si avvicina ancora (45-40). Nel momento più dif�cile c’è però la scossa biancorossa, propiziata da Milani e conclusa da due triple di Graziotti, una allo scadere dei 24”, che bloccano ogni tentativo di rimonta dei romani. Tedeschi concede molto spazio al giovanissimo Piacentini e il talento biancorosso lo ripaga con difesa e faccia tosta; i titoli di coda arrivano con la tripla di Gasbarri (63-47) a un minuto e mezzo dalla �ne che chiude i conti. “Nel primo quarto abbiamo interpretato male il match – commenta Tedeschi – ma ci può stare, era l’esordio, c’era un po’ di emozione ed eravamo imballati. Nel secondo periodo siamo andati meglio, abbiamo giocato il nostro basket grazie alla difesa che ci ha fruttato recuperi e contropiedi semplici. Una nota di merito ai giovani che hanno risposto tutti in modo positivo, segno che la strada intrapresa è giusta”. (GA)

BASKET C REGIONALE MASCHILE - I neroarancio ‘passeggiano’ con la Fox

Stella Azzurra, il biancoblù più bril ante Una splendida Belli da esportazione STELLA AZZURRA NUOVA LAZIO

79 60

Stella Azzurra: Giganti 17, Pasqualini 14, Cosentino 12, Bizzarri 11, Toselli 10, Lanfaloni 6, Zena 5, Baliva 2, Pasquali 2, Tola. All: Orchi Nuova Lazio: Ramundo 16, Piazza 10, Telha 8, Carosi 5, Polo 5, Di Viesto 4, Guidi 4, Porcaro 4, Burchielli 2, Cipriani 2. All: Bocci Arbitri: Fiore e Carotenuto di Scafati Parziali: 19-14/ 15-13/ 3113/14-20

C

on un terzo quarto perfetto, specialmente in attacco, la Stella Azzurra supera al PalaMalè la Nuova Lazio Riano per 79-60 centrando la seconda vittoria su tre gare nel campionato di Divisione Nazionale C. Orchi mette in campo Baliva, Pasqualini, Giganti, Cosentino e Lanfaloni, lasciando inizialmente in panchina Bizzarri che però avrà modo di farsi notare ed applaudire nel corso dell’incontro. Il primo parziale scorre sul �lo dell’equilibrio, la Stella sciupa banalmente qualche pallone e non riesce a fuggire, malgrado la tripla

Giganti

di Lanfaloni, anche perché gli ospiti, anche loro dai colori bianco e blu, distribuiscono bene responsabilità e canestri, con Piazza particolarmente motivato contro la sua ex squadra. Nel secondo periodo i ragazzi di Bocci si fanno prendere da un eccessivo nervosismo e la coppia arbitrale, con un eccesso di severità, ri�la loro ben tre falli tecnici che aiutano la Stella Azzurra a mantenersi avanti. C’è spazio per minuti di sostanza da Toselli, in dubbio prima del match, ma soprattutto per l’esordio assoluto di Gionata Bizzarri che conquista tre rim-

balzi offensivi, segna un canestro ed ha subito un impatto signi�cativo. La terza frazione è quella che spacca in due la gara: la palla circola benissimo in attacco per i biancoblù che trovano sempre l’uomo libero e, quando alzano la mano, fanno sempre canestro. Giganti suona la carica, Cosentino si cimenta da oltre l’arco dei 6,75 con eccellenti risultati, Pasqualini non si fa pregare nelle conclusioni dall’angolo e, in pochi minuti, la Lazio viene spazzata via dalla grande intensità della Stella. Ramundo è l’ultimo dei suoi ad arrendersi ma non può fare nulla contro un’orchestra praticamente perfetta che vola �no al +29(65-36) e poi non deve far altro che gestire il vantaggio tra gli applausi convinti e meritati dei propri sostenitori. La matricola di Orchi continua a crescere e gioca bene e domenica prossima potrebbe sfruttare un altro turno casalingo per salire ancora in classi�ca. Al PalaMalè arriverà un cliente ostico come Contigliano ma i biancoblù hanno le armi per mettere in dif�coltà qualsiasi avversaria di questo girone.

FOX ROMA BELLI CGT VT

52 74

Fox Roma: Maggiore, Masserizzi 8, Murchio 11, Burnelli 6, Lauri 3, Pecorella 5, Zagaroli, Caligo 5, Percuoco 11, Rutolini 3. All. Di Bucchianico Belli CGT Viterbo: Peroni 7, Bitetto 8, Ottaviani 14, Pigliafreddo 18, Mariani 11, Dragojevic, German 13, Caiazza 3, Dottori, Carrisi. All. Cipriani Arbitri: Taddei di Scandriglia e Bonifacio di Roma Parziali: Primo quarto 1325, secondo quarto 22-43, terzo quarto 42-56

D

ifesa dura, attacco ben distribuito e palloni in quantità a centro area per Werther Pigliafreddo, dominatore indiscusso della battaglia sotto i tabelloni. Con queste armi la Belli CGT si prende la seconda vittoria in altrettante gare nel campionato di serie C regionale, espugnando 74-52 l’impianto della Fox Roma; i capitolini avevano vinto all’esordio ma non possono nulla di fronte alla forza dei neroarancio, scappati via già nel primo quarto con Otta-

Pigliafreddo

viani, Pigliafreddo e German, entrato dalla panchina, sugli scudi. La difesa concede pochissimo ai padroni di casa e la Belli CGT sembra un’altra squadra rispetto a quella che ha sudato le proverbiali sette camicie per domare all’esordio il Terracina. Non c’è ancora Mulè, che dovrà sottoporsi ad accertamenti per capire quando riprendere gli allenamenti, ma Cipriani ritrova almeno Caiazza, reduce da un problema al ginocchio, e gli concede minuti già nel secondo periodo; il play ha voglia di giocare e si vede, sfornando subito passaggi illuminanti

per i compagni che non si fanno pregare a convertirli in canestri facili, volando sul +20 (13-33). Le rotazioni neroarancio sono profonde e coinvolgono anche il giovane Dottori, la reazione della Fox non c’è, o meglio viene frustrata sempre dalla Belli CGT che vede riavvicinarsi i romani al massimo a -14 (4054) ma senza mai rischiare di farsi scivolare di mano una gara saldamente dominata. Così il quarto periodo è privo di sussulti e c’è tempo per svuotare le panchine e dare minuti preziosi ai giocatori meno impiegati. Bene tutta la squadra, apparsa in crescita rispetto all’esordio, con l’attesa per il recupero a pieno regime di Caiazza e quello ancora atteso di Mulè che potrebbero dare un valore aggiunto ai neroarancio. Per ora va tutto a gon�e vele, con due successi in altrettanti match, ma sabato sera ci sarà il match casalingo contro il Borgo Don Bosco come ulteriore test di maturità per un gruppo che è stato concepito e allestito per disputare una stagione importante e sembra già avviato sulla strada giusta.


� �

sport

SPORT

& Martedì 11 Ottobre 2011 Viterbo AltoLazio

23

Una domenica all’insegna dell’amicizia

VOLLEY COPPA ITALIA Al Palazzetto dello Sport dell’Olivo battuto il Civita Castellana per 3-1 di Glauco ANTONIACCI

F

attore campo rispettato nell’ultimo derby del girone 8 di Coppa Italia, quello che vedeva al via ben tre team provinciali. Al Palazzetto dell’Olivo di Tuscania, il sestetto allenato da Giovanni Bonaccorso ha superato per 3-1 Civita Castellana ma si è trattato di un successo ininfluente per assegnare il primo posto e la qualificazione al secondo turno, saldamente in mano ormai all’Orvieto, anche se dovrebbe esserci il ripescaggio per quoziente set tra le migliori seconde. I padroni di casa, senza le bande Antonucci (oggi un’altra ecografia sperando che non si tratti di strappo al polpaccio) e Meloni, hanno iniziato a spron battuto l’incontro, portandosi sul 2-0 con due set chiusi sull’identico punteggio di 25-21. La reazione di Civita Castellana, a sua volta senza Geloso e Perfetti, si è concretizzata nel 2522 del terzo parziale ma Tuscania ha chiuso i conti nel quarto set per 25-22, meritandosi i tre punti in palio. “Ci siamo iscritti alla Coppa perché è difficile organizzare amichevoli – commenta il d.s. di Tuscania Alessandro Cappelli – ed è stata una scelta azzeccata perché abbiamo

Vigor Volley e Arci Pienza rinnovano il gemellaggio

Due immagini generiche delle formazioni viterbesi, accanto il Tuscania, in basso il Civita Castellana

V

Tuscania chiude in bellezza Terminato il girone di prima fase, sabato è già campionato visto che queste partite stimolano i giocatori a dare il meglio, molto più di una semplice amichevole. Il nostro coach ha potuto provare diverse soluzioni e, complici i problemi fisici dei nostri martelli di banda, ha schierato il giovane Federico Fabbio che ha giocato un ottimo match, inoltre ha provato anche Senzacqua e, nel giro dietro, ha dato spazio a Simone Pieri della under 16. Il gruppo è profondamente rinnovato ma sta uscendo fuori bene, i nuovi acquisti hanno confermato il loro valore e siamo ottimisti per il campionato”. “E’ stata una gara a due facce – il giudizio del tecnico civitonico Massimo Costanzi – abbiamo avuto un approccio davvero pessimo nonostante avessi cercato, come il mio collega, di stimolare la squadra parlando dell’ultimo test

prima del campionato. Ho dovuto effettuare un paio di cambi e ci siamo ripresi, anche se poi i giocatori sostituiti hanno avuto ancora spazio; dopo il primo set, gli altri tre sono stati decisi tutti da momenti di black-out, due volte nostri

ed una di Tuscania, ma al di là del risultato negativo che certo non fa piacere, le indicazioni che volevo le ho avute. Da sabato con il campionato si farà sul serio e dovremmo recuperare almeno il centrale Geloso per l’esordio”.

igor Volley ed Arci Pienza hanno rinnovato ad Acquapendente nella giornata di domenica il proprio gemellaggio sportivo. Nella cosiddetta “mattinata istituzionale” con location la sala Consiliare del Comune, i rappresentanti delle due Amministrazioni oltre al consueto scambi di doni di cortesia, hanno soprattutto confermato splendidamente la volontà di assecondare le necessità logistiche di una “attività sportiva in piena crescita ed ascesa”. Dopo l’appuntamento culinario, spetta al Direttore Sportivo Vigor Fabio Folenga inaugurare alle ore 15.00 tre ore di divertimento sportivo, con la presentazione uf�ciale della formazione femminile che, af�data all’esperto coach toscano Roberto Bechini, disputerà il Campionato di Prima Divisione organizzato dal Comitato Fipav Provinciale di Terni: Virginia Casalicchio, Claudia Casoli, Emeri Dionisi, Daniela Galli, Francesca Tanzini, Ilaria Santi, Cristina Cappelloni, Ilaria Monachini, Monica Antonini, Alessandra Moanchetti, Valeria Boi, Francesca Del Segato. Graditissimo ritorno 2011-2012 quello del settore maschile, che ha rati�cato la fusione con la Volley Castelgiorgio. Allenato da Luca Strappafelci, il team sarà formato da Diego Cinque, Francesco Peparello, Leonardo Ferretti, Andrea Bernardis, Dayne Mitchell, Marco Stella, Eduardo Santi, Giovanni Peparelo, Marco Bacchi, Carlo Tomassoni, Fabrizio Sugaroni, Fabrizio Vergaro, Marco Mazzocchini, Michele Fabbretti, Nicola Rocchini, Roberto Fratini, Stefano Ruspantini, Tommaso Della Marta. Raggiante Giorgio Monti Presidente del Comitato di Terni che sottolinea “l’essere orogoglioso di poter annoverare nel proprio Campionato una società viterbese in prepotente crescita organizzativa”. Spetta al nuovo Presidente Nevio Ronca, presentare il primo appuntamento uf�ciale della stagione: la Coppa Provinciale femminile. Inserite nel Girone B le aquesiane affronteranno in gare di andata e ritorno il Narni Volley, l’Amerina Pallavolo e le Fossate Attigliano. Esordio casalingo previsto per Domenica 16 Ottobre alle ore 18.00 contro il team attiglianese. Al via alle ore 16.00 il cosiddetto “giocato” con la formazione femminile aquesiana che supera per 3-1 (25-15 / 25-15 / 20-25/ 25-20) l’Arci Pienza schierata in campo dal Tecnico Montiani con Zeppi, Adele Anselmi, Beatrice Anslmi, Valentina Anselmi, Barbi, Biagiotti, Fè, Monaci, Bianchini, Papini, Bartolucci. Tra i risvolti di un match amichevole contro una formazione senese che disputerà la Seconda Divisione Toscana, un bel’”8 in pagella” per un team aquesiano che grazie anche al lavoro svolto in poco tempo da coach Bechini, ha dimostrato equilibrio di gioco, pulizia tecnica, e percentuali ultrapositive di giocate nei fondamentali. Un voto rafforzato anche e soprattutto da carattere e tigna giusti nei momenti più delicati (terzo e quarto set) quando la prevedibile reazione avversaria è stata comunque arginata sontuosamente.

VOLLEY COPPA ITALIA - 3-1 per gli umbri e sabato c’è Sassari VOLLEY - All’assemblea delle società ufficializzati i calendari di C e D

L’Interporto Orte sconfitto a Orvieto Ora è davvero tutto pronto ma il pensiero va al campionato per il via dei campionati S

aluta la Coppa Italia con una scon�tta l’Interporto Orte del presidente Aldo Madonna. In quel di Orvieto infatti, nell’ultimo match del girone 8 di serie B2, i biancorossi di coach Di Marco cedono per 3-1 ai padroni di casa. Una scon�tta indolore per gli ortani visto che il pass per il passaggio del turno era già stato staccato mercoledì scorso proprio dalla Libertas Orvieto. Interporto Orte che ha ruotato tutti gli elementi a sua disposizione e che dopo aver perso il primo set per 25-17 nel secondo aveva trovato subito la pronta risposta imponendosi per 2515. Poi nel terzo e quarto set le motivazioni e gli esperimenti del tecnico si sono fatti sentire e così i locali si sono potuti imporre con due netti 25-17. POST PARTITA - Sereno nonostante la scon�tta coach Di Marco: “Abbiamo perso è vero ma sono comunque soddisfatto per alcune cose e per come i ragazzi hanno affronta-

P

to questa coppa. Abbiamo dato sempre il massimo cercando di fare il meglio possibile e di sfruttare anche questi incontri uf�ciali per preparare nel migliore dei modi l’avvio del campionato. Naturalmente, essendo pre-season, ci sono delle cose che hanno funzionato ed altre meno su cui stiamo lavorando per cercare di porre rimedio. Sabato prossimo scatta il campionato, sono sicuro che

saremo pronti a partire subito con il piede giusto”. CAMPIONATO - Dopo tanto lavoro (il ritiro pre-campionato è iniziato ad Agosto) �nalmente si va in campo per i 3 punti. Sabato pomeriggio infatti scatta la nuova stagione con i biancorossi ortani impegnati nella trasferta di Sassari contro la Silvio Pellico. Alessandro Ursini

remi, dibattiti, progetti per il futuro, prossimo e remoto, ma soprattutto la pubblicazione uf�ciale dei calendari per i campionati regionali di serie C e D, sia maschili che femminili. Di fronte a tantissimi addetti ai lavori e rappresentanti delle varie realtà laziali, è andata in scena l’Assemblea delle Società, organizzata dalla Fipav Lazio in collaborazione con la Regione Lazio. Una giornata dedicata interamente al volley e trascorsa fra l’annuncio di grandi eventi previsti sul territorio nella stagione ormai alle porte e la consegna di premi e diplomi per il progetto “Premiamo i giovani” nell’ambito del Regional Volley Day (Regione Lazio). All’orizzonte anche la Scuola di Arbitri Regionale che punta a formare i direttori di gara dei prossimi anni. Dopo l’invio dei calendari provvisori, avvenuto nelle scorse settimane, la riunione di domenica è stata anche l’occasione di uf�cializzare quelli de�nitivi che vedranno al via della serie C e D ben sette formazioni provinciali. In serie C femminile le ragazze del VBC esordiranno sabato alle 18,30 nell’impianto della

Cherotermica Virtus Roma. Subito una trasferta anche per le due portacolori del volley viterbese in serie c maschile, inserite in due raggruppamenti diversi: nel girone A la SEI Servizi Informatici Nepi giocherà sabato a Velletri mentre la Kbyte Telefonia Viterbo sarà di scena a Bracciano. Lontano da casa anche le ragazze della Ne-mo Civita Volley in serie D femminile; appuntamento domenica pomeriggio alle 18,30

contro il GB Vico. Ci sarà solo un team provinciale che inizierà la stagione in casa e si tratta del Tuscania di Ruben Timpanaro nel girone A di serie D; per Capoccioni e compagni esordio sabato alle 19 al Palazzetto dell’Olivo contro il Morlupo. Fuori casa sia il Tuscia Volley (contro Roma 7) sia la Dea Clima Tarquinia (con Casal de’ Pazzi). Nei prossimi giorni pubblicheremo i calendari di tutti i gironi che comprendono le squadre provinciali. (GA)


l'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 11 ottobre 2011  

11 ottobre 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you