Page 1

����������

p

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

GIOVEDI’ 8 DICEMBRE 2011 ���������������������

Anno II N.299 - Euro 1,00 �����������������������

Una giornalista esclusa si rivolge all’Associazione Stampa Romana ed al consigliere Parroncini

Concorso Ater, iniziano i ricorsi Come i nostri lettori ricorderanno tempo indietro ci siamo ampiamente occupati del concorso indetto dall’Ater di Viterbo per ricoprire un posto di “addetto stampa” dell’Ente di Via Garbini. All’epoca esternammo pubblicamente i nostri dubbi su quanto pubblicato nel bando ed evidenziammo alcune irregolarità che secondo il nostro punto di vista, non solo ledevano i diritti dei giornalisti pubblicisti, esclusi dal concorso, ma erano in contrasto con un decreto del Presidente della Repubblica che affrontava questa speci�ca materia. Ebbene a distanza di poco tempo il Concorso dell’Ater di Viterbo torna alla ribalta perché uno dei candidati e precisamente la giornalista professionista Francesca Romana Di Biagio di Capodimonte si è rivolta all’Associazione Stampa Romana perché secondo lei sarebbero stati lesi i suoi diritti. Servizio di a pagina 3

POLITICA

Talete, l’Idv chiede chiarezza

All’Interno

MONTEFIASCONE

Numerosi gli eventi in occasione delle festività Servizio a pagina 13

ACQUAPENDENTE

E’ polemica per le scuole lasciate al freddo Servizio a pagina 11

VETRALLA

Servizio a pagina 5

Iniziano i festeggiamenti natalizi

ATTUALITA’

Opportunità di lavoro in Brasile

Servizio a pagina 14

Servizio a pagina 7

ATTUALITA’

PROVINCIA

Restauro, la Tuscia al top

L’olio protagonista assoluto

Servizi da pagina 5

Servizio a pagina 15

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D Viterbese e Flaminia oggi in campo

Basket La Defensor prepara il riscatto

Servizio a pagina 20

Servizio a pagina 23

Bocce REGIONE Assegnati Interrogazione quattro titoli alla Polverini sulla sanità provinciali Servizio a pagina 19

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 8


Giovedì 8 dicembre 2011

cronaca

Viterbo & AltoLazio

3

Nel centro storico l’immondizia dà spettacolo Poltrone “di prima fila” abbandonate lungo la strada N

el centro storico della nostra cittadina da tempo sono spariti quegli antiestetici cassonetti essendo stata la raccolta di ri�uti disciplinata secondo giorni stabiliti. Ma le vecchie abitudini di lasciare in strada ri�uti ingombranti, purtroppo sono dure a

morire. Ce ne dà testimonianza l’attento osservatore, ormai “informatore” dei disservizi cittadini, Marco Cataudella. Ci scrive “Viterbo città del cinema” Volete un bel posto di prima �la per godere del passaggio continuo delle macchine in Via Magliatori?

Portate con voi la vostra MONNEZZA e lasciatela per strada, vi darà il diritto di poter usufruire di un posto in prima �la a “Via Magliatori”… Il posto ideale per gettare qualunque tipologia di ri�uto è Viterbo, la città D’Arte e Cultura è stata scelta dai cittadini

Viterbesi come Discarica a cielo aperto. Due poltrone vi aspettano, accorrete! Ora ci aspettiamo che anche i paesi e le province limitrofe si adeguino e vengano a scaricare i loro ri�uti qui da noi. Possibile che la gente non sa che basta chiamare il CEV per il ritiro dei

ri�uti ingombranti? La gente ha capito che c’è la differenziata e la raccolta è programmata? Al Viterbese piace essere cosi zozzo? Il telefono per chiamare il CEV e far ritirare i ri�uti ingombranti è questo: 0761-3038, ricordatelo!

Foto di Maurizio Zaccaria

IL CASO - Chiamati in causa l’Assostampa Romana e il consigliere regionale Parroncini

Concorso Ater: gli esclusi fanno ricorso C

ome i nostri lettori ricorderanno tempo indietro ci siamo ampiamente occupati del concorso indetto dall’Ater di Viterbo per ricoprire un posto di “addetto stampa” dell’Ente di Via Garbini. All’epoca esternammo pubblicamente i nostri dubbi su quanto pubblicato nel bando ed evidenziammo alcune irregolarità che secondo il nostro punto di vista, non solo ledevano i diritti dei giornalisti pubblicisti, esclusi dal concorso, ma erano in contrasto con un decreto del Presidente della Repubblica che affrontava

questa speci�ca materia. Ebbene a distanza di poco tempo il Concorso dell’Ater di Viterbo torna alla ribalta perché uno dei candidati e precisamente la giornalista professionista Francesca Romana Di Biagio di Capodimonte si è rivolta all’Associazione Stampa Romana perché secondo lei sarebbero stati lesi i suoi diritti. Scrive la Di Biagio: “Sono stata bocciata alla prova scritta. Ho richiesto all’Ater di rivedere la mia prova per capire quali errori avessi commesso. Ho inviato una raccomandata di cui mi è giunta la ricevuta di ritorno in data 3 novembre. L’Ente avrebbe dovuto inviarmi lo scritto entro i 30 giorni successivi (il 3 dicembre) come prevede il regolamento sulla trasparenza riportato sul loro sito internet. Non ho, però, ancora ricevuto risposta. Di conseguenza mi sono rivolta ad un legale il quale mi ha confermato che sono stata vittima di un reato. Per questo intendo portare

Francesca Romana Di Biagio avanti la mia causa. Non solo. Mi sono anche rivolta al sindacato Stampa Romana e

conto di appoggiarmi a loro per procedere”. Del fatto la giornalista Di Biagio ha voluto interessare

anche il Consigliere Regionale del Pd Giuseppe Parroncini e dopo averlo messo al corrente del suo curriculum professionale piuttosto lungo e sostanzioso, così scrive: “ mi rivolgo a Lei perché so che ha seguito la faccenda, denunciando pubblicamente delle irregolarità. Non sostengo di essere stata la candidata più brava alla quale spettava il posto, ma vorrei semplicemente capire cosa sia successo perché sono molte le domande che rimangono senza risposta.” “Ho avuto – aggiunge Francesca Romana Di Biagio – alcune informazioni che non ho compreso bene e che mi hanno lasciato interdetta; informazioni sulle quali avrei piacere di ascoltare le sue opinioni. Non mi dilungo ancora. Ho soltanto una richiesta da farle. Mi dia una mano a fare chiarezza su questo concorso. Si parla tanto di aiuto ai giovani e di meritocrazia, ma queste parole rimangono solo “pii desideri e buoni propositi perdendosi, poi, nell’oblio”.

Tre casi in dieci giorni generano dubbi sulla natura dei roghi L’insolita frequenza di incendi nel viterbese induce il Presidente della Commisione di Sicurezza Zaratti a segnalare i fatti all’Antimafia

C

ome ampiamente documentato nei nostri articoli, un’insolita sequenza di incendi ha colpito attività commerciali sul nostro territorio creando seri problemi per i ri�essi sull’occupazione dei dipendenti e sollevando forti interrogativi sulla natura dei fatti. Diventa sempre più legittimo pensare ad atti criminali che se fossero appurati, dimostrerebbero che anche la provincia di Viterbo potrebbe essere entrata nel mirino di organizzazioni criminali. Ricordiamo i roghi che hanno colpito il capannone della ditta Union Printing (nella foto a destra) e Mondo Convenienza a Viterbo e il super-

mercato Emi di Tuscania. A tal proposito si è espresso Filiberto Zaratti (Sel, nella foto), presidente della Commissione sicurezza e lotta alla criminalità “Tre incendi appiccati ad attività commerciali, di cui due di probabile origine dolosa, in poco più di dieci giorni a Viterbo sono troppi. Stiamo parlando di fatti inquietanti che sembrerebbero a tutti gli effetti reati spia, vale a dire quelle tipologie di crimini ascrivibili alle organizzazioni criminali”. Sebbene le indagini proseguano a tamburo battente - in particolar modo sul rogo che ha distrutto gli immobili che ospitavano Mondo Convenienza – negli ambienti investigativi tengono le bocche cucite. “Attendiamo i risultati di laboratorio eseguiti dai vigili del fuoco del Nia (Nucleo investigativo antincendio, ndr)”, fanno sapere dal Comando provinciale di via della Pila. Fino ad ora, l’unico elemento certo scaturito nel corso delle

indagini rugurdava “l’altra concentrazione di materiale in�ammabile”. Ma, adesso, ci sarebbe un’altra novità. Pare, infatti, che gli uomini del Nia abbiano, in realtà, già analizzato il materiale sequestrato e repertato nel capannone di Mondo Convenienza il 29 novembre scorso, giorno dell’incendio. Materiale dal quale, in effetti, sarebbe emersa più di una anomalia, tanto da spingere il Nia a trasmettere i risultati ai carabinieri del Ris di Roma. “Nei mesi scorsi – ha aggiunto Zaratti - con l’operazione Lions la Procura di Viterbo aveva individuato una pericolosa consorteria criminale dedita anche all’usura all’estorsione nell’hinterland e con stretti collegamenti con pregiudicati calabresi”. Consapevole che “la situazione della criminalità a Viterbo non

è paragonabile a quella delle province di Roma, Latina e Frosinone”, il presidente della Commissione sicurezza ha però anche sostenuto “la necessità di una strategia preventiva per evitare il

rischio di radicamento delle ma�e nel territorio viterbese”. E’ a tal �ne che Zaratti ha già informato il sostituto procuratore nazionale antima�a. “Ho ritenuto opportuno segnalare questi gravi fatti alla dottoressa De Martino chiedendo la massima attenzione per la provincia di Viterbo”. Viviana Tartaglini

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Gianluca Natoli Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Capo redattore Antonio Brancadoro Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

In pochi giorni il Comune avrà il suo sito web M

algrado la bufera che ha coinvolto due dirigenti del Comune di Viterbo, sotto inchiesta per turbativa d’asta, proprio in relazione alla gara per ottenere l’appalto per la realizzazione del sito web comunale, sembra che �nalmente si sia giunti ad un risultato concreto. Riveciamo infatti l’informazione dall’uf�cio stampa del Comune che il sito web del Comune di Viterbo tornerà presto a funzionare. Ad annunciarlo è direttamente il sindaco Giulio Marini (nella foto), che aggiunge: “Un’amministrazione comunale deve essere dotata di un sito conforme ai dettami legislativi. In questi mesi ci sono stati dei problemi tecnici e soprattutto burocratici che ci hanno impedito di af�dare nuovamente la gestione attraverso incarichi esterni, come del resto è stato sempre fatto. Le problematiche, legate anche al susseguirsi di cambiamenti normativi nell’ambito di riferimento, sono state affrontate e risolte. Nei prossimi giorni, sarà indetta una gara ad evidenza pubblica che consentirà di individuare il soggetto che curerà la gestione e l’aggiornamento del sito, af�nchè viterbesi e non possano tornare presto a consultare notizie riguardanti sia l’attività amministrativa che più in generale la città di Viterbo”.


������������ �������������������


attualità

Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

5

IL PROGETTO - Il laboratorio di restauro della Provincia conquista un importante primato in Europa

Restauro, la Tuscia al top U

n’altro primato per la Tuscia: il Laboratorio di Restauro della la Provincia di Viterbo ha ottenuto il ruolo di capo�la nel progetto europeo “Il Futuro del Passato”, per la costituzione di un modello per la conservazione dei beni culturali nel terzo millennio. Si tratta di un’iniziativa promossa da Arco Latino, un’organizzazione di cooperazione politica e tecnica tra le amministrazioni provinciali di Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Il due dicembre scorso, a Torino, si è svolto il Consiglio d’Amministrazione di Arco Latino al quale ha partecipato l’assessore provinciale alla cultura Giuseppe Fraticelli: “Il nostro laboratorio – spiega Fraticelli – per le competenze relative al campo del restauro costituisce un riuscito modello di attuazione del decentramento delle funzioni in materia

di beni culturali, sia nell’ambito della tutela che della valorizzazione del patrimonio. Al laboratorio – prosegue - fa inoltre riferimento un territorio di importanza eccezionale dal punto di vista locale, ma anche nazionale ed europeo, in quanto posto al centro di una rete di località sedi di preziose testimonianze archeologiche etrusche e romane, crocevia di centinaia di migliaia di pellegrini che per secoli hanno percorso la via Francigena nel pellegrinaggio verso Roma. A Viterbo l’avvicendarsi continuo di persone e culture ha lasciato tracce di grande rilievo storico ed artistico”. L’idea consiste nel dare respiro europeo all’attività di conservazione e restauro, elaborando

“Si tratta di un grande riconoscimento per il nostro territorio”

quindi un modello operativo e una rete di operatori quali�cati, di centri di restauro, di amministratori pubblici, capaci di interagire ef�cacemente sulla salvaguardia del patrimonio culturale. E il compito di elaborare questo modello è stato af�dato alla Provincia di Viterbo. L’obiettivo è anche quello di creare nuovi posti di lavoro e di ottenere �nanziamenti dalla Ue. “Si tratta – conclude l’assessore – di uno straordinario riconoscimento per un centro d’eccellenza, il laboratorio di restauro, che ho avuto modo di conoscere e di apprezzare in questo anno e mezzo di attività istituzionale, rammaricandomi per lo scarso peso e la poca considerazione che ha ricevuto in passato. La Provincia di Viterbo si conferma protagonista fondamentale e quali�cato di Arco Latino e avrà una funzione decisiva nella realizzazione di questo grande progetto”. Entusiasta per questo nuovo riconoscimento anche il presidente Marcello Meroi. M.M.

LUCI DI NATALE - La pubblicità fa male a porta Romana e porta Fiorentina I sette neo-dottori hanno conseguito tutti il massimo dei voti

E sulle luminarie è bagarre Sessione di laurea per i marescialli infermieri I

o ti metto le luminarie per le feste e tu in cambio mi dai gli spazi pubblicitari. Succede a Viterbo: una ditta ha addobbato porta Fiorentina e porta Romana gratuitamente, in cambio ha chiesto di poter istallare dei cartelloni per la pubblicità commerciale. Ed è triste dirlo, ma nella Città dei Papi si litiga anche per le luci di Natale. Certo quando la pubblicità va sui grandiosi monumenti di Viterbo, è normale attendersi levate di scudi da tutte le parti. Infatti il sindaco Marini le ha fatte togliere, spiegando: “L’azienda non ha calcolato bene i tempi, quegli stendardi non sono stati autorizzati, perché noi aspettavamo un rendering delle pubblicità, per capire cosa sarebbero andati ad af�ggere”. Ma questa

delle luminarie sembra una vicenda tipo “dopo il danno la beffa”. Lo dice il capogruppo del Pd in consiglio comunale Alvaro Ricci: “Venerdì scorso in consiglio comunale ho chiesto, al Sindaco e alla Giunta, se le luminarie che addobbano le due monumentali porte fossero state frutto di progetto illumino- tecnico e se sottoposto al parere della sovrintendenza. La risposta? – si chiede Ricci -. Niente progetto e niente parere. Ora, pur non volendo entrare nel merito sulla bellezza e della suggestione delle luminarie, che a me non sono piaciute per niente, resta il fatto che, se il sindaco ha disposto la rimozione degli stendardi pubblicitari, non c’è dubbio che il Comune o paga alla ditta il dovuto, in luogo della mancata pubblicità,

V

oppure la ditta stessa potrebbe citare per danno l’amministrazione”. Insomma, per dirla – ironicamente - come il capogruppo del Pd “ci toccasse pure pagare le luminarie di Porta Romana e Porta Fiorentina”.

Piano faunistico venatorio a marzo nuove misure I

eri un importante incontro a palazzo Gentili per l’elaborazione del nuovo piano faunistico venatorio. L’assessore provinciale alla Caccia Franco Simeone ha visto i presidenti dei due ambiti territoriali venatori della provincia di Viterbo, Antonino Corsini (VT1) e Giuseppe Pilli (VT2). La missione è istituire le nuove aree di ripopolamento e cattura, rivisitando anche quelle già esistenti. L’obiettivo è ottimizzare sia le aree destinate alla riproduzione allo stato naturale di uccelli e mammiferi stanziali che quelle a disposizione dei cacciatori. Durante la riunione l’assessore Simeone ha accolto le proposte dei due presidenti

e si è impegnato a rispettare delle precise scadenze. “Il nostro territorio – ha spiegato Franco Simeone – ha necessità di avere al più presto un nuovo piano faunistico venatorio per stabilire le porzioni di territorio che devono essere adibite alle attività di ripopolamento e cattura della fauna. Come avvenuto con il nuovo regolamento per la caccia al cinghiale, auspico che si possa creare la più ampia e positiva condivisione di intenti ed obiettivi, attraverso una concertazione delle scelte. Si tratta di decisioni destinate ad incidere sulla salvaguardia del territorio e del nostro patrimonio

naturalistico. Un’ ulteriore dimostrazione della nostra volontà di garantire il regolare e proficuo svolgimento delle attività venatorie nell’ambito di una politica orientata a tutelare l’equilibrio del nostro habitat naturale. Ho manifestato – conclude l’assessore Simeone - la volontà di portare a compimento questa fase di concertazione entro marzo del 2012 per poter sottoporre il nuovo piano all’esame della Commissione Agricoltura e, al massimo entro giugno, presentare la pratica in Consiglio Provinciale”. Con il nuovo piano le esigenze dei cacciatori e della fauna selvatica dovrebbero essere tutelate entrambe.

enerdì 2 dicembre 2011 presso la sede distaccata di Viterbo dell’Università La Sapienza di Roma hanno discusso la tesi di laurea in Infermieristica i sette Marescialli dell’Aeronautica Militare categoria Sanità, specialità Operatori Sanitari Specializzati, appartenenti all’11° corso Nash. I sette neo-laureati hanno conseguito tutti il voto di 110 e lode ed i complimenti della commissione; un risultato eccezionale che testimonia le pregevoli qualità dei frequentatori dei Corsi per allievi Marescialli, giovani altamente motivati ed estremamente preparati, pronti ai complessi e delicati impegni che li attenderanno in Forza Armata nel corso della loro vita operativa; il risultato inoltre, conferma la qualità della formazione ricevuta nei tre anni di corso svolto presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare di Viterbo; una formazione accurata ed altamente specialistica che, oltre al conseguimento di un titolo di laurea, ha permesso ai sette Marescialli di acquisire quelle nozioni necessarie per ben operare sia presso i Re-

parti d’impiego che nelle varie missioni internazionali cui saranno chiamati a partecipare nel corso della carriera. Dopo la discussione della tesi e la proclamazione i “neo-dottori” sono rientrati al Reparto dove, alla presenza dei loro familiari, si sono incontrati con il Comandante dei Corsi e Vice Comandante della Scuola Marescialli Aeronautica Militare/Comando

Aeroporto di Viterbo, Col. Eugenio Rovazzani. Nel suo discorso il Col. Rovazzani si è complimentato con i sette frequentatori per gli ottimi risultati raggiunti che vanno ad aggiungersi a quelli altrettanto eccellenti conseguiti la scorsa estate dai colleghi del corso in Scienze Organizzative e Gestionali confermando così l’elevato livello di rendimento del Corso Nash. Il Col. Rovazzani ha successivamente consegnato il premio al 1° classi�cato M.llo di 3^ classe Fulvio Parrino, che, visibilmente emozionato ha ringraziato la Scuola, il personale e tutti coloro che in questi tre anni hanno sostenuto le attività dell’11° Corso. Il conseguimento della laurea da parte dei Marescialli dell’11° Corso Operatori di Sanità segna la conclusione de�nitiva delle attività del corso Nash; tra qualche giorno per i “neo-dottori”, si apriranno le porte dei Reparti operativi della Forza Armata dove potranno mettere a frutto le conoscenze acquisite nei tre anni del corso di formazione.


politica

6

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 8 Dicembre 2011

LA POLEMICA - Prosegue la disputa tra Meroi e Idv con un nuovo intervento di Saladino

“Talete, quali le cause del dissesto?” di MARIO MIGNECO

S

enza fine il battibecco tra il gruppo consiliare dell’Italia dei Valori a palazzo Gentili e Marcello Meroi. Oggetto del dibattere la Talete e i suoi bilanci dissestati, e anche le difficoltà nel trovare una soluzione politica alle cattive acque in cui naviga la società pubblica di gestione del servizio idrico. “E’ ferma convinzione dell’IdV - dichiara il capogruppo Raffaele Saladino - che non sia possibile alcun risanamento senza comprendere le cause del problema, sia tecniche che politiche”. Bisogna andare alla radice di tutti i mali. Secondo l’Idv buona parte dei problemi della Talete derivano dal fatto “che i due partiti principali, Pdl e Pd, - spiega Saladino - hanno mostrato scarso interesse ad analizzare e quindi comprendere le profonde ragioni

del dissesto di bilancio della società”. Saladino punta il dito contro i due partiti più grandi che non si impegnerebbero a sufficienza per fronteggiare la crisi della Talete. “E’ sempre ferma convinzione dell’IdV - continua il capogruppo - che il peso dell’indebitamento della Talete non debba ricadere solo sulle spalle dei cittadini”. Scottante è la questione delle responsabilità. “In sostanza gran parte della replica di Meroi – dice Saladino - è rivolta a evidenziare che l’attuale gestione della Provincia non ha alcuna responsabilità della situazione in essere, suggerendo di guardare alla gestione precedente. Non ho interesse a mettere in dubbio questa interpretazione - chiosa - anche se ritengo che le responsabilità vadano automaticamente assunte nel momento della nomina istituzionale, indipendentemente dalla loro origine”.

“Pd e Pdl hanno mostrato scarso interesse ad analizzare le ragioni del dissesto”

E in questi casi la tecnica dello scarica barile è un metodo molto usato sia a destra che a sinistra. “Ma non è questo il punto. Quello che voglio ricordare – aggiunge Saladino - è che in realtà il Consiglio Provinciale ha acquisito precise responsabilità in merito al problema della Talete nel momento dell’istituzione della Commissione di Controllo delle società partecipate, presieduta dal Consigliere Cappelli, e di cui faccio parte insieme ai rappresentanti di tutte le altre forze politiche. Infatti, dal verbale della seduta del Consiglio preliminare all’istituzione della Commissione di Controllo risulta chiaramente – puntualizza - nel momento di definire le funzioni della stessa, che la funzione della Commissione è anche quella di permettere al Consiglio di “verificare attraverso l’attività della costituita Commissione di Controllo le ragioni che hanno portato le società partecipate dell’Amministrazione Provinciale al concretarsi di bilanci pesantemente passivi in tutti gli esercizi precedenti”.

L’ATTACCO - Sindacati sul piede di guerra con la Provincia

“Trattati come l’ultima ruota del carro” “

Ci trattano come l’ultima ruota del carro”. Lo dicono le organizzazioni sindacali che tutelano i lavoratori della pubblica amministrazione. A denunciare “il totale disinteresse” delle Amministrazioni datrici di lavoro Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl. “Da tempo – dicono i sindacalisti assistiamo ad un comportamento poco corretto, più volte evidenziato, circa il rispetto dell’orario di inizio delle riunioni di Delegazione Trattante che cominciano sempre con notevole ritardo. Anche ieri presso la Provincia di Viterbo, nonostante la riunione per la discussione del salario accessorio 2011 era già stata oggetto di alcuni rinvii, abbiamo atteso oltre trenta minuti dall’orario di

convocazione, senza che l’Amministrazione si presentasse o facesse pervenire comunicazioni. Pertanto – protestano i sindacati - ritenendo tale situazione poco rispettosa e non più accettabile, chiediamo di porre fine a simili atteggiamenti, riconducendo alla

normalità, puntualità e serietà i rapporti tra le parti secondo buone e corrette relazioni sindacali. Precisiamo che diversamente verranno attuate tutte le azioni che si riterranno utili e necessarie e chiediamo una nuova, quanto urgente, convocazione”.

Presto in funzione il sito web del Comune Presto il sito web del Comune di Viterbo tornerà a funzionare. Ad annunciarlo è lo stesso sindaco Giulio Marini, che aggiunge: “Un’amministrazione comunale deve essere dotata di un sito conforme ai dettami legislativi. In questi mesi ci sono stati dei problemi tecnici e soprattutto burocratici che ci hanno impedito di affidare nuovamente la gestione attraverso incarichi esterni, come

del resto è stato sempre fatto. Le problematiche, legate anche al susseguirsi di cambiamenti normativi nell’ambito di riferimento, sono state affrontate e risolte. Nei prossimi giorni, sarà indetta una gara ad evidenza pubblica che consentirà di individuare il soggetto che curerà la gestione e l’aggiornamento del sito, affinchè viterbesi e non possano tornare presto a consultare notizie riguardanti sia l’attività amministrativa che più

in generale Viterbo”.

la

città

di

Il capogruppo Idv Raffaele Saladino


Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

attualità

7

L’interscambio Viterbo-Itaborai rischia di naufragare perchè mancano ventimila euro

“Un’opportunità da non perdere” di SIMONA TENENTINI

Sprecare un’occasione simile signi�ca non considerare, nella dovuta maniera, un’opportunità d’oro per i nostri giovani e per il nostro territorio”. A pronunciare queste parole con amarezza è Enrico Perelli, console regionale a Itaborai, in Brasile, dove risiede una numerosa comunità di italiani. Perelli inizia poi a spiegare i motivi del suo rammarico: “Qualche tempo fa mi è stato chiesto, in virtù dell’incarico che rivesto, di organizzare un gemellaggio tra Viterbo e Itaborai, in vista di uno sviluppo reciproco sia dal punto di vista economico che culturale.” “Entusiasta della proposta mi sono messo subito al lavoro, impegnandomi moltissimo e mettendo a disposizione il mio tempo e le mie conoscenze. Arrivato a buon punto, mi sono dovuto poi però fermare di fronte ad uno scoglio insormontabile, quello della man-

canza di fondi, che purtroppo, rischia di far naufragare miseramente l’ottimo progetto.” “Capisco - continua Perelli - che stiamo vivendo un pessimo momento dal punto di vista economico ma guardare oltre potrebbe servire soprattutto per cercare di risalire la china.” “Mi spiego meglio, per comprendere infatti il senso delle mie parole occorre conoscere anche la realtà di cui stiamo parlando. Il Brasile, e Itaborai in particolare, è in una fase di pieno boom economico. E’ in corso di realizzazione un immenso polo petrolchimico e anche il settore dell’edilizia sta attraversando un periodo d’oro, visto il dilagante aumento della popolazione della cittadina che, dai 70000 abitanti di qualche tempo fa è passata rapidamente alla cifra di 300.000. Dal punto di vista dell’occupazione, mentre è �orente l’offerta di manodopera, mancano invece le �gure specializzate, come ingegneri, architetti o geometri.

Il mercato, in pieno sviluppo, ricerca ingegneri, architetti e geometri

Sarebbe quindi un’opportunità preziosa per migliaia di giovani disoccupati italiani che potrebbero �nalmente mettere a frutto anni e anni di duro studio.” “Inoltre - continua Perelli - non bisogna sottovalutare neanche le potenzialità dell’esportazione in un territorio, come quello brasiliano, vergine sotto molti punti di vista. Penso alla produzione e vendita di formaggio di bufala, che gli autoctoni allevano ma non sanno sfruttare, alla commercializzazione del vino e delle nocciole, attualmente importate dal Portogallo. Insomma, una ricchezza a portata di mano, basta solo saperla cogliere.” “Per poter attuare l’interscambio tra i due paesi, infatti, servirebbe solo una somma necessaria a coprire almeno il soggiorno della delegazione, in quanto i biglietti aerei vengono pagati personalmente dai partecipanti. Il totale è di circa 20.000 euro che non penso sia così dif�cile da raggiungere, anche magari utilizzando qualche grande sponsor. Dal canto suo, Itaborai sarebbe già pronta ad ospitare gli italiani.” “Per questo motivo - conclude Enrico Perelli - vorrei

concludere con un appello. Signori amministratori non lasciatevi sguggire quest’evento così straordinario. Si tratta di un’opportunità che non va persa. I giovani della Tuscia e l’intero territorio non meritano di restare al palo ancora una volta.”

Dato in controtendenza rispetto agli altri atenei italiani

Università, boom di iscrizioni

Al via il corso per pizzaioli organizzato dalla Provincia grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea P

arte il corso per pizzaioli. Organizzato dalla Provincia, grazie al co�nanziamento dell’Unione europea, il corso è rivolto a 18 tra allievi e allieve che al momento della presentazione d e l l a domanda di partecipazione al bando siano inoccupati o disoccupati, abbiano la cittadinanza italiana oppure appartenenza ad uno dei paesi dell’Unione europea (i cittadini stranieri dovranno produrre il titolo di studio con la traduzione e la dichiarazione di equipollenza rilasciata dal MPI). Altri requisiti fondamentali sono la conoscenza della lingua italiana (livello B2-C1 del Quadro di

riferimento europeo), essere in possesso della licenza media inferiore o titolo equivalente, un età compresa tra 16 e 60 anni, non aver riportato condanne p e n a l i né avere procedimenti penali in corso ed, in�ne, godere diritti civili e politici. “Si tratta di un’altra grande occasione per giovani e meno giovani disoccupati della provincia – ha sottolineato l’assessore provinciale alle politiche sociali, Paolo Bianchini – che avranno, in questo modo, l’occasione di acquisire delle importanti competenze e imparare un mestiere. D’altronde quella del pizzaiolo è una �gura di grande

di PIETRO BEVILACQUA

D

“Una figura di grande professionalità che ha molti sbocchi nel territorio”

professionalità, che, anche nel nostro territorio, ha molti sbocchi lavorativi”. Il corso avrà una durata complessiva di 120 ore, di cui 18 di teoria e 102 di pratica. La domanda di ammissione al corso, redatta in carta semplice e con allegata la copia di un documento in corso di validità e la documentazione relativa al possesso dei requisiti richiesti, deve essere trasmessa unicamente a mezzo raccomandata a/r e pervenire entro il termine improrogabile del giorno 13 dicembre 2011 alle ore 12 alla Provincia di Viterbo - Servizio formazione professionale - Uf�cio posta in arrivo – via Saf� 49 – 01100 Viterbo. La graduatoria �nale verrà pubblicata, con apposito avviso af�sso nella sede della Provincia di Viterbo, Servizio formazione professionale, Via della Verità, 12 – 01100 Viterbo, il giorno 21 dicembre

2011 dalle ore 9 alle ore 14, e sul sito www.provincia.vt.it. “Ricordo – chiude Bianchini – che la partecipazione al corso è completamente gratuita, al termine del corso gli allievi svolgeranno delle prove atte a veri�care le competenze acquisite. A chi supererà tali prove verrà consegnato un attestato di frequenza e pro�tto valido agli effetti della legge quadro n°845 del 21 dicembre 1978 e della legge regionale n°23 del 25 febbraio 1992”. Per ulteriori informazioni e chiarimenti ci si può rivolgere: alla Provincia di Viterbo, Servizio formazione professionale, Via della Verità 12, 01100 Viterbo – 0761 313780 (Rebecca Pietrella – e-mail r.pietrella@provincia .vt.it) -0761 313258 (Patrizia Ariemma – e-mail p.ariemma @provincia.vt.it) o consultare il sito www.provincia.vt.it

urante una conferenza stampa nella sede del Rettorato dell’Università della Tuscia, sono stati presentati alla stampa i primi dati, ovviamente parziali, relativi alle iscrizione per l’Anno Accademico 2011/2012. Per quest’anno l’ateneo viterbese registra un vero e proprio exlpoit di iscrizioni. Un dato in controtendenza rispetto a gli altri atenei italiani. Se in italia la media degli iscritti scende del 9% a Viterbo si è registrato il 12% di aumento delle matricole e un incremento generale degli iscritti pari al 10%. “Un risultato che è andato al di sopra di ogni più rosea previsione, a detto con soddisfazione il Rettore Marco Mancini, siamo stati i primi ad applicare la riforma Gelmini e eravamo timorosi che non fosse recepita in particolare dagli studenti. I dati esposti ci danno ragione sulla bontà della nostra scelta”. Le novità apportate sono state l’arma vincente, gli studenti hanno mostrato di apprezzare sia l’aver istituito la segreteria unica, “ gli studenti non debbono più fare tanti giri, posso sbrigare le loro pratiche in un posto solo, ha detto la dottoressa Alessandra Moscatelli. Il prorettore

dell’Università Prof Nascetti ha sottolineato come uno dei motivi di riscontro è stato quello che ora la ricerca è parte integrante della didattica e gli studenti si sentono parte attiva. La valutazione degli insegnanti da parte degli studenti avviene in tempo reale in modo di dare la possibilità al docente di poter avere i risultati subito a �ne lezione. All’incontro era presente anche il Dr Giovanni Cucullo, direttore amministrativo dell’Università. “Per far capire in pieno tutte le novità proposte, ha proseguito Cucullo, l’ateneo ha fatto una promozione che non se ne conoscono precedenti uguali. La presenza dell’Ateneo nelle manifestazioni sul territorio dove erano presente i giovani, ha avuto un peso notevole”. Tra i vari dati forniti c’è anche quello della virtuosità. “Circa la metà degli atenei italiani è fortemente indebitato, quello viterbese non ha indebitamenti, e questo è uno dei parametri che il ministero userà per autorizzare nuove assunzioni, ha proseguito il rettore, i bene�ci derivanti da questa virtuosità verranno investiti in beni e servizi tenendo presente la meritocrazia, e serviranno anche per investire sui giovani ricercatori”.


regione

8

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 8 Dicembre 2011

Restituite diritti ai pazienti e funzionalità operativa Giuseppe Parroncini presenta un’interrogazione alla Presidente della Regione Lazio Renata Polverini

A

ncora una volta diamo spazio ad un intervento del consigliere regionalew Giuseppe Parroncini (nella foto) relativo ai ri�essi che gli inevitabili tagli alla sanità proposte dalla Regione Lazio avranno sul nostro territorio. Un problema che tocca tutti noi quotidianamente. “L’Afesopsit (Associazione familiari e sostenitori sofferenti psichici della Tuscia) ha più volte fatto presenti le gravi disfunzioni e criticità del servizio di salute mentale. Ma tutto è stato ignorato dalla Regione Lazio, comprese le richieste di incontro. La situazione è grave, cosa si aspetta a intervenire?”. E’ quanto chiede il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Parroncini, che sul tema ha presentato un’apposita interrogazione. “Blocco del turn over, precariato, carenza di strutture e mancanza di personale (neuropsichiatri, psicologi, �sioterapisti, logopedisti, educatori) al servizio psichiatrico diagnosi e cura, depotenziamento e tagli al Sert: ormai – dice Parroncini – è urgente risolvere questi problemi”. Ecco la foto della situazione. Dipartimento salute mentale. “Il personale di ruolo e precario è di 128 unità, ma i parametri del progetto obiettivo indicano la necessità di 72 unità in più. E il precariato mette seriamente in discussione il fattore di stabilità relazionale che dovrebbe esistere fra paziente e operatore”. Neuropsichiatria infantile. “Anche in questo caso a fronte di circa 1.500 utenti – continua Parroncini - la dotazione di personale risulta fortemente difforme agli standard previsti dal progetto obiettivo: mancano 2 neuropsichiatri, l’assenza di psicologi è quasi totale, mancano anche

3 �sioterapisti, almeno 7 logopedisti e di circa 12 educatori”. Sert. “A fronte di un’utenza di 3.677 persone, con una crescita che si attesta attorno al 12 per cento annuo, risultano tagliate le risorse regionali per il centro diurno a media soglia di Viterbo ed è stata chiusa la sede di Ronciglione per mancanza di personale. A ciò si aggiunge lo stato di degrado di molti locali, fra cui Tarquinia e Monte�ascone”. Unità operativa semplice interdistrettuale disabile adulto. “Il servizio – spiega ancora il consigliere regionale del Pd - dovrebbe basarsi sulla stretta collaborazione fra l’unità centrale e 5 equipe distrettuali, che risultano perlopiù virtuali. Sempre a causa della mancanza di personale (mancate sostituzioni e mancato rispetto delle previsioni organiche) l’attività è gravemente compressa e in�ciata, con una capacità di presa in carico dei pazienti molto inferiore alla domanda: si stima il 7 per cento degli aventi necessità”. A fronte di tutto questo, che si con�gura come “una vera e propria riduzione della soglia di civiltà”, ora Parroncini chiede al presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, di “ripristinare condizioni assistenziali accettabili, in particolar modo – conclude - restituendo diritti ai pazienti e funzionalità operativa e dignità professionale agli operatori”.

Il consigliere fa un quadro della situazione

Una fotografia realistica del momento di crisi che affronta il panorama della Sanità nel Lazio e in particolar modo nella Tuscia a seguito dei tagli imposti dalla politica regionale

Trasporto Pubblico Locale: allarme per mancanza fondi Un “no” deciso ai tagli e agli aumenti delle tariffe “

Stop a tagli e aumenti per treni e bus, sono impensabili, la situazione è di serio allarme chiamiamo a raccolta i pendolari per il 19 dicembre, bisogna far sentire la loro voce - ha detto Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. I trasporti regionali soffrono da troppo tempo la mancanza di investimenti adeguati, ora la notizia che nonostante l’aumento dei carburanti i soldi non si troveranno comunque è un’ennesima batosta per i pendolari. In tempi di crisi economica e ambientale sarebbe una beffa tagliare il servizio e aumentare biglietti e abbonamenti . Non si può far pagare la crisi alle centinaia di migliaia di persone che ogni giorno si af�dano ai mezzi pubblici per gli spostamenti.” Legambiente rilancia l’allarme per i tagli ai fondi per il trasporto pubblico locale: nonostante gli 1,2 miliardi di euro della manovra sulle accise, nelle casse della Regione Lazio mancheranno comunque almeno 190 milioni di euro, con il serio rischio di ingenti tagli al servizio. Allo stesso tempo, proprio in queste ore la Giunta della Regione Lazio dovrebbe

approvare nel bilancio aumenti del 15% per i biglietti del Cotral e dei treni regionali. Tagli e aumenti ancora più assurdi, se si pensa che negli ultimi dieci anni l’utilizzo del trasporto ferroviario è

Legambiente Lazio il 19 scende in campo con i pendolari cresciuto moltissimo, i pendolari che viaggiano ogni giorno sulle ferrovie nel Lazio sono raddoppiati, passando da 187mila a oltre 350mila, ai quali si aggiungono i 200mila delle ferrovie concesse. Numeri destinati a crescere ancora, secondo le stime di Legambiente, �no a 472mila passeggeri trasportati ogni giorno nel vicino 2015 sulle sole ferrovie regionali (con un incremento

Tre vini delle eccellenze italiane si potranno degustare in alcune grotte storiche

A Grottaferrata offre la Cantina Castel De Paolis C

antine aperte a Grottaferrata, in quella che un tempo era la fortezza Castel de Paolis e oggi, invece, rappresenta il buen retiro di Giulio Santarelli, che nel 1993 decise di esordire con la sua prima etichetta nata da uno studio, durato ben sette anni, dei terreni vulcanici circostanti. Caparbio e testardo ha preferito la qualità alla quantità. Oggi rappresenta l’eccellenza grazie al tentativo riuscito, di aver ripristinato nei suoi vigneti la coltivazione delle antiche varietà autoctone che in passato erano

state capaci di rendere famosi ovunque i vini dei Castelli Romani.

Amato anche da Alberto Sordi, il Cannellino della Cantina Castel de Paolis, espor-

tato in tutto il mondo, verrà offerto gratuitamente, oggi, insieme al Donna Adriana, Muffa Nobile in alcune grotte storiche, presenti nella tenuta, e allestite per l’occasione, che saranno aperte al pubblico per la degustazione. Tre vini della hit parade delle eccellenze italiane. Gli enologi della famiglia Santarelli accoglieranno i visitatori per le degustazioni gratuite accompagnate da momenti didattici per illustrare le caratteristiche delle etichetta Donna Adriana e Muffa Nobile che hanno ricevuto i “5 Grappoli dell’Ais” (Associazione Italiana Sommelier) e il Cannellino che ha ottenuto “La Corona” del Touring Club italiano.

del 35%), che richiederanno almeno 40 nuovi treni, oltre a consistenti interventi di manutenzione sui 115 che circolano oggi ogni giorno. Per il Cotral i numeri sono ugualmente importanti, con 104 milioni di viaggiatori annui, e una forte esigenza di miglioramento del parco mezzi, delle fermate, delle informazioni, delle 9.000 corse giornaliere, dei 4.554 collegamenti/linee, con 81,5 milioni di vetture/km all’anno. “Mancano pochi giorni al 12 dicembre, quando entrerà in vigore il nuovo orario ferroviario, cosa succederà allora? - si chiede la direttrice di Legambiente Lazio, Cristiana Avenali-. La stangata per i pendolari è insopportabile e assurda, gli utenti sono in costante aumento da anni e viaggiano in condizioni troppo spesso indecenti, con risorse sempre più scarse. Le parole d’ordine devono essere potenziamento e non taglio al servizio, più treni e bus e non meno. Non può essere il servizio di trasporto pubblico a pagare l’austerity, gli aumenti delle tariffe in queste condizioni sono altrettanto assurdi perché il servizio è ben al di sotto degli standard minimi.”

Robilotta: “Manovra obbrobrio” “

Ho profondo rispetto per il Governo Monti, ma la norma contenuta nella Manovra che riguarda le Province è un obbrobrio giuridico che rischia soltanto di creare un caos istituzionale”. Lo dichiara in una nota Donato Robilotta, Presidente dell’Arall, l’Associazione Regionale delle Autonomie Locali del Lazio. “La Provincia è un ente autonomo previsto dall’art. 114 della costituzione le cui funzioni fondamentali e la legislazione elettorale sono in capo allo Stato, funzioni che non possono essere assegnate alle Regioni con una Legge ordinaria. Insomma - continua Robilotta - un ente autonomo previsto dalla Costituzione non può essere trasformato in un ente strumentale della Regione con una Legge ordinaria, ci vorrebbe, invece, una Legge Costituzionale. Faccio appello af�nché queste norme vengano cancellate e che la discussione sulla riforma complessiva degli enti territoriali venga affrontata con una modi�ca costituzionale che preveda la �ne del bicameralismo e la previsione del Senato Federale e con quel Codice delle Autonomie Locali da troppo tempo fermo in Parlamento. Insieme all’Upi Lazio - conclude Robilotta - l’Arall si farà portavoce per un’urgente convocazione del Cal per impugnare la Legge davanti alla Corte”.


litorale

Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

9

TARQUINIA - Le guardie dell’Aeop e dell’Aipa hanno intensificato i controlli all’interno della Riserva

Sulla “Civita” tornano i fungaroli di frodo di ALESSANDRO SACRIPANTI

C

ontinua l’azione delle Guardie Ittiche Ambientali dell’A.E.O.P. ‘Associazione europea operatori polizia’ e quelli dell’A.I.P.A. ‘Associazione italiana pesca ambiente’, che ancora una volta hanno colto con le mani nel sacco diversi fungaroli di frodo, che frequentavano le zone della Ci-

Le associazioni ambientaliste vigilano per garantire la regolare raccolta di Ferlenghi vita in giorni non consentiti. Nonostante è ampiamente ri-

saputo e soprattutto previsto dalla legge che in alcuni giorni della settimana è vietata la raccolta, c’è sempre qualcuno che vuole fare razzia di funghi ferlenghi in modo illegale, e la zona della Civita sembra essere ‘meta’ preferita per questo tipo di azioni. I fungaroli di frodo ‘beccati’ dalle Guardie Ittiche, infatti hanno infranto diversi articoli della legge regionale 32/98, tra cui quello sui giorni non consen-

titi, sul metodo di raccolta asportando i Ferlenghi anche di piccola misura e con le busta di plastica, tassativamente vietata. A seguito dei controlli effettuati dalla ‘vigilanza’ alle persone, a cui sono state contestate le violazioni è stata determinata una pesante sanzione amministrativa. E’ incessante l’azione delle Guardie delle due Associazioni che nell’ambito del loro servizio svolgono funzioni di

Polizia Giudiziaria, che hanno calendarizzato in modo continuativo i controlli sul territorio e presso la Riserva della Civita. Proprio su quest’ultima le Guardie hanno riferito di aver trovato un forte osteggiamento da parte di molti cittadini tarquiniesi che sembrano infastiditi dai controlli all’interno dell’area. Ma sembra che tra questi ci siano alcuni fungaroli di frodo proprio di Tarquinia,

che sono da tempo nel mirino delle Guardie Ittiche e dalle informazioni in possesso ben presto verranno scoperti e sanzionati come previsto dalle legge. Le associazioni ambientali stanno continuando a svolgere servizi e controlli capillari su tutto il territorio, per consentire la normale raccolta del Ferlengo come previsto dalle norme regionali in materia di raccolta dei funghi.

TARQUINIA - L’ allarme di “Fare Verde”: quest’anno TARQUINIA - Il presidente di Agraria spiega come trarre vantaggio da un “obbligo” non comperate alberi di Natale “morti”

A

rriva il Natale e oggi, giorno dell’Immacolata, in molte case italiane come da tradizione si procederà ad addobbare con luci natalizie e strenne salotti, giardini e balconi. E poi c’è lui, il protagonista indiscusso delle feste, l’albero di Natale, vero e proprio simbolo che ha scalzato il presepe piazzandosi nella pole position degli addobbi. Alberi sempre più grandi da esibire all’interno e all’esterno delle case. E se è vero che l’albero fa subito Natale, che ci siano bambini in casa o meno, è pur vero che come spesso accade del destino degli abeti poco importa. Fatto il suo dovere natalizio l’albero finisce in discarica. Più giusto sarebbe

poterlo piantare in un giardino e magari riutilizzarlo per il prossimo anno. Queste piante sopravivono anche in un vaso sul balcone. La consuetudine è però ben diversa. Gli abeti vengono tagliati e venduti senza le radici quindi destinati a “morte” certa. E’ un albero “morto” quello che portiamo nelle nostre abitazioni. A lanciare l’allarme è ancora una volta “Fare Verde” l’associazione ambientalista che da anni opera, con una sezione attivissima, sul territorio di Tarquinia. “ Purtroppo continua la “tradizione” di comprare alberi di natale senza le radici. -spiega Fare Verde- Si calcola che quest’anno saranno venduti in Italia 4 milioni di abeti che, addobbati con palline colorate e luci, andranno ad abbellire le nostre case durante le festività natalizie. Una percentuale di questi alberi sono già “morti”, in quanto gli sono state tagliate le radici. Ai primi di gennaio, terminate le feste, saranno buttati via finendo nei cassonetti dell’immondizia. L’associazione ambientalista Fare Verde anche quest’anno lancia un appello a NON comprare gli abeti privi di radici. Anche i semplici cittadini possono fare la loro parte, invitando amici e conoscenti a non contribuire a questa “strage” di alberi di natale. Se proprio vogliamo l’albero di natale vero, cioè vivo, compriamo gli abeti con le radici e finite le festività natalizie piantiamoli in giardino o mettiamoli sul terrazzo.-concludono- Sarà un piccolo contributo per ridurre l’anidride carbonica ad effetto serra nell’atmosfera e nel contempo produrre ossigeno. W l’albero di Natale…..ma vivo!!!!!” Se poi non abbiamo proprio uno spazio dove poter piantare l’albero finite le feste, allora scegliamone uno sintetico, in commercio ce ne sono di bellissimi.

Dei 4 milioni di abeti che verranno venduti a Natale un alta percentuale non ha più le radici

Antonelli: “Sic e Zps? Una risorsa” I

l presidente dell’Università Agraria Alessandro Antonelli(nella foto) interviene sulle misure riguardanti le aree ‘Sic’ Siti di importanza comunitaria e ‘Zps’ Zone di protezione speciale che si trovano sul territorio di Tarquinia. “Quella in arrivo è una occasione da non perdere – esordisce Antonelli. Infatti presso gli uf�ci della Regione Lazio si sta riscrivendo il testo della delibera 363/2008, inerente la Rete Europea Natura 2000 e le Misure di conservazione obbligatorie da applicarsi nelle Zone di protezione speciale, e in merito a questo Antonelli aggiunge – “È di fondamentale importanza il coinvolgimento dei territori interessati. Non si può replicare l’errore fatto nel 2008, quando si introdussero regole e balzelli piovuti dall’alto. Per questo motivo abbiamo scritto agli uf�ci competenti per essere ricevuti. Un simile provvedimento -sottolinea il presidente dell’ente di via Garibaldi Alessandro Antonelli – riguarda la Civita e il Sic denominato ‘Acropoli di Tarquinia’, le Saline, oltre una fetta importante del nostro territorio che partendo dall’Aurelia bis comprende la Farnesiana e la valle del Fiume Mignone. Luoghi con esigenze speci�che che devono essere valutate con la necessaria attenzione”. Secondo Antonelli è fondamentale prevedere misure che oltre a limitare e vincolare diano prospettive di sviluppo. Non solo obblighi, ma anche risorse. Necessario prevedere misure non univoche per territori diversi. Tra questi Antonelli porta ad esempio la Civita dove al Sic si integra l’Acropoli dell’Etrusca Tarquinia con le sue esigenze legate alle campagne di scavo e alla

fruizione. Ma Antonelli sulla vicenda ribadisce –”Integrazione è una parole chiave che si scontra con generalizzazione. Le esigenze dei monti reatini o della costa rocciosa tra Sperlonga e Gaeta non potranno essere analoghe a quelle delle Saline di Tarquinia, sono infatti tutti Siti di Interesse Comunitario, ma con problematiche palesemente differenti. Sarà strategico individuare modalità di intervento, anche �nanziario – continua Antonelli - che possano essere modulate sulle realtà dei singoli siti. Tutto questo può avvenire solo se i territori potranno giocare un ruolo non a delibera chiusa, ma durante la redazione del nuovo provvedimento regionale. Il rischio è generare contraddizioni o strumenti fallaci come quelli inseriti null’ultimo Psr”. Il presidente dell’Agraria Alessandro Antonelli auspica in�ne un coinvolgimento ampio e diffuso per trasformare in risorsa quello che è stata gestita �nora come un mero obbligo comunitario. A.S.


litorale

Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

10

MONTALTO - Alternativa Democratica riflette sul fallimento del progetto “cementificio”

Un gigante di ferro a sfregio del paesaggio di GIOVANNI CORONA

N

el momento in cui la campagna elettorale per le comunali del 2012 inizia ad entrare nel vivo, il gruppo civico Alternativa Democratica fa una seria riflessione sullo stato della zona industriale, prendendo in esame il fallimento del progetto cementificio: “Mentre si accendono i riflettori sulla scelta dell’Amministrazione Carai di spendere circa quattro milioni di euro per il secondo stralcio dell’area industriale –commentano-, vorremmo far luce nel buio di una della realtà lavorative già esistenti in quella zona. Purtroppo lavorativa solo come modo di dire, visto che il Cementificio del gruppo Italcementi ha disposto già dall’estate 2010 la cassa integrazione a zero ore per le circa 20 persone occupate e che questa è passata da ordinaria a

straordinaria nell’ottobre 2011 con scadenza fra un anno. Il progetto industriale che secondo alcuni doveva impiegare masse di cittadini montaltesi e coinvolgere imprese locali, quelle che per capirci hanno sostenuto onerosi investimenti per acquistare costosissimi camion, sta dunque volgendo verso la chiusura triste e definitiva dell’impianto. Del quale si prende atto in un silenzio assordante e senza che si sia data risposta ad alcuni legittimi interrogativi. Non si capisce ad esempio –continuano i membri del gruppo- come mai l’impianto di macinazione gemello di Ravenna, costruito anch’esso nel 2003 dal colosso messicano Cemex e venduto , guarda caso, in contemporanea nel 2005 al Gruppo Italcelmenti, sia, a differenza di quello di Montalto, tuttora in produzione. Risulta incomprensibile la logica industriale che ha

In vista di nuovi investimenti nella zona industriale, la lista fa luce sulla complessa situazione attuale

spinto il quinto produttore al mondo nel settore a fare un investimento di diversi milioni di euro, per poi decretare in tempi rapidissimi la sua chiusura lasciando sul territorio solo un gigante di ferro vuoto a sfregio del paesaggio. E’ significativo in tal senso l’abbandono di ogni tentativo di conversione dell’impianto verso prodotti di maggiore efficacia commerciale e la rinuncia,

piuttosto sinistra, a qualsivoglia forma di manutenzione in vista di una ripresa dell’attività. Infine ci sfuggono le azioni amministrative e politiche intraprese dall’Amministrazione Comunale per fermare questa deriva ed impedire che l’imminente chiusura dell’impianto si tramuti in un considerevole danno economico e sociale. Ci risulta, e vorremmo sinceramente essere

smentiti, che anche in un recente incontro con i vertici del gruppo Italcementi ci si sia limitati ad una sterile presa d’atto, mentre sarebbe stato doveroso convocare con urgenza un tavolo sul problema investendo Istituzioni locali e provinciali, sindacati ed associazioni di categoria, lavoratori. Noi ci saremmo aspettati questo ed avremmo fatto questo, piuttosto che consumare

soldi per devastare altro territorio, espropriando terre a naturale vocazione agricola per realizzare un inutile allargamento di una inesistente area industriale. Dando una speranza –concludono- ed un segnale di attenzione a quelle venti famiglie e ai tanti altri che nel nostro Comune vedono il loro destino lavorativo addensato di molte incertezze e di poche alternative”.

TARQUINIA- Delegazione polacca in visita CANINO - Continuano i festeggiamenti per la 51esima Sagra dell’Olio per studiare la vendita di prodotti a “Km0” U

na delegazione polacca è in visita a Tarquinia nel prossimo week-end. Si tratta di due giorni di studio dedicati alla realtà di vendita dei prodotti agroalimentari italiani a “Km 0”. I visitatori arriveranno in città l’11 dicembre e soggiorneranno nell’azienda valle del Marta di Pusceddu Mario ( produzione e vendita diretta, vini, liquori, sott’olio, confetture, spezie, olio extravergine di oliva. nel corso della visita si recheranno presso l’azienda „La Turchina” Di Simone Loretta ( produzione e vendita pasta alimentare prodotta con grano duro varietà Senatore Cappelli e altri prodotti quali Farro, Ceci ed olio). Nella serata di sabato potranno degustare alla tavola di valle del Marta una cena tipica con cucine della tradizione contadina Tarquiniese. Lunedì 12 dicembre la compagnia visiterà altre aziende della Tuscia: L’ Azienda Agricola Sant’Isidoro (produzione e vendita diretta vino e ortaggi) ; la Cooperativa Zootecnica Viterbese visita punto vendita (carni di tutti i tipi, prodotti agroalimentari vari); L’Oleifcio Rasena Olearia (trasformazione, confezionamento e commercializzazione olio). Pranzeranno presso l’agriturismo Parco dei Cimini per poi rientrare a Tarquinia Lista di partecipanti alla visita di studio dedicata alla realtà di vendita dei prodotti agroalimentari a chilometri zero – Italia 1117.12.2011. Questa la luista dei partecipanti alla delegazione: Jarosław Słoma – Vicepresidente del Voivodato di Varmia- Masuria; Igor Hutnikiewicz – Direttore del Dipartimento di Politica di Qualità; Jarosław Sarnowski – Direttore del Dipartimento di Sviluppo delle Aree Rurali e dell’Agricoltura; Joanna Wrzosek-Dziemidowicz – Coordinatore della Rete Regionale del Patrimonio Culinario Warmia Mazury Powile; Jolanta Marozas – Direttore della Figliale Regionale di Varmia-Masuria dell’Agenzia di Ristrutturazione e di Modernizzazione dell’Agricoltura; Andrzej Milkiewicz – Direttore dell’Agenzia Agricola Figliale di Olstzyn; Ludwik Bartoszewicz – Veterinario Regionale della Varmia- Masuria; Janusz Dzisko – Ispettore Sanitario Regionale; Marek Borowski – Vicepresidente del Consiglio Nazionale delle Camere di Agricoltura (in rango di Viceministro di Agricoltura); Jan Heichel – Presidente della Camera di Agricoltura di Olsztyn, Przemysław Biliski – Ispettore Sanitario Generale (in rango di Ministro di Sanita); Artur Wajs – Sindaco del Comune di Lidzbark Warmiski, Coordinatore della Rete Nazionale delle Cittaslow; Andrzej Zielazkiewicz – capo cucina del ristorante „Osteria di Giovanni”; Małgorzata Elbieta Czeczora – ristorante- albergo “Complesso Signorile Galiny”; Traduttore– Mirosława Piekos

Ponte dell’Immacolata all’insegna del gusto C

ontinuano i festeggiamenti per la 51° sagra dell’olio di Canino, per tutto il ponte dell’Immacolata. Potremo assaggiarlo nei piatti che caratterizzavano la cucina di “un tempo”, come l’acquacotta tipico piatto povero che sfamava le famiglie con quel poco che la terra offriva. Soffritte le cipolle, si aggiungono i pomodori tritati con odori dell’orto. Il tutto cuoce fino a diventare una densa e saporita crema che viene poi diluita con acqua. Sul fondo delle ciotole di coccio si pone del pane raffermo fatto prima abbrustolire sulla brace, spolverandolo con pecorino e pepe nero. Si aggiungono le uova nella pentola di cottura una ad una. Appena l’albume si è rappreso, si raccoglie l’uovo con una generosa porzione di acqua cotta, e si versa sul pane abbrustolito nella ciotola. Accanto all’acquacotta, durante la sagra saranno servite le bruschette condite con l’olio novello. Non mancherà poi la regina delle bruschette che, quest’anno, concorre ad entrare nel Guinness dei primati con i suoi 10 metri di lunghezza e 20 litri d’olio per condimento. Canino noto per il suo olio DOP, è anche una località dalla forte suggestione culturale e storica per la presenza, nella vicina area archeologica di Vulci, della Necropoli, una delle più importanti e straordinarie testimonianze etrusche al confine con il territorio di Montalto. Si può poi visitare il quartiere medioevale “Le Buche” e la cappella con i monumenti funebri della famiglia di Luciano Bonaparte. Saranno aperti i frantoi per visite guidate con l’assaggio della bruschetta. Le mostre di presepi, fotografiche, quelle dedicate

alle macchine agricole e i giochi di piazza contribuiranno a rendere la 51° sagra dell’olivo un momento sempre più legato alla tradizione e alla cultura di questo piccolo paese. Per i più piccoli è previsto il battesimo della sella. Il corteo storico con l’associazione Napoleonica romana della Guardia Garibaldina e con l’associazione di ricostruzione storica risorgimentale “Carlo Luciano Bonaparte” chiuderanno la manifestazione. L’ingresso alla sagra è completamente gratuito.

Coldiretti; Ore 10/12,30 Battesimo della sella (a cavallo sul pony) A cura del Centro ippico Valentano Equitazione (giardino dell’Arancera); Ore 10,00 Apertura Mostra Fotografica di Luciano Pasquini “Olea Prima Arborum Est” (Sala Conferenze Arancera); Ore 10,30/ 12,30 Seduta di assaggio oli tracciati Reg. CE 867/08 a cura del Dott. Giulio Scatolini capo Panel UNAPROL (Sala conferenze Arancera); Ore 11:00 ricostruzione storica campagna militare napoleonica a

Info: 3408505381.Questo il programma di oggi: Ore 10:00 apertura Stand e Mostre; apertura della Piazza dell’Olio, Assaggio ed esposizione dell’olio dei Frantoi di Canino (Piazza Vittorio Emanuele); Apertura vetrina degli oli dei frantoi di Canino con assaggio della famosa bruschetta (Sala conferenze Arancera); Apertura Mostra Macchine Agricole (Largo Bonaparte); Apertura Mercatini artigianali (Via Roma, Via Cavour, Largo Bonaparte); Giornata del Ringraziamento A cura della sezione di Canino della

cura dell’associazione napoleonica romana (giardino dell’arancera); Santa Messa di Ringraziamento; Visita guidata al Museo della Ricerca Archeologica di Vulci ex Convento di San Francesco; apertura del “Il Vicolo dei Sapori” “dalla campagna i sapori di una volta”A cura del Centro Commerciale Naturale Il Vignola (Via Cavour); Conferenza e proiezioni filmati su Castellardo e dintorni a cura del Dott. Gazzetti (sala conferenze Arancera);Ore 14,00/16,00 Battesimo della sella (a cavallo sul pony) A cura del

Centro ippico Valentano Equitazione (giardino dell’Arancera); Ore 15,00 Musica in Piazza; Corteo Storico “Canino a spasso con la sua storia” con la partecipazione dei sindaci del ducato di Castro con i loro cortei storici e la partecipazione straordinaria dell’ ass.Napoleonica romana della Guardia Garibaldina e dell’associazione di ricostruzione storica risorgimentale”Carlo Luciano Bonaparte” accompagnato dalla banda musicale; Ore 15,30/ 16,30 Gioco a squadre “Caccia all’intruso” come riconoscere l’olio extravergine di qualità a cura del Dott. Attilio Ferraiolo responsabile ambiente e qualità UNAPROL (Sala conferenze Arancera);Ore 15:30 il Paese dei Balocchi (Largo Bonaparte);Ore 15,30 Visita guidata al Museo della Ricerca Archeologica di Vulci ex Convento di San Francesco;Ore 16:00 “Distribuzione bruschetta” agli stand della Pro Loco con l’olio extravergine di oliva di Canino (Piazza De Andreis e Via Roma);Ore 17:00 Conferenza Unus Amicorum Animus: onore ai principi di Canino, Presentazione libro “Canino cronaca di un viaggio sentimentale” a cura dell’associazione di ricostruzione storica “Carlo Luciano Bonaparte” e del Centro studi Luciano Bonaparte con la partecipazione dei sindaci del Ducato di Castro.(Sede Comunale); Ore 17,00/18,00 Obiettivi e risultati raggiunti sulla tracciabilità dell’olio extravergine di oliva reg. CE 867/08 a cura della Dott.ssa Emila Barrella Project Manager (Sala conferenze Arancera); Ore 17:30 Guinness “La Bruschetta più grande del mondo” con l’olio extravergine di oliva DOP di Canino


& Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio nord

11

ACQUAPENDENTE - Mentre la Giunta Comunale programma i lavori pubblici per il prossimo triennio

Alunni al freddo nelle scuole di Fulvio MEDICI

M

entre l’amministrazione comunale, delibera i progetti del prossimo triennio per i lavori pubblici, predisponendo una presunta spesa di circa 6 milioni di euro, per le strutture scolastiche, di cui circa 700mila relativi a opere di messa a norma di quelle esistenti e 5milioni e 300mila per costruirle nuove dopo un anno e mezzo (incredibile ma vero!) gli alunni delle scuole elementari dell’edificio di piazza dell Costituente e quelli delle scuole medie di via Cesare Battisti, sono costretti a seguire le lezioni con indosso i giacconi. Da alcune settimane questa è la situazione. La temperatura all’interno è chiaramente bassa e solo la clemenza di questo inusuale inverno, non ha amplificato il problema. Molti i genitori che ugualmente hanno protestato per l’increscioso inconveniente. Le risposte non sembrano soddisfarli affatto. L’impianto di riscaldamento della struttura che ospita le scuole elementari non sarebbe sufficiente a garantire il giusto tepore nelle aule. La cosa lascia perplessi. Infatti nella caratteristica

struttura di piazza della Costituente, sono già stati spesi diversi soldi e ci sembra assurdo non si sia pensato ad un così determinante ed indispensabile particolare. Stesso discorso vale per le scuole medie, dove invece sembrerebbe, che la causa delle basse temperature all’interno della struttura, siano in parte imputabili agli infissi scadenti e in parte all’orario scelto per l’accensione dell’impianto. Qualsiasi siano le cause, comunque, è necessario e celermente, che l’amministrazione trovi una soluzione al problema. Il tutto anche perchè ad attendere i giovani alunni aquesiani ci sarà l’inverno, che non ha ancora mostrato il suo ‘noto caratterino’. Intervistati, alcuni genitori, hanno esternato un colorito dissenso:”Beh che dire, mio figlio è costretto a seguire la lezione con il giaccone messo e poi quando esce? Ecco il perchè dei malanni!” Ed ancora: “Sono stata a reclamare in Comune per questa situazione e invece di rassicurarmi mi sono arrabbiata ulteriormente, dentro agli uffici comunali lavorano in maniche di camicia, lì sì che è caldo!” Il Sindaco sentito in merito ha assicurato che stanno provvedendo per cercare di

Nella chiesa di San Bernardino a Piansano il concerto dell’organista Sauro Aralia all’interno del Festival ‘Organa Nostra 2011’

S

i svolgerà oggi alle ore 18.00 nella Chiesa di San Bernardino a Piansano il concerto dell’organista Sauro Aralia, (foto) all’interno del festival ‘Organa nostra 2011- Suoni dal Risorgimento’, organizzato dall’associazione Sound Garden, con il sostegno della Provincia di Viterbo e del Comune di Tarquinia e il patrocinio della Regione Lazio. Quello in atto oggi è un viaggio nella storia musicale dell’organo, da Johann Sebastian Bach a George Friederich Händel, da Vincenzo Bellini a Benedetto Marcello. Sarà questo il �lo conduttore del terzo concerto aperto al pubblico di ‘Organa Nostra 2011 – Suoni dal Risorgimento’, che prenderà vita nella chiesa di San Bernardino a Piansano. Ad eseguire i brani sarà un’organista e clavicembalista di grande talento, Sauro Argalia. Diplomatosi a pieni voti ai Conservatori di Bologna e Pesaro. Sauro Argalia svolge un’intensa attività come organista, clavicembalista è direttore di coro in Italia, Germania, Ungheria, Grecia, Francia, Uruguay, Malta, Austria, Israele e Marocco. Spesso invitato a inaugurare antichi organi italiani ed esteri restaurati ha pubblicato nel 1999 uno studio sull’organaro fabrianese Camillo Del Chiaro dal titolo Camillo Del Chiaro – Organaro in Fabriano. E proprio Camillo Del Chiaro realizzò nel 1862 l’organo della chiesa di San Bernardino, uno dei manufatti migliori che l’artista ha lasciato in eredità alla Tuscia. Il concerto sarà intervallato con la lettura di alcuni passi estratti dal saggio di Giuseppe Mazzini Filoso�a della musica. Per avere maggiori informazioni sulla manifestazione è possibile contattare l’associazione Sound Garden all’indirizzo di posta elettronica soundgarden@email.it o al numero di telefono 328.2669027. Ale SACRIPANTI

porre i primi rimedi con coibentazioni per le scuole elementari e intervenendo sulla ditta che gestisce il calore, nel rinnovo della convenzione, per fargli effettuare alcuni interventi per ottimizzare gli impianti. Impianti che però sembrano essere vecchi e sottodimensionati e incapaci di garantire il giusto riscaldamento. Forse bisognerà destinare una parte del ‘decantato disavanzo attivo’ di prima delle elezioni per intervenire seriamente sugli impianti e dove necessario sulla struttura. Chissà cosa ne pensano i cittadini? Meditate, gente...meditate

TUSCANIA - L’esito dell’incontro tra il Sindaco e il coordinamento 3T per la tutela del territorio

No, grazie...per ora. E se non ora, quando?

I

l Coordinamento 3T per la Tutela del territorio di Tuscania rende noto l’esito dell’incontro avvenuto il 3 dicembre scorso con il sindaco Massimo Natali ed avente per oggetto la discussione della proposta, avanzata dal Coordinamento, di adottare una delibera quadro �nalizzata alla progettazione e gestione integrata del sistema paesaggio, territorio, ambiente e beni culturali del Comune di Tuscania.”La posizione uf�ciale dell’Amministrazione in merito alla proposta di Delibera Quadro è attualmente un netto “no, non per ora”, perchè la priorità è quella di attuare la Deliberazione del Consiglio Comunale N. 22 del 17.05.2011 riguardante “DETERMINAZIONI IN MERITO ALL’INSTALLAZIONE DI PANNELLI FOTOVOLTAICI NEL TERRITORIO COMUNALE”. Per l’attuazione delle decisioni di tale delibera (su cui nulla �nora è ancora stato fatto), prima di Natale è previsto l’incontro del tavolo tecnico

presso la Regione.-spiegano dal comitato- Prendiamo atto che �nalmente si stia avviando quanto deciso mesi fa, ma osserviamo che la delibera di maggio riguarda unicamente il problema degli impianti di fotovoltaico! Nulla dice sulle altre emergenze: eolico, compostaggio, in merito al quale il Sindaco non ha voluto esprimersi né ha preso in considerazione le soluzioni speci�che indicate dal Coordinamento. La proposta di delibera quadro avanzata dal Coordinamento 3T, invece, ha l’obiettivo di dotare il Comune di uno strumento fondamentale per porre le basi, oggi e per il futuro, delle decisioni che riguardano l’insieme del territorio di Tuscania e dei suoi valori non solo culturali, ma economici e sociali. Dunque fotovoltaico, ma anche eolico, compostaggio, biomasse, cartiera, e ogni altro intervento che insista e impatti su paesaggio-territorio-ambiente-beni culturali”. obiettivo della delibera quadro

proposta dal Coordinamento è quindi quello di superare una volta per tutte la logica “dell’emergenza”, quella che porta le amministrazioni a studiare strategie di tutela quando spesso è troppo tardi. In sintesi si chiede: “che tipo di sviluppo e di futuro si vuole per Tuscania, come si intende intervenire sulle emergenze ambientali, quale tipo di scelte si vogliono costruire e come concretamente? Cosa e come si intende intervenire sulle emergenze più calde? Cosa si intende fare sul problema della puzza? Dobbiamo semplicemente “augurarci che la puzza non ci sia” e continuare a sorvolare sugli allarmi senza fare nulla?Ci si vuole muovere insieme ai cittadini, con trasparenza e favorendo la loro crescita, la loro maturità e la loro consapevolezza, oppure si preferisce continuare a trattarli come persone che non sono in grado di comprendere problemi complessi, né di condividere scelte dif�cili, e ai quali dare

poche e confuse informazioni, alla meglio vaghe promesse? Il Comune vuole essere un interlocutore forte sui temi che coinvolgono la salute dei cittadini oppure accettare le conseguenze come un “inevitabile effetto collaterale”? Se “i tempi dell’amministrazione non sono quelli dei cittadini”, dobbiamo accettare questa distanza (che alle volte appare siderale) come un destino ineluttabile?” Le scelte che l’amministrazione ha fatto e farà rispetto alla città e al suo territorio hanno un impatto economico evidente per la comunità. Il Coordinamento 3T propone di basare il modello di crescita e di sviluppo di Tuscania sulla conservazione dei valori unici e positivi del territorio che costituiscono l’identità culturale dei suoi abitanti. E’ su questi temi che l’Amministrazione dovrebbe concentrarsi, evitando danni irreversibili al patrimonio fondamentale della città e del suo territorio, all’economia e alla salute dei suoi abitanti. Valeria SEBASTIANI

TUSCANIA - Prodotti tipici locali e risorse artistiche per la kermesse giunta alla 2° edizione

Un nutrito programma per ‘Assaggio e Paesaggio’ A

l via la seconda edizione di “Assaggio e Paesaggio”, la manifestazione culturale che si pone come obiettivo quello di unire la valorizzazione dei prodotti tipici locali alle risorse artistiche, storiche e paesaggistiche della città di Tuscania. Luogo dell’evento la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale di Tuscania. Nel programma delle Feste dell’Olio della Tuscia, promosse dalla Camera di Commercio e dalla Provincia di Viterbo, è inserita anche questa stupenda manifestazione che si svolgerà a Tuscania e che prevede un programma molto nutrito di iniziative: Ore 9,30 inaugurazione della seconda edizione di “Assaggio e Paesaggio”

- Apertura della Mostra Fotografica dal tema “Paesaggio rurale di Tuscania” a cura della Biblioteca Comunale, dell’Associazione culturale ViviTuscania e dell’Associazione Culturale Giardini di Santa Croce. - Esposizione e degustazione dei prodotti tipici locali a cura del Masci Tuscanica 1. Ore 10,00 presso la Sala Conferenze della Biblioteca di Tuscanica si terrà la conferenza sul tema “Olio, valore e qualità del nostro territorio”. Dalle ore 11,00 alle

ore 17,00 si potranno effettuare delle visite guidate al frantoio dell’Oleificio So-

ciale str. Tarquiniese Km. 0,800. V.Sebastiani


Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

montefiascone

13

Dalla pittura per bambini alla “Befana del Pompiere”: gli eventi che allieteranno la città fino al 9 gennaio

Tutto il programma delle feste natalizie di MICHELE MARI

P

ubblicato il programma, molto ricco, dei festeggiamenti natalizi. Inizieranno oggi, festa dell’Immacolata e si protrarranno �no a domenica 8 gennaio. Un intero mese con manifestazioni e spettacoli per tutti i gusti. Gli appuntamenti odierni: dalle ore 9 presso la biblioteca la mostra “I Bambini disegnano il con�itto”; alle ore 15 presso Villa Serena “Un augurio speciale” con musica, dolci e doni per tutti, a cura dell’Associazione Centro Diurno Anziani ed in�ne alle ore 16.30 a Corso Cavour “Degustandolio” presentazione degli olii del nostro territorio a cura del comitato di quartiere “I° Maggio” Le Mosse e Associazione Fiordini Onlus. Questa manifestazione si svilupperà anche nei giorni 9, 10 e 11 dicembre. Domenica 11 è prevista alle 11 la conferenza presso la biblioteca “I Fatti di Cefalonia”; alle ore17,30 al Palazzetto il concerto di Don Giosy e sempre alla stessa ora presso l’agriturismo Colle di

Montisola la conferenza di Angelo Cempanari “Noi, gli extraterrestri e gli ufo”. Martedì 13 dicembre si terrà alla Rocca dei Papi alle ore 17 il “Saggio, corso, indirizzo musicale”. Ecco gli altri appuntamenti importanti: venerdì 16 dicembre alle ore 21 presso la basilica di San Flaviano il Concerto di Natale della Corale di Santa Margherita e del Coro Universitario di Firenze; sabato 17 alle ore 11 alla Rocca dei Papi si terrà la Performance per i 150 anni dell’Unità d’Italia “In… Canti d’Italia, l’Italia s’è desta” a cura dell’Associazione “Tusciae20” ed in�ne alle ore 21 nell’aula magna della scuola Golfarelli si terrà la rappresentazione teatrale “Ambiente e…. pregiudizio”. Domenica 18 alle ore 17 presso la cripta di Santa Lucia ed a seguire presso la chiesa del Divino Amore si terrà il concerto “Gli organi rari di Monte�ascone dell’organista Elisabetta Adami con il �autista Roberto Aronne. Lunedì 19 alle ore 17,30 la società Libertas, presso il palazzetto, organizze-

Un intero mese con manifestazioni e spettacoli per tutti i gusti

rà “Ginnastica sotto l’albero” a cui seguirà il 21 dicembre alle ore 16 presso la palestra della scuola media Manzoni il torneo “Volley di Buon Natale”. Il 22 dicembre dalle ore 16 nel centro storico arriverà Babbo Natale a cui seguirà alle 19 in via Nazionale il “Ricco aperitivo natalizio”. Alle 21 in San Flaviano concerto di Natale “Per un mondo migliore” del Prof. P.Paolo Bordini e i suoi alunni. Il 23 Babbo Natale nel centro storico mentre in via Nazionale lettura di brani ed alle 21 alla Rocca un saggio. La vigilia ritornerà ancora Babbo Natale e scambio d’auguri nel centro storico. Per santo Stefano grandi feste a Villa Serena con la tombola e a Zepponami per la festa delle nonne cui seguirà un concerto della corale di santa Maria del Giglio. Poi lo scenario di nuovo alla Rocca, il 28 dicembre, con il concerto “To shock” cui seguirà il giorno successivo la XV giornata di studio in memoria della dott.ssa Carla Maccaroni. Il Quartetto di Sassofoni Accademia effettuerà il 30 un concerto in S. Flaviano. Dopo alcuni giorni di pausa gran �nale: giovedì 5 gennaio teatro a Villa Serena con la compagnia I Burloni. Lo stesso giorno alle ore 17 in piazza Vittorio Emanuele

“L’arrivo della Befana” con i vigili del fuoco per la grande festa che è divenuta ormai una vera e propria tradizione. A villa cardinal Salotti la Libertas ha organizzato un torneo di tennis tavolo. Il giorno dell’Epifania un programma vastissimo e valido: arrivano le Befane in piazza Vittorio

Emanuele; a Zepponami alle 15,30, il saluto dei bambini “Ciao Gesù”, mentre dalle ore 16 concerto itinerante per le vie del centro storico della Banda Cittadina, a seguire l’estrazione della ricca lotteria della A.S.D. calcio Monte�ascone con primo premio un auto. Ma il programma

non è ancora terminato: il 7 recital “In vino civitas” alla Rocca presentato dalla compagnia G. Zerbini e domenica 8 sempre alla Rocca presentazione del libro “Sex&the cake” e gran gala nella sala comunale per lo sportivo dell’anno. Un programma per tutti i gusti.

Da oggi all’11 dicembre torna sulle rive del lago Domenica al Palazzetto dello Sport lo spettacolo dell’Avis e di “Solidarietà Falisca” l’ “Enduro Free Time” di Carpfishing

Q

uattro giorni all’insegna del carpfishing sarà quello dall’ 8, oggi, a domenica 11 dicembre. Infatti le piazzole di Montefiascone saranno interessate dall’9º Enduro Free Time, organizzato da Paolo Chiovelli, titolare del negozio Free Time aperto a Montefiascone. L’Enduro di carpfishing sarà una gara di pesca a coppie e vedranno darsi battaglia circa 35 team di due pescatori ciascuno e vedrà prevalere il team che prenderà il maggior numero di chili di carpa. Le piazzole del lungolago interessate saranno quelle di Montefiascone e di Gradoli. La manifestazione inizierà oggi 8 dicembre con il ritrovo presso l’agriturismo Riva dell’Etrusco con una colazione offerta dall’organizzazione. Alle ore 9 si terrà l’estrazione delle postazioni alle coppie ed alle ore 10 inizierà l’evento. La manifestazione si concluderà domenica 11 alle ore 10 a cui seguirà un pranzo offerto dall’organizzazione presso l’agriturismo Riva dell’Etrusco a cui seguirà alle ore 15,30 la premiazione. Le coppie premiate saranno dalla prima all’ottava classificata e anche la coppia che prenderà la carpa più grande. Per ulteriori informazioni è possibile contattare armandotiberi@libero.it. M.M.

Don Giosy Cento in concerto

I

l prestigioso don Giosy Cento in concerto a Monte�ascone, domenica 11 dicembre alle ore 17,30, presso il Palazzetto dello sport di via Giuseppe Contadini. Il concerto, interamente gratuito, è stato organizzato dalla sezione Avis di Monte�ascone e dall’associazione Solidarietà Falisca. Entrambe le due grandi realtà locali festeggiano un prestigioso traguardo nel 2011: la prima il trentennale della fondazione nella città, la seconda i suoi primi vent’anni di attività. In una nota dell’Avis si legge: “L’Avis di Monte�ascone, in occasione del 30° Anniversario di fondazione della Sezione e l’Associazione di Solidarietà Falisca, nella ricorrenza del 20° anno di costituzione, hanno organizzato lo spettacolo musicale ‘Giosy Cento in Concerto’. Spettacolo musicale del famoso prete cantautore Don Giuseppe Giosy che si terrà domenica 11 dicembre ore 17,30 presso il Palazzetto dello Sport, con ingresso gratuito. Le due Associazioni -conclude la nota- intendono così celebrare congiuntamente la doppia ri-

correnza offrendo lo spettacolo alla cittadinanza a ringraziamento della generosità nel tempo dimostrata, nonché come occasione ulteriore di stimolo e di sensibilizzazione nei confronti dello spirito di volontariato che caratterizza l’opera dell’ Avis e della Falisca”. M.M.

“A passeggio tra i Presepi”: 22 opere sparse per la città B en 22 saranno i presepi disseminati in tutta la città. L’itinerario ha un nome suggestivo “A passeggio tra i presepi”. I presepi appunto, che come sempre saranno accuratamente preparati, sono posti nella maggior parte nel centro storico ma anche dislocati nelle frazioni come Mosse, Zepponami e Coste. Uno dei più blasonati è l’ormai famoso Presepe della Porticella che vede visitatori dall’intera provincia. Altri sono collocati presso la chiesa di San Pietro, presso l’Istituto Divino Amore, in Corso Cavour organizzato dal negozio “Kéramos”, nel negozio “Lo zoo di legno”, presso San Flaviano, in via Verentana con il presepio di Gabriele Fiorucci e nella chiesa di San Pietro. Inoltre nei locali della biblioteca comunale avverrà la mostra di presepi artistici a cura dell’associazione VII Regio Etruriae. Inoltre dal 21 dicembre al 6 gennaio, presso la biblioteca comunale, verrà esposto il presepe di materiale riciclato realizzato dagli alunni della classe 2 A della scuola primaria Odoardo Golfarelli dell’insegnante Maura Orzi.

Da ricordare ancora i presepi di Villa Santa Margherita, della chiesa di Santa Margherita, di Sant’Andrea a cura del centro diurno anziani e nella chiesa del Riposo con la rappresentazione “Presepe sotto le stelle” di Daniele Bonelli e a cura dell’associazione 636. Nella periferia e nelle frazioni sono degni di menzione: nella Chiesa di S. Giuseppe alle Mosse, nella chiesa di Corpus Domini; presso il Convento dei Padri Cappuccini, nella chiesa di Montedoro nella stessa frazione, nella Comunità Cotrad alle Primie questo molto bello ed accattivante, presso la Parrocchia di S. Maria del Giglio a Zepponami, nell’oratorio di “S. Maria delle Grazie”, nella chiesa di Montedoro delle Mosse, ed ancora a Villa Serena e nella Chiesa del Corpus Domini alle Coste. Da ricordare che nei giorni del 26 dicembre e del 6 gennaio si terrà il presepe vivente curato dall’associazione culturale Fiordini Onlus che verrà allestito presso le ex carceri della Rocca dei Papi che ha riscosso unanimi consensi negli anni scorsi. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 8 Dicembre 2011

VETRALLA - La festa dell’Immacolata apre un periodo ricco di eventi

Natale in piazza tra cultura e tradizioni E

’ un dicembre ricco di appuntamenti quello in programma a Vetralla. Si comincia questa mattina con la solenne messa dell’Immacolata presso il Duomo di Vetralla (alle 7,30 / 10,00 e 11,30), poi alle 10,30 presso la sala consiliare l’inaugurazione della mostra “Documenti Archivio”, mentre alle 11 presso Piazza Umberto I la Pro Loco inaugurerà la “Tabella turistica del Duomo e del palazzo comunale”, per completare la mattinata alle 11,30 con l’attesa apertura dei mercatini di Natale presso Piazza della Rocca e via Cassia Interna. Nel pomeriggio, alle 17, si terrà la cerimonia d’accensione dell’Albero di Natale e delle luminarie presso Piazza Umberto I, con

i canti del coro dei bambini, la consegna delle letterine a Babbo Natale, la degustazione di cioccolata, dolcetti e vin brulè, animazioni per bambini e bancarelle dell’artigianato. Durante la manifestazione verranno raccolti fondi a scopo benefico per l’Associazione Semi di Pace. La stessa cerimonia verrà celebrata a Cura in Piazza Santa Maria del Soccorso. D o m a ni invece in Piazza Umberto I si terrà il torneo di burraco (prenotazioni al numero 0761/ 460006 o 3394369268. Si prosegue sabato con l’apertura alle 10 in Piazza della Rocca degli stand e rassegna degli olii extravergine d’oliva prodotti e moliti a Vetralla con la presenza di frantoi e pro-

Oggi pomeriggio alle 17 la cerimonia di accensione dell’Albero di Natale

duttori locali. Stesso orario per l’apertura dello stand Ciocco Tuscia in otur edizione Vetralla. Alle 17 invece la Pro Loco presenterà presso la sala consiliare del Comune il “Calendario dei ricordi”, un evento tradizionale che dal 2000 celebra le tradizioni popolari e le bellezze del territorio, un’evocazione del tempo passato accompagnata da un interessante e inedito materiale iconografico.

VETRALLA - L’associazione il Sassogrosso promuove l’evento il 17 e 18 dicembre

In arrivo il Mercatino del Baratto

I

l bisogno di tutelare l’ambiente e, perché no, anche l’opportunità di fare scambi senza la necessità di disporre di denaro. Risponde ef�cacemente a queste due esigenze il Mercatino del Baratto che l’Associazione Popolare il

Sassogrosso ha intenzione di organizzare per le giornate di sabato 17 e domenica 18 dicembre. L’appuntamento è �ssato sulla via Cassia, tra Piazza della Rocca e Piazza Umberto I, a partire dalle ore 10 �no alle 13 e poi dalle 16 alle

19. Chiunque potrà esporre piccoli oggetti da barattare e foto o descrizioni di oggetti più ingombranti. Effettivamente l’associazione si impegna da tempo con una serie di iniziative volte alla tutela del territorio. Fra queste alcune sono �naliz-

zate alla riduzione dei ri�uti da portare in discarica. Una riduzione che comporta una positiva ricaduta economica sui costi per lo smaltimento dei ri�uti sull’amministrazione e quindi sui cittadini. “Ne deriva sottolineano dall’associazione - che la prima regola nella gestione dei ri�uti è la loro riduzione, ovvero si deve evitare che gli oggetti diventino ri�uti. D’altra parte molti oggetti che diventano ri�uti sono ancora in buono stato, funzionanti e utili per qualcun altro, dunque meglio favorirne lo scam-

bio, la cessione, il baratto”. Proprio al �ne di sensibilizzare i cittadini verso tali �nalità il Sassogrosso organizza il primo Mercatino del Baratto. Gli oggetti piccoli potranno e s s e r e consegnati p r e s s o la sede dell’associazione in Piazza Europa snc, previo contatto telefonico con Cristina Fieno (3393815295) o Carlo Maria Iacoponi (3386980992) oppure direttamente presso il mercatino nei giorni del 17 e 18 dicembre. Le foto e le de-

La prima regola nella gestione dei rifiuti è evitare che gli oggetti diventino rifiuti

scrizioni degli oggetti ingombranti possono essere inviate a cristina.�eno@alice.it o a fernanda.torres@alice.it Il Mercatino del Baratto è anche su Facebook, per partecipare basta aggiungersi fra gli amici, taggare o inserire una foto dell’oggetto da barattare indicandone caratteristiche salienti e l’oggetto che si desidera in cambio. Gli oggetti che si intendono buttare, anche se sono “come nuovi”, possono essere donati all’associazione e venduti ad offerta libera nel Mercatino del Riuso. Il ricavato della vendita degli oggetti sarà utilizzato dall’associazione per valorizzare il territorio realizzando percorsi nel bosco di Montefogliano. E.F.

Partita l’attività di rifacimento del manto stradale, messa in opera della segnaletica e installazione semafori

Emergenza Cassia, al via i lavori P

artiti i lavori per la messa in sicurezza della Cassia. Si tratta del rifacimento del manto stradale, dell’installazione di un semaforo per l’attraversamento pedonale nel Comune di Monterosi e della messa in opera della segnaletica stradale. “I lavori realizzati dall’Astral, società che gestisce la viabilità regionale, – dichiara l’assessore provinciale ai lavori pubblici e alla viabilità Gianmaria Santucci – sono di massima urgenza e permetteranno di ristabilire la sicurezza su alcune tratte dell’importante strada che attraversa la nostra provincia”. Questi interventi sono una risposta all’allarme suonato da più parti. Appena qualche giorno fa l’ennesima vittima. Emanuele

Ricucci, responsabile provinciale delle politiche sociali de La Destra, aveva fatto appello alle massime istituzioni per interrompere la serie di incidenti mortali che oggni anno avvengono sulla cassia. Su Monterosi la Provincia si è impegnata a far installare il semaforo pedonale a proprie spese anche se la competenza su quel tratto non è di palazzo Gentili. “Quel tratto di strada non è provinciale, ma di proprietà e competenza del Astral. Con que-

sto - spiega Santucci - non voglio affermare che lì non esiste un problema reale, anzi. Per questo la Provincia di Viterbo si è, già da qualche tempo, adoperata per trovare una rapida soluzione. Una soluzione molto importante - ha aggiunto Santucci - che potrà permettere ai pedoni di attraversare il tratto di strada a scorrimento veloce in assoluta tranquillità. Inoltre, sempre a proprie spese, l’amministrazione provinciale realizzerà un attrevrsamento zebrato estremanete utile per tutti i fruitori dei pullman che proprio lì hanno le fermate, oltre al potenziamento dell’illuminazione”.

Interventi di risposta ai numerosi appelli lanciati sulla pericolosità di alcuni tratti di strada


Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

comprensorio sud

15

Quattro giornate all’insegna del gusto con visite guidate, appuntamenti culturali e degustazioni

L’olio protagonista nella Tuscia Q

uattro giornate all’insegna del gusto: è quanto propongono i Comuni di Blera, Canino, Vetralla e Tuscania da oggi �no al prossimo 11 dicembre in occasione delle Feste dell’Olio della Tuscia, promosse da Camera di Commercio di Viterbo e Provincia di Viterbo con il contributo dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio. Un week end speciale che, grazie anche alla festività dell’Immacolata, può rappresentare per i turisti in visita nella Tuscia un’occasione di scoprire anche le eccellenze enogastronomiche. Le Feste dell’Olio della Tuscia propongono, infatti, degustazioni guidate, visite in frantoio, piatti tipici, insieme a mostre e incontri. Inoltre a Viterbo la Camera di Commercio propone Gustose Feste, degustazioni guidate, pacchi natalizi ed eventi dedicati ai prodotti tipici di qualità a Marchio Tuscia Viterbese e alle Nocciole dei Cimini. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.welcomeintuscia.it o la pagina di Facebook “Welcome in Tuscia”.

Giovedì 08 Dicembre 10.00 Canino apertura Stand e Mostre e a Piazza Vittorio Emanuele, apertura della Piazza dell’Olio con assaggio ed esposizione dell’olio dei Frantoi di Canino 10.00 Canino Sala Conferenze Arancera, apertura vetrina degli oli dei frantoi di Canino con assaggio della bruschetta 10.00 Canino Largo Bonaparte, apertura mostra macchine agricole 10.00 Canino Via Roma, Via Cavour, Largo Bonaparte, apertura mercatini artigianali 10.00 Canino Giornata del Ringraziamento a cura della sezione di Canino della Coldiretti 10,30 Canino Ex Convento di San Francesco, visita guidata al Museo della Ricerca Archeologica di Vulci 11.00 Canino Via Cavour, apertura del Vicolo dei Sapori “Dalla campagna i sapori di una volta” 11.00 Canino Sala del Gusto dell’Arancera, abbinamenti con l’olio extravergine di oliva di Canino e assaggi gastronomici con i cuochi del “Gambero Rosso” 11.00 Canino Sala Arancera, conferenza “Castellardo e din-

Un servizio finanziato interamente con i soldi dei cittadini

CANEPINA - Un libro di Maria Flora Mangano

“Rugiada” al Museo delle Tradizioni Popolari S

abato 10 dicembre alle ore 16 a Canepina, presso il Museo delle Tradizioni Popolari, Salone Quarto Stato, si terrà un incontro con Maria Flora Mangano, autrice del libro “Rugiada” (edizioni Forme Libere). Interverranno, fra coloro che hanno letto il libro, Elda Pizzi e Alberto Scala. Coordina il direttore del museo Quirino Galli. Un viaggio in treno in una calda giornata estiva. In uno scompartimento alcune persone condividono un tratto del percorso. In “Rugiada” si intrecciano storie, racconti e dialoghi. Ciascuno, inconsapevolmente e gradualmente, prende parte alla vita dell’al-

tro, ascoltando, parlando o restando in silenzio. Ognuno, senza averne la percezione, diventa occasione di incontro, a volte di scontro, in generale di dialogo con l’altro. Diviene dono per l’altro. “Ci sono tanti modi per raccontare una storia. E altrettanti per non raccontarla. Si può tacere, generalizzare, nascondere, minimizzare, come pure esagerare, con il rischio di gridare. Si può, poi, sussurrare: piano, lentamente, prendendo �ato e chiedendo tempo. A questo punto, a volte, prende forma un altro racconto, non scritto, né orale: una storia intima, antica e familiare, che tocca corde poco note e coinvolge. Parla e, spesso, dà voce al non detto”.

Coordinerà la presentazione il direttore Quirino Galli

torni” 15.00 Canino Corteo Storico “Canino a spasso con la sua storia” con la partecipazione dei sindaci del ducato di Castro e dell’Associazione Fontanella e dell’Associazione Napoleonica italiana 15.30 Canino Largo Bonaparte, “Il Paese dei balocchi” 16.00 Canino Piazza De Andreis e Via Roma, distribuzione bruschetta con l’olio extravergine di oliva 17.00 Canino Sede comunale, conferenza “Unus Amicorum Animus: onore ai principi di Canino” Presentazione libro “Canino cronaca di un viaggio sentimentale” a cura dell’Associazione Napoleonica Romana e del Centro studi Luciano Bonaparte con la partecipazione dei sindaci del Ducato di Castro 17.30 Canino Piazza De Andreis, guinnes “La Bruschetta più grande del mondo” con l’olio extravergine di oliva DOP di Canino. Venerdì 09 Dicembre 10.00 Canino Via Roma, Via Cavour, Largo Bonaparte, apertura mercatini artigianali, stand e mostre 17.00 Canino Aula magna della scuola “Musicando ….il Natale” Sabato 10 dicembre 8.00 Blera Frantoio Colli Etru-

schi, visite guidate e degustazione di piatti tipici a base di olio novello �no alle 20 9.00 Tuscania Giardini Sala Conferenze, apertura esposizione dei prodotti tipici locali 9.00 Tuscania Sala Conferenze della Biblioteca Comunale, mostra fotogra�ca dal tema “Paesaggio Rurale di Tuscania” 10.00 Canino Sala Conferenze Arancera, apertura vetrina degli oli dei frantoi di Canino con assaggio della bruschetta 10.00 Canino Piazza dell’Olio, apertura stand e mostre e a Piazza Vittorio Emanuele, assaggio ed esposizione dell’olio dei Frantoi di Canino. Via Roma, Via Cavour e Largo Bonaparte, apertura mercatini artigianali 10.00 Tuscania Sala Conferenze della Biblioteca Comunale, conferenza “Olio, valore e qualità del nostro territorio” 10.30 Canino Cinema alla Pineta, conferenza sull’Olio e presentazione libro “ L’olivo a Canino” 10.30 Canino Aula magna della scuola, “Musicando il Natale” 11.00 Tuscania Strada Tarquiniese al Km. 0,800, visite guidate al frantoio dell’Olei�cio sociale 17.30 Canino Chiesa Collegiata, concerto di musica classica 19.30 Canino Aperitivo al Museo con prodotti locali a base di olive Domenica 11 dicembre

8.00 Blera Frantoio Colli Etruschi, visite guidate e degustazione di piatti tipici a base di olio novello 10.00 Canino Piazza Vittorio Emanuele, apertura della Piazza dell’Olio con Assaggio ed esposizione dell’olio dei Frantoi di Canino 10.00 Canino Via Roma, Via Cavour, Largo Bonaparte, apertura mercatini artigianali 15,00 Canino Via Cavour, apertura del “Il Vicolo dei Sapori” 15.00 Canino Largo Bonaparte, caccia al tesoro

15.30 Canino Sala Conferenze Arancera, caccia all’intruso imparando a conoscere l’olio 16.00 Canino Piazza De Andreis e Via Roma, distribuzione bruschetta con l’olio extravergine di oliva di Canino e manifestazione folcloristica 17.30 Canino Piazza De Andreis, guinnes dei primati la Bruschetta più lunga del mondo con l’olio extravergine di oliva di Canino 17.30 Vetralla Centro storico, dimostrazione dei metodi di raccolta delle olive e degustazione dei prodotti tipici e visita ai frantoi

FABRICA DI ROMA - “Natale...E’ tempo di palle”, il Pd si pronuncia sulla grave situazione in cui versa l’intera provincia R iceviamo e pubblichiamo dal Partito Democratico di Fabrica di Roma. “A seguito di svariate mail che alcuni cittadini fabrichesi hanno inviato alla provincia per chiedere conto della chiusura della SP valleranese, è arrivata la risposta da parte di una funzionaria provinciale, la quale ci spiega che lei stessa ha �rmato l’ordine di chiusura di questa importante via di collegamento per ragioni di sicurezza. Si legge nella email di risposta che la stessa funzionaria, ha potuto personalmente constatare la pericolosità del manto stradale e per questo ha ordinato la chiusura della strada in attesa dell’af�damento di gara per i lavori. Il sindaco Scarnati qualche tempo fa aveva fatto af�ggere manifesti (che stanno assumendo la caratteristica di macchiette per via dell’ossessiva ripetitività con cui si susseguono, tutti a spese nostre), nel quale faceva sapere ai cittadini che il 25 novembre sarebbero iniziati i lavori sulla provinciale valleranese grazie all’interessamento dell’amministrazione da lui guidata. Purtroppo il 25 novembre l’amministrazione provinciale ha chiuso al transito la suddetta strada, perchè pericolosa e la prova ce la fornisce direttamente la funzionaria provinciale.

Gentile sindaco Scarnati, se questi sono i risultati delle sue intercessioni in provincia per farci avere quello che ci spetta di diritto, le raccomandiamo di non intercedere più, si chiuda nel suo studio a scrivere (o farsi scrivere) manifesti cosi farà meno danni possibili. Quello che però ci pare più probabile è che l’annuncio della asfaltatura della SP, sia un’altra delle palle che propina ai fabrichesi da qualche mese. Una palla che sommata a quella che propagandava soluzioni immediate per togliere l’arsenico dalle nostre acque, e che aggiunta all’altra palla secondo la quale è stato conveniente per la comunità vendere la farmacia comunale, ci riempie di belle palle con le quali addobbare quest’anno l’albero di Natale in piazza Duomo. Pare di tutta evidenza che la provincia di Viterbo, in preda a lotte intestine, ha come ultimo pensiero la sicurezza ed i servizi che deve ai cittadini. Sono anni che si denuncia lo stato di pericolosità della valleranese, ma mai nessuno si è mosso salvo muoversi per prendere la decisione di chiuderla. E come mai il transito è vietato alle automobili mentre è concesso ai mezzi COTRAL che oltretutto mobilitano i ragazzi ed i lavoratori tutti i giorni?

La sicurezza vale solo per i privati cittadini mentre si possono far correre seri rischi a chi viaggia con i mezzi pubblici?

L’asfaltatura della Provinciale Valleranese è l’ennesima balla propinata ai cittadini La verità è che il nostro territorio stà pericolosamente chiudendosi in se stesso, si chiudono i nostri ospedali, le

strade importanti e si affacciano ipotesi di discariche senza che la nostra provincia muova un dito per risollevarci da questa pericolosa china verso cui la regione Lazio ci stà portando. Crediamo inoltre che af�dare un comunicato come quello di cui sopra ad un funzionario, facendo credere che le scelte non siano politiche ma tecniche, è la più grossa palla che la provincia ci poteva regalare per Natale; la aggiungiamo alle palle del sindaco di Fabrica di Roma, e ringraziamo sentitamente queste amministrazioni targate PdL per le strenne natalizie che hanno voluto regalare quest’anno ai fabrichesi.


orvieto eventi

16

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 8 Dicembre 2011

Gli incidenti mietono vittime come nessun altra piaga sociale. Serve una battaglia di classe?

‘Morire di lavoro’ di Tiziana RASTELLI

L

’argomento, ‘morte sul lavoro’, purtroppo sempre di estrema attualità, è stato trattato attraverso la chiave editoriale, parlando di tre libri usciti negli ultimi tre anni, direttamente con gli autori. L’incontro “Per Non Morire di Lavoro” è stato promosso dall’associazione Centro di documentazione popolare di Orvieto, e si è svolto con il sostegno di: Libreria Parole Ribelli di Orvieto, Associazione Nazionale per la Sicurezza sul Lavoro, “Ruggero Toffolutti” di Piombino, Associazione “L’albero di Antonia” di Orvieto, Confederazione COBAS - Comitati di Base dell’Orvietano. Nella parte introduttiva dell’iniziativa c’è stato un collegamento telefonico con l’Assemblea 29 giugno di Viareggio, che riunisce i familiari delle 32 vittime della strage della stazione di Viareggio del 29 giugno 2009, e che nonostante le dif�coltà della vertenza e le ritorsioni di Trenitalia, stanno portando avanti una dura battaglia per il ri-

conoscimento delle responsabilità dell’incidente. L’iniziativa, ha avuto il merito di portare alla luce un concetto importante: gli incidenti sul lavoro sono dovuti alla logica fondamentale che regola il nostro sistema: la logica del pro�tto. Di fronte al pro�tto il lavoratore può e deve essere messo da parte. Di fronte al pro�tto il lavoratore è una nullità, una variabile. La giustizia italiana oltretutto sembra cercare nei cavilli burocratici lo sconto massimo della pena distinguendo chi compie dolo e chi invece potenzialmente potrebbe farlo, mentre ancora ci sono avvocati difensori dei colpevoli con la consapevolezza cinica di difendere ‘meschinamente’ chi ha sbagliato. I mass-media ne parlano in modo marginale, secondario, mettendo, magari per mesi sulle prime pagine dei quotidiani, un fatto privato, per quanto sanguinoso, ma pur sempre esclusivamente privato e �ne a se stesso solo perché fa più notizia. Tutti questo emerge dai com-

menti dei tre libri presentati sull’argomento: Samanta di Persio è l’autrice di “Morti Bianche”, un libro oggettivo che lascia parlare le persone. La presentazione è di Beppe Grillo il quale è anche editore di questo libro, ‘scomodo’, una sorta di testamento senza bene�ciari, anzi con familiari che restano troppe volte senza assistenza e in completa solitudine. ‘L’uomo che manca’ di Giovanni Dozzini è un romanzo di

pura invenzione, a differenza degli altri due, ma che ci riporta al noe-realismo, al romanzo sociale, all’attenzione per “gli ultimi” In�ne Daniele Biacchessi, Alfredo Colitto, Patrick Fogli, Jean-Pierre Levaray, Valerio Varesi - a cura di Simona Mammano: ‘ Maledetta Fabbrica’ ‘Il lavoro uccide’. In un cantiere, alla guida di un tir o in una fabbrica, la vita umana è il bene meno tutelato. Probabilmente è proprio l’opinione pubblica, siamo proprio noi, che non abbiamo ancora preso coscienza della grandezza di questa piaga sociale che in media procura 4 morti giornaliere. Coscienza di classe?Lotta di classe?… da li dovrebbe ripartire: proprio dalla classe operaia, in un processo di sensibilizzazione che va al di la dei sindacati o degli intellettuali. L’unica battaglia è la battaglia del lavoro con il quale porre �no a questo scandalo delle morti bianche.

Al via la manifestazione che unisce enogastronomia e cultura

OFF, il festival che propone ‘sapere e sapori’ I

nizia oggi 8 dicembre una delle più importanti manifestazioni che Orvieto ricordi dopo CittàSlow e UmbriaJazzWinter. Per la seconda volta dopo il successo dello scorso anno “edizione zero”: OFF… Orvieto Food Festival. Sottotitolo: “Orvieto nutre la mente” e questa frase la dice lunga su quanto hanno organizzato all’edizione numero uno del grande festival, ovvero quattro giorni per coniugare l’eccellenza dell’enogastronomia e gli stimoli di appuntamenti culturali, attraverso iniziative “di sapori e di saperi”, incontri e convivi con testimonial di esperienze signi�cative. L’inedito format dell’evento consente un originale connubio tra nutrimento per il corpo e cibo per la mente, eccellenze enogastronomiche del territorio e protagonisti del nostro tempo, piacere

della buona tavola e stimoli culturali, tradizione del buon vino e suggestioni per lo spirito. Come è stato detto durante la conferenza stampa di presentazione, la nostra Città ha bisogno di grandi eventi che valorizzino innanzi tutto la rupe al di là del Duomo e del Pozzo di San Patrizio. I festival se ben organizzati producono economia e in questo momento ce n’è davvero bisogno, c’è bisogno di relazioni, di coraggio, in un momento in cui le vecchie tradizioni sono quasi scomparse e delle vecchie feste “ecclesiastiche” non se ne fa più niente. Dopo aver recentemente riconosciuto Assisi come capitale della cultura che rende tutta l’Umbria erede di tale titolo, questo

Un originale connubio tra nutrimento per il corpo e cibo per la mente...

festival è uno degli esempi da seguire per far rinascere innanzi tutto la cultura, il movimento, i suoni e le parole, le tradizioni culinarie, per far crescere le imprese che hanno avuto il coraggio di investire su tale impegno in un momento economico in cui di coraggio ne serve davvero parecchio e di questo ne dobbiamo assolutamente prendere atto. Il programma sintetico si può trovare nel sito uf�ciale di OFF: (www.orvietofoodfestival.it) in maniera estesa e particolareggiata. TRast.

I corsi di ‘Clownterapia’ per regalare un sorriso e una buona emozione a chi ne ha più bisogno

S

ono aperte le iscrizioni al corso base di Clownterapia, meglio detta “gelotologia”, la Scienza del Sorriso, può essere applicata in tutte le situazioni del disagio sociosanitario. E’ scienti�camente provato che il riso, il sorriso, le buone emozioni, attraverso complessi meccanismi neuro immunitari, favoriscono il miglioramento della salute sia psichica che �sica in senso stretto. Così da molto tempo l’Associazione Ridere per Vivere mette in pratica queste certezze scienti�che accomunando l’arte del clown con la ricerca della salute, in un mix dai risultati davvero notevoli. Il territorio di Orvieto non è nuovo a questo tipo di corsi ed all’intervento dei Clown Dottori e dei Volontari del Sorriso; oggi, in più, esso ospita (nei dintorni di Colonnetta di Prodo) la prima Scuola Europea di Alta Formazione per Clown Dottori, operatori della Salute ed Insegnanti, di cui in effetti questo corso di base è il primo step. “Il Corso, - spiega il dottor Leonardo Spina responsabile del progetto, - è aperto a persone motivate al volontariato, con la voglia di dare e ricevere buone emozioni, con la voglia di mettersi in gioco proprio in tempi come questi, nei quali sembra che pessimismo e tristezza la facciano da padroni. Nella nostra più che ventennale esperienza abbiamo imparato che proprio nelle situazioni dif�cili il sorriso aiuta ad alimentare la speranza, il coraggio, la �ducia, la gioia. In una parola,la vita.” I Volontari del Sorriso che usciranno da questo Corso saranno impiegati in vari ambiti: nelle case di riposo dove i nostri anziani vivono tempi vuoti, dilatati; nelle strutture sanitarie; nelle scuole. Il corso verrà presentato mercoledì 14 dicembre, alle 18, in un pomeriggio all’insegna della comicoterapia, presso la libreria “Parole Ribelli” in Orvieto ( C.so Cavour 3) e partirà - con il primo appuntamento - sabato 14 gennaio presso la Terra del Sorriso, Colonnetta di Prodo, nella nuovissima “Sala Chaplin”. fonte: orvietonews.it

Premiato a Perugia il Liceo Artistico

L’associazione P285 per la sicurezza degli studenti

S

P

i è svolto ieri, alle ore 9.00 presso la Sala Partecipazione di Palazzo Cesaroni di Perugia, la premiazione dei vincitori del Concorso sui 150 anni dell’Unità d’Italia dal titolo ‘Viva l’Italia. L’Italia unita in Europa’ Anchen il Liceo Artistico di Orvieto ha partecipato al concorso presentando un lavoro multimediale, consistente in uno spot, nel quale i ragazzi sono attori e creatori di idee, di musiche ed immagini. Il Liceo orvietano, si è distinto per capacità creative e per la qualità del prodotto �nale, e ha ritirato il meritato premio,

attraverso i docenti dell’area audiovisiva multimediale, i professori Fabrizio Boggi, Maria Teresa Nulli e Cristia-

na Valentini e ovviamente del Dirigente Scolastico, professor Mario Gaudino.” Questo successo, - dice il preside Gaudino, - conferma le attitudini professionali che emergono nel nostro Liceo pronto a sostenere i ragazzi che chiedono di essere guidati nell’appropriarsi di tecniche e linguaggi moderni da loro molto sentiti. E’ in questa direzione che il Liceo Artistico di Orvieto oltre agli indirizzi di Arti Figurative, Architettura e Ambiente, Gra�ca, ha attivato il nuovo indirizzo Audiovisivo Multimediale.” F.M.

er l’anno scolastico 2011-2012, viene riproposto il progetto “20 minuti X 20 storie”. Rivolto agli studenti della Scuola Media “Scalza-Signorelli” di Orvieto. L’idea, promossa quest’anno dall’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Porano Marco Conticelli, dall’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Orvieto Roberta Tardani e dalla Direzione Didattica della Scuola Media L.Signorelli, e stata studiata per impegnare e tutelare i ragazzi

che, al termine delle lezioni, devono attendere lo Scuolabus per il rientro nelle proprie abitazioni, tenendoli impegnati e al

sicuro. Viene, così assicurata una sorta di controllo e vigilanza di studenti minorenni che, nell’attesa, avranno la possibilità di essere impegnati in un progetto predisposto dalla P285, l’Associazione che gestisce il Centro di aggregazione giovanile Mr. Tamburino e che da anni promuove i diritti per l’infanzia e l’adolescenza.


Giovedì 8 Dicembre 2011

cultura & spettacolo

Viterbo & AltoLazio

17

A partire dal prossimo week end musica cinema spettacoli e mercatini per gustare un mix di tradizione e festa

A Tolfa 30 eventi per festeggiare il Natale

E

’ tutto pronto a Tolfa per una apertura delle iniziative natalizie assolutamente da non perdere. Fin da oggi prende infatti il via un calendario ricco di appuntamenti per tutti i gusti. Fino al 24 dicembre infatti Piazza Vittorio Veneto ospiterà il Mercatino Natalizio, intorno al quale il Comune di Tolfa con il contributo delle delegate comunali, di tanti volontari,

dell’Università Agraria, della protezione civile e delle associazioni locali ha preparato numerose iniziative. Accanto agli stand artistici ed artigianali, nella piazza illuminata a festa, ci sarà il villaggio con la casetta di babbo Natale e quella dedicata alla solidarietà. Per i vicoli del paese in�ne saranno allestiti alcuni presepi artigianali.

Il periodo natalizio a partire da questo weekend vedrà infatti oltre 30 eventi tra musica, cinema e spettacoli vari e Tolfa si trasformerà in un vero e proprio villaggio di Natale. Tutti i cittadini sono invitati a fare una passeggiata a Tolfa per gustare un piacevole mix di tradizione e festa. 8 dicembre Dalle ore 16,30 in piazza Vittorio Veneto, inaugurazione del Mercatino di Natale e del villaggio di Babbo Natale. Animazione per i più piccoli con giochi e attività, degustazioni di vin brulè e cioccolato caldo, Babbo Natale riceverà le letterine dei più piccoli. Ore 17,30 presso il Museo Civico: inaugurazione della mostra di Riccardo Pasquini,

artista tolfetano che da 7 anni vive e lavora nel castello di Castellar de la Frontera, Cadice, Spagna dove ha la sua propria galleria “Arte y Creaciòn”. Per la prima volta, dopo il successo riscontrato a livello internazionale in questi anni torna a Tolfa, dove esporrà le sue opere �no al 6 gennaio. Venerdì 9 dalle ore 18 in Piazza G. Matteotti, Tradizionale Festa della Madonna di Loreto, con il tradizionale fuoco in piazza intorno al quale bambini e non potranno degustare la cioccolata calda. Sabato 10 ore 20.30, presso il Teatro Claudio, Premio Etruria Film Festival, VIII edizione. (Ingresso su prenotazione �no ad esaurimento posti) Torna a casa dopo 9 anni il riconoscimento cinematogra�co italiano, istituito nel 2002, che si assegna su base annuale. Le prime due edizioni, nel 2002 e nel 2003 si sono tenute a Tolfa, con una grande enfasi mediatica. Il premio si è poi

spostato a Roma per problemi logistici, ma l’Amministrazione comunale ha fortemente chiesto all’organizzazione di riportare l’iniziativa a Tolfa, nel nuovo Teatro Claudio. Quest’anno la madrina del premio sarà Anna Falchi. La serata vedrà la partecipazione di numerosi attori ed attrici, tra cui Giulia Micheli, Ennio Fantastichini e Francesco Montanari. Durante l’evento si terrà l’esibizione della cantante Paola Canestrelli e la proiezione dei cortometraggi premiati. Domenica 11 Convegno

Appuntamenti del fine settimana Sabato 10 dicembre ore 18,00 Università degli Studi della Tuscia Auditorium di S. Maria in Gradi - VITERBO Natale americano Maria Elena Infantino, canto Stephen Kramer, pianoforte info 348 7931782 – delrosa@unitus.it - ingresso 9,00 euro Sabato 10 dicembre - ore 17,00 Sala dell’Archivio Diocesano (Palazzo Papale) piazza S. Lorenzo – Viterbo Apprendere dalla crisi ore 9.30 - 10.30 intervento di saluto di Luciano Osbat, responsabile dell’Archivio introduzione di Palmisciano ore 10.30 - 12.00 in molteplici forme creative, “raccontano” la crisi: Rosaria Bortolone; Marco Piacentini; Paola Musarra; Anna D’Attilia e Lucilla Ruf�lli; Saverio Senni; Elvira Federici; Giovanna Martini; Enrico Sgarella; Rosalba Conserva; Claudio Arfuso ore 12 - 12.30 - Giuliano Cannata. Partecipazione è libera e gratuita - per iscriversi: inviare una e mail a seminari@circolobateson.it Sabato 10 dicembre - ore 20,00 Ristorante Da Benedetta – Vetralla In Vino Veritas ossia Ubriachi d’Opera Spettacolo umoristico lirico con cena (30 euro)

Sabato 10 dicembre - ore 21,00 Sala Polivalente di Vejano Sangue dal naso di e con Andrea Maurizi Ingresso Euro 5,00 Domenica 11 - ore 17,00 Teatro Scuderie Farnese – Caprarola Compagnia Teatro Popolare “P.Liuzzi” LA SERENATA È FENITA Scritto e diretto da Romolo Passini Musiche originali di Paolo Stefani - Info e prenotazioni 0761.645028

Canti soavi del coro polifonico Il sasso nello stagno presenta Viterbo a Teatro San Giovanni di Bagnaia U

n intenso programma di canti religiosi per il concerto che il coro polifonico San Giovanni di Bagnaia diretto da Maria Loredana Serafini terrà stasera, festa dell’Immacolata, alle 18, nella chiesa del Suffragio in corso Italia. L’ e s e cuzione dei canti sarà accompagnata all’organo dal Ferdinando Bastianini. Al violino da Wanda Folliero. A l l e percussioni da Francesco Piazza, intercalata da letture di vari brani da parte di Pietro Bevilacqua e Francesco Piazza e da movimenti coreografici della scuola di danza “Dancerostudio” ideati da Cinza Ana Corteiosa. Voci soliste: il soprano Barbara Giannetti e il tenore Valerio Bruni.

Al Cinema

Sabato 10 dicembre - ore 16,00 Museo delle Tradizioni Popolari - Canepina incontro con Maria Flora Mangano ed il suo libro RUGIADA Interverranno Elda Pizzi e Alberto Scala. info 339 8450118 - libro.rugiada@gmail.com 10 e 11 Dicembre - dalle ore 11,00 alle 17,00 Via Madonnella 41 (strada orvietana) - Monte�ascone IL CASALE “arte libera tutti” Esposizione Natalizia Arte e Artigianato Musica e Vin Brulè Sabato 10 dicembre - ore 17,00 Le Sorgenti Caffè Libreria di Maurelli Katia & Co Via Porta Fiorentina 1– Bolsena Viaggio nel Sud dell’India Un viaggio tra bellezza e senso della vita I cortometraggi di Filippo Carli - Sarà presente l’Autore

U

na ri�essione condivisa sulla fame di spazi deputati e di strutture a servizio delle attività teatrali a Viterbo. Lunedì 12 alle 16 e 30 nella Sala delle Conferenze della Fondazione Carivit, alla presenza di Enrico Maria Contardo, Assessore alla Cultura Comune di Viterbo Stefano Porri Direttore artistico Stagione Teatrale di Viterbo, gli operatori teatrali, le compagnie e le associazioni viterbesi coordinate da Antonello Ricci propongono una ri�essione sulla cronica carenza di una seria e perseverante politica delle istituzioni per la crescita civile del nostro territorio attraverso i fermenti, che pure non sono mancati, del suo Teatro. Dibattito e confronto, quindi, soprattutto sull’importanza dello spazio teatrale come teatro di una possibile crescita comunitaria, come of�cina delle identità, anche locali, come lievito e come contenitore attraverso cui portare in scena processi di crescita personale e collettiva. Con aperture alla formazione e alla trasmissione di esperienze che arrivano da lontano, che sanno ascoltare voci diverse. Un’occasione, soprattutto, per dar voce alle numerose realtà che a Viterbo operano da anni nel mondo del teatro e della cultura viterbesi, e il cui progredire, trasformarsi, crescere, resistere, ostinarsi ha contribuito non poco alla crescita di tutti noi.

“La sensibilizzazione al rispetto e alla cura dei cani” - Ore 11, Largo Donatori del sangue Dalle ore 17.30 in Piazza V. veneto concerto dei ragazzi di Max Petronilli e il gruppo musica d’insieme. A conclusione tombolata natalizia. Oggi, venerdì 9 e domenica 11 alle ore 18 e 21.30, presso il cinema teatro Claudio, proiezione dell’ultimo �lm di Ficarra e Picone “Anche se è amore non si vede”, uscito nelle sale lo scorso 23 novembre. Biglietto al prezzo popolare di 5 euro.

VITERBO Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano Il giorno in più Orario: 15.45- 18.00 - 20.00 - 22.30 Scialla! (Stai sereno) Orario: 18.00 - 20.00 - 22.00 Cinema Genio Via del Teatro Genio 1 Midnight in Paris Orario: 18.30 - 20.30 - 22.30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51a Pina Orario: 20.00 - 22.00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 Anche se è amore non si vede Orario: 18.30 - 20.30

VETRALLA Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura Scialla! (Stai sereno) Orario: 22.00

CASTIGLIONE IN TEV. Cinema Tevere Via Orvietana Il re leone Orario: 15.30

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32

Happy Feet 2 Orario: 18.00 Anche se è amore non si vede Orario: 15.45- 18.00 - 20.00 - 22.30 Real Steet - Cuori d’acciaio Orario: 20.00 - 22.30 Il re leone Orario: 15.45 - 18.00 Il mistero di Rookford Orario: 15.45- 18.00 - 20.00 - 22.30 Anche se è amore non si vede Orario: 18.00 - 20.15 - 22.30

SORIANO NEL CIMINO Cinema Florida Piazza Marconi 12 Anche se è amore non si vede Orario: 16.00 - 18.00 - 20.00

MONTEFIASCONE Multisala Flavia Via della Croce 1 Lo schiaccianoci Orario: 16.00 - 18.00 - 20.00 -22.00 Real Steet - Cuori d’acciaio Orario: 21.30

The Twilight Saga: Breaking Dawn Multisala Gallery Orario: 15.45 - 17.50 - 20.00 - 22.00 Via Cardinal Salotti Anche se è amore non si vede Anche se è amore non si vede Orario: 18.00 - 20.00 - 22.00 Orario: 16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00 Scialla! (Stai sereno) Real Steet - Cuori d’acciaio Orario: 18.00 - 20.00 - 22.00 Orario: 16.30 - 19.00 - 21.30 Happy Feet 2 Orario: 16.30 - 18.10 - 20.00


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

Ma che festa signori del Toro!! Eccoci finalmente giunti all’inizio del Natale..o è troppo presto ancora’..può darsi ma io so per certo che voi siete dei gran festeggioni e quindi sarete ben contenti di aprire le danze..specialmente quelle mangerecce..dove vincerete sicuramente il primo premio per la simpatia, l’affabilità, l’allegria e perché no..LA SENSUALITA’.

Mi viene un po’ da ridere cari gemellini, scusate non è per prendervi in giro è che sto incontrando per strada tanti di voi che ultimamente mi dicono che i soldi si volatilizzano prima ancora di arrivare..è tutto vero purtroppo.. uesto Mercurio con voi adesso è un po’ cattivello ma vedrete che tra un po’ la situazione migliorerà..sempre un po’ di più, sempre un po’ di più fino a divent are..INCREDIBILMENTE MAGICA E MERAVIGLIOSA.

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Se qualcuno di voi dovesse avere problemi d’amore.. b e h . . c h e non se ne facesse un cruccio..un ottimo periodo sta per arrivare e se non vi levate certe pesanti zavorre ora non sarete pronti ad accogliere i regali che la sorte vi farà..quindi mi raccomando..sorridete sempre e siate fiduciosi nel futuro..CHE SARA’ SPLENDIDO.

.. Cari Re della foresta.. approfittate di questo favoloso transito di mercurio signore degli affari per cominciare a correre per negozi ..già vi vedo lì lì pronti a spendere un patrimonio solo per far bella figura..ma non è un po’ presto?..forse sì..anzi, direi proprio che oggi con questa luna in Toro è meglio essere parsimoniosi e non comprare niente di complicato o di prezioso..ASPETTATE DOMANI.

Ma quanti dispettucci vi fanno questi signori dello Zodiaco, amici della Vergine..sembra proprio che ce l’abbiano sempre con voi.. e in parte è vero ma sapete perché?..perché voi sapete bene che non tutto può essere sempre facile per tutti e oggi tocca a voi prodigarvi per mandar bene le cose specialmente in amibito lavorativo..per fortuna che c’è l’amore a consolarvi..con ammalianti e teneri sorrisi..E TANTI TANTI ABBRACCI.

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Ma sì signori miei, lo so..non tutto è facile per voi in questo momento..e so anche che vi ritrovate a fare i conti con un vecchio problema che si è riaffacciato nella vostra vita..un vecchio debito..un acciacco non curato..cercate di essere positivi perché ce la farete a superare tutto e nel migliore dei modi..e preparatevi per il prossimo anno che sarà ASSOLUTAMENTE MERAVIGLIOSO..

Cari amici dello Scorpione.. ancora oggi una giornata contrassegnata da un’antipatica Luna in Toro che vi vede faticare per risolvere problemi sorti con qualche collega che vi accusa di cose non vere..datemi retta..difendetevi ma cercate allo stesso tempo di soprassedere..sono tutti invidiosi di voi perché siete belli e impossibili..LASCIATELI BLATERARE.

No, dico io, ma ..vi rendete conto della for tuna sfacciata che avete?..il vostro spir ito guida, Mercur io..impaziente e irrequieto propr io come voi ha deciso di r icominciare il suo cammino nel vostro segno ..propr io dall’inizio..e questo, signor i miei, vuol dire che vi r iempirà di occasioni da non perdere.. E DI QUATTRINI!!!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

Cari signori dell’Acquario mi raccomando.. non vi buttate giù per una momentanea battuta d’arresto..è una luna un po’ antipatica che già da ieri vi sta ostacolando creandovi qualche problema di lavoro…sappiate solamente che da stasera tutto cambierà..e arriveranno buone nuove..sia in amore che nel lavoro..insomma ci sarà TANTA TANTA FORTUNA.

Giovedì 8 Dicembre 2011

FARMACIE (reperibilità)

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

Sapete cosa sta succedendo a m i c i dell’ariete?..che questo magnifico Mercurio, signore degli affari ha deciso di ricominciare il suo cammino da capo nel segno del Sagittario e tradotto in soldoni vuol dire che vi arriveranno tanti soldini..e voi tra soldoni e soldini potrete sentirvi più che contenti e cominciare a pensare per bene a pacchi e pacchetti da mettere sotto l’albero…AUGURI.

Bella questa Luna che s p l e n d e tutta per voi amici del C a p r i c o r n o. . vuole regalarvi ghiotte occasioni economiche e meravigliosi incontri..non potete nemmeno immaginare cosa può combinare questo enigmatico astro quando si mette a lavorare per qualcuno insieme a Venere..insomma lo avete capito o no?..ARRIVA L’AMORE!!!!

Viterbo & AltoLazio

Mmm..è meglio che approfittiate di questo giorno di festa per rilassarvi un po’ perché già dalla tarda serata la vostra confusione mentale aumenterà e potreste davvero rischiare di perdere la strada andando a finire magari nella tana di un ferocissimo Piranha pronto ad azzannarvi..e allora anche oggi vi consiglio di aggrapparvi anima e corpo al vostro dolce comprensivo Nettuno…MI RACCOMANDO

OGGI 8 DICEMBRE ACQUAPENDENTE VIA MARCONI 6 (9,30-12,30 E 16,00-19,00)

MONTEFIASCONE CORSO CAVOUR 21 (8,30-12,55 E 16,00-19,30)

BARBARANO ROMANO VIA IV NOVEMBRE 31/C (9,39- 13 E 16,00-19,00)

MONTEROSI VIA ROMA 51 (9,00-13,00 E 16,00-19,00)

BASSANO IN TEVERINA VIA G. MAZZINI 3 (9,30-13,00 E 16,00-19,00

NEPI VIA F. GIANNELLI 3 (8,30-13,00 E 16,00-19,30)

BOLSENA VIA A. GRAMSCI 38 (8,30-12,30 E 16,00-19,30)

ORIOLO ROMANO VIA CLAUDIA 109 (9,30-13,00)

CAPODIMONTE VIA MARCONI 70 (9,00-13,00)

ORTE SCALO VIA GARIBALDI 52 (8,30-13,00)

CAPRANICA VIA PADRE L.M. MONTI 7 (8,30-13,00 E 16,00-19,30)

RONCIGLIONE CORSO UMBERTO I° 6 (8,30-12,55 E 16,00-19,30)

CAPRAROLA V.LE CADUTI SUL LAVORO 39 (9,00-13,00 E 16,00-20,00)

SORIANO NEL CIMINO P.ZA V. EMANUELE 22 (16,00-19,30)

CELLERE VIA G. MARCONI 13/A/B (9,00-13,00)

TUSCANIA PIAZZA ITALIA 12 (8,35-13,00)

CIVITA CASTELLANA VIA S. FELICISSIMA 17 (8,30-13,00 E 15,55-19,30)

VETRALLA-TRE CROCI PIAZZA EUROPA 53 (9,00-13,00 E 16,35-19,30)

CIVITELLA D’AGLIANO P.ZZA CARDINAL DOLCI 21 (9,00-13,00 E 16,00-19,00)

VIGNANELLO VIA ROMA 2/D (9,00-13,00)

FABRICA DI ROMA P.LE DEGLI EROI 10 (8,30-13,00 E 16,00-19,30)

VITERBO VIA VICENZA 40/A (NOTTURNA)

GRAFFIGNANO P.ZA DEL COMUNE 10 (9,00-13,00 E 16,00-19,00)

VITERBO VIA PORSENNA 41 (DIURNA)

LATERA VIALE I° MAGGIO SNC (9,00-12,40 E 16,00-19,00)

VITERBO-G. S. STEFANO VIA DELLA STAZIONE 5 (9,30-13,00)

MONTALTO-PESCIA VIA DELLE MIMOSE 12/15 (9,00-12,30 E 16,00-19,00)

PREVISIONI METEOROLOGICHE Giovedì 8 Dicembre

Venerdì 9 Dicembre

Pressioni in lieve aumento con la persistenza di correnti occidentali in quota. Giornata in tendenza più soleggiata, addensamenti al mattino tra Lazio ed Umbria in dissipazione. Tra sera e notte aumentano le nubi sull’alta Toscana e sulle coste laziali. Temperature in aumento, specie nei minimi. Venti deboli da OSO, da SSE su arcipelago toscano e al largo, moderati da ONO in quota. Mari mossi, molto mosso l’alto Tirreno e il Pontino in attenuazione.

Le centrali tirreniche sono interessate da correnti libecciali che favoriscono una giornata all’insegna dell’estesa variabilità con maggiori addensamenti come sempre su alta Toscana, medio basso Lazio e lungo la dorsale, ove si avranno anche deboli piovaschi sparsi ed intermittenti per buona parte del giorno. Maggiori schiarite su bassa Toscana ed ovest Umbria con tempo asciutto. Temperature in calo nei minimi, in aumento in alta montagna. Venti moderati da SO, deboli da SSE su arcipelago toscano, da OSO in quota. Mari mossi, molto mossi l’alto Tirreno e il Pontino.


SPORT

PATTINGAGGIO- Le atlete convocate per il campionato nazionale

Libertas Pilastro, missione Aversa

� �

Flavia Frittelli, Laura Calfapietra, Elettra Pallotta, Aurora Lopreiato, Stella Olivieri, Liana Frittelli, Sofia Marazzi, Alice Fioretti, Martina Gasbarri, Arianna Lopreiato, Gloria Turchetti, Gaia Calisti, Lorenzo Turchetti, Francesco Mascia, Maya

Rossi, Elena Capitanelli, Chiara Stavagna, Arianna Olivieri, Giada Bacchiarri, Brenda Crisostomi, Federica Vico, Sade Troscia, Rachele Cerica, e Marika Fontana, questi gli atleti dai 4 ai 16 anni che le istruttrici Sara Turchetti, Maurizia Burioni

e Alessia Marchetti porteranno al Campionato Nazionale Libertas di pattinaggio artistico che si svolgerà nel palazzetto dello sport di Aversa (Caserta) da venerdì 9 a domenica 11 dicembre. Sara Turchetti, nella doppia veste

di istruttrice della Libertas Pilastro e di Responsabile Nazionale Libertas per il pattinaggio, ha dichiarato di essere fiduciosa in un buon risultato degli atleti, e spera in buoni piazzamenti, come negli anni precedenti che ha visto la società rionale al primo posto nella classifica a squadre al campionato 2009 ad Acquapendente e il terzo posto in quello disputato a Cairo Montenotte lo scorso anno.

Giovedì 8 Dicembre 2011

19

BASKET

La Belli CGT scoppia di salute Gruppo concentrato sulla trasferta di sabato contro Velester

G

ruppo al gran completo per la ripresa della Belli CGT, avvenuta martedì sera al PalaMalè. Coach Fausto Cipriani e tutto il suo staff hanno così potuto iniziare nel migliore dei modi la settimana di allenamenti che porterà la squadra neroarancio alla trasferta di sabato pomeriggio contro Velester, undicesima tappa nella stagione della serie C regionale. Accanto ad una buona condizione fisica generale, con Angelo Mulè sempre più determinato a recuperare il terreno perso rispetto ai compagni a causa del lungo stop, c’è un morale decisamente alto dopo dieci vittorie consecutive dall’inizio del campionato ed un primato in classifica ben saldo in mano, nonostante un agguerrito gruppo di inseguitrici. Il general manager Enrico Bertini preferisce però non guardare troppo avanti: “Vogliamo affrontare

una gara alla volta, senza pensare all’imbattibilità perché sappiamo bene che la sconfitta può arrivare e non vogliamo illuderci di continuare sempre con questo passo. D’altronde le avversarie ormai ci conoscono e ci t e n g o n o in maniera particolare a fare bella figura contro di noi, per questo ogni partita che giochiamo è impegnativa e combattuta. E’ chiaro che puntiamo ad allungare il più possibile questa striscia di successi, ma soprattutto ad essere pronti per la fase decisiva del campionato che coinciderà con i playoff”. Accanto alla preparazione della gara contro Velester, impegnato nella serata di mercoledì nel fondamentale match esterno contro la Lazio che mette in palio punti preziosi per la salvezza, la società continua la ricerca di un giocatore che possa sostituire nelle rotazioni l’argentino Guido Ger-

L’EVENTO - Al Palacivicchi c’era anche il comico Martufello

Premiati gli atleti diversamente abili

Dieci vittorie consecutive primato saldamente in mano, morale e condizione alle stelle

man, trasferitosi a Matera. Dopo aver valutato alcune possibili candidature, la rosa dei nomi si è decisamente ristretta e una trattativa potrebbe chiudersi già in questi giorni, con il tesseramento di un nuovo giocatore in grado di essere presente a referto sin dal match di Velletri e magari di raggiungere i

compagni per la seduta di rifinitura settimanale che si svolgerà venerdì sera. Intanto sono stati comunicati i nomi dei due direttori di gara per il match contro Velester, in programma sabato alle 18,30. Si tratta dei signori Simone Ciolfi di Ciampino (RM) e Stefano Biasini di Veroli (FR).

S

i è svolta al Palacavicchi di Ciampino il 1° Dicembre 2011 una giornata di grande sport per far conoscere i risultati ottenuti dagli atleti diversamente abili nelle rispettive discipline, nella stagione sportiva 2010/11. Il C.I.P. Lazio (Comitato Italiano Paralimpico) in collaborazione con l’INAIL Regionale ha dato vita alla “Giornata con il Campione C.I.P. della Regione Lazio e Premio C.I.P. Lazio”. Nel corso di una giornata esaltante sono stati premiati i migliori atleti nelle rispettive discipline e categorie alla presenza di rappresentanti politici e istituzionali e di un folto gruppo di giornalisti di diverse televisioni intervenuti a dare il proprio saluto ai campioni dell’universo sportivo. Tra gli ospiti d’onore il grande comico Martufello che ha creato con le sue barzellette un clima allegro e gioviale: proprio tutto organizzato nei minimi particolari dal Presidente

del C.I.P. Pasquale Barone! Molto interessante l’intervento del Direttore Regionale dell’INAIL Antonio Napolitano che ha sottolineato l’importanza dello sport per la salute di tutti, in particolare dei diversamente abili. Tra gli atleti Viterbesi si è posto in evidenza in ambito Nazionale ed Internazionale il pluri campione di HANDBIKE Mauro Cratassa che con i suoi due titoli Nazionali vinti a Paternò in Sicilia e il 3° Posto ai Campionati Mondiali a Roschilde in Danimarca si è meritato la convocazione per l’Olimpiade di Londra 2012. Altri atleti della Vitersport, Società sportiva per disabili nella quale gareggia anche Mauro, si sono distinti vincendo il campionato Italiano W H E L C H A I R- H O C K E Y serie A/2. Degna conclusione del piacevole incontro lo spettacolo di ballo latino americano che ha coinvolto tutta la platea.

atleti Pietro Narmucci e Enzo Mugnari della bocciofila Maremma che ha battuto in finale la coppia composta dagli atleti Renzo Benedetti e Giampiero Gregori della bocciofila di Ladispoli. Le formazioni che hanno conquistato il titolo provinciale parteciperanno , in rappresentanza del Comitato di Viterbo, ai prossimi campionati regionali in programma nella primavera 2012 a Roma. Un augurio ai neo campioni provinciali e

appuntamento per gli appassionati bocciofili, alla prossima gara Regionale a Coppia organizzata il giorno 08 Dicembre 2011 dalla bocciofila di Grotte Santo Stefano ; un memorial per ricordare Giggi Moretti, un bravo atleta e un caro amico scomparso nel 2010. La Kermesse vede già iscritti 230 atleti di elevato livello tecnico.

BOCCE - Assegnati altri quattro titoli provinciali dopo le finali svoltesi nelle varie sedi

Widerk-Fasulo, vera coppia d’assi S

i sono svolti Domenica 4 Dicembre i Campionati Provinciali di Bocce, che hanno assegnato altri 4 titoli provinciali della stagione agonistica 2012, riservati agli affiliati del Comitato Provinciale di Viterbo iscritti alla cat.”A” specialità “coppia”, alla cat:”B” specialità “Terna”, alla cat.”C” specialità “coppia”e alla cat.”D” specialità “coppia”. La gara, specialità coppia, categoria “A” si è svolta, nella fase preliminare, presso il bocciodromo di Vignanello mentre la finale si è disputata nel bocciodromo di Civita Castellana. Il titolo di Campione provinciale è stato conquistato dalla coppia composta dagli atleti Achille Widerk e Roberto Fasulo della bocciofila Oriolo-

Vejano che ha battuto in finale, con il punteggio di 12-7, l’altra coppia finalista della bocciofila o r i o l e s e composta da Francesco Torzi e Leonardo Polidori. Il secondo titolo in palio riservato alla categoria “B”, specialità “ terna “ si è disputato, nella fase preliminare, presso i bocciodromi di Santa Marinella e Passoscuro. La finale è stata disputata presso il bocciodromo di Ceri. La terna campione provinciale è risultata quella formata dagli atle-

ti Claudio Codognola, Claudio Cassanelli e Alberto Martucci della bocciofila di Ladispoli che hanno primeggiato in finale sulla terna composta da Tommaso Piccini, Aldo Benedetti e Orlando Zandri della bocciofila Salvo D’Acquisto. Il terzo titolo in palio riservato alla cat.”C” specia-

lità “coppia” si è disputato nella fase preliminare presso i bocciodromi di Bracciano, Ladispoli e Ceri. La finale si è disputata presso il bocciodromo di Salvo D’Acquisto e ha visto laurearsi campioni provinciali gli atleti Rodolfo Cellerani e Domenico Angelillo della bocciofila Ladispoli che hanno battuto in finale l’altra coppia finalista composta da Andrea Romano e Antonio Di Benedetto sempre della bocciofila Ladispoli. Il quarto titolo in palio riservato alla cat.”D” specialità “Coppia” si è disputato nella fase preliminare presso il bocciodromo “Etruria” di Tarquinia e la finale presso il bocciodromo di Pescia Romana . Ha conquistato il titolo di campione provinciale la formazione composta dagli

NELLE FOTO Achille Widerk e Roberto Fasulo (sin) e Francesco Torzi e Leonardo Polidori (dx).


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio Giovedì 8 Dicembre 2011

CALCIO

Per non smettere di volare

Viterbese nella tana della capolista Pontedera e Flaminia al Madami con la Pianese

Z

E’ partita nel pomeriggio di ieri per Pontedera la truppa gialloblù di mister Conticchio che questo pomeriggio affronterà la capolista del campionato. Una sfida che almeno sulla carta sembra proibitiva per i gialloblù visto che i toscani sono ancora imbattuti con otto vittorie e sei pareggi. Viterbese che si presenta alla sfida forte

delle tre vittorie consecutive ottenute contro Castel Rigone, Sansepolcro e Orvietana, tre successi che hanno rilanciato prepotentemente la formazione del Presidente Fiaschetti che al momento è a metà classifica ma con soli tre punti di svantaggio dalla terza posizione. Squadra praticamente al completo quella gialloblù che per la sfida odierna dovranno fare a

SERIE D GIRONE - 15° GIORNATA (OGGI) CASTEL RIGONE - PIERANTONIO PONTEDERA - VITERBESE FLAMINIA - PIANESE GROUP CASTELLO - DERUTA ORVIETANA - AREZZO SANSEPOLCRO - PONTEVECCHIO SANSOVINO - VOLUNTAS SPOLETO TODI - TRESTINA ZAGAROLO - SPORTING TERNI

meno solo del difensore centrale Riccardo Corallo alle prese ancora con il recupero post infortunio subito in coppa Italia. Sarà della gara invece l’attaccante Matias Vegnaduzzo che ha portato a buon fine il proprio tesseramento e che ora è a completa disposizione del mister. In virtù di quanto detto, proviamo ad ipotizzare la formazione che mister Conticchio potrebbe schierare questo pomeriggio. In porta sembra scontato l’utilizzo di Scarsella visto anche che Santi è arrivato da appena una settimana. Al centro confermatissimi Nocerino e Fapperdue mentre ai lati dovrebbero essere riproposti Pucino e Franzese. A metà campo, insieme a Cristiano dovrebbe rientrare Sabatino con ai lati Storani e Zagarella. Davanti invece ci sarà il solito Morini con affianco l’attaccante argentino Vegnaduzzo. Da segnalare anche il recupero di Mereu che potrebbe essere un’alternativa importante durante il corso del match. In panca anche Santi, Testa, Barra, Piccolo, Vanacore e Di Marco. FLAMINIA PIANESE Impegno casalingo oggi alle 14,30 al Madami per la Flaminia Civita Castellana che affronta la Pianese con il morale a mille dopo il successo di domenica scorsa sul campo del Sansovino. Il Civita Castellana con l’avvento di mister Puccica in panchina ha cambiato decisamente ritmo e passo e la graduatoria sta migliorando di domenica in domenica.Oggi altra opportunità da saper cogliere al volo per un ulteriore rilancio.

SERIE D - GIRONE E PONTEDERA

30

AREZZO

26

VOLUNTAS SPOLETO

23

SANSOVINO

21

SPORTING TERNI

21

CASTEL RIGONE

21

PONTEVECCHIO

21

PIANESE

19

VITERBESE

19

DERUTA

18

PIERANTONIO

18

TRESTINA

17

GROUP CASTELLO

17

ZAGAROLO

16

FLAMINIA

15

SANSEPOLCRO

15

TODI

13

ORVIETANA

12


Grande Veglione di Fine Anno 31 Dicembre 2011

Ristorante “Al Poggio� Vallerano

Per prenotazioni telefonare al 0761.751248


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 8 Dicembre 2011

DENTRO AL CALCIO Le cronahcei delle gare nei nostrii campionati provinciali

S

erie di notizie dal nostro calcio.

C/5 DONNE BEL MOMENTO PER IL CUS ROSA E tre! Terza vittoria consecutiva del del cus viterbo femminile di calcio a cinque sponsorizzato Falesco. Battendo il Graffignano per 10-3 le ragazze del cus hanno fatto un notevole balzo in avanti nella classifica generale e sono entrate nel gruppo di alta classifica.La vittoria viene dopo altre due consecutive affermazioni ottenute con risultati importanti ( 51alla caninese e13-2 al calcio rossoblu) a dimostrazione di una notevole maturazione della squadra sotto le amorevoli cure di mister Marino Febbraro. La partita con il Graffignano ha visto una partenza a rilento delle ragazze viterbesi, certamente dovuto ad un eccesso di autostima; sono bastati però pochi minuti ed un opportuno time-out del mister per rimettere le cose a posto. Tutto ha ripreso a scorre con naturalezza e ne ha tratto particolare vantaggio la bomber Mariella Prosperi che con 6 reti ha dato il consueto importante contributo alla vittoria finale. Tutte brave le altre, dai portieri Egidi e Ranocchia, ai difensori Pizzotti,Brugiotti e Cimini agli avanti Melchior re,Stacco,Kokocka e Cartisano. Da segnalare l’esordio nei minuti finali della Di Paola che rientrava dopo un fastidioso infortunio procuratosi in fase di preparazione. Oggi si riparte con il Cus impegnato nella difficile trasferta di Nepi, contro un squadra di alta classifica che misurerà il reale valore, le qualità e le aspirazioni delle

Terna vincente del Cus Viterbo “rosa”

Si conferma ancora vincente la compagine della Libertas Ellera giovani cussine.

LA ASD SIPICCIANO ESONERA MISTER TESSICINI E INGAGGIA MARCELLO SCORSINI La Asd Sipicciano comunica che Mister Quinto Tessicini non sarà più il Responsabile tecnico della squadra. La decisione scaturisce dall’incontro di lunedì 5 dicembre del vertice societario, che non ha ritenuto opportuno proseguire l’avventura con il pur bravo tecnico graffignanese, dopo un periodo delicato in cui il Sipicciano, rafforzato rispetto allo scorso anno, non è riuscito a trovare la strada giusta per lavorare serenamente e, soprattutto, fruttuosamente. Facciamo un in bocca al lupo a Mister Tessicini che sicuramente potrà esprimere il suo bel calcio in altre società nostrane, e diamo il benvenuto al nuovo Mister Marcello Scorsini, che tutti voi certamente conoscerete per il passato calcistico e gli ottimi risultati conseguiti come allenatore. Uno che di calcio ne ha masticato e ne mastica continuamente! “Il ritorno di Marcello Scorsini ci rende orgogliosi: da giocatore il Sipicciano

Nel campionato di Terza Categoria continua a volare il Bomarzo

vinse grazie a lui un campionato (ndr: fece 42 goal in stagione!), e sono certo non sarà da meno in qualità di Allenatore. Non vogliamo peccare di presunzione, ma puntiamo al top e con Scorsini direi che possiamo ridare ai ragazzi quella serenità necessaria per lavorare bene; i risultati poi, che comunque sono importanti, verranno da sé” queste le parole del Presidente Daniele Giganti Pacifici, visibilmente emozionato e soddisfatto per una nuova avventura con colui che conobbe prima da (fenomenale) calciatore: nostalgia e… certezze che l’esperienza di Marcello Scorsini porteranno a Sipicciano. Una scossa necessaria per rivitalizzare i giovanissimi su cui continua a puntare la nostra A.S.D.

C/5 DONNE ANCORA OK LA LIBERTAS ELLERA Vince 7-2 con l’Oratorio Grandori la squadra del Presidente Laureti e mantiene il primato Nei campi della Parrocchia Santa Barbara scendono in campo la squadra di casa, la Libertas Ellera contro l’Oratorio Grandori. Al fischio dell’arbitro le ragazze di entrambe le formazioni danno subito il meglio, ma è la Libertas Ellera guidata da un ottimo vice allenatore Alfredo Patrizi, ad ingranare veramente la marcia dando il via alla goleada delle sue giocatrici iniziando con Arianna Rigoli, e continuando poi con la doppietta di Nicoletta Pancianeschi, le reti di Arianna D’achille, Floriana Fanali e Alba Hoxha, il primo tempo sancisce il punteggio di 6 a 1 per la squadra di casa. Il secondo tempo è meno ricco e accattivante, le formazioni sembrano aver perso parte del loro vigore, e la squadra ospite sembra voler recuperare la partita sfruttando il momentaneo calo della Libertas Ellera segnando il suo secondo gol, ma la rete di Floriana Fanali, autrice di una doppietta, ferma il risultato sul punteggio di 7-2 che riporta la squadra in testa

alla classifica in attesa della partita successiva contro la Polisportiva Cicram.

CALCIO TERZA CATEGORIA E’ UN SUPER BOMARZO REAL MONTEFIASCONE 0 BOMARZO 3 Real Montefiascone: Brachino; Napoli, Pezzato W.; Todini, Rosauri, Bendia; Chiodo, Capotosto, Bellacima, Siragusa, Zena. All. Cirica. A disp. Lupoli, Pezzato L., Zappalà, Sina, Giannini, Nardi, Ceccariglia. Bomarzo: Buratti; Storri, Buzi; Marini, Santorelli, Moretti; Centofanti, Boldrini, Obina, Micci, Pani. All. Banella. A disp.: Rosati, Bernabei, Orlandini, Perriconi, Abruzzese, Cocco. Arbitro: Renzo di Civitavecchia. Marcatori: 46°pt Pani, 30° st Bernabei, 43 st Obina. Contro la seconda della classifica, il Bomarzo, la formazione di mister Cerica nulla ha potuto sul campo B delle Fontanelle nella gara di sabato pomeriggio alla presenza di circa settanta spettatori sotto un cielo plumbeo ed un terreno di giuoco abbastanza allentato. Per buona parte del primo tempo si è assistito a continui capovolgimenti di fronte ed una piccola supremazia degli ospiti più concreti nelle azioni d’attacco e più presenti a centro campo. I locali hanno retto bene, anzi, sono andati più volte vicino al goal, ma, poi, allo scadere del primo tempo, nel minuto di recupero concesso dal direttore di gara, gli ospiti sono andati in vantaggio approfittando di una distrazione della difesa. Nella ripresa il gioco non mutava di molto anche se i locali sembravano più determinati alla ricerca del pareggio esponendosi però ai contropiedi degli avversari che su un rovesciamento di fronte, intorno alla mezz’ora, realizzavano la seconda rete con Bernabei che aveva preso il posto di Boldrini all’inizio del secondo tempo insieme a Cocco che aveva preso il posto di Centofanti. Solo

intorno al trentesimo Banella sostituiva Micci con Perriconi. Mentre Cerica, al tredicesimo, sostituiva Napoli con Pezzato L. ed, al ventesimo, Siragusa con Ceccariglia La gara sembrava ormai chiusa e le squadre, specialmente quella locale, visto anche che iniziava a piovere ed il tempo si faceva cupo per cui è stata necessaria l’accensione dell’illuminazione artificiale, non aspettavano altro che il duplice fischio finale del direttore di gara. Invece era Obina che, dopo uno slaom, da tutti inatteso, siglava la terza rete. Una vittoria che spinge in avanti la compagine di mister Banella facendola restare a ridosso della prima, mentre la formazione di mister Cerica dovrà lavorare molto per evitare le zone basse della classifica. Pietro Brigliozzi.

importante turno infrasettimanale di Campionato. “Vernissage” per la Juniores di Mister Luca Frelicca che dopo la sconfitta per 3-1 subita sul campo della Fulgor Tuscania (in rete Gabriele Bigerna), e che ieri ha affrontato con calcio d’inizio alle ore 15.00 sul terreno amico del “Boario” un Montalto calcio in ascesa (come dimostra il 6-0 inflitto a domicilio) al Barco Murialdina. Per gli inviperitissimi tifosi della Polisportiva Oratorio Madonna del Fiore che dopo aver assistito alla gara persa 1-0 Sporting Bagnoregio ci tengono a sottolineare “come l’arbitro abbia assegnato un rigore scandaloso ai locali ed abbia diretto a senso unico” appuntamento sempre al Boario alle ore 11.00 di Giovedì 8 per assistere alla gara del team del Tecnico Andrea Colonnelli contro l’Arlenese che non è andata oltre l’1-1 casalingo contro il finalino di coda Real Pool Viterbo. E proprio sul campo del Real scenderà la Virtus Acquapendente che dopo la bella vittoria casalinga contro il Giglio Zepponami “cerca di accelerare ulteriormente” come sottolineato dal Tecnico Roberto Pacifici. Anche qui il calcio d’inizio è previsto per le ore 11.00.

Il punto dal pianeta aquesiano Oggi le gare di 3ª

IL PIANETA AQUESIANO Festa dell’Immacolata aquesiana “di lavoro calcistico” per la Categoria Juniores Vigor Acquapendente, Virtus e Polisportiva Oratorio Madonna del Fiore chiamati a scendere in campo per un


sport

SPORT

AltoLazio

Giovedì 8 Dicembre 2011 Viterbo &

23

BASKET DONNE

La Defensor prepara la trappola al Ragusa C’è da riscattare il ko subito contro il Napoli. Si gioca sabato alle 19 al Palamalè

S

ono ripresi gli allenamenti della Defensor dopo la sconfitta esterna sul parquet del Napoli Basket Vomero. Il gruppo guidato da Carlo Scaramuccia si è ritrovato martedì sera per preparare l’ultimo impegno casalingo del 2011, in programma sabato al PalaMalè contro la Passalacqua Spedizioni Ragusa, un incontro che sarà valido per l’undicesimo turno di andata del campionato di serie A2. Le gialloblù riceveranno la visita della capolista solitaria del girone, una squadra che ha perso solo una gara finora e che può contare su un organico di primissimo livello, di cui fa parte anche una ex molto amata a Viterbo come Svetlana Kouznetsova. Sono molte le difficoltà che attendono quindi il quintetto viterbese, ma la posizione di classifica occupata impone di andare a caccia dell’impresa anche quando il pronostico è decisamente contrario, come in questo caso. Ne è consapevole coach Scaramuccia che traccia un bilancio di quanto accaduto finora, pensando anche alle gare che mancano da qui al termine del girone di andata: “Ci aspetta un trittico davvero duro, considerando che, dopo Ragusa, avremo la trasferta ad Ancona e poi ospiteremo Orvieto. Siamo in ritardo di un paio di punti

Foto Andrea Di Palermo

sulla tabella di marcia, avrei voluto arrivare a questa gara a quota sei e avremmo potuto essere addirittura a otto, ripensando alle due sconfitte interne con i team di Battipaglia. Se guardiamo al modo in cui abbiamo perso con la Carpedil e alla loro vittoria contro Chieti, mi viene da pensare che possiamo giocarcela con qualsiasi avversaria nel girone ma la realtà è che in campo non siamo in grado di esprimere le nostre qualità. Durante gli allenamenti vedo atteggiamenti propositivi, voglia di fare e determinazione, ma in partita accade il contrario e questo è un problema serio che occorre risolvere”. Nonostante la festività dell’8 dicembre, il programma settimanale degli allenamenti non cambierà, con una seduta anche il giovedì e la tradizionale rifinitura del venerdì pomeriggio; al termine di quest’ultimo allenamento verranno comunicate le dieci giocatrici a referto che tuttavia, a meno di problemi dell’ultima ora, saranno le stesse che sono scese in campo sabato scorso a Napoli. Il match contro Ragusa si disputerà sabato sera alle 19 al PalaMalè e la coppia arbitrale designata per dirigere l’incontro sarà formata dai signori Luca Del Gaudio di Assisi (PG) e Giulio Pepponi di Spello (PG).

Nelle immagini in pagina alcune foto di questa stagione delle atlete della Defensor che stanno “soffrendo” nel campionato nazionale femminile di serie A2


l'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 8 dicembre 2011  

8 dicembre 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you