Page 1

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Anno II N.160 - Giovedì 7 Luglio 2011 - Euro 1,00

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Il terzo scalo del Lazio secondo Ryanair andrebbe a Pescara

Coldiretti Viterbo lancia l’allarme “L’agricoltura è in ginocchio”

Schiavitù, Dda e polizia indagano quattro imprenditori

di Luca Appia a pagina 3

di Daniele Camilli a pagina 2

di Luca Appia a pagina 4

Il presidente Meroi al lavoro con i sindaci di Civitavecchia (Moscherini) e Orvieto (Concina) per costituire una macroarea

“Roma Capitale non ci divorerà!”

La Tuscia, Civitavecchia e Orvieto rischiano di diventare una periferia

La nascita di Roma Capitale rischia di fatto di trasformare il viterbese in una periferia romana. Stessa sorte dovrebbe toccare a Civitavecchia e Orvieto. Destino buio che di fatto distruggerebbe ogni possibilità di sviluppo. E sarebbe una vera e propria assurdità se si considera che stiamo parlando di tre realtà che hanno tutti i numeri per crescere e stare bene. Dal porto di Civitavecchia, passando per l’Interporto di Orte e il futuro aeroporto di Viterbo le carte degli abitanti della Tuscia e della bassa Maremma sono tante. Così Meroi, Moscherini e Concina stanno mettendo in piedi un’alleanza per un futuro migliore.

EDITORIALE

Dante conosceva l’orto botanico adesso... pure Danti di Paolo GIANLORENZO “Non sapevo esistesse una realtà così unica a due passi da Viterbo”. Questa celebre frase è stata battuta dagli uf�ci stampa della Provincia di Viterbo per ricordare alla popolazione tutta che nella serata di giovedì scorso, l’assessore al Turismo della Provincia di Viterbo, Andrea Danti aveva preso parte alla manifestazione “Orto armonico”, serata musicale ospitata nell’orto botanico della Tuscia. E ancora: “Non sapevo esistesse a due passi da Viterbo – ha sottolineato l’assessore Danti – una realtà così unica”. L’assessore provinciale nonché ex sindaco di Monte�ascone, avvocato a Viterbo non era a conoscenza di quell’orto botanico che venne istituito dalla facoltà di agraria dell’Università della Tuscia nel lontano 1991 adiacente la collinetta del Bulicame a due passi dalla “caldara” da cui attinge umori sulfurei e storie fascinose, come quella delle “pettatrici” di dantesca memoria. Dante Alighieri non Andrea Danti. Lui Viterbo la sta scoprendo solo ora. Meno male.

di Paolo Gianlorenzo a pagina 5

CRONACA

Minorenni aggrediti a Pratogiardino

POLITICA - Dopo l’attacco al cda spunta la “teoria del complotto”

Quale destino per Francigena?

Stavano tranquillamente conversando su una panchina, quando due giovani si sono avvicinati e hanno iniziato a molestarli. E’ iniziata così la disavventura di un ragazzo e una ragazza minorenni in un pomeriggio a Viterbo. La storia si è conclusa con uno degli aggressori che ferisce alla testa l’altro ragazzo, poi i due bulli si danno alla fuga. Sul caso indaga la squadra mobile.

Nessuno con un po’ di �uto avrebbe potuto bersi tutta la messa in scena degli ultimi giorni sul presunto “scandalo” dell’aumento dei compensi del cda Francigena. Scandalo denunciato dalla politica che in ogni momento può controllare ed è chiamata a controllare quello che accade nella municipalizzata. Ieri siamo venuti a conoscenza del bilancio 2010 Francigena e della “teoria del complotto”...

di Luca Appia a pagina 3

di Camilli e Pomi a pagina 7

INIZIATIVA

CIVITA CASTELLANA

Il degrado invade il depuratore in località Prataroni di Simona Tenentini a pagina 18

TUSCANIA

L’appello: “Ridateci il museo nazionale etrusco” di Valeria Sebastiani a pagina 17

VASANELLO

Il campo di calcetto proprietà privata o comunale? di Simona Tenentini a pagina 18

MONTEFIASCONE

Lavori pubblici, chiesti finanziamenti per 900 mila euro di Michele Mari a pagina 16

NUOTO - L’atleta della Larus si giocherà oggi l’oro europeo nei 100 dorso

Al Grest Sacro Cuore un ospite ‘mondiale’

Laugeni, che sofferenza in semifinale

Tanto entusiasmo con oltre 150 ragazzi, catechiste e almeno 60 animatori, tra cui Martina Casagrande appena rientrata da Atene con la sua medaglia d’oro ai Mondiali Special Olympics. Questi gli ingredienti del Grest organizzato dalla parrocchia del Sacro Cuore, due settimane di divertimento ma anche di ri�essioni su temi importanti.

Autoritario in batteria, quando ha centrato il secondo tempo. Titubante in semi�nale, con il rischio di rimanere fuori dai migliori otto. Gli Europei Juniores di Fabio Laugeni sono iniziati con il brivido ma quel che più conta è che il talento viterbese della Larus sarà in vasca questo pomeriggio a Belgrado per giocarsi l’oro nei 100 dorso dove era il favorito in base ai tempi di accredito. Di sicuro però servirà una gara più decisa.

di Glauco Antoniacci a pagina 27

di Glauco Antoniacci a pagina 21


cronaca viterbese interni

2

Viterbo & & Viterbo Giovedì 7 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Il Direttore di Coldiretti Viterbo lancia un disperato grido d’allarme

Tuscia, l’agricoltura è in ginocchio

Danneggiate gravemente dal nubifragio

di DANIELE CAMILLI

T

uscia devastata dal maltempo e agricoltura in ginocchio. Gravi danni in tutta la provincia. Particolarmente colpite le zone di Ronciglione, Vetralla, Tarquinia. È questo il quadro dipinto da Coldiretti Viterbo allarmata per un settore che la grandinata dell’altro ieri rischia di mettere letteralmente sul lastrico. Ad intervenire è il Direttore Gabriel Battistelli e le sue parole non sono di certo di buon auspicio. “Sono andati compromessi o distrutti i raccolti ortofrutticoli, il grano ove non ancora trebbiato, oliveti e vigneti ed ingenti sono stati anche i danni a strutture e viabilità. Quando alla fine il maltempo si è attenuato non è restato che fare l’inventario dei danni, immediati ed in termini di raccolto futuro, e ricominciare a lavorare per salvare ciò che è restato. La Coldiretti – fa notare Battistelli – sta verificando anche attraverso le sue strutture periferiche la situazione nei singoli paesi della provincia e chiederà alla Regione Lazio la dichiarazione dello stato di calamità che permetterà, anche alle aziende che non hanno fatto ricorso alla

Oggi partono i lavori alle strade di Ronciglione

O

assicurazione delle loro produzioni, di poter alleviare in parte gli ingenti danni subiti”. Il Direttore si rivolge infine agli agricoltori invitandoli a “tutelarsi ove possibile da eventi calamitosi come quello di martedì. In un momento di difficoltà per il settore agricolo è importante creare le

condizioni per salvaguardare il reddito cogliendo le opportunità offerte dai regolamenti comunitari e in particolare dall’articolo 68 del regolamento 73/2009 abbinato alla domanda unica che i produttori stanno predisponendo in questi giorni. Mettiamo, insieme al Consorzio di Difesa di

Viterbo, a disposizione i nostri uffici per qualsiasi consulenza e informazione che possa garantire la redditività del lavoro e dell’impegno che tutte le nostre imprese mettono per far si che le eccellenze del territorio continuino a rappresentare un fiore all’occhiello della nostra economia”.

ltre all’agricoltura, però, il maltempo ha causato danni notevoli anche alle strade della provincia. Il territorio più colpito è stato quello di Ronciglione, il cui sindaco ha chiesto lo stato di calamità naturale, ma che già dalla prossima settimana vedrà notevoli miglioramenti grazie al lavoro della Provincia di Viterbo. Oggi infatti “partiranno i lavori per la messa in sicurezza della variante di Ronciglione, strada che ha subito forti danni a seguito del nubifragio di martedì scorso”. A comunicarlo è l’assessore ai Lavori pubblici e Viabilità della Provincia di Viterbo, Gianmaria Santucci. che sul nubifragio dice: “Il forte maltempo dello scorso martedì – ha spiegato l’assessore – ha causato la fuoriuscita delle acque re�ue dalle tubature della rete fognaria che hanno causato forti danni alla pavimentazione stradale”. Due le porzioni di strada che saranno oggetto dell’intervento da parte della ditta Calcestruzzi

formellese: “Si tratta di lavori di grande urgenza – ha sottolineato Santucci - che riguarderanno il tratto antistante il parcheggio del pronto soccorso e il tratto che va dal secondo semaforo presente sulla variante �no al ponte della ferrovia. Per prima cosa verrà eseguita la fresatura della pavimentazione esistente a seguire si procederà alla nuova asfaltatura. Si è deciso, quindi, di intervenire rapidamente per ristabilire la normale circolazione su una strada abbastanza traf�cata”. Ma gli interventi della Provincia hanno anche riguardato la ripulitura dai detriti lasciati dal maltempo su alcune arterie provinciali della zona: “Oltre al rifacimento di parte della variante di Ronciglione – ha aggiunto l’assessore Santucci – abbiamo provveduto anche alla ripulitura dai detriti di alcune importanti strade del comprensorio, tra le altre la provinciale Lago di Vico, la Valle di Vico e la Ronciglionese, ristabilendo, così, la sicurezza per i cittadini utenti di quelle strade”.


& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca viterbese

3

Secondo il responsabile del marketing di Ryanair la città abruzzese o Perugia sarebbero più comode di Viterbo

Il terzo scalo di Roma...a Pescara di LUCA APPIA

S

i è tanto parlato di progetti e accordi sul terzo scalo del Lazio a Viterbo, ma Ryanair, la compagnia irlandese leader nei viaggi low cost, non ha mai approvato la scelta fatta dal Governo e in una conferenza di martedì rilancia la propria posizione e propone come alternativa alla città dei Papi...la città di Pescara, in Abruzzo. “L’aeroporto d’Abruzzo ha tutte le carte in regola per diventare il terzo scalo di Roma, anzi, considerato come stanno andando le cose a Ciampino, dove possono aumentare i voli Ryanair è proprio a Pescara”. E’ la sorprendente quanto inaspettata dichiarazione di Melissa Corrigan, manager della compagnia aerea che si occupa delle strategie di marketing, che martedì si trovava a Pescara per festeggiare i 10 anni della linea area irlandese. Sempre secondo la manager del gruppo “la situazione di Ciampino favorisce Pescara perché Ryanair ha detto che non andrà mai eventualmente a Viterbo. Pescara è a due ore di macchina da Roma, qualcosa di più in pullman, l’autostrada insomma è buona. Occorrerebbe migliorare il trasporto ferroviario”. Quando si parlava di infra-

strutture nel viterbese, però, il numero uno di Ryanair aveva completamente bocciato lo scalo, ritenendolo troppo lontano da Roma. In realtà con i lavori adeguati Viterbo sarebbe veramente a due passi dalla Capitale, al contrario di Pescara, che si trova ben più lontana da Roma ed è raggiungibili solamente attraverso l’autostrada A25 che nei periodi di massima af�uenza di turisti diventa impraticabile e si aumenta considerevolmente il tempo di percorrenza. Insomma, pur di non venire a

Viterbo la compagnia area low cost sarebbe disposta a proporre il terzo scalo del Lazio in un’altra regione, che subisce gli stessi vincoli e problemi di Viterbo. Forse il numero uno della compagnia ha qualche problema personale con la città dei Papi, che dal canto suo non è troppo interessata a quello che vuole fare Ryanair. La compagnia irlandese, infatti, è stata la prima a proporre un concreto sistema di voli low cost, ma sicuramente allo stato attuale non è l’unica e forse andando a spulciare bene

tutti gli “optional” da pagare per fare un viaggio normale, neanche la meno costosa. Alla �ne della conferenza, però, la Corrigan da un’altra prova che a Viterbo proprio non vogliono venire. Il giornalista gli chiede se oltre Pescara ci sarebbe un’altra alternativa e lei risponde: “Ci sarebbe Perugia, che è a un’ora a mezza da Roma, ma è tutta autostrada e inoltre non c’è la ferrovia”. Eh sono grandi problemi quelli della ferrovia, considerando che Perugia è più lontana sia di Viterbo che di Pescara da Roma. Da parte nostra quella di Ryanair ci sembra una presa di posizione un po’ grottesca. Scegliere due località come Pescara e Perugia come terzi scali di Roma, anzichè Viterbo o una delle altre tre province del Lazio, fa un po’ sorridere e ci fa pensare che forse la cosa potrebbe essere semplicemente provocatoria verso l’Enac che ha favorito lo scalo di Viterbo. Se si vuole veramente parlare di alternative alla Tuscia per il terzo aeroporto del Lazio, ognuno è liberissimo di farlo, ma di sicuri esistono città e zone della regione che si confanno meglio alle esigenze di tutte le compagnie aeree sia sotto un pro�lo di trasporti che di logistica.

La squadra mobile di Viterbo sulle tracce del giovane molestatore che si è dato alla fuga dopo il fatto

Minorenni minacciati e aggrediti a Pratogiardino Eolico Piansano, perché la delibera prevede misure compensative per la Provincia? di DANIELE CAMILLI

T

U

na bravata di un paio di bulletti rischia di trasformarsi in una faccenda tutt’altro che divertente. Vittime dell’episodio due ragazzi minorenni, un uomo e una donna, che nei giorni scorsi si trovavano all’interno del Pratogiardino di Viterbo per un pomeriggio di relax al fresco degli alberi. Mentre chiacchieravano su una panchina del parco, una coppia di giovani ragazzi poco più grandi di loro si sarebbe avvicinata. Uno dei due ha preso la parola facendo pesanti apprezzamenti verso la ragazza e dicendo di volerla presentare al suo amico. Il ragazzo seduto sulla panchina ha preso le difese dell’amica, ma vista la situazione ha deciso che era meglio andare in un posto un po’ più affollato dove i bulletti non avrebbero potuto fare molto. La coppia si è quindi rifugiata in un bar della città, ma i due ragazzi ormai in preda all’eccitazione della bravata non hanno potuto fare a meno di seguirli all’interno del locale. Il

più aggressivo dei due ha continuato con il suo spettacolino, �nchè non è passato agli insulti e le minacce, poi per chiudere in bellezza ha preso un posacenere e l’ha tirato in testa al ragazzo, che continuava a difendere l’amica. All’interno del bar qualcuno ha perso la pazienza e ha chiamato il 113. Dopo poco le sirene della polizia hanno iniziato ad avvicinarsi al bar e i due bulletti se la sono data a gambe. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze dei presenti e portato il ragazzo ferito all’ospedale. Lì i medici gli hanno curato la testa e l’hanno dimesso con una prognosi di sette giorni. Attualmente gli uomini della squadra mobile, comandata da Fabio Zampaglione, ha iniziato le indagini sul caso e si trova sulle tracce del giovane aggressore. Una volta che sarà caduto nella rete della polizia per lui la situazione non sarà di certo entusiasmante. I reati che potrebbero prospettarsi sono di molestie, minacce e lesioni.

ransazione Provincia di Viterbo-Etruria Energy. Come abbiamo già scritto, il Parco Eolico a Piansano si farà. La decisione è stata presa in via de�nitiva e la delibera provinciale n. 76 del 16 giugno scorso sta lì a testimoniarlo. Vogliamo però soffermare la nostra attenzione su un “impegno” previsto dalla stessa. Riguarda la società milanese, per l’esattezza il punto 3 dell’atto della Giunta Meroi appena citato. Con esso l’Etruria Energy si impegna infatti a “prevedere e riconoscere in favore della Provincia indennizzi a valere anche come misure compensative per l’impatto riconducibile al progetto (riconoscendo una somma pari allo 0,5% dell’importo fatturato per la cessione dell’energia prodotta annualmente dall’impianto con anticipo su detto importo da erogarsi entro il 31 agosto 2012) oltre un indennizzo da erogarsi entro 7 giorni dalla decisione del Consiglio di Stato di cessazione della materia del contendere”. Andandoci tuttavia a spulciare alcune Leggi dello Stato italiano, ne abbiamo trovata una, la 387 del 2003 ossia “Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità”. Individuarla è stato semplicissimo. Ci siamo

collegati al sito della Camera dei Deputati. L’articolo che ci ha colpito è il 12. Leggiamo insieme il comma 6. “L’autorizzazione non può essere subordinata ne’ prevedere misure di compensazione a favore delle regioni e delle province”. L’autorizzazione non può prevedere “misure di compensazione a favore (…) delle province”. Domanda: questo non potrebbe essere in contraddizione con quanto stabilito dal punto 3 degli impegni assunti dall’Etruria Energy previsti dalla delibera provinciale?

Bartoletti: “Ryanair sente il fiato sul collo”

Se Ryanair se ne andrà a Pescara anziché a Viterbo può farci solo che piacere”. E’ la risposta dell’assessore all’aeroporto di Viterbo Giovanni Bartoletti, che replica alle affermazioni della manager della compagnia di Dublino Melissa Corrigan. “Probabilmente alla Ryanair sono abituati ai ‘voli pindarici’ soprattutto se pensano che un passeggero proveniente da una delle capitali europee possa percorrere la strada dei parchi coast to coast in autobus, in treno o, più nostalgicamente, in Harley Davidson per poi recarsi a Roma. Anche questa volta – continua Bartoletti – la compagnia irlandese l’ha sparata grossa, probabilmente perché sente il �ato sul collo dovuto alla prossima apertura

dello scalo viterbese. Infatti la società Aeroporti di Roma ha di recente avviato la progettazione esecutiva dello scalo, mentre Comune Provincia e Rete Ferroviaria Italiana, di concerto con l’Enac, hanno dato il via alla fase operativa degli accordi contrattuali relativi alle opere infrastrutturali di collegamento da e per l’aeroporto. Che il trasferimento dei voli low cost da Ciampino a Viterbo non sia gradito a Ryanair, è fatto notorio, e la minaccia di lasciare la Capitale è ormai un leitmotiv che ascoltiamo da anni: lo facciano senza troppi proclami, così almeno qualche compagnia, speriamo italiana, potrà bene�ciare di questa importante fetta di mercato che verrà lasciata libera dagli irlandesi volanti”.

Presunto boss di una banda di rapinatori

E’ arrivato ieri in Italia Massimo Mariani

E

’ stato estradato nel pomeriggio di ieri Massimo Mariani, quello che dovrebbe essere il capo di una banda criminale che compì quattro rapine e una quintata tentata nella zona di Viterbo, fra Oriolo Romano e Vetralla. L’uomo, romano ma residente a Bassano Romano, era considerato latitante da 6 mesi, da quel famoso giorno di gennaio in cui due membri della banda vennero catturati. Dopo il colpo a un istituto di credito di Oriolo Romano, infatti, i tre rapinatori scapparono a bordo di due scooter e si diressero verso Bassano Romano. Saputa la cosa il comandante della stazione locale aveva subito pensato a un coinvolgimento di Mariani, ma in casa sua non c’era traccia dell’uomo. Poi la cattura dei due presunti rapinatori e quella di un giornalista de Il Secolo d’Italia, accusato di aver fornito la base logistica per la fallita rapina a Manziana. Mariani è stato rintracciato solo agli inizi di giungo, quando chiamò la badante sarda della madre e i militari intercettarono la telefonata. Veniva da Valencia, in Spagna. Mariani chiese alla donna di raggiungerlo e portagli alcuni documenti, un seggiolino per il �glio e del denaro. Piazzando un Gps a Ronciglione, i carabinieri

sono riusciti a seguire la donna e a rintracciare l’uomo a Valencia, dove è stato arrestato su mandato di arresto europeo spiccato dal gip del tribunale di Viterbo Franca Marinelli, su richiesta del sostituto Renzo Petroselli. Nei giorni precedenti anche gli altri due accusati, Ovidi e Albertazzi, reclusi da gennaio a Regina Coeli e Civitavecchia, erano stati raggiunti da altre due misure di custodia cautelare per le rapine di Oriolo e Vetralla. I due sono stati arrestati il 22 gennaio, insieme al giornalista Palumbo, al quale la procura però contesta solo la ricettazione dei due scooter trovati in casa sua. Per gli altri il capo d’imputazione è associazione a delinquere �nalizzata alla rapina a mano armata. Nel pomeriggio di ieri, in�ne, Mariani è stato estradato dalla Spagna all’Italia. E’ atterrato all’aeroporto Leonardo Da Vinci, ma gli investigatori hanno detto che non verrà portato in cella a Viterbo, forse in un penitenziario della Capitale. Sul caso, intanto, continuano le indagini dei carabinieri per risalire a un presunto complice che partecipò a una rapina al Monte dei Paschi di Siena di Vetralla, travestito da poliziotto, e puntò una pistola in faccia a un membro delle forze dell’ordine. (la)

Gli ex dipendenti continuano a supervisionare la situazione delle Terme Inps

“Aspettavamo da tempo l’accordo Comune-Regione” “

Noi ex termalisti, che lottiamo da circa due decenni per la riapertura dello stabilimento INPS, apprezziamo con soddisfazione che �nalmente si è siglato lo “storico” accordo tra Regione e Comune, in cui si formalizza il trasferimento del 50% della proprietà del Comune di Viterbo”. A parlare sono gli ex dipendenti delle Terme Inps che da tempo auspicavano questo risultato. “Accordo che, come noi abbiamo già fedelmente riportato e sottolineato, si basa su una Delibera Regionale del 2008, in cui si stabiliva anche il �nanziamento di 150.000 Euro, che rientravano in un apposito

capitolo di bilancio denominato: “Oneri di costruzione e funzionamento dell’Agenzia per la realizzazione del progetto per il rilancio delle Teme di Viterbo”. Lieti dell’impegno profuso dell’attuale Giunta Comunale e Regionale per il conseguimento dell’obbiettivo, riteniamo opportuno precisare che il suddetto “storico” avrebbe potuto già essere operativo da almeno tre anni: tempo ancora più prezioso in un momento di grave crisi occupazionale. Questi ritardi sono “inspiegabili” come ha sostenuto anche l’ex assessore Taglia che, a suo tempo, si è impegnato molto per conse-

guire l’obbiettivo della riapertura delle terme preparando piani, progetti, studi, rendendo partecipi ripetutamente noi ex termalisti. Ci auguriamo che l’attuale consigliere delegato al termalismo dimostri lo stesso impegno e la stessa apertura verso ex termalisti e cittadini. Essendosi evoluta la situazione, chiediamo un incontro, come già richiesto in precedenza, aperto alla cittadinanza tutta, da tenersi all’ingresso dello stabilimento INPS, af�nché venga illustrato lo stato attuale della vicenda e quali passi successivi si intendono compiere. Noi - concludono - continueremo a vigilare”.


cronaca viterbese interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Giovedì 7 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Blitz del Dda di Roma e della polizia di Tarquinia contro alcuni imprenditori del litorale viterbese

Immigrati schiavizzati, quattro indagati di LUCA APPIA

A

rrivati in Italia in cerca di opportunità e di un lavoro si ritrovano schiavizzati come nel medioevo. E’ questo il terribile quadro che emerge da un’indagine del commissariato di Tarquinia, portata avanti da sette mesi dagli uomini al servizio del vicequestore Riccardo Bartoli. Le ipotesi di reato ravvisate dalla Direzione Distrettuale Antima�a Roma, che ha collaborato con il commissariato di Tarquinia, nei confronti di alcuni imprenditori del litorale viterbese sono di sfruttamento della schiavitù e false emersioni sul pagamento. La lunga indagine della polizia ha portato a scoprire la presenza di circa dieci immigrati clandestini e non che loro malgrado erano �niti nella rete di un gruppo di imprenditori che li “schiavizzava”. Secondo gli inquirenti, infatti, gli immigrati erano costretti a lavorare 15-16 ore al giorno per uno stipendio di 100 euro al mese, consumando pasti frugali a base di riso, verdure e poco altro. Come bagno avevano un semplice secchio e vivevano in container esposti continuamente al sole. Condizioni di vita raccapriccianti, che ci offrono uno scenario medievale del lavoro. Dopo sette mesi di indagini serrate, mertedì gli agenti del litorale hanno messo in piedi il blitz contro gli imprenditori, avvelendosi della collaborazione del servizio igiene del lavoro della Asl e da ispettori della direzione centrale del Lavoro di Viterbo (ex ispettorato del lavoro). Provvidenziale la presenza del dottor Rober-

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

to Catasca, che ha salvato in extremis la vita di uno degli imprenditori coinvolti nell’inchiesta. Durante i controlli, infatti, la squadra della polizia ha noti�cato a uno degli imprenditori il suo presunto coinvolgimento nel giro degli immigrati costretti in schiavitù. L’uomo non ha retto il colpo e ha accusato un forte malore, accasciandosi a terra. Il medico è intervenuto prontamente e dopo ben 20 minuti di massaggio cardiaco e respirazione bocca a bocca è riuscito a rianimare l’imprenditore, che è stato poi portato in ospedale e ricoverato. “L’esperienza accumulata come dirigente del pronto soccorso di Ronciglione e di Belcolle - ha detto il dottor Catasca - mi ha permesso di agire in fretta e con il sangue freddo. Fortunatamente porto sempre con me la mia valigietta con all’interno i medicinali e gli strumenti di lavoro, per essere sempre pronto a ogni situazione. Questa volta il mio essere prevenuto è stato

fondamentale”. Alle numerose perquisizioni e controlli effettuati nella giornata, oltre agli agenti del litorale, si sono uniti anche i colleghi della squadra mobile di Viterbo, che hanno contribuito al ritrovamento e al sequestro di alcune armi detenuti illegalmente. Secondo gli inquirentim, inoltre, le arme sarebbero state utilizzate anche uno dei quattro imprenditori coinvolti per costringere le vittime a non abbandonare l’azienda: con fucili da caccia e normali, infatti, avrebbe minacciato di ucciderli se fossero fuggiti. Fra le accuse a loro carico si aggiunge anche quella di associazione a delinquere. Le indagini, comunque, sono lungi dall’essere concluse. Il Dda di Roma e il commissariato di Tarquinia, infatti, nel massimo riserbo portano avanti il loro lavoro, ma pare che abbiano già messo gli occhi su altri imprenditori che potrebbero essere coinvolti nell’affare degli immigrati schiavizzati.

Il vice questore Riccardo Bartoli (foto Zadropress)

L’Associazione Antigone lancia un appello invitando tutti a sottoscriverlo

Continuano i controlli dei carabinieri a Montalto di Castro

I detenuti rischiano il “licenziamento” Clandestini, quattordici denunce di DANIELE CAMILLI

di GIOVANNI CORONA

C

E

arcerati a rischio “licenziamento”. Appello dell’associazione Antigone “contro i tagli alle cooperative sociali, ai consorzi e alle imprese” che lavorano per il reinserimento dei detenuti. “Sono finiti i soldi. Così l’amministrazione penitenziaria sta giustificando le proprie disposizioni con le quali ha creato il panico nelle carceri italiane. Non vi sarebbero più soldi per pagare i contributi a favore di quelle cooperative e imprese che hanno assunto detenuti dentro il carcere o detenuti fuori dal carcere. Si tratta di un tipico taglio non ragionato. Se ciò dovesse essere confermato – spiega Antigone – migliaia di detenuti in misura alternativa rientreranno in carcere in quanto licenziati dai loro datori di lavoro andando a peggiorare

una situazione di affollamento penitenziario già insopportabile. Non arrivano segnali dal Ministero della Giustizia diretti a risolvere il problema. Cooperative sociali, consorzi, associazioni, imprese non sarebbero nelle condizioni di proseguire nei loro lavori”. Qual è la richiesta dell’associazione? “Chiediamo al Dap di usare tutti i soldi della Cassa delle ammende, compresi i milio-

ni già promessi per progetti non ancora avviati oppure le decine di milioni messe da parte per l’edilizia penitenziaria, allo scopo di dare copertura finanziaria alla legge Smuraglia quanto meno sino alla fine dell’anno. Non fare questo ora sarebbe un errore tragico”. L’appello è rivolto a chiunque volesse sottoscriverlo. Farlo è semplice. Basta inviare una mail a segreteria @associazioneantigone.it

’ scattato alle prime luci dell’alba di ieri mattina il blitz dei carabinieri di contro l’immigrazione clandestina. I militari coordinati dal maresciallo Sebastiano Zampone sono intervenuti in alcuni casali lungo la statale Aurelia trovando -accampate in condizioni igienico sanitarie disastrose- ben quattordici persone di nazionalità straniera. Il blitz ha permesso di denunciare quattordici stranieri - tutti tunisini che durante l’estate lavorano come braccianti agricoli o muratori - per invasione e occupazione di edifici e terreni. Due di loro non essendo in possesso del regolare permesso di soggiorno saranno dislocati nei centri di accoglienza per poi essere espulsi dal Paese. Le case dove alloggiava-

no gli stranieri erano colme di spazzatura ed escrementi: alcuni dei tunisini dormivano addirittura nell’intercapedine dello stabile per ripararsi dall’umidità della notte. I carabinieri hanno anche trovato delle stoviglie, delle macchine del gas, degli indumenti ed alcuni materassi, oltre ad una pecora in un recinto di fortuna, che probabilmente sarebbe stata il prossimo pasto degli extracomunitari. I quattordici tunisini, dopo gli accertamenti di rito sono stati foto portati alla Compagnia carabinieri di Tuscania coordinata dal Capitano Massimo Cuneo, dove sono stati foto segnalati. Per poter smaltire i rifiuti ed effettuare la bonifica dell’area è stato infine necessario l’intervento di una ditta di recupero rifiuti.

Offesa, difesa e regole d’ingaggio al centro di una conferenza all’Aviazione dell’Esercito

Panico a Faleria dove sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri e 118

R

P

icevuto dal Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, Gen.C.A. Enzo Stefanini, in occasione della visita del Dott. Giovanni Pagliarulo, presidente del Tribunale Militare di Roma, al Comando Aviazione dell’Esercito ha tenuto una conferenza su: difesa e offesa, le regole di ingaggio. Il relatore ha trattato l’interessante argomento in video conferenza con lo SME III RIF-COE, COMFOTER,1°FOD, 2°FOD, Comando Truppe Alpine, Brigata Garibaldi, Brigata Sassari, Brigata Friuli e tutti i Reparti dell’Aviazione dell’Esercito. Successivamente accompagnato dal Comandante, ha potuto visitare presso il Centro Addestrativo l’organizzazione didattica, i simulatori, i mezzi

e gli aeromobili in dotazione. Particolare interesse ha destato la trattazione dell’addestramento alla sopravvivenza per equipaggi di volo, alla resistenza all’interrogatorio ed alla sopravvivenza in mare.

Cinquantenne minaccia di lanciarsi dalla finestra anico a Faleria ieri mattina, quando un uomo ha minacciato di buttarsi dalla finestra di casa. E’ accaduto intorno 11.40. L’uomo sulla cinquantina si è affacciato dalla sua finestra al primo piano di una palazzina e ha iniziato a urlare, minacciando di lasciarsi cadere nel vuoto. I vicini, spaventati, hanno subito chiamato i vigili del fuoco, che a loro volta hanno chiesto l’intervento dei carabinieri della stazione locale. Sul posto anche un’ambulanza del 118, arrivata per qualsiasi emergenza potesse accadere durante la permanenza dell’uomo sulla finestra. L’uomo, da quanto appreso, sarebbe un paziente

di una clinica per disturbi mentali, che dopo un’accesa lite con la convivente avrebbe deciso di minacciare il suicidio. L’intervento delle forze dell’ordine è durato qualche ora, finché l’uomo

non ha deciso di rientrare in casa, sventando il tentato suicidio. I sanitari del 118 hanno comunque portato l’uomo all’ospedale Andosilla di Civita Castellana per gli accertamenti del caso. (la)


Giovedì 7 Luglio 2011

Viterbo & AltoLazio

politica viterbese

5

Dopo la legge su Roma Capitale è necessaria una discussione approfondita sui futuri assetti istituzionali dell’Alto Lazio Organizzarsi e consorziarsi la sola maniera per non essere fagocitati dalla Metropoli di PAOLO GIANLORENZO

P

ochi sanno, se non gli addetti ai lavori, che presto in Italia sarà varata una nuova legge che cambierà in modo de�nitivo il volto della Regione Lazio e cioè quella su Roma Capitale. Cosa cambia, nei fatti, con il decreto su “Roma Capitale” approvato poco tempo fa dal Consiglio dei ministri e pubblicato sulla Gazzetta uf�ciale? Con il provvedimento il Comune diventa un ente territoriale con speciale autonomia statutaria, amministrativa e �nanziaria. Il consiglio comunale cambierà nome e diventerà l’assemblea capitolina. L’assemblea capitolina avrà nuove funzioni amministrative in varie materie: valorizzazione dei beni storici, artistici, ambientali e �uviali in accordo con il ministero per i Beni e le attività culturali; sviluppo economico e sociale di Roma capitale, con particolare riferimento al settore produttivo e turistico; sviluppo urbano e piani�cazione territoriale; edilizia pubblica e privata e organizzazione e funzionamento dei servizi urbani, con particolare riferimento al trasporto pubblico e alla mobilità. Sono state confermate modi�che sostanziali come il tetto di 15 municipi: il governo avrebbe voluto portarli da 19 a 12 ma il consiglio comunale ha detto no e ha rivendicato per sé il potere di stabilirne il numero che è stato �ssato, appunto, a 15. Resta a 48 il numero di consiglieri comunali e a 12 il numero degli assessori. Il decreto prevede inoltre la possibilità per gli assessori di rientrare come consiglieri se decadono dal loro incarico, la procedura d’urgenza per l’attività dell’assemblea capitolina rispetto ad alcuni provvedimenti. In�ne, viene previsto un tetto massimo per i rimborsi dei consiglieri che non possono superare l’indennità annuale. Cosa centra questo con Viterbo e con la parte nord di Viterbo?

Il progetto di macroarea; a destra, Marcello Meroi; sotto Gianni Moscherini

Provincia dell’Etruria, adesso si può

Il Presidente Meroi: è l’unico modo per far capire l’importanza dei nostri territori Semplice, mentre altre province del Lazio come Frosinone e Latina potranno in qualche modo difendersi da questo mostro ingoia �nanziamenti, piccole realtà come Viterbo e Rieti rischiano di trasformarsi in piccoli centri dell’interland di Roma. Questa cosa vale anche per quei comuni “romani” lontani però dalla

Capitale. Per rimediare a questo è in atto un gran lavoro sotterraneo che potrebbe rivelare non poche sorprese ai “romani” e cioè la costituzione di province metropolitane in grado di dire la loro soprattutto dal punto di vista economico. Se Civitavecchia, Viterbo, Orvieto si

lo smistamento merci di tutta Italia sulla nostra provincia e il polo turistico culturale di Orvieto sarà il compimento di un sogno straordinario quanto ancora irrealizzato di unire le città di Bolsena e Orvieto, legate da un vincolo unico che ha fatto la storia della Chiesa e cioè il miracolo dell’Eucarestia.

Moscherini: “La vera strada dello sviluppo passa di qui” A

lle province, lui, è stato ferocemente contrario. Perché ora dovrebbe essere favorevole ad un’adesione di Civitavecchia alla Provincia dell’Etruria? “Perché è impensabile che una città come Civitavecchia �nisca per ritrovarsi disciolta in ipotesi di assetto istituzionale che rischiano di umiliare il territorio, di strappargli non solo l’autonomia, ma anche e soprattutto l’enorme potenziale in termioni di sviluppo”. Gianni Moscherini, sindaco di Civitavecchia, la pensa così. Nessun revanscismo, né voglia di lanciare una s�da alla Davide contro Golia verso Roma. Nessun anelito di stampo “leghista”, né voglia di cavalcare qualche facile e velleitaria protesta contro un non meglio identi�cato “Palazzo”. “L’ho detto in passato, e ne resto convinto: l’Italia potrebbe fare a meno delle Province. Ma

qui nel Lazio, con Roma Capitale, occorre pensare a come garantire ai nostri territori di non essere fagocitati dall’area metropolitana o cose simili. Per questo abbiamo cominciato a ragionare con Meroi, Concina ed altri amministratori che ritengo illuminati di tutto il Centro Italia”. D’altronde, rileva ancora Moscherini, “noi dobbiamo abituarci a ragionare in termini di Centro Italia. Roma è importante, noi siamo ad esempio il porto della Capitale, ma non basta. Un primo mattone sul quale costruire l’alleanza territoriale dell’Etruria, principalmente con Viterbo ed Orvieto, è il distretto turistico e culturale. Ma c’è anche dell’altro”. La logistica, ad esempio, eterno pallino del sindaco di Civitavecchia. “La Piattaforma Logistica Italia, che non a caso abbiamo presentato insieme a

Tarquinia, è un progetto che riguarda tutta la fascia dal Tirreno all’Adriatico. Ragionare in simili termini territoriali - conclude Moscherini - signi�ca es-

sere capaci di prevedere un’area vasta che sappia affacciarsi sul mercato euromediterraneo dei traf�ci, creando occupazione e sviluppo per tutti”.

Un sogno al quale credono Marcello Meroi, Gianni Moscherini e Toni Concina. Meroi cosa pensa di questa idea? “E’ inevitabile che con Roma Capitale dovremo ridisegnare i territori di tutte le province. Di questa cosa se ne parla da tempo e forse adesso è giunto il momento di parlarne di più. Di agire. Civitavecchia e Orvieto legate con Viterbo trasformerebbero non solo il modo di pensare ma anche quello di agire del Parlamento italiano. Tutto questo, ovviamente, deve essere legato ad una effettiva volontà degli abitanti. Noi siamo pronti e disponibili ad accoglierli. Siamo pronti ad affrontare e sostenere insieme tutte quelle che sarebbero le novità delle cosiddette “città metropolitane”. Innegabile il fatto che di questo se ne parla da tempo. Quello che va fatto, per impedire di essere relegati a piccole realtà di periferia, è unire città limitrofe laddove possibile. Un modello, ad esempio, è il Consorzio Tiberina. Il Consorzio è nato come momento di aggregazione non più fra persone �siche, ma fra persone giuridiche, in maniera piuttosto innovativa, raggruppando su un obiettivo comune istituzioni, università, imprenditori e associazioni. In questo senso il progetto può dirsi realmente euromediterraneo. Diventare più coesi, pensare un progetto di sviluppo e di trasformazione unitari, creare una strategia comune puntando sull’integrazione del territorio del centro Italia, l’innovazione e la sostenibilità, attorno alla Capitale: sono anche per noi parolechiave”.

Concina: “Orvieto c’è e farà la sua parte”

Il Sindaco di Orvieto, Toni Concina di HUGO DIAZ

C

osa c’entra Orvieto con l’ipotetica provincia unita di Civitavecchia e Viterbo? “Anche noi facciamo parte della Tuscia” la risposta secca del sindaco Toni Concina. Questione di omogeneità di territorio e anche di interessi. Nel senso che tutte e tre le città vogliono convergere su una piattaforma che esalti gli interessi comuni di carattere economico. Quindi soprattutto infrastrutture e turismo. Per fare tutto ciò da qualche parte bisogna pur cominciare: “Dopo aver avuto un incontro con il presidente della provincia di Viterbo Marcello Meroi - prosegue

unissero, attraverso ovviamente dei referendum popolari per l’annessione a Viterbo, la parte nord del lazio e i con�ni dell’umbria si trasformerebbero nell’Eldorado d’America. Civitavecchia si sta trasformando dal primo porto del Mediterraneo a quello d’Europa. Il centro merci di Orte convoglierebbero

il primo cittadino orvietano - abbiamo deciso di predisporre un distretto culturale. Pensiamo che questo sia il miglior modo per dare vita ad un embrione. Poi vedremo come si svilupperà”. Troppo presto per qualsiasi altra considerazione:

“Assolutamente sì. prima di tutto è necessario veri�care se ci sono gli estremi per una comunione di intenti. Soltanto dopo questa fase sarà possibile cominciare a muovere dei passi più concreti”. Intanto c’è il distretto culturale. Di cosa si tratta

esattamente? “Cercheremo di mettere insieme delle professionalità provenienti da Orvieto, Viterbo e Civitavecchia che dovranno valutare se sotto l’aspetto turistico culturale ci sono dei punti di contatto fra tutte e tre le città. Il tema da cui intendiamo partire è la cultura unita al turismo. Secondo noi ci sono ottimi preupposti per venirsi incontro”. Detto ciò, Concina speci�ca che nulla è stato fatto ai ‘livelli superiori’: “Siamo ancora in una fase informale, per cui abbiamo evitato di portare la proposta al vaglio delle altre istituzioni. Così come non sono stati sentiti i parlamentari dei rispettivi territori. Ribadisco che pen-

siamo sia troppo presto volare troppo alto. Intanto c’è il distretto culturale ed è bene che funzioni quello”. Porto, trasversale, aeroporto, ferrovia: senza queste infrastrutture pensare ad una mega-provincia Civitavecchia-Viterbo-Orvieto sembra pura utopia. Lo scalo marittimo c’è e si sta ingrandendo, mentre le altre procedono lentamente, sono ferme da anni oppure esistonono solamente sulla carta. Grazie alla Trasversale, Viterbo può guardare all’Adriatico ed al centro Italia, Orvieto, toccata dall’Autosole, passa lungo la direttrice più importante della Nazione. Ma i collegamenti viari fra le tre città sono approssimativi.

Per questa ragione è necessario che si lavori su più livelli per raggiungere l’obiettivo. “Che gli orvietani non si sentano umbri è una bugia - scherza Toni Concina - parlando seriamente, ritengo che i territori vadano divisi per omogeneità. Per questo penso che parlando di un’entità come la Tuscia si intenda un’area estremamente vasta di cui fanno parte sia Civitavecchia che Viterbo ed Orvieto. In un progetto come questo vanno assolutamente accantonati i campanili per un progetto di così ampio respiro che coinvolge un’area vastissima e molte persone”, la conclusione del sindaco orvietano Toni Concina. Come dire: noi ci siamo.


politica viterbese

6

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 7 Luglio 2011

Pierluigi Bianchi e Federico Grattarola muovono all’attacco della cittadella “democratica” di Via Cardarelli

Fuoco “amico” contro il segretario Egidi di DANIELE CAMILLI

F

uoco di �la contro il segretario provinciale del Pd Andrea Egidi. A piazzare le batterie contro la cittadella di Via Cardarelli, Pierluigi Bianchi – leader della corrente �oroniana – e Federico Grattarola, capogruppo dei Democratici a Palazzo Gentili e riconducibile anch’esso alla componente popolare. Per entrambi, Egidi spaccherebbe il Partito a tutto vantaggio di una gestione condotta in solitaria. Almeno secondo quel che dicono i suoi due grandi accusatori. Un segretario reo – secondo Bianchi – di far “ricadere la responsabilità di una gestione non unitaria su chi, come gli ex ‘Popolari’, già in sede congressuale, nel tentativo di ricercare la massima unità, aveva rinunciato ad una candidatura di parte”. “Oppure l’avere ignorato totalmente la presenza ed il peso di coloro che hanno fatto riferimento, insieme a noi, alla candidatura di Enrico Panunzi”. Egidi che per l’ex Sindaco di Faleria “alla prima occasione, è tornato agli antichi vizi, avanzando, in assoluta solitudine, una richiesta di proroga della durata del Commissariamento della Segreteria Regionale”. Un atto che giudica “gravissimo, poi-

Alessandro Mazzoli e Andrea Egidi (foto Daniele Camilli) ché una tale richiesta avrebbe dovuto essere sottoposta alla discussione ed approvazione della assemblea e della direzione provinciale. Il Segretario ha, invece, evidentemente, ritenuto che, tali organi, siano super�ui o forse, più realisticamente – ecco un altro affondo politico (ndr) – che

non l’avrebbero approvata, visto la maggioranza risicata di cui dispone”. Un tentativo di “privare i Democratici del Lazio della possibilità di scegliere, come statutariamente previsto, il Segretario Regionale, proprio con le primarie – che qualche giorno fa Egidi stesso aveva de�nito lo ‘stru-

Il Sindaco Alessandro Santi risponde al consigliere regionale Parroncini

“A Farnese i terreni non si svendono ma si affrancano. E c’è una bella differenza” I

l Sindaco di Farnese risponde a Giuseppe Parroncini. L’argomento? I terreni ad uso civico che per il consigliere regionale del Pd verrebbero “svenduti agli abusivi”, mentre per il primo cittadino Alessandro Santi la loro sorte sarebbe invece quella d’essere “affrancati”. “C’è una bella differenza tra proporre l’affrancazione di un terreno e la sua svendita – spiega – Dopo oltre 60 anni di cause e litigi, l’Amministrazione Comunale, infatti, con due Delibere di Consiglio (il Consiglio non è stato affatto esautorato) ha approvato nel mese di novembre 2010, due schemi di conciliazione, stabilendo, tra l’altro, che il capitale di affrancazione si determini moltiplicando per venti il canone annuo di ogni terreno, perché così è previsto dalle norme vigenti. È la stessa metodica che si applica quando si legittima qualunque occupazione abusiva di terreni di uso civico, a Farnese, nel Lazio ed in tutta Italia. Ci si è comportati così anche nell’aprile 2008, quando proprio a Farnese, furono legittimati circa 20 ettari di terreno ad un prezzo medio di poco superiore ai 3.000 euro ad ettaro, in quel caso non si parlò di svendita, forse perchè l’Amministra-

zione Comunale che allora propose la legittimazione e la conseguente affrancazione, era di centrosinistra e l’on.le Parroncini sedeva nei banchi della maggioranza alla Regione?”. Santi resta inoltre sorpreso dal fatto che il consigliere della Pisana “non sappia che uno dei requisiti necessari per la legittimazione o, come in questo caso, per la transazione sia il titolo di occupatore abusivo!! Per quanto poi attiene la sua supposizione che ‘anche a mogli e figli degli abusivi deceduti verrebbe riservato lo stesso trattamento’, mi corre l’obbligo di rammentare al Consigliere Regionale che,

l’esclusiva di un tale modo di agire, è da attribuirsi ancora una volta a quella stessa Amministrazione di centro sinistra!”. Il sindaco conclude infine chiedendosi “se l’interrogazione presentata al Presidente della Regione, ed il conseguente tam tam mediatico, servono realmente per fare chiarezza e ripristinare una corretta gestione dei terreni, se mai ce n’è stata una, o sono un ulteriore tentativo di ostacolare quella che tutti, eccezion fatta per il locale PD e per l’on. Parroncini, ritengono una giusta, equa e legittima soluzione al problema usi civici di Farnese”. (Dan.Ca.)

mento più importante’ (ndr) – a favore della prosecuzione di un commissariamento che trova l’unica giusti�cazione nella volontà di una parte di mantenere il controllo della segreteria regionale, al di fuori delle regole che il partito si è dato”. “Se queste sono le premesse – ha poi concluso

– credo che la gestione unitaria cui Egidi aspira, non sia altro che il tentativo di dare stabilità alla sua segreteria, riconducendo tutti quanti noi ad un ‘pensiero unico’, il suo”. A metterci il carico è pure Grattarola, “pienamente” d’accordo con le valutazioni di Bianchi. “Una delle principali peculiarità del partito democratico – ha detto il capogruppo in Provincia – è rappresentata dalle primarie e credo che sia giunto il momento di dare legittima rappresentanza al partito a livello regionale proprio utilizzando lo strumento indicato dallo statuto del partito. Questo non vuole e non deve signi�care assolutamente mettere in discussione la conduzione del partito regionale che si è avuta �no ad oggi. Ma vuole rappresentare un legittimo e ormai non più rinviabile processo partecipativo di un partito che deve dotarsi di un assetto stabile e de�nitivo. E’ con gesti unilaterali come questo che si mette in seria discussione la tanto e da più parti agognata gestione unitaria. E’ con atti presi senza la necessaria condivisione negli organismi preposti che si certi�ca nella sostanza la divisione all’interno del partito provinciale. E a poco valgono le parole concilianti e le buone intenzioni se poi non

seguono reali e fattivi segnali di distensione e volontà vera di coinvolgimento”. Insomma – laddove possibile – il Sindaco di Vignanello è stato addirittura più duro del suo ex collega di Faleria. Che farà Egidi? Risponderà o se ne resterà in silenzio come il Cristo dei Fratelli Karamazov di fronte al Grande Inquisitore? E sì, perché il giovane segretario un po’ dell’Ivan Karamazov di Dostoevskij ce l’ha. Con lui il Partito sembrerebbe aver recuperato dal passato una precisa metodologia e un’altrettanta dettagliata antropologia politica. Dove l’appartenenza sarebbe qualcosa di più di un postulato che fonda il discorso morale. Dove non si procederebbe più dalle identità che fondano la libertà alla costruzione del Partito, bensì, dal Partito come dato di fatto che plasma la libertà di scelta al suo interno. Ponendo di nuovo e come un tempo i suoi iscritti dinanzi al dilemma inevitabile e talvolta irrisolvibile fra bene e male. Dilemma che in questa fase sembrerebbe riconducibile ad una domanda: rifare i Ds o mettere i popolari nelle condizioni di andarsene? Una possibile volontà che va al di là d’ogni spiegazione. Come il bacio di Cristo al Grande Inquisitore a conclusione dell’opera di Dostoevskij.


& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

politica viterbese

7

I dati del bilancio 2010 fotografano una buona condizione dell’azienda. Ora ci sono i margini per un rilancio dei servizi

Francigena, i politici vogliono disfarsene?

Cosa potrebbe accadere se la società fosse privatizzata?

di ROBERTO POMI

I tagli di Regione e Comune e i costi che non cambiano di una virgola

Habemus bilancio Francigena” e anche una nuova ottica con cui leggere quanto sta accadendo nei paraggi di via San Biele. I freddi numeri A conti fatti la società dei viterbesi ha raggiunto il pareggio contabile. Entrate e uscite della municipalizzata di Palazzo dei Priori danno un saldo leggermente positivo: più 129mila euro. Non tanto ma sicuramente un segnale importante se si considera che nel 2008 il buco ammontava a quasi un milione. Nel 2010 sono entrati nelle casse Francigena circa 8milioni di euro ed è uscita, alla voce spese, una cifra quasi identica. Un’azione di “lacrime e sangue” quella condotta dal cda che ha lasciato sul campo un servizio pubblico, soprattutto quello del trasporto urbano, pieno di pecche e un malumore diffuso tra il personale e i fruitori. Una sorta di chemioterapia, dolorosa ma necessaria, per mettere al sicuro il paziente. La fotogra�a attuale Francigena è un’azienda con circa 100 unità di personale, impegnato a vario titolo. L’anomalia che salta subito all’occhio è che si tratta di un esercito senza generali. Un cda, composto da tre persone, un solo funzionario quadro e tanti operai e impiegati. Un’azienda dunque con una forte debolezza strutturale. Una condizione che forse non è casuale e che di fatto rende facilmente smantellabili e collocabili sul mercato i diversi rami d’azienda di cui si compone. Qualsiasi privato avrebbe di fatto campo libero nel piazzare la propria dirigenza di �ducia senza arrivare a scontri con la “vecchia” dirigenza, di fatto inesistente. L’attaco politico al cda e la teoria del complotto In diversi ambienti della città non si crede alla genuinità di quanto accaduto in questi ultimi giorni sul fronte Francigena. L’attaco al cda, mosso cavalcando la questione dell’aumento dei compensi, viene

di DANIELE CAMILLI

T

etichettato come funzionale a un preciso piano. Piano che vedrebbe, queste le indiscrezioni, la politica cittadina intenzionata a scaricare la municipalizzata. La strategia, in quest’ottica, sarebbe: “screditare agli occhi dell’opinione pubblica Francigena, farla apparire come un covo di “mangiapane a tradimento” e avere quindi la strada dell’opinione pubblica spianata nei confronti di un’operazione di spacchettamento dell’azienda con conseguente messa sul mercato dei diversi rami d’azienda. Ce ne sono alcuni di veramente appetitosi, tipo i parcheggi. Socializzare le perdite, privatizzare i guadagni Se la “teoria del complotto” trovasse conferme nella prossima azione dell’Amministrazione ci troveremmo davanti a una classica operazione di “socializzazione delle perdite e privatizzazione dei guadagni”. La società municipalizzata è stata prima costituita, ha messo in piedi i servizi, i viterbesi hanno coperto i buchi di bilancio e ora, che potrebbe essere il momento buono per un guadagno, si pensa bene di mettere tutto sul mercato. Se così fosse Ricci avrebbe servito all’Amministrazione una palla d’oro, segnale questo - che se trovasse conferme - metterebbe in evidenza l’esistenza di un’opposizione di

governo. I lavoratori di Francigena Sono sicuramente una pedina importante nella costruzione di un clima negativo intorno alla società. Qualcuno tra l’altro è convinto che il collasso della municipalizzata potrebbe tradursi in una propria assunzione come dipendente comunale. Prospettiva dif�cilmente concretizzabile nella maggior parte dei casi. In caso di spacchettamento e privatizzazione il destino più probabile è quello di �nire sotto la guida di un privato. Il dato di fatto L’attacco al cda dei giorni scorsi è sembrato un vero e proprio fulmine a ciel sereno. In tanti ci hanno visto qualcosa di strano e per questo abbiamo deciso di rendere pubblica questa lettura dei fatti. Nei prossimi giorni, partendo da questo pezzo, andremo a intervistare chi di dovere, i politici con cariche, sul prossimo destino Francigena. Dopotutto Marini aveva ventilato già a marzo la prospettiva dello smembramento proprio in Consiglio Comunale. Si discuteva dell’af�damento a privati del cimitero di San Lazzaro. Già i cimiteri, perché non darli a Francigena? Cosa bolle in pentola? Cosa si sta decidendo nelle stanze dei bottoni?

Tisba dell’Uilpa chiede un incontro con il Direttore Interregionale del Lazio

Interporto di Orte...e la Dogana? U

n incontro con il Direttore Interregionale delle Dogane per il Lazio e l’Abruzzo per discutere dell’Interporto di Orte. A chiederlo è il Segretario Regionale Uilpa Dogane Lazio, Virgilio Tisba. "In un convegno, svoltosi il 30 giugno a Viterbo, è stata presentata la realizzazione dell’infrastruttura che ospiterà l’Interporto Centro Italia di Orte. L’inizio dell’attività è prevista per la �ne del 2011 e nel corso del 2012 proseguirà a regime, con una importanza fondamentale e una posizione geogra�ca eccezionale. Il futuro Interporto – spiega

Tisba – è servito da un sistema viario che collegherà tutte le direttrici di traf�co che attraversano il centro Italia e la linea ferroviaria più importante del Paese (la linea FS Napoli – Roma – Firenze – Bologna – Milano)". "E’prevista la costruzione di una palazzina dedicata ai servizi doganali per facilitare l’import – export delle imprese. Alla luce di tutto ciò – prosegue il Segretario – la UILPA DOGANE LAZIO ha chiesto un incontro con il Direttore Interregionale delle Dogane per il Lazio e L’Abruzzo, Ing. Roberta de Robertis, al �ne di

conoscere l’orientamento dell’Agenzia delle Dogane riguardo la presenza dell’Interporto sopracitato e la realizzazione di uno sportello di una Sezione Operativa Territoriale e altro". "Questo incontro – conclude – sarà utile anche per raggiungere un accordo di mobilità regionale che permetterà di reperire le risorse necessarie al funzionamento della nuova struttura, consentendo un’adeguata presenza dei funzionari doganali e prevedendo anche se necessario il montaggio di uno scanner per favorire i controlli preposti sui container".

rasporti pubblici, la Francigena gode di buona salute. In tre anni – stando a quanto ci dicono le nostre fonti – è passata da perdite di circa un milione di euro al pareggio di bilancio. Niente male per una società che lo scorso febbraio il Sindaco Giulio Marini ha detto – in pieno Consiglio comunale – di voler mettere a gara entro il 31 dicembre del 2012 perché “è la legge che ce lo impone e non possiamo più tornare indietro”. Niente male anche per i costi di cui deve farsi carico, nonostante i tagli attuati da Regione e Comune di Viterbo. Pare infatti che la prima, dopo averle dato 300 mila euro, gliene abbia successivamente tolti più di 220 mila nel 2009, lasciandola con il resto di 80mila. Sembra poi che la Francigena dopo essersi vista erogare dall’Amministrazione comunale altrettanti 300mila,

abbia poi visto mettere a gara i servizi per disabili, segnaletica e scuolabus. Cosa che ha fatto venir meno 146mila, 74mila e 50mila euro. In totale, ben 270mila euro. In tutto, dei 600mila euro di cui bene�ciava da Regione e Comune – è pur sempre un servizio pubblico rivolto ai cittadini – in tasca, anzi in bilancio gliene rimarrebbero appena 110mila. A fronte di costi che non sarebbero variati di una virgola. Non quelli del Cda che incide poco o nulla sulle spese della società, ma del personale che – contrariamente a quanto è stato esternalizzato – è rimasto in carico alla partecipata. Un centinaio di dipendenti che – secondo indiscrezioni – rappresentano una spesa complessiva di bilancio che si avvicina ai 5 milioni annui sugli 8 complessivi. Infatti i dipendenti della società – che fra l’altro non vanta alcun dirigente se non i membri del Consiglio

d’Amministrazione che poi dirigenti formalmente non lo sarebbero – prendono in media 40 mila euro lordi ciascuno. Che ogni mese fanno mediamente tra i 1500-1800 euro netti. Per 5 ore di lavoro al giorno e turni che sarebbero stati “liberalizzati”, cioè ciascuno potrebbe di fatto scegliere come distribuirselo nel corso della giornata. Non solo, ma pare inoltre che su 80 autisti, 35 non portino l’autobus pur avendo un contratto da autoferrotranviere con entrate superiori del 20% rispetto alla media regionale dei loro colleghi. Anche per quanto riguarda le assenze per malattia, staremmo ben sopra la media nazionale. Sembra che a Viterbo i giorni di malattia chiesti e ottenuti siano in media 12 all’anno, quando quella italiana è di 6 per lo stesso lavoro. Insomma, cosa accadrebbe se il servizio dovesse essere messo a gara e quindi af�dato ad un privato?


interni provincia di roma

2 8

Viterbo & & Viterbo Giovedì 7 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

ANGUILLARA - Protestano i componenti dell’associazione ImmaginAnguillara

La minoranza chiede più trasparenza di SARAH PANATTA

A

d “ImmaginAnguillara”, associazione no pro�t che ha partecipato con scarsi successi alle ultime elezioni amministrative – presentando il proprio candidato ecologico e “mediatico” Marco Danè –, piace la legalità. Lo comunica in un’accesa nota informativa con la quale critica con veemente eleganza l’operato della giovane amministrazione anguillarese guidata dal primo cittadino Francesco Pizzorno. “ImmaginAnguillara” vede, almeno �no ad ora, disattese le promesse di piena legalità e chiarezza fatte dal sindaco in campagna elettorale. La protesta nasce proprio dalle prime delibere prese in sede consigliare. Nello speci�co la nuova giunta viene accusata da un lato di trattare con indifferenza alcune situazioni apparentemente incompatibili con il normale svolgimento delle pratiche amministrative, dall’altro di fallire nella missione di trasparenza, e dunque di cambiamento improntato al dialogo costante con la popolazione, predicata pochi mesi fa. Da alcuni stralci del comunicato di “ImmaginAnguillara” emergono i nodi bollenti della

questione. Il primo lupus in fabula è Antonio Pizzigallo, che secondo alcuni non dovrebbe sedere in consiglio, vista la nota vicenda giudiziaria che lo ha costretto un anno fa ad abbandonare la poltrona di sindaco. “ImmaginAnguillara” chiede «se l’incompatibilità del Consigliere Pizzigallo è mantenuta in vita dalla mancata chiusura del procedimento giudiziario tra lui ed il Comune…perché proprio coloro che tanto lo hanno avversato, �no a far decadere l’intera consiliatura, oggi si voltano dall’altra parte per non vedere?». Poi ad essere messa

in discussione è la procedura decisionale del consiglio. Altra domanda scottante che brama risposta «se l’articolo 29 dello Statuto Comunale recita che “la delibera relativa (alle linee programmatiche di mandato) è depositata in Segreteria per quindici giorni durante i quali ciascun consigliere può proporre, adeguamenti e modi�che”, perché si costringe il Consiglio Comunale ad approvare un documento che non è stato sottoposto al vaglio preventivo dei consiglieri di maggioranza e di minoranza? ». Ultimi punti, ma cardine del discorso dell’associazione-movimento capitana-

ĀȀ̀ЀԀ‫܀؀‬Ȁ̀ࠀऀĀȀ̀̀ȀЀԀ‫؀‬Ѐ‫ࠀ̀؀܀‬Ȁ‫਀؀ऀ܀‬ЀԀ‫؀‬Ѐ Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬Ȁ

਀଀Ԁ̀ЀȀऀఀഀ฀฀ༀ ༀഀऀȀကȀఀ਀ЀȀ‫؀‬Ѐ̀ഀက̀‫؀‬ЀԀഀᄀᄀሀȀ‫܀‬ఀጀЀ᐀ᔀЀࠀᘀကఀ਀ЀᜀጀᔀЀԀഀᄀЀ‫܀‬ഀ᠀਀ᄀȀऀഀကఀ਀ЀԀ‫؀‬Ѐ ഀ‫᠀਀܀‬Ȁᤀ‫਀؀‬ကഀЀԀഀᄀᄀȀЀᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀᬀ ကᄀऀऀ Āሀጀ᐀ᄀᔀᘀሀጀᜀऀऀ ᠀ᄀᤀᤀᄀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᨀᘀᤀᬀᄀᰀᴀᘀሀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᠀ᘀḀᘀἀᄀḀᜀ !ᘀᄀᔀЀЀ ᰀᴀḀḀሀἀ !"#$ЀЀ %ᴀḀḀሀἀ##"&"#'ЀЀ "(#"#)*"$ᰀἀḀᴀЀЀ +ᴀ,Ѐ Ḁሀᴀ(ᴀ,-"*"$Ѐ./00ᔀЀ1ἀЀ(#ἀᰀ*"ἀ#$ЀḀἀЀ($ ἀЀ-$ +Ḁᴀ(("&ἀЀ%"Ѐࠀ"ᰀሀऀ#$ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ'ऀ%ἀЀἀ((ᴀ2ᰀἀ,ᴀЀἀЀ+,$2ᴀ##"Ѐ ᴀ%"ἀᰀ#ᴀЀ !ἀᰀ%$ᔀЀἀЀ3+,$2ᴀ##"Ѐᴀ%Ѐ"ᰀ"*"ἀ#"&ᴀЀ%"Ѐ#ᴀ,*"4Ѐ%ἀЀ,ᴀἀḀ"**ἀ,ᴀЀᰀᴀḀЀ#ᴀ,,"#$,"$Ѐ%ᴀ"Ѐ-$ )ᰀ"Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀЀȀḀḀ) "ᴀ,ᴀᔀЀ Āᴀ,&ᴀ#ᴀ,"ᔀЀ ᄀἀ%"(+$Ḁ"ᔀЀ ऀἀᰀ*"ἀᰀἀᔀЀ ऀ$ᰀ#ἀḀ#$Ѐ %"Ѐ Āἀ(#,$ᔀЀ ̀ἀᰀ#ἀЀ ऀἀ,"ᰀᴀḀḀἀᔀЀ ఀἀ,5)"ᰀ"ἀЀ ᴀЀ ఀ$Ḁ6ἀᔀЀ +ᴀ,Ѐ ḀᴀЀ 6"ᰀἀḀ"#'Ѐ ᴀЀ -$ᰀЀḀἀЀ,"+ἀ,#"*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ(ᴀ2)"#$Ѐ"ᰀ%"-ἀ#ᴀ7

(ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀऀ ࠀ᐀" ᄀᔀᘀሀጀᜀ&ऀऀऀ ‫܀‬ᤀἀᰀ"ᔀᘀሀጀᜀऀऀऀ ᜀ Āሀᰀᴀᄀᔀᘀሀጀᜀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀ(ᄀ*"ἀᜀऀ+",,*ᘀ ᄀ&ऀ-ᜀ᐀ᘀ ᘀጀᄀऀ ᬀᰀᜀḀᜀጀἀᘀḀᄀऀᜀऀᰀᘀᄀ,ᘀ*ᘀἀᄀἀᘀḀᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀԀᰀἀᜀ&ऀԀἀἀᘀḀᘀἀ.ऀᜀऀ଀ᜀጀᘀऀ "*ἀ"ᰀᄀ*ᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀ /ሀ*ሀጀἀᄀᰀᘀᄀἀሀ&ऀऀ 0ᘀ*ᄀጀἀᰀሀᬀᘀᄀऀऀ ᜀऀ ,ᜀጀᜀ0ᘀ ᜀጀᔀᄀ ࠀ"ᰀሀ 1ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ ᨀᘀ ᜀᰀ ᄀ ( ᘀᜀጀἀᘀ0ᘀ ᄀ ᜀ 2ᜀ ጀሀ*ሀ3ᘀ ᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ Ԁᤀᤀᘀᤀἀᜀጀᔀᄀ ᄀ3*ᘀ ᄀጀᔀᘀᄀጀᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᴀᄀᤀᤀᘀᴀሀ ऀऀऀ ऀ5ᘀᴀᬀሀᰀἀሀ ऀऀऀ ऀऀऀ 4 ऀ %ऀऀऀऀ฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀऀऀ ऀऀऀऀऀऀ ᴀሀ ऀ ऀऀऀऀ᐀ᘀऀ ᘀऀऀऀऀ ऀऀऀ ऀᴀᄀᤀᤀ ᰀἀሀऀऀऀ ऀऀऀऀ ऀऀऀ ሀ ऀᘀᴀᬀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀ"ጀ ऀऀἀሀ ᄀ ऀऀऀ ऀᜀᰀሀ3 ऀऀऀ ऀऀऀ ऀᜀᤀᤀᜀᰀᜀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᬀሀἀᰀ. ऀऀऀ ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ ᘀᄀᤀ "ጀऀऀऀ +ᜀᰀऀऀऀऀऀऀऀ ऀऀ ऀऀ ᜀ᐀ᘀ,ᘀ*ᜀ6ऀऀ%ऀ ᰀᘀ !ᘀऀऀऀऀ ऀऀ 4%฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ% ᐀ᘀऀऀऀ ऀᤀሀᬀᰀᄀᘀጀ᐀ᘀ ᄀἀሀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀ7"ᜀ**ሀ ऀᤀऀऀ"ᬀᜀᰀᘀሀᰀᘀऀᄀ ऀऀ ऀऀ ऀᰀᘀ !ᘀᜀᤀἀᜀऀ ሀጀऀᘀᴀᬀሀᰀἀᘀ ऀ*ᜀ ऀऀ (ᄀᰀᄀጀጀሀऀᰀᜀᤀᬀᘀጀἀᜀ

ᄀἀЀ +,ᴀ(ᴀᰀ#ἀ*"$ᰀᴀЀ %ᴀḀḀᴀЀ ,"-1"ᴀ(#ᴀЀ %$&,'Ѐ ἀ&&ᴀᰀ",ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ Ḁἀ Ѐ -$ +"Ḁἀ*"$ᰀᴀЀ %"Ѐ )ᰀ Ѐ 3(-1ᴀ%ἀ4Ѐ -1ᴀЀ " Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ#,$&ᴀ,ἀᰀᰀ$Ѐ%"(+$ᰀ"!"ḀᴀᔀЀ)ᰀ"#ἀ ᴀᰀ#ᴀЀἀḀЀ-$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ-$ +Ḁᴀ#$Ѐ%ᴀḀ Ѐ!ἀᰀ%$ Ѐ./00ᔀЀ+,ᴀ(($ЀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ %ᴀḀḀἀ Ѐ ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀ ЀĀἀ,"-"&ᔀЀ ("#ἀ Ѐ"ᰀЀ ଀"ἀ Ѐ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀ Ѐ890. Ѐ:Ѐ Ā"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀ Ѐἀ+ᴀ,#ἀ Ѐ"ḀЀ Ḁ)ᰀᴀ%;ᔀ Ѐ ᴀ,-$Ḁᴀ%;Ѐ ᴀЀ ЀЀᴀЀЀЀ ᰀ ЀЀ ЀЀ $ᰀ%ἀ*"$ ᨀ ЀЀᴀЀЀḀЀЀЀЀḀЀἀЀЀЀ ЀЀ % ,ᰀᴀ#ЀЀ ЀЀ ("#$ Ѐ "ᰀ#ЀЀᴀЀЀЀ "ḀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ$ % &ᴀᰀᴀ,%;Ѐ %ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ <ጀ// Ѐ ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ 0.ጀᜀ/ᔀЀ $Ѐ -$ᰀ()Ḁ#ἀᰀ ЀЀ ЀЀ#ЀЀጀ ЀЀጀ" "-"& ЀЀ ,ЀЀЀЀ ЀЀᴀ-ἀ ᰀ ЀЀ ===ጀ6$ᰀ%ἀ*"$ ЀЀ ЀЀ,"ጀ ЀЀ $ Ѐ(ЀᴀЀЀ## "Ѐ"ЀЀЀ #Ѐ)##ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ +ᴀ, ЀЀ฀ऀ ЀЀ ऀऀ ฀ ऀЀЀఀഀ ЀЀ ऀऀ ЀЀऀЀЀက89က‫܀‬Ȁ Ѐ>ЀḀ Ѐ ሀЀЀ฀Ѐ฀ ЀЀ4ЀЀЀЀЀ $ ЀЀ Ѐ3Ѐ!ἀᰀ% ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ#ᴀ ᴀ(ᴀᰀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ %ᴀᰀ*ἀЀ% Ѐ(Ѐ-ἀ Ѐ%Ѐ"ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ,ЀЀЀЀ "ᰀᴀ ЀЀ ‫؀‬ḀЀЀ#ЀЀЀᴀЀЀЀ ‫؀‬Ѐ($22ᴀ##"Ѐ"ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"ЀἀЀ,"-1"ᴀ%ᴀ,ᴀЀḀሀἀ((ᴀ2ᰀἀ*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ6$ᰀ%"Ѐ+ᴀ,Ѐ"ḀЀ6"ᰀἀᰀ*"ἀ ᴀᰀ#$Ѐ%"Ѐ+,$2ᴀ##"ЀЀ,"6ᴀ,"!"Ḁ"Ѐἀ"Ѐ(ᴀ##$,"Ѐ ()%%ᴀ##"ᔀЀ %ᴀ!!$ᰀ$Ѐ "ᰀ&"ἀ,ᴀЀ ḀᴀЀ Ḁ$,$Ѐ ,"-1"ᴀ(#ᴀᔀЀ ᴀ(-Ḁ)("&ἀ ᴀᰀ#ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ ,ἀ--$ ἀᰀ%ἀ#ἀЀ +$(#ἀḀᴀЀ -$ᰀЀ ἀ&&"($Ѐ %" ,"-ᴀ&" ᴀᰀ#$ᔀЀ"ᰀ%","**ἀᰀ%$ḀᴀЀἀ7 ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀĀἀ((ἀЀ%"Ѐ‫("܀‬+ἀ, "$Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀ଀"ἀЀ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀЀ8?0/?0.Ѐ:Ѐ///@ᜀЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀༀ‫ऀ܀‬ᬀጀ ଀ᄀጀ᐀ሀऀఀഀ฀฀ऀ:ऀ ሀጀऀᘀጀ᐀ᘀ ᄀᔀᘀሀጀᜀऀ᐀ᜀ*ऀᤀᜀἀἀሀᰀᜀऀ᐀ᘀऀᄀᬀᬀᄀᰀἀᜀጀᜀጀᔀᄀऀ᐀ᜀ*ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ% Ѐᰀ$ᰀ Ѐ Ѐ ЀᴀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ"ᰀ%"-ἀ#$ Ѐ ЀЀЀ Ѐ($+,ἀ Ѐ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀᴀḀḀ$ Ѐ5Ѐ ) Ѐ%Ѐ ἀЀЀЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ%"&ᴀ,($ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀЀ $%$ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀ"#ᴀ Ѐ(+ᴀ Ѐ % ЀЀᴀЀЀЀЀЀ ἀᰀ% Ѐ%$ Ѐ ЀḀᴀ Ѐ ЀЀЀ ἀ*"$ᰀᴀЀЀЀ ,ЀЀЀЀ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀ-$ᰀ("%ᴀ ᴀ(ᴀЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀЀЀ+Ѐ ,ЀЀЀЀ Ѐ က$ᰀ ЀЀ ЀЀЀЀ(ἀ,ἀᰀᰀ$ ,ЀЀ +ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ἀ#ἀ Ѐ ЀЀЀЀ #ἀЀЀЀ ᴀ%ᴀ#ЀЀЀЀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ḀἀЀЀЀ ЀἀЀḀЀЀЀЀ ᰀ#ᴀЀЀЀ ЀЀ ᴀЀЀЀЀ ЀЀ ()Ѐ -ЀЀᴀ(("&ἀ #ᴀЀЀЀЀ "ЀЀЀЀ Ѐ(+ᴀ% Ѐ ЀЀ ḀЀЀᴀЀЀЀЀ ЀЀᴀḀ Ѐ5Ѐ) ЀᴀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ*ἀ ЀЀᴀЀЀᰀ ЀЀ ᰀ Ѐἀ++ Ѐ ἀЀЀ,#ᴀ Ѐ%" Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ #ЀЀ#Ѐ$Ѐ,ᴀ (ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ЀᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀ ἀЀЀ*"$ᰀ" ЀЀ"Ѐ"ᰀ Ѐ% Ḁᴀ Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀᴀᰀ#" ᰀ ЀЀ -$ᰀ#ᴀ ᴀጀ ЀЀ ḀЀЀЀЀ Ѐ+$( Ѐ #ἀ Ѐ#Ѐ"ЀЀЀ !,$ЀЀЀ Ѐ"ḀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ Ѐ6ЀᴀЀЀ%ᴀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ 6ЀЀἀЀ,' ЀЀЀ ἀḀᴀЀ ЀЀ ЀЀ5) Ḁἀ ࠀᴀ,Ѐ #)##"Ѐ "Ѐ -1"ἀ," ᴀᰀ#"Ѐ "ᰀЀ $,%"ᰀᴀЀ ἀḀЀ -$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ %ᴀḀЀ !ἀᰀ%$Ѐ ᴀ%Ѐ ἀḀḀᴀЀ ,ᴀḀἀ#"&ᴀЀ +,$-ᴀ%),ᴀᔀЀ "Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ +$(($ᰀ$Ѐ,"&$Ḁ2ᴀ,("ЀἀḀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ%ᴀḀḀἀЀᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀἀḀЀ#ᴀḀᴀ6$ᰀ$ЀᰀጀЀ/᐀AAጀᜀB.<᐀Ѐ:Ѐ/᐀AAጀ.@0᐀.ጀ ᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀЀĀጀ‫܀‬ጀЀĀ‫؀‬Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬ȀЀ ‫؀‬ᄀЀࠀ‫܀‬ഀ̀‫؀‬Ԁഀကఀഀ

Ȁ&&ጀЀ଀"ᰀ-ᴀᰀ*$ЀĀἀ--"ἀ2Ḁ"ἀ

to da Danè sono la “sincerità” e la suddetta “trasparenza”. «A nessuno piacciono le tasse, ma, se necessarie al bene comune, devono essere pagate. Ma lo sarebbero più facilmente se ci venisse detto che cosa verrà fatto dei nostri soldi. Perché tacere sulle �nalità dell’addizionale sulle bollette dell’energia elettrica (60 euro per utenza), alimentando così dubbi che possano essere mal interpretati?...Nel programma elettorale dell’attuale maggioranza era espressamente citato l’impegno ad effettuare le video riprese del Consiglio Comunale per permettere a tutti i cittadini di seguirle in diretta streaming o registrate sul sito del Comune. Perché oggi si afferma che si debbano reperire le risorse necessarie quando almeno due organizzazioni (Il Tabloid e ImmaginAnguillara) si sono già offerti di farlo gratuitamente?...La legge elettorale, così fortemente maggioritaria, riduce al minimo la presenza delle opposizioni nell’aula consiliare, opposizioni che, in un corretto confronto democratico, rappresentano il meccanismo attraverso il quale la cittadinanza svolge il suo controllo sull’operato della maggioranza. Perché allora tanta inutile arroganza e �scali atteggiamenti di s�da allo svolgimento di un corretto confronto democratico?». Un �ume in piena di lamentazioni post scon�tta elettorale ma anche un sintomo a chiare lettere della faticosa lentezza con cui la politica locale deve sdoganarsi dai vecchi meccanismi e indirizzarsi all’ascolto delle posizioni, tutte.

ANGUILLARA - Progetto per giovani artigiani

Sei mesi nelle botteghe

G

iovani e artigianato. Un ossimoro ironico? Un’etichetta fuori tempo massimo? O semplicemente uno dei possibili modi per far girare l’economia ri-partendo dai piccoli eppur fondamentali motori locali? Ad Anguillara Sabazia approda un progetto dedicato ai giovani tra i 18 e i 30 anni af�itti dalla piaga del secolo, la disoccupazione. Non il solito corso di formazione da migliaia di euro che serve a scaldare un banco per sei mesi in attesa del seminario successivo, per colmare il port folio curriculare e dare un senso alla propria precarietà. Una piccola grande occasione arriva con “I giovani e le antiche botteghe artigiane”, autorizzato dalla Regione Lazio e co�nanziato dall’Unione Europea. Il corso è gratuito ed è riservato a 13 canditati che devono avere i seguenti requisiti: essere cittadini italiani o comunitari e immigrati in possesso di regolare permesso di soggiorno; essere disoccupati o inoccupati di età compresa fra i 18 e i 30 anni; essere residenti o domiciliati nella Regione Lazio; avere un diploma di maturità e di scuola media superiore. Il percorso formativo si articola in due sezioni. Durante la prima (circa 120 ore) l’attività di formazione si svolgerà con lezioni frontali in cui gli allievi apprenderanno i principali strumenti per creare e condurre un’attività di tipo artigianale (economia aziendale, marketing, gestione aziendale, strumenti �nanziari, comunicazione, etc). La frequenza è di 3- 4 giornate la settimana per circa due mesi e mezzo. Durante la seconda parte (500ore +120 ore) attività di tirocinio con

la guida di un Maestro Artigiano. Gli allievi entreranno nelle botteghe artigiane che hanno aderito al progetto (fabbri, marmisti, falegnami, tessile, stucchi, etc) dopo la fase di orientamento in cui si deciderà la destinazione di ognuno secondo le capacità e le attitudini. Durante questo periodo (circa 6 mesi), sapranno cosa signi�ca “occuparsi” in un mestiere, lavorare con le proprie mani e senza mediazioni “virtuali” in un contesto lavorativo che richiede pazienza, umiltà, dedizione e forte specializzazione, tutte caratteristiche di cui i giovani necessitano per “crescere”, mentalmente e nel proprio ambiente sociale. Le botteghe che hanno aderito sono collocate nei comuni di Anguillara, Bracciano, Manziana, Canale e Oriolo. E’ prevista un’indennità di un euro per ogni ora di tirocinio (totale circa € 600/700 ad allievo) più i rimborsi per le eventuali spese di trasporto. Le iscrizioni saranno aperte �no al 08/07/2011 (ore 13) presso la sede della F.O.R.M.A.T, in Via S. Stefano 11, Anguillara Sabazia. Per iscrizioni ed informazioni è disponibile il numero (Tel.fax) 06/ 9968896 dalle ore 15.30 alle ore 18.30. (S.P.)

LADISPOLI - Sel solidale con il comitato ‘Rifiuti Zero’

“L’idea della discarica è scellerata” D

a Malagrotta a Palidoro, il nuovo viaggio della “mondezza” regionale non piace né ai cittadini né ai sindaci. Come ormai succede puntualmente in Italia, la protesta partita dal “basso”, strettamente “popolare”, è ora af�ancata, puntellata da proteste istituzionali sempre più forti. Dai consiglieri regionali di SEL arriva la solidarietà al Comitato Ri�uti Zero, portavoce degli abitanti di Anguillara Sabazia, Bracciano, Manziana, Cerveteri, Ladispoli, Palidoro (frazione di Fiumicino). Secondo i consiglieri di Sinistra Ecologia Libertà Luigi Nieri e Filiberto Baratti «l’ipotesi di realizzare una discarica e un inceneritore nell’area di Pizzo del Prete in località Palidoro, nel Comune di Fiumicino, è scellerata. Una decisione che rischia di danneggiare irrimediabilmente un’intera area oggi dedicata all’agricoltura biologica con la conseguente perdita di centinaia di posti di lavoro…un paesaggio agrario di rilevante valore, così come classi�cato dal Piano territoriale paesaggistico regionale (Ptpr), la cui disciplina di tutela esclude la possibilità di realizzare discariche. Inoltre la zona risulta contigua a una più vasta area denominata Valle del Rio Palidoro e del Fosso delle Cascate, classi�cata quale bene paesaggi-

stico identitario della Campagna Romana». «Per questo motivo» hanno aggiunto gli esponenti di SEL «abbiamo presentato una mozione che impegna la Giunta regionale a escludere Pizzo del Prete come sito per la discarica e a rinviare le scelte successivamente all’approvazione del piano dei ri�uti, promuovendo in ogni caso forme di reale consultazione e partecipazione dei cittadini nelle scelte da effettuare». Dalla nota congiunta di Nieri e Baratti emerge un dato inquietante. Non solo nell’area di Pizzo del Prete opera oggi un’azienda biologica che si estende su 200 ettari, ma tra le varie aziende agricole spunta a Castel di Guido un’attività di proprietà del Comune di Roma, i cui prodotti di qualità certi�cata non possono certo convivere

con l’ambiente indiscutibilmente malsano che una discarica con annesso inceneritore creerebbe. Inoltre, come hanno dichiarato gli stessi consiglieri SEL, fare tabula rasa di aziende ben radicate nel territorio e fonte di una ricchezza che dal locale si irradia alla regione intera signi�ca anche «sconfessare le stesse politiche regionali. La Regione Lazio ha, infatti, promosso numerose leggi e atti amministrativi per sostenere le politiche agricole, biologiche e di qualità che verrebbero con questa scelta invece penalizzate». Con la loro mozione Nieri e Baratti vogliono catalizzare le opinioni discordanti del consiglio regionale e spalancare ragioni e piani�cazione verso soluzioni alternative, quali la “differenziata”. Napoli docet, ancora. (S.P.)


e l a i c e p S bo r e t i V

����������������������


speciale viterbo interni

2 10

Viterbo & & Viterbo Giovedì 7 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Stasera tocca a Roberto Faenza con ‘Silvio Forever’. In cartellone tanti altri ospiti illustri

Roberto Vecchioni incanta Viterbo E

mozioni forti nella serata di martedì al parco del Paradosso. Roberto Vecchioni, portato sul palco di Caffeina, dal duo Rossi&Baffo ha catturato il pubblico. Al grido di “vado da Vecchioni, quando mi ricapita?” oltre mille persone hanno preso posto nella splendida cornice. Un successo che eguaglia quello di “Mitraglietta” Mentana. Quella di stasera si presenta come un’altra serata imperdibile. Al Parco del Paradosso (ore 21) il regista Roberto Faenza parlerà con il pubblico del film ‘Silvio forever’, nell’ambito del ciclo ‘Storie di cinema a Caffeina’ in collaborazione con il Tuscia Film Fest. La “autografia non autorizzata” di Berlusconi, diretta da Faenza insieme a Roberto Macelloni e scritta da Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, sarà proiettata al termine dell’incontro. Il dibattito sarà

moderato dal giornalista Giuseppe Castellini, direttore del Giornale dell’Umbria. Sempre alle ore 21 il chiostro di Santa Maria Nuova ospita Isabella Bossi Fedrigotti che presenta il libro ‘Se la casa è vuota’. Nata a Rovereto di Trento da madre austriaca, la Bossi Fedrigotti vive e lavora a Milano. Giornalista e scrittrice, collabora con il Corriere della Sera e cura rubriche di corrispondenza con i lettori per il supplemento Sette. Ha esordito nella narrativa nel 1980 con ‘Amore mio, uccidi Garibaldi’; con il secondo romanzo, ‘Casa di guerra’ è stata finalista al Premio Strega e al Campiello. Il successo al Premio Campiello è arrivato con il terzo romanzo, il bestseller ‘Di buona famiglia’. Seguiranno ‘Magazzino vita’; ‘Il catalogo delle amiche’; ‘La valigia del signor Budischowsky’; ‘Il primo figlio’ e ‘Se la casa è

vuota’. Tutti i suoi libri sono stati tradotti in varie lingue. L’attualità trova spazio alle 22 a Piazza del Fosso con Luca Telese, che parla del volume ‘La marchesa, la villa e il cavaliere. Una storia di sesso e potere da Arcore ad hardcore’. Nato a Cagliari e cresciuto a Roma, ha cominciato a lavorare a Il Messaggero, tendenzialmente si occupa di politica, spettacoli e varia umanità. Ha collaborato con Sette, Vanity Fair, Panorama e con Il Giornale convocato da Maurizio Belpietro. Da settembre 2009 è nel team de Il Fatto Quotidiano. Ha scritto quattro libri: ‘La lunga marcia di Sergio Cofferati’, ‘Cuori neri’, ‘Qualcuno era comunista’ e ‘Le radici del presente’. Ama i Beatles, Primo Levi e Pierpaolo Pasolini, Peter Gabriel e i fumetti. In contemporanea al Cortile San Carluccio Michela Murgia presenta il libro ‘Ave Mary. E la chiesa inventò la

donna’. Numerosi e interessanti anche gli altri incontri. Alle 20 nel Cortile La Zaffera (Piazza San Carluccio) proseguono gli incontri tutti al femminile, questa volta sul tema ‘I talenti delle donne. La parola’. Alle 21 La Cantina di Piazza Cappella ospita Alberto Pichardo, che parlerà della vita di Papa Alessandro IV, vissuto nel

‘200, la cui ricerca della sepoltura nel Duomo di Viterbo è attualmente oggetto di indagini archeologiche. Alle 21.30 all’Arena Boscolo Academy di Via San Pellegrino Sandra Puccini parla del libro Nude e crudi. Femminile e maschile nell’Italia di oggi’. Conclusione con gli appuntamenti delle 22.30: Luca Bianchini per ‘Siamo solo amici’ (La

Zaffera); Maria Maddalena Bisogni, Valentino Prana e Tony Urbani per ‘I giovani e il mondo che cambia: dallo sviluppo alla decrescita’ (Arena Boscolo Academy) e il recital di Vincenzo Costantino Chinasky e Flavio Pirini in Piazza Cappella. Continuano le degustazioni di prodotti tipici della Tuscia e i concerti live di band e musicisti locali.

Scivolone di stile per la rassegna culturale che sta entusiasmando la città

Grave nota stonata in scena al Paradosso Uno schiaffo ai cittadini viterbesi di PIETRO BEVILACQUA

U

na situazione incresciosa e inopportuna si è venuta a creare per l’esibizione di Roberto Vecchioni a Caffeina. L’intervento del vincitore dell’ultimo festival di Sanremo era previsto per lunedì scorso, nell’arena della Valle di Paradosso alle 21. Memori di quello che era successo lo scorso anno Vecchioni, si era esibito e aveva parlato dei suoi libri nel cortile di San Carluccio, estremamente piccolo per accogliere il grande numero di estimatori del cantautore, tantissime persone già dalle 19.30 si sono accalcate davanti all’ingresso della valle, trovando però i cancelli chiusi. E qui la sorpresa: l’ingresso era consentito solo ai possessori di biglietto che un istituto di credito locale aveva rilasciato ai propri soci. +Disappunto di tutti e proteste anche vivaci, �no a che gli addetti, non sono stati costretti ad aprire il cancello e far entrare le persone che fuori aspettavano. Sembrava che tutto fosse risolto e inve-

ce no. In prossimità dell’area della manifestazione, nuova interruzione del �usso. +I posti a sedere erano quasi tutti riservati e �nchè non entravano tutti i possessore di biglietto, gli altri non vi potevano accedere, e comunque i posti erano in piedi. Nuove proteste, �no a che arriva la spiegazione da parte di un signore dell’organizzazione che avendo in mano l’elenco degli eletti a cui era permesso l’accesso giusti�cava quello che stava accadendo: l’evento aveva come sponsor l’istituto di credito viterbese che si era riservato quasi tutti i posti a sedere. Non ci sarebbe niente da obiettare se, tra gli sponsor non ci fossero anche il Comune di Viterbo e l’Ammi-

nistrazione Provinciale, cioè contributi di tutti, anche di quelli che stavano aspettando fuori (è stato permesso l’ingresso alle 21, quindi ci sono state persone che hanno spettato più di un’ora in piedi) Sarebbe il caso che gli enti pubblici sponsor, in particolare l’assessorato alla Cultura di Viterbo, visto che l’assessore Contardo era presente, facessero chiarezza su quanto accaduto, in modo che fatti del genere non accadano più. Se uno spettacolo è riservato a pochi o è a pagamento, come quello di Paolo Rossi, basta dirlo, si risparmierebbero le umiliazioni che tantissimi cittadini viterbesi sono stati costretti a subire lunedì sera.


speciale viterbo

& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

11

Tre appuntamenti che faranno molto discutere l’opinione pubblica cittadina

La notte di Travaglio, Pansa e Granata S

erata da record quella attesa domani a Caffeina. Arrivano alla Cittadella della Cultura, per questo venerdì 8 luglio Marco Travaglio, Giampaolo Pansa e Fabio Granata. L’incontro clou è quello con il giornalista diventato simbolo dell’antiberlusconismo. ‘Da Indro Montanelli al Fatto Quotidiano’, questo il titolo scelto per l’appuntamento. Travaglio non ha di certo bisogno di presentazioni. Giornalista, esperto di cronaca giudiziaria, è saltato alla ribalta con ‘L’odoro dei soldi’. Lavoro d’inchiesta sull’origine, sostiene Travaglio, poco chiara dell’arricchimento iniziale di Silvio Berlusconi. ‘L’odore dei soldi’ arriva al grande pubblico grazie a un’intervista di Daniele Luttazzi, conduttore della trasmissione Satyricon, al giornalista. Berlusconi li querela entrambi (causa che verrà persa dal politico) e fa partire il cosiddetto “editto bulgaro” che porterà alla rimozione della trasmissione dal palinsesto Rai. Travaglio ha saputo costruirsi il ruolo di paladino di un giornalismo autentico.

Marco Travaglio Amato da molti è invece bersaglio dei berlusconiani che lo considerano fazioso. Al di là di questo la sua storia giornalistica è una delle più rilevanti del Paese. Nell’incontro a Caffeina si partirà dagli esordi del giornalista Travaglio. Esordi che sono legati al nome di un guru: Indro Montanelli. E’ il 1987 quando i due si incontrano per

la prima volta e nel 1988 viene invitato a collaborare al Giornale. Quando Montanelli decise di lasciare il quotidiano che aveva fondato venti anni prima, lo seguì a La Voce con altri cinquanta redattori. Il punto di arrivo di Travaglio risponde invece alla voce Fatto Quotidiano, di cui è stato promotore e cofondatore. Il titolo è un chiaro rimando alla trasmis-

Giampaolo Pansa sione che Enzo Biagi condusse su Rai Uno. Giampaolo Pansa presenta – piazza del Fosso, ore 22 - ‘Carta Straccia. Il potere inutile dei giornalisti italiani’. Pansa si conferma affezionato a Caffeina. E’ praticamente un pezzo vivente della storia del giornalismo italiano e una delle firme più prestigiose con Montanelli,

Fabio Granata Bocca e Biagi. E’ diventato noto al grande pubblico anche grazie al suo lavoro di scrittore. Lavoro che lo ha portato a portare nuova luce sul fenomeno storico della Resistenza in Italia. Fabio Granata presenta – Cortile San Carluccio, ore 22 – il libro ‘L’Italia a chi la ama’. Granata è parlamentare di centro-destra. E’ stato tra i fautori dello

strappo con Berlusconi e ha aderito a Futuro e Libertà. Una serata pronta a far discutere la città, a seminare opinioni da condividere, a cui replicare, con le quali fare sicuramente i conti. Caffeina conferma così il proprio ruolo di catalizzatore del dibattito pubblico, contribuendo sicuramente al rafforzamento del libero pensiero.


speciale viterbo interni

2 12

Viterbo & & Viterbo Giovedì 7 Luglio2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Un grande giornalista del Corriere della Sera e un reporter sempre in prima fila

Ettore Mo e Luigi Baldelli a ‘Incontri Gentili’ Q

uesta sera alle ore 21 nell’ambito della rassegna culturale “Incontri Gentili”, che si svolge nel cortile di Palazzo Gentili, è in programma un incontro con due personalità fra le più conosciute e prestigiose del giornalismo italiano. Saranno infatti ospiti della rassegna l’inviato speciale del Corriere della Sera Ettore Mo e il fotoreporter Luigi Baldelli. L’incontro sarà moderato dal giornalista Rai Amedeo Ricucci. Il presidente della Provincia Marcello Meroi, legato da grande amicizia con Luigi Baldelli ci tiene a evidenziare l’importanza e la qualità dell’evento. “Ettore Mo – spiega Meroi - ha raccontato in prima persona tutte le crisi mondiali degli ultimi anni, ha conosciuto e intervistato i maggiori protagonisti della nostra epoca. Baldelli è stato al suo �anco in

ogni scenario internazionale, contribuendo a documentare la realtà dei fatti. Due eccellenti professionisti che hanno posto l’amore e la passione per l’attività giornalistica innanzi a qualsiasi rischio o pericolo, mettendo spesso a repentaglio

la propria vita pur di trovarsi ‘sul posto ’ al momento giusto ed essere testimoni diretti di fatti e vicende destinate a cambiare il corso della storia. Hanno raccontato all’opinione pubblica la realtà nuda e cruda, senza �ltri, s�dando ogni

Un laboratorio didattico in collaborazione con la Sezione Soci Coop Tirreno

forma di censura. Credo che non capiti tutti i giorni di poter incontrare due illustri personalità del mondo dell’informazione come Mo e Baldelli, pronte ad appassionarci con ricordi, testimonianze e racconti inediti”. L’ingresso è libero.

Tutti gli spettacoli della rassegna “Incontri Gentili” sono realizzati grazie alla collaborazione di Enel e Banca di Viterbo. L’incontro di questa sera, attesissimo in città, per la grande valenza culturale, rappresenta uno dei tanti momenti messi in cartellone dall’iniziativa ‘Incontri Gentili’. Si tratta di un’idea, fortemente sostenuta e voluta

dal presidente della Provincia Marcello Meroi. Una vera e propria svolta per via Saf� perché vuole simboleggiare una forte attenzione e impegno della Provincia sul fronte della cultura e al tempo stesso serve per aprire le porte del Palazzo, e quindi dell’Istituzione, ai cittadini. Una bella trovata.

In programma alle 21,30 all’interno del Cortile San Pellegrino

Scuola di legalità a ‘Senza Caffeina’ Una serata dedicata alla pastorizia A della Tuscia e ai suoi prodotti l grido di “TuttiTigrotti” l’attrice Vera Anelli è pronta a guidare - nella sera di questo giovedì 7 luglio, ore 21.30, Arena Scotolatori (Viterbo, quartiere di Pianoscarano) - i viterbesi (non ci sono limiti d’età). Continua questo viaggio in sette puntate nel romanzo “Le tigri di Mompracem” di Emilio Salgari. Le pagine che hanno ispirato il popolarissimo sceneggiato televisivo “Sandokan” tornano a vivere e a far sognare all’interno della compagine di Senza Caffeina, la sezione di Caffeina Cultura dedicata ai più piccoli. Tutti in fila indiana dietro il pirata-condottiero più affascinante di ogni epoca: il pirata Sandokan. Nel pomeriggio sono chiamati di nuovo a raccolta i

U

giovanissimi fan di Senza Caffeina. Alle 17.30 all’Arena Scotolatori va in scena lo spettacolo-laboratorio itinerante a cura di Stefano Del Moro dal titolo “A spasso per Giocolandia”. Alle 18 parte invece un classico di Senza Caffeina. Si tratta de “Il gioco dell’oca”, percorso ludico sullalegali-

tà in collaborazione con la Sezione Soci di Viterbo di Coop Tirreno. Momento di letture alle 19 con “Oggi ve lo racconto io!”. Mario Sala Gallini parla del libro “Il segreto delle tabelline e la banda delle tre emme”. Una lettura consigliata per i bambini dai 7 ai 10 anni.

na serata speciale dedicata alla pastorizia della Tuscia e ai suoi prodotti. È quanto prevede il programma di oggi alle ore 21,30 nel Cortile San Pellegrino per EconoMenti, l’iniziativa della Camera di Commercio di Viterbo ideata per Caffeina. Si comincia alle ore 20 con le degustazioni dei prodotti tipici a Marchio Tuscia Viterbese, per proseguire alle ore 21 con il Laboratorio del Gusto dedicato ai prodotti caseari della Tuscia e condotto da Patrizio Mastrocola, fiduciario della Condotta di Slow Food Viterbo. I formaggi portati in degustazione sono: “Fiocco

della Tuscia” e “Buono della Tuscia” di Formaggi Chiodetti, il “Pecorino stagionato realizzato con latte crudo” e “Pecorino di Columella” semistagionato realizzato con caglio vegetale, di 3A Formaggi il “Pecorino di Rocca” e “Pecorino semistagionato in foglie di noce” di Radicetti, “Stagionato con maturazione in ambiente naturale” de Il Fiocchino, il Pecorino Romano DOP de I Buonatavola Sini. Interverranno anche i produttori. A seguire l’incontro proposto dalla Confederazione Italiana Agricoltori di Viterbo (CIA) dal titolo “Il mondo della pastorizia tra passato e futuro” a cui parteciperanno: Petronio Coretti presidente CIA Viterbo, Alberto

Giombetti coordinatore della giunta nazionale CIA, Davide Ceci industriale e vicepresidente DOP abbacchio romano e direttore amministrativo della Frigocarni di Monterosi, Bruno Ronchi preside della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi della Tuscia, Giorgio Parrano presidente Cooperativa Doganella, Agostino Sini produttore Pecorino romano Dop del Lazio e Ricotta romana Dop. Nel corso dell’iniziativa Luciano Santella presenterà il libro “Lana, Carne, Latte. Paesaggi pastorali tra mito e realtà” di Barbro Santillo Frizell, un viaggio istruttivo e affascinante nello spazio e nel tempo nel modo della pastorizia.


& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

13

MONTALTO - ‘Obiettivo Comune’ denuncia un mal costume diffuso anche sulla spiaggia libera

Il Tombolo invaso dai rifiuti di GIOVANNI CORONA

T

orna la campagna del gruppo “Obiettivo Comune” che anche stavolta riporta le lamentele dei montaltesi stu� dell’incuria ambientale del paese: “UN OBIETTIVO COMUNE E’ VALORIZZARE IL NS TERRITORIO E PROTEGGERLO. Camminando lungo il bagnasciuga nel tratto di spiaggia libera che và dai militari �no a Punta delle Murelle - una volta ambiente incontaminato e selvaggio, meta di chi voleva passare una giornata di pieno relax fuori dalla bolgia della marina e magari starsene anche un po’ appartato- ci si trova davanti ad uno spettacolo incredibile ed allo stesso tempo sconvolgente: com’è possibile? Cumuli di ripulitura della spiaggia si stagliano lungo la stessa prima e dopo uno stabilimento che si trova in quella zona, ma la cosa ancora più deplorevole è che seguendo le tracce lasciate da un trattore si arriva dentro

il tombolo vicino allo stabilimento dell’ Aeronautica Militare, dove qualcuno si è

insieme alla ripulitura ci sono anche bottiglie, buste di plastica, parti di sdraio e chissà

divertito a scaricare montagne di questa immondizia: la de�niamo immondizia perché

quant’altro all’ interno dei cumuli. Vogliamo ricordare che

le ripuliture della spiaggia devono essere smaltite e non vessate dove meglio uno crede; è mai possibile inoltre che non c’è nessuno che controlli??? Il sindaco non ha alle sue dirette dipendenze una guardia ambientale? Qual è il suo compito dunque? La delegazione della capitaneria di porto ogni tanto non potrebbe effettuare delle belle passeggiate lungo la spiaggia e rilevare queste situazioni? È possibile in�ne che nessuno, parliamo delle istituzioni, si accorga di queste cose oscene? Oppure fa �nta di non accorgersene?.... I cittadini di Montalto meritano di più, le persone che vengono al mare da noi meritano di più: tutti meritiamo che il nostro territorio sia preservato come è e non sia terra di conquista per persone senza scrupoli. Montalto vuole il rispetto che merita! Un rispetto che Voi cari amministratori non potete e non avete mai dato”.

TARQUINIA - La nota testata on line non è più tra i contatti stampa del Comune

TARQUINIA - Parla il presidente della Consulta, D’Antonio

di DILETTA ALESSANDRELLI

sono molto soddisfatto’

L’Extra ‘censurato’ da Mazzola ‘Giornata del volontario D

opo aver letto su una nota testata locale che il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola ha dichiarato di voler “mettere a tacere tutti quelli che tra stampa e internet fanno un uso denigratorio dell’ informazione per Tarquinia” sono stati in molti a domandarsi se dalle parti di Piazza Matteotti si facesse uso di droghe pesanti o semplicemente si soffrisse di rigurgiti stalinisti. I più, compresa chi scrive, hanno dato poco peso a quelle dichiarazioni, vuoi perché in estate, in clima vacanziero siamo tutti più indulgenti, vuoi perchè la storia ci insegna che quando c’è malcontento più lo si costringe a strisciare e più fa male, vuoi perchè si sa, in comune con la �nanza che sbircia tra un documento e l’altro non deve essere molto facile mantenere

i nervi saldi e vuoi perchè quella dichiarazione ha avuto l’effetto contrario a quello desiderato di essere una forte legittimazione per tutti quelli che tra stampa e internet mettono i bastoni tra le ruote all’ amministrazione per il bene di Tarquinia. Ma c’è una novità che dà alla questione una portata diversa, il passaggio da parole deliranti a fatti gravi manifestati con orgoglio e alterigia da chi li ha compiuti. La seguitissima testata online L’Extra “non è più tra i contatti stampa del comune di Tarquinia per disposizione del Sindaco” così ha risposto l’uf�cio stampa del primo cittadino alla redazione del webmagazine che si informava del perché non arrivassero più comunicati stampa dal comune. Il direttore dell’ Extra Stefano Tienforti ne dà comunicazione con un articolo, non fa commenti, lascia ai lettori

valutazioni sulla decisione del sindaco e precisa che l’articolo ha semplice valore di comunicazione “non siamo noi a non volervi rendere partecipi di quanto giunge da Piazza Matteotti” ma la polemica si legge comunque forte tra le righe quando aggiunge “per dovere di cronaca verso chi legge d’ora in poi faremo qualche sforzo in più seguendo in proprio eventi e manifestazioni comunali non garantiamo, per cui, che i nostri resoconti saranno conditi con i consueti «grandi siuccessi» o « migliaia di presenze» su cui, sinora, ci limitavamo a farci sorgere qualche dubbio « privato», evitando di metter penna.Sembra che il malumore del Primo cittadino nei confronti della testata nasca dall’ impegno di alcune delle sue �rme di spicco nella battaglia contro l’inquinamento da mercurio, sulla quale Tarquinia Democratica aveva presentato una

proposta di deliberazione consiliare fatta seguire da una richiesta al prefetto di Viterbo per ripristinare il regolare iter di discussione che il sindaco avrebbe disatteso.Quello che emerge da questi fatti è che l’ amministrazione si sente arrivare il �ato sul collo da più direzioni da un’opposizione multi fronte e, ormai �accata da pesanti bordate che lasciano sguarniti tutti i �anchi, deve cercare di limitare i danni mettendo a tacere ora l’una ora l’altra voce fuori dal coro. Atteggiamento tanto puerile quanto arrogante di chi, da un lato vedendo che il gioco non sta andando come vorrebbe blocca tutto e dice: “il giocattolo è mio e me lo riprendo”, dall’altro amministrando un paese e dovendosi occupare di cose ben più serie che giocare a fare gli offesi con testate on-line e giornalisti discordi, non sa dare risposte diverse dalla censura e dalla messa all’ indice.

PESCIA ROMANA - Sabato prossimo, il secondo evento sensoriale

Magic Ondanomala, il punto X dell’estate è Gold N

eanche la metà di luglio ed è già chiaro che l’isola del tesoro dell’estate è solo Magic Ondanomala. Una volta individuato il luogo del tesoro però, quanto ci metterete a trovare la X? Sabato 9 luglio Magic Ondanamala è fiero di presentare il suo secondo evento sensoriale che, dopo I Pirati della Costa D’Argento, è pronto a monopolizzare la nightlife sulla costa di Pescia Romana. La “Gold Summer night” regalerà al locale tutte le sfumature dell’oro, sia come colore che come valore.

Il valore della musica sarà trasmesso dai piatti delle tre Aree che non smettono mai di regalare emozioni. Federico Bandiera farà scaldare il sangre degli amanti del latino, alternando il ritmo ma lasciando invariato un Bpm destinato solo a regalare sorrisi. Nell’Area House Paolo Bigiotti e Leo Strada affiancheranno il Re Mida della consolle Giò Brunetti, che qualsiasi mixer tocca lo trasforma magicamente in oro. Insieme a loro la lucentezza della voce di Stefano

Sabatini: un cast artistico di questo livello, tutto in una sola sala, non può che definirsi alchimia. Il Qside invece godrà del sound di Davide Lo Conte: la sua playlist sfiora tutti i generi musicali, facendoci ricordare che anche l’udito pretende la sua parte estetica. Se tutto questo non fosse abbastanza, la Golden Night è quello è la serata giusta: la X del tesoro potrebbe infatti mimetizzarsi anche tra i coinvolgenti contributi video di Madame Butterfly, una delle mille sorprese

che stupiranno i presenti. Dj Ddg avrà per l’intera notte la premura di sbalordire i clienti con i suoi effetti video, che saranno proiettati su Maxi Schermi di ogni forma e dimensione, creando un’onda di l’entusiasmo difficile da contenere. “E se a fine serata –commenta lo staff del Magic- non sarete riusciti ad individuare la X del tesoro dell’estate il motivo per noi è uno solo: Il vero tesoro siete voi! Magic Ondanomala: l’estate passa da qui”. (G.C.)

di ALESSANDRO SACRIPANTI

E’ stato un ottimo risultato è stato quello della quarta giornata del volontariato che si è svolta sabato scorso e che ha visto la partecipazione delle associazioni di volontariato della nostra città, oltre a spettacoli musicali e gastronomia offerti in piazza a tutti i visitatori”. Con queste parole esprime la sua propria soddisfazione alla riuscita dell’evento Alfonso D’Antonio ( nella foto), che è il presidente della Consulta delle Associazioni di Volontariato di Tarquinia. “La manifestazione è iniziata dalla mattina con una tavola rotonda, e proseguita nelle ore pomeridiane con l’apertura degli stand delle associazioni, e poi proseguita con le simulazioni alternando il tutto con spettacoli musicali �no a sera inoltrata. E’ stato un grande momento di incontro – aggiunge D’Antonio - che ha toccato il suo massimo livello nella tavola rotonda dal titolo ‘Il volontariato oggi a Tarquinia’, che si è svolta sbatto mattina nella sala consiliare comunale, e che ha marcato il punto della situazione attuale dell’azione volontaria nel territorio tarquiniese evidenziando carenze e punti di forza, oltre a mettere in evidenza con cifre e numeri le attività a livello nazionale le presenze di comunitari ed extracomunitari nella nostra città”. Tra i partecipanti alla tavola rotonda ertano presenti il sindaco della città Mauro Mazzola che ha aperto l’incontro, Don Rinaldo Capponi, il Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato dott. Ric-

cardo Bartoli, il prof. Sandro Valdinoci vice presidente della Consulta, il presidente della Consulta Alfonso D’Antonio, ed il moderatore dott. De Pascalis, oltre a numerosi rappresentanti delle associazioni locali. “L’argomento – prosegue il presidente D’Antonio - è stato affrontato da molti punti di vista tra cui quello religioso e quello relativo alla microcriminalità. Dal dibattito sono emersi spunti ed iniziative che porteranno la Consulta Comunale del Volontariato ad affrontare varie tematiche nel prossimo autunno e che già di prevede attivissimo. Con l’occasione della giornata del volontariato è stato distribuito il primo numero del giornalino del volontariato realizzato dalla Consulta, ed è stata pubblicizzata l’iniziativa dell’attivazione di un numero verde – conclude Alfonso D’Antonio - che verrà reso noto tra pochi giorni, per le esigenze di tutti i cittadini bisognosi”.


litorale viterbese

14

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 7 Luglio 2011

TARQUINIA - Adottata una politica spietata di multe selvagge che ha fatto imbestialire molti turisti

Domenica ‘salata’ al Lido

TARQUINIA - Lo comunica l’assessore Sandro Celli

di DILETTA ALESSANDRELLI

U

na giornata senz’altro da ricordare per i villeggianti di Tarquinia la prima domenica di luglio, non per qualche particolare evento o iniziativa di animazione, bensì per la politica di multa selvaggia adottata al Lido. “Sapore di sale sapore di mare” recita il ritornello della più famosa canzone estiva di tutti i tempi, ma al mare di Tarquinia questa domenica i bagnati di salato hanno trovato solo il prezzo da pagare per la multa, 39 euro. Le Saline sono state il terreno più battuto dai vigili che hanno fatto una strage anche in virtù delle grandi presenze che ogni domenica si registrano su quella spiaggia. L’area parcheggio messa a disposizione è dimezzata rispetto agli altri anni e alle 10.30 la domenica è già tutto pieno, il guardiano non fa più entrare nessuna auto e chi non vuole rinunciare ad una giornata di mare alle saline decide di mettere la macchina lungo l’argine della carreggiata, a ridosso di un piccolo fosso di sterpaglie poco profondo. Un giusto compromesso per i bagnati perchè in questo modo le macchine non restringono la carreggiata, non creano limitazioni alla circolazione e qualche persona in più ha la possibilità di godere dell’ incantevole spiag-

Assegni di studio pubblicato il bando di ALESSANDRO SACRIPANTI

gia tarquiniese. Niente da fare, alle quattro del pomeriggio arrivano i vigili che non sembrano concordare sul compromesso domenicale dei villeggianti rimasti esclusi dall’ area parcheggio, è una carne�cina di multe. In spiaggia si veri�cano scene di malumore ed isterismo, un bagnate di Orvieto in spiaggia con la famiglia minaccia di non tornare più al mare a Tarquinia, trova ingiusto che chi scelga di passare la domenica al mare, facendosi risorsa per l’economia locale, mangiando nei nostri ristoranti e servendosi di molte-

plici strutture ricettive e servizi, debba essere punito con una multa di 39 euro. La multa è tanto più odiosa perchè ricevuta per una in�azione quasi obbligata dalla mancanza di strutture che consentano di parcheggiare in modo regolare. L’ area di sosta è troppo piccola rispetto al numero dei bagnati che frequentano la spiaggia delle saline. Quanto successo può diventare una buona occasione per ri�ettere sul grado di elasticità da adottare nel sanzionare gli illeciti stradali e se sia il caso di distinguere la natura delle violazioni tenendo conto del

conteso urbano. Non è possibile in�erire sulle piccole infrazioni di chi deve parcheggiare e a fronte dell’ impossibilità di farlo regolarmente per mancanza di posti auto, è costretto a mettere la vettura fuori dalle strisce o in divieto di sosta. Sarebbe responsabile privilegiare il principio, in situazioni come quella descritta, di sanzionare casi limite in cui la violazione rechi serie limitazioni al traf�co per non fare in modo che un eccessivo zelo all’osservanza dei divieti di sosta possa esasperare i turisti e danneggiare attività commerciali e tutto l’indotto turistico locale.

Assegni di studio agli studenti più meritevoli che si sono distinti nello studio e che rappresentano il nostro futuro”. Esordisce in questo modo il bando comunale indetto dall’assessore alla pubblica istruzione Sandro Celli e dal sindaco Mauro Mazzola che ha come obiettivo l’intento di promuovere ogni valida attività formativa tra i giovani cittadini di Tarquinia, e mette a disposizione degli studenti neodiplomati questo importante riconoscimento del valore di 500 euro cadauno. Il bando già avviato con una Deliberazione della giunta comunale, la n.139 del 21.06.2011, riferisce che possono concorrere all’assegnazione di assegni di studio gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che possiedono alcuni requisiti fondamentali per l’acquisizione del riconoscimento. Tra i punti richiesti dal bando si è obbligatoria la residenza nel comune di Tarquinia, e soprattutto che gli studenti abbiano

superato l’esame di maturità nell’anno scolastico 2010/2011 appena concluso, presso scuole, istituti statali o legalmente riconosciuti, nonché presso le scuole italiane all’estero o presso le scuole europee nell’ambito dell’Unione Europea. A questo si aggiunge che gli studenti debbano aver conseguito un punteggio d’esame di 100/100, e non abbiano superato i venti anni di età. Nella domanda gli studenti che decidono do partecipare al bando dovranno presentare agli atti anche il certi�cato di residenza di data non anteriore a tre mesi e la certi�cazione del punteggio d’esame conseguito. Dall’assessorato alla pubblica istruzione fanno sapere che la modulistica per le domande sono disponibili sul sito internet del Comune all’indirizzo: www.tarquinia.net o presso l’Uf�cio comunale Pubblica Istruzione, e dovranno pervenire al Comune entro e non oltre il termine inderogabile del 31 luglio 2011 e ad esse dovrà essere allegata la documentazione richiesta.


& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

15

BAGNOREGIO - Nutrito calendario per la rassegna teatrale da stasera fino all’11 agosto

Impegno sociale per Civit’Arte 2011 S

i alza il sipario su Civit’Arte 2011, festival teatrale in programma a Bagnoregio e nell’antico borgo dal 7 luglio all’11 agosto. Si parte stasera, ore 21, piazza S. Donato, a Civita con “Dolly” liberamente tratto da “La Sensale dei Matrimoni”, di Thornton Wilder, spettacolo messo in scena dai ragazzi dell’istituto “Casa S. Rosa”, per la regia di Paola Pecci e Maria Monti e le coreografie di Corinna Giliberti. L’Istituto Casa S. Rosa è un Centro di riabilitazione dell’Opera Don Guanella ubicato a Roma, al centro del Parco dell’Appia Antica. Accoglie circa 120 utenti ed è una struttura dove lavorano varie figure professionali: medici, psicologi, educatori professionali, terapisti e fisioterapisti che svolgono per competenza varie attività riabilitative. Tra queste un fiore all’occhiello è l’attività di teatro. Quest’ultimo infatti, oltre ad agire sulla sfera emotivo-relazionale, permette un’azione globale nell’ambito dell’inserimento sociale. Lo spettacolo in scena a Civita ne è l’esempio più evidente. Anche quest’anno, dunque, Civit’Arte conferma la sua vocazione di rassegna capace di far coesistere intrattenimento leggero e impegno sociale; testi immortali e sperimentazioni; classici e libere interpretazioni. E come di consuetudine, il festival tiene fede alla fama di contenitore teatrale di qualità superiore, in virtù della presenza di uno dei mostri sacri del teatro internazionale: Giorgio Albertazzi, che l’8 agosto, alle 21, nello scenario incomparabile di Piazza S.

Donato, a Civita, si esibirà in “Dante è tutto”, viaggio immaginario nell’universo dantesco. Prima, il 13 luglio, Civit’Arte 2011 saluta il gradito ritorno di Debora Caprioglio, che interpreta “Il Decamerone”, alle 21, in piazza Luigi Cristofori, a Bagnoregio. Si prosegue il 30 luglio, alle 21, a Civita, con “A day in the life of the city”, progetto a cura del Cut di Viterbo, che prevede l’approfondimento dei mezzi espressivi sviluppati dalla compagnia newyorkese Living Theatre. Altri due appuntamenti, tutti e due alle 21, in piazza Cristofori: il 1 agosto, con “Semifinale di Partita”, di Paride Mensa; e il 9 agosto, con “Fedra” di Seneca, con Denny Mendez. Gran finale, l’11 agosto, con un caro amico di Civit’Arte, Mariano Rigillo, che insieme a Anna Teresa Rossini offre al pubblico “Buongiorno contessa, ovvero Mare, Amore e De Pretore” viaggio nei sentimenti in virtù dei testi di Palazzeschi, Diderot, Prevert, Montale, Eduardo De Filippo. “Siamo felici di aprire il nostro festival con lo spettacolo messo in scena dai ragazzi dell’istituto Casa S. Rosa: è questa la dimostrazione delle virtù del teatro e della sua valenza, anche dal punto di vista sociale. Anche quest’anno abbiamo puntato molto sulla cultura, proponendo una serie di appuntamenti in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Questo perché siamo profondamente convinti che investire nella cultura significa sostenere, anche dal punto di vista economi-

ACQUAPENDENTE - Il Parroco don Enrico soddisfatto

Grande successo per il Grest 2011 I

n attesa della festa �nale, il Grest 2011, organizzato dalla Parrocchia del Santo Sepolcro, chiude uf�cialmente i battenti. Con il consueto successo di organizzazione logistica e la massiccia presenza di bambini dalla prima alla quinta elementare. “La Parrocchia del Santo Sepolcro”, sottolinea il Parroco Don Enrico Castauro, “ha ulteriormente dimostrato con questo evento la fermissima volontà di proporre progetti che vedano protagonisti i bambini, verso i quali abbiamo speso volentieri le nostre energie lavora-

tive, ideando giochi e mettendo a disposizione il nostro tempo. Coordinati da esperti nel settore e da genitori disponibili a fornire la loro esperienza, è stato dato risalto alle attività di gruppo, poiché proprio il gruppo crea il contesto in cui si svolge l’azione educativa. Proprio lungo questa linea i bambini hanno confrontato il loro vissuto e le proprie esperienze con gli altri, divenendo ogni giorno più consapevoli delle loro emozioni e del fatto di essere parte di qualcosa di grande.

CIVITELLA D’AGLIANO - Servizi web per i cittadini

Progetto ‘Diego’ alla portata di tutti S

co, il nostro territorio” sottolinea il sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti “Il cartellone che abbiamo proposto è in grado di competere con i festival più blasonati, per l’alta qualità del programma. L’anno scorso, parlando del pro-

getto triennale che mi lega a Civit’Arte, dissi che l’ambizione era di riportare il festival a livello nazionale. Credo che questo traguardo sia stato ampiamente raggiunto” aggiunge il Direttore Artistico del festival, Fabrizio Vona

abato 09 luglio 2011, alle ore 11.00, presso la Sala Culturale Comunale Vittorio Brunelli, l’Amministrazione del Comune di Civitella d’Agliano presenterà il nuovo strumento di informazione e servizi Web, parallelo al Sito Uf�ciale, risultato del progetto denominato “Diego”. Il Progetto è co-�nanziato dalla Commissione Europea, e ha lo scopo di realizzare un prodotto che possa procurare accesso per i servizi dell’Amministrazione a tutti i cittadini con particolare attenzione agli anziani, alle persone svantaggiate e a tutti coloro per i quali le nuove tecnologie di informazione e comunicazione sono sconosciute. ‘Diego’ (governo digitale inclusivo) garantisce l’accesso ai servizi dell’Amministrazione in maniera comoda, con facile impiego per

l’utilizzatore e raggiungibile da casa. I servizi offerti possono essere disponibili grazie all’utilizzo di canali multipli: TV, PC, cellulari e chioschi. Accedere a ‘Diego’ è facile e comodo, basta visitare il sito uf�ciale del Comune di Civitella d’Agliano e cliccare il Link associato al Progetto. “Bisogna promuovere l’utilizzo dei sistemi informatici, garantire accesso libero all’informazione, abbattere il muro tra informazione e certi gruppi di persone, come gli anziani e le persone svantaggiate”, fa sapere il sindaco Mancini. Con l’occasione verrà illustrato in anteprima il nuovo Sito del comune di Civitella d’Agliano, ancora in fase di sperimentazione e elaborazione, ma gia funzionante, con la garanzia di offerta di alcuni servizi primari.

ACQUAPENDENTE - L’assessore Speroni preoccupato per i dati della differenziata

Passo indietro rispetto al 2009 quando la percentuale era del 63% R

iceviamo la seguente nota dall’assessorato all’ambiente del comune di Acquapendente: “Eccoci di nuovo a parlare di ri�uti. Si parte da un dato che segna un peggioramento per Acquapendente; la percentuale di Raccolta Differenziata è diminuita dal 63% del 2009 al 53% del 2010. Questo signi�ca che nel 2010 abbiamo speso per il conferimento in discarica dell’indifferenziato che poteva essere invece avviato a riciclaggio, circa 25.000 euro in più; economie importanti che potevano essere risparmiate. Se poi consideriamo che entro la �ne del 2012 chi non raggiungerà la percentuale del

65% di RD verrà multato con una eco-tassa del 20% e che ci saranno aumenti nei costi di carburante, trasporto e del conferimento in discarica (è stato aumentato proprio in questi giorni del 17%), la situazione non si prospetta affatto facile. Le uniche vie per limitare il problema ri�uti sono: differenziare di più ritornando e superando i risultati di Raccolta Differenziata raggiunti nel 2009 e produrne meno. Per questi motivi la cittadinanza è chiamata ad un maggiore impegno nel rispetto delle regole per conferire correttamente i propri ri�uti a vantaggio dell’ambiente e del decoro della nostra cittadina

“ La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone piazza V. Emanuele - 20 luglio 2011 ore 21 REGOLAMENTO 1. 1. Al concorso sono ammessi bambini a partire da 6 a 14 anni d’età. 1. 2. Le domande di iscrizione dovranno essere compilate secondo il modello allegato e presentate entro e non oltre il 9 luglio 2011, allegando certificato di nascita. 1. 3. Le domande vanno inviate a mezzo posta presso Comitato Festeggiamenti S. Margherita – Via S.Lucia Filippini – 01027 Montefiascone Vt ( Don Agostino Ballarotto ) 2. oppure all’indirizzo e-mail: rafftv@libero.it o telefonare al: 0761 826809(escluso il lunedì) o al n. 340 2444939 1. 4. Il comitato si riserva di accettare l’iscrizioni secondo la data di spedizione della domanda. 1. 5. Ai concorrenti verrà comunicata la data delle selezioni che si svolgeranno presso gli Studi di Registrazione “Binario 2” del Centro Multimediale RAFF RECORDS di Montefiascone dal 11 al 15 luglio 2011. 1. 6. Ogni concorrente dovrà portare la base della propria esibizione su supporto digitale ( cd – dvd- chiavetta usb) chi ne fosse sprovvisto potrà farne richiesta allo Studio di Registrazione Binario 2. 1. 7. Il concorso è aperto al pubblico e i partecipanti possono esibirsi con qualsiasi canzone del repertorio nazionale ed internazionale. 1. 8. I concorrenti verranno divisi in due categorie: Categoria A : da 6 a 10 anni di età Categoria B : da 11 a 14 anni di età 1. 9. I concorrenti dovranno versare la quota d’iscrizione di 15 euro. 1. 10. Tutti i partecipanti riceveranno un DVD con la registrazione audiovideo del provino. 2. L’intera serata sarà ripresa da una troupe televisiva di Sky. 1. 11. I primi classificati di ogni categoria riceveranno in premio: 2. - la registrazione e la pubblicazione di un CD contenente 1 brano e la promozione discografica in tutta Italia tramite il circuito delle 100 radio ; 3. – la realizzazione di un videoclip e relativa pubblicazione su Youtube, Facebook e Google. 1. 12. La giuria sarà nominata dal comitato organizzatore, e sarà composta da professionisti del mondo discografico, televisivo e della moda. 1. 13. Il giudizio della giuria è insindacabile, inappellabile e definitivo. 1. 14. In caso di necessità il comitato organizzatore si riserva di apportare modifiche al presente regolamento, informandone tempestivamente i partecipanti. 1. 15. L’iscrizione al concorso comporta l’accettazione del presente regolamento e dell’eventuali modifiche. 1.

che si appresta a ricevere i numerosi visitatori del periodo estivo. La richiesta di un maggiore impegno vale anche per la Coop.va Elce, attuale gestore per il Comune dei servizi di raccolta e conferimento delle varie frazioni dei ri�uti solidi urbani, che va aiutata nello svolgimento di un lavoro così importante. Stiamo predisponendo un piano d’azione che partirà nei prossimi giorni e che verrà illustrato ai cittadini per riportare Acquapendente tra i Comuni virtuosi della Provincia, come è sempre stato. Non dimenticate che uno sportello della

Cooperativa Elce è aperto tutti i venerdì mattina presso il Comune per rispondere ad ogni vostro problema e/o richiesta di chiarimenti. Agiamo subito, buon lavoro a tutti.”

“La Margheritina d’Oro” Concorso canoro per bambini da 6 a 14 anni Montefiascone Vt – 20 luglio 2011 Modulo d’ iscrizione Nome e Cognome ………………………………………………... Luogo e data di nascita……………………………………………. Residente in ……………………………………………………….. Telefono…………………………………………………………… Titolo Canzone…………………………………………………….. Io sottoscritto…………………………….. desidero iscrivere mio/a figlia al Concorso Canoro per bambini “La Margheritina d’Oro” che si svolgerà a Montefiascone il giorno 20 luglio 2011. Dichiaro di accettare e mi impegno a rispettare pienamente il regolamento della manifestazione. Firma del genitore…………………………


montefiascone

16

Viterbo & Giovedì 7 Luglio 2011 AltoLazio

Il delegato ai lavori pubblici chiede alla Regione quasi 900mila euro per importanti opere

Domenico Batinelli e l’emergenza strade di MICHELE MARI

S

ono stati chiesti 853mila euro di �nanziamenti da parte dell’Amministrazione Comunale alla Regione Lazio per quanto riguarda i lavori pubblici la cui delega è af�data all’assessore Domenico Batinelli. In particolare sono stati chiesti contributi, la cui scadenza perentoria era del 30 giugno, per la ristrutturazione ed ampliamento della pubblica illuminazione nel centro urbano (280mila euro); per il rifacimento della pavimentazione stradale di via Dante Alighieri, di via Cardinal Salotti e via delle Grazie (275mila euro); per il rifacimento della pavimentazione stradale in via Paternocchio (298mila). Per quanto riguarda altri settori, sono stati chiesti �nanziamenti alla Regione Lazio anche per l’ampliamento e la ristrutturazione degli impianti sportivi, la messa a norme della scuola di Zepponami, per la ristrutturazione del bastione del museo Sangallo e per la valorizzazione e la manutenzione della viabili-

tà rurale. Tornando alla richiesta di contributi per il settore dei lavori pubblici, forse quello più sentito dalla popolazione, si è anche approvato, nel corso dell’ultimo consiglio del 29 giugno, il piano triennale dei lavori pubblici in cui è stata anche esposta la possibilità di aprire dei nuovi mutui proprio

per realizzare il prima possibile gli interventi necessari come il rifacimento di alcuni tratti di manto stradale. La delibera di giunta numero 18 del 23 giugno ha approvato il progetto preliminare per i lavori di rifacimento della pavimentazione di via Dante Alighieri, Cardinal Salotti e Santa Maria

delle Grazie. Nella delibera si legge: “Questa Amministrazione intende riquali�care alcune vie principali del centro urbano per una maggiore fruibilità turistica anche al �ne della visitabilità, nell’ambito territoriale, di tutte le bellezze architettoniche, urbanistiche e naturalistiche esistenti nel paese”. Il progetto prevede “il rifacimento della pavimentazione asportando il manto stradale attuale e rifacendo il manto di usura ormai degradato” e complessivamente il costo preventivato è di 275mila euro. “In base alle normative regionali vigenti -continua la delibera- l’Amministrazione intende richiedere il �nanziamento ai sensi della L.R. n. 72/80 “ poiché “il Comune non è in grado di far fronte all’ammontare della spesa”. Proprio per questo il progetto e la richiesta sono stati inoltrati all’uf�cio del competente Assessorato Regionale. Inoltre sempre nel settore dei lavori pubblici il rifacimento del manto stradale in via Paternocchio. Per questo intervento è stata redatta la delibera di

giunta numero 24 del 27 giugno dove si approva il progetto preliminare a cui è correlata la richiesta di �nanziamento alla Regione Lazio per un importo di 298mila euro. nella delibera si legge: “Questa Amministrazione, impegnata nella tutela e messa in sicurezza della viabilità cittadina, intende richiedere il �nanziamento ai sensi della Legge Regionale n.72/80 per il rifacimento di Via Paternocchio”. Il �nanziamento consentirà “di eseguire -continua la delibera- interventi atti a ristabilire le normali condizioni di sicurezza sul tratto stradale in questione che risulta in pessime condizioni, con tratti dove la percorrenza è particolarmente dif�cile e pericolosa a causa delle pessime condizioni della pavimentazione stradale”. Il progetto prevede anche la ricostruzione delle cunette laterali. In�ne un’altra richiesta di �nanziamento ma questa volta interessante la pubblica illuminazione . Nella delibera, numero 17 del 23 giugno, è stato approvato il progetto preliminare “di adeguare e

rifare parte dell’impianto di pubblica illuminazione delle vie urbane”, sia del centro storico che periferiche ed i lavori “consisteranno nella rimozione dell’esistente impianto di illuminazione, stesura del nuovo cavidotto, sostituzione delle armature”. L’importo del progetto è di 280mila euro.

Alla Rocca dei Papi una conferenza sugli anni di piombo con il Generale Cornacchia Segretario di Stato del Vaticano con Papa Wojtyla

Dibattito aperto sul libro ‘Airone1 scene da un’epoca’ Convegno con il Cardinale Sodano “

Gli anni ‘70”. Sarà questo l’argomento che verrà trattato nella conferenza dibattito, che si prevede estremamente interessante, che si terrà venerdì 8 luglio alle ore 18,15 presso la Rocca dei Papi. Interverrà come relatore il generale dei carabinieri Antonio Cornacchia e presiederà la conferenza il sociologo pubblicista Mario Brutti. Il generale dei carabinieri ha un curriculum importante e notevole: nel 1972 è divenuto a Roma capo della prima sezione del nucleo investigativo; e poi ne diventerà comandante assoluto. Il generale Cornacchia ha scritto uno splendido libro, “Airone 1” in cui si mette in scena un’epoca in cui Cornacchia ripercorre, da assoluto protagonista, gli anni di piombo. Si legge in seconda di copertina “Airo-

ne mette in scena un’epoca. Dalla lucida e commovente testimonianza di un protagonista degli anni di piombo, un libro carico della passione di una vita, scritto in un linguaggio ruvido, a metà strada tra sceneggiatura e cronaca giudiziaria. Immagini di un tempo difficile, un montaggio di storie vissute da un uomo che era lì, nei momenti più tragici e complessi della recente storia italiana. Un’opera unica, ricca di fotografie, articoli e documenti inediti. Figure, storie, immagini, tutte umanamente vere.” Il generale Cornacchia è stato protagonista vivendo in prima persona i fatti più sanguinosi e tormentati della seconda metà del nostro novecento. Sarà una conferenza dibattito assolutamente da non perdere. (M.M.)

Il bikers falisco vincitore dell’Etruria Bike Challenge 2011 dopo l’ultima gara svoltasi sul Monte Amiata

Stefano Sensi il giovane talento della scuola Mtb I

l bikers monte�asconese Stefano Sensi ha vinto il circuito “Etruria Bike Challenge 2011” valevole per la categoria junior. A dare questo strepitoso responso alla scuola di mountain bike di Monte�ascone è stata la nona edizione della “Granfondo Re Ratchis disputatasi domenica 3 luglio sul Monte Amiata ad Abbadia San Salvatore (SI). La gara era valevole come ultima prova del circuito “Etruria Bike Challenge 2011”, circuito interregionale articolato in cinque prove, in programma dal mese di febbraio al mese di luglio, con il seguente svolgimento: G.F. Orvieto wine marathon, Orvieto 20 febbraio; GF Antica Carsulae, Sangemini

27 marzo; Marathon lago di Bracciano, Trevignano Romano 17 aprile; Gf degli Etruschi, San lorenzo Nuovo 12 giugno; Gf Re Rachtis, Abbadia San Salvatore 03 luglio. La Scuola Mtb Monte�ascone a conferma dell’ottima stagione agonistica che sta svolgendo con i suoi giovani bikers, partecipando alla maggior parte delle competizioni sportive del centro Italia, ha ottenuto con lo junior Stefano Sensi, il primo posto di categoria in questo circuito. La gara di domenica è stata preceduta da una cronoscalata, svoltasi venerdì sera, in notturna, su un tracciato di circa due chilometri e mezzo, con pendenze superiori al venti per

cento: qui nella categoria junior si è imposto il biker falisco Matteo Andreoni, con tempo di 10’: 52’’. Buona la prova anche degli altri bikers falisci: Alessandro Carloni, Pierluca Dandolo, Claudio Nunzi e Mirco Catteruccia, che si sono cimentati in questa insolita kermesse ciclistica. Ora tutti gli occhi sono puntati al “7° G.F. Est!Est!!Est!!!” in calendario per domenica 30 luglio proprio a Monte�ascone dove tutti gli atleti della scuola mountain bike falisca sono attesissimi per degli ottimi risultati. Inoltre sarà anche organizzata il 29 luglio, come preludio alla gran fondo, anche una cronoscalata. (M.M.)

P

apa “Giovanni Paolo II” sarà il protagonista assoluto di una conferenza che si terrà sabato sera, alle ore 21, nei i saloni della Rocca dei Papi. Il titolo “Il Beato Giovanni Paolo II e il suo messaggio” organizzata dal Comitato festeggiamenti Santa Margherita e dal Comune di Montefiascone. Parteciperà Sua Eminenza Cardinale Angelo Sodano,ex segretario di Stato del Vaticano durante il Pontificato di Papa Wojtyla ed attualmente del Collegio Cardinalizio. Angelo Sodano è stato elevato alla dignità cardinalizia nel concistoro del 1991 e nominato da papa Giovanni Paolo II segretario di stato ed il 30 novembre 2002 è stato eletto vice decano del Collegio cardinalizio; decaduto nella carica il 2 aprile 2005 per la scomparsa del pontefice è stato riconfermato come Segretario dal successore Benedetto XVI. Lo stesso papa

accettò il 22 giugno 2006 la sua rinuncia per raggiunti limiti di età. Inoltre, alla molto attesa conferenza, parteciperà anche il vescovo di Viterbo Lino Fumagalli. Con l’occasione verrà inaugurata anche l’opera lignea di Giovanni Paolo II realizzata da Paolo Pezzato che sarà donata alla cattedrale. Si tratta di un pannello di notevoli dimensioni che riporta come in un negativo fotografico l’immagine suggestiva di Giovanni Paolo II ricavato da un foglio lamellare di pioppo di 4 centimetri di spessore. L’impatto visivo è dato dalla differenza del bianco del legno e dal pannello nero di sfondo. Inoltre parteciperà alla serata anche il sindaco Luciano Cimarello alcuni uomini della giunta ed è prevista la presenza anche di amministratori provinciali. Ad allietare la serata la Corale di Santa Margherita. (M.M.)


& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

17

TUSCANIA - La parte superiore è stata chiusa e le istituzioni non sembrano intenzionate ad intervenire

Il Museo Etrusco va verso l’abbandono di VALERIA SEBASTIANI

A

ncora una volta viene dal social forum del sito internet www.toscanella.it la proposta alla mobilitazione cittadina. Come già accaduto per l’acqua, le buche nelle strade, via caduti di Nassiriya, le botteghe artigiane, ‘toscanella’ è il mezzo prediletto dai tuscanesi per scambiarsi idee e lanciare appelli come l’ultimo, quello ‘postato’ in un commento martedì sera, per salvare il Museo Nazionale Etrusco di Tuscania. “Questo silenzio intorno alla chiusura della parte superiore del Museo mi preoccupa,- dichiara nel suo ‘post’ sul forum di ‘toscanella’, Marco Quarantottisono quasi due anni e non si riesce a sistemare il tetto. Siamo già messi male con turismo e cultura, se poi offriamo un museo dimezzato, possiamo chiuderlo del tutto e andarcene tutti a casa. Penso che ormai è giunto il momento di muoverci per conto nostro, le possibili soluzioni sono queste: 1)Tempestiamo di email il Ministero dei Beni Culturali, scrivendo che vogliamo il ripristino della sala superiore. 2)Scriviamo una lettera al Presidente della Repubblica.3)Forse è la migliore: il Comune e tutte le associazioni si uniscono e acquistano una

pagina sul Corriere della Sera comunicando all’Italia intera lo scandalo del museo di Tuscania. ‘Non ci sono i soldi’-questa è la risposta che continuano a darci- Io scommetto che li trovano immediatamente. Se c’è qualcuno interessato a fare qualcosa, stanco di rimanere ad aspettare passivamente,-conclude- contattatemi.” Da due anni il piano superiore del museo è inaccessibile. Sono sorti alcuni problemi alla struttura del tetto che lo rendono pericoloso, a rischio crollo. Immediata la chiusura. I turisti che si recano a Tuscania possono visitare soltanto le sale al pian terreno. Tra gli altri reperti, sono

preclusi al pubblico i sarcofagi fittili, i ritrovamenti di Pian di Mola e di Guado Cinto. Un enorme danno al turismo già duramente provato. Che i danni alla struttura non fossero risolvibili in pochi giorni è stato chiaro fin da subito che sarebbero stati necessari tempo e denaro, altrettanto ma se i lavori fossero iniziati allora, oggi sarebbero finiti da un pezzo. Invece è ancora tutto fermo. Messe le transenne risolto il problema. Per quanto tempo ancora Tuscania dovrà aspettare? Abbiamo aspettato anni perché finalmente si riuscisse a rendere fruibili le necropoli etrusche. Oggi sono aperte al pub-

blico grazie al buon senso dei proprietari dei terreni sui quali sorgono e ad una Cooperativa, la Curunas, che se ne prende cura. Domani potremmo dover ricominciare tutto daccapo. Santa Maria Maggiore rischia di crollare per le vibrazioni provocate dal traffico sulla Tuscanese, San Pietro rischia il crollo dell’abside. In entrambe le basiliche sono attualmente in corso lavori di restauro che non le rendono certamente meta ideale per i turisti. Il museo è chiuso, se si escludono le poche sale al pian terreno, ma nessuno sembra farci caso. Silenzio degli amministratori, silenzio dell’opposizione, silenzio dei cittadini. Certo il museo non è proprietà del Comune di Tuscania ma è alla città che porta i suoi benefici e come pensa un Comune che chiude strade al traffico perché dice di voler costruire lo sviluppo futuro sul turismo, di attirare turisti se non ha più nemmeno un museo da offrire loro?

TUSCANIA - Si avvicina la conferenza sulla necropoli di ‘Guado Cinto’

Appuntamento con l’archeologia L

’associazione culturale ViviTuscania presenta ‘La Necropoli Etrusca di Guado Cinto’: conferenza a cura dell’ archeologa, dott.ssa Sara Costantini. Appuntamento domenica 10 luglio alle ore 21,30 all’interno del palazzo medioevale Maccabeo Maccabei, sede dell’associazione, in via Lunga n° 6 a Tuscania. Durante la conferenza verrà raccontata al pubblico per la prima volta la storia della necropoli di Guado Cinto dove sono tutt’ora in corso i lavori di scavo della Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria Meridionale, e le novità emerse dagli studi del complesso risalente al VI, V secolo a.C. e nel quale sono evidenti tracce di riutilizzo in epoca Medioevale. Scoperta nel 2005 a seguito di segnalazioni dovute a ricognizioni di super�cie, la necropoli di Guado Cinto continua a regalare sor-

prese agli archeologi confermando la notevole importanza del sito sia per le strutture architettoniche che per i materiali rinvenuti. Elementi che collocano Tuscania in una posizione diversa nel panorama dell’antica Etruria con un ruolo decisamente di primo piano. La dottoressa Sara Costantini, già vicepresidente dell’associazione culturale ViviTuscania, ha seguito e segue, in veste di archeologa numerosi scavi nell’Etruria Meridionale compresi quelli dei siti di Vulci, Latera e Tuscania. Ha pubblicato studi, curato allestimenti di musei, mostre e si è occupata di didattica per promuovere la diffusione e la conoscenza dell’Archeologia e di storia etrusca tra i più giovani. La conferenza, ad ingresso libero, è aperta a tutti. per informazioni: www.vivituscania.it; info@vivituscania.it: 334 6544080 (V.S.)

VETRALLA - Urgono interventi a Cura e in via del Bosco

TUSCANIA - ‘Persefone - Danza al confine tra due mondi’

di EMANUELE FARAGLIA

T

La pioggia non spazza via le polemiche A fine mese inizierà il festival del ‘buto’ I

l maltempo che ha �agellato la provincia ha riaperto antiche ferite e polemiche mai sopite. Centinaia di cittadini, residenti e commercianti stanno protestando in queste ore per le inadempienze delle passate amministrazioni e per i supposti ritardi di quella attuale. La situazione più grave pare essere quella di Cura dove la stragrande maggioranza dei negozi e delle abitazioni al primo piano

sono stati allagati costringendo i proprietari a ritardare l’apertura degli esercizi o ad improvvisarsi provetti vigili del fuoco. Dopo aver documentato l’impegno in prima persona dell’assessore ai Lavori Pubblici De Rinaldis, dei tecnici e dei tre (3) operai comunali che nelle ultime 48 ore hanno fatto gli straordinari siamo tornati presso gli uf�ci di Palazzo Zelli ed abbiamo fatto il punto della situazione con il responsabile ai Lavori Pubblici ed alle Manutenzioni Remo Luziatelli: “Fino ad ora sono stati fatti interventi di veri�ca sul territorio ed affrontati i casi più urgenti. Ovviamente non è stato possibile affrontare tutti i problemi. Nell’emergenza non è semplice rispondere a tutti”. Senza dubbio i responsabili della Talete riceveranno una lettera dove si chiederà un ulteriore monitoraggio e con ogni probabilità verranno elencati gli interventi effettuati dall’uf�cio tecnico per quanto riguarda le fogne e le tubazioni del territorio comunale, mentre appare scontata la richiesta di calamità alla Regione Lazio soprattutto per i danni provocati in ambito agricolo. Se da un lato gli uf�ci tecnici stanno facendo il massimo dall’altro vanno registrate le lamentele di quanti si sentono semplicemente abbandonati e non da qualche giorno, ma da anni: “Sette mesi fa è stato ap-

provato un bando per af�dare dei lavori di manutenzione di via del Bosco - dice un abitante di Tre Croci – sono venuti degli operai ed il titolare dell’impresa incaricata ci ha fatto sapere che presto sarebbe iniziata l’attività. Adesso il nostro dubbio è che ci sia qualche problema a livello burocratico perché i mesi sono passati e tutto è rimasto invariato”. Nella realtà la situazione in via del Bosco è rimasta immutata almeno da una trentina d’anni durante i quali ogni volta che piove per almeno un paio d’ore ingenti quantità d’acqua si riversano nelle case e nelle villette poste subito sotto Monte Fogliano. Oltre all’esistenza di rovi e cespugli che bisognerebbe far scomparire l’aspetto più grave della vicenda è il fatto che l’ultima volta che sono stati effettuati dei lavori qualcuno ha avuto la brillante idea di far passare i cavi elettrici ai margini della strada, cosicché ora non è più possibile creare una cunetta o uno scolo per far de�uire acqua e fango. Come se non bastasse l’unico tubo esistente si è completamente otturato e riempito di terra dopo il nubifragio di martedì. Ed ai residenti non resta che attendere e sperare. Fino a quando l’ennesimo acquazzone non si porterà via loro, le villette e queste lamentele evidentemente inutili.

uscania dal 22 luglio al 6 agosto, ospiterà un appuntamento di livello internazionale: il festival di danza buto ‘Persefone Danza al confine tra due mondi’, organizzato dalla giornalista e storica del teatro Maria Pia D’Orazi, dalle compagnie Lios e Non Company, dai Magazzini della Lupa (Ivonne Banco, Mirna Manni e Vincenza Fava) in collaborazione con Dark Camera del regista e poeta Marcello Sambati, dalla coreografa Silvana Barbarini, da Vera Stasi e dall’artista delle luci Gianni Staropoli, con il patrocinio del

Comune. E’ questa la prima edizione dell’ importantissima manifestazione artistica e vuole essere un momento d’interazione fra danza, musica, poesia e ambiente naturale. Pensato come un insieme di spettacoli e laboratori tenuti dal maestro AKIRA KASAI con la sua compagnia giapponese (Akira Kasai Company) e quella italiana (Compagnia Eliogabalo), il progetto apre al pubblico un percorso di ricerca che propone una riflessione sul significato del corpo, e sul rapporto fra corpo e immaginazio-

ne, attraverso il confronto fra buto ed euritmia. Nello stesso tempo ricostruisce la possibilità d’incontro di queste due differenti discipline a partire da un condiviso nucleo di significato, così come si realizza nel lavoro di Akira Kasai, la leggenda vivente della danza buto giapponese, che si è dedicato allo studio dell’euritmia dalla fine degli anni Settanta. “Pur essendo conosciuto oggi come uno dei fondatori e il più grande interprete vivente del buto, allievo ed erede di Kazuo Ôno, in realtà Akira Kasai si occupa di euritmia da circa trent’anni. Nella sua danza e nella sua investigazione sul movimento, buto ed euritmia sono ormai indissolubilmente legate”.


comprensorio

18

Viterbo & Giovedì 7 Luglio 2011 AltoLazio

CIVITA CASTELLANA - Riqualificare l’area era una delle priorità del sindaco

Incuria e degrado in località Prataroni di SIMONA TENENTINI

E

ra il 23 luglio del 2009 quando, muniti di buoni propositi e belle speranze, i due assessori ambientalisti, Gianluca Cerri e Danilo Corazza si incontrarono, presso l’assessorato all’Ambiente, con il responsabile della Segreteria Tecnico Operativa ATO 1 Lazio Nord e il responsabile dell’Area Risorse Idriche della Regione. Il motivo della riunione? Fare il punto del sistema di depurazione in località Prataroni ed individuare una procedura condivisa per la risoluzione dell’annoso problema. La Regione, in quell’occasione, confermò l’attivazione di un consistente �nanziamento speci�co. Nelle intenzioni, l’intervento concertato tra le parti prevedeva, inoltre, un intervento di ripristino e di riattivazione dell’impianto e della rete di adduzione. Solo un anno prima, nel 2008, il depuratore era stato al centro di una vasta indagine denominata ‘Carraccio del Brunnaro’, con la quale venne

sgominata l’attivita illecita di alcune aziende che continuavano a versare i re�ui industriali prodotti nel depuratore consortile, nonostante fosse privo di autorizzazione e non più funzionante. All’epoca, oltre 100 scarichi industriali vennero messi sotto sequestro dai carabinieri. Un impianto dunque da

tempo nell’occhio del ciclone. Il ripristino del depuratore nella zona industriale è stato uno dei cavalli di battaglia della giunta Angelelli al tempo della campagna elettorale. Era il 28 maggio 2009 quando l’allora candidato sindaco dichiarava, al termine di un incontro con i residenti della zona: “Si è trattato di

un confronto partecipato e produttivo, che ha messo in luce i numerosi problemi che investono la frazione. Il rischio ambientale è stato denunciato con particolare preoccupazione, visto l’aggravarsi della situazione a seguito del “caso depuratore” ed è stato posto in evidenza anche lo scollegamento di questa

importante realtà con il resto della città. Abbiamo concordato con i cittadini, sulla necessità di dare vita a serrati controlli ambientali e di programmare lo sviluppo della frazione, riconnettendola con la città attraverso servizi e interventi di riquali�cazione. Lo spostamento dell’asilo nido, previsto dall’attuale giunta in zona industriale, all’interno della frazione; la realizzazione di una piazza e di servizi per i giovani e l’infanzia; il miglioramento del sistema fognario e delle condizioni ambientali..... queste sono le priorità condivise con i cittadini intervenuti. Da parte mia ho preso l’im-

pegno, in completa adesione con il programma della coalizione che ha nella partecipazione il suo aspetto centrale, di garantire confronti pubblici periodici tra la popolazione, la Giunta e il Consiglio Comunale per programmare e veri�care il lavoro dell’amministrazione.” Evidentemente, a giudicare dalle evidenze lamentate con numerose segnalazioni, questi riscontri periodici sul territorio si devono veri�care da lungo tempo. Non si spiega altrimenti il degrado e l’incuria in cui versa il depuratore Prataroni. Chissà come la pensano al riguardo i residenti?

VASANELLO - Per accedere al campo di calcetto è necessaria l’autorizzazione BLERA - La cooperativa ha organizzato un ciclo di conferenze

Proprietà privata o proprietà comunale? ‘Il Vignale’, un successo S

corazzando per il web per lavoro o puro divertimento, capita spesso di imbattersi in notizie e comunicati stampa che si possono de�nire, a voler essere clementi, un pò ‘fuori del normale’. E’ questo il caso di una delle ultime news pubblicate sul sito locale www.vasanellovt.it, e vergata, con orgoglio: sindaco di Vasanello, Antonio Porri (nella foto di A.Di Palermo) Ecco il testo della lettera: “Amore Per Vasanello ??? Anche il Sindaco sale e scende quelle scale e ad una semplice richiesta avrebbe potuto dare tutte le spiegazioni sul nuovo campo di calcetto oggetto, si dice, delle lamentele dei cittadini. Se richiesto avrebbe documentato, come è documentabile dal 12 maggio, la rispondenza del campo alle normative vigenti, i collaudi effettuati e che tutta la struttura, gradinate comprese, è omologata dalla federazione sportiva competente. Ma chi dice di amare Vasanello,

invece di informarsi, ha preferito usare gli scatti fotogra�ci o i pettegolezzi (chiodi) carpiti all’interno della

struttura comunale di cui era ospite senza esserne autorizzato ne invitato, dando il via, di fatto, all’ennesima gratuita denigrazione della cittadina vasanellese.” Dopo una prima lettura super�ciale è consigliabile un approfondimen-

to, per cogliere le sottili sfumature dello scritto. E’ proprio così come sembra oppure c’è un errore? Il primo cittadino dichiara che il fotografo si trovava all’interno della struttura comunale (Andrea Di Palermo n.d.r.) “come ospite, senza essere autorizzato nè invitato”. Ora, la domanda sorge spontanea ma il sindaco è proprietario del campo di calcetto? Un privato cittadino a chi deve richiedere l’autorizzazione per poter entrare in una struttura comunale che, per de�nizione, è di tutta la cittadinanza? In�ne, dove è possibile ritirare l’invito per poter assistere ad una partita di calcetto? Sono interrogativi amletici cui è dif�cile dare una risposta. L’augurio è che il saggio sindaco, nei suoi aforismi quotidiani, possa sciogliere ogni riserva e aiutarci a capire come muoversi nei complessi meandri delle proprietà comunaliprivate. (Sim.Ten.)

CIVITA CASTELLANA - Aumentati i parcheggi ed installata la videosorveglianza

Centro storico, novità in vista S

ono in atto importanti novità per quanto riguarda la gestione del centro storico di Civita Castellana. L’amministrazione comunale ha infatti creato 22 posti auto in più al Belvedere Falerii Veteres e ha incaricato l’impresa per attivare la videosorveglianza ai giardini Baden Powell e su via S. Marciano e Giovanni. Per quanto riguarda i posti auto al Belvedere Falerii Veteres, l’assessore al Centro Storico del Comune di Civita Castellana, Giancarlo Contessa, ha ridisegnato la segnaletica dei primi tre parcheggi, realizzando 171 posti auto,

invece dei 149 presenti in precedenza. “E’ un’operazione di razionalizzazione che è stata effettuata sui parcheggi del Belvedere ma che può essere ripetuta in altri luoghi del centro storico – ha detto l’assessore Contessa – sposando la �loso�a dell’assessorato che è quella della massima ef�cacia con il minimo dei costi.” Al Belvedere sono stati infatti ridisegnati i parcheggi, invertendo alcuni sensi di marcia e la posizione dei posti auto, consentendo, con una spesa minima di assicurare 22 posti auto in più, a fronte della più onerosa opera

di costruzione di un parcheggio vero e proprio. In vista di un maggiore controllo del centro storico, saranno a breve installate telecamere per la videosorveglianza ai giardini Baden Powell e a via Santi Marciano e Giovanni. “Stiamo incrementando la videorsorveglianza – ha detto Contessa – per aumentare il livello di sicurezza del centro storico ed in questa ottica stiamo valutando di installare le telecamere anche ai parcheggi del Belvedere Falerii Veteres in modo che i cittadini possano sentirsi tranquilli”.

L

a cooperativa agricola “Il Vignale” nel corso del mese di giugno 2011 ha promosso presso la biblioteca comunale di Blera un ciclo di quattro conferenze che hanno ottenuto notevole attenzione ed apprezzamento. Il primo incontro, il 9 giugno, e’ stato con la dottoressa Antonella Litta dell’”Associazione italiana medici per l’ambiente”, ed ha avuto come tema “Acqua: bene e responsabilita’ di tutti”. La seconda conferenza, il 15 giugno, ha avuto come relatore il professor Alessandro Pizzi, docente di �sica e matematica e gia’ apprezzatissimo sindaco di Soriano nel Cimino, sul tema “Ambiente, salute, energia: perche’ ri�utare la follia nucleare”. La terza conferenza e’ stata tenuta il 23 giugno dalla giovane critica d’arte Giselle Dian su “Keith Haring, segno artistico e impegno civile”. Il quarto incontro si e’ svolto il 30 giugno ed ha avuto come relatore il critico e saggista Paolo Arena e come tema “Il mistero, il dolore, la dignita’ umana: una ri�essione muovendo da Stalker di Andrej Tarkovskij”. La cooperativa agricola “Il Vignale” e’ nata un anno fa, ed un elemento che la caratterizza peculiarmente e’ la scelta della nonviolenza: da circa due anni quello che all’inizio era il gruppo promotore e successivamente e’ divenuto la cooperativa, con cadenza settimanale si incontra per un percorso di autoformazione alla comunicazione nonviolenta, alla costruzione di relazioni di solidarieta’ responsabile, alla promozione di rapporti rispettosi della dignita’ umana e della natura. La cooperativa “ha come scopo fondante generale quello di incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di un’agricoltura e cultura coerenti con la natura dell’essere umano e dell’ambiente che lo circonda, e dunque

ecologicamente sostenibili. Per realizzare tale scopo si propone di operare secondo principi di preservazione dell’ambiente anche mediante la pratica e la diffusione di agricoltura ed allevamento sostenibili, con metodi naturali, tradizionali ed innovativi, a basso impatto ambientale ed ecoreversibili; ripristino e difesa della biodiversita’ anche mediante progetti di rimboschimento, creazione di vivai... tutela delle risorse idriche e del patrimonio genetico vegetale ed animale... utilizzo sostenibile delle risorse ambientali ed energetiche anche tramite l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili, il recupero e riutilizzo delle acque e la gestione ecocompatibile dei ri�uti; studio, promozione e diffusione di stili di vita sostenibili, anche tramite didattica, ricezione ed organizzazione di attivita’ teatrali, artistiche, creative e anche formative... valorizzazione dei beni ambientali e culturali locali; promozione di attivita’ di solidarieta’ e accoglienza anche tramite l’agricoltura sociale”. La coperativa agricola “Il Vignale” ringrazia quanti hanno partecipato alle conferenze e quanti hanno contribuito al felice esito dell’iniziativa. Oltre che ai relatori, un ringraziamento particolare va al Comune di Blera, alla Biblioteca Comunale ed al suo responsabile. Un ringraziamento particolare anche al presidente dell’Universita’ agraria di Civitella Cesi per la sua partecipazione, e al presidente della cooperativa olivicoltori di Blera “Colli Etruschi” per la sua preziosa testimonianza. Un grande grazie anche a Fabiana, Lucia, Marco, Marilu’, Mauro, Roland e a tutti i soci della cooperativa che si sono particolarmente impegnati per la buona riuscita degli incontri.


& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

Si rinnova l’appuntamento con le degustazioni e gli eventi alla necropoli di Tarquinia

Parte l’Estate con gli Etruschi sul litorale viterbese Musica e gastronomia maremmana a Pescia Romana T

ra Lazio e Toscana, sul mare ma anche vicina al lago, quello di Bolsena, il piccolo borgo di Pescia Romana, frazione di Montalto di Castro è un’oasi dove trascorrere un week end estivo, soprattutto se le serate sono allietate da tradizione, folklore e tanta buona gastronomia. Così sarà dal 15 al 17 luglio alla Sagra del Melone: gustoso, colorato, rinfrescante e idratante, utile per l’abbronzatura, e secondo alcune recenti ricerche, aiuta anche a combattere lo stress. Il melone sarà il protagonista delle serate estive di Pescia Romana. Musica, cabaret e tango faranno da cornice al melone proposto in tutte le “salse” come marmellata, gelato o mouse, prima o dopo i numerosi piatti della tradizione viterbese e maremmana che verranno preparati per nobilitare il frutto estivo. Stinco di maiale, cinghiale con polenta e alla maremmana, penne alla buttera e gnocchi ragù questo è il menù della sagra del Melone. Chi lo ha detto che durante l’estate si deve osservare una dieta serrata. Lo strappo alla regola è di dovere a Pescia Romana. Per chi non volesse andare al mare, che ha la spiaggia e il mare migliori del Lazio, può visitare il Borgo Nuovo ed il Borgo Vecchio che compongono la frazione di Pescia, oltre alla miriade di case coloniche sparse nella campagna circostante. Dei due borghi, quello più antico, si sviluppò, presumibilmente dopo l’anno 1700, intorno ad una piccola chiesa edi�cata dai gesuiti ed intitolata al loro fondatore, Sant’Ignazio di Loyola.

P

rende il via un nuovo “tour” estivo di degustazioni presso la Necropoli etrusca di Tarquinia e il punto ristoro della Necropoli della Banditaccia di Cerveteri. Tanti prodotti delle terre etrusche, dal miele al vino, dai dolci a tante altre prelibatezze, che di volta in volta verranno offerti gratuitamente ai visitatori. Eccezionalmente, solo per il periodo estivo, le degustazioni potranno essere effettuate tutti i giorni della settimana. L’iniziativa prende il via a partire da sabato 9 luglio, con la degustazione del miele, e si protrarrà fino al mese di settembre. Tanti appuntamenti per dare un tocco di golosità ai tanti amanti della storia della vita etrusca, che attraverso le tombe dipinte di Tarquinia, patrimonio dell’Umanità, testimoniano la grandezza

di un popolo che coltivava un amore profondo per la buona tavola e i prodotti prelibati delle proprie terre. Inoltre, il 2 luglio la necropoli di Tarquinia ha festeggiato il suo settimo anno di appartenenza al patrimonio Unesco: un motivo in più per festeggiare con i visitatori un riconoscimento tanto prestigioso. Ricordiamo che tutti i giorni (tranne il lunedì), è possibile visitare 19 tombe dipinte, tra cui la famosa “Tomba dei Leopardi”. Non occorre la prenotazione. Sempre in tema di felici ritorni, anche per l’estate 2011 è stata messa in calendario, a Tarquinia, l’apprezzatissima iniziativa “I colori degli Etruschi”, che prevede l’apertura straordinaria delle tombe etrusche dipinte delle Pantere, dei Tori, del Barone e degli Auguri. Fino al mese di ottobre 2011 sarà possibile effettuare le visite guidate straordinarie, curate dall’associazione Arteetruria ogni sabato e domenica, ma solo previa prenotazione. Speciali visite sulla “Via dei Principi” sono previste, sempre con prenotazione obbligatoria, ai tumuli del Re e della Regina e della Necropoli Scataglini. Da non perdere la visita al Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia. Ricco di preziosi tesori, è ospitato presso il rinascimentale palazzo Vitelleschi, ubicato nel centro storico di Tarquinia. Nei vasti ambienti al pianterreno, sono esposti importanti reperti funerari tra cui sarcofagi e sculture appartenenti a importanti famiglie etrusche. Al primo piano è esposta una notevole collezione di reperti, che vanno dal periodo villanoviano a quello romano, con importanti

testimonianze di pittura greca ed etrusca, tra i quali ricordiamo il magnifico vaso di Bocchoris (VII-Vl secolo a.C.) e numerosi vasi greci a figure nere del VI secolo a.C. e attici a figure rosse. Al primo piano è esposta una notevole collezione di reperti, che vanno dal periodo villanoviano a quello romano, con importanti testimonianze di pittura greca ed etrusca, tra i quali ricordiamo il magnifico vaso di Bocchoris (VII-Vl secolo a.C.) e numerosi vasi greci a figure nere del VI secolo a.C. e attici a figure rosse. In fondo al loggiato, sono state sistemate, in un’area apposita e molto ben strutturata, le preziose pitture provenienti da quattro tombe appartenenti alla necropoli di Monterozzi: delle Bighe, del Triclinio, delle Olimpiadi, della Nave.

Ricordiamo che, sia che nella Necropoli di Monterozzi di Tarquinia, che presso il Museo Nazionale Archeologico di Tarquinia, sono disponibili le audioguide, che permettono una visita guidata storica e archeologica autonoma e approfondita. Anche per i più piccini sono disponibili le archeoguide, che accompagnano i bambini lungo il percorso della necropoli con divertenti e interessanti racconti animati.

SE SEI UN CANTANTE O HAI UN GRUPPO MUSICALE E VUOI FARTI CONOSCERE CONTATTA opinionelive@gmail.com redazione@opinioneviterbo.it

Palazzo degli Alessandri espone Italian Flag

I

primi eventi culturali correlati alla mostra Italian Flag, in contemporanea con la Biennale di Venezia, avranno luogo dal 5 luglio al 9 luglio nelle sale espositive del Palazzo degli Alessandri a Viterbo. Ospiti prestigiosi illustreranno i loro progetti, le loro opere

e presenteranno le loro recenti pubblicazioni di studi e ricerche relative all’arte contemporanea. La mostra si connoterà, quindi, come un centro polifunzionale di cultura e sarà un importante momento di confronto e di accrescimento culturale, anche al di fuori dei confini

regionali. Italian Flag – Gli Italiani e l’arte, vuole inoltre essere uno Spazio Aperto dove ognuno avrà la possibilità di dire la sua sull’arte, indicando agli organizzatori un giorno dal 5 al 24 luglio. Sabato 9 luglio,ore 18.30: presentazione del libro di Marco Tonelli, Pino Pascali: il libero gioco della scultura, Johan & Levi, 2011. Marco Tonelli, critico e storico d’arte contemporanea (Roma 1971), ha insegnato dal 2000 al 2005 Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università della Tuscia di Viterbo e dal 2005 è Docente di Sociologia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Perugia. Nel 2005 è stato Commissario Inviti della XIV Quadriennale di Roma e nel 2007 Membro della Giuria di Premiazione della quinta edizione della Bienal Internacional Siart, La Paz (Bolivia). Tra le pubblicazioni più recenti: La statua impossibile. Scultura e figura nella mo-

dernità, Christian Marinotti edizioni, Milano, 2008; Pino Pascali: il libero gioco della scultura, Johan & Levi, 2010; The Art Horror Picture Show. Dalla transavanguardia alla Transfunzionalità, De Luca Editori D’Arte, 2011;Pascali. Catalogo generale delle sculture 1964-1968, De Luca Editori D’Arte, 2011. Ha curato diverse mostre personali e collettive in spazi pubblici, tra cui, insieme ad Enrico Crispolti, Dal futurismo all’Astrattismo, Museo del Corso, Roma, 2002; Gesto. Metamorfosi di un desiderio, Museo Piaggio, Pontedera, 2002; Giuseppe Stampone, Pinacoteca Civica, Teramo, 2006; Ugo Attardi 1944-2004. Pittore e scultore, Loggiato di San Bartolomeo, Palermo, 2007; Pascali Leoncillo: un confronto (curata insieme a Giovanni Carandente e Livia Velani) presso la Galleria Civica d’Arte Moderna di Spoleto nel 2007.


20

cultura e spettacoli

Viterbo & Giovedì 7 Luglio 2011 AltoLazio

Presentata l’edizione 2011 della manifestazione sotto la direzione artistica di Matteo Vignarelli

Il Jazz torna a movimentare l’estate di Tolfa Cortometraggi e documentari sul tema del mare

di ROBERTA FRASCARELLI

P

resentata la seconda edizione di “Tolfa Jazz Festival”, per la Direzione Artistica di Matteo (SkuKkiA) Vagnarelli, promossa dall’Associazione musicale A. Vivaldi e dal Comune di Tolfa. Appuntamento, quindi, il 16 e 17 luglio con questo live di grande qualità che si svolgerà nella suggestiva cornice della Villa Comunale e nelle più importanti piazze e vie del centro storico, piacevolmente accompagnato, già dal pomeriggio, da degustazione di prodotti tipici locali. È a disposizione un bus navetta gratuito dai parcheggi principali al centro del paese. Per fare qualche numero ricordiamo che la precedente edizione ha visto la presenza di oltre 2000 spettatori ed un riscontro mediatico su televisioni e media locali. L’Amministrazione Landi ha scelto di puntare sulla cultura, sull’arte e sugli spettacoli, per questo il “Tolfa Jazz Festival” diventa punto di riferimento fondamentale della realtà locale. Ospiti della rassegna, musicisti del panorama jazzistico nazionale e internazionale: Javier Girotto, Saint Louis Big Band, Rosario Bonaccorso, Fabrizio Bosso, Andrea Pozza, Nicola Angelucci, Marcello Rosa. Entriamo nel vivo della kermesse e curiosiamo all’interno del Festival. Sabato 16 luglio alle ore 17 si apre la rassegna nel chiostro di Palazzo Buttaoni dove per circa un’ora sarà possibile apprezzare una delle due band selezionate tra tutte le iscritte al concorso, nello spazio dedicato agli emergenti. Dalle ore 19:00 alle ore 22:00 sarà il momento della “Fire Dixie” e della “Haversack Dixie Band” che si alterneranno percorrendo le vie del centro storico arrivando in P.za Matteotti. Ore 22.30 presso la Villa Comunale fantastico jazz con Javier Girotto & Saint Louis Big Band in “Escenas Argentinas”.Si tratta di un musicista argentino da molti anni stabilitosi in Italia. Noto per aver costituito gli Aires Tango e per aver dato vita e partecipato a numerosi progetti musicali (in duo, trio, quartetto �no all’orche-

Il Festival CortoAcquario arriva alla quinta edizione

stra d’archi). A Tolfa è, in una rarissima occasione, insieme ad una big band. Domenica 17 ancora tanto jazz, si apre con “Tolfa jazz Contest sempre al palazzo Buttaoni, tornano la Fire Dixie e la Haversack Dixie Band in un’esibizione che rappresenta le piccole orchestre che suonavano a New Orleans agli inizi del 900. Attesissimi alle ore 22.30, presso la Villa Comunale, Rosario Bonaccorso Feat. Fabrizio Bosso, con Andrea Pozza e Nicola Angelucci, in “Travel Notes”. Dopo aver partecipato a importanti rassegne e festival jazz, tra cui spicca l’apertura del Festival Umbria Jazz 2010 al Teatro Morlacchi di Perugia, il celebre contrabbassista

T Rosario Bonaccorso, in testa al suo quartetto, propone un programma musicale completamente nuovo, presentando le composizioni che ha registrato nell’inverno scorso per la realizzazione del nuovo CD. Da non perdere e vivere intensamente, a ritmo Jazz, durante la due giorni, il Tolfa Jazz Village. Pro�lo Facebook: Tolfa Jazz Festival

orna a Santa Marinella, il 15 e il 16 luglio, la quinta edizione di Cortoacquario - Festival Internazionale di Cortometraggi e Documentari dedicati al mare, a ingresso gratuito. Realizzato da Acquario Infinito, con la direzione artistica di Gisella Ianiri e Claudio Storani, presieduto da Alessandro D’Alatri. Cortoacquario è la manifestazione cinematografica a tematica marina più approfondita e stimolante del panorama nazionale e conta al suo attivo oltre alla valorizzazione di giovani talenti italiani e stranieri anche la partecipazione nel passato di importanti ospiti e appassionati come John Milius, Pedrag Matvejevic, Enzo Maiorca e Andrea Pellizzari. La giuria 2011, composta dal presidente, il regista Alessandro D’Alatri, da Piero Gaffuri (Rai Nuovi Media), Grazia Volpi (produttrice), Massimo Cerofolini(sceneggiatore e autore Radio1) e Maria de Medici(giornalista) assegnerà i tre premi di 1.000 euro ciascuno: premio miglior corto, premio miglior documentario e il premio speciale della giuria. “Il Festival Cortoacquario – sottolinea Gisella Ianiri - è parte di un più vasto progetto di “sensibilizzazione al mare” iniziato dall’Associazione Acquario Infinito, nata per ricordare Giulio Balestreri, investito ed ucciso il 10 agosto 2005, da un’imbarcazione che non rispettava limiti di velocità e distanze di sicurezza. Il Festival – prosegue Claudio Storani - promuove la propria visione artistica dei cortometraggi, difende la denuncia dei documentari d’inchiesta, coinvolge con interventi mirati le autorità competenti, stimola le menti dei

giovani studenti, raccoglie immagini d’archivio per ricordare come eravamo ....tutto sotto il segno del mare”. La due giorni di cinema dedicata al mare e all’acqua, che si terrà presso l’Arena Lucciola località, prevede – venerdì 15 luglio – la proiezione dei seguenti cortometraggi in concorso: L’isola di Savino, di Giacomo del Buono; L’altra metà, di Pippo Mezzapesa; Omero bello di nonna, di Marco Chiarini; Biondina, di Laura Bispuri; Io sono qui, di Mario Piredda; Eclissi di fine stagione, di Vito Palmieri; Tiro a vuoto, di Roberto Zazzara; Insula, di Erik Alexander e i tre corti documentari: In mare, di Daniele Maurizi; Fluendo, della DMK Crew e Le acque di Chenini, di Elisa Mereghetti. La serata di sabato 16 luglio prevede la premiazione e proiezione dei film vincitori del concorso Aquarium, del concorso Cortoacquario (miglior cortometraggio, miglior documentario e Premio speciale della Giuria) e la presentazione del I Videocontest Miramare Italia realizzato in collaborazione con Rai.tv. A seguire, la proiezione - alla presenza della produttrice Grazia Volpi - di Fughe e approdi, documentario diretto da Giovanna Taviani, ambientato nelle Isole Eolie, location già al centro di capolavori del cinema italiano come L’Avventuradi Michelangelo Antonioni, Stromboli di Roberto Rossellini e Kaos dei fratelli Taviani. L’edizione 2011 è realizzata in collaborazione con il Ministro della Gioventù, la Regione Lazio, la Provincia di Roma, la RomaLazio Film Commission, Roma Capitale, il comune di Santa Marinella e il patrocinio dell’Ambasciata di Francia. (Rob.Fra.)


SPORT

� � �

21

Giovedì 7 Luglio 2011

TENNIS - Eliminazione in tre set a Biarritz per mano della bulgara Kostova

Anna Floris cade al primo turno in Francia A

ncora un primo turno fatale per Anna Floris nei tornei ITF cui sta partecipando. La giocatrice del Tennis Club Viterbo, impegnata a Biarritz per un evento dotato di un montepremi di 100mila dollari, è in-

fatti caduta all’esordio contro la bulgara Elista Kostova in un match dai due volti. La tennista di origine cagliaritana è partita fortissimo, aggiudicandosi il primo set con un veloce 6-1, ma non ha saputo proseguire

per tutto il match con la stessa autorità e la Kostova ha preso in mano l’incontro, restituendo il 6-1 nel secondo parziale e chiudendo 6-2 il terzo set che le ha spalancato le porte del secondo turno.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

NUOTO

Fabio Laugeni in finale con il brivido Bene le batterie dei 100 dorso, così così la semifinale che lo promuove con il settimo tempo di GLAUCO ANTONIACCI

P

artiva con i favori del pronostico, in virtù di quel miglior tempo di accredito così vicino al record dei Campionati Europei Juniores che appartiene ad un fuoriclasse come l’ungherese Laszlo Cseh. Si sa però che l’esordio in una grande manifestazione internazionale non è mai semplice, così c’era grande attesa per vedere in azione Fabio Laugeni nella prima giornata degli Europei di Belgrado. Il fortissimo nuotatore viterbese della Larus ha preso parte a batterie e semi�nali della sua gara, i 100 metri dorso, che quest’anno ha nuotato in 55”23, veloce come nessuno nella sua categoria a livello continentale. Gli organizzatori l’hanno inserito nella sesta ed ultima batteria del mattino, con tutto il quadro completo dei risultati delle precedenti serie. Laugeni ha controllato senza particolari dif�coltà la situazione, toccando la piastra d’arrivo con il tempo di 56”20; solo il tedesco Christian Diener, sulla carta il suo rivale più accreditato, ha saputo scendere sotto i

56” (55”99) ma non era certo la batteria il momento in cui scaricare in vasca tutte le energie. Laugeni è tornato in vasca nel pomeriggio per le semi�nali dei 100 dorso, nuotando stavolta nella prima delle due serie con accanto a sè il tradizionale rivale Niccolò Bonacchi. Le cose non sono andate affatto bene, la partenza è stata appena discreta e il talento viterbese si è ritrovato a dover inseguire non solo rispetto a Bonacchi ma anche nei confronti dell’israeliano Gamburg e del tedesco Claussen. Nuotando troppo vicino al bordo della corsia, l’azzurro non è riuscito a recuperare spazio come si pensava ed ha concluso la semi�nale con il tempo di 56”88 e la quarta posizione. Ha così dovuto attendere l’esito della seconda semi�nale che ha visto lo show di Diener (55”11) e la buona prova del greco Theocharidis. Il campione della Larus è entrato in �nale con il settimo tempo e dovrà partire dalla prima corsia; servirà il miglior Laugeni per tenersi dietro lo scatenato Diener e per centrare la prima medaglia della manifestazione.

MOTOCICLISMO - Pole position, vittoria assoluta e giro veloce nella terza tappa del Tricolore femminile

Letizia Marchetti, gara perfetta a Misano U

n dominio che non ammette discussioni. Già nelle prime due prove si era capito che Letizia Marchetti ha un altro passo rispetto a tutte le avversarie del Campionato Italiano Femminile ‘Beatrice Bossini’, così il suo en plein a Misano non ha sorpreso proprio nessuno. Anche sulla dif�cile pista adriatica, la campionessa civitonica e la sua Suzuki del Team Crazy Old Men non hanno incontrato rivali, centrando nello stesso �ne settimana pole position, vittoria assoluta, vittoria di categoria con la 1000 e giro veloce. Impossibile fare meglio rispetto a quanto ottenuto da Letizia Marchetti che, a punteggio pieno dopo le prime due tappe del Campionato Tricolore disputate entrambe a Vallelunga, si è presentata sulla pista di Misano con il ruolo, scontato, di pilota da battere. La gara non ha tradito le attese dei suoi fans, così come era apparso chiaro già dalle prove libere del venerdì e dalle quali�che del sabato, in cui la Marchetti, nonostante le insidie della

pista bagnata, aveva sempre girato più velocemente delle sue avversarie. Il posto migliore sulla griglia di partenza è stato onorato alla grande quando si sono spenti i semafori rossi: la campionessa in carica della classe 1000 è stata autrice di una partenza spettacolare che l’ha vista subito s�lare in testa alla gara. A suon di giri veloci, la Marchetti ha ottenuto da subito un buon vantaggio dalle dirette inseguitrici e, pur senza forzare, è stata in grado di transitare sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di ben 13 secondi sulla più immediata inseguitrice, la polacca Jaworska. “È stata una bella gara come tutte le altre che �no ad ora ho disputato - ha commentato Letizia Marchetti - ogni gara mi crea comunque sempre un po’ di ansia e questa è stata una delle tante. Sapevo di non dovevo commettere nessun errore per non compromettere il campionato visto che si disputa su 4 gare, ora al mio attivo ho 15 punti di vantaggio ma l’ultima gara che si disputerà a Franciacorta sarà comun-

que decisiva. Ho cercato di amministrare i miei secondi di vantaggio in gara e sono contenta di aver portato un’altra grande vittoria in casa Crazy Old Men e come sempre il mio più grande ringraziamento và a Nonno Racing e a David per tutto l’impegno e la professionalità che mettono per risaltare il nome della nostra Squadra. Ringrazio tutti i nostri partners

che ci sostengono per l’intera stagione e non ultimo tutti gli amici che seguono sempre le mie gare”. Domenica prossima Letizia Marchetti ed il Team Crazy Old Men saranno a Vallelunga per la gara del Trofeo del Centauro in cui si confronterà ancora una volta con i piloti maschi che spesso le hanno dovuto lasciare strada. (GA)

CANOA - Tante iniziative nei mesi di luglio e agosto

Escursioni naturalistiche con il gruppo di Capodimonte

E

state ricchissima di iniziative per il Gruppo canoakayak Avis Capodimonte. Di seguito ecco i prossimi eventi in programma: Domenica 10 Luglio – Bisenzo Ecologic Day – ore 8:30 - Giornata ecologica di pulizia con le canoe della spiaggia di Punta San Bernardino - Monte Bisenzio. Rientro per un pranzo conviviale presso il “Circolo Lago Amico”. Si tratta di uno dei tratti di spiaggia più affascinanti del litorale, tra i più selvaggi e nascosti. Purtroppo negli ultimi anni è diventato una pattumiera, causa soprattutto della tramontana dei mesi invernali e della complicità di qualche cattivo visitatore. Necessario intervenire prima che questo piccolo tratto di lago, dimora del giunco e importante zona di nidi�cazione degli uccelli selvatici e per la deposizione di uova di alcune specie di pesce, perda il proprio importante ruolo nel mantenimento in salute dell’ecosistema lacustre. Sabato 16 Luglio - 6° Raduno Nazionale Canoa/Kayak - ore 8.30. Per gli appassionati della canoa un percorso turistico guidato navigando sotto costa dalla Punta S.Bernardino, ex porto antico Etrusco, verso l’Isola Bisentina, “Cavaiano” e il Presepe Subacqueo per un totale di 15 km. Rientro per un pranzo conviviale presso il Circolo Lago Amico. Venerdì 23 Luglio – Archeotrekking - ore 17 - passeggiata nei dintorni di Capodimonte per scoprire i suoi segreti nascosti, dal colombaio etrusco scavato nella roccia a strapiombo sul lago, �no al suggestivo mitreo. Partenza da ‘La Palazzetta’, strada Verentana

a Capodimonte. Venerdì 31 Luglio - Archeotrekking - ore 17 - passeggiata nei dintorni di Capodimonte per scoprire i suoi segreti nascosti, dal colombaio etrusco scavato nella roccia a strapiombo sul lago, �no al suggestivo mitreo. Partenza da ‘La Palazzetta’, strada Verentana. Domenica 7 Agosto - Archeotrekking - ore 17 - passeggiata nei dintorni di Capodimonte per scoprire i suoi segreti nascosti, dal colombaio etrusco scavato nella roccia a strapiombo sul lago, �no al suggestivo mitreo. Partenza da ‘La Palazzetta’, strada Verentana. Mercoledì 10 Agosto - Archeokayak - ore 18 - Il cielo degli Etruschi visto da Monte Bisenzio. In canoa dal Circolo Lago Amico �no a Monte Bisenzio, poi trekking �no in cima per una cena conviviale ed osservazione della volta celeste con gli occhi degli Etruschi. Sabato 13 Agosto – BioKayak, Birdwatching all’alba - ore 5.45 - Con canoe e Kayak verso Monte Bisenzio. Tra folaghe, svassi, garzette e cigni, si potrà esplorare uno dei tratti più selvatici della costa, scoprendo l’importanza dei canneti e il modo di nidi�care degli uccelli. Sabato 20 Agosto - Archeotour - ore 16.30 - Passeggiata a scelta in Kayak per un tratto poi a piedi, per visita siti archeologici Etruschi. Gruppo canoa/kayak A.v.i.s. Capodimonte, “Circolo Lago Amico”, loc. Pajeto - Capodimonte (vt) Lago di Bolsena. Per informazioni si può telefonare al 339.4748032 o inviare una mail a gckavis.capodimonte@libero.it oppure visitare il sito www.canoakayak-capodimonte.jimdo.com


� �

sport

SPORT

22

CALCIO D’ESTATE

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 7 Luglio 2011

CALCIOMERCATO

Viterbese, questione di punteggi La matematica non è un’opinione. Per essere ripescati servono numeri e puntualità Il Corneto vuole Poggi, Panunzi e Gravina. Emiliani verso l’Ischia di Castro di GIANLUCA NATOLI

tamenti per le �rme di diversi giovani, fra cui l’interessante seconda punta Alessandro Nuccio (classe 1994).

P

roseguono senza sosta le trattative di calcio mercato delle nostre formazioni di provincia. La Viterbese invece è sempre più concentrata sulla domanda di ripescaggio.

CORNETO TARQUINIA Poggi (difensore) e Panunzi (centrocampista) sono ad un passo dalla �rma. Presto lasceranno Santa Marinella per accasarsi a Tarquinia. A dichiararlo è il dg rossoblù Ciro Granato: “Le due trattative sono in dirittura d’arrivo. Nelle prossime ore se tutto andrà come previsto potremo annunciare uf�cialmente entrambi gli acquisti”. Più tortuosa ma non impossibile la strada che porta a Gravina. L’accordo col giocatore c’è, ma il Civitavecchia prende tempo e si pronuncerà sul destino del giocatore solo dopo aver conosciuto la categoria in cui giocherà la prossima stagione. Dalla Juniores della Viterbese potrebbe arrivare Solari, mentre si allontana l’ipotesi Cardarelli che ha ricevuto offerte insistenti anche da altre società. In uscita per il Corneto c’è Emiliani che dopo il prestito di un anno (Viterbese) potrebbe ora �nire all’Ischia di Castro. Se Poggi, Panunzi e Gravina dovessero arrivare alla corte di Gu� il mercato del Corneto potrebbe anche dirsi concluso: “Non abbiamo intenzione di fare follie –ha dichiarato Granato- il nostro obiettivo rimane pur sempre quello di raggiungere una salvezza tranquilla nel rispetto di parametri economici cui non possiamo assolutamente derogare”.

Il Monterosi richiama Gianmarco Patano Oliva e Nobili vanno allo Sporting Ronciglione Santucci: “La Foglianese mi ha dato una grande occasione”

C

’è un nuovo colpo di mercato per il Monterosi. Patano torna a casa. Il portiere aveva vestito i colori biancorossi �no a dicembre dello scorso anno. Poi si era trasferito al Cecchina, per una parentesi che però si è chiusa molto presto. Mister Lauretti insieme ai suoi collaboratori ha richiamato il giocatore alla base per la prossima stagione. Così l’estremo difensore si va ad aggiungere agli altri acquisti del presidente Cialli annunciati qualche giorno fa: Angeletti, Vedica, Delli Figorelli, Proietti, Franchitti e Borghi. Santucci lascia la squadra Juniores della Viterbese ed approda alla Foglianese. Per l’uf�cialità bisognerà attendere la �rma che arriverà nei prossimi giorni: “E’ quasi fatta –ha dichiarato il giocatore- sono molto contento di questa chance che la squadra vetrallese mi ha voluto dare. Sicuramente non mi aspettavo di cambiare casacca quest’anno, anche perché sono stati loro a cercarmi inaspettatamente. L’idea di giocare in Promozione mi affascina e gli stimoli sono molti dato che diputerò un campionato di livello superiore”. Daniele Nobili ha �nalmente deciso il suo futuro. La prossima stagione giocherà con lo Sporting Ronciglione United (squadra ripescata in seconda categoria). “Ho fatto una scelta di cuore –dichiara Nobili- viste le mie origini legate a questo paese. Arriva un momento in cui necessiti di nuovi stimoli che non sono necessariamente dettati dalla categoria in cui giochi. Vado

VITERBESE Domani sarà il grande giorno, o almeno uno fra quelli decisivi che nelle prossime settimane si susseguiranno: la Covisoc si pronuncerà sulle iscrizioni delle squadre ai prossimi campionati di Lega Pro (2011/2012) comunicando le società in regola e quelle non ammesse. Dopo alcuni giorni in cui ci sarà la possibilità di ricorrere per i club esclusi, risulterà fondamentale la data del 30 luglio quando si aprirà uf�cialmente la ‘lotteria’ (non solo fortunosa) dei ripescaggi con la comunicazione delle società aventi diritto a usufruirne. “E’ una questione di numeri –ha dichiarato il segretario generale gialloblù Guglielmo Petrosino- e proprio per questo sarà fondamentale conoscere la graduatoria delle società da ripescare che la Lega farà alla �ne del mese. Quando sapremo in via de�nitiva quanti posti liberi ci saranno nella categoria (18 luglio) potremo renderci conto �no in fondo della nostra situazione. Per adesso ogni previsione è prematura. Possiamo solo sperare. Di sicuro abbiamo fatto tutto quello che c’era da fare. L’intenzione della società è quella di presentare la domanda di ripe-

Guglielmo Petrosino

Ciro Granato

scaggio con qualche giorno d’anticipo rispetto al 29 luglio. Non vogliamo farci trovare impreparati su nessun fronte. Abbiamo curato tutto nei minimi dettagli”. Conti alla mano, la Viterbese avrà sicuramente 3 punti (come capoluogo di provincia) nella graduatoria delle società in lizza per essere ripescate. Altri 6 punti, il massimo da poter raggiungere in quell’ambito, il club di via della Palazzina li otterrà per aver disputato tutti i campionati giovanili nella stagione scorsa. Mentre per aver giocato già in serie C i gialloblù avranno diritto a 4 punti. Accanto a tutti questi ci saranno ovviamente anche altri tasselli che dovranno incastrarsi nel mosaico, come l’ef�cienza dell’impianto sportivo e la solidità economica societaria.

FLAMINIA L’obiettivo numero 1 resta il portiere. I dirigenti Giovanale e Mencarelli sono alla disperata ricerca di un giovane sostituto di Daniele Assogna. Le idee più concrete si chiamano Sciany Azzolina (ex Fossombrone ed Insubria) ed un altro di cui ancora non è trapelato il nome. Secondo alcuni rumors sarebbe proprio l’innominato quello che ha maggiori probabilità di approdare a Civita Castellana. Al momento gli unici dati che si conoscono su questo calciatore sono l’età, 20 anni, la provenienza che è quella di Roma ed il curriculum che parla molto di Serie C. Oggi potrebbe esserci l’incontro per chiudere l’affare. Nei prossimi giorni invece sono in agenda tanti altri appun-

N

NON SOLO MERCATO - Per il Lubriano l’iscrizione alla Prima diventa una “chimera”. Sarà forfait? calcio e follie

on solo mercato ma anche marce indietro a tutta velocità. Come quella alla Virtus Cimini dove i tagli previsti dall’amministrazione Comunale di Caprarola hanno portato il club a ridimensionare tutto quello che c’era da ridimensionare. Un taglio collegato anche al fatto che l’ente deve corrispondere i fondi per lo sport anche alla realtà della Real Caprarola, intenzionata a svolgere attività di scuola calcio dalla prossima stagione. CROLLA IL CASTELLO AQUILIO, AVANTI CON I GIOVANI Due mesi di lavoro buttati quelli del ds Antolini e del tecnico Aquilio. Della serie facciamo finta di aver scherzato visto che la corposa rosa alla quale avevano aderito i portieri Casadidio e Mastrorosato, i difensori Bonucci, Petroselli, Maio, Baiocco e Pastano, i centrocampisti Della Rosa, Maiorana, Crispoldi, Smith, Guernier e Cristofari e gli attaccanti Pompei e Gaska è venuta giù al primo alito di vento e adesso per tutti questi atleti si è scatentata la richiesta di chi in tempi più o meno recenti li aveva cercati. I SOLDI SERVONO PER MANGIARE.... E in casa Virtus Cimini le parole più sagge e giuste nella giornata di ieri le ha espresse Enrico Adelli, responsabile del settore giovanile e che ha sale in zucca da vendere a chi non ne ha: “Lo sia che ti dico che

Virtus Cimini tutto daccapo. Si va avanti con i giovani

Il ds Adelli: “Decisione giusta”. E mister Aquilio e i suoi big cercano altrove alla fine è meglio così. Qui c’è gente che non aveva capito nulla, i soldi servono per mangiare e non per il calcio dei dilettanti. Qui c’è una crisi senza fine, mancano i soldi per comprare il pane e se le nozze con i fichi secchi non si possono fare e chi se ne importa. Avanti con i giovani e una cosa è impostare un budget per la prima squadra di 30.000 euro e un altro è quello di andare a finire in un tunnel dal quale non si vede la luce”. Ora l’ipotesi più probabile in casa Virtus Cimini è quella di una Prima Categoria composta da giovani e non dimentichiamoci che gli juniores hanno vinto il campionato provinciale con la conduzione tecnica del team a Giorgio Nardocci. SALTA LA JUNIORES REGIONALE? Tale ipotesi porterebbe a dover rinunciare alla partecipazione al campionato regionale juniores fascia B. Tutto è comunque in evoluzione. ASTA APERTA E quando la notizia del rompete le righe alla Virtus Cimini che dove-

Enrico Adelli

Marco Pompei

va essere e non è stata si è scatenata sin dalle prime ore di ieri mattina un’asta nei confronti dei giocatori sopra elencati. Tra i più gettonati il bomber dello scorso campionato di Prima Categoria Marco Pompei contattato con proposte sostanziose dalla Nuova Sorianese, Crispoldi che fa gola al Pianoscarano e Gaska per il quale si è scomodato anche il Montalto Calcio.

RIENTRO ALLA BASE? Il Latera dove tanti dei mancati “virtussini” hanno giocato nella passata stagione sogna un ritorno di fiamma per il quartetto Pompei, Gaska, Guernier. Bonucci ed eventuale aggiunta di Petroselli. Contatti aperti si attende il responso.

PER IL LUBRIANO ISCRIZIONE QUASI IMPOSSIBILE Intanto il calcio che a mo’ di mietitrebbia travolge tutto quello che c’è da travolgere sta facendo sentire il suo duro prezzo da pagare al Lubriano del presidente Riccini che di fatto è stato lasciato da solo. C’è stato un fuggi fuggi di giocatore, di euro non ce ne sono e l’iscrizione alla Prima Categoria appare un qualcosa di impensabile. Insomma è bandiera bianca con la sana e più giusta possibilità di ripartire dalla Terza Categoria. Resta l’amarezza nel pensare agli sforzi fatti sia organizzativi che logistici ed economici nel corso della stagione trascorsa. BACOCCO AL MONTEFIASCONE Intanto è ufficiale la notizia che il giovane Bacocco, classe 1994 ex della Comunale Foglianese e dell’Orvietana entra a far parte della rosa del Montefiascone sempre più desideroso e smanioso di sistemare il pacchetto dei suoi under per il prossimo campionato di Eccellenza. agv

Daniele Nobili a Ronciglione perché è il paese in cui sono cresciuto, dove ritrovo tanti amici ed un progetto serio. Oltre a giocare mi metterò a disposizione della società e dell’allenatore per dare un contributo alla causa tecnica. La volontà del presidente è quella di salire ancora di categoria. L’entusiasmo qui è alle stelle”. Nobili era ad un passo dalla Virtus Cimini, ma dopo il caos di due giorni fa che ha travolto la società della coppia Ricci-Farsetti, molti giocatori sono dovuti andare via e per Nobili non ci sono stati più dubbi. Meglio così, meglio per il calcio di Ronciglione. Oltre a Nobili arriverà allo Sporting anche Sergio Oliva. I due daranno tanta esperienza, qualità e visibilità ad una piazza che ha voglia di puntare in alto. Gia Nat

E

ancora parliamo. La storia della Virtus Cimini è un �lm rivisto, Pardon visto e rivisto. E quando si sottolinea che il calcio di luglio è come uno squarcio di sole in una fredda e nebbiosa giornata d’inverno non scopriamo nulla di nuovo. Povero calcio ed è ancor più povero da chi si fa abbindolare da cose che sono virtuali visto che se fai i conti senza l’oste poi rischi di venire travolto dagli eventi. Sia chiara una cosa che qui nessuno vuole colpevolizzare la Virtus Cimini e anzi è da plauso perchè sbobbinare un progetto a �or di cifre pesanti e proiettarsi in una programmazione che alla �ne costerà un terzo di quanto era stato preventivato è molto più nobile che allestire una compagine di gente che viene da mezzo “mondo provinciale” e che poi a �ne mese passa alla cassa e ti fa piangere perchè questo calcio dei dilettanti, da più parti, non viene visto come un gioco ma come un lavoro. E nell’articolo qui a �anco le poche parole pronunciate dal saggio Adelli valgono più di mille promozioni. Il calcio “tosto” facciamo fare a chi ha le spalle coperte o a chi sa di farlo. Altre tentazioni fanno parte di un non gioco. Di apparenze che non lasciano traccia. agv


� �

sport

SPORT

& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

23

CALCIO

CALCIO

Giovanili Pianoscarano, i mister Definito il quadro degli allenatori per l’attività agonistica Su www.pianoscaranocalcio.com le immagini di “vecchi e nuovi”

S

empre dinamicissimo e super attivo il megagalattico sito del pianoscarano (www.pianoscaranocalcio.c om) che ieri ha annunciato i quadri tecnici per il settore giovanile agonistico, stagione 2010/2011. Ecco il cappelletto alla parata dei nomi tra new entry e conferme. “Ci siamo, la Squadra dei Mister della Soccer School è pronta a scendere in campo, il Campionato da disputare è davvero importante è di quelli che valgono una Stagione, ma soprattutto dovrà rispettare le tante attese e risposte che la Società Rossoblu vuole avere dopo alti e bassi che in quella passata hanno lasciato qualche boccone amaro al Sodalizio di Via F.Boccacci. Non è stato oggettivamente facile districarsi in una giungla di nomi e cognomi veri, verosimili, autopromozionali, però l’identikit tracciato da chi deve decidere è stato preciso: tecnici con carisma, buona esperienza, non un rampante e meno che mai un giovincello, insomma persone disposte a sposare il Progetto e convinti del Progetto, insomma facce nuove per una vita nuova. Il Direttore Sportivo De Grandis consapevole di questa richiesta pervenuta dai vertici, ha subito sondato le disponibilità di una lista di nomi a lui conosciuti e con caratteristiche come sopra richieste. I candidati erano tutti bravi e validi, ma tra il caldo e il raffreddamento ci è voluto un po’ di tempo per la scelta. Ed ecco la presentazione uf�ciale.

A sinistra Ercole Rempicci e Gianluca Di Prospero, a destra Luigi Tizi e Luigi Santoro SOCCER SCHOOL SETTORE GONISTICA Allievi 1995 - Luigi Tizi e Luigi Santoro Allievi 1996 - Mauro Cecchetti e Giovanni Sposetti Giovanissimi 1997 - Maurizio Zoppo e Raffaele Palumbo Giovanissimi 1998 - Oscar Felci e Livio Morelli SOCCER SCHOOL PRE AGONISTICA Giovanissimi sper. Fascia B (1999) - Paolo Damiani e Antonio Zollo Esordienti 2000 - Gianluca Di Prospero e Ercole Rempicci Preparatore Atletico - Luca Erasmi Preparatori Portieri - Sandro Sera�ni e Roberto Panunzi

Isidori lascia i rionali tentato dal Grotte “Mi affascina l’opportunità di vincere il campionato”

C’eravamo tanto amati.” Si potrebbe descrivere così la chiusura dei rapporti tra Marco Isidori (nella foto) ed il Pianoscarano, del quale è stato capitano nella passata stagione. A confermare il fine rapporto è lo stesso giocatore che comunque conserva un buon ricordo della ormai sua ex squadra: “ Non ho trovato l’accordo con la società, sicuramente ci risentiremo in questi giorni, ma ormai margini di ripensamento non ci sono.” Anni intensi e tanti bei ricordi: “ La salvezza di quest’anno mi rimarrà per sempre nel cuore. È stata sofferta ed è giunta diretta, quando ormai erano in pochi a crederci. Ripensando al passato direi che mi sono rimasti impressi i gol che ho fato due stagio-

ATTIVITA’ AMATORI CSI - Aperti anche i corsi per arbitri

Iscrizioni al calcio sino al 1° settembre R

icordiamo che il Comitato Provinciale CSI di Viterbo, organizza per l’anno sportivo 2011/2012 il campionato provinciale di calcio dilettanti. Le iscrizioni debbono pervenire direttamente presso la Sede del Comitato, sita in Via Santa Maria in Silice 3 - Viterbo, presentando l’apposito modello allegato, che potrà essere portato a mano presso il comitato nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 17,45 alle ore 19,45 oppure tramite e-mail : c.c.s.i.viterbo@tin.it. Si ricorda che la scadenza delle iscrizioni è fissata per il giorno 01 Settembre 2011. Il comitato provinciale CSI rimane chiuso dal 1 Agosto 2011 al 22 Agosto 2011. Per qualsiasi e utile informazione telefonare al Comitato CSI nei giorni e orari sopra citati al numero 0761/303147 oppure tutti i giorni al 348/6769951. CORSI PER ARBITRI DI CALCIO E DI PALLAVOLO Il Centro Sportivo Italiano di Viterbo ricorda che

sono aperte le iscrizioni ai corsi di arbitri di calcio e pallavolo, i componenti delle società che fossero interessati possono mettersi in contatto con il Comitato nei giorni e orari riportati.

ni fa contro il Tarquinia in casa e a Soriano. Sono stati gol decisivi che hanno portato 6 punti fondamentali per la salvezza.” C’è già un’offerta per la prossima stagione: “ Ho ricevuto diverse proposte ma devo ammette che quella del Grotte di Castro è quella più coinvolgente. Hanno un progetto serio ed ambizioso, spalmato non su una stagione ma a lungo termine. Dopo tanti anni passati in promozione mi intriga l’idea di affrontare un campionato con l’intenzione di vincere, è una sensazione che mi manca e so che il Grotte ha la possibilità di farcela.” Il Grotte di Castro con Marco Isidori piazza un colpo da novanta in difesa, infatti come centrale ha fisico e intelligenza tattica, virtù che hanno permesso al Pianoscarano di essere la migliore difesa di promozione sino all’ultima giornata della passata stagione. Classe ’85 fa della prestanza fisica il suo cavallo di battaglia ma non solo, sa guidare i propri compagni di reparto con fermezza e come un vero capitano, quando c’è soffrire è il primo a mettere la gamba o far valere le proprie ragioni con l’arbitro con la giusta verve. Complimenti al presidente Vincenzo Camilli ed al suo staff. (L.C.)

IL CALCIO CHE CAMBIA - Tante le novità per i quadri del Comitato Regionale

Giannichedda nuovo mister della Rappr. Regionale allievi Giuliano Giannichedda

N

el salone di Villa Stuart a Roma si è svolta la presentazione uf�ciale dei tecnici della Rappresentative regionale di calcio a 11 del Comitato Regionale Lazio. E’ stato il presidente Melchiorre Zarelli a introdurre le novità disposte per la stagione 2011-2012. la più importante è l’ingresso dell’ex calciatore della Lazio, Giuliano Giannichedda, che assumerà l’incarico di responsabile tecnico della Rappresentativa regionale Allievi. “La scelta è caduta su una persona

che, oltre ad essere giovane e motivata e che ha saputo trasmetterci subito il suo entusiasmo, anche su un tecnico che ha la possibilità di trasmettere ai nostri giovani calciatori tutta la sua esperienza”, ha spiegato Zarelli che subito dopo ha aggiunto: “abbiamo deciso di af�dargli la conduzione tecnica degli allievi perchè, secondo le nuove normative diramatae proprio ieri da Consiglio Federale, questa divcenta una categoria strategicamente di grande importanza. Pertanto,

la �gura di Giannichedda non può che offrire quelle garanzie che andiamo cercando nei nostri tecnici; garanzie da offrire nel percorso di formazione e crescita dei giovani calciatori, ai quali chiediamo non solo di migliorasi sul piano tecnico, ma anche di crescere sul piano educativo e comportamentale”. Da parte sua, Giannichedda ha ribadito il grande entusiasmo con cui si avvicina a questa sua prima esperienza da allenatore. “Il progetto presentatomi dal presidente Zarelli mi è subito piaciuto - ha spiegato l’ex centrocampista della Lazio e della Nazionale - lavorare con i giovani mi è sempre piaciuto, e non di rado sono sui campi giovanili proprio a seguire gare delle categorie Allievi. Credo che sia questa l’età in cui si può e si deve fare il salto di qualità nel percorso di formazione di un calciatore, sia se esso diventi poi un pro-

fessionista oppure continui ad essere un dilettante. Per questo iniziare così credo sia il modo migliore per intraprendere la carriera di allenatore”. Oltre a Giannichedda, il presidente Zarelli ha presentato anche gli altre tecnici che guideranno il lavoro delle Rappresentative regionali. Antonio Macidonio, reduce da due secondi posti al Torneo delle Regioni, è stato confermato alla guida della Rappresentativa di calcio a 11 femminile. Roberto Dagianti si occuperà della conduzione tecnica della Rappresentativa Giovanissimi, mentre Maurizio Rossi, fresco vincitore del titolo nazionale con la Rappresentativa giovanissimi, ha fatto il doppio salto, assumendo la conduzione tecnica della formazione Juniores, sicuramente la più impegnativa e la più in vista. Annunciati anche i nomi dei dirigenti di riferimento del Co-

mitato Regionale delle singole Rappresentative, il cuo coordinamento continuerà ad essere nella mani del vicepresidente vicario del Cr Lazio, Vincenzo Calzolari, anche lui presente alla conferenza stampa. Insieme a Giannichedda lavorerà Dario Scalchi, che è anche consigliere regionale del Cr Lazio, con Roberto Dagianti, che è al settimo anno di “matrimonio” con le rappresentative regionali e provinciali, Paolo Marchiori, anche lui un passato da giovane calciatore nella Lazio; insieme a Maurizio Rossi, invece, continuerà a lavorare Fernando Arcese, così come Ambra Rizzato sarà il dirigente accompagnatore di Antonio Macidonio nel Femminile. Durante la presentazione, hanno preso la parola anche gli altri tre tecnici. Dagianti ha ricordato come sia importante la categoria dei Giovanissimi “primo punto di importante confronto a livello agonistico

per quei ragazzi che vogliono giocare a calcio”; Maurizio Rossi ha “ringraziato il presidente del Cr Lazio per la �ducia accordatagli con la conduzione della squadra Juniores, alla quale - ha ricordato - era stato avvicinato anche in passato ma senza poi avere seguito”; in�ne, Macidonio ha spiegato come l’approccio all’insegnamento delle giovani calciatrici sia diverso da quello dei maschi. Nel suo intervento introduttivo, il presidente Zarelli ha ricordato alcuni numeri del movimento giovanile laziale, sottolineando come le calciatrici nate dal 1988 in poi siano poco meno di 900, mentre i calciatori in età delle altre rappresentative variano dai 9889 della classe ‘88 agli 8321 della classe ‘86, �no a scendere ai 5898 tesserati per la classe 1993, quella della categoria Juniores.


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 7 Luglio 2011

CALCIO STAGIONE 2011/2012

Il ‘mondo’ dalla 2ª Categoria agli juniores provinciali Tutte le normative per la prossima stagione, i criteri di promozione e retrocessione. Limiti di età e fuori quota abbiano compiuto il 21° anno di età (nati dal 1° gennaio 1990 in poi) e che, comunque, abbiano compiuto il 15° anno di età. E’ esclusa la partecipazione di calciatori “fuori quota”. In deroga a quanto previsto dall’art. 34 comma 1 delle Norme federali, le Società partecipanti con piu’ squadre a Campionati diversi possono schierare in campo, nelle gare di Campionato di categoria inferiore, i calciatori indipendentemente dal numero delle gare eventualmente disputate dagli stessi nella squadra che partecipa al Campionato di categoria superiore.

Le date di scadenza per le varie iscrizioni Occhio alle regole che possono impedire la possibilità di iscriversi. L’opportunità della partecipazione al campionato della Terza Categoria under 21, torneo innovativo

A

ltro viaggio verso i campionati dilettantistici e giovanili regionali della prossima stagione. Oggi fari puntati sulle caratteristiche della Seconda Categoria, Terza Categoria e juniores regionali e provinciali. SECONDA CATEGORIA 2011/ 2012 Ecco le regole per questo campionato dove sinora hanno la certezza della partecipazione i seguenti team del nostro comprensorio in attesa di ripescaggi e rinunce: Viterbo Pool; San Lorenzo Nuovo; Etrusca; Farnese; Nuova Bagnaia, Querciaiola; Celleno; Graffignano; Civitella D’Agliano; Virtus Marta; Real Gradolese; Csl Soccer; Valentano, Virtus Pilastro, Atletico Tarquinia, Calcio Sutri; Bassano Romano; Vejanese; 2001 Tuscia; Vetralla 1928. Ha già fatto sapere che non si iscriverà alla categoria il Tre Croci che coinfluirà nel gruppo dell’As Vetralla e a queste 20 compagini ufficiali si aggiungeranno tutte quelle che saranno ripescate e non sarà cosa di poco conto. Articolazione - Il Campionato di II Categoria è articolato su un numero di gironi da determinare, composti da un minimo di 14 ad un massimo di 16 squadre ciascuno. Età giocatori - Alle gare del Campionato di II Categoria e alle altre dell’attività ufficiale organizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti, possono partecipare, senza alcuna limitazione di impiego in relazione all’età massima, tutti i calciatori regolarmente tesserati per la stagione sportiva 2011/2012 che abbiano compiuto anagraficamente il 15° anno di età. Adempimenti economico-finanziari ed organizzativi - Tutte le società sono tenute a perfezionare l’iscrizione al Campionato di II Categoria entro il termine ordinatorio del 22 luglio 2011 alle ore 18. Non saranno accettate le iscrizioni di Società che 1) non dispongano di un campo di gioco dotato di tutti i requisiti tecnico-sportivo previsti dall’art.27 del regolamento della LND. Tale disponibilità dovrà risultare da apposita dichiarazione , rilasciata dal proprietario, Ente o privato, o, in quest’ultimo caso, dall’eventuale gestore. 2) risultino avere pendenze debitorie nei confronti della FIGC, della Lega Nazionale Dilettanti, delle Divisioni, dei Comitati o di altre Leghe, ovvero altre pendenze verso Società consorelle o verso dipendenti e tesserati e, ciò, a seguito di sentenze passate in giudicato deliberate dagli Organi della Disciplina Sportiva o dagli Organi per la risoluzione di controversie.

3) In presenza di decisioni della Commissione Accordi Economici divenute de�nitive entro il 31 maggio 2011, nonché, sempre entro il predetto termine, in presenza di decisioni anch’esse divenute de�nitive della Commissione Vertenze Economiche e del Collegio Arbitrale presso la L.N.D. le somme poste a carico delle Società devono essere integralmente corrisposte agli aventi diritto entro il termine perentorio annualmente �ssato per l’iscrizione al rispettivo Campionato (cfr. Circolare n. 34 della L.N.D. del 22.4.2011); 4) non versino all’atto dell’iscrizione al Campionato, tutte le somme dovute in base a quanto stabilito in materia dal Com. Uff n. 167 del 28.6.2011. Promozione alla Prima 2012/2013 - Le Società che, al termine della stagione sportiva 2011/2012, si classi�cheranno al primo posto dei rispettivi gironi del Campionato di II Categoria, acquisiranno il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di I Categoria della stagione sportiva 2012/2013. Retrocessioni in Terza 2012/2013 - Le Società che, al termine della stagione sportiva 2011/2012, andranno ad occupare gli ultimi tre posti della classi�ca �nale di ciascun girone del Campionato di II Categoria, retrocederanno nel Campionato di III Categoria 2012/2013. Attività Giovanile L e Società di II Categoria possono, facoltativamente, partecipare con una propria squadra al Campionato “Juniores” – “Under 18”, nonché ai Campionati e alle altre attività del Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica con l’osservanza delle disposizioni all’uopo previste. TERZA CATEGORIA 2011/2012 Queste invece le normative inerenti il prossimo campionato di calcio di Terza Categoria che prevede come da prassi anche le iscrizioni di club di nuova affiliazione. Articolazione - Il Campionato di III Categoria è organizzato dal Comitato Regionale Lazio, che ne demanda lo svolgimento alle proprie Delegazioni Provinciali, sulla base di uno o più gironi. Hanno titolo a richiedere l’iscrizione al Campionato di III Categoria 2011/2012: 1) le Società retrocesse dal Campionato di 2ª Categoria 2011/2012; 2) le Società che hanno preso parte al Campionato di 3ª Categoria 2010/2011; 3) le Società di nuova affiliazione

Età giocatori - Alle gare del Campionato di III Categoria, ed alle altre dell’attività ufficiale organizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti, possono partecipare, senza alcuna limitazione di impiego in relazione all’età massima, tutti i calciatori regolarmente tesserati per la stagione sportiva 2011/2012 che abbiano compiuto anagraficamente il 15° anno di età. Adempimenti economico�nanziari - Tutte le società sono tenute a perfezionare l’iscrizione al Campionato di III Categoria entro il termine ordinatorio dell’8 settembre 2011 alle ore 18. Non saranno accettate le iscrizioni di Società per gli stessi motivi spiegati per il campionato di Seconda Categoria (leggere sopra) Promozioni alla II Categoria 2012/2013 - Le Società che al termine della stagione sportiva 2011/ 2012 si classificheranno al 1° posto dei rispettivi gironi del Campionato di III Categoria, acquisiranno il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di II Categoria 2012/2013. Attività giovanile - Le Società di III Categoria possono, facoltativamente, partecipare con una propria squadra al Campionato “Juniores” – “Under 18”, nonché ai Campionati e alle altre attività del Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica con l’osservanza delle disposizioni all’uopo previste.

TERZA CATEGORIA 2011/2012 UNDER 21 Così per questo campionato innovativo inserito da qualche anno da parte del Comitato Regionale Laziale. Articolazione - Il Campionato di “III Categoria - Under 21” è articolato sulla base di uno o più gironi, secondo il numero delle Società iscritte. Possono richiedere l’iscrizione al Campionato di “III Categoria – Under 21” 2011/2012: 1) le Società retrocesse dal Campionato di II Categoria o comunque facenti parte degli organici di III Categoria al termine della passata stagione sportiva 2010/2011; 2) le Società che con le rispettive prime squadre partecipano a Campionati di categoria superiore (seconde squadre); 3) Società di nuova affiliazione. Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale stabilisce le modalità di svolgimento ed il meccanismo di collegamento con il Campionato di II Categoria. Alle Società vincenti il Campionato di “III Categoria – Under 21” è riservato il diritto alla promozione al Campionato di II Categoria, purché le stesse non partecipino con la loro prima squadra al Campionato di III Categoria o Campionati di categoria superiore. Età calciatori - Alle gare del Campionato di “III Categoria – Under 21” possono partecipare tutti i calciatori che, al 1° gennaio dell’anno in cui ha inizio la stagione sportiva, non

Adempimenti economico-finanziari ed organizzativi - Tutte le Società sono tenute a perfezionare l’iscrizione al Campionato di III Categoria – Under 21 entro il termine ordinatorio dell’8 settembre alle ore 18. Promozione alla II Categoria 2012/2013 - Le Società di 3ª Categoria – Under 21 “pure”, che al termine della stagione sportiva 2011/2012 si classificheranno al 1° posto dei rispettivi gironi del Campionato di 3ª Categoria Under 21, acquisiranno il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di 2ª Categoria 2012/2013. Nel caso in cui la Società vincente il Campionato di “III Categoria – Under 21” non prenda parte, nella stagione sportiva 2012/2013, al Campionato di competenza (II Categoria), i calciatori per la stessa tesserati sono svincolati d’autorità. Attività Giovanile - Le Società di III Categoria - Under 21 possono, facoltativamente, partecipare con una propria squadra al Campionato “Juniores” – “Under 18” nonché ai Campionati e alle altre attività del Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica con l’osservanza delle disposizioni all’uopo previste. JUNIORES REGIONALE E queste sono le normative inerenti il campionato juniores regionale elite e fascia B. Nella juniores elite saremo rappresentati dalla sola Corneto Tarquinia. Negli juniores fascia B avremo Pianoscarano, Foglianese, Monterosi, ottime chances di ripescaggio per il Montefiascone ed hanno guadagnato il diritto di iscriversi le compagini della Virtus Cimini (che alla luce delle ultime novità probabilmente rinuncerà) e il Montalto Calcio. Articolazione - Il Campionato Regionale Juniores 2011/2012 è articolato in: A) Campionato regionale Juniores “A”, formato da 2 gironi di 16 squadre ciascuno; B) Campionato regionale Juniores “B” formato da 4 gironi di 16 squadre ciascuno Giorno di gare - Le gare del Campionato Regionale Juniores vengono disputate, di norma nella giornata di sabato. E’ consentito, previo accordo tra le Società interessate, disputare le gare nella giornata di domenica. Le Società, il cui campo sportivo e’ dotato di impianto di illuminazione, regolarmente omologato, possono richiedere di posticipare fino alle ore 18.00, l’orario di inizio delle gare interne.

Età giocatori - Alle gare del Campionato Regionale “Juniores” possono partecipare i calciatori nati dal 1° gennaio 1993 in poi e che, comunque, abbiano compiuto il 15° anno di età. E’ consentito l’impiego di due calciatori fuori quota nati dal 1° gennaio del 1992 in poi. In considerazione del particolare assetto normativo che caratterizza le rispettive attività, alle Società di III Categoria Under 18, partecipanti al Campionato Regionale Juniores, non è consentito l’impiego di calciatori “fuori quota”. L’inosservanza delle predette disposizioni, sarà punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall’art. 17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva. In deroga a quanto previsto dall’art. 34, comma 1, delle N.O.I.F., le Società partecipanti con più squadre a Campionati diversi possono schierare in campo, nelle gare di Campionato di categoria inferiore, i calciatori indipendentemente dal numero delle gare eventualmente disputate dagli stessi nella squadra che partecipa al Campionato di categoria superiore. Adempimenti economico-finanziari - Tutte le Società, aventi titolo a partecipare al Campionato Regionale “Juniores” sono tenute a perfezionare l’iscrizione entro il termine ordinatorio del 22 luglio 2011 alle ore 18. JUNIORES PROVINCIALE Il Campionato Provinciale “Juniores” è organizzato da ciascuna Delegazione Provinciale, sulla base di uno o più gironi e anche qui possono partecipare club di nuova affiliazione. Articolazione - Al Campionato Provinciale “Juniores” partecipano le squadre di Società di Eccellenza e Promozione che non disputano quello Regionale, nonché, facoltativamente, le Società partecipanti ai Campionati di 1ª, 2ª, 3ª Categoria, 3ª Categoria - Under 21 e 3ª Categoria - Under 18. Giorno di gare - Le Società partecipanti al Campionato Provinciale Juniores possono disputare le gare interne anche nella giornata di sabato. Le Società, il cui campo sportivo e’ dotato di impianto di illuminazione, regolarmente omologato, possono richiedere di posticipare fino alle ore 18.00, l’orario di inizio delle gare interne. Età giocatori - Alle gare del Campionato Provinciale “Juniores” possono partecipare i calciatori nati dal 1° gennaio 1993 in poi e che, comunque, abbiano compiuto il 15° anno di età. E’ consentito l’impiego di 4 calciatori fuori quota nati dal 1° gennaio 1991 in poi..L’inosservanza delle predette disposizioni, sarà punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall’art. 17 comma 5 del Codice di Giustizia Sportiva. Adempimenti economico-finanziari - Tutte le Società sono tenute a perfezionare l’iscrizione al Campionato Provinciale “Juniores” entro il termine ordinatorio dell’8 settembre 2011 alle ore 18 provvedendo a tutti gli adempimenti previsti. continua


� �

sport

SPORT

& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

25

CALCIO GIOVANILE

CALCIO

Viterbese, partenze ‘amare’ Le storie di Davide Pellegrini e di Biagio Faina Il centrocampista ‘96 ha firmato per il Savio, l’attaccante ‘94 vuole il Montefiascone

C

he succede alla Viterbese settore giovanile? Storie di calcio ma anche velate dalla consapevolezza che si perdono pezzi di valore senza che nessuno faccia una mossa. DAVIDE PELLEGRINI E’ stato uno dei boys più interessanti del gruppo ‘96 allenato da mister Conticchio. Da ieri ha firmato per il Savio e farà quindi il ritorno a Roma. La storia del ragazzo ce la spiega Gerry Pellegrini, papà di Davide: “Ci hanno detto che l’unica possibilità affinchè Davide potesse restare era legata al fatto che sarebbe venuto da Roma tre volte alla settimana e la cosa non è fattibile”. Per la prossima stagione per i ‘96 infatti non sono previsti posti nel convitto e quindi ecco come si perde un giovane dalle prospettive interessantissime: “Davide - spiega il genitore - voleva fare questa esperienza lontano da Roma e nel 2010/2011 ha giocato e studiato qui a Viterbo inserendosi benissimo nel gruppo allenato da Conticchio, gioco forza gli è dispiaciuto moltissimo doversene andare anche se la collocazione nel Savio è gratificante e oltre modo imoportante per la sua crescita calcistica. Non voglio fare polemiche di alcun genere ma esprimere l’amarezza di noi genitori e di mio figlio per questo stato di cose - continua il padre del giocatore - non ritengo che questo modo di fare possa permettere di fare crescere un settore giovanile sul quale o ci credi o non ci credi. Ringrazio il quotidiano l’Opinione per l’opportunità di ringraziare di cuore mister Conticchio, i dirigenti dei ‘96 Venanzi e Guadagno, il dirigente Petri e Gianni Giannoccaro che ci sono stati sempre vicino e in particolare vicino a Davide in

Per la linea verde Foglianese stage con i tecnici della Lazio Lunedì sono stati seguiti dal prof. Ripert Il prossimo appuntamento domani pomeriggio

S

i lavora senza soste alla Foglianese per la programmazione della prossima stagione con gli sforzi della società che giustamente (secondo il nostro modesto parere) sono più incentrati sulle squadre delle giovanili che sulla prima formazione. STAGE Lunedì scorso interessante appuntamento con lo stage riservato ai ragazzi delle classi ‘96 e ‘97 e con i tecnici della società rossoblu che hanno seguito il lavoro svolto dal professor Fabio Ripert, preparatore atletico degli allievi classe 1995 della S.S. Lazio e ricordiamo che la Foglianese è affiliata con il club biancazzurro. In azione una sessantina di

Biagio Faina e Davide Pellegrini questo suo anno di permanenza a Viterbo. Resto interdetto davanti all’immobilismo che la Viterbese dimostra nel vedere depauperato un suo settore giovanile”. BIAGIO FAINA Ed un’altra �gura che ha fatto molto bene in questi anni nelle varie formazioni baby della Viterbese è sul punto di prendere un’altra strada. Ci riferiamo all’attaccante classe ‘94 Biagio Faina, pronto per accasarsi al Monte�ascone e che può tornare utile al pacchetto under nella compagine di Eccellenza allenata da mister Antolovic. E’ un desiderio espresso dal giovane atleta con la prospettiva di crescere ulteriormente sotto la guida di un tecnico che con i ragazzi ha dimostrato di saperci fare e alla grande. E c’è da chiedersi il perchè da parte della Viterbese di fronte a partenze importanti nessuno faccia un qualcosa per frenare questa sorta di emorragia.

SU TRIPLE WHISTLE - Dopo il miglior gol in 2ª è l’ora dei numeri uno

Vota la parata più bella di LEONARDO CUTIGNI

Foto Andrea Di Palermo

A

volte si dice: “ Quella parata vale quanto un gol fatto!”. A giudicare dalle immagini che Triple Whistle ci propone c’è da crederci. Ora sul sito sono visualizzabili e votabili anche le migliori 10 parate della seconda categoria e come per i dieci gol più belli c’è solo da applaudire. I portieri in lizza sono: Nisi del Graffignano, primo con 27 voti, Andreola del Doria San Martino secondo con 6 voti, Paoloni del San Lorenzo terzo con 5 voti, Mi.Maraga del Vitorchiano quarto con 4 voti, Alesini del Farnese quinto con 4 voti, Faccenda del Pool Viterbo sesto con 4 voti, Panunzi del Virtus Marta settimo con 1 voto, Tocchi del Tre Croci ottavo con 1 voto e Seralessandri del Barco insieme a Bandiera del Pescia Romana fermi al palo con ancora nessun voto. L’iniziativa delle migliori parate è nata da pochi giorni ed i voti lo testimoniano. Per chi ha giocato tra pali della propria squadra, come è successo anche a me prima di appendere i guanti al chiodo, vedere un portiere immo-

larsi per salvare il risultato è un piacere, quindi oltre a visitare il sito www.triplewhistle.com lasciate un voto con un occhio critico, in tal modo potrete gratificare il lavoro certosino dei creatori del sito e l’impegno, a volte dato per scontato, degli estremi difensori.

ragazzi in un pomeriggio davvero interessante in cui l’unico neo è stato rappresentato dalla pioggia. APPUNTAMENTI Questi stage saranno ripetuti sui campi della Foglianese nella giornata di domani, del 13 e 20 luglio e tutti coloro che fossero interessati possono prendere contatti con la dirigenza della Comunale Foglianese. Il 13 e 20 luglio i concentramenti riguarderanno i giovani della classe 1995. E si tratta di incontri molto importanti anche nel processo di crescita e di aggiornamento di cui possono fare tesoro gli allenatori delle compagini giovanili della Foglianese. IL 15 E 16 LUGLIO IL PESCARA DI ZEMAN AL LAVORO AL SAN PAOLO Nei suddetti giorni bella opportunità per tutti gli amanti del calcio di Zeman visto che la Foglianese ha dato ospitalità al team abruzzese di serie B di allenarsi al San Paolo in attesa che si liberi il campo del Balletti Park Hotel (terza settimana del Milan Camp) dove il Pescara resterà in ritiro sino alla fine del mese.

C/5 CIGNARALE - Le sfide della sedicesima giornata, ko Ortopedia Comite e Bc One

Boutique della Frutta e Lucky Strike avanti tutta

Ortopedia Comite

I

l quadro della sedicesima giornata al Memorial “Alessandro Cignarale” in pieno svolgimento presso il campo “Al. Pi.” di Fabrica di Roma. Successi per i team della Boutique della Frutta e del Licky Strike. BOUTIQUE FRUTTA 7 ORTOP. COMITE 1 Boutique della Frutta: Rossi Roberto , Fantini Luca , Gironi Flavio ,

Manini Marco , Capelloni Roberto , Pazzetta Alessio , Alimelli Luciano , Braccini Luca , Chirieletti Cristian , Adolini Alessio , Fantini Fabrizio , Cernetti Dante Ortopedia Comite: Rossetti Riccardo , Ceccarelli Giancarlo , Darida Francesco , Comite Fabio , Tranfa Gianluca , Mariani Giovanni , Vaccarelli Luca , Biagiola Giorgio , Fia-

schi Doriano , Montanini Auro , Pockropek Robert , Tesfaie Ciapi. All: Antonini Paolo. Dirigente Francocci Paolo. Ds: Cruciali Andrea. Massaggiatore: Topini Luca L’Ortopedia Comite dopo 2 vittorie consecutive va ko contro una grande formazione formata dalla Boutique della Frutta di Nepi che si sbarazza dei civitonici con un secco 7-1 e vola al primo posto del girone in attesa di un risultato positivo dall’ultima sfida tra Farmacia Liberati - La Spaccata. Per i civitonici terzo posto matematico del Girone e Play Off assicurati. Per la Boutique della Frutta a segno Gironi (3) , Capelloni (1) , Chirieletti (1) , Pazzetta (1) e un’ autogol. Per L’Ortopedia Comite gol della bandiara segnato da Fiaschi Doriano.

LUCKY STRIKE 6 BC ONE 5 Lucky Strike: Discepolo Fernando , Di Giammartino Marco , Silvani Marco , Schiamone Tiziano , Vessella Matteo , Malatesta Valerio , Innocenzi Fabrizio , Macino Daniele , Andreocci Edoardo , Schiamone Alessio , Guidi Francesco , Dimitri Angelo , Martinozzi Bc One: Frate Davide , Caparrelli Stefano , Federici Sascha , Scacchi Giuliano , D’Angeli fabio , Petri Giancarlo , Testa Fabio , Attori Simone , Carvetti Federico, Dominicis Bella ed emozionante partita tra le 2 squadre fabrichesi. Il match si è deciso ecisa solo negli ultimi istant. Ha vinto la Lucky Strike dopo che nel primo tempo conduceva 5-3, ma nella ripresa doveva subire l’urto di un BC One ben determinata che era arrivata al momentaneo pareggio.

Bc One La partita si è conclusa 6-5 per il Lucky Strike in gol con Di Giammartini (2),Martinozzi (2),Silvagni (1) e Dimitri (1) conquistando cosi’ il secondo posto

del girone. Mentre la B C One che è andata a segno con Carvetti (2),Caparelli (1),Dominicis (1) Petri (1) conquista il terzo posto del girone.


SPORT

sport

26

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 7 Luglio 2011

C/8 GINNASI - FRABOTTA

Officina Chiricozzi prima finalista Con le reti di Arditi, Grimaldi e Musso ha sconfitto per 3-2 l’Ediltimbrico Ieri sera la seconda semifinale tra Immobiliare Bertini e Ristorante Pizzeria Il Peccato

È

l’Of�cina Chiricozzi la prima �nalista della 21esima edizione del torneo Valerio Ginnasi, prima edizione nella rinnovata veste del calciotto, organizzato dagli Amici del Presidente. Il verdetto è arrivato martedì sera al Comunale di Ronciglione davanti al pubblico delle grandi occasioni. Ecco lo score del confronto. OFFICINA CHIRICOZZI 3 S.B. EDILTIMBRICO 2 Of�cina Chiricozzi: Tassone Francesco, Pianesi Mirno, Paoloni Giuseppe, Brizzi Roberto, Cosenza Gianluca, Salvitti Stelio, Salvitti Matteo, Veneruso Giovanni, Musso Cristian, Grimaldi Mattia, Buratti Gianpietro, Bernabei Emanuele, Buratti Giorgio, Ardiri Alessandro, Chiarelli Luciano. irigente Accompagnatore: Chiricozzi Mauro. Allenatore: Luciano Chiarelli S.B. Ediltimbrico: Croce Morgan, Ceglia Paolo, Rossi Fabio, Mandro Laert, Menichini Mattia, Barone Adriano, Luciani Mattia, Farricelli Marco, Provinciali Simone, Mariani Andrea, Pompei Marco, Travalloni Leandro, Alo Fabrizio, Crispoldi Daniele, Zamperini Alessio Dirigente Accompagnatore: Timossi Alberto. Allenatore: Sera�nelli Giorgio Marcatori: per l’Of�cina Chiricozzi reti di Arditi, Grimaldi e Musso e per la Ediltimbrico gol di Farricelli e un’autorete. Confronto tiratissimo, giocato tra due formazioni che sin qui si erano imposte nelle rispettive s�de e alla lunga l’ha spuntata la compagine di mister Chiarelli che prosegue quindi nelle sue imprese

CALENDARIO VALERIO GINNASI data

dopo la strepitosa stagione con il Capranica nel campionato di Prima Categoria. Onore al merito per la S.B. Ediltimbrico che ha giocato un grande torneo e che è stata piegata dalla forza di una Of�cina che approda così alla �nalissima di sabato sera.

match di ieri dalla coppia di testa formata da Randazzo e Musetti dell’Immobiliare Bertini che sono stati avvicinati in vetta dal solito, fortissimo Mattia Grimaldi.

IERI SERA E ieri si è giocata al Comunale di Ronciglione la seconda semi�nale del “Ginnasi” tra le ambiziose formazioni dell’Immobiliare Bertini e del Ristorante Pizzeria Il Peccato. Nell’edizione di domani il resoconto del confronto.

4 reti - Di Stefano (Asd Cicram); M. Grimaldi (Off. Chiricozzi);

I MARCATORI Ecco aggiornata la classi�ca dei marcatori dopo la prima semi�nale di martedi sera in attesa di controllare il rendimento avuto nel

ora

partita

IMMOBILIARE BERTINI - UNO HOLDING

3 - 1

EDILTIMBRICO SBA - GELATERIA IGLOO

4 - 1

MIZZELLA - RIST. IL PECCATO

0 - 6

POL. BASSANO ROMANO - OFFICINA CHIRICOZZI

0 - 1

CICRAM RONCIGLIONE - EDILTIMBRICO SBA

3 - 4

SGM LEGNO - AGRITURISMO RIO VICANO

4 - 1

IMMOBILIARE BERTINI - RIST. IL PECCATO

1 - 4

CICRAM RONCIGLIONE - GELATERIA IGLOO

3 - 4

IMMOBILIARE BERTINI - MIZZELLA

4 - 3

CAFFE’ CUBA LIBRE - EDILTIMBRICO SBA

2 - 4

UNO HOLDING - RIST. IL PECCATO

2 - 1

POL. BASSANO ROMANO - AGRITURISMO RIO VICANO

2 - 1

OFFICINA CHIRICOZZI - SGM LEGNO

3 - 1

CAFFE’ CUBA LIBRE - GELATERIA IGLOO

3 - 1

UNO HOLDING - MIZZELLA

0 - 4

OFFICINA CHIRICOZZI - AGRITURISMO RIO VICANO

4 - 1

SGM LEGNO - POL. BASSANO ROMANO

0 - 2

1-0

VIRTUS CIMINI 2002 - C. RONCIGLIONE 2002

1 - 6

VIRTUS CIMINI 2003 - C. RONCIGLIONE 2003

0 - 3

CIVITA CASTELLANA 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

0 - 3

CIVITA CASTELLANA A 2002 - CIVITA CASTELLANA B 2002

3 - 3

CIVITA CASTELLANA A 2003 - CIVITA CASTELLANA B 2003

3 - 3

VIRTUS CIMINI 2000 - CIVITA CASTELLANA 2000

0 - 3

VIRTUS CIMINI 2002- C. CASTELLANA A 2002

5 - 5

CIVITA CASTELLANA A 2003-V. CIMINI 2003

rinviata

VIGNANELLO 2000 - CIVITA CASTELLANA 2000

0 - 4

CIMINA RONCIGLIONE 2002 - C. CASTELLANA B 2002

2 - 1

C. RONCIGLIONE 2003-CIVITA CASTELLANA B 2003

2 - 2

VIRTUS CIMINI 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

3 - 0

VIRTUS CIMINI 2002 - CIVITA CASTELLANA B 2002

3 - 3

VIRTUS CIMINI 2003 - CIVITA CASTELLANA B 2003

0 - 3

VIGNANELLO 2000 - C. RONCIGLIONE 2000

n.p.

CIMINA RONCIGLIONE 2002 - C. CASTELLANA A 2002

n.p.

CIMINA RONCIGLIONE 2003 - C. CASTELLANA B 2003

FINALI 8/07

17,30

Finale Pulcini 2000: RONCIGLIONE -

8/07

18,30

Finale Pulcini 2002

8/07

19,30

Finale Pulcini 2003

3 reti - Menichini (Ediltimbrico); Pascale (Mizzella); Veneruso (Off. Chiricozzi); Smargiassi (Caffè Cuba Libre); Citti (Bassano Romano); Farricelli (Ediltimbrico) 2 reti - Mandro, Alò, Fanka(EdiltimBrico); Troili E, Mustafà, Greco, Malè (Ristorante Pizzeria Il Peccato); Stella, De Angelis (Gelateria Igloo): Braccini, Mascarucci, Beccaccioli, (Caffè Cuba Libre); Oliva (Uno Holding); Mariuta (Mizzella);

TORNEO FRABOTTA Ieri ultimo confronto della fase di quali�cazione al torneo giovanile Aldo Frabotta in attesa della grande serata di venerdì dove i protagonisti saranno i fantastici baby delle varie categorie.

QUARTI DI FINALE EDILTIMBRICO - MIZZELLA (3ª ripescata)

1 - 0

RIST. PIZZERIA IL PECCATO - SGM LEGNO (3ª ripescata)

2 - 0

OFFICINA CHIRICOZZI - CAFFE’ CUBA LIBRE

2 - 1

IMMOBILIARE BERTINI - POL. BASSANO ROMANO

5 - 3

SEMIFINALI EDILTIMBRICO - OFFICINA CHIRICOZZI ieri sera

2 - 3

RIST. PIZZERIA IL PECCATO - IMMOBILIARE BERTINI

FINALI 9/07

20,30

3°/4° POSTO: EDILTIMBRICO........

9/07

21,30

1°/2° POSTO: OFFICINA CHIRICOZZI.................

risultato

VIRTUS CIMINI 2000 - VIGNANELLO 2000

ieri sera

5 reti - Randazzo e Musetti (Immobiliare Bertini)

risultato 1 - 3

Congiu, Giardini (Pol. Bassano Romano); Cernetti (Sgm Legno) Arditi (Of�cina Chiricozzi) 1 rete - Pazzielli, Pagano (Immobiliare Bertini); Pompei, Ceglia, Luciani (EdiltimBrico); Esposito, Zucci (Gelateria Igloo); Ruf�ni, Boccolini, Arriga (Ristorante Pizzeria Il Peccato); Salvitti, Pianesi, Buratti, Musso (Of�cina Chiricozzi); Federici, Modanese, Mattei (Asd Cicram); Grandicelli, Santini, Pomi, Litta (Sgm Legno); Tommasetti, Iacurti, Vecci (Agrit. Rio Vicano); Ricci (Mizzella); Piferi (Uno Holding); D’Alessio (Mizzella).

partita

CICRAM RONCIGLIONE - CAFFE’ CUBA LIBRE

L’Ediltimbrico eliminata in semifinale

CALENDARIO ALDO FRABOTTA data

ora

PULCINI 2000

PULCINI 2002

PULCINI 2003

CIMINA RONCIGLIONE

9

CIMINA RONCIGLIONE

6

CIVITA CASTELLANA B

5

CIVITA CASTELLANA

6

CIVITA CASTELLANA A

2

CIMINA RONCIGLIONE

4

VIGNANELLO

0

CIVITA CASTELLANA B

2

CIVITA CASTELLANA A

1

VIRTUS CIMINI

0

VIRTUS CIMINI

2

VIRTUS CIMINI

0


� �

sport

SPORT

& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

27

INIZIATIVE

Grandi numeri per il Grest del Sacro Cuore Circa 150 ragazzi seguiti dalle catechiste e da oltre 60 giovani animatori con una presenza ‘mondiale’ Spazio per la preghiera e le riflessioni su grandi temi ma non mancano sport, divertimento e giochi di GLAUCO ANTONIACCI

S

port, divertimento, giochi di ogni tipo, ma anche la volontà di dedicare tempo a ri�essioni importanti sui grandi temi della vita. E’ scattato all’inizio del mese di luglio il Grest organizzato dalla parrocchia del Sacro Cuore che, sotto lo sguardo attento di don Flavio Valeri e di un segretario bravissimo come Riccardo Kuzminsky, vede impegnati ogni giorno circa 150 ragazzi di età compresa fra i 6 ed i 13 anni. Con loro c’è un gruppo di catechiste infaticabili e 60 giovani animatori che organizzano giochi e attività per tutti i ragazzi partecipanti. Abbiamo chiesto a don Flavio Valeri di raccontarci come si svolge una giornata tipo al grest: “Ci vediamo tutti i giorni, tranne sabato e domenica, dalle 9 alle 12,30 e dalle 16 alle 19 circa. Di solito la mattina ci ritroviamo presso la parrocchia, recitiamo una preghiera insieme, cantiamo l’inno che è ‘Vai papa vai’ di don Giosy Cento, vediamo dei �lmati video e c’è la catechesi. Quest’anno il grest è dedicato a papa Giovanni Paolo II e così vengono affrontati i temi proposti da questo grande ponte�ce. A seguire iniziano le attività sportive, i giochi e qualche laboratorio che sta riscuotendo un bel successo, in particolare quello di cucina. Durante il pomeriggio ci sono principalmente attività sportive grazie alla Libertas provinciale che propone varie discipline sportive, dal pattinaggio alla ginnastica, dal baseball al calcio. Abbiamo anche programmato escursioni, ad esempio un’intera giornata in piscina a Fontevivola e mercoledì prossimo tutti i ragazzi assisteranno ad una partita di hockey in carrozzina organizzata dalla Libertas Vitersport cui seguirà una bella cocomerata”. Venerdì 15 alle 21, presso la parrocchia del Sacro Cuore, è prevista la festa �nale con tante esibizioni sotto gli occhi dei genitori. I ragazzi si scateneranno in balli e canti preparati nel corso delle due settimane di grest insieme alle

catechiste e agli animatori. Tra questi ultimi anche una presenza davvero speciale: Martina Casagrande, appena tornata a casa dai Mondiali Special Olympics di Atene in cui ha ottenuto la medaglia d’oro nella gara dei 25 metri stile libero, si è presentata presso gli impianti del Sacro Cuore, dove ha anche praticato per qualche anno con buoni successi il pattinaggio, e si è messa a disposizione come tutti gli altri ragazzi per dare una mano nell’animazione e partecipare alle attività promosse dalla parrocchia. Ieri sera Martina è stata anche protagonista di una festa organizzata appositamente per lei presso il campo sportivo del Pilastro, dove il papà Ciro è di casa essendo uno dei dirigenti storici della Virtus. Una giornata molto intensa per lei e due settimane piene di allegria ed entusiasmo anche per i partecipanti al grest che possono contare su un’animatrice di livello mondiale.


� �

sport

SPORT

28

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 7 Luglio 2011

EVENTO

Civita Castellana festeggia i suoi assi Sul palco tanti sportivi che, ognuno nella sua disciplina, hanno raggiunto i massimi livelli nazionali di GLAUCO ANTONIACCI

Foto Fabio Fasanari

U

na giornata dedicata alle maglie azzurre, a quei giocatori e a quegli atleti che, ciascuno nella propria disciplina, hanno rappresentato Civita Castellana in Nazionale. L’amministrazione comunale civitonica, rappresentata dal sindaco Gianluca Angelelli e dall’assessore allo sport Alessio Alessandrini, ha voluto dedicare uno spazio importante a questi atleti, dedicando loro un evento inserito all’interno del ‘Mese dello sport’. L’iniziativa ha riscosso un ottimo successo e sono stati molti i protagonisti dello sport civitonico saliti sul palco a ricevere un attestato di merito per la loro attività che li ha portati �no ai vertici nazionali. Arti marziali, atletica leggera, rugby, tutte sul palco per testimoniare la vitalità di una realtà sportiva che ha saputo, nel corso degli anni, raggiungere vette di eccellenza in diverse specialità e con un continuo ricambio generazionale. “L’idea è venuta quasi per caso – aveva dichiarato alla vigilia l’assessore allo Sport Alessio Alessandrini – ci siamo messi a cercare le per-

sone che si sono distinte nel proprio sport ad alti livelli e abbiamo scoperto che moltissimi civitonici hanno ruoli importanti a livello nazionale. Ci faceva piacere dare la giusta risonanza alle associazioni sportive ed agli atleti che portano in alto il nome di Civita Castellana”. L’obiettivo potrebbe essere quello di trasformare la premiazione in un appuntamento abituale, in cui mettere in vetrina il meglio dello sport locale e dar modo anche ai giovanissimi di ammirare da vicino i campioni che ce l’hanno fatta e che possono rappresentare degli importanti modelli da seguire.

non sono mancati nemmeno i rifornimenti alimentari con tanta pizza e la birra. Una serata piacevole tra amici, conclusione ideale di un torneo che è stato apprezzato e disputato con grande impegno da tutti i parteci-

panti. L’evento si è svolto con il patrocinio del comune di Villa San Giovanni in Tuscia e sicuramente verrà riproposto anche il prossimo anno, magari con un numero ancora maggiore di coppie partecipanti.

BOCCE - A Villa San Giovanni oltre 40 coppie in gara. Fabbri-Pontesilli primi fra i non professionisti

Il Trofeo ‘Lui e lei’ incorona Nando Casali e signora S

i è chiuso sabato scorso con le premiazioni �nali il 3° Trofeo ‘Lui e lei’, organizzato dal circolo boccio�lo San Giovanni di Villa San Giovanni in Tuscia. L’evento, iniziato lunedì 27 giugno, ha visto al via ben 40 coppie totali: di queste coppie, 32 sono state inserite tra i ‘Partecipanti allo sbaraglio’ senza nessuna regola di gioco mentre le altre otto sono state impegnate in un tabellone ‘Professionisti’ con le regole della Federazione Italiana Bocce. Da lunedì 27 a giovedì 30 giugno, tutte le coppie al via si sono s�date senza far mancare da un lato la grinta di chi vuole vincere, dall’altro il fair play necessario in questo tipo di competizioni. Venerdì 1 luglio sono andate in scena le �nali; il successo

nel tabellone dei Partecipanti allo sbaraglio è andato alla coppia composta da Amelio Fabbri e da sua moglie Giuseppina Pontesilli che hanno preceduto Paolo Bonsignori e Maria Pacchiarotti. Terzo gradino del podio per Elisa e Danilo davanti a Gianfranco Carlini e Giovanna Guilianelli. Tra i Professionisti il primo gradino del podio è andato a Nando Casali e la sua signora, Anna Maria Tolomei, davanti ad Antonio Mattei e la sua signora Vilma. Sabato si è svolta una serata danzante offerta dal presidente del Circolo Boccio�lo San Giovanni, Nando Casali, che ha voluto così ringraziare tutti i partecipanti al torneo. Ad allietare la serata ci ha pensato la �sarmonica di Franco Giannone ma


� �

sport

SPORT

& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

29

B EACH VOLLEY

Saranno due settimane ‘A Tutto Volley’ Torna a Vasanello l’appuntamento dedicato alla pallavolo sulla sabbia. Sedici squadre iscritte in due tabelloni di GLAUCO ANTONIACCI

CALENDARIO GARE (prima fase 2 su 3 set)

D

opo il bel successo dello scorso anno, sia in termini di numero di partecipanti che di spettacolo, torna con la seconda edizione ‘A Tutto Volley’, torneo di beach volley che, da martedì prossimo, si svolgerà a Vasanello. Le iscrizioni si sono chiuse nei giorni scorsi e gli organizzatori hanno potuto preparare due tabelloni, uno riservato ai professionisti (tesserati federali) ed uno agli amatori, con la certezza che, in entrambi, ci sarà grande battaglia sin dai primissimi incontri per fare quanta più strada possibile. Il torneo vedrà gareggiare formazioni composte da quattro giocatori ciascuna, due maschi e due femmine che, per tutta la fase di quali�cazione e le semi�nali, si affronteranno in partite al meglio dei tre set conclusi a 21. Solamente le �nali dei due tabelloni, sia quelle per il successo che per il terzo e quarto posto, verranno disputate al meglio dei cinque set, sempre a 21 punti. In totale sono sedici le formazioni al via, di cui sei tra i Professionisti che daranno vita a due gironi da tre squadre ciascuno. Fra gli Amatori sono dieci le formazioni al via, suddivise in tre raggruppamenti. Cento gli iscritti per un evento che promette di tenere impegnati per due settimane gli appassionati di sport

I campioni in carica dei professionisti della cittadina di Vasanello, abituati ad un ricco programma estivo di appuntamenti in varie discipline. Gli organizzatori del torneo ‘A Tutto Volley’ hanno preparato premi e trofei interessanti per i vincitori, creando così ancora più attesa in tutti i partecipanti a questa seconda edizione. Queste sono le squadre che animeranno il torneo riservato ai Professionisti:

Arianna, Purchiaroni Elisa, Silvagni Jacopo

Vero Team (Maglia Verde) - Coluccia Claudio, Ercoli Federica, Marini Elisa, Natili Serena, Olivieri Gino, Ortenzi Fabio, Pacelli Claudia, Rita Francesco

Metà e Mezzi (Maglia Bianca) - Casciani Giovanna, Ferretti Leonardo, Lauro Giovanni, Menicacci Rossano, Nicolamme Chiara, Trequattrini Luisa

Oompa Loompa (Maglia Blu – I-team Computer) - Albani Dario, Brasili Luca, Cencelli Giulia, Mastromichele

Nero Cangiante - Bondini Emanuele, Ciambella Alessandro, Martellino Valentina, Madonna Mattia, Orazi Fran-

AMATORIALE GIRONE 1

AMATORIALE GIRONE 2

AMATORIALE GIRONE 3

I FRACICHI

PARAJSO CAFE’

ILL’URCHI ATTO II

PAINT YOUR LIFE VERAMENTE BOH BEEMO?

Pisbownsvsm E Gli 007 Nani (Maglia Rossa) - Bernacchi Matteo, Celestini Anna, Creta Fabio, Menicacci Eros, Pieri Laura, Sabato Patrizia Coach Team (Maglia Arancio) - Burratti Michele, Coaccioli Leonardo, D’Alessio Silvia, Fanti Piergiorgio, Pernazza Beatrice, Porta Sara

REAL MOJITO

I GLANDI DEL VOLLEY

APERTA PARENTE

OOOPPALA

cesca, Sampietro Claudia Di seguito ecco invece le squadre iscritte nel torneo Amatori, ognuna con la lista dei giocatori: Ill’urchi Atto Secondo (Maglia Bianca) - Angeluzzi Marco, Costantini Marta, Fagioni Valeria, Leva Natalia, Paolocci Federico, Tretta Paolo Ooppalla (Maglia Rossa) Bonifazi Barbara, Creta Luca, Fazioli Barbara, Fazioli Marco, Rossi Alessandro Parajiso Cafè (Maglia Arancio – Parajiso Cafè) Artharn Katy, Ferrari Stefano, Giacinti Valentina, Merluzzi Elena, Pace Riccardo, Quadracci Luca Paint Your Life (Maglia Verde) - Creta Roberta, Doddis Stellario, Filesi Giuseppe, Orlandi Chiara, Orlandi Paola, Petroselli Ilaria, Stefani Fabrizio Veramente Bo (Maglia Blu) - Bravini Lorenzo, Bravini Martina, Doddis Andrea, Famiani Milena, Mormile Carmela I Fracichi - Cingolani Selena, Fiaschi Alessio, Fiaschi Dario, Mecocci Diana, Lelli Veronica, Pace Danilo, Purchiaroni Marco, Straf� Rachele

data

ora

partita

12/07

20.30

A2) PARAJSO-REAL MOJITO

12/07

21,30

A1) FRACICHI-PAINT YOUR LIFE

12/07

22,30

P1) OOMPA LOOMPA-META’ E MEZZI

13/07

20,00

A1) PAINT YOUR LIFE- BEEMO?

13/07

21,00

A3) I GLANDI DEL VOLLEY-OOOPPALA

13/07

22.00

P2) VERO TEAM-PISBOWNSVSM 007 NANI

13/07

23,00

A1) I FRACICHI-VERAMENTE BOH

14/07

20.00

A1) BEEMO?-VERAMENTE BOH

14/07

21,00

A2) PARAJSO-APERTA PARENTE

14/07

22,00

P1) COACH TEAM-META’ E MEZZI

14/07

23,00

A3) ILL’ URCHI-I GLANDI DEL VOLLEY

18/07

20,30

A3) ILL’ URCHI-OOOPPALA

18/07

21,30

A1) I FRACICHI-BEEMO?

18/07

22,30

P2) NERO CANGIANTE-VERO TEAM

19/07

20,30

A2) REAL MOJITO-APERTA PARENTE

19/07

21,30

P1) COACH TEAM-OOMPA LOOMPA

19/07

22,30

A1) PAINT YOUR LIFE-VERAMENTE BOH

20/07

22,00

PISBOWNSVSM 007 NANI-NERO CANGIANTE

risultato

SECONDA FASE RECUPERI 20/07

20,00

SECONDA A1-SECONDA A2

20/07

21,00

SECONDA A2-SECONDA A3

20/07

23,00

SECONDA A1-SECONDA A3

SEMIFINALI AMATORI 21/07

20,00

PRIMA A2-PRIMA A3

21/07

21,00

PRIMA A1-VINCITRICE TRIANGOLARE SECONDE

SEMIFINALI ROFESSIONISTI 21/07

22,00

PRIMA P1-SECONDA P2

21/07

23,00

PRIMA P2-SECONDA P1

FINALINE 3/4 POSTO (3 su 5 set) 22/07

20,15

SPAREGGIO RITENTA SARAI PIU’ FORTUNATO

22/07

21,30

CATEGORIA AMATORIALE

22/07

22,30

CATEGORIA PROFESSIONISTI

FINALI 1/2 POSTO (3 su 5 set) 23/07

20,30

CATEGORIA AMATORIALE

23/07

22,00

CATEGORIA PROFESSIONISTI

A SEGUIRE PREMIAZIONE ED ESTRAZIONE LOTTERIA

Real Mojito - Annunziata Pierfrancesco, Fochetti Flavio, Maracci Aurora, Maracci Federica, Paiella Roberta, Testa Gabriele, Titomanlio Andrea Beemo!? - Bergantili Valeria, Fabiani Stefano, Laze Cindy, Paolocci Alfredo, Serra Daniel, Vecchiarelli Deborah

PROFESSIONISTI GIRONE 1

PROFESSIONISTI GIRONE 2

COACH TEAM

NERA CANGIANTE

META’ & MEZZI

PISBOWNSVSM E GLI 007 NANI

OOMPA LOOMPA

VERO TEAM

I Glandi Del Volley - Baschetti Sara, De Sanctis Giuseppe, Genova Federico, Lelli Umberto, Struzzi Claudia, Trequattini Luisa Aperta Parente - Capotondi Enrico, Castellani Simone, Di Nuzzo Jessica, Paolocci Stefano, Poli Elisa. L’Opinione seguirà il torneo di Vasanello in tutto il suo svolgimento.

I campioni in carica degli amatoriali


SPORT

sportCivitavecchia

� �

30

Civitavecchia & AltoLazio

Giovedì 7 Luglio 2011

La polemica - Il PalaEnel ‘ chiuso per ferie’’ riaccende lo scontro con il presidente rossoceleste D’Ottavio a muso duro con De Santis

Snc-Coser: guerra d’acqua a colpi di querele L Scontriamoci su altro La riflessione - Così la politica ha inquinato lo sport

G

iornalisticamente la nuova polemica tra Snc e Coser è tutto sommato anche interessante. Per di più in un periodo di magra di notizie fa anche comodo per tappare i buchi �siologici determinati dall’assenza di campionati. Farla diventare il tormentone dell’estate non sarà francamente un’impresa. A differenza del ‘‘dammi tre parole: sole, cuore e amore’’ canticchiato della meteora Valeria Rossi (e di tanti altri motivetti estivi), non scomparirà però alle prime ventate di autunno. Ogni occasione sarà buona per attaccarsi, sputare veleno e minacciare di adire le vie legali, ritornello che da diversi anni sentiamo ripetere ai politici (e non solo...) di casa nostra ogni qual volta il loro operato viene messo in discussione. Scontato che gli sportivi si allineassero alla moda dell’ultimo decennio, lo stesso - guarda caso - in cui sport e politica hanno intensi�cato i loro rapporti arrivando a mescolarsi con risultati decisamente deludenti. Atleti e dirigenti hanno cominciato a correre per il Pincio mentre i politici si sono seduti sulle poltrone presidenziali di club e associazioni. Si è iniziato a fare politica per sport e a far politica attraverso lo sport contribuendo ad avvelenare il clima, a far perdere la purezza originaria a quello che parte per essere un gioco. Ma adesso non si gioca più. Si fa sul serio perché le società gestiscono impianti, muovono (in entrata ed in uscita) migliaia di euro e creano anche occupazione. Stiamo parlando di aziende, non più di società sportive. Siamo nel futuro verrebbe da pensare. I risultati scadenti, a tutti livelli, pongono invece Civitavecchia anni luce lontana da tante altre realtà. E quindi siamo nel passato e forse su questo sarebbe il caso di scontrarsi. Ma forse conviene distogliere l’attenzione su altro. Non è vero? (C. Imp.)

o Stadio del Nuoto va in ferie, le polemiche invece tornano a galla. E’ bastato lo sfogo amaro del tecnico della Coser/Aniene Fabio De Santis per interrompere la tregua armata tra Snc e Coser. I due club locali, tradizionalmente rivali, e nel corso dell’inverno protagonisti di un acceso scambio di opinioni riguardo gli spazi acqua negati (o se preferite non concessi per un malintesi) a Damiano Lestingi durante la preparazione di quei Mondiali poi sfumati per la mononucleosi che ha colpito il campione locale. Adesso ci risiamo con la Snc particolarmente minacciosa, come si evince dal comunicato che riportiamo di seguito integralmente. Il club di largo Galli intende infatti portare la questione nelle sedi legale. “La Dirigenza della società Snc rende noto di aver conferito mandato ai propri legali al �ne di attivare tutte le azioni, non solo in sede civile e penale, ma anche nell’ambito della Federazione,

per tutelare l’immagine della nostra società Sportiva al �ne di chiedere conto delle dichiarazioni rilasciate dal sig. De Santis sulla stampa locale in data odierna. Le affermazioni di De Santis, infatti, sono estremamente offensive, lontane dalla realtà e soprattutto lesive dell’immagine della società, che non ha “interessi”, se non quelli legati ai risultati sportivi e, ovviamente, al corretto mantenimento del Pala Enel Marco Galli.

Basket - Si risolve un lungo tira e molla. Il giocatore: “Rimanere era tra le mie priorità”

Telenovela finita: Patuzzi resta alla Cestistica di ANTONIO BANDINU

D

aniele Patuzzi giocherà nella SE.GI.Cestsitsica anche nella stagione 2010/2011. Nella nota stampa della società rossonera si legge infatti dell’accordo raggiunto tra il sodalizio ed il giocatore anche per l’anno prossimo. “Mi ero preso un po’ di tempo per decidere perché particolarmente impegnato con il lavoro e perché uscito oltremodo stressato dal campionato appena concluso – ha dichiarato Patuzzi - e sono contento di continuare a giocare nella squadra della mia città. Posso assicurare �n da adesso il massimo impegno af�nché con i miei compagni si possa riuscire a raggiungere i traguardi che la società si è pre�ssata” E’ de�nitivamente risolta dunque la questione che ha tenuto impegnata la Cestistica e il Patuzzi sin dalla �ne del campionato scorso. La società ha intenzione dunque di puntare ancora sul giocatore, classe ‘84, cresciuto proprio nelle giovanili della società di Largo Cinciari.“Ho parlato con il tecnico Mauro Tedeschi – continua Patuzzi – che mi ha detto di essere molto contento della mia permanenza. L’accordo con la società è stato trovato nella sua totalità quindi sia dal punto di vista economico che tecnico. La Cestistica mi ha dato delle garanzie e io sento di avere nei loro confronti e nei confronti della squadra delle responsabilità. Credo di esser stato di parola perché, come avevo detto sin dall’inizio, ho sempre dato la priorità alla Cestistica, una società con la quale sono legato da tantissimo tempo”. Diversa invece la situazione di Lorenzo Selis. L’ormai ex capitano sembra ormai aver abbandonato l’idea di un possibile ritorno in rossonero anche a causa dell’arrivo del play-guardia Manuele Parroncini dal Valcanneto. Parroncini è andato a completare il roster per quanto riguarda il ruolo di playmaker insieme ad Andrea Campogiani e Salvatore Caccamo.

Senza entrare nel merito delle gestioni precedenti, vogliamo solamente ricordare a De Santis che da quest’anno l’af�usso di utenti allo Stadio del Nuoto ha visto un incremento del 20 %. Ciò, oltre a riempirci di soddisfazione, rappresenta conferma del fatto che le parole di De Santis non sono veritiere ma che anzi, la gestione dell’impianto non è solo corretta ma anche virtuosa e presa a riferimento da tutto il movimento natatorio Nazionale , basta vedere gli eventi svolti quest’anno , la Lista è presente allo Stadio. Per questo,

intendiamo cogliere l’occasione per esprimere solidarietà ai collaboratori e ai nostri Soci che ogni giorno spendono le proprie energie per far sì che il Pala Enel Marco Galli funzioni nel modo che è sotto gli occhi di tutti. Solidarietà che rivolgiamo anche nei confronti dei dipendenti e della dirigenza degli uf�ci comunali Sport e Manutenzioni, anch’essi infangati dalle parole di De Santis, che non ha perso occasione, ancora una volta, di lanciarsi in un intervento diffamatorio di basso pro�lo”.

Boccone amaro da buttar giù per Lestingi & Co. “V

edere i ragazzi disputare una gara con i musi lunghi è davvero deprimente”. Ha un groppop in gola Fabio De Santis e fatica a nascondere la sua amarezza. Prima i cancelli chiusi allo Stadio del Nuoto, poi la minaccia di un’azione legale nei suoi confronti per lo sfogo sulla stampa locale. “Non credo di aver detto nulla di offensivo verso la Snc - risponde - ma se il presidente D’Ottavio pensa il contrario è libero di agire come crede, ma chiaramente anche io mi tutelerò, se ne fosse necessario, legalmente”. De Santis è talmente sereno che ribadisce il suo concetto: “Ho fatto una ri�essione sulle mancate occasioni che si danno ai giovani di praticare sport in un momento in cui è davvero importante allontanarli dalle tentazioni della strada. Cosa c’è di strano?E riguardo la gestione dell’impianto ho detto che la Snc è libera di fare quello che vuole, ma continuo a sostenere che il Comune dovrebbe tutelare maggiormente le altre società. Una mia opinione e credo che in Italia non sia reato averne una...”. Il tecnico della Coser/Aniene taglia corto sulla nuova querelle con la Snc e pone l’attenzione sugli stati d’animo dei suoi ragazzi. “Ieri siamo andati a disputare una prova regionale con diversi ragazzi che si stanno preparando per gli Italiani di categoria di agosto e con i miei colleghi Ranzoni, Tiselli e Rovetto ci siamo ritrovati di fronte ad una scena tristissima con i ragazzi tutti demoralizzati. Non avevano neppure voglia di gareggiare, ci chiedevano dove si sarebbero allenati e soprattutto erano avviliti del fatto che quella città che rappresenteranno in una manifestazione di caratura nazionale il mese prossimo, ha chiuso loro le porte in faccia. Damiano Lestingi è andato addirittura ad allenarsi a mare... e credo che questo si commenti da solo. Anche lui era molto amareggiato e siccome è da esempio per i più piccoli credo abbia evitato di incontrarli appositamente. Da oggi - conclude De Santis - sarà regolarmente alla Comunale di via Maratona e inciterà gli altri ragazzi ad allenarsi con sacri�cio ed impegno. Dobbiamo reagire, perchè nello sport dopo una scon�tta bisogna subito rialzarsi ed è un messaggio che noi allenatori per primi dobbiamo lanciare”.

Karate - Al 26esimo anno di attività se ne sono aggiunte altre 11 lo scorso fine settimana

Mabuni Club a quota 134 cinture nere U

ndici nuove cinture nere per la Mabuni Club di Civitavecchia. Si sono svolti infatti nel �ne settimana scorso nella sede della società in via Valentini gli esami per il passaggio di grado di undici atleti con età compresa tra i tredici e i diciassette anni. Emozionatissimi per l’esame, i karateki si sono presentati in palestra addirittura mezzora prima dell’inizio della prova. Il maestro Enzo Iacobelli,

l’istruttrice Stefania Iacobelli e l’arbitro regionale Bartolomeo Aquino hanno esaminato i ragazzi e la prova si è conclusa con la consegna delle cinture. Con questi neopromossi la Mabuni conta ora 134 cinture nere, assegnate in 26 anni di attività. Uno score del quale il sodalizio locale può decisamente andar �ero, conspaevole di aver operato con grande professionalità nel territorio svolgendo un

importante azione socioale riuscendo al contempo a centrare risultati di prestigio nazionale ed internazionale. Questo l’elenco delle undici nuove cinture nere della Mabuni: Cecilia Ferrara, Silvia San�lippo, Kevin Cavallara, Giorgia Ruggeri, Emanuele Deiana, Chiara Poletti, Simone Bencini, Matteo D’Amaro, Theodor e Andra Zaharia e Federico Frattari.


almanacco

& Giovedì 7 Luglio 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

31

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE Non vi preoccupate se anche oggi dovrete risolvere qualche magagna perché tanto siete

21 Aprile - 20 Maggio TORO Non vi lamentate cario amici del Toro che in tutto questo marasma planetario voi

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI Ma come siete affascinanti cari Gemellini con questa bella Venere in Cancro che finalmente

in buona compagnia..nessun segno infatti è totalmente esente da qualche transito un po’ dissonante..ciò che vi posso consigliare di fare è di rivolgere le vostre attenzioni al lavoro, cosicché diventerete molto ricchi e potrete ammansire il vostro inquieto partner con qualche REGALO SUPER

siete quelli che stanno meglio..la Luna infatti passa di meraviglia in meraviglia per voi e anche questa Venere in Cancro dona al vostro smagliante sorriso quel tocco di dolcezza che farà innamorare di voi chiunque vi passi accanto…beh ora che ci penso sì!..voi oggi enon solo oggi siete proprio i più fortunati..BEATI VOI

vi riempie le tasche di soldini..già vi vedo correre qua e la per cercare di migliorare la vostra immagine… cambiamenti di look in arrivo per le vostre meravigliose vacanze che si preannunciano spumeggianti e ricche di novità per chio è alla ricerca di un grande amore..mi raccomando però..non siate birichini..quando dico amore intendo UNO SOLO!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Voi state messi veramente bene anche oggi amici del Cancro..e lo sapete perché?..

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Che bella Luna che bel mercurio.. che bella vita cari Leoni e Leonesse..tutti vogliono veder-

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Oggi voi potete contare su un risveglio decisamente migliore che vi vedrà finalmente un

perché nonostante una Luna antipatica cominci a guardarvi male dalla Bilancia siete talmente iperprotetti da tutti gli altri pianeti che riuscirete ad averla vinta su tutti..specialmente se pensate di avere un rivale in amore..oggi sarà costretto ad uscire finalmente allo scoperto..e sarà INEVITABILMENTE SCONFITTO

vi ruggire come ai bei tempio..sì è vero c’è la crisi economica ancora in corso e probabilmente questo Giove un po’ antipatico e frenante non aiuta il vostro conto in banca ma sapete bene che non si vive di solo pane..e poi che vi importa..con tutti quei gladiatori che azzannate..AVOGLIA A MANGIARE!!!

po’ meno polemici rispetto ai giorni scorsi quando avete litigato con più di qualche persona..se però l’amore non brilla di tenerezza, con questo Marte un po’ contorto potrete fare faville in quanto a sensualità..e finalmente adesso che è estate nel corso di qualche meravigliosa avventura potrete allentare i vostri famosi e snervanti freni inibitori!..ERA ORA

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA Luna nel segno.. direttamente a casa vostra..vi prepara la colazione vi fa un pòcompagnia

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE Sole e Venere amici miei..vi baciano in fronte..vi rendono belli ed affascinanti..e vi aiutano a con-

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO Oggi finalmente un po’ di pace cari amici del s a g i t t a r i o, . e chissà se questa Luna be-

e poi si mette chiacchierare con voi e sono sicuro che vi parlerà d’amore, che vi darà qualche prezioso consiglio su come potervi barcamenare nella vostra storia che in questo momento a causa di una venere dispettosa in cancro vive una fase un po’ fredda e stanca..statela ad ascoltare..e seguite i suoi consigli..MI RACCOMANDO!

trastare Giove che si è fatto un po’ troppo nervosetto..ma lui vi vuole solamente mettere in guardia per quanto riguarda qualche movimento da fareper la vostra attività..però se io vi dico che è meglio pensare all’amore datemi retta no?..tanto siete i vacanza..ancora no?..beh..ci andrete presto..e che vacanze saranno..all’insegna delle più eccitanti avventure..BEATI VO

nevola non vi mandi qualche influsso positivo anche per ciò che riguarda la’amore..intendiamoci, non c’è nulla che non vada bene nella vostra relazione..è solo che a causa di questo marte opposto dal segno dei gemelli siete diventati un po’ nervosetti e reggervi non è così semplice..come faccio a saperlo?..me l’ha detto il vostro partner..suvvia..SORRIDETE

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Sì lo so che per voi questa è una giornata pesante di u periodo altrettanto pesante..però

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Questa vostra pazza estate promette di essere una delle più particolari che abbiate mai

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Nonostante questo marte ancora vi agiti tantissimo costringendovi a scappare di qua e di la per sfuggire

ricordatevi..quando state per perdere la pazienza e vi sentite scoraggiate fatevi venitre in mente le mie parole che vi dicono di stringere i denti e di far ricorso a tutta la vostra proverbiale pazienza perché come sempre in tutte le favole dovrete aspettare e superare mille prove na vi giuro che sarete FELICI E CONTENTI

vissuto..per la prima volta nella vostra vita dovrete dare a voi stessi e agli altri la dimostrazione di quanto siete più maturi..e sono sicuro che questo gioco vi divertirà moltissimo..Saturno in posizione favorevole vuole portarvi a grandi risultati..anche se con qualche sforzo..sentite ciò che vi dice..NON VE NE PENTIRETE

a temibili avversari come Piranha e Barracuda ecco che una bellissima Luna viene in vostro aiuto..e come fa?..ma è semplice..provocherà una marea talmente forte che smuoverà ben bene le acque..dandovi la possibilità di scappare..anzi farà di più..vi scaraventerà in un luogo completamente diverso..ma sempre con Nettuno al vostro fianco..AD AMARVI E PROTEGGERVI

LAUREA Grande gioia e commozione in casa Di Carlo per la fresca Laurea conquistata dal bravo Giovanni con una pregevole discussione sulla tesi “Kegiro Azuma e i rapporti con l’Italia” presso l’aula magna della Facoltà di Beni Culturali indirizzo Beni Storico-Artistici dell’Università degli Studi della Tuscia. La commissione non ha avuto dubbi concedendo tutti i sette punti a disposizione. A ‘Giove’ gli auguri sinceri da parte dei familiari, della fidanzata e di tutti i suoi amici

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Giovedì 7 Luglio 2011

Venerdì 8 Luglio 2011

ore 00 cielo sereno e vento da ovest a 5 km/h. Temperatura di 18,3 °C ore 03 cielo sereno e vento da sud/ ovest a 3 km/h. Temperatura di 17 °C ore 06 cielo sereno e vento da sud/ est a 2 km/h. Temperatura di 16,4 °C ore 09 cielo sereno e vento da sud/ est a 4 km/h. Temperatura di 23,1 °C ore 12 cielo sereno con qualche piccolo cumulo sparso e vento da sud/ovest a 7 km/h. Temperatura di 26,3 °C ore 15 cielo quasi sereno con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 12 km/ h. Temperatura di 27,2 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud/ovest a 13 km/h. Temperatura di 25,4 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da sud/ovest a 6 km/h. Temperatura di 22,8 °C

ore 00 cielo sereno e vento da sud a 5 km/h. Temperatura di 18,4 °C ore 03cielo sereno e vento da sud a 6 km/h. Temperatura di 17,7 °C ore 06 cielo sereno e vento da sud/ est a 6 km/h. Temperatura di 17,3 °C ore 09 cielo sereno e vento da sud/ est a 7 km/h. Temperatura di 23,1 °C ore 12 cielo quasi sereno con cumuli sparsi e vento da sud a 9 km/h. Temperatura di 26,6 °C ore 15 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud a 12 km/h. Temperatura di 27,4 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con cumuli sparsi e vento da sud a 14 km/h. Temperatura di 26,1 °C ore 21cielo quasi sereno e vento da sud a 9 km/h. Temperatura di 23,2 °C

FARMACIE

OGGI 7 LUGLIO GALIANO (DIURNO E NOTTURNO) VIA GARIBALDI, 1 (VT) TEL: 0761-304183 DOMANI 8 LUGLIO FILOSCIA (DIURNO E NOTTURNO) VIA VICO SQUARANO, SNC (VT) TEL: 0761-324186


l'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 7 luglio 2011  

7 luglio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you