Issuu on Google+

AltoLazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

p

Viterbo & Lazio Nord Anno II N. 29 - Venerdì 4 Febbraio 2011

Direttore Editoriale ARTURO DIACONALE

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

EDITORIALE

Acqua... Sì Acqua... No Arsenico sicuro di Paolo GIANLORENZO

L

a vicenda legata all’arsenico sta diventando un gioco delle tre carte. In gioco c’è la vita delle persone. L’acqua una volta era un bene necessario per sopravvivere. Adesso o si beve l’acqua minerale in bottiglia o si è certi di bere veleno. In terza ipotesi, chi non ha soldi per acquistare acqua minerale o coraggio di suicidarsi bevendo quella che è dichiaratamente, anzi acclarato, essere inquinata da una parcentuale di arsenico superiore al consentito, muore disidratato. I dubbi sono oggi certezze leggendo l’avviso pubblico ai cittadini di Monte�ascone. Alcuni comuni non solo vogliono farci bere acqua non potabile, ma hanno chiesto delle improbabili deroghe all’Unione Europea che li ha, giustamente, respinti con una sonora pernacchia. La premura è la seguente, le donne incinta non possono berla, i bambini nemmeno, l’utilizzo alimentare è vietato e vietatissimo per tutti gli altri esseri umani, berne più di due litri al giorno. Tranquilli, tra una sessantina di giorni ci saranno nuove fontanelle pubbliche a disposizione dei cittadini, una ogni due/tremila abitanti. Chi possiede i requisiti previsti dalla legge deve mettersi un fregio sul braccio perché un barista, servendo acqua non potabile ad una donna che non sa di essere incinta, potrebbe incappare in un’accusa di tentato omicidio e per questo deve sapere a chi versare acqua pubblica o no. Non sarà interotta l’erogazione, anche se necessario, perché l’acqua serve per riempire gli sciacquoni e farsi la doccia. I cittadini non possono bere in alcun caso l’acqua, anche perché, adesso che lo sanno, perché avvisati in tutti i modi, se bevono e si ammalano di cancro non possono prendersela con nessuno se non con loro stessi. Nell’italietta dei “ponzio pilato” nessuno ha il coraggio di dire: “l’acqua non si può bere perché è pericolosa, anzi pericolosissima, per questo motivo non pagherete il servizio in bolletta”. Detto questo, cari cittadini, l’utilizzo dell’acqua è consentito, senza alcuna restrizione, per quei politici (ponziopilateschi) che la potranno usare per lavarsene le mani.

CRONACA

Giallo di Gradoli Arrivano i Ris Cimitero - Mezzo milione di euro dalle cremazioni

Perchè darlo ai privati? Prosegue lo scontro a distanza tra l’assessore comunale Paolo Muroni e il consigliere del Pd Sergio Insogna sulla privatizzazione dei servizi cimiteriali di Viterbo. Perchè darlo ai privati? Non potrebbe gestirlo il Comune tramite una delle sue partecipate, ad esempio la Francigena? Si domanda il secondo. Con il Bando non cambia nulla rispetto al passato. Ribadisce il primo. Intanto, noi

PROVINCIA

siamo andati a fare le pulci al Bando pubblicato sul sito dell’amministrazione e calcoli alla mano abbiamo visto che di fatto il San Lazzaro rende eccome! Circa mezzo milione di euro solo dalle cremazioni nel 2010. Pare anche che qualche ditta privata abbia cominciato a fare capolino tra i cipressi. In�ne, anche noi qualche domanda ce la siamo posta. di Daniele Camilli e Roberto Pomi

CIVITAVECCHIA

di Simona TENENTINI servizio a pagina 4

Un singolare volantino, firmato dal sindaco di Civita Castellana, in questi giorni sta entrando nelle case dei civitonici. Si tratta di una sorta di accorata giustificazione sulle sofferenze economiche di cui il comune patisce, che sarebbe la causa del taglio alle opere pubbliche nell’anno 2009... della Redazione

Un fiume caldo d’affetto, quello riversatosi, nel pomeriggio di ieri l’altro, in alcune vie e Piazze della nostra città in ricordo di Cristina Mencarelli, la giovane civitavecchiese prematuramente scomparsa il 2 gennaio scorso. di Pietro COZZOLINO

servizio a pagina 10

Q

uesta mattina presso il Tribunale di Viterbo si tornerà a parlare del delitto di Gradoli, o meglio del caso-Gradoli. In aula si terrà l’udienza dei periti e per la difesa di Paolo Esposito e Ala Ceoban interverranno il generale Luciano Garofano e Giorgio Portera i due ex militari del Ris di Parma che si sono già interessati di alcuni dei casi più eclatanti degli ultimi anni come la strage di Capaci e l’uccisione di Elisa Claps. Ovviamente a parlare non saranno solo loro, anche i periti del pm Luca Gasparollo e quelli scelti dalla Corte Elisabetta Mei, Elena Pilli, Cristina Fattorini ed Antonio Andreozzi diranno la loro sulle tracce di sangue ritrovate nella casa e nel pick-up. servizio a pagina 4

SPORT - CALCIO

Poste Italiane Il singolare volantino Un fiume d’affetto Viviani, il sogno Lentezza record firmato Angelel i per Cristina continua Poste Italiane, ovvero: il trionfo della lentezza.Non per niente,il primo pensiero che salta in mente quando si cita una lettera è quello del ‘puntuale’ ritardo, o ancora, quando ci si reca in un ufficio postale, si parte già rassegnati nel dover affrontare code chilometriche, nelle quali si disperdono lunghe mattinate infruttuose.

di Emanuele FARAGLIA

servizio a pagina 12

Con la conquista della �nale di Coppa Italia il giovane Federico Viviani ha aggiunto un altro successo alla sua carriera con la maglia della Roma Primavera. Lo abbiamo intervistato e lui ci ha spiegato come si diventa grandi, anzi grandissimi. di Emanuele FARAGLIA servizio a pagina 14

In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE DELLE LIBERTA’ a 1 euro


2

p

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

MercoledĂŹ 2 Febbraio 2011


Venerdì 4 Febbraio 2011

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

p

3

Il Cimitero val bene una messa

Il giro d’affari all’ombra dei cipressi viterbesi. Solo dalle cremazioni mezzo milione di euro nel 2010 di DANIELE CAMILLI

P

rivatizzazione oppure no, fatto sta che chi mette o metterà le mani sulla “città dei morti” a Viterbo ha tutto da guadagnare. Una “città” che in termini di estensione territoriale supera i 20 ettari di super�cie, di cui 15 solo al San Lazzaro. In tutto, centinaia di migliaia di euro che ogni anno �niscono al Cev, partecipata comunale, e che ora rischiano di andare ad ingrossare le casse di qualche privato. Ricavi non da poco per un’impresa che “non morirà mai”. Sempre attiva e, per chi la gestisce, che “iddio la benedica”. Non solo, ma qualche società avrebbe pure cominciato a far capolino. Una di queste sarebbe la cooperativa I Cipressi di Napoli. Secondo quanto rivelatoci da alcune fonti che hanno chiesto l’anonimato, i suoi rappresentanti – accompagnati dal personale del Cimitero – nel marzo del 2010 si sarebbero recati prima negli uf�ci del Cev e successivamente al Tempio Crematoio. Un’altra ditta, sempre di Napoli, che si sarebbe fatta un giro al Cev pare sia stata pure la Caronte. Per rendersi conto di quanto si guadagna con i servizi cimiteriali, è suf�ciente sfogliare la documentazione del bando che cede i camposanti del San Lazzaro e frazioni. È semplice farlo. Basta andare sul sito del Comune di Viterbo e mettere a confronto “Capitolato d’oneri” e “storico delle operazioni”. Peccato, però, che quest’ultimo arrivi �no al 2009 tralasciando i dati dell’anno appena trascorso che, stando alle indiscrezioni trapelate, sarebbero decisamente più consistenti rispetto a quelli degli anni precedenti. D’altronde, statistiche alla mano, la nostra è

una popolazione di anziani e prima o poi i nodi vengono al pettine per tutti. E la morte, in �n dei conti, è un investimento sicuro. Forse il più sicuro di tutti. Serve solo saperlo gestire come una qualsiasi altra impresa e il pro�tto è assicurato. Chi amministra ditte private dedite alle sepolture lo sa. E probabilmente sa pure che a Viterbo c’è un settore molto interessante, un vero e proprio business. Le cremazioni, ovverosia il �ore all’occhiello del Cimitero di Viterbo e non solo. E’ infatti l’unico Tempio crematorio della provincia viterbese e sono soprattutto “i non residenti” a volersi far cremare dalle nostre parti. Per�no, come ci è stato detto, da Roma e Castelli Romani. Nella Capitale il costo pare sia maggiore e la città dei

Papi non è poi così lontana. Dati alla mano, le cremazioni sono infatti passate da 467 nel 2008 a ben 980 nel 2010. Quasi il doppio. Ma la cosa che più colpisce sono i “non residenti” che decidono di tornar subito cenere a Viterbo. Quest’ultimi sono aumentati considerevolmente. Da 434 nel 2008 a ben 858 nel 2010. A fronte di 33 viterbesi nel 2008 e 122 nel 2010. Quanto si paga per il servizio? Chi non è di Viterbo, tira fuori 410 € Iva esclusa. Chi ha invece la fortuna di risiedervi sborsa soltanto 125 €, sempre Iva esclusa. Facendoci due calcoli, scopriamo che solo la cremazione l’anno scorso ha reso una cosa come 367.030 €. Se poi ci aggiungiamo l’Iva, la cifra supera il mezzo milione di euro. Roba da far risorgere San

Le strane strategie dell’assessore alle Municipalizzate

Un caso Autoservice al contrario di ROBERTO POMI

U

n caso Autoservice al contrario, questo è l’affare cimiteri. In fondo alle due storie però potrebbe esserci un �nale simile: dif�coltà per i lavoratori. In entrambe le manovre, quella di trasformare il servizio parcheggi da privato a pubblico e quello di trasformare i servizi cimiteriali da pubblici in privati, la mano dell’assessore alle municipalizzate Paolo Muroni. Un risultato �nale comune: a rimetterci in entrambe i casi è il Comune di Viterbo. Almeno così pare. I parcheggi erano in mano a dei privati che versavano una quota corposa degli incassi al Comune e dovevano occuparsi di tutti i costi di ge-

stione dell’impresa. Con l’arrivo di Francigena tutti i soldi �niscono nel calderone della municipalizzata e il Comune non ha più in mano una lira, col risultato che dopo poco Francigena deve far fronte alla spesa viva di acquistare un nuovo parking meccanizzato. Roba di centinaia di migliaia di euro. Se sia convenuta o no la manovra di portare alla gestione pubblica i parcheggi lo capiremo in un futuro prossimo riservandoci di aprire sul fatto un’apposita inchiesta. Sul versante cimiteri ci troviamo un’altra municipalizzata, il Cev, che ha le mani su quello che è forse uno dei più grossi business della città. Bene, ci si guadagna da morire (ci sia perdonata la battuta) e

Polemica Cimitero. Parte Prima

Muroni ribadisce “

Con la privatizzazione dei servizi cimiteriali l’interlocutore del cittadino resterà lo stesso e non ci saranno aggravi economici per i viterbesi”. A confermarlo l’assessore alle Società Partecipate Paolo Muroni, che già in altre occasioni aveva affrontato la questione. “La gara d’appalto che af�derà in concessione i servizi cimiteriali – spiega l’assessore - non comporterà alcun aggravio economico per i cittadini. Il capitolato d’appalto prevede espressamente che le tariffe per i vari servizi all’utente restino quelle già determinate dall’amministrazione con gli appositi provvedimenti attualmente in vigore. Si tratta di tariffe assai contenute rispetto a quelle in vigore in altre città, applicate per tutelare l’utenza e contenere il più possibile il costo del servizio. Per garantire e mantenere il contenimento del costo, nella gara d’appalto il canone è stato previsto a base

Lazzaro in persona. ‘Sta volta senza nemmeno l’ausilio del Padreterno che gl’ordina di camminare! Denari cui dobbiamo aggiungere quelli delle tumulazioni a 120 euro cadauna (Iva inclusa) – pare che l’anno passato siano state quasi 900, comprese le frazioni – e il milione e 200 mila euro che il Comune tirerà fuori nei prossimi sei anni per l’af�damento del servizio. Senza dimenticare i circa 250 mila euro derivanti, stando ad alcune fonti interne, dalle luci votive nel solo 2010 e che da soli, forse, potrebbero coprire i costi degli stipendi degli 11 lavoratori del Cimitero. Come dire, cifre alla mano…il camposanto “val bene una messa”. Certo… purché quest’ultima sia un funerale!

d’asta per offerte in diminuzione da parte delle ditte concorrenti. E’ perciò prevedibile che la spesa �nora sostenuta andrà a diminuire grazie alle offerte in ribasso”. L’assessore Muroni affronta l’altro aspetto riguardante il rapporto tra il Comune e il cittadino-utente, rapporto che resterà inalterato. “Voglio ribadire che la “funzione” di polizia mortuaria resta in capo al Comune. I custodi cimiteriali dipendenti comunali, lo ribadisco nuovamente, continueranno a svolgere le proprie funzioni inerenti la tenuta dei registri, il controllo delle varie operazioni di tumulazione, estumulazione, mineralizzazione, senza delegare le mansioni assegnate. Chi pensa che l’uf�cio cimiteriale verrà smantellato si sbaglia. Inoltre tutti i servizi che riguardano la vendita e l’assegnazione di loculi, cappelle funerarie o altro – conclude Muroni - era e resterà di stretta competenza comunale”.

i costi sono prossimi allo zero. Che fare? “Cediamolo ai privati”, ha ben pensato l’assessore Muroni. E gli operai? “Devono stare tranquilli”, risponde prontamente l’assessore. Parole che abbiamo già risentito a proposito

del caso Autoservice. Anche lì l’assessore ha invitato per mesi alla calma i dipendenti della cooperativa. In un’intervista sulle colonne del Tempo risalente all’ottobre 2009 l’assessore dichiara - può essere divertente rileggerlo - che il Comune stava predisponendo tutto il necessario per assumere i lavoratori. Dichiarazione vera? No, semplice bugia. A distanza di un anno i lavoratori Autoservice sono sì stati assunti da Francigena ma per semplice imposizione del giudice del lavoro. Forse fanno bene i lavoratori Cev a non dormire tranquilli. Per il resto il tempo sarà galantuomo e saprà premiare le azioni virtuose e punire (politicamente) altro.

Polemica Cimitero. Parte Seconda

Insogna risponde

L’assessore Muroni , Assessore pro-tempore ai servizi cimiteriali, dichiara pubblicamente che i prezzi non aumenteranno, e che da un eventuale ribasso d’asta il Comune potrebbe risparmiare 167.000/00, ma mica dice quanti ne perde in termini di centinaia di migliaia di euro, relativamente alle entrate solo del Tempio Crematorio (oltre 400.000/00 nel 2010), che se indirizzate verso una partecipata come la Francigena sarebbero rimaste nell’alveo comunale, cosa del resto che lui stava facendo e poi ha avuto un ripensamento amministrativo misterioso (almeno fino a quando non lo svela e non dice chiaro perché ha cambiato rotta). Chiunque di noi sa fare due conti, ed è evidente che chi vuole l’appalto d’oro rinuncia d una parte del canone di 167/000/00 euro , magari si accolla anche i debiti del CEV con i lavoratori ma sa che la “ polpa” della questione è nel Tempio Crematorio e negli altri servizi a tariffa. In commissione il dirigente del settore affermò che gli utili dei servizi

erano di circa 700.000/00. Capite quanta “ polpa “ c’è ...e quanta ce ne sarà !!!! Può anche darsi che al cittadino non cambi nulla in termini di spesa , cambia solamente il soggetto che ci guadagna sopra, ma di certo non sarà Viterbo ed i viterbesi. Si passa dal guadagno di una partecipata CEV (che con questi soldi andava a coprire parzialmente i grandi buchi degli altri servizi tipo igiene ambientale e pubblica illuminazione) al guadagno di un soggetto privato che investe nel settore ottenendo sin dal primo anno un enorme guadagno. Nel bando si dice che il gestore dopo due anni circa può chiedere, in base alla propria convenienza economica, un aumento delle tariffe per il Tempio Crematorio, ed aggiungere altri costi per servizi di sistemazione che andrà a fare non contemplati nel bando. Quindi non è vero che i prezzi rimarranno bloccati, dopo un periodo c’è la possibilità che aumentino su richiesta del gestore. Nel Bando c’è scritto che: i contribuenti dovranno rivolgersi all’ufficio del gestore

che dovrà indicare dove si trova l’ufficio e comunicarlo e dovranno ricevere da questo ufficio del gestore tutta una serie di servizi tariffati e contemplati nel bando, tant’è vero che i due impiegati amministrativi del CEV passeranno alle dipendenze del gestore ed è già approntato un ufficio all’ingresso del cimitero. Ma la sostanza del discorso è perché si vuol regalare ai privati delle risorse economiche che il Comune , tramite sua partecipata, potrebbe utilizzare per migliorare i servizi anche della stessa partecipata ma che ricadrebbero positivamente sulla collettività viterbese, invece di andare ad ingrassare chissà quale azienda privata, composta da chi non si sa, e quindi far beneficiare il privato di tanta risorsa. Quindi se come dice l’Assessore gli 11 custodi comunali rimangono dipendenti del Comune, è evidente che questo rappresenta un notevole costo per il Comune di un servizio da cui il Comune non riceverà più un centesimo. Questa si chiama finanza creativa? Oppure schizofrenia amministrativa?”

Alcune domande in vista del Consiglio

L

eggendo attentamente la documentazione relativa al bando che prevede la privatizzazione dei servizi cimiteriali, balzano agli occhi altri aspetti interessanti. Domande che rivolgiamo ai consiglieri comunali che proprio oggi si riuniranno in merito all’argomento. Partiamo dalla “Risposta ai quesiti delle ditte interessate alla gara d’appalto”. Al “Quesito 6” sta scritto: “Ad oggi residuano circa 900 sepolture alle quali andranno ad aggiungersi quelle dei loculi in costruzione presso il cimitero di San Lazzaro, circa 480 e quelle provenienti dalle riduzioni e scadenza concessioni”. Chi gestirà “residui” e nuove costruzioni? Chi bene�cerà dei ricavi? Sarà il Comune a costruire i nuovi loculi o la ditta appaltatrice? Oppure sarà il Comune di Viterbo a realizzarli e la ditta appaltatrice a guadarci? Costruire un loculo in genere costa 600 € l’uno. A fronte però di un prezzo di vendita che varia tra i 1.200 e i 1.800 euro. Facendo un po’ di conti, dalle 1.380 sepolture, per fortuna ancora senz’eterno inquilino, si potrebbero infatti ricavare più di 1 milione e 700mila euro tondi tondi. Che signi�ca poi, come sta scritto all’articolo 5 del Capitolato d’oneri sulla cremazione, che “La ditta appaltatrice al termine di ogni anno di gestione e non prima del secondo anno dall’appalto, sulla base dell’attività svolta e degli incassi realizzati, potrà richiedere un esame delle tariffe e dei corrispettivi in favore della ditta stessa”? Inoltre, perché – come risulta dal sito del Comune – è stato fatto un “aggiornamento” al Bando a distanza di oltre un mese dalla sua pubblicazione? In�ne, un altro paio di domande: perché i servizi cimiteriali non vengono dati alla Francigena, anch’essa società partecipata del Comune? È vero, come qualcuno c’ha detto, che il segretario generale del Comune non ha �rmato il Bando? (Dan.Ca)


cronaca

p

4

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

Poste Italiane, le polemiche registrate in località Respoglio

di SIMONA TENENTINI

P

oste Italiane, ovvero: il trionfo della lentezza. Non per niente, il primo pensiero che salta in mente quando si cita una lettera è quello del ‘puntuale’

ritardo, o ancora, quando ci si reca in un uf�cio postale, si parte già rassegnati nel dover affrontare code chilometriche, nelle quali si disperdono lunghe mattinate infruttuose. A Viterbo lo standard non si smentisce. Numerose sono

le polemiche registrate al riguardo, soprattutto in alcune zone. Uno dei quartieri incriminati è, ad esempio, quello della Quercia, in particolare in località Respoglio. Qui, oltre ai problemi abituali, da un pò di tempo si registra un ulteriore peggioramento della situazione dovuto ad una riduzione del numero dei postini per una riorganizzazione interna. Ciò ha determinato sia un aumento della corrispondenza da smistare, che una diversa distribuzione territoriale con intuibili dif�coltà nel consegnare le lettere in zone del tutte sconosciute. Insomma, sono notevoli i disagi per i cittadini che sono arrivati addiritura sull’orlo di minacciare delle

denunce per via dei pesantissimi ritardi (venti giorni-un mese) nella ricezione della posta. Fino a qualche tempo fa, i disservizi erano imputati alle consuete dif�coltà che si riscontrano nel periodo natalizio. Ora però queste motivazioni appaiono più come una presa in giro che come un problema reale. A volte, infatti, si s�orano situazioni al limite del verosimile, tra queste: lettere che vengono perse, documenti importanti che si smarriscono, corrispondenza recapitata dal vicino di casa, in barba ai più elementari principi della privacy. In poche parole, alla luce dei fatti, sono in molti a chiedersi: dove sono i tanto sbandierati miglioramenti promessi da Poste Italiane?

In aula attese le perizie degli esperti scelti dalla difesa di Paolo Esposito e Ala Ceoban

Caso Gradoli, arrivano i Ris di EMANUELE FARAGLIA

Q

uesta mattina presso il Tribunale di Viterbo si tornerà a parlare del delitto di Gradoli, o meglio del caso-Gradoli. In aula si terrà l’udienza dei periti e per la difesa di Paolo Esposito e Ala Ceoban interverranno il generale Luciano Garofano e Giorgio Portera i due ex militari del Ris di Parma che si sono già interessati di alcuni dei casi più eclatanti degli ultimi anni come la strage di Capaci e l’uccisione di Elisa Claps. Ovviamente a parlare non

Altolazio News srl Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO piggi@opinioneviterbo.it Redazione Centrale di Viterbo GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI Grafici MARIO RAMUNDO In attesa di registrazione ROC Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredino Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Sede di Viterbo 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.341539 redazione@opinioneviterbo.it donn@opinioneviterbo.it Tipografia L’OPINIONE S.P.A.VIA DEL CORSO 117 ROMA

Centri Stampa edizioni teletrasmesse EDITORIAL M.P.A S.R.L. SENAGO (MI) POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 21,30

saranno solo loro, anche i periti del pm Luca Gasparollo e quelli scelti dalla Corte Elisabetta Mei, Elena Pilli, Cristina Fattorini ed Antonio Andreozzi diranno la loro sulle tracce di sangue ritrovate nella casa e nel pick-up oltre alle tredici impronte repertate. Ma senza dubbio l’attesa maggiore è riservata a quanto presenteranno in aula i due periti della difesa. Oltre all’assenza dei due cadaveri e al mancato ritrovamento dell’arma del delitto dunque a vantaggio dei due imputati ci sono adesso due tra i maggiori esperti di Biologia Forense attualmente sulla piazza. Il generale in congedo Garofano in particolare non fa più parte del Reparto di Investigazioni Scientifiche di Parma dal 2009, ma poco importa ai fini del processo. Senza dubbio le sue delucidazioni saranno di grande aiuto per la tesi degli innocentisti. Garofano, con la preziosa collaborazione di Portera, farà un confronto tra i centinaia di casi af-

Paolo Esposito

Il pm Renzo Petroselli

frontati dai Ris e quello di Gradoli. L’avvocato Valentini punta forte sui due ‘assi nella manica’ che contano di smontare la tesi dell’accusa. Come tutti sapranno Tatiana ed Elena sono scomparse nel nulla nel maggio del 2009. Da allora l’attenzione delle autorità giudiziarie si è di volta in volta focalizzata

sulle tracce di sangue rilevate nella casa dove sarebbe avvenuto il delitto e su quelle ritrovate nel pick up della cooperativa in cui lavorava il presunto omicida. Da notare che tutti i soci della cooperativa hanno sempre negato un utilizzo da parte di Esposito del mezzo. Ovviamente ciò non significa che i due ‘amanti diabolici’

non abbiano commesso il fatto, ma in ogni caso per il pm Petroselli la situazione rischia di ingarbugliarsi ancora di più in quello che appare come uno dei casi

più complessi degli ultimi tempi. Senza dubbio i colpi di scena nell’aula della Corte d’Assise presieduta dal giudice Salvatore Fanti non mancheranno.

Il generale Luciano Garofano, perito della difesa

Salvato aspirante suicida Il boss Tagliavia ascolta da Mammagialla Spatuzza

M

inaccia di uccidersi via sms, salvato. Nel pomeriggio del 2 febbraio, la sala operativa della Questura di Viterbo ha risposto sulla linea di emergenza 113 a una telefonata da parte di un utente che, trovandosi in transito sulla statale 675, nel tratto Viterbo-Terni, aveva ricevuto sul suo cellulari alcuni sms con i quali un suo conoscente, residente a Pordenone, aveva manifestato intenti suicidi. L’operatore addetto al 113, dopo aver acquisito dall’utente tutte le informazioni utili alle gestione dell’intervento, ha contattato immediatamente i colleghi della sala operativa della Questura di Pordenone,

I

attivando i soccorsi territoriali che rintracciavano prontamente l’uomo autore dei messaggi, riuscendo così a scongiurare l’intenzione suicida del giovane.

l boss Francesco Tagliavia, unico imputato nel processo per le stragi ma�ose del 1993 a Firenze, ha ascoltato ieri mattina - in videocollegamento da Mammagialla - le dichiarazioni rilasciate ieri nel tribunale �orentino dal pentito Gaspare Spatuzza. L’ex killer sanguinario di Cosa Nostra, arrivato nell’aula bunker scortato da 7 agenti coperti da ‘me�sto’, per motivi di sicurezza, è stato fatto sedere su una sedia circondata da paraventi. Spatuzza ha dichiarato di voler rispondere alle domande dei pm, Alessandro Crini e Giuseppe Nicolosi. “Che sia un buongiorno per tutti”, ha esordito Spatuzza. “ Francesco Tagliavia l’ho visto per la prima volta nell’86-87,

periodo in cui eravamo partecipi per spingere il Partito socialista - ha continuato il pentito -. C’è stato un incontro politico in Sant’Erasmo, in un ristorantino in via del Tiro a segno. Non era una persona comune, l’ho capito subito - ha aggiunto Spatuzza parlando di Tagliavia - , quel giorno era tutto vestito di nero, non so se gli era morto il fratello. Negli anni seguenti abbiamo poi fatto degli omicidi insieme. [...] Nella villetta in cui si svolse l’incontro per organizzare l’attentato a Firenze, ha raccontato stamane al processo per le stragi del ‘93 il pentito Gaspare Spatuzza, c’erano Giuseppe Graviano, Francesco Tagliavia, Matteo Messina Denaro, Barranca e Giuliano. [...]

Graviano - racconta Spatuzza - mi comunica che siamo lì per mettere a punto un attentato. Sul tavolo ci sono dei libri con �gure artistiche, dei monumenti, delle fotogra�e. Per quello che ho capito loro avevano già fatto sopralluoghi a Firenze, parlavano di quei posti come se fossero già a conoscenza”.


Venerdì 4 Febbraio 2011

politica

Viterbo & Lazio Nord

p

5

Parroncini spara a zero sul futuro dello scalo ma Ministero e Regione ci puntano

Aeroporto, dobbiamo crederci di ROBERTO POMI

G

iornata convulsa sul fronte aeroporto di Viterbo. La giornata di ieri ha fatto registrare una certa schizofrenia politica. Da una parte l’assessore in carica all’aeroporto del Comune di Viterbo a colloquio col governatore del Lazio per parlare dello scalo e dall’altra un consigliere regionale, di casa viterbese (Giuseppe Parroncini), pronto a sparare a zero sul futuro dell’aeroTuscia. “Aeroporti di Roma invece di pensare al master plan dello scalo di Viterbo ha presentato quello della quarta pista di Fiumicino. Questo mentre a breve sarà aperta la terza, ormai in via di ultimazione. Parliamoci chiaro: l’aeroporto di Viterbo è morto e sepolto”, questa la dichiarazione di Parroncini. Sul tema tutta l’opposizione ha presentato un’apposita mozione. “L’Enac – si legge - ha dichiarato che esiste presso i suoi uffici un piano di sviluppo aeroportuale presentato da Adr e che detto piano è in fase di valutazione tecnica; prevede, in aggiunta agli attuali 1.400 ettari, l’esproprio di nuovi 1.300 ricadenti integralmente nella Riserva statale del Litorale romano e in larga misura pertinenti all’azienda agricola Maccarese spa, di proprietà della famiglia Benetton”. “Si tratta praticamente di un raddoppio – dice Parroncini – con la differenze che

se la realizzazione della terza pista di Fiumicino metteva a rischio il futuro aeroporto di Viterbo, con la quarta ci possiamo pure mettere una pietra sopra. Adr insomma sta prendendo in giro la Tuscia con la complicità del ministro Altero Matteoli, che non più tardi di una settimana fa aveva per l’ennesima volta messo lo scalo tra le priorità del governo. A questo si aggiunge il sindaco di Roma Gianni Alemanno, che su Ciampino non ha mai mollato la presa. Con tutto il rispetto: la smettano di raccontarci frottole e si metta fine – conclude Parroncini – anche ai viaggi della speranza nella Capitale. Tanto ormai il Pdl lo scalo di Viterbo l’ha seppellito da un pezzo”. Una sciabolata per certi versi giusta, quella del consigliere Parroncini, nella misura in cui può funzionare a stimolare i nostri amministratori a fare di più. Errate però sembrano essere le premesse dalle quali si parte per annunciare la morte dello scalo. Fiumicino infatti, anche se allargato, non potrà essere utilizzato per i low cost. Questo perché danneggerebbe mortalmente l’economia delle compagnie che effettuano voli di linea, in primis ex Alitalia. L’allargamento del principale aeroporto della capitale non chiude nella tomba le speranze viterbesi. Rassicurazioni in questo senso vengono dal ministro Matteoli e

L’assessore volante cerca di rimanere in sella

Bartoletti alla riscossa Ieri l’incontro con la Polverini

Q

dal governatore della Regione Lazio Polverini. C’è tutta la volontà da parte dello Stato e della Regione a realizzare l’infrastruttura che risulta strategica e necessaria per rafforzare la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020. Per la stessa ragione il sindaco Alemanno comprende l’impor-

tanza dello scalo viterbese. Parroncini, anzichè affibiarsi il ruolo di Cassandra, farebbe bene a battersi, dalla posizione di rilievo che occupa, per concretizzare il progetto dell’aeroTuscia. Necessario per rilanciare la nostra economia, il sistema lavorativo della provincia e il futuro di questa terra.

Rimpasto, spunta la promessa di Giulio Marini “Il 9 febbraio presenterò la nuova giunta” anche se, passaggi di consiglieri all’ultimo minuto a sostegno di determinate posizioni, potrebbero dettare colpi di scena sbalorditivi. Con tanto di innesco di fratture scomposte

che potrebbero però minare la salute del governo Marini. Una cosa è certa: dopo l’udienza del processo Cev scatta il rimpasto, parola di sindaco. (Ro. Po.)

ualcuno lo dà per “morto e sepolto”, politicamente parlando ovviamente. Lui non ci sta e sta facendo un gran movimento, al centro dell’arena politica, per rimarcare la propria posizione. Stiamo parlando di Giovanni Bartoletti, entrato in giunta con il soprannome di l’assessore volante. In prima �la per portare a Viterbo lo scalo, strada facendo ha perso le truppe necessarie in Consiglio Comunale per mantenere il suo status di assessore. Nella giornata di ieri Bartoletti ha mosso sullo scacchiere dei rapporti di forza una mossa degna di menzione e di attenzione. Un incontro, faccia a faccia, con il governatore del Lazio Renata Polverini e un accordo con la medesima per dare vita anche a Viterbo a ‘Città Nuove’. Si tratta in breve di una fondazione voluta dal presidente della Regione. Fondazione chiamata a funzionare come laboratorio di idee per il territorio. Abbiamo colto l’occasione per un’intervista a Bartoletti. Si parla di una blindatura del suo assessorato operata dal governatore Polverini. Come stanno le cose?

Non parlerei di nessuna blindatura. L’incontro in Regione col presidente Polverini ha riguardato essenzialmente l’aeroporto di Viterbo. Abbiamo poi affrontato il discorso della costituzione a Viterbo di una sede di ‘Città Nuove’, la fondazione del governatore che dovrà costruire un confronto continuo con i cittadini. A breve apriremo la sede nel capoluogo della Tuscia. In questo quadro come si colloca Tuscia Vola? Tuscia Vola continuerà a fare la sua parte. Le due realtà non sono in con�itto, anzi. A breve presenterò ‘Città Nuove’ ai componenti di Tuscia Vola, auspicando una loro partecipazione attiva anche in questa nuova avventura. Quello attuale sembra essere per lei un momento dif�cile. Nell’immediato presente sarà effettuato il rimpasto di giunta. Cosa vede nel suo futuro politico? Vorrei realizzare questo grande sogno dell’aeroporto. Mi sono speso �no a oggi e voglio continuare a farlo. Un altro progetto che ho a cuore è la cablatura wi-� di Viterbo, specie del centro storico. (R.P.)

Nel partito che ancora deve nascere trionfano i personalismi e gli incarichi ufficiosi

Fli: uno, nessuno e centomila di SIMONA TENENTINI

Il 9 febbraio avremo la nuova giunta”, �rmato Giulio Marini. Pare sia stata questa l’ultima scena del vertice di maggioranza di lunedì sera. Animi tesi e nervosismo palpabile tra i partecipanti. Pare che tutto si sia chiuso con uno scambio di promesse tra primo cittadino e i suoi diretti sostenitori. La promessa di una data certa per il rimpasto, quella del 9 febbraio appunto, e dall’altra parte la promessa di stare tutti buoni. “Boni, state boni”, pare sia il ritornello che più frequentemente Giulio Marini è costretto

F

a utilizzare. Servirebbero nervi d’acciao per rispettare la promessa che si sono scambiati i membri della maggioranza ma al momento pare che i più abbiano accettato il motto di “non far volare una mosca”. Anche se, nessuno �dandosi dell’altro, consiglieri e assessori si scrutano da lontano per vedere se, sotto sotto, c’è qualcuno che scava un qualche bunker per migliorare la propria posizione di domani. Al momento pare che lo schema dei cambi degli assessori sia rimasto congelato

li: uno, nessuno e centomila. L’opera pirandelliana forse è la più adatta per descrivere la situazione attuale di un partito che ancora deve nascere ma forse è già abortito. L’assemblea costituente si terrà, infati, a Milano l’11, 12 e 13 febbraio. Una cosa è certa, se i presupposti per crescere sono questi, di sicuro sarà una vita breve, anche perchè, nonostante i diretti interessati ci tengano a non darlo a vedere, in realtà i constrasti interni ci sono, eccome. Basta fare una rapida ricognizione su come si stanno

muovendo i numerosi “responsabili” del partito per rendersene conto. Da un lato c’è Francesco Giorgio che invia comunicati stampa a nome del comitato organizzativo Fli della provincia di Viterbo, dichiarando: “E’ crescente, nel nostro territorio, l’esigenza di ripristinare un contatto reale tra i cittadini elettori” quando in realtà il contatto vero manca già tra gli amministratori. Dall’altra parta c’è Taglia che si de�nisce semplicemente assessore di riferimento al Comune di Viterbo chiamandosi fuori da qualsiasi sterile polemica. C’è in�ne Marco Ciorba che è l’unico a comparire tra i responsabili del Diparti-

mento Organizzazione nel sito di riferimento www.futuroelib ertalazio.com. Insomma, non c’è che dire, ai potenziali elettori si prospetta una notevole confusione che non gioverà, di certo, ai futuri equilibri interni del partito.

Anche perchè c’è pure un altro elemento da non sottovalutare: tutti questi incarichi, o presunti tali, che vengono attribuiti di volta in volta a questo o quello, in realtà sono assolutamente privi di fondamento: lo Statuto di Futuro e Libertà prevede, infatti, che le nomine uf�ciali dovranno essere decise dagli stessi elettori una volta che il partito sarà costituito. Forse sta proprio in tale fattore il nodo della questione: evidentemente la gente non è più abituata a scegliere i suoi rappresentanti, visto che questi �no ad ora sono stati calati dall’alto annullando ogni potere decisionale dell’elettore.


6

p

politica

Viterbo & Lazio Nord

VenerdĂŹ 4 Febbraio 2011


Venerdì 4 Febbraio 2011

Viterbo & Lazio Nord

politica

p

7

Crisi politica a Palazzo Gentili, intervista a Bruno Capitoni, vice capogruppo del “Centrodestra-Pdl”

Chi ci attacca lo sta facendo ad arte di DANIELE CAMILLI

I

l consigliere Bruno Capitoni va al contrattacco e risponde punto su punto a chi accusa il nuovo gruppo consigliare a Palazzo Gentili di voler spaccare il Popolo della Libertà e magari mettere in crisi la maggioranza stessa di Marcello Meroi. Nessuna spaccatura, ma solo “una de�nizione degli schieramenti all’interno del Pdl”. Anzi il neonato gruppo non perderà nemmeno il “suf�sso”. Si chiamerà infatti – e Capitoni conferma – “Centrodestra-Pdl”. “Non si tratta di una nuova lista elettorale – sottolinea – dunque non c’è nessuna implicazione di carattere formale. Nessuna, nemmeno a cercarla”. Ed è per questo “che non ci si può escludere dal Partito, anche se del gruppo originario guidato da Gianluca Mantuano non facciamo più parte”. Capogruppo della nuova formazione in Consiglio provinciale sarà poi Alessandro Cuzzoli. Vice, lo stesso Capitoni. Con loro l’assessore Paolo Equitani e i consiglieri Roberto Staccini e Salvatore Serra. “Non abbiamo aperto nessuna crisi – ci dice Capitoni – e continueremo a dare il nostro supporto a Meroi. Il tutto senza chiedere niente

in cambio”. Allora per quale motivo distinguersi dalla casa madre? “Perché – ci risponde – negli ultimi quattro mesi siamo stati appresso solo a faccende di palazzo, ossia alle questioni legate al rimpasto al Comune di Viterbo. Una situazione paralizzante che ci ha fatto perdere di vista i problemi amministrativi che riguardano la provincia nel suo insieme”. Non a caso i consiglieri che fanno parte dei “separatisti” vengono tutti dal territorio provinciale. Cuzzoli è sindaco di Caprarola, Capitoni è di Grotte Santo Stefano, l’assessore Equitani di Bolsena, Staccini di Tuscanica e Serra di Ischia di Castro. Insomma, come se si volessero tirar fuori dal fuoco incrociato che sta scandendo i tempi del prospettato rimpasto in giunta Marini. Sembra quasi che quest’ultimo stia assorbendo troppe energie, concentrando l’attenzione politica solo su Viterbo a discapito degli altri comuni. Immobilizzando tutto, comprese le risposte da dare ai problemi reali dei cittadini. Capitoni è disponibile anche a rivedere la composizione delle commissioni consiliari. Perché “a noi non interessano i posti assicurati”. E risponde pure all’attacco frontale lanciato

Tarquinia, tensione crescente in casa Pdl di DILETTA ALESSANDRELLI

C

ieri sulle nostre colonne dal Presidente del consiglio Piero Camilli. Ma quale “�gura dei coglioni”! “La procedura sull’eolico a Piansano – ci spiega – è stata condivisa da tutta la maggioranza”. Anzi, “c’era pure accordo unanime sull’opportunità di dare man-

dato a un legale per vedere se era possibile ricorrere contro la sentenza del Tar”. E sull’inceneritore nella Tuscia? La risposta è secca e non lascia dubbi. “Nessuno di noi è favorevole. Equitani incluso. Chi dice il contrario, lo sta facendo ad arte”.

resce la tensione nel Pdl di Tarquinia, il confronto tra base e classe dirigente si fa sempre più muscolare, un braccio di ferro che non accenna a cali d’intensità. Marco Fiaccadori, membro del coordinamento provinciale del Pdl ed ultimamente sotto scacco per via di polemiche sollevatesi tra lui e la base del partito, aveva convocato per ieri pomeriggio una riunione tra i consiglieri Pdl all’ Università Agraria e l’assessore provinciale all’ agricoltura Franco Simeone, alla quale era stato invitato anche il consigliere provinciale Al�o Meraviglia. La riunione risulta essere stata disertata in blocco dai consiglieri in segno di protesta rispetto a delle dichiarazioni da lui rilasciate alla stampa con le quali veniva disconosciuta la �gura della professoressa Ada Iacobini, fortemente reclamata dalla base come nuova coordinatrice. I Consiglieri Pdl si sono mostrati profondamente offesi dal gesto e dalle parole spese dal coordinatore per la base del partito, Fiaccadori aveva infatti dichiarato di non riconoscere le decisioni della base, e di voler dialogare solo con eletti

e tesserati. Molti degli eletti hanno allora contestato al coordinatore di non essere tesserati e per ciò di non essere degni interlocutori per i vertici del partito. Come �nirà la �ction nel Pdl targato Tarquinia, non è dato saperlo, si parla di commissariamento ma anche su questo fronte le posizioni del partito sono diverse e contrastanti, quello che è certo, come dimostrano gli ultimi accadimenti, è che sicuramente i tarquiniesi non accetteranno di buon grado imposizioni da Viterbo. Aspettiamo di vedere come evolverà la situazione nei prossimi giorni, situazione che di certo andrà a pesare sui già precari e traballanti equilibri viterbesi a palazzo dei Priori e a palazzo Gentili.


8

provincia

p

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

CASTIGLIONE IN TEVERINA

Ieri il primo appuntamento con il laboratorio creativo rivolto alle scuole elementari e medie

L’educazione ambientale inizia dai più giovani S

i è avviato ieri a Castiglione in Teverina il Laboratorio Creativo di Educazione Ambientale. Organizzato dall’Amministrazione comunale, nell’ambito delle azioni rivolte a promuovere una maggiore sensibilità e rispetto per l’ambiente, in particolare a sostegno della raccolta differenziata dei ri�uti, che attraverso il sistema di raccolta del porta a porta, ha raggiunto nel paese della Teverina nei primi quattro mesi oltre il 70%.Le attività rivolte ai bambini della scuola elementare e ai ragazzi della scuola media, la cui partecipazione è gratuita, si svolgeranno ogni giovedì pomeriggio, �no al mese di maggio compreso, presso i locali della biblioteca comunale. Parte del laboratorio si svolgerà anche all’aperto per conoscere e riutilizzare i prodotti della natura: la raccolta differenziata infatti porta alla conoscenza dei materiali, al riutilizzo e alla scoperta della natura imparando che tutto quello di

cui abbiamo bisogno è già a nostra disposizione. Personale quali�cato guiderà i ragazzi alla scoperta di stili di vita compatibili con la protezione dell’ambiente. Nel corso delle attività verranno approfonditi i temi dello sviluppo sostenibile, del consumo consapevole e delle risorse rinnovabili e non rinnovabili. Per far cogliere la complessità delle fasi di produzione di un oggetto e del suo impatto sull’ambiente si presenterà il ciclo di vita di un oggetto di uso comune quale può essere una borsa di plastica.Si affronterà il problema dei ri�uti a partire dal vissuto personale dei bambini e dei ragazzi. Le attività hanno come obiettivo anche quello di far maturare la consapevolezza della produzione quotidiana di ri�uti, conoscerla, discriminarla e quanti�carla, incentivando quindi la raccolta differenziata. Non mancherà la parte dedicata da parte dei bambini e dei ragazzi di fare arte con i ri�uti, attraverso il riciclaggio e riuso creativo del materiale

ACQUAPENDENTE - Portavoce dell’iniziativa Marina Carzedda

Dopo anni di assenza torna l’Azione Cattolica

di recupero.Le attività del laboratorio, che si svolgeranno durante l’orario extrascolastico e si integreranno con le iniziative già avviate nelle scuole. Tra esse un Concorso scolastico, in cui tutte le classi sono state fornite di un calendario di merito dove le bidelle o le insegnanti monitorano le abitudini e le modalità di conferimento dei ri�uti e possono valutare colorando una casella il comportamento dei bambini e dei ragazzi. Al termine dell’anno scolastico le classi più virtuose saranno premiate. Inoltre a primavera è prevista una gita istruttiva presso le piattaforme di conferimento dei ri�uti differenziati raccolti nel nostro Comune. “Queste iniziative rivolte ai giovani costituiscono molta importanza – afferma il Sindaco Mirco Luzi – per maturare ad essi stessi, e diffonderla ai loro genitori, una cultura consapevole del rispetto dell’ambiente e di uno sviluppo sostenibile a vantaggio soprattutto delle giovani generazioni”.

CANINO

Al via prenotazione e distribuzione della legna civica

S.LORENZO NUOVO - Il comune ha attivato due conti correnti per la questua

Iniziano i preparativi per il ‘Festone’ di

VALERIA

SEBASTIANI

I

niziano i preparativi per il Festone 2012. L’asseossore provinciale Andrea Danti ha incontrato il presidente della ProLoco Marco Rocchi, l’assessore comunale Silvia Breccola ed il Comitato Festone per piani�care con la Provincia l’organizzaione delle feste di piazza che da sempre fanno da degno corollario alla manifestazione religiosa. Le prime notizie del Festone risalgono al 1787. Ogni 15 anni il croce�sso ligneo del 12° secolo custodito all’interno della Colleggiata di S. Lorenzo Martire viene festeggiato in pompa magna dalla cittadina. Il croce�sso

al quale vengono attribuiti numnerosi miracoli viene venerato �n dal 1400 ed è tutt’ oggi fonte di adorazione. Il Comitato Festone nomina un responsabile delegato a scegliere persone da distribuire nei diversi comitati spoeci�ci che

TUSCANIA - Bartolomeo Errico insegna l’arte culinaria

Tutti in cucina con lo chef nell’Arcipelago di Aet A

A

di FULVIO MEDICI

M

arina Carzedda, una giovane mamma aquesiana, si fa portavoce della proposta presentata mercoledì 2 febbraio sorso, presso la sala bigerna di Acquapendente: “Dopo alcuni anni di stasi, torna a rivivere in Acquapendente l’Azione Cattolica”. “ “Vogliamo rivolgersi a tutte le fasce d’età con particolare attenzione ai più giovani”, sottolinea Marina, “pensiamo che vivere la Chiesa del proprio territorio in maniera aperta ed accogliente, possa servire a far nascere e crescere una comunità cristiana vera, dove ognuno ricopre un ruolo determinante.”

Ed inoltre: “ognuno di noi ha un talento da mettere al servizio, degli altri per una dare e ricevere continuo e costruttivo”. Un’esperienza di Chiesa presente, viva e attiva. “La formazione vorrà soprattutto dire fare un percorso scandito da momenti di preghiera personale e comunitaria, da incontri dove ci confronta su temi importanti alla luce del Vangelo”. “In questi anni di egoismo e relativismo non possiamo permettere all’indifferenza di prendere il sopravvento e l’importanza di riscoprire i veri valori della vita è, per il mondo intero e per una comunità, come quella aquesiana, di importanza determinante e di urgente attuazione !”.

partire dal 10 febbraio inizia la prenotazione ed il ritiro della da ardere proveniente dal taglio del bosco comunale ‘macchia alta’. Il prezzo della legna è fissato a 20 euro al metro stero. Le prenotazioni possono essere effettuate presso l’Ufficio Agricoltura (stanza n° 12) dal lunedì al sabato dalle ore ore 9,00 alle ore 12,00. Come gli altri anni la distribuzione prevede un metro di legna per nucleo familiare con priorità per le persone ultrasettantenni. La legna potrà essere ritirata il giovedì ed il sabato soltanto dopo la necessaria prenotazione presso l’Ufficio Agricoltura effettuata da uno dei componenti il nucleo famigliare o nel caso di cittadini con più di settant’anni di età ,anche da un famigliare o persona di fiducia munita di delega. La ricevuta della prenotazione dovrà essere esibita al momento del ritiro della legna che dovrà essere pagata nella stessa circostanza. Il termine ultimo per il ritiro della legna presso l’imposto che verrà realizzato all’interno del bosco o nelle immediate adiacenze, è fissato per il 15 marzo 2011, data oltre la quale si perde il diritto.(v.s.)

si dividono i vari incarichi af�nché la festa riesca al meglio: un comitato festtegiamenti, un comitato religioso, un comitato addobbi ed un comitato questua. Quest’ultimo particolarmente importante perché nel corso del 2011 dovrà provvedere ad effettuare la colleta tra tutti i cittadini di S. Lorenzo per reperire fondi da destinare all’iniziativa. Per facilitare la questua il comune, collaboratore privilegiato del Comitato Festone, ha già aperto due conti correnti e nei prossimi giorni invierà a tutti gli abitantima anche ai cittadini che da anni non vivono più a S. Lorenzo, una missiva per spiegare le modalità della donazione.

CELLENO

Dopo il Senato la ciliegia arriva alla Camera

D

A

ll’Arcipelago di Arte et Agricoltura arriva la grande cucina. Il week end del 19 e 20 febbraio è in programma un corso di cucina con lo chef Bartolomeo Errico(nella foto), conosciuto come Bartolo, chef freelance di fama internazionale, docente del Gambero Rosso, Città del Gusto di Roma.’Insieme al suo grande amico di sempre, lo chef Davide Mazza, con il quale condivide la grande passione per la cucina, Bartolo discute dell’importanza dell’arte della cucina a confronto con le grandi arti per eccellenza. Gli altri due interlocutori di eccezione sono Claudio Riccio e Fabrizio Gugliemi, due interior designer, ideatori di Of�cina Graf�ti.Dall’incontro nasce Accademia dei Golosi, un’accademia dedicata ad operatori del settore e ad amatori, che come

Bartolo, credono che anche la cucina sia una forma di arte che possa avvicinare tutti. Cucinare nella campagna di Tuscania con Bartolomeo Errico’ questo il nome dell’iniziativa che prevede una due giorni dui full imersion tra fornelli e buon cibo. Durante la giornata di sabato verrà presentato il libro dello chef Errico, al quale seguirà la cena. Domenica dopo la colazione inizierà il corso di cucina che si concluderà con un pranzo domenicale a base dei prodotti tipici della Tuscia. L’arcipelago di Arte et Agricoltura prevede diverse soluzioni per chi volesse prendere parte all’intero programma del week-end o ad i singoli eventi, con pacchetti e prezzi personalizzati.La partecipazione va confermata all’associazione Arte et Agricoltura: info@arteagricoltura.com; 0761 443607/3356503536 . (v.s.)

opo il Senato anche la Commissione Agricoltura della Camera ha ricevuto Martedì 1° febbraio in audizione una delegazione dell’Associazione Nazionale Città delle Ciliegie, guidata dal suo presidente dr. Ferdinando Albano Sindaco di Bracigliano. Anche questa volta la delegazione comprendeva un rappresentante del Comune di Celleno, da sempre uno dei più presenti e attivi dell’Associazione nazionale. La discussione ha riguardato sia le principali problematiche di mercato di un prodotto altamente apprezzato dai consumatori, ma esposto a numerose avversità che rendono incerta la sua redditività, sia gli aspetti non di mercato legati al ruolo che la cerasicoltura riveste nell’attrattività paesaggistica, enogastrinomica e ludico-ricreativa di molti piccoli centri collinari, spesso caratterizzati da notevoli emergenze storico-artistiche. La ciliegie dunque non solo come un frutto da gustare in tavola, ma anche come elemento di uno sviluppo rurale sostenibile e diversi�cato del territorio. Questo è quanto la cerasicoltura viterbese intende sempre più sviluppare costruendo da un lato migliori opportunità di mercato per i produttori, dall’altro potenziandone le capacità e competenze dei produttori in stretta sinergia con i soggetti pubblici del territorio e il mondo della ricerca.


Venerdì 4 Febbraio 2011

Viterbo & Lazio Nord

provincia

p

9

MONTEFIASCONE

Se siete intelligenti non bevete dal rubinetto Con l’acqua pubblica Tarricone si ‘lava le mai’ e lascia che la cittadinanza la usi a propria discrezione di PAOLO GIANLORENZO

I

l commissario prefettizio di Monte�ascone, dottor Francesco Tarricone(nella foto), ha pubblicato un avviso alla cittadinanza sulla vicenda “arsenico” che testualmente narra: “L’arsenico è un elemento minerale naturale presente nell’acqua, di origine vulcanica, erogata al consumo umano presso questo Comune. In data 28 ottobre 2010 è stata emanata la decisione della commissione europea recepita in Italia con decreto interministeriale del 24 novembre 2010, pubblicato sulla Gazzetta Uf�ciale n. 21 del 17 gennaio 2011 che ha ritenuto di non accordare all’Italia la possibilità di erogare temporaneamente al consumo umano acqua con contenuto di arsenico superiore a 20 microgrammi/litro. In particolare la richiesta di erogare al consumo umano acqua con contenuto di arsenico �no a 50 microgrammi/litro avanzata da parte dei comuni della provincia di Viterbo non

è stata accolta e quindi è stata inoltrata alla Commissione Europea una nuova richiesta di deroga per fornire al consumo acqua contenente arsenico in concentrazione �no a 20 microgrammi/litro. Di fatto, presso la Commissione Europea è stato avviato un procedimento istruttorio �nalizzato alla formalizzazione della deroga richiesta. Per le argomentazioni di cui sopra, ad oggi, le acque erogate nei comuni della provincia di Viterbo non sono tutelate dal regime della deroga e pertanto sono da ritenersi giuridicamente idonee al consumo umano solo se hanno una concentrazione di arsenico non superiore a 10 microgrammi/litro. Nell’acqua fornita presso questo comune, l’arsenico ha una concentrazione in eccesso pari a: Arsenico fra 11 e 20 cicrogrammi/litro Preso atto che il tenore di arsenico erogato nella condotta idrica comunale è compreso tra il valore di 11 e 20 salvo veri�che attualmente in corso

da parte della Asl circa l’attualità del dato; ORDINA La non potabilità delle acque erogate dal pubblico acquedotto determinata dal superamento delle concentrazioni di arsenico �ssate dal D.lgs. 31/10 (10 microgrammi/ litro) DISPONE Che alle donne in gravidanza, ai neonati e ai bambi-

MONTEFIASCONE

L’ISIS ‘Dalla Chiesa’ si mette in mostra S abato 05 febbraio dalle ore 15,00 alle ore 18.30 l’ISIS “Dalla Chiesa “ di Monte�ascone apre le sue porte al territorio per accogliere genitori e studenti e far conoscere a chiunque sia interessato la propria ricca e variegata offerta formativa. In seguito alla fusione con il liceo “Leonardo da Vinci” oggi infatti l’ISIS “Dalla Chiesa” consente di frequentare corsi di istruzione secondaria superiore in ben quattro diversi indirizzi: Liceo Classico, Liceo Scienti�co, Amministrazione �nanza e marketing (ex coro per ragionieri) e Costruzioni ambiente e territorio (ex corso per geometri). L’Istituto offre inoltre ai suoi iscritti la possibilità di conseguire con lezioni svolte in orario curriculare le certi�cazioni Pet e First (lingua inglese), Cad (disegno elettronico) ed Ecdl (patente europea del computer). Il nuovo anno scolastico presenta agli iscritti novità di grande rilievo sia sul versante

Il dirigente Maria Rita Salvi della strutture tecnologiche che della didattica. L’Istituto si presenta infatti con tutti i laboratori rinnovati e con l’allestimento di due “Futur class” nelle quali ogni studente è dotato di un netbook connesso in rete e l’insegnante si avvale di una LIM (lavagna interattiva multimediale). Tutti gli ambienti dell’Istituto sono inoltre coperti da una rete WiFi

che consente di collegarsi ad internet senza �li da un qualsiasi luogo della scuola. All’ingresso sono stati inoltre posizionati due grandi schermi multimediali che consentono a tutti di conoscere le attività in corso o in programma nei vari indirizzi di studio. E veniamo alla didattica: anche in questo ambito l’Istituto Dalla Chiesa conferma il suo primato nell’innovazione e nella sperimentazione di nuovi modelli didattici volti a favorire il conseguimento del successo scolastico. Per le classi prime è infatti prevista l’attuazione del progetto “Book in progress” che consente l’abbattimento della spesa per i libri scolastici ridotta a qualche decina di euro attraverso dispense autoprodotte dagli istituti in rete. Per i licei è prevista la “settimana corta” (sabato tutti a casa), l’introduzione di una ulteriore lingua, lo spagnolo, al liceo classico e il potenziamento delle scienze al liceo scienti�co attraverso la riduzione di un’ora di latino. Resta poi la tradizionale attenzione nei confronti degli studenti stranieri e diversamente abili, punto di forza e d’eccellenza dell’offerta formativa dell’Istituto.Tutti all’ISIS “Dalla Chiesa” sabato 5 febbraio, quindi, nelle due sedi di Via Aldo Moro (Istituti tecnici) e Villa Cardinal Salotti (licei) a Monte�ascone, per visitare le strutture ed incontrare i docenti in vista di una scelta consapevole del proprio indirizzo scolastico.

ni �no a tre annoi di età sia somministrata esclusivamente acqua avente concentrazione di arsenico inferiore ai 10 microgrammi/litro. Alle industrie alimentari ricomprese nel territorio comunale l’utilizzo di acqua idonea al consumo umano (cioè avente arsenico in concentrazione ricompresa entro i 10 microgrammi/litro) per l’attività di preparazione degli alimenti in cui l’acqua

costituisce elemento integrante e sostanziale CONSIDERATO In�ne che i limiti di concentrazione dell’arsenico nelle acque potabili sono determinati in ragione degli effetti sulla salute in caso di ingestione di 2 litri al giorno per l’intero arco della vita non costituisce rischio sanitario aggiuntivo (come sancito dal comitato scienti�co di supporto della U.E.) l’ingestione dell’acqua erogata attualmente dal pubblico acquedotto per un periodo limitato. Per tale motivo, applicazione del comma 2 dell’art. 10 del D.lgs. 31/01 non si ritiene necessario istituire immediati servizi di approvvigionamento0 sostitutivi né di dover interrompere l’erogazione idrica, atteso che la popolazione è informata sulle limitazioni d’uso indicate dall’istituto superiore di sanità e che è in corso un’attività che consentirà di installare entro 30-60 giorni fontane pubbliche (una ogni 2000-3000 abitanti) in grado di erogare acqua con concentrazioni di arsenico al di sotto dei 10 ug/l.”

Leggendo questo avviso invece di tranquillizzare la popolazione cresce l’allarme salute pubblica. L’acqua non è potabile, berla meno di due litri al giorno non è nocivo più di tanto. Siccome gli avvisi li leggono tutti, così come le bollette, la popolazione è informata e quindi ciò è suf�ciente a salvare loro la vita. Le donne incinta non possono berla, i bambini neanche, non ci si può cucinare, dai rubinetti la si può usare solo per cuocere la pasta. Poi, fra una sessantina di giorni, l’acqua sarà erogata da fontanelle pubbliche nuovissime di zecca che saranno messe a disposizione della popolazione in concentrazioni di nuclei di due o tremila abitanti. Attestata l’intelligenza degli abitanti di Monte�ascone evita alla pubblica amministrazione di interrompere l’erogazione dell’acqua e iniziare a mandare le autobotti in giro per le frazioni. Intanto il servizio non servizio di fornitura dell’acqua deve essere pagato dai cittadini? Chi lo sa, forse sì, forse no. Ultima avvertenza, bevete meno di due litri di acqua nell’arco del giorno, altrimenti…


10

provincia

p

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

CIVITA CASTELLANA

Giunta Angelelli, tutti bravi ma non troppo In un volantino dell’amministrazione, che circola negli ultimi giorni, lodi sperticate all’operato del Comune

U

n singolare volantino, �rmato dal sindaco di Civita Castellana, in questi giorni sta entrando nelle case dei civitonici. Si tratta di una sorta di accorata giusti�cazione sulle sofferenze economiche di cui il comune patisce, che sarebbe la causa del taglio alle opere pubbliche nell’anno 2009 e “…quindi, con la rimodulazione di molte spese e la emanazione di provvedimenti inerenti il personale e l’organizzazione degli uf�ci”. Questo dissesto �nanziario lo si addebita interamente, senza mai citarla, alla passata amministrazione di destra. Il volantino informa poi, che in data 14.06.2010 il Ministero dell’economia, per mezzo della Prefettura di Viterbo, ha richiesto all’amministrazione la restituzione di € 1.358.052,12. Inoltre si paventa il rischio che il Ministero possa procedere ad un ulteriore “taglio progressivo di oltre 3.500.00,00 euro”. La conclusione è in un certo senso rassicurante, al punto da far immaginare per gli amministratori civitonici una aureola di abnegazione e santità: “Stiamo cercando di attuare tutti i rimedi necessari per arginare questo grave danno e rendere più indolore possibile alla cittadinanza il pagamento di questo debito. Nel 2010, nonostante tutto, abbiamo lasciati invariati i servizi senza aumentare la tassazione ed in particolare,

VASANELLO

Partito il container per Dschang di SIMONA TENENTINI

E

ho voluto aumentare gli stanziamenti destinati alla cultura e alle scuole, incrementando sensibilmente le borse di studio. E’ nostro intento risolvere questa grave situazione senza penalizzare ulteriormente i cittadini e sarà nostro preciso onere mantenervi informati in ogni sviluppo futuro.” Ad una lettura attenta però non sfuggono alcune valutazioni. In primis perché nel volantino non sono speci�cate le motivazioni che hanno indotto il Ministero dell’Economia a rivendicare il debito di 1.358.052,12 euro, se non altro per capire a chi addebitare le eventuali responsabilità? E poi: da quali atti e notizie è

ipotizzabile il possibile ulteriore taglio di oltre 3.500.00,00 euro? Questi soldi sono da ricondursi sempre a debiti verso il Ministero? In�ne, siccome è quasi due anni che è cambiata amministrazione, ma non risulta che siano stati rimossi quadri e dirigenti che hanno operato anche con la passata amministrazione di destra, si deduce che la responsabilità del dissesto �nanziario denunciato dal volantino sia riconducibile ai soli membri della giunta Giampieri? Sarebbe meglio perciò che il sindaco informasse i civitonici sui questi fatti e poi se necessario prendesse i provvedimenti che gli competono.

CORCHIANO - L’intero paese ha partecipato con commozione alle esequie

L’ ultimo addio a Don Memmo di ERNESTO MALATESTA

L

a comunità di Corchiano ha tributato al feretro di Mons. Domenico Anselmi tutto l’affetto e la riconoscenza che un intero paese può dare a un parroco. Al suo parroco. A quell’uomo piccolo di statura, ma un gigante della fede, della socialità, dell’impegno profuso ogni giorno. Nell’osservanza dei principi sani di tolleranza, di comprensione. Ad accogliere il feretro nella chiesa di San Biagio gremita di fedeli, c’erano le associazioni di bene�cenza e volontariato, le confraternite, i familiari di Mons. Anselmi, il Sindaco Bengasi Battisti e la giunta insieme ai vigili urbani. Poi in processione dalla porta principale sono arrivati il Card. Vallini vicario del Papa per la Diocesi di Roma, il Vescovo diocesano Romano Rossi e il Vescovo Divo Zadi, concelebranti, l’intero capitolo diocesano, i chierici, i diaconi e tanta commozione. A dare maggiore solennità alla giornata di lutto e della S. Messa c’è stata la causalità della festa di San Biagio patrono della cittadina. Tutto il bene che si può dire di Mons. Domenico, che gli

amici hanno sempre chiamato Don Memmo, l’ha espresso il suo chierichetto il card. Agostino Vallini nell’omelia. Dopo aver ripercorso gli anni giovanili ha elencato tutta l’azione del fare e della fede del compianto, soffermandosi su alcuni fatti che neanche i parrocchiano conoscevano. Anche il Sindaco Battisti ha portato la riconoscenza dell’intera popolazione, rimarcando la collaborazione fattiva del piccolo parroco, per la realizzazione di opere importanti come il ponte sul Rio Fratta

che di fatto ha tolto Corchiano dall’isolamento. Al funerale del Parroco di Corchiano, nativo di Fabrica di Roma, è mancata la rappresentanza fabrichese. Non avrebbe s�gurato il gonfalone e la presenza di un amministratore. Al parroco, simbolo di tutta la diocesi, Mons. Anselmi, i cittadini hanno tributato tanto calore e tanto affetto da volerlo quasi Beato. L’amministrazione, per non dimenticare, dovrebbe quanto prima intitolargli una Via, una Piazza o qualcosa d’importante.

’ partito ieri il container diretto in Camerun, precisamente a Dschang. Si è conclusa infatti, in questi giorni, la raccolta di abiti e materiale da cancelleria organizzata dall’amministrazione comunale in favore della località africana con la quale Vasanello è gemellata ormai da diversi anni. Questo è il terzo invio che viene fatto dal comune, l’ultimo fu nel 2007 quando venne spedito un container con un’ambulanza donata dalla CRI, vestiario per bambini donato dalla Caritas e dai cittadini, cancelleria per le scuole,

Foto Andrea D Palermo

materiale didattico per l’insegnamento dell’italiano. L’ambulanza, unica nel vasto Distretto della Menoua, è tuttora in funzione presso il Comune di Dschang, mentre il resto del materiale è stato distribuito principalmente agli orfanotro� e alle piccole scuole di campagna. Al progetto di invio del container partecipano la CRI, la FAO, la Caritas, le Onlus “Upter”, “Mhinga Africa”, “Paola Pesci” e “Insieme per l’Umanità”. I cittadini, anche in tale circostanza come già in passato, hanno dimostrato notevole generosità nei confronti di questa popolazione meno fortunata. Alla �ne, infatti, in poco tempo il materiale raccolto è stato rilevante: 10 banchi di scuola, 70 scatoloni di vestiario, 10 scatoloni di cancelleria per le scuole, 1 Califfone a marce e una “mitica” Vespa 50. Di particolare importanza i duecento computer forniti dalla Upter che saranno utilizzati dai residenti sia per collegarsi ad internet sia per seguire i corsi di artigianato ed agricoltura organizzati dalla Pantic per un necessario aggiornamento a distanza della gente sul posto. L’amministrazione comunale di Vasanello, visto l’ottimo risultato ci tiene a ringraziare tutti i cittadini che hanno generosamente donato il materiale, tutti gli Enti e le Associazioni che hanno contribuito alla riuscita della spedizione con particolare riferimento alla Caritas di Vasanello nella persona di Angela Scognamiglio.


Venerdì 4 Febbraio 2011

Viterbo & Lazio Nord

litorale

p

11

TARQUINIA

Passamonti, “Troppi rifiuti abbandonati alla Doganaccia” A lessandro Passamonti, consigliere dei Giovani mette in evidenza i numerosi ri�uti che sono presenti alla Doganaccia , ma lo vuole fare da cittadino senza abiti di politico. “A volte facendo footing si scoprono fatti eclatanti - esclama Alessandro Passamonti. Il giovane si riferisce alla sorpresa per il paesaggio che offre il sentiero dei tumuli della Doganaccia, battuto quotidianamente, oltre che da appassionati e esperti, da gruppi di anziani che passeggiano e da amanti della corsa campestre. “Purtroppo – commenta Passamonti - non

solo da questi a giudicare dai resti di notti ‘brave’ e dai ri�uti anche ingombranti che deturpano un’area di così notevole interesse archeologico e paesaggistico”. Il sentiero ‘Strada della Madonna del Pianto’ costeggia l’area adiacente ad Edilizia Castra ‘sul lato sinistro’, �no ai Tumuli della Doganaccia, sito di inestimabile valore riportato nelle guide e nel materiale divulgativo dei percorsi di interesse storico-culturale. “Credo sia inconcepibile che un turista, o un cittadino – prosegue Passamonti - visitando la zona, debba

trovarsi tra i piedi ri�uti che non degradano solo i siti archeologici, ma il paesaggio stesso, sia dal punto di vista ambientale, che da quello estetico”. Passamonti quindi lancia un appello ai cittadini volenterosi che hanno a cuore l’ambiente, i quali, senza chiacchiere strumentalizzate e vane volte ad attaccare l’amministrazione, ma con piccoli gesti davvero costruttivi vogliono contribuire alla cura della propria città, recuperando aree fruibili. “Non solo voglio lanciare a tutti i giovani e alle realtà associative ambientaliste un

appello per la pulizia dell’area – continua Passamonti - ma io stesso, accompagnato dai miei amici, sarò il primo ad indossare guanti e mascherina per essere realmente operativo. Pertanto auspico che tanti altri mi seguano. Avremo un percorso pulito e sicuro, sempre più apprezzabile da tutti: tarquiniesi e turisti”. Per la campagna di adesione Passamonti, Lucilla De Luca ed altri amici apriranno un gruppo su Facebook ‘Tumuli della Doganaccia’ dove verrà comunicata la giornata dedicata alla pulizia dell’area. (A.S.)

che ha ricevuto dalla maggioranza dei suoi colleghi ‘sic’ farebbe bene qualcuno a farle limitare i suoi interventi. Tra l’altro sia per il buon nome del ‘suo’ giornale di cui ripeto sono un attento e affezionato

lettore, c’è da ricordare che anche i suoi amici di partito non la sopportano più, e si vede dal fatto che nessuno �nora ha preso mai le sue difese oppure ha sostenuto le sue esternazioni”.

TARQUINIA

L’ assessore Ranucci replica alle esternazioni fatte dall’esponente del Pdl, ritenute poco aggiornate

“La Alessandrelli lasciata sola anche dal suo stesso partito” di ALESSANDRO SACRIPANTI

L

’assessore ai lavori pubblici del Comune Anselmo Ranucci replica alle recenti dichiarazioni dell’esponente del Pdl Diletta Alessandrelli. “Ha preso su internet cose vecchie di un anno, per fare notizia – ha esordito Ranucci - è evidente che la pseudo giornalista-attivista iscritta al Pdl Diletta Alessandrelli è al lavoro unicamente per bombardare l’amministrazione Mazzola e alcuni suoi collaboratori in vista delle prossime elezioni

comunali. Altrimenti non si capirebbe perché la solerte inviata non abbia trovato nelle sue imparziali indagini giornalistiche nulla che meritasse qualche menzione di merito per questa amministrazione, qualche cosetta eppur se fatto, attaccando tutto e tutti, qualche volta uscendo decisamente dalle righe, come nel suo ultimo capolavoro dove ha attaccato con una sterile polemica anche il bellissimo Presepe vivente. Ora mi si dice – continua Ranucci - abbia anche iniziato ad ironizzare sul fatto che la nostra amministrazione stia per varare l’iter per la

costruenda piscina comunale. L’ultima sua performance però è stata quella di riesumare su un gruppo di Facebook, creato dal segretario Morgantini de La Destra, non certo di sinistra dal titolo ‘Ranucci asfaltaci le buche’, per farci un articolo che sicuramente parteciperà al premio ‘Pulitzer’ con possibilità di vittoria. La cosa comica è che la Alessandrelli menziona alcune vie che sono state da tempo asfaltate. Capisco che con cadenza giornaliera l’attivista Alessandrelli deve per forza o per amore trovare qualcosa su cui parlare male, ma perlomeno scegliesse argo-

menti di attualità e non andasse a scopiazzare su Facebook e su alcuni forum cose vecchissime di almeno un anno. I cittadini mica sono stupidi – aggiunge Ranucci - lo sanno quello che è stato fatto. Però vorrei capire una cosa dalla Alessandrelli, ma pensa davvero di fare un servizio alla sua fazione politica scrivendo tante cattiverie e tante amenità non comprovate dai fatti o dalle circostanze? Io penso di no. Non mi voglio schierare con nessuno – prosegue l’assessore Ranucci - ma dalle sue ultime esternazioni e dagli attacchi

TARQUINIA - “Vigilerò affinchè il nostro territorio non subisca imposizioni dall’alto”

MONTALTO - Raccolta firme del Pd

l Consigliere provinciale Udc Al�o Meraviglia, unico rappresentante del territorio tarquiniese a Viterbo, porta a conoscenza della cittadinanza che una recente sentenza Corte Costituzionale che ridà voce ai territori sulla questione delle centrali nucleari. “Vigilerò af�nché, il nostro territorio non subisca imposizioni dall’alto – esordisce determinato Meraviglia – e saluto con favore la sentenza storica. Come sostenutO a più riprese dall’Unione Europea bisogna garantire ai cittadini accesso alle informazioni e partecipazione alle decisioni in materia ambientale”. Il consigliere provinciale di Viterbo Al�o Meraviglia si riferisce alla sentenza del 02 febbraio della Consulta che dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 4 del decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 31 nella parte in cui non prevede la Consultazione

accolta �rme contro il governo Berlusconi. Nella mattinata di giovedì il circolo del Partito democratico di Montalto di Castro e Pescia Romana ha dato il via alla raccolta. Gli iscritti hanno sventolato le bandiere tricolore ed hannodistribuito volantini. Al sit in dei democratici era presente anche il segretario provinciale Andrea Egidi, che ha dato manforte a Gianni Petronio guida della compagine democratica montaltese. Ecco gli slogan: “L’Italia ha bisogno di guardare oltre per affrontare �nalmente i suoi problemi”. Poi il grido di battaglia: “Berlusconi dimettiti”. In�ne, un approfondimento: “Presidente lei ha disonorato l’Italia e non ha più la credibilità per chiedere agli italiani un impegno per il cambiamento”. Insomma anche a Montalto vengono portate le campagne politiche ideate dai big del Partito democratico. La presenza del segretario provinciale di-

Nucleare, le rassicurazioni di Meraviglia “Berlusconi dimettiti” R I

delle Regioni nel processo di autorizzazione degli impianti nucleari. “Questa decisione – aggiunge Meraviglia - risulta essenziale per il nostro territorio già fortemente gravato da servitù energetiche. Da oggi si riconosce un fondamentale principio democratico. Il Governo dovrà

interpellare le Regioni ‘con pareri non vincolanti ma obbligatori’ nella formazione del processo decisionale per l’apertura di una centrale nucleare. I cittadini laziali – continua il consigliere - avranno quindi il diritto di esprimersi, attraverso i loro rappresen-

tanti, su tali decisioni fortemente impattanti sull’ambiente e sulla salute. E’ inaccettabile che la decisione di costruire una centrale nucleare possa essere assunta per decreto e noti�cata ai cittadini come un dato di fatto, in nome di presunti interessi nazionali. Come rappresentante della Provincia – afferma Meraviglia - a nome di tutti i cittadini vigilerò af�nché, su tematiche così importanti, il nostro territorio non subisca ulteriori imposizioni dall’alto. D’altro canto la maggior parte dei membri del consiglio provinciale si è già espressa contro la costruzione di una nuova centrale sul nostro territorio. Sarò presente in prima linea accanto ai nostri cittadini testimoniando una contrarietà assoluta all’utilizzo di tale sistema di produzione sul sito di Montalto. Il nostro territorio é esausto e non può più essere sacri�cato ulteriormente”. (A.S.)

mostra quanto la raccolta �rme sia importante per Pierluigi Bersani e la sua segreteria. D’altronde sono stati loro a mettere la faccia sui quotidiani, e sui telegiornali. Le piazze, i mercato, verranno presidiati dai volontari per raccogliere i preziosi autogra�. Ogni �rma è essenziale. Bersani ne vuole dieci milioni: altrimenti Berlusconi resta in sella.


12

civitavecchia

p

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

Quello riversatosi ieri l’altro nelle vie e nelle piazze della città

Un fiume d’affetto per Cristina Suggestiva fiaccolata ad un mese dalla scomparsa della giovane ‘Principessa’ di PIETRO COZZOLINO

U

n �ume caldo d’affetto, quello riversatosi, nel pomeriggio di ieri l’altro, in alcune vie e Piazze della nostra città in ricordo di Cristina Mencarelli, la giovane civitavecchiese prematuramente scomparsa il 2 gennaio scorso. Caldo d’affetto ed incurante del freddo di fuori, ma non certo di quello brutalmente sopraggiunto di dentro esattamente un mese prima. Ciò, a �uire nella suggestiva �accolata intrapresa dopo la Santa Messa of�ciata alle 17.30 presso la Chiesa del Gesù Divino Lavoratore, nei vari slogan trascritti sugli striscioni tuttora assetati di verità e giustizia, di attimi condivisi, ormai perduti o, forse, in parte ritrovati stringendosi forte ed urlando al Cielo quel nome,

a volerle far sentire di esserci; e di esserci per lei, solo per lei. Ed a sorprenderci, da subito, tre palloncini volati via inaspettatamente, magari a voler far capire la loro fretta di raggiungerla là dove ora, sdraiata, ci osserva dall’alto; proprio come recita una delle canzoni nell’occasione nuovamente offerte alla memoria della nostra, piccola “Principessa” troppo presto fattasi angelo. E poi altri palloncini, tantissimi, lasciati liberi una volta che l’ordinato corteo è copiosamente giunto all’interno della Marina, in�ne

discretamente invasa da persone d’ogni età, riunitesi tutte attorno al dolore provato dalla famiglia e desideroso di sciogliersi in lacrime, ma anche in alcuni canti dai fraseggi, a volte, volutamente giocosi. Quanto detto, in una sorta di concerto esclusivo, mai vissuto insieme, mano nella mano a pochi centimetri da un mare capace d’ascoltare, in più accogliendo in seno un sentito lancio di petali di rosa bianchi. Un concerto dal profondo dell’anima, denso di note e di parole; tutte ancora da scrivere.

Gettate le basi per un nuovo Turismo Grave incidente

IUna Lancia Y impatta contro uno scooter

L’assessore Alessandro Maruccio incontra alcuni operatori del settore in Viale Garibaldi

S

i è svolto venerdì scorso, presso la sede dell’Ufficio comunale al Turismo, l’incontro richiesto dall’Assessore competente, Alessandro Maruccio, con circa 20 fra operatori alberghieri, titolari di ostelli e camping della città. Un incontro, quest’ultimo, finalizzato a gettare le basi per un rapporto, il più sinergico ed operativo possibile, fra lo stesso Ente pubblico ed i privati, che tenga conto delle trasformazioni verificatesi in merito ai flussi turistici nel corso degli ultimi anni e rappresenti altresì un rilancio programmatico settore suddetto. Dichiaratamente ampia la partecipazione nonché palpabile l’entusiasmo degli operatori convenuti. “Un nuovo rapporto, quello che vorrei impostare,

L’assessore Alessandro Maruccio basato in primis sulla collaborazione - ha spiegato in una nota il rappresentante dell’Esecutivo - A questo proposito, ho fornito ai presenti l’Avviso pubblico in merito alla riapertura dei termini, da parte della

Regione Lazio, per la presentazione delle domande di finanziamento nell’ambito del Fondo rotativo Pmi-Turismo, che promuove azioni per lo sviluppo delle piccole e medie Imprese turistiche, con particolare riferimento

alle strutture ricettive, quali appunto, oltre alle già citate, residenze turistico-alberghiere, motels, affittacamere e villaggi turistici. Si possono presentare - ha continuato - piani di investimento per lo sviluppo basati su interventi di ampliamento, adeguamento, trasformazione, riqualificazione e ammodernamento. Invito inoltre chi non è potuto intervenire, a reperire la relativa modulistica scaricandola dal sito www.sviluppo.lazio.it. Ciò, tenendo in più presente la scadenza fissata al 31 marzo”. Maruccio ha infine sottolineato come l’Ufficio di cui sopra e lo Sportello del Bic Lazio, presente all’interno del medesimo Assessorato, siano sempre a disposizione degli interessati per ogni eventuale chiarimento ed informazione. (pc)

M

ercoledì sera, attorno alle 19.30, si è registrato in città un’altro, grave incidente stradale; stavolta lungo il centralissimo Viale Giuseppe Garibaldi, a pochi metri dell’incrocio del medesimo con Via Giordano

Dura presa di posizione della presidenza della 4ª Circoscrizione sull’arsenico

“Basta attentati alla salute pubblica!” È una dura presa di posizione quella dell’Organo di Presidenza della 4^ Circoscrizione:”Dopo la quarta deroga concessa per la presenza di arsenico, vanadio e �uoruro oltre il tasso ammissibile dalla normativa europea ed esser arrivati all’emergenza perché altre non ne saranno possibili, riteniamo che i cittadini debbano essere tutelati senza subire altri attentati alla salute. Per questo - continuano i componenti del medesimo - vorremmo anche dare la giusta informazione a quanti dif�cilmente verrebbero a sapere quanto la negligenza ha forse portato ad un qualcosa già di per sé molto grave. Ad ogni richiesta, infatti, la Regione impone la presentazione di un Piano

di rientro e le relative coperture dei costi; lo stesso è condizione necessaria per ottenere la suddetta. Fin dal primo giorno del nostro insediamento - ricordano - abbiamo prodotto una serie di atti, incontri e richieste scritte per conoscere lo stato di fatto del settore idrico e naturalmente, a fronte all’ennesimo divieto per non potabilità, richiesto visione del medesimo, mai però pervenutoci. Ovvio ora chiedersi il perché nulla sia stato attuato, ma soprattutto perché de�nanziare dal Bilancio i 3.500.000 euro destinati e nessuno, dall’Ente di cui sopra, ne abbia chiesto conto”. Ed a riguardo delle contromisure adottate da quello comunale: “Si tenta di correre ai ripari tramite dei punti di

approvvigionamento, utilizzando potabilizzatori che, naturalmente, pagheranno i cittadini i quali si vedranno altresì costretti a provvedere con propri mezzi, sostenendo disagi che nessuno propone di risarcire. Chi non potrà recarsi ai punti di raccolta come sarà servito? - è l’altro quesito - Non tutti hanno la possibilità e l’autonomia suf�ciente, dunque - domandano ancora - quale è l’alternativa che l’Amministrazione centrale propone? Riteniamo che la tale provvisoria soluzione sia un mero palliativo. E’ necessario invece, sin da subito - propongono - creare un ‘by-pass’ tra le attuali fonti che permetta la diluizione dei suddetti agenti inquinanti, con conseguente abbassamento dei livelli di

concentrazione, e che l’Acquedotto si doti, a sua volta, di un potabilizzatore capace di trattare l’intero fabbisogno della popolazione. Appare chiara la grave responsabilità di questo Governo cittadino verso la tutela della salute pubblica - tuonano poi - e reputiamo che non sia solo l’ingestione d’acqua ad arrecare danni alla medesima ma anche l’uso che se ne fa per l’igiene della persona e la preparazione dei pasti”. In�ne: “Il Sindaco, Gianni Moscherini, ci dica come intende risarcire i nostri concittadini per le spese sostenute pregresse e future, oltreché per quale motivo si è rimasti a guardare una situazione che coscientemente si sapeva andare in emergenza”. (PC)

Bruno. Nell’immettersi in carreggiata, dopo esser stata in sosta ai bordi del frequentatissimo tratto in oggetto, una Lancia Y guidata da una donna è andata ad impattare con uno scooter ivi sopraggiungente. Ciò, infine malamente deviandone la traiettoria. Il medesimo, con a bordo due giovani, è infatti rovinato a terra in modo abbastanza violento. All’arrivo sul posto, i valenti operatori del 118, prima di caricarlo sul mezzo di soccorso, hanno applicato al ragazzo, mantenendolo opportunamente sdraiato, un provvidenziale “collarino” onde evitargli ulteriori problemi fisici. Stesso dicasi per la ragazza con lui, seppure quest’ultima si fosse, nel mentre, comunque rialzata in piedi. Il tutto, con Vigili Urbani e Polizia di Stato intanto in azione affinchè le operazioni suddette si potessero portare correttamente a termine ed il traffico dattorno continuasse, al contempo, a defluire in tutta sicurezza. (P.C.)


SPORT

TENNIS - Tornei Itf

RUGBY - Serie A

� �

Floris avanti Zahlavova out

Strano ‘derby’ a Brescia

di Glauco ANTONIACCI

di Glauco ANTONIACCI

servizio a pagina 20

servizio a pagina 19

Edizione del 4 Febbraio 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

EVENTO

Il mondo dello sport incontra gli studenti L’amministrazione provinciale ha messo campioni del calcio e del basket a colloquio con gli allievi del liceo Ruffini

D

ue giorni di incontri dedicati allo sport, non solo come evento sportivo ma soprattutto come esempio positivo e come momento di crescita, di socialità, di confronto. Palazzo Gentili ha ospitato incontri dedicati allo sport in cui professionisti del calcio e del basket sono stati messi a confronto con i ragazzi del liceo scienti�co Ruf�ni di Viterbo. Da chi aveva il pallone tra i piedi ancora prima di imparare a camminare a chi invece a 5 anni era già in piena con�denza col canestro, tutti gli sportivi che hanno aderito all’iniziativa hanno messo la propria storia, umana e professionale, a disposizione della curiosità dei liceali viterbesi. I primi ad essere chiamati in causa sono stati gli ex giocatori Alessandro Conticchio, Patrizio Fimiani, Ennio Cuccuini e Pietro Barbaranelli, che hanno raccontato ad una folta platea di studenti la loro esperienza, di sport e di vita, nel mondo del pallone. Appassionati gli interventi

dei liceali del Ruf�ni che, accompagnati dai propri insegnanti, hanno prima ascoltato con interesse le parole degli atleti e poi hanno fatto domande e prestato molta attenzione alle risposte dei calciatori viterbesi. Mercoledì, invece, è stata la volta del basket: nella sala conferenze della Provincia di

Viterbo, a parlare di questo sport c’erano Orlando Orchi, Emanuele Aronne, Stefano Vidili, Tullio Sacripanti, Valerio Giganti e Silvia Daprà. Emozionanti anche in questo caso i racconti delle loro carriere, dei momenti da ricordare e di quelli dif�cili, dell’impegno, della tenacia, della volontà di gettare il cuore oltre

l’ostacolo pur di raggiungere il traguardo stabilito. Ampio spazio, ancora una vlta, agli interventi degli studenti. “Credo si tratti di un’iniziativa molto interessante – afferma il presidente della Provincia Marcello Meroi che ha presenziato alla manifestazione -, perché l’esperienza di persone di sport che hanno calcato i campi d’erba e i parquet più importanti non può che essere da esempio positivo per i nostri giovani. Lo sport, oggi più di ieri, ha un’enorme valenza sociale, perchè insegna ai ragazzi a osservare le regole e a condividere in gruppo dei valori comuni”. “La Provincia di Viterbo guarda con favore a manifestazioni di questo genere – conclude Meroi -, che vanno sostenute e promosse insieme agli istituti scolastici e alle associazioni sportive del territorio, af�nchè gli esempi di Conticchio, Sacripanti, Fimiani, Daprà e di tutti gli altri che hanno aderito all’iniziativa, possano servire a diffondere il valore dello sport tra i ragazzi della nostra provincia”.

M.BIKE - Confermato il calendario con sei tappe

Il Circuito Marathon Lazio punta a nuovi record P roseguono i preparativi in vista della quinta edizione del circuito Marathon Lazio, circuito di mountain bike che prevede che quest’anno sei tappe in diverese province del Lazio. Nato nel 2007, il circuito ha preso subito il via con sei prove: la Monti Aurunci a Fondi (Latina), la Colli Albani ai Pratoni del Vivaro (Roma), la Quota 1000 a Fiuggi (Frosinone), la Montefogliano a Cura di Vetralla (Viterbo), i Monti della Laga ad Accumoli (Rieti) e la Spina Santa a Tivoli (Roma), e molte di queste prove sono ancora inserite nel calendario. Nel 2008, anno in cui il circuito ha avuto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana, c’è stata una new entry: le Valli

BASKET D - I neroarancio sfidano il Valcanneto di Taraddei, D’Emilio e D’Alonzo CICLISMO - Il c.t. ha accusato il modenese di egoismo

Sovil nella tana degli ex viterbesi di GLAUCO ANTONIACCI

S

ulla carta non sembra proprio l’occasione ideale per prendersi due punti, ma nel pazzo campionato di serie D i pronostici lasciano sempre il tempo che trovano e così anche la Sovil può sperare. Può sperare di lasciarsi alle spalle la scon�tta di domenica scorsa contro il Boville, in cui ha dilapidato un margine di 16 punti, può sperare di tornare ad aggiungere punti alla sua classi�ca che la vede impegnata a cercare la migliore posizione possibile nei playout, o magari può sperare di dare ancora voce a coach Montorsi (nella foto) che quei playoff, quasi una benedizione grazie al ritiro del Ladispoli che ha evitato la retrocessione diretta, li vorrebbe addirittura scongiurare raggiungendo la salvezza diretta. Speranze che verranno messe alla prova, e sarà una dura prova, dal Valcanneto, squadra di Cerveteri che si trova attualmente in sesta posizione insieme al Basket Pontino ed am-

bisce ad un buon piazzamento nella corsa playoff. Le ultime due vittorie contro Colle�orito e Pass Roma hanno rilanciato i biancorossi che avranno evidenziato questa s�da come un’occasione ideale di raggranellare altri due punti. I padroni di casa hanno il secondo migliore attacco del girone, s�orando i 70 punti di media, con bocche da fuoco temibili e ben note agli appassionati viterbesi: ci sono infatti Marco Taraddei e Matteo D’Emilio, ex sia di Tarquinia

che della Primo Michelini Viterbo, e c’è D’Alonzo, unico dei tre ex viterbesi ad aver iniziato il campionato già con il Valcanneto. Gli ingaggi di Taraddei e D’Emilio hanno dimostrato la volontà della società di ritagliarsi un ruolo importante in questa stagione, anche se manca forse un reparto lunghi all’altezza della situazione. All’andata Valcanneto si impose a Viterbo per 66-55, al termine di un match sempre tenuto in mano dagli ospiti prima di un recupero tardivo quanto infruttuoso dei padroni di casa. In questa occasione la squadra neroarancio dovrà sicuramente fare a meno di Isidori, costretto al forfait per impegni di lavoro, ma questa è tra le poche certezze in casa Sovil. I convocati verranno infatti decisi soltanto all’ultimo momento da coach Montorsi che si aspetta dalla sua squadra una prestazione di grinta e carattere. La palla a due è prevista alle 21,15 con la direzione di gara af�data ai signori Roberto Recchi e Dario Spena, entrambi di Roma.

Scoppia la polemica Bettini-Riccò sul divorzio dal Team Flaminia

N

on è più un corridore del Team Ceramica Flaminia, eppure proprio il suo ritorno alle corse nelle �la della formazione di Civita Castellana è diventato spunto di una polemica serrata. Riccardo Riccò corre ormai con la Vacansoleil e il Team Ceramica Flaminia Bossini Docce, così com’era lo scorso anno, non esiste più, sostituito dalla De Rosa-Flaminia. Qualche giorno fa, però, il c.t. della nazionale di ciclismo, Paolo Bettini, ha espresso su un quotidiano nazionale giudizi piuttosto duri relativamente al Riccò corridore e uomo: “Niente da eccepire sull’atleta, è il Riccò uomo che mi lascia perplesso: bisognerebbe che crescesse, perché è impulsivo e pensa solo a se stesso. Anche la decisione di lasciare a metà stagione la squadra (Team Flaminia, ndr) che aveva creduto in lui dopo la squali�ca è discutibile”. La replica è stata af�data a Giuseppe Acquadro, procuratore del corridore modenese: «La decisione di lasciare il team FlaminiaBossini Docce è stata intrapresa consensualmente con i vertici della squadra». «Già in quel periodo, sorgevano seri dubbi sul

prosieguo dell’attività agonistica da parte della formazione diretta da Roberto Marrone e prima di valutare e di intraprendere delle trattative, è stato deciso in pieno accordo tra le parti, di rescindere il contratto in atto. Considerando in tale decisione anche indennizzi da corrispondere da parte dell’atleta da me rappresentato». «Tengo a ricordare che sussisteva l’interessamento a Riccò da parte di un paio di formazioni “Pro Tour” oltre ovviamente, al team Vacansoleil. Rinunciare in tale periodo a imbastire la trattativa, a fronte di un futuro carico di grande incertezza con il team Flaminia-Bossini Docce, poteva creare delle situazioni delle quali pentirsi in epoche successive». «Sostenere che Riccardo Riccò pensi solo a sè stesso - ha concluso Acquadro - in virtù di atteggiamenti assunti con la sua ex squadra, è alla �ne da ritenere del tutto non veriterio e assolutamente fuori luogo. Riccardo Riccò ha sempre onorato la maglia della FlaminiaBossini Docce, con la quale ha ottenuto ben sei successi, tra i quali il Giro d’Austria portato a termine in condizioni �siche ai limiti della sopportabilità». (GA)

del Farfa, a Castelnuovo di Farfa (Rieti), hanno preso il posto della Spina Santa e l’anno successivo, il Lago di Bracciano a Trevignano Romano (Roma) ha sostituito quella dei Monti della Laga. Nel 2010 il Marathon Lazio ha riconfermato le sei prove facendo registrare 4200 iscritti: anche nel 2011 si ripartirà con le stesse tappe della stagione passata e la voglia di superare ancora i già ottimi numeri della passata stagione. A due mesi dalla Marathon dei Monti Aurunci che aprirà uf�cialmente il circuito (si corre il 3 aprile), la campagna abbonamenti per partecipare a tutte le gare continua con i prezzi saliti a 100, 70 e 80 euro �no al 28 febbraio. Al 31 gennaio gli abbonamenti avevano toccato quota 260 e le squadre che per il momento hanno dato adesione sono Il Biciclo Team New Limits, Center Bike, Vittorio Bike Montefogliano, Ciclotech, Gruppo Mtb Pedalando, Bici Club Saturnia, Ape Bike, Ciociaria Bike, Rampilatina Team, Scott Nw Sport, La Crognale Mtb, Bike Plus 99 Racing, Pro Bike Riding Team, Eagles Bike Sermoneta, Mtb Club Viterbo, Vigili del Fuoco Latina, Vigili del Fuoco Roma, Bike Shop Pedalando, Drago On Bike, Mtb Club Bagnaia, Cicli Sorgente, Biker in Libertà, Free Bikers Team, Atletico Uisp Monterotondo, Cicli Roma Club, Piesse Cycling Team, Cicli Fatato, Cicli De Simone, GS Bar Bova, Team Fullmonty, SC Aprilia, Cicli Montanini Alice Ceramica Frw, Team Bike Lab, Bikefriends Pontinia e Sezze Bike. Ecco le altre tappe dopo la Marathon dei Monti Aurunci: - 17 aprile: XI Marathon del Lago di Bracciano – Trevignano Romano (Roma) organizzazione ASD Cicli Montanini - 8 maggio: XIV Marathon dei Colli Albani ‘La Via Sacra’ - 29 maggio: VIII Marathon di Montefogliano – Cura di Vetralla, organizzazione ASD Vittorio Bike Montefogliano - 26 giugno: IV Marathon della Valle del Farfa - 4 settembre: V Marathon di Fiuggi ‘Quota Mille’. Moduli di abbonamento, info e planimetrie sono disponibili sul sito www.mtbmarathonlazio.it


� �

sport

SPORT

p

14

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

IL PERSONAGGIO

“Se insegui un sogno non mollare mai” A tu per tu con Federico Viviani, gioiellino ‘92 della Primavera della Roma di EMANUELE FARAGLIA

L

’ascesa di Federico Viviani nella Roma continua e continua alla grande. Giusto l’altro ieri è arrivato l’ennesimo successo di una carriera costellata di vittorie indimenticabili e prestazioni sopra le righe che hanno permesso al gioiellino classe ‘92 di Grotte di Castro di farsi strada in un mondo dove eccellere è dif�cile. Lo 0 a 0 contro l’Inter è valso infatti l’accesso alla �nale di Coppa Italia Primavera e senza alcun dubbio il centrocampista giallorosso ha giocato un ruolo importante anche in questo successo. Suo è il gol dell’ 1-0 che all’andata aprì la strada di quel successo che poi ha segnato irrimediabilmente l’accesso alla �nale per i nerazzurri, incapaci di ribaltare l’esito nella gara di ritorno. “La punizione è uno dei miei pezzi forti, anche se so che devo migliorare moltissimo ancora – fa lui felice – è stata una gara dif�cile dopo essere riusciti a vincere all’andata nonostante un campo pesante. Ora pensiamo ai prossimi impegni e a fare bene nei prossimi mesi, avremo la Reggina, il derby, la

Stefano Okaka, grande amico di Federico Viviani

Viareggio Cup e la �nale, insomma la strada è ancora lunga”. Già, ma uno che da sei anni calca i campi del calcio nazionale e che non ha mai mollato un secondo è abituato a farne di strada e non si stanca certo di camminare, anzi di continuare a correre: “Fin da bambino ho potuto coltivare questo sogno e la famiglia mi è stata sempre vicina. A 13 anni prendevo il pulman per andare a scuola con la borsa del pallone e quella della scuola, frequentavo gli studi, poi allenamento a Roma e ritorno a casa la sera tardi, è stata dura ma non ho mai smesso di lottare per il mio sogno. La mia famiglia e le persone che mi vogliono bene mi hanno sempre fatto sentire il loro sostegno, il loro appoggio anche nei momenti dif�cili”. Ad esempio quando? “Beh già il primo anno non fu facile, nella prima parte di campionato non giocai per sei mesi, poi però mister Stramaccioni mi diede la possibilità di giocare, mi cambiò ruolo da seconda punta a mediano davanti alla difesa e da lì continuai a salire, Allievi Nazionali ed ora sono qui”. Qual’è l’allenatore che ti senti di ringraziare maggiormente? “Tutti a loro modo mi hanno lasciato qualcosa di importante, devo ringraziare sia Stramaccioni che De Rossi per quello che mi hanno insegnato. Oggi la duttilità di un giocatore professionista è fondamentale, devi farti trovare pronto in ogni ruolo, dare al tuo allenatore la garanzia che può metterti anche in una posizione che non sia la tua senza che tu combini disastri”. In cosa deve migliorare ancora Federico Viviani? “Sicuramente nel colpo di testa e poi anche tatticamente. È impor-

SERIE D - Flaminia coi dubbi Travaglione e Farrugia

Bricchetti squalificato per due mesi La Viterbese fa ricorso

S

Federico con il piccolo Broccatelli in una premiazione all’ultima edizione del Memorial Socciarelli tante saper fare sia la fase offensiva che quella difensiva. Inoltre è decisiva la velocità di pensiero. Insomma devo lavorare e crescere ancora tanto per continuare a realizzare i miei sogni”. Con chi hai legato maggiormente tra i giocatori della Roma? “Sono tutti bravi ragazzi, persone che nonostante giochino in serie A ti salutano sempre e se possono ti danno un consiglio. Daniele De Rossi è un grande ma senza dubbio il giocatore con cui ho un legame speciale è Stefano Chuka Okaka, abbiamo fatto insieme tutto il cammino nelle giovanili della Roma. Stavamo insieme nel dormitorio ai tempi dei Giovanissimi poi siamo rimasti in contatto anche quando è andato a Modena. Ci sentiamo ancora oggi e spero un giorno di poterlo incontrare di nuovo, magari di giocarci ancora insieme. Anche lui è cresciuto tanto e sta facendo bene

col Bari, gli mando un saluto”. Cosa ti senti di consigliare ai tanti bambini che sognano di diventare i futuri Totti, Del Piero e compagnia? “Beh di crederci sempre, di non mollare mai, di impegnarsi sempre a fondo e non fermarsi di fronte alle dif�coltà anche a quelle che lì per lì sembrano insormontabili”. Quanto tempo ci vorrà prima di vederti in prima squadra? “Ah, questo non lo so, sicuramente è il mio sogno, ma per realizzarlo ci vuole ancora moltissimo. Devo impegnarmi a fondo in questi ultimi mesi, ci sono tanti obiettivi ancora da raggiungere, il campionato, la Viareggio Cup e a questo punto anche la Coppa Italia Primavera (andata il 16, ritorno il 30 marzo contro la Fiorentina). Vedremo, io ci spero e continuerò a lavorare sodo per proseguire in questa magni�ca esperienza”.

ECCELLENZA - Dopo l’ennesimo pareggio la Foglianese ha bisogno di una svolta e Grimaldi ci crede

“A Rieti per vincere”, ma senza Mandro C

on una situazione di classifica che parla da sola non si possono più fare calcoli. E anche se l’avversario è di quelli tosti Mattia Grimaldi è convinto di poter agguantare i tre punti: “Con tutti questi pareggi di certo non si va in Paradiso. Dobbiamo cercare di vincere a tutti i costi a Rieti”. Non sarà una passeggiata però perché i sabini sono reduci dalle cinque sberle di Tarquinia e sicuramente anche per loro il match interno al Centro d’Italia sarà fondamentale per cercare di rientrare nella lotta per il salto di categoria. Per i vetrallesi è necessario trovare smalto soprattutto nella fase realizzativa dove proprio Grimaldi, Quintiliani e Fioravanti fino ad ora sono mancati. Ed il fatto di aver puntato sulle

tre punte non ha permesso a mister Pascucci di raccogliere quanto seminato. Il tecnico della Foglianese punta forte sul tridente, così come preferisce puntare su Giovannetti piuttosto che sul comunque ottimo Tessicini. Scelte che il mister ha tutto il diritto di fare, ma che evidentemente creano malumori in un ambiente che sta uscendo solo ora da qualche difficoltà gestionale ed economica. E, tanto per rendere la rincorsa alla salvezza ancora più complicata va segnalata l’assenza per domenica dell’ormai “desaparecido” Laert Mandro che per motivi di lavoro ha dovuto lasciare il club rossoblù. Impegni sulla carta sicuramente più abbordabili attendono invece il Corneto di mister Gufi che, galvanizzato dal 5-1

quali�cato �no al 6 aprile per uno strattonamento al direttore di gara che non si sa nemmeno bene se ci sia stato o no. Questo l’incredibile esito del cartellino rosso sventolato in faccia a Bricchetti, il giocatore della Viterbese che ha giocato - e segnato - sabato scorso con la Juniores di mister Viviani. L’arbitro Fourneau di Roma 1 ci è andato giù duro e così il giudice sportivo non ha potuto fare altro che comminare una squali�ca a tempo decisamente pesante. La Viterbese, che ieri ha ritrovato Grandclement e Corral mentre Cadeddu non è al meglio, farà sicuramente ricorso per cercare di ridurre una sanzione che appare fuori luogo. Sul fatto che un qualsiasi giocatore espulso in prima squadra

Massimiliano Farrugia

Foto by G.Luziatelli

Laert Mandro, per la Foglianese una grave perdita di domenica scorsa, andrà a Maccarese per proseguire nel cammino verso la conquista della permanenza della categoria ed

il Monterosi rinvigorito dal ritorno di Lauretti che ospiterà il Fregene dopo la bella prestazione contro la Fontenuovese. (e f)

Mattia Grimaldi

Bricchetti saluta “affettuosamente” Fourneau di Roma 1 possa tranquillamente ‘migrare’ nella Juniores ci siamo già espressi (la regola infatti andrebbe cambiata), ma in questo caso sembra che qualcosa non quadri sul serio. Spostandoci nel girone E la Flaminia di mister Rossi che domenica affronterà il delicato match con la Voluntas Spoleto ha disputato ieri un’amichevole in famiglia. “E’ andata bene - ha dichiarato il tecnico - per la gara di domenica non dovremmo avere problemi di formazione. C’è solo Travaglione che ha la febbre, mentre per quanto riguarda Farrugia dovremo valutare bene il da farsi. Abbiamo aspettato tanto, sarebbe assurdo rischiarlo. Per noi, senza nulla togliere a Menichini e gli altri, può essere un’arma decisiva”.


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

CALCIO

p

15

CALCIO

Tutti i recuperi minuto per minuto

Un Buon compleanno al grande Stefano Bina Mercoledì 9 febbraio dopo 51 giorni (???) Canepina-Ischia Il panorama completo tra Dilettanti e giovanili provinciali e regionali

L

a panoramica completa di tutti i recuperi del nostro calcio. Avanti adagio....

ne A tra Portuale e F. Nepi. Il Nepi in quell’occasione non si presentò a Civitavecchia per le condizioni atmosferiche.

PRIMA CATEGORIA Come già da tempo annunciato il match tra Canepina e Ischia di Castro verrà recuperato mercoledì 9 febbraio con inizio alle ore 15. Da fissare - Restano ancora in stand by i recuperi tra Canepina-Nuova Sorianese, ValentanoIschia di Castro e Virtus PilastroCanepina.

ALLIEVI REG. ECCELLENZA Mercoledì 9 febbraio alle 15 si giocherà al Ceccacci di Bassano in Teverina il match tra Viterbese e Civitavecchia 1920.

SECONDA CATEGORIA Qui è stato fissato uno dei recuperio mancanti del girone A. Si tratta di Nuova Pescia Romana-Virtus Calcio Bolsena della seconda di ritorno fissata per mercoledì 9 febbraio alle 15 al Maremmino di Pescia. Da fissare - Il match tra Nuova Bagnaia e N. Pescia Romana che per logica essendo della prima di ritorno si sarebbe dovuto giocare prima del confronto di Pescia. Ma il Comitato Regionale continua a stupirci.

formità nel considerare il tutto. Girone A - Mercoledì 9 febbraio alle 15 avremo Castel S.Elia contro Accordia Oriolo e stesso orario per Real Caprarola-Csl Soccer. Girone B - Sempre mercoledì 9 febbraio alle 15 si giocano i recuperi di questo gruppo tra Real Gradolese-Onano Sport Calcio e Real Montefiascone 2004-Proceno.

TERZA CATEGORIA Ecco fissati i quattro recuperi mancanti tra girone A girone B e da parte della Delegazione della Ficg di Viterbo c’è molta più uni-

JUNIORES REGIONALI FASCIA B Mercoledì prossimo 9 febbraio alle 15 al San Paolo si gioca il recupero del campionato juniores

Il recupero Canepina-Ischia si giochera il 9 febbraio. Forse! fascia B tra Comunale Foglianese e Santa Marinella. JUNIORES PROVINCIALI Mercoledì 9 febbraio alle 15 si gioca il recupero del girone B del campionato juniores provinciale tra Lubriano e Atletico Tarquinia. Da fissare - Restano da stabilire per il girone A il recupero tra Monte Romano e Corchiano Gallese, saltato anche mercoledì scorso per l’assenza dell’arbitro. E si resta in attesa della decisione del giudice per quanto concerne il possibile recupero sempre del giro-

ALLIEVI PROVINCIALI Fissati i due recuperi mancanti nel girone B. Giovedì 10 febbraio alle 15 avremo MontefiasconeVulsinia Bolsena e stesso giorno e stesso orario per il confronto tra Lubriano ed Etrusca in programma al Pompei di Bagnoregio. GIOVANISSIMI REGIONALI La sfida tra Foglianese ed Etrusca verrà recuperata mercoledì 9 febbraio alle 15 al campo de La Botte. GIOVANISSIMI PROV. Per il girone A martedì 8 febbraio alle 15,30 a Caprarola è stato fissato il recupero tra Virtus Cimini e Maglianese. Per il girone B mercoledì 9 febbraio avremo alle 15,30 Ischia di Castro-Calcio Tuscia e Pol. Real Azzurra-Grotte di Castro-Virtus Pilastro.

Festeggia oggi 50 anni l’ex bandiera della Viterbese

M

ezzo secolo di vita per Stefano Bina. L’anagrafe non tradisce, 4 febbraio 1961 e quel giorno nasceva colui che tra gli anni 70 ed 80, per la precisione tra il 1977 e il 1985 è stato una delle bandiere della Viterbese. Già la Viterbese che fu, quella con nove undicesimi composta da ragazzi della nostra città e della nostra provincia e ci piace ricordare tra gli altri i vari Boi. Mecocci, Mecorio, Vincenzo Rossi, Romagnoli, l’attuale mister gialloblu Lillo Puccica, Maurizio Riggi ed altri ancora. Quelli che giocavano in una serie D d’allora che aveva un valore ben diverso da quella attuale. Ricordando quella che è stata l’ottima carriera del difensore Stefano Bina anche le presente fuori provincia con le casacche dello Spoleto sino ad arrivare alla serie C d’allora con la Cerretese. AUGURONI A Stefano Bina, dipendente presso l’ospedale di Belcolle, in questo giorno così importante possano giungere gli auguri più grandi e con tutto il cuore dalla moglie Simona, dalla mamma Anna, dalla sorella Luciana ed ancora dai suoceri, cognati, dalla nipote Michela e dall’aodrato

Stefano Bina nipotino Edoardo. Con immenso piacere si associa anche l’intera redazione dell’Opinione di Viterbo e Lazio Nord e del sito www.nuovoviterbooggi.it PENSIERINO Stefano Bina che attualmente è anche tecnico di calcio, settore giovanile si rammarica della situazione attuale relativa alla prima squadra Viterbese ed ha una sua spiegazione: “Nel calcio di oggi c’è poco spazio per la meritocrazia, contano solo i procuratori che ai nostri tempi non c’erano. Peccato perchè Viterbo potrebbe ambire ad altri scenari”. (agv)

CALCIO TOSCANO - Orgoglio Pitigliano nonostante tutto. Manciano terribile ko ed è crisi profonda

Per la Fonte Bel Verde due pareggi di spessore in quattro giorni I

l punto sul calcio toscano dove domenica si sono giocati i confronti della quarta di ritorno. Anche qui qualche problemino con ilmaltempo ma il Comitato Toscano ha un passo ben diverso dal Comitato Laziale della Figc e tra ieri e mercoledì già si sono giocati diversi dei match che erano saltati lo scorso 23 gennaio.

PROMOZIONE (girone B) Continua a fare bene la Fonte Bel Verde di mister Fortuni che è reduce negli ultimi quattro giorni da due pareggi di spessore. Domenica scorsa i biancoverdi hanno impattato per 2-2 nella trasferta a Firenze contro il Signa 1914 in un match giocato ad altissimi livelli e nei quali soltanto una direzione arbitrale pessima ha �nito per evitare il successo di Fanelli e

PROMOZIONE B

PROMOZIONE C

VICCHIO

44

VALDARBIA

38

O.C. PESCAIOLA

34

PECCIOLESE

37

PIAN DI SCO #

33

STAGGIA

37

U. POLIZIANA

32

GRACCIANO

36

FONTEBELVERDE

29

MONTESCUDAIO

31

FIRENZE OVEST

28

S. BIENTINA

30

A. LATERINA

28

MONTALCINO

29

SIGNA 1914

27

V. C. POGGIBONSI

28

S. F. RONDINELLA #

25

ARMANDO PICCHI

28

BUCINESE

25

MONTELUPO

27

FLORIA GAFIR

24

A. VOLTERRA

23

SAN GIUSTINESE

24

CASCINA

19

TERRANUOVESE

17

DONORATICO

19

I.C. INCISA

14

MONTAIONE

17

GRASSINA

14

P. GUASTICCE

13

BETTOLLE

13

A. PITIGLIANO

3

# UNA GARA IN MENO

compagni. Nella s�da di domenica sono andati in rete i “viterbesi” Daniele Viviani ancora in grande spolvero e il valentanese Petronella. Ieri pomeriggio si è invece giocato a San Casciano dei Bagni il recupero della gara che non si giocò a San Casciano lo scorso 23 gennaio. In programma il big match contro la forte compagine dell’O.C. Pescaiola, seconda della classe. Partita dagli alti contenuti tecnici ed è �nita 0-0 con la bellissima serie positiva della Fonte Bel Verde che si allunga. Soddisfatto delle prestazioni dei suoi ragazzi il tecnico Fortuni. Domenica prossima altra gara casalinga contro la Bucinese. Confronto delicato anche per la classi�ca cortissima sulla linea play off e play out. PROMOZIONE (girone C) Domenica scorsa prova di carattere per il Pitigliano che ha pareggiato 1-1 in casa contro il Montaione con un gol di La Rosa. La squadra sta lottando nonostante la disperata posizione in classi�ca e la parola d’ordine è lottare sin quando la matematica concederà chances. Domenica prossima dura trasferta sul terreno della Pecciolese, in corsa per la vittoria del campionato. PRIMA CATEGORIA La crisi del Manciano con-

vece il pareggio dell’Orbetello di Biondelli sul campo della capolista Fonteblanda dove è �nita 1-1. Domenica prossima il Manciano giocherà in casa con il Casotto Marina mentre l’Orbetello ospiterà La Sorba.

Daniele Viviani (F.Belverde) tinua. I biancorossi tornano a casa a mani dalla trasferta contro La Sorba dove perdono con un pesantissimo 4-0. Primo tempo equilibrato ma il Manciano non riesce a concretizzare e al 44° i locali passono in vantaggio con Ricigliano che insacca dopo il palo di Tornesi. Bernabei protesta un sospetto fuorigioco e l’arbitro lo manda fuori. In 10 la partita e’ tutta in salita per la squadra di Bulleri e al 52° il raddoppio arriva con Mensini in contropiede. I biancorossi provano a riagire ma non impensieriscono Burresi e al 76° Ricigliano chiude il discorso, arrivando in area e saltando Corradini. Al 83° Mensini cala il poker e se non bastasse, anche Margiacchi colleziona un cartolino rosso. Situazione che incomincia a farsi preoccupante. Ottimo in-

SECONDA CATEGORIA Si è giocato poco nel girone G della Seconda Categoria per la neve nel comprensorio del Monte Amiata. Rinviati i con-

fronti tra Castel del Piano-Sorano, Castellazzara-Maglianese e N. Radicofani-Santa Fiora. Ieri pomeriggio si sono giocati due recuperi del precedente turno con i pareggi per 1-1 tra S. Fiora e Paganico e quello sorprendente per 0-0 tra Arcidosso e N. Radicofani. Domenica prossima avremo Sorano-Maglianese; Marsiliana-Castellazzara e S. Fiora-Ribolla. agv

1ª CATEGORIA (F)

2ª CATEGORIA (G)

FONTEBLANDA

40

ARGENTARIO #

45

FOLLONICA

37

N. RADICOFANI

39

CASTIGLIONESE

35

PAGANICO

35

ALBERESE

32

SAURO RISPESCIA

32

PIENZA

30

SORANO #

30

LA SORBA

28

MAGLIANESE #

30

SAN DONATO

25

S. ANDREA

30

ORBETELLO

25

CASTEL DEL PIANO #

29

BRACCAGNI

25

RIBOLLA #

26

PONTE D’ARBIA

25

AEGILIUM #

25

MANCIANO

22

ARCILLE

23

CASOTTO MARINA

22

CASTELLAZZARA #

18

AMIATA #

21

SANTA FIORA

17

BATIROSE

21

MARSILIANA

16

SAN QUIRICO D’ORCIA #

14

ARCIDOSSO

7

P. SOVICILLE

12

MASSETANA

4

# UNA GARA IN MENO

# UNA GARA IN MENO


� �

sport

SPORT

p

16

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

CALCIO SQUALIFICHE REGIONALI

Paolo Catanesi (Virtus Marta) due anni di stop In Eccellenza un turno a Casali e Bramucci del Corneto e Fanka della Foglianese In Promozione ben sei turni (5+1) a Koljan Dimitri della Virtus Cimini. Maxi ammenda al Vescovio

L

e decisioni del giudice sportivo per i campionati di calcio dielttantistici e giovanili regionali. Ecco tutti i provvedimenti. ECCELLENZA Così per i tesserati delle formazioni del girone A dove militano le compagini della Tuscia. Gare sospese o non disputateUf�cializzato che il match tra Pescatori Ostia e Fiumicino non si è giocato per il campo impraticabile. Ammenda - Multa di 100 euro al Rieti: “Perché propri tesserati danneggiavano l’impianto idrico dello spogliatoio loro riservato. Si fa obbligo di risarcire i danni se richiesti e documentati”. Massaggiatori - Sino all’11 febbraio del 2011 è stato squali�cato Roberto Ciccotti del Rieti: “Per proteste nei confronti della terna arbitrale” Giocatori Espulsi - Due giornate a Luca Casali del Corneto e Cristian Ippoliti del Rieti. Una giornata a Alessandro Bucri e Alessio Cimini dell’Albalonga; Stefano Martinelli del Cecchina; Patrick Giannetti della Fontenuovese; Alessandro Bianchini del Fregene; Alessio De Angelis e Tommaso Roselli della Nuova Tor Tre Teste; Andrea Secondo del Rieti. Non Espulsi -Per somma di ammonizioni per essere arrivati allottava ammonizione sono stati squali�cati per un turno: Dario Cornacchione dell’Albalonga; Giuseppe Bramucci del Corneto Tarquinia e Gerard Steve Fanka della Foglianese. Un turno per la quarta ammonizione a Filiberto Trinca dell’Albalonga; Marco Giacomini del Civitavecchia; Francesco Bianco e Fabrizio Borghi del Maccarese; Davide Barrago dell’Ostia Mare e Fabiano Ferri De Oliveira del Palestrina. In Dif�da - Sarà squali�cato al prossimo giallo per essere arrivati alla settima infrazione Emanuele Bufalini del Monterosi. Sono invece arrivati a tre cartellini gialli: Rodolfo Hernan Molinari dell’Albalonga; Andrea Caporaso del Cecchina; Alessandro Mori e Alessandro Del Prete della Fontenuovese; Francesco Rolfo del Fregene; Simone Sciamanna della Nuova Tor Tre Teste; Maurizio Consorti dell’Ostia Mare; Gabriele Marini e Fabiano De Oliveira del Palestrina.

PROMOZIONE Queste le decisioni sui confronti della 21esima giornata nel campionato di Promozione, girone A. Ammende - Multa di ben 600 euro all’Atletico Vescovio: “Perché propri sostenitori, nel corso del II tempo, rivolgevano ad un Assistente Arbitrale espressioni offensive. L’uf�ciale di gara veniva, attinto da numerosi sputi in più parti del corpo e fatto oggetto del lancio di un sasso della grandezza di una

Assistenti Arbitrali - Squali�ca sino al 18 febbraio del 2011 a Moreno Calabrese del Calcio Sutri: “Allontanato per proteste nei confronti dell’arbitro, si posizionava sulle tribune reiterando tale comportamento”.

noce che lo colpiva ad una gamba provocandogli forte ed intenso dolore, nonché veniva attinto da una bottiglia di acqua piena ad una spalla. Per indebita presenza, a �ne gara, di due estranei che insolentivano l’arbitro ed offendevano i calciatori ospiti”. Dirigenti - Sino all’11 febbraio del 2011 squali�ca per Fernando Ciaccari della Virtus Cimini: “Perché, a �ne gara, rivolgeva all’arbitro espressioni offensive. Ammonizione con dif�da per Daniele Santilli dell’Atletico Vescovio. Allenatori - Un turno di squali�ca per Mario Bentivoglio del Santa Marinella: “Per proteste nei confronti dell’arbitro”. Giocatori Espulsi - Ha rimediato ben cinque turni di squali�ca Dimitri Koljan della Virtus Cimini: “Espulso per atto di violenza nei confronti di un avversario a gioco fermo, alla noti�ca del provvedimento disciplinare, con atteggiamento minaccioso avvicinava l’arbitro facendolo indietreggiare offendendolo e minacciandolo. Nella circostanza, si toglieva un polsino e in segno di stizza lo lanciava contro il direttore di gara senza, tuttavia, colpirlo. Nell’abbandonare il terreno di gioco offendeva un Assistente arbitrale. Una giornata per Emanuele Panzini dell’Anguillara; Angelo Cempini dell’Atletico Vescovio; Flavio De Maio del Focene. Non Espulsi - Tre turni ad Alessandro Iemme dell’Atletico Vescovio: “ Perché, a �ne gara, al rientro negli spogliatoi, sputava contro gli avversari attingendoli dietro la nuca”. Per somma di ammonizioni, ottavo giallo, una giornata di squali�ca per Matteo D’Amico della Vigor Acquapendente. Un turno per la quarta ammonizione a Samuele Civica dell’Atletico Vescovio; Roberto Corasaniti della Caninese; Simone Onofri del Pianoscarano; ancora Koljian Dimitri della Virtus Cimini; Fabrizio Morelli del Città di Cerveteri; Christian Russo del Corchiano Gallese. In Dif�da - Saranno squali�cati al prossimo giallo: Francesco Sacco del Ladispoli; Andrea Cellini de La Storta; Valerio Cipollone del Tanas Casalotti e Makuala Londa del Trevignano, tutti arrivati alla settima ammonizione. Sono invece al terzo cartellino giallo: Alessandro Iemme dell’Atletico Vescovio; Marco Maccio del Corchiano Gallese; Vincenzo Capua e Davide Cillo de La Storta; Matteo Colibazzi e Daniele Abis del Ladispoli; Maxim Porena del Focene; Daniele Rizzo della Virtus Cimini. PRIMA CATEGORIA Questi i provvedimenti dopo la 17esima giornata. Gare sospese o non disputate - Uf�cializzato che il confronto tra Virtus Pilastro e Canepina di domenica scorsa è stato interrotto alla �ne del primo tempo per il campo impraticabile.

Giuseppe Bramucci (Corneto Tarquinia)

Tutte le sanzioni e i provvedimenti in Prima e Seconda Categoria Nelle giovanili in diversi fermati nel Pianoscarano Elite e nei giovanissimi regionali del Montefiascone Nessun verdetto - Tutto ancora tace sul ricorso del match tra Canepina e Lubriano. Il giudice ancora non si è pronunciato. Ammende - Multa di 350 euro alla Nuova Sorianese: “Perché propri sostenitori, nel corso della gara, rivolgevano ai calciatori avversari espressioni offensive e minacciose. Rivolgevano tali espressioni anche all’indirizzo delle Forze dell’ordine, peraltro non presenti. Al momento della segnatura della seconda rete da parte della squadra ospitata, numerosi sostenitori si aggrappavano alla rete di recinzione”. Allenatori - Una giornata a Marco Spano del Tuscania Bolsena: “Per proteste nei confronti dell’arbitro”. Giocatori Espulsi - Un turno a Luca Bitti del Capranica; Francesco Di Luca del Monte Romano; David Rondini della Virtus Pilastro. Non Espulsi -Per somma di ammonizioni, ottava infrazione, una giornata di squali�ca per Tommaso Bilancini dell’Atletico Tarquinia. Una giornata per la quarta infrazione a Andrea Borzacchi dell’Atletico Tarquinia; Mauro Baiocco del Latera; Maurizio Verde del Tuscania Bolsena; Alessandro Menicucci del Montalto Calcio; Alessio Billi del Valentano. In Dif�da - Saranno squali�cati al prossimo giallo, settima infrazione: Valerio Brinchi del Grotte di Castro; Riccardo Tranfa del Vasanello; Alessandro Stella del Lubriano; Marco Bel� del Vignanello. Sono arrivati al terzo cartellino

giallo: Stefano Rossini del Capranica; Nicolo Alesini del Grotte di Castro; Simone Gianola della N. Sorianese; Lufca Governatori dell’Ischia di Castro; Giordano Sera�nelli del Latera; Matteo Maio della V. Pilastro. Oggi - Il giudice prenderà le decisioni sui recuperi di mercoledì scorso tra Valleranese-Grotte di Castro e Latera-Vignanello.

SECONDA CATEGORIA A seguire i provvedimenti dopo i confronti della seconda di ritorno nei gironi A e B della Seconda Categoria giocati domenica scorsa. Gare sospese o non disputate - Uf�cializzato che il match del girone A tra N. Pescia Romana e V. Calcio Bolsena non si è giocato per il campo impraticabile. Ammende - Multa di 50 euro al Doria San Martino e alla Nuova Bagnaia: “Per ritardata presentazione in campo”. Dirigenti - Sino all’11 febbraio del 2011 squali�ca per Andrea Brachetta e Riccardo Celleno del Civitella D’Agliano: “Per aver rivolto all’arbitro espressioni irriguardose”. Sempre sino all’11 febbraio 2011 inibito Enrico Torresi del Calcio Sutri: “Per proteste nei confronti dell’arbitro”. Massaggiatori - Squali�ca sino all’11 febbraio del 2011 per Angelo Trotta del Civitella D’Agliano: “Per aver rivolto all’arbitro espressioni irriguardose”.

Giocatori Espulsi - Maxi provvedimento nei confronti di Paolo Catanesi della Virtus Marta squali�cato sino al 31 gennaio del 2013: “Per protestare una decisione arbitrale, calciava contro il direttore di gara, da una distanza di circa un metro e mezzo, intenzionalmente il pallone colpendolo ad una gamba procurandogli forte dolore. Cercava di nascondersi fra i propri compagni e sostava indebitamente in panchina nonostante sia stato espulso”. Una giornata per Jacopo Bellocchio del Barco Murialdina; Silvano Pompei del Bassano Romano; Camillo Carbonetti e Nicola Ettorre del Calcio Sutri; Marco Filoni del Civitella D’Agliano; Pier Giuseppe Cento e Molina Matamba Edward Dario (già contate) del Farnese; Francesco Varletta della Nuova Bagnaia; Emanuele Eusepi della Virtus Marta. Non Espulsi - Un turno di squali�ca per l’ottavo giallo a Luigi Roselli del Tre Croci. Una giornata per il quarto giallo a Luca D’Orazio e Francesco Marrapodi del Barco Murialdina; Andrea Scarpetta della C. Ronciglione; Alessio Virtuoso dell’Etrusca; Mirco Roma del Farnese; Giorgio Lattanzi e Luigi Spaccapeli della Querciaiola; Riccardo Cursi del Soratte; Federico Reali e Cristian Campo del Tre Croci; Roberto Fiorucci del Blera; Giuseppe Di Martino del Celleno; Gianluca Riccucci del 1928 Vetralla. In Dif�da - Squali�ca al prossimo giallo dopo sette cartellini per David Capocchia del 1928 Vetralla; Andrea Giamberardino del Civitella D’Agliano. Sono arrivati a tre gialli: Paolo Bignotti e Denis Veljinia del Celleno; Olando Rocchi dell’Etrusca; Leonardo Morbidelli del Graf�gnano; Dario Fulgenzi e Daniele Farnetti del Manziana; Federico Croci della N. Bagnaia; Felice Arriga e Riccardo Carosi della Querciaiola; Emanuele Pinzi del San Lorenzo Nuovo; Manuel Piacentini e Roberto Fiori della Vejanese; Damiano Barbalinardo del Vitorchiano; Carlo Latini del 2001 Tuscia; Riccardo Salfa del Barco Murialdina; Alessandro Lucchi del Viterbo Pool; Paolo Rescio della Maglianese. Oggi - Le decisioni sulle gare dei recuperi di mercoledì scorso. JUNIORES ELITE Giocatori Espulsi - Un turno a Daniele Angelucci del Pianoscarano. Non Espulsi - Una giornata per somma di ammonizioni ad Alessandro Miralli e Andrea Faiola del Pianoscarano. JUNIORES FASCIA B Giocatori Espulsi - Un turno a Andrea Brunetti della C. Foglia-

nese Non Espulsi - Una giornata a Jacopo Vignanelli del Monte�ascone. ALLIEVI ELITE Gare sospese o non disputate - Uf�cializzato che il match tra Viterbese e Civitavecchia 1920 non si è giocato per il campo impraticabile. ALLIEVI REGIONALI Ammenda - 100 euro di multa all’Etrusca: “Perché propri sostenitori, riconducibili alla Società, offendevano e minacciavano l’arbitro per tutta la durata della gara”. Giocatori Espulsi - Un turno ad Alessandro Meloni del Pianoscarano Non Espulsi - Una giornata per somma di ammonizioni ad Antonio Ferrara e Fabio Veruschi del Pianoscarano; Alessandro Bonino dell’Etrusca. ALLIEVI FASCIA B ECC. E REGIONALI Non Espulsi - Un turno a Vincenzo Letteriello del Pianoscarano. In Dif�da - Squali�ca al prossimo giallo per Leonardo Loreti del Pianoscarano. GIOVANISSIMI ELITE Nulla a carico dei tesserati della Viterbese. GIOVANISSIMI REGIONALI Gare sospese o non disputate - Uf�cializzato che i match tra Foglianese ed Etrusca e Pescatori Ostia-Barco Murialdina di domenica scorsa non si sono giocati per i campi impraticabili. Giocatori Espulsi - Ha rimediato ben quattro turni il portiere dell’Aurelio nella gara di domenica scorsa contro il Monte�ascone. Così per Daniele Chiste: “Espulso per aver colpito con un pugno sulla nuca un avversario, senza tuttavia procurargli conseguenze, alla noti�ca del provvedimento disciplinare tentava nuovamente di colpire il calciatore avversario. Era necessario l’intervento dei propri compagni di squadra per bloccarlo ed accompagnarlo fuori dal campo, dopo circa 3 minuti di interruzione del gioco”. Tre giornate a Jacopo Stella del Monte�ascone: “Espulso per aver offeso l’arbitro, alla noti�ca del provvedimento disciplinare insisteva nel proferire frasi minacciose nei confronti dell’arbitro”. Due turni per Giulio Veneri del Monte�ascone. Non Espulsi - Una giornata per quarta ammonizione a Luca Bianchi e Marco Salvatori del Monte�ascone. GIOVANISSIMI FASCIA B ECC. E REGIONALI Dirigenti - Squali�ca sino all’11 febbraio del 2011 per Luciano Manoni dell’Etrusca: “Per proteste nei confronti dell’arbitro”. Giocatori Espulsi - Un turno ad Alessandro Giambi della Viterbese. In Dif�da - Sarà squali�ca al prossimo giallo per Daniele Foglietta e Francesco Manoni dell’Etrusca.


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

p

17

CALCIO GIOVANILE

Nei posticipi degli allievi ok Corneto e Barco Murialdina. La Virtus Pilastro si consola con i giovanissimi

I partecipanti al corso per istruttori Scuola Calcio A

pprofondimenti e news dal calcio della nostra provincia.

ALLIEVI Successo del Barco Murialdina nel posticipo derby dell’ultima di andata del campionato allievi con il successo per 2-1 dei ragazzi di mister Cremarossa sul campo della Virtus Pilastro. VIRTUS PILASTRO 1 BARCO MURIALDINA 2 Virtus Pilastro: Mazzetti, Bottiglieri, Mancinelli, Halluli, Sambuci, Geronzi, Schiada, Corradini, Tardani (cap), Persi, Mazzotta, Terenzi, Urbani, Fayed, Ciancolini, Ze�; All. Grazini Barco Murialdina: Veneri, Lupatteli (cap), Mazzarini, Fusi Chiodo, Giovannelli, Bandoni, Barbetta, Lipari, Petricca, Otvos, Salcini, Ante, De Carlo, Di Nardo, Maraghelli, Mastrangelo, Fabrizi. All. Cremarossa Arbitro: Celani della sezione di Viterbo Marcatori: p.t. 16’ Lipari; s.t.al 20’ Persi, 40’ Maraghelli Si ferma nel derby casalingo con il Barco le serie di successi della compagine allievi della Virtus Pilastro. Come al solito il rendimento casalingo dei ragazzi di mister Grazini, è nettamente inferiore a quello in trasferta, dove i rionali hanno subito una sola scon�tta ad opera del Tolfa. Viceversa in casa è la quarta scon�tta. Partita molto sentita da entrambe le formazioni che viaggiano distanziate di due punti. Sostanziale equilibrio per tutto l’incontro, fortemente disturbato da un forte vento di tramontana, che ha favorito gli ospiti nella prima parte della gara, ospiti che vanno in

rete al 16’ con Lipari, che appro�tta di un’indecisione della difesa, e batte Mazzetti dal limite dell’area. Buona la prova dell’attaccante, che spesso crea scompiglio nel reparto difensivo dei padroni di casa. Nella ripresa le condizioni meteorologiche favoriscono la Virtus Pilastro, che costringe nella propria metà campo Lupatteli e compagni. Così arriva il meritato pareggio al 20’, quando su una lunga punizione di Geronzi dalla difesa, Tardani lancia di testa Persi, che con un pallonetto supera Veneri. La partita si avvia a conclusione con un giusto pareggio, quando all’ultimo minuto di recupero, l’azione che propizia il goal della vittoria: Barco in avanti, il centrale Geronzi è a terra colto da crampi, e sguarnisce il reparto difensivo, un gesto di fair-play non guasterebbe per permettere di soccorrere il giocatore, ma il Barco avanza e conquista una punizione dalla sinistra che Maraghelli insacca sorprendendo Mazzetti. Beffa �nale dunque, per i ragazzi di mister Grazini, che non hanno confermato la bontà delle prove precedenti, ma che non meritavano la scon�tta. Prossima gara con la capolista Monterosi, un impegno dif�cile ma non impossibile. Tra i migliori in campo Hallulli, Geronzi e Persi, per gli ospiti, Lipari, Lupattelli e Petricca. Ottimo l’arbitraggio del signor Celani. Questa la parte alta della classi�ca: Monterosi 32; Virtus Cimini 31;Canale Monterano 29; Manziana 28; Barco Murialdina 25; Tolfa Allumiere 25 (una partita in meno) CALCIO ALLIEVI GIR. B, OK IL CORNETO Nel recupero del campionato allievi, giocato l’altro ieri importante

che spingono sull’acceleratore e vanno a segno ancora con Geronzi al 13’ e Graziotti al 22’. Ottimo l’arbitraggio del signor Fucito. Quindi rionali che si avvicinano alla seconda piazza occupata dal Montalto. Buona determinazione e ottime trame di gioco, che fanno ben sperare in attesa dello scontro diretto da giocarsi tra due giornate. Tra i migliori in campo Addabbo, Pastori e Geronzi; per gli ospiti Capobianco e Marucci.

Sensi, Pastori, Ranocchiari e Lattanzi (Pilstro Giovanissimi) successo per 3-2 del Corneto Tarquinia sul campo della Caninese. In virtù di questi tre punti ottenuti dai tirrenici ecco la parte alta della classi�ca del girone B: Vigor Acquapendente 39; Nuova Sorianese 32; Corneto Tarquinia 31; Monte�ascone 25 (una partita in meno). CALCIO GIOVANISSIMI E LA VIRTUS PILASTRO SI CONSOLA CON I BABY Travolgente marcia della squadra giovanissimi delle Virtus Pilastro, che al Vincenzo Rossi s’impone con un perentorio 5 a 1, sulla compagine dell’Ischia di Castro. I ragazzi di mister Settimi scendono in campo determinati a sfruttare lo scontro diretto di testa tra Sorianese e Montalto e poter sperare nell’ aggancio del secondo posto. Gli ospiti vogliono bissare il successo ottenuto tra le mura amiche ai danni

della capolista Sorianese. Ma il match non ha storia. In avvio sono subito i padroni di casa a prendere in mano le redini della partita, e vanno in goal con l’esterno Pastori, che dalla destra batte un incolpevole Bandiera. Per i padroni di casa, la partita sembra in discesa, ma al primo affondo gli ospiti vanno al pareggio: indecisione della difesa su una palla vagante in area che Marucci sfrutta a dovere, battendo Lattanzi. Tutto da rifare, ma ci pensa il solito Geronzi a ristabilire il vantaggio al 22’, quando �nalizza in rete un assist di Pastori. Gli ospiti questa volta non riescono a reagire, e capitolano di nuovo al 29’, quando Grazziotti trasforma un rigore concesso dall’arbitro Fucito per un netto fallo di mano in area di Coffey. Nella ripresa l’andamento della gara rimane invariato con i padroni di casa

C5 D MASCHILE E FEMMINILE - I match nell’ultima di andata. Attesa per Ronciglione-Caprarola

Pericolo derby per l’Active che sfida il Pilastro Castel S. Elia ospita il colosso S. Marinella L

e s�de nell’ultima del girone di andata dei campionati maschili e femminili di calcio a 5 di serie D.

alle 15,30 e match tra i locali e il clan sutrino che sta dimostrando di crescere. Pronostico 1x

SERIE D MASCHILE Questa sera si giocano ben cinque anticipi e titolo d’inverno ancora in bilico visto che se il Santa Marinella dovesse cadere a Castel S.Elia e l’Active imporsi nel derby contro la Virtus Pilastro ci sarebbe l’aggancio in graduatoria.

Nepi Sport Event-S. Vignanello - Calcio d’inizio alle 15 al Palasport e i locali del presidente De Rossi con bomber Colonelli non dovrebbero faticare nell’incamerare i tre punti nonostante le squali�che di Cernetti e Pomi. Pronostico 1

OGGI Castel S.Elia-S. Marinella Squadre in campo oggi alle 21 e gli ospiti sembrano davvero inarrestabili ma occhio ad un Castel S.Elia che sul suo campo sa come esaltarsi. E’ chiaro che serve la gara perfetta. Pronostico 2 Virtus Pilastro-Active Network Cus - Pericolo derby per l’Active Network del tecnico Salvicchi contro una Virtus Pilastro che non ha iniziato benissimo il 2011 ma che farebbe carte false per fermare la marcia dei più quotati cugini. Pronostico 2

La formazione del Caprarola Ada-Futbol Club A. Viterbo - Appuntamento oggi alle 21 al Palasport di Civitavecchia e sulla carta non c’è storia a favore della compagine tirrenica che ci tiene a restare nel lotto delle migliori del campionato. Pronostico 1

Virtus Monterosi-Calcio Rossoblu - Dopo i ko contro Active e Santa Marinella questa sera alle 21 torna sul campo amico la Virtus Monterosi di mister Ciof� decisamente favorita. Pronostico 1

V. Ceramica Flaminia-Cicram - Match interessante e che si preannuncia equilibrato tra due formazioni che non hanno nella continuità la loro alleata numero uno. Cicram che in trasferta soffre. Pronostico 1

DOMANI Si giocheranno le restanti tre s�de. Civita Castellana-S. C. Colle Diana - Appuntamento al campo Parrocchiale di Civita

Ronciglione 2003-Caprarola - Attesa per il derby delle 16,30 tra ex e uan sana rivalità. S�da che si preannuncia avvincente anche se non si gioca per il primato. Pronostico 1/2 SERIE D DONNE Ecco invece quello che ci attende nel campionato femminile di calcio a cinque dove proseguono appaiate le compagini del Canale Monterano e della F. Civitavecchia con la Virtus Pilastro a fungere da terzo incomodo e che tra l’altro domani sarà di scena proprio sul campo del Civitavecchia.

VIRTUS PILASTRO 5 ISCHIA DI CASTRO 1 Virtus Pilastro: Lattanzi, Bianchi, Addabbo, Ranocchiari, Floris, Villani (cap), Pastori, Lupino, Papalini, Graziotti, Geronzi, Terenzi, Casella, Fayed, Farris, Palladino, Settimi, Sensi All. Otello Settimi. Ischia di Castro: Bandiera, Castri, Palazzotti, Coffey, Capobianco, Marucci, Alesini, Vitale, Galben, Rapacchietta, Strada, De Paoli, Galassi, Basili. All. Tommaso Curio Arbitro: Salvatore Fucito della sezione di Viterbo Marcatori: p.t. al 9’ Pastori, 17’ Marucci, 22’ Geronzi, 29’ Graziotti (rig); 13’ Geronzi, 22’ Graziotti.

un corso della durata complessiva di 85 ore con due incontri settimanali. Per il giorno 17 febbraio alle 16,30 dovranno trovarsi a Blera, presso il campo sportivo comunale i seguenti corsisti. Partecipanti - Onorato Balloni; Alessandro Benedetti; Sergio Blank; Alfredo Boldorini; Marco Burla; Fabrizio Carlucci; Giovanni Contigiani; Francesco Crocicchia; Maurizio De Bartolo; Simone Di Giorgio; Lorenzo Elia; Angelo Fantucci; Gianfranco Ferri; Daniele Lalli, Marco Laurini; Daniele Mattei, Antonio Mazzoni; Francesco Montesi; Alessandro Morandi; Giampaolo Roselli; Angelo Rossi; Matteo e Stelio Salvitti; Maurizio Turilli; Francesco Verduchi; Antonio Zollo. Il corso si concluderà il 5 maggio, poi verranno effettuati gli esami.

I PARTECIPANTI AL CORSO PER ISTRUTTORI SCUOLA CALCIO La Delegazione Provinciale della Figc di Viterbo ha reso noti i nominativi dei partecipanti al Corso di Informazione Coni-Figc-Sgs per aspiranti di istruttori di Scuola Calcio. E’

ATTIVITA’ DI INFORMAZIONE I PROSSIMI APPUNTAMENTI Questi i prossimi appuntamenti per l’attività di informazione ed aggiornamento, organizzati da società aspiranti al riconoscimento di scuola calcio quali�cata. Lunedì 14 febbraio - Alle ore 18 incontro numero 4 presso il campo del Barco Murialdina con il tema: “Lo sport per la vita. Non la vita per lo sport”. Martedì 15 febbraio - Alle ore 15,30, incontro numero 5 presso lo stadio Comunale di Monte�ascone: “Chi gioca sano,,, va piano e va lontano”.

C5 D MASCHILE

C5 D FEMMINILE

SANTA MARINELLA

37

CANALE MONTERANO

40

ACTIVE NETWORK CUS

34

F. CIVITAVECCHIA

40

ADA

28

VIRTUS PILASTRO

36

VIRTUS MONTEROSI

27

GROTTE S. STEFANO

27

CASTEL S.ELIA

24

MONTEFIASCONE

27

CAPRAROLA

22

CELLENO

26

FC RONCIGLIONE

22

BASSANESE

24

CICRAM

22

ACCORDIA ORIOLO

22

NEPI SPORT EVENT

21

CANINESE

22

VIRTUS PILASTRO

18

BLERA

18

V.C. FLAMINIA

16

CUS VITERBO

17

CALCIO ROSSOBLU

10

GRAFFIGNANO

14

S. VIGNANELLO

8

CIVITA CASTELLANA

11

A. FOOTBALL CLUB

6

VIGNANELLO

4

S. C. COLLE DIANA

5

MONTEROSI

1

CIVITA CASTELLANA

4

V.C. BOLSENA

0

Oggi - Alle 20,30 abbiamo l’anticipo tra Vignanello e Caninese e alle 21 si gioca il derby tra Bassanese ed Accordia. Domani - Tutti gli altri confronti. Alle 17 il match tra Celleno e Blera in cui le locali vogliono tornare al successo, alle 15,30 il Canale Monterano va alla ricerca di altri tre punti nella tana del Graf�gnano. Stesso orario per il confronto tra Grotte Santo Stefano e Cus Viterbo che si gioca a Santa

Barbara, alle 17,30 avremo al Palasport Monte�ascone contro Flaminia Civita Castellana e alle 18,30 occasione per la Virtus Bolsena di muovere la sua classi�ca nella s�da interna contro il Monterosi. Alle 20 il match più atteso che è quello tra Femminile Civitavecchia e Virtus Pilastro con le rionali che inseguono il clamoroso colpo esterno na non sarà cosa facile considerando la forza della squadra di casa. (agv)


� �

sport

SPORT

p

18

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

CALCIO SQUALIFICHE PROVINCIALI

Tutti i provvedimenti del calcio Dilettanti, giovanile e calcetto

Ben 22 ‘fermati’ in 3ª Categoria Alessandro del Tarkna fa poker Respinto il reclamo del Fabrica per il match perso con la Team Canepinese

A

mpio spazio come tradizione nell’edizione del venerdì a tutte le decisioni del giudice sportivo nel calcio e calcio a 5 dilettantistico e giovanile provinciale.l Giudice Sportivo avv. Simone Pagliai, con la collaborazione del Sostituto Giudice Sportivo avv. Giampaolo Pinto e l’assistenza del rappresentante Cav. A.B. Umberto Aspromonte dell’A.I.A., nella seduta dell’1.02.2011 ha adottato le decisioni che di seguito integralmente si riportano. TERZA CATEGORIA Queste le sanzioni dopo i confronti dell’ultima di andata. Ammende -Multa di 50 euro alla Virtus Corchiano: “Poichè, durante la gara, sostenitori della Società insultavano l’arbitro”. Allenatori - Due turni di squalifica a Mauro Vittori (nella foto) del Giglio Zepponami: “Allontanato per essersi rivolto all’arbitro in maniera irriguardosa, ritardava l’uscita dal campo e, una volta fuori, continuava a protestare”. Giocatori Espulsi - Quattro turni a Simone Alessandro del Tarkna Tarquinia: “Poichè, protestando, spingeva l’arbitro con un braccio. Alla notifica del provvedimento, veniva trattenuto dai compagni mentre cercava di avvicinare il direttore di gara in maniera minacciosa”. Tre giornate a Fabio Equitani dell’Onano Sport Calcio: “Poichè colpiva un avversario con una gomitata al viso provocandogli un piccolo taglio sul labbro”. Due giornate a Stefano Gentili della Virtus Corchiano. Una giornata ad Alessandro Bendia e Gaetano Pona della Murialdina; Maurizio Farsetti, Federico Nustriani e Andrea Stelliferi del Real Caprarola; Damiano Milletti della Real Gradolese; Fabrizio Quatrini dello Sporting Ronciglione United e Beheza Kossolena della Vicus Ronciglione; Alessandro Ceccarelli del Csl Soccer e Gino Benedetti del Tarkna Tarquinia. Non Espulsi - Una giornata per somma di ammonizioni a Luca Pintos dell’Accordia Oriolo; Christian Paternesi della Doc Gallese; Gianluca Allamanno del Team Canepinese; Jacopo Pellegrini del Castel Sant’Elia; Alessio Cardoni del Sipicciano; Luigi Santinelli della Vicus Ronciglione; Alessio Loiseaux del Csl Soccer; Luca Canepina dell’Oratorio

Madonna del Fiore; Daniele Crescenzi della Virtus Corchiano. In Diffida - Saranno squalificati ai prossimi cartellini gialli per essere arrivati alla terza ammomizione: Marco Vecchiarelli dell’Accordia Oriolo; Emanuele Polzonetti del Bassano in Teverina; Stefano Salvi del Canino Calcio; Ivan Balestro del Proceno; Angelo Zanoni della Real Gradolese; Moreno Dominici dello Sporting Bagnoregio; Nicola Ferri e Marino Benedetti del Team Canepinese; Adriano Batassa del Barbarano Romano; Alessio Scorzoso del Bomarzo; Mirco Di Clemente della Doc Gallese; Francesco Ceccarelli del Real Caprarola; Claudio Bartoloni dello Sporting Bagnoregio; Valerio Massi del Csl Soccer; Francesco Volanti del Las Vegas Soccer e Luca Mocini del Giglio Zepponami. RICORSO RESPINTO AL FABRICA CALCIO Respinto il reclamo presentato dal Fabrica Calcio per la gara dello scorso 8 gennaio persa in casa contro la Team Canepinese. I fatti - Visto il reclamo proposto dalla società Fabrica Calcio 2010, rilevato che la Reclamante sostiene: a) che in occasione della gara, la Team Canepinese abbia schierato in campo il giocatore Sopi Bledar; b) che il giocatore - di nazionalità straniera - sia stato tesserato all’inizio della stagione sportiva per la società Vignanello e poi trasferito nel dicembre 2010 alla Team Canepinese; c) che un tale trasferimento abbia violato le norme vigenti; d) che perciò il giocatore fosse in posizione irregolare, causa doppio tesseramento, e non avesse titolo a partecipare alla gara; e) che, di conseguenza, la Team Canepinese debba essere sanzionata con la punizione sportiva della perdita della gara col punteggio di 0-3; letti gli atti di gara, viste le note fatte pervenire dal Comitato Regionale della Federazione e considerato che: il giocatore in questione ha effettivamente partecipato alla gara; il giocatore risulta effettivamente di nazionalità straniera; il giocatore è stato effettivamente tesserato nel settembre 2010 per la società Vignanello e poi trasferito nel dicembre 2010 alla società Team Canepinese; tuttavia, il giocatore è inquadrato nello “status 80”, così che può essere trasferito e svincolato osservato che di conseguenza, il reclamo appare infondato; decide: di respingere il reclamo

Dalla Disciplinare “sconto” di 50 giorni per Onofri dell’Onano, conferma dei quattro turni per lo juniores Cappelli del Capranica Accolto il reclamo del Bagnoregio giovanissimi per la sfida che non fu giocata con il Montalto dichiarando la gara valida col risultato maturato sul campo; di disporre che la tassa di reclamo venga incamerata. SCONTO PER FROSONI DELL’ONANO Parzialemente accolto il ricorso presentato dall’Onano Sport Calcio contro la squalifica sino al 20 maggio del 2011 inflitta al suo tesserato Daniele Frosoni. I Fatti - La Commissione Disciplinare, visto il reclamo in epigrafe con il quale la Società Onano Sport Calcio nel ritenere eccessiva la sanzione comminata al proprio calciatore Daniele Frosoni, pone l’accento sulla casualità del gesto, nel senso che scagliava il pallone in segno di disappunto e che in modo assolutamente involontario raggiungeva l’arbitro, senza conseguenze. In effetti questa Commissione Disciplinare Territoriale, dopo aver letto gli atti di gara, si è resa conto che qualche considerazione della reclamante tenuto conto della dinamica del gesto del calciatore si può intravedere la involontarietà del gesto stesso, considerato anche che il Frosoni non ha avuto altri comportamenti all’infuori di quello sanzionato. Detto ciò, questo Organo Giudicante ritiene che la sanzione inflitta al calciatore Frosoni possa essere adeguatamente ridimensionata e ricondotta entro limiti di minore entità. Conseguentemente, questa Commissione Disciplinare delibera: di accogliere il ricorso in argomento riducendo per l’effetto la squalifica del calciatore Daniele Frosoni al 31.3.2011. La tassa reclamo va restituita. JUNIORES Così per i confronti della seconda di ritorno giocati nello scorso fine settimana. Preannuncio di reclamo - Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società S.S. Caninese che sabato scorso non si è recata a giocare sul campo della Nuova Sorianese si soprassiede ad ogni decisione in merito. Dirigenti - Sino all’11 febbraio del 2011 squalifica per Vincenzo Valiserra dell’Etrusca: “Allontanato per proteste”.

Allenatori - Due turni ad Erminio Tiziano dell’Atletico Tarquinia: “Allontanato per essersi rivolto all’arbitro in maniera irriguardosa entrando indebitamente in campo, una volta fuori dal terreno di gioco insultava il direttore di gara”. Giocatori Espulsi - Una giornata a Stefano Barcaroli dell’Atletico Tarquinia; Charaf Bouhair del Barco Murialdina; Moreno Gai del Bassano Romano; Marco Battisti del Corchiano Gallese. Non Espulsi - Un turno di squalifica per somma di ammonizioni a Gabriele Gufi dell’Atletico Tarquinia; Tiziano Ghigi del Monte Romano e Mirko Andreoli del Barco Murialdina. In Diffida - Saranno squalificati al prossimo giallo Marco Delle Monache del Barco Murialdina; Mario Mereu della F. Nepi; Marco Baroncini del Calcio Tuscia; Alessandro Pieri del Corchiano Gallese e Valerio Sili del Montalto Calcio. CONFERMATI I 4 TURNI A LUIGI CAPPELLI DEL CAPRANICA Ricorso bocciato al Capranica per i 4 turni per Luigi Cappelli. I Fatti - La Commissione Disciplinare, visto il reclamo in epigrafe con il quale la Società Capranica chiedeva una sostanziale riduzione della squalifica del calciatore Cappelli, deducendo che lo stesso non ha concretizzato i fatti addebitatigli; tenuto conto del carattere primario di prova che riveste il referto arbitrale, ai sensi dell’art. 35 del Codice di Giustizia Sportiva, dal quale, per contro, emerge che lo stesso calciatore espulso per espressione blasfema, ha posto in essere un comportamento altamente minaccioso ed offensivo verso l’arbitro; tutto ciò premesso e ritenuto, questa Commissione delibera di respingere il reclamo avanzato dalla Società Capranica confermando la squalifica per 4 gare a carico del calciatore Luigi Cappelli. La tassa reclamo va incamerata.

ALLIEVI Queste tutte le decisioni sul campionato provinciale per i match di recupero dello scorso 26 gennaio tra Canale Monterano e Tolfa Allumiere e le sfide dell’ultima di ritorno giocate nello scorso fine settimana. Gare sospese o non disputate - Ufficializzato che il match tra Tolfa Allumiere e Blera dello scorso fine settimana non si è giocato per la nebbia. Dirigenti - Sino all’11 febbraio del 2011 è stato squalificato Mauro Capretto del V. Bolsena: “Poichè rivolgeva frasi ingiuriose ad un giocatore della squadra avversaria”. Giocatori Espulsi - Due turni a Davide Marinelli del Calcio Tuscia e Andrea Giustini dell’Oratorio Villanova. Non Espulsi - Un turno per somma di ammonizioni a Jose Cardenas Calvopina della Virtus Cimini; Francesco Mignani dell’Etrusca; Leonardo Flauto della Nuova Sorianese; Fabio Tosi del Tuscania Bolsena. In Diffida - Saranno squalificati al prossimo giallo: Mirko Piroli del Tolfa Allumiere; Andrea Tonnicchi dell’Atletico Tarquinia; Lorenzo Rossi della Virtus Cimini; Matteo Fiorani del Lubriano; Diego Bannella del Bassano in Teverina; Paolo Pieri della Caninese; Roberto Perna del Grotte Santo Stefano. GIOVANISSIMI Questo quanto deciso per il campionato giovanissimi provinciali. Reclamo accolto - Al Bagnoregio che lo scorso 22 gennaio non si è recato a giocare a Montalto di Castro per il problema neve. Reclamo accolto e quindi il confronto sarà recuperato. Gare sospese o non disputate - Ufficializzato che i confronti tra Tolfa Allumiere Canale Monterano e Maglianese- Corchiano Gallese per il girone A e Vigor-Vulsinia Bolsena per il girone B non si sono giocati nello scorso fine settimana per i campi impraticabili. Ammende - Multa di 25 euro alla Virtus Marta: “Poichè, consegnando la lista

tardivamente, ritardava l’inizio della gara”. Giocatori Espulsi - Un turno a Simone Capobianco dell’Ischia di Castro. In Diffida - Sarà squalificato al prossimo giallo Mattia De Rossi del Dlf Civitavecchia. GIOVANISSIMI FASCIA B Così per le gare della seconda di ritorno. Assistenti Arbitrali - Sino all’11 febbraio del 2011 squalifica per Alessandro Catalani del Civita Castellana Calcio Giovanile: “Per proteste reiterate rivolte al direttore di gara, anche a partita ultimata”. Giocatori Espulsi - Un turno a Fabio Halili del Manziana. C/5 D MASCHILE Le sanzioni per la 14esima di andata. Allenatori - Un turno di squalifica per Emiliano Nustriani del Caprarola: “Allontanato per reiterate proteste rivolte al direttore di gara”. Giocatori Espulsi - Tre turni a Danilo Diamanti del Civita Castellana: “Allontanato per proteste rivolte al direttore di gara. Alla notifica del provvedimento si allontanava dal terreno di gioco, solo grazie all’intervento di un compagno di squadra e minacciava l’arbitro”. Una giornata per Dario Totonelli del Caprarola; Dante Cernetti e Fabrizio Pomi del Nepi Sport Event. In Diffida - Saranno squalificati al prossimo giallo: Massimo Nervalli e Marco Scolozzi del Calcio Rossoblu; Marco Onofri del Colle Diana; Fernando De Angelis del Caprarola e Pietro Scarpati della Virtus Monterosi. C/5 D FEMMINILE Così per i confronti del campionato di calcio a 5 rosa. Ammenda - Multa di 50 euro al Graffignano: “Poichè la squadra presentandosi tardivamente, causava un ritardo nell’inizio della gara”. In Diffida - Sarà squalificata al prossimo giallo Alessandra Stefani della Flaminia Civita Castellana


sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

p

TENNIS/1

19

TENNIS/3

Floris avanti tutta, Zahlavova ko

Vinciarelli senza rivali Bilancio in parità per le atlete del Tc Viterbo impegnate nei tornei Itf Brava Giulia Barberini Tutto pronto per il sorteggio della sfida di Fed Cup Australia-Italia TENNIS/2

Ecco i prossimi appuntamenti nella provincia S

ul sito del Comitato Regionale Lazio è stato pubblicato l’elenco dei tornei che si disputeranno nella provincia di Viterbo in questa prima parte di 2011. I prossimi due appuntamenti, inseriti nel mese di febbraio, sono un torneo di quarta categoria, previsto dal 12 al 20 ad Acquapendente, e il torneo Open, dal 17 al 27, presso il Centro Universitario Sportivo di Viterbo, valido per il Circuito dell’Olio; entrambi questi eventi avranno tabelloni sia per il settore maschile che per il femminile. A marzo saranno ancora questi due circoli a proporre diversi appuntamenti, ma si aggiungerà, dal 27 �no al 3 aprile, anche la Polisportiva Montalto sezione tennis con un tabellone dedicato alla terza e quarta categoria. Dal 2 al 10 aprile toccherà alla Polisportiva Tennis Tarquinia che allestirà un torneo di quarta categoria valido come seconda tappa del Circuito Tecni�bre 2011.

S

di GLAUCO ANTONIACCI

U

na vittoria ed una scon�tta per le atlete del Tennis Club Viterbo nei tornei Itf della settimana. Un bilancio in equilibrio che non può certo soddisfare, visto che le ragazze gialloblù partivano in entrambi i casi con ambizioni di ben �gurare, legittimate dal ruolo di testa di serie a loro assegnato. A deludere è stata Sandra Zahlavova che, dopo l’ottima �gura fatta agli Australian Open in cui ha quasi eliminato Venus Williams al secondo turno, si era presentata al via del challenger britannico di Sutton con il ruolo di testa di serie numero uno ma anche con un’avversaria scomoda da affrontare. Di fronte a lei c’era infatti la 25enne polacca Domachowska, scesa quasi alla posizione numero 300 del ranking mondiale ma capace in passato di arrivare �no al numero 37 della WTA. Ne è scaturito un match combattuto, in cui la Zahlavova ha ceduto il primo set 6-4 aggiudicandosi il secondo per 6-4. Identico punteggio nel terzo, a favore però della Domachowska che ha così conquistato l’approdo al secondo turno. Buone notizie, invece, da

Conclusi i tabelloni del torneo sociale aquesiano

Anna Floris Anna Floris, partita come testa di serie numero tre nel torneo di Rabat, dotato di un montepremi di 25mila dollari. Nella capitale del Marocco, la portacolori del Tc Viterbo ha sbrigato senza alcuna dif�coltà la pratica di primo turno rappresentata dalla britannica Carreras, proveniente dalle quali�cazioni. Due set rapidi, andati in archivio con il punteggio di 6-1 6-3, e l’accesso al secondo turno in cui la tennista nativa di Cagliari deve s�dare la ceca Kriegasmannova, anche lei proveniente dalle quali�cazioni. Intanto a Hobart, in Tasma-

nia, è tutto pronto per il sorteggio del match tra Australia e Italia, valido per il primo turno del tabellone 2011 di Fed Cup. Le azzurre, campionesse in carica, si stanno già allenando da diversi giorni insieme e sono pronte a dare l’assalto a Stosur e compagne. In singolare il commissario tecnico Corrado Barazzutti punterà quasi certamente su Francesca Schiavone e Flavia Pennetta, con la brindisina che giocherà anche il doppio, forse con Roberta Vinci, se sarà ancora decisivo per assegnare il terzo punto che vuol dire ingresso in semi�nale.

i è rivelato un successo il torneo sociale organizzato dal Tennis Club Acquapendente. Logistica perfetta, tanto divertimento e un livello tecnico buono, questi gli ingredienti dell’evento organizzato dal Circolo dell’attivissimo Presidente Enrico Barberini. I tre tabelloni, elaborati dal Giudice Arbitro Fabio Mosci con la supervisione del Maestro del Circolo Ennio Cuccu, sono stati seguiti dallo staff composto da Glauco Clementucci, Mirco Zucca, Vittorio Bozzoni, Amalia Mencuccini e Daniele Pericoli che hanno soddisfatto le esigenze di tutti gli atleti in gara sui tre campi del circolo. Nel tabellone A Roberto Vinciarelli si è confermato numero uno assoluto del circolo, scon�ggendo in �nale Glauco Clementucci con il risultato di 6-3 6-2. Nonostante il ko nell’atto conclusivo, Clementucci ha ritrovato classe e colpi dopo un’assenza di alcuni anni dai campi di gioco per motivi di lavoro. Nel tabellone femminile si è imposta Giulia Barberini, numero uno aquesiana dopo qualche anno lontano dai campi tennis per seguire con attenzione la propria formazione scolastica. La giovane e brillante atleta ha avuto ragione per 6-3 6-2 della toscana Fabiana Fracassini, alla sua ennesima positivissima esperienza sportiva nel circolo aquesiano.

Grande tennis ad Acquapendente Il tabellone B ha in�ne premiato, con pieno merito, Stefano Bozzini; peccato per il suo avversario in �nale, Paolo Lanzi, che dopo aver disputato un torneo davvero eccezionale e un primo set molto combattuto (perso per 7-5), è stato costretto al forfait per colpa di un brutto infortunio. Il Circolo aquesiano si è intanto già attivato per l’organizzazione di un Torneo maschile di quarta Categoria, in programma da Sabato 12 a Domenica 20 Febbraio. Tutti coloro che vorranno iscriversi all’evento potranno contattare la Club House del circolo (Vittorio 339 – 1607635).

ATLETICA - Podi e primati personali nelle manifestazioni cui hanno partecipato i portacolori delle società della Tuscia

Ragazzi viterbesi in crescita in tutte le specialità F

ine settimana su tre fronti per i portacolori viterbesi dell’atletica leggera, capaci di cogliere valide prestazioni tecniche e successi individuali in tutte le gare cui hanno preso parte. Tra Ancona (Meeting Nazionale Indoor), Roma (Campionati Individuali Indoor) e Viterbo (Fase Regionale dei Lanci Invernali), i ragazzi viterbesi si sono messi in bella evidenza confermando le loro qualità e la bontà del lavoro svolto dai tecnici. Ad Ancona sabato 29 erano di scena i mezzofondisti dell’Alto Lazio che hanno centrato tutti il proprio record personale; il senior Francesco Marinelli è giunto quinto nella gara degli 800 metri con un buon 1’58”05 mentre il compagno di squadra Riccardo Egizi ha centrato un buon 2’06”87; la giovane promessa del mezzofondo viterbese, l’allievo Damiano Brunori, ha centrato anch’egli il suo personale nei 1000 metri con 2’52”97. La giornata di sabato 29 è proseguita con le buone notizie arrivate da Roma, dove nell’impianto indoor di Casal del Marmo erano in

corso i Campionati Regionali Individuali. Il settore Lanci, come al solito, non ha fatto mancare il suo contributo di titoli importanti. L’allievo Michele Carosi ha vinto nettamente sugli avversari con un ottimo 14.72 nel Peso, mentre il compagno Davide Zocchi è giunto al 3° posto con un buon 13.40. Sempre nel peso c’è stato lì’ottimo risultato di Miriana Delle Piagge che, nella categoria allieve, si è aggiudicata l’ambito titolo di campione regionale 2011 con la misura di 9,91. Le gare indoor sono proseguite poi nella giornata di domenica 30 ancora con ottimi risultati e con una serie di podi per l’Alto Lazio, prestazioni che fanno ben sperare per il prosieguo della stagione. Nel salto in alto la senior Federica Gregori si è classi�cata al primo posto davanti alla sua compagna di squadra dell’Alto Lazio Francesca Marra, seconda nel lancio del peso con 9,09; interessante secondo posto per l’allieva Chiara Cassano con il proprio primato personale di 5,04 metri nella specialità del salto in lungo. Un bel terzo posto è arrivato per l’allievo Umberto

Battistin che si è migliorato di ben 10 centimetri arrivando nel salto in alto a quota 1,70. Terzo gradino del podio per lo junior Luca Palazzetti nei 60 hs, chiusi con il tempo di 9”47; Matteo Amorusi nei 60 hs allievi, dopo una promettente batteria di quali�cazione nella quale aveva fatto registrare un ottimo 8”79 (secondo miglior tempo tra tutte le batterie), in �nale non ha saputo ripetersi giungendo al

5° posto con 8”91. Nel salto in lungo allievi, il giovane Stefano Di Carlo ha superato la soglia dei 6 metri atterrando a 6.06, una misura che gli è valsa il 5° posto. Eleonora Chieruzzi, della Di Marco Sport ha fatto registrare il sesto miglior tempo nella gara dei 60 mt piani allieve. Bene anche Luca Cattaneo, impegnato nei 60 metri piani, che ha ottenuto il tempo di 7”46 confermandosi

tra i migliori dieci della nostra regione. Contemporaneamente a Viterbo si è svolta la fase regionale dei Campionati Invernali dei Lanci. Sotto una pioggia battente, grazie all’abnegazione del nostro Gruppo Giudici Gare, la manifestazione ha avuto un regolare svolgimento. E’ stato utilizzato il misuratore elettronico, per la prima volta a disposizione dei nostri giudici e, malgrado le dif�cili condizioni ambientali, il suo funzionamento è stato preciso e puntuale evitando contestazioni da parte dei concorrenti. La manifestazione ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di coraggiosi atleti che hanno s�dato le condizioni meteo per dare vita a gare molto interessanti; tra i risultati di spicco sicuramente il record personale di Mirko Casavecchia dell’Alto Lazio, che ha realizzato la misura di 54.70 nel martello; con questo risultato, Casavecchia probabilmente potrebbe essersi guadagnato �n da adesso la partecipazione alle �nali nazionali che si svolgeranno sempre a Viterbo il 12 e 13 marzo prossimo. Oltre al titolato portacolori dell’Alto

Lazio, buone prestazioni sono arrivate dall’altro viterbese Daniele Marino, che nel lancio del disco juniores è giunto al 5° posto con 31.95 mentre il tarquiniese Alessio Tufarolo si è piazzato alle sue spalle con 24.81. Bene i tarquiniesi dell’Atletica 90 Tarquinia che, soprattutto nel lancio del giavellotto, si sono messi in ottima evidenza. Da sottolineare, in particolare, la prestazione di Davide Canestro che ha concluso la gara al 4° posto con la misura di 38.29, mentre il compagno Matteo Conversini si è classi�cato nono con 32.32m. Sempre nel giavellotto, ottimo esordio per Eleonora Schertel, l’atleta della Niass Viterbo che, alla prima esperienza nei lanci, si è piazzata addirittura al 2° posto con la misura di 25.48. Tanti podi e riscontri positivi in tutte le specialità dell’atletica, segno che il movimento viterbese, tra mezzofondisti, ostacolisti, velocisti, saltatori e lanciatori, ha grande vitalità e vuole essere ancora protagonista nel panorama dello sport regionale e non solo.


� �

sport

SPORT

p

20

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

RUGBY UNDER 12

Presentiamo i componenti di un gruppo che unisce elementi dal buon fisico e talenti tecnici molto interessanti

Ventuno ‘eroi’ che non hanno paura di niente di DANILO PALUMBO

RUGBY ITALIA A

D

opo aver presentato ieri l’under 10 del Rugby Green ’86 saliamo oggi un pochino di età. Ecco dunque nomi e caratteristiche dei giocatori dell’under 12 o, per usare le parole del tecnico Cristiano Notarangelo, dei “ventuno eroi” che compongono la rosa. Acciari Luca detto “Orso”. Non fatevi ingannare dal suo aspetto tenerone perché il nostro gigante buono quando accende l’interruttore gioca duro… Barbetti Alex detto “Il Ri�essivo”. Un ragazzo che prima di dare una risposta ci pensa sù, per fare in modo che sia sempre quella giusta. Quando si scatena diventa però un giocatore dinamico e reattivo come pochi. Bernabei Danilo detto “Pingui”. La sua corsa ricorda quella buffa ma ef�cace dei pinguini ed è proprio per questa sua caratteristica che Daniletto si trova sempre al posto giusto, nel momento giusto. Per un aspirante giocatore di rugby non è cosa da poco… Berni Simone detto “Simoncino”. Ecco il nostro piccolo Nembo Kid, che inganna l’avversario con la sua aria timida ma che quando vuole diventa dinamite allo stato puro! Bonucci Luca detto “Tempesta”. Avete presente la quiete prima della tempesta? Beh il ragazzo è cosi… riservato fuori dal campo, un vero e proprio uragano dentro il recinto di gioco. Caruso Manfredi detto “Toro”. Ci si aspetterebbe un energumeno fatto di muscoli… in realtà è un fringuello che non si ferma neanche davanti alla montagna più aspra e tenebrosa. Casagrande Leonardo detto “Funghetto”. È la mascotte del

Secondo test britannico Riccardo Bocchino titolare D gruppo che quando scende in campo gioca e si danna come uno grande… De Paolis Jacopo detto “GenioLilly”. Ragazzo con due anime in campo. La prima più intellettuale e ri�essiva. La seconda più irruenta ed ef�cace… Del Citto Diego detto “Giangi”. Il suo modo di parlare e le sue molteplici espressioni del viso ricordano il mitico Giangi di Doraemon (divertente cartone animato giapponese). Quando però il ragazzo si in�amma sembra un vero e proprio guerriero spartano. Fabbroni Gabriele detto “Mister No”. Quando gli si chiede qualcosa risponde sempre no ma se gli dici di segnare una meta allora replica “Yes”! Fabrizi Lorenzo detto “Lorenzino”. Mingherlino nel �sico ma un vero e proprio vulcano in campo. A volte neanche gli educatori riescono a stargli dietro. Ferrazzani Filippo detto “Veleno”. Salta, corre, placca e recupera palla con forza e foga tali da far pensare che sia indemoniato. In realtà lui è semplicemente il Capitano. Gasparri Federico detto “Ser-

pico”. Ricorda il mitico poliziotto italo-americano oltre che per il fantastico berretto anche per il modo con cui attanaglia i suoi avversari. Gobattoni Andrea detto “Caterpillar”. Quando decide che è il momento giusto si sbarazza dei suoi avversari come fossero fuscelli. Malvezzi Filippo detto “Monte”. Nomignolo derivato dal suo paesotto di provenienza, dove i ragazzi sono tosti e nerboruti. Quando decide di mettere in campo le sue doti �siche sono cavoli amari per tutti… Pascosi Giampaolo detto “Shampoo”. È un ragazzo luminoso, impeccabile e… liscio come i suoi capelli. Le sue caratteristiche cerca di metterle in campo con l’impegno che distingue i veri giocatori di rugby dal resto del mondo. Pisano Alessio detto “Cinghio”. Come un vero e proprio cinghiale selvatico abbassa la testa e si ferma quando ha raggiunto il suo obiettivo… la meta! Raschi Andrea detto “Andrew the Giant”. La nostra arma segreta. Già un vero e proprio eroe per il gruppo come il mitico wrestler da cui è ispirato il nomignolo. Saviano Tobia detto “Toby”.

BASEBALL

Non fatevi ingannare dal soprannome tenero e delicato perché il ragazzo è silenzioso e micidiale come il più temibile dei ninja! Scorzoso Leonardo detto “Leo”. Un ragazzo educato, rispettoso che quando vede la palla ovale diventa una vera e propria arma letale. Turilli Kristopher detto “Lupin”. Un vero e proprio ladro di palloni quando decide di giocare, altrimenti si rapisce da solo e gli educatori si chiedono dove sia andato a �nire. Si ringraziano Cristiano Notarangelo e Michele Belli, tecnici dell’under 12 del Rugby Green, per la cortese collaborazione. Quest’anno, inoltre, si è investito nel progetto scuola che prevede un percorso di avvicinamento a questo sport insegnandolo nelle scuole, facendo conoscere prima di tutto i valori che ci sono nel Rugby e solo successivamente prendere con�denza con il pallone, il terreno e il contatto. Le scuole che hanno aderito con la 4° e la 5° elementare sono: l’Edmondo de Amicis, il C.D. Ellera e l’Alceste Grandori. Il progetto include la possibilità per tutti i ragazzi coinvolti di partecipare agli allenamenti del Green, gratuitamente.

opo la scon�tta per 45-17 contro gli England Saxons, l’Italia A torna in campo questa sera (ore 20,30 in Italia) per affrontare la Scozia A al Netherdale Stadium di Gala. Senza il pilone Matias Aguero, sofferente per un problema al tendine del gomito, la squadra riavrà però nuovamente Matteo Pratichetti che, dopo essere stato temporaneamente aggregato alla Nazionale maggiore, ha raggiunto il fratello minore Andrea e sarà in campo dal primo minuto. Confermata per intero la linea dei trequarti e la mediana con il viterbese Riccardo Bocchino all’apertura e Semenzato alla mischia, mentre sono quattro i cambi nel pacchetto di mischia: capitan Pavanello parte con la maglia numero otto e lascia spazio in seconda linea al giovane Furno, mentre Rizzo rileva Aguero dal primo minuto e Petillo rimpiazza Bernabò – passato alla Maggiore – tra i �anker. “Dopo quella di Worcester ci aspetta un’altra partita molto dura – ha dichiarato il coach dell’Italia “A” Guidi – contro una squadra che vive un momento positivo dopo le vittorie su Stati Uniti ed

una integrazione della squadra seniores, per farla tornare ai livelli conquistati negli anni passati dal baseball monte�asconese” Le dichiarazioni di Roberto Ballarotto sono invece improntate più sulla crescita tecnica dei ragazzi: “Questa collaborazione ci consente di guardare con ottimismo al futuro – ha dichiarato riprendendo il ruolo di formatori di giovani promesse che Monte�ascone aveva avuto negli anni passati, fornendo ben 6 atleti alle nazionali giovanili; ormai è qualche anno che questo non accade, e noi vogliamo far crescere tecnicamente i ragazzi per rendere presto possibile il ritorno di un falisco in maglia azzurra”. La collaborazione ha dato origine ad un nutrito gruppo di ragazzi, oltre 60, che parteciperanno a 4 campionati regionali: Allievi e Ragazzi Baseball (due squadre), e, dopo diversi anni di assenza del settore femminile, Ragazze Softball regionale. Oltre a Fabio Vaselli, tornerà ad allenare anche Roberto Ballarotto, mentre l’ambiente è in attesa del ritorno dei due tecnici venezuelani Pedro Pinto e William Jaspe.

a una parte Alberto Bonifazi e Valentino Cerri (nella foto), dall’altra Paolo Stinchelli. I primi due con la maglia del Brescia, il terzo con quella di Calvisano. Il derby lombardo che vale come recupero del massimo campionato italiano di rugby sarà anche una s�da nella s�da fra tre ragazzi di Civita Castellana, tre atleti giovani e promettenti che sono partiti dall’Amatori per raggiungere il massimo livello possibile del rugby in Italia (Celtic League esclusa). Cerri è un terza linea classe 1987, Bonifazi può giocare mediano di apertura o estremo ed è addirittura del 1991. Stinchelli, che per questa gara sarà dall’altra parte del campo rispetto ai suoi due concittadini, è un seconda linea del 1990 con un �sico imponente, reduce dall’esperienza avuta a L’Aquila. Per questo evento sono pronti a mobilitarsi tanti ap-

Ireland Wolfhounds. Il Netherdale sarà pieno, giocheremo in un ambiente molto caldo dal punto di vista emozionale e questo rappresenterà di certo un’arma in più per i nostri avversari ma proprio per questo è l’occasione giusta per dimostrare il nostro valore”. Intanto domani ci sarà l’esordio della Nazionale maggiore nel Sei Nazioni; al Flaminio di Roma è in programma la s�da contro l’Irlanda, con una delegazione di circa 200 tra ragazzi, genitori e tecnici del Rugby Green e Rugby Viterbo che sarà sulle tribune a sostenere gli Azzurri di Nick Mallett. (GA)

PUGILATO

RUGBY SERIE A

Montefiascone e Tuscia Green Sox Derby tutto civitonico uniscono le forze nel settore giovanile in Brescia-Calvisano U D nire le forze per crescere. Questa è la decisione che hanno preso i responsabili dei settori giovanili del Monte�ascone Baseball e del Tuscia Green Sox, consapevoli che solo attraverso una collaborazione e una sinergia sia possibile diventare competitivi ad alto livello, nell’interesse dei ragazzi e con l’obiettivo di rendere più ef�ciente la gestione sportiva. La gestione di tutto il settore giovanile (categorie Allievi, 12 - 14 anni, Ragazzi – 9-12 anni, Minibaseball, 6 – 9 anni) è stata af�data al Monte�ascone Baseball, con la collaborazione del tecnico Fabio Vaselli, giocatore e tecnico dei Green Sox, e dei dirigenti Emanuela Ciripicchio e Gianni Paolini che cureranno in particolare la squadra Allievi. Arte�ci di questa collaborazione sono stati soprattutto i due Vice Presidenti, Mirco Marianello per i Green Sox e Roberto Ballarotto per il Monte�ascone Baseball. “Siamo certi che i ragazzi troveranno certamente giovamento da questa scelta – ha dichiarato Marianello – e ci auguriamo che l’integrazione dei settori giovanili possa vedere nel futuro anche

Riccardo Bocchino

passionati che, da Civita Castellana, hanno intenzione di raggiungere Brescia e sostenere principalmente i propri ragazzi, a prescindere da quello che sarà il risultato �nale. Il team manager del Brescia, il civitonico Giuseppe Lanzi, si godrà questa s�da ed ha fatto arrivare l’invito ad essere presente anche al sindaco Gianluca Angelelli. La giornata diventerebbe una festa del rugby civitonico, con tanto di terzo tempo imperdibile e tutto da gustare. (GA)

La ASD Fanum si è affiliata alla Federazione C

on una circolare emessa in data 24 gennaio 2011, la Federazione Pugilistica Italiana ha rati�cato, tra le altre, anche l’af�liazione della A.S.D. Fanum Viterbo Polisportiva. La sede degli allenamenti della società che praticherà la nobile arte è situata in via Santa Maria Egiziaca 21/a, al centro di Viterbo, nello stesso spazio in cui, già da alcuni anni, si svolgono le attività di Pesistica/Cultura Fisica e JUDO/Difesa Personale. Gli allenamenti sono già iniziati per le fasce ragazzi/e e adulti, sia maschile che femminile, secondo quanto previsto dal programma tecnico Federale relativo al settore amatoriale Gym-boxe, BoxeCompetition, Boxe in Action e Soft Boxe. La direzione è af�data al Maestro Egidio Calistroni che, nel 2010, ha conseguito anche la quali�ca di insegnante tecnico della Federazione Italiana Pugilato. La ASD Fanum ha anche in programma di inserire il settore agonistico e veri�care l’opportunità di organizzare a Viterbo riunioni di pugilato ad alto livello con il consenso Federale, offrendo così nuove occasioni agli appassionati di applaudire questa disciplina molto amata in città.


Venerdì 4 Febbraio 2011

cultura

Viterbo & Lazio Nord

p

21

Tutta la magia dell’India nello spettacolo Shiv-Shakti

L’Associazione Taktitheda di Rosella Fanelli lo proporrà mercoledì prossimo a Bolsena

I

ma a Viterbo il 27 gennaio presso l’Auditorium dell’Università della Tuscia, ha debuttato il 29 gennaio presso il Teatro Cucinelli di Solomeo (PG) con enorme successo di pubblico. Gli spettatori sono rimasti folgorati dalla potenza della danza portata in scena dal maestro Arjun Mishra, af�ancato dal �glio Anuj Mishra e da Rosella Fanelli, accompagnati alle Tabla (strumento tradizionale a percussione, legato alla danza Kathak) da Vikas Mishra. I tre danzatori anni dato vita alla danza cosmica che narra gli episodi dei Miti dell’antica India, infatti Kathak deriva da kathà che signi�ca narrare. Shiva e Shakti sono nell’essenza della Danza Kathak, insieme rappresentano l’elemento primordiale dell’Universo, il misterioso UNO composto dall’energia maschile e femminile, dalla forza distruttrice e rigeneratrice che rimane alla radice di tutte le realtà. Uno spettacolo tradizionale

dove gli elementi narrativo-gestuale e ritmico si intrecciano per raccontare le gesta di Shiva, nel suo duplice aspetto, al suono dei mantra devozionali in Sanscrito. L’episodio portante è legato alla storia di Sati, sposa devota di Shiva, che vede il suo amore contrastato dal padre, Re Daksha; non potendosi per cultura opporre al volere del padre, Sati si ribellerà facendo un gesto efferato di protesta, immolandosi sulla pira del Fuoco Sacro. Shiva alla perdita della sua amata reagirà con una rabbia feroce, conosciuta come la Shiva Tandava, per mezzo della quale tutto l’universo viene distrutto per poi essere ricreato, come vuole la �loso�a ciclica indiana. Lo spettacolo dà, inoltre, ampio spazio al godimento della danza pura, basata sul virtuosismo ritmico e la velocità, creando un’atmosfera di partecipazione attenta, quasi mistica, degli spettatori. Rosella Fanelli con il suo gruppo di artisti di fama internazionale, effettuerà un tour italiano che farà tappa anche a Vicenza, Padova e Firenze. Dopo essersi esibita a Bolsena la compagnia si fermerà a Roma dove sarà accolta in tre diversi teatri con spettacoli e seminari l’11, 12 e 13 febbraio. Un appuntamento assolutamente da non perdere, quello del 9 febbraio presso il Teatro San Francesco di Bolsena, promosso con il patrocinio del Comune di Bolsena, Assessorato alla Cultura, nella �gura dell’Ass. Basili e l’aiuto dell’ Associazione Teatrale Bolsenese ASS.TEA.BO. Un ringraziamento particolare va alla dott.ssa Monachello e a Valeria Rocca. Per costi, info e prenotazioni 3333183300 – www.rosellafanelli.it

La compagnia Il Naufragar M’è Dolce manderà in scena un evento interattivo

Il Teatro dei bambini riparte con un ‘Ecobaleno’ e tante idee di FORTUNATO LICANDRO

R

iprendono gli appuntamenti teatrali per i bambini organizzati dalla Compagnia Teatrale Tetraedro. La compagnia, decide di ripetere l’esperienza dell’appuntamento dei sabati teatrali per i più piccoli e quest’anno lo fa proponendo un programma ricco di novità, proponendo 24 spettacoli suddivisi in 6 mesi. Sono previsti spettacoli di artisti locali e di caratura nazionale, favorendo lo sviluppo delle risorse del territorio e garantendo la fruizione di spettacoli che altrimenti non arriverebbero sul palcoscenico viterbese. Per restare in tema di valorizzazione del territorio, ai bambini, a �ne spettacolo, verrà offerta una merenda con prodotti tipici locali, che i pro-

duttori metteranno gentilmente a disposizione. Questo sabato si degusterà la Nellina dell’Az. agricola La Gentile di Caprarola, il formaggio dolce di mucca Fioralba prodotto e distribuito da Fimvest di Viterbo e il pane di de Alexandris, noto di forno di San Martino al Cimino. Domani alle ore 16, in via

Chigi 12, si inizia con lo spettacolo “Ecobaleno” della compagnia Il Naufragar M’è Dolce. Uno spettacolo teatrale interattivo sul tema dell’ambiente, in cui si spiega, in maniera ironica e fantasiosa ma scienti�camente corretta, il ciclo dell’acqua, mettendo in risalto il valore dell’acqua stessa e l’importanza del suo risparmio. “Il Teatro dei bambini” è un progetto appositamente studiato e pensato dalla Compagnia Tetraedro per avvicinare i bambini al mondo del teatro, per garantire un aspetto ludico anche a tematiche spesso lontane ai bambini. Il progetto è sostenuto dal Comune di Viterbo, Assessorato alle Politiche Sociali e Giovanili nella �gura dell’Assessore Daniele Sabatini. Prossimo appuntamento il 12 febbraio con la “Storia della Gabbianella e del Gatto”, Teatro delle Marionette di Chiara Falcone.

spettacoli

televisione

di FORTUNATO LICANDRO

di ELISABETTA SORIANO

di ELISABETTA SORIANO

Esce oggi nelle sale il nuovo film diretto da Mike Leigh (“Il segreto di Vera Drake”, “Happy Go Lucky”). Lo scorrere delle stagioni di un anno accompagna la vita di un gruppo di personaggi; Tom e Gerri vivono alla periferia di Londra, in una di quelle casette a schiera con il giardino coltivato. Lui geologo e lei psicologa, sono le due perfette metà di una stessa mela: sempre più complici e innamorati, per loro il tempo trascorso sembra non aver scalfito affatto il rapporto, che anzi, di stagione in stagione pare sempre più saldo. Hanno un figlio trentenne, Joe, professionalmente appagato, ma ancora in cerca del vero amore, e sono circondati da una manciata di amici smarriti che cercano di confortare come possono: Mary (logorroica collega di Gerri, che affoga i suoi problemi esistenziali nei numerosi bicchieri di vino), o Kenny (l’amico d’infanzia di Tom), sempre più stretto nella morsa del cibo e della solitudine, o ancora Ronnie (fratello di Tom), uomo taciturno e solitario, restio ai contatti umani. La vita di Tom e Gerri, e quella dei loro amici, viene dunque fotografata nell’arco di quattro stagioni, durante il quale, tra una tazza fumante di tè e un continuo fluire di vino, una nascita e una morte, le svolte positive di un altro anno si affiancheranno a quelle negative, ricalcando il tipicamente mutevole corso della vita. Primavera, estate, autunno e inverno. La famiglia e l’amicizia. Amore e comfort. Gioia e dolore. Speranza e disperazione. Fraternità. La solitudine. Una nascita. Una morte. Quattro stagioni, un anno di vita di diversi personaggi che ruotano intorno alla vita dei due coniugi che appare perfetta ma lo stesso non può certo dirsi per gli altri.

Questi gli appuntamenti che si terranno oggi e domani a Viterbo e in provincia. Questa sera alle 21,15 si terrà uno spettacolo teatrale a Calcata Vecchia, presso il Teatro Cinabro, intitolato “L’amore è cieco” : tre atti unici di Anton Cechov comprendenti “domanda di matrimonio”, “il tabacco” e “L’orso”. Sempre stasera alle ore 21 ci sarà uno spettacolo comico al Teatro dell’Unione di Viterbo con Teresa Mannino, presentatrice e mattatrice di Zelig, intitolato “Terrybilmente Divagante”: viaggio dal sud al nord dell’Italia, dall’atmosfere calde e accoglienti delle terre meridionali al freddo e alla frenesia della gente del settentrione. Racconto quasi autobiografico dell’artista che dalla sua Sicilia si è trasferita da tempo a Milano. Oggi pomeriggio alle ore 17 conferenza a Viterbo, presso la Sala Coronas del Palazzo della Prefettura, intitolato “Le città dei Papi:Viterbo e Avignone. I loro palazzi e i Papi francesi”. Relatore del convegno sarà Antonio Romano. Domani pomeriggio si terrà alle ore 18 a Tarquinia, presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale, il concerto del quartetto di fiati composto da Donato Salvatore Cambò, Cesare Nicoletti, Lorenzo Del Sorbo e Michele Muscolino. La rappresentazione musicale fa parte della Stagione Concertistica Tarquiniese. Domani sera alle ore 21 si terrà al Teatro Bianconi di Carbognano la commedia di Neil Simon intitolata “La strana coppia”, rappresentata da “Il Fondo di Solidarietà Daniele Leoni”. Sempre domani sera alle ore 18 si terrà a Viterbo, presso l’Auditorium Santa Maria in Gradi, il concerto del pianista Aldo Ragone, evento della Stagione Concertistica Unitus. Domani pomeriggio alle 16 a Viterbo, presso la Sala Tetraedro, si terrà uno spettacolo di teatro per bambini di Emanuele Bolco intitolato “Ecobaleno”.

Se rimaniamo in casa ecco la tivvù

cinema

Una serata dedicata alla comicità

Scopriamo ‘Il segreto di Vera Drake’

l teatro San Francesco di Bolsena ospiterà mercoledì prossimo alle 21,15 lo spettacolo Shiv-Shakti, danza tradizionale Kathak del nord dell’India; lo spettacolo è anche l’ultima produzione realizzata dall’Associazione Taktitheda di Viterbo, fondata dalla danzatrice Rosella Fanelli per la divulgazione della danza e della cultura indiana in Italia. Già nota al pubblico viterbese per il premio “le Rose di Viterbo” consegnatole dal Nobel Rita Levi Montalcini nel 2004, la Fanelli è stata de�nita dalla critica internazionale “Un’anima indiana in un corpo italiano” e ha già presentato molte produzioni, contribuendo notevolmente alla diffusione della cultura indiana e favorendo con le sue iniziative lo scambio e l’incontro fra le diverse culture. Lo spettacolo Shiv-Shakti, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria e presentato in antepri-

Venerdi sera davanti al piccolo schermo ricco di varietà, film e fiction. Rai1 alle 21,10 trasmetterà la quinta puntata della trasmissione “I raccomandati”, condotta da Pupo, Emanuele Filiberto con l’aiuto dell’inviata d’eccezione Valeria Marini e Debora Salvataggio. Rai2 alle 21,05 propone il sedicesimo, diciassettesimo e diciottesimo episodio della quarta serie del telefilm “Criminal Minds”, con Thomas Gibson: “La deriva del piacere”, “Demonologia” e “Onnivoro”. Rai3 alle 21,05 trasmetterà il settimo e l’ottavo episodio del telefilm “La Nuova Squadra- Spaccanapoli”, interpretato da Rolando Ravello e Antonio Milo: “Devi tirarti fuori” e “Nella vita reale”. Canale5 alle 21,10 trasmetterà la quarta puntata del varietà “Zelig”, condotto da Claudio Bisio e Paola Cortellesi. Seguirà alle 23,30 la trasmissione “Chiambretti Night – Solo per numero uno”, con Piero Chiambretti. Italia 1 alle 21,10 trasmetterà il quarto episodio della settima serie del telefilm “Dr. House- Medical Division”, interpretata da Hugh Laurie, intitolata “Massaggio Terapeutico”. Seguirà alle 22 il settimo e l’ottavo episodio della sesta serie dl telefilm “Grey’s Anatomy”, interpretato da Ellen Pompeo e Patrick Dempsey: “Diamo una possibilità alla luce” e “Rischiare per amore”. Seguirà alle 23,50 la commedia “Tutte le ex del mio ragazzo”, con Brittany Murphy. Rete4 alle 21,10 propone il programma di attualità “Quarto Grado”, condotto da Salvo Sottile con Sabrina Scampini. Seguirà alle 23,30 il film drammatico di Francis Ford Coppola “L’uomo della pioggia”, interpretato da Matt Demon, Danny DeVito e Jon Voight; il film narra la storia di un giovane avvocato che affronta una difficile battaglia contro una compagnia di assicurazioni che non ha corrisposto il premio che doveva ad un leucemico. Buona visione.


appuntamenti

p

22

Cinema Azzurro

Cinema Lux

Teatro Genio

Viterbo & Lazio Nord

Venerdì 4 Febbraio 2011

Cinema Trieste

Vallanzasca, gli angeli del male

Immaturi

Qualunquemente

Che bella giornata

Viterbo Via C. Cattaneo, 44 Tel. 0761.220019 18,00-20,20-22,30

Viterbo Viale Trento, 1 Tel. 0761.340848

Viterbo Via Teatro Genio, 16 Tel. 0761.343041 18,30-20,30-22,30

Viterbo Viale Trieste, 30 Tel. 0761.307083 21,30

18,00-20,20-22,30

Cinema Trento

Cine Tuscia Village

The Green Hornet

- Animals United - Che bella giornata

Femmine contro Maschi

Immaturi

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 - 18,00 - 20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

La Quercia (Vt) P.zza Santuario, 51 Tel. 0761.307759 17,30-19,50-22,00

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cinema Etrusco

Parto col Folle

Qualunquemente

I fantastici viaggi di Gulliver in 3D

Che bella giornata

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 - 18,0 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,30-20,30-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,30-20,30-22,30

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 16,00-18,00-20,00-22,00

Cinema Etrusco Vi presento i nostri

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 16,00-18,00-20,00-22,00

Flavia Multisala

Cinema Etrusco - Le avventure di Sammy in 3D - Hereafter Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 - 16,00 - 17,45-19,50-22,00

Cinema Gallery

Cinema Etrusco

Flavia Multisala

La versione di Barney

Vallanzasca

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 15,45-17,50-20,0-22,00

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Cinema Gallery

Cinema Tevere

Immaturi

Qualunquemente

Skyline

Qualunquemente

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Castiglione in Teverina via Orvietana, 37 Tel. 0761.948915 21,30

Cinema Alberini Qualunquemente

Cinema Florida

Cinema Excelsior

Cinema Colombo

Immaturi

Qualunquemente

Immaturi

Civita Castellana Via del Forte, 26 Tel. 0761.598165 18,30-21,30

Cura di Vetralla Via Cassia, 277 Tel. 0761.483340 19,40-22,00

Valentano Via Monte Grappa, 16 Tel. 0761.453138 21,30

da domani Orte Via del Plebiscito, 6 Tel. 0761.403585 21,45

Venerdì 4 febbraio

Sala Tetraedro, Viterbo “Ecobaleno”, spettacolo per bambini di Emanuela Bolco. Inizio spettacolo ore 16. Ingresso su prenotazione: 368 - 3750512

Teatro dell’Unione, Viterbo “Terrybilmente divagante”, spettacolo comico con Teresa Mannino. Inizio spettacolo ore21. Ingresso euro 20, 23 e 25. Teatro Cinabro, Calcata Vecchia “L’amore è cieco” Tre atti unici di Anton Checov: Domanda di matrimonio, Il tabacco e L’orso. Inizio spettacolo ore 21 e 15. Ingresso gratuito. Sabato 5 febbraio Auditorium Santa Maria in Gradi, Viterbo Stagione Concertistica Unitus, Concerto per pianoforte

di Aldo Ragone. Inizio spettacolo ore 18. Ingresso euro 9, ridotto euro 4.

Teatro Bianconi, Carbognano “La strana coppia”, commedia di Neil Simon interpretata da “Il Fondo di Solidarietà Daniele Leone”. Inizio spettacolo ore 21. Ingresso euro 10, ridotto euro 8. Teatro Boni, Acquapendente Cineclub Rosebud, proiezione del film “Don Giovanni” di Joseph Losey. Inizio spettacolo ore 19. Ingresso euro 12 più tessera iniziale euro 10. Teatro Mancinelli, Orvieto “Il Burbero Benefico”, com-

media di Carlo Goldoni diretta da Matteo Tarasco con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini. Inizio spettacolo ore 21. Ingresso euro 30, 23 e 15. Domenica 6 febbraio Chiesa S. Maria della Verità, Viterbo “Inno alla vita”, concerto per organo di Ferdinando Bastianini con musiche di Back, Vivaldi, Marcello , Franck. Inizio spettacolo ore 16 e 15. Teatro Bianconi, Carbognano “La strana coppia”, commedia di Neil Simon interpretata da “Il Fondo di Solidarietà Daniele Leone”. Inizio spettacolo ore 17. Ingresso euro 10, ridotto euro 8.

Teatro Palarte, Fabrica di Roma “Fabrica Festival”, concerto lirico con l’Orchestra Interamnia. Inizio spettacolo ore 17 e 30. Ingresso euro 5 Teatro Cinabro, Calcata Vecchia “L’amore è cieco” Tre atti unici di Anton Checov: Domanda di matrimonio, Il tabacco e L’orso. Inizio spettacolo ore 18 e 30. Ingresso gratuito. Lunedì 7 febbraio Blitz Caffè (via della Sapienza), Viterbo Nouvelle Vague (dal 21 gennaio all’ 11 febbraio): mostra fotografica personale di Alessandro Fichera. La mostra sarà aperta dalle ore 8 alle 3. Ingresso gratuito.


Venerdì 4 Febbraio 2011

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

almanacco

Viterbo & Lazio Nord

p

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

E

c c o … già vi sento..”Ma tu guarda!…per fortuna che questo doveva essere l’anno dell’Ariete…se comincia così…andiamo proprio bene..” alzi la mano chi di voi non ha pronunciato questa frase…vero?..beh allora vi dico…abbiate solo ancora un po’ di pazienza.. e tutto sarà STRAFANTASTICO E PER TUTTO L’ANNO! 22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

E

ci mancava pure questa dolcissimi amici del Cancro!...già vi sentite non proprio al top e sono sicuro che spesso vi buttate a capo�tto su frappe e castagnole…da oggi ci si mette pure Venere poi…e via con gli intingoli!...datemi retta…tra pochissimo tempo questo periodo cupo �nirà e comincerete �nalmente a VIVERE ALLA GRANDE 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

M

a come proprio adesso che arriva il weekend e vorreste partire con il vostro grande amore un impegno improvviso fa sì che dobbiate rimanere a casa..che noia..ma possibile?! È possibile sì..è tutta colpa di Venere che vi stacca per un po’ dal vostro amore ma non importa…avrete tanti amici..e lui TORNERA’ PRESTO A CASA 22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

M

a che bello amici del Capricorno.. qualche piccolo frutto comincia a cadere dal vostro albero che così pazientemente e con grande tenacia state curando già da qualche tempo… Venere arriva a casa vostra e ci si fermerà per un bel po’ favorendovi in amore e , cosa che a voi non dispiace affatto, anche nei soldini..ERA ORA!!!

BUONGIORNO

Il buongiorno ai lettori dal prof. Gianni Marcoaldi con gli alunni del 2° Liceo Classico Buratti di Viterbo che hanno partecipato alla ‘Giornata della Memoria’ svoltasi in prefettura. FotoZadroPress

21 Aprile - 20 Maggio TORO

ari amiC ci del Toro, anche

se vi sentite un po’ stanchi e avete qualche grana sul lavoro specialmente con i colleghi, rallegratevi…da oggi avrete Venere che dal Capricorno vi aiuterà ad avere ragione su tutti coloro che cercano di mettervi i bastoni tra le ruote…e inoltre vi innamorerete follemente...e TUTTI SI INNAMORERANNO DI VOI

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

V

oi siete sempre lì lì per dire “finalmente si respira” quando improvvisamente un’altra tegola vi cade sulla testa…ma state tranquilli…questi sono gli ultimi colpi di coda di un periodo poco piacevole che �nalmente va a �nire…Venere torna bella e la luna si fa brutta…ma dura poco…da lunedì TUTTA VITA!!

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE e m p r e più belli sempre più forti sempre più dinamici…la vostra vita sta salendo su una ruota vorticosa che vuol portarvi sempre più in alto..da dove cominciate a vedere la gente piccina piccina che è meno fortunata di voi…da questa sera però e �no a lunedi mattina qualcuno dal basso vi tirerà un sassolino che vi sembrerà una pietra…è L’INVIDIA…SIATE SUPERIORI

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

I

o ho la caratteristica molto rara di essere sempre sincero.. e vi dico tranquillamente che questo periodo non è il massimo per voi..ma altrettanto tranquillamente vi dico che tra pochissimi giorni inizierà la vostra meravigliosa rinascita..che durerà molto molto tempo…quindi non lagnatevi ed ATTENDETE CON FIDUCIA

C

S

B

o n questi pianetini che gironzolano in Acquario voi non vi sentite per niente soddisfatti di come stanno andando le cose..in parte avete ragione, ma vi lagnate troppo..tiratevi su con una bella Luna in Pesci che da questa sera almeno fino a luned’ favorirà INCONTRI DA MILLE E UNA NOTTE

e n e amici del sagittario... oramai quel che è fatto è fatto…se eravate innamorati continuerete alla grande…se invece vi siete lasciati, molto presto un insolito incontro ricomincerà a farvi pulsare il cuore..e vedrete che nonostante siate facili alle scappatelle…cambierete idea e QUESTO AMORE SARA’ PER SEMPRE!!!!

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

A

rrivate a questo weekend belli carichi di grinta cari affabili e ineffabili amici dell’Acquario..le novità che ci sono state in questo ultimissimo periodo sono tutte destinate a durare, sia che si tratti di un nuovo lavoro o di un nuovo amore…andate avanti con �ducia e vedrete che SARETE FELICI

E

23

d eccoci a ncora qui a festeggiare in anticipo il vostro compleanno…e sì perché dopo l’Acquario arrivate voi con il vostro charme e la simpatia, l’eleganza e brillantezza che tutti fa innamorar…da questa sera ci si mette anche una bellissima luna che vi renderà irresistibili e pronti a volare SULLE ALI DEL SOGNO!

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Venerdì 4 Febbraio 2011

Giovedì 3 Febbraio 2011

ore 00 cielo sereno e vento da nord/est a 14 km/h. Temperatura di 1 °C ore 03 cielo quasi sereno e vento da nord/est a 14 km/h. Temperatura di 1,2 °C ore 06 cielo quasi sereno o poco nuvoloso e vento da nord/est a 14 km/h. Temperatura di 1,1 °C ore 09 cielo sereno o quasi e vento da nord/est a 13 km/h. Temperatura di 4,5 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord/ est a 10 km/h. Temperatura di 9,1 °C ore 15 cielo sereno e vento da nord/est a 5 km/h. Temperatura di 9,8 °C ore 18 cielo sereno e vento da nord/ ovest a 6 km/h. Temperatura di 5,6 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord a 6 km/h. Temperatura di 2,8 °C

ore 00 cielo sereno e vento da nord/est a 7 km/h. Temperatura di 1,9 °C ore 03 cielo sereno e vento da nord/est a 6 km/h. Temperatura di 1,4 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord/est a 6 km/h. Temperatura di 1,2 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord/est a 5 km/h. Temperatura di 6,8 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord a 1 km/h. Temperatura di 10,9 °C ore 15 cielo sereno e vento da ovest a 6 km/h. Temperatura di 10,8 °C ore 18 cielo sereno e vento da ovest a 6 km/h. Temperatura di 6,1 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord/ovest a 6 km/h. Temperatura di 3,9 °C

FARMACIE

OGGI 4 FEBBRAIO MONTALBOLDI (DIURNO E NOTTURNO) PIAZZA VERDI, 1A (VITERBO) TEL: 0761-341902 DOMANI 5 FEBBRAIO COMUNALE S. BARBARA (DIURNO E NOTTURNO) VIA PORSENNA, SNC (VITERBO) TEL: 0761-270543



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 4 febbraio 2011