Page 1

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

���������������������GIOVEDÌ 29 MARZO 2012

Anno III N. 69 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Politica

Regione

Dove è finito il rispetto per il tricolore?

Cultura & Spettacolo

“Ricordando Viterbo”, un viaggio nel tempo attraverso la fotografia

Dall’incontro con Unindustria una Regione sempre più consapevole delle priorità della Tuscia

Servizio

di Sabrina Morbidelli

Servizio

a pagina 5

a pagina 17

a pagina 9

ARANCIA MECCANICA - I carabinieri arrestano gli autori della violenta rapina in villa a Bagnaia

Massacrato dai romeni il professor Zappa Allarme sicurezza

I carabinieri lo hanno trovato in un lago di sangue. Ausonio Zappa, professore stimato e assai conosciuto, si trova ora ricoverato a Belcolle in coma irreversibile. L’uomo, è stato sorpreso da quattro banditi romeni all’interno della sua abitazione. Gli uomini, pensavano di agire indisturbati, poichè credevano che la villa fosse vuota. Invece, trovandosi di fronte l’anziano hanno reagito colpendolo violentemente con una spranga di ferro, fin quasi a ridurlo in fin di vita. Ora T.P.A. di 20 anni, O.P.C. di 19 anni, S.N.A. di 22 anni e O.I.D. di 25 anni, tutti di nazionalità romena dovranno rispondere di tentato omicidio e rapina aggravata e sequestro di persona. A illustrare i dettagli dell’operazione, il pm Paola Conti che ha coordinato le indagini che, nel giro di poche ore si sono concluse con l’arresto dei malviventi.

Siamo in balìa dei banditi romeni di Paolo GIANLORENZO I carabinieri di Viterbo hanno assicurato alla giustizia e rinchiuso a Mammagialla i romeni autori della feroce rapina in villa ai danni del nostro concittadino Ausonio Zappa. Il colonnello comandante dei carabinieri Gianluca Dell’Agnello aveva da tempo messo in atto una serie di controlli sul territorio per cercare di scoraggiare le bande di romeni che nel centro Italia si sono rese protagoniste di episodi di violenza efferata. Controlli a tappeto, posti di blocco che però non hanno scoraggiato questi banditi stranieri. Violenze che si ripetono nel tempo con veri e propri commando che agiscono con brutalità in stile Arancia Meccanica. L’ultima vittima di una serie di rapine efferate Luca Rosi, il bancario perugino trentottenne ucciso il 2 marzo scorso, a Ramazzano, alle porte di Perugia. Con le mani legate dietro la schiena voleva solo provare a difendere la sua �danzata ma è stato brutalmente ammazzato. Ausonio Zappa, una persona anziana, innocua, non ha impietosito questi animali che lo hanno ridotto in �n di vita a forza di calci e pugni solo per portargli via il portafogli che, con tutta probabilità l’ottantenne aveva consegnato spontaneamente. Oltre alla crisi economica che travolge le famiglie italiane anche le bande di romeni che le terrorizzano costringendole a vivere asserragliate in casa. Basta!

Servizio a pagina 3

Servizio a pagina 20

Il Comune perde la causa Lozzi

di Michele Mari a pagina 13

MONTALTO

L’ultimo saluto a Roberto Sacconi di Giovanni Corona a pagina 11

VETRALLA

Vandali in azione La Polizia sgomina Rimborsi a cooperativa al sottopassaggio banda di spacciatori non accreditata...e io pago! CRONACA

CIVITA CASTELLANA

di Emanuele Faraglia a pagina 14

La questione dei rapporti tra la Ausl di Civita Castellana e la cooperativa Azzurra (specializzata in assistenza riabilitativa domiciliare) si fa sempre più intricata. Dal 28 luglio 2011, infatti, con una nota l’Unità operativa complessa della Ausl riferiva all’associazione Azzurra di non essere accreditata (secondo quanto prescrive obbligatoriamente la Regione Lazio) per l’assistenza domiciliare a determinate categorie: disabili, anziani, pazienti affetti da disturbo mentale. Nonostante ciò l’Azzurra ha continuato a lavorare �no al febbraio del 2012. Perchè?

Servizio a pagina 4

di Simona Tenentini

RONCIGLIONE

Al via l’atteso evento “Tuscia in Jazz” Servizio

a pagina 2

a pagina 15

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio La Viterbese bastonata in Coppa Italia

MONTEFIASCONE

Il Giudice Pesanti sanzioni al Pianoscarano dopo il derby

Studenteschi Brillano gli atleti del Ragonesi

Servizio a pagina 20

Servizio a pagina 23

Redazione Via Piave 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 Email: redazione@opinioneviterbo.it


cronaca

2

Assistenza domiciliare illegittima o l’ennesima “beffa” alla Asl Vt5? di SIMONA TENENTINI

L

a questione dei rapporti tra la Ausl di Civita Castellana e la cooperativa Azzurra (specializzata in assistenza riabilitativa domiciliare) si fa sempre più intricata. Era il 28 luglio 2011 quando, con una nota iscritta al numero di protocollo n. 39625, l’Unità operativa complessa della Ausl riferiva all’associazione Azzurra di non essere accreditata (secondo quanto prescrive obbligatoriamente la Regione Lazio) per l’assistenza domiciliare a determinate categorie: disabili, anziani, pazienti affetti da disturbo mentale. Nonostante l’inequivocabile comunicazione però, non si sa bene per quale motivo, gli infermieri della cooperativa hanno continuato a prestare i loro servizi a numerosi malati per un lunghissimo periodo di tempo. Ben sette mesi, infatti, sono trascorsi da quando, a seguito di questa nota ne è arrivata un’altra, datata 02 febbraio 2012, nella quale si afferma che: “preso atto della vostra nota prot. 1842, del 23 novembre 2011, che comunicava formale disdetta…si fa presente che i pazienti gestiti a domicilio dalla vostra associazione devono essere assistiti fino e non oltre al 5/02/2012. In altre parole, non solo la Ausl pur sapendo che l’Azzurra non era accreditata non le ha sospeso il servizio, ma ha, addirittura, atteso che fosse la cooperativa stessa a dare disdetta. In tutto questo lasso di tempo, in cui prestazioni me-

diche domiciliari sono state erogate da personale privo di accreditamento, di cose ne sono successe. E molte. Talmente tante che, per esigenza di chiarezza, è necessario fare un riepilogo sintetico in ordine temporale. 15 novembre 2011: con una comunicazione di servizio si fa presente all’Azzurra che: “la continua variazione del personale per svolgere attività infermieristica sul territorio è stata causa di notevole disagio al nostro servizio. Il servizio ADI per

la tipologia dei pazienti necessita di cure ed assistenza continuativa e pertanto il continuo turn-over di personale ha creato disservizio nella programmazione del lavoro e nella gestione dei pazienti… Dal 1 luglio a tutt’oggi ci sono stati almeno sei operatori con notevole dispendio di energie e tempo senza un riscontro operativo e con continue lamentele da parte dei pazienti...” In altre parole, oltre a non essere accreditata, la cooperativa forniva anche un

servizio carente. Dunque, sorge spontanea una domanda: perché la Ausl ha continuato a tenerla? E soprattutto, facendo un calcolo delle ore di servizio, circa 1000, emergono cifre inquietanti per quanto riguarda i rimborsi erogati. Cifre che, inevitabilmente, vanno a gravare sul peso di una sanità già malata. Un carrozzone, fatto di rimborsi non dovuti, prestazioni limitate, favori, raccomandazioni, intrighi e mazzette che i cittadini si sono ormai stancati di portare avanti.

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012


Giovedì 29 Marzo 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

TERRIBILE - Entrati in villa nel cuore della notte lo hanno massacrato con un tubo di ferro e a pugni. Arrestati dai carabinieri i quattro romeni autori dell’aggressione

In coma irreversibile dopo la rapina a Bagnaia il prof. Ausonio Zappa E’

in coma irreversibile il professore Ausonio Zappa, aggredito la scorsa notte da un gruppo di giovani banditi. Si tratta di quattro delinquenti di età compresa tra i 19 e i 25 anni. Sono romeni e hanno barbaramente ridotto in �n di vita l’anziano docente di 81 anni. La tragedia si è consumata intorno tra l’una e le due dell’altra notte nella villa di campagna del professor Zappa situata in Strada Romana nei pressi di Bagnaia. Due elementi del gruppo hanno fatto irruzione nella casa tentando una rapina che poi è �nita nel peggiore dei modi. L’uomo, preso a calci e pugni è tuttora ricoverato nella sala rianimazione dell’ospedale Belcolle di Viterbo, le sue condizioni rimangono gravissime. Ausonio Zappa è il fondatore dell’Accademia di Belli Arti Lorenzo da Viterbo, la prima in Italia ad essere riconosciuta dal Ministero. Tre anni dopo, insieme al critico e storico dell’arte Guido Ballo e all’artista Gianni Colombo, fondò la Naba Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, due istituzioni di eccellenza,due creature di Zappa. I componenti del branco sono stati arrestati dai carabinieri del Colonnello Dell’Agnello che guida il comando provinciale dell’Arma.

Doveva solamente seguire i muratori che stavano eseguendo dei piccoli lavori di ristrutturazione. Zappa è stato beffato da un orribile destino che lo ha condannato in uno stato al limite tra la vita e la morte. E’ l’una e mazza di notte, una vecchia Bmw si ferma davanti al cancello dell’abitazione, scendono due persone,la macchina si allontana. I due irrompono nella casa. Cercano gioielli,oggetti d’oro e argento, denaro. L’uomo è in camera da letto, dorme, lo svegliano, gli viene ordinato di aprire la cassaforte che non c’è. In prima battuta i romeni lo stordiscono e vanno alla ricerca di qualcosa di valore. Nel frattempo, Zappa riesce ad azionare l’allarme di sicurezza tramite un telecomando. Il gesto scatena la furia degli aggressori. Lo colpiscono con pugni e calci al volto, il corpo percosso con un pesante tubo di ferro lungo quasi un metro. I ragazzi,se così possono essere chiamati,avvisano i complici. Nel giro di qualche minuto quella Bmw è di nuovo davanti al cancello e scompare poco prima dell’arrivo dei vigilantes. Sono state le guardia giurate a trovare il corpo del professore pieno di sangue.

Il magistrato Paola Conti li ha accusati di rapina aggravata, tentato omicidio e sequestro di persona

L’AGGRESSIONE- Il professore si trovava per caso nella sua villa di Bagnaia.

I CARABINIERI- La vigilaza privata, una volta ricevuto l’avviso dal sistema di sicurezza della villa, chiede immediatamente l’intervento dei carabinieri che alle due e un quarto riescono a raggiungere il luogo del massacro. Intanto, alle due e dieci, una pattuglia in servizio ferma la Bmw che procedeva a forte velocità all’altezza del quartiere La Quercia. A bordo due ragazzi che vengono lasciati andare. I gli uomini della compagnia seguono a distanza la direzione presa dal veicolo, che si ferma sulla

strada,davanti al cancello della villa. Via ad un altro controllo, in quel momento i cellulari dei due si mettono a squillare, rispondono e comincia una conversazione in lingua romena. Di nuovo vengono lasciati andare e di nuovo seguiti lungo Strada Romana, sulla Canepinese, l’auto si ferma a Vignanello. I due salgono nella casa di una ragazza. Gli uomini del colonnello Dell’Agnello, insospettiti dalla strana coincidenza, entrano in azione e salgono nell’appartamento. Pressano i presunti colpevo-

li, uno di loro confessa. GLI ARRESTI- Il giovane, nella confessione, ha dato le informazioni necessarie per rintracciare il resto della banda. T.P.A. 20 anni, O.P.C. 19, S.N.A. di 22 e O.I.D. di 25 anni, vengono messi con le spalle al muro. Nelle loro abitazione le prove schiaccianti: le carte di credito, il portafoglio e le chiavi dell’auto del docente. Quando sono stati presi avevano già messo in lavatrice gli abiti che indossavano durante il massacro.

I carabinieri di Viterbo guidati dal colonnello comandante Dell’Agnello li hanno arrestati subito

Dovranno rispondere di tentato omicidio, rapina aggravata e sequestro di persona. I ROMENI- Giovani e senza genitori, le famiglie risiedono in Romania. Quella sera erano usciti alle venti, con uno zaino pieno di attrezzi da scasso. Una notte brava, nella quale hanno commesso anche il furto in una scuola elementare di Viterbo. Possedevano anche degli aggeggi elettronici che servivano per svuotare i video poker e i cambiamonete. A Bagnaia erano andati a colpo sicuro. La madre si uno di loro era stata la badante della suocera di Ausonio Zappa. Ma non si aspettavano di trovare il professore in casa.


cronaca

4

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

Tra gli arrestati anche quatro elementi che gestivano gli affari della camorra a Latina e Viterbo

Sette arresti, ko una banda dedita allo spaccio di Mario MIGNECO

U

n’operazione che ha impegnato un centinaio di uomini della polizia è scattata martedì mattina ed ha coinvolto i territori delle regioni Lazio e Campania. Gli uomini hanno impiegato tutta la giornata per portarla a termine ed eseguire le ordinanze di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari. In azione i comandi provinciali di Viterbo, Roma, Avellino e Civitavecchia. Sette le persone arrestate per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Tra i criminali �niti in manette spiccano quattro illustri esponenti della criminalità organizzata campana, una cellula camorristica che gestiva gli affari dei clan Giuliano-Mazzarella e Veneruso-Castaldo a Ladispoli con collegamenti anche nel viterbese. Questi i nomi degli arrestati: Giovanni Boccarusso classe 1989, Alfredo Grazia-

I quattro affiliati ai clan, da sinistra Alfredo Graziano, Giovanni Boccarusso, Attilio Palumbo e Pietro Moccardi no del ’68, Pietro Moccardi del ’71, Attilio Palumbo del ’58, Luca Carlini dell’81 e Michele Di Donna del ’78. L’arresto del Moccardi è stato noti�cato in carcere perché il 41enne sta già scontando una pena di 22

anni per un omicidio. I cento uomini appartenenti alle diverse squadre mobili hanno eseguito 15 perquisizioni in abitazioni e sequestrato una ingente partita di cocaina e armi. L’operazione ha preso il via da una scoperta fatta

dagli uomini della squadra mobile, guidati da Fabio Zampaglione e coordinati dalla procura di Viterbo. Dopo una intensa attività di indagine è stato possibile effettuare i mandati di cattura nei confronti dei responsabili

di un giro di spaccio che dal litorale laziale arrivava �no alla Città dei Papi. L’indagine è iniziata a �ne estate – ha spiegato il capo della mobile Zampaglione durante la conferenza stampa di ieri mattina-. L’attività ci ha

permesso di individuare una vera e propria centrale dello spaccio concentrata sul litorale laziale che coinvolgeva esponenti della criminalità organizzata campana”. “Gli agenti della sezione narcotici – prosegue Zampaglione – hanno individuato nel capoluogo un uomo di origine campana titolare di una pizzeria che spacciava cocaina. “Durante i controlli nelle case degli arrestati sono stati sequestrati circa 150 grammi di cocaina e una pistola su cui sono in corso accertamenti balistici. C’è stata grande sinergia – conclude -. Anche con la procura di Viterbo. Il gip Marinelli ha emesso le sette misure di custodia cautelare richieste dal pm D’Arma che coordinato le indagini”. Moccardi, Boccarusso, Graziano e Palumbo sono stati trasferiti nel carcere di Civitavecchia, mentre Carlini e Di Donna si trovano ai domiciliari.

L’ennesimo incidente stradale in via Monti Cimini, è di nuovo allarme sicurezza nei quartieri Barcoo e Murialdo In Via Monti Cimini l’ennesimo incidente riapre il problema della sicurezza stradale. Ieri mattina, infatti, alle ore 9 circa, nei pressi del campo sportivo del “Barco” si è veri�cato il violento urto (nella foto). La dinamica, al vaglio della Polizia Locale, all’occhio del residente risulta sempre la stessa: il veicolo “A” percorre in velocità il rettilineo di via Monti Cimini nel senso di marcia Palazzetto dello Sport - campo sportivo del “Barco”, mentre il veicolo “B”, proveniente da Largo Ippolito Nievo, entra in curva per immettersi su via Monti Cimini. Il veicolo “A”, intento a proseguire su via Monti Cimini, nella volontà di attraversare perpendicolarmente la curva

senza dare la precedenza ai veicoli provenienti da destra, colpisce il veicolo “B” sul �anco sinistro. Ma oltre al mancato diritto di precedenza si somma l’alta velocità che impedisce di evitare il sinistro. Il furgonato che ieri mattina ha colpito in pieno una utilitaria Suzuki, prima dell’impatto ha effettuato una frenata di circa nove metri. Fortunatamente si sono riportati solo danni ai mezzi. La sicurezza stradale è un problema che af�igge i quartieri del Barco-Murialdo, specialmente da quando è stato aperto il semianello su via Genova. Il �usso di traf�co proveniente dalla Cassia Cimina (di rientro a �ne mattinata o giornata lavorativa), sommato al traf�co locale,

utilizza via Monti Cimini, via Monte Cervino e via Belluno, strade pressoché rettilinee ed in pendenza, come fossero delle arterie a scorrimento veloce di collegamento con via Genova mentre, in realtà, nascono come strade inserite in un contesto residenziale e sportivo, un tempo tranquillo. Una pericolosa situazione che persiste da anni e che periodicamente è motivo di incidenti anche gravi. Nello stesso punto, in passato, una donna è stata investita mentre si recava a gettare il sacchetto della spazzatura. Alla luce di questa situazione di elevato pericolo per i cittadini e per gli stessi automobilisti, è il caso di interpretare, ma a favore dei cittadini

di questi quartieri, le parole del sindaco Giulio Marini quando sentenzia che ciascun consigliere si dovrà assumere le proprie responsabilità all’atto di esprimere il proprio voto in Consiglio comunale in merito al trasferimento al Barco di 90mila mc di edilizia residenziale (oltre 300 nuovi appartamenti). Speriamo veramente che la responsabilità dei singoli consiglieri non consenta di aggravare la situazione già esistente che, anzi, chiede maggiori attenzioni all’amministrazione cittadina per quanto concerne la sicurezza stradale, la pulizia, la manutenzione del manto stradale e dei marciapiedi del Barco-Murialdo. Maurizio Pinna


Giovedì 29 Marzo 2012

politica

Viterbo & AltoLazio

5

L’assessore Frontini a Bruxelles ospite del PPE T

rasferta a Bruxelles per Chiara Frontini. Oggi e domani l’assessore alle Politiche Comunitarie del Comune di Viterbo sarà ospite del gruppo Ppe in occasione della conclusione del I corso di formazione politica “Giovani, Europa e Politiche del gruppo PPE”. “Un corso di formazione per giovani e amministratori - ha spiegato l’assessore di Palazzo dei Priori Fronti-

ni - per affrontare insieme agli europarlamentari del gruppo le tematiche più cocenti di questo travagliato percorso continentale. In un momento di crisi si tende a rinchiudersi nei confini nazionali e ad avere paura dell’altro, ma è la peggior cosa che si possa fare. E’ proprio in questi momenti che abbiamo bisogno di più Europa, un’Europa sociale ed economica, che non sia

solo burocrazia ed oligarchia bancaria. Un’Europa che è opportunità di crescita e di impiego”. L’assessore ha poi incontrato il presidente del Gruppo PPE Joseph Daul e l’europarlamentare Marco Scurria, per discutere delle prospettive della città di Viterbo in Europa, in particolare sui settori dell’energia sostenibile, del lifelong learning e dell’impiego.

“In questo anno che ci separa dalla scadenza del mandato di questa amministrazione - conclude l’assessore Frontini - faremo il possibile per far entrare la città di Viterbo in quella rete di rapporti internazionali e comunitari che ci permetteranno di essere partner in vari progetti e sedi di sperimentazioni pilota, aprendo la nostra città all’esperienza europea”.

Il consigliere Pinna ricorda il valore della bandiera ed invita ad una maggior cura negli enti pubblici

“Amministratori, onorate il tricolore” L

’ultima tragedia di una missione di pace che ha portato all’uccisione del sergente Michele Silvestri del XXI Reggimento Genio di Caserta, 50° caduto in Afghanistan, riporta alla memoria tutti i migliori uomini e donne che la nostra Nazione ha offerto in sacri�cio per l’onore, la sicurezza e la reputazione di quell’Italia rappresentata dal vessillo Tricolore. Quello stesso Tricolore che poi, come massima riconoscenza Nazionale, avvolge il feretro di chi si è sacri�cato e s�la per l’ultima volta con al seguito i familiari straziati dal dolore. Se solo sapessero i responsabili degli Enti ed Istituti che espongono una bandiera logora, stracciata e scolorita quale oltraggio si commette con tale comportamento super�ciale, forse correrebbero a sostituire certe vergogne esposte fuori i propri edi�ci. Chi ha vissuto un rapporto spirituale con la Bandiera sa che è possibile credere, commuoversi, emozionarsi, pregare e per�no combattere a rischio della propria

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco capo redattore Antonio Brancadoro Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

vita, perché in essa sono racchiusi, in un sol colpo, tutti i nostri più preziosi valori di cittadini italiani, di fede e cultura cristiana. La Bandiera è il simbolo più severo della Patria perché rappresenta la storia della nostra Italia con tutti i suoi Caduti, i suoi Mutilati, i suoi Combattenti, con gli immensi sacri�ci che tutto il popolo ha sostenuto per renderla una e indipendente. Recita il regolamento di disciplina militare che dal 1° gennaio del 1860, con Regio Decreto, tratta l’argomento per ciascuna forza armata, anche se di seguito citeremo l’Esercito: “La Bandiera Nazionale è il simbolo della Patria. Alla Bandiera spettano i maggiori

segni di onoranza, come a pubblica dimostrazione di ossequi e di venerazione per l’idea che essa rappresenta. Il pensiero di essere tutti al servizio dello stesso Paese, di non avere che una stessa Bandiera, di mirare tutti ad un unico �ne che tanto meglio sarà raggiunto quanto più salda sarà l’unione degli animi, dei voleri e delle opere, deve collegare in un sentimento di fraternità militare tutti i Membri dell’Esercito, ed ancor più tutti gli eguali fra loro”. Nella Marina Militare Italiana si ossequia la Bandiera nel salire su una nave. E’ rivolto al Tricolore, infatti, il primo segno di rispetto, qualsiasi altra persona viene dopo.

Così nel lasciare la nave, alla Bandiera si rivolge l’ultimo saluto prima di rimettere piede per terra. Ma per il nostro �ne torna più chiaro riferire come si esprime la Federazione Nazionale di Vela: “La Bandiera Nazionale deve essere innanzitutto in buone condizioni e non scolorita o strappata, perché la bandiera vecchia è onor di capitano, quando si è ridotta così in battaglia, e non a causa di incuria o di vetustà […]. Durante l’alza e l’ammaina bandiera è manifestazione di rispetto che tutti i presenti interrompano i loro lavori, si levino in piedi e si scoprano il capo. Chi maneggia la Bandiera deve curare che non tocchi la coperta, che venga custodita come conviene e che non sia lasciata qua o là come un oggetto qualsiasi. […]”. Morale, chi espone le Bandiere logore, sudice, strappate e scolorite non onora la nostra Patria e la nostra gente ma la offende, mostrando, al tempo stesso, ignoranza in materia, distrazione, indifferenza e il menefreghismo di chi abita il palazzo che la espone. E di questi casi, purtroppo, ce ne sono ovunque, basta alzare lo sguardo da terra per scovarli. MAURIZIO PINNA

L’Udc ricorda Alfio Caruso “persona vera, genuina, buona”

M

artedì è venuto a mancare improvvisamente all’età di 64 anni Al�o Caruso, noto personaggio che gravava negli ambienti della vecchia Democrazia Cristiana e che per lunghi anni ha lavorato alla Cassia di Risparmio della Provincia di Viterbo. In merito a questa triste circostanza l’Unione di Centro della Provincia di Viterbo ha voluto ricordarlo ed in merito ha diffuso un comunicato stampa. “L’Unione di Centro della Provincia di Viterbo ricorda con sincero ed immutato affetto la �gura di Al�o Caruso. Persona molto conosciuta nell’ambiente scudocrociato, grande amico di tutti, non ha mai fatto mancare la sua presenza ed il suo simpatico ed estroverso apporto a qualsiasi tipo di iniziativa messa in campo

dall’Udc, pungolando sempre il dibattito e le piacevoli discussioni: e, soprattutto, rievocando i gradevoli e curiosi aneddoti che hanno contraddistinto la sua lunga esperienza, vissuta sempre all’ombra del glorioso scudo crociato. Sempre pronto al confronto soprattutto con le nuove generazioni, amava molto frequentare la sede provinciale di Via Garbini, dove si intratteneva volentieri con i ragazzi del movimento giovanile, realtà che ha sempre apprezzato e stimolato con la sua verve incontenibile. Alla carissima Michela Claudia ed alla moglie, le più sentite e sincere condoglianze da parte di tutto l’UDC, con l’affettuoso ricordo di una persona vera, genuina e buona”.

Secca smentita da parte dei finiani dopo le voci di una possibile partecipazione

Futuro e Libertà non parteciperà alla costituente de La Destra “

Futuro e Libertà, o meglio i “Finiani veri” non parteciperanno a nessuna costituente della destra né a Viterbo né altrove, semplicemente perché sono con essa incompatibili”. A comunicarlo è Giacomo Barelli, Responsabile Giustizia di Fli Viterbo. “Nonostante da qualche giorno anche a seguito di articoli dal titolo suggestivo usciti a �rma del “La destra” - prosegue - si vocifera di un possibile brigare di persone e personaggi iscritti a FLI provinciale con esponenti de “La Destra” in funzione di una fantomatica costituente (se sia vero o no lo ignoriamo anche perché non abbiamo letto smentite in tale senso da parte del coordinatore provinciale) il discorso è un altro . Il percorso intrapreso da Fini e confermato nelle sue parole all’ultimo appuntamento di Pietrasanta, dove la parola destra non è mai stata pronunciata nei suoi lunghi discorsi, rendono

palese a tutti l’incompatibilità delle posizioni del Presidente della Camera e dei �niani con il vecchio armamentario della destra oggi incarnato dal partito di Storace. Per chi ancora non lo avesse capito, e ahimè sembrano essercene ancora tanti, l’andare oltre la destra e la sinistra affermato dal Presidente della Camera all’inizio della “camminata nel deserto” incominciata da Fli all’indomani dalla cacciata dal Pdl, signi�ca l’aprirsi a nuovi orizzonti per la politica italiana che nulla hanno a che vedere con i vecchi schematismi della prima repubblica e meno che mai con un’idea di ricostituire “un recinto” di destra e a destra. Altrettanto evidente è come una prospettiva di così ampio respiro e che varca i con�ni anche dell’attuale movimento di Futuro e Libertà rivolgendosi alla società civile alle associazioni alle fondazioni

ecc… seppur, lo comprendiamo, molto ambiziosa, mal si concilia con le velleità personali e le rivendicazioni di nostalgici dei tempi che furono, così come ci appaiono quelle della costituente lanciata dalla “la Destra” ed alla quale auguriamo un buon “ritorno al futuro” al più presto. Del tutto opposta è la prospettiva di noi “�niani” rispetto a quella di chi afferma che “… a Viterbo dicono che quando c’era Alleanza Nazionale era tutta un’altra cosa?” e che lancia appelli “.. per costruire nuovamente quella destra distrutta da Gianfranco Fini e tanto rimpianta dai nostri connazionali…”. Ed è per questo che il 2 Aprile noi non ci saremo semplicemente perché quel progetto non ci riguarda perché non ci sentiamo vittime di nessuna diaspora perché la nostra terra natale è il futuro. Cio detto è evidente che se

Storace e Fini quando ancora “si amavano” qualcuno anche in Fli (non smentendo quanto sostenuto dalla destra in merito a possibili avvicinamenti fra le parti) ha pensato di “fare il furbo” pensando al proprio interesse particolare in prospettiva futura, sappia che ci saremo sempre noi a difendere quei valori, quei

progetti e quei programmi che insieme al presidente Fini abbiamo condiviso sottoscrivendo il nostro “Manifesto per l’Italia”. A chi lancia appelli al passato rispondiamo: sapreste guardare al futuro con nostalgia? Noi futuristi no e questa è la nostra forza”.


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

Secondo il report fornito da Legambiente, sempre più comuni della provincia scelgono la strada delle rinnovabili

Energie alternative la Tuscia protagonista I

n 355 Comuni del Lazio, ossia praticamente tutti (94%), c’è almeno un impianto da fonti rinnovabili e in ben 48 si produce da fonti rinnovabili più energia elettrica di quella necessaria alle famiglie residenti. Continua, insomma, la corsa del fotovoltaico nel Lazio. Stabile risulta l’idroelettrico che tiene testa nel panorama delle energie pulite, confortanti i primi dati, ancora parziali, sul solare termico e qualcosa pure si muove sull’eolico Il geotermico continua ad essere il fanalino di coda, contribuendo al fabbisogno energetico regionale con 100 kWt all’anno. Questa è la fotogra�a del Lazio emersa dal Rapporto “Comuni rinnovabili 2012” di Legambiente presentato a Roma ed elaborato in base ai risultati del questionario rivolto ai Comuni, agli studi e ai rapporti di Gse, Enea, Fiper, Anev e alle informazioni di Regioni, Province ed aziende. “Le rinnovabili crescono in modo incredibilmente veloce, costituiscono ormai una fonte energetica di primo piano, al pari e più delle fonti fossili costose e inquinanti, bisogna aiutare i cittadini e le imprese

che scelgono le fonti pulite, applicando subito il regolamento regionale approvato dopo tanto tempo, che dovrà rendere operativi gli obblighi per il fotovoltaico e il solare termico in edilizia -dichiara Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Nel Lazio si possono sfruttare meglio tutte le risorse, c’è spazio per il mini eolico nelle aziende agricole ad esempio, ma anche per impianti geotermici e pompe di calore. Servono molto buone politiche pubbliche, per questo oggi premiamo il bando della Provincia di Roma per il fotovoltaico sui tetti delle scuole, che ha già portato a realizzare oltre duecento piccoli impianti, sperando sia da stimolo per molti altri. Anche il coinvolgimento dei cittadini è fondamentale, Legambiente Lazio sta costituendo Gruppi di Acquisto Solare per abbattere i costi di acquisto e di installazione di impianti solari ai quali tutti si possono iscrivere , ed è sempre attivo il progetto eternit free, per sotituire tetti di amianto con pannelli solari. Ad oggi sono 10.200 mq le coperture in fase di analisi di fattibilità o richiesta di

autorizzazione per i GAS e 25.945 mq le coperture, sulle oltre 104.700 mq segnalate, in fase di analsi di fattibilità o di realizzazione per le sostituzioni di tetti in eternit.” Con impianti diffusi in ben 348 Comuni (su 378), il fotovoltaico nel Lazio tiene la sua rotta positiva. I Comuni con la più alta diffusione di impianti fotovoltaici sono, in termini assoluti, Montalto di Castro (con quasi 140.000 MW), Roma (83.000 MW) e Latina (60.000 MW), ma considerando la diffusione in relazione al numero di abitanti il primo della classe è Cellere (7.500 MW), seguito da San Lorenzo Nuovo (5.800 MW) e Onano (oltre 2.000 MW). 16 Comuni, su 38 che sfruttano l’idroelettrico, utilizzano impianti mini idroelettrici per una potenza complessiva di 24,9 MW, tra i quali spiccano Isola del Liri con impianti per 6.990 kW, Amatrice con 2500 kW e Tuscania con 2.475 kW. Per il solare termico, dove il censimento è più complesso poiché gli impianti non sono collegati alla rete elettrica, i primi dati evidenziano una diffusione molto capillare, con in testa alle classi�che Citta-

reale (309 metri quadri per abitante), Montenero Sabino (140 mq/ab.) e Bomarzo (85 mq/ab.) Impianti eolici sono attivi in 18 Comuni, tra i quali Piansano che produce 42.000 kW e Viticuso 7.000 kW. “La diffusione delle rinnovabili nel Lazio è enorme, quasi tutti i Comuni hanno almeno un impianto fotovoltaico, la produzione energetica

Un concorso per valorizzare i migliori pani, formaggi e mieli

“Premio Roma”, adesioni in corso U

ltimi giorni per aderire al “Premio Roma”, il concorso organizzato dall’Azienda Romana Mercati in collaborazione con Unioncamere Lazio e le Camere di Commercio, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere i migliori pani, formaggi e da quest’anno anche i mieli. Il concorso, come di consueto, riconosce premi ai prodotti da forno secondo cinque categorie: tradizionali e storici di frumento duro; tradizionali di frumento tenero o altri cereali; prodotti con lievito madre; per diete speciali (senza glutine, iposodico, kamut, farro); biscotteria tradizionale dolce secca. Mentre per i formaggi le categorie sono: migliori formaggi del Lazio; migliori formaggi a latte crudo ed erborinati a livello nazionale. Inoltre in questa edizione saranno selezionati anche i migliori mieli e prodotti apistici. “La partecipazione al Premio Roma da parte delle nostre aziende - dichiara il presidente della Camera di Commercio di Viterbo Ferindo Palombella – indica l’importanza che gli imprenditori ormai riconoscono ai Premi di alto livello e all’interesse che intorno a eventi di questa specie nutrono esperti e giornalisti. Nella passata edizione sono state ben otto le imprese della Tuscia premiate: un riconoscimento che oltre a inorgoglire i produttori, contribuisce ad accrescere il valore enogastro-

nomico del territorio”. Le domande vanno presentate entro venerdì 30 marzo 2012 scaricando la modulistica dai siti: www.unioncamerelazio.it o www.vt.camcom.it. Per ulteriori informazioni: Uf�cio Agricoltura della Camera di Commercio di Viterbo, tel.0761.290954, e-mail: sandro.magrino@vt.c amcom.it. La cerimonia premiazione si terrà il prossimo 19 maggio, al Tempio di Adriano a Roma.

“Note d’Arpa” alla sala Alessandro IV D

omani, la Fondazione Onlus FORIPSI, Fondazione Internazionale per il Sostegno della Ricerca in

Psichiatria, si presenta alla Città di Viterbo con l’evento “Note d’Arpa” presso la Sala Alessandro IV, Piazza San Lorenzo. La FORIPSI, nata nel 2007 dalla volontà delle Suore Ospedaliere del Sacro Cuore di Gesù e dell’Associazione Solidarietà e Servizio Onlus-Ong, a Viterbo rappresentate dalla casa di Cura Villa Rosa, vuole con questo evento promuovere i progetti e le attività svolte per sostenere la ricerca in psichiatria a livello internazionale. La serata si aprirà alle ore 18:30 con il concerto a cura del Maestro Arpista Valeria Carissimi che eseguirà brani

tratti dalla tradizione celtica e classica per arpa; a seguire, il Prof. Paolo Girardi, Professore Associato di Psichiatria presso Sapienza Università di Roma “S. Andrea”, la Presidente della Fondazione Suor Annamaria Chiaia e il Dott. Perna, Medico Psichiatra, presenteranno la FORIPSI ed i suoi progetti. Al termine della presentazione l’evento si concluderà con un Cocktail. Certi che tale evento susciterà l’interesse della cittadinanza di Viterbo e provincia, da sempre attenta ai temi del sociale e della ricerca scienti�ca, vi aspettiamo numerosi!

distribuita nel territorio è la risposta sicura e praticabile al nucleare e alle fonti fossili inquinanti –afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Purtroppo la Capitale va col freno tirato, al di là di alcuni importanti progetti privati mancano realizzazioni concrete, non si vedono pannelli sui tetti degli edi�ci, il bando per i tetti delle scuole

è fermo e non ci sono aiuti per i condomini che vogliono percorrere la strada delle rinnovabili. Come afferma la CNA, centinaia di piccole medie imprese hanno investito in formazione e innovazione diventando il vero motore in questo settore, un tessuto di cittadini e aziende al quale devono essere assicurate certezze”.

Offerte di Lavoro MAGAZZINIERI, SEGRETERIA, ADDETTI ALLA VENDITA MAGAZZINO CARTACEO A VITERBO RICERCA 3 AMBOSESSI DA INSERIRE COME INSERIMENTO DATI,GESTIONE PRATICHE E DUE ADDETTI AL PUBBLICO, ANCHE PRIMA ESPERIENZA. SOLO TEMPO PIENO. PER COLLOQUIO TEL. 0761/253159 ______________________________ VENDITORE AUTO Concessionaria auto di Viterbo cerca 1 venditore di età minima 20 anni, con conoscenze informatiche e patente di guida. E’ gradita l’esperienza lavorativa nel profilo richiesto. Si offre contratto Enasarco. Riferimento: 3034/B Data annuncio: 29/02/2012 Richiesta: 1 VENDITORE AUTO Settore: Concessionaria auto Sede lavoro: Viterbo Contratto: Lav. Autonomo Titolo di studio: licenza media Requisiti: Età minima 20 anni, conoscenze informatiche, patente di guida. Si richiede disponibilità ad aprire partita Iva. AIUTO PARRUCCHIERA Attività commerciale- parrucchiera donna- cerca 1 aiuto parrucchiera. La candidata si occuperà di supportare la titolare nel fare schampo e tinture. Riferimento: 3276/T Data annuncio: 24/02/2012 Richiesta: 1 AIUTO PARRUCCHIERA Settore: Parruccheria Sede lavoro: Tarquinia Contratto: Contratto apprendistato Titolo di studio: indifferente Requisiti: Residenti in Tarquinia o paesi limitrofi entro i 30Km e non oltre. Patentati e automuniti. Si richiede esperienza nel settore specifico. Tempo determinato pieno con orari distribuiti nell’arco della giornata. PER EVENTUALI CANDIDATURE: Tel. 0761.353252 - 353267 - Fax: 0761.271279 Indirizzo e-mail: lavoro.domanda.offerta@provincia.vt.it


Giovedì 29 Marzo 2012

Viterbo & AltoLazio

attualità

7

Lo scorso week end Viterbo è stata “invasa” da una flotta di camper, un evento per promuovere il territorio

Primo raduno nazionale dei camperisti, un successo “

La promozione del territorio viaggia anche in camper”. A Palazzo dei Priori esprimono entusiasmo per il primo raduno nazionale dei camperisti svoltosi a Viterbo durante lo scorso week end. Per un intero �ne settimana la Città dei Papi è stata invasa da una �otta di caravan: giovani famiglie, appassionati un po’ in là con l’età e gente abituata a fare le vacanze a bordo di una casa viaggiante. In occasione della tre giorni sono state diverse le realtà territoriali coinvolte a vario titolo nell’organizzazione del raduno: Comune, Provincia e Regione, ma anche Camera di Commercio, associazioni di categoria e privati. A Valle Faul, nel momento dell’arrivo, è stato il personale messo a disposizione dalla AGCI (Asso-

ciazione Generale Cooperative Italiane) che ha provveduto a consegnare ai numerosi ospiti un kit informativo riguardante il territorio realizzato dall’ente camerale viterbese e a svolgere le operazioni di accoglienza, parcheggi, allacci per l’acqua e la corrente. Nella giornata di sabato c’è stato anche il tempo per un momento istituzionale. Una delegazione di turisti è stata infatti accolta dal sindaco Giulio Marini e dal consigliere delegato al Turismo Andrea Marcosano nel palazzo comunale. Subito dopo i camperisti hanno potuto assistere ad una rievocazione storica organizzata per l’occasione dal Comitato Centro Storico a San Carluccio, a pochi passi dal cuore del quartiere San Pellegrino. Il pomeriggio è

La manifestazione è stata particolarmente apprezzata dal sindaco e dai consiglieri comunali

proseguito con passeggiate lungo le vie del centro storico, con tanto di degustazioni di prodotti tipici: tutti rigorosamente contraddistinti dal marchio Tuscia Viterbese della Camera di Commercio. Il principale punto di accoglienza della folta rappresentanza è stato l’agricampeggio Paliano, recentemente inaugurato. “Viterbo ha ospitato il primo raduno nazionale – ha sottolineato il consigliere Mar-

cosano -. Ho particolarmente apprezzato le parole di ringraziamento che i nostri ospiti hanno rivolto sia al sindaco Marini per l’accoglienza a Palazzo dei Priori, ma anche agli stessi “addetti ai lavori” che hanno seguito e curato l’organizzazione di questo appuntamento. Per la città di Viterbo il raduno ha rappresentato un momento nel quale più attori del territorio si sono adoperati per promuovere le

nostre tipicità e il nostro patrimionio. Il mondo del turismo in camper è indubbiamente un segmento economico da non sottovalutare. Anzi – prosegue Marcosano - ritengo sia un settore piuttosto strategico e numericamente consistente se si considera che il parco circolante in Italia conta circa 250 mila unità e che mediamente l’equipaggio è composto da tre persone ciascuno. In questa occasione, la rivista di settore

La delegazione dei camperisti accolta dal sindaco Marini a Palazzo dei Priori

Danza, musica, teatro animazione, una miriade di attività dedicate ad adulti e bambini

A Viterbo arriva la “Prima Officina dello Spettacolo” S

ta per arrivare la Prima Of�cina dello Spettacolo” a Viterbo. Come spiegano i “meccanici” ci sarà nuova linfa per la cultura viterbese. Danza, musica, teatro, animazione e spettacolo sono alcune delle attività che la Prima Officina dello Spettacolo offre a bambini, ragazzi, adulti e in generale a tutti coloro che amano lo spettacolo a 360 °. L’appuntamento con l’inaugurazione è per sabato 31 marzo alle ore 17 in via Chiusa, 12 (Piazza del Teatro). Questo nuovo polo multidisciplinare,

nasce dall’unione tra la professionali tà artistica di una consolidata “Scuola di Danza” e le competenze di una grande Agenzia di Animazione e Servizi per il Turismo che opera nel settore da più di quindici anni. Per il territorio della Tuscia si tratta di una forte esclusiva, considerando che questa nuova realtà, assolutamente unica nel suo genere, rappresenta �n da ora un contenitore artistico e culturale in grado di diventare un notevole punto di riferimento per giovani ed adulti. All’interno quindi della Prima of�cina dello spettacolo ci sarà un calendario attività ricco di corsi di formazione,

Un polo dell’arte, o meglio delle arti, una palestra attrezzata per sviluppare il talento

Plein Air, che mi sento di ringraziare, ha fortemente contribuito alla promozione della manifestazione viterbese”. Dallo scorso �ne settimana sembra che lo stereotipo del campeggiatore munito di casa mobile sia diventato tutto d’un colpo positivo, un genere umano benvoluto e accolto. Tutta un’altra cosa rispetto al tirchio (e ternano) camperista che quando arriva non spende una lira.

laboratori, stages, seminari ed approfondimenti, ma anche ideazione, progettazione e produzione di spettacoli di ogni genere, il tutto con un taglio decisamente avanguardistico, innovativo e concreto con un occhio sicuramente attento all’eventuale inserimento nel mondo del lavoro. “Questa

realtà - assicurano i responsabili - nasce e si sviluppa in un ambiente sano e accogliente dove la serietà e la professionalità sono gli ingredienti base per creare il giusto connubio tra formazione e occupazione”. Un centro da visitare con tantissime potenzialità tutte da scoprire.

Marini ricorda Eraldo delle Monache “Era un giornalista vecchio stampo”

Era un giornalista vecchio stampo Eraldo Delle Monache. La nostra città lo ricorderà come un vero viterbese, attento a quello che accadeva intorno. Sapeva raccontare quello che non andava, lo segnalava attraverso i suoi articoli, a volte pungenti, ma comunque capaci di attirare interesse e attenzione. Giornalista ma anche scrittore, opinionista, direttore per anni dell’emittente televisiva Televiterbo, Eraldo Delle Monache ha lasciato sicuramente una grande ed importante impronta nel mondo giornalistico locale. Alla famiglia rivolgo il mio messaggio di cordoglio per la perdita del caro Eraldo”. Così il sindaco Giulio

Marini ricorda la �gura dello storico giornalista viterbese. Delle Monache era una voce critica, sempre attenta a quanto accadeva ed è accaduto in città. Chi lo ha conosciuto ricorderà il suo disappunto per le vicende che portarono all’abbandono dell’Ospedale Vecchio. Ha lasciato anche tanti libri, tra i quali il celebre ‘La voce di Meco Torso’ e l’altro ‘Democrazia Assassina’. Noto anche il proprio impegno a favore delle popolazioni povere della Palestina. Aveva adottato anche una bambina a distanza. Si tratta di Eklas, ragazza della Cisgiordania e ogni anno si recava sul posto per portare aiuti.

Pronti con la seconda edizione dell’evento organizzato anche quest’anno all’Ipercoop

Enogastronomia, inizia “Degustando la Pasqua” P

ronti con la seconda edizione della rassegna enogastronomica “Degustando la Pasqua”. L’evento è in programma dal 30 marzo al 1 aprile 2012 presso il Centro Commerciale Tuscia di Viterbo (Ipercoop) con il patrocinio del Comune, della Provincia e della Camera di Commercio di Viterbo, in collaborazione con l’Istituto Tecnico “F. Orioli” e l’Azienda Daniel Plants di Viterbo. Un expo interamente dedicato alla promozione e valorizzazione di prodotti tipici della Tuscia viterbese. Previste degustazioni

di vino, olio extravergine d’oliva, miele, marmellate, dolci tipici della Tuscia, dolci pasquali, nocciole, castagne ed esposizioni dell’artigianato artistico locale, con opere realizzate in legno, ceramica, terracotta, vetro, pelle e cuoio. Le aziende che parteciperanno all’edizione 2012 del Degustano la Pasqua sono: Panificio Biscetti di Biscetti Guido (Viterbo); Oleificio F.lli Bracoloni di Bracoloni Augusto e Stefano (Montefiascone); Agricola Biologica Cassano (Canepina); Cioccolateria Choco Coccole di Tania Mattioli (Viterbo); Panificio F.lli Oddo (Graffigna-

no); Consorzio Freschi di Forno (Graffignano); Cantina Trebotti (Castiglione in Teverina); Falegnameria De Sanctis Massimiliano (Viterbo), Niky Vetri di Paolocci Nicolina (Soriano nel Cimino), Bottega Artigiana di Pennetta Marilena (Ronciglione), Viterterra di Alessia Sanetti (Vetralla), Le Ceramiche di Elena di Elena Urbani (Bomarzo); Cose Preziose di Venanzi Tiziana (Viterbo). L’inaugurazione avrà luogo venerdì 30 marzo alle ore 11 alla presenza della autorità civili di Viterbo, dei vertici provinciali di Confartigianato, di stampa e Tv locali.


Giovedì 29 Marzo 2012

regione lazio

Viterbo & AltoLazio

9

Regione - Unindustria, un patto per far ripartire lo sviluppo nel Lazio. Domenico Merlani portavoce delle priorità del territorio viterbese

Analizzate tutte le necessità della Tuscia T

rasversale Orte-Civitavecchia e Distretto industriale di Civita Castellana: sono queste le due priorità sottoposte dal presidente di Con�ndustria Viterbo Domenico Merlani nel corso dell’incontro tenuto ieri dalla giunta di Unindustria con la presidente della Regione Lazio Renata Polverini in cui è stato sancita la necessità di far ripartire lo sviluppo del Lazio attraverso un patto tra le forze sociali, istituzioni, imprese e sindacati, per superare la crisi. “Il via ai lavori dell’autostrada tirrenica A12 – ha detto Merlani – costituisce un ulteriore stimolo ad accelerare i tempi per completare la Trasversale, oggi ferma in località Cinelli. La Regione Lazio ha già �nanziato il cantiere per un ulteriore tratto, ma per evitare di andare incontro all’ennesima opera incompiuta ho chiesto alla presidente Polverini che si trovi l’accordo con la SAT, la Società Autostradale Tirrenica, af�nché venga coinvolta nel completamento della Trasversale considerando l’interesse per il collegamento con i �ussi di traf�co viario con la dorsale appenninica, magari prevedendo anche il pedaggio autostradale per la tratta da terminare. L’altra questione che ho sollevato è quella del Distretto ceramico, dove le aziende stanno risentendo fortemente del perdurare della crisi”. “Ho manifestato alla Presidente Polverini – ha aggiunto Merlani – l’impegno degli imprenditori che reagiscono alla crisi continuando, ove possibile, a investire sia in tecnologie innovative che in design e qualità, cercando di riposizionare le proprie esportazioni dai tradizionali mercati europei (che come quello italiano sono fermi) a quelli più dinamici ma certamente più dif�cili dei Paesi emergenti, come la Cina, l’India, la Russia e il Sud-Est asiatico. Questi sforzi delle imprese

Vinitaly 2012, bilancio positivo per la Regione Lazio Tutto esaurito per “I Percorsi Golosi” “

meritano il concreto sostegno della Regione per esempio attraverso l’accelerazione delle procedure per erogare l’aiuto agli investimenti del POR ceramica o attraverso la partecipazione, anche in collaborazione con il sistema delle Camere di Commercio, a progetti aggregati delle aziende per aggredire quei mercati. In�ne ho raccomandato alla presidente della Regione Lazio di sostenere le iniziative di politiche attive del lavoro �nalizzate a sostenere i lavoratori provati da cassa integra-

zione e mobilità”. Nel corso dell’incontro Aurelio Regina, presidente di Unindustria ha detto, tra l’altro: “In questa fase in cui scarseggiano le risorse �nanziare è necessario che tutte le parti in causa si siedano intorno a un tavolo per stabilire quali sono le priorità tra cui infrastrutture, accesso al credito, fondi europei, la sempli�cazione valutando quali sono sostenibili e quali no per poi spingere tutti insieme nella stessa direzione”.

E’ un appuntamento imperdibile, un’occasione assolutamente unica per dare visibilità e far conoscere i nostri vini, testimonial importanti di una produzione che da qualche anno sente l’esigenza di conquistare spazi sempre più ampi nello scenario del mercato vitivinicolo nazionale e internazionale”. Questa è la voce dei produttori della Regione Lazio che chiude il Vinitaly, brindando al successo dopo una quattro giorni di eventi, convegni e degustazioni di vini DOC e IGT e prodotti locali, che hanno visto come protagonisti operatori del settore e amanti del “bere bene”. Nella giornata conclusiva della manifestazione si sono susseguite numerose degustazioni che avevano in programma, tra le tante proposte “I Vini Rossi D’Eccellenza”, �ore all’occhiello della produzione vitivinicola della Regione. Nell’ultimo appuntamento “Il vino e…”, Luca Maroni ha ospitato Vincent Candela, ex calciatore della Roma, che

ha confessato di non aver mai fatto a meno, anche durante la sua carriera calcistica, di un bicchiere di buon vino. Ieri, appese le scarpe al chiodo, è rimasto a vivere nei Castelli Romani, dove, nella sua Tenuta dell’Angelica, produce il vino che porta il suo nome, una Malvasia del Lazio di vecchia vigna dal colore tendente al rosa e dal gusto intenso che rispecchia le note olfattive con un retrogusto di mandorle.

Bonessio e Berdini accusano il sindaco Alemanno di essere “ossessionato dal cemento e di progettare città a misura di speculatori e non di cittadini”

Urbanistica, duro attacco dei Verdi al sindaco capitolino “

Basta con il cemento senza se e senza ma. Questa è l’unica risposta che si può dare ad Alemanno di fronte al diluvio di dichiarazioni del sindaco che sembra ossessionato dal cemento.- afferma il Presidente dei Verdi del Lazio, Nando Bonessio (nella foto) - Ex Fiera di Roma, grattaceli, Tor Bella Monaca, l’housing sociale usato come grimaledello, questi sono solo alcuni degli ingredienti che il “sindaco costruttore” utilizza in quella che è una vera e propria apertura della campagna elettorale in salsa cementizia, per ingraziarsi i favori dei costruttori. E la chicca è il referendum sui grattaceli spacciati come simbolo di modernità quando in realtà è un intero modello di città che orami non è più sostenibile, poichè Roma sta andando al di sotto del limite minimo vitale

per quanto riguarda le opere e i servizi che fanno di una città un luogo degno di essere vissuto». “Si sta progettando una città nella città che non sarà a misura d’uomo, ma a misura di speculatore. - afferma l’urbanista Paolo Berdini - Si vogliono costruire nei prossimi anni abitazioni per 400 mila residenti “fantasmi” che sono assolutamente inutili ai �ni abitativi, visto che nei prossimi otto anni la popolazione di Roma, se va bene, sarà stabile secondo il Cresme e ci sono nella Capitale ben oltre 100 mila appartamenti vuoti. Per non parlare delle infrastrutture a sostegno di questa urbanizzazione che non sono nemmeno sulla carta. Un esempio per tutti la direttrice Roma-Ostia dove le opere per la mobilità, pubblica e privata, sono quelle dell’immediato dopoguerra. E la situazione con la frene-

sia del cemento del sindaco è destinata a peggiorare. Con il modello di città che ha in testa Alemanno, infatti, sarà sempre più dif�cile muoversi, fruire del verde e gestire servizi essenziali come i ri�uti e l’acqua, poichè la logistica diventerà sempre più complicata e costosa. C’ è da chiedersi, in�ne, con quali soldi immagina Alemanno di portare i servizi essenziali nelle nuove zone d’urbanizzazione, visto che il Comune ha 11 miliardi di debiti. Ciò che è veramente urgente fare a Roma non è nuovo cemento, ma un moratoria per fermarlo».

Rifiuti, le dichiarazioni del Wwf che si appella a Clini per rivedere le politiche di gestione del problema

“Lazio sotto scacco con un piano inadeguato e investimenti troppo costosi” D

a almeno quindici anni nella Regione Lazio sembra non si possa avere altra scelta che quella di investire su impiantisca da combustione e realizzazione di discariche. Un sistema che secondo la ricostruzione presentata oggi dal WWF, sulla base dei dati estratti da diverse fonti, si rivela signi�cativamente costoso e con un risultato in termini di bene�ci ambientali ed economici addirittura dannoso. Da un confronto con gli altri stati europei in Italia i disincentivi �scali sullo smaltimento sono molto bassi e non riescono a disincentivare tale pratica. Anche per questi motivi si continuano a programmare nuovi impianti di trattamento termico e discariche. Per quanto riguarda il Lazio l’ammontare dell’ecotassa è ferma ai valori del 1997, ciò fa si che nella nostra regione vengano smaltiti circa l’85% dei ri�uti

prodotti pari a 2 milioni e 800 mila di tonnellate annue. Questo quadro è aggravato dal fatto che i cosiddetti impianti di termovalorizzazione bene�ciano di appositi incentivi, mentre per quelli di riciclaggio non vi è alcuna previsione di sostegni �nanziari diretti o indiretti. Il WWF ritiene che il costo dell’ecotassa dovrebbe essere aumentato, al �ne di disincentivare smaltimento ed incenerimento, vincolando inoltre la destinazione dell’ammontare realizzato al sostegno delle attività di prevenzione e di riciclaggio. Solo così si riuscirà a invertire la rotta verso il recupero dei materiali, verso cioè la Società del riciclaggio a cui l’Europa ci chiama. Sottrarre le incentivazioni per l’impiantisca da combustione, destinandoli alla raccolta differenziata darà modo di programmare la progressiva uscita dalla dipendenza delle discariche e degli inceneritori, contribuendo, inoltre, all’abbassamento dei costi del sistema in generale e soprattutto sulle tariffe applicate ai cittadini.

“A pochi mesi dalla approvazione del Piano Regionale sui Ri�uti, –– dichiara Vanessa Ranieri presidente WWF Lazio - pubblicato lo scorso 14 marzo, insomma, si ha già la convinzione che lo stesso non solo non possa portare quei bene�ci legati alla corretta piani�cazione, prevista dalla gerarchia dei ri�uti comunitaria, ma addirittura ad una sicura condanna da parte della Comunità Europea avendo lo stesso di fatto puntato sulla realizzazione degli impianti per la produzione di CDR e sulla combustione dello stesso. Si aprano immediatamente i siti di compostaggio senza i quali è impensabile prevedere l’avvio di una serie puntuale raccolta differenziata porta a porta. Convertire gli attuali TMB in siti di compostaggio potrebbe essere una scelta di facile realizzazione nel breve termine. A Roma, per esempio, abbiamo solo l’impianto di Maccarese che riceve il 35% dell’organico raccolto nella Capitale, destinando al Nord il rimanente, con enormi costi gestionali che erroneamente vengono imputati al sistema porta a porta”, conclude Ranieri. “Siamo molto interessati alle azioni che as-

sumerà il Ministro Clini. Infatti potrebbe partire dal caso del Lazio per rivedere le politiche di gestione dei ri�uti nel nostro Paese. Spetta allo Stato introdurre meccanismi di sostegno e di disincentivazione �scale ed economica, che sono il migliore strumento a disposizione delle Amministrazioni per cambiare i modelli di gestione. Come è successo in altri stati europei, potrebbe avvenire anche nel nostro Paese. – ha dichiarato Stefano Leoni, presidente del WWF Italia – Lo studio, che presentiamo oggi, sfata molti miti, a cominciare da quello che una maggiore raccolta differenziata costa di più. Infatti, i costi unitari di gestione dei ri�uti sono più alto dove è più basso il livello di differenziazione. Inoltre, dimostra come nel Lazio esistono già oggi risorse suf�cienti per sostenere la raccolta porta a porta, la prevenzione e il riciclaggio dei ri�uti. E’ dunque solo una questione di volontà.” In conclusione il WWF chiede alle Amministrazioni di agire subito secondo le cinque priorità per far uscire questa regione dalle �nte logiche emergenziali.


����� � �������� ��� ������� �����������������������

�������������������������� ����������������������������

��

����

���������������������� ���������������������� ��� ����� ������� ���� ������ ������������������ ������ �������������� �� ���� ����������� ���� �� ������������ ���������������������������������� ���� ������������� ��������������� ���� ��� ������ ������������������������������������������������ �������

� ������������������������������������� ���������������������������� � ������������������� ������������������������� �������� �������������������� �����������������

���������������������� ��������������������� ������������������������ ����������������� ������������������������ �������������� ��������������������

��������������������������������������������������������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������������������������������������������


Giovedì 29 Marzo 2012

litorale

Viterbo & AltoLazio

11

MONTALTO - Centinaia di persone alla chiesa dell’Assunta per l’ultimo saluto all’ex sindaco

Ieri i funerali di Roberto Sacconi di GIOVANNI CORONA

MONTALTO - Elezioni, “Alleanza per l’Italia” sostiene Sergio Caci

Ha avuto il sorriso fino alla fine”: con queste parole Don Eduardo ha concluso l’omelia in onore di Roberto Sacconi, scomparso lunedì sera dopo una lunga malattia. Nella chiesa di Santa Maria Assunta sono state diverse centinaia tra amici, parenti e conoscenti che hanno assistito in silenzio alla cerimonia di addio per l’ex Sindaco di Montalto. Tutti uniti per l’ultimo abbraccio ad una persona definita come un grande uomo ed un grande politico. Sacconi era un personaggio ricordato da tutti, da tutte quelle persone che hanno avuto il piacere di conoscerlo e non solo. La sua lunga carriera politica la si può definire come una famosissima frase del poeta Hermann Hesse: “sono più le persone disposte a morire per degli ideali, che quelle disposte a vivere per essi”. L’ex Primo Cittadino è stato accompagnato con grande commozione in cielo sotto le note del canto liturgico “Quando busserò alla tua porta”, prima di essere ricordato fuori la chiesa con la commovente canzone

L

“Che sarà”. A salutarlo per l’ultima volta sono state soprattutto la moglie Roberta e le due figlie, Erika ed Eleonora: quest’ultima ha indossato sulle spalle la bandiera del Partito Comunista, appartenuta al padre. Durante la messa un esponente dell’associazione “Alba della Speranza” di Montalto ha letto un discorso di poche righe: il testo parlava di come Sacconi

donò un mezzo agricolo a favore dei bambini dello Zimbabwe e di come s’impegnò ad aiutare l’associazione ad aprire in breve tempo la sede montaltese. Un particolare ringraziamento va al Sindaco di Cellere Leandro Peroni, all’ex Primo Cittadino di Cabalbio Franci e all’ex Sindaco di Canino Lina Novelli, che con la loro presenza hanno voluto rendere omaggio a Roberto. Prima dell’estremo salu-

to di fronte alla fontana al viale sormontata dall’ulivo, che tanto Sacconi aveva voluto, è stato letto ai presenti un articolo contenente i tratti salienti della sua vita come uomo e come politico: ascoltando le tante cose buone che l’ex sindaco ha fatto per Montalto e Pescia, la folla si è lasciata andare con uno scrosciante applauso che probabilmente riecheggerà per sempre tra le mura cittadine.

’Assemblea Provinciale API, svoltasi alla presenza del segretario Regionale Luca Danese e del Segretario Provinciale Marcello Mariani, ha ospitato una affollata conferenza stampa nella quale sono stati presentati i candidati sindaco che concorreranno alle prossime amministrative nelle liste appoggiate da API. “Vogliamo sottolineare - dichiarano il segretario politico Mario Mascelloni e la portavoce Antonella Febi - il clima caloroso che si è creato intorno al nostro candidato a Sindaco per Montalto di Castro Sergio Caci. E’ stata un’occasione per sottolineare alcuni punti programmatici che a favore della cittadina tirrenica e di tutti i cittadini montaltesi e pesciaroli. E’ stato importante farlo a Viterbo, nella città capoluogo e davanti a tanti giornalisti . Siamo poi veramente soddisfatti che Sergio Caci abbia espresso riconoscenza per il sostegno che API per Il terzo Polo ha garantito sin dall’inizio collaborando alla realizzazione del programma e delle strategie politiche e, cosa molto importante, alla scelta condivisa con gli amici dell’UDC del candidato per Il Terzo Polo che dovra’ rappresentarci che e’il Sig.Tito Mezzetti �gura molto nota e stimata nel panorama di Montalto di Castro . Siamo orgogliosi, in conclusione, di essere promotori e sostenitori della lista civica di Sergio Caci, la quale puo’ vantare anche un enorme pregio che e’ quello di essere l’unica lista civica completamente trasversale . Questo dimostra palesemente la validita’ del candidato , espressione di competenza, trasparenza e onestà, doti che in politica spesso sono assenti. Adesso non ci resta che continuare l’ottimo lavoro �n qui svolto, certi che tutto questo ci consegnerà a Maggio una vittoria elettorale che sentiamo di meritare e che tutta la cittadinanza chiede a gran voce”.

TARQUINIA - Verrà presentato il 3 aprile un nuovo progetto a sostegno di pazienti e famigliari

TARQUINIA - “In attesa del Risorto”: serata evento Alzheimer, il Comune dalla parte dei malati per il 180° anniversario della processione di Pasqua P Q

uest’anno ricorre il 180° anniversario della processione della domenica di Pasqua, e per celebrare a dovere questo importante compleanno è stata organizzata una serata evento che si svolgerà sabato 31 marzo, alle ore 18, nella chiesa di Santa Maria in Castello, e si intitolerà “In attesa del Risorto”. Durante la serata verranno premiate persone e associazioni che hanno contribuito a rendere la processione del Cristo risorto l’appuntamento più atteso e sentito della città, e sarà inoltre proiettato un video “La processione del Cristo Risorto a Tarquinia”, realizzato da Evolution Media e musicato da Leandro Piccioni. L’evento, molto pubblicizzato anche su facebook, e a cui parteciperanno il sindaco Mauro Mazzola e l’assessore Celli, è stato organizzato dall’assessorato al Turismo e l’associazione Fratelli del Cristo Risorto, in collaborazione con l’Università Agraria e la Diocesi di Civitavecchia e Tarquinia. Daniele Girardi

urtroppo l’alzheimer è una malattia sempre più diffusa, ed è anche considerata una delle malattie più vili, perché colpisce le funzioni cerebrali e questo implica serie dif�coltà per il paziente nel condurre una vita normale, colpisce la memoria e le funzioni cognitive, si ripercuote sulla capacità di parlare e di pensare ma può causare anche altri problemi fra cui stati di confusione, cambiamenti di umore e disorientamento spazio-temporale. Il comune quindi, martedì 3 aprile alle ore 12 presenterà il “progetto Alzheimer”, presso il centro socio-riabilitativo “Luigi Capotorti” di Tarquinia. L’obiettivo dell’iniziativa,

promossa dall’Amministrazione e dal Distretto 2 dell’Ausl di Viterbo, è quello di aiutare

TARQUINIA - La puntata del popolare programma di Rai2, condotto da Osvaldo Bevilacqua, andrà in onda il 14 aprile

All’Università Agraria le telecamere di Sereno Variabile A

Il presidente dell’Università Agraria Antonelli con il conduttore televisivo Bevilacqua

ll’Università Agraria di Tarquinia sono arrivate le telecamere di “Sereno Variabile”. Protagonisti i butteri, la maremma, i prodotti locali, i percorsi naturalistici. Un’occasione di promozione su attrattori tradizionali legati alle suggestioni del territorio. Soddisfatto l’Assessore al Centro Aziendale Renzo Bonelli – grazie alla sensibilità di Osvaldo Bevilacqua, vero appassionato della nostra cittadina, un’ulteriore momento di promozione. Il verde della Roccaccia, la biodiversità animale, le suggestioni dei butteri, la valorizzazione del

territorio attraverso l’eccellenza dei prodotti locali, concetti semplici ma che garantiscono un ottimo biglietto da visita per Tarquinia. Presenti anche gli allievi della scuola alberghiera di Montalto di Castro, che hanno preparato piatti tipici della tradizione. Per parlare della prelibata carne maremmana il mitico Mauro “Lucignolo” Arpini e gli operatori della Cooperativa Zootecnica. Uno sforzo organizzativo, importante – continua Bonelli – fatto di collaborazione, promozione senza costi, basata sulla disponibilità

di chi ha nel cuore la nostra Città. Il Centro Aziendale della Roccaccia una cornice ideale per promuovere il fascino della Maremma. La crescita degli ultimi anni ci pone quali protagonisti. Nonostante le ristrettezze economiche e le dif�coltà siamo in grado di garantire il massimo impegno per la nostra Città, senza investimenti faraonici. Un ringraziamento particolare alle scolaresche presenti. La puntata di Sereno Variabile dedicata a Tarquinia sarà in onda sabato 14 aprile, e come sempre sarà vista da milioni di spettatori.

i malati a svolgere il più possibile e al meglio le normali attività quotidiane, e dare anche un prezioso sostegno ai parenti di questi sfortunati malati. Saranno coinvolte otto persone: un’equipe di medici, psicologi, assistenti sociali, terapisti occupazionali e operatori sociosanitari seguirà i pazienti in un percorso riabilitativo della durata di sei mesi. “Sfortunatamente” afferma il sindaco Mazzola. “Questa malattia colpisce sempre più persone, e così il comune ha deciso di intervenire a sostegno di pazienti e parenti dei malati.” Anche la dott.ssa Fabiola Cenci, direttore del Distretto 2, fa presente l’aumento di queste patologie invalidanti tra le quali le sindromi demenziali: “Dobbiamo ringraziare l’amministrazione per l’aiuto economico e per la messa a disposizione dei locali dove svolgere le attività.” D.G.


comprensorio nord

12

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

La nuova Soprintendente ai Beni Archeologici, Alfonsina Russo ha incontrato il Sindaco Natali e le associazioni del territorio. Grande entusiasmo per ViviTuscania per la notizia dell’imminente restauro del Museo, per il quale avevano promosso una raccolta di firme di Valeria SEBASTIANI

I

eri mattina la nuova Soprintendente ai Beni Archeologici dell’Etruria meridionale, Dottoressa Alfonsina Russo, (foto in alto a destra) ha incontrato nella sala delle udienze del Comune di Tuscania, il sindaco Massimo Natali e i rappresentanti delle associazioni culturali cittadine. Motivo della visita: le presentazioni uf�ciali. La dott.ssa Russo si è insediata lo scorso 20 febbraio, prendendo il posto del suo predecessore, la dott.ssa Anna Maria Moretti. Presenti all’incontro anche l’assessore alla cultura Giovanna Perugini ed il consigliere con delega al turismo Cesare Pocci. Un incontro che ha da subito assunto toni informali. La Soprintendente ha avviato un dialogo con tutti i presenti, dichiarandosi soddisfatta e colpita dalla calorosa e numerosa accoglienza organizzata dal sindaco Natali. Tanti i temi affrontati. Dalle proposte dell’associazione Acquaforte sulla tutela e valorizzazione del territorio, ai progetti di AssoTuscania per la promozione dei luoghi. Si è passati poi a problemi di stringente attualità. In primis la dif�cile situazione del Museo Archeologico Nazionale di Tuscania. Il Museo è attualmente “mutilato”. Le sale superiori, quelle che ospitano i preziosi sarcofagi in terracotta, tipici della produzione manifatturiera etrusca locale, e reperti provenienti dalle necropoli sparse per il territorio tuscanese, sono chiuse al pubblico da oltre un anno per motivi legati alla sta-

Presto verrà restaurato il tetto del Museo

L’intervento è stato annunciato dall Sopraintendente, Russo, nella prima visita ufficiale alla città bilità del tetto della struttura. La città ha cercato con ogni mezzo di riuscire a sensibilizzare le istituzioni al problema. Chiedendo a gran voce un urgente intervento di restauro che permettesse il ripristino dei luoghi e la riapertura delle sale. Soprattutto grazie alla raccolta �rme promossa dall’associazione culturale ViviTuscania. Raccolta �rme della quale la Russo ha dichiarato di essere venuta a conoscenza. La Soprintendente ha annunciato di essere riuscita a recepire a pochi giorni dal suo insediamento e per una fortunata serie di coincidenze, fondi per 200.000 euro da destinare all’intervento di restauro. I lavori inizieranno al più presto, non nel 2013 come da più parti era stato sostenuto: già ieri la dott.ssa aveva un incontro con un architetto per discutere il da farsi. Soddisfatto il Presidente di ViviTuscania, dott. Marco Quarantotti, per il felice esito dell’iniziativa promossa dall’associazione, per il quale ringrazia cittadini ed associazioni che vi hanno partecipato con entusiasmo. “Quello che è accaduto ieri mattina - ha dichiarato Quaran-

Partiranno a breve i lavori di rifacimento del tetto del Museo Archeologico

totti - è la prova di come soltanto unendo le forze, mettendo da parte i personalismi, si possano ottenere risultati inaspettati che vanno a favore dell’intera collettività. Quello che abbiamo ottenuto è stato un successo non per ViviTuscania, ma per la città ed i suoi cittadini”. Tuscania tornerà dunque ad avere il suo museo al completo ed in tutto il suo splendore. Proprio le sale “chiuse”, nel corso della visita di questa mattina, hanno colpito profondamente la dottoressa che non ha risparmiato elogi. D’altronde l’allestimento museale delle stesse è ritenuto uno dei migliori e più suggestivi, in tutta l’Italia. Una volta ripristinati i luoghi il Museo non dovrà però essere abbandonato a se stesso, ma promosso con ogni serie di iniziative. A tal proposito l’associazione AssoTuscania ha chiesto alla Soprintendente la disponibilità del chiostro della struttura per poter organizzare eventi di interesse culturale aperti al pubblico. Un’idea che è piaciuta alla dottoressa Russo la quale ha espresso la ferma volontà di voler mantenere un dialogo aperto e continuo col Comune e le associazioni di Tuscania, per collaborazioni mirate alla promozione e lo sviluppo della città e all’apertura di nuove campagne di scavo per portare alla luce i numerosi tesori ancora nascosti dal suolo.

Il 2 aprile si consegnano i bozzetti per l’approvazione della proloco

Acquapendente e i ‘Pugnaloni’

P

rofumo di primavera e profumo di Pugnaloni. Ad Acquapendente sono già iniziati i preparativi per la festa della terza domenica di maggio: ‘I Pugnaloni’. Da una parte la nuova associazione proloco che non vuole certo farsi trovare impreparata per l’evento più sentito della città, dall’altra, i gruppi partecipanti, che in queste ore stanno completando i bozzetti da consegnare rigorosamente il prossimo 2 aprile dalle 18,00 alle 19,00. Dopo alcune voci circolate in paese sulla possibile defezione di alcuni gruppi, tutto sembra rientrato e quasi sicuramente, i quindici partecipanti dello scorso anno presenteranno l’atteso bozzetto. Sarà poi compito dell’associazione proloco verificarne all’attinenza al tema trattato (oppressione e libertà) e soprattutto l’originalità dell’opera, che riprodotta sulla tavola 3,60

mt. x 2,60 mt.) e ‘colorata’ con il classico mosaico di foglie e fiori, farà lustro di se nell’esposizione di domenica 20 maggio, dislocata in diversi punti del centro storico cittadino. E’ questo il momento delle indiscrezioni, del segreto sui particolari del disegno e dei primi pettegolezzi. Tutto verrà reso noto, compresi i bozzetti stessi, dopo l’approvazione della proloco. Da lì in poi arrivano i momenti più interessanti della festa, con i gruppi a preparare le tavole nei diversi laboratori, colorati dai vessilli sociali e gradevolmente attrezzati a veri e propri rustici, per le varie cenette a tema e per la gradevole accoglienza ai visitatori del sabato notte prima

dell’uscita, quando ogni gruppo termina, con l’attaccatura dei fiori l’opera, divisa in due tavole, che la mattina della domenica verranno unite, dopo la faticosa ma irrinunciabile nottata in bianco. F. MEDICI

ACQUAPENDENTE - Concorso per le miglior Campanelle

SAN LORENZO NUOVO - Rischio idrogeologico

I

S

‘Ceramisti all’opera’ Lavori sul lungolago l “Museo della Città”di Acquapendente, in occasione della tradizionale “Fiera delle Campanelle”, organizza il VI concorso per ceramisti e “amanti” della ceramica, denominato “Antica Fiera delle Campanelle”, con l’assegnazione di premi per le migliori campanelle realizzate dell’anno. La partecipazione al concorso è gratuita. Per iscrizioni e informazioni - Uff. Cultura e Direzione Museo della Città: 0763/ 7309205 o 0763/73091. I partecipanti al concorso che avessero la necessità di cuocere le campanelle possono telefonare allo 0763/730065 Coop. L’Ape Regina per prenotare la cottura.

ono stati affidati in sub appalto alla ditta Gioacchini Sas di Grotte di Castro i lavori di messa in sicurezza del lungo lago di San Lorenzo Nuovo, per ridurre il rischio idrogeologico. Infatti già da tempo l’arenile del lungo lago sta subendo una notevole danno, con il rischio concreto di poter causare problemi anche alle varie attività ricettive del posto. I lavori consisteranno nella realizzazione di ‘pettini’ a protezione dell’arenile. Inoltre nel mese di novembre, a causa di intensi fenomeni meteorici si è ampli�cata la problematica di erosione della costa implementata anche dal noto problema dell’innalzamento del livello del Lago di Bolsena. Per questo si è cercato di velocizzare i tempi dei

vari permessi regionali e della copertura �nanziaria dei lavori, che presto inizieranno, garantendo così una tranquilla gestione sia del comune che degli operatori locali. F.M.


Giovedì 29 Marzo 2012

Viterbo & AltoLazio

montefiascone

13

Il Tribunale ha dato ragione all’assistente sociale di Villa Serenza, vittima del mobbing

Antonietta Lozzi vince la causa contro il Comune di MICHELE MARI

I

l Comune di Montefiascone deve risarcire dei danni patiti la signora Antonietta Lozzi (nella foto) storica assistente sociale di Villa Serena. Infatti il giudice Mauro Ianigro, in data 29 febbraio, ha emesso la sentenza in merito alla causa indetta dalla stessa Lozzi, difesa dagli avvocati Guido Conticelli e Claudia Ferroni, contro il Comune di Montefiascone. La Lozzi ha così vinto la lunga causa per mobbing, sviluppatosi tra il giugno 2002 ed il novembre 2003 ed il comune di Montefiascone dovrà risarcirla di ben 37mila euro. La sentenza recita: “Il Tribunale, definendo in giudizio: dichiara la responsabilità del Comune di Montefiascone al risarcimento dei danni patiti dalla ricorrente Antonietta Lozzi, che si liquidano nel complessivo importo di 37mila195,50 euro, oltre interessi e rivalutazione dalla data della presente sentenza”. Inoltre la sentenza condanna “il Comune di Montefiascone al pagamento in favore della ricorrente Lozzi, delle spese del presente giudizio che si liquidano in complessivi 3mila ed 800

euro per diritti e onorari, oltre spese di ctu, iva e cpa come per legge” e stabilisce di compensare “le spese tra la ricorrente e Villa Serena Srl”. I fatti: nel 2002 tra giugno e novembre 2003 la gestione della casa di riposo era stata affidata dal comune di Montefiascone ad un organismo comunale denominato “Istituzione Villa Serena” con il presidente Gianfranco Moretti, il vice Aldo Paolini e i consiglieri: Claudio Acciari, Loredana Cimarello e Valdo Napoli. L’intera gestione era competenza esclusivamente del Comune di Montefiascone. Nella sentenza si leggono anche le motivazioni. Si è ritenuto che l’azione intrapresa dall’allora consiglio di amministrazione ha effettuato un vero e proprio mobbing verso la dipendente. “Il Cda -si legge nella sentenza- aveva iniziato una sistematica opera di demolizione ai suoi danni, rendendola oggetto di condotte finalizzate alla progressiva riduzione della sua autonomia, all’esaurimento delle funzioni con conseguente demansionamento, alla sua emarginazione e discriminazione. L’atteggiamento ostile

della ricorrente prodotti dalla situazione creatasi sul luogo di lavoro e dalle condotte poste in essere ai suoi danni da qualche membro del consiglio di amministrazione”. Nei referti medici vi “appare evidente che tutti gli elementi di analisi medico-legale, depongono chiaramente per la realizzazione all’epoca, sfociata nel mese di settembre 2002, dopo un congruo periodo in un evento mobbizzante”. Il tribunale ha stabilito che “alla ricorrente va dunque riconosciuto il risarcimento dei seguenti danni: quello biologico derivante dalla lesione permanente dell’integrità psicofisica; il mobbing; l’invalidità teme l’intento discriminatorio e persecutorio era stato in più occasioni manifestato dai componenti del nuovo Cda ed evidenziato dagli organi di stampa; tale condotta, oltre ai danni di natura professionale e patrimoniale, avevano determinato l’insorgenza di patologie psicofisiche concretizzanti in un disturbo post-traumatico da stress con conseguenti effetti sulla vita di relazione, familiare e sociale”. Tali condotte sono state etichettate dal tribunale

come mobbing. Le azioni discriminatorie, in sede di tribunale, sono state espresse e testimoniate da alcuni teste che hanno riferito che la Lozzi è stata “trasferita per sette o otto volte nell’arco di un anno e mezzo” ed è stata “l’unica dipendente ad essere spostata”. Per questo “Alla luce di tali elementi -recita la sentenza- devono ritenersi integrati gli estremi della condotta illecita lamentata dalla ricorrente” e “nessun dubbio dunque circa gli effetti sullo stato psicofisico

Classe ‘37, aveva iniziato a “tagliare capelli” appena dodicenne. Ha alle spalle 62 anni di carriera

Odoardo Pacucci, il barbiere “fattore”, va in pensione

Il Fattore” va in pensione. È con il suo sopranome che è conosciuto da tutti, da tutta la città, Odoardo Pascucci(nelle foto) che, dopo ben 62 anni di continua attività, lascia il lavoro di barbiere. Un riposo indubbiamente strameritato. Ormai è divenuto una vera icona del taglio dei capelli. Odoardo è nato nel 1937 ed ha iniziato la sua attività di barbiere nel 1949, quindi era apprendista ad appena dodici anni, ed ha sempre svolto a Monte�ascone tranne per un anno, il 1955-1956 in cui ha lavorato nella vicina Viterbo. La sua attività è iniziata prima con Giuseppe Bracoloni meglio conosciuto come “Bagaglia”, quindi con Cricco, poi con Rossi a Viterbo, di nuovo nella sua città con Franco e �nalmente è riuscito ad aprire un proprio negozio in via Dante Alighieri. In�ne ha realizzato una

società in via Verentana con Romano Manzi. Con quest’ultimo ha lavorato dal 1967 al 1991. Poi dal 1991 da solo ha continuato l’attività sempre in quella bottega di fronte all’edicola al piano terra del palazzo Genovesi. Lavorerà �no a sabato 7 aprile e dal giorno dopo, giorno di Pasqua, nel suo uovo troverà la tanto desiderata pensione. Si dedicherà al meritato riposo ma soprattutto continuerà a fare il padre, il marito e soprattutto il nonno “guardando” i tre nipoti, Lorenzo, Lucrezia e Giorgia. Da ricordare che Odoardo, data la posizione centrale della sua barbieria, oltre a fare il barbiere faceva gentilmente anche da uf�cio turistico per i tanti turisti che venivano in città dando informazioni soprattutto in merito al passaggio degli autobus visto che esiste una bacheca degli orari. Lui era il solo ed unico che aveva appeso nel negozio un elenco preciso di tutti gli orari dei pullman di linea. È stato empre molto disponibile, era amico di tutti. Sarebbe ora doveroso che l’amministrazione, o l’associazione degli artigiani, premiasse per la fedeltà al lavoro Odoardo Pascucci per la sua onorata e lunghissima carriera di barbiere con oltre 62 anni di attività. Lascia un vuoto tra i suoi molti affezionati clienti. M.M.

Oggi in biblioteca “Il mondo sinfonico di Gustav Mahler”

O

ggi alle ore 16,30 presso la Biblioteca comunale si terrà la guida all’ascolto “Il Mondo sinfonico di Gustav Mahler” a cura di Vaniel Maestosi. Questo incontro è stato inserito nel programma di conferenze dell’associazione culturale L’Acropoli e nel ciclo di appuntamenti di “Primavera in Etruria” di Montefiascone. L’ingresso è libero. Vaniel Maestosi parlerà del grande musicista Gustav Mahler in un viaggio appassionante nel mondo della musica. M.M.

poranea”. Da ricordare che nel novembre 2003 l’amministrazione di Villa Serena venne affidata ad una società mista a capitale pubblicoprivato alla cui dipendenza tutto il personale era transitato. Per tutto quello espresso nella sentenza le somme spettanti a titolo di risarcimento alla Lozzi, per il danno arrecato, ammontano a 37mila 195,50 euro e possono così riepilogati: 19mila15,50 euro a titolo di danno biologico da inabilità permanente ; 11mila e 880 euro a titolo di danno biologico di inabilità temporanea; 6mila e 300 euro a titolo di interessi e rivalutazione.

In chiusura la settimana dedicata alla memoria di Marco Brigliozzi F

inalmente siamo giunti in dirittura d’arrivo. Una settimana, questa che volge ormai al termine, che ha visto e vedrà la realizzazione concreta di tante iniziative, volte ad onorare e a tener viva la memoria di Marco Brigliozzi. Nella giornata di martedì scorso, intanto, come ha tenuto a ribadire lo stesso comandante della polizia municipale di Montefiascone, Luigi Salvatori, gli operai del comune Falisco, hanno già predisposto i lavori per la messa in opera di tutta la nuova segnaletica necessaria ad installare sia l’autovelox, che l’intera sofisticata impiantistica semaforica nei pressi dell’ormai tristemente nota curva di Montisola, alle porte di Zepponami, dove il giovane Marco Brigliozzi ha perso la vita dieci mesi or sono, a seguito di un tragico incidente stradale. E’grazie all’impegno profuso da tutti, tecnici ed amministratori, ad iniziare dall’Amministrazione comunale guidata dal primo cittadino falisco, Luciano Cimarello, che i lavori hanno visto la luce prima delle prossime festività pasquali. Lo sgomento per il ricordo di una giovane vita spezzata, è ancora una ferita viva e sanguinante nei cuori di tutta la comunità Zepponamese, in modo particolare nell’animo dei genitori Pietro e Cecilia, della fidanzata Carmela e di tutta la sua famiglia. Sconforto, dolore ed indignazione, che alla fine non sono stati solo inutili, vani sentimenti durati lo spazio di un mattino, ma sono serviti nel tempo a

far maturare le coscienze e lavorare intorno a progetti ed iniziative (soprattutto grazie alla tenacia ed alla caparbietà del papà del povero Marco, Pietro Brigliozzi) che potessero in qualche modo prevenire altri incidenti mortali e salvare, così, giovani vite umane da possibili sciagure. Sabato prossimo, infine, con inizio alle ore dieci e trenta, alla presenza delle autorità religiose, civili e militari, si terrà la cerimonia di inaugurazione del nuovo parcheggio nei pressi della stazione ferroviaria di Zepponami, opera che sarà intitolata alla memoria di Marco Brigliozzi, in ricordo anche della sua pur breve attività di macchinista di Trenitalia. Per l’occasione, nel nuovo parcheggio verrà anche scoperta una semplice lapide commemorativa intagliata su pietra di peperino e sorretta da una piccola struttura realizzata con rotaie, così come da progetto del papà Pietro Brigliozzi, quelle stesse rotaie sulle quali Marco, ha più volte viaggiato con la sua divisa da ferroviere ed in compagnia del suo amico treno. Giuseppe Bracchi


vetralla e cimini

14

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

VETRALLA - Ancora scritte incivili e danni nel sottopassaggio dedicato alla memoria di Barbara Zaccaro

Contro i vandali è battaglia persa? di EMANUELE FARAGLIA

A

ncora vandali in azione a Vetralla ed in particolare nel sottopassaggio dedicato alla memoria di Barbara Zaccaro. Inutile girarci intorno, Vetralla sta perdendo la battaglia contro questi imbecilli. Svastiche, scritte varie e disegnacci. Brutti, per giunta. Che si tratti di ignoranti, maleducati ed incivili non ci sono dubbi. Basti pensare a quello che riescono a scrivere. Si tratta di frasi memorabili tipo: “Dammi l’illussione che credere che la vita è bella come lo sei tu”. Banale e pure sgrammaticata. Per non parlare delle svastiche al contrario. Non che quelle giuste siano meglio.

E nell’ultimo “raid” hanno anche divelto una plafoniera al neon. Insomma, non vorremmo essere nei panni dei familiari della piccola Barbara, vittima della strada prima ed ora vittima di questi cialtroni. E l’amministrazione cosa fa? Beh, innanzitutto bisogna dire che gli interventi di ripulitrua del sito sono stati numerosi, ma ogni volta, dopo alcuni giorni, i vandali sono tornati a colpire. L’ u n i c a strategia vincente sarebbe quella di installare delle videocamere. Per il momento hanno messo solo il cartello. Ma il problema, per una volta, non è il lassismo dell’amministrazione. Piuttosto qui si parla di mancanza totale di

Svastiche, scritte varie e disegnacci nel sottopassaggio. Distrutta una plafoniera

educazione, civiltà e rispetto per gli altri. E questi sono alcuni dei commenti degli utenti del gruppo facebook Striscia Vetralla che danno un’idea delle reazioni dei cittadini: “Questi imbecilli vanno presi e messi a ripulire e risistemare il tutto a calci nel sedere! Ora non venitemi a raccontare che questi sono “poveri ragazzi annoiati” perchè sono solo ed esclusivamente dei vandali decerebrati!”; “pensavo che questa cosa fosse risolta dopo aver ripulito di nuovo il sottopassaggio invece con gran dolore nel cuore vedo che purtroppo queste persone che continuano imperterrite a distruggere e devastare un luogo dedicata ad una bambina è una cosa davvero ignobile e andrebbero puniti severamente con una condanna esemplare in modo che altri prima di fare certe cose ci penserebbero, che schifo...”.

BLERA - Lunedì possibile RONCIGLIONE - Comune, Scuderie e Ministero della Salute al lavoro per la migliore soluzione interruzione del flusso idrico

Palio estivo, le Corse a Vuoto per San Bartolomeo di ELISABETTA GIOVANFORTE

A

causa urgenti lavori di manutenzione da parte di Enel S.p.A. ai propri impianti in Località Casone, lunedì 2 aprile 2012 verrà interrotta l’energia elettrica alla cabina che alimenta i pozzi comunali. Pertanto, nell’abitato

di Blera si potrebbe avere mancanza di erogazione idrica, dalle ore 8.30 a termine lavori (presumibilmente entro le ore 16.00). Lo ha comunicato la società che gestisce il servizio idrico in provincia di Viterbo, ovvero la Talete.

L’amministrazione comunale sta lavorando per la disputa del Palio estivo, vale a dire le Corse a Vuoto intitolate al santo patrono Bartolomeo”. Ad annunciare quella che sembra a tutti gli effetti una buona novella è il Presidente dell’Associazione Scuderie Sergio Ta n t u r l i , “Scuderie, Comune e Ministero della Salute, tutti insieme stiamo vagliando la formula migliore per poter far correre i diciotto cavalli purosangue nella corsa

unica al mondo, vale a dire senza fantino, in assoluta sicurezza e nel totale rispetto degli animali”. Come si ricorderà il Palio fu sospeso nel corso del Carnevale 2011, quando morì la cavallina Tiffany della Scuderia Montecavallo. Le polemiche si alzarono contro il percorso di gara modificato dall’UNIRE, poichè il cavallo morì trafitto da una transenna, troppo stretta in quel tratto di Piazza Vittorio Emanuele, dove la corsa si andava ad “allargare”.

Saranno i cittadini, magari con un referendum, a scegliere le condizioni di gara più idonee

“Molto probabilmente toccherà ai cittadini decidere come correre, magari perchè no con un referendum, se con un percorso cosparso di materiale inerte da espandere ed poi rimuovere, con un tappeto di un materiale riutilizzabile, oppure nel

modo classico,ma lo vedo molto problematico”, ha continuato Tanturli. Intanto la macchina del Palio, da marzo ad agosto, è in moto, tutti i cittadini sperano in un ritorno delle Corse a Vuoto, vera e singolare attrazione per Ronciglione.

SORIANO - Netta opposizione alla discriminazione dai partecipanti all’incontro di accostamento alla non violenza

In cammino contro il razzismo

I

partecipanti all’incontro di accostamento alla nonviolenza svoltosi a Soriano nel Cimino nei giorni scorsi hanno espresso una netta opposizione al razzismo; un impegno per il riconoscimento, la difesa e la promozione della vita, della dignita’ e dei diritti di ogni essere umano; un impegno per migliorare la capacita’ empatica nella relazione con l’altra persona. A sostegno di tale impegno hanno avviato una ri�essione

sulle passate ed attuali forme di razzismo. Questa ri�essione intende promuovere un’analisi approfondita dei meccanismi che si celano dietro ogni forma di pregiudizio e che producono discriminazione e persecuzione, umiliazione e violenza. Spesso si ha a che fare con forme di razzismo implicite e mimetizzate, che si radicano, si cristallizzano e diventano dif�cili da smascherare.

In una societa’ sempre piu’ interdipendente e interculturale, e’ necessario adottare una visione e un atteggiamento da “uomo planetario” (la formula dell’indimenticabile Ernesto Balducci), in cui non siano piu’ la nazione, la lingua, la cultura, la religione, il paese d’appartenenza a costituire l’elemento aggregante fondamentale ma il sentimento di comuneappartenenzaall’umanita’. Molto spesso infatti quegli “aggreganti identitari” limitanti impediscono la comunicazione e l’incontro con chi e’ fuori dal gruppo da essi de�nito. Ogni singolo uomo ed ogni singola donna devono impegnarsi nel riconoscimento dell’altrui umanita’, nel riconoscimento dell’altro come concreta esistenza,

essere senziente e pensante da accogliere e rispettare nella sua unicita’ e dignita’, nella sua pienezza di diritti e in�nita apertura. Solo questo permette di ampliare e valorizzare ogni possibilita’ di incontro e dialogo, di pieno riconoscimento dell’altro e di se’. Uomini e donne di diversa opinione, visioni del mondo di diverso tipo, stati di diverso ordinamento, sistemi sociali di diversa tradizione possono coesistere ed incontrarsi solo se rinunciano a rivendicazioni violente di un proprio presunto primato e potere assoluto. Il fulcro e’ quindi la riscoperta e la valorizzazione della dignita’ umana, la presa di coscienza della propria fallibilita’, il

riconoscimento costante della compresenza di “af�liazioni concorrenti”, la consapevolezza della pluralita’ e della relazionalita’ come caratteristica basilare della condizione umana: l’approccio empatico e dialogico al proprio essere nel mondo, il mondo dell’incontro con l’altro, della responsabilita’ reciproca e comune, della possibilita’ della nascita e della cura del vivente. Nella ri�essione e nell’azione contro il razzismo e per il riconoscimento e il rispetto della vita, della dignita’ e dei diritti di tutti gli esseri umani i partecipanti agli incontri di accostamento alla nonviolenza che si svolgono a Soriano intendono avvalersi anche e particolarmente delle ri�essioni

che su questi temi hanno svolto - tra molte altre e molti altri Hannah Arendt, Franca e Franco Basaglia, Gregory Bateson e la scuola di Palo Alto, Zygmunt Bauman, Simone de Beauvoir, Tahar Ben Jelloun, Martin Buber, Albert Camus, Aldo Capitini, Andre’ Chouraqui, Assia Djebar, Frantz Fanon, Nadine Gordimer, Agnes Heller, Etty Hillesum, Luce Irigaray, Hans Jonas, Julia Kristeva, Primo Levi, Emmanuel Levinas, Claude Levi-Strauss, Rosa Luxemburg, Nelson Mandela,Albert Memmi, Fatema Mernissi, Nawal al Sa’dawi, la scuola di Francoforte, Vandana Shiva, Edith Stein, Pierre-Andre’ Taguieff, Tzvetan Todorov, Simone Weil, Michel e Annette Wieviorka, Virginia Woolf.


& Giovedì 29 Marzo 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

RONCIGLIONE - Dal 5 al 9 aprile si terrà la prestigiosa rassegna. In programma grandi artisti nazionali ed internazionali

Attesa per il Tuscia in Jazz I

l direttore artistico del Tuscia in Jazz Italo Leali e l’assessore al Turismo di Ronciglione Giuseppe Duranti presentano il Ronciglione Jazz Sping 2012. Dopo Viterbo e Caprarola dal 5 al 9 aprile il festival jazz farà tappa a Ronciglione. In programma grandi artisti internazionali e nazionali. Masterclass, cui sono iscritti oltre 100 giovani da tutta Europa, Concerti, Seminari, Clinics, Jam Session, aperitivi musicali e mostre si susseguiranno per 5 giorni. Tra i grandi nomi presenti alla manifestazione citiamo: Peter Bernstein, Gegè Telesforo, Francisco Mela, Dario Deidda, Rick Margitza, Flavio Boltro, Rosario Giuliani, Antonio Ciacca, Pippo Matino, Gegè Munari e Giorgio Rosciglione. Si inizierà il 5 aprile alle ore 18 con il ricevimento degli allievi dei seminari e alle 21.30 al teatro Petrolini il musicista americano Francisco Mela, batterista di Quincy Jones, Joe Lovano e Mcoy Tyner, insieme a Flavio Boltro, Aldo Bassi e Pippo Matino. Si chiuderà alle 24 alla sala del Collegio con le jam session del festival. Dal 6 aprile in poi sono

previsti 4 eventi al giorno per tutto il periodo delle vacanze pasquali tra concerti, jam session, clinic Aperitivi in jazz e dibattiti. “ Sono grato al sindaco Sangiorgi e all’assessore Duranti per averci dato anche quest’anno la possibilità di realizzare il festival a Ronciglione.” Dichiara il direttore del festival Italo Leali. “ Per me che sono di Ronciglione è sempre un piacere tornare con il Tuscia in Jazz nel luogo dove sono nato e vivo. Da tre anni grazie all’interessamento dell’assessore Duranti siamo riusciti a portare di nuovo il festival a Ronciglione e a ottenere un successo sempre maggiore di pubblico. Nel 2011 abbiamo registrato il tutto esaurito a tutti i concerti del festival e tantissimi allievi da tutto il mondo. Il 2012 non sarà da meno. A oggi oltre 100 allievi sono iscritti alle nostre masterclass e metà dei biglietti dei concerti già stati venduti in prevendita. Prevediamo che oltre 250 persone pernotteranno in quei giorni a Ronciglione. Un ringraziamento particolare poi lo vorrei fare anche a quelle associazioni locali che ci aiutano

VASANELLO Il Museo del Camerun ci è costato 80.000 euro nella realizzazione iniziando dall’Istituzione Musica e dal suo presidente Fernando De Santis che ci mette a disposizione la bellissima scuola di musica, all’Istituzione Teatro per la concessione della sua struttura, all’associazione Mariangela Virgili per la concessione dei suoi locali e all’associazione dei commercianti Gli Unicorni per il loro sostegno. Un plauso va fatto poi agli albergatori di Ronciglione e agli sponsor pubblici e privati come: Commissione Europea, Regione Lazio, Provincia di

Viterbo, Fondazione Carivit, Grappa Zanin, Carivit e altri che rendono possibile la realizzazione dell’evento grazie al loro contributo. Da quest’anno inoltre potremmo vantare come sponsor del festival la Bose, che fornirà il materiale audio per il festival e il suo innovativo sistema L1. Proprio a Ronciglione inizieremo con i concerti con il sistema Bose e questa collaborazione tra il festival e la grande società per regalare ai nostri spettatori un suono perfetto.”

CAPRAROLA - L’obiettivo è quello di diminuire la quantità di rifiuti conferiti in discarica

Raccolta porta a porta, al via da lunedì

D

opo una campagna di informazione durata mesi, parte uf�cialmente lunedì 2 aprile a Caprarola il servizio diraccolta porta a porta dei ri�uti. L’obiettivo è quello di diminuire la quantità di ri�uti che vengono conferiti

ogni giorno in discarica e ridurre i costi di smaltimento ogni anno sempre più alti. D’ora in poi, quindi, i ri�uti, correttamente differenziati, vengono prelevati direttamente sul suolo pubblico mentre saranno eliminati i cassonetti

stradali. Tutti i cittadini, peraltro, hanno ricevuto i kit composto da vari sacchetti (blu per carta e cartone, verde per il vetro, magenta per lattine e alluminio, giallo per la plastica, grigio per l’indifferenziato, rosso per pannolini e pannoloni) e due contenitori (uno per il sottolavello dove inserire l’umido e uno grigio provvisto di una misura antirandagismo). Ogni tipologia di ri�uto va conferita nei relativi sacchetti, che dovranno essere inseriti a loro volta nel contenitore grigio. Tale contenitore dovrà essere esposto fuori la propria abitazione, su pubblica via, tra le ore 22 del giorno precedente quello di raccolta e le ore 7 del giorno di raccolta. La tipologia dei ri�uti da conferire è la seguente: lunedì

CIVITA CASTELLANA - Iniziativa del Wwf per un futuro sostenibile

Il Comune aderisce a “L’Ora della Terra” I

l comune di Civita Castellana ha aderito all’Ora della Terra, iniziativa mondiale organizzata dal WWF, per un futuro sostenibile. Dalle 20,30 alle 21,30 di sabato 31 marzo si spegneranno le luci nelle principali città di tutto il mondo e anche ai cittadini viene chiesto di partecipare facendo a meno per un’ora della luce. L’Ora della Terra (Earth Hour) è il grande evento globale WWF per il clima che, prendendo spunto dal gesto simbolico di spegnere le luci di

monumenti e luoghi simbolo, coinvolge cittadini, istituzioni e imprese in azioni concrete per dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la s�da del cambiamento climatico. Dopo la prima edizione 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la ‘ola’ di buio si è diffusa in ogni angolo del pianeta e nel 2011 è letteralmente esplosa, complice il tam-tam su web e social media, coinvolgendo quasi 2 miliardi di persone, 5200 città e centinaia di imprese e organizzazioni

in 135 Nazioni, monumenti simbolo come Piazza Navona, il Colosseo, il Duomo di Milano, ma anche la Tour Eiffel, il Cristo Redentore di Rio, il Castello di Edimburgo, la ruota panoramica di Londra (London Eye), il Ponte sul Bosforo, le avveniristiche Kuwait Towers, le Cascate Victoria e il grattacielo più alto di Pechino, coinvolgendo comuni cittadini, testimonial, istituzioni e imprese a intraprendere azioni concrete per ridurre la propria impronta sul pianeta.

(umido e pannolini), martedì (carta, lattine e alluminio), mercoledì (vetro, umido e pannolini), giovedì (plastica), venerdì (indifferenziato), sabato (umido e pannolini). E’ inoltre stato attivato un centro informazioni presso la sede del Comune che risponde ai numeri 0761/649026/27. “Si tratta di un passaggio molto importante - dice il sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi - che ci consentirà, a regime, di diminuire la quantità dei ri�uti, dando una mano all’ambiente. La legge ci impone di raggiungere delle determinate percentuali di raccolta differenziata e la raccolta porta a porta si è dimostrata essere il mezzo più ef�cace. Sono sicuro che i caprolatti non avranno dif�coltà a familiarizzare con il nuovo sistema”.

D

omani, a Vasanello, a partire dalle ore 15, sarà inaugurata la “Casa della Cultura Camerunense”, frutto del sodalizio iniziato nel 2003 con il paese di Dschang. L’iniziativa, a lungo sostenuta e �nanziata dall’amministrazione comunale, non gode di consensi generalizzati. A tal proposito, è stato pubblicato in questi giorni, da parte dell’opposizione, un manifesto molto eloquente. “Diamo anche noi il benvenuto ai cittadini del Camerun che parteciperanno agli spettacoli, manifestazioni, visioni cinematogra�che, banchetti ecc… del 30 e 31 marzo. Sono degli ospiti e vanno accolti nel migliore dei modi. Quello che, pero’ i citta-

dini di Vasanello devono sapere e’ che la megalomania dei nostri amministratori ha prodotto un progetto per far conoscere la cultura del Camerun gia’ costato, ai contribuenti, circa 80.000,00 € (Ottantamila euro). Successivamente alla �ne della prossima manifestazione, vi aggiorneremo sugli ulteriori costi. In un momento di grave crisi economica, di preoccupazioni per ogni singolo lavoratore, di tagli indiscriminati a sanita’, scuola (il comune non ha mai risorse), servizi sociali e cultura, (quella vera, compresi musei e biblioteche), a Vasanello si prosegue simpaticamente a sperperare i nostri soldi. Auguriamo buon divertimento al sindaco e alla maggioranza tutta.” SIM.TEN.


orvieto eventi

16

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

Nell’ambito del progetto ‘Omaggio all’Umbria’, Zubin Mehta dirigerà l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

Concerto di Pasqua al Duomo M

artedì 3 aprile, alle ore 18 si terrà nel Duomo di Orvieto il tradizionale concerto di Pasqua che Rai 1 trasmetterà la sera del 6 aprile - Venerdì santo - alle ore 23,40 dopo la Via Crucis. Protagonisti del concerto saranno il grandissimo Zubin Mehta (foto) e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. In programma la sinfonia in ‘si minore’ “Al Santo Sepolcro” di Antonio Vivaldi. La Ouverture Egmont opera 84 e la sinfonia n.3 opera 55 “Eroica” di Ludwig Van Beethoven. Il concerto è organizzato dal progetto “Omaggio all’Umbria” il cui sovrintendente è la cantante lirica Laura Musella. L’evento apre la 7a edizione del progetto “Assisi nel mondo”, con la consulenza artistica di Uto Ughi, l’elaborazione e sovrintendenza della cantante lirica Laura Musella e l’organizzazione a cura dell’associazione “Omaggio all’Umbria”; ed è realizzato con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto e dell’Opera del Duomo di Orvieto. Il Progetto “Omaggio all’Umbria” gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, del patrocinio e coordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del patrocinio del Ministero dei Beni Culturali. Il festival “Assisi nel Mondo” dedicato all’Unicef Italia, continuerà �no al 10 agosto

con altri 14 concerti che ragazzi prodigio provenienti da tutto il mondo terranno in Assisi e in altre città dell’Umbria domenica 8 luglio alle 11,30 Uto Ughi terrà un concerto nella Piana Fiorita di Castelluccio di Norcia con ripresa diretta i Rai 1. Zubin Mehta, uno dei più grandi direttori d’orchestra del mondo, è direttore testimonial del progetto “Omaggio all’Umbria” per averlo tenuto a battesimo nel 2002 ad Assisi con il grande concerto per la pace. Egli ritorna nel Duomo di Orvieto per la quarta volta dopo le acclamatissime tre precedenti occasioni sempre coronate da lunghissime standing ovations e dopo una indimenticabile Messa di Requiem di Giuseppe Verdi da lui diretta lo scorso anno per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia: uno dei più suggestivi e partecipati concerti trasmessi da Rai 1 che si è distinta grazie anche alla bravura e della creatività dello staff di produzione della rete. L’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino è considerata una delle più prestigiose orchestre sia a livello nazionale che internazionale. Fondata nel 1928 da Vittorio Gui è stata diretta dai più famosi direttori d’orchestra. Suo direttore stabile e presidente onorario a vita dal 1985 è proprio Zubin Mehta con il quale l’orchestra ha compiuto trionfali tournee in tutto il mondo. fonte Orvieto news

Il concerto di Pasqua verrà trasmesso il 6 aprile su Rai1 alle 23 e 40 dopo la Via Crucis...

Dieta mediterranea, impegno per il tabacco e Sagrantino a New York

L’Umbria al Vinitaly 2012 di Verona L

’assessore all’agricoltura dell’Umbria Fernanda Cecchini ha chiesto l’adesione e la fattiva partecipazione delle Regioni alle “Giornate della Dieta Mediterranea”, che si svolgeranno dal 21 al 23 settembre ad Assisi, dove, per iniziativa del World Tourism Expo’ dell’Unesco, s’incontreranno, per la prima volta a livello internazionale, prodotti e risorse di quel modello nutrizionale e culturale, che ha le sue radici in Italia, Spagna, Grecia e Marocco. Lo ha fatto in seno alla seduta della Commissione delle Politiche Agricole, che ieri pomeriggio (come ogni anno tradizionalmente avviene) si è tenuta nell’ambito dell’edizione 2012 del “Vinitaly” di Verona, ed alla quale ha preso parte anche il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani. “Abbiamo invitato le Regioni ad aderire e partecipare concretamente ad una iniziativa di grande valore internazionale - ha spiegato l’assessore Cecchini -, tesa a far conoscere in tutti i suoi aspetti il modello nutrizionale e culturale della ‘dieta mediterranea’, che - ha ricordato - dal 2010 è stato inserito nella lista del patrimonio immateriale dell’Unesco, come esempio di eccellenza di stile di vita ed alimentare. Tutto ciò - ha aggiunto - nella consapevolezza che tale patrimonio riguarda direttamente tutte le regioni italiane, e costituisce, presentato ad Assisi, un’occasione unica per la promozione, a livello mondiale, delle nostre eccellenze agroalimentari, che della dieta mediterranea costituiscono un esempio concreto, praticato e vissuto”. La presenza del vicepre-

sidente della Commissione Europea è stata anche l’occasione perché l’assessore Cecchini e gli assessori delle Regioni interessate ponessero all’attenzione dell’ on. Tajani una serie di questioni relative ai problemi delle calamità naturali (sollecitando un sostegno alle richieste presentate), della pesca e, soprattutto, del tabacco. “Abbiamo rappresentato al vicepresidente - ha riferito l’assessore Cecchini - la difficile situazione del comparto, che oltre a noi riguarda regioni tabacchicole come il Veneto, la Campania e l’Abruzzo: un comparto - ha aggiunto Cecchini - ancora vivo e vitale, come ha mostrato la recente manifestazione svoltasi a Città di Castello”. All’on. Tajani abbiamo chiesto sia una interlocuzione con il Governo e con le multinazionali per un maggior utilizzo del tabacco italiano, sia un interessamento, nell’ambito della formulazione della nuova Politica Agricola Comune (Pac), perché vengano ricontrattate azioni e misure a sostegno del tabacco, anche alla luce della ‘codecisione’ che deve unire in questa materia Parlamento e Commissione: una novità - ha commentato l’assessore

Cecchini -, di cui occorre tener conto per realizzare le giuste alleanze parlamentari, al fine di sostenere un settore che garantisce, oltre che tutela ambientale, reddito e occupazione”. Sul fronte del vino, il Sagrantino (bianco, rosso e passito) sarà di scena a New York per l’intero mese di aprile, dove il pubblico americano potrà conoscerlo e degustarlo nell’enoteca di “Eataly”, il megastore di

prodotti e cucina italiana di qualità, che dalla casamadre di Torino è stato recentemente esportato con grande successo nella Quinta Avenue della “Grande Mela”. L’iniziativa (“April is Sagrantino Month”) è stata presentata stamani nel padiglione umbro del “Vinitaly” da Guido Guardigli, Presidente del Consorzio di Tutela dei Vini di Montefalco, che organizza e coordina la presenza delle otto aziende (due per settimana) che partecipano alla promozione newyorkese, articolata in degustazioni per la stampa specializzata, “buyers”, “winemakers” e “chef” di 120 ristoranti. “Una iniziativa intelligente e importante - hanno dichiarato il sindaco di Montefalco Donatella Tesei e il presidente di Unioncamere Giorgio Mencaroni -, che unisce con uno spirito unitario i produttori in un contesto internazionale, in un mercato dalle grandi


Giovedì 29 Marzo 2012

cultura

Viterbo & AltoLazio

17

La prima giornata dell’iniziativa ospitata dal Teatro Boni vedrà esibizioni alla chitarra e performance di ogni genere artistico

Acquapendente, inizia “La mongolfiera e la clessidra”

O

ggi e Venerdì 30 Marzo Acquapendente ospiterà l’iniziativa “La mongol�era….e la clessidra: i tempi del viaggio verso il benessere”. Organizzata dal Comune di Acquapendente, dalla Consulta per il Sociale (Comitato per la Tutela dalle Salute articolo 32 della Costituzione) e dalla Associazione Promozione Benessere onlus, vedrà il contributo e la partnership di una media e grande imprenditoria aquesiana rappresentata da Abbigliamento Nisti, Euronics Point di Stefano Meaccini, Consorzio Agrario Provinciale di Viterbo e Ilco industria lavorazioni carni ovine. La prima giornata ospitata dalla location “Teatro Boni” prevede dalle ore 16 alle ore 23.00 i saluti degli organizzatori, la metafora di un viaggio nell’anoressia e la bulimia a cura dell’Associazione per il disturbi del comportamento alimentare “Il viaggio della libellula” la performance di Millo e la sua chitarra dal titolo “Time

al Time e nun te preoccupa” ed una rappresentazione teatrale della Compagnia “I Burloni” dal titolo “Finalmente in pensione”. Dalle ore 08 alle ore 14.00 di Venerdì le scuole aquesiane ospiteranno quattro eventi: favola “Una squadra di amici” a cura della Compagnia Karibù Animation (Scuola dell’Infanzia), esperienza di conoscenza a contatto tra il bambino ed il cavallo a cura di Chiara De Santis dal titolo “Gli animali mediatori del benessere: gioco, cammino e sento con il cavallo” (Scuola Primaria), presentazione del rugby come sport leale dal titolo “Il terzo tempo” a cura di Gianni Quatrini (Scuole Medie), presentazione dell’Aikido (arte marziale tradizionale giapponese) dal titolo “La forza buona” a cura di Augusto Calandrelli (Scuole Superiori) ed in�ne l’esperienza-racconto “Il deserto libico” a cura di Mario e Piermatteo Morucci. Nel pomeriggio ancora presso la location Teatro Boni dalle ore 16.00 alle ore 20.00 previsto Convegno “Il benessere compromesso…punti di svista: contributi dall’economia alla psicologia” (moderatore Marco Piacentini ed interventi di Piergiorgio Oliveti Direttore Città Slow, Stefano Mocio Coordinatore Comitato Scienti�co Città Slow, Francesca Durastanti Economista Agrario, Lucia Brachino e Novella Selvaggi-

ni Psicologi-Psicoterapeute), “Itinerario musicale negli anni ‘60” (Gruppo Applespiders) e la partenza della Mongol�era e della Clessidra con saluto da Piazza Girolamo Fabrizio. Durante la giornata saranno presenti sotto i portici del Comune tre stand. II primo curato dall’Associazione del Sociale metterà in mostra sotto i portici del

Comune le fotogra�e di artisti vari (Lucia Arena, Nadia Bove, Chiara Calanca, Lidia Ciocchetti, Francesca D’Errico, Ombretta Ercolani, Doriano Pedica, Hans Rainer Kolb, Alessandro Spina), presso Piazza della Costituente Mercatino dell’Ingegno al Teatro Boni mostra di pittura a cura dell’Associazione Arti Migranti.

“Giovedì Cinema” in sala “Miracolo a Le Havre”

Alla Sala Anselmi fino al 1 aprile N

“Ricordando Viterbo” P

resso la Sala Anselmi “Piazza dei Caduti” di Viterbo, dal 16 marzo al 1 aprile 2012 si può ammirare la mostra fotogra�ca “Ricordando Viterbo” di Valerio Giulianelli. Questa mostra è una rara oppurtunità per ripercorrere un affascinante viaggio nel tempo. Si possono ammirare 13 immagini, per la prima volta esposte al pubblico,che fanno parte di una collezione privata che si compone di oltre mille lastre fotogra�che su vetro, una parte delle quali, scattate da Lorenzo Tedeschi, risalgono al periodo che va dal 1875 al 1900 la restante e più numerossa, di provenienza anonoma, risale invece agli anni dal 1900 al 1935. Valerio Giulianelli, curatore dell’esposizione ha selezionato foto che riportano in luoghi di una Viterbo a noi sconosciuta così

come usanze e costumi ormai dimenticati. Le foto ben restaurate e stampate in un grande formato, tale da concedere la possibilità di assaporare anche i più piccoli dettagli di un epoca armai dimenticata ma che fa parte della nostra cultura. Le immmagini stampate su pannelli rigidi da 10mm di spessore sono riprodotti con tecnologia digitale di alta qualità. Grazie a questa occasione Viterbo rivive la sua vecchia immagine di una volta, raccontata dai nostri nonni. Sabrina Morbidelli

uovo appuntamento con Giovedì Cinema, la rassegna invernale del Tuscia Film Fest, giunta alla decima edizione. Stasera al CineTuscia Village di Vitorchiano sarà proiettato (ore 18 e 21.30, ingresso 5 euro) “Miracolo a Le Havre”, il nuovo �lm di Aki Kaurismäki, vincitore del premio Fipresci della critica internazionale. Nel �lm Marcel Marx, ex scrittore e noto bohémien, si è ritirato in una sorta di esilio volontario nella città portuale di Le Havre, dove sente di aver costruito un rapporto di maggiore vicinanza con la gente, che serve praticando l’onorevole ma poco redditizio mestiere del lustrascarpe. Abbandonata ogni velleità letteraria, vive felicemente dividendosi tra il suo bar preferito, il lavoro e la moglie Arletty, quando all’improvviso il destino mette sulla sua strada un piccolo profugo arrivato dall’Africa. Con Arletty gravemente ammalata e costretta a letto, ancora una volta Marcel deve affrontare il freddo muro dell’indifferenza umana armato solo del suo innato ottimismo e della solidarietà della gente del suo quartiere.


almanacco

18 NUMERI UTILI

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato

SORIANO NEL CIMINO

• Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

21 Marzo - 20 Aprile Ariete

Dinamici, ispirati e c o mu n i c a t i v i , oggi avete tutte le ragioni per sentirvi al sicuro e per buttare nel dimenticatoio perplessita’ e problemi. Novita’ e incontri; fascino in rialzo, grazie al look e al sorriso smagliante che vi rende irresistibili. Alcuni di voi potrebbero ricevere proposte per cambiare sede di lavoro o per formare nuove societa’. Sfiziosi i programmi serali.

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

Se la vita affettiva segna il passo, concentratevi sul lavoro: saprete fare buon uso delle vostre capacita’ distinguendovi per efficienza. Potete acquisire posizioni prestigiose grazie anche a proficui contatti con persone altolocate. Giornata favorevole per iniziare diete dimagranti: per avere risultati duraturi sarebbe meglio farsi seguire da un esperto nutrizionista.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

S i e t e intraprendenti e pieni di iniziative, ma l’esitazione gioca a vostro sfavore, tanto che rischiate di perdere il treno delle opportunita’: per migliorare posizione e guadagni dovreste avere un po’ piu’ di fiducia in voi stessi. La vostra vita affettiva si annuncia rassicurante e confortante come suggerisce il transito di Venere nel segno. Occhio alle fretta e alle distrazioni.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

FARMACIE (reperibilità)

Con il sostegno di Saturno, la Luna appronta una giornata costruttiva: profondita’ di intenti, obiettivi duraturi, progetti importanti in coppia. Grazie ai consigli di un esperto potete affrontare e risolvere una diatriba legale o burocratica. Chi cerca l’anima gemella non perda la speranza. Qualcosa oggi si muove proprio dove meno vi aspettate, le circostanze vi daranno una mano.

Nellaprofessione e nella vita sociale potreste andare incontro a qualche delusione, frutto di un’insana voglia di brillare ad ogni costo. Pieni di pretese, insoddisfatti di cio’ che ricevete dalla vostra meta’ correte grossi rischi: regolatevi! I single e i poco felicemente accasati dovranno fare attenzione a non scambiare per un grande amore quello che e’ solo un grande “ardore”.

In ambito professionale astenetevi da critiche e giudizi. Per lavorare bene e’ necessario essere pazienti e collaborare. I vostri assi nella manica? Costanza e tenacia. Pur di tagliare i traguardi non vi fermerete davanti a niente! Sperimentate qualche nuova strategia per il vostro benessere e, se siete decisi a eliminare qualche abitudine nociva, impegnatevi con serieta’.

Il cielo oggi non lascia ipotizzare grandi exploit: il tran tran si preannuncia placido ma sonnolento, tanto che una salutare scossa sarebbe gradita. Conoscenze intriganti sul lavoro: chi di voi ha voglia di complicarsi la vita si faccia avanti! Fisco, pagamenti, burocrazia e questioni previdenziali richiederanno attenzione; non cullatevi nell’idea che altri se ne faranno carico.

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

Forte questa Luna di oggi in Gemelli: mette al bando ogni malinconia e promuove occasioni speciali di divertimento, di contatti e di shopping. Bella serata con gli amici oppure con la persona amata, stimoli interessanti, serenita’ e buonumore. Brillanti successi, specie nei settori legati all’arte e allo spettacolo; fascino e simpatia favoriscono i progressi nella carriera.

Che sferzata di energia, con la Luna in Gemelli! Avete i numeri giusti per fare carriera, farvi valere, conquistare chi vi piace, viaggiare. Aiuti e consensi in societa’, grinta indispensabile per arraffare quanto di meglio la giornata puo’ offrirvi. Potendo contare su una bella grinta, attivatevi per chiudere in bellezza tutto quello che avete cominciato: progetti, iniziative, lavori.

Complice la Luna, oggi siete carichi di energia. In societa’ fate un figurone e nelle competizioni professionali vi guadagnate postazioni di rispetto: successi nel lavoro e voglia di essere al centro dell’attenzione, senza strafare. Dolci e appassionate schermaglie amorose faranno un gran bene al cuore, specie se tutto si mantiene su un tono di sensuale disimpegno.

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12

L’umore sara’ variabile e altalenante, ma i probabili battibecchi in famiglia avranno breve durata se non li alimenterete con inutili polemiche: la smania di apparire vi porta ad assumere atteggiamenti innaturali e forzati. Economia traballante. Nelle coppie cresce la voglia di fare progetti, ma proporzionalmente diminuisce il tasso di tolleranza. Pazienza e disponibilita’ al dialogo.

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

Continuando il suo viaggio nei Gemelli, la Luna vi procura qualche grana, qualche momento di tensione; da non escludere lo smarrimento di documenti, anche importanti. Se avete in programma una serata con gli amici, non prendetevela troppo per eventuali defaillance. Se avete appena iniziato una dieta, non abbattetevi se ancora la bilancia non vi ha ripagato degli sforzi.

RIPOSO

TARQUINIA

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 RIPOSO Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A RIPOSO Cinema Trieste Viale Trieste, 30 RIPOSO

Cinema Etrusco - Multisala Via Della Caserma, 32 Quasi Amici Orario: 18,00 Ghost Rider. Spirito di Vendetta3D Orario: 20,00 - 22,00 E’ Nata Una Star? Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 The Raven Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Magni�ca Presenza Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V.

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 RIPOSO

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

RIPOSO

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26

RIPOSO

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. RIPOSO Multisala Flavia Via Della Croce, 1 RIPOSO

RIPOSO

VITORCHIANO

Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano E’ Nata Una Star? Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Ghost Rider. Spirito di Vendetta3D Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 John Carter 3D Fer. e Pref.: 17,30 - 20,00 Fest.: 15,20 - 17,30 10 Regole Per Fare Innamorare Fer. e Pref.: 22,30 Fest.: 20,15 - 22,30 Magni�ca Presenza Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Posti In Piedi In Paradiso Fer. e Pref.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,20 - 17,30 - 20,00 - 22,30 L’Altra Faccia Del Diavolo Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 PER GIOVEDI’ CINEMA Miracolo a Le Havre - Ore: 18,00 - 21,30

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 RIPOSO

Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 29 MARZO

ACQUAPENDENTE Corso Taurelli Salimbeni, 1 (08,35-13,00 e Notturna)

CIVITA CASTELLANA Via Di Corte, 3/5 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

MONTEFIASCONE Via Cardinal Salotti, 48 (08,30-13,00 e 16,00-19,35)

SORIANO NEL CIMINO Via Ernesto Monaci, 96 (08,35-13,00 e Notturna)

CANEPINA Piaz.le Cad. e Disp. 2a G. M., 1 (09,00-13,00 e Notturna)

FABRICA DI ROMA Via Roma, 79 (08,30-13,00 e Notturna)

MONTEROMANO Via V. Emanuele, 45 (09,00-13,00 e Notturna)

TARQUINIA LIDO Via Delle Sirene, 20 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

CANINO Via G. Garibaldi, 30 (08,35-13,00 e 16,30-19,30)

FALERIA Via San Giuliano, s.n.c. (Diurna e 16,00-19,30)

NEPI Via Roma, 19 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

CAPRANICA SCALO Via Della Stazione, s.n.c. (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

GRAFFIGNANO - SIPICCIANO Piazza Umberto I, 28 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

ORTE Piazza Del Popolo, 15 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VEJANO Via Umberto, 53 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

CAPRAROLA Via F. Nicolai, 141 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

ISCHIA DI CASTRO Via Caporossi, 15 (09,00-13,00 e Notturna)

PIANSANO Via Roma, 16 (09,00-12,30 e 16,00-19,00)

VETRALLA CURA DI V. Via Cassia, 38/A (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

CARBOGNANO Via Fontavecchia, 38 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

LUBRIANO Via G. Marconi, 1 (08,30-13,00 e Notturna)

RONCIGLIONE Corso Umberto, 33 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

VITERBO Via Minciotti, 35 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CELLENO Piazza Della Repubblica, 3 (09,00-13,00 e Notturna)

MONTALTO DI C. (MARINA) Via Del Palombaro, 11 (09,00-12,00 e 16,00-19,00)

SAN LORENZO NUOVO Piazza Europa, 22 (Diurna e 15,55-19,30)

VITERBO - BAGNAIA Viale Fiume, 6 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

Giovedì 29 Marzo

Venerdì 30 Marzo

Po c h e n ov i t à sul m e d i o T i r r e n o, a n c o ra interessato dall’alta p r e s s i o n e c h e g a ra n t i s c e una bella giornata di sole su tutti i settori. Qualche nu b e d i u r n a i n p i ù s u l l a d o r s a l e l a z i a l e, ve l a t u r e notturne su dorsale tosco-romagnola. Te m p e ra t u r e s t a b i l i o i n l i eve c a l o a l s u o l o, s u va l o r i p ra t i c a m e n t e t a r d o p r i m ave r i l i e p i c c h i di 24°. Ve n t i l a z i o n e debole a p r eva l e n t e regime di brezza sulle c o s t e, r i n fo r z i d a O N O al largo del Lazio e s u l l ’ A r c i p e l a g o t o s c a n o, da NNE a NO in quota. Mari quasi calmi.

L’alta pressione è in lieve flessione a causa delle pr ime infiltrazioni umide occidentali, ma garantisce ancora una gior nata in prevalenza soleggiata, salvo nubi sparse su Toscana inter na e dorsale e zone adiacenti nel corso delle ore pomer idiane. Temperature massime in lieve calo, sempre punte di 21-22° su zone inter ne. Ventilazione debole a prevalente regime di brezza sulle coste con r inforzi da O al largo delle coste, da NO in quota. Mar i quasi calmi, poco mosso l’alto Tirreno e i bacini al largo.


SPORT

� � �

Giovedì 29 Marzo 2012

19

KARATE

Le Scuole Velta Karate protagoniste Questi i risultati degli atleti viterbesi impegnati nella Vª Coppa Italia e nel V° Campionato italiano

L

o scorso fine settimana, nel Palazzetto dello Sport “Eugenio Castellotti” a Lodi, si sono disputati, sotto l’egida della FIK (Federazione Italiana Karate), la Vª Coppa Italia ed il V° Campionato Italiano, rispettivamente per le cinture colorate e le cinture marroni e nere. Alla kermesse, riservata alle categorie Cadetti, Juniores, Seniores e Master, hanno partecipato atleti provenienti da tutta la penisola, che si sono cimentati nelle specialità del Kata (forma) e del Kumite (combattimento). La manifestazione si è svolta in maniera fluida e ordinata, consentendo a centinaia di atleti di sfidarsi lealmente nel rispetto dei valori della disciplina praticata. Le Scuole Velta Karate del M° Sergio Valeri sono state rappresentate da un’élite di 4 atleti: Biffarino Daniele (Orvieto), Fois Michele (Viterbo), Leat Vasile Valentino (Viterbo)

e Pezzato Gabriele (Viterbo). La squadra è stata sapientemente guidata dal responsabile del Gruppo Agonistico, l’istruttore Vitantonio Affatati, coadiuvato dall’allenatrice Federica Menenti. Ottimo secondo posto nella specialità Kata ottenuto da Michele Fois (categoria Seniores fino a cintura Blu), che ha dimostrato la sua completezza tecnica conquistando anche la medaglia di bronzo nella specialità Kumite. Secondo posto, nella specialità Kumite, per Gabriele Pezzato, alla sua prima esperienza nazionale, nella combattuta categoria Master fino a cintura Blu. Ottima la prestazione di Valentino Leat, che ha visto sfumare la finale della categoria Cadetti cinture Marroni e Nere, a causa di un precedente infortunio alla mano che l’ha costretto a ritirarsi dalla semifinale, raggiunta dopo una brillante vittoria. Nel-

Sono arrivate tante medaglie per gli atleti viterbesi che sono saliti sul tatami

A.S.D. Volley Castelgiorgio, non c’è niente da fare contro la capolista Volley 88

R

ispettando il pronostico sfavorevole della vigilia, la A.S.D. Volley Castelgiorgio (Vigor Volley Acquapendente), viene sconfitta per 3-0 in una gara valida per il Campionato di pallavolo Terza Divisione femminile organizzato dalla Fipav Comitato di Viterbo. Ricordiamo che la società è nata dalla fusione delle squadre di Castelgiorgio ed Acquapendente, ed occupa la terza posizione in graduatoria. Contro la capolista A.S.D. Volley 88 di Montefiascone, gli aquesiani del Tecnico Luca Strappafelci subiscono parzialini set di 25-20 / 25-13 / 25-18. Il sodalizio umbroaquesiano chiamato ora a difendere il terzo posto in classifica dall’Adp Tuscania nel prossimo match in programma in campionato.

JUNIORES PROVINCIALI - Grande incertezza sulla vincitrice

Montalto e Vigor, un primato da condividere

O Un momento della bella manifestazione la massima categoria, nulla di fatto per Daniele Biffarino, che ha conquistato un rispettoso 9° posto nella specialità Kata Shotokan Seniores cinture Marroni e Nere e si è fermato ai quarti di finale nella specialità Kumite -75 Kg, ottenendo comunque un meritato 5° posto. L’arbitro nazionale M. Paola Polegri e l’arbitro mondiale Sergio Valeri, convocati dalla FIK, hanno inoltre confermato di essere tra i migliori fischietti

d’Italia. Le Scuole Velta Karate saranno prossimamente impegnate nella preparazione per il Campionato Italiano e Coppa Italia under 14, che si terranno ad Arezzo nel fine settimana del 5-6 Maggio e per i quali risultano qualificati, nelle 4 Fasi Provinciali, circa un centinaio di atleti appartenenti agli 11 dojo Velta Karate. Non resta che attendere i risultati delle future sfide che coinvolgeranno la Velta.

ccupiamoci degli Juniores Provinciali viterbesi, in merito alla 21ª giornata di campionato. A 9 turni dal termine, i giochi sono ancora apertissimi in testa alla classi�ca. Al comando ci sono due squadre: il Montalto, che ha perso 3-2 sul campo del Capranica, e la Vigor, che invece è reduce da un 2-2 interno contro la Virtus Pilastro. In virtù di questi risultati, proprio il Capranica e la Virtus (che ha una partita in meno) si riavvicinano ai vertici: ci sono quattro squadre in due punti, per disegnare uno scenario di �ne campionato davvero equilibrato. Quinta la Tuscia, che ha sette punti di ritardo sulle capoliste ed ha battuto 3-0 il Vignanello. Ancora in corsa Nuova Sorianese e Blera, appollaiate sul ramo dei 36 punti; in questo turno si è registrato il successo interno del Blera proprio sui sorianesi, che ha permesso ai blerani di raggiungerli in classi�ca. Successo esterno invece

ALLIEVI PROVINCIALI - Le due squadre sono in testa ai rispettivi gironi

Canale Monterano e Montefiascone in testa Q

K.o. il Volley Castelgiorgio La gara che, almeno sulla carta, si presenta equilibrata si disputerà presso il Palasport del Boario Sabato 31 Marzo alle ore 18.30. C’è quindi subito l’occasione per rifarsi della sconfitta contro la pur forte e temibile squadra falisca, che sembra destinata a mantenere il primato fino al termine delle competizioni.

per la Virtus Cimini, che vince 3-1 sul campo della Nuova Bagnaia; sempre fuori casa, la Tuscania si impone per 3-2 sull’Etrusca. Pareggiano invece 3-3 Caninese e Virtus Bolsena, mentre il Canepina trova il primo successo esterno contro il Barco Murialdina, che in casa ha conquistato solo 5 dei propri 17 punti in classi�ca. Canepina che rimane sul fondo della classi�ca e nel prossimo turno ospiterà la capolista Vigor; l’altra prima, il Montalto, affronterà invece l’Etrusca tra le mura amiche. Il Capranica andrà a Vignanello per tentare l’assalto al primato; la Virtus Pilastro cercherà di rosicchiare qualche punto nello scontro diretto contro la Nuova Sorianese. Classi�ca: Montalto e Vigor 44 pt., Capranica 43, V. Pilastro 42, Tuscia 37, N. Sorianese e Blera 36, V. Cimini 34, Tuscania 31, N. Bagnaia 27, Caninese 24, V. Bolsena 23, Barco M. 17, Etrusca 16, Vignanello 7 e Canepina 5. (di Gabriele Ludovici)

uesto il quadro dei due gironi relativi agli Allievi Provinciali viterbesi. Nel Girone A, in testa c’è il Canale Monterano, che legittima la leadership andando a vincere per 2-0 sul campo del Blera. Resta però a -1 la Cimina Ronciglione, che in questa 17ª giornata di campionato allunga sul Pianoscarano, portandosi a +8 dai viterbesi. La Cimina ha infatti vinto lo scontro diretto, con il risultato di 2-1. Perde terreno anche la Flaminia Civita Castellana, che sul campo della Maglianese non riesce ad andare oltre all’11. La Tre Croci invece subisce una scon�tta esterna sul campo della Real Monterosi, con i monterosolini che conquistano la quarta vittoria stagionale imponendosi per 4-2. In coda, il Vignanello conquista il primo punto del campionato sul campo della Tolfallumiere; ma abbandonare l’ultimo posto sarà

dura. Rinviato il confronto tra Etrusca ed Accordia. Cassi�ca: C. Monterano 42, C. Ronciglione 41, Pianoscarano 33, Flaminia C.C. 31, Etru-

sca 25, Tre Croci 23, Blera e Tolfallumiere 22, Accordia 18, R. Monterosi 15, Maglianese 10 e Vignanello 1. Passiamo al Girone B, dove il

Monte�ascone, con il successo esterno sulla Nuova Sorianese (0-2), mette a punto una minifuga in virtù della contemporanea scon�tta della Vigor sul campo della Tuscania (2-1). I falisci si portano dunque a +4, a cinque giornate dagli ultimi 90’. Nella 16ª giornata si registra anche il successo esterno dell’Ischia di Castro, che compie il colpaccio andando a vincere 2-1 sul campo della Virtus Pilastro. Sale anche il Montalto, che batte 2-1 la Polisportiva Teverina e conquista il quinto successo esterno della stagione. Nella s�da ultima vs penultima, ad imporsi l’Oratorio Grandori, che dopo sette k.o. consecutivi fuori casa batte la Virtus Marta per 2-1. In questo turno ha riposato l’Etruria, mentre nella prossima giornata sarà il Monte�ascone a non allacciare gli scarpini. Classi�ca: Monte�ascone 39, Vigor e Nuova Sorianese


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

COPPA ITALIA SERIE D - Conticchio si dimette a fine gara, ora deve scattare una rivoluzione

Diamo la Viterbese ai viterbesi, fuori tutti

P

er i calciatori della Viterbese, dopo l’ennesima disfatta stagionale, dovrebbe venire in mente una sola canzone: “Non son degno di te” di Gianni Morandi. Dovrebbero cantarla a squarcia gola ed oltre al titolo dovrebbero proseguire con “non ti merito più”, tralasciando la parte “ma al mondo non esiste nessuno che non ha sbagliato una volta”. Troppe le gaffe, per non usare espressioni terra terra, che gli attuali 11 palla-

stri, altro che leoni, hanno commesso. Ogni qual volta si avvicina un traguardo ecco servita sul piatto l’ennesima figuraccia. Questa volta non era in ballo il passaggio alla finale, ma la dignità sportiva di una città. Dopo l’umiliante 0-4 con il Todi (udite udite, mica il Real Madrid) un altro 4-0. Troppo per una società ed una tifoseria che nel bene o nel male ha creduto nel progetto di inizio stagione.

Da questo scenario l’unico che si salva è l’ex mister Alessandro Conticchio che al contrario del comandante Schettino è sempre uscito per ultimo dal campo, beccandosi le grida dei tifosi contrariati. Lui sì che è un capitano e non si meritava di vedere gettata nel fango la sua dignità sportiva. È giunta l’ora di dire basta. Domenica qualora sia presente ancora una società, è tempo di schierare in campo la Juniores e man-

dare a prendere il sole, anzi meglio a fare i fanghi, quegli ex calciatori, perchè di questo si tratta, che occupano attualmente il campo. Qualche nome? Cominciamo col sostituire Vanacore, ringhio piedi bestemmiati, con Manini. Proseguiamo col far fuori Cristiano, poster impolverato, con D’Orazio. Fuori anche Nocerino o Lispi, spalanca aree, con Toli. Cambiamo finalmente modulo inserendo un vero trequartista come Cister-

Alessandro Conticchio, vero ed unico capitano na. Chiudiamo il tutto facendo giocare il Nostro Under Pieri invece dello ‘straniero’ ed impalpabile Barra. La Viterbese fatta di

viterbesi, un progetto da anni decantato e mai messo in atto. Che sia la volta buona per rendersi finalmente conto che le risorse umane ce le abbiamo dentro casa?

SERIE D Una scoppola inattesa, è la fine di un progetto

S

ant’Antonio Abate (4-3-1-2) Della Pietra; Tommaseo (dal 18’ s.t. Mattera), D’Aniello, Cassese, Imparato; Morella, Visciano, Aliperta; Chierchia; Vitale (dal 42’ s.t.Angelino), Sifonetti (dal 30’ s.t. Russo) All. Cimmino Viterbese (4-3-1-2) Scarsella ; Vanacore (dal 1’ s.t. Gnignera ), Lispi (dal 34’ p.t Fapperdue ), Nocerino, Cherubini ; Franzese (dal 16’ s.t. Majella), Testa, Cristiano, Morini ; Barra , Vegnaduzzo All. Cuccuini (Conticchio squali�cato) Arbitro: Marchesini di Legnano (Margini e Pugi) Reti: nel p.t. al 5’, al 28’ e al 27’ s.t. Sifonetti (SAB), al 43’ su rigore Vitale (SAB) Espulsi: Testa al 24’ del s.t.(doppia ammonizione) I primi 15” lasciano ben sperare, ma solo quelli.La Viterbese infatti non è pervenuta sul campo ed il resto dell’incontro ne è la testimonianza. Al 4’, Scarsella viene già chiamato in causa per respingere una

Viterbese, vergogna gialloblu

Sfuma anche il sogno di Coppa Italia con una sconfitta pesante in terra campana conclusione da distanza ravvicinata di Vitale. All’11’ Testa commette un fallo da ammonizione, e dalla conseguente punizione Sifonetti batte l’estremo difensore gialloblu realizzando il pesante vantaggio. Al 26’ seconda doccia fredda siglata dal numero 10 campano, che sfrutta un errore da principiante di Vanacore prima di in�lare Scarsella da distanza ravvicinata su assist di

Chierchia. Al 29’ il Sant’Antonio si vede annullare una rete e Cuccuini decide, tre minuti dopo, di sostituire Lispi con Fapperdue per mettere una toppa ad una difesa poco ef�cace (necessarie 4 reti tra andata e ritorno per capire che Fapperdue è una spanna sopra). Sul �nire della prima frazione di gara, la Viterbese s�ora il gol con Vegnaduzzo, con un colpo di testa

che �nisce alto. La rete del “game, set e match” arriva al 43’ dagli undici metri.Vitale realizza un rigore provocato da Vanacore, portando i padroni di casa sul 3-0 al riposo. Nella ripresa, i gialloblu partono forte: al 46’ Cristiano ci prova senza fortuna dalla distanza, mentre la palla d’oro capita al 51’ sui piedi di Vegnaduzzo. L’ex punta dell’Huracan spreca

un assist di Cristiano, sbagliando a tu per tu con il portiere campano. L’ingresso di Majella non sblocca la situazione, e piove sul bagnato quando Testa, al 69’, trova il secondo giallo lasciando il campo anzitempo e la Viterbese in inferiorità numerica. Due minuti dopo, l’iceberg Sifonetti �nisce per affondare la nave viterbese, andando a segnare ancora una volta su calcio piazzato.

La vivacità del neo-entrato Majella porta solo ad un’azione confusa in cui lo stesso attaccante non riesce a ribadire in rete una palla vagante, e si arriva �no al �schio �nale senza ulteriori sussulti: la Viterbese è eliminata ed i padroni di casa possono festeggiare l’importante successo. Dopo il circo Orfei apre uf�cialmente i battenti il ‘Circo Gialloblu’ dove chi entra si diverte con i clown viterbesi.

iL

L

L

ECCELLENZA - PROMOZIONE - Il Corneto Tarquinia paga le intemperanze

Per il Pianoscarano è un’ecatombe A referto tifosi, dirigenti, massaggiatori, allenatori, calciatori, mancano solo i campi

C

ome di consueto riportiamo i verdetti del giudice sportivo in merito alla ventisettesima giornata dei campionati di Eccellenza e Promozione: ECCELLENZA: Ammende a carico di società: Euro 100, Real Monterosi per aver causato il ritardo all’inizio della gara. Inibizione a svolgere qualunque attività�no al 27/04/2012 a carico dei dirigenti: Granato Ciro, Corneto Tarquinia allontanato per aver rivolto all’arbitro espressioni of-

fensive, reiterando tale comportamento durante l’abbandono del campo. Inibizione a svolgere qualunque attività�no al 20/04/2012 a carico del medico Spirito Antonio, Corneto Tarquinia per aver rivolto all’arbitro espressioni offensive. Squali�ca dal campo per un turno: Burla Lorenzo, Monte�ascone Squali�ca per recidiva di ammonizione: Spirito Dario, Corneto Tarquinia

PROMOZIONE: Ammende a carico di società: Euro 800 PIANOSCARANO 1949 Perché propri sostenitori, nel corso della gara ed in più occasioni rivolgevano alla terna arbitrale espressioni gravemente offensive e minacciose. I medesimi, inoltre, lanciavano all’indirizzo della stessa alcuni sassi che non colpivano alcuno. L’arbitro veniva attinto da uno sputo alla spalla. A �ne gara, alcuni tesserati non identi�cati, si portavano sulla tribuna e partecipavano ad una aggressione contro la tifoseria della squadra avversaria. Si rendeva

necessario l’intervento della Forza Pubblica per riportare l’ordine. Per indebita presenza, nella zona degli spogliatoi di un estraneo che quali�catosi presidente della Società, minacciava ed offendeva la terna arbitrale. Euro 150 Ischia di Castro perchè i propri sostenitori nel corso della gara rivolgenano frasi ingiuriose alla terna arbitrale. Inibizione a svolgere qualunque attività�no al 04/05/2012 a carico dei dirigenti: De Marco Alessio, Pianoscarano espulso per aver rivolto offese all’arbitro Inibizione a svolgere qualunque attività�no al 20/04/2012 Ciatti Paolo, Pianoscarano perchè a �ne gara rivolgeva frasi offesive alla terna arbitrale Inibizione a svolgere qualunque attività�no al 04/05/2012 a carico del massaggiatore Pasquini Fulvio, Pianoscarano espulso per aver rivolto offese all’arbitro

Squali�ca a carico degli allenatori: Baggiani Massimo, Pianoscarano per 4 giornate espulso per aver rivolto offese all’arbitro Squali�che a dal campo: 4 giornate, D’Amico Matteo, Pianoscarano 3 giornate, Russo Christian, Pianoscarano 2 giornate, Peparello Gianluca,

Pianoscarano Squali�ca per recidiva di ammonizione: Nori Manuel e Malagigi Luca,Pianoscarano Chiurazzi Mauro, Foglianese Seralessandri Stefano, Canepina Daniele Giuseppe e Nuccioni Leonardo, Vigor Acquapendente


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

21

STORIE DI CALCIO

Cronache, tabellini e curiosità Per il Montefiascone ok la juniores, sconfitti i giovanissimi. Pari nel recupero per la Viterbese allievi

L

e storie del nostro calcio con cronache e news.

GIOVANISSIMI REGIONALI, KO IL MONTEFIASCONE Ko interno del Monte�ascone nel match contro i Vigili Urbani. MONTEFIASCONE 1 VIGILI URBANI 3 Monte�ascone: Tronchini; Barbato, Ciatoni; Zappalà, Bracoloni, Di Benedetto; Minciotti, Patacchini, Bassi, Bianchi, Panichi. All. Alessandrini. A dip. Trapè, Stefanoni, Corvone, Mocini, Manganello, Strappafelci, Vallone. Vigili Urbani: Zottola, Rusich Romualdi; Conti, Ramunno, Ranucci; Capezzuoli, Luci, Berbeglia, Severa, Greggi. All. Pinzi. A dip. Boncompagni, Angelucci, Messina, Folconi, Paolucci, Lombardini, Gatto. Arbitro: Sig.ra Orecchia di Viterbo. Marcatori: 25 pt

Capezzuoli(VU); 4 st Severa (VU), 15 st Rusich(VU), 21 st Di Benedetto (M). Mentre il direttore di gara guarda le stelle, Rusich, dando una forte spallata al portiere Tronchini, gli fa cadere il pallone dalle mani e segna la terza rete, Orecchia, ritornata a guardare il campo, convalida tra le forti proteste del pubblico e di tutto lo staff della panchina dei locali. Le due formazioni sono scese sul campo B delle fontanelle alla presenza di un folto pubblico, su un terreno polveroso e duro, in una tiepida mattinata di sole. Gli ospiti sono partiti di gran vena dando ad intendere che volevano portarsi via il bottino pieno. I ragazzi di Alessandrini faticavano molto ad entrare nel gioco e subivano quello degli avversari anche se, nei primi minuti, hanno costruite almeno tre occasioni da rete sciupate però per il troppo individualismo. Cosi tra il polverone che ha dominato tutta la gara, al venticinquesimo, gli ospiti passavano in vantaggio, con Capezzuoli, su azione corale a seguito di un calcio di punizione partito da centro campo

e così si arrivava all’intervallo con gli ospiti in vantaggio. A quarto della ripresa, su azione di rimessa, era Severa a penetrare la difesa locale e depositare la palla in rete siglando il raddoppio e mettendo al sicuro il risultato dando così la possibilità alla squadra di giocare poi in modo spavaldo. Al quindicesimo Rusich, abbiamo già descritto l’accaduto arrotondava il risultato realizzando in mood altamente scorretto ed antisportivo la terza rete. A questo punto i locali non ci stavano e reagivano cosicché al ventunesimo Di Benedetto, beffando con un tiro secco ed angolato Zottola, realizzava la rete della bandiera per i locali. Una gara tutta da dimenticare, condizionata da un arbitraggio molto discutibile ed un grande divario, più �sico che tecnico tra le due formazioni. Pietro Brigliozzi

CALCIO JUNIORES REGIONALE, RISALE IL MONTEFIASCONE Una vittoria preziosa quella dei ragazzi di Santucci sul coriaceo Tolfa. Ambedue le formazioni sono scese sul campo A delle Fontanelle con l’intento di portarsi a casa l’intera posta in palio, ma i locali sono stati più determinati e così hanno fatti propri i tre punti. MONTEFIASCONE 2 TOLFA 1 Monte�ascone: Mattei; Lilli, Proietti; Cepparotti, Alberti, Bacocco; Stoskovic, Barbetta, Ceccarini, Del Pomo, Brandoni. All. Santucci. A disp. Simonetti, Perosillo, Stefanoni, Vallesi, Petricca. Tolfa: Simonante; Perfetti, Ferrari; Fracassa A., Mocci , Golino; De Fazi, Del Frate, Fracassa L., Di Gennaro, De Caro. All. Pacchiarotti. A disp. De Angelis, Ricci. Arbitro: Sig. Andriani di Viterbo. Marcatori: 10 pt Del Pomo (M); 25 st Fracassa A.(r)(T); 41 st Vallesi(M). La gara si è svolta in un tiepido pomeriggio di sole, alla presenza di un centinaio

Da sabato scatta in Basilicata il Torneo delle Regioni di spettatori che hanno continuamente incitato i propri beniamini. Dopo alcuni minuti di gioco durante i quali le squadre si sono studiate con circospezione, al decimo, su veloce azione di attacco Del Pomo, con un tiro teso, da fuori area, ha portato in vantaggio la propria squadra. Tutto sembrava andare per il verso giusto, i locali padroni del centrocampo egli ospiti decisi in avanti alla ricerca del pareggio, ma il tempo scorreva senza troppe emozioni e così Andriani al quarantaseesimo mandava tutti negli spogliatoi con i locali in vantaggio. Al ritorno in campo i locali a difendere il vantaggio, gli ospiti alla ricerca del pareggio; ne è uscita fuori una fase piuttosto noiosa con molto gioco a centro campo ed affondi quasi sempre a vuoto. Al venticinquesimo un sussulto; Andriani concedeva il rigore agli ospiti che trasformavano con Fracassa A. raggiungendo il pareggio. I locali subivano il contraccolpo ma non si smarrivano come in altre gare , anzi cercavano di spingersi in avanti alla ricerca di una seconda rete. La gara si è parzialmente vivacizzata ed al quarantunesimo Vallesi, con un tiro da fuori area, molto angolato verso la linea di fondo, trovava l’angolino basso sulla destra di Simonante realizzando la rete della vittoria. Molte le sostituzioni da una parte e dall’altra, come pure diverse le ammonizioni elargite ed in�ne l’espulsione di Golino, nei minuti di recupero, quattro per la precisione quelli concessi dal direttore di gara. (Pietro Brigliozzi) ALLIEVI ELITE LA VITERBESE FA 2-2 CONTRO L’OTTAVIA Partita piacevole quella che si è consumata al Cus tra Viterbese ed Ottavia con un

2-2 che in �n dei conti accontenta tutti, con una Viterbese incerottata ed in campo con una formazione rimaneggiata ed un Ottavia autore di una buona partita. VITERBESE 2 OTTAVIA 2 Viterbese: Pazienza 6, Andreoli 6 (11’st Mariani 6), Mei 6, Guerrini 6, D’Alessio 6, Scorzoso 6 , Persico 6, Cianfana 6 (1’st Lanciano 6.5), Ravoni 6, Bordo 6, Venanzi 6.5. A disposzione: Coretti, Martinelli, Pereira, Rasente All: Bertini Ottavia: Capitani 6, Ciampi 6 (43’st Palla sv), Galli 6, Fioravanti 6 (33’st Giordani sv), Ubaldi 6, Trotto 6.5 (21’st Circieri 6), Marchionne 6.5, Bontempi 6, Valencia 6.5 (14’st Procario 6.5), Igliozzi 6.5, Sparea 6.5. A disposizione: Severini, Sellani, Serra. All: Ghego Arbitro: Gookooluk di Civitavecchia, voto 6 Marcatori: Marchionne 26’ (O.), Venanzi 20’st (V.), Procario 22’st (O.), Lanciano 35’st (V. Note: Ammoniti Scorzoso (V.), Capitani (O.), Ubaldi (O.), Giordani (O.) Angoli 4-2 Rec 1’pt - 4’st Partita piacevole quella che si è consumata al Cus tra Viterbese ed Ottavia con un 2-2 che in �n dei conti accontenta tutti, con una Viterbese incerottata ed in campo con una formazione rimaneggiata ed

un Ottavia autore di una buona partita. La prima frazione vede partire bene gli ospiti che vanno alla conclusione al 4’ con una batti e ribatti in area dove Igliozzi non trova la rete per poco. Al 19’ Ottavia sfortunata, la punizione dal limite di Igliozzi impatta infatti sulla parte alta della traversa. Al 26’ giunge il meritato vantaggio con la un’icornata di Marchionne su cross di Sparea, nell’occasione la retrogaurdia viterbese si lascia sorprendere. La Viterbese si scuote e s�ora il pareggio al 38’ con un colpo di testa di Venanzi su corner di Cianfana. Il sospirato parziale di parità giunge al 20’ della ripresa con la �rma di Venanzi che supera Capitani su cross di Ravoni. Passano 2’ e l’Ottavia mette la freccia con un bel tiro da fuori di Procario che pesca il jolly da oltre 25m. La reazione dei gialloblu non si fa attendere con Lanciano che al 25’ �ssa il punteggio �nale su invito di Guerrini. DA SABATO IL TORNEO DELLE REGIONI La 51^ edizione della classica manifestazione LND prenderà il via sabato 31 marzo in Basilicata Il Torneo delle Regioni sta per iniziare. La 51^ edizione della storica manifestazione giovanile della Lega Nazionale Dilettanti prenderà il via sabato 31 marzo (�no a lunedì

9 aprile) in Basilicata. Per la seconda volta il Torneo sbarca in Lucania, in palio ben 6 trofei in altrettante categorie: Juniores, Allievi, Giovanissimi per il calcio a 11 maschile, calcio Femminile, futsal maschile e femminile. Fervono i preparativi per accogliere oltre 2500 tra atleti e dirigenti, de�niti i calendari e le strutture, tutto è pronto per il calcio d’inizio. Per dare ampio risalto alla manifestazione, la Lega Nazionale Dilettanti ha previsto il consueto spiegamento di forze in termini di comunicazione: oltre ad un puntuale aggiornamento del sito dedicato (www.lnd.it/torneodelleregioni), sarà possibile vivere ogni giorno le emozioni del Torneo attraverso le immagini della trasmissione TDR Tv on line ogni sera sul player youtube della LND, mentre gli atleti avranno a disposizione un quotidiano gratuito, distribuito negli hotel, di ben 16 pagine dedicato alle loro gesta. Diverse, inoltre, sono le novità in serbo sui social network facebook e twitter.

LA NUOVA RICERCA SUL NOSTRO CALCIO Oggi, giovedì 29 marzo, Gnudi, Petrucci ed Abete presentano la nuova ricerca sul nostro calcio La Federazione Italiana Giuoco Calcio, in collaborazione con Arel e Pricewaterhouse Coopers, presenta l’edizione 2012 di Report Calcio. L’evento, al quale interverranno il Ministro dello Sport Piero Gnudi, il presidente del CONI Gianni Petrucci, il presidente FIGC Giancarlo Abete, l’On. Enrico Letta ed Emanuele Grasso, si terrà oggi, giovedì 29 marzo alle ore 11 presso la sede ABI di Palazzo Altieri a Roma (via di Santo Sterano del Cacco n.1). NELLE FOTO In alto il primo gol del Tolfa, sotto a centro pagina il loro del Torneo delle Regioni e qui a �anco la prima rete dei Vigili Urbani.


� �

sport

Viterbo & AltoLazio

SPORT

22

Giovedì 29 Marzo 2012

CALCIO A 5 FEMMINILE - Le due società hanno fatto il vuoto alle loro spalle: vincono entrambe

Prosegue il duello tra Libertas Ellera e Montefiascone A ndiamo a dipingere il quadro del 21° turno del Girone A della Serie D del Calcio a 5 viterbese. A nove turni dal termine, a contendersi la vetta sono due squadre: Libertas Ellera e Montefiascone. La Libertas ha vinto 9-0 sul campo del Vignanello, e resta a +3 sulle falisce. Tripletta di Arianna Rigoli, doppietta di Alessandra Mandato e sigilli personali di Ceccariglia, Cusenza, Fanali e Lagrimino per la squadra ospite, che in questa stagione non ha an-

cora perso una partita. Le ragazze del Montefiascone invece non hanno smentito il dato che le vede come la squadra con più gol all’attivo: il 18-1 esterno contro il malcapitato Graffignano porta a 162 le reti stagionali delle gialloverdi. Gloria Rebichini segna 10 gol, consolidando il primato nella classifica marcatrici; anche 5 reti di Zarate, una doppietta di Baroni e un sigillo di Prosperini sul tabellino di questa sfida senza storia. La partita tra Nepi Sport Event (ter-

za in classifica) e Celleno (quarta) verrà giocata il 17 Aprile alle ore 20; non ne approfittano per avvicinarsi, almeno provvisoriamente, Canale Monterano ed Oratorio Grandori, che pareggiano 3-3. Nelle ospiti, in evidenza la doppietta di Pintus. A metà classifica, bel successo esterno per il C.U.S. Viterbo sulla Caninese, in una gara terminata 2-3. Doppietta di Stacco e Brugiotti per le gialloblu, mentre le caninesi hanno segnato con Mattei e Papacchini. Dilaga l’Atletico

Oriolo, sul campo della Calcio Rossoblu: un 8-1 che porta la firma di Rossini (3), Bucci (2), Guiducci (2) e Ferrini per le oriolesi. Finisce 2-2, infine, la sfida tra Blera e Pol. CI.C.R.A.M. in virtù delle reti di Cancellu e Lopes per il Blera, e di Belfi e Moschettini per le ronciglionesi. Migliore marcatrice, come detto, Gloria Rebichini a quota 60; a seguire Arianna Rigoli (L. Ellera) con 44, Mariella Prosperi (C.U.S. Vitervbo) con 37 e Mercedes Liliana Zarate

(Montefiascone) reti all’attivo.

con

36

Classifica: Libertas E. 56 pt., Montefiascone 53, Nepi S.E. 43, Celleno 38, O. Grandori e C. Monte-

rano 33, C.U.S. Vt 29, A. Oriolo 28, Lubriano 27, Caninese 26, Blera 19, P. CI.C.R.A.M. 18, C. Rossoblu 8, Vignanello 6 e Graffignano 3. (di Gabriele Ludovici)

Il ds Giulio D’Alessio

GIOVANILI Tutti gli obiettivi sono stati raggiunti; parte il sodalizio con l’Empoli

A

livello giovanile, Monte�ascone si prepara a festeggiare una stagione dal bilancio assolutamente positivo; ne abbiamo parlato con Giulio D’Alessio, che delle giovanili dei falisci è il responsabile: “Sono soddisfattissimo di questa stagione, c’è ancora da lavorare ma i risultati sono andati oltre le più rosee aspettative. L’anno prossimo le nostre rappresentative potrebbero fare un bel salto verso le competizioni regionali, e sarebbe un risultato storico non solo per la nostra società, ma per tutto il comprensorio viterbese.” Analizziamo tutte le squadre nello speci�co; gli Juniores Regionali stanno uscendo dal baratro della retrocessione: “I ragazzi di Dario Santucci si stanno riprendendo, sono riusciti a fare bella �gura anche nella scon�tta contro la Pescatori Ostia; nell’occasione eravamo rimaneggiati e schieravamo tre ’96 e due ’95. Nelle ultime partite abbiamo recuperato parecchi punti, vogliamo uscire dalla zona playout e tenerci stretta la

A.S.D. Montefiascone, la linea verde paga Stagione di importanti successi per i giovani falisci: ne abbiamo parlato con D’Alessio

L

N

ella 24ª giornata della Serie C2 Girone A di calcio a 5, torna al successo l’Active Network Futsal di Viterbo, con un sonoro 8-1 rifilato al Valentia: il miglior modo per dimenticare la sconfitta della settimana scorsa subìta da parte dello Sporting Albatros. Sugli scudi Javier Torres, autore di una tripletta, due reti anche per Mariano Daniel Pego e Mirko Quadrini oltre al sigillo di Vincent Alex Caci; per il Valentia, in rete Visonà. In virtù degli altri risultati, l’Active fa strike e passa dal nono al sesto posto. Nel penultimo turno, i viterbesi affronteranno la Valle dei Casali con l’intento di chiudere in bellezza il torneo, che terminerà con la sfida contro la CCCP 1987. Gli ormai matematicamente campioni dell’Atletico Civitavecchia conquistano un punto sul campo della Futsal Ostia in un pirotecnico 4-4. Tutte reti

categoria.” Bene gli Allievi Provinciali di mister Gianni Cremarossa e gli Allievi Fascia B 96 allenati da Fernando Fumagalli, entrambi primi in classi�ca: “Abbiamo quattro punti di vantaggio con una partita in più, nel prossimo turno riposeremo sperando che la s�da tra due delle inseguitrici, Ischia di Castro – N. Sorianese, termini in parità. In ogni caso resteremo primi e ci prepariamo alle ultime s�de. Gli Allie-

vi 96 stanno andando alla grande, con 13 punti in cinque partite; sarà una lotta a due con il Pianoscarano per la vittoria �nale.” Risultati più che positivi anche per i Giovanissimi Regionali B e Provinciali Fascia B, che stanno raggiungendo due obiettivi diametralmente opposti: “I ragazzi di Giorgio Alessandrini sono partiti a fari spenti, ma ora possiamo dire che siamo riusciti a salvarci, manca solo la matematica

ma possiamo de�nirci molto tranquilli. I Giovanissimi Provinciali di David De Paolis invece stanno distruggendo il campionato, con solo una scon�tta all’attivo siamo davvero ad un passo dalla vittoria del titolo.” La società falisca ha però un serbatoio di prima qualità da cui attingere per reclutare nuovi talenti; i nati dal 2000 in poi stanno facendo molto bene, grazie al responsabile Armando Aloisi e al

supervisore della scuola calcio Carlo Santini: “Abbiamo due gruppi, guidati da Michele Venanzi e Davide Santini, che si stanno preparando per entrare rispettivamente nei Giovanissimi e negli Esordienti. Per quanto riguarda i Pulcini ed i Piccoli amici, i nostri tecnici stanno svolgendo un buon lavoro, grazie a Gianni Pasquini (che si occupa dei 2003), Roberto Turci (2002) e Riccardo Pasquini (2001). I nostri

progressi ormai sono tangibili e stiamo facendo bene sotto tutti i punti di vista, anche se attendiamo quest’ultimo mese e mezzo per i verdetti della stagione.” Stagione d’oro per il Monte�ascone, nell’ottica anche di una futura af�liazione con l’Empoli F.C., con cui la società falisca ha organizzato un raduno il 19 Marzo con i ragazzi del 1999. (di Gabriele Ludovici)

iL L

solitarie: per gli ostiensi Caruana, Grassi, Rinaldi e Rossano hanno timbrato il cartellino; per gli atletici a varcare la linea bianca sono stati Caselli, Rocchetti, Simone Tangini e Stefano Tangini. Al secondo posto sale quindi il Futbolclub, che batte 93 il Nordovest Calcio a 5: si registrano tre doppiette per i discendenti di Romolo, realizzate da Badaracco, Dapporto e Lodironte. Cade a sorpresa l’Aurelio Casalotti 04, per mano della Virtus Stella Azzura, in un 5-8 che permette alle stelle di avvicinarsi al centro della classifica. In evidenza negli ospiti Alessio Piciucchi, che un giorno racconterà ai nipotini di aver segnato sei gol, oltre alle marcature di Beccaccioli e Leonardi, mentre per i padroni di casa si segnala la tripletta di Di Ponti oltre alle reti di Fiorotti e Francescangeli. L’Anguillara batte 51 lo Sporting Albatros, e li raggiunge in classifica;

CALCIO A 5 MASCHILE - Tornano al successo i viterbesi sul Valentia

Tre volte Torres, e l’Active Network vince Oltre al bomber Torres, in rete anche Pego con una doppietta e Quadrini nell’8-1 finale per gli anguillarini tripla segnatura di Alessandro Rossi e reti di Conte e Tortorelli, mentre gli uccelli dell’oceano mandano in rete Carbone. Infine, il Santa Marinella consolida il quinto posto battendo la CCCP 1987 con un 3-1 di cui Ara, autore di tutte e tre le reti, ha fatto la parte del leone; per la CCCP la rete è stata di Ferrigno. Questa settimana la Valle dei Casali ha osservato un turno di riposo. Diamo uno sguardo anche ai migliori marcatori: Giordano De Fazi (A.

Civitavecchia) resta primo a quota 32 reti, insidiato da Javier Torres (Active N.) a 31. Piciucchi, dopo la tempesta di gol, sale a 29. 27 reti invece per Daniele Bartoli (Valle dei Casali) e 22 per Alessio Grassi (Futsal Ostia) Nel prossimo turno, gli ormai campioni del Civitavecchia faranno visita al Santa Marinella, mentre in ambito secondo posto saranno decisive le sfide Virtus Stella Azzurra - Futbolclub e Nordovest C5 - Futbol Ostia. Classifica: A. Civitavecchia 52 pt., Futbolclub 46, Futsal Ostia 44, Aurelio 04 C. 34, S. Marinella 32, Active N. e V. dei Casali 31, Anguillara e S. Albatros 30, V. S. Azzurra 28, Valentia 22, CCCP 1987 19 e Nordovest C5 11. (di Gabriele Ludovici)

Il bomber Torres


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 29 Marzo 2012

23

SPORT VARI

Campionati Studenteschi: super Liceo Ragonesi Gli eccellenti risultati degli atleti del noto istituto scolastico del capoluogo nelle recenti prove

S

erie di notizie dai nostri sport vari. Prima news riservata agli ottimi risultati ai Giochi Studenteschi 2011/2012 da parte degli studenti del Liceo Cardinal Ragonesi. CAMPIONATI STUDENTESCHI OK GLI ATLETI DEL LICEO RAGONESI Ai Giochi Studenteschi 2011/2012 il Liceo Cardinal Ragonesi di Viterbo noto per il suo pro�lo e valore educativo, formativo e qualitativo, dal punto di vista scolastico sta ottenendo risultati sportivi eccellenti. Nel tennis dove Raffaele Censini si è laurato campione provinciale nella categoria juniores individuale e campione provinciale con la squadra juniores (Censini, Agelli e Presti) oltre ai buonissimi piazzamenti nella categoria allievi, con Cecchini Emanuele (III) individuale e la terza squadra (Cecchini, Coluccia e Ricci) con gli ottimi risultati nello sci con Giorgio Troncarelli, primo assoluto per

prima fase sono approdati alle semi�nali del concentramento. Il motto del Liceo Ragonesi è: “Studio, qualità e crescita nel segno dello sport”.

MOUNTAIN BIKE TUTTO SULLA MARATHON DEI COLLI ALBANI La Marathon dei Colli Albani-La Via Sacra, una delle manifestazioni più importanti e blasonate del Centro Italia, ha sempre avuto una partecipazione altissima di atleti. Ad oggi hanno raggiunto quota 500 le adesioni per merito dei circuiti a cui è legata (Italia Marathon Tour FCI, Inkospor Mtb Marathon Lazio, Sentieri del Sole e dei Sapori, All Star Mtb-Girone Centro Italia). Domenica 13 maggio, la 15esima edizione prenderà il via ancora una volta dal centro equestre FISE (Federazione Italiana Sport Equestri) del CONI ai Pratoni del Vivaro (Roma), nato per le prove

Raffaele Censini la categoria juniores maschile e Francesca Caporossi per la femminile e con l’affermazione della squadra categoria allievi maschile (Coluccia, Gostoli, Rossi e Cicinelli). Pttimi risultati anche dallo sci con la partecipazione alla fase regionale a Campo Felice con buoni risultati, ottimo Troncarelli, vice campione regionale con la medaglia d’argento. Lo sport educa i ragazzi ad una sana crescita e ai giusti valori della vita. Ed è per questo che lo sport occupa uno spazio importante nel noto istituto del capoluogo. C’è da ricordare inoltre che il Liceo è in prima �la quando si tengono manifestazioni di interesse sportivo, come alla recente presentrazione di “Viterbo, capitale sportiva d’Europa”, dove la professoressa Rita Ciacci ha presentato una serie di balletti di danza ed hip hop coinvolgendo tutte le ragazze della scuola e presentando coerogra�e interessantissime. E in questi giorni in�ne i ragazzi di capitan Bernardo Benedetti sono impegnati negli giochi studenteschi di calcio a 5 contro gli istituti di Bagnoregio e del JJ Rousseau. E con un pareggio e una vittoria nella

equestri delle Olimpiadi del 1960 a Roma. Tra il Monte Cavo e il Monte Artemisio, la Marathon e la Point to Point avranno come cornice naturale il Parco Regionale dei Castelli Romani, ente di tutela ambientale regionale istituito nel 1984 dalla Regione Lazio che si estende su 15.014 ettari nell’area dell’antico Vulcano Laziale comprendente 15 comuni: di questi Rocca di Papa, Velletri e Lariano hanno parte del territorio boschivo all’interno del percorso. Sin dalle prime edizioni, questa gara è stata così consacrata come una tra quelle che nel tempo dovevano essere annoverate fra le più importanti manifestazioni del panorama nazionale delle marathon per il numero crescente di partecipanti. Si prospetta quindi una domenica di grande e sicuro interesse per tutti i bikers che alla Marathon si cimenteranno su un tracciato notoriamente tecnico e che quest’anno avrà alcune varianti dovute alle nevicate del mese scorso di febbraio. Giocoforza, gli organizzatori hanno previsto alcuni inserimenti di single-track e una nuova discesa di 7 chilometri nel percorso Marathon.

Giorgio Troncarelli

Mountain Bike: la Marathon dei Colli Albani. Gli auguri di Tavecchio Le iscrizioni saranno chiuse a quota 1000 e nel pacco gara sarà previsto, tra i gadeget, un porta-borracce di marca Freewheeling. Gli organizzatori del Biciclo Team New Limits intendono ringraziare per la sinergica collaborazione le entità Biciclo Racing, Civita Bike, Rocca Bike e il consorzio Inkospor Mtb Marathon Lazio. Non mancherà anche il sostegno istituzionale del Parco Regionale dei Castelli Romani con il commissario Matteo Orciuoli, il responsabile del patrimonio boschivo-tutela ambientale Daniele Badaloni e quello dei guardiaparco Carlo Grillo. PERCORSI - Marathon: 77 chilometri, dislivello 2080 metri; Point to Point: 52 chilometri, dislivello 1390 metri; Short: 30 chilometri, dislivello 850 metri; Cicloturistico: 22 chilometri, dislivello 600 metri COSTI DI ISCRIZIONE Fino al 08/04/2012: 25€ uomini, 20€ donne e cicloturisti tesserati, 22€ cicloturisti non tesserati; dal 09/04/2012 al 06/05/2012: uomini 30 €, donne e cicloturisti tesserati 25 €, cicloturisti non tesserati 27 €; dal 07/05/2012 al 10/05/2012: chiusura iscrizioni uomini 35 €, donne e cicloturisti tesserati 30 €, cicloturisti non tesserati 32€. Campo Gara: sabato 12 maggio e domenica 13 mattina �no alle ore 9,00 - uomini 40 €, donne e cicloturisti tesserati 35 €, cicloturisti non tesserati 37 €. CALCIO: IL MESSAGGIO AUGURALE DI TAVECCHIO PER LA SANTA PASQUA In occasione delle festività pasquali, il presidente LND si rivolge al mondo dilettantistico Un sentito augurio a tutti Voi per le Festività pasquali, con l’auspicio sincero di poter vivere questi giorni con estrema serenità. E’ un augurio che interpreta il sentimento individuale e quello dell’intero

Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, che sta continuando ad adoperarsi in un percorso lavorativo contrassegnato dal raggiungimento di importanti traguardi per il mondo dilettantistico e giovanile. La nostra attività quotidiana è caratterizzata da senso di responsabilità e da seria programmazione, che sono parte diretta di ogni fase della nostra gestione. Colgo questa occasione, quindi, per formulare un immenso ringraziamento a quanti, a vario titolo, offrono il proprio insostituibile apporto professionale e volontaristico alla Lega Nazionale Dilettanti, rendendo le sue strutture un punto fermo sia in sede centrale che sul territorio. Siamo affettuosamente vicini, come ogni anno, agli alluvionati e ai cittadini di L’Aquila e provincia, colpiti nel 2009 da un terremoto che costrinse all’immediata sospensione del Torneo delle Regioni, in procinto di festeggiare a Pasqua la sua 51.a edizione in Basilicata. Come sempre, inoltre, il periodo post-pasquale, oltre a regalarci l’appassionante gara di �nale della Coppa Italia Dilettanti, coinciderà con la fase conclusiva dei Campionati e con lo svolgimento di Tornei e manifestazioni a cura dei Comitati, delle Divisioni e dei Dipartimenti. Auguri, quindi, a tutte le squadre per il raggiungimento dei rispettivi traguardi. In bocca al lupo anche all’Italia del Calcio a Cinque, che il gior-

no 11 Aprile sarà impegnata a Conversano, contro la Norvegia, nella gara valevole per il ritorno degli spareggi di quali�cazione ai Mondiali 2012 in Thailandia. Sempre restando nel Calcio a Cinque, ci uniamo al tifo per il Marca Futsal, la squadra veneta che dal 27 al

Bosnia, seguirà quello contro la Russia, Paese dove si esibirà anche la Nazionale Femminile Under 19 per la seconda fase continentale, affrontando Scozia, Spagna e Russia. Anche la Lega Nazionale Dilettanti, oltre ai Comitati e alle Divisioni, si appresta a disputare

Una bella danzatrice del Ragonesi

29 Aprile disputerà a Lleida, in Spagna, con la partecipazione di Barcellona, Dinamo Mosca e Sporting Lisbona, la prestigiosa Final Four per l’assegnazione della U.E.F.A. Futsal Cup 2011-2012. L’auspicio è, ovviamente, quello di replicare l’affermazione europea di un anno fa del Montesilvano. In campo anche la Nazionale A Femminile per le quali�cazioni europee: all’appuntamento di �ne marzo a Ferrara contro la

Il gruppo danza del Ragonesi

la sua personalissima partita, misurandosi con una prova impegnativa come è quella del rinnovo delle cariche elettive federali quadriennali. Dopo la scadenza naturale del mandato, il cammino elettorale si avvierà nel 2012 per concludersi nei primi mesi del prossimo anno. Il quadro politico e gestionale ha fatto della stabilità e della certezza istituzionale uno dei segreti del successo della Lega Nazionale Dilettanti, che negli ultimi dieci anni ha saputo acquisire forza e consensi sempre più consolidati e duraturi, grazie soprattutto a un’azione sempre attenta e propositiva. Questo ci ha permesso di andare avanti con i nostri impegni e con la trasparenza che ci eravamo pre�ssati. I prossimi mesi saranno, per tutti, estremamente laboriosi. Auguri di vero cuore per una buona Pasqua: alle Società e ai tesserati, al mondo arbitrale, all’esercito interminabile di volontari che realizzano con passione la propria mission nel calcio dilettantistico e giovanile. Auguri a tutti, soprattutto, nel segno di una forte solidarietà spirituale e materiale, senza mai dimenticare il nostro prossimo.


ASSOCIAZIONE VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE

6 6 5 0 4 6 6 2 0 90

I

D E I R L E G N E E C T S S O S

Compilando le apposite sezioni Sez.Com. “R.MILIONI” di

730 - UNICO - CUD

Viterbo

90026640566

LE SCELTE “8 e 5 PER MILLE” NON SON0 IN ALCUN MODO ALTERNATIVE FRA LORO

Donare sangue .... fa bene a te stesso, ma .... soprattutto agli altri Avis Comunale Viterbo Via E. Fermi, 15 Tel/Fax. 0761/236914

E-Mail avis.comunale@asl.vt.it www.aviscomunaleviterbo.it

L'Opinione di Viterbo - 29.03.2012  

L'Opinione di Viterbo - 29.03.2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you